Sei sulla pagina 1di 168

A rms and A rmour

Trento, 18 giugno 2011

TRENTO
Palazzo Bortolazzi Via Malpaga 11 38122 Trento Tel. + 39 0461 263555 Fax +39 0461 263532 E mail: info@vonmorenberg.com www.vonmorenberg.com

ROMA

Palazzo Donarelli-Ricci Vicolo Sugarelli 15 00186 Roma Tel. +39 06 64760566 E mail: roma@vonmorenberg.com

PRESIDENTE

Paolo Pamelin

p.pamelin@vonmorenberg.com

RESPONSABILI

Diego Gottardi Sergio Pelone

d.gottardi@vonmorenberg.com s.pelone@vonmorenberg.com

Esperti
Armi Antiche e Militaria e Antiquariato s.pelone@vonmorenberg.com

Sergio Pelone

AMMINISTRAZIONE E SPEDIZIONI

Luciano Bernardi

l.bernardi@vonmorenberg.com

UFFICIO CLIENTI

Armi da fuoco l.previati@vonmorenberg.com

Lauro Previati

Benedetta Nardelli

b.nardelli@vonmorenberg.com

MAGAZZINO ED ALLESTIMENTI

Militaria, Ordini e Decorazioni d.dalfonso@vonmorenberg.com

Danilo DAlfonso

Vasco Januario

v.januario@vonmorenberg.com

FOTOGRAFIA

Vasco Januario

Armi e Armature Alta Epoca g.mancioli@vonmorenberg.com

Germano Mancioli

Militaria Ottocentesca m.dorazio@vonmorenberg.com

Marco DOrazio

Dipinti e Antiquariato f.ferraccioli@vonmorenberg.com

Fabio Ferraccioli

Dipinti del XIX Secolo p.podio@vonmorenberg.com Copyright nessuna parte del presente catalogo pu essere riprodotta senza autorizzazione scritta di von Morenberg Casa dAste

Pierluciano Podio

Armi Antiche
Trento - Palazzo Bortolazzi - 18 Giugno 2011
Esposizione
da Sabato 11 a Venerd 17 Giugno 2011 orario: 10.00 - 13.00 e 15.00 - 18.30 Palazzo Bortolazzi, Via Malpaga, 11 Trento

Asta 45
Sabato 18 Giugno 2011 ore 9.00 Palazzo Bortolazzi, Via Malpaga, 11 Trento

Condizioni di Vendita
LAsta soggetta alle condizioni riportate alla fine del Catalogo

von Morenberg Casa dAste


Via Malpaga, 11 - 38122 Trento - Italia - Tel + 39 (0)461 263555 - Fax + 39 (0)461 263532 E-mail: info@vonmorenberg.com - Sito: www.vonmorenberg.com

Indice

varia ARMI AFRICANE ARMI ORIENTALI ARMI DELL'ESTREMO ORIENTE ARMI GIAPPONESI MEZZI DIFENSIVI mazze, asce armi in asta SPADE E STRISCE pugnali antichi ARMI BIANCHE MILITARI SCHERMA BAIONETTE COLTELLI PUGNALI MILITARI SPADE E PUGNALI DA CACCIA bastoni animati STORICISMO CANNONI E ACCESSORI FUCILI FUCILI DA CACCIA FUCILI MILITARI ARMI DA TIRO PISTOLE REVOLVER ARMI AMERICANE PISTOLE MILITARI FiASCHE DA POLVERE E ACCESSORI

1 15 26 50 60 73 106 112 127 148 150 246 248 288 300 308 325 327 341 346 354 365 406 423 462 475 483 506

lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot. lot.

Von Morenberg - Asta 45

Von Morenberg - Asta 45

VARIA - ARMI ANTICHE


1 Sciabolina giocattolo Italia, XIX Sec. in latta, con fornimento a tre else e fodero a due campanelle montate su fascette bombate in lastra dottone, si presenta in patina mai pulita ed in buone condizioni; divertente L. 43 cm. 50-80 2 Sciabolina giocattolo Italia, inizio del XIX Sec. lama curva in ferro, priva di filo e di punta; fornimento gettato in ottone e sbalzato a volute, la pelta caricata da trofeo darmi, limpugnatura rivestita in filo con ghiere intrecciate a teste di turco; fodero di ferro gi brunito, a due fascette dottone incise a fiorami; in buone condizioni con giusta patina; di buona epoca e non usuale qualit; interessante L. 48 cm. 200-300

3 Due daghette per allievi di collegio Italia, XIX Sec. lame in ferro prive di filo e di punta, fornimenti in ottone con impugnature di corno scanalato, le due guardie punzonate con i numeri 49 ed 86, una mantenente il fodero di lamiera di ferro a due campanelle, in buone condizioni con onesta patina del tempo L. 37 cm. 100-150 4 Lotto di quattro armi bianche in miniatura Italia, XIX Sec. copie di una striscia del XVII Sec., di una spada da Ufficiale del Ducato di Parma e di due antichi coltelli, in buone condizioni, decorative 200-300 5 Spadino ornamentale da tavolo Italia, inizio del XX Sec. miniatura di sciabola da Ufficiale con impugnatura dottone e lama in ferro nichelato, completa del fodero di metallo nichelato, in ottime condizioni, graziosa L. 25 cm. 70-100

6 Due staffe da sella Spagna, XVIII Sec. due staffe in ferro battuto, di analogo modello ma di dimensioni diverse, una recante tracce di decorazione in agemina dargento; in spessa patina bruna, entrambe con segni duso, comunque solide ed in condizioni nel complesso buone 150-250 7 Lotto di sperone e staffa Spagna, XVIII Sec. staffa in metallo bianco traforata a motivi di volute e leone; grande sperone a rotella, in ferro con rimessi ornamentali dottone; in patina 150-250 8 Accendino a forma di proiettile Italia, I G.M. in ottone, conformato a proiettile, sotto logiva celato accendino a petrolio, probabile oggetto frutto della cos detta Arte di Trincea, in buone condizioni H. 7,5 cm. 60-80 7

Von Morenberg - Asta 45

10

9 Bella lanterna da ronda Italia, XVII/XVIII Sec. corpo cilindrico in lamiera di ferro adorna di punzonature ornamentali, sormontato da cappa baccellata e corredato di sportello frontale incernierato recante al centro grande e spesso vetro lenticolare (lesionato), sul lato opposto singola maniglia collassabile in ferro; in buone condizioni con ricca patina antica; molto rara ed interessante H. 20 cm. 250-350 10 Coppia di sculture a soggetto militare Francia, II Impero sculture a tutto tondo in antimonio pesante patinato a bronzo, raffiguranti soldato francese degli Zuavi ed Highlander di reparto scozzese allepoca della Guerra di Crimea; entrambe fusioni di eccellente qualit, realizzate con elevato senso artistico e meticolosa cura di tutti i dettagli uniformologici e dellequipaggiamento; le statue poggiano su basi espositive modanate in legno ebanizzato; in buone condizioni con bella patina depoca (a parte parziale mancanza al fodero della sciabola dello Scozzese); di rara qualit e grande valenza ornamentale H. 43 cm. 400-600
9

Von Morenberg - Asta 45

13

12

11

12 Busto di Napoleone Bonaparte Francia, XIX Sec. busto raffigurante lImperatore in uniforme da Generale; la scultura, posante su base tornita a basamento di colonna, sostenuta da alto plinto mistilineo, la cui base intagliata a foglie dalloro e quercia; linsieme gettato in ghisa e finito con doratura, ben preservata con normale patina depoca; decorativo H. 34 cm. 120-200 13 Targa della Regia Societ del Tiro a Segno di Torino Italia, XIX Sec. intagliata artigianalmente in legno ad altorilievo, raffigurante aquila sabauda coronata posante su cartiglio con legenda TORINO, sullo sfondo bersaglio con fucile incrociato, serto di alloro e quercia e Corona Ferrea allapice; in buone condizioni con normali segni del tempo; molto inusuale ed interessante 26x23 cm. 100-150 9

11 Scultura di Reale Carabiniere Italia, Anni Trenta scultura gettata in bronzo a tutto tondo e posante su plinto espositivo di marmo rosso, tratta dal Monumento Nazionale al Carabiniere di Torino, eretto nel 1933 ad opera di Edoardo Rubino; ben realizzata e rifinita con cura dei particolari, appare in ottime condizioni con bella patina bruna; assai decorativa H. 44,5 cm. 400-600

Von Morenberg - Asta 45

14 Casco e scarponi da palombaro della Regia Marina mod. Galeazzi Italia, 1930 ca. pesantissimo copricapo da immersione per scafandro da palombaro, in bronzo con obl laterali e visore frontale in spessa lastra di vetro temperato; lelmo completo della sua ampia gorgiera, recante applicata targa con indicazione del fabbricante Galeazzi La Spezia pi numero di matricola e conservante buona percentuale della sua originale finitura pittorica di color grigio tolda di nave; allinterno del copricapo inoltre mantenuto il ricetrasmettitore dellimpianto di comunicazione telefonica; massicci scarponi zavorrati, composti da tomaie di cuoio applicate a tavole sagomate in legno completate da suole in piombo e da punte gettate in bronzo, recanti in rilievo marchio del citato produttore; linsieme, assai ben ripulito ed in ottime condizioni generali, presenta normali segni duso con gradevole patina depoca, lelmo scenicamente presentato sulla colonna di supporto in mogano di unantica bussola con chiesuola da veliero; di grande rarit e notevole impatto estetico, ampiamente degno di importante collezione 5.000-7.000

10

Von Morenberg - Asta 45

ARMI AFRICANE
15 Fucile Africa Settentrionale canna in ferro ad anima liscia, rozza batteria a pietra focaia, cassa in legno con rimessi ornamentali in osso, fornimenti e bacchetta di ferro; manufatto nato per fini ornamentali ed arredativi; in buone condizioni L. 85 cm. 50-80 16 Scudo Etiopia, XIX Sec. tratto da spessa pelle di ippopotamo, di forma rotonda ed andamento conico, la superficie esterna decorata a bulino a linee e tratti formanti fasce concentriche alternate, completo di maniglia di manovra in legno ricoperto di cuoio applicata al rovescio con legacci di pelle; in ottime condizioni con giusta patina depoca D. 55 cm. 200-300 17 Lancia cerimoniale Etiopia, XIX Sec. cuspide in ferro battuto con gorbia conica, asta originale in legno con calzo di ferro, in buone condizioni L. (ferro) 55 cm. 50-80 18 Spada Congo, XIX Sec. lama falciforme a due fili con punta slargata, adorna di incisioni a minuti disegni geometrizzanti; impugnatura di legno rivestita da bandella di rame; fodero assente; in buone condizioni con ricca patina depoca L. 76 cm. 100-150 19 Siet Etiopia, XIX Sec. massiccia lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su entrambe le facce; di fattura europea, porta al tallone punzoni del fabbricante ed appare incisa allacquaforte con iscrizione in lingua amarica e decoro a racemi; impugnatura a sezioni di corno con ghiera e bottone cupolare in bronzo; fodero mancante; in buone condizioni con onesta patina del tempo mai rimossa; interessante L. cm. 79 80-150
18 19

16

11

Von Morenberg - Asta 45

20 Gourad Etiopia, XIX Sec. lama di fattura europea, accentuatamente curva ad un filo e punta con falso taglio e sgusci su entrambe le facce, presenta al forte iscrizioni in lingua amarica; impugnatura di corno di rinoceronte con bottone semisferico in ottone inciso ad arabeschi; fodero assente; in patina superficiale mai pulita e buone condizioni L. 101 cm. 100-150 21 Gourad Etiopia, XIX Sec. lama curva di produzione inglese, ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, ornata da leggere incisioni a racemi e scritte in amarico, al tallone firma del fabbricante Wilkinson; impugnatura di corno di rinoceronte (mancanze) con bottone di rame dorato lavorato in filigrana; fodero di cuoio naturale; in condizioni nel complesso buone L. 90 cm. 100-150

20

21

22 Siet Etiopia, XIX Sec. bella lama di produzione europea, a due fili e punta con doppi sgusci su entrambe le facce, ornata da minute incisioni a racemi e recante al tallone simbolo del Leone di Giuda e sigla G.G.; impugnatura in ebanite (piccole mancanze) con bottone cupolare in ottone inciso ad arabeschi; fodero assente; complessivamente in buone condizioni L. 93 cm. 200-300 23 Koummija Marocco, XIX/XX Sec. lama curva ad un filo e mezzo, impugnatura di legno con fornimenti dargentone incisi ad arabeschi, fodero in lastra dargentone lavorata en suite, completo di campanelle e di correggiolo di filo nero; in buone condizioni L. 36 cm. 130-200 12

22

24

24 Koummija Marocco, fine del XIX Sec. lama curva ad un filo e mezzo, il tallone messo a giorno al traforo con sforatura ad asola; impugnatura di corno biondo con ghiera e piccola cappetta in lastra dargento sbalzata ad arabeschi, fodero pure rivestito in lastra dargento lavorata a racemi, recante come la guardia marchio dellartefice ed iscrizione in caratteri arabi incisa l verso; in ottime condizioni con gradevole patina depoca; di qualit non comune, interessante L. 39 cm. 100-200

25 Pugnale Nord Africa, XIX/XX Sec. lama curva a due fili e punta, al tallone iscrizioni allacquaforte; impugnatura a sezioni di corno con ghiera e cappetta in ottone, fodero ricoperto con lastra dottone incisa; in buone condizioni L. 27 cm. 50-80

Von Morenberg - Asta 45

26

ARMI ORIENTALI
26 Importante fucile Dzeferdar a pietra focaia Montenegro, XVIII Sec. nello stile tipico della produzione di Boka Kotorska: canna in ferro ad anima liscia di produzione bresciano-veneta per il Levante, firmata BERTARINI sulla volata, a due ordini con gioia di bocca lievemente strombata ed incisa, come la camera di scoppio, a racemi, corredata di mirino a grano e tacca di mira aperta; tipica e bella batteria alla morlacca di probabile produzione balcanica,sobriamente incisa a volute e recante sulla cartella punzone di fabbricante in calligrafia turca; cassa in legno a fusto intero, profusamente ornata da rimessi in madreperla e filo dottone, fornimenti in lamiera dottone con ponticello e bacchetta di caricamento in ferro; completo di bretella di gusto orientale in treccia di cotone nero e giallo arancio con rifiniture di canottiglia dargento; meccanicamente in ordine ed in eccellenti condizioni considerandone lepoca, con lievi segni duso e giusta patina; molto raro ed interessante. Rif.: The arms of Greece and Her Balkan neighbours in the Ottoman Period, di Robert Elgood, Ed. Thames & Hudson, London, 2009. L. 160 cm. 600-1.000 13

Von Morenberg - Asta 45

27 Fucile a luminello Turchia/Oriente Balcanico, XIX Sec. moschetto di provenienza militare europea adattato alluso locale, conserva la calciatura originale ridotta nella lunghezza e parte dei fornimenti regolamentari, integrati da fascette ed ornamenti in lastra dargento incisa applicati al calcio; mancante del cane e del grilletto, altrimenti in condizioni abbastanza buone L. 106 cm. 80-150
27

28 Tromboncino a pietra focaia Oriente Balcanico, XIX Sec. canna in ferro a due ordini, adorna di decorazioni floreali in agemina dargento; batteria di produzione europea; cassa in legno con rimessi ornamentali di madreperla e filo dargento (piccoli danni e mancanze); fornimenti di ferro; in condizioni abbastanza buone L. 63 cm. 150-250

29 Tromboncino a pietra focaia Turchia, XIX Sec. canna in ferro adorna di fiorami ed arabeschi a niello dargento, sulla camera di scoppio punzone da interpretarsi; batteria allEuropa, incisa a volute e recante marca sulla cartella; cassa in legno/rottura al calcio) adorna di numerosi rimessi in lastra dargento, pure in argento punzonati tutti i fornimenti; arma di non comune qualit e complessivamente in buone condizioni, assai migliorabili con adeguato e non difficile ripristino; interessante L. 61 cm. 200-300 30 Pistola a pietra focaia Turchia, XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, profusamente adorna di agemine dargento a motivi di volute, arabeschi ed iscrizioni in caratteri arabi; batteria di produzione europea, probabilmente francese, firmata L.M.re sulla cartella; cassa in legno a fusto intero con fornimenti dargento recanti punzoni ottomani; bacchetta in legno con battipalla dottone; in condizioni nel complesso buone; interessante L. 43,5 cm. 200-300

28

29

30

14

Von Morenberg - Asta 45

31 Particolare pistola a pietra focaia Grecia/Oriente Balcanico, XIX Sec. arma di produzione italiana per il Levante: canna in ferro ad anima liscia; batteria firmata sulla cartella Giuseppe Banchi; cassa in noce in parte scolpita a racemi, fornimenti in ferro intagliati a rocailles (rotture e parziali mancanze alle basi del ponticello) con elaborato bocchino e finta bacchetta in lastra dargento sbalzata a volute ed arabeschi; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; di qualit non comune, interessante L. 48 cm. 500-800 32 Bacchetta per pistola Oriente Balcanico, XIX Sec. fusto spigolato in ferro con torniture ad anelli alla base ed in prossimit del battipalla, impugnatura di bronzo scolpita a volute, corredata di campanella da correggiolo incernierata, in buone condizioni con segni duso e giusta patina depoca; accessorio non comune ed interessante L. 50 cm. 150-200 33 Cartucciera Oriente Balcanico, XIX Sec. in spessa lastra dottone con coperchio incernierato, incisa a motivi orientali e recante al fronte applicazione floreale con cabochon di vetro verde a guisa di pistillo, al verso passante da cintura; in ottime condizioni con giusta patina depoca 11x10x3,5 cm. 150-250

31

32

33

15

Von Morenberg - Asta 45

34

35

36

34 Pala Turchia, XVIII/XIX Sec. pesante lama curva, con dorso costolato e tipica, lunga punta slargata, in acciaio damasco (non evidente a causa di improprie puliture) con lumeggiature ornamentali a niello doro a motivi di arabeschi e grande marca del fabbricante impressa al forte sulla faccia destra; guardia e telaio dellimpugnatura in ferro con decori a niello doro stile koftghari, guance di corno biondo trattenute da rivetti (piccoli danni da parassiti); fodero assente; nel complesso in buone condizioni, assai incrementabili con facile intervento; molto interessante L. 90 cm. 600-900

35 Scimitarra Arabia Saudita, XIX Sec. lama moderatamente curva ad un filo e punta, in acciaio damasco dalla trama ancora evidente, a facce piane con triplice ordine di sgusci su ciascuna faccia, i talloni adorni di arabeschi a niello doro con lavorazione koftghari; guardia in ferro con decorazioni geometrizzanti niellate in oro, cappetta pure in ferro, impugnatura a guance davorio od osso con profili in bandella dottone; fodero assente; in buone condizioni L. 92 cm. 400-600

36 Kilich Turchia, XIX Sec. lama curva con dorso costolato e lunga punta slargata con falso taglio, a nostro avviso in acciaio damasco (non evidente a causa di graffi superficiali ed improprie puliture), entrambe le facce adorne di decorazioni a niello doro koftghari a motivi di arabeschi ed iscrizioni in antichi caratteri cufici; guardia e telaio dellimpugnatura in ottone, guance davorio trattenute da rivetti, fodero assente; nel complesso in buone condizioni, assai incrementabili con facile intervento; interessante L. 97 cm. 500-800

16

Von Morenberg - Asta 45

37 Grande jambiya Impero Ottomano, XIX Sec. lama curva a due fili e punta, a facce piane con accenno di costolatura centrale, incisa al forte ad arabeschi; impugnatura in legno rivestito sul lato a vista con lastra dargento (mancanze) lavorata a filigrana e liscia sullopposto; fodero di legno ricoperto di cuoio bruno con puntale e cappa in lastra dottone, questultima rivestita sulla sola faccia anteriore da elaborata decorazione in filigrana dargento, en suite con il manico; nel complesso in buone condizioni, con segni duso ed onesta patina depoca; di non comune ed interessante tipologia, a nostro avviso ascrivibile allo Jemen o ai territori della penisola Arabica L. 65 cm. 250-350 38 Kindjal Caucaso, XIX Sec. massiccia lama a due fili e punta fortemente costolata al centro, su ciascuna faccia doppi sgusci lavorati sui fondi a simulare damasco; impugnatura a guance di corno rivettate, sul lato a vista testine ornamentali in argento niellato; fodero mancante; in buone condizioni; L. 51 cm. 300-500 39 Kandjar Oriente Balcanico, XIX Sec. lama curva con dorso a T, presenta semplici incisioni decorative; semplice impugnatura a guancette di legno rivettate; manca il fodero. Segni di uso intenso ma in discrete condizioni generali; L. 83 cm. 80-120 40 Piccolo kindjal ornamentale Caucaso, XIX Sec. lama a due fili e punta, impugnatura e fodero rivestiti di lastra di ferro, tutte le superfici decorate da motivi floreali a niello dargento, in buone condizioni con onesta patina del tempo, grazioso; L. 24 cm. 120-180 41 Pugnale da parata Giordania, XX Sec. lama curvilinea a facce piane, fodero ed impugnatura rivestiti di lastra di metallo bianco ornata da semplici incisioni, modello in uso sulluniforme da parata tradizionale della famosa Legione Araba dellEsercito Giordano, in buone condizioni con segni duso; L. 29 cm. 100-150
40 41

37

38

17

Von Morenberg - Asta 45

42 Coltello Biciaq Grecia, XIX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane, impugnatura ad orecchie a guance dottone incise a fiorami, fodero ricoperto di lastra dottone sbalzata a volute ed arabeschi, in discrete condizioni L. 43 cm. 50-80 43 Daga cerimoniale Medio Oriente, XX Sec. lama dritta a due fili, fornimento in lastra dottone incisa ad arabeschi e recante applicazioni di pietre dure, impugnatura tortile in osso con ghiere di metallo bianco, fodero in lastra dottone lavorata en suite, in ottime condizioni L. 42 cm. 150-250

44 Coltello ornamentale Oriente Balcanico lama ad un filo e punta, impugnatura e fodero in ottone sbalzato a fiorami e finito con smalti policromi, in buone condizioni L. 27 cm. 80-100

42

44

45 Coltello Oriente Balcanico, XIX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane, a sinistra incisione in caratteri arabi; impugnatura in argento o metallo bianco incisa a volute; fodero rivestito di lastra dargento o metallo bianco (punta danneggiata) sbalzata a racemi; nel complesso in buone condizioni L. 35 cm. 200-300 46 Jambija Yemen, fine del XIX Sec. lama accentuatamente curva, a due fili e punta con forte nervatura centrale; impugnatura rivestita in lastra dargento o metallo bianco con applicazioni di filigrana; fodero di legno rivestito in cuoio (puntale e cappa mancanti); in condizioni nel complesso buone salvo quanto esposto L. 30 cm. 100-150
45 46

18

Von Morenberg - Asta 45

47

49

47 Grande scure da battaglia Persia, XIX Sec. ampia scure con filo accentuatamente convesso, collegata da snello collo a blocchetto quadro dal quale si diparte dal lato opposto lunga e robusta penna piramidale; il ferro montato ad incastro e bloccato da rivetto su lungo manico di legno laccato, mantenente lantica bretella di trasporto in cuoio fissata ad anello imperniato allestremit inferiore; in buone condizioni 200-300

49 Bastone animato Siria, XIX/XX Sec. breve bastone, uso scettro di comando, limpugnatura sormontata da pomo sferoidale; dissimula allinterno lama a due fili e pinta; tutte le superfici esterne coperte con tecnica musiva da tesserine metalliche, smalti e materiali diversi a formare complessa decorazione di gusto orientale; in ottime condizioni L. 29 cm. 150-200

48 Mazzafrusto Persia, XVIII Sec. manufatto in ferro forgiato, ringrossato e dotato di pomo sferoidale alla base a definire impugnatura, lopposta estremit recante occhio con catena a maglie piatte ripiegate ad U terminante in staffa imperniata a palla ferrata di apparenza fungiforme; tutte le superfici presentano sottili incisioni con minute tracce di originaria lumeggiatura a niello doro; in buone condizioni con bella patina antica; raro 700-1.000
48 49

19

Von Morenberg - Asta 45

ARMI DELLESTREMO ORIENTE


50 Kriss dei Moros Filippine, XIX Sec. pesante lama da combattimento, fiammeggiante, a due fili e punta con accentuata costolatura centrale;impugnatura di legno , rivestita in rattan e corredata di ghiera in metallo bianco, conserva lantica dragona di tessuto; fodero in legno con legature di rattan; in buone condizioni con gradevole patina depoca L. 62 cm. 500-700 51 Kriss dei Moros Filippine, XIX Sec. lama a cinque anse, il pamor assai ben evidente al centro; impugnatura rivestita di lastra e trecciola dargento con pomo in osso intagliato a testa di garuda stilizzata; fodero di legno; in buone condizioni L. 60 cm. 200-300 52 Kriss Malesia, XIX Sec. lama fiammeggiante con pamor in parte ancora evidente, impugnatura in legno intagliato rappresentante stilizzazione di Garuda, guaina in legno con rivestimento di lastra dottone sbalzata a fiorami, in condizioni abbastanza buone L. 47 cm. 50-100 53 Kriss Malesia, XIX Sec. lama fiammeggiante con pamor ancora evidente, impugnatura in legno rivestito di sottile lastra dargento gi dorata, stilizzata a motivo di Garuda, fodero in legno rivestito di lastra dargento gi dorata incisa a fiorami, in patina e nel complesso in buone condizioni L. 44 cm. 100-150 54 Coltello Pesh Kabz Afghanistan, XIX Sec. lama ad un filo e punta con dorso a sezione di T, impugnatura a guance di corno adorne di minuta chiodatura ornamentale formante disegni geometrici, sodi in lastra dargento incisi a fiorami; fodero di legno rivestito con sottile lamiera dottone; in buone condizioni L. 43 cm. 250-350 20

50

51

55 Coltello Khanjar India, XX Sec. lama ad un filo in acciaio con incisioni geometriche nello sguscio, impugnatura in legni in un solo pezzo, (senza fodero), in discrete condizioni L. 39,5 cm. 80-100

57 Pugnale Malesia, XX Sec. lama dritta a pamor (corrosioni); impugnatura in legno, senza fodero; in discrete condizioni L. 32,5 cm. 80-100 58 Pugnale Katar India, XVIII Sec. lama a due fili e punta con scanalature multiple su ciascuna faccia e tallone incisi a racemi, impugnatura conformata a staffa; in spessa patina scura mai pulita da ossidazione concrezionata, in condizioni discrete L. 39 cm. 50-100 59 Kukri Nepal, inizio del XX Sec. lama curva ad un filo e punta, impugnatura di corno con ghiera e cappetta dottone, fodero di legno rivestito in cuoio e lastra dottone recante turchesi e coralli incastonati; in buone condizioni L. 39 cm. 60-100

56 Pugnale India, XX Sec. lama curva a due fili e punta, impugnatura rivestita da lastra di metallo argentato con applicazioni ornamentali tipo filigrana e piccoli cabochon di turchese, fodero in legno rivestito di cuoio con fornimenti metallici en suite; in ottime condizioni L. 35 cm. 100-150

Von Morenberg - Asta 45

ARMI GIAPPONESI
60 Armatura da Samurai Giappone, Era Edo del tipo ni mai do gosoku, con busto a due sezioni di lamine dacciaio fra loro rivettate e saldate, incernierato sul fianco sinistro e chiuso allopposto da legacci in seta; completa di protezioni delle braccia e delle difese delle caviglie a piastre collegate da maglia di ferro, del tonello a sei gruppi di cinque lamine in ferro laccato pendenti dal bordo inferiore della corazzatura toracica; elmo a cinque piastre saldate con cinque lame di guardacollo in ferro laccato tenute da lacci, completo di interno in tela e pelle e del fornimento apicale in bronzo; bel menpo in ferro laccato con quattro lame di guardacollo, pure in ferro; sulla schiena incernierato porta-stendardo Gattari, in ferro con foro quadro; completa di cassa di trasporto originale in legno laccato rosso; complessivamente in condizioni pi che buone, con lievi danni e piccole mancanze nella laccatura che appare comunque stabile ed in gran parte integra, lacci in buona misura originali e sani, basi in tessuto ancora solide e ragionevolmente integre; bella armatura giapponese di buona qualit ed interessanti caratteristiche, ormai rara a trovarsi cos completa e in ordine e certamente degna di qualificata collezione 3.000-3.500 21

Von Morenberg - Asta 45

61

61 Importante katana Hizen Tadahiro Giappone, Era Koto, periodo Muromachi lama shinogi zukuri con yori mune, chu kissaki con yokote, bo hi su entrambe le facce, Sugu hamon con interessanti attivit sopra e sotto tempra e masame hada, curva regolare torii zori con andamento fumbari, ubu nakago con singolo mekugi ana e bella patina antica, firmato a destra, come tipico della Scuola, Hizen Kuni Jyu Ohmi Daijou Fujiwara Tadahiro; in vecchia pulitura giapponese assai ben preservata, presenta alcune, lievi aperture di grana e naturali segni del tempo, comunque in ottime condizioni; conservata in antica shirasaya di legno di magnolia; la lama accompagnata da certificato in originale dellEsperto e Critico dArte Masashi Yokoyama rilasciato in data 30/06/2008; rara lama, attribuita alla seconda generazione di una delle pi antiche e prestigiose Scuole di forgiatura del Giappone tradizionale, ampiamente degna delle migliori collezioni L. nagasa 69 cm. 3.200-5.000

62

62 Importante katana in shira saya Giappone, Era Koto, fine del periodo Muromachi lama hira zukuri con iori mune, ko kissaki con yokote, di conformazione regolare torii zori con accentuato fumbari, bo hi su entrambe le facce con kissaki agari; hamon della tipologia Gunome midare con qualche interessante attivit sopra e sotto tempra e Masame hada; pressoch ubu nakago con un mekugu ana, porta firma Nori Mitsu e presenta affascinante patina antica mai pulita; la lama, in sobria ed elegante pulitura giapponese di gusto classico, conservata in antica shirasaya di legno di magnolia, sulla quale presente lunga scritta dedicatoria in bella calligrafia vergata ad inchiostro nero; la spada accompagnata da certificato Nihon Token Hozon Kai London Shinsa 2008 n. S22, disconoscente la firma del famoso Artista, valutata gimei (falsa) ma ugualmente qualificante la lama come manufatto di valore storico meritevole di conservazione, attribuendola alla Scuola Fujishima di Kaga e datandola al 1550 circa; in eccellente stato di conservazione, magnifica e venerabile lama antica, ampiamente degna di qualificata collezione L. nagasa 66 cm. 2.000-3.000 22

Von Morenberg - Asta 45

63 Wakizashi Giappone, Era Shinto lama shinogi zukuri con yori mune, o kissaki con yokote, Gunome Midare hamon con masame hada (non ben visibili per presenza di diffusi graffi superficiali), presenta lievi difetti al filo, comunque molto solida e professionalmente restaurabile senza difficolt, ubu nakago, mumei, con singolo mekugi ana e bella patina antica; tsuka con fuchi in ferro e kahira dargento, antichi e graziosi menuki di bronzo, in coppia, raffiguranti cavalli, same di superiore qualit (alcune mancanze) con tsukaito di seta nera, saya laccata nera con koi guchi e kojiri dargento, bella maru tsuba in ferro, incisa a motivo di ala di farfalla e lumeggiata in oro; ottima lama antica di potente struttura ed interessanti caratteristiche, degna di adeguato e definitivo ripristino. Accompagnata a certificato in originale dellEsperto e Critico dArte Masashi Yokoyama, attribuente la spada a Fujiwara Kanetoshi; L. nagasa 47 cm. 700-1.000 64 Wakizashi Giappone, Era Shinto lama shinogi zukuri con iori mune, chu kissaki con yokote, Gunome hamon con masame hada, ubu nakago, mumei, dal particolare profilo a coda di fagiano, presenta due mekugi ana ed affascinante patina antica; conservata in bellissima shirasaya antica di legno di magnolia, porta iscrizione in eleganti kanji vergati ad inchiostro Aizu Han; in pulitura giapponese assai ben preservata ed in buone condizioni; L. nagasa 39,5 cm. 700-1.000 65 Particolare wakizashi Giappone, Era Koto, periodo Muromachi venerabile lama antica, probabilmente risalente al Periodo Muromachi, di forma Naginata naoshi con iori mune; lo hamon, poco evidente a causa di improprie puliture, appare comunque del tipo Sugu ha, di sufficiente spessore per una definitiva ed adeguata pulitura, a nostro avviso possibile e relativamente facile anche per la mancanza di aperture di grana o altri segni di collasso strutturale; lievemente suriage, con nakago mumei presentante due mekugi ana e meravigliosa patina antica; lo habaki del tipo doppio, in rame; sobria maru tsuba in ferro forgiato, firmata, di probabile periodo Edo nellantico stile militare, in ottime condizioni con bella patina scura; altrettanto gradevole ed adeguata tsuka, con solidi fuchi e kashira in ferro, questultimo illeggiadrito da figuretta di rana in bassorilievo di rame, shakudo e argento, eleganti menuki in bronzo dorato a motivo di cani di Pho, antico tsukaito di seta nera, in buone condizioni, con same di superiore qualit; saya in legno laccato color ruggine (solida ma presentante cadute nella finitura), dotata di alloggiamento per un kozuka (non presente), completa di sageo; interessantissima e rara lama di grande vetust, ampiamente degna di ripristino ed adeguata a collezionista sensibile e raffinato; L. nagasa 36 cm. 650-1.000

63

64

65

23

Von Morenberg - Asta 45

66

66 Katana Giappone, Era Shinto lama shinogi zukuri con iori mune, chu kissaki con yokote, Gunome hamon con masame hada, ubu nakago, mumei, con due mekugi ana e bellissima patina antica; sobria maru tsuba in ferro nellantico stile militare, fuchi e kashira in shakudo, graziosa coppia di menuki in rame con lumeggiature doro raffiguranti gru, same di qualit ordinaria con tsukaito verde, saya di legno laccato nero con inserto ornamentale di madreperla; lama in vecchia pulitura nipponica ben mantenuta, assai snella ed elegante; accompagnata da certificazione giapponese attribuente la spada alla Scuola Ichizen L. nagasa 63 cm. 1.800-2.500

67

67 Katana Giappone, Era Showa lama gendaito di forgiatura tradizionale, shinogi zukuri con yori mune, ko kissaki con yokote, Gunome hamon, ubu nakago con singolo mekugi ana e lunga firma dal tratto calligrafico in verit assai nervoso, sembrerebbe traducibile come Noshu Seki No Ju Goto Kanehiro Saku; koshirae composto da sukashi tsuba in ferro, databile al XIX Sec., tsuka con same di qualit ordinaria e tsukaito di seta bianca, fuchi e kashira di pari epoca, in coppia, in shakudo con lumeggiature doro e disegni a rilievo di finimenti da cavallo, piacevolissimi menuki antichi, pure costituenti coppia, in shakudo con dorature, raffiguranti guerrieri Samurai, saya di legno laccato color ruggine con kuri gata e koi guchi di corno nero, kojiri in lega di rame; lama in pulitura originale ben conservata pur con segni duso e tracce del tempo, ben visibile la bella linea di tempra nel pi classico stile della Scuola Mino; koshirae professionalmente restaurato o ricomposto in epoca recente ed in perfette condizioni; arma nel complesso di qualit non comune, assai adeguata per la sua robustezza alla pratica del Battodo L. nagasa 65,5 cm. 1.500-2.500

24

Von Morenberg - Asta 45

355

356

355

68

70 Tsuba Giappone, Era Edo maru sukashi tsuba in bronzo, riproducente il Mon del Clan Akamatsu, in ottime condizioni con bella patina scura; accompagnata da certificato con timbro a sigillo e firma di noto esperto giapponese; interessante D. 6,7 cm. 250-300 71 Tsuba Giappone, Era Edo mokko tsuba forgiata in ferro,le due facce coperte da minuta decorazione floreale realizzata per punzonatura, in buone condizioni con gradevole patina depoca 7,4x7,2 cm. 200-300 72 Tsuba Giappone, inizio dellEra Edo kirishitan tsuba gettata in bronzo, i petali al centro dei vertici e di lati recanti intagli a formare figura di croce: impiegata da samurai di fede cristiana; in ottime condizioni con bella patina scura; molto rara ed interessante 8,4x8 cm. 300-400

68 Spada cerimoniale Giappone, fine del XIX Sec. tipologia in genere usata per offerte rituali a templi scintoisti: lama di foggia tradizionale ma, come di norma, di povera qualit, fornimento integralmente composto da sezioni di osso incise a figure di guerrieri Samurai e completate da fornimenti di bronzo; in buone condizioni con normale patina depoca L. 74 cm. 150-250

