Sei sulla pagina 1di 9

La Via degli ABATI

DIARIO DEL CAMMINO


di Giovanna Palagi Mori

29 giugno 8 luglio 2013

Pellegrinaggio sulla Via degli Abati 29 giugno 8 luglio 2013 29 giugno 2013 Firenze - Pavia Alle 9 partiamo in dieci per ilano con il Frecciarossa! Paola" #raziano" $uciano e la moglie $ucia" #uido e #iovanna" Vera e %arlo" &iziana e Paolo' A (ologna sale $ucia azzucco" mentre #iorgio arriver) a Pavia nel pomeriggio' *ul treno siamo distribuiti in varie carrozze" ma ogni tanto ci +acciamo visita l,un l,altro' -na signora anziana" c.e scopriremo essere albanese" sta sulle spine per tutto il viaggio temendo di sbagliare +ermata" ma #uido si d) da +are per rassicurarla con gesti e sorrisi' A ilano" in attesa della coincidenza" /ualcuno di noi va a caccia del 0rincarzino1 ovvero di una bella brioc.e con cappuccino" ma sar) una lotta dura perc.2 nei bar non c,3 niente di allettante' Alle 12 siamo a Pavia" la giornata 3 grigia' Alla stazione ci raggiunge ario (obba" un amico di #iovanna" c.e gentilmente ci +ar) da angelo custode per tutto il giorno' A turno ci porta in auto all,ostello dove lasciamo gli zaini e poi si o++re per il pomeriggio di accompagnare alla %ertosa di Pavia c.i non l,.a mai vista' 4nizia la tragedia americana! convinti di essere in 12 e dato c.e in tre restiamo a Pavia" viene +uori c.e ario dovrebbe +are 3 viaggi e ci scervelliamo per una buona mezzora a pensare come +are a evitare tutto /uesto trambusto' Finalmente ci si apre il cervello e realizziamo c.e #iorgio arriver) pi5 tardi" /uindi siamo in undici" perci6 i visitatori della %ertosa sono otto e con due viaggi la cosa 3 +atta7 8opo /uesto incredibile s+orzo matematico e organizzativo" decidiamo di andare a mangiare i nostri panini sul $ungo &icino accanto al monumento della lavandaia e casualmente ci imbattiamo in una coppia di sposi a+ricani circondati dai +amiliari vestiti a +esta! +ra di loro tre bambine deliziose' entre ario +a la spola per portare i nostri otto alla %ertosa" $ucia azzucco" #uido e #iovanna si recano alla c.iesa di *an ic.ele per ammirare il mosaico del labirinto" ma c,3 un matrimonio e occorre aspettare c.e la +unzione +inisca' 9el +rattempo c.iedono alla custode di timbrare le credenziali" ma purtroppo il tampone non +unziona: poco male" $ucia prende il tampone e con gli altri va alla cartoleria di Andrea e Paola c.e" nonostante non abbiano il tampone giusto" si +anno in /uattro per metterci il timbro e cos; lo scopo 3 raggiunto' $ucia spiega /uello c.e stiamo +acendo e assicura i due c.e verranno menzionati nel diario di pellegrinaggio come nostri angeli del cammino' <rmai +uori dalla c.iesa ci sono gli sposi sommersi da riso e stelle +ilanti" cos; possiamo entrare per visitarla' Arriva #iorgio e tornano gli altri dalla %ertosa' %e la +acciamo a visitare anc.e *an &eodoro" dove 3 possibile ammirare gli a++resc.i della vita del santo e +rammenti di mosaici romani recentemente riportati alla luce' 8urante la visita siamo stati allietati dal canto di un coro e dal suono dell,organo' Al tramonto 3 arrivato il sole e" dopo una breve visita al 8uomo" ci ritroviamo in pizzeria con ario e la moglie' $a tavolata si anima di racconti e di brindisi alla Via degli Abati e agli anniversari di matrimonio" =3 anni per #uido e #iovanna" =8 per &iziana e Paolo' %oncludiamo la serata per le viuzze del centro storico" con una passeggiata notturna senza zanzare c.e" a detta di ario e di sua moglie" 3 una vera rarit)' $i salutiamo ringraziandoli per l,accoglienza e ce ne andiamo a letto" perc.2 domani ci aspetta una tappa piuttosto lunga' 30 giugno 2013 Pavia onteveneroso

%i alziamo con un bel sole' Foto di gruppo davanti alla c.iesa di *' aria in (etlem" colazione al bar di +ronte e via' Fa gi) caldo di prima mattina e" attraversato il ponte coperto" camminiamo lungo il &icino su cui si ri+lettono le case coloratissime della parte vecc.ia' -sciti dalla citt) e +atta una breve sosta alla c.iesa di *an $azzaro" antico ospitale di pellegrini" raggiungiamo la localit) %asa *cagliona dove il percorso" +inora sovrapposto alla Via +rancigena" diventa la Via degli Abati vera a propria' *cendiamo lungo il &icino per la #reen >a? c.e percorriamo abbastanza agevolmente" ma agli ultimi venti metri ci troviamo di +ronte una inestricabile muraglia di rovi c.e ci costringe a inerpicarci su un costone erboso e riprendere il sentiero di +ronte ad una cascina' 2

