Libro Teatro molinari

Cap 3
Le opere di eschilo, sofocle e euripide sono importanti ed è possibile capire al meglio studiando la struttura dell'edificio teatrale.
Periodo età periclea. Studio del teatro ateniese di dionisio eleutero - forma della cavea, in origine aveva una forma trapezoidale. ( già nei teatri cretesi e micenei) VI V sec a. C. A Area di rappresentazione ( spazio scenico) ci sono 2 teorie 1) orchestra dove stava il coro era compreso tra 2 gradinate 2) gli attori stavano su una piattaforma in fondo all'orchestra dove stava appoggiata una baracca di legno ( scene) una sorta di quinta. B non c'era distinzioni di piani ( si ebbe più tardi) Nel V sec a.C. gli attori non usufruirono mai di un placo ma recitavano in una terrazza leggermente più alta che circondava l'orchestra. - Lo scene era sconosciuto agli autori. C'è la teoria che l'orchestra fosse circondata da una stretta terrazza, salendovi attraverso un passaggio ( Parodos). Skenè comparve più tardi e faceva da spogliatoio per gli attori. Dicono che fu sofocle a decorarla per motivi architettonici. Attorno al 450 a.C ai suoi lati si aggiunsero 2 piccoli edifici ( Parastenio). La prima ipotesi dice che gli attori recitavano in uno spazio limitato e frattura tra coro e attori ( azione scenica). la seconda ipotesi dice che il coro diventa davvero un personaggio importante, la sua azione è saldata con gli attori. Quando fu creato lo scene, diventò il polo generale dell'azione. Il teatro assunse la sua forma definitiva nel giro di 1 secolo. Orchestra circolare e le gradinate di conseguenza. Unici riferimenti ci permettono di capire il teatro sono i testi, le pitture vascolari e le commedie di aristofane ( per la dizione e il costume). E altre informazioni le troviamo in Aristotele o nel dizionario grammatico di giulio polluce. Spettacoli tragici, realizzati una volta l'anno, sotto la sorveglianza dell'autorità pubblica. Un concorso in cui 3 poeti scelti ( agone) Le spese affidate ai ricchi cittadini ( per prestigio). Composizione tragedia: 2-3 attori rappresentavano diversi personaggi Coro, composto da 15 persone ( corifeo era quello che parlava) Dialoghi erano episodi , come intermezzo c'erano canti lirici del coro (stasimi) Oltre al canto d'ingresso ( parodos) anche gli attori potevano essere coinvolti nel canto. Coro ordinato su tre file da 5 coreuti ( Giulio polluce). Testimonianze Pisside antica V sec a.C: gioco a palla di Nausica con l'ancelle. Nausica attrice, le ancelle sono il coro. Le ancelle sono molto diverse tra loro: coro rimane fermo

durante gli stasimi ( durante gli episodi) coro è mobile durante il covo. Movimenti non naturali: movimenti stilizzati e innaturali. Danza, movimenti del coro del V sec a.C. Opere Eschilo ( 525-456) coro è un personaggio, esprime sentimenti e passioni. Mobilità variopinta e complessa , e anche davvero spettacolare. Es: Prometeo Incatenato, il coro delle oceanine, per far sentire il lamento dell'uomo condannato da Zeus, entrava in sella due carri e mentre la terra trema sentiamo la voce del tuono. Indicazioni migliori " euripidi". per esprimere il senso dell'incubo e la follia, il coro è vestito da veli neri e si muoeve in una frenetica danza. L'unica pervenuta per intero: matricidio di oreste. ( morte agamennone dopo il ritorno da troia) persecuzione di oreste dalle divinità protettrici e l'assoluzione ad opera del tribunale convocato da atena. In questa triologia probabilmente lo scene svolge la sua vera funzione, diverse soluzioni spaziali grazie alla paraskenia. Purtroppo non sappiamo se le rappresentazioni sceniche siano state comunicate con la prima oppure anhe con i grandiosi scenografie tipo atmosfera notturna, non sappiamo se può essere stata rappresentata dall'alba, ma è improbabile dato che lo spettacolo durava tutto il giorno. E èpossbile forse dire come alcune coreografie erano probabilmente preordinate ( altra scena nell'Agamennone) ra il suo ritorno da troia il coro in questo caso. Tragedia coefone: tragedia con un ritmo lento ma in crescendo. Allestimenti complessi. dal testo anche la la gamma gestionale degli attori pare piuttosto ampia . Le sue opere si svolsero contro lo sfondo neutro della sknè. V° sec linguaggio scenico fissato da eschilo: costumi, maschere, danza e forse struttura scenografica. Tragedie Sofocle molto diverse. Personaggi più grandi sulla scena e più mobili e dinamici. Sofocle dette un forte senso spettacolare. Si pensa che abbia usato un gran numero di comparse. es: Antigone, colpevole di aver seppellito il fratello contro il diveto del Re Creonte. ambigua rappresentazione del rito nuziale. Perde la funzione primaria il coro. La sua zinne diventa funzionale a quella dell'attore. Il coro compare in momenti episodici, come nel Aiace ( Il coro entra in ordine sparso a cercare l'eroe ucciso). Tragedie Euripide Il coro ha funzioni diverse: nel reso il coro suggerisce un atmosfera tenebrosa dell'ambiente, si confonde con le comparse. Differenze sostanziali tra questi autori sono anche i costumi. - eschilo i personaggi avevano costumi maestosi, vicini a quelli sacrali - Euripide vestiva i personaggi regali di stracci ( Elettra e menealo) Diversità di costumi, diversi erano anche i modi di recitare. Eschilo:Immobili. Euripide : agitati come scimmie. Accuse rivolte ad Euripide sulla regia perché forse si pensa che sia solo l’autore

dei testi e non il didadskalos. La Fortuna di Euripide ha reso possibile molti documenti grafici di rappresentazioni delle sue opere, che hanno permesso di sapere come era composta la struttura della scena greca dopo il V a. C. Vaso Magna Grecia: struttura Paraskenia, le porte sembrano ingressi di altre scene. Skenè: fondo spaziale neutro, nessuna rappresentazione. Altre ceramiche spiegano i modi di recitazione. personaggi della tragedia di Andromeda: - L’eroina ad una roccia, contorni edera. - Andromeda avvinta a 2 colonne. Recitazione trattenuta e pacata. Ma non era una norma: altro vaso in italia che si rifaceva all’opera di Medea: personaggi hanno una mimica piena di pathos e violenza. Nel trattato poetica di Aristotele: studiato struttura della tragedia Greca: Ci dice che prima di Eschilo l’attore era uno e dialogava con il coro, solo dopo con lui venne un secondo attore con sofocle e un terzo con euripide. Con sofocel abbiamo la scena dipinta. Nella poetica c’è già il concetto di Testo Teatrale come testo letterario in se. La tragedia è un opera autonoma. Cap 4 Aristofane e la commedia antica.

Informazioni ricevute tramite la poetica aristotelica. - SDerivazione dagli exarchontes ( coloro che intonano) Coloro che intonano i canti fallici in onore delle feste dionisiache, nelle stagioni di fecondità. - Feste Lenee ( Gennaio- Febbraio) dal 442 a.C. IIV sec. -Grandi Dionisie. Ci sono 3 fasi (L’uniche sopravvissute ( 450-388) A) Antica Comedie di Aristofane con una struttura narrativa libbre. Elemento importante è la Parabasi: sfilata di coro e attori, cui si aggiunge l’agone ( competizione e gara). Commedie: “Lisistrata” le donne si rifutano di concedersi ai mariti perché fanno la guerra. I contenuti non sono mitici ma vanno a toccare ottenuti sociali e politici. Contro la guerra, contro i sofisti. Tutti i problemi che riguardano la polis ateniese. Le sue commedie cercavano di coinvolgere il pubblico, cercando esso non solo un semplice ascolto ma anche un dialogo. C’è un ampia documentazione figurativa. Funzione spettacolare del coro. Più intensa della tragedia. Strettamente integrato nell’inciene della rappresentazione. Intervento frequente dell’azione. Indicazioni anche grazie al teatro di dionisio, dove vi facevano concorsi comici con il teatro rettangolare, composto da un un unica gradinata rett. Davanti alla scene, situato opposto all’orchestra. In questo caso, dato che il teatro era rettangolare, il coro doveva si apriva e si chiudeva davanti agli attori, aumentando il ritmo e il movimento. Il coro aveva la funzione di carré la dimensione fantastica.

Ci sono testimonianze figurative. Vasi a figure nere: - Uno conservato a Berlino: coro con maschera da Galli, e con mantelli seguono un flautista con passo lento. Da fonti letterarie sappiamo che la danza avveniva quando si toglievano il mantello. Probabilmente questo vaso rappresenta il momento precedente alla danza. - altro vaso, sono dipinte figure con le ali infilate sulle braccia, richiamano aristotele. I personaggi erano più caricaturali e si esprimevano con una mimica intensa, ma non determinata dalla maschera, ma dal costume, spesso facevano0 il deretano gonfio e tra le gambe tenevano un grande fallo. Solo i personaggi negativi erano molto grotteschi. Quelli positivi spesso erano semplici e molto naturali: Statue di terracotta: 2 felici ubriachi ( Commedia arcanesi). Il coro non è costituito da personaggi fantastici ma semplicemente da uomini. Il senso spettacolare è pèossibile comprenderlo nella farsa italiota, il flyax, tantissimi rappresentazioni vascolari. Le farse si svolgevano nell’orchestra, sopra la quale veniva eretto un piccolo palco di legno, il cui fondo era chiuso da una tenda o un dipinto. Palco eretto s due colonnine. La farsa è in relazione con la Hylarotgodia ( parodia tragica), grottesco più spirito, parodia del mito, i personaggi con volto deformato, azione mimica violenta e concisa. Accessori, utili per accentuare il grottesco ( zeus, gambe piccole che veniva fatto sedere su un grande seggiolone) azione sempre senza sosta e piena di vitalità. B) Commedia di mezzo: maggiore concentrazione sul personaggio e pedita della dimensione caricaturale. Si ritrova nell’ultima commedia di Aristofane “ Pluto ( 388 a. C) - N on c’è più la parabasi, il coro interviene occasionalmente, tematiche non più di tipo politico. Il cambiamento della commedia coincise con la perdita d’indipendenza politic e il venir meno dell’impero civile. - sconfitta di cheronea 388 a. C, atene diventa un municipio e l’interesse del pubblico si concentra su temi più individuali. C) Commedia Nuova. Autori Filerone di Soli ( 361-263 a.C) e Menanaro ( 343-291 a.C.) di entrambi abbiamo pochi documenti. Nasce una nuova forma drammatica: nasce la struttura. Intreccio e carattere ( episodi che s’intrecciano e poi trovano la soluzione finale) Storie individuali: amori impeiditi, matrimoni in pericolo. Tutto senza caricatura. Non più elementi fallici ma accentuazione dell’espressione della maschera, spazio scenico rimane sempre simbolico. Cap 5 “ I teatri ellenistici Romani” IV sec. Teatro era già un fenomeno diffuso in tutta la vasta area della Grecia. Molti forestieri andavano a fare visita. ( Indicazioni di Platone). Ogni città aveva un suo teatro: Grecia, Italia Meridionale e coste dell’asia minore, come la turchia, teatro era anche un luogo di adunanze politiche. Edificio Teatrale nel corso della sua storia ha avuto molte modifiche.

) ruolo più esortativo che indicativo. 2 porte laterali. Composta da statue. dai quali entravano in scena personaggi della città. da pompeo 2° 13 a. Skenè ( Ccaenae front) diventa a roma molto più imponente. complesso scenico costruito da un doppio colonnato in cui intercolunni da quadri dipinti i parasceni sono assenti.C. scene e parodo) i rapporti di questi elementi diventarono nel corso dell’era imperiale sempre più organici fino a stringersi in una reale struttura architettonica.C. Teatro costruito sfruttando la pendenza del terreno. davanti ad un piccolo palco che sarebbe stato distrutto dopo le feste. del porto. ma secondo il gusto imperiale. periodo classico il teatro utilizzato per apparizioni divine.) Il teatro romani era compatto. esistenti. nel V sec era lontana dal’orchestra. Rapporto molto stretto tra architettura e paesaggio. sbocchi coperti di volta ( pubblico entrava e usciva. cavea. Orchestra. Altro esempio: il teatro di Aspendos: struttura portatile erano muraglie a quadrilatero dando l’aspetto di una fortezza. pilastri preziosi. I parodio venne suddivisa tra Versurae e Vomitoria. di Balbo 3° Marcello ( sono rimasti i resti). Teatro romano era un luogo rielaborato e finto. spesso veniva coperto da un grande tendone . Grandiosa facciata architettonica.C anche Skenè in pietà. Coro non agisce più.Elementi interni molto simili al vecchio teatro greco. Per appoggiarvi la cavea usavano strutture portanti. ma mutano i rapporti orchestra semicircolare e semicircolare l’arco della cavea. Epoca ellenistica II sec a.Edificio teatrale antico ( orchestra. Teatri in tutta la provincia romana. Skenè. colonnata sovrapposti. hospitalia. luogo pr spettacoli. poteva essere attente e il giorno dopo Roma. gradinate sopra il declivio di una collina. .La scena ellenistica alta 3 metri. Vitruvio parla di 3 tipi di scenografia dipinta ( scena tragica. I parodio che facevano entrare sia il pubblico che il coro. i Romani non usavano il declivio naturale della collina. e anche in grecia. La scena cambiava luogo. adesso vengono chiusi da 2 cancelli che uniscono direttamente cavea e edificio scenico.C. partendo dal tetto della scena si stende fino alla galleria. Successivamente gli attori recitavano sul palco (Proskenion) Scena a due piani 1) coro 2) scena per gli attori. comica e pastorale. Metà IV a. Consistenza in un porticato nelle colonne venivano inseriti dipinti e disegni. cavea. La scene nonostante fosso molto più caratterizzata di elementi perde la sua funzione originale ( luogo principale dell’azione). Cavea tende ad allungarsi a ferro di cavallo. Primo teatro stabile a roma nel 55 a. Riduzione orchestra. Omnivalente elementi importano per la scena sono le 3 porte ( entrate in scena) 1° porta ( regia) elemento centrale del teatro. Nelle commedie di Plauto ( 254-184 a. . si penetra nel teatro. A mora viene abbassata ad altezza d’uomo. sfondo dell’azione. fu trapezoidale poi seguendo una forma circolare fu allestita s u un arco di cerchio.c) gli spettacoli avevano un posto a sedere su gradinate lignee. Differenze tra teatri greci e romani: Struttura. ove sopraggiungeva l’elmetto .

