Sei sulla pagina 1di 16

SCUOLE SOTTO ASSEDIO

Dalla Primaria, all’Università. Come si sta procedendo


alla demolizione dell’istruzione pubblica.

Inoltre SALUTE – Il Papilloma virus


ATTUALITÀ: LIBRI
Il Parco della Costa Teatina MUSICA
Problemi di trasparenza a Gissi CINEMA il Cingolo n. 4, ottobre 2010
La foto
Quando ti trovi d’accordo
con la maggioranza, è il momento
di fermarti a riflettere.
Mark Twain

~
Caporedattore
Antonino Dolce

Vice
Pina Colamarino

Redazione
Nicola Lucio Ciancaglini, Stefania
Cionci, Giorgio Conti, Gianni
Cordisco, Fernando Crisci,
Giordana D’Achille, Roberto De
Ficis, Elena Falcucci, Valentino L’ultima arrivata nella fattoria d’arte “I colli” di Lentella, Margherita
Giammichele, Giulio Giarrocco,
Angelo Marchione, Manuela Moro,
Daniele Roberti, Valentina Sciascia,
Emanuela Tascone

Stampato in proprio
Distribuito a: Fresagrandinaria,
Sommario
Furci, Lentella, San Salvo, Vasto
(presso sede Arci).
Brevi/Brevissime ����������������������������� 3 il Cingolo culturale
Contatti
In copertina Libri da comodino ������������������������������������11
ilcingolo@gmail.com Qui pianeta scuola ������������������������������������� 4 Cingolaudio ��������������������������������������������� 12
http://www.facebook.com/ilCingolo Quant’è faticoso il diritto allo studio ���������� 5 Film ����������������������������������������������������������13
il Cingolo culturale racconta
Beata ignoranza ���������������������������������������� 6
Supplemento di histonium.net, Il Baubau ������������������������������������������������� 14
Reg. Tribunale di Vasto n. 106 del 25 Attualità
maggio 2005, anno VI, num. 302. Parco della Costa Teatina ��������������������������� 7 Navi da combattimento in fiamme
On-line su www.sansalvo.net e al largo dei bastioni di Orione
DA GISSI ���������������������������������������������������� 8
www.iltrigno.
DA LENTELLA ������������������������������������������� 8 Vita da tirocinante���
net da giovedì 4
novembre 2010.
o tirocinante a vita? �������������������������������� 16
Salute La perdita dell’identità dei piccoli comuni:
Papilloma Virus ������������������������������������������ 9 Carunchio ������������������������������������������������ 16

editoriale
servizi essenziali nei centri più
grandi della costa. Un’emorragia
continua di risorse e persone, dolo-
rosa, ma obbligata se restare signifi-
ca soccombere. La politica dovrebbe
illustrare chiaramente i progetti a
Catene alle porte delle scuole lo- to per far spazio. Colline e vallate riguardo. Un’impresa difficile, però,
cali e degli ospedali. Servizi mutati trasformate in grandi magazzini di quando mancano rappresentanti
in disservizi (poste, rete idrica, rete rifiuti iper-tecnologici, pericolosi, istituzionali in grado di vivere e
fognaria, l’elenco sarebbe lungo). tossici e radioattivi. Incenerimento comprendere i medesimi disagi dei
Strade lasciate al loro destino, sul posto, aria e acqua buoni solo per semplici cittadini. Non è sufficien-
travolte da dissesto idrogeologico e far spazio ad altro veleno. te lo sporadico giro con l’auto blu,
speranze tradite. Bene, forse è tutto questo che le l’apparizione del mistico corpo.
Tettitorio votato allo sfruttamento zone del medio-vastese rischiano di Per iniziare basterebbe che gli stessi
indisciplinato delle risorse. Trivella- subire unilateralmente. Un deserto cittadini a ogni giro di boa non si fa-
zioni per gas e petrolio, estirpamento giustificato con il taglio delle spese, cessero mungere fino all’ultimo voto.
di boschi per far legna, incenerimen- che nasconde l’accentramento dei Antonino Dolce

2 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


brevi
brevissime
LA MEDOIL AFFONDATA DAL POPOLO
È di due settimane fa la notizia del
picità, Tradizione, Tracciabilità, Tra-
sparenza, movimento che raccoglie e
A stretto giro arriva la replica del sin-
daco lentellese Carlo Moro che precisa
definitivo naufragio dei piani della tutela aziende e prodotti tipici locali, che i lavori sono commissionati dalla
Mediterranean Oil and Gas (MedOil), fatti di materie prime selezionate e Stogit, società del gruppo Eni, che
compagnia londinese, di coltivare antiche tecniche artigiane. Il podio del gestisce i numerosi pozzi di metano
idrocarburi a tre miglia dalla costa nel concorso di quest’anno, è stato occu- nel territorio. “Lavori finalizzati alla
tratto tra Ortona e San Vito Chietino pato interamente da prodotti prove- messa in sicurezza degli argini e alla
per 24 anni a partire dal 2013. Ombri- nienti dalla provincia di Chieti. Primo ripulitura del letto dai detriti presen-
na Mare 2 non ha superato l’esame premio per U Sprsciat di Pizzoferrato ti” continua il primo cittadino “che
della Commissione Valutazione di (Az. Agrituristica “Aia Verde”), per poi renderanno impossibile in futuro il
Impatto Ambientale nazionale. Il proseguire con il prodotto principe passaggio di mezzi pesanti nel fiume
progetto prevedeva 2 piattaforme e della nostra tradizione culinaria: la come accadeva fino a poco tempo fa. A
un numero di pozzi da 4 a 6 oltre a ventricina. Secondo premio per la Ven- sostegno della tesi del miglioramento
una nave-serbatoio per la primissima tricina dell’Alto Vastese (“Salumi Mon- della situazione attuale c’è anche l’ap-
lavorazione del petrolio estratto che dolani”, Palmoli) e terzo premio per provazione da parte del Genio Civile.”.
avrebbe immesso nell’aria oltre una la Ventricina del Vastese (“Fattorie del
tonnellata di fumi al giorno. Il recente Tratturo”, Scerni). Aziende che hanno FRESAGRANDINARIA (E NON SOLO),
divieto di trivellare a meno di 5 miglia il merito di esportare e far conoscere il PAGARE PER UN SERVIZIO CHE NON C'È Il
dalla costa, del ministero dell’Am- nostro prodotto tipico. gruppo di minoranza di Fresagran-
biente, ha avuto il suo peso, ma, come dinaria ha denunciato in Consiglio
specificato anche dal ministero stesso, LENTELLA, LAVORI NELL'ALVEO DEL Comunale la mancanza del servizio di
si è trattato di una vittoria di popolo. FIUME TRESTE L’associazione vastese depurazione delle acque, per il quale i
Al primo posto nella decisione, infatti, Porta Nuova ha denunciato lo stato cittadini pagano regolarmente un ca-
c’è la grande mole di osservazioni pietoso del Treste in agro di Lentella none. La capogruppo Anna Dragonetti
prodotta da cittadini, enti, associazio- realizzando un servizio fotografico ha ricordato il decreto del ministero
ni, commercianti e operatori turistici sui lavori in corso nell’alveo del fiu- dell’Ambiente che stabilisce il rimbor-
della zona preoccupati per le gravi me stesso richiamando all’attenzione so per coloro che hanno pagato per un
ricadute negative che un simile pro- gli organi di controllo. L’allarme è servizio non attivo. A Fresagrandina-
getto potrebbe avere. stato rilanciato dal WWF Abruzzo che ria, però, non solo non c’è il rimborso,
La bocciatura di Ombrina Mare 2, ha presentato un esposto alle autori- ma la SASI pretende la regolarità dei
seppur fosse nell’aria, è una tego- tà competenti definendosi seriamen- pagamenti anche da chi ha inoltrato ri-
la per la MedOil, già in grave crisi te preoccupata per un corso d’acqua chiesta di rimborso ed è in attesa della
economica. Nel giro di pochi giorni habitat di varie specie animali tra cui fine del contenzioso per la restituzione
la Banca che si occupa delle finan- la testuggine. delle somme. La situazione contro la
ze della compagnia petrolifera ha quale si è espressa
invitato i propri investitori ad acqui- la minoranza di
starla. Evidentemente Ombrina Mare Fresagrandinaria,
2 rappresentava l’ultima spiaggia per non è unica nel suo
una società che non aveva più nulla genere. Nel medio e
da perdere. Una spiaggia che si è al- alto vastese moltis-
lontanata definitivamente. Alla faccia simi comuni hanno
di coloro che in questi mesi hanno lo stesso problema.
predicato l’inutilità delle manifesta- Come a Furci, dove
zioni e dell’iniziativa popolare. alcuni cittadini stufi
hanno smesso di
UN PODIO TUTTO CHIETINO L’Abruzzo pagare ingiustamen-
sbanca all’edizione 2010 del Campio- te ricevendo per
nato Nazionale del Salame di Parma. risposta un sollecito.
Una maratona del gusto organizzata Come finirà questo
I lavori sul fiume Treste
dall’Accademia delle 5T: Territorio, Ti- tira e molla?