8opo la sosta per uno spuntino" attraversiamo in +ila indiana il Ponte della (ecca' @ui la con+luenza +ra il &icino e il Po +orma larg.e strisce di sabbia bianca c.e danno vita a una specie di 0marina di Pavia1! in+atti molti bagnanti le raggiungono in barca per piantarvi gli ombrelloni e passarci la giornata' *iamo ora sull,argine del Po c.e percorreremo per oltre A c.ilometri' Fa caldo e non c,3 ombra nemmeno a piangere" perci6 /ualcuno" saggiamente" apre l,ombrellino stile turisti giapponesi per Firenze' Al momento del rito del panino siamo di +ronte al cancello della %ascina Pirocco' 4l sole picc.ia +orte e il parco della cascina con il suo splendido spazio ombroso al riparo di grandi alberi 3 molto invitante' @ualcuno decide di suonare il campanello per c.iedere di entrare' A una prima risposta negativa si prova a insistere c.iedendo solo dell,ac/ua' 4ncredibile ma vero il cancello si apre e" mentre una domestica apre una pompa per inna++iare e noi ci avvicendiamo a ri+ornirci di ac/ua" arriva il proprietario" un distinto signore dai capelli bianc.i c.e ci accoglie molto cordialmente e c.e con molto garbo vuol rendersi conto di c.i siamo' %i presentiamo e raccontiamo il nostro progetto" lasciamo il nostro giornale e accogliamo con piacere il suo invito ad usu+ruire del prato' entre mangiamo" il +iglio ci porta bottiglie di ac/ua minerale in /uantit)' 4 nostri grazie si sprecano poi" prima di andarcene" #raziano lascia al nostro ospite un +iore +atto con i palloncini" una sua specialit)' Per strada" commentando /uello c.e ci era successo" ci siamo detti c.e 3 stato giusto osare e c.iedere" perc.2 abbiamo s; ricevuto" ma abbiamo anc.e dato all,altro la possibilit) di o++rire' *uperata un,altra cascina e dopo una breve sosta alla %appella dedicata alla adonna di Pompei per riprenderci dal caldo e dall,arsura" entriamo in (roni" precipitandoci dentro il primo bar per una ricca bevuta di birra' 9on manc.iamo di visitare la c.iesa dedicata a *an %ontardo d,Bste" pellegrino c.e mor; a (roni al ritorno da #erusalemme e c.e /ui 3 molto venerato" dopodic.2 iniziamo la ripida salita per %olombarone' Voltandoci indietro" vediamo in lontananza Pavia e non ci sembra vero di aver +atto tanta strada' -sciti da %olombarone ci vengono incontro Brcole (uongiorni e i suoi amici" studiosi della Via degli Abati" c.e ci prendono gli zaini e ci guidano verso onteveneroso' Pi5 avanti ci +ermiamo al punto di ristoro con dell,ottima ac/ua +resca c.e .anno organizzato per noi e" in+ine" raggiungiamo la c.iesa di onteveneroso" dove recitiamo insieme la preg.iera di *an %olombano" a cui la c.iesa 3 dedicata! O Signore Iddio sradicate, estirpate dalla mia anima tutto ci che il nemico vi ha piantato Togliete dal mio cuore e dalle mie labbra tutta liniquit, datemi lintelligenza e labitudine del bene, affinch in opere e verit io non serva che !oi solo" io sappia compiere i precetti di #risto e cercare voi, o mio $io% &ccordatemi la memoria, la carit, la fede' Signore operate in me il bene e donatemi ci che !oi giudicate utile'( *tanc.i" ma grati per l,accoglienza" ci salutiamo all,agriturismo %asa %asoni di cui 3 proprietario Francesco" uno del gruppo c.e ci 3 venuto incontro' Pi5 tardi abbiamo la bella sorpresa di rivedere ario" il nostro primo angelo del cammino" c.e 3 voluto venire a trovarci con la zia" la mitica Pucci" novantenne ancora in gamba a parte la sordit)' %i .a portato in regalo la 0&orta Paradiso1 Vigoni" una storica specialit) di Pavia" insieme ad alcune cartoline d,epoca c.e la reclamizzano' #li raccontiamo la nostra giornata" lo ringraziamo ancora una volta per la gentilezza dimostrataci e lo salutiamo con molta simpatia' A cena ci serve $ara" la +iglia /uindicenne del proprietario con la /uale abbiamo uno scambio di battute sulla sua vita di adolescente' B, una ragazzina solare" molto simpatica e tutti le auguriamo ogni bene per il suo +uturo' 9ota dolente della sera 3 l,annuncio di Paola! domani interrompe il cammino e rientra a Firenze perc.2 sta durando troppa +atica' &utti ne siamo dispiaciuti" ma non possiamo c.e rispettare la sua decisione' 8opo cena ci rec.iamo al circolo del paese dove Brcole e i suoi amici ci o++rono dello spumante e si intrattengono con noi' 4n+ine" ce ne andiamo tutti a letto stanc.i" ma soddis+atti di /uesta prima giornata' 3