grandi fori per gli occhi. anche se tutto il senso era diverso. posseduti solo da ristrette persone. sottocultura della prima. Roma: il teatro serviva per assimilare culture diverse fra loro. sull’esplosione dei sentimenti. Teatro sviluppo doi conservazione e rafforzamento di cultura. cercavano di essere esagerati. Soprattutto quelle di plauto. gestendo intensamente numerosi sentimenti. La panomima. 2 produzioni: aristocratica e teatrale ( ad un vasto pubblico). Maschera tragica Fin dall’elenismo: -Grande dimensioni. seneca): amori impediti da qualche ostacolo. fanciulle rapite. creando un senso di grandezza. ritenuta inferiore. Pettinatura riccioli che incorniciava il viso. I coturni dei greci fecero apparire il personaggio più regale e maestoso. Un coro cantava la tragedia e un attore interpretava tutti i ruoli con diverse mascherine. quello di divipilare. rimanevano fermi per diverso tempo.spettacolare. Invece i personaggi divennero sempre più macabri e deformi. . impressione di solennità. Per conquistare il favore del pubblico c’era il nodo di plauto. personaggi: innamorati. Forte senso espressivo. Per rendere tutto meno pesante. Nei teatri romani ci furono anche rappresentazioni tragiche III-I sec ( età. grande virtuosismo con il quale dal linguaggio verbale si passa a quello gestuale.) Pochi contenuti e poca forma. Maestosa opulenza. rep tutto scomparso) soprattutto durante il regno di neurone ( 50. Cap 6 “ Spettacoli romani” Pubblico romani molto più interessato a gare sportive e spettacoli d’intrattenimento anziché assistere a raffinati dialoghi intellettuali come quelli di terenzio. Nasce comunque un nuovo tipo di spettacolo. intenta a suscitare paura ad un popolo mediocre. Forme rappresentative diverse. ruoli maschili grande barba.C) con seneca. Cultura elitaria per pochi. Atene: il popolo ascoltava drammi mitici.Seneca mise in scena numerosi episodi di uccisione e suicidi. personaggi con la satira ( popolare) oppure trovare spunti da sollecitare meraviglia. Tragedia diventò una rappresentazione per un popolo incolto. bocca spalancata. Tragedia romana prendeva i temi di quelli greci. di collera e dolore. Impressione grandiosa rafforzata anche dallo spazio teatrale: Colonnato della scene ( scansa front) poggiavano su dei gradini e certi personaggio principali entrando dalla porta regia. rielaborati e costituivano il nucleo centrale della cultura greca. i quali nel mondo greco venivano solo raccontati. per scendere sul palco il procedimento era molto lento e speosso suscitava qualche noia. Tra i più famosi tragediografi ( liovio andronico. nasce il classicismo: patrimonio di contenuti antichi. Divisione culturale tra gli stati privilegiati ( quella classica e colta) e il popolo. Commedia . cultura autonoma pienamente condivisa da tutto il popolo. Molti ne rimasero disgustati tipo luciano.D. Ma nonostante questo le loro opere erano molto originali.

sviluppo della mimica facciale e un notevole avvicinamento al realismo per l’attore. Disprezzati. Dopout sostiene che il teatro era un non luogo. attori attori recitavano senza maschera. Ci furono più feste nei giorni lavorativi che nei giorni festivi. luogo di divertimento non più attivo a feste religiose e non più luogo di dibattiti politici. tinta dei capelli. Egli esibisce se stesso. luogo come arcesis. Contraddizioni : eidific teatrali 55 a. Il mimo divenne la forma di spettacolo più importante del popolo plebeo romano. Tematiche volgari.C. dopo la morte di Trenzio. ma viene apprezzato il singolo per le sue abilità ( moscio amico di cicerone e coinvolto nei circoli intellettuali). sviluppò in italia meridionale. realizzate per l’anelato del defunto. Roma: attori erano schiavi o liberi. acconciatura. non fu per mancanza di spettacolo. Dupont: le maschere furono usate molto raramente nel teatro. 3) origini più antiche. Del teatro romano sappiamo ancora meno: documenti discordanti. Antagonisti: servo o vecchio. Musica prevalente. E’ ancora vitale. Non sappiamo dove venivano rappresentate le opere del II sec a. Punti di svolta significativi a parte l’epoca imperiali sono poco importanti. azione svolta in un pulpitum. davanti alla scene solitaria a spazio aperto. 1) Origine italiota ( tradizione romana) Rivivescenza dotta per classi elevate. . 2) Durò poco perché faceva satira politica. Sec. Anche il teatro ufficiale erntra a far parte della quotidianità.C al 240 D. danze. Grandissimo sviluppo in età imperiale. per diverire la plebe ( gladiatori e giochi sportivi). Dal 354 a. sia lui che le fanciulle avevano maschere con tratti delicati. Quello romano è solo augurale al nome ma poco nella sostanza. Servo aveva un infinità di movimenti e gesti. Gioco di personaggi fissi perché s’imbattevano in diverse avventure. Spalla comica del servo era parassita: parrucca rossa. Servo: maschera con gran bocca ad imbuto era possibile vedere il viso che faceva il vecchio: parrucca. Mimo fu uno spettacolo di varietà con canzoni. 1) Atellana 2) Il fescenino 3) mimo. barba permettevano subito allo spettatore di capire che il personaggio era servo o eroe. barba bianca. Produzione popolare 3 generi. massa rifletteva se stessa.Fino all’avvento dell’impero rimase inalterata. Attori differenze: Atene: Professionista ma era in funzione dello stato. Protagonista era quasi sempre il giovane ed era sempre al centro della scena. maschera che indicava sempre fame. Non luogo di cultura.le loro maschere avevano tratti marcati. luogo per il tempo libero. Era furbo ( duplice maschera). Questa era una dotta produzione d’origine greca. Intricate trame e numerosi personaggi. Periodo decadenza: il mimo fu l’unica forma di spettacolo a sopravviere. quotidianae. maschere avevano più una funzione simbolica che espressiva. categoria odiata. Attore e mimo divennero sinonimi. C.C ( costituzione dei ludi scenici) teatro romano caratterizzato da danze e canti. Venivano usate nelle cerimonie funebri.

cantori. girovaghi. Ma nel VI sec con questo termine ci si riferiva ai vagabondi. Del mondo teatrale medievale. il più diffuso fu quello del giullare ( deriva da Jocus . non hanno padroni (vicini a uomini potenti nelle corti però) . utile per estirpare il peccato originale. Non hanno una dimora fissa. Condanne basate su 3 consideraizoni 1) Girovago. Fu proprio grazie alle condanne che noi abbiamo fortuatamente qualche informazione. L’attività teatrale istituzionale. corti. il teatro non esiste in se. come luogo progettato per rappresentazione. 2) Vano: arte nuova di contenuto tecnico. geronimo fino al 700). strade. Idea di teatro imprecisa e nebulosa. colui che si dedica al gioco. Le opere critiche continuarono ad essere copiate nei monasteri. ma lo offre. venivano ancora letti. Secondo ugo san vittore la theatrica è la professione del divertimento. Motivazione: rifuto della C. Mimi e giullari del medioevo Isitituzione teatrale ( grecia-roma) venne stravolta e distrutta dopo il crollo dell’impero romano 467 d. contorzionisti. cambiò il tipo di recitazione: non esistevano testi teatrali come in passato. è un venditore di se stesso. aveva un significato dispregiativo. case di contadini. Nel XII per difendersi dalle condanne si unirono in corporazioni ( puy d’armas). nei codici. eredi dei mimi e degli attori latini. Ma ebber anche altri nomi. Stravolge la forma umana ( corruzione morale) nel medioevo il gesticolare agitato era una perdita di dignità. osterie. giullari durano tutto il medioevo. testimonianza della monaca Horwita ( 935-973) letti ma non rappresentati. Eccesso di gesticolazione e la vocalità ra lo stile giullaresco.Cap 7. della cultura greca e i giullari. ( continuò ad oriente).vicino a mercanti e fiere ma non sono nella stessa struttura. In quel periodo si sviluppò una categoria di professionisti. . non si pone in nessun stato sociale. termine usato per primo dai monaci e dalla chiesa. Rappresentazione diversa: presenza di un cantore che raccontava la storia e un attore che svolgeva l’azione senza dialoghi ( Pantomima) Testo: non più struttura drammatica con luoghi. Ma il concetto di funzione teatrale non scomparve. Condanna soprattutto perché il giullare non allestisce lo spettacolo in nessun luogo preciso. 3) Turpis: colui che stravolge ( torte) contronatura il mascheramento e il travestimento: spesso capita di trasformare l’uomo in una donna o l’uomo in donna. teatro ne era l’espressione più mondana e diabolica. mimi. ciò che è mondano è diabolico. Ma esistono i teatranti. Giullari furono l’elemento costante della vita quotidiana: Tornano nell’arti figurative. La chiesa condusse un atroce lotta contro il teatro ( agostino. acrobati. I testi giullareschi spesso erano una parodia dei vocaboli che la chiesa cercava d’imporre. Definiti dai dotti “ Histriones” con il significato di danzatori. tetulliano. In spagna ci sono grondaie dei palazzi e dei conventi fatte a foggia di giullare. La sua attività non produce niente di utile. ma narrazione con inscritte parti recitate..C. gioco. finanziato dallo stato nell’alto medioevo non c’è.

La sua satira serviava anche per informare sui fatti del mondo. c’è il fedele che fa parte dello stesso rito. 1 angelo. Origini estensioni Drammatiche. Da questo si giunse a rappresentazioni drammatiche. che in alcuni asi assunsero una forma dialogica. origine dei melodrammi in miniatura “ jet de robin et de marion”. avevano la libertà di parola come i matti. Azione drammatica iniziava con una processione.Ma i giullari furono anche altro. 1) quelli che trasformavano il loro corpo. Giullare famoso Matazzone da Caligano ( 1200) Giullari si potevano permettere di prendere in giro anche i potenti merle corti. ( in realtà i giullari erano degli abili oratori e sapevano usare la parola come significante. dato che viaggiavano. Forse lo spettatore non c’è. la messa è una rappresentazione di un avvenimento.3 chierici. Estensione drammatica. 3) quelli che cantano per celebrare gesta di principi e santi.. La più famosa cerimonia drammatica è “ Quem Quaeritis” battuter prese direttamente dal vangelo quando le pie donne vanno a visitare il sepolcro di Cristo. Con il tropo abbiamo didascalie di un testo drammatico. Il fedele s’identifica con la comunità monastica per cui non c’è spettatore. ma sono esistiti casi anche di piccole compagnie formate spesso da parenti. Esempio: annunciazione delle chiese fiorentine. Rito è pieno di elementi spettacolari: messa. recitato durante cerimonie. Dramma si svolgeva in un unico centro. narratore diventava attore. trovano vuoto e l’angelo annuncia la resurrezione. come il rito il dramma si concentrava in una parte della chiesa e poi si estendeva su tutto lo spazio. . Narrazione giullaresca: narrazioni con forte accentuazione mimiche. Giullari agivano isolati. nel quale durante i giorni più significativi e di festa si assisti a forme drammatiche del rito. azione scenica complessa. Aione si svolgeva nel solito spazio. oltre alla forma dialogata del testo. Canto non solo alterno ma c’era una personificazione ad un azione ( 3 donne. Egli partecipa. ( loro risollevano il morale. Solo nel XV quando estensione drammatica perse la sua organicità venne evidenziato il suo lato spettacolare. nel 1300 il vescovo di sansbury distingue 3 tipi di giullari. salti 2) quelli che seguono le corti potenti e infamno gli assenti. 2) Altri studiosi affermano che tali estensioni crebbero spontaneamente in maniera autonoma. Definite drammi liturgici. è coinvolto. Si può parlare di dramma ma di spettacolo forse no. 1) La musica d’ufficio romano per facilitare la memoria vennero introdotti versetti detti tropi. venivano pagati per diffamare e fare satira soprattutto sui contadini. gesti. primo fra tutti il monastero Clunacense. cantastorie e il vescono dava a loro un giudizio benevolo). Cap 8 “ Il dramma liturgico” La chiesa contrapponeva allo spettacolo mondano quello spirituale e il rito per la purificazione. 1 sacerdote).

