Sei sulla pagina 1di 64

Codice cliente:

GIOVED 20 OTTOBRE 2011 ANNO 136 - N. 249


italia: 515249535254

In Italia con "Sette" EURO

1,50

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 6339 Servizio Clienti - Tel. 02 63797510

Fondato nel 1876


Champions Vittoria del Milan con Ibra e Boateng
Servizi, analisi e pagelle alle pagine 56 e 57

www.corriere.it
Lo spettacolo Crozza: vi stupir con Ghedinello
di Aldo Cazzullo a pagina 15

Roma, Piazza Venezia 5 Tel. 06 688281

Sette + Green Tradimenti web e Bisio verde


Oggi in edicola con il Corriere

LA SCELTA PER VIA NAZIONALE

Bankitalia Il premier indica oggi il Governatore. Voci di dimissioni di Saccomanni

Riduzioni beffa

COME PASTICCIO UN CAPOLAVORO


di FERRUCCIO DE BORTOLI
na vicenda surreale. La nomina del nuovo Governatore della Banca dItalia non solo non stata sottratta a un vergognoso gioco di veti incrociati della politica italiana, ma rischia di concludersi con lindicazione di un candidato agevolata da un ultimatum del presidente francese. Questo senza nulla togliere alle qualit indiscusse di Lorenzo Bini Smaghi, membro della Bce che secondo gli accordi italo-francesi avrebbe dovuto dimettersi dallincarico prima dellarrivo di Draghi a Francoforte. Ma non lo ha fatto, eccependo fondate ragioni legate alla indipendenza dellorganismo. lecito chiedersi se, senza il diktat di un irascibile Sarkozy, lesito sarebbe lo stesso. Certo, lEliseo non accetta lidea di avere dal primo novembre un consiglio con due italiani e nessun francese. Ma qualcuno forse potrebbe far notare a Sarkozy che tra luscita di Noyer dalla Bce nel giugno del 2002, destinato alla Banque de France, e larrivo di Trichet alla presidenza, trascorse un anno e mezzo. Difficile per tener testa a un leader che nel momento in cui ha appoggiato ufficialmente Draghi, si rivolto sprezzante, e non contraddetto, a Berlusconi dicendogli: Spero che questa nomina non dispiaccia troppo al suo ministro dellEconomia. Lavversione di Tremonti per Draghi era gi di pubblico dominio e quel dualismo ha indebolito la nostra posizione allestero al pari dellirrilevanza dellesecutivo sulle principali questioni europee, immagine a parte. Il presidente della Repubblica ha seguito questa procedura di nomina con attenzione e preoccupazione. Nei limiti del suo ruolo. Ne ha parlato per la prima volta con il premier il 22 giugno. Da allora ha sollecitato una decisione autonoma e per-

Tensione su Bini Smaghi


Crisi europea, vertice demergenza Merkel-Sarkozy
Oggi Berlusconi indicher il successore di Mario Draghi al vertice di Bankitalia. Tensione con il presidente Napolitano sul nome di Bini Smaghi. Voci di dimissioni di Saccomanni. Crisi: vertice demergenza tra Merkel e Sarkozy.
DA PAGINA 2 A PAGINA 6

SOLDI, AUTO ED ELICOTTERI NIENTE TAGLI, SIAMO POLITICI


di SERGIO RIZZO

Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

sonale (cos prevede la legge del 2005) da presentare al consiglio superiore della Banca, che ha potere consultivo, nel rispetto della continuit e dellautonomia di unistituzione di garanzia cos importante per il Paese. Ma, soprattutto, ha suggerito una decisione veloce. Se il premier non si fosse baloccato fra spinte diverse Tremonti che voleva a tutti i costi il suo direttore generale Grilli, le sollecitazioni per una scelta interna, Saccomanni , non avremmo assistito a una sguaiata lite su un ruolo cos delicato, in cui tutti i politici si sono sentiti autorizzati a dire la loro mentre a Bruxelles, dove si decidevano i destini delleuro, eravamo semplicemente assenti. Bossi arrivato addirittura a indicare Grilli solo perch milanese. Fonti del governo sostengono che la scelta cadrebbe su Bini Smaghi anche per limpossibilit di trovargli una collocazione di pari dignit. Un incarico che possa accettare per dimettersi dalla Bce, senza dare limpressione di uningerenza della politica in un organo la cui indipendenza garantita da un trattato. Insomma, un enorme groviglio. Una procedura pasticciata. Una plateale dimostrazione di mancanza di leadership e persino di dignit nazionale. Oggi vedremo quale sar lesito finale. Un risultato gi acquisito, purtroppo. Chiunque sar il nuovo Governatore dovr rimontare uno spiacevole vulnus di immagine derivato della tempestosa e farraginosa procedura di nomina. Il timore anche quello di una serie di dimissioni (da Saccomanni a Visco) da via Nazionale, gesto estremo, sconsigliabile a funzionari dello Stato, che farebbe precipitare la farsa della nomina del nuovo Governatore della Banca dItalia in un dramma istituzionale di difficile ricomposizione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Giannelli

Il retroscena

Governo Schifani: la tentazione nel Pdl


di PAOLA DI CARO
er capire quale potrebbe essere la via duscita migliore per maggioranza e governo se lesecutivo cadesse, si stanno susseguendo cene e incontri ai vertici del Pdl. In una di queste si parlato dellipotesi di un governo guidato dal presidente del Senato Renato Schifani, allargato allUdc, per fare la legge elettorale, qualche riforma economica e per dare tempo al Pdl di riorganizzarsi.
A PAGINA 11

I dubbi del Quirinale: prima riflettere bene


di MARZIO BREDA
eri Berlusconi voleva anticipare riservatamente a Giorgio Napolitano la sua ultima idea per la tormentata successione al vertice di Bankitalia. E si sentito rispondere: Ci pensi su. Ci pensi bene, e ne riparliamo domattina.
ALLE PAGINE 2 E 3

a stampa ha preso lennesima cantonata. Ci era sembrato di capire che i politici avrebbero pagato sugli stipendi pi alti una tassa doppia di quella gi applicata a tutti i dipendenti pubblici dallinizio di questanno. Ovvero, il 10% anzich il 5% oltre i 90 mila euro, e il 20% invece del 10% oltre i 150 mila. Ma ci eravamo sbagliati. Almeno a giudicare dalla nota con cui il dirigente del ministero dellEconomia Roberta Lotti, come ha rivelato Italia oggi, ha precisato che ministri e sottosegretari quella tassa non la dovranno pagare per nulla.
CONTINUA A PAGINA 13

Acquisiti i diritti digitali, librerie in rivolta

Decreto sviluppo, ecco le misure allo studio

Mutui alle giovani coppie, pagelle solo online e ipotesi concordato fiscale
Nel decreto che il governo sta preparando per rilanciare leconomia rispunta il concordato fiscale. S, abbiamo parlato anche di questo, ammette Silvio Berlusconi. Dovrebbe entrare nel decreto anche la dismissione degli immobili degli enti previdenziali. Si pensa di facilitare lacquisto della casa alle giovani coppie sposate e con contratti di lavoro precari, con una garanzia dello Stato nellaccensione del mutuo. Tra gli altri interventi: laddio alle pagelle scolastiche che dal 2013 verrebbero inviate via web; i certificati allInps in modalit online e il biglietto elettronico per i bus.
ALLE PAGINE 8 E 9

Leggi di favore e privilegi

LITALIA DELLE LOBBY (DA SMONTARE)


di MICHELE AINIS

Super-Amazon prende anche i fumetti


di MASSIMO GAGGI

mazon ha acquistato dalleditore DC Comics i diritti di centinaia di graphic novels, tra cui Batman e Superman: la compagnia intende rendere digitali i fumetti. Loperazione legata al lancio, a met novembre, del Kindle Fire, il tablet con cui Amazon sfida liPad della Apple. In rivolta le librerie statunitensi che hanno tolto gli albi dagli scaffali. A PAGINA 33

Italia il Paese delle corporazioni, e ogni corporazione difende i propri privilegi e nessun governo mai riuscito a scalfirne il potere. Eppure unimpresa della massima urgenza, ed esattamente questo lorizzonte nel quale si situa il decreto sulla crescita annunciato dal governo. Non sar facile, come mostra lesperienza della manovra dagosto. Da qui il primo paradosso nazionale: per sbloccare il Paese servirebbe una riforma, ma il potere delle corporazioni blocca ogni riforma. Una situazione che ci impoverisce: nel portafoglio, oltre che nellanima.
A PAGINA 49

DC COMICS

Di Giacomo, Sensini

Mor ventenne a Duisburg, lofferta della Axa Sussidio (doppio) riservato a chi si impegna

Se per lassicurazione Il Comune che obbliga Giulia vale 2 mila euro i disoccupati a lavorare
di PAOLO DI STEFANO
li assicuratori sono costretti a una cinica contabilit delle esistenze. Ma si pu quantificare il valore di una vita? No. Eppure quella di Giulia Minola, 21 anni, morta il 24 luglio 2010 alla Love Parade di Duisburg, vale duemila euro. Lo ha stabilito lassicurazione Axa in base al diritto tedesco.
A PAGINA 29

di A. MANGIAROTTI

11 0 2 0>

Per gli italiani Basta lager P figli sempre innocenti


di I. BOSSI FEDRIGOTTI
A PAGINA 49 - A PAGINA 20 Caccia

Scontri di Roma

Vivisezione

9 771120 498008

di animali: ora una legge


di MARIOLINA IOSSA
A PAGINA 31

er iniziativa del sindaco del Pd di Settimo Torinese stato introdotto un nuovo modo di fare welfare: ai disoccupati disponibili a lavorare per la comunit lassegno di solidariet (circa 300 euro al mese) viene raddoppiato. Chi dice no perde tutto. Salvo casi individuati dai servizi sociali.
A PAGINA 31

Codice cliente:

2
#

Primo Piano

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Bankitalia Il nuovo governatore

Il nuovo Governatore? Sul nome non dico nulla Silvio Berlusconi

Bankitalia, Berlusconi decide Scontro sulla successione


Bini Smaghi favorito, rischio di uno strappo di Saccomanni
La Nota
di Massimo Franco
DAL NOSTRO INVIATO

Direttore generale
Fabrizio Saccomanni, 68 anni, Direttore generale della Banca dItalia dal 2 ottobre 2006, lanno dellarrivo di Mario Draghi a Palazzo Koch Aveva iniziato la sua carriera in Bankitalia nel giugno 1967, allUfficio Vigilanza della Sede di Milano

Una scelta in extremis dai riflessi internazionali che fotografa la paralisi


on si pu dire che la nomina del nuovo governatore di Bankitalia in sostituzione di Mario Draghi, destinato al vertice della Bce, avvenga sotto i migliori auspici. La decisione dovrebbe essere presa oggi da Silvio Berlusconi. Ma i veleni che nel centrodestra hanno accompagnato la scelta, la circondano di incertezza. Il timore che lepilogo sia il risultato di una trattativa al ribasso non scomparso. E le esitazioni sul decreto per lo sviluppo mettono a nudo i contrasti del Pdl con la Lega e col ministro dellEconomia, Giulio Tremonti. Ma i riflessi pi temuti sono quelli internazionali, a pochi giorni dal vertice europeo di domenica. Lipotesi che Berlusconi si presenti davanti agli altri 26 capi di governo senza avere risolto la questione, inquieta la Commissione Ue: al punto che si parla di una girandola di telefonate dallestero a Palazzo Chigi per accelerare la soluzione. Le candidature affiorano e scompaiono. Ripropongono il gioco di veti incrociati, proprio nel giorno in cui Giorgio Napolitano invita a ritrovare la coesione sociale e chiede scelte lungimiranti. La successione Va sventato il rischio di un fuorviante condizionamento a Draghi di calcoli elettorali: un rischio rallentata che esiste non solo in Italia, precisa. dai contrasti Ma in Italia nel centrodestra riflettequel non solola legislail pericolo che tura finisca nel 2012. Finora, Berlusconi non ha smentito le voci di un concordato fiscale, di fatto un condono, per approvare il decreto per lo sviluppo. Gli echi del vertice di ieri a palazzo Grazioli erano di una tensione immutata: con Tremonti e il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, ai ferri corti. Tremonti vuole un provvedimento a costo zero, il governo chiede fondi. C da domandarsi se davvero finir con un condono, dopo gli altol della Lega. Resta prevalente la sensazione che Palazzo Chigi fatichi a decidere. A Francoforte, laddio di Trichet dalla presidenza della Bce diventato il pretesto per un colloquio fra il francese Sarkozy, la tedesca Merkel, lo stesso Trichet e la direttrice dellFmi, Christine Lagarde. Allincontro ci sar anche Draghi, il presidente della Commissione Barroso e il presidente dellUe, Van Rompuy. Obiettivo: abbozzare un governo europeo delleconomia. Per lopposizione, lassenza di Berlusconi conferma la crescente marginalit del governo italiano.

FRANCOFORTE Silvio Berlusconi fa lannuncio a met mattinata: Domani (oggi per chi legge) far la mia proposta per il nuovo governatore della Banca dItalia, promette. Ma sul nome non dico nulla, aggiunge specificando che lo indicher nella lettera al Consiglio superiore della Banca dItalia cui

spetta di dare un parere, non vincolante, ma prioritario rispetto alla delibera del Consiglio dei ministri e ovviamente al decreto di nomina vero e proprio del presidente della Repubblica. La notizia piomba a Francoforte dove appena arrivato il governatore Mario Draghi per fare il passaggio di consegne con Jean-Claude Trichet ed inaugurare le giornate culturali dellItalia

che si aprono con un concerto di Claudio Abbado. un grande avvenimento, una festa per salutare il banchiere francese e dare il benvenuto al governatore italiano che dal primo novembre sar a tutti gli effetti il nuovo presidente della Bce. E sono attesi, assieme a governatori e ministri, tutti i componenti del Direttorio della Banca dItalia. Intanto le voci sui possibili nomi del

successore di Draghi a Palazzo Koch si intrecciano e una in particolare prevale su tutte nei saloni dellAlte Oper dove si svolgono la cerimonia di commiato di

Il candidato di Tremonti e Bossi

Chi Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro dal 2005, il candidato ideale di Tremonti La spinta di Bossi Bossi dice da tempo che vorrebbe Grilli alla guida di Bankitalia: Se non altro perch milanese

Trichet e il concerto: il prossimo Governatore sar con ogni probabilit Lorenzo Bini Smaghi, attuale componente del comitato esecutivo della Bce, incarico da cui scade nel 2013, ma il cui posto reclamato dal presidente francese Nicolas Sarkozy. Anche il Financial Times accredita la candidatura di Bini Smaghi, del terzo uomo destinato, si dice, a prevalere sui due candidati ufficiali, il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli e il direttore generale della Banca dItalia, Fabrizio Saccomanni. Ma anche, ed una sensazione che sembra prendere forma a Francoforte mentre da Roma rimbalza la voce di un colloquio tra il sottosegretario alla Presidenza Gianni Letta e il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, a provocare situazioni di forte disagio nel Direttorio. Che potrebbe anche determinare la voglia di lasciare lincarico provocando una forte scossa al piano nobile di Palazzo

Al Quirinale Gelo nellincontro: Ne riparleremo

Ci pensi su e bene I dubbi del Colle sullidea del premier


A Francoforte Lorenzo Bini Smaghi, 54 anni, tra i possibili candidati al vertice della Banca dItalia. Lo scorso giugno il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, gli ha chiesto di dimettersi dal board della Bce ( lunico italiano) per favorire il s del governo francese alla presidenza di Mario Draghi nella Banca centrale europea (foto Di Vita)

RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA Ci pensi su. Ci pensi bene, e ne riparliamo domattina. Cos si sentito rispondere ieri Silvio Berlusconi dal presidente della Repubblica, quando si presentato al Quirinale mezzora prima dellappuntamento per le insegne ai nuovi Cavalieri del Lavoro al quale era stato invitato. Voleva anticipare riservatamente a Giorgio Napolitano la sua ultima idea per la tormentata successione al vertice di Bankitalia. Cio lorientamento (perch tale

Lesigenza della continuit Il presidente ha posto a Berlusconi il dubbio di come potr reagire il Consiglio superiore della Banca dItalia, che chiamato a pronunciarsi per primo e chiede una soluzione di continuit

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano
Per la nomina si rispetti lautonomia dellistituto, valorizzando le competenze interne Pier Ferdinando Casini, Udc

3
#

Il premier, dopo mesi di incomprensibili esitazioni, proceda alla nomina del nuovo Governatore Pier Luigi Bersani, Pd

Dietro le quinte Sollievo nel Pdl per la mossa del premier. Il rischio che lo stallo faccia fallire il vertice-chiave di domenica
Koch. Si dice che Saccomanni sia addirittura arrivato a pensare alle dimissioni. Ipotesi queste che potrebbero pesare sulla scelta definitiva. Draghi segue la vicenda da vicino, probabilmente in contatto con la capitale, ma non fa trapelare nulla. Gli interessati non commentano. A cominciare da Bini Smaghi che, pressato, dice con un certo imbarazzo: Non lo so, non so nulla. Non fanno battute neanche Ignazio Visco, che aveva assunto in Banca dItalia Bini Smaghi, n Saccomanni che ne stato Direttore. Da Roma, intanto arrivano altri commenti politici: Auspichiamo che il presidente del Consiglio, dopo mesi di incomprensibili esitazioni, proceda alla nomina del nuovo governatore della Banca dItalia rispettando lautonomia dellistituto e valorizzandone le competenze interne, dicono il leader dellUdc Pier Ferdinando Casini e del Pd Pierluigi Bersani. Mentre il leader della Lega, Umberto Bossi, torna ad insistere sulla candidatura di Grilli. A Francoforte continuano le voci, rispuntano le candidature di Saccomanni e Grilli, viene rilanciata quella di Ignazio Visco ed anche dellaltro vicedirettore generale della Banca dItalia, Anna Maria Tarantola. Le tensioni restano alte mentre la musica del concerto di Abbado si diffonde nei saloni dellAlte Oper. E alla fine il direttore generale si ferma a parlare fitto fitto proprio con Bini Smaghi, il suo rivale.

Il Cavaliere e lassedio dellEuropa


Telefonate da Merkel e Barroso. La Cancelliera: si eviti un caso Italia-Francia
ROMA - A forza di rimandare, di promettere la poltrona un po a tutti, come ironizza il Financial Times, o ancora a forza di subire i veti dei protagonisti della vicenda, come gli contestano da settimane i suoi stessi collaboratori, due notti fa Berlusconi ha finalmente preso atto che la nomina del nuovo Governatore si apprestava a diventare non uno dei tanti nodi del prossimo Consiglio europeo, in programma domenica a Bruxelles, ma il caso che rischiava di far fallire lintero vertice. Sono occorse due telefonate, una del presidente della Commissione europea, Jos Manuel Barroso, laltra ben pi pesante e inaspettata, direttamente di Angela Merkel, per aprire definitivamente gli occhi del presidente del Consiglio sulle nubi che stavano per addensarsi sul governo italiano, atteso a Bruxelles da un Sarkozy pronto a denunciare il vulnus inaccettabile di un board della Bce sprovvisto di un membro francese a causa delle mancate dimissioni, concordate mesi fa direttamente con Berlusconi, del membro italiano dello stesso direttorio, ovvero Bini Smaghi. Sembra che la Cancelliera tedesca sia stata molto diretta nel girare al Cavaliere tutti i rischi di un vertice comunitario, nel bel mezzo di una crisi monetaria e finanziaria che coinvolge la governance economica del Vecchio Continente, appesantito dalla possibile esplosione di un caso di-

La cerimonia Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ritratto in un momento di stanchezza ieri al Quirinale assieme al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante la cerimonia per la consegna delle onorificenze ai Cavalieri del Lavoro (Ansa / Mario de Renzis)

Il vulnus e la lettera Sarkozy non pu accettare che il board della Bce resti senza un francese, ma le dimissioni di Bini Smaghi non sono arrivate. E una lettera delleconomista fiorentino ha molto urtato il Quirinale

Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

plomatico fra Roma e Parigi. Anche su queste pressioni, inedite, sicuramente irrituali, certamente preoccupate, ieri Berlusconi ha deciso laccelerazione, ha comunicato che oggi sarebbe stata inviata al Consiglio superiore della Banca centrale la lettera con la quale si indica un nome e inizia la procedura per la nomina del nuovo Governatore. Ha in sostanza, finalmente dicono nel suo staff, deciso di decidere. Che la politica del rinvio abbia cre-

Le tappe

31 ottobre
il termine entro il quale dovr essere definita la nomina del nuovo governatore della Banca dItalia. Dal primo novembre, infatti, lattuale governatore, Mario Draghi, diventer operativo nel nuovo incarico a capo della Bce

13
consiglieri che vengono nominati nelle assemblee dei partecipanti presso le Sedi della Banca dItalia sono i componenti, oltre al Governatore, del Consiglio superiore di Bankitalia

94,33%
le quote del capitale della Banca dItalia detenute da banche e assicurazioni Il restante 5,67 per cento del capitale, invece, in mano ad enti pubblici (Inps e Inail)

resta, finch non scattano le procedure formali) a puntare sul nome di Lorenzo Bini Smaghi. E, con il diplomatico conforto del suo accompagnatore nei momenti difficili, Gianni Letta, si affannato a spiegare al padrone di casa che gli sembrava la soluzione con maggiori chance. Perch, secondo lui, poteva quadrare il cerchio delle tante, opposte pressioni. Ma se il premier sperava in uno rapido s di Giorgio Napolitano, cos da poter sbrigare la pratica nel giro di poche ore e annunciare gi oggi la sua scelta, c da dire che non ha trovato alcun avallo. Sintende: nulla che riguardi la persona di Bini Smaghi o qualsiasi altra che nei giorni scorsi sia entrata nella rosa dei possibili nuovi governatori. Il Quirinale, infatti, non ha e non pu avere un proprio candidato per Palazzo Koch. Ha, invece, la preoccupazione che questa partita sia condotta rispettando le procedure e gli adempimenti previsti dalla legge (la 262 del 2005), in modo rigoroso e senza forzature, e si concluda con la massima condivisione possibile dei diversi pareri che devono sintetizzarsi in una volont plurale. Sottraendola ai compromessi della politica e preservandone il prestigio e lautorevolezza. Cos, era fatale che il Presidente opponesse ieri a Berlusconi, sul quale incombe il potere e la responsabilit della proposta, il dubbio di come potr reagire il Consiglio superiore della Banca dItalia, chiamato a pronunciarsi per primo. Ora, siccome noto che lorientamento di quellorganismo (come pure del governatore uscente, Draghi, e dello stesso Quirinale) per una soluzione di continuit da tempo individuata nella figura dellattuale direttore generale dellistituto, Fabrizio Saccomanni, che cosa accadrebbe se davanti a una prova di forza la struttura della Banca reagisse male? Che cosa resterebbe da fare se, come emerge da diversi segnali, quei consiglieri o altri uomini di vertice si dimettessero in blocco? Vale la pena di azzardare una simile sfida di discontinuit?, ha chiesto Napolitano al Cavaliere. Ed ecco spiegato il ci pensi su, ci pensi bene che ha raggelato il premier.

Liter procedurale per la scelta Per la nomina del governatore di Bankitalia serve una delibera del Consiglio dei ministri, previo parere non vincolante ottenuto dal Consiglio superiore di Via Nazionale Il decreto del Colle Ai due pareri del Cdm e del Consiglio superiore di Bankitalia va aggiunto poi un decreto di nomina firmato direttamente dal capo dello Stato Giorgio Napolitano Il parere non vincolante Il Consiglio superiore della Banca dItalia si dovr riunire luned prossimo, 24 ottobre, per fornire il proprio parere sul nome fornito dal presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Questo parere non vincolante, ma necessario I possibili candidati Nella rosa dei candidati alla successione di Mario Draghi figurano lattuale direttore generale di Bankitalia, Fabrizio Saccomanni e il direttore generale del Tesoro, Vittorio Grilli. C poi lipotesi di Lorenzo Bini Smaghi, che attualmente membro del board della Bce Il passaggio alla Bce Il primo novembre ci sar il passaggio ufficiale del testimone della Bce da Jean-Claude Trichet a Mario Draghi. Si tratta del passo che lascer libera la poltrona principale della Banca dItalia

ato un pasticcio, anche internazionale, oltre che interno, nel governo lo sostengono in tanti. E la prima vittima in fondo stata lo stesso premier. Nelle ultime ore Berlusconi si sfogato pi volte, incentrando lo sfogo sulla sua presunta impotenza, sui veti incrociati che si registrano sulle diverse candidature, sulle vere e proprie minacce che ancora ieri qualcuno addebitava a Tremonti, pronto - dicevano anche a Palazzo Chigi - a mettersi di traverso sul decreto per lo sviluppo se la designazione non toccher la persona di Vittorio Grilli, direttore generale del Tesoro e da sempre candidato del ministro. Ieri per lintero pomeriggio, dopo che Gianni Letta e il Cavaliere e Napolitano avevano affrontato largomento al Quirinale, di mattina, in modo ufficioso, a margine della cerimonia dei nuovi Cavalieri del Lavoro, sembravano pi forti delle altre le candidature di Lorenzo Bini Smaghi e di Anna Maria Tarantola, vicedirettore generale dellistituto di via Nazionale.

Nome forte Laltro nome forte per Via Nazionale quello di Anna Maria Tarantola, attuale vicedirettore generale
Ma il problema che oggi Berlusconi sar chiamato a risolvere non soltanto quello di dare un volto al nuovo Governatore, ma anche quello di provocare le dimissioni dalla Bce dello stesso Bini Smaghi, senza le quali non pu subentrare il rappresentante francese. A margine dei colloqui di ieri emersa anche unindiscrezione di non poco conto: una lettera dello stesso economista fiorentino al presidente della Repubblica, lettera che avrebbe non poco indisposto la prima carica dello Stato, perch considerata - cos dicevano fonti governative - come uningerenza inaccettabile. Ieri un membro del governo commentava lepisodio dicendo che per diventare Governatore Bini Smaghi dovrebbe prima scusarsi con la prima carica dello Stato. Di sicuro sono state prese in considerazione, per una futura collocazione dellattuale membro italiano della Bce, sia un incarico alla Bei (Banca Europea per gli Investimenti) che uno alla Banca mondiale (in entrambi i casi si tratterebbe di una vicepresidenza). A meno che oggi leconomista fiorentino che per oltre dieci anni ha lavorato al Servizio Studi della Banca dItalia non venga indicato dal Cavaliere come il nuovo numero uno di Palazzo Koch, sede di Bankitalia.

Marzio Breda
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Galluzzo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano
Prenderemo le decisioni richieste sulla ricapitalizzazione del settore bancario Hermann van Rompuy, presidente del Consiglio europeo

5
#

LEuropa Il meeting

Supervertice tedesco per sostenere leuro


Sarkozy a Francoforte da Merkel, Trichet e Van Rompuy. Il nodo del Fondo salvataggi
FRANCOFORTE Doppio onore ieri per il presidente uscente della Bce Jean-Claude Trichet. Quando a margine della commovente cerimonia di addio, con la partecipazione della cancelliera Angela Merkel e delle massime autorit dellUnione Europea, tenuta ieri nella Alte Oper a Francoforte, iniziato un supervertice di emergenza agli alti piani dellopera. Un supervertice informale, ma molto importante, sui tre punti chiave delle trattative secondo piano di aiuti alla Grecia, effetto leva dellEfsf, ricapitalizzazione delle banche nel tentativo di bloccare il contagio nella zona delleuro. Un vertice iniziato ieri in unatmosfera distesa, e foriera di buoni auspici per le decisioni attese per blindare leuro, con la Merkel e i ministri delle Finanze di Germania e Francia, rispettivamente Wolfgang Schuble e Franois Baroin, i presidenti della Commissione, Jos Manuel Barroso, del Consiglio europeo, Herman van Rompuy, dellEurogruppo, Jean-Claude Juncker, e della neodirettrice generale del Fmi Christine Lagarde. E il fatto che il presidente francese Nicolas Sarkozy si sia aggiunto allultimo, rinunciando a restare in clinica accanto alla moglie Carla Bruni (che ha partorito ieri una bambina), dimostra quanto sia urgente ravvicinare le posizioni franco-tedesche. In un secondo momento, si sono aggiunti anche Trichet e il governatore di Bankitalia Mario Draghi, come unico italiano, in qualit di governatore e futuro capo della Bce. Lobiettivo era accelerare le trattative, in vista dellEurogruppo di venerd, dellEcofin di saba-

Lagenda
Il summit di domenica
Per il 23 ottobre convocato a Bruxelles un vertice dei capi di Stato e di governo per stabilire i nuovi meccanismi potenziati di funzionamento del Fondo salvataggi (Efsf), per rivedere laccordo sulle perdite delle banche che hanno investito sul debito greco e per fissare i criteri in base ai quali le banche in Europa dovranno rafforzare i loro requisiti di capitale

La revisione Istat

Incontro
Ieri il vertice demergenza a Francoforte a cui ha partecipato il presidente della Commissione Ue Jos Manuel Barroso, il presidente francese Nicolas Sarkozy e la cancelliera Angela Merkel

A sorpresa il Pil italiano cresciuto


ROMA LItalia un po pi ricca di quello che pensavamo, importiamo ed esportiamo di pi di quel che sapevamo, abbiamo un rapporto tra il debito e il prodotto interno lordo pi basso di quello che finora ci hanno detto. Con la crisi economica che imperversa sono notizie per le quali si potrebbe anche stappare una buona bottiglia e festeggiare. Ma se nessuno lo fa, e le notizie sono vere, anzi certissime, non perch siamo stati pi bravi e virtuosi di come ci vediamo. C una sola ragione, ed la statistica. Se nel 2008, 2009 e 2010 il prodotto interno lordo italiano cresciuto di uno 0,5% in pi, il che non certo poco di questi tempi, e se nella media del decennio 2000-2010 la vera crescita delleconomia italiana stata dello 0,4% e non di quel misero 0,2% che ci hanno propinato, lo si deve solo alla revisione del metodo usato per fare i calcoli statistici. Criteri pi moderni e pi vicini alla realt, dove lindustria manifatturiera pesa un po di meno e i servizi un po di pi, e dove i prezzi delle importazioni e delle esportazioni vengono considerati con sistemi pi puntuali e meno aleatori. il nuovo sistema che lIstat ha adottato ieri, per la prima volta, presentando la revisione della serie storica delle statistiche sui conti nazionali. LIstat come tutti gli altri istituti di statistica europei, per. Perch i nuovi principi statistici sono stati concordati, e non poteva essere Lo sviluppo altrimenti, a Nel periodo livello 2008-2010 il comunitario. Domani, prodotto interno lordo quando salito dello 0,5% Eurostat, listituto che dipende dalla Commissione di Bruxelles, diffonder le nuove serie di tutti i paesi Ue, sapremo se rispetto agli altri lItalia sia riuscita a fare maggiori o minori progressi. Ma sembra di capire che la posizione relativa del nostro Paese al cospetto delle altre economie continentali non cambier un granch. In Francia ladozione dei nuovi criteri avrebbe portato a una leggera limatura del prodotto interno lordo rispetto ai dati finora conosciuti. In Germania sarebbe successo il contrario. Ma si sta parlando di decimali. Va bene che contano pure quelli (e per inciso qualcuno ricorder come insistevano il vecchio governatore della Bundesbank, Hans Tietmeyer, e lallora ministro delle Finanze tedesco, Theo Waigel, sul deficit pubblico che non doveva assolutamente superare il tre virgola zero per cento), ma ci che pesa di pi la dinamica. Cio levoluzione di un dato. E se, ora che abbiamo rifatto i conti, sappiamo che il Pil degli ultimi anni sempre stato sottostimato di mezzo punto percentuale, la sostanza non cambia: lItalia cresce ancora poco. E se anche il rapporto tra debito e Pil, per le stesse ragioni, sempre stato leggermente pi basso non c motivo di esultare: il debito aumentato troppo. Come dice il presidente dellIstat, Enrico Giovannini: Restiamo un Paese con un debito pubblico molto alto, con problemi di crescita seri, e una produttivit che aumenta molto poco.

LEurogruppo di domani
Il vertice sar preceduto gi domani a Bruxelles da una riunione dei ministri finanziari della zona euro per cercare di risolvere gli ultimi nodi prima del vertice. Il pi delicato riguarda il livello della sforbiciata che le banche dovranno subire sul valore reale dei loro bond greci e soprattutto lefficacia dellEfsf

Il nodo del Fondo


Il sistema di assicurazione sul primo 20% delle perdite a opera dellEfsf potrebbe essere insufficiente. La Francia insiste perch la Bce contribuisca alle operazioni dellEfsf

to e del vertice conclusivo del Consiglio europeo di domenica, dal quale sono attesi forti provvedimenti, come ha confermato Barroso, per salvare leuro. Nelle trattative sulla revisione dellaccordo sulla Grecia, il nodo principale era laumento della partecipazione delle banche al taglio del debito, concordato a luglio al 21%. Per Bce e Francia i patti restano i patti. Ma secondo fonti vicine alle trattative, si potrebbe accettare una partecipazione volontaria delle banche fino al 30%, in modo da non scatenare il fallimento di Atene e quindi un contagio devastante. Mentre la Germania vorrebbe arrivare fino al 50%. Il secondo punto

21%
Il livello di riduzione del debito greco a carico delle banche private

2.000
miliardi Lestensione del Fondo salva Stati attraverso leffetto leva

del contendere leffetto leva da 1.000-2.000 miliardi del Fondo salva Stati (Efsf) attraverso garanzie per il 20-30% delle nuove emissioni sovrane. Secondo fonti vicine alle banche centrali, un ruolo chiave potrebbero averlo venerd Italia e Spagna, nellassicurare le riforme necessarie per aumentare la competitivit e la crescita e frenare il contagio prima che arrivi alla Francia. Un punto che sarebbe fra quelli chiesti dalla Germania prima di avviare altre garanzie sulla leva, insieme ad altre garanzie sulla direzione della futura integrazione europea. Non meno importante, il dossier sulla ricapitalizzazione delle banche, dellordine di 100

miliardi con i nuovi coefficienti del capitale Tier 1, stimati intorno al 9%, e Deutsche Bank in trattativa per uno status speciale. Una punta di speranza lha accesa ieri la cancelliera, smussando la freddezza dimostrata giorni fa. Spiegando che il vertice di domenica prossima a Bruxelles sar molto importante, anche se non sar il punto finale di arrivo delle trattative. Pur essendo convinta che la crisi si possa risolvere, perch se fallisce leuro fallisce lEuropa. Noi, ha aggiunto, non lo permetteremo: la moneta unica il futuro dellEuropa.

Marika de Feo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso Senza il s a rischio lintervento di 8 miliardi dellUnione Europea

Grecia al crac, paralizzata per 48 ore Il Parlamento vota il piano per lausterit
DAL NOSTRO INVIATO

BRUXELLES La madre di tutte le battaglie. Cos il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos, ha definito il tentativo di far passare oggi in Parlamento le misure aggiuntive di austerit richieste dallEuropa mentre in corso la seconda giornata di sciopero generale, che sta paralizzando il Paese e ha visto scendere in piazza una folla enorme per le strade di Atene, trasformate in zona di guerriglia dalle proteste pi violente contrastate dalla polizia antisommossa con lanci di lacrimogeni. Sappiamo che nel consolidamento fiscale c un momento molto doloroso, ha ammesso a Bruxelles il presidente della Commissione europea commentando la dilagante disoccupazione esplosa in Grecia e dichiarandosi vicino al popolo greco per gli enormi sacrifici che sta affrontando. Ma la Commissione europea ricorda anche che la Grecia deve varare le nuove misure per ottenere gli otto miliardi di aiuti Ue senza i quali il governo di Atene rischia linsolvenza gi dal mese prossimo. Barroso considera i tagli in arrivo un passaggio per poi rilanciare la crescita nel Paese. Ma la folla scesa in piazza ad Atene (200 mila persone per i sindacati, circa 125 mila per le autorit locali) contesta lau-

sterit a carico dei pi deboli con tagli pesanti ai dipendenti pubblici e alle pensioni. Il premier Georges Papandreou, che con la sua maggioranza fondata su soli quattro voti ha superato ieri la votazione preliminare, deve fare i conti con i dissensi interni in linea con le posizio-

50

per cento, il taglio del debito greco di cui si discute ora

ni dei manifestanti. I sindacati sono irritati soprattutto per i tagli a raffica nei posti di lavoro statali e per la sospensione della contrattazione collettiva nel privato. La manifestazione dei due principali sindacati greci si svolta pacificamente sullo stile degli indignados. Alcuni gruppi di incappucciati hanno scatenato scontri davanti al Parlamento con le forze dellordine, che hanno risposto con i lacrimogeni spostando la guerriglia in molte stradine del centro di Atene. Le tv hanno docu-

mentato numerosi arresti. Sono stati incendiati cassonetti ed edicole. Attacchi hanno colpito banche, pompe di benzina e negozi non aderenti allo sciopero. Il bollettino dei feriti include poliziotti, dimostranti e almeno tre giornalisti che seguivano le proteste. I gruppi pi violenti devastavano quasi tutto quanto trovavano sulla loro strada. Dobbiamo spiegare a tutta questa gente, indignata per il cambiamento delle loro vite, che quanto sta accadendo non lo stadio peggiore della crisi ha detto Ve-

nizelos . Uno sforzo necessario per evitare il livello pi profondo. Il presidente stabile del Consiglio Ue, il belga Herman Van Rompuy, ha confermato che la crescita sta rallentando in Europa e nel mondo e pertanto bisogna intervenire. LEurogruppo/Ecofin dei ministri finanziari, in programma domani e sabato a Bruxelles, preparer il decisivo summit dei capi di governo di domenica prossima. Potrebbe frenare lirritazione degli indignados contro le banche e le entit finanziarie, che direttamente e indirettamente hanno risucchiato il grosso degli aiuti anticrisi dellUe e dei singoli Stati, aumentando il Fondo salva-Stati e le perdite a carico dei privati sui titoli greci dal 21 ad almeno il 50%.

Ivo Caizzi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Occupy a Wall Street

Mario Sensini

Arrestata Naomi Wolf


La scrittrice femminista Naomi Wolf arrestata durante la protesta di Occupy Wall Street mentre stava cercando di difendere un gruppo di una cinquantina di dimostranti che protestavano di fronte agli Skylight Studios di Manhattan.

msensini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

6
#

Primo Piano

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

LEuropa La Banca centrale

Leuro pi di una valuta. Definisce lintegrazione europea e anche la nostra identit come Unione. Jos Manuel Barroso, presidente della Commissione Ue

Bce, laddio a Trichet Inizia lera Draghi


Ieri passaggio di consegne a Francoforte
DAL NOSTRO INVIATO

La campana
Jean-Claude Trichet, a sinistra, consegna nelle mani del successore Mario Draghi la campana di legno e ottone che segna linizio delle riunioni del consiglio esecutivo della Banca centrale europea, ieri al termine della cerimonia di saluto e di passaggio di consegne a Francoforte. Draghi si insedier allEurotower ufficialmente il 1 novembre

FRANCOFORTE Jean-Claude Trichet consegna nelle mani di Mario Draghi la campana di legno e ottone che segna linizio delle riunioni del Governing Council. il gesto simbolico che segna il cambio di consegne al vertice della Bce, al termine della cerimonia di commiato del banchiere francese che lascia il posto al Governatore italiano. Ufficialmente linsediamento di Draghi avverr il primo novembre ma ieri a Francoforte si celebrata la sua investitura. Uninvestitura subito operativa, visto che il nuovo presidente Draghi ha affiancato il vecchio nel rappresentare la Bce al vertice europeo riunitosi di grande urgenza allAlte Oper di Francoforte tra la fine della cerimonia di commiato e linizio del concerto di Claudio Abbado che ha dato avvio alla settimana culturale dellItalia organizzata dalla Banca dItalia. Ieri a Francoforte stata dunque la giornata di Jean-Claude Trichet. Ma stata anche quella del Governatore di Bankitalia, che

tra qualche giorno ne prender il posto. Le personalit che si sono alternate sul palco, fra le quali la stessa cancelliera tedesca Angela Merkel, per esprimere ringraziamenti e saluti al banchiere francese, hanno infatti rivolto anche il benvenuto al nuovo responsabile di Eurotower. Sono convinto che Mario Draghi avr successo e manterr la rotta tenuta dalla Banca centrale europea, ha detto il novantaduenne ex cancelliere tedesco Helmut Schmidt

i presidenti Bce: Wim Duisenberg, Jean-Claude Trichet e Mario Draghi

augurando a Draghi ogni successo. Lui, il Governatore italiano, ha lasciato la scena a Trichet che ha salutato con parole di stima ed amicizia . Come presidente della Bce, Trichet si trovato ad affrontare il compito e il periodo pi difficile dalla sua creazione e durante la crisi stato il primo, il pi veloce ad agire, ha detto. E poi ha elogiato le qualit del capo di Eurotower determinazione e pragmatismo, finezza e

fermezza che mi hanno arricchito personalmente e hanno semplificato il lavoro in tutti questi anni in cui abbiamo collaborato. In particolare Draghi ha sottolineato la determinazione con cui Trichet ha insistito sullesigenza del consolidamento dei bilanci oltre che sulla stabilit dei prezzi. Indicando cos anche quali saranno le sue stesse linee di azione. Ieri, ancora di pi, apparsa chiara la continuit nella linea di azione del cambio della guardia al vertice della Bce e il nuovo presidente italiano ha auspicato per il suo prezioso amico un futuro in Europa. Con la consegna della campana del Governing Council, Draghi ha preso la scena. Ed stato il padrone di casa nellinaugurazione delle giornate culturali dedicate questanno allItalia e organizzate dalla Banca dItalia che si sono aperte con un concerto di Claudio Abbado. La manifestazione dedicata questanno allItalia si apre a pochi giorni dalla fine del mio mandato di Governatore della Banca dItalia e dallinizio del mio nuovo incarico alla guida della Bce. Sar dunque qui a Francoforte pi spesso e di questo mi rallegro, ha detto soffermandosi sullItalia che

quest'anno celebra il 150 anniversario dellUnit. Da noi si sono susseguite numerose iniziative volte a ripercorrere gli eventi che hanno segnato la storia della nostra nazione. La valorizzazione delle radici socio-culturali italiane essenziale, perch un Paese che ignora il proprio passato, non pu avere un futuro. Sono pienamente convinto che alla base della comune identit europea vi debba essere innanzitutto la conoscenza della storia e delle tradizioni dei Paesi componenti lUnione. Un richiamo allItalia e assieme allEuropa: il passaggio tra Roma e Francoforte avvenuto.

Il libro La biografia del governatore scritta dalla Tamburello

Ciampi: Mario, il civil servant e la strettoia della moneta unica


(n.sa.) Chi luomo che sta per diventare il nuovo presidente della Banca centrale europea? Chi Mario Draghi, litaliano che tra pochi giorni guider la politica monetaria di 17 Paesi, dalla granitica Germania fino alla traballante Grecia? La storia di Draghi, dalleducazione ricevuta in famiglia fino al prossimo passaggio a Francoforte, raccontata in un libro di Stefania Tamburello (Mario Draghi, Il Governatore, Rizzoli Etas, in libreria dal 26 ottobre) ricco di particolari. Personali, come le vacanze da ragazzo e lincontro con la moglie. E professionali, dallesperienza al Tesoro italiano al lavoro alla Goldman Sachs di Londra. Fino allarrivo a Palazzo Koch, sede della Banca dItalia, e infine allapprodo in questi giorni alla Bce. Nel mezzo, naturalmente, anche il botta e risposta con il mondo della politica nostrana, che ha definito in passato le analisi della Banca dItalia ansiogene se non addirittura esoteriche. Entusiasta invece la Germania, perfino quella pi profonda. Basta leggere il benvenuto che gli ha dato il quotidiano Bild: Quanto tedesco Draghi? un autentico prussiano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefania Tamburello
RIPRODUZIONE RISERVATA

La copertina della biografia su Draghi scritta da Stefania Tamburello

shop.santonishoes.com

di CARLO AZEGLIO CIAMPI


(...) Questo lavoro giunge quanto mai opportuno alla immediata vigilia dellinsediamento di Mario Draghi al vertice della Banca centrale europea; ancor pi opportuno ove si consideri la burrascosa temperie che caratterizza la presente stagione. La figura di Mario Draghi banchiere centrale nota ben al di l della cerchia di coloro che seppure in modi diversi possono considerarsi addetti ai lavori. Lo spazio che leconomia occupa oggi nei mezzi di informazione tale che anche la paradigmatica casalinga di Voghera risponderebbe affermativamente e correttamente alleventuale quesito posto in proposito da un altrettanto eventuale sondaggio. Stefania Tamburello si data carico di completare, con mano sicura, un ritratto che, anche per la natura schiva e il carattere riservato di Draghi, era rimasto finora incompleto. Incompleto soprattutto nei tratti, per cos dire, privati del profilo. Completare il disegno di un uomo pubblico con il racconto dellambiente a partire da quello familiare in cui si formato; degli incontri che hanno contato nellindividuarne e incoraggiarne la vocazione esistenziale, prima ancora di quella professionale; delle scelte compiute negli anni della maturit; infine, dei gusti e delle preferenze che egli manifesta in ambiti diversi da quelli del lavoro, una operazione, ripeto, opportuna ove si considerino le responsabilit e, con esse, la crescente esposizione sulla scena internazionale di Mario Draghi. Lassunzione di siffatte responsabilit coincide con una fase storica di inusitata difficolt, per leconomia e non solo; una fase che lopinione pubblica e il cittadino singolarmente vivono con crescente apprensione, nella consapevolezza che le scelte in questo momento rimesse alle Autorit di governo sovranazionali, internazionali decideranno in non piccola misura del futuro di tutti. Sappiamo che non sono pochi i vincoli e i condizionamenti cui scelte e decisioni soggiacciono: un quadro complesso entro il quale discernimento, prudenza, misura, non meno delle conoscenze tecniche, possono rivelarsi cruciali. Il profilo professionale e scientifico di Mario Draghi noto; ne nota la solidit dellesperienza maturata in ambienti e ruoli diversi; gli sono unanimemente riconosciute doti di equilibrio, di saggezza istituzionale, di elevato senso di responsabilit. importante,

allora, che allopinione pubblica, al cittadino sia consentito di inoltrarsi anche nel territorio ideale, dei valori, da cui proviene il civil servant di riconosciute virt; conoscere lhumus che ha reso fertile il terreno in cui egli ha mosso i primi passi. Sapere che tra coloro che prenderanno, e contribuiranno a far prendere, decisioni dalle quali dipender lassetto delle nostre societ negli anni a venire e della qualit della vita che in esse sar dato di vivere, avr un ruolo non irrilevante un personaggio, un uomo, formatosi su solidi principi e per intanto strutturalmente rispettoso di una etica severa, nella sfera privata non meno che in quella pubblica, una scintilla che rischiara il cammino: cammino che un lucido realismo ci fa presagire non facile. La qualit degli uomini incaricati di tracciare la via, di guidare con sapienza il percorso , allora, determinante: lo per la oggettiva difficolt del passaggio; lo per ritrovare, e progressivamente rinsaldare, la

Fase storica Lassunzione di siffatte responsabilit coincide con una fase storica di inusitata difficolt, per leconomia e non solo
fiducia nelle possibilit di toccare il traguardo di un mondo economicamente pi stabile, socialmente pi giusto, politicamente pi coeso. A Mario Draghi, che ricordo giovane neolaureato, frequentatore assiduo e curioso dei seminari organizzati dal Servizio Studi della Banca dItalia; affermato economista distintosi con merito alla Banca Mondiale; apprezzato collaboratore del ministro del Tesoro Guido Carli, cui mi attribuisco il merito di averlo segnalato come Direttore generale; a Draghi che, a mia volta ministro del Tesoro, stato attivamente partecipe, nella mia squadra di allora, nella difficile, appassionante partita per portare lItalia nelleuro, va il mio augurio affettuoso. Con lo stesso spirito che allora ci anim e ci sorresse; con intatta fiducia nel futuro di una Europa unita, ancora una volta affido il mio auspicio ai versi di Goethe: Fa che lopera delle mie mani, alma sorte, io porti a fine! Non lasciare che mi stanchi! No, non sono sogni vani.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MAN CLASSIC: Harrow 9969; Cool 11055

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Codice cliente:

Codice cliente:

Primo Piano

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Decreto sviluppo Le misure

care le casse dello Stato, che finora il Tesoro ha blindato. Tra laltro Tremonti, bench circostanziando il discorso ai soli incentivi ai consumi negli anni 2008-2009, non ha mancato di ricordare che non abbiamo potuto fare stimoli alleconomia perch non avevamo soldi per farlo, dovendo contenere il debito pubblico, e questo il ministro la giudica una felix culpa perch dove sono stati previsti non sono serviti a nulla. Dopo una riunione ieri a Palazzo Grazioli, residenza roma-

Pensiamo a risorse indirette come quelle della defiscalizzazione


Altero Matteoli, ministro delle Infrastrutture

Mutuo garantito per le giovani coppie


Addio pagelle, saranno solo on line. Case pubbliche, riscatto pi veloce
ROMA Riscatto degli immobili degli enti previdenziali; 25% dellIva ai concessionari delle infrastrutture; proroga degli sgravi fino al 55% per le ristrutturazioni ad efficienza energetica; mutui garantiti dallo Stato per le giovani coppie con contratti atipici. Sono questi per adesso i punti fermi tra laltro vanno ancora valutate coperture e modalit giuridiche del decreto sviluppo che non vede ancora la luce. Ci sono poi misure come il concordato fiscale, per le quali va fatto un calcolo politico e altre ancora, come quelle sulla scuola, pi incerte, mentre sono in preparazione una serie di microliberalizzazioni, dalla soppressione degli stimatori e pesatori pubblici alle regole per la produzione della margarina. Il premier Silvio Berlusconi, a proposito del concordato fiscale, conferma: Abbiamo discusso anche di questo, ma non entra nei dettagli di un provvedimento che circola in varie bozze. Spero di poter annunciare qualcosa in settimana. Ma qualcosa non significa un testo pronto entro la prossima riunione del Consiglio dei ministri. Che tra laltro si terrebbe in assenza del ministro dellEconomia, Giulio Tremonti, impegnato da venerd allEcofin. Al massimo potrebbe essere varato un provvedimento per la semplificazione. Il problema sempre lo stesso, come il capo del governo ha ripetuto anche ieri dopo essere stato al Quirinale alla cerimonia dei nuovi Cavalieri del lavoro: Non c la disponibilit di fondi importanti, quindi ci sono problemi da risolvere. Difficolt che si ripercuotono nella maggioranza. Poco prima i tre deputati ex Fli Adolfo Urso, Andrea Ronchi e Pippo Scalia avevano vergato una piccata nota, minacciando di non votare un decreto a costo zero e senza riforme. La questione da risolvere come trovare stimoli alla crescita senza intacna di Silvio Berlusconi con, oltre al ministro Tremonti, Paolo Romani (Sviluppo) e Altero Matteoli (Infrastrutture), il lavoro proseguir oggi dopo la seduta della Camera, questa volta lincontro sar per a via XX Settembre e allargato anche agli altri ministri interessati dal provvedimento. Come detto, viene valutato con attenzione e dovrebbe entrare nel decreto, la dismissione degli immobili degli enti previdenziali. Gli interessati possono esercitare il diritto di riscatto nel termine del 31 marzo 2012. Si pensa anche di facilitare lacquisto della casa alle giovani coppie sposate e con contratti di lavoro precari, con una garanzia dello Stato nellaccensione del mutuo. Una misura gi prevista ma che nelle intenzioni potrebbe essere allargata. Sulla parte che riguarda le infrastrutture, Matteoli dice che gli interventi di cui si sta discutendo non prevedranno esborsi ma giocheranno sulla defiscalizzazione: Il cuore del provvedimento costituito da normativa per lo snellimento delle procedure e creer le condizioni per attrarre investimenti privati. Da parte sua, lo Stato, al massimo, pu contribuire per il 25-30%. Nelle bozze circolate ieri, che farebbero del provvedimento sullo sviluppo un decreto omnibus, un calderone in cui far entrare di tutto, spuntano anche varie altre misure. Alcune puntano alla cosidetta dematerializzazione, pallino del ministro dellInnovazione, Renato Brunetta. In questa categoria rientrano laddio alle pagelle scolastiche dal 2013, che verrebbero inviate via web, i certificati allInps in modalit on line anche in caso di malattia dei figli, il biglietto elettronico per i bus. Nei testi, arrivati sul tavolo del ministro Romani che coordina il lavoro sul decreto, anche una copertura assicurativa obbligatoria per la casa contro il rischio calamit, la possibilit di deliberare lo stato demergenza per le infrastrutture strategiche e la borsa dei carburanti. In questi casi per si tratta di norme che non rientrano nella sintesi esaminata nella riunione di ieri con il premier. Viene invece valutata un proposta di legge presentata dal Gruppo della Lega alla Camera che prevede di detrarre lIva (che si applica in casi di

La bozza

Enti previdenziali
Il riscatto degli immobili
Per completare il processo di dismissione degli immobili degli enti previdenziali, gli aventi diritto possono esercitare il diritto di riscatto entro il 31 marzo del 2012

Il fisco Sul tavolo lipotesi del concordato fiscale, misura che lo stesso Silvio Berlusconi non ha escluso

La proroga Proroga degli sgravi fino al 55% per le ristrutturazioni che migliorano lefficienza energetica

La felix culpa Tremonti ha ricordato la felix culpa, limpossibilit di dare stimoli alleconomia per ridurre il debito

immobili nuovi) per lacquisto e la ristrutturazione della prima casa per gli under 40. Nel testo, presentato dal capogruppo Marco Reguzzoni, anche sgravi fiscali per i datori di lavoro che convertono un contratto a tempo determinato in uno a tempo indeterminato. Ritorna poi un vecchio cavallo di battaglia del Carroccio che far discutere: la riduzione da sei a soli tre mesi del diritto di sussidio di disoccupazione per gli immigrati, dopo di che in mancanza di reddito lo straniero potrebbe essere rimpatriato.

Melania Di Giacomo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lipotesi Il premier: stiamo valutando

La carta di riserva del concordato La prima volta scatt nel 1994


ROMA S, abbiamo parlato anche del concordato fiscale, ma c una discussione in corso e non posso anticipare nulla, ammette il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Nel decreto che il governo sta mettendo a punto per rilanciare leconomia, e con lo scopo di recuperare risorse, ma non solo, un fantasma riemerge dal passato del governo di centro destra. S perch il concordato preventivo fiscale in tutte le sue possibili forme (sperimentale, a regime, biennale, mirato, di massa) e denominazioni (il primo si chiamava "Accertamento con adesione", lultimo venne battezzato come "Pianificazione fiscale concordata"), stata una costante di quasi tutte le leggi Finanziarie varate dal governo Berlusconi. La prima volta fu nel 1994, ed era appunto laccertamento con adesione sugli anni pregressi. Nel 2002, con la legge di bilancio per lanno successivo, arriv il concordato preventivo triennale per i titolari dei redditi di impresa e lavoro autonomo, condito dal concordato per gli anni pregressi. Nel 2003 fu la volta del concordato preventivo biennale, quello che tra laltro esonerava i commercianti dallo scontrino e dalla ricevuta fiscale, poi nel 2005 tocc alla pianificazione fiscale concordata triennale. Tante formulazioni, ma la sostanza sempre stata una: un accordo tra il fisco e i contribuenti in base al quale, in cambio del versamento di imposte un po pi alte di quelle dichiarate, venivano meno i con-

La storia

Un solo viaggio pu cambiare il corso di una vita. Cambogia, maggio 2011.


Ritrovate Angelina Jolie su louisvuitton.com

Nel 1994 ci fu laccertamento con adesione sugli anni pregressi. Nel 2002 arriv il concordato preventivo triennale per i titolari dei redditi di impresa e lavoro autonomo, condito dal concordato per gli anni pregressi. Nel 2003 fu la volta del concordato preventivo biennale, poi nel 2005 tocc alla pianificazione fiscale concordata triennale.

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano
Lappello del presidente della Repubblica deve essere accolto dalle forze politiche con un s o con un no Enrico Letta vicesegretario Pd

Finalmente c la volont di affrontare le riforme per cambiare il Paese Marco Reguzzoni, capogruppo della Lega alla Camera

La scuola
Pagelle sul web
Novit su scuola e universit. Pagelle scolastiche solo on line, a partire dal 2013. E gli studenti universitari potranno iscriversi anche on line gi dal prossimo anno accademico.

Edilizia
Il silenzio assenso
Silenzio assenso per il permesso di costruire. La norma non si applica nei casi in cui sussistano vincoli ambientali, paesaggistici o culturali per i quali, invece, vale il silenzio rifiuto.

Infrastrutture
Gli sgravi
Pu essere attribuita alla societ che costruisce e gestisce l'opera una quota nel limite massimo del 25%, per non pi di 15 anni, del gettito Iva. Si pensa anche a sgravi dellIres.

Laccordo
Capitali allestero
Tra le misure sul piatto resterebbe l'ipotesi di un concordato fiscale, una sorta di accordo con la Svizzera sulla falsariga di quello siglato da Berna con la Germania

Mutui
Garanzie ai precari
Arriva la garanzia dello Stato per le giovani coppie di sposi prive di contratto di lavoro a tempo indeterminato per laccensione del mutuo sulla prima casa.

Imprese e benzina
Il mercato
I controlli sulle imprese vengono razionalizzati per recare minore intralcio all'attivit. Vengono esclusi, entro 2 anni, i petrolieri dalle attivit di gestione degli impianti di distribuzione su strade e autostrade

Il piano Ue

I 25

Il Capo dello Stato Manca una larga condivisione

Barroso: 50 miliardi per lenergia


(i.c.) Il presidente della Commissione europea Jos Manuel Barroso ha annunciato lo stanziamento di 50 miliardi di euro di fondi per lanciare progetti di infrastrutture, energia e telecomunicazioni nei Paesi dellUe. Lobiettivo di contribuire a rilanciare la crescita. Oltre alla disponibilit dei miliardi annunciati prevista lemissione di project bond, embrione di quelli che potrebbero essere un giorno gli eurobond sollecitati da pi governi. Entrando nel dettaglio delle reti di comunicazione allinterno dellEuropa, il commissario Ue per i Trasporti, lestone Siim Kallas, ha confermato il via libera al percorso Helsinki-La Valletta con inclusione della citt di Palermo nel finanziamento del progetto, come sollecitava da tempo lItalia. Kallas ha specificato che la sua istituzione invece non prende impegni rispetto al progetto del ponte sullo Stretto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Impellenti le scelte per tornare a crescere


Il Quirinale nomina i nuovi Cavalieri
MILANO Al merito del lavoro. Ieri mattina il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha consegnato 25 nuove onoreficenze ai cavalieri nominati il 2 giugno scorso (nella foto il presidente della federazione Cavalieri del Lavoro, Benito Benedini). diventato cavaliere del lavoro Renzo Rosso, presidente e fondatore di Diesel, il famoso marchio di jeans. Ma anche Maurizio Marinella, Paolo Ricciulli, Giovanni Russo, che hanno portato al Quirinale la bandiera del made in Naples. E poi Debora Paglieri, presidente e ad dellomonimo marchio cosmetico, Ermenegildo Zegna che ha portato labbigliamento di lusso maschile italiano in giro per il mondo. Anna Rossi Illy, presidente onorario dal 2008 di Illycaff, lamministratore delegato di Terna Flavio Cattaneo, Franco Bernab, presidente esecutivo di Telecom Italia. Onoreficenza anche a Francesco Argiolas, Alessandro Azzi, Lorenzo Banchero, Enrico Banci, Marco Boglione, Niccol Branca di Romanico, Pierluigi Ceccardi, Antonio Colombo, Giovannina Domenichini, Gaetano Maccaferri, Luigi Moretti, Massimo Ponzellini, Luigi Rovati, Giovanni Salvioni, Diana Theodoli Pallini, Angelo Michele Vinci.

Il presidente della Commissione europea Jos Manuel Barroso

Il Colle: angustia per le condizioni politiche


ROMA Tra una settimana andr a Bruges e davanti al Collge dEurope vorrebbe dire qualcosa di chiaro, fuori di ogni ambiguit, sullItalia. Vorrebbe spiegare che lintera comunit nazionale riconosce che giunto il momento di abbattere, gradualmente ma a ritmo sostenuto e costante, il muro del debito pubblico accumulatosi nel corso dei decenni. E vorrebbe dunque assicurare i suoi interlocutori che noi saremo rigorosi, sulla doppia sfida del risanamento e dello sviluppo. Vorrebbe poter fare questo, Giorgio Napolitano. Ma sa che per riuscirci c bisogno di una mobilitazione straordinaria di energie, indispensabili per liberarci da antiche insufficienze e far fronte a momenti di estrema difficolt. Sa di dover contare, lui e il Paese, su una condizione preliminare: che si imponga in tutti coloro che hanno responsabilit pubbliche lassillo di dare risposte convincenti ai nostri partner europei, alle istituzioni europee e insieme, necessit ormai scottante, a una vasta parte dei ceti popolari, delle forze del lavoro e soprattutto dei giovani. lennesimo ammonimento che il presidente della Repubblica lancia negli ultimi tempi. Stavolta lo fa utilizzando lincontro con i nuovi Cavalieri del lavoro, al Quirinale, dov presente mezzo governo, premier Berlusconi in

trolli. Una cosa un po diversa dal condono, tanto vero che insieme ai tanti concordati ci sono state in quegli stessi anni anche tante sanatorie. Il concordato presuppone che i redditi siano stati dichiarati, anche se bassi, il condono neanche quello. Ma il vecchio strumento che il governo Berlusconi sembra tentato di rispolverare, con i progressi fatti negli ultimi anni dallamministrazione fiscale nella lotta allevasione, rischia di essere, quanto meno, un passo indietro. Se non proprio un passo falso. In linea teorica il concordato fiscale serve a conciliare due interessi, quelli dello Stato di incassare le tasse dovute dai cittadini senza il costo degli accertamenti ed il rischio del contenzioso tributario, e quello dei contribuenti di sapere con certezza ed in anticipo quanto dovr pagare sugli incassi futuri. In questi termini non sembra scandaloso, ma nella pratica le cose sono un po diverse. Perch quel principio pu funzionare bene se laccordo, il concordato, si fa sulla base di una conoscenza perfetta della situazione reddituale di ciascun contribuente. Cosa che nella realt non avviene neanche attraverso gli studi di settore.

2,3
miliardi. Le stime del possibile gettito che lo Stato ricaverebbe da un eventuale varo di un condono fiscale

2005
Lultimo anno nel quale stato varato un concordato, si chiamava pianificazione fiscale concordata triennale

I numeri non giocano a favore. Gli imprenditori e gli autonomi titolari di partita Iva in Italia sono cinque milioni, e ve limmaginate lAgenzia delle Entrate studiare cinque milioni di casi e inviare cinque milioni di proposte di concordato fatte su misura? Il problema non sarebbe diverso se dovessero essere i contribuenti a proporre al fisco unipotesi di concordato. Al di fuori dallastrazione, il rischio che alla fine tutta loperazione si risolva in perdita concreto. Ormai lAgenzia delle Entrate recupera dagli accertamenti la bellezza di dieci miliardi di euro ogni anno. Un bottino immensamente pi consistente di quello che si riusciva a portare a casa appena cinque o sei anni fa. Sarebbe unentrata cui dover rinunciare, perch sulle dichiarazioni concordate gli accertamenti sarebbero preclusi (mentre ad esempio non lo sono per gli studi di settore, dove loggetto dellaccordo con il fisco il volume dei ricavi e non limposta dovuta). Anche ammesso che dal concordato preventivo derivi un incasso per lerario superiore allevasione stanata dagli ispettori del fisco, verrebbe meno leffetto deterrente. Che in questi ultimi anni sta giocando un ruolo importante e crescente, anche se certo non ancora determinante, nellindurre gli italiani ad una maggior fedelt fiscale. Levasione lontana dallessere sconfitta, ma di progressi, innegabilmente, se ne sono fatti. Almeno in termini di cassa. A sfavore del concordato c poi un altro fattore, e non certo marginale. Lo strumento potrebbe essere applicato unicamente alle imposte sul reddito, ma non potrebbe in ogni caso essere esteso allIva. Limposta sul valore aggiunto formalmente una tassa "comunitaria": serve a finanziare, anche se in minima parte, il bilancio della Ue. E la Corte di Giustizia europea ha gi condannato lItalia per il condono dellIva degli anni passati, unimposta della quale lo Stato non pu sostanzialmente disporre. La pu ridurre (non sotto laliquota minima) o aumentare, ma non condonare, n tanto meno concordare a forfait.

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano

Lappuntamento di Bruges Lattesa per il discorso di Bruges, al Collge dEurope, dove il Quirinale vorrebbe dare rassicurazioni sullimpegno al risanamento del Paese
testa. E partendo dai decreti di luglio e dagosto, adottati celermente in Parlamento, ma recriminando subito dopo sullimpasse attuale. Infatti, incalza, le difficolt sono sotto gli occhi di tutti se vero che trascorso un mese dallapprovazione del decreto di stabilizzazione finanziaria varato alla vigilia di Ferragosto. E, avverte, proprio a queste difficolt guarda con preoccupazione lEuropa, in attesa che ci si decida ad attuare ogni necessaria integrazione delle decisioni gi adottate e di impellenti scelte di riforma strutturale di stimolo alla crescita. Impellenti perch questo un momento in cui si richiede una forte, netta assunzione di responsabilit: largamente condivisa perch risulti pi credibile, pi garantita nella sua efficacia realizzativa Non posso perci tacere la mia angustia nel constatare che le condizioni politiche per questa pi larga condivisione non si sono finora verificate.

Mario Sensini
msensini@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ecco il punto chiave, nella riflessione del capo dello Stato. Che da un lato si rivela una messa in mora dei tatticismi, delle incertezze e dei traccheggiamenti di queste settimane, potenzialmente assai pericolosi in questa fase demergenza per il nostro espostissimo Paese. E, dallaltro lato, scivola nel pi semplice degli appelli. Cio che ciascuno faccia la sua parte. Molto, ammette, sta facendo il mondo delle imprese, anche in senso propositivo, ed importante dato che va inseguito lobiettivo, appunto, del massimo di coesione nel mondo dellimpresa come nel mondo del lavoro. Tuttavia la parte decisiva spetta alla classe politica e innanzitutto al governo, alla maggioranza di governo. Un invito allunit che, per essere raccolto davvero, implica la lungimiranza di tutte le forze politiche e sociali. Il che per Napolitano equivale a saper sventare il rischio di fuorvianti condizionamenti di calcoli elettorali un rischio che esiste non soltanto in Italia, puntualizza, citando gli esempi di Francia, Germania e Stati Uniti. Tradotto in pratica, ci significa per lesecutivo come per le opposizioni la capacit di mettersi in gioco e di guardare con coraggio agli interessi comuni di pi lungo termine, per lunit dellEuropa e per il futuro delle giovani generazioni. E qui il capo dello Stato si concede un cenno che sembra maturato sugli ultimi eventi romani: La questione della disoccupazione e della frustrazione giovanile devessere al centro delle nostre preoccupazioni e parlo di preoccupazioni per la coesione sociale e anche per lequilibrio democratico e per la convivenza civile.

Marzio Breda
RIPRODUZIONE RISERVATA

10 Primo Piano
#

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Centrodestra I nodi

Faremo ballare la samba al governo ogni minuto Roberto Giachetti, Pd


Lincidente Tensione ieri a Montecitorio per gli equilibri precari nella maggioranza. Si discuteva la modifica dellarticolo 41 della Costituzione sulla libert dimpresa e lemendamento delludc Mantini ha messo in difficolt il centrodestra. Nella foto a sinistra, il tabellone elettronico con il risultato della votazione sullemendamento, respinto soltanto per un voto

Maggioranza in bilico, salva per un voto Mossa sulla giustizia


Prescrizione breve, lidea di portarla subito in Aula
ROMA Il filo sottilissimo e pu spezzarsi da un momento allaltro. Alla Camera, nonostante i ministri inchiodati agli scranni, la maggioranza si salvata per un voto sulla modifica dellarticolo 41 della Costituzione, che regola la libert dimpresa. Un emendamento delludc Pierluigi Mantini stato respinto per 288 voti a 287 in un clima da stadio, che ha visto uno scambio di insulti e gestacci tra Lega e opposizione. Gli faremo ballare la samba ogni minuto spera nel colpaccio Roberto Giachetti, segretario daula del Pd. In Transatlantico allarme rosso. Berlusconi ha dato ordine di traslocare fisicamente il governo a Montecitorio. E quando Gianfranco Fini ha chiesto ad Antonio Leone di presenziare al Quirinale per la consegna delle onorificenze ai Cavalieri del lavoro, il vicepresidente del Pdl ha pregato linquilino di Montecitorio di esonerarlo per non togliere un voto alla maggioranza. Cos Fini ha spedito in missione al Colle anche ludc Renzo Lusetti, segre-

La vicenda

Lultima caduta: il rendiconto

1 2 3

Lesecutivo stato battuto l11 ottobre scorso alla Camera sul rendiconto generale dello Stato per il 2010

Larticolo 41 e il rischio
Ieri la maggioranza si salvata per un solo voto sulla modifica dellarticolo 41 della Costituzione, sulla libert dimpresa

Il ddl Gasparri in sonno


Il ddl Gasparri sulla prescrizione breve in sonno ma pronto per tornare in Aula ai primi di novembre

tario di presidenza. I ministri cerano tutti, ma quando la maggioranza ha schivato lo scivolone alcuni esponenti del governo si erano assentati. Nel centrosinistra, impegnato in un ostruzionismo senza sconti, scattata la caccia agli assenti. Chi era in missione e chi invece fumava in cortile? Con Bersani e DAlema, a Madrid per la conferenza dei progressisti, le opposizioni avrebbero assestato un colpo al governo e meglio ancora sarebbe andata per Pd, Idv e Terzo polo se il sistema elettronico avesse funzionato correttamente. O almeno, questo hanno denunciato Emilio Quartiani e Livia Turco, risultati assenti pur essendo in Aula. Il vicepresidente di turno, Maurizio Lupi, ha detto che il sistema sar verificato, ma per lui tutto ha funzionato a dovere. A scaldare gli animi il democratico Furio Colombo: Vedervi qui a far niente per approvare una cosa che sembra scritta da Bossi non ha significato. Il leghista Marco Reguzzoni scatena la reazione dei dipietristi e

cos Rocco Buttiglione dal banco della presidenza richiama allordine: Vi prego di non usare parole non appropriate. E Pier Ferdinando Casini chiede al Pdl unassunzione di responsabilit: Fermatevi davanti a questa inconsulta marcia verso il nulla. Al Senato la prova di forza per la maggioranza solo rimandata ai primi di novembre, quando allordine del giorno dellAula potrebbe essere inserito dimperio il ddl sulla prescrizione breve, che tanto interessa gli avvocati del presidente del Consiglio imputato per corruzione di testimone al processo Mills. Ieri il testo ha subi-

La libert dimpresa Centrodestra in difficolt alla Camera sulla modifica allarticolo 41 della Costituzione Lostruzionismo Al Senato ostruzionismo efficace in commissione, ma lo stop permetter di aggirare lostacolo

to lo stop tattico annunciato e, dopo giorni di ostruzionismo in commissione Giustizia, finito temporaneamente in un cassetto per ordine del presidente Filippo Berselli (Pdl). Il ddl Gasparri sulla prescrizione breve per gli incensurati dunque in sonno ma comunque pronto per essere calendarizzato in Aula senza mandato al relatore. Il governo, che sorveglia da vicino questo testo ormai prossimo al traguardo definitivo, confida che la partita si possa chiudere con o senza fiducia entro una o due settimane. Perch, conferma il sottosegretario alla Giustizia Giacomo Caliendo, il ddl sulla pre-

scrizione breve pu essere discusso e votato in Aula anche durante la sessione di bilancio che inizia oggi. Questa tesi viene contestata da Felice Casson (Pd) e da Luigi Li Gotti (Idv) perch, a parer loro, il ddl comporta oneri di spesa. La Lega, insistono infine Silvia Della Monica (Pd) e Francesco Rutelli (Api), abbandoni questo sciagurato progetto di legge. Ma a Palazzo Madama, con la sentenza di primo grado del processo Mills prevista a breve, tutti sanno che questa una mera illusione.