1 luglio 2013

onteveneroso Pometo

Anc.e oggi il sole ci sveglia bello caldo' *alutata Paola e dopo una +oto con Francesco" usciamo dall,agriturismo e ci inerpic.iamo per la scorciatoia c.e ci riporta sul percorso u++iciale' 8i +ronte a noi si apre una bellissima valle disegnata dalle geometrie variegate dei vigneti' A %astana ci +ermiamo al bar per prendere dei panini" ma la sosta si +a pi5 lunga del previsto e /ualcuno mugugna" poi per6 riprendiamo il cammino in allegria' A %erc.iara %uccagna ci viene incontro sorridente un,anziana signora c.e vuol sapere di noi" da dove veniamo e dove andiamo' B, stata maestra elementare e con premura ci saluta dicendo 0andate piano71' B, l,ora del pranzo e ci +ermiamo a %aseo %anevino' 4l *indaco" molto sensibile e attento alla valorizzazione della Via degli Abati non c,3" ma sapeva del nostro passaggio e ci teneva a darci una buona accoglienza' %os; ci .a +atto trovare in omaggio un pieg.evole dedicato a *an %olombano e .a incaricato il proprietario del bar di o++rirci gratuitamente da bere' 9on solo" al momento dei saluti spunta anc.e un bel salame c.e a++idiamo a #iorgio" visto c.e il suo zaino 3 il pi5 leggero di tutti' Foto di gruppo davanti al monumento dedicato al miracolo del bimbo sordomuto c.e riac/uist6 la voce al passaggio delle spoglie di *an %olombano" poi saliamo +ra i vigneti +ino a Pometo" dove ci accoglie la signora Pisani c.e ci sistema nelle varie camere e monolocali del suo agriturismo' 8opo le consuete operazioni pellegrine e l, approvvigionamento al negozio di alimentari aperto apposta per noi" visitiamo la c.iesa e poi ci rilassiamo in giardino" mentre $ucia azzucco si intrattiene con #iovanni di Pavia" un anziano signore c.e le racconta della ritirata in Cussia dal ,=2 al ,=3! venti giorni accerc.iati poi +inalmente si apr; un varco" strada +acendo si liberarono dello zaino e del mosc.etto: erano degli spettri c.e camminavano a 3D gradi sotto zero: la neve sembrava un vetro c.e tagliava la +accia" l,ac/ua svuotata dalla gavetta arrivava a terra in gocce di g.iaccio: la +anteria +u aggregata alla sanit): la sussistenza per il cibo +u bruciata per non lasciarla ai 0rossi1: solo le persone pi5 +orti sopravvissero' $ui cammin6 30 Em' con i piedi congelati" +u ricoverato in ospedale in Polonia e poi a Cimini per 1D giorni' Flas. di ricordi c.e ritornano ancora nei suoi sogni' All,ora di cena" il signor Pisani +a la spola per portarci all,agriturismo &arantani" distante oltre un c.ilometro" dove ci gustiamo ottimi piatti locali e un buon vino rosso' Adriana" la proprietaria" ci regala un enorme vassoio di dolci e ci riaccompagna in auto un po, alla volta +ino a Pometo' Arrivano dei nuvoloni ma ormai siamo al riparo e ci diamo la buonanotte' 2 luglio 2013 Pometo (obbio 4niziamo bene la giornata con una abbondante colazione preparata da &iziana con /uello c.e ci eravamo procurati ieri sera" il salame del sindaco di %anevino e i dolci regalati dalla signora Adriana' %,3 un,aria +rizzantina stamani" ripulita dal temporale di stanotte e le colline c.e ci circondano in+ondono un gran senso di pace' *cendiamo tra i campi verso %aminata c.e ci aspetta in +ondo alla valle poi" traversato il torrente" iniziano i 0dolori1! una ripida salita ci divide da &rebecco c.e raggiungiamo con una certa +atica' *alutiamo alcune persone c.e si ricordano del nostro passaggio dell,anno scorso' %i voltiamo indietro e riconosciamo sull,altro versante il percorso gi) +atto da Pometo a %aminata e come sempre proviamo una gran soddis+azione vedendo /uanto possiamo +are passo dopo passo' %i avviamo verso %asa (obbiese" poi %ase #iorgi! amarene e ac/ua a volont)7 *osta" c.iacc.iere" risate e discussioni a piccoli gruppi' Ciprendiamo a salire ognuno seguendo il proprio ritmo e le proprie inclinazioni! c.i cammina in silenzio" c.i .a sempre /ualcosa da raccontare" c.i mette i segnali" c.i controlla la guida" c.i scatta una +oto e cos; arriviamo alla +amosa cappelletta di valico" tanto sospirata da #iovanna l,anno scorso durante il cammino di perlustrazione' &utti sono curiosi di vedere come 3 +atta" perc.2 se ne 3 parlato +in dal primo giorno e una volta l; ci immortaliamo in una +oto di gruppo' Poi" per la gioia del pellegrino" grande abbu++ata del salame" sempre /uello del *indaco di %anevinoF *i ricomincia a salire controllando bene la guida" perc.2 /uesto tratto presenta dei punti critici" ma arrivati a $azzerello il percorso prosegue liscio' *iamo sul crinale e possiamo ammirare le due valli sottostanti" del 4