All’altare il pianto delle marie. Ttutto il presbiterio dall’altare al pulpito. che segue una processione lungo l’asse longitudinale della chiesa. 1) Festa dell’epifania “ ufficio della stella” fu molto complessa per la rappresentazione. Gesta rallentate dal canto o addirittura interrotte. Sono rimaste ancora molte didascalie di testi liturgici ( azioni stessa importanza della parola). Contemporaneo è “ L’ufficio del sepolcro” Narbona. coinvolse anche i . In particolare quegli degli angeli ( vestiti con alba aricto. Il dramma ha una premessa. Erano più cerimonie che drammi dedicate al pubblico. un prelato con una processione toglie il crocifisso dal sepolcro ( altare). poi ritornano nel sepolcro ( non più altare ma edicola o cripta) ne sepolcro interpretano ( quen Quaeritis) le pie donne e rivolgono cosa è successo. Accendono una corona sulla crocie ( stella) processione fino all’altare della madonna ( navata). Passaggio tra rito e azione drammatica è netto. Le loro azioni dei magi oltre ad aver preso un numeroso spazio. Struttura diversa azione semplice ma spazio più ampio. Momento successivo il rito assume forme drammaturgie. Nel silenzio una figura rossa attraversa uno spazio vuoto ( simboleggia la resurrezione). 3 chierici ( 3 re magi) convergono all’irotaro maggiore da punti diversi.Notte di pasqua. Le marie non s’incontrano con gli apostoli ( 2 canonici) ma con il coro. I movimenti sono limitati e solo 2 canonici interpellano le Marie.Punto di riferimento è l’autore come significato spesso rapo il sepolcro di cristo. Davanti a loro un fanciullo da l’annuncio dell’angelo a 15 monaci che entrano attraverso il coro. Feste di natale cominciarono ad essere più importanti ed ebbero numerose estensioni drammatiche. sindone rossa sulla faccia e dietro ali). Si svilupparono anche azioni mimiche. Testo antico collocabile nel XI sec. C’è molta cura dei costumi. Dopo questo iniziano a cantare con il coro. secondo l’uso mont-saint-michel. barba bianca) attraversa il coro per entrare nella sacristia. Questa struttura viene riprodotta anche negli uffici drammatici connessi alle feste natalizie. Fine canto notturno.cronologicamente separati. non solo simboliche ma anche rappresentative. Puro rito. alba rossa sante. Altri 2 preti interpretano pietro e giovanni e mostano al coro il sudario. Quando la processione ritorna al sepolcro ( altare) coro si divide in 2 ( narrazione) poi si sperano dai 2 cori 2 preti. Più complesso “ ufficio del sepolcro. Il coro rappresenterebbero gli altri apostoli. Impegnano l’intera area del transetto. Distanze e movimenti spaziali molto relativi. “ Ufficio della resurrezione del monastero di Neubourg. Davanti all’altare compare cristo alla Maddalena con una forte intensità mimica. Davanti all’altare si svolge il “ quem quaeritis” Amplificazione dello spazio per l’azione drammatica si svolse a Rouen. Fromano una processiana e attraversano di nuovo il transetto. un frate rappresenta dio ( con i costumi. . “ Ufficio dei pastori” uso di Rouen.

poiché due scenografie ( in questo caso case) distanti mezzo metro. Mistero è una forma di teatro cristiana: è una drammatizzazione delle sacre scritture che per il mondo medievale corrisponde alla messa in scena della storia dell’universo. Teatro a carattere celebrativo e di carattere festivo: Composto da attori non professionisti ma le spese per l’allestimento vennero finanziate dalla municipalità e dai cittadini più ricchi. virtù e vizi. Elemento importante era la simultaneità della scena: Accostare due elementi scenografici vicino. Rppresentzione gerusalemme e damasco. Scene della bibbia venivano arricchite di elementi nuovi. paradiso e universo: espressione non affidata ai dialoghi ma ai gesti. Scene del cristo rappresentante . Spettacoli chiamati Misteri. nella narrazione potevano avere una distanza a migliaia di km. Fu ripreso da gruppi ufficiali e da gli enti comunali. ( Transiszione tra il dramma liturgico e misteri) Esempio opera “ Jeu D’adam” XII sec. un edificio adatto al teatro non esisteva. Cap 9 Misteri e sacre rappresentazioni Spettacoli medievali seguono 2 filoni 1) religioso ( moralità e miracoli) 2) Profano ( farse). ( luoghi deputati) spazio scenico illusorio e irreale. Continuo mutare tra tempo reale e scenico. Azioni simultanee: macroscopia immagine dell’umanità. ma si vedevano i personaggi dalle spalle in su. non c’erano una struttura che stava ad indicare le scene del nuovo e dell’antico testamento. Alto medioevo istituzione teatrale dissolta. maggior sviluppo in Francia. Particolarità: intima connessione tra il fatto divino-storico e quello umano. ma il mondo ultraterreno rimaneva immutato. Scena dei misteri: brulichio continuo e confuso di protagonisti e comparse. Ritorno ad una istituzione teatrale nel XII sec. ma aggiunge un elemento nuovo: rappresentazione inferno. Poiché ero spettacoli a carattere religioso. Rppresentazione del mondo nella sua totalità. non da professionisti ma da gruppi amatoriali. Caratteristica della storia universale: eterna dialettica tra bene e male ( paradiso e inferno) che si manifestano nel mondo terreno : angeli. I grandi misteri erano divisi in giornate: che avevano luoghi deputati. Struttura narrativa continua. Conversione di sana paolo. importante perché ci permette di capire come la mentalità medievale vedeva le sacre scritture.fedeli altar maggiore e quello della madonna ( partenza magi-Betlemme) Ci sono scene simultanee Altro dramma Mystere. anche la chiesa finanziava. Attori rimanevano sulla scena fino alla conclusione del loro ruolo. Non spiega i rapporti spaziali. Anche quando stavano fermi la loro presenza arricchiva lo spettacolo. Potevano essere 2 luoghi completamente lontani. Solo nel XIV riceve un impulso dall’alto. ( storia universale). demoni. Entrambi avevano in comune che la scenografia. mimica ( didascalie dettagliate) descrizione della scenografia: paradiso sensibile. Tempo e spazio ha una realtà empirica.

in un palco di piccole dimensioni ( 25 giornate ma di poche ore) Titolo “ Mistero della natività”. Marcadè. Italiane. Veduta d’assieme: riproduzione struttura scenografica della rappresentazione.con lo stesso realismo con le scene dell’osteria. scrissero opere lunghissime ( quarantamila versi) sceneggiarono la passione del cristo. tra le numerose e brevi sedute i singoli “ luoghi deputati” mutano significato e aspetto ( arch. Cailleau: scenografo e attore. Grandi narratori. Luoghi deputati disposti su 2 piani: 1) Più avanzato ci sono il tempio e il palazzo 2) corso di mura e porte. non rispecchiano un impianto unico. Mura servono da sfondo ma possono avere anche un loro significato. Il ruolo di re e principi veniva affidato ai cittadini più facoltosi. “ Distruzione di gerusalemme”. Il costume doveva essere molto curato e integrale. Nella veduta d’assieme manca il monte: miniature relative alle singole giornate non sono proprio un documento diretto. Grazie ad altri studi di Kongson. Nei primi del 400 i misteri venivano rappresentati muti: per capire la narrazione spesso v’erano dei cartelli ( tituli) che avevano una funzione didascalica come nei film muti. Jean michel ( XV e XVI sec. siamo arrivati a sapere che esistevano molte varianti sceniche nella realizzazione: Ogni spettacolo era un elemento e se l’intero complesso teatrale veniva ricostruito e presentava elementi sempre nuovi. Per aggiungere un forte elemento spettacolare spesso era necessario aggiungere molte comparse e ingegni meccanici. Spettacolo che conosciamo meglio grazie alle miniature di “ Hubert Cailleau”. e vneivano costruiti in diversi punti della piazza. soprattutto qundo si doveva vedere assedi o battaglie. Rinascimentale). Ma una via di mezzo tra test dello spett e fantasia dell’autore. passione e resurrezione di Gesù. Es: “ Jeu d’adam” adamo ed eva per indicare espressioni di dolore si gettavano per terra battendosi il petto e le cosce. rappresentate le 4 visioni di san giovanni. Tra le passioni più importanti fu rappresentata nel 1547 a Valenciennes nel 1547. In un lavoro di Greban vediamo simon mago volare per aria per poi precipitare alla preghiera di pietro. Qundo la capacità tecnica era inefficiente per risolvere la situazione si affidavano alle povere convenzioni teatrali: creazione del mondo ( 6 grandi tele dipinte). Es: Mistero apocalisse di choquet. illustra varie scene e la struttura del palco. Recitazione: mimica e gesti molto accentuati ma era costante. In realtà le miniature di Cailleau ( passione di laneciennes) per quanto riguarda l’impianto scenico. Autori: Greban. continue manifestazioni di elmenti soprannaturali ( scena simultanea di quello che succedeva a roma. Rapporto tra spettatori e azione drammatica rimepostato luoghi di realizzazione Piazza del merato. Struttura simile in rappre. In germania ( francoforte) 1550 I luoghi deputati sposso non avvano neanche un palco unificatore. .

erano solo presenti. I luoghi deputati sono le tappe. Spettatori non frontali ma su grandinate parallele a lati lunghi del palco. Non c’è però paradiso e inferno. In italia la scena dei misteri: riprodotta in miniatura spettatore privato e non pubblico. Movimenti era un luogo e un altro sembravano spesso processioni. avventure ridotte ad una riflessione borghese. Rppresenta solo una festa di mondo. la chiesa aveva assunto una posizione violenta contro la cultura classica. Sssunsero una periodicità annuale: ( ricorrenza tradizionale. Scelta della lingua per il rito: il latino. roma e una zona centrale. commedie di plauto ( Niccolo da cusa). Nelle sue forme spettacolari ( dramma liturgico) si contrapposero anche rappresentazioni vitali a scopo parodistico. Sena 3 aree: vienna. organizzò forme spettacolari per esaurire e coprire tutti quei rimandi classicheggianti. che degeneravano in vere e proprie esplosioni orgiastiche. Recitati da bambini. . luoghi come quello francese. teatro classico) portò ad una cultura aristocratica. Luoghi deputate.Area vasta.) Cap 10 “ Classicismo umanista e il recupero delle antiche forme sceniche”. Miniatura Jena Foquet palchi accostati da formare un poligono sotto i palchi ( popolo minuto) mentre all’interno si collocavano spettatori nobili e attori. Nel teatro: la chiesa continuò ancora per molto con questa scelta: Misteri e sacre rappresentazioni diventarono forme popolari sperate dalla matrice. Il teatro fu rivalutato e riscoperto grazie alla pubblicazione di testi ed opere classiche mai lette prima ( Covati. abitazione dei protagonisti. Protagonista: non cristo ma i santi. che svolgono romantiche avventure. Spettacolo realizzato in piazza nel 1509 sul mistero dei 3 santi protettori della città “ romans sur I seme”. La chiesa non seppe organizzare tale elementi e per far fronte a questo problema non seppe organizzare tali elementi e per far fronte a questo problema abolì il dramma liturgico e si allontanò dai misteri. d’élite per 2 secoli ebbe come centro l’Italia. che scrisse sugli edifici teatrali. il quale svolse un duplice ruolo: ricerca architettonica e analisi del 24° libro “ de architettura” di vitruvio pollione. la chiesa si chiuse in se. 1) Spettatori su gradinate che circondavano la scena. 2) Massima integrazione tra spettatori e scenografia . Alto medioevo. scena tutta sul palco. Misteri e sacre rappresentazioni: nacquero nel medioevo ma fiorirono in pieno rinascimento. La chiesa rinunciò alla sua polemica contro la cultura classica. Scenografia posta sul lato longitudinale del palco. Italia: maggior libertà di rappresentazione: luoghi deputati piccoli e pochi. Queste furono le premesse di una nascita di una nuova forma teatrale in Italia ( teatro erudito. Rito competenza solo per il clero e i fedeli non partecipavano più. travet) su seneca. Teatro ritornò ad essere preso in considerazione globalmente. Ricostruzione dell’antico edificio teatrale grazie agli scavi e resti monumentali. strutture circolari: 2 dimensioni. Tra i principali studiosi Biondo e Leon Battista alberti.

Nel frattempo a Roma ci fu un tentativo umanistico per una rigorosa restituzione del teatro classico. Struttura scenica: piccoli edifici allineati. si muovono quasi mimando. Pedante sulla dizione precisa e corretta. I suoi spettacoli rientravano nelle sue attività scolastiche. Maestro dotto per studi di tipografia ed epigrafia. Rappresentazioni classiche nell’accademia a Roma di Pomponio Leto. personaggi rappresentati in atteggiamenti simili agli attori romani nel II e IV sec D. scenografia molto semplice si riduce da un quadro ad una porta.Teatro alberti : opera “ De re Aedificatoria”. Orchestra: centro che genera l’edificio teatrale. Attori portano classiche maschere.C. dipinti da sembrare case. furono rappresentati i testi di plauto e Terenzio. Egli cercò di riprendere il teatro di Vitruvvio. la sua estremità protratte da 2 linee parallele fra le quali si dispone l’edificoi scenico ( concludeva l’architettura interna e faceva una sorta di facciata). Fu affrontato la realizzazione scenica di un testo antico. pubblicate alla fine del XV sec a Lione e Venezia. Sec XIV codice miniato Terence Des Dues: attori sono giullari. aperta anteriormente. Mimica intensa. Ferrara prime rappresentazioni del teatro classico. viste da spettatori aristocratici. Costumi cmq di foggia moderna. con un testo latino filologicamente curato. Per comprendere tali Xilografie è giusto tener presente la tradizione delle Miniature. I codici più antichi che rappresentano le opere di Terenzio son del IX sec ( Medioevo). e chiusa dietro. Non è facile lo stile di recitazione di queste commedie erano letterati gli attori. Le . Alberti cambia il teatro A. Una cavea conclusa da una loggia. Opere plauto e seneca. sete le tele. tanto da interessare più loro delle commedie. Ferrara festival ferraresi. con porta e finestre anche la fronte del palco dipinta di mattoni. divinità olimpiche apparivano di rado. erano d’intensità spettacolare maggiore. sue dimensioni forniscono il modello per le proporzioni degli altri elementi . Forma semicircolare. Rappresentazioni fatte in un cortile di corte. Le vignette delle singole commedie rappresentano uomini in avvito medievale. ripreso da prisciano il quale organizzò un importante commedia romana alla fine del XV sec. Con l’estremo rigore e coerenza. Sintesi tra scena architettonica classica ( rimane porta regia) e rappresentazione reale con dimore e case dei protagonisti. Il pubblico sedeva su gradino meno curati dello spettacolo. Tra gli atti venivano inseriti intermezzi con mimi e danzatori personaggi intramezzi erano ragazzi: donne e contadini . Proposte di alberti vennero raccolte in un trattato. gli attori recitavano davanti alle scene Tende inizialmente dipinte. mentre un lettore legge il testo. un riferimento nelle xilografie che ornano le edizioni delle commedie di Terenzio. Palcoscenico e area mediana. Commedie classiche: centro vitale delle feste di corte. Allestimento scenico delle commedie pompeiane trovano un riflesso. colonnati si dispongono gli uni su gli altri ma la figura deve essere a somiglianza di case. Negli intermezzi erano tipici levità e ritmo. coperti da velluti rossi. spesso precedute da sfilate o da balli. Ambient costituito da lussuose stoffe di raso.