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 3


in copertina | istruzione | scuola

QUI PIANETA SCUOLA


LA RIFORMA DELLE SUPERIORI
Angelo Marchione angelo272@interfree.it

lingue straniere sin dal primo anno e dal


terzo anno un insegnamento non linguisti-
co impartito in lingua straniera (nel quarto
anno questa novità sarà estesa ad un se-
condo insegnamento). L’insegnamento nel
quinto anno di una disciplina non lingui-
stica in lingua straniera riguarderà tutti i
percorsi liceali.
I nuovi istituti tecnici passeranno dagli
attuali 10 settori e 39 indirizzi a 2 settori
(economico e tecnologico) e 11 indirizzi
con varie articolazioni (gli indirizzi “am-
ministrazione, finanza e marketing” e
“turismo” per il settore economico; gli in-
dirizzi “meccanica, meccatronica ed ener-
gia”, “trasporti e logistica”, “elettronica
ed elettrotecnica”, “informatica e teleco-
municazioni”, “grafica e comunicazione”,
“chimica, materiali e biotecnologie”, “si-
stema moda”, “agraria, agroalimentare e
agroindustria” e “costruzioni, ambiente e
territorio” per il settore tecnologico).
Gli istituti professionali, attualmente com-
posti da 5 settori con 27 indirizzi, saranno
suddivisi in 2 settori (servizi; industria e
artigianato), a loro volta articolati in 6
indirizzi. Del settore dei servizi faranno
parte questi indirizzi: per l’agricoltura e lo
sviluppo rurale; socio-sanitario; per l’eno-
gastronomia e l’ospitalità alberghiera;
commerciale. Al settore industria e artigia-
nato faranno capo l’indirizzo per la manu-
tenzione e l’assistenza tecnica e quello per
ccoci all’appuntamento con Ecco a voi quello che resterà della nostra le produzioni artigianali e industriali.
le notizie meteo dal pianeta scuola superiore dopo il passaggio del tor- Vengono anche ripensati i quadri orari che
scuola. Come previsto dai me- nado Gelmy. si possono visualizzare a partire dal se-
tereologi, dopo aver rallentato Ci saranno 6 licei: il classico; lo scientifi- guente link sul sito del Ministero: http://
il suo impeto per infiocchettarsi di rosa, il co con la nuova opzione delle scienze ap- archivio.pubblica.istruzione.it/riforma_su-
tornado Gelmy si sta spostando sull’emi- plicate, che riprende la sperimentazione periori/nuovesuperiori/index.html.
sfero della scuola superiore. A dire il dell’attuale scientifico-tecnologico e non La Gilda degli insegnanti di Bologna ha
vero, più di un’avvisaglia se n’è avuta già prevede il latino; l’artistico con 6 nuovi in- effettuato un’analisi comparata dei quadri
a partire dai mesi di febbraio-marzo. La dirizzi (arti figurative, architettura e am- orari di 5 dei 6 licei, escludendo quello ar-
data d’iscrizione alla scuola superiore è biente, audiovisivo e multimediale, design, tistico e tenendo conto del totale delle ore
infatti slittata di un mese per consentire grafica e scenografia); il liceo musicale e settimanali sui cinque anni di corso. Di se-
di mettere un po’ d’ordine in una situazio- coreutico che nasce per la prima volta ed guito riporto le variazioni relative ai licei
ne a dir poco caotica. Le scuole superiori è articolato nelle due sezioni omonime; il classico e scientifico che sono gli unici ad
hanno faticato a raccontare quale sarebbe liceo delle scienze umane che sostituisce avere già un ordinamento consolidato:
stata la loro nuova veste e gli alunni della il liceo socio-psico-pedagogico e prevede • nel liceo classico, a parte il dimezza-
terza media lo hanno fatto ancor più per anche l’opzione economico-sociale; il lin- mento delle ore di educazione fisica, ci
prendere una decisione. guistico che prevede l’insegnamento di tre saranno due ore in meno per italiano e

4 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


in copertina | istruzione | scuola

latino, due ore in più per la lingua co-


munitaria e per la storia dell’arte, una PICCOLI COMUNI Quant’è faticoso il diritto allo studio
in più per la fisica;
• nel liceo scientifico, a parte il solito Antonino Dolce antonino.dolce@gmail.com - http://pensierosso.blogspot.com
dimezzamento dell’educazione fisica,
viene introdotto lo studio della seconda
lingua comunitaria (+10 ore) a scapito
PER LE SCUOLE INFERIORI scuola elementare di Lentella Altra nota dolente: i mezzi di
PERICOLO SMOBILITAZIONE
quest’anno non uscirà nessun trasporto� In molti casi il parco
del latino (-10 ore). C’è una diminuzio-
Se Atene piange, certamente alunno, perché la quinta non c’è macchine delle compagnie di
ne di ore curricolari per la prima lingua
Sparta non ride� Così si po- e, contemporaneamente, non si auto-servizi non è dei più nuo-
comunitaria (-7 ore), la storia (-2 ore)
trebbe dipingere la situazione formerà nessuna classe prima, vi� Malfunzionamenti e soste
e la filosofia (-2 ore), bilanciata da un
delle scuole di grado inferiore� sempre per mancanza di iscritti� forzate, con ritardi di entrata a
incremento di ore di italiano (+1 ora),
I tagli inferti congiuntamente A Fresagrandinaria, c’è lo stesso scuola o di ritorno a casa, sono
geografia (+2 ore), matematica (+1 ora),
dai ministeri dell’Economia e problema sia per la scuola me- frequenti. A fine settembre il
fisica (+5 ore), chimica-biologia-scienze dell’Istruzione mettono in serio dia che per quella elementare� Collettivo d’Azione Territoriale
(+3 ore). pericolo gli istuti scolastici dei Nella scuola dell’Infanzia, inve- (CAT) di Torrebruna ha denun-
Inoltre dalla “Guida” ministeriale alla nuo- comuni dell’entroterra� ce, c’è un sovraffollamento che ciato la situazione degli stu-
va scuola secondaria superiore si registra Alle piaghe mai sanate dello porterà, con tutta probabilità, denti torresi – comune a quasi
che, dopo tante polemiche sulla scomparsa spopolamento e della bassissi- alla formazione di una classe re- tutti gli altri paesi – rimasti a
della geografia dagli istituti tecnici, la di- ma natalità si aggiungono le di- golare e di una part-time� piedi per due guasti in due gior-
sciplina è presente nel biennio dei 2 indi- rettive in materia scolastica che Una soluzione prospettata dai ni� Inoltre si parla di condizioni
rizzi del settore economico, ma manca del obbligano i singoli comuni a pre- due sindaci è lo spostamento igieniche pessime, porte che
tutto nei 9 indirizzi del settore tecnologico. parasi a una radicale riorganiz- dell’asilo a Lentella – si verreb- non si chiudono, mancanza di
Del resto si saranno chiesti: “A che pro zazione� I numeri, sia in termini bero a creare così i numeri per riscaldamento e acqua che fil-
studiare la geografia se ti specializzi negli economici, sia di bambini in età due classi regolari – e preser- tra dai finestrini a fronte di un
indirizzi trasporti e logistica, agraria, agro- scolastica, non ci sono; da qui, vare a Fresa scuola Primaria e abbonamento mensile esoso�
alimentare e agroindustria e costruzioni, l’impossibilità di tenere aperte Secondaria� La compagnia Cerella ha mini-
ambiente e territorio?”. le scuole dell’Infanzia, Primarie Così facendo i comuni conserve- mizzato replicando che i mezzi
e Secondarie in tutti i paesi� rebbero, seppur ridimensionato, hanno dodici anni di vita, non
Entrata in vigore gradualmente, a partire
Il terremoto dell’Aquila ha fatto un servizio fondamentale e, nel troppi, e che i guasti ogni tanto
dalle classi prime dell’a.s. 2010-11, la rifor-
slittare tale processo: l’Abruzzo contempo, potrebbero dimez- possono anche starci� Inoltre,
ma farà sentire i suoi effetti a medio-lungo
ha ottenuto una proroga di un zare i costi del trasporto degli per la sostituzione degli auto-
termine anche sugli organici degli inse-
anno� In questo lasso di tempo alunni dividendoli tra i due enti� bus bisogna rispettare i piani di
gnanti, che dovranno vedersela pure con
gli amministratori locali do- invecchiamento dei mezzi pro-
gli accorpamenti delle classi di concorso.
vranno mostrare lungimiranza ANDATA E RITORNO DALLE grammati dalla Regione�
Ovviamente, da insegnante, sono costretto e auto-organizzarsi nel miglior SCUOLE SUPERIORI, SPESSO L’ultimo colpo per i pendolari
a dire che questa riforma è “epocale”, sto- modo possibile� L’alternativa? È UNA CORSA A OSTACOLI
arriva dalla riforma delle scuo-
rica, ineguagliabile come tutte le altre sca- Attendere che le decisioni ca- Dal lunedì al sabato c’è un eser- le superiori (cfr� articolo prece-
tenate dal tornado Gelmy. D’altronde lo ha dano inevitabili dall’alto� Dal di- cito, neanche troppo piccolo, dente)� Il passaggio da ore di
detto a chiare lettere il direttore dell’Ufficio cembre 2010, la Regione mette- che circola sulle strade del 50 minuti a 60 nell’ITIS ritarda
Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna: rà in piedi un tavolo tecnico per vastese� Si tratta del popolo l’uscita dei ragazzi di mezz’ora,
“Esistono disposizioni normative e contrat- valutare singolarmente la situa- degli studenti pendolari che un lasso di tempo sufficiente a
tuali che impongono ai dipendenti pubblici zione delle scuole abruzzesi� dai piccoli centri viaggiano per perdere l’autobus per tornare
in generale, e Nel medio- frequentare le scuole medie e a casa� Per tale motivo qual-
al personale vastese già superiori di Vasto e San Salvo� che settimana fa c’è stato uno
del comparto ci sono i pri- Non sono poche le difficoltà sciopero bianco degli studenti
scuola in parti- mi passi per che quotidianamente si pre- dell’istituto� Scuola – che dal
colare, di aste- giungere il sentano loro� canto suo applica la direttiva
nersi da dichia- prima pos- Prima di tutto le strade� Buche, del ministero – e aziende di
razioni che in sibile a una frane, smottamenti, ma so- trasporti, però, non fanno passi
s o l u z i o n e prattutto lavori promessi e mai in direzione degli studenti� Le
qualche modo
condivisa� eseguiti hanno reso la rete via- soluzioni sono due: attendere
possano lede-
I sindaci di ria interna un colabrodo peri- l’autobus del pomeriggio – e
re l’immagine
Fresagran- coloso e pericolante (alla pros- per coloro che arrivano da più
dell’ammini-
dinaria e sima pioggia tutto potrebbe lontano, come Schiavi D’Abruz-
strazione pub- Lo sciopero bianco all’ITIS “E� Mattei” di Vasto
L e n t e l l a scendere a valle)� In molti tratti zo, vuol dire tornare a casa an-
blica”. E così che alle 18 – o uscire mezz’ora
hanno or- si cammina solo in un senso di
noi insegnanti ganizzato prima del suono della campa-
marcia (e anche meno)� Dopo
siamo felicis- incontri con il terremoto di San Giuliano di nella con un permesso scritto�
simi di essere i genitori Puglia, è saltata alle cronache È quest’ultima la più adottata
sbatacchiati di dei bambini nazionali l’insicurezza di molte finora. Al di là delle facili ironie
qua e di là da nei rispettivi scuole� Bisognerebbe occupar- sulla felicità o meno dei ragaz-
questo tornado comuni per si anche di quella del tragitto zi di perdere l’ultima parte di
che è talmente portarli a che porta centinaia di studenti lezione, siamo sicuri che per i
forte da toglie- conoscenza in aula e non è detto che per residenti dei piccoli comuni il
re la parola. della situa- iniziare a farlo ci sia bisogno diritto all’istruzione sia un con-
Ops! Volevo Una delle strade percorse dai pendolari zione� Dalla dell’evento infausto� cetto così scontato?
dire il respiro.