69 Antica ken Giappone, Era Shinto lama di stile cinese, a due fili e punta, anticamente impiegata alle origini della Storia del Giappone ed in seguito rimasta in uso solo per armi cerimoniali o votive: di robusta struttura, accentuatamente costolata al centro con hi centrale su entrambe le facce, appare di autentica forgiatura tradizionale con tempra del tipo Sugu ha ed ubu nakago, mumei; attualmente in precarie condizioni, mostra per sufficiente spessore per adeguato restauro ad opera di pulitore esperto e sensibile; mantiene del koshirae il solo fodero, di tarda fattura Meji, in ottone con applicazioni ornamentali; interessante L. nagasa 38,7 cm. 200-350

25

Von Morenberg - Asta 45

MEZZI DI DIFESA
73 Parte di un corsaletto da piede Brescia, fine del XVI Sec. petto costolato in mezzeria con accentuata prominenza nella zona ventrale,scollo incavato e rilevato, tocco a fingere tortiglione, al di sotto del quale presenti tre punzoni con G ed altri non ben leggibili, a seguire liste rilevate a controcurva, guarda ascelle assenti, la sporgenza recante singola lama di falda con sei coppie di rivetti in ferro, molti dei quali mantenenti le rosette in lastra dottone originali, un tempo sostenenti tramite coietti affibbiati il peso delle scarselle, mancanti; schiena con accentuata linea di mezzeria, scollo moderatamente curvo, ringrossato e tocco a fingere tortiglione, giri ascellari cordonati ed incisi a tortiglione con liste sbalzate e cordonate a seguirne il profilo, poi proseguenti in controcurve riproducenti esattamente il disegno del petto, breve falda incurvata al centro, presenti al di sotto dello scollo al centro quattro, identici punzoni con G; spallacci simmetrici in otto lame, listate ed intagliate a riprodurre il disegno di petto e schiena, lultima, costituente cannone superiore di braccio, con canale giratorio di collegamento allinferiore, poi proseguente in cubitiera alla tedesca, cordonata ai bordi, listata e tocca a tortiglione en suite, il solo spallaccio destro porta sullala solito punzone G, mancano i cannoni inferiori di braccio; manopole con ampio manichino cordonato al bordo e tocco a fingere tortiglione, lista ribassata e portante su entrambe al vertice analoga,triplice punzonatura di G e stemma, dorso articolato a cinque lame, linferiore con nervatura centrale intagliata a tortiglione e sagomata a nocche al bordo, la penultima recante incernierata lamina modellata a difesa del pollice; goletta associata, di sei lame (lanteriore bassa di moderno reintegro) incernierate a sinistra e chiuse a scatto a destra, con girocollo cordonato e tocco a fingere tortiglione; linsieme appare in parte ripulito gi da vecchia data, si notano evidenti segni di lavorazione per battitura, sfogliature del metallo, piccole riparazioni a fini espositivi; nel complesso bella armatura da fante a piedi in condizioni di parziale completezza, molto rara ed interessante 6.000-9.000 26

Von Morenberg - Asta 45

74

75

74 Importante morione aguzzo Italia, XVI Sec. di notevole peso,tirato da singola lastra di ferro di buon spessore, si notano distintamente allinterno i segni della battitura a martello; alto coppo ogivato e spinto indietro al sommo, tesa a barchetta, ribassata e girata al bordo, tocco a fingere tortiglione; mantiene (tranne due) i rivetti originali di farsata, in ferro rivestiti dottone con rosette dottone e controghiere interne in ferro e la bella pennacchiera originale, pure in lastra dottone; la falda sinistra punzonata BF al verso; lelmo presenta una piccola riparazione antica ed appare in ottime condizioni con ricca patina scura mai pulita; di bellissima foggia, molto interessante H. 31 cm. 1.800-2.500

75 Particolare zuccotto da munizione Italia, XVI Sec. di notevole peso,tirato da singola lastra di ferro di buon spessore, si notano distintamente allinterno i segni della battitura a martello; coppo ogivato e spinto indietro al sommo, tesa a barchetta, ribassata e girata al bordo, tocco a fingere tortiglione; mantiene i rivetti originali di farsata, in ferro rivestiti dottone con rosette dottone e controghiere interne in ferro, al di sotto delle quali permangono minuti residui di cuoio dellimbottitura; lelmo presenta una piccola riparazione antica ed appare in ottime condizioni con ricca patina scura mai pulita; di bella foggia, molto interessante H. 22,5 cm. 1.300-2.000

27

Von Morenberg - Asta 45

76 Morione aguzzo Italia, XVI Sec. tirato da singola lastra di ferro, si notano distintamente allinterno i segni della battitura a martello; alto coppo ogivato e spinto indietro al sommo, tesa a barchetta, ribassata e girata al bordo, tocco a fingere tortiglione; mantiene (tranne due) i rivetti originali di farsata, in ferro rivestiti dottone, con rosette e controghiere interne in ferro, al di sotto delle quali permangono minute tracce di cuoio dellimbottitura; la falda sinistra punzonata BF al verso; lelmo presenta piccoli danni ed antiche riparazioni, si notano alcune sfogliature del metallo; in buone condizioni con giusta patina depoca; di bellissima foggia, interessante H. 28,5 cm. 1.000-1.500

76

77 Borgognotta aguzza Italia, XVI Sec. alto coppo costolato e spinto indietro allapice, con tesa e gronda appuntate, ribassate al bordo e tocche a fingere tortiglione; mantiene i ribattini di farsata, in ferro rivestiti dottone con rosette pure in lastra dottone; mancante dei guanciali; in condizioni di scavo, comunque relativamente solida, appare in spessa patina bruna di ossidazione concrezionata H. 26 cm. 500-800 28

77

Von Morenberg - Asta 45

78 Petto da piede Germania, XVI/XVII Sec. petto da munizione per fante a piedi, costolato al centro, lo scollo e le ascelle girate al bordo a formare cordonatura, presenti nella parte sommitale bottoni di presa per cigne corazzate, al margine inferiore lame di falda trattenute da rivetti in ferro; si notano distintamente al verso tracce della battitura a martello, entrambe le falde portanti incisi antichi numeri di assemblaggio XIII; in buone condizioni 1.400-2.000

78

79 Particolare schiena a prova di botta Germania, inizio del XVII Sec. pesante schiena per corsaletto a prova di botta, in origine parte di un busto da minatore o, pi probabilmente, da corazza: scollo ed ascelle girati al bordo a formare cordonatura, delineati da sottili tratti incisi, al limitare inferiore breve sporgenza recante fermi, tipo chiodi da voltare, per lama di batticulo; in spessa ed affascinante patina depoca, si notano al verso segni di lavorazione, antiche riparazioni e sfogliature del metallo; di rara ed interessante tipologia 1.000-1.500

79

29

Von Morenberg - Asta 45

80 Schiena Italia o Germania, XVI Sec. ribassata e cordonata lungo lo scollo dritto ed i profili delle ascelle, corredata di guardiarene ad una lama sagomata a batticulo; presenta antiche riparazioni e piccole sfogliature del metallo; in buone condizioni con bella patina depoca; interessante 650-800 81 Coppia di scarselle da fante Germania, fine del XVI/inizio del XVII Sec. in unica lastra battuta a simulare con notevole realismo conformazione a lamine sovrammesse, i bordi cordonati e delineati da lista ribassata; si notano evidenti segni di lavorazione manuale del metallo ed alcune sfogliature; in buone condizioni con spessa ed antica brunitura, forse loriginale; di interessante tipologia, preziose per reintegri 1.000-1.500

80

82 Manopola Italia o Germania, XVI/XVII Sec. ampio manichino con bordo girato e nervatura delineante lista tocchi a fingere tortiglione, ribattini originali in ferro con testa semisferica rivestita dottone e rosette interne in ferro trattenenti minuti resti di cuoio della farsata, dorso a cinque lame articolate, intagliate a tortiglione al bordo superiore, lultima sagomata a nocche; in buone condizioni con ricca patina scura; di bella foggia, molto interessante 300-500 83 Resti di importante manopola Milano, XVI Sec. parte di manopola per guarnitura da uomo darme nello stile primigenio di Pompeo della Cesa, a bande alternate lisce ed incise a motivi fitoformi e grotteschi, in origine rispettivamente azzurrate e dorate; del guanto permangono il manichino con orlo girato e nervatura delineante lista tocchi a fingere tortiglione e tre lame articolate costituenti parte della protezione del dorso, i ribattini presenti, in ferro con testa semisferica rivestita dottone, sono originali; mantiene consistenti tracce della finitura originale sotto ricca patina antica mai pulita; molto interessante 400-600
82

81

83

30

Von Morenberg - Asta 45

84

85

84 Rara testiera da cavallo (baraki) Anatolia, 1500 ca. in ferro, flangiata alle orecchie con globi oculari bombati e lungo muso a due scanalature con resti di protezioni lamellari delle guance muniti di maglia a grano dorzo ribadita a tutta bozza; presenta incisione floreale in buona percentuale conservata; in patina scura ed in cattive condizioni (deformata e schiacciata, piccoli danni e fratture) H. 61,5 cm. ca. 3.800-5.000

85 Rara testiera da cavallo (baraki) Anatolia, 1500 ca. in ferro, flangiata alle orecchie con globi oculari bombati e lungo muso a due scanalature con resti frammentati di protezioni lamellari delle guance muniti di maglia a grano dorzo ribadita a tutta bozza; presenta incisioni floreali in discreta percentuale preservate; in patina ed in cattive condizioni (deformata e schiacciata, alcuni piccoli fori e lievi fratture) H. 60,5 cm. 3.800-5.000 31

Von Morenberg - Asta 45

86 Rara testiera da cavallo (baraki) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, flangiata alle orecchie con tesa frontale e muso a facce munito sui margini di forellini per la farsata; completa di protezione delle guance a piastra; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con bella patina antica H. 46 cm. ca. 3.800-5.000

86

87

87 Rara testiera da cavallo (baraki) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, flangiata alle orecchie con tesa frontale e muso a facce munito sui margini di forellini per la farsata; completa di protezione delle guance a piastra (diverse); presenta piccole mancanze, lievi danni e breve frattura sul naso; in bella patina scura ed in condizioni abbastanza buone H. 50 cm. ca. 3.800-5.000

32

Von Morenberg - Asta 45

88 Rara testiera da cavallo (baraki) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, flangiata alle orecchie con tesa frontale e muso a facce decorato a sbalzo sulla parte bassa, presenta serie di forellini aperti lungo i margini per il fissaggio delle passamanerie a frange; completa delle sue protezioni delle guance e del copri nuca a piastre con anelli a grano dorzo ribaditi a tutta bozza; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale ottomano, presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con bella patina scura H. 54 cm. ca. 3.800-5.000

88

89 Rara testiera da cavallo (baraki) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, fortemente stilizzata, sagomata alle orecchie e flangiata agli occhi con tesa frontale e sbalzo a T sul muso; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con piacevole patina scura H. 52 cm. ca. 3.800-5.000
89

33

Von Morenberg - Asta 45

90

91

90 Rara parte di fiancale per barda da cavallo Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. composta da lamelle rettangolari in ferro unite da maglie a grano dorzo ribadite a tutta bozza; presenta piccole mancanze, comunque in buone condizioni con bella patina depoca 55x95 cm. 1.500-2.000 34

91 Rara parte di fiancale per barda da cavallo Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. composta da lamelle rettangolari in ferro unite da maglia a grano dorzo ribadite a tutta bozza; mantiene le fibbie di ferro originali; presenta piccole mancanze, comunque in buone condizioni con ricca patina scura 58x85 cm. 1.500-2.000

Von Morenberg - Asta 45

92 Raro brocchiere (Kalkan) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, di forma circolare convessa con centro a rilievo munito di umbone, sette rosette in ferro con anelli allinterno per limbracciatura e serie di forellini sul bordo per la falsata. Reca inciso verso il margine il Tamga convenzionale di arsenale ottomano; in ricca patina scura; presenta danni e fratture; in cattive condizioni D. 55 cm. ca. 1.400-2.000

92

93 Raro brocchiere (Kalkan) Turchia ottomana, fine del XV/inizio del XVI Sec. in ferro, a forma circolare convessa con raggi sbalzati e centro in rilievo recante il Tamga di arsenale ottomano; in bella patina scura; presenta danni e mancanze; in cattive condizioni D. 53 cm. ca. 900-1.500
93

35

Von Morenberg - Asta 45

94

94 Raro taschetto (shishak) per Sipahi Turchia ottomana,1520/1550 ca. coppo emisferico in ferro inciso con liste a sette linee delineate, sommo ribassato con foro, tesa appuntita con ribattini e piccolo bordo. Una lama di guardacollo. Mancante di paragnatidi, nasale e lama terminale di gronda; presenta piccoli danni e forature, comunque in condizioni nel complesso buone 1.800-2.500

95 Camaglio khula zird India, XVII/XVIII Sec. pesante cuffia in maglia di ferro con anelli saldati a grano dorzo, offre protezione al capo, al collo ed al naso, nella zona occipitale cupoletta in acciaio dalla quale si diparte radialmente lintera struttura del manufatto; in buone condizioni 600-900
95

36

Von Morenberg - Asta 45

96

96 Petto (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. disco centrale raggiato e rilevato al centro, unito alla lama di gola e alle protezioni dei fianchi mediante maglia di ferro a grano dorzo con anelli ribaditi a tutta bozza; appare in spessa patina scura, nel complesso in buone condizioni 1.400-1.800 37

Von Morenberg - Asta 45

97 Petto (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. disco centrale raggiato e rilevato al centro, unito alla lama di gola e alle protezioni dei fianchi mediante maglia di ferro a grano dorzo con anelli ribaditi a tutta bozza; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale ottomano; appare in spessa patina scura, si evidenziano lievi mancanze alla difesa centrale, in condizioni abbastanza buone 1.400-1.800

97

98

98 Petto (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. disco centrale raggiato e rilevato al centro, unito alla lama di gola e alle protezioni dei fianchi mediante maglia di ferro a grano dorzo con anelli ribaditi a tutta bozza; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale ottomano; si presenta in bella patina scura, si evidenziano piccoli danni, comunque in condizioni nel complesso buone 1.400-2.000

38

Von Morenberg - Asta 45

99 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, due lame di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; Reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con spessa patina scura 1.400-2.000

99

100 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, due lame di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con spessa patina scura 1.400-2.000
100

39

Von Morenberg - Asta 45

101 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, due lame di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con spessa patina scura 1.400-2.000

101

102 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, singola lama di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; si presenta in spessa patina mai pulita, con lievi danni, comunque in buone condizioni 1.400-2.000
102

40

Von Morenberg - Asta 45

103 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, singola lama di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato, sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; appare in spessa patina scura, presenta lievi danni, comunque in buone condizioni 1.400-2.000

104 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, due lame di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni con bella patina depoca 1.400-2.000

103

104

105 Schiena (Korazin) Turchia ottomana, inizio del XVI Sec. spallaccio rettangolare convesso con decoro a sbalzo, scollo flangiato ed estremit con maglia a grano dorzo ribadita a tutta botta a trattenere gli spalletti triangolari, singola lama di schiena e disco centrale raggiato con centro rilevato, sempre unito con maglia a grano dorzo alle piastre lunate a protezione dei fianchi; reca inciso il Tamga convenzionale di arsenale islamico; appare in spessa patina scura, presenta lievi danni, comunque in buone condizioni 1.400-2.000

105

41

Von Morenberg - Asta 45

MAZZE - ASCE
106 Particolare beidana Piemonte, XVIII Sec. massiccia lama ad un filo slargantesi verso la punta, il lungo e stretto tallone portante ribadito gancio da cintura in ferro, lestremit apicale prolungantesi in temibile cuspide a due fili e punta con accentuata costolatura centrale, evidentemente concepita per pura finalit offensiva: il manufatto in oggetto presenta quindi forti analogie con la giusarma e costituisce rara variante della classica beidana, in realt un attrezzo tuttofare degli antichi Valdesi, pure da loro impiegato come arma; impugnatura a guance di corno di vacca trattenute da rivetti di ferro, attraversanti il codolo che termina con un secondo gancio per appendere larma a rastrelliera quando non in uso; in ottime condizioni con lieve e gradevole patina depoca; molto interessante; L. 83 cm. 600-800 107 Beidana e cintura Piemonte, XVIII e XIX Sec. lama a facce piane ad un filo e priva di punta, sul lato destro applicato gancio da cintura; impugnatura a guance di legno trattenute da rivetti di ferro attraversanti il codolo, come di consueto terminante con ricciolo per appendere lattrezzo a rastrelliera quando non in uso, il manico portante lettere punzonate a fuoco SC; accompagnata da cintura in cuoio di bufalo allincirca databile al XIX Sec., completa di fibbia con ardiglione e di staffa di sospensione in ferro battuto; linsieme in buone condizioni con giusta patina duso; L. 67 cm. 50-80 108 Beidana Piemonte, XVIII/XIX Sec. lama con filo convesso, a facce piane, sagomata a motivo zoomorfo di testa duccello alla sommit, ornata da punzonature e messa a giorno al traforo a motivo di croce latina e di quadrifoglio; impugnatura a dischi di cuoio sovrammessi con breve gancio da cintura in ferro; in buone condizioni con bella patina depoca; interessante; L. 45 cm. 200-300 109 Scure da abbordaggio Europa, XVIII Sec. massiccia scure dal filo convesso, collegata da breve collo ad ampio blocchetto, dal quale si diparte allopposta estremit breve e robustissima penna conformata a piramide; il ferro stabilmente collegato al manico originale in legno tramite coppia di spesse bandelle asimmetriche in ferro, la pi lunga delle quali segue il profilo anteriore dellimpugnatura per tutta la lunghezza; in buone condizioni con bella patina depoca 400-600 42

106

109

110 Piccolo martello darme Ungheria/Europa Orientale, XVII/XVIII Sec. breve penna conformata a piramide, bocca quadrotta ed intagliata, come la base della penna, a lunette, blocchetto sormontato da calotta modanata, corredato di gancio da cintura tocco a fingere tortiglione, manico in spessa lamiera di ferro montata a rivetti, limpugnatura delineata da ugnature anatomiche, completata da passante di ferro a scorrere gi destinato al montaggio di un correggiolo da polso; in realt molto robusto e teoricamente idoneo alluso offensivo, per le contenute dimensioni a nostro avviso costituente piuttosto insegna di comando; in ottime condizioni con bellissima patina antica; assai interessante e meritevole di studio L. 46 cm. 300-500 111 Scure Europa, XI/XII Sec. scure dal filo naturalmente convesso, collegata da robusto collo curvilineo ad ampio blocchetto con occhio quadro e spalla di rinforzo inferiore; in condizioni di scavo ma solida, si presenta in spessa patina bruna da ossidazione concrezionata L. 14 cm. 100-200

110

Von Morenberg - Asta 45

ARMI IN ASTA
112 Rara alabarda Germania o Italia, fine del XVI Sec. lunghissima e forte cuspide a sezione quadra posante su gorbia nascosta, scure con filo concavo, gobbe sagomate a ondine e sforature, becco con ricci parimenti mossi a ondine, recante quattro sforature e marca impressa da interpretarsi, presenti le quattro bandelle depoca assicurate con chiodi ribaditi, originali ed alcuni ancora completi delle ghiere in ottone conformate a rosetta, asta lignea originale, conformata a sezione desagono e mantenuta per tutta la sua lunghezza ad eccezione del calzuolo (mancante); in condizioni di eccezionale integrit considerandone lepoca, assai rara cos completa e in ordine ed ampiamente degna di importante collezione L. (ferro) 138 cm. 1.000-1.800 113 Rara alabarda Germania o Italia, fine del XVI Sec. lunga cuspide a sezione quadra posante su gorbia nascosta, ampia scure con filo concavo, gobbe ugnate e sforature, becco con ricci mossi a ondine, recante quattro sforature e punzone di globo crocettato, presenti le quattro bandelle depoca assicurate con chiodi ribaditi, in buona percentuale gli originali, allantica asta lignea a sezione dottagono terminante con robusto calzuolo conico bandellato, parimenti originale; in condizioni di eccezionale integrit considerandone lepoca, assai rara cos completa e in ordine ed ampiamente degna di importante collezione L. (ferro) 125 cm. 1.200-2.000

114 Alabardina da Sergente Europa, fine del XVII Sec. cuspide a due fili e punta con forte costolatura centrale prolungantesi in gorbia spigolata con brevi arresti e bandelle originali, piccola scure con filo concavo, gobbe ugnate, sforature ornamentali, breve becco incurvato, con ricci sagomati e sforature, asta lignea di recente reintegro; in buone condizioni con evidenti segni di effettivo impiego, si notano sulle superfici metalliche numerose sfogliature; di non comune ed interessante tipologia L. (ferro) 66 cm. 350-500

112

113

114

43

Von Morenberg - Asta 45

115 Brandistocco Italia, XVI Sec. lunga cuspide a due fili e punta, la costolatura centrale proseguente in gorbia spigolata recante due bandelle, ai fianchi del tallone coppia di ali falciformi, a doppio filo ed acuminate al sommo; il ferro fissato con chiodatura a lunga sezione di antica asta in legno sensibilmente alleggerito, diminuito e fortemente retratto lungo la venatura per vetust ed esiti di parassiti, molto probabilmente loriginale; in buone condizioni con bella patina depoca; interessante L. (ferro) 84 cm. 700-1.000 116 Corsesca Italia, fine del XVI Sec. cuspide a quadrellone con nervatura mediana prolungantesi nella gorbia conica, ampi raffi slargati ed ugnati, conserva avanzi delle bandelle, in condizioni di ritrovamento da scavo L. (ferro) 72 cm. 200-300 117 Partigiana per guardia di palazzo Italia, XVII Sec. cuspide a due fili e punta sagomata ad ondine alla base del tallone, entrambe le facce mantengono buona percentuale dellantica incisione a racemi ottenuta allacquaforte; gorbia conica con bandelle (di reintegro), da questa si dipartono breve becco ugnato e piccola scure sagomata a profilo di testa grottesca, privi di funzionalit duso ed aventi mero scopo ornamentale; asta lignea di recente reintegro; in buone condizioni L. (ferro) 39,5 cm. 300-500 118 Rara partigiana o falcione della Guardia Ducale Piemonte, 1638-1648 lama fiammeggiante con singolo raffio ugnato alla base, poggiante su nodo proseguente in gorbia conica con lunghe bandelle (probabilmente di vecchio reintegro ben eseguito); asta lignea di vecchia sostituzione; larma era in origine adorna di stemma ducale inciso allacquaforte (non pi visibile); dotazione delle Guardie Ducali di Savoia sotto la Reggenza di Madama Reale Cristina di Francia, un esemplare analogo ma integro conservato presso lArmeria Reale di Torino; in buone condizioni generali, molto interessante. Rif. Armi Bianche Italiane di Boccia/Coelho, Bramante Editrice, n. 658, lesemplare illustrato classificato dagli Autori come Falcione L. (ferro) 98 cm. 500-800 44
118

115

116

117

Von Morenberg - Asta 45

119 Ferro di picca Europa, XVII Sec. cuspide a due fili e punta con massiccia nervatura centrale su entrambe le facce, posante su nodo tornito prolungantesi in gorbia conica recante fori per i traversini di fissaggio allasta; ripulita a fondo, in condizioni nel complesso buone L. 41 cm. 200-300

120 Ferro di picca rivoluzionaria Francia, XVIII Sec. cuspide a due fili e punta, una faccia piana e laltra fortemente costolata al centro, punzonata con marca del fabbricante e sigla AN (Assemblea Nazionale) profondamente impresse; robusta gorbia conica con fori contrapposti per il traversino passante di fissaggio allasta; in buone condizioni con ricca patina depoca; molto interessante L. 62,5 cm. 250-350

119

121 Particolare picca rivoluzionaria Francia, fine del XVIII Sec. cuspide a due fili e punta, della tipica struttura con una faccia piana e lopposta fortemente costolata al centro, robusta gorbia conica assicurata tramite traversino ribadito in ferro allasta originale in legno di frassino, ben retratto lungo la fibra per la stagionatura dovuta al tempo; in buone condizioni, con segni di effettivo uso e bellissima, inequivocabile patina; decisamente rara in questo stato di completezza, molto interessante L. (ferro) 55 cm. 400-600

120

122 Mezza picca da Sergente Europa, fine del XVII Sec. cuspide a due fili e punta fortemente costolata al centro, posante su gorbia conica tornita a balaustro, nella sezione inferiore spigolata, corredata di brevi arresti e prolungantesi in coppia di bandelle (di reintegro ben eseguito); asta lignea di moderna sostituzione; in buone condizioni L. (ferro) 27 cm. 200-300
122

121

45

Von Morenberg - Asta 45

123 Mezza picca da Sergente Europa, fine del XVII Sec. robusta cuspide a due fili e punta accentuatamente costolata al centro, posante su gorbia in tronco di cono con nervature di rinforzo alle estremit; asta in legno corredata di antico calzuolo cilindricoconico forgiato in ferro, ripulita a fondo in epoca recente ma in buono stato con evidente retrazione lungo la vena del materiale dovuta al tempo, con tutta probabilit loriginale; in buone condizioni, con segni di effettivo impiego e ferri in bella patina scura mai toccata; molto interessante L. (ferro) 28 cm. 250-350 124 Spuntone da Sergente Europa, fine del XVII Sec. cuspide a due fili con punta a lingua di carpio, accentuata costolatura centrale, tallone con brevi alette sagomate ad ondine e sforate alla base superiore ed inferiore; gorbia conica con anellature e coppia di bandelle (una di due con rottura e parziale mancanza); asta lignea di recente reintegro; in spessa patina mai pulita e complessivamente in buone condizioni L. (ferro) 60 cm. 300-500 125 Spuntone da Sergente Europa, fine del XVII Sec. cuspide a due fili e punta fortemente costolata al centro, ali, crocchi e tallone ugnati con brevi denti diritti, gorbia in tronco di cono spigolato; asta lignea di recente reintegro; in buone condizioni, con segni di effettivo uso e bella patina L. (ferro) 31 cm. 300-500 126 Arma in asta di fantasia Italia, XIX Sec. sorta di picca, ottenuta accoppiando ad una cuspide di partigianetta da guardia del XVIII Sec. elementi in ferro e bronzo di varia provenienza e montando linsieme su breve e robusta asta di canna dIndia, a formare una curiosa ma temibile arma da punta, taglio e botta, che si avvale per i primi due effetti della lama principale pi due brevi, montate sfalsate ad angolo retto e per luso contundente del pesante appoggio discoidale a candeliere; completa di fodero in cuoio e ferro; in ottime condizioni; divertente L. (ferro) 56 cm. 200-300

123

124

125

126

46

Von Morenberg - Asta 45

SPADE - STRISCE
127 Spada da lato Italia del Nord, fine del XVI/inizio del XVII Sec. lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, gli sgusci al forte recanti firma IOANNES, croci latine puntinate e figura di monte crocettato al sommo; fornimento in ferro con bracci di guardia e di parata volventi ad S, arricciati ed intagliati alle estremit, guardia ad elsa singola, ampio ponte sul lato esterno ed archetti di guardia e di parata sostenenti a guisa di bretelle coccia asimmetrica a due valve, lesterna assai pi ampia e sbalzata a conchiglia, pomo sferoidale con bottone e basetta, impugnatura lignea con manica in filo e trecciola di ferro e ghiere conformate a testa di turco; in antica e bella patina mai pulita e buone condizioni L. 116 cm. 2.000-3.000

127

128

128 Spada da cavallo Europa del Nord, inizio del XVII Sec. forte lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciata, al forte brevi e profondi sgusci centrali recanti sul fondo tracce di iscrizione, probabilmente nata pi lunga ed adattata al fornimento in corso duso accorciandola lievemente e ricavandone il ricasso dalla modifica del tallone; elaborato fornimento simmetrico in ferro, a sei ponti con valva in lamiera sbalzata a conchiglia e messa a giorno da sforature, guardia con bretelline e baffi di guardia e di parata volventi ad S e posanti su archetti, pomo sferoidale spigolato con bottone e basetta, impugnatura con bella manica in trecciole di ferro di differenti spessori e ghiere intrecciate a teste di turco, probabilmente loriginale; larma presenta qualche difetto al filo per probabili esiti di combattimento ed in spessa, uniforme ed inequivocabile patina bruna da antica ossidazione ben concrezionata, comunque solida, di piacevole apparenza ed in condizioni nel complesso buone; interessante L. 135 cm. 1.500-2.500 47

Von Morenberg - Asta 45

129

130

129 Spada da lato Italia del Nord, fine del XVI Sec. lama a due fili e punta costolata al centro, gli sgusci al forte recanti rosette punzonate e sigla IHS; fornimento in ferro con bracci di guardia e di parata volventi ad S, guardia ad elsa singola, ampi archetti di guardia e di parata prolungantisi inferiormente in ponte sostenente valva a conchiglia messa a giorno al traforo, pomo a tino spigolato con bottone e basetta, impugnatura lignea con manica in filo e trecciola di ferro e ghiere conformate a testa di turco; in antica e bella patina mai pulita e buone condizioni L. 111 cm. 1.500-2.500

130 Particolare spada da lato Italia, XVII Sec. lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, gli sgusci recanti iscrizioni EN TOLEDO ed altra non ben leggibile, il ricasso portante punzone di leone passante; guardia con baffi di guardia e di parata arricciati dipartentisi dal massello e collegati da bretelline al telaio della coccia a due valve messe a giorno al traforo, doppiate da ampi ponti ad esse collegati da brevi bretelle volventi ad S (una di due rotta e mancante), pomo a fico baccellato con bottone e basetta, impugnatura rivestita da manica in trecciola di ferro con ghiere a testa di Turco; in buone condizioni con ricca patina scura; di qualit e tipologia non comuni, molto interessante L. 135 cm. 1.800-2.500

48

Von Morenberg - Asta 45

131

132

131 Spada da fante Europa, inizio del XVII Sec. lama dritta a due fili e punta con ampio sguscio centrale su entrambe le facce; elegante fornimento liberamente ispirato alla tipologia nord europea comunemente nota come vallona, in ferro, con guardia arricciata al sommo e ringrossata e tornita al centro, ramo sostenente al centro disco intagliato a motivo di corolla di fiore, ponte con valva messa a giorno al traforo, archetto di guardia arricciato e baffo di parata curvilineo e bottonato allestremit, sul lato interno occhiello da pollice, pomo a fico con basetta tornita ad anelli e bottone sferoidale, impugnatura tutta in ferro, intagliata a tortiglione; in buone condizioni con ricca patina antica mai pulita; di inusuale ed interessante tipologia L. 100 cm. 800-1.300

132 Spada da lato Europa, inizio del XVII Sec. lama a due fili e punta fortemente costolata al centro, il ricasso recante su entrambe le facce punzoni di croce potenziata e palmetta; coccia in lamiera di ferro a due valve sbalzate a motivo di conchiglie, guardia a tre ponti (in buona percentuale ricostruita), pomo originale spigolato con bottone e basetta, impugnatura con manica in trecciole di ferro ed argento di differenti spessori alternate e ghiere intrecciate a testa di turco; in buone condizioni generali salvo quanto esposto L. 121 cm. 800-1.200

49

Von Morenberg - Asta 45

133

134

135

133 Spada da Ufficiale alla vallona Francia, fine XVII/inizio XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta, presenta su entrambe le facce sottile e profonda scanalatura al centro recante punzonati lettera S fra croci potenziate, al tallone visibili marchio A e punzone conformato a fiore di giglio; guardia in ferro a due else, con valva messa a giorno al traforo, occhiello da pollice sul lato interno e baffo di parata intagliato a palmetta allestremit, pomo spigolato con bottone e basetta, impugnatura originale in legno, in origine probabilmente completata da manica in pelle sottile, ora mancante; presenta qualche difetto al filo, comunque in buone condizioni con bella patina scura; allincirca databile allepoca della Guerra di Successione Spagnola; interessante L. 112 cm. 700-1.000

134 Sciabola da Cavalleria alla vallona Francia, prima met del XVIII Sec. modello regolamentare per Dragoni; lama curva ad un filo e punta con breve falso taglio, sgusci multipli su entrambe le facce, al forte incisioni ornamentali di volute e teste di Turco; guardia e pomo gettati in bronzo, impugnatura di legno con manica in trecciola di rame e ghiere dottone; in buone condizioni; non comune ed interessante L. 100 cm. 700-1.000

135 Spada da lato Claymore Scozia, XVIII Sec. lama a due fili e punta a facce piane, al forte sottili e profondi sgusci centrali; ampia guardia in ferro conformata a cesto, pomo pure in ferro, impugnatura con manica di trecciola di ferro e ghiere intrecciate a testa di Turco; in buone condizioni L. 96 cm. 800-1.200

50

Von Morenberg - Asta 45

136

137

138

SPADINI ANTICHI
136 Spadino Italia, inizio del XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta; coccia a doppia valva, guardia e pomo in ferro, impugnatura con bella manica originale in filo di ferro, trecciole a tortiglione e ghiere a testa di turco, pure in ferro; in buone condizioni con ricca patina antica mai rimossa L. 94 cm. 600-900

138 Spada da Gentiluomo Italia, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta (rottura), al forte incisioni a rocailles; fornimento in ferro messo a giorno al traforo (rottura con mancanza ad uno dei due baffi di guardia ed alla coccia); impugnatura con manica originale in trecciole dargento e di rame alternate con ghiere a testa di turco; fodero assente; in condizioni mediocri L. 95 cm. 200-300 139 Spada da Gentiluomo Italia del Nord, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, il forte adorno di minute incisioni a racemi; fornimento integralmente in ferro, con coccia a doppia valva, guardia e baffo di parata con archetti, pomo sferoidale con bottone e basetta torniti, impugnatura liscia, ringrossata al centro; in buone condizioni generali, con segni duso ed onesta patina depoca; per le ridotte dimensioni probabilmente destinata ad un adolescente; interessante L. 87 cm. 200-300
139

137 Spada da Gentiluomo Europa, XVIII Sec. lama da striscia del XVII Sec. riutilizzata, a due fili e punta a sezione romboidale; fornimento ad elementi in ferro forgiato, intagliati ad intrecci, la guardia a doppia valva messa a giorno al traforo, impugnatura con manica originale in trecciole di rame e ottone alternate e ghiere a testa di turco in ottone; fodero mancante; in buone condizioni L. 103 cm. 250-350

51

Von Morenberg - Asta 45

140

141

142

140 Spada da Gentiluomo Italia, XVIII Sec. lama dritta a sezione triangolare, adorna al forte di sobrie incisioni allacquaforte; snello ed elegante fornimento ad elementi spigolati in ferro forgiato, il baffo di guardia in origine collegato al pomo da catenella (mancante); fodero assente; in buone condizioni con gradevole patina depoca mai pulita L. 102 cm. 250-350 141 Spada da Gentiluomo Italia, XVIII Sec. lama dritta alla frantopina, a due fili e punta a sezione di rombo, il forte recante sottili e profondi sgusci su entrambe le facce; fornimento ad elementi di ferro forgiato (rottura e mancanza di un baffo di guardia) lumeggiati da sottili cordonature rimesse a niello dargento, le valve della guardia messe a giorno al traforo, impugnatura con manica in trecciole di rame e argento alternate e ghiere a teste di turco in filo di rame; fodero assente; in buone condizioni salvo quanto esposto; di tipologia e qualit non comuni, interessante L. 100 cm. 200-300 52

142 Spada da Gentiluomo Italia, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione di rombo, gli sgusci al forte recanti iscrizioni Tomas Aialia (sic) e En Toledo; fornimento ad elementi in ferro forgiato (rottura e mancanza allelsa); fodero mancante; in buone condizioni salvo quanto esposto L. 99 cm. 200-300 143 Spada da Gentiluomo Italia, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione di rombo, gli sgusci al forte recanti iscrizioni Sebastiano Ernandez e En Toledo; elegante fornimento in ferro intagliato a stelle e tortiglioni, linterno della guardia portante applicati decori in ferro diamantato a motivi di cordoni e corolle di fiori; fodero mancante; in buone condizioni con qualche traccia duso e giusta patina depoca L. 102 cm. 350-500

143

Von Morenberg - Asta 45

144 Spada da Gentiluomo Italia, fine del XVIII Sec. lama dritta a sezione triangolare, adorna al forte di sobrie incisioni allacquaforte rimesse in oro su fondo in origine azzurrato; snello ed elegante fornimento ad elementi spigolati in ferro forgiato, il baffo di guardia gi collegato al pomo da catenella (mancante); fodero assente; in buone condizioni con gradevole patina depoca mai pulita L. 99 cm. 250-350 145 Spada da Gentiluomo Italia, fine del XVIII Sec. lama dritta a sezione triangolare, mantiene al tallone la cravatta originale di panno scarlatto; snello ed elegante fornimento ad elementi spigolati in ferro forgiato, il baffo di guardia gi collegato al pomo da catenella (mancante); fodero assente; in buone condizioni con gradevole patina depoca mai pulita L. 116 cm. 250-350 146 Particolare spada da Gentiluomo Italia, fine del XVIII Sec. lama a sezione triangolare, il forte adorno di incisioni a trofei darmi e volute rimesse in oro su fondo azzurrato; particolarissimo ed elegante fornimento in ferro, composto da coccia (danneggiata) formata da grani diamantati di varie misure, montati a formare una sorta di ricamo o merletto tramite fili di ferro scorrenti al loro interno, breve guardia conformata ad S, adorna di applicazioni di ferro diamantato, impugnatura e pomo lavorati en suite, elsa a catenella, alternante ad anelli spigolati grandi diamantati e vezzose campanelle applicate; fodero assente; in patina superficiale mai pulita e buone condizioni salvo quanto esposto; arma di rara tipologia, ampiamente degna di adeguato restauro L. 97 cm. 300-500 147 Spada da ragazzo Europa, XVIII Sec. destinata al figlio giovinetto di un Gentiluomo, non balocco ma autentica arma riproducente in scala ridotta la struttura della spada allepoca in uso sullabito civile: lama a sezione romboidale, a due fili e punta; fornimento in bronzo gi dorato con impugnatura rivestita da manica in trecciola di rame e ghiere intrecciate a teste di turco; fodero assente; in buone condizioni con giusta patina depoca; molto inusuale ed interessante; L. 65 cm. 250-400
146 147

144

145

53

Von Morenberg - Asta 45

148

149

PUGNALI ANTICHI
148 Pugnale Germania, fine del XVI Sec. lama dritta a due fili e punta, a facce piane con forte nervatura centrale su ognuna; elso in ferro a bracci curvilinei e schiacciati, recante anello di guardia sul lato di fuori; pomo a tino baccellato, in ferro, posante su basetta tornita a balaustro; impugnatura di legno gi rivestita in cuoio, mantiene le ghiere originali in lastra dottone sbalzata e la chiodatura ornamentale in ferro; in buone condizioni con spessa e bella patina antica; di non comune ed interessante tipologia L. 31,5 cm. 500-800

149 Rara miniatura di mano sinistra Germania, fine del XVI/inizio del XVII Sec. bella ed accurata costruzione in scala ridotta di pugnale da duello; lama a due fili e punta fortemente costolata al centro con massiccio tallone quadrotto, guardia con baffi volgenti verso la punta ed ampio anello di parata, pomo a tino con bottone e basetta, entrambi forgiati in ferro; impugnatura tortile di legno, gi coperta da manica in pelle con avvolgimento di trecciola metallica (ne permangono i segni, leggermente frammentaria alla base); in buone condizioni con ricca patina depoca; particolare manufatto, contestualizzabile nella tradizione delle armi in miniatura tipica del mondo tedesco, assai inusuale ed interessante L. 22,4 cm. 200-300

54

Von Morenberg - Asta 45

150

151

152

ARMI BIANCHE MILITARI


150 Particolare sciabola da Ufficiale di Fanteria sul mod. 1837 Austria, XIX Sec. lama in acciaio damasco, accentuatamente curva ad un filo e punta a facce piane, al forte decorazioni allacquaforte niellate in oro a motivi di trofei darmi e racemi; guardia in ferro corredata di seconda elsa mobile (manca il dispositivo di bloccaggio), cappetta e ghiera pure in ferro, impugnatura lignea con manica in pelle di razza; fodero in ferro a due campanelle con tipiche fascette bombate (del modello ma associato); in buone condizioni con normale patina depoca; di rara ed interessante tipologia; L. 90 cm. 600-1.000 151 Squadrona da Cavalleria Austria, inizio del XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, ampia guardia piatta in ferro con elsa a staffa, cappetta e ghiera pure in ferro, impugnatura di legno con manica in cuoio; fodero assente; in buone condizioni; rara; L. 103 cm. 400-600

152 Sciabola da Ufficiale di Fanteria mod. 1837 Austria, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta rialzata con ampi sgusci su entrambe le facce, mantiene in parte visibili incisioni a motivi di volute e trofei darmi rimesse in oro su fondo azzurrato; fornimento in ferro, impugnatura con manica in pelle di razza ed avvolgimento in trecciola e filo di rame; fodero assente; in patina e buone condizioni generali, assai migliorabili con facile intervento di pulitura L. 95 cm. 200-300 153 Daga da Fanteria Austria, XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta a facce piane, recante numero dordine 44 e punzone del fabbricante battuti al tallone; guardia e cappetta in ottone, impugnatura di legno con manica in cuoio ed avvolgimento in filo metallico; fodero assente; in buone condizioni L. 66 cm. 150-250 55

Von Morenberg - Asta 45

154

155

156

154 Sciabola da Ufficiale Superiore degli Ussari Francia, I Impero lama curva ad un filo e punta con breve falso taglio, ampi sgusci su entrambe le facce, realizzata in acciaio damasco la cui trama ancora evidente, si notano lungo il filo e sul dorso numerosi esiti di combattimento; fornimento in bronzo gi dorato al mercurio (10% circa di finitura permanente), la guardia e la cappetta corta allungherese incise con disegni di fiori stilizzati, limpugnatura rivestita da manica in trecciola e filo di rame; fodero in lamiera dottone gi dorata al mercurio (10% circa di finitura permanente), a due campanelle, profusamente inciso ed in parte sbalzato a motivi floreali e geometrizzanti; larma appare in buone condizioni, pur con i segni di effettivo e rude impiego campale e giusta patina depoca non rimossa da recenti puliture; molto rara ed interessante L. 94 cm. 700-1.000

155 Sciabola da Cavalleria mod. 1882 Francia, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura di legno con manica in cuoio ed avvolgimento di trecciola metallica; fodero in ferro ad una campanella; presenta evidenti segni duso e spessa patina, comunque in buone condizioni generali L. 106 cm. 400-600 156 Spada da Ufficiale di Fanteria Francia, fine del XVIII Sec. lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciata, al tallone cravatta originale di panno cremisi; fornimento ad elementi gettati in bronzo, il pomo sormontato da elmo alleroica, impugnatura con manica di treccia di rame gi argentato e ghiere in ottone; fodero assente; in buone condizioni L. 110 cm. 300-500

56

Von Morenberg - Asta 45

157

158

159

157 Spada da Ufficiale di Fanteria Francia, fine del XVIII Sec. lama a due fili e punta a sezione di rombo, gli sgusci al forte recanti firma Sebastian Hernandez; fornimento ad elementi gettati in ottone, il pomo sormontato da elmo alleroica, impugnatura con manica di filo e treccia di rame; conserva parte del fodero di cuoio con bocchetta ed una fascetta dottone; in buone condizioni L. 90 cm. 250-350

159 Sciabola da Ufficiale di Fanteria mod. 1845 Francia, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce (difetto in punta, porosit superficiale diffusa); fornimento in ottone con impugnatura di corno completa di avvolgimento in trecciola e filo di rame, fodero del modello adottato nel 1855, in lamiera di ferro a due campanelle; in condizioni abbastanza buone L. 90 cm. 200-300 160 Spada mod. 1887 da Sottufficiale di Fanteria Francia, XIX Sec. lama a sezione triangolare, al tallone firma della Manifattura di Chatellerault, indicazione del modello e data 1888; fornimento ad elementi gettati in lega di bronzo gi nichelata, sulla valva applicata granata fiammeggiante in ottone; fodero di ferro a due fascette con campanelle (una mancante); in buone condizioni generali con segni duso L. 96 cm. 200-300

161 Briquet Francia, inizio del XIX Sec. lama curva ad un filo e punta, fornimento gettato in ottone, fodero assente, in buone condizioni L. 86 cm. 100-180

158 Daga per Ufficiale di Marina Francia? fine del XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, in parte visibili incisioni a motivi di trofei darmi e racemi; fornimento in bronzo dorato al mercurio, impugnatura di corno scanalato; fodero mancante; nel complesso in buone condizioni; interessante L. 59 cm. 200-300

162 Sabre Briquet mod. An XI Francia, inizio del XIX Sec. lama curva ad un filo e punta a facce piane, lungo la costola firma della Manifattura Imperiale di Klingenthal in parte leggibile; fornimento monoblocco gettato in ottone, sulla guardia presenti punzoni di revisore militare; fodero di cuoio nero con puntale e cappa in ottone; in buone condizioni L. 72 cm. 150-250 57

Von Morenberg - Asta 45

163 Scimitarra da Tamburo Maggiore Piemonte, Restaurazione lama accentuatamente curva in acciaio damasco ancora piuttosto evidente, ad un filo e punta rialzata, con ampi sgusci su entrambe le facce doppiati da sottili e profonde scanalature lungo il profilo del dorso, adorna al forte da sobrie incisioni di trofei darmi, volute e pseudo iscrizioni islamiche, al tallone cravatta originale di panno scarlatto; fornimento allorientale con guardia in ottone gi dorato e guance di corno bruno trattenute da rivetti; fodero in ferro con fornimenti dottone gi dorato, le fascette delle campanelle intagliate a protomi leonine e motivi floreali al verso; in buone condizioni con onesta patina depoca; arma di rara tipologia, ampiamente degna di importante collezione L. 92,5 cm. 1.000-1.500

164 Rara sciabola mod. 1819 per Ufficiale di Artiglieria Piemonte, Restaurazione lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, al forte aquila sabauda coronata e motto Viva il Re incisi e rimessi in oro su fondo azzurrato; fornimento ad elementi di bronzo gi dorato con impugnatura di legno rivestita da manica in cuoio ed avvolgimento in trecciola di rame; completa del fodero per servizio montato, a due campanelle, in ferro verniciato nero con fornimenti dottone; in ottime condizioni generali, con qualche traccia duso e giusta patina del tempo; molto rara e degna di qualificata collezione L. 88 cm. 1.000-1.500

163

164

58

Von Morenberg - Asta 45

165 Particolare sciabola da Ufficiale di Stato Maggiore mod. 1843 Piemonte, XIX Sec. lama allorientale, accentuatamente curva ad un filo e punta rialzata con ampi sgusci su entrambe le facce, realizzata in damasco di buona qualit ed ancora evidente, il forte adorno di soli raggianti, trofei darmi e pseudo iscrizioni islamiche accuratamente incisi allacquaforte e lumeggiati a niello doro, sparsi simboli cabalistici in pi minuto disegno sono poi osservabili su tutta la lunghezza della lama; classico fornimento in ferro alla turca con impugnatura anatomica debano, completo dellantica dragona in filo di seta azzurra e canottiglia; fodero in lamiera di ferro a due campanelle, la bocchetta corredata di risalti per le alette della guardia; in ottime condizioni generali con antica patina superficiale mai rimossa; molto interessante ed adeguata a collezionista maturo, alla ricerca di varianti rare e particolari L. 96 cm. 1.000-1.500

166 Rara sciabola mod. 1833 per Artiglieria a Cavallo Piemonte, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta, con breve falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, mantiene al tallone la cravatta originale in ciniglia di lana rossa; guardia, ghiera e cappetta in ferro, questultima sormontata da bottone a mezza oliva sostenente la ribaditura del codolo, impugnatura di legno con manica in cuoio ed avvolgimento in treccia dottone; fodero in pesante lamiera di ferro a due campanelle; in ottime condizioni generali, larma appare in spessa e bella patina antica mai pulita; molto interessante L. 98 cm. 1.000-1.500

165

166

59

Von Morenberg - Asta 45

167

168

167 Spada da Ufficiale tipo Albertina Stato della Chiesa, 1848 lama dritta ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce doppiati al debole, incisa allacquaforte a motivi di volute, trofei darmi, croce latina, Arme del Pontefice Pio IX accompagnata da motti Viva lItalia e Viva Pio IX; fornimento ad elementi gettati in bronzo gi dorato (rottura e mancanza del baffo di parata), impugnatura rivestita di lastra di rame argentato sbalzata a simulare avvolgimento in treccia: fodero di ferro verniciato nero con fascette e bocchetta dottone; in buone condizioni salvo quanto esposto; rara ed interessante tipologia, per breve tempo impiegata dagli Ufficiali dei Reparti Pontifici affiancanti lEsercito del Piemonte nel 1848 L. 102 cm. 700-1.200

168 Rara daga per Dragoni Guardiacaccia Piemonte, 1830 ca. lama dritta a due fili e punta con scanalatura centrale su ciascuna faccia, reca incise allacquaforte aquila sabauda coronata e legenda Boschi e Selve fra fronde di quercia stilizzate; fornimento in bronzo dorato al mercurio con cappetta lunga zoomorfa a motivo di testa daquila, breve guardia ad elsi dritti ed ampia pelta caricata di aquila sabauda laureata in serto di foglie di quercia, impugnatura debano in origine recante ornamento incassato (mancante); fodero assente; in buone condizioni con giusta patina depoca; molto interessante L. 73 cm. 300-600

169 Daga della Guardia Nazionale Piemonte, 1848 lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su entrambe le facce, al tallone firma del fabbricante A. Granger; impugnatura gettata in ottone; fodero mancante; in buone condizioni L. 63,8 cm. 100-150

60

Von Morenberg - Asta 45

170

171

172

170 Rara sciabola per Ufficiale della Guardia Nazionale Piemonte, 1848 lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, al forte incisioni di aquila sabauda, trofei darmi e motto Viva il Re; fornimento ad elementi gettati in ottone finito con doratura (elsa rotta ed incompleta alla sommit) sul modello 1845 francese ma diverso nel decoro della coccia, sullesemplare illustrato consistente in trofeo di bandiere con foglie di quercia ed alloro e stelle a cinque punte, impugnatura di corno con avvolgimento in trecciola metallica; fodero di cuoio nero con lungo puntale in ottone gi dorato con cresta di ferro e cappa pure in ottone, corredata di bottone per la tasca; in buone condizioni salvo quanto esposto; molto interessante L. 90 cm. 200-400

171 Spada da Funzionario di Amministrazione? Piemonte, Restaurazione lama dritta a due fili e punta, incisa a motivi di volute, trofei darmi e motto ce nest que lhonneur qui me fait agir, al tallone firma del fabbricante Philipon/Marchan/Forbiseur/Rue Grossa/Turin; fornimento ad elementi gettati in ottone, scolpiti a volute e motivi floreali stilizzati; fodero di cuoio nero con cappa in ottone (puntale mancante); in ottime condizioni generali salvo quanto esposto; di inusuale ed interessante tipologia L. 101 cm. 400-700

172 Rara sciabola mod. 1819 per Ufficiale dei Cacciatori Piemonte, Restaurazione lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce (presenta zone intaccate dalla corrosione al medio ed al debole), ornata da sobrie incisioni a trofei darmi e racemi; fornimento di bronzo gi dorato, con singola elsa e pelta rovescia, impugnatura in legno con manica di cuoio nero ed avvolgimento in trecciola metallica; fodero del tipo per servizio montato, in spessa lamiera di ferro, a due campanelle sorrette da magliette in bronzo gi dorato, nella stessa lega la bocchetta riportata; lama a parte, in buone condizioni generali con onesta patina mai pulita; arma molto rara e comunque di rilevante interesse storico-collezionistico, a prescindere dal suo attuale stato di conservazione L. 97 cm. 300-500 61

Von Morenberg - Asta 45

173

174

173 Particolare spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. bella lama alla frantopina del XVIII Sec. riutilizzata, gli sgusci al forte recanti iscrizioni Tomas Ayala e En Toledo; fornimento ad elementi gettati in ottone, limpugnatura della prima tipologia, in legno rivestito da treccia e filo dargento con ghiere dottone dorato; fodero arcaico, in cuoio nero con puntale e cappa dottone corredata di bottone oblungo per la tasca, sul lato interno firma del fabbricante Isaia/Fourbiseur/Turin; completa di antica dragona da Ufficiale rivestita di filo e canottiglia dorati; in ottime condizioni generali con minimi segni duso e gradevole patina depoca; rara variante databile allimmediato periodo di adozione, certamente degna di qualificata collezione L. 109 cm. 900-1.500

174 Rara spada mod. 1833 per Ufficiale Medico Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, reca al forte sobrie incisioni allacquaforte a motivi di volute, trofei darmi e firma del fabbricante Wester di Solingen; fornimento ad elementi gettati in ottone e finiti con argentatura, il baffo di parata scolpito a motivo di testa di serpente, la valva caricata di scudo sabaudo laureato, limpugnatura rivestita di lastra di rame argentato sbalzata a simulare avvolgimento in treccia metallica; fodero in ferro verniciato nero con fornimenti dottone argentato; in buone condizioni con qualche traccia duso ed onesta patina depoca; molto interessante L. 101 cm. 900-1.500

62

Von Morenberg - Asta 45

175

176

175 Particolare sciabola da Ufficiale sul mod. 1855 Piemonte, XIX Sec. modello di fantasia, ispirato tanto alla 1855 per Ufficiale dei Corpi a Piedi che alla 1843 da Stato Maggiore: lama allorientale, accentuatamente curva ad un filo e punta rialzata, a facce piane, realizzata in damasco di buona qualit ed ancora evidente, il forte adorno di mezze lune, trofei darmi e pseudo iscrizioni islamiche accuratamente incisi allacquaforte e lumeggiati a niello doro, sparsi simboli cabalistici in pi minuto disegno sono poi osservabili su tutta la lunghezza della lama; fornimento in ferro stile 55 ma corredato di alette ferma-fodero sagomate, classiche della sciabola da Stato Maggiore, impugnatura anatomica in ebano finito a zigrino; fodero di ferro a due campanelle, la bocchetta dotata di risalti per le alette alla turca della guardia; in ottime condizioni generali con onesta patina depoca mai rimossa; molto interessante ed adeguata a collezionista maturo, alla ricerca di varianti rare ed inusuali L. 94 cm. 700-1.200

176 Particolare sciabola mod. 1833 per furieri e musicanti di Fanteria Piemonte, XIX Sec. antica lama riutilizzata, in origine probabilmente destinata a sciabola da Ufficiale degli Ussari rivoluzionari: curva, ad un filo e mezzo a facce piane con punta rialzata, in finto damasco inciso allacquaforte a motivi cabalistici, trofei darmi e fascio repubblicano; fornimento in ottone con impugnatura debano finita a zigrino; fodero di cuoio colorito nero con lunghissimo puntale in ottone con cresta di ferro e cappa dottone dotata di bottone; in buone condizioni, presenta qualche segno duso e giusta patina; interessante L. 102 cm. 500-800

63

Von Morenberg - Asta 45

177

178

179

177 Sciabola mod. 1850 per Ufficiale dei Bersaglieri Piemonte, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta rialzata con falso taglio, presenta sgusci su entrambe le facce doppiati al debole, al forte incisioni a motivi di racemi, trofei darmi, stemmi sabaudi e firma del fabbricante Holler di Solingen; fornimento ad elementi gettati in ottone con cappetta zoomorfa a testa di leone, impugnatura in ebano a settori finiti a zigrino; fodero di ferro a due campanelle (mancante di bocchetta); in buone condizioni con qualche segno duso ed onesta patina depoca L. 95 cm. 600-900

178 Sciabola mod. 1833 da Ufficiale di Artiglieria a Cavallo Piemonte, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, al forte sobrie incisioni di simboli cabalistici e racemi; guardia in ferro con elsa dritta ed alette ferma-fodero squadrate, cappetta, bottone ottagonale e ghiera pure in ferro, impugnatura in ebano a settori zigrinati; fodero in massiccia lamiera di ferro, a due campanelle; in ottime condizioni generali con antica patina superficiale mai rimossa; tipologia non comune ed interessante L. 93,5 cm. 400-600

179 Spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con breve falso taglio e sgusci su entrambe le facce, adorna di incisioni a volute e trofei darmi rimesse in oro su sfondo azzurrato; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura rivestita di lastra dargento sbalzata a simulare avvolgimento in treccia metallica; fodero di ferro verniciato nero con fornimenti dottone; in ottime condizioni generali con lievi tracce duso e giusta patina depoca; interessante L. 100 cm. 800-1.200

64

Von Morenberg - Asta 45

180

181

182

180 Spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta a facce piane con ampi sgusci, il forte recante sobrie incisioni a motivi di racemi, trofei darmi ed aquile sabaude; fornimento ad elementi gettati in ottone, limpugnatura rivestita di lastra dargento sbalzata a simulare avvolgimento in treccia metallica; fodero in ferro dorigine verniciato nero con fornimenti dottone; in ottime condizioni generali con lievi segni duso e bella patina depoca L. 101 cm. 500-800

181 Spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta a facce piane con ampi sgusci, il forte recante sobrie incisioni a motivi di racemi, trofei darmi ed aquile sabaude; fornimento ad elementi gettati in ottone e finiti con doratura, limpugnatura rivestita di lastra dargento sbalzata a simulare avvolgimento in treccia metallica; fodero in ferro dorigine verniciato nero con fornimenti dottone dorato; in ottime condizioni generali con lievi segni duso e bella patina depoca L. 102 cm. 500-800

182 Spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con breve falso taglio, a facce piane con sgusci su entrambe le facce, la destra recante al forte iscrizione En Toledo; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura dei legno con manica in treccia e filo dargento e ghiere in ottone; fodero di ferro verniciato nero con fornimenti deottone; in buone condizioni generali, con tracce duso ed onesta patina depoca L. 102 cm. 400-600

65

Von Morenberg - Asta 45

183

184

185

183 Spada da Ufficiale mod. 1833 Albertina Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta a facce piane con breve falso taglio e sgusci su entrambe le facce, incisa allacquaforte a volute e motti in caratteri gotici Charles Albert Roy de Sardaigne e Dieu et le Roy; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura di legno con manica in treccia e filo dargento e ghiere dottone gi dorato; fodero in ferro mantenente elevata percentuale della vernice nera originale, completo dei fornimenti dottone; in buone condizioni con evidenti segni di effettivo impiego e bella patina antica; L. 105 cm. 400-700 184 Spada da Funzionario dellAmministrazione Piemonte, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con breve falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, incisa al forte a motivi di aquile sabaude coronate; fornimento ad elementi gettati in ottone con guancette di madreperla, la pelta caricata di scudo sabaudo accostato a caducei, per Medico o Funzionario addetto a servizi sanitari; fodero di ferro verniciato nero con fornimenti dottone; in buone condizioni con onesta patina depoca; L. 98 cm. 350-500 66

185 Spada da Funzionario della Citt di Alba Piemonte, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione di rombo; fornimento sul modello piemontese per Funzionari di Amministrazione, ad elementi gettati in bronzo dorato, la valva caricata di stemma della Citt, limpugnatura in legno rivestita da guancette in avorio; fodero di cuoio nero (rottura) con fornimenti in lastra di rame gi dorata, il bottone della cappa recante iscrizione incisa ALBA; in buone condizioni con qualche traccia duso ed onesta patina del tempo; molto inusuale ed interessante; L. 97 cm. 300-500 186 Spada da Ufficiale Piemonte, XVIII Sec. antica lama da striscia riutilizzata, a due fili e punta a sezione desagono, gli sgusci al forte recanti iscrizione cabalistica I.D.T.I.D.T.I.D.T., sul ricasso marca CAINO in parte leggibile; elegante fornimento ad elementi gettati in bronzo e finiti con bella doratura al mercurio (rottura e mancanza al baffo di parata); fodero assente; in buone condizioni salvo quanto esposto; molto interessante; L. 107 cm. 300-500
186

Von Morenberg - Asta 45

187

188

189

187 Sabro da Fanteria Piemonte, XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, reca le classiche incisioni di aquila sabauda e motto Vive le Roy de Sardaigne; fornimento in ottone con impugnatura di legno rivestita da manica in cuoio ed avvolgimento in filo di rame; fodero assente; in buone condizioni L. 73,5 cm. 300-500 188 Spada da Ufficiale Piemonte, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione di rombo, gli sgusci al forte recanti iscrizione En Toledo; fornimento ad elementi gettati in bronzo e scolpiti a tortiglione, impugnatura di legno con manica in filo e treccia di rame e ghiere in ottone; fodero di cuoio nero con cappa dottone (puntale mancante); in buone condizioni con qualche traccia duso e giusta patina depoca L. 91 cm. 250-350

189 Daga da Allievo di Regia Scuola Militare Piemonte, XIX Sec. lama ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, punzonata dal fabbricante Wester di Solingen; impugnatura gettata in ottone; fodero in lamiera di ferro verniciata nera con fornimenti dottone; in ottime condizioni; L. 71,5 cm. 200-300 190 Daga della Guardia Nazionale Piemonte, XIX Sec. lama a due fili e punta con accentuata costolatura centrale, impugnatura gettata in ottone con croce sabauda in rilievo al centro della crociera, fodero di cuoio nero con puntale e cappa in ottone, conserva la tasca originale di cuoio di bufalo imbiancato; in ottime condizioni; L. 65,5 cm. 200-300 191 Daga da Cannonieri Piemonte, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con accentuata costolatura centrale su ciascuna faccia, fornimento gettato in ottone con bottone di ferro a mezza oliva, fodero assente, in buone condizioni L. 58 cm. 100-150 67

190

Von Morenberg - Asta 45

196 Sciabola da Fanteria mod. 1843 Piemonte, XIX Sec. lama curva a facce piane, impugnatura dottone con bottone in ferro a mezza oliva, fodero di cuoio nero con puntale e cappa (mancante del fermo per la tasca) in lastra dottone, in buone condizioni L. 60 cm. 120-200 197 Sciabola da Guardarmi mod. 1833 Piemonte, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce; fornimento in ottone con impugnatura debano finita a zigrino; fodero assente; in buone condizioni; L. 88 cm. 100-150 198 Sabro da Fanteria della Milizia Piemonte, XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce e falsotaglio, apparentemente nata priva di iscrizioni; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura in legno con manica in cuoio ed avvolgimento di filo di rame; fodero assente; in buone condizioni; L. 75 cm. 150-250 199 Sabro da Fanteria della Milizia Piemonte, XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce e falsotaglio, presenta tracce delle originarie iscrizioni ad acido inneggianti al Re di Sardegna; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura in legno con manica in cuoio ed avvolgimento di trecciola metallica; fodero assente; nel complesso in buone condizioni L. 75 cm. 150-250 200 Sabro da Fanteria per Reggimenti Alamanni Piemonte, fine del XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con falsotaglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, presenta tracce di incisioni a motivi di croci anseatiche, ornato in uso presso i reggimenti mercenari tedeschi; impugnatura gettata in ottone, copia conforme del modello 1767 francese per granatieri; fodero assente; nel complesso in buone condizioni L. 75 cm. 200-300

199

200

192 Daga da tamburino della Guardia Nazionale Piemonte, XIX Sec. lama dritta con accenni di fili e punta arrotondata, impugnatura gettata in ottone con massello della crociera caricato di croce sabauda in rilievo, fodero assente, in buone condizioni L. 52 cm. 100-150 193 Daga per Allievo di Regio Collegio Militare Piemonte, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su entrambe le facce, al tallone firma del fabbricante A. Granger; impugnatura gettata in ottone; fodero di ferro verniciato nero con puntale e cappa (mancante del bottone per la tasca) in lamiera dottone; in buone condizioni con segni duso L. 63,5 cm. 150-250

194 Daga per allievo di Regio Collegio Militare Piemonte, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con scanalatura centrale su ciascuna faccia, impugnatura gettata in ottone, fodero assente, in buone condizioni L. 63 cm. 100-150 195 Sciabola da Fanteria mod. 1834 Piemonte, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta a facce piane; fornimento monoblocco gettato in ottone con bottone di ferro a mezza oliva; fodero in cuoio colorito nero con puntale e cappa dottone; in buone condizioni L. 72 cm. 130-180

68

Von Morenberg - Asta 45

201

202

203

201 Sciabola da Cavalleria Leggera tipo Anno IX Regno Italico, inizio del XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, al tallone punzone di controllore militare F.B., sulla costola firma del fabbricante BARISONI; guardia (aletta ferma fodero destra rotta e mancante) e cappetta gettate in ottone, impugnatura lignea con avvolgimento in trecciola e filo di rame; fodero in spessa lamiera di ferro a due campanelle; in buone condizioni salvo quanto esposto, con normali tracce duso ed onesta patina del tempo; molto interessante L. 100 cm. 500-800

202 Spada per Ufficiale di Fanteria mod. 1849 Ducato di Parma, XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta con breve falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, al tallone presente la cravatta originale in panno scarlatto; fornimento ad elementi gettati in ottone e finiti con doratura, il pomo a boccio, lestremit del baffo di parata e la sommit dellelsa intagliate a foglie dacanto, limpugnatura di legno con manica originale in trecciola dargento e ghiere dottone dorato; fodero assente; in ottime condizioni generali con giusta patina depoca; rara L. 105 cm. 400-600

203 Spada da Ufficiale di Fanteria mod. 1849 Ducato di Parma, XIX Sec. modello leggero, probabilmente concepito come accessorio per luniforme da servizio di caserma o libera uscita; stretta lama ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, al tallone marca del fabbricante di Solingen W.K. & C; snello fornimento ad elementi gettati in ottone e finiti con doratura, il pomo a boccio, lestremit del baffo di parata e la sommit dellelsa intagliate a foglie dacanto, la valva interna della guardia del tipo mobile, impugnatura di legno con manica originale in trecciola e filo metallici dorato ed argentato con ghiere dottone dorato; fodero assente; in ottime condizioni generali con giusta patina depoca; rara L. 93,8 cm. 200-300

69

Von Morenberg - Asta 45

204

205

204 Sciabola da Ufficiale dei Corpi a Piedi Regno delle Due Sicilie, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con falso taglio, sgusciata su entrambe le facce ed incisa a racemi; fornimento in bronzo dorato con cappetta zoomorfa, impugnatura di corno bruno finito a zigrino, fodero assente; in buone condizioni con normali segni duso L. 94 cm. 500-600

205 Particolare sciabola mod. 1864 per Ufficiale di Cavalleria Italia, XIX Sec. bellissima lama fuori ordinanza, curva ad un filo e punta slargantesi alla pandura, a facce piane con dorso a bacchetta, sobriamente incisa a volute e trofei darmi, al tallone marchio e firma del fabbricante di Solingen; ampia coccia in ferro a quattro else firmata GRAVIER/A TURIN, cappetta spigolata, ghiera e bottone ottagonale pure in ferro, impugnatura debano a settori finiti a zigrino; fodero di ferro a due campanelle; in ottime condizioni generali, larma si presenta in prima patina mai rimossa da interventi di pulitura; rara per qualit e condizioni ed adeguata a collezionista esigente L. 103 cm. 1.000-1.500

70

Von Morenberg - Asta 45

206 Particolare daga donore per Sottufficiale della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. bella lama dritta a due fili e punta, fortemente costolata al centro, adorna di incisioni a volute e trofei darmi rimesse in oro su fondo azzurrato; impugnatura gettata in ottone, raffigurante lItalia in atteggiamento pensoso, il capo guarnito dalla corona turrita; fodero di ferro verniciato nero con puntale e cappa dottone; in buone condizioni, con tracce duso ed onesta patina depoca; rara. Un esemplare simile illustrato a pag. 338 di Storia dellarma bianca italiana di Cesare Calamandrei, Editoriale Olimpia, 1999 L. 72,5 cm. 500-700 71

Von Morenberg - Asta 45

207

208

207 Sciabola mod. 1833 per Artiglieria a Cavallo Italia, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, al tallone marchio del fabbricante di Solingen W & C; guardia con elsa a staffa, cappetta, ghiera e bottone a mezza oliva pure in ferro, impugnatura in legno con manica di cuoio ed avvolgimento in trecciola dottone; fodero in spessa lamiera di ferro a due campanelle; tutte le superfici metalliche si presentano finite in corso duso con nichelatura in buona percentuale preservata, indice di permanenza in servizio sino ad epoca tarda; in ottime condizioni generali con qualche traccia duso e giusta patina; interessante L. 98 cm. 600-900 72

208 Spada fuori ordinanza per Ufficiale degli Ussari di Piacenza Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con triplice ordine di sgusci su entrambe le facce, la sinistra recante al forte firma del fabbricante Coulaux & C.e/ Mauf.re de Klingenthal; coccia in ferro messa a giorno al traforo a motivi di racemi e giglio, ghiera e cappetta pure in ferro, impugnatura di legno con manica in cuoio ed avvolgimento di treccia e filo dargento;fodero in ferro a due campanelle; in ottime condizioni generali, con qualche traccia duso e spessa patina antica mai pulita; molto interessante L. 105 cm. 600-1.000

Von Morenberg - Asta 45

209 Daga da Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama ad un filo e punta con falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, impugnatura gettata in ottone, fodero assente, in buone condizioni L. 76,5 cm. 100-150 210 Daga da Musicante Italia, XIX Sec. modello di fantasia, per musicante di banda militare o sottufficiale della Guardia Nazionale; stretta lama dritta ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, impugnatura gettata in ottone, incisa a motivi floreali ed architettonici, fodero di cuoio nero con fornimenti dottone decorati en suite; in buone condizioni con qualche segno duso e giusta patina; L. 75 cm. 200-300 211 Daga da Sottufficiale della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su entrambe le facce, incise allacquaforte a motivi di volute, trofeo darmi e croci sabaude; impugnatura gettata in ottone, del classico modello con croce in rilievo al centro della guardia; fodero mancante; in buone condizioni L. 69,5 cm. 200-300 212 Daga da Sottufficiale della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta, in origine incisa a volute (diffusi esiti da corrosione superficiale), impugnatura gettata in ottone, fodero di ferro smaltato nero con fornimenti dottone; in buone condizioni salvo quanto esposto; L. 75 cm. 120-180 213 Daga della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. assai simile al gladio della Guardia Civica pontificia ma pi leggera, probabile dotazione di Guardia Nazionale centro italiana negli anni immediatamente successivi allUnit; lama a due fili e punta con sguscio centrale su entrambe le facce, impugnatura gettata in ottone, fodero di cuoio nero con fornimenti dottone, il bottone della cappa conformato a scudo sabaudo; in ottime condizioni generali con qualche traccia duso e giusta patina; interessante; L. 60,5 cm. 200-300
212 213

210

211

73

Von Morenberg - Asta 45

214 Daga della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta, impugnatura gettata in ottone, fodero di cuoio nero con puntale e cappa dottone, completo della tasca originale di sospensione al cinturone; in buone condizioni L. 58,5 cm. 200-300 215 Daga della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta, impugnatura gettata in ottone, fodero di cuoio nero con fornimenti dottone, in ottime condizioni L. 64 cm. 150-250 216 Daga della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su ciascuna faccia, impugnatura gettata in ottone, fodero in cuoio nero con fornimenti dottone, in buone condizioni L. 62 cm. 120-180 217 Daga della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta con doppi sgusci su ciascuna faccia, impugnatura gettata in ottone, fodero in cuoio nero con fornimenti dottone, in condizioni abbastanza buone L. 63 cm. 120-180 218 Particolare daga da Sottufficiale della Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. modello di derivazione borbonica, comunemente in uso presso la Guardia Nazionale Meridionale: lama ad un filo e punta con accenno di falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, incisa allacquaforte a volute, stemma sabaudo e legenda Guardia Nazionale, al tallone punzone coronato TA dellArsenale di Torre Annunziata; fornimento gettato in ottone, il pomo recante sigla in rilievo GN; fodero assente; in ottime condizioni; di inusuale ed interessante tipologia L. 66 cm. 200-300
216 218

214

215

74

Von Morenberg - Asta 45

219 Particolare daga per Guardia Nazionale Italia, XIX Sec. lama a due fili e punta con ampio sguscio centrale su ciascuna faccia, presenta incisioni a volute e trofei darmi e scritte Milizia Comunale e Viva il Re, al tallone resti della cravatta originale di panno scarlatto; impugnatura gettata in ottone, del modello classico recante croce al centro della guardia; fodero assente; in ottime condizioni con leggera patina mai pulita; interessante L. 69,5 cm. 150-250 220 Sciabola da Ufficiale di Artiglieria mod. 1864 Italia, XIX Sec. lama moderatamente curva ad un filo e punta con breve falso taglio, sgusci su entrambe le facce doppiati al debole, incisioni allacquaforte a motivi di racemi, trofei darmi ed emblemi sabaudi; fornimento in ferro con elsa dritta e cappetta rotondeggiante sul modello 1833, impugnatura in ebano a settori zigrinati; fodero di ferro a due campanelle, finito con nichelatura come la guardia; in buone condizioni, con qualche segno duso ed onesta patina depoca L. 92 cm. 250-350 221 Sciabola da Ufficiale mod. 1855 Italia, XIX Sec. lama fuori ordinanza, dritta ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, incisa allacquaforte a volute, trofei darmi e motto Dio e la Patria; fornimento in ferro con impugnatura debano a settori finiti a zigrino; fodero di ferro (mancante della cresta e di una fascetta con campanella); in buone condizioni salvo quanto esposto L. 96 cm. 250-350 222 Sciabola da Ufficiale mod. 1855 Italia, XIX Sec. robusta lama curva ad un filo e punta rialzata, ampi sgusci su entrambe le facce doppiati al debole, sobriamente incisa a motivi di trofei darmi e stemmi sabaudi, reca firma del fabbricante Bleckman; fornimento in ferro con impugnatura debano a settori zigrinati; fodero in ferro a due campanelle; in buone condizioni, con qualche traccia duso e normale patina del tempo L. 97.5 cm. 250-350
221 222

219

220

75

Von Morenberg - Asta 45

223 Sciabola mod. 1833 per furieri e musicanti di Fanteria Italia, XIX Sec. lama moderatamente curva, ad un filo e punta a facce piane; fornimento in ottone con impugnatura di ebano; fodero in cuoio colorito nero con puntale e cappa dottone; in ottime condizioni L. 77,5 cm. 200-300

224 Spada da Funzionario dellAmministrazione Italia, XIX Sec. lama ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, incisa allacquaforte a racemi; fornimento ad elementi gettati in ottone con guancette di madreperla, la valva caricata di scudo sabaudo coronato e laureato; fodero assente; in buone condizioni L. 90 cm. 150-200
223 224

225 Sciabola da Ufficiale di Marina Italia, fine del XIX Sec. robusta lama di fabbricazione inglese, moderatamente curva, ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, incisa allacquaforte a motivi di volute e simboli marinari; fornimento in ottone dorato, cappetta a testa di leone sormontata da bottone in ferro, impugnatura con manica in pelle di razza ed avvolgimento di trecciola metallica; fodero di cuoio nero con fornimenti dottone dorato; completa di dragona in filo dorato; in buone condizioni L. 95 cm. 400-600 226 Sciabola da Ufficiale di Cavalleria mod. 1873 Italia, fine del XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con dorso a bacchetta, incisa allacquaforte a motivi sabaudi e di trofei darmi; fornimento in ferro con impugnatura in legno di ebano; fodero in ferro a due campanelle; in buone condizioni generali, con segni duso ed onesta patina depoca L. 103 cm. 150-250
225 226

76

Von Morenberg - Asta 45

227 Sciabola mod. 1888 per Ufficiale Generale Italia, inizio del XX Sec. lama curva a facce piane con dorso a bacchetta, incisa a motivi sabaudi e di trofei darmi, al tallone firma del fabbricante Wester di Solingen; fornimento in ferro con impugnatura anatomica davorio naturale, fodero in ferro a due campanelle, finito con nichelatura come le restanti parti metalliche; in buone condizioni con normale patina duso; L. 95 cm. 300-400 228 Sciabola mod. 1871 Italia, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane con dorso a bacchetta, fornimento in ferro a due else con cappetta intera, ghiera dotata di appoggio per il pollice e bottone a mezza oliva, impugnatura in legno di pomo naturale, fodero in ferro ad una campanella, finitura nichelata su tutte le superfici metalliche; in buone condizioni L. 106 cm. 200-300 229 Sciabola mod. 1871/29 Italia, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane con dorso a bacchetta, fornimento in ferro a due else con cappetta intera, ghiera dotata di appoggio per il pollice e bottone a mezza oliva, impugnatura in legno di pomo naturale, fodero in ferro a due campanelle, finitura nichelata su tutte le superfici metalliche; in buone condizioni; L. 106 cm. 200-300 230 Sciabola mod. 1888 per Maresciallo Italia, XX Sec. lama curva ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, priva di incisioni; fornimento in ferro con impugnatura anatomica di legno naturale; fodero in ferro a due campanelle, nichelato come le restanti superfici metalliche; in buone condizioni con normale patina duso L. 100 cm. 100-150 231 Sciabola mod. 1929 per Sottufficiale dei Bersaglieri Italia, XX Sec. lama curva ad un filo e punta a facce piane, fornimento in ottone con guardia a due else, fodero mancante, in buone condizioni L. 104 cm. 80-130
229 230

227

228

77

Von Morenberg - Asta 45

234

236

237

232 Sciabola da Sottufficiali mod. 1929 Italia, XX Sec. lama dritta ad un filo e punta, reca incisioni ad acido con trofei darmi e simbolo della Repubblica, al tallone marchio del fabbricante F.lli Turco Napoli; fornimento in ferro a due else con impugnatura di legno ebanizzato, fodero in ferro a due campanelle; completa di dragona e pendagli; in ottime condizioni L. 100 cm. 150-200 233 Sciabola da Ufficiale mod. 1888 Italia, I G.M. completamente brunita in arsenale, conformemente al regolamento di mobilitazione emanato nel 1915: lama curva ad un filo e punta con dorso a bacchetta, incisa ad acido a motivi sabaudi e di trofei darmi; fornimento in ferro con impugnatura anatomica debano, fodero in ferro a due campanelle; presenta tracce duso e spessa patina mai pulita, comunque in buone condizioni L. 105 cm. 100-150

234 Spada da Ufficiale della Regia Aeronautica Italia, 1930 ca. sottile lama dritta, incisa ad acido a motivi sabaudi, trofei darmi e trofeo dellArma, al tallone firma del fabbricante Jung di Solingen; fornimento in ottone dorato, con cappetta zoomorfa a testa daquila, impugnatura di ebanite nera con avvolgimento in trecciola e filo metallico dorati, coccia scolpita a motivo di piumaggio dala; fodero rivestito di pelle nera con fornimenti dottone dorato; completa di dragona per Grande Uniforme, in filo dorato con screziature azzurre; in buone condizioni con normale patina duso L. 92 cm. 200-300 235 Spada da Ufficiale Spagna, XIX Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, al forte incisioni rimesse in oro su fondo gi azzurrato; fornimento ad elementi gettati in ottone, la valva caricata di emblema dinastico iberico; fodero mancante; in buone condizioni L. 98 cm. 150-250

236 Sciabola da Ufficiale di Cavalleria Gran Bretagna, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con falso taglio ed ampi sgusci su entrambe le facce, guardia in ferro a tre else, ghiera e cappetta pure in ferro, impugnatura con manica in cuoio, fodero di ferro a due fascette con campanelle (una mancante), in patina ed in condizioni nel complesso buone L. 103 cm. 300-500 237 Spada da Ufficiale Europa, prima met del XVIII Sec. lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, gli sgusci al forte recanti intagli al traforo e punzoni di ancora crocettata; fornimento ad elementi di ferro forgiato, impugnatura con manica in trecciola di rame; fodero assente; in buone condizioni con antica e bella patina scura mai pulita L. 97 cm. 350-500

78

Von Morenberg - Asta 45

243 Spadino da Diplomatico o Dignitario Europa, XIX Sec. lama a sezione triangolare, sobriamente incisa al forte a racemi e trofei darmi; fornimento in bronzo dorato con guancine di madreperla, la pelta e le restanti superfici scolpite a motivi fitoformi; fodero assente; in buone condizioni L. 101 cm. 100-150 244 Sciabola da Marina Europa, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con falso taglio, ampia coccia di ferro pieno con bottone quadro, impugnatura di legno con manica in cuoio ed avvolgimento di treccia metallica, fodero assente, in buone condizioni L. 98 cm. 80-120 245 Sciabola Europa, XX Sec. lama curva incisa con motto United States Marines,fornimento di metallo nichelato, fodero rivestito in pelle con puntale e bocchetta di metallo nichelato, in ottime condizioni L. 100 cm. 100-150

238

239

238 Spada da Ufficiale Europa, XVIII Sec. lama alla frantopina, a due fili e punta a sezione desagono, il tallone conservante la cravatta originale in ciniglia di lana rossa; fornimento ad elementi gettati in ottone, impugnatura con manica in filo e treccia di rame e ghiere in ottone; fodero assente; in buone condizioni con spessa patina antica mai rimossa; interessante L. 101 cm. 300-500 239 Spada da Ufficiale Europa, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta, a due ordini a sezione desagono al forte, indi di rombo, adorna di sobrie incisioni a volute realizzate allacquaforte; fornimento ad elementi gettati in ottone e gi dorati, impugnatura con manica di filo e treccia di rame e teste di turco; fodero mancante; in buone condizioni L. 93 cm. 300-500

240 Spada da Ufficiale Europa, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, fornimento ad elementi gettati in bronzo con impugnatura rivestita da manica in trecciola dottone, fodero di cuoio nero con fornimenti dottone, in buone condizioni L. 94 cm. 200-300 241 Sabre Briquet Europa, XIX Sec. lama curva ad un filo e punta con ampi sgusci su entrambe le facce, impugnatura gettata in ottone, fodero di cuoio nero con puntale e cappa in ottone, in buone condizioni L. 74 cm. 150-250 242 Spadino da Dignitario Europa, XIX Sec. lama a sezione triangolare, incisa allacquaforte a motivi di racemi; fornimento in ottone con guancine di madreperla; fodero mancante; in buone condizioni L. 93 cm. 150-250

SCHERMA
246 Coppia di sciabole da esercizio Austria, XIX Sec. finte sciabole in spesso legno di faggio, completate da robuste cocce in ferro a difesa della mano, impiegate per esercitazioni pratiche di scherma presso le scuole militari austriache; riproducono le linee della sciabola mod. 1861 per Ufficiali di Fanteria; in ottime condizioni con bella patina depoca; molto interessanti L. 104 cm. 50-100 247 Sciabola da scherma Germania, XIX Sec. lama leggermente curva con sgusci su entrambe le facce, al tallone marchio SOLINGEN; fornimento in ferro con ampia coccia a tre else, impugnatura a settori rivestita di pelle di razza con avvolgimento in trecciola metallica; in buone condizioni L. 103 cm. 50-80 79

Von Morenberg - Asta 45

BAIONETTE
248 Baionetta Mannlicher mod. 1888/95 Austria, fine del XIX Sec. di produzione ungherese, al tallone punzoni dellarsenale e del controllore militare asbugico; guardia e cappetta di ferro con guance in legno trattenute da rivetti; fodero di ferro verniciato nero; in buone condizioni generali con segni duso; non comune; L. 37 cm. 100-150 249 Baionetta mod. 1886/93/16 Francia, I G.M. lama cruciforme, al tallone punzoni di controllore militare; guardia in ferro, del modello non prevedente il quillon, impugnatura di metallo bianco; fodero di ferro brunito; in ottime condizioni; L. 64 cm. 100-150 250 Baionetta mod. 1892 per Musqueton Berthier Francia, I G.M. lama regolamentare, guardia ancora corredata del quillon e cappetta in ferro, guance di legno trattenute da rivetti, fodero in ferro brunito, recante matricola coerente con larma; in buone condizioni; L. 51,3 cm. 100-150 251 Baionetta mod. 1892 per Musqueton Berthier Francia, I G.M. lama regolamentare, guardia e cappetta di ferro con guance in legno trattenute da rivetti, fodero in ferro brunito; in buone condizioni; L. 51,5 cm. 80-120 252 Baionetta mod. 1892 per Musqueton Berthier Francia, I G.M. lama regolamentare, guardia ancora corredata del quillon e cappetta in ferro, guance di legno trattenute da rivetti, fodero in ferro brunito, recante matricola coerente con larma; in buone condizioni; L. 51,3 cm. 100-150 253 Baionetta mod.1886/93/16 per fucile Lebel Francia, I G.M. lama cruciforme, al tallone punzone del fabbricante C.I.; guardia del modello non prevedente il quillon, in ferro finito, come la lama, con spessa brunitura darsenale, impugnatura dottone; fodero di ferro brunito, recante matricola coerente con larma; in ottime condizioni; L. 64 cm. 100-150 80

254 Baionetta mod.1886/93/16 per fucile Lebel Francia, I G.M. lama cruciforme, al tallone punzoni di controllore militare; guardia in ferro, del modello non prevedente il quillon, impugnatura dottone; fodero di ferro brunito; in ottime condizioni; L. 64 cm. 100-150 255 Baionetta mod. 1874 per Gras Francia, XIX SEc. lama regolamentare, sulla costola firma della Manifattura di St. Etienne con data 1880; guardia in ferro dotata di quillon, cappetta di bronzo, guance in legno rivettate con molla esterna a lamina; fodero di ferro brunito; in buone condizioni; L. 64,4 cm. 150-200 256 Baionetta mod. 1871 da Geniere Germania, XIX Sec. pesante lama ad un filo e punta con dorso conformato a sega, al tallone punzoni del fabbricante di Solingen Alex Coppel e dellArsenale di Erfurt; guardia in ferro conformata ad S, porta sulla crociera interessante marcatura di reparto; impugnatura gettata in ottone con molla esterna a lamina e bottone in ferro, fodero assente; in buone condizioni con onesta patina depoca; rara; L. 61 cm. 450-600 257 Baionetta mod. 1884/98 Germania, II G.M. lama regolamentare, al tallone punzoni di fabbricante e matricola; guardia e cappetta di ferro, presenti punzoni waffen-amt, guance di bachelite trattenute da viti; fodero in ferro, brunito come le restanti parti metalliche; in ottime condizioni; L. 38,2 cm. 100-150 258 Baionetta mod. 1907 per Enfield N1 Mk III* Gran Bretagna, I G.M. lama recante al tallone marchi di fabbrica e punzoni di controllore militare, guardia e cappetta in ferro con guance di legno trattenute da viti, fodero di cuoio nero con fornimenti di ferro, in ottime condizioni; L. 55,2 cm. 80-120 259 Baionetta mod. 1907 per fucile Enfield N1 Mk III* Gran Bretagna, I G.M. lama recante al tallone marchi di fabbrica e punzoni di controllore militare, guardia e cappetta in ferro con guance di legno trattenute da viti, fodero di cuoio nero con fornimenti di ferro, in buone condizioni; L. 55,2 cm. 80-120

260 Baionetta Mk II*per fucile Enfield N4 Gran Bretagna, II G.M. modello tutto in ferro con lama a chiodo, lo zoccolo punzonato con marchi darsenale, fodero in ferro, in ottime condizioni; L. 25,2 cm. 50-80

261 Sciabola baionetta per fucile Martini Henry Gran Bretagna, XIX Sec. lama conformata a yatagan, guardia e cappetta in ferro, guance in cuoio rivettate con molla esterna a lamina, fodero di cuoio nero con fornimenti in ferro; in buone condizioni con segni duso; L. 71 cm. 200-300

262 Baionetta per fucile tipo Remington Rolling Block Stato della Chiesa, XIX Sec. lama a yatagan, al tallone marchio del fabbricante A.& A.S.; guardia in ferro con quillon, al centro della crociera ben visibile punzone di accettazione militare pontificio con A maiuscola iscritta in cerchio; impugnatura dottone con molla esterna a lamina e bottone in ferro, reca allestremit superiore numero di matricola 558; fodero assente; in buone condizioni generali, presenta qualche segno duso e spessa patina mai pulita; non comune ed interessante; L. 69,5 cm. 150-200

263 Baionetta mod. 1870/87/16 Italia, I G.M. modifica regolamentare della sciabola baionetta mod. 1870: lama accorciata alla misura di 23,8 cm, guardia privata del quillon, impugnatura conservante le originarie guancette di ebanite con molla esterna del tipo lungo; fodero originale trasformato, in cuoio nero con puntale e cappa dottone; in ottime condizioni, mantiene pressoch integra la brunitura darsenale; L. 36,5 cm. 150-200

264 Baionetta mod. 1870/87/16 Italia, I G.M. modifica regolamentare della sciabola baionetta mod. 1870: lama accorciata alla misura di 23,8 cm, guardia privata del quillon, impugnatura conservante le originarie guancette di ebanite con molla esterna del tipo lungo; fodero originale trasformato, in cuoio nero con puntale e cappa dottone; in ottime condizioni, mantiene pressoch integra la brunitura darsenale; L. 36,5 cm. 150-200

Von Morenberg - Asta 45

248

250

256

315

317

81

Von Morenberg - Asta 45

265 Baionetta mod. 1891 T.S. Italia, I G.M. modello in dotazione con la prima configurazione di moschetto T.S., corredato di uno speciale bocchino con braga trasversale: lama e crociera del tipo standard, guance di legno rivettate, cappetta con spacco trasversale e pulsante di svincolo alla sommit, fodero in lamiera di ferro nervata, in prevalenza impiegato con tale tipo di baionetta; in buone condizioni con normale patina duso; non comune ed interessante L. 41,4 cm. 150-200 266 Rara baionetta demergenza mod. 1870 modificata 91 Italia, I G.M. lama accorciata alla misura intermedia di 31,5 cm, al tallone punzone dellArsenale di Torino; guardia privata del quillon e modificata nellanello, adattato al minor diametro della canna del fucile Carcano, cappetta ristretta nella misura dello spacco, guance originali di ebanite (rottura e mancanza alla sinistra) con molla esterna a lamina del tipo lungo; fodero originale accorciato, in cuoio nero con fornimenti dottone, punzonato TORINO 1892; in buone condizioni salvo quanto esposto; molto interessante L. 44,2 cm. 200-300 267 Rara baionetta demergenza mod. 1870 modificata 1891 Italia, I G.M. lama accorciata alla misura intermedia di 31,5 cm, al tallone punzone dellArsenale di Torino; guardia privata del quillon e modificata nellanello, adattato al minor diametro della canna del fucile Carcano, cappetta ristretta nella misura dello spacco, guance originali di ebanite con molla esterna a lamina del tipo lungo; fodero originale accorciato, in cuoio nero con fornimenti dottone, completo della sua tasca in pelle verniciata nera; in ottime condizioni generali; molto interessante; L. 44 cm. 250-350 268 Rara baionetta demergenza mod. 1891 Italia, I G.M. lama ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce (diffusi esiti di corrosione superficiale ripuliti), impugnatura e guardia gettate in unico blocco di ottone con bottone e pulsante di svincolo a molla a spirale interna in ferro, fodero di cuoio nero punzonato A.M.1897, completo dei fornimenti in ottone e della tasca regolamentare di cuoio grigioverde; nel complesso in buone condizioni con onesta patina duso; molto interessante; L. 41,2 cm. 300-500 82

269 Rara baionetta demergenza per Vetterli mod. 1870/87/16 a lama quadrangolare Italia, I G.M. impugnatura e guardia gettate in unico blocco dottone, molla esterna a lamina, pulsante e bottone in ferro, robusta lama da stocco a quattro filetti, del modello gi impiegato sulle baionette Vetterli da Africa; fodero mancante; presenta segni di ossidazione ripulita, comunque in condizioni nel complesso buone; probabilmente la pi rara fra i modelli ersatz italiani della Grande Guerra, molto interessante ed adeguata a collezionista avanzato a prescindere dal suo stato di conservazione; L. 38,7 cm. 300-500 270 Baionetta mod. 1891 Italia, II G.M. baionetta regolamentare per fucile mod. 1891 e derivati, completa delle guancette in legno di faggio trattenute da rivetti e del fodero di cuoio nero con puntale e cappa in ottone, punzonatoA.R.E.T. 1940; in ottime condizioni; L. 41,3 cm. 100-150 271 Baionetta mod. 1891 Italia, II G.M. lama regolamentare, finita con la tipica brunitura darsenale del periodo di colore rossastro; guardia e cappetta brunite nere, la crociera punzonata dal fabbricante ROCCA 1941, guance in legno di faggio trattenute da rivetti; fodero di cuoio nero con puntale e cappa di ferro brunito, punzonato ROCCA 1940; in ottime condizioni; interessante; L. 41,4 cm. 120-180 272 Baionetta mod. 1891/38 a lama fissa Italia, II G.M. lama finita con brunitura darsenale di colore rossastro, tipica del periodo; guardia e cappetta in ferro brunite nere, impugnatura a guance di legno rivettate, sulla costola impressi numero di matricola e marca del fabbricante S.A, POLOTTI; fodero di ferro brunito; in ottime condizioni; L. 28,8 cm. 120-180 273 Baionetta mod. 1938 ridotta a lama fissa Italia, II G.M. modifica darsenale della baionetta ripieghevole tipo 38: lama ed impugnatura originali ma unite per saldatura e corredate della guardia del modello a lama fissa, guance in legno trattenute da viti, fodero di ferro brunito del secondo modello, corredato di bottone per la tasca; in buone condizioni con normale patina duso; non comune ed interessante; L. 28,8 cm. 120-180
266

265

Von Morenberg - Asta 45

267

268

269

271

272

273

83

Von Morenberg - Asta 45

274 Baionetta pieghevole Mod. 1891/38 Italia, II G.M. del secondo tipo, con comando di svincolo a pulsante; impugnatura di ferro completa delle guancette in legno originali trattenute da viti; fodero assente; in buone condizioni generali con segni duso ed onesta patina; non comune; L. 29 cm. 180-250 275 Baionetta pieghevole mod. 1891/38 Italia, II G.M. della seconda tipologia, con comando di svincolo a pulsante: lama ripieghevole finita con la classica brunitura rossastra darsenale, impugnatura brunita nera con guance di legno trattenute da viti, fodero in ferro brunito, corredato di passante posteriore per il cinturone; in ottimo stato di conservazione; rara; L. 29 cm. 250-350 276 Baionetta Vetterli mod. 1870 Italia, XIX Sec. lama ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce, guardia in ferro dotata di quillon, cappetta pure in ferro sormontata da bottone a mezza oliva, guance in ebanite con molla esterna lunga e pulsante di svincolo; fodero di cuoio nero con puntale e cappa dottone, punzonato Torre Annunziata 1895 al verso; in spessa patina mai pulita, il cuoio presenta lieve retrazione dovuta al tempo, comunque in buone condizioni complessive; L. 65 cm. 200-350 277 Sciabola-baionetta di tipo sconosciuto Italia, XIX Sec. arma accoppiante ad una lama Vetterli mod. 1870 il fornimento di una baionetta napoletana da Cacciatori, con probabilit un clone realizzato da materiali militari dismessi per la fornitura a guardie campestri o comunque a Corpi armati non appartenenti allEsercito: lama di modello e lunghezza regolamentari, guardia in ferro, impugnatura gettata in ottone con molla esterna a lamina e pulsante in ferro; il lavoro di ribaditura del codolo ed in generale la patina del reperto appaiono antichi e mai toccati da interventi recenti; fodero mancante; in buone condizioni; molto interessante e meritevole di studio; L. 63,7 cm. 120-200 278 Baionetta M5 A1 per fucile Garand Italia, 1950 ca. lama regolamentare, guardia punzonata con indicazione del modello e del fabbricante, guance di materiale plastico trattenute da viti passanti, fodero di fabbricazione italiana, in fibra verniciata verde con passante per il cinturone in canapa kaki; in buone condizioni con segni duso L. 28,6 cm. 80-120 84

279 Baionetta mod. 1891 modificata per Enfield Italia, 1950 ca. modifica databile alla ricostituzione dellEsercito Italiano della neonata Repubblica, avvenuta a Terni per dotare di baionetta i fucili Enfield N1 MkIII* dismessi e consegnatici dallEsercito Britannico in elevata percentuale privi: lama in configurazione originale, guardia e cappetta modificate, fodero originale in cuoio nero con fornimenti dottone, punzonato A.S. TORINO 1935; presentata a fini espositivi inastata su bocchino di fucile Lee Enfield; linsieme in ottime condizioni; non comune ed interessante L. 41,4 cm. 150-200

283 Baionetta mod. 1891 Italia, 1950 ca. baionetta regolamentare per fucile mod. 1891 e derivati, completa delle guancette in legno di faggio trattenute da rivetti e del fodero di cuoio nero con puntale e cappa in ferro, punzonatoA.R.E.T. 1932; larma, ricondizionata dallArsenale di Terni, il cui punzone ben leggibile al centro della crociera, per il ricostituito Esercito Italiano della Repubblica, presenta tutte le superfici metalliche finite con parkerizzazione color grigioverde su sabbiatura; in perfette condizioni; interessante L. 41,4 cm. 100-150 284 Baionetta mod. 1891 trasformata per Enfield Italia, 1950 ca. variante ad anello ribassato della modifica, databile alla ricostituzione dellEsercito Italiano della neonata Repubblica, avvenuta a Terni per dotare di baionetta i fucili Enfield N1 MkIII* dismessi e consegnatici dallEsercito Britannico in elevata percentuale privi: lama in configurazione originale, guardia e cappetta modificate su impugnatura mantenuta nella lunghezza originaria, fodero originale in lamiera di ferro nervata; in ottime condizioni; non comune ed interessante; L. 41,4 cm. 150-200 285 Baionetta mod. 1889 per Rubin Schmidt Svizzera, XIX/XX Sec. lama regolamentare, al tallone marchio del fabbricante Maschinenfabrik Bern; guardia e cappetta in ferro con guance di legno rivettate; fodero di ferro brunito; in buone condizioni con segni duso; L. 41,3 cm. 100-150 286 Baionetta per fucile Garand Stati Uniti, II G.M. lama recante al tallone punzoni del fabbricante, guardia e cappetta di ferro, guance di bachelite nera, fodero in fibra verde con fornimenti di ferro (manca il gancio di fissaggio al cinturone), in condizioni abbastanza buone; L. 36,5 cm. 80-120 287 Rara sciabola baionetta per carabina da Cacciatori Regno delle Due Sicilie, XIX Sec. lama a yatagan, al tallone punzone riportante data di fabbricazione 1855; guardia in ferro, impugnatura dottone con molla esterna a lamina e pulsante in ferro; fodero di cuoio nero (lieve retrazione dovuta al tempo) con puntale e cappa dottone; in buone condizioni con giusta patina depoca mai pulita; molto interessante; L. cm. 68 200-250

280 Baionetta mod. 1891 modificata per Enfield Italia, 1950 ca. modifica databile alla ricostituzione dellEsercito Italiano della neonata Repubblica, avvenuta a Terni per dotare di baionetta i fucili Enfield N4 dismessi e consegnatici dallEsercito Britannico: lama italiana in configurazione originale, saldata al blocchetto con spacco e bottone di svincolo in origine portante breve lama a chiodo; fodero britannico per baionetta mod.1907, in cuoio nero con puntale originale e bocchetta del modello italiano; in ottime condizioni; non comune ed interessante; L. 35 cm. 100-150

281 Baionetta per carabina M1 Italia, 1959 lama punzonata al tallone con marchio dellArsenale di Terni e data 1959, guardia e cappetta in ferro con guancette di materiale plastico marrone, fodero in fibra verde con passante di tela kaki, in buone condizioni con segni duso; L. 29 cm. 100-150

282 Baionetta Mod. 1891/38 modificata Italia, II G.M. modello pieghevole modificato in arsenale tramite sostituzione della crociera con il tipo previsto per la seconda versione a lama fissa, privo di fodero, in buone condizioni generali con segni di lungo ed intenso uso; non comune; L. 28,5 cm. 80-130

Von Morenberg - Asta 45

274

275

276

279

284

287

85

Von Morenberg - Asta 45

COLTELLI
288 Coltello con passacorda Genova, XVIII Sec. breve tratto di lama a facce piane con dorso intagliato a motivo di greca, prolungantesi in robusta ed insidiosissima cuspide a quadrello corredata di asola in prossimit della punta per dissimulare larma sotto le vesti di lesina per riparare le reti da pesca; la lama poggia su nodo tornito a balaustro proseguente in lungo e sottile codolo, inserito entro impugnatura di corno scanalato e ribadito sul piccolo bottone sommitale della cappetta piatta in bronzo; fodero assente; in buone condizioni, con normali segni duso e giusta patina depoca; antico e classico coltello difensivo italiano, di rara ed interessante tipologia L. 32,5 cm. 700-1.000 86

Von Morenberg - Asta 45

289

290

291

292

289 Coltello vendetta corsa Corsica, XIX/XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane, incisa allacquaforte con consuete iscrizioni che la mia ferita sia mortale e vendetta corsa; impugnatura con lunghi sodi in ferro e guance dosso adorne di disegni a china di gusto popolare, il dorso recante incassata robusta molla di forzamento del tallone; in ottime condizioni generali con giusta patina; . (aperto) 27,2 cm. 180-220 290 Coltello a serramanico Italia Settentrionale, inizio del XX Sec. robusta lama ad un filo e punta con tallone a singolo scrocco; impugnatura dottone con guancine di corno trattenute da rivetti, reca incassata sul dorso molla di bloccaggio in ferro azionata da leva incernierata alla sommit dei sodi; in buone condizioni con segni duso; probabilmente ascrivibile alla vasta produzione di Maniago del periodo; interessante; L. (aperto) 38,5 cm. 150-250

291 Particolare coltello a serramanico Area alpina, XIX Sec. larga lama ad un filo con punta arrotondata e tallone a scrocco semplice; elaborata impugnatura in corno di vacca ornato da semplici incisioni e completato da rimessi in ottone, sodi, puntale e dorso in lastra dottone incisa, molla di blocco in ferro con appiglio di manovra conformato a ricciolo; in buone condizioni con giusta patina depoca; interessante coltello popolare, collocabile fra larea dolomitica tirolese e la Carnia; L. (aperto) 43.5 cm. 150-250 292 Navaja da combattimento nello stile di Sevilla Spagna, XIX Sec. insidiosa lama a facce piane, ad un filo e lunghissima punta, il tallone con blocco a quattro scrocchi; impugnatura a guance di corno bruno adorne di occhi in osso e chiodature ornamentali dottone, completa di sodi e snello puntale in lastra dottone incisa a motivi geometrici, il dorso portante incassata robusta molla di bloccaggio in ferro; in buone condizioni, con qualche segno duso e giusta patina depoca; bel coltello difensivo di ambiente popolare, dal forte carattere e sapore, certo nato per luso e non come souvenir di antichi viaggiatori a caccia di ricordi; L. (aperto) 47 cm. 150-250 87

Von Morenberg - Asta 45

293 Coltello pieghevole India, fine del XIX/inizio del XX Sec. modello di origine inglese conosciuto come coltello dellAmmiraglio: lama ad un filo e punta rialzata, le superfici recanti incisioni ad acido ad arabeschi ed iscrizioni in caratteri arabi, ripieghevole ed inseribile allinterno dellimpugnatura in ferro intagliato a volute e completata da guance di corno, in modo da poter cos ridurre la sua notevole lunghezza alla misura di un coltello pi compatto ed agile; il manico dotato di due ritegni elastici sui quali agire alternativamente per le manovre di apertura e chiusura, in tale ultima posizione lattrezzo inserito in guaina di cuoio bruno con passante per il cinturone; in buone condizioni con segni duso; allepoca prodotto nellIndia coloniale per luso locale o lesportazione verso lEuropa; non comune ed interessante; L. (aperto) 34,6 cm. 100-150 294 Coltello da Gaucho Argentina, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane punzonata dal fabbricante, impugnatura e fodero in alpacca sbalzata a fiorami con applicazioni di metallo giallo, in ottime condizioni; L. 30 cm. 70-120 295 Coltello da Gaucho Argentina, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane punzonata dal fabbricante, impugnatura e fodero in alpacca sbalzata a fiorami con applicazioni di metallo giallo, in buone condizioni con lievi segni duso L. 23,5 cm. 70-120 296 Coltello da Gaucho Argentina, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane punzonata dal fabbricante, impugnatura e fodero in alpacca balzata a fiorami, in buone condizioni con lievi segni duso L. 21,5 cm. 40-70 297 Coltello da gaucho Argentina, XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane punzonata dal fabbricante, impugnatura e fodero in alpacca sbalzata a fiorami con applicazioni di metallo giallo, in ottime condizioni L. 29 cm. 70-120 88

293

294

298 Coltello da gaucho Argentina, inizio del XX Sec. lama ad un filo e punta a facce piane posante su nodo tornito a balaustro, impugnatura e fodero in spessa lastra dargentone sbalzata a volute, presenta segni duso, in buone condizioni generali L. 31,5 cm. 150-200 299 Coltello Genova, XVIII Sec. lama ad un filo e punta a facce piane posante su nodo tornito a balaustro, il dorso inciso a motivi geometrizzanti; impugnatura a guancine di corno rivettate (danni da parassiti) con ghiera e cappetta dottone; fodero mancante; nel complesso in buone condizioni L. 32,5 cm. 150-200
298

Von Morenberg - Asta 45

PUGNALI MILITARI
300 Pugnale mod. 1937 per Ufficiale della M.V.S.N. Italia, Ventennio lama ad un filo e mezzo, a facce piane, finita con nichelatura; impugnatura gettata in alluminio con guancette di bachelite trattenute da Fascio Littorio a vite in ottone dorato; fodero in ferro smaltato nero con puntale, bocchetta e fascette dorate; in buone condizioni, con normali segni duso ed onesta patina depoca L. 30,7 cm. 450-550 301 Pugnale da marcia della M.V.S.N. Italia, Ventennio lama regolamentare ad un filo e mezzo, guardia e cappetta in ferro, impugnatura di legno naturale trattenuta da coppia di rivetti, fodero di ferro brunito con passante posteriore fisso di tipo stretto, al recto fascio in rilievo e sigla M.V.S.N.; in buone condizioni con giusta patina duso; interessante L. 32,4 cm. 350-500 302 Pugnale da marcia della M.V.S.N. Italia, Ventennio lama ad un filo e mezzo con accentuata costolatura centrale, guardia e cappetta in ferro, impugnatura anatomica in legno con rivetti e ghiere di ferro nichelato; fodero assente; in buone condizioni generali, con segni di lungo ed intenso impiego ed onesta patina del tempo L. 32,6 cm. 200-300
300 301

303 Pugnale da marcia della M.V.S.N. Italia, Ventennio lama ad un filo e mezzo (lieve difetto in punta); guardia e cappetta in ferro, impugnatura di legno naturale con traversini passanti ribaditi su ghiere circolari pure in ferro; fodero del modello generico, privo di fascio e sigla M.V.S.N. a rilievo, in lamiera di ferro con passante posteriore fisso, mantiene tracce delloriginaria vernice nera; in buone condizioni complessive, com evidenti segni di lungo ed intenso uso campale ed onesta patina mai rimossa da interventi di pulitura L. 31,5 cm. 120-180
302 303

89

Von Morenberg - Asta 45

304 Pugnale per assaltatori del Regio Esercito Italia, II G.M. lama dritta ad un filo e punta con accenno di falso taglio, guardia ellittica in ferro, impugnatura a guance di legno trattenute da rivetti, fodero di ferro brunito con passante posteriore apribile; in buone condizioni con normale patina duso L. 32,4 cm. 200-300 305 Pugnale per Avanguardisti della G.I.L. Italia, Ventennio lama dritta a facce piane, al tallone marchio G.I.L.; guardia e cappetta in ferro, guance di legno trattenute da rivetti; fodero di cuoio verniciato nero con passante posteriore per il cinturone; in ottime condizioni generali con qualche segno duso, mantiene pressoch integra la brunitura originale darsenale L. 27,7 cm. 150-200 306 Pugnale da Ardito Italia, I G.M. lama tratta da baionetta per fucile Vetterli 1870, guardia e cappetta in ferro, impugnatura a guance di legno trattenute da rivetti, fodero di cuoio nero con passante posteriore per il cinturone; in ottime condizioni generali con giusta patina depoca; non facile a trovarsi cos completo e in ordine; interessante L. 27,4 cm. 300-400 307 Pugnale militare Italia, I G.M. robusta lama dritta a due fili e punta con sguscio centrale su entrambe le facce, probabilmente tratta da spada o daga del XIX Secolo; guardia dritta in ferro, composta da massello centrale investito sul codolo ed assicurato da coppia di spinotti, dal quale si dipartono braccetti conici bottonati alle estremit; impugnatura a guance di corno trattenute da rivetti; fodero in lamiera di ferro rivestita di cuoio nero, al verso passante per il cinturone; in ottime condizioni generali con giusta patina duso; di fattura artigianale ma assai ben costruito con criterio professionale a creare solida ed efficente arma per impiego militare; molto interessante e meritevole di studio L. 26,5 cm. 70-100
306 307

304

305

90

Von Morenberg - Asta 45

SPADE E PUGNALI DA CACCIA


308 Particolare coltello da caccia Italia del Sud, XVII e XVIII Sec. coltello da caccia con lama a due fili e punta poggiante su nodo tornito a balaustro, della classica tipologia meridionale databile al XVIII/ XIX Secolo; monta bellissima impugnatura in avorio naturale con ghiera e cappetta dargento, di probabile provenienza siciliana e sicuramente assai pi antica e riutilizzata in epoca; il manufatto appare profusamente intagliato ad altorilievo a complesso ed intricato motivo di animali, piante, figure maschili e femminili nude avvolte dalle spire di enorme serpente: la vivace raffigurazione, col pretesto di illustrare il noto mito biblico dei fondatori della specie umana, in realt licenziosa e scopertamente pornografica poich la figura di Eva accompagnata da due uomini, uno dei quali si accoppia con lei da tergo mentre laltro, ignaro e sicuramente il legittimo consorte Adamo , le tiene castamente la mano. Insomma, nihil novi sub sole neanche allinizio del mondo, la solita vecchia storia di lui, lei e laltro, della quale, in verit, il sacro libro, prudenzialmente, tace; il coltello privo di fodero; accuratamente ripulito, si presenta in buone condizioni, il manico piacevolmente ambrato dal tempo e dalluso; interessantissimo reperto, certo assai divertente ma al tempo stesso molto raro e degno delle pi importanti collezioni L. 31 cm. 1.000-1.500

309 Importante coltella da caccia Italia del Sud, XVIII/XIX Sec. robusta lama poggiante su nodo tornito a balaustro, ad un filo e punta con falso taglio, a facce piane con profondo sguscio centrale, i talloni ed i bordi in prossimit della costola profusamente intagliati a disegni fitoformi e vivaci scene di venazione; impugnatura a dischi di corno intercalati da sottili ghiere di rame, scanalata ed arricchita da profilature verticali, come la ghiera e la cappetta in lastra dargento incise a rocailles; fodero assente; in ottime condizioni considerandone lepoca, presenta minimi segni duso e giusta patina; di rara qualit ed ampiamente degna delle migliori collezioni L. 39,5 cm. 800-1.200
308 309

91

Von Morenberg - Asta 45

310 Coltello da caccia Genova, XVIII Sec. lama ad un filo con punta rinforzata ed accenno di falso taglio, il dorso recante al forte sezione ad intaglio per ravvivare le pietre focaie, alla base nodo tornito a balaustro; impugnatura in avorio scanalato con ghiera dottone (manca la cappetta); guaina di legno rivestita in pelle sottile tipo pergamena (mancante dei fornimenti); in buone condizioni salvo quanto esposto; antico coltello di rara tipologia, molto interessante L. 35 cm. 300-400

311 Coltello da caccia Europa Centrale, XVIII Sec. robusta lama ad un filo e punta intagliata ad unghiature lungo il profilo del dorso; impugnatura di legno con rimessi in ottone e madreperla, ghiera e bottone in ottone; fodero assente; in buone condizioni con segni duso e giusta patina depoca L. 32 cm. 200-300

310

311

312 Coltella da caccia Italia del Sud, XVIII/XIX Sec. lama dritta posante su nodo tornito a balaustro, a due fili e punta con a tre piani su ciascuna faccia, i talloni incisi a volute; impugnatura scanalata di legno ebanizzato con ghiera in lastra dargento; guaina in cuoio con puntale e cappa dottone argentato; in buone condizioni con segni duso ed onesta patina del tempo L. 31 cm. 200-300

313 Coltella da caccia Italia del Sud, XVIII/XIX Sec. lama ad un filo e mezzo a facce pressoch piane posante su nodo tornito a balaustro, i talloni ornati da incisioni di gusto popolare raffiguranti volatili; impugnatura di corno scanalato con rimessi in ottone (mancanze), ghiera e cappetta pure in ottone; fodero assente; in condizioni nel complesso buone L. 40 cm. 200-300
312 313

92

Von Morenberg - Asta 45

314 Coltella da caccia Italia del Sud, XVIII/XIX Sec. lama a due fili e punta posante su nodo tornito a balaustro, impugnatura scanalata a settori di corno intervallati da ghiere metalliche, ghiera e cappetta in ottone, accompagnato da fodero coevo associato, in cuoio con cappa di lamiera dottone (mancante del puntale); in condizioni discrete; L. 27,5 cm. 100-200 315 Elegante spada da caccia Gran Bretagna, XVIII Sec. lama dritta a due fili e punta a sezione di rombo, gli sgusci al forte recanti firma Antony Ruiz; fornimento ad elementi forgiati in ferro, gradevolmente spigolati ed intagliati a volute su strette fasce ornamentali gi dorate, i braccetti della guardia volventi ad S torniti al centro a balaustro, la bella impugnatura davorio adorna sul lato a vista di rimessi in filo dottone raffiguranti racemi; fodero mancante; in buone condizioni con qualche traccia duso e spessa patina antica mai pulita; molto interessante L. 91 cm. 400-600
314 315

316 Paloscio da caccia Germania, fine del XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con breve falso taglio, guardia in ottone (mancante dei braccetti) con ampia pelta caricata di croce ottagona in rilievo, impugnatura debano guarnita da finiture in sottile lastra dottone (mancanze); fodero assente; in condizioni discrete; L. 71 cm. 100-150

317 Daga da caccia Austria, inizio del XIX Sec. lama dritta ad un filo e punta a facce piane, fornimento ad elementi gettati in ottone con impugnatura di corno di cervo, fodero mancante, in condizioni abbastanza buone L. 71 cm. 200-300
316 317

93

Von Morenberg - Asta 45

318 Daga da caccia composita Europa Centrale, XVIII Sec. lama curva ad un filo e punta con breve falso taglio, porta al forte incisioni di trofeo darmi, raffigurazione della Giustizia e racemi; impugnatura zoomorfa a protome leonina intagliata in legno di ebano, mantiene delloriginario fornimento la bella ghiera in lastra dottone dorata, messa a giorno e sbalzata a motivi fitoformi; L. 74 cm. 150-250 319 Daga da caccia Europa, XVIII Sec. lama dritta ad un filo e punta con sgusci su entrambe le facce ed accenno di falso filo; guardia conformata ad S e corredata di guarnizione per la bocchetta, in bronzo scolpito e finito con bella doratura al mercurio in buona percentuale conservata, impugnatura di corno finito a zigrino, corredata di ghiera e cappetta in bronzo dorato; fodero di legno rivestito di velluto di seta verde, completo di puntale e cappa in ottone dorato, il bottone della tasca piacevolmente inciso a mascherone; in buone condizioni con normali tracce duso e segni del tempo; di qualit non comune, interessante; L. 75 cm. 250-400 320 Rara baionetta a tampone Spagna, XVIII Sec. lama a due fili e punta a sezione desagono schiacciato, lunghissimo tallone con scanalature su entrambe le facce, recante iscrizione EN TOLEDO e data 1776; elegante guardia in ferro con elsi torniti a balaustro e massello cilindrico scanalato, manico tornito in corno con ghiera e bottone di ferro; fodero assente; in ottime condizioni generali considerandone lepoca, presenta lievi segni duso e giusta patina; particolare arma, di elevata e non usuale qualit, degna di collezionista esigente; L. 44,5 cm. 800-1.200 321 Particolare baionetta da caccia a tampone Spagna, XIX Sec. robusta e bella lama ad un filo e punta rialzata con breve falso taglio, piacevolmente incisa allacquaforte a racemi, il tallone portante firma del fabbricante Fabrica de Toledo e data 1882; guardia dritta in ferro, le estremit tornite a balaustro, impugnatura da incastro in legno di pero tornito ed accuratamente lucidato, completata da ghiera cilindrica e bottone sferoidale in ferro; fodero di cuoio colorito nero con puntale e cappa in lamiera di ferro; in ottime condizioni generali, con qualche segno duso e giusta patina depoca; non comune ed interessante; L. 37 cm. 500-800
320 321 318 319

94

Von Morenberg - Asta 45

322 Baionetta da caccia Italia, XVIII Sec. baionetta a manicotto con lama a sezione triangolare, sobriamente incisa a volute al tallone; priva di fodero; in buone condizioni, con segni duso ed onesta patina depoca L. 33 cm. 130-200 323 Baionetta a tampone Spagna, XIX Sec. lama dritta lievemente mossa a yatagan,ad un filo e punta a facce piane, la costola conformata a sega; guardia gettata in bronzo e mantenente buona percentuale della bella doratura al mercurio originale, impugnatura di corno bruno con ghiera e bottone di bronzo dorato; fodero assente; in ottime condizioni con ricca patina depoca; di non comune ed interessante tipologia L. 44 cm. 200-300 324 Baionetta da caccia Italia del Sud, XVIII Sec. lama a due fili e punta con sgusci duplici su entrambe le facce, i talloni incisi con figure di animali fantastici, poggiante su nodo tornito a balaustro e collegata da breve gomito a manicotto in bronzo messo a giorno al traforo; mantiene la parte in cuoio della guaina (mancante di puntale e cappa); in buone condizioni, con qualche traccia duso e normali segni del tempo; non comune ed interessante L. 41 cm. 200-300

322

323

BASTONI ANIMATI
325 Bastone animato fusto in acciaio laccato nero con puntale dottone, pomo in ottone recante incastonata alla sommit placchetta rotonda riproducente il distintivo del Partito Nazionalsocialista Tedesco N.S.D.A.P.; il bastone cela allinterno lama da stocco a sezione triangolare; in buone condizioni L. 93 cm. 200-300

ACCESSORI ARMI BIANCHE


326 Tasca per sciabola da trincea Austria, I G.M. tasca di sospensione per la corta sciabola da trincea in uso agli Ufficiali, in particolare dei Kaiserjagers; in cuoio marrone, marcata al verso dal fabbricante Stolla di Vienna; inusata ed in ottime condizioni 40-50

324

325

95

Von Morenberg - Asta 45

STORICISMO

327 Morione a cresta Storicismo del XIX Sec. nelle forme di un morione italiano del XVI Sec., piacevolmente inciso allacquaforte a motivi fitoformi e grotteschi, realizzato in tre pezzi di lamiera di ferro di medio peso lavorati a mano ed uniti con saldature a stagno, il bordo della tesa girato e tocco, come la cresta, a fingere tortiglione; in buone condizioni con bella patina del tempo mai pulita; interessante esempio di autentico Storicismo di giusta epoca, assai decorativo H. 23 cm. 300-500

328 Barbuta Storicismo Nelle forme di una barbuta con nasale mobile e camaglio del XII/XIII Sec. assai ben riprodotte: coppo ogivato in lamiera di ferro di medio spessore, completo di fermo cruciforme per lampio nasale, pure conformato a croce al vertice e collegato al camaglio di maglia di ferro ad anelli aperti cucito a banda di cuoio applicata allelmo tramite risalti esterni saldati lungo il bordo, entro i quali scorre laccio in pelle a guisa di fermo; in buone condizioni con bella patina scura; assai decorativa 400-600 329 Coppia di manopole Storicismo, XIX Sec. nelle forme di una coppia di manopole da uomo darme del tardo XVI Secolo, con manichino a lista ribassata e bordo cordonato e tocco a fingere tortiglione, dorso a cinque lame con pollice incernierato e parte della protezione delle dita (ne permangono integre cinque su dieci pi alcune parti staccate); assai ben modellate e corrette nel peso e nella forma, si presentano in patina scura mai pulita; buon esempio di autentico Storicismo di giusta epoca, molto interessanti 150-250

327

328

96

Von Morenberg - Asta 45

330 Spada a due mani Storicismo ricordante nelle forme una spada a due mani del tardo XV Secolo: lama a due fili e punta, amplissima guardia dritta in ferro bottonata alle estremit, impugnatura con manica in cuoio e pomo di ferro; in buone condizioni con bella patina scura; assai decorativa L. 120 cm. 300-500 331 Spada da lato Toledo, XIX Sec. nelle forme di una spada da cavaliere italiana del tardo XVI Sec. meticolosamente riprodotte, la forte e bella lama a sezione desagono schiacciata firmata Toledo entro gli sgusci al forte, lampia guardia in ferro a tre ponti accoppiata a pomo spigolato e ad impugnatura con splendida manica in trecciole di ferro e filo dargento alternate e ghiere a testa di turco; in ottime condizioni con gradevole patina depoca mai pulita; brillante esempio di autentico Storicismo del XIX Sec., con sicurezza attribuibile alla prestigiosa produzione toledana del periodo L. 138 cm. 500-800

330

331

332 Spadone a due mani Storicismo nelle forme di una spada a due mani tedesca del tardo XVI Secolo: lama fiammeggiante con brevi arresti al forte conformati a becco, ampia guardia in ferro, impugnatura con manica in trecciola metallica, pomo scheletrico di ferro; in buone condizioni con bella patina mai pulita; assai decorativo L. 153 cm. 250-350

333 Spadone a due mani Storicismo nelle forme di una spada a due mani tedesca del tardo XVI Sec.: lama fiammeggiante con arresti al forte, ampia guardia in ferro completata da anelli di parata, impugnatura spigolata e tornita al centro, pomo a fico con bottone tortile sferoidale; in ottime condizioni con gradevole patina scura; assai decorativo L. 165 cm. 150-250
332 333

97

Von Morenberg - Asta 45

334 Spadone a due mani Storicismo nelle forme di una spada a due mani tedesca del tardo XVI Sec.: lama fiammeggiante con arresti ugnati al medio, ampia guardia in ferro, arricciata alle estremit degli elsi e completata da anelli di parata, impugnatura tortile in legno con pomo a fico baccellato; in ottime condizioni con gradevole patina scura; assai decorativo L. 174 cm. 150-250 335 Striscia con lama fiammeggiante Storicismo nelle forme di una spada da lato a ponti del XVII Sec. con lama fiammeggiante assai ben riprodotte, in ottime condizioni con gradevole patina scura, assai decorativa L. 118 cm. 300-500 336 Daga daccompagno Storicismo, XIX Sec. nelle forme di un pugnale da duello del XVII Secolo: snella lama da stocco a quattro fili, il massiccio tallone quadrotto alleggerito da scanalature; guardia con elsi incurvati e torniti ad urnetta alle estremit e pomo sferoidale con bottone e basetta, entrambi in ferro, scolpiti a volute; bella impugnatura tortile con manica in trecciola di ferro e ghiere intrecciate a testa di turco; in ottime condizioni con giusta patina depoca; brillante esempio di vero Storicismo antico, interessante L. 50 cm. 400-600

334

335

336

98

Von Morenberg - Asta 45

337 Pugnale da duello Storicismo nelle forme di una mano sinistra del XVII Secolo, con lama a due fili e punta, guardia con elsi curvilinei ed anello di parata esterno, pomo spigolato, impugnatura rivestita da manica in trecciola di ferro; in ottime condizioni, decorativa L. 43 cm. 150-200 338 Pugnale Storicismo, XIX Sec. nelle forme di un antico pugnale ispanomoresco: lama a due fili e punta con massiccio tallone quadrotto, completamente ricoperta da finissime incisioni ad arabeschi rimesse in oro a niello; impugnatura in ferro, spigolata e decorata en suite con ghiera e cappetta conformate a capitello, questultima sormontata da bottone sferoidale; fodero assente; in buone condizioni con ricca patina scura mai pulita; di non comune qualit e grande impatto estetico L. 41 cm. 600-900 339 Roncone Storicismo, XIX Sec. nelle forme di un roncone italiano del tardo XVI Secolo assai realisticamente riprodotte, realizzato modificando abilmente con parti saldate a bollitura unantica ronca contadina; completo di bellissima asta a sezione desagono rivestita di tessuto scarlatto con chiodatura ornamentale dottone; in buone condizioni con gradevolissima patina depoca; molto interessante L. (ferro) 101 cm. 500-800

337

STRUMENTI DI TORTURA
340 Ferri di sicurezza per traduzioni Italia, XX Sec. manette del modello regolamentare un tempo impiegate per la traduzione dei detenuti, di tipo rigido, in ferro con bloccaggio a vite, complete di catenella di collegamento e lucchetto di sicurezza con relativa chiave; in buone condizioni 50-70
338 339

99

Von Morenberg - Asta 45

CANNONI ED ACCESSORI
341 Artiglieria leggera Europa, in parte del XIX Sec. piccolo cannone gettato in ferro, con asse di manovra sferoidale, canna a tre ordini delineati da anelli a rilievo, semplice gioia di bocca ed orecchioni, incavallato su affusto ruotato in legno completo di accessori di ferro e sistema di regolazione dellalzo; trattasi di vecchia ricostruzione assai ben eseguita riproducendo fedelmente modello originale; il pezzo, di piccolo calibro e peso relativamente leggero, doveva costituire in epoca artiglieria da montagna someggiabile o forse modello ridotto per le esercitazioni di giovani cadetti di scuola militare; reso gi da antica data inidoneo alluso tramite permanente occlusione dellanima della canna, molto interessante L. (bocca da fuoco) 60 cm. 1.000-1.500

100

Von Morenberg - Asta 45

342 Moschettone da posta Piemonte, inizio del XIX Sec. grande fucile da spalto per la difesa di castelli ed opere fisse: canna cilindrica in ferro, di grosso calibro ad anima liscia, recante sulla camera di scoppio indicazione del calibro in antica misura O.3.1/2, numero di matricola 103 e punzone coronato con iniziali VA per il Sovrano Vittorio Amedeo III; grande batteria a pietra focaia sul modello 1814; massiccia cassa in noce a mezzo fusto con forcella da appoggio in ferro, calciolo, ponticello e controcartella pure in ferro, tutte le componenti punzonate, alluso piemontese, con numero di assemblaggio coerente 4, il collo del calcio mantenente ben leggibile il marchio del fabbricante CAMBRO; meccanicamente in ordine ed in eccellenti condizioni considerandone lepoca; rarissima artiglieria leggera con sicurezza attribuibile allArmata Sarda, molto interessante ed adeguata per sua natura a collocazione museale o ad importante collezione L. 215 cm. 2.000-3.000 101

Von Morenberg - Asta 45

343 Canna per moschetto da posta a miccia India, XVII/XVIII Sec. canna in ferro a tre ordini con anellature scolpite ai cambi, presenta decorazioni ad arabeschi in niello dargento, sul fianco destro della camera di scoppio presente scodellino per il polverino da innesco, in bella patina scura e buone condizioni L. 110 cm. 300-500

343

344 Modello di cannone Napoli, XIX Sec. bocca da fuoco gettata in bronzo, la culatta portante in rilievo piramide di dieci palle iscritta in serto di foglie dalloro e quercia e sormontata da corona regia sostenuta da angeli, a sinistra ed a destra del focone lettere in rilievo DC, probabili iniziali del fonditore; montata su affusto navale in legno con particolari di ferro (mancante delle ruote e del dispositivo di elevazione); nel complesso in buone condizioni con onesta patina depoca L. 23 cm. 200-300

344

345 Modello di cannone modello di artiglieria da campagna del XIX Sec. la bocca da fuoco gettata in bronzo ed incavallata su affusto ruotato in legno e ferro; presenta piccoli danni, comunque in buone condizioni, molto decorativo 47x26x19 cm. 150-200

343

102

Von Morenberg - Asta 45

346

347

FUCILI
346 Raro fucile a cariche simultanee Pieper Liege Belgio, XIX Sec. massiccia canna cilindrica a sette anime disposte radialmente; castello in ferro con otturatore rotante tipo Remington Rolling Block azionato per da leva-ponticello inferiore, portante al centro percussore multiplo ed accompagnato da estrattore (meccanica incompleta, manca il grilletto); astina e calcio di noce, questultimo corredato di calciolo in bachelite portante al rilievo marchio del fabbricante; larma sparava simultaneamente sino a sette cariche ma non era in grado di erogare fuoco in successione; molto rara e meritevole di adeguato ripristino L. 107 cm. 800-1.000 347 Fucile a pietra focaia Italia Settentrionale, XVIII Sec. canna a due ordini ad anima liscia; batteria di foggia arcaica, priva di briglia alla martellina; cassa di noce a fusto intero con fornimenti in ferro, bacchetta originale di legno con cavastracci in ferro; in buone condizioni, con tracce duso ed onesta patina depoca L. 149 cm. 300-500

103

Von Morenberg - Asta 45

348

349

348 Fucile a pietra focaia Sardegna, XVIII Sec. canna in ferro a due ordini, di piccolo calibro ad anima liscia, le sfaccettature della camera di scoppio adorne di decorazioni a motivi di linee serpeggianti incise e minuti cerchi punzonati a seguirne i contorni; bella batteria alla micheletta, funzionante, la martellina, lo scodellino e la briglia del cane incisi a racemi; cassa in legno con tipico, breve calcio conformato a pinna, rivestita da placche in lastra di ferro profusamente traforate, sbalzate ed incise a motivi floreali, geometrizzanti ed antropomorfi; in buone condizioni con bella patina depoca mai rimossa; molto interessante L. 153 cm. 700-1.000

349 Trombone da carrozza a luminello Belgio, XIX Sec. massiccia canna in ferro a due ordini, vistosamente slargantesi a becco danatra al vivo di volata, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di Liegi del periodo; batteria a molla avanti, incisa a fiorami; cassa in noce finita a zigrino sul collo del calcio, completa dei fornimenti in ottone incisi a volute e della bacchetta di caricamento originale in ferro; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni con bella patina depoca; di qualit non comune, interessante L. 85 cm. 600-900

104

Von Morenberg - Asta 45

350 Trombone da carrozza Italia, XIX Sec. massiccia canna in ferro a due ordini, fortemente strombata al vivo di volata, databile al XVIII Sec. e riutilizzata trasformandola a luminello; batteria ridotta alla percussione; cassa in legno con calciolo e ponticello in ferro tratti in epoca da fucile militare; bacchetta di legno con battipalla dottone; in condizioni abbastanza buone L. 90 cm. 200-300 351 Particolare trombone scavezzo a luminello Piemonte, XIX Sec. canna in ferro a due ordini con anelli e foglie dacanto incisi al cambio, mantiene sulla volata consistenti tracce di incisioni ornamentali; databile al XVIII Sec., stata in epoca trasformata a luminello nello stile tipico della modifica militare piemontese; batteria anchessa ridotta alla percussione, impiega il cane delle armi dordinanza piemontesi; cassa in noce con fornimenti dottone (mancanza al guardamano) e bacchetta di caricamento in ferro con battipalla dottone; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni generali, con segni di lungo impiego e giusta patina depoca; la trasformazione, a tuttapparenza effettuata a cura di arsenale militare del Regno Sardo, rende altamente ipotizzabile limpiego da parte di servizi governativi quali la Posta od altri abbisognanti di vigilanza armata; molto interessante e meritevole di studio L. 81 cm. 300-400 352 Carabina a luminello Austria, XIX Sec. canna a sezione ottagonale ad anima rigata, corredata di mirino ed alzo a tangente, firmata sulla volata Heizenberger a Neustat; batteria a molla avanti; cassa in noce con fornimenti di ferro, bacchetta (di reintegro) in legno con battipalla dottone; in buone condizioni; interessante L. 104 cm. 200-400 353 Fucile a retrocarica Reilly London Gran Bretagna, XIX Sec. canna cilindrica ad anima rigata, dotata di mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole, firmata dal fabbricante E.M. Reilly & C Oxford ST.t London: castello con otturatore a ribaltamento laterale tipo Snider (da revisionarsi), punzonato SNIDER PATENT; batteria a molla avanti, incisa a fiorami e recante indicazione del fabbricante; mezza cassa in noce con fornimenti di ferro; in condizioni abbastanza buone L. 117,5 cm. 500-800
353

350

351

352

105

Von Morenberg - Asta 45

354

FUCILI DA CACCIA
354 Doppietta rigata a luminello Germania, XIX Sec. massicce canne in acciaio con lavorazione damasco a torcione, ad anima rigata, corredate di mirino a grano e di alzo a fogliette, sulla bindella firma del fabbricante a niello dargento Greis in Munchen, la codetta incisa a volute e recante diottra a scomparsa per tiri di precisione; batterie a molla avanti incise a racemi; cassa in noce finita a zigrino nei punti di presa, la pala del calcio corredata di appoggio per la guancia e di piccolo vano con coperchio a scorrimento, calciolo e ponticello in ferro incisi, questultimo completato da appoggio per la mano di legno intagliato, bacchetta di caricamento in legno con battipalla di bronzo e terminale in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 107 cm. 1.500-2.500 106

Von Morenberg - Asta 45

355

356

355 Particolare doppietta a luminello Hofer in Biglen Svizzera, XIX Sec. canne giustapposte in acciaio con lavorazione damasco a torcione, sulla bindella firma del fabbricante J.Hofer in Biglen; elegantissime batterie con cani intagliati a volute e piccole cartelle ellittiche firmate la destra J.Hofer e lopposta a Biglen; cassa in scelta radica di noce con rimessi ornamentali di madreperla ed argento, finita a zigrino nei punti di presa, completa di fornimenti in ferro incisi ed intagliati a fiorami; bacchetta di caricamento in legno con battipalla dottone e cavastracci in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; di rara qualit, adeguata a collezionista esigente L. 121 cm. 1.000-1.500

356 Importante doppietta ridotta a luminello Borel Turin Piemonte, XVIII e XIX Sec. canne giustapposte in acciaio damasco con lavorazione a torcione, rimesse a luminello, firmate Borel a Turin;batterie professionalmente trasformate alla percussione, impiegano snelli ed eleganti cani sobriamente incisi a racemi; cassa in legno di noce piacevolmente intagliata a motivo di testa di cinghiale e decorata da rimessi in filo dargento, corredata di elegantissimi fornimenti in argento di gusto Rococ, sagomati ed incisi a motivi di vasi, volute e scene paesistiche; bacchetta di legno con batti palla in corno e cava stracci di ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; di rara qualit, adeguata a collezionista esigente L. 122,5 cm. 800-1.200

107

Von Morenberg - Asta 45

357 Doppietta a percussione centrale Italia, XIX Sec. canne giustapposte, batterie a molla indietro, castello in ferro con chiavistello di chiusura inferiore, calcio ed astina in legno; in condizioni discrete L. 115 cm. 100-150

357

358 Doppietta a luminello Austria, XIX Sec. canne giustapposte, in acciaio con lavorazione damasco a torcione; batterie a molla avanti incise a racemi; cassa in noce con fornimenti di ferro incisi; bacchetta mancante; in condizioni abbastanza buone L. 125,5 cm. 150-200 359 Fucile trasformato a luminello Napoli, XVIII e XIX Sec. canna a due ordini con anelli incisi al cambio, sulla camera di scoppio punzone del fabbricante accompagnato da tre gruppi di tre gigli ognuno, figura di monte crocettato ed altre punzonature gi rimesse in oro, trasformata professionalmente in epoca alla percussione; batteria alla micheletta modificata, la cartella firmata ANTO. ROMANO; cassa in noce scolpita sulla pala a motivo di vivace ed espressiva testa di cinghiale, completa di eleganti fornimenti dottone gi dorato intagliati ed incisi a volute; bacchetta di caricamento in ferro con battipalla di corno; complessivamente in buone condizioni con spessa patina antica mai pulita L. 149,5 cm. 400-600 360 Fucile a luminello Italia, XIX Sec. canna a due ordini ad anima liscia con anelli e foglie dacanto incisi al cambio, reca sulla camera di scoppio semplici decorazioni a niello di metallo giallo; batteria a molla avanti incisa a fiorami; cassa in noce con fornimenti dottone e bacchetta di caricamento in ferro; in condizioni abbastanza buone L. 143 cm. 100-150
360

358

359

108

Von Morenberg - Asta 45

361 Fucile a luminello Italia, XIX Sec. antico fucile militare trasformato per caccia e ridotto a luminello, in precarie condizioni, conserva parte dei fornimenti originali L. 141 cm. 50-80

361

362 Fucile a luminello Napoli, XIX Sec. canna a due ordini ridotta dalla pietra focaia; batteria alla micheletta trasformata; cassa in noce (mancanza al fusto) scolpita a motivo di espressiva testa di lupo nella parte inferiore della pala; fornimenti dottone; in condizioni nel complesso abbastanza buone L. 136 cm. 100-150

362

363 Fucile a luminello Napoli, XIX Sec. canna a due ordini ridotta dalla pietra focaia; batteria alla micheletta trasformata; cassa in noce scolpita a motivo di becco danatra nella parte inferiore della pala; fornimenti dottone; in condizioni abbastanza buone L. 134 cm. 150-200

363

364 Fucile monocanna da caccia Austria, XIX Sec. ricavato dalla modifica di un fucile militare austriaco Wanzel con otturatore a ribaltamento, privato dei fornimenti originali ed adattato alluso di cartucce a pallini; il calcio, sostituito con mezza cassa, inciso a fiorami e scolpito a motivo di cane da caccia sulla pala; in patina ed in condizioni abbastanza buone L. 117 cm. 100-150
364

109

Von Morenberg - Asta 45

FUCILI MILITARI
365 Rarissimo moschetto militare a miccia Germania o Fiandre, prima met del XVII Sec. massiccia canna a due ordini, di grosso calibro ad anima liscia, corredata di mirino e di tacca di mira, sul fianco destro foro focone con scodellino in ferro (mancante del coperchio a cerniera); piastra quadra trattenuta da coppia di viti passanti, recante duplice punzonatura da interpretarsi, porta frontalmente una compatta serpentina azionata da grilletto protetto da ampio ponticello in ferro fungente pure da guardamano; cassa in legno di faggio a fusto intero con bocchino in lamiera di ferro, la pala del calcio breve, amplissima e spigolata secondo lo stile dellepoca (presenta reitegro allapice superiore, mancante del calciolo); in ottimo stato di conservazione considerandone lepoca, larma appare nella sostanza integra ed originale in ogni componente salvo quanto esposto, con giusta e bella patina antica; ampiamente degna di importante collezione o di collocazione museale. Per caratteristiche stilistiche e costruttive attribuibile allambito olandese o germanico, armi assai simili sono illustrate nelle tavole a corredo di manuale di istruzione militare, opera di Jacob De Gheyn (Anversa 1565-LAja 1629) e nel trattato Art Militaire a Cheval del 1616, opera di Joan Jacob Von Wallhausen L. 155,5 cm. 3.000-4.500

110

Von Morenberg - Asta 45

366 Rarissimo moschetto militare a miccia Germania o Fiandre, prima met del XVII Sec. massiccia canna cilindrica con semplice gioia di bocca, di grosso calibro ad anima liscia, corredata di mirino e di tacca di mira, sul fianco destro foro focone con scodellino in ferro corredato di coperchio a cerniera; piastra quadra trattenuta da coppia di viti passanti, porta frontalmente una compatta serpentina azionata da grilletto protetto da ampio ponticello in ferro fungente pure da guardamano; cassa in legno di faggio a fusto intero con calciolo, tubetto passabacchetta e bocchino in lamiera di ferro, la pala del calcio breve, amplissima e spigolata secondo lo stile dellepoca; bacchetta di legno con battipalla in ferro, di probabile reintegro ben eseguito; in eccezionale stato di conservazione considerandone lepoca, larma appare integra ed originale in ogni componente con lieve e bellissima patina; ampiamente degna di importante collezione o di collocazione museale. Per caratteristiche stilistiche e costruttive attribuibile allambito olandese o germanico, armi assai simili sono illustrate nelle tavole a corredo di manuale di istruzione militare, opera di Jacob De Gheyn (Anversa 1565-LAja 1629) e nel trattato Art Militaire a Cheval del 1616, opera di Joan Jacob Von Wallhausen L. 155 cm. 3.500-5.000

111

Von Morenberg - Asta 45

367 Rarissimo moschetto a doppio fuoco alla Montecuccoli Italia, fine del XVII Sec. canna a due ordini, a sezione ottagonale e rotonda, di grosso calibro ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzoni impressi di R e di stemma da interpretarsi; grande piastra corredata di duplice meccanismo di innesco da impiegarsi in alternativa, consistente in sistema a pietra focaia alla romana azionato dal grilletto ed in dispositivo a miccia con serpentina mossa dalla leva-ponticello; cassa a fusto intero in legno di noce adorna di semplici intagli geometrizzanti, fascette reggi-canna in lamiera di ferro, bacchetta mancante; in ottime condizioni generali considerandone lepoca, larma si presenta sostanzialmente integra ed in bella patina, a parte piccole rotture alla calciatura facilmente emendabili con facile intervento; molto interessante ed ampiamente degno di importante collezione o di collocazione museale. Questa tipologia di moschetto militare arcaico nota agli studiosi come Montecuccoli per la predilezione che il geniale stratega sempre gli dimostr, caldeggiandone entusiasticamente limpiego per luso di milizia presso le truppe da lui comandate e lasciando di ci testimonianza nei suoi scritti di Arte Militare L. 143 cm. 3.500-6.000

112

Von Morenberg - Asta 45

368

369

368 Fucile da Granatiere sul mod. Anno IX con baionetta Europa, inizio del XIX Sec. canna ad anima liscia; batteria di modello francese, marcata sulla cartella DR in lettere corsive; cassa in noce (alcuni restauri alla pala del calcio) con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; baionetta compatibile col modello, a manicotto e ghiera, completa di fodero di cuoio nero con fornimenti in lamiera dottone e tasca di pelle di bufalo imbiancata; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 151 cm. 900-1.300

369 Fucile da Volteggiatore mod. 1777 corretto An IX Con baionetta Francia, inizio del XIX Sec. canna ad anima liscia; batteria a pietra focaia (sprone del cane rotto e mancante); cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, sul lato destro della pala del calcio tracce del bollo in ceralacca dellarsenale; assieme, baionetta coerente con il modello, a manicotto e ghiera, completa del fodero di cuoio nero con staffa in ferro per lunione al budriere; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni salvo quanto esposto, si presenta in spessa e bella patina antica mai pulita; interessante L. 141,5 cm. 900-1.200

113

Von Morenberg - Asta 45

370 Fucile mod. 1822T con baionetta Francia, XIX Sec. canna ad anima liscia trasformata dalla pietra focaia, corredata di mirino e tacca di mira, sulla camera di scoppio indicazione del calibro e punzoni di controllore militare; batteria modificata, sulla cartella firma della Manifattura Reale di Charleville; cassa in legno di faggio con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, sul lato destro del calcio ben leggibili punzoni dellArsenale di Mutzig impressi allepoca della riduzione al luminello; larma completa della regolamentare baionetta a manicotto e ghiera; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con giusta patina depoca; L. 146,5 cm. 300-400 371 Fucile da Fanteria mod. 1867 con baionetta Francia, XIX Sec. conversione a retrocarica secondo il sistema tabatiere Schneider del fucile ad avancarica mod. 1842: canna ad anima rigata, recante mirino ed alzo a ritto; culatta con otturatore a ribaltamento laterale; batteria a molla indietro, firmata sulla cartella M.re Imp.ale/de Mutzig; cassa in noce con bollo darsenale e numerosi punzoni di verifica ben leggibili, completa di fornimenti e bacchetta di pulizia in ferro; accompagnato da baionetta specifica per il modello, a manicotto e ghiera con lama a tre filetti; meccanicamente in ordine ed in perfetto stato di conservazione; raro cos completo e in ordine, adeguato a collezionista esigente; L. 142 cm. 500-800 372 Fucile mod. 1822T con baionetta Francia, XIX Sec. canna ad anima liscia ridotta dalla pietra focaia, batteria pure modificata, cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, completo di baionetta a manicotto e ghiera, meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; L. 146,5 cm. 400-600 373 Fucile mod. 1822T con baionetta Francia, XIX Sec. canna ad anima liscia, trasformata dalla pietra focaia e dotata di mirino e tacca di mira, sulla camera di scoppio numerosi punzoni di controllore militare con indicazione del calibro e data 1834, sulla codetta indicazione del modello; batteria ridotta alla percussione, sulla cartella firma della Manifattura Reale di Charleville; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; completo di baionetta a manicotto e ghiera; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; L. 146,5 cm. 350-500 114

370

371

372

373

Von Morenberg - Asta 45

374 Moschetto mod. 1867 Francia, XIX Sec. conversione a retrocarica secondo il sistema tabatiere Schneider del fucile ad avancarica mod. 1842: canna ad anima rigata, recante mirino ed alzo a ritto; culatta con otturatore a ribaltamento laterale; batteria a molla indietro, firmata sulla cartella M.re Imp.ale/de S.t Etienne; cassa in noce con bollo darsenale e numerosi punzoni di verifica ben leggibili, completa di fornimenti e bacchetta di pulizia in ferro; meccanicamente in ordine ed in ottimo stato di conservazione L. 113,5 cm. 250-400 375 Fucile mod. 1822T con baionetta Francia, XIX Sec. canna ad anima liscia, ridotta dalla pietra focaia; batteria trasformata; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; completo di baionetta a manicotto e ghiera; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 145 cm. 350-500

374

375

376 Fucile mod. Anno IX accorciato Francia, XIX Sec. fucile da fanteria accorciato, conserva la batteria e tutti i fornimenti originali in ferro eccezion fatta per il bocchino, in bronzo, di modello militare ed antico ma associato; calciatura pure originale ridotta (esiti da tarlatura, rottura sul collo del calcio); in spessa patina mai pulita; molto interessante per recupero di parti da restauro L. 114 cm. 80-150

376

377 Moschetto da Artiglieria mod. 1874 Francia, XIX Sec. canna con mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole, sulla camera di scoppio numerosi marchi darsenale e punzoni di controllore militare; culatta con otturatore girevole scorrevole, sul fianco sinistro indicazione del modello e firma della Manifattura di St. Etienne; cassa in noce con fornimenti di ferro; bacchetta di pulizia mancante; in buone condizioni con segni duso L. 100 cm. 250-350
377

115

Von Morenberg - Asta 45

378

379

378 Fucile a pietra focaia di antico modello Piemonte, Restaurazione canna ad anima liscia, batteria punzonata sulla cartella con scudo sabaudo coronato, cassa in noce con fornimenti regolamentari in ferro, bacchetta di caricamento pure in ferro; in spessa patina antica mai pulita, comunque in buone condizioni generali; larma corrisponde pi o meno alla tipologia 1752 ma con difformit dimensionali e morfologiche nella forma della pala del calcio, spiegabili con riparazioni e modifiche conseguenti al reimpiego del modello per larmamento dei Battaglioni Provinciali; non comune ed interessante L. 131 cm. 800-1.300

379 Rarissimo fucile mod. 1814 con baionetta Piemonte, Restaurazione canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzoni di fabbricante e controllore militare, sulla codetta indicazione del modello M 1814; batteria tipo Anno IX, sulla cartella firma in caratteri corsivi R.a Manif.a/ di Torino con stemma sabaudo; cassa in noce ( qualche esito da tarlatura) con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, sul lato destro della pala del calcio ben visibile bollo impresso recante scudo sabaudo coronato e legenda VIVA V. EMANUELE; completo di baionetta a manicotto e ghiera; in buone condizioni con onesta patina depoca, assai interessante e degno di importante collezione L. 150 cm. 1.000-1.500

116

Von Morenberg - Asta 45

380 Fucile da cadetto di Regia Scuola Militare Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, ridotta dalla pietra focaia; batteria a luminello trasformata, sulla cartella tracce della firma della Regia Fabbrica di Torino in caratteri corsivi; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, sul lato destro della pala del calcio visibili punzone ovale recante iniziali coronate CF per il Re Carlo Felice e successivo bollo tondo della trasformazione, recante indicazione dellarsenale e stemma sabaudo coronato; meccanicamente in ordine ed in condizioni nel complesso buone con spessa patina depoca mai pulita e segni duso; interessante; L. 108,5 cm. 200-300 381 Fucile da cadetto di Regia Scuola Militare con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, trasformata dalla pietra focaia; batteria ridotta alla percussione, la cartella recante firma in caratteri corsivi della Regia Fabbrica in Torino con stemma sabaudo coronato; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; completo di baionetta a manicotto e ghiera; in buone condizioni, con segni duso ed onesta patina depoca; L. 126 cm. 300-400 382 Fucile di modello prussiano con baionetta Piemonte, XIX Sec. trasformazione effettuata in arsenale secondo il metodo piemontese di fucile da fanteria prussiano, arma acquistata in discreto numero di esemplari dal Governo Sardo e distribuita alla Guardia Nazionale ed ai Volontari: canna ad anima liscia ridotta, batteria pure trasformata, impiegante il tipico cane piemontese, cassa in faggio con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; il fucile corredato di bretella in pelle di bufalo imbiancata e della sua baionetta a manicotto trattenuto da ritegno a molla e lama a quattro filetti; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali con giusta patina depoca; raro cos completo e in ordine; L. 146 cm. 500-800 383 Fucile mod. 1842 con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di St. Etienne per armi commerciali; batteria a molla indietro, sulla cartella firma del fabbricante privato CANONIER RIVIERE/A S.t ETIENNE; cassa in noce con fornimenti di ferro, sul lato destro della pala del calcio punzone con stemma della Citt di Torino; bacchetta di caricamento mancante; completo di baionetta del modello, a manicotto e ghiera con lama a tre filetti; dotazione della Guardia Nazionale della Capitale del Regno Sardo; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; interessante; L. 140,5 cm. 300-400

380

381

382

383

117

Von Morenberg - Asta 45

384 Fucile mod. 1842 con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di St. Etienne per armi commerciali; batteria a molla indietro, sulla cartella firma del fabbricante privato PALIARD V.T./A S.t ETIENNE; cassa in noce (qualche esito da tarlatura) con fornimenti di ferro, sul lato destro della pala del calcio bollo tondo con stemma sabaudo coronato; bacchetta di caricamento mancante; completo di baionetta a manicotto e ghiera con lama a tre filetti; parte delle forniture militari acquistate in Francia per conto del Governo Sardo, fucili simili furono assegnati tanto alla Guardia Nazionale che allEsercito; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con spessa patina mai pulita; interessante; L. 141,5 cm. 250-400 385 Fucile mod. 1844 con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, corredata di mirino a mezza luna e tacca di mira saldata a cavaliere della codetta; batteria punzonata sulla cartella FABB:A R:A/IN TORINO; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di ferro, sulla faccia destra della pala del calcio in parte visibile bollo impresso con stemma sabaudo; completo della baionetta a manicotto e ghiera; in buone condizioni, con onesta patina depoca mai pulita e normali tracce duso; L. 141 cm. 400-600 386 Fucile mod. 1844T Piemonte, XIX Sec. trasformazione di fucile francese mod.1777 con sistema alla piemontese ma non dotato di tacca di mira e mantenente il mirino sulla fascetta anteriore del bocchino, probabile dotazione della Guardia Nazionale del 1848: canna ad anima liscia, ridotta dalla pietra focaia; batteria modificata, impiegante cane di tipica foggia piemontese; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; interessante; L. 141 cm. 400-600 387 Moschetto mod. 1844T per Reali Carabinieri Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, ridotta dalla pietra focaia, recante mirino saldato sulla volata e tacca di mira incavallata sulla codetta e fissata da vite; batteria modificata alla percussione, sulla cartella traccia di firma della Fabbrica Regia di Torino; cassa in noce con fornimenti regolamentari in ottone e ferro e bacchetta di caricamento in ferro, sul lato destro della pala del calcio ben visibile bollo ovale di effettuata revisione o riparazione con iniziali coronate VE e data 1855; in buone condizioni, con qualche traccia duso e giusta patina depoca; raro; L. 116,5 cm. 500-700 118

384

385

386

387

Von Morenberg - Asta 45

388 Fucile per allievo di Regia Scuola Militare Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, recante mirino e tacca di mira saldata sulla codetta; batteria a molla avanti; cassa in noce (restauri) con fornimenti e bacchetta di ferro; in condizioni abbastanza buone L. 108 cm. 200-300 389 Fucile da Fanteria mod. 1844 con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, corredata di mirino ed alzo incavallato sulla codetta e fissato da una vite; batteria firmata sulla cartella FABB.A R.A/ IN TORINO; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; accompagnato da baionetta compatibile col modello, a manicotto e ghiera con lama a tre filetti; meccanicamente in ordine, in buone condizioni con onesta patina depoca mai pulita; il pi classico fucile dordinanza della Fanteria Sarda nelle prime due Campagne per lIndipendenza, pressoch imperdibile per il cultore di armi e cimeli del Risorgimento L. 141 cm. 300-500 390 Moschetto da Artiglieria mod. 1844 Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, recante mirino e tacca di mira incavallata sulla codetta e fermata da una vite (manca la braga di attacco per la sciabolabaionetta); batteria a molla avanti impiegante il tipico cane di foggia piemontese; cassa in noce con calciolo e guardamano in ferro e restanti fornimenti dottone, bacchetta di caricamento mancante; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 109 cm. 200-350 391 Moschetto da Artiglieria mod. 1844 con baionetta Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia, completa di tacca di mira incavallata sulla codetta e di mirino saldato allanello posteriore della braga di attacco per la baionetta; batteria a molla avanti, cassa in noce con fornimenti dottone, bacchetta di caricamento assente; completo di baionetta a sciabola con lama a due fili, impugnatura in ottone con molla esterna e pulsante in ferro, fodero di cuoio nero con puntale e cappa dottone; presenta segni duso, alcuni esiti da corrosione, comunque in buone condizioni generali; non comune ed interessante L. 109,5 cm. 600-800

388

389

390

391

119

Von Morenberg - Asta 45

392

393

392 Moschetto Vetterli mod. 1870 per Reali Carabinieri Italia, XIX Sec. canna con mirino ed alzo a tangente, le sfaccettature di culatta recanti punzoni di controllore militare e marchio P.P. (parti permutabili), matricola, data 1886 ed indicazione dellArsenale di Brescia; culatta con otturatore girevole scorrevole e sicura del secondo tipo; cassa in noce con fornimenti regolamentari in ferro, sul lato destro della pala del calcio impressa matricola coerente con la meccanica e con la baionetta a manicotto e ghiera investita a rovescio sulla volata; larma conserva la bacchetta di pulizia a due sezioni incernierate conservata in apposito vano allinterno del calcio; meccanicamente sana ed in eccellenti condizioni, mantiene elevata percentuale della brunitura originale; rara cos completa e in ordine, adeguata a collezionista esigente L. 109,7 cm. 800-1.400 120

393 Fucile Vetterli mod. 1870 da Fanteria Italia, XIX Sec. canna con mirino ed alzo a tangente, le sfaccettature di culatte recanti matricola, marchi di controllore militare, punzone dellArsenale di Torre Annunziata e data 1882; culatta con otturatore girevole scorrevole e sicura del modello Clavarino; cassa in legno di noce con regolamentari fornimenti e bacchetta di pulizia in ferro, sul lato destro della pala del calcio impressi grande bollo ovale della Fabbrica dArmi di Torre Annunziata con data e matricola corrispondenti; meccanicamente sana ed in eccellenti condizioni, larma mantiene elevata percentuale della brunitura originale; rara cos completa e in ordine, adeguata a collezionista esigente L. 134,9 cm. 800-1.400

Von Morenberg - Asta 45

394

395

394 Moschetto Vetterli mod. 1870 da Cavalleria Italia, XIX Sec. canna con mirino ed alzo del secondo tipo, le sfaccettature di culatta recanti ben leggibili punzone dellArsenale di Torre Annunziata, matricola e data 1876; culatta mobile con otturatore scorrevole-girevole e coperchio para-polvere in lamiera, corredata di sicura del tipo Clavarino; cassa in noce con fornimenti di ferro, la pala del calcio contenente bacchetta di pulizia regolamentare a due sezioni incernierate; completo della baionetta a manicotto e ghiera investita a rovescio sulla volata; meccanicamente sano ed in eccellenti condizioni, conserva pressoch integra la brunitura originale darsenale, tutte le componenti recano numero di matricola coerente; raro cos completo e in ordine, adeguato a collezionista esigente L. 92,8 cm. 600-1.000

395 Fucile da Regia Scuola Militare Bordoni Brescia Italia, XIX Sec. canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzoni di controllore militare; batteria a molla indietro, firmata sulla cartella A.BORDONI/ BRESCIA; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; in buone condizioni, con qualche traccia duso ed onesta patina depoca; non comune ed interessante L. 125 cm. 350-500

121

Von Morenberg - Asta 45

396 Fucile ridotto a luminello Russia, XIX Sec. canna ad anima liscia, trasformata dalla pietra focaia; batteria modificata a luminello; cassa in legno verniciato (mancanza al fusto) con fornimenti dottone e bacchetta in ferro; in condizioni abbastanza buone; L. 132,5 cm. 100-150 397 Fucile da Cacciatori mod. 1859/67 Spagna, XIX Sec. conversione alla retrocarica a cartuccia metallica secondo il sistema Berdan del fucile corto per Cacciatori ad avancarica: canna ad anima rigata con mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole; culatta con otturatore a ribaltamento frontale, punzonato ARO sotto corona (Arsenal Real Oviedo); batteria a molla avanti, la cartella recante medesimo marchio; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; non comune ed interessante; L. 122,5 cm. 400-700 398 Fucile Kropatschek mod. 1886 con baionetta Portogallo, XIX Sec. canna con serbatoio tubolare coassiale, mirino ad incastro (manca la cresta) ed alzo a ritto e cursore scorrevole; culatta con elevatore a cucchiaia e comando di arresto della ripetizione, otturatore girevole scorrevole, sul fianco destro punzoni del modello e della fabbrica Steyr; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di pulizia in ferro; baionetta con lama a yatagan, guardia e cappetta di ferro con guance di legno rivettate, fodero in lamiera di ferro; linsieme in buone condizioni con normale patina duso; L. 132 cm. 500-800 399 Fucile Enfield Snider da Fanteria Gran Bretagna, XIX Sec. canna cilindrica con mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole, sulla camera di scoppio numerosi punzoni di controllore militare; culatta con otturatore a ribaltamento corredato di estrattore a mano; batteria punzonata sulla cartella dallArsenale di Enfield con data 1871 ed iniziali coronate VR (Victoria Regina); cassa in noce con ponticello,calciolo e bocchino dottone e regolamentari fascette e magliette in ferro, pure in ferro la bacchetta di pulizia; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, pur con i segni di lungo ed intenso impiego; L. 136,5 cm. 800-1.000 122

396

397

398

399

Von Morenberg - Asta 45

400 Fucile a tabacchiera Gran Bretagna, XIX Sec. conversione alla retrocarica secondo il sistema Snider di fucile Enfield P53: canna recante mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole; castello con otturatore a ribaltamento laterale; batteria a molla avanti, la cartella portante marchi dellArsenale di Enfield ed iniziali regali coronate V.R.; cassa in noce con fornimenti in ottone e ferro, bacchetta di pulizia in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 108 cm. 250-350 401 Moschetto per Volontari Gran Bretagna, XIX Sec. canna in ferro, di grosso calibro ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzoni della prova forzata per armi commerciali; batteria a molla avanti, sulla cartella firma del fabbricante di Londra Thomas Lee; cassa in noce con fornimenti dottone e bacchetta di caricamento in ferro; in buone condizioni; arma di tipologia militare ma di modello non strettamente regolamentare, come tipico dei Reparti di Volontari, in pratica una guardia nazionale i cui membri si armavano ed equipaggiavano a proprie spese L. 111 cm. 250-350 402 Fucile a luminello da cadetto con baionetta Belgio, XIX Sec. canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di Liegi; batteria a molla avanti; cassa in noce (rottura sul collo del calcio) con fornimenti dottone e bacchetta in ferro; completo della sua baionetta a manicotto (rottura del gomito collegante la lama al canotto di fissaggio); in condizioni discrete, comunque assai migliorabili con non difficile restauro L. 107 cm. 200-300 403 Fucile da Fanteria mod. 1842 Belgio, XIX Sec. canna ad anima liscia, corredata di mirino e di tacca di mira, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di Ligi del periodo; batteria a molla indietro, la cartella recante firma del fabbricante LEMILLE/A LIEGE; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; in buone condizioni con normale patina depoca L. 142 cm. 300-400

400

401

402

403

123

Von Morenberg - Asta 45

404

405

404 Carabina Wanzel mod. 1867 da Cacciatori con baionetta Austria, XIX Sec. canna con mirino ed alzo a slitta, sulla camera di scoppio numerosi punzoni e data di trasformazione 1872; castello con otturatore a ribaltamento, anchesso recante marchi e data coerente; batteria in buon ordine di funzionamento; cassa di noce con fornimenti e bacchetta di pulizia in ferro; completa della baionetta regolamentare a manicotto e ghiera; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni con giusta patina depoca L. 110 cm. 500-900

405 Fucile da Cadetto di Collegio Militare Belgio, inizio XIX Sec. canna ad anima liscia, di calibro relativamente ristretto, punzonata sulla camera di scoppio con marchio del Banco Prova di Liegi del periodo; batteria a pietra focaia stile Anno IX; snello calcio in noce, dimensionato sulla struttura fisica di un ragazzo, con fornimenti dottone e bacchetta di caricamento in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; assai grazioso ed inusuale L. 114 cm. 900-1.200

124

Von Morenberg - Asta 45

406

ARMI DA TIRO
406 Particolare carabina da tiro a luminello Rochat a Turin Piemonte, XIX Sec. accuratissima ed elegante arma, ispirata nelle linee e nelle soluzioni meccaniche alle coeve, ricercatissime carabine cantonali e federali elvetiche: massiccia canna a sezione ottagonale, di piccolo calibro ad anima rigata, corredata di mirino a tunnel montato ad incastro e di alzo a tangente, firmata sulla volata Rochat a Turin, sulla codetta sistemato sofisticato organo di puntamento aggiuntivo a diottra; batteria a molla avanti, la catena di scatto corredata di stecher; calciatura a fusto intero in legno di noce scelto con terminale alla volata di corno biondo, il lato interno della pala corredato di appoggio per la guancia; fornimenti in ferro, il ponticello ed il calciolo del tipo anatomico, la profilatura di rinforzo sotto il fusto dotata di appoggio smontabile per la mano mancina; bacchetta originale in legno con batti palla di bronzo e cava stracci in ferro; meccanicamente in ordine ed in eccezionale stato di conservazione considerandone lepoca, la carabina mantiene buona percentuale della brunitura originale e della laccatura della cassa; di grande rarit ed interesse tanto per il collezionista esperto ed esigente che per il cultore del tiro con armi originali L. 126 cm. 2.000-3.000

407

407 Particolare fucile da tiro Ruoff a Solthurn Svizzera, XIX Sec. pesante canna ottagonale, di grosso calibro ad anima microrigata, corredata di alzo a fogliette (mirino mancante), punzonata sulla camera di scoppio con marchio del fabbricante rimesso in oro; culatta con blocco otturatore a ribaltamento frontale muovente simultaneamente estrattore e percussore flottante, azionato da massa battente caricata dalla leva di armamento conformata a guisa di cane e collocata sulla cartella esterna a molla indietro, firmata Ruoff a Soleure (Solothurn); cassa in noce elegantemente intagliata a motivo di drago sulla parte inferiore della pala, dotata di appoggio per la guancia e finita a guilloch nei punti di presa; calciolo e ponticello anatomici in bronzo con magliette di ferro per bretella, bacchetta di pulizia in legno con testina metallica; in buone condizioni con gradevole patina depoca, mantiene ottima percentuale della brunitura originale; particolare variante della meccanica sistema Milbank Amsler, molto interessante ed adeguata a qualificata collezione L. 113 cm. 1.500-2.000 125

Von Morenberg - Asta 45

408 Rarissima carabina da tiro a segno su mod. 1848 per Bersaglieri Piemonte, XIX Sec. canna cal. 16,9 mm ad anima rigata a quattro princpi con vitone a camera ristretta sistema Delvigne, corredata di mirino ed alzo a ritto abbattibile; batteria a molla avanti a cartella ristretta, firmata FABB.A R.A/IN TORINO; cassa in legno di noce con fornimenti di stile militare in ferro, il calciolo corredato di spuntone; bacchetta di caricamento in ferro con batti palla cilindrico; larma completa dellantica bretella in cuoio verniciato nero e della sua sciabola baionetta con lama a yatagan, guardia in ferro con impugnatura dottone, fodero in lamiera di ferro, in pratica una copia conforme del mod. 1842 francese per carabina da Cacciatori; reca incassato sul lato destro della pala del calcio medaglione in lastra dargento inciso con legenda Dono/Del Cav.re/LUIGI STRADA/Alla Societ del Tiro/di Torino; meccanicamente in ordine ed in eccezionale stato di conservazione considerandone lepoca; affascinante per il cultore di armi del Risorgimento ma pure di estremo interesse per un tiratore, ampiamente degna di importante collezione L. 128 cm. 2.000-3.000

126

Von Morenberg - Asta 45

409

410

409 Carabina Federale mod. 1851 Svizzera, XIX Sec. massiccia canna a due ordini, di piccolo calibro ad anima rigata, corredata di mirino ad incastro e di alzo a tangente; batteria a molla avanti, la catena di scatto corredata di stecher; cassa in noce con fornimenti di ferro, bacchetta in ferro con batti palla di bronzo; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; interessante L. 125 cm. 1.500-2.000

410 Carabina per tiro ridotto da sala Germania, XIX Sec. pesante canna a sezione ottagonale, in realt mero supporto per lo scorrimento di percussore lanciato caricato da molla a spirale, battente su luminello montato sulla culatta di canna di piccolo calibro, lunga 11 cm ed inserita nel tratto terminale della struttura, il percussore viene armato dalla pressione esercitata sul comando a pulsante posizionato inferiormente in posizione coassiale; sulla codetta montata diottra a regolazione micrometrica, alla quale corrisponde in volata mirino a stelo protetto da tunnel; cassa in noce con fornimenti anatomici in ferro ed appoggio per la mano; larma, funzionante, presenta esiti da ossidazione dei metalli e segni di tarlatura del calcio, comunque in condizioni abbastanza buone L. 116 cm. 300-500 127

Von Morenberg - Asta 45

411

412

411 Particolare fucile da tiro e caccia di pelo Ferdinand Fruwirth Austria, XIX Sec. sofisticata carabina di precisione basata sulla meccanica sistema Werndl adottata per i fucili mod. 1867, per appositamente fabbricata e da non confondersi con modifica o riadattamento di arma militare: canna cilindrico conica a due ordini, firmata dal fabbricante FERD. FRUWIRTH sulla camera di scoppio, dotata di mirino ad incastro ed alzo a tangente; culatta con otturatore cilindrico rotante; batteria a molla indietro, a cane esterno con snella ed elegante cartella ristretta; catena di scatto dotata di stecher ; cassa in noce finita a zigrino nei punti di presa, corredata di appoggio per la guancia sul lato interno della pala e completa di fornimenti in ferro, il ponticello guarnito di elaborato appoggio anatomico per la mano in corno intagliato; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni, mantiene elevata percentuale della brunitura e della tartarugatura originali; molto interessante L. 113 cm. 350-600

412 Carabina a luminello con baionetta Piemonte, XIX Sec. massiccia canna cilindrica a camera ristretta tipo Delvigne, di calibro militare 16,9mm ad anima rigata, corredata di mirino e tacca di mira aperta, sul fianco destro della volata braga di attacco per sciabola-baionetta; batteria a molla indietro, la catena di scatto corredata di stecher; cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro, ponticello e calciolo del tipo anatomico correntemente impiegato sui coevi fucili da tiro; completa di baionetta del modello militare piemontese 1844 per Artiglieria (mancante di molla e di pulsante); meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; di non comune ed interessante tipologia, la spartana struttura di insieme, le soluzioni meccaniche impiegate, quali il vitone Delvigne ed il calibro di 16,9mm, entrambe mutuate dalla carabina mod. 1848 per Bersaglieri, nonch limpiego di una baionetta dordinanza ne fanno ipotizzare come altamente probabile luso da parte di Cacciatore Volontario nelle Campagne del Risorgimento; molto interessante e meritevole di studio L. 110 cm. 500-800

128

Von Morenberg - Asta 45

413 Rara carabinetta da sala a gas compresso Francia, XIX Sec. canna cilindrica, di piccolo calibro ad anima rigata, portante mirino ed alzo a tangente, sulla volata firma della Manufacture FrancaisedArmes et Cycles de St. Etienne; robusto serbatoio coassiale per il gas, smontabile a vite per il riempimento; castello recante valvola in corrispondenza del cilindro del propellente, otturatore rotante per lintroduzione del proietto, falso cane azionato dalla pressione sul grilletto, in realt dispositivo per lo scarico del gas compresso; calcio in legno di noce con calciolo di bachelite; in ottime condizioni meccaniche ed estetiche; molto inusuale ed interessante L. 105,5 cm. 800-1.400 414 Fuciletto da sala a retrocarica Belgio, XIX Sec. carabinetta di piccolo calibro con azione sistema Martini, canna dotata di mirino protetto da alette e di alzo a tangente, castello con leva di azionamento inferiore, calcio ed astina in noce; in condizioni abbastanza buone; L. 109 cm. 150-250 415 Particolare carabinetta da sala a retrocarica Germania? XIX Sec. canna a sezione ottagonale, di minimo calibro, corredata di mirino ad incastro protetto da alette e di alzo a tangente, la camera di scoppio chiusa da otturatore a ribaltamento il cui moto aziona estrattore a mezza luna, sulla codetta trova alloggio elaborata diottra amovibile con sistema di regolazione micrometrico; catena di scatto corredata di stecher; mezza cassa in noce con ponticello anatomico e calciolo in ferro; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni; di qualit non comune, interessante L. 98 cm. 250-400

413

413

414

415

129

Von Morenberg - Asta 45

417

418

419

421

416 Carabina da sala a retrocarica Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, recante mirino e tacca di mira; castello con otturatore a ribaltamento, azionante col suo moto estrattore a mezza luna e cane centrale; mezza cassa in noce con calciolo e ponticello di ferro; in buone condizioni L. 99 cm. 100-150 417 Pistola da sala a retrocarica Svizzera, XIX Sec. pistola monocolpo per tiro da sala, di piccolo calibro a percussione anulare: canna a sezione ottagonale ad anima rigata, basculante per il caricamento e dotata di estrattore, sulla camera di scoppio punzone del fabbricante A. WESP/BERN; castello con grilletto a sprone e cane esterno, sul fianco sinistro leva di svicolo a pulsante; guance di noce finite a zigrino; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; L. 28 cm. 300-500

418 Pistola da sala a retrocarica Belgio, XIX Sec. canna ottagonale di piccolo calibro, basculante per il caricamento, recante punzoni del fabbricante e del banco prova di Liegi; castello con cane centrale e leva di sblocco inferiore; impugnatura in legno di noce; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 30,5 cm. 200-300 419 Pistola da sala a retrocarica Belgio, XIX Sec. canna ottagonale di piccolo calibro, la culatta chiusa da otturatore a ribaltamento dotato di estrattore automatico del bossolo; castello con cane centrale; cassa in noce con fornimenti di ferro; in buone condizioni L. 39,5 cm. 100-150

420 Pistola da sala a retrocarica Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, di piccolo calibro, recante punzoni del fabbricante e del Banco Prova di Liegi; castello in ferro inciso a racemi, con cane centrale e ponticello anatomico; calcio in noce con calciolo di ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 31,5 cm. 100-150 421 Pistola da sala a retrocarica Europa, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, di piccolo calibro, recante mirino e tacca di mira; castello in ferro inciso a fiorami con cane centrale; calcio il legno ebanizzato; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; L. 29,5 cm. 150-250 422 Pistolina da sala Europa, XIX Sec. canna basculante, castello con grilletto a sprone, guancine di legno, in mediocri condizioni L. 14 cm. 30-50

130

Von Morenberg - Asta 45

PISTOLE
423 Rarissima coppia di pistole a cariche sovrapposte Colombo Milano Italia, XIX Sec. pistole a due colpi a cariche sovrapposte a semiretrocarica, frutto della creativit del famoso armaiolo Giacomo Colombo, attivo a Milano fra gli Anni Cinquanta ed i Sessanta del XIX Secolo: canne in acciaio damasco con lavorazione a torcione, di medio calibro ad anima rigata, svitabili per lalimentazione, sulla volata legenda PATENTATO incisa e rimessa a niello doro; compatto ed elegante castello in acciaio a sezione dottagono recante al suo interno la camera di scoppio capace di due cariche sovrapposte e fra loro intervallate da borra, i due portaluminelli sapientemente incisi ed intagliati a motivi di animale marino; batterie a molla indietro incise a volute, firmate la sinistra COLOMBO e lopposta IN MILANO con iscrizioni niellate in oro; elaborata catena di scatto con singolo grilletto, si avvale di un dispositivo di sicurezza che provoca automaticamente labbattimento del cane destro (carica anteriore) ed in successione dellopposto (carica posteriore) e non permette lo sparo se erroneamente armato il solo percussore dellarretrata; calcio in radica di noce, finito a zigrino e corredato di calciolo dalpacca con sportellino a molla per laccesso a piccolo vano porta capsule; le due pistole denunziano qualche incertezza meccanica, comunque funzionanti ed in buone condizioni con affascinante patina antica mai svelata da interventi di pulitura; importante coppia di pistole, ampiamente degna delle pi qualificate collezioni L. 30 cm. 4.000-6.000 131

Von Morenberg - Asta 45

424 Coppia di pistole a pietra focaia Italia Centrale, XVIII Sec. belle canne a due ordini con foglie dacanto scolpite al cambio, sulle camere di scoppio quadruplice punzonatura di quadrifoglio e rimessi ornamentali in metallo giallo; snelle ed eleganti batterie alla romana, in buon ordine di funzionamento, punzonate sul rovescio delle cartelle G.P.; casse in noce a fusto intero, finite a zigrino sul collo del calcio, appaiono essere state private gi da lungo tempo di tutti i fornimenti, che dovevano essere evidentemente di metallo prezioso e sono andati purtroppo persi; quanto rimane di questa coppia di non comune qualit in ottime condizioni generali, con normali tracce duso e giusta patina; molto interessanti e meritevoli, se possibile, di adeguato ripristino L. 30 cm. 800-1.300

424

425 Coppia di pistole trasformate a luminello Francia, XIX Sec. canne a sezione ottagonale, di grosso calibro ad anima liscia, professionalmente trasformate in epoca duso dalla pietra focaia; batterie modificate a luminello; casse in noce a fusto intero, finite a zigrino sul collo del calcio e complete di sobri ed eleganti fornimenti in ferro di gusto Impero; bacchette di caricamento in legno (di reintegro); meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 28 cm. 1.000-1.500
425

132

Von Morenberg - Asta 45

426

427

426 Importante pistola da fonda a pietra focaia Italia Centrale, prima met del XVIII Sec. canna in ferro a due ordini con anelli incisi al cambio, di piccolo calibro ad anima liscia, sulla camera di scoppio firma GIO MARIA FRANCINO intercalata da punzonature a figura di trifoglio; snella ed elegante batteria alla romana, illeggiadrita da sobrie incisioni a disegni fitoformi, firmata e datata allinterno della cartella F. Duranti 1730; cassa in noce a fusto intero con fornimenti dottone incisi ed intagliati a volute, bacchetta di caricamento in legno (di reintegro ben eseguito); meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali con giusta patina depoca; arma rara per qualit e stato di conservazione, ampiamente degna di qualificata collezione. Francino Giovanni Maria, attivo a Gardone Val Trompia fra il 1660 ed il 1730 ca., Rif. Der Neue Stockel, Aut. Eugene Heer L. 55,5 cm. 1.800-2.500

427 Particolare pistola a pietra focaia Italia, XVIII Sec. snella canna in ferro ad anima liscia, piacevolmente incisa a fiorami e recante sulla volata firma del fabbricante P:NICOLETTO; batteria con cartella gettata in bronzo e dotata di scodellino integrale, incisa ed intagliata a volute e firmata NICOLETTO sul bordo inferiore, completata da elegante cane a collo di cigno, martellina con relativa molla in ferro, incisi a racemi; cassa in noce in parte scolpita a volute, completata da bei fornimenti di gusto Rococ, in bronzo, scolpiti a rocailles e recanti applicati piacevoli profili classici dargento;bacchetta di caricamento in legno con battipalla di bronzo e cavastracci in ferro; meccanicamente in ordine, accuratamente ripulita ed in ottime condizioni complessive; di rara qualit, molto interessante L. 32,5 cm. 1.000-1.800

133

Von Morenberg - Asta 45

428 Elegante pistola a pietra focaia Aroug Belgio, inizio del XIX Sec. canna in acciaio con lavorazione damasco a torcione, ad anima microrigata, firmata sulla volata Aroug a niello doro, la camera di scoppio portante punzone del Banco Prova di Liegi; elegante batteria recante stessa firma sulla cartella; cassa in noce con bei fornimenti di ferro incisi a volute; bacchetta di caricamento in legno con battipalla di corno; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni; arma di superiore qualit, per le linee ricalcanti da presso il gusto dellImpero databile al primo quarto del XIX Sec., adeguata a collezionista esigente L. 25,5 cm. 1.000-1.500 429 Pistola a pietra focaia Scalafiot a Turin Piemonte, fine del XVIII Sec. canna ad anima liscia, a due ordini con anelli e foglie dacanto incisi al cambio, sulla camera di scoppio tracce di punzone con stemma sabaudo coronato; batteria recante sulla cartella firma incisa Scalafiot/a Turin, corrispondente a Bartolomeo Scalafiot, attivo nella Capitale del Regno Sardo fra il 1780 ed il 1800 circa; cassa in noce con fornimenti dottone; bacchetta di caricamento assente; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con gradevole patina depoca; molto interessante L. 36,5 cm. 700-1.000 430 Pistola a pietra focaia Spagna, XVIII Sec. canna in ferro ad anima liscia, sulla volata rimessi ornamentali in metallo giallo a niello e medaglione con profilo in argento; batteria alla moderna di tipo arcaico, priva di briglia alla martellina, recante rimessi in metallo giallo e firmata G. LOGGIA lungo il profilo inferiore della cartella; cassa in noce in parte scolpita a racemi, fornimenti dottone incisi a volute e recanti applicati profili di personaggi in argento; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con giusta patina depoca; interessante. Loggia (o Logia) Giovanni Maria, attivo a Barcellona fra il 1750 ed il 70; rif. Der Neue Stochel, Aut. Eugne Heer L. 27 cm. 700-1.000
428

429

430

134

Von Morenberg - Asta 45

431 Pistola da tasca a pietra focaia Europa, fine del XVIII Sec. canna in ferro ad anima liscia, a due ordini, con gioia di bocca tornita ad anelli e lievemente strombata al vivo di volata; batteria alla moderna, impiegante snello cane a collo di cigno; cassa in noce con fornimenti di ferro, bacchetta assente; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con giusta patina depoca; L. 17,5 cm. 400-600 432 Pistola da viaggio Gran Bretagna, XVIII Sec. rientrante nella tipologia box lock: canna svitabile per le operazioni di caricamento, ad anima rigata, a due ordini con anellature al cambio ed alla gioia di bocca; castello in ferro con cane interno centrale, sui fianchi incisa a lettere corsive firma del fabbricante Lambert Dilbiron, sulla parte inferiore della camera di scoppio punzoni della prova forzata della Compagnia Armaioli di Londra del periodo; meccanica necessitante di revisione, altrimenti in buone condizioni; L. 22,5 cm. 400-600 433 Pistola a pietra focaia a due canne Gran Bretagna, inizio del XIX Sec. pistola da tasca tipo box-lock a semiretrocarica, dotata di canne cilindriche ad anima rigata svitabili per le operazioni di caricamento; castello in ferro con cane centrale, sicura a scorrimento, scodellino doppio con selettore a leva per lazionamento della canna inferiore sito sul fianco sinistro, sobriamente inciso a volute e trofei darmi e firmato dal fabbricante Thomas; calcio piatto in noce, conformato a manico dombrello; in origine dotata di baionetta a scatto imperniata alla canna inferiore (mancante); in buone condizioni salvo quanto esposto L. 22,5 cm. 400-600 434 Mazzagatto a pietra focaia a due canne Gran Bretagna, inizio del XIX Sec. compatta pistola da tasca tipo box-lock a semiretrocarica, dotata di canne cilindriche ad anima rigata svitabili per le operazioni di caricamento; castello in ferro con cane centrale, sicura a scorrimento, scodellino doppio con selettore a leva per lazionamento della canna inferiore sito sul fianco sinistro, sobriamente inciso a volute e trofei darmi e firmato dal fabbricante Morter North Walsham, sono inoltre presenti punzoni del Banco Prova di Birmingham per armi commerciali; calcio piatto in noce, conformato a manico dombrello; in ordine ed in buone condizioni con bella patina depoca; interessante L. 15,5 cm. 600-800

431

432

433

434

135

Von Morenberg - Asta 45

435 Coppia di mazzagatti a luminello Europa, XIX Sec. canne cilindriche ad anima liscia, svitabili per il caricamento; castelli in ferro incisi a volute, con cani centrali e grilletti fissi dotati di ponticello; calci lisci in noce; in buone condizioni L. 15 cm. 500-800

435

436 Pistola a luminello Austria, XIX Sec. canna a sezione ottagonale ad anima microrigata, sulla volata incisa firma del fabbricante Ulrich in Oberndorf ; batteria a molla avanti, la cartella firmata F.Ulrich; cassa in noce con ponticello e restanti fornimenti in ferro, bacchetta assente; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali L. 20,5 cm. 400-600 437 Mazzagatto a due colpi a luminello con baionetta Europa, XIX Sec. canne giustapposte ad anima liscia, la bindella inferiore portante incernierata breve e robusta lama a tre filetti, caricata da molla a lamina ed azionabile a scatto previo arretramento del ponticello scorrevole fungente da fermo; castello con cani centrali, i fianchi ed il telaio dellimpugnatura incisi a volute; calcio in legno di noce; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 24,5 cm. 400-600 136
436

437

Von Morenberg - Asta 45

438 Lotto di due mazzagatti a luminello Europa, XIX Sec. entrambi a semiretrocarica con canne svitabili, in damasco, una cilindrica e laltra a sezione ottagonale, castelli in ferro incisi a fiorami, con grilletti a scomparsa e cani centrali, calci in legno di noce scolpito con calcioli di ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 16 e 17 cm. 300-500 439 Lotto di due mazzagatti a luminello Belgio, XIX Sec. pistola da tasca a canna cilindrica a semiretrocarica, castello con grilletto a scomparsa e cane centrale, impugnatura in legno, presente punzone del Banco Prova di Liegi; altra arma analoga ma a canna ottagonale e grilletto fisso con ponticello; entrambe in buone condizioni L. 19 e 20 cm. 250-350 440 Mazzagatto a luminello Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale in acciaio damasco, castello in ferro inciso a fiorami con grilletto a scomparsa, calcio in noce con calciolo di ferro; in buone condizioni con normali segni duso e patina depoca L. 20 cm. 100-150 441 Mazzagatto a luminello con baionetta Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale ad anima liscia, punzonata dal Banco Prova di Liegi; castello in ferro con cane centrale; impugnatura liscia in noce; corredata di baionetta a scatto azionata dallarretramento del ponticello scorrevole; ripulita e nel complesso in buone condizioni L. 24 cm. 150-250 442 Mazzagatto a luminello Belgio, XIX Sec. canna cilindrica, svitabile per il caricamento; castello con cane centrale e grilletto a scomparsa; calcio in noce con calciolo dargento; la meccanica (non funzionante) da revisionarsi, altrimenti in buone condizioni L. 20 cm. 70-120 443 Mazzagatto a luminello Belgio, XIX Sec. a semiretrocarica, castello con grilletto a scomparsa, guance in ebano intagliate a fiorami, mancante del cane, altrimenti in buone condizioni L. 12 cm. 30-50
441

438

439

440

137

Von Morenberg - Asta 45

444 Mazzagatto a luminello Italia, XIX Sec. canna svitabile per il caricamento, castello inciso a fiorami,calcio in noce finito a zigrino; funzionante ed in condizioni nel complesso buone L. 23 cm. 80-130 445 Mazzagatto a luminello Italia, XIX Sec. canna ottagonale, castello con cane centrale, impugnatura di legno, in condizioni abbastanza buone L. 20 cm. 30-50 446 Mazzagatto a luminello Italia, XIX Sec. canna ottagonale, castello con cane centrale, calcio di noce, in mediocri condizioni L. 21 cm. 40-60 447 Pistola a luminello Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, di grosso calibro ad anima rigata, sulla camera di scoppio punzone del Banco Prova di Liegi; batteria a molla indietro, incisa a fiorami; cassa in noce con fornimenti di ferro incisi, bacchetta mancante; in buone condizioni L. 24 cm. 250-350 448 Pistola da tasca a luminello Europa, XIX Sec. canna a due ordini con semplice gioia di bocca, ad anima rigata ed in origine svitabile per le operazioni di caricamento; castello in ferro con cane centrale, il ponticello inciso a fiorami; particolare impugnatura realizzata in ferro, anchessa incisa a volute; meccanicamente in ordine, in buone condizioni e bella patina mai pulita; tipologia inusuale ed interessante L. 15 cm. 250-300 449 Pistola da viaggio a luminello Europa, XIX Sec. canna tonda in ferro ad anima liscia, castello in ferro con cane centrale, il suo prolungamento costituente limpugnatura dellarma, messa a giorno al traforo sul fianco sinistro e la coccia a formare motivi vegetali e rocailles; meccanicamente in ordine ed in condizioni abbastanza buone, presenta spessa patina e lieve porosit superficiale diffusa, facilmente eliminabile con facile intervento; tipologia inusuale ed interessante L. 21 cm. 350-500
449

444

447

448

138

Von Morenberg - Asta 45

450 Pistola trasformata a luminello Europa, XIX Sec. canna ad anima liscia di grosso calibro, ridotta dalla pietra focaia; batteria modificata a luminello; cassa in noce con fornimenti dottone; bacchetta di caricamento in ferro; in buone condizioni con onesta patina depoca L. 40 cm. 150-250

450

451 Pistola trasformata a luminello Boutet Francia, XIX Sec. pistola da Ufficiale, in origine nata a pietra focaia e prodotta dal famoso atelier Boutet di Versailles, poi ridotta a luminello in corso duso: canna a sezione ottagonale, ad anima microrigata, lievemente strombata al vivo di volata e recante sulla volata firma corsiva Boutet Directeur Artiste con triplice punzonatura di marchio rimesso in oro; batteria trasformata alla percussione, conserva tracce di scritta sulla cartella; snella cassa in noce di gusto Impero, finita a zigrino sul calcio e mantenente i sobri ed eleganti fornimenti in ferro, bacchetta mancante; in condizioni nel complesso buone, molto interessante per la rara e prestigiosissima firma L. 34 cm. 350-500
451

452 Pistola trasformata a luminello Le Page Francia, XIX Sec. canna trasformata dalla pietra focaia, a sezione ottagonale, accentuatamente strombata al vivo di volata, ad anima microrigata, firmata Ray par Le Page; batteria modificata a luminello; mezza cassa in noce mantenente gli eleganti fornimenti originali in ferro di gusto Impero; in condizioni discrete, interessante per la firma ed idonea al recupero di parti per restauri L. 35 cm. 150-250

452

453 Pistola a luminello Italia del Sud, XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, batteria alla micheletta, cassa in noce con ponticello dottone, fascetta e bacchetta di caricamento in ferro, in condizioni nel complesso buone L. 27 cm. 80-130
453

139

Von Morenberg - Asta 45

454 Pistola a due canne giustapposte Belgio, XIX Sec. canne cilindriche ad anima liscia, svitabili per le operazioni di caricamento; castello in ferro con grilletti a scomparsa e cani interni centrali, sobriamente inciso a fiorami, porta punzoni del Banco Prova di Liegi del periodo; impugnatura in radica di legno piacevolmente fiammata, il piccolo calciolo in argento corredato di sportellino a molla per accesso a vano porta capsule; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni; di qualit e dimensioni non comuni, interessante L. 32 cm. 500-600

454

455 Particolare pistola a spillo a due canne Italia, XIX Sec. canne cilindriche giustapposte, di grosso calibro ad anima rigata, corredate di vistosi estrattori a mano posizionati esternamente sulla volata; castello in ferro inciso a racemi, porta cani centrali e chiavistello di bloccaggio inferiore; calcio di noce in parte scolpito, corredato di calciolo in ferro con anello per il correggiolo; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali, mantiene buona percentuale della brunitura originale delle canne; di non comune qualit ed inusuale tipologia; interessante L. 34 cm. 500-800
455

140

Von Morenberg - Asta 45

456 Pistola a due canne a luminello Italia, XIX Sec. canne sovrapposte, batterie a molla indietro (destra con cane privo di sprone, altra mancante del cane), calcio di noce con fornimenti in ferro; da restaurarsi, comunque in condizioni nel complesso buone salvo quanto esposto L. 33 cm. 50-80 457 Pistola a luminello Italia, XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, batteria a molla indietro, cassa in noce con ponticello di ferro, bacchetta mancante, in condizioni abbastanza buone L. 33 cm. 50-80 458 Pistola a luminello a due canne Italia, XIX Sec. canne giustapposte, di grosso calibro ad anima liscia; batterie a molla indietro (meccanismo da revisionarsi sulla destra); cassa in noce finita a zigrino sul collo del calcio (felatura); fornimenti in ottone con bacchetta e gancio da cintura in ferro; in condizioni abbastanza buone, assai migliorabili con facile intervento L. 32,5 cm. 100-150 459 Pistola a luminello Napoli, XIX Sec. canna ottagonale di grosso calibro ad anima liscia, batteria a molla indietro, cassa in noce con ponticello dottone e gancio da cintura in ferro, in condizioni abbastanza buone L. 37 cm. 80-130 460 Pistola a spillo a due canne Italia, XIX Sec. canne giustapposte a sezione dottagono, di grosso calibro ad anima rigata, basculanti per il caricamento; castello in ferro con grilletti a scomparsa e cani centrali, sul fianco sinistro comando di svincolo a pulsante; guance di noce trattenute da vite passante; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni L. 29 cm. 200-300 461 Pistola a luminello a due canne Italia meridionale, XIX Sec. pesante pistola per difesa personale a breve raggio, arma probabilmente concepita per uso da carrozza: canne giustapposte di grosso calibro ad anima liscia; batterie a molla indietro, del tipo detto alla moda; cassa in noce con fornimenti e bacchetta in ferro, il calciolo dotato di anello per il correggiolo; in buone condizioni con gradevole patina depoca; interessante L. 34 cm. 150-250
461 459

458

460

141

Von Morenberg - Asta 45

REVOLVER
462 Rara rivoltella Glisenti a percussione centrale Italia, XIX Sec. canna cilindrica, il blocchetto posteriore portante firma a niello doro GLISENTI e BRESCIA; castello aperto, supportante meccanica a singola e doppia azione con dispositivo Abadie azionato dalla rotazione dello sportellino di caricamento; tamburo scanalato a sei camere; guance in avorio naturale, trattenute da vite passante; bacchetta di espulsione alloggiata allinterno del calcio; larma reca bellissima finitura brunita con decori floreali a niello dargento lumeggiati doro, in discreta percentuale preservata; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; conservata nel suo fodero originale di pelle di daino con cerniera di metallo argentato; molto interessante; L. 23 cm. 750-1.200 463 Particolare rivoltella a spillo Mariette Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, scorrente lungo il prolungamento dellasse del tamburo per lestrazione dei bossoli ed il caricamento previa azione sul ritegno a vite sito inferiormente, sul fianco sinistro marchio MARIETTE/ BREVETE; tamburo a sei camere portante punzone del Banco Prova di Liegi; castello supportante meccanica a singola e doppia azione; guance di legno ebanizzato finite a zigrino; in ordine ed in buone condizioni; rara; L. 28 cm. 400-600
463

462

142

Von Morenberg - Asta 45

464 Particolare rivoltella a spillo Lefaucheux a Paris Francia, XIX Sec. modello regolamentare dordinanza ma di acquisto privato, probabilmente prodotta per un Ufficiale: canna cilindrica con bacchetta di espulsione coassiale, profusamente incisa allacquaforte a motivi di racemi, la volata recante iscrizione in caratteri gotici E. Lefaucheux Bre.te a Paris; tamburo pure inciso en suite; castello supportante meccanica a sola singola azione, assieme al cane, al ponticello ed al telaio dellimpugnatura completamente coperti da volute e fiorami realizzati allacquaforte, sul fianco destro marchio L.F. e numero di matricola; guance in radica di noce trattenute da vite passante; in buone condizioni, con segni di effettivo uso ed onesta patina depoca; molto interessante L. 29,5 cm. 500-800 465 Particolare rivoltella per uso di mare Belgio, XIX Sec. rivoltella costruita integralmente in bronzo, a parte pochi particolari meccanici ed ispirata alle contemporanee Smith & Wesson Tip Up: canna ad anima rigata, ribaltabile verso lalto per il caricamento, tamburo a cinque camere, sfilabile per lestrazione dei bossoli sparati e la ricarica, castello con grilletto pieghevole e meccanica a singola azione, guance in ebano trattenute da vite passante; larma reca i punzoni del Banco Prova di Liegi del periodo; si presenta in ordine ed in buone condizioni, con qualche segno duso e bella patina depoca; di tipologia molto inusuale ed adeguata a collezionista maturo, alla ricerca di varianti rare e particolari L. 26,5 cm. 350-500

464

465

466 Particolare rivoltella a percussione centrale Levaux Brevet Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, incernierata al telaio e ribaltabile per il caricamento, sul fianco destro punzone del fabbricante LEVAUX/B.TE; tamburo a sei camere con estrattore automatico a disco per lespulsione simultanea dei bossoli; castello supportante meccanica a singola e doppia azione, con pulsante di svincolo superiore e grilletto pieghevole; guancette davorio naturale trattenute da vite passante; arma finita con bella brunitura dai riflessi azzurri e filetti ornamentali a niello doro, in buona percentuale conservati; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; di qualit e tipologia non comuni, interessante L. 25 cm. 350-500
466

143

Von Morenberg - Asta 45

469

471

467 Rivoltella ad avancarica Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, sul lato destro imperniata leva-calcatoio; tamburo a sei camere, reca il punzone del Banco prova di Liegi; castello supportante meccanica a singola e doppia azione con cane laterale; impugnatura in avorio (piccole mancanze e restauri); larma si presenta incisa a racemi; accuratamente ripulita ed in condizioni nel complesso buone; L. 21 cm. 250-350 468 Rivoltella a spillo Lefaucheux Belgio, XIX Sec. canna cilindrica con bacchetta di espulsione coassiale, il blocchetto punzonato E.LEFAUCHEUX/IN.ur BREVETE; tamburo a sei camere inciso a racemi, punzonato dal Banco Prova di Liegi; castello inciso a volute, supportante meccanica a singola e doppia azione; guance in radica di noce tenute da vite passante; in buone condizioni con onesta patina depoca mai pulita; L. 26,5 cm. 150-200 469 Rivoltella a spillo Lefaucheux Belgio, XIX Sec. canna a sezione ottagonale (mancante della bacchetta di espulsione coassiale), sul fianco sinistro marca E.LEFAUCHEUX/IN.er BREVETE; tamburo a sei camere portante punzone del Banco Prova di Liegi; castello supportante meccanica a singola e doppia azione, sul fianco destro leva di sicurezza esterna tipo Gasser; guance lisce in legno; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; L. 29 cm. 200-300 470 Rivoltella a spillo Italia, XIX Sec. canna cilindrica con bacchetta di espulsione coassiale, tamburo a sei camere, castello con meccanica a singola e doppia azione, guance in ebano finite a zigrino; in condizioni abbastanza buone; L. 28 cm. 100-150 471 Rivoltella a spillo Italia, XIX Sec. canna cilindrica con bacchetta di espulsione coassiale e massiccia bindella prolungantesi posteriormente a formare ponte del castello; tamburo a sei camere; telaio con meccanica a singola e doppia azione; guance in osso trattenute da vite passante; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, mantiene ottima percentuale della brunitura originale con decorazioni floreali a niello; L. 27 cm. 100-150 144

473

472 Lotto di due rivoltelle da tasca Belgio, 1880 ca. revolver a sola doppia azione a cane interno, grilletto a scomparsa, tamburo fisso a cinque camere, inciso a zigrino con rimessi puntiformi in argento, mantiene consistenti tracce della brunitura originale; guancette in ebano; in ordine ed in buone condizioni; assai grazioso; assieme, altro revolver da tasca, non funzionante, in mediocri condizioni; L. 13 e 12 cm. 150-200 473 Rivoltella a percussione centrale Belgio, XIX Sec. revolver tipo Bulldog, di grosso calibro a tamburo fisso, con sportellino di caricamento laterale e bacchetta di espulsione alloggiata entro lasse del tamburo, belle guance di ebanite scolpite a motivi di racemi e putti; porta marchi del Banco Prova di Liegi, sul ponte del telaio legenda incisa British Bulldog; in buone condizioni, si presenta in leggera ma uniforme patina depoca mai pulita; interessante L. 29 cm. 100-150 474 Copia di revolver Smith & Wesson Spagna, XIX Sec. riproduzione della S. & W. 3rd Model calibro 38, con canna basculante, estrattore automatico a stella, meccanica a singola e doppia azione, guancette di bachelite; finita con nichelatura, conservata al 60% circa; in ordine e nel complesso in buone condizioni, pur con evidenti segni di lungo ed intenso uso L. 20 cm. 60-100

Von Morenberg - Asta 45

475

476

ARMI AMERICANE
475 Fucile Springfield Trapdoor mod. 1888 Stati Uniti, XIX Sec. canna con mirino ad incastro ed elaborato alzo a ritto abbattibile del tipo Buffington, sulla camera di scoppio punzoni governativi di verifica ; culatta con otturatore a ribaltamento frontale recante impressa lindicazione del modello; batteria a molla avanti, la cartella incisa con aquila americana e firma dellArsenale di Springfield; cassa a fusto interno in noce americano, ben visibile sul fianco sinistro il cartiglio del Controllore Militare portante data 1892; fornimenti regolamentari in ferro, larma , conformemente al modello, corredata di ramrod bayonet, ovverossia la bacchetta di pulizia, in acciaio armonico ed acuminata al vertice, funge da baionetta e viene trattenuta in sede da un doppio risalto elastico; meccanicamente in ordine ed in eccellenti condizioni, mantiene elevata percentuale della brunitura originale; molto interessante L. 131,7 cm. 800-1.300 476 Carabina Sharps mod. 1859 Converted Stati Uniti, XIX Sec. trasformazione darsenale al calibro 52/70 centerfire effettuata per conto del Governo dalla Sharps Manufacturing Company nel 1867: canna di nuova fabbricazione a tre princpi portante mirino a cresta ed alzo a tangente; castello con otturatore a blocco cadente azionato dalla leva-ponticello, modificato per luso della cartuccia metallica tramite eliminazione del luminello, sostituito da un percussore, ed introduzione di un robusto estrattore a lamina; batteria a molla indietro conservante loriginario sistema di innesco a nastro; calcio ed astina in noce americano con fornimenti di ferro; in ottime condizioni generali, conserva buona percentuale della brunitura; molto interessante L. 99 cm. 800-1.300

145

Von Morenberg - Asta 45

477 Raro Winchester Round Barrel First Model 1873 Rifle Stati Uniti, XIX Sec. canna cilindrica da 24 nel pi classico calibro 44/40 con serbatoio tubolare coassiale, mirino ad incastro ed alzo a corna di cervo, castello della tardiva prima tipologia, con sportello parapolvere scorrente entro guide realizzate per fresatura e corredato di scudetto poggiapollice inciso sulla sua parte esterna, ritegno della leva trattenuto in sede da filettatura, sagomatura della leva ponticello a deflettere dal profilo del grilletto, indicazione del modello incisa sulla codetta superiore, calcio ed astina in noce americano; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni generali, pur con i segni di lunghissimo e rude impiego; interessantissima e rara variante, imperdibile per un serio ed esperto cultore di armi americane della Frontiera L. 109 cm. 600-1.200 478 Carabina Marlin a leva Stati Uniti, XIX Sec. canna cilindrica con serbatoio tubolare coassiale, dotata di mirino ad incastro e di alzo a tangente del tipico modello a corna di cervo; castello in ferro con otturatore a scorrimento lineare azionato dalla leva-ponticello, cane centrale esterno, meccanismo con elevatore a cucchiaia; calcio ed astina in noce americano con calciolo di ferro; presenta segni di lungo ed intenso uso, comunque in buone condizioni L. 103 cm. 400-600

477

478

479 Raro fucile a leva Whitney-Howard Stati Uniti, XIX Sec. canna cilindrica recante ben leggibili marchi del fabbricante impressi su entrambi i fianchi, la camera di scoppio chiusa da otturatore a movimento lineare azionato dalla leva-ponticello inferiore, castello in ferro (rottura) con calcio di noce americano completo di calciolo in ferro; da ripararsi, comunque completo ed in buone condizioni estetiche, arma molto rara prodotta in meno di 2000 esemplari fra il 1862 ed il70 L. 110 cm. 200-300
479

146

Von Morenberg - Asta 45

480 Carabina per Cavalleria Remington sistema Rolling-Block Stati Uniti, XIX Sec. canna cilindrica ad anima rigata, recante mirino ed alzo a ritto e cursore scorrevole; castello in ferro con otturatore a ribaltamento e cane centrale, reca sulla codetta marchi dello stabilimento Remington di Ilion, sul lato sinistro staffa con anello per la rangona; calcio ed astina in noce americano con fornimenti di ferro; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali con giusta patina, larma mantiene elevata percentuale della brunitura originale; molto interessante L. 97 cm. 500-800
480

481 Colt Model 1860 Army Revolver Stati Uniti, XIX Sec. canna con leva-calcatoio coassiale, ben leggibile sulla volata liscrizione di fabbrica; tamburo ribassato a sei camere, in parte visibile la scena della battaglia navale, ben leggibili le punzonature dei brevetti, monta i luminelli originali; castello in ferro supportante meccanica a sola singola azione, sul fianco sinistro marchio COLTS/ PATENT, scudo del tamburo predisposto per il montaggio del calciolo; ponticello e parte inferiore del telaio dellimpugnatura in ottone gi argentato, la restante sezione superiore in ferro; calcio in noce americano; in ordine ed in buone condizioni, con corretto timing del tamburo, rigatura ben conservata e matricole coerenti; una pietra miliare di ogni seria collezione di armi americane, molto interessante anche per un tiratore L. 35 cm. 1.500-1.800

481

482 Smith & Wesson Md. N1 3rd Issue Revolver Stati Uniti, XIX Sec. canna da 3 3/16 con espulsore coassiale, la volata portante iscrizione di fabbrica ben leggibile; tamburo scanalato a sette camere; castello in ferro con grilletto a sprone, meccanica a sola singola azione; guancette in legno di rosa trattenute da vite passante; in ordine ed in buone condizioni, conserva tracce della brunitura originale L. 16,5 cm. 350-500
482

147

Von Morenberg - Asta 45

PISTOLE MILITARI
483 Pistola da Cavalleria e Dragoni mod.1763-66 Francia, XVIII Sec. canna ad anima liscia, sulla camera di scoppio punzoni di controllo di St. Etienne e marcatura di Reparto G.13, sulla codetta data di fabbricazione 1776; batteria recante firma dellArsenale di St. Etienne sulla cartella, il cane, del tipo arrotondato introdotto in uso sulle pistole mod. 1777, certamente frutto di riparazione o modifica in corso duso; cassa in noce con fornimenti dottone, sul fianco sinistro punzone di controllo FR.18 con data 1776; bacchetta mancante; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con giusta patina depoca; molto interessante L. 40,5 cm. 1.200-1.800 484 Pistola da cavalleria mod. Anno XIII Francia, inizio del XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia; batteria recante sulla cartella firma della Manifattura Imperiale di St. Etienne; cassa in noce con fornimenti regolamentari di ottone e ferro, bacchetta di caricamento in ferro; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con onesta patina depoca L. 36,5 cm. 1.000-1.500

483

484

485 Pistola da Cavalleria mod. Anno XIII Francia, inizio XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia; batteria a pietra focaia, visibile sulla cartella punzone coronato di ispettore militare; cassa in noce con fornimenti di ottone e ferro, il ponticello recante interessante marcatura di Reparto 2 E N57 (Secondo Squadrone, numero 57); bacchetta mancante; in patina ed in condizioni complessivamente buone, con tracce di lungo ed intenso uso L. 35 cm. 950-1.200

485

148

Von Morenberg - Asta 45

486 Pistola mod. 1763-66 per Cavalleria e Dragoni Francia, XVIII Sec. canna ad anima liscia, batteria con cane piatto a doppio collo e scodellino spigolato, cassa in noce con fornimenti e bacchetta di caricamento in ferro; arma in spessa ed antica patina mai pulita, comunque meccanicamente in ordine ed in buone condizioni generali L. 39,5 cm. 700-1.000

486

487 Pistola da cavalleria mod. Anno XIII Francia, inizio del XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, punzoni sulla camera di scoppio in parte visibili; batteria recante tracce di firma sulla cartella; cassa in noce con fornimenti regolamentari di ottone e ferro, bacchetta di caricamento in ferro; in spessa patina antica mai pulita e buone condizioni generali, assai migliorabili con facile intervento L. 36,5 cm. 700-1.000

487

488 Pistola mod. 1777 trasformata Francia, XVIII e XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, ridotta dalla pietra focaia; castello in bronzo, trasformato alluso del luminello; calcio di noce con telaio superiore in bandella di ferro e calciolo in bronzo; in spessa patina mai pulita e buone condizioni; molto interessante per restauri L. 33,5 cm. 400-600

488

149

Von Morenberg - Asta 45

489 Pistola mod. 1822T Bis Francia, XIX Sec. canna ridotta dalla pietra focaia e rigata, corredata di mirino e di tacca di mira, sulla codetta incisa indicazione del modello; batteria trasformata dalla pietra focaia, la cartella recante firma della Manifattura Imperiale di Mutzig; cassa in noce con fornimenti di ottone e ferro, bacchetta di caricamento in ferro con battipalla conico cavo allinterno, specifico per i proiettili ogivali impiegati con larma; in buone condizioni con onesta patina depoca mai pulita L. 35 cm. 500-800

489

490 Rara pistola da Ufficiale mod. 1835 Francia, XIX Sec. canna in acciaio damasco con lavorazione a torcione, a sezione ottagonale e ad anima microrigata a quarantotto princpi nel calibro regolamentare militare di 17,5 mm, la camera di scoppio portante punzoni di controllore e data 1852; batteria a molla indietro, sulla cartella parzialmente leggibile firma della Manifattura Imperiale di Tulle; cassa in noce (alcune felature) con fornimenti di ferro; in buone condizioni generali con spessa patina antica mai pulita; molto interessante L. 36,5 cm. 300-500 491 Pistola da Cavalleria mod. 1850 Prussia, XIX Sec. canna in ferro ad anima liscia, portante mirino a cresta la cui corrispondente tacca di mira fresata sulla codetta, sulla camera di scoppio numerosi punzoni di controllore militare e data 1851; batteria a molla avanti dotata di dispositivo di sicurezza caricato da molla esterna a V, impediente il completo abbattimento del cane sul luminello, al centro della cartella marchio dellarsenale di Potsdam; calciatura in legno di noce con fornimenti di bronzo e ferro, ben visibili sulle varie componenti i punzoni di ispezione militare, il ponticello recante interessante marcatura di Reparto U.9/4.E./18 (9 Rgt. Ulani, 4 Squadrone, n.18); bacchetta di caricamento non prevista in cassa; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni con giusta patina depoca mai rimossa; non comune ed interessante L. 37,8 cm. 800-1.300 150

490

491

Von Morenberg - Asta 45

492 Pistola da cavalleria coloniale Gran Bretagna, XIX Sec. canna cilindrica ad anima liscia con bacchetta incernierata, sulla camera di scoppio numerosi punzoni di controllo militare e della prova forzata; batteria a molla avanti, la cartella firmata 1867/Birmingham e recante simbolo di corona e sigla EIG (East India Government); cassa in noce con fornimenti dottone; in buone condizioni con segni di lungo ed intenso uso L. 35 cm. 500-700

492

493 Pistola da Cavalleria tipo Anno XIII Regno delle Due Sicilie, 1816 canna in ferro ad anima liscia; batteria a pietra focaia (manca la molla della martellina), la cartella firmata M. R./di Napoli, allinterno punzonata data 1816, corrispondente allinizio della Restaurazione Borbonica; cassa in legno di noce con fornimenti dottone e ferro; bacchetta di caricamento in ferro; accuratamente ripulita ed in buone condizioni salvo quanto esposto; molto interessante L. 35 cm. 1.000-1.500

493

494 Pistola da Cavalleria mod. 1814 Piemonte, Restaurazione canna in ferro ad anima liscia, batteria a pietra focaia con marchio della Regia Manifattura di Torino della prima tipologia impiegata in epoca di Vittorio Emanuele I ben visibile al centro della cartella, cassa in noce con fornimenti in ferro, bacchetta di caricamento assente; sul lato di controcartella impresso a fuoco nel legno ed assai ben leggibile antico marchio con sigla R.C.D.R. (Regio Corpo delle Riserve?), indice dellassegnazione dellarma a Corpo Armato governativo non strettamente militare; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, molto rara ed adeguata ad importante collezione L. 37 cm. 1.500-2.500
494

151

Von Morenberg - Asta 45

495

496

495 Raro pistolone da falegname di Fanteria mod. 1845 Piemonte, XIX Sec. canna a due ordini ad anima rigata ad otto princpi con vitone a camera ristretta sistema Delvigne; batteria a molla avanti; cassa in legno di noce con fornimenti dottone e magliette per la bretella in ferro, bacchetta di caricamento in ferro con batti palla fasciato in ottone; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni; molto interessante e degno di qualificata collezione L. 71 cm. 1.200-1.800

496 Rarissima pistola da Cavalleria Venezia o Repubblica Cisalpina, fine del XVIII Sec canna in ferro ad anima liscia; batteria impiegante cane di foggia arcaica, del tipo piatto a collo di cigno, firmata sulla cartella G. BANCHI con tracce di punzone di controllore non ben leggibile; cassa in noce con fornimenti dottone, bacchetta di caricamento in ferro (associata); meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali, con segni di effettivo ed intenso impiego e gradevole patina depoca; molto interessante e meritevole di studio. Apprendiamo da Heer der Neue Stockel vol.1 che larmaiolo G. Banchi era attivo a Brescia attorno al 1790, tanto renderebbe possibile lattribuzione dellarma anche allultimo periodo della Serenissima Repubblica di Venezia ma una certa rusticit dellinsieme e, soprattutto, la mancanza di punzoni veneti ci fanno personalmente propendere per luso rivoluzionario L. 39 cm. 1.200-1.800

152

Von Morenberg - Asta 45

497 Pistola da fonda per Ufficiale Piemonte, Restaurazione canna ad anima liscia nel calibro dordinanza di 17,5mm; batteria del modello 1814, la cartella recante firma in caratteri corsivi R.a Manif.a/di Torino con stemma sabaudo in ovale accompagnato da corona; cassa in noce a fusto intero in parte scolpita a volute, fornimenti dottone, bacchetta di caricamento assente; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, con tracce di effettivo uso e bella patina depoca uniforme su tutte le componenti; molto rara ed interessante L. 46 cm. 600-1.000

497

498 Pistola da Regia Marineria mod. 1844T Piemonte, XIX Sec. canna ad anima liscia ridotta dalla pietra focaia, dotata di bacchetta di caricamento incernierata, sul lato destro della camera di scoppio punzonata la data di modifica 1848; batteria trasformata a luminello, la cartella recante firma in stampatello della Fabbrica Regia di Torino in parte leggibile; cassa in noce (riparazione al fusto) con fornimenti dottone (gancio da cintura in ferro sul lato interno in parte rotto e mancante); meccanicamente in ordine ed in buone condizioni complessive; rara L. 35,5 cm. 700-1.100

498

499 Pistola a luminello ridotta Ducato di Parma? XIX Sec. trasformazione a luminello di pistola per cavalleria tipo Anno XIII: canna ridotta, rigata e corredata di bacchetta incernierata, sulla camera di scoppio punzone di due C contrapposte, probabile monogramma del Duca Carlo III di Borbone; batteria modificata alla percussione; cassa in noce con fornimenti dottone, anello per il correggiolo e gancio da cintura in ferro; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali con bella patina depoca; molto interessante e degna di attento studio L. 36,5 cm. 600-900

499

153

Von Morenberg - Asta 45

500 Pistola mod. 1861 per Reali Carabinieri Italia, XIX Sec. canna a sezione cilindrica, sul prolungamento inferiore del blocchetto ben leggibile a destra il punzone del fabbricante Lefaucheux impresso accanto alla matricola, sul fianco opposto in parte visibile il marchio di fabbrica in ovale; castello supportante meccanica a sola singola azione, sul lato destro sportello di caricamento incernierato; tamburo liscio a sei camere; guance in legno trattenute da vite passante; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con gradevole patina depoca L. 25 cm. 350-500

500

501 Pistola mod. 1874 Italia, XIX Sec. canna a sezione ottagonale, la bacchetta di espulsione coassiale alloggiata entro fusto cilindrico sito sul fianco destro della medesima; castello supportante meccanica a singola e doppia azione, punzonato dalla fabbrica Glisenti Brescia, marchi di ispezione militare presenti sullo stesso ed altre componenti, guance in legno finite a zigrino; larma, che appartiene alla prima produzione Glisenti, impiega un tamburo realizzato in un solo pezzo, in seguito sostituito da modello con tubicino-dentiera separato, ed appare ancora finita in bianco; in buone condizioni, con segni di lungo impiego e bella patina depoca; ormai rara a trovarsi ed assai interessante L. 29 cm. 600-900

501

502 Pistola mod. 1889 Italia, XIX Sec. modello da truppa, con grilletto pieghevole; canna a sezione ottagonale con bacchetta di espulsione coassiale, castello supportante meccanica a singola e doppia azione del tipo semplificato, priva di dispositivo Abadie, guance in legno finite a zigrino; in ordine ed in buone condizioni, con segni duso ed onesta patina del tempo; interessante L. 23,5 cm. 250-300
502

154

Von Morenberg - Asta 45

503 Pistola mod. 1889 Italia, XIX Sec. modello per truppa con grilletto pieghevole,il castello punzonato dal fabbricante Glisenti Brescia, impiega interessante meccanica semplificata, privata della leva di sicurezza esterna, che appare rimossa e del dispositivo Abadie, inoltre finita in bianco come le rivoltelle Chamelot Delvigne: armi simili, differenziantisi per qualche caratteristica meccanica e per solito prodotte da fabbricanti privati, erano in genere distribuite a Corpi Armati dello Stato diversi dallEsercito od alle polizie municipali; funzionalmente in ordine ed in ottime condizioni; molto interessante L. 23,5 cm. 200-300
503

504 Pistola-revolver mod. Lefaucheux di Glisenti Italia, XIX Sec. canna a sezione cilindrica con bacchetta di espulsione coassiale, sul prolungamento inferiore del blocchetto leggibili sul fianco sinistro punzone del fabbricante G. Glisenti Brescia, sullopposto, matricola, marchio di ispettore militare e legenda ACCIAJO/FUSO; castello supportante meccanica a sola singola azione, sul fianco destro sportello di caricamento incernierato;tamburo liscio a sei camere; guance in legno trattenute da vite passante; in ordine ed in buone condizioni, con normali segni duso e gradevole patina depoca; arma ormai rara a trovarsi cos integra, resa particolarmente interessante dalla certa fabbricazione nazionale L. 29,5 cm. 400-600

504

505 Rivoltella montenegrina Belgio, XIX Sec. su modello austriaco Gasser: canna con bacchetta di espulsione coassiale, tamburo portante punzone del Banco Prova di Liegi, castello con meccanica a singola e doppia azione, leva di sicurezza esterna sul lato destro, a sinistra marchioADLERS PATENT/GUSS-STAHL, guance lisce in osso (rottura e mancanza alla destra); meccanicamente in ordine ed in condizioni nel complesso buone, mantiene minute tracce della nichelatura originale L. 37 cm. 120-200
505

155

Von Morenberg - Asta 45

FIASCHE DA POLVERE E ACCESSORI


506 Raro accendino-candeliere a pistola Brescia, XVIII Sec. accendi-candela nelle forme di una pistola da tasca: finta canna in ferro con gioia di bocca ad anelli, incernierata sul lato sinistro e contenente al suo interno un supporto per candela imperniato ad una basetta fissa e ribaltabile sotto lazione di una robusta molla a lamina; lapertura a scatto del dispositivo provocata dallazione dellautentica batteria a pietra focaia, che causa altres laccensione della candela grazie alla fiamma nascente dallinnescarsi del polverino entro lo scodellino; cassa in noce con fornimenti di ferro; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni generali, presenta qualche segno duso e gradevolissima patina depoca; molto interessante L. 19 cm. 500-900 507 Provapolvere a luminello Europa, XIX Sec. strumento per la valutazione di qualit della polvere pirica, composto da una camera di scoppio chiusa da dispositivo con ruota dentata recante punzonata scala progressiva della vivacit, laccensione provocata da meccanismo di sparo a percussione con castello in ferro e cane centrale, tipo mazzagatto; linsieme completato da impugnatura liscia in noce; meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, con tracce duso e giusta patina depoca; interessante L. 14,5 cm. 300-400

506

507

508 Provapolvere a pietra focaia Europa, XVIII Sec. strumento per la valutazione di qualit della polvere pirica, composto da una camera di scoppio chiusa da dispositivo con ruota dentata recante punzonata scala progressiva della vivacit, laccensione provocata da meccanismo di sparo a pietra focaia di tipo arcaico, privo di briglia alla martellina; linsieme montato su impugnatura a pistola, in noce con fornimenti dottone; meccanicamente in ordine ed in ottime condizioni, con lievi tracce duso e gradevole patina depoca; molto inusuale ed interessante L. 24,5 cm. 400-600
508

156

Von Morenberg - Asta 45

509 Rara piastra a ruota per archibugio Manifattura bresciana o tedesca, fine del XVI Sec. grande batteria da archibugio, il meccanismo in ordine e completo di tutti i suoi elementi, la cartella recante sulla codetta marca impressa e rimessa in oro; in ottime condizioni con gradevole patina depoca; molto interessante L. 25 cm. 800-1.200

157

Von Morenberg - Asta 45

510 Piastra a ruota per archibugio Germania, XVIII Sec. cartella e cane recanti profonde incisioni nel classico gusto tedesco, raffiguranti con notevole realismo vivace scena di caccia allorso e figura di jager in tricorno e redingote, meccanismo interno, allapparenza completo di tutti i suoi elementi e scodellino con coperchio a scorrimento; in buone condizioni con onesta patina depoca mai pulita; interessante L. 20 cm. 300-400 511 Batteria alla romana Brescia, XVIII Sec. snella batteria alla romana per fucile, firmata sulla cartella FRA. ROSSI; completa ed in buone condizioni. Rossi Francesco, operante a Brescia fra il 1770 ed il 1800 ca., Rif. Der Neue Stockel, Aut. Eugene Heer L. 15 cm. 150-200 512 Batteria a pietra focaia Francia, XVIII Sec. elegante batteria per pistola, firmata Merley sulla cartella, in ordine ed in buone condizioni. Svariati azzalinieri a nome Merley operanti in Francia fra il XVIII Sec. e linizio del successivo, Rif. Der Neue Stockel, Aut. Eugene Heer L. 10,5 cm. 100-150 513 Batteria alla snaphaunce Nord Africa, XVIII/XIX Sec. grande batteria per fucile arabo, di probabile fattura europea, meccanicamente in ordine ed in buone condizioni con onesta patina duso 80-120 514 Batteria alla morlacca Oriente, XVIII/XIX Sec. per fucile tipo tufenk, in ferro ricoperto da decorazioni ad arabeschi in argento e smalto a niello, collocabile in area turco/caucasica, mancante della tavola di scatto, in buone condizioni 100-150 515 Batteria a pietra focaia Gran Bretagna, XIX Sec. batteria per fucile Brown Bess della Compagnia delle Indie, la cartella recante al centro leone rampante sostenente corona, simbolo dellOrganizzazione; completa ed in ottime condizioni con gradevole patina depoca; interessante 100-150 516 Batteria a pietra focaia Gran Bretagna, XVIII Sec. per fucile militare Brown Bess, presenta esiti di diffusa ossidazione ripulita, comunque completa, in discrete condizioni 50-80 158

517 Lotto di quattro batterie a luminello Italia, XIX Sec. tre batterie destre ed una sinistra, per fucili da caccia, in condizioni abbastanza buone 30-50 518 Otturatore per fucile Vetterli mod. 1870 Italia, XIX Sec. otturatore completo per fucile o moschetto mod. 1870, meccanicamente in ordine ed in buone condizioni, prezioso per restauri 100-150 519 Lotto di due misurini da polvere ed uno svitaluminelli Italia, XIX Sec. accessori per la manutenzione e limpiego di armi ad avancarica, in metallo con manici di legno tornito, in buone condizioni 30-50 520 Martelletto da selce Italia, XVIII Sec. forgiato in ferro, la testa conformata a martello posante su fusto terminante con lama di cacciavite e corredato di anello per il correggiolo, in buone condizioni, accessorio non comune ed interessante L. 11 cm. 50-100 521 Lotto di un cane ed una martellina Europa, XVIII Sec. elegante cane a collo di cigno, completo di vite e ganascia superiore e martellina, entrambi in buone condizioni con uniforme patina depoca; di misura adeguata a grande pistola da fonda o fucile; preziosi per restauri 50-80

520

Von Morenberg - Asta 45

510

511

512

513

514 515

518

159

Von Morenberg - Asta 45

522 523

522 Fiasca da polvere per moschettiere Brescia, inizio del XVII Sec. grande fiasca per impiego militare, in legno ricoperto di cuoio bruno con profili e particolari in ferro, il lungo beccuccio dosatore corredato di interruttore di flusso a pulsante caricato da molla a spirale, il lato interno dotato di lungo gancio da cintura, i fianchi recanti ognuno coppia di anelli per il correggiolo (assente); in condizioni assai buone considerandone lepoca, il manufatto appare completo ed in bella patina antica mai rimossa, con il fragile rivestimento in pelle presente ad oltre il 70%; molto rara e degna di qualificata collezione H. 27,5 cm. 700-1.000

523 Rara fiaschetta da polverino Italia del Nord. XVI Sec. fiaschetta in corno di cervo lisciato ed intagliato, chiusa da fondello in legno e corredata di anelle in ferro per il correggiolo; ornata da scena classica ispirata alla pittura del periodo, incisa e rimessa con inchiostro di china, raffigurante paesaggio con centauro contornato da ampi bordi a motivi fitoformi; in ottime condizioni con ricca e bellissima patina depoca; molto interessante H. 13,5 cm. 1.000-1.500

160

Von Morenberg - 524 Asta 45

524 Particolare fiasca da polvere Francia, XIX Sec. corpo in lastra di rame, completo di anelle in ferro per il correggiolo; tappo in ottone corredato di speciale dosatore a pressione, collegato ad una camera cilindrica per la polvere, regolabile e riempibile per gravit; il dispositivo punzonato con indicazione del brevetto ROCHE I.eur A PARIS; in buone condizioni con giusta patina duso mai pulita; molto interessante L. 24 cm. 150-250 525 Fiasca da polvere Hawksley Gran Bretagna, XIX Sec. in rame, stampata su entrambe le facce con nervature e foglie dacanto, beccuccio dosatore regolabile in ottone con interruttore di flusso a pulsante, in buone condizioni; L. 20,5 cm. 120-180 526 Grande fiasca da polvere Gran Bretagna, XIX Sec. corpo in lastra di rame sbalzata a settori bugnati, tappo in ottone con beccuccio dosatore regolabile completo di erogatore di flusso a molla, punzonata dal fabbricante James Dixon & Sons di Sheffield, in buone condizioni L. 25,5 cm. 150-250 527 Fiasca da polvere Europa, XIX Sec. in ottone, completa di dosatore a stantuffo, mancante del beccuccio dosatore L. 20 cm. 120-200 528 Fiasca da polvere Francia, XIX Sec. corpo in tombacco stampato a motivi di cane da caccia e fagiani, beccuccio dosatore in ottone con interruttore di flusso a pulsante, in buone condizioni L. 16,5 cm. 50-80 529 Fiasca da polvere Francia, XIX Sec. corpo in peltro stampato a motivo di cane da caccia, beccuccio dosatore regolabile con interruttore di flusso a pulsante, in condizioni abbastanza buone; L. 15 cm. 50-70 530 Fiasca da polvere Francia, XIX Sec. corpo in rame sbalzato a voluta, tappo in ottone con beccuccio dosatore regolabile ed interruttore di flusso a pulsante, in buone condizioni con bella patina antica mai pulita L. 19 cm. 80-130
529 530

525

526

527 528

161

Von Morenberg - Asta 45

531 Fiasca da polvere Gran Bretagna, XIX Sec. corpo in lastra di rame, tappo in ottone corredato di beccuccio dosatore regolabile con interruttore di flusso a pulsante, punzonata dal fabbricante G.& J.W./Hawksley; in buone condizioni; L. 20,5 cm. 100-150 532 Fiasca da polvere Italia, XUX Sec. corpo in corno di vacca pressato, tappo in ottone con particolare dosatore regolabile a barilotto, in buone condizioni, interessante; L. 24 cm. 100-150 533 Fiasca da polvere Stati Uniti corpo in rame sbalzato a trofeo darmi e sigla US, tappo in ottone con dispostivo erogatore a pressione, presenta segni duso, in buone condizioni; L. 18 cm. 150-200 534 Fiaschetta da polvere Gran Bretagna, XIX Sec. corpo metallico rivestito di cuoio bruno, ghiera e beccuccio dosatore regolabile in ottone con interruttore di flusso a pulsante, punzonata dal fabbricante Dixon di Sheffield, in buone condizioni, interessante; L. 13,5 cm. 120-180 535 Fiasca da piombo Gran Bretagna, XIX Sec. corpo in cuoio bruno, stampato a motivi floreali e figure di fagiani; tappo in ottone con erogatore corredato di interruttore regolabile di flusso a pulsante; in buone condizioni; L. 23 cm. 100-150 536 Fiasca da pallini Italia, XIX Sec. corpo in lastra di rame con lungo ed ampio collo chiuso da tappo dosatore in ottone montato ad incastro, in buone condizioni; L. 18 cm. 60-100 537 Fiasca da pallini Gran Bretagna, XIX Sec. corpo in cuoio marrone con anello di sospensione in ferro, completa di beccuccio dosatore regolabile in ottone con interruttore di flusso a pulsante, in buone condizioni; L. 19 cm. 60-80 538 Fiasca da pallini Italia, XIX Sec. in lastra dottone, completa di tappo a incastro, in buone condizioni; L. 15,5 cm. 60-100 162

539 Sacca da pallini Italia, XIX Sec. conformata a cintura, in cuoio con fornimenti dottone, in condizioni discrete 80-120 540 Corno da polvere Nord Africa, XIX Sec. grande fiasca da polvere in corno di vacca e spessa lamiera dottone, corredato di anelle per il correggiolo, in buone condizioni con normale patina depoca, decorativo; L. 37 cm. 100-150 541 Corno da polvere Tirolo, XVIII/XIX Sec. fiasca da polvere in corno di vacca pressato con beccuccio dosatore tornito a balaustro, fondello in ferro e ottone, presenta piccoli danni e mancanze ma nel complesso in buone condizioni L. 29 cm. 50-80 542 Corno da polvere Europa, XIX Sec. fiasca da polvere in corno di vacca con fondello di legno, tappo di chiusura in ottone con beccuccio dosatore corredato di interruttore di flusso a pulsante; presenta qualche segno duso, lievi danni da parassiti, comunque in buone condizioni; L. 26 cm. 80-130

534

546 Lotto di quattro fiasche ed accessori per caccia Europa, XIX Sec. due fiasche da pallini in cuoio con dosatore metallico, un corno da polvere, una cornetta da richiamo in ottone, presentano alcuni difetti e segni duso 100-150 547 Lotto di sei fondine per pistole semiautomatiche Italia, XX Sec. fondine per pistole cal. 6,35 e 7,65 mm, in cuoio ed in tela kaki, militari e civili, in buone condizioni 40-60 548 Particolare borsa caccia Tirolo, fine del XIX Sec. in cuoio e tela cerata, reca allinterno alveoli per il trasporto delle cartucce, la patta di chiusura ornata al centro da applicazione di pelliccia e zoccolo di selvaggina, completa di tracolla; in buone condizioni con qualche segno duso 100-150 549 Borsa da caccia Italia, XIX/XX Sec. borsa da caccia in cuoio con tracolla, in buone condizioni 50-80 550 Borsa da caccia Italia, XIX/XX Sec. borsa da caccia in cuoio con tracolla, in buone condizioni 50-80

543 Lotto di due fiasche da polvere in rame, stampate a motivi marziali di fascio darmi con bandiere dellUnione, datate di beccuccio dosatore in ottone con interruttore di flusso a pulsante, in buone condizioni; L. 20,5 cm. 70-100 544 Lotto di due fiasche da polvere Francia, XIX Sec. entrambe in lastra di peltro sbalzata a motivi venatori diversi, complete di tappi dottone con beccucci dosatori, presentano piccoli difetti ma nel complesso in buone condizioni L. 17,5 e 18 cm. 100-150 545 Lotto di due fiasche da polvere ed un fondipalle due fiaschette da polvere del XIX Sec, in rame, una incompleta; fondipalle in ottone per proiettili cal. 44, sferici ed ogivali 30-50

Comprare da von Morenberg


PARTECIPARE ALLASTA Tutti i partecipanti allAsta sono tenuti a registrarsi e a ritirare il numero di partecipazione compilando un apposita Scheda, fornendo un documento didentit ed il codice fiscale o partita IVA ai sensi del decreto del Ministero dellEconomia e delle Finanze del 3 febbraio 2006 n. 143 (Misure antiriciclaggio); in base a tale decreto la von Morenberg provveder a registrare nel proprio archivio unico le informazioni relative ai loro dati identificativi, alla data delloperazione, allimporto delloperazione e ai mezzi di pagamento impiegati. Ai nuovi po tenziali Acquirenti potrebbero venire richieste referenze bancarie scritte fornite dalla Banca. La von Morenberg si riserva il diritto di non consentire lingresso nei locali dello svolgimento dellasta e la partecipazione allasta stessa a persone ritenute non idonee. OFFERTE SCRITTE E TELEFONICHE I potenziali acquirenti, impossibilitati a partecipare direttamente alla vendita in sala, potranno compilare lapposito modulo, contenuto allinterno del catalogo o scaricabile dal nostro sito internet, per formulare: - offerte scritte per lacquisto dei singoli lotti con indicazione, per ciascuno, di un limite mas simo dimporto. In tale ipotesi lofferente, per il quale il banditore effettuer dei rilanci, acquisir il lotto di Suo interesse al prezzo pi conveniente consentito dalle altre offerte (sala e telefono). Nel caso di due offerte scritte identiche per il medesimo lotto, che risultassero le pi alte, lo stesso verr aggiudicato allofferente in cui modulo di offerta sia arrivato prima. Von Morenberg non sar in ogni caso responsabile per la mancata esecuzione di unofferta scritta o per errori e/o omissioni relativi alla stessa; - offerte telefoniche: in questo caso lincaricato della von Morenberg in corrispondenza con la battuta di un lotto, contatter il potenziale acquirente per consentire allo stesso di parte cipare telefonicamente alla formulazione delle offerte. Von Morenberg si riserva il diritto di registrare la comunicazione e non si assume alcuna responsabilit nei confronti del richiedente nel caso di mancato contatto o in caso di errori e/o omissioni durante il collegamento telefonico. La partecipazione telefonica verr accettata solo per i lotti con stima iniziale superiore a 300. terminologia utilizzata nel catalogo Nel catalogo sono utilizzate le seguenti espressioni: - PREZZO DI STIMA: nei cataloghi della Von Morenberg in calce alle descrizioni dei lotti pre sentati, riportato in euro, cio la valutazione espressa dagli esperti ad ogni lotto. - PREZZO DI RISERVA: un dato confidenziale, riferito al prezzo minimo concordato tra la casa daste ed il venditore al di sotto del quale il lotto non pu essere venduto. - A RICHIESTA: in questo caso i eventuali acquirenti interessati al lotto dovranno contattare i nostri esperti per avere informazioni specifiche sulloggetto ed indicazioni di stima. - OFFERTA LIBERA o M.O.: queste espressioni indicano che la base dasta libera. - PREZZO DI AGGIUDICAZIONE: il prezzo al quale il lotto viene aggiudicato escluso le com missioni dacquisto. CONDUZIONE DELLASTA Ricordiamo che la Base dasta non corrisponde necessariamente alla riserva, ossia il prezzo al quale pu essere aggiudicato un lotto. Il Banditore ha il diritto di rifiutare qualsiasi offerta in rilancio che non superi la precedente di almeno il 10% o altra percentuale da Lui ritenuta congrua. Il Banditore potr variare lordine previsto nel catalogo ed avr facolt di riunire in lotti pi oggetti o di dividerli anche se nel catalogo sono stati presentati in lotti unici. In caso di controversia successiva allaggiudicazione ed in assenza di prova contraria, avr valore definitivo la documentazione conservata da von Morenberg. RISULTATI DASTA E possibile ricevere su richiesta tramite fax i risultati di vendita il giorno lavorativo successivo allasta: questi sono altres scaricabili dal nostro sito internet; von Morenberg non si ritiene responsabile per eventuali errori di battitura. COMMISSIONI COMPRATORI LAggiudicatario tenuto a corrispondere alla von Morenberg una commissione dasta per ciascun lotto pari al 18% (maggiorata dellIVA) sul prezzo di aggiudicazione; qualunque ulte riore onere o tributo relativo allacquisto, sar comunque a carico dellAggiudicatario. CONDIZIONI DI VENDITA 1. von Morenberg agisce su mandato di vendita in esclusiva in nome proprio e per conto del Venditore, ai sensi e per gli effetti di cui allart. 1704 Cod. Civile. Pertanto tutti gli effetti della vendita si ripercuotono direttamente sulla sfera giuridica del Venditore e del Compratore, il quale ultimo sar lunico responsabile del pagamento, salvo il caso di accollo del debito da parte di un terzo, secondo i modi previsti dalla legge. Si ribadisce, quindi che von Morenberg agisce solo in qualit di intermediario e non si assume responsabilit alcuna sui difetti o sullo riginalit del materiale proposto in asta per conto del cliente Venditore. 2. Le aste avvengono in luoghi aperti al pubblico e sono precedute da unesposizione di tutti gli oggetti in vendita, onde permettere ai potenziali Aggiudicatari di avere lopportunit di esaminare attentamente e in maniera approfondita lautenticit e lo stato di conservazione, la provenienza, il tipo e la qualit degli oggetti. Pertanto, dopo laggiudicazione, von Mo renberg non accetter contestazioni inerenti lo stato di conservazione, lautenticit, la pro venienza, il peso o la mancanza di qualit degli oggetti. In caso di contestazioni fondate ed accettate da von Morenberg per oggetti falsificati ad arte, purch la relativa comunicazione scritta pervenga a von Morenberg entro 8 giorni dalla data di vendita, von Morenberg potr, a sua discrezione, annullare la vendita e rivelare allAggiudicatario che Lo richieda il nome del Venditore, dandone preventiva comunicazione a questultimo. 3. Le stime relative al possibile prezzo di aggiudicazione sono stampate sotto la descrizione dei lotti, riportati in catalogo, e non includono i diritti dAsta dovuti dallAggiudicatario. Sia le stime che le descrizioni potranno essere soggette a revisione, comunque comunicate al pubblico durante lasta. Tutte le informazioni sui marchi, sulla caratura e il peso delloro, dei diamanti e delle pietre preziose devono essere considerate puramente indicative e appros simative e von Morenberg non potr essere ritenuta responsabile per errori contenuti in tali informazioni o per le falsificazioni ad arte di oggetti preziosi. 4. Von Morenberg precisa che il commercio di oggetti peculiari del periodo storico nazista o fascista viene compiuto in funzione di documentazione e studio storico dei detti periodi, escludendo ogni intendimento apologetico. Von Morenberg ribadisce di non assumersi alcuna responsabilit in merito allautenticit dei materiali relativi a questo periodo. 5. Sono salve le disposizioni di legge in materia di oggetti dichiarati di interesse di particolare importanza o per i quali iniziato il procedimento di dichiarazione ai sensi degli artt.6 e ss. del D.LGS. 29 Ottobre 1999, n. 490, con particolare riguardo agli artt. 54 e ss. del medesimo MODALIT DI PAGAMENTO E SPESE DI MAGAZZINAGGIO LAggiudicatario obbligato a versare il prezzo di aggiudicazione e la commissione dasta entro 15 giorni dallaggiudicazione. La propriet del bene, si trasferisce allAggiudicatario sol tanto al momento del pagamento dellintero prezzo, ivi compresa la commissione dasta a favore di von Morenberg. Saranno accettate le seguenti forme di pagamento: - contanti fino a 3.499,00 ; - assegno bancario di conto corrente, previo accordo con la Direzione; - assegno circolare, soggetto a preventiva verifica con la banca di emissione; - tramite Bancomat presso la nostra sede; - tramite carta di credito (maggiorazione del 2% sul totale fattura); - bonifico Bancario su: Cassa Rurale di Aldeno e Cadine Via Galilei 9/11 - 38100 Trento Beneficiario von Morenberg casa dAste S.r.l. IBAN IT97 G080 1301 8080 0011 0353 096 SWIFT CCRTIT2T03A decreto. Lesportazione di oggetti da parte di Aggiudicatari residenti e non residenti in Italia regolata dalla suddetta normativa nonch dalle leggi doganali, valutarie e tributarie in vigore. LAggiudicatario, in caso di esercizio del diritto di prelazione da parte dello Stato, non potr pretendere da von Morenberg o dal Venditore alcun rimborso di eventuali interessi sul prezzo e sulle commissioni dAsta gi corrisposte. 6. Il Diritto di seguito come previsto dal Dlgs n.118 del 13/2/2006 a carico del Venditore. Limporto del compenso sar in percentuale, individuato per scaglioni, su quanto ottenuto per ogni vendita, come segue: a. 4% per la parte del prezzo di vendita fino a 50.000,00; (*) b. 3% per la parte del prezzo di vendita compresa tra 50.000,01 e 200.000,00; c. 1% per la parte del prezzo di vendita compresa tra 200.000,01 e 350.000,00; d. 0,5% per la parte del prezzo di vendita compresa tra 350.000,01e 500.000,00; e. 0,25% per la parte del prezzo di vendita superiore a 500.000,00; Limporto totale del compenso non pu essere comunque superiore a 12.500,00. 7. Le presenti Condizioni di Vendita sono accettate automaticamente da quanti concorrono allAsta e sono a disposizione di qualsiasi interessato che ne faccia richiesta. Per qualsiasi controversia stabilita la competenza esclusiva del Foro di Trento. RITIRO DEI LOTTI Il ritiro avviene in ogni caso a cura, a rischio e a spese dellAggiudicatario. Questultimo pu comunque delegare terzi a ritirare i lotti per suo nome e conto; la delega sar considerata valida se preceduta da accordi telefonici e presentata in copia originale con firma autogra fa dellAggiudicatario, allegando copia dei documenti didentit validi del compratore e del delegato o vettore. Solo su espressa richiesta dellAggiudicatario von Morenberg potr organizzare, a spese e a rischio dellAggiudicatario, limballaggio, il trasporto e lassicurazione dei lotti. In caso di pagamento tramite bonifico bancario o assegni non circolari, il ritiro dei lotti pu essere effettuato solo presentando la contabile dellavvenuto pagamento o una volta verificato laccredito dellintero ammontare sul conto bancario della von Morenberg. E consigliabile telefonare per prenotare il ritiro dei lotti acquistati. E necessario indicare sul Modulo Offerte la modalit di Ritiro o Spedizione. Il pagamento totale del prezzo di aggiudicazione, commissione e IVA ove applicabile, potr essere immediatamente preteso da von Morenberg e in ogni caso dovr essere effettuato per intero, in Euro, entro 15 giorni dalla data dellaggiudicazione. I lotti acquistati saranno infatti custoditi, senza alcun costo aggiuntivo di magazzinaggio e co perti da assicurazione von Morenberg, per i 15 giorni successivi alla data di aggiudicazione. Dopo tale periodo von Morenberg non sar pi tenuta alla custodia n sar responsabile di eventuali danni occorsi ai lotti. A decorrere dal 16 giorno successivo alla data di aggiudicazione i costi di magazzinaggio ammonteranno a 20 per mobili e oggetti voluminosi e 15 per altri oggetti + IVA ove applicabile, a settimana, o frazione di giacenza per singolo lotto. Inoltre von Morenberg pu riservarsi di trasferire i lotti in magazzini privati a spese e rischio dellaggiudicatario. In caso di mancato pagamento, a decorrere dal 16 giorno successivo allaggiudicazione, von Morenberg potr inoltre: 1) procedere allesecuzione coattiva dellobbligo di acquisto 2) alienare il lotto a trattativa privata 3) chiedere il pagamento degli interessi di mora (ci a tutela degli interessi del Venditore)

MODULO OFFERTE
Inviare il "modulo offerte" via fax entro 24 ore dall'inizio dell'Asta. von Morenberg, su richiesta, confermer, via fax, le offerte pervenute. I cambiamenti o l'annullamento dell'offerta dovranno essere confermati via fax e saranno validi solo se confermati da von Morenberg. Per chiedere conferma, Vi preghiamo di voler contattare direttamente l'ufficio competente: tel: + 39 0461 263555 fax: + 39 0461 263532

ASTA 45

ARMI ANTICHE

Palazzo Bor tolazzi,Via Malpag a,11 Trento Sabato 18 Giugno 2011 ore 9.00

N cliente_________________________________________________________ e-mail ______________________________ Cognome __________________________Nome______________________________________________________________ Indirizzo _____________________________________________________________________________________________ Citt __________________________________________________________ CAP __________________________________ Tel. uff. _________________ Tel. ab.__________________ Portatile ______________________________________________ Documento _________________ n__________________ CF/P.IVA (obbligatori) __________________________________
In caso di ag giudicazione, l'indirizzo indicato sul modulo sar quello che ver r ripor tato sull'intestazione della fattura e non sar modificabile. Pe r d e t t a g l i s u l p a g a m e n t o e r i t i r o d e i l o t t i V i p r e g h i a m o d i l e g g e r e l a p a g i n a " C o m p r a r e d a v o n M o r e n b e r g " .

Modalit di ritiro: Ritiro lotti presso la nostra sede

Invio con corriere specializzato

Modalit di offerta: Partecipazione telefonica min. 300

COMPILARE IN STAMPATELLO Si ricorda che necessario barrare il luogo di ritiro prescelto e precisare l'eventuale partecipazione telefonica.
(progressivo)

Lotti n

Offerta massima in
(escluso corrispettivo d'asta)

Descrizione

(progressivo)

Lotti n

Offerta massima in
(escluso corrispettivo d'asta)

Descrizione

A. B. C.

Incrementi delle offerte Generalmente le offerte iniziano al di sotto della stima minima e subiscono un incremento del 10% e sono a discrezione del banditore. E' insindacabile diritto del banditore variare gli incrementi durante il corso dell'asta.

D. E. F.

100 fino a 500 incrementi pari a 20 500 fino a 1.000 incrementi pari a 50 1.000 fino a 2.000 incrementi pari a 100 2.000 fino a 3.000 incrementi pari a 200 3.000 fino a 10.000 incrementi pari a 200/300 10.000 fino a 30.000 incrementi pari a 500/1.000 30.000 fino a 100.000 incrementi pari a 2.000/5.000 Oltre 100.000 a discrezione del Banditore

G. H.

Con la sottoscrizione del presente modulo, autorizzo Von Morenberg ad effettuare offerte per mio conto per l'acquisto dei lotti descritti a fianco fino al prezzo massimo (escluso commissioni d'Asta) da me indicato per ciascuno di essi. Prendo atto che in caso di esito positivo il prezzo finale del mio acquisto sar costituito dal prezzo di aggiudicazione maggiorato dalle commissioni d'Asta e, ove applicabili, dalle voci IVA come chiaramente dettagliato alla pagina che riporta le condizioni di vendita. Prendo altres atto che la possibilit di partecipare all'Asta mediante il presente modulo e di acquistare i beni offerti in vendita, non pu essere equiparato alla partecipazione personale all'Asta, ed da considerarsi come un servizio del tutto particolare che Von Morenberg offre e svolge per i propri clienti e per il quale, pertanto, nessun tipo di responsabilit pu essere addebitata alla stessa. In particolare, prendo atto e confermo che Von Morenberg non sar responsabile per offerte inavvertitamente non eseguite o per errori relativi all'esecuzione della stesse, soprattutto in caso di errata e/o non perfetta e/o incompleta compilazione del presente modulo da me compilato e inviato. Von Morenberg si impegna a effettuare per mio conto l'acquisto dei lotti al prezzo pi basso, considerati il prezzo di riserva e le altre offerte in sala e telefoniche. Nel caso di due offerte scritte identiche per il medesimo lotto, lo stesso verr aggiudicato all'Offerente la cui offerta sia stata ricevuta per prima. In caso di spedizione postale o via fax si prega allegare fotocopia leggibile di un documento di identit, senza il quale l'offerta non potr essere accettata. Inoltre gli offerenti non conosciuti da Von Morenberg dovranno fornire adeguate referenze bancarie, a mezzo lettera di presentazione della propria banca, indirizzata a Von Morenberg. Commercianti: il nominativo e l'indirizzo per la fatturazione dovr corrispondere alla ragione sociale. Si prega annotare il numero di Partita IVA. La fattura, una volta emessa, non potr essere variata. Informativa ai sensi del D.Lgs. 196/2003. I Suoi dati saranno trattati per finalit di adempimento contrattuale con strumenti informatici e manuali da addetti a ci appositamente incaricati. I Suoi dati non saranno comunicati a terzi n saranno diffusi; tramite richiesta scritta potr avere copia dei dati che la riguardano, ottenerne la cancellazione o la rettifica ai sensi di legge. Salvi i diritti di cui agli artt. 7,8,9 e 10 D. Lgs. 196/03, si precisa che i dati raccolti potranno essere utilizzati al fine di informarLa in merito a prossime iniziative, fino a Sua esplicita opposizione inibitoria. Titolare del trattamento von Morenberg Casa d' Aste S.r.l.

Data ____________________________ Ora _________________

Firma _______________________________________

Ai sensi e per gli effetti degli artt. 1341 e 1342 del codice civile dichiaro di approvare specificatamente con l'ulteriore sottoscrizione che segue gli articoli delle condizioni di vendita riportate sul catalogo precedentemente visionato, nonch al punto C del presente modulo. Con la sottoscrizione della presente, come esplicitato dal punto H, l'interessato esprime libero consenso al trattamento dei dati indicati

Data ____________________________

Firma _______________________________________

ABSENTEE BIDS FORM


Please send at least 24 hours before the Sale. Von Morenberg will confim, on request, by fax the received bids. Change or cancellation of the bid must be communicated via fax and will be accepted only with confirmation by von Morenberg. For any request please contact us: tel: + 39 0461 263555 fax: + 39 0461 263532

AUCTION 45

ARMS AND ARMOR

Palazzo Bor tolazzi,Via Malpag a,11 Trento Saturday 18th June 2011, 09.00 am

Client N_________________________________________________________ e-mail ______________________________ Surname __________________________Name______________________________________________________________ Address _____________________________________________________________________________________________ City __________________________________________________________ Zip Code_______________________________ Tel. Office ___________________ Home______________________ Mobile________________________________________ Document ___________________ n__________________
I n c a s e o f s u c c e s s f u l r e s u l t s t h e a d d r e s s i n d i c a t e d a b ov e w i l l b e u s e d f o r t h e i nv o i c e a n d w i l l b e u n ch a n g e a b l e . Fo r d e t a i l s a b o u t p a y m e n t a n d collection please contact our offices

Modality of collection: von Morenberg Domestic courier

Bid modality: Tel. bids for lots up 300

PLEASE WRITE IN BLOCK LETTERS PLEASE ENSURE PLACE OF COLLECTION AS INDICATED Lots Lots Description Maximum bid price
(in numerical order) (excluding premium)

(in numerical order)

Maximum bid price


(excluding premium)

Description

A.

Bidding increments Bidding generally plus below the low estimate and advances in increments of up to 10%, subject to the Auctioneers discretion. Absentee bids that do not conform to the increments set below may be lowered to the next bidding interval. 100 to 500 500 to 1.000 1.000 to 2.000 2.000 to 3.000 3.000 to 10.000 10.000 to 30.000 30.000 to 100.000 Above 100.000 by 20 by 50 by 100 by 200 by 200/300 by 500/1.000 by 2.000/5.000 at Auctioneers discretion

By signing this form I authorise von Morenberg to execute bids of my behalf for the lots described opposite, up to the maximum price (excluding premium) indicated for each of them. B. I aknowledge that if my bid is successful the final purchase pirce for each lot will be the sum of the final bid price, plus the buyer's premium, plus VAT and any applicable government tax, as set out on the page "Comprare da von Morenberg" in this catalogue. C. I also acknowledge that partecipating in the auction and buying the lots offered by means of this form is not equivalent to my personal partecipation in the auction. I acknowledge that no liability shall be attached to von Morenberg for the provison of this service. In particular I acknowledge and confirm that von Morenberg will not be held responsible for accidentally failing to execute bids or for errors in the execution of bids, especially if I have failed to complete the form correctly and in full. D. Von Morenberg will execute bids on my behalf in order to purchase the lots at lowest price, taking into account the reserve price and other bids. E. In the event of two identical written bids for the same lot, the bid received first will take precedence. F. For bids sent by post or fax, please attach a legible copy of an identity document. Your bid might not be processed without this. New clients should supply adequate bank references, in the form of a letter of introduction from their bank, addressed to Von Morenberg, in order to guarantee acceptance of bids. G. Traders: for a tax purposes, the name and the address must be those of the company, please quote your VAT number. Invoices cannot be changed after they have been printed. H. In correspondence to the italian law 196/03. By signing this form, the individual authorises von Morenberg S.r.l. permission to use their personal data, also through computer communication technologies, to receive catalogues as well as informational and promotional material from von Morenberg. According to article 7 of this law, the individual has the right to have access to the submitted data and may request the modification or cancellation of this data and the annulment of the company's use of the data by sending a written request by fax to the office indicate on this form and receiving confirmation. The holder and responsible for data treatment is von Morenberg S.r.l.

Date____________________________ Time ___________________Signature____________________________________


In compliance with articles 1341 and 1342 civil code, I hereby specifically accept, by my further signature, all the articles (a,b,c,d,e,f,g,h) of the Conditions of Sale at the end of the catalogue, previously checked, and pharagraph C. of this form.

Date ____________________________

Signature ___________________________________

E . F. A .
FEDERAZIONE EUROPEA DI VENDITORI ALLASTA

BLINDARTE CASA DASTE ARCHAION BOLAFFI ASTE AMBASSADOR CAMBI CASE DASTE CAPITOLIUM ART DELLA ROCCA CASA DASTE EURANTICO FARSETTIARTE FIDESARTE ITALIA SRL FINARTE CASA DASTE MEETING ART CASA DASTE GALLERIA PACE GALLERIA PANANTI CASA DASTE PANDOLFINI CASA DASTE POLESCHI CASA DASTE PORRO & C. ART CONSULTING SANTAGOSTINO STADION CASA DASTE VON MORENBERG CASA DASTE

Via Caio Duilio 4d/10 - 80125 Napoli tel. 081 2395261- fax 081 5935042 Internet: www.blindarte.com e-mail: info@blindarte.com Via Cavour 17/F - 10123 Torino (TO) tel. 011 5576300 - fax 011 5620456 Internet: www.bolaffi.it e-mail: aste@bolaffi.it Castello Mackenzie - Mura di S. Bartolomeo 16c - 16122 Genova tel. 010 8395029 - fax 010 812613 Internet: www.cambiaste.com e-mail: info@cambiaste.com Via Carlo Cattaneo 55 25121 Brescia tel. 030 48400 fax 030 2054269 Internet: www.capitoliumart.it e-mail: info@capitoliumart.it Via della Rocca 33 - 10123 Torino tel. 011 888226 - 011 8123070 - fax 011 836244 Internet: www.dellarocca.net e-mail: info@dellarocca.net Loc. Centignano snc - 01039 Vignanello (VT) tel. 0761 755675 - fax 0761 755676 Internet: www.eurantico.com e-mail: info@euroantico.com Viale della Repubblica (area Museo Pecci) - 59100 Prato tel. 0574 572400 - fax 0574 574132 Internet: www.farsettiarte.it e-mail: info@farsettiarte.it Via Padre Giuliani 7 (angolo via Einaudi) - 30174 Mestre (VE) tel. 041 950354 - fax 041 950539 Internet: www.fidesarte.com e-mail: fidesarte@interfree.it Piazzetta Bossi 4 - 20121 Milano tel. 02 863561 - fax 02 867318 Internet: www.finarte.it e-mail: mail@finarte.it Corso Adda 11 - 13100 Vercelli tel. 0161 2291 - fax 0161 229327-8 Internet: www.meetingart.it e-mail: info@meetingart.it Piazza San Marco 1 20121 Milano tel. 02 6590147 fax 02 6592307 Internet: www.galleriapace.com e-mail: pace@galleriapace.com Via Maggio 15 - 50125 Firenze tel. 055 2741011 - fax 055 2741034 Internet: www.pananti.com e-mail: info@pananti.com Borgo degli Albizi 26 - 50122 Firenze tel. 055 2340888-9 - fax 055 244343 Internet: www.pandolfini.com e-mail: pandolfini@pandolfini.it Foro Buonaparte 68 - 20121 Milano tel. 0289459708 - fax. 0286913367 Internet: www.poleschicasadaste.com email: info@poleschicasadaste.com Piazza Sant Ambrogio 10 - 20123 Milano tel. 02 72094708 - fax 02 862440 Internet: www.porroartconsulting.it e-mail: info@porroartconsulting.it Corso Tassoni 56 - 10144 Torino tel.011 4377770 - fax 011 4377577 Internet: www.santagostinoaste.it e-mail: santagostino@tin.it Riva Tommaso Gulli 10/a - 34123 Trieste (TS) tel. 040 311319 - fax 040 311122 Internet: www.stadionaste.com e-mail info@stadionaste.com Via Malpaga 11 - 38100 Trento tel. 0461 263555 - fax 0461 263532 Internet: www.vonmorenberg.com e-mail: info@vonmorenberg.com

Von Morenberg - Asta 36

HOTEL
Vicolo Colico, 4/6 www.accademiahotel.it e-mail: info@accademiahotel.it tel. 0461 233600 fax 0461 230174

Hotel Accademia ****

Hotel Buonconsiglio ****

Via Romagnosi, 18 www.hotel-buonconsiglio.it e-mail: hotelhb@tin.it tel. 0461 272888 fax 0461 272889

Via Torre dAugusto, 25 www.albermonaco.it e-mail: info@albermonaco.it tel. 0461 983060 fax 0461 983681

Hotel Albermonaco ***

Via Torre Verde, 52 www.hotelamerica.it e-mail: info@hotelamerica.it tel. 0461 239363 fax 0461 230603 Piazza Dante (Stazione FS) tel. 0461 930002 tel. 0461 235383

Hotel America ***

TAXI

Stampa: Litotipografia Alcione - Lavis (Tn)