Sei sulla pagina 1di 680

Infodiag - Infodiag

Infodiag

IT

FR
Infodiag Sostituisce Strumento N CD N 1 L/P CD 17

EN
Titolo Difficile installazione di un'autoradio nuova su Xsara Picasso Impossibile entrare in comunicazione con la climatizzazione BEHR su Evasion Data di diffusione 21/01/2000

L/P

CD 17

09/03/2000

CD 17

Impossibile entrare in 09/03/2000 comunicazione con i calcolatori equipaggiati di presa di diagnosi a 2 vie Accensione della spia di difetto ABS durante la sessione di diagnosi Simulatore accenditore Airbag (4181-TA)non adatto a Xsara e C5 17/04/2000

L/P

CD 17

11

L/P

CD 19

20/10/2000

21

L/P

CD 19

Procedura di sostituzione 24/11/2000 di un Calcolatore elettronico di gestione su Xsara II DW8B (antiavviamento ADC1') Diagnosi delle SOLE cinture pirotecniche 27/03/2001 01/12/2000

24 25

L/P L/P

CD 20

Qualunque Definizione dei termini CD "Satellite sinistro" e "Satellite destro" per gli Airbag CD 20 Installazione difficile di un'autoradio o di un radiotelefono nuovo su Xsara Picasso, Xsara, Xsara II, Berlingo, C5 Procedura d'apprendimento pedale su cambio automatico AL4 Apprendimento delle valvole C5 e presentazione dell'attrezzo 8609-T Informazioni complementari, sospensione Idrattiva 3, C5

27

L/P

06/12/2000

32

L/P

CD 20

07/02/2001

33

L/P

CD 20

24/01/2001

37

L/P

CD 20

27/02/2001

39 45

L/P L/P

CD 20

Attivazione/disattivazione 28/02/2001 opzioni cliente su C5 02/05/2001

Qualunque Note sull'interpretazione CD dei risultati del Test Globale Qualunque Avvertenza BBP/Utilizzo CD vietato CD 21/22 Procedura incompleta dell'inizializzazione del calcolatore "Tetto apribile" Fari C5 assenza di comunicazione in TG

55 61

L/P L/P

28/08/2001 31/10/2001

62 75 127

L/P L/P L/P

CD 22

12/11/2001

Qualunque Note sul telecaricamento 20/03/2002 CD calcolatore 21/01/2003 Qualunque Simulatore accenditore CD Airbag (4181-TA) C3, C5

file:///C|/Infodiag/index.html[04/03/14 15:10:05]

Infodiag - Infodiag
e C8 130 L/P CD 26 Inizializzazione o 10/02/2003 apprendimento Calcolatore elettronico di gestione su Citron C3, C3 Pluriel, C5, C8, Berlingo II e Xsara Picasso Aggiornamento elenco difetti su Citron C5 11/08/2003 27/10/2003

145 148

81

L/P L/P

CD 28

Qualunque Note sulle operazioni di CD telecaricamento dei calcolatori Qualunque Impossibile entrare in CD comunicazione con il calcolatore MM4MP, EW12J4 (3FZ), su Citron C8 CD 29 Presentazione delle gamme di diagnosi assistita : Calcolatore elettronico di gestione

150

L/P

08/12/2003

154

L/P

02/03/2004

155

L/P

CD 29

Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Illuminazione esterna Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Avvisatore acustico Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Computer di bordo Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Antiavviamento Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Bloccaggio delle porte Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Quadro strumenti Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Alzacristalli 02/03/2004 Diagnosi assistita del Calcolatore elettronico di gestione : Indicatore di livello olio motore Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Indicatore di livello carburante Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Indicatori di direzione, segnale d'emergenza Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Climatizzazione Diagnosi assistita del 02/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Altri 03/03/2004

156

L/P

CD 29

157

L/P

CD 29

158

L/P

CD 29

159

L/P

CD 29

160

L/P

CD 29

161

L/P

CD 29

162

L/P

CD 29

163

L/P

CD 29

165

L/P

CD 29

166

L/P

CD 29

167

L/P

CD 29

168

146

L/P

Qualunque Diagnosi calcolatori GPL CD / GNV

file:///C|/Infodiag/index.html[04/03/14 15:10:05]

Infodiag - Infodiag
169 164 L/P CD 29 Diagnosi assistita del 26/03/2004 Calcolatore elettronico di gestione : Tergicristallo 20/07/2004

178

L/P

Qualunque Operazioni di CD telecaricamento di tutti i calcolatori CD 30 Controllo del codice riservato memorizzato nel calcolatore della "Centralina Codificata", veicolo Jumper II

179

L/P

06/08/2004

183

L/P

CD 30

Telecodifica manuale : 27/09/2004 calcolatore "Cambio automatico ZF 4HP20" su C5, C5 II e C8 05/10/2004 Apprendimento "Moduli emettitori delle ruote" su C5 II Presentazione delle gamme di diagnosi assistita : "Calcolatore elettronico di gestione" su C4 e C5 II 21/02/2005

185

L/P

CD 30

206

L/P

CD 31

207

L/P

CD 31

Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Illuminazione esterna Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Avvisatore acustico Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Computer di bordo Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Avviamento Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Bloccaggio delle porte Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Quadro strumenti Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Alzacristalli Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Indicatore di livello olio motore Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Indicazione livello carburante Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Tergicristallo Diagnosi assistita del 21/02/2005 Calcolatore elettronico di gestione su C4 e C5 II : Indicatori di direzione, Segnale d'emergenza Imprecisione difetti iniettori calcolatore 01/06/2005

208

L/P

CD 31

209

L/P

CD 31

210

L/P

CD 31

211

L/P

CD 31

212

L/P

CD 31

213

L/P

CD 31

214

L/P

CD 31

215

L/P

CD 31

216

L/P

CD 31

217

L/P

CD 31

226

L/P

CD 32

file:///C|/Infodiag/index.html[04/03/14 15:10:05]

Infodiag - Infodiag
"BOSCH EDC15C2", motore DW10 229 L/P CD 32 Procedura d'apprendimento dei telecomandi alta frequenza su veicolo C1 Telecaricamento di un calcolatore Airbag centralizzato(AUTOLIV) su C4 Telecodifica manuale : calcolatore iniezione BOSCH ME7-4-5 su C2 full CAN, C3 Pluriel full CAN, C3 II, Berlingo II, C4 e Xsara Picasso Specificit diagnosi veicolo Jumper III Generalit e diagnosi veicolo Jumper III Adattatore comunicazione per Jumper III Riepilogo fasci derivatori diagnosi 17/06/2005

283

L/P

CD 34

27/03/2006

289

269

L/P

CD 35

30/05/2006

295 297 298

L/P L/P L/P

CD 35 CD 35 CD 35

22/06/2006 20/07/2006 20/07/2006

350 355

195

L/P L/P

CD 37 CD 37

10/01/2007

Installazione di un nuovo 01/02/2007 sistema tergicristallo anteriore su Citron C6

364

325

L/P

Qualunque Diagnosi assistita Scatola 02/03/2007 CD della farfalla motorizzata, iniezione benzina BOSCH Qualunque Diagnosi assistita Scatola 02/03/2007 CD della farfalla motorizzata, iniezione benzina VALEO e SAGEM Qualunque Diagnosi assistita Scatola 02/03/2007 CD della farfalla motorizzata, iniezione benzina MAGNETI MARELLI CD 37 Apprendimento chiavi su veicolo Jumpy II con lo strumento LEXIA 12/03/2007

365

327

L/P

366

328

L/P

387

408

293

CD 39

Inserimento e invio delle 03/09/2007 RI DIAG via Internet con lo strumento LEXIA Diagnosi calcolatori BOSCH EDC16C3 / EDC16C34 Procedura d'apprendimento chiavi su veicolo Citron C1 10/10/2007

409

353

L/P

CD 39

410

285

L/P

CD 39

10/10/2007

411

L/P

CD 39

Attivazione disgiuntori 31/10/2007 software su alcune uscite elettriche Calcolatore elettronico di gestione dei veicoli Bi VAN/CAN ancora in produzione Specificit diagnosi 31/10/2007 veicolo Citron C-Crosser

412

401

L/P

CD 39

file:///C|/Infodiag/index.html[04/03/14 15:10:05]

Infodiag - Infodiag

file:///C|/Infodiag/index.html[04/03/14 15:10:05]

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 17 No. 1


01/06/2000

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ ZLWK &'  INCIDENT: 'LIILFXOWLHV ZKHQ LQVWDOOLQJ D QHZ UDGLR RQ D ;6$5$ 3,&$662 CAUSE: 7KH SURFHGXUH IRU LQVWDOOLQJ D QHZ UDGLR RQ D ;6$5$ 3,&$662 LV QRW GHVFULEHG LQ VXIILFLHQW GHWDLO LQ WKH /(;,$ DQG 352;,$ GLDJQRVWLF WRROV REMEDY: )ROORZ WKH SURFHGXUH VHW RXW RQ WKH DWWDFKHG SDJHV

PROCEDURE FOR INSTALLING A RADIO ON A XSARA PICASSO USING DIAGNOSTIC TOOLS 1. INSTALLATION USING LEXIA To install a radio on a XSARA PICASSO using LEXIA, follow the procedure below: DIAGNOSIS p XSARA PICASSO p Enter the vehicles RPO No. p EQUIPMENT p RADIO p INSTALLATION p Enter the access code on customer confidential card After entering the access code and validating, LEXIA proceeds to install the radio on the vehicle (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the radio). LEXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the menu screen: GLOBAL TEST / EQUIPMENT, select GLOBAL TEST and follow the procedure below: GLOBAL TEST p RADIO p CONFIGURATION The radio configuration parameters have then to be modified, in line with the table on the last page. Warning: For the configuration to be authorised, LEXIA requests the user to enter a code. The code to enter is: 03096.

2.

INSTALLATION USING PROXIA To install a radio on a XSARA PICASSO using PROXIA, follow the procedure below: DOWNLOADING / CONFIGURATION

INSTALLATION / DE-INSTALLATION

XSARA PICASSO

Enter the vehicles RPO No.

Radio on vehicle without regulated air con Radio on vehicle with regulated air con Choose the line relevant to the vehicle.

INSTALL EQUIPMENT

Enter the access code on customer confidential card After entering and confirming the access code and validating, PROXIA proceeds to install the radio on the vehicle. (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the radio). PROXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the main screen and follow the procedure below: DIAGNOSIS

XSARA PICASSO

Enter the vehicles RPO No.

GLOBAL TEST

RADIO

Select CONFIGURATION icon: F5 key The radio configuration parameters have then to be modified, in line with the table on the last page. Warning: For the configuration to be authorised, PROXIA requests the user to enter a code. The code to enter is: 3096.

Configuration menu of LEXIA and PROXIA tools in CD 17 version


Name of parameter Possible choices Configuration to be performed Check that the code corresponds to the vehicles VIN No. (if not, correct it.) Automatic volume control adjustment may be deactivated if the customer so wishes The geographical zone must correspond to country of use, according to the information below: Countries of Western Europe: France, Germany, U.K., Italy, Spain, Portugal, Belgium, Switzerland, Netherlands, Austria, Denmark, Finland, Norway, Sweden, Ireland, Greece Configuration prohibited Countries of Latin America: Brazil, Argentina etc. Countries of Asia: India, China, Indonesia, Malaysia etc. Countries of Eastern Europe: Bosnia, Bulgaria, Croatia, Czech Republic, Estonia, Hungary, Latvia, Lithuania, Macedonia, Moldova, Poland, Rumania, Slovakia, Slovenia, Ukraine, Yugoslavia Australia Configuration prohibited Configuration prohibited Saudi Arabia Configuration prohibited Configuration obligatory Configuration prohibited Configure the FADER parameter in the Active position Configure the AM parameter in the Active position Configuration obligatory Configuration prohibited Configuration obligatory (independent of request or otherwise for adjustment) Configuration prohibited Configuration prohibited


CUSTOMER OPTIONS VEHICLE SERIAL No. (17 alphanumeric characters) AUTOMATIC Adjustment VOLUME CONTROL No adjustment CONFIGURATION GEOGRAPHICAL ZONE OF USE Western Europe

Japan Latin America Asia

AUDIO OUTPUTS CONFIGURATION OF FADER AND REAR SPEAKERS STATUS OF AM FREQUENCY BAND PRESENCE OF A BSI WITH VAN VOLUME LEVEL CORRECTION LAW

India Eastern Europe Arabia Other countries Speaker output Line Out output (for amplifier) Active Inactive Active Inactive VAN BSI present (yes) VAN BSI present (no) Law no. 0 Law no. 1 . Law no. 15

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 17 No. 2


01/06/2000

CONCERNING: /(;,$ 352;,$ DQG (/,7 ZLWK &'  INCIDENT: ,PSRVVLELOLW\ RI FRPPXQLFDWLRQ ZLWK WKH %(+5 DLU FRQGLWLRQLQJ (&8 ILWWHG RQ 6\QHUJLH YHKLFOHV $OO 7\SHV CAUSE: 7KH %(+5 DLU FRQGLWLRQLQJ (&8 RQO\ DXWKRULVHV FRPPXQLFDWLRQ ZLWK D GLDJQRVWLF WRRO LI WKH HQJLQH LV UXQQLQJ 7KLV IHDWXUH LV QRW UHFDOOHG LQ WKH /(;,$ 352;,$ RU (/,7 GLDJQRVWLF WRROV REMEDY: 6WDUW WKH YHKLFOHV HQJLQH SULRU WR DWWHPSWLQJ FRPPXQLFDWLRQ EHWZHHQ WKH GLDJQRVWLF WRRO DQG WKH (&8

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 17 No. 3


01/06/2000

CONCERNING: /(;,$ ZLWK &'  INCIDENT: ,PSRVVLELOLW\ RI FRPPXQLFDWLRQ ZLWK (&8V HTXLSSHG ZLWK ZD\ GLDJQRVWLF FRQQHFWRUV CAUSE: 7R FRPPXQLFDWH ZLWK (&8V HTXLSSHG ZLWK ZD\ GLDJQRVWLF FRQQHFWRUV LW LV QHFHVVDU\ WR VXSSO\ WKH /(;,$ SRUWDEOH IURP WKH YHKLFOH EDWWHU\ REMEDY: %HIRUH VWDUWLQJ XS FRPPXQLFDWLRQ ZLWK DQ (&8 HTXLSSHG ZLWK D ZD\ GLDJQRVWLF FRQQHFWRU LW LV HVVHQWLDO WR

x FRQQHFW WKH 35 H[WHQVLRQ DQG WKH $'$ DGDSWRU EHWZHHQ WKH /(;,$
SRUWDEOH DQG WKH ZD\ GLDJQRVWLF FRQQHFWRU RI WKH (&8

x FRQQHFW WKH $/ VXSSO\ FDEOH IURP WKH SRUWDEOH WR WKH YHKLFOH EDWWHU\
1RWH 7KLV SURFHGXUH FDQ EH UHIHUUHG WR RQ SDJH  RI WKH /(;,$ LQVWUXFWLRQ PDQXDO GHOLYHUHG ZLWK WKH HTXLSPHQW

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 17 No. 4


01/06/2000

CONCERNING: /(;,$ 352;,$ DQG (/,7 ZLWK &'  DQG VXEVHTXHQW &'V INCIDENT: 2Q YHKLFOHV HTXLSSHG ZLWK WKH %RVFK  $%6 V\VWHP WKH $%6 IDXOW ZDUQLQJ ODPS OLJKWV XS DW WKH VWDUW RI GLDJQRVWLF FRPPXQLFDWLRQ ZLWK WKH $%6 (&8 7KH ZDUQLQJ ODPS UHPDLQV OLW XQWLO WKH GLDJQRVWLF VHVVLRQ LV WHUPLQDWHG Note: On the XSARA PICASSO, lighting of the warning lamp is accompanied by display, on the multifunction screen, of the warning message ABS fault. CAUSE: ,Q GLDJQRVWLF PRGH WKH $%6 V\VWHP LV QRW RSHUDWLRQDO IRU WKLV UHDVRQ WKH $%6 (&8 RUGHUV WKH OLJKWLQJ RI WKH $%6 IDXOW ZDUQLQJ ODPS ,W LV D QRUPDO IXQFWLRQLQJ RI WKH $%6 V\VWHP REMEDY: 1R URDG WHVW VKRXOG EH FRQGXFWHG LI D GLDJQRVWLF WRRO LV LQ FRPPXQLFDWLRQ ZLWK WKH $%6 V\VWHP

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 19 No. 11


06/12/00

CONCERNING: 'LDJQRVWLF WRRO 7$ IRU VLPXODWLRQ RI D S\URWHFKQLF LJQLWLRQ GHYLFH 7KLV WRRO LV XVHG WR WHVW DLUEDJV DQG SUHWHQVLRQHUV RQ DOO YHKLFOH W\SHV INCIDENT: 7RRO XQVXLWDEOH IRU WKH FRQQHFWLRQ RQ ;6$5$  DQG &LWURsQ & YHKLFOHV REMEDY: 5HPRYH RQH RI WKH WZR ORFDWLQJ WHUPLQDOV RQ WKH WRRO 

WR REWDLQ WKH IROORZLQJ UHVXOW 

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 19 No. 21


20/12/00

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ &'  RQ ;6$5$  ZLWK ':% HQJLQH INCIDENT: 7KH RSHUDWLRQ WR UHSODFH WKH %6, %6, LQLWLDOLVDWLRQ RQ /(;,$ RU %6, OHDUQLQJ RQ 352;,$ GRHV QRW ZRUN ZKHQ WKH YHKLFOH KDV WKH ':% HQJLQH :-<  REMEDY: )ROORZ RQH RI WKH SURFHGXUHV GHVFULEHG LQ WKH DWWDFKHG SDJHV   3URFHGXUH  IRU XVLQJ /(;,$ 3URFHGXUH  IRU XVLQJ 352;,$

Procedure 1 for using LEXIA.

&RQQHFW WKH GLDJQRVWLF WRRO 6ZLWFK RQ LJQLWLRQ 6HOHFW ;6$5$  (QWHU 532 1R 6HOHFW *OREDO 7HVW $XWRPDWLF VFUROOGRZQ 6HOHFW %6, DQG YDOLGDWH 6HOHFW 3URJUDPPLQJ 6HOHFW &RQILJXUDWLRQ 3DUDPHWHUV 1RUPDOO\ GRQH LQ 5HSODFHPHQW 3DUWV EXW FKHFN RU PRGLI\ WKH IROORZLQJ SRLQWV 6HOHFW %6, UHSODFHPHQW 6HW WR SUHVHQW  JHQHUDWLRQ $'& 6HW WR QR 3UHVV NH\ &RQILJXUDWLRQ (QWHU WKH $IWHU 6DOHV FRGH :DLW IRU WKH SURJUDPPLQJ WR EH FRPSOHWHG 9DOLGDWH &KHFN E\ VFUROOLQJ GRZQ PHQX %6, UHSODFHPHQW RSWLRQ 3UHVHQW  JHQHUDWLRQ $'& 1R 6HOHFW /HDUQLQJ 6HOHFW %6, LQLWLDOLVDWLRQ (QWHU &RQILGHQWLDO FRGH IURP &RQILGHQWLDO FDUG QRW $IWHU 6DOHV FRGH $FFHVV FRGH UHFRJQLVHG ,V WKH %6, FRQILJXUHG" (QWHU <HV 1XPEHU RI NH\V )ROORZ WKH NH\ LQLWLDOLVDWLRQ SURFHGXUH 6HOHFW (QJLQH PDQDJHPHQW LQLWLDOLVDWLRQ '&1 HQJLQH PDQDJHPHQW (&8 <HV &RQILGHQWLDO FRGH IURP WKH FDUG :DLW  VHFRQGV

Procedure 1 for using LEXIA FRQWLQXHG

/HDUQLQJ LQ SURJUHVV GR QRW WDNH DFFRXQW RI WKH LQIR 7UDQVSRQGHU FRPPXQLFDWLRQ SUREOHP LI QHLWKHU WKH WUDQVSRQGHU ZDUQLQJ ODPS QRU WKH SXVKEXWWRQ ODPS RQ WKH GDVKERDUG LV QRW OLW 1RWH PDNH VXUH WR GR %6, ,QLWLDOLVDWLRQ WKHQ HQJLQH PDQDJHPHQW ,QLWLDOLVDWLRQ 'R QRW GR %6,  HQJLQH PDQDJHPHQW LQLWLDOLVDWLRQ 6WDUW WKH HQJLQH 6ZLWFK RII LJQLWLRQ 5HVWDUW 6ZLWFK RII LJQLWLRQ 'LVFRQQHFW WKH EDWWHU\ IRU  VHFRQGV (QVXUH WKH HQJLQH UHVWDUWV

Procedure 2 for using PROXIA.

&RQQHFW WKH GLDJQRVWLF WRRO 6ZLWFK RQ LJQLWLRQ 6HOHFW 'RZQORDGLQJ  &RQILJXUDWLRQ 6HOHFW ;6$5$  (QWHU 532 1R 6HOHFW %6, 6HOHFW /HDUQLQJ 6HOHFW %6, LQLWLDOLVDWLRQ (QWHU SURJUDPPHG &RQILGHQWLDO FRGH IURP &RQILGHQWLDO FDUG 6ZLWFK RII LJQLWLRQ 9,1 &RGH (&8V SUHVHQW (QWHU &RQILJXUDWLRQ 3DUDPHWHUV 1RUPDOO\ GRQH LQ 5HSODFHPHQW 3DUWV EXW FKHFN RU PRGLI\ WKH IROORZLQJ SRLQWV 6HOHFW %6, UHSODFHPHQW 6HW WR SUHVHQW  JHQHUDWLRQ $'& 6HW WR QR 3UHVV ) NH\ &RQILJXUDWLRQ (QWHU WKH $IWHU 6DOHV FRGH &KHFN E\ VFUROOLQJ GRZQ PHQX %6, UHSODFHPHQW RSWLRQ 3UHVHQW  JHQHUDWLRQ $'& 1R (QWHU SURJUDPPHG &RQILGHQWLDO FRGH 1XPEHU RI NH\V WR EH LQLWLDOLVHG 'LDJQRVWLF WRRO LV ORFNHG XS DIWHU NH\V DUH LQLWLDOLVHG 5HVWDUW WKH GLDJQRVWLF WRRO 6ZLWFK RQ LJQLWLRQ :DLW  PLQXWH 6HOHFW 'RZQORDGLQJ  &RQILJXUDWLRQ 3URJUDPPLQJ  0DWFKLQJ 6HOHFW ;6$5$  (QWHU 532 1R 6HOHFW / :-< /8&$6 '&1 6WDUW WKH HQJLQH 6ZLWFK RII LJQLWLRQ 5HVWDUW 6ZLWFK RII LJQLWLRQ 'LVFRQQHFW WKH EDWWHU\ IRU  VHFRQGV (QVXUH WKH HQJLQH UHVWDUWV

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 20 No. 24


25/04/01

CONCERNING: 3\URWHFKQLF VHDWEHOWV ILWWHG RQ ;$17,$ ;6$5$ 6<1(5*,( ',63$7&+ %(5/,1*2 DQG 6$;2 without Airbag ECU INCIDENT: 7KH GLDJQRVWLF WRROV GR QRW KDYH D GLDJQRVWLF SURJUDPPH IRU S\URWHFKQLF VHDWEHOWV E\ WKHPVHOYHV 7KXV S\URWHFKQLF VHDWEHOWV QRW FRQWUROOHG E\ DQ (&8 KDYH QR LQWHJUDWHG DXWRGLDJQRVLV IXQFWLRQ REMEDY: 8VH WRRO 7$ WR FKHFN WKH S\URWHFKQLF FRPSRQHQWV

INFO DIAG
DIAGNOSTIC TOOLS CITRON
AFTER SALES DIVISION

LEXIA PROXIA

TECHNICAL SERVICES

TRAINING CENTRES CITRON DEALERS: Service Managers

N 25
29/11/00

CONCERNING : LEXIA and PROXIA

INCIDENT : Meaning of terms LEFT HAND SATELLITE AND RIGHT HAND SATELLITE .

REMEDY : Satellites are sensors for triggering the side airbags.

These sensors are installed inside the longerons on each side of the vehicle. They measure the level of lateral deceleration and transmit the information to the airbag ECU.

So : left hand satellite denotes the deceleration sensor for the left hand side airbag ; right hand satellite denotes the deceleration sensor for the right hand side airbag.

Page 1 / 1

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 20 No. 27


24/01/01

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ ZLWK &'  INCIDENT: 'LIILFXOWLHV ZKHQ LQVWDOOLQJ D QHZ UDGLR RU WHOHSKRQH RQ ;6$5$ ;6$5$  %(5/,1*2 ;6$5$ 3,&$662 DQG &LWURsQ & CAUSE: 7KH SURFHGXUH IRU LQVWDOOLQJ D QHZ UDGLR RQ ;6$5$ ;6$5$  %(5/,1*2 ;6$5$ 3,&$662 DQG &LWURsQ & RU D QHZ WHOHSKRQH RQ ;6$5$  DQG &LWURsQ & LV QRW GHVFULEHG LQ VXIILFLHQW GHWDLO LQ WKH /(;,$ DQG 352;,$ GLDJQRVWLF WRROV REMEDY: )ROORZ WKH SURFHGXUH VHW RXW RQ SDJHV    DQG  IRU UDGLRV DQG RQ SDJHV   DQG  IRU WHOHSKRQHV

PROCEDURE FOR INSTALLING A RADIO ON XSARA, XSARA 2, BERLINGO, XSARA PICASSO and Citron C5, USING DIAGNOSTIC TOOLS. 1. INSTALLATION USING LEXIA To install a radio using LEXIA, follow the procedure below: DIAGNOSIS p SELECT VEHICLE p Enter the vehicles RPO No. p EQUIPMENT p RADIO p INSTALLATION p Enter the confidential code on customer confidential card After entering the confidential code and validating, LEXIA proceeds to install the radio on the vehicle (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the radio). LEXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the menu screen: GLOBAL TEST / EQUIPMENT, select GLOBAL TEST and follow the procedure below: GLOBAL TEST p RADIO p CONFIGURATION

The radio configuration parameters have then to be modified, in line with the table on pages 4 and 5.

2.

INSTALLATION USING PROXIA To install a radio using PROXIA, follow the procedure below: DOWNLOADING / CONFIGURATION INSTALLATION / DE-INSTALLATION SELECT VEHICLE

Enter the vehicles RPO No.

RADIO INSTALL EQUIPMENT Enter the confidential code on customer confidential card After entering and confirming the confidential code and validating, PROXIA proceeds to install the radio on the vehicle. (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the radio). PROXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the main screen and follow the procedure below: DIAGNOSIS

SELECT VEHICLE Enter the vehicles RPO No. GLOBAL TEST

RADIO Select CONFIGURATION icon: F5 key The radio configuration parameters have then to be modified, in line with the table on pages 4 and 5.


RB1

Radio type

Configuration menu for LEXIA or PROXIA tools in CD 20 version Vehicles: XSARA and BERLINGO
Name of parameter Possible choices

Configuration to be performed

RD1

CONFIGURATION
The geographical zone must correspond to country of use, according to the information below: Countries of Western Europe:


    

:HVWHUQ (XURSH -DSDQ /DWLQ $PHULFD $VLD

&RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG Countries of Latin America: %UD]LO $UJHQWLQD HWF Countries of Asia:
Countries of Eastern Europe:

 "!$#&%'(%"*)"!,+-'-/. 0. '1 2 "3 +-'-4$"5 !6'-


7" 298$:-63 '1;
%63 :"5 81)<' =>5 2 ?(%"@3 "!$A'1%$29B(%"93 "!(A1C-'D/8$CD29*5 '-E%"!1)>"*F('15 !-3 "!$A' 7" =$+-'$=G%-A1%"!6'6  %"3 "!$A'(> %-%1#,%

,QGLD (DVWHUQ (XURSH $UDELD 2WKHU FRXQWULHV 1R DGMXVWPHQW

/E/ PQ Q


 
 Q  $ E E "R 6 0 
Q"QS/H /T/O ;6 E /
  ;
VUP Q XW

6SHDNHU RXWSXW /LQH 2XW RXWSXW IRU DPSOLILHU $FWLYH ,QDFWLYH $FWLYH ,QDFWLYH 9$1 %6, SUHVHQW \HV

&RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG 6DXGL $UDELD &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG $XWRPDWLF YROXPH FRQWURO DGMXVWPHQW PD\ EH GHDFWLYDWHG LI WKH FXVWRPHU VR ZLVKHV &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUH WKH )$'(5 SDUDPHWHU LQ WKH $FWLYH SRVLWLRQ &RQILJXUH WKH $0 SDUDPHWHU LQ WKH $FWLYH SRVLWLRQ &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG

Australia

 !(A"5 '$/B15 !$"'6 !(A176!(%1C$5 '-H>"3 $+(C$5 I%$2 #-. ;


71C$!15 '1;8-3 :1"*5 '( 7-$295 '$?(%1#$BJ%"4-81K13 5 #-'1LCM2 76!15 ' 81!(:1" +-'-($2 N15 '1-5 29B18("!-5 '1HG-#,%1A176!15 '1H>7"3 A17,N$'1 L7"3 "!$A' 81)>"!15 '$3 7$N$"F,5 "'$3 7(N$%6!15 '-F, "5 !$%'MO8$:171C$3 $N15

9$1 %6, SUHVHQW QR

RB2

Radio type

Configuration menu for LEXIA and PROXIA tools in CD 20 version Vehicles: XSARA PICASSO, XSARA 2 and Citron C5
Name of parameter Possible choices Configuration to be performed

RD2

CONFIGURATION
9(+,&/( &+$66,6 1R

 DOSKDQXPHULF FKDUDFWHUV

&KHFN WKDW WKH FRGH FRUUHVSRQGV WR WKH YHKLFOHV 9,1 1R LI QRW FRUUHFW LW The geographical zone must correspond to country of use, according to the information below: Countries of Western Europe:


    

:HVWHUQ (XURSH -DSDQ /DWLQ $PHULFD $VLD

&RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG Countries of Latin America: %UD]LO $UJHQWLQD HWF Countries of Asia:
Countries of Eastern Europe:

 "!$#&%'(%"*)"!,+-'-/. 0. '1 2 "3 +-'-4$"5 !6'-


7" 298$:-63 '1;
%63 :"5 81)<' =>5 2 ?(%"@3 "!$A'1%$29B(%"93 "!(A1C-'D/8$CD29*5 '-E%"!1)>"*F('15 !-3 "!$A' 7" =$+-'$=G%-A1%"!6'6  %"3 "!$A'(> %-%1#,%

QH Q  W/1.(Q /E/ PQ Q


 
 Q  $ E E "R 6 0 
Q"QS/H /T/O ;6 E /
  ;
VUP Q XW \ ^,e aM\a"^ b ]/^&_`aI b
d ]/cc
a ]/f^hg6i j1k lmnk olpn6q rj-s

,QGLD (DVWHUQ (XURSH $UDELD 2WKHU FRXQWULHV $GMXVWPHQW 1R DGMXVWPHQW 6SHDNHU RXWSXW /LQH 2XW RXWSXW IRU DPSOLILHU $FWLYH ,QDFWLYH $FWLYH ,QDFWLYH

&RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG 6DXGL $UDELD &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG $XWRPDWLF YROXPH FRQWURO DGMXVWPHQW PD\ EH GHDFWLYDWHG LI WKH FXVWRPHU VR ZLVKHV &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUH WKH )$'(5 SDUDPHWHU LQ WKH $FWLYH SRVLWLRQ &RQILJXUH WKH $0 SDUDPHWHU LQ WKH $FWLYH SRVLWLRQ &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ LQGHSHQGHQW RI UHTXHVW RU RWKHUZLVH IRU DGMXVWPHQW &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG 'R QRW PRGLI\ WKHVH YDOXHV

Australia

 !(A"5 '$/B15 !$"'6 !(A176!(%1C$5 '-H>"3 $+(C$5 I%$2 #-. ;


71C$!15 '1;8-3 :1"*5 '( 7-$295 '$?(%1#$BJ%"4-81K13 5 #-'1LCM2 76!15 ' 81!(:1" +-'-($2 N15 '1-5 29B18("!-5 '1HG-#,%1A176!15 '1H>7"3 A17,N$'1 L7"3 "!$A' 81)>"!15 '$3 7$N$"F,5 "'$3 7(N$%6!15 '-F, "5 !$%'MO8$:171C$3 $N15

X X

X X

W Z Y;$41 %1C&%"!,2 +(%-C&[ Z WY;$41 %1C&%"!,2 !(7-[


/DZ QR  /DZ QR   /DZ QR  /HYHO  /HYHO   /HYHO  

PROCEDURE FOR INSTALLING A TELEPHONE ON XSARA 2 and Citron C5, USING DIAGNOSTIC TOOLS. 3. INSTALLATION USING LEXIA To install a telephone using LEXIA, follow the procedure below: DIAGNOSIS p SELECT VEHICLE p Enter the vehicles RPO No. p EQUIPMENT p TELEPHONE p INSTALLATION p Enter the confidential code on customer confidential card After entering the confidential code and validating, LEXIA proceeds to install the telephone on the vehicle (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the telephone). LEXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the menu screen: GLOBAL TEST / EQUIPMENT, select GLOBAL TEST and follow the procedure below: GLOBAL TEST p TELEPHONE p CONFIGURATION

The telephone configuration parameters have then to be modified, in line with the table on page 8.

4.

INSTALLATION USING PROXIA To install a telephone using PROXIA, follow the procedure below: DOWNLOADING / CONFIGURATION t INSTALLATION / DE-INSTALLATION t SELECT VEHICLE

t
Enter the vehicles RPO No.

t t t

TELEPHONE INSTALL EQUIPMENT Enter the confidential code on customer confidential card After entering and confirming the confidential code and validating, PROXIA proceeds to install the telephone on the vehicle. (automatic configuration of the multifunction screen and BSI ECUs so that they acknowledge the presence of the telephone). PROXIA displays a message to the user that installation is completed. Once the installation has been carried out, return to the main screen and follow the procedure below: DIAGNOSIS

t t t

SELECT VEHICLE Enter the vehicles RPO No. GLOBAL TEST

t t

RADIO TELEPHONE Select CONFIGURATION icon: F5 key The radio configuration parameters have then to be modified, in line with the table on page 8.


Telephone type
Phase 1

Configuration menu for LEXIA or PROXIA tools in CD 20 version Vehicles: XSARA 2 and Citron C5
Name of parameter Possible choices Configuration to be performed

RT2

CONFIGURATION of TELEPHONE

u v wx/y(v/z{x/|/}|

3HXJHRW &LWURsQ 2WKHU PDUTXHV 1R DGMXVWPHQW

&RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG $XWRPDWLF YROXPH FRQWURO DGMXVWPHQW PD\ EH GHDFWLYDWHG LI WKH FXVWRPHU VR ZLVKHV &RQILJXUDWLRQ SURKLELWHG &RQILJXUDWLRQ REOLJDWRU\ ,I WHOHSKRQH KDQGVHW DEVHQW ,I WHOHSKRQH KDQGVHW SUHVHQW 'R QRW PRGLI\ WKHVH YDOXHV

{}~1}w/} {|v wu<  w 


}| v// { wv ~
v w}{ ~1 { wp{6v ~-}
SERVICE NUMBERS

: : : 1R KDQGVHW &RQQHFWHG /HYHO  /HYHO   /HYHO 

X X

{}~1}w/} wx/uI}|Yy"| z {|}wv/ {

(QWHU WKH WHOHSKRQH QR RI WKH &LWURsQ $VVLVW FHQWUH LQ WKH FRXQWU\ ZKHUH WKH YHKLFOH LV WR EH XVHG FKHFN LQ SDUDPHWHU PHDVXUHV VHUYLFH QXPEHUV 

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 20 No. 32


26/02/01

CONCERNING: $/ DXWRPDWLF JHDUER[ ZLWK /(;,$ DQG 352;,$ &'  DQG VXEVHTXHQW &'V FKHFNLQJ WKH VWDWXV RI WKH SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ INFORMATION ON THE PROCEDURE FOR PEDAL INITIALISATION:  &DVH ZKHUH WKH 3(50$1(17 SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ IDXOW LV SUHVHQW SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ PXVW EH FDUULHG RXW  &DVH ZKHUH WKH 3(50$1(17 SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ IDXOW LV DEVHQW SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ VKRXOG RQO\ EH FDUULHG RXW LQ RQH RI WKH IROORZLQJ LQVWDQFHV  7KH EXWWHUIO\ SRWHQWLRPHWHU KDV EHHQ UHSODFHG RU DGMXVWHG  7KH DFFHOHUDWRU FDEOH KDV EHHQ UHSODFHG RU DGMXVWHG  7KH (&8 KDV EHHQ UHSODFHG  7KH DFWLRQ RI FRPPHQFLQJ WKH LQLWLDOLVDWLRQ XVLQJ WKH GLDJQRVWLF WRRO '(/(7(6 WKH ROG LQLWLDOLVDWLRQ VR \RX DUH REOLJHG WR FRQWLQXH WKH SURFHGXUH XQWLO WKH GLDJQRVWLF WRRO GLVSOD\V LQLWLDOLVDWLRQ FRPSOHWHG NOTE:   7KH SHGDO LQLWLDOLVDWLRQ IDXOW FKDQJHV IURP SHUPDQHQW WR WHPSRUDU\ DIWHU WKH SURFHGXUH KDV EHHQ VXFFHVVIXOO\ FRPSOHWHG 7KLV WHPSRUDU\ IDXOW GRHV QRW FRUUHVSRQG WR DQ\ DFWXDO PDOIXQFWLRQ RI WKH DXWRPDWLF JHDUER[ DQG ZLOO EH UHPRYHG IURP WKH GLDJQRVWLF WRROV ZLWK WKH DUULYDO RI &'  ,W FDQ EH URXWLQHO\ GHOHWHG XVLQJ WKH GHOHWLRQ RI IDXOWV IXQFWLRQ

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 20 No. 33


26/02/01

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ ZLWK &'  INCIDENT: The under-inflation detection valves have to be reinitialised following a change of BSI or replacement of one or more of the valves.

x 'HVFULSWLRQ RI WKH IRUFLQJ WRRO DQG UHPLQGHU RI WKH SURFHGXUH IRU LQLWLDOLVLQJ WKH XQGHULQIODWLRQ GHWHFWLRQ YDOYHV
:KHQ LQLWLDOLVLQJ 6FKUDGHU YDOYHV XVLQJ /(;,$ RU 352;,$ WKH IRUFLQJ WRRO WR EH XVHG LV D protoctair FDUU\LQJ WKH SDUWV UHIHUHQFH 8609-T VHH SKRWR 1  :$51,1* WKLV UHIHUHQFH LV QRW LQGLFDWHG LQ WKH YDOYH LQLWLDOLVDWLRQ SURFHGXUH SUHVHQW LQ WKH GLDJQRVWLF WRRO 7R SHUIRUP DQ LQLWLDOLVDWLRQ XVLQJ /(;,$  ,Q WKH ',$*1267,& PHQX IROORZLQJ WKH */2%$/ 7(67 VHOHFW WKH %6, PHQX WKHQ WKH ,1,7,$/,6$7,21 PHQX DQG :KHHO WUDQVPLWWHU LQLWLDOLVDWLRQ

7R SHUIRUP DQ LQLWLDOLVDWLRQ XVLQJ 352;,$  ,Q WKH ',$*1267,& PHQX IROORZLQJ WKH */2%$/ 7(67 VHOHFW WKH %6, PHQX WKHQ NH\ ) RI WKH GLDJQRVWLF WRRO VHOHFW WKH &21),*85$7,21 PHQX WKHQ ,1,7,$/,6$7,21 DQG ILQDOO\ :KHHO WUDQVPLWWHU LQLWLDOLVDWLRQ

SKRWR 1

x 3RVLWLRQLQJ RI WKH IRUFLQJ WRRO


7R HQVXUH WKH FRUUHFW RSHUDWLRQ RI WKLV WRRO VHH EHORZ IRU LWV SRVLWLRQLQJ

CITRON

INFO DIAG
DIAGNOSTIC LEXIA PROXIA

TRAINING CENTRES

No. 37

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ ZLWK &'  INCIDENT: 2Q &,7521 & ZLWK K\GUDFWLYH  VXVSHQVLRQ (&8 HLWKHU FHUWDLQ RSHUDWLRQV KDYH QRW EHHQ H[SODLQHG LQ VXIILFLHQW GHWDLO DGMXVWPHQW RI YHKLFOH UHIHUHQFH KHLJKWV SDUDPHWHU PHDVXUHV DQG DFWXDWRU WHVWV RU LQDFFXUDWH LQGLFDWLRQV KDYH EHHQ JLYHQ RQ GHSUHVVXULVLQJ  CAUSE: 7KH KHOS VFUHHQV LQWHQGHG WR PDNH FHUWDLQ RSHUDWLRQV RU SDUDPHWHU PHDVXUHV HDVLHU WR XQGHUVWDQG KDYH QRW \HW EHHQ SURYLGHG 7KH WLPHV IRU GHSUHVVXULVLQJ WKH VXVSHQVLRQ V\VWHP LQGLFDWHG LQ WKH GLDJQRVWLF WRROV DUH LQDGHTXDWH REMEDY:

3$*(

8VH WKH LQIRUPDWLRQ JLYHQ LQ WKLV ,1)2 ',$* 

SUMMARY
Page:

PARAMETER MEASURES 3

      

HYDRACTIVE 3 VARIABLE POWER STEERING 3 HEIGHT CORRECTION 4 HEADLAMP CORRECTION 5

3$*(

ACTUATOR TESTS 5 DE-PRESSURISING 5 ADJUSTMENT OF VEHICLE REFERENCE HEIGHTS 6

PARAMETER MEASURES

- HYDRACTIVE

3$*(

$QDO\VLV RI WKH GULYLQJ VW\OH GHULYHG IURP ODWHUDO DFFHOHUDWLRQ RI WKH YHKLFOH DFWLRQ RQ VWHHULQJ ZKHHO    UROO FRUUHVSRQGV WR QRQVSRUW\ GULYLQJ VW\OH    UROO FRUUHVSRQGV WR VSRUW\

3$*(

3$*(

9DOXH GHWHUPLQHG IURP VSRUWLQHVV RI ERWK UROO DQG SLWFK  

 ULGH FRUUHVSRQGV WR QRQVSRUW\

3$*(

3$*(

$QDO\VLV RI WKH GULYLQJ VW\OH GHULYHG IURP ORQJLWXGLQDO DFFHOHUDWLRQ RI WKH YHKLFOH DFWLRQ RQ DFFHOHUDWRU DQG EUDNH    SLWFK FRUUHVSRQGV WR QRQVSRUW\ GULYLQJ VW\OH    SLWFK

3$*(

3$*(

&RQWURO VWDWXV RI WKH HOHFWURYDOYHV RI WKH K\GUDFWLYH ILUP

FRQWUROOHG

3$*(



&DXVH RI FKDQJH RI VWDWXV EHWZHHQ ILUP DQG VRIW RI WKH K\GUDFWLYH DWWDFN WUDYHO UHERXQG WUDYHO

3$*(



3$*(



UHDGLQJ RI WKH VWDWXV RI WKH KHLJKW FRUUHFWLRQ DW UHVW LI WKHUH LV QR KHLJKW FRUUHFWLRQ LQ SURJUHVV FRQWUROOHG LI WKH UDLVLQJ RU ORZHULQJ HOHFWURYDOYHV DUH EHLQJ FRPPDQGHG 

- VARIABLE POWER-ASSISTED STEERING

- HEIGHT CORRECTION

3$*(



$QJOH RI WXUQ RI WKH VWHHULQJ ZKHHO 7R EH WDNHQ LQWR DFFRXQW RQO\ ZKHQ GULYLQJ 1RW XVHG LQ WKH

3$*(



3$*(



6WDWXV RI K\GUDFWLYH ILUP RU VRIW  7KLV LV WKH IURQW KHLJKW ZKLFK WKH YHKLFOH PXVW UHDFK 2QO\ IRU QRUPDO DQG WUDFN SRVLWLRQV +LJK DQG ORZ SRVLWLRQV GHSHQG RQ WKH UHVSHFWLYH VWRSV WKH YDOXHV PHQWLRQHG IRU KLJK DQG ORZ SRVLWLRQV DUH WKH KHLJKWV ZKLFK DUH HVVHQWLDO EXW WKH\ GR QRW KDYH WR EH DGMXVWHG

3$*(



7KLV KHLJKW YDULHV DV D IXQFWLRQ RI WKH SRVLWLRQ +LJK 7UDFN 1RUPDO RU /RZ VHOHFWHG E\ WKH GULYHU ,I WKH GULYHU VHOHFWV 1RUPDO SRVLWLRQ WKH UHJXODWLRQ KHLJKW LV HTXDO WR WKH SURJUDPPHG

3$*(



3$*(



7KLV LV WKH UHDU KHLJKW ZKLFK WKH YHKLFOH PXVW UHDFK 2QO\ IRU QRUPDO DQG WUDFN SRVLWLRQV +LJK DQG ORZ SRVLWLRQV GHSHQG RQ WKH UHVSHFWLYH VWRSV WKH YDOXHV PHQWLRQHG IRU KLJK DQG ORZ SRVLWLRQV DUH WKH KHLJKWV ZKLFK DUH HVVHQWLDO EXW WKH\ GR QRW KDYH WR EH DGMXVWHG

3$*(



7KLV KHLJKW YDULHV DV D IXQFWLRQ RI WKH SRVLWLRQ +LJK 7UDFN 1RUPDO RU /RZ VHOHFWHG E\ WKH GULYHU ,I WKH GULYHU VHOHFWV 1RUPDO SRVLWLRQ WKH UHJXODWLRQ KHLJKW LV HTXDO WR WKH SURJUDPPHG

3$*(



3$*(



7KLV LV WKH DFWXDO LQVWDQWDQHRXV IURQW KHLJKW RI WKH YHKLFOH WKLV KHLJKW LV ILOWHUHG DW  K] VR \RX

3$*(



3$*(



7KLV LV WKH DFWXDO LQVWDQWDQHRXV UHDU KHLJKW RI WKH YHKLFOH WKLV KHLJKW LV ILOWHUHG DW  K] VR \RX

3$*(



3$*(



7KLV LV WKH IURQW UHIHUHQFH KHLJKW WKDW LV SURJUDPPHG LQWR WKH (&8 ZKHQ WKH YHKLFOHV UHIHUHQFH KHLJKWV DUH EHLQJ DGMXVWHG 7KLV LV WKH UHDU UHIHUHQFH KHLJKW WKDW LV SURJUDPPHG LQWR WKH (&8 ZKHQ WKH YHKLFOHV UHIHUHQFH KHLJKWV DUH EHLQJ DGMXVWHG ,QLWLDO IURQW 7KLV IURQW KHLJKW LV ZULWWHQ LQ VWRQH LQ WKH (&8 7KLV KHLJKW GRHV QRW YDU\ DQG FDQQRW EH PRGLILHG ,W LV DOZD\V HTXDO WR  VWHSV DW WKH IURQW ,QLWLDO UHDU 7KLV UHDU KHLJKW LV ZULWWHQ LQ VWRQH LQ WKH (&8 7KLV KHLJKW GRHV QRW YDU\ DQG FDQQRW EH PRGLILHG ,W LV DOZD\V HTXDO WR  VWHSV DW WKH IURQW 7KLV LV WKH DFWLYDWLRQ VWDWXV RI WKH EUDNH SHGDO DFWLYH LI WKH EUDNH SHGDO LV SUHVVHG LQDFWLYH LI WKH EUDNH SHGDO LV UHOHDVHG 

3$*(



1RWH EHORZ  NPK KHLJKW FRUUHFWLRQV DUH SURKLELWHG DV ORQJ DV WKH EUDNH LQIRUPDWLRQ LV

3$*(



3$*(



1RWH WKH JUHDWHU WKH QXPEHU RI VWHSV WKH KLJKHU WKH YHKLFOH

- HEADLAMP CORRECTION

3$*(



7KLV LV WKH DFWXDO LQVWDQWDQHRXV IURQW KHLJKW RI WKH YHKLFOH WKLV KHLJKW LV ILOWHUHG DW  K] VR \RX

3$*(



3$*(



7KLV LV WKH DFWXDO LQVWDQWDQHRXV UHDU KHLJKW RI WKH YHKLFOH WKLV KHLJKW LV ILOWHUHG DW  K] VR \RX

3$*(



3$*(



- ACTUATOR TESTS )RU WKH IROORZLQJ DFWXDWRU WHVWV

x )URQW UDLVLQJ HOHFWURYDOYH x 5HDU UDLVLQJ HOHFWURYDOYH x (OHFWURSXPS PRWRU


,W LV HVVHQWLDO WR VWRS WKH DFWXDWRU WHVW DV VRRQ DV WKH YHKLFOH UHDFKHV RQH RI LWV KLJK VWRSV IURQW KLJK VWRS RU UHDU KLJK VWRS  7KLV LV QHFHVVDU\ WR SUHVHUYH WKH ORQJ OLIH RI WKH HOHFWURSXPS PRWRU

DE-PRESSURISING 7KH WLPHV LQGLFDWHG RQ WKH /H[LD DQG 3UR[LD GLDJQRVWLF WRROV DUH LQDGHTXDWH Information given by Lexia or
'HSUHVVXULVLQJ WKH K\GUDXOLF FLUFXLW 7RWDO GXUDWLRQ  VHFRQGV 'HSUHVVXULVLQJ RI WKH K\GUDXOLF FLUFXLW wait 3 minutes LQVWHDG RI WKH  VHFRQGV LQGLFDWHG E\ WKH GLDJQRVWLF WRRO 6ZLWFK RII WKH LJQLWLRQ WKHQ GLVFRQQHFW WKH EDWWHU\ ZLWKLQ  VHFRQGV 6ZLWFK RII WKH LJQLWLRQ Wait 1 minute more WKHQ GLVFRQQHFW WKH EDWWHU\

3$*(



7KLV ZDLWLQJ WLPH LV HVVHQWLDO WR DOORZ WKH QDYLJDWLRQ (&8 WR VDYH LWV GDWD LQ PHPRU\ 6HH ,1)2

3$*(



3$*(



ADJUSTMENT OF VEHICLE REFERENCE HEIGHTS 7KH GHWDLOV RQ DGMXVWLQJ UHIHUHQFH KHLJKWV DUH JLYHQ LQ WKH GRFXPHQW 6863(16,21 %%(2$32 &+(&.6 $1' $'-8670(176 9(+,&/( +(,*+7 :KHQ WKH PHFKDQLFDO SUHDGMXVWPHQW KDV REWDLQHG YHKLFOH KHLJKWV FORVH WR WKH WKHRUHWLFDO KHLJKWV PP  UHIHUHQFH KHLJKWV FDQ WKHQ EH DGMXVWHG ZLWK WKH DLG RI WKH /H[LD RU 3UR[LD GLDJQRVWLF WRRO )RU WKLV LQ WKH VXVSHQVLRQ GLDJQRVLV PHQX VHOHFW WKH PHQX IRU DGMXVWPHQW RI YHKLFOH UHIHUHQFH KHLJKWV 7R SHUIRUP WKH DGMXVWPHQW RI WKH YHKLFOHV UHIHUHQFH KHLJKWV XVLQJ WKH GLDJQRVWLF WRRO WKH YHKLFOH VKRXOG EH LQ WKH QRUPDO SRVLWLRQ ZLWK WKH LJQLWLRQ VZLWFKHG RQ HQJLQH HLWKHU VWRSSHG RU UXQQLQJ 

7KH GLDJQRVWLF WRRO GLVSOD\V WKH IROORZLQJ IRXU KHLJKWV ,QLWLDO IURQW UHIHUHQFH KHLJKW  VWHSV ,QLWLDO IURQW UHIHUHQFH KHLJKW  VWHSV 3URJUDPPHG IURQW UHIHUHQFH KHLJKW [[[ VWHSV 3URJUDPPHG IURQW UHIHUHQFH KHLJKW \\\ VWHSV 7KH LQLWLDO KHLJKWV DUH WKH IURQW DQG UHDU KHLJKWV WKDW DUH ZULWWHQ LQ VWRQH LQ WKH (&8 7KHVH KHLJKWV GR QRW YDU\ DQG FDQQRW EH PRGLILHG 7KHVH KHLJKWV DUH HTXDO WR  VWHSV DW WKH IURQW DQG  VWHSV DW WKH UHDU

3$*(



7KH SURJUDPPHG IURQW DQG UHDU KHLJKWV DUH SURJUDPPHG LQWR WKH (&8 ZKHQ WKH YHKLFOHV UHIHUHQFH KHLJKWV DUH EHLQJ DGMXVWHG 7KH GLVSOD\HG YDOXHV DUH GHULYHG IURP WKH DGMXVWPHQWV RI UHIHUHQFH KHLJKWV SHUIRUPHG HDUOLHU 7R SHUIRUP D IUHVK DGMXVWPHQW RI WKH YHKLFOHV UHIHUHQFH KHLJKWV SUHVV WKH FRQILJXUDWLRQ EXWWRQ RQ /H[LD RU * RQ 3UR[LD 

1RWH RQH VWHS LV URXJKO\ HTXLYDOHQW WR  PP

3URJUDPPHG IURQW KHLJKW /H[LD  )URQW UHIHUHQFH KHLJKW 3UR[LD   PP

3$*(



,Q WKH GLDJQRVWLF WRRO HQWHU WKH IROORZLQJ YDOXH   5  +0 7KLV KHLJKW LV WR EH HQWHUHG LQ PP 9DOLGDWH DIWHU KDYLQJ HQWHUHG WKH YDOXH

+0 KHLJKW PHDVXUHG DW WKH IURQW 5 UDGLXV RI WKH IURQW ZKHHO WR WDNH WKH PHDVXUHV +0 DQG 5 VHH WKH SURFHGXUH GHVFULEHG LQ WKH GRFXPHQW %%(2$32

3URJUDPPHG UHDU KHLJKW /H[LD  5HDU UHIHUHQFH KHLJKW 3UR[LD   PP ,Q WKH GLDJQRVWLF WRRO HQWHU WKH IROORZLQJ YDOXH +0 5 7KLV KHLJKW LV WR EH HQWHUHG LQ PP 9DOLGDWH DIWHU KDYLQJ HQWHUHG WKH YDOXH

3$*(



+0 KHLJKW PHDVXUHG DW WKH UHDU 5 UDGLXV RI WKH UHDU ZKHHO WR WDNH WKH PHDVXUHV +0 DQG 5 VHH WKH SURFHGXUH GHVFULEHG LQ WKH GRFXPHQW %%(2$32

Information given by Lexia or Proxia Observations / Operations to be performed

7KH GLDJQRVWLF WRRO GLVSOD\V

3$*(



&RQILJXUDWLRQ FRPSOHWHG /H[LD  3URJUDPPLQJ FRPSOHWHG 3UR[LD  7KH (&8 KDV WDNHQ LQWR DFFRXQW WKH YDOXHV HQWHUHG 5HSHDW D PHDVXULQJ RI WKH YHKLFOH KHLJKWV IROORZLQJ WKH SURFHGXUH GHVFULEHG LQ WKH GRFXPHQW %%(2$32 DYHUDJH RI D PHDVXUH WDNHQ DIWHU SUHVVLQJ WKH YHKLFOH DQG D PHDVXUH WDNHQ DIWHU UDLVLQJ WKH YHKLFOH  &KHFN FDUHIXOO\ WKDW WKH PHDVXUHV WDNHQ DUH

x x

+0

+0

+& WR  PP

+& WR  PP

,I WKH GLVFUHSDQF\ DV DJDLQVW WKH WKHRUHWLFDO KHLJKWV H[FHHGV WKLV WROHUDQFH RI  PP UHSHDW RQFH DJDLQ WKH DGMXVWPHQW RI WKH UHIHUHQFH KHLJKWV

7KH GLDJQRVWLF WRRO GLVSOD\V &RQILJXUDWLRQ GHIHFWLYH /H[LD  3URJUDPPLQJ LPSRVVLEOH 3UR[LD  7KLV PHVVDJH VLJQLILHV WKDW RQH RU ERWK RI WKH WZR YDOXHV HQWHUHG LQWR WKH GLDJQRVWLF WRRO LV RXWVLGH WKH WROHUDQFH ,I WKH IURQW VXVSHQVLRQ LV RXWVLGH WKH WROHUDQFH WKH SURJUDPPHG IURQW UHIHUHQFH KHLJKW FKDQJHV UHYHUWV WR  VWHSV ,I WKH UHDU VXVSHQVLRQ LV RXWVLGH WKH WROHUDQFH WKH SURJUDPPHG UHDU UHIHUHQFH KHLJKW FKDQJHV UHYHUWV WR  VWHSV ,Q WKLV FDVH UHSHDW WKH PHFKDQLFDO SUHDGMXVWPHQW VHH WKH SURFHGXUH LQ GRFXPHQW %%(2$32

2EVHUYDWLRQV RQ YDOXHV HQWHUHG LQWR WKH GLDJQRVWLF WRRO

x ,I \RX HQWHU WKH YDOXH  PP DW WKH IURQW DQG  PP DW WKH UHDU \RX DUH
QRW FKDQJLQJ WKH YHKLFOHV KHLJKW

x ,I \RX HQWHU KHLJKWV JUHDWHU WKDQ  PP DW WKH IURQW DQG  PP DW WKH UHDU
DQG SURYLGHG WKH GLDJQRVWLF WRRO LQGLFDWHV SURJUDPPLQJ RU FRQILJXUDWLRQ FRPSOHWHG WKH YHKLFOH ORZHUV ERWK DW WKH IURQW DQG DW WKH UHDU )RU H[DPSOH LI
3$*( 

\RX HQWHU WKH KHLJKWV  PP DW WKH IURQW DQG  PP DW WKH UHDU WKH YHKLFOH ZLOO FRUUHFW LWV KHLJKW E\ DSSUR[  PP GRZQZDUGV

x ,I \RX HQWHU KHLJKWV OHVV WKDQ  PP DW WKH IURQW DQG  PP DW WKH UHDU

DQG SURYLGHG WKH GLDJQRVWLF WRRO LQGLFDWHV SURJUDPPLQJ RU FRQILJXUDWLRQ FRPSOHWHG WKH YHKLFOH ULVHV ERWK DW WKH IURQW DQG DW WKH UHDU )RU H[DPSOH LI \RX HQWHU WKH KHLJKWV  PP DW WKH IURQW DQG  PP DW WKH UHDU WKH YHKLFOH ZLOO FRUUHFW LWV KHLJKW E\ DSSUR[  PP XSZDUGV

3$*(



INFO DIAG
OUTILS DE DIAGNOSTIC

LEXIA PROXIA CD 20

CITRON
AC / QCAV / MTD FILIALES / DR CENTRES DE FORMATION CE - SUCC - AGENTS

N 37


CONCERNE :

/(;,$ HW 352;,$ DYHF &' 

CONSTATATION :

KRUV SUHVVLRQ  ORIGINE :

PHVXUHV SDUDPqWUHV HW WHVWV DFWLRQQHXUV RX FRPSRUWHQW GHV LQGLFDWLRQV HUURQpHV PLVH

QH VRQW SDV VXIILVDPPHQW GpWDLOOpHV UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH

6XU &LWURsQ & FDOFXODWHXU VXVSHQVLRQ K\GUDFWLYH  FHUWDLQHV RSpUDWLRQV RX LQIRUPDWLRQV

SDUDPqWUHV QRQW SDV HQFRUH pWp LQWpJUpV LQVXIILVDQWV REMEDE :