Monica Guerzoni Dino Martirano


RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano 11
#

La Lega abbandoni questo sciagurato progetto di legge Francesco Rutelli, Api

Basta ostruzionismo, non posso tenere bloccati i lavori Filippo Berselli, Pdl

ROMA La fibrillazione, come eufemistico definire lagitazione che scuote da giorni il Pdl e lintero Palazzo, ai massimi livelli. Dopo il voto di fiducia superato per il rotto della cuffia la settimana scorsa, dopo le nomine di viceministri e sottosegretari che hanno fatto inferocire tutto il Pdl, dopo gli addii di Destro, Gava, Sardelli e gli avvertimenti che se non cambiano le cose a seguirli saranno in tanti, i big del partito corrono ai ripari. La deadline per soluzioni diverse dal voto anticipato nel caso in cui il governo dovesse cadere per lennesimo incidente, per sfaldamento, per mano di qualche palese pugnalatore fine ottobre. Entro questa data sarebbe ancora possibile, almeno in teoria, andare subito al voto anticipato, come Berlusconi minaccia di fare qualora gli venga a mancare la maggioranza. Dopo, con le festivit di mezzo, si dovrebbe necessariamente arrivare alla primavera per trovare una finestra utile per le urne. Con il governo in carica o un altro. Ed per esaminare tutti questi scenari, per capire quale potrebbe essere la via duscita migliore per maggioranza e governo se lesecutivo cadesse, che negli ultimi giorni stanno susseguendosi cene a ritmo serrato. Si vedono tutti: dagli scajoliani (ieri riuniti alla Camera per fare il punto) a gruppi sparsi di deputati in ansia. Ma soprattutto, si incontra il gotha

Appuntamento ai Parioli
Luned sera si sarebbe incontrato allhotel Duke, a Roma, il gotha del Pdl: Lupi, Cicchitto, Verdini (insieme nella foto a sinistra). Ma anche Angelino Alfano e Renato Schifani (foto sopra): il presidente del Senato potrebbe guidare un governo di transizione con lUdc

Alla Camera

Cene e strategie per evitare le urne Spunta lidea di un governo Schifani


Il Pdl alla ricerca di soluzioni: lobiettivo coinvolgere lUdc
per tentare di dar vita ad un governo che partendo dallattuale maggioranza la allarga allUdc e con il sostanziale via libera del resto dellopposizione guida la transizione fino almeno alla primavera, se non oltre. Per fare la legge elettorale, varare qualche riforma strutturale necessaria per far quadrare i conti. E per dare tempo al Pdl di riorganizzarsi e presentarsi al voto con una nuova alleanza guidata magari da Angelino Alfano, visto che la discontinuit con il governo Berlusconi la condizione tassativa chiesta da Casini per qualsivoglia intesa. Scenari complessi e complicati, che comunque sono esaminati seriamente negli incontri che si susseguono, si fissano, si disdicono. E si smentiscono. Giurano infatti di non essere stati alla cena, almeno non tutti insieme, sia Schifani (da palazzo Madama spiegano che Era a Palermo), sia Verdini (Se qualcuno si visto, non mi ha avvertito: ero a Firenze), sia Cicchitto. Quello che per certo che, per ieri sera, allo stesso hotel e alla stessa ora Alfano aveva invitato gli stessi presunti commensali di quella di luned, pi altri big del Pdl (tra i quali La Russa e Gasparri). A tavola era previsto sedessero una decina di plenipotenziari del partito, ma allultimo momento lappuntamento saltato. Ufficialmente, per concomitanza con la festa di compleanno di Beatrice Lorenzin (che festeggia i suoi 40 anni). Forse, anche perch levento da riservato quale doveva essere era venuto alla luce. E lidea di passare per congiurati davvero non va gi a nessuno. Noi spiega un esponente della stretta cerchia berlusconiana stiamo verificando tutte le soluzioni possibili in caso di crisi, che peraltro non affatto detto che ci sia. E tra queste lipotesi di Schifani quella che appare pi solida. Ma sia chiaro, ogni scenario realizzabile solo se Berlusconi si convince che pu essere quello giusto. Nessuno di noi, tantomeno i vertici del partito, farebbe nulla senza il suo consenso. E a complicare il quadro c il puzzle degli incastri: che farebbe la Lega in caso di crisi? Sosterrebbe davvero un eventuale governo tecnico aperto ai centristi? E lopposizione a quel punto potrebbe affidare a un fedelissimo di Berlusconi la guida del Paese rimanendo alla finestra? Interrogativi senza risposta al momento, ma che ai vertici del Pdl devono necessariamente porsi nel caso in cui la situazione precipiti. E la via crucis del decreto sviluppo potrebbe accelerare i tempi del chiarimento. Sempre che il governo non continui a prendere tempo: Per evitare di andare sotto scuote la testa uno dei dissenzienti del Pdl questi sono capaci di non presentarlo pi....

Arresto di Papa Blitz del Pdl: ora la Giunta revochi il s


ROMA vero, non ci sono precedenti, ma non si fanno solo cose facili. Cos, il capogruppo pdl in Giunta per le immunit, Maurizio Paniz, giustifica listanza presentata ieri assieme ai pdl Enrico Costa e Gaetano Pecorella. Una richiesta di revoca di quellautorizzazione allarresto del deputato pdl, Alfonso Papa (nella foto), concessa tre mesi fa. Si chiede alla Camera, che a maggioranza ha ritenuto non ci fosse da parte dei magistrati un fumus persecutionis e ha dato il via libera allarresto del parlamentare accusato di corruzione e rivelazione di segreto dufficio, di ripensarci. Del resto Papa detenuto da tre mesi, gi stato fissato il giudizio immediato, le prove sono state acquisite, non mi pare che la detenzione sia pi necessaria, fa notare Paniz. E a chi contesta che sia una richiesta senza precedenti, replica: vero. Ma larticolo 68 della Costituzione non dice che una volta concessa lautorizzazione non possa essere revocata, anzi, c un inciso che fa riferimento al mantenimento della detenzione, con la possibilit quindi che ci possa essere una nuova valutazione. Il presidente della Giunta, il pd Pierluigi Castagnetti non si sbilancia: un caso inedito, non ci sono precedenti, leggeremo listanza, e valuteremo. La Camera si gi espressa e il Pdl farebbe bene a rispettare lesito di un voto che ha contribuito a determinare, mette il dito nella piaga la pd Donatella Ferranti bocciando la proposta avventata e anticostituzionale.

La condizione La transizione durerebbe almeno fino alla primavera Ma nessuno si muover senza il consenso di Berlusconi
del partito. Al riparo da occhi indiscreti, per discutere seriamente di come tessere leventuale rete di protezione per un governo dal quale Silvio Berlusconi fosse costretto a fare il fatidico passo indietro. Sussurrano i bene informati che luned, alle dieci di sera, si sarebbero incontrati nel cuore dei Parioli allhotel Duke di propriet della famiglia del coordinatore pidiellino del Lazio Alfredo Pallone, luomo passato alla storia per aver provocato lesclusione della sua lista dalle Regionali poi vinte dalla Polverini pezzi da novanta del Pdl come il segretario Alfano, il coordinatore Verdini, il capogruppo Cicchitto, Maurizio Lupi e il presidente del Senato Renato Schifani. Cena ristrettissima, con luomo che raccontano nel partito da seconda carica dello Stato avrebbe i gradi giusti

Il gip di Palermo

Romano, chiesto luso delle intercettazioni


ROMA (v. pic.) Il deputato Saverio Romano, nello svolgimento delle sue funzioni pubbliche si sarebbe messo al servizio degli interessi di un comitato di affari, per i pm legato a Cosa nostra, che incentrava le sue attivit sulle aziende del Gruppo Gas. Un servizio svolto in ogni attivit nella quale fosse richiesto, cos violando i doveri di probit e imparzialit. Cos il gip di Palermo, Piergiorgio Morosini, nella richiesta di utilizzo delle 25 intercettazioni del ministro accusato di corruzione aggravata, giunta ieri alla Camera. Colloqui che attestano contatti, frequentazioni, e percezione di denaro contante. Contenuto vacuo, non le temo ha fatto sapere il ministro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Chi Saverio Romano, 46 anni, ministro delle Politiche Agricole

Paola Di Caro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista Dopo il 6,5% in Molise, avviso al centrodestra: se non si cambia rischi reali, a partire dal fotovoltaico

Siamo briganti, sul Sud lesecutivo pu cadere


Miccich: noi abbiamo salvato Iorio Strepitosi, stessi risultati dellUdc
ROMA Siamo 14 briganti pronti a tutto se le ragioni del Sud non verranno ascoltate. Gianfranco Miccich, gi capufficio Irfis (Banco di Sicilia), dottore senza laurea (definizione di Marcello DellUtri) in Publitalia, proconsole di Silvio Berlusconi in Sicilia, un anno fa ha lasciato larmata azzurra e ha fondato un plotone arancione di ribelli, Forza del Sud. Non contento, ha fondato Grande Sud, nato dalla confluenza geografica e politica con Io Sud (Adriana Poli Bortone) e Noi Sud (Arturo Iannaccone). La prima prova elettorale, le elezioni in Molise, stata premiata con un ragguardevole 6,54 per cento. Briganti, dice: non molto rassicurante come definizione. Lo so, i briganti sono stati fatti passare per banditi, per gentaglia. E invece erano ragazzi che difendevano la loro famiglia e la loro terra. Purtroppo la storia la scrivono i vincitori, ma ora stanno uscendo le carte secretate per lungo tempo e si capir meglio. Qual il suo brigante preferito? Ninco Nanco, brigante lucano. Lha visto il video di Eugenio Bennato? No, ma Ninco Nanco oltre a combattere contro lesercito sabaudo, era noto anche per la brutalit: uccise un uomo a colpi dascia per vendetta e strappava il cuore dal petto ai bersaglieri. Se va a vedere, i soldati ai briganti gli stupravano le mogli e si lasciavano andare a molte atrocit. In realt, loro erano paladini della famiglia, regolarmente maltrattati e trucidati. Noi dora in poi ci chiameremo i briganti del Sud. E faremo brigantaggio parlamentare. Facendo cadere il governo? Solo se ci chiederanno di farlo cadere. In che senso? Se diranno no alle nostre proposte. Intendiamoci, noi non siamo arroganti: ma vogliamo che le nostre proposte siano discusse, altrimenti cade il rapporto di fiducia. E il governo. Gli incentivi al fotovoltaico, per esempio. Consentiremo una perequazione con il Nord solo quando il nostro Pil sar pi alto. Chi insiste su questo vuol far cadere il governo. E il rischio reale. Messa cos, quasi rottura. Eppure ha appena detto di Berlusconi: Lo adoro Infatti, ha mille difficolt ma ci ha abituato a riprese inaudite e chiss che non arrivi a fine legislatura. Quanto a me, io sono stato eletto con questa maggioranza, ci voglio rimanere e spero di esserci anche alla prossima. Sia chiaro che non far mai cadere il governo per imbrogli politici, ma soltanto se le ragioni del Sud non verranno ascoltate. Lei ripete da tempo di voler fare il governatore della Sicilia. Ho alcune ricette per la Sicilia e mi piacerebbe metterle in cantiere. Per fortuna posso lavorare sulle alleanze. Si parla di un riavvicinamento con Raffaele Lombardo. Nessun riavvicinamento, finch sta con il Pd. Grande Sud ha avuto un ottimo risultato in Molise. Voto strepitoso, stessi risultati dellUdc. Abbiamo salvato Iorio, che una persona perbene, molto equilibrata. Ma molti elettori, senza di noi, non avrebbero votato centrodestra. C delusione. Sta prendendo lo stesso vizio del centrosinistra, che indicibile: appena viene fuori uno buono, lo buttano fuori. E ora? Ora il centrodestra deve cambiare schema di coalizione. Crollato il muro di Berlino, lideologia della gente il treno in orario e lospedale che funziona. La Lega ha fatto unoperazione di grandissima intelligenza e mi fa simpatia. Grande Sud dovr essere la forza non di contrasto alla Lega ma di riequilibrio. Se scendiamo in campo anche noi, laltra squadra smetter di segnare a porta vuota.

Il brigantaggio era fatto


da ragazzi che difendevano la famiglia e la terra, non da banditi. Io governatore della Sicilia? Ho alcune ricette e vorrei metterle in cantiere

Virginia Piccolillo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Trocino
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

12 Primo Piano
#

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Centrodestra Il caso

La decisione non pu non essere salutata con soddisfazione da chi ha a cuore Roma Capitale e lunit nazionale Gianni Alemanno, Pdl

Chiudere i ministeri a Monza La Lega: la sentenza non ci tocca


Lha deciso il tribunale di Roma. Sacconi: opinabile. Opposizioni: farsa finita
ROMA Erano stati inaugurati nella villa Reale di Monza lo scorso 23 luglio (due uffici, 150 metri quadrati appena) ma con una grande risonanza: i ministeri del Nord. Ieri il tribunale del lavoro di Roma li ha chiusi. Meglio: il giudice Anna Baroncini ha ordinato di rimuovere gli effetti dei decreti che avevano istituito queste due sedi periferiche la decisione che, sostengono, stata adottata senza il rispetto della legge e delle regole sindacali. Il tribunale ha dato loro ragione. Ma Maurizio Sacconi, ministro del Welfare, contesta: Una sentenza creativa e molto opinabile, ha detto trascinandosi dietro tuttavia le polemiche anche allinterno del suo stesso partito, il Pdl. Poi ha spiegato: La giurisprudenza del lavoro stata a lungo unanomalia di questo Paese, oggi si fortunatamente ridimensionata, ma emergono ancora capacit creative che certo non aiutano levoluzione del nostro mercato del lavoro. In luglio era stato per primo il Quirinale a sollevare dubbi e perplessit sulla creazione di questi ministeri del Nord. E infatti il presidente Giorgio Napolitano aveva scritto al premier Silvio Berlusconi per manifestare la sua preoccupazione. Eppure il nastro di quei due uffici nella Villa Reale di Monza era stato tagliato ugualmente. Centocinquanta metri qua-

Il caso

Listituzione di sedi periferiche

1 2 3

Il 7 giugno vengono istituite per decreto sedi periferiche di ministeri cari alla Lega, come quelli di Bossi e Calderoli

Accolto il ricorso Il giudice del lavoro: c stato comportamento antisindacale della presidenza del Consiglio
dei ministeri, una conquista della Lega nord. Una polemica che non si era mai esaurita. A questa decisione si arrivati dopo un ricorso presentato dai sindacati della presidenza del Consiglio, il Sipre e lo Snaprecom. Ma la Lega si opposta senza mezzi termini e ha sostenuto che la sentenza non la riguarda. I sindacati avevano fatto ricorso contro

I sindacati fanno ricorso


I sindacati autonomi della presidenza del Consiglio fanno ricorso per comportamento anti-sindacale

Il giudice del lavoro e il decreto


Il decreto del giudice del Lavoro di Roma, depositato ieri, accoglie il ricorso e ordina di chiudere le sedi a Monza

drati: se li sono spartiti i ministri Umberto Bossi, da un parte, e Roberto Calderoli, Giulio Tremonti, Michela Brambilla, dallaltra. Non sono stati molto usati questi uffici, fino ad ora, ma limportanza attribuita dai leghisti a queste sedi ha portato non soltanto a vibranti proteste, ma anche a promesse di non rispettare la sentenza. Per la sentenza hanno esultato, invece, il sindaco di Roma Alemanno, (lo avevamo detto che questa follia non aveva fondamento n politico n giuridico) e anche la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, questestate fra i pi accesi detrattori dei ministeri del Nord: Il tribunale di Roma aggiunge un ulteriore motivo per il mantenimento dei dicasteri nella Capitale, oltre a quelli di opportunit politica e amministrativa. Anche Barbara Saltamartini, vicepresidente del Pdl a Montecitorio, plaude alla decisione del giudice del lavoro di Roma, unendosi al coro di tutta lopposizione: Tale decisione conferma la perplessit

Linaugurazione il 23 luglio 2011 e a Monza il leader della Lega Umberto Bossi, per loccasione con occhiali da sole in stile topgun, inaugura gli uffici ministeriali che la Lega ha voluto aprire alla Villa Reale, al suo fianco (da destra) ci sono i ministri Michela Vittoria Brambilla, Giulio Tremonti, Roberto Calderoli e il presidente del Piemonte Roberto Cota (Newpress)

che avevamo sollevato assieme a numerosi colleghi del Pdl. Per questo mi auguro che il governo non perseveri in questa direzione. Per Vannino Chiti, vice presidente pd del Senato il tribunale mette fine ad una farsa surreale, mentre per Lorenzo Cesa, segretario dellUdc, ba-

stava un po di buon senso per capire che la farsa non poteva stare in piedi. Di farsa parla anche Massimo Donadi, capogruppo dellIdv alla Camera, aggiungendo: Fin dallinizio era chiaro che questo trasferimento era una scelta irrealizzabile viziata da atti illegittimi.

I sindacati della presidenza del Consiglio non si fermano. Sono pronti ad andare fino in fondo e ricorrere anche al tribunale amministrativo per riuscire a far annullare gli stessi decreti e non soltanto i loro effetti.

Alessandra Arachi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Centrosinistra Cinque Stelle al 5% e il Pd cerca il confronto perch teme lasse tra il comico e de Magistris. Ma cos rischia di allontanare i centristi

Democratici stretti tra Grillo in crescita e la corte a Casini


ROMA Il movimento di Beppe Grillo contiene elementi di cui vogliamo tenere conto. Io intendo confrontarmi con tutti: nel Pd Pier Luigi Bersani il primo e di certo non lunico a guardare con attenzione quello che sta accadendo nel panorama elettorale, dove i grillini sono ormai una costante in quasi ogni elezione. Quasi tutti sondaggi li danno intorno al 5 per cento a livello nazionale. Nel giro dellultimo mese, poi, sono aumentati di mezzo punto. E un loro eventuale candidato in proprio potrebbe prendere il 6 per cento da solo. Sono dati che preoccupano non poco i dirigenti del Partito democratico. Finora ragiona Enrico Letta il movimento 5 Stelle sfondava solo nelle grandi citt. Ora si sta espandendo dappertutto. Il vice segretario confida i suoi timori a Pier Luigi Castagnetti, che concorda con lui. Poco pi in l, nel cortile della Camera, un altro deputato del Pd, Giovanni Lolli, d voce a riflessioni analoghe: Vedrete che quelli cresceranno e diventeranno un problema perch dovremo decidere come gestire il rapporto con il movimento
Comico Beppe Grillo, 63 anni, creatore del Movimento 5 Stelle

cinque stelle. Gi, senza i grillini il centrosinistra potrebbe non vincere le elezioni, con loro potrebbe non riuscire a governare. Ed su questo secondo aspetto che si sofferma Bersani: Bisogner siglare un patto di governabilit tra le forze del centrosinistra prima di andare alle elezioni insieme perch non possiamo fa-

re il bis dellUnione. Dobbiamo decidere il programma e attenerci a quello quando saremo alla guida del Paese. Il segretario del Partito democratico convinto che non si possa fare altrimenti, pena il rischio di ripetere gli errori del passato: E comunque sottolinea Bersani io non voglio fare la fine di Prodi. Ma riuscire a mettere

insieme Grillo e Casini una missione impossibile. E comunque non interessa al movimento 5 stelle. I grillini tengono a marcare le distanze con i partiti dellopposizione. Potrebbero invece allearsi con il movimento che Luigi de Magistris sembra intenzionato a mettere in piedi, operando lo strappo definitivo con Di Pietro. uneventualit che al Partito democratico temono e che non escludono. Bersani, perci, si trova stretto in una tenaglia. Da una parte deve lasciare uno spiraglio aperto allUdc, anche perch gli ex ppi insistono su questo punto. Dice Beppe Fioroni: Pier Luigi si ricordi che non il segretario del Ds ma del Pd, non lo deve dimenticare senn la ragione sociale del nuovo partito viene a mancare. Dallaltra, non pu lasciare certi temi solo al movimento 5 stelle. Quindi la presenza dei grillini nel panorama elettorale condizioner inevitabilmente la linea del Pd. C chi ritiene il caso del governatore della Toscana Enrico Rossi che non si

possano scegliere candidati troppo moderati anche per questo motivo: lo prova il fatto che a Milano con Pisapia e a Napoli con de Magistris il movimento 5 stelle non ha inciso come ha invece inciso nelle elezioni Regionali del Piemonte e del Molise. E la presenza dei grillini nello

Il governatore toscano Per Rossi, lunico modo per disinnescare lattore non scegliere candidati moderati Come a Milano e Napoli
scenario politico rende inevitabile lappuntamento con le primarie, che a questo punto diventano uno strumento per coinvolgere maggiormente gli elettori: Io non ho paura di farle, chi lo dice racconta balle, assicura Bersani.

Maria Teresa Meli


RIPRODUZIONE RISERVATA

mmeli@rcs.it

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano 13
#

Burocrazia impermeabile al federalismo: non li vogliono trasferire perch sanno che a Monza si lavora Mario Borghezio, Lega

Dopo il falso federalismo, anche lennesimo regalo concesso alla Lega si rivelato una patacca Anna Finocchiaro, Pd

Il Carroccio La linea: Il giudice parla di lavoratori, non ci riguarda

Non li chiuderemo Ma lo scontro in Veneto a preoccupare Bossi


Il Senatur: non caccio Tosi, lo incontro luned
MILANO Non chiuderemo. Roberto Calderoli un po il padre dei ministeri monzesi e lo dice chiaro: il pronunciamento del tribunale di Roma non cambia le cose. Perch secondo il ministro alla Semplificazione, il suddetto ufficio non ha il potere di annullare i decreti, non gli spetta. Al massimo, secondo il ministro della Semplificazione, ad essere annullati sono gli effetti dal punto di vista dei problemi sindacali. Ora, comunque ci consulteremo con la presidenza del Consiglio. Da un certo punto di vista, se gli effetti annullati sono soltanto quelli sindacali, al momento non poi gran questione. Umberto Bossi lo spiega cos: Il problema sono i lavoratori ma non abbiamo spostato nessun lavoratore da Roma, quindi la sentenza non ci riguarda. Nei quattro ministeri che hanno trovato spazio nella Villa Reale di Monza, al momento lavora una persona soltanto: il portavoce di Calderoli, Fabrizio Carcano. Il ministro, secondo coloro che lavorano nelle varie strutture della villa arciducale voluta da Maria Teresa dAustria, si vede tutti i luned per qualche ora. Quanto agli altri esponenti del governo che dispongono di scrivania a Monza, consumeranno poco gli arredi. A partire da Umberto Bossi. Persino il leader padano si visto soltanto allinaugurazione, e poi il primo luned di settembre assieme a Giulio Tremonti. Michela Vittoria Brambilla, invece, ha messo piede a Monza soltanto il giorno del battesimo della sede distaccata. Tra laltro, il ministero del Turismo, non si capisce bene il perch, non dispone neppure della relativa targa. Quelle esistenti Economia, Semplificazione e Riforme istituzionali sono peraltro sistemate allinterno dei locali: troppo alto il rischio di furti lasciandole esposte alla notte brianzola. Va detto che la Lega, alla notizia proveniente da Roma, non si sollevata come un sol uomo. Ha tuonato il segretario dei Giovani padani Paolo Grimoldi: Sarebbe il caFossero questi i problemi... In realt, la testa del Carroccio tutta da unaltra parte, a occupare cuori e menti il fumante fronte interno. Ieri, in particolare la sortita di Umberto Bossi (Tosi uno str...) ha gettato il Veneto in fibrillazione totale. Ieri sera il leader leghista ha voluto alleggerire la tensione: ha detto di non avere intenzione di espellere Tosi. Lho invitato luned. Con ogni probabilit gli chieder di rinunciare a presentare una sua lista civica alle amministrative della prossima primavera. Difficile, comunque, che Tosi si auto-imponga il bavaglio: proprio questa sera, nonostante si trovi negli Stati Uniti, dovrebbe intervenire a Porta a porta con Alemanno e Renzi. Va detto che a Verona lintera militanza giovanile sogna gi la corsa solitaria ed pronta alle barricate a favore del sindaco e contro quelli del ventilatore (cos molti uomini del Leone chiamano il Sole delle Alpi). Cosa diversa lestablishment del partito, a partire dal segretario nazionale Gian Paolo Gobbo. Che luned dovrebbe essere a sua volta in via Bellerio a colloquio con il Capo: chieder lumi sullargomento Tosi, come pure il via libera a quello che alcuni considerano un commissariamento di fatto. E cio, il pretendere che le delibere delle segreterie provinciali, prima di diventare operative, debbano avere lavallo di quella nazionale veneta.

La galleria

Tensione a Verona I giovani leghisti di Verona sognano la corsa solitaria e sono pronti alle barricate a favore del loro sindaco
so di valutare la chiusura del tribunale di Roma, pi che dei ministeri di Monza. Questa una sentenza politica, non possiamo fare finta di niente. Promette Grimoldi: Sar nostro dovere esaminare tutti gli atti di questo efficiente tribunale di Roma e vedere quali altre chicche ci ha regalato in passato. Inoltre, da registrare la soave presa di posizione di Mario Borghezio: Sentenza di m.... Alemanno la appenda nel cesso. Roma la capitale del fancazzo. Tolto qualche esponente locale, le reazioni sono queste.

Simboli Uno degli uffici a Monza: sulla scrivania una statuetta di Alberto da Giussano, alle pareti foto di Giorgio Napolitano, Umberto Bossi e un arazzo che raffigura il giuramento di Pontida

Lo scontro Tre giorni dopo la cerimonia leghista a Monza, Giorgio Napolitano scrive al premier muovendo rilievi politici e giuridici. Bossi replica: I ministeri li lasciamo l. scontro con il Colle

Le proteste Gli uffici ministeriali alla Villa Reale restano vuoti (niente telefoni, n bagni). In compenso diventano teatro di diversi cortei di protesta e sit-in contro loperato del governo

Marco Cremonesi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso La Regione Lombardia avr un super eliporto, la Liguria protesta per le cilindrate delle auto blu limitate a 1.600 centimetri cubi

Soldi, macchine ed elicotteri: niente tagli, siamo politici


Tassa sui redditi, ministri graziati: Non sono dipendenti. Riduzioni-beffa
SEGUE DALLA PRIMA

Il motivo? Non sono lavoratori dipendenti bens titolari di cariche politiche. Perci, niente sforbiciata. Anzi: a novembre verranno rimborsati a Lorsignori i tagli erroneamente applicati dallo scorso gennaio. Tanto per fargli passare un Natale pi sereno di quello che aspetta milioni di italiani. Siamo alle solite. Nel momento in cui la cinghia sempre pi stretta e di fronte alle richieste di inter-

Scelte surreali Respinta al Pirellone la mozione idv per abolire i rimborsi spese ai componenti di vertice dellassemblea che rinunciano allauto di servizio: 51.600 euro lordi lanno
venti per uscire dalla crisi il presidente del Consiglio allarga le braccia ammettendo non ci sono soldi, ci inventeremo qualcosa, arrivano dal Palazzo segnali ai confini della realt. Surreale il tema in discussione al question time di marted nel Consiglio regionale della Lombardia: a che cosa serve leliporto realizzato per la nuova sede della Regione? Domanda rimasta inevasa

ma che inevitabilmente ne suscita una seconda: quale sar il colore dellelicottero che si alzer da quel tetto? Sulle dimensioni potremmo gi farci unidea. La pista con diametro di 26 metri e portanza di 6,4 tonnellate, come spiega il sito internet regionale pu consentire perfino il decollo e latterraggio di un mostro tipo Agusta AW 139, elicottero da supervip in grado di ospitare fino a 15 passeggeri. Ma il colore? Forse il classico blu delle possenti berline di servizio? Aspettando di avere maggiori dettagli sul motivo per cui il nuovo luccicante quartier generale del governatore Roberto Formigoni disponga di un eliporto validato per 40 (quaranta) voli settimanali (uno allora per ogni ora di lavoro), secondo quanto ha dichiarato ieri lassessore ai Trasporti Raffaele Cattaneo, ci sia consentita unosservazione. Che cosa, meglio di un elicottero, sottolinea la distanza siderale che separa una certa politica dal Paese? Surreale, per restare in Lombardia, anche un altro dibattito che si svolto lo stesso giorno nel Consiglio regionale, dov stata respinta una mozione demagogica dei dipietristi i quali chiedevano labolizione del rimborso spese spettante ai componenti di vertice dellassemblea che rinunciano allauto blu: 51.600 euro lordi lanno, che moltiplicati per cinque anni di

I segnali dal Palazzo La cinghia sempre pi stretta, il premier allarga le braccia ammettendo non ci sono soldi, ma dal Palazzo vengono segnali ai confini della realt

mandato fanno 258 mila euro, ossia mezzo miliardo delle vecchie lire. Il tutto rubricato sotto la voce risparmi, considerando che il costo annuale di unauto di servizio, autista compreso, ammonta secondo lassemblea lombarda a qualcosa come 86 mila euro. Surreale il ricorso alla Corte costituzionale promosso dalla giunta regionale ligure presieduta da Claudio Burlando contro larticolo della manovra economica che limita per il futuro la cilindrata delle

auto blu a 1.600 cc, seguito dallinvito a Giulio Tremonti ad occuparsi di cose serie come gli eurobond, la speculazione finanziaria o il difficile equilibrio dellEuropa e della Germania. Come se lo schiaffo assestato ai cittadini che si vedono sfrecciare ogni giorno sotto il naso i cortei di monumentali e voraci Audi, Mercedes o Bmw con il loro prezioso carico protetto dai vetri oscurati, mentre i poliziotti che dovrebbero garantire la loro sicurezza sono costretti a

26

metri di diametro e portanza di 6,4 tonnellate: le cifre delleliporto lombardo

fare il pieno alle volanti di tasca propria, non fosse una cosa seria. Surreale la dichiarazione a Radio 24 di Catia Polidori, ex contestatrice di Berlusconi quando militava nel Fli di Gianfranco Fini, nominata sottosegretaria dopo aver votato la prima fiducia il 14 dicembre 2010 e rinominata viceministra dopo aver votato la seconda il 14 ottobre scorso. Eccola: Garantisco che avere un viceministro che si pu chiamare viceminister allestero fa la differenza. Come se davvero potessimo credere che il motivo reale della sua promozione, una delle quattro seguite allul-

timo salvataggio del governo di Silvio Berlusconi, fosse proprio quello. Surreale la replica al Corriere di Annalisa Vessella, consigliere regionale della Campania a 9.665 euro netti al mese, moglie del deputato Responsabile Michele Pisacane collocata dal ministro Responsabile Francesco Saverio Romano anche sulla poltrona di una societ pubblica con relativo stipendio da 140 mila euro lanno, che ha rivendicato seccata, senza il minimo imbarazzo per il doppio imbarazzante incarico, la laurea in legge oltre alle proprie acclarate competenze. Ci scusi, signora, se ci siamo permessi... Surreale la notizia, raccontata da questo giornale, che mentre si d unaltra spuntatina alle pensioni c in Parlamento una pattuglia di onorevoli che alla lauta retribuzione per lincarico attuale somma anche il vitalizio per essere stato consigliere regionale della Campania: alcuni appena cinquantacinquenni. E uno di loro, Domenico Zinzi, anche presidente della giunta provinciale di Caserta. La cassa vuota, vuotissima. Ma per cosucce di questo genere i soldi si trovano sempre. Abbiamo davvero limpressione di vivere su un altro pianeta.

Sergio Rizzo
RIPRODUZIONE RISERVATA

14

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Primo Piano 15
#

Politica e satira
La manifestazione del 5 novembre a Roma

Le primarie? Le avete inventate voi italiani, noi francesi le abbiamo soltanto perfezionate Franois Hollande candidato alle presidenziali francesi

Bersani e lasse europeo: anche Hollande sul palco di San Giovanni


DAL NOSTRO INVIATO

MADRID Era una riunione tra amici, la Global Progress Conference di due giorni, convocata a Madrid dalla Fundacion Ideas, laboratorio ideologico del Partito Socialista spagnolo. Ma il nemico sempre in ascolto, ed esaurite le pianificazioni strategiche sulla creazione di una piattaforma mondiale contro la crisi e contro le aggressioni dei mercati finanziari allEuropa, Pier Luigi Bersani non

rinuncia a lanciare la sua sfida: Il 5 novembre, in piazza San Giovanni, a Roma, ci saranno anche il segretario del partito socialista francese, candidato allEliseo, Franois Hollande e il segretario dellSpd tedesco Siegmar Gabriel annuncia . Scommetto che Berlusconi non in grado di portare a un comizio leader della destra europea disposti a farsi fotografare assieme a lui. Se in Spagna iniziato ormai il conto alla rovescia per le elezioni e

Stretta di mano Franois Hollande e Pier Luigi Bersani (Faget/Afp)

per lannunciata disfatta socialista, in Italia si discute ancora di primarie e di alleanze. C una lezione francese da imparare? Hollande entusiasta dellesperienza delle primarie ammette Bersani , ma lui stesso riconosce che le abbiamo inventate noi italiani e che loro le hanno solamente perfezionate. Ai socialisti francesi hanno fatto bene. Ma pare che la cura sia ancora prematura per il Pd italiano: Prima c da mettersi daccordo

sullessenziale, sullo spartito, poi penseremo ai suonatori temporeggia Bersani, infiammandosi se qualcuno insinua che sia per paura di essere battuto da Nichi Vendola. Passa alla terza persona, come Cesare, e mette in chiaro: Bersani una persona seria, vuole bene a tutti e non ha paura di nessuno. Ad Elena Valenciano, responsabile delle relazioni internazionali del Psoe, che gli chiede quando lItalia acabar con Berlusconi, risponde

che questa destra si batte non sottovalutandola ed evitando le personalizzazioni. Costruiamo invece una piattaforma europea e facciamoci vedere. Ci vuole un collettivo, perch non esistono salvatori della patria. stanco, aggiunge, di battute e sorrisini in terra straniera: Berlusconi non il soggetto di una commedia. Altrimenti noi democratici italiani saremmo tutti da internare.

Elisabetta Rosaspina
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il colloquio

Da domani su La7 Italialand. Nel 2008 ho votato Di Pietro. Oggi il movimento dei grillini lo trovo una forza nuova, fresca
Lidentikit

Ghedinello e Bossi sulla panchina Ecco i miei nuovi personaggi


Crozza torna in tv: imitando il segretario pd ho creato un mostro
Si chiama Italialand. Nuove attrazioni. Mascotte, ovviamente, Berlusconi. Ma c anche Bersani. A proposito, mi scuso con tutti gli italiani per aver creato un mostro. Se avessi saputo che le metafore del mio finto Bersani sarebbero diventate il pensiero della sinistra, non lavrei mai fatto. Mi sarei limitato a unimitazione unica. Berlusconi che esce a braccia alzate e dice: Mi costituisco. Maurizio Crozza in gran forma. E anticipa al Corriere gli spunti del suo nuovo programma, in onda domani in prima serata su La7. LItalia continua a essere un grande parco di divertimenti: lunico al mondo dove i calci in culo ti vengono a trovare loro. Lunico dove i bambini nascono con 31.338 euro di debito pubblico sul groppone: per quello che, appena nati, piangono. La prima parola che dicono i bambini non mamma, mamma mia!. Un Paese fantastico. Dove si scava un tunnel bellissimo di 70 chilometri per poter andare da Torino a Lione in unora e mezza. Ma chi cavolo ci va, a Lione? Dice: serve a collegare Parigi con Cuneo in tre ore. Ma perch i parigini dovrebbero andare a Cuneo? Dice: serve per le merci. Vedremo il tonno in scatola sfrecciare a 300 allora. Tonno insuperabile viene da l. Stiamo progettando un Frecciarossa per il pinna gialla. Io non la conosco bene la tv. Pratico quel che so fare da sempre: raccontare delle storie al pubblico. Storie che vengono riprese dalle telecamere, quasi spiate. Riprendo il lavoro fatto a teatro, infatti lo studio sar come un teatro, con 350 spettatori, tutti rigorosamente paganti. Italialand comincia come Forrest Gump, con una piuma che dallalto del Duomo di Milano vola leggera e arriva a una fermata dellautobus di via Padova. Ad aspettare lautobus, seduto su una panchina, c Bossi, insieme con una donna nera, che lui crede una badante ed invece un cardiochirurgo del Niguarda. Forrest Bossi attende Bobo Maroni, che lha abbandonato sulla panca e non lo va a prendere. un Bossi vecchio, stanco, che non ce la fa pi, e racconta allimmigrata i suoi vecchi sogni: voleva dividere lItalia; si dovuto accontentare di dividere la Lega. Siamo un Paese fantastico. Il ministro Sacconi ci ricorda spesso che il premier molto legato ai valori cattolici. Ha anche riscritto i dieci comandamenti. Primo: Non avrai altro zio allinfuori di Mubarak. Volevo portare in scena Ghedini, e mi sono ispiranon sapeva che i neutrini viaggiano lungo la crosta terrestre, non nei tunnel; lo so io, che sono un comico; mica deve saperlo lei, che ministro dellIstruzione. C Montezemolo, fondatore dell"Italia dei carini", avanguardia di un mondo talmente lontano dalla realt che non ha la minima idea dei problemi pratici delle persone comuni. Si vedono sempre a Capri incontra o a Cortina riflette, domani saranno a Porto Cervo escogita, dopodomani a Saint-Tropez riflette: tutti luoghi dove nessuno potrebbe andarci mai. Montezemolo assicura che pure i pendolari prenderanno i suoi nuovi treni, anche i precari potranno permettersi il Milano-Voghera; con il loro stipendio annuale, per. Cos restano un anno a Voghera, poi tornano a Milano. C Napolitano, che vorrebbe starsene un po tranquillo ma non pu, con il governo che gli cade da un momento allaltro. Torna larchitetto Fuffas. C Marchionne, sempre allerta per evitare gli scherzi che gli fa la Fiom: avevo pensato a un duetto con Landini, ma mi ha risposto giustamente che i metalmeccanici non hanno molta voglia di scherzare. Dovrei duettare con Favino: lui da don Camillo e io Peppone-Bersani, che presta le bandiere rosse come red carpet del Gay Pride e scopre che il figlio del Brusco, il capo sezione con cui andavano sui trattori sovietici a vedere le gambe delle mondine, dei loro. Bersani anche un ricercatore del Cern alle prese con lo scontro delGenovese Maurizio Crozza, attore e comico, compir 52 anni il 5 dicembre (Orselli)

La Tav Si scava un tunnel di 70 chilometri per le merci Vedremo il tonno in scatola sfrecciare a 300 allora
to a Petrolini, che aveva un personaggio futurista, strano, lunare, con due mezzi gusci duovo al posto degli occhi: Fortunello. Noi abbiamo il Ghedinello: Sono un uomo di legge/ che regge, corregge, sorregge/ amo larringa e la lusinga/ degli imputati, dei magistrati/ sono vivace/ loquace, pervicace/ nella difesa audace/ provo istintiva simpatia per il cavillo, il tranello/ il mio nome xe Ghedinello". Ghedinello riceve di continuo telefonate di clienti nei guai, quasi sempre per aver molestato minorenni: Marocchina?. No, di Bari. Che stranessa! O vengon dal Marocco, o vengon da Bari. Sar un gemellaggio. La galleria dei personaggi ampia. C la Gelmini, che coerentemente

Da domani Italialand. Nuove attrazioni, lo spettacolo di Maurizio Crozza da domani su La7 (foto Tonino Muci) Le novit Tra i personaggi rappresentati ci sono Angela Merkel (Con chi dovrei farlo lasse? Con chi fa cuc, bunga-bunga e mi chiama culona?), Montezemolo, fondatore dellItalia dei Carini: (Appena trovo il foglio del quando scendo in campo), Vasco Rossi: Vasco appartiene allo stesso genere di Bossi: i bolliti Gli esordi Maurizio

Crozza si diplomato al Teatro Stabile di Genova nel 1980. Ha lavorato in teatro e poi in tv: Rai3, Gialappas, Quelli che il calcio, Realpolitik con Celentano. Nel 2006 ha esordito come show-man su La7 con Crozza Italia. Dal 2007 cura la copertina di Ballar

I volti e le battute

Angela Merkel La faccio come una mamma che bacchetta lItalia

Bossi Umberto

Ghedini Niccol

Rossi Vasco
Appartiene ai bolliti. Parlano ogni giorno, e non ci dicono nulla

Voleva dividere lItalia; Mi sono ispirato a si dovuto accontentare Petrolini. Noi di dividere la Lega abbiamo il Ghedinello

le particelle: le correnti del Pd. Veltroniani, dalemiani, franceschiniani, Ecologisti democratici, Riformatori coraggiosi, Democratici davvero: non ho inventato nulla, basta ricopiare la mappa del Pd dai giornali e si muore dal ridere. Poi c la Merkel. Faccio la cancelliera tedesca come una mamma che bacchetta lItalia, ci redarguisce, ci d la paghetta ma ci avverte di spenderla bene. A Frattini, che le contesta lasse con Parigi, risponde: Con chi dovrei farlo lasse? Con chi fa cuc, bunga-bunga, e mi chiama culona eccetera?. Poi sottopone la sua linea al Parlamento tedesco: Teniamoci le ciliegie e le puntarelle, e liberiamoci degli italiani!. E tutto il Bundestag in piedi: Ja, puntarellen!. Poi c Vasco Rossi. Un po malinconico, un po suonato, racconta storie strampalate a ritmo di musica, discetta di amore e di morte ma dopo un po non si ricorda pi niente. Vasco appartiene allo stesso genere di Bossi: i bolliti. Parlano ogni giorno, e non ci dicono nulla. La vera fonte di ispirazione, pi che i personaggi, lItalia. Il Paese dellimpiegato che chiede 200 ore di straordinario a luglio e agosto, a Palermo, per spalamento neve; e il bello che glieli hanno dati. Dice: tagliando stipendi e privilegi dei politici si risparmiano due miliardi. Risposta: non questo il problema. Tagliando le autobl, altri due miliardi. Ma neppure questo il problema. Se non compriamo 131 cacciabombardieri risparmiamo altri miliardi. Ma il problema un altro. Soffriamo di benaltrismo: il problema non mai quello. Per tutti i non questo il problema alla fine lo creano, il problema. Cos avremo un coro di venti ragazzi vestiti doro, che anzich il Telethon faranno il Merdathon. Invece di raccogliere soldi a fin di bene, calcoliamo i soldi della comunit spesi male. Ma lei, Crozza, alla politica ci crede? Vota? Certo che voto. Nel 2008, Di Pietro. Ma sto parlando del passato. Sono un apartitico. Voterebbe Grillo? Io non sono un esperto di politica. Sono un comico. Non ho soluzioni; vado per paradossi, e vorrei fermarmi l. Se Beppe ha le idee chiare, quel campo lo lascio a lui. Ma il movimento dei grillini lo trovo una forza nuova, fresca. La politica di cosa fatta? Di alleanze, di stratagemmi. Ma la politica non quella roba l. Deve migliorare la vita del cittadino. Il grillino porta questo germe: entusiasmo, novit, la voglia di togliersi dalle scatole tutte le mafie. Non solo la mafia siciliana, ma le caste, le massonerie, i clan....

Aldo Cazzullo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

16

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Esteri
Confine Obama schiera gli Stati Uniti con Ankara

Pattuglia Soldati turchi pattugliano la zona di confine a ridosso con lIraq, dove agiscono i guerriglieri curdi (Ansa)

Bagliori di guerra fra Turchia e curdi Decine di vittime


Raid dei ribelli e contrattacco in Iraq
WASHINGTON La storia si ripete, solo che questa volta le implicazioni internazionali possono essere ancora pi ampie. I guerriglieri curdi del Pkk hanno sferrato una serie di attacchi contro le postazioni turche nelle zone sudorientali: 24 i soldati uccisi, altri 18 feriti. Ankara, secondo tradizione, ha risposto sconfinando nel Kurdistan iracheno, zona dove gli insorti hanno alcuni dei loro santuari. Unoffensiva pronta da tempo che aspettava solo il momento propizio. Le unit della gendarmeria e i commandos hanno ingaggiato combattimenti feroci con i separatisti cercando di ripulire le aree a ridosso del confine. Caccia ed elicotteri hanno invece inseguito i ribelli sui monti Qandil. Secondo i comunicati dal campo vi sarebbero molte vittime su entrambi i fronti. Il premier turco Erdogan, cancellata una missione allesteIL COMMENTO di Antonio Ferrari nelle Idee&opinioni

ro e incassata la solidariet della Nato (Obama ha parlato di attentati oltraggiosi), ha promesso la grande vendetta. E c da prenderlo sulla parola. Il Pkk, per parte sua, ha annunciato che replicher pi forte. I servizi di sicurezza ritengono che i curdi potrebbero lanciare attacchi allinterno dei centri urbani turchi. Magari con una campagna di bombe affidata allorganizzazione dei Falchi. La nuova fiammata nel conflitto curdo oltre 45 mila morti dagli anni 80 coincide

Separatisti

Il partito dei lavoratori Il Pkk (Partito dei lavoratori del Kurdistan) nasce nel 1978 per rivendicare uno Stato per i curdi: circa 30 milioni di persone tra Turchia, Iraq, Iran, Siria e Armenia

Lotta armata Partito di ispirazione marxista dei curdi di Turchia, il Pkk dagli anni 80 diventa clandestino e sceglie di usare le armi

con due fasi delicate. La prima interna. La Turchia vuole cambiare la costituzione per concedere maggiori diritti a minoranze a lungo represse. Un progetto non facile. Dallaltra parte c il Pkk, rappresentanza armata di una comunit composta da oltre 12 milioni di persone. Un movimento tenace che, negli ultimi tempi, stato scosso da contrasti interni seri. Divisioni che tuttavia non hanno impedito ai guerriglieri di rilanciare le operazioni militari. Lattacco di ieri ha visto la partecipazione di almeno 100 militanti capaci di assaltare postazioni e commissariati. La seconda fase della crisi legata al quadro regionale. Basta guardare la carta geografica: i curdi sono sparpagliati tra il Sudest della Turchia, lIraq, lIran, la Siria. Ogni Paese si porta dietro problemi, ambizioni, manovre. Ankara in pessimi rapporti, non solo con Israele, ma anche con la Siria, responsabile del massacro di migliaia di musulmani. E anche le relazioni con Teheran non sono morbide. In mezzo a questo cerchio c il Pkk che, come racconta la sua storia, stato spesso usato e appoggiato dai rivali di Ankara. Di recente, Damasco ha permesso agli insorti di riaprire una rappresentanza ufficiale nella capitale. E, secondo alcune fonti, avrebbero anche ripreso ad aiutare gli insorti. LIran, a sua volta, ha una posizione ambigua. Conduce la sua guerra personale contro i suoi curdi, i ribelli del Pjak. Una formazione agguerrita che si confonde spesso con il Pkk, visto che si nascondono negli stessi rifugi sui monti Qandil. Poche settimane fa si anche verificato uno strano episodio. Teheran aveva annunciato la cattura di Murat Karayilan, il leader pi importante del Pkk e molto vicino ad Apo Ocalan, il capo storico attualmente in prigione. Larresto stato poi smentito e non escluso che

Il conflitto La popolazione turca di etnia curda (tra i 12 e 15 milioni, concentrati nel Sudest), con lingua e cultura proprie, si sempre scontrata con il nazionalismo delle autorit di Ankara, tendente a comprimere i diritti delle minoranze. Tra i principali nodi irrisolti (oltre alluso pubblico della lingua curda) c la scarcerazione del leader del Pkk Abdullah Ocalan (foto in alto), allergastolo nelle carceri turche dal 1999 dopo i falliti tentativi di richiesta di asilo politico in Italia e Kenya Spirale di sangue Gli scontri violenti tra lo Stato turco e i curdi (nella foto Reuters, ragazzini curdi lanciano pietre alla polizia) vanno avanti da quasi 30 anni. Dal 1984 al 2010 si contano 44 mila attacchi del Pkk. Lesercito turco ha risposto con operazioni militari e raid aerei. Le vittime di entrambe le parti sarebbero, finora, circa 45 mila

lintera vicenda nasconda qualche patteggiamento segreto. Karayilan dicono da Ankara potrebbe aver promesso ai pasdaran di ridurre lappoggio ai fratelli del Pjak. Giochi legati anche ai contrasti al vertice del Pkk. Mentre Karayilan ha scelto una linea pragmatica e attendista, lala dura guidata da Cemil Bayik e Fehman Huseyin ha spinto per rinvigorire la lotta armata. Una manovra che avrebbe lappoggio esterno di Iran e Siria abituate a interferire nelle storie curde.

Guido Olimpio
RIPRODUZIONE RISERVATA

Premier Erdogan

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Esteri 17

Tragedia in Africa Nel suo Paese era conosciuta come una delle pioniere del femminismo: era molto malata

Muore in prigionia la turista francese


Marie Dedieu, 66 anni, era stata rapita in Kenya dai banditi somali
A Manda, Marie Dedieu la conoscevano tutti e ora la piangono commossi. I gangster somali che la notte del primo ottobre lhanno prelevata dalla sua casa sul mare dellarcipelago keniano di Lamu, sono stati impietosi: lei non poteva muoversi, era costretta su una sedia a
Il sorriso Marie Dedieu, 66 anni, viveva a Manda Island buona parte dellanno (nella foto Afp, Marie con un ragazzo del posto)

rotelle. Lhanno trascinata in spiaggia come un sacco, gettata sul motoscafo veloce con cui erano giunti dalla loro base in Somalia e sono ripartiti a tutta velocit. Non le hanno fatto prendere n la sedia a rotelle, n le medicine, essenziali per restare in vita. morta nelle mani dei suoi carnefici. Sapevamo che non sarebbe sopravvissuta racconta una sua intima amica . Era molto

malata: il cuore era debolissimo e aveva un tumore. I farmaci le permettevano di vivere. A Parigi Marie era stata una famosa ballerina di danza classica, nonch, alla fine degli anni 60, una delle fondatrici e animatrici del femminismo francese. Un brutto incidente dauto, pi di venticinque anni fa, laveva fiaccata e provocato una sorta di distrofia muscolare, con paralisi progressiva.

Camminava ancora quando arrivata a Lamu, sono passati 23 anni, e si era innamorata di quella costa africana dove si godono le bellezze della natura, si respira il profumo del monsone e si ammirano le bellezze dellantica civilizzazione araba con i suoi misteri: Qui trovo la pace e la serenit che non ho pi in Europa, diceva. Non era tornata a Parigi neppure lanno scorso per curare un in-

farto. Abbiamo sperato fino a domenica che i criminali, resisi conto delle sue condizioni, la liberassero continua lamica di Marie . Da sola non era in grado di fare niente: non poteva afferrare un bicchiere e bere, n impugnare una forchetta o un coltello per mangiare. Tantomeno andare in bagno. Per entrare in mare, in quattro la portavano nellacqua e ladagia-

vano sulla sabbia. Parlava a malapena, la paralisi aveva raggiunto anche la bocca. A rapirla stata gente spietata senza un briciolo di umanit. Spero solo che non abbia sofferto, che il suo cuore debolissimo non abbia retto e sia spirata subito. Lamu, fino a due mesi fa, era considerata unoasi di sicurezza in un Kenya dove la povert scatena talvolta appetiti bruta-

Sedia a rotelle Non poteva muoversi, era costretta su una sedia a rotelle e aveva costante bisogno di medicine

li. Malindi, centro turistico per eccellenza, diversa. Gli attacchi ai turisti sono frequenti. Non a Lamu. Viviamo tutti con le porte aperte. Al massimo un guardiano in giardino, disarmato naturalmente, il cui compito si avvicina pi a quello di un portiere che a quello di un agente di sicurezza, spiega ancora lamica di Marie. Quella maledetta notte a portar via la donna sono scesi da un barchino 10 uomini armati di mitra e mascherati. Nulla ha potuto il compagno masai di Marie, bloccato dai criminali e lasciato l, sulla spiaggia. Probabilmente i banditi hanno sbagliato villa e volevano invece attaccare il vicino hotel Majlis, gestito da Stefano Moccia. Unazione che avrebbe ricalcato quella organizzata in unaltra struttura turistica di lusso, sempre gestita da italiani, nella vicina isola di Kiwayu, l11 settembre. Quella notte un commando sceso da un barchino veloce assal un villaggio esclusivo, per sequestrare una coppia di turisti britannici. David Tebbutt reag per difendere la moglie Judith. Lui fu ucciso, lei rapita. Quando hanno portato via Marie, lallarme si diffuso immediatamente e un pilota che gestisce due piccoli aerei nel minuscolo aeroporto di Lamu, allalba, si messo a caccia dei banditi. Racconta: Mi sono diretto verso le acque somale e ho visto un motoscafo che correva velocissimo. Lho seguito volteggiandogli sopra, ma a debita distanza per paura di essere bersagliato dai mitra. La barca ha attraccato e ho visto che i marinai hanno scaraventato un fagotto su un camion.

Massimo A. Alberizzi
africaexpress.corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

18

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Esteri 19
#

Lieto evento la prima volta nella Quinta Repubblica che la moglie del presidente partorisce

nata la piccola Sarkozy


Ieri sera Carla Bruni ha dato alla luce una bambina
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

PARIGI il primo beb presidenziale nella storia della V Repubblica, e gli aedi della grandeur per qualche tempo avevano sognato fosse pure lessere umano numero sette miliardi: nascita prevista il 31 ottobre. Invece Dalia, cos si chiamerebbe la prima figlia femmina nella famiglia allargata dei Bruni Sarkozy, venuta alla luce ieri sera intorno alle 20, dopo che la madre aveva passato la giornata intera alla clinica della Muette, nel XVI arrondissement di Parigi. Il padre Nicolas Sarkozy ha fatto visita alla moglie intorno alle 16 per poi, dopo solo mezzora, partire alla volta di Francoforte: il governatore Jean-Claude Trichet dava laddio alla Banca centrale europea, e Sarkozy ne ha approfittato per incontrare ai margini della cerimonia la cancelliera tedesca Angela Merkel, in vista del vertice Ue di domenica, cruciale per la sopravvivenza delleuro. Madre serena, padre presente e amorevole ma pur sempre

Famiglie allargate
Lei Qui sotto Carla Bruni con lex compagno Raphal Enthoven, con il quale nel 2001 ebbe il figlio Aurlien Lui Pi in basso linsediamento del presidente Nicolas Sarkozy nel 2007: con lui i figli Pierre e Jean avuti dalla prima moglie Marie-Dominique Culioli; la seconda moglie Ccilia Ciganer-Albniz e le due figlie di Ccilia nate da un precedente matrimonio, Judith e Jeanne-Marie; il piccolo Louis, figlio di Ccilia e Nicolas nato nel 1997. La coppia ha divorziato nellottobre 2007

pargli un commento sulla nuova paternit. Per non alimentare i sospetti di operazione mediatica e anche per non irritare i francesi, che sono curiosissimi della nascita presidenziale ma con riflesso repubblicano sembrano vergognarsene molto. Nelle ultime settimane stata Carla Bruni a centellinare qualche intervista, come quella concessa per la Bbc allamica Christine Ockrent, moglie dellex ministro degli Esteri francese Bernard Kouchner: Quando lho incontrato, camminando tra i giardini dellEliseo, Nicolas mi diceva i nomi dei fiori ha raccontato la Bruni . Conosce anche i loro nomi latini, e i dettagli di tulipani e rose. Mi sono detta, mio Dio, questuomo presidente e conosce anche tutto dei fiori. Devo sposarlo. Quelle parole

Nella notte Il presidente era a Francoforte: rientrato a Parigi dopo il parto


sembrano una allusione solo oggi comprensibile a Dalia, il fiore originario delle regioni calde del Messico, dellAmerica centrale e della Colombia, che secondo le prime indiscrezioni darebbe il nome alla bambina. La neonata arriva dopo Pierre, 26 anni, rapper con il nome darte di Mosey, nato dal primo matrimonio di Sarkozy con Marie-Dominique Culioli; suo fratello Jean, 25, che ha scelto la politica come il padre; Louis, 14 anni, nato dal secondo matrimonio con Ccilia Ciganer-Albniz; Aurlien, 10 anni, nato dalla relazione tra Carla Bruni e Raphal Enthoven. Nella notte, il presidente Sarkozy tornato da Francoforte per stare vicino alla moglie e alla figlia in clinica.

Casa Sark Nicolas Sarkozy, 56 anni, con la moglie Carla, 43

uomo di Stato che antepone gli interessi del Paese e dellEuropa a un momento importantissimo della vita privata: non si pu dire che il presidente abbia condotto male un evento che, volente o nolente, era inevitabilmente anche politico e mediatico. Da quando Carla Bruni si mostrata incinta al vertice G20 di Deauville, la primavera scorsa, Sarkozy ha saputo tutelare la privacy della moglie e la propria credibilit: neanche una parola sul figlio in arrivo, per smontare la tesi degli avversari che parlavano di Eliseo, il figlio elettorale, strumento del-

la riconquista del consenso in vista delle elezioni di maggio 2012. Nessun Eliseo, ecco Dalia. In questi anni Sarkozy ha imparato dallerrore della sua prima grande conferenza stampa da presidente, nel gennaio 2008, quando con espressione spontanea ma poco solenne disse Avec Carla, cest du serieux per informare i francesi della seriet delle sue intenzioni. Silenzio assoluto invece, e risposte genericamente cortesi a tutti i giornalisti che, in questi mesi, gli hanno fatto i complimenti in pubblico sperando di strap-

Stefano Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

India Il sontuoso palazzo costruito dal miliardario non rispetterebbe i criteri yoga

Ancora disabitata la reggia di Ambani Gli amici a Mumbai: Porta sfortuna


stato inaugurato in pompa magna lanno scorso e ribattezzato il Taj Mahal del 21esimo secolo: il palazzo a 27 piani costruito dal magnate Mukesh Ambani, ledificio simbolo dellIndia scintillante e al tempo stesso dellabisso che la separa dal Paese che vive con due dollari al giorno. Dallultimo piano si domina lo splendido Golfo di Mumbai sullOceano indiano e si dischiudono chilometri e chilometri di baraccopoli. Antilla, come si chiama la nuova costruzione da Mille e una notte (37mila metri quadrati di superficie con tanto di parcheggio a sei piani per 160 auto, un salone da moderna Versailles, eliporti, cinema, sala da ballo, piscina, centro benessere, giardini pensili), da mesi pronta. Quella che stata attaccata subito come uno schiaffo alla miseria (oltre met della popolazione di Mumbai vive negli slum), ormai completa di tutte le rifiniture extra-lusso. Insomma non manca pi nulla, tranne gli inquilini: Mukesh e famiglia. Alla domanda (polemica) che allini-

Critiche Dopo le polemiche sulla lussuosa dimora nella citt degli slum, quelle per il mancato trasloco

zio dei lavori molti indiani avrebbero voluto rivolgere alluomo pi ricco dAsia (il nono al mondo) Ma cosa vuole dimostrare? ora ne subentrata unaltra: Perch non si ancora trasferito?.

Le luci si accendono per ricevimenti e feste, ma secondo quanto dichiarato da amici di famiglia al New York Times e al Financial Times una volta salutati gli ospiti, il magnate con la moglie Nita e i loro tre figli se ne

La residenza
Mukesh Ambani, 54 anni, magnate con la moglie Nita, 47 anni. A sinistra la casa pi grande e costosa del mondo: per palazzo Antilla, Mukesh ha speso oltre un miliardo di dollari

tornano nella vecchia casa paterna, la Sea Wind, un palazzo di soli 14 piani, sempre a Mumbai, dove Mukesh vive, in appartamenti con ingressi rigorosamente separati, insieme a mamma Kokilaben e alla famiglia del fratello Anil, quello con cui ha combattuto una vera e propria faida dopo la morte del padre nel 2002. A sentire il portavoce della sua azienda, il gigante petrol-

chimico Reliance Industries, gli Ambani abitano entrambe le case. Una risposta bizzarra, che in realt apre altri interrogativi: dopo aver speso oltre un miliardo di dollari per costruirla ( labitazione privata pi cara al mondo), perch Mukesh e famiglia la userebbero soltanto come pied--terre? Alcune persone vicine alla famiglia la risposta ce lhanno: la casa porta sfortuna. Proprio cos, sfortuna. Non sarebbe stata costruita infatti secondo i dettami del Vastu, la filosofia architettonica yoga, scienza della costruzione e dellabitare che appartiene alla millenaria tradizione vedico-indiana di ricerca di armonia, equilibrio, bellezza e positivit: la sorella (meno conosciuta) del Feng shui cinese. stato un quotidiano di Mumbai, il Dna, a rivelare per primo che a frenare il trasloco degli Ambani sarebbe una questione di astri e di flussi di energia: La moglie Nita una ferma osservante dei principi Vastu ha riferito un amico. Tradizione millenaria e modernit, il mix che traina lIndia oggi, anche nelle migliori famiglie.

Alessandra Muglia
amuglia@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

Codice cliente:

20
#

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Cronache

La Fiom far venerd un sit-in piazza del Popolo. Avremo un servizio di sicurezza, non ci saranno n facce coperte, n caschi Maurizio Landini

Lassalto di Roma Trovate maschere antigas a Ravenna. A Viterbo interrogati gli amici di Er Pelliccia

Il bilancio

Roghi e raid in chiesa, 30 identificati


Dal giudice i primi dodici fermati: undici arrestati, uno libero
ROMA Quasi otto ore davanti a Regina Coeli, con una pizza sbocconcellata sotto la pioggia nella speranza di poter riabbracciare i figli. Dalle 18 genitori e amici aspettano che il gip Elvira Tamburelli stabilisca la sorte dei 12 giovani arrestati sabato durante gli scontri. E quando la decisione arriva, per i familiari il momento delle lacrime. Sono pericolosissimi, scrive il giudice, e per questo restano in carcere Stefano Conigliaro, Giovanni Caputi, Valerio Pascali, Giuseppe Ciurleo, Lorenzo Giuliani, Robert Scarlat, Ilaria Ciancamella e i fratelli Alessandro e Giovanni Venuto. Domiciliari per le loro fidanzate, Alessandra Orchi e Alessia Catarinozzi. Libero solo Leonardo Serena. I ragazzi sono capri espiatori, i responsabili sono fuori, protesta lavvocato Fabrizio Gallo. Gli arrestati restano qui in condizioni precarie aggiunge Simonetta Crisci dormono per terra. Comune la linea adottata negli interrogatori: Mi caduto un fumogeno davanti ai piedi, lo stavo solo rilanciando ha spiegato Caputi. Non avevo una spranga, era lasta di plastica di una bandiera che avevo raccolto da terra per difendermi, ha giurato Ciancamella. Neanche il video consegnato dai legali dei Venuto e delle loro fidanzate ha convinto il gip, anche se nel filmato c una signora che da una finestra grida: Non sono stati loro, non hanno fatto niente!. I difensori ricorreranno al Riesame, ma per il romeno Scarlat leventuale scarcerazione comporter lespulsione: il ministro dellInterno, Roberto Maroni, ha firmato il decreto di allontanamento per motivi di pubblica sicurezza. Nel frattempo la Procura ha accelerato linchiesta: starebbero per scattare i fermi dei black bloc che hanno incendiato il palazzo della Difesa in via Labicana e il blindato dei carabinieri in piazza San Giovanni. Il Ros e la Digos avrebbero isolato le foto di una trentina di anarco-insurrezionalisti, alcuni dei quali sarebbero entrati in azione fin dallinizio del corteo, quando il fuoco ha divorato sei auto in via Cavour. Avrebbe le ore contate anche il vandalo che ha distrutto la statua della Madonna nella Chiesa dei Santi Marcellino e Pietro. La caccia ai manifestanti di sabato scorso prosegue in tutta Italia. A Ravenna la Digos ha sequestrato a due ragazzi di 19 e 20 anni una fionda, maschere antigas, passamontagna, pantaloni e felpe neri, caschi, piantine di Roma con il tragitto del corteo e documenti che spiegano come attaccare le forze dellordine ed evitare le telecamere. Perquisizioni anche a Viterbo, tradizionale roccaforte degli anarco-insurrezionalisti, dove la polizia ha interrogato due amici di Fabrizio Filippi, Er pelliccia, il cui arresto sar convalidato oggi.

Il corteo I disordini di sabato: 13 arrestati


Sabato scorso durante il corteo degli indignados italiani gruppi di black bloc, anarchici, ultras, centri sociali e antagonisti hanno spaccato le vetrine di negozi, bancomat e banche, incendiato auto e un blindato dei carabinieri. Il bilancio a fine giornata era di oltre cento feriti (diventeranno il giorno successivo 135), soprattutto tra le forze dell'ordine. Infine tredici arrestati e otto denunciati

Lavinia Di Gianvito Rinaldo Frignani


RIPRODUZIONE RISERVATA

La conta Danni per cinque milioni


Domenica stato il momento della conta dei danni, secondo un bilancio approssimativo pari a cinque milioni di euro. Un milione per le auto date alle fiamme; 700 mila euro per gli edifici incendiati, in particolare un appartamento dove tutto il mobilio andato perduto; 100 mila euro per i cassonetti bruciati; migliaia di euro per le vetrine frantumate, lassalto ai blindati e i sampietrini divelti

Famiglie Un pap: playboy pi che ultr. Una mamma: penso solo a coccolarla

I genitori stupiti e innocentisti Abiti neri? Come i nostri


ROMA Genitori spiazzati e increduli. Roberto Filippi, pap di Fabrizio, il ragazzo di 24 anni con lestintore: Io sabato mattina lho visto uscire in jeans e maglietta, ci ha detto che accompagnava un amico alluniversit, con noi ha sempre parlato poco di politica, anzi finora mi sembrava sopratutto interessato alle ragazze, io lo definirei pi un playboy che un black bloc. Genitori che adesso sinterrogano, provando a darsi delle risposte. Lucia Ciurleo, la mamma di Giuseppe, 20 anni: Mio figlio sempre stato un ragazzo tranquillo e non era mai andato a una manifestazione, non so nulla delle maschere antigas. Genitori pronti anche a sfidare il senso del ridicolo e a immolarsi per loro, i figli piezze core. Ornella Filippi, la mamma di Fabrizio: Mi ha spiegato che con lestintore stava solo disperdendo il fumo, perch gli dava fastidio un occhio. O Lorenza Capoccitti in Ciancamerla, la mamma di Ilaria, 21 anni: Lei veste sempre di nero e anche io che sono sua madre vesto cos, ma questo non vuol dire essere black bloc. Genitori sfiniti da tre notti insonni e questi lunghi giorni di pena per i figli in carcere: Quando lho incontrata a Rebibbia racconta Lorenza io da una parte e Ilaria dallaltra del tavolone della sala colloqui, ho pensato solo a coccolarla e a riempirla di baci perch m mancata tanto. Ma le ho anche detto: tu sei una pacifista, adesso per basta manifestazioni. E mi dispiace molto laverlo pensato, perch comunque manifestare resta un diritto importante. Genitori che difendono a spada tratta i propri figli e cos facendo, forse, anche un po se stessi. Io oggi non provo sensi di colpa dice Roberto Filippi, il padre di Er Pelliccia noi i nostri figli li conosciamo a fondo, il branco che li fagocita, il branco forte, ti fa fare cose che non faresti mai. come quando uno entra in un gruppo e vede che gli altri bevono e alla fine beve e si ubriaca anche lui. Come si chiama? Spirito demulazione? Certo, bisogna vedere caso per caso, i ragazzi non sono tutti uguali, ma oggi comunque mi sembrano spaesati, insicuri, perch sentono di non avere un futuro. E quelli pi grandi, quelli che hanno 30 anni, sono anche molto pi arrabbiati. Il problema sociologico, generazionale. Io ho un altro figlio pi grande, che laureato, ma fa il co.co.co nel campo della meteorologia.... Maurizio Pascali, padre di Valerio,

Il blitz e la Madonnina
Ieri, alla presenza del sindaco Gianni Alemanno, stata consegnata alla parrocchia dei Santi Marcellino e Pietro di Roma una nuova Madonnina donata in sostituzione di quella distrutta negli scontri (in alto a sinistra) del 15 ottobre (Eidon)

Il biondino Il genitore di Valerio: lhanno arrestato solo perch un biondino mingherlino, caduto durante le cariche in piazza

22 anni: Tra noi c sempre stato un bel rapporto, fatto di stima reciproca, ma mio figlio non un anarchico e neppure un ultr, lhanno arrestato in piazza San Giovanni solo perch un biondino mingherlino ed caduto correndo durante le cariche della polizia. Il fatto, poi, che sua madre Antonella lavori in banca non centra nulla con le vetrine infrante sabato scorso dai violenti. Niente di edipico. E i giorni di carcere faranno pi bene o pi male? Il carcere non fa mai bene, scuote la testa Maurizio Pascali, che ha saputo dallavvocato Marcello Petrelli che suo figlio a Regina Coeli ha diviso la cella con altri due detenuti, per via del risaputo sovraffollamento, ma soprattutto ha dormito per terra senza nemmeno il materasso, con

un rotolo di carta igienica a fare da cuscino. Io invece spero che questa lezione gli servir sospira Roberto Filippi, dopo unaltra giornata dangoscia, alla vigilia dellinterrogatorio di suo figlio Dopotutto per non ha ammazzato nessuno, anzi Fabrizio lha detto subito che non ha lanciato quellestintore per fare male. Spero che i magistrati, che saranno genitori anche loro, di questo tengano conto. I figli so piezz e core, no?