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 5


attualità | istruzione | università

BEATA IgNORANzA
TUTTO QUELLO CHE NON VI DICONO
SULLA RIFORMA UNIVERSITARIA
Pina Colamarino spinacolad@gmail.com

ll’epoca ne hanno parlato solo Stando alla riforma, le università si trove- rettamente dal Rettore) e una maggioranza
tv e testate locali ma dall’inizio ranno a essere accorpate a quelle limitrofe, il esterna (nominata direttamente dal Mini-
dell’anno, c’è stata una grande che potrebbe avere una logica nell’economia stro) tra cui rappresentanti di FONDAZIO-
ed importante rivolta delle uni- nazionale ma non di certo su quella locale, NI private. Per esempio hanno le fondazio-
versità contro le riforme previste dal Dise- si pensi alle città universitarie della nostra ni: banche, imprenditori, politici…
gno Di Legge 1905 del Ministro Gelmini, regione senza le quali molte attività econo- Il tutto a sostituire l’organo collegiale at-
approvato dal Senato lo scorso 29 luglio, ora miche, senza studenti, verrebbero meno (si tualmente previsto: il senato accademico
al vaglio della camera dei deputati. Napoli, pensi all’Aquila). Con il risultato di accentra- composto da molte figure, dai presidi di
Roma, Torino… studenti, docenti e ricerca- re sempre di più lo sviluppo nelle grandi cit- ateneo ai rappresentanti degli studenti,
tori insieme per contrastare quello che, se- tà. Per quanto riguarda i Dipartimenti, che tutti democraticamente eletti la cui carica
condo loro, sarebbe deleterio per l’Univer- adesso si occupano di organizzare la ricerca, dura tre anni senza possibilità di essere
sità e quindi per lo sviluppo a breve e lungo avranno, secondo la riforma, l’incombenza di rieletti per più di una volta consecutiva.
termine dell’intero Paese. occuparsi della gestione dei corsi di Laurea. L’emarginazione della componente pub-
Secondo l’attuale organizzazione dell’Uni- La carriera professionale dei docenti uni- blica nella gestione dell’università potreb-
versità i ricercatori svolgono parte della loro versitari, invece, seguirà un percorso “uni- be implicare, tra l’altro, uno scompenso
attività nell’ambito della didattica pur non co” in cui i passaggi per gli avanzamenti tra Università piccole a grandi perché gli
essendo tenuti a farlo. Per questo il loro ruo- di carriera saranno decretati dagli atenei, interessi privati sono proporzionali, non
lo all’interno delle università è spesso fonda- che elimineranno quasi completamente i solo, anche uno scompenso tra università
mentale per il funzionamento della regolare concorsi. E un motivo c’è. del nord e del sud Italia.
attività didattica. A fronte di questo, arrivano Infatti quello che appare del tutto nuovo e Questo stravolgimento viene spaccia-
le nuove regole sul reclutamento dei ricerca- che rappresenta una riforma sostanziale, è to come avvicinamento al modello delle
tori che passerebbero da contratti a tempo la previsione di un’organizzazione dell’Uni- Università statunitensi che hanno un’or-
indeterminato (previsti attualmente a segui- versità radicalmente diversa rispetto a ganizzazione, una storia, una cultura e un
to del superamento di concorso pubblico) quella di oggi. Il DDL, infatti, introdu- legame con il mondo “non accademico”
a contratti a tempo determinato, il che ne ce, come organo supremo e decisionale il profondamente diverso dal nostro, inacco-
metterebbe a forte rischio le carriere e la pro- Consiglio d’Amministrazione (come nelle stabile alla nostra realtà.
grammazione a lungo termine. A questo si società quotate in borsa) presieduto dal Si sfodera anche la carte dei “premi al
aggiunge la manovra economica di Tremonti Magnifico Rettore, con una minoranza di merito”, che in realtà esistono da anni ma
che blocca gli stipendi già ridotti al minimo. membri interni all’università (nominati di- nemmeno le Università più virtuose han-
no ricevuto, trovandosi ad affrontare il
continuo sottofinanziamento.
La situazione è dunque piuttosto critica
tanto che dopo le minacce dei mesi scorsi,
molte Università, soprattutto le più gran-
di in cui i docenti, unendosi, hanno più
forze rispetto al Magnifico Rettore, hanno
bloccato la normale riapertura dell’anno
accademico sperando che, dopo la poca
risonanza delle proteste interne, la proble-
matica possa arrivare a tutto il paese, con
la eco che merita per il futuro dello stesso.
Negli altri grandi Paesi mondiali, in questo
periodo di crisi, hanno puntato a politiche
di forte sostegno alla ricerca ed alla forma-
zione universitaria. Chi avrà puntato sul
Proteste degli universitari e degli studenti delle superiori di Firenze cavallo vincente?

6 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


attualità | ambiente

PARCO DELLA COSTA TEATINA


UN PROGETTO CHE DIVENTA REALTÀ
giulio giarrocco giuliorg@libero.it

‘anno che si sta concludendo per chi”, perché puntellata da queste antiche che nei parchi e nelle riserve (ben gestiti)
l’Abruzzo sarà ricordato (oltre strutture da pesca su palafitta già tutelate ogni euro investito ne produce 40, inoltre
che per gli ennesimi scandali quale patrimonio monumentale regionale. queste aree sono quelle che registrano i
politici regionali, che sembrano Un’area, dunque, ricca di notevoli pregi am- maggiori trend di crescita, come conferma-
destinati, ahinoi, ad avvicendarsi senza so- bientali e paesaggistici (nonché artistici e to annualmente dalla BIT e dalla fiera del
luzione di continuità) per la grande mobili- culturali), ma che al tempo stesso è molto turismo natura EcoTour.
tazione di associazioni e di privati cittadini antropizzata, poiché accoglie gran parte del- Presso il Ministero dell’Ambiente si sono
in difesa dell’ambiente e del territorio. Un la popolazione e delle attività economiche succeduti diversi incontri tra la Regione
esempio fra tutti è stata la manifestazione della provincia, e proprio questo aspetto ha Abruzzo, la Provincia di Chieti e i sindaci dei
regionale del 30 maggio scorso a Lanciano, giocato a sfavore per l’istituzione del parco, comuni interessati per dare seguito all’iter
dove si è concretizzata una grande prova di perché molti amministratori locali (ma an- di costituzione del Parco: in particolare tut-
cittadinanza attiva, di democrazia parteci- che regionali: si pensi alla giunta Pace che tora aperta è la questione della perimetra-
pata, di impegno politico e di mobilitazione sollevò l’incostituzionalità del progetto e zione dell’area e della zonizzazione interna
civile di cui gli abruzzesi sono stati attori provò a bloccarne l’istituzione, ma la Corte al perimetro (le zone sono solitamente 4, e
e protagonisti, ribadendo un NO convinto Costituzionale gli diede torto con la senten- i vincoli sono diversificati a seconda di ciò
e deciso non solo alla petrolizzazione della za n.422 del 2002) hanno finora opposto veti che si trova dentro queste zone). A tal pro-
costa e dell’entroterra, ma a tutti quei pro- e resistenze, vedendo in esso un’inutile za- posito in uno degli ultimi consigli comunali
getti di business che mettono a repentaglio vorra e un freno allo sviluppo. di Vasto si sono riproposti i dubbi e gli scet-
il territorio dove vive la nostra comunità. Fortunatamente, nell’ultimo periodo tale ot- ticismi da parte di maggioranza e opposizio-
Lo stemma dell’Abruzzo ha tre colori: il tica, retriva e limitata, sembra stia lasciando ne riguardo alla perimetrazione predisposta
bianco delle montagne, il verde delle col- il passo a un’adesione positiva e abbastan- dalla Regione e considerata dai politici loca-
line e il blu del mare e in questa semplice za condivisa del progetto; è infatti senz’al- li troppo vincolante, secondo la quale l’area
simbolizzazione cromatica c’è tutta l’au- tro giusto discutere sulle forme, i modi, la protetta si estenderebbe dalla riva del mare
tenticità e la ricchezza di una regione che perimetrazione, la tutela delle attività eco- fino all’autostrada A14, inglobando il 70%
ha come naturale vocazione il turismo, nomiche e lavorative, ma sempre tenendo del territorio comunale di Vasto.
l’agricoltura e l’enogastronomia. presente che un Parco è primariamente una Se i singoli comuni non riescono ancora a
L’Abruzzo regione verde d’Europa non vuo- grande opportunità di sviluppo da ogni pro- trovare un accordo sulla definitiva delimi-
le pozzi, piattaforme e raffinerie ma guarda spettiva: produce indotto turistico e favori- tazione dei confini dell’area, va però dato
ad altri modelli di sviluppo ed ha altre esi- sce un sistema produttivo ecocompatibile; atto alla provincia di Chieti della volontà
genze. Ad esempio, aspetta da più di dieci migliora la qualità della vita dei residenti; di velocizzare tutto l’iter, infatti dalla giun-
anni il suo quarto parco nazionale, l’iter per ta è stato recentemente approvato il docu-
la cui costituzione sembra stia velocizzan- Un recente studio della Feder- mento programmatico della Costa Teatina,
dosi proprio a seguito (e in risposta) della parchi dimostra che nei parchi che anticipa il progetto territoriale specia-
deriva petrolchimica a cui la nostra regione le della fascia costiera ed è finalizzato a
e nelle riserve (ben gestiti) ogni
pare essere stata unilateralmente destinata coordinare le iniziative per costruire la Via
(in base al provvedimento del Consiglio dei euro investito ne produce 40 verde della Costa teatina, il percorso ciclo-
Ministri che definisce l’Abruzzo territorio pedonale che si snoderà sull’ex tracciato
destinato alle attività di ricerca e di estra- tutela l’ambiente e garantisce la conserva- ferroviario e attraverserà tutta la riserva.
zione del petrolio in mare e a terra). zione del patrimonio naturale; aumenta Dunque continueranno i confronti e le ve-
Il parco in questione è quello della Costa l’occupazione e la formazione professionale rifiche sugli aspetti formali del progetto ma
Teatina, che 13 anni fa, per iniziativa del nel campo di attività turistiche e socio-eco- interesse di tutti deve essere quello di far
senatore Angelo Staniscia, fu inserita tra le nomiche compatibili, con particolare riguar- diventare il Parco Nazionale della Costa Te-
aree di reperimento principali per costitu- do a quelle tradizionali locali; crea automa- atina una realtà concreta e fattuale. E spetta
ire parchi nazionali (legge n° 344/1997 art.4 ticamente un valore aggiunto del territorio non solo agli enti locali, bensì a tutte le forze
comma 3), e la cui istituzione è stata ap- a beneficio di tutta la collettività. sociali, il compito di elaborare prospettive
provata nel 2001 dal Parlamento (legge n. Ulteriore aspetto da sottolineare è che, es- concrete sulle quali fondare uno sviluppo
93/2001 art.8 comma 3). Tale area compren- sendo un parco costiero, estenderà la sua nuovo e alternativo del nostro territorio. Oc-
de otto comuni costieri (Ortona, San Vito protezione anche all’ambiente marino, fun- corrono inventiva, coraggio e forza proget-
Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, zionando da presidio permanente contro tuale per decidere del nostro futuro, con la
Torino di Sangro, Casalbordino, Vasto, San l’inquinamento e bloccando dunque gli at- consapevolezza che questa è l’unica strada
Salvo) e una fascia litoranea di circa 70 km, tuali progetti di estrazione petrolifera. Un praticabile per garantirci un ambiente so-
conosciuta anche come “Costa dei Traboc- recente studio della Federparchi dimostra stenibile, dai colori bianco, blu e verde.