Scena parete di Fondo. Pianta teatrale : Edificio rett. chiusi da tende. Struttura simile ad illustrazioni Terenziane: L’opera fu realizzata in latino da fanciulli : costumi ricchissimi moderni. Festa: cittadinanza romana a Lorenzo dei Medici : Teatro classico: festa a Carattere Politico. Xilografie di lione sono molto diverse dalle miniature medeivali. Teatro antico era riuscito a trovare il modo per un adeguata distribuzione dei suoni nella cavea. Mimica curata. Pubblico non fu selezionato come i ludi scenici romani. Commedia era più attuale: drammi borghesi. dove fu svolta anche una messa. Per capire meglio la concezione scenica dell’arte di Leto. unico ambiente e in tempo massimo 24 ore. Scenografia: portico in cui intercolunni. . scene di vita quotidiana. ma entrambi le fonti sono sempre e cmq oggetto d’interpretazione 2 fonti formano l’immagine di architettura ideale. sono le case dei Personaggi. Studio del testo affiancato alle scoperte archeologiche. La commedia fu solo la parte centrale di numerose feste all’interno del teatro. la tragedia più elevato genere letterario) poiché gli spettacoli si svolgevano quasi sempre in feste mondane ( allegre). integrato nell’edificio teatrale. guida per la produzione artistica. Nel 400-500 non esistevano uomini dediti al solo studio di teatro unico personaggi fu : Leone de’ sommi. Solo nella seconda metà del 500 si comprese realmente il significato della scena come elemento architettonico. Importanti come quello di aristotele e orazio. ricordano molto le sacre rappresentazioni. Area centrale vuota circondata su tre lati da Gradoni. Infatti inizialmente la scena veniva inserita tra l’orchestra e il palco Edificio teatrale rimase cmq in sogno e la scena nel 500 è una realtà concreta che prende dalla cultura classica per creare poi qualcosa di nuovo. costumi moderni ma meno alla moda. luogo e di azione dove i personaggi erano coinvolti in un unico tema. I suoi libri furono nel R. casette aperte dal davanti. Nel XVI sec molti poeti e letterati studiano la “ poetica” di Aristotele si configurò in italia e in francia la stuttura della drammaturgia del teatro del 500 (tragico e comico). ornata da Lesene. . i cui riquadri occupati da grandi pitture ( alta) e ( basso) da 6 porte chiuse. Libri di vitruvio furono importantissimi. Cap 11 “ il teatro erudito del 500 italiano”.vignette delle singole commedie rappresentano uomini in abito medeivale. ambientazioni. si capisce meglio se vietiamo la messa in scena di Poenulus di Plauto in un teatro sul campidoglio. Spettacolo diretto da Inghimami: ( Fedra) Ideatore del teatro in Legno. Fu qui che veneree stabilite le unità di tempo. Studio del Teatro di Vitruvio anche per problemi tecnici.Pianta inscrizione nel cerchio orchestra) 4 Triangoli e 3 quadrati. Solo le commedie ebbero molto successo ( Aristotele. Gesti ampi ma composti.

Diventarono centrali ed importanti. Grandi effetti di musica. Nacque col tentativo ( gruppo di morentini) di far resuscitare le forme della tragedia greca. Spett 1585. Diventò il teatro nelle corti. passiamo alla vera e propria farsa. Eppresentazione di favole mitologiche antiche. padre del melodramma. aria. Si cominciò a non subordinare più l'azione scenica alla parola. Ruolo dei personaggi immutabile. Quasi subito ci furono elementi spettacolari. Rppresentazione dei 4 regni ( Mare. Fu il secolo del melodramma . Cap 12 “ Il melodramma. Intenso sviluppo di Elementi meccanici per effetti speciali. Nel melodramma s'inseriscono elementi spettacolari tipici degli intermezzi. Sempre più frenetico grazie ad ingegni meccanici capaci di suscitare meraviglia e stupore.AA firenze fissarono i principi tematici e linguistici dell'arte drammatica. terra fuoco). 600: teatro erudito sopravvive ma non ebbe molto successo e c'è rimasto poco ( Molto disinteresse). Il testo fu totalmente cantanto in antichità. Importanti spettacoli 1585-1589. Terra. Dalla tipica storia del giovane che cerca di conquistare la bella donna. Forma elettiva dell'età barocca” Gli intermezzi diventarono il momento culminante dello spettacolo. Città non più irreale: Firenze. Nel corso del 500 fine degli anni delle commedie diverntarono intermezzi degli intermezzi. Cede il posto alla fantasia. Divinità olimpiche esaltano i protagonisti. cielo.Commedia italiana: riproduceva opere di plautot e terenzio oppure rielaborava drammia mantenendo cmq il nome dei protagonisti. Inventore giovanni de bardi. gente volare. ( 1-6 prologo epilogo) 4 : son gli elementi della fisica aristotelica ( Acqua. Tuttavia rimaneva inalterata la struttura antica. assiolo. inferi). Venezia e Milano. Melodramma luogo elettivo dove l'aristocrazia si contempla si divinizza. Struttura scenografica semplificata in luogo dei telieri erano semplici tele dipinte. 1) fanciulla rapita e sis sposa l’amante. Buontalenti. Caratteristica: Continuo mutare della scena. Cmq le avventure ( tralasciando le varie sfaccettture) rimasero sempre uguali ma con il tempo tali personaggi cominciavano ad attualizzarsi ( cambiando nome e ruoli ( vecchio: mercante) ( giovane: studente). Purezza greca devastata. Cambio scene erano tele cye si . Int della commedia “ La pellegrina”. nuvole che si muovono. Rinuncia ad elementi strutturali della commedia latina. Beffa: danni al marito geloso ( ispirazione boccaccio) opere : Mandragola. 6 intermezi. Il prologo conduceva lo spettatore nell'universo. Architetto Buonatalenti ( Corte Medicea) Scena con continui cambiamenti. Rappresentazione orfeo e uripide. Visione del cielo ( Nuvole con disposte sirene e pianeti). Fomre sceniche simili alla favola pastorale.

Opera “ Flora” rifiorire primaverile della natura. racchiusa entro la cornice dell'arco scenico segnava il confine. Spettacolo incentrato sul monarca. Mutamento scenografico serviva per variare tema e cominciò ad essere eccessivo. ⁃ Esempio architettura teatrale rimasto è il teatro di giovanni battista aleotti. il buono. Trionfa il bello. tra il pubblico e lo spettacolo. 600 azione scenica delimitata. Scenografia straniera assimilò la tradizione italiana. ⁃ ultima scena. “ Nozze degli dei” Alfonso parigi. Rappresentazione dell'aristocrazia e dei suoi costumi. diventò un nuovo tipo di slaottto. Spettacoli all'italiana all'estero “ Masques” allestito da inigo Jones sotto la corte stuart. plaeta allagata perchè combattevano in un isola.sovrapponevano. ⁃ Ripide gradinate ospitavano un grosso poubblico. voratica cosmologia ( intermezzi) diventano un quadro unitario della favola. Casi in cui questo limite veniva superato: ballerini spesso usufruivano della scena nella platea. A firenze.) Bernini rappresentò un pubblico che guardava egli stesos il teatro. Venezia 1637 Venezia si affidò più ai mutamenti ( Abbandono degli ingegni meccanici) Teatro commerciale: separazione classe sociale. Scene paesaggistiche grandissime. Ebbe grande successo. Elmenti: caccia. La vita è vanità. luogo d'incontro. Grandi palazzi. Borghesia platea. Esempio: 1628 teatro farnese di Parma “ Mercurio e Marte” Francesco Guitti. Bologna: Gradinate sostituite da Balconi ( Palchetti) esempio è il teatro comunale di Bologna. Acnhe apparizioni naturali ( tramonto. Fu il primo inigo jones ad introdurre la tecnica italiana. Grande scenografia nel 600.alba). Infatti non c'era nessuna profondità prospettica. Influenza di Giulio Parigi: dalla roccia che si apre ed emerge il palazzo vediamo un ordinata natura nella simmetria della prospettiva centrale e chiusa nella cornice dell'arcoscenico. ( Metateatro. Inizialmente seguivano la tradizione inglese. Es: “Floriene”. Allestimento Burnacini ( Vienna). Tema cosmologico ( 4 regni) Dopo il 1650 diventano un tema episodico e viene inserito in varietà non oer tradizione. Grazie alla famiglia Galli Bibiena . il giusto. Altri edifici teatrali Ferrara. . libero lo spazio della platea mentre sul fondo l'arcoscenico sembra una porta lontana. protagonisti avevano il nome di grandi eroi. Prospettiva ad archi. In francia ed inghilterra non si succedevano ma erano simultanee come nel medioevo. “Britannia” Triunphans ultimi anni 30 del 600 soppianta il teatro elisabettiano. Scenografia prospettiva con 2 punti di fuga. Pattuglia di Guerrieri veniva evocato da parte e combatteva in plaeta. Senso tragico più che celebrativo. Fmosi morti uscivano dala scena ed entravano nella sala. corso carrozze vita mondana teatro stesso. Aristocrazia Palchetto. curati. primo 600. Ingegni meccanici: personaggi che volano apparizioni e sparizioni di persone e palazzi. rompe la monotona simmetria centrale. Padova. Teatro a palchetto numerosissimo: dalle corti passò al teatro commerciale .

2° definizione di commedia dell'arte : improvvisazione in realtà la cosa è vera in parte. Non ci si prepara una aprte. cambiava sfumature a seconda dell'attore. Melodramma: grande spettacolo. Pantalone ( Calza rossa. Termine maschera: Usato in epoca tarda. Diverso il caso del Dottore Blazone. Le tolsero dal variopinto mondo del carnevale e le inserirono sulla scena. Compagnia si comportava come una jazz band. mantello nero. aveva una caratteristica molto più ricercata nel linguaggio ( modo di parlare). Motivazioni di questa scelta: Italia . Maschere erano molte ma essendo inserite in una commedia rigidamente strutturate interpretavano lo stesso ruolo ogni maschera aveva proprie caratteristiche con personaggi molto rigidi. arlecchino. Nelle caratteristiche. Per molti fu una conquista del teatro per l'autonomia. ⁃ Parlava distorto (paronomasia. Nel 700 rimasero solo 4 maschere. trasformazione di una parola in un altra. Graziano e Balanzone. struttura ritmica e ciascun strumento interviene durante gli spazi vuoti. Ruolo fisso senza improvvisazioni. Attore riproponeva gli stessi atteggiamenti. brighela . Maschera non solo intesa come oggetto scenico ma anche come parte. in momenti in cui l'azione non procede ( duetti d'amore) (vacui discorsi) recitavano testi imparati a memoria. Maschere. Commedia dell'arte : pruro giorco dell'attore. Goldoni lo usa per indicare una particolare commedia quell delle maschere. ciabatte) maschera con barbetta appuntita e gobba sul naso. Improvvisazione è una tecnica. stesse caratteristiche. ma in realtà anche se la maschera era la solita. improvvisano. Un personagio che aveva un ruolo sempre immutabile. Attori improvvisavano delle parti ( seguendo una raccia narrativa) ( scenario) e altre volte seppur raramente. Immagine del capitano non è una maschera ma una serei di maschere unica caratteristica è il vanto. Espressione che compare nel 1750 nella commedia di Goldoni” Teatro comico” Arte: termine indicto per le professioni. Origine molto remota. con poche varianti. Commedia dell'arte può essere considerato un genere letterario. Storpiatura della parola. che invece di avere un costume e una maschera prefissata. anziché imparare a memoria le battute . Parlava bolognese e varianti. Ma ci si prepara per la parte. Prima erano simboli del mondo contadino religioso. Formulazione brevissima di una frase. Niente più vincoli letterari. considerate dei tipi fissi. E' vero cmq che dopo la creazione dei personaggi di zanni molyi pitori d'inventiva crearono proprie maschere con caratteristiche originali. i quali.Cap 13 “ La commedia dell'arte” Origini nel teatro rinasicmentale: si sviluppa nel 600. Definizione: commedia quale intervengono personaggi mascherari( maschere) recitate da attori professionisti. Le maschere presentano alla commedia. quelle degli zanni. ⁃ Parola eccessiva.

La vera novità è la costituzione di compagnie di professionisti femminili. 700 scenari -Quelli più antichi rispecchiavano molto chiaramente la struttura classica ( mandragola).Maschere restringevano il cmapo dell'improvvisaizone. Improvvisazione permetteva di creare spettacoli sempre diversi. che rappresenta il pevero uomo. nelle piazze e si facevano pagare per l'offerta. Quando cominciarono a svilupparsi le compagnie recitavano anche nelle corti. Battute riassunte o discorso indiretto. ⁃ Diventò una particolarietà per i professionisti italianai ma con era una novità. Arte. 3) Es: arlecchino personaggio zanni. realizzata grazie ad un canovaccio o scenario. Gia in quegli anni esistevano compagnie che recitavano scenette con le famose maschere della commedia. Ma anche in francia che la commedia trovò il suo ultimo momento creativo XVIII sec. Si accordano a fare il mestiere di attori. Dell'arte. Composto da sole didascalie. Repertorio C. Commedia dell'arte basata. Spesso usavano titoli di famose accademie. 1) immisione di nuovi personaggi. 1545: Padova fu l'anno in cui pr la prima volta un gruppo di 7 uomini stipula un contratto. 5) Tournees venivano svolte spesso inn germania ( nord ovest) oer cricercare nuovi mercati. Si rifà alla formula della commedia neoclassica: 2 vecchi ( pantalone e dottore) servo ( zanni) gli innamorati rimangono parti sempre contrapposte a quelle ridicole ( maschere). 4) Nel 1610 si lamenta cecchini che nell'ultimo è vestito elegante e non rappresenta il suos tato sociale. 7 raccolte. Prime compagnie erano tipo delle coperative artigianali. Particolari condizioni di mercato. I ducati comincarono a gestire in prima perosna le compagnie ( congzaga Farnese) Divnetarono compagnie ducali. Solo verso la fine del XVII i duchi rinunciarono a tale interesse. protava il pubblico a rivedere lo spettacolo il giorno seguente. Gia con Zanni esistevano micro compagnie. 2) 2) Evoluzione di ogni singolo personaggio. 1650 troviamo veri e propri riassunti di opere di consumo ( spagnole) Maschere confinate in ruoli ornamentali. Diventò la prima compagnia ufficiale ( Fraternal Compagnia). vestito di toppe. Elimina dal repertorio tratti di comicità grottesca. Elementi significativi : evoluzione C. Ma la commedia viene recitata da una compagnia di almeno 6-7 attori. cap 14 Il teatro pre-classico francese ⁃ ⁃ ⁃ . Si esibivano in piccoli palchi. come quella di zanni. Caratteristiche diverse dal passato ( Mezzettino) Non punta maschera . Ma quando ebbero le protezioni dei principi non erano autonomi. Nascita dei teatri pubblici.

creò l maschera guillaume: immenso grassone borghese. . 3) farse. i loro membri non si definiro in maschere La loro matrice fu l'associazione: la pi importante fu la cronfraternita laicale ( rapp. quasi contemporaneamente al periodo italiano. Testimonianze solo nella metà del secolo Xvi si costituirono però su basi diverse: non nacquero in manira spontanea. costante presenza dell'attualità politica. Sviluppo nel XVII sec. allegoria della moralità. vera e propria maschera fu Turlupin di Lengrad. uno dei primi autori del teatro francese. ai confratelli dell passione fu concesso il privilegio di allestire rappresentazioni .mostrano l'estrema verità dei costumi. mimo simile all'italiano.) Compagnie studenti. non dovevano superare 500 versi. 2) sotties. attori sono principi astratti.Nascita di compagnie francesi. guillemette. Farsa: valori scenici si comprendono molto tardi. colpiva i vizi dei potenti. rappresentazione della calandria a lione. Dopo la farsa i comici francesi cominciarono a recitare commedie regolari. assenza di scengrafia. accessori. azione ridotta al mimo. fu imposta la traedia per i comici ( per un pubblico + borghese) operazione + dificle a parigi che in provincia. . la maschera capace di creare 1000 trappole per 10 anni questi comici recitarnono insieme. sacrale) la più nota fu " la confraternitè de la passion" ( nel 600 diventò la druttatrice di spett teatrali. 1) rappresentate dalle conraternite. agnan sembra cascare in avanti. Vestiti miseri ( solo nella seconda metà del 600 gli attori migliorarono il loro stile di vita. tutto ritrovato nelle incisioni della raccolta fossard. Robert Guerin recitò all'hotel borgougne. Inizio XVI con repertorio italiano . monologhi. critica al clero. un grottesco modo di cercare di essere graziosi. c'era un notevole interesse della realtà presente. 2) contenuti morali mediati dal jolly. Il teatro francese nasce da ambienti borghesi che successivamente accettò proposte di circoli umanistici e aristocratici composto da professionisti.strutture scenografiche all'italiana derivate dalla lettura sul trattato della prospettiva di serlio. ma pi volgare senza coordinamento.) Dal XVI al XVII sec la maschera. Guerin era un professionista e non trascurava nulla sul costume. rimase invariato Compagnie comiche 1) moralità. Agnan non creò mai una vera e propria maschera.documentazione data da incisioni di uno spettacolo del 1578 a parigi che vedeva la compania di agna de sarat. 3) 4 personaggi in questa misura si creano l prime compagnie di giro. destinato alla beffa crudele. avaro e moralista. passione mostrata senza veli. assenza di norma. farsa non è facilmente definibile da un punto di vista drammaturgico. Jodelle. egli col gesto era capace di controllare alla perfezione tutte le parti del corpo ( correttezza del particolare e violenza della vita). scenografie composte da arazzi o da tele di fondo ( da compagnia girovaga). corporazioni di impeigati.messi in contatto con un pubblico eletto. ma volte poteva essere come il realismo borghese.

rodrigo nel " cid" .erode. poichè il teatro era molto piccolo è probabile che non ci fosse nessuna scenografia positiva. di essa faceva parte l'autore du commedie tragedie alexandre hardy. facevano da modello per lo . attori dell'epoca: . creazione di diverse scuole di recitazione. avventurose.sacre all'hotel della borgogne. appassionata energia che gli portò una paralisi. attori e attrici riflettono il microcosmo del gusto aristocraticoposti in paleta riservati ai personaggi pi in vista. servi. Racine con il borgogne vinse la concorrenza con il marais. opera " el cid" personagi decisi a scegliere l'onore o l'amore. nave palazzo. molti tipi di nobiltà tragica. talamo. compagnia pi importante fu quella di villeran le corte. luoghi erano .azione al centro della scena. ebbero il monopolio. donne di malaffari. modo di recitare violento ed enfatico.giustapposizione di elementi scenii ( testo della prosp serliana) . ma risultava molto ampolloso.. maschrava il gusto volgare dell'intrigo amoroso in nome di un pi alto ideale. nuopva scuola nasce con l'apertura del teatro marais. il resto era vuoto.dispositivi scenici differenti ( all'italiana). le insegnò la parte come una poesia a memoria. studio. riproduzione con la massima eleganza del metodo cortigiano. cap 15 autori e attori del grand seclè prima metà del XVII sec. -bellerosse. tra il xvi e il xvii il borgogne ospitò molte troupes. gli interpreti di racine ( donne soprattutto) recitavano con uno stile quasi cantato. pubblico formato da minuta boghesia. passionalità nell'espressione. sensazione patetica. divenne l'attore prediletto di corneille. misurata eleganza nella parola. Valleran. caverna. messe in scena le opere di hardy . ateggiamento.montodory. attento al verso. in un campo da tennis fu rappresentato melite di cornellie . e' la pi viva tragedia di cornellie. il pubblico era molto pi abituato. sublimazione poetica fu quella di racine: personaggi costretti a morire difronte al dilemma dell'amore comune.corneille uno dei 3 drammaturghi del 600 ( tragedia) sensazioni ed elementi contrastanti. .curava la dizione delle attrici: in andromaque. scritta per madamoi$selle du parc.scenografie simultanee perchè era il luogo dei misteri. Il teatro cominciò a rispecchiare il nuovo pubblico.affettato . gesto. uno dei primi maestri ad insiegnare il tono della recitazione.freddo L'attore floridor inziò a recitare al marais.rozzo . florydor. e' ancorato alle regole di aristotele . facchini. le sue opere sono legate al gusto del romanzesco. attore importante fu montdory: . Corneille ebbe fortuna insieme con la compagnia del principe d'orange.

impersomnavano la psicologia astratta in grandi caratteri con molta  emplicità. ciò portò ad avere uno spazio ristretto per l'azione.tradizione violenta trasformaa in un gesto sottile e raffinato.f. venne proibito di ecitare commedie. assetto scenico riservato ad una tela dipinta sul fondo. unica a . sovvernzione statale. doveva recitare a corte. teatro come affare di stato. pianta rettangolare. c'erano maschere italiane. i più bravi. la sala in cui si svolsero molti più spettacoli fu quella di rue de la fosse a st german. a versailles. 1720 i teatri parigini si stabilizzarono. colloquio tra pubblico e attori e rimaneva fitto. Maschere italiane. l'altra mezza. 1716 troupe italiana all'hotel bourgogne guidata da riccoboni. altra sala teatro. la comedie deve seguire molti regolamenti. grande lotta tra "le comedie" e teatri minori. inzialmente ci fu un repertorio italiano e successivamente recitarono in francese. dialoghi. 1658 : c'era un altra compagnia " illustre theatre" diretta da Moliere. tensioni. testi scritti su grandi cartelli che il pubblico leggeva molto volentieri. concedeva la recitazione un tono medio. desideri. cap 16 La comedie francaise nel xviii sec la c. erano commedie violente. hanno una quota azionaria dell'impresa. Scriveva tragedie. primo teatro pubblico stabile. compagnie minori: ancien theatre italien. assetto organizzativo cooperativo: attori sono soli. avaro. quella del bourgogne " comedie francaise" con sede all'hotel genegand. monologhi. in platea si stava in piedi . sentimenti.ispirata alle vecchie sale di genegaud. Il re assengò a moliere la sala del palazzo di rechelieu. fu un fiasco. produzione quotidiana di spettacoli. ma ebbe molta fortuna nella commedia. dietro di essa una scalinata. 1673: compagnia di moliere con quella del marais e bel 1680 si fondò per ordine del re. compagnia del re. Mezza compagnia a parigi. la corte giunse a far distruggere i teatri. lo stato controllava anche il territorio. orchestra.Luigi fondo l'accadema. distrutto da un incendio. struttura a ferro di cavallo. attori di provincia e quelli della compagnia. la compagnia  cambiò più volte sede.royale de musique. 1660: teatro bourbon. dicono che moliere come attre tragico fosse pessimo. malato immaginario. Personaggi di umane direzioni. moliere toglie all'attore il simbolo ideologico aristocratico. la comedie francaise aveva il privilegio del grande repertorio. xviii ci furono acnhe attori stipendiati. massimo autore  del 700 di commedie francesi marivaux. raffigurazione aobettiva del mondo borghese.. c'eranpo comici dell'arte. recitazione di vere proprie commedie. ma venivano immediatamente ricostruiti. vicino louvre " petit bourron". davanti scena platea.spettacolo.

Visione mistica e dimensione realistica boccia ogni elemento fittizio come statue e tele dipinte.Piani: Inferno. la madonna . Attività intensa. Cap 17 “ La Spagna del siglo De oro e gli spettacoli religiosi” Spagna 600: compagnie di attori girovaghi.) Luogo non sono case o il paese. lekain: famoso per aver ridato passione ai personaggi che interpretava.commedia interessante. gesti limitati e lenti. Triso Malina.Aprire le tende si collega al concetto di rivelazione da utilizzare. promosse anche spettacoli profani all'interno delle stesse chiese. Es: Lope De vega. Pedro de la barca. scene simultane ( contemporaneamente tra i 3 piani. stagione dello stesso livello del teatro elisabettiano. Rappresentazione simbolista. Teatro Religioso 2 tipi 1) Comedias Santos: Rappresentazione durante i giorni dedicati ai santi.gioco comico dell'intreccio. Originalità Spagnola sono i committenti: la chiesa. pubblico prediligeva tragedie che si allontanavano dal contesto classico: tendeva al melodramma con contesto esotico. Rappresentazioni del teatro rinascimentale italiano in Spagna ( La Valliadoila) Farse e spettacoli non solo a corte ma anche ad un gruppo non erudito. Drammi di S Francesco e chiara. Grazie a Hidalgo: diffuse il teatro spagnolo in italia. Grandissima duttilità scenica. dufrene: il pi bello tra gli attori. Ascesa. diversi modi recitativi duclos: lento.critica sociale ( barbiere di siviglia. terra.La scena secondo una dimensione verticale realizza il concetto di ascensione.rappresentare commedie tragedie in 5 atti. le nozze di figaro) trascendeva le regole. lekain. un luogo fuori dello spazio.. recitazione non pi tronfia o esagerata. esprimere in maniera più umile possbile il messaggio divino. Divsione del placo: tappezzeria non indica solo un luogo diverso ma anche un tempo diverso. Vuole solo elementi reali. clairon: furono i massimi seponenti della comedie francaise del xviii secolo. . puntava sugli elmenti musicali della$ recitazione dei versi. le tragedie era molto pi in voga ma non contengono niente d'interessante. Scena anche realista.Scenografia mobile e mutevole come il costume. Influenza italiana. Prima compagnia spagnola: era di Lope de Rueda ( Commedie) meritò alla corte Re Filippo II. molto controllata. deve eliminare tutti i gesti volgari e puntare a recitare secondo il bello ideale. quasi immobile a recitare. rappresentazioni comiche che tragiche. francesco poverimento esterirore e ricchezza interiore. Toledo. secondo gli scritti di diderot: l'attore deve idealizzare il proprio ruolo. Prime compagnienprofessioniste metà 500. interpretava l'amante e il gentiluomo. Madridi ( Lavoro nello stesso periodo zanni). . personaggi viventi: cristo. Il palco diviso in 2 parti da una tappezzeria che nasconde una scena che si rivelerà al momento opportuno. Vestiti soliti per le rappresentazion profane. Utilizzo macchinari sofisticati: personaggi sospesi per aria. 3 grandi drammaturghi: Lope De vega ( 500).

simili a carri trionfali delle feste profane durante il rinascimento: madrid il percorso era davanti al re. Lope de vega fu un autore molto piaciuto al pubblico popolare. Cap 18 “ Il teatro dei coralles” Calderon: rappresentazione allegorica della vita “ la vita è simile al teatro”. uomo deidcato all'avventura e sempre innamorato. Calderon cmq fece le opere più importanti nei teatri pubblici. Drammi precendeti era l'elemento dell'avventura a dare conto alla storia. Gli autos vennero sempre rappresentati sui carri. Rppresentazione simmetricamente sui carri contrapposti. Importante personaggi fu L'architetto Jose caudi i Adornò i carri di statue. Ma dopo una rivolta egli riachquista la libertà e non diventa malvagio. XVII sec. Testo cladron. dopo aver scoperto attraverso asti il destino violento di suo figlio lo fa rinchiudere. Rappresentaizone a madrid dei carri. Sogni. 1862: carri diventarono addirittura 8: elemento spettacolare esagerato. Sui carri c'erano anche danze eseguite da mori e berei. Tende sfondo divise in 3 settori scenografici da pilastri che reggievano le gallerie 2) . ( Uomini e donne insieme) palchetti all'italiana. B. Proofetici. Ma furono abolite. Elmenti mobili diventarono completmentari con quelli fissi. Pubblico curcondava i carri ogni spettatore aveva un punto di vista differente . “ La vida es bueno “ Di calderon Re basilio Di Polonia . Il Protagonista è il Galan. Metà 600 ricorso alla pittura scenografica. Personaggi allegorici e reali s'incontrano in uno spazio metafisico e trattano il mestro dell'eucarestia. Allestimento scenico semplice. Compare scomparel'oggetto. Rppresentazione durante la fine delle processioni nei giorni del corpus domini Ferragosto. Il palco divnetò simile al teatro di corte. Diffusione nel 600 deio corralles : cortili circondati da case sui lati veniva allestito il placo. Teatri pubblici nati in spagna intorno al 1570 ( Madrid). per il consiglio ( Municipio) e l'ultime 2 per il popolo Plaza mayon e Puerta de Guardalajam. si disposero i 2 carri dietro il carillo 1648: 4 carri periodo calderon de la barca. Spettacoli profani: libera scelta dell'uomo. Soggiorno di Giuseppe in Egitto.Autosacramental. Teatri religiosi: personaggi hanno una vita predestinata. Figura Galan contrapposta al Gracioso ( Servo comico del primo) Dimostrazione di come l'amore e l'onore sono le prerogative della possiblità spagnola. IN piedi stavano i soldati (mosqueretos) Finestre del cortile potevasno essere una veduta spesso i professionisti l'affittavano a chi voleva vedere lo spett. Nel XVI sec. Prima i tendaggi che si aprivano e chiudevano. Più tardi sui due lati si costruirono. Claderon.. Di fronte c'era l'area per le donne ( Cazuela) sopra il palco per il consiglio in alto uno spettatore per il clero. Innovazione tecnica per centri documenti. L'arcoscenico costruito sul palco dei carri sviluppò simile al teatro aristicratico profano. 2 carri coordinati tra loro Carro Malo e carro Bueno. Inizialmente venivano usati 2 carri ( Mendos carros) Collegati da un 3° carro ( palco) dietro ai 2 carri c'era il piccolo edificio in legno ( macchinari e spogliatoi attori). autore di Conte.