/HV pFUDQV GDLGH IDFLOLWDQW OD FRPSUpKHQVLRQ GH FHUWDLQHV RSpUDWLRQV RX PHVXUHV

/HV WHPSV GH PLVH KRUV SUHVVLRQ GX FLUFXLW GH VXVSHQVLRQ LQGLTXpV GDQV ORXWLO VRQW

8WLOLVHU OHV LQIRUPDWLRQV GRQQpHV SDU OLQIRGLDJ

SOMMAIRE

MESURES PARAMETRES

HYDRACTIVE

DIRECTION A ASSISTANCE VARIABLE

CORRECTION DE HAUTEUR

CORRECTION DES PROJECTEURS

TESTS ACTIONNEURS

MISE HORS PRESSION

10

REGLAGE DES HAUTEURS DE REFERENCE DU VEHICULE

11

3DJH  VXU 

MESURES PARAMETRES

HYDRACTIVE
Paramtres SDV PPV J J WUPQ  VHF    PV   Unit 'pEDWWHPHQW GH ODYDQW GX YpKLFXOH PHVXUp SDU OH FDSWHXU GH KDXWHXU DYDQW 9LWHVVH GH GpEDWWHPHQW GH ODYDQW GX YpKLFXOH $FFpOpUDWLRQ ORQJLWXGLQDOH GX YpKLFXOH YLVLEOH VHXOHPHQW HQ URXODQW  $FFpOpUDWLRQ WUDQVYHUVDOH GX YpKLFXOH YLVLEOH VHXOHPHQW HQ URXODQW  5pJLPH GH URWDWLRQ GX PRWHXU HQ QRPEUH GH WRXUV SDU PLQXWH 9LWHVVH GH EUDTXDJH RX GH UHWRXU GX YRODQW $QJOH GH EUDTXDJH GX YRODQW $ SUHQGUH HQ FRPSWH VHXOHPHQW HQ URXODJH $QDO\VH GH OD VSRUWLYLWp GX FRQGXFWHXU j SDUWLU GH ODFFpOpUDWLRQ ODWpUDOH GX YpKLFXOH DFWLRQ VXU OH YRODQW    URXOLV FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH SHX VSRUWLYH   URXOLV FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH VSRUWLYH  9DOHXU FDOFXOpH j SDUWLU GHV YDOHXUV GH VSRUWLYLWpV URXOLV HW WDQJDJH   SRPSDJH FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH SHX VSRUWLYH   SRPSDJH FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH VSRUWLYH  $QDO\VH GH OD VSRUWLYLWp GX FRQGXFWHXU j SDUWLU GH ODFFpOpUDWLRQ ORQJLWXGLQDOH GX YpKLFXOH DFWLRQ VXU DFFpOpUDWHXU HW IUHLQ    WDQJDJH FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH SHX VSRUWLYH   WDQJDJH FRUUHVSRQGDQW j XQH FRQGXLWH VSRUWLYH  eWDW GH FRPPDQGH GHV pOHFWURYDQQHV GH OK\GUDFWLYH IHUPH FRPPDQGpHV RX VRXSOH QRQ FRPPDQGpHV  9LWHVVH GHQIRQFHPHQW RX GH UHOkFKHPHQW GH OD SpGDOH GDFFpOpUDWHXU &DXVH GX FKDQJHPHQW GpWDW IHUPH RX VRXSOH GH OK\GUDFWLYH GpEDWWHPHQW GDWWDTXH GpEDWWHPHQW GpWHQWH DQJOH YRODQW YLWHVVH YRODQW HQIRQFHPHQW GH ODFFpOpUDWHXU OkFKp GH ODFFpOpUDWHXU DFFpOpUDWLRQ GpFpOpUDWLRQ 
3DJH  VXU 

'pEDWWHPHQW DYDQW 9LWHVVH GpEDWWHPHQW DYDQW $FFpOpUDWLRQ ORQJLWXGLQDOH $FFpOpUDWLRQ ODWpUDOH 5pJLPH PRWHXU 9LWHVVH YRODQW $QJOH YRODQW 6SRUWLYLWp URXOLV 6SRUWLYLWp SRPSDJH 6SRUWLYLWp WDQJDJH eWDW K\GUDFWLYH 9LWHVVH SDSLOORQ &DXVH SDVVDJH IHUPH  VRXSOH

Dfinition du paramtre

HYDRACTIVE (suite)
Paramtres Unit   0HVXUH GH OpWDW GH OD URXWH URXWH QRUPDOH PDXYDLVH URXWH FKRFV DX[ URXHV  /HFWXUH GH OpWDW GH OD FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU UHSRV VLO Q\ D SDV GH FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU HQ FRXUV FRPPDQGpH VL OHV pOHFWURYDQQHV GH PRQWpH RX GH GHVFHQWH VRQW FRPPDQGpHV  1RWD  RQ QH SHXW SDV IDLUH GH FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU ORUVTXH OK\GUDFWLYH HVW HQ pWDW IHUPH Dfinition du paramtre

eWDW GH OD URXWH

eWDW FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU

3DJH  VXU 

DIRECTION A ASSISTANCE VARIABLE


Paramtres Unit NPK 0D 9LWHVVH GX YpKLFXOH Dfinition du paramtre

9LWHVVH YpKLFXOH &RXUDQW GH FRQVLJQH GLUHFWLRQ DVVLVWDQFH YDULDEOH

&RXUDQW GH FRPPDQGH GH OpOHFWURYDQQH '$9

3DJH  VXU 

CORRECTION DE HAUTEUR
Paramtres Unit   7\SH GH ORXYUDQW TXL PHW VRXV DOLPHQWDWLRQ OH FDOFXODWHXU VXVSHQVLRQ SOLS SRUWH FRIIUH  $QJOH GH EUDTXDJH GX YRODQW $ SUHQGUH HQ FRPSWH VHXOHPHQW HQ URXODJH 3DV XWLOLVp GDQV OD YHUVLRQ DFWXHOOH GH OD FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU  eWDW GH OK\GUDFWLYH IHUPH RX VRXSOH  1RWD  RQ QH SHXW SDV IDLUH GH FRUUHFWLRQ GH KDXWHXU ORUVTXH OK\GUDFWLYH HVW HQ pWDW IHUPH &HVW OD KDXWHXU DYDQW TXH GRLW DWWHLQGUH OH YpKLFXOH 8QLTXHPHQW SRXU OHV SRVLWLRQV QRUPDOH HW SLVWH 3RXU OHV SRVLWLRQV KDXWH HW EDVVH RQ FRPPDQGH MXVTXj OpFUDVHPHQW GHV EXWpHV /HV YDOHXUV PHQWLRQQpHV SRXU SRVLWLRQV KDXWH HW EDVVH VRQW OHV KDXWHXUV j GpSDVVHU LPSpUDWLYHPHQW PDLV RQ QDVVHUYLW SDV VXU FHV FRQVLJQHV  &HWWH KDXWHXU YDULH HQ IRQFWLRQ GH OD SRVLWLRQ +DXWH 3LVWH 1RUPDOH RX %DVVH VpOHFWLRQQpH SDU OH FRQGXFWHXU /RUVTXH OH FRQGXFWHXU VpOHFWLRQQH OD SRVLWLRQ 1RUPDOH OD KDXWHXU GH FRQVLJQH HVW pJDOH j OD KDXWHXU GH UpIpUHQFH SURJUDPPpH &HVW OD KDXWHXU DUULqUH TXH GRLW DWWHLQGUH OH YpKLFXOH 8QLTXHPHQW SRXU OHV SRVLWLRQV QRUPDOH HW SLVWH 3RXU OHV SRVLWLRQV KDXWH HW EDVVH RQ FRPPDQGH MXVTXj OpFUDVHPHQW GHV EXWpHV /HV YDOHXUV PHQWLRQQpHV SRXU SRVLWLRQV KDXWH HW EDVVH VRQW OHV KDXWHXUV j GpSDVVHU LPSpUDWLYHPHQW PDLV RQ QDVVHUYLW SDV VXU FHV FRQVLJQHV  &HWWH KDXWHXU YDULH HQ IRQFWLRQ GH OD SRVLWLRQ +DXWH 3LVWH 1RUPDOH RX %DVVH VpOHFWLRQQpH SDU OH FRQGXFWHXU /RUVTXH OH FRQGXFWHXU VpOHFWLRQQH OD SRVLWLRQ 1RUPDOH OD KDXWHXU GH FRQVLJQH HVW pJDOH j OD KDXWHXU GH UpIpUHQFH SURJUDPPpH +DXWHXU DYDQW UpHOOH LQVWDQWDQpH GX YpKLFXOH FHWWH KDXWHXU HVW ILOWUpH j K] RQ QH YRLW GRQF SDV OH EDWWHPHQW GH URXH  +DXWHXU DUULqUH UpHOOH LQVWDQWDQpH GX YpKLFXOH FHWWH KDXWHXU HVW ILOWUpH j K] RQ QH YRLW GRQF SDV OH EDWWHPHQW GH URXH 
3DJH  VXU 

Dfinition du paramtre

eWDWV RXYUDQWV $QJOH YRODQW eWDW K\GUDFWLYH

+DXWHXU FRQVLJQH DYDQW

SDV

+DXWHXU FRQVLJQH DUULqUH

SDV

+DXWHXU ILOWUpH DYDQW +DXWHXU ILOWUpH DUULqUH

SDV SDV

CORRECTION DE HAUTEUR (suite)


Paramtres Unit SDV SDV SDV SDV  NPK   9  +DXWHXU DYDQW TXL VH SURJUDPPH GDQV OH FDOFXODWHXU ORUV GX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH &HWWH KDXWHXU VHUW GH UpIpUHQFH SRXU OH FDOFXO GHV KDXWHXUV GH FRQVLJQH GX YpKLFXOH +DXWHXU DUULqUH TXL VH SURJUDPPH GDQV OH FDOFXODWHXU ORUV GX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH &HWWH KDXWHXU VHUW GH UpIpUHQFH SRXU OH FDOFXO GHV KDXWHXUV GH FRQVLJQH GX YpKLFXOH +DXWHXU DYDQW LQVFULWH HQ GXU GDQV OH FDOFXODWHXU FHWWH KDXWHXU QH YDULH SDV HW QH SHXW SDV rWUH PRGLILpH (OOH HVW WRXMRXUV pJDOH j  SDV j ODYDQW 1RWD  HOOH VHUW GH UpIpUHQFH WDQW TXH OD JDPPH GDSSUHQWLVVDJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH QD SDV pWp HIIHFWXpH +DXWHXU DUULqUH LQVFULWH HQ GXU GDQV OH FDOFXODWHXU FHWWH KDXWHXU QH YDULH SDV HW QH SHXW SDV rWUH PRGLILpH (OOH HVW WRXMRXUV pJDOH j  SDV j ODUULqUH 1RWD  HOOH VHUW GH UpIpUHQFH WDQW TXH OD JDPPH GDSSUHQWLVVDJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH QD SDV pWp HIIHFWXpH eWDW GH ODFWLYDWLRQ GH OD SpGDOH GH IUHLQ DFWLI VL SpGDOH GH IUHLQ HQIRQFpH LQDFWLI VL SpGDOH GH IUHLQ UHOkFKpH  1RWD  HQ GHVVRXV GH  NPK OHV FRUUHFWLRQV GH KDXWHXUV VRQW LQWHUGLWHV WDQW TXH OLQIRUPDWLRQ IUHLQ HVW DFWLYH 9LWHVVH GX YpKLFXOH 3RVLWLRQ GX VpOHFWHXU GH KDXWHXU %DVVH 1RUPDOH 3LVWH +DXWH  7HQVLRQ  $SUqV &RQWDFW SUpVHQW DEVHQW  7HQVLRQ GH OD EDWWHULH OXH SDU OH FDOFXODWHXU VXVSHQVLRQ 7HQVLRQ GDOLPHQWDWLRQ GHV FDSWHXUV SUpVHQW DEVHQW  Dfinition du paramtre

+DXWHXU GH UpIpUHQFH DYDQW SURJUDPPpH +DXWHXU GH UpIpUHQFH DUULqUH SURJUDPPpH +DXWHXU GH UpIpUHQFH DYDQW LQLWLDOH +DXWHXU GH UpIpUHQFH DUULqUH LQLWLDOH eWDW IUHLQ 9LWHVVH YpKLFXOH 6pOHFWHXU GH KDXWHXU  $3& 7HQVLRQ EDWWHULH $OLPHQWDWLRQ FDSWHXUV WHQVLRQ  9

5HPDUTXH  SOXV OH QRPEUH GH SDV HVW pOHYp HW SOXV OH YpKLFXOH HVW KDXW

3DJH  VXU 

CORRECTION DES PROJECTEURS


Paramtres Unit SDV SDV J +DXWHXU DYDQW UpHOOH LQVWDQWDQpH GX YpKLFXOH FHWWH KDXWHXU HVW ILOWUpH j K] RQ QH YRLW GRQF SDV OH EDWWHPHQW GH URXH  +DXWHXU DUULqUH UpHOOH LQVWDQWDQpH GX YpKLFXOH FHWWH KDXWHXU HVW ILOWUpH j K] RQ QH YRLW GRQF SDV OH EDWWHPHQW GH URXH  $FFpOpUDWLRQ ORQJLWXGLQDOH GX YpKLFXOH YLVLEOH VHXOHPHQW HQ URXODQW  9DOHXU GH FRQVLJQH HQYR\pH SDU OH FDOFXODWHXU VXVSHQVLRQ YHUV OHV SURMHFWHXUV Dfinition du paramtre

+DXWHXU ILOWUpH DYDQW +DXWHXU ILOWUpH DUULqUH $FFpOpUDWLRQ ORQJLWXGLQDOH &RQVLJQH UDEDWWHPHQW

3DJH  VXU 

TESTS ACTIONNEURS
3RXU OHV WHVWV DFWLRQQHXUV VXLYDQWV  x eOHFWURYDQQH GH PRQWpH DYDQW x eOHFWURYDQQH GH PRQWpH DUULqUH x 0RWHXU JURXSH pOHFWURSRPSH ,O HVW LPSpUDWLI GLQWHUURPSUH OH WHVW DFWLRQQHXU GqV TXH OH YpKLFXOH DWWHLQW OXQH GH VHV EXWpHV KDXWHV EXWpH KDXWH DYDQW RX EXWpH KDXWH DUULqUH  &HFL HVW QpFHVVDLUH DILQ GH SUpVHUYHU OD ORQJpYLWp GX JURXSH pOHFWURSRPSH

3DJH  VXU 

MISE HORS PRESSION


/HV WHPSV LQGLTXpV VXU OHV RXWLOV GH GLDJQRVWLF /H[LD HW 3UR[LD VRQW LQVXIILVDQWV Informations donnes par le Lexia ou le Proxia Oprations effectuer

&H WHVW VH IDLW PRWHXU DUUrWp

(IIHFWXHU OH WHVW FRQWDFW PLV PRWHXU DUUrWp

0LVH KRUV SUHVVLRQ GX FLUFXLW K\GUDXOLTXH 'XUpH WRWDOH   VHFRQGHV

0LVH KRUV SUHVVLRQ GX FLUFXLW K\GUDXOLTXH  attendre 3 minutes DX OLHX GHV  VHFRQGHV LQGLTXpHV j ORXWLO GH GLDJQRVWLF DX ERXW GH  VHFRQGHV LO UHVWH GH OD SUHVVLRQ GDQV OH FLUFXLW K\GUDXOLTXH

&RXSHU OH FRQWDFW SXLV GpEUDQFKHU OD EDWWHULH GDQV OHV Attendre 1 minute SXLV GpEUDQFKHU OD EDWWHULH  VHFRQGHV &HWWH DWWHQWH HVW REOLJDWRLUH SRXU TXH OH FDOFXODWHXU GH QDYLJDWLRQ VDXYHJDUGH FRUUHFWHPHQW VHV GRQQpHV HQ PpPRLUH FI ,1)2 ',$* 1

&RXSHU OH FRQWDFW

3DJH  VXU 

REGLAGE DES HAUTEURS DE REFERENCE DU VEHICULE


/H GpWDLO GX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH HVW IRXUQL GDQV OD JDPPH SDSLHU 6863(16,21 %%($3  &2175/( (7 5(*/$*(  +$87(85 '8 9(+,&8/( /RUVTXH OH SUpUpJODJH PpFDQLTXH D SHUPLV GREWHQLU GHV KDXWHXUV YpKLFXOH SURFKH GHV KDXWHXUV WKpRULTXHV j  PP  OH UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH SHXW VHIIHFWXHU j SDUWLU GH ORXWLO GH GLDJQRVWLF /H[LD RX 3UR[LD 3RXU FHOD GDQV OH PHQX VXVSHQVLRQ GLDJQRVWLF  VpOHFWLRQQHU OH PHQX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH 3RXU HIIHFWXHU FH UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH DYHF ORXWLO GH GLDJQRVWLF OH YpKLFXOH GRLW rWUH HQ SRVLWLRQ QRUPDOH FRQWDFW PLV PRWHXU DUUrWp RX WRXUQDQW 

Informations donnes par le Lexia ou le Proxia

Commentaires / Oprations effectuer /HV KDXWHXUV LQLWLDOHV VRQW GHV KDXWHXUV DYDQW  DUULqUH LQVFULWHV HQ GXU GDQV OH FDOFXODWHXU FHV KDXWHXUV QH YDULHQW SDV HW QH SHXYHQW SDV rWUH PRGLILpHV &HV KDXWHXUV VRQW pJDOHV j  SDV j ODYDQW HW  SDV j ODUULqUH

+DXWHXU GH UpIpUHQFH DYDQW LQLWLDOH   SDV 1 +DXWHXU GH UpIpUHQFH DUULqUH LQLWLDOH   SDV

/RXWLO DIILFKH OHV TXDWUH KDXWHXUV VXLYDQWHV 

/HV KDXWHXUV SURJUDPPpHV DYDQW  DUULqUH VH SURJUDPPHQW GDQV OH FDOFXODWHXU ORUV GX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH /HV YDOHXUV DIILFKpHV VRQW LVVXHV GX UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFHV HIIHFWXp +DXWHXU GH UpIpUHQFH DYDQW SURJUDPPpH  [[[ SDV SUpFpGHPPHQW +DXWHXU GH UpIpUHQFH DUULqUH SURJUDPPpH  \\\ SDV 3RXU HIIHFWXHU j QRXYHDX XQ UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH GX YpKLFXOH DSSX\HU VXU OD WRXFKH WpOpFRGDJH OH[LD RX SUR[LD 

5HPDUTXH  XQ SDV pTXLYDXW HQYLURQ j  PP


3DJH  VXU 

Informations donnes par le Lexia ou le Proxia

Commentaires / Oprations effectuer 'DQV ORXWLO GH GLDJQRVWLF UHQVHLJQHU OD YDOHXU VXLYDQWH   5  +0 &HWWH KDXWHXU HVW j UHQVHLJQHU HQ PP 9DOLGHU DSUqV DYRLU UHQVHLJQp OD YDOHXU +0  KDXWHXU PHVXUpH j ODYDQW 5  UD\RQ GH OD URXH DYDQW SRXU HIIHFWXHU OHV PHVXUHV +0 HW 5 YRLU OD SURFpGXUH GpFULWH GDQV OD JDPPH %%($3

+DXWHXU DYDQW SURJUDPPpH OH[LD  2 +DXWHXU GH UpIpUHQFH DYDQW SUR[LD  B B B PP

+DXWHXU DUULqUH SURJUDPPpH OH[LD  3 +DXWHXU GH UpIpUHQFH DUULqUH SUR[LD  B B B PP

'DQV ORXWLO GH GLDJQRVWLF UHQVHLJQHU OD YDOHXU VXLYDQWH  +0 5 &HWWH KDXWHXU HVW j UHQVHLJQHU HQ PP 9DOLGHU DSUqV DYRLU UHQVHLJQp OD YDOHXU +0  KDXWHXU PHVXUpH j ODUULqUH 5  UD\RQ GH OD URXH DUULqUH SRXU HIIHFWXHU OHV PHVXUHV +0 HW 5 YRLU OD SURFpGXUH GpFULWH GDQV OD JDPPH %%($3
3DJH  VXU 

Informations donnes par le Lexia ou le Proxia

Commentaires / Oprations effectuer /H FDOFXODWHXU D ELHQ SULV HQ FRPSWH OHV YDOHXUV UHQVHLJQpHV 5HIDLUH XQH PHVXUH GHV KDXWHXUV GX YpKLFXOH HQ VXLYDQW OD SURFpGXUH GpFULWH GDQV OD JDPPH %%($3 PR\HQQH GXQH PHVXUH HIIHFWXpH DSUqV DSSXL VXU OH YpKLFXOH HW GXQH PHVXUH HIIHFWXpH DSUqV OHYp GX YpKLFXOH  &RQWU{OHU TXH ORQ D ELHQ  x +0 x +0 +& j   PP +& j   PP 

/RXWLO DIILFKH  7pOpFRGDJH HIIHFWXp OH[LD 3URJUDPPDWLRQ HIIHFWXpH SUR[LD 4

6L OpFDUW DYHF OHV KDXWHXUV WKpRULTXHV GpSDVVH FHWWH WROpUDQFH GH   PP UHIDLUH j QRXYHDX XQ UpJODJH GHV KDXWHXUV GH UpIpUHQFH &H PHVVDJH VLJQLILH TXH OXQH RX OHV GHX[ GHV GHX[ YDOHXUV UHQVHLJQpHV GDQV ORXWLO HVW KRUV WROpUDQFH 6L FHVW OHVVLHX DYDQW TXL HVW KRUV WROpUDQFH OD KDXWHXU GH UpIpUHQFH SURJUDPPpH DYDQW UHSDVVH j  SDV 6L FHVW OHVVLHX DUULqUH TXL HVW KRUV WROpUDQFH OD KDXWHXU GH UpIpUHQFH SURJUDPPpH DUULqUH UHSDVVH j  SDV 'DQV FH FDV UHIDLUH XQ SUpUpJODJH PpFDQLTXH FI JDPPH %%($3

/RXWLO DIILFKH  7pOpFRGDJH GpIHFWXHX[ OH[LD 3URJUDPPDWLRQ LPSRVVLEOH SUR[LD

3DJH  VXU 

5HPDUTXHV VXU OHV YDOHXUV UHQVHLJQpHV GDQV ORXWLO GH GLDJQRVWLF  x /RUVTXH ORQ HQWUH j ORXWLO OD YDOHXU  PP j ODYDQW HW  PP j ODUULqUH RQ QH PRGLILH SDV OD KDXWHXU GX YpKLFXOH x /RUVTXH ORQ UHQVHLJQH GDQV ORXWLO GHV KDXWHXUV VXSpULHXUHV j  PP j ODYDQW HW  PP j ODUULqUH HW j FRQGLWLRQ TXH ORXWLO LQGLTXH SURJUDPPDWLRQ RX WpOpFRGDJH HIIHFWXpH OH YpKLFXOH EDLVVH DXVVL ELHQ j ODYDQW TXj ODUULqUH 3DU H[HPSOH VL RQ UHQVHLJQH j ORXWLO OHV KDXWHXUV  PP j ODYDQW HW  PP j ODUULqUH OH YpKLFXOH YD FRUULJHU VD KDXWHXU GHQYLURQ  PP YHUV OH EDV x /RUVTXH ORQ UHQVHLJQH GDQV ORXWLO GHV KDXWHXUV LQIpULHXUHV j  PP j ODYDQW HW  PP j ODUULqUH HW j FRQGLWLRQ TXH ORXWLO LQGLTXH SURJUDPPDWLRQ RX WpOpFRGDJH HIIHFWXpH OH YpKLFXOH PRQWH DXVVL ELHQ j ODYDQW TXj ODUULqUH 3DU H[HPSOH VL RQ UHQVHLJQH j ORXWLO OHV KDXWHXUV  PP j ODYDQW HW  PP j ODUULqUH OH YpKLFXOH YD FRUULJHU VD KDXWHXU GHQYLURQ  PP YHUV OH KDXW

3DJH  VXU 

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA CD 20 No. 39


15/05/01

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ ZLWK &'  INCIDENT: $FWLYDWLRQ  'HDFWLYDWLRQ RI FXVWRPHU RSWLRQV RQ &LWURsQ &  7R DFWLYDWH RU GHDFWLYDWH WKH FXVWRPHU RSWLRQV RIIHUHG RQ WKH &LWURsQ & LW LV QHFHVVDU\ WR IROORZ WKH FRQILJXUDWLRQ SURFHGXUHV GHVFULEHG EHORZ 1. Procedure for configuration of customer options:          $XWRPDWLF FORVLQJ RI WKH ZLQGRZV LQ WKH HYHQW RI UDLQ 6HDW EHOW XQIDVWHQHG ZDUQLQJ ODPS 3DUNLQJ DVVLVWDQFH $XWRPDWLF ZLSH RU LQWHUPLWWHQW ZLSH RI WKH ZLQGVFUHHQ UDLQ VHQVRU 3DUWLDO RSHQLQJ RI ZLQGRZV XVLQJ WKH SOLS $XWRPDWLF RSHUDWLRQ RI WKH KD]DUG ZDUQLQJ ODPSV RQ VXGGHQ GHFHOHUDWLRQ 5HPRWH ORFDWLQJ RI WKH YHKLFOH XVLQJ WKH SOLS 8QGHULQIODWLRQ GHWHFWLRQ &KLOG VDIHW\ ZDUQLQJ ODPSV RSWLRQ

WARNING : For BSI versions earlier than or equal to 24.12, the seat belt unfastened warning lamp option can only be deactivated by removing channel 37 of the 40-way white connector of the BSI after configuring the parameter to absent. For later versions, configuring the parameter to absent is sufficient.

1A - PROCEDURE USING LEXIA


GLOBAL TEST p BSI p PROGRAMMING p CUSTOMER OPTIONS

1B - PROCEDURE USING PROXIA


GLOBAL TEST p BSI p F5 KEY p CONFIGURATION p CUSTOMER OPTIONS

2. Procedure for configuration of customer options:  ,QGH[LQJ RI SDVVHQJHUV UHDU YLHZ PLUURU WR UHYHUVH JHDU

2A - PROCEDURE USING LEXIA


GLOBAL TEST p BSI p CONFIGURATION p CUSTOMER OPTIONS

2B - PROCEDURE USING PROXIA


GLOBAL TEST p BSI p F5 KEY p CONFIGURATION p CUSTOMER OPTION

3. Procedure for configuration of customer options:   $XWRPDWLF FORVLQJ RI WKH VXQ URRI LQ WKH HYHQW RI UDLQ $XWRPDWLF FORVLQJ RI WKH VXQ URRI DV D IXQFWLRQ RI YHKLFOH VSHHG JUHDWHU WKDQ  PSK

3A - PROCEDURE USING LEXIA


GLOBAL TEST p SUN ROOF p CONFIGURATION

3B - PROCEDURE USING PROXIA


GLOBAL TEST p SUN ROOF p F5 KEY p CONFIGURATION

INFO DIAG
CITRON
AC / QCAV / MTD

DIAGNOSTIC TOOLS
HEAD OFFICES TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA

No. 45
08/06/01

CONCERNING: /(;,$ DQG 352;,$ GLDJQRVWLF WRROV INCIDENT: 5HPLQGHU RI WKH YDULRXV SRVVLEOH LQWHUSUHWDWLRQV RI WKH UHVXOWV GXULQJ D */2%$/ 7(67 LEXIA DIALOGUE <(6 <(6 <(6 FAULTS 12 <(6 " Interpretations $EVHQFH RI IDXOW PHPRULVHG LQ WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 3UHVHQFH RI RQH RU PRUH IDXOWV PHPRULVHG LQ WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 7KH UHIHUHQFH RI WKLV (&8 LV XQNQRZQ WR WKH GLDJQRVWLF WRRO 25 7KH UHIHUHQFH RI WKH (&8 LV NQRZQ EXW QRW ILWWHG RQ WKLV YHKLFOH $EVHQFH RI GLDORJXH ZLWK WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 25 )DXOW UHDGLQJ QRW IXQFWLRQLQJ

12



PROXIA DIALOGUE <(6 <(6 <(6 <(6 12 FAULTS 12 <(6 """  Interpretations $EVHQFH RI IDXOW PHPRULVHG LQ WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 3UHVHQFH RI RQH RU PRUH IDXOWV PHPRULVHG LQ WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 7KH UHIHUHQFH RI WKH (&8 LV NQRZQ EXW QRW ILWWHG RQ WKLV YHKLFOH 7KH UHIHUHQFH RI WKLV (&8 LV XQNQRZQ WR WKH GLDJQRVWLF WRRO $EVHQFH RI GLDORJXH ZLWK WKH (&8 EHLQJ LQYHVWLJDWHG 25 )DXOW UHDGLQJ QRW IXQFWLRQLQJ



INFO DIAG
CITRON
AFTER SALES DIVISION TECHNICAL SERVICES

DIAGNOSTIC TOOLS
TRAINING CENTRES CITRON DEALERS

LEXIA PROXIA All CDs No. 55


14/09/01

CONCERNING :

$XWRPDWLF +DUQHVV 7HVWHU XVHG ZLWK /(;,$ DQG 352;,$ GLDJQRVWLF WRROV

INCIDENT :

WKH FRPSOHWH GHVWUXFWLRQ RI WKH $XWRPDWLF +DUQHVV 7HVWHU PROHIBITED MEASUREMENTS :

,QFRUUHFW XWLOLVDWLRQ RI WKH JUHHQ SUREH ZKLFK LI WDNLQJ FHUWDLQ PHDVXUHPHQWV PD\ FDXVH

Testing of arc voltage or high voltage, using the green probe of the Automatic Harness Tester, is strictly forbidden on all equipment capable of generating high voltage. EXAMPLES OF PROHIBITED MEASUREMENTS : DISCHARGE LAMPS IGNITION COILS Non-compliance inevitably results in destruction of the Automatic Harness Tester

3DJH   

INFODIAG
STRUMENTI DI DIAGNOSI

LEXIA PROXIA CD21 CD22 N 61




CITRON
DOCUMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLINFORMAZIONE DELLA RETE

OGGETTO :

3URFHGXUD GLQL]LDOL]]D]LRQH GHO FDOFRODWRUH 7HWWR $SULELOH GHO YHLFROR &,7521 &

OSSERVAZIONI :

GLIHWWL ,QL]LDOL]]D]LRQH 'LIHWWRVD QRQ q FRPSOHWD SOLUZIONE :

/D SURFHGXUD GLQL]LDOL]]D]LRQH GHO FDOFRODWRUH 7HWWR $SULELOH GHVFULWWD QHOODOEHUR

3HU WUDVIRUPDUH LO GLIHWWR ,QL]LDOL]]D]LRQH 'LIHWWRVD LQ WHPSRUDQHR q QHFHVVDULR HIIHWWXDUH OH VHJXHQWL RSHUD]LRQL  x 3RUWDUH OD PDQRSROD LQ SRVL]LRQH VRFFKLXVD Q H WHQHUH SUHPXWR SHU  VHFRQGL

GRSR ODUULYR LQ EDWWXWD PHFFDQLFD GHO WHWWR DSULELOH

SUHPXWR LO SXOVDQWH ILQR DO WHUPLQH GHOODQGDWDULWRUQR GHO WHWWR DSULELOH NOTA 1 :

x 'RSR LO ULODVFLR GHOOD PDQRSROD SUHPHUH QXRYDPHQWH SHU FLUFD  VHFRQGL 7HQHUH

x /D YHUVLRQH FRPSOHWD GHOODOEHUR GLIHWWL ,QL]LDOL]]D]LRQH 'LIHWWRVD VDUj GLVSRQLELOH VXO SURVVLPR DJJLRUQDPHQWR QHO &'5RP Q x /D SURFHGXUD GLQL]LDOL]]D]LRQH GHVFULWWD DOOLQWHUQR GHL 3ULQFLSL GL IXQ]LRQDPHQWR

LQWHJUDWL DJOL VWUXPHQWL GL GLDJQRVL /(;,$ H 352;,$ q FRUUHWWD

3DJLQD   

,O SHUFRUVR GDFFHVVR DO SULQFLSLR GL IXQ]LRQDPHQWR q LO VHJXHQWH  3ULQFLSL GL )XQ]LRQDPHQWR (tasto F4). 7HWWR $SULELOH 3ULQFLSLR GL )XQ]LRQDPHQWR  7HWWR $SULELOH &DSLWROR   ,QL]LDOL]]D]LRQH

DESCRIZIONE : FASE 1 2 3 4 5 AZIONE 3RUWDUH LO FRQWDWWRUH GHO WHWWR DSULELOH DOOD SRVL]LRQH VRFFKLXVR DO PDVVLPR VWHVVR 7HQHUH SUHPXWR LO FRQWDWWRUH GHO WHWWR DSULELOH ILQR DO FRPSOHWDPHQWR GHOOR 5LODVFLDUH LO FRQWDWWRUH GHO WHWWR DSULELOH 3UHPHUH QXRYDPHQWH LO FRQWDWWRUH GHO WHWWR DSULELOH HQWUR  VHFRQGL 7HQHUH SUHPXWR ILQR DO WHUPLQH GHOODQGDWDULWRUQR GHOODSHUWXUD

Se il ciclo dinizializzazione viene interrotto, ricominciare dalla fase n 1. Nota :

/LQL]LDOL]]D]LRQH GHOODQWLVFKLDFFLDPHQWR LQL]LDOL]]D L ILQHFRUVD HOHWWURQLFL

3DJLQD   

INFODIAG
STRUMENTI DI DIAGNOSI

LEXIA PROXIA CD 22

CITRON
DOCUMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLINFORMAZIONE DELLA RETE

N 62


OGGETTO :

YHLFROR &,7521 & OSSERVAZIONI :

$VVHQ]D GL GLDORJR FRQ L FDOFRODWRUL SURLHWWRUH VLQLVWUR H SURLHWWRUH GHVWUR GHO

VWDELOLUH OD FRPXQLFD]LRQH FRQ L FDOFRODWRUL SURLHWWRUH VLQLVWUR H SURLHWWRUH GHVWUR  SOLUZIONE :

'XUDQWH OR VYROJLPHQWR GHO 7HVW *OREDOH GHO YHLFROR &,7521 & QRQ q SRVVLELOH

3ULPD GL HIIHWWXDUH LO 7HVW *OREDOH q QHFHVVDULR DFFHQGHUH L SURLHWWRUL LQ SRVL]LRQH DQDEEDJOLDQWL SHU HQWUDUH LQ GLDORJR FRQ L FDOFRODWRUL GHL SURLHWWRUL 

IMPORTANTE :

GLDJQRVL TXDQGR JOL DQDEEDJOLDQWL VRQR VSHQWL

$OFXQH YHUVLRQL GL FDOFRODWRUL GHL SURLHWWRUL SRVVRQR GLDORJDUH FRQ OR VWUXPHQWR GL

3DJH   

INFODIAG
STRUMENTI DI DIAGNOSI

PROXIA LEXIA Tutti i CD

CITRON
DOCUMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLINFORMAZIONE DELLA RETE
OGGETTO :

N 75


6LQWHVL VXO 7HOHFDULFDPHQWR GL XQ FDOFRODWRUH

INFORMAZIONI :

PRWRUH

IDOOLPHQWR GL TXHVWR WLSR VL WUDGXFH VLVWHPDWLFDPHQWH FRQ OLPSRVVLELOLWj GL DYYLDPHQWR GHO

3Xz VXFFHGHUH FKH LO WHOHFDULFDPHQWR QRQ YDGD D EXRQ ILQH 3HU LO FDOFRODWRUH PRWRUH XQ

HIIHWWXDWR SHU LQWHUR H FRUUHWWDPHQWH SHU UDJLRQL GL VLFXUH]]D 

QHO FDOFRODWRUH /DYYLDPHQWR GHO PRWRUH DYYHUUj VROR TXDQGR LO WHOHFDULFDPHQWR VDUj

&Lz q GRYXWR DO IDWWR FKH OR VWUXPHQWR GL GLDJQRVL QRQ q ULXVFLWR D FRSLDUH SHU LQWHUR LO ILOH

FRPH OD /HWWXUD 'LIHWWL R OH 0LVXUH 3DUDPHWUL QRQ SRVVRQR HVVHUH XWLOL]]DWH RIMEDIO :

DOFXQH IXQ]LRQL FRPH OLGHQWLILFD]LRQH GHO FDOFRODWRUH ,Q FRPSHQVR OH DOWUH IXQ]LRQL

0DOJUDGR LO IDOOLWR WHOHFDULFDPHQWR LO FDOFRODWRUH q VHPSUH XWLOL]]DELOH H VRQR SHUPHVVH

$QFKH VH LO WHOHFDULFDPHQWR q IDOOLWR H VH LO PRWRUH QRQ VL DYYLD SL sempre possibile

rilanciare la procedura di telecaricamento ogni qualvolta lo si desideri. 3HU WDOH PRWLYR q VXIILFLHQWH WRUQDUH QHO 7HOHFDULFDPHQWR GHOOR VWUXPHQWR H ULODQFLDUH LO WHOHFDULFDPHQWR

WHOHFDULFDPHQWR N.B. :

/R VWUXPHQWR FDQFHOOD OD PHPRULD IODVK GHO FDOFRODWRUH SRL ULFRPLQFLD LO

ILOH GD WHOHFDULFDUH 

/D GXUDWD GHO WHOHFDULFDPHQWR SXz YDULDUH ILQR D  PLQ LQ IXQ]LRQH GHOOH GLPHQVLRQL GHO

3DJLQD   

INFODIAG
CITRON
STRUMENTI DI DIAGNOSI
DOCUMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLINFORMAZIONE DELLA RETE
OGGETTO :

LEXIA PROXIA Tutti i CD

N 127


SHU LO WHVW GHJOL $LUEDJ H GHL SUHWHQVLRQDWRUL PRQWDWL VXL YHLFROL WXWWL L WLSL CONSTATAZIONE : &LWURsQ & RIMEDIO :

/R VWUXPHQWR GL GLDJQRVL 7$ FKH SHUPHWWH GL VLPXODUH XQ DFFHQGLWRUH q XWLOL]]DWR

/R VWUXPHQWR QRQ q DGDWWR SHU DOFXQH FRQQHVVLRQL GHL YHLFROL &LWURsQ & &LWURsQ & H

HUD VWDWD HOLPLQDWD FRQ O,1)2',$*  

6RSSULPHUH OD VHFRQGD WDFFD GL LQFRPSDWLELOLWj SUHVHQWH VXOOR VWUXPHQWR OD SULPD WDFFD

'RSR OHOLPLQD]LRQH GHOOD VHFRQGD WDFFD VL RWWLHQH LO VHJXHQWH ULVXOWDWR 

3DJH   

INFODIAG
CITRON
STRUMENTI DI DIAGNOSI
DOCUMENTO RISERVATO ESCLUSIVAMENTE ALLINFORMAZIONE DELLA RETE

LEXIA PROXIA CD 26

N 130


OGGETTO :

%(5/,1*2  ;6$5$ 3,&$662 & H & OSSERVAZIONE :

GHO FDOFRODWRUH %6, FRQ OR VWUXPHQWR 352;,$ VXL YHLFROL &,7521  & & 3OXULHO

,QL]LDOL]]D]LRQH GHO FDOFRODWRUH %6, FRQ OR VWUXPHQWR /(;,$ R DSSUHQGLPHQWR

FRQ OR VWUXPHQWR 352;,$ SXz FDXVDUH SUREOHPL GXUDQWH ODSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL

GHO FDOFRODWRUH %6, FRQ OR VWUXPHQWR /(;,$ R GDSSUHQGLPHQWR GHO FDOFRODWRUH %6,

3HU DOFXQH YHUVLRQL GHO VRIWZDUH GHO FDOFRODWRUH %6, OD SURFHGXUD G ,QL]LDOL]]D]LRQH

RIMEDIO :

6HJXLUH OD SURFHGXUD GHVFULWWD QHOOD SUHVHQWH ,1)2',$*

3DJLQD   

PROCEDURA CON LO STRUMENTO LEXIA :

GHOODSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL

SXz LQVRUJHUH XQ SUREOHPD GXUDQWH OR VYROJLPHQWR GHOOD SURFHGXUD DO PRPHQWR

1HO PHQX DSSUHQGLPHQWR  GRSR DYHU VHOH]LRQDWR LO PHQX LQL]LDOL]]D]LRQH %6, 

SURFHGXUD LPSHGHQGR FRVu ODSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL

YLVXDOL]]D WDOYROWD LO PHVVDJJLR  SUREOHPD GL FRPXQLFD]LRQH FRQ LO %6, 5LSHWHUH OD

,QIDWWL GRSR DYHU GLJLWDWR QXRYDPHQWH LO FRGLFH VHJUHWR D  FDUDWWHUL OR VWUXPHQWR

DSSUHQGLPHQWR FKLDYH  /D SURFHGXUD VL VYROJH TXLQGL QRUPDOPHQWH

,Q TXHVWR FDVR WRUQDUH DO PHQX DSSUHQGLPHQWR H VHOH]LRQDUH LO PHQX

PROCEDURA CON LO STRUMENTO PROXIA :

GHOODSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL

SXz LQVRUJHUH XQ SUREOHPD GXUDQWH VYROJLPHQWR GHOOD SURFHGXUD DO PRPHQWR

1HO PHQX DSSUHQGLPHQWR  GRSR DYHU VHOH]LRQDWR LO PHQX DSSUHQGLPHQWR %6, 

DSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL  /D SURFHGXUD VL VYROJH TXLQGL QRUPDOPHQWH

,Q TXHVWR FDVR WRUQDUH DO PHQX DSSUHQGLPHQWR H VHOH]LRQDUH LO PHQX

SULPD GL WHQWDUH QXRYDPHQWH H QRQ q SRVVLELOH HIIHWWXDUH ODSSUHQGLPHQWR GHOOH FKLDYL

WUH WHQWDWLYL DSSDUH LO PHVVDJJLR VRQR VWDWL HIIHWWXDWL WUH WHQWDWLYL $WWHQGHUH  GRUD

YLVXDOL]]D WDOYROWD LO PHVVDJJLR  DSSUHQGLPHQWR QRQ ODQFLDWR H GRSR DYHU HIIHWWXDWR

,QIDWWL GRSR DYHU GLJLWDWR QXRYDPHQWH LO FRGLFH VHJUHWR D  FDUDWWHUL OR VWUXPHQWR

3DJLQD   

!"# $%

&' ) (* % , -' ) ' ! "# $ % $& " '"$ ! * $ $" .# * $/ % $

' * +

!"#

$ )

'

./0

!0 *

() !*& # +% $& ! ! ! $"*! 3 $& !

!01 *! ! 1& & ! 2' "$ +$ *& # ! *'"

*'# ! / ! "$

! 1& & "4

1' '( 2'

( (( %

'

5 # %. % ) ( *) ) +3 ' ) '( '

4& 54& 6 && 4 & 7& 4 7 7& 7& 9& 4 !4 :4 ' ) ' : 47 47 ' ' ' & ) 8' ( ) &

"
!

#
"# "# $ ' $ % &

$
%% &

%
"# "# ! ( ! & & ! ) )# ) $

"#
"# & "# & "# * & * * ! ! ! # # # % % %

"#
"# & "# "# "# "# "# "# "# "# "# "# "# % * * * * 8 8 8 8 9 9 9 9 4 ' & $ % % 6 & % & :; & ;& :; & ;& & % & % + % ' . 1. . 23 5333 , /-. 0 ).

!
+ % % 75 # - ##! - ##! - ##! - ##! (. 2 (. 2 (. 2 (. 2 5333

! ! ! !

94 # ; & 94 # ; & < =

"#
% 5' > = % ' % . % D ). 3 ). 3 = E % ' %8 95 ! A B 2C ; . . >. . . >: 333 >.

"#

94 # ; &

"# # 9

&

! ?

"#

7@

&

"#

'

% $ %&

;&

! !

"#

'

"#

&

&'
331B 331B 331B 331B

"

'% ( #
1. B 1. B 1. B 1. B . . . .

"#

&

"#

' F

&

"#

&

"#

'

&

%)
"# % "# $ & E & C #) C #) 3. 2 3. 2 % % % $ , - . .

#%
"# $

#** *# (
&

(
% ?

+ % , - -. ! + % + % ' '

(
'

+ %%

/ !
B B B B B B () () ( () () ( 3 3( ( 3 3( ( C3 C3 C3 C3 C3 C3 ! $ D .

# #
"# "# "# 7 & & & 3 3C . C

(
%% %%

#$ *# (
< " < " E E $ & $ &

#
. .

! !

B 3C B 3C

23 23

'
"# &

# !
33C C.

! "

! !

% &'(
# $

! " &'( ( *

! $ #

""

# % ) " !

+ !

!&'(

&)

* + " ! ! / , , + + -. +) " -

+ +, + +, # #

00 . #

+ !

! "

! +! +

"1

"/

) !

# #

"

(& / #) , #)

& , ( 4 ( 4 , # " !

& 2 !3 4'' / # 2 !3 # " &5 - / ! %( %( 6/ # #

, 0123 -

" 5 6 378

"

+ 13

, ' -/ " " 6 -

9 14-

( 4 : ; 2

"

'

, ,

/ / &# # ! , ! # 1 ! 0 " # !3 +

! 2

, $ -

"

$ %& ' (

$ " %&)' " %&)'

)*

-) ' 4

* #

$ ) +

' &'( ( ) 7$ 7 7( 7( 74 ; 72 - ( ( << , ,! 7>9 14-/ %; 9 @4 , ; 7>-/ < # ,! 5 / # # ;< =7> , # # << - ; ?7> , # * # / *

, ; ?7> ; "- ( ( A ; 74 74 ;<9 64 ,!

, 9 @4 ; <9 64 -

8) (

* 2 /

" $

# & # , 0123 , & ,

" $

- ! "#

$%% # # # ; / ; )

"" ( 4 ( 74 7 74 # 2 !3 ! 6/

# &5 - /

# " + 13

# # B:4' ? ; < 28> ? !

, ?? < / *

9 14-

"

7$ 7 &# # ( 4 2 $ * " #! # # # " ' + , ' -/ #

INFODIAG
CITRON
Direzione Post-Vendita Documentazione Tecnica

LEXIA PROXIA TUTTI I CD

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI CENTRI DI FORMAZIONE CE - SUCC - RAC

N 150
12/02/2004

OGGETTO : Calcolatore MAGNETI MARELLI MM4MP2 , motorizzazione EW12J4 (3FZ) del veicolo CITRON C8. CONSTATAZIONE : Impossibilit di entrare in comunicazione con il calcolatore MAGNETI MARELLI MM4MP2 montato sul veicolo CITRON C8. Messaggio impossibile entrare in comunicazione... . Questa situazione si verifica allinterruzione del contatto dopo un avviamento del motore.

RIMEDIO : Per entrare in comunicazione con questo calcolatore, esistono 2 soluzioni possibili : 1 soluzione : - Interrompere il contatto, - Staccare la batteria per un minuto, - Ricollegare la batteria, - Inserire il contatto, - Lanciare linizializzazione della comunicazione.

Page 1 / 2

ATTENZIONE : Al fine di riapprendere tutte le informazioni perse durante lo stacco della batteria, seguire il procedimento : Specificit multiplexage, capitolo raccomandazioni / precauzioni, paragrafo operazioni da effettuare dopo lintervento . 2 soluzione : - Togliere il contatto, - Lasciare il veicolo per 15 minuti senza alcuna manipolazione (non aprire le porte), - Inserire il contatto, - Lanciare linizializzazione della comunicazione. OSSERVAZIONI : Il comportamento identico nellutilizzo di uno scantool. Poich tutti i calcolatori sono interessati, inutile sostituire il calcolatore per questo problema.

Page 2 / 2

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 154
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Presentazione dei procedimenti di assistenza alla diagnosi del calcolatore BSI.

RIGUARDA : I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

CONSTATAZIONE : Non sempre la diagnosi del calcolatore elettronico di gestione sicura. In diversi casi, i calcolatori elettronici di gestione vengono sostituiti senza che siano realmente la causa del guasto.

RIMEDIO: Sistematicamente prima della sostituzione del calcolatore elettronico di gestione, effettuare i procedimenti di c ontrollo complementari per confermare o meno la diagnosi.

Pagina 1 / 8

Scopo

Al fine di fornire assistenza alla diagnosi dei calcolatori elettronici di gestione, sono state diffuse tredici Infodiag contenenti i procedimenti utili alla conferma della vostra diagnosi.

Ogni procedimento dedicato a una o pi funzioni del veicolo, suddivise nel seguente modo: Funzioni trattate N del procedimento Illuminazione Avvisatore acustico Computer di bordo Antiavviamento Chiusura centralizzata delle porte Quadro strumenti Alzacristalli Indicatore olio motore Indicazione livello carburante Tergicristallo Indicatori di direzione, segnale demergenza Climatizzazione Varie G12 G13 166 167 G01 G02 G03 G04 G05 G06 G07 G08 G09 G10 G11 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 N di Infodiag

Utilizzo dei procedimenti

Da una diagnosi effettuata su un veicolo multiplexato risulta necessario sostituire il calcolatore elettronico di gestione. In questo caso, consigliabile effettuare un procedimento di conferma della diagnosi. ATTENZIONE: Questi procedimenti non sostituiscono le classiche ricerche guasti effettuate normalmente sui calcolatori elettronici di gestione.

Pagina 2 / 8

3 3.1

Scelta ed esecuzione dei procedimenti Scelta del procedimento

I procedimenti sono studiati partendo da un unico sintomo cliente e non possono essere applicati nel caso in cui siano presenti pi panne.

In presenza di pi anomalie, consigliabile risolvere la panne che pregiudica maggiormente lutilizzo del veicolo.

Il procedimento da seguire deve essere scelto in funzione delle lamentele del cliente.

Non esiste un ordine di priorit nellutilizzo dei procedimenti, tuttavia per le panne relative alla chiusura centralizzata del veicolo (ivi compresi il telecomando alta frequenza) e allantiavviamento, occorre iniziare la ricerca guasti dalla funzione chiusura centralizzata per poi passare alla funzione antiavviamento.

ATTENZIONE: Non richiesta lesecuzione di tutti i procedimenti per confermare la diagnosi. 3.2 Esempio

Il cliente si lamenta perch il tergicristallo anteriore non funziona pi sul proprio veicolo CITRON C5. Dopo aver effettuato le ricerche usuali, si constata la necessit di sostituire il calcolatore elettronico di gestione.

Prima di ordinare un calcolatore elettronico di gestione, consigliabile eseguire il procedimento corrispondente per confermare la diagnosi.

Occorre utilizzare in questo caso, il procedimento NG10 riportato nellInfodiag N164.

Pagina 3 / 8

3.3

Esecuzione del procedimento scelto

Il presente procedimento richiede lutilizzo dello strumento di diagnosi, in alcuni casi necessario utilizzare strumenti complementari (indicati nel procedimento).

In alcuni procedimenti sono indicati i seguenti elementi: I veicoli interessati I sintomi trattati

In presenza di un sintomo, possono delinearsi due situazioni : Viene trovata una soluzione e in questo caso occorre applicarla (se riguarda il veicolo) Occorre effettuare controlli supplementari menzionati nei sinottici o nelle liste dei controlli.

In determinati casi, il procedimento non consentir lidentificazione della causa dellanomalia. Si consiglia quindi di chiedere lintervento dellAssistenza Tecnica.

Pagina 4 / 8

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

5 5.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza recuperare i seguenti elementi: 5.2 Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio dinformazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristallo), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

6 6.1

Raccomandazioni precauzioni Raccomandazioni basilari

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 5 / 8

6.2

Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 8

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 8

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 8

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 155
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Aiuto alla diagnosi del BSI : illuminazione esterna.

RIGUARDA:

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 16

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G01) Illuminazione esterna

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 Pluriel Xsara II (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) C5 C8

Sintomi cliente trattati - Illuminazione anteriore, accensione automatica dei fari in funzione della luminosit esterna. - Illuminazione posteriore - Illuminazione plafoniera - Illuminazione bagagliaio

Pagina 2 / 16

Sommario
1 2 3 Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica 4 4 4 4
4

3.1 Introduzione
3.2 ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 5
5.1 5.2 5.3

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni


ATTIVAZIONE DELL ILLUMINAZIONE AUTOMATICA : CAPTATORE DI LUMINOSITA : IMPATTO DELLA FUNZIONE NEL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE 5.3.1 5.3.2 Telecodifica Misure parametri

4 5
5 5 5 5 6 6 6

5.4 5.5

EFFETTO DELLA FUNZIONE SUL MODULO DI COMMUTAZIONE SOTTO IL VOLANTE SINTESI DELLE MODALITA RIDOTTE DELLA FUNZIONE ILLUMINAZIONE AUTOMATICA :

6 7 8 9

[G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G01][S01] Lilluminazione anteriore o posteriore non funziona. [G01][S02] La plafoniera non funziona correttamente. [G01][S03] Lilluminazione del bagagliaio non funziona.

7 10 15 16

Pagina 3 / 16

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi. 2 Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 Contattare lassistenza 3.1 Introduzione

Prima di contattare lassistenza recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

4 Raccomandazioni precauzioni Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 16

5 5.1

Sintesi delle funzioni Attivazione dellilluminazione automatica :

Lattivazione dellilluminazione automatica in funzione della luminosit avviene tenendo premuto per 5 secondi il pulsante sinistro del modulo di commutazione sotto il volante quando la chiave si trova in posizione +ACC. La disattivazione della funzione si effettua nello stesso modo. Lattivazione o la disattivazione della presente funzione pu essere controllata nello strumento di diagnosi menu : BSI , Misure

parametri, Illuminazione/segnalazione a livello della misura parametro modalit automatica. 5.2 Captatore di luminosit :

Sono disponibili diversi tipi di captatori di luminosit: I captatori di luminosit filari, installati su Citron C8 e C5 (fino allOPR 9617) I captatori di luminosit multiplexati, installati su Citron C2, C3, C3 Pluriel, Xsara2, Xsara Picasso, C5 (a partire dallOPR 9618). 5.3 Conseguenze della funzione sul calcolatore elettronico di gestione

5.3.1 Telecodifica Nel calcolatore elettronico di gestione memorizzato un determinato numero di parametri di telecodifica: Parametro Opzione captatore di luminosit (s/no). Parametro Sensibilit della funzione accensione automatica delle luci (regolabile da 0 a 15) (Captatore di luminosit multiplexata), Parametro Presenza doppio captatore luminosit / pioggia sulla rete

VAN (s/no),

ATTENZIONE : Tra i seguenti parametri, lo strumento visualizza solo quelli realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Quindi, in base alla versione software del calcolatore elettronico di gestione, solo una parte dei parametri sopra riportati verr visualizzata dallo strumento di diagnosi.

Pagina 5 / 16

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE CONFIGURAZIONE dopo essere entrati in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi. 5.3.2 Misure parametri Un determinato numero di parametri accessibile dai calcolatori elettronici di gestione. Sono accessibili dal menu misure parametri, e dal sotto-menu

illuminazione/segnalazione (o chiusura centralizzata per lilluminazione del bagagliaio). 5.4 Conseguenze della funzione sul modulo di commutazione sotto il volante

Nello strumento di diagnosi : menu modulo di commutazione sotto il volante, Misure parametri, Comando dilluminazione. 5.5 Sintesi delle modalit ridotte della funzione illuminazione automatica :

Sono possibili diverse situazioni : In caso di interruzione della comunicazione tra il calcolatore elettronico di gestione e il calcolatore elettronico di gestione motore, questultimo comanda laccensione degli anabbaglianti. In caso di interruzione della comunicazione tra il modulo di commutazione sotto il volante e il calcolatore elettronico di gestione, gli anabbaglianti si accendono.

Pagina 6 / 16

6 gestione

[G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 7 / 16

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 8 / 16

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 9 / 16

[G01][S01] Lilluminazione anteriore o posteriore non funziona.

Attenzione prima di effettuare il presente procedimento, verificare che il BSI non sia in modalit ridotta.

Ricordiamo che lo smontaggio del BSI non consentito per i seguenti motivi : Attivazione dellaccensione delle luci in ritardo o in anticipo Assenza di accensione dei fari fendinebbia Modalit automatica bloccata Lampeggio dei fari su Citron C5 e Citron C8.

Pagina 10 / 16

FASE 1 Raccomandazioni basilari o Questo procedimento deve essere applicato solo se lilluminazione lunico problema riscontrato sul veicolo. o Controllare lo stato delle varie lampade o Controllare i fusibili del calcolatore elettronico di gestione motore e del calcolatore elettronico di gestione relativi allilluminazione.

FASE 2 La modalit manuale dellilluminazione funziona ? ctionne ? no FASE 3 Disattivare laccensione automatica dei fari sul veicolo

Andare alla fase 7

FASE 4 Attivare manualmente dal blocco comandi le luci di posizione. Le luci di posizione si accendono tutte? S

no Andare alla fase 5 4.1 Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato

Pagina 11 / 16

FASE 5 Nello strumento di diagnosi : menu BSI, Test azionatori, Illuminazione segnalazione. Effettuare un test azionatore sullelemento (o gli elementi) in anomalia. Le luci di posizione si accendono tutte ? s

no

5.1 Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Controllare i difetti presenti a livello del modulo di commutazione sotto il volante.

FASE 6 Se le 4 luci di posizione non si accendono: lo smontaggio del BSI autorizzato Se le 2 luci di posizione sullo stesso lato non si accendono: controllare lisolamento del fascio e se il fascio in buono stato, lo smontaggio del BSI autorizzato Se da 1 a 3 luci di posizione non si accendono: il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. (controllare lo stato dei connettori, la continuit e lisolamento dei fasci) Fine del procedimento

Pagina 12 / 16

FASE 7 La modalit manule funziona. Seguendo il procedimento possibile controllare laccensione automatica degli anabbaglianti. Activation Nok Nello strumento di diagnosi: menu BSI, Telecodifica, Configurazione, verificare la telecodifica dei parametri (quando questi sono presenti) : Opzione captatore di luminosit Sensibilit della funzione accensione automatica delle luci Presenza del doppio captatore di luminosit / pioggia sulla rete VAN

FASE 8 Attivare laccensione automatica delle luci con il pulsante sinistro del modulo di commutazione sotto il volante. Laccensione automatica delle luci stata attivata ?

no

s Andare alla fase 9 8.2 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato Controllare i difetti presenti presenti a livello del modulo di commutazione sotto il volante

no

Nello strumento di diagnosi: menu modulo di commutazione sotto il volante, misure parametri, comandi di segnalazione. Premendo il pulsante sinistro del modulo di commutazione sotto il volante, il parametro pulsante comando sinistro varia? s

8.1 Fine del procedimento. Contattare lAssistenza Tecnica. Smontaggio non autorizzato.

Pagina 13 / 16

FASE 9 Il captatore di pioggia multiplexato o filare?

Il captatore di pioggia multiplexato

9.1 Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Il captatore di pioggia filare Nello strumento di diagnosi: menu BSI , Telecodifica, configurazione , modificare il parametro sensibilit della funzione accensione automatica delle luci per tentare di risolvere il problema riscontrato

FASE 10 Nello strumento di diagnosi: menu BSI , lettura difetti o meglio menu BSI, diario dei difetti , lettura difetto . Sono presenti i difetti legati al captatore di pioggia?

no

s 10.1 Il calcolatore elettronico di gestione intelligente non interessato. Smontaggio non autorizzato Controllare lo stato del fascio e del captatore

FASE 12 Controllare lisolamento e la continuit del fascio. Il fascio in buono stato ?

no 12.2 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Ripristinare il fascio

12.1 Fine del procedimento 1) Sostituire il captatore di luminosit 2) Se la sostituzione del captatore non risolve la panne, lo smontaggio del BSI autorizzato.

Pagina 14 / 16

[G01][S02] La plafoniera non funziona correttamente.

