Sei sulla pagina 1di 7

Device radionico

Sequenze numeriche, fotoni, campi magnetici, entropia, sintropia in radionica

By Paolo Benda
“Il compito nella vita consiste nel tradurre il sapere dell’anima in una forma logica e di utilizzarla
consapevolmente”

“Ogni cosa nel nostro mondo possiede informazioni e queste informazioni possono essere
modificate in una direzione positiva. Così facendo cambia anche il mondo in meglio, ovviamente”

“L’uomo é in rapporto diretto e di interscambio con il mondo intero (la realtà esterna),

ed è immerso in un campo informativo, riceve informazioni, le elabora le utilizza, le trasmette”

“Ogni persona é direttamente collegata con il mondo intero, e attraverso i suoi pensieri, i suoi
sentimenti, e le sue azioni, crea un cambiamento (allo stesso modo un cambiamento nella realtà
esterna comporta un cambiamento della realtà interiore dell’uomo)”.

Attraverso la coscienza si crea un ponte che unifica il mondo spirituale con quello materiale.
Tramite modificazioni dello stato di coscienza si può cambiare anche la mente e di conseguenza le
azioni e gli eventi, dato che l’anima (mondo spirituale) è presente in ogni situazione. Accade quindi
che il cambiamento di coscienza attira a sé il cambiamento di tutti gli altri elementi del mondo.

Tramite la consapevolezza si ha un’opportunitá unica nel suo genere di cambiare e di trasformare


un’informazione negativa in una positiva.

Tutti gli oggetti, sono uniti tramite rapporti di informazioni, se una relazione viene modificata
cambia anche l’intero sistema; noi possiamo dunque “pilotare”/ influenzare attraverso la nostra
consapevolezza e la percezione questo sistema informativo dell’uomo.

La matematica è una scienza nella quale non si può ammettere come unico criterio di verità il
criterio dell’ esperienza sensibile, ma bensì quello del ragionamento logico. In buona sostanza
nella matematica si verifica il fatto che la ragione umana “liberatasi” dal legame coi sensi, viene a
potenziare le sue facoltà conoscitive. In altre parole è proprio attraverso il distacco dalla realtà
concreta e facendo ricorso ad enti di pura ragione che l’ Uomo ha accesso a verità sempre più
assolute.

«Quanto sembra inesplicabile in un universo può invece trovare la sua logica sistemazione in un
altro universo associato ad un numero maggiore di gradi di libertà... Grazie al nostro io spirituale
apparteniamo a tutta la catena degli universi... Vero è che alcuni limitano con pregiudizi i propri
gradi di libertà. ritenendo di non possederne altri all’infuori di quelli della mobilità materiale».

ENTROPIA e SINTROPIA

Si può considerare l' entropia come quella grandezza che ci consente di misurare l' energia liberata
nell' ambiente. Se l' energia è liberata in maniera uniforme, per esempio non si riscontrano più
variazioni di calore, si ha uno stato di equilibrio e non è più possibile la trasformazione di energia
in lavoro. Attraverso l' entropia si constata per tanto l' equilibrio di un sistema preso in esame e
quindi qual' è il grado di disordine del sistema stesso.
Il concetto di sintropia, è invece una conseguenza logica delle leggi relativistiche e quantistiche che
reggono i fenomeni del mondo atomico. Queste leggi sono contenute da due tipi di soluzioni: dei
“potenziali ritardati” e dei “potenziali anticipati”. Queste ultime però non venivano in passato
prese in considerazione dai fisici poi che le ritenevano prive di significato. Alle prime soluzioni
corrispondono i fenomeni entropici, e alle seconde i fenomeni sintropici.

L’ equazione chiave è l’ equazione di D’ Alembert, che descrive i processi ondulatori. Questa


equazione ammette due tipi di soluzioni: (a) onde divergenti, descritte da potenziali ritardati, che
si diramano dalla sorgente “causa” del fenomeno ondulatorio e (b) onde convergenti, descritte da
potenziali anticipati, che convergono in un punto. Le onde divergenti ci sono ben note. Ad
esempio: le onde emanate da un trasmettitore radio. Nei problemi tradizionali della fisica non si
tiene conto del secondo tipo di soluzioni semplicemente perché - in apparente contrasto con le
condizioni di simmetria relativistica - nessuno ha mai osservato “onde dal futuro”. L'idea di
Fantappié fu di considerare alla stessa stregua le due soluzioni, assegnando ad ognuna un ruolo di
tipo “termodinamico”. Alle prime, le onde divergenti, sono legati i fenomeni entropici, con
livellamento e degrado dell' energia.

ESEMPIO: consideriamo un fenomeno entropico, che è costituito da onde divergenti, e poi


immaginiamo che il tempo scorra alla rovescia, avremo che queste onde divergenti diventano
convergenti, e viceversa. Ecco allora che rovesciando il tempo i fenomeni entropici danno un’
immagine di possibili fenomeni sintropici. Si tratta solo di un’ artificio matematico per capire come
sono fatti i fenomeni sintropici. Comunque le caratteristiche principali dei fenomeni sintropici
sono: il principio di finalità e il principio di differenziazione.

LA GEOMETRIA DEL DIAMANTE

In ogni cristallo è possibile individuare una terna di elementi essenziali, noti come reali:

- facce, che sono le superfici poligonali delimitanti il cristallo nello spazio;

- spigoli, che sono i segmenti originati dall’incontro di due facce;

- vertici, che sono i punti ove s’incontrano tre o più spigoli.

Oltre agli elementi reali nei cristalli si devono prendere in considerazione anche altri elementi noti
come ideali:

-piano di simmetria, il piano che divide il cristallo in due parti uguali, l’una speculare dell’altra;

-asse di simmetria, la retta intorno alla quale il cristallo viene fatto ruotare di 360°

-centro di simmetria, punto all’interno del cristallo che divide per metà tutte le rette congiungenti
gli elementi reali opposti(due coppie di facce, spigoli e vertici).

-parametri, necessari per poter identificare nello spazio la giacitura delle facce di un cristallo si usa
un sistema di riferimento di tipo cartesiano, con assi x,y,z e w(asse perpendicolare alle altre tre).
L’intersezione della faccia fondamentale, che non sia parallela con gli assi x,y e z, individuerà
rispettivamente tre segmenti, detti appunto,parametri a b c. Quando vi è una combinazione di
forme si prende in considerazione la forma più evidente detta habitus cristallino.

L’insieme degli elementi di simmetria presenti in un cristallo determina il suo grado di simmetria.
Esistono 32 classi di simmetria nelle quali vengono racchiusi, in ognuna, tutti i cristalli che
presentano lo stesso grado di simmetria, anche quelli asimmetrici che non presentano elementi di
simmetria. Le classi di simmetria vengono poi riunite in sistemi di ordine superiore detti cristallini:
ne esistono 7, cubico, esagonale, trigonale, tetragonale, rombico, monoclino, triclino. Questi 7
sistemi vengono poi suddivisi dai cristallografi in tre gruppi:monometrico, dimetrico e trimetrico.
Detto ciò possiamo ora definire la geometria del diamante: esso fa parte del primo gruppo, quello
monometrico(cristalli che hanno generalmente un aspetto rotondeggiante, con molte facce
simmetriche uguali) con sistema cristallino cubico e habitus cristallino ottaedrico e esacistoedrico.
Dal punto di vista ottico il diamante è un minerale monorifrangente, in quanto la velocità di propagazione
della luce è uguale in tutte le direzioni,e come tale è isotropo

Da qui l’idea di costruire un dispositivo radionico di alto livello energetico completo delle sue
molteplici funzionalità ad emissione fotonica/magnetica composto da: 100 FINESTRE
TRASMITTENTI

1200 ADAMANTI INFORMATI (solidi a forma diamante con 57 facce cad. quindi:

68.400 facce totali trasmittenti


LE INFORMAZIONI IMMESSE SONO SIA IN FOTONI CHE IN FREQUENZE SONORE CODIFICATE DI:

NUMERI GRABOVOY NUMERI PRIMI NUMERI FIBONACCI FREQUENZE MORA


SIMBOLI ALCHEMICI TALISM. SALOMONE TALISM. ANGELI TALISM. ESOTERICI
CIFRE DEI MESI INVOCAZIONI PAROLE MAGICHE ALBERO D.VITA
TAROCCHI KABALA OLOMAGIA MUSIVAMATARA
TAV. RADIONICHE RUNE REIKI RADIONICA RUSSA
CHAKRA YANTRA BENESSERE PSICO/FIS PSICOEMOZIONALI
SPIRITUALI SIMARCOS BRAIN TRAINING AUT.
PROD. OMEOPATICI FIORI BACH FIORI AUSTRALIANI ATTRAZIONE
INCANTI TAROCCHI PROT.PSICO NUCLEARI PROT. ATT. MAGIA ONDE DI RITORNO
PROT GEOBIOLOGIA PROT PSICOTRONICA PROT ELETTROSMOG P. ENERGIE CONGESTE
SUONI PIANETI SUONI TERAPIE SUONI ORG. UMANI SUONI DNA
SUONI MINERALI SUONI RADIONICI SUONI NEURO RIL. INCANTESIMI
MODO D’USO

FUNZIONE AMBIENTE: posizionare il dispositivo in verticale come da figura. (lontano da apparati


elettrici o elettronici e che sia distante dalle pareti in modo che le uscite orizzontali siano libere
per le frequenze energetiche sottili.
FUNZIONE RADIONICA CON TESTIMONE:

Posizionare il dispositivo in orizzontale e porre al centro il pozzetto magnetico con dentro il


testimone con la scritta dell’intento desiderato.