&idone e del &idoncello' Piccola sosta ad altra cappelletta" poi salita +ino allo %.alet del #iardino (otanico" dove ci +ermiamo per il pranzo' 4l locale purtroppo 3 c.iuso e dobbiamo razionare l,ac/ua' Arrivano due bambini con il babbo e #raziano regala loro due palloncini +acendoli +elici' %i rimettiamo in cammino e saliamo per il bosco +ino al valico punto di deviazione per il Pian Perduto' $a maggioranza si +erma l;" mentre #iovanna" &iziana" #iorgio e #raziano salgono +ino alla vetta in poco meno di dieci minuti' 4l panorama 3 bellissimo e in +ondo si vede il &rebbia c.e si snoda nella valle' Cicompattato il gruppo" attraversiamo il bellissimo bosco di +aggi e raggiungiamo lo %.alet della Volpe' 4l locale 3 c.iuso per lavori" ma la proprietaria ci ri+ornisce di ac/ua e $uciano le mostra la guida +acendole notare c.e il suo locale 3 citato tra i punti di ristoro' 4niziamo la discesa verso (obbio passando sotto agli imponenti *assi 9eri e costeggiamo alcuni campi disegnati in modo +antastico dal taglio del +ieno' *uperata la %appella della adonna del %aravaggio ci ri+orniamo di ac/ua a *' aria in Poggio e acceleriamo il passo per cercare di essere a (obbio entro le 1A"30 ma c,3 ancora tanta strada da +are e tutti cominciamo ad accusare la stanc.ezza' Per +ortuna" la luce del cielo cos; bella e la vista dei campi di grano dorati ci ripagano di tanta +atica' $a discesa si +a sempre pi5 ripida" siamo sulla via di */uera" si intravedono i campanili di (obbio e +inalmente siamo davanti all,Abbazia' Ancora poc.i passi e siamo alla %asa di Accoglienza della parrocc.ia' 9on restano c.e le scale per arrivare alle camere ed 3 +atta' 9on per tutti per6! $uciano e #uido devono dare relazione a agistretti: $uciano deve andare anc.e a controllare un ponticello sul primo tratto della tappa di domani c.e pare sia caduto: $ucia #allori e &iziana devono andare a ritirare dei biscottini c.e un pani+icio .a +atto apposta per noi e a prenotare la pizzeria per la cena: $ucia azzucco deve cercare il parroco per +ar timbrare le credenziali' #li altri ringraziano in+initamente per aver loro risparmiato /ueste ulteriori incombenze' Purtroppo nessuno potr) visitare l,Abbazia perc.2 troppo tardi e troppo stanc.i' Appena la +orza per andare in pizzeria a mangiare un boccone e poi a letto' 3 luglio 2013 (obbio areto