Osservazione n1: Non occorre tener conto dei difetti del calcolatore elettronico di gestione relativi alla plafoniera poich la rilevazione non stata effettuata correttamente. Non occorre quindi correggere un difetto sulla plafoniera se il cliente non se ne lamenta.

Osservazione n2: Se la plafoniera di Citron C3, C3 Pluriel o C2 lampeggia dovuto ad una porta non ben chiusa. Nel caso in cui le porte siano chiuse correttamente, controllare le informazioni porte aperte.

Osservazione n3: Se la plafoniera non funziona assolutamente su Citron C5, ci potrebbe plafoniera. La disattivazione avviene quando la porta lato guida aperta e viene premuto il pulsante della plafoniera. Viene riattivata lilluminazione della plafoniera nello stesso modo aprendo le porte lato guida e premendo il pulsante della plafoniera. essere dovuto alla funzione disattivazione dellilluminazione della

Se il veicolo non interessato da nessuna delle suddette osservazioni, controllare lo stato della lampadina, del fascio e delle acquisizioni effettuate dal calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 15 / 16

[G01][S03] Lilluminazione del bagagliaio non funziona.

FASE 1 Raccomandazioni basilari Controllare le lampadine Controllare i fusibili Controllare il contattore del bagagliaio Controllare lo stato del fascio tra il calcolatore elettronico di gestione da una parte e il contattore di apertura del bagagliaio e linsieme serratura bagagliaio dallaltra. Se tutti i suddetti elementi sono in buono stato, passare alla fase 2.

FASE 2 Nello strumento di diagnosi: menu BSI , mesure parametri , chiusura centralizzata, il parametro richiesta di apertura del bagagliaio varia quando si apre il bagagliaio?
s

no

Fase3 Fine del procedimento Smontaggio BSI autorizzato

FASE 4 Nello strumento di diagnosi : menu BSI , test azionatori , illuminazione/segnaletica, Effettuare il test illuminazione bagagliaio. Il test funziona?

no

s 4.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato.

Fase5 Fine del procedimento Smontaggio BSI autorizzato di

Pagina 16 / 16

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 156
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Aiuto alla diagnosi del BSI : Avvisatore acustico.

OGGETTO :

I veicoli CITRON, C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 9

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G02) Avvisatore acustico

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON : C2, C3 , C3 Pluriel Xsara 2 (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo 2 C5, C8

Sintomi cliente trattati

- Lavvisatore acustico non funziona o funziona scorrettamente

Pagina 2 / 9

Sommario
1 2 3 Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lassistenza 4 4 4 4
4

3.1 Introduzione
3.2 ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 5 6 7

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni [G02][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G02][S01] Lavvisatore acustico non funziona o funziona scorrettamente:

4 5 6 9

Pagina 3 / 9

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 9

Sintesi delle funzioni

Lacquisizione delle informazioni richiesta di attivazione dellavvisatore acustico effettuata dal modulo di commutazione sotto il volante. Linformazione viene ritrasmessa al calcolatore elettronico di gestione che fornisce lordine di attivazione dellavvisatore acustico al calcolatore elettronico di gestione motore. Il comando elettrico dellavvisatore acustico effettuato dal calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di g estione non dotato di uscite elettriche filari per il comando dellavvisatore acustico.

Pagina 5 / 9

[G02][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 9

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 9

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione motore difettoso. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 9

[G02][S01] Lavvisatore acustico non funziona o funziona

scorrettamente: ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.

Per trattare questi sintomi cliente occorre effettuare una ricerca guasti a livello dei seguenti elementi: modulo di commutazione sotto il volante calcolatore elettronico di gestione motore

In presenza di malfunzionamento: controllare con lo strumento di diagnosi laccettazione della richiesta di attivazione dellavvisatore acustico, controllare con lo strumento di diagnosi il funzionamento dellavvisatore acustico, effettuare le verifiche di base (fusibili, continuit dei fasci elettrici).

Controllo della richiesta di attivazione dellavvisatore acustico: con lo strumento di diagnosi entrare in comunicazione con il modulo di commutazione sotto il volante selezionare il menu MISURE PARAMETRI e COMANDO DELLAVVISATORE ACUSTICO controllare lo stato del parametro Avvisatore premendo il comando

dellavvisatore acustico.

Controllo della richiesta di attivazione dellavvisatore acustico: con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione selezionare il menu TEST AZIONATORE e ILLUMINAZIONE/ SEGNALAZIONE effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico.

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.


Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 157
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO : Aiuto alla diagnosi del BSI : Computer di bordo.

RIGUARDA:

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 9

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G03) Computer di bordo

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2, C3 , C3 Pluriel Xsara 2 (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo 2 C5, C8

Sintomi cliente trattati

- La distanza percorsa visualizzata sul computer di bordo diversa da quella visualizzata sul contachilometri - Altri sintomi

Pagina 2 / 9

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6 7 8

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni Telecodifica [G03][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G03][S01] La distanza percorsa visualizzata sul computer di bordo

4 5 5 6

diversa da quella visualizzata sul contachilometri


8.1 8.2 VE ICOLI TUTTU I TIPI TRANNE XSARA P ICASSO P ECULIARITA VEICOLO XSARA P ICASSO (A PARTIRE DAL NOPR 9492)

9
9 9

[G03][S02] Le informazioni del computer di bordo non sono visualizzate 9

sul quadro strumenti o sullo schermo multifunzione

Pagina 3 / 9

Attrezzatura necessaria

Uno strumento diagnosi

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione d eve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1. 4 Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 9

Sintesi delle funzioni

La visualizzazione delle informazioni del computer di bordo gestita dal calcolatore del quadro strumenti o dal calcolatore dello schermo multifunzione.

ATTENZIONE: In presenza di problemi di visualizzazione delle informazioni del computer di bordo (assenza di visualizzazione), il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato.

Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione memorizzato un certo numero di parametri di telecodifica: Parametro Visualizzazione delle informazioni del computer di bordo sul quadro strumenti (S / No) Parametro Opzione computer di bordo (S /no)

ATTENZIONE : La visualizzazione dei parametri di telecodifica dipende dalla loro presenza nel software del calcolatore elettronico di gestione. I parametri suddetti verranno visualizzati dallo strumento di diagnosi in modo parziale o totale secondo la versione del software del calcolatore elettronico di gestione.

I parametri sono accessibili dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi e dopo aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 5 / 9

[G03][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 9

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 9

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 9

[G03][S01] La distanza percorsa visualizzata sul computer di bordo

diversa da quella visualizzata sul contachilometri 8.1 Veicoli tutti i tipi tranne Xsara Picasso

Controllare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione. ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato. 8.2 Peculiarit veicolo Xsara Picasso (a partire dal NOPR 9492)

In caso di lamentele relative allinformazione distanza percorsa, aggiornare il calcolatore elettronico di gestione con unoperazione di telecaricamento

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato. 9 [G03][S02] Le informazioni del computer di bordo non sono visualizzate

sul quadro strumenti o sullo schermo multifunzione Controllare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione. ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.

Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 158
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO : Aiuto alla diagnosi del BSI : Antiavviamento.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 12

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G04) Antiavviamento

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 Pluriel Xsara 2 (dal NOPR 9002) Berlingo 2 Xsara Picasso (dal NOPR 9492) C5, C8, C8

Sintomi cliente trattati - In seguito allapprendimento delle chiavi, il motore si avvia una sola volta - Altri sintomi

Pagina 2 / 12

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lassistenza


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4
4.1 4.2

Raccomandazioni precauzioni
RACCOMANDAZIONI BASILARI AVVISO

4
4 5

5 6

[G04][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G04][S01] In seguito allapprendimento delle chiavi, il motore pu

avviarsi una sola volta 7 8 [G04][S02] Altri sintomi [G04][S03] Procedimento di controllo della funzione antiavviamento

9 9 10

Pagina 3 / 12

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Avete Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

4 4.1

Raccomandazioni precauzioni Raccomandazioni basilari

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 12

4.2

Avviso

I problemi legati al corretto funzionamento del motore (problemi di minimo, buco in accelerazione ecc.) non dipendono dal calcolatore elettronico di gestione.

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato. In caso di problemi legati al motore HDI, controllare il funzionamento del captatore del pedale della frizione.

Pagina 5 / 12

[G04][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 12

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 12

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 12

6 [G04][S01] In seguito allapprendimento delle chiavi, il motore si avvia una sola volta Sintomo riscontrato: in seguito allapprendimento della chiave il motore si avvia normalmente. Sistematicamente in seguito allinterruzione del contatto, alla messa in veglia del calcolatore elettronico di gestione o allo scollegamento della batteria il motore non si avvia pi.

In questo preciso caso, lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. 7 [G04][S02] Altri sintomi

Consultare il [G04][S03] procedimento di controllo della funzione antiavviamento.

Pagina 9 / 12

[G04][S03] Procedimento di controllo della funzione antiavviamento

FASE 1 Preparare tutte le chiavi del veicolo e il codice segreto del cliente. Controllare i fusibili e la tensione batteria. Evtare di scollegare la batteria, in caso contrario attendere un minuto con contatto inserito prima di proseguire (funzione anti-scanning)

Fase 2 Inserimento del contatto (+ sotto contatto)

FASE 3 Entrare in comunicazione con il calcolatore di controllo motore. Selezionare il menu MISURE PARAMETRI e informazioni calcolatore Controllare lo stato del parametro Stato del calcolatore

Il calcolatore motore sbloccato

Il calcolatore motore bloccato

FASE 4 Entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione ed effettuare una lettura difetti. Sono presenti difetti di comunicazione tra il calcolatore elettronico di gestione motore e il calcolatore elettronico di gestione?

FINE DEL PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato Ricercare la causa nel calcolatore di controllo motore.

Sono presenti difetti

Non sono presenti difetti Andare alla fase 5

FINE DEL PROCEDIMENTO

Controllare i fasci e i connettori.

Pagina 10 / 12

FASE 5 Entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu MISURE PARAMETRI e ANTIAVVIAMENTO. Controllare lo stato del parametro BSI Vergine (codice segreto cliente non memorizzato)

Il calcolatore elettronico di gestione vergine FASE 6 Effettuare lapprendimento del calcolatore elettronico di gestione e delle chiavi

Il calcolatore elettronico di gestione non vergine FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato La chiave riconosciuta stata

FASE 7 Veicoli tutti i tipi tranne Xsara 2: Controllare lo stato del parametro Etichetta transponder riconosciuta Veicolo Xsara 2: controllare lo stato del parametro Numero della chiave appresa (se viene visualizzata una cifra la chiave stata riconosciuta)

La chiave non stata riconosciuta

7.1 FINE PROCEDIMENTO Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione non autorizzato Contattare lAssistenza Tecnica

FASE 8 Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Proseguire la ricerca del guasto sui seguenti elementi: - Modulo di commutazione sotto il volante - Antenna analogica - Transponder integrato alla chiave - problema di comunicazione sulle reti multiplexate.

Andare alla fase 9

Pagina 11 / 12

FASE 9 Il problema risolto ?

No

9.2 FINE DEL PROCEDIMENTO

9.1 FINE DEL PROCEDIMENTO


Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione non autorizzato, contattare lAssistenza Tecnica

Pagina 12 / 12

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 159
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO : Aiuto alla diagnosi del BSI : chiusura centralizzata delle porte.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 22

Aiuto alla diagnosi del BSI


(G05)

Chiusura centralizzata delle porte

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 Pluriel Xsara II (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo II C5 C8

Sintomi cliente trattati

La chiusura / apertura centralizzata del veicolo con telecomando alta frequenza o con la serratura non funziona. La richiusura dei retrovisori non funziona. La segnalazione non funziona. Il pulsante di chiusura / apertura centralizzata del veicolo non funziona. Lapprendimento delle chiavi e la sincronizzazione dei telecomandi alta frequenza non funzionano.

Sommario

Pagina 2 / 22

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lassistenza


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5
5.1 5.2 5.3 5.4

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni


CHIUSURA CENTRALIZZATA DEL BAGAGLIAIO: CHIUSURA CENTRALIZZATA DELLE PORTE DURANTE LA GUIDA : PROTEZIONE TERMICA DELLE SERRATURE: EFFETTO DELLA FUNZIONE NEL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE 5.4.1 5.4.2 Telecodifica Misure parametri

4 5
5 5 5 5 5 6

6 7

[G05][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G05] [S01] La chiusura / apertura del veicolo con il telecomando alta

frequenza o con la serratura non funziona. 8 [G05] [S02] : Problema di funzionamento dei retrovisori (chiusura

10

retrovisori) 9 [G05][S03] : Segnalazione segnale demergenza

18 19 20

10 [G05][S04] : Pulsante della chiusura centralizzata 11 [G05][S05] : Problema di apprendimento e sincronizzazione dei telecomandi alta frequenza

22

Pagina 3 / 22

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 22

5 5.1

Sintesi delle funzioni Chiusura centralizzata del bagagliaio :

Su alcuni veicoli, dopo aver effettuato una prova su strada, l'apertura del bagagliaio sar possibile solo dopo l'apertura della porta lato guida. 5.2 Chiusura centralizzata delle porte durante la guida:

La chiusura centralizzata durante la guida delle porte del veicolo, se prevista sul veicolo, pu essere attivata con un parametro di telecodifica. Nello strumento di diagnosi : menu BSI , telecodifica , configurazione , parametro: opzione chiusura centralizzata durante la guida 5.3 Protezione termica delle serrature :

Quando le serrature sono attivate pi volte di seguito, la protezione termica delle serrature attivata e le serrature non funzionano pi per un determinato periodo di tempo. Lattivazione della presente protezione pu essere verificata nello strumento di diagnosi : menu BSI , misure parametri , chiusura centralizzata parametro protezione delle serrature attiva 5.4 5.4.1 Effetto della funzione nel calcolatore elettronico di gestione Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione sono memorizzati alcuni parametri di telecodifica: Opzione chiusura centralizzata durante la guida (assente / presente) Opzione apertura centralizzata porta lato guida indipendente

(assente/presente) Opzione pulsante interno della chiusura centralizzata (assente / presente ) Opzione ricezione alta frequenza (chiusura centralizzata) (assente / presente) Opzione chiusura centralizzata a effetto globale (assente / presente ) Opzione apertura centralizzata durante la guida di un veicolo chiuso con comando centralizzato a effetto globale (assente / presente )
Pagina 5 / 22

Opzione richiusura centralizzata automatica in seguito all'apertura centralizzata con telecomando alta frequenza (assente / presente ) Presenza pulsante di apertura centralizzata (s / no) Tipo di chiusura centralizzata (assenza di chiusura / apertura centralizzata semplice / chiusura centralizzata a effetto globale) Opzione chiusura centralizzata permanente del bagagliaio (assente / presente)

ATTENZIONE: Tra i suddetti parametri, lo strumento visualizza solo quelli realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Quindi, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, solo una parte dei parametri suddetti saranno visualizzati dallo strumento di diagnosi.

parametri

sono

accessibili

dal

menu

TELECODIFICA

MANUALE

CONFIGURAZIONE dopo essere entrati in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione attraverso lo strumento di diagnosi.

5.4.2

Misure parametri

Un determinato numero di parametri accessibile dai calcolatori elettronici di gestione. Sono accessibili a partire dal menu misure parametri e dal sottomenu chiusura centralizzata

Pagina 6 / 22

[G05][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 7 / 22

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 8 / 22

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 9 / 22

[G05] [S01] La chiusura/apertura centralizzata del veicolo con il

telecomando alta frequenza o con la serratura non funziona.

FASE 1 Raccomandazioni basilari o Controllare il livello della tensione batteria. o Controllare linterruzione del + sotto contatto quando il contatto interrotto o Effettuare una prova di apertura centralizzata con telecomando alta frequenza portandosi sul lato guida a 1 metro dal veicolo un po indietro: se almeno la serratura funziona sul veicolo: il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Raccomandazioni BSI Nello strumento di diagnosi: menu BSI, telecodifica, configurazione . Verificare lo stato dei seguenti parametri di telecodifica (se presenti): o opzione ricezione alta frequenza o chiusura centralizzata con telecomando alta frequenza o tipo di chiusura centralizzata o tipo di emettitore del telecomando alta frequenza

FASE 2 Verifica della pila del telecomando alta frequenza (3 metodi di controllo possibili) : - Utilizzare lo strumento di controllo del telecomando alta frequenza - Nello strumento di diagnosi: menu BSI , misure parametri, antiavviamento verificare lo stato del parametro pila telecomando alta frequenza esaurita. - Togliere la pila del telecomando alta frequenza, attendere 10 secondi e testare la tensione della pila. Qual lo stato della pila? La pila in buono stato La pila esaurita

Andare alla fase 3

2.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato Smontaggio non autorizzato. Sostituire la pila del telecomando alta frequenza.

Pagina 10 / 22

FASE 3 La chiusura centralizzata funziona con il telecomando ad alta frequenza e con la serratura ? S no 3.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato

FASE 4 La seguente panne presente sul veicolo? Il telecomando alta frequenza funziona a qualche centimetro dal veicolo e non oltre i 50 cm.

4.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. no Si tratta di un difetto al modulo di commutazione sotto il volante di marca Delphi. Il fornitore del modulo di commutazione sotto il volante pu essere controllato nello strumento di diagnosi: menu modulo di commutazione sotto il volante, identificazione

Andare alla fase 5

Pagina 11 / 22

FASE 5 Controllo della portata del telecomando: Girando a una distanza costante attorno al veicolo, attivare pi volte il telecomando e controllare il corretto funzionamento del telecomando (chiusura o apertura centralizzata delle serrature). Attenzione: se vegono effettuate pi chiusure e aperture centralizzate in un determinato lasso di tempo, le serrature possono passare in protezione termica dei motori rendendo la funzione temporaneamente inattiva

Il veicolo non si apre del tutto

Il veicolo non si apre sempre

5.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. (Zona non coperta del veicolo in fase di correzione) FASE 6 La chiusura centralizzata del veicolo con la serratura funziona? no s Andare alla fase 9 Andare alla fase 7

Pagina 12 / 22

FASE 7 Staccare la batteria nel rispetto delle raccomandazioni veicolo : Avviare il motore. Interrompere il contatto. Staccare la batteria per 30 secondi

FASE 8 Ricollegare la batteria. Effettuare la sincronizzazione del telecomando alta frequenza secondo la seguente procedura: 1) Interrompere il contatto e togliere la chiave 2) Attendere un minuto senza premere alcun pulsante sui telecomandi 3) Inserire la chiave nellantifurto dello sterzo, passare in + sotto contatto 4) Entro dieci secondi premere il pulsante della chiusura centralizzata per 5 secondi 5) Interrompere il contatto e togliere la chiave 6) Riaggiornare la procedura con le altre chiavi a partire dal punto N3, altrimenti passare al punto N7 7) Attendere 30 secondi, i telecomandi sono attivi. Attenzione: La pressione di uno dei pulsanti del telecomando quando non sincronizzato, provoca il passaggio del BSI in modalit antiscanning per un minuto. Durante questa fase la sincronizzazione non consentita. Funziona la chiusura centralizzata del veicolo con il telecomando alta frequenza? Funziona la chiusura centralizzata del veicolo con la serratura ?

La chiusura centralizzata funziona con la serratura ma non con il telecomando. Andare alla fase 9 Andare alla fase 13

La chiusura centralizzata funziona in entrambi i casi 8.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato

Pagina 13 / 22

FASE 9

Controllo delle acquisizioni effettuate dal BSI Se nello strumento di diagnosi scegliete il menu misure parametri e il menu chiusura centralizzata i seguenti parametri variano? comando chiusura centralizzata delle serrature comando chiusura centralizzata delle serrature

I parametri non variano

I parametri variano

9.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Controllare il fascio e le serrature

FASE 10

-Nello strumento di diagnosi: menu test azionatore, chiusura centralizzata effettuare un test azionatore chiusura centralizzata delle serrature e apertura centralizzata delle serrature. -Il comando centralizzato funziona?

No

10.1 Fine del procedimento. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato Controllare il fascio e le serrature

Andare alla fase 11

Pagina 14 / 22

FASE 13 Nello strumento di diagnosi: menu modulo di commutazione sotto il volante, lettura difetti. Il difetto ricevitore alta frequenza presente?

no

13.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Trattare il difetto presente nel modulo di commutazione sotto il volante

FASE 14 Scollegare lo strumento di diagnosi e attendere la messa in veglia del BSI (si sente lo scatto di un relais). Poi, con un multimetro, controllare laumento del +VAN al valore della tensione batteria sul calcolatore elettronico di gestione motore, durante la pressione del telecomando alta frequenza. Il valore della tensione della linea +VAN passa a 12 Volt ?

14.2 Fine del procedimento Contattare lAssistenza Tecnica. Smontaggio autorizzato.

no 14.1 Fine del procedimento Se il veicolo equipaggiato di un modulo di commutazione sotto il volante: il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato. Se il veicolo non equipaggiato di modulo di commutazione sotto il volante: lo smontaggio del BSI autorizzato Per informazione, per i veicoli equipaggiati di modulo di commutazione sotto il volante. Andare alla fase 15

Pagina 15 / 22

FASE 15

Utilizzare il telecomando alta frequenza di un altro veicolo dello stesso modello. Con un multimetro, controllare laumento del +VAN sul calcolatore elettronico di gestione motore, premendo il pulsante sul telecomando alta frequenza. La tensione del + VAN passa a 12 V? s

no

15.2 Raccomandazioni Il telecomando alta frequenza del veicolo fuori servizio

15.1 Raccomandazioni Sostituire il modulo di commutazione sotto il volante

Pagina 16 / 22

FASE 11

Controllare la continuit dei fili. Controllare le serrature del veicolo Il fascio e tutte le serrature sono in buono stato ?

no

s 11.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato.

11.2 Fine del procedimento. Lo smontaggio del BSI autorizzato

Pagina 17 / 22

[G05] [S02] : Problema di funzionamento dei retrovisori (chiusura

retrovisore) In questo caso, il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato (tranne se il BSI responsabile di un guasto sulle reti multiplexate), poich non sono presenti uscite dirette verso i retrovisori.

Punti da controllare :

Effettuare laggiornamento tramite telecaricamento del software BSI se necessario: Citron C5 con numero di OPR > 9618.

Nello strumento di diagnosi: menu BSI, telecodifica, configurazione, controllare la telecodifica dei seguenti parametri se presenti: o Chiusura retrovisori con telecomando alta frequenza o Retrovisori elettrici multiplexati o Retrovisori elettrici multiplexati con chiusura o Retrovisori posizionati per la retromarcia o Retrovisori multiplexati con memorizzazione o Retrovisori posizionati per la retromarcia e gli indicatori di direzione.

ATTENZIONE :Tra i suddetti parametri, lo strumento visualizza solo quelli realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Quindi, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, solo una parte dei parametri suddetti verr visualizzata dallo strumento di diagnosi.

Controllare e trattare i difetti presenti a livello dei moduli delle porte, se il veicolo ne equipaggiato (Citron C5 e Citron C8).

Controllare i retrovisori.

Pagina 18 / 22

[G05][S03] : Segnalazionegnale demergenza

Assenza dellaccensione del segnale demergenza premendo il telecomando alta frequenza. Nello strumento di diagnosi, il menu: BSI, telecodifica, configurazione : verificare la telecodifica del parametro: localizzazione veicolo con gli indicatori di direzione.

Per altri problemi, consultare il procedimento: G11 Indicatori di direzione, segnale demergenza.

Pagina 19 / 22

10

[G05][S04] : Pulsante della chiusura centralizzata

Verifica preliminare: Motore avviato, testare il pulsante della chiusura centralizzata. Se la chiusura centralizzata funziona, lo smontaggio del BSI non consentito.

Per le Citron C5

Fase 1 Pulsante della chiusura centralizzata in panne

Fase 2 Nello strumento di diagnosi: menu BSI, misure parametri, chiusura centralizzata, verificare la variazione del parametro richiesta di chiusura centralizzata con pulsante interno. Il parametro varia?

no 2.1 Fine del procedimento Contattare lAssistenza Tecnica. Smontaggio non autorizzato.

2.2 Fine del procedimento Se il fascio tra il pulsante di chiusura centralizzata e il BSI in buono stato, lo smontaggio del BSI autorizzato.

Pagina 20 / 22

Per gli altri veicoli Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato (tranne se il BSI responsabile di un guasto sulle reti multiplexate). Nello strumento di diagnosi, menu quadro strumenti, misura parametro, stato del quadro strumenti, verificare la variazione del parametro pulsante chiusura centralizzata se questa informazione presente.

Pagina 21 / 22

11

[G05][S05]: Problemi di apprendimento e sincronizzazione dei

telecomandi alta frequenza Se il veicolo una Citron C5 e se la versione (edizione) software del BSI 8.1, verificare che il modulo di commutazione sotto il volante non abbia la versione software 7.a. In questo caso, il modulo di commutazione sotto il volante compatibile con il BSI. Occorre sostituire il modulo di commutazione sotto il volante.

Per gli altri veicoli : se non possibile effettuare lapprendimento sincronizzazione delle chiavi, contattare il responsabile tecnico.

la

Pagina 22 / 22

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 160
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO : Aiuto alla diagnosi del BSI : quadro strumenti.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON, C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 13

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G06) Quadro strumenti

Applicazione ai seguenti Sintomi cliente trattati veicoli CITRON: C2 Visualizzazione scorretta del chilometraggio C3 C3 Pluriel Lancette che cadono Xsara II (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Tutte le spie del quadro strumenti C5 C8

Pagina 2 / 13

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5
5.1 5.2

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni


R EGOLAZIONE DEL ILLUMINAZIONE DEL QUADRO STRUMENTI EFFETTO DELLA FUNZIONE NEL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE 5.2.1 Citron C3, C3 Pluriel e C2

4 5
5 5 5

6 7 8

[G06][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G06][S01] Accensione della spia Airbag senza accensione delle altre spie [G06][S02] Problemi al quadro strumenti di Xsara Picasso ( 9492 < OPR <

6 9

9677) 9 [G06][S03] Lampeggiamento o interruzione dellaccensione del quadro

strumenti (su tutti i veicoli interessati dal procedimento tranne Xsara Picasso (9492 < OPR < 9677)) . 10 [G06][S04] Accensione anormale di una sola spia 11 [G06][S05] Il quadro strumenti non si accende 12 [G06][S06] Accensione di tutte le spie durante la guida 13 [G06][S07] Accensione della spia ABS/ESP 14 [G06][S08] Chilometraggio 15 [G06][S09] Funzionamento scorretto delle lancette 9 10 11 12 12 12 13

Pagina 3 / 13

1 Attrezzatura necessaria Uno strumento di diagnosi.

2 Garanzia ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 Contattare lAssistenza Tecnica 3.1 Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristallo), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

4 Raccomandazioni precauzioni Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 13

5 5.1

Sintesi delle funzioni Regolazione dellilluminazione del quadro strumenti:

La regolazione dellilluminazione del quadro strumenti deve essere effettuata con gli anabbaglianti accesi. 5.2 Effetto della funzione nel calcolatore elettronico di gestione

5.2.1 Citron C3, C3 Pluriel e C2 Si verificano problemi di compatibilit tra il BSI e il quadro strumenti. o Per le prime versioni (edizioni) con software BSI fino alle versioni 33.x incluse, il quadro strumenti deve avere una versione software 0806. o Per le versioni (edizioni) software BSI 35.x e 37.x, il quadro strumenti deve avere una versione software 0807. o Per le versioni (edizioni) software BSI 39.x e successive, un parametro di telecodifica permette di adattare il BSI sia ai quadri strumenti con versione software 0806 sia a quadri strumenti con versione software 0807. Il presente parametro (versione software del quadro strumenti) disponibile nel menu TELECODIFICA MANUALE - CONFIGURAZIONE accessibile entrando in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione attraverso lo strumento di diagnosi.

Pagina 5 / 13

6 gestione

[G06][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 13

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 13

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 13

7 altre spie.

[G06][S01] Accensione della spia Airbag senza accensione delle

In questo caso, il calcolatore elettronico di gestione non interessato Smontaggio non autorizzato Punti da controllare : la presenza di difetti nel calcolatore Airbag le connessioni sotto i sedili la presenza di cortocircuiti sullaccenditore.

[G06][S02] Problemi sul quadro strumenti di Xsara Picasso

( 9492 < OPR < 9677) I quadri strumenti sono potenzialmente difettosi, problemi di visualizzazione possono sempre essere presenti. A tal fine stata effettuata una campagna di richiamo (XRL). Questa campagna consiste nel montaggio di un calcolatore riportato sul quadro strumenti. Consultare la suddetta campagna per conoscere la procedura da effettuare. In questo caso, il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato.

[G06][S03] Lampeggiamento o interruzione dellaccensione del

quadro strumenti (su tutti i veicoli interessati dal procedimento tranne Xsara Picasso ( 9492 < OPR < 9677)) .

Il sintomo temporaneo:

o 1 caso: il quadro strumenti si spegne e subito dopo si accendono diverse spie: Per tutti i veicoli interessati da questo procedimento tranne le Citron C8 e C5 (OPR < 9618). Contattare lAssistenza Tecnica Smontaggio non autorizzato Per le Citron C8 e Citron C5 (con nOPR < 9618)
Pagina 9 / 13

Verificare la versione (edizione) del software del calcolatore elettronico di gestione e aggiornarla, se necessario

Verificare il riferimento del visualizzatore su Citron C5 (consultare lInforapida C5 9 N15). Verificare la data di fabbricazione del quadro strumento su Citron C8 (consultare lAgirinfo 1254). Se il problema non stato risolto, contattare lAssistenza Tecnica, smontaggio non autorizzato o Per gli altri casi: contattare lAssistenza Tecnica, smontaggio non autorizzato

Il sintomo permanente : - Controllare le alimentazioni, il +VAN e le masse del quadro strumenti. - Trattare i difetti presenti nel quadro strumenti e il calcolatore elettronico di gestione. - Controllare la continuit e lisolamento della rete VAN. Se i test non consentono di determinare lorigine della panne, lo smontaggio del BSI autorizzato.

10

[G06][S04] Accensione anormale di una sola spia Se la spia non unuscita filare diretta dal BSI, il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato Se la spia unuscita diretta dal BSI, controllare la presenza di difetti a livello del quadro strumenti, se non sono presenti difetti, chiamare lAssistenza Tecnica.

Pagina 10 / 13

11

[G06][S05] Il quadro strumenti non si accende del tutto

FASE 1 Raccomandazioni basilari Controllare lo stato dei fusibili abbinati al quadro strumenti. Controllare lo stato dei connettori del quadro strumenti.

FASE 2 Inserire il contatto. Controllare lalimentazione e le masse del quadro strumenti. Sono in buono stato?

2.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato

no

FASE 3 Inserire il contatto. Nello strumento di diagnosi: menu BSI , misure parametri , alimentazioni il parametro alimentazione delle reti RelaisVAN +VAN Inactif carrozzeria e confort su s ? s no

FASE 4 Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Controllare lo stato del fascio di alimentazione Fine del procedimento

3.1 Fine del procedimento Lo smontaggio del BSI autorizzato

Pagina 11 / 13

12

[G06][S06] Accensione di tutte le spie durante la guida Seguire il procedimento [G06][S02] o [G06][S03]

13 -

[G06][S07] Accensione della spia ABS/ESP ABS multiplexato: il BSI non interessato se non sono presenti altri sintomi. In questo caso trattare i difetti presenti nella lettura difetti nel calcolatore ABS. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Se sono presenti altri sintomi, interessati dai procedimenti che non richiedono lo smontaggio del BSI, trattare innanzitutto gli altri sintomi per sapere se il BSI interessato

ABS non multiplexato: seguire il procedimento di verifica post vendita : o Verificare la continuit del fascio. o Trattare i difetti presenti nella lettura difetti nel calcolatore ABS.

14

[G06][S08] Chilometraggio

Assenza di visualizzazione del chilometraggio: Nello strumento di diagnosi: menu quadro strumenti, test azionatori, controllare il quadro strumenti effettuando il test azionatore contachilometri. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Smontaggio non autorizzato. Salto del chilometraggio o falso chilometraggio: contattare lAssistenza Tecnica.

Pagina 12 / 13

15

[G06][S09] Funzionamento scorretto delle lancette

Lancette bloccate : si tratta di un problema del quadro strumenti, non dipende dal calcolatore elettronico di gestione. Smontaggio non autorizzato. Lancette che cadono e non funzionano correttamente: seguire il procedimento [G06][S02] o [G06][S03] Scorretta visualizzazione della velocit : controllare la telecodifica dello sviluppo dei pneumatici nellABS, altrimenti chiamare lAssistenza Tecnica.

Pagina 13 / 13

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 161
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO : Aiuto alla diagnosi del BSI : alzacristalli.

RIGUARDA:

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 13

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G07) Alzacristalli

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 Pluriel Xsara 2 (dal NOPR 9002) Berlingo 2 Xsara Picasso (dal NOPR 9492) C5, C8, C8

Sintomi cliente trattati - il o gli alzacristalli anteriori non funzionano - il o gli alzacristalli posteriori non funzionano

Pagina 2 / 13

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6 7

Raccomandazioni precauzioni Telecodifica [G07][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G07][S01] Il o gli alzacristalli non funzionano (Veicoli tutti i tipi tranne

4 5 6

CITRON C5 e C8) 8 [G07][S02] Il o gli alzacristalli anterioni non funzionano (Veicoli CITRON

C5 e C8) 9 [G07][S03] Il o gli alzacristalli posteriori non funzionano

9 9

10 [G07][S04] Controllo degli alzacristalli anteriori Parte 1 (Veicoli CITRON C5 e C8)(alzacristalli anteriori multiplexati) 11 [G07][S05] Il o gli alzacristalli anteriori non funzionano Parte 2 12 [G07][S06] Controllo degli alzacristalli posteriori 10 12 12

Pagina 3 / 13

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Avete Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 13

Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione memorizzato un determinato numero di parametri di telecodifica: Due alzacristalli anteriori multiplexati Due alzacristalli anteriori elettrici Due alzacristalli posteriori elettrici antischiacciamento Alzacristalli anteriori elettrici con antischiacciamento Alzacristalli posteriori elettrici

ATTENZIONE: La visualizzazione dei parametri di telecodifica condizionata dalla loro presenza nel software del calcolatore elettronico di gestione. I suddetti parametri verranno visualizzati dallo strumento di diagnosi parzialmente o totalmente in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione.

I parametri sono accessibili dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione attraverso lo strumento di diagnosi e aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 5 / 13

[G07][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 13

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 13

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 13

[G07][S01] Il o gli alzacristalli anteriori non funzionano (Veicoli tutti

i tipi tranne CITRON C5 e C8) ATTENZIONE: Riguarda solo i veicoli equipaggiati di alzacristalli anteriori non multiplexati. Controllare che : lalimentazione degli alzacristalli sia autorizzata: linterruttore deve essere alimentato a 12V e illuminato, lalimentazione degli alzacristalli sul calcolatore elettronico di gestione e i fusibili. Se sussistono queste due condizioni, il calcolatore elettronico di gestione non interessato, controllare i fasci, i fusibili, il meccanismo degli alzacristalli.

[G07][S02] Il o gli alzacristalli anteriori non funzionano (Veicoli

CITRON C5 e C8) Consultare il procedimento [G07][S03] Controllo degli alzacristalli anteriori Parte 1

[G07][S03] Il o gli alzacristalli posteriori non funzionano

Consultare il procedimento [G07][S06] Controllo degli alzacristalli posteriori.

Pagina 9 / 13

10

[G07][S04] Controllo degli alzacristalli anteriori Parte 1 (Veicoli

CITRON C5 e C8)(alzacristalli anteriori multiplexati)


FASE 1 Controllare i fusibili Controllare lalimentazione dellalzacristallo sul elettronico di gestione.

calcolatore

FASE 2 Comandare i retrovisori con le piastrine delle porte (tutti i movimenti) I retrovisori funzionano ?

No

2.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Consultare [G04][S05]

FASE 3
Verificare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione.

La telecodifica non corretta

La telecodifica corretta 3.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Correggere la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione

Anadare alla fase 4

Pagina 10 / 13

FASE 4 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con i moduli delle porte. Effettuare la lettura dei difetti. Sono presenti difetti ? Sono presenti difetti

Non sono presenti difetti

4.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Trattare i codici difetto

FASE 5 Controllare la versione software del calcolatore elettronico di gestione e se necessario telecaricarlo Gli alzacristalli funzionano ?

No

5.1 FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

5.2 FINE DEL PROCEDIMENTO Sostituire il modulo della porta

Pagina 11 / 13

11

[G07][S05] Il o gli alzacristalli non funzionano Parte 2

Operazioni da effettuare:
Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu Test azionatore e Porte Effettuare il test azionatore per ogni alzacristallo.

Nel caso in cui i test azionatori non attivino n la salita n la discesa dei vetri, cercare il guasto sul/gli alzacristallo/i. ATTENZIONE: Se i test azionatori degli alzacristalli funzionano, il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.

12

[G07][S06] Controllo degli alzacristalli posteriori

Verifiche preliminari : Controllare che gli alzacristalli posteriori non siano disattivati, Controllare che le porte laterali scorrevoli siano chiuse nel caso di veicoli CITRON C8. Operazioni da effettuare : Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu MISURE PARAMETRI e Porte Utilizzare i comandi degli alzacristalli e osservare i parametri corrispondenti.

ATTENZIONE : I parametri che indicano labbassamento o la salita del vetro possono essere attivi contemporaneamente. In tal caso considerare il test concluso.

Pagina 12 / 13

Se i parametri evolvono in funzione delle azioni effettuate, il calcolatore elettronico di gestione non interessato, controllare i fasci e i meccanismi dellalzacristallo.

Se durante i test azionatori, i vetri non si muovono: Controllare i comandi degli alzacristalli Controllare lalimentazione degli alzacristalli Controllare i fasci

Pagina 13 / 13

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 162
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Aiuto alla diagnosi del BSI: In dicatore dellolio motore.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON, C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8.

Pagina 1 / 11

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G08) Indicatore dellolio motore

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2, C3 , C3 Pluriel Xsara 2 (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo 2 C5, C8

Sintomi cliente trattati

- Lindicatore elettrico dellolio indica un livello scorretto e lampeggia con dei trattini o quadratini - Lindicatore elettrico dellolio non indica alcun livello dellolio - Altri sintomi

Pagina 2 / 11

Sommario
1 2
2.1 2.2

Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4
4 4

3 4 5 6 7

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni Telecodifica [G08][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G08][S01] Lindicatore elettrico dellolio indica un livello scorretto, lampeggia con dei trattini o dei quadratini

4 5 6 7

10 10 11

8 9

[G08][S02] Lindicatore elettrico dellolio non indica alcun livello dellolio [G08][S03] Controllo funzionamento della funzione indicazione dellolio:

Pagina 3 / 11

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

2 2.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 2.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 11

Sintesi delle funzioni

Allinserimento del contatto, viene effettata la misurazione del livello dellolio da parte del calcolatore elettronico di gestione attraverso il captatore di livello dellolio situato sul motore. Per indicare al guidatore il livello corretto dellolio, il calcolatore elettronico di gestione calcola il livello da visualizzare a partire dalle cinque misurazioni del livello dellolio.

Visualizzazione constatata sullindicatore di livello dellolio Visualizzazione lampeggiante di tutti i quadratini dellindicatore e accensione fissa del pittogramma MAX Visualizzazione fissa di tutti i trattini dellindicatore Visualizzazione lampeggiante di tutti i trattini dellindicatore

Cause possibili Livello dellolio eccessivo o funzionamento scorretto della funzione indicatore dellolio motore. Livello dellolio insufficiente controllare il livello dellolio e completarlo Livello dellolio estremamente insufficiente controllare il livello dellolio e completarlo.

Visualizzazione lampeggiante di tutti i trattini dellindicatore e pittogramma MIN lampeggiante

Funzionamento scorretto della funzione indicatore dellolio motore

ATTENZIONE : La funzione indicatore elettrico olio un equipaggiamento facoltativo

Pagina 5 / 11

Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione memorizzato un determinato numero di parametri. La presenza o meno del captatore di livello dellolio motore parametro Opzione captatore del livello dellolio (s / No) I parametri relativi alla rilevazione del livello dellolio sono i seguenti : Tensione corrispondente al livello minimo dellolio Livello 00 Tensione corrispondente al livello massimo dellolio - Livello 03 Tensione corrispondente alla correzione del livello dellolio Livello 04 Tensione corrispondente alla correzione del livello dellolio Livello 05 Tensione corrispondente alla correzione del livello dellolio Livello 01 Tensione corrispondente alla correzione del livello dellolio Livello 02 Tensione fuori tolleranza corrispondente al livello dellolio Soglia massima Tensione fuori tolleranza corrispondente al livello dellolio Soglia insufficiente Legge dellindicatore dellolio - motorizzazione

ATTENZIONE: La lista dei parametri di telecodifica suddetti e relativa alla rilevazione del livello dellolio una lista massimale. In base alla versione software del calcolatore elettronico di gestione, per determinati parametri verranno visualizzati due trattini (--). I parametri per cui vengono visualizzati i due trattini (--) non sono gestiti dal software del calcolatore elettronico di gestione e non sono quindi leggibili n modificabili.

I parametri sono accessibili dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione attraverso lo strumento di diagnosi e dopo aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 6 / 11

[G08][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 7 / 11

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 8 / 11

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 9 / 11

[G08][S01] Lindicatore elettrico dellolio indica un livello scorretto e

lampeggia con dei trattini o quadratini Operazioni da effettuare : applicare la sequenza [G08][S03] ; se la visualizzazione sempre scorretta passare ai seguenti punti, verificare che il software del calcolatore elettronico di gestione sia aggiornato (lanciare unoperazione di telecaricamento), Verificare la telecodifica dei parametri legati alla rilevazione del livello dellolio (secondo lInfodiag relativa al veicolo), Verificare la resistenza del captatore di livello dellolio motore (circa 10 Ohm) Verificare il cablaggio elettrico del captatore.

ATTENZIONE: In presenza di problemi di precisione o di corrispondenza tra lindicatore elettrico dellolio e lastina manuale di livello dellolio, il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.

[G08][S02] Lindicatore elettrico dellolio non indica alcun livello dellolio

Operazioni da effettuare : verificare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione (Parametro Opzione captatore livello dellolio (s / No)), Verificare la resistenza del captatore di livello dellolio motore (circa 10 Ohm) Verificare la continuit dei fasci elettrici e delle connessioni.

Se tutti i suddetti punti sono corretti, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione autorizzata.

Pagina 10 / 11

[G08][S03] Controllo del funzionamento della funzione indicatore del

livello dellolio Per garantire la coerenza dellindicatore del livello dellolio, occorre effettuare 5 misurazioni consecutive del livello dellolio.

Operazioni da effettuare : inserire il contatto (senza avviare il motore) attendere 15 secondi interrompere il contatto attendere almemo 3 minuti (per permettere la messa in veglia del BSI) Ripetere le 5 operazioni successivamente, senza spostare il veicolo, n avviare il motore.

Pagina 11 / 11

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 163
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Aiuto alla diagnosi del BSI: indicatore del carburante.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 12

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G09) Indicatore del carburante

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 Pluriel Xsara 2 (dal NOPR 9002) Berlingo 2 Xsara Picasso (dal NOPR 9492) C5, C8, C8

Sintomi cliente trattati - Lindicatore di livello carburante non tiene conto del riempimento del serbatoio del carburante - Il veicolo effettua frequenti fermate, lindicatore di livello carburante non indica che il serbatoio vuoto quando invece non lo . - Lindicatore sul quadro strumenti non funziona - Altri sintomi

Pagina 2 / 12

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6 7

Raccomandazioni precauzioni Telecodifica [G09][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G09][S01] Lindicatore del livello carburante non tiene conto del riempimento del serbatoio del carburante

4 5 6

[G09][S02] Il veicolo effettua frequenti fermate, lindicatore del carburante non indica che il serbatoio vuoto, quando invece lo . 9 9 9 10 12

[G09][S03] Lindicatore sul quadro strumenti non funziona

10 [G09][S04] Altri sintomi 11 [G09][S05] Controllo della funzione indicatore livello carburante 1a parte 12 [G09][S06] Controllo della funzione indicatore livello carburante 2a parte

Pagina 3 / 12

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi. Un multimetro (o scheda di misure fisiche) 2 Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Avete Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 12

Telecodifica

Nei calcolatori sono memorizzati alcuni parametri di telecodifica: capacit del serbatoio del carburante (*) legge di livello statico (*) legge di livello dinamico (*)

(*) Secondo il veicolo

Consultare lInfodiag di telecodifica del calcolatore elettronico di gestione corrispondente al veicolo.

I parametri sono accessibili entrando in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione attraverso lo strumento di diagnosi e dopo aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 5 / 12

[G09][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 12

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 12

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 12

[G09][S01] Lindicatore di livello carburante non tiene conto del

riempimento del serbatoio del carburante Questo caso si verifica quando il cliente effettua il riempimento del serbatoio con una quantit di carburante inferiore a 7 litri.

ATTENZIONE : Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato.

[G09][S02] Il veicolo effettua frequenti fermate, lindicatore del

carburante non indica che il serbatoio vuoto, quando invece lo . Per i veicoli C3, verificare che il software del calcolatore elettronico di gestione sia aggiornato. ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato. 9 [G09][S03] Lindicatore sul quadro strumenti non funziona

Consultare il procedimento [G09][S05] controllo della funzione indicatore del carburante

10

[G09][S04] Altri sintomi il procedimento [G09][S05] controllo della funzione indicatore

Consultare carburante.

Pagina 9 / 12

11

[G09][S05] Controllo della funzione indicatore livello carburante 1a parte

FASE 1 Raccomandazioni basilari Verificare il + permanente Verificare il +VAN (totte le spie del quadro strumenti sono accese in caso di difetto +VAN) Verificare il livello della tensione batteria Interrompere il contatto per 30 secondi

FASE 2 Con lo strumento di diagnosi entrare in comunicazione con il calcolatore quadro strumenti. Selezionare il menu TEST AZIONATORI e Indicatore di livello del carburante Il livello visualizzato dallindicatore evolve?

No

2.1 FINE DEL PROCEDIMENTO il quadro strumenti difettoso

FASE 3 Con lo strumento di diagnosi entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu MISURE PARAMETRI poi STRUMENTI DI MISURAZIONE La visualizzazione dellindicatore di livello carbrurante sul quadro strumenti coerente con il parametro Livello di carburante visualizzato? ATTENZIONE : La visualizzazione del livello di carburante a quadratini approssimata a un quadratino superiore o inferiore.

No

s Andare alla fase 4

3.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Il quadro strumenti difettoso

Pagina 10 / 12

FASE 4 Con lo strumento di diagnosi entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu MISURE PARAMETRI e STRUMENTI DI MISURAZIONE Rilevare il valore del parametro Impedenza dellindicatore del carburante. Confrontare il valore del parametro Impedenza dellindicatore carburante con il valore dellimpedenza dellindicatore misurata con un Ohmmetro. Questi valori sono uguali a circa il 10%?

No

4.2 FINE DEL PROCEDIMENTO Applicare il procedimento [G09][S06] Controllo della


funzione indicatore carburante 2a parte

4.1 FINE PROCEDIMENTO La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione pu risolvere il problema

Pagina 11 / 12

12

[G09][S06] Controllo della funzione indicatore carburante 2a parte

Operazioni da effettuare con lo strumento di diagnosi : Verificare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione Aggiornare il calcolatore elettronico di gestione con unoperazione di telecaricamento (tranne Xsara 2)

ATTENZIONE : Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato.

Pagina 12 / 12

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 165
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Aiuto alla diagnosi del BSI: indicatori di direzione, segnale demergenza.

RIGUARDO:

I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 13

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G11) Indicatori di direzione Segnale demergenza

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON : C2 C3 C3 Pluriel Xsara 2 (dal NOPR 9002) Berlingo 2 Xsara Picasso (dal NOPR 9492) C5, C8, C8

Sintomi cliente trattati - Gli indicatori di direzione lato destro non funzionano - Gli indicatori di direzione lato sinistro non funzionano - Il segnale demergenza non funziona - Il segnale demergenza resta sempre acceso

Pagina 2 / 13

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4
4.1 4.2

Raccomandazioni precauzioni
RACCOMANDAZIONI BASILARI AVVISO

4
4 5

5
5.1 5.2

Sintesi delle funzioni


S EGNALE D EMERGENZA INDICATORI DI DIREZIONE

5
5 5

6 7
7.1 7.2

[G11][S00]Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G11][S01] Il segnale demergenza non funziona
V EICOLI TUTTI I TIPI V EICOLO XSARA 2
TRANNE

6 9
9 9

XSARA 2 :

8 9

[G11][S02] Il segnale demergenza resta sempre acceso [G11][S03] Gli indicatori di direzione lato destro non funzionano

10 10 10

10 [G11][S04] Gli indicatori di direzione lato sinistro non funzionano 11 [G11][S05] Procedimento di controllo (veicoli non equipaggiati di telecomando alta frequenza) 12 [G11][S06] Procedimento di controllo (veicoli equipaggiati di telecomando alta frequenza)

11

12

Pagina 3 / 13

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 3.2 Avete Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire effettuato il procedimento G10 (tergicristallo), la sequenza S06

corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

4 4.1

Raccomandazioni precauzioni Raccomandazioni basilari

Prima di qualsiasi intervento conseguente occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 13

4.2

Avviso

Questi procedimenti devono essere applicati solo se le funzioni chiusura/ apertura centralizzata del veicolo funzionano. 5 5.1 Sintesi delle funzioni Segnale demergenza

Lacquisizione della richiesta di accensione del segnale demergenza pu essere effettuato dal calcolatore del quadro strumenti (per tutti i veicoli tranne Xsara 2.) Per i l veicolo Xsara 2, lacquisizione della richiesta di accensione del segnale demergenza applicabile direttamente dal calcolatore elettronico di gestione. Il calcolatore elettronico di gestione comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione. 5.2 Indicatori di direzione

Lacquisizione della richiesta di accensione applicabile dal modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione.

Pagina 5 / 13

[G11][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 13

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 13

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 13

7 7.1

[G11][S01] Il segnale demergenza non funziona Veicoli tutti i tipi tranne Xsara 2 :

Operazioni da effettuare : Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore quadro strumenti Selezionare il menu MISURE PARAMETRI Utilizzare il pulsante del segnale demergenza e osservare il parametro pulsante segnale demergenza

Se il parametro non evolve premendo il pulsante segnale demergenza, controllare: Lo stato del pulsante di comando del segnale demergenza, Il fascio elettrico. Se tutto in buono stato, la sostituzione del quadro strumenti dovrebbe risolvere la panne. 7.2 Veicolo Xsara 2

Operazioni da effettuare : Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione Selezionare il menu MISURE PARAMETRI e Illuminazione / segnalazione Utilizzare il pulsante del segnale demergenza e osservare il parametro Richiesta segnale demergenza

Se il parametro non evolve correttamente premendo il pulsante, controllare: Lo stato del pulsante di comando del segnale demergenza, Il fascio elettrico. Se tutto in buono stato, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione pu risolvere la panne.

Pagina 9 / 13

[G11][S02] Il segnale demergenza resta sempre acceso

Operazioni da effettuare : controllare i fasci elettrici (corto circuito) Contattare lAssistenza Tecnica prima di sostituire il calcolatore elettronico di gestione 9 [G11][S03] Gli indicatori di direzione lato destro non funzionano

Sono possibili due casi : Veicoli senza telecomando alta frequenza: consultare il [G11][S05]

procedimento di controllo Veicoli con telecomando alta frequenza: consultare il [G11][S06] procedimento di controllo 10 [G11][S04] Gli indicatori di direzione lato sinistro non funzionano

Sono possibili due casi : Veicoli senza telecomando alta frequenza : consultare il [G11][S05]

procedimento di controllo Veicoli con telecomando alta frequenza: consultare il [G11][S06] procedimento di controllo.

Pagina 10 / 13

11

[G11][S05] Procedimento di controllo (Veicoli non equipaggiati di

telecomando alta frequenza)


FASE 1 Verificare i diversi fusibili

FASE 2 Entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE e Indicatore di direzione sinistro e Indicatore di direzione destro I test azionatori attivano laccensione delle luci corrispondenti ?

No S

4.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Verificare la continuit dei fasci. In assenza di difetti sui fasci, sui fusibili e sulle lampadine, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione potrebbe risolvere il problema.

4.2 FINE DEL PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 11 / 13

12

[G11][S06] Procedimento di controllo (Veicoli equipaggiati di

telecomando alta frequenza)

FASE 1 Controllare i fusibili

FASE 2 Chiudere e aprire il veicolo con comando centralizzato tramite telecomando alta frequenza. Gli indicatori di direzione lampeggiano? S

No

FASE 3 Con lo strumento di diagnosi, effettuare una lettura difetti del commutatore sotto il volante. Sono presenti difetti memorizzati nel modulo di commutazione sotto il volante ?

2.1 FINE DEL PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato. Controllare il funzionamento del pulsante di comando del segnale demergenza.

No

3.1 FINE PROCEDIMENTO Controllare il modulo di commutazione sotto il volante.

Andare alla FASE 4

Pagina 12 / 13

FASE 4 Entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE e Indicatore di direzione sinistro e Indicatore di direzione destro I test azionatori hanno attivato laccensione delle luci corrispondenti?

No S 4.1 FINE PROCEDIMENTO Verificare la continuit fascio. In assenza di difetti sui fasci, sui fusibili e sulle lampade, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione pu risolvere il problema. 4.2 FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 13 / 13

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 166
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Aiuto alla diagnosi del BSI: climatizzazione.

RIGUARDA: I veicoli CITRON , C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 9

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G12) Climatizzazione

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2, C3 , C3 Pluriel Xsara 2 (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo 2 C5, C8

Sintomi cliente trattati

- La climatizzazione non produce aria fredda - Altri sintomi

Pagina 2 / 9

Sommario
1 2
2.1 2.2

Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4
4 4

3 4 5 6 7

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni Telecodifica [G12][S00]Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G12][S01] Sul visualizzatore del pannello di controllo della climatizzazione

4 5 5 6

non appare alcun pittogramma 8 [G12][S02] La climatizzazione non produce aria fredda

9 9

Pagina 3 / 9

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

2 2.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica recuperare i seguenti elementi : 2.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristallo), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo, verificare : la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in m odalit ridotta (vedere il procedimento controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 9

Sintesi delle funzioni

La funzione climatizzazione gestita da diversi calcolatori del veicolo. ATTENZIONE: Questo procedimento permette di provare solo il calcolatore elettronico di gestione, non la funzione climatizzazione completa.

Il comando elettrico della frizione del compressore di climatizzazione unuscita elettrica diretta al calcolatore elettronico di gestione. 5 Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione memorizzato un determinato numero di parametri. Parametri legati alla configurazione della funzione climatizzazione : Parametro presenza climatizzazione (s no) Parametro presenza climatizzazione regolata per quanto riguarda temperatura e flusso (RFTD) Parametro Opzione Climatizzazione VAN Parametro Opzione climatizzazione senza diagnosi Parametro Tipo di climatizzazione

Per i veicoli equipaggiati di climatizzazione completamente automatica (RFTA), controllare che il calcolatore di climatizzazione sia telecodificato sullo stato presente. (Telecodifica calcolatori presenti)

ATTENZIONE : La visualizzazione dei parametri di telecodifica dipende dalla loro presenza nel software del calcolatore elettronico di gestione. I parametri suddetti verranno visualizzati dallo strumento di diagnosi parzialmente o totalmente secondo la versione del software del calcolatore elettronico di gestione.

I parametri sono accessibili dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi e dopo aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 5 / 9

[G12][S00]Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 6 / 9

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 7 / 9

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia dell calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 8 / 9

[G12][S01] Sul visualizzatore del pannello di controllo della

climatizzazione non appare alcun pittogramma Se non appare alcun pittogramma sul visualizzatore del pannello di controllo della climatizzazione indipendentemente dai comandi utilizzati per la regolazione della climatizzazione: con lo strumento di diagnosi entrare in comunicazione con lo strumento di diagnosi con il calcolatore di climatizzazione Effettuare una lettura difetti

In assenza di difetti, lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione non autorizzato, contattare lAssistenza Tecnica.

[G12][S02] La climatizzazione non produce aria fredda

Operazioni da effettuare : con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE e Climatizzazione Effettuare il test azionatore Comando compressore refrigerazione

Nel caso in cui la frizione del compressore attivata, il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato (controllare le sicurezze della funzione climatizzazione)

Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 167
22/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Aiuto alla diagnosi del BSI : Varie.

RIGUARDA :

I veicoli CITRON, C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 9

Aiuto alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G13) Varie

Applicazione ai seguenti veicoli CITRON: C2, C3 , C3 Pluriel Xsara 2 (dallOPR 9002) Xsara Picasso (dallOPR 9492) Berlingo 2 C5, C8

Sintomi cliente trattati

- Il codice segreto memorizzato nel calcolatore elettronico di gestione diverso da quello della tesserina del cliente - Interruzione della comunicazione durante il telecaricamento tramite Internet - Entrata dacqua nel calcolatore elettronico di gestione

Pagina 2 / 9

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6

Raccomandazioni precauzioni [G13][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G13][S01] Il codice segreto memorizzato nel calcolatore elettronico di gestione diverso da quello della tesserina del cliente

4 5

[G13][S02] Interruzione della comunicazione durante il telecaricamento tramite Internet Veicolo CITRON C5 (a partire dal NOPR 9618) 9 9

[G13][S03] Entrata dacqua nel calcolatore elettronico di gestione

Pagina 3 / 9

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lassistenza tecnica raccogliere i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri dei procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 4 / 9

[G13][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : allinserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza, - Secondo caso: a motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine del procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 5 / 9

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004: Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 6 / 9

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare un test azionatore dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALAZIONE ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione interessato, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine del procedimento Anomalia del calcolatore elettronico di gestione motore. Il calcolatore elettronico di gestione non interessato, smontaggio non autorizzato

Pagina 7 / 9

[G13][S01] Il codice segreto memorizzato nel calcolatore elettronico

di gestione diverso da quello della tesserina del cliente Questa situazione constatata allattivazione della procedura di apprendimento delle chiavi. Per evitare questa situazione, prima di effettuare un telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione, effettuare lapprendimento di una chiave.

Sono possibili due situazioni : lapprendimento si sviluppa senza problemi, il codice segreto che figura sulla tesserina del cliente uguale a quello memorizzato nel calcolatore elettronico di gestione il telecaricamento autorizzato. lapprendimento non riuscito, il codice segreto digitato diverso da quello memorizzato nel calcolatore elettronico di gestione il telecaricamento non autorizzato (il motore non potr avviarsi)

In questo caso, 1. verificare di non aver commesso errori nella digitazione del codice segreto 2. confermare il codice segreto con la procedura in vigore nel Paese.

ATTENZIONE: Se telecaricate il calcolatore elettronico di gestione ma non disponete del codice segreto corrispondente, il motore non potr essere avviato.

Pagina 8 / 9

[G13][S02] Interruzione di comunicazione durante il telecaricamento

tramite Internet Veicolo CITRON C5 (a partire dal NOPR 9618) Durante il telecaricamento tramite Internet del calcolatore elettronico di gestione del veicolo C5 (a partire dal N OPR 9618), il server di telecaricamento verifica le versioni software di alcuni numeri di calcolatori e fornisce allo strumento di diagnosi un software compatibile.

Se il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione non riuscito, il server di telecaricamento non pu pi verificare le versioni software dei calcolatori, il telecaricamento del calcolatore elettronico non autorizzato.

