Sei sulla pagina 1di 28

Indice Indice

Indice

1 Premessa 3

2 Generalità 4

3 Descrizione del sito 4

4 Riferimenti 4

5 Descrizione dell’impianto 7
5.1 Impianto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
5.2 Strutture di sostegno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7
5.3 Collegamenti elettrici di potenza in cabina . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8

6 Misure e prove 8
6.1 Prove sulle stringhe fotovoltaiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8

7 Verifiche sui sistemi ausiliari 10


7.1 Esami a vista . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10

8 Osservazioni e commenti 10

9 Conclusioni 11

Pagina 2
Prof. Ing. Rodolfo Araneo
GL Associates S.r.l. – Via Alberto Mario 1, 00152 Roma
Tel./Fax: 06-58303719 – e-mail: mail.glassociates@gmail.com
D.I.A.E.E. – Dip. di Astronautica, Elettrica ed Energetica – Sapienza Università di Roma
Via Eudossiana 18, 00184 Roma
Tel: 06-44585811 – e-mail: rodolfo.araneo@uniroma1.it

1 PREMESSA

Il sottoscritto prof. ing. Rodolfo Araneo, nato a Roma il 29/10/1975, iscritto all’Ordine
degli Ingegneri col n. 21562 e all’Albo dei Consulenti Tecnici dei Tribunali Civile, Penale
e Fallimentare di Roma, con studio presso la GL Associates S.r.l., Via Alberto Mario 1,
00152 Roma, ha ricevuto l’incarico dalla Toshiba Trasmission and Distribution Europe –
Via De Marini 1, 16149 – Genova, di eseguire delle ulteriori prove di collaudo dell’impianto
fotovoltaico sito nel comune di Balsorano, L’Aquila, della potenza nominale di 2,0058
MWp, a distanza di un anno dalle prime prove di collaudo eseguite nei primi giorni di
marzo 2016.
In data 21.03.2016 - 22.03.2016 il sottoscritto, coadiuvato dal prof. ing. Umberto
Grasselli, si è recato sul sito dell’impianto ed ha eseguito ulteriori verifiche a vista e
strumentali richieste dal protocollo di collaudo nonchè dalle normative tecniche vigenti.
A seguito delle verifiche effettuate, il sottoscritto ha redatto la presente relazione.

Pagina 3
4: Riferimenti

2 GENERALITÀ

Lo scopo del presente documento è quello di illustrare i risultati delle ulteriori prove di
collaudo dell’impianto fotovoltaico di potenza nominale pari a 2,0058 MWp denominato
“Balsorano”, destinato a operare in parallelo alla rete elettrica di distribuzione di II categoria
a valle del dispositivo generale, secondo i criteri del Decreto Ministeriale del 19 febbraio
2007 per l’incentivazione di energia elettrica da impianti fotovoltaici.

3 DESCRIZIONE DEL SITO

Il lotto è stato descritto nella prima relazione di collaudo del 2016 a cui si rimanda per i
necessari dettagli.

4 RIFERIMENTI

I documenti normativi e/o guide di riferimento, congiuntamente alle varianti e/o errata
corrige eventualmente intervenute, sono da intendersi applicabili nella loro edizione in
vigore al momento di emissione del presente documento.