Anc.e stamani c,3 il sole" l,aria 3 tersa e si sta benissimo' &utti di buon,ora al bar in piazza della +ontana per colazione e poi verso le A in marcia" anc.e se a rang.i ridotti! Vera e %arlo andranno a areto con agistretti per recuperare un po, di energie' *ul Ponte #obbo 3 d,obbligo la +oto al bassorilievo c.e ritrae *an %olombano e la +oto al nostro gruppo c.e ne sta seguendo le orme' Bntrati nel bosco" iniziamo a salire mentre sotto di noi si apre la vallata di (obbio e sulle pendici opposte si snoda" per+ettamente riconoscibile" il percorso di ieri e la sommit) del Pian Perduto' $a ripidit) del sentiero ci mette a dura prova" ma presso case (ellocc.i riprendiamo +iato e scambiamo due c.iacc.iere con una signora c.e vive l; con la madre: ci racconta c.e una volta il borgo era abitato da 30 persone" ma oggi sono rimasti solo in =' Al valico prima di %oli il paesaggio 3 punteggiato dal giallo delle ginestre ed 3 cos; bello c.e la +atica svanisce' Bntrati in paese abbiamo la sorpresa di trovare la c.iesa aperta" cos; possiamo entrare e ammirare la stele c.e vi si conserva' *copriamo c.e da poco 3 stato aperto un ostello per i pellegrini" buona notizia' Ciprendiamo la via e passiamo sotto la &orre agrini" poi raggiungiamo Faraneto' @ui una breve sosta" poi ripartiamo sperando c.e i nuvoloni in arrivo non scaric.inoF A %ornaro ci ri+orniamo di ac/ua e appro+ittiamo di un venditore ambulante per un po, di provviste' Purtroppo /uesta volta non c,3 ad aspettarci la signora c.e nel 2011 ci o++r; dell,ottimo vino bianco7 Passiamo per Pescina e poi +inalmente eccoci alla *ella dei #enerali' %,3 vento e +a +reddo" lo scenario 3 molto bello e immortaliamo il gruppo' %erc.iamo un punto riparato dal vento per +ermarci a mangiare" ma l,unica possibilit) 3 il lato della strada" con +ormic.e 0al pascolo1' &orna il sole /uando ci rimettiamo in cammino e" passo dopo passo" arriviamo al +ontanone poi" seguendo il sentiero 2A" ci dirigiamo verso areto di cui scorgiamo gi) il campanile' Prima di arrivare in paese una macc.ia di marg.erite di montagna suggerisce l,idea di un mazzolino di +iori per la Vera e cos; ne raccogliamo una variet) c.e sistemiamo +ra due rametti di /uercia" insieme a una bella rosa c.e Paolo coglie col suo mitico coltellino' Bcco c.e Vera ci viene incontro seguita da %arlo' $e consegniamo il mazzolino con la +rase 0 tu sei la nostra rosa e noi i tuoi +iori di campo1 c.e la +a commuovere' 5

*ulla porta di ingresso dell,albergo" campeggia una locandina sulla guida alla Via degli Abati" +atta mettere oggi da agistretti' A cena ci raccontiamo la giornata" +elici di essere di nuovo tutti insieme' #raziano regala un palloncino a Vera e ai due bambini pi5 piccoli della proprietaria' *iamo serviti dal suo +iglio maggiore c.e studia giurisprudenza e proprio oggi .a dato un esame conseguendo un trenta e lode' $a serata scorre via veloce e non resta c.e andare a riposare' = luglio 2013 areto #roppallo