La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione autorizzata fino alla comparsa della procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini negli strumenti di diagnosi.

[G13][S03] Entrata dacqua nel calcolatore elettronico di gestione

Il funzionamento del calcolatore elettronico di gestione disturbato quando si verifica unentrata dacqua. In questo caso, i connettori elettrici si ossidano. In questo caso la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione autorizzata ; indicare al vostro corrispondente lorigine dellentrata dacqua.

Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA Tutti i CD

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico / Meccanico Esperto

DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 168
31/03/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

Questa INFODIAG annulla e sostituisce lINFODIAG n 146

OGGETTO : Diagnosi dei calcolatori GPL/GNV Necam/Koltec GSI.

RIGUARDA : La diagnosi dei calcolatori GPL/GNV Necam/Koltec GSI su : Berlingo 2 TU3JP/L4 GPL (KFW) Berlingo 2 TU3JP/L4 GNV (KFW) Berlingo TU3JP/L4 GPL (KFW) Berlingo TU3JP/L4 GNV (KFW) Saxo TU3JP/L4 GPL (KFW) Saxo TU3JP/L4 GNV (KFW)

Dei nuovi codici di lampeggiamento sono stati aggiunti per la diagnosi della sonda a ossigeno a valle (Veicolo Berlingo 2 solamente). Sono illustrati nel volumetto diagnosi Sistema diniezione sequenziale GPL/GNV NECAM KOLTEC GSI . Il precedente volumetto rimane valido per Berlingo 1.

Pagina 1 / 5

LETTURA DIFETTI : Per il momento, su questo calcolatore del gas esiste solamente una diagnosi disponibile : La lettura dei codici difetto grazie alla spia di diagnosi del gas ubicata sul cruscotto.

immagine Berlingo GPL (spia verde)

immagine Saxo GPL (spia verde)

La messa alla massa necessaria alla lettura dei codici difetto si effettua in 3 modi possibili : 1. Collegamento dello strumento di diagnosi Lexia o Proxia sulla presa a 2 vie nera diagnosi GPL/GNV nella scatola dei fusibili nel vano motore (Vedere qui sotto), e messa in relazione con il calcolatore mediante il menu lettura difetti .

2. Manualmente, collegando la via 2 in uscita dalla presa a 2 v ie nera diagnosi GPL/GNV (via collegata alla via M36 del calcolatore GPL/GNV) nella scatola dei fusibili nel vano motore con una massa qualsiasi. Vedere qui sopra.

Pagina 2 / 5

3. Manualmente, collegando la via 3 in uscita dalla presa a 4 vie nera (via collegata alla via M36 del calcolatore GPL/GNV) nella scatola dei fusibili nel vano motore con una massa qualsiasi. Vedere qui sotto.

Il calcolatore attiva allora una sequenza di diagnosi. Innanzitutto invia il codice di partenza 12 (sistematico) seguito da o dai codici difetto presenti e questo ciclicamente (vedere esempio qui sotto).

OSSERVAZIONE : Linvio dei codici difetto, come del codice di partenza, si effettua sempre allo stesso modo : invio della decade (1 cifra) poi dellunit (2 cifra). In assenza di difetto, il calcolatore invia il codice di partenza 12 (sistematico) in permanenza.

Pagina 3 / 5

LISTA DEI CODICI DIFETTO DISPONIBILI :

Descrizione dei difetti Codice lampeggio 14 15 21 22 24 33 34 35 41 43 44 45 51 53 54 55 Tipologia Difetto temperatura dellacqua elevata (segnale alto) Difetto temperatura dellacqua bassa (segnale basso) Difetto segnale potenziometro farfalla (segnale alto) Difetto segnale potenziometro farfalla (segnale basso) Difetto segnale fase iniettore Difetto segnale captatore pressione aria aspirazione (segnale alto) Difetto segnale captatore pressione aria aspirazione (segnale basso) Difetto segnale iniettori benzina CC massa (-) CO o CC al pi (+) CC al pi (+) CC massa (-) Assenza di segnale CC al pi (+) CO o CC massa (-) Assenza di segnale Superamento del limite Difetto auto-adattamento regolazione ricchezza di regolazione Difetto comando iniettori Liniettore non funziona Difetto sonda a ossigeno a monte del catalizzatore (miscela povera) Limite basso Difetto sonda a ossigeno a monte del catalizzatore (miscela ricca) Limite alto Difetto calcolatore dei gas Calcolatore difettoso Difetto tensione batteria Troppo alta Valore ricevuto non Difetto segnale captatore di regime motore corretto Valore ricevuto non Difetto segnale iniettore benzina e gas corretto

Nuovi codici di lampeggiamento per Berlingo 2 Tempo di passaggio alla modalit Gas troppo lungo Cattiva ricezione del segnale. Frequenza e/o Valore ricevuto non corretto

64 65 68

Difetto avviamento modalit Gas Difetto ricezione del segnale potenziometro farfalla Difetto plausibilit segnale potenziometro farfalla

Pagina 4 / 5

ESEMPIO : Presenza del difetto segnale termistore dellacqua motore (segnale alto), corto-circuito alla masse" (codice 14) si traduce in :

Spia accesa Spia spenta

2"

R
2"

R R
4"

R
2"

R R R R

Codice 12

Codice 14

Inizio della diagnosi (messa alla massa)

CANCELLAZIONE DEI DIFETTI : Per cancellare i difetti, 2 metodi possibili : 1. scollegare la batteria del veicolo per 5 minuti. 2. rimuovere il fusibile 7,5 A dalla scatola dei fusibili nel vano motore collegato alla via K1 e K17 del calcolatore GPL/GNV Necam/Koltec GSI . (esempio : fusibile F21 su Berlingo GPL) per 5 minuti.

Una lettura difetti a seguito di questa manipolazione si traduce con un lampeggiamento del codice 12 (sistematico) se il o i difetti sono stati soppressi.

Pagina 5 / 5

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 29

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / DISTRIBUTORI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 169
10/05/2004

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce LINFODIAG n164

OGGETTO : Assistenza alla diagnosi del BSI : tergicristallo. RIGUARDA :

I veicoli CITRON, C2, C3, C3 pluriel, Xsara 2 (dal NOPR 9002), Xsara Picasso (dal NOPR 9492), Berlingo 2, C5, C8

Pagina 1 / 26

AC/QCAV/MTD

Assistenza alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G10) Tergicristallo

Applicazione sui seguenti veicoli CITRON: C2 C3 C3 pluriel Xsara 2 (dal NOPR 9002) Berlingo 2 Xsara Picasso (dal NOPR 9492) C5 C8

Sintomi cliente trattati - Il tergicristallo anteriore e la funzione lavaggio parabrezza non funzionano. - Con funzionamento Tergicristallo automatico, la velocit o lintermittenza del tergicristallo anteriore non adatta - Il tergicristallo posteriore non funziona. - Con il comando di arresto, il tergicristallo anteriore non si ferma sulla posizione corretta. - Con comando di arresto, il tergicristallo posteriore non si ferma in posizione corretta - Il tergicristallo posteriore non si attiva allinserimento della retromarcia. - Altri Sintomi

Pagina 2 / 26

Sommario
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lassistenza


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

Erreur ! Sig

Erreur ! Sig Erreur !


ERREUR ERREUR

4 5
5.1 5.2 5.3 5.4 5.5 5.6

Raccomandazioni precauzioni Sintesi delle funzioni


TERGICRISTALLO ANTERIORE : TERGICRISTALLO POSTERIORE : CAPTATORE DI PIOGGIA : ATTIVAZIONE DEL TERGICRISTALLO AUTOMATICO SINSTESI DELLE MODALIT RIDOTTE DELLA FUNZIONE TERGICRISTALLO
AUTOMATICO:

Erreur ! Sig 6
6 6 6 6 7 7

EFFETTO DELLA FUNZIONE SUL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE

6 7 8

Telecodifica [G10][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G10][S01] Il tergicristallo anteriore e la funzione di lavaggio parabrezza

7 8

non funzionano
8.1 8.2 [G10][S01] F ASE 1 [G10][S01] F ASE 2

11
12 13

[G10][S02] Con funzionamento Tergicristallo automatico, la velocit o 13


DI PIOGGIA

lintermittenza del tergicristallo anteriore non corretta.


9.1
FILARE)

VEICOLI CITRON C8

CITRON C5 (OPR

FINO A

9617)(CAPTATORE

13 VEICOLI CITRON C2, C3, C3 PLURIEL, XSARA 2 (OPR


SUPERIORE A

9.2

9001), X SARA 13

PICASSO (NOPR SUPERIORE A 9492), C5 (NOPR A PARTIRE DA 9618)

10 [G10][S03] Il tergicristallo posteriore non si avvia allinserimento della retromarcia. 15

Pagina 3 / 26

11 [G10][S04] Con comando di arresto, il tergicristallo non si ferma nella posizione corretta. 12 [G10][S05] Con comando di arresto, il tergicristallo non si ferma nella posizione corretta 13 [G10][S06] Controllo della funzione tergicristallo anteriore
13.1 13.2 13.3 13.4 13.5 13.6 13.7 FASI DA 1 A 3 FASE 4 FASE DA 5 FASE 5.4 FASE 6 FASE 7
A 5.2

16

16 17
18 19 20 21 22 23 24

FASI 5.3 E 10, 10.1 , 10.2

14 [G10][S05] Controllo della funzione tergicristallo posteriore

25

Pagina 4 / 26

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione deve essere oggetto di una richiesta di autorizzazione.

3 3.1

Contattare lassistenza Introduzione

Prima di contattare lassistenza recuperare i seguenti elementi : 3.2 Il o i numeri di procedimenti effettuati (da G01 a G13) la sequenza utilizzata (S0x) la fase raggiunta (facoltativa, dipende dal procedimento utilizzato) Esempio di informazioni da fornire

Avete effettuato il procedimento G10 (tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente al Controllo della funzione tergicristallo anteriore e siete arrivati al punto N7.2.1 del sinottico. Occorre indicare al vostro contatto: G10 - S06 - 7.2.1.

Raccomandazioni precauzioni

Prima di qualsiasi intervento successivo occorre verificare: la tensione batteria, i fusibili, verificare che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit ridotta (vedere il procedimento Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione)

Pagina 5 / 26

5 5.1

Sintesi delle funzioni Tergicristallo anteriore :

Il comando elettrico dellalta velocit tergicristallo anteriore emesso dal calcolatore elettronico di gestione motore. Il comando elettrico della bassa velocit tergicristallo anteriore emesso dal calcolatore elettronico di gestione. Il contattore di arresto fisso del tergicristallo anteriore collegato al calcolatore elettronico di gestione motore. 5.2 Tergicristallo posteriore :

Il comando elettrico del tergicristallo posteriore emesso dal calcolatore elettronico di gestione. Il o i contattori di arresto fisso sono collegati al calcolatore elettronico. 5.3 Captatore di pioggia :

Sono disponibili diversi tipi di captatori di pioggia. I captatori di pioggia filari, installati sui veicoli C8, C5 (OPR inferiore a 9617), I captatori di pioggia multiplexati, installati sui veicoli C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2, Xsara Picasso, C5 (a partire dallOPR 9618). 5.4 Attivazione del tergicristallo automatico

La funzione tergicristallo automatico attivata dal passaggio del commutatore tergicristallo in posizione Auto. Lattivazione della funzione tergicristallo automatico confermata dal passaggio alla bassa velocit del tergicristallo anteriore. Dopo ogni interruzione del contatto necessario riattivare la funzione tergicristallo automatico.

Pagina 6 / 26

5.5

Sintesi delle modalit ridotte della funzione tergicristallo automatico:

Sono possibili diversi casi : Quando il captatore di pioggia in modalit ridotta e la funzione tergicristallo automatico attiva, i tergicristalli anteriori funzionano con spazzolatura intermittente, Se viene interrotta la comunicazione tra il calcolatore elettronico di gestione e il calcolatore elettronico di gestione motore, questultimo comanda la spazzolatura del tergicristallo a bassa velocit intermittente, In caso di perdita di comunicazione tra il modulo di commutazione sotto il volante e il calcolatore elettronico di gestione, il tergicristallo anteriore funziona con spazzolatura a bassa velocit intermittente. 5.6 6 Effetto della funzione sul calcolatore elettronico di gestione Telecodifica

Nei calcolatori elettronici di gestione memorizzato un determinato numero di parametri di telecodifica: Parametro Sensibilit della funzione tergicristallo automatico (regolabile da 0 a 15) (Captatore di pioggia multiplexato), Parametro Opzione Captatore di pioggia (s/no), Parametro Opzione captatore di pioggia / luminosit (s/no).

ATTENZIONE : La visualizzazione dei parametri di telecodifica dipende dalla loro presenza nel software del calcolatore elettronico di gestione. I parametri suddetti verranno visualizzati parzialmente o totalmente dallo strumento di diagnosi in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione.

I parametri sono accessibili dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi e dopo aver selezionato il menu TELECODIFICA MANUALE e CONFIGURAZIONE.

Pagina 7 / 26

[G10][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione del calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta : - Primo caso : durante linserimento del contatto (+sotto contatto), le luci di posizione del veicolo si accendono e il tergicristallo anteriore funziona con spazzolatura intermittente, - Secondo caso: con motore avviato, gli anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona con spazzolatura intermittente,

Il calcolatore elettronico di gestione presenta sintomi di modalit ridotta ?

No

S Fase 2 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione riparare se necessario

Fine procedimento

Fase 3 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Riuscite a leggere la versione software (*) del calcolatore elettronico di gestione? (*)(o ledizione software)

Andare alla fase 4 S

Andare alla fase 10 No

Pagina 8 / 26

Fase 4 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proviene dal servizio ricambi)

Fase 5 Prima di fine giugno 2004 : Smontaggio del calcolatore elettronico autorizzato. A partire da inizio luglio 2004: Telecaricare il calcolatore elettronico di gestione seguendo la procedura di telecaricamento dei calcolatori vergini

No

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione stato telecaricato in precedenza ?

No

Fase 7 Aggiornare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Fase 8 Andare alla fase 10

Pagina 9 / 26

Fase 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE , ILLUMINAZIONE/SEGNALETICA ed effettuare un test azionatori dellavvisatore acustico

Lavvisatore acustico funziona ? S

No

Fase 12 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST AZIONATORE, ILLUMINAZIONE/SEGNALETICA ed effettuare il test azionatore degli anabbaglianti.

Fase 11: Verificare i fasci e le connessioni Procedere alla sostituzione del modulo di commutazione sotto il volante. Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato

Gli anabbaglianti funzionano? S

No Fase 13: Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione coinvolto, smontaggio autorizzato

Fase 14: Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione motore difettoso. Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato

Pagina 10 / 26

[G10][S01] Il tergicristallo anteriore e la funzione lavaggio del parabrezza

non funzionano Il presente procedimento suddiviso in due fasi, riservate a due tipologie di veicolo. Seguire la fase indicata nella seguente tabella: Veicolo C2 C3 C3 Pluriel Xsara 2 (a partire dal numero dellOPR 9002) Berlingo 2 (NOPR inferiore a 9856) Berlingo 2 (NOPR superiore a 9856) Xsara Picasso (NOPR compreso tra 9492 e 9867) Xsara Picasso (NOPR superiore a 9867) C5 (NOPR inferiore al numero OPR 9617) C5 (NOPR compreso tra i numeri dellOPR 9618 e 9867) C5 (NOPR superiore a 9868) C8 Fase da seguire Fase 1 Fase 1 Fase 1 Fase 2 Fase 1 Fase 2 Fase 1 Fase 2 Fase 2 Fase 1 Fase 2 Fase 2

Pagina 11 / 26

8.1

[G10][S01] Fase 1

Operazioni preliminari: controllare che il software del calcolatore elettronico di gestione sia aggiornato, se necessario telecaricarlo.

Per uscire da questa situazione effettuare le seguenti operazioni : il veicolo deve essere avviato, con le luci di posizione spente, verificare che la modalit ECO non sia attiva (se necessario avviare il motore), inserire il contatto (+sotto contatto), scollegare il connettore a 6 vie grigio del modulo di commutazione sotto il volante, attendere laccensione delle luci di posizione (passaggio in modalit ridotta del calcolatore elettronico di gestione), interrompere il contatto, attendere la messa in veglia del calcolatore elettronico di gestione (atte ndere lo scatto del relais integrato al calcolatore elettronico di gestione che corrisponde a un tempo di circa 1 minuto e trenta secondi) (*), ricollegare il connettore a 6 vie grigio del modulo di commutazione sotto il volante, inserire il contatto (+sotto contatto). Interrompere il contatto Portare il commutatore del tergicristallo in posizione auto (tergicristallo automatico) Portare il commutatore del tergicristallo in posizione 0 in modo che i tergicristallo passino in posizione bassa Attendere il termine della spazzolatura per reinserire il contatto

(*) Durante questa fase non azionare porte o comandi elettrici e non collegare lo strumento di diagnosi al veicolo.

Se il guasto persiste, applicare il procedimento di controllo [G10][S04] Controllo della funzione tergicristallo anteriore.

Pagina 12 / 26

8.2

[G10][S01] Fase 2

Verificare che il software del calcolatore elettronico di gestione sia aggiornato e, se necessario, telecaricarlo. Se il guasto persiste, applicare il procedimento di controllo [G10][S04] Controllo della funzione tergicristallo anteriore 9 [G10][S02] Con funzionamento Tergicristallo automatico, la velocit o

lintermittenza del tergicristallo anteriore non corretta. 9.1 filare) Operazioni da effettuare (senza strumento di diagnosi) : Controllare il captatore di pioggia (con dellacqua), la pulizia della superficie interna del parabrezza, la posizione del captatore sul parabrezza. Veicoli CITRON C8 e CITRON C5 (OPR fino al 9617)(captatore di pioggia

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato. 9.2 Veicoli CITRON C2, C3, C3 Pluriel, Xsara 2 (OPR superiore a 9001), Xsara

Picasso (NOPR superiore a 9492), C5 (NOPR a partire dal 9618) I veicoli sono equipaggiati di captatore di pioggia multiplexato. Operazioni da effettuare : Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione, Selezionare i menu TELECODIFICA MANUALE CONFIGURAZIONE, Controllare il parametro Sensibilit della funzione tergicristallo automatico (regolabile da 0 a 15) (Captatore di pioggia multiplexato). Operazioni da effettuare (senza lo strumento di diagnosi): Controllare il captatore di pioggia (con dellacqua), la pulizia della superficie del parabrezza, la posizione del captatore sul parabrezza.

Pagina 13 / 26

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato.

Pagina 14 / 26

10

[G10][S03] Il tergicristallo posteriore non si avvia allinserimento della

retromarcia. Operazioni da effettuare (verifica della telecodifica della funzione): Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare i menu TELECODIFICA MANUALE OPZIONE CLIENTE e verificare che la funzione Presenza tergicristallo posteriore con retromarcia sia telecodifica su S

Operazioni da effettuare (verifica del funzionamento del contattore di retromarcia) : Inserire la retromarcia e controllare le luci di retromarcia In caso di malfunzionamento, controllare il contattore di retromarcia e il relativo cablaggio Se il guasto persiste, applicare il procedimento di controllo [G10][S05] Controllo della funzione tergicristallo posteriore.

Pagina 15 / 26

11

[G10][S04] Con comando di arresto, il tergicristallo anteriore non si

ferma nella posizione corretta. Operazioni da effettuare: Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare poi MISURE PARAMETRI e VISIBILITA

Effettuare le seguenti operazioni : Attivare il tergicristallo e osservare il parametro Informazione arresto fisso tergicristallo anteriore Se il parametro non cambia regolarmente stato (S / No) quando il tergicristallo in funzione, verificare il cablaggio e il funzionamento del contattore di arresto fisso integrato al motore del tergicristallo. Se il contattore di arresto fisso integrato al motore del tergicristallo e il cablaggio elettrico sono in buono stato, il calcolatore elettronico di gestione difettoso (sostituirlo) 12 [G10][S05] Con comando di arresto, il tergicristallo posteriore non si

ferma nella posizione corretta Operazioni da effettuare : con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare poi MISURE PARAMETRI e VISIBILITA

Effettuare le seguenti operazioni: Attivare il tergicristallo e osservare il parametro Informazione arresto fisso tergicristallo anteriore Se il parametro non cambia regolarmente stato (S/ No) quando il tergicristallo in funzione, verificare il cablaggio e il funzionamento del contattore di arresto fisso integrato al motore del tergicristallo. Se il contattore di arresto fisso integrato al motore del tergicristallo e il cablaggio elettrico sono in buono stato, il calcolatore elettronico di gestione difettoso (sostituirlo)
Pagina 16 / 26

13

[G10][S06] Controllo della funzione tergicristallo anteriore

Il presente procedimento di prove deve essere applicato in caso di dubbi sul funzionamento dei tergicristallo per tutti i sintomi, tra cui per esempio i seguenti: con il comando di arresto, il tergicristallo non si ferma nella posizione corretta. Altri sintomi relativi al tergicristallo

Pagina 17 / 26

13.1

Fasi da 1 a 3

FASE 1 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Dal menu TELECODIFICA MANUALE CONFIGURAZIONE verificare la telecodifica dei parametri Opzione captatore di pioggia e Opzione captatore di pioggia luminosit

FASE 2 Il tergicristallo funziona ad alta e bassa velocit con il commutatore del tergicristallo ?

Andare alla Fase 5 Diagnosi della modalit tergicristallo automatico

No

FASE 3 Portare il commutatore del tergicristallo sulla bassa velocit. Il tergicristallo anteriore funziona ?

No Andare alla fase 6 Diagnosi del funzionamento a bassa velocit

S Andare alla fase 4

Pagina 18 / 26

13.2

Fase 4
Proseguimento della fase 3 S

FASE 4 Portare il commutatore del tergicristallo su alta velocit. Il tergicristallo anteriore funziona?

Andare alla fase 5 Diagnosi della funzione tergicristallo automatico

No Andare alla Fase 7 Diagnosi del funzionamento dellalta velocit del tergicristallo.

Pagina 19 / 26

13.3

Fasi da 5 a 5.2
Fase 5 Diagnosi della modalit tergicristallo automatico

Veicoli N7, C5 (OPR fino al 9617) (captatore di pioggia filare) FASE 5.1 Il captatore di pioggia filare o multiplexato? 5.1.1 FINE PROCEDIMENTO Verificare il fascio elettrico del captatore di pioggia Controllare la superficie del captatore di pioggia (se necessario pulirla) Sostituire il captatore e il per ultimo il calcolatore elettronico di gestione

Veicoli C2,C3, C3 Pluriel, Xsara Picasso, C5(OPR a partire dal 9618) (captatore di pioggia multiplexato)

FASE 5.2 Attivare il tergicristallo automatico per reinizializzare il sistema

Il tergicristallo automatico attivo

Lattivazione del tergicristallo automatico impossibile

5.2.1 andare alla fase 5.4

Andare alla fase 5.3

Pagina 20 / 26

13.4

Fase 5.3 e 10, 10.1 , 10.2

FASE 5.3 Avviare il motore, attivare la funzione tergicristallo automatico con il commutatore del tergicristallo

Il tergicristallo funziona velocit e a intermittenza

bassa

Il tergicristallo non funziona pi del tutto

5.3.1 Il tergicristallo funziona con spazzolatura a bassa velocit intermittente Il captatore di pioggia difettoso

FASE 10 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il modulo di commutazione sotto il volante. Selezionare i menu MISURE PARAMETRI e COMANDO
TERGICRISTALLO

Utilizzare il commutatore tergicristallo e osservare i parametri corrispondenti

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore tergicristallo variano in funzione della posizione del commutatore

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore del tergicristallo non variano in funzione della posizione del commutatore

10.2 Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione non autorizzato Contattare lAssistenza tecnica

10.1 Il modulo di commutazione sotto il volante difettoso

Pagina 21 / 26

13.5

Fase 5.4

FASE 5.4 Il tergicristallo automatico attivato. Il tergicristallo anteriore ha effettuato la spazzolatura ?

Il tergicristallo anteriore ha effettuato la spazzolatura

Il tergicristallo anteriore non ha effettuato la spazzolatura

5.4.1 FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato.

FASE 5.5 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il modulo di commutazione sotto il volante. Selezionare i menu MISURE PARAMETRI e COMANDO
TERGICRISTALLO

Utilizzare il commutatore del tergicristallo e osservare i parametri corrispondenti

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore del tergicristallo variano in funzione della posizione del commutatore

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore del tergicristallo non variano in funzione della posizione del commutatore

5.5.1 FINE PROCEDIMENTO Contattare lAssistenza tecnica, smontaggio non autorizzato.

5.5.2 FINE PROCEDIMENTO Il modulo di commutazione sotto il volante difettoso. Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto.

Pagina 22 / 26

13.6

Fase 6
Fase 6 Diagnosi del funzionamento manuale a bassa velocit

FASE 6.1 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare i menu MISURE PARAMETRI e VISIBILITA Utilizzare il commutatore del tergicristallo e osservare i parametri corrispondenti

I parametri corrispondenti non sono corretti

I parametri corrispondenti sono corretti

Andare alla fase 7 Diagnosi della modalit alta velocit

FASE 6.2 Con lo strumento di diagnosi effettuare un test azionatore del tergicristallo anteriore

Il tergicristallo anteriore non cambia posizione durante il test azionatore

Il tergicristallo anteriore non cambia posizione durante il test azionatore

6.2.1 FINE PROCEDIMENTO Controllare i motori elettrici Controllare i fasci Se i motori elettrici e i fasci sono in buono stato, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione dovrebbe risolvere il guasto.

6.2.2 FINE PROCEDIMENTO Contattare lAssistenza tecnica, smontaggio non autorizzato

Pagina 23 / 26

13.7

Fase 7
Fase 7 Diagnosi dellalta velocit

FASE 7.1 Con lo strumento di diagnosi, entrare in diagnosi con il modulo di commutazione sotto il volante. Selezionare i menu MISURE PARAMETRI e COMANDO DEL TERGICRISTALLO Utilizzare il commutatore del tergicristallo e osservare i parametri corrispondenti

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore del tergicristallo non variano in funzione della posizione del commutatore

I parametri corrispondenti alla posizione del commutatore del tergicristallo variano in funzione della posizione del commutatore

7.1.1 FINE PROCEDIMENTO Il modulo di commutazione sotto il volante difettoso Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato

FASE 7.2 Accendere gli anabbaglianti. Si accendono?

Gli anabbaglianti si accendono Gli anabbaglianti non si accendono 7.2.2 FINE PROCEDIMENTO Il relais interno al calcolatore elettronico di gestione motore difettoso. Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto, smontaggio non autorizzato.

7.2.1 FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione difettoso

Pagina 24 / 26

14

[G10][S05] Controllo della funzione tergicristallo posteriore

Il presente procedimento di prove deve essere applicato in caso di dubbi sul funzionamento dei tergicristallo Per esempio per i seguenti sintomi: il tergicristallo posteriore non funziona. Con il comando di arresto, il tergicristallo posteriore non si ferma nella posizione corretta Altri sintomi relativi al tergicristallo anteriore

Pagina 25 / 26

Fase 1 Controllo del tergicristallo posteriore

FASE 2 Con lo strumento di diagnosi, entrare in comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Utilizzare il comando del tergicristallo posteriore Controllare i parametri corrispondenti ai comandi del tergicristallo posteriore

I parametri non sono corretti

I parametri sono corretti

4 FINE PROCEDIMENTO Il calcolatore elettronico di gestione non coinvolto. Controllare il funzionamento del modulo di commutazione sotto il volante.

FASE 3 Con lo strumento di diagnosi effettuare un test azionatore del tergicristallo posteriore. Il tergicristallo posteriore in posizione scorretta?

NO 3.2 FINE PROCEDIMENTO Smontaggio del calcolatore elettronico di gestione non autorizzato Contattare lAssistenza tecnica

3.1 FINE PROCEDIMENTO Verificare i motori elettrici Verificare i fasci Se i motori elettrici e i fasci sono in buono stato, la sostituzione del calcolatore elettronico di gestione dovrebbe risolvere il guasto.

Pagina 26 / 26

! "

#$%&'( !)*%%+)),

! " #

!" "#$ "+.1 0 #0 2

%"!!&

' ( %") #

"**"+" ",,"$$-.$" !" *"/-"#$0

* 3 ( ! )* ! ) 0 1 * 3 2 * 3 5 "+

4 5 " $ , " )

&'

. # 6 7" + 6 7 '' . 4 8 '8 6' " ! ! !! ! , #

"

"

+#

"! 30 6 ' 5 , , " " " + " # " " " 4 :" 4 $ 6 5$ (7 " 8 9 ;8

./. 5 :" $ 6 5$ (7# " - :" <

! "# $ % &

'

"

( ) " & "

"

"

) "

"

&

! ' , &-" ( " . / 0 / / " 1 #! " # # 2 " " " 3# # " " 2 + , ! & " 1 #! " +

" 4 4 4 " " " 3# # " 3# #

# / 2 1 #! ! " + " " " "

0 3 ! & , !

" '

# #

!#$

$!%!& !

% ! '# %

(! "

'& 3# # 3 (

% 2 & !

# # 5 " 3# # ! 3 2

" # # # #

#! ( &

) *) 4 " 3# # 2 " 3 , & ( # 1 # +

) *)" * # + 6 # # " " " 3 )" &' , & " ! ! 3# # 1 " 2

8 4 ' 4 /

/ / " /

0 " , ! ! 3 ! 3 ! + !: ; < , ! / 3 " ! "# +/ ! " / + , !

+ 95

4 = / 4 ) " , ! . ) " / ! 3 5 5,' 4 + 43 # # @,' 4 43 # # ' ! ( " ! ( ( " & ( " > ? " ! 3 : 3 " "

/ !

! "

20 0

+ !> ; < / , !

0 + / , !

"A

" &

7 7

! 95 , 8/ / 8 , 8/ / 8

"

(0 & & & ?& 7+

8E , 8E ,
4 , , ,* ,' ,' 8/ /0 B ( " C 0 1 # 3 & ()" )" " C 3 CC " D 1C " "C & &< 43# # &< 43# # ! (# & ( " & & &

8 , 8/ /

# #

!#$

$!%!& !

# %

(!

'&

) *)+ 4 " " 3 , # 1 # +

" -" &

# 3 "

$ $
4 F' 5 " * 7 ' * . > ? : = 4 =" * )" * " " " "3 # / 0 # " # " I 1 #! & J! & ( # )" ( 1 * * I * G " + , )" I / G 1 # J = "3 * I " + , G # / " G! J! G= " / / G " GHG IH J GK.G 1 # J # 8F' 5

. .

" -"

# 3 " 3 &

$ $
4 F' 5 " * 7 * . > ? ? : = =" * & * & # # ! ( # )" 0 # # ( )" * * * I * I G 3 * 5L' 8 5 8 I * * 4 * 5 'J! I5 ! 3# # ' 5 ' / " # J " G! ! J! / ' 5 / 8J IH J / / / IH J GHG IH J IH J G= " G " # 8F' 5

> >

"

"

% '

! () '

"

" ' ( * $

"

" &

+ * "+ ,!-

, " " &

-./) ! " ".."(% % /"#$

! " #$

"$% !&' "(!) ! 0 !

"$% ! &' "(!) !* "+ ,!" # $%

! "&' "(!) !* "+ ,!* "+ ,!! ! " ! " , 1 ! 2 "

"

! " " .." (% % /"&' "(!) ! 3 ) # $ &4 "

& ) 0 * & +(&1!

"

5" "$% !&' "(!) !* "+ ,!

".." (% % / " #$ ! ") ".."(% % /-$

" (!)!

! & #2 #" % * (& ! " 0 3 31 #") 4+!.+&,,& !+ %!+" ( 6 $%",& 7 44) (& ! " ( "+$! " # 8" "" 8" "" 9 8" "" 7 ! "

'

' ' * (

:$;$) 8" & >; 8" & ) ) ! , " " ?$ = ) ) " " %= ) -

"

"

< " ) ) ,

" $

! "

% %

! !

&

! ! *

! ' () "

" # $

! ' ()

& , , 3* % ! ! * 4 . ! ! * & * !& 9! ! & 8 ! ! $ ! 115 ! ! & &

! - . ' () ! ! ! * & * & & " *

* & & /0 1 2

6 + 7! & & &

0$ ! + 7 * *

* :+ 5 ! $

' *! &

&

&&

8 !

! ; % & 9! ! *

. ! . ! ! ! / * ! , , . * ! 2

& :+5 & ! < + + * & + *

! ! + !/ ! & * &

! && 2

+ ! , ,

, !

&& &

**

! !

! !

+ &&

* ! $

! ; % ! 9! ! / ! = * ! ! * ! * !

! :+5 ! * 2 < ! 2 + * & + *

* ! +

! && ! + &

! / + * & ! , ,

, !

&& &

&&

>!

8! :+5

! + ! $= 8! ? <+

* - 7 **

! ! * * !

, :+5 $

< ,

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 206
21/02/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Presentazione dei procedimenti di assistenza alla diagnosi del calcolatore BSI (calcolatore elettronico di gestione).

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

CONSTATAZIONE : La diagnosi di un calcolatore elettronico di gestione non sempre affidabile. In molti casi i calcolatori elettronici di gestione vengono sostituiti pur non essendo la causa della panne constatata.

RIMEDIO: Prima di sostituire un calcolatore elettronico di gestione applicare sistematicamente i procedimenti di controllo complementari che permettono di confermare o meno la diagnosi.

Pagina 1 / 9

Scopo

Nellintento di facilitare la diagnosi dei calcolatori elettronici di gestione sono state diffuse undici InfoDiag relative ad altrettanti procedimenti di diagnosi.

Ogni procedimento riguarda una o pi funzioni del veicolo, come indicato nella tabella riassuntiva che segue: Funzione interessata Illuminazione Avvisatore acustico Computer di bordo Avviamento Chiusura delle porte Quadro strumenti Alzacristalli Indicazione livello olio motore Indicazione livello carburante Tergicristalli Indicatori di direzione , segnale demergenza N Procedimento G01 G02 G03 G04 G05 G06 G07 G08 G09 G10 G11 N dInfoDiag 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217

Caso di applicazione delle procedure

stata effettuata la diagnosi di un veicolo multiple xato da cui emersa la necessit di sostituire il calcolatore elettronico di gestione (BSI). Prima di sostituire il calcolatore occorre applicare il procedimento di conferma della diagnosi. ATTENZIONE: queste procedure non si sostituiscono alla ricerca delle panne classica che viene abitualmente effettuata sui BSI.

Pagina 2 / 9

3 3.1

Scelta ed applicazione dei procedimenti Scelta del procedimento

I procedimenti sono previsti per un unico sintomo segnalato dal cliente e non servono a risolvere varie panne simultanee.

In caso di presenza simultanea di varie panne si consiglia di risolvere prima quella pi penalizzante per luso del veicolo poi le panne meno importanti.

Il procedimento da applicare deve essere scelto in base alla lamentela del cliente.

Non esiste alcun ordine di priorit prestabilito dei procedimenti da utilizzare, tuttavia per le panne relative al bloccaggio/chiusura del veicolo (anche mediante telecomando ad alta frequenza ) e dellantiavviamento, occorre iniziare la ricerca della panne sulla funzione chiusura/bloccaggio del veicolo per poi passare alla funzione antiavviamento.

ATTENZIONE: non richiesta lapplicazione di tutti i procedimenti per confermare la diagnosi.

3.2

Esempio

Il Cliente lamenta il non funzionamento dei tergicristalli anteriori di una CITRON C5 restyling. Lesito della ricerca dellanomalia indica la necessit di sostituire il calcolatore elettronico di gestione (BSI) .

Prima di ordinare un calcolatore elettronico di gestione applicare il Procedimento corrispondente a conferma della diagnosi.

In questo caso occorrer applicare il procedimento NG10 descritto nellInfoDiag N 216.

Pagina 3 / 9

3.3

Applicazione del procedimento scelto

Ogni procedimento richiede lutilizzo dello strumento di diagnosi ed in certi casi necessario utilizzare altri attrezzi complementari (precisati nel procedimento ).

Ogni procedimento comporta le seguenti indicazioni: veicoli interessati, sintomi trattati.

Per ogni sintomo si possono verificare due possibilit: viene indicata una soluzione da applicare (se riguarda il veicolo interessato ), sono necessari dei controlli supplementari; tali controlli sono indicati nei sinottici o nelle liste dei controlli.

A volte il procedimento non permette di rilevare la causa dellanomalia ; in tal caso rivolgersi allAssistenza Tecnica, secondo le procedure vigenti in ogni paese.

Pagina 4 / 9

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

5 5.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni : il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). 5.2 Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti (N2.1) del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

6 6.1

Raccomandazioni e precauzioni Istruzione di base

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non sia in modalit di funzionamento ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione).

Pagina 5 / 9

6.2

Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto, e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti anteriori si accendono e funzionamento intermittente o a bassa velocit del tergicristallo.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 6 / 9

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo si pu smontare il calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 7 / 9

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi . Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 8 / 9

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 207
21/02/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Assistenza alla diagnosi del BSI: illuminazione esterna .

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 19

Assistenza alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G01) Illuminazione

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - I fari anteriori o posteriori non funzionano. - La plafoniera non funziona normalmente . - Lilluminazione del bagagliaio non funziona

Pagina 2 / 19

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4

Erreur ! Sig
4 ERREUR

4 5
5.1 5.2 5.3 5.4

Raccomandazioni e precauzioni Nozioni di funzionamento


ATTIVAZIONE DELLILLUMINAZIONE AUTOMATICA: CAPTATORE DI LUMINOSIT: INFLUENZA DELLA FUNZIONE NEL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE 5.3.1 Telecodifica
FUNZIONAMENTI A MODALITA RIDOTTA DELLILLUMINAZIONE AUTOMATICA:

Erreur ! Sig

Erreur ! Sig
5 5 6 6 6

6 7 8 9

[G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G01][S01] I fari anteriori o posteriori non funzionano. [G01][S02] La plafoniera non funziona normalmente. [G01][S03] Lilluminazione del bagagliaio non funziona.

7 11 16 17

Pagina 3 / 19

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). 3.2 Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione
Pagina 4 / 19

Dopo aver rilevato le anomalie segnalate e consultato il giornale delle anomalie, accertarsi dellassenza delle seguenti anomalie: Assenza di comunicazione con il calcolatore del modulo di

commuta zione sotto il volante. Assenza di comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione motore. Se presente una delle due suddette anomalie, verificare i cablaggi e le connessioni o cercare una panne nel calcolatore interessato .

5 5.1

Funzionamento Attivazione dellilluminazione automatica:

Lattivazione dellilluminazione automatica in funzione della luminosit si ottiene : sulla Citron C4 agendo sul commutatore di accensione dei fari; sulla Citron C5 Restyling , attivando la funzione accensione automatica dei fari dal menu di configurazione dello schermo multifunzione.

La disattivazione della funzione si ottiene operando in modo. 5.2 Captatore di luminosit:

Tutti i captatori di luminosit sono collegati alla rete multiplexata. La sensibilit del captatore di luminosit viene determinata nel file di calibrazione telecaricato nel calcolatore de captatore di pioggia / luminosit. Il telecaricamento di una nuova calibrazione si effettua tramite gli strumenti di diagnosi Lexia e Proxia (secondo la disponibilit di nuove regolazioni). N.B : la calibrazione prevede varie regolazioni del captatore per la rilevazione della pioggia o della luminosit.

Pagina 5 / 19

5.3

Influenza della funzione nel calcolatore elettronico di gestione

5.3.1 Telecodifica Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: Parametro Opzione captatore di luminosit (Assente/Presente).

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione . Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati.

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECOD IFICA MANUALE, CONFIGURA ZIONE, ILLUMINAZIONE - SEGNALAZIONE VISIBILIT RETROVISORI consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi.

5.4

Funzionamenti in modalit ridotta della funzione di illuminazione automatica:

Si possono verificare vari casi: Se si interrompe la comunicazione tra il calcolatore elettronico di gestione ed il calcolatore di gestione motore, questultimo comanda laccensione delle luci anabbaglianti. Se si interrompe la comunicazione tra il calcolatore del modulo di commutazione sotto il volante e il calcolatore elettronico di gestione , il calcolatore di gestione motore comanda laccensione delle luci di posizione .

Pagina 6 / 19

[G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore die fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, le luci anabbaglianti anteriori si accendono e funzionamento intermittente o a bassa velocit del tergicristallo.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 19

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

tape 8 Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo si pu smontare il calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 8 / 19

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 9 / 19

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE : telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 19

[G01][S01] I fari anteriori o posteriori non funzionano. Attenzione: verificare che il BSI non sia in modalit ridotta prima di applicare il procedimento.

Non si deve sostituire il BSI se si rilevano i sintomi seguenti: Accensione delle luci prematura o ritardata Le luci antinebbia non si accendono Modalit automatica bloccata Scintillio dei fari I fari direzionali non funzionano

Pagina 11 / 19

FASE 1 Questo procedimento si applica solo se lilluminazione lunico problema rilevato sul veicolo. Controllare le varie lampadine. Verificare i fusibili connessi allilluminazione nel calcolatore di gestione motore e nel calcolatore elettronico di gestione.

FASE 2 La modalit manuale di accensione dei fari funziona?

No

Si

FASE 3 Disattivare laccensione automatica dei fari.

Passare alla fase 4

Passare alla fase 5

Pagina 12 / 19

FASE 4 Accendere le luci di posizione (commutatore dei fari). Le luci di posizione si accendono tutte?

luci di posizione anteriori non si accendono.

Le luci di posizione posteriori non si accendono.

Le luci di posizione anteriori e posteriori si accendono.

4.1 Fine del procedimento. Verificare il calcolatore di gestione motore, il gruppo ottico ed il cablaggio tra il calcolatore di gestione motore e il gruppo ottico. Le Botier de Servitude Intelligent nest pas en cause, sa dpose est interdite.

4.3 Fine del procedimento. Verificare il calcolatore di gestione motore, il gruppo ottico ed il cablaggio tra il calcolatore di gestione motore e il gruppo ottico. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

4.2 Fine del procedimento Verificare il cablaggio ed il gruppo ottico. Se il cablagggio in buono stato si pu sostituire il BSI.

Pagina 13 / 19

FASE 5 La modalit manuale funziona. Le informazioni seguenti consentono di controllare laccensione automatica delle luci anabbaglianti. Selezionare i seguenti menu dello strumento di diagnosi: BSI, TELECODIFICA, CONFIGURAZIONE, ILLUMINAZIONE SIGNALAZIONE VISIBILIT RETROVISORI Controllare la telecodifica del parametro: Opzione captatore di luminosit

FASE 6 Accendere il motore. Attivare laccensione automatica dei fari: Citron C5 restyling: dal menu configurazione dello schermo multifunzione Citron C4: mediante il commutatore dei fari. possibile attivare laccensione automatica dei fari?

No

Si

6.1 Fine del procedimento. Rilevare le anomalie del captatore di pioggia / luminosit e se necessario intervenire.
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Passare alla fase 7

Pagina 14 / 19

FASE 7 - Citron C4: Effettuare una verifica dal menu dello strumento di diagnosi: volante a comandi centralizzati fissi, misure parametri, illuminazione segnalazione. Se si attiva o disattiva laccensione automatica de fari, il parametro Richiesta illuminazione automatica o illuminazione automatica si modifica? - Citron C5 Restyling: quando si attiva o disattiva laccensione automatica de fari, lo schermo multifunzione conferma lattivazione/disattivazione di questa funzione ?

Si

No

7.2 Fine del procedimento. Rivolgersi allAssistenza Tecnica. Non sostituire il BSI.

7.1 Fine del procedimento. Verificare la gestione delle compatibilit. Controllare lo schermo multifunzione.
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 15 / 19

[G01][S02] La plafoniera non funziona normalmente.

Osservazione n1: non si deve tenere conto delle anomalie del calcolatore elettronico di gestione relative alla plafoniera in quanto la rilevazione non avviene correttamente. Quindi risolvere unanomalia della plafoniera solo se viene segnalata dal cliente .

Osservazione n2: se la plafoniera non funziona del tutto, ci pu dipendere dalla funzione di disattivazione dellilluminazione interna. Si comanda tale disattivazione, con porta del conducente aperta, premendo il pulsante sulla plafoniera. La plafoniera viene riattivata, sempre con porta del conducente aperta, premendo nuovamente il pulsante sulla plafoniera.

Se le osservazioni precedenti non si applicano al veicolo, controllare: la lampadina, il cablaggio e gli apprendimenti eseguiti dal calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 16 / 19

[G01][S03] Lilluminazione del bagagliaio non funziona.

FASE 1 Controllare le lampadine. Verificare i fusibili. Verificare il contattore del bagagliaio. Controllare il cablaggio tra il calcolatore elettronico di gestione e il contattore del bagagliaio, da un lato, e linsieme serratura bagagliaio dallaltro. Se non emergono anomalie passare alla fase 2.

FASE 2 Selezionando i menu dello strumento di diagnosi : BSI, MISURA PARAMETRI, BLOCCO, si rileva il parametro bagagliaio aperto? Si FASE 3 Aprire il bagaglio. Il parametro bagagliaio aperto diventa si?

No

Passare alla FASE 5

No Passare alla FASE 7

Si FASE 4 Chiudere il bagaglio. Il parametro bagagliaio aperto diventa no? No Passare alla FASE 7

Si FASE 4.1 Fine del procedimento Sostituire il BSI.

Pagina 17 / 19

FASE 5 Collegare il derivatore 4266-T al connettore 40V-BA del BSI e alla morsettiera. Aprire il bagagliaio. Misurare la resistenza. Via A: spinotto verde sulla massa carrozzeria. Via B: 13 del 40V-BA La resistenza superiore a 1 MOhm?
No

Si
Passare alla FAS E 7

FASE 6 Chiudere il bagagliaio. Misurare la resistenza. Via A: spinotto verde sulla massa carrozzeria. Via B: 13 del 40V-BA La resistenza superiore a 10 Ohm?

Si No FASE 6.1 Fine del procedimento Si pu sostituire il BSI.

Passare alla FAS E 7

Pagina 18 / 19

FASE 7 Verificare il cablaggio tra il BSI e il contattore del bagagliaio e il contattore stesso. Sono in buono stato?

Si

No

FASE 7.1 Si pu sostituire il BSI.

FASE 7.2 Riparare il cablaggio e/o la serratura.

Pagina 19 / 19

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 208
21/02/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Assistenza alla diagnosi del BSI: avvisatore acustico.

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 12

Assistenza alla diagnosi del calcolatore elettronico di gestione (G02) Avvisatore acustico

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentela cliente - Lavvisatore acustico non funziona o funziona male.

Pagina 2 / 12

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6
6.1

Raccomandazioni e precauzioni Funzionamento Diagnosi della funzione


INFORMAZIONI GENERALI

4 5 6
6

7
7.1

[G02][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


[G02][S01] CONTROLLO DELL ACQUISIZIONE DEL COMANDO DEL CONDUCENTE

7
11

7.1.1 7.1.2
7.2

Citron C4 Citron C5 Restyling

11 11
12

[G02][S02] CONTROLLO DELL AVVISATORE ACUSTICO

Pagina 3 / 12

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato). 3.2 Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 2.1. 4 Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).
Pagina 4 / 12

Funzionamento
Modulo di commutazione sotto il volante Rete CAN Carrozzeria BSI Azione manuale del conducente

A vvisatore acustico Calcolatore di gestione motore (BSM) Collegamento filare

Lacquisizione dellinformazione richiesta attivazione dellavvisatore acustico si effettua mediante il modulo di commuta zione sotto il volante (o il volante a comandi centralizzati fissi)

Linformazione viene trasmessa al calcolatore elettronico di gestione che a sua volta impartisce al calcolatore di gestione motore lordine di azionamento dellavvisatore acustico.

Il comando elettrico dellavvisatore acustico proviene dal calcolatore di gestione motore.

Il calcolatore elettronico di gestione non prevede unuscita di collegamento filare per il comando dellavvisatore acustico.

ATTENZIONE: se lanomalia riguarda unicamente lavvisatore acustico che non funziona o funziona male, non dipende dal calcolatore elettronico di gestione che quindi non va sostituito.

Pagina 5 / 12

6 6.1

Diagnosi della funzione Informazioni generali

Se si rilevano dei sintomi di funzionamento in modalit ridotta , consultare la sequenza [G02][S00]. Se la disfunzione riguarda unicamente lavvisatore acustico orientare la ricerca sugli elementi seguenti: controllare mediante lo strumento di diagnosi lacquisizione della richiesta di attivazione dellavvisatore acustico (inviata dal modulo di commutazione sotto il volante o dal volante a comandi centralizzati fissi), verificare mediante lo strumento di diagnosi il funzionamento dellavvisatore acustico (comandato dal calcolatore di gestione motore), effettuare le verifiche di base (fusibili, continuit dei cablaggi elettrici).

Consultare le seguenti sequenze : [G02][S00], [G02][S01], [G02][S02]

Pagina 6 / 12

[G02][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore die fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, le luci anabbaglianti anteriori si accendono e funzionamento intermittente o a bassa velocit del tergicristallo.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 12

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo si pu smontare il calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 8 / 12

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 9 / 12

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE : telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 12

7.1

[G02][S01] Controllo dellacquisizione del comando del conducente

7.1.1 Citron C4 Mediante lo strumento di diagnosi stabilire la comunicazione con il volante a comandi centralizzati fissi e selezionare il menu Misure Parametri quindi comandi vari. Controllare lo stato del parametro Comando dellavvisatore acustico azionando il comando dellavvisatore acustico.

Se lo stato del parametro Comando dellavvisatore acustico non si modifica mentre questultimo viene azionato manualmente, controllare il volante a comandi centrali zzati fissi. Eseguire le eventuali riparazioni.

Se lo stato del parametro varia, la causa del problema non dipende dal volante a comandi centrali zzati fissi, orientare le ricerche sul calcolatore di gestione motore.

ATTENZIONE: se il problema non dipende dal calcolatore elettronico di gestione non lo si deve smontare.

7.1.2 Citron C5 Restyling Mediante lo strumento di diagnosi stabilire la comunicazione con il modulo di commutazione sotto il volante e selezionare il menu Misure Parametri quindi comando dellavvisatore acustico. Controllare lo stato del parametro Comando dellavvisatore acustico azionando il comando dellavvisatore acustico. ATTENZIONE: se il problema non dipende dal calcolatore elettronico di gestione non lo si deve smontare.

Pagina 11 / 12

7.2

[G02][S02] Controllo dellavvisatore acustico Mediante lo strumento di diagnosi stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione. Selezionare il menu TEST A TTUATORE poi ILLUMINAZIONE/ SEGNALAZIONE. Eseguire il controllo dellattuatore dellavvisatore acustico.

Se lavvisatore acustico non funziona o funziona male, controllare: Il calcolatore di gestione motore, il cablaggio tra il calcolatore di gestione motore e lavvisatore acustico, lavvisatore acustico.

ATTENZIONE: se il problema non dipende dal calcolatore elettronico di gestione non lo si deve smontare.

Pagina 12 / 12

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 209
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: computer di bordo.

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 10

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (G03) Computer di bordo

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Il computer di bordo non funziona o funziona male. - Lo schermo multifunzione non funziona o funziona male. - Le informazioni del computer di bordo non vengono visualizzate sul quadro strumenti.

Pagina 2 / 10

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6 7 8 9

Raccomandazioni e precauzioni Funzionamento Telecodifica [G03][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G03][S01] Il computer di bordo non funziona o funziona male [G03][S02] Lo schermo multifunzione non funziona o funziona male

4 5 5 6 10 10

10 [G03][S03] Le informazioni del computer di bordo non vengono visualizzate sul quadro strumenti 10

Pagina 3 / 10

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato). 3.2 Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).

Pagina 4 / 10

Funzionamento

La visualizzazione delle informazioni del computer di bordo gestita dal calcolatore del quadro strumenti o dal calcolatore dello schermo multifunzione.

ATTENZIONE: se il problema riguarda la visualizzazione delle informazioni del computer di bordo (informazioni non visualizzate ), il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

Telecodifica

Controllare la telecodifica dello schermo multifunzione: Schermo multifunzione C: selezionare il menu Telecodifica e poi configurazione / Defini zione veicolo - Equipaggiamenti informazioni di guida, telecodificare il parametro opzione computer di bordo presente. Schermo multifunzione A+ : selezionare il menu Telecodifica e poi configurazione / Definizione veicolo - Equipaggiamenti informazioni di guida, telecodificare il parametro opzione computer di bordo presente. Sistema Navidrive (RT3): telecodifica non prevista.

Pagina 5 / 10

[G03][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, le luci anabbaglianti anteriori si accendono e funzionamento intermittente o a bassa velocit del tergicristallo.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 6 / 10

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo si pu smontare il calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 7 / 10

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 8 / 10

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE : telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 9 / 10

[G03][S01] Il computer di bordo non funziona o funziona male

Controllare la telecodifica dello Schermo Multifunzione . ATTENZIONE: se lunico problema il funzionamento del computer di bordo, il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

[G03][S02] Lo schermo multifunzione non funziona o funziona male

Controllare la telecodifica dello Schermo Multifunzione . ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

10

[G03][S03] Le informazioni del computer di bordo non vengono visualizzate

sul quadro strumenti Controllare il collegamento elettrico tra il quadro strumenti e lo schermo multifunzione . Controllare il collegamento elettrico tra il quadro strumenti e il BSI.

ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

Pagina 10 / 10

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

LEXIA PROXIA CD 31

N 210
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: Avviamento RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling

Page 1 / 25

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (G04) Avviamento

C4 C5 Restyling

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti:

Lamentele cliente - Il motorino davviamento funziona ma il motore non si avvia - Il motorino davviamento non funziona

Pagina 2 / 25

Indice
1 2 3 Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica 3 3 3
3 3

3.1 INTRODUZIONE 3.2 ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 5
5.1 5.2

Raccomandazioni e precauzioni FUNZIONAMENTO


INTRODUZIONE COMANDO DEL MOTORINO DAVVIAMENTO 5.2.1 5.2.2 5.2.3 Sinottico della funzione Particolarit dei circuiti Breve descrizione di come si svolge lavviamento

3 3
3 3 3 3 3

6 7 8 8.1
8.2

Telecodifica [G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione DIAGNOSI DELLA FUNZIONE [G10][S01] Il motorino davviamento funziona ma il motore non si avvia
[G10][S02] IL MOTORINO DAVVIAMENTO NON FUNZIONA

3 3 3

Pagina 3 / 25

Attrezzatura necessaria Uno strumento di diagnosi. Tutte le chiavi del veicolo e la tesserina del codice fornita al cliente. Un multimetro.

2 Garanzia ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 Contattare lAssistenza Tecnica 3.1 Introduzione Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento

utilizzato). 3.2 Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N 2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Pagina 4 / 25

4 Raccomandazioni e precauzioni NON SCOLLEGARE MAI LA BATTERIA DEL VEICOLO DURANTE LINTERVENTO PER NON PROVOCARE IL PASSAGGIO DEL BSI IN MODALIT ANTI-SCANNING. TASSATIVO: il calcolatore elettronico di gestione deve essere correttamente telecodificato prima di effettuare lapprendimento del BSI (inizializzazione BSI), e/o lapprendimento delle chiavi e/o lavviamento del motore. Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi

cliente), procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione.

TASSATIVO: prima di avviare il motore: o controllare che il freno a mano sia tirato, o sui veicoli con cambio automatico, verificare che la leva di selezione delle marce sia in posizione P (Parcheggio), o sui veicoli con cambio manuale, verificare che la leva di selezione delle marce sia in folle.

Pagina 5 / 25

5 FUNZIONAMENTO 5.1 Introduzione I veicoli Citron C4 e C5 Restyling sono dotati di una nuova struttura elettrica di cui una delle particolarit lutilizzo di un antifurto dello sterzo funzionante a bassa intensit. Particolarit dellantifurto: lantifurto invece di commutare lalimentazione di potenza indica al BSI la posizione della chiave di contatto, lantifurto ha tre posizioni della chiave di contatto : una posizione di spegnimento, una posizione +APC (+ sotto contatto) e una posizione +Dem (avviamento). Il calcolatore elettronico di gestione motore e il calcolatore elettronico di gestione permettono: la commutazione del +APC, il comando del motorino davviamento.

ATTENZIONE: sui veicoli con cambio automatico, il motorino davviamento funziona solo se la leva di selezione delle marce non in posizione P (Parcheggio) o N (Neutro) 5.2 Comando del motorino davviamento ATTENZIONE: lo schema che segue indica lassegnazione delle vie del connettore valida alla data di emissione del presente documento. Si raccomanda di consultare sempre gli schemi elettrici del veicolo interessato e della funzione interessata.

Pagina 6 / 25

5.2.1 Sinottico della funzione

+BAT

CAN I/S

1630 (*)

1 10V NR 3V NR 2 1 3 CA00 6 10V BA 4 5

2V GR

1320 1010 40V NR 3 2 1 6 1 5 28V GR

CAN CAR

5V JN 2 BSM 9 28V GR

BSI1

Pagina 7 / 25

(*) Cambi AL4 e 4HP20: per maggior chiarezza il contattore multifunzione del cambio non viene rappresentato. Linformazione selettore delle marce in posizione P o N viene trasmessa al calcolatore del cambio e al calcolatore di gestione motore. Legenda dello schema: filare in grassetto: collegamento frecce tratteggiate: circuito CAN I/S: rete CAN intersistemi CAN CAR: rete CAN +BAT: alimentazione + batteria, multiplexato secondo la motorizzazione freccia normale: collegamento BSI1: Calcolare elettronico di BSM: Calcolatore di gestione CA00: Contattore antifurto 1320 : Calcolatore motore 1630 : Calcolatore del cambio 1010 : Motorino davviamento

gestione motore

automatico (solenoide)

Carrozzeria

Legenda collegamenti e segnali Alimentazione +Batteria Informazione chiave di contatto in posizione + APC (quando la chiave in ad una tensione di + 12V) Informazione chiave di contatto in posizione +DEM (quando la chiave in ad una tensione di + 12V) Informazione selettore delle marce in posizione P (Parcheggio) o N (neutro)

posizione +APC o +DEM, il filo posizione + DEM, il filo

fornita direttamente dal contattore multifunzione (AL4 o 4HP20) o tramite il calcolatore del cambio (AM6) Quando il selettore delle marce in posizione P o N, il filo tensione di 0 V, Quando il selettore delle marce in una posizione diversa da P o N, il filo ad una tensione +12 V Comando di avviamento motori tutti i tipi salvo DW12 - EDC15. Quando la chiave di contatto in posizione + AVV il filo di 0 V, quando la chiave di contatto in posizione spegnimento o +APC, il filo una tensione +12 V
Pagina 8 / 25

ad una

ad una tensione ad

Comando di avviamento solo motore DW12 - EDC15 quando la chiave di contatto in posizione + AVV il filo 0 V, quando la chiave di contatto in posizione spegnimento o +APC, il filo una tensione di +12 V. Informazione diagnosi del contattore multifunzione (informazione presente nel segnale CAN) - Questa informazione viene trasmessa al BSI dal calcolatore del cambio automatico per indicare che linformazione valida (il calcolatore non ha rilevato alcun difetto sul contattore multifunzione). ad ad una tensione di

Comando di avviamento inviato dal BSI al calcolatore motore (motori tutti i tipi salvo DW12 - EDC15) Alimentazione del solenoide del motorino davviamento.