Le misure Legge Reale: le proposte di Maroni


Di fronte allentit dei danni Antonio Di Pietro propone di rispolverare la legge Reale del 22 maggio 1975. Il ministro dellInterno Roberto Maroni si dichiara per una volta daccordo con lui. A quanto gi previsto dalla legge arresti preventivi, fermo in carcere fino a 4 giorni, divieto di coprirsi il volto con caschi o cappucci Maroni propone laggiunta di misure come luso di vernice colorata con gli idranti sui manifestanti, processi per direttissima, arresti in differita

Fabrizio Caccia fcaccia@corriere.it


RIPRODUZIONE RISERVATA

IL COMMENTO di Isabella Bossi Fedrigotti nelle Idee&opinioni

in collaborazione con

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 21
#

I costi e i soldi

40

Per cento Limporto totale finanziato


dallUnione Europea per la Torino-Lione

Il cantiere e il cordone

600

Metri sar larea protetta da circa 1.600 poliziotti intorno al cantiere di Chiomonte

Val di Susa Fino a 3,2 miliardi per la prima tranche della Torino-Lione

Pi fondi europei alla Tav S al corteo, ma a distanza


Timori per possibili attacchi dei duri al cantiere
TORINO La distanza che separa Roma da Chiomonte di 737 chilometri, sette ore di macchina. Il movimento No Tav si affida alle cartine stradali per dimostrare come la lotta della Val di Susa abbia vita e caratteristiche proprie, non necessariamente sovrapponibili agli scontri di sabato scorso in piazza San Giovanni. Ma la geografia ogni tanto assicura anche qualche vantaggio. Quel che vale per la Capitale, dove stato vietato un corteo della Fiom, che garantiva da sola per la sua sicurezza (ci sar un sit-in domani in piazza del Popolo, ndr), non vale invece per il Piemonte, dove ieri sera il comitato di sicurezza ha autorizzato una manifestazione molto pi delicata, cambiandone per lobiettivo finale. La marcia contro lAlta velocit ha infatti un titolo programmatico. Per darci un taglio, si chiama, perch prevede lavanzata a volto scoperto fino al cantiere Tav per reciderne le reti a colpi di cesoia. Ma questo non dovrebbe succedere, almeno nelle intenzioni del prefetto che sta per firmare unordinanza con la quale dichiara off limits unarea di circa 600 metri intorno al cantiere. Il corteo si dovr fermare ben prima delle reti, e la manifestazione si concluder presso gli impianti sportivi di Chiomonte. La linea di confine sar segnata da 1.600 tra poliziotti, carabinieri e finanzieri, che questa volta aspetteranno fuori dai cancelli, liberi di muoversi in sorveglianza attiva, giro di parole che prelude alla tolleranza zero contro eventuali disordini. Quella di ieri stata una giornata importante non solo per le questioni di ordine pubblico. In qualche modo ha segnato lirreversibilit del progetto Tav. Se finora cera sempre stato scetticismo sulla realizzazione finale della nuova ferrovia, lUe ha dissolto ogni dubbio inserendola nellelenco ristretto delle 10 opere superprioritarie, per il potenziamento delle reti europee. La promozione comporta un beneficio non secondario, visti i tempi che corrono. La parte comune della Torino-Lione potr infatti contare su un finanziamento europeo pari al 40 per cento dellintero importo, mentre finora il tetto era fissato al 27 per cento. A farla breve: dagli attuali due miliardi di euro si passa a 3,2 miliardi. E chiss se questa notizia produrr effetti sui delicati equilibri sui quali si regge lesito della manifestazione di do-

Marcia delle cesoie Lobiettivo dei manifestanti tagliare le reti del cantiere Tav

Tolleranza zero Ci saranno 1.600 poliziotti, con lordine della tolleranza zero

menica. La marcia con taglio delle reti la prima iniziativa a carattere nazionale organizzata dopo gli scontri del 3 luglio. Doveva segnare il ritorno alla resistenza attiva, fortemente voluto da alcuni militanti valligiani e dagli anarchici delle case occupate torinesi, lala durissima, dopo due mesi di tregua dedicati a una campagna informativa nelle citt. I fuochi di Roma hanno per prodotto indesiderati effetti collaterali. Molti di quelli che

Proteste A Chiomonte, in Val di Susa, la polizia fronteggia dei manifestanti No Tav (Newpress)

Vertice A Torino si riunito il comitato per la sicurezza, ne fa parte il sindaco Fassino (primo da sinistra)

I precedenti

Il convegno

27 giugno 2011: 3 luglio 2011: lo sgombero e i feriti 188 poliziotti colpiti

22 luglio 2011: scontri nella notte

Lallarme di Pisanu: pu ripartire il terrorismo


ROMA Confronto a tre tra Beppe Pisanu, Luciano Violante e Adolfo Urso invitati a una tavola rotonda dalla Rivista di Politica di Alessandro Campi sugli anni di piombo. Inevitabile il paragone con quanto si visto sabato a Roma. Per lex ministro dellInterno, che al Viminale ha studiato i gruppi di matrice anarco-insurrezionalista, ora si stanno riproducendo le condizioni che possono consentire al terrorismo di riprendere quota: contestazione giovanile molto forte, brutale emarginazione, assenza di mobilit sociale costituiscono il terreno fertile per i messaggi estremi di violenza. Pisanu, che era capo della segreteria politica della Dc ai tempi del rapimento Moro, invita le istituzioni a non fare gli stessi errori di semplificazione del passato. Per Urso, invece, sono solo incappucciati senza progetti, miti ed eroi da celebrare. Concorda Violante: Non applichiamo categorie del passato a fenomeni che ancora non conosciamo.

Con un blitz allalba la polizia sgombera i terreni occupati a Chiomonte dai No Tav. Duri gli scontri con sassaiole e lancio di rami e tronchi verso i poliziotti che hanno risposto con i lacrimogeni. Il bilancio stato di circa 80 feriti lievi o contusi (Photo Masi)

Nella giornata di protesta nazionale contro la Tav sono scoppiati scontri durati ore. I black bloc hanno provato a entrare nel cantiere della Maddalena. Si contano 188 uomini feriti fra le forze dellordine. Quattro manifestanti vengono arrestati

Circa seicento manifestanti hanno dato vita a una guerriglia, durata un paio di ore nella notte, al cantiere di Chiomonte con lancio di sassi, petardi e puntatori laser contro le forze dellordine che hanno risposto usando anche gli idranti (Ansa)

hanno partecipato agli scontri, come il centro sociale Askatasuna, hanno il freno a mano tirato. Se assalto dovr essere, non potranno esimersi dal partecipare, come sempre accade nelle dinamiche di corteo. Ma le assemblee popolari di questi giorni sembrano lasciare spazio alla speranza di una domenica relativamente tranquilla. Il messaggio stato mandato anche alla controparte, e ha avuto la sua importanza nella decisione del comitato di sicurezza. I No Tav fanno sapere via web che si vedr il vero volto di un movimento maturo. In Rete ci sono anche le adesioni al corteo dei gruppi antagonisti di Roma, Napoli, Bologna e Bari. La stessa compagnia di giro del 3 luglio e di piazza san Giovanni. Equilibri molto, ma molto delicati.

D.Mart.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Bardesono Marco Imarisio


RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista Il giornalista del manifesto: se ci sono i black bloc allora significa che siamo in una situazione di estrema e drammatica tensione

Parlato: temo una coda degli ultimi scontri


Le violenze? Un fenomeno che deve essere analizzato e capito
ROMA Cosa prevede, Valentino Parlato, per domenica in Val di Susa? Si rivedranno i black bloc? Io temo fortemente che ci sar una coda di quanto avvenuto sabato scorso a Roma. Il suo fondo di domenica scorsa sul Manifesto, dopo le devastazioni di Roma, ha provocato un mare di polemiche... Lo so. Ma ho scritto molto chiaramente come la penso. Cio che bisogna capire come e perch accadono certe cose. Lho ripetuto nella replica alle lettere ricevute: "Se ci sono i black bloc, vuol dire che viviamo in una situazione di estrema e drammatica tensione". La mia unanalisi. Ma per essere molto chiari, se si ripetessero incidenti sarebbe un male o no? Sicuramente un male. Mai detto il contrario. E mai scritto. Per resto della mia opinione. Cio che certi fenomeni vanno analizzati e capiti. Il ministro Maroni propone che gli organizzatori dei cortei siano obbligati a una fideiussione per coprire eventuali danni. Su questo punto cosa dice e cosa pensa? Penso che sia semplicemente assurdo. Mi sembra a dir poco una stravaganza. Se non hai i soldi necessari non puoi manifestare? Ma per favore... Non vorrei che, per scendere in piazza, la Finanza procedesse a un accertamento preventivo dei redditi... mi viene da sorridere. Unaltra proposta di Maroni e mediata da ci che avviene nello sport: vietare lingresso nei cortei a chi ha precedenti di violenza. Ecco, qui siamo nellambito della ragionevolezza. Se hai gi commesso atti di violenza, se sei un delinquente, non scendi pi in piazza. Ragionevole, appunto. Ma oggettivamente di difficile applicazione. E proprio per questo vaga. Sembra che il Manifesto, per uscire dalla crisi, guardi allarea degli Indignati... Indubbiamente cos. Gli Indignati possono costituire un nuovo pubblico. Certo, parliamo di giovani che usano molto Internet e poco la carta. Ma con un buon lavoro editoriale forse possiamo ottenere un risultato. Un possibile paragone col 1969, anno della vostra nascita? Allora cera lautunno caldo... Oggi ci sono gli Indignati. A proposito della crisi, parliamo di cifre e numeri. Il deficit di esercizio prossimo al milione e mezzo. Le copie vendute sono meno di 15 mila. Nel 1994, quando con la manifestazione del 25 aprile demmo un colpo mortale a Berlusconi, erano 50 mila. Se il governo taglia i contributi, siamo fatti fuori. Cosa vi rimproverate? Rimproverare non saprei... So che noi proponiamo un prodotto in cui lanalisi degli avvenimenti preponderante. E forse, oggi, nellera del bunga-bunga e delle escort, diventati lunico argomento politico, il pubblico, anche quello che era di nostro ri-

Contestato Il fondo di Parlato contestato per il passaggio sugli scontri inevitabili visto il contesto

ferimento, mostra meno attenzione. Il Fatto vi ha sottratto quote di mercato? Lo dicono in molti. Probabilmente s. Ma personalmente non condivido una linea basata unicamente sullimmediata denuncia e sullo scandalismo. In qualche modo, si cade nella trappola del berlusconismo, insistendo ossessivamente sulla sua figura. C una crisi della direzione, Norma Rangeri ha lasciato. Come risolverete? Penso che ci ritroveremo in un gruppo dirigenziale, pi che in un singolo direttore. Forse anche per interpretare le varie anime che si registrano in redazione. Pensa che ce la farete? Io sono ottimista. Abbiamo una bella e lunga storia alle spalle. Un peso storico. Anche un prestigio. come un capitale messo in banca. Bisogna riuscire a farlo fruttare. Nonostante le divisioni, le liti. Che fanno parte del gioco e della nostra stessa storia.

Paolo Conti
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

Codice cliente:

22

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 23
#

Milano Il giudice: la banca ha fatto passare in maniera fraudolenta gli interessi di un deposito in dividendi

Cos Unicredit ha raggirato il Fisco


Inchiesta su Profumo: ispettori di via Nazionale, prof e informatici nel pool del pm
Ex ad
Fra i sedici indagati figurano gli allora responsabili dellarea Finanza e dellarea Affari fiscali di Unicredit. Sotto inchiesta anche Alessandro Profumo, ex amministratore delegato dellistituto di credito (foto)

245
somma la circolarit delloperazione. Sicch i frutti del teorico investimento in titoli, qualificati dalla banca come dividendi e dunque soggetti a una tassazione mite, in realt sarebbero stati fraudolenta trasfigurazione di interessi di un deposito interbancario, sui quali Unicredit avrebbe dovuto pagare 245 milioni di euro in pi nelle dichiarazioni relative al 2007 e 2008: i soldi che marted il gip Luigi Varanelli, accogliendo per la prima volta in Italia la prospettazione del procuratore aggiunto Alfredo Robledo, ha perci sequestrato alla banca (anche ieri dettasi sorpresa e convinta della propria correttezza) guidata allepoca dallora indagato amministratore delegato Alessandro Profumo. A riprova dellassenza di rischio e dellaccordo a tavolino sin dallinizio tra Barclays e Unicredit per realizzare i propri obiettivi a scapito dellErario italiano, gli inquirenti propongono sia documenti sia dichiarazioni sia consulenze contabili. A smontare e rimontare i termini dell operazione finanziaria nella sua complessa tecnicalit, infatti, in base agli atti risulta essere stata non lAgenzia delle Entrate (alla quale in questo caso la Procura non si rivolta), ma una eterogenea

La vicenda
milioni sequestrati dal tribunale di Milano a Unicredit

Lindagine, la frode e il sequestro

1
squadra messa insieme per loccasione dal pm Robledo: un ispettore della Banca dItalia, Emanuele Gatti; un ex ispettore della Banca dItalia, Ciro Carlino, che anni fa sempre con quel pm aveva lavorato al processo per la bancarotta Trevitex risoltosi in 800 miliardi di lire di transazioni e risarcimenti sborsati dalle varie banche coinvolte; un professore dellUniversit di Bologna, Roberto Tasca, ordinario di Economia degli intermediari finanziari; un fiscalista milanese, Paolo Ludovici, previa verifica di assenza di potenziali conflitti di interessi con il suo lavoro nello studio tributario Maisto e Associati; gli investigatori del Nucleo di Polizia Tributaria della GdF di Milano; e i due ingegneri informatici, Maurizio Bedarida e Giu-

Il procuratore aggiunto Alfredo Robledo indaga per frode fiscale Unicredit. Unoperazione con Barclays avrebbe procurato un illecito profitto di 245 milioni di euro, gi sequestrati

La trasfigurazione degli interessi

MILANO Il rischio: questo elemento a distinguere un aleatorio investimento in titoli (che produce dividendi non a caso esenti da tasse per il 95%) da un tranquillo deposito interbancario, che matura interessi tassati invece per il 100%. Ma nelloperazione proposta nel 2007 dalla banca inglese Barclays e accettata da Unicredit, apparente investimento in strumenti partecipativi di capitale emessi in lire turche tra Lussemburgo-Londra-Milano, era stato pianificato appunto il contrario di un investimento: lassenza del rischio connesso al rendimento di titoli, levidente concertazione tra Unicredit e Barclays, la sostanziale predeterminazione dellentit e la preventivata conoscenza della redditivit reciproca, in-

2 3

Per gli investigatori di Milano alla base della frode messa a punto da Unicredit e Barclays lapplicazione di aliquote fiscali agevolate quando invece il tipo investimento prevedeva tassazione maggiore

Evasione scovata da un gruppo di esperti


Per scovare la frode il pm Alfredo Robledo ha creato un pool di esperti formato da ispettori di Bankitalia, un docente universitario, un fiscalista e gli uomini del Nucleo della Tributaria

Gli alleati inglesi La manager di Barclays: Si registr loperazione a Milano per garantire risultati migliori

Il partner Secondo il pm stato listituto Barclays a proporre loperazione a Unicredit

seppe Dezzani, che con particolari software hanno analizzato i dati rilevanti tra i 4 terabyte (lequivalente di migliaia di faldoni) acquisiti dalla perquisizione nei server di Unicredit. Cos, da differenti punti di vista, sono emersi elementi convergenti. Lo schemino sequestrato dalla Gdf nella borsa di un alto dirigente Unicredit, che il gip definisce vera e propria confessione stragiudiziale laddove il manager appunta a mano la conoscenza sostanziale dei meccanismi e dei vantaggi controparte (seppur non contrattualizzati), e ammette lottimizzazione fiscale come obiettivo e non effetto collaterale. Poi il fatto che i possessori dei titoli apparentemente trattati non godessero dei tipici di diritti di voto, controllo, gestione e informazione. Quindi laccorto azzeramento di qualunque minimo rischio rispetto alla redditivit programmata a freddo tra le due banche: al punto che persino la valuta dei titoli, cio la lira turca, fu preventivamente convenuta e serv per fruire del maggior tasso di interesse (il quintuplo) che allepoca era riconosciuto rispetto alleuro. Fino alla testimonianza della responsabile della sede milanese della banca inglese Barclays, Lesley Jackson: Le operazioni pi complesse sui derivati vengono registrate direttamente da Londra, mentre loperazione con Unicredit fu registrata utilizzando la filiale di Milano e da questo punto di vista fu uneccezione, perch cera da garantire una prestazione pi performante dal punto di vista fiscale per la controparte Unicredit.

Luigi Ferrarella
lferrarella@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Faro su Consob e Bankitalia per la truffa dei Parioli


Ieri e oggi Gianfranco Lande detto il Madoff dei Parioli. A sinistra prima della carcerazione subita per la truffa milionaria organizzata a Roma. Qui a fianco al processo in corso

ROMA Alla vigilia della terza udienza del processo a Gianfranco Lande e soci per la truffa milionaria veicolata col passaparola tra Parioli e centro storico, la Procura spinge oltre le sue indagini. E avvia non solo accertamenti sulla Consob che, preposta a vigilare, non avrebbe fatto tutto quello che doveva mentre la Eim, Egp, Dharma Holding e altre societ di Lande ingoiavano 300 milioni di euro. Ma anche nei confronti di Bankitalia. Nessuna ipotesi di reato ancora ma i magistrati partono dal fatto che vi furono segnalazioni rivolte alla stessa Commissione di vigilanza gi dal 2009. Anno in cui la fiducia di centinaia di clienti e decine di vip verso il mago dei derivati cominciava a traballare, tra premi non corrisposti e pagamenti rinviati. Non solo. Gli inquirenti vogliono approfondire anche la questione dei conti correnti di Lande e company presso banche estere. Dove il pm Luca Tescaroli ha sequestrato sette milioni di euro, tesoretto di Roberto Torregiani, uno degli imputati.

Nellestate del 2009, mesi prima che i magistrati romani venissero a conoscenza della truffa a base di prodotti finanziari e titoli miracolosamente redditizi, un investitore anonimo (e pentito) invia un esposto alla Consob: Mi ero avvicinato alla Eim (una delle societ di Lande, ndr) tramite amici che me ne avevano parlato. Dopo la premessa, linvestitore racconta il suo disagio: Sia perch, razionalmente, non capivo come potessero produrre interessi tanto elevati, sia perch gli estratti conto erano sporadici e sicuramente poco trasparenti, sia perch alla mia prima richiesta di ritiro parziale dei fondi ho dovuto aspettare a lungo. Nella lettera figurano gi i dubbi dei clienti del Madoff dei Parioli ma, in pi, lanonimo

La lettera Nel 2009 un investitore denunci il caso Lande, ma non scatt il blocco delle societ

aggiunge un elemento che avrebbe dovuto preoccupare gli ispettori Consob: Lande risulta titolare di una complessa rete di societ che da anni produce risultati brillanti soprattutto nella parte oscura estera e di cui non si sa nulla. Questo dei conti esteri di Lande uno dei passaggi a cui la Procura risulta pi interessata (sono in corso rogatorie in vari paesi), anche perch la Commissione di vigilanza non avrebbe mai autorizzato accertamenti sul rapporto tra Lande e le banche (Le direttive europee e gli accordi internazionali non lo avrebbero consentito, stata la risposta della Consob alla Finanza). E se la richiesta di questultima di costituirsi parte civile nel processo Lande appena stata accolta, il Tribunale si pronuncer luned su unaltra istanza (formulata da ex clienti di Lande): riguarda la responsabilit civile della stessa Commissione, che, in questo caso, dovrebbe partecipare ai risarcimenti.

Ilaria Sacchettoni
RIPRODUZIONE RISERVA

www.chimento.it
INFINITY collection

Linchiesta Processo al Madoff romano, trovati 7 milioni

24

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 25
#

Meteo Mareggiata a Genova. Piogge e freddo al Nord, allarme della Protezione civile

Lo stop dallotto novembre

Maltempo, scompare in mare travolto da unonda anomala


GENOVA Si chiamava Tullio De Vincenzi, aveva 83 anni. la prima vittima del maltempo di questo autunno. Luomo stava guardando la spettacolare mareggiata dalla passeggiata di Genova Nervi, quando stato travolto da unonda di eccezionale violenza. Con lui cera un ragazzo di venticinque anni, nipote dellex sindaco di Genova Cesare Campart, che si salvato. Entrambi erano fermi fra

Vittima un anziano. Trascinato anche un giovane che si salva

Le zone colpite Prime nevicate in Trentino e Val dAosta Previsti disagi anche nelle regioni del Centro
gli scogli in un punto ingannevolmente sicuro, perch sembra un angolo riparato (in realt il mare irrompe con forza e una volta trascinati in acqua quasi impossibile risalire a riva). C riuscito, con le sue forze, il giovane, dopo aver tentato inutilmente di prestare soccorso allottantenne: Stavamo fumando una sigaretta sugli scogli, eravamo vicini ha raccontato ai soccorritori quando arrivata improvvisamente unonda gigantesca e ci ha trascina-

to indicazioni ai mezzi di soccorso per recuperare il corpo delluomo che stato ritrovato poco dopo, a circa duecento metri di distanza. La motovedetta della Capitaneria ha tentato di entrare nel porticciolo di Nervi, ma la corrente era troppo forte e ha dovuto rinunciare e fare ritorno alla base ti gi. stato orribile. La cora Genova. rente era fortissima. In legPer oggi non gero stato di choc e in ipoterprevisto nessun mia, il venticinquenne non miglioramento. ha avuto bisogno di cure Anzi. Temperature in calo, tempoospedaliere. Per lanziano, inrali, raffiche di vece, non c stato nulla da favento, sono la re, la forza delle onde lo ha conseguenza di sbattuto contro gli scogli afuna perturbaziofioranti e ha trascinato il corne di origine atpo al largo. lantica che ha Il primo allarme stato daraggiunto nella to dal barista di un locale sulnotte lItalia. La la passeggiata, che ha chiamaProtezione civile to la Capitaneria. Siamo parha emesso unaltiti subito con due mezzi nolerta meteo che stri, con una motobarca dei riguarda sopratVigili del fuoco e una dei caratutto il Nordest e binieri dice il capitano il Centro, dove Ponsetto . Per raggiungere sono attesi roveNervi non abbiamo impiegasci di pioggia anto pi di un quarto dora anche molto intenche se le condizioni del mare si, burrasche e erano veramente proibitive a tempeste di fulcausa della risacca. Dalla rimini. Le prefettuva alcuni pescatori hanno da- Nervi Il quartiere di Genova investito dalla mareggiata che ha inghiottito un 83enne (Freaklance) r e s t a n n o s e guendo levolversi della situazione. In Trentino iniziata ieri pomeriggio Previsioni lannunciata nevicata mentre in Val dAosta il colle del PicTemperature Perturbazioni colo San Bernardo al confine con la Francia stato chiuso Temperature in diminuzione sia nei valori al transito per neve (ieri sera Oggi allerta meteo della Protezione minimi sia in quelli massimi. Domani civile: piogge e temporali nelle prime si lavorava per sgomberare la rasserenamenti su tutte le regioni, ore del giorno sul Nordest e sulle strada statale 26 che da La Thuile porta al valico). addensamenti su Romagna, Marche, regioni centrali. Fulmini e forti raffiche

Benzinai pronti a scioperare per 15 giorni


ROMA Due giorni di disagi sui treni per scioperi che cominciano stasera, tre giorni di protesta e di chiusura dei benzinai dall8 al 10 novembre. Cominciano le agitazioni dautunno. Oggi, dalle 21, si fermeranno per ventiquattrore tutti gli addetti alle attivit di pulizia, accompagnamento notte e ristorazione a bordo treno. Mentre dalle 9 della mattina di venerd fino alle 17, la protesta interesser tutto il personale del gruppo Fs. Si tratta di due scioperi proclamati unitariamente da Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti, Ugl trasporti, Fast Ferrovie e Salpas. A causare la protesta sono lincertezza di prospettiva delineata con il nuovo piano dimpresa e il dimensionamenDisagi to produttivo. I benzinai invece Agitazioni anche hanno in altri settori: da proclamato ben stasera disagi sui 15 giorni di treni per due giorni sciopero, i primi tre saranno l8, il 9 e il 10 novembre e prevedono la chiusura degli impianti sulle reti stradali e autostradali: lo hanno annunciato Fegica e Faib Confesercenti. Protestano contro lassoluta inerzia si legge nel loro comunicato del governo, inadempiente rispetto agli impegni ripetutamente assunti nei confronti della categoria, mettendo a rischio di fallimento circa 25.000 piccole imprese e i 140.000 posti di lavoro degli addetti occupati. Chiedono la liberalizzazione del settore o il ripristino delle agevolazioni di cui godevano in quanto sostituti di imposta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nelle regioni adriatiche del centro-nord

Abruzzo e isole. Peggiora domenica

Erika Dellacasa
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

26

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 27
Le regole
come, fatta eccezione per Palermo citt, i vertici di Confcommercio nelle altre province non avessero prodotto alcun risultato concreto. Anzi, il leader di Libero Futuro, Enrico Colajanni, punt il dito su Catania dove al vertice di unassociazione di categoria, quella dei trasporti, cera addirittura un personaggio vicino agli Ercolano imparentati con i Santapaola. Da allora Helg ha cominciato una sua battaglia anche per non essere indicato come lunico presidente mobilitato in Sicilia su questo fronte: Non abbiamo pi bisogno di eroi soli. Il nuovo passo costituisce cos una accelerazione allinterno di un mondo dove non mancano spinte contrarie e antiche paure. Obiettivo dichiarato di stilare un elenco di aziende virtuose. Un elenco da rendere noto con una campagna su giornali, manifesti, Internet..., spiega Rosanna Montalto, delega dellAssociazione alla legalit. Piccoli grandi segni di un mondo che cambia, anche se proprio in occasione della commemorazione di Libero Grassi tanti sconsigliavano i facili entusiasmi. La strada purtroppo lunga, ripete sempre Pina Grassi, convinta per che bisogna far conoscere come il meglio della societ si stia mobilitando. Un riferimento esplicito a oltre mille medici, avvocati, ingegneri e cos via che sabato scorso hanno costituito lassociazione professionisti liberi. Altro passo in avanti.

Mafia e lavoro Lassociazione stiler anche un elenco degli esercizi virtuosi

Calabria

Sicilia, la Confcommercio espeller chi paga il pizzo


S al codice etico. Sangalli: esportarlo ovunque
DAL NOSTRO INVIATO

PALERMO Le rivolte di Confindustria, le campagne dei giovani di Addiopizzo, le commemorazioni di Libero Grassi, i film, i dibattiti nelle scuole, perfino i fumetti contro il racket fanno scuola e pure i commercianti siciliani con i vertici della loro pi grande organizzazione, la Confcommercio, si danno un codice etico per mettere fuori dalle associazioni di categoria chi non denuncia il pizzo, chi si macchia di reati come lusura, lestorsione o la turbativa dasta. Un codice annunciato dal presidente di Confcommercio Sicilia, Pietro Agen, un ligure trapiantato a Catania dove fu per un anno assessore col sindaco Scapagnini, adesso fiero di questo gran passo esaltato dal presidente nazionale della confederazione, Carlo Sangalli, deciso a esportare il modello in tutto il Paese per combattere dalle fondamenta i fenomeni criminali che minano la competitivit di piccole e medie imprese, producendo evidenti distorsioni alla concorrenza, indebolendo il tessuto imprenditoriale, riducendo la libert dimpresa.... Siamo al modello Caltanis-

Confcommercio In Sicilia, lassociazione dei commercianti guidata da Pietro Agen (in basso nella foto Scardino), ha varato un codice etico che impone di denunciare gli episodi di estorsione. Solo chi lo sottoscrive potr ricoprire cariche dirigenziali o stare ai vertici dellassociazione. Sono state previste due sanzioni. La sospensione dellassociato nel caso di rinvio a giudizio e, nei casi pi gravi, si arriva sino allespulsione

Indagato il governatore Scopelliti

Giuseppe Scopelliti

Antiracket A Palermo i ragazzi di Addiopizzo festeggiano nel 2009 larresto del boss Raccuglia (Reuters)

setta, primo mattone di una ribellione al racket costruita con le denunce da imprenditori e costruttori di una provincia che con Ivan Lo Bello e Antonello Montante riuscita a dettare il codice etico co-

Modelli Adottato il modello di Confindustria. La vedova Grassi: Il meglio della societ si mobilita

piato da Confindustria in tante province del Nord per diretta indicazione di Emma Marcegaglia. Lo stesso modello tradotto in tanti protocolli formalizzati nelle prefetture per escludere dagli appalti pubblici aziende macchiate da complicit e compromissioni. Adesso si punta a una platea ancora pi vasta, fatta di piccoli esercizi commerciali, botteghe, bar, rivenditori che nelle borgate o nei piccoli centri della Sicilia spesso non

riescono a combattere una guerra persa in partenza. Anche per via di una rassegnazione che il codice etico vuol spazzare via, come spiega il presidente di Confcommercio Palermo Roberto Helg, promotore di analoghe forti iniziative nella citt di Libero Grassi. Proprio commemorando questo martire civile a ventanni dal suo delitto, il 29 agosto, nellatrio dello Steri, sede del rettorato dellateneo, i ragazzi di Addiopizzo sottolinearono

Confindustria Lassociazione degli imprenditori dal 2010 ha un codice etico che prevede la denuncia obbligatoria in caso di estorsioni e meccanismi sanzionatori che arrivano allespulsione

REGGIO CALABRIA (ca.ma.) Falso in atto pubblico. Con questa accusa la Procura di Reggio Calabria ha iscritto nel registro degli indagati il presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti (Pdl). Lincriminazione si riferisce comunque al periodo in cui Scopelliti era sindaco di Reggio Calabria. Linchiesta partita dopo che alcuni consiglieri comunali del Pd avevano denunciato alcune indebite competenze erogate alla dirigente dellUfficio finanze del comune Orsola Fallara. La donna, poco tempo dopo si suicid, ingerendo acido muriatico. Nei giorni scorsi gli 007 del ministero delle Finanze hanno accertato un buco nei bilanci di 170 milioni di euro. Sono convinto che potr dimostrare e chiarire la mia totale estraneit ai fatti che mi vengono contestati ha dichiarato Scopelliti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Felice Cavallaro
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

28

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 29
#

La storia

Un risarcimento di 2.000 euro. Era meglio una stretta di mano che un gesto che nega la generosit
duemila euro generosamente offerti dallAxa, un colosso di Colonia, rimarrebbero un vergognoso schiaffo in faccia che aggiunge dolore al dolore. Meglio niente, meglio una pacca sulla spalla, una stretta di mano, una letterina gentile, una telefonata di circostanza. vero che se duemila euro valgono un televisore, anche centocinquantamila si potrebbero equiparare al valore di un oggetto di consumo, e forse non supererebbero il prezzo della Ferrari pi economica. E il dolore non si misura certo a colpi di banconote, pure quando sono tante. Ma al di l del valore venale, c il valore di una dignit, per quanto simbolica, che neppure la burocrazia ha il diritto di ignorare, un gesto che non pu guarire le ferite, ma pu confortare una quotidianit comunque compromessa. Una carezza sempre meglio di uno schiaffo, di un Studentessa Giulia Minola, 21 anni, di Brescia, studiava Moda e design a Milano insulto, di uno spuche si conosca, neanche Franz Kafka, sulle responsabilit penali dellinci- to. Come quello messo nero su bianche lavor alle Generali di Trieste e dente. Sono uno scherzo lugubre e co dagli assicuratori: Abbiamo prefu poi per anni impiegato alle Assicu- basta, per unex insegnante costretta so in considerazione tutte le informarazioni contro gli Infortuni per il Re- dalla disperazione a lasciare la scuo- zioni che ci sono state date e come gno di Boemia a Praga, sarebbe in la. E anche se la signora Zanacchi compenso alle richieste avanzate in grado di calcolare la cifra che possa non avesse lasciato la scuola, quei base al diritto tedesco e alla situazione abbiamo presentato unofferta. compensare il danno provocato a Totale: duemila euro, cui se ne posua madre, Nadia Zanacchi, dalla Kafka trebbero aggiungere, semmai, cinmorte della ragazza bresciana. quecento. La situazione. Lofferta. Il Per non si pu costringere una Neppure Kafka, che lavor sadismo enigmatico e ottuso della donna a subire, dopo il lutto per la burocrazia. Di questo, s, Kafka ne safiglia, anche la beffa. Duemila euro alle Generali, riuscirebbe a peva qualcosa. sono uno scherzo lugubre e non solo stabilire una somma giusta perch ancora non stata fatta luce RIPRODUZIONE RISERVATA

BREVI
Padova

Giulia e quellultimo concerto Quanto vale una vita?


Mor alla Love Parade. La beffa dellassicurazione
di PAOLO DI STEFANO
Si pu quantificare il valore di una vita? Certo che non si pu. Anche se c chi per professione costretto a questa penosa, cinica contabilit delle esistenze. Gli assicuratori, per esempio. Ma ovvio che una madre non si sentir mai abbastanza risarcita per la perdita della figlia. Come potrebbe? Del resto, quali sono i criteri che servono a stabilire il prezzo di una vita? Let, il ruolo sociale, la professione, il prestigio familiare? Oppure elementi solo apparentemente pi insondabili: i desideri, le speranze, i sogni, la carica vitale, lintensit degli affetti che lascia, le sofferenze psichiche di chi resta? Prendiamo Giulia Minola, 21 anni, morta il 24 luglio 2010 schiacciata, con altri venti ragazzi, nella calca della Love Parade di Duisburg, in Germania. Quanto poteva valere il futuro che non ha vissuto per colpe non ancora chiarite? E la sua allegria, la sua passione per Jimi Hendrix e Alberto Camerini, per il cinema, per le letture, i progetti, gli studi di moda e design avviati al Politecnico di Milano? La curiosit, la voglia di innamorarsi, di viaggiare, di fare incontri, di mettersi in gioco nella piazza dei social network, lei che frequentava MySpace e Facebook. Neanche lassicuratore pi sensibile

Donna ripescata nel fiume una badante romena


di una badante romena il corpo ripescato ieri mattina dalle acque del fiume Piovego. La donna stata ritrovata incaprettata e con una corda al collo a Noventa Padovana. Si tratta di Ana Evghenie, 63 anni, fino a poco tempo fa addetta allassistenza di unanziana di Padova, ora deceduta. Sul suo cadavere, non ancora rigido, nessun segno di violenza.

La vicenda

Ischia

La tragedia
Sabato 24 luglio 2010, a Duisburg, la pi celebre manifestazione di musica techno del mondo, la Love Parade (foto sotto), si

Sequestr le Iene Capo dei vigili arrestato


Il comandante della polizia municipale di Barano dIschia, Ottavio Di Meglio, stato arrestato per sequestro di persona, calunnia e falsit materiale relativi al fermo illecito a carico di una troupe delle Iene che, nel novembre 2010, voleva intervistarlo. La troupe di Italia 1, diretta da Matteo Viviani, entr negli uffici e i due giornalisti delle Iene vennero rinchiusi in una stanza per alcune ore in attesa dellidentificazione.

La Cassazione

trasforma in tragedia per la calca e il caldo: muoiono 19 persone

Sono sempre valide le fotomulte ai semafori


Secondo la Cassazione le multe prese per essere passati con il semaforo rosso e certificate da una fotografia effettuata da apparecchi spia collocati agli incroci sono da pagare, anche nel caso in cui nelle vicinanze non ci siano vigili che possano contestare immediatamente linfrazione. Cos la Suprema Corte ha rivisto il suo precedente orientamento contrario a convalidare le multe accertate solo dalle foto senza lintervento dei vigili.

La vittima
Giulia Minola, 21 anni, di Brescia, la vittima italiana. Studiava Moda e design al Politecnico di Milano e stava facendo un giro per lEuropa con unamica

Codice cliente:

Codice cliente:

30

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 31

Settimo Torinese Doppio assegno a chi pulisce i parchi

Animali Dopo il caso di Montichiari. Brambilla: una rivoluzione

Il paese che obbliga i disoccupati a lavorare in cambio di solidariet


Sindaco pd importa il modello tedesco
DAL NOSTRO INVIATO

I beagle e la vivisezione Stop con una legge agli allevamenti lager


Una linea pi decisa di quella europea
ROMA Mai pi Green Hill in Italia, mai pi lager o fabbriche della morte. Lo aveva promesso su Facebook il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla, aveva giurato agli animalisti che si sarebbe adoperata prestissimo per impedire la continuazione dellattivit dellallevamento di cani Green Hill di Montichiari, Brescia. Lazienda, che appartiene alla multinazionale Marshall, per sua stessa ammissione fornisce animali destinati esclusivamente alla vivisezione. Li alleva in Italia e li spedisce in giro in tutta Europa. In questo momento ha nei suoi recinti circa duemila beagle e nei giorni scorsi le associazioni animaliste avevano inscenato proteste contro quella attivit di morte. Ieri la Brambilla, sempre su Facebook, ha annunciato alle associazioni animaliste di aver mantenuto la promessa. Ma prima ha tenuto una conferenza stampa per spiegare di aver avviato, finalmente, una vera e propria rivoluzione, un salto culturale. Il ministro ha infatti proposto e ottenuto lapprovazione in commissione Affari sociali, spiega lei stessa, di un emendamento alla legge comu-

SETTIMO TORINESE (Torino) Nella Settimo ex citt operaia il termometro della crisi empirico. Il sindaco: Ogni settimana arrivano almeno cinque-sei richieste daiuto. Il viceparroco: Anche una dozzina, persone normali che da un giorno allaltro si trovano senza stipendio. I sindacati: Prima danno fondo ai risparmi, molti tornano a casa dei genitori pensionati. E poi.... Chiedono aiuto alle istituzioni. Come Anna e Giulio, impiegata lei e chimico (neo-disoccupato) lui. Maria e i suoi tre figli, divorziata-cassaintegrata lei e nemmeno 15 anni tutti insieme loro. O ancora come Matteo Troiano, 57 anni e oltre 200 curricula spediti senza mai ottenere nulla: Ho perso il lavoro sei anni fa. Nessuno mi ha pi voluto, troppo vecchio. Cos eccomi qui, nei programmi di lavoro accessorio. Lo scorso anno ho ricevuto 380 euro dal consorzio dei servizi sociali. Se ora mi chiederanno di spazzare le foglie dai marciapiedi in cambio dellassegno di solidariet, beh, accetter. Eccome. Come Matteo in quaranta, su 130 ritenuti in difficolt ma idonei a lavorare, hanno gi detto s alla nuova condizione introdotta dal Comune di Settimo Torinese con una delibera: Se si d la disponibilit a lavorare per la comunit lassegno di solidariet circa 300 euro al mese per un massimo di sei mesi e un carico di 600 ore viene addirittura raddoppiato, se non la si d si perde tutto. Salvo casi particolari individuati dai servizi sociali, spiega il sindaco pd Aldo Corgiat Loia (foto sotto). Un modo per aiutare i penultimi e non solo gli ultimi. Per aiutare chi davvero in difficolt e insieme stanare i professionisti della solidariet altrui (e del lavoro nero). Ma soprattutto un percorso di recupero e responsabilizzazione.

hanno un buon potenziale. Vale a dire: Raccolta porta a porta di pile e abiti. Pulizia dei marciapiedi e dei parchi. Manutenzione delle panchine e vigilanza degli spazi pubblici. I fondi in pi (da 300 mila euro saliranno a circa 400 mila lanno) arriveranno dal Comune (attraverso laumento delladdizionale allaccisa sullenergia elettrica da destinare alla raccolta rifiuti) e dai contributi della Fondazione San Paolo per i cantieri lavoro.

Allopera Disoccupato di Settimo impegnato nei lavori socialmente utili (Effequattro)

Del resto lex Settimo operaia, fabbrica di Primo Levi e citt della penna, ha cambiato faccia. Da periferia dormitorio diventata, per dirla come il regista teatrale Gabriele Vacis, una tranquilla e operosa cittadina, con una forte identit. Anche grazie a una fitta rete di strutture solidaristiche, una solida tradizione di sindacati operai e un associazionismo cattolico molto aperto. Racconta Giulia Gigante, responsabile locale Cisl: La disoccupazione salita per all8,5%, il 35-40% delle aziende sta usando ammortizzatori sociali. E la gente si ingegna, finch pu. Ogni mese, dice la direttrice del Consorzio intercomunale dei servizi sociali (Cissp) Bruna Marino, arriva un centinaio di richieste daiuto. Il 50-60% da Settimo, di questi il 30% sono nuovi poveri. Per questo la sperimentazione parte da qui, poi coinvolger altri Comuni. E il debutto lascia ben sperare, aggiunge lassessore al Welfare Caterina Greco: Solo una persona finora ha detto no. Anche se lappello per i "furbi" della solidariet non stato ancora fatto.

Sul tetto Gli animalisti a Montichiari contro lallevamento di beagle (Fotogramma)

Alessandra Mangiarotti
RIPRODUZIONE RISERVATA

nitaria 2011, di recepimento della direttiva del 2010, che ci permette di voltar pagina con la sperimentazione animale dopo decenni di orrori. La legge in vigore fino ad oggi infatti quella del 92 che recepisce una direttiva dell86, quindi una legge molto permissiva e vecchia. Nel 2010 una direttiva europea ha peggiorato le cose, introducendo la possibilit di sperimentare sui cani randagi, anche senza anestesia, e per scopi

130
Assistiti Sono i cittadini di Settimo Torinese ritenuti in difficolt ma idonei a lavorare (esclusi gli over 65 e chi ha uninvalidit oltre il 70%)

Il caso
I numeri Sono circa 2.000 i beagle nellallevamento Green Hill di Montichiari, a Brescia, che fornisce animali destinati alla vivisezione La legge Il ministro Brambilla ha ottenuto lapprovazione di un emendamento alla legge comunitaria 2011, di recepimento della direttiva del 2010. Tra le novit: divieto di allevamento in Italia di primati, cani e gatti destinati alla sperimentazione

didattici. Mentre fa solo un accenno ai metodi di sperimentazione alternativi. Noi abbiamo recepito la direttiva ma ne abbiamo corretto le storture. Ecco le novit introdotte dalla Brambilla: divieto di utilizzare primati, cani e gatti nella sperimentazione se non con il consenso del Consiglio superiore di sanit. Divieto assoluto di sperimentazioni senza anestesia o analgesia. Divieto di sperimentazioni a scopo didattico o di tipo bellico. Divieto di allevamento di primati, cani e gatti destinati alla sperimentazione su tutto il territorio italiano. Ma soprattutto, sviluppo di metodi alternativi di sperimentazione. Per andare oltre la vivisezione. Abbiamo introdotto in maniera importante e definitiva il principio per cui lutilizzo degli animali deve essere abbandonato in favore dello sviluppo di metodi alternativi in vitro ha concluso la Brambilla . E per far questo abbiamo destinato congrui finanziamenti, dai fondi del ministero della Salute, perch il principio non rimanga solo una serie di parole

Sindaco

un percorso di recupero e responsabilizzazione. Perch il stato lui, manager con un non-lavoro passato remoto da operaio in Pi- crea relli, a voler importare dalla dipendenGermania il nuovo modello di assistenza. Declinandolo per za secondo i principi del welfare oltre che di centrosinistra. Ci pensava disperazioda un paio danni. Ha studiato ne
le norme sul lavoro accessorio contenute nella legge Biagi. Quindi si concentrato su due ostacoli. Uno legislativo: Non si pu negare il minimo vitale a chi ha bisogno. Cos abbiamo deciso di garantire il "pronto soccorso sociale" ma di interrompere la "cura" qualora non venga data la disponibilit al lavoro. E laltro di ordine economico: Non togliere lavoro ad altri, andando ad attingere da quellarea grigia di professioni che non producono reddito ma

ma venga attuato. Con lassenso del ministro Ferruccio Fazio, anche lui difensore della sperimentazione alternativa. Plaudono le associazioni animaliste. Alla Lav dicono che finalmente stato fatto un primo importante passo per ribaltare i nefasti effetti della direttiva europea 2010 che poco pi di un anno fa aveva visto gran parte della politica italiana schierarsi a favore di un recepimento restrittivo della normativa comunitaria. Ora speriamo che lemendamento sar difeso anche nei successivi passaggi da parlamentari e governo. Cos si salver la vita di migliaia di animali.

Mariolina Iossa
miossa@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Cronache 33
Smartphone

Editoria La compagnia acquista i diritti per digitalizzare Batman e Superman

Il tablet arruola i supereroi Le librerie contro Amazon


I fumetti su Kindle. E i negozi li tolgono dagli scaffali
DAL NOSTRO INVIATO

Galaxy Nexus, Samsung e Google sfidano iPhone


ROMA Google e Samsung sfidano Apple con uno smartphone, presentato a Hong Kong, che per primo utilizzer il sistema operativo Android. Il nuovo concorrente delliPhone si chiama Galaxy Nexus (foto sotto) e, tra le sue funzionalit innovative, ha anche lo sblocco col sorriso, ossia attraverso il riconoscimento facciale (ovviamente solo se si decider di attivarne la funzione). Galaxy Nexus, che in origine si sarebbe dovuto chiamare Nexus Prime, il terzo googlefonino dopo il Nexus One e il Nexus S. Cambia, naturalmente, lestetica: il display snello, leggermente curvo, senza pulsanti. C poi un intero set di applicazioni Google da sfruttare, dalle mappe al calendario alla sincronizzazione dei dati con altri dispositivi collegati al proprio account. La fotocamera offre la possibilit di inquadrature panoramiche e fotoritocco.

NEW YORK Coi loro superpoteri, Batman e Superman corrono ad aiutare Amazon nella sfida dei tablet appena lanciata da Jeff Bezos alla Apple: lazienda californiana che domina il mercato col suo iPad, ma ormai orfana del genio di Steve Jobs. Gli eroi sfrecciano su quella che sembra una sfida tutta digitale alla conquista del futuro, ma finiscono schiacciati in una disputa di retroguardia, banalmente fisica: i loro libri, che li ripropongono stampati su comuni fogli di carta, sbattuti fuori dalle librerie che si sentono discriminate dallineffabile Jeff. Bezos sicuramente un imprenditore geniale, ma agli editori e ai librai ricorda sempre pi Darth Vader. Nei piani del fondatore di Amazon i supereroi dovrebbero servire a mettere il turbo alle vendite del Fire: che non un motore super-

Senza poteri La serie Watchmen (a destra) ha come protagonisti supereroi privi di superpoteri alle prese con lomicidio di uno di loro. Sotto, Superman. Entrambi sono pubblicati della DC Comics

Lazienda

Gli albi Fumetti sugli scaffali di una libreria della catena Barns & Noble

La strategia I comics servono al lancio del nuovo gadget, concorrente di iPad


compresso ma il nuovo tablet a basso costo (199 dollari) col quale da met novembre in America (e poi nel resto del mondo) Amazon cercher di conquistare una fetta di questo ricco mercato. Per strappare clienti alla Apple, tenere testa ai nuovi arrivati di Samsung e anticipare Dell e Hewlett Packard che aspettano il sistema operativo Windows 8 di Microsoft per scendere in campo, Amazon ha deciso di giocare anche la carta dellesclusiva sulla versione digitale delle storie a fumetti della DC Comics, titolare di un centinaio di caratteri estremamente popolari: dagli storici Batman e Superman a Lanterna Verde, Watchmen, e V per Vendetta. La reazione allannuncio stata furibonda, ma non da parte della Apple: a ribellarsi sono stati i librai, con le catene principali Barnes & Noble e Books-a-Million che per rappresaglia hanno ritirato i volumi di questi comics dai loro scaffali. Scelta appa-

rentemente curiosa, visto che nella cultura di chiunque venda libri c un gene che si ribella a ogni limite allo smercio di opere stampate: una sorta di riflesso condizionato contro ogni forma di possibile censura. Ma qui il problema diverso, insieme commerciale e di sopravvivenza. I pi duri sono quelli di Barnes & Noble che, alle prese con tecnologie digi-

tali (vendite online ed eBook) che hanno drammaticamente alterato lambiente editoriale nel quale operano, hanno dovuto cambiare il loro modello di business. B&N, la prima catena di librerie dAmerica coi suoi 1.300 negozi, fin qui ha evitato di fare la fine del concorrente Borders laltra grande catena che andata prima in amministrazione controllata e poi stata dichiarata fallita qualche mese fa anche grazie allingresso nel mercato degli eBook col Nook, il suo lettore digitale. Amazon, che prima con le

Il debutto Amazon stata tra le prime grandi compagnie a vendere merci su Internet. Fu fondata da Jeff Bezos nel 1994 e lanciata nel 1995, anno in cui inizi come libreria online Loperazione Amazon ha acquistato dalleditore DC Comics i diritti di centinaia di graphic novels tra cui Batman e Superman. Loperazione legata al lancio a met novembre del Kindle Fire, il tablet con cui Amazon sfida liPad della Apple

vendite online, poi col lettore digitale Kindle, ha gi mangiato un bel pezzo del mercato librario, ora taglia la strada a Barnes & Noble anche nel mercato dei tablet: il Fire arriver nei negozi americani il giorno prima del nuovo Nook Color (annunciato per il 16 novembre) e coster 50 dollari di meno. Molti analisti ritengono che Bezos lo venda sottocosto per strappare una quota di mercato rilevante e per creare un canale commerciale esclusivo per i suoi scaffali virtuali. Un affare enorme visto che Amazon, unazienda da 36 miliardi di dollari di fatturato, via Internet ormai vende di tutto: non solo libri e film, ma anche attrezzature sportive, prodotti di bellezza e perfino tagliaerba. Non potendo ribellarsi al (presunto) dumping, Barnes & Noble ha deciso di punire leditore di comics rifiutando i suoi libri: Diciamo al cliente che da noi trover qualunque opera, che si tratti di edizioni di carta o digitali. Non possiamo accettare che altri ottengano unesclusiva che ci impedisce di assicurare unofferta completa. Una questione di principio, insomma. Difficile che basti a fermare la corazzata Amazon, ma per ora i librai un successo almeno parziale lhanno raggiunto: il New York Times ha raccontato due giorni fa che, smentendo quanto contenuto nei comunicati sul Fire, DC Comics ha sostenuto che c stato un equivoco. I suoi fumetti saranno accessibili anche su altri lettori digitali diversi dal Fire, purch acquistati via Internet usando lapplicazione di Amazon-Kindle.

Sar in vendita in Italia a partire dalla seconda quindicina di novembre, al costo di 599 euro. Samsung e Google continueranno nello sviluppo e nellevoluzione di prodotti dedicati alla piattaforma Android, ha dichiarato il dirigente di Samsung J.K. Shin. Nel frattempo anche Motorola si data da fare nella sfida alla Mela: rilanciando e aggiornando uno storico modello, ha presentato il nuovo Droid Razr. Anche questo gioiellino dovrebbe essere in vendita da novembre in tutto il mondo. Con 7,1 millimetri di spessore il pi sottile smartphone del mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimo Gaggi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Wine Food Festival

Codice cliente:

Codice cliente:

34

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

35

Economia
Indici delle Borse
FTSE MIB 16.293,19 2,02% 1,67% 0,74% -0,63% -2,01% -1,26%

FTSE MIB
Londra Francoforte Parigi (Cac40) Hong Kong Tokio (Nikkei) Madrid 5.450,49 5.913,53 3.157,34 18.309,22 8.772,54 8.849,50 0,74% 0,61% 0,52% 1,29% 0,35% 0,43%

La settimana

Cambi
1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1 euro 1,3828 dollari 0,8749 sterline 1,2428 fr. sv. 1,11% 1,16% 0,54% 0,64% 1 euro 106,1900 yen

Eni

La settimana

Titoli di Stato
Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 19-10 netto % Titolo Ced. Quot. Rend. eff. 19-10 netto %

Btp 01-01/11/11 1,900% Btp 09-01/07/12 2,500% Btp 10-15/12/12 2,000%

99,81 99,31 97,91

3,21 3,62 3,72 4,18 4,29 4,39 4,46 4,66

Btp 06-15/09/17 2,100% Btp 11-15/09/26 3,100% Btp 05-01/02/37 4,000% Btp 07-01/08/39 5,000% Cct 07-01/12/14 0,980% Cct 08-01/09/15 1,220% Cct 09-01/07/16 1,140% Ctz 10-31/12/12 -

88,24 77,22 70,98 79,80 92,70 90,83 88,75 96,57

6,83 5,85 7,88 5,75 5,94 5,12 5,18 5,26 2,97

FTSE It.All Share 17.036,51 FTSE It.Star Dow Jones Nasdaq S&P 500 10.230,72 11.504,62 2.604,04 1.209,88

Btp 96-01/11/26 7,250% 105,66

Btp 02-01/02/13 4,750% 100,56 Btp 08-15/12/13 3,750% 98,22 Btp 10-01/11/13 2,250% Btp 11-01/04/14 3,000% Btp 04-01/02/15 4,250% Btp 10-15/04/15 3,000% 95,62 96,01 97,86 93,69

9,1245 cor.sve. -0,37% 1,3981 dol.can. -0,26%

La lente
LO STATUTO DELLE IMPRESE, SANZIONI SUI PAGAMENTI LENTI

Il Lingotto Presentate le nuove Lancia Thema e Voyager. Ai sindacati non devo dare dettagli sui modelli

Marchionne: Fiat non cambia obiettivi


Cnh, nessuna vendita. Confermati i conti 2012, Alfa negli Usa nel 2013
DAL NOSTRO INVIATO

on poteva esserci momento migliore. Stamattina il Senato dovrebbe votare (e approvare a larga maggioranza) lo statuto delle imprese. In tempi di manifesti, proclami e liberalizzazioni, non poco. Il testo, che dedica una particolare attenzione e tutela alle piccole e medie imprese, introduce principi destinati a produrre importanti conseguenze. Per esempio una regolamentazione dei tempi di pagamento allineata con la tempistica richiesta dallUe: 30 giorni per la P.A. e 60 per i privati. A ci si aggiunge lintenzione dellAntitrust, pi volte confermata dal presidente Catrical, di introdurre per i ritardatari una sanzione pari al 50% del debito. Altra novit non trascurabile: la valutazione dellimpatto economico sulle imprese di un testo normativo. In pratica, se una legge chiede nuovi oneri a unazienda, bisogner eliminarne altri per non alterare lequilibrio economico. Infine, si introduce il principio di modulazione dei testi normativi in base alla dimensione delle imprese. Troppo spesso, in passato, in Italia si varavano leggi pensate solo per grandi aziende. Come produrre solo vestiti Extra Large quando quasi tutta la tua clientela porta la taglia Small.

TORINO C chi lha vista come un segnale positivo, di conferma e rafforzamento della presenza Fiat in Italia. E chi lha interpretata come una provocazione, per via dei riflettori tutti puntati su due vetture che vengono costruite in Canada ma saranno vendute in Europa. La scelta di Torino per la presentazione delle due nuove Lancia Thema e Voyager, reinterpretazioni dellammiraglia Chrysler 300C e del classico monovolume americano, che dalla prima settimana di novembre saranno commercializzate in tutto il Vecchio Continente, ha prestato il fianco a diverse e contrapposte

Stime
Le stime di vendita delle nuove Lancia, Thema (nella foto a destra) e Voyager, che saranno commercializzate in tutta Europa dalla prima settimana di novembre, sono di 10mila vetture, per la nuova ammiraglia, e di 11mila, per il monovolume. Sul mercato italiano sono previste, rispettivamente, vendite per 4.000 e 3.800 unit.

180
i dealer Lancia impegnati nella vendita in Italia delle nuove Thema prodotte a Brampton in Canada

70%
John Elkann e Sergio Marchionne la quota delle vendite previste per flotte aziendali e noleggi delle nuove Lancia Thema

Il confronto Il mercato sceso da 2,45 milioni di auto vendute nel 2008 a 1,75 milioni per questanno
chiavi di lettura. Ma per lamministratore delegato del Lingotto Sergio Marchionne, allindomani della diffusione dei poco esaltanti dati di vendita del mercato auto europeo, del declassamento dellagenzia di rating Fitch, e alla vigilia dello sciopero dei lavoratori dellintero gruppo Fiat proclamato dalla Fiom per domani, loccasione si rivelata anche un ottimo frangente per affrontare a briglia sciolta tutti o quasi i temi sul tappeto, riguardanti il gruppo automobilistico. A cominciare dagli obiettivi. Confermando lo sbarco dellAlfa Romeo sul mercato americano nel 2013 (il rilancio dellAlfa partir dagli Stati Uniti, da l ri-

torneremo in Europa; copriremo tutta la gamma fino al segmento A). Anticipando la conferma dei target (anche questanno saremo in linea con le aspettative e non credo dovremo cambiare i numeri del gruppo nel 2012). Lo scorso giugno il Lingotto aveva annunciato un obiettivo di ricavi com-

plessivi per Fiat, compresa Chrysler, di 85 miliardi di euro per il prossimo anno. Quanto allandamento del mercato italiano, Marchionne ha detto che sta raggiungendo livelli mai visti negli ultimi 20 anni; dai 2,45 milioni di auto vendute nel 2008 sceso a 1,75 milioni previsti per questanno; il mercato ha perso 700mila vet-

Made in Italy

Ferrari per tre anni allExpo di Shanghai Montezemolo: Cina secondo mercato
(g. dos.) Sar inaugurata il prossimo mese di marzo e permetter ai visitatori del padiglione italiano dellExpo di Shanghai di vivere unesperienza completa del brand Ferrari: dai modelli pi rappresentativi della storia del Cavallino Rampante, alle innovazioni tecnologiche fino al mondo della F1. Laccordo, della durata di tre anni, che prevede la presenza della casa automobilistica nello spazio espositivo, stato firmato ieri dal presidente della Ferrari Luca di Montezemolo (nella foto) e il numero uno dello

Isidoro Trovato
RIPRODUZIONE RISERVATA

Shanghai Expo Development group, Ding Hao. Questa esposizione permanente ha commentato Montezemolo rafforza ulteriormente il gi profondo legame tra la Ferrari e la Cina, dove siamo presenti ufficialmente dal 2004. Un successo commerciale che ha visto crescere sempre pi limportanza di questo mercato, che con la fine dellanno arriver ad essere secondo solo agli Stati Uniti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ture, che per Fiat significa 210mila auto in meno, lequivalente di uno stabilimento italiano; inutile andare a cercare nuovi modelli: a chi li vendiamo?. E ha poi aggiunto: Dobbiamo lavorare per rafforzare la nostra posizione negli Stati Uniti e in America Latina. Su possibili nuovi accordi in Russia, Marchionne ha preso tempo (stiamo ancora lavorando per trovare una soluzione), mentre ha smentito seccamente la ventilata cessione di Cnh, controllata da Fiat Industrial con una quota dell88,9% (la societ non in vendita; non ho alcuna intenzione di cedere interessi di Cnh a qualcun altro). Continua il gelo nei confronti dei sindacati firmatari dellaccordo di Mirafiori, escludendo qualsiasi possibilit di avvicinamento: Mettiamo che li incontri, quale altro piano industriale devo dare pi di quello che ho gi dato? I modelli da produrre non li ho indicati neppure al mercato americano e siccome sto gestendo unazienda globale, perch dovrei dare quel tipo di dettaglio ai sindacati italiani quando non lo sto facendo da nessuna altra parte?. E considera definitivamente chiusi i rapporti con Confindustria (Fiat non centra pi nulla e non chiedetemi nemmeno di esprimere un parere sulla ex presidente di Confindustria), liquidando cos ogni commento sulla lettera di Emma Marcegaglia al Corriere. Una cosa certa: Marchionne punta sul rafforzamento del matrimonio con Chrysler: So che il futuro per il gruppo buono, non parliamo per di Fiat senza Chrysler; io non vedo il futuro di Fiat senza Chrysler, non lo conosco, non la divido in due.

Gabriele Dossena
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Economia 37
Le ipotesi

Popolare Il direttore generale Chiesa nel road show: no ad Arpe, la nostra casa la mettiamo in ordine da soli

Bpm, la battaglia allultima delega


Tre o cinque voti, attesa per il chiarimento della Banca dItalia
Investitori frodati

Ricapitalizzazioni sotto 100 miliardi per il credito Ue


I piani europei per il rafforzamento delle grandi banche sistemiche potrebbero essere, alla fine, di dimensioni minori rispetto a quanto ipotizzato finora (con grandi timori dei banchieri continentali). La necessit di capitale per gli istituti sarebbe stata fissata sotto quota 100 miliardi di euro, secondo le ultime stime riportate ieri anche dal Financial Times che citava alcune fonti dellEba, lautorit bancaria europea, responsabile per gli stress test degli istituti. Uniniezione di capitali che gli istituti di credito dovrebbero portare a compimento in un periodo compreso tra i prossimi sei e nove mesi, raggiungendo il livello del 9% del loro core tier one. Lo sforzo finanziario delle banche continentali, secondo il calcolo effettuato dal Fondo monetario internazionale (che una volta reso pubblico aveva causato qualche imbarazzo alla neo direttrice generale Christine Lagarde) doveva invece aggirarsi intorno ai 200 miliardi di euro, frutto delle svalutazioni relative ai titoli del debito pubblico di Paesi a rischio in portafoglio. Altre stime e report di analisti avevano invece fissato il fabbisogno di capitale degli istituti addirittura in 275 miliardi di euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Citigroup-Sec patteggiamento da 285 milioni


stato chiuso ieri laccordo tra Citigroup e la Sec, che accusava la banca di aver dato informazioni fuorvianti su derivati per un miliardo di dollari. Lauthority Usa ha fatto sapere che la banca pagher 285 milioni di dollari (restituzione di utili per 160 milioni di dollari, 30 milioni di interessi e 95 milioni di multa). Siamo lieti di lasciarci la vicenda alle spalle, ha detto la banca. Citigroup era accusata di avere venduto tramite la propria divisione Citigroup Global Markets prodotti garantiti da mutui subprime (in particolare cdo, complessi titoli obbligazionari garantiti da debito) per 500 milioni di dollari salvo poi scommettere contro questi stessi. La legge stabilisce che gli investitori siano trattati con pi cura di quella che Citigroup ha dato in questo caso, ha detto Robert Khuzami della Sec.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MILANO Gi le mani dalla Bpm. Il direttore generale, Enzo Chiesa, non vuole estranei a Piazza Meda. E ieri lo ha gridato forte davanti allassemblea dei dipendenti-soci dellAssociazione Amici della Bipiemme: Quelli che mi mettono le mani in casa mi danno fastidio, la nostra casa la mettiamo a posto noi, da soli. Chiesa, candidato dagli Amici alla guida del futuro consiglio di gestione, ha detto di essere stufo di ci che sta avvenendo fuori e dentro la popolare milanese, che sabato riunir i soci ne sono attesi 6.000 per approvare il nuovo statuto duale e nominare i vertici. Secondo fonti interne alla banca la lista guidata da Marcello Messori (Fabi-Fiba) sarebbe in vantaggio rispetto a Filippo Annunziata (lista Amici) sul fronte dei dipendenti, che dopo la rottura delle due sigle nazionali con i sindacati interni a Piazza Meda si sono divisi. I soci non dipendenti, che hanno presentato una loro lista, non hanno invece ancora preso posizione. Ieri il capolista Piero Lonardi riuscito ad ottenere, grazie a un ricorso durgenza al Tribunale, laccesso al libro soci ma ha comunque minacciato un esposto a Consob e Bankitalia per disparit di trattamento rispetto alle altre liste. Lago della bilancia rischia di essere Assoinsieme, i soci pensionati, che ha dato libert di coscienza ai propri associati. Ma sullesito del voto per la nomina dei vertici di Bpm la vera incognita unaltra: il numero di deleghe che ciascun so-

Filippo Annunziata

Marcello Messori

cio potr portare. Lattuale statuto ne prevede tre, che saliranno per a cinque con la nuova governance. Prima di sabato atteso un chiarimento da Palazzo Koch. Intanto Fabi-Fiba e Amici stanno proseguendo gli incontri con i soci della banca per conquistare voti sono stati richiesti gi 11.000 biglietti per votare e ieri il road show delle due sigle, che sono sbarcate anche su Youtube, ha fatto tappa a Monza e oggi si trasferir a Gallarate per chiudere poi venerd la campa-

Youtube I sindacati nazionali Fiba e Fabi sbarcano su Youtube con Messori e Arpe

gna a Piazza Affari. Ieri non cera Messori, chiamato a Roma in Consob. Gli Amici, che oggi saranno nella sede di Piazza Meda, hanno invece riunito al Centro Servizi Bpm lassemblea degli associati alla quale erano invitati Annunziata, Chiesa e Andrea Bonomi di Investindustrial, che punta a guidare il consiglio di gestione. Ed stato piuttosto duro con il ticket Messori-Arpe: Contro la vostra banca ha detto c un attacco preparato, ben pensato e organizzato che viene da lontano di fronte al quale dovete difendervi. Bonomi, in corsa con proprie candidature al consiglio di sorveglianza, anchesso a caccia di voti e per non rischiare di restare fuori, visto che non potr far valere il suo 2,6%, ha chiesto a una societ specializzata, Sodali, di trovare 100 soci o fondi con almeno

Lassemblea
Sabato 22 alla Fiera di Rho-Pero in programma lassemblea dei soci della Popolare di Milano che dovr approvare il nuovo statuto duale e nominare il consiglio di sorveglianza. Sono attesi oltre 6.000 soci: ognuno potr votare per lo statuto con tre deleghe mentre per le nomine non chiaro se varr la vecchia regola o la nuova governance che ne prevede cinque.

il 2% che votino la sua lista. E a proposito di liste ieri arrivata in Consob la risposta di Bpm su eventuali collegamenti tra liste di maggioranza e minoranza. Il concetto di liste di minoranza non sembra appropriato per definire le liste presentate dagli organismi di investimento collettivo ha spiegato Piazza Meda, quindi appare corretto ritenere che nei confronti delle stesse non trovi applicazione la normativa in tema di collegamento tra liste. Il ragionamento poggerebbe sul nuovo statuto che, rafforzando il ruolo dei fondi in consiglio, autorizzerebbe la deroga al Testo Unico della Finanza. La Consob far le sue valutazioni e, per la parte relativa allo statuto, probabilmente sar coinvolta Bankitalia.

Federico De Rosa
RIPRODUZIONE RISERVATA

In Francia Knight Vinke: deludente la gestione Olofsson

Carrefour perde colpi Lattacco del fondo attivista


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

PARIGI Il colosso Carrefour va male ed Eric Knight, a nome del fondo Knight Vinke che detiene l1,5% del capitale, usa il suo solito sistema: compra una pagina di un grande quotidiano internazionale e pubblica una lettera aperta in cui spiega come dovrebbero funzionare le cose. Fece cos nel 2004 con la Shell, nel 2007 con la Hsbc, e ancora lestate scorsa con lEni, tornando a chiedere lo scorporo di Snam Rete Gas. Stavolta Knight si riservato lintera pagina 7 di Le Monde per demolire con toni asciutti e parole chiarissime la leadership di Lars Olofsson, il 59enne manager svedese che guida Carrefour, dal 1 gennaio 2009, con pessimi risultati. La lettera rivolta al Consiglio di amministrazione, agli azionisti e ai dipendenti comincia con queste parole: Da un anno la societ Carrefour perde regolarmente quote di mercato in Francia e allestero (...) e il titolo ha perso in Borsa met del suo valore. In qualit di azionisti attivi, non possiamo assistere a un tale disastro senza reagire. Carrefour il secondo gruppo di grande distribuzione al mondo dietro Wal-Mart, ma la guida giudicata velleitaria e confusa di Olofsson ne ha fatto un gigante malato. Il fondo Knight Vinke riassume le critiche che negli ultimi mesi sono state rivolte al management dellazienda: Gestione dei

supermercati troppo centralizzata, cattiva politica del prezzo, una inquietante serie di partenze tra il gruppo dirigente, e soprattutto dei gravi problemi di governance. La rivoluzione Planet non mai decollata: Olofsson ha scommesso su una fumosa riorganizzazione dei magazzini in isole, allo scopo di rendere pi piacevole lacquisto e convincere un target pi alto, quando allo stesso

Aspettative
Eric Knight attraverso il fondo Knight Vinke controlla una quota pari all1,5% della catena di supermercati francesi Carrefour, che negli ultimi tempi hanno deluso le aspettative degli investitori

tempo lazienda cercava di abbassare i prezzi dei propri prodotti, considerati dalla clientela inspiegabilmente pi alti rispetto ai concorrenti. Il concetto Planet stato testato in soli sei magazzini, e verr applicato a 82 dei 500 ipermercati francesi entro la fine dellanno. E gli altri 418 magazzini?, chiede Knight. Da giugno 2011 il duro Olofsson cumula le funzioni di presidente e direttore generale. In quanto ideatore di Planet, quindi giudice e parte in causa: una situazione inconcepibile, secondo Knight, che chiede la sua sostituzione con una scelta interna (Olofsson venne paracadutato da Nestl) quanto alla presidenza, e la nomina di due direttori generali: uno per i Paesi emergenti e uno per lEuropa. Knight ha tutto sommato poche azioni ed esce allo scoperto. Luomo pi ricco di Francia, Bernard Arnault, assieme a Colony Capital nel 2007 ha investito 4 miliardi di euro per comprare il 9,8% della societ. Arnault tace, ma potrebbe essere daccordo con Knight. Nel 2009 Olofsson stato il manager pi pagato di Francia con un salario di 9,2 milioni di euro. Il suo contratto scade lestate prossima, ma potrebbe essere accorciato.