Rigida organizzazione gerarchica c'erano specializzazioni. Fisso fu 2 balconate sovrapposta. Eroe dei drammi spagnoli non 'è il gentiluomo ma i valori spagnoli coraggio e gelosia. Teatro professionale strumnto di persuasione per il cattolicesimo. ma adattamento allo spazio preesistente. talami. Divisone compagnie ⁃ Stabili si esibivano su palchi. Compagnie di titulo : compagnie con un capocomico. Motivi : 1) Coralles. teatro costruito non proprio per gli spettacolo ma per celebrazioni politiche. Corralles fu criticato molto da cervantes rimpiangeva la lope de rueda. traevano buoni proventi. colline. . Teatro profano non era ufficiale. Nascita del teatro nel 1577 ( The theatre). Aveva bisogno di un luogofrequentato non dalla comunità. Creò un teatro che riproduceva le condizioni ambientali dei cortili delle taverne e delle arene. tuoni. Recitavano in cortili o addirittura in arene destinate a combattimenti. Istituti religiosi. piazze. Ricchezza spettacolo ddovuta soprattutto ai costumi lussuosi ma venne proibito di usarlo fuoriscena.2 laterali ingresso perdonaggi. Mura di città. 100 compagnie nella metà del 500 si esibivano (oltre a castelli) nei cortili delle locande. IN spagna non ci fu una polemica così aspra come in europa. Commissionava drammi ed era il regista. ( capocomicos era l'autor. Acnhe i francesi e italiani fecero così ma loro cominciarono a trovare luoghi chiusi. Palco e alto teatro Collegati con scale. Recitazione. Possibilità agli attori di formare una confratrnita Catalogazione delle compagnie teatrali: ⁃ Bululù giullare ⁃ Ncque compagnia di 2 attori con barbe finte con pelo di pecora. taverne e piazze. 3) Compagnie venivano utilizzate per spettacoli religiosi. Cap 18“ I teatri e compagnie dell'inghilterra elisabettiana” Inghilterra : allestimento architettonico uguale a quello spagnolo.. Differenze: Il teatro italiano è concepito come monumento essenziale dell'arredo urbano. Apparizioni divine ( Autoteatro). canto e ballo. Scenografie luoghi elevati in balconi. maggior responsabile sipulava contratti. Buona compagnia composta da 16 attori. Le arene inglesi furono il modello del teatro elisabettiano ( edificio) costrutio da un attore ideatore: James Burbage ( Compagnia protetta da Leicester). Argomenti politici e sociali. Roma 1513. ⁃ Di giro recitavano nei coralles. 2) Compagnie recitavano sia a corte sia nei teatri pubblici. Compagnie stabili era compagnie fondate su un sistema cooperativo delle parti . Teatro sacro : ufficiale. The theatre di Burbage fu il primo edificio autonomo costruito esclusivamente per spettacoli teatrali. ( Londra). Teatro olimpico fu costruito 8 anni dopo ma era cmq una costruzione preesistente. Ma la grande differenza era l'organizzazione interna. ( Pimi impianti sportivi). Accessori scenografici come alberi. Il corral spagnolo nacque prima ma non fu un edificio autonomo.

strumenti per rumori atmosferici Botole per apparizioni/ sparizioni dal basso. Divisone tra teatri pubblici e privati. Struttura simile a quelli pubblici .. Potevano ospitare nelle gallerie o platea ( in piedi) ⁃ gallerie si concludevano ⁃ un tetto a doppio spovente ⁃ area nel cortile s'integrava ⁃ l'edificio scemnico appoggiava la sua parte anteriore sul palcoscenico ( forma rettangolare o trapezoidale) aggettante nella platea ( circondato dagli spettatori ) 11 m di larghezza. 2) Sopra c'era una balconata. Non abbiamo nessun esempio di edificio elisabettiano. Sale ampie dotate di due gallerie ( balconate) correvano lungo il perimetro. Modiche di recitazione emodifiche di rapporto con il pubblico ( più slezionato) In inghilterra i teatri non furono mai sotto la tutela dello stato. dove peste e delinquenza era un fatto quotidiano. globo. fortuna. aperte verso l'interno a mo' di balconata ⁃ poteva ospitare dai 1500 ai 2300 spettatori. Molti teatri seguivano l'esempio Burbage. diametro 25-30 metri ⁃ 3 gallerie sovrapposte. Attacco purtiano nel 142. Palco non era circodato. Nel 1609 il teatro privato. Duopoldio di teatri ( nord-sud). Nacquero numerosi teatri nella zona SouthBank ( quartiere di teatri) non situati nella città ideale ma in una zona mercantile. Ci sono alcuni documenti indiretti che permettono di tentare una ricostruzione del tipico teatro elisabettiano: ⁃ Edificio pianta centrale. ( spettatori di magior riguardo) 3) Edificio concluso da una specie di capanna ( Abbaino) che s'innalzava sopra il livello del tetto. Ma la corona riconobbe il teatro come impresa commerciale fino a quando non fu deposto e . Privati al chiuso con luce artificiale. ⁃ 14 x 10 area del palco sovrastata da un baldacchino poggiante per mezzo di 2 colonne Tiring Hose edificio scenico costituito da 3 elementi 1) In basso ( Palco) c'era un muro sul quale si aprivano 2 porte per l'ingresso degli attori. Successivamente furono costruiti altri teatri: “ il rose” edifcato da un impresario Henslowe. quello che ebbbe la sede al convento dei blackfairs divenne iol secondo teatro della compagnia di shakespeare.Burbage per sfuggire ai divieti della municipalità costruì il teatro a nord di Londra ( Dipendeva direttamente dalla corona) Anni dopo fu costruito un seocndo teatro a sud del theatre ( the cortain) La piccola corte. mancava di baldachino. Pubblici illuminati dalla luce del giorno. Allestimenti simili alle sale di corte. Dopo nacque la concorrenza: Burbage distrusse il suo primo teatro e lo ricostruì vicino al Rose. Lì sopra s'ergeva il simbolo del teatro: Cigno. Chiusura dei teatri. Palco fronteggiava gli spettatori. Teatri privati: notizie meno precise. prosecuzione della seconda galleria. Nell'abbaino vi erano collocati i macchinari per discese in cielo.

Spesso gli attori si mettevano al servizio di potenti signori senza stipendio. Era l'attore con i suoi gesti. Evoluzione condizioni di lavoro degli attori. ( gente non inquadrat nelle strutture sociali) pericolosi. Solo verso fine 500 il recitare diventò commercio. Parti femminili fatte da giovani di 11-12 anni. Es: Lord Strange's Men. Il tempo e il luogo non è unito. Nei teatri elisabettiani non c'era scenografia. Lampi e illuminazioni non vengono rappresentati in termini di materialità scenografica. movimenti a dare realtà alla scena mimica. illuminazioni. i quali espulsero gli attori. contrasti fuori da ogni consequenzialità narrativa. C'era molto spazio al clown. Compagnie inglesi costituite secondo il sistema di pari: ogni attore socio di una impresa e possedeva una quota per tutto il periodo elisabettiano e giacomo non ci furono donne a recitare. Il repertorio queens men comprendeva commedie e drammi storici. Compagnie individuate con il nome del protettore. Stendhal fa la differenza tra Racine ( la regola.giustiziato Carlo I dai Puritani. Sostituiti dalla compagnia guidata da alleyn ( attore predilgeva le parti eroiche) repertorio fu quesllo di christopher marlowe. Durante le feste di carnevale. Molta . con naso schiacciato e strabico. molto vario. Nel 1531 : emendamento “ Vagabond Act” gli attori appartenevano alla stessa classe sociale dei mendicanti e dei vagabondi. luogo indiacato da qualche accessorio o dipinti sulla tela interna. Cap 20 “ Lo spettacolo Elisabettiano” Attori inglesi recitavano con un repertorio multiforme. elisabetta e giacomo I volevano intrattenimenti drammatici: nello stesso periodo della nascita del teatro stabile ci fu una ristrutturazione dei migliori attori e nacque il concetto di troupe ( queen's men) Primo grande compagnia del tatro inglese .. Più famoso attore comico inglese Tarlton ( buffone. Scrittura drammatica sono lampi. Spesso loro avevano lo stato giudirico di apprendisti. Spettacoli di Banchetto ( per la prima votla fu rappresentato sogni di una notte di mezza estate). Non è un caso che i romantici elessero shakespeare come modello ( passava dal comico al tragico).) grande maestro della mimica: testi “ i lazzi di tarlton” con il suo abbandono la compagnia decadde. 3° compagnia protetta da lord chamberlan e da giacomo: quella di shakespeare e da burbage. Teatri diversi tipi di gestione: globe-theatre ciascun attore (comproprietario) Teatri di Henslow ( rose-fortune) proprietà esclusiva dell'impresario. metonimia) e shakespeare ( libertà metafora). Alcuni attori raggiunsero situazioni economiche molto buone: ( Alleyn si comprò un castello) Protezione dei potenti non gratutita ma spesso dovevano svolgere gratis uno spettacolo di corte. piccolo grasso.

Cap 21 “ restaurazione e la fortuna di shakespeare. In shakesperare il problema politico lo inserisce nei suoid rammi. Funzione della struttura scenica: elementi ⁃ palco ⁃ baldacchino ⁃ Primo piano sfondo con 2 porte o una tenda. Distacco morale dei personaggi non fisico.intensità ma non violenta. . Zona per situazioni più intime. Es: amleto è lontano spiritualmente dalla regina e re. dryden: Protagonista confuso.p piano mentre gli altri più in fondo sotto il baldacchino. Lui siede in p. Romeo e giulietta si uccidono. La loro funzione Baldacchino: sovrasta la parte superiore del palco indica la distinzione di 2 zone ( 2 luoghi ma diversi. es: " l'orfana e il matrimonio infelice" donna contesa tra 2 fratelli.” Restaurazione: ritorno al trono di Carlo II Stuart e fino al sec XVII ci sono tragedie come protagoniste Femminili ( She-tragedies). Con il teatro inglese ci fu una forte voglia di lasciar maggior immaginazione al pubblico. pochissimi mezzi e trucchi. (Ha tratti femminili). Gli attori dovevano rappresentare anche il freddo pungente e l'oscurità della notte. Scene più credibili in zone scure . Poi abbandona la battaglia per seguire . Private a volte faceva da nascondiglio. Il marito e i due assassini devono dare il davero il senso della nebbia che li circonda. Mai gesti non doveva essere fortemente sottolineati. 2 diverse cleopatre: shakesperare: antonio lascia cleopatra per gli affari di stato. dilaniato dalle passioni. nella prima scena nel cambio di guardia sui bastioni del castewllo di elsinore. Non lo annoiava. Ma ricchezza mimica e intense gestualità. Al popolo inglese piaceva anche la drammaturgia ( storie morali e politche) repertorio sempre nuovo. Nascita di drammi pirata. Balconata al 2° piano. C'è una scena in cui il marito viene inserito nella nebbia. Scene d'assedio. Kings men le compagnie acquistavano testi e diventavano di loro proprietà ( patrimonio) i testi non venivan o pubblicati. Es “ amleto. Es: otello uccide desdemona sul letto. La balconata fu un prosecuzione della galleria e spesso capitava che potesse ospitare spettatori privilegiati che poi diventaro attori stessi ( spettatori ideali) che comentavano le rappresentazioni. Nei soliloqui lo spettatore si confrontava con il pubblico. Tragedie sulla vendetta. " Venezia salvata" Personaggio Berenice per amore convince il marito a tradire i propri amici. Signficato in modo indiretto. Opere shakespeare piacquero al pubblico popolare: teatri poveri. Tempo e luogo rappresentato dalle parole e dai gesti degli attori. Balconata : scene immaginate in un luogo alto ( bastioni di una città) dimostrazione e differenza di altezza viene messa a confronto quando i personaggi stanno in basso ( plco) e altri stanno in alto ( balconata) es: romeo dichaira l'amore a giulietta. Es: 4° atto Di arde of refestal ( tragedai borghese) 2 amanti vogliono uccidere il marito della donna.

Teatro della restaurazione non segue la tradizione. Sopra c'erano 2 balconi per le scene in alto. Spettacoli in prosa .Elemento di passaggio tra scena e platea . Apron: proscenio aggettante palco assorbito nella platea. Soddisfò i bisogni della corte. Recupera solo degli elementi per giustificare problematiche nuove. Attori recitavano sull'apron. profondità spaziale . dilatato non fungeva più da gabinetto e ne per l'azione scenica. adattato teatro di corte la sala del " Whitehall" Modello Italiano. Ma due teatri erano troppi per il pubblico. Egli non portò il recupero della tradizione elisabettiana. Scenografia non influiva sull'azione.Parte posteriore innestate. Tra il 1642-1661 i teatri rimasero chiusi per ordine di Cromwell. Rettangolari simili a t Privati. Distruzione di edifici gloriosi come Globe. il nuovo teatro fu un teatro di classe. Davenant. una di queste costituì un nuovo teatro. Queste compagnie recitarono in sale adatte al teatro. Profondo 11 m. Nel teatro della restaurazione la recitazione era violenta e molti attori interpretavano ruoli in una realtà completa ma astratta (violente caricature). Molti moralisti avevano tuonato contro il teatro : Monthbrooke. Rpertorio: M asques e balletti. Incorniciato da un arcoscenico. Arch. incredibile. Sede provinciale al teatro ( Drury lane) architetto neoclassico. La compagnia riunita si divise. Theatre. rapporto: attore-pubblico frontale. Scomparso il ricordo del teatro elisabettiano. Gia nel 1677 c'era novità. Sul fondo aperte 3 gallerie. 1682. Elemento elisabettiano. Nel XVIII il repertorio si modificò: commediare quel carattere cinico si volse verso un equilibrata immagine di condotta morale. erano le quinte . Attori recitavano sull'arpa. Non contratto tra Gulls/wits ma tra . Tono recitazione: Prima va detto che i ceti popolari avevano quasi dimenticato il teatro. . La nobiltà si lasciava rappresentare priva di valori morali. Wren.Protagonisti maschili: sono di un eroismo esagerato. Caratteristiche: Sala forma tondeggiante. francese ed elisabettiano. Zona centrale sul limite estremo dell'apro. Davenant ( Duke's man) Killingrew ( King's Men). . Distinzione tra personaggi caricaturali ( Gulls) Normali ( Wits). molti autori come Davenant. Spettacoli eroici assurdi e che spesso cadono nel ridicolo. sfruttarono il nome di Shakespare per far ritornare il teatro come una volta. titolare delle 2 patenti per la professione teatrale.Arcoscenico. Attori non rappresentavano più con la mimica la situazione locale del momento. palco che poteva ospitare scene mobili. Fortune e Swan. ( OPalco da parete a parete). Arcoscenico venivano disposti elmenti scenografici Arcoscenico 2 porte dove entravano e uscivano gli attori. Interpretazione commedia ci offre una chiave di lettura degli " Heroic Plays". Ma il teatro al Drury Lane fu orginale: Mix Italiano. Acquistava la funzione di camera ottica . Il proscenio si concludeva con un arco di cerchio e aggettava nella platea per 6 cm. 3 ordini di palchi sottoposti sui fianchi. Arcoscenico simile all'attuale. grasson predicavano contro il teatro. circondato da spettatori su 3 lati. . Le compagnie diventarono un unica impresa.