• CEI 0-2 “Guida per la definizione della documentazione di progetto per impianti
elettrici ”;
• CEI 0-3 “Guida per la compilazione della dichiarazione di conformità e relativi allegati
per la legge n. 46/1990 ”;
• CEI 0-16 “Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi
alle reti AT e MT delle imprese distributrici di energia elettrica”;
• CEI 11-1 “Impianti elettrici utilizzatori con tensione nominale superiore a 1kV in
corrente alternata”;
• CEI 11-17 “Impianti di produzione, trasmissione e distribuzione pubblica di energia
elettrica”;
• CEI 11-25 (EN 60909-0): “Correnti di cortocircuito nei sistemi trifasi in corrente
alternata, Parte 0: Calcolo delle correnti ”;
• CEI 11-35 “Guida per l’esecuzione di cabine elettriche MT/BT del cliente/utente
finale”;
• CEI 11-37 “Guida per l’esecuzione degli impianti di terra di impianti utilizzatori in
cui siano presenti sistemi con tensione maggiore di 1kV ”;
• CEI 11-20 “Impianti di produzione di energia elettrica e gruppi di continuità collegati
a reti di I e II categoria”
• CEI 13-4 “Sistemi di misura dell’energia elettrica - Composizione, precisione e
verifica”;
• CEI EN 62053-21 (CEI 13-43) “Apparati per la misura dell’energia elettrica (c.a.) -
Prescrizioni particolari - Parte 21: Contatori statici di energia attiva (classe 1 e 2)”;

Pagina 4
4: Riferimenti

• CEI EN 62053-23 (CEI 13-45) “Apparati per la misura dell’energia elettrica (c.a.) -
Prescrizioni particolari - Parte 23: Contatori statici di energia reattiva (classe 2 e
3)”;
• CEI EN 50470-1 (CEI 13-52) “Apparati per la misura dell’energia elettrica (c.a.)
- Parte 1: Prescrizioni generali, prove e condizioni di prova - Apparato di misura
(indici di classe A, B e C)”;
• CEI EN 50470-3 (CEI 13-54) “Apparati per la misura dell’energia elettrica (c.a.) -
Parte 3: Prescrizioni particolari - Contatori statici per energia attiva (indici di classe
A, B e C)”;
• CEI EN 60445 (CEI 16-2) “Principi base e di sicurezza per l’interfaccia uomo-
macchina, marcatura e identificazione - Individuazione dei morsetti e degli apparecchi e
delle estremità dei conduttori designati e regole generali per un sistema alfanumerico”;
• CEI EN 60439 (CEI 17-13) “Apparecchiature assiemate di protezione e di manovra
per bassa tensione (quadri BT)”, serie composta da:

1. CEI EN 60439-1 (CEI 17-13/1) “Apparecchiature soggette a prove di tipo (AS)


e apparecchiature parzialmente soggette a prove di tipo (ANS)”;
2. CEI EN 60439-2 “Prescrizioni particolari per i condotti sbarre”;
3. CEI EN 60439-3 (CEI 17-13/3) “Prescrizioni particolari per apparecchiature
assiemate di protezione e di manovra destinate ad essere installate in luoghi
dove personale non addestrato ha accesso al loro uso - Quadri di distribuzione
(ASD)”;

• CEI 20-19 “Cavi isolati con gomma con tensione nominale non superiore a 450/750
V ”;
• CEI 20-20 “Cavi isolati con polivinilcloruro con tensione nominale non superiore a
450/750 V;”
• CEI 20-91 “Cavi elettrici con isolamento e guaina elastomerica senza alogeni non
propaganti la fiamma”
• CEI EN 60099-1 (CEI 37-1) “Scaricatori - Parte 1: Scaricatori a resistori non lineari
con spinterometri per sistemi a corrente alternata”:
• CEI 64-8: “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000
V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua”;
• CEI 64-14 “Guida alle verifiche degli impianti elettrici utilizzatori ”;
• CEI EN 60529 (CEI 70-1) “Gradi di protezione degli involucri (codice IP)”;
• CEI EN 60555-1 (CEI 77-2) “Disturbi nelle reti di alimentazione prodotti da apparecchi
elettrodomestici e da equipaggiamenti elettrici simili - Parte 1: Definizioni ”;
• CEI EN 62305 (CEI 81-10) “Protezione contro i fulmini ”, serie composta da:

1. CEI EN 62305-1 (CEI 81-10/1) “Principi generali ”;


2. CEI EN 62305-2 (CEI 81-10/2) “Valutazione del rischio”;

Pagina 5
4: Riferimenti

3. CEI EN 62305-3 (CEI 81-10/3) “Danno materiale alle strutture e pericolo per
le persone”;
4. CEI EN 62305-4 (CEI 81-10/4) “Impianti elettrici ed elettronici interni alle
strutture”;
5. CEI 81-3 “Valori medi del numero di fulmini a terra per anno e per chilometro
quadrato”;

• CEI EN 60904-1(CEI 82-1) “Dispositivi fotovoltaici Parte 1: Misura delle caratteri-


stiche fotovoltaiche tensione-corrente”;
• CEI EN 60904-2 (CEI 82-2) “Dispositivi fotovoltaici - Parte 2: Prescrizione per le
celle fotovoltaiche di riferimento”;
• CEI EN 60904-3 (CEI 82-3) “Dispositivi fotovoltaici - Parte 3: Principi di misura per
sistemi solari fotovoltaici per uso terrestre e irraggiamento spettrale di riferimento”;
• CEI EN 61215 (CEI 82-8) “Moduli fotovoltaici in silicio cristallino per applicazioni
terrestri. Qualifica del progetto e omologazione del tipo”;
• CEI EN 61724 (CEI 82-15) “Rilievo delle prestazioni dei sistemi fotovoltaici - Linee
guida per la misura, lo scambio e l’analisi dei dati ”;
• CEI EN 50380 (CEI 82-22) “Fogli informativi e dati di targa per moduli fotovoltaici ”;
• CEI EN 62093 (CEI 82-24) “Componenti di sistemi fotovoltaici - moduli esclusi
(BOS) - Qualifica di progetto in condizioni ambientali naturali ”;
• CEI 82-25 “Guida alla realizzazione di sistemi di generazione di energia fotovoltaica
collegati alle reti elettriche dei sistemi di Media e Bassa Tensione”;
• CEI EN 61000-3-2 (CEI 110-31) “Compatibilità elettromagnetica (EMC) - Parte 3:
Limiti - Sezione 2: Limiti per le emissioni di corrente armonica (apparecchiature con
corrente di ingresso ¡ = 16 A per fase)”;
• CEI EN 50438 (CT 311-1) “Prescrizioni per la connessione di micro-generatori in
parallelo alle reti di distribuzione pubblica in bassa tensione”;
• CEI EN 60076-11 “Trasformatori di potenza - Parte 11: trasformatori di tipo a
secco”;
• UNI 8477 “Energia solare - Calcolo degli apporti per applicazioni in edilizia -
Valutazione dell’energia raggiante ricevuta”;
• UNI 10349 “Riscaldamento e raffrescamento degli edifici. Dati climatici ”;
• ENEL “Guida per le connessioni alla rete elettrica di ENEL distribuzione”, ed. 1.1.
dicembre 2009.

Pagina 6
5: Descrizione dell’impianto

5 DESCRIZIONE DELL’IMPIANTO

Il collaudo dell’impianto è stato eseguito nelle due giornate consecutive dal 21.03.2016 al
22.03.2016 ( All. 1 ). Il collaudo ha interessato in modo particolare tre aspetti evidenziati
come critici nelle precedenti prove effettuate nel 2016:

• ispezione visiva della zona alta del Sottocampo-2 che era interessata da forte presenza
di acqua, sia sorgiva che di scarico;

• verifica strumentale della resistenza di isolamento dei cavi in corrente continua del
Sottocampo-2 il quale aveva evidenziato la presenza di diverse criticità;

• verifica della sistema di video-sorveglianza con particolare attenzione alle barriere


perimetrali la cui installazione aveva evidenziato la presenza di un punto di forte
criticità nel Sottocampo-2.

5.1 Impianto
“Posizionamento impianto, strutture, cabine e vie cavi; orientamento del campo fotovoltaico
(tilt e azimut); presenza cartelli monitori e segregazione zone pericolose”.