Stefano Montefiori
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

38
AZIENDA TERRITORIALE EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI ROMA
L.re Tor di Nona n. 1 - 00186 Roma Tel. 06.68841 AVVISO DI PROCEDURA APERTA 1. ENTE APPALTANTE: A.T.E.R. Roma, indirizzo in intestazione. 2. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: Criterio offerta economicamente pi vantaggiosa di cui allart. 83, sulla base degli elementi e punteggi indicati nel bando di gara. 3. OGGETTO ED IMPORTO DELLAPPALTO: Lavori di manutenzione e servizi di conduzione degli impianti meccanici (ascensori, servoscala e piattaforme elevatrici) installati nei fabbricati e negli uffici di propriet o in gestione allATER del Comune di Roma. Cod. Aziendale gara MS 2011 08. Cod. CIG 18.128.430,30 suddiviso in tre lotti di appalto: LOTTO 1 Cod. CIG 3403223C73 Importo a base dappalto 5.976.681,68 di cui lavori a misura 3.765.323,96 Oneri della sicurezza 70.004,28 Servizi a canone 2.099.030,32 Oneri della sicurezza 42.323,12 Importo soggetto a ribasso 5.860.879,48, LOTTO 2 Cod. CIG 3403280B7D Importo a base di appalto 5.331.116,95 di cui lavori a misura 3.564.210,94 Oneri della sicurezza 67.964,85 Servizi a canone 1.657.133,07 Oneri della sicurezza 41.808,09 Importo soggetto a ribasso 5.221.344,01; LOTTO 3 Cod. CIG 3403304F4A Importo a base di appalto 4.767.524,03 di cui lavori a misura 2.838.821,24 oneri della sicurezza 56.577,15 Servizi a canone 1.829.543,52 Oneri della sicurezza 42.582,12 Importo soggetto a ribasso 4.668.364,76. 4. CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE: sono indicate nel bando di procedura aperta e nel disciplinare di procedura aperta pubblicati integralmente sui siti www.aterroma.it, www.regione.lazio.it e www.serviziocontrattipubblici.it; 5. TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE: 12/12/2011 ore 12,00, allindirizzo in intestazione; 6. DATA DI SVOLGIMENTO DELLA GARA: 14/12/2011, ore 10,00; 7. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Arch. Pier Giacomo TAMIETTO; 8. DATA SPEDIZIONE G.U.C.E.: 13/10/2011. 9. DATA PUBBLICAZIONE G.U.R.I.: G.U. n. 123 del 19/10/2011. IL DIRETTORE GENERALE - Stefania GRAZIOSI

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Corriere della Sera - 20/10/2011

Dichiarazione telematica obbligatoria

AVVISO DI ANNULLAMENTO BANDO DI GARA n. 0000012344 COLLEGAMENTO HVDC ITALIA-MONTENEGRO Settori speciali - Forniture
Ente aggiudicatore: TERNA S.p.A., Viale Egidio Galbani, 70 - 00156 Roma, Italia Settore di attivit dellente aggiudicatore: Elettricit Oggetto dellappalto annullato: Gara n. 0000012344 Collegamento HVDC Italia-Montenegro. Codici Identificativi Gara (CIG): CIG 1 lotto 06916152C0; CIG 2 lotto 06916439D9; CIG 3 lotto 0691666CD3; CIG 4 lotto 06916775E9 La procedura di aggiudicazione relativa alla gara di cui sopra, stata interrotta in quanto ritenuta incompleta. Si informa altres che l'appalto potr essere oggetto di una nuova pubblicazione. Data di spedizione del presente avviso per la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea: 10.10.2011
TERNA S.p.A. - Sede in Roma Viale Egidio Galbani n. 70 Capitale sociale Euro 440.967.054 (al 31 dicembre 2010) interamente versato Registro delle Imprese di Roma, Codice Fiscale e Partita I.V.A. n. 05779661007 R.E.A. di Roma n. 922416

Novit!
Da questanno via la carta. Dichiarazioni e bollettini tutto on line!
Gli Ingegneri e gli Architetti iscritti agli albi Gli Ingegneri gli Architetti iscritti agli albi professionali e titolari di partita IVA, le Societ professionali titolari di partita IVA, le Societ di professionisti e le S i dIngegneria, f i i i l Societ dI egneria, di devono presentare ad Inarcassa la dichiarazione obbligatoria del reddito professionale e/o del volume daffari riferita allanno 2010 esclusivamente in via telematica tramite Inarcassa On line entro il 31 ottobre 2011.
Il bollettino M.AV. per il versamento del Il bollettino M.AV. per il versamento del conguaglio contributivo, da saldare conguaglio contributivo, da saldare entro il 31 dicembre, deve essere entro il 31 dicembre, deve essere generato e stampato tramite lapposita generato stampato tramite lapposita ibile su Inarcassa On procedura disponibile su Inarcassa On line.

Non sei ancora registrato? Non sei ancora registrato?

ISCRIVITI SUBITO! ISCRIVITI SUBITO!


www.inarcassa.it www.inarcassa.it

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit per la Toscana

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilit per le Marche
ESTRATTO DI AVVISO DI BANDO DI GARA LAzienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 2 - via VIII Giugno 69 - Melegnano, in associazione con lAzienda Sanitaria Locale della Provincia di Milano 1 - Magenta, ha indetto gara a mezzo procedura aperta (Asta Pubblica) per: 1. Fornitura di vaccini vari per il periodo di due anni suddiviso in lotti - Importo complessivo a base dappalto per il biennio: 7.469.700,78. Gli interessati possono chiedere i documenti relativi alla gara di cui sopra, al Servizio Approvvigionamenti e Logistica dellASL Milano 2 (tel. 02/92654321, fax 02/92654364 - migliorini.mariacristina@aslmi2.it) nei giorni feriali (sabato escluso) - dalle ore 9.00 alle ore 16.00. Lofferta deve essere presentata entro le lore 12,00 del giorno 07.12.2011 Normativa di riferimento D.lgs n. 163/2006 e successive modificazioni e integrazioni. Il bando di gara integrale stato trasmesso in data 14.10.2011 allUfficio delle Pubblicazioni Ufficiali C.E.E.. Il Responsabile Procedimento IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO (Dr. Enrico Vai)

ESTRATTO DEL BANDO DI GARA


Il Compartimento della Viabilit per la Toscana, Viale dei Mille 36 - 50131 FIRENZE Tel. 055/56401 rende noto che sar esperito il seguente appalto a procedura aperta ai sensi degli artt. 81, 82 e 122 del D.Lgs 163/2006 avente per oggetto: CUP F83D11000520001 CIG 329960040E PA FILAV54-11. S.S. R.A. 3 Raccordo Autostradale Siena/Firenze - Lavori di Manutenzione Straordinaria - Interventi di ripristino del piano viabile e della segnaletica orizzontale sulle strade a pedaggio di competenza del Compartimento. Gli interventi in argomento ricadono nel territorio dei comuni di Monteriggioni e Poggibonsi in provincia di Siena. Importo totale lordo dei lavori a misura 732.000,00, oneri sicurezza 20.000,00, categoria prevalente OG3. Responsabile del procedimento Ing. Alfredo Cavalcanti. Il bando di gara stato pubblicato presso questo Compartimento, lAlbo Pretorio del Comune di Firenze, la G.U.R.I. n. 123 del 19.10.2011, il prolo committente www.stradeanas.it, il sito informatico del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e sul sito informatico presso lOsservatorio sui lavori pubblici. Le offerte e la documentazione per la partecipazione dovranno pervenire, pena lesclusione, entro le ore 12.00 del giorno 21.11.2011 allindirizzo di questo Compartimento con le modalit e le prescrizioni indicate nel citato bando e nel relativo disciplinare. Il Dirigente Amministrativo Dott.ssa Rita Zaratti

ESTRATTO DI BANDO DI GARA DAPPALTO


LANAS S.p.A. - Compartimento della viabilit per le Marche, via Isonzo n. 15, 60124 Ancona (tel. 071/5091 e fax 071/200400) comunica che sulla G.U.R.I. n. 123 del 19/10/2011 e sulla GUCE con n. 2011-141846 stato pubblicato il bando di gara integrale per lappalto, mediante procedura aperta, dei seguenti lavori: GARA: ANLAV15-2011; Luogo di esecuzione: SS.SS. DEL COMPARTIMENTO; Oggetto dellappalto: SERVIZI DI OPERE IN VERDE E PULIZIA PERTINENZE TRIENNIO 2012- Province: TUTTE. Importo a base di appalto: 2.600.000,00 di cui oneri sicurezza: 185.900,00=. Categoria: SF. Termine di esecuzione: 36 mesi. Responsabile del Procedimento: Ing. Paolo Lalli. Termine ultimo per il ricevimento delle offerte: ore 10,00 del giorno 12/12/2011, presso la sede della stazione appaltante in via Isonzo 15 - Ancona. Seduta pubblica: il giorno 13/12/2011 dalle ore 9.00 presso la sede della stazione appaltante in via Isonzo 15 - Ancona. Il Bando di gara inoltre disponibile sui siti internet e www.serviziocontrattipubblici.it e www.stradeanas.it. Il Capo Compartimento Ing. Eugenio Gebbia
VIA ISONZO, 15 - 60124 ANCONA Tel. 071/5091 - Fax 071/200400 sito internet www.stradeanas.it

COMUNE DI GENOVA
DIREZIONE AFFARI GENERALI E GARE E CONTRATTI SETTORE GARE E CONTRATTI Via Garibaldi 9 Ge 16124

VIALE DEI MILLE, 36 - 50131 FIRENZE Tel. 055/56401 - Fax 055/573497 sito internet www.stradeanas.it

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO


Esito di gara Ente aggiudicante: Universit degli Studi di Bari Aldo Moro - D. A. G. - MacroArea per gli Appalti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture - P.zza Umberto I, 1 - Bari, Tel. 080.5714306. Tipologia e oggetto di gara: Procedura aperta ai sensi del D.Lgs. 163/2006 s.m.i. per fornitura e posa in opera di arredi per aule, Biblioteca centralizzata ed i Laboratori informatici della ex Caserma Rossarol; criterio del prezzo pi basso determinato mediante ribasso percentuale sullimporto a base dasta. Data di aggiudicazione: 21/02/2011. Numero complessivo offerte ricevute: 1 (una) offerta complessiva. Esito: Risultati integrali disponibili sul sito internet: www.area-contrattuale.uniba.it. Bari, 27.09.2011 IL RETTORE Prof. Corrado PETROCELLI

ccontratti@comune.genova.it www.comune.genova.it

ACCADEMIA MILITARE
UFFICIO AMMINISTRAZIONE SERVIZIO AMMINISTRATIVO PIAZZA ROMA 15 - 41121 MODENA Fax 059-214112 - Tel. 059-8390259 AVVISO AGGIUDICAZIONE DI GARA (ai sensi del D. Lgs. n. 163 del 12.04.2006) Sulla GUUE 2011/S 198-321895 in data 14.10.2011 stato pubblicato l'avviso di aggiudicazione della gara, a seguito di licitazione privata con procedura ristretta accelerata, per la fornitura di libri di testo Anno Accademico 2011-2012. Codice Gara: CIG n. 1393047ABD - Numero Gara: 1448825. Alla data della presente pubblicazione la predetta aggiudicazione risulta disponibile sul sito internet www.esercito.difesa.it, sezione bandi di gara. IL CAPO DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO Ten. Col. com. Alfredo ARCAMONE

AVVISO DI

APPALTO AGGIUDICATO
Si rende noto che il Comune di Genova, mediante procedura aperta, ha assegnato allImpresa C.E.M.A. SOCIET A RESPONSABILIT LIMITATA lintervento relativo a lavori relativi al risanamento idrogeologico Torrente Geirato (2 lotto) in Genova nellambito del Programma Operativo Regionale (P.O.R.) Liguria F.E.S.R. (2007-2013) Asse 3 Sviluppo Urbano, PROGETTO INTEGRATO ambito MOLASSANA, INTERVENTO 7. Lavviso di appalto aggiudicato affisso all'Albo Pretorio del Comune, in corso di pubblicazione sulla G.U.R.I. ed scaricabile sui siti internet www.comune.genova.it e www.appaltiliguria.it IL DIRIGENTE Dott.ssa Cinzia MARINO

MINISTERO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI


PROVVEDITORATO INTERREGIONALE PER LE OPERE PUBBLICHE CAMPANIA E MOLISE ESTRATTO BANDO ESTRATTO DI BANDO DI GARA PER PROCEDURA APERTA PROCEDURA Ente Appaltante: Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche Campania e Molise, Sede Centrale di Napoli Via Marchese Campodisola, 21 Stazione Unica Appaltante Ente delegato dal Comune di Pomigliano DArco (NA). gara: Procedura di gara: Procedura aperta ai sensi dellart. 55 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i. Appalto per laffidamento in concessione del servizio di gestione dei parcheggi pubblici a pagamento nel territorio del comune di Pomigliano dArco (NA) per la durata di anni 10. CIG: 31241187B9 - CUP: F59H11000430007. Impor to presunto del corrispettivo riconducibile agli incassi della sosta nei 10 anni di gestione del servizio Importo stato stimato in Euro 1.425.762,00 oltre IVA. Criterio di aggiudicazione offerta economicamente pi aggiudicazione: vantaggiosa ai sensi dellart. 83 del D. Lgs. n. 163 del 2006 e s.m.i. gara: 9,30 Data gara: 29/11/2011 ore 9,30. Il Bando di Gara, il disciplinare di gara e il capitolato Speciale dAppalto sono scaricabili dai siti: www.provveditoratoooppcampaniamolise.it e sul sito del comune di Pomiwww.provveditoratoooppcampaniamolise.it gliano DArco. IL PROVVEDITORE Dott. Ing. Giovanni Guglielmi Giovanni

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Economia 39
Il Business Forum a Bolzano
Hans Peter Keitel, ingegnere 62enne, da gennaio guida la Confindustria tedesca, la Bundesverband der Deutschen Industrie

Grande finanza

Verso lassemblea del 28 ottobre di Piazzetta Cuccia

Mediobanca, Consob in campo Legami Unicredit-Cariverona


In forse la candidatura della Fondazione per i sindaci
MILANO La Consob ritiene esista un rapporto di collegamento fra Unicredit, che ha presentato la lista di maggioranza per i vertici di Mediobanca, e Cariverona, che ha indicato un proprio candidato per lelezione del sindaco della banca daffari riservato alle minoranze, secondo la legge presidente del collegio. Ieri lautorit di vigilanza, per garantire una completa informazione del pubblico in vista dellassemblea del 28 ottobre di Piazzetta Cuccia, ha scritto di nuovo alla Fondazione guidata da Paolo Biasi, chiedendo a Mediobanca di rendere noto al mercato il testo della lettera. Nel nuovo documento la commissione spiega in modo dettagliato perch non concorda con quanto ha scritto lente scaligero, che la settimana scorsa ha invece ribadito su richiesta degli uffici guidati da Giuseppe Vegas di non avere collegamenti con Unicredit, di cui socio con il 4,2% e Piazzetta Cuccia, dove detiene il 3,2% del capitale. E ha quindi implicitamente confermato la candidatura a sindaco di Candido Fois. Come noto in vista dellassemblea di Mediobanca chiamata a rinnovare i vertici e approvare i conti, liste di minoranza sono state presentate per il consiglio da Assogestioni (Francesco Giavazzi) e Carisbo (Fabio Roversi Monaco), e per i sindaci sempre dai fondi (Natale Freddi) e da Cariverona. Ma sullassenza di collegamenti fra lente scaligero e Unicredit, primo

Vertici e rinnovi
Lassemblea di Mediobanca il 28 ottobre rinnova il consiglio partecipazione che rappresenta storicamente una delle pi elevate possedute da parte di un singolo azionista; lente ha presentato da solo o congiuntamente con altre Fondazioni, le liste da cui pi volte in passato, e da ultimo nelle assemblee del 2009-2010, sono stati tratti la maggioranza dei componenti il consiglio e il collegio sindacale di Unicredit. La Consob infine, a differenza di quanto rappresentato da Verona, ritiene che anche proprio la candidatura di Fois possa rilevare come indice di collegamento fra Unicredit e lente: Fois ha ricoperto diverse cariche nel gruppo di Piazza Cordusio, consigliere di sorveglianza della controllata Banca dAustria e si dimesso il 30 settembre da Unicredit Credit management bank con efficacia contestuale alleventuale nomina in Mediobanca. Cosa far Cariverona? Nel 2008 Benetton, componente il patto di Mediobanca, principale socio di Generali, dopo un analogo stop di Consob ha ritirato la lista di minoranza per i sindaci del Leone. Luned poi, sempre che Verona abbia deciso di confermare la lista, il parere della Consob avr senza dubbio un peso significativo, se non determinante, sul parere di Mediobanca.

Italia-Germania, le fabbriche dEuropa a consulto sulla crisi


DAL NOSTRO INVIATO

socio di Mediobanca con l8,6% vincolato al patto di sindacato, la Consob ha chiesto a Piazzetta Cuccia di fornire un parere (a questo scopo la banca ha convocato i vertici per luned) e alla Fondazione di Biasi di precisare e integrare quanto gi attestato al deposito della lista. La lettera di ieri dunque un se-

condo atto. Il documento si configura come un chiaro atto di moral suasion: la Consob suggerisce implicitamente a Verona il ritiro della candidatura. La commissione sottolinea che in particolare due elementi appaiono pi che sufficienti per ritenere sussistente un rapporto di collegamento: Cariverona socio di Unicredit con una

Giuseppe Vegas alla guida della Consob e Paolo Biasi della Fondazione Cariverona

Il settimanale in edicola

Al via i convegni de Il Mondo


Allasset management dedicato il primo dei 12 convegni che il settimanale Il Mondo (domani in edicola con il Corriere della Sera) organizzer nel 2012 dopo laccordo con un importante gruppo mondiale della convegnistica. Insieme con gli altri (fra i temi lenergia, lauto, le assicurazioni, le tlc, le banche, il gaming) aiuter a raccontare le eccellenze del made in Italy. In rampa di lancio anche le nuove versioni di ilmondo.it e dellapplicazione quotidiana per iPad.

Sergio Bocconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Panorama
A Intesa Sanpaolo non serve un aumento di capitale secondo il presidente della Fondazione Cariplo, Giuseppe Guzzetti (foto): Leggo di un core Tier1 che dovrebbe essere del 9% e noi siamo gi sopra. Utile a 2,2 miliardi di dollari per Morgan Stanley nel terzo trimestre, dal rosso di 91 milioni di dollari dello stesso periodo dellanno scorso. I ricavi sono balzati del 46% a 9,9 miliardi. Fondazione Mps scende al 45,07% nella banca in seguito alla cessione di 96 milioni di azioni ordinarie, ma manterr il 50,2% dei voti. Profitti in aumento del 40% per Sogefi che ha chiuso i primi nove mesi con utili per 18,8 milioni. Il Gruppo Espresso aumenta i ricavi del 2,2% a settembre, a quota 653,7 milioni. I ricavi pubblicitari, pari a 380 milioni, sono cresciuti del 3,1%.

Il rapporto diretto con i contribuenti

Equitalia attiva tre numeri verdi


ROMA Equitalia fa un nuovo passo avanti per migliorare il rapporto con i contribuenti. Dopo la riorganizzazione del gruppo che, con la nascita di Equitalia Nord, Equitalia Centro ed Equitalia Sud, punta a rendere pi omogenea la gestione dellattivit sul territorio, la societ pubblica per la riscossione, controllata dallAgenzia delle Entrate e dallInps, ha attivato tre numeri verdi per garantire assistenza e informazioni ai cittadini nelle diverse aree geografiche di competenza (800.927.940 per il Nord, 800.236.876 per il Centro, 800.422.687 per il Sud). I contribuenti potranno chiamare tutti i giorni, 24 ore su 24, anche nel week end. Dal luned al venerd, dalle 8 alle 18, sar possibile parlare direttamente con un operatore. Nelle altre fasce orarie, il sabato e la domenica, sar attivo un risponditore automatico interattivo che fornir tutte le principali indicazioni sullattivit di riscossione e sui servizi a disposizione dei contribuenti. Lattivazione dei tre numeri verdi, spiega Equitalia, rappresenta il modo per rendere sempre pi facile e trasparente il rapporto con i contribuenti, ampliando le possibilit per ricevere assistenza e mettersi in regola con i pagamenti. I numeri verdi si affiancano alla rete di oltre 350 sportelli diffusi sul territorio nazionale e ai servizi online sul sito internet www.gruppoequitalia.it.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BOLZANO Quando lhanno organizzato, questo Business Forum italo-tedesco, Emma Marcegaglia e Hans-Peter Keitel non immaginavano tutto quel che poi accaduto e che ha finito col portare al minimo storico i rapporti tra i rispettivi governi. Le pesanti battute di Silvio Berlusconi su Angela Merkel. I duri attacchi di Franco Frattini al direttorio Berlino-Parigi. LItalia commissariata e la Germania commissario. Le opposte ricette anticrisi: per Giulio Tremonti non se ne esce senza eurobond, per il ministro tedesco dellEconomia Philipp Rsler non se ne parla proprio, per il suo collega delle Finanze Wolfgang Schuble una piccola porta aperta ci pu anche stare. Scenario bilaterale peggiore, politicamente parlando, non poteva insomma esserci. Forse per, a questo punto, a Marcegaglia e Keitel va bene cos. I leader di Confindustria e della Bdi (lassociazione dei big tedeschi) li avranno qui a Bolzano, oggi e domani, i protagonisti del confronto. Non i due premier, certo. E probabilmente salter (causa Eurogruppo) lattesa coppia Tremonti-Schuble. Ma Rsler, Frattini e il ministro dellIndustria Le spese Paolo Romani arriveranno. E visto per che tutto sar a porte chiuse ricerca e sviluppo magari, chiss, speriamo, in rapporto al Pil arriveranno anche non buoni effettuate dalle propositi ma risposte concrete su imprese tedesche crisi e crescita. Domande ne hanno, gli imprenditori. Quelli italiani e quelli tedeschi. Saranno per ovviamente i primi forti della compattezza nelle relazioni La percentuale economiche bilaterali a fornire rispetto al prodotto con i numeri lo specchio delle loro interno lordo delle ragioni. Confindustria fresca di spese per ricerca e strappo con il governo. Preme per sviluppo realizzate dalle imprese italiane lo sviluppo, sentendosi ripetere: Non ci sono soldi. Ma se insiste che il tempo scaduto, il gap poi in grado di fotografarlo. E proprio grazie al modello tedesco. Germania e Italia sono i primi due Paesi manifatturieri dEuropa, nel mondo vengono subito dopo Usa, Cina e Giappone, entrambi hanno un tessuto fatto soprattutto di piccole aziende. Ma le note in comune finiscono qui. Dopo, si apre il capitolo competitivit. E si scopre che ciascun lavoratore tedesco produce un valore aggiunto di 64 mila euro: l'italiano si ferma a 48 mila. Che lItalia, negli ultimi dieci anni, ha visto la sua capacit di presidiare la domanda globale precipitare del 49%: la Germania lha aumentata dell1,1% medio annuo. Che lexport tedesco fatto per il 69% di prodotti a medio-alta tecnologia: quello italiano si ferma al 51%. E qui si potr dire: colpa delle aziende. In parte, s. Ma pu essere lunica causa, se le spese in ricerca e innovazione da noi si fermano al 2,5% del Pil mentre in Germania pesano per l8,5%? E se l i ricercatori sono il 6,7% della forza lavoro, qui solo il 3,3%? La fuga dei cervelli non certo iniziata ieri. E il modello Germania non lo si importa in un giorno. Per la dimostrazione che si pu fare. Se solo ripete Confindustria smettessimo di litigare. A Roma. E ormai anche con Berlino.

8,5%

2,5%

Raffaella Polato
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

40

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome
Dynamic Equity Efficient Equity Opportunity C Euro Equities C Euro Investments C Flexible Strategies C Glob. Tactical Asset All. Global Convertible Plus Global Equity Gov Bond Euro Medium Term C High Dividend Euro Money Market C Private Equity Strategies C Systematic Diversification C Strategic Portfolio C Total Return C US Equities C Usa Short Term C

Data Valuta
18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD USD

Quota/od.
67,240 96,160 100,510 73,280 98,420 90,540 105,610 91,160 81,900 114,910 74,280 106,220 78,470 96,020 78,890 93,640 100,140 111,190

Quota/pre.
67,900 95,870 101,140 74,780 97,960 90,730 105,450 91,350 81,500 114,940 76,010 106,190 79,370 95,870 80,340 93,860 101,180 111,210

Nome

Data Valuta

Quota/od.

Quota/pre.

Nome
Italian Selection I Liquidity A Liquidity I Multimanager American Eq.A Multimanager American Eq.I Multimanager Asia Pacific Eq.A Multimanager Asia Pacific Eq.I Multimanager Emerg.Mkts Eq.A Multimanager Emerg.Mkts Eq.I Multimanager European Eq.A Multimanager European Eq.I Strategic A Strategic I

Data Valuta
18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

Quota/od.
4,779 5,297 5,338 3,311 3,414 3,962 4,071 3,950 4,031 3,252 3,340 4,411 4,537

Quota/pre.
4,739 5,297 5,339 3,302 3,405 4,010 4,120 4,004 4,087 3,279 3,367 4,410 4,536

Nome
Latin American Fund A Latin American Fund A Middle East A Pacific Equity A Pacific Equity A QEP Global Quality A QEP Global Quant Act Val A QEP Global Quant Act Val A Strategic Bond A Swiss Equity A Swiss Equity Opps A Swiss Small & Mid Cap A UK Equity A US All Cap A US Dollar Bond A US Dollar Liquidity A US Large Cap A US Large Cap A US Small & Mid-Cap Equ A US Small & Mid-Cap Equ A US Smaller Companies A

Data Valuta
18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 EUR USD USD EUR USD EUR EUR USD USD CHF CHF CHF GBP USD USD USD EUR USD EUR USD USD

Quota/od.
32,500 44,820 7,570 7,220 9,910 90,400 91,130 125,960 130,040 23,170 94,050 18,280 2,820 94,900 19,280 105,070 47,120 64,690 100,310 138,290 67,990

Quota/pre.
33,250 46,120 7,620 7,390 10,210 91,840 92,900 129,160 129,830 23,420 95,140 18,470 2,880 97,020 19,220 105,070 47,820 66,050 102,100 141,590 70,080

AcomeA SGR - numero di tel. 800.89.39.89 info@acomea.it 17/10 EUR 10,743 AcomeA America (A1) 17/10 EUR 10,812 AcomeA America (A2) 17/10 EUR 3,039 AcomeA Asia Pacifico (A1) 17/10 EUR 3,046 AcomeA Asia Pacifico (A2) 17/10 EUR 11,332 AcomeA Breve Termine (A1) 17/10 EUR 11,344 AcomeA Breve Termine (A2) 17/10 EUR 3,548 AcomeA ETF Attivo (A1) 17/10 EUR 3,552 AcomeA ETF Attivo (A2) 17/10 EUR 12,272 AcomeA Eurobbligazionario (A1) 17/10 EUR 12,290 AcomeA Eurobbligazionario (A2) 17/10 EUR 8,694 AcomeA Europa (A1) 17/10 EUR 8,726 AcomeA Europa (A2) 17/10 EUR 7,545 AcomeA Globale (A1) 17/10 EUR 7,629 AcomeA Globale (A2) 17/10 EUR 13,369 AcomeA Italia (A1) 17/10 EUR 13,416 AcomeA Italia (A2) 17/10 EUR 7,686 AcomeA Liquidit (A1) 17/10 EUR 7,686 AcomeA Liquidit (A2) 5,890 AcomeA Obbligaz. Corporate (A1) 17/10 EUR 5,905 AcomeA Obbligaz. Coroprate (A2) 17/10 EUR 17/10 EUR 5,554 AcomeA Paesi Emergenti (A1) 17/10 EUR 5,570 AcomeA Paesi Emergenti (A2) 3,097 AcomeA Patrimonio Aggressivo (A1) 17/10 EUR 3,111 AcomeA Patrimonia Aggressivo (A2) 17/10 EUR 4,103 AcomeA Patrimonio Dinamico (A1) 17/10 EUR 4,115 AcomeA Patrimonio Dinamico (A2) 17/10 EUR 4,836 AcomeA Patrimonio Prudente (A1) 17/10 EUR 4,847 AcomeA Patrimonio Prudente (A2) 17/10 EUR 17/10 EUR 16,510 AcomeA Performance (A1) 17/10 EUR 16,547 AcomeA Performance (A2)

10,937 11,006 3,001 3,007 11,328 11,340 3,569 3,572 12,260 12,277 8,793 8,824 7,625 7,709 13,641 13,687 7,679 7,679 5,882 5,897 5,516 5,531 3,128 3,141 4,121 4,133 4,838 4,849 16,523 16,559

AZIMUT SGR - tel.02.88981 www.azimut.it - info@azimut.it 17/10 EUR 21,573 Azimut Bilanciato 17/10 EUR 5,902 Azimut Formula 1 Absolute 17/10 EUR 6,128 Azimut Formula 1 Conserv 17/10 EUR 6,320 Azimut Formula Target 2013 17/10 EUR 5,817 Azimut Formula Target 2014 17/10 EUR 12,154 Azimut Garanzia 17/10 EUR 9,029 Azimut Prev. Com. Crescita 17/10 EUR 10,499 Azimut Prev. Com. Equilibrato 17/10 EUR 9,666 Azimut Prev. Com. Garantito 17/10 EUR 11,423 Azimut Prev. Com. Protetto 17/10 EUR 15,198 Azimut Reddito Euro 17/10 EUR 5,800 Azimut Reddito Usa 17/10 EUR 7,178 Azimut Scudo 17/10 EUR 7,512 Azimut Solidity 17/10 EUR 4,738 Azimut Strategic Trend 17/10 EUR 8,743 Azimut Trend America 17/10 EUR 10,225 Azimut Trend Europa 17/10 EUR 11,930 Azimut Trend Italia 17/10 EUR 6,184 Azimut Trend Pacifico 17/10 EUR 8,696 Azimut Trend Tassi 17/10 EUR 18,704 Azimut Trend

21,638 5,903 6,125 6,315 5,821 12,161 9,076 10,519 9,667 11,422 15,169 5,744 7,167 7,513 4,758 8,788 10,293 12,250 6,056 8,675 18,947 4,570 4,711 4,897 3,782 2,992 2,255 5,063 4,664 4,860 5,098 4,730 4,988 5,262 5,158 5,004 5,003 5,033 5,127 5,231 5,029 4,746 5,359 4,715 4,803 5,064 3,312 5,500 4,245 2,546 4,313 5,368 4,125 5,022 4,550 5,433 4,938 2,487 5,222 3,606 3,518 4,927 4,787 4,489 5,003 6,047 5,146 4,377 4,179 5,678

Duemme Sgr
Duemme Hedge Dynamic Duemme Hedge Performance Duemme Hedge Protection 31/07 EUR 405980,878 415459,745 31/07 EUR 570661,683 573681,251 31/07 EUR 568719,560 575578,405

Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.invescopowershares.net 18/10 EUR 5,652 Dynamic US Market 18/10 EUR 42,467 EQQQ 18/10 EUR 102,202 EuroMTS Cash 3 Months 18/10 EUR 4,764 FTSE RAFI Asia Pacific Ex-Jap 18/10 EUR 8,042 FTSE RAFI Dev. 1000 Fund 18/10 EUR 7,776 FTSE RAFI Dev. Europe Mid-Sm 18/10 EUR 6,043 FTSE RAFI Emerging Mkts 18/10 EUR 6,167 FTSE RAFI Europe 18/10 EUR 12,095 FTSE RAFI Hong Kong China 18/10 EUR 4,189 FTSE RAFI Italy 30 18/10 EUR 6,620 FTSE RAFI Switzerland 18/10 EUR 6,415 FTSE RAFI US 1000 8,284 Global Agriculture NASDAQ OMX 18/10 EUR 18/10 EUR 3,253 Global Clean Energy 18/10 EUR 4,912 Global Listed Private Eq. 18/10 EUR 7,587 MENA NASDAQ OMX 18/10 EUR 6,697 Palisades Global Water

5,507 41,676 102,209 4,853 7,963 7,791 6,072 6,195 12,545 4,178 6,677 6,234 8,246 3,252 4,842 7,572 6,702

AZ FUND MANAGEMENT SA
AZ F. Active Selection AZ F. Active Strategy AZ F. Alpha Man. Credit AZ F. Alpha Man. Equity AZ F. Alpha Man. Them. AZ F. American Trend AZ F. Asset Plus AZ F. Asset Power AZ F. Best Bond AZ F. Best Cedola AZ F. Best Equity AZ F. Bond Target 2015 AZ F. Bond Trend AZ F. Bot Plus AZ F. Cash 12 Mesi AZ F. Cash Overnight AZ F. CGM Opport Corp Bd AZ F. CGM Opport European AZ F. CGM Opport Global AZ F. CGM Opport Gov Bd AZ F. Commodity Trading AZ F. Conservative AZ F. Corporate Premium AZ F. Dividend Premium AZ F. Emer. Mkt Asia AZ F. Emer. Mkt Europe AZ F. Emer. Mkt Lat. Am. AZ F. European Dynamic AZ F. European Trend AZ F. Formula 1 Absolute AZ F. Formula 1 Alpha Plus AZ F. Formula Target 2014 AZ F. Formula Target 2015 AZ F. Formula 1 Conserv. AZ F. Income AZ F. Institutional Target AZ F. Italian Trend AZ F. Macro Dynamic AZ F. Opportunities AZ F. Pacific Trend AZ F. Qbond AZ F. QProtection AZ F. Qtrend AZ F. Renminbi Opport AZ F. Reserve Short Term AZ F. Solidity AZ F. Strategic Trend AZ F. Trend AZ F. US Income 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 30/09 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 4,552 4,716 4,912 3,802 3,003 2,245 5,079 4,687 4,885 5,103 4,735 4,996 5,278 5,157 5,005 5,004 5,047 5,093 5,178 5,032 4,720 5,368 4,734 4,794 5,154 3,300 5,485 4,235 2,530 4,311 5,374 4,122 5,017 4,553 5,445 4,930 2,427 5,214 3,605 3,597 4,928 4,787 4,486 5,012 6,046 5,149 4,359 4,128 5,728

AKROS ABSOLUTE RETURN AKROS DYNAMIC AKROS MARKET NEUTRAL AKROS LONG/SHORT EQUITY

31/08 31/08 31/08 30/09

EUR EUR EUR EUR

474734,701 446056,530 480040,564 471176,523

493513,214 475720,580 488918,807 476336,623

www.albertinisyz.it Tel 02 30306.1 31/08 EUR Albertini Syz Multistrategy Cl.A 31/08 EUR Albertini Syz Multistrategy Cl.B 31/08 EUR Albertini Syz Innovation Cl.A 31/08 EUR Albertini Syz Innovation Cl.B

630471,973 453415,293 613890,763 466031,962

647834,964 465631,799 638343,031 484316,667

Amundi Absolute Amundi Azioni QEuro Amundi Breve Termine Amundi Corporate 3 anni Amundi Corporate Giugno 2012 Amundi Dynamic Allocation Amundi Equipe 1 Amundi Equipe 2 Amundi Equipe 3 Amundi Equipe 4 Amundi Eureka Brasile 2016 Amundi Eureka BRIC 2017 Amundi Eureka BRIC Ripresa 2014 Amundi Eureka China Double Win Amundi Eureka Cina 2015 Amundi Eureka Cina Ripresa 2015 Amundi Eureka Crescita Az. 2017 Amundi Eureka Crescita Cina 2017 Amundi Eureka Crescita Fin. 2015 Amundi Eureka Crescita It. 2015 Amundi Eureka Crescita Set.I.2017 Amundi Eureka Crescita Val. 2017 Amundi Eureka Doppia Opp 2014 Amundi Eureka Double Call Amundi Eureka Double Win Amundi Eureka Double Win 2013 Amundi Eureka Dragon Amundi Eureka Europa Em.Ri. 2017 Amundi Eureka Materie Prime 2015 Amundi Eureka Oriente 2015 Amundi Eureka Prog.Im.Verdi 2017 Amundi Eureka Ripresa 2014 Amundi Eureka Ripresa 2016 Amundi Eureka Ripresa Due 2014 Amundi Eureka Settori 2016 Amundi Eureka Sviluppo En. 2016 Amundi Eureka Svi. Ma.Pri.2016 Amundi Eureka Sviluppo USA 2016 Amundi Eureka USA 2015 Amundi Europe Equity Amundi For. E. Eq. Op. 2013 Amundi For. E. Eq. Op. Due 2013 Amundi For. Em.MktEq.R.2014 Amundi For. Gar. Hi. Div. 2014 Amundi Form Gar.E.Mk.Eq.R 2013 Amundi Form Gar.Eq.R.DUE 2013 Amundi Form Gar.Eq.Recall 2013 Amundi Form Gar.Mer.Emergenti Amundi Form Garantita 2012 Amundi Form Garantita 2013 Amundi Form Garantita Due 2013 Amundi Form Priv.Div.Opportunity Amundi Global Emerging Equity Amundi Global Equity Amundi Liquidit Amundi Obbligazionario Euro Amundi Pi Amundi Premium Power Amundi Private Alfa 2007 Amundi QBalanced Amundi QReturn Amundi Soluzione Tassi Amundi Strategia 95 Unibanca Plus

11/10 17/10 17/10 11/10 11/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 14/10 14/10 11/10 11/10 14/10 14/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 14/10 11/10 11/10 11/10 11/10 14/10 14/10 14/10 11/10 17/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 11/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10 11/10 17/10 17/10 17/10 17/10 17/10

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

5,132 10,671 7,365 91,762 4,904 5,097 5,208 5,116 5,011 4,661 4,291 4,328 5,175 5,240 4,426 4,662 4,653 4,598 4,113 4,402 4,831 4,905 4,827 5,250 5,440 4,692 6,352 4,247 5,096 4,784 4,997 5,146 4,822 4,785 4,769 4,619 4,822 4,645 4,960 3,899 4,437 4,444 5,016 4,921 5,038 5,026 4,971 5,751 5,042 4,974 5,026 5,011 4,667 4,087 9,009 5,260 5,604 5,005 4,785 8,230 5,507 4,750 4,890 5,157

5,143 10,845 7,358 92,245 4,897 5,089 5,198 5,103 4,990 4,646 4,036 4,131 5,007 4,938 4,081 4,443 4,529 4,373 3,871 4,126 4,697 4,839 4,618 5,144 5,165 4,454 6,192 4,112 5,065 4,610 4,940 4,899 4,558 4,527 4,753 4,489 4,713 4,547 4,841 3,900 4,243 4,263 5,019 4,934 5,050 5,040 4,985 5,752 5,045 4,982 5,035 5,013 4,603 4,059 9,008 5,238 5,599 4,995 4,749 8,253 5,523 4,758 4,892 5,148

Carige Azionario Europa Carige Azionario Internazionale Carige Azionario Italia Carige Bilanciato 10 Carige Bilanciato 30 Carige Bilanciato 50 Carige Corporate Euro Carige Total Return 1 Carige Total Return 2 Carige Liquidita Euro Carige Monetario Euro Carige Obblig Euro Carige Obblig Euro Lungo Termine Carige Obblig Globale Difesa Classe A Difesa Obiettivo TFR Classe A Obiettivo TFR Rivalutazione Classe A Rivalutazione Valorizzazione Classe A Valorizzazione

18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 30/09 30/09 30/09 30/09 30/09 30/09 30/09 30/09

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

4,913 6,420 4,314 5,385 4,980 5,560 6,504 5,073 4,339 6,387 11,661 10,982 5,775 6,016 13,817 13,613 11,079 10,930 9,906 9,576 12,606 12,326

4,912 6,323 4,288 5,390 4,984 5,566 6,503 5,064 4,332 6,387 11,661 10,985 5,772 5,987 13,778 13,580 11,158 11,012 10,108 9,777 12,629 12,354

www.eurizoncapital.it tel. 02 88101 17/10 EUR Eurizon Az Asia Nuove Econom. 17/10 EUR Eurizon Az Area Euro 17/10 EUR Eurizon Az Energie Mat Pr 03/12 EUR Eurizon Az Internazionale Etico 17/10 EUR Eurizon Az Salute E Amb 17/10 EUR Eurizon Az Teconol Avanz 17/10 EUR Eurizon Azioni America 17/10 EUR Eurizon Azioni Europa 17/10 EUR Eurizon Azioni Finanza 17/10 EUR Eurizon Azioni Internazionali 17/10 EUR Eurizon Azioni Italia 17/10 EUR Eurizon Azioni Pacifico 17/10 EUR Eurizon Azioni Paesi Emergenti 17/10 EUR Eurizon Azioni PMI America 17/10 EUR Eurizon Azioni PMI Italia 17/10 EUR Eurizon Azioni PMI Europa 17/10 EUR Eurizon Bilanc Euro Multiman 17/10 EUR Eurizon Diversificato Etico Eurizon Focus Cap Protetto 12/2014 17/10 EUR 17/10 EUR Eurizon Focus Gar 06/2012 17/10 EUR Eurizon Focus Gar 09/2012 17/10 EUR Eurizon Focus Gar 12/2012 17/10 EUR Eurizon Focus Gar 03/2013 17/10 EUR Eurizon Focus Gar II Sem 06 17/10 EUR Eurizon Focus Gar I T 07 17/10 EUR Eurizon Focus Gar II T 07 17/10 EUR Eurizon Focus Gar III T 07 17/10 EUR Eurizon Focus Gar IV T 07 17/10 EUR Eurizon Liquidita' A 17/10 EUR Eurizon Liquidita' B 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Etico 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Euro Corp Eurizon Obbligazioni Euro Corp BT 17/10 EUR 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Cedola 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Emergenti 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Euro 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Euro BT 17/10 EUR Eurizon Obbligazioni Euro HY Eurizon Obbligazioni Internazionali 17/10 EUR 17/10 EUR Eurizon Obiettivo Rendimento 17/10 EUR Eurizon Profilo Conservativo 17/10 EUR Eurizon Profilo Dinamico 17/10 EUR Eurizon Profilo Moderato Eurizon Rendimento Assoluto 2 A 17/10 EUR Eurizon Rendimento Assoluto 3 A 17/10 EUR 17/10 EUR Eurizon Team 1 17/10 EUR Eurizon Team 2 17/10 EUR Eurizon Team 3 17/10 EUR Eurizon Team 4 17/10 EUR Eurizon Team 5 17/10 EUR Eurizon Tesoreria Dollar 17/10 EUR Eurizon Tesoreria Euro A 17/10 EUR Eurizon Tesoreria Euro B 17/10 USD Eurizon Tesoreria Dollar $ 17/10 EUR Eurizon Rendita 17/10 EUR Eurizon Soluzione 10 17/10 EUR Eurizon Soluzione 40 17/10 EUR Eurizon Soluzione 60 17/10 EUR Eurizon Strategia Prot III Trim 11 17/10 EUR Passadore Monetario 17/10 EUR Teodorico Monetario 17/10 EUR Unibanca Azionario Europa 17/10 EUR Unibanca Monetario 17/10 EUR Unibanca Obbligaz Euro

9,746 20,985 8,471 5,271 13,906 4,025 8,501 7,299 13,975 6,840 9,684 3,609 7,984 19,769 3,900 7,507 33,519 7,785 4,736 5,093 5,050 5,040 5,048 5,220 5,115 5,094 4,949 5,126 7,297 7,500 5,391 5,512 7,488 5,949 12,059 13,922 15,014 7,049 9,050 7,931 5,406 5,131 5,267 5,193 5,306 5,943 5,622 4,657 3,924 3,743 12,084 7,708 7,778 16,632 5,867 6,687 5,859 22,615 5,280 7,156 7,524 5,270 5,764 5,788

9,492 21,327 8,520 5,291 14,029 4,052 8,585 7,366 14,118 6,853 9,881 3,509 7,916 20,301 3,951 7,565 33,564 7,771 4,731 5,092 5,048 5,038 5,047 5,220 5,113 5,092 4,948 5,124 7,297 7,501 5,373 5,488 7,476 5,938 12,041 13,892 15,008 7,017 8,974 7,931 5,404 5,142 5,266 5,197 5,320 5,943 5,622 4,659 3,923 3,745 11,996 7,707 7,778 16,632 5,887 6,685 5,844 22,536 5,287 7,153 7,521 5,323 5,761 5,779

Tel: 02 77718.1 www.kairospartners.com

KAIROS PARTNERS SGR


Kairos Div. + I Kairos Div. + P Kairos Equity A Kairos Fix. Inc. A Kairos Fix. Inc. I Kairos Italia A Kairos Low Vol. A Kairos Low Vol. B Kairos Low Vol. I Kairos Medium Term A Kairos Medium Term B Kairos Multi-Str. A Kairos Multi-Str. B Kairos Multi-Str. I Kairos Global Kairos Income Kairos Small Cap KIS - Ambiente A KIS - Ambiente I KIS - Absolute A KIS - Absolute F KIS - Absolute I KIS - Ambiente D KIS - Ambiente F KIS - Ambiente X KIS - America A-USD KIS - America D KIS - America F KIS - America X KIS - Asia A KIS - Asia D KIS - Asia F KIS - Bond A KIS - Bond D KIS - Bond F KIS - Bond I KIS - Dynamic A KIS - Dynamic A-USD KIS - Dynamic D KIS - Dynamic F KIS - Dynamic I KIS - Dynamic X KIS - Global A KIS - Global D KIS - Global F KIS - Global I KIS - Global X KIS - Income A KIS - Income D KIS - Income I KIS - Income X KIS - Long - Short A KIS - Long - Short D KIS - Long - Short F KIS - Long - Short I KIS - Long - Short X KIS - Selection A KIS - Selection F KIS - Selection I KIS - Sm. Cap A KIS - Sm. Cap D KIS - Sm. Cap F KIS - Sm. Cap I KIS - Sm. Cap X KIS - Target 2014 X KIS - Trading A KIS - Trading D KIS - Trading F KIS - Trading I KIS - Trading X KIS - Trend A KIS - Trend F KIS - Trend I 31/08 31/08 31/08 31/08 31/08 30/09 31/08 31/08 31/08 31/08 31/08 31/08 31/08 31/08 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 14/10 14/10 14/10 14/10 14/10 22/07 14/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 21/06 14/10 14/10 14/10 14/10 14/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 13/09 14/10 14/10 14/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 524366,314 518743,287 732851,281 568882,478 505806,880 477706,358 718077,979 491148,158 499807,025 537953,468 508439,575 778421,925 555893,683 518690,039 5,650 6,741 9,004 92,060 92,110 87,670 87,020 87,860 91,390 91,050 92,410 187,370 130,850 132,280 133,590 110,910 128,560 110,000 106,230 105,320 105,900 106,570 115,440 119,640 114,250 115,240 115,620 116,550 77,980 75,370 77,450 78,050 79,080 106,170 104,230 107,020 107,500 104,070 102,850 103,720 104,150 105,120 108,230 107,770 108,350 85,390 84,500 85,060 85,590 86,690 105,830 80,800 79,600 80,410 80,970 78,120 98,150 97,820 98,310 535856,991 530323,175 749721,845 576508,781 512607,232 481354,968 733162,900 501690,961 510320,868 549706,419 520012,316 793318,904 566901,831 528469,219 5,655 6,740 9,017 91,690 91,740 87,250 86,610 87,440 91,030 90,680 92,040 186,830 130,640 132,070 133,340 111,210 127,790 110,320 106,190 105,290 105,860 106,530 115,410 118,740 114,220 115,220 115,590 116,520 78,050 75,440 77,520 78,110 79,140 106,150 104,200 107,000 107,500 104,400 103,190 104,070 104,480 105,440 108,320 107,860 108,430 85,510 84,620 85,180 85,710 86,820 105,840 80,450 79,260 80,060 80,620 77,500 100,790 100,450 100,950

KAIROS INTERNATIONAL SICAV

www.oysterfunds.com 17/10 EUR 146,960 Absolute Return EUR2 17/10 EUR 127,810 Asia Opport. EUR2 17/10 USD 130,080 Asia Opport. USD2 17/10 EUR 152,650 Credit Opport. EUR2 17/10 EUR 219,600 Diversified EUR 17/10 EUR 133,070 Dynamic Allocation EUR 17/10 EUR 91,480 Emerg. Mkts Dynamic EUR2 17/10 USD 97,090 Emerg. Mkts Dynamic USD2 17/10 EUR 151,168 Euro Liquidity EUR 17/10 EUR 196,390 Europ. Corporate Bds EUR 17/10 EUR 193,540 Europ. Fixed Income EUR 17/10 EUR 249,640 Europ. Opport. EUR 17/10 EUR 140,310 Europ. Opport. EUR2 17/10 EUR 237,460 Europ. Small Cap EUR 17/10 EUR 147,670 ForExtra Yield (EUR) EUR 17/10 EUR 181,090 Global Convertibles EUR 17/10 USD 178,870 Global Convertibles USD 17/10 EUR 23,340 Italian Opport. EUR 17/10 EUR 173,360 Italian Value EUR 17/10 EUR 111,320 Japan Opport. EUR 17/10 JPY 10693,000 Japan Opport. JPY 17/10 EUR 131,080 LatAm Opport. EUR2 17/10 USD 133,680 LatAm Opport. USD2 17/10 EUR 148,750 Market Neutral EUR 17/10 USD 319,550 US Dollar Bds USD 17/10 EUR 97,950 US Dynamic EUR 17/10 USD 102,430 US Dynamic USD 17/10 USD 168,440 US Small Cap USD 17/10 EUR 122,830 US Value EUR 17/10 USD 124,760 US Value USD 17/10 EUR 126,220 World Opport. EUR 17/10 USD 259,930 World Opport. USD 13/10 EUR 955,560 3A Dyn. UCITS Fd (EUR) A

147,120 125,550 127,890 153,220 220,210 135,050 91,350 97,010 151,121 195,560 192,550 252,090 141,690 240,470 147,670 182,070 179,920 23,760 175,560 109,630 10544,000 134,840 137,620 148,750 318,800 99,870 104,500 173,930 125,880 127,920 126,960 261,650 955,560

www.sorgentegroup.com Fondo Donatello-Michelangelo Due Fondo Donatello-Tulipano Fondo Donatello-Margherita Fondo Donatello-David Fondo Donatello-Puglia Uno Caravaggio di Sorgente SGR 30/06 30/06 30/06 30/06 30/06 30/06 EUR EUR EUR EUR EUR EUR 53001,059 50528,340 29275,904 58093,677 55674,536 2904,499 54575,179 49811,098 28627,386 57372,027 55416,101 2981,761

Si tratta di Fondi Immobiliari chiusi

Tel: 0041916403780 www.pharusfunds.com info@pharusfunds.com 19/10 EUR 93,610 PS - Absolute Return 19/10 EUR 98,440 PS - Absolute Return B 18/10 EUR 90,330 PS - Aliseo A 18/10 EUR 98,390 PS - Best Global Managers A 18/10 EUR 99,840 PS - Best Global Managers B 19/10 EUR 90,810 PS - Best Gl Managers Flex Eq A 19/10 EUR 135,040 PS - Bond Opportunities 19/10 EUR 100,000 PS - Bond Opportunities B 18/10 EUR 97,520 PS - EOS 19/10 EUR 90,970 PS - Inter. Equity Quant A 19/10 EUR 91,490 PS - Inter. Equity Quant B 19/10 EUR 119,070 PS - Liquidity 19/10 EUR 91,470 PS - Opportunistic Growth 19/10 EUR 90,200 PS - Podium Flex A 19/10 USD 89,820 PS - Podium Flex C 19/10 EUR 0,000 PS - Soprarno Global Macro A 19/10 EUR 103,720 PS - Soprarno Global Macro B 19/10 EUR 92,420 PS - Soprarno Relative Value A 19/10 EUR 92,530 PS - Soprarno Relative Value B 19/10 EUR 69,520 PS - Strategic Colibr 18/10 EUR 88,200 PS - Titan Aggressive 18/10 EUR 93,240 PS - Titan Conservative 19/10 EUR 98,780 PS - Valeur Income 18/10 EUR 90,260 PS - Value 18/10 EUR 91,610 PS - Value B

93,630 98,470 90,510 97,450 98,870 92,000 135,220 100,140 97,710 91,330 91,850 119,050 91,530 90,490 90,120 0,000 103,770 92,670 92,780 68,400 85,920 91,640 98,840 88,750 90,070

Bim Az. Small Cap Italia Bim Azionario Europa Bim Azionario Globale Bim Azionario Italia Bim Azionario USA Bim Bilanciato Bim Corporate Mix Bim Flessibile Bim Obblig. Breve Term. Bim Obblig. Globale Bim Obbligazionario Euro Sicav Asia Flessibile Sicav Azionario Euro Sicav Azionario Italia Sicav Bil.Equ. Italia Sicav Fortissimo Sicav Europa Flessibile Sicav Monetario Sicav Obblig. Area Europa Sicav Patrimonio Globale Sicav Patrimonio G. Reddito Synergia Azionario Europa Synergia Azionario Globale Synergia Azionario Italia Synergia Az. Small Cap Italia Synergia Azionario USA Synergia Bilanciato 15 Synergia Bilanciato 30 Synergia Bilanciato 50 Synergia Monetaria Synergia Obbl. Corporate Synergia Obbl. Euro B.T. Synergia Obbl. Euro M.T. Synergia Tesoreria Synergia Total Return Symphonia MS Adagio Symphonia MS America Symphonia MS Asia Symphonia MS Europa Symphonia MS Largo Symphonia MS P. Emer. Symphonia MS Vivace

Tel: 800/614614 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR 18/10 EUR

6,149 7,807 3,324 5,708 5,538 20,555 5,514 3,556 6,532 6,024 6,948 5,493 4,447 8,718 5,115 2,180 4,593 7,484 9,472 4,744 7,044 4,822 5,174 4,727 4,838 5,709 5,131 5,155 5,134 5,028 5,431 5,021 5,183 5,078 5,064 5,647 3,705 4,832 4,837 5,245 11,839 4,680

6,105 7,858 3,299 5,672 5,329 20,502 5,512 3,560 6,537 5,999 6,955 5,538 4,468 8,662 5,105 2,165 4,585 7,487 9,474 4,727 7,047 4,848 5,135 4,696 4,805 5,513 5,138 5,166 5,150 5,029 5,428 5,025 5,187 5,079 5,072 5,658 3,697 4,852 4,874 5,262 11,880 4,698

www.pegasocapitalsicav.com Strategic Trend Inst. C Strategic Trend Retail C 17/10 EUR 17/10 EUR 103,780 103,130 103,630 102,970

Fondo Pensione Aperto Carige

ABS- I BOND-B EQUITY- I

31/08 EUR 7348,063 7717,805 31/08 EUR 500000,000 31/08 EUR 465256,621 544485,181

Num tel: 178 311 01 00 www.compamfund.com - info@compamfund.com 17/10 USD 1234,003 1228,172 Bluesky Global Strategy A 17/10 EUR 1160,022 1156,331 Bond Euro A 17/10 EUR 1131,690 1128,083 Bond Euro B 17/10 EUR 1099,160 1088,691 Bond Risk A 17/10 EUR 1065,104 1055,002 Bond Risk B 1330,217 1320,937 CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. A 17/10 EUR 1293,593 1284,615 CompAM Fund - Em. Mkt. Corp. B 17/10 EUR 17/10 EUR 1066,934 1072,245 European Equity A 17/10 EUR 1023,524 1028,670 European Equity B 14/10 EUR 101,385 101,417 Multiman. Bal. A 14/10 EUR 103,020 103,051 Multiman. Bal. M 63,385 62,218 Multiman. Eq. Afr. & Mid. East A 12/10 EUR 64,981 63,778 Multiman. Eq. Afr. & Mid. East M 12/10 EUR 12/10 EUR 102,989 102,857 Multiman.Target Alpha A

Tel: 848 58 58 20 Sito web: www.ingdirect.it 18/10 EUR Dividendo Arancio 18/10 EUR Convertibile Arancio 18/10 EUR Euro Arancio 01/03 EUR Bilancio Arancio 12/10 EUR Borsa Protetta Agosto 12/10 EUR Borsa Protetta Febbraio 12/10 EUR Borsa Protetta Maggio 12/10 EUR Borsa Protetta Novembre 18/10 EUR Inflazione Pi Arancio 18/10 EUR Mattone Arancio 18/10 EUR Profilo Dinamico Arancio 18/10 EUR Profilo Equilibrato Arancio 18/10 EUR Profilo Moderato Arancio 18/10 EUR Top Italia Arancio

36,430 49,070 53,930 48,380 54,410 49,120 52,190 53,260 47,930 34,170 50,630 50,680 50,290 37,290

35,990 48,840 53,950 48,320 52,850 46,320 50,040 48,390 48,360 34,570 50,860 50,750 50,220 37,160

ASIAN OPP CAP RET EUR DYNAMIC GROWTH RET EUR FLEX DUR CAP RET EUR A FLEX QUANTITATIVE HR6 A EUR FLEX STRATEGY RET EUR HIGH GROWTH CAP RET EUR ITALY CAP RET A EUR SHORT DURATION CAP RET EUR

18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10

EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR

7,964 790,121 1113,792 95,183 95,782 65,619 18,109 895,422

8,073 800,273 1116,936 95,763 95,799 65,112 18,033 895,557

La lista completa dei comparti Invesco autorizzati in Italia disponibile sul sito www.invesco.it

Invesco Funds
Numero Verde 800 255783 info@animasgr.it - www.animasgr.it 18/10 EUR 3,900 Anima America 18/10 EUR 5,753 Anima Asia 18/10 EUR 5,783 Anima Convertibile 18/10 EUR 9,108 Anima Emerging Markets 18/10 EUR 3,663 Anima Europa 18/10 EUR 13,223 Anima Fondattivo 18/10 EUR 18,058 Anima Fondimpiego 18/10 EUR 11,834 Anima Fondo Trading 18/10 EUR 6,614 Anima Liquidit 18/10 EUR 6,790 Anima Obbligaz Euro 18/10 EUR 5,520 Anima Obiettivo Rend. 18/10 EUR 9,309 Americhe 18/10 EUR 6,876 Corporate Bd 18/10 EUR 6,569 Emerging Markets Bd 18/10 EUR 6,110 Emerging Markets Eq 18/10 EUR 11,862 Europa 18/10 EUR 6,038 Iniziativa Europa 18/10 EUR 12,292 Italia 18/10 EUR 11,809 Monetario 18/10 EUR 4,554 Pacifico 18/10 EUR 10,324 Pianeta 18/10 EUR 7,345 Risparmio 18/10 EUR 9,889 Sforzesco 18/10 EUR 6,824 Tesoreria 18/10 EUR 18,666 Valore Globale 18/10 EUR 33,757 Visconteo 18/10 EUR 4,364 Capitale Piu' C.Azionario 18/10 EUR 5,073 Capitale Piu' C.Bilanc. 15 18/10 EUR 4,764 Capitale Piu' C.Bilanc. 30 18/10 EUR 5,361 Capitale Piu' C.Obbligaz.