5.2.2 Particolarit dei circuiti Citron C4: motori tutti i tipi - il calcolatore di gestione motore viene comandato dal calcolatore motore (linea ) (la linea non viene utilizzata)

Citroen C5 Restyling: - Tutti i tipi di motori tranne il DW12 - EDC15 : il calcolatore di gestione motore viene comandato dal calcolatore motore (tramite la linea viene utilizzata) - Motore DW12 EDC15: il calcolatore di gestione motore viene comandato dal calcolatore elettronico di gestione mediante la linea utilizzata) (la linea non viene ) (la linea non

Pagina 9 / 25

5.2.3 Breve descrizione dello svolgimento dellavviamento Quando si mette la chiave di contatto in posizione +APC, lantiavviamento si sblocca dopo aver riconosciuto la chiave (si suppone che gli apprendimenti siano stati effettuati e che lantiavviamento funzioni normalmente) Tutti i motori tranne DW12 EDC15 Motore DW12 - EDC15 Quando si mette la chiave di contatto in Quando si mette la chiave di accensione posizione + AVV, il BSI verifica la coerenza dei segnali emessi dallantifurto invia un comando di avviamento al calcolatore motore (linea ) in posizione + AVV, il BSI verifica la coerenza dei segnali emessi dallantifurto invia un comando di avviamento (linea motore. Se durante questa fase il calcolatore del cambio emette linformazione , il BSI interrompe il comando di avviamento ed il ciclo si arresta. Versione con cambio automatico Il calcolatore di gestione motore riceve il comando di avviamento (presenza di una tensione di 0 V alla via 16 del connettore a 28 grigio) e comanda elettricamente il solenoide del motorino davviamento, solo in presenza delle seguenti condizioni : presenza di una tensione di + 12 V sulla via 9 del connettore a 28 vie grigio presenza di una tensione di 0 V alla sulla via 15 del connettore a 28 vie grigio ) al calcolatore di gestione

Il calcolatore motore invia il comando di avviamento al calcolatore di gestione motore. Se durante questa fase il calcolatore del cambio emette linformazione , il BSI interrompe il comando di avviamento ed il ciclo si arresta. Versione con cambio manuale Il calcolatore di gestione motore riceve il comando di avviamento (presenza di una tensione di 0 V alla via 16 del connettore a 28 vie grigio) e comanda elettricamente il solenoide del motorino davviamento, solo se presente una tensione di 12 V alla via 9 del connettore a 28 vie grigio.

Pagina 10 / 25

Telecodifica

Nel calcolatore elettronico di gestione memorizzato un parametro di telecodifica: Opzione cambio automatico (Si/No)

TASSATIVO: occorre sempre telecodificare questo parametro conformemente alla definizione del veicolo. ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati. Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURAZIONE, DEFINIZIONE VEICOLO EQUIPAGGIAMENTI INFORMAZIONI DI GUIDA consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi.

Pagina 11 / 25

[G01][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)? Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 12 / 25

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo si pu smontare il calcolatore elettronico di gestione.

Pagina 13 / 25

1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Fase 10

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 12

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 14 / 25

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Pagina 15 / 25

8 DIAGNOSI DELLA FUNZIONE 8.1 [G10][S01] Il motorino davviamento funziona ma il motore non si avvia Fase 1 Tipo di veicolo in panne.

Il veicolo in panne una C5 restyling 2,2L diesel (calcolatore motore: EDC15C2)? Si Fase 2

No

Fase 1.1 Passare alla fase 6.

Inserire il contatto. Rilevare le anomalie del BSI mediante lo strumento di diagnosi. Verificare lassenza di comunicazione con il calcolatore motore sulla rete CAN.

emerso un problema di comunicazione con il calcolatore motore? Si Fase 3 Controllare che il BSI possa dialogare con altri calcolatori della rete CAN intersistema.

No

Fase 2.1 Passare alla fase 6.

Il BSI riesce a dialogare con altri calcolatori della rete CAN intersistema?

No

Fase 3.1 Cercare di risolvere i problemi di comunicazione tra il BSI e il calcolatore motore (controllo dei fasci, delle connessioni, ecc..) Si pu sostituire il BSI. Fine del procedimento.

Si Fase 3.2 Passare alla fase 4

Pagina 16 / 25

Fase 4 Lasciare la chiave in posizione +APC. Verificare la presenza del +12V sullentrata +APC del calcolatore motore EDC15. (via C3 del fascio a 32 vie grigio del calcolatore motore).

La tensione misurata allincirca di 12 V? No

Si

Fase 4.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare il calcolatore motore. Fine del procedimento gamme.

Fase 5 Verificare la presenza del +12V alluscita del calcolatore di gestione motore. (via 19 del connettore a 28 vie marrone). Fase 5.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare il fascio tra le calcolatore di gestione motore e il calcolatore motore. Fine del procedimento

La tensione misurata allincirca di 12 V? No Fase 5.2 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo.

Si

Controllare il fusibile del calcolatore di gestione motore o sostituire il calcolatore di gestione motore. Fine del procedimento.

Pagina 17 / 25

Fase 6 Inserire il contatto. Sullo strumento di diagnosi, selezionare il menu Misure Parametri del calcolatore elettronico di gestione, poi Antiavviamento. Verificare se il calcolatore bloccato.

Il calcolatore motore bloccato? No

Si

Fase 6.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare il calcolatore motore. Fine del procedimento.

Fase 7 Sullo strumento di diagnosi, selezionare il menu Misure Parametri del calcolatore elettronico di gestione, poi Antiavviamento. Rilevare il parametro Codice riservato memorizzato. Fase 7.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Effettuare linizializzazione del calcolatore elettronico di gestione. Fine del procedimento.

Il codice riservato stato memorizzato? Si Fase 7.2 Passare alla fase 8.

No

Pagina 18 / 25

Fase 8 Sullo strumento di diagnosi, selezionare il menu Misure Parametri del BSI, poi Antiavviamento. Rilevare il parametro: Etichetta trasponder riconosciuta.

Letichetta trasponder stata riconosciuta? No Fase 9 Sullo strumento di diagnosi, selezionare il menu Misure Parametri del BSI, poi Antiavviamento. Le due chiavi sono apprese? No

Si

Fase 8.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare il calcolatore motore. Fine del procedimento.

Si

Fase 9.2 Effettuare lapprendimento delle chiavi e alloccorrenza rifare il procedimento. Fine del procedimento.

Fase 9.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi), il trasponder e lantenna trasponder. Fine del procedimento.

Pagina 19 / 25

8.2

[G10][S02] Il motorino davviamento non funziona

Fase 1 - Controllare nel BSI lo stato del fusibile dalimentazione del contattore antifurto. - Controllare il solenoide del motorino davviamento (resistenza < 0,5 ohm). - Controllare nel BSI la telecodifica del cambio. (menu Telecodifica poi Configurazione poi Definizione veicolo Equipaggiamento Informazioni di guida).

Fase 2 Inserire il contatto. Rilevare le anomalie del BSI mediante lo strumento di diagnosi. Verificare che non sia segnalata lanomalia assenza di comunicazione sulla rete CAN con il calcolatore motore.

emerso un difetto di comunicazione con il calcolatore motore? No Il veicolo ha il cambio automatico?

Si

Fase 2.1 Controllare le alimentazioni del calcolatore motore, il fascio CAN, il calcolatore motore. Come ultima possibilit: sostituire il BSI. Fine del procedimento.

No

Fase 2.2 Passare alla fase 4.

Si Fase 2.3 Passare alla fase 3.

Pagina 20 / 25

Fase 3 Inserire il contatto. Rilevare le anomalie del BSI mediante lo strumento di diagnosi. Verificare che non sia segnalata lanomalia assenza di comunicazione sulla rete CAN con il calcolatore del cambio automatico.

emerso un difetto di comunicazione con il calcolatore del cambio automatico?

Si

Fase 3.1 Controllare le alimentazioni del calcolatore del cambio automatico, il fascio CAN, calcolatore del cambio automatico. Come ultima possibilit: sostituire il BSI. Fine del procedimento.

No

Fase 4 Inserire il contatto. Abbassando o alzando un vetro elettrico, girare la chiave in posizione + avviamento e osservare il movimento del vetro.

Il vetro si ferma quando si inserisce il + avviamento? No Fase 4.2 Passare alla fase 5.

Si

Fase 4.1 Passare alla fase 9.

Pagina 21 / 25

Fase 5 Inserire il contatto. Controllare la presenza del +12V, sullentrata +APC del BSI. (Via 4 del fascio 10 vie bianco del BSI).

Lentrata del BSI al +12V? No

Si

Fase 5.1 Passare alla fase 8.

Fase 6 Controllare il + Permanente del blocchetto accensione alluscita del BSI. (Via 5 del connettore a 10 vie nero del BSI).

La tensione misurata di circa 12 V?

Fase 6.1 Il problema non dipende dal BSI, non si deve sostituirlo. Si Controllare: il fascio tra il blocchetto accensione e il BSI, il contattore antifurto. Fine del procedimento.

No

Fase 6.2 Passare alla fase 7.

Pagina 22 / 25

Fase 7 Verificare la presenza del +12V, sullentrata + permanente del BSI. (Via 1 del connettore grigio 2 vie del BSI).

La tensione misurata di circa 12V? No Fase 7.2 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare i fusibili del calcolatore di gestione motore, il fascio tra il BSI e il calcolatore di gestione motore, il calcolatore di gestione motore. Fine del procedimento.

Si

Fase 7.1 Se il fusibile non bruciato: si pu sostituire il BSI. Fine del procedimento.

Fase 8 Tenere la chiave in posizione + avviamento. Verificare la presenza del +12V, sullentrata +avviamento del BSI. (Via 6 del faascio 10 vie bianco del BSI).

+12V sullentrata del BSI? No Fase 8.2 Tornare alla fase 6.

Si

Fase 8.1 Si pu sostituire il BSI. Fine del procedimento.

Pagina 23 / 25

Fase 9 Tenere la chiave in posizione + avviamento. Verificare la presenza del +12V, sullentrata + avviamento del calcolatore di gestione motore (via 9 del fascio a 28 vie grigio del calcolatore di gestione motore).

La tensione misurata di circa 12V? Si

No

Fase 9.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare: il fascio della via 9 del connettore grigio 28 del calcolatore di gestione motore. Fine del procedimento.

Il veicolo equipaggiato di cambio automatico? Si

No

Fase 9.2 Passare alla fase 11.

Fase 10 Lasciare la chiave in posizione +APC. Collocare il selettore delle marce in posizione Parcheggio. Controllare la messa a massa dellentrata informazione Cambio automatico in P sul calcolatore di gestione motore (via 15 del fascio a 28 vie grigio del calcolatore di gestione motore).

Lentrata a massa quando si colloca il selettore in posizione P?

No

Fase 10.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non si deve sostituirlo. Controllare: il fascio della via 15 del connettore grigio a 28 vie del calcolatore di gestione motore, il cambio automatico e il contattore multifunzione. Fine del procedimento.

Si Fase 10.2 Passare alla fase 11

Pagina 24 / 25

Fase 11 Inserire il contatto. Controllare sullentrata richiesta avviamento del calcolatore di gestione motore che la tensione passi da +12V a 0V quando la chiave passa in posizione + Dem. (via 16 del fascio a 28 vie grigio del calcolatore di gestione motore).

La tensione passa a 0V allinserimento del + avviamento? (+APC e +DEM)?

Si

Fase 11.1 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare: il cablaggio di comando del motorino davviamento (via 2 del connettore giallo 5 vie del calcolatore di gestione motore), il calcolatore di gestione motore. Fine del procedimento

No Fase 11.2 Il veicolo in panne una C5 Restyling 2,2L diesel (calcolatore motore: EDC15C2) ? Controllare: il fascio tra BSI e calcolatore di gestione motore (via 16 del connettore grigio 28 vie del calcolatore di gestione motore). Se non presenta problemi: Si pu sostituire il BSI. Fine del procedimento.

Si

No Fase 11.3 Lanomalia non dipende dal BSI, non occorre sostituirlo. Controllare: il fascio tra il calcolatore motore e il calcolatore di gestione motore (via 16 del connettore grigio 28 vie del calcolatore di gestione motore), il calcolatore motore. Fine del procedimento.

Pagina 25 / 25

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 211
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: bloccaggio delle aperture.

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 23

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione


(G05)

Bloccaggio delle aperture

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Il bloccaggio/sbloccaggio del veicolo mediante il telecomando alta frequenza o mediante la serratura non funziona no. - Il ripiegamento dei retrovisori non funziona. - La segnalazione non funziona. - Il pulsante di bloccaggio/sbloccaggio delle porte non funziona. - Lapprendimento delle chiavi e la sincronizzazione dei telecomandi alta frequenza non funziona .

Pagina 2 / 23

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5
5.1 5.2 5.3 5.4

Raccomandazioni e precauzioni Funzionamento


BLOCCAGGIO DEL BAGAGLIAIO BLOCCAGGIO DELLE APERTURE DURANTE LA GUIDA PROTEZIONE TERMICA DELLE SERRATURE INFLUENZA DELLA FUNZIONE SUL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE 5.4.1 5.4.2 Telecodifica Misure parametri

4 5
5 5 5 5 5 6 6

5.5

LOCALIZZAZIONE DEI SEGNALI UTILI ALL APPLICAZIONE DEL PROCEDIMENTO

6 7

[G05][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G05][S01] Il bloccaggio/sbloccaggio del veicolo con il telecomando alta

frequenza o mediante serratura non funziona 8 [G05][S02]: Problemi di funzionamento dei retrovisori (ripiegamento

11

retrovisore) 9 [G05][S03]: Segnalazione Segnale demergenza

21 21 22

10 [G05][S04]: Pulsante della chiusura centralizzata 11 [G05][S05]: Problemi dapprendimento e sincronizzazione dei telecomandi alta frequenza

23

Pagina 3 / 23

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato). 3.2 Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).
Pagina 4 / 23

5 5.1

Funzionamento Bloccaggio del bagagliaio

Su alcuni veicoli, dopo aver viaggiato, lapertura del bagagliaio possibile solo dopo aver aperto la porta lato guida. 5.2 Bloccaggio delle porte durante la guida

Il bloccaggio delle porte del veicolo durante la guida, se prevista, pu essere attivata mediante un parametro di telecodifica. Selezionare sullo strumento di diagnosi il menu BSI, TELECODIFICA, CONFIGURAZIONE, BLOCCAGGIO APERTURE ANTIAVVIAMENTO ALLARME, parametro: OPZIONE BLOCCAGGIO DURANTE LA GUIDA. 5.3 Protezione termica delle serrature

Se le serrature vengono azionate varie volte di seguito, scatta la protezione termica che ne impedisce il funzionamento per un certo lasso di tempo. Lattivazione di questa protezione pu essere verificata con lo strumento di diagnosi dal menu BSI, MISURA PARAMETRI, BLOCCAGGIO parametro

PROTE ZIONE TERMICA DELLE SERRATURE A TTIVA. 5.4 Influenza della funzione sul calcolatore elettronico di gestione

5.4.1 Telecodifica Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: Opzione bloccaggio durante la guida (assente / presente) Opzione sbloccaggio indipendente della porta lato guida (assente / presente) Opzione pulsante interno di bloccaggio (assente / presente) Opzione ricezione alta frequenza (bloccaggio) (assente / presente) Opzione chiusura ad effetto globale (assente / presente) Opzione bloccaggio automatico dopo lo sbloccaggio mediante il telecomando alta frequenza (assente / presente) Presenza pulsante di sbloccaggio (si / no)
Pagina 5 / 23

Ribloccaggio automatico (si / no) Tipo di bloccaggio (disattivato / bloccaggio normale / chiusura ad effetto globale) Opzione bloccaggio permanente del bagaglio (assente / presente)

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati.

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURAZIONE, BLOCCAGGIO APERTURE ANTIAVVIAMENTO

ALLARME, consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. 5.4.2 Misura parametri Alcuni parametri sono accessibili direttamente sul calcolatore elettronico di gestione, selezionando il menu misura parametri e poi il menu bloccaggio.

5.5

Localizzazione dei segnali utili allapplicazione del procedimento


Calcolatore di gestione motore Calcolatore elettronico di gestione

Linea dalimentazione +CAN

Connettore grigio 28 vie - via Connettore verde 16 vie 23 Tra le vie 3 e 6 (massa)

Pagina 6 / 23

[G05][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti anteriori si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, lo smontaggio del BSI autorizzato.

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 23

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Lo smontaggio del BSI autorizzato.

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 23

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellairbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 9 / 23

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE : telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 23

[G05][S01] Il bloccaggio/sbloccaggio del veicolo mediante il

telecomando alta frequenza o mediante serratura non funzionano

FASE 1 Controllare la tensione della batteria. Verificare linterruzione del +APC quando si toglie in contatto . Effettuare una prova di sbloccaggio delle serrature mediante il telecomando ad alta frequenza posizionandosi dal lato guida ad 1 metro di distanza dal veicolo e un po spostati lateralmente : se almeno una serratura del veicolo funziona: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito . Istruzioni relative al BSI Dal menu BSI, telecodifica, configurazione, BLOCCAGGIO APERTURE ANTIAVVIAMENTO ALLARME dello strumento di diagnosi, verificare i seguenti parametri di telecodifica (ove presenti): opzione ricezione alta frequenza chiusura centralizzata con il telecomando alta frequenza tipo di bloccaggio tipo di emettitore del telecomando alta frequenza

FASE 2 Verifica della pila del telecomando alta frequenza (Si possono applicare 3 metodi di controllo ): - Utilizzare lo strumento di controllo del telecomando alta frequenza ; - Selezionare nello strumento di diagnosi il menu BSI, misura parametri, Telecomando alta frequenza, verificando lo stato del parametro pila telecomando alta frequenza scarica; - Togliere la pila del telecomando alta frequenza, attendere 10 secondi e misurare la tensione della pila.

La pila carica

La pila scarica

Passare alla fase 3

2.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Sostituire la pila del telecomando alta frequenza.

Pagina 11 / 23

FASE 3 Il bloccaggio delle serrature con il telecomando ad alta frequenza funziona?

La chiusura ad effetto globale non funziona.

La chiusura centralizzata non funziona.

La chiusura centralizzata non blocca tutte le serrature.

FASE 6 FASE 4 Le telecodifiche Opzione chiusura ad effetto globale e Opzione sicurezza bambini sono impostate su presente? Si No FASE 4.1
Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Verificare la continuit del fascio del BSI rispetto alle serrature. Se il fascio in buono stato sostituire la o le serrature difettose.

Fase 7 FASE 5 Il bloccaggio mediante la serratura funziona?

Modificare la telecodifica.

Non si blocca la porta del guidatore

Si blocca solo la porta del guidatore

La porta lato guida e unaltra porta si bloccano.

Fase 16

FASE 5.1
Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Fase 8

Controllare la serratura della porta del guidatore ed il relativo fascio.

Pagina 12 / 23

FASE 7 Controllare lazionatore della Chiusura ad effetto globale delle serrature.

La chiusura ad effetto globale non funziona sulle serrature anteriori O posteriori

La chiusura ad effetto globale funziona su almeno una serratura anteriore o posteriore

FASE 7.1 Verificare la continuit dei fasci del BSI rispetto alle serrature.
Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

FASE 6
Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Verificare la continuit dei fasci del BSI rispetto alle serrature. Se i fasci sono in buono stato sostituire la o le serrature difettose.

Pagina 13 / 23

FASE 8 Controllo della portata del telecomando: Azionare varie volte il bloccaggio e lo sbloccaggio con il telecomando ad alta frequenza girando attorno al veicolo senza allontanarsi dallo stesso. ATTENZIONE: se si effettuano vari bloccaggi / sbloccaggi ripetuti in un breve lasso di tempo pu scattare la protezione termica delle serrature che le disattiva temporaneamente. Il bloccaggio delle serrature con il telecomando alta frequenza funziona? No.

Si. Passare alla FASE 9

8.1 Fine del procedimento


Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Il campo dazione del telecomando comporta una zona dombra . La soluzione del problema in corso.

Pagina 14 / 23

FASE 9 Scollegare la batteria applicando raccomandazioni specifiche del veicolo.

le

FASE 10 Ricollegare la batteria. Scollegare lo strumento di diagnosi. Effettuare la sincronizzazione del telecomando alta frequenza applicando la seguente procedura : 1) Togliere il contatto ed estrarre la chiave 2) Attendere un minuto senza premere i tasti dei telecomandi 3) Inserire una chiave nel blocchetto antifurto mettendola in posizione + APC 4) Premere entro 10 secondi il tasto di bloccaggio per 5 secondi ininterrottamente 5) Togliere il contatto ed estrarre la chiave, 6) Rifare la procedura con le altre chiavi dal punto N3 oppure passare al punto N7, 7) Attendere 30 secondi, i telecomandi sono attivi. Attenzione: la pressione di uno dei tasti del telecomando quando non sincronizzato provoca il passaggio del calcolatore elettronico di gestione in modalit antiscanning per un minuto. Durante questa fase vietata la risincronizzazione. Il bloccaggio delle serrature con il telecomando alta frequenza funziona? Il bloccaggio dalla serratura funziona?

Il bloccaggio funziona solo mediante la serratura.

Il bloccaggio funziona normalmente 10.1 Fine del procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia, non sostituirlo.

Passare alla FASE 11

Pagina 15 / 23

FASE 11 Selezionare con lo strumento di diagnosi il menu modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi), lettura difetti. Il difetto ricevitore alta frequenza presente?

si

11.1 Fine del procedimento no


Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

FASE 12 Scollegare lo strumento di diagnosi ed attendere la messa in veglia del BSI (si sente lo scatto del relais). Quindi, servendosi del multimetro, controllare laumento della tensione sulla rete +CAN sino al valore della tensione batteria, misurandola sul calcolatore di gestione motore quando si preme un tasto del telecomando ad alta frequenza. La tensione sulla linea +CAN diventa 12 V?

Trattare lanomalia presente del modulo di commutazione sotto al volante o del volante a comandi centralizzati fissi.

si

no FASE 13 Il veicolo ha 2 telecomandi alta frequenza? si FASE 14 FASE 15 no

12.1 Fine del procedimento Contattare lassistenza tecnica. La sostituzione del BSI vietata.

Pagina 16 / 23

FASE 14 Rifare la procedura con il secondo telecomando Scollegare lo strumento di diagnosi ed attendere la messa in veglia del BSI (si sente lo scatto del relais). Quindi, servendosi del multimetro, controllare laumento della tensione sulla rete +CAN sino al v alore della tensione batteria, misurandola sul calcolatore di gestione motore quando si preme un tasto del telecomando ad alta frequenza. La tensione sulla linea +CAN passa a 12 V?

si

no 14.2 Raccomandazione Sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il gruppo di comandi sotto al volante con comandi centralizzati fissi.

14.1 Istruzione Il primo telecomando alta frequenza del veicolo fuori servizio

Pagina 17 / 23

FASE 15 Controllare il telecomando frequenza mediante il tester. Esito positivo? alta no

si 15.1 Raccomandazione Il telecomando alta frequenza del veicolo fuori servizio 15.2 Raccomandazione Sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il gruppo di comandi sotto al volante con comandi centralizzati fissi.

Pagina 18 / 23

FASE 16 Controllare le acquisizioni effettuate dal BSI Selezionare sullo strumento di diagnosi il menu misura parametri e poi il menu bloccaggio: i parametri si modificano come segue? Comando bloccaggio serrature Comando sbloccaggio serrature

I parametri non variano

16.1 Fine procedimento I parametri vari ano


Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Controllare il cablaggio e le serrature. FASE 17 - Selezionare sullo strumento di diagnosi il menu: test azionatore, bloccaggio ed effettuare un test dellazionatore di bloccaggio serrature e sbloccaggio serrature. - La chiusura centralizzata funziona?

Si

No Passare alla FASE 18

17.1 Fine procedimento Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Controllare il fascio e le serrature

Pagina 19 / 23

FASE 18 Controllare la continuit dei fili. Controllare le serrature del veicolo Il fascio e tutte le serrature sono in buono stato?

no

si

18.2 Fine del procedimento Si pu sostituire il calcolatore elettronico di gestione.

18.1 Fine del procedimento


Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 20 / 23

[G05][S02]: Problemi di funzionamento dei retrovisori (ripiegamento

retrovisore) ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa del problema e non deve essere sostituito (tranne se il BSI causa una panne sulle reti multiplexate), in quanto no n ha unuscita diretta collegata ai retrovisori.

Punti da controllare: selezionare sullo strumento di diagnosi il menu: BSI, telecodifica, CONFIGURAZIONE, ILLUMINAZIONE SEGNALAZIONE VISIBILIT RETROVIS ORI, controllare la telecodifica dei parametri seguenti, ove presenti: Ripiegamento dei retrovisori con il telecomando ad alta frequenza Retrovisori elettrici multiplexati Retrovisori elettrici multiplexati con ripiegamento Retrovisori posizionati in funzione della retromarcia Retrovisori multiplexati con memorizzazione Retrovisori posizionati in funzione della retromarcia e degli indicatori di direzione

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati.

Rilevare e risolvere le anomalie a livello dei moduli delle porte. Controllare i retrovisori. 9 [G05][S03]: Segnalazione Segnale demergenza

Premendo il tasto del telecomando alta frequenza non si aziona il segnale demergenza. Selezionare sullo strumento di diagnosi il menu : BSI, telecodifica, CONFIGURAZIONE, ILLUMINAZIONE SEGNALAZIONE VISIBILIT

Pagina 21 / 23

RETROVISORI: verificare la telecodifica del parametro: locali zzazione veicolo mediante gli indicatori di direzione.

Per gli altri problemi della funzione segnalazione, vedere procedimento: G11 gli indicatori di direzione , segnale demergenza. 10 [G05][S04]: Pulsante di chiusura centralizzata

Verifica preliminare: a motore avviato, controllare il pulsante della chiusura centralizzata. Se funziona normalmente vietata la sostituzione del BSI.

Fase 1 Pulsante della chiusura centralizzata in panne

Fase 2 Selezionare sullo strumento di diagnosi il menu: BSI, misure parametri, bloccaggio, verificando che il parametro Origine del bloccaggio / sbloccaggio delle porte diventi Pulsante abitacolo. Il parametro varia ?

si

no 2.1 Fine del procedimento 2.2 Fine del procedimento Se il fascio tra il pulsante chiusura centralizzata e il BSI in buono stato, si pu sostituire il BSI. Rivolgersi allassistenza tecnica. Non sostituire il BSI.

Pagina 22 / 23

11

[G05][S05]: Problemi di apprendimento e sincronizzazione dei

telecomandi alta frequenza Se la procedura di apprendimento e sincronizzazione dei telecomandi alta frequenza si svolge correttamente ma questi ultimi non funzionano, sostituire la chiave del telecomando ad alta frequenza.

Procedura di sincronizzazione dei telecomandi ad alta frequenza : 1) Togliere il contatto ed estrarre la chiave 2) Attendere un minuto senza premere i tasti dei telecomandi 3) Inserire una chiave nel blocchetto antifurto mettendola in posizione + APC 4) Premere entro 10 secondi il tasto di blocco per 5 secondi ininterrottamente 5) Togliere il contatto ed estrarre la chiave, 6) Rifare la procedura con le altre chiavi dal punto N3 oppure passare al punto N7, 7) Attendere 30 secondi, i telecomandi sono attivi. Questa procedura pu essere eseguita in qualsiasi momento senza bisogno dello strumento di diagnosi. Attenzione: la pressione di uno dei tasti del telecomando quando non sincronizzato provoca il passaggio del calcolatore elettronico di gestione in modalit antiscanning per un minuto. Durante questa fase non si pu effettuare la sincronizzazione .

Pagina 23 / 23

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 212
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: quadro strumenti.

RIGUARDA: I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 15

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (G06) Quadro strumenti

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Accensione solo della spia dellairbag (le altre spie non si accendono). - Errata indicazione del chilometraggio - Funzionamento anomalo delle lancette - Problema daccensione delle spie del quadro strumenti

Pagina 2 / 15

Indice
1 2 3
3.1

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE

5 5 5
5

4 5
5.1 5.2

Raccomandazioni e precauzioni Funz ionamento


REGOLAZIONE DELLILLUMINAZIONE DEL QUADRO STRUMENTI TEST DELLE SPIE ALLINSERIMENTO DEL CONTATTO

5 6
6 6

6 7

[G06][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G06][S01] Accensione della sola spia Airbag (le altre spie non si accendono)

11 11

8
8.1 8.2

[G06][S04] Accensione anormale di una sola spia


SPIA
DEL FRENO A MANO

SPIA

DI MANCATO ALLACCIAMENTO DELLA CINTURA DI

SICUREZZA

11
LE SPIE TRANNE LA SPIA DEL FRENO A MANO E LA SPIA DI MANCATO

TUTTE

ALLACCIAMENTO DELLA CINTURA DI SICUREZZA

11

[G06][S05] Tutte le spie del quadro strumenti rimangono spente

12 13 13 13
13 13 13

10 [G06][S06] Accensione di tutte le spie durante la guida 11 [G06][S07] Accensione della spia ABS/ESP 12 [G06][S08] Chilometraggio
12.1 12.2 12.3 IL CHILOMETRAGGIO NON SALTO DI
VIENE INDICATO

CHILOMETRAG GIO O INDICAZIONE ERRATA

LINDICAZIONE DEL CHILOMETRAGGIO RIMANE FISSA

13 [G06][S09] Funzionamento anomalo del tachimetro


13.1 LANCETTE BLOCCATE (CITRON C5 RESTYLING)
Pagina 3 / 15

14
14

13.2 13.3

ERRATA INDICAZIONE DELLA VELOCIT APPARIZIONE DI TRATTINI SULLODOMETRO E/ O SUL TACHIMETRO (CITRON C4)

14 14

14 [G06][S10] Le test delle spie effettuato allinserimento del contatto non si svolge normalmente 15

Pagina 4 / 15

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato). Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N1.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 1.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione).

Pagina 5 / 15

5 5.1

Funzionamento Regolazione dellilluminazione del quadro strumenti

La regolazione dellilluminazione del quadro strumenti va effettuata con luci anabbaglianti accese. 5.2 Test delle spie allinserimento del contatto

Normalmente, per confermare il funzionamento delle spie sul quadro strumenti linserimento del contatto ne provoca laccensione per 3 secondi e il successivo spegnimento.

Pagina 6 / 15

[G06][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, lo smontaggio del BSI autorizzato.

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 15

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 15

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 9 / 15

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 15

[G06][S01] Accensione della sola spia Airbag (le altre spie non si

accendono) ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Punti da controllare: presenza di anomalie del calcolatore dellairbag, connettori e cablaggi sotto i sedili, assenza di cortocircuiti dellinnesco degli airbag.

8 8.1

[G06][S04] Accensione anormale di una sola spia Spia del freno a mano Spia di mancato allacciamento della cintura di

sicurezza La spia del freno a mano e la spia di mancato allacciamento della cintura di sicurezza, sono collegate direttamente al BSI. Se si accende la spia del freno a mano, controllare: il funzionamento del contattore del freno a mano, i cablaggi elettrici.

Se il contattore e i cablaggi non presentano anomalie, la sostituzione del BSI pu permettere la soluzione del problema. Se si accende la spia di mancato allacciamento della cintura di sicurezza, controllare: 8.2 i contattori di mancato allacciamento presenti nella fibbia della cintura di sicurezza, il funzionamento del rilevamento presenza del passeggero anteriore (solo su C5 Restyling), il cablaggio elettrico della spia difettosa. Tutte le spie tranne la spia del freno a mano e la spia di mancato

allacciamento della cintura di sicurezza ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non pu essere la causa del funzionamento anomalo delle altre spie, non sostituirlo!
Pagina 11 / 15

[G06][S05] Tutte le spie del quadro strumenti rimangono spente


FASE 1 Controllare i fusibili del quadro strumenti. Controllare i connettori del quadro strumenti.

FASE 2 Inserire il contatto. Controllare lalimentazione e i collegamenti a massa del quadro strumenti. Sono in buono stato?

No 2.1 Fine del procedimento


Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Si

Se lalimentazione +CAN alluscita del BSI + 12V, verificare i cablaggi.

FASE 3 Inserire il contatto. Stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e il quadro strumenti ed effettuare il test azionatori Spia quadro strumenti. Le spie si accendono?

No Si 3.1 Fine del procedimento 3.2 Il calcolatore elettronico di


gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Controllare il cablaggio dalimentazione Fine del procedimento

Scollegare e ricollegare la batteria ed effettuare un telecaricamento del BSI.

Pagina 12 / 15

10

[G06][S06] Accensione di tutte le spie durante la guida

Se le spie sul quadro strumenti si spegono per alcuni secondi per poi riaccendersi, si tratta di un reset del BSI. ATTENZIONE: non sostituire il calcolatore elettronico di gestione. Rivolgersi allassistenza tecnica.

11

[G06][S07] Accensione della spia ABS/ESP In assenza di altre anomalie, il BSI non allorigine del problema. Analizzare e risolvere le anomalie del calcolatore ABS. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Se sono presenti altre anomalie trattate dai procedimenti di diagnosi del BSI, cercare la causa di tali anomalie per verificare se lorigine del problema dipende dal BSI.

12 12.1

[G06][S08] Chilometraggio Il chilometraggio non viene indicato

Stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e il quadro strumenti, selezionare il test azionatori e controllare il quadro strumenti eseguendo il test azionatore contachilometri. ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. 12.2 Salto di chilometraggio o indicazione errata

Rivolgersi allassistenza tecnica. 12.3 Lindicazione del chilometraggio rimane fissa

Lanomalia pu dipendere: dal calcolatore dellABS, dal BSI, da un problema di comunicazione tra il calcolatore motore e il BSI.

Pagina 13 / 15

13 13.1

[G06][S09] Funzionamento anomalo del tachimetro Lancette bloccate (Citron C5 restyling)

Lanomalia dipende dal quadro strumenti.

ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

13.2

Errata indicazione della velocit

Stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e lABS o lESP e controllare la telecodifica del parametro Tipo di pneumatici.

Se i parametri di telecodifica sono corretti , rivolgersi allassistenza tecnica.

13.3

Apparizione di trattini sullodometro e/o sul tachimetro (Citron C4)

Si possono verificare due possibilit: Tutte le spie del quadro strumenti sono accese: verificare i cablaggi tra quadro strumenti e BSI nonch tutti i connettori . Lanomalia pu dipendere dal calcolatore elettronico di gestione. La sua sostituzione autorizzata. Le spie del quadro strumenti non sono tutte accese: ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito Verificare i cablaggi tra quadro strumenti e BSI nonch tutti i connettori . Se sono in buono stato, il quadro strumenti guasto.

Pagina 14 / 15

14

[G06][S10] Le test delle spie effettuato allinserimento del contatto non si

svolge normalmente Osservazioni: Il test delle spie allinserimento del contatto pu avvenire solo se precedentemente il BSI si era messo in veglia correttamente. Dopo lo scollegamento/ricollegamento della batteria, al successivo inserimento del contatto il test delle spie non si verifica.

Se i due suddetti casi non si verificano , controllare lo stato delle lampade e dei fasci.

Se lo stato delle lampade e dei fasci buono, la sostituzione del BSI autorizzata .

Pagina 15 / 15

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 213
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: alzacristalli.

RIGUARDA: I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 14

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (BSI) (G07) Alzacristalli

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - uno o pi alzacristalli anteriori non funzionano - uno o pi alzacristalli posteriori non funzionano

Pagina 2 / 14

Indice
1 2 3
3.1

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE

4 4 4
4

4 5 6
6.1

Raccomandazioni e precauzioni Telecodifica Nozioni sul funzionamento e struttura elettrica


SINOTTICO DELLA FUNZIONE

4 5 6
6

7 8 9

[G07][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G07][S01] Uno o pi alzacristalli anteriori non funzionano [G07][S02] Uno o pi alzacristalli posteriori non funzionano

7 11 14

Pagina 3 / 14

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato).

3.2

Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).
Pagina 4 / 14

Telecodifica

Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: due alzacristalli anteriori multiplexati, due alzacristalli elettrici anteriori, due alzacristalli elettrici posteriori antischiacciamento, alzacristalli elettrici anteriori antischiacciamento , alzacristalli elettrici posteriori.

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati.

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURAZIONE, BLOCCAGGIO APERTURE ANTIAVVIAMENTO ALLARME consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi.

Pagina 5 / 14

Nozioni sul funzionamento e struttura elettrica

Questa funzione serve a chiudere ed aprire i vetri elettricamente. Gli alzacristalli funzionano unicamente con +APC inserito, e anche per la durata di un minuto dopo linterruzione del contatto. 6.1 Sinottico della funzione
Collega-

Pulsanti alzacristalli ant.

mento filare

Modulo porta

Collegamento filare interno

Motorino alzacristalli anteriori

Rete CAN Carrozzeria

BSI Collegamento filare

Pulsanti alzacristalli post

Motorino alzacristalli posteriori

Lalimenta zione dei motorini degli alzacristalli gestita direttamente dal BSI. Lacquisizione dei comandi si effettua tramite la tastierina sulla porta . Gli alzacristalli anteriori multiplexati implicano la presenza dei retrovisori elettrici.

Pagina 6 / 14

[G07][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti anteriori si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, le alimentazioni del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 14

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 14

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Ricercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 9 / 14

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 14

[G07][S01] Uno o pi alzacristalli anteriori non funzionano FASE 1 Controllare i fusibili. Controllare lalimentazione degli alzacristalli a livello del BSI.

Lanomalia persiste?

No Fine del procedimento

Si FASE 2 Comandare manualmente i retrovisori, dalla tastierina della porta, in tutti gli assi di movimento .

I retrovisori funzionano normalmente?

Si

Passare alla fase 7. No FASE 3 Controllare la telecodifica del BSI.

La telecodifica corretta?

No FASE 3.1 Modificare la telecodifica del BSI.

Si Passare alla fase 4.

Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Fine del procedimento.

Pagina 11 / 14

FASE 4 Rilevare le eventuali anomalie dei moduli delle porte interessate, servendosi dello strumento di diagnosi

Si rileva la presenza di anomalie? No

Si

FASE 4.1 Risolvere le anomalie. Fine procedimento.

FASE 5 Controllare la versione software del BSI. Alloccorenza telecaricare la versione adatta. Si

Gli alzacristalli funzionano normalmente? No FASE 6 Sostituire il modulo della porta guasto . Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Fine del procedimento.

Fine del procedimento

Pagina 12 / 14

FASE 7 Rilevare le eventuali anomalie dei moduli delle porte , servendosi dello strumento di diagnosi . Si Si rilevano anomalie? No FASE 8 Stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e un modulo porta e visualizzare le Misure parametri riguardanti gli alzacristalli. Agire sul pulsanti alzacristalli controllando il comportamento dei relativi parametri. Rifare lo stesso controllo sullaltro modulo porta.

FASE 7.1 Risolvere le anomalie. Fine del procedimento.

FASE 8.1 Sostituire la tastierina della porta interessata Il BSI non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito . Fine del procedimento.

I parametri si modificano? Si

No

FASE 9 Stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e il modulo porta e effettuare un Test A ttuatore relatico afli alzacristalli

Gli alzacristalli funzionano normalmente? Si

No

FASE 9.2 Accertarsi del buono stato dei meccanismi degli alzacristalli e a lloccorrenza sostituire il complessivo modulo porta / motorino alzacristalli difettoso. Il BSI non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito . Fine del procedimento.

FASE 9.1 Sostituire il modulo della porta guasto Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito. Fine del procedimento gamme.
Pagina 13 / 14

[G07][S02] Uno o pi alzacristalli posteriori non funzionano FASE 1 Controllare i fusibili. Controllare lalimentazione dellalzacristalli a livello del BSI Verificare la telecodifica del BSI Controllare che la sicurezza bambini non sia attivata

FASE 2 Comandare gli alzacristalli posteriori dalla tastierina del guidatore. FASE 2.1 Sostituire il commutatore degli alzacristalli posteriori. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito . Fine del procedimento.

Gli alzacristalli posterori funzionano normalmente? No FASE 3 Con lo strumento di diagnosi selezionare il Test Attuatore , Aperture ed eseguire un test relati vo agli alzacristalli posteriori.

Si

Quanti alzacristalli non funzionano?

2 FASE 3.2 Si pu sostitituire il BSI. Fine del procedimento.

FASE 3.1 Controllare il motorino e il cablaggio. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito . Fine del procedimento .

Pagina 14 / 14

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 214
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI : indicatore del livello dellolio motore.

RIGUARDA: I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 11

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (BSI) (G08) Indicatore di livello dellolio motore

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - La spia del livello dellolio non funziona - Altri sintomi.

Pagina 2 / 11

Indice
1 2
2.1 2.2

Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4
4 4

3 4
4.1 4.2 4.3

Raccomandazioni e precauzioni Funzionamento


PARTICOLARIT DELLA SPIA O IL PARTICOLARIT DELLA MISURA DEL LIVELLO DELLOLIO PROCEDIMENTO DI CONTROLLO

4 5
5 5 5

5 6

Telecodifica [G08][S01] La spia del livello dellolio non funziona

6 11

Pagina 3 / 11

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

2 2.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). 2.2 Esempio di informazioni da fornire stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06

corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).

Pagina 4 / 11

Funzionamento

Per fornire al guidatore unindicazione affidabile, il calcolatore elettronico di gestione calcola il livello dellolio basandosi su quattro misure. La misura del livello dellolio viene effettuata ad ogni inserimento del contatto e leventuale anomalia segnalata dalla spia Oil. 4.1 Particolarit della spia Oil

Ubicazione della spia Oil : Citron C4: la spia Oil si trova sul quadro strumenti, sotto il tachimetro (km/h o miglia/h), Citron C5 Restyling: la spia Oil si trova sullodometro e appare dopo lindicazione del chilometraggio residuo prima della successiva manutenzione. 4.2 Particolarit della misura del livello dellolio

La misura del livello dellolio viene eseguita dal calcolatore diniezione nel: Motore 2.0l benzina (Sigla motore: RFJ) Motore 1.4l benzina (Sigla motore: KFU)

Per gli altri motori, la misura del livello dellolio viene effettuata dal calcolatore di gestione motore. 4.3 Procedimento di controllo

Per verificare laffidabilit dellindicazione del livello dellolio, con vettura non in modalit economia, effettuare le seguenti operazioni : Inserire il contatto (senza accendere il motore), Attendere 15 secondi, Togliere il contatto, Attendere come minimo 3 minuti (senza aprire le porte o lasciare le porte aperte per consentire la messa in veglia del BSI), Inserire il contatto (senza accendere il motore), Controllare la spia Oil sul quadro strumenti.

Pagina 5 / 11

Indicazione della spia Oil La spia OIL lampeggia.

Indicazione fissa OIL --. Indicazione fissa OIL OK Indicazione lampeggiante OIL --.

Cause possibili Livello dellolio anomalo . Livello insufficiente (da 0 a 11%). Livello eccessivo (>100%, livello dellolio superiore al livello massimo sullastina manuale). Misura del livello in corso. Livello dellolio compreso tra il 12 e il 100%. Indicazione non valida (problema di misura)

Se la spia OIL lampeggia, sullo schermo multifunzione appare il messaggio Livello dellolio motore.

Telecodifica

Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: parametro Op zione captatore livello dellolio (Assente / Presente), un parametro dipende dalla motorizzazione: Citron C4: parametro Selezione valori di indicazione livello olio motore (Benzina 2.0L 16V (138ch), Benzina 1.6L 16V, Benzina 2.L 16V (180cv), Benzina 1.4L 16V, Benzina 2.0L 16V (143cv), Diesel 1.6L HDI, Diesel 2.0L 16V HDI). Citron C5 Resyling: parametro Legge indicatore livello dellolio motorizzazione (Benzina 3,0L (V6) , Benzina 2,0L, Benzina 1,8L, Diesel 2,0L, Diesel 1,6L, Diesel 2,2L), parametro Origine dellinformazione livello dell'olio (calcolatore di gestione motore, calcolatore di controllo motore), parametro Condizione di misura del livello dellolio (Motore spento, Motore acceso).

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURAZIONE, LEGGE INDICATORE CARBURANTE LEGGE

INDICATORE OLIO consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi.
Pagina 6 / 11

[G08][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione.


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 11

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 11

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 9 / 11

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 11

[G08][S01] La spia del livello dellolio non funziona

Operazioni da effettuare: verificare la telecodifica del calcolatore elettronico di gestione (Parametro Opzione captatore livello dellolio (Assente / Presente) parametro Origine dellinformazione livello dellolio (calcolatore di gestione motore, calcolatore di controllo motore), controllare la resistenza del captatore del livello dellolio motore (deve essere di circa 10 ohm), verificare la continuit dei cablaggi e lettrici e le connessioni.

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 11 / 11

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 215
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI : indicatore di livello del carburante.

RIGUARDA: I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 14

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (BSI) (G09) Indicatore di livello del carburante

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Lindicatore di livello del carburante non segnala il pieno - Lindicatore di livello del carburante non funziona - Altri sintomi

Pagina 2 / 14

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5 6 7 8 9

Raccomandazioni e precauzioni Raccomandazioni generali - funzionamento Telecodifica [G09][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G09][S01] Lindicatore di livello del carburante non segnala il pieno [G09][S02] Lindicatore di livello del carburante non funziona

4 5 6 7 11 11 11 12

10 [G09][S03] Altri sintomi 11 [G09][S04] Controllo della funzione indicazione livello carburante

Pagina 3 / 14

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi. Un multimetro (o la scheda misure fisiche).

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). 3.2 Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1. 4 Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione).
Pagina 4 / 14

Raccomandazioni generali - funzionamento

Lindicatore del livello del carburante deve indicare la quantit di carburante nel serbatoio, con una tolleranza di 5 litri. Si devono aggiungere almeno 5 litri di carburante per visualizzare il comportamento dellindicatore sul quadro strumenti; aggiungere il carburante con veicolo in piano e dopo aver tolto il contatto . Nei veicoli con computer di bordo, verificare che il consumo medio indicato non sia incoerente. Se il calcolatore motore ha un problema, il cons umo medio sar scorretto.

Lindicatore del carburante direttamente collegato al calcolatore elettronico di gestione, il quale basandosi su varie informazioni segnala al quadro strumenti la quantit di carburante da indicare.

ATTENZIONE: la funzione indicazione livello carburante adattata ad ogni variante del veicolo mediante telecodifica del calcolatore elettronico di gestione e del quadro strumenti.

Gli organi o componenti che influiscono sulla funzione di indicazione livello del carburante sono i seguenti: calcolatore diniezione, calcolatore elettronico di gestione, shunt park / cliente nel BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), lindicatore del carburante e il serbatoio del carburante (tolleranza 6 litri), il quadro strumenti.

I valori tipici della resistenza del potenziometro dellindicatore del carburante sono : 350 ohm con serbatoio vuoto, 50 ohm con serbatoio pieno.

Pagina 5 / 14

Telecodifica

Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: la capienza del serbatoio del carburante, legge dellindicatore statica, legge dellindicatore dinamica, legge dellindicatore del carburante - riserva, legge dellindicatore del carburante - selezione del veicolo , resistenza con il pieno , resistenza con serbatoio vuoto .

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione , lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri

precedentemente citati.

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURAZIONE, LEGGE INDICATORE CARBURANTE LEGGE

INDICATORE OLIO consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione con lo strumento di diagnosi.

ATTENZIONE: la funzione indicazione livello carburante adattata ad ogni variante del veicolo mediante telecodifica del calcolatore elettronico di gestione e del quadro strumenti.

Pagina 6 / 14

[G09][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore dei fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti anteriori si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 14

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 14

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta deiltergicristallo anteriore

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Ricercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 9 / 14

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 14

[G09][S01] Lindicatore di livello del carburante non segnala il pieno

Questa situazione si verifica nei seguenti casi: il cliente ha aggiunto nel serbatoio meno di 7 litri di carburante, nei veicoli nuovi, pieno effettuato con shunt del BSI in posizione Park.

ATTENZIONE: Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

[G09][S02] Lindicatore di livello del carburante non funziona

Vedi procedimento [G09][S04] Controllo della funzione di indicazione del livello del carburante.

10

[G09][S03] Altri sintomi

Vedi procedimento [G09][S04] Controllo della funzione di indicazione del livello del carburante.

Pagina 11 / 14

11

[G09][S04] Controllo della funzione indicazione livello carburante

FASE 1 Verificare il + permanente del quadro strumenti. Verificare lalimentazione +CAN e il collegamento a massa del quadro strumenti. Inserire il contatto. Attendere 5s per permettere la stabilizzazione dellindicatore del carburante. Couper le contact pendant 30 secondes.

FASE 2 Stabilire la comunicazione con il calcolatore del quadro strumenti mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TEST AZIONATORI e Indicatore livello carburante Il livello indicato varia?

No

2.1 Fine del procedimento Il quadro strumenti difettoso

Si

FASE 3 Stabilire la comunicazione con il calcolatore del quadro strumenti mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu MISURA PARAMETRI e STRUMENTAZIONE MISURE. Lindicazione del carburante sul quadro strumenti coerente con il parametro Livello del carburante? ATTENZIONE: se lindicazione del livello data da una serie di quadratini, vi una tolleranza di un quadratino

No

Si Passare ala Fase 4

3.1 Fine del procedimento Il quadro strumenti difettoso

Pagina 12 / 14

FASE 4 Misurare con un ohmetro la resistenza dellindicatore livello carburante, compreso il cablaggio, a livello del BSI. (staccare il collegamento elettrico tra BSI e indicatore) La resistenza conforme alle caratteristiche tecniche dellindicatore?

No

Si

4.1 Fine del procedimento Controllare il cablaggio e se necessario intervenire. Alloccorrenza sostituire lindicatore livello carburante.

FASE 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu MISURA PARAMETRI e STRUMENTAZIONE MISURE Rilevare il parametro Impedenza dellindicatore livello carburante. Confrontare il valore del parametro Impedenza dellindicatore livello carburante con limpedenza misurata sullindicatore tramite un ohmetro. I valori corrispondono con una tolleranza del 10%?

No

Si

Passare alla Fase 6

5.1 Fine del procedimento La sostituzione del calcolatore elettronico di gestione pu risolvere il problema.

Pagina 13 / 14

FASE 6 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu MISURA PARAMETRI e STRUMENTAZIONE MISURE Confrontare i parametri livello carburante calcolato e livello carburante indicato I due valori coincidono con una tolleranza del 10%?

No

Si

6.1 Fine del procedimento Controllare la telecodifica del BSI. Telecaricare il BSI. Se il problema persiste, si pu sostituire il BSI.

6.2 Fine del procedimento Il sistema conforme dal punto di vista elettronico. Orientare la ricerca sugli elementi meccanici dellindicatore. Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 14 / 14

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 216
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI : tergicristalli.

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 18

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (BSI) (G10) Tergicristalli

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Alla disattivazione, i tergicristalli non si arresta no nella posizione normale - La sensibilit della modalit automatica non soddisfacente - Altri sintomi: diagnosi della funzione Tergicristalli (funzionamento lento e veloce) - Alla disattivazione, il tergilunotto non si arresta nella posizione normale - Il tergilunotto non si attiva quando si inserisce la retromarcia - Altri sintomi: diagnosi della funzione tergilunotto

Pagina 2 / 18

Indice
1 2 3
3.1 3.2

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE ESEMPIO DI INFORMAZIONI DA FORNIRE

4 4 4
4 4

4 5
5.1 5.2 5.3

Raccomandazioni e precauzioni Funzionamento


CAPTATORI DI PIOGGIA ATTIVAZIONE DELLA MODALIT FUNZIONAMENTO AUTOMATICO DEI TERGICRISTALLI FUNZIONAMENTI IN MODALIT RIDOTTA DEI TERGICRISTALLI

4 5
5 5 6

6
6.1 6.2

Controlli preliminari
TELECODIFICA [G10][S00] CONTROLLO PRELIMINARE DEL CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE

6
6 7

7
7.1

Diagnosi della funzione tergicristalli


[G10][S01] 11 [G10][S02] L A SENSIBILIT DELLA [G10][S03] ALTRI
MODALIT AUTOMATICA NON SODDISFACENTE

11

ALLA DISATTIVAZIONE I TERGICRISTALLI NON SI ARRESTANO NELLA POSIZIONE

NORMALE

7.2 7.3

11 12

SINTOMI : DIAGNOSI DELLA FUNZIONE

TERGICRISTALLI (FUNZIONAMENTO

LENTO E VELOCE)

8
8.1

Diagnosi della funzione tergilunotto


[G10][S04] 13 [G10][S05] IL TERGILUNOTTO NON SI ATTIVA QUANDO SI INSERISCE LA RETROMARCIA [G10][S06] ALTRI SINTOMI: DIAGNOSI DELLA FUNZIONE TERGILUNOTTO

13

ALLA DISATTIVAZIONE, IL TERGILUNOTTO NON SI ARRESTA NELLA POSIZIONE

NORMALE

8.2 8.3

14 17

Pagina 3 / 18

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). 3.2 Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Raccomandazioni e precauzioni

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ).

Pagina 4 / 18

Funzionamento

Il comando elettrico dei tergicristalli proviene dal calcolatore di gestione motore, in collegamento diretto con il motorino dei tergicristalli. Il comando elettrico del tergilunotto proviene dal calcolatore elettronico di gestione. Osservazione Il calcolatore di gestione motore funge semplicemente da attuatore. Il comando di attivazione dei tergicristalli impartito dal calcolatore elettronico di gestione tramite la rete CAN Carrozzeria, in base alla richiesta ricevuta dal modulo di commutazione sotto al volante. 5.1 Captatori di pioggia

I captatori di pioggia dei veicoli C4 e C5 restyling sono multiplexati. La sensibilit del captatore di pioggia impostata mediante un file di calibrazione telecaricato nel calcolatore del captatore di pioggia / luminosit. Il telecaricamento di ogni nuova calibrazione pu essere effettuato mediante gli strumenti di diagnosi Lexia e Proxia (quando le nuove regolazioni sono disponibili). NB: la calibrazione consiste in regolazioni specifiche per la rilevazione della pioggia e della luminosit. 5.2 Attivazione della modalit funzionamento automatico dei tergicristalli

Lattivazione della modalit funzionamento automatico dei tergicristalli : provocata dallo spostamento del commutatore tergicristalli in posizione Auto (o tramite il relativo pulsante su C4), viene confermata da un movimento lento del tergicristallo anteriore.

Dopo ogni interruzione del contatto, occorre riattivare la modalit funzionamento automatico.

Pagina 5 / 18

5.3

Funzionamenti in modalit ridotta del sistema dei tergicristalli

Se si verifica un problema di un componente del sistema dei tergicristalli, viene comandato un funzionamento in modalit ridotta: in presenza di un malfunzionamento del Modulo di Commuta zione sotto al Volante (o del volante a comandi centrali zzati fissi), il tergicristallo anteriore funziona ad intermittenza, in presenza di un malfunzionamento del calcolatore elettronico di gestione motore, il tergicristallo anteriore funziona a bassa velocit .

6 6.1

Controlli preliminari Telecodifica

Alcuni parametri di telecodifica sono memorizzati nel calcolatore elettronico di gestione: parametro Op zione captatore di pioggia (si/no), parametro Op zione captatore di pioggia / luminosit (si/no), parametro Attivazione del tergilunotto allinserimento della retromarcia (si/no), parametro Opzione tergilunotto (assente/presente).

ATTENZIONE: lo strumento di diagnosi indica solo i parametri realmente presenti nel software del calcolatore elettronico di gestione. Pertanto, in base alla versione del software del calcolatore elettronico di gestione, lo strumento di diagnosi pu indicare solo una parte dei parametri precedentemente citati.

Questi parametri sono accessibili dal menu TELECODIFICA MANUALE, CONFIGURA ZIONE, ILLUMINAZIONE - SEGNALAZIONE VISIBILIT RETROVISORI consultabile dopo aver stabilito la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi.

Pagina 6 / 18

6.2

[G10][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione

Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore die fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti si accendono e il tergicristallo anteriore funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 7 / 18

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 8 / 18

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento dei tergicristalli anteriori.

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta dei tergicristalli anteriori

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito.

Pagina 9 / 18

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 10 / 18

7 7.1

Diagnosi della funzione tergicristalli [G10][S01] Alla disattivazione, i tergicristalli non si arrestano nella posizione

normale Se i tergicristalli si arrestano in una posizione anormale e non si rileva alcuna altra anomalia del veicolo : il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

Orientare le ricerche sul motorino dei tergicristalli, sul calcolatore di gestione motore e sul cablaggio tra questi due componenti. 7.2 [G10][S02] La sensibilit della modalit automatica non soddisfacente

In tal caso lattivazione dei tergicristalli interviene lentamente o troppo presto. Operazioni da effettuare (senza bisogno dello strumento di diagnosi): verificare il funzionamento del captatore di pioggia (versando dellacqua sul parabrezza), controllare la pulizia della superficie interna del parabrezza, verificare la posizione del captatore di pioggia sul parabrezza.

Operazioni da effettuare con lo strumento di diagnosi: verificare che il captatore di pioggia sia impostato con la versione di calibrazione pi recente . ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito.

Pagina 11 / 18

7.3

[G10][S03] Altri sintomi: diagnosi della funzione tergicristallo anteriore

(funzionamento lento e veloce) Operazioni da eseguire: rilevare le anomalie del BSI, leggere lelenco dei difetti, risolvere le eventuali anomalie relative al tergicristallo anteriore.

Se si verificano congiuntamente le condizioni seguenti: malfunzionamento parziale o totale riguardante solo il funzionamento lento o veloce del tergicristallo anteriore, il BSI non sta funzionando in modalit ridotta, assenza di difetto di comunicazione tra il modulo di commuta zione sotto il volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e il BSI, assenza di difetti di comunicazione tra il calcolatore di gestione motore e il BSI,

il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito .

Dopo aver effettuato le verifiche di base (fusibili, continuit dei cablaggi e lettrici), orientare le ricerche sugli elementi seguenti: Modulo di commutazione sotto al Volante (o volante a comandi centrali zzati fissi), Calcolatore di gestione motore.

Pagina 12 / 18

Diagnosi della funzione tergilunotto

Tra i procedimenti che seguono, applicare quelli corrispondenti ai sintomi constatati. 8.1 [G10][S04] Alla disattivazione, il tergilunotto non si arresta nella posizione normale

Operazioni da eseguire: stabilire la comunicazione tra lo strumento di diagnosi e il calcolatore elettronico di gestione, selezionare il MENU Misure Parametri quindi Visibilit ed effettuare le operazioni seguenti: inserire il tergilunotto osservando il parametro Informazione Arresto fisso tergilunotto. Se lo stato del parametro non cambia regolarmente (Si / No) mentre il tergilunotto funziona, controllare il cablaggio e il funzionamento del contattore di arresto fisso integrato nel motorino del tergilunotto.

Se il contattore darresto fisso integrato nel motorino del tergilunotto e il cablaggio elettrico sono in buono stato , il calcolatore elettronico di gestione guasto e va sostituito .

Pagina 13 / 18

8.2

[G10][S05] Il tergilunotto non si attiva quando si inserisce la retromarcia

FASE 1 Stabilire la comunicazione con il BSI mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Telecodifica, Opzione cliente e verificare che la telecodifica della funzione Attivazione del tergilunotto allinserimento della retromarcia (ove presente) sia Si.

Lanomalia persiste? Si FASE 2 Inserire la retromarcia. Controllare le luci di retromarcia

No Fine procedimento

Si accendono?

No

Si FASE 2.1 Eseguire la sequenza di Diagnosi della funzione tergilunotto [G10][S06]

Passare alla fase 3

Pagina 14 / 18

FASE 3 Stabilire la comunicazione con il BSI mediante lo strumento di diagnosi, selezionare il menu Misura Parametri, quindi il menu Visibilit rilevando lo stato del parametro Retromarcia inserita Inserire la retromarcia.