8opo un,ottima colazione e salutata la gentilissima proprietaria dell,albergo" usciamo dal paese' *i a++accia una vecc.ietta con il suo cagnolino per vedere c.i sono /uesti 0+orestieri1! 3 Cosina" di 90 anni" vissuta sempre /ui' 4l suo viso 3 cos; simpatico c.e merita una +oto' *cendiamo tra i campi cosparsi di rotoli di +ieno tagliato +ino al olino di ort2" ormai completamente restaurato" anc.e se in modo un po, arte+atto' 8a l; gi) si scorge il colle su cui svetta la c.iesa di #roppallo" la nostra meta di oggi' Arriviamo al torrente $obbia" pronti per il guado" ma /uesto 3 un guadino c.e non ric.iede nessuna operazione particolare" mentre il vero guado ci aspetta pi5 gi5" a valle" dopo la discesa' -n biliardino abbandonato lungo una viottola attira Paolo e #raziano c.e accennano a una partitina' *uperata %rocelobbia" eccoci al 9ure' 4l letto del +iume 3 molto largo e l,ac/ua scorre abbastanza veloce' 9on 3 la prima volta c.e durante un cammino si 3 presentata la situazione di dover guadare un piccolo ruscello o un corso d,ac/ua " ma un +iume vero e proprio +orse per molti no' $,impresa risulter) +acile ma il +atto curioso sono le personali scelte di preparazione al guado! con gli scarponi o a piedi nudi: con gli scarponi ma togliendosi i calzini: con i sandali da treEEing o con le ciabatte di gomma e anc.e in /uesto caso con i calzini o senza calzini' @ualcuno" per evitare tutto il trambusto dello 0scalzamento1" sceglie di guadare il +iume pi5 a valle rispetto al punto segnalato" perc.2 il tratto 3 pi5 breve" anc.e se la corrente 3 leggermente pi5 +orte' Alla +ine tutti raggiungiamo l,altra riva" piuttosto divertiti da /uesta piccola avventura' -na volta risistemati" saliamo nel bosco +ino alla strada as+altata poi" seguendo i segnali bianco rossi tagliamo /ualc.e tornante tra i campi" poi di nuovo su strada as+altata' -n gruppo continua sull,as+alto" mentre un gruppetto segue i segni su un sentiero c.e corre in alto parallelo alla strada tenendo d,occ.io gli altri' %i riuniamo alle case di #roppazzolo e" tanto per cambiare" riprendiamo a salire' 8opo /ualc.e esitazione" ci +ermiamo per mangiare lungo il sentiero" sparpagliandoci nei vari punti d,ombra e la scelta si riveler) giusta perc.2 poi +ino a #roppallo non troveremo nessun altro posto adatto per la sosta' 9el primo pomeriggio siamo all,albergo *alini e ci sistemiamo' Pi5 tardi" mentre /ualcuno sale alla c.iesa" anc.e per parlare con il parroco dell,accoglienza ai pellegrini" gli altri si rilassano +ra un gelato e una birra' B, l,occasione per 0portare in piazza le proprie croci1 e stilare l,elenco dei malanni! metatarsi crollati c.e danno dolori lancinanti sotto il piede sinistro: +ragilit) dei ginocc.i c.e danno problemi in discesa: una sonora costipazione preceduta da un attacco di allergia alle graminacee: dolori lombo sacrali per la non abitudine allo zaino: sciatic.e varie" mal di stomaco e" in+ine" le immancabili vescic.e c.e .anno colpito ben tre persone' 9onostante /uesto" il gruppo" c.e non pu6 dirsi proprio giovanissimo visto c.e tutti siamo grandemente al di sopra dei cin/uanta anni" 3 contento del cammino e determinato ad andare avanti" incoraggiato anc.e dal +atto c.e al suo passaggio .a ricevuto sempre apprezzamenti" complimenti e a volte anc.e /ualc.e segno d,invidia' 4 proprietari dell,albergo ci tengono a +arci visitare il loro salumi+icio! tre piani dell,edi+icio pieni di insaccati lavorati con un metodo esclusivo apprezzato in tutta 4talia' 8icono c.e Parma .a saputo vendere l,idea c.e la coppa sia loro" ma in realt) la vera coppa 3 piacentina' #iusto orgoglio per i propri prodotti locali' $,ottima cena 3 l,occasione per assaggiarli' Fissata l,ora della partenza di domattina ognuno 0si ritira nelle proprie stanze1' D luglio 2013 #roppallo (ardi %i allontaniamo dal paese scendendo tra i campi' Prima della &orre di *ant,Antonino incrociamo 8aniela" una giovane donna nativa di Ciovalle' *ta +acendo una passeggiata e" incuriosita dal nostro passaggio" vuol 6

sapere di pi5 su di noi' *i entusiasma all,idea della Via degli Abati e ci accompagna +ino a (ruzzi dove ci salutiamo calorosamente scambiandoci le email" cos; ci dir) se la Via vedr) passare altri pellegrini dopo di noi' #raziano regala un palloncino a +orma di coccinella a artina" una bella bambina di 8 anni +iglia della proprietaria del bar onte $ama' $e si illuminano gli occ.i pensando a /uando mostrer) /uel palloncino agli amici e potr) dire di averlo solo lei' entre si riparte corre dietro a #raziano per dargli un bacio e per +argli anc.e lei un regalo! un portac.iavi con l,insegna del bar' Ciprendiamo a salire nel bosco +ino al punto di partenza della variante per il onte $ama' -n gruppo con $uciano +ar) la via alta" mentre noi" #iovanna" %arlo" Vera e Paolo" proseguiamo con #uido per il percorso basso' *uperato il bar *erenella al passo di $inguad)" passiamo per campi e viottoli per raggiungere (occolo di &assi' -na signora +iglia di emigrati del posto" nata a Parigi dove tuttora vive" racconta c.e il nonno ci mise un mese per arrivare a Parigi' %i mostra l,edi+icio c.e una volta era la scuola" costruita dagli abitanti del paese" ma c.e ora 3 in rovina' #li uomini di /ui emigravano in Francia per +are i +uoc.isti nelle case dei signori di Parigi' Per /uesto ci sono molte automobili targate Francia! sono gli emigrati c.e tornano per le vacanze alle case paterne' -no di loro" a %erreto (occolo" ci c.iede se abbiamo bisogno di /ualcosa e ci invita a +ermarci a mangiare nel suo giardino" appro+ittando di comode pietre su cui possiamo sederci all,ombra di grandi alberi' %i racconta c.e anc.e in tempi recenti" una mancata politica c.e +avorisse la vita di montagna .a +atto s; c.e si continuasse ad emigrare" spesso ancora con destinazione Francia' $o salutiamo con un enorme grazie per la pausa ristoratrice e" tra sentieri e strada as+altata" raggiungiamo prima %ogno di #rezzo e poi #rezzo" interrompendo il nostro andare solo per scaricare /ualc.e albero di amarene' *eguendo i segnali" prima di onticelli" prendiamo un sentiero purtroppo in+rascato e il passaggio sul ponte medievale senza parapetti si rivela molto insidioso perc.2 l,erba alta ne nasconde i margini' *uperata la c.iesetta all,aperto dedicata alla adonna di $ourdes" eccoci a *an *iro' &ele+oniamo a $uciano il /uale ci dice c.e anc.e loro sono prossimi alla c.iesa" tuttavia ci diamo appuntamento al (G ( %asa di 4rene' *cendiamo l,ultimo c.ilometro verso (ardi di cui scorgiamo ormai l,imponente castello e" arrivati a destinazione" troviamo la proprietaria" *ilvana" c.e ci accoglie con un sacco di delizie e un bel t.3 +resco' Poco dopo ecco anc.e il resto del gruppo' 4 posti per la notte sono distribuiti in pi5 luog.i perci6 ci disloc.iamo nelle varie sistemazioni" dandoci appuntamento alle 18 presso il %omune di (ardi' Puntuali" ci ritroviamo e saliamo nella sala consiliare dove il *indaco" con +ascia tricolore per dare solennit) all,incontro" ci accoglie consegnandoci una pubblicazione sul %omune di (ardi e il suo territorio' *ono presenti anc.e tre rappresentanti di un,associazione locale impegnata nel progetto della Via degli Abati' %i scambiamo idee e suggerimenti per la valorizzazione della Via e da parte nostra segnaliamo le di++icolt) e le iniziative necessarie per lo sviluppo di /uesto nuovo cammino' %i congediamo auspicando c.e la conoscenza della Via si di++onda anc.e tra la gente del posto perc.2 ne capisca l,importanza" la sostenga e la promuova' %eniamo molto bene a prezzo pellegrino nel cortile del 0Pellicano1' $a serata 3 piacevole e i commenti sulla giornata si sprecano" soprattutto per raccontarci reciprocamente i due percorsi seguiti' %i diamo appuntamento per domattina e con un reciproco buonanotte" torniamo ognuno" c.i con poc.i e c.i con molti passi e per giunta in salita" al proprio letto' H luglio 2013 (ardi (orgotaro 8i levata ci ritroviamo al crocevia per il castello c.e costeggiamo" scendendo tra i campi verso il +ondo valle' $a giornata si preannuncia molto calda" perc.2 gi) dal primo mattino il sole si 3 +atto sentire' Attraversati i due ponti" iniziamo una salita c.e non +inisce pi5' Per +ortuna siamo nel bosco" altrimenti il caldo sarebbe stato micidiale: oggi sar) tutto un saliscendi" con dislivelli notevoli' Ad un lavatoio ottocentesco ci +ermiamo per una breve sosta poco prima della Pieve di #ravago" dopodic.2 rendiamo omaggio" si +a per dire" a un capannone sotto il /uale ci ri+ugiammo due anni +a per mangiare" durante un ac/uazzone tremendo c.e ci perseguit6 per tutto il giorno' %ontinuiamo a salire e siamo tutti un po, provati" ma +inalmente inizia la discesa e a <sacca ci +ermiamo per il pranzo' Ci+ocillati" ripartiamo e" all,uscita del paese seguendo le indicazioni di un apposito cartello" andiamo a mettere i nostri nomi sul registro dei pellegrini tenuto da un abitante del luogo' Arrivati a $a Camata prendiamo per Porcigatone" dove ci viene incontro $uciano Allegri e un suo amico c.e ci guidano" tra sentieri e campi" +ino all,albergo di (orgotaro c.e sembra non arrivare pi5' 7