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 7


da Gissi

POLITICA La trasparenza
in “fase di allestimento”
Antonino Dolce – http://pensierosso.blogspot.com – antonino.dolce@gmail.com

rima una singolare interpre- La richiesta è stata rilanciata proprio comunale promuove con il giornali-
tazione del regolamento con- durante l’ultimo consiglio comunale no “Gissi Informa”, ritenuto auto-re-
siliare, poi presunti problemi – quello che in altre circostanze più ferenziale e fuori dalla realtà gissana.
legati alla violazione della privacy. favorevoli sarebbe stato il primo a Un altro esponente dell’opposizione,
Così a Gissi, sindaco e maggioranza essere ripreso – dal consigliere di Giovanni D’Orazio, ricorda come
giustificano la decisione di vietare le minoranza Adriano Zambi (lista ci- il Garante della Privacy si sia già
riprese video durante le sedute pub- vica “Gissi Futura”). In questo caso, espresso su tematiche simili: non c’è
bliche dell’assise. oltre ai suddetti motivi si è tirata in privacy che tenga per coloro che ri-
Andiamo con ordine. Un privato cit- ballo la privacy violata degli ammi- vestono cariche pubbliche nell’eser-
tadino inoltra al Municipio una co- nistratori. cizio delle loro funzioni, per giunta
municazione con la quale esprime la La decisione – e le motivazioni ad- in una seduta già pubblica. Ricorda,
propria volontà di registrare le sedute dotte nelle varie occasioni – non ha infine, come la ripresa video sia or-
del Consiglio Comunale. Dal Palazzo, mancato di suscitare polemiche. mai prassi consolidata nelle assise
però, arriva il parere negativo sull’ini- “Gissi Futura” per bocca dello stes- pubbliche di pari e maggiore livello:
ziativa e il conseguente divieto. so Zambi preannuncia sviluppi della Parlamento, Consigli Regionali, Pro-
Si fa riferimento al regolamento con- vicenda in tutte le sedi opportune e vinciali e Comunali.
siliare che conferisce al Presidente bolla come fasulle le ragioni di Nico- Sicuramente la vicenda non si esau-
della seduta il potere di autorizzare la Marisi, secondo la lista civica c’è rirà con questo scambio di battute,
o meno le riprese nell’eventualità una forte volontà di non mettere in la maggioranza, reiterando il divie-
occorresse un aiuto strumentale alla atto la trasparenza tanto propagan- to di riprese, perderebbe una buona
verbalizzazione. Da qui, secondo il data durante le ultime elezioni co- occasione per distinguersi agli occhi
Primo Cittadino gissano Nicola Ma- munali, dal momento che basterebbe dei propri cittadini con una vera e
risi (lista civica), si evincerebbe “im- modificare il regolamento consiliare. propria “operazione trasparenza”. La
plicitamente” l’impossibilità di altri La stessa lista civica coglie l’occasio- stessa che sul sito web ufficiale del
soggetti a effettuare registrazioni di ne per puntare il dito al tentativo di Comune di Gissi risulta essere anco-
ogni sorta. informazione che l’amministrazione ra in allestimento.

DA LENTELLA L’ampliamento della cava Laterlite non supera la VIA


Antonino Dolce – http://pensierosso.blogspot.com – antonino.dolce@gmail.com

1�643�223 metri cubi di terreno da prelevare bientale si scopre, inoltre, che alcuni lavori di
in 10 anni e l’area della cava estesa a 191�881 gradonatura, per i quali viene richiesta l’au-
per soddisfare un bisogno annuo tra i 150�000 torizzazione, erano già stati effettuati senza
e 160�000 metri quadri di argilla� Sono questi la necessaria documentazione autorizzativa�
i numeri del progetto di ampliamento della A testimoniarlo ci sono foto aeree scattate
cava che la Laterlite S�p�A� ha sottoposto a negli anni 2007 e 2009 in possesso della Re-
Valutazione d’Impatto Ambientale della Re- gione� Ad agosato la Laterlite, tramite il ge-
gione Abruzzo� L’esito è arrivato il 14 ottobre ologo Nicola Tullo ha fornito la copia di una
ed è negativo� La cava, quindi, non si potrà nota della Direzione Attività Produttive, Ser-
ampliare� La motivazione: «L’importante vizio Attività estrattive che dimostra come Rischi geomorfologici connessi a sbanca-
dimensionamento dell’attività estrattiva e la conferenza dei servizi avesse demandato menti importanti in un’area che insiste su una
l’assenza totale di raccordo morfologico con al Servizio stesso l’adozione dei provvedi- zona a vincolo idrogeologico, quindi, alla base
il contesto esterno è causa di una grave alte- menti necessari per ristabilire la sicurezza dei dello stop al progetto e non un improbabile
razione geomorfologica dell’area interessata luoghi� Tale intervento prematuro, però, ha incremento del volume dei rifiuti usati come
e del territorio circostante»� Nel documento vanificato l’efficacia della Valutazione di Inci- combustibile� Timore, questo, evidenziato da
rilasciato dal Comitato di Coordinamento denza presentata per valutare gli impatti su Antonio Ottaviano nell’unica osservazione
Regionale per la Valutazione d’Impatto Am- habitat e specie� pervenuta in Regione�

8 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


salute | educazione sessuale

PAPILLOMA VIRUS
PREVENzIONE, CONTAgIO E CURA
Pina Colamarino spinacolad@gmail.com