Ma con l'avvento di David Garrick ( 1717-1719) (debuttato con il teatro clandestino) Nel 1746 assunse la direzione del Drury Lane e divenne una nuova scuola. Nel 1740 Garrick cambiò costumi. Ci sono diverse pause.eliminazione balconata. Allargò la platea. Gli attori entrano . Furonoa attualizzati ma non furono ma modificati o alterati. Egli era un abilissimo mimo e imitatore. Battute dette con lentezza. Shakekespeare influnezò gli scrittori ma non ci fù più nessun imitatore o continuatore. Mise in discussione l'interpretazione corrente. costumi dell'aristocrazia cortigiana ( ma con qualcosa di forzato) Foresta di piume portata sulla testa degli eroi. satira personale. Garrick si contrapponeva alla recitazione grandiosa ed immobile degli attori. scuola Garrick: grande capacità degli attori di adattarsi a diversi personaggi. fece vestire gli attori seguendo la moda corrente. prostitute. filtrava dagli heroic-plays di dryden. Dette al personaggio l'ebreo del mercante di venezia non più un aspetto comico . 1732: teatri londinesi 1) Drury Lane 2) covent Garden 3) teatro Clandestino " Goudrman's fields 1737 stage Licensing acta: affermava che le compagnie ufficiali potevano rappresentare tragedie e commedie. Cercò di caratterizzare i personaggi . sempre i soliti. Herdic play sostituiti da tragedie d'ispirazione classica. +Le loro pose sono molto contenute. Sviluppo farsa. ogni tanto fanno qualche posa. Condotta umana condizionata da valori morali trionfo della virtù. Attori vestivano in Pieno periodo elisabettiano. figure importanti e venivano riconosciute attraverso caratteristiche fisiche. si cominciò a mettere in scena novità e classici. Francia: racine. In realtà egli non può essere un classico. Annullamento del movimento e della forte gestualità mimica. Mantiene il carattere grottesco. Tra i 2 teatri non c'era tanta differenza di scuola o di stile : molti attori passavano da un teatro all'altro. uomini di stato. qualche passeggiata. Moliere e per L'inghilterra è Shakespeare.buoni e cattivi. Diminuù l'apron e fu costretto a portare l'azione all'interno della scena. Ripresi testi di shakespeare. Dimensioni Proscenio furono ridotte ( aumentati i posti in platea) . Garrick abbandonò le pose lente per recuperare la mobilità dell'attore ( elisabettiano) Adattandola alla moda borghese . Tono recitazione più realistico . Nel XVIII sec. Tragedia: secondo gli schemi si quella francese. Trasformismo. Realismo: personaggi molto diversi e caratteristici ( coesi con la realtà circostante). Rifacimenti francesi. Maggior attore ( David Garrick) 1750: Satira personale assunse un tono più violento ( grottesco) " Opera del Mendicante di John Gay" L'opera offriva la possibilità di rappresentare nelle vesti di ladri . Le sue opere furono modificate e riadattate al gusto contemporaneo. raggiungono il vertice dell'Apron.

( 1494-1576). baviera. si cimentarono nella tragedia. La lingua era il latino.stato significa politica. La germania era terra di conquiste e il suo teatro era tutto d'importazione. sud compagnie italiane. Oltre ai Meistersinger c'era una dramamturgia aristocratica promossa dai gesuiti. Dramma lunghi del nord. dresda. cOMPOSTO DA ARTIGIANI DILETTANTI.interludi e farsa. Giustificava l'incoerenza. tendenze e tentativi di dirigereun teatro nazionale tedesco. La storia è molto più complessa di come ci sembra. Atteggiamenti stereotipati. Dettero vita ad una forma tipicamente tedesca: il trauerspiel ( gioco luttuoso. compagnie: robert brown. Gia nel xvi sec.paulsen . Per raggiungere la sua individualità fu molto complesso. mescolava il comico e azione seria. il genere dei gesuiti era la tragedia religiosa. compagnie basate sul principio del capocomico: -velten . furono costruiti teatri di corte destinati a rappresentazioni italiane. rapida evoluzione costume/scenografia si adeguarono alle mode italiane. I meistersinger ( cantori di norimberga) ma fu un teatro amatoriale. i quali introdussero il teatro come disciplina didattica neei collegi ( ben 11). Rese spettacolari le processioni e i drammi. Egli cercò di soddisfare i gusti dell'epoca. lo scopo era quello di educare le classi aristocratiche. drammi tedeschi fine 600 erano azioni principali e di stato ( primo esempio di drammi storici) . Massismo autore dell'epoca Hans Sachs.700 incursioni commedianti francesi. Griphius lohestein. Elemento importante nel 600 nelle corti d'austria.S'ispiravano alla farsa carnevalesca. Questo porto una forte influenza di generi tedeschi: fine 500 occupata da attori inglesi. cap 22 Germania. Ci furono autori laici in altre scuole. Palcoscenico nel coro della chiesa di santa maria. dramma triste): nessuna decisione può essere presa perchè sono tutte sbagliate. Nel XVIII ci furono modifiche. john green. accolsero nelle loro compagnie apprendisti tedeschi. più significativa la presenza di attori inglesi del teatro elisabettiano. Devastata dalla guerra dei 30 anni: ma fu in questa situazione dove si fusero le più diverse tendenze del teatro europeo. legata alle tradizioni del teatro popolare. Primo repertorio del teatro anglo-tedesco furono marlowe e shakespeare. tutto il repertorio europeo si confrontava sulle scene tedesche. culla del repertorio europeo Germania XVI-XVIII caratteristiche anomale: fu un paese diviso in tante parti. Teatro di sachs: mescolava il teatro borghese realismo e forme simboliche. ma spesso erano riadattamenti e rielaborazionei. reinolds.( nel 500 la scenografia ancora simultanea). Il gesto era accentuato e ridondante ( parallelismo tra parola e mimica ). .ma cattivo.

. grande polemica sui costumi. attori tedeschi spesso costretti a recitare nelle piazze. si sviluppa in inghilterra. un impiegato di un ricco commerciante s'innamora di una donna senza scrupoli.sostenuto nelle 3 unità.abolizione di ogni forma spettacolare. italia: goldoni. viene spinto da essa ad uccidere un vecchio zio. quella di ackermann. Finiscono i drammi sul mito come amleto e otello. la compagnia fu derisa.stranizsky Non c'era una metropoli e le compagnie erano spesso nomadi. programma di restaurazione scritto da gottsched: impos norme classiche sulla base delle prduzioni di racine e corneile. esistevano teatri ma erano di corte e spettacoli da melodramma italiano. Nel 1737 ci fu un tentativo di una compagnia tedesca che chiese ad amburgo di stabilirsi nella città per restaurare il teatro tedesco ( compagnia di caroline e neuber). . il drammaturgo lessing riusci ad ottenere successo con un altra compagnia. 1765 primo teatro ad amburgo. cap 23 verso il teatro borghese 1731: a londra. il tentativo fallì. rappresentaizone " mercante di londra" di george lillo. La compagnia accettò passivamente le condizioni di lessing. mercanti che si elevano alla tragedia.. il dramma borghese trovò la sua definizione in germania grazie al critico esteta gotthold lessing ( metà 700).adeguare il testo e lìaspetto all'epoca. sostituzione della verità storica. viene condannato alla forca. francia ci fu un nuovo genere  " dramma" dove i personaggi sono mediocri dalla prima metà del 700. commedie con una recitazione più tenue. tutto in opposizione allo stile di quel periodo dove i dialoghi erano forzati e i testi estremamente esagerati. le compagnie avevano bisogno dell'autorizzazione del principe. esaltazione delle virtù mercantili. portò la concezione moderna di drammaturg: egli condizionò le sorti per la gestione del teatro di amburgo dal 67 al 69. Sono i borghesi. si pente e viene perdonato ( nessun riferimento al mito o all'eroe). sventure reali. ma a molti avevano ancora uno stato miserabile. lessing fu un drammaturgo molto diverso dagli altri. dialoghi proporzionati all'azione. ( sispiravano sempre alla comedie larmoyante e allo stile tragico francese). mostrava scene d'infelicità privata. uno dei primi ad ispirarsi a diderot fu mercier il quale stracciava la passione e usava un tono immobile statico. diderot: maggiore rappresentante della tragedia domestica. fu la prima tragedia borghese. eliminarono . ma anche nel resto d'europa. attori accettavano tardi i suggerimenti di diderot. Molti attori venivano dall'accademia fondata da ekhof.

attore ideal per lessing fu ekhof ( nessun meccanismo) ekhof interessato sui costumi secondo ekhof.lohestein) . tra altri studiosi sull'attore. Duca theodor sonò alla città un teatro nazionale di mannheim ( importante 1784-1785) poi a berlino. i costumi (similfrancesi/ italiani) ma idealizzati con del tutto realistici ( contrasto con gottshed) tentativi di realizzare costumi realistici (attinenza alla realtà fu vano. Teatro: elemento che da vitalità al passato. ma storici. compagnia adi amburgo si trasferì a weimar ( diezione del teatro affidata a goethe). Questo tipo di spettacoli sono quelli di iffland. per passione e moda per soggetti storici. dopo esperienze : amburgo. Scenografie gotiche. che partono dai romnazi di walter scott.non c'era parole verso il re. ( costumi). romanticismo: sogno di ricostruire un mondo perduto in forme vive. ricostruzione storica. la storia e shakespeare 600-700 germania tragedie simili a quelle inglesi (re e principi) seguivano norme pseudo aristoteliche(teatro francese e melodramma italiano) Ma cmq c'era differenza : drammi tedeschi (griphius. vita quotidiana. lessing: 1) centro d'interesse di un opera sono il carattere dei personaggi e non dai fatti ( diversamente da diderot) si rivela l'essere umano. più di un periodo) riforma avviene ma più tardi .vienna borghtheater. L'attore schoroder mise in scena un dramma di goethe ( berlingher. 2) tono di recitazione .l'improvvisazione e discutevano sul valore dei testi da rappresentare. scena soffittata ( a più piani) più appartamenti sovrapposti. . non erano immaginari. francoforte ( sviluppo arte scenica) . 1790 molte compagnie avevano una sede stabile.. scenografie non più come abbellimento ma realizzate con correttezza storica.. cura l'esattezza storica. cap 24 I romantici. nacque in germania il movimento " sturm und dang" Klinger. l'individuo. armature cavalleresche ( epoca riforma). Medioevo rappresentato in arco assai vasto. idealizzati in un conesto reale. che fu regista anche. mediotono e il parlato doveva essere quello medio borghese. Tentativo di goethe nell'Ifigenia di restituire lo spirito greco del passato ma egli subordinò l'esattezza storica a scapito della bellezza. Koch: allestitore di scene. novità: rappresentaqzione teatrale di opere storicamente ambientate . affermava che esiste un unica chiave d'interpretazione del dramma. si vennero ad affermare alcune tecniche di recitazione come la reviviscenza. cmq il dramma borghese prese in considerazione la moda per i soggetti storici. vienna. le corti delle diverse capitali cominciarono a sezionare l'insediamento di compagnie stabili.

Poi mise in scena il mercante di venezia. von bruhll volle cercare di istruire il popolo alla storia e al folklore. primo archeologo della storia del teatro. Rappresentazione di Amleto: rottura della consequenzialità.. di stanislavski e di dacenko. ( macbeth. La sua prima opera fu ( i masnadieri). Idea di realizzare opere shakespereane con una messa in scena minimale. nella metà dell'800. diventò direttore di teatro. Anche in Inghiltrra si inziò a rispettare una certa correttezza storica dei costumi. Elementi disposti tridimensionalmente anche se ancora la visione del passato era un po confusa. In inghiklterra un grande interprete di shakespeare fu Charles Kean ( Ruolo simile a Iffland) Kean mise in scena i testi di Byron. il primo fu Konrad Ekhof. di schiller. ma i personaggi erano diversi e avevano valori non coerenti con il testo orginale. Charles Kean mise in scena strutture con minuziosa ricerca archeologica. Contraddizione Personaggio/ Storia(Luogo). Von Bruhl. Schroder. A berlino. Messa in scena ( il castello incantato) mescolanza di antichi costumi tedeschi/ spagnoli. ridporuzione accurata dei palazzi veneziani. straordinario interprete di Jago. Fortuna dei grandi interpreti dei personaggi di shakespeare.. tragedia con andamento lento e maestoso. il regista Tieck decise . Iffland ( Teatro berlino). Costumi: esercito romano alle divise della guerra dei trent'anni. ( Periodo dei Kemble) John e sarà Siddons. attraverso lunghi viaggi. Medioevo comprendeva molti secoli. Anticipò gli spettacoli storici. mostrare a lampi la vita ad amburgo. Messa in scena del mito di giovanna d'arco di Schiller. iffland. apparizione delle streghe veggenti. Tendenza romantica nel raggruppamento di diversi stili storici.. Non cadeva in contraddizione con i suoi colleghi poiché cercava una coerenza storica. moda . Nel romanticismo nasce anche il ruolo di regista. Cp 25 . Karl Immerman fu molto più rigoroso. Scena di ambientazione paesistica. teorie tedesche. fascino del credule. in abiti da tragedia greca). missione teatrale di iffland. ( di Brockman) Brockman dette inizio all'interpretazione poetica dei testi di shakespeare teorizzata dai poemi letterali di Hoffman.Sfondo e costumi diventato elementi fondamentali. Personaggio più strano e vario. Shake si sviluppò nel periodo romantico: un grande seguace fu schiller. Momento culminante: grande processione: 200 figuranti e 403 comparse ( popolo di reims) costumi vari. Franz moor. Autore classico più rappresentato fu Shakespeare ( 1780)-1850) Interpretazione delle opere. personaggio importante per i romantici. estrema ricerca nell'architettura. eccessiva ricchezza dei costumi. di creare una scena astratta per shakespeare. Possibile vedere questo con l'incisioni di schintel e i costumi di strumenti. E non hanno una funzione decorativa. Vestiti femminili ricordavano la vecchia moda napoleonica. Ripropose la scenografia elisabettiana. Ma si comico a dare corenza storica non solo per un bisogno intellettuale ma per esigenze sceniche.