Il parametro diventa Si

Si

No

FASE 3.1 Eseguire la sequenza di Diagnosi della funzione tergilunotto [G10][S06]

Il veicolo ha il cambio automatico?

Si

No

FASE 3.2 Orientare la ricerca sul cambio automatico (rileva zione anomalie, ecc.) Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Fine del procedimento.

Passare alla fase 4

Pagina 15 / 18

FASE 4 Controllare il contattore di retromarcia ed il relativo cablaggio. Alloccorrenza intervenire.

Lo stato del parametro Retromarcia inserita S I?

No

FASE 4.1 Orientare la ricerca sul calcolatore di gestione motore fino a risolvere la mancata acquisizione dellinformazione retromarcia Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito.

Si

Lanomalia persiste?

Si

No

FASE 4.2 Eseguire la sequenza di diagnosi della funzione tergilunotto [G10][S06]

Fine procedimento.

Pagina 16 / 18

8.3

[G10][S06] Altri sintomi: diagnosi della funzione tergilunotto

FASE 1 Controllare i fusibili, lalimentazione del tergilunotto e la telecodifica del BSI.

FASE 2 Servendosi dello strumento di diagnosi, visualizzare Misure parametri del Modulo di Commuta zione sotto al Volante (o volante a comandi centrali zzati fissi). Azionare il commutatore del tergilunotto controllando i parametri corrispondenti. FASE 2.1 Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Orientare la ricerca sul Modulo di Commuta zione sotto al Volante (o volante a comandi centrali zzati fissi) Fine del procedimento.

I parametri indicati corrispondono alla posizione del commutatore?

No

Si

Passare alla fase 3

Pagina 17 / 18

FASE 3 Servendosi dello strumento di diagnosi stabilire la comunicazione con il BSI, selezionare il menu Test azionatori e poi Visibilit. Eseguire un test azionatore del tergilunotto. Si Il tergilunotto funziona normalmente?

FASE 3.1

Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito.


Se lanomalia persiste rivolgersi allassistenza tecnica. Fine del procedimento.

No

FASE 3.2 Controllare i motorini elettrici. Controllare i cablaggi Se i motorini elettrici ed i relativi cablaggi sono in buono stato, si pu sostituire il BSI. Fine del procedimento.

Pagina 18 / 18

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 31

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 217
12/05/2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Diagnosi assistita del BSI: indicatori di direzione, segnale di emergenza .

RIGUARDA : I veicoli CITRON C4, C5 Restyling.

Pagina 1 / 15

Diagnosi assistita del calcolatore elettronico di gestione (BSI) (G11) Indicatori di direzione Segnale di emergenza

Applicazione ai veicoli CITRON seguenti: C4 C5 Restyling

Lamentele cliente - Gli indicatori di direzione anteriori o posteriori non si accendono - Gli indicatori di direzione anteriori o posteriori rimangono sempre accesi - Quando si preme il pulsante del segnale demergenza le relative luci non si accendono - Le spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti o sul volante a comandi centralizzati fissi non si accendono - Il diodo luminescente del pulsante del segnale demergenza no n si illumina

Pagina 2 / 15

Indice
1 2 3
3.1

Attrezzatura necessaria Garanzia Contattare lAssistenza Tecnica


INTRODUZIONE

4 4 4
4

4
4.1 4.2

Raccomandazioni e precauzioni
RACCOMANDAZIONI DI BASE AVVERTENZA

5
5 5

5
5.1 5.2

Funzionamento
SEGNALE D EMERGENZA INDICATORI DI DIREZIONE

5
5 5

6 7

[G11][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione [G11][S01] Gli indicatori di direzione o le luci del segnale demergenza

non si accendono 8 9 [G11][S02] Gli indicatori di direzione anteriori non si accendono [G11][S03] Gli indicatori di direzione posteriori non si accendono

10 11 11 11 12

10 [G11][S04] Gli indicatori di direzione anteriori rimangono sempre accesi 11 [G11][S05] Gli indicatori di direzione posteriori rimangono sempre accesi 12 [G11][S06] Quando si preme il pulsante del segnale demergenza le relative luci non si accendono. 13 [G11][S07] Le spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti o sul volante a comandi centralizzati fissi non si accendono
13.1 13.2 CITRON C4 CITRON C5 RESTYLING

12

12
12 14

Pagina 3 / 15

14 [G11][S08] Il diodo luminescente del pulsante del segnale demergenza non si illumina 15

Attrezzatura necessaria

Uno strumento di diagnosi.

Garanzia

ATTENZIONE: per la sostituzione in garanzia del calcolatore elettronico di gestione necessario richiedere lautorizzazione allAssistenza Tecnica.

3 3.1

Contattare lAssistenza Tecnica Introduzione

Prima di contattare lAssistenza Tecnica raccogliere le seguenti informazioni: il o i numeri dei procedimenti applicati (da G01 a G11), la sequenza utilizzata (S0x), la fase a cui si giunti (informazione facoltativa che dipende dal procedimento utilizzato ). Esempio di informazioni da fornire

stato applicato il procedimento G10 (Tergicristalli), la sequenza S06 corrispondente a Diagnosi della funzione tergilunotto e la fase a cui si giunti la N2.1 del sinottico. I seguenti dati devono essere indicati al tecnico G10 - S06 - 2.1.

Pagina 4 / 15

4 4.1

Raccomandazioni e precauzioni Raccomandazioni di base

Prima di effettuare qualsiasi intervento occorre controllare: la tensione della batteria, i fusibili, la corretta posizione dello shunt sul BSI (lo shunt deve essere in posizione cliente), che il calcolatore elettronico di gestione non funzioni in modalit ridotta (vedi procedimento di controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione ). 4.2 Avvertenza

Questi procedimenti devono essere applicati solo se le funzioni di bloccaggio / sbloccaggio del veicolo funzionano .

5 5.1

Funzionamento Segnale demergenza

Lacquisizione della richiesta di accensione delle luci del segnale demergenza si effettua mediante il calcolatore elettronico di gestione . 5.2 Indicatori di direzione

Lacquisizione della richiesta di accensione delle luci degli indicatori di direzione si effettua mediante il modulo di commutazione sotto al volante. Il calcolatore elettronico di gestione comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione posteriori. Il calcolatore di gestione motore comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione anteriori.

Pagina 5 / 15

[G11][S00] Controllo preliminare del calcolatore elettronico di gestione


Fase 1 Identificazione di un calcolatore elettronico di gestione in modalit ridotta: - Primo caso: quando si inserisce il contatto e il commutatore die fari in posizione 0, le luci di posizione del veicolo (anteriori o posteriori oppure entrambe) si accendono. - Secondo caso: a motore avviato, i fari anabbaglianti si accendono e il tergicristallo funziona a intermittenza o a bassa velocit.

Fase 2 Il calcolatore elettronico di gestione presenta i sintomi del funzionamento in modalit ridotta? Si Fase 4 Verificare i fusibili, lalimentazione del calcolatore elettronico di gestione e alloccorrenza effettuare gli interventi necessari

No

Fase 3 Fine del procedimento

Fase 5 Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione tramite lo strumento di diagnosi e selezionare il menu IDENTIFICAZIONE Viene indicata la versione del software del calcolatore elettronico di gestione? coerente con le versioni software abituali (versione software sempre superiore a 01.00)?

Il BSI non risponde allo strumento di diagnosi Fase 5.1 Fine del procedimento Controllare il collegamento tra lo strumento e la presa di diagnosi, le varie connessioni, il funzionamento dellinterfaccia di comunicazione dello strumento di diagnosi. Se non emergono anomalie, si pu smontare il BSI

Si

Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 6 / 15

Fase 6 Il calcolatore elettronico di gestione nuovo? (proveniente dal Centro Ricambi)

Si

No

Fase 7 Fine del procedimento Si pu smontare il BSI

Fase 8 Il calcolatore elettronico di gestione gi stato telecaricato?

Si

No Fase 9 Rifare il telecaricamento del calcolatore elettronico di gestione almeno tre volte. Passare alla fase 10 Al terzo tentativo lo smontaggio del calcolatore elettronico di gestione autorizzato.

Pagina 7 / 15

Fase 10
1) Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TELECODIFICA, poi Opzione cliente, telecodificare il parametro Tipo fari diurni in fari diurni no. 2) Disattivare i fari diurni e laccensione automatica dei fari dal menu di personalizzazione (tasto MENU sul volante o sullautoradio). 3) Inserire il contatto (+APC). Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori o posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori accese e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: Le luci di posizione anteriori e posteriori sono accese Funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore

Passare alla fase 14

Fase 11 Premere e rilasciare il pulsante di comando del segnale demergenza. Il diodo luminoso del tasto si accende dopo aver premuto il tasto?

No

Fase 12

Si

La causa dellanomalia Il BSI Sostituire il BSI

Fase 13 Stabilire la comunicazione con il calcolatore dellAirbag mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu Identificazione Si possono rilevare gli elementi della videata didentificazione del calcolatore Airbag?

Si

No

Fase 13.2 Cercare lorigine dellanomalia nel modulo di commutazione sotto al volante (o volante a comandi centralizzati fissi) e a livello della rete multiplexata CAN Carrozzeria. Se la rete CAN Carrozzeria in buono stato, sostituire il BSI.

Fase 13.1 Se il collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante e il calcolatore elettronico di gestione in buono stato, sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o il volante a comandi centralizzati fissi (blocco di comando sotto il volante).
Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non deve essere sostituito .

Pagina 8 / 15

Fase 14 Inserire il contatto. Controllare il funzionamento delle luci di posizione anteriori e posteriori e il funzionamento del tergicristallo anteriore.

Una delle due condizioni seguenti non si verifica: le luci di posizione anteriori e posteriori sono spente funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Luci di posizione anteriori e posteriori spente e funzionamento a bassa velocit o ad intermittenza lenta del tergicristallo anteriore.

Fase 14.1 La causa dellanomalia il calcolatore elettronico di gestione motore. Orientare le ricerche su questo calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 16 Inserire il contatto Le luci di posizione anteriori sono accese mentre quelle posteriori sono spente?

Si

No

Fase 15.2 Orientare le ricerche sul collegamento tra il modulo di commutazione sotto al volante (o il volante a comandi centralizzati fissi) e il calcolatore elettronico di gestione motore e in questo stesso calcolatore. ATTENZIONE: telecodificare il parametro Tipo di fari diurni nel BSI come in origine.

Fase 17.2 Sostituire il BSI

Pagina 9 / 15

[G11][S01] Gli indicatori di direzione o le luci del segnale demergenza

non si accendono FASE 1 Controllare i fusibili e le lampadine. Controllare la telecodifica del BSI.

FASE 2: bloccaggio/sbloccaggio delle serrature con il telecomando alta frequenza. Tutte le lampadine funzionano?

Si

No FASE 4 Rilevare le anomalie del modulo di commutazione sotto al volante o del volante a comandi centralizzati fissi. Vengono segnalate delle anomalie?

FASE 3 Controllare il funzionamento del modulo di commutazione sotto al volante o del volante a comandi centralizzati fissi e la telecodifica del BSI.

Si

No

Le lampadine posteriori o anteriori non funzionano. Vedi procedimenti relativi ai problemi di accensione dei fari e delle luci.

FASE 5 Lanomalia dipende dal modulo di commutazione sotto al volante o dal volante a comandi centralizzati fissi.

Pagina 10 / 15

[G11][S02] Gli indicatori di direzione anteriori non si accendono

Il calcolatore di gestione motore comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione anteriori. Controllare il collegamento tra il calcolatore di gestione motore e le lampadine.

ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. 9 [G11][S03] Gli indicatori di direzione posteriori non si accendono

Operazioni da effettuare: Controllare i fusibili e le lampadine degli indicatori di direzione posteriori (sostituire i componenti difettosi). Controllare la continuit del cablaggio tra il calcolatore elettronico di gestione e le lampadine. Se le lampadine ed il cablaggio sono in buono stato si pu sostituire il BSI.

10

[G11][S04] Gli indicatori di direzione anteriori rimangono sempre

accesi Il calcolatore di gestione motore comanda elettricamente laccensione degli indicatori di direzione anteriori. Verificare lisolamento e lassenza di cortocircuiti sul cablaggio tra il calcolatore di gestione motore e le lampadine .

ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito.

Pagina 11 / 15

11

[G11][S05] Gli indicatori di direzione posteriori rimangono sempre

accesi Operazioni da effettuare: Controllare i fusibili e le lampadine degli indicatori di direzione (sostituire i componenti difettosi). Verificare lisolamento e lassenza di cortocircuiti sul cablaggio tra il calcolatore elettronico di gestione e le lampadine . Se le lampadine ed il cablaggio sono in buono stato, si pu sostituire il BSI.

12

[G11][S06] Quando si premere il pulsante del segnale demergenza le

relative luci non si accendono. Operazioni da effettuare: Stabilire la comunicazione con il calcolatore elettronico di gestione mediante lo strumento di diagnosi Selezionare il menu MISURA PARAMETRI poi ALIMENTA ZIONI poi CAUSE DI MANTENIMENTO RETI CAN Verificare che il parametro Accensione luci del segnale demergenza si modifichi coerentemente con le operazioni effettuate Controllare il cablaggio tra il pulsante e il BSI

Se dai due suddetti controlli non emergono anomalie, si pu sostituire il BSI.

13

[G11][S07] Le spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti o

sul volante a comandi centralizzati fissi non si accendono 13.1 Citron C4

Operazioni da effettuare: Stabilire la comunicazione con il volante a comandi centralizzati fissi mediante lo strumento di diagnosi Selezionare il menu TEST A TTUATORE ed eseguire un test a ttuatore riguardante le spie di segnalazione .

Pagina 12 / 15

Se si verificano tutte le condizioni seguenti: nessuna anomalia tra BSI e volante a comandi centralizzati fissi, nessuna anomalia tra comandi sotto al volante e comandi sul volante a comandi centralizzati fissi, si pu procedere alla sostituzione dei gruppo comandi sul volante. ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Ricerca origine difetti : Si sente un rumore metallico tipo Clic/Clac? (*) Si Accensione delle spie degli indicatori di direzione sul gruppo comandi del volante? No Accensione degli indicatori di direzione? Si o No Cause possibili/Raccomandazioni

Il calcolatore e lettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Sostituire il gruppo comandi sul volante. No No Si Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Sostituire il volante a comandi centrali zzati fissi (comandi sotto al volante e comandi sul volante). (*) Il rumore proviene dal modulo di commuta zione sotto al volante o dal volante a comandi centralizzati fissi.

Pagina 13 / 15

13.2

Citron C5 Restyling

Operazioni da effettuare: Stabilire la comunicazione con il calcolatore del quadro strumenti mediante lo strumento di diagnosi. Selezionare il menu TEST A ZIONATORI ed eseguire un test attuatore riguardante le spie esterne. Se le spie di segnalazione non si accendono ma non viene segnala la presenza di anomalie tra il BSI e il quadro strumenti (rilevare le anomalie del BSI) , sostituire il calcolatore del quadro strumenti.

ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Ricerca origine difetti : Si sente un rumore metallico tipo Clic/Clac? (*) Si Accensione delle spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti? No Accensione degli indicatori di direzione? Si / No Cause possibili/Raccomandazioni

Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Sostituire il calcolatore del quadro strumenti No No Si Il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Sostituire il modulo di commutazione sotto al volante o i comandi sotto al vola nte del volante a comandi centralizzati fissi. (*) Il rumore proviene dal modulo di commutazione sotto al volante o dal volante a comandi centralizzati fissi

Pagina 14 / 15

14

[G11][S08] Il diodo luminescente del pulsante del segnale

demergenza non si illumina La luce del pulsante alimentata tramite il calcolatore del quadro strumenti. ATTENZIONE: il calcolatore elettronico di gestione non la causa dellanomalia e non va sostituito. Operazioni da realizzare: Controllare il diodo luminescente del pulsante Verificare il collegamento tra il pulsante e il calcolatore del quadro strumenti

Se dai 2 suddetti controlli non emergono anomalie sostituire il calcolatore del quadro strumenti.

Pagina 15 / 15

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 32

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Preparatore VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita, Tecnico Esperto - Meccanico Esperto, Tecnico Citron

DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 226
25/08/ 2005

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Calcolatore EDC15C2 : Imprecisione dei difetti iniettori.

RIGUARDA : Tutti i veicoli equipaggiati di motore 2.0 l HDI (DW10) con calcolatore motore Bosch EDC15C2.

CONSTATAZIONE : A seguito di una non conformit del calcolatore, il titolo visualizzato dallo strumento per i difetti iniettore potrebbe essere impreciso. Lo strumento potr visualizzare : Difetto iniettore 3 o 4 e difetto iniettore 2 o 3.

RIMEDIO : Al fine di conoscere liniettore realmente interessato, attenersi alle tabelle qui sotto.

Page 1 / 3

DIFETTO INIETTORE 3 O 4 SCELTA DELLINIETTORE INTERESSATO : Nel caso in cui sullo schermo dovesse apparire il difetto : difetto iniettore 3 o 4 , utilizzare la seguente tabella per identificare, a partire dal Pcode (accessibile nei contesti associati ai difetti) del veicolo ed eventualmente del calcolatore, liniettore interessato .

VEICOLI BERLINGO XSARA EVASION JUMPY XANTIA 2

RIFERIMENTO SOFTWARE Tutti Tutti Tutti Tutti Tutti Da 96 351 584 80 a 96 477 771 80 E 96 517 818 80 Tutto il resto Da 96 413 064 80 A 96 492 122 80 Tutto il resto 96 391 908 80 96 416 079 80 96 416 085 80 96 435 255 80 96 435 256 80 96 447 210 80 96 525 905 80 96 491 583 80 96 523 860 80 96 466 393 80 96 477 968 80 96 488 708 80 96 474 723 80 96 497 716 80 96 416 075 80 96 428 232 80 96 435 261 80 Tutto il resto

PCODE P0203 PCODE P0204 INIETTORE INTERESSATO 4 4 4 4 4 4 3 4 3 3 3 3 3 3 3 4 3 4

XSARA PICASSO

XSARA 2

CITRON C5

3 3

4 4

Per tutti i riferimenti o veicoli non citati

Page 2 / 3

DIFETTO INIETTORE 2 O 3 Nel caso in cui dovesse apparire il difetto : Pcode P0000 , liniettore interessato sia liniettore 2, sia liniettore 3. Non possibile identificare liniettore o il fascio allorigine del difetto emerso. Il controllo dovr quindi essere effettuato sullinsieme degli elementi (iniettori 2 e 3 e loro fasci rispettivi).

Page 3 / 3

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 32

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI CONCESSIONARI VN CITRON - Addetto Preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 229
25/01/2006

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza su CITRON C1.

RIGUARDA : Procedura di apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza sul veicolo CITRON C1.

CONSTATAZIONE : La sostituzione o laggiunta di elementi alla funzione di chiusura centralizzata delle porte richiede lesecuzione delle procedure manuali di apprendimento.

RIMEDIO: Seguire le procedure descritte nel presente documento.

Pagina 1 / 12

SOMMARIO

DIAGNOSI........................................................................................................................ 3 1.1 1.2 CENTRALINA ELETTRONICA DI CHIUSURA DELLE PORTE ............................................ 3 TELECOMANDO AD ALTA FREQUENZA ........................................................................ 3

2 3 4

SOSTITUZIONE DEI PEZZI, PROCEDURA DA SEGUIRE.................................... 3 RICONOSCIMENTO DEL TELECOMANDO AD ALTA FREQUENZA ................ 4 PROCEDURA DI APPRENDIMENTO DEI TELECOMANDI AD ALTA

FREQUENZA........................................................................................................................... 6 5 PROCEDURA DI CANCELLAZIONE E APPRENDIMENTO DI UN TELECOMANDO

AD ALTA FREQUENZA NUOVO ........................................................................................ 8 6 PROCEDURA DI CANCELLAZIONE DI TUTTI I TELECOMANDI.....................11

Pagina 2 / 12

1 1.1

Diagnosi Centralina elettronica di chiusura delle porte

Le funzioni di diagnosi disponibili sulla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte sono : Riconoscimento del telecomando ad alta frequenza (vedere capitolo 3) ; Apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza; Cancellazione dei telecomandi ad alta frequenza.

Le suddette funzioni sono accessibili effettuando le procedure manuali descritte nei capitoli successivi. Non occorre utilizzare lo strumento di diagnosi per effettuare tali procedure.

Nella procedura di apprendimento dei telecomandi, possibile apprendere al massimo 4 telecomandi, che possono essere riappresi e riutilizzati. 1.2 Telecomando ad alta frequenza

E possibile verificare il funzionamento del telecomando ad alta frequenza con lausilio di un tester per telecomandi ad alta frequenza 4169-T (riferimento P.R. : OUT 104 169T).

NB : Il suddetto tester per telecomandi ad alta frequenza consente inoltre di verificare il funzionamento dei telecomandi a infrarossi.

Sostituzione dei pezzi, procedura da seguire

ATTENZIONE: Occorre recuperare tutti i telecomandi ad alta frequenza del veicolo prima di iniziare le procedure.

NB: Non occorre utilizzare lo strumento di diagnosi per effettuare tali procedure.

Pagina 3 / 12

Configurazione di sostituzione Sostituzione della centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte

Procedura da seguire Procedura di apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza (vedere capitolo 4) Procedura di cancellazione e apprendimento del nuovo telecomando ad alta frequenza (vedere capitolo 5 ) Procedura di cancellazione di tutti i telecomandi ad alta frequenza. (vedere capitolo 6) Procedura di apprendimento di un nuovo telecomando ad alta frequenza (vedere capitolo 4)

Perdita e sostituzione di telecomandi ad alta frequenza

Perdita senza sostituzione dei telecomandi ad alta frequenza del veicolo.

Aggiunta di uno o pi telecomandi ad alta frequenza

ATTENZIONE: La tecnologia utilizzata non consente un utilizzo superiore a 4 telecomandi per veicolo.

NB : In caso di apprendimento di un quinto telecomando, il telecomando meno recente verr cancellato dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. E possibile sapere se il telecomando ad alta frequenza stato appreso dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. (vedere capitolo 3)

3 NB:

Riconoscimento del telecomando ad alta frequenza

Leggere la procedura una prima volta prestando attenzione al tempo di esecuzione di ogni fase, prima di iniziare realmente la procedura.

Pagina 4 / 12

Fase della procedura Condizioni iniziali : Fase n1

Operazioni da effettuare

- Tutte le porte chiuse o chiuse con comando centralizzato. - Contatto interrotto In meno di 5 secondi : Aprire le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida. Chiudere le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida. Aprire le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida In meno di 30 secondi :

Fase n2

Fase n3

Inserire il contatto e interromperlo per 9 volte consecutive Osservare le spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti.

Sono possibili 2 casi : Fase n4 1o Caso : Le spie degli indicatori di direzione lampeggiano per 2 volte consecutive. Proseguire con la procedura. 2o Caso: Le spie degli indicatori di direzione non lampeggiano. Verificare che il segnale demergenza e il contatto della porta funzionino correttamente e ripetere la procedura. Fase n5 Premere il pulsante di chiusura centralizzata del/dei telecomando/i ad alta frequenza e osservare le spie degli indicatori di direzione sul quadro strumenti. Sono possibili due casi : 1o Caso : Le spie degli indicatori di direzione lampeggiano 1 volta. Il telecomando ad alta frequenza riconosciuto dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. Fase n6 2o Caso : Le spie degli indicatori di direzione lampeggiano per 2 volte consecutive. Il telecomando ad alta frequenza non riconosciuto dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. Per apprendere il telecomando, utilizzare la procedura di apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza (vedere il paragrafo 4). Fine della procedura Una volta terminato il test dei telecomandi, inserire il contatto.
Pagina 5 / 12

NB : Al termine della procedura, una volta inserito il contatto, il segnale demergenza lampeggia per due volte consecutive per indicare che la centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte tornata al funzionamento normale.

Procedura di apprendimento dei telecomandi ad alta frequenza

La presente operazione deve essere effettuata nei seguenti casi : Sostituzione della centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. Aggiunta di uno o pi telecomandi ad alta frequenza.

NB: Leggere la procedura una prima volta prestando attenzione al tempo di esecuzione di ogni fase, prima di iniziare realmente la procedura.

ATTENZIONE: Prima di iniziare la procedura, recuperare tutti i telecomandi ad alta frequenza del veicolo. E possibile registrare 4 telecomandi al massimo.

Fase della procedura Condizioni Iniziali : Fase n1 Fase n2

Operazioni da effettuare

Porta lato guida aperta, Contatto interrotto.

Inserire il contatto, Interrompere il contatto In meno di 40 secondi :

Fase n3

Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida, Inserire e interrompere il contatto.

In meno di 40 secondi : Fase n4 Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida, Chiudere tutte le porte e chiuderle con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida.

Pagina 6 / 12

Fase della procedura In meno di 40 secondi : Fase n5 -

Operazioni da effettuare

Inserire e interrompere il contatto 1 volta Aprire le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida Osservare la chiusura centralizzata e poi lapertura centralizzata delle porte.

Sono possibili 3 casi : Fase n6 1o Caso: Le porte si chiudono e si aprono con comando centralizzato 1 volta. Proseguire con la procedura. 2o Caso: Le porte non si chiudono e non si aprono con comando centralizzato, attendere 1 minuto e ripetere la procedura. 3o Caso: Le porte si chiudono e aprono con comando centralizzato pi di una volta, attendere 1 minuto e ripetere la procedura. Premere per due volte consecutive il pulsante di chiusura centralizzata di tutti i Fase n7 telecomandi ad alta frequenza e osservare la chiusura e lapertura centralizzata delle porte. Premendo di nuovo il pulsante di chiusura centralizzata del telecomando ad alta frequenza, sono possibili 3 casi: 1o caso : le porte si chiudono e si aprono 1 volta con comando centralizzato. Il telecomando ad alta frequenza stato registrato correttamente. Fase n8 2o caso : Le porte si chiudono e si aprono con comando centralizzato per 2 volte consecutive. Il telecomando ad alta frequenza non stato appreso dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. Fintanto che la centralina elettronica si trova in modalit apprendimento, possibile ritentare lapprendimento del telecomando ad alta frequenza premendo pi volte il pulsante di chiusura centralizzata del telecomando. 3o caso : Le porte non si aprono con comando centralizzato. Verificare che il contattore della porta lato guida e il sistema di chiusura centralizzata delle porte funzionino e ripetere la procedura dalla fase 1. Fine della procedura
Pagina 7 / 12

Inserire il contatto al termine dellapprendimento dei telecomandi.

NB : Fintanto che la centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte si trova in modalit apprendimento, possibile apprendere i telecomandi ad alta frequenza premendo pi volte il pulsante di chiusura centralizzata dei telecomandi.

ATTENZIONE: La centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte esce dalla modalit di apprendimento nei seguenti casi : Inserimento del contatto, Apertura di una porta, 4 telecomandi ad alta frequenza appresi durante la procedura di apprendimento delle chiavi, 40 secondi dopo la pressione di un tasto del telecomando ad alta frequenza.

Procedura di cancellazione e apprendimento di un nuovo telecomando ad alta

frequenza La presente operazione deve essere effettuata nei seguenti casi : Perdita dei telecomandi ad alta frequenza, Apprendimento di un nuovo telecomando.

NB : Leggere la procedura una prima volta prestando attenzione al tempo di esecuzione di ogni fase, prima di iniziare realmente la procedura.

ATTENZIONE: Prima di iniziare la procedura, recuperare tutti i telecomandi ad alta frequenza del veicolo. E possibile registrare 4 telecomandi al massimo.

Pagina 8 / 12

Fase della procedura Condizioni Iniziali : Fase n1 Fase n2 -

Operazioni da effettuare

Porta lato guida aperta, Contatto interrotto, Inserire il contatto Interrompere il contatto.

In meno di 40 secondi: Fase n3 Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida. Inserire e interrompere il contatto.

In meno di 40 secondi: Fase n4 Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida. Chiudere tutte le porte a chiuderle con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida. In meno di 40 secondi : Fase n5 Inserire e interrompere il contatto 2 volte Aprire le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida Osservare la chiusura e lapertura centralizzata delle porte.

Sono possibili 3 casi : Fase n6 1o Caso: Le porte si chiudono e si aprono 1 volta con comando centralizzato. Proseguire con la procedura. 2o Caso: Le porte non si aprono e non si chiudono con comando centralizzato, attendere 1 minuto e ripetere la procedura. 3o Caso: Le porte si chiudono e si aprono con comando centralizzato per pi di 2 volte, attendere 1 minuto e ripetere la procedura. Fase n7 Premere due volte il pulsante di chiusura centralizzata di tutti i telecomandi ad alta frequenza e osservare la chiusura e lapertura centralizzata delle porte.

Pagina 9 / 12

Fase della procedura

Operazioni da effettuare

Premendo di nuovo il pulsante di chiusura centralizzata del telecomando ad alta frequenza, sono possibili 3 casi : 1o caso : le porte si chiudono e si aprono 1 volta con comando centralizzato. Il telecomando ad alta frequenza stato registrato correttamente. 2o caso : Le porte si chiudono e si aprono con comando centralizzato per 2 volte consecutive. Il telecomando ad alta frequenza non stato Fase n8 appreso dalla centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte. Fintanto che la centralina elettronica si trova in modalit apprendimento, possibile ritentare lapprendimento del telecomando ad alta frequenza premendo pi volte il pulsante di chiusura centralizzata del telecomando. 3o caso : Le porte non si aprono con comando centralizzato. Verificare che il contattore della porta lato guida e il sistema di chiusura centralizzata delle porte funzionino e ripetere la procedura dalla fase 1. Fine della procedura Inserire il contatto al termine dellapprendimento dei telecomandi.

NB: Fintanto che la centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte si trova in modalit apprendimento, possibile apprendere i telecomandi ad alta frequenza premendo pi volte il pulsante di chiusura centralizzata. La centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte esce dalla modalit di apprendimento nei seguenti casi : Inserimento del contatto, Apertura di una porta, 4 telecomandi ad alta frequenza appresi durante la procedura di apprendimento delle chiavi, 40 secondi dopo lultima pressione di un tasto del telecomando ad alta frequenza.

Pagina 10 / 12

Procedura di cancellazione di tutti i telecomandi

La presente operazione deve essere effettuata nei seguenti casi : NB : Leggere la procedura una prima volta prestando attenzione al tempo di esecuzione di ogni fase, prima di iniziare realmente la procedura. Perdita senza sostituzione dei telecomandi ad alta frequenza del veicolo.

Fase della procedura Condizione Iniziale: Fase n1 Fase n2 -

Operazioni da effettuare

Porta lato guida aperta, Contatto interrotto. Inserire il contatto, Interrompere il contatto.

In meno di 40 secondi : Fase n3 Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida. Inserire e interrompere il contatto.

In meno di 40 secondi : Fase n4 Chiudere e aprire 2 volte la porta lato guida. Chiudere tutte le porte e chiuderle con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta lato guida. In meno di 40 secondi : Fase n5 Inserire e interrompere il contatto 5 volte Aprire le porte con comando centralizzato utilizzando la levetta della sicura della porta guida Osservare la chiusura e lapertura centralizzata delle porte.

Pagina 11 / 12

Fase della procedura Sono possibili 3 casi : -

Operazioni da effettuare

1o Caso: Le porte si chiudono e si aprono con comando centralizzato per 5 volte. Tutti i telecomandi ad alta frequenza sono stati cancellati. 2o caso : Le porte non si chiudono e non si aprono con comando centralizzato. Attendere 1 minuto prima di ripetere la procedura. 3o caso : Le porte si chiudono con comando centralizzato per meno di 5 volte. I telecomandi non sono stati cancellati. Attendere 1 minuto e ripetere la procedura.

Fase n6

ATTENZIONE : La centralina elettronica di chiusura centralizzata delle porte esce dalla presente modalit nei seguenti casi : Inserimento del contatto, Apertura di una porta, 4 telecomandi ad alta frequenza appresi durante la procedura di apprendimento delle chiavi, 40 secondi dopo lultima pressione di un tasto del telecomando ad alta frequenza.

Pagina 12 / 12

INFODIAG
CITRON

LEXIA PROXIA CD 34

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Addetto Preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 283
16/05/2006

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA OGGETTO : Telecaricamento del calcolatore Airbag centrale di C4.

RIGUARDA : Il telecaricamento di un calcolatore Airbag centrale (AUTOLIV) sul veicolo CITRON C4.

IMPORTANTE La versione minima degli strumenti di diagnosi deve essere : PROXIA : CD 34 + Teleaggiornamento 5.01. LEXIA : CD 34 + Teleaggiornamento Pack 4 (3)34.38.

Oppure CD 35 LEXIA e PROXIA (disponibile da met maggio 2006). CONSTATAZIONE : Prima di svolgere il telecaricamento del calcolatore Airbag centrale, effettuare una IDENTIFICAZIONE CALCOLATORE del calcolatore Airbag centrale, e leggere il valore del parametro NUMERO COMPLEMENTARE .

Pagina 1 / 9

1) I calcolatori Airbag centrale da aggiornare sono : CITRON C4 Coup : 96.534.932.80 o 96.581.379.80. CITRON C4 Berlina : 96.534.937.80. 2) I calcolatori Airbag centrale gi aggiornati sono : CITRON C4 Coup : 96.626.436.80. CITRON C4 Berlina : 96.626.439.80.

DURATA : La durata del telecaricamento di un calcolatore Airbag centrale (AUTOLIV) sul veicolo CITRON C4 di 1 minuto circa.

Pagina 2 / 9

RIMEDIO : L'operazione di telecaricamento deve essere realizzata nel modo seguente, usando gli strumenti di diagnosi LEXIA o PROXIA :

Procedura di telecaricamento (1o tentativo)

ERRORE

OK
Procedura di telecaricamento (2o tentativo)

ERRORE

OK
Procedura di telecaricamento (3o tentativo)

ERRORE

OK
Sostituzione del calcolatore (4o tentativo)

Verifiche successive al telecaricamento : Verificare la variazione di Numero Complementare del calcolatore Airbag centrale (come indicato a pagina 8). TASSATIVO : Stampare la videata dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare del calcolatore Airbag centrale. Interrompere il contatto e reinserirlo . Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non si accenda E non lampeggi.

ERRORE : Appare il messaggio Anomalia durante il telecaricamento del calcolatore Airbag centrale. Ripetere la procedura di telecaricamento del calcolatore .

Pagina 3 / 9

PROCEDURA CON LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA : A/ Procedura di telecaricamento (1o tentativo) :

LEXIA
1 2 3 4 5 6 7 Collegare lo strumento di diagnosi sul veicolo. Selezionare "DIAGNOSI ". Scegliere il veicolo CITRON C4 . Inserire il Numero dOPR. Lanciare il "Test Globale ". Selezionare il parametro "AIRBAG", quindi confermare con il tasto "*". Selezionare il parametro "TELECARICAMENTO ".

Selezionare il parametro "TELECARICAMENTO " dopo aver effettuato una IDENTIFICAZIONE per verificare i riferimenti del calcolatore Airbag centrale montato sul vostro veicolo.

Seguire le indicazioni che appaiono sullo schermo

TASSATIVO
10 Stampare la videata (tasto F8 ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG.

11

Interrompere il contatto e reinserirlo. Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi.

Stampare la videata (tasto F8 ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare del calcolatore AIRBAG.

Pagina 4 / 9

B/ Procedura di telecaricamento (2o tentativo) : In caso di errore durante lesecuzione della procedura o di mancato aggiornamento del numero complementare del calcolatore AIRBAG, effettuare le seguenti operazioni : LEXIA
1 2 Ritornare al "Test Globale "e selezionare il param etro "AIRBAG", quindi confermare con il tasto "*". Selezionare il parametro "TELECARICAMENTO ".

Selezionare il parametro "TELECARICAMENTO " dopo aver effettuato una IDENTIFICAZIONE per verificare i riferimenti del calcolatore Airbag centrale montato sul vostro veicolo

Seguire le indicazioni che appaiono sullo schermo.

TASSATIVO
5 Stampare la videata (tasto F8 ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG. OU

Interrompere il contatto e reinserirlo. Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi.

Stampare la videata (tasto F8 ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare del calcolatore Airbag.

Pagina 5 / 9

C/ Procedura di telecaricamento (3o tentativo) : In caso di nuovo errore durante lesecuzione della procedura:

Interrompere il contatto Scollegare la batteria Attendere 1 minuto Ricollegare la batteria Ripristinare il contatto Ripetere la procedura descritta al paragrafo A/

D/ Sostituzione del calcolatore Airbag centrale (4o tentativo) : Se NESSUNA DELLE PROCEDURE (A/, B/ e C/ ) andata a buon fine, ordinare il calcolatore Airbag interessato con i seguenti riferimenti Centro Ricambi:

Calcolatori da telecodificare : seguire lINFODIAG N 268 del 30/11/2005 Riferimento PR 6546 33 : CITRON C4 Coup. Riferimento PR 6546 35 : CITRON C4 Berlina.

Calcolatori gi telecodificati e con VIN da fornire : Riferimento PR 6546 34 : CITRON C4 Coup. Riferimento PR 6546 36 : CITRON C4 Berlina.

E/ Verifiche successive al telecaricamento : Verificare che il Numero Complementare del calcolatore venga cambiato come segue : Software calcolatore
Numero Complementare Precedente Nuovo Numero Complementare

C4 Coup
96.534.932.80 o 96.581.379.80 96.626.436.80

C4 Berlina
96.534.937.80 96.626.439.80

Il corretto svolgimento delloperazione di ripristino del calcolatore dellAIRBAG garantito soltanto dalla STAMPA della videata finale del telecaricamento (Codice VIN e numero complementare del veicolo).

Interrompere il contatto e reinserirlo. Verificare che la spia di difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi.
Pagina 6 / 9

PROCEDURA CON LO STRUMENTO DI DIAGNOSI PROXIA : A/ Procedura di telecaricamento (1o tentativo) :

PROXIA
1 2 3 4 5 Collegare lo strumento di diagnosi sul veicolo. Selezionare "TELECARICAMENTO/TELECODIFICA". Selezionare "TELECARICAMENTO". Scegliere il veicolo CITRON C4. Inserire il Numero d'OPR.

Selezionare il parametro "PROTEZIONE".

7 8

Verificare i riferimenti del calcolatore Airbag centrale montato sul vostro veicolo. Seguire le indicazioni che appaiono sullo schermo

TASSATIVO
9 Stampare la videata (tasto F2 e scegliere STAMPA VIDEATA ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG. Interrompere il contatto e reinserirlo. Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi

10

Stampare la videata (tasto F2 e scegliere STAMPA VIDEATA ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG.

Pagina 7 / 9

B/ Procedura di telecaricamento (1o tentativo): In caso di errore durante lesecuzione della procedura, effettuare le seguenti operazioni : PROXIA

Selezionare nuovamente il parametro "PROTEZIONE".

2 3

Verificare i riferimenti del calcolatore Airbag centrale montato sul vostro veicolo. Seguire le indicazioni che appaiono sullo schermo

TASSATIVO
4 Stampare la videata (tasto F2 e scegliere STAMPA VIDEATA ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG. OU

Interrompere il contatto e reinserirlo. Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi

Stampare la videata (tasto F2 e scegliere STAMPA VIDEATA ) dello strumento di diagnosi che indica il Codice VIN del veicolo e la variazione di Numero Complementare dellAIRBAG.

Pagina 8 / 9

C/ Procedura di telecaricamento (3o tentativo) : In caso di nuovo errore durante lesecuzione della procedura:

Interrompere il contatto Scollegare la batteria Attendere 1 minuto Ricollegare la batteria Ripristinare il contatto Ripetere la procedura descritta al paragrafo A/

D/ Sostituzione del calcolatore Airbag centrale (4o tentativo) : Se NESSUNA DELLE PROCEDURE (A/, B/ e C/ ) andata a buon fine, ordinare il calcolatore Airbag interessato con i seguenti riferimenti Centro Ricambi:

Calcolatori da telecodificare : seguire lINFODIAG N 268 del 30/11/2005 Riferimento PR 6546 33 : CITRON C4 Coup. Riferimento PR 6546 35 : CITRON C4 Berlina.

Calcolatori gi telecodificati e con VIN da fornire : Riferimento PR 6546 34 : CITRON C4 Coup. Riferimento PR 6546 36 : CITRON C4 Berlina.

E/ Verifiche successive al telecaricamento : Verificare che il Numero Complementare del calcolatore venga sostituito come segue : Software calcolatore
Numero Complementare Precedente Nuovo Numero Complementare

C4 Coup
96.534.932.80 o 96.581.379.80 96.626.436.80

C4 Berlina
96.534.937.80 96.626.439.80

Il corretto svolgimento delloperazione di ripristino del calcolatore dellAIRBAG garantito soltanto dalla STAMPA della videata finale del telecaricamento (Codice VIN e numero complementare del veicolo).

Interrompere il contatto e reinserirlo . Verificare che la spia difetto dellAIRBAG non resti accesa E non lampeggi.
Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POST-VENDITA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI/ CONCESSIONARI VN CITRON - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita - Tecnico Esperto / Meccanico Esperto

LEXIA PROXIA CD 35

DOCUMENTAZIONE TECNICA

N 289
19/07/2006

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

OGGETTO: Telecodifica manuale del calcolatore BOSCH ME7.4.5. RIGUARDA : La telecodifica manuale di un calcolatore diniezione benzina BOSCH ME7.4.5 per i veicoli CITRON C2 Full Can, CITRON C3 Pluriel Full Can, CITRON C3 Restyling, BERLINGO2, CITRON C4 e XSARA PICASSO. CONSTATAZIONE: Il calcolatore diniezione benzina SIEMENS SID ME7.4.5 nuovo stato consegnato dal Centro Ricambi non telecodificato. RIMEDIO : L' operazione di telecodifica deve essere realizzata nel seguente modo : Utilizzare lo strumento LEXIA o PROXIA per entrare in comunicazione con il calcolatore difettoso sul veicolo prima di smontarlo. Stampare le videate dello strumento di diagnosi che indicano i valori dei parametri di telecodifica oppure annotarli a mano. Installare il calcolatore nuovo sul veicolo; utilizzare lo strumento di diagnosi LEXIA o PROXIA per entrare in comunicazione con il calcolatore sul veicolo.
Pagina 1 / 23

Telecodificare a mano i valori dei parametri, a partire dalle stampe o dalle annotazioni prese precedentemente.

Nel caso questa procedura non fosse possibile a causa della distruzione o del bloccaggio del calcolatore (ovvero la diagnosi non pu essere effettuata) procedere nel seguente modo Montare il calcolatore nuovo sul veicolo. Telecodificare manualmente i valori dei parametri in base alle tabelle seguenti

Pagina 2 / 23

SOMMARIO Veicolo
CITRON C2 VTS Full Can CITRON C2 Full Can, CITRON C3 Pluriel Full Can CITRON C3 Restyling CITRON C3 Restyling CITRON C3 Restyling BERLINGO2 CITRON C4 CITRON C4 XSARA PICASSO XSARA PICASSO Mercosur

Motorizzazione
TU5JP4S TU5JP4 TU5JP4 TU5JP4 TU5JP4 TU5JP4 TU5JP4 E4/MX TU5JP4 TU5JP4 TU5JP4 Euro4 TU5JP4

Cambio
BVM BVMP BVMP BVM BVA BVMP BVM BVM BVA BVM BVM

Medaglione Motore
NFU NFU NFU NFU NFU NFU NFU / N6A NFU NFU NFU N6A

Pagina
4 5 7 9 11 13 15 16 18 20 22

BVM : Cambio manuale BVA : Cambio automatico BVMP: Cambio manuale pilotato N.B. : Significato dei codici clima: Codice clima
C caldo T : temperato F : freddo GF : molto freddo

Per le classi alternatori, i valori sono forniti solo a titolo indicativo. Devono essere verificati direttamente sull' alternatore del veicolo.

Pagina 3 / 23

Particolarit della telecodifica

Citron C2 VTS Full CAN con cambio manuale calcolatore Bosch ME745
Valore del parametro di telecodifica
C

TU5JP4S BVM Con aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore)

Captatore della Senza aria condizionata pressione Pressostato lineare dellaria condizionata

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Cambio

X Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro

Alternatore

Classe 7 Classe 8 o 8+

Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina Carrozzeria senza piombo (famiglia, sagoma vettura, antinquinament Benzina senza piombo o)

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Riscaldamento aggiuntivo

Senza riscaldamento aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

ABS presente con X o senza ESP ABS assente X Presente Assente X Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente
X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo per telecodificare questi 2 parametri (1) su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza della funzione LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0. Pagina 4 / 23

Citron C2 Full CAN con cambio manuale pilotato


calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
C T

TU5JP4 BVMP

Senza aria condizionata

Con aria condizionata

Senza sedili riscaldati Base RT3 F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato Con pedale punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+ Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina senza piombo

X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Veicolo dotato di un cambio manuale pilotato. Verificare la PRESENZA DI UN CAPTATORE PUNTO DURO (2).

Alternatore Carrozzeria (famiglia,

X X

X X

X X

X X X X X

X X X X

X X X X

X X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 5 / 23

sagoma vettura, Benzina con piombo antinquinament o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo (1) per telecodificare questi 2 parametri su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su Presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza della funzione LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0. (2) La presenza di un captatore del pedale punto duro si avverte grazie ad uno scatto quando si preme a fondo il pedale dellacceleratore.

Pagina 6 / 23

CITRON C3 Pluriel Full Can con cambio manuale pilotato


calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro di della telecodifica telecodifica
C T

TU5JP4 BVMP

Senza aria condizionata

Con aria condizionata

Senza sedili riscaldati Base RT3 F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+ Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina senza piombo

X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Veicolo dotato di un cambio manuale pilotato. Verificare la PRESENZA DI UN CAPTATORE PUNTO DURO (2).

Alternatore Carrozzeria (famiglia,

X X

X X

X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 7 / 23

sagoma vettura, Benzina con piombo antinquinament o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo (1) per telecodificare questi 2 parametri su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza della funzione LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0. (2) La presenza di un captatore del pedale punto duro si avverte grazie ad uno scatto quando si preme a fondo il pedale dellacceleratore.

Pagina 8 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+ Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina senza piombo

Citron C3 Restyling CAN con cambio manuale

TU5JP4 BVM

Senza aria condizionata

Con aria condizionata

Senza sedili riscaldati Base RT3 C T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Cambio

Alternatore Carrozzeria (famiglia,

X X

X X

X X

X X X X

X X X X

X X X X

X X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 9 / 23

sagoma vettura, Benzina con piombo antinquinament o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo per telecodificare questi 2 parametri (1) su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza delle funzioni RVV e LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0.

Pagina 10 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+ Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina senza piombo

Citron C3 Restyling CAN con cambio manuale

TU5JP4 BVA

Senza aria condizionata

Con aria condizionata

Senza sedili riscaldati Base RT3 C T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Alternatore Carrozzeria (famiglia,

X X

X X X

X X X

X X X X X X

X X X X X X X X X X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 11 / 23

sagoma vettura, Benzina con piombo antinquinament o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo (1) per telecodificare questi 2 parametri su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza delle funzioni RVV e LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0.

Pagina 12 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria condizionata) Raffreddamento GMV 2/3 velocit (con aria motore condizionata) GMV a velocit variabile (interruttore) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza punto duro Cambio automatico con punto duro Cambio manuale pilotato senza punto duro Cambio manuale pilotato con punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+

Citron C3 Restyling CAN con cambio manuale pilotato

TU5JP4 BVMP

Senza aria condizionata

Con aria condizionata

Senza sedili riscaldati Base RT3 C T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base RT3 T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Veicolo dotato di un cambio manuale pilotato. Verificare la PRESENZA DI UN CAPTATORE PUNTO DURO (2).

Alternatore

X X

X X X

X X X

X X X X X

X X X X

X X X X

X X X X X X

Carrozzeria Antinquinamento L4 o IFL5 o (famiglia, benzina senza piombo sagoma vettura, antinquinament Benzina con piombo o)

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 13 / 23

Riscaldamento aggiuntivo

Senza riscaldamento aggiuntivo ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo / Limitazione della velocit veicolo (1) per telecodificare questi 2 parametri su presente

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza della funzione LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0. (2) La presenza di un captatore del pedale punto duro si avverte grazie ad uno scatto quando si preme a fondo il pedale dellacceleratore.

Pagina 14 / 23

BERLINGO2 con cambio manuale


calcolatore Bosch ME745 Parametro della telecodifica
Raffreddamento motore Captatore della pressione dellaria condizionata

TU5JP4 E4/MX BVM Senza aria condizionata


Base C X X T X X F X X GF X X X X X X X X X X X X X X X X X X C

Con aria condizionata


Base T F GF

Valore del parametro della telecodifica


GMV 1 velocit (senza aria condizionata) GMV 2/3 velocit (con aria condizionata) Senza aria condizionata Pressostato lineare Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 7 Classe 8 o 8+

Cambio

Alternatore

X X X X

X X

Carrozzeria (famiglia, Antinquinamento L4 o IFL5 o benzina senza sagoma vettura, piombo antinquinamento) Benzina con piombo Riscaldamento aggiuntivo Senza riscaldamento aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Struttura elettrica Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo X X X X X X X X

Da telecodificare secondo la presenza o meno dellABS X X X X X X X X

X X X X X X X X Verificare la presenza della funzione Limitazione della velocit veicolo per telecodificare questo parametro (1) su presente Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo per telecodificare questo parametro (1 ) su presente X X X X X X X X Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X

(1) La presenza delle funzioni RVV e LVV segnalata tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0.

Pagina 15 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria Raffreddamento condizionata) motore GMV 2/3 velocit (con aria condizionata) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 8 o 8+ Classe 12

Citron C4 con cambio manuale

TU5JP4 BVM Senza aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI C T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C

Con aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X

X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Alternatore

X X

X X

X X

X X X

X X X X

X X X

X X X X

X X

Carrozzeria Antinquinamento L4 o IFL5 o (famiglia, benzina senza piombo sagoma vettura, antinquinament Benzina con piombo o) Riscaldamento aggiuntivo Senza riscaldamento aggiuntivo
X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 16 / 23

Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica


ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente

Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI C T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C

Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C

Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Pagina 17 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria Raffreddamento condizionata) motore GMV 2/3 velocit (con aria condizionata) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 8 o 8+ Classe 12

Citron C4 con Cambio automatico

TU5JP4 BVA Senza aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI C T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C

Con aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base Opzione HIFI T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X

X X X X X X X X X X X X X X X X X

Veicolo dotato di un cambio automatico. Verificare la PRESENZA DI UN CAPTATORE PUNTO DURO (1).

Cambio

Alternatore

X X

X X

X X

X X X X X

X X X X

X X X X

X X X X X X

Carrozzeria Antinquinamento L4 o IFL5 o (famiglia, benzina senza piombo sagoma vettura, antinquinament Benzina con piombo o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo
X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 18 / 23

aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente
X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza di un captatore del pedale punto duro si avverte grazie ad uno scatto quando si preme a fondo il pedale dellacceleratore.

Pagina 19 / 23

calcolatore Bosch ME745 Parametro Valore del parametro della della telecodifica telecodifica
GMV 1 velocit (senza aria Raffreddamento condizionata) motore GMV 2/3 velocit (con aria condizionata) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 8 o 8+ Classe 12

Xsara Picasso con cambio manuale

TU5JP4 Euro4 (medaglione motore : NFU) BVM Senza aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Nav C T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base NAV T F GF C T F GF C

Con aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base NAV T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base Nav T F GF C T F GF

X X X X X X X X X X X X X X X X X

X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Cambio

Alternatore

X X

X X X X

X X X

X X X

X X X

Carrozzeria Antinquinamento L4 o IFL5 o (famiglia, benzina senza piombo sagoma vettura, antinquinament Benzina con piombo o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo
X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Pagina 20 / 23

aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente
X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X Verificare la presenza della funzione Regolazione della velocit veicolo per telecodificare questo parametro (1 ) su presente Verificare la presenza della funzione Limitazione della velocit veicolo per telecodificare questo parametro (1) su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

Struttura elettrica

Verificare la presenza del pulsante di inibizione dellESP per telecodificare il presente parametro su presente X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X

(1) La presenza delle funzioni RVV e LVV segnalata sul COM 2003 tramite una leva di selezione a tre posizioni situata a sinistra del volante: LIM (LVV), REG (RVV) e 0.

Pagina 21 / 23

Parametro della telecodifica

Xsara Picasso con cambio manuale calcolatore Bosch ME745


Valore del parametro della telecodifica

TU5JP4 Mercosur (medaglione motore: N6A) BVM Con aria condizionata


Senza sedili riscaldati Base Nav C T F GF C T F GF C Con sedili riscaldati Base NAV T F GF C T F GF

GMV 1 velocit (senza aria Raffreddamento condizionata) motore GMV 2/3 velocit (con aria condizionata) Captatore della Senza aria condizionata pressione dellaria Pressostato lineare condizionata Cambio manuale Cambio automatico senza pedale punto duro Cambio automatico con pedale punto duro Cambio manuale pilotato senza pedale punto duro Cambio manuale pilotato con pedale punto duro Classe 12

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

X X

Cambio

Alternatore

Carrozzeria Antinquinamento L4 o IFL5 o (famiglia, benzina senza piombo sagoma vettura, antinquinament Benzina con piombo o) Riscaldamento Senza riscaldamento aggiuntivo aggiuntivo ABS Captatore della frizione Avviamento e arresto motore pilotato Limitazione Velocit Veicolo (LVV) Regolazione velocit veicolo con LVV Regolazione velocit veicolo senza LVV Controllo di stabilit (ESP) BSI BVA o BVMP ABS presente con o senza ESP ABS assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente Presente Assente
X X X X X X

Da telecodificare secondo il tipo di motore e il livello di antinquinamento del veicolo

Verificare la presenza dellABS per telecodificare il presente parametro su ABS presente con o senza ESP X X X X X X X X X X X X X X X X

Struttura elettrica

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

X X X

Pagina 22 / 23

Pagina 23 / 23

INFODIAG
CITRON

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN CITRON - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post-Vendita, Tecnico Esperto - Meccanico Esperto, Tecnico Citron

LEXIA PROXIA CD 35

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DIREZIONE POST-VENDITA

N 295
19/07/2006

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

ANNULLA E SOSTITUISCE LA PRECEDENTE


TITOLO : Specificit della diagnosi del veicolo JUMPER 3. RIGUARDA : Il veicolo CITRON JUMPER 3 CONSTATAZIONE : Alcune procedure dintervento e funzioni integrate negli strumenti LEXIA e PROXIA sono specifiche per il veicolo JUMPER 3. RIMEDIO : Seguire le procedure descritte in questo documento.

Pagina 1 / 10

Questa INFODIAG descrive le particolarit dintervento e le funzioni degli strumenti di diagnosi specifici per il veicolo CITRON JUMPER 3. Tratta i seguenti argomenti: Le operazioni relative allo stacco/riattacco della batteria. Le particolarit della comunicazione tra uno strumento di diagnosi e i calcolatori del veicolo. Il calcolatore elettronico di gestione (BSI) - Procedura d' apprendimento delle chiavi e dei telecomandi. - Particolarit della funzione stato dei calcolatori sulla rete CAN. Il menu Ricambi . Le funzioni di telecodifica e d Abbinamento della telecodifica dei calcolatori alla configurazione telecodificata nel BSI .

Pagina 2 / 10

OPERAZIONI RELATIVE ALLO STACCO/RIATTACCO DELLA BATTERIA : Lo stacco della batteria comporta delle modifiche di stato di alcuni calcolatori. Dopo aver ricollegato la batteria necessario attivare nuovamente queste funzioni. Operazioni da effettuare da parte della del Rete Cliente
X

Dopo aver ricollegato la batteria


La data e lora sono azzerati

Operazioni da effettuare

Regolare la data e lora

Quadro strumenti

La lingua, le unit di distanza Scegliere la lingua, le unit di e di temperatura sono distanza e di temperatura (se impostate su valori per difetto necessario) (km, C) I dati del computer di bordo sono cancellati Lallarme superamento di velocit disattivato Nulla da eseguire (allinserimento del contatto, lattivazione automatica) Attivare di nuovo lallarme superamento di velocit Memorizzare di nuovo le stazioni radio

Nessuna

X X

Autoradio

La memorizzazione delle stazioni radio cancellata

Pagina 3 / 10

PARTICOLARIT DELLA COMUNICAZIONE TRA LO STRUMENTO DI DIAGNOSI E I CALCOLATORI : Per entrare in comunicazione con i vari calcolatori presenti sul veicolo, lo strumento deve essere collegato ad un adattatore specifico a supplemento dellICC (Interfaccia di Comunicazione Citron). Ladattatore presenta un commutatore a due posizioni, per il veicolo JUMPER 3, questo commutatore deve essere collocato in posizione A (la posizione B una predisposizione per ulteriori applicazioni).

Nel momento in cui ci si rende necessario, gli strumenti di diagnosi visualizzano lo schema di collegamento delladattatore. RIFERIMENTI ADATTATORE : Riferimento Attrezzatura : O.1279 Riferimento Ricambi : 0000 9780 X4 .

Pagina 4 / 10

CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE (BSI) : PROCEDURA DAPPRENDIMENTO DELLE CHIAVI E DEI TELECOMANDI : Questo menu accessibile dopo aver selezionato il menu Apprendimento , poi Apprendimento delle chiavi e dei telecomandi . Questa procedura permette di concatenare automaticamente lapprendimento delle chiavi e dei telecomandi ad alta frequenza. Per effettuare questa procedura, occorre essere in possesso : della tesserina del codice, di tutte le chiavi del veicolo.

ATTENZIONE : Un errore nel codice impedisce lapprendimento delle chiavi e dei telecomandi. possibile richiedere la conferma del codice segreto secondo la procedura prevista dalla propria Filiale.

PARTICOLARIT RELATIVE ALLAPPRENDIMENTO DELLE CHIAVI : ATTENZIONE : Le chiavi non apprese in una procedura dapprendimento saranno definitivamente annullate (rese inutilizzabili) salvo se si tratti di chiavi che non sono mai state apprese su un veicolo. impossibile far riapprendere una chiave che stata appresa una volta sul veicolo e che successivamente stata dimenticata durante un apprendimento. Se si aggiunge una nuova chiave (che non stata annullata in precedenza), necessario rifare un apprendimento di tutte le chiavi. Un abbandono della procedura dapprendimento prima della memorizzazione definitiva delle chiavi comporta : Labbandono dellapprendimento delle chiavi in corso, Le chiavi che erano state apprese prima di iniziare questa procedura permetteranno di avviare il motore.
Pagina 5 / 10

PARTICOLARIT RELATIVE ALLAPPRENDIMENTO DEI TELECOMANDI AD ALTA FREQUENZA : I telecomandi non appresi in una procedura Apprendimento delle chiavi e dei telecomandi non funzioneranno ma potranno essere riappresi successivamente : sia utilizzando la procedura Apprendimento delle chiavi e dei telecomandi , sia utilizzando la procedura Apprendimento dei telecomandi , accessibile anche dal menu Apprendimento . ATTENZIONE : Per effettuare un apprendimento dei telecomandi, la tensione della batteria deve essere superiore a 12 V. Lapprendimento sar impossibile finch la tensione della batteria sar inferiore a 12 V. PARTICOLARIT DELLA FUNZIONE STATO DEI CALCOLATORI SULLE RETI CAN : A complemento della funzione lettura classica dei difetti, un certo numero di videate di sintesi permette di avere un bilancio dei difetti dei calcolatori presenti sul veicolo. Queste videate permettono didentificare per ogni calcolatore relativo ad una rete multiplexata : N.B. : Queste videate sono aggiornate in permanenza quando sono visualizzate. Queste videate non si sostituiscono alle funzioni lettura dei difetti disponibili in ogni calcolatore. Queste videate sono accessibili dopo il test globale, selezionando in successione BSI , poi Difetti poi Stato dei calcolatori sulle reti Can . La presenza di difetti, permanenti / temporanei, Lo stato di comunicazione del calcolatore sulle reti CAN, La presenza di difetti di comunicazione memorizzati.