papilloma virus umani (HPV) sono mente in seguito a un rapporto sessuale qual è lo specialista (urologo, andrologo
altamente diffusi, sono piccoli vi- completo e va considerata come una ine- o dermatologo) più adatto per questo tipo
rus suddivisi in più di 200 genotipi vitabile conseguenza delle normali atti- di visita. Infine, alcune lesioni nell’uomo
ulteriormente suddivisi in virus a vità umane, circa l’80% degli individui sono invisibili o poco visibili, occorre an-
basso, medio e alto rischio. Quest’ultimi sessualmente attivi verrà infettato da pa- che uno specialista esperto, talvolta per
sono implicati nello sviluppo di tumori al- pilloma virus nel corso della propria vita. evidenziarle occorre sottoporre il soggetto
tamente maligni, in particolare del cancro Viene ammessa seppur raramente la pos- a peniscopia.
alla cervice uterina e di altri tumori del sibilità di trasmissione attraverso oggetti D: Gli uomini rischiano qualcosa o sono
tratto ano genitale. Per saperne di più ne contaminati(asciugamani o biancheria). solo portatori sani? (ho letto in un articolo:
parliamo con Cinzia Di Matteo, ostetrica D: L’uomo (maschio) ha responsabilità “a rischio anche l’uomo”)
dell’ASL n°2 Lanciano-Vasto-Chieti, coordi- nella diffusione del virus? R: L’80% degli uomini sessualmente attivi
natore aziendale delle Ostetriche nell’area R: L’uomo rappresenta la principale fon- contrae l’infezione da virus del papilloma
Materno- Infantile di Lanciano-Vasto, in te di infezione da HPV per la donna. Le (HPV) durante la propria vita, solitamen-
servizio presso l’U.O.C. Assistenza Con- lesioni da HPV nell’uomo, sono molto più te dopo i primi rapporti sessuali. In realtà
sultoriale Interdistrettuale, collabora con difficili da diagnosticare rispetto alla l’uomo non è da considerare un semplice
l’Università degli Studi G. d’Annunzio” donna, questo perché a differenza della vettore di trasmissione del virus all’inter-
nella Facoltà di Medicina e Chirurgia. donna, che ha tante occasioni per anda- no della donna. Studi condotti negli ultimi
re dal ginecologo a farsi visitare, l’uomo, anni, infatti, vedono l’HPV come possibile
Domanda: Che corrispondenza c’è tra nel corso della sua vita potrebbe anche causa dell’ infertilità maschile.
questo virus e l’insorgenza del tumore non aver fatto mai una visita così spe- Nel 50-60% dei casi l’infezione da HPV
all’utero? cifica, molti uomini non sanno neppure nell’uomo è asintomatica. Si può presen-
Risposta: L’HPV è un’infezione molto fre-
quente, la maggior parte delle donne la
prende almeno una volta nella vita. In
genere non causa alcuna alterazione e si
risolve da sola. In una minoranza di ca-
si provoca delle lesioni a livello del collo
dell’utero. La maggior parte delle lesioni
guariscono spontaneamente ma alcune, se
non curate, progrediscono lentamente ver-
so forme tumorali. Ci vogliono però molti
anni perché le lesioni si trasformino, e solo
pochissime delle donne con infezione da
papilloma virus sviluppano un tumore del
collo dell’utero. La grande maggioranza
delle infezioni scompare spontaneamen-
te, circa il 50% nel corso di un anno e cir-
ca l’80% in due anni. Quando l’infezione
scompare anche il rischio scompare. Oggi
si sa con certezza che il tumore al collo
dell’utero è causato da alcuni tipi di Papil-
loma virus. L’associazione fra HPV e cervi-
cocarcinoma è incontrovertibile, coerente
e specifica per un numero limitato di tipi
virali, decimanti genotipi ad alto rischio,
fra cui spiccano, per ora, il 16, il 18, il 31,
il 33 e il 45.
D: Come si contrae il virus?
R: L’infezione da HPV è correlabile all’at-
tività sessuale, anche se non necessaria-

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 9


salute | educazione sessuale

tare con lesioni cutanee /mucose a livello: Inoltre sappiamo che l’efficacia del vac- R: Perché è stato dimostrato che farli as-
• del pene; cino diminuisce con il crescere dell’età. sieme è inutile, in quanto si trovano solo
• della regione perianale; Questo è stato visto dagli studi che han- poche lesioni in più, mentre si mandano
• del cavo orale; no dimostrato l’efficacia del vaccino, che a fare la colposcopia molte donne che non
• dell’oro-faringe; sono stati fatti prevalentemente su donne hanno nessuna lesione.
• della laringe. tra i 16 e i 25/26 anni. Proprio per questo motivo nei programmi
Le condizioni più fastidiose sono la com- D: Quali controindicazioni ha? che hanno cominciato a usare il test HPV
parsa di verruche ano-genitali o nel cavo R: Ipersensibilità ai principi attivi o ad come esame di screening, il Pap-test viene
orale e papillomi. L’incidenza di quest’ul- uno qualsiasi degli eccipienti del vaccino. letto solo se il test HPV risulta positivo.
timi è molto bassa, circa il 4% nella popo- I vaccini possono in effetti prestarsi più di Se anche il Pap-test risulta positivo la
lazione maschile sessualmente attiva nei altri farmaci e di altre sostanze a reazioni donna viene invitata a fare una colposco-
Paesi occidentali, con un picco del 6% tra allergiche anche gravi: per questo è impor- pia In questo caso cioè, il Pap-test diventa
i 35 e i 45 anni. tante informare il medico prescrittore di un esame di completamento, cioè un esa-
La condilomatosi genitale è meno frequen- ogni eventuale allergia o ipersensibilità me che serve a selezionare le donne con
te nell’uomo (per tre donne affette, un solo di cui si sia a conoscenza. Esistono inoltre maggiore probabilità di avere alterazioni
partner maschile con condilomi). La pos- precauzioni ulteriori da adottarsi nel ca- del collo dell’utero e quindi da inviare a
sibilità che l’infezione origini un tumore so di soggetti a rischio (es.: procedere alla fare la colposcopia.
del pene è piuttosto rara. vaccinazione in una struttura sanitaria, D: Chi deve farlo?
D: Ci sono dei soggetti più a rischio? in modo che sia presente un personale me- R: Le campagne di screening, nella Regio-
R: Il contagio è favorito dalla promiscuità dico pronto a intervenire nel caso di rea- ne Abruzzo, sono rivolte alle donne di età
sessuale. zioni allergiche impreviste). compresa tra 25 e 64 anni, residente nella
D: Come si previene? D: La campagna vaccinale è partita nel Regione Abruzzo, che non abbiano già ef-
R: È molto difficile prevenirla: infatti è 2008, ha dato dei frutti? fettuato il test di screening nei 3 anni pre-
un’infezione molto comune, soprattutto fra R: Tutte le Regioni hanno iniziato la cam- cedenti e che siano in follow-up per lesioni
le persone giovani, e il preservativo non pagna per la vaccinazione anti-Hpv entro precedentemente diagnosticate o trattate.
garantisce una prevenzione del 100%. L’uso la fine del 2008, con l’obiettivo di raggiun- D: Una volta appurato di aver contratto
del preservativo aiuta ad evitare molte ma- gere una copertura vaccinale pari al 95% il virus come si sviluppa? Quali sono le
lattie sessualmente trasmissibili, ma non in 5 anni. Tutte le Regioni prevedono l’of- terapie?
completamente l’infezione da Papilloma ferta attiva e gratuita per le dodicenni R: Allo stato attuale non esiste una cura
virus in quanto vi è comunque un contatto (coorte di nascita del 1997, nel 2008), per per l’infezione virale. Le sperimentazioni
ripetuto con parti genitali non protette. Ma cui il vaccino è stato inserito nella fascia relative ai vaccini terapeutici sono ancora
l’uso del preservativo va comunque racco- H del prontuario farmaceutico nazionale. in corso. Però si possono trattare le lesioni
mandato in caso di partners temporanei. D: Come si effettua la fase importantissi- provocate dal virus. Attualmente l’indi-
È stato recentemente messo a punto un ma dello screening? cazione è quella di trattare solo le lesioni
vaccino contro alcuni tipi di virus respon- R: Non ci sono ancora medicine per cu- preinvasive CIN2 e CIN 3.
sabili di circa il 70% dei tumori del collo rare questa infezione. In particolare, si è Considerata l’alta percentuale di regres-
dell’utero. Il vaccino serve a prevenire le visto che non servono gli antibiotici, gli sione delle lesioni CIN1, queste devono
infezioni ma non a curarle. ovuli o le lavande vaginali. La cosa più essere invece seguite con un follow up rav-
D: Chi può prendere il vaccino? importante però è identificare in tempo le vicinato.
R: Il vaccino è consigliato a tutte le don- alterazioni provocate dal virus,che sono • Si preferiscono le terapie ablative o
ne di età compresa tra i 10 e i 26 anni, il quelle che cerchiamo con il test di scree- escissionali che consentono l’asporta-
periodo di maggior rischio di trasmissione ning. Quindi partecipare allo screening è zione del tessuto con successivo esame
del virus. Alle dodicenni è offerto gratuita- la cosa più efficace che possiamo fare per istologico del pezzo. Questo è importan-
mente dal Sistema Sanitario Nazionale. proteggerci. Il test HPV si può fare per di- te perché consente il riconoscimento di
D: Chi invece ha già contratto il virus, ha versi motivi: lesioni microinvasive non individuate
senso che prenda il vaccino? • per selezionare tra le donne che hanno con la biopsia.
R: Le ragazze e le donne che hanno già alcune alterazioni cellulari nel Pap- • Generalmente le lesioni vengono aspor-
avuto rapporti sessuali potranno avere un test, quelle che devono fare una colpo- tate con un trattamento ambulatoriale
certo beneficio. Ma il beneficio sarà mino- scopia. In questo caso il test HPV è un e in anestesia locale, solo raramente
re perché potrebbero avere o avere avuto esame di completamento; viene effettuata l’asportazione chirur-
un’infezione con un tipo di HPV contenu- • per seguire nel tempo le donne che gica con anestesia generale.
to nel vaccino. hanno alcune alterazioni cellulari nel D: I ragazzi sono informati sui rischi dei
D: Il vaccino è rivolto soltanto a chi non Pap-test (ASC-US), dopo che hanno virus (e altro) sessualmente trasmissibili?
ha avuto rapporti? fatto una colposcopia che è risultata R: I ragazzi vengono informati riguardo
R: La migliore risposta immunitaria si ha normale; sulle malattie sessualmente trasmesse e in
tra i 9 ed i 13 anni, la maggiore efficacia • per seguire nel tempo le donne che han- particolare sull’infezione da HPV e relati-
si ottiene antecedentemente al primo rap- no avuto un trattamento per lesioni va vaccinazione, attraverso i programmi
porto sessuale, cioè prima di un’eventuale pretumorali del collo dell’utero; di educazione sanitaria alla sessualità e
contagio. • infine, il test HPV si può fare come test all’affettività svolti negli Istituti Scola-
L’efficacia nelle donne che hanno già avu- di screening, al posto del Pap-test, in stici della Scuola Media Superiore che ri-
to rapporti sessuali è minore. È stato cal- alcuni programmi controllati, cioè in chiedono i suddetti progetti formativi.
colato che sia attorno al 40% nei confronti programmi pilota. Inoltre possono recarsi da soli o accompa-
dei due tipi di HPV contro cui sono diretti D: Perché nello screening non si fanno as- gnati presso i Consultori Familiari per ri-
entrambi i vaccini attualmente in uso. sieme il Pap-test e il test HPV? cevere le informazioni necessarie.

10 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


il Cingolo culturale_libri da comodino

libri
in particolare a un pubblico femmi- richiede una lettura attenta per
nile che sicuramente sarà curioso di comprendere le operazioni finan-
vedere come sarebbe un mondo sen- ziare messe in atto all’interno dello
za uomini. O quasi. IOR, è un libro che vale la pena di
Daniele Roberti leggere, perché racconta una delle
storie più controverse d’Italia e a noi
Y L’ultimo uomo sconosciuta.
Brian K.Vaughan, Pia Guerra, Josè VATICANO S.p.A. Nicola Lucio Ciancaglini
Marzàn Jr, DC Vertigo edito in Italia Gianluigi Nuzzi, Chiarelettere, 2009,
da Planeta DeAgostini, Mensile, 4,95 280 pagine, 15 euro.
euro Caccia al Cristo
Un libro d’inchiesta, che racconta di Paolo Morelli, DeriveApprodi, 2010,
Che cosa accadrebbe se un virus un sistema di finanze occulte radi- 96 pagine, 12 euro.
ignoto uccidesse in un istante tutti cato all’interno dello IOR (Istituto
gli esseri di sesso maschile? È que- per le Opere di Religione), meglio Può il sentimento religioso trasfor-
sta l’idea da cui nasce Y L’ultimo noto come Banca Vaticana, nell’era marsi e degenerare in un accanimen-
uomo, fumetto generato dalla fanta- post Marcinkus. to che sfocia pericolosamente nel fa-
sia di Vaughan. Nel primo numero L’autore del libro, Gianluigi Nuzzi, natismo? Secondo Paolo Morelli sì.
conosciamo il protagonista, il giova- nel 2008 ebbe accesso al vasto archi- Il fatto è la processione del Venerdì
ne americano Yorick Brown, che non vio di monsignor Renato Dardozzi, Santo, il protagonista, suo malgra-
ha ancora capito che cosa vuole fare colui che gestì lo IOR fino alla fine do, è Orlando Di Nozzo, pastore. La
nella vita e nel frattempo si diletta degli anni ’90, e che raccolse docu- sua colpa? Interpretare così bene
con giochi da escapista. Ha appena menti bancari, che lasciò in eredità il Cristo durante la processione da
acquistato una scimmia (un ma- affinché venissero resi pubblici dopo non scrollarsi più di dosso la parte.
schio) che ha chiamato Ampersad, la sua morte, avvenuta nel 2003. A nulla valgono rimostranze e rifiu-
ed è fidanzato con la bella Beth, Dalla ricostruzione meticolosa del- ti, «quando ti scelgono non puoi fare
che si trova in Australia. Durante l’autore di questi documenti, emer- niente, neanche provare a scappare
una conversazione telefonica con ge un sistema di conti segreti appar- perché loro sono in tanti. Quando
quest’ultima, le chiede se vuole spo- tenenti a personalità di primo piano, vengono i giorni che ti scelgono per
sarlo, ma non riuscirà a sentire la in cui transitavano tangenti e de- fare il Cristo c’è poco da fare. Quando
risposta, perché qualcosa stermine- naro sporco, come la maxitangente comincia la caccia, hai voglia a salire
rà il 48% della popolazione globale, Enimont. Viene fuori un sistema di più in alto».
circa 2,9 miliardi di uomini e ogni potere in cui si intrecciano vari sog- Nel libro è narrata l’ultima disperata
feto, mammifero con il cromosoma getti. È una storia fatta di scandali fuga di Orlando dal comitato feste,
Y. Yorick, (da notare il nome di Sha- finanziari e politici del Vaticano. dal sindaco e dai propri compaesani
kespeariana memoria) accompagna- Per parafrasare le parole dell’autore, che lo vogliono veder sfilare nelle ve-
to da Ampersad si metterà alla ricer- questo non è un libro contro la Chie- sti lacerate del Cristo. Una fuga sulla
ca della sua ragazza e del perché è sa, è un libro che racconta fatti, un Majella e le montagne tra Pretoro,
l’ultimo maschio del genere umano libro di documenti. Vaticano S.p.A. Pizzoferrato e Fara San Martino, rac-
cercando di sopravvivere a un nuovo contata in prima persona nel linguag-
mondo, fatto di sole donne. Se l’idea gio semplice e genuino di un pastore
IL PROGETTO OAPEN Presentato durante
sembrerebbe adatta per un fumetto l’ultima fiera del libro di Francoforte in Germa- terrorizzato. Tutti lo inseguono, an-
a luci rosse, vi sbagliate. L’autore ci nia, il progetto Open Access Publishing in Eu- che forze dell’ordine e reti televisive,
presenta un mondo profondamen- ropean Networks coinvolge le University Press per una caccia ormai diventata essa
te mutato, costretto a cambiare al di tutta Europa fermamente convinte stessa parte integrante e imprescin-
Letture Gratuite

femminile ogni ruolo, dalla politica nelle potenzialità dell’editoria ad ac- dibile della Quaresima paesana.
cesso aperto� L’obiettivo è quello di
all’ultimo gradino della scala socia- Il volumetto, 96 pagine, scorre ve-
creare una piattaforma comune per
le. Durante la storia saranno affron- diffondere e sperimentare questo loce, il lettore si ritrova egli stesso
tati vari temi come lo scontro tra i tipo di fruizione gratuita applicata alle a essere inseguito e sperare in una
sessi, la clonazione, la religione, la Scienze Umanistiche e Sociali� On- vittoria del pastore Di Nozzo, pagi-
guerra. Vaughan, già sceneggiatore line da meno di un mese, OAPEN può na dopo pagina si arriva subito alla
di Lost, usa un approccio da serial vantare un archivio di già ben oltre fine del mix di fede, fanatismo e av-
700 pubblicazioni suddivise per auto-
televisivo, con continui flashback e re, casa editrice e area tematica� Tra i
ventura. Ed è proprio durante la let-
cambi di punti di vista. L’opera risul- partner principali del progetto figura- tura delle ultime pagine che un ter-
ta avvincente sin dall’inizio, grazie no le University Press di Copenaghen ribile dubbio ci assale, una domanda
anche ai disegni di Guerra, chiari e e Aarhus (Danimarca), Amsterdam e inevitabilmente emerge dal fiume
definiti che si amalgamano perfetta- Leida (Paesi Bassi), Firenze (Italia), Göttingen di parole finora esplorato: e se fosse
(Germania) e Manchester (Inghilterra)�
mente con la storia narrata. Un’ope- tutto vero?
www.oapen.org
ra che consiglio caldamente a tutti e Antonino Dolce

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 11


il Cingolo culturale_cingolaudio

musica
GRUPPI ALBUM
I NObraino Andate tutti Affanculo
The Zen Circus
Gruppo rivelazione degli ultimi Etichetta: La Tempesta dischi, 2009,
anni. Frase inflazionatissima ma 10 euro
non se si parla di musica di qualità e
soprattutto dei NOBRAINO. Il grup- Andate tutti affanculo. Cosi s’intitola
po nasce nel 2006 in quel di Rimini, il nuovo album dei The Zen Circus,
inizia a farsi conoscere da subito ma terzetto toscano, attivo da ormai 10
“il salto” arriva l’anno scorso quan- anni che con quest’album fa il gran-
do vince il premio come rivelazione de passo dalla lingua di Albione a
dell’anno al MArteLive, un concorso quella di Dante. Un fanculo intriso
per gruppi emergenti che ogni anno di malinconia e malessere, che il trio
assume maggiore importanza nel pa- manda, con un sorriso amaro, alla
norama della musica italiana. Da lì il propria generazione che si è lasciata
gruppo inizia a calcare palchi impor- “fregare dai nati vincenti, dal naviga-
tanti come l’Auditorium Parco della tore, dalla macchina nuova e dal suo contrasto, tra testi pesanti e cinici e la
Musica di Roma, il Circolo degli Ar- fetore”, senza quello snobismo di un musica leggera, a creare un’alchimia
tisti, e altri in tutta Italia. Al “grande certo cantautorato, ma con una genui- originale, fieramente punk, a dimo-
pubblico” arriva attraverso il dopo na e amara fierezza di esserne par- strazione del fatto che per fare rock
festival di Sanremo, quest’anno or- te. Il suono della band mischia pop, di grande impatto, non serve far casi-
ganizzato da Youdem TV, e il salotto folk, noise. Le chitarre acustiche sono no. Infine è da segnalare la bellissima
della Dandini su Rai3. La loro mu- sempre in primo piano e in alcuni traccia finale Canzone di Natale. Una
sica è una fusione di generi, dallo pezzi ricordano le canzoni ascoltate “preghiera”, da parte di un giovane
swing al pop, dall’indie alla musica da ragazzini in chiesa e riescono a far- tossico, a Dio e al suo personale Bab-
popolare, dai ritmi balcanici al rock, ci tornare bambini, seduti sulle pan- bo Natale, uno spacciatore tunisino. Il
difficile da definire, esattamente che a fissare un’icona, in cui si crede- pezzo racchiude, con amara ironia, il
come il loro curatissimo ed eccentri- va e di colpo ritrovarsi “vecchi senza mal di vivere di una generazione. “Fa
co look fatto di giacche con bordi do- esperienza” a cantare a squarciagola che nonna mi abbia regalato i contan-
rati, cappelli a cilindro, guanti bian- “Vivere male, vivere tutti per nostro ti e non il solito paio di guanti…”.
chi, bastoni tipo arancia meccanica e Signore dei compromessi”. È il forte Daniele Roberti
cresta punk.
I testi sono delle liriche dai sapori e
dai temi molto diversi, atmosfere ro-
mantiche e fantastiche si alternano I re quieti Ci si trova davanti a delle vere e
a storie ciniche e surreali. Sul palco Cordepazze proprie denunce di vizi sociali tipi-
poi sono un vero spettacolo, le per- Etichetta: Majorfree, 2010, gratuito camente siciliani, ma che si riscon-
formance del cantante Lorenzo Kru- on-line trano anche nel resto della popola-
ger (voce profonda e tenebrosa) sono zione italiana.
sempre imprevedibili, puntualmente Formazione palermitana nata nel Dopo aver girato molti festival per
travolgono e sbalordiscono il pubbli- 2003 e ancora sconosciuta al gran- farsi conoscere, nel 2009 esce il loro
co. È per questo che si apprezzano de pubblico, i Cordepazze viaggia- primo album, I re quieti, che con-
molto in formato live. no attraverso la ricerca di un sound tiene dieci tracce. Le più belle sono
Un grande esempio di musica nostra- da cantautore vecchio stile. Sono senz’altro “parolaccia”, “sono morto
na di carattere e di sostanza. Le cover carichi di sonorità, di musica ben da cinque minuti” e “la sinfonica
di canzoni da Capossela a Cutugno, scritta, molto distanti dalla solita sociale”, in grado di trascinarti nei
inoltre, sono segno di una attenzione musica pop, poco impegnativa e a loro motivetti allegri e farti cantic-
o devozione alla musica cantautorale spoglia. Mentre li ascolto non pos- chiare tra te e te.
italiana con cui giocano e di cui fanno so fare a meno di associarli alla L’album è disponibile sul loro sito
meritatamente parte. musica di De Andrè, alla pungente www.cordepazze.it, da cui è possibi-
In questi giorni sono in giro a pro- ironia dei suoi testi che ritrovo nei le scaricarlo in modo gratuito com-
muovere l’ultimo disco: No USA! No loro, alla poesia delle parole messe preso di copertina e video, basta solo
UK! NOBRAINO. lì non per riempire delle note, ma registrarsi.
Pina Colamarino per comunicare dei forti messaggi. Manuela Moro

12 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


il Cingolo culturale_film

film
Cosa voglio di più Tuttavia, se le premesse sarebbero più
di Silvio Soldini, Italia/Svizzera 2010 che buone per sviluppare una pellicola at-
con Alba Rochwacher, Pier Francesco tuale e ben fatta, i punti di debolezza del
Favino, Giuseppe Battiston, Teresa Sa- film hanno la meglio e lo spettatore (che
ponangelo
per tutto il film attende un decollo che
suo malgrado non arriva mai) resta in sala
Il Divo Cosa voglio di più. È la domanda che a farsi scorrere davanti scene che, nono-
“Perpetuare il male per garantire il fa da sottofondo alle scene del film che stante i contenuti forti, non riescono a tra-
bene” è la frase che meglio descrive Giu-
racconta la storia di Anna e Domenico, smettere quel pathos che lascia impresso
lio Andreotti soprannominato Il Divo.
i due protagonisti alle prese con l’inevi- Cosa voglio di più nella sua memoria per
La vita viene analizzata dall’attento
regista Sorrentino, che getta una pro- tabile squasso che la relazione adultera più dei dieci minuti canonici durante i
spettiva inedita sui fatti che sconvolse- in cui sono sbalzati porta nelle loro esi- quali uscendo dalla sala si confronta con
ro l’Italia dal ’78 in poi. Non è la solita stenze a prima vista complete. l’accompagnatore di turno.
narrazione di eventi messi in sequenza Un uomo e una donna apparentemente Non commuove insomma, ma questa
che hanno come protagoniste le vittime, privi di aspirazioni mancate, nella cui non è necessariamente una pecca per-
ma piuttosto di un accurato studio del vita irrompe ad un certo punto, violenta ché forse è proprio interesse di Soldini
mondo del carnefice. Questa volta viene e senza preavviso, la forza di una pas- quello di rappresentare i suoi personag-
mostrato in tutto il suo cinismo, il suo sione cui opporsi sembra impossibile. E gi nel modo più realistico e lontano da
freddo distacco dagli affetti anche più allora la quotidianità diventa scandita qualsivoglia buonismo. La vera pecca è
intimi e nei suoi tratti maniacali, ma
dalle bugie e le scuse da raccontare a che si lascia andare a clichés già visti e a
che poi riceve in casa delle persone sen-
due ignari coniugi (peraltro poco credi- ritratti di situazioni poco credibili, con il
za soldi per fare loro l’elemosina. Viene
dipinto così un vero e proprio ritratto bili nella loro interpretazione, Battiston risultato che il suo film è davvero un’oc-
cinematografico della persona. impegnato nella caricatura di se stesso casione mancata.
e la Saponangelo nelle vesti d’un’esteti-
“So di essere di media statura, sta stressata dal doppio ruolo di madre
ma non vedo giganti intorno a me” e moglie nonché dalla fatidica quarta
settimana, che tuttavia non riesce ad ag-
Andreotti ha consacrato tutta la sua giungere nulla di nuovo ad uno stereo-
esistenza al potere, rendendosi prota- tipo già tante volte utilizzato dal nostro
gonista di un’epoca macchinando die- cinema della crisi).
tro e oltre la politica, intessendo trame
Silvio Soldini torna insomma a parlarci
e ordinando omicidi o restando sem-
dell’amore e della sua forza dirompen-
plicemente a guardare mentre un suo
compagno di partito viene ammazzato. te, nonché di quegli istanti in cui la vita
Tutti questi episodi, da Moro, fino alla ci sbatte davanti agli occhi tutto quel-
morte degli imprenditori coinvolti in lo che non abbiamo e che desideriamo
tangentopoli, passando per l’assassinio ardentemente, in cui un semplice gesto
di Falcone e Dalla Chiesa e di altri morti può dare il via ad un vortice di trasfor-
di mafia, passano sullo sfondo della sua mazioni di portata imprevista. Favino innamorato ha un aspetto ridico-
ascesa al comando della Nazione. Tutto E lo fa in modo crudo, spietato quasi, lo (che ci ricorda il precedente tentativo
però precipita quando i pentiti di mafia quando punta la sua macchina da pre- de L’uomo che ama, senza un accenno
cominciano a rivelare gli stretti rapporti sa sul sesso rubato a poche ore in un di miglioramento), il desiderio della
mafia-stato. Ha così avvio un processo
motel, sui corpi nudi di un Favino e di Rochwacher di evadere dalla quotidia-
per associazione mafiosa ed altri crimi-
una Rochwacher mai così tanto spo- nità con un laboratorio di pittura è ap-
ni che durerà per anni, ma da cui Giulio
uscirà senza macchia, proprio come se gliati e disinibiti. pena tratteggiato ma resta poco inseri-
fosse una divinità. Certo un bell’argomento quello scelto dal to nel contesto tanto da risultare quasi
Manuela Moro regista: la forza dei sentimenti, il potere fuori posto, la maternità è risolta in due
della passione e il suo far tornare bambi- scambi di battute tra Anna e il suo com-
ni ad ogni età (Anna che controlla conti- pagno, Battiston è eccessivo nella sua
nuamente il cellulare per vedere se Do- “santità” così come eccessiva è la rapi-
menico risponde ai suoi sms ha un ché dità con cui inizia la relazione tra i due
di teneramente adolescenziale). Ma non protagonisti, peraltro alle prese soltanto
solo, il film punta più in alto e si accosta con la paura d’essere scoperti e di dover
anche ad altre tematiche: la difficoltà di riorganizzare la propria vita e mai con
arrivare alla fine del mese, la voglia di un verosimile senso di colpa.
maternità e la paura delle responsabilità L’unico personaggio che forse poteva ri-
che si porta dietro, l’uomo del Sud che sollevare la situazione è quello della zia,
giunto a Milano cerca di arrangiarsi come che tuttavia resta, come troppe cose in
può, le velleità artistiche di un’impiegata questo film, solo abbozzato.
cui il lavoro in ufficio va stretto. Emanuela Tascone

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 13


il Cingolo culturale racconta

il BaubAu
di Daniele Roberti
illustrazione di Giorgio Conti

A Berta,
che non ha paura del buio.

S
ono passati dieci anni da quando separabili, stavamo sempre insieme. Dalla mat-
Marika è scomparsa. Dieci anni tina, a scuola, seduti in prima fila nello stesso
cercando di dimenticare. Dieci anni banco, al pomeriggio, passato a casa sua a gio-
di notti insonni, con il terrore che care. E ancora, fino a tarda sera, nelle caldi notti
talvolta, nell’armadio, in camera da dell’estate abruzzese. Fu proprio in un pomerig-
letto, si nasconda qualcosa pronta a ghermirci gio afoso di luglio, mentre ci riposavamo distesi
nel sonno per portarci via per sempre. all’ombra di un vecchio albero, che mi chiese se
Marika era la mia migliore amica. Eravamo in- credevo al baubau.

14 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010


il Cingolo culturale racconta

Sulle prime risi e la presi in giro. Lei si rabbuiò e tenerci buoni.


pianse. Spaventato dalla sua reazione mi scusai Per tranquillizzarla le dissi che sarei rimasto a
mestamente. Lei mi fissò con i suoi grandi occhi dormire da lei quella notte.
verdi e mi chiese di giurare che non avrei mai I miei genitori accettarono di buon grado che
raccontato a nessuno quello che mi stava per rimanessi a dormire da lei. Non era la prima
dire. Poi iniziò il suo racconto. volta e sapevano che era ancora presto per pre-
Da un po’ di tempo Zeus, l’orso di peluche con occuparsi di eventuali approcci adolescenziali.
un singolare fulmine ricamato al centro della La madre di Marika mi aveva preparato il letto
fronte, durante la notte, cadeva dall’armadio su della sorella maggiore, che era via in vacanza.
cui era posto. Ogni notte, allo scoccare delle 3 Prima di addormentarci le promisi che sarei
del mattino, Zeus cadeva. Il padre, dopo l’enne- rimasto sveglio fino alle 3. Rassicurata dalla
simo ritrovamento del peluche, alla domanda mia promessa, prese subito sonno. Mentre cer-
della figlia sul perché ogni mattina lo trovassero cavo di non addormentarmi mi ritrovai a fis-
a terra, rispose che probabilmente l’armadio era sare Zeus che, impassibile, vegliava su di noi.
leggermente in pendenza. Dal tono di voce del Abbassai lo sguardo sull’armadio, imponente,
genitore, Marika capì che neanche lui era con- come un monolite nero che assorbiva qualsiasi
vinto dalla risposta data. In seguito mi raccon- forma di luce proveniente dall’esterno. Per un
tò che, per non farlo preoccupare, si alzava ogni attimo mi sembrò che vibrasse leggermente.
notte e salendo su una sedia rimetteva Zeus al Sbattei le palpebre stupito, ma mi convinsi che
suo posto. Nella notte appena passata era suc- era solo la stanchezza a fare brutti scherzi. Po-
cesso qualcosa di ben più grave. Come al solito chi minuti dopo la mia promessa era finita nel
il tonfo di Zeus, per quanto leggero, la svegliò. mondo dei sogni.
Mentre si accingeva a raccoglierlo l’anta dell’ar- Un puzzo tremendo mi riportò alla realtà. Con
madio cominciò ad aprirsi da sola. Terrorizzata, lo sguardo annebbiato, mi ritrovai smarrito in
si rannicchiò accanto al letto, stringendo al petto un buio assoluto. Dopo alcuni secondi di smarri-
Zeus. Nel fondo nero e indefinito dell’armadio mento, mi girai verso l’armadio. E lo vidi.
scorse qualcosa avanzare. Chiuse gli occhi spa- L’essere spuntava dall’armadio e avvinghiava
ventata e si strinse con forza a Zeus. Poi sentì un con una mano cerea la mia amica, trascinandola
tanfo orribile, che la spinse a guardare. Dall’ar- all’interno. Lei stringeva al petto Zeus, quasi a
madio spuntava la testa di un uomo, enorme e mo di scudo.
pallida come cera. La testa era cosi grande da Quando i nostri occhi s’incrociarono, lei stese la
coprire completamente alla vista il resto del cor- mano verso di me. La cosa si frappose tra di noi
po. La pelle era talmente rugosa e avvizzita da con il suo testone. Mi sorrise e con l’indice mi
sembrare una maschera di gomma, incorniciata fece cenno di seguirla, poi trascinò Marika nel
da orecchie che pendevano flaccide come quelle buio infinito dell’armadio.
di un elefante. Gli occhi erano due sottili fessu- I ricordi successivi sono confusi. I genitori che
re nelle quali si agitavano perle giallognole. Il mi chiedevano dov’era finita la figlia, le doman-
naso lungo e adunco sovrastava una bocca sotti- de della polizia, le ricerche frenetiche da parte di
le, quasi priva di labbra. La creatura vedendola tutto il paese...
aveva sorriso compiaciuta, svelando un’enorme Il mio racconto fu preso come il sogno di un
e interminabile serie di denti tra i quali si agita- bambino. La polizia concluse che Marika era
vano vermi e altri insetti. stata rapita da uno sconosciuto. Le ricerche con-
Marika cacciò un urlo che svegliò i genitori. tinuarono per diversi anni, senza esito. Infine i
L’essere smise di sorridere e rientrò lentamen- genitori, sfiniti, si trasferirono in un’altra citta-
te nell’armadio continuando a fissarla. Per un dina. E pian piano Marika divenne un ricordo
attimo le sembrò di scorgere il resto del corpo: sbiadito per tutti, tranne che per me.
c’erano tentacoli, artigli e altre forme indefinite Oggi, come ogni anno, nel giorno dell’anniversa-
che si agitavano in modo furioso. rio della sua scomparsa, mi sono recato a casa di
Finito il racconto, cominciò a piangere a dirotto. Marika, che da allora è rimasta disabitata. La ca-
La afferrai per mano cercando di calmarla. meretta è rimasta esattamente com’era 10 anni
Non le credevo. Nonostante fossi un bambino, fa. Tranne che per un particolare. Ho trovato
sapevo che l’uomo nero era solo una favola per Zeus, a terra, ai piedi dell’armadio.

il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010 15


Navi da combattimeNto iN fiamme Una nuova rubrica per
dar voce a chi sta vivendo

al largo dei bastioNi di orioNe


esperienze da raccontare.
Una pagina dal titolo
evocativo per non far perdere
la propria voce come lacrime
nella pioggia.
Non è tempo di morire.

Vita da tirocinante... da una speranza: “speriamo che in quell’ospe-


o tirocinante a Vita? dale non ci sia nessuno a frequentare!”.
Quindi dopo aver compreso il meccanismo la
In breve, la vita di tirocinante comprende: sveglia domanda è: a cosa serve studiare per un con-
presto per presentarsi sempre al massimo sul po- corso se si sa già chi lo vincerà? E poi: non
sto di lavoro, voglia di apprendere tutti i giorni le pensano alla possibilità che ci sia qualcuno più
tecniche e i segreti del futuro lavoro, capacità di preparato del signor X? E se questo l’hanno
incassare ogni genere di colpo da chiunque, mol- messo in conto, vuol dire che mettono la vita
ta, ma molta, pazienza soprattutto in quei giorni di una persona in mano al signor X, solo perché
in cui si deve solo osservare per molte ore, con- gli spetta di diritto? Adesso, come moltissimi
sapevolezza che dopo tutti gli sforzi a fine mese altri laureati nel mio corso di laurea e non solo,
non arriva nessuno stipendio, e mi fermo qui. ho paura. Per quanti anni ancora dovrò essere
Da 6 mesi la mia vita, come quella di molti altri una tirocinante, per trovare un posto di lavoro?
laureati, è questa. Ormai l’ospedale è la mia se- A quanti altri concorsi dovrò partecipare, cono-
conda dimora, ma a questo ci ero abituata e non scendo già la persona che prenderà il posto?
nascondo che mi piace. Come tutti ho dei sogni, che adesso sembra-
Ma il minimo che ci si aspetta dopo una laurea no diventati irraggiungibili: un posto di lavo-
conseguita con il massimo dei voti, è di trova- ro, che mi permetta di far stare bene persone
re un posto di lavoro, non immediatamente, meno fortunate e ovviamente anche me, una
perché siamo in Italia, però dopo un’infinità di famiglia e una vita tranquilla.
concorsi è lecito aspettarsi qualche risultato. E A farmi compagnia ora c’è la speranza, l’impe-
invece la storia si ripete puntualmente: “Que- gno, la preparazione, la fatica, la rabbia e la vo-
sto concorso era per far rientrare il signor X”, glia di cambiare il corso degli eventi. Cambiare
oppure “Signorina sa com’è, lui è da molti anni le cose per me stessa, e per tutti i ragazzi e le
che frequenta questo ospedale, il posto gli spet- ragazze che vivono la stessa mia condizione.
ta di diritto”… DIRITTO! E così ogni domanda Ma come?
inviata per un concorso è accompagnata sempre Donatella D’Ettorre

La perdita deLL’identità “È un vero peccato” continuo a ripetermi...


dei piccoLi comuni: carunchio Sicuramente chi non ha vissuto come me in
questa terra non saprà che Carunchio custodi-
“Quando sopprimeranno i piccoli Comuni?” sce uno degli organi più belli d’Italia e offre un
mi chiedo... Una volta nutrivo la convinzione di concorso internazionale biennale per organisti.
vivere in un comune montano, perché cosi mi Carunchio è natura con il suo parco di 30 ettari
avevano detto a scuola e lo avevo sempre sentito recintato, con cervi, daini, un uccelliera, per-
dire da tutti. Un giorno, con la soppressione della corsi con torrette d’avvistamento, e il bellissi-
Comunità Montana “Alto Vastese”, Carunchio ha mo maneggio della “Valle dei Sogni”.
visto sfocare la sua essenza di comune montano. È ospitalità, con un ristorante d'alto livello nel
Tempo fa era tra i “Borghi più belli d’Italia”, ma palazzo Turdò, di recente ristrutturazione, che dà
da qualche anno a questa parte il suo ritratto và anche la possibilità di pernottare. Non manca un
mutando. Resta la sua naturale bellezza che nes- hotel nella parte bassa del paese e varie possibi-
suno fortunatamente può rubargli, è bellissimo lità per prendere in affitto delle abitazioni anche
vedere come si erge alto sul suo colle, sembra il settimanalmente. È tradizione, di recente è stato
paesino più caratteristico del presepe. ristrutturato un altro edificio storico per dar vita
La sua politica manca d’efficienza tanto che l’as- a un laboratorio che produce la “Ventricina” la
senza di rappresentanti in Regione e Provincia regina dei salumi di queste zone. Molte sono le
fa sì che il bisogno economico carunchiese e di iniziative, gli eventi che cercano di valorizzare il
altri paesi montani resti in secondo piano. Sareb- borgo, anche se purtroppo spesso restano inizia-
bero molti gli interventi economici utili per ren- tive individuali non collegate tra loro.
dere Carunchio più vivibile, in primis il settore Chi amministra le nostre sorti potrebbe fare
dei trasporti, dalle strade poco agibili alla rete di tanto, ma ognuno pensa solo alla propria pol-
trasporti molto povera e obsoleta. Tutto ciò porta trona, è questa l'indifferenza che colpisce e
il cittadino a spostarsi verso zone più accoglienti unisce Carunchio agli altri paesi montani.
e induce il turista a scegliere mete più comode. Gabriele Potente

16 il Cingolo c’è! • n.4, ottobre 2010