Struttura scenica più complessa. specializzato in spettacoli di generi. Spettacoli con la durata di 5 ore. Meccanismi complessi. Opere in funzione del gente spettacolare. Dato che l'attore si sentiva poco c'era un gioco scenotecnica. Questa epoca durò fino al crollo dell'impero napoleonico. Allestimento del Panorama. Nell'800 si raggiunge una illuminazionepiù adeguata e meno impegnativa  con il cambio delle lampade a gas che a olio. come Genere letterario: ( origine dal dramma borghese) melodramma si sviluppa in francia. spettacoli otticidi daguerre. Nel 1807 Napoleone ristabilì l'ordine e permise solo 8 teatri di agire in città. molto intrattenimento visivo. Inghilterra povertà per i testi drammatici. con argomenti attuali. ricco di colpi di scena. 1790 abolizione dei privilegi dei teatri ufficiali. nel 1787 da fulton e nei primi dell 800 dal francese Pierre. Parigi si venne a sviluppare un impanto spettacolare senza precedenti per il melodramma. esteriore e Plebeo. Teatri del Boulevard si rinnovavano di sperimentazioni tecniche. Teatri di stato ( generi alti) quelli privati ( g. Teatri Boulevard: Generio spettacolari. Le parti si sono ribaltate. ricca di elementi tridimensionali. 20 quadri con titoli diversi. Napoleone dava a ciascun teatro delle specializzati. Boulevard de crime. Con la restaurazione: ricominciarono a fiorire le imprese teatrali ( 1830. Tuttociò è avvenuto con la'bolizione dei teatri patentati e del nuovo pubblico ( aumentato). Ttutin ( attore famoso) che interpreta il cattivo. La pantomina fu molto importante e  maschere dell'arte tipo arlecchino diventò acrobata e pantomimo. Spettacolo violento. Formula melodrammi: . si svilupparono 20  Imprese teatrali sul boulevard nella periferia orientale. Il teatro adelphi. Grande fortuna per il Melodramma. . 30 teatri a parigi). nell'800 primi anni. S'innamorano. Il ruolo centrale è quello del cattivo ( modello spettrale) Attorno ci sono personaggi patetici. personaggi con psicologia elementare. popolari). Allievo di Daguerre fu Ciceri. Si aprì anche un intensa sperimentazione scenografica. Tante offerte e opere spettacolari. Giochi scenografici con visioni di città ( genere  con natura e oggetti in movimento diorama). I testi più importanti sono in funzione dello spettacolo. spesso si concludevano con farse e pantomime. Si rciercano effetti più studiati . Padre affettuoso. Capienza edifici : 3000 persone.Malvagio persecutore . teatro di Varietà.Il boulevard Parigino XiX sec il gusto per lo spettacolo cominciò ad attirare la massa.Onesta fanciulla.

Illuminazione  misteriosa e oscura. Hugo e Schiller. importanto quanto Sara Bernadt. espressività appassionata. Luoghi selvaggi. fitti di annotazioni registiche. 1872) drammi con Studi coreografici. Regole di recitazione. (1800) Esistevano gerarchie tra le compagnie 1) ospitate in teatri di livello 2) secondarie quelle che recitavano nelle piazze. La società rispecchiata era reale. creò l'eroina tragica. Musa dei romantici Marie Dorval. Eruzione del vesuvio. Dumas non è abile nella suspense punta più su i drammi sociali. ( Romanticismo di maniera). Non si riuscì a creare una compagnia stabile. Boulevard fece da scuola a Dumas.Ponte del diavolo. Teatro naturalista ( Bassifondi Parigini) Tema attualità. . Dopo la vocazione romantica ritorna la ventata classicista. Teatro. Grande repertorio ( 800-900). Nuovo repertorio del dramma borghese. Invece in italia rimasero. 1830 Ritorno alla fiamma Npoleonica. Il teatro rispecchiava la società che conta. capacità d'illudere il pubblico mescolando realismo e convenzione. Dumas aprì un teatro specifico ( theatre hstorique) . 1850 La comedie e l'odeon rimangono classici ma sono aperti alla novità. Ripresentazione della realtà . asrdou. I reazionari non condividevano tali spettacoli poichè pensavano spingesse a commettere rivolte. Ma come registi non erano granchè. Lemaitre: restò legato al personaggio Robert Macaire. Arena più scena spettacolare.Ambientazione spesso medievale. Spettacoli storici erano molto in voga nei teatri popolari. Compagnie familiari si tramandava il mestiere tra padre e figlio. Dumas figlio. Ruolo della regista fu svolto da varez dell'ambigu. spesso recitavano baracche e venviano pagati in natura Durarono fino al 1950: ultima compagnia Doriglia-Palmi. Dumas contro i pregiudizi. cap 26 gUITTI ITALIANI Compagnie nomadi scomparvero in germania . Figli d'arte non si trasmettevano più le maschere ma i "ruoli": molto più complesso della maschera. (1875. . studio della mimica. Rppresentazione della città con toni di realtà molto crudele. La Ruine dei pompei . francia. Sale ricche d'oro e ornate di tanti dettagli e scene dove si presentavano banchieri e finanzieri. Ambientazione storica curata nei minimi dettagli: accentuazione di contrasto di colori. Attore importante Fderik Lemaitre. Coinvolse un sacco di attrici. Sardou maestro della teatralità pura: "Ferrol" e Fedora. Cirque Olpympique. molto vera. Scuccessivamente ci furono lo sviluppo dei teatri storici e vennnero fuori 2 autori molto importanti come Dumas e Hugo CHE DA MELODRAMMA TRASFORMARONO  in dramma . poiché comprende tutte le parti di un personaggio. Si capisce che c'è una nuova classe a dirigere.

attrice dalla compagnia della " Reale Sarda" ( 1923-40). Grandi scenografi: Bagnara. plasticità della posa. stravolse il personaggio di mirra facendola alternare d'umore. Importante fu l'avvento di Eleonora Duse. Tommaso salvini: Dinamico e violento ( otello) Erneso rossi: pensoso e sottile ( Amleto). Attori protagonisti : e strettamente versatili in tantissimi ruoli. Il vero teatro quello fu quello dell'opera. Non c'era lo studio complessivo dell'interpretazione e neppure della coordinazione dei movimenti e delle entrate. ma anche con le regole del buon comportamento. Allievi di tommaso Modena essi recitavano molto in italia ma soprattutto all'estero. Il repertorio di alfieri rimase sempre nella tradizione recitativa italiana. attore alfierano che propose di fare una mimica ad ogni verbo. Quella di Augusto bon. il villano e il caratterista. Pirmo 800 fece successo anche shakespeare in italia. tanti attori italiani riuscirono a farsi identificare in alcuni personaggi shakesperiani. alternava silenzi scenici e movimenti insignificanti. l'adultera. La duse Ruppe con i vecchi stilemi di tradizione italiana. Carlotta marchiani. Patrimonio mimico passato ad alamanno Morelli. soprattutto l'esteriorità violenta. Non arrivano nei primi dell'800 accessori e strumenti adatti come in francia. Attori italiani poco contenuti ma molto esagerati. Repertorio cambiò: dramma sentimentale al melodramma storico francese: unico punto fermo furono le commedie di goldoni. Molti attori dopo il 60 si dettero ai personaggi dell'alto borghesia . ( Almano Morelli). Poerò ad un uso repentino dei gestii. attrice ( 2 amorosi). Ricordarsi tutte le battute di 30-40 testi era difficile improvvisare e avevano grande repertorio mimico. pochi accessori. Dignità alla scena.Spesso gli attori dovevano cambiare spettacolo continuamente. Cap 29 . Capacità di adeguare la loro personalità alla parte. anche se viene completamente stravolto. Ma il gesto esteriore veniva usato soprattutto nelle compagnie minori. Un ordine alfabetico senza specificare il contesto. rieteneva che i gesti avessero una laoro necessità musicale. Tecnologia mai arrivata. Compagnia italiana: attore. Violenti attacchi a chi non seguiva la cultura classicista. Volle dare dignità al teatro italiano e dettò delle norme necessarie. Unico coordinamento  era dare spazio alla recitazione del protagonista. diventò un vocabolario di gesti. molto diverso dal vero stile dell'alfieri che era per ridurre tutto. Tradi8zione dello spettacolo barocco.. Nel teatro di prosa non c'era principio di regia come in Germania . Direttori di scena francesi. Si spendeva grandi cifre. Morrochesi. ritenute " Teologie aristoteliche". Bertoja. tra una furia baccante e una donna estremamente dolce. Poverà scenografica. seconda donna. 18 pose nell'Oreste.

Letteratura Zola : " Il romanzo Sperimentale" . Reinterpretò i classici. 1) Rappresentare qualcosa con un linguaggio diverso dal passato.Interesse sui fenomeni patologici. Esperimenti simbolici: " Un mese in campagna" di Trugenev. Profondo studio dell'epoca. Quadro della scena doveva essere una 4° parete trasparente. Stanislavski fondò a mosca il teatro di arte moderna. . Primi anni 50 dell'800. individualizzati con gesti individualizzati come sintomi di una patologia. -Inserimento di accessori reali. realtà degli oggetti anche se la scenografia è dipinta: luogo come rivelazione psicologica del personaggio.Società Malate. Teatro: eliminazione di ogni oggetto fuori da qualsiasi contesto teatrale. tensione al massimo.Critico naturalista del teatro: Jean Jullien. Tris sesti: i giocattoli invadono la casa delle 3 sorelle. Non c'erano scenari ma solo oggetti veri. 1898/1899 il teatro d'arte ebbe un notevole successo. grande svolta. Minuziose ricostruzioni ambientali. Sulla scena ambienti storicamente Credibili. . Con l'inconro con Checov . Personaggi di antoione costanti. Inizio d'avanguardia è il naturalismo: esigenza di verità storica.Abbandono di pittura scenografica. cambia il realismo scenico. Rappresentaizone novella Zola. Diventò direttore dell'odeon.( prima in parte il conte bruhl) compagnia del duca Meininger diretta da kronegk.Naturalismo spinto dalla cultura positivista. Antoine dopo il teatrino passò al teatro ufficiale . Rppresentazione di un testo di Gorkij. Come quella della sventurata serva Germina Lacerteux. Sia in produzione che in teoria. 2) Tra l'attore e l'autore ci deve essere il Regista.Si aggiungerà anche Andre Antoine . Seguace italiano Zacconi. Ispirato dalla messa in scena della compagnia Meininger ( ricostruzione archeologica). oppressivo. Romanzo: relazione scientifica. .Malattie . Il pubblico poteva essere un testimone dell'accaduto.Naturalismo e Realismo Psicologico 900: secolo d'avanguardia: ribellione di ciò che è comunemente accettato.Si delineò la figura del regista. gli attori non si dovevano riferire al pubblico. Rifondazione del linguaggio teatrale. testi di argomento storico e ricostruzione archeologica. l'opera " zio vania" atmosfera intensissima. simbolo dell'avanguardia teatrale. .. dormitori pubblici. . riprese battute generalmente usate nei contesti quotidiani. Dai suoi scritti emergono 2 punti di rilievo. La compagnia andò nei luoghi malfamati. Avanguardia: Rifiuto della tradizione europea in cerca di popoli primitivi e culture asiatiche. Sperimentalismo: Nuovi temi/Problemi ( Rifiuto della tradizione). Primi spettacoli al carcere Gallois ( Antoine aderì alla poetica) nel 1887 al theatre Libre. Rppresentazione degli aspetti sociali più crudi e violenti.

900: periodo di massimo distacco ⁃ . Scrisse un volume " il lavoro dell'attore" nel 1924. Teatro: armonia di movimenti e colori. Attori non si vedevano. costumi scenici scelti dagli attori e la direzione delle luci era scelta dagli specialisti. Con il movimento simbolista il regista cominciò ad acquistare importanza. arte della messinscena. PUò nascere solo con il regista. Faceva un teatro di parola. da quel momento si cominciò a metter ein scena testi con forme che non avevano rapporto con il mondo concreto. Rievocazione di sensazioni passate.Fallimento. non appartiene al caso. Sanislawskiù: il regista è una figura di transizione. Rito in cui gli spettatori osservavano la scena in silenzio. Luoghi hanno la funzione di far rivivere le sensazioni del personaggio. Attore. ricerca di sperimentazione. direttore di scena ( teatro francese 700 e 800). psicotecnica l'attore è molto condizionato. Vita di stanislavsky. Protagonista di un mito. privo di umori. Theatre art Gordon Craig: autonomia del teatro. Propone di mettere una marionetta nel teatro. Cap 30 Simboli dell'artista e del teatro Stanislawski e Anoine: Furono i primi a dare la definizione di regista C'era anche in passato: Nel medioevo era il Meneur Dujeu. riteneva che ci doveva essere qualcuno dirgli come muoversi. Il protagonista costruisce un passato al personaggio. personali. al limite una ballerina. Antoine: non aveva fiducia sugli attori. Riuinre sensazioni e sentimenti che gli appartengono. rivivere le sensazioni del personaggio che l'attore interpreta. nelle compagnie italiane del 500 il capocomico. Simbolisti. Personaggi del 2° ato rimanevano immobili sprofondati nel divano. Ma avevano cmq un ruolo molto marginale sulle scelte: non interveniva sulla recitazione. il teatro non deve avere presenza umana. prima della psicotecnica. Influenza su paul fort. didaskalos nelle tragedie greche.

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful