Sei sulla pagina 1di 12

IL SIGNIFICATO DEGLI EGGREGORI

(di Gian Guido Benucci) Limportanza di conoscere il signicato della parola Eggregore, o Eggregoro, sicuramente indispensabile per chi appartiene ad ordini Iniziatici in quanto fa comprendere quali possono essere gli errori che conducono alla CONTROINIZIZIONE. Cos un Eggregore? Credo che per prima cosa sia utile parlare degli Insiemi Matematici poich possono aiutare a comprendere sia il signicato sia le leggi che governano gli Eggregori. La matematica denisce un Insieme Matematico: un gruppo di elementi quando si possa stabilire con precisione quali siano gli elementi che vi appartengono. Questi possono esse niti o inniti; esempio: Un mazzo, una collezione, una squadra sportiva, un mazzo di rose o, una collezione di francobolli della Polonia ... ecc. sono degli insiemi ... Per passare alla denizione di Eggregoro va prima premesso che lUomo un continuo emettitore di energia che varia nella sua intensit, frequenza ed ampiezza secondo lintenzione, la parola, e la sua gestualit. Questo oggi accettato dalla scienza ufciale che ammette una differenza di potenziale dellordine di millesimi di volt, 3 millivolt circa, tanto che la stessa Nasa sta pensando a come sfruttare questa energia nello spazio. Non si sa per se insieme a questa differenza di potenziale ci sia unaltra quantit, unaltra forma di energia non ancora conosciuta: che sia Spirituale? Ricordiamo tra i tanti il professore di sica Callegari il quale ha fondato la sua ricerca sulla radioestesia su questa differenza di potenziale che permette alla sua macchinetta di amplicare e di usufruire delle energie telluriche. Ricordiamo Fantappie che asserisce luomo essere lunica macchina esistente non entropica, pi semplicemente non perde energia, ed altri... Quanto detto agli Iniziati noto da sempre ed anche a molti scienziati, forse Iniziati anche loro. La parola Eggregoro viene dal greco ed indica proprio un insieme, un gruppo di persone legate insieme da sentimenti, ideali, usi e costumi comuni, pertanto, per quanto esposto, si potrebbe denire un Eggregoro come: UN INSIEME MATEMATICO DEFINITO DA PERSONE. Questo Insieme di persone solo una denizione sica di Eggregoro che ne delimita le misure, gli spazzi. Quando ad esso si unisce lintento comune, dovuto come detto da sentimenti, dottrine ecc, cio si aggiunge una forma di energia interiore questo genera un Eggregoro Vivo, senziente, pertanto: pi uomini con intenti comuni, Eggregoro Fisico, mettono in comune, uniscono la loro energia, Eggregoro Spirituale. Possiamo quindi dire che come esistono Eggregori Fisici, formati da uomini o da esseri viventi, cos esistono Eggregori Spirituali che generalmente derivano dagli Eggregori Fisici stessi, in sintesi: Da un Eggregoro Fisico, un insieme di uomini con idee e scopi comuni, si crea un Eggregoro Spirituale. Ogni Eggregoro Fisico produce, con le sue azioni e forze invisibili, quando di carattere magnetico, quando di carattere elettrico, quando di carattere vitale, ecc., un Eggregore Spirituale. Come esistono Eggregori Fisici che professano idee, usi e costumi ritenuti buoni, morali, altruistici, sociali, di elevazione Spirituale e di avvicinamento al Creatore, ne esistono altri che seguono indirizzi opposti. Avremo cos Eggregori Spirituali che in termini morali sono deniti buoni o cattivi, che in termini energetici sono deniti positivi o negativi secondo il punto di vista dal quale si osservano. Una folla di fedeli in preghiera un Eggregore Fisico. La sua azione tanto pi efcace quanto pi sentita la preghiera, tanto pi ancora se la preghiera una per tutti e se guidata, convogliata, da chi ne ha i poteri, verso un determinato obiettivo. Questo produce lEggregore Spirituale che perseguir quellobiettivo. Una famiglia un potente Eggregoro; basato su regole ben determinate, dottrine precise eseguite da tutti i

suoi membri, basato su tradizioni antiche, fede comune, ecc. Un altro esempio: Un campo di battaglia. Nella lotta tra gli schieramenti nemici, qualunque sia larma, si crea uno stato di tensione e paura in ognuno dei contendenti che fa s che ognuno di essi dimentichi ogni ideale, ogni ragion dessere, nel desiderio di uccidere lavversario, o, almeno, di salvare la propria vita spegnendo quellaltrui: questo un Eggregore Fisico. Il protrarsi di questazione produce un campo energetico che lentamente si distacca dal piano Fisico e che produce, sotto forma di vibrazioni di una certa frequenza, un Eggregore Spirituale con caratteristiche di odio, egoismo e di volont malvagie, che spiegano le nefandezze pi atroci: torture, persecuzioni, ecc. Due persone bastano a creare un Eggregoro Fisico che creer un' Eggregoro o Spirituale. Tanto pi forte la personalit dei partecipanti allEggregore Fisico e tanto maggiori sono i poteri di chi lo dirige, tanto pi forte lEggregore Spirituale che se ne distacca ad onde continue, una dietro laltra, nch lazione perdura. Ci si potrebbe assimilare al fenomeno Fisico della risonanza. logico supporre che un Eggregoro Spirituale, cos com creato da un Eggregoro Fisico, da esso deve essere alimentato. Se dovesse venir meno quello Fisico o questi dovesse tramutare i suoi intenti comuni, lEggregoro Spirituale o si spegnerebbe, o cambierebbero il suo scopo e i suoi effetti: Controiniziazione. Quanto si riferisce agli Insiemi Eggregori pu essere ricollegato allo spazio inteso come una serie di campi intensivi saturi di energie sconosciute, vive. A mio avviso le regole seguono le leggi della sica (magnetismo, elettricit, ecc.), della matematica e, come detto, dellinsiemistica. Queste, infatti, spiegano come due o pi Eggregori possano unirsi, sottrarsi, moltiplicarsi, dividersi fra loro, come uno contenga laltro in parte o in tutto, ecc. Non a caso la tradizione dice che:

vero, senza menzogna verissimo, che ci che in alto, come ci che in basso, per compiere i prodigi di ununica cosa. E come tutte le cose vennero da una cosa sola, per volont e comando dellUnico che le pens, cos anche nascono tutte le cose da questa cosa una, secondo lordine della Natura.(Tavola Smeraldina - Ermete Trismegisto) Lidea dello spazio pu quindi confondersi con quella dellEssere Vitale (il Mane), sostanza impalpabile, invisibile e non percepibile che tuttavia onnipresente e sinsinua ovunque, pi psichica che sica, distribuita con una maggiore o minore densit, tanto che un posto o laltro pu esser pi favorevole per un determinato vizio o una determinata Virt. In altre parole questa sostanzasi trova distribuita ovunque, ma differenziata in termini di se quantit, densit e potenza: spazzi diversi, caratteristiche energetiche diverse. Questo fa supporre che pu essere pi o meno inuenzata, potenziata o diminuita, o addirittura distrutta.(vedi Castaneda) Un esempio: Terre e citt sante, luoghi magici che si potenziano con determinati riti o solo con il visitarli, o che si distruggono anche con un solo sacrilegio che provoca la disgregazione della sostanza che li sostiene. Tradizionalmente, quindi, lo spazio uno spazio quasi Metasico, vivente, magico, oppure magnetico o elettromagnetico, dove ogni gesto fatto, ogni segno tracciato, ogni parola pronunciata, ogni

Operazione compiuta, hanno un Senso Assoluto, incancellabile, decisivo, positivo o negativo. Qui entra in gioco la teoria degli insiemi: Ammettiamo di avere due gruppi di persone a e b di ugual numero, cio due Insiemi di Persone con lintento di disputare il campionato di F1 come costruttori, due squadre. Parlo di F1 perch una mia passione, ma potremmo parla di squadre di calcio, di pallacanestro, pallavolo, di partiti politici, di associazioni di caccia, ecc. Queste due squadre formeranno due Eggregori Fisici A e B, e, se i loro membri uniranno i loro intenti, creeranno due Eggregori Spirituali A e B con lo stesso intento: quello di vincere il Campionato Mondiale. A loro volta, quindi, questi Eggregori A e B saranno contenuti in un Eggregoro pi grande quello del CAMPIONATO MONDIALE DI F1, creato da tutte le Squadre, tutti gli Eggregori Spirituali, che partecipano al Campionato. Questo Eggregoro, come insiemi contenuti o sottoinsiemi, comprender quindi tutti gli Eggregori che vogliono disputare lo stesso campionato, cio tutte le squadre ad esso partecipanti. Ora pensiamo ad un terzo gruppo di persone c di ugual numero, con intento di disputare gare automobilistiche di Rally, questo creer un Eggregore Spirituale C che avr in comune con gli altri due solo LO SPORT AUTOMOBILISTICO per cui esister un Eggregoro SPORT AUTOMOBILISTICO contenente dei sotto Eggregori: F1, Rally, ecc.: a loro volta contenenti gli Eggregori delle squadre e delle categorie di quel campionato.Ammettiamo ora che la squadra B, Eggregore B, decida di cambiare il suo intento o in una fabbrica gomme per F1 o in una fabbrica di canne da pesca. Questo TRASFORMERA il suo Eggregore di squadra nel primo caso in un Eggregore appartenente sempre allEggregore F1, ma solo come COSTRUTTORE DI GOMME, nel secondo caso uscir completamente da questo ed il nuovo Eggregore far parte di un Eggregore che potrebbe essere Costruttori Canne da Pesca contenuto a sua volta in Costruttori di Oggetti da Pescae cos via. Vediamo ora come potrebbe funzionare in un ordine Iniziatico: Prendiamo in esame una Loggia Massonica che abbia alzato le colonne nei primi 800 per poi abbassarle alla ne dello stesso secolo. I Fondatori crearono lEggregore prima Fisico e poi Spirituale di questa Loggia che in seguito, probabilmente perch non alimentato, si spense, si addorment. Ora se, ad esempio, a met 900, questa Loggia rialz le Colonne, in quel momento il suo Eggregoro fu RISVEGLIATO. Va precisato che lEggregoro di una Loggia a sua volta formato da tre Eggregori minori distinti dei tre gradi di cui composta: tre rituali diversi. Se questa ipotetica Loggia a tutto oggi operante il suo Eggregoro contenuto nellEggregoro del suo Oriente Logge dellOriente di , a sua volta contenuto in quello regionale Logge Reg... ancora contenuto in quello dellObbedienza Palazzo Giustiniani e questo per i comuni intenti.

P. Giustiniani a sua volta contenuto in un Eggregore pi grande formato dai G. Orienti che si riconoscono a vicenda, che sar un sottoinsieme dellEGGREGORE MASSONICO UNIVERSALE ancora contenuto in quello della TRADIZIONE INIZIATICA e cos via. Ammettiamo ora che una Loggia qualunque, pur continuando a avere regolari rapporti con il suo Oriente non segua pi i rituali comuni ad esso, non porti pi avanti gli intenti per cui nato il suo Eggregoro e gli Eggregori che lo contengono, essa sempre pi snatura il suo no a poterlo portare a non far pi parte di nessuno degli Eggregori che lo hanno contenuto, se non addirittura ad uno contrario: Profanazione, CONTROINIZIAZIONE. Chi appartiene ad un Ordine Iniziatico, fa parte del suo Eggregoro, integrato psichicamente con lui mediante liniziazione rituale, e solo con questa, e ne diventa una cellula costitutiva. Questo lo identica come appartenente ad una sola ed unica Razza, anzi meglio dire ad una sola ed unica Stirpe. Lammissione ad un Ordine attraverso un rito Iniziatico quindi una nuova nascita in un Eggregore, in ununica Stirpe. La conquista di un grado in un Ordine lafnamento dellEggregore, la Stirpe il suo ricongiungimento ai Mani di questo, alla sua energia primaria. Per questa ragione in ogni grado c un rito diverso. Lingresso di un Adepto aumenter la possanza dellEggregoro delle qualit o dei difetti che lui possiede, in cambio lEggregoro lo isoler dalle forze esteriori del mondo Fisico e rinforzer, con tutta la forza collettiva che ha immagazzinato, i

lati deboli delluomo che si legato a lui.Tra la cellula costitutiva e lEggregoro, cio tra lafliato ed il gruppo , si stabilisce allora una specie di circolazione psichica di natura interiore. A fronte di quanto esposto intuibile quanto sia facile commettere un errore o provocare reazioni diverse da quelle pressate. Ed altrettanto facile commettete sacrilegio, cio snaturalizzare il cuore dellEggregoro. Nelle iniziazioni lIniziatore deve ottenere la concentrazione delle inuenze beneche e propizie dellEggregoro, la sua attivazione, al ne di acquistarle, possedere cio la loro forza: Gloria per poterle in parte trasferire con i suoi gesti, le sue parole e le sue intenzioni sul postulante. Un solo gesto sbagliato da parte di uno dei partecipanti al rito, una sola parola in pi detta dallIniziatore o da un suo assistente (parola che appartenga a cerimonia di grado pi elevato o ad altro rito, o addirittura estranea al rito se non ad esso contraria) pu rendere tutto vano ed anche pericoloso. Perch il Rito azione. Il comportamento degli Eggregori estremamente complicato, ma, ricordando il detto: Il mondo superiore mosso da quello inferiore, e questo da quello (Tavola di smeraldo e di Rubino), si deve tenere presente che qualsiasi energia, di qualunque specie o carattere, generata e vincolata da ed a una frequenza e questa da unampiezza. In proposito va detto quanto segue : 1A) La frequenza di unenergia rappresentata dal numero di vibrazioni, nellunit di tempo, della materia o della sostanza che lenergia compone. Se la sostanze o la materia fossero prive di frequenza, lenergia esisterebbe soltanto in potenza. 1 B) La frequenza di un Eggregore Spirituale data dalla composizione, somma algebrica, delle frequenze dei vari partecipanti allEggregore Fisico in azione (Atto). Se lEggregore Fisico in riposo le sue vibrazioni producono un Campo Eggregorico che si dilata intorno allEggregore Fisico ma che non si stacca da lui. Tale campo ha azione diretta sui corpi viventi che si introducono in lui ma questi corpi, se nutriti di principi contrari, possono anche diminuirne la potenza. Quando lEggregore Fisico entra in azione, in altre parole quando tramite un rito dirige la sua potenza verso un determinato scopo, passa cio dallo stato di potenza allatto, il campo Eggregorico entra in frequenza e si stacca dal corpo che lo genera in treni donda che si propagano e che si sommano gli uni agli altri no a costituire lEggregore Spirituale, questo no a quando la frequenza datagli non si spegne lentamente per mancanza d impulsi. 1 C) Le frequenza ha punte massime di ampiezza in un senso e nellaltro. Le frequenza tanto pi elevata, e di conseguenza lEggregore Spirituale tanto pi compatto, pi potente , quanto maggiore la sincronia dei componenti LEggregore Fisico. 2 A) Lampiezza data del raggio dazione del campo Eggregorico ed tanto maggiore quanto maggiore la compattezza dellEggregore Fisico. 2 B) Lampiezza tende a diminuire, ovverosia si smorza, mano a mano che lEggregore Spirituale si allontana da quello Fisico che lo ha generato.Tenendo presenti queste indicazioni si pu pensare che un Eggregore, una volta nello spazio, abbia una forma pi o meno di una sfera, di un uovo ed una materia pesante, ma nello stesso tempo impalpabile ed invisibile: la luce materia, lenergia elettrica materia. Il comportamento degli Eggregori dovrebbe essere, grosso modo, il seguente: 1. Lincontro fra Eggregori della stessa frequenze nello stesso senso e di ampiezze diverse li pone in risonanza, provoca cio una reazione che si traduce in una energia che rafforza lampiezza dellEggregore pi debole ridonandogli potenza. 2. Lincontro fra Eggregori delle stesse frequenza nello stesso senso e di ampiezze eguale provoca un Eggregore delle stesse frequenze con un ampiezza doppia. questo il caso di cui al precedente numero 1, quando lEggregore pi debole, entrato in risonanze con quella pi forte ne acquista la stessa ampiezza. Pu tuttavia darsi, si verica quasi sempre, che lEggregore pi debole entrato in risonanza, non arriva ed acquistare la stessa ampiezza del pi forte per mancanza di impulsi da parte di questo, impulsi provenienti dallEggregore Fisico che lo ha generato. 3. Lincontro fra Eggregori di frequenza diversa provoca la creazione di nuovo Eggregore che ha per frequenza la componente delle due frequenze originarie. LEggregore che ne risulta pu cadere sotto il controllo, con il vericarsi del fenomeno della risonanza, di un Eggregore Fisico od anche Spirituale della stessa frequenza. Se poi la frequenza dellEggregore che dovesse controllarlo avesse la stessa ampiezza, lo incamererebbe raddoppiando la sua ampiezza. Ovviamente i due Eggregori che hanno composto quello nuovo

sono, in ogni caso, perduti per coloro che li hanno generati. 4. Se il senso della frequenza di due Eggregori della stessa frequenza ma di ampiezza diversa in opposizione, si genera il fenomeno del disturbo che provoca la produzione di un Eggregore della stessa frequenze con unampiezza minore. Ci che annulla gli sforzi di chi tenta di potenziare il proprio Eggregore Spirituale con continui invii di impulsi. 5. Se i due Eggregori di cui al precedente 4, hanno la stessa ampiezza, si verica il fenomeno della interferenza: si annullano. 6. Effetti diversi che danno luogo ad Eggregori diversi nella composizione delle frequenze, delle ampiezze e del senso si hanno quando i sensi non sono del tutto opposti ma intermedi. I casi sono molteplici e non qui il luogo adatto per prenderli in esame.

peraltro relativamente facile immaginarli in modo approssimativo. Da quanto detto si pu giungere alla conclusione che molto difcile se non del tutto impossibile mantenere il controllo di un Eggregore Spirituale che si generato, se non si certi di poter, ogni volta che si pone in azione con un Rito il campo Eggregorico, produrre una frequenza tele da innescare la risonanza. Anche s ci possibile con determinate precauzioni, con la volont dei componenti lEggregore Fisico e con la capacit di chi il Rito dirige, pu sempre darsi che lEggregore Spirituale gi formato sia stato assorbito, catturato, modicato e annullato da altri Eggregori. Sulle conseguenze di tutto ci, senza valutare le inuenze che gi esistono nello spazio per motivi naturali, angelici, demoniaci, o per formazioni derivanti da reazioni siche di gruppi animali, e quindi vitali, che possiedono campi magnetici ed elettromagnetici e che producono frequenze, estremamente difcile entrare in merito, sia perch assai scarse sono le indicazioni che ho avuto in materia, sia perch sarebbe necessario farne una lunga dissertazione, caso per caso, fenomeno per fenomeno; in linea generale ritengo che quanto detto sia sufciente per farsene unidea. Nellantichit i Mani di una famiglia, Eggregore base, potevano essere evocati soltanto dal Capo Famiglia che per la sua nascita, prima genitura, aveva i poteri reali e sacerdotali in seno alla famiglia stessa.Lui solo sapeva generare la vibrazione, frequenza , ovvero il Rito, per produrre un Eggregore Spirituale che creasse le risonanze con i Mani della Famiglia captandoli ed acquistandone la Gloria. Un errore, o il Rito eseguito da chi non aveva i poteri: prevaricazione, provocava il sacrilegio, cio la perdita dellEggregore Spirituale in cui vivevano i Mani. Il sacrilegio consisteva appunto nellabbandono dei Mani e nella loro perdita da parte del gruppo familiare. Simili tradizioni si trovano tuttora fra popoli che basano la loro metasica sul Totem. certo peraltro che un centro Eggregorico, ad esempio una Chiesa, un Ordine, una Confraternita, un gruppo militare, pu stabilire un campo Eggregorico molto forte e trattenere lEggregore Spirituale. per necessario che lazione, il passaggio dalla Potenza allAtto, si effettui in continuazione. questo il caso di un Santuario, della sede del Capitolo di un Ordine, della Domus di una Famiglia, del centro direzionale di una grande comunit Industriale o Commerciale, di un comando Militare. Basta pensare che la Chiesa ha per secoli continuato a far recitare le stesse preghiere, le stesse formule, ha insegnato lo stesso Catechismo, ha eseguito le sue funzioni alle stesse ore, ha fatto suonare le campane in determinate maniere alla medesima ora, che in caserma si eseguano sempre gli stessi esercizi militari; tutto regolato secondo un rituale che sfugge ai borghesi, ma che ben conosciuto dagli ufciali ed dai sottoufciali: i gesti sono gli stessi, i comandi gli stessi, le divise le stesse, e via dicendo. II blasone di una vecchia famiglia quindi il suo pentacolo, lalbero genealogico costituisce la sua catena magica. Tutto il seguito dei discendenti non formano che un essere solo.

Il nome di EGGREGORO pertanto assimilabile a quello di una FORZA generata o da una potente corrente Spirituale ed alimentata ad intervalli regolari, secondo il ritmo e larmonia delluniverso, o da un Unione di Entit, Volont, riunite da caratteri e scopi comuni. Nellinvisibile, al di fuori della percezione sica delluomo, esistono degli esseri generati dalla devozione, dallentusiasmo o dal fanatismo, questi sono degli Eggregori. Essi sono le anime delle grandi correnti Spirituali, che dal punto di vista morale possono essere buone o malvagie. La Chiesa mistica, la Gerusalemme celeste, il corpo di Cristo, sono tutti sinonimi, sono dei qualicativi che si danno generalmente allEggregoro del Cattolicesimo, o a Sottoinsiemi, Sottoeggregori di esso.La Massoneria, il Protestantesimo, lIslam, il Buddismo sono degli Eggregori.Le grandi ideologie politiche sono altri Eggregori. Nel linguaggio popolare si d allEggregoro il nome di cerchio, circolo, che esprime cos lidea di circuito elettrico. Questo pu spiegare perch gli avversari di una Teoria, di un Concetto ed inconsciamente di un Eggregoro, quando ne studiano lorigine, la natura, la vita, cio cercano di entrarvi, se non sono Eggregoricamente protetti niscono per legarsi a lui anche a loro insaputa, sposando, in parte o in tutto, le teorie contrarie. Questi elementi si inseriscono inconsciamente in una corrente energetica che se pi potente di quella a cui primitivamente erano legati, questa li trasciner inconsciamente fuori da ci che immaginavano di conseguire. Se, come detto, sono liberi da ogni afliazione da un Eggregori protettivo, lazione Eggregorica sar forte, violenta, inesorabile. Questa regola valevole per tutte le correnti di idee: losoche, religiose, politiche,in poche parole di qualunque genere. Questo spiega come le associazioni umane a carattere rituale (Chiese, Massoneria, Martinismo, ecc.) possono generare un Eggregoro tale da durare nel tempo per secoli e secoli. Esistono comunque Eggregori spontanei o inconsci, un esempio: una sala di un Casin dove si gioca ovviamente per vincere. In questa sala i partecipanti ed anche coloro che gestiscono il gioco, uniti dallo stesso scopo, emettono delle energie, idee-forza, dovute alle forti emozioni che generano delle entit che in gergo vengono chiamate Larve. Queste entit si nutrono delle passioni ed emozioni di chi li ha creati e di coloro che gli sono vicino dintenti. Linsieme di tutte queste energie crea un Eggregoro inconscio cio non ritualmente voluto, anche se in un gruppo di giocatori c sempre un rituale magari non codicato.. La medesima cosa succede in un partito politico, in una squadra sportiva, ecc. per questo che gli Eggregori possono essere considerati come idee vitalizzate.

DISTRUZIONE DI UN EGGREGORO Secondo quanto dicono pi esperti di me la distruzione di un Eggregore non pu essere ottenuta rapidamente che per mezzo della MORTE PER FUOCO, dei suoi membri viventi, per mezzo della distruzione dei simboli che la concretizzano e che vi si riallacciano cos come degli scritti che vi si riattaccano. (rituali, archivi ecc...). LEggregore sar per contro distrutto lentamente quando lasciato a se stesso: nessun rituale, nessuna corrente Spirituale generata secondo regole occulte e ben precise che perpetuerebbero la sua esistenza. Lincenerazione dei suoi membri viventi e del suoi scritti assicura solo la distruzione del corpo Fisico, del doppio di ogni essere e delle cose. La semplice morte ordinaria, senza distruzione totale della IMMAGINE, se la allontana dalla vita materiale non agisce affatto sulla vita astrale. La morte per effusione di sangue invece, non far che accrescere la vitalit dellEggregore in virt dei poteri misteriosi del sangue, quando questo effuso sotto forma sacricale. Questo spiega perch le persecuzioni pagane contro il Cristianesimo non hanno fatto che accrescere lampiezza

di questo. Lo stesso vale per gli Eretici ed i loro scritti spesso distrutti per mezzo del fuoco. Il che dimostra che la chiesa conosce il segreto della vita degli Eggregori. In Massoneria esiste, anche se non pi praticato, la BRUCIATURA del fratello espulso per grave colpa. Tale rituale consiste nel BRUCIARE RITUALMENTE il nome del fratello indegno, questo per escluderlo denitivamente dallEggregoro di Loggia: Scomunica. IL DISTACCO da un Eggregore si ottiene quindi mediante una cerimonia analoga, ma opposta nei ni, a quella che assicura il legamento, pertanto lIniziazione annullata dalla Scomunica. Le reazioni dellEggregoro, per ci che riguarda le cellule espulse, sono spesso assai dannose. Il rigetto sovente modica considerevolmente il destino dello scomunicato, destino gi una volta modicato dalla Iniziazione. Pertanto lasciando un Eggregoro prudente integrarsi anche momentaneamente ad un concetto di forza equivalente, ma opposto. Cos come le cellule costitutive di un Eggregoro sono prese dalla umanit stessa per quanto riguarda il piano materiale, cos altre cellule costitutive lo stesso Eggregoro, saranno prese dal mondo delle Entit. LEggregoro VIVE allora sul piano Fisico, ove agisce per mezzo dellUomo e sui piani superiori, ove agisce per mezzo delle Entit. Egli possiede allora un corpo, un doppio, unanima. Questo ad esempio, trova la sua applicazione nella triplice chiesa: Militante (terrestre), Sofferente (astrale), Trionfante (celeste)., e nei tre gradi Massonici: apprendista (Corpo), Compagno (Anima), Maestro (Spirito) - II ritmo della vita Eggregorica assicurato dal Rituale, si comprende cos come la minima perturbazione di questo apporter una perturbazione identica nel ritmo vitale dellEggregoro stesso. Un altro squilibrio pu avvenire con la una profanazione, che pu consistere nella divulgazione o nella esposizione pubblica di ci che deve rimanere nascosto, un po come un organo umano che funzioni anormalmente. Una volta stabilito e perpetuato dalluso, nel tempo, un Rituale non pu pi essere modicato senza danneggiare lEggregore. Questo spiega perch il segreto si applica particolarmente ai rituali di Iniziazione. Lo stesso vale per i nomi divini, le parole di potere ecc., per le denizioni rituali consacrate dalluso, cos come le formule, le preghiere, le invocazioni egualmente consacrate dalluso che permettono di stabilire un rapporto tra luomo e Dio cos come i nomi, i motti, le formule speciali e segrete sono utilizzate per la messa in azione ed il risveglio dellEggregore. Se la vita passiva di questo INSIEME VITALIZZATO assicurata dalla massa dei fedeli, la vita attiva non deve essere assicurata che da certi membri, i pi sicuri ed i pi qualicati. Ci implica necessariamente una gerarchia nel seno di ogni associazione. Leguaglianza, se vi deve essere eguaglianza, non pu esistere che nel cerchio interiore, posto alla testa dellEggregoro.

Le grandi leggi cosmiche, particolarmente quelle relative al tempo, alle epoche, alla durata, debbono collaborare alla vita dellEggregoro. Questo spiega perch tutte le grandi cerimonie rituali, sia losoche che religiose, sono situate agli equinozi, ai solstizi oppure in alcune date in rapporto a queste quattro grandi divisioni. Si dovr anche osservare la marcia degli astri, linuenza che pu provenire da un luogo, da un orientamento ecc. (I luoghi di potere Castaneda) Limmagine convenzionale di un Eggregoro equivale cos come la sua rappresentazione mentale, ad una realt nel piano Astrale e nel mondo Ipersico immediato. La Repubblica, la Patria, la Giustizia, la Guerra, la Famiglia sono delle immagini Eggregoriche. Luomo visualizzando dei concetti, li antropomorzza, li rende simili a se, necessariamente. Nel piano divino, ove tutte le cose equivalgono ad una numerazione, ad un NOME DIVINO, si assegna, si

associa un SEGNO o SIGILLO che concretizza lEggregoro. Cos successivamente il Sigillo di Salomone o Esagramma, il Pentacolo di David, o Pentagramma, la Croce latina, il Triangolo massonico ed altri innumerevoli segni e sigilli che ci trasmettono i libri di magia e di cabala sono concretizzazioni Eggregoriche. Ogni Eggregoro deve dunque possedere un SEGNO caratteristico della sua natura, dei suoi ni e dei suoi mezzi. Per lafliato, questo segno in una volta una protezione, un supporto ed un punto di contatto. In tal modo assume laspetto di un vero e proprio PENTACOLO. Non bisogna confondere il Pentacolo con il talismano e con lamuleto. Lamuleto destinato a proteggere la volont contro gli inussi esteriori. Esemplicemente difensivo. Il talismano destinato a forticare la volont a scopo di attrazione e conquista. Eaggressivo. Il Pentacolo la CHIAVE dellEggregoro, il suo numero di telefono. Lamuleto pu impedire unazione. Il talismano la favorisce. Quando un Eggregoro ha lungamente vissuto, egli acquista una vita relativamente indipendente. Egli pu non obbedire pi agli impulsi che il Maestro del gruppo gli trasmette per mezzo del rituale e da schiavo pu diviene padrone. Questo spiega il sorgere di movimenti deviati dal ne primitivo loro assegnato. La conquista di un Eggregoro possibile mediante la sua EVOCAZIONE. Le forme Elementari hanno allincirca la stessa forma di vita degli Eggregori e su questo esiste un vasta bibliograa, ed i procedimenti vivicatori sono simili in modi e forme Il sangue delle vittime (olocausto di adorazione e di espiazione) le resine aromatiche, incenso e mirra (sangue dei vegetali) la visualizzazione di unimmagine concretizatrice, le correnti mentali. le catene di unione ecc fanno parte di questi rituali animatori e conservatori degli Eggregori. La vita materiale degli Eggregori assicurata dal numero dei membri, dalla loro disciplina, dalla loro unione Spirituale dalla loro stretta osservanza dei Riti Vivicatori e Conservatori.Egualmente le correnti di simpatia e di antipatia generate nel mondo profano dalle loro azioni e dalle loro tendenze aiutano o impediscono notevolmente la vitalizazione dei concetti Eggregorici.A maggior ragione i processi di azione occulta della Magia Ritualeo della Teurgia sono dei potentissimi mezzi di appoggio e di contrasto per gli Eggregori a condizione che la loro potenza sia in giusto rapporto con loro. Riassumerei questi principi cos: Gli Eggregori sono creature psichiche articiali create dal pensiero umano per mezzo di una unanimit di intenti, essi sono vitalizzati e tenuti in vita mediante dei Riti e sono maggiormente potenti, quanto pi potenti sono gli impulsi provenienti dai suoi animatori. Essi possono acquistare una certa indipendenza ed anche liberarsi da quasiasi suggestione quando hanno acquisito la potenzialit massima e chi li governa non ha la Forza per controllarli. Declinano o si dissolvono quando non avviene pi la loro vitalizazione per mezzo dei Riti e dei sacrici. Sono costituiti ad immagine dellUomo Totale, dellUomo Cosmico (principio di pluralit nellunit) da un arka (idea eterna del sistema platonico) che ne lo spirito, il nous, il pneuma (spirito Divino del Mondo). Queste creature articiali hanno per anima lanima collettiva dei loro fedeli, ne ricevono gli impulsi energetici (preghiere, slogan, divise, mantra, litanie) e sono in grado di darne per mezzo di una specie di osmosi psichica. Possiedono un corpo astrale, un soma, costituito dai simboli (pentacoli) da immagini, (icone, idoli, teraphim, statue ecc., ) e dallanima intuitiva e passionale dei loro fedeli che ne lipostasi (unione spiritomateria) ed il veicolo. ---------------------------------------

LA FORZA INVISIBILE DELLEGGREGORO

Sono concetti vitalizzanti, con una loro sovradimensione spirituale ed energetica che unisce intimamente i membri di comunit iniziatiche come le Logge. Solo le istituzioni a carattere rituale (Chiesa, Massoneria, Martinismo, ecc.) possono infatti generare un eggregoro duraturo. Pu distruggerlo unicamente labbandono dei rituali e la soppressione con il fuoco dei suoi membri e dei suoi scritti. Mentre non lo pu spegnere la morte naturale, n quella per spargimento di sangue, che anzi ne accresce la vitalit occulta. Si spiega cos come le persecuzioni contro il Cristianesimo abbiano inrealt accresciuto la sua estensione, ed il fatto che gli eretici ed i loro scritti venissero distrutti con il fuoco. Si da il nome di Eggregoro ad una forza generata da una potente corrente spirituale ed alimentata poi ad intervalli regolari secondo un ritmo in armonia con la vita universale del Cosmo o ad una riunione di entit unite da un comune carattere. Nellinvisibile, fuori dalla percezione sica delluomo, esistono esseri articiali, generati dalla devozione, dallentusiasmo, dal fanatismo, che si chiamano eggregori. Sono le anime delle grandi correnti spirituali, buone o cattive. La Chiesa mistica, La Gerusalemme Celeste, Il Corpo di Cristo e tutti questi sinonimi costituiscono le qualicazioni che comunemente si danno allEggregoro del Cattolicesimo. La Massoneria, Il Protestantesimo, l'Islam, il Buddismo, sono eggregori. E cos pure la grandi ideologie politiche. Integrato psichicamente con liniziazione rituale o con la adesione intellettuale ad una di queste correnti, lafliato ne diverr una delle cellule costitutive.

Aumenter la potenza dellEggregoro con le qualit od i difetti che possiede ed in cambio lEggregoro lo isoler dalle forze esterne del mondo sico, rinforzando con tutta la forza collettiva che ha accumulato prima, i deboli mezzi dazione delluomo che a d esso ha aderito.

Istintivamente il linguaggio popolare da allEggregoro il nome di Cerchio che esprime cos istintivamente lidea d circuito. Tra la cellula costitutiva, cio, tra lafliato ed il gruppo si stabilisce una sorta di circolazione psichica interiore. Ci spiega come avversari di un concetto qualsiasi studiando lorigine, la natura, la vita di questo concetto, niscono spesso con laderirvi o sposare una parte delle teorie anche a loro insaputa. Si sono inseriti in una corrente che, se pi potente di quella a cui erano prima legati, li trasciner insensibilmente fuori dalla strada che presumevano seguire. Se fossero liberi da ogni afliazione, lazione sarebbe pi brutale pi forte. Questa idea e valida per tutte le pi grandi correnti politiche, losoche e religiose. Ma una corrente spirituale pu diventare vivente, nel senso occulto della parola, solamente se e vitalizzata dai Riti. Gli Eggregori sono concetti vitalizzati. Ci spiega che solamente le associazioni umane a carattere rituale (Religione Cattolica, Massoneria, Martinismo, ecc. ecc.) possono generare un Eggregoro e di conseguenza durare molto a lungo. Si pu ottenere la distruzione di un Eggregoro solo con la morte con il fuoco dei suoi membri viventi, dei suoi simboli che lo concretizzano o che ad esso si allacciano, come con la distruzione di tutti gli scritti che lo riguardano (Rituali, Archivi...). L Eggregoro verr distrutto lentamente quando abbandonato a s stesso, nessun rituale, nessuna corrente spirituale, generata secondo le regole occulte precise, perpetueranno la sua esistenza. Lincenerizione dei suoi membri viventi e degli scritti che vi si ricollegano assicura solo la distruzione del corpo sico e del doppio di ogni essere e di ogni cosa. La semplice morte ordinaria (senza la distruzione totale dellimmagine) se porta con s la vita materiale, non ostacola la vita astrale. Anzi la morte per spargimento di sangue, non far altro che accrescere la vitalit occulta dellEggregoro, in virt del misterioso potere del sangue quando liberato nella forma sacricale. Questo spiega come le persecuzioni pagane contro il Cristianesimo non fecero che accrescere lestensione di questultimo. Ugualmente spiega il fatto che gli eretici ed i loro scritti, spesso siano stati distrutti con il fuoco. La Chiesa Cattolica, come si vede, intuisce il segreto della vita degli Eggregori.

Il distacco da un Eggregoro si ottiene con una cerimonia analoga, sebbene opposta nei ni, a quella che ha assicurato la sua genesi. Liniziazione viene annullata con una scomunica. Le reazioni dellEggregoro verso la cellula espulsa sono molto pericolose sebbene assumano sempre un andamento perfettamente naturale. Questo rigetto di solito modica in modo considerevole il destino dello scomunicato, destino gi modicato una prima volta dalla iniziazione. Abbandonando un Eggregoro prudente inserirsi, sia pur momentaneamente, in un concetto di forza equivalente ma opposto. Come le cellule costituenti un eggregoro saranno estratte dalla stessa umanit per quel che concerne il piano materiale, cos altre cellule costitutive delleggregoro verranno estratte dal mondo delle Entita. Allora lEggregoro vive nel piano sico( dove agisce per mezzo delluomo),e nel piano superiore dove agisce per mezzo delle entit. Quindi possiede un corpo, un doppio, unanima.

Ci ha la sua applicazione nella triplice Chiesa, Militante (terrestre), sofferente (astrale), trionfante (celeste). Poich il ritmo della vita eggregorica assicurato dal ritualismo, facilmente si comprende che la minima perturbazione di questo ritualismo arrecher una identica perturbazione nel ritmo vitale delconcetto. Un po come un organo umano che funziona in modo anormale. Una volta stabilito e perpetuato con luso e con il tempo, un rituale non pu essere modicato, penalindebolimento dellEggregoro. Ci spiega perch il segreto sia applicato in modo particolare ai riti di iniziazione. Con i Nomi Divini e le Parole di Potere, cio le denizioni rituali consacrate dalluso, consentono congiuntamente a preghiere, formule, invocazioni, ugualmente consacrate dalluso - di stabilire un rapporto spirituale tra luomo e Dio, cos nomi, parole, formule speciali e segreti, sono usati per la messa in azione e risveglio preliminare delleggregoro. Ma se la vita passiva di questo concetto vitalizzato, assicurata dalla massa dei fedeli, la vita attiva deve essere assicurata solo da alcuni membri, i pi sicuri e qualicati.

Ci implica necessariamente una gerarchia in seno ad ogni associazione. Luguaglianza, se uguaglianza deve esserci, non pu essere stabilita che nel cerchio interiore posto alla testa dellEggregoro. Inne le grandi leggi cosmiche - ed in modo particolare quelle relative al tempo ed alle epoche, alla durata devono collaborare alla vita dellEggregoro. Questo spiega come tutte le grandi cerimonie rituali, tanto religiose quanto losoche, sono poste agli equinozi ed ai solstizi,o in date in relazione con queste grandi divisioni annuali. Similmente deve essere osservato il moto degli astri, e la loro inuenza che non pu derivare da un luogo, da un orientamento. Limmagine convenzionale di un eggregoro, la sua rappresentazione mentale equivale ad una realt nel piano astrale, o mondo ipersico immediato. La Repubblica, La Patria, la Giustizia, la Guerra, la Carestia, sono immagini eggregoriche. LUomo, visualizzando i soggetti, la antropomorzza, per necessita. Nel piano divino dove ogni cosa equivale ad una numerazione, numero divino, il segno, o Sigillum concretizza lEggregoro. Tali sono il Sigillo di Salomone o Esagramma, il Pentalfa o Stella di Davide , la Croce latina, il Triangolo Massonico e i numerevoli segni e sigilli gurativi delle Entit che ci comunicano i libri di Magia e di Cabala. Dunque ad ogni eggregoro deve appartenere un segno, caratteristico della propria natura, delle proprie nalit e mezzi. Riguardo allafliato detto segno al momento protezione, sostegno ed un punto di contatto. Allora diventa un vero Pentacolo (come il blasone di una famiglia nobiliare che ha come pentacolo lalbero genealogico che unisce ogni discendente di detta famiglia a patto che collettivamente si conservino le tradizioni proprie, e lonore di appartenenza). Quando un Eggregoro ha vissuto a lungo pu succedere che acquisti una vita relativamente indipendente. Allora non obbedisce pi agli impulsi che i Maestri e le sette gli trasmettono tramite i riti, e da docile schiavo diventa frequentemente un feroce tiranno. Ci spiega come molto spesso un movimento possa deviare dai ni assegnati. Ugualmente pu cambiare Maestro.

La conquista di un Eggregoro, per evocazione era un segreto conosciuto dai Preti di Roma. La formazione psichica degli Eggregori descritta ampiamente nelle varie opere di occultismo. Le regole di yoga ne fanno parte cos come gli esercizi spirituali dei Figli di S. Ignazio, opera che tutti i discepoli dei Gesuiti conoscono.

La vita occulta degli eggregori assicurata da procedimenti identici a quelli che usa la magia per vivicare le forze cosiddette elementari. Il sangue delle vittime (olocausti di adorazione o di espiazione), le resine aromatiche, incensi, mirra ecc. . . (sangue dei vegetali), la visualizzazione d una immagine concretizzatrice, le correnti mentali, le catene di unione ecc.... fanno parte di una ritualit animatrice e conservatrice degli eggregori. La vita materiale degli eggregori e assicurata dal numero dei membri, dalla loro disciplina, dallunione spirituale, dalla stretta osservanza dei riti vivicatori e conservatori. Ugualmente le correnti di simpatia o di antipatia generate nel mondo profano, dalla loro azione o dalle loro tendenze, aiutano o nuociono potentemente alla vitalizzazione dei concetti, come alla loro azione.

A maggior ragione i procedimenti di azione occulta della Magia tradizionale e della Teurgia sono potenti mezzi di appoggio o di lotta riguardo gli Eggregori, tuttavia alla condizione che la loro potenza sia in rapporto con quella del concetto. Ci spiega come il sacrilegio e la profanazione, in tutti i tempi, siano stati considerati crimini religiosi. Abbiamo denito la parte e la ragion dessere della Catena dUnione Massonica. Generatrice e vivicatrice dellEggregoro dellOrdine, il suo unico scopo consiste nel lanciare nelle regioni spirituali chiuse ai sensi carnali ed alla loro azione, le correnti generatrici di un essere metasico che sfugge a qualsiasi antropomorsmo. Originato dalla assemblea umana, nato dal suo volere e dalla sua sostanza ideale, questo essere di un altro mondo ne diverr il dio-conduttore. Allora lo Spirito Massonico vero Eggregoro dellOrdine. Il Simbolo ideale dellEggregoro Massonico rappresentato da un triangolo, che bisogna immaginare e poi proiettare con limmaginazione davanti a noi, sedendo nella stessa posizione occupata in Loggia, tracciando un quadrato di loggia davanti a noi, e battendo la batteria del grado. Alla chiusura si conclude come per i normali Lavori. Si pu lavorare in questo modo a distanza, tutti insieme.