Per alleggerire la tappa di domani" notevolmente lunga" ci organizziamo con un taIi e con $uciano Allegri' %os;" per raggiungere Valdena" alcuni andranno in auto e gli altri cammineranno senza zaino' 8urante la cena vengono a salutarci il sindaco e l,assessore alla cultura del comune di (orgotaro" due giovani gi) conosciuti nel 2011 c.e sono molto interessati a +ar crescere il progetto della Via degli Abati' %i raggiungono anc.e $uciano Allegri e un altro membro dell, associazione 0$a Via degli Abati1 c.e si intrattengono con #uido e $uciano per gli aspetti tecnici della tappa" mentre il resto del gruppo se ne va a dormire' A luglio 2013 (orgotaro Pontremoli Facciamo colazione tutti insieme poi" mentre gli altri restano ad aspettare le auto" noi" i magni+ici sei" $uciano" #iorgio" #uido" #raziano" &iziana e #iovanna ci incamminiamo leggeri verso Valdena' *aliamo per campi e bosc.i" passiamo per l,abitato di *' Vincenzo e dopo due ore di cammino eccoci a Valdena' #li altri ci vengono incontro con un cestino decorato di marg.erite" pieno di +ragoline di montagna raccolte apposta per noi" una meraviglia' Jaini in spalla e salire7 &ra bosc.i di +aggio e abeti passiamo per Vaccareccia e poi ridai salita7 Finalmente siamo al passo del (orgallo dove la sosta per uno spuntino 3 pi5 c.e meritata e necessaria' Facciamo un veloce consulto sulla via da seguire e a maggioranza decidiamo di seguire il crinale e poi il percorso del $ago Verde" pi5 lungo di due c.ilometri" ma pi5 in /uota dell,altro c.e passa per onti' 8al crinale si dominano le cime boscose circostanti e in lontananza si scorgono le Alpi Apuane' (reve sosta al onumento della Cesistenza e poi di nuovo in cammino' 9ei pressi di Far+ar) ci +ermiamo ad un gruppo di case dove alcune persone stanno preparando una gran grigliata da cui proviene un pro+umino di bistecca c.e +a venire l,ac/uolina in bocca' *cambio di battute" approvvigionamento di ac/ua e via' Attraversiamo il torrente Verde su un ponticello nuovo nuovo poi" arrivati al $ago Verde" ci +ermiamo ai comodi tavoli da picnic per il pranzo" con vista lago' Per un,ampia strada sterrata raggiungiamo %ervara dove +acciamo una breve sosta per visitare la c.iesa e per contattare un taIi c.e permetta a c.i non se la sente di andare avanti" di saltare gli ultimi 12 c.ilometri c.e ci separano da Pontremoli' *arebbe stato prudente avere gi) il numero di tele+ono del taIi e comun/ue aver prenotato il giorno prima o in un momento in cui c,era campo per cellulare" perc.2 in paese non 3 stato +acile tele+onare' @uelli c.e continueranno a piedi " si dividono comun/ue in due gruppi! #uido e #iovanna vanno per primi con #iorgio e #raziano c.e desiderano prendere il treno per tornare stasera a Firenze' #li altri" prima di ripartire" aspettano c.e ci sia e++ettivamente la disponibilit) del taIi per $ucia" %arlo e Vera' 9ell,attesa del taIi" una signora del luogo li invita ad andare a vedere in una stradina una curiosit) della $unigiana" di cui %ervara 3 il borgo pi5 +amoso" conservandone ancora diversi esempi murati in case del KV4 e KV44 secolo' *ono i Facion L+acce" voltiM" sculture in pietra aventi un tempo la +unzione di scacciare gli spiriti maligni" c.e venivano collocati ben visibili sopra i portali o sulle +acciate delle abitazioni'

' 8

4l percorso +ra salite" discese" +rane" rovi" in+rascamenti e tronc.i di ramo caduti sul sentiero mette a dura prova tutti /uanti" mentre si 0vola1 verso Pontremoli' Attraversate le case di Vignola sotto una serie di arc.i e di volte" passiamo sotto la +errovia e in+ine sotto la volta di %ase %orvi' %osteggiamo il campo da gol+ ed entriamo in Pontremoli' *ul ponte del agra ci vengono incontro %arlo" Vera e $ucia azzucco" c.e .anno gi) sbrigato tutte le +accende per l,accoglienza dai %appuccini cos;" mentre #uido e #iovanna si +ermano a bere /ualcosa" #iorgio e #raziano vanno a rimettersi in sesto per poi prendere il treno' Poco dopo arrivano anc.e gli altri e ci sistemiamo tutti all,ostello dei +rati' A cena" allietati dalla presenza di #ianluca" il +iglio di #uido e #iovanna" andiamo da 09orina1 dove ci vengono serviti dei buonissimi piatti tipici" tra cui i +amosi testaroli al pesto' 4l tutto a un prezzo pellegrino" perc.2 siamo ormai sulla Via Francigena e /ui di pellegrini ne vengono tanti a cenare' *ebbene molto stanc.i" siamo molto soddis+atti di aver portato a termine il nostro pellegrinaggio" cos; bello e pieno di emozioni' 9ella notte" a mezzanotte" botte da orbi! i +uoc.i di arti+icio della +esta locale ci svegliano di soprassalto" ma per +ortuna riprendiamo sonno velocemente' 8 luglio 2013 Pontremoli Firenze *iamo ormai al momento del ritorno e ciascuno riprende la sua strada' $ucia azzucco 3 partita presto per (ologna" %arlo Vera" #uido e #iovanna tornano a casa in auto con #ianluca" mentre $uciano" $ucia "&iziana e Paolo prenderanno il treno per Firenze e dovranno a++rontare una tappa in pi5 degli altri" perc.2 il viaggio sar) lungo con due cambi di treno' $a nostalgia del cammino comincia gi) a +arsi sentire e nuovi progetti per cammini su nuove vie attraversano i nostri pensieri'

Interessi correlati