A distanza di un anno si è riscontrato che la parte alta del Sottocampo-2 non risulta
più affetta dalle ingenti infiltrazioni di acqua sorgiva e di dilavamento come riscontrato nei
precedenti lavori di collaudo. Inoltre è stata eliminata la presenza di acque nere dovute
all’ostruzione di un pozzetto della rete fognaria limitrofa all’impianto grazie ad intervento
dell’ente gestore localmente competente.

5.2 Strutture di sostegno


“Montaggio corretto e completo dei profilati; stato dei profilati (lesioni, danneggiamenti,
difetti vari); complanarità del piano moduli strutture; bullonatura (a campione); stato
zincatura.”.

Si ribadiscono le criticità già evidenziate nei precedenti lavori di collaudo. La continuità


di terra tra una struttura e l’altra è affidata alle connessioni strutturali tra le strutture
quando sarebbe opportuno prevedere un ponticello di terra. La connessione tra la unica
struttura di ogni fila messa a terra e l’impianto di terra è realizzata mediante capicorda e
bullone con una rondella in ferro interposta tra il rame e l’acciaio zincato che presenta un
chiaro processo di ossidazione. Inoltre si è osservata l’ossidazione dell’acciaio zincato che
funge da anodo rispetto al più nobile rame che funge da catodo. A riguardo, per evitare
la corrosione fra zinco e rame, si consiglia nuovamente di utilizzare per la giunzione un
metallo con potenziale elettrochimico intermedio come il bronzo o l’ottone oppure utilizzare
capocorda stagnati o cadmiati.

Pagina 7
6: Misure e prove 5.3: Collegamenti elettrici di potenza in cabina

5.3 Collegamenti elettrici di potenza in cabina


“Corrispondenza delle marcature dei cavi e dei collegamenti dei componenti; esecuzione
dei cablaggi e delle marcature dei cavi secondo tabelle cavi (a campione); quadri BT e
MT: corretta terminazione dei cavi e controllo serraggio cavi nei rispettivi morsetti; quadri
BT e MT: ispezione degli organi di interruzione, sezionamento e protezione; collegamento
Inverter; collegamenti dei quadri; corretto collegamento dei trasformatori BT/MT.”.

Si è riscontrato nuovamente un settaggio molto basso delle soglie del relè di controllo
dell’isolamento del Sottocampo-2: soglia-1 pari a 60 kΩ e soglia-2 pari a 20 kΩ, leggermente
più alti dei precedenti valori di 60 kΩ e 10 kΩ, rispettivamente, ma comunque sempre
molto bassi. In data 22.3.2017 alle 10:20 il relè misurava 338 kΩ, valore che evidenzia il
perdurare ancora di alcune criticità, come di seguito illustrato.

6 MISURE E PROVE

Le misure sono state effettuate con un analizzatore di rete Chauvin Arnoux modello CA 6117
e una pinza amperometrica Chauvin Arnoux modello F09, utilizzati nelle prove di collaudo
del 2016. Inoltre, per le verifiche qualitative, è stata utilizzata diversa strumentazione quali
tester, voltmetri ed analizzatore di loop, tutti della Chauvin Arnoux.

6.1 Prove sulle stringhe fotovoltaiche


“Sarà eseguita la misura delle tensioni e delle correnti di stringa. In particolare si eseguiranno
le seguenti prove su un minima del 5% e su massimo del 20% delle stringhe, tenendo in
considerazione la presenza di due modelli diversi di modulo fotovoltaico e quindi distribuendo
equamente le prove: (a) misura delle tensioni a vuoto; (b) misura della corrente di corto
circuito con metodo di realizzazione e interruzione adeguato; (c) prove di isolamento verso
massa applicando una tensione di 1000 Vdc per 1 fra polo (+) e massa (struttura) e polo (-)
e massa (struttura). I requisiti di accettazione delle misure sopra riportate dovranno essere
rispettivamente: (a) Voc deve essere un valore che garantisca la funzionalita della stringa,
tenendo in considerazioni il tipo di modulo e il decadimento del modulo fotovoltaico; (b) Isc
deve essere un valore che garantisca la funzionalita della stringa, tenendo in considerazioni
il tipo di modulo e il decadimento del modulo fotovoltaico (c) Valore di Resistenza di
isolamento Riso > 1M Ω”.

I risultati delle misure sono riportati nella scheda riportata in All. 2 .


A riguardo si chiarisce che per evitare di essere troppo invasivi sui quadri QPS con
ripetute disconnessioni e successive connessioni delle stringhe fotovoltaiche sulle morsettiere
di ingresso dei QPS stessi, laddove le stringhe fotovoltaiche sono messe in parallelo a due a
due, si è proceduto a misurare la corrente di corto circuito e la tensione a vuoto di due
stringhe in parallelo, nonchè l’isolamento delle due stringhe in parallelo chiuse in corto

Pagina 8
6: Misure e prove 6.1: Prove sulle stringhe fotovoltaiche

circuito. Questa attività è stata svolta su tutte le stringhe dei quadri del Sottocampo-2,
giacché in esso si erano riscontrate forti criticità nei lavori precedenti. Sono nel caso
di criticità si è provveduto a disconnettere le singole stringhe e a ripetere le verifiche
sulle singole stringhe in modo da identificare puntualmente la criticità. I risultati di tale
campagna di indagini sono riportati in All. 2 .
Si evidenzia che diverse stringhe del Sottocampo-2 mostrino ancora un isolamento
assolutamente insufficiente come riportato nel quadro sintetico in Tabella 1.

Tab. 1: Stringhe in basso isolamento

Quadro Stringa RISO


[MΩ]
2 1,97
QPS-24 16 2,55
28 0,46
15 1,14
QPS-23
19 0,97
QPS-18 16 2,37
QPS-17 15 0,6
QPS-16 22 1,45
15 2,75
QPS-15
21 1,48

Inoltre i valori bassi della resistenza di isolamento riscontrati su ulteriori stringhe,


seppur superiori al valore limite di 1 MΩ, ma comunque ad esso assai prossimi, evidenziano
il perdurare di un certo malessere generale dell’isolamento dell’impianto in questa parte
del sottocampo che necessita ancora degli interventi onde evitare possibili futuri arresti
dell’impianto per scatto del relè di controllo dell’isolamento posto sugli inverter. Si ribadisce
che non può essere considerata una soluzione al problema l’abbassamento delle soglie di
scatto S1 e S2 dei relè di controllo, come è stato riscontrato nelle verifiche sul campo, giacché
è noto che un costante basso isolamento in un sistema IT porta nel tempo all’evoluzione
del gusto con probabile formazione di un doppio guasto a terra con problematiche assai
più ampie.
Con maggiore dettaglio, si è osservato che i cavi di molte stringhe trovate in basso
isolamento nei precedenti lavori di collaudo sono stati sostituiti, ma non tutti: alcune
stringhe presentano ancora i vecchi cavi e continuano a rimanere in basso isolamento verso
terra. Elemento su cui si invita a porgere attenzione è che molte nuove stringhe hanno
presentato valori di basso isolamento, probabilmente perchè i cavi sono stati danneggiati
nei lavori di sfilaggio dalle vie interrate dei vecchi cavi delle stringhe trovate in basso
isolamento nei lavori del 2016 e di infilaggio dei nuovi cavi.

Pagina 9
8: Osservazioni e commenti

7 VERIFICHE SUI SISTEMI AUSILIARI

7.1 Esami a vista


“Saranno eseguite le seguenti verifiche visive integrative a quanto riportato nel contratto EPC:
Integrità della recinzione perimetrale e cancelli di sicurezza; Integrità pozzetti e chiusini cavi
di campo; Corretto funzionamento del sistema di Videosorveglianza, del sistema perimetrale
di antintrusione nonche sensori volumetrici dei locali; Corretto funzionamento del sistema
di monitoraggio e connessione internet di impianto; Presenza nei locali MT e BT degli
scherni elettrici unifilari degli scomparti; Verifica presenza idonea cartellonistica, revisione
estintori all’interno dei locali e secondo la normativa vigente; Verifica infiltrazioni acqua
piovana all’interno dei locali tecnici e vani trasformatori ”.

L’installazione delle barriere antintrusione ad infrarossi è risultata identica alla situazione


riscontrata nell’anno 2016 e ancora carente. La maggiore criticità si riscontra ancora nel
Sottocampo-2 dove alcune barriere sono state posizionate a cavallo di forti dislivelli che
permettono l’accesso senza alcun problema al campo fotovoltaico a persone di media statura.
Toshiba ha evidenziato che il problema è in fase di risoluzione.

8 OSSERVAZIONI E COMMENTI

Rispetto ala situazione riscontrata nel 2016, molte azioni sono state svolte al fine di
risolvere diverse criticità allora riscontrate. In particolare, dalle ispezioni visive, sembra
che il Sottocampo-2 non sia più interessato dalla presenza e dal ristagno di acqua la quale,
invadendo le vie cavi interrate e i pozzetti di infilaggio, dava origine a forti problemi di
isolamento verso terra.
Tuttavia, diverse stringhe fotovoltaiche sono ancora caratterizzate da una resistenza di
isolamento critica la quale chiede la sostituzione dei cavi di stringa. In questo lavoro di
sfilaggio e rinfilaggio, come già precedentemente evidenziato, si deve porgere la maggiore
accortezza possibile al fine di non danneggiare i cavi che rimangono all’interno delle
medesime vie cavi.
Per quanto concerne le barriere perimetrali, si rimane in attesa della risoluzione da
parte di Toshiba della problematica riscontrata alla copertura degli avvallamenti.

Pagina 10
LISTA ALLEGATI

9 CONCLUSIONI

In conclusione, il sottoscritto prof. ing. Rodolfo Araneo, in collaborazione con il prof.


ing. Umberto Grasselli, in relazione al mandato ricevuto dalla Toshiba Trasmission and
Distribution Europe, ritiene di aver assolto all’incarico conferito.
Il sottoscritto rimane a disposizione per gli eventuali chiarimenti che si rendessero
necessari.

Roma Aprile 2017

ing. Rodolfo Araneo

La presente relazione è composta da n. 11 pagine dattiloscritte e dai seguenti allegati:

Lista allegati
[1] Documentazione fotografica
[2] Scheda misure sulle stringhe FV

Pagina 11
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 1

PROVE STRUMENTALI

• PUNTO 8.1.2.2 DEL PROTOCOLLO DI COLLAUDO


PROVE SULLE STRINGHE FOTOVOLTAICHE

Misura della tensione a vuoto, della corrente di cortocircuito e della


Misura delle
A resistenza di isolamento delle stringhe fotovoltaiche, effettuate sui
tensioni di stringa
quadri di parallelo stringhe
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
2-4 6-8 10-12 14-16
700 702 674 698

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


1° CAMPO-2 21.3.17 2-4 6-8 10-12 14-16
QPS-28 9:45 12,4 12,2 13,1 13,7
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16
278 177,9 158,8 76,9
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15
696 699 694 684

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


2 CAMPO-2 21.3.17 1-3 5-7 9-11 13-15
QPS-27 10:00 13,1 12,8 13,7 14,2
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15
230,1 200,2 235,2 143,3
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 2

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
697 691 691 689 687 684 683 684

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


3 CAMPO-2 21.3.17 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
QPS-26 10:20 14,5 14,5 14,5 14,9 14,6 14,9 14,5 14,8
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
312,3 286,8 104,2 398,1 348,0 364,2 322,5 294,0
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
694 688 685 686 682 682 673 681

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


4 CAMPO-2 21.3.17 1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
QPS-25 10:40 15,4 15,3 15,2 15,7 15,5 15,6 15,4 15,8
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
229 205 243,6 230,8 93,9 230,3 211,4 185,4
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 3

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
694 689 686 685 680 678 683 677

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
5 CAMPO-2 21.3.17 15,6 15,6 15,9 15,7 16,0 16,4 16,8 16,6
QPS-24 11:05 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
2,04 427 418 2,78 324,3 238,9 0,51 324
2 4 14 16 26 28
1,97 839 39,7 2,55 852 0,46
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
672 668 673 669 666 670 673 674

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
6 CAMPO-2 21.3.17 16,2 16,1 16,0 16,1 15,6 15,6 15,6 15,2
QPS-23 13:10 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
7,48 338,4 329 1,18 1,02 84,7 287 279,4
1 3 13 15 17 19
8,59 122,8 16,2 1,14 543 0,97
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 4

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
687 694 684 688 684 680 673 671

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
7 CAMPO-2 21.3.17 13,60 12,80 12,63 12,9 9,6 8,3 11,0 5,0
QPS-18 14:40 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
351,5 372,1 193,7 2,26 46,2 533 478 320,4
14 16
91,5 2,37
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
577 576 591 561 562 575 582 572

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
8 CAMPO-2 21.3.17 5,50 12,4 12,9 5,2 11,7 6,6 9,8 8,7
QPS-17 12:31 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-19 21-23 25-27 29-31
326,5 306,6 10,74 0,63 388 288,4 14,39 64,8
13 15
886 0,6
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 5

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
682 687 689 682 687 681 682 675

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


9 CAMPO-2 21.3.17 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
QPS-20 15:35 4,8 5,0 4,20 4,0 4,3 3,4 3,2 2,6
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
488 445 448 406 340 489 401 190
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
676 690 682 686 686 702 670 704

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


10 CAMPO-2 21.3.17 1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
QPS-19 15:55 2,3 2,8 2,9 3,0 2,9 6,0 4,2 6,6
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
291 336 306,6 312 336 357 270 269,9
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 6

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
699 698 692 691 672 692 680 658

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


11 CAMPO-2 21.3.17 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
QPS-22 16:15 6,2 6,2 5,8 5,6 3,0 5,3 2,3 1,8
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
8,50 451 277 263 342 340 375 410
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
676 677 670 673 671 672 673 674

Punto di misura Data Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


12 CAMPO-2 21.3.17 1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
QPS-21 16:30 3,2 2,5 1,8 1,6 1,6 1,7 1,5 1,6
Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
38,1 359,4 247,8 240,5 307 285,8 373 342
SCHEDE DI VERIFICA IMPIANTO FV BALSORANO
GL Associates S.r.l. REV. 00
PUNTO 8.1.2.2 PROTOCOLLO DI COLLAUDO
Via Alberto Mario 1
00152 Roma
Prove strumentali SCHEDA N. 7

Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]


2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
703 700 698 696 692 693 691 688

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
13 CAMPO-2 22.3.17 9,4 9,6 9,5 9,7 9,6 9,9 10,5 10,6
QPS-16 8:50 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
2-4 6-8 10-12 14-16 18-20 22-24 26-28 30-32
181,2 176,2 144,3 62,3 38,4 1,58 219,7 504,4
22 24
1,45 418
Risultati della prova: Stringhe - Tensione [V]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
707 698 691 689 687 684 692 693

Risultati della prova: Stringhe - Corrente [A]


Punto di misura Data 1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
14 CAMPO-2 22.3.17 15,3 15,5 15,3 15,3 15,5 15,5 15,8 16,1
QPS-15 10:20 Risultati della prova: Stringhe – Resistenza di isolamento [MΩ]
1-3 5-7 9-11 13-15 17-198 21-23 25-27 29-31
29,3 194,5 167 2,75 14,76 1,58 203,2 182,2
13 15 21 23
425 2,75 1,48 355,4

Potrebbero piacerti anche