DB Platinum
3,782 5,843 5,769 9,194 3,673 13,153 18,015 11,722 6,617 6,802 5,526 9,122 6,884 6,571 6,163 11,904 6,044 12,260 11,826 4,626 10,281 7,350 9,881 6,829 18,452 33,726 4,345 5,076 4,773 5,363 Agriculture Euro R1C A Comm Euro R1C A Comm Harvest R3C E Croci Germany R1C A Currency Returns Plus R1C Dyn Aktien Pl R1C A 17/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 17/10 17/10 17/10 12/10 17/10 12/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR JPY USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 78,920 134,600 98,450 946,320 97,310 79,950 5701,180 107,030 95,740 101,510 97,860 83,650 101,710 6640,260 103,170 10074,920 79,520 135,580 98,520 946,840 97,320 79,980 5787,480 104,990 95,600 101,500 97,680 83,110 101,570 6318,780 102,740 10331,000

DB Platinum IV
Croci Euro R1C B Croci Japan R1C B Croci US R1C B Dyn. Bd Stabilitt Plus R1C A Dyn. Cash R1C A Dyn. ETF Selector 3 R1C A Dyn. ETF Selector 6 R1C A Dyn. ETF Selector 8 R1C A Paulson Global R1C E Sovereign Plus R1C A Systematic Alpha Index R1C A

Tel. 02/88219.1 - direzione@gruppoesperia.com www.gruppoesperia.com

Duemme Sicav
Asian Equities C Bond Euro Area C Bond Inflation Linked C Corporate Bond Euro C 18/10 18/10 18/10 18/10 JPY EUR EUR EUR 5038,000 135,830 98,360 117,070 5176,000 135,580 98,120 116,470

Asia Balanced R Asia Balanced E Asia Consumer Demand R Asia Consumer Demand E Asia Infrastructure R Asia Infrastructure E Balanced-Risk Allocation A Balanced-Risk Allocation R Balanced-Risk Allocation E Em. Loc. Cur. Debt R-Dis.M Em. Loc. Cur. Debt E Em. Loc. Cur. Debt A-Dis.M Energy R Energy E Euro Corp. Bond R-Dis.M Euro Corp. Bond R Euro Corp. Bond E Euro Corp. Bond A-Dis.M Euro Inflation-Link. Bond R Euro Inflation-Link. Bond E Glob. Equity Income R Glob. Smaller Companies Eq. R Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond E-Dis. T Glob. Tot. Ret. (EUR) Bond R-Dis. M Greater China Eq. R Greater China Eq. E Japanese Eq. Advantage E Japanese Eq. Advantage R Pan European Eq. R Pan European Eq. E Pan European Struct. Eq. R Pan European Struct. Eq. E US Value Equity R

19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10 18/10 18/10 19/10 19/10 19/10 19/10 19/10

USD EUR USD EUR USD EUR EUR EUR EUR USD EUR USD USD EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR USD USD EUR EUR EUR USD EUR EUR JPY EUR EUR EUR EUR USD

9,220 11,500 8,290 7,610 7,930 9,000 12,730 10,530 12,600 9,345 10,174 10,519 7,780 16,530 9,392 9,524 12,586 10,468 9,587 13,675 34,340 29,930 10,085 9,831 9,421 8,010 20,640 9,740 1593,000 8,640 9,890 9,300 8,110 16,850

9,160 11,550 8,200 7,600 7,840 8,980 12,710 10,510 12,580 9,260 10,188 10,423 7,520 16,140 9,372 9,504 12,559 10,446 9,636 13,745 33,730 29,400 10,056 9,803 9,394 7,970 20,750 9,710 1612,000 8,520 9,760 9,220 8,050 16,440

www.newmillenniumsicav.com Distributore Principale: Banca Finnat Euramerica - Tel: 06/69933475 18/10 EUR 149,850 149,630 NM Augustum Corp Bd A 18/10 EUR 126,510 126,620 NM Augustum High Qual Bd A 71,200 70,730 NM Augustum Pan European Eq A 18/10 EUR 18/10 EUR 127,340 127,510 NM Euro Bonds Short Term A 18/10 EUR 33,250 33,350 NM Euro Equities A 18/10 EUR 51,650 50,910 NM Global Equities A 101,100 101,550 NM Inflation Linked Bond Europe A 18/10 EUR 18/10 EUR 114,430 114,360 NM Large Europe Corp A 18/10 EUR 115,090 115,110 NM Previra World Cons A 18/10 EUR 67,240 67,540 NM Q7 Active Eq. Int. A 14/10 EUR 98,700 98,470 NM Q7 Globalflex A 14/10 EUR 114,000 113,780 NM Total Return Flexible A

Numero verde 800 124811 www.nextampartners.com-info@nextampartners.com 18/10 EUR 5,564 5,554 Nextam Bilanciato 18/10 EUR 4,201 4,188 Nextam Flessibile 18/10 EUR 5,809 5,812 Nextam Obblig. Misto

NEXTAM PARTNERS SICAV


AAM Pro Select A AAM Pro Select I BInver International A BInver International I Citic Securities China A Citic Securities China I Fidela A Fidela I Income A Income I International Equity A International Equity I Italian Selection A 18/10 18/10 25/11 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 18/10 EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR EUR 4,563 4,620 5,016 4,801 5,129 5,095 5,105 5,042 5,045 4,746 4,568 4,625 4,796 5,124 5,096 5,106 5,011 5,013 4,707

Numero Verde 800-533377 - www.schroders.it Schroder International Selection Fund SICAV 18/10 USD 109,780 Asia Pacific Property Sec. A 18/10 USD 12,050 Asian Bond Abs.Re. A 18/10 USD 97,310 Asian Convertible Bd A 18/10 USD 18,130 Asian Equity Yield A 18/10 USD 133,250 Asian Smaller Companies A 18/10 EUR 120,980 BRIC (BR,RU,IN,CH) A 18/10 USD 165,800 BRIC (BR,RU,IN,CH) A 18/10 USD 191,600 China Opportunities A 18/10 EUR 99,180 Currency Absolute Ret EUR A 18/10 EUR 17,530 Em. Eur. Dbt Abs. Ret. A 18/10 EUR 15,490 Emerging Asia A 18/10 USD 21,240 Emerging Asia A 18/10 EUR 18,230 Emerging Europe A 18/10 EUR 8,100 Emerging Markets A 18/10 USD 11,130 Emerging Markets A 18/10 USD 26,110 Emerging Mkts Dbt Abs Ret A 18/10 EUR 21,700 EURO Active Value A 18/10 EUR 15,490 EURO Bond A 18/10 EUR 15,650 EURO Corporate Bond A 18/10 EUR 91,140 EURO Credit Duration Hdg 18/10 EUR 17,140 EURO Equity A 18/10 EUR 8,720 EURO Government Bond A 18/10 EUR 121,880 EURO Liquidity A 18/10 EUR 6,670 EURO Short Term Bond A 18/10 EUR 17,510 European Allocation A 18/10 EUR 9,220 European Defensive A* 18/10 EUR 67,720 European Dividend Max. A 18/10 EUR 32,880 European Equity Alpha A 18/10 EUR 82,650 European Equity Focus A 18/10 EUR 10,360 European Equity Yield A 18/10 EUR 134,980 European Large Cap A 18/10 EUR 17,320 European Smaller Comp A 18/10 EUR 90,260 European S&M-Cap Value A 18/10 EUR 89,860 European Special Sit A 18/10 USD 83,390 Frontier Markets Equity A 18/10 USD 11,890 Glb Emer Mkt Opps A 18/10 EUR 11,210 Glb Emer Mkt Opps EUR A 18/10 USD 11,360 Global Bond A 18/10 USD 98,310 Global Convertible Bd A 18/10 USD 7,890 Global Clim.ChgeEq.A 18/10 USD 8,660 Global Corporate A 18/10 EUR 102,050 Global Credit Duration A 18/10 EUR 90,560 Global Demo Opp A hdg 18/10 USD 7,030 Global Div.Maximiser A 18/10 USD 31,060 Global Energy A 18/10 USD 13,380 Global Equity A 18/10 EUR 81,310 Global Equity Alpha A 18/10 USD 111,580 Global Equity Alpha A 18/10 EUR 74,790 Global Equity Yield A 18/10 USD 102,510 Global Equity Yield A 18/10 USD 29,310 Global High Yield A 18/10 EUR 26,590 Global Infl Linked Bond A 18/10 USD 102,810 Global Managed Currency A 18/10 USD 104,090 Global Prop Securities A 18/10 EUR 89,050 Global Resources Equity A 18/10 USD 107,330 Global Smal Companies A 18/10 USD 31,220 Greater China A 18/10 USD 108,150 Indian Equity A 18/10 EUR 18,560 Italian Equity A 18/10 JPY 498,780 Japanese Equity A 18/10 JPY 674,800 Japanese Large Cap A 18/10 JPY 48,610 Japanese Smal Companies A

112,780 12,070 97,940 18,650 138,520 124,870 172,150 199,940 99,140 17,540 15,870 21,880 18,560 8,290 11,460 26,100 22,010 15,460 15,630 91,270 17,400 8,700 121,880 6,680 17,560 9,290 68,440 33,380 83,380 10,500 136,770 17,520 91,180 90,630 83,770 12,190 11,420 11,350 99,110 8,080 8,630 102,090 92,480 7,160 31,830 13,670 82,500 113,890 75,740 104,440 29,310 26,540 103,250 106,950 92,000 109,850 32,420 110,550 18,800 504,340 686,880 49,070

Tel. 02 - 430241 www.ubipramerica.it 18/10 EUR UBI Pr. Active Beta 18/10 EUR UBI Pr. Active Duration 18/10 EUR UBI Pr. Alpha Equity 18/10 EUR UBI Pr. Azionario Etico 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Euro 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Europa 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Globali 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Italia 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Mercati Emerg. 18/10 EUR UBI Pr. Azioni Pacifico 18/10 EUR UBI Pr. Azioni USA UBI Pr. Bilanc. Euro Rischio Cont. 18/10 EUR 18/10 EUR UBI Pr. Euro B.T. 18/10 EUR UBI Pr. Euro Cash 18/10 EUR UBI Pr. Euro Corporate 18/10 EUR UBI Pr. Euro Medio/Lungo Ter. 18/10 EUR UBI Pr. Obblig. Dollari 18/10 EUR UBI Pr. Obblig. Glob. Alto Rend. 18/10 EUR UBI Pr. Obblig. Globali 18/10 EUR UBI Pr. Obblig. Globali Corp. 18/10 EUR UBI Pr. Portafoglio Aggressivo 18/10 EUR UBI Pr. Portafoglio Dinamico 18/10 EUR UBI Pr. Portafoglio Moderato 18/10 EUR UBI Pr. Portafoglio Prudente 18/10 EUR UBI Pr. Privilege 1 18/10 EUR UBI Pr. Privilege 2 18/10 EUR UBI Pr. Privilege 3 18/10 EUR UBI Pr. Privilege 4 18/10 EUR UBI Pr. Privilege 5 18/10 EUR UBI Pr. Tot. Ret. Mod. A 18/10 EUR UBI Pr. Tot. Ret. Mod. B 18/10 EUR UBI Pr. Tot.Ret. Dinamico 18/10 EUR UBI Pr. Total Return Prudente

4,521 5,528 4,929 4,337 5,062 5,128 4,237 4,102 9,596 5,985 4,088 5,605 6,624 7,269 7,662 6,858 5,340 9,193 6,121 7,151 4,905 5,406 5,910 6,146 5,365 5,290 5,126 4,744 4,405 4,991 5,020 4,728 10,551

4,532 5,541 4,927 4,351 5,056 5,150 4,202 4,084 9,704 6,104 3,981 5,612 6,634 7,274 7,660 6,861 5,307 9,196 6,096 7,143 4,884 5,386 5,895 6,138 5,374 5,307 5,153 4,786 4,453 4,992 5,021 4,732 10,552

www.vitruviussicav.com 18/10 EUR Asian Equity B 18/10 USD Asian Equity B 18/10 USD Emerg Mkts Equity 18/10 EUR Emerg Mkts Equity Hdg 18/10 EUR European Equity 18/10 EUR Greater China Equity 18/10 USD Greater China Equity 18/10 USD Growth Opportunities 18/10 EUR Growth Opportunities Hdg 18/10 JPY Japanese Equity 18/10 EUR Japanese Equity Hdg 18/10 CHF Swiss Equity 18/10 EUR Swiss Equity Hdg 18/10 USD US Equity 18/10 EUR US Equity Hdg

70,310 97,290 386,800 382,000 190,990 74,530 105,480 54,940 61,060 83,090 110,580 91,130 68,870 105,260 117,330

71,840 99,420 392,200 387,350 190,970 75,490 106,810 54,330 60,370 84,240 112,120 91,350 69,040 104,040 115,940

8a+ Eiger 8a+ Gran Paradiso 8a+ Latemar 8a+ Matterhorn 8a+ Monviso

Tel 0332 251411 www.ottoapiu.it 18/10 EUR 4,016 4,018 18/10 EUR 5,278 5,269 18/10 EUR 4,914 4,910 07/10 EUR 490524,591 487177,809 18/10 EUR 4,956 4,954
Quota/od. = Quota odierna
132DEABB

Legenda: Quota/pre. = Quota precedente;

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Economia/Mercati Finanziari 41

Piazza Affari BANCARI IN RECUPERO SU LOTTOMATICA E ANSALDO


di GIACOMO FERRARI
ottimismo sul rafforzamento del fondo salva-Stati (che potrebbe essere deciso nel prossimo weekend) si un po affievolito nel corso della seduta ma gli indici delle Borse europee, sia pure ridimensionati, sono rimasti tutti positivi. Il Ftse-Mib di Piazza Affari, invece, migliorato ulteriormente rispetto alla mattinata, chiudendo con un progresso del 2,02%, di gran lunga la migliore performance fra i listini del Vecchio Continente. Hanno giocato positivamente i dati statistici di agosto su ordinativi allindustria e produzione, entrambi in crescita, oltre alla prospettiva di una soluzione a breve per la successione di Mario Draghi in Bankitalia. Sugli scudi i titoli bancari, a partire da Intesa Sanpaolo e Unicredit, in progresso rispettivamente del 7,32% e del 5,20%. Significativo anche il rialzo di Lottomatica (+5,41%) dovuto al balzo a settembre della raccolta del Lotto, mentre su Ansaldo (+3,23%) tornato lappeal speculativo in vista di una possibile dismissione da parte di Finmeccanica. In calo, invece, Pirelli (-3,17%), Fiat (-2,5%) e StM (-2,08%).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sussurri & Grida

Leconomia verde made in Italy nella trappola dei tassi


(fr.bas.) In attesa della futura Strategia energetica nazionale, che era stata promessa dal governo per lautunno, le imprese del fotovoltaico riunite in Assosolare hanno fatto "rapporto" alla commissione Industria del Senato. Laudizione stata loccasione per chiedere ancora una volta una maggiore stabilit regolatoria. Tema su cui il presidente Gianni Chianetta ha richiamato lattenzione, evidenziando la difficolt di molte imprese nellottenere finanziamenti: In alcuni casi le banche hanno aumentato lo spread dal 2,5 a oltre il 5% motivandolo con lincremento del rischio Paese e con lincertezza normativa. Sono stati toccati anche contratti gi chiusi. Ormai il fotovoltaico un settore che d lavoro a 55 mila persone (nel 2005 erano 500) e il giro daffari per il 2011 stimato intorno ai 30 miliardi di euro. Assosolare chiede di rafforzare la separazione della rete di distribuzione da interessi diretti e indiretti nel mercato elettrico ma anche di incentivare le reti intelligenti con sistemi di accumulo e di favorire lindustria agro-energetica sul territorio attraverso lo snellimento della burocrazia. Insomma, lassociazione dellindustria solare e fotovoltaica chiede una roadmap per la sostenibilit socio-economica del settore, che ha visto ridurre drasticamente gli incentivi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il passo indietro di Olympus


(c.d.c) Prima lannuncio di voler intraprendere azioni legali contro il suo ex amministratore delegato, poi lammissione. La giapponese Olympus ha confermato ieri di aver pagato 687 milioni di dollari agli adviser per lacquisizione di un produtto-

re di apparecchiature mediche nel 2008, la Gyrus Group Plc. Lesborso fatto dal gruppo stato alla fine di un terzo del costo totale dellacquisizione. Numeri che non combaciano con quelli citati dal presidente Tsuyoshi Kikukawa, e che invece sembrano avvalorare le dichiarazioni dellex amministratore delegato di Olympus Michael Woodford. Venerd scorso il 50enne britannico, primo straniero alla guida dellazienda giapponese, era stato licenziato. Laccusa rivolta ufficialmente contro di lui da parte del presidente Kikukawa, stata quella di una gestione solitaria del potere e di una reale incapacit a superare le barriere culturali nellazienda. Menzogne secondo Woodford, che subito dopo il ben servito, aveva raccontato ai giornali di tutto il mondo la sua versione dei fatti: Sono stato licenziato ha detto al Financial Times per aver chiesto chiarimenti circa il prezzo di alcune acquisizioni fatte da Olympus tra il 2006 e il 2008. Non ho mai ricevuto risposte chiare. Secondo Woodford il licenziamento era collegato alle sue domande e a uninchiesta interna e indipendente che aveva avviato sulle scalate della Olympus e i cui risultati erano stati presentati a tutto il consiglio di amministrazione. Ieri lazienda ha annunciato azioni legali contro di lui. Gli azionisti della Olympus dovrebbero esigere la rimozione del board ha detto per tutta risposta Woodford e un esame di tutte le acquisizioni degli ultimi dieci anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Credit Suisse fa i conti per gli Indignati


(f.mas.) Chiss se i grandi capi del Credit Suisse saranno

contenti del fatto che la banca sia stata accomunata agli Indignati. Laccostamento lha fatto ieri Ansa ponendo il nome del movimento contro strapotere delle banche come parola-chiave per il rapporto dellistituto elvetico Global Wealth Report sulla distribuzione della ricchezza mondiale. La mole di dati prodotta molto interessante, per gli Indignati e non solo. A cominciare dal quadro dinsieme: l1% della popolazione possiede il 38,7% dellintera ricchezza mondiale. Si tratta di 29,7 milioni di individui con un patrimonio superiore a un milione di dollari. Il 37,2% si trova in Europa, che supera di poco gli Usa (37%). Il boom, anche in questo caso, per della Cina. Per la prima volta gli individui con pi di un milione di dollari hanno superato quota un milione. Nel mondo poi sono oltre 84mila gli ultra-ricchi, con almeno 50 milioni di dollari, e ben 2.700 hanno pi di 500 milioni. In Cina c stata un esplosione di ultra-ricchi, 5.400 persone, pi di Germania (4.135), Svizzera (3.820) o Giappone (3.400). E crescono anche nei Paesi Bric: 1.970 in Russia, 1.840 in India, 1.520 in Brasile. La regione Asia-Pacifico dal 2000 ha prodotto il 36% della crescita della ricchezza globale (pari a 231 mila miliardi), e il 54% dal 2010. A livello di Paesi, gli Usa sono in testa con 4.600 miliardi di dollari di ricchezza generati negli ultimi 18 mesi. Seconda la Cina, con 4072 miliardi, seguita da Giappone (3805 miliardi) e Brasile (1870). LItalia fuori dai primi venti, superata anche dalla Colombia (diciannovesima con 228 miliardi), sebbene in termini di ricchezza pro-capite sia ottava con 259.826 dollari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Borsa Italiana
Nome Titolo Tel.
A A.S. Roma .....................(ASR) A2A .......................................(A2A) Acea......................................(ACE) Acegas-Aps...........................(AEG) Acotel Group * ......................(ACO) Acque Potabili .......................(ACP) Acsm ....................................(ACS) AdF-Aerop.Firenze ..................(AFI) Aedes * ...................................(AE) Aedes 14w *.....................(WAE14) Aeffe *...................................(AEF) Aicon * ...................................(AIC) Alerion ..................................(ARN) Amplifon...............................(AMP) Ansaldo Sts *.........................(STS) Antichi Pell ..............................(AP) Apulia Pront...........................(APP) Arena ....................................(ARE) Arkimedica ...........................(AKM) Ascopiave *...........................(ASC) Astaldi * ................................(AST) Atlantia ..................................(ATL) Autogrill ................................(AGL) Autostrada To-Mi .....................(AT) Autostrade Mer. ................(AUTME) Azimut..................................(AZM) B B&C Speakers ...............(BEC) Banca Generali .....................(BGN) Banca Ifis *...............................(IF) Banca Pop. Emilia R. .............(BPE) Banca Pop. Sondrio.............(BPSO) Banco Popolare .......................(BP) Banco Popolare w10.........(WBP10) Basicnet................................(BAN) Bastogi......................................(B) BB Biotech *............................(BB) Bca Carige ............................(CRG) Bca Carige r........................(CRGR) Bca Finnat * ..........................(BFE) Bca Intermobiliare .................(BIM) Bca Pop.Etruria e Lazio * .......(PEL) Bca Pop.Milano......................(PMI) Bca Pop.Milano 13w .......(WPMI13) Bca Pop.Spoleto ....................(SPO) Bca Profilo ............................(PRO) Bco Desio-Brianza ................(BDB) Bco Desio-Brianza rnc ........(BDBR) Bco Santander ....................(SANT) Bco Sardegna rnc ...............(BSRP) Bee Team ..............................(BET) Beghelli ...................................(BE) Benetton Group .....................(BEN) Beni Stabili ...........................(BNS) Best Union Co......................(BEST) Bialetti Industrie *...................(BIA) Biancamano *.......................(BCM) Biesse * ................................(BSS) Bioera.....................................(BIE) Boero Bart.............................(BOE) Bolzoni *................................(BLZ) Bon.Ferraresi...........................(BF) Borgosesia..............................(BO) Borgosesia rnc......................(BOR) Brembo * ..............................(BRE) Brioschi..................................(BRI) Buone Societ .......................(LBS) Buongiorno *.........................(BNG) Buzzi Unicem ........................(BZU) Buzzi Unicem rnc ................(BZUR) C Cad It * ..........................(CAD) Cairo Comm. *........................(CAI) Caleffi....................................(CLF) Caltagirone ..........................(CALT) Caltagirone Ed.......................(CED) Camfin .................................(CMF) Camfin 09-11 w ............(WCMF11) Campari ................................(CPR) Cape Live ................................(CL) Carraro ...............................(CARR) Cattolica As.........................(CASS) CDC ......................................(CDC) Cell Therap...........................(CTIC) Cembre * .............................(CMB) Cementir *............................(CEM) Cent. Latte Torino * ................(CLT) Ceram. Ricchetti.....................(RIC) CHL.......................................(CHL) CIA .........................................(CIA) Ciccolella ................................(CC) Cir..........................................(CIR) Class Editori ..........................(CLE) Cobra * .................................(COB) Cofide ...................................(COF) Cogeme Set ..........................(COG) Conafi Prestito' .....................(CNP) Cred. Artigiano ......................(CRA) Cred. Bergamasco...................(CB) Cred. Emiliano .........................(CE)
0,677 1,014 5,900 3,700 22,510 0,928 0,812 9,045 0,083 0,015 0,666 4,140 3,698 7,995 0,368 0,204 0,011 0,151 1,515 4,510 11,650 8,330 8,180 19,810 5,320 2,990 7,435 4,254 6,345 5,480 1,229 2,350 1,230 43,700 1,396 1,984 0,360 3,568 1,485 1,773 0,450 2,300 0,285 3,188 2,470 6,155 6,300 0,374 0,505 4,174 0,439 0,298 1,557 3,800 0,463 20,900 1,905 23,830 0,918 7,630 0,119 0,334 1,005 6,695 3,654 3,400 2,798 1,310 1,490 1,295 0,314 0,030 5,590 0,127 2,386 16,400 1,210 0,867 7,495 1,719 1,950 0,163 0,105 0,275 0,501 1,415 0,318 0,842 0,622 0,108 0,670 0,925 19,900 3,160 +0,15 +0,90 -0,51 +0,54 +2,32 -0,11 +0,43 +0,11 -3,37 -1,30 -1,19 +1,97 -0,22 +3,23 +5,26 +0,10 +4,95 +7,86 +0,33 +0,49 +0,43 -0,30 +1,87 -0,85 +0,47 +0,61 +0,19 -1,17 +2,72 +2,85 -0,17 +1,25 +0,79 -0,20 +0,47 +0,96 -0,93 +0,28 +1,28 +2,22 +0,53 -0,93 -0,32 +2,58 -0,51 +4,45 -0,86 -2,40 +1,64 +2,23 +2,04 -0,39 -0,71 -0,27 -0,65 -0,75 -0,56 +0,50 +1,44 +0,66 +0,59 +1,67 -1,43 +1,25 -0,92 +2,01 +1,68 -1,40 -0,61 +1,00 +3,77 +1,35 +1,42 -1,02 -0,79 +39,79 -6,78 +1,95 -1,05 -2,75 +3,06 +2,22 -2,00 +0,75 +0,76 +1,74 -35,83 -3,24 -31,15 +2,00 -48,83 -35,33 -25,02 -16,48 -56,88 -63,72 +31,00 -21,67 -2,17 -12,91 -21,87 -42,32 -58,59 -66,63 -4,17 -8,98 -20,98 -21,78 -19,88 -13,11 -21,25 -20,48 -18,83 -19,58 -33,21 -11,61 -50,14 -16,07 -19,87 -10,08 -11,08 -28,50 -27,35 -14,64 -51,31 -33,47 -62,50 -33,24 -35,25 -21,28 -33,47 -21,89 -33,33 -6,85 -26,49 -16,52 -31,48 -15,85 +17,95 -29,37 -54,23 +4,50 -10,67 -19,03 -28,93 -2,74 -14,64 -14,26 -13,66 -22,91 -32,95 -16,97 +3,15 +13,22 -15,77 -24,67 -15,96 -54,61 +14,67 -49,34 -38,62 -14,36 -26,26 -47,17 +20,69 -18,63 -20,41 -35,52 -20,83 -7,09 -23,04 +3,06 -29,49 -36,55 -7,65 -70,79 -32,87 -28,74 -3,30 -32,37 0,628 0,825 5,025 3,228 20,440 0,760 0,759 8,555 0,083 0,012 0,477 3,270 3,570 5,385 0,272 0,180 0,009 0,083 1,299 3,638 9,365 7,315 6,695 18,500 4,390 2,500 6,265 4,060 5,980 4,922 1,018 1,854 1,070 39,300 1,240 1,860 0,340 3,200 1,311 1,230 0,351 2,188 0,282 3,010 2,470 5,295 6,300 0,350 0,430 4,174 0,376 0,235 1,286 2,300 0,463 20,000 1,905 20,770 0,899 6,075 0,114 0,300 0,737 5,655 3,080 3,286 2,464 1,120 1,402 1,240 0,229 0,018 4,438 0,125 2,064 15,120 1,081 0,739 5,965 1,549 1,910 0,160 0,070 0,238 0,476 1,316 0,263 0,698 0,580 0,098 0,615 0,883 19,400 2,622

Quotazioni in diretta sul telefonino: invia QUOTA <sigla titolo>, ad esempio: QUOTA ACE al numero 482242. Costo 0,5 Euro per SMS ricevuto. Info su www.corriere.it/economia
Nome Titolo Tel. Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
2,190 0,115 0,039 0,890 0,620 2,326 0,967 17,590 9,600 5,900 8,000 1,534 25,490 1,058 2,060 18,200 0,953 0,961 0,815 10,100 0,987 2,420 3,462 1,700 1,850 23,180 15,720 8,920 0,336 0,097 3,110 1,714 15,800 +1,01 +6,20 +1,03 +0,06 +0,73 +0,26 +2,82 -0,45 +1,32 +0,43 +1,01 +1,39 -0,35 +3,73 +3,52 +0,39 +1,38 +0,05 +1,81 +1,51 +0,15 +3,86 +1,64 +0,24 -1,60 +1,75 +0,17 -2,49 -1,02 +1,42 -0,44 -33,89 -49,25 -59,25 -17,29 -37,25 -52,43 +15,06 -27,31 -27,11 -2,72 +36,99 +33,39 -19,21 -30,85 -29,33 +18,34 +10,17 -21,33 -38,20 -20,22 -31,46 -45,19 -8,29 +8,14 +48,71 +7,86 -4,26 -13,82 -30,92 -26,77 -45,05 -8,34 -36,62 2,106 0,093 0,035 0,880 0,584 1,960 0,819 14,340 7,705 5,490 5,820 1,125 25,400 0,936 1,987 14,870 0,736 0,858 0,620 8,560 0,952 2,174 2,900 1,492 1,217 19,270 12,170 7,900 0,290 0,070 2,936 1,563 13,440 3,695 588,1 0,281 0,161 6,5 1,295 29,6 1,000 91,9 5,020 37,5 1,260 78,8 24,580 728,7 13,690 388,6 6,540 342,7 9,300 1190,0 1,600 466,2 36,090 1427,8 1,573 14,9 3,265 16,2 23,510 209,4 0,959 4926,2 1,287 108,0 1,539 35,4 15,140 48,6 1,768 62,9 4,600 65,7 4,832 32465,1 2,048 8508,5 2,398 32,9 24,320 289,2 18,420 62783,6 10,440 1345,5 0,498 32,2 0,143 6,275 164,0 2,440 61,0 25,760 2555,6

Borse Estere
indici

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
1,249 1,231 8,580 4,640 44,140 1,477 1,192 12,500 0,231 0,049 1,477 5,820 4,502 9,600 0,596 0,384 0,029 0,453 1,718 5,960 16,095 10,970 11,400 24,380 8,461 4,080 11,560 5,585 9,895 6,600 2,753 3,100 1,660 55,000 1,812 2,780 0,522 4,388 3,210 3,163 1,254 3,455 0,440 4,120 3,750 9,300 9,950 0,541 0,732 5,725 0,765 0,425 2,012 7,810 1,012 21,000 2,350 31,430 1,349 10,310 0,173 0,755 1,460 10,760 6,090 4,447 3,290 1,399 2,118 1,945 0,429 0,083 5,935 0,411 4,468 20,310 1,939 1,932 8,715 2,340 4,100 0,305 0,150 0,340 0,777 1,789 0,520 1,440 0,784 0,371 1,070 1,461 24,770 5,505 91,0 3180,8 1264,6 202,6 95,3 32,5 61,5 81,7 62,2 72,8 182,2 814,0 1127,0 16,7 47,6 14,9 12,8 353,8 447,5 7370,6 2129,3 715,9 85,4 763,2 32,9 826,5 227,3 1618,2 1675,1 2141,3 144,5 21,9 2249,4 348,7 130,7 557,4 112,3 736,3 67,9 191,6 370,4 32,7 41,8 25,7 99,1 767,2 851,0 22,2 52,9 105,2 17,2 90,7 48,9 135,1 39,4 513,4 92,9 3,6 107,4 1106,4 148,2 30,5 217,6 16,5 174,7 161,1 212,7 3230,6 6,3 111,0 886,0 14,7 127,0 274,3 19,2 13,2 15,8 25,9 90,4 1127,5 33,9 33,8 443,0 6,8 31,2 262,8 1211,6 1044,2

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)

Nome Titolo

Tel.

Prezzo Var. Var. Min Max Capitaliz A New York valori espressi in dollari, a Londra Rif. Rif. 03-01-2011 Anno Anno (in milioni in pence, a Zurigo in franchi svizzeri (euro) (in %) (in %) (euro) (euro) di euro)
1,064 1,637 0,639 2,392 1,520 3,254 2,016 6,260 4,900 5,600 0,392 0,900 0,920 0,223 0,264 0,511 7,185 1,630 11,270 0,177 0,315 0,013 1,734 0,630 0,780 0,615 0,456 2,050 6,365 17,370 0,404 0,094 0,118 0,940 13,300 0,300 6,450 4,314 6,130 30,120 1,149 9,925 6,580 0,336 0,043 0,950 4,950 6,275 2,050 3,782 2,400 4,646 0,042 1,704 0,377 5,185 1,497 0,571 0,894 0,164 0,212 0,769 10,650 2,870 2,730 0,395 0,051 0,001 70,250 1,550 8,140 11,000 3,130 0,962 1,455 0,320 0,010 0,229 0,010 4,102 1,212 3,940 3,150 11,300 1,840 4,760 0,794 0,676 +1,04 -30,68 -1,50 -20,92 -1,62 -39,55 -1,56 -1,26 -0,59 -54,18 +2,65 -15,48 +3,38 +4,46 -3,17 +2,04 +2,25 -14,04 +0,27 -38,36 -1,28 -19,86 +2,10 -7,12 +0,49 -11,59 -2,20 -51,15 +2,60 -65,50 +0,10 -32,03 +11,92 -0,90 +11,64 +3,23 -0,88 -12,64 +0,74 -25,32 -31,07 +1,54 -2,22 +1,17 -7,07 -25,58 -2,62 -25,57 -1,84 -15,29 -2,98 -77,56 -1,91 -15,11 -1,16 -10,23 +1,46 -12,14 +8,11 +13,77 -5,81+113,86 +2,62 -46,86 +1,08 -32,47 -1,48 -47,41 -1,15 -9,23 -0,15 -5,15 +0,33 -12,85 +1,32 -55,32 +0,37 -20,06 +0,52 -28,19 +2,90 -0,95 +1,23 -13,08 -3,81 -47,24 +2,16 -47,92 -1,04 +15,85 +2,36 -16,81 +0,40 -13,57 -1,44 -22,50 +1,94 +1,74 +1,69 -4,19 +0,22 -6,14 -0,95 -45,62 +3,27 -0,64 +1,34 -23,06 -2,08 -35,51 +1,22 +6,62 +0,18 -16,34 +1,13 -8,92 -0,12 -31,42 +2,42 -34,26 +0,33 -6,45 +0,19 -42,43 +1,77 -10,03 +2,86 -25,21 +5,44 -38,93 +0,39 -36,08 -39,13 +1,59 -4,90 +0,58 +7,94 +0,56 -25,05 +0,92+103,70 +1,49 -49,66 +5,20 -39,30 -0,68 -24,02 -0,90 -31,70 -57,63 -0,26 -36,63 -56,09 +0,15 -1,81 +0,33 -7,76 -1,50 +0,45 -12,13 -1,14 +14,03 +0,49 -65,61 -0,25 -1,60 -0,13 +72,05 -1,10 +33,23 1,022 1,479 0,517 2,138 1,338 2,894 1,742 4,912 3,898 5,250 0,361 0,780 0,720 0,194 0,243 0,500 5,880 1,200 9,415 0,173 0,290 0,005 1,618 0,630 0,664 0,527 0,425 1,671 5,955 16,360 0,279 0,031 0,105 0,930 12,000 0,235 5,290 3,850 5,775 23,550 0,965 8,770 6,400 0,336 0,035 0,725 4,818 5,435 1,770 3,182 1,930 4,404 0,037 1,553 0,319 4,028 1,400 0,493 0,725 0,150 0,205 0,665 9,055 2,424 2,096 0,341 0,042 0,001 61,050 1,436 6,830 5,360 2,200 0,651 1,300 0,258 0,008 0,191 0,009 4,076 1,150 3,658 2,594 8,150 1,803 4,552 0,445 0,469 1,622 2,640 1,554 3,000 3,813 7,100 2,910 7,675 6,310 10,110 0,495 1,468 1,205 0,593 0,792 0,766 10,030 2,973 15,950 0,249 0,584 0,027 2,420 0,887 1,354 0,880 2,078 2,890 7,805 21,490 0,607 0,183 0,293 1,392 25,300 0,400 8,800 6,180 13,720 38,520 2,022 10,700 8,100 0,640 0,095 1,700 7,350 8,780 2,773 4,286 2,950 6,050 0,096 2,102 0,660 9,645 1,590 1,450 1,144 0,240 0,400 1,025 18,510 3,476 3,780 0,712 0,090 0,003 96,550 1,720 11,340 12,000 7,374 1,997 2,150 0,548 0,024 0,419 0,025 4,780 1,520 4,640 4,110 13,320 5,350 5,690 1,569 1,150 48,3 2888,2 896,8 22,3 98,4 99,9 3040,4 59,2 6,7 49,7 125,8 28,0 189,6 108,9 96,0 59,7 2434,9 67,4 14,7 48,0 20,2 576,0 18,2 21,2 48,2 1336,8 159,5 63,8 97,0 10,8 155,8 28,0 95,3 31,7 349,9 13448,8 1088,4 96,7 367,0 47,1 81,5 0,6 79,7 1427,5 239,6 13324,5 279,4 418,0 17,8 806,9 31,9 200,1 23,8 11998,7 239,5 1,2 4628,1 5786,4 75,1 41,6 96,8 2152,5 47,4 521,2 28,9 2802,1 18104,3 34,5 679,5 299,8 43,7 36,5 172,6 211,5 602,0 1,8 383,0 19,6 2,3
MERCATI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19-10 Amsterdam (Aex) . . . . . . . . . . . . . 301,68 Brent Index . . . . . . . . . . . . . . . . . 112,48 Bruxelles-Bel 20 . . . . . . . . . . . . 2134,22 DJ Stoxx Euro . . . . . . . . . . . . . . . 227,44 DJ Stoxx Euro50 . . . . . . . . . . . . 2330,08 DJ Stoxx UE . . . . . . . . . . . . . . . . 236,71 DJ Stoxx UE50. . . . . . . . . . . . . . 2259,53 FTSE Eurotr.100. . . . . . . . . . . . . 2024,75 Hong Kong HS . . . . . . . . . . . . . 18309,22 Johannesburg . . . . . . . . . . . . . 27220,52 Londra(FTSE100) . . . . . . . . . . . . 5450,49 Madrid Ibex35 . . . . . . . . . . . . . . 8849,50 Oslo Top 25. . . . . . . . . . . . . . . . . 343,11 Singapore ST. . . . . . . . . . . . . . . 2720,21 Sydney (All Ords) . . . . . . . . . . . . 4274,85 Toronto(300Comp) . . . . . . . . . . 11849,50 Vienna (Atx). . . . . . . . . . . . . . . . 1952,40 Zurigo (SMI) . . . . . . . . . . . . . . . 5699,98 selezione FRANCOFORTE. . . . . . . . . . . . . . . 19-10 Allianz . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79,26 Bayer Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 44,09 Beiersdorf . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 41,30 Bmw . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,01 Commerzbank Ag . . . . . . . . . . . . . . 1,63 Deutsche Bank n . . . . . . . . . . . . . . 27,53 Deutsche Post . . . . . . . . . . . . . . . . 10,69 Deutsche Telekom n . . . . . . . . . . . . 9,45 Dt Lufthansa Ag . . . . . . . . . . . . . . . 9,88 Hugo Boss Ag . . . . . . . . . . . . . . . . 64,16 Metro Ag. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,08 Porsche Vz . . . . . . . . . . . . . . . . . . 38,70 Siemens n . . . . . . . . . . . . . . . . . . 73,40 Volkswagen Ag . . . . . . . . . . . . . . 102,30 PARIGI . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19-10 Air France . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5,52 Air Liquide . . . . . . . . . . . . . . . . . . 91,21 Alstom . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26,04 Axa SA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,80 Bnp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 31,77 Cap Gemini . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26,41 Carrefour . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17,02 Casino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 62,94 Ciments Francais. . . . . . . . . . . . . . 65,70 Crdit Agricole . . . . . . . . . . . . . . . . 4,99 Danone. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 46,70 France Tlcom. . . . . . . . . . . . . . . 12,94 Havas . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2,94 L'Oral . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 79,61 Michelin . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 49,49 Peugeot S.A. . . . . . . . . . . . . . . . . . 16,55 Renault. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26,55 Saint-Gobain . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,02 Sanofi-Synthelab . . . . . . . . . . . . . . 50,24 Socit Gnrale . . . . . . . . . . . . . . 19,45 Sodexho Alliance . . . . . . . . . . . . . . 50,77 Total . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 37,51 NEW YORK. . . . . . . . . . . . . . . . . . 19-10 Amazon Com. . . . . . . . . . . . . . . . 231,53 American Express . . . . . . . . . . . . . 46,13 Apple Comp Inc . . . . . . . . . . . . . . 398,62 At&T. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 29,09 Bank of America . . . . . . . . . . . . . . . 6,40 Boeing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 63,11 Carnival . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,73 Caterpillar Inc . . . . . . . . . . . . . . . . 83,56 Cisco Systems. . . . . . . . . . . . . . . . 17,16 Citigroup Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . 29,39 Coca-Cola Co . . . . . . . . . . . . . . . . 67,03 Colgate Palmolive . . . . . . . . . . . . . 92,18 Dow Chemical. . . . . . . . . . . . . . . . 26,59 DuPont . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 43,80 Exxon Mobil . . . . . . . . . . . . . . . . . 78,43 Ford Motor . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11,56 General Electric . . . . . . . . . . . . . . . 16,52 General Motors . . . . . . . . . . . . . . . 23,09 Goldman Sachs . . . . . . . . . . . . . . 100,79 Hewlett-Packard . . . . . . . . . . . . . . 24,98 Honeywell . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 48,82 Ibm . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 177,39 Industrie Natuzzi Sp. . . . . . . . . . . . . 2,97 Intel Corp . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 24,24 Johnson & Johnson . . . . . . . . . . . . 62,64 JP Morgan . . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,25 Lockheed Martin . . . . . . . . . . . . . . 75,47 Luxottica Grp Spa . . . . . . . . . . . . . 28,19 McDonald's. . . . . . . . . . . . . . . . . . 89,62 Merck & Co. . . . . . . . . . . . . . . . . . 32,54 Microsoft . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 27,13 Monsanto Co. . . . . . . . . . . . . . . . . 72,52 Morgan Stanley . . . . . . . . . . . . . . . 16,64 Nike Inc. Cl. B . . . . . . . . . . . . . . . . 91,29 Occidental Pet. . . . . . . . . . . . . . . . 83,95 Pfizer . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 18,81 Procter & Gamble . . . . . . . . . . . . . 64,75 Texas Instruments . . . . . . . . . . . . . 30,25 Unilever NV . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,27 Us Steel Corp. . . . . . . . . . . . . . . . . 22,29 Walt Disney. . . . . . . . . . . . . . . . . . 33,61 Whirlpool . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 55,36 Xerox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7,63 Yahoo Inc . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 15,94 LONDRA . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19-10 3i Group . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 201,85 Anglo American . . . . . . . . . . . . . 2267,58 AstraZeneca . . . . . . . . . . . . . . . 2983,57 B Sky B . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 712,18 Barclays Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 180,61 BP . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 435,40 British Airways . . . . . . . . . . . . . . 276,46 British Telecom . . . . . . . . . . . . . . 181,01 Burberry Group . . . . . . . . . . . . . 1245,78 Glaxosmithkline . . . . . . . . . . . . . 1376,13 Marks & Spencer. . . . . . . . . . . . . 327,71 Pearson Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 1167,25 Prudential . . . . . . . . . . . . . . . . . . 630,39 Rolls Royce . . . . . . . . . . . . . . . . . 704,51 Royal & Sun All . . . . . . . . . . . . . . 113,11 Royal Bk of Scot . . . . . . . . . . . . . . 24,43 Schroders Plc . . . . . . . . . . . . . . 1315,05 Unilever Plc . . . . . . . . . . . . . . . . 2073,41 Vodafone Group. . . . . . . . . . . . . . 173,27 ZURIGO . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 19-10 Nestl. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51,55 Novartis . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 51,55 Ubs . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10,74 var.% +4,34 -0,74 +0,25 -0,13 +4,68 +4,22 +1,86 +0,98 +1,58 +0,96 +1,42 -1,53 -1,12 +0,34 var.% +0,91 -0,58 +0,56 +3,95 +6,15 +0,15 +1,67 +1,58 +1,81 +1,50 +0,65 +0,27 -0,47 +1,25 -2,29 -2,73 +1,09 -0,97 +0,10 +1,09 -0,06 +1,20 var.% -5,06 -1,18 -5,59 -0,41 -3,61 -0,57 -1,55 -1,37 -2,00 -1,64 +0,43 -0,17 -4,25 -2,62 -0,58 -1,87 -1,14 -1,91 -1,43 -2,46 -1,03 -0,84 -1,00 +3,59 -2,76 -1,89 -0,67 -1,64 -0,02 -0,76 -0,66 -2,70 +0,06 -0,21 -1,21 -0,84 -0,26 -2,07 -1,22 -6,15 -0,97 +0,27 -0,78 +3,04 var.% +2,10 -0,11 +0,41 +5,43 +3,15 +1,04 -2,14 +1,18 +0,06 +0,59 -0,51 +0,80 +1,84 +0,64 +0,54 +2,90 +0,92 +0,26 +0,48 var.% +0,10 +0,10 +2,29 var.% +1,00 +0,34 -0,13 +0,61 +1,01 +0,59 +0,73 +0,74 +1,29 -0,04 +0,74 +0,43 -0,32 -0,16 +0,60 -1,69 -0,45 +0,31

Cred. Valtellinese .................(CVAL) Cred. Valtellinese 10w ....(WCVA10) Cred. Valtellinese 14w ....(WCVA14) Crespi ...................................(CRE) Csp .......................................(CSP) D D'Amico *........................(DIS) Dada * ....................................(DA) Damiani *.............................(DMN) Danieli ..................................(DAN) Danieli rnc ..........................(DANR) Datalogic * ............................(DAL) De'Longhi .............................(DLG) Dea Capital *.........................(DEA) Diasorin *...............................(DIA) Digital Bros *..........................(DIB) Dmail Group * ......................(DMA) DMT * ..................................(DMT) E Edison ............................(EDN) Edison r ..............................(EDNR) EEMS * ...............................(EEMS) El.En. * ..................................(ELN) Elica * ...................................(ELC) Emak * ...................................(EM) Enel.....................................(ENEL) Enel Green Pw....................(EGPW) Enervit ..................................(ENV) Engineering * ........................(ENG) Eni .........................................(ENI) Erg........................................(ERG) Ergy Capital...........................(ECA) Ergy Capital 11w ................(WECA) Ergy Capital 16w ............(WECA16) Esprinet * ..............................(PRT) Eurotech * .............................(ETH) Eutelia.........................................() Exor ......................................(EXO)

Ima * .....................................(IMA) 13,730 -0,07 -8,28 12,570 15,200 505,9 Immsi ....................................(IMS) 0,624 +0,08 -24,82 0,531 0,910 213,2 Impregilo................................(IPG) 2,052 +1,28 -4,34 1,520 2,462 824,9 Impregilo rnc........................(IPGR) Indesit....................................(IND) 4,774 -1,08 -41,74 4,360 9,015 548,5 Indesit rnc ...........................(INDR) 4,382 -5,72 -36,35 4,382 7,340 2,4 Intek.......................................(ITK) 0,290 -3,65 -26,30 0,271 0,540 38,0 Intek 11w ..........................(WIT11) 0,003 -89,60 0,003 0,029 Intek r ................................(ITKRP) 0,694 +1,76 +1,31 0,660 0,815 4,0 Interpump * ..............................(IP) 4,778 -0,17 -16,69 3,880 6,175 467,3 Interpump 12 w * ..............(WIP12) 0,490 -2,02 -26,55 0,423 0,874 Intesa Sanpaolo......................(ISP) 1,335 +7,32 -30,73 0,868 2,429 20247,8 Intesa Sanpaolo rnc..............(ISPR) 1,091 +4,90 -34,95 0,766 2,087 1004,2 Invest e Sviluppo ....................(IES) 0,528 -0,28 -57,46 0,482 1,870 6,5 Invest e Sviluppo 09w......(WIES12) 0,003 +6,90 0,002 0,007 Irce *......................................(IRC) 2,000 +25,87 1,528 2,708 56,3 Iren ........................................(IRE) 0,920 +2,22 -26,75 0,767 1,407 1084,0 Isagro * ..................................(ISG) 2,840 +2,23 -18,33 2,530 4,034 49,8 IT WAY * ................................(ITW) 1,273 -1,24 -50,55 1,166 2,764 10,1 Italcementi................................(IT) 4,950 +3,56 -25,00 4,178 7,650 876,2 Italcementi rnc .......................(ITR) 2,268 +2,16 -37,82 1,924 3,886 237,7 Italmobiliare...........................(ITM) 20,030 +0,81 -22,18 19,110 29,900 444,6 Italmobiliare rnc...................(ITMR) 12,410 +0,81 -30,63 12,310 19,730 203,2 Italy 1 Invest w ...................(WIT1) Italy 1 Invest...........................(IT1) 9,700 +0,31 8,768 10,080 145,3 J Juventus FC ..................(JUVE) 0,625 +3,31 -34,52 0,605 0,986 127,3 27,1 K K.R.Energy......................(KRE) 0,027 -2,85 -60,49 0,024 0,074 K.R.Energy 12w..............(WKRE12) Kerself ..................................(KRS) 1,797 -6,36 -48,32 1,242 3,700 31,5 Kinexia..................................(KNX) 1,244 -0,40 -41,73 1,230 2,135 26,7 KME Group ...........................(KME) 0,286 -0,42 -13,56 0,248 0,391 126,6 KME Group 09w.............(WKME09) 0,003 +3,33 -82,49 0,002 0,021 KME Group 11w.............(WKME11) 0,005 -3,57 -61,97 0,004 0,017 KME Group rnc ...................(KMER) 0,582 +0,09 0,550 0,724 25,3 49,7 L La Doria *..........................(LD) 1,648 +3,97 -11,97 1,468 2,068 Landi Renzo *..........................(LR) 1,626 +0,43 -45,48 1,450 3,015 182,6

Exor prv.................................(EXP) Exor risp................................(EXR) Exprivia *...............................(XPR) F Falck Renewables * .........(FKR) Ferragamo...........................(SFER) Fiat............................................(F) Fiat Ind. priv............................(FIP) Fiat Ind. risp ...........................(FIR) Fiat Industr................................(FI) Fiat prv....................................(FP) Fiat rnc....................................(FR) Fidia * ...................................(FDA) Fiera Milano * .........................(FM) Finarte C.Aste .......................(FCD) Finmeccanica........................(FNC) FNM .....................................(FNM) Fondiaria-Sai .........................(FSA) Fondiaria-Sai rnc.................(FSAR) Fullsix....................................(FUL) G Gabetti Pro.S..................(GAB) Gabetti Pro.S. 13w .........(WGAB13) Gas Plus................................(GSP) Gefran * ..................................(GE) Gemina ................................(GEM) Gemina rnc ........................(GEMR) Generali ....................................(G) Geox .....................................(GEO) Greenvision ............................(VIS) Gruppo Edit. L'Espresso...........(ES) Gruppo Minerali M...............(GMM) H Hera ...............................(HER) I I Grandi Viaggi..................(IGV) IGD *......................................(IGD) Il Sole 24 Ore ........................(S24)

14,820 12,890 0,760 0,817 11,230 4,676 2,996 3,124 5,815 3,182 3,250 3,100 4,118 5,110 0,370 1,634 0,859 2,488 0,066 0,025 5,300 3,434 0,641 0,845 12,900 2,790 5,075 1,382 4,002 1,194 0,779 1,105 0,854

-1,53 -21,17 12,510 21,300 1149,3 -1,23 -31,07 10,850 20,100 119,5 +4,11 -20,29 0,680 1,155 38,8 +2,96 -51,22 0,686 1,758 234,5 +2,09 8,705 13,700 1873,8 -2,50 -33,44 3,598 8,050 5187,7 -2,98 -52,06 2,610 7,415 312,4 -0,57 -49,45 2,738 7,395 252,0 -0,34 -35,39 4,888 10,660 6366,5 -1,43 -39,85 2,530 6,385 330,8 -1,28 -38,51 2,582 6,375 264,0 +2,65 -15,93 2,700 4,140 15,8 +0,68 -5,33 3,450 4,916 170,1 -0,39 -40,65 4,500 9,865 2988,0 -1,17 -26,71 0,353 0,515 92,1 +1,05 -55,28 1,160 4,366 597,1 +0,64 -66,68 0,670 2,941 110,1 +21,60+126,18 1,071 3,262 25,9 +3,62 -70,04 0,059 0,245 16,7 -16,44 -74,64 0,021 0,098 +2,32 +34,18 2,230 5,500 242,5 +2,20 -23,35 3,360 5,250 48,8 +0,87 +18,61 0,532 0,766 937,3 -0,53 -11,05 0,790 1,170 3,1 +1,98 -10,42 10,650 16,990 19996,6 -1,41 -18,95 2,590 4,950 730,1 -2,50 +8,04 4,290 5,410 29,6 +4,54 -19,23 1,094 2,104 556,4 +0,81 -10,47 2,900 4,490 24,1 +0,67 -22,97 1,020 1,760 1327,3 +0,13 -4,94 0,756 1,080 34,7 -1,60 -24,83 1,025 1,755 345,6 +2,09 -38,78 0,750 1,510 36,4

Lazio .....................................(SSL) 0,780 +3,79 +2,50 0,410 0,910 Lottomatica ...........................(LTO) 13,250 +5,41 +40,81 8,925 15,440 Luxottica ...............................(LUX) 20,700 +0,63 -9,65 18,730 23,490 M Maire Tecnimont ..............(MT) 0,751 +2,32 -77,70 0,560 3,638 Management e C. .................(MEC) 0,212 -1,40 -1,03 0,205 0,230 Marcolin ...............................(MCL) 4,010 +0,25 -12,21 3,226 5,470 MARR * ..............................(MARR) 8,080 -0,25 -7,55 7,010 9,460 Mediacontech ......................(MCH) 1,572 -6,93 -33,11 1,572 2,470 Mediaset ................................(MS) 2,562 +0,95 -43,63 2,142 4,923 Mediobanca............................(MB) 6,105 +1,75 -9,69 5,400 8,010 Mediolanum .........................(MED) 2,980 +1,57 -4,72 2,218 4,084 Meridiana Fly........................(MEF) 0,051 +1,19 +12,83 0,043 0,092 Meridie ...................................(ME) 0,148 +1,02 -56,61 0,103 0,358 Meridie 11w ....................(WME11) Mid Industry Cap ...................(MIC) Milano Ass...............................(MI) 0,319 -0,31 -58,06 0,233 0,895 Milano Ass. rnc......................(MIR) 0,278 +1,13 -64,32 0,232 0,868 Mirato * ................................(MRT) Mittel.....................................(MIT) 2,120 +6,00 -30,94 1,624 3,197 MolMed ...............................(MLM) 0,540 +1,41 +31,75 0,381 0,767 Mondadori..............................(MN) 1,592 +0,32 -40,93 1,517 2,868 Mondo HE.............................(MHE) 0,444 +4,52+180,20 0,157 0,720 Mondo Tv * ...........................(MTV) 4,540 -0,09 -3,86 4,490 7,200 Monrif..................................(MON) 0,351 -0,31 -12,55 0,334 0,460 Monte Paschi Si. ................(BMPS) 0,395 +1,20 -45,50 0,368 0,859 Montefibre ..............................(MF) 0,108 -1,91 -28,36 0,103 0,175 Montefibre rnc....................(MFNC) 0,202 -0,74 -31,53 0,198 0,330 Monti Ascensori....................(MSA) 0,227 +0,89 -73,23 0,194 0,848 Mutuionline *........................(MOL) 3,984 +0,10 -19,19 3,950 5,579 N Nice *............................(NICE) 2,760 -2,82 -9,29 2,330 3,400 Noemalife .............................(NOE) Novare ....................................(NR) Olidata ............................(OLI) 0,385 +1,32 -36,36 0,342 0,670 O

51,5 2262,4 9687,0 241,6 101,7 249,6 538,9 29,2 3026,5 5237,1 2195,0 71,1 7,4 616,3 28,5 149,1 112,8 391,9 9,0 19,8 52,8 4248,7 14,2 5,2 3,0 158,0 326,5 13,1

P Panariagroup * ...............(PAN) Parmalat ................................(PLT) Parmalat 15w ................(WPLT15) Piaggio ...................................(PIA) Pierrel ...................................(PRL) Pierrel 12w.....................(WPRL12) Pininfarina ............................(PINF) Piquadro .................................(PQ) Pirelli & C. ...............................(PC) Pirelli & C. rnc .......................(PCP) Poligr. S.Faustino *.................(PSF) Poligrafici Editoriale...............(POL) Poltrona Frau.........................(PFG) Pop Emilia 01/07.............(BPER15) Pramac .................................(PRA) Prelios...................................(PRS) Premafin Finanziaria ................(PF) Premuda .................................(PR) Prima Industrie * ....................(PRI) Prima Industrie 13w *......(WPRI13) Prysmian ...............................(PRY) R R. De Medici * ..................(RM) R. Ginori 1735.........................(RG) R. Ginori 1735 11w ..........(WRG13) Ratti ......................................(RAT) RCF .......................................(RCF) RCS Mediagroup ...................(RCS) RCS Mediagroup risp ..........(RCSR) RDB * ...................................(RDB) Realty Vailog............................(IIN) Recordati *............................(REC) Reply * ..................................(REY) Retelit.....................................(LIT) Retelit 11w ......................(WLIT12) Risanamento...........................(RN) Rosss....................................(ROS) S Sabaf S.p.a. * .................(SAB) Sadi .......................................(SSI) Saes *.....................................(SG) Saes rnc *.............................(SGR) Safilo Group...........................(SFL) Saipem.................................(SPM) Saipem risp........................(SPMR) Saras ....................................(SRS) Sat ........................................(SAT) Save....................................(SAVE) Screen Service......................(SSB) Seat PG...................................(PG) Seat PG r ..............................(PGR) Servizi Italia * .........................(SRI) Seteco International * ............(STC) SIAS .......................................(SIS) Snai ......................................(SNA) Snam Gas .............................(SRG) Sogefi *...................................(SO) Sol ........................................(SOL) Sopaf.....................................(SPF) Sorin.....................................(SRN) Stefanel * ............................(STEF) Stefanel risp * ...................(STEFR) STMicroelectr. ......................(STM) T Tamburi ...........................(TIP) Tamburi 13w ...................(WTIP13) TAS .......................................(TAS) Telecom IT ..............................(TIT) Telecom IT Media .................(TME) Telecom IT Media rnc .........(TMER) Telecom IT rnc......................(TITR) Tenaris ..................................(TEN) Terna ....................................(TRN) TerniEnergia *........................(TER) Tesmec * ...............................(TES) Tiscali.....................................(TIS) Tiscali 14w ......................(WTIS14) Tod's.....................................(TOD) Toscana Fin .............................(TF) Trevi Fin.Ind. ...........................(TFI) TXT e-solution *.....................(TXT) U UBI Banca .......................(UBI) Uni Land ...............................(UNL) Unicredit ...............................(UCG) Unicredit risp ......................(UCGR) Unipol ....................................(UNI) Unipol 13w......................(WUNI13) Unipol prv ............................(UNIP) Unipol prv 13w...............(WUNP13) V Valsoia............................(VLS) Vianini Industria......................(VIN) Vianini Lavori.........................(VLA) Vittoria Ass. *.........................(VAS) Y Yoox *...........................(YOOX) Yorkville Bhn ...........................(BY) Z Zignago Vetro *.................(ZV) Zucchi...................................(ZUC) Zucchi rnc...........................(ZUCR)

Dati a cura dellagenzia giornalistica Radiocor. Monete Auree: ConFinvest F.L. Milano

* Titolo appartenente al segmento Star.

B.O.T.
Scadenza Giorni Pr.Netto
15.11.11 15.12.11 16.01.12 15.02.12 15.03.12 16.04.12 25 55 87 117 146 178 99,906 99,732 99,576 99,321 99,069 98,724

Valuta al 21-10-11

Euribor
Periodo
1 sett. 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

Monete auree
T. 365
1,177 1,387 1,459 1,604 1,658 1,726 1,808

Oro
19 ott
Oro Milano (Euro/gr.)

Tassi
Mattino Sera
38,85 38,94

Rend.
1,53 1,53 1,90 2,09 2,40

Scadenza Giorni Pr.Netto


15.05.12 15.06.12 16.07.12 15.08.12 14.09.12 15.10.12 207 238 269 299 329 360 98,490 98,091 97,752 97,253 97,001 96,514

Rend.
2,43 2,71 2,65 3,05 2,90 3,20

T. 360
1,161 1,368 1,439 1,582 1,635 1,702 1,783

Periodo
7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

T.360
1,842 1,895 1,952 2,003 2,067 2,122

T.365
1,868 1,921 1,979 2,031 2,096 2,151

19 ott

Denaro Lettera

Sconto

Interv

Sconto

Interv

Sterlina (v.c) 282,50 315,04 Sterlina (n.c) 282,50 315,04 Sterlina (post.74) 282,50 315,04 Krugerrand 1.100,57 1.285,98 Marengo Italiano 221,56 247,90 Marengo Svizzero 220,53 246,87 Marengo Francese 220,53 246,87

Oro Londra (usd/oncia) 1.651,00 1.652,50 Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 779,08 37,33 15,21

Italia Euro 17 Canada Danimarca Finlandia

1,50 1,50 1,00 1,25 1,50

1,50 1,50 0,00 1,25 1,50

Francia Giappone G.B. USA Svezia

1,50 0,30 0,00 0,75 2,00

1,50 0,10 0,50 0,25 2,00

Codice cliente:

42

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

43
Consegnati i Praemium Imperiale
Consegnati ieri, a Tokyo, i riconoscimenti del Praemium Imperiale, andati a Bill Viola (nella foto) per la pittura, ad Anish Kapoor per la scultura, Judi Dench per il teatro/cinema, a Ricardo Legorreta per larchitettura e a Seiji Ozawa per la musica. Viola e Legorreta hanno donato ai terremotati una parte del premio di 15 milioni di yen (circa 130 mila euro).

Cultura
volta, emerge fin dal Risorgimento come la guida politica del Paese. Uouando si spenta la luce? mini (notabili di varia estrazione) In quale momento lItalia che, per dirla con il filosofo John ha perso la bussola e si Rawls, prendevano decisioni sempliritrovata senza guida, spro- cemente ignari dei propri interessi fondata in una crisi che economi- particolari, avendo in mente solo ca, politica e morale nello stesso tem- quelli generali. In questo caso, quelli po? un lungo processo in cui si me- della Patria, della Nazione. Legemonia borghese perde peso, scolano la grande storia e la piccola cronaca, le figure migliori del passa- ma non viene azzerata nellepoca del to e gli avventurieri, i rubagalline del fascismo. Casomai si rifugia nei popresente. Ma una vicenda che si chi spazi lasciati liberi dalla pu sintetizzare con un titolo, Leclis- pervasivit del regime. NellIri guidasi della borghesia, e raccontare in un to da Alberto Beneduce, per esempamphlet di 90 pagine (oggi in libre- pio. E anche nel dopoguerra una ria da Laterza). Il sociologo Giuseppe squadra di gran borghesi (il soDe Rita, presidente del Censis, e il prannome di Bruno Visentini) al lagiornalista Antonio Galdo ripartono voro per reinventare un Paese scassadallanomalia italiana messa a fuo- to e con un reddito pro capite su co nellIntervista sulla borghesia in standard africani: Raffaele Mattioli, Pasquale Saraceno, Adolfo Tino, Ezio Vanoni e, in Prospettive politica, Alcide De Gasperi, Luigi Einaudi, Pietro Il saggio prova a individuare una via Nenni e Palmiro Togliatduscita nella Big Society e nel ti. Ecco, lalbum di famivolontariato, la risorsa che pu dare glia della borghesia, slancio a una nuova classe dirigente nellaccezione di De Rita e Galdo, finisce praticamente qui, alle soglie del Italia (Laterza, 1996). Vale a dire: miracolo economico degli anni Seslesplosione del ceto medio e il vuo- santa. Perch da quel momento in poi, dagli atri muscosi e dai fori cato della borghesia. Come da tradizione Censis, De Ri- denti, leterno volgo disperso manta (e Galdo) prendono le mosse da zoniano, rintronato dal fascismo e un glossario che di per s gi un dalla guerra, si rianima, ma questa ragionamento. La borghesia qui volta per tuffarsi nella tumultuosa non ha pi niente a che vedere con esplosione dei consumi, sospinto la definizione marxiana. Non stiamo dal Nord industriale, accudito dalla parlando dei padroni dei mezzi di generosit dello Stato sociale, protetproduzione, e il conflitto di clas- to e rappresentato dai due grandi se con il proletariato (o chi per es- partiti di massa, la Dc e il Pci. so) vive solo nella percezione di un Il ceto medio diventa lipertrofico terzo degli italiani. Borghesia, in- centro della societ e della politica vece, sinonimo di classe dirigen- italiana. Un riferimento storico su te, di lite intellettuale, illuminata cui ci si potrebbe certo fermare a die, soprattutto, illuminante. Su un al- scutere, ma che invece vale la pena tro piano si colloca il concetto di ce- di prendere per buono perch spieto medio, inteso come massa anoni- ga il passaggio alliperbole dellio ma e indifferenziata, animata solo con Silvio Berlusconi e il berluscoda pulsioni individuali, istinti le- nismo. Le qualit borghesi della gittimi di miglioramento del proprio mitezza (nel significato politicaconto economico che possono per mente virtuoso spiegato da Norberdegenerare nella corsa sregolata al to Bobbio), della visione corale, del guadagno e allarricchimento rapa- pensiero costantemente rivolto al ce. Borghesia e ceto medio non sono futuro sono spazzate via, o meglio, per figure sociali in conflitto. Anzi per lappunto, eclissate dallarronon sono neanche concorrenti. Sem- ganza amorale, dallegoismo, dal plicemente, e crucialmente, rappre- presentismo. Segue un profluvio sentano due modi di essere, due de- di dati e statistiche affilate. C stini contrapposti. La minoranza bor- lamoralit quotidiana dellevasioghese, per definizione storica questa ne fiscale che riguarda il 38% delle

Bilanci Giuseppe De Rita e Antonio Galdo riflettono sullanomalia italiana. Quindici anni dopo il testo che raccont lesplosione del ceto medio

La borghesia arrivata al capolinea


Occupazione del potere, evasione fiscale, egoismi: cos abbiamo perso il senso dello Stato
di GIUSEPPE SARCINA

imposte al netto delle fonti di gettito non aggirabili (lavoro dipendente, pensioni eccetera). C il presentismo della politica, che non significa solo governare pensando a se stessi (le leggi ad personam di Berlusconi), ma anche perpetuare loccupazione dello sgabello pi periferico o laterale: su 8 mila sindaci sono solo 70 quelli con meno di 30 anni e 500 quelli con meno di 35. Ora il mondo dei furbi. Sfumano il senso del peccato e del reato: l85% degli italiani, con un picco fino al 91% nelle grandi citt, ritiene che la coscienza debba essere lunico arbitro dei propri comportamenti e che (67,6%) le regole non debbano soffocare la realt personale. Messa cos difficile immaginare la fine delleclissi. Senonch an-

Ieri e oggi
A sinistra, dallalto: un bambino consegna un piccolo dono a un vigile urbano nel giorno dell'Epifania, in piazza Venezia a Roma, nel 1951; un commesso tra le ultime novit di un negozio di elettrodomestici nella Modena del 1965, nel pieno del boom economico; un disoccupato oggi in cerca di lavoro di fronte alla vetrina di unagenzia interinale a Milano (Ansa, Gaetano Roli, Olympia)

I volumi

A 15 anni da Intervista sulla borghesia in Italia (a destra), Giuseppe De Rita e Antonio Galdo firmano il saggio Leclissi della borghesia (Laterza, pp. 90, e 14; foto a sinistra), da oggi in libreria

che il lungo ciclo della soggettivit, del quale Berlusconi e il berlusconismo sono stati i pi abili rappresentanti sul piano politico, sembra ormai esaurirsi. La storia offre unoccasione di rientro alla borghesia. Un ritorno alla leadership, per sostituire nel discorso pubblico lio con il noi. E allora, per capire se ci possibile e praticabile, occorre scrutare i segnali sia in basso che in alto, auscultare gli organi vitali della societ. De Rita e Galdo citano il volontariato, come la risorsa forse pi significativa per dare slancio e vitalit a una classe dirigente di respiro nazionale. E richiamano il modello della Big Society teorizzato dal premier conservatore del Regno Unito, David Cameron: una struttura piramidale che lascia spazio alle iniziative di welfare e di manutenzione organizzate dalle comunit dei cittadini, assegnando allo Stato e alla mano pubblica il compito di intervenire su scala pi ampia. In fondo, si pu osservare, una variante del concetto di sussidiariet da anni al centro del dibattito politico europeo, incorporato nel Trattato di Lisbona (la nuova Costituzione europea del 2007). La borghesia, forse, pu ripartire da qui. Magari con reti pi ampie rispetto al passato, coinvolgendo e convertendo in moneta politica limpegno spontaneo (e disinteressato) di fasce sempre pi larghe di cittadini. Da questo punto di vista De Rita e Galdo avrebbero anche potuto analizzare il laboratorio Milano, visto allopera con la campagna elettorale di Giuliano Pisapia. Al di l delle posizioni politiche indubbio che nella citt che stata prima la casa della borghesia economica e poi della soggettivit amorale, sia tornato un po di quellardore raccontato da Roberto Calasso, con riferimento alla civilt vedica e di cui, scrivono De Rita e Galdo, avremmo bisogno per uscire dalla palude e dallimmobilismo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Casi editoriali Il sesto romanzo del dj, Le prime luci del mattino, scala la classifica in una settimana

Fenomeno Volo: dopo Dan Brown batte anche Coelho


di SEVERINO COLOMBO
i sono momenti in cui la vita regala attimi di bellezza inattesa. Con una piccola correzione lincipit del nuovo romanzo di Fabio Volo perfetto per raccontare anche il personaggio, anzi il fenomeno Volo. Le prime luci del mattino (Mondadori, pp. 244, e 19) 600 mila copie la prima tiratura uscito venerd e, in meno di una settimana, gi in vetta alla Top ten dei libri pi venduti in Italia. La correzione che: il primo posto in classifica del suo sesto libro tutto fuorch inatteso. Anzi un attimo di bellezza che per Volo si rinnova con regolarit ad ogni romanzo. Come nel 2009 quando, sotto Natale, con Il tempo che vorrei si era preso la soddisfazione di scalzare dalla vetta Dan Brown. O nel 2007, con Il giorno in pi, aveva sbaragliato una illustre concorrenza di bestselleristi. Follett, Hossei-

ni, Camilleri: professionisti della scrittura messi in riga da un ex panettiere che, allora, sembrava non avere ancora deciso cosa fare da grande. Indeciso tra il deejay, lattore, il conduttore televisivo, il doppiatore. Oggi che va per gli anta (li compie il prossimo giugno) Volo non cambiato e viene il dubbio che non cambier mai: continua a fare un sacco di cose. Tutte insieme e tutte bene. Non mancano anche stavolta vittime eccellenti del suo exploit, su tutti Paulo Coelho, lautore che dopo Shakespeare ha venduto di pi al mondo. Le avvisaglie del ciclone Volo (nella foto di Gianluca Albertari) erano arrivate da Francoforte quando, qualche giorno fa, per lanteprima del romanzo diciotto editori stranieri si erano mesi in fila per assicurarsi i diritti; e sono continuate dopo luscita. Luned, a Milano, in libreria la coda era di duemila persone e attraver-

sava piazza Duomo dalla Galleria allArengario. La novit che, con il tempo, la scrittura di Volo matura, acquista spessore restando leggera. Stavolta la storia non ricalcata su personaggi che gli somigliano eterni single, sognatori, gigioni ma ha al centro Elena, una donna sposata che si mette in discussione (uno sguardo al femminile di cui aveva fatto le prove generali con il racconto La mia vita uscito in estate con il Corriere). C poi un altro aspetto: Volo non sparisce mai dalle classifiche; i suoi primi cinque romanzi entrano ed escono come clienti abituali di un bar. Finora insieme hanno venduto oltre cinque milioni di copie. Scelte di vita e numeri di vendita che bastano da soli a far meritare a Fabio Volo la definizione di fenomeno. Che ben pi di scrittore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

Codice cliente:

44

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Terza Pagina 45

Elzeviro
Il saggio di Giovanni Moro

Manifesti Il grido dallarme di Andrea Carandini. Oggi soltanto la conoscenza crea sviluppo

I GIORNI DURI DELLEURO


di FEDERICO FUBINI
icono che quando Mario Draghi qualche mese fa arriv in visita da Angela Merkel per farsi conoscere, la cancelliera gel il futuro presidente della Banca centrale europea: Caro governatore, l82% dei tedeschi contrario alla moneta unica. Merkel voleva segnalare cos langustia dello spazio politico nel quale si dibatte nel cercare di salvare la Grecia, leuro e di passaggio anche lItalia, con i soldi dei suoi elettori. Ma laccoglienza della figlia di un pastore protestante della Germania Est nel palazzo di acciaio e cristallo della Cancelleria, potrebbe contenere anche unaltra lezione: a dieci anni dallapprodo delle banconote raffiguranti ponti, finestre o vaghi paesaggi (tutti inesistenti) nelle nostre tasche, leuro resta un simbolo freddo. Da principio assimilato senza traumi forse proprio perch ta-

Giovani, salvate la cultura


Le citt devono essere un laboratorio creativo come nel Rinascimento
di ANDREA CARANDINI
o voluto dedicare questo Consiglio allo stato del Ministero nella crisi economica, politica e culturale in cui si trova lItalia. Prender le mosse, non dallo stato del Ministero, ma dal problema di una classe dirigente inconsapevole del tempo in cui viviamo, quello post-industriale, perch immersa ancora nel passato, quello industriale, per cui resiste al nuovo, cio a quella che potremmo chiamare la seconda modernizzazione. Il problema pu essere risolto solamente da unlite pi giovane, in sintonia con i tempi. Questo ritardo di mentalit sta nel fatto che, mentre in Italia finalmente si constata la gravit del momento e si torna a parlare di sviluppo, mai si accenna alla cultura, come se essa fosse una ciliegina sulla torta, una decorazione inutile ai pi. Infatti nellepoca industriale la cultura serviva esclusivamente ai massimi livelli della societ ricordo limprenditore innovatore di Schumpeter livelli alti che una cultura gi lavevano grazie alla tradizione fa-

finanza e Storia,
identit: un viaggio nelle difficolt e nelle prospettive della moneta unica
le, ora per carico di equivoci e fonte di tensioni sempre pronte a riemergere. Stern, il settimanale tedesco, che pubblica in copertina una Venere di Milo splendore della Grecia intenta a presentare il dito medio ai lettori tedeschi. I ragazzi indignati di tutta Europa che assediano i palazzi simbolo del denaro: non solo del denaro privato come Goldman Sachs o Standard & Poors, ma anche la sede della Banca dItalia a Roma o della Bce ieri alla cerimonia in onore del presidente uscente Jean-Claude Trichet. Se questo leuro, qualcosa non va come era stato previsto. il tema che affronta Giovanni Moro con Lucia Mazzucca e Roberto Ranucci nel bel volume La moneta della discordia (The Cooper Files, pagine 136, e 14). Qualcosa non va non solo nellinfrastruttura politico-finanziaria delleuro, anche in quella delle identit. Lo Spiegel mette in copertina una bara co-

perta da una banconota, la Slovacchia ha dimostrato che pu mandare in tilt lintero sistema e il proprio stesso governo, lItalia si trova stremata e di fatto commissariata dalla Bce e dal duo franco-tedesco. Eppure due giorni fa, un titolo-flash dellagenzia finanziaria Bloomberg rovesciava in tre parole tre secoli di geopolitica europea: Paesi periferici, sale lo spread di Francia e Belgio. La nazione che ospita la sede dellUnione e quella da sempre al cuore del suo progetto e del continente, nella crisi delleuro sono diventate ormai periferia secondo il gergo delle trading room. Paradossalmente tempi perfetti per il volume di Moro, Mazzucca e Ranucci, perch gli autori vanno a cercare e fanno riemergere le reti sommerse che tengono insieme leuro sul piano della cultura, dellidentit e della cittadinanza. A partire dalla capacit di fiducia, quella che il volume definisce fiducia orizzontale. Fin dal primo giorno e tuttoggi nel cuore della crisi pi grave, la moneta unica non ha mai perso la sua capacit di ispirare comportamenti che il volume definisce di imitazione: vedere gli altri usare leuro, spinge i cittadini di ognuno dei 17 Paesi a farlo. E se sembra banale, osservano Moro, Mazzucca e Ranucci, la riprova del successo della moneta. Ma banale non : secondo la teoria monetaria pi recente, i primi segni che una valuta sta veramente per entrare in crisi si vedono nei bassifondi, non nelle trading room alimentate da Bloomberg: quando spacciatori o prostitute iniziano a smettere di accettare quella moneta. Ma n i bassifondi, n soprattutto i cittadini normali hanno alcun dubbio: il volume mostra come ormai una grande maggioranza ha abbandonato anche nella propria testa la contabilit in lire, franchi o marchi. Anche questo un segno di identit collettiva, come lo sono quei ponti o quelle finestre disegnati nelle banconote: freddi forse ma ricordano Moro, Mazzucca e Ranucci segni gotici, rinascimentali, barocchi o rococ che anche leuro viene da pi lontano di quanto non sembri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblichiamo lintroduzione della relazione del presidente Andrea Carandini al Consiglio superiore dei Beni culturali. Si tratta di unanalisi delle condizioni in cui si trovano il Dicastero e la cultura in Italia. Sullo stesso tema Carandini interverr a Florens 2012, il 29 ottobre a Firenze. miliare e a ottime scuole. Era la societ di classe. Ma nel tempo post-industriale non cos. La ciliegina stata inglobata nel pan di Spagna. Una classe dirigente responsabile, consapevole e aggiornata, capace di separarsi dagli interessi particolari e di rivolgersi allinteresse generale, elaborerebbe una strategia culturale generale e lungimirante, di cui al momento non vi traccia nel dibattito politico del Paese. Nel tempo della borghesia contavano le propriet del capitale e dei mezzi di produzione congiunte allintraprendenza e al sapere, mentre i lavoratori svolgevano lavori subalterni e ripetitivi. Oggi contano soprattutto i beni immateriali della conoscenza, della comunicazione e della relazione ed essi valgono, non solamente per i livelli superiori, ma anche per quelli meno elevati della societ. Creativit e intraprendenza servono ormai a tutti, per la centralit che ha assunto il capitale umano. La cultura diventata un bene comune. In questo contesto il fare sempre pi si intreccia al sapere e al comunicare, relegando in secondo piano il lavoro pianificato e bruto. Il bello della conoscenza e delle relazioni che esse esistono solo in quanto tutti le posseggono, mentre capitali e mezzi di produ-

zione erano di pochi. Il capitale sociale, insomma, non lo si ha, lo si condivide. Siamo passati dalla lotta fra classi alla possibilit di una solidale condivisione. Sono cos balzati sul proscenio i lavoratori della conoscenza e dellestetica, dellintrattenimento e del loisir, insomma dei servizi di relazione, che producono beni rivolti alla autorealizzazione, alla promozione e alla gratificazione delle persone. La qualit torna ad essere un valore generale. Si tratta non pi soltanto di bisogni, ma di sapere, ricerca, comunicazione, relazione, attitudini, gusti e stili di vita, desideri dellimmaginario e dellidentit.

Idee Un convegno a Roma

Pompei e Brera: un piano totale per il rilancio


2.000.000
Il debito strutturale del settore che comprende gli Istituti culturali e gli Archivi italiani ammonta a circa due milioni di euro

180.000.000
Nel 2012 saranno a disposizione del ministero per i Beni culturali 180 milioni di euro per investimenti: un terzo di quanto potrebbe spendere

105.000.000
Il ministro Giancarlo Galan, responsabile dei Beni culturali, ha dirottato su Pompei 105 milioni di euro arrivati dai contributi dei Fondi europei

1.651.000
Gli Uffizi sono il museo italiano pi visto con 1.651.000 visitatori allanno, ma sono solo ventesimi al mondo. Ai primi due posti il Louvre (8.500.000) e il British Museum (5.842.138)

Quindi pi moda che abbigliamento, pi design che arredamento, pi gastronomia che alimentazione, pi stile di vita che merci predefinite. In questo contesto lambiente, il paesaggio, la storia, larte, i documenti, i libri e la produzione culturale rivestono un ruolo fondamentale per lo sviluppo della societ e della personalit, per la maturazione della psiche e per il raggiungimento di una felicit durevole, che non si trova bramando solamente denaro, potere e sesso. Felix significa fecondo, che d frutto, sia esso materiale che immateriale, cio che crea nel regno della cognizione e della bellezza connesso a quello delleconomia entro la civitas. preparata lItalia per questa realt post-industriale? A mio avviso non preparata e questa una delle ragioni nascoste di tanta sua difficolt e di tanta perdita di prestigio. La percentuale degli italiani che, oltre a saper leggere, sanno capire un testo in modo utile per la vita bassa al confronto con altri Paesi. Anche la nostra preparazione scolastica e universitaria decaduta. Nella scuola si spiega poco e male cosa sia larte, ma nessuno illustra cosa sia un paesaggio, una citt e un archivio. Serve pertanto oggi molto di pi di un decreto per lo sviluppo. Occorre un cambiamento di usi, costumi e idee, che ci sollevi allaltezza del mondo di oggi, in cui i servizi svolgono un ruolo fondamentale, lunico capace di sottrarsi alla concorrenza globale e che offra possibilit di crescita e di lavoro per i giovani. strano a dirsi, ma questa cultura che investe la totalit del reale e della vita, che torna al colere, cio al coltivare e allabitare terra, corpo, mente ed emozioni non solo il futuro ma anche un ritorno al passato pre-industriale. Infatti le citt antiche, medievali e rinascimentali sono sempre state laboratori di risorse materiali e di creativit umana intrecciate fra loro. Il nostro nuovo ha il sapore degli avi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

di PAOLO CONTI
un certo punto il ministero per i Beni e le attivit culturali stato ridotto alla transizione tra il metabolismo basale e la morte. Andrea Carandini, presidente del Consiglio superiore per i Beni culturali, ha descritto cos nella sua relazione di ieri pomeriggio al Consiglio, approvata allunanimit, la recente stagione in cui i tagli decisi da Tremonti avevano quasi cancellato il dicastero voluto da Giovanni Spadolini. Ora le cose sembrano andare leggermente meglio anche se la battaglia non certo vinta, anzi ancora tutta da combattere: Abbiamo 180 milioni per investimenti, solo un terzo di quel che il ministero potrebbe spendere. Serve nuovo personale ma contiamo sulle 168 assunzioni. Sono stati dirottati su Pompei 105 milioni di fondi europei. Ma per Carandini restano i segnali di un allarme molto alto: Il progetto della Grande Brera caduto nel silenzio. DellAquila, la Pompei del nostro tempo, non si parla pi, e il ministro deve farci sapere cosa intende fare. Il museo di Reggio Calabria finito ma occorre ancora pagarlo. Nel suo testo Carandini raccomanda al ministro Giancarlo Galan di rispettare regole e competenze evitando che meriti in altri campi possano valere come meriti specifici. Chiara critica alla designazione di Giulio Malgara (Auditel) alla presidenza della Biennale di Venezia al posto di Paolo Baratta. Sempre ieri al complesso del San Michele a Roma si svolto il convegno Beni culturali / Identit, crescita. Rispettare il passato, costruire il futuro, senza dimenticare il presente organizzato da Intesa Sanpaolo. Hanno discusso di cultura storici dellarte, politici, ambientalisti, esperti di turismo, sindaci, dirigenti del ministero, economisti. Lintroduzione stata di Giovanni Bazoli, presidente del Consiglio di Sorveglianza di Intesa Sanpaolo. Per Bazoli scandalosa la distanza che separa le dichiarazioni di principio, sempre accompagnate dallimpegno di tutelare e valorizzare tale patrimonio, dalle azioni effettivamente intraprese. Un patrimonio connesso alle vicende del nostro Paese sotto il punto di vista storico, economico e anche civile. Se-

condo Bazoli occorre abbandonare una mentalit emergenziale a favore di una programmazione organica e ragionata degli interventi cos come urgente coniugare lattenzione ai sistemi territoriali e alla tradizione con uno sguardo rivolto ai pi interessanti modelli internazionali. Hanno preso la parola, tra gli altri, il sindaco di Torino Piero Fassino (pi una citt culturalmente viva, pi attrae investimenti), la presidente del Fondo Ambiente Italiano Ilaria Borletti Buitoni (nel mondo si dice "servire un board", da noi "occupare un consiglio di amministrazione"), il Segretario generale del ministero, Roberto Cecchi (la burocrazia blocca pratiche e finanziamenti anche per 19 mesi, ma quale "innovazione"...). Alla fine, il Consigliere delegato e CEO di Intesa Sanpaolo Corrado Passera, ha cos sintetizzato la giornata: Sono emerse tre problematiche. Primo. Superare lerrore di aver diviso tra tutela,

www.esl.it

Partite nel 2012 al prezzo del 2011!

Il Nobel per la Letteratura

Fuga di notizie su Transtrmer Una scommessa da 1.500 euro


Se c stata una fuga di notizie alla vigilia dellannuncio del premio Nobel per la Letteratura, attribuito al poeta Tomas Transtrmer, e qualcuno se ne avvantaggiato, ha guadagnato pochi soldi dalla violazione di questo segreto. La giustizia di Stoccolma si interessata del caso perch, poche ore prima dellannuncio, le quotazioni del poeta svedese sono incredibilmente salite sul sito di scommesse Ladbrokes di Londra. Unindagine preliminare del procuratore Alf Johansson si chiusa in tempi rapidi con lammissione di una possibile fuga di notizie, senza per ravvisare reati. A rivelare lesistenza di uninchiesta giudiziaria fulminea stato il segretario permanente dellAccademia Svedese, Peter Englund. Sul suo blog Englund spiega che il guadagno massimo per colui che gioved 6 ottobre ha scommesso su Transtrmer stato di 1.500 euro.

Gli interventi Corrado Passera: basta finanziamenti a pioggia. Giovanni Bazoli: serve una programmazione ragionata. Piero Fassino: una citt vivace attrae risorse
affidata allo Stato, e valorizzazione, in mano alle Regioni. Tutela e controllo devono restare in mano allo Stato mentre progetti di valorizzazione possono essere affidati a societ in cui pubblico e privati si integrano. Secondo. Se vogliamo varare grandi progetti di tutela e valorizzazione, da Pompei a Brera, bisogna regolare meglio tutte le operativit minori: inutile che i privati investano in una impresa di respiro se poi mancano strade di accesso o i servizi collegati. Terzo. necessario selezionare gli interventi, basta con i finanziamenti a pioggia. LItalia non pu avere 14 enti lirici nazionali, giusto invece puntare su pochi grandi brand di impatto nazionale e internazionale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ESL Milano ESL Bologna ESL Roma

t 02 89 05 84 44 t 051 199 80 125 t 06 45 47 73 76

TOELETTA DELLA SPOSA, AFFRESCO DALLA VILLA DEI MISTERI A POMPEI

Codice cliente:

46

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Eventi
Lesposizione A Firenze un viaggio oltre i luoghi sacri dellarte come Uffizi e Pitti. Raccolte a Palazzo Medici Riccardi le opere conservate negli scrigni pi appartati della citt. Torna alla luce il mondo dei collezionisti

Alto artigianato Da destra, Lapicida campano Leone marino (XIII sec.); al centro, Vasca con la toilette di Venere, Ginori (1870-80); in fondo, Manifattura senese, Portabacile (sec. XV); sotto, Scuola napoletana Fronte di sarcofago con Cristo in piet (met sec. XIV)

Caccia al tesoro
O
mbre benevole, personaggi singolari, da leggenda, sembrano aggirarsi, invisibili, mentre si visita la mostra nelle splendide sale del Palazzo Medici Riccardi Le stanze dei tesori. Meraviglie dei collezionisti nei musei di Firenze. Cos si intitola una specie di gran campionario di lusso offerto, per iniziativa della Cassa di Risparmio di Firenze, assieme al Polo Museale e ad a altri enti pubblici. Campionario, si detto, perch qui sono raccolti esempi, preziosi e suggestivi, dei tesori da ammirare e godere in alcuni tra i singolari piccoli musei che impreziosiscono Firenze. E la rievocazione dei creatori dei musei appare cos suggestiva da farti sentire presenti i leggendari collezionisti. Questa citt ricca come poche altre di raccolte preziose, seducenti, realizzate con passionale slancio da personaggi singolari capaci di mettersi sulle tracce di leggendari collezionisti, da Lorenzo il Magnifico in l, tanto da realizzare a ogni costo i loro personali musei. Sono loro, dunque, che ti appaiono nellombra. Nella mostra si rievocano, per cura di Lucia Mannini e Carlo Sisi, il valore, la bellezza, la suggestione dei pi noti tra i piccoli musei (che a loro volta offrono contemporaneamente mostre tematiche) con unesposizione ricca di dettagli di alcuni dei capolavori provenienti da questi piccoli scrigni cittadini. E dietro le opere, tutto il fascino dei personaggi, gentiluomini italiani e stranieri, antiquari, intellettuali, capaci di impazzire, quasi, per conquistare quel dipinto, quella cultura. Le ombre benevole, appunto, dei signori Herbert Percy Horne, Frederick Stibbert, Charles Loeser, degli Acton, e dei grandiosi dirompenti antiquari Stefano Bardini ed Elia Volpi, tutte persone che, in epoca non lontana, soprattutto nel tardo Ottocento pieno di ottimistica vitalit, si battevano senza tregua per dare completo valore alle proprie collezioni. C dunque lintenzione di far presente a tutti, turisti in primo piano, quale miniera darte ci sia a Firenze oltre agli Uffizi, Pitti, la Galleria dellAccademia e il Bargello. Mentre i fiorentini amanti del bello hanno, in genere, le proprie passioni, per questo o quel museo, questa o quella sacrestia. C chi ama in particolare gli affreschi, le scale, gli arredi originali, i balconi dellautentica trecentesca Casa Davanzati, chi muore damore per armature e porcellane dello Stibbert, chi nellombra di Palazzo Horne si immerge nella passione di Herbert Horne per ogni pittura Quattro-Cinquecentesca, chi si ricrea nellabbraccio grandioso del museo creato dallinesauribile, sfarzoso antiquario Stefano Bardini. Ma per risvegliare eventuali sopiti interessi, la mostra di Palazzo Medici Riccardi ricorre a vari tipi di richiamo. Ricorda per esempio, con efficacia, come al Museo Bardini sia oggi apprezzabile, dopo dodici anni di restauri, il Crocifisso dipinto da Bernardo Daddi attorno al 1340, un pezzo grandioso, 4,76 metri per 4,20, paragonabile per qualit e imponenza al famoso Cristo di Cimabue offeso in Santa Croce dallalluvione del 1966. Il Bardini lo conquist attorno al 1866 non si sa come e oggi finalmente in gloria. E intanto scopriamo come nelloccasione, siano esposti al Museo Horne 29 disegni, ritratti e autoritratti, di Raffaello, Bernini, Tintoretto, Parmigianino, Drer e Constable, scelti da Elisabetta Nardinocchi e Matilde Casati, in segno damore per il grande collezionista. E ancora: al Museo Stibbert sono adesso in esposizione, oltre cento capolavori di maiolica delle celebri manifatture Ginori e Cantagallo, raccolte da Oliva Rucellai e Livia Frescobaldi, grazie ad attenta osservazione delle raccolte internazionali. Non a caso il direttore degli Uffizi, Antonio Natali, commenta La nostra Galleria gode di ammirazione mondiale. Reputo importante che riverberi sui luoghi minori, di poetica rara bellezza, un po della sua capacit dattrarre.

Un campionario di lusso e bellezza I capolavori custoditi nella miniera dei piccoli musei fiorentini
Ritratti Andrea della Robbia Effigie ideale di giovanetto con ghirlanda (1500 ca); sotto, Silvestro Lega Ritratto di Rinaldo Carnielo (1878); sotto a destra, Giorgio De Chirico Ritratto dei coniugi Bellini (1932)

Gusti privati Molti abitanti hanno il loro posto preferito, che sia una galleria poco nota o una chiesetta

Lintervista Antonio Paolucci e le radici di una forza artistica

Cos la nuova Atene dei Medici scopr la politica dellimmagine


di PAOLO CONTI
ov la radice della forza artistica di Firenze? Perch proprio l, per secoli, si sviluppato un culto del bello, una materializzazione del sublime che ha conquistato non solo tutta lItalia ma anche lEuropa e infine il mondo intero dei collezionisti e dei massimi musei del Pianeta? Antonio Paolucci, attuale direttore dei Musei Vaticani, ha un prestigioso passato legato a Firenze: stato Soprintendente del Polo Museale Fiorentino, Direttore dellOpificio delle Pietre Dure e Direttore Generale per i beni artistici della Toscana. stato anche ministro per i Beni culturali tra il 1995 e il 1996 nel governo di Lamberto Dini. Pochi come lui conoscono tanto a fondo le vicende di Firenze e, soprattutto, conoscono lanima profonda di questa citt. Ed ecco la prima risposta alla domanda iniziale: Firenze e la sua vicenda artistica han-

Wanda Lattes
RIPRODUZIONE RISERVATA

no avuto una fortuna di fondo. La saggia politica della famiglia Medici, durata ben tre secoli. Ora dir qualcosa che potrebbe essere utile anche allItalia di oggi... I Medici sapevano benissimo che il loro Stato non contava pressoch nulla agli occhi delle grandi cancellerie dEuropa, sia dal punto di vista politico che da quello militare. Con invidiabile intelligenza e sfruttando in modo molto accorto le loro origini di banchieri, hanno giocato ogni carta sullarte e la cultura. Hanno fatto in modo che la loro citt si trasformasse nella nuova Atene, nel centro indiscusso del gusto dei loro tempi. Operazione che, a giudizio di Paolucci, lItalia dei nostri giorni potrebbe utilmente ripetere per affrontare la crisi economica. Come si comportarono i Medici per ottenere un simile risultato? Studiando la storia di Firenze ci accorgiamo facilmente che nulla di quanto conosciamo in termini di produzione

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Eventi 47
museo Horne: lun.-giov. 9-13 (chiuso mer.), ven.-dom. 10-17; museo Stibbert: lun.-mer. 10-14, ven.-dom. 10-18 (chiuso gio.); fondazione Romano: lun. 10-16; ven.-dom. 10-17; museo Bandini: lun.-mer. 9-13, ven.-dom. 10-17; Palazzo Davanzati: lun.-dom. 8.15-13.50. Biglietti: Pass dei Tesori 10 (consente lingresso in tutti i luoghi del progetto e include visite guidate e laboratori). Info: tel. 055/234.0742 o www.stanzedeitesori.it

Maestri Accanto, Agnolo Gaddi, Madonna col Bambino con angeli e Santi (1380-85); in basso, Giambologna Venere inginocchiata (1584)

La guida Si pu visitare fino al 15 aprile 2012 la rassegna Le stanze dei tesori. Meraviglie dei collezionisti nei Musei di Firenze, che interessa Palazzo Medici Riccardi, il museo Stefano Bardini, il museo Horne, il museo Stibbert, la fondazione Salvatore Romano, il museo Bandini, Palazzo Davanzati e il museo casa Rodolfo Siviero. Orari: Palazzo Medici Riccardi: tutti i giorni 10-19 (chiuso mer.); museo Bardini: lun. 11-17, ven.-dom. 10-17;

La storia Un modello di stile anglosassone che segn la vita cittadina nei primi decenni post unitari

La passione segreta degli snob


Da Frederick Stibbert alla famiglia Acton tra estetismo e business
di STEFANO BUCCI
irenze sogna, o meglio, ha sempre sognato di essere la stessa di Frederick Stibbert, di Charles Loeser, di Herbert Percy Horne, degli Acton. Prima di tutti, di quel Lord Harold sbarcato nella citt del giglio dopo la seconda guerra mondiale e che alla sua morte ha lasciato in eredit la sua bellissima villa de La Pietra, con lo splendido giardino, alla New York University che ne ha fatto un campus universitario. Un repertorio eccellente di magnati e studiosi come Bernard Berenson che, nei primi anni del Novecento, aveva a sua volta comprato una villa nella collina fiorentina, I Tatti, dove trover posto la sua collezione di opere darte, fotografie e libri, oggi amministrata dallHarvard University. Magnati e studiosi che acquistarono ville e palazzi, spesso assai decrepiti, per farne autentiche wunderkammer e che, con qualche rara eccezione, donarono poi il tutto alla citt che li aveva accolti, mai con mugugni ma piuttosto con simpatia, perch si desse vita ai pubblici musei e alle istituzioni che oggi portano i loro nomi. Proprio gli stessi piccoli grandi musei che la mostra di Palazzo Medici Riccardi ora celebra, seguendo le tracce di quellidea di museo diffuso a lungo perseguita da Antonio Paolucci, prima come Soprintendente del Polo Museale Fiorentino e poi come Ministro per i beni culturali. Di Loeser come di Horne, in qualche modo, rimasto ancora vivo un modello di vita e di passione (specialmente tra contesse, baronesse e aristocratici). Ma anche di stile (fatto di abiti su misura che arrivavano da Savile Row o dalle sartorie del Lower East Side), uno stile che a lungo sembrato latitare tra via Tornabuoni e via Maggio ma che di recente sembra essere tornato timidamente (e fortunatamente) a far capolino tra i panini tartufati e le marmellate di Procacci, tra gli shetland di Principe e i kilt di Old England. Sono in qualche modo gli stessi personaggi che ha raccontato (coniugandoli al femminile) Franco Zeffirelli nel suo T con Mussolini (1999) dove un gruppo di signore british speaking, nella Firenze del 1935, che ha scelto di vi-

far pensare ad una versione riveduta e corretta degli antichi piaceri della Magna Grecia. Forse per questo, nonostante lombra incombente delle grandi gallerie come gli Uffizi e lAccademia, a Firenze sono tutti (a loro modo) affezionati a questi considerati musei minori anche il Bardini, lo Stibbert (di cui tutti si ricordano ad esempio le stupende stanze delle armature) o lo Horne: scrigni stracolmi di capolavori dove tante scolaresche hanno trascorso le ore delle loro prime gite scolastiche. Nati dallidentica passione per il collezionismo che era stata dei Medici e dei Lorena, declinata allinglese dai facoltosi anglosassoni che nei decenni post unitari a cavallo tra Ottocento e Novecento, avevano deciso di vivere a Firenze. Non tutti per passione, alcuni pi concretamente anche per banale senso degli affari, i pi per pura ammirazione, mossi solo dallideale di bellezza rappresentato dalle ricchezze artistiche della citt. Al di l di ogni possibile aneddoto (pi o meno folcloristico) resta la realt di un gruppo non tanto di supremi snob quanto di veri amanti dellar-

Ladies and gentlemen I protagonisti della piccola comunit britannica furono poi ritratti da Zeffirelli nel suo film T con Mussolini
te o, pi semplicemente, di emeriti dilettanti con grandi disponibilit economiche. Fu unepoca doro di business milionari, estetismi travolgenti e nostalgie per un passato idealizzato, che contribu a radicare in Europa e oltre Atlantico i miti del Rinascimento, della stessa Firenze e della secolare tradizione di qualit dellartigianato artistico locale. Daltra parte le Lady di Zeffirelli non sono certo creature immaginarie e pi o meno direttamente prendono ispirazione dalla vita. Ad esempio da quella della madre di Lord Acton, lereditiera americana Hortense Mitchell, non lultima in fatto di soldi e di snobismo (anche se la collezione darte Acton opera prima di tutto del padre di Harold, Arthur Acton ma con i soldi della madre). Quando cenava Lord Acton, oggi sepolto al Cimitero degli Allori, mentre i domestici controllavano le portate occhieggiando dietro un paravento ricavato da una tela napoletana del Seicento, amava ricordare come la madre incarcerata dal fascismo in quanto americana e quindi nemica, una volta libera si fosse volontariamente reclusa nel suo buen retiro della Pietra, imponendosi di non frequentare pi fiorentini. E come la ricca signorina americana (il cui sposo si era fatto disegnare i costumi per un ballo della Croce Rossa da Umberto Brunelleschi per poi farli realizzare a Parigi da Poiret) poi passeggiasse per il pomario vestita solo con preziosissimi abiti da mandarino cinese dellottocento. E come, infine, uscisse da Villa la Pietra solo una volta al mese per prendere un vagone letto che la portava a Losanna per farsi la permanente dal suo coiffeur di fiducia. Insomma lo snobismo fiorentino, quello vero, davvero unaltra cosa. Persino quando si parla di collezioni e di musei.
RIPRODUZIONE RISERVATA

vere in Italia perch affascinato dalla sua cultura e dal suo senso artistico, celebra i fasti della piccola comunit britannica locale (con i componenti denominati ironicamente gli Scorpioni per il loro snobismo). Ognuno celebra questo rito a suo modo: magari come lamericana Elsa (interpretata da Cher), che colleziona quadri darte moderna ma anche uomini: perch in queste primavere fiorentine cera, e non certo in una posizione secondaria, anche un lato piacevolmente peccaminoso, qualcosa che poteva

Immagini preziose
In alto, Frederick Stibbert a cavallo con paggio in uno scatto depoca; sopra, Ritratto di Herbert Horne (1908) dipinto da Henry Harris Brown; sopra a sinistra, foto di gruppo allinaugurazione di Palazzo Davanzati. Accanto, Sir Harold Acton (foto Olympia)

artistica sarebbe stato possibile se non ci fosse stata lazione continuativa e convinta della famiglia Medici. LOpificio delle Pietre Dure nacque proprio per produrre e esportare allestero i capolavori del gusto fiorentino che raggiunsero le Corti di tutta lEuropa. I Medici seppero anche coltivare, in largo anticipo sui tempi, il concetto stesso di turismo dlite. E tutto ci indusse la famiglia a finanziare i grandi artisti di quei secoli. Possiamo parlare di una specie di "macchina culturale" che fece di Firenze una autentica Capitale pur non avendo, come ripeto, una adeguata forza politica o militare. Il risultato? Un capolavoro di immagine basato sui capolavori. Siamo nel 2011 e quello dei Medici resta ancora oggi un saggissimo investimento "politico" nel senso pi vasto e nobile del termine. E poi, dopo i Medici? Qui, seguendo il filo tessuto da Antonio Paolucci, arriviamo alla mostra Le stanze dei tesori che direttamente collegata al ragionamento iniziale dellattuale direttore dei Musei Vaticani: Poi possiamo arrivare al 1860, quando Firenze diventa Capitale dItalia e sono in molti a sperare che lo resti. Per arriva la breccia di Porta Pia e improvvisamente la citt toscana rischia di ritrovarsi ai margini, di trasformarsi in un mediocre e piccolo centro della nuova

terzo millennio Nel


quella scommessa rappresenta ancora la fortuna di Firenze per i tesori accumulati
Bronzino Cosimo I de Medici in armatura (1545); a destra, Antonio Paolucci, ex ministro per i Beni culturali, ora direttore dei Musei Vaticani

provincia unitaria italiana. Ed ecco che torna utile proprio il tesoro darte di Firenze. Perch nella seconda met dellOttocento e fino ai primi del 900 a Firenze approdano i grandi intellettuali con Bernard Berenson o lo stesso Gabriele DAnnunzio. E nello stesso periodo la citt torna capitale ma stavolta del grande turismo colto internazionale: i Lord britannici, gli industriali americani, i nobili russi. Lo snodo qui: Per una irripetibile congiuntura storica, nellidentico periodo, con la demanializzazione dei beni ecclesiastici, arriv sul mercato antiquario lo sterminato patrimonio che li arredava. Mancava ancora una legge di tutela dei Beni culturali e il divieto della loro esportazione, bisogner attendere quella del 20 giugno 1909. Quindi grandi antiquari ed eccellenti affaristi come Stefano Bardini, Elia Volpi, collezionisti inimitabili come Herbert Percy Horne, al quale dobbiamo la prima vera monografia su Botticelli del 1908, tuttora importantissima, o Frederick Stibbert. Insomma, la scommessa dei Medici ha rappresentato la fortuna di Firenze ancora un secolo fa. E lo rappresenta tuttora, nel terzo millennio, per i tesori che Firenze espone al turismo internazionale
RIPRODUZIONE RISERVATA

48

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Grandi sconti
dAutunno
a partire dal
classe energetica

su tutti % % i grandi
elettrodomestici*

...e tantissime altre offerte in tutti i reparti!


A A 
7 Kg 1000
capacit giri
classe energetica

A A A 
classe lavaggio

1 2
coperti

classe asciugatura

classe lavaggio

LAVASTOVIGLIE BOSCH SMS 50 E 18 II


5 temperature - 4 temperature - sensore di carico AquaSensor - sistema automatico riconoscimento detersivo - partenza ritardata - sistema filtri autopulenti - Aquasensor - Aqua-stop consumo acqua programma ECO 12 litri inoxdoor anti-impronta e Vario Speed

LAVATRICE HOT POINT ECO XXL 109


Capacit 7 Kg - centrifuga 1000 giri - 16 programmi carico variabile automatico - programma Woolmark Platinum Care - programmazione partenza sicurezza antiallagamento - Super Silent

25

399 sconto

499

299
*vedi regolamento interno.

,25

85 60

53,5

85 60

60

promozione valida no al 13/11/2011

www.grancasa.it

424

,15

Legnano (MI) - Nerviano (MI) - Pero (MI) - Paderno Dugnano (MI) - San Giuliano M. (MI) - Cermenate (CO) c/o G.M. Bossi Saronno (VA) - Cava Manara (PV) - Desenzano del Garda (BS) - Mantova

DOMENICA 23 OTTOBRE Salone del Mobile di Legnano, Nerviano e Paderno Dugnano aperto il pomeriggio. Aperti il pomeriggio Grancasa, Granbrico e Salone del Mobile di Desenzano del Garda e Grancasa di Mantova. Grancasa, Granbrico e Salone del Mobile di Cava Manara aperti mattino e pomeriggio.
Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

49
Corriere della Sera SMS
Le news pi importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984 Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it

Idee&opinioni
PROTESTA GIOVANILE E DEBITO PUBBLICO

DOV FINITO MISTER PICCOLE IMPRESE? SCOMPARSO PER MANCANZA DI INIZIATIVA

Gli indignados non sono untori La politica riparta dalleguaglianza


di MASSIMO MUCCHETTI
dopo? Dopo la condanna, senza se e senza ma, delle distruzioni inflitte alla citt di Roma, preso limpegno a punire i responsabili dei reati e a migliorare per il futuro la prevenzione e il contrasto della violenza di piazza, dopo tutto questo che cosa diciamo agli indignati pacifici che restano i pi? Ernesto Galli della Loggia dice: torniamo alla politica; lindignazione di per s non risolve. Giusto. Ma a quale politica? In Italia e allestero i cortei scandiscono slogan marxisteggianti. Si critica il capitalismo finanziario. Si invoca il default come se questo elegante anglicismo fosse la modernizzazione vincente della lotta di classe e non lammissione cruda di un fallimento. Che pagheremmo tutti. Ma bastano questi segni a fare degli indignados un movimento rivoluzionario da affrontare con il manganello per gli eversori e le esortazioni a studiare di pi e manifestare di meno per tutti gli altri? Temo che, fatta rispettare la legge, quanti oggi hanno let e il rango per esercitare il potere non abbiano il diritto di impartire troppe lezioni, ma abbiano di dovere di dialogare e capire. Anche quando gli indignados sembrano volere tutto e il contrario di tutto. I movimenti allo stato nascente come questo, che dal Nord Africa dilagato nel Primo Mondo, sono aperti a esiti differenti; accolgono e restituiscono gli stimoli pi diversi. Se cera un politico lontano dal 68, questi era Aldo Moro. Eppure, Moro non si arrocc nella sua cultura. Si interrog, invece, sui tempi nuovi, che quel movimento internazionale annunciava, e individu un rimedio politico di un respiro cos ampio che venne assassinato dalle Br: includere il Pci nella democrazia governante per togliere fiato alla sovversione. Il Psi craxiano considerava quel compromesso storico limmeritata consacrazione dei comunisti senza che questi avessero fatto una loro Bad Godesberg. Lo osteggi al punto di incrinare il fronte repubblicano durante la prigionia di Moro. Ma fu quello stesso Psi a guidare lItalia nel referendum sulla scala mobile contro il radicalismo sindacale e berlingueriano. La democrazia ha gi perduto gli indignados? Non anticipiamo sentenze. Non abbiamo bisogno di trasformare tanti giovani in untori da condannare a prescindere, novelli giudici della Colonna Infame. Daltra parte, se si fossero gi persi, dovremmo pur chiederci come mai non ci siamo accorti del loro smarrimento.

Dario Di Vico
RIPRODUZIONE RISERVATA

TERRORISTI IN TURCHIA, EROI IN IRAQ LA CONTRADDIZIONE DEL POPOLO CURDO


uno degli attacchi terroristici pi sanguinosi compiuti dai guerriglieri curdo-turchi del Pkk: forse il pi sanguinoso degli ultimi ventanni. Aggrediti e uccisi, dopo una furibonda battaglia durata tutta la notte, 24 soldati turchi che si trovavano nelle loro postazioni al confine con lIraq. Un attacco che ha fatto realmente schiumare di rabbia un uomo solitamente pacato, come il presidente della Repubblica Abdullah Gul. Annunciare una vendetta immensa, infinitamente pi grande delle ferite che i terroristi hanno procurato alla Turchia qualcosa di pi di una dichiarazione di guerra. Pare cancellare gli sforzi per risolvere questo storico e pesantissimo contenzioso. Gli aerei e i mezzi corazzati di Ankara hanno gi attraversato il confine per iniziare la missione punitiva. E ancora una volta affiora la contraddizione che molti (troppi) si sono rifiutati di riconoscere. I guerriglieri armati del Pkk, infatti, si nascondono sulle montagne, in territorio iracheno, godendo del sostegno logistico del loro fratelli locali, e da queste basi partono per rientrare in Turchia e colpire.

difficile, anzi stridente pensare ad una montagna che divide curdi buoni (quelli del riformato Iraq) da quelli cattivi (i turchi). In sostanza da una parte della montagna ci sono quelli che la Turchia, gli Stati Uniti e lUnione Europea considerano terroristi; dallaltra ci sono invece coloro che hanno lottato per ottenere la caduta di Saddam Hussein, e quindi sono considerati dallOccidente combattenti per la libert. Combattenti che, essendo tra i vincitori della guerra irachena, oggi si trovano al vertice del potere istituzionale. Anche questa ambiguit fra le cause della recrudescenza del conflitto. C chi teme che lirredentismo possa creare unalleanza tra i curdi di quattro Paesi: appunto Turchia, Iraq, Iran e Siria. Un incubo che Ankara vuole sconfiggere, anzi annientare. C davvero il rischio che la strage di ieri possa diventare il prologo allescalation. Con il governo di Erdogan che, dopo aver ottenuto la riduzione del potere dei militari, oggi schierato totalmente al loro fianco.

Eravamo troppo presi a creare valore per gli azionisti per accorgerci che, nella meritocrazia del capitalismo finanziario, un medico ospedaliero di oltre 30 anni, con 5 di specialit, prende 1500 euro al mese, da precario? Avere qualcosa di serio e di onesto da dire non facile. Se i governi ne fossero stati capaci, il movimento non sarebbe esploso. Ma allItalia almeno converrebbe non dimenticare come, negli anni Ottanta, dom il terrorismo che prese corpo e slancio dai movimenti giovanili del 1977, non tutti e immediatamente devoti alla lotta armata. Pi o meno come potrebbe accadere agli indignados. La battaglia fu vinta con la forza, lintelligence e la legislazione premiale. Ma anche con tre decisioni politiche: ristrutturare le grandi fabbriche avendo buoni prodotti da costruire e da vendere; contrastare linflazione abolendo gli automatismi salariali; comprare consenso con la spesa pubblica, sociale e non, finanziata con sempre pi debito pubblico, a tassi ben superiori allinflazione. Un trasferimento di ricchezza reale, questultimo, a favore dei ceti medi e alti. Pur inferiore a quella degli anni Settanta, la crescita continu fino a quando lammontare del debito pubblico, in regime di libera circolazione dei capitali, espose lItalia al rischio di insolvenza.

DORIANO SOLINAS

Se volessimo buttarla sul ridicolo basterebbe dire che la pratica va passata alla collega Federica Sciarelli e alla sua trasmissione Chi lha visto?. Perch mentre la crisi infuria e le piccole aziende continuano quotidianamente a chiudere, che fine ha fatto Mister Pmi, al secolo Giuseppe Tripoli? La decisione di nominare un tutore delle piccole e medie imprese la si deve alla Ue e lItalia con uno scatto dorgoglio era stato il primo Paese ad applicare il verbo brussellese. E comunque prima che si muovesse la Ue in Francia cera stata gi unesperienza positiva voluta da Nicolas Sarkozy e approdata alla nomina di un mediatore della subfornitura, Jean-Claude Volot, che aveva il preciso compito di difendere le Pmi vessate dalle grandi che ritardavano i pagamenti di fornitura. LItalia, dunque, si era mossa relativamente per tempo con un solo limite emerso immediatamente: la scelta di una figura di carattere ministeriale a met tra un vero difensore delle Pmi e una sorta di capo-dipartimento del dicastero dello Sviluppo economico. Purtroppo le opere non hanno riscattato il

vizio dorigine e siamo qui a dolerci dellennesima occasione perduta. O, se volete, di unevidente presa per i fondelli. Un vero Mister Pmi avrebbe dovuto girare i territori, coalizzare le forze interessate allo sviluppo delle piccole imprese, mettere in piedi delle piccole task force di distretto per divulgare il verbo dellinnovazione e soprattutto avrebbe dovuto battersi per due obiettivi molto sentiti da piccoli imprenditori e artigiani: pagamenti e rapporti con il credito. La pubblica amministrazione continua a non pagare nei tempi dovuti le aziende fornitrici, le grandi aziende allungano i tempi per scaricare sui fornitori le loro difficolt. Ci si poteva aspettare da Mister Pmi unazione incisiva in merito e invece niente. Lo stesso vale per i rischi di credit crunch. Il costo del denaro per i Piccoli sta aumentando cos come crescono le richieste di rientro da parte degli istituti di credito. Che cosa avrebbe dovuto fare un ombudsman delle Pmi se non prendere liniziativa e tentare di scongiurare il peggio?

Avevamo alternative pi virtuose? Certo, la coesione sociale si poteva avere anche senza pensioni baby; tenere in vita imprese decotte per disarmare qualche disperato costato troppo. Ma oggi conta rilevare che quelle scelte, per quanto discutibili, erano comunque praticabili. I partiti di massa sapevano parlare a una parte rilevante del Paese. Lindustria manifatturiera non aveva ancora subto leclissi delle grandi imprese e i servizi erano in crescita, sia pur drogati dalla spesa pubblica; e questo significava lavoro, spesso qualificato. Ma soprattutto lItalia poteva usare la leva del debito pubblico verso i ceti pi poveri, con la spesa sociale, e verso i pi ricchi, pagando interessi reali elevati, perch partiva da un debito pubblico basso in un Occidente in ripresa. Nellautunno caldo 2011, con la recessione che incombe di nuovo sullOccidente, la crisi di fiducia nei debiti sovrani in Europa e la moneta unica che ci preclude la svalutazione, abbiamo le armi classiche tutte spuntate. Ma includere i ragazzi in un progetto condiviso resta limperativo. Per riuscirci, potremmo cominciare con lascoltare il motivo di fondo delle loro proteste: la critica della disuguaglianza. Ricordando che leccessiva concentrazione della ricchezza fa male alleconomia, come diceva il marchese Cesare Beccaria, docente a Milano per conto dellimperatrice Maria Teresa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PASSATO CHE NON PASSA

Antonio Ferrari
RIPRODUZIONE RISERVATA

PER GLI ITALIANI FIGLI SEMPRE INNOCENTI IL DESOLANTE PARAGONE CON GLI INGLESI
Come hanno reagito i genitori dei (pochi) black bloc o presunti tali arrestati dopo i saccheggi e le devastazioni di Roma? Da genitori italiani, ovviamente: nostro figlio no hanno detto praticamente in coro non si mai occupato di politica, vi sbagliate, un bravo ragazzo, lo conosciamo bene, figurarsi un black bloc, non possibile, siamo completamente alloscuro, non ha mai lasciato trapelare niente, e, comunque la galera no, non merita la galera, la galera non serve, soltanto una scuola di delinquenza. In pratica, la medesima sceneggiata che va in onda ogni volta che ragazzi italiani incappano in una punizione o anche solo in una minaccia di punizione, cominciando dai banchi di scuola, come si sa. In caso di brutti voti, in caso di note di condotta, in caso non sia mai di bocciature, fanno scudo, i genitori, sempre e comunque ai loro figli, ovviamente innocenti, diligenti, forse incompresi dagli insegnanti, al massimo un po immaturi, trascinati su strade sbagliate da qualche cattivo amico. La responsabilit, insomma, sempre al-

La non crescita nellItalia delle corporazioni


di MICHELE AINIS

trove. Pi o meno lo stesso accade nelle caserme dei carabinieri, nei commissariati di polizia, davanti ai giudici dei tribunali: mai una volta che dei genitori si trovino daccordo con chi intende punire le trasgressioni spesso cariche di conseguenze anche pesanti dei loro figli. E se una volta succede, i giornali si affrettano a dare la notizia, inattesa, sorprendente, un vero e proprio scoop. Meglio non fare confronti con quel che successo qualche mese fa a Londra, saccheggiata e devastata come Roma da bande di giovani e giovanissimi scatenati. Ci sono, infatti, stati, l in Inghilterra, genitori che, un po pi informati dei nostri sui segreti passatempi dei figli, li hanno denunciati alla polizia, pur sapendo che le pene detentive erano state, per loccasione, notevolmente inasprite. Meglio non fare confronti altrimenti saremmo costretti a riconoscere che ci che resta dellantica e preziosa coesione della famiglia italiana spesso somiglia oggi pi che altro a reticenza, omert e complicit.

Isabella Bossi Fedrigotti


RIPRODUZIONE RISERVATA

Bologna, per i dirigenti regionali un anno dabbonamento al bus costa 50 euro invece di 300. I loro colleghi di Palermo hanno diritto alla colonia estiva per i figli, quelli di Trieste ottengono mutui a tasso zero. I bancari lasciano il posto in eredit alla prole (ultimo, o forse penultimo caso della serie: laccordo fra Unicredit e i sindacati dellottobre 2010). Se poi la Banca dItalia a pagarti lo stipendio, lavorando almeno 241 giorni lanno ti metti in tasca un premio Stakanov. Ai diplomatici toccano vari privilegi tributari. Gli insegnanti di religione godono dun trattamento retributivo di favore rispetto a chi insegna matematica o latino. I giornalisti entrano nei musei senza pagare, come i dipendenti del ministero. I ferrovieri hanno il treno gratis: per loro, per il coniuge, per i figli fino a 25 anni. Chi impiegato allEnel ha uno sconto sulla bolletta della luce. I sindacalisti, grazie a due leggi del 1974 e del 1996, sono esentati dai contributi pensionistici. I tassisti si proteggono con il numero chiuso, al pari dei farmacisti, dei dentisti, dei notai (che oltretutto sono 4.723, quando la loro pianta organica ne prevedrebbe 6.152). lItalia delle corporazioni, e ogni corporazione inalbera i propri privilegi. Un blocco sociale esteso quanto la penisola italiana, come ha scritto Ernesto Galli della Loggia. E infatti nessun governo, di destra o di sinistra, mai

riuscito a scalfirne il potere. Eppure questa limpresa cui dovremmo dedicarci con la massima urgenza, ed esattamente questo lorizzonte nel quale si situa il decreto sulla crescita annunciato dal governo. Non sar facile, come mostra lesperienza della manovra dagosto: quando per esempio gli avvocati (che nel Parlamento attuale sono 134) riuscirono a dimezzare il taglio dellindennit parlamentare per i professionisti. Quando i tassisti ottennero dessere esentati rispetto alla pur timida liberalizzazione dellaccesso a talune attivit economiche. Quando i farmacisti imposero laumento della distanza obbligatoria tra una farmacia e laltra. Quando la Chiesa cattolica respinse con successo gli emendamenti sullIci per le sue attivit commerciali. Del resto in Italia le chiese sono tante, ciascuna col suo santo in Paradiso. Da qui il primo paradosso nazionale: per sbloccare il Paese servirebbe una riforma, ma il potere delle corporazioni blocca ogni riforma. Da qui la disgregazione del nostro tessuto connettivo, che in ultimo ci fa vivere da separati in casa. E che ci impoverisce, certo: nel portafoglio, oltre che nellanima. Se le categorie fanno cartello, chiaro che paghi i loro servizi pi salati. Se per esempio i petrolieri dettano un vincolo di fornitura in esclusiva sui carburanti, non c affatto da sorprendersi quando in Italia la benzina costa il 4% in pi della media europea. Se gli aiuti di Stato per questa o quella lob-

by non sono leccezione bens la regola cogente, le tasse poi si gonfiano come un panettone. Ma dopotutto non si tratta solo di quattrini. C in questione la libert, e c in questione leguaglianza fra tutti gli italiani. La prima ormai un fantasma, tanto che il Wall Street Journal ci situa al 74 posto quanto alla libert economica, peggio del Madagascar. Colpa dun passato che non passa, rendendo sempiterna la Camera dei fasci e delle corporazioni battezzata nel lontano 1939. Daltronde anche gli ordini professionali rappresentano un lascito culturale del fascismo: la legge fondamentale risale al 1938, lanno delle leggi razziali. E leguaglianza? E le opportunit di vita? E il merito? Il 53% degli italiani rimane intrappolato nel suo ceto dorigine (Banca dItalia 2008), dato che quaggi la mobilit intergenerazionale tre volte pi bassa rispetto agli Stati Uniti. Di conseguenza in Italia la disuguaglianza tra le classi sociali cresciuta del 33% dopo gli anni Ottanta, contro una media generale del 12% (Rapporto Ocse Growing Unequal? 2008). No, non ci serve un decreto sulla crescita, se servir a far crescere ancora il peso delle corporazioni. Ci serve casomai una legge che abroghi le mille leggi di favore dispensate dallo Stato. Dopo, forse, torneremo a essere un popolo, ununica nazione. michele.ainis@uniroma3.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

50
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 all'indirizzo internet:

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

www.piccoliannunci.rcs.it

oppure tutti i giorni feriali a: MILANO (20122): Via SOLFERINO 22, tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436 dal luned al venerd 9.1517.45 orario continuato - e-mail agenzia.solferino@rcs.it. BOLOGNA (40126): via San Donato 85/a, telefono 051/42.01.711, fax 051/42.01.028 dal luned al venerd 913/14-18. FIRENZE (50122): Lungarno Delle Grazie 22, tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34, dal luned al venerd 9.00 13.00 / 14.00 17.30. BARI (70122): Via VILLARI 50, tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126, dal luned al venerd 9-13 / 14.30-18. NAPOLI (80133): Vico S. NICOLA ALLA DOGANA 9, tel.081/497.7711, fax 081/497.7712, dal luned al venerd 913 / 14.45-17.30. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

Pirelli Re Boccaccio

VENDITA MILANO HINTERLAND

VIA EMANUELE FILIBERTO nuovo elegante quadrilocale, tripli servizi, logge. Alti standard energetici, costruttivi. Disponiblit box. 02.34.93.16.65 www.filcasaservice.it VIA MARONCELLI stabile d'epoca trilocale con tripli servizi ultimo piano ristrutturato. 02.43.99.82.22. 335.74.54.051.

RICHIESTA

6.2

BANCHE multinazionali necessitano di appartamenti o uffici. Milano e provincia 02.29.52.99.43. ISTITUTO bancario cerca per dipendente trilocale/quadrilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25.

VILLENEUVE LOUBET Marina Baie des Anges, magnifico bilocale, 9 piano, ampio terrazzo con panoramica vista mare, pkg compreso da 225.000 euro. ISIT 800.77.75.10 www.isitimmo.com

PANTANO 10 (Velasca) vendonsi a partire da euro 27.000 posti auto in autorimessa 02.33.61.71.12. affittasi ufficio mq. 170 completamente ristrutturato. Cogeram 02.76.00.84.84. PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo negozio 70 mq. due vetrine, soppalco, cantina. 02.88.08.31. PIAZZA VETRA adiacenze ottimo investimento 600 mq. negozio affittato 13 vetrine. Alta redditivit. 02.88.08.31 www.filcasaservice.it PIAZZALE LODI adiacenza (via Tito Livio) vendiamo/affittiamo comodo box doppio. 02.88.08.31. PRIVATO affitta mq. 165 uso ufficio palazzo signorile con servizio di portierato full time zona Vitruvio. 02.66.94.690. QUADRONNO prestigioso contesto vendiamo nuovo splendido ufficio 100 mq. Possibilit box. 02.88.08.31. SANT'AMBROGIO adiacenze affittasi negozio di 3 vetrine, soppalco, bagno. Ristrutturato. 02.88.08.31 www.filcasaservice.it VENDESI affittasi con eventuale riscatto nuovi capannoni di piccoli e medi tagli in Bussero, Casarile, Gessate, Liscate, Pessano, Trivolzio, Vignate e Vernate. Tel. 02.95.74.38.36. - 348.53.19.070. affittansi uffici condizionati e cablati mq. 60 155. Cogeram 02.76.00.84.84. VITTOR PISANI negozi, magazzini varie metrature carico/scarico. Liberi o occupati. 02.67.07.53.08 - http://cappellini.filcasaservice.it affittasi negozio completamente ristrutturato mq. 240 tre vetrine. Cogeram 02.76.00.84.84.

18

PIAZZA DELLA SCALA

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

5.2

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

VENDE A MILANO appartamenti: CORSO VERCELLI mq. 100. ARCO DELLA PACE mq. 160 epoca. VIA BOCCACCIO varie metrature. CORSO GARIBALDI nuovo mq 160, terrazzi, box. SAN BABILA ufficio mq. 180. CONTATTI: 02.43.31.93.42. www.pirellireagencymilano.com
VENDITA MILANO CITTA' 5.1

VENDITA

BASIGLIO bilocale 51 mq ingresso, soggiorno, angolo cottura, camera, bagno, loggia. Possibilit box/posti auto. 02.90.75.16.88 - http://milano3.filcasa.it CORSICO centro - palazzina di nuova costruzione appartamenti, terrazzi, balconate, cantine, box. 02.45.11.91.66. LIMITO PIOLTELLO nuova realizzazione ultimi piani appartamenti con ampi sottotetti 224.000,00 euro. 02.92.67.654.

IMMOBILI TURISTICI
7.1

COMPRAVENDITA

5.3

TABLET

... ELEGANTECHIC PRESTIGIOSA E


La vostra casa come voi. SOLFERINO IMMOBILIARE Milano,via Solferino 25. www.solferinoimmobiliare.it A Melchiorre Gioia 72 appartamento tre locali doppi servizi completamente ristrutturato. 02.67.38.24.39. A nuova costruzione in pronta consegna MM1 Precotto appartamenti-negozi-uffici www.granvela.it 02.25.71.50.01. A piazza Santissima Trinit (Arena) signorili abitazioni libere, doppi servizi, box 02.33.61.71.12. ABRUZZI 7 (piazza Ascoli) appartamenti ristrutturati liberi affittati mq 90-100-140 www.granvela.it 02.29.53.32.25. ACCURSIO adiacenze vendiamo pied-terre di 90 mq. su due livelli. Ristrutturato e condizionato. Possibilit posto auto. 02.88.08.31. ADIACENZE piazzale Susa ultimi trilocali liberi ristrutturati, magazzino mq 115 libero 02.70.10.22.04 www.granvela.it CITTA' STUDI proponiamo quadrilocale mq 175 e attico 130 mq. 02.67.48.18.34 - www.milanocasemercato.it CORSO GENOVA adiacenze, vendesi a reddito ampio bilocale con balcone e cucina separata. Doppia esposizione. 02.88.08.31. LORETO 5 appartamenti da mq 60 a mq 200 liberi ristrutturati e affittati. 02.28.38.12.08. MECENATE vendesi palazzina uffici ristrutturata + laboratori 1.800 mq. Geom. Colosio 335.59.51.748. MM MACIACHINI trilocali nuova costruzione. Doppi servizi. Terrazzi. Piani alti. Possibilit box. 02.69.90.15.65 http://murat.filcasa.it MM ZARA nuova costruzione splendido attico 3 locali, riservati terrazzi. Box. 02.88.08.31 - www.filcasaservice.it PAOLO LOMAZZO 52 direttamente il costruttore propone edificio prestigioso nuova realizzazione varie metrature, terrazzi, box. 02.34.59.29.72 www.52greenway.it PIAZZA NIZZA attici panoramici, due livelli, ampi terrazzi, soggiorno, cucina, tre camere, triservizi. Pronta consegna. 02.69.90.15.65. S.SIRO adiacenze vendesi bilocale ristrutturato con ampia balconata. 02.88.08.31. SARPI adiacenze MM Moscova palazzina d'epoca vendiamo loft personalizzabili contesto signorile. 02.34.93.07.53. TACCIOLI adiacenze stazione Affori nord Affori / MM3 in splendida corte, bilocale nuovo. Box. 02.66.20.76.46. VIA BEATRICE D'ESTE plurilocale di 228 mq. esposizione angolare con balconi. Da ristrutturare. Possibile frazionamento. 02.88.08.31. VIA BUSSETO contesto d'epoca ristrutturato bilocali nuovi mansardati, terrazzo. Pronta consegna. 02.88.08.31.

COMO adiacenze golf villa, mq. 230, 370 sottostanti. Piscina, parco. 1.800.000,00 Euro. 335.68.94.589. PAULLESE Monte Cremasco vendesi area industriale Mq. 26.000 circa. Geom. Colosio 335.59.51.748. ROMA centro storico privato vende elegantemente ristrutturato salone, cucina, letto, bagno volendo semiarredato. Tel. 349.56.01.380.

ACQUISTI

5.4

NUDA propriet compriamo e valutiamo appartamenti in Milano. Telefonare a 02.29.00.07.54 - 380.35.60.401. SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

6
OFFERTA

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI


6.1

1
IMPIEGATI

OFFERTE DI COLLABORAZIONE
1.1

affittansi prestigiose abitazioni mq. 200-290-320. Posti auto. Cogeram. 02.76.00.84.84. CENTRO storico affittiamo prestigiosi appartamenti ristrutturati, elegantemente arredati. Monolocali, bilocali, trilocali, quattro locali. 02.88.08.31. S. AMBROGIO prestigioso edificio d'epoca raffinato quadrilocale, ristrutturato. Balconi. Parzialmente arredato. Aria condizionata, idromassaggio. 02.88.08.31 www.filcasaservice.it

CAPPUCCIO

AMMINISTRATIVO esperto controllo gestione, finanza, bilancio, personale. Milano/hinterland. demazzoli@gmail.com CONTABILE consolidata esperienza nel ruolo della contabilit, supporto bilanci altri adempimenti fiscali amministrativi. 331.98.54.329. IMPEGATA pluriennale esperienza gestione clienti, inglese e francese buoni, Sap, Zucchetti, Office. Valuta proposte in ambiente stimolante e collaborativo. 333.34.50.488. LAUREATO economia internazionale 31enne commerciale con esperienza, inglese/spagnolo, ottimo Pc, tempo indeterminato. 328.15.52.946.

BORDIGHERA in splendida posizione per comodit e tranquillit vendo appartamento soleggiato in palazzina con giardino privato. 470.000. Tel 340.96.69.646. CAMOGLI-RUTA panoramicissima, bellissima, prestigiosissima villa nobiliare di 550 mq. vendesi. Trattativa riservata. Tel. 335.26.61.14. EZE esclusiva. In anteprima appartamenti nuovi, vistamare mozzafiato, piscina. Da Euro 421.500 italgestgroup.com 0184.44.90.72. JUAN LES PINS nuova elegante residenza posizione centralissima, nel verde, 5 minuti a piedi spiaggia, pinde, casin. Grandi bi/trilocali ampie vetrate, profondi terrazzi. info@gillicasavacanze.com 335.64.62.192. LAGO GARDA Sirmione nel prestigiosissimo centro storico palazzina intera con negozio affare. Euro 780.000. 335.24.56.65. NOLI (Sv) in tipica borgata ligure, a pochi passi dal mare, vendiamo alloggi bilocali e trilocali, pronta consegna. Tel. 019.67.76.99 - 339.18.95.414. ROQUEBRUNE CAP MARTIN in villa provenzale, splendido appartamento terrazza giardino impareggiabile vista mare sul golfo fino a Montecarlo, piscina box da 580.000 euro. ISIT 800.77.75.10 www.isitimmo.com SARDEGNA Nodu Pianu, sulla spiaggia di Cala Banana prestigiosa villa. 0789.66.575 - www.euroinvest-immobiliare.com VALLE VIGEZZO - Santa Maria Maggiore impresa vende bilocali ristrutturati. Prezzo interessante. 0324.24.03.73 338.73.07.196. VILLE prestigiose: Forte dei Marmi, Portofino, Lerici, Como, Porto Rotondo. Iseo, Monte Carlo anche hotels. Castello Lago Trasimeno. 335.68.94.589.

Fiera Milano City vendesi negozio VIALE SCARAMPOmq seminterrato, di 110 mq + 35


grande vetrina. Liberi dal 31 dicembre. Ideale per showroom o ufficio rappresentanza. 495.000 Euro. No Agenzie. Tel. 02.32.72.259 347.45.00.205.

ACQUISTIAMO Brillanti, Oro, Monete, pagamento SUPERVALUTAZIONE, Curtini, via contanti. Gioielleria
Unione 6. - 02.72.02.27.36 335.64.82.765 - info@nexiagold.it

19
AUTOVETTURE

AUTOVEICOLI
19.2

OFFERTA

8.1

ADIACENZE Fiera (Vincenzo Monti) vendonsi uffici mq 80-120-200 liberi 02.48.01.18.83. piazzale Maciachini affittasi ufficio mq. 330 divisibile, posti auto. Cogeram 02.76.00.84.84. AFFITTASI capannone mq. 700, con possibilit di frazionamento dello stesso per mq. 350 con ingresso indipendente. Zona Sesto San Giovanni v.le Rimembranze. Contattare tel. 02.25.76.533 335.12.08.497. AFFITTASI Milano Via Fantoli fronte tangenziale est uscita CAMM 5400 m2 complesso industriale commerciale palazzina uffici riqualificabile outlet discoteca supermercato - www.giardini.it/fantoli 02.33.57.271 BAIAMONTI epoca nuovo contesto signorile loft trilivello varie metrature da personalizzare. 02.34.93.07.53 www.filcasaservice.it CENTRO Bonaparte prestigioso negozio nove vetrine. Personalizzabile, ristrutturato. Soppalchi, sottonegozio. 02.89.09.36.75 www.filcasaservice.it MM ROVERETO vendiamo laboratorio con permanenza di persone, 78 mq. 85.800,00 euro. 02.88.08.31. MM TURRO per investimento negozio 21 mq. da ristrutturare libero subito. 02.88.08.31.

ADIACENZE

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

VIA CIRCO

21

PALESTRE SAUNE MASSAGGI

A AABAA Naturalmente relax, fantastici massaggi antistress, rilassanti. Piacevole benessere totale. 02.29.40.17.01 366.33.93.110. ABBANDONATI ai massaggi ayurvedici. Euro 40. Info 02.91.43.76.86 - www.body-spring.it AMBRA centro italiano elegante, massaggi olistici, rilassanti. Totale benessere. Zona Piola. 02.26.67.899. CINQUE GIORNATE ambiente climatizzato un mondo di relax trattamenti olistici. Classe. 02.54.01.92.59. CLASSE e professionalit per totale relax, massaggi rilassanti. Porta Venezia 02.39.66.45.07. DEJA VU centro italiano esclusivo, massaggi rilassanti, olistici. Zona San Siro. 02.39.56.67.75. DELIZIOSO centro benessere italiano massaggi olistici ambiente elegante per il tuo relax. 02.39.68.05.21. ELEGANTE centro olistico esegue trattamenti rilassanti, aromaterapia. Professionalit, cortesia. Fieracity Milano 02.43.91.26.05. PROMOZIONE Hado : il benessere per il tuo corpo, percorso acqua e massaggi olistici. 02.29.53.13.50. SAN BABILA ambiente classe, nuovo centro massaggi olistici ayurvedici. Totale relax. 02.39.68.00.71.

ZONA CARROBBIO

TERRENI

TERRENO vendo mq. 8.450 progetto approvato per villa, panoramico soleggiatissimo, media Val di Vara (La Spezia). Altitudine 500. Telefono 333.40.09.685.

12

www.piccoliannunci.rcs.it
il sito per pubblicare i tuoi annunci di piccola pubblicit su

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

CUOCO srilankese quindicinale esperienza. Anche portinaio, autista patenti B C - D. 328.16.31.888

RICERCHE DI COLLABORATORI
2.2

AGENTI RAPPRESENTANTI

Corriere della Sera Gazzetta dello Sport e City


Facile e veloce Bastano pochi click e lannuncio pronto

A Milano centralissimo cedo bar tavola fredda piccole dimensioni suolo pubblico completamente ristrutturato. 366.35.62.413. ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, indutriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14. HOTEL 3 stelle, piscina, entroterra ponente ligure, 10 camere, ristorante separato. Cedo gestione anche separata o affitto scad. 2025. No agenzie. Fax 0182.99.19.85.

24

CLUBS E ASSOCIAZIONI

16

AVVENIMENTI RICORRENZE

A MILANO accompagnatrici, distinta agenzia presenta eleganti, affascinanti modelle ed interessanti hostess. 335.17.63.121. A Milano agenzia accompagnatrici alta classe, bellissime fotomodelle, in tutta Italia. 333.49.59.762. A MILANO Agenzia Azzurra presenta graziose accompagnatrici, attraenti fotomodelle ammalianti hostess. 339.64.14.694. CLUB SAVANA Milano 02.89.12.70.90. Stile alternativo, coppie/singoli, pomeriggio/sera. Solo adulti. CONTATTO diretto 899.89.79.72. Autoritaria 899.00.41.85. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo.

S.P.A. posizione primaria operante mercato prodotti largo consumo fortemente utilizzati settori medico, estetico, sanitario, cerca agenti monomandatari, per zone Milano e provincia, Lodi e Novara. Offresi portafoglio clienti, telefono, fisso, rimborso spese, possibilit di carriera, ottime provvigioni. Tel. 331.72.16.454.

"90 di Fondazione" Gruppo Alpini Lodi


ALPINI LODI IL GRUPPO vita associativa festeggia 90 anni di sul territorio lodigiano. Il 23 ottobre 2011, per celebrare tale attivit, organizza nella citt di Lodi un evento straordinario. Per partecipare tutte le informazioni e i dettagli sono su: www.alpinilodi.it oppure contattando via e-mail alpini.lodi@gmail.com

ADDETTI PUBBLICI ESERCIZI

2.5

CERCASI cuoco per ristorante in Milano centro con massima esperienza e seriet. Max 40 anni. Telefonare dalle 10 alle 12 allo 02.72.00.35.20.

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

51
Le lettere, firmate con nome, cognome e citt, vanno inviate a: Lettere al Corriere Corriere della Sera via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79

Lettere al Corriere
Risponde Sergio Romano
Non molto tempo fa lIran era uno spauracchio, reo di procedere verso un programma di arricchimento dell'uranio, presagio di possibili interventi nucleari nei confronti delle nazioni confinanti e non solo. Si parlava di nuove sanzioni Onu, si sollecitavano ispezioni Aiea, si prospettavano interventi militari preventivi. Poi, improvvisamente, il silenzio totale calato sulla questione. Il regime iraniano si forse arreso alle sollecitazioni internazionali? Hanno abbandonato ogni tipo di impegno velleitario? Oppure stato tutto un fuoco di paglia? Roberto Galieti galinet@alice.it Caro Galieti, a sua lettera giunta prima della notizia sul complotto che sarebbe stato ordito dai servizi iraniani, secondo gli Stati Uniti, per lassassinio dellambasciatore saudita a Washington. Ma vero che nei mesi precedenti lIran non era pi, come allepoca della grande repressione poliziesca contro le manifestazioni popolari del 2009, lo Stato canaglia della societ internazionale. La scena medio-orientale era popolata da altre crisi e altri cattivi, ma le vere ragioni del silenzio erano probabilmente lincertezza e limpotenza. Non vi era alcun interesse, soprattutto in quel momento, ad alzare la soglia della dialettica conflittuale sino al rischio di uno scontro frontale. Nessun governo occidentale con la testa sulle spalle voleva accendere nuovi focolai medio-orientali. Durante un viaggio recente in Israele, il segretario americano alla Difesa Leon Panetta ha esortato gli israeliani a evitare politiche che avrebbero accentuato lisolamento del loro Paese nella regione e si

E-mail: lettere@corriere.it oppure: www.corriere.it oppure: sromano@rcs.it

PERCH SI PARLA COS POCO DELLIRAN DI AHMADINEJAD


detto esplicitamente contrario a qualsiasi azione militare unilaterale contro lIran. Non tutto. I governi occidentali preferivano parlare poco perch sapevano che lIran stava attraversando una crisi interna di cui si conoscono male i protagonisti, la posta in gioco, i rapporti di forze. La guida suprema, layatollah Khamenei, ha sostenuto il presidente della Repubblica Ahmadinejad contro i giovani che hanno denunciato le elezioni truccate del 2009. Ma nei mesi successivi qualcosa, nei loro rapporti, si rotto. La presidenza di Ahmadinejad terminer nel 2013, ma le sue scelte politiche e le sue nomine vengono apertamente criticate e contestate dal vertice religioso dello Stato. Si detto che il presidente della Repubblica desiderava affrancarsi dalla tutela invadente della guida suprema e che layatollah Khamenei ha reagito riducendone i poteri. Persino un recente, clamoroso scandalo bancario (una truffa per due miliardi e 800 milioni di dollari) sarebbe in realt un sottoprodotto della lotta per il potere che si sta combattendo a Teheran. Questo spiega forse perch Ahmadinejad, durante il suo viaggio a New York, abbia cercato dingraziarsi la comunit internazionale dichiarando che lIran sarebbe disposto a interrompere larricchimento delluranio se gli Stati Uniti gliene fornissero un certo quantitativo, arricchito al 20%, per le esigenze della sua medicina nucleare. Non sapevamo, ripeto, quale partita si stesse giocando a Teheran, ma sapevamo che lintervento aggressivo dellOccidente avrebbe rafforzato lala pi radicale e intransigente del regime. La notizia del complotto svenle forze dellordine ha suscitato unanime condanna. La foto ne ricorda una identica scattata 10 anni fa al G8 di Genova: lunica differenza sta nel fatto che Carlo Giuliani stato celebrato (ingiustamente) come un martire. Come spiegheremo ai nostri figli le contraddizioni di questo strano Paese?
Carla Albonetti maurizioalbonetti@libero.it

Italians
di Beppe Severgnini

tato ha risvegliato nuovi timori e provocato nuove accuse. In una prima fase gli Stati Uniti hanno accusato esplicitamente il regime di Teheran di avere organizzato lattentato, ma pi recentemente il presidente Obama ha detto: Anche se ai pi alti livelli non vi era una particolareggiata conoscenza operativa, esiste un obbligo di responsabilit nei confronti di chiunque sia impegnato in questo tipo di attivit. Dopo i primi dubbi sullefficacia di un complotto cos mal congegnato, Obama sembra rendersi conto che il progetto potrebbe essere opera della Forza Qods, una branca segreta dei Pasdaran, le Guardie della rivoluzione islamica. Il vero obiettivo non sarebbe lassassinio dellambasciatore, ma la scintilla che avrebbe dovuto scatenare un nuova crisi con gli Stati Uniti e isolare le fazioni iraniane che vorrebbero gettare acqua sul fuoco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mettiamo la sciatteria nel carattere nazionale


ongratulazioni: la tua richiesta per diventare il custode della parola "sciatto" stata accettata. Dopo Spagna e Gran Bretagna, lidea arrivata anche in Italia. La Societ Dante Alighieri (www.ladante.it), con il sostegno di Io Donna, settimanale del Corriere della Sera, propone di adottare un lemma. Io, come avete visto, ho scelto sciatto. LItalia in sette lettere: cosa volete di pi. Sciatto. un vocabolo del mio lessico familiare. Se in casa Severgnini, nei primi anni Sessanta, qualcuno si presentava a cena spettinato, in pigiama e ciabatte, era sciatto. Una sentenza, pi che una descrizione. Poich mamma e pap queste cose non le facevano, mio fratello era troppo piccolo e mia sorella non accettava critiche, quello sciatto potevo essere soltanto io. Non mi dispiaceva. Avevo colto subito il fascino dellaggettivo, che spesso veniva utilizzato in combinazione con altri: sbracato (unindicazione sullabbigliamento) e debosciato (un commento sullatteggiamento). La sciatteria era una colpa veniale, espiabile con un sorriso e correggibile con un pettine. Ma io ero un bambino di sette anni, non uno Stato di centocinquanta. LItalia s presentata a questo importante compleanno (1861-2011) cos sciatta, ma cos sciatta che impossibile far finta di niente. Il presidente Napolitano pap della nazione, in qualche modo prova a farcelo capire in tutti i modi. Ma noi, niente. Non aspettatevi una trattazione sul tema, n un elenco: sfogliate il Corriere e avrete le prove di questo atteggiamento nazionale. Ci sono i bravi e i cattivi in Italia, ma costituiscoSulla nostra no due minoranze. La maggior parte bandiera di noi mi metto nel mucchio soffre di ricorrenti microsciatterie. potremmo Sulla bandiera potremmo cucire un cucire un motto: motto: Pressappoco. Certo, lesempio dallalto cataPressappoco strofico, per usare un eufemismo. Il dibattito politico italiano appare desolante e incomprensibile, fatto solo di annunci e strilli. Coerenza e memoria ma non avevi detto questo? Non avevi promesso quello? sono qualit dimenticate e inutili. S, siamo diventati una nazione sciatta. In milanese moderno: sloppy nation. Due esempi di queste ore. I Ministeri del Nord quattro sedie e due targhe sul muro non vengono cancellati da una risata collettiva, come sarebbe sano e giusto. No: vengono annullati da un tribunale per condotta antisindacale dopo un ricorso dei sindacati della presidenza del Consiglio (Sipre e Snaprecom). Le violenze di Roma non vengono considerate per quel che sono: la prova che qualche deficiente vuol giocare alla guerra, e ogni scusa buona (vertici internazionali, calcio, scuola, alta velocit, finanza). No, la discussione scivola subito sulle leggi speciali. Il senatore Pancho Pardi, a Radio24, afferma che negli anni Settanta con queste leggi la polizia uccise un centinaio di persone (pensa un po, noi ricordavamo che le vittime le avesse fatte il terrorismo). Luigi De Magistris, nel frattempo, contesta Antonio Di Pietro. Tre posizioni nello stesso (piccolo) partito. Che tristezza, che sciatteria.

ISRAELE

MOLISE

Il soldato Shalit
Caro Romano, il governo di Israele conta di liberare oltre un migliaio di palestinesi (presumo prigionieri per motivi politici) in cambio della liberazione di un suo militare, prigioniero da anni (per motivi politici) di altri palestinesi. Il rapporto numerico sgradevole, ma tutto bene quel che finisce bene. A me, tuttavia, restano due dubbi: quanti prigionieri palestinesi ci sono ancora nelle carceri israeliane? Servir questo scambio a disincentivare ulteriori rapimenti ed incarcerazioni?
Martino Lo Re martinolore@ gmail.com

Le elezioni regionali
Mi riferisco alla recente elezione del Consiglio regionale del Molise. La Regione, che conta poco meno di 400.000 abitanti, paga ogni consigliere 390.023 euro allanno. Non c altro da aggiungere!
Fulvio Taglietti f.taglietti@libero.it

auguro che questo fatto non lo faccia in futuro diventare lennesimo fenomeno mediatico con copertine su settimanali e inviti ai vari talk show. Cos, oltre al danno (o meglio ai danni) anche la beffa!
Graziano Bonfanti graziano.bonfanti@ marnatetrasformatori.it

burocrati non ricordano pi il piacere di portare a casa una bella pagella? E il profumo che ha quando la si ritrova anni dopo dentro ad un cassetto? Quante cose far perdere questa informatica! Che la usino invece per cercare gli evasori e i banditi!
Roberto Salmaso roberto_salmaso@tiscali.it

ALIMENTI DA RECUPERARE

ER PELLICCIA / 1

Un futuro mediatico?
Ho visto le foto di Er pelliccia, il ragazzo dellestintore rintracciato dalla Digos. piuttosto belloccio e fotogenico. Mi

INFORMATICA

Cassonetti ad hoc
Si notano sempre pi spesso persone indigenti intente a recuperare nei cassonetti della spazzatura posti fuori dei mercati scarti di verdura, frutta e altri generi. Per la loro dignit e per la tutela della salute vorrei chiedere ai commercianti di depositare questi residui, spesso in parte ancora utilizzabili, in contenitori appositi. Lintervento dei Comuni potrebbe essere determinante.
Gianfranco Arciero gf.arciero@libero.it

ER PELLICCIA / 2

Le nuove pagelle
Che orrore le pagelle informatiche! Come se, poi, la loro compilazione non costasse tempo! Ma i nostri

Le foto di Giuliani
La foto del teppista nellatto di lanciare un idrante contro

Dovrebbero essere circa 6.000. Le segnalo con loccasione una vignetta del New York Times in cui un detenuto liberato dice a un altro: Ho fatto i conti e sono arrivato alla conclusione che valgo quanto 70 grammi del soldato israeliano.

La tua opinione su corriere.it/opinioni/


Le imprese al governo: tempo scaduto. Il premier risponde: non c fretta. Ha ragione Berlusconi?

SUL WEB Risposte alle 19 di ieri

La domanda di oggi
Jean-Claude Trichet: Ora serve una vera unione economica dellEuropa. un obiettivo realizzabile?

R
68,5

No 31,5

RIPRODUZIONE RISERVATA

Interventi & Repliche


Il Fisco e la caccia agli evasori
Leggendo larticolo di Piero Ostellino (Corriere, 15 ottobre) in un primo momento ho pensato di non rispondere perch avevo limpressione di ribattere a un adulto che sostiene di aver incontrato la matrigna di Biancaneve. Poi, per, ho reputato opportuno replicare a un articolo pieno di inesattezze perch restando in silenzio avrei corso il rischio di creare ingiustificati allarmismi. Parto da una precisazione formale: le Leggi dello Stato comprese quelle in materia fiscale non sono del ministero delle Finanze, ma sono promulgate dal Presidente della Repubblica a seguito dell'approvazione parlamentare. La Legge di cui parla Ostellino, non assegna all'Agenzia incaricata della riscossione (sic!) poteri mai visti nella storia repubblicana perch si tratta di poteri sempre esistiti non solo in Italia, ma nei Paesi occidentali dove lobbligo di pagare le imposte il fondamento istituzionale su cui si basa la stessa convivenza democratica. La cartella di pagamento, che viene abolita solo per gli atti di accertamento, non conteneva istruzioni gi prima dellentrata in vigore delle nuove norme. Tutte le informazioni sulle richieste del Fisco, infatti, sono contenute nellatto di accertamento dellAgenzia, mentre nella cartella sono indicati gli atti e i periodi d'imposta cui si riferiscono. La cartella offriva un secondo appiglio per impugnare le richieste del Fisco per vizi di notifica, e non di sostanza, l dove lescamotage non riusciva con latto di accertamento. Ostellino ignora poi che dal 1974 una Legge ha stabilito che, in caso di ricorso, il contribuente debba versare una parte di quanto richiesto dal Fisco per evitare liti temerarie. Cos come in passato, il contribuente ha 60 giorni di tempo per pagare o presentare ricorso. Nei successivi 30 giorni, in base alle nuove norme, lAgenzia affida il recupero delle somme non pagate a Equitalia che non pu mettere in campo azioni esecutive (per esempio, il pignoramento) per 180 giorni. A conti fatti passano 270 giorni per le azioni esecutive e non 60 giorni, come scritto da Ostellino. Ritengo poi grave che si possa sostenere che i dirigenti dellAgenzia potranno procedere senza curarsi troppo dellesito delle proprie azioni, ignorando i controlli interni, nonch quelli della magistratura contabile e ordinaria sulla correttezza delloperato di dirigenti e funzionari. Per tutte queste considerazioni sono sempre pi convinto che in Italia siano ancora in tanti coloro che non vogliono la lotta allevasione e ostacolano lattivit dellAgenzia, anche emettendo giudizi sommari senza conoscere la materia fiscale. Attilio Befera, direttore Agenzia delle Entrate Temo che il dottor Befera sia persino pi inquietante della matrigna di Biancaneve. Accusare chi denuncia certe leggi illiberali per levasione sono sempre pi convinto che in Italia siano ancora in tanti coloro che non vogliono la lotta allevasione e ostacolano lattivit dell'Agenzia non linguaggio matrigno; rivela una cultura inquisitoria, meta-religiosa, che ho qualche difficolt a capire. Comprendo, e condivido, le preoccupazioni del mio vecchio collaboratore, e amico, Giulio Tremonti, di far quadrare i conti nella difficile contingenza in cui si trova il Paese e plaudo al suo operato, cos come plaudo alla lodevole preoccupazione del direttore di Equitalia di soddisfare al meglio le sue esigenze. Sono anchio per la lotta allevasione; ma ho difeso chi paga le tasse e corre il rischio di essere ingiustamente punto da una Pubblica amministrazione troppo compresa della propria funzione. Che mi si perdoni lironia mi pare rischi, agli occhi degli italiani, di assumere il carattere di una missione in terra per conto di Dio. Le tasse sono (dovrebbero essere) il corrispettivo che i cittadini pagano per i servizi che ricevono questo il giusto rapporto fra Stato e contribuente in un regime liberale e persino secondo la Dottrina della Chiesa non possono, e non devono, diventare una condanna di natura ontologica. Neppure la caccia allevasore dovrebbe avere tale carattere. Lo so anchio che le leggi le fa il Parlamento e le promulga il presidente della Repubblica, e che esse sono sottoposte al vaglio di legittimit dagli stessi organi amministrativi; ma ci non toglie che il positivismo giuridico faccia, a volte, brutti scherzi. Lesecutoriet della sanzione amministrativa, anche in materia di infrazioni del Codice della strada, il principio solve et repete cui fa riscontro la lentezza con la quale lo Stato provvede a rifondere il cittadino ingiustamente sanzionato linversione dell'onere della prova, il primato pubblico sui diritti soggettivi patrimoniali in materia fiscale non sono propriamente leggi liberali. N scriverne lesa sovranit. solo difesa dello Stato di diritto. Dopo di che, auguri per il suo (difficile e ingrato) lavoro, caro dottor Befera.
Piero Ostellino

2011 RCS QUOTIDIANI S.P.A.

4
FONDATO NEL 1876
DIRETTORE RESPONSABILE

Ferruccio de Bortoli
CONDIRETTORE

S.p.A. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE


PRESIDENTE

Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano Registrazione Tribunale di Milano n. 139 del 30 giugno 1948 Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205 8011
COPYRIGHT RCS QUOTIDIANI S.P.A.

Luciano Fontana
VICEDIRETTORI

Piergaetano Marchetti
CONSIGLIERI

Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge. DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - Tel. 02-6339 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306 PUBBLICIT RCS Pubblicit Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-50956543 - www.rcspubblicita.it

Antonio Macaluso Daniele Manca Giangiacomo Schiavi Barbara Stefanelli

Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Antonello Perricone, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera
DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA

Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia RCS Quotidiani S.p.A. 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni S.p.A. 00169 Roma - Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Padova - Corso Stati Uniti 23 Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Granarolo dellEmilia (Bo) - Via Don G. Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servizi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5 n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800 Mechelen, Belgium S Sports Publications Production 70 Seaview Drive, Secaucus, NY 07094 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 Coslada (Madrid) S La Nacin Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington N1808 - Osasco - So Paulo - Brasile S Miller Distributor Limited Miller House, Airport Way, Tarxien Road Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus PREZZI: * Non acquistabili separati, il gioved (nella regione Sardegna la domenica) Corriere della Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Sette e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e 1,50 (Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera +

Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. Corsera + IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov., non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e 0,40; m/m/v/d Corsera + CorMez. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorVen. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A Firenze e prov. non acquistabili separati: l/m/m/v/d Corsera + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7100 del 21-12-2010

La tiratura di mercoled 19 ottobre stata di 638.405 copie

PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 7,30 (recargo envio al interior $ 0,70); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Tic. Fr. 3,30 (con Sette); Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 61; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 2,10; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20;

Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia SeK 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 550; U.S.A. USD 3,50. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero verde 0800-558503 solo per San Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre localit). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con "Io Donna" e 3,00; con "Style Magazine" e 3,50; con "Corriere Enigmistica" e 2,80; con "Agatha Christie" e 8,40; con "La grande storia" e 14,40; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,40; con "I Classici dellArte" e 8,40; con "LEuropeo" e 9,40; con "Biblioteca della mente" e 11,40; con "Corso di Fumetto" e 8,49; con "Classici dellAvventura" e 8,40; con "Supereroi. Le leggende Marvel" e 11,49; con "Zucchero deluxe edition collection" e 11,40; con "Speak Easy" e 14,40; con "Vasco Manifesto" e 11,40; con "Le troppe tasse degli italiani" e 4,30; con "Steve Jobs" e 4,30; con "Genesis. The definitive collection" e 14,40; con "Il Mondo" e 4,30

52

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

53
I volti
1 Massimo Giletti e Lorella Cuccarini: a Domenica in (Raiuno) lui conduce LArena, lei fa cantare le star 2 Claudio Brachino e Federica Panicucci: su Canale 5 con Mattino cinque e Domenica cinque 3 Lorena Bianchetti e Milo Infante, su Raidue con Italia sul due 4 Franco Di Mare e Elisa Isoardi conducono Unomattina, rotocalco del Tg1 5 Tiberio Timperi e Miriam Leone conducono Mattino in famiglia (Raiuno)

Spettacoli
In video Le trasmissioni con due conduttori rispettano il clich. Giletti: Mentalit vecchia. La rivincita al femminile arriva da Gruber, Gabanelli e Sciarelli
1 2

La tv che scoppia
Primedonne
Milena Gabanelli La giornalista, 55 anni, conduce Report, su Rai 3, andato in onda la prima volta nel 1997 Lucia Annunziata Sessantuno anni, lex direttore del Tg3 oggi conduce In 1/2 h MILANO Peggio una valletta in abiti succinti, unattricetta raccomandata o una tv piena di programmi con un conduttore maschio e una conduttrice femmina, dove lui fa sempre informazione, lei sempre intrattenimento? Senza tirare in ballo femminismi o maschilismi, la televisione da sempre accusata di esibire corpi femminili con disinvoltura, di propinare showgirl senza arte n parte, in realt forse ha una colpa peggiore: proporre uno schema che d al maschio lautorevolezza, alla femmina la leggerezza; alluomo la capacit di dibattere temi seri e importanti, alla donna la sapienza di parlare bene di diete, moda, trucchi e tradimenti. bene chiarire, tuttavia, che donne che si son fatte largo sul piccolo schermo, grazie a professionalit e competenza, ci sono eccome: dal direttore generale della Rai, Lorenza Lei, al direttore del Tg3 Bianca Berlinguer, passando per Lucia Annunziata. Ma sono sempre eccezioni. Qualche esempio e qualche nome del trend prevalente: Unomattina, rotocalco storico del Tg1, prevede ormai da tempo accoppiate giornalista-showgirl. Attualmente ci sono Franco Di Mare e Elisa Isoardi (al suo attivo una partecipazione a Miss Italia e qualche conduzione leggera). Del resto due anni fa cerano Michele Cucuzza, affiancato da Eleonora Daniele, ex partecipante del Grande fratello. A Mattino in famiglia ci sono Miriam Leone (ex miss Italia) e Tiberio Timperi. La vita in diretta, condotto da Marco Liorni (che ha sostituito Lamberto Sposini) e Mara Venier, unica eccezione nel panorama: essendo lei pi esperta, il ruolo forte spesso nelle sue mani. Ma lanno scorso, con Sposini, la divisione dei ruoli rispecchiava il panorama della tv italiana. E anche Italia sul due prevede il duo Milo Infante e Lorena Bianchetti (lanno scorso cera Caterina Balivo). A Canale 5, stessa foto. A Mattino cinque ci sono Claudio Brachino, direttore Videonews, e Federica Panicucci. La coppia conduce pure Domenica Cinque: il giornalista maschio fa cose impegnate;

Divisione dei ruoli nei programmi Notizie e politica per gli uomini, alle donne solo le parti pi leggere

3
lare di tv maschilista? Beh, i numeri nascondono delle realt. Del resto, il Paese ha una mentalit vecchia, la societ e la tv pure. E conclude: Sar anche un retaggio maschilista, per forse per gestire talk show vivaci e arene aggressive ci vuole una fisicit maschile. Mara Venier, sottolinea (non senza aver citato pure lei il caso Costamagna): Il mio caso diverso: io ho imparato tanto da Sposini e quando ho dovuto sostituirlo mi sono fatta le ossa sulla cronaca. Ma certo la divisione dei ruoli era ben chiara. E conclude con lauspicio di vedere una brava giornalista condurre un approfondimento, per esempio Ritanna Armeni, donna di grinta e intelligente. Infine Barbara Serra, giornalista e conduttrice di Al Jazeera English, spesso opinionista a Tv talk. Donna attraente, ma grazie al cielo pi brava che bella. Quando vidi "Unomattina" condotta da miss Italia rimasi sconvolta. La scelta sbagliata: mettere in tv una giovanissima e magari provare a farle fare interviste importanti, vuol dire massacrarla. Chiude con una provocazione interessante: Questo modo di fare un ingiustizia anche per gli uomini che invece devono farsi la gavetta. Perch se un maschio ha 20 anni, nessuno gli offre "Unomattina".

4
la showgirl carina fa cose leggere. Domenica In non fa eccezione. Massimo Giletti da tempo ha le redini de LArena, sempre pi dedicata allattualit e a temi politici; Lorella Cuccarini, nella seconda parte, fa cantare e ballare ospiti e star. Due riflessioni. Leggendo lelenco, sorge un interrogativo: perch almeno un programma non ha lo schema inverso? Perch in tutta la tv non esiste una trasmissione con una brava giornalista che si occupa dinformazione e che passa la linea, per la seconda parte del programma, al bravissimo collega showman? Unaltra riflessione. Oltre a tutto ci non si pu non notare che tutte le trasmissioni politiche e gli

5
approfondimenti sono condotti da uomini: Bruno Vespa (Porta a porta), Alessio Vinci (Matrix), Mentana (vari speciali e Bersaglio mobile), Floris (Ballar), Banfi (La versione di Banfi), Sottile (Quarto grado), Formigli (Piazza pulita), Iacona (Presadiretta), Santoro (varie), Piroso (in attesa di nuovo programma), Vianello (Agor), Paragone (Lultima parola). Anche qui lelenco potrebbe continuare. Certo, si dir, ci sono anche le donne. Gruber (Otto e mezzo), Annunziata (1/2 ora), le inchieste della Gabanelli; Sciarelli a Chi lha visto?, i reportage di Stella Pende a notte fonda. E qualche altra combattente. Alcuni dei protagonisti di questa stagione televisiva riflettono. Curioso che la Costamagna sia stata esclusa dalla conduzione di "In onda" su La7 dice Giletti e al suo posto, al fianco di Telese, sia stato scelto Nicola Porro. Questo un episodio dove vince il valore maschile a prescindere. Si pu par-

Lilli Gruber Ex volto del Tg1, 54 anni, dal 2008 conduce su La7 Otto e mezzo

Maria Volpe
mvolpe@corriere.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

Federica Sciarelli La giornalista, 53 anni, dal 2004 alla guida di Chi lha visto?

Al contrario Mara Venier: sostituire Sposini per me stato faticoso. Certo, prima la separazione dei compiti era ben chiara

La 27 a ora Commenta su corriere.it

54 Spettacoli Il personaggio Io tra di noi il terzo cd del cantautore

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Dente, il nuovo Battisti che boccia Mogol: la canzone non poesia


Nei miei brani non do valore al futuro
MILANO Non mi dispiace la definizione cantautore. Dente, vero nome Giuseppe Peveri, accetta il confronto con un termine che la sua generazione e quella di chi lo segue, i 20-35enni, non vede di buon occhio. In Italia quel termine legato agli anni 70 e a un tipo di canzone, impegnata e politica analizza . Se lo prendiamo per quello che , invece, indica uno che scrive e canta a modo suo. Francesco De Gregori un cantautore perch scrive in funzione di se stesso e usa la sua voce, che non quella di Billie Holiday. Io provo a fare la stessa cosa. Lucio Battisti, cui stato paragonato, il suo faro. Allingresso della sua casa di Milano ha appesa la gigantografia della copertina di La batteria, il contrabbasso, eccetera: Sono un amante di Battisti, premette. Che per non era un cantautore. I testi di quellepoca erano di Mogol: Quelli li trovo arretrati, indietro coi tempi. Un modo di scrivere aulico che forse era forte allora, ma che poi ha fatto danni. Ha fatto credere a tutti che una canzone debba essere come una poesia, invece una canzone e basta. Quelle di Io tra di noi, terzo album della carriera uscito nei giorni scorsi e che verr presentato nel tour che parte il 28 ottobre da Cortemaggiore (Pc), sono istantanee prese da una storia damore. Non a lieto fine. Il tema centrale il ricordo e la nostalgia di cose passate. Alcuni ricordi sono tristi e altri felici. Anche questi ultimi, per, diventano tristi perch quello cui sono legati non c pi. Il suo sguardo, fra giochi di parole enigmistici e citazioni di Ungaretti, non esce mai dalla coppia. E forse anche per questo un simbolo generazionale: C stato un cambiamento nella canzone che anche il cambiamento dei tempi. Negli anni 70 cera pi attenzione del singolo verso la societ.

Nuova generazione Giuseppe Peveri, alias Dente. Il cantautore ha pubblicato Io tra di noi, suo terzo album

Racconto storie per togliermele di dosso, le metto su disco ed una liberazione

Soprannome Il suo non un nome darte: il soprannome che mi diede mio zio quando avevo 13 anni

Purtroppo oggi lindividualit la fa da padrone e la nuova scena musicale italiana segno dei tempi. Ed un segno anche che non ci siano pi band: si sta a casa davanti al computer e si fa tutto da soli. Nato e cresciuto nellunderground, Dente ha vinto il referendum di corriere.it sul disco del primo decennio del Duemila: Non me lo spiego, forse il

mio pubblico sta pi su Internet di quello di altri. Umile. Allo stesso tempo tagliente: Comunque fra quelli che erano in gara avrei votato il mio. Un ponte verso il pop lo ha lanciato scrivendo un testo per Marco Mengoni. Il mondo indie rifiuta queste cose e ha linsulto facile, si va dal venduto in su: Mengoni un super cantante e il pezzo

era bello. I miei fan non mi hanno criticato. Anzi, ho ricevuto messaggi di complimenti dai suoi che mi hanno scoperto cos. Il suo non un nome darte. il soprannome che mi diede mio zio quando avevo 13 anni. Non legato a un motivo o a un fatto. Vive senza tv (Lho eliminata 6 anni fa. La vedo di passag-

gio al bar o da mia mamma e resto ipnotizzato da nulla), non va al cinema da anni, legge molto scegliendo i volumi girando fra gli scaffali delle librerie. Capelli tormentati, la chitarra acustica fedele compagna, Dente si analizza: Racconto storie per togliermele di dosso, non dico come con un tumore ma quasi. Le metto su disco ed una liberazione. Non c mai il futuro nei suoi testi. Non gli do importanza. Non faccio progetti e non capisco chi dice "fra due anni mi sposo" o "metto via i soldi per la macchina": sono vite buttate via. La sua non mai stata cos. Avevo un lavoro a tempo indeterminato, come magazziniere, a Fidenza. Sono fuggito per fare un corso di grafica a Milano ma ho capito che non era la mia strada. Durante un concerto ho ricevuto una proposta discografica e mi ci sono dedicato al 100 per cento: ho suonato in posti orripilanti per pagare laffitto. Meglio morire di stenti ma senza rimpianti. Non volevo fare il cantante, volevo svegliarmi felice.

Andrea Laffranchi
twitter @alaffranchi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il singolo Benvenuto

Laura Pausini, su YouTube oltre un milione di clic


MILANO Laura Pausini supera il milione di visualizzazioni di Benvenuto, il suo nuovo singolo, su YouTube. Il brano lancia Inedito, lalbum della cantante che uscir l11 novembre. I paparazzi presenti sul set del video, girato ad Amsterdam, hanno costretto il regista Gaetano Morbioli a circondare il set di lenzuola per proteggere la segretezza delle riprese ed stato necessario lintervento della polizia. Il 22 dicembre partir da Milano il tour mondiale.

Regina del web Laura Pausini, 37 anni

Stop alle riprese

Incidente per la Stewart sul set di Biancaneve


LOS ANGELES Incidente per Kristen Stewart (foto) sul set di Snow White And The Huntsman. Lattrice, che veste i panni di Biancaneve, rimasta ferita, ma non si conoscono i particolari. Lo ha rivelato su Twitter lattore Max Manganello, che nel cast nel ruolo di un soldato: Oggi niente riprese, Kristen si fatta male, niente di preoccupante, riprendiamo venerd. Non ci sono commenti dalla produzione e nemmeno dal portavoce dellattrice. Inoltre, il fatto che Manganello abbia successivamente rimosso il tweet ha finito per insospettire. Snow White and the Huntsman non dovrebbe per subire ritardi. La data di uscita del film, in cui Biancaneve viene addestrata dal cacciatore Chris Hemsworth per combattere la crudele regina Charlize Theron, fissata per giugno del 2012.

Non ha fatto i servizi sociali

Lattrice Lindsay Lohan rientra in carcere


LOS ANGELES Ancora carcere per Lindsay Lohan. Ieri a Los Angeles apparsa davanti al giudice Stephanie Sautner che le ha revocato la libert vigilata, fissando una nuova udienza per il 2 novembre. Ora lattrice rischia di passare in prigione un anno e mezzo. La Lohan, secondo il giudice, non ha completato il programma di riabilitazione attraverso i lavori sociali. Rientrata in carcere, Lindsay Lohan potrebbe uscire su cauzione. Prima della udienza del 2 novembre dovr completare 16 ore di servizi sociali al locale obitorio.

Ribelle Lindsay Lohan nata nel 1986

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Spettacoli 55
Mameli

Lintervista

Ieri sera ha diretto il concerto a Francoforte. Bisogna ripartire dalla scuola, vedo troppa ignoranza e indifferenza
r a novembre a Santa Cecilia. Lo porter anche a Parma, al Farnese. Uno dei pi bei teatri del mondo. Labbiamo riaperto lo scorso giugno a un vasto pubblico. LItalia piena di antiche sale meravigliose, purtroppo spesso trascurate. Come tanto nostro patrimonio. Intanto alla Scala una buona notizia: la nomina di Barenboim a direttore musicale. Con Daniel e Zubin Mehta siamo amici da circa mezzo secolo. Barenboim per la Scala unottima scelta. Grande musicista, ha una mentalit aperta, pronta a scavalcare frontiere. Lui per anche impegnato con lOpera di Berlino Per Daniel il tempo ha dimensioni diverse. capace di impegnarsi con successo su molti fronti. Vi ritroverete alla Scala, il 30 ottobre 2012. Sar una doppia festa. Il mio rientro e i suoi 70 anni. Per celebrarli, oltre alla Sesta di Mahler, diriger il Primo Concerto per pianoforte di Chopin, con Daniel solista. Sar molto emozionante per tutti e due.

Abbado, la musica e lItalia migliore La rinascita dalle nuove culture


Il maestro: troppa volgarit, i giovani vanno allestero. Io devo resistere
FRANCOFORTE Claudio Abbado, siamo qui, nel cuore dellEuropa a celebrare la cultura in un momento in cui in tutto il mondo c un senso di indignazione sempre pi diffuso. Anche nel nostro Paese. Lo capisco. E provo un profondo malessere di fronte allignoranza, allindifferenza per la cultura e alla volgarit, cos diffuse in Italia. Il nostro il Paese con il maggiore patrimonio artistico del mondo, ma purtroppo oggi anche quello dove si fa di meno per la cultura. pacata la voce del direttore, fermissimo il tono. A Francoforte con la sua Orchestra Mozart, Abbado ieri sera ha inaugurato tra gli applausi gli Europe Cultural Days sponsorizzati dalla Banca Centrale Europea con la Banca dItalia. Un omaggio alla nostra cultura in vista dellimminente passaggio di consegne alla Bce tra Jean-Claude Trichet e Mario Draghi. Entrambi ieri alla Alte Oper per ribadire limportanza dellarte come strumento di coesione tra i Paesi dellUnione e applaudire la Mozart e il suo direttore impegnati nellouverture del Barbiere di Rossini, nelle sinfonie Haffner di Mozart e Italiana di Mendelssohn. La nostra presenza qui, e quella degli altri artisti italiani che seguiranno, vuole essere di esempio riprende Abbado . Il segno che esiste unItalia diversa e migliore di quella che ogni giorno viene mostrata al mondo. Da dove ripartire per cambiare registro? Dalla scuola. la pi penalizzata dalle nuovi leggi. Fanno bene i giovani a scendere in piazza. Gli si chiudono speranze e orizzonti, mentre bisognerebbe spalancarli su nuove culture. Come avviene nelle orchestre, il segreto saper ascoltare e imparare gli uni dagli altri. Gli altri per eccellenza oggi sono gli immigrati. La nuova ricchezza dellEuropa. La mia famiglia un esempio dincroci: origini arabe, mio nonno materno un "normanno" palermitano... Le commistioni muovono le idee, allargano la mente. In Germania i turchi sono la seconda etnia, in Gran Bretagna contano i pachistani, in Francia i magrebini. Stranieri che hanno reso pi ricchi e colti quei Paesi. In Italia invece gli extracomunitari sono guardati con sospetto, o ributtati in mare. A Milano si discute sulla nascita delle moschee. Ben vengano. La diversit culturale anche religiosa. Conoscere le fedi altrui aiuta a capire meglio la propria. Un tempo il gran tour era una tappa obbligata per completare la propria formazione. Il "wanderer" proprio questo, il viaggiatore che attraversa Paesi, ne assorbe la linfa vitale, la riporta a casa propria. Oggi tutti viaggiano, ma spesso senza guardare troppo quel che vedono. I luoghi dincontro sono ormai altri: Internet, i blog... Informazioni e scambi culturali passano da l. Ma questo riguarda le nuove generazioni. Io resto un accanito lettore di libri. Qualche consiglio? Larmata a cavallo di Isaak Babel, un grande della letteratura del 900, alla pari con Bulgakov e Pasternak. E sul fronte tedesco ammiro Kleist, Hoelderlin. Prossimamente, a Lucerna e a Berlino diriger Scene dal Faust di Schumann, con Bruno Ganz che reciter il monologo del Faust. Esempi concreti di quella cultura europea che Strehler aveva tanto a cuore. Tanto da sostenere che leuro sarebbe dovuto nascere solo dopo aver raggiunto unidentit culturale comune. Leuro era necessario. Ma Strehler come sempre vedeva pi lontano degli altri. Tant che, prima ancora che nascesse lUnione, lui aveva gi fondato il suo Teatro dEuropa. Cosa direbbe oggi a un ragazzo italiano? Di andarsene o restare? Ho tre nipoti, tutti vanno spesso allestero per studiare o per impegni umanitari. A un ragazzo direi di studiare qui ma poi andare a lavorare fuori. Quanto a me, fatte salve le presenze a Lucerna e Berlino, scelgo di restare. Proprio di questi tempi penso sia giusto impegnarsi al massimo nel nostro Paese. la mia forma di resistenza profonda. Mentre tutto rischia di andare a catafascio bisogna battersi per le imprese pi ardue. Come quella che tra poco realizzeremo a Bologna con la Cineteca per coniugare grande musica e grande cinema russi. E con il Lear di Shostakovich abbinato al film di Kozincev, lei sa-

Leoncavallo, ritorna lopera (meno bella) che and persa


ameli di Leoncavallo uno di quei casi in cui il valore di una scoperta trascende la scoperta stessa. Detto subito che se non lopera pi brutta del mondo, ne fortemente indiziata, la storia della sua rinascita val la pena di ripercorrerla. Composta nel 1916 da questo alfiere del Verismo italico, interventista favorevole agli Alleati, venne rifiutata dalleditore perch antitedesca e fu perci eseguita (Genova, 1916) a spese dellautore. Morto questi nel 19, la partitura, sua propriet, venne messa allasta e acquistata da un facoltoso musicofilo americano prima di finire in una biblioteca dove il musicologo Domenico Carboni lha rintracciata nel 2009 per curarne ledizione. Attento a questo repertorio, Alberto Veronesi ha infine pensato di presentarla al pubblico della rassegna International Bellini and

Giuseppina Manin
RIPRODUZIONE RISERVATA

In scena Un momento dellopera

I Cultural Days

S alle moschee a Milano. Barenboim? Unottima scelta per la Scala, perch ha una mentalit aperta

In arrivo anche Ughi, Bollani e Magris


FRANCOFORTE Altri nomi italiani in arrivo ai Cultural Days. Per la musica Edoardo Turbil, Miriam Prandi, Uto Ughi con i Filarmonici di Roma, Stefano Bollani, l'Orchestra Verdi di Milano diretta da Xian Zhang. Per la letteratura, Claudio Magris, Dacia Maraini, Gianrico Carofiglio. Per il cinema una rassegna di film di Veronesi, Luchetti, Rossi Stuart, Castellitto, Torre, Salvatores.

Sul podio Claudio Abbado, 78 anni, ieri in concerto (Bttcher)

Romantic Opera Festival. E cos siamo allattualit. Lopera cio tornata in scena, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, in un allestimento molto semplice curato da Lorenzo Amato. In buca I Filarmonici di Messina (alcuni bravi musicisti, non unorchestra), in scena un cast appena accettabile. Ma pi che sulla recita, lattenzione era per questo inedito leoncavalliano, opera in cui si celebra, come in un inno, il patriottismo dei vari Mameli (c anche il suo Fratelli dItalia), Manara, Belgioioso, Dandolo e Terzaghi. Privo di sviluppo drammatico, privo di azione e psicologia, privo di introspezione ma pieno di sentimenti popolari a buon mercato, il libretto celebra anche lamore di Mameli per Delia, la figlia del conte Terzaghi. Cosicch, il vertice emotivo della partitura quando il tenore proclama a pieni polmoni alla fanciulla: Ti amo come la Patria!. E con ci s detto tutto. Partecipe per laccoglienza del pubblico.

Enrico Girardi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:

56

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Sport
Champions League Il Bate Borisov piegato da Ibrahimovic e Boateng La classifica I rossoneri salgono a 7 punti, qualificazione quasi al sicuro

Aspettando il Bara
Il Milan rischia allinizio, poi vince e si avvicina alla sfida con i migliori
Le pagelle Milan

Aquilani, palo e buon ritmo


7 ABBIATI Il giallo fluorescente di quelli del Bate lo tiene bello sveglio perch al 32, allimprovviso, costretto a una parata che vale come un gol. Il suo appoggio per Van Bommel un po incosciente, lerrore dellolandese grave, ma lui rimedia stravincendo luno contro uno col brasiliano Bressan. Decisivo anche a inizio ripresa: con le dita smanaccia un tiro fastidioso di Bordachev. 7 ABATE Per lui quasi una serata revival: senza troppe paturnie difensive pu fare lesterno alto come agli inizi della carriera. E i risultati sono buoni perch le sue accelerazioni lasciano il segno: lazione del primo gol nasce da un suo cross. Inizia la ripresa con un brutto appoggio fuori misura, poi continua a spingere con convinzione. 6,5 NESTA Pi che un muro, vista la consistenza dellavversario, un muretto. Per bello solido: si oppone con il corpo a Bressan (34 p.t.) e poi in scivolata su Kezman a inizio ripresa. Lavora molto anche per dirigere i movimenti di Bonera e Taiwo. Lascia per il debutto di Mexs. 5,5 BONERA Kezman lo battezza e gravita su di lui con aria rapace, creandogli fin troppo fastidio. 6,5 TAIWO Si fa vedere in avanti con cross pericolosi e sovrapposizioni svelte. Un tiro scenografico al volo (ampiamente fuori) gli regala il tributo del popolo milanista, a cui sembra stare molto simpatico. Questo gli d energia sufficiente per tenere alta lintensit. 7 AQUILANI Partenza sprint, con una girata di sinistro in area (fuori) e soprattutto con un palo a colpo sicuro (12 p.t.). Ci prova ancora (28, troppo centrale) ma le cose migliori le fa nellimpostare la manovra, con buon ritmo e precisione. Dopo la bella partita col Palermo, la sua una conferma, impreziosita dal traversone che Boateng trasforma nel 2-0. 5,5 VAN BOMMEL Lo svarione sullappoggio di Abbiati viene dimenticato in un attimo grazie allimmediato 1-0 di Ibra. Ma resta come una macchia. 6 NOCERINO A differenza di Aquilani non si esprime come quattro giorni prima in campionato. Palle recuperate, ma anche qualche imprecisione di troppo. 7 BOATENG Allegri lo striglia ma lo rilancia a sorpresa, come si fa con un cavallo di razza. Da trequartista fa sempre storcere il naso ai puristi del ruolo, anche perch negli spazi ristretti un po confusionario. La prestazione comunque sufficiente e il primo, bellissimo gol in Champions, la rende speciale: controllo perfetto e tiro secco dal limite, palla sulla traversa e poi in rete. Per zittire tutti pu bastare. 7 IBRAHIMOVIC Ci prova con insistenza, da centrocampo o da due passi con un mezzo pallonetto un po naif. La palla giusta arriva con un rimpallo e lui la scarica in rete con rabbia e precisione per l1-0. Prende fin troppe botte per i suoi gusti ma gli fa di sicuro pi male un brutto errore sotto porta (12 s.t.). 6 CASSANO Corre molto ma ha la lucidit per servire alla grande prima Aquilani (palo) e poi Ibra (pallonetto fallito). Spreca anche lui un pallone prezioso (9 s.t.) e poi lascia spazio a Robinho. 6,5 ROBINHO Bellimpatto sulla partita e un tiro che, per la preparazione elegante, meritava sorte migliore (21 s.t.). 6,5 ALLEGRI Rispetta la tabella di marcia anti-Barcellona rispolverando a sorpresa Boateng trequartista. Ottiene la risposta che voleva, in attesa di controprove.

MILANO Il pubblico ros- pi importante, una ragione sonero gi pregusta la sfida concreta c. Allegri piazza il con il Barcellona (il 23 novem- principe Boateng dietro le due bre). E dimostra di avere buon punte, la solita strana coppia gusto, quando, nellintervallo, Cassano-Ibrahimovic. La partiapplaude il gol di Iniesta (mo- ta saldamente in mano al Mistrato dal tabellone), al termi- lan, ovviamente, che per fa ne del solito minuetto blaugra- difficolt a infilarsi nel varco na. Il Milan veleggia quasi sere- giusto e avventatamente cerca no verso la qualificazione e lin- di farsi del male da solo. Boacrocio elettrico con i Campioni teng arruffato e riesce raradEuropa. Il quasi deriva da mente a innescare le due punte due nitide palle gol regalate al o a farsi largo. Il pi pericoloso (e anche Bate Borisov, pi un tiro deviato da Abbiati, situazioni che lasciano un retrogusto un po amarognolo, da mandare a memoria. Soprattutto a inizio secondo tempo la squadra bielorussa suscita qualche apprensione di troppo nella retroguardia rossonera e solo grazie al colpo di spingarda di Kevin Prince Boateng (che poi zittisce i suoi critici), Massimiliano Allegri pu smettere di preoccuparsi davanti alla panchina. Non una partita in discesa, quindi. Viktor Goncharenko, il pi giovane tecnico a sedersi su una panchina di Champions LeaDebutto nel Milan per Philippe Mexes, fermo dal 3 gue (allora 31 anni, oggi aprile quando, nella partita Roma-Juventus, ha 34) ha una buona capacit riportato la lesione del legamento crociato organizzativa che trasmette anteriore (Pegaso) alla squadra sul campo. Del resto se una formazione bielorussa staziona stabilmente da anni nella competizione calcistica

Milan Bate Borisov


Marcatori: Ibrahimovic 33 p.t., Boateng 25 s.t.

2 0

Il ritorno di Mexes

pi produttivo) risulta Aquilani, che prima coglie un palo-palo, cio di quelli che restano l a tremare per un po, e poi si ripete con una conclusione da fuori bloccata a terra da Gutor, portiere con qualche problema (con il Barcellona a Minsk fu disastroso). C anche il tempo di lamentarsi per un intervento di Radkov su Van Bommel per cui fischiare il rigore non sarebbe blasfemo. Niente da fare. Il granitico olandese rimane ferito nei sentimenti per lindifferenza dellarbitro norvegese Hagen e con la complicit di Abbiati (ma il 75 per cento della responsabilit appartiene al primo) confeziona una spettacolare palla gol per il brasiliano-bie-

MILAN (4-3-1-2): Abbiati 7; Abate 7, Nesta 6,5 (Mexes s.v. 39 s.t.), Bonera 5,5, Taiwo 6,5; Aquilani 7, Van Bommel 5,5, Nocerino 6; Boateng 7 (Emanuelson s.v. 33 s.t.); Ibrahimovic 7, Cassano 6 (Robinho 6,5 17 s.t.). All. Allegri 6,5 BATE BORISOV (4-2-3-1): Gutor 6; Baga 6, Radkov 5, Simic 5, Yurevich 5,5; Volodko 5,5, Liktarovich 6 (Olekhnovich s.v. 21 s.t.); Kontsevoi 6, Renan Bressan 5 (Pavlov s.v. 32 s.t.), Bordachev 6,5; Kezman 5 (Skavysh s.v. 26 s.t.). All. Goncharenko 6 Arbitro: Hagen (Nor) 6 Ammoniti: Nocerino, Bordachev, Simic Recuperi: 1 pi 3

Roma Dopo la rottura con i Sensi nel 2005, DiBenedetto lha riportato a Trigoria. Sar il presidente sportivo

Baldini torna a casa e abbraccia il pigro Totti


ROMA Franco Baldini ritornato a casa. Cio alla Roma. Cio a Trigoria. Baldini un uomo giramondo e fortunato, visto che gli ultimi anni li ha passati a Madrid e Londra, ma a Roma aveva lasciato un lavoro ancora da portare a termine. Se ne era andato nel marzo del 2005, quando si era spezzato il legame di fiducia con la famiglia Sensi, adesso lhanno riportato indietro la nuova propriet americana e il desiderio di disegnare una fine diversa al suo rapporto con la citt dove ha vinto lo scudetto 2001. Ieri ha incontrato Luis Enrique, lallenatore che ha scelto insieme al d.s. Walter Sabatini, e soprattutto Francesco Totti, dopo lintervista rilasciata a la Repubblica in cui parlava (anche) di pigrizia riferendosi al capitano giallorosso e al suo entourage. La foto (gentilmente concessa da AsRoma.it) e le voci dentro Trigoria parlano di un incontro cordiale, dove si sono ripromessi di lavorare per riportare la Roma a quei vertici che hanno gi conosciuto insieme. Baldini sar il vero presidente sportivo della Roma, mentre DiBenedetto si occuper pi della societ. Ma, ancor di pi, sar il cuore del nuovo progetto. Difficile, innovativo, rischioso, affascinante. Da Baldini.

Rissa tra coreani e qatarioti

Paolo Tomaselli
RIPRODUZIONE RISERVATA

Romanisti Il saluto di Baldini nel suo primo giorno a Trigoria al capitano Totti (Asroma.it)

l.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rissa clamorosa tra i sudcoreani del Suwon Bluewings e i qatarioti dellAl-Sadd (semifinale di Coppa dAsia). Al gol del 2-0 della squadra degli Emirati i 22 in campo, le riserve e i tecnici si sono azzuffati per 10 minuti (foto Afp).

Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Sport 57
#

Terza giornata, il Chelsea ne fa 5 al Genk


Gruppo A marted NAPOLI-Bayern Monaco 1-1 Manchester City-Villarreal 2-1 Classifica Bayern Monaco 7; NAPOLI 5; Manchester City 4; Villarreal 0 Gruppo B marted Cska Mosca-Trabzonspor 3-0 Lille-INTER 0-1 Classifica INTER 6; Trabzonspor e Cska Mosca 4; Lille 2 Gruppo C marted Otelul-Manchester Utd 0-2 Basilea-Benfica 0-2 Classifica Benfica 7; Manchester Utd 5; Basilea 4; Otelul Galati 0 Gruppo D marted Real Madrid-Lione 4-0 Dinamo Zagabria-Ajax 0-2 Classifica Real Madrid 9; Lione e Ajax 4; Dinamo Zagabria 0 Gruppo E ieri B. Leverkusen-Valencia 2-1 Chelsea-Genk 5-0 Classifica Chelsea 7; Bayer Leverkusen 6; Valencia 2; Genk 1 Gruppo F ieri Marsiglia-Arsenal 0-1 Olympiakos-B. Dortmund 3-1 Classifica Arsenal 7; Marsiglia 6; Olympiakos 3; B. Dortmund 1 Gruppo G ieri Shakhtar-Zenit 2-2 Porto-Apoel Nicosia 1-1 Classifica Apoel 5; Zenit S. Pietroburgo e Porto 4; Shakhtar Donetsk 2 Gruppo H ieri MILAN-Bate Borisov 2-0 Barcellona-Viktoria Plzen 2-0 Classifica MILAN e Barcellona 7; Bate Borisov e Viktoria Plzen 1

I protagonisti Ibra chiude la polemica: Vi sembra che abbia il mal di pancia?

Al Viminale

Riecco il vero Boateng Ho zittito le critiche


Allegri: Un richiamo ci sta. Ora primi nel girone
MILANO Il moonwalk lo ha cambiato, ripetevano a mezza voce gli abituali frequentatori di Milanello. Si sente personaggio, si montato la testa, non fa vita da professionista. Kevin Prince Boateng, lhomo novus del Milan nellanno dello scudetto di Allegri, linvenzione tattica del tecnico livornese, ieri sera con il gol con cui ha messo in cassaforte la partita con il Bate Borisov , si preso la rivincita sulle critiche. Amante della dolce vita, in piena crisi di protagonismo (solo cos si spiega il suo ingaggio di due guardie del corpo), meno dedito al sacrificio rispetto allo scorso anno quando si impose allattenzione europea, KPB poteva perdersi o ritrovarsi. Allegri lo aveva tenuto sulla corda, mettendo in dubbio il suo impiego ieri sera prolungando cos un periodo di astinenza dal campo gi iniziato con la squalifica rimediata a Torino con la Juve. stata questa la notte brava di Boateng? Sono ragazzi, si devono divertire ma si devono anche gestire ha precisato il tecnico . Qualche richiamo ogni tanto ci vuole. Bisogna capire che per stare tanti anni ai vertici nel Milan occorre spirito di sacrificio dentro e fuori dal campo ha sospirato Allegri, soddisfatto per il risultato: Era importante vincere con il Bate, ora cercheremo di arrivare primi nel girone. Ma anche Boateng ha qualcosa da dire: Con il Bate sono entrato in campo con grande carica. Qualcuno aveva detto che non ero focalizzato sul campo. Invece io penso solo alla professione. Dopo aver segnato il gol ho esultato invitando al silenzio, per zittire quelli che mi avevano criticato. Ma non solo Boa. Dategli una medicina europea e guarir. Avr anche il mal di pancia ma Zlatan Ibrahimovic, appesantito dalletichetta devastante in campionato, deludente in Europa, sta smaltendo i sinto-

Esultanza
Kevin Prince Boateng saluta i tifosi dopo aver segnato il secondo gol del Milan (Afp)

mi del malessere. In questa stagione quando ha sentito la musichetta della coppa e Allegri lo ha mandato in campo ha regolarmente segnato: dopo aver saltato a Barcellona lesordio europeo stagionale a causa di un problema muscolare alladdut-

Vantaggio Il gol di Ibrahimovic che ha sbloccato il risultato (LaPresse)

tore ha lasciato il segno in casa con il Viktoria Plzen (ha sfiorato un gol, ne ha segnato un altro, ha servito un assist a Cassano) e ha sbloccato la partita ieri sera. Due gol in due partite costituiscono unottima media per chi aveva in precedenza collezionato in tutta la sua carriera di Coppa dei Campioni 24 reti (distribuiti fra Ajax, Juve, Barcellona e Milan). La rete di ieri sera stata la prima dopo la colica. Chiariamo una cosa: su di me sono state dette invenzioni ha detto lo svedese . Mi avevano chiesto quale differenza ci fosse a livello di atteggiamento verso il calcio quando avevo 20 anni e ora che ne ho 30. Io ho risposto che un tempo era tutto e ora ho una moglie e due bambini. Sono venuto al Milan per giocare sino a fine contratto. Sono contento di essere qui, mi sono divertito e meglio di cos non pu essere. Guardatemi, vi sembra che io abbia il mal di pancia?. Galliani non si accontenta: Ora sarebbe bello arrivare primi. Da secondi si affrontano squadre fortissime. Leuro-escluso Inzaghi? Scalpita e schiuma.

Scommesse illegali, Italia in prima linea


ROMA Il giro mondiale delle scommesse illegali un affare da 90 miliardi di euro lanno. La quota italiana di 2,5 miliardi. Numeri che hanno spinto lInterpol a firmare un protocollo dintesa con la Fifa, lo scorso maggio, con lobiettivo di formare operatori di polizia specializzati nel settore e in grado di contrastare il fenomeno. LItalia conferma di essere in prima fila nella battaglia al gioco clandestino. E ha stabilito un piccolo record. infatti il primo Paese che ha recepito il protocollo Fifa-Interpol attraverso un memorandum firmato ieri mattina dal ministro dellInterno Roberto Maroni, dal capo della polizia Antonio Manganelli e dal segretario generale dellOrganizzazione internazionale della polizia criminale, Ronald K. Noble (foto). Il memorandum ci permetter di creare esperti che sapranno come intervenire, ha spiegato soddisfatto Maroni, che ha aggiunto: Non si tratta di contrastare soltanto le scommesse clandestine, ma anche le scommesse legali su gare truccate. Il capo della polizia Manganelli ha poi fatto il punto sulla violenza negli stadi. Dati alla mano dalla morte dellispettore Filippo Raciti, negli scontri del derby Catania-Palermo del 2007 gli incidenti sono diminuiti del 60 per cento. Risultati straordinari, il commento del capo della polizia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Monica Colombo
RIPRODUZIONE RISERVATA

lorusso Renan Bressan. Il portiere, per, riesce a ipnotizzare la punta con due passaporti e a salvare la patria con una strepitosa respinta in angolo. Il pericolo scampato spinge il Milan allarrembaggio. A portare in vantaggio i rossoneri riesce (33) il solito Ibrahimovic, che riprende una corta respinta della difesa e scaraventa il pallone alle spalle di Gutor. La

Brividi Un paio di incertezze difensive fanno trattenere il fiato, poi ci pensa il solito Zlatan

faccenda, a questo punto, sembra ben avviata, ma i primi minuti del secondo tempo finiscono nelle grinfie dei bielorussi che non capitalizzano il secondo regalo (di Abate, unica macchia) e poi si vedono respinto in angolo una puntata di Bordachev. Il Bate non impensierisce pi Abbiati, per il risultato resta in bilico fino allo spettacolare raddoppio di Boateng liberato da un lancio cambia-campo di Aquilani. La palla schizza dalla traversa in rete. Adesso la serata in discesa. Fa il suo esordio anche Philippe Mexes e non c un milanista infelice.

Il club svizzero insiste: riammissione in Europa

Caso Sion: Platini e lUefa in tribunale


LOSANNA Caso Sion: Michel Platini stato ascoltato per due ore a Renens (vicino a Losanna) dal procuratore del cantone Vaud, Eric Cottier. Presidente e segretario (Gianni Infantino) sono stati convocati, perch lUefa ha finora rifiutato di riammettere in Europa League il Sion estromesso a favore del Celtic per aver schierato calciatori che il club non era autorizzato ad acquistare , nonostante la decisione del tribunale cantonale di Vaud. Secondo il presidente del Sion, Constantin, presente in aula, Platini avrebbe detto che il segretario gli aveva assicurato che il diritto sportivo avrebbe prevalso su quello civile. Infantino avrebbe invece affermato di aver consigliato a Platini e allEsecutivo di riammettere il Sion in Europa League. LUefa ha per smentito con fermezza le dichiarazioni fatte da Constantin, che per sicuro di rientrare in Europa League (il girone lo stesso dellUdinese), senza escludere il Celtic. LUefa non vuole riammettere il Sion prima di una decisione del Tas, il tribunale arbitrale dello sport, presieduto dallitaliano Mino Auletta.

Roberto Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Europa League Biancocelesti a Zurigo senza Klose, friulani contro lAtletico Madrid con Di Natale in panchina
LE SCOMMESSE VICINO A TE

Lazio e Udinese, il momento della verit


MILANO La Lazio senza Klose, lUdinese con Di Natale in panchina. il giorno dellEuropa League, la coppa che sta affossando lItalia nel ranking europeo. Reja ha scelto di volare a Zurigo senza il cecchino tedesco, 6 gol in otto partite, decisivo nelle ultime due, a Firenze e soprattutto nel derby. Guidolin, invece, risparmia lacciaccato Tot a favore di Floro Flores. Biancocelesti senza Klose, ma con il morale alle stelle. La vittoria con la Roma, adrenalina pura, ha risollevato il morale dellambiente e aggiustato i rapporti problematici tra Reja e la parte pi accesa del tifo. La Lazio in Europa League non pu fallire: ha un punto dopo due partite e la necessit di vincere stasera (ore 21.05) a Zurigo. Reja, squalificato, far ricorso al turnover: in difesa potrebbero giocare Zauri e Lulic sulle fasce con Radu accanto a Dias; in mezzo al campo rilancio di Cana accanto a Ledesma, favorito su Matuzalem; Gonzalez, recuCarico Assente Klose, ci penser Ciss a guidare lattaco della Lazio questa sera sul campo dello Zurigo

Gran Premio di San Marino


Fai un pronostico sulla Moto GP!
Vincente Qualifica Uff.
Pilota ROSSI VALENTINO LORENZO JORGE PEDROSA DANI DOVIZIOSO ANDREA EDWARDS COLIN CAPIROSSI LORIS DE ANGELIS ALEX ELIAS TONI HAYDEN NICKY MELANDRI MARCO DE PUNIET RANDY TOSELAND JAMES ALTRO Quote 2,30 2,75 3,50 16 20 25 25 25 33 33 66 66 25 Pilota ROSSI VALENTINO LORENZO JORGE PEDROSA DANI DOVIZIOSO ANDREA CAPIROSSI LORIS EDWARDS COLIN DE ANGELIS ALEX MELANDRI MARCO ELIAS TONI DE PUNIET RANDY HAYDEN NICKY TOSELAND JAMES ALTRO

Vincente Gara
Quote 2,10 3,00 5,00 25 50 50 66 75 100 150 150 150 150

perato, sar impiegato sulla trequarti insieme a Hernanes e Sculli; in attacco ci sar Ciss che alza lasticella: Possiamo vincere lEuropa League. Tegola per Mauri: si rifatto male al retto femorale e rester fuori

Il programma
Terza giornata Udinese-Atletico Madrid Ore 19 Tv diretta Premium Calcio e Premium Calcio Hd2 Classifica: Atletico Madrid e Udinese 4 punti; Rennes e Celtic 1 Zurigo-Lazio Ore 21.05 Tv diretta Italia 1, Premium Calcio e Premium Calcio Hd2 Classifica: Sporting Lisbona 6; Vaslui 2; Lazio e Zurigo 1

Quote aggiornate e altre scommesse su www.snai.it

un altro mese. Lotito stato deferito dal procuratore Stefano Palazzi per aver espresso dichiarazioni lesive della reputazione delle istituzioni arbitrali e federali dopo Lazio-Juve del 2 maggio. In quella circostanza, il presidente aveva parlato di tintinnio di manette, evocando una tangentopoli calcistica. Anche per lUdinese lappuntamento odierno (alle 19 allo stadio Friuli) determinante. La squadra di Guidolin prima nel girone a pari punti con lAtletico Madrid dellex juventino Diego e del centravanti colombiano Falcao, e se riuscir ad avere la meglio sugli spagnoli ipotecher la qualificazione ai sedicesimi di finale.

Alessandro Bocci
RIPRODUZIONE RISERVATA

gioco legale e responsabile

Codice cliente:

58 Sport
Fine carriera

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Uno stop improvviso ad amori, odi, contratti e fama. E se

le societ dessero un aiuto psicologico ai calciatori?


te sar complesso e passionale: com stata tutta la carriera in una citt che lo ama, e non lo discute. Il problema, qual ? Che questamore rende tutto pi difficile. Il passo indietro chiedetelo ai ballerini, ai pattinatori e ai toreri comunque un gesto complicato. Se fatto con le lacrime agli occhi, si rischia dinciampare. oggettivamente difficile lasciare, per un grande personaggio pubblico (ne parlo oggi in una risposta su Sette). Ma nel calcio, come al solito, tutto si complica. Il campione circondato da amori e odi tribali che, ormai, gli riempiono la vita. La carriera e la notoriet di un calciatore non consentono gli atterraggi morbidi di altri mestieri, dove gli abbandoni sono graduali (professionalmente, socialmente, emotivamente, economicamente). Un cantante taglia le serate, un tennista pu ridurre i tornei, uno scrittore dovrebbe ridurre i libri (anche se spesso non lo fa). Un calciatore no. Un calciatore smette. Da tutto a niente. Dalle finali di coppa alle partite del cuore (stando attenti al medesimo, che non ha pi ventanni). Dalla folla osannante agli sgabelli di uno studio televisivo, con il compito di intervistare col dovuto rispetto nuovi idoli, giovani e strafottenti. Dalle luci alte dello stadio alla lampada di una scrivania. Dai grandi contratti pubblicitari al contratto daffitto di un negozio gestito con la moglie. La quale, sar unimpressione, appare di colpo pi sicura di s, meno preoc-

Quando il campione torna essere umano


Il dramma degli addii, da Maldini a Del Piero

La fine di tutto Il calcio non consente abbandoni graduali come in altri mestieri. Qui si smette: da tutto a niente
cupata degli sguardi adoranti delle ragazzine di passaggio: anche perch passano meno, e guardano in maniera diversa. Le societ di calcio dovrebbe accompagnare psicologicamente questi addii. Ma non hanno tempo, e forse non vogliono. Ho il sospetto che alcuni dirigenti, segretamente, si compiacciano di veder tornare gli idoli tra i mortali. Senza contratto, e magari col capello in mano. Potranno ricordare loro con tatto, per carit che i soldi durano pi a lungo dei muscoli. E i tifosi sono amanti frettolosi. La passione di ieri laffetto di oggi e la riconoscenza di domani. Dopo non c pi niente: oblio. questo che temono i campioni. Non la fine del contratto, ma la fine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Beppe Bergomi Classe 1963, 20 anni allInter con 756 presenze e 28 gol (Ap)

Paolo Maldini Classe 1968, 25 anni al Milan, 902 presenze e 33 gol (Forte)

Francesco Totti 1976, 20 anni di Roma, 617 presenze, 262 gol (LaPresse)

David Beckham 1975, 115 presenze e 17 gol nella nazionale inglese (Afp)

di BEPPE SEVERGNINI
Una lettrice piuttosto sveglia ne ho, e ne vado orgoglioso propone un contributo per la rubrica Tre minuti una parola su Corriere TV: lespressione un passo indietro. Il termine, osserva, un bel prestito dalla danza, e in fondo rivela quanto la politica sia un gran ballo (come nel Gattopardo). La politica, certo. Ma anche lo sport. Lo dimostra la vicenda di Alessandro Del Piero, e il modo elegante, insolito e unilaterale con cui si chiude la sua avventura bianconera. Sar lultima stagione, e le inevitabili celebrazioni renderanno ancora pi amaro laddio. 1993-2012: niente festeggiamenti del ventennale, come ha

scritto Roberto Perrone (che li avrebbe raccontati volentieri). Il presidente Andrea Agnelli ha detto agli azionisti che questa sar lultima stagione del capitano in maglia bianconera. Lui, Alex Del Piero 682 presenze, 284 reti, cinque scudetti, svariate coppe, diverse polemiche non ha detto niente. Non ancora; ma state certi che lo far. Non finir tra abbracci e fanfare tra ADP e la Juventus FC di corso Galileo Ferraris 32, 10128 Torino. Ma in fondo, diciamolo, ben pochi amori terminano cos. Pensate a Paolo Maldini, furibondo con la societ e i tifosi milanisti che per anni lavevano idolatrato, dopo che aveva vinto tutto: un ultimo giro di campo diventato un atto di dolore. Pensate a Bep-

pe Bergomi, colonna e leggenda nerazzurra, tenuto inspiegabilmente ai margini dalla societ cui ha dedicato vita e carriera. Alessandro Del Piero non lunico e non sar lultimo. Certo: dopo la comunicazione agli azionisti della Juventus, Luciano Moggi ha criticato la societ, e questo fa pensare che questultima abbia ragione. Ma comunque bizzarra la scelta di anticipare tanto lannuncio: sembra un rifiuto preventivo a discutere un rinnovo. Neppure la vaghezza con cui il giovane presidente ha frenato gli entusiasmi di chi vorrebbe Del Piero dirigente (Vedremo) lascia prevedere un commiato sereno. Lo stesso vale per laddio di Francesco Totti alla Roma, che non dovrebbe tardare. E certamen-

Capitano
Alex Del Piero, 37 anni il prossimo 9 novembre, alla sua 19 stagione alla Juventus: con la maglia bianconera il capitano ha collezionato finora 682 presenze, segnando 284 gol (Polaris/Benedetto)

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

Sport 59
#

La svolta A Lille si vista una squadra attenta, organizzata e ben coperta

Inter, ritorno al passato per cominciare la risalita


Difesa e contropiede, Ranieri riparte da Mourinho
MILANO Due vittorie in trasferta (Mosca e Lille) e lInter riuscita ad aggiustare la classifica di Champions League, anche se la promozione agli ottavi ancora lontana. Massimo Moratti ha riassunto cos: stata una serata interessante e importante per mille ragioni. Ci mette in condizione di ritrovare fiducia, di capire che siamo sempre noi: naturalmente c ancora tanto da fare, ma non cos tanto quanto si poteva pensare. In dettaglio: Zarate sta entrando nella situazione e nei ritmi che lui conosce; ha bisogno di spazi, un giocatore che sa saltare luomo, che ha coraggio e a noi questo serve. Ha fatto molto bene; nellinsieme il trio Sneijder-Pazzini-Zarate ha girato al meglio, poi anche Milito ha dato sicurezza, aiutando la squadra.

Stasera a Milano

Asta benefica nel nome di Facchetti


MILANO Una serata speciale, nel cuore di Milano (hotel Park Hyatt, a due passi da piazza Duomo) e nel nome di Facchetti (foto). A organizzare stasera una cena benefica la fondazione Giacinto Facchetti per lo studio e la cura dei tumori Onlus, presieduta dal prof. Bajetta (con Moratti presidente onorario), che stata fondata nel Va risolto in fretta il rebus del centrocampo, soprattutto nel caso in cui Zanetti dovesse essere dirottato a sinistra, perch Nagatomo sta vivendo un momento di involuzione tattica. Qui Ranieri dovr essere attentissimo alle esigenze della squadra e questo potrebbe comportare scelte anche impopolari e politicamente dolorose. Ma la situazione impone la necessit di privilegiare gli interessi del gruppo a vecchie rendite di posizione, con tutto il rispetto per il passato. Di certo la condizione atletica del gruppo deve crescere e per questo ci vorr tempo, perch non si possono cancellare i tempi fisiologici della preparazione, che andr corretta se non rifatta. Lattuale condizione del tutto insufficiente a reggere una partita di 90 minuti, come si notato a Lille, dove nella ripresa, la squadra si fatta schiacciare, per avere esaurito le energie. Per ora lInter di Ranieri assimilabile a quella di Mou-

Felicit La gioia dei calciatori nerazzurri dopo il gol di Pazzini contro il Lille in Champions e, a sinistra, Moratti con il presidente della Mongolia Tsakhiagiin Elbegdorj (Liverani, Ansa)

Siamo sempre noi Moratti: Una serata importante, ci ha aiutato a capire che siamo sempre noi
Resta da capire se le vittorie di coppa contribuiranno a migliorare la classifica in campionato (Lo spettro retrocessione? Se vogliamo menar gramo..., ma il presidente sa che meglio prevenire); di certo la partita di Lille ha indicato qual la strada per cambiare faccia alla stagione. Il primo tempo lesempio da seguire: squadra corta, buona organizzazione difensiva, nessun attacco velleitario, contropiede (o ripartenza) chirurgico per far male, qualit (lazione del gol di Pazzini). E ha anche indicato quali sono alcuni uomini sui quali puntare (Julio Cesar a parte, che a Lille stato impeccabile): Maicon sta tornando con lentezza, ma la spinta si fa gi sentire; in attesa di Ranocchia e del recupero totale (al di l dellinfortunio di Catania) di Samuel, la coppia Lucio-Chivu la pi affidabile; Thiago Motta, al rientro, ha dimostrato che sa sempre come distribuire il pallone, anche se corre poco; Sneijder insostituibile, perch fa da collettore fra centrocampo e attacco; la coppia dattacco, per ora, non pu non essere quella composta da Pazzini e Zarate, con i pregi e difetti dellargentino.

novembre 2008 e che molto ha operato in questi tre anni. La Fondazione nata con lo scopo di raccogliere fondi (svincolati da interessi economici aziendali) da indirizzare allo studio e alla cura dei tumori, cercando di favorire e incrementare la ricerca e lattivit clinico-scientifica nellambito della prevenzione, della diagnosi e della cura delle patologie oncologiche. La fondazione ha anche realizzato un opuscolo di vignette, dal titolo Metti il cancro in fuorigioco!, anche per mettere in discussione alcuni luoghi comuni e il gal di stasera sar un appuntamento molto calcistico, con la presenza di alcuni campioni del passato, che parteciperanno allasta di alcune maglie dellInter.
RIPRODUZIONE RISERVATA

rinho, dopo i cinque mesi di affascinante avventura con Leonardo (con risultati importanti): organizzazione difensiva e ripartenze; pressing ragionato e massima concentrazione. Con unavvertenza: Mourinho rester per i prossimi centanni nella storia, ma, in attesa del suo inevitabile ritorno, inutile citarlo sei volte al minuto. stato lui a scegliere di divorziare. La vita continua per tutti.

Il presidente della Mongolia

Elbegdorj, un tifoso che arriva da lontano


MILANO Si sveglia di notte per vedersi in diretta tutte le partite dellInter. Un vero tifoso, che di mestiere fa il presidente della Mongolia. Si chiama Tsakhiagiin Elbegdorj e dopo aver incontrato il Papa e Napolitano ha voluto a tutti i costi conoscere Massimo Moratti. Cos ieri, dopo il forum economico Italia-Mongolia in Piazza Affari a Milano, il presidente mongolo stato ricevuto nella sede nerazzurra, dove cerano anche Forlan e Coutinho. una persona molto intelligente ha detto Moratti e quindi, automaticamente, interista. Lui, Elbegdorj, ribadisce la sua passione condivisa da molti connazionali: Ci sono migliaia di mongoli, uomini e bambini, che tifano Inter. Ora in costruzione un nuovo stadio per il calcio e stiamo creando unaccademia per i giovani che vogliono praticare questo sport. Ci piacerebbe Lincontro collaborare con lInter. Linvito gi stato raccolto da Moratti Ha voluto incontrare che si detto onorato di Moratti, ieri la visita ospitare il presidente della nella sede del club: Mongolia, una persona molto Da noi tanti interisti simpatica, eccezionale dal punto di vista umanitario, culturale e politico. Non per niente Emma Bonino, a nome dellassociazione Nessuno tocchi Caino, ha consegnato a Elbegdorj il premio abolizionista dellanno per la sua battaglia contro la pena di morte. Nel nostro Paese ha detto il presidente della Mongolia a quello nerazzurro ci sono 3 milioni di persone e 6 milioni di cavalli, i pi famosi nel mondo. Spero che in futuro il nostro Paese possa essere famoso anche per il calcio. La passione per lInter grande. In Mongolia diciamo: se pensi intensamente a una cosa, si realizzer. In Italia dite: se sono rose fioriranno. E ha concluso, rispolverando unaltra tradizione mongola: Ora che ho conosciuto anche i figli di Massimo Moratti, possiamo davvero dirci amici.

Fabio Monti
RIPRODUZIONE RISERVATA

NO VI LEMOZIONE DEL LEGNO. LA FORZA DI FINSTRAL. T


Lignatec: la perfetta combinazione tra il calore del legno e i vantaggi del PVC o dellalluminio.
Il nuovo sistema di porte-nestre scorrevoli FINSTRAL combina il calore naturale del legno alla grande resistenza alle intemperie ed alla semplicit di manutenzione di PVC o alluminio, in linea con gli elevati livelli di qualit FINSTRAL. Ottima maneggevolezza, eccellenti propriet di isolamento termoacustico ed efcaci dotazioni di sicurezza fanno di Lignatec la porta-nestra alzante scorrevole ideale anche per gli standard pi elevati del settore alberghiero.

Federico Pistone
RIPRODUZIONE RISERVATA

Eurolega di basket

Siena e Cant convincono Milano sfida il Maccabi


(w. p.) LEurolega cominciata bene per lItalia: Siena e Cant hanno debuttato con una doppia vittoria. I campioni dItalia del Montepaschi nel girone D sono passati a Kazan (Russia) per 79-71, con 17 punti di McCalebb, 14 di Kaukenas e 13 di Andersen; tra i russi, lex senese Domercant ha colpito invano (30). La Bennet (gruppo A) ha invece festeggiato il ritorno dopo 18 anni nel massimo torneo superando il Nancy (80-69), che schiera Nicolas Batum (in attesa del ritorno nella Nba a Portland). Due successi, ora si aspetta il tris a opera di Milano (gruppo C). Ma la EA7 Armani ha un compito particolarmente duro: ospita al Forum (20.45, diretta su Sportitalia) il Maccabi Tel Aviv, vicecampione dEuropa. Sergio Scariolo: Dovremo veramente riuscire, a livello di determinazione, concentrazione e intensit, a produrre un grande sforzo. Tutto questo facendo anche passi in avanti nella ricerca della continuit di gioco e nella costanza di rendimento dei singoli giocatori. NBA, TRATTATIVA FIUME A New York sono riprese le trattative tra proprietari e giocatori per porre fine alla serrata ed evitare la cancellazione dellintera annata del campionato professionistico. Si proceder a oltranza, per ora sono saltate le prime due settimane della stagione regolare.

Fotofinish
TENNIS VOLLEY

Schiavone out con 14 doppi falli


Giornata nera per il tennis italiano: a Mosca Francesca Schiavone stata eliminata in tre set (6-4, 5-7, 7-6) al secondo turno dallestone Kanepi dopo aver commesso ben 14 doppi falli. Una percentuale disastrosa. Nello stesso torneo moscovita in campo maschile fuori anche Seppi, in tre set (4-6, 6-3, 6-2), con il tedesco Berrer. Nulla da fare, infine, per Flavia Pennetta al torneo Wta di Lussemburgo: la brindisina, testa di serie n.4, zavorrata da una coscia non ancora in perfette condizioni, stata battuta allesordio per 6-3, 6-2 dalla lettone Sevastova.

La Piccinini rinuncia alla World Cup


Francesca Piccinini rinuncia alla World Cup in Giappone, che anche il primo torneo di qualificazione ai Giochi 2012 (in palio tre posti). La schiacciatrice toscana spiega il forfait con le condizioni fisiche non ideali: Sono stanca e affaticata, non sarei in grado di dare un contributo accettabile. LItalia partir per il Giappone mercoled; prima partita il 4 novembre. CHAMPIONS Al via la Champions League maschile di volley: Trento, che insegue un poker riuscito solo al Cska, sfida gli spagnoli del Teruel (Sportitalia 2, 20.30); Macerata, allesordio assoluto nel torneo, debutta contro il Novosibirsk.
Codice cliente:

FINSTRAL S.p.A. . Via Gasters 1 . 39054 Auna di Sotto/Renon (BZ) ITALIA T +39 0471 296611 . F +39 0471 359086 . nstral @ nstral.com . www.nstral.com

Codice cliente:

60
mancato

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Peter Steiner
Lo annunciano con immenso dolore Franca, Federico e Elena, Edoardo e Beatrice, Simona e Mark.- Un sentito ringraziamento al Professor Antonio Secchi, al Dottor Eugenio Villa e a tutto il personale del VI Q dell'Ospedale San Raffaele per la continua ed affettuosa assistenza.- I funerali si terranno oggi gioved 20 ottobre alle ore 14.45 nella Basilica di San Babila. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: La famiglia Biroli. Kiki e Giuliana Sgaro. Franco e Titti Rispoli. Luca e Gioia Pieroni. Osvaldo e Sandra Brusati. Andrea Fedeli e Cristina Lonati. Cesare, Paola, Cecilia, Giacomo e Maria Fertonani. Ghi Schiavio e famiglia. Marilena Zucchini e i figli Corrado ed Enrico Sinigaglia con le loro famiglie. Andrea, Alberto, Chiara, Lorenzo e Victoria ricordano con grande amore il loro

Maresa e Giovanni, profondamente addolorati, abbracciano Franca e tutti i ragazzi, nell'infinita tristezza per la scomparsa del caro

Dopo lunga sofferenza ha raggiunto l'amato Gino

Peter
- Milano, 19 ottobre 2011. Luca Barabino e Luisa Robba Barabino si stringono con profondo affetto, amicizia e sentimento a Federico, Edoardo e alla famiglia tutta, in questo momento di grande dolore per la perdita dell'amatissimo pap

Adele Pina Streparava


Ne danno il triste annuncio i figli Pier Luigi con Fabrizia, Rosella con Mario e nipoti tutti.- I funerali si svolgeranno gioved 20 ottobre alle ore 15.45 partendo dall'abitazione per la parrocchia di Santa Maria Assunta di Rovato.- La salma sar fatta proseguire per il cimitero di Passirano.- Un particolare ringraziamento al dottor Loda; alle signore Luciana, Rosalia, Gianna; Cristiano e Lucia, Nadia ed Juri per le amorevoli cure prestate in questi anni.- Non fiori ma opere di bene. - Rovato, 18 ottobre 2011. Luisida e Donatella con Vittorio, Riccardo, Ilaria, Andrea e Luigi sono vicine a Pierluigi e Rosella nel ricordo affettuoso della loro mamma

La Fondazione UCIMU prende parte al grave lutto che ha colpito l'Amministratore Delegato e Tesoriere Pier Luigi Streparava per la morte della mamma

Gianni Grisoni
Marcella cara, tu sai quanto ti sono vicina.- Insieme a Barbara e fratelli ti stringo forte.- Loretta con Daniele e Roberto, zia Menni, Paolo, Susi. - Pozzuolo Martesana, 19 ottobre 2011. Carissimo

Leonardo Gemma Brenzoni ricorda con commozione

Giovanni Maria Ughi


amico carissimo dai tempi della Harvard Law School e di tutta una vita. - Verona, 19 ottobre 2011. Maria Teresa e Lodovico Isolabella partecipano con profonda commozione al grande dolore per la morte dell'Avvocato

I figli Marcello e Annarosa con Grazka e Enzo e gli adorati nipoti Urszula, Thomas, Costanza, Manfredi e Bianca con il pianto nel cuore ma con la gioia nell'anima annunciano che il loro pap

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Il Presidente, il Vice Presidente, l'Amministratore Delegato, i Consiglieri, il Collegio Sindacale e il personale tutto di Sofimu Srl partecipano al dolore del Cavaliere Pier Luigi Streparava per la scomparsa della mamma

avvocato

Luigi (nonno Gigi) Bosco


gioiosamente volato in cielo a riabbracciare la sua dolce Bianca.- Parenti, amici e conoscenti sono invitati alla cerimonia presso la Basilica di Santa Maria delle Grazie alle ore 15 del giorno 21 ottobre.- Per conferma contattare 337206846.- In ricordo di pap Gigi e di mamma Bianca si prega di non inviare fiori ma offerte alla Societ di San Vincenzo di Bareggio o all'Ospedale di Marrere, attraverso i Padre Dehoniani. - Milano, 18 ottobre 2011.