Pagina 6 / 10

Il menu STATO DEI CALCOLATORI SULLE RETI CAN , consente laccesso a 4 sotto menu : Menu Calcolatori con difetti permanenti : In questa videata sono elencati i calcolatori presenti sul veicolo e una croce che appare di fianco ad ogni calcolatore nella cui memoria interna siano presenti dei difetti permanenti e confermati. Menu Calcolatori con difetti in memoria (difetti permanenti e temporanei) : In questa videata sono elencati i calcolatori presenti sul veicolo e una croce che appare di fianco ad ogni calcolatore nella cui memoria interna siano presenti dei difetti. Un difetto pu essere : permanente (il difetto attualmente segnalato dal calcolatore e la sua presenza confermata) oppure temporaneo (il difetto non pi attualmente segnalato dal calcolatore oppure in corso di segnalazione da parte del calcolatore ma non in maniera sufficientemente netta per essere passato come permanente). Casi dutilizzo di queste videate : Durante la riparazione, lanalisi di queste videate permette di evitare di rinnovare in permanenza un Test Globale (tuttavia la conferma della cancellazione definitiva di un difetto pu essere ottenuta solo con una lettura dei difetti del calcolatore interessato). Menu Calcolatori riattivati e comunicanti : In questa videata sono elencati i calcolatori presenti sul veicolo e una croce che appare di fianco ad ogni calcolatore riattivato e comunicante con altri calcolatori sulle reti multiplexate. Menu Calcolatori con difetti di comunicazione : In questa videata sono elencati i calcolatori presenti sul veicolo e una croce che appare di fianco ad ogni calcolatore nella cui memoria interna siano presenti dei difetti di comunicazione.

Pagina 7 / 10

Casi dutilizzo di queste videate : In presenza di uninterruzione della rete multiplexata di carrozzeria, lanalisi delle videate Calcolatori riattivati e comunicanti e Calcolatori con dei difetti di comunicazione permette di localizzare la panne. MENU RICAMBI : Questo nuovo menu raggruppa gli accessi alle procedure che permettono di mettere o di rimettere il veicolo in ordine di marcia dopo una sostituzione o laggiunta di elementi quali : telecomando ad alta frequenza, chiave, calcolatore. Questo menu permette di evitare di navigare nei vari menu del calcolatore (apprendimento, abbinamento della telecodifica) per effettuare il parametraggio. Accesso al menu Ricambi : Strumento PROXIA : il menu accessibile nel programma di diagnosi calcolatore (dopo il test globale), Strumento LEXIA : il menu accessibile a partire dal menu generale dello strumento. FUNZIONI DI TELECODIFICA E ABBINAMENTO DELLA TELECODIFICA DEI CALCOLATORI SULLA CONFIGURAZIONE TELECODIFICA NEL BSI : Il veicolo JUMPER 3 integra una gestione specifica dei dati di telecodifica (configurazione del veicolo). Il Calcolatore elettronico di gestione (BSI) memorizza i vari valori dei parametri di telecodifica corrispondenti al veicolo, vengono duplicati (totalmente o parzialmente) nei seguenti calcolatori : Quadro strumenti Airbag Climatizzazione Calcolatore telematico

La duplicazione dei valori dei parametri di telecodifica realizzata dal BSI, sullordine di uno strumento di diagnosi, questa funzione chiamata abbinamento dei dati di telecodifica .

Pagina 8 / 10

Labbinamento dei dati di telecodifica realizzato in fabbrica a fine assemblaggio del veicolo, deve essere realizzato anche ad ogni sostituzione dei calcolatori interessati. OSSERVAZIONE : Non esiste alcuna limitazione del numero di abbinamenti della telecodifica. Ad ogni inserimento del contatto, il calcolatore elettronico di gestione controlla lo stato di telecodifica di tutti questi calcolatori : la presenza di anomalie di telecodifica su uno dei calcolatori si manifesta sul quadro strumenti con il lampeggiamento del chilometraggio e della data. ATTENZIONE : Tenuto conto di questa gestione della telecodifica, gli strumenti di diagnosi non consentono laccesso ai parametri di telecodifica dei vari calcolatori ad eccezione del BSI (accesso in sola lettura). Il Centro Ricambi commercializza un solo Calcolatore Elettronico di gestione telecodificato. PROCEDURA ABBINAMENTO DELLA TELECODIFICA DEI CALCOLATORI SULLA CONFIGURAZIONE TELECODIFICATA NEL BSI : Questa procedura permette di abbinare una dopo laltra la telecodifica dei calcolatori quadro strumenti, Airbag, climatizzazione (se presente) e calcolatore telematico (se presente) sulla configurazione presente nel calcolatore elettronico di gestione, se necessario, specialmente alla sostituzione di un calcolatore. Nello strumento di diagnosi, il menu Abbinamento della telecodifica dei calcolatori sulla configurazione telecodificata nel BSI accessibile : nel menu Telecodifica per il BSI, nel menu Ricambi per gli altri calcolatori interessati da questa procedura.

Pagina 9 / 10

Solo i calcolatori che utilizzano la configurazione telecodificata nel BSI e che devono abbinare la loro telecodifica alla configurazione del BSI appaiono in una videata principale di questo menu. Una croce appare per i calcolatori che necessitano di un abbinamento della loro telecodifica sulla configurazione telecodificata nel BSI (differenza di telecodifica tra il calcolatore e il BSI). Il lancio della procedura si effettua premendo il tasto Telecodifica . Seguire poi le indicazioni dello strumento di diagnosi.

Pagina 10 / 10

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POSTVENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, - Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA CD 35 N 297


25/10/06

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Informazioni generali e diagnosi del veicolo JUMPER 3. CONSTATAZIONE : JUMPER 3, veicolo commerciale di terza generazione, proposto in numerose varianti, con lunghezze di telaio e altezze della scocca differenti, per permettere un'offerta commerciale molto diversificata. JUMPER 3 propone in opzione due nuovi sistemi : la sospensione pneumatica, il cronotachigrafo.

Pagina 1 / 6

SOSPENSIONE PNEUMATICA: La sospensione posteriore a compensazione pneumatica, risponde a varie esigenze: aumentare il confort nelle versioni per il trasporto di persone, garantire un assetto costante del veicolo in tutte le condizioni di carico, abbassare la soglia di carico al livello minimo, a veicolo fermo.

I comandi di regolazione, collocati sul cruscotto, permettono di attivare, partendo dall'assetto nominale, le seguenti funzioni : abbassamento allassetto minimo: posizione bassa a veicolo fermo ; sollevamento allassetto massimo: posizione alta e ritorno automatico allassetto

nominale appena si raggiungono i 20 km/h. CRONOTACHIGRAFO: Il cronotachigrafo elettronico obbligatorio, e quindi di serie, per i veicoli con Peso Totale a terra maggiore/uguale a 3,5 t. e per i minibus, oppure in opzione, conformemente agli obblighi di legge riguardanti i veicoli riservati al : trasporto di persone con pi di 9 posti, appartenenti alla categoria M2, trasporto di merci con Peso Totale a terra superiore a 3,5 t., appartenenti alla categoria N2, trasporto di merci con Peso Totale del Treno (motrice + rimorchio) superiore a 3,5 t.

MOTORIZZAZIONI CAMBI: Per la trasmissione, sono montati cambi meccanici a 5 o 6 marce, secondo i tipi di motorizzazione. Su questo veicolo possono essere montati quattro tipi di motori Diesel.

Motorizzazioni
PUMA 2.2 HDI 100 CV PUMA 2.2 HDI 120 CV PUMA 2.2 HDI 130 CV SOFIM 3.0 HDI 145 CV

Cambio
Manuale a 5 marce Manuale a 6 marce Manuale a 6 marce Manuale a 6 marce

Pagina 2 / 6

STRUTTURA ELETTRONICA: Questo veicolo, sviluppato in collaborazione con FIAT, ha una struttura elettronica costituita da due reti multiplexate e da una linea K. Questa struttura comporta al massimo 12 famiglie di calcolatori, di cui 7 opzionali e 3 varianti.

Struttura elettronica JUMPER 3 (opzioni in blu, varianti in verde).

Calcolatore
BSI Iniezione/accensione ABS ESP Sospensione pneumatica Quadro strumenti Airbag Climatizzazione Assistenza al parcheggio Telematica Cronotachigrafo Caldaia addizionale Servosterzo

Simbolo
BSI 1320 7020 7800 7715 0004 6570 8080 7500 8480 4207 8098 7126

Diagnosi
CAN DIAG CAN DIAG / Linea K CAN DIAG / Linea K CAN DIAG / Linea K CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / B CAN CAN DIAG / Linea K CAN DIAG / Linea K CAN DIAG / Linea K

Calcolatori presenti su JUMPER 3 e mezzi di comunicazione diagnosi.

Pagina 3 / 6

Si notino due specificit relative alla diagnosi di questo veicolo: ADATTATORE DI COMUNICAZIONE: LInterfaccia di Comunicazione Citron (ICC) richiede limpiego di un adattatore per il collegamento dello strumento di diagnosi al veicolo JUMPER 3. Ladattatore indispensabile per effettuare correttamente le operazioni di diagnosi di questo veicolo, garantendo la compatibilit tra lo strumento di diagnosi e il veicolo. RIFERIMENTI ADATTATORE : Riferimento attrezzatura: O.1279 Riferimento ricambio: 0000 9780 X4 .

Connessione delladattatore tra lo strumento e il veicolo e commutatore in posizione A. COMMUTATORE: Il commutatore deve essere messo in posizione A per la diagnosi del veicolo JUMPER 3. La posizione B una predisposizione per le future applicazioni.

Pagina 4 / 6

ATTENZIONE : OPERAZIONI DI DIAGNOSI VIETATE SENZA LUTILIZZO DELLADATTATORE Ladattatore indispensabile per il corretto e completo scambio di trame elettroniche tra lo strumento di diagnosi e i calcolatori del veicolo. La diagnosi senza ladattatore comporta i seguenti rischi: Inattendibilit della diagnosi del veicolo, Falsificazione dei dati di telecodifica e dei telecaricamenti.

Alloggiamento della presa diagnosi e del BSI su JUMPER 3. NUMERO DI TELAIO : Il numero di telaio da digitare nello strumento di diagnosi, utilizzato per distinguere le varie configurazioni del veicolo, non il numero di OPR classico ma un numero di 8 cifre corrispondente agli ultimi 8 numeri del VIN.

Pagina 5 / 6

VF7YABMAA 01000393

Targhetta del numero VIN: il numero da digitare quello della riga inferiore.

MENU: I menu accessibili con lo strumento di diagnosi sono: il test globale il test per funzione

ELENCO DEI DIFETTI Lelenco dei difetti (JDD) non disponibile nel BSI di questo veicolo, pertanto non esiste il menu daccesso allo stesso. POST EQUIPAGGIAMENTO Non esiste il menu daccesso al Post equipaggiamento. Gli unici Post equipaggiamenti installabili, riguardano dei sistemi non collegati alle reti multiplexate e quindi non diagnosticabili con lo strumento di diagnosi. TELECODIFICA La telecodifica dei calcolatori specifica. In particolare, per i calcolatori : quadro strumenti, Airbag, climatizzazione e telematica, la telecodifica si effettua mediante il menu Allineamento della telecodifica dei calcolatori rispetto alla configurazione telecodificata nel BSI.

Pagina 6 / 6

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POST-VENDITA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, - Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA CD 35 N 298


25/10/06

DOCUMENTAZIONE TECNICA

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Adattatore di comunicazione per JUMPER 3. DESCRIZIONE : LInterfaccia di Comunicazione Citron (ICC) richiede limpiego di un adattatore per il collegamento dello strumento di diagnosi al veicolo JUMPER 3. Ladattatore indispensabile per effettuare correttamente le operazioni di diagnosi di questo veicolo, garantendo la compatibilit tra lo strumento di diagnosi e il veicolo stesso. ATTENZIONE : Per garantire la corretta connessione senza gioco laterale o longitudinale, premere ladattatore nella presa diagnosi del veicolo fino allo scatto dinserimento. Un collegamento non corretto delladattatore provoca linterruzione del dialogo con i calcolatori durante la sessione di diagnosi. RIFERIMENTI ADATTATORE : Riferimento attrezzatura: O.1279 Riferimento ricambio: 0000 9780 X4 .

Pagina 1 / 4

ATTENZIONE : Operazioni di diagnosi vietate senza lutilizzo delladattatore Ladattatore indispensabile per il corretto e completo scambio di trame elettroniche tra lo strumento di diagnosi e i calcolatori del veicolo. La diagnosi senza ladattatore comporta i seguenti rischi: Inattendibilit della diagnosi del veicolo, Falsificazione dei dati di telecodifica e dei telecaricamenti.

Connessione delladattatore tra lo strumento e il veicolo e commutatore in posizione A. COMMUTATORE : Il commutatore deve essere messo in posizione A per la diagnosi del veicolo JUMPER 3. La posizione B una predisposizione per le future applicazioni.

Pagina 2 / 4

ISTRUZIONI DELLADATTATORE :

O.1279

ADATTATORE di comunicazione per strumento di diagnosi


Kommunikations-Adapter fr Diagnose-Werkzeug Communication ADAPTOR for Diagnostic equipment ADATTATORE di comunicazione per strumento di diagnosi VERBINDINGSADAPTER voor Diagnosegereedschap Diagnoosilaitteen vylsovitin ADAPTADOR de comunicacin para til Diagnosis ADAPTER fr diagnosverktyg ADAPTER til diagnosetesteren ADAPTADOR de comunicao para a ferramenta de Diagnstico

Riferimento PR:

0000 9780 X4

Pagina 3 / 4

Pagina 4 / 4

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

PROXIA LEXIA CD 37

N 350
02/04/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI PROXIA/LEXIA

Annulla e sostituisce lINFODIAG n 195 del 15/12/2004

TITOLO : Riepilogo dei fasci derivatori diagnosi.

RIGUARDA : Sintesi dellutilizzo di tutti i fasci derivatori per Scatola delle Connessioni Pilotata a 252 vie.

N.B.: Le tabelle che seguono sono consultabili mediante gli strumenti di diagnosi nella parte misure fisiche, selezione BBP 252 vie.

Pagina 1 / 11

TABELLE SISTEMI / CALCOLATORI:


SISTEMI / CALCOLATORI ABS ABS 5.0 ABS 5.3, 5.3 REF ABS 5.7 ABS 8.0 ABS 8.1 ABS MK 20E ABS MK 60 ABS MK 70 ABS MK IV ADDITIVAZIONE GASOLIO ASSISTENZA AL PARCHEGGIO ASSISTENZA AL PARCHEGGIO ASSISTENZA AL PARCHEGGIO ASSISTENZA AL PARCHEGGIO ALLARME ALLARME ALLARME SUPERAMENTO INVOLONTARIO DELLA LINEA DI CARREGGIATA ACCENSIONE TRASISTORIZZATA ALTERNATORE REVERSIBILE STOP & START BOSCH ITT, VALEO VALEO BOSCH DELPHI TEXALARM VALEO FORNITORE BENDIX BOSCH BOSCH BOSCH BOSCH BOSCH TEVES TEVES TEVES TEVES NUMERO DI VIE 37 40 31 42 26 38 25 47 26 37 16 42 24 30 20 18 28 30 22 48 RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4149-T.N 4160-T.Q C.1233 4293-T 4341-T 4394-T 4177-T 4264-T 4299-T 4141-T 4261-T 4242-T C.1234 C.1234 4242-T 4260-T 4392-T 4260-T 4138-T.J 4234-T 4231-T 4112-T.A 4221-T RIFERIMENTO PR OUT 104 149 T OUT 104 160 T 9972.12 9972.EH 9972.HJ 9973.S7 OUT 104 177 T 9972.BW 9972.FD OUT 104 141 T 9972.BT 9972.AX 9972.22 9972.22 9972.AX 9972.BS 9973.R7 9972.BS OUT 104 138 T 9972.AF 9972.AC OUT 304 112 T 9972.84 ORDINE CONNESSIONI 22V_NR 15V_NR 40V_NR 31V_NR 42V_NR 26V_NR 38V_NR 25V_NR 47V_BE 26V_BE 37V_NR 16V_NR 18V_BA (4242-T) 18V_NR (4242-T) 06V_NR (C.1234) 18V_NR 06V_NR 18V_NR (4242-T) 12V_BE (4260-T) 12V_NA 08V_NA 12V_BE 06V_MR 14V_GR 14V_MR 18V_NR (4234-T) 12V_BE (4231-T) 15V_NR 07V_NR 48V_NR

Pagina 2 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI

FORNITORE

NUMERO DI VIE 48

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4396-T

RIFERIMENTO PR 9973.T4

ORDINE CONNESSIONI 16V_BA 16V_NR 16V_BE 08V_NR 08V_BA 20V_MC 08V_NR (A) 08V_NR (B) 12V_NR (C) 12V_NA (D) 88V_NR 56V_NR 16V_NR 22V_GR 48V_VE 32V_BE 28V_NR 12V 35V_BA (A) 35V_BA (B) 08V_BA 16V_NR 06V_NR 06V_MR 24V_NR 24V_GR 24V_MR 24V_NR 24V_GR

AMPLIFICATORE AUDIO

PHILIPS

AUTORADIO RB2, RD2, RT2, RB3, RD3, AUTOPC

36

4235-T

9972.AG

AUTORADIO RD4

40

4279-T

9972.DM

CAMBIO AUTOMATICO 4HP20 CAMBIO AUTOMATCO AL4 CAMBIO AUTOMATICO AM6 CAMBIO MANUALE PILOTATO MA CAMBIO MANUALE PILOTATO MCP CAMBIO MANUALE PILOTATO MMT

ZF SIEMENS AISIN WARNER SIEMENS MAGNETI MARELLI AISIN WARNER

88 56 38 80 40 78

4187-T 4199-T 4345-T 4281-T 4389-T 4380-T

9972.04 9972.29 9972.HM 9972.DP 9973.R0 9973.Q6

CALCOLATORE CONTAGIRI CENTRALINA DI MEMORIZZAZIONE CENTRALINA DI MEMORIZZAZIONE BITRON BITRON

28 48 72

4263-T 4292-T 4338-T

9972.BV 9972.EG 9972.HE

Pagina 3 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI

FORNITORE

NUMERO DI VIE

RIFERIMENTO ATTREZZATURA

RIFERIMENTO PR

ORDINE CONNESSIONI 16V_VE (4265-T) 16V_NR (4265-T) 16V_GR (4265-T) 10V_NR (4265-T) 02V_NR (4265-T) 02V_GR (4265-T) 02V_NR (4350-T) 12V_BE (4350-T) 10V_GR (4350-T) 10V_BA (4350-T) 28V_NR 28V_MR 28V_GR 05V_JN 16V_GR (4265-T) 10V_NR (4265-T) 02V_NR (4350-T) 16V_NR (4265-T) 16V_GR (4265-T) 10V_NR (4265-T) 02V_GR (4265-T) 12V_BE (4350-T) 02V_NR (4350-T) 10V_GR (4350-T) 08V_NR (A) 08V_NR (B) 12V_NR (C) 12V_NA (D) 32V_BE (4907-T) 32V_GR (4258-T) 26V_JN 06V_NR 06V_NR

CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE BAGAGLIAIO

96

4265-T 4350-T

9972.BX 9972.HS

CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE MOTORE

89

4391-T

9973.R1

CALCOLATORE ELETTRONICO DI GESTIONE RIMORCHIO

28

4265-T 4350-T

9972.BX 9972.HS

CALCOLATORE DI TRASFORMAZIONE CARROZZERIA

SIEMENS

68

4265-T 4350-T

9972.BX 9972.HS

CALCOLATORE TELEMATICO RT3

40

4279-T

9972.DM

CALCOLATORE TELEMATICO CALCOLATORE SPIE CONTACHILOMETRI CALCOLATORE SPIE CONTACHILOMETRI

MAGNETI MARELLI

64 32 06

4907-T 4258-T 4267-T 4347-T

9973.S9 9972.BQ 9972.BZ 9972.HQ

Pagina 4 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI

FORNITORE

NUMERO DI VIE 140

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4901-T 4902-T 4903-T

RIFERIMENTO PR 9973.R4 9973.R5 9973.R6

ORDINE CONNESSIONI 52V_NR 52V_BE 36V_BE 16V_VE (4265-T) 16V_NR (4265-T) 16V_GR (4265-T) 10V_NR (4265-T) 02V_NR (4265-T) 02V_GR (4265-T) 40V_BA (4266-T) 40V_GR (4266-T) 40V_NR (4266-T) 06V_NR (4266-T) 16V_VE (4265-T) 16V_NR (4265-T) 16V_GR (4265-T) 10V_NR (4265-T) 02V_GR (4265-T) 40V_BA (4266-T) 40V_BE (4266-T+4348-T) 40V_NR (4266-T) 06V_NR (4266-T+4348-T) 10V_BA (4350-T) 12V_BE (4231-T) 26V_JN (4231-T) 12V_MR (4231-T) 02V_GR (4232-T) 26V_BE (4232-T) 16V_NR (4232-T) 16V_VE (4232-T) 15V_NR 07V_NR 26V_JN 15V_NR 12V_BE 26V_JN 12V_MR 07V_NR 15V_BE 05V_BA

BSI

MAGNETI MARELLI

BSI BI VAN-CAN

188

4265-T 4266-T

9972.BX 9972.BY

BSI CAN PI MODELLI GAMMA

196

4265-T 4266-T 4348-T 4350-T

9972.BX 9972.BY 9972.HR 9972.HS

BSI VAN

110

4231-T 4232-T

9972.AC 9972.AD

CARBURAZIONE PILOTATA CENTRALINA DI PROTEZIONE ABITACOLO CARICATORE CD

22 41 50

4112-T.A C.1237 4231-T

OUT 304 112 T 9972.23 9972.AC

RISCALDAMENTO

27

4112-T.C

OUT 304 112 T

Pagina 5 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI

FORNITORE

NUMERO DI VIE

RIFERIMENTO ATTREZZATURA

RIFERIMENTO PR

ORDINE CONNESSIONI 06V_NR 02V_BE 02V_BA 02V_RG 02V_JN 08V_NA 08V_JN 08V_RG 08V_MR 05V_NR 12V_NR 16V_NR 15V_NR 15V_BE 05V_BA 26V_NR 22V_BA 12V_GR 09V_NR 18V_BA 18V_NR 06V_BA 26V_JN 06V_NR 06V_VE (4390-T) 06V_NR (4390-T) 26V_JN (4267-T) 18V_BA (4242-T) 18V_NR (4242-T) 06V_BA (4233-T) 26V_BE (4234-T) 06V_GR (4268-T) 40V_NR 26V_JN (4267-T) 06V_VE (4390-T) 06V_BA (4233-T) 06V_NR (4294-T) 03V_NR (4294-T) 18V_NR (4233-T) 26V_JN (4267-T)

RISCALDAMENTO SUPPLEMENTARE

WEBASTO, EBERSPACHER

14

4237-T

9972.AK

CRONOTACHIGRAFO

ACTIA

32

4908-T

9973.T1

CLIMATIZZAZIONE CON REGOLAZIONE AUTOMATICA

33

4143-T.M

OUT 104 143 T

CLIMATIZZAZIONE AUTOMATICA CLIMATIZZAZIONE AUTOMATICA CLIMATIZZAZIONE MANUALE CLIMATIZZAZIONE MANUALE CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA BEHR, MAGNETI MARELLI VALEO BEHR DENSO, MAGNETI MARELLI VALEO DENSO BEHR

35 26 43 18 24 32 38

4119-T.F 4167-T.S 4194-T 4168-T.T 4233-T 4267-T 4390-T 4267-T 4242-T 4233-T 4234-T 4268-T 4390-T 4267-T 4390-T 4233-T 4294-T 4233-T 4267-T

OUT 104 119 T OUT 104 167 T 9972.19 OUT 104 168 T 9972.AE 9972.BZ 9973.P9 9972.BS 9972.AX 9972.AE 9972.AF 9972.CA 9973.P9 9972.BZ 9973.P9 9972.AE 9972.EK 9972.AE 9972.BZ

CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA

42 32 40 38

CLIMATIZZAZIONE RFTA / RFTAGA

DENSO

53

Pagina 6 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTA CLIMATIZZAZIONE RFTD QUADRO STRUMENTI QUADRO STRUMENTI QUADRO STRUMENTI QUADRO STRUMENTI QUADRO STRUMENTI I+B, I+C QUADRO STRUMENTI COMANDI ELETTRICI DEL CAMBIO CHIUSURA CENTRALIZZATA AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI AIRBAG CENTRALIZZATI

FORNITORE BEHR DENSO VALEO

NUMERO DI VIE 24 36 32 50 36

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4233-T 4268-T 4368-T 4258-T 4231-T 4242-T 4242-T 4267-T 4234-T 4905-T 4393-T 4236-T 4336-T 4337-T 4259-T 4332-T 4297-T 4280-T 4332-T 4384-T 4906-T 4395-T 4395-TA 4395-T 4395-TB

RIFERIMENTO PR 9972.AE 9972.CA 9973.Q3 9972.BQ 9972.AC 9972.AX 9972.AX 9972.BZ 9972.AF 9973.S6 9973.S1 9972.AH 9972.HC 9972.HD 9972.BR 9972.GY 9972.EV 9972.DN 9972.GY 9973.Q9 9973.S3 9973.S8 9973.S8 9973.V3

ORDINE CONNESSIONI 18V_NR (4233-T) 06V_GR (4268-T) 18V_NR 12V_MR 06V_NR 32V_GR 12V_BE 26V_JN 12V_MR 18V_BA 18V_NR 18V_NR 26V_JN 18V_NR 26V_BE 18V_NR 53V_NR 09V_MR 24V_NR 32V_NR 24V_NR 24V_GR 50V_OR 32V_NR 24V_NR 50V_OR 24V_NR 24V_GR 24V_GR 24V_NR 24V_NR 32V_NR 24V_NR 24V_GR

JCAE

18 26 44

MAGNETI MARELLI DURA

18 53 09

AUTOLIV AUTOLIV BOSCH AUTOLIV, TEMIC SIEMENS TEMIC TRW TRW AUTOLIV BOSCH

56 48 50 56 50 48 48 56 48

Pagina 7 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI AIRBAG NON CENTRALIZZATI SPOILER MOBILE SISTEMA RILEVAZIONE URTO PEDONE SEGNALAZIONE PNEUMATICI SGONFI SERVOSTERZO ELETTRICO

FORNITORE AUTOLIV WEBASTO TEMIC

NUMERO DI VIE 30 10 50 24

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4238-T 4262-T 4366-T 4233-T 4166-T

RIFERIMENTO PR 9972.AM 9972.BU 9972.JP 9972.AE OUT 104 166 T

ORDINE CONNESSIONI 18V_OR 12V_OR 10V_NR 50V_OR 18V_NR 06V_BA 15V_NR 12V_BA 08V_BA 02V_BA 02V_NR 18V_NR 26V_BE 12V_BE 26V_JN 12V_MR 42V_NR 46V_NR 26V_NR 38V_NR 47V_BE 25V_NR 05V_JN 32V_GR 28V_GR 09V_NR 03V_NR 02V_NR

SMI KOYO

15

SERVOSTERZO ELETTRICO

KOYO

24

4381-T

9973.Q7

SCHERMO MULTIFUNZIONE A, B, C SCHERMO MULTIFUNZIONE A+, C-, D ESP 5.7 ESP 8.0 ESP 8.0 (26 VIE) ESP 8.1 ESP MK 60 ESP VSC440 SISTEMA TERGICRISTALLI ANTERIORI FRENO SECONDARIO ELETTRICO FRENO SECONDARIO ELETTRICO GRUPPO ELETTROPOMPA GRUPPO ELETTROPOMPA TEVES SIEMENS HPI HPI BOSCH BOSCH BOSCH BOSCH TEVES TRW

44 50 42 46 26 38 47 25 05 32 28 09 05

4234-T 4231-T 4293-T 4342-T 4341-T 4394-T 4264-T 4378-T 4391-T 4229-T 4391-T 4369-T 4392-T

9972.AF 9972.AC 9972.EH 9972.HK 9972.HJ 9973.S7 9972.BW 9973.Q4 9973.R1 9972.97 9973.R1 9972.JS 9973.R7

Pagina 8 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI

FORNITORE BOSCH, DELPHI, SIEMENS, VISTEON

NUMERO DI VIE 112 88

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4229-T 4187-T 4221-T 4277-T 4904-T 4339-T 4340-T 4382-T 4221-T 4339-T 4340-T 4229-T 4340-T 4229-T 4371-T 4229-T 4382-T 4221-T 4385-T 4277-T 4371-T 4229-T 4382-T

RIFERIMENTO PR 9972.97 9972.04 9972.84 9972.DD 9973.S0 9972.HF 9972.HG 9973.N8 9972.84 9972.HF 9972.HG 9972.97 9972.HG 9972.97 9972.JT 9972.97 9973.N8 9972.84 9973.P3 9972.DD 9972.JT 9972.97 9973.N8

ORDINE CONNESSIONI 32V_NR 48V_MR 32V_GR 88V_NR 48V_NR 48V_MR 81V_NR 40V_NR 60V_NR 94V_NR 48V_MR (4339-T) 48V_GR (4340-T) 48V_NR (4382-T) 48V_NR (4221-T) 48V_MR (4339-T) 48V_GR (4340-T) 32V_NR (4229-T) 48V_MR (4229-T) 48V_GR (4340-T) 32V_NR 48V_MR 32V_GR 32V_MR (4371-T) 32V_GR (4229-T) 48V_NR (4382-T) 48V_NR 48V_MR 32V_GR 81V_NR 40V_NR 32V_MR (4371-T) 32V_GR (4229-T) 48V_NR (4382-T)

INIEZIONE DIESEL INIEZIONE DIESEL / BENZINA 88 VIE INIEZIONE DIESEL DCN2 INIEZIONE DIESEL EDC15C7 INIEZIONE DIESEL EDC16C39 INIEZIONE DIESEL EDC16CP39

DELPHI BOSCH BOSCH BOSCH

96 121 154 144

INIEZIONE DIESEL SID 201

SIEMENS

144

INIEZIONE DIESEL SID 803, SID 803A, DCM3.4

SIEMENS, DELPHI BOSCH, SAGEM, SIEMENS, MAGNETI MARELLI SAGEM, JCAE, VALEO

128

INIEZIONE BENZINA

112

INIEZIONE BENZINA J34P

112

INIEZIONE BENZINA ME7.4.6, ME7.4.7 INIEZIONE BENZINA ME7 9 INIEZIONE BENZINA MM6LPB, MM6LPC, MM6KP

BOSCH BOSCH MAGNETI MARELLI

128 121 112

Pagina 9 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI INIEZIONE METANO INIEZIONE GPL (MOTORE XU7JP4) INIEZIONE GPL FLYING INJECTION INIEZIONE GPL/METANO GSI INIEZIONE GPL/METANO METATRON INIEZIONE GPL/METANO SAX 500 KIT VIVA VOCE MODULO SCUOLA GUIDA MODULO DI COMMUTAZIONE SOTTO AL VOLANTE (COM 2000)

FORNITORE METAFUEL NECAM-KOLTEC BRC NECAM-KOLTEC METAFUEL SAGEM

NUMERO DI VIE 38 56 56 128 80 80 36 06 17

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4241-T C.1242 4199-T 4295-T 4385-T 4296-T 4281-T 4242-T 4260-T 4268-T

RIFERIMENTO PR 9972.AV 9780.05 9972.29 9972.EM 9973.P3 9972.ES 9972.DP 9972.AX 9972.BS 9972.CA

ORDINE CONNESSIONI 18V_BA 20V_BA 24V_BE 32V_GR 56V_NR 64V_NR (K) 64V_NR (M) 52V_NR 28V_NR 48V_VE 32V_BE 18V_BA 18V_NR 06V_MR 06V_GR 06V_MR 05V_OR 06V_GR 06V_MR 06V_NR 06V_BE 05V_NR 04V_NR 03V_NR 16V_N 16V_NR 06V_NR 06V_MR 20V_JN 06V_NR 06V_MR 18V_NR 12V_MR 02V_NR 16V_NR (02V_VE) 06V_VE 02V_NR 06V_NR

MODULO DI COMMUTAZIONE SOTTO AL VOLANTE (COM 2002, COM 2003)

36

4294-T

9972.EK

CALCOLATORE ANTIAVVIAMENTO MODULO PORTE

16 28

4383-T 4263-T

9973.Q8 9972.BV

MODULO PORTE

32

4347-T

9972.HQ

MODULO PORTE

BROSE

32

4368-T

9973.Q3

PORTE LATERALI SCORREVOLI MOTORIZZATE

32

4291-T

9972.ED

Pagina 10 / 11

SISTEMI / CALCOLATORI FARI DIREZIONALI RELAIS DOPPIO SOSPENSIONE ATTIVA VARIABILE SOSPENSIONE IDRATTIVA / ATTIVA SOSPENSIONE IDRATTIVA 3, 3+ SOSPENSIONE PNEUMATICA SOSPENSIONE PNEUMATICA QUADRO CLIMATIZZAZIONE QUADRO CLIMATIZZAZIONE POSTERIORE QUADRO CLIMATIZZAZIONE ANTERIORE TETTO APRIBILE TETTO APRIBILE TRANSPONDER CALCOLATORE PROIEZIONE INFORMAZIONI SUL PARABREZZA VOLANTE CON COMANDI CENTRALI FISSI

FORNITORE VALEO

NUMERO DI VIE 32 15

RIFERIMENTO ATTREZZATURA 4281-T 4166-T 4229-T 4221-T 4112-T.B 4229-T 4909-T 4391-T 4263-T 4266-T 4390-T 4390-T 4298-T 4262-T C.1234 4242-T 4267-T 4346-T

RIFERIMENTO PR 9972.DP OUT 104 166 T 9972.97 9972.84 OUT 304 112 T 9972.97 9973.S4 9973.R1 9972.BV 9972.BY 9973.P9 9973.P9 9972.FC 9972.BU 9972.22 9972.AX 9972.BZ 9972.HP

ORDINE CONNESSIONI 32V_BE 15V_NR 32V_NR (4229-T) 48V_NR (4221-T) 48V_MR (4221-T) 15V_NR 15V_BA 32V_NR 16V_NR 28V_NR 28V_MR 06V_NR (4263-T) 40V_NR (4266-T) 10V_NR 40V_NR 06V_NR 12V_NR (A) 12V_NR (B) 10V_NR 18V_NR 06V_NR 18V_NR (4242-T) 06V_NR (4267-T) 04V_GR 04V_MR 04V_BE

JCAE VALEO VALEO CONTINENTAL WABCO VISTEON VISTEON VISTEON INALFA WEBASTO

128 30 32 16 56 46 10 46 24 10 24 24 12

Pagina 11 / 11

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA CD 37

N 355
02/04/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO : Montaggio di un nuovo sistema tergicristalli anteriori sul veicolo CITRON C6.

RIGUARDA : La sostituzione di uno o di entrambi i motorini del sistema tergicristalli anteriori sulla CITRON C6.

CONSTATAZIONE : Il motorino tergicristalli nuovo viene consegnato senza telecodifica dal Centro Ricambi. Un sistema non telecodificato non pu funzionare.

RIMEDIO : Attenersi alla procedura descritta nel presente documento per telecodificare i tergicristalli.

Pagina 1 / 2

OPERAZIONI DA EFFETTUARE: Con lo strumento LEXIA: o o o o o Selezionare il menu DIAGNOSI Selezionare il Veicolo CITRON C6, poi introdurre il N OPR Selezionare il menu INSTALLAZIONE/DISINSTALLAZIONE Selezionare Tergicristalli anteriori Applicare la procedura di telecodifica.

Togliere e rimettere il contatto. Il sistema tergicristalli anteriori pronto a funzionare.

Con lo strumento PROXIA : o o o o o Selezionare il menu TELECARICAMENTO/TELECODIFICA Selezionare il menu INSTALLAZIONE/DISINSTALLAZIONE Selezionare il Veicolo CITRON C6, poi introdurre il N OPR Selezionare Tergicristalli anteriori Applicare la procedura di telecodifica.

Togliere e rimettere il contatto. Il sistema tergicristalli anteriori pronto a funzionare.

Pagina 2 / 2

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA PROXIA Tutti i CD

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

N 364
15/05/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce lINFODIAG n 325 del 10/01/2007 TITOLO : Diagnosi assistita della scatola farfalla motorizzata, iniezione benzina Bosch. RIGUARDA : I veicoli CITRON con calcolatore iniezione benzina BOSCH ME7.4.5 o ME7.4.7 (motori: TU5JP4, TU5JP4S e ES9A) CONSTATAZIONE : In certi casi la scatola farfalla motorizzata viene sostituita pur non essendo la causa della panne. RIMEDIO : Prima di sostituire la scatola farfalla motorizzata, eseguire sistematicamente il procedimento seguente. Attrezzatura necessaria: N.B.: Mentre si procede allo scollegamento della scatola farfalla motorizzata, formalmente vietato utilizzare uno spray degrippante per non rischiare di danneggiare le connessioni. Divieto assoluto di introdurre qualsiasi utensile all'interno dei contattori.
Pagina 1 / 8

Strumento di diagnosi Lexia/Proxia Fascio derivatore per calcolatore diniezione.

Fase 1 Effettuare una lettura difetti mediante lo strumento di diagnosi. presente un difetto riguardante la scatola farfalla? Lista dei difetti interessati: P0106, da P0121 a P0123, P1152, P1153, P1157, P1158, P1161, P2176, da P3010 a P3015. Si Fase 3 presente il difetto tensione batteria? Difetti interessati: da P0560 a P0563. Si Fase 4. Fine del procedimento Correggere questo difetto prima di ogni altro.

No

Fase 2 Fine del procedimento Smontaggio della scatola farfalla motorizzata vietato.

No

Fase 5 Il calcolatore un ME7.4.5 ? Si Fase 6


Non scollegare nessun filo. Eseguire mediante lo strumento di diagnosi il test azionatore scatola farfalla motorizzata. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo?

No Passare alla fase 11

No Passare alla fase 11

Si Passare alla fase 7

Pagina 2 / 8

Fase 7 Eseguire nuovam ente il test azionatore scatola farfalla m otorizzata m ediante lo strum ento di diagnosi. Durante il test, sm uovere delicatam ente ilOui fascio (2 o 3 m ovim enti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla motorizzata senza tirare assialmente il connettore.
Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo ?

No

Fase 8 Fine del procedimento


Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto .

Si

Fase 9
Eseguire per la terza volta il test azionatore

scatola farfalla motorizzata mediante lo strum ento di diagnosi. Durante il test, smuovere delicatamente il fascio (2 o 3 m ovimenti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla m otorizzata senza tirare assialmente il connettore. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo ?

No

Fase 10 Fine del procedimento


Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto .

Si

Fase 11 Effettuare le seguenti verifiche: - corretto bloccaggio del connettore della scatola farfalla m otorizzata; - fascio dalim entazione imm obilizzato: verificare consultando i disegni seguenti.

Pagina 3 / 8

Motore TU5JP4 (NFU/N6A). Veicoli: Citron C4 / Xsara Picasso / Berlingo 2 / Citron C2 Cina.
Indicatore temperatura e livello olio (3 vie giallo) - 4100 Bobina daccensione (4 vie grigio) 1135 Farfalla motorizzata (6 vie marrone) - 1262

Graffetta

Captatore temperatura acqua motore (2 vie verde) - 1220

Attenzione: al rischio di pizzicamento o interruzione di un filo.

Immobilizzare sopra la staffa, lato interno

Pagina 4 / 8

Motore TU5JP4 (NFU/N6A) Veicoli: Citron C3 restyling / Citron C2 full CAN / Citron C3 Pluriel full CAN

Bobina daccensione (4 vie grigio)

Farfalla motorizzata (6 vie nero)

Graffetta a pinza

Contattore fanalino di retromarcia (2 vie grigio)

Captatore temperatura acqua motore (2 vie verde)

Fascio

Pagina 5 / 8

Motore TU5JP4s (NFS) Citron C2 full CAN:

Farfalla motorizzata (6 vie nero)

Fascio Graffetta a pinza

Interconnessione fascio motore / fascio motore complementare (6 vie grigio)

Pagina 6 / 8

Motore ES9A (XFU/XFV) Veicoli: Citron C5 restyling / Citron C6

Immobilizzo fascio

Pagina 7 / 8

Fase 11 (Segue) Il fascio conforme?

No

Si

Fase 12 Fine del procedimento Riparare il fascio.

Fase 13 Scollegare il connettore della scatola farfalla motorizzata per effettuare i seguenti controlli: - Tracce di corrosione sui contatti. - Assenza di corpi estranei. - Tracce di umidit o liquidi sul connettore (acqua, liquido di raffreddamento, olio, grasso, ecc.) Il connettore conforme?

No

Si

Fase 14 Fine del procedimento Il connettore della scatola farfalla motorizzata non conforme. Ripararlo.

Fase 15 Servendosi dello strumento di diagnosi, eseguire il o i sinottici delle anomalie riguardanti la scatola farfalla motorizzata effettuando una lettura difetti, selezionando il difetto interessato e premendo su F5. Smontare la scatola farfalla motorizzata solo se necessario. Fine del procedimento

Pagina 8 / 8

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA Tutti i CD N 365


15/05/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce lINFODIAG n 327 del 19/02/07

TITOLO : Diagnosi assistita della scatola farfalla motorizzata, iniezione benzina Valeo e Sagem.

RIGUARDA : I veicoli CITRON con calcolatore iniezione benzina Valeo e Sagem (calcolatori J34P o S2000 PM1 PM2), motori TU1A, TU3A, TU3JP e EW7J4.

CONSTATAZIONE : In certi casi la scatola farfalla motorizzata viene sostituita pur non essendo la causa della panne.

RIMEDIO : Prima di sostituire la scatola farfalla motorizzata, eseguire sistematicamente il procedimento seguente. Attrezzatura necessaria: Strumento di diagnosi Lexia/Proxia Fascio derivatore per calcolatore diniezione.

Pagina 1 / 7

N.B.: Mentre si procede allo scollegamento della scatola farfalla motorizzata, formalmente vietato utilizzare uno spray degrippante per non rischiare di danneggiare le connessioni. Divieto assoluto di introdurre qualsiasi utensile all'interno dei contattori.

Fase 1 Effettuare una lettura difetti mediante lo strumento di diagnosi. presente un difetto riguardante la scatola farfalla m otorizzata? Lista dei difetti interessati: da P0121 a P0123, P1152, P1153, P1157, P1158, P1161, P1280, P1632, P2101, P2176.

No

Fase 2 Fine del procedim ento Sm ontaggio della scatola farfalla m otorizzata vietato.

Si Fase 3 Il difetto tensione batteria sem pre presente? Si Fase 4 Fine del procedimento Correggere questo difetto prioritariam ente. No

Fase 5 Il calcolatore un J34P? Si

No Passare alla fase 11

Fase 6 Non scollegare nessun filo. Eseguire mediante lo strumento di diagnosi il test azionatore scatola farfalla m otorizzata. Controllare il m ovim ento della scatola farfalla m otorizzata (lieve rum ore di scatto ) . Si Passare alla fase 7

No

Passare alla fase 11

Pagina 2 / 7

Fase 7 Ripetere il test azionatore scatola farfalla motorizzata mediante lo strumento di diagnosi. Durante il test, smuovere delicatamente il fascio (2 o 3 movimenti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla motorizzata senza tirare assialmente il connettore. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo?

No

Si

Fase 8 Fine del procedimento Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto.

Fase 9 Eseguire per la terza volta il test azionatore scatola farfalla motorizzata . Durante il test, smuovere delicatamente il fascio (2 o 3 movimenti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla motorizzata senza tirare assialmente il connettore. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto).

No

Si

Fase 10 Fine del procedimento Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto.

Fase 11 Effettuare le seguenti verifiche: - corretto bloccaggio del connettore della scatola farfalla motorizzata. - fascio dalimentazione correttamente immobilizzato: verificare consultando i disegni seguenti.

Pagina 3 / 7

Motore TU1A (HFX): Citron C3 restyling / Citron C2 full CAN. Motore TU3A (K6E/K6V): Citron C3 restyling / Citron C2 full CAN / Citron C3 Pluriel full CAN. Motore TU3JP (KFV): Citron C2 / Citron C2 full CAN / Citron C3 / Citron C3 Pluriel.
Captatore pressione aria aspirazione (04V_GR) Lalimentazione elettrica dellelettrovalvola deve tassativamente passare davanti al tubo del canister Resistenza di riscaldamento vapori dolio (02V_NR)

Elettrovalvola spurgo canister (02V_MR)

Bobina daccensione (04V_GR)

Disporre il riferimento bianco del fascio al centro della paratia della bobina daccensione

Scatola farfalla motorizzata (06V_NR)

Pagina 4 / 7

Motore TU3A (KFW/K6F) TU3JP (K6D/KFX/KFW): Berlingo2.

Captatore pressione aria aspirazione (04V_GR)

Bobina daccensione (04V_GR)

Scatola farfalla motorizzata (06V_NR)

Resistenza di riscaldamento vapori dolio (02V_NR)

Disporre il riferimento bianco del fascio al centro della paratia della bobina daccensione

Pagina 5 / 7

Motore EW7J4 (6FZ):

Xsara Picasso / Citron C5 / Citron C5 Restyling

Canalina di protezione fascio motore.

Captatore di posizione scatola farfalla motorizzata Captatore temperatura aria aspirazione Captatore riscaldatore carburatore scatola farfalla motorizzata

Captatore pressione aria aspirazione

Pagina 6 / 7

Fase 11 (Segue) Il fascio conforme?

No

Si

Fase 12 Fine del procedimento Riparare il fascio.

Fase 13 Scollegare il connettore della scatola farfalla motorizzata per effettuare i seguenti controlli: - Tracce di corrosione sui contatti. - Assenza di corpi estranei. - Tracce di umidit o liquidi sul connettore (acqua, liquido di raffreddamento, olio, grasso, ecc.) Il connettore della scatola farfalla motorizzata conforme?

No

Fase 14 Fine del procedimento Il connettore della scatola farfalla motorizzata non conforme Ripararlo.

Si

Fase 15 Servendosi dello strumento di diagnosi, eseguire il o i sinottici delle anomalie riguardanti la scatola farfalla motorizzata, effettuando una lettura difetti, selezionando il difetto interessato e premendo F5. Smontare la scatola farfalla motorizzata solo se necessario. Fine del procedimento

Pagina 7 / 7

INFODIAG
CITRON
DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA Tutti i CD N 366


15/05/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce lINFODIAG n 328 del 19/02/07

TITOLO : Diagnosi assistita della scatola farfalla motorizzata, iniezione benzina Magneti Marelli.

RIGUARDA : I veicoli CITRON con calcolatore d'iniezione benzina Magneti Marelli MM6LP-6LPB6LPC e motori ET3, EW7A, EW10A, EW10J4 e EW10J4S.

CONSTATAZIONE: In certi casi la scatola farfalla motorizzata viene sostituita pur non essendo la causa della panne.

RIMEDIO: Prima di sostituire la scatola farfalla motorizzata, eseguire sistematicamente il procedimento seguente. Attrezzatura necessaria: Strumento di diagnosi Lexia/Proxia Fascio derivatore per calcolatore diniezione.

Pagina 1 / 9

N.B.: Mentre si procede allo scollegamento della scatola farfalla motorizzata, formalmente vietato utilizzare uno spray degrippante per non rischiare di danneggiare le connessioni. Divieto assoluto di introdurre qualsiasi utensile all'interno dei contattori.

Fase 1 Effettuare una lettura difetti mediante lo strumento di diagnosi. presente un difetto riguardante la scatola farfalla motorizzata? Lista dei difetti interessati: da P0120 a P0123, P1112, P1133, P1134, da P1150 a P1158, P1161, P1622, da P2100 a P2103. Si Fase 3 Il difetto tensione batteria sempre presente? Si Fase 4 Fine del procedimento Correggere questo difetto prioritariamente.

No

Fase 2 Fine del procedimento Smontaggio della scatola farfalla motorizzata vietato.

No

Fase 5 Non scollegare nessun filo. Eseguire mediante lo strumento di diagnosi il test azionatore scatola farfalla motorizzata. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo? Si Passare alla fase 6

No

Passare alla fase 10

Pagina 2 / 9

Fase 6 Ripetere il test azionatore scatola farfalla motorizzata mediante lo strumento di diagnosi. Durante il test, smuovere delicatamente il fascio (2 o 3 movimenti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla motorizzata senza tirare assialmente il connettore. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo?

No

Si

Fase 7 Fine del procedimento Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto.

Fase 8 Eseguire per la terza volta il test azionatore scatola farfalla motorizzata . Durante il test, smuovere delicatamente il fascio (2 o 3 movimenti laterali al secondo) tenendo il fascio a meno di 10 cm dal connettore della scatola farfalla motorizzata senza tirare assialmente il connettore. Controllare il movimento della scatola farfalla motorizzata (lieve rumore di scatto). Esito positivo?

No

Si

Fase 9 Fine del procedimento Riparare il fascio o il connettore. Per sicurezza, effettuare una lettura difetti per identificare lesatta origine del guasto.

Fase 10 Effettuare le seguenti verifiche: - corretto bloccaggio del connettore della scatola farfalla motorizzata. - fascio dalimentazione correttamente immobilizzato: verificare consultando i disegni seguenti.

Pagina 3 / 9

Motore EW7A (6FY): Citron C4 Picasso / Citron C5 restyling. Motore EW10A (RFH/RFJ): Citron C4 / Citron C4 Picasso / Citron C5 restyling / Citron C8 / Citron C8 Full CAN

Scatola farfalla motorizzata (06V_NR)

Captatore pressione aria aspirazione (04V_GR)

Pagina 4 / 9

Motore ET3 (KFU):

Citron C3 / Citron C3 restyling / Citron C2 Full CAN

Scatola farfalla motorizzata (06V_NR)

Bobina daccensione (06V_MR)

Interconnessione fascio motore / fascio motore complementare

Captatore temperatura acqua motore (02V_VE)

Captatore riferimento cilindro (03V_GR)

Fanalino retromarcia (02V_GR) Massa bobina

Pagina 5 / 9

Motore ET3 (KFU):

Citron C4.

Captatore riferimento cilindro (03V_GR) Bobina daccensione

Scatola farfalla motorizzata (06V_NR)

Captatore temperatura acqua motore (02V_VE)

Immobilizzo fascio sotto la staffa Attenzione: al rischio di pizzicamento o interruzione di un filo.

Massa bobina

Interconnessione fascio motore / fascio motore complementare

Pagina 6 / 9

Motore EW10J4 (RFN/RFM): Citron C8 / Xsara 2 / Citron C4 / Citron C5 / Jumpy / Jumpy 2.

Canalina di protezione fascio motore.

Captatore di posizione scatola farfalla motorizzata Captatore riscaldatore carburatore scatola farfalla motorizzata

Captatore temperatura aria aspirazione

Captatore pressione aria aspirazione

Pagina 7 / 9

Motore EW10J4S (RFK):

Citron C4.

Scatola farfalla motorizzata

Captatore riscaldatore carburatore scatola farfalla motorizzata

Interconnessione fascio motore / cavo positivo batteria

Pagina 8 / 9

Fase 10 (Segue) Il fascio conforme?

No

Si

Fase 11 Fine del procedimento Riparare il fascio.

Fase 12 Scollegare il connettore della scatola farfalla motorizzata per effettuare i seguenti controlli: - Tracce di corrosione sui contatti. - Assenza di corpi estranei. - Tracce di umidit o liquidi sul connettore (acqua, liquido di raffreddamento, olio, grasso, ecc.) Il fascio conforme?

No

Si

Fase 13 Fine del procedimento Il connettore della scatola farfalla motorizzata non conforme Ripararlo.

Fase 14 Servendosi dello strumento di diagnosi, eseguire il o i sinottici delle anomalie riguardanti la scatola farfalla motorizzata, effettuando una lettura difetti, selezionando il difetto interessato e premendo F5. Smontare la scatola farfalla motorizzata solo se necessario. Fine del procedimento

Pagina 9 / 9

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA CD 37

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

N 387
22/06/07

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA

TITOLO : Apprendimento chiavi sul veicolo JUMPY2 con lo strumento LEXIA.

RIGUARDA: I veicoli JUMPY 2 con modulo transponder SIEMENS.

CONSTATAZIONE: Assenza del menu modulo transponder SIEMENS nello strumento di diagnosi LEXIA per il veicolo JUMPY2

RIMEDIO: Per accedere al menu modulo transponder SIEMENS, occorre necessariamente selezionare il veicolo JUMPY utilizzando lOPR del veicolo JUMPY 2. Quindi selezionare TEST PER FUNZIONE e il menu ANTIFURTO.

Pagina 1 / 1

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA CD 39

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

N 408
25/05/08

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE LO STRUMENTO DI DIAGNOSI LEXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce la precedente del 25/01/2008

TITOLO: Digitazione e invio delle RI DIAG attraverso Internet con lo strumento LEXIA.

RIGUARDA: Configurazione e utilizzo della funzione Relazione Incidente Diagnosi attraverso Internet con lo strumento LEXIA.

N.B.: Le RI DIAG permettono all'utilizzatore di segnalare alla Direzione Post-Vendita un problema dello strumento di diagnosi. essenziale compilare il modulo fornendo esaurienti informazioni sul veicolo (Riferimento calcolatore, Numero VIN, OPR, ecc.) e sul problema (descrizione dettagliata, traccia expert, immagini videate, ecc.). Tali informazioni permettono alla Direzione Post-Vendita di trattare pi velocemente ed efficacemente gli RI DIAG, rispondendo alla rete in tempi rapidi.

Pagina 1 / 11

CONFIGURAZIONE DELLO STRUMENTO DI DIAGNOSI : I parametri di configurazione Internet devono essere configurati correttamente. Se la configurazione della funzione gi stata effettuata in precedenza, passare direttamente a INVIO DI UNA RI DIAG ATTRAVERSO INTERNET.

Dalla videata generale:

1 Selezionare CONFIGURAZIONE DELLO STRUMENTO DI DIAGNOSI

Selezionare Parametri generali

Selezionare Configurazione utilizzatore

Le informazioni seguenti sono fornite a titolo esemplificativo 4 Ogni RAC deve inserire i dati personali

Pagina 2 / 11

Compilare tutti i campi e salvare con F2

Tornare al menu precedente con F9

Selezionare "Configurazione strumento".

Se lo strumento rileva una differenza tra la configurazione registrata e le periferiche rilevate, propone di aggiornarle. 8 Se tutte le periferiche sono collegate correttamente, confermare con F3 altrimenti premere F4.

Pagina 3 / 11

Verificare e completare tutti i campi poi salvare con F2 9 NB: non omettere il N di serie dello strumento

10

Tornare al menu precedente con F9

11

Selezionare Configurazione Internet

12 Selezionare Configurazione Posta elettronica

Pagina 4 / 11

Compilare tutti i campi.

(in funzione del proprio contratto di accesso a Internet) Lindirizzo e-mail del mettente il vostro indirizzo di posta elettronica. 13 Il Login e la Password sono quelli dell'indirizzo di posta elettronica e non della connessione internet

Confermare con F2 per salvare i parametri

14

Tornare al menu principale con il tasto F7

Pagina 5 / 11

INVIO DI UNA RI DIAG ATTRAVERSO INTERNET : Stampa di una RI DIAG.

Dalla videata generale o da una sessione di diagnosi: 1 Premere il tasto F12

Compilare bene tutti i campi

in particolare: - Nome del tecnico 2 - Informazioni calcolatore - Commenti

Poi confermare con F4 per continuare

Premere F5 per entrare nella procedura dinvio 3 diretto o su F2 per salvare

Pagina 6 / 11

Compilare tutti i campi

4 Lindirizzo del destinatario principale delle RI DIAG : piattaforma.tecnica@citroen.com

Selezionare Allegati e Confermare per allegare dei documenti alla RI altrimenti passare alla fase 7

Selezionare il o gli allegati

possibile visionarli con il tasto F4

Tornare alla videata precedente con F9

Confermare con il tasto F5 per linvio diretto o con F2 per salvare

Confermare per linvio della RI DIAG

Pagina 7 / 11

Invio di una RI DIAG salvata.

Selezionare: 1 Consultazione dei dati memorizzati

Selezionare: 2 RI DIAG

Selezionare: 3 Gestione delle RI DIAG

Pagina 8 / 11

Selezionare lRI DIAG da inviare.

5 6

Per modificare le RI DIAG, premere F2 Per modificare il titolo e i destinatari, premere F4 Confermare per continuare

Premere F5 per inviarla

Compilare tutti i campi

8 Lindirizzo del destinatario principale delle RI DIAG : michelangelo.stabilini@citroen.com

Selezionare Allegati e Confermare per allegare i documenti alla RI altrimenti passare alla fase 11

Pagina 9 / 11

Selezionare il o gli allegati

10

possibile visionarli con il tasto F4

Tornare alla videata precedente con F9

11

Confermare con il tasto F5 per inviare.

12

Lo strumento indica lavanzamento del processo dinvio.

In caso di fallimento, lo strumento visualizza lRI 13 DIAG in rosso nella cartella gestione con il messaggio ERRORE.

Pagina 10 / 11

Se linvio avvenuto, lo strumento visualizza lRI 14 DIAG in blu nella cartella gestione con il messaggio Inviata.

Pagina 11 / 11

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA PROXIA CD 39

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

N 409
25/01/08

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

Annulla e sostituisce lINFODIAG n 353 del 02/04/07

TITOLO: Diagnosi dei calcolatori BOSCH EDC16C3 / EDC16C34.

RIGUARDA: I veicoli C2, C3, C3 Restyling, C3 Pluriel, C4, C5 Restyling, Berlingo 2, Xsara 2 e Xsara Picasso C4 Picasso, Jumpy 3 e C4 Sedan equipaggiati di motori 1.4 HDi BOSCH e 1.6 HDi BOSCH.

Pagina 1 / 23

CONSTATAZIONE: Misure parametri incoerenti su PROXIA/LEXIA.

Menu
Info Air, Info FAP

Strumento
LEXIA/PROXIA

Parametro
Temperatura aria flussometro (1.6 HDi) tra 30C e 45C a temperatura ambiente e a motore freddo.

Rigenerazione forzata Filtro Antiparticolato su LEXIA/PROXIA. Lo strumento risponde Rigenerazione impossibile.

Telecodifica dei calcolatori su LEXIA / PROXIA Aggiornamento delle informazioni in base agli ultimi aggiornamenti software del calcolatore.

Pagina 2 / 23

RIMEDIO: Misure parametri incoerenti su PROXIA/LEXIA.


Strumento Parametro Soluzione
Se il calcolatore rileva un difetto del flussometro : Premere il tasto F5 per far scorrere il sinottico dei difetti. Effettuare i controlli necessari (controlli dei fasci, dei connettori, del captatore) Altrimenti : Non sostituire il captatore

LEXIA/PROXIA

Temperatura aria flussometro (1.6 HDi) tra 30C e 45C a temperatura ambiente e a motore freddo.

Rigenerazione forzata Filtro Antiparticolato su LEXIA/PROXIA. In funzione della versione del software nel calcolatore, possibile o non avviare la rigenerazione. La soluzione raccomandata quella di effettuare un tragitto di una quindicina di chilometri ad almeno 60km/h e preferibilmente in 4. In alcuni casi un telecaricamento del calcolatore potrebbe risolvere il problema.

Pagina 3 / 23

TELECODIFICA DEI CALCOLATORI SU LEXIA / PROXIA : Il calcolatore diniezione Diesel nuovo BOSCH EDC16C3 o EDC16C34 fornito non telecodificato dal Centro Ricambi.

TASSATIVO : Non seguire le procedure di telecodifica come vengono abitualmente richieste nelle INFODIAG di telecodifica. Osservare uninterruzione dellalimentazione (power latch) di almeno un minuto dopo ogni telecodifica (altrimenti, la telecodifica rischia di non essere presa in conto).

Pagina 4 / 23

Occorre rispettare il seguente procedimento : Montare il calcolatore nuovo sul veicolo; utilizzare lo strumento di diagnosi LEXIA o PROXIA per stabilire la comunicazione con il calcolatore sul veicolo; Telecodificare manualmente i valori dei parametri partendo dalle seguenti tabelle :

Veicolo
Citron C2

Motore
1.4 HDi (8HX, 8HZ) 1.6 HDi (9HZ) 1.4 HDi (8HX, 8HZ) 1.6 HDi (9HX, 9HZ) 1.4 HDi (8HZ) 1.6 HDi (9HX, 9HZ) 1.4 HDi (8HZ) 1.6 HDi (9HW, 9HX) Non EOBD* (8HYF, 8HZF) EOBD* (8HYB, 8HZB) 1.6 HDi (9HX) 1.6 HDi (9HY) 1.6L HDi FAP (9HZ, 9HV) 1.6 HDi (9HX, 9HY, 9HZ) 1.6 HDi (9HU) 1.6 HDi (9HZ) 1.6 HDi (9HZ, 9HX)

Tabella di riferimento
3 / 10 3/9 3 / 10 3/9 3 / 12 3/5 3 / 10 3/8 1 2 3/9 3 / 14 3/6 3/4 3/9 3 / 11 3 / 13

Citron C3

Citron C3 Restyling

Citron C3 Pluriel Berlingo 2

Citron Xsara 2

Citron C4

Xsara Picasso Jumpy3 C4 Picasso C4 Sedan

(*) Per riconoscere i veicoli EOBD, attenersi al n della medaglia motore : I veicoli non EOBD hanno una medaglia motore 8HYF o 8HZF. I veicoli EOBD hanno una medaglia motore 8HYB o 8HZB.

Pagina 5 / 23

Tabella N1 Calcolatore diniezione Diesel BOSCH EDC16C3 su motore 1.4 HDi solamente per XSARA 2 non EOBD
Xsara 2 Non EOBD
X X X X X X X X X X X X X X X X Per differenziare il tipo di pompe attenersi al seguito Senza riscaldamento supplementare 2 candele nellacqua comandate dal controllo motore (CMM) Telecodificare in funzione degli equipaggiamenti presenti : Il tasto di disattivazione dellESP permette di confermare la presenza dellESP.

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

Commenti

GMV 1 velocit GMV a 2 o 3 velocit Raffreddamento Comando con variatore elettronico Captatore Pressione Climatizzazione Cambio Classe alternatore Riscaldamento supplementare Assenza di climatizzazione Pressostato lineare Cambio manuale lungo Classe 15 Assenza riscaldamento supplementare "candele" comandate dal BSI pilotate dal controllo motore multifunzione (CMM) Senza controllo di stabilit (ESP) senza regolazione velocit (RVV) Con controllo di stabilit (ESP) senza regolazione velocit (RVV) Senza controllo di stabilit (ESP) con regolazione velocit (RVV) Con controllo di stabilit (ESP) con regolazione velocit (RVV) Guida a sinistra pompa CP1H Carrozzeria Guida a destra pompa CP1H Guida a sinistra pompa CP3.2 Guida a destra pompa CP3.2

senza refrigerazione con refrigerazione Controllare visivamente la presenza del modulo del motoventilatore a velocit variabile (variatore elettronico) Assenza di climatizzazione Veicolo con refrigerazione

Calcolatore

- La presenza di comandi di regolazione velocit al volante permette di - confermare la presenza della regolazione di velocit veicolo.

Pagina 6 / 23

Tabella N2 Calcolatore diniezione Diesel BOSCH EDC16C3 su motore 1.4 HDi solamente per XSARA2 EOBD

Parametro di telecodifica
Raffreddamento motore Captatore di pressione climatizzazione Cambio Classe alternatore Riscaldamento supplementare

Scelta telecodifica
GMV doppia o tripla velocit Climatizzazione assente Captatore pressione lineare Cambio manuale lungo Classe 15 Classe 9 Candele comandate dal BSI Senza RVV Con RVV Con ABS Con ESP Con ABS, con RVV Guida a sinistra pompa CP1H Guida a destra pompa CP1H Guida a sinistra pompa CP3.2 Guida a destra pompa CP3.2

Xsara 2 EOBD

Commenti

X X X X X X X X X X X X X X X X Assenza di climatizzazione Veicolo con refrigerazione

Configurazione calcolatore

Senza ABS, senza ESP, senza RVV Senza ABS, senza ESP, con RVV Con ABS, senza ESP, senza RVV Con ABS, con ESP, senza RVV Con ABS, senza ESP, con RVV Per differenziare il tipo di pompe attenersi al seguito

Configurazione carrozzeria

Pagina 7 / 23

Tabella N3 Calcolatore diniezione Diesel BOSCH EDC16C34 su motore DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI)
C4 Picasso Citron C2 Citron C3 Citron C3 Restyling Citron C3 Pluriel Citron C4

Berlingo 2

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

C4 Sedan

C5 Restyling

Xsara Picasso

Jumpy3

Commenti

GMV 2 velocit (con aria condizionata) Raffreddamento motore GMV a velocit variabile (variatore) Climatizzazione assente Captatore pressione lineare Cambio manuale lungo Cambio Cambio manuale corto Cambio manuale pilotato Classe 8 Classe 15 Classe 18

Con refrigerazione Controllare visivamente la presenza del modulo del motoventilatore a velocit variabile (variatore elettronico)

Captatore Pressione Climatizzazione

X X X X X

X X X X X

X X X X X

X X X X X

X X X X X

X X X X X X

X X X X X

X X X X X X X

Senza refrigerazione Refrigerazione manuale o automatica Cambio normale (secondo paese) Cambio Brio (secondo paese, es: Mercosur) Veicolo con comandi al volante

Alternatore Architettura veicolo o Veicolo o Tipo di pompa alta pressione o Carrozzeria

Le scelte proposte variano in funzione del veicolo Per questo parametro attenersi alle tabelle Parametri di telecodifica che seguono

Pagina 8 / 23

C4 Picasso

Citron C2

Citron C3

Citron C3 Restyling

Citron C3 Pluriel

Citron C4

Berlingo 2

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

C4 Sedan

C5 Restyling

Xsara Picasso

Jumpy3

Commenti

Assenza riscaldamento supplementare Riscaldamento supplementare Resistenza nellaria o nellacqua comandata dal BSI Caldaia comandata dal BSI
ABS presente con o senza ESP ABS ABS assente

Senza resistenza riscaldamento supplementare Con resistenza riscaldamento supplementare Con caldaia supplementare
Parametro da telecodificare per un veicolo con ABS con o senza ESP.

Parametro da telecodificare per un veicolo senza ABS e senza ESP

Presente Limitazione velocit veicolo (LVV) Assente

Controllare la presenza del comando della limitazione di velocit veicolo.

Controllare lassenza del comando della limitazione di velocit veicolo. Controllare la presenza del tasto di disattivazione ESP. Non omettere di telecodificare lABS. Controllare lassenza del tasto di disattivazione ESP.

Presente Controllo di stabilit (ESP) Assente

Pagina 9 / 23

C4 Picasso

Citron C2

Citron C3

Citron C3 Restyling

Citron C3 Pluriel

Citron C4

Berlingo 2

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

C4 Sedan

C5 Restyling

Xsara Picasso

Jumpy3

Commenti

Permette di telecodificare la Regolazione velocit con o senza limitazione velocit veicolo. Presente Regolazione velocit (RVV) X X X X X X X X X X X Controllare la presenza del comando al volante di regolazione velocit Non omettere di telecodificare la LVV se presente sul veicolo.

Assente

Controllare lassenza del comando al volante di regolazione velocit

Presente Regolazione velocit 2 (RVV2) Assente X X X X X X X X X X X

Non utilizzato su DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI). Utilizzare la telecodifica RVV o RVV1 per telecodificare la RVV. Non utilizzato su DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI). Parametro fisso su Assente. Utilizzare la telecodifica RVV o RVV1 per telecodificare la RVV.

Calcolatore elettronico di gestione

Cambio Automatico

Collegato al calcolatore motore mediante collegamento multiplexato Collegato al calcolatore motore mediante ll t lti l t Assente

X X X

X X X

X X

Su DV6 (1.6 HDI) questo parametro di telecodifica fisso su Assente.

Pagina 10 / 23

C4 Picasso

Citron C2

Citron C3

Citron C3 Restyling

Citron C3 Pluriel

Citron C4

Berlingo 2

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

C4 Sedan

C5 Restyling

Xsara Picasso

Jumpy3

Commenti

Presente Captatore della frizione Assente Presente Avviamento arresto motore pilotato Parametro fisso su Assente per tutti i DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI). Avviamento arresto motore pilotato non va telecodificato nei DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI). X X X X X X X X X X X Parametro fisso su Assente per tutti i DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI).

Assente

N.B. : Telecodifica di Regolazione velocit e Limitazione velocit nei DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI): possibile che lo strumento proponga la telecodifica Regolazione velocit 2 (RVV2). Questo parametro di telecodifica non viene mai utilizzato nei DV4 (1.4 HDI) o DV6 (1.6 HDI). Pertanto, il parametro deve essere telecodificato su Assente. Per telecodificare la regolazione velocit occorre utilizzare il parametro Regolazione velocit veicolo (RVV).

Pagina 11 / 23

Per telecodificare la RVV e la LVV nei DV4 (1.4 HDI) e DV6 (1.6 HDI) occorre telecodificare, in funzione dell'equipaggiamento del veicolo: RVV su Assente e LVV su Assente o RVV su Presente e LVV su Assente o RVV su Presente e LVV su Presente

Telecodifica dellABS e dellESP su DV4 Bosch e DV6 Bosch : Nei calcolatori EDC16C3 / EDC16C34, il fatto di telecodificare l'ESP presente non implica che per il calcolatore motore lABS sia presente. Pertanto, per telecodificare lABS e lESP occorre telecodificare, in funzione dell'equipaggiamento del veicolo: ABS su Assente e ESP su Assente o ABS su Presente e ESP su Assente o ABS su Presente e ESP su Presente

Pagina 12 / 23

PARAMETRO DI TELECODIFICA Architettura veicolo / Veicolo / Tipo di pompa alta pressione / Carrozzeria / Recupero calore allo scarico

N.B. : Per ulteriori dettagli sullidentificazione, attenersi alle pagine seguenti.

Tabella n4 Per Picasso: Architettura veicolo


Riferimento software
96 510 570 80 96 510 571 80 96 510 600 80 96 510 601 80 96 547 503 80 96 547 504 80 96 547 372 80 96 550 197 80 96 556 006 80 96 557 245 80 96 557 247 80 96 559 248 80 96 559 249 80 96 559 250 80 96 559 441 80 96 559 442 80 96 560 372 80 96 561 616 80 96 561 617 80 96 561 622 80 96 561 633 80 96 568 410 80

Dato 1

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Pompa CP3.2

Pompa CP1.H

Pompa CP3.2

Pompa CP3.2

Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Pompa CP1.H ESP 8 Pompa CP3.2 Pompa CP1.H Pompa CP3.2 Pompa CP1.H ESP 5.7 Pompa CP1.H Pompa CP1.H

Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione Gasolio

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa di additivazione del gasolio multiplexata

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio

Pompa CP3.2 ESP 5.7 Pompa CP3.2

Pompa CP1.H ESP 8

Pompa CP3.2 ESP 8

Pagina 13 / 23

Riferimento software
96 568 411 80 96 568 412 80 96 570 844 80 96 570 845 80 96 583 372 80
96 585 759 80 96 589 451 80 96 595 965 80 96 598 237 80

Dato 1
Pompa CP1.H ESP 5.7 ESP 5.7 Pompa CP1.H ESP 5.7 Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa CP1.H ESP 5.7
Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata CP3.2 ESP 8 Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Pompa CP1.H

Dato 2
Pompa CP3.2 ESP 5.7 ESP 8 Pompa CP3.2 ESP 5.7 Pompa CP3.2 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa CP3.2 ESP 5.7
Pompa CP3.2 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione Gasolio

Dato 3
Pompa CP1.H ESP 8 Pompa CP1.H ESP 8 Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa CP1.H ESP 8
Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato Octosquare Iniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa di additivazione del gasolio multiplexata

Dato 4
Pompa CP3.2 ESP 8 Pompa CP3.2 ESP 8

Pompa CP3.2 ESP 8


Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato di 1 generazioneIniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio

96 610 060 80

96 611 353 80 96 617 737 80 96 617 738 80

Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione Gasolio

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato Octosquare Iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio Pompa CP1.H Filtro Antiparticolato di 1 generazioneIniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione Gasolio Pompa CP3.2 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5

96 622 223 80 96 632.683 80

Tabella n5 Per Citron C3 Restyling: (Architettura Veicolo)


Dato 1
Tutti i riferimenti Tutte le definizioni veicolo

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Pagina 14 / 23

Tabella n6 Per Citron C4 (con Filtro Antiparticolato): (Architettura Veicolo)


Dato 1
96 512 237 80 96 512 238 80 86 512 422 80 96 512 423 80 96 564 943 80 96 568 409 80 96 585 760 80 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata iniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore dadditivazione Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio iniettori ZI 5 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore dadditivazione Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio iniettori ZI 5

96 585 995 80

96 589 448 80 96 617 731 80 96 617 732 80 96 626 705 80 96 626 706 80 96 626 707 80 96 626 710 80 96 626 711 80 96 628 721 80 96 628 722 80 96 628 762 80 96 628 763 80 96 631 553 80 96 631 908 80 96 632 667 80 96 632 668 80 96 636 055 80 96 637 508 80 96 638 150 80 96 643 930 80 96 647 488 80

Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12 Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio iniettori ZI 5

Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato Octosquare Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare Pompa di additivazione del gasolio multiplexata iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione del Gasolio iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Calcolatore di additivazione Gasolio iniettori ZI 5

Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato

Pagina 15 / 23

Tabella n7 Per Citron C5 Restyling (con Filtro Antiparticolato): (Architettura Veicolo)


Dato 1
96 512 365 80 96 512 366 80 96 568 406 80 96 569 747 80 96 582 745 80 96 589 453 80 96 617 744 80 96 619 713 80 96 622 134 80 96 626 700 80 96 626 888 80 96 626 890 80 96 632 457 80 96 647 593 80 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 5 Tutte le definizioni veicolo con Filtro Antiparticolato Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 12

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Filtro Antiparticolato Octosquare iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato di 1 generazione Iniettori ZI 12

Filtro Antiparticolato Octosquare iniettori ZI 12

Tabella n8 Per Berlingo 2: (Veicolo)


Berlingo2 Citron C4 Senza Filtro Antiparticol ato Xsara Picasso C5 Restyling Senza Filtro Antipartic. Citron C3 Citron C3 Restyling Citron C3 Pluriel

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

Commenti

Veicolo

Autovettura Veicolo commerciale

X X

Pagina 16 / 23

Tabella n9 Per tutti gli altri veicoli con motorizzazione 1,6 HDi (Tipo di pompa alta pressione)
C5 Restyling Senza Filtro Antipartic. Citron C2 Citron C3 Citron C3 Restyling Citron C4 (9HX) Berlingo2 Xsara Picasso Jumpy3

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

Commenti

Tipo di pompa alta pressione

Pompa CP1.H

Tabella n10 Per motorizzazione 1,4 HDi : (Carrozzeria)


Citron C2 Citron C3 Citron C3 Pluriel

Parametro di telecodifica

Valore del parametro di telecodifica

Commenti

Veicolo

Citron C2 Citron C3 Citron C3 Pluriel

X X X

Tabella n11 Per Citron C4 Picasso: (Architettura Veicolo)


Parametro di telecodifica
Tutti i riferimenti

Dato 1
Non RTE

Dato 2
RTE

Dato 3

Dato 4

Pagina 17 / 23

Tabella n12 Per Citron C3 Restyling: (Architettura Veicolo)


Riferimento software
96 591 378 80 96 591 379 80 96 619 488 80 96 645 748 80

Dato 1
Con valvola dosatrice aria Con valvola dosatrice aria

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Senza valvola dosatrice aria

Tabella n13 Per Citron C4 Sedan: (Architettura Veicolo)


Riferimento software
Tutti i riferimenti

Dato 1
C4 Sedan

Dato 2

Dato 3

Dato 4

Tabella n14 Per Citron C4 (9HY): (Architettura Veicolo)


Riferimento software
96 632 666 80 Tutti gli altri riferimenti

Dato 1 Iniettori ZI5 C4 (9HY)

Dato 2 Iniettori ZI12

Dato 3

Dato 4

Pagina 18 / 23

TIPO DI POMPA:

N.B. 1: Pompa CP3.2: la pompa nel prolungamento dellattuatore. Pompa CP1.H: la pompa forma un angolo retto con il suo attuatore.

N.B. 2: In ogni caso, una non corretta telecodifica comporta un mancato avviamento per la telecodifica della CP1.H anzich di una CP3.2, o un avviamento difficoltoso, o una rumorosit a seguito di uno spegnimento per la telecodifica della CP3.2 anzich di una CP1.H.

N.B. 3: Il regolatore di flusso carburante normalmente aperto sulla pompa CP3.2; mentre sulla pompa CP1H il regolatore di flusso normalmente chiuso.

Pompe alta pressione

Pagina 19 / 23

(1) (2) (4) (3) (3) (4)

(2)

(1)

(1) Entrata Gasolio bassa pressione (2) Regolatore di flusso carburante (1208) (3) Ritorno gasolio (4) Uscita Gasolio Alta Pressione

Pagina 20 / 23

TIPO DI ADDITIVAZIONE DEL GASOLIO (PER C4) : Per distinguere un calcolatore di additivazione gasolio da una pompa di additivazione gasolio multiplexata, sollevare il veicolo su un ponte elevatore (la differenza visibile sotto al veicolo, vicino alla ruota posteriore sinistra).

Filtro antiparticolato con pompa di additivazione gasolio multiplexata

1: Connettori 2: Carter

Figura 1: Connettori e manicotti del serbatoio dell'additivo gasolio (pompa multiplexata)

Sul Disegno 1, osservare la presenza di connettori sul lato destro (nel senso di marcia) del serbatoio delladditivo per la pompa di additivazione del gasolio multiplexata. Filtro antiparticolato con calcolatore di additivazione gasolio

3: Assenza connettore

Disegno 2: serbatoio di additivazione gasolio (con calcolatore additivazione gasolio).

Nel Disegno 2, osservare lassenza di connettore sul lato destro (nel senso di marcia) del serbatoio delladditivo del gasolio per il caso del calcolatore di additivazione.
Pagina 21 / 23

ATTENZIONE: Se il serbatoio assente, il veicolo non equipaggiato di filtro antiparticolato.

TIPO DI FILTRO ANTIPARTICOLATO : Nessuna differenza sostanziale ; pu essere visibile per la piastra in metallo sul FAP una volta rimossa la protezione termica.

Filtro Antiparticolato 1 generazione: Precedente Filtro Antiparticolato, aperture quadrate.

(1)

(1) Cella dentrata

(2) Cella di uscita (2)

Filtro Antiparticolato Octosquare: Nuovi Filtri antiparticolato, alveoli a nido dape. (1) Cella dentrata (1) (2) Cella di uscita (2)

RTE o Non RTE (solo C4 Picasso): Per sapere se si deve telecodificare RTE o Non RTE, occorre sollevare il veicolo su un ponte elevatore. Quindi osservare se la linea di scarico si sdoppia al centro del veicolo SI, telecodificare RTE NO, telecodificare Non RTE

Pagina 22 / 23

TELECODIFICA INIETTORE :

(1)

(2)

(1) Ubicazione degli otto caratteri (2) Ubicazione del nono carattere

Esistono 2 tipi di iniettori : 1 generazione a 8 caratteri 2 generazione a 9 caratteri

Lo strumento propone di telecodificare sia : 8 caratteri : Classico per gli iniettori di prima generazione, per la 2 generazione, lultimo carattere (2) non da considerare.

9 caratteri : Digitare tutti i caratteri presenti sulliniettore.

Pagina 23 / 23

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA PROXIA CD 39

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

N 410
25/01/08

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

La presente INFODIAG annulla e sostituisce lINFODIAG n 285 del 16/05/06

TITOLO: Procedura di apprendimento delle chiavi sul veicolo CITRON C1.

RIGUARDA: Procedura di apprendimento delle chiavi sul veicolo CITRON C1.

CONSTATAZIONE: La sostituzione o laggiunta di chiavi nella funzione antiavviamento del motore richiede specifiche procedure di apprendimento e luso degli strumenti di diagnosi.

RIMEDIO: Attenersi alle procedure descritte in questa Infodiag.

Pagina 1 / 7

SOMMARIO

1 2 3 4

OPERAZIONI DA EFFETTUARE.................................................................... 3 LE PROCEDURE DAPPRENDIMENTO DELLE CHIAVI............................... 3 PRIMA PROCEDURA ..................................................................................... 4 SECONDA PROCEDURA............................................................................... 5

Pagina 2 / 7

OPERAZIONI DA EFFETTUARE
1 2 3 4 5 6 7 LEXIA PROXIA Collegare lo strumento di diagnosi sul veicolo. Selezionare "Diagnosi" Indicare il veicolo e il numero OPR. Lanciare il "Test Globale" Selezionare il parametro "modulo di controllo antiavviamento", quindi confermare con il tasto "*" Selezionare il parametro "Apprendimento Selezionare il parametro "Apprendimento delle delle chiavi" chiavi" Iniziare la procedura

LE PROCEDURE DI APPRENDIMENTO DELLE CHIAVI Esistono 2 procedure di apprendimento delle chiavi. La prima viene usata in caso di sostituzione del modulo di controllo dellantiavviamento ed descritta nella sezione 3. La seconda viene usata in caso di eliminazione o di aggiunta di chiavi. ed descritta nella sezione 4.
Avete appena sostituito il modulo di controllo dellantiavviamento? Si No

Procedura n 1

Procedura n 2

Fine

Fine

ATTENZIONE: Esistono 3 tipi di chiave. Le prime 2 chiavi consegnate con il veicolo corrispondono a 2 tipi diversi di chiave; le chiavi del terzo tipo sono le chiavi postvendita fornite dal Centro Ricambi. possibile apprendere 5 chiavi in totale, ma soltanto 1 chiave di tipo 1 e 1 chiave di tipo 2. Ad esempio, possibile apprendere una chiave di tipo 1, una chiave di tipo 2 e 3 chiavi di tipo 3. Viceversa, non possibile apprendere 2 chiavi di tipo 1 (o 2 chiavi di tipo 2). Non possibile riconoscere visivamente i diversi tipi di chiave.

Pagina 3 / 7

PRIMA PROCEDURA: Questa procedura viene usata in caso di sostituzione del modulo di controllo dellantiavviamento. Pu essere eseguita senza strumento di diagnosi. Per effettuare questa procedura, necessario farsi consegnare le 2 chiavi fornite con il veicolo o le 2 chiavi precedentemente usate con il veicolo.
Schermata informazioni
Procuratevi le 2 chiavi

Schermata comandi
10 secondi Inserire la prima chiave in +ACC

Tempo max. d'esecuzione

Estrarre la prima chiave. Inserire la seconda chiave in +ACC

Estrarre la seconda chiave.

10 secondi

Reinserire una delle 2 chiavi nellantifurto dello sterzo Passare da +ACC a +sotto contatto 5 volte.

Fine

N.B. : Se avete impiegato pi di 10 secondi per passare 5 volte da +ACC a +SOTTO CONTATTO, dovete effettuare nuovamente loperazione. Al termine di questa procedura, necessario effettuare la procedura di abbinamento con il calcolatore di controllo motore.

Pagina 4 / 7

SECONDA PROCEDURA: Questa procedura viene utilizzata in caso di eliminazione o aggiunta di chiavi. possibile eseguire questa procedura di apprendimento soltanto con gli strumenti di diagnosi.

IMPORTANTE: prima di iniziare lapprendimento delle chiavi, leggere la procedura seguente prestando attenzione al tempo di esecuzione di ogni passaggio.

La procedura di apprendimento delle chiavi nuove si effettua in 2 fasi: La prima fase consiste nella cancellazione delle vecchie chiavi e nellapprendimento della prima chiave. La seconda fase consiste nellapprendimento delle altre chiavi.

ATTENZIONE: Per apprendere una chiave nuova, avete a disposizione 3 tentativi. In caso di errore dopo questi 3 tentativi, la procedura di apprendimento si interrompe. Esistono 3 tipi di chiave. Le prime 2 chiavi consegnate con il veicolo corrispondono a 2 tipi diversi di chiave; le chiavi del terzo tipo sono le chiavi post-vendita fornite dal Centro Ricambi. possibile apprendere 5 chiavi in totale. ma soltanto 1 chiave di tipo 1 e 1 chiave di tipo 2. Ad esempio, possibile apprendere una chiave di tipo 1, una chiave di tipo 2 e 3 chiavi di tipo 3. Viceversa, non possibile apprendere 2 chiavi di tipo 1 (o 2 chiavi di tipo 2). Non possibile riconoscere visivamente i diversi tipi di chiave. N.B.: Se si supera il tempo di esecuzione, ricominciare le procedure allinizio di ogni fase. Se si supera il tempo massimo di esecuzione durante la prima fase, apparir un messaggio che chiede se si vuole ripetere la procedura; durante la seconda fase, appariranno diversi messaggi derrore che indicheranno il superamento del tempo massimo. In questo caso, ripetere la procedura dallinizio della fase 2.

Pagina 5 / 7

Inizio della procedura apprendimento delle chiavi nuove

Schermata informazioni Schermata comandi Messaggio derrore


10 secondi

Tempo max desecuzione

Verificare di avere a disposizione tutte le chiavi che devono essere usate con il veicolo. Se SI, confermare con *.

Inserire il numero delle chiavi da usare con il veicolo Se avete inserito un numero di chiavi superiore a 5 o uguale a 0 appare un messaggio derrore Inizio fase cancellazione delle vecchie chiavi e apprendimento della prima chiave

FASE 1

2 minuti

Interrompere il contatto e rimettere in +sotto contatto. Una volta terminata loperazione, confermate con *

Ricominciare la procedura?

10 secondi

Estrarre la chiave. Una volta terminata loperazione, confermate con *

Mettere il contatto in +sotto contatto

Informazione : tutte le chiavi sono state cancellate

Pagina 6 / 7

FASE 2 Punto A

Inizio della fase apprendimento di una chiave nuova

Inserire la chiave usata nella fase cancellazione della chiave

2 minuti Interrompere il contatto e rimettere in +sotto contatto. Una volta terminata loperazione, confermate con * Appare un messaggio derrore : - Se avete impiegato pi di 2 minuti per effettuare loperazione richiesta e confermarla - Se la chiave usata non riconosciuta dal modulo di controllo antiavviamento

20 secondi

Interrompere il contatto. Una volta terminata loperazione, confermate con *

10 secondi

Inserire la chiave da apprendere e metterla in +ACC. Una volta terminata loperazione, confermate con *

Appare un messaggio derrore : - Se avete impiegato pi di 20 secondi per effettuare loperazione richiesta e confermarla - Se il modulo di controllo antiavviamento non ha potuto mettersi nella modalit apprendimento di una chiave nuova Appare un messaggio derrore se avete impiegato pi di 10 secondi per effettuare loperazione richiesta e confermarla

Cronogramma dapprendimento della chiave . Tempo dattesa : 1min30s max

Estrarre la chiave, quindi reinserirla nellantifurto dello sterzo. Mettere il contatto in +sotto contatto

Appare un messaggio derrore se la chiave da apprendere non stata appresa dal modulo di controllo dellantiavviamento

Altre chiavi da apprendere ?

Si

Punto A

No Visualizzazione del numero di chiavi apprese e da apprendere

Fine

Pagina 7 / 7

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

LEXIA PROXIA CD 39

N 411
25/01/08

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

TITOLO: Attivazione di disgiuntori logici su alcune uscite elettriche del BSI dei veicoli Bi VAN/CAN ancora in produzione.

CONSTATAZIONE / RIGUARDA: Questa nota si applica (da dicembre 2007) unicamente ai seguenti veicoli Bi VAN-CAN attualmente ancora in produzione e commercializzati da Citron: Xsara Picasso Bi VAN-CAN (dalla versione software V25.00), Berlingo 2 (dalla versione software BSI V24.00), C2 Cina (dalla versione software BSI V45.00), C3 Mercosur (dalla versione software BSI V45.00),

RIMEDIO: Attenersi alle procedure descritte in questa Infodiag.

CONSTATAZIONE:

Pagina 1 / 8

Progressivamente, nei software dei BSI dei veicoli Berlingo 2, Xsara Picasso Bi VANCAN, C2 Cina e C3 Mercosur, verranno integrati dei disgiuntori elettronici e logici.

ATTENZIONE: Questa funzionalit pu essere attivata semplicemente aggiornando il software del BSI. I disgiuntori, riarmabili 9 volte al massimo, proteggono l'elettronica di 10 uscite di potenza del BSI.

Esistono due livelli d'inibizione dopo l'intervento del disgiuntore. Inibizione temporanea: Quando il cortocircuito a massa confermato (guasto temporaneo o permanente), il disgiuntore dell'uscita difettosa interviene (uscita inibita) e viene memorizzato un codice difetto permanente nel BSI. Per riattivare l'uscita difettosa (riarmo manuale del disgiuntore), applicare la procedura descritta nel capitolo "RIMEDIO/ Procedura di riattivazione di una o pi uscite". La riattivazione pu essere realizzata solo se l'inibizione non definitiva. Inibizione definitiva: Dopo 9 riarmi manuali del disgiuntore (inibizione temporanea), se si verifica un altro cortocircuito a massa sulla stessa uscita (memorizzazione del difetto), l'uscita interessata viene inibita definitivamente, con memorizzazione del Difetto interno del calcolatore elettronico di gestione: uscita fuori servizio assieme al o agli altri difetti della o delle uscite interessate, anch'essi memorizzati nel BSI.

Per ripristinare il normale funzionamento del BSI, applicare la procedura descritta nel capitolo RIMEDIO/ Procedura di riattivazione di una o pi uscite definitivamente inibite. N.B.: Il contatore (numero) di riarmi per uscita pu essere consultato mediante lo strumento LEXIA/PROXIA (vedi capitolo Menu strumento del presente documento).

Pagina 2 / 8

LISTA DIFETTI INTERESSATI

Condizioni di segnalazione e relativa modalit a funzionalit ridotta 9 riarmi manuali seguiti dalla conferma di cortocircuito a massa di un'uscita (memorizzazione Difetto interno del difetto). calcolatore elettronico Linerente funzione non pi di gestione: uscita fuori disponibile. servizio Questo difetto necessariamente associato a uno o pi difetti tra quelli elencati qui di seguito. Difetto luci bagagliaio Conferma di cortocircuito a massa Pericolo: cortocircuito a e luci bagagliaio non funzionanti massa Difetto luci plafoniera Conferma di cortocircuito a massa anteriore - Pericolo: e plafoniera anteriore non cortocircuito a massa funzionante Difetto comando Conferma di cortocircuito a massa apertura lunotto Pericolo: cortocircuito a e impossibilit di aprire il lunotto. massa Difetto comando Conferma di cortocircuito a massa apertura bagagliaio e impossibilit di aprire il Pericolo: cortocircuito a bagagliaio. massa Difetto comando Conferma di cortocircuito a massa compressore e compressore climatizzazione non climatizzazione funzionante o produzione freddo Pericolo: cortocircuito a impossibile. massa Difetto fanalini destri anteriore e posteriore - Conferma cortocircuito a massa e Pericolo: cortocircuito a fanalini destri non funzionanti. massa Difetto fanalini sinistri anteriore e posteriore - Conferma cortocircuito a massa e Pericolo: cortocircuito a fanalini sinistri non funzionanti. massa Difetto faro(i) antinebbia Conferma cortocircuito a massa e posteriore(i) - Pericolo: uno o entrambi i fari antinebbia cortocircuito a massa posteriori non funzionanti. Difetto indicatore Conferma cortocircuito a massa e direzione sinistro indicatori di direzione lato sinistro Pericolo: cortocircuito a non funzionanti. massa Difetto indicatore Conferma cortocircuito a massa e direzione destro indicatori di direzione lato destro Definizione

Elementi da controllare

Vedi codice(i) difetto(o) associato(i).

- Fascio/fasci di comando e connettori. - Porta(e) lampadina(e).

- Fascio/fasci di comando e connettori. - Attuatore d'apertura lunotto. - Fascio/fasci di comando e connettori. - Attuatore apertura bagagliaio. - Fascio/fasci di comando e connettori. - Compressore climatizzazione. - Fascio/Fasci di comando e connettori (veicolo, fascio gancio di traino e rimorchio). - Porta(e) lampadina(e) (veicolo e rimorchio). ATTENZIONE: l'aggiunta di consumatori elettrici su questa linea (fascio rimorchio adattabile) pu essere la causa della segnalazione del difetto. - Fascio/Fasci di comando e connettori (veicolo, fascio gancio di traino e rimorchio). - Porta(e) lampadina(e) (veicolo e rimorchio).
Pagina 3 / 8

Pericolo: cortocircuito a non funzionanti. massa

Pagina 4 / 8

RIMEDIO

Procedura di riattivazione di una o pi uscite:

ATTENZIONE: - Questa procedura deve essere applicata solo dopo la riparazione del o dei cortocircuiti a massa (9 riattivazioni al massimo, poi si deve sostituire il BSI). Se sono memorizzati contemporaneamente vari difetti, devono essere tutti eliminati prima di effettuare la procedura di riattivazione (vedi capitolo Caso particolare in questo documento). - Il o i codici difetti visualizzati vengono memorizzati come permanenti anche se il cortocircuito temporaneo. Pertanto la diagnosi del circuito non deve limitarsi alla ricerca di difetti permanenti. IMPORTANTE: nei veicoli equipaggiati di fascio rimorchio, se stato memorizzato un difetto fari/segnalazioni, non dimenticare di controllare anche il fascio del gancio di traino ed il rimorchio.

1) Trovare la causa del o dei difetti e riparare o sostituire gli elementi interessati. 2) Da fermi, disinserire il contatto e chiudere la porta lato guida. 3) Aprire la porta lato guida. 4) Inserire e disinserire il contatto (senza accendere il motore). 5) Entro un minuto, azionare simultaneamente il lavacristalli anteriore e il segnale luminoso. 6) Continuare ad azionare i comandi per 3 secondi circa fino al segnale acustico di conferma. 7) Controllare il funzionamento della o delle uscite precedentemente difettose.

Pagina 5 / 8

Procedura di riattivazione di una o pi uscite definitivamente inibite:

ATTENZIONE: necessario eliminare il o i difetti memorizzati delle uscite prima di sostituire il BSI.

Per ripristinare il funzionamento normale, eseguire le operazioni seguenti nell'ordine indicato: - Riparazione del cortocircuito a massa (cercare i guasti permanenti e/o temporanei). - Sostituzione del BSI.

MENU STRUMENTO

Procedura per la lettura difetti BSI (strumenti Lexia e Proxia): Test globale Calcolatore elettronico di gestione Lettura difetti

Procedura per la lettura contatori riarmi (strumenti Lexia e Proxia): N.B.: Il menu Stato di certe uscite di potenza sar disponibile dal CD41 per i veicoli Berlingo 2 e Xsara Picasso Bi VAN-CAN e dal CD42 per gli altri veicoli. Test globale Calcolatore elettronico di gestione Misure parametri Alimentazioni Stato di certe uscite di potenza

Pagina 6 / 8

CASO PARTICOLARE

ATTENZIONE: Quattro uscite (vedi elenco difetti pi in basso), gestite dallo stesso componente elettronico, hanno un funzionamento particolare. I cortocircuiti al + di una di queste quattro uscite non vengono memorizzati dal BSI ma le altre tre uscite verranno erroneamente considerate in cortocircuito a massa (memorizzazione di 3 difetti e disattivazione delle 3 uscite). In questo caso particolare, non tenere conto dei tre difetti segnalati ma cercare e riparare il cortocircuito al + sulla linea della quarta uscita (non presente nella lista dei codici difetto del BSI).

Difetti uscite interessati: 1) Difetto luci plafoniera anteriore - Pericolo: cortocircuito a massa 2) Difetto comando compressore climatizzazione - Pericolo: cortocircuito a massa 3) Difetto luci bagagliaio - Pericolo: cortocircuito a massa 4) Difetto comando apertura bagagliaio - Pericolo: cortocircuito a massa

Esempio 1: il BSI segnala i difetti 1, 2 e 3 => Verificare anzitutto l'esistenza di un cortocircuito al + sul circuito di comando apertura bagagliaio.

Esempio 2: il BSI segnala i difetti 1, 2 e 4 => Verificare anzitutto l'esistenza di un cortocircuito al + sul circuito luci bagagliaio.

Pagina 7 / 8

IMPORTANTE:

ATTENZIONE, se il veicolo equipaggiato di fascio rimorchio, verificare che si tratti di un fascio originale Citron. In caso contrario, certe uscite del BSI rischiano di saltare temporaneamente o definitivamente (BSI fuori servizio) quando si attacca il rimorchio al veicolo. I fasci gancio e traino originali sono dotati di rel di potenza montati sulle uscite dei fari antinebbia posteriori (solo Xsara Picasso) e dei fanalini sinistro e destro (in tutti i veicoli citati nella presente nota) che evitano il sovraccarico delle relative uscite del BSI.

Pagina 8 / 8

INFODIAG
CITRON DIREZIONE POST-VENDITA
DOCUMENTAZIONE TECNICA

LEXIA PROXIA CD 39 Teleagg.1 N 412


25/01/08

STRUMENTI DI DIAGNOSI
FILIALI / CONCESSIONARI VN - Addetto preparazione VN - Coordinatore Campagne RIPARATORI AUTORIZZATI CITRON - Responsabile Post Vendita, Tecnico Esperto, Meccanico Esperto Citron

QUESTA NOTA DEVE ESSERE TRASMESSA A TUTTE LE PERSONE CHE UTILIZZANO DIRETTAMENTE O INDIRETTAMENTE GLI STRUMENTI DI DIAGNOSI LEXIA / PROXIA

Annulla e sostituisce lINFODIAG n 401 del 26/09/07.

TITOLO: Specificit della diagnosi del veicolo CITRON C-Crosser.

RIGUARDA: Certe procedure dintervento e funzioni integrate negli strumenti di diagnosi LEXIA e PROXIA sono specifiche al veicolo CITRON C-Crosser: scollegamento e ricollegamento della batteria; calcolatore antiavviamento e chiusura centralizzata: procedura dapprendimento chiavi e telecomandi; calcolatore elettronico di gestione: particolarit della funzione di telecodifica; quadro strumenti: procedura di telecodifica della manutenzione; regolazione posizione fari: particolarit della diagnosi di questo calcolatore; schemi elettrici: riferimenti delle vie dei connettori navigatore: procedure di autodiagnosi.

RIMEDIO: Attenersi alle procedure descritte in questa Infodiag.

Pagina 1 / 26

SOMMARIO

1 Operazioni connesse allo scollegamento e ricollegamento della batteria .....3

2 Calcolatore antiavviamento e chiusura centralizzata: procedura dapprendimento chiavi e telecomandi....................4

3 Calcolatore elettronico di gestione: particolarit della funzione di telecodifica .....8

4 Quadro strumenti: procedura di telecodidica della manutenzione.........................9

5 Regolazione posizione fari: particolarit della diagnosi di questo calcolatore.....10

6 Schemi elettrici: riferimenti delle vie dei connettori............................11

7 Navigatore: procedura di autodiagnosi........................12

Pagina 2 / 26

La presente Infodiag descrive la particolarit dintervento e le funzioni degli strumenti di diagnosi specifiche al veicolo CITRON C-Crosser.

Vengono trattati i seguenti aspetti: operazioni connesse allo scollegamento e ricollegamento della batteria; calcolatore antiavviamento e chiusura centralizzata: procedura dapprendimento chiavi e telecomandi; calcolatore elettronico di gestione: particolarit della funzione di telecodifica; quadro strumenti: procedura di telecodifica della manutenzione; regolazione posizione fari: particolarit della diagnosi di questo calcolatore; schemi elettrici: riferimenti delle vie dei connettori. navigatore: procedura di autodiagnosi.

1 OPERAZIONI CONNESSE ALLO SCOLLEGAMENTO E RICOLLEGAMENTO DELLA BATTERIA Lo scollegamento della batteria provoca la modifica dello stato di certi calcolatori. Pertanto, dopo aver ricollegato la batteria occorre riattivare certe funzioni.
Conseguenze dello scollegamento della batteria Al primo inserimento del contatto Rifare l'apprendimento dei calcolatori La data e lora sono azzerate (tranne navigazione) La lingua, le unit di misura di distanza e temperatura sono ai Schermo multifunzione valori predefiniti (anglosassoni, km, C) Operazioni da effettuare Attendere 30 secondi in posizione + sotto contatto (+APC) prima di accendere il motore Regolare la data e lora (tranne navigazione)

Selezionare la lingua e le unit di misura di distanza e temperatura (all'occorrenza)

Autoradio

Nessun intervento I dati del computer di bordo sono (all'inserimento del contatto, la cancellati reinizializzazione automatica) La memorizzazione delle Memorizzare nuovamente le stazioni stazioni dell'autoradio dell'autoradio (operazione effettuata dal cancellata cliente)

Pagina 3 / 26

2 CALCOLATORE

ANTIAVVIAMENTO

CHIUSURA

CENTRALIZZATA:

PROCEDURA DAPPRENDIMENTO CHIAVI E TELECOMANDI

2.1 Procedura d'apprendimento delle chiavi e dei telecomandi

Questo menu accessibile dopo aver selezionato il menu Apprendimento, poi Apprendimento chiavi e telecomandi. La procedura permette di effettuare automaticamente, uno dopo l'altro, lapprendimento delle chiavi e dei telecomandi alta frequenza.

Per effettuare questa procedura, si devono avere a disposizione: Tutte le chiavi del veicolo.

N.B.: Il calcolatore elettronico di gestione non interviene sulla funzione antiavviamento Questa funzione gestita solo dal calcolatore motore e dal calcolatore antiavviamento.

Particolarit dellapprendimento delle chiavi Le chiavi non apprese con la procedura Apprendimento chiavi e telecomandi non possono essere utilizzate ma potranno essere apprese in un secondo tempo. Se si vuole aggiungere una nuova chiave alle chiavi esistenti, occorre rifare la procedura d'apprendimento di tutte le chiavi.

Particolarit dellapprendimento dei telecomandi alta frequenza I telecomandi non appresi con la procedura Apprendimento chiavi e telecomandi non possono essere utilizzati ma potranno essere appresi in un secondo tempo: applicando la procedura Apprendimento chiavi e telecomandi oppure applicando la procedura Apprendimento telecomandi, anch'essa selezionabile dal menu Apprendimento.

Pagina 4 / 26

Descrizione della procedura di apprendimento dei telecomandi Quando lo strumento di diagnosi inizia lapprendimento dei telecomandi, quelli gi memorizzati nel calcolatore non vengono cancellati. La cancellazione di tutti i telecomandi si verifica automaticamente al termine dell'apprendimento del primo telecomando.

Descrizione dell'intervento da effettuare sul telecomando durante l'apprendimento: L'intervento in 3 fasi descritto qui di seguito deve durare al massimo 4 secondi : 1. Premere contemporaneamente i 2 tasti del telecomando per almeno 1 secondo. 2. Rilasciare i tasti e attendere almeno mezzo secondo. 3. Premere brevemente il tasto di apertura centralizzata del telecomando.

Ripetere le suddette operazioni per gli altri telecomandi.

2.2 Problema funzionale del calcolatore senza possibilit di modifica mediante gli strumenti di diagnosi

Quando nel calcolatore memorizzato un solo telecomando e si devono apprendere X telecomandi, inizialmente lo strumento visualizza il seguente messaggio: Telecomando 1 appreso: si Telecomando X appreso: no

In questo caso, non si ha la conferma visiva del buon esito della procedura dapprendimento del primo telecomando. Effettuare varie volte (2 o 3 volte) la procedura con il primo telecomando prima di passare a quello successivo. Telecomando 1 appreso: si (senza sapere per se si tratta del vecchio telecomando o di quello nuovo) Telecomando X appreso: no

Quando si memorizza il telecomando 2, se lo stato diventa si, significa che lapprendimento dei primi due telecomandi si svolto correttamente.
Pagina 5 / 26

Telecomando 1 appreso: si Telecomando 2 appreso: si (apprendimento corretto del primo e del secondo telecomando) Telecomando X appreso: no

Proseguire lapprendimento degli altri telecomandi. Dopo aver correttamente concluso l'apprendimento di tutti i telecomandi, confermare per uscire dalla procedura.

Questo problema si verifica solo se il numero di telecomandi memorizzati nel calcolatore pari a 1. Se invece i telecomandi memorizzati sono vari, si verifica il cambio di stato sulla videata.

2.3 Menu ricambi

Questo menu permette di effettuare le procedure seguenti: Sostituzione del calcolatore antiavviamento e chiusura centralizzata. Questa procedura va eseguita dopo aver sostituito il calcolatore antiavviamento (senza contemporanea sostituzione del calcolatore motore). La procedura permette di effettuare: lapprendimento del codice VIN (in base al codice VIN presente nel calcolatore motore), lapprendimento delle chiavi e dei telecomandi alta frequenza e la cancellazione difetti calcolatore. Sostituzione del contattore antifurto fornito con chiavi nuove. Questa procedura deve essere applicata quando si sostituisce il contattore dell'antifurto. La procedura permette di effettuare: la registrazione dei codici chiavi nel calcolatore antiavviamento (equivale al primo apprendimento chiavi), labbinamento del calcolatore antiavviamento con il calcolatore motore e lapprendimento dei telecomandi alta frequenza

Pagina 6 / 26

N.B.: Quando il calcolatore antiavviamento e il calcolatore motore si guastano simultaneamente e la comunicazione tra questi calcolatori lo strumento di diagnosi impossibile, occorre sostituire anche il contattore dell'antifurto. In tal caso, si sostituiscono entrambi i calcolatori e il contattore antifurto prima di eseguire la procedura: sostituzione contattore antifurto fornito con le chiavi nuove.

N.B. : Se il calcolatore antiavviamento e il calcolatore motore vanno entrambi sostituiti, ma ancora possibile stabilire la comunicazione tra uno di questi calcolatori e lo strumento di diagnosi, applicare la seguente procedura: sostituire il primo calcolatore (cominciando da quello che non comunica pi con lo strumento di diagnosi), selezionare il menu ricambi del primo calcolatore mediante lo strumento di diagnosi e applicare procedura indicata dal menu, sostituire il secondo calcolatore, selezionare il menu ricambi del secondo calcolatore mediante lo strumento di diagnosi e applicare procedura indicata dal menu.

ATTENZIONE: Non sostituire il secondo calcolatore prima di aver effettuato la procedura indicata nel menu ricambi del primo calcolatore. Selezione del menu ricambi: PROXIA: Il menu accessibile dal programma di diagnosi calcolatore (dopo il test globale), LEXIA: Il menu accessibile dal menu generale dello strumento.

Pagina 7 / 26

3 BSI: PARTICOLARIT DELLA FUNZIONE TELECODIFICA Il menu Telecodifica BSI del C-Crosser comporta 5 sottomenu: Telecodifica automatica che permette di effettuare in successione la telecodifica mediante Internet della configurazione del veicolo e la telecodifica manuale delle opzioni cliente. Configurazione veicolo che permette di telecodificare manualmente la

configurazione del veicolo. Per evitare errori di telecodifica, si consiglia di effettuare la telecodificare di questi parametri mediante il menu telecodifica automatica. Opzioni cliente che permette di telecodificare manualmente le opzioni cliente del veicolo. N.B. 1: le opzioni cliente non possono essere telecodificate automaticamente. N.B. 2: le opzioni cliente possono essere modificate mediante il calcolatore telematico (nei veicoli sui quali montato). Codice VIN. Visualizzazione e stampa dei parametri di telecodifica.

Pagina 8 / 26

4 QUADRO STRUMENTI: PROCEDURA DI TELECODIFICA DELLA MANUTENZIONE OSSERVAZIONE: La procedura illustrata qui di seguito potr essere applicata solo a partire dal CD39.

Le soglie in km e mesi dellindicatore di manutenzione vanno telecodificate nel calcolatore quadro strumenti. Per effettuare questa telecodifica: selezionare il menu Manutenzione poi Indicatore di manutenzione. Viene visualizzato il parametro Indicatore di manutenzione. Questo parametro pu assumere tre valori: EU10 che corrisponde a 20000 km (o 12000 miles) e 12 mesi, EU11 che corrisponde a 15000 km (o 9000 miles) e 12 mesi, Opzione INT che permette di telecodificare manualmente la soglia di manutenzione impostando un valore diverso da quelli predefiniti EU10 e EU11.

Per effettuare la scelta del programma di manutenzione, procedere come segue: Telecodificare il parametro indicatore di manutenzione, scegliendo uno dei valori: EU10, EU11 o Opzione INT. Se stato selezionato il valore Opzione INT, si apre un altro menu in cui occorre immettere due parametri: soglia di manutenzione (in km) e intervallo totale prima della manutenzione (in mesi).

Telecodificare i valori seguenti:


Utilizzo normale Motore Diesel Telecodificare EU11, (lindicatore di manutenzione assume automaticamente i valori 20000 km e 12 mesi). Utilizzo intensivo Telecodificare EU10, (lindicatore di manutenzione assume automaticamente i valori 15000 km e 12 mesi).

Motore Benzina

Telecodificare EU10, Telecodificare Opzione INT, poi (lindicatore di manutenzione assume telecodificare manualmente i valori automaticamente i valori 15000 km e 10000 km e 12 mesi. 12 mesi).

Pagina 9 / 26

5 REGOLAZIONE POSIZIONE FARI: PARTICOLARIT DELLA DIAGNOSI DI QUESTO CALCOLATORE I fari allo Xeno sono disponibili in opzione. In tal caso, un calcolatore specifico integra la funzione di regolazione automatica della posizione del faro.

N.B.: Il calcolatore regolazione posizione fari non compare nel test globale.

Per effettuare la diagnosi del calcolatore regolazione posizione fari, procedere come segue: 1 Selezionare il menu Quadro strumenti nel test diagnosi. 2 Selezionare il menu Regolazione fari. 3 Selezionare il sottomenu Lettura difetti. 4 Attenersi alle istruzioni dello strumento di diagnosi per l'interpretazione del o dei codici difetti, data dall'accensione intermittente sul quadro strumenti della spia che segue: globale dello strumento di

N.B.: Per quanto riguarda il calcolatore regolazione posizione fari, possibile unicamente la lettura difetti. Dopo aver risolto il problema, il difetto viene automaticamente eliminato e non viene pi rilevato nella lettura difetti del calcolatore. Procedura di cancellazione difetti non necessaria.

ATTENZIONE: La lettura difetti del calcolatore regolazione posizione fari non verr pi effettuata dallo strumento di diagnosi a partire dalla versione CD 40.

Pagina 10 / 26

6 SCHEMI ELETTRICI: RIFERIMENTI DELLE VIE DEI CONNETTORI 1 caso: Per il calcolatore Airbag e il calcolatore motore Diesel, i riferimenti delle vie sono quelli indicati sul connettore. 2 caso: Per tutti gli altri connettori del veicolo, lidentificazione dei riferimenti delle vie si ottiene capovolgendo il connettore (lato fascio), con linguetta rivolta verso l'alto. In questa posizione, la via 1 quella in alto a sinistra.

ATTENZIONE: Nel 2 caso, non tenere conto dei numeri stampigliati sul connettore.

Esempio didentificazione delle vie per un connettore 14 vie (2 caso)

Esempio didentificazione delle vie sulla presa del connettore che segue (2 caso)

Pagina 11 / 26

7 NAVIGATORE: PROCEDURA DI AUTODIAGNOSI

7.1 Principio di funzionamento e accesso ai menu

Lautodiagnosi del navigatore completa il controllo degli strumenti di diagnosi Citron, comportando in particolare: - le misure parametri, - i test attuatori, - la lettura difetti del calcolatore, - il resettaggio della memoria interna.

L'accesso al menu autodiagnosi del navigatore si ottiene nel modo seguente: 1. pressione simultanea dei tasti SET e NAVI del navigatore; 2. selezione della funzione da diagnosticare.

Pagina 12 / 26

7.2 Illustrazione dei menu dellautodiagnosi Menu principale, menu delle funzioni dellautodiagnosi.

Menu n1, menu Vehicle Signal Check

Questo menu comprende l'elenco delle misure parametri e permette di verificare la correttezza dei parametri rilevati dal navigatore:

Pagina 13 / 26

"Speed" : su "ON" quando il veicolo viaggia ad oltre 6 km/h, e su "OFF" quando la velocit del veicolo scende sotto i 4 km/h. La velocit un'informazione filare proveniente dal quadro strumenti.

"ILL": su "ON" quando le luci di posizione sono accese. Informazione filare proveniente dal quadro strumenti. "Shift Position R": su "ON" con retromarcia innestata. Informazione filare proveniente dal contattore di retromarcia, tramite il calcolatore elettronico di gestione.

Menu n2, menu Monitor Check

Pagina 14 / 26

Questo menu permette di verificare il buon funzionamento dello schermo (colori, scala di grigi, pixel spenti, ecc.) Queste videate si susseguono premendo il tasto Enter.

Menu n3, menu Camera setting

Questo menu permette la regolazione delle linee di delimitazione visualizzate durante l'attivazione della telecamera di retromarcia. Per questa impostazione, tracciare al suolo una linea perpendicolare all'asse del veicolo, centrata e a 50cm dal veicolo. Poi, sovrapporre la linea rossa sulla videata alla linea tracciata al suolo.

Pagina 15 / 26

Menu n4, menu Network / Connect Line Check

Questa videata permette di controllare la presenza e il funzionamento dei componenti collegati al navigatore.

Se accanto ad un componente appare lindicazione NG, cliccare su NG Code per rilevare il codice difetto associato.
Pagina 16 / 26

Esempio: GPS Receiver: OK indica che il collegamento con lantenna GPS funziona. CAN BOX: OK indica che la comunicazione con l'interfaccia della rete CAN corretta. Rear Camera: N/A indica che questo equipaggiamento non presente sul veicolo. Il lettore DVD ha un codice difetto memorizzato; il codice difetto associato al lettore DVD 0103.

Menu n5, menu Speaker Check

Questa videata permette l'inizializzazione pilotaggio degli altoparlanti del navigatore. L'altoparlante selezionato emette un suono per alcuni secondi.

N.B.: possibile modulare il suono durante la fase di pilotaggio. Il tweeter anteriore sinistro (FTWL), il tweeter anteriore destro (FTWR) e la cassa dei bassi (RW) non sono rappresentate se il veicolo non ha lopzione amplificatore HiFi.

Pagina 17 / 26

Menu n6, menu Versions Indication

Questa videata permette di verificare le versioni software di diversi elementi e programmi del navigatore.

Menu n7, menu Sensor check

Questo menu permette di controllare il captatore di velocit e il captatore giroscopico/accelerometrico del sistema di controllo dinamico stabilit (ESP). Il test va effettuato mediante prova dinamica.

Da fermi, per iniziare il test premere il tasto Start. Le videate si succedono come indicato qui di seguito:

Pagina 18 / 26

Restare fermi.

Poi percorrere pi di 10m sterzando.

Risultato della prova dinamica. Se accanto ad un componente appare lindicazione NG, cliccare su NG Code per rilevare il codice difetto associato.

Pagina 19 / 26

Al captatore giroscopico/accelerometrico Gyro Sensor e al captatore velocit Speed Sensor, possono essere attribuiti vari NG Code. NG Codes (codici difetti) del captatore giroscopico/accelerometrico Gyro Sensor: 1: Valore troppo basso del captatore giroscopico/accelerometrico, da fermi. 1: Valore troppo alto del captatore giroscopico/accelerometrico, da fermi. 5: Valore errato del captatore giroscopico/accelerometrico durante la prova dinamica.

NG Codes (codici difetti) del captatore velocit Speed Sensor: 6: Valore errato del captatore velocit da fermi.

Menu n8, menu Touch Switch Confirmation

Questo menu permette di verificare il funzionamento dello schermo tattile del navigatore. Sfiorare varie zone dello schermo, che in reazione devono cambiare colore confermando il buon funzionamento dello schermo tattile del navigatore.
Pagina 20 / 26

Premere il tasto MENU per tornare alla videata dei menu delle funzioni dautodiagnosi.

Menu n9, menu CAN Communication Confirmation

Questo menu permette di ottenere l'elenco degli equipaggiamenti collegati alla rete CAN, la versione del navigatore o le informazioni sullInterfaccia di comunicazione della rete CAN del navigatore (CAN BOX).

Pagina 21 / 26

Lista degli equipaggiamenti collegati alla rete CAN: HVAC: Climatizzazione HFM: Kit vivavoce FCM: Calcolatore elettronico di gestione CCN: Quadro strumenti WCM: Avviamento senza chiave ORC: Airbag

Questo sotto menu visualizza le informazioni sulla versione del navigatore.

Pagina 22 / 26

Questo sotto menu visualizza le informazioni dellinterfaccia di comunicazione della rete CAN del navigatore (CAN BOX), come ad esempio il numero di serie della CAN BOX, il numero VIN, ecc..

Menu n10, menu Memory initialisation

Questa procedura permette la cancellazione della memoria del navigatore e di tutti i dati del server musicale. N.B.: Quando il contatto su LOCK la fase dinizializzazione interrotta. Quando il contatto su ACC o ON, la fase dinizializzazione riprende.

Menu n11, menu TMC Sensitivity

Questo sotto menu permette di rilevare le stazioni radio TMC (informazioni sul traffico).
Pagina 23 / 26

Per cercare le stazioni radio TMC disponibili, cliccare su TMC Search iniziando la ricerca automatica o su TMC Manual Setting per effettuare la ricerca manuale.

Al termine della ricerca automatica, cliccare sulla stazione radio TMC voluta, poi su Decision per selezionarla.

Al termine della ricerca manuale, cliccare su Set per selezionarla.

Pagina 24 / 26

Menu n12, menu Versions Log Information

Il menu Version Log Information permette all'utilizzatore di elencare in ordine cronologico i codici difetti interni (presenti e risolti) del navigatore.

Il sotto menu Service Data Log permette di elencare in ordine cronologico solo i codici difetti interni presenti nel navigatore. Esempio: Drive indica che il difetto riguarda il lettore DVD. Lindicazione Factor: 20 precisa il guasto. Il difetto riguarda la lente del lettore DVD.

Pagina 25 / 26

Il sotto menu Time Adjustement Information permette di elencare in ordine cronologico solo i codici difetti interni risolti (CT per una correzione automatica e MAN per una correzione manuale, con intervento dell'utilizzatore).

N.B.: Per trattare questi difetti interni, fare riferimento prima di tutto alla lettura difetti degli apparecchi di diagnosi Citron.

Pagina 26 / 26