Sei sulla pagina 1di 1

Giovanni Calvino

Giovanni Calvino nacque a Noyon il 10


Luglio 1509 e morì a Ginevra il 27 Maggio
1564. È, con Lutero, il massimo riformatore
religioso e il fondatore del Calvinismo, che fa
parte della famiglia delle chiese
protestanti.Nel 1536 Calvino aveva pubblicato
il suo grande trattato Institutio christianae
religionis, che ebbe altre otto edizioni in
latino mentre egli era in vita. Nel 1541 il libro
venne pubblicato anche in Francese e
ampliato, raggiunse quattordici edizioni in
questa lingua accessibile anche a chi non
aveva compiuto studi superiori. Calvino era
convinto che gli uomini di fede sono degli
eletti di Dio e che ciascun uomo è
predestinato dall’eternità alla salvezza o alla
dannazione. La salute di Calvino cominciò a
peggiorare a partire dalla seconda metà degli anni cinquanta, soggetto a
emicranie, emorragie polmonari e infiammazioni intestinali: a causa della gotta,
doveva a volte essere trasportato sul pulpito, dal quale predicò per l'ultima volta
il 6 febbraio 1564. Morì la sera del 27 maggio: conformemente al suo desiderio,
venne sepolto in una tomba anonima, in modo che le sue spoglie non potessero
essere oggetto di un culto che egli aveva sempre deprecato.