Chirurgo missionario

Gianni
non sembra vero che non ci sei pi, ti voglio invece immaginare ai comandi di un aereo diretto verso la pace e la tranquillit, e stringo forte in un abbraccio Marcella, Massimo, Luca, Barbara e Tommaso.- Mi mancherai, tuo cognato Marcello con Alina, Daniela, Maica, Dalia e Alexandre. - Milano, 19 ottobre 2011. Cari Marcella, Massimo, Luca e Barbara ora pi che mai, comprendiamo e condividiamo il vostro dolore per la perdita dell'amato

Peter Steiner
ricordandone il sorriso, la capacit d'incontro, l'intelligenza e l'autorevolezza. - Milano, 20 ottobre 2011. Tutti i colleghi e collaboratori di Barabino & Partners partecipano con grande affetto, calore e stima, al profondo dolore di Federico e della sua famiglia per la scomparsa dell'amato ed affettuoso padre

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. C.I.S. Comitato Interassociativo Subfornitura si unisce al dolore del proprio Presidente Cavaliere Pier Luigi Streparava per la perdita della mamma

Giovanni Maria Ughi


- Milano, 19 ottobre 2011. Partecipa al lutto: Lo Studio Isolabella. Con profondissimo cordoglio, il presidente, il consiglio direttivo ed i soci tutti del Rotary Club Milano Sud prendono parte commossi al dolore della famiglia per la scomparsa di

Adele Pina Streparava


- Milano, 19 ottobre 2011. UCIMU-Sistemi per Produrre vicina nel dolore al Past President e Tesoriere dell'associazione Pier Luigi Streparava con Fabrizia, alla sorella Rosella con Mario e famiglie per la morte della mamma

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. CSFU, Consorzio Sistemi Formativi UCIMU partecipa al dolore del proprio Amministratore Unico Pier Luigi Streparava per la scomparsa della mamma

Gianni
e ne rimpiangiamo la storica amicizia con Giancarlo.- Miranda, Francesca con Giovanni, Davide con Claudia. - Milano, 20 ottobre 2011. Legati da un affetto profondo, salutiamo commossi l'indimenticabile

"Con voi partir, topinambr/per meditazioni invisibili, acri/ su autunnali tranelli o avalli/ su adynata su mai." Addio caro, carissimo

Peter Steiner
A Federico ci lega un sentimento particolare anche perch ha avuto un pap speciale. - Milano, 20 ottobre 2011. Ezio e Mariangela con Raffaella e Alessandro, addolorati piangono la scomparsa del caro amico

Giovanni Maria Ughi


Piangiamo un grande amico di tutti che ci ha lasciato. - Milano, 18 ottobre 2011. Salvatore e Paola Trifir sono affettuosamente vicini ai cari amici Paolo e Giuliana e partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa della cara mamma

Andrea Zanzotto
Sandra Brustolon con Gianni Galli ed Eleonora, Bianca Mantese con figli e nipoti, Eleonora, Mario e Bruno Gerolimetto sono vicini a Marisa, Fabio e Gio in questo tristissimo momento. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipa al lutto: Gabriele Bianchi Porro con grande dolore. La famiglia e gli amici annunciano la scomparsa dell'

nonno Peter
- Milano, 19 ottobre 2011. Diana con Alessandra, Barbara, Isabella con Luca, Viola abbracciano con tanto amore Franca, Federico Edoardo e Simona nel bellissimo ricordo di

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Giancarlo Losma. Massimo Carboniero. Luigi Galdabini. Patrizia Ghiringhelli. Riccardo Rosa. Alberto Tacchella. Ezio Colombo. Cesare Manfredi. Flavio Radice. Bruno Rambaudi. Andrea Riello. Dante Speroni. Domenico Appendino. Sergio Bassanetti. Mauro Biglia. Barbara Colombo. Stefano Dal Lago. Carlo Garoldi. Giulio Maria Giana. Veronica Just. Paolo Leone. Massimo Mattucci. Giuliano Giovanni Radice. Giuseppe Sceusi. Tomaso Tarozzi. Franco Ponzellini. Salvatore Renna. Damiano Zazzeron. Luca Breveglieri. Vincenzo Nicol. Alfredo Mariotti. Raffaella Antinori. Monica Bezzi. Andrea Carosso. Riccardo Gaslini. Bruno Maiocchi. Claudia Mastrogiuseppe. Alberto Nicolai. Stefania Pigozzi. Marco Rosati. Elena Saibene. Il Vice Presidente, l'Amministratore Delegato, i Consiglieri, il Collegio Sindacale e i dipendenti tutti di Probest Service SpA prendono parte al grave lutto che ha colpito il Presidente Pier Luigi Streparava per la perdita della mamma

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione e tutti i soci di Cimu Srl prendono parte al grave lutto che ha colpito il Past President Pier Luigi Streparava per la perdita della mamma

Gianni
e abbracciamo forte nostra sorella Marcella e i cari nipoti Massimo, Luca e Barbara.- Miranda, Simona, Beatrice, Maurizio, Marcello e Riccardo. - Milano, 20 ottobre 2011. Partecipano al lutto: I nipoti Carlotta, Allen e Allison. I collaboratori del ristorante Al Girarrosto si stringono addolorati alla cara signora Marcella per la scomparsa del marito

Peter
ed abbracciano Franca e figli. - Milano, 19 ottobre 2011. Gabriele Giulini partecipa comosso al dolore della famiglia per la scomparsa del caro

Anna Maria Avanzini Clerici


- Milano, 19 ottobre 2011. Giovanni Paolo Risso e famiglia sono fraternamente vicini a Paolo, Alfonso ed Umberta Clerici nel triste momento della perdita della cara madre

Peter
Non ti dimenticheremo. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipa al lutto: Robert Berl. Ci mancherai tanto

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Il Presidente, il Consiglio di Amministrazione e tutti i soci di cole Scarl prendono parte al grave lutto che ha colpito il Presidente di Probest Service SpA Pier Luigi Streparava per la perdita della mamma

ing. Giuseppe Garassino


Un sincero ringraziamento per la dedizione al professor Agostoni. - Milano, 19 ottobre 2011. Anna Michela e Cesare sono vicini a Marina e Alessandra e partecipano al loro dolore per la morte del

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Mario e Grazia Martinelli, con Stefania e Niccol sono vicini con grande affetto a Franca, Federico, Edoardo e Simona nel ricordo di

Gianni Grisoni
e sono vicini ai suoi figli Massimo, Luca e Barbara. - Milano, 20 ottobre 2011. Luciano e Simona, con Valentina con Adolfo e Carolina si uniscono al dolore di Marcella, Massimo, Luca e Barbara e ricordano con affetto il loro caro

sig.ra Anna Maria Clerici Avanzini


- Genova, 19 ottobre 2011. Le famiglie Rizzo - Bottiglieri - De Carlini commosse partecipano al dolore di Paolo e di tutta la famiglia per la scomparsa dell'amata mamma, signora

pap
- Milano, 19 ottobre 2011. Il Governatore della Banca d'Italia Mario Draghi, il Direttore Generale Fabrizio Saccomanni, i Vice Direttori Generali Ignazio Visco, Giovanni Carosio, Anna Maria Tarantola, il Consiglio Superiore e il Collegio dei Sindaci partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa del

Peter
amicizia, solidariet, consuetudine a vivere insieme i momenti importanti e le semplici vicende quotidiane: tutto rester con Franca e i vostri ragazzi.- Marco e Maria Luisa con Marcella, Gianluca, Dario e Francesca. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Zia Lilli. Paolo e Nanna Berlanda. Caro

Peter
amico di sempre. - Milano, 19 ottobre 2011. Con grande affetto e profondo dolore Bedy ricorda l'amico carissimo

Adele Pina Streparava


- Milano, 19 ottobre 2011. Letizia e Giancarlo Losma si stringono commossi al Pier Luigi Streparava, Fabrizia e famiglia nel dolore e ricordo della mamma

Gianni
- Milano, 20 ottobre 2011. Partecipa al lutto: Enzo Donzelli. Giusi partecipa commossa al dolore di Marcello, Massimo, Luca e Barbara per la perdita di

Anna Maria Avanzini Clerici


- Torre del Greco, 19 ottobre 2011. Ha raggiunto il suo Giovanni nella casa del Padre

Peter
ed vicina alla famiglia in questo triste momento. - Milano, 19 ottobre 2011. Addoloratissimo per la perdita del mio maestro, il

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Roberta e Alberto Tacchella abbracciano con affetto l'amico Pier Luigi, Fabrizia e famiglia nel dolore per la scomparsa della mamma

prof. Pierangelo Garegnani


ricordandone con stima e apprezzamento le qualit accademiche, professionali e l'opera da lui svolta nella promozione della ricerca economica e nell'educazione dei giovani. - Roma, 19 ottobre 2011. Il Dottor Alberto Margonato e tutta l'Unit Operativa di Cardiologia Clinica dell'Ospedale San Raffaele di Milano prendono parte al dolore del Dottor Emilio Ferrari per la morte della moglie

Eugenia Soldati Roda


Ne danno il triste annuncio i nipoti Luca e Chiara con la sua famiglia e i cognati Pina, Vittorio e Giovanna ringraziando le preziosissime Lucrezia, Maria e Adriana, la sua dottoressa Cesana, l'amico dottor Tedeschi e in particolare la dottoressa Campa e lo straordinario infermiere Edoardo della Fondazione Maddalena Grassi e tutti gli amici che le hanno fatto amorevole compagnia.- I funerali oggi nella chiesa di San Francesco, via Giovio, ore 11. - Milano, 20 ottobre 2011. I cugini Cefis con coniugi, figli e nipotini si uniscono al lutto per la perdita della carissima e amatissima

zio Peter
ti ricorderemo con molto affetto.- Barbara e Livio, Marina e Giovanni, Silvia e Marco. - Milano, 19 ottobre 2011. Con profonda commozione Elvira e i ragazzi sono vicini a Franca, ai suoi figli e familiari per la scomparsa di

Dott. Peter Steiner


mi stringo a Franca, Federico, Edoardo e Simona con profondo affetto.- Eude con famiglia. - Milano, 20 ottobre 2011. Vivissime condoglianze per la perdita del

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Pinuccia e Andrea Riello porgono commossi le condoglianze pi sentite a Pier Luigi Streparava, Fabrizia e famiglia per la scomparsa della mamma

Gianni
che ricorda con tanto affetto. - Milano, 19 ottobre 2011. Le famiglie Palleroni e Tirelli sono vicine a Marcella e figli e ricordano

Peter
che ricorderanno sempre con affetto. - Milano, 19 ottobre 2011. Angelo e Roberta Zanchi abbracciano Franca e i figli ricordando con tanto affetto il carissimo amico

Dott. Peter Steiner


Norske Skog Italia e Sergio Abate. - Milano, 20 ottobre 2011. Abbiamo condiviso le stesse passioni, ci manchi tanto

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Alfredo Mariotti con Claudia partecipa al dolore degli amici Pier Luigi, Fabrizia e figli per il passaggio alla casa del Padre della signora

Giovanni Grisoni
- Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Tutti i collaboratori dello Studio Palleroni Tirelli. La figlia Laura con Massimo annuncia la scomparsa del pap

Annamaria Carpani
- Milano, 19 ottobre 2011. 2009 - 2011

Eugenia Soldati
- Milano, 19 ottobre 2011. Emma e Gianni Jandolo, Eva e Alessandra Bellini con Steve Giulia e James Jones annunciano la scomparsa del loro padre e nonno

Alberto Testa
Se mi vorrai rivedere sar per sempre, dicesti venti anni fa perch sapevi che avrei custodito le nostre dolci promesse.- Ma una terra straniera nega il conforto anche di un fiore.- Daniela. - Milano, 20 ottobre 2011. Nel terzo anniversario della scomparsa Silvana con Deana e Massimo ricorda con immutato amore

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Aldo Acquistapace. Eugenio Fienga. Ciao

Peter
Un abbraccio a tutti i tuoi.- Cristina e Gianluca. - Milano, 19 ottobre 2011. Camilla Beria di Argentine e Tommaso Filippi sono affettuosamente vicini a Federico per la perdita del caro pap

autore

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Si spento serenamente e circondato da tutto l'amore che ha meritato nella sua vita intensa e appassionata

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Alberto Tacchella. Alfredo Mariotti. Luca Biglia. Carlo Garoldi. Fabrizio Rosa. Fernando Zoni. Aldo Parini. Carlo Pesce. Claudio Zanichelli. Il Presidente, il Vice Presidente, i Consiglieri, il Collegio Sindacale, il Direttore, il Procuratore, i dirigenti e i collaboratori tutti di CEU - Centro Esposizioni UCIMU SpA sono vicini alla famiglia e porgono le condoglianze pi sentite per la scomparsa di

Ing. Ezio Pirali


Si ringraziano le signore Bruna, Alba, Renza e Francesca per l'affettuosa assistenza prestata.- I funerali si terranno gioved 20 ottobre alle ore 14.30 presso la chiesa di Santa Maria Assunta di Dormelletto.- La cara salma composta presso la camera mortuaria dell'Ospedale Bolognini di Seriate. - Seriate, 18 ottobre 2011. Giovanni e Isabella si uniscono al dolore di Laura per la perdita del caro pap

Gr. Uff. Avv. Eugenio Jandolo


Lo ricordano come uomo buono e generoso che ha testimoniato con le sue scelte lo spirito autenticamente cristiano che lo animava, dedicando la sua lunga vita al lavoro, alla famiglia, all'interesse per il suo paese, al suo prossimo. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipa al lutto: Rotary International i Pdg del Distretto 2050. Si ricongiunto serenamente alla sua adorata Annina

Peter Steiner Peter


- Milano, 19 ottobre 2011. Liliana Fausto e Luciano Pignatelli ricordano l'amico

Massimo Micheli
Ne danno annuncio la moglie Bianca e la famiglia tutta.- I funerali oggi ore 14.30 nella Basilica di Sant'Agnese Fuori le Mura. - Roma, 20 ottobre 2011. Partecipano al lutto: L'amico cognato Piergiacomo con Dora. Maria Ludovica e Paolo Chiarelli.

Ingegnere

Bruno Maria Giordano


- Milano, 20 ottobre 2011. Nell'indimenticabile ricordo di

che il tuo viaggio sia leggero come un foglio di carta.- Un abbraccio a Franca, Edoardo, Federico e Cucciolo.- Roberto Pinarello. - Buccinasco, 19 ottobre 2011. Marian e Sergio Radice piangono la scomparsa dell'amico

Peter Steiner
e partecipano al dolore di Franca Edoardo Federico e Simona nel momento della sua scomparsa. - Milano, 19 ottobre 2011. La societ UPM-Kymmene S.r.l. e tutti i dipendenti partecipano commossi al lutto della famiglia, per la scomparsa di

Ezio Pirali
- Rosolini, 19 ottobre 2011. I condomini e l'amministratore di via Teuli 8, Milano, partecipano con affetto al dolore dei figli Ettore e Claudia, per la scomparsa della cara mamma

Irene
a quattordici anni dalla scomparsa.- Gaetano, Francesca, Alessandra. - Milano, 20 ottobre 2011.

Oberdan Fraddosio
I figli, con le nuore, il genero e i nipoti lo ricordano con infinito affetto per il suo profondo insegnamento morale e religioso e per l'amore e il coraggio che lo hanno costantemente mosso nel corso della sua vita terrena. - Roma, 19 ottobre 2011.

Peter Steiner
e abbracciano commossi Franca e i figli Federico, Simona, Edoardo e le loro famiglie. - Milano, 19 ottobre 2011. Giorgio e Anna Dell'Oca addolorati sono vicini a Franca, Federico, Edoardo e Simona per la perdita del loro adorato marito e padre

Massimo Micheli
mitico pap, uomo eccezionale e padre esemplare.- Vittorio, Paola, Massimo e Marianna. - Roma, 20 ottobre 2011.

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Il Presidente Massimo Moratti, il Consiglio d'Amministrazione, il Collegio Sindacale, lo staff tecnico, i giocatori e tutta l'Inter abbracciano con tantissimo affetto Franca e i figli Federico, Simona ed Edoardo in questo momento di immenso dolore per la scomparsa di

Emilia Polli
- Milano, 19 ottobre 2011.

Adriano Castagnetti
Ricordo.- Rimpianto.- Affetto.- Renata, Valeria, Valerio. - Milano, 20 ottobre 2011.

Adele Pina Streparava


madre del Cavaliere Pier Luigi Streparava, Amministratore Delegato della societ. - Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Il Presidente, il Vice Presidente, i Consiglieri, il Collegio Sindacale, il Procuratore e i dipendenti tutti di EFIM - Ente Fiere Italiane Macchine SpA partecipano al dolore del Cavaliere Pier Luigi Streparava e famiglia per la scomparsa della mamma

Massimo
ci mancherai immensamente ma rimarr sempre in noi il dolce ricordo dei tuoi insegnamenti.- Il figlio Mario, Elena ed Enrico. - Roma, 20 ottobre 2011. Remo e Giulia con tutta la famiglia Ronga piangono il fraterno amico

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Roberto e Gabriella Fabbri. Lucia Bocciarelli. Maurizio con Iaia, Andrea e Martina, piange la scomparsa del caro amico

Peter Steiner
Ci mancher la sua professionalit, l'appassionata dedizione con cui seguiva l'Inter e la grande amicizia che ci ha donato. - Milano, 19 ottobre 2011. Massimo e Milly Moratti, con Celeste, Angelomario, Carlotta, Giovanni e Maria, sono affettuosamente vicini a tutta la famiglia per la scomparsa dell'amico e grande interista

Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano

Adele Pina Streparava


- Cinisello Balsamo, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Angela Picco. Luigi Galdabini. Stefano Dal Lago. Michele Vinci. Fernando Zoni. Luca Breveglieri. Ernesto Carella. Claudio Zanichelli. Alfredo Mariotti.

Massimo
- Trento, 20 ottobre 2011. Ciao

ACCETTAZIONE NECROLOGIE E ADESIONI

TARIFFE BASE IVA ESCLUSA: CORRIERE DELLA SERA PER PAROLA: Necrologie 5,00 Adesioni al lutto 10,00 A MODULO: Solo anniversari, trigesimi e ringraziamenti 540 TARIFFE BASE IVA ESCLUSA: GAZZETTA DELLO SPORT PER PAROLA: Necrologie 1,90 Adesioni al lutto 3,70 A MODULO: Solo anniversari, trigesimi e ringraziamenti 258

SERVIZIO TELEFONICO E TELEFAX ATTIVO DA LUNED A DOMENICA 14-20


CON SUPPLEMENTO 20% SULLA TARIFFA BASE

Peter
compagno indimenticabile di una vita di lavoro e di emozionanti avventure calcistiche.- Un affettuoso abbraccio a Franca, Federico, Edoardo e Simona. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Emanuele Nardi. Franco e Pucci Casarotti. Siamo vicini a Franca, Federico, Edoardo e Simona per la perdita del caro

Massimo
lasci un grande vuoto nella nostra famiglia.- Ci mancherai.- Valeria, Claudia con Donatello, Flaminia e Filippo. - Roma, 20 ottobre 2011. Il Presidente, il Vice-Presidente, gli Amministratori Delegati e il Consiglio di Amministrazione di Accenture partecipano commossi al dolore del dottor Vittorio Micheli e della sua famiglia per la scomparsa del pap

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Ernesto, Gabriella, Angelo e Marcello Paolillo profondamente addolorati sono affettuosamente vicini a Franca e ai figli Federico, Simona ed Edoardo per la scomparsa del caro

Fax Necrologie 02 50956003 - 02 50956033 Tel. Necrologie 02 50984519


SI ACCETTANO CHIAMATE ANCHE DA CELLULARI SOLO DIETRO PAGAMENTO CON CARTE DI CREDITO L'INVIO DI UN FAX DEVE ESSERE ACCOMPAGNATO DA COPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTIT

SERVIZIO FATTURAZIONE NECROLOGIE: TEL. 02 50956632 - FAX 02 25886632 - E-MAIL: fatturazione.necrologie@rcs.it

Peter
Basilio, Franca, Matteo e Barbara. - Milano, 19 ottobre 2011. Aldo, Cita e figli abbracciano con grande affetto e tristezza Franca e tutta la famiglia per la perdita del caro

Massimo Micheli
- Milano, 19 ottobre 2011. mancato all'affetto dei suoi cari

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. I soci dello Studio Legale Bonelli Erede Pappalardo sono vicini al dottore Federico Steiner e alla sua famiglia nel dolore per la scomparsa del padre

SERVIZIO SPORTELLI
Milano: Via Solferino 22, luned-venerd 9.00-17.45 orario continuato - Bologna: Via San Donato 85, luned-venerd 9.0013.00/14.00-18.00 - Firenze: Lungarno Delle Grazie 22, luned-venerd 9.00-13.00/14.00-18.00 - Napoli: Vico S. Nicola Alla Dogana 9, luned-venerd 9.00-13.00/14.45-17.30 - Bari: Via Villari 50, luned-venerd 9.00-13.00/14.30-18.00
Bergamo: Viale Papa Giovanni XXIII 124, tel. 035358777 - Como: Piazza del Popolo 5, tel. 031243464 - Cremona: C.so XX Settembre 18, tel. 037220586 - Lecco: Via Raffaello 21, tel. 0341357400 - Monza: Via Giuseppe Longhi 3, tel. 039322140 039380732 - 039320851 - Osimo (AN): Via Grandi 10, tel. 0717276077 - Palermo: Via G. Sciuti 164, tel. 091306756 - Parma: Via Emilio Casa 3/a, tel. 0521464111 - Rimini: Via Principe Amedeo 7, tel. 054156207 - Roma: tel. 0698184896 - Sondrio: Via Cesare Battisti 13, tel. 0342200380 - Torino: Corso Duca DAosta 1, tel. 011502116 - Varese: Via Carrobbio 1, tel. 0332239855
Informativa ai sensi dellart. 13 D.Lgs. 196/2003 ("Codice in materia di protezione dei dati personali").
Conformemente all'impegno e alla cura che la nostra societ dedica alla tutela dei dati personali, La informiamo sulle modalit, finalit e ambito di comunicazione e diffusione dei Suoi dati personali e sui Suoi diritti, in conformit all'art. 13 del D. Lgs. 196/2003. Per permetterle di usufruire dei servizi offerti da RCS Pubblicit S.p.A., la stessa deve trattare alcuni Suoi dati. I dati personali che Lei fornir al Titolare, verranno registrati e conservati su supporti elettronici protetti e trattati con adeguate misure di sicurezza. I dati saranno trattati da RCS Pubblicit S.p.A. esclusivamente con modalit e procedure necessarie per fornirLe il servizio da Lei richiesto. I dati non saranno diffusi ma potranno essere comunicati, sempre per la predetta finalit, alle Societ del Gruppo RCS Mediagroup, oltre che a societ che svolgono per nostro conto compiti di natura tecnica od organizzativa strumentali alla fornitura del servizio richiesto, e che sono stati nominati Responsabili del Trattamento. Lei ha diritto di conoscere, in ogni momento, quali sono i Suoi dati e come essi sono utilizzati. Ha anche il diritto di farli aggiornare, integrare, rettificare o cancellare, chiederne il blocco ed opporsi al loro trattamento. Ricordiamo che questi diritti sono previsti dal Art.7 del D. Lgs 196/2003. Per ogni informazione riguardo ai diritti pu rivolgersi, a tal fine, al Responsabile del trattamento dei dati personali di RCS Pubblicit S.p.A. scrivendo allo stesso c/o RCS Pubblicit S.p.A. via Rizzoli 8 20132 Milano.

ONORANZE FUNEBRI

Carmine Capobianco
Lo annunciano con immenso dolore la moglie Germana, il figlio Ernesto con la moglie Patrizia e il nipote Emanuele.- I funerali avranno luogo presso la chiesa Ges Buon Pastore in via Caboto in Milano.- Per giorno e ora rivolgersi al n. 02.6880234. - Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: La famiglia Legnazzi. Marina Villa. Vanna Giubileo. Ezio e Tina Pimpinelli e famiglia. Nino Pimpinelli e famiglia. Gemma Ghizzo con il personale del Teatro Nuovo vicina a Franca e a Dario per la scomparsa della cara amica

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. Partecipano al lutto: Nuccia Miari. Goffredo Marazzi. Carissimo

Peter Steiner
- Milano, 19 ottobre 2011. I condomini e l'Amministratore di via Col Moschin 10, Milano, esprimono alla famiglia Steiner profondo cordoglio per la perdita del loro caro

sig. Peter Steiner Peter


- Milano, 19 ottobre 2011.

sei stato un grande amico, una persona eccezionale, sincera e buona.- Sarai sempre nei nostri cuori.- Giorgio e Loretta con Manuela e Luca, Carlo e Laura si stringono commossi in un abbraccio affettuoso alla cara Franca, a Federico, Edoardo e Simona. - Milano, 19 ottobre 2011.

Gabriela Giori Marchetti


Ciao Gabry ti vogliamo tanto bene.- Ernesto, Maria Alberta, Gianfilippo, Gabriele, Lino, Rossella, Tommaso. - Milano, 19 ottobre 2011.

Via F. Sforza 43 P.zza Osp. Maggiore 6 Via A. Trivulzio 18

025513026/7
DIURNO - NOTTURNO - FESTIVO

Pia Rame
- Milano, 19 ottobre 2011.

www.fusetti.it

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

61

Il Tempo
OGGI
LE PREVISIONI
Trento Trieste Aosta Milano Torino Bologna Venezia

Ogni giorno le PREVISIONI della tua citt sempre con te Digita: mobile.corriere.it nel browser del telefonino
Il servizio gratuito salvo i costi di connessione internet previsti dal piano tariffario del proprio operatore Maggiori informazioni su www.corriere.it/mobile

IL SOLE

Bari
Sorge alle Tramonta alle
7:07 18:06

Palermo Bologna Firenze


7:18 18:23 7:34 18:23 7:33 18:25

Torino
7:49 18:37

Napoli
7:17 18:16

Roma
7:26 18:22

Milano
7:44 18:31

Genova
7:43 18:33

Venezia
7:31 18:18

LA LUNA

Nuova
27 set.

Primo quarto
5 ott.

Piena
12 ott.

Ultimo quarto
19 ott.

DOMANI

SABATO

DOMENICA

LUNED

Genova

Firenze

Ancona

Perugia

LAquila ROMA

Maltempo per oggi su buona parte del Centro e inizialmente al Nordest con rovesci e temporali diffusi verso la Campania e il foggiano in giornata, meglio altrove. Domani, e per il corso del weekend, le correnti al suolo si orientano da Nord con nubi e piogge sparse in concentrazione sulle regioni adriatiche e meridionali, migliora con pi sole al Nord e sull'alto Tirreno, Toscana. Luned Maltempo al Sud e tra le isole, specie sulla Sicilia, per venti umidi di Scirocco.
Campobasso Bari

IN EUROPA
Correnti relativamente fredde provenienti dalla Scandinavia attivano una circolazione instabile al suolo tra le regioni alpine e ovest danubiane con molte nubi, piogge e temporali su queste aree, in estensione anche a parte dei Balcani, al Mediterraneo centrale e localmente alle regioni di Nordest. Perturbazioni atlantiche interessano parte del Regno Unito con altre piogge, pi stabile altrove.
MARE

H
Alta Pressione

Napoli

Potenza

10
Helsinki Oslo Stoccolma

L
Bassa Pressione

8 10

7
Kiev

Edimburgo

Copenaghen

11
Dublino

9 11 11

13 9
Varsavia

Berlino

Catanzaro Cagliari

Amsterdam

Praga

10
Fronte Caldo

10
Londra
Parigi

26
Milano

LE TEMPERATURE DI OGGI
14 Aosta 16 Torino 17 15 14 14
Milano Trento Venezia Trieste

Vienna 10 Belgrado

18 Genova 14 Bologna 15 15 18 14
Firenze Perugia Ancona LAquila

18 Roma 15 Campobasso 21 23 17 21
Napoli Bari Potenza Cata

22 R. Calabria 22 Catania 24 18 21 21
Palermo Alghero Cagliari Olbi

Palermo

19
Tirana

18
Bucarest

Ankara

17
Roma Barcellona Madrid Lisbona

19
Atene

Fronte Freddo

18
Algeri

19 23

18
Tunisi

a cura di
VENTO

25

21 26
Fronte Occluso

Sole

Nuvolo

Coperto

Pioggia

Rovesci Temporali

Neve

Nebbia

Debole

Moderato

Forte

Molto forte

Calmo

Mosso

Agitato

LE TEMPERATURE DI IERI IN ITALIA


min
Ancona Aosta Bari Bologna Bolzano Brescia Cagliari S = Sereno

ASIA AUSTRALIA
21
max min
N S S S N N N

NORD AMERICA
18
Seul Tokyo

SUD AMERICA
Bogot Caracas

AFRICA
Casablanca

max

min
N P S N R N N

max

min
C N S N N S N

max

min
N N S N N S N

max

Pechino
N N P S P N N

10 9 9 12 9 12 11

19 12 21 22 15 15 22

Campobasso Catania Crotone Cuneo Firenze Genova Imperia N = Nuvoloso

10 10 9 3 13 16 15

16 21 21 14 19 17 19

LAquila Lecce Messina Milano Napoli Olbia Palermo

9 9 12 11 15 9 14

14 20 20 15 20 23 22

Parma Perugia Pescara Pisa Potenza R. Calabria Rimini

10 7 7 13 5 12 7

19 15 20 18 15 20 21

Roma Torino Trento Trieste Udine Venezia Verona

13
Lima

25

23

Il Cairo

13 6 10 11 9 11 12

21 14 15 15 14 17 16

26 29 20 29
Rio de Janeiro Lagos Luanda Nairobi

13

Delhi Shanghai

18

22
Bangkok

14
Vancouver 7 Chicago San Francisco Los Angeles

20
Santiago

31

Giacarta

31 22 Sydney

19 19

New York

Buenos Aires

25 27

22

19

21

P = Pioggia

T = Temporale

C = Coperto

V = Neve

R = Rovesci

B = Nebbia

Citt del Messico

18 Citt del Capo

Sudoku Diabolico
5 2 1 9 7 2
5 Puzzles by Pappocom

2 3 4 7 9 6 3

Come si gioca Bisogna riempire la griglia in modo che ogni riga, colonna e riquadro contengano una sola volta i numeri da 1 a 9
LA SOLUZIONE DI IERI
1 3 7 9 4 8 5 2 6 4 8 5 2 6 3 9 1 7 9 2 6 7 5 1 4 8 3 2 6 9 3 1 5 8 7 4 5 4 1 8 9 7 6 3 2 3 7 8 6 2 4 1 9 5 6 1 2 4 3 9 7 5 8 8 9 3 5 7 6 2 4 1 7 5 4 1 8 2 3 6 9

In edicola con il Corriere Tutto Vasco Il secondo cd con il libro


Vasco Rossi, Manifesto: disco e videografia completa. In edicola con il Corriere la seconda uscita con il cd Buoni o cattivi pi il libro Europe indoor 2009/2010.

Oggi su www.corriere.it
Videorubrica / 1 Videorubrica / 2

Cabello scontenta
Aldo Grasso parla della nuova edizione di Quelli che il calcio.
Tecnologia

Gli insulti di Bossi


Pierluigi Battista commenta luscita del Senatur su Tosi.
Motori

Videoinchiesta

Al market della droga


Roma, movida nel quartiere San Lorenzo: c chi vende stupefacenti di ogni tipo senza nascondersi affatto. Il filmato tra la folla girato con una camera nascosta.

Google anti Apple


Smartphone: il nuovo Galaxy Nexus sfida liPhone 4S. Immagini.
Societ

Torna la Thema
Arriva a fine mese la berlina Lancia su base Chrysler. Le immagini.
Energia

9 4 6 3 7 5
Altri giochi su www.corriere.it

1 4 5 4 8 2

a 9,90 euro pi il prezzo del quotidiano

Scappatelle
Il portale web per chi vuol tradire il coniuge.

Fattoria solare
La novit: pannelli sospesi, sotto si coltiva.

62

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Tv in chiaro
Teleraccomando
di Maria Volpe
PER DISTRARSI PER CONOSCERE

presenta

24-25 OTTOBRE - VIDEO NON-STOP con tutti i maggiori successi

STING & POLICE

Clicca su

Rai1
rai.it 6.45 UNOMATTINA. Attualit. Nel programma: Che tempo fa; Tg 1 (7.00, 8.00, 9.00); Tg 1 L.I.S.; Tg Parlamento; Tg1 Focus; Tg 1 Flash CHE TEMPO FA. 11.00 TG 1. 11.05 OCCHIO ALLA SPESA. Attualit 12.00 LA PROVA DEL CUOCO. Variet. 13.30 TELEGIORNALE. 14.00 TG 1 ECONOMIA. Attualit TG1 FOCUS. Attualit 14.10 VERDETTO FINALE. Attualit. 15.15 LA VITA IN DIRETTA. Attualit. Con Marco Liorni, Mara Venier. Nel progr.: Tg Parlamento; Tg 1; Che tempo fa 18.50 LEREDIT. Quiz. Con Carlo Conti SERA 20.00 TELEGIORNALE. 20.30 QUI RADIO LONDRA. Attualit 20.35 SOLITI IGNOTI. Variet 21.10 DON MATTEO 8. Miniserie TG1 60 SECONDI. 23.30 PORTA A PORTA. Attualit 1.05 TG 1 - NOTTE. TG1 FOCUS. Attualit 1.35 CHE TEMPO FA. 1.40 QUI RADIO LONDRA. Attualit. Con Giuliano Ferrara

Rai2
rai.it 6.30 CARTOON FLAKES. Ragazzi 10.00 TG2PUNTO.IT. Attualit 11.00 I FATTI VOSTRI. Attualit 13.00 TG 2 GIORNO. 13.30 TG2 COSTUME E SOCIET. Attualit 13.50 MEDICINA 33. Rubrica 14.00 LITALIA SUL DUE. Attualit 16.10 GHOST WHISPERER. Telefilm 16.50 HAWAII FIVE-0. Telefilm 17.45 TG 2 FLASH L.I.S. METEO 2. 17.50 RAI TG SPORT. 18.15 TG 2. 18.45 NUMB3RS. Telefilm. Con Rob Morrow, David Krumholtz, Judd Hirsch 19.30 SQUADRA SPECIALE COBRA 11. Telefilm. Con Erdogan Atalay 20.25 ESTRAZIONI DEL LOTTO. Variet 20.30 TG 2 20.30. 21.05 FILM I PREDATORI DELLARCA PERDUTA. (Azione, Usa, 1981). Regia di Steven Spielberg. Con Harrison Ford, Karen Allen. 23.05 TG 2. 23.20 FILM EPIC MOVIE. (Comm., Usa, 2007). 0.25 RAI 150 ANNI. LA STORIA SIAMO NOI. Attualit

Rai3
rai.it 8.00 AGOR. Attualit 10.00 RAI 150 ANNI. LA STORIA SIAMO NOI. Attualit 11.00 APPRESCINDERE. Talk show. Nel progr.: Tg 3 Minuti 12.00 TG 3. RAI SPORT NOTIZIE. METEO 3. 12.25 TG 3 FUORI TG. Att. 12.45 LE STORIE - DIARIO ITALIANO. Attualit 13.10 LA STRADA PER LA FELICIT. Telefilm 14.00 TG R. TG R METEO. 14.20 TG 3. METEO 3. 14.50 TGR LEONARDO. Att. 15.00 TG 3 L.I.S. 15.05 THE LOST WORLD. Telefilm 15.50 COSE DELLALTRO GEO. Variet 17.40 GEO & GEO. Documenti. Nel progr.: Meteo 3 19.00 TG 3. 19.30 TG REGIONE. TG REGIONE METEO. 20.00 BLOB. Attualit 20.15 SABRINA - VITA DA STREGA. Telefilm 20.35 UN POSTO AL SOLE. Soap 21.05 MI MANDA RAITRE. Attualit. 23.20 INSTANT MOVIE: INDIGNATI AMERICANI. Attualit. 24.00 TG3 LINEA NOTTE. Nel progr.: TG R METEO 3. 1.05 MAGAZZINI EINSTEIN. Attualit

Rete4
mediaset.it/rete4 7.00 ZORRO. Telefilm 7.30 STARSKY E HUTCH. Telefilm 8.30 HUNTER. Telefilm 9.55 R.I.S. DELITTI IMPERFETTI. Telefilm 10.50 RICETTE DI FAMIGLIA. Attualit 11.30 TG 4 - METEO 12.00 DETECTIVE IN CORSIA. Telefilm 13.00 LA SIGNORA IN GIALLO. Telefilm 13.50 IL TRIBUNALE DI FORUM ANTEPRIMA. Attualit 14.05 IL TRIBUNALE DI FORUM. Attualit 15.10 HAMBURG DISTRETTO 21. Tf 16.15 SENTIERI. Soap 16.45 FILM VORREI NON ESSERE RICCA! 18.50 ANTEPRIMA TG 4. 18.55 TG 4 - METEO 19.35 TEMPESTA DAMORE. Soap Opera 20.30 WALKER TEXAS RANGER. Telefilm 21.10 BLOG - LA VERSIONE DI BANFI. Talk show 23.30 FILM HANNIBAL LECTER - LE ORIGINI DEL MALE. (Thriller, Fr/Gb/It/Rep. Ceca, 2007). Regia di Peter Webber. : Tgcom; Meteo 1.50 TG 4 NIGHT NEWS. 2.15 FILM DOV FINITA LA 7 COMPAGNIA? (Comm., Fr/It, 1973). Di R. Lamoureux

Canale5
mediaset.it/canale5 6.00 TG 5 PRIMA PAGINA. Attualit. Nel progr.: Traffico; Meteo 5; Borse e Monete 8.00 TG 5 MATTINA. 8.40 LA TELEFONATA DI BELPIETRO. Attualit 8.50 MATTINO CINQUE. Variet. Nel progr.: Tg 5 Ore 10 11.00 FORUM. Attualit 13.00 TG 5. Nel progr.: Meteo 5 13.40 BEAUTIFUL. Soap 14.10 CENTOVETRINE. Soap 14.45 UOMINI E DONNE. Talk show. Con Maria De Filippi 16.20 POMERIGGIO CINQUE. Variet. Con Barbara DUrso. Nel programma: Tg 5 minuti 18.50 AVANTI UN ALTRO. Quiz. Con Paolo Bonolis. Nel programma: Tg 5 Anticipazione 20.00 TG 5. Nel progr.: Meteo 5 20.30 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA CONTINGENZA. Tg Satirico. Con Ezio Greggio, Enzo Iachetti 21.10 IO CANTO. Variet. Con Gerry Scotti 0.10 TG 5 NOTTE. Nel progr.: Meteo 5 0.40 STRISCIA LA NOTIZIA - LA VOCE DELLA CONTINGENZA. Tg Satirico

Italia1
mediaset.it/italia1 6.50 CARTONI ANIMATI. 8.50 UNA MAMMA PER AMICA. Telefilm 10.35 GREYS ANATOMY. Telefilm 11.55 SPOSE EXTRALARGE. Documentario 12.25 STUDIO APERTO. Nel programma: Meteo STUDIO SPORT ANTICIPAZIONI. 13.00 STUDIO SPORT. 13.40 I SIMPSON. Cartoni 14.35 DRAGON BALL. Cartoni 15.00 BIG BANG THEORY . 15.35 CHUCK. Telefilm 16.30 GLEE. Telefilm 17.25 ZIG & SHARKO. Cartoni 17.30 MILA E SHIRO - IL SOGNO CONTINUA . STUDIO APERTO ANTICIPAZIONI. 18.30 STUDIO APERTO. Nel programma: Meteo 19.00 STUDIO SPORT. 19.30 MR. BEAN. Comiche 20.05 C.S.I. - SCENA DEL CRIMINE. Telefilm 20.55 UEFA EUROPA LEAGUE: Zurich Lazio. Calcio 22.55 UEFA E. LEAGUE SPECIALE. Rubrica 23.45 FILM FUGA DA ABSOLOM. (Dramm., Usa, 1994). Tgcom; Meteo 2.05 POKER1MANIA. Variet 2.55 STUDIO APERTO - LA GIORNATA. 3.10 RESCUE ME. Telefilm

La7
la7.it 6.00 TG LA7. Nel programma: Meteo; Oroscopo; Traffico 6.55 MOVIE FLASH. Attualit 7.00 OMNIBUS. Attualit. Nel progr.: Tg La7 9.40 COFFEE BREAK. Attualit 10.35 LARIA CHE TIRA. Attualit 11.05 (AH)IPIROSO. Attualit 12.00 G DAY. Tg Satirico 12.25 I MEN DI BENEDETTA. Attualit 13.30 TG LA7. 14.05 FILM LESECUTORE. (Thriller, Gb, 1970). 16.15 ATLANTIDE - STORIE DI UOMINI E DI MONDI. Documentario 17.25 MOVIE FLASH. Att. 17.30 JAG - AVVOCATI IN DIVISA. Telefilm 19.30 G DAY. Tg Satirico. Con Geppi Cucciari 20.00 TG LA7. 20.30 OTTO E MEZZO. Attualit. Con Lilli Gruber 21.10 PIAZZAPULITA. Attualit. Con Corrado Formigli 24.00 TG LA7. Attualit. 0.10 CROSSING JORDAN. Telefilm. Con Jill Hennessy 0.55 MOVIE FLASH. Attualit 1.00 NYPD BLUE. Telefilm

MTv
mtv.it 7.00 7.05 10.00 11.00 12.05 13.05 14.05 15.05 16.00 17.00 18.00 19.05 20.00 21.00 23.00 NEWS. ONLY HITS. Musica JERSEY SHORE. Tf MADE. Variet DISASTER DATE. Var. JERSEY SHORE. Tf SCRUBS. Serie GINNASTE: VITE PARALLELE. Variet MADE. Variet A SCUOLA DI EMOZIONI. Variet MTV MOBILE CHAT. Musica GINNASTE: VITE PARALLELE. Variet MADE. Variet PLAIN JANE: LA NUOVA ME. Variet SPECIALE MTV NEWS.

Vita e carriera di Raffaella

La Marella aiuta a vendere casa

Una serata monografica a una grande protagonista della televisione italiana, grande professionista: Raffaella Carr (foto). Lo speciale ricostruisce la vita e la carriera della pi popolare icona del piccolo schermo. Il ritratto della Signora dello spettacolo, attraverso immagini ripescate dalle teche Rai e le interviste ad amici e colleghi, permette di ripercorrere le tappe di una carriera sempre in ascesa. Da Canzonissima a Milleluci, da Pronto Raffaella a Carramba che sorpresa! Per passare poi alle sue pi note canzoni che hanno accompagnato intere generazioni.

Dovete vendere casa? Tranquilli tornata Paola Marella (foto) per aiutarvi. Una vera e propria consulenza immobiliare specialistica, per cercare di far vendere la propriet nel migliore dei modi possibili. La Marella sar coadiuvata oltre che da Raffaele Brauzzi e Miguel Angel, anche dal nuovo architetto Luca Cabassi, esperto di sviluppo immobiliare, grandi progetti e urbanistica. Il consiglio di Paola: Un appartamento ben tenuto sicuramente piu appetibile e spesso per rifargli il look bastano solo pochi ma mirati ritocchi!.

Deejay TV
9.45 DEEJAY HITS. 10.00 DEEJAY CHIAMA ITALIA. Variet 12.00 DEEJAY HITS. 13.15 THE CLUB. Musicale 13.45 SHUFFOLATO 2.0. 14.00 LOREM IPSUM. 14.20 VIA MASSENA. Serie 15.00 DEEJAY HITS. 18.35 PLATINISSIMA PRESENTA: GOOD EVENING. Musicale 20.00 LOREM IPSUM. 20.20 VIA MASSENA. Serie 21.00 SHUFFOLATO 2.0. 22.00 DEEJAY CHIAMA ITALIA. Variet
DATI DI PROGRAMMAZIONE FORNITI DA COMPUTIME

Dixit Stelle Rai Storia, ore 21

Vendo casa disperatamente Real Time, ore 22.10

Film e programmi
Foto: Gianni Brucculeri Coordinamento: PB Image

BUONGIORNO CIELO.
DA LUNED A VENERD, DALLE 6.30 ALLE 9.00
Rai5
rai.it rai.it 12.15 TOP 5. Attualit 12.35 Q.B. OVVERO QUANTO BASTA PER UN GASTRO-VIAGGIO. Documentario 13.05 PASSEPARTOUT. Att. 13.35 POSSO VENIRE A DORMIRE DA VOI? Documentario 14.35 DAVID LETTERMAN SHOW GOLD. Talk 15.25 CARNETS DE VOYAGE. Doc. 16.25 STAR STORY. Doc. 17.25 TOP 5. Attualit 17.45 MIXEUR. Doc. 18.15 TUTTE LE TELEVISIONI DEL MONDO. Doc. 18.45 DINASTIE. Doc. 19.45 CARNETS DE VOYAGE. Doc. 20.40 PASSEPARTOUT. Attualit 21.10 DAVID LETTERMAN SHOW GOLD. Talk 22.00 INSTANT MOVIE. Doc. 22.55 610 IN 2D. Variet 23.55 EXPLORE. Documentario

Rai4
Il film di Spielberg va in onda in occasione del trentennale. Ogni gioved il ciclo della saga ideata da George Lucas e diretta da Spielberg. Protagonista sempre Harrison Ford (foto). I predatori dellarca perduta Rai 2, ore 21.05 Hannibal Lecter ha avuto uninfanzia truce, che lo porta a dar la caccia ai nazisti che gli uccisero la sorella e a far fuori il primo che rintraccia, mozzandogli la testa. Hannibal Lecter - Le origini del male, Rete4, ore 23.30
8.10 90210. Serie 8.55 ONE TREE HILL. Serie 9.40 DESPERATE HOUSEWIVES. Serie 10.25 BROTHERS & SISTERS. Telefilm 11.10 ALIAS III. Serie 11.55 INVISIBLE MAN. Serie 12.40 EUREKA III. Serie 13.25 DESPERATE HOUSEWIVES II. Serie 14.15 BROTHERS AND SISTERS II. Serie 15.00 ALIAS III. Serie 15.45 90210. Serie 16.30 ONE TREE HILL II. Serie 17.15 EUREKA III. Serie 18.00 WONDERLAND. Att. 18.05 WAREHOUSE 13. 18.50 INVISIBLE MAN. 19.35 DOCTOR WHO II. 20.20 SUPERNATURAL III. 21.10 CAPRICA. Serie 22.00 CAPRICA. Serie 22.50 ERGO PROXY. Cartoni 23.20 WELCOME TO THE NHK. Serie 23.50 FILM HELLRAISER. (Horror). Regia di Clive Barker

Rai Storia

rai.it

Rai Movie

rai.it

Rai Gulp
18.25 18.40 19.30 19.45 20.10 21.00

rai.it

Rai YoYo

Boing
rai.it 17.00 17.25 17.50 18.05 18.50 19.00 19.25 boingtv.it GENERATOR REX. GORMITI. Cartoni SPONGEBOB. Cartoni GLI INCORREGGIBILI. LEONE CANE FIFONE. JOHNNY TEST. LE NUOVE AVVENTURE DI SCOOBY DOO. 19.50 SPONGEBOB. Cartoni 20.40 THE GARFIELD SHOW. 21.10 GLI INCORREGGIBILI.

cielotv.it

Ford predatore compie 30 anni

Linfanzia truce di Hannibal Lecter

Il buongiorno si vede dal mattino. Inizia la giornata con lintrattenimento e le news di Paola Saluzzi.

La7d
la7.it 16.40 BUCCIA DI BANANA. 17.40 THE OPRAH WINFREY SHOW. Variet 18.40 CUOCHI E FIAMME. 19.40 I MEN DI BENEDETTA. Attualit 20.40 TG LA7. 21.10 LALTRA MET DEL CRIMINE. Attualit 23.00 LA VITA SEGRETA DELLE DONNE.

Banfi parla di crisi e di giovani


Alessandro Banfi parler di giovani, violenza di piazza, Indignados, ma soprattutto dei problemi di una generazione che sta pagando il prezzo pi alto della crisi La versione di Banfi Rete4, ore 21.10

Meloni e Landini da Formigli


Chi sono gli eversivi nellItalia della crisi? Corrado Formigli ne discute con Giorgia Meloni, Maurizio Landini, Nicola Porro, Concita De Gregorio, Lanfranco Pace, Guido Viale. Piazzapulita La7, ore 21.10

15.00 RAI 150 ANNI. Att. 15.05 DIXIT MONDO SPECIALE CHERNOBYL. Att. 16.00 DIXIT MONDO SPECIALE CHERNOBYL. Att. 17.00 MILLE PAPAVERI ROSSI. Attualit 17.05 MILLE CANNONI DI EL ALAMEIN. Att. 18.00 30 ANNI FA: IL PAESE. Attualit 19.00 RES GESTAE FATTI. Att. 19.05 SAPERE - LA LUNGA MARCIA DELLA NUOVA CINA. Att. 19.30 TG3 PRIMO PIANO VITA E PENSIERO DI VITTORIO FOA. Att. 19.45 ON THE ROAD. Att. 20.00 LANCIO PUNTATA ZOOM SU FELLINI. Att. 20.05 ZOOM SU FELLINI. Att. 21.00 RAI 150 ANNI. Att. 21.05 DIXIT STELLE CARR. Attualit 23.00 SCRITTORI PER UN ANNO - LO SHOW DEI TUOI SOGNI. Attualit

6.30 FILM DUELLO A BERLINO. 8.15 FILM IL TESORO DI VERA CRUZ. 9.30 FILM TI LASCIO PERCH TI AMO TROPPO. 11.10 FILM MOONLIGHT & VALENTINO. 12.55 FILM COSE DA FARE PRIMA DEI 30. 14.50 FILM SONO UN FENOMENO PARANORMALE. 16.45 FILM LULTIMO GUERRIERO. 18.25 VIRUS 2011. Attualit 18.40 FILM ARSENIO LUPIN. 21.05 FILM SET IT OFF FARSI NOTARE. (Thriller). Regia di F. Gary Gray. 23.10 FILM RAGAZZI PERDUTI. (Horror). Regia di Joel Schumacher. 0.40 APPUNTAMENTO AL CINEMA. Attualit

SOCIAL KING 2.0. GRACHI. Telenovela CHIAMATEMI GI. LOLA E VIRGINIA. REBELDE WAY. LA LEGGENDA DI ENYO. Cartoni 21.25 SUMMER IN TRANSYLVANIA. 21.50 VICTORIUS II. 22.15 LOLA E VIRGINIA.

19.40 LALBERO AZZURRO. 20.00 BEAR NELLA GRANDE CASA BLU. 20.25 CELESTIN. Cartoni 20.30 PINGU. Cartoni 20.40 MOLLY MONSTER SEASON. Cartoni 20.50 DISEGNAMI UNA STORIA II. Cartoni 21.00 CIAO PRINCIPESSA II. Cartoni

Iris
iris.it 15.28 NOTE DI CINEMA. 15.36 FILM I MIEI PI CARI AMICI. 17.43 FILM IL VINCITORE. 19.29 CRIMINAL INTENT VI. 20.14 LAW & ORDER: UNIT SPECIALE VI. 21.05 FILM FALSE VERIT. 23.03 FILM VAI E VIVRAI. 1.47 FILM TORBIDE RELAZIONI.

Cielo
cielo.it 17.45 VOGLIO VIVERE COS. 18.45 MASTERCHEF MAGAZINE. Variet 19.15 HELLS KITCHEN - IL DIAVOLO IN CUCINA. 20.00 UNO PSICOLOGO DA CANI - DOG WHISPERER. Doc.rio 21.00 FILM THE SPIRIT. . 23.00 WRESTLING - WWE SMACKDOWN

La5
mediaset.it SETTIMO CIELO. Tf LA TATA. Serie LA TATA. Serie DAWSONS CREEK. Tf FILM LA VITA CHE SOGNAVO. 20.25 EXTREME MAKEOVER HOME EDITION. Doc. 21.10 THE VAMPIRE DIARIES. Tf 16.25 17.15 17.35 18.05 18.50

Tv 2000

tv2000.it

18.30 NEL CUORE DEI GIORNI. 18.45 NOVECENTO CONTROLUCE. 19.20 NEL CUORE DEI GIORNI. 19.40 TG 2000. 20.00 SANTO ROSARIO DA LOURDES. Religione 20.55 NEL CUORE DEI GIORNI. 21.20 SERATA MUSICA E ARTE.

Leonardo Bazzaro e i grandi maestri del Naturalismo lombardo (1870 - 1900)


Galleria Bottegantica - Via A.Manzoni 45, 20121 Milano - Tel. 02 62695489 www.bottegantica.com - milano@bottegantica.net

21 Ottobre - 23 Dicembre
Da Marted a Sabato 10.00/13.00 - 15.00/19.00 Luned 15.00/19.00
CATALOGO RAGIONATO DISPONIBILE NELLE DUE GALLERIE

Leonardo Bazzaro. Itinerario pittorico tra la Valle dAosta e la Laguna Veneta (1900 - 1930)
Galleria dArte Ambrosiana - Via V.Monti 2, 20123 Milano - Tel. 02 863885 www.galleriambrosiana.com - info@galleriambrosiana.com
Codice cliente:

Codice cliente:

Corriere della Sera Gioved 20 Ottobre 2011

italia: 515249535254

63
#

Pay Tv
Film e programmi
Denzel Washington vittima di complotti

Forum Televisioni: www.corriere.it/grasso Videorubrica Televisioni: www.corriere.tv

Sky Cinema
14.25 STUART LITTLE - UN TOPOLINO IN GAMBA Il bisogno di affetto di un topolino, spinge lanimale ad entrare come membro effettivo di una famiglia di umani. Con G. Davis. Sky Cinema Family 15.35 TIMELINE Durante degli scavi archeologici, il capo del progetto finisce catapultato nel Medioevo... Sky Cinema Max HD 16.05 TRON Flynn, inventore di videogiochi, penetra in un mondo virtuale sfidando una grossa societ in un videogioco mortale. Sky Cinema Hits HD 17.30 TUTTE LE STRADE PORTANO A CASA Dopo la morte della madre, una dodicenne scopre il senso della vita grazie allamicizia con un cane e un cavallo. Sky Cinema Family 17.50 SALT Evelyn Salt (A. Jolie), agente della CIA, viene accusata di essere una spia russa e deve sfuggire alla cattura. Sky Cinema 1 HD 19.00 KAP Edith, adolescente ebrea, viene internata in un lager nazista dove vede morire i genitori. Per la disperazione, diventa un kap dei nazisti. Sky Cinema Classics 19.10 JUDITH Reduce da un campo di concentramento, Judith (S. Loren) vive per vendicarsi del marito, un generale delle SS che la denunci. MGM 21.00 VICINO ALLA FINE E. Hawke, reduce dal successo de Lattimo fuggente, interpreta il sergente Knott in una pellicola di guerra del 1992. MGM FUNNY GIRL Esordio cinematografico per B. Streisand nei panni della cantante e ballerina Fanny Brice. Vince subito lOscar. Sky Cinema Classics FAVOLE Basato su una storia realmente accaduta in Inghilterra. Peter OToole d il volto a Sherlock Holmes, Harvey Keitel a Houdini. Sky Cinema Family THE MANCHURIAN CANDIDATE Lascesa politica di un ex eroe di guerra nasconde un agghiacciante segreto. Protagonista della pellicola D. Washington. Sky Cinema Max HD 21.10 FOREVER STRONG In occasione del campionato di rugby, un giocatore di talento sfida la squadra allenata dal padre. Sky Cinema 1 HD LA PRIMA COSA BELLA 3 David di Donatello per la vita di Anna (S. Sandrelli/M. Ramazzotti), la sua estroversa giovent e i suoi figli. Sky Cinema Hits HD 22.40 HO SPOSATO UN FANTASMA Nel corpo dellavvocato Steve Martin penetra unanziana antipatica. Di Reiner. Sky Cinema Passion HD 22.45 DADDY SITTER R. Williams e J. Travolta, menager di alto livello, devono occuparsi di 2 gemelli di 7 anni. Serie di camei della famiglia Travolta. Sky Cinema Family 22.50 CENERENTOLA A PARIGI Un musical irresistibile, protagonista A. Hepburn che da semplice commessa parte per Parigi per diventare modella. Lattrice veste Givenchy. MGM 23.10 PREDATORS Un gruppo di soldati mercenari viene rapito come preda per una nuova razza di predatori alieni. La battaglia sar senza tregua. Sky Cinema 1 HD 23.15 LA LINEA Pelon dovrebbe succedere al boss Salazar nel narcotraffico messicano ma il giovane non segue le regole... Sky Cinema Max HD 23.30 LETTI SELVAGGI Otto episodi con protagoniste, tra le altre, Ursula Andress, Laura Antonelli e Monica Vitti. Sky Cinema Classics 0.15 SCHEGGE DI APRIL Un pranzo del Ringraziamento molto complicato per Kate Holmes... Dirige P. Hedges. Sky Cinema Passion HD 0.35 THE BELIEVERS I CREDENTI DEL MALE Una setta segreta sacrifica i bambini; il figlio di uno psichiatra rischia grosso... Horror del 1987 con M. Sheen. MGM

Sport
14.00 GOLF: CASTELL MASTERS PGA European Tour. Diretta Sky Sport 2 HD 15.55 MOTOCROSS: GP DI POLONIA Speedway Grand Prix Eurosport 16.55 BILIARDO: FINALE Campionato del Mondo Artistic Billiard Eurosport 17.30 CALCIO: BARCELONA - PLZEN Champions League Sport Italia 18.30 TENNIS: OTTAVI DI FINALE Torneo WTA di Mosca. Diretta Eurosport 19.00 CALCIO: 1993/94. MANCHESTER CITY - MANCHESTER UNITED Premier League Story ESPN 20.30 BASKET: EMPORIO ARMANI MACCABI Eurolega. Diretta Sport Italia 21.00 CALCIO: SAN PAOLO - LIBERTAD Copa Sudamericana Sky Sport 1 HD 23.00 RUGBY: 1999. AUSTRALIA Mondiali di Rugby - I vincitori ESPN 0.50 CALCIO: 1993/94. MANCHESTER CITY - MANCHESTER UNITED Premier League Story ESPN 1.00 CALCIO: LAZIO - ROMA Serie A Sky Sport 1 HD 1.20 CALCIO: 2007/08. MANCHESTER UNITED - MANCHESTER CITY Premier League Story ESPN 1.55 BASEBALL: ST. LOUIS CARDINALS - TEXAS RANGERS MLB World Series. Diretta Sky Sport 2 HD

A fil di rete
di Aldo Grasso

Quei giardinieri senza calli sulle mani

Reduce dalla Guerra del Golfo, il capitano Bennett (Denzel Washington, nella foto con Meryl Streep) soffre di strane allucinazioni. Scoprir di essere la vittima di oscuri giochi di potere The Manchurian Candidate Sky Cinema Max, ore 21

Micaela Ramazzotti mamma da scoprire

La storia complicata di una famiglia di Livorno: una mamma bellissima, vitale, imbarazzante (Micaela Ramazzotti, foto) due figli e un' avventura che si conclude con un lieto ma triste finale. La prima cosa bella Sky Cinema Hits, ore 21.10

Woody Allen ladruncolo fortunato

Serie Tv
14.10 15.20 16.10 16.40 17.25 NED Nickelodeon LIFE BITES Disney Channel TUTTO IN FAMIGLIA Fox HD GIUDICE AMY Fox Life LAW & ORDER: CRIMINAL INTENT Fox Crime HD SCUOLA DI SPIE (M.I.) III Rai Gulp I MAGHI DI WAVERLY Disney Channel SEX AND THE CITY Fox Life C.S.I. MIAMI Fox Crime HD LA VITA SEGRETA DI UNA TEENAGER AMERICANA Fox HD GHOST WHISPERER Fox Life SUMMER IN TRANSYLVANIA Rai Gulp CRIMINAL MINDS Fox Crime HD GHOST WHISPERER Fox Life

Intrattenimento
14.05 NON DITELO ALLA SPOSA! LEI 15.15 JERSEYLICIOUS E! 16.30 SISTER ACT - IL CASTING Sky Uno 17.10 CORRADO GUZZANTI - RECITAL Sky Uno 18.10 LA RIVINCITA DELLE DAMIGELLE Sky Cinema Hits HD 19.05 ICE LOVES COCO E! 20.10 HELLS KITCHEN USA Sky Uno 21.00 KHLOE AND LAMAR E! 21.10 X FACTOR - AUDIZIONI Sky Uno 22.00 I ROBINSON K2 22.50 IL MIO AMICO ARNOLD K2 22.55 CASE DA INCUBO LEI 23.15 NAKED & FUNNY E! 23.20 MIRACOLO A MANHATTAN Sky Cinema Hits HD 23.40 I JEFFERSON K2

Ragazzi
14.10 ADVENTURE TIME Cartoon Network 15.00 ANGELINA BALLERINA DeAkids 16.05 BAKUGAN INVASORI GUNDALIAN Cartoon Network 17.00 LA LEGGENDA DI ENYO Rai Gulp 18.00 BEN 10 ULTIMATE ALIEN Cartoon Network 19.00 THE GARFIELD SHOW Boomerang 20.00 PIPPI CALZELUNGHE DeAkids 21.00 ADVENTURE TIME Cartoon Network 21.10 PHINEAS & FERB Disney Channel 21.20 LA PANTERA ROSA & CO. Boomerang 21.25 THE REGULAR SHOW Cartoon Network 21.45 CUCCIOLI CERCA AMICI Boomerang

Documentari
14.00 MITI DA SFATARE Discovery Channel HD 15.05 COSE DA NON CREDERE Discovery Science 16.05 I MITI DELLA FORMULA 1: NIKI LAUDA History Channel 18.00 MEGAFABBRICHE - CORVETTE National Geographic 19.00 COME FUNZIONA? Discovery Channel HD 20.00 IL TITANIC FAI DA TE National Geographic 21.00 I MITI DELLA FORMULA 1: FRANK WILLIAMS History Channel 21.35 COME FATTO Discovery Science 22.05 INGEGNERIA ESTREMA Discovery Science 22.50 MEGAFABBRICHE - PIAGGIO National Geographic

Ray (Woody Allen, foto), capo di una scalcagnata banda di ladruncoli, apre un biscottificio a copertura di una rapina in banca. Il colpo va malissimo, ma i cookies della mogliettina fanno miliardi Criminali da strapazzo Cult, ore 23

18.00 19.10 19.55 20.05 21.00 21.05 21.25 21.55 22.00

erte sere mi sento come quel personaggio di Robert Walser, accanito passeggiatore. Solo che sto fermo in casa, voyageur autour de ma chambre; eppure, con laiuto di quel prodigioso bastone da passeggio che si chiama telecomando incontro personaggi inverosimili, strane figure, presenze inattese. Vagabondare per la tv: in questo modo, si pu anche scoprire la bellezza della banalit, il fascino dellovvio, il potere stregante della vita quotidiana. Vincitori e vinti Per esempio, mi sono imbattuto in due giardinieri, Vittorio e Jonathan, che dovevano Virna mettere a posto il giardinetto Lisi Vince la di una signora motociclista serata del (Giardinieri in affitto, Lei, marted la canale 127 di Sky, marted, ore prima parte della 21). Ora, moto e giardino sofiction La donna che no due cose inconciliabili: o si ritorna, con la grande cura il giardino o si cura, coattrice Virna Lisi: gli me un giardino, la moto (cospettatori del prime me insegna Robert M. Pirsig) time di Raiuno sono 5 e, infatti, per forza di cose, il milioni e 232 mila risultato finale non stato esaltelespettatori, pari a tante. Ne venuto fuori un uno share del 18,4%. giardinetto piccolo-borghese in stretta armonia con la casetta da geometra. Ma vedere al Anna lavoro i due giardinieri stato Valle molto divertente. In contro Vittorio il progettista ed programmaquello che si sporca anche le zione con la mani: scava buche, trasporta fiction, arretra la pietre, pota, suda. Jonathan, seconda puntata di linglesino, fa lintellettuale, riUn amore e una pete: Il giardinaggio pazienvendetta, con Anna za. Il che vero, ma il giardiValle: gli spettatori del naggio anche fatica e lui ha prime time di Canale tutta laria di chi non ha calli 5 sono 3.609.000, per alle mani. Lho visto persino uno share del 13,6%. usare la vanga come fosse un badile (mio nonno mi avrebbe tirato dietro la zappa!). I due hanno rimesso a posto una magnolia, un ibiscus e un ulivo molto malandato che erano gi sul posto, ma hanno sacrificato un alloro (che porta bene!). Incuranti di possibili allergie hanno piantato graminacee e un pitosforo (non una pianta esaltante). Passeggiando, ho anche imparato una parola che non conoscevo, pacciamatura, operazione che consiste nel cospargere il terreno di paglia o foglie secche per proteggere le colture. Qui hanno sparso pietre dappertutto per evitare la crescita di erbe infestanti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le bellezze dItalia da Trieste a Modica


Francesca Mazzalai conduce il nuovo programma sulle pi belle localit dItalia. Dai mosaici di Ravenna ai palazzi barocchi di Modica, dai parchi naturali del Montefeltro ai caff di Trieste LItalia di Dove Dove Tv, ore 21

Mediaset Premium
13.37 LOVE NOTES. Film Tv MYA 13.44 STANNO TUTTI BENE. Film Premium Cinema 14.10 FRATELLO, DOVE SEI?. Film Studio Universal 14.17 LEVERAGE III. Telefilm JOI 15.13 UNA MAMMA PER AMICA VII. Telefilm MYA 15.23 MALCOLM II. Telefilm JOI 15.33 LA SCONOSCIUTA. Film Premium 15.47 MALCOLM II. Telefilm JOI 15.50 SMALLVILLE - GLI INIZI I. Telefilm STEEL 15.58 UNA MAMMA PER AMICA VII. Telefilm MYA 16.16 MONK VI. Telefilm JOI 16.40 RAGAZZE A BEVERLY HILLS. Film Studio Universal 17.07 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION VI. Telefilm JOI 17.18 IM KEEPING THE DOG!. Film Tv MYA 17.41 CANI & GATTI: LA VENDETTA DI KITTY. Film Premium Cinema 17.59 DR. HOUSE - MEDICAL DIVISION VI. Telefilm JOI 18.25 UNDER THE INFLUENCE. Show Studio Universal 18.30 SQUADRA ANTIMAFIA 2 PALERMO OGGI. Miniserie STEEL 18.48 SEX & LAW. Telefilm JOI 18.54 MYA MAG. Rubrica MYA 18.55 CHI HA PAURA DELLE STREGHE?. Film Studio Universal 19.00 RED CARPET. Rubrica Premium Cinema 19.15 LA DONNA DELLA MIA VITA. Film Tv Premium Cinema 19.33 CLOSE TO HOME I - GIUSTIZIA AD OGNI COSTO. Telefilm MYA 19.37 ER - MEDICI IN PRIMA LINEA XV. Telefilm JOI 20.23 THE MENTALIST II. Telefilm JOI 20.26 CLOSE TO HOME I - GIUSTIZIA AD OGNI COSTO. Telefilm MYA 20.40 HOLLYWOOD COLLECTION. Rubrica Studio Universal 21.15 THE EDGE OF LOVE. Film Premium Cinema 21.15 CAMELOT I. Telefilm JOI 21.15 RIZZOLI & ISLES II. Telefilm MYA 21.15 EXISTENZ. Film STEEL 21.15 THE RIVER WILD - IL FIUME DELLA PAURA. Film Studio Universal 22.03 HARRYS LAW. Telefilm MYA 22.13 LEVERAGE III. Telefilm JOI 22.55 GREYS ANATOMY VI. Telefilm MYA 23.00 SUPERNATURAL II. Telefilm STEEL

64

italia: 515249535254

Gioved 20 Ottobre 2011 Corriere della Sera

Voglia di tablet? Naviga in mobilit con TIM MyTAB a zero euro.

Impresa Semplice
Il braccio destro che fa per me.

Impresa Semplice un marchio di Telecom Italia

Lofferta Naviga Tablet valida fino al 31 gennaio 2012. Lofferta Naviga Tablet prevede il TIM MyTAB a 0 se si attiva lopzione dati Internet in Mobilit Unlimited+ a 25 /mese con 20 GB/mese di traffico dati nazionale e 100 MB/mese di traffico roaming dati in Europa. Superati i primi 20 GB di traffico dati nazionale, in caso di ulteriore utilizzo nel mese, si attiva in automatico un secondo bundle di 20 GB a 25 ; superati nel mese i 40 GB, si attiva in automatico un terzo bundle dello stesso importo e dimensione. Lulteriore traffico nel corso del mese tariffato a 0,01 euro/MB. Superati i 100 MB di traffico roaming dati zona UE/Zona1 sar applicata una tariffa pari a 2 /MB. Il traffico dati non consumato nel mese non pu essere utilizzato nel mese successivo. Lofferta ha una durata di 24 mesi ed soggetta a corrispettivo in caso di recesso anticipato. I costi si intendono IVA esclusa.

Codice cliente: