Sei sulla pagina 1di 17

MANUALE TECNICO

BOBINATRICE AS

INDICE

1. Finalità dell’impianto pag 2

2. Composizione pag 3

3. Funzionamento pag 7

4. Protezioni installate pag 8

5. Parametri qualitativi pag 9

6. Interventi su anomalie pag 10

7. Manutenzione pag 11

8. Pannello di controllo pag 13

Allegati:
Schema elettrico
Disegno d’assieme e distinta

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

1. Finalità dell’impianto

1.1 A cosa serve


La bobinatrice è la macchina che avvolgendo il filo resistivo su un supporto di fibra di vetro
con le opportune variazioni di passo e l’inserimento di un filo di cortocircuito (elettrocufer),
realizza in sequenza continua una bobina di elementi, pronta per essere impiegata
nell’operazione successiva di estrusione.

1.2 Elementi da trattare


Filo resistivo rettilineo di specifico diametro e composizione chimica avvolto in apposite bobine (foto
1).
Bobina di filo elettrocufer avente dimensioni di diametro indicate in Bolla Elettrica (di norma
si impiegano solo 2 diametri) (foto 2).
Confezione di fibra di vetro avvolta in bobina avente diametri e caratteristiche della fibra
indicate in Bolla Elettrica (foto 3).

Foto 1 – Filo resistivo Foto 2 – Elettrocuffer Foto 3 – Fibra di vetro

1.3 Elementi in uscita


Bobina di cavo resistivo avente caratteristiche elettriche (lunghezza, valore ohmico) come riportato in
Bolla Elettrica.

Foto 4 – Cavo resistivo


Comm. H122 matricola 02040-09
MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

2. Composizione

Elenco parti costituenti la macchina:

1) Supporto bobine filo elettrocufer

2) Gruppo di guida e tensionamento fibra di vetro

3) Testata d’inserimento e taglio filo Elettrocufer

4) Mandrino motore di svolgimento bobina filo resistivo

5) Dispositivo di misura zone calde/fredde e pannello operatore

6) Gruppo di traino e dispositivo di raccolta bobine prodotto finito (spirale A.S.)

6 5 4 1 2 3

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

1) SUPPORTO BOBINE FILO ELETTROCUFER


La macchina è provvista di supporto con 3 alberini fissi (foto 6) su cui vanno montate le
bobine di Elettrocufer, richieste in bolla elettrica, per la realizzazione del tratto freddo
dell’elemento mediante la cortocircuitazione della spirale resistiva.
In corrispondenza di ogni alberino è installato un sensore che rileva la rotazione della bobina
grazie alla presenza di una etichetta di alluminio adesivo applicata dall’operatore sulla
bobina stessa.

Foto 6 – Supporto bobine

2) Gruppo di guida e tensionamento fibra di vetro


Per facilitare lo svolgimento della fibra di vetro in verticale, la confezione viene posta a terra.
Essa viene fatta passare attraverso un tenditore in ceramica (foto 7), successivamente viene
guidata tramite una piccola puleggia direttamente nel dispositivo di taglio dell’Elettrocufer.

Foto 7 – Tenditore in ceramica

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

3) Testata d’inserimento e taglio filo Elettrocufer


La testata è composta da:
a) Una coppia di ruote in gomma che servono alla guida ed allo svolgimento dell’Elettrocufer,
che ha la funzione di mettere in corto circuito le spire del filo resistivo (valore ohmico = 0)
b) Una coppia di elettromagneti che agiscono sul dispositivo di taglio del filo di Elettrocufer
c) Una coppia di ruote in gomma che servono per l’inserimento del filo di Elettrocufer per
costituire la parte fredda. La ruota inferiore è sempre in rotazione e viene movimentata in su
e giù per l’inserimento del filo di Elettrocufer, la ruota superiore è libera e gira quando la
ruota inferiore si alza fino a toccarla. Il filo di Elettrocufer viene inserito all’interno della
spirale resistiva attraverso le due ruote sopracitate per circa due secondi in modo da
permettere il tensionamento dello stesso.
d) Un blocchetto di taglio. Una volta arrivati alla quota prevista, il taglio del filo di Elettrocufer
avviene per la movimentazione di un blocchetto di taglio rispetto ad un riscontro fisso.
L’impulso del movimento è dato dalla coppia di elettromagneti.

Foto 8 - Testata inserimento/taglio Elettrocufer Foto 9 – Blocchetto di taglio

4) MANDRINO MOTORE DI SVOLGIMENTO FILO RESISTIVO

E’ costituito da un motore con albero cavo passante su cui viene alloggiata la bobina di filo
resistivo. La bobina viene bloccata da una ghiera. La fibra di vetro passa all’interno della
ghiera verso il gruppo di traino. Il mandrino gira in senso antiorario per permettere lo
svolgimento del filo resistivo dalla bobina.
Il motore ha la velocità variabile tra 2000 e 10.000 giri/min. in funzione del diametro del filo
da svolgere.

Foto 10 – Mandrino motore Foto 11 – Ghiera per blocco bobina

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

5) DISPOSITIVO DI MISURA ZONE CALDE/FREDDE E PANNELLO OPERATORE


Il dispositivo mediante encoder misura i vari tratti impostati sul pannello dell’operatore.
Il materiale avvolto (filo resistivo ed elettrocufer su fibra di vetro), passa prima attraverso una ruota
scanalata e poi sull’encoder, per poterne rilevare la lunghezza.

Foto 12 – Dispositivo di misura e pannello operatore

6) Gruppo di traino e dispositivo di raccolta bobine prodotto finito (spirale A.S.)


Il traino della fibra di vetro con avvolto il filo resistivo viene eseguito tramite un motore che
movimenta due pulegge scanalate a 3 gole su cui si posiziona l’elemento avvolto con un
passaggio di andata e ritorno. Per compensare i cambi di velocità (cambio passo
d’avvolgimento) si passa il filo sulla ruota del ballerino collegato ad un potenziometro lineare.
Successivamente mediante la guida di alcune ruote scanalate, il filo arriva al gruppo Uhing,
che ha la funzione di accompagnare il cavo durante la fase d’avvolgitura sulla bobina del
prodotto finito.

Foto 13 – Gruppo di traino e dispositivo raccolta cavo Foto 14 - Ballerino

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

Foto 15 – Potenziometro lineare Foto 16 – Gruppo Uhing

Il ciclo di funzionamento della macchina è il seguente :

1) Carico manuale confezione fibra di vetro con inserimento nei vari passaggi fino alla
bobina di raccolta prodotto finito.
2) Carico bobina di Elettrocufer ed inserimento nelle ruote di guida e spinta.
3) Carico bobina filo resistivo da avvolgere intorno alla fibra di vetro.
4) Impostazione nuovi dati o richiamo di dati precedentemente memorizzati su Pannello
Operatore.
5) Avvio macchina.

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

4. Protezioni installate

La bobinatrice spirali AS è dotata di protezioni identificabili in:


- Ripari
- Dispositivi di sicurezza
tuttavia rimangono una serie di rischi residui per l'operatore quali: pericoli di impigliamento,
di taglio, di folgorazione ecc.
Si fornisce di seguito una spiegazione più esauriente, e relativa disposizione, delle protezioni
principali installate sulla bobinatrice spirali AS

Ripari

Copertura superiore in policarbonato. Il resto della macchina è completamente chiuso, onde


evitare contatti con l’operatore.

Dispositivi di sicurezza

Pulsante di emergenza: è un pulsante del tipo a fungo rosso su sfondo giallo (resettabile a
mezzo rotazione ed estrazione solo in loco). Se azionato apre il circuito elettrico togliendo
l’alimentazione agli ausiliari, tutte le parti della macchina si fermano, rimanendo alimentati
solo i quadri elettrici. Ne sono presenti due, uno sulla consolle di comando principale e l'altro
sulla parte frontale del banco.

Interruttore generale: è costituito da un selettore 0/I che consente di togliere tensione a tutto
il quadro (posizionandolo su 0) e di conseguenza a tutta la macchina. È posto sulla parte
frontale del banco

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

5. Parametri qualitativi

Elenco dei principali parametri qualificanti il processo.

PARAMETRI PIÙ SIGNIFICATIVI METODO DI VERIFICA


Si verifica mediante ohmetro che gli
Caratteristiche elettriche e diametro filo Ohm/metro corrispondano a quanto
dichiarato
Valore ohmico del tratto resistivo singolo o
Mediante multimetro/ohmetro
totale
Lunghezza tratti caldo-freddo Mediante un metro
L’operatore opera manualmente uno
Ancoraggio del filo resistivo al supporto in
sfregamento della parte avvolta, verificando
fibra
il mantenimento in posizione del filo avvolto.
Si verifica a vista l’eventuale presenza di
riccioli all’estremità ed il corretto
Taglio parte fredda
tensionamento della stessa dopo
l’avvolgitura.

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

6. Interventi su anomalie

ANOMALIA CAUSA AZIONI CORRETTIVE


Utilizzo di filo resistivo errato Sostituire filo
Valore ohmico errato Velocità di traino non Parametro di traino da
conforme modificare
Usura ruote di spinta che
Verificare le ruote,
genenerano il movimento
eventualmente sostituirle.
Lunghezza dei vari tratti alternativo di su e giù.
errata Valore errato della
lunghezza impostato sul Modificare dato impostato.
pannello.
Posizionamento errato della
Spirale poco tensionata testata portante la parte Riposizionare la testata.
fredda.
Fili di elettrocufer divaricati, Posizionamento errato della
Riposizionare la testata.
non paralleli a fibra di vetro testata.
Il filo resistivo si rompe Posizionamento errato della
Riposizionare la testata.
durante l’avvolgitura testata.
L’estremità dell’elettrocufer
Blocchetto di taglio usurato. Sostituire le parti usurate.
Presenta un ricciolo

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

7. Manutenzione

È indispensabile eseguire sulla macchina una manutenzione preventiva allo scopo di


proteggere e garantire nel tempo la funzionalità e l’affidabilità dei componenti, in particolare
degli organi di movimento. Agenti deterioranti quali polveri, incrostazioni e sedimenti dovuti a
sostanze liquide, possono recare danni agli organi componenti la macchina.

MANUTENZIONE ORDINARIA (PROGRAMMATA)


Di seguito sono contenute le informazioni necessarie al personale per poter effettuare
operazioni di manutenzione programmata sulla macchina insieme a delle brevi note relative
all'operazione stessa.

ATTENZIONE !
Prima di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione bisogna assicurarsi che gli impianti
(elettrico e pneumatico) siano scollegati dalle fonti di alimentazione di energia, che l’impianto
pneumatico sia opportunamente depressurizzato e che non ci siano residui di energia
potenziale sugli organi mobili.

NOTA - La tabella seguente è valida per impianti funzionanti per circa 20 ore al giorno. Le
debite proporzioni dovranno essere fatte per impianti funzionanti con un diverso regime
giornaliero.

LEGENDA: OP = operatore M = manutentore

Tabella.1 - Interventi di manutenzione programmata

INTERVENTO DI MANUTENZIONE ADDETTO FREQUENZA NOTE

Controllo blocchetto di taglio Sostituire il blocchetto se


OP Semestrale
Elettrocufer necessario
Sostituzione ruota d’inserimento Quando
OP
Elettrocufer neccessario
Verificare le condizioni della
Sostituire la ghiera se
ghiera di bloccaggio della bobina OP Annuale
necessario
filo da svolgere
Verificare l’usura di tutte le ruote Sostituire le ruote di rinvio se
OP/M Annuale
di rinvio del filo in avvolgitura necessario
Verificare il mandrino
Sostituire il mandrino se
d’avvolgitura per eventuali OP/M Semestrale
necessario
giochi/vibrazioni
Lubrificazione degli organi in
M Settimanale
movimento che lo richiedono
Non utilizzare detersivi o
Pulizia della macchina OP Settimanale
solventi

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

8. Pannello di controllo

Schermo Vedi schema


Touch-Screen Elettrico per il
lay-out della
pulsantiera.

Foto 17 – Pannello operatore

Vengono fornite di seguito le pagine video presenti sull’interfaccia operatore (Touch-screen).


Le pagine sono :
• menu principale
• schermata rapporti di produzione 1A
• schermata rapporti di produzione 1B
• schermata rapporti di produzione 1C
• impostazione 2A
• impostazione 2B
• impostazione 2C
• ricette
• visualizza stato ingressi e uscite

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

Passo alla schermata


rappori di produzione 1A

Passo alla schermata


impostazioni 2A

Passo alla schermata


visualizza stato ingressi e
uscite 3A

Visualizzazione allarmi

menu principale

Valore impostabile dei


pezzi da fare

Valore visualizzabile dei


pezzi fatti

Passo alla schermata 1B

schermata rapporti di produzione 1A


Comm. H122 matricola 02040-09
MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

In questa schermata
vengono visualizzati altri
rapporti di produzione

Ritorno alla schermata 1A

Passo alla schermata 1C

schermata rapporti di produzione 1B

In questa schermata
vengono visualizzati altri
rapporti di produzione

Ritorno alla schermata 1B

schermata rapporti di produzione 1C

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

1 2 3 4 5

Visualizzazione
istantanea dati

Visualizzazione
allarmi

Ritorno al menu Passo alla


principale schermata 2B
8 9
schermata di impostazioni 2A

Si spiega ora il contenuto delle varie colonne sul pannello di comando (TOUCH-SCREEN).
1) (PAS) Rappresenta la numerazione in sequenza dei vari tratti costituenti la resistenza.
Tali tratti devono corrispondere a quelli riportati in bolla elettrica.
2) (PF) A seconda che si inserisca il valore 0 o 1, la macchina esegue una parte calda o
fredda per i vari tratti di cavo.
3) (TRATTO) Si inserisce la lunghezza dei vari tratti di cavo.
4)(TRAINO) Si inserisce il parametro di traino in relazione al valore ohmico da ottenere.
5) (AVV) Si inserisce la velocità di avvolgitura in base al diametro del filo da avvolgere.
6) (N°PF) Si inserisce il numero di rocchetti di Elettrocufer che sono caricati sulla macchina.
7) (CORRETTIVO) Si inserisce la percentuale di correzione sulla misurazione della
lunghezza per compensare eventuali errori sulla misurazione del prodotto.
8) (TRANSFER) Premendo il pulsante si trasferiscono i dati inseriti nel PLC.
9) (LIST) Premendo questo pulsante entro nei programmi di lavoro salvati nel PLC
(RICETTE) (vedi schermata programmi di lavoro).

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

Visualizzazione
allarmi

Ritorno alla
schermata 2A

Passo alla
schermata 2C

schermata di impostazioni 2B

Visualizzazione
allarmi

Ritorno alla
schermata 2B

schermata di impostazioni 2C

Comm. H122 matricola 02040-09


MANUALE TECNICO
BOBINATRICE AS

In questa schermata
sono elencati con
codice crescente i
programmi di lavoro
(RICETTE).

Premendo questo
pulsante (LOAD) si
carica nelle schermate
Schermata programmi di lavoro (RICETTE) impostazioni il
programma di lavoro
(RICETTA) selezionato.

In questa schermata
viene visualizzato lo
stato degli ingressi e
delle uscite.

Schermata Ingressi e Uscite 3A


Vengono elencati di seguito le possibili segnalazioni di fermo macchina visualizzabili
nella riga Visualizzazione allarmi presente in varie schermate soprariportate:
1. allarme filo interrotto.
2. pulsante di stop.
3. parte fredda in continuo.
4. fine commessa.
5. parte fredda interrotta.
6. aspo ko.
7. protezione chiusa.

Comm. H122 matricola 02040-09