Sei sulla pagina 1di 344

EUROCARGO TECTOR

MANUALI PER LE RIPARAZIONI:


ELETTRICO / ELETTRONICO
VERSIONE 6 ÷ 26
MECCANICO VERSIONI:
EUROFIRE
EUROCARGO 4X4
EUROCARGO TECTOR
4X2 - 4X4 - FIREFIGHTING
MANUALE PER LE RIPARAZIONI
IMPIANTO
ELETTRICO/ELETTRONICO
La presente pubblicazione fornisce le caratteristiche, i dati e la
corretta metodologia degli interventi riparativi eseguibili su
ogni singolo componente del veicolo.
Seguendo le indicazioni fornite, nonché l’impiego degli attrezzi
specifici, si consegue la garanzia del corretto intervento
riparativo, nei tempi previsti, tutelando inoltre gli operatori da
possibili infortuni.
Prima di iniziare qualsiasi riparazione, assicurarsi che tutti i
mezzi antinfortunistici siano disponibili ed efficienti.
Pertanto controllare ed indossare quanto è previsto dalle
norme di sicurezza: occhiali, casco, guanti, scarpe.
Verificare, prima dell’uso, tutte le attrezzature di lavoro, di
sollevamento e di trasporto.

I dati contenuti in questa pubblicazione potrebbero risultare


non aggiornati in conseguenza di modifiche adottate dal
Costruttore, in qualunque momento, per ragioni di natura
tecnica o commerciale nonché per adattamento ai requisiti di
legge nei diversi Paesi.
È vietata la riproduzione anche parziale del testo e delle
illustrazioni.

Produced by:

Publication Edited by:


IVECO S.p.A.
T.C.O. - B.U. Customer Service
Lungo Stura Lazio, 15/19
10156 Torino (Italy)
B.U. TECHNICAL PUBLISHING
C.so Svizzera, 185
Print 603.43.693 - 3rd Ed. 2002 10149 Torino (Italy)
PREMESSA

75023

Questo manuale fa parte degli strumenti che il settore Technical Publications mette a disposizione dei tecnici d’officina
per permettere la più corretta esecuzione degli interventi di manutenzione e/o riparazione e costituisce inoltre un
valido mezzo per meglio conoscere il prodotto IVECO.
L’esperienza maturata in lunghi anni nell’assistenza e nella redazione delle pubblicazioni tecniche ci ha spinti a dedicare
un apposito volume all’impianto elettrico equipaggiante i veicoli del modello in questione considerando la specialità
e la complessità della materia trattata.
Questo manuale è destinato a chi possiede una preparazione professionale nel settore “Elettrauto” e a chi dispone
nel contempo di adeguate ed indispensabili apparecchiature di prove e/o di misura delle principali grandezze elettriche.
Nella elaborazione dei testi e nella rappresentazione delle parti grafiche abbiamo tenuto conto delle particolari necessi-
tà del tecnico operatore riportando in alcuni casi dei richiami o ripetendo in posti diversi alcuni schemi che ad un tecnico
progettista potrebbero risultare scontati.
La completezza delle informazioni riportate negli schemi elettrici, il formato scelto e la loro facilità di estrazione permet-
tono al riparatore di disporre di tutte le informazioni proprio là dove le stesse sono più necessarie, ossia sul veicolo.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


EUROCARGO 5

INDICE GENERALE
CAPITOLO

INTRODUZIONE
GENERALITÀ I
COMPONENTI PRINCIPALI II
CAVI SUL VEICOLO III
SISTEMI ELETTRONICI IV
SCHEDE CIRCUITALI V

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


EUROCARGO INTRODUZIONE 1

INTRODUZIONE

AVVERTENZE GENERALI PER I COMPONENTI


ELETTRICI/ELETTRONICI 3
AVVERTENZE GENERALI PER I COMPONENTI
ELETTRONICI 4
CONCETTO DI MASSA E COMPATIBILITÀ
ELETTROMAGNETICA 5
CONSIGLI PRATICI 7
LINEA CAN 8

PROVE DI EFFICIENZA SULLA LINEA CAN 9

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


2 INTRODUZIONE EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO INTRODUZIONE 3

Avvertenze generali per i componenti elettrici/elettronici

NON SCOLLEGARE MAI LE BATTERIE DELL’IMPIANTO CON MOTORE ENDOTERMICO IN MOTO.


NON AVVIARE IL MOTORE SENZA AVER PRIMA COLLEGATO PERMANENTEMENTE LE BATTERIE.

— Prima di operare sul veicolo immobilizzare le ruote con le apposite calzatoie.

— Per avviare il motore non usare caricatori rapidi. L’avviamento deve solo essere effettuato con batterie separate
o con apposito carrello.

— L’errata polarizzazione della tensione di alimentazione delle centraline elettroniche di comando (per esempio
la polarizzazione errata delle batterie) può portare alla loro distruzione.

— Dovendo staccare le batterie dall’impianto, scollegare sempre per primo il cavo di massa telaio dal terminale
negativo delle batterie stesse.

— Prima di collegare le batterie all’impianto assicurarsi del buon isolamento di quest’ultimo.

— Scollegare le batterie dall’impianto durante la carica delle stesse con apparecchio esterno.

— Scollegare l’apparecchio di ricarica esterno dalla rete civile prima di rimuovere le pinze del medesimo dai terminali
delle batterie.

— Non inserire o togliere il connettore delle centraline elettroniche di comando con alimentazione inserita.

— Con temperature sopra gli 80 °C (forni di essiccazioni) smontare le centraline elettroniche di comando.

— Durante lavori di saldatura elettrica staccare i connettori dalle centraline elettroniche di comando.

— Nella fase di allacciamento avvitare i dadi a risvolto dei connettori (sensori di temperatura, pressione ecc.) esclusi-
vamente con la coppia di serraggio prescritta. Assicurarsi con certezza dell’esatta polarità dei terminali sulla batte-
ria in fase di avviamento da carrello ausiliario.

— Dovendo intervenire sull’impianto elettrico/elettronico del veicolo staccare il polo positivo delle batterie.

Le misurazioni nelle centraline elettroniche di comando, nei collegamenti a spina e negli allacciamenti elet-
trici ai componenti, possono essere effettuate solo su linee di collaudo appropriate, con apposite spine e bussole
a spina. Non usare in nessun caso mezzi impropri come fili metallici, cacciaviti, fermagli e simili. Oltre al pericolo
di cortocircuito si potrebbero danneggiare in questo modo i collegamenti a spina, e ciò provocherebbe successiva-
mente problemi di contatto.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


4 INTRODUZIONE EUROCARGO

Avvertenze generali per i componenti


elettronici

— Prima di scollegare il connettore di giunzione da


una centralina elettronica, isolare l’impianto.
(Figura a lato rif. A)
— Non provocare scintille per verificare la presenza
di tensione in un circuito.
— Non toccare le spine dei connettori delle centra-
line elettroniche con le dita.
— Non utilizzare una lampada test per verificare la
continuità di un circuito ma utilizzare unicamente
apparecchi di controllo adeguati (rif. B). A
— Non alimentare direttamente i componenti asser-
viti da centraline elettroniche con la tensione
nominale del veicolo.
— Non inserire i puntali di un apparecchio di misura
nelle spine dei connettori delle centraline elettro-
niche. Le eventuali misure si eseguono tramite
UNITESTER (rif. C).
— Assicurarsi che i cablaggi dei dispositivi elettronici
(lunghezza, tipo di conduttore, dislocazione,
fascettatura, collegamento della calza di scherma-
tura, messa a massa ecc.) siano conformi all’im- B
pianto IVECO e che siano ripristinati con cura
dopo interventi riparativi o manutentivi. Per evi-
tare possibili malfunzionamenti dei sistemi elettro-
nici di bordo, i cablaggi dei dispositivi aggiuntivi
devono seguire un percorso diverso da quello dei
suddetti sistemi.
— Sostituire i componenti unicamente con altri di
origine IVECO.
— Non installare apparecchiature elettriche e/o elet-
troniche aggiuntive non previste da IVECO o non
previste dalla legislazione locale.
— Non connettere i negativi dei sistemi aggiuntivi ai
negativi dei sistemi elettronici. C
— In caso di saldature elettriche sul veicolo, scolle-
2600
gare tutte le centraline elettroniche e/o staccare
il cavo di potenza dal terminale positivo della bat-
teria e collegarlo alla massa telaio (rif. D).

4519

1 AVVERTENZE GENERALI PER I COMPONENTI ELETTRONICI

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO INTRODUZIONE 5

Concetto di massa e compatibilità elettromagnetica

L’impianto elettrico è, tradizionalmente, un impianto unipolare. La carrozzeria, il telaio, l’involucro metallico dei compo-
nenti elettromeccanici fungono da conduttore equipotenziale di ritorno al generatore, in quanto qualsiasi punto della loro
struttura metallica o qualsiasi loro morsetto negativo non isolato è al medesimo potenziale di riferimento o MASSA. Ecco
perché è stata scelta la massa come riferimento a tutto l’impianto, dandole, convenzionalmente, il valore zero.

Per ovvie ragioni costruttive nella rete negativa dell’impianto affluiscono vari punti di massa posti sul veicolo in funzione
dell’ubicazione dei componenti sul telaio, sul motore e sulla carrozzeria.

Idealmente, invece, tutti gli apparati dovrebbero essere collegati ad un solo punto di massa al fine di assicurare ad essi,
ed in particolar modo per gli apparati elettronici, un riferimento di massa chiaramente definito.

Per le ragioni suddette si deve distinguere la massa di alimentazione o massa impianto, caratterizzata da forti intensità
di corrente continua (> I A per i componenti elettromeccanici), dalla massa analogica, caratterizzata da forme d’onda
a determinate frequenze e di intensità di corrente piccolissima (mA, µA) dei sistemi elettronici.

La definizione della massa di segnale o massa analogica dipende dalla sensibilità dei sistemi elettronici alla EMC (compati-
bilità elettromagnetica), in quanto segnali parassiti, emessi da sistemi di bordo o esterni al mezzo, inducono malfunziona-
menti e/o degradazioni dei sistemi stessi.

Al fine di minimizzare disturbi o interferenze, sia continue che transitorie, generate da irradiazioni parassite, è di fonda-
mentale importanza tenere sempre presente che la buona efficienza del piano di riferimento o massa impianto dipende,
in ciascuno dei suoi punti di collegamento, dalle ottime caratteristiche di conducibilità (resistenza di contatto tendente
a zero).

In sintesi possiamo dire che la massa intesa come conduttore elettrico equipotenziale, ovvero come riferimento di
potenziale di tutta la componentistica elettrica/elettronica di bordo, si suddivide in massa impianto ed in massa analogica.

I punti di massa dell’impianto sono quelli previsti dal Costruttore e devono ovviamente essere privi di verniciatura, ossi-
dazioni, grassi, polveri ecc.

6616

2 RETE DI MASSA EQUIPOTENZIALE IDEALE


Ba. BATTERIA — R. CARICHI — Rz. IMPEDENZA TELAIO — M. MASSA
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
6 INTRODUZIONE EUROCARGO

I punti di massa dell’impianto sono quelli previsti dal Costruttore e devono ovviamente essere privi di verniciatura, ossi-
dazioni, grassi, polveri ecc.

75037

D C

B
A
A

2 3
B
1 4972 4973 4974

3 1 — COLLEGAMENTI A MASSA: A. PUNTO DI MASSA EFFICIENTE — B. PUNTO DI MASSA INEFFICIENTE


2 — SEQUENZA DI FISSAGGIO: A. VITE — B. CAPOCORDA — C. ROSETTA — D. DADO
3 — CAVO COLLEGATO A MASSA

Qualora si renda necessario scollegare i cavi di massa dal telaio, all’atto di ripristino del collegamento occorre asportare
completamente la vecchia vernice di conduzione e procedere ad una nuova applicazione di uno strato uniforme di ver-
nice BH44D che soddisfa le normative IVECO Standard 18—1705, procedendo secondo quanto descritto:

1° Asportare meccanicamente, o con un prodotto chimico idoneo, la vernice sia sul lato telaio che sul lato morsetto.

2° Applicare la vernice con pennello, se in barattolo, o con bomboletta spray.

3° Collegare i cavi di massa entro 5 minuti massimo dall’applicazione della vernice.

4° In caso di applicazione di un nuovo contatto di massa, occorre procedere alla limatura attorno al foro di fissaggio
del morsetto fino alla completa asportazione della vernice anaforetica del telaio creando un piano di appoggio
privo di dentellature o gradini.
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO INTRODUZIONE 7

Consigli pratici

I conduttori negativi collegati ad un punto di massa impianto devono essere i più brevi possibili e connessi tra di loro
a “stella”, cercando quindi che il loro serraggio sia effettuato in modo ordinato e adeguato (Fig. 4 rif. M).

Inoltre, per la componentistica elettronica le seguenti avvertenze sono da osservare tassativamente:

— Le centraline elettroniche devono essere collegate alla massa impianto quando sono provviste di involucro
metallico.

— I cavi negativi delle centraline elettroniche devono essere collegati sia a un punto di massa impianto, per esempio
massa vano cruscotto (evitando i collegamenti “seriali” o a “catena”), sia al terminale negativo della batteria/e.

— Le masse analogiche (sensori), pur non essendo collegate alla massa impianto/terminale negativo batteria/e,
devono presentare un ottimo isolamento. Di conseguenza, una particolare cura deve essere prestata alle resi-
stenze parassite dei capicorda: ossidazioni, difetti di aggraffatura ecc.

— La calza metallica dei circuiti schermati deve essere in contatto elettrico in ciascuna delle sue estremità con i com-
ponenti del sistema.

— Una sola delle estremità della calza di schermatura deve essere collegata alla massa impianto.

— In presenza di connettori di giunzione il tratto non schermato d, in prossimità di essi, deve essere il più breve
possibile (Fig. 5).

— I cavi devono essere disposti in modo da risultare paralleli al piano di riferimento, ossia il più vicino possibile alla
struttura telaio/scocca.

— Gli impianti elettromeccanici aggiuntivi devono essere collegati con cura alla massa impianto e non devono essere
disposti a fianco dei cavi dei componenti elettronici.

2231
- -

2603

4 COLLEGAMENTO A “STELLA” DI CAVI NEGATIVI ALLA MASSA IMPIANTO M

d
C
d
C

2604 2232

5 SCHERMATURA TRAMITE CALZA METALLICA DI UN CAVO A UN COMPONENTE ELETTRONICO - C. CONNETTORE


d. DISTANZA ! 0

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


8 INTRODUZIONE EUROCARGO

Linea CAN

In questi ultimi anni i sistemi elettronici sui veicoli industriali si sono sviluppati rapidamente e determinano la buona
funzionalità del veicolo.

Quella che prima era una scienza completamentare si è trasformata in un settore chiave della tecnologia. Attualmente
gli impianti elettronici determinano la funzionalità del veicolo e l’efficacia con cui i singoli componenti interagiscono tra
loro. Sempre più spesso si incontrerà in termine CAN utilizzato in questo contesto.

Il termine CAN significa Controller Area Network (Rete dell’area di controllo). Si tratta di un cablaggio dedicato che
collega tra loro le centraline di un veicolo (ECU), creando così una struttura simile al sistema nervoso.

Questo sistema consente lo scambio istantaneo di grosse quantità di dati tra i vari sistemi elettronici a bordo veicoli.

Rappresenta una modalità di comunicazione BIDIREZIONALE che si sta sempre più effermando nel campo veicolistico,
grazie alla riduzione del numero di conduttori e delle interferenze.

Le informazioni viaggiano rispettando un protocollo che definisce le modalità di colloquio:

— Sincronizzazione delle informazioni.

— Modalità di chiamata e risposta tra i vari sistemi.

— Identificazione e correzione di eventuali errori di trasmissione.

— Ecc.

Immobilizer

R1

Connettore di diagnosi a 30 poli

EDC
000714t

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO INTRODUZIONE 9

Prove di efficienza sulla linea CAN

Immobilizer

EDC

120 Ω LINEA CAN

R1

H L
Connettore di
diagnosi a 30 poli

000716t

N.B.La resistenza R1 da 120 Ω viene utilizzata per chiudere il circuito della linea CAN.
Pertanto, l’eventuale mancanza o resistenza interrotta potrebbe causare delle anomalie sulla trasmissione di dati.

0Ω ∼ 60 Ω ∼ 120 Ω 0.L.

Linea CAN in cortocircuito Linea CAN OK Una resistenza interrotta Linea CAN interrotta

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


10 INTRODUZIONE EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.1

GENERALITÀ

Pagina

DESCRIZIONE IMPIANTO BASE 3


CARATTERISTICHE ELETTRICHE 3
COMPONENTI SUL MOTORE 4
MOTORE F4AE0681 4
MOTORE F4AE0481 6
MOTORE LATO SINISTRO 8
MOTORE LATO DESTRO 8
STRUTTURA BASE DELLA RETE DI POTENZA (4X2 - 4X4) 9
CABLAGGIO DELLA RETE DI POTENZA 9
IDENTIFICAZIONE DEI PUNTI DI MASSA 9
STRUTTURA BASE DELLA RETE DI POTENZA
(FIREFIGHTING) 10
CABLAGGIO DELLA RETE DI POTENZA 10
IDENTIFICAZIONE DEI PUNTI DI MASSA 10
RETE DI POTENZA 13
RETE NEGATIVA 13
ALTERNATORE 14
MOTORINO DI AVVIAMENTO 15
AVVIAMENTO 16
AVVIAMENTO DA POSTO GUIDA (CABINA AGGANCIATA) 16
AVVIAMENTO DA VANO MOTORE (CABINA RIBALTATA) 17

I
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
I.2 GENERALITÀ EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.3

Descrizione impianto base


Caratteristiche elettriche

1. Impianto unipolare con polo negativo collegato a massa telaio.

2. Tensione nominale di alimentazione 24 Vcc, collegamento in serie di 2 batterie 12V / 110Ah.

3. Alimentazione impianto elettrico e ricarica batteria con alternatore 28V / 70A (BOSCH) (90A - OPT).

4. Avviamento tramite motorino di avviamento 24V / 4.0 kW (BOSCH).

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.4 GENERALITÀ EUROCARGO

Componenti sul motore


Motore F4AE0681

A B C D E F

G
H

L 50339

VISTA MOTORE LATO SINISTRO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.5

C
D 50338

VISTA MOTORE LATO DESTRO

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.6 GENERALITÀ EUROCARGO

Motore F4AE0481
A B C D E F

M L I H G
00864t

VISTA MOTORE LATO SINISTRO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.7

D C 50277

VISTA MOTORE LATO DESTRO

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.8 GENERALITÀ EUROCARGO

MOTORE LATO SINISTRO

Codice
Rif. Descrizione
componente
A Sensore di temperatura liquido di raffreddamento 85153
B Elettrovalvola per iniezione elettronica 78247
C Resistenza preriscaldo motore 61121
D Sensore di pressione combustibile 85157
E Sensore di pressione combustibile / temperatura aria di sovralimentazione 85156
F Comando indicarote insufficiente livello liquido idroguida 44037
G Sensore di impulsi su distribuzione 48042
H Elettrovalvola per regolatore di pressione combustibile 78013
I Sensore temperature combustibile 47042
L Centralina elettronica EDC 7 85150
M Sensore numero giri motore 48035

MOTORE LATO DESTRO

Codice
Rif. Descrizione
componente
A Alternatore 03000
B Sensore pressione / temperatura olio -
C Trasmettitore livello olio 44043
D Motorino di avviamento 08000

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.9

Struttura base della rete di potenza (4x2 - 4x4)


Cablaggio della rete di potenza

A F G C H I E L M O

78817

A. PASSAPARETE - B. PORTAFUSIBILI - C. BODY COMPUTER - D. ALTERNATORE - E. COMMUTATORE A CHIAVE - F. PLANCIA PORTASTRUMENTI


- G. MOTORINO DI AVVIAMENTO - H. INTERRUTTORE PER APERTURA TELERUTTORE GENERALE DI CORRENTE - I. TELERUTTORE GENERALE
DI CORRENTE - L. BATTERIE

Identificazione dei punti di massa

M 12 M1 M6

M5
M4

M 13

M 14

M3

M2

M 10 M 15 M8 78815

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.10 GENERALITÀ EUROCARGO

Struttura base della rete di potenza (Firefighting)


Cablaggio della rete di potenza

A B C D E F G H I L

74521

A. PASSAPARETE - B. PORTAFUSIBILI - C. BODY COMPUTER - D. ALTERNATORE - E. COMMUTATORE A CHIAVE - F. PLANCIA PORTASTRUMENTI


- G. MOTORINO DI AVVIAMENTO - H. INTERRUTTORE PER APERTURA TELERUTTORE GENERALE DI CORRENTE - I. TELERUTTORE GENERALE
DI CORRENTE - L. BATTERIE

Identificazione dei punti di massa

M 12 M1

M5
M4

M 13
M 14

M2

M 10 M 15 M8

75029

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.11

Punto di massa Ubicazione Descrizione


M1 Longherone sinistro in prossimità delle Terminale negativo batterie tramite tele-
batterie ruttore generale di corrente (se previsto)

50358

M2 Longherone destro in prossimità del Motorino di avviamento


motorino di avviamento

50354

M4 Lato sinistro interno cabina Plancia portastrumenti


M5

4055

M8 Longherone sinistro parte anteriore Dispositivo bloccaggio differenziale tra-


sversale. Dispositivo rallentatore elet-
trico Telma . Dispositivo riscaldamento
filtro combustibile. Dispositivo essicca-
4053
tore aria impianto freni.
M10 Longherone sinistro in prossimità del Livello combustibile. Riscaldamento
proiettore sinistro gasolio. Fanaleria. Impianto EDC.

4053

M11 Longherone destro Sistema ABS. Sistema sospensioni pneu-


matiche

4053

M12 Longherone destro Sistema sospensioni pneumatiche

4053

M13 Lato destro interno cabina Massa di potenza

4055

M14 Lato destro interno cabina Massa di segnale

4055

M15 Longherone sinistro Livello idroguida. Livello acqua radiatore.


Usura ceppi. Livello liquido lavacristallo.
Tergicristallo. Segnalazione marce ridotte.
Filtro aria intasato. Sensore presenza acqua
4053 nel filtro combustibile. Avvisatore acustico.
Luci di posizione rimorchio.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.12 GENERALITÀ EUROCARGO

T1

M13 M14 50359

m5

4055

T2

50361

Rif. Ubicazione
M13 Punto di massa cabina (dietro UCI)
M14 Punto di massa cabina (dietro UCI) massa segnale
M5 Punto di massa cabina (dietro quadro strumenti)
T1-T2 T1 - Punto di fissaggio della treccia sulla cabina T2 - Punto di fissaggio della treccia sul telaio

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.13

Rete di potenza

Non scollegare mai le batterie dell’impianto M1


con il motore endotermico in moto.
Prima di collegare le batterie all’impianto assicurarsi del
buon isolamento di quest’ultimo.
Scollegare le batterie dall’impianto durante la ricarica
delle stesse.

Il fine dell’impianto elettrico è quello di generare, re-


golare, accumulare e distribuire l’energia necessaria al
funzionamento dei componenti del veicolo.

A tale scopo l’alimentazione dell’impianto elettronico


base è assicurata da un generatore (alternatore 28V -
50358
70A) e da due batterie di 12V 110Ah ciascuna, collegate
PUNTO DI MASSA BATTERIE SUL LONGHERONE SINISTRO (M1)
in serie.

Rete negativa
Le batterie sono collegate a massa telaio con un cavo
di 70 mm2 di colore marrone, al punto di massa M1 sul
longherone sinistro.

Il motorino di avviamento è collegato a massa telaio


(M2) tramite un cavo di 70 mm2, fissato sul longherone
destro in prossimità del motorino stesso. Lo stesso cavo
serve per mettere a massa telaio il gruppo motore endo-
termico completo.

M2

50354
PUNTO DI MASSA MOTORINO DI AVVIAMENTO

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.14 GENERALITÀ EUROCARGO

Alternatore
Fornitore BOSCH
Tensione 28V
Corrente 70A - 1800 RPM

B
+

W
L
15
S 7998
VISTA PROSPETTICA
A
80

70

60
B
50

40

A
30

SCHEMA ELETTRICO 20
A. ALTERNATORE B. REGOLATORE DI TENSIONE 8003

10

0 rpm
2 4 6 8 10 12 14 16
CURVA DI EROGAZIONE CORRENTE ALTERNATORE 8002

Caratteristiche

Tensione nominale 28 V
Potenza nominale 70 A
Corrente a temperatura ambiente 1800 RPM/35 A
a 25 ºC e Tensione nominale 6000 RPM/70 A
Senso di rotazione orario,vista da puleggia
Peso 6,4 kg

CARATTERISTICHE DI TEMPERATURA
8000
REGOLATORE DI TENSIONE (6000 RPM)

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.15

Motorino di avviamento
Fornitore BOSCH
Tensione nominale 24V
Potenza nominale 4kw

50275
SCHEMA ELETTRICO
50

30

RELÉ DI POTENZA

MOTORINO

50354

Avviamento
Il sistema EDC7 presenta una caratteristica che lo diversifica dai precedenti sistemi di iniezione elettronica.
La centralina elettronica ha la possibilità di gestire la funzione dell’avviamento motore.
Girando il commutatore chiave 52502 nella posizione di avviamento 50 viene fornita una tensione positiva al PIN 20
della centralina EDC 7.

Dal PIN 37 della stessa centralina viene pilotato un relé di potenza che ha la funzione di alimentare la bobina del
teleruttore di comando del motorino di avviamento in modo da permettere, tramite il morsetto 30, di far arrivare
la tensione positiva necessaria al suo funzionamento. Nel caso di interruzione della bobina del teleruttore SR o nel
caso di interruzione
d del cablaggio al morsetto 50, non è possibile avviare il veicolo in quanto la centralina EDC sente
sul pin 37 la presenza della resistenza della bobina del teleruttore sopra citato.

Non è possibile avviare il veicolo neppure staccando il morsetto 50 e collegandolo diretamente al +24V, per il
motivo prima descritto (resistenza teleruttore SR non riconosciuta).
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
I.16 GENERALITÀ EUROCARGO

AVVIAMENTO
Generalità

Prima di operare sul veicolo posizionare i cu-


nei, per evitare che il veicolo possa accidentalmente
+30
muoversi.
Prima di effettuare il ribaltamento della cabina assicu-
rarsi che lo spazio anteriore al veicolo sia sufficiente.
53508 L’avviamento da vano motore deve essere unicamente
30 effettuato quando la cabina è saldamente fissata sulla
52502 sua posizione di massima apertura, con manettino di
53006 parcheggio inserito e cambio in folle.
50

53512
Avviamento da posto guida
(Cabina agganciata)
B20
53511
85150 L’avviamento da posto guida (sinottico in figura linea
+15 continua) si effettua portando il commutatore a chiave
B27
52502 nella posizione 50.
In questo modo si fornisce una tensione positiva al pin
B20 della centralina elettronica EDC7 85150.
50
30 La stessa centralina tramite il pin B27 comanda il tele-
08000
ruttore di alimentazione del motorino di avviamento.

52502 Commutatore a chiave


85150 Centralina EDC 7
08000 Motorino di avviamento
25224 Interruttore antiavviamento con marce inserite
53006 Pulsante per avviamento da vano motore
53512 Interruttore per antiavviamento con freno a
mano disinserito
53511 Interruttore per segnalazione cabina sganciata

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO GENERALITÀ I.17

Avviamento da vano motore


(Cabina ribaltata)

Per eseguire il ribaltamento della cabina, è


sempre necessario inserire il freno di stazionamento,
assicurarsi che la leva del cambio sia in folle ed avere
la calandra completamente aperta.

Per ribaltare la cabina occorre:


- ruotare la manopola in senso orario sino al suo arre-
sto; (tramite la leva in dotazione)
- inserire l’apposita leva nella pompa a mano; 4057

- agire sulla leva azionamento pompa.


POSIZIONE DELLA CALANDRA PER IL RIBALTAMENTO CABINA

L’avviamento da vano motore si realizza solo se si veri-


ficano le seguenti condizioni:
- l’interruttore per antiavviamento con freno a mano
disinserito 53512 risulta chiuso, cioè con il freno a
mano inserito;
- l’interruttore per antiavviamento con marce inserite e
accensione luce retromarcia 53508 risulta chiuso, cioè
con il cambio in folle;
- l’interruttore per segnalazione cabina sganciata 53511
con cabina ribaltata, risulta chiuso verso massa;
- il commutatore a chiave in posizione di marcia (+15).

2363

INTERRUTTORE PER ANTIAVVIAMENTO CON FRENO A MANO


DISINSERITO (53512)

INTERRUTTORE PER SEGNALAZIONE CABINA SGANCIATA


(53511)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


I.18 GENERALITÀ EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.1

COMPONENTI PRINCIPALI

Pagina

COMPONENTI PRINCIPALI 3
PLANCIA PORTASTRUMENTI 3
INDICATORI OTTICI 4
PLANCIA CENTRALE 5
INDICATORE TEMPERATURA LIQUIDO REFRIGERANTE 6
INDICATORE PRESSIONE OLIO MOTORE 7
PLANCIA INFERIORE 8
PIASTRA PORTA TELERUTTORI /DIODI SUPPLEMENTARI 9
CENTRALINA DI INTERCONNESSIONE 10
COMPLESSIVO FUSIBILI 11
SCHEMA ELETTRICO INTERNO 12
COMPLESSIVO CONNETTORI (CENTRALINA RIBALTATA) 13
TELERUTTORI 19
BODY CONTROLLER (81116) 20
PORTA FUSIBILI SUPPLEMENTARI 21
CONNETTORI DI COLLEGAMENTO 22
PASSAPARETE 29
DEVIOGUIDA CON CRUISE CONTROL 40
ADATTATORE PER MISURE PASSAPARETE 42

II
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.2 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.3

COMPONENTI PRINCIPALI
Plancia portastrumenti

1 2 3 4 5 6

14 13 12 11 10 9 8 7

EC020

Codice
Rif. Descrizione
componente
1 Segnalatori ottici -
2 Indicatore temperatura acqua motore 47011
3 Indicatore livello combustibile 44001
4 Limitatore di velocità programmabile 52xxx
5 Interruttore retronebbia 52007
6 Selettore freno motore 52324
7 Interruttore specchi retrovisori riscaldati (opt) 52005
8 Interruttore fari profondità supplementari (opt) 52024
9 Interruttori fari fendinebbia (opt) 52321
10 Manometro pressione aria freni 42008
11 Manometro pressione olio motore 42001
12 Girometro 48001
13 Reostato illuminazione strumenti -
14 Tachigrafo/tachimetro 40011

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.4 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Indicatori ottici
Veicoli con sospensione meccanica 1 5

Colore RIF. DESCRIZIONE CODIFICA


Rosso 1 ANOMALIA BODY CONTROLLER 58XXX
Rosso 2 USURA FRENI ASSALE 58062
Rosso 3 USURA FRENI PONTE 58063
Rosso 4 AVARIA SOSPENSIONI PNEUMATICHE 58250
Rosso 5 BASSA PRESSIONE ARIA SOSPENSIONI PNEUMATICHE 58254
Giallo 6 PRESA DI FORZA INSERITA 58408
Giallo 7 BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE LONG. INSERITO 58415
– 8 – –
Giallo 9 SOSPENSIONI PNEUM. NON IN CONDIZ. DI MARCIA 58255
Giallo 10 AVARIA IMMOBILIZER 58717
6 10
Veicoli con sospensione meccanica
11 15
Colore RIF. DESCRIZIONE CODIFICA
Rosso 11 ANOMALIA BODY CONTROLLER 58XXX
Rosso 12 USURA FRENI ASSALE 58062
Rosso 13 USURA FRENI PONTE 58063
Rosso 14 PRESA DI FORZA INSERITA 58408
Rosso 15 PRESA DI FORZA POSTERIORE INSERITA 58441
Giallo 16 BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE ANTERIORE 58423
Giallo 17 BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE LONGITUDINALE 58415
– 18 – –
Giallo 19 CASSONE RIBALTATO 58412
Giallo 20 AVARIA IMMOBILIZER 58717
16 20
Tutti i veicoli EC021

21 25
Colore RIF. DESCRIZIONE CODIFICA
Giallo 21 BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE POSTERIORE 58422
– 22 – –
Giallo 23 FILTRO ARIA INTASATO 58103
Giallo 24 CABINA SGANCIATA 58409
Rosso 25 MANCATA RICARICA ALTERNATORE 58100
Blu 26 LUCI ABBAGLIANTI 58002
Verde 27 LUCI ESTERNE 58000
Verde 28 LUCI DI DIREZIONE RIMORCHIO 58201
Verde 29 LUCI DI DIREZIONE MOTRICE 58200
Rosso 30 LUCI DI EMERGENZA 58202

Tutti i veicoli 26 30

Colore RIF. DESCRIZIONE CODIFICA 31 35


Rosso 31 FRENO A MANO INSERITO 58053
Giallo 32 MARCE LENTE INSERITE 58426
Giallo 33 LIMITATORE VELOCITÀ PROGRAMMABILE –
Giallo 34 PRESENZA ACQUA NEL PREFILTRO GASOLIO 58420
Giallo 35 FRENO MOTORE INSERITO 58055
Rosso 36 AVARIA IMPIANTO FRENI 58052
Rosso 37 AVARIA ABS MOTRICE 58061
Rosso 38 AVARIA ABS RIMORCHIO 58064
Giallo 39 PRERISCALDO 58110
Rosso 40 EDC 58435

36 40
EC022

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.5

Plancia centrale

1 2 3 4 5

17 6
7
16

15
8

14 13 12 11 10 9

EC018

Codice
Rif. Descrizione
componente
1 Comando elettro riscaldatore 82000
2 Comando condizionatore -
3 Interruttore luci esterne 52307
4 Interruttore fanale rotante 52305
5 Interruttore luci di emergenza 52302
6 Iveco Control 50000
7 Modulo interruttori -
7A Interruttore esclusione ABS -
7B Interruttore presa di forza -
7C Interruttore inserimento TGC -
7D Spia ripartitore in folle / presa di forza ripartitore inserita -
8 Indicatore livello olio motore 44002
9 Contaore 49002
10 Comando assetto fari 52312
11 Staccabatteria elettronico -
12 Interruttore prova lampade 53000
13 Timer per riscaldatore supplementare 84017/84013
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.6 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Indicatore temperatura liquido refrigerante


Fornitore BORLETTI
Tensione di funzionamento 24 V

4444 5522
5528 8879

0000
7151

50252

Codice
Rif. Descrizione
cavo
1 Segnale comando spia alta temperatura (da EDC7) 5528
2 Positivo illuminazione strumento 4444
3 Segnale comando strumento indicatore (da EDC7) 5522
4 Positivo alimentazione strumento (+24V) 8879
5 Massa 0000
6 Alimentazione spia alta temperatura (da EDC7) 7151
7 - –

Valori di taratura
Temperatura 60 °C 100 °C
Resistenza 650 ÷ 370 Ω 137 ÷ 123 Ω

È uno strumento di tipo elettronico. Viene pilotato direttamente dalla centralina EDC7. È composto da una spia
di segnalazione comandata dalla centralina (pin B65) e da uno strumento indicatore pilotato sempre dalla centralina
(pin B6). Non necessita di un sensore proprio, ma viene utilizzato il sensore di temperatura liquido refrigerante per EDC
(pin C36 / C18).

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.7

Indicatore pressione olio motore


Fornitore BORLETTI
Tensione di funzionamento 24 V

5503 5522
4444 8879

0000 7151

50252

Codice
Rif. Descrizione
cavo
1 Positivo illuminazione strumento 4444
2 Segnale comando spia bassa pressione (da EDC) 5503
3 Segnale comando strumento indicatore (da EDC7) 5522
4 Positivo alimentazione struemnto (+24V) 8879
5 Massa 0000
6 - –
7 Alimentazione spia bassa pressione olio (da EDC7) 7151

Valori di taratura
Pressione (Bar) 0 4 8
Resistenza 1350 ÷ 800 Ω 270 ÷ 210 Ω 82 ÷ 68 Ω

È uno strumento di tipo elettronico. Viene pilotato dalla centralina EDC ai pin B36 (spia di segnalazione) e B66 (stru-
mento indicatore). Non necessita di un sensore proprio, ma viene utilizzato il sensore di pressione olio per EDC.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.8 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Plancia inferiore

1 2* 3

50521

Codice
Rif. Funzione
componente
1 Centralina ABS 88000
2* Centralina ECAS * -
3 Piastra porta teleruttori / diodi supplementari -
4 Modulo di potenza per IVECO Control 2 livello 86017

* Non presente per le versioni 4x4

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.9

Piastra porta teleruttori /diodi supplementari

AA AB AC AD

ABS ECAS
*
AE AF AG AH AI AL

AU

AM AN AO AP AQ AR AS AT

50253

* Non presente per la versione 4x4

Rif. Descrizione
AA Consenso eccitazione TGC (Air Top 2000)
AB Illuminazione ralla
AC Manettino rallentamento rimorchio (Extra Europa)
AD Inserimento temporaneo compressione A/C
AE Specchi retrovisori termici
AF A/C
AG TGC
AH Lava tergi proiettori
AI Lava tergi proiettori
AL PTO
AM Diodi ABS
AN Relé ABS
AO Diodi TGC
AP Diodi TGC
AQ Relé parabrezza riscaldato
AR Relé lava proiettori
AS Relé sponda caricatrice
AT Relé sponda caricatrice
AU IVECO Control

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.10 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Centralina di interconnessione

2 3 4

1 8 7 6 5

50364

Rif. Descrizione
1 Porta fusibili supplementari
2 Presa di corrente
3 Porta fusibili supplementari
4 Connettore diagnosi 30 poli
5 Pulsante test edc
6 Body controller
7 Cicalino indicatori di direzione-emergenza
8 Centralina fusibili

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.11

Complessivo fusibili

1 2 3 4

5 6 7 8

9 10 11 12

13 14 15 16

17 18 19 20

50364

Fus. Portata Descrizione


1 5A Specchi elettrici
2 5A Moduli ottici - strumenti - 15 alternatore - cabina sganciata - ECAS - Immobilizer
3 5A Tachigrafo (A1) - Int. luci di emergenza / direzione
4 5A Conn. diagnosi (+30)
5 5A Edc (pin 39)
6 5A Connettore Rimorchio - Connettore Allestitori
7 10A Luci di direzione
8 10A Accendisigari - plafoniera - Lavaproiettori
9 10A Luci retromarcia
10 10A Luci abbaglianti/anabbaglianti
11 10A Luci abbaglianti/anabbaglianti
12 10A Avvisatore acustico
13 10A Tergicristallo/tergiproiettori (pulsante)
14 20A Parabrezza termico
15 20A Luci arresto
16 20A Alzacristalli elettrici
17 10A Specchi retrovisori termici
18 5A Luce retronebbia
19 10A Luce di posizione
20 10A Luce di posizione - tergiproiettori
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.12 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Schema elettrico interno

50273

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.13

Complessivo connettori (centralina ribaltata)

D A
G 7

E
1 7
H
1 4
B
2

3 8 6 14
1
F
1 10

I
1 6 C
1

9 6
5 12 20

50365

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.14 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “A” - “B” - “C”

A
7

B
2

C
1

50365

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Positivo +30 presa diagnosi 30 poli 7772
2 - -
3 Positivo motore tergicristallo 8880
A 4 Positivo Pin B12 (Body Controller) per luci abbaglianti / anabbaglianti 2197
5 Positivo elettrosbrinatore 8879
6 Positivo Pin A10 (Body Controller) per luci arresto 1117
7 Positivo Pin A20 (Body Controller) per luci posizione 3390
1 Positivo 15/1 rimorchio 8869
B 2 Positivo 15/1 dal 15 - chiave 8887
1 Positivo Pin F15 (Body Controller da interruttore) per inserzione luci emergenza 7728
2 - -
3 Diagnosi (IWT) 0053
C 4 Diagnosi (IWT) 9954
5 Diagnosi (IWT) 8872
6 Diagnosi (IWT) 8861
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.15

Connettore “E”

E
1 7

6 14

50365

Codice
Rif. Descrizione
colore cavi
1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 Diagnosi (IWT) 8840
6 (OPT) Negativo interruttore presa di forza su cambio -
7 - -
E
8 Positivo plafoniera luce interna 4441
9 Positivo batteria 7777
10 Positivo 15 - alternatore 8879
11 - -
12 - -
13 - -
14 - -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.16 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “F”

F
1 10

9 20

50365

Codice
Rif. Descrizione
colore cavi
1 - -
2 Positivo inserimento luce retromarcia tramite pulsante 2268
3 Positivo Pin B12 (Body Controller) per luci anabbagliante / abbagliante 2198
4 Positivo 15/1 8051
5 - -
6 - -
7 (OPT) Negativo inserzione presa di forza su cambio -
8 (OPT) Positivo inserzione alzacristallo porta passeggero -
9 (OPT) Positivo temporizzatore per lavaproiettori -
10 - -
F
11 Positivo Pin A15 (Body Controller) per luci posizione 3380
12 - -
13 - -
14 (OPT) Positivo inserzione tergiproiettori -
15 Massa segnale 0000
16 Positivo Pin F14 (Body Controller) per luci direzione 8872
17 - -
18 Positivo Pin B17 (Body Controller) per luci retronebbia 2283
19 Diagnosi (IWT) 2283
20 Positivo inserzione avvisatore acustico tramite pulsante 1116
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.17

Connettore “G” - “H”

G
B
A

H
1 4

3 8

50365

Codice
Rif. Descrizione
colore cavi
A Positivo batteria 7777
G B Positivo batteria 7707
1 - -
2 - -
3 Diagnosi (IWT) 8830
H 4 - -
5 - -
6(OPT) Positivo interruttore (+ spia) per inserzione specchi retrovisori -
7(OPT) Positivo essiccatore aria impianto freni -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.18 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “I”

I
1 6

5 12

50365

Codice
Rif. Descrizione
colore cavi
1 Massa 0000
2 - -
3 - -
4 Diagnosi (IWT) 8880
5(OPT) Positivo inserzione alzacristallo porta lato autista -
6 - -
I 7 - -
8 Positivo avvisatore acustico 1116
9 Alimentazione tachigrafo / Comando emergenza 7728
10 - -
11(OPT) Negativo commutatore inserzione presa di forza su cambio -
12 - -
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.19

Teleruttori

E1 E2 E3 E4

E5

E6

E7

50364

Posizione Codice Funzione


E1 25213 Teleruttore per alimentazione utilizzatori sotto chiave tramite + Batterie
E2 25879 Teleruttore per consenso inserzione presa di forza totale con motore fermo
E3 25805 Teleruttore per comando avvisatori acustici
E4 25810 Teleruttore riscaldamento gasolio (filtro)
E5 25003 Teleruttore fendinebbia
E6 25010 Teleruttore fari supplementari
E7 28825 Teleruttore riscaldamento prefiltro gasolio

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.20 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Body controller (81116)

50330

50364

L’impianto elettronico della gamma EUROCARGO è stato modificato con l’introduzione di una centralina elettronica
denominata BODY-CONTROLLER.
Questa centralina gestisce direttamente alcune funzioni:

– lampeggiatore (direzione - emergenza)


– intermittenza tergicristallo
– spie usura freni - bloccaggio diff.
– luci (posizione - stop - abbaglianti - anabbaglianti - retronebbia)
– illuminazione cruscotto.
È presente un BUZZER (cicalino) che interviene quando vengono inserite le luci di direzione o di emergenza.
La frequenza del suono è di 400 Hz.
I teleruttori presenti sono tra loro intercambiabili (con esclusione dell’intermittenza tergicristallo).
Per la descrizione delle funzioni interessate dai singoli teleruttori si rimanda alle pagine seguenti.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.21

Porta fusibili supplementari

70000/1 70000/2

70000/3

70000/3 70000/1 (VERDE) 70000/2 (NERO)

50364

Posizione Portata Funzione Aliment.


1 30A Parabrezza riscaldato +30
2 30A Parabrezza riscaldato +30
3 10A Riscaldatore supplementare +30
70000/3 4 5A Luci di posizione -
5 5A Luci di posizione -
6 5A Luci stop -
1 20A Riscaldamento filtro gasolio (base) +30
2 20A ABS +30
3 5A ABS +15
70000/1 4 5A Disposizione allestitori +15
5 10A Disposizione allestitori +30
6 5A Disposizione allestitori 58
1 - - -
2 20A Riscaldamento prefiltro gasolio +30
3 10A Riduttore di tensione +30
70000/2 4 5A Riscaldamento - condizionatore +30
5 10A Fari supplementari/illuminazione Ralla +30
6 10A Fendinebbia - fari rotanti - sedili riscaldati +15/A
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.22 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettori di collegamento

A B C

D E F

50345

Connettore Descrizione
A Luci di stazionamento/ingombro - luci targa
B Abbagliante Sx - anabbagliante Dx - retronebbia stop - stop rimorchio
C Tergicristallo - anabbagliante Sx - abbagliante Dx - spia
D Blocco differenziale - chiave (+50/+15) - linea k
E Illuminazione cruscotto - luce ralla (relè) - comando stop - spie
F Usura pastiglie freni - emergenza - indicatori di direzione - tergicristallo retronebbia
(pulsante) - lampeggio fari

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.23

Connettore “A” (grigio)

50346

9 1
20 10
3390
3390 1117
3330 3331
3334 3390
3380 3390
3380 3339
3332 3335
3380
3380

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 - -
6 - -
7 - -
8 - -
9 - -
10 1117/1117 Positivo luci arresto
A 11 3331/3331 Positivo luci posizione
12 3390/3390 Positivo luci posizione ed ingombro anteriore dx
13 3339 Positivo luci ingombro posteriore dx
14 3335 Positivo luci posizione posteriore dx
15 3380/3380 Positivo luci posizione
16 - -
17 3380/3380 Positivo luci posizione ed ingombro anteriore dx
18 3334 Positivo luci posizione posteriore dx
19 3330 Positivo luci targa motrice dx e sx
20 3390/3390 Positivo luci posizione
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.24 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “B” (blu)

50346

9 1
20 10

1177 2222
2219
1172 2197
2197
2283 2223
2287 2223
2282 2286

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 - -
6 - -
7 - -
8 - -
9 - -
10 - -
B 11 2219/2222 Positivo abbagliante sx / Predisposizione fari supplementari
12 2197/2197 Positivo abbagliante anabbagliante
13 2223/4442 Positivo anabbagliante dx / correttore assetto fari
14 2286 Positivo luci retronebbia sx
15 2282 Positivo luci retronebbia rimorchio
16 2287 Positivo spia segnalazione fanale retronebbia
17 2283 Positivo luci retronebbia
18 1172 Positivo luci arresto motrice dx
19 1179 Positivo luci retronebbia rimorchio
20 1177 Positivo luci arresto motrice sx
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.25

Connettore “C” (nero)

50346

5 1
12 6

2285
2221 8880
2198 8873
2198 8877
2231

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 - -
6 8880 Positivo (+15/2) al 53A per motore tergicristalli
C 7 8873 Dal 31B motore tergicristalli
8 8877 Al 53 motore tergicristallo tramite devioguida
9 - -
10 2231 Positivo anabbagliante sx
11 2198/2198 Positivo abbagliante/anabbagliante
12 2221/2285 Positivo abbagliante dx / positivo spia segnalazione abbaglianti inseriti
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.26 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “D” (grigio)

50346

6621 1191
6620
8887
8887
0000
8897

6 12
1 5

6660

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 - -
2 - -
3 6660 Blocco differenziale (massa indicatore ottico)
4 - -
5 - -
6 8897/8897 Positivo chiave +50
D 7 8887/8887 Positivo +15
8 6620 (Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale)
9 6621 (Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale)
10 1191 Linea K
11 - -
12 0000 Massa centralina
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.27

Connettore “E” (blu)

50346

6664 6667
1118 1176
1112 1176
2237
1114

6 12
1 5

0000 3333
3333
6630 8153
4442 8153

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 0000 Massa centralina
2 6630 Massa spia segnalazione fault IBC (avaria Body Controller)
3 4442 Positivo luci posacenere/strumenti
4 8153/8153 Segnale arresto (da Body Control a EDC Pin B80)
5 3333/3333 Positivo luci esterne
6 1114 Positivo spia emergenza
E 7 1112 Positivo spia segnalazione direzione motrice
8 1118 Positivo spia segnalazione direzione rimorchio
9 6664 Positivo spia segnalazione usura ceppi freni posteriore
10 6667 Positivo spia segnalazione usura ceppi freni anteriore
11 1176/1176 Positivo pulsante arresto
12 2237 Positivo luci esterne
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.28 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “F” (nero)

50346
7728 1103
8872 1109
1126
2201 1124
2204 1120
2283

10 20
1 9

6013
1125
6012
8822 8822

Codice colore
Connettore Funzione
cavi
1 6013 Massa (segnale usura freni anteriori)
2 6012 Massa (segnale usura freni posteriori)
3 - -
4 - -
5 8822 Positivo tergicristalli
6 8886/2224 Positivo pompa tergicristalli
7 1180 Positivo indicatore direzione rimorchio sx
8 1185 Positivo indicatore direzione rimorchio dx
9 1125 Positivo luci direzione anteriore dx
F 10 2283 Interruttore fanale retronebbia (massa)
11 2204 Massa devioguida per comando luci (negativo)
12 2201 Massa devioguida comando inserzioni luci abbaglianti (negativo)
13 - -
14 8872 Positivo luci direzione
15 7728 Positivo luci di emergenza
16 1103 Massa devioguida (indicatori di direzione dx)
17 1109 Massa devioguida (indicatori di direzione sx)
18 1126 Positivo luci direzione laterali sx
19 1124 Positivo luci direzione laterali dx
20 1120 Positivo luci direzione anteriore e posteriore sx
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.29

PASSAPARETE
Connettore “A” (bianco) con dispositivo TELMA (4x2 - 4x4)
A

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 - - 21 Spia segnalazione alternatore 7778
supplementare / ADR (carri)
2 - - 22 Rallentatore TELMA 9913
3 - - 23 Rallentatore TELMA 9910
4 - - 24 Rallentatore TELMA 9916
5 - - 25 Rallentatore TELMA 9912
6 - - 26 Rallentatore TELMA 6604
7 - - 27 Rallentatore TELMA 1176
8 - - 28 - -
9 Bloccaggio differenziale trasversale 6621 29 - -
ponte
10 Bloccaggio differenziale trasversale 6620 30 - -
ponte
11 Bloccaggio differerenziale 5260 31 - -
longitudinale / anteriore
12 Essiccatore aria freni 8840 32 - -
13 - - 33 - -
14 - - 34 Alternatore supplementare 8876
15 - - 35 Pressostato rallentatore TELMA 9943
16 TGC / CCE (scudati) 0012 36 Pressostato rallentatore TELMA 9940
17 Manettino rallent. rimorchio per E.E. 7777 37 Pressostato rallentatore TELMA 9941
18 - - 38 Pressostato rallentatore TELMA 9942
19 ADR (carri) 8054 39 Resistenza prefiltro gasolio 7753
20 ADR (carri) 8054 40 - -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.30 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “A” (bianco) senza dispositivo TELMA (4x2 - 4x4)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 - - 21 Spia segnalaz. alternatore supplem. / 0078
ADR (carri)
2 Bloccaggio differenziale anteriore sx 6659 22 - -
3 Presa di forza 5877 23 - -
4 Presa di forza 6601 24 - -
5 - - 25 - -
6 Segnalazione ripartitore di coppia in 6685 26 - -
folle
7 Segnalazione ripartitore di coppia in 6685 27 - -
folle
8 Temperatura esterna 4710 28 - -
9 Bloccaggio differenziale trasversale 6621 29 - -
ponte
10 - - 30 - -
11 Bloccaggio differerenziale 5260 31 - -
longitudinale / anteriore
12 Essiccatore aria freni 8840 32 - -
13 - - 33 - -
14 Riscaldatore supplementare aria 7783 34 - -
15 Riscaldatore supplementare aria 7783 35 - -
16 TGC / CCE (scudati) 0012 36 - -
17 Manettino rallent. rimorchio per E.E. 5575 37 - -
18 Dispositivo ADR 0077 38 - -
19 ADR (carri) 8045 39 - -
20 ADR (carri) 8037 40 ADR (Carri) 7753
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.31

Connettore “A” (bianco) senza dispositivo TELMA (FireFighting)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Teleruttore generale di corrente 0075 21 Spia segnalazione alternatore 0078
T.G.C. supplementare / ADR (carri)
2 Bloccaggio differenziale anteriore 6659 22 - -
sinistro
3 Presa di forza 5877 23 - -
4 Presa di forza 6601 24 - -
5 Presa di forza 0058 25 - -
6 Segnalazione ripartitore di coppia in 6685 26 - -
folle
7 Segnalazione ripartitore di coppia in 6685 27 - -
folle
8 Temperatura esterna 4710 28 - -
9 Bloccaggio differenziale trasversale 6621 29 - -
ponte
10 - - 30 - -
11 Bloccaggio differerenziale 5260 31 - -
longitudinale / anteriore
12 Essiccatore aria freni 8840 32 - -
13 - - 33 - -
14 Riscaldatore supplementare aria 7783 34 - -
15 Riscaldatore supplementare aria 7783 35 - -
16 T.G.C. 0012 36 - -
17 Teleruttore generale di corrente 5575 37 - -
18 Dispositivo ADR 0077 38 - -
19 ADR (carri) 8045 39 Resistenza prefiltro gasolio 7753
20 ADR (carri) 8037 40 - -

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.32 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “B” (marrone) (4x2 - 4x4)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Pin 19 EDC 7 - Pin 43 EDC7 0150 21 Spia segnalazione freno motore 6627
inserito
2 Alimentazione ”+ 15” 8051 22 Limitatore velocità programmata 9968
3 Segnale ”+50” 8037 23 Interruttore frizione per EDC 0160
4 Avviamento con freno a mano inserito 9907 24 - -
5 Segnale cabina sganciata 6666 25 - -
6 Diagnosi (blink code) 0156 26 - -
7 Spia avaria EDC (+) 5535 27 - -
8 Spia avaria EDC (massa) 0535 28 - -
9 Pin 2 diagnosi 30 poli 2298 29 - -
10 Pin 1 diagnosi 30 poli 1198 30 Avviamento da vano motore 8050/8050
11 Pin 23 diagnosi 30 poli 5198 31 Segnale freno primario EDC 8153
12 Contagiri 5519 32 Pin 5 pedale acceleratore 0159
13 Segnale tachigrafo 5155 33 Pin 4 pedale acceleratore 0158
14 Massa taghigrafo 0066 34 Pin 3 pedale acceleratore 0157
15 Spia segnalazione temperatura liqui- 5528 35 Pin 2 pedale acceleratore 5158
do refrigerante
16 Indicatore temeratura. liquido refrig. 5552 36 Pin 1 pedale acceleratore 5157
17 Spia segnalazione pressione olio 5503 37 Linea CAN 6108
motore
18 Indicatore pressione
d olio motore 5507 38 Linea CAN 6109
19 Spia segnalazione preriscaldo inseri- 5553 39 Ventilatore max velocità 9070
to (condizionatore)
20 Spia segnalazione limitatore velocità 6672 40 Ventilatore bassa velocità 9069
(condizionatore)
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.33

Connettore “B” (marrone) (FireFighting)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Pin 19 EDC 7 - Pin 43 EDC7 0150 21 Spia segnalazione freno motore 6627
inserito
2 Alimentazione ”+ 15” 8051 22 Limitatore velocità programmata 9968
3 Segnale ”+50” 8037 23 Interruttore frizione per EDC 0160
4 Avviamento con freno a mano inserito 9907 24 - -
5 Segnale cabina sganciata 6666 25 - -
6 Diagnosi (blink code) 0156 26 - -
7 Spia avaria EDC (+) 5535 27 - -
8 Spia avaria EDC (massa) 0535 28 - -
9 Pin 2 diagnosi 30 poli 2298 29 - -
10 Pin 1 diagnosi 30 poli 1198 30 Avviamento da vano motore 9905
11 Pin 23 diagnosi 30 poli 5198 31 Segnale freno primario EDC 8153
12 Contagiri 5519 32 Pin 5 pedale acceleratore 0159
13 Segnale tachigrafo 5155 33 Pin 4 pedale acceleratore 0158
14 Massa taghigrafo 0066 34 Pin 3 pedale acceleratore 0157
15 Spia segnalazione temperatura liqui- 5528 35 Pin 2 pedale acceleratore 5158
do refrigerante
16 Indicatore temeratura. liquido refrig. 5552 36 Pin 1 pedale acceleratore 5157
17 Spia segnalazione pressione olio 5503 37 Linea CAN 6108
motore
18 Indicatoredpressione olio motore 5507 38 Linea CAN 6109
19 Spia segnalazione preriscaldo inserito 5553 - - -
20 Spia segnalazione limitatore velocità 6672 - - -

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.34 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “C” (bianco)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Luce retronebbia rimorchio (predisp.) 2282 21 Livello isuff. olio idroguida 5525
2 Luci retromarcia 2268 22 Livello insuff. liquido radiatore 5520
3 Direzione posteriore Dx 1125 23 Segnalazione presenza acqua nel 5530
filtro
4 Direzione posteriore Sx 1120 24 Segnalazione presenza acqua nel 8879
filtro
5 Direzione rimorchio Dx 1185 25 Segnalazione filtro aria intasato 6663
6 Direzione rimorchio Sx (predisp.) 1180 26 Spia senalazione marce ridotte 9976
inserite
7 Luci stop rimorchio Dx e Sx (predisp.) - 27 Avvisatore acustico 1116
8 Luci esterne rimorchio DX (predisp.) 3331 28 “+15” Pin 4 giunto rimorchio 8869/8869
9 Luci esterne rimorchio Sx 3332 29 Pompa acqua lavacristallo 8886
10 Illuminazione piano di carico 2224 30 Motorino tergicristallo 53/B 8881
11 Luci retronebbia motrice Dx e Sx 2286 31 Motorino tergicristallo 53 8882
12 Luce stop motrice Dx 1172 32 Motorino tergicristallo 31/B 8873
13 Luce stop motrice Sx 1177 33 Motorino tergicristallo 53/A 8880
14 Luci targa motrice Dx e Sx 3330 34 Livello olio motore 5506
15 Luci posizione posteriori Dx 3334 35 Livello olio motore 5505
16 Luci posizione posteriori Sx 3335 36 - -
17 Luci ingombrod posteriori Dx e Sx 3339 37 - -
18 Usura freni ruote anteriori 6012 38 - -
19 Usura freni ruote posteriori 6013 39 - -
20 Livello insuffuciente liquido lavacristallo 5521 40 - -

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.35

Connettore “D” (bianco)

50341A

D
50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Cambio automatico - 21 Cambio automatico -
2 Cambio automatico - 22 Cambio automatico -
3 Cambio automatico - 23 Cambio automatico -
4 Cambio automatico - 24 Cambio automatico -
5 Cambio automatico - 25 Cambio automatico -
6 Cambio automatico - 26 Cambio automatico -
7 Cambio automatico - 27 Cambio automatico -
8 Cambio automatico - 28 Cambio automatico -
9 Cambio automatico - 29 Cambio automatico -
10 Cambio automatico - 30 Cambio automatico -
11 Cambio automatico - 31 Cambio automatico -
12 Cambio automatico - 32 Cambio automatico -
13 Cambio automatico - 33 Cambio automatico -
14 Cambio automatico - 34 Cambio automatico -
15 Cambio automatico - 35 Cambio automatico -
16 Cambio automatico
d - 36 Cambio automatico -
17 Cambio automatico. - 37 - -
18 Cambio automatico - 38 - -
19 Cambio automatico - 39 - -
20 Cambio automatico - 40 - -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.36 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “E” (verde) (4x2 - 4x4)

50341A

E 50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Direzione laterale dx 1124 21 Indicatore livello combustibile 5557
2 Direzione laterale sx 1126 22 + Batteria (Body Computer) 7777
3 Luci stop 1117 23 Fine corsa freni posteriori 6613
4 Luci stop 1176 24 Avaria freni 6680
5 Proiettore anabbagliante dx 2223 25 Segnalazione avaria freni per ABS 6684
6 Proiettore abbagliante dx 2221 26 “L” alternatore (spia) 7780
7 Direzione anteriore dx 1123 27 Morsetto 15 alternatore 8876
8 Proiettore anabbagliante sx 2231 28 “+” batteria per tachigrafo 7728
9 Proiettore abbagliante sx 2219 29 Positivo per relè riscaldamento filtro e 8837
prefiltro combustibile
10 Direzione anteriore sx 1129 30 Stop motore 9966
11 Fari fendinebbia dx e sx 2228 31 Positivo da pulsante “OFF” Pin 7 Cruise 8154
Control
12 Fari supplementari dx e sx 2229 32 Positivo da pulsante “SET” Pin 5 Cruise 8156
Control
13 Regolazione assetto proiettori (A) 9937 33 Positivo da pulsante “RESUME” Pin 3 8155
Cruise Control
14 Regolazione assetto proiettori (B) 9936 34 Positivo da pulsante “SET +” Pin 2 8157
Cruise Control
15 Regolazione assetto proiettori (C) 9935 35 Positivo da selettore freno motore in 9024
posizione “pedale freno”
16 Lavaproiettori/tergiproiettori (predisp.) - 36 Positivo da selettore freno motore in 9025
posizione rilascio freno motore
17 Tergiproiettori (predisp.) - 37 Negativo da centralina ABS per 0027
esclusione freno motore
18 Luci posizione anteriore dx 3390 38 Negativo per riscaldamento filtro 0087
combustibile
19 Luci posizione anteriore sx 3380 39 Positivo per sensore frizione, pulsante 7777
Blink Code, interruttore freno motore,
pulsanti Cruise Control, pulsante Speed
Limiter
20 Spia segnalzione basso livello combusti- 5555 40 Resistenza riscaldamento combustibile 7733
bile
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.37

Connettore “E” (verde) (FireFighting)

50341A

E 50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Direzione laterale dx 1124 21 Indicatore livello combustibile 5557
2 Direzione laterale sx 1126 22 + Batteria (Body Computer) 7777
3 Luci stop 1117 23 Fine corsa freni posteriori (predisposizione) 6613
4 Luci stop 1176 24 Avaria freni (predisposizione) 6680
5 Proiettore anabbagliante dx 2223 25 Segnalazione avaria freni per ABS 6684
(predisposizione)
6 Proiettore abbagliante dx 2221 26 “L” alternatore (spia) 7780
7 Direzione anteriore dx 1123 27 Morsetto 15 alternatore 8876
8 Proiettore anabbagliante sx 2231 28 “+” batteria per tachigrafo 7728
9 Proiettore abbagliante sx 2219 29 Positivo per relè riscaldamento filtro e 8837
prefiltro combustibile
10 Direzione anteriore sx 1129 30 Stop motore 9906
11 Fari fendinebbia dx e sx 2228 31 Positivo da pulsante “OFF” Pin 7 Cruise 8154
Control
12 Fari supplementari dx e sx 2229 32 Positivo da pulsante “SET” Pin 5 Cruise 8156
Control
13 Regolazione assetto proiettori (A) 9937 33 Positivo da pulsante “RESUME” Pin 3 8155
Cruise Control
14 Regolazione assetto proiettori (B) 9936 34 Positivo da pulsante “SET +” Pin 2 8157
Cruise Control
15 Regolazione assetto proiettori (C) 9935 35 Positivo da selettore freno motore in 9024
posizione “pedale freno”
16 Lavaproiettori/tergiproiettori (predisp.) 8823 36 Positivo da selettore freno motore in 9025
posizione rilascio freno motore
17 Tergiproiettori (predisp.) 8820 37 Negativo da centralina ABS per 0027
esclusione freno motore
18 Luci posizione anteriore dx 3390 38 Negativo per riscaldamento filtro 0087
combustibile
19 Luci posizione anteriore sx 3380 39 Positivo per sensore frizione, pulsante 7777
Blink Code, interruttore freno motore,
pulsanti Cruise Control, pulsante Speed
Limiter
20 Spia segnalzione basso livello combusti- 5555 40 Resistenza riscaldamento combustibile 7733
bile
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
II.38 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Connettore “F” (nero) (4x2 - 4x4)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 - - 21 Alimentazione elettrovalvola ABS 9920
anteriore dx
2 Sospensioni ECAS (scudati) 6401 22 Alimentazione elettrovalvola ABS 9930
posteriore sx
3 Sensore ECAS posteriore dx 5421 23 Alimentazione elettrovalvola ABS 9928
posteriore sx
4 Sensore ECAS posteriore dx 0400 24 - -
5 Sensore ECAS posteriore sx 5422 25 - -
6 Sensore ECAS posteriore sx 0400 26 Sensore ABS anteriore sx 5570
7 Sensore ECAS anteriore 5410 27 Sensore ABS anteriore sx 5570
8 Sensore ECAS anteriore 0400 28 Sensore ABS anteriore dx 5571
9 Elettrovalvola ECAS anteriore 9413 29 Sensore ABS anteriore dx 5571
10 Elettrovalvola ECAS posteriore 9423 30 Sensore ABS posteriore sx 5572
11 Elettrovalvola ECAS posteriore 9424 31 Sensore ABS posteriore sx 5572
12 Elettrovalvola ECAS posteriore 9425 32 Sensore ABS posteriore dx 5573
13 Massa elettrovalvola ABS 0000 33 Sensore ABS posteriore dx 5573
14 Massa elettrovalvola ABS anteriore sx 0000 34 - -
15 Massa elettrovalvola ABS anteriore dx 0000 35 - -
16 Massa elettrovalvola ABS posteriore 0000 36 - -
17 Alimentazione elettrovalvola posteriore 9931 37 - -
dx
18 Alimentazione elettrovalvola ABS 9921 38 - -
anteriore sx
19 Alimentaizone elettrovalvola ABS 9919 39 - -
anteriore sx
20 Alimentazione elettrovalvola ABS 9918 40 - -
anteriore dx

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.39

Connettore “F” (nero) (FireFighting)

50341A

50355

Rif. Descrizione Cavo Rif. Descrizione Cavo


1 Elettrovalvola disinserimento 9951 21 Alimentazione elettrovalvola ABS 9920
differenziale longitudinale anteriore dx
2 Sospensioni ECAS (scudati) 6401 22 Alimentazione elettrovalvola ABS 9930
posteriore sx
3 Sensore ECAS posteriore dx 5421 23 Alimentazione elettrovalvola ABS 9928
posteriore sx
4 Sensore ECAS posteriore dx 0400 24 - -
5 Sensore ECAS posteriore sx 5422 25 - -
6 Sensore ECAS posteriore sx 0400 26 Sensore ABS anteriore sx 5570
7 Sensore ECAS anteriore 5410 27 Sensore ABS anteriore sx 5570
8 Sensore ECAS anteriore 0400 28 Sensore ABS anteriore dx 5571
9 Elettrovalvola ECAS anteriore 9413 29 Sensore ABS anteriore dx 5571
10 Elettrovalvola ECAS posteriore 9423 30 Sensore ABS posteriore sx 5572
11 Elettrovalvola ECAS posteriore 9424 31 Sensore ABS posteriore sx 5572
12 Elettrovalvola ECAS posteriore 9425 32 Sensore ABS posteriore dx 5573
13 Massa elettrovalvola ABS 0000 33 Sensore ABS posteriore dx 5573
14 Massa elettrovalvola ABS anteriore sx 0000 34 Alimentazione elettrovalvola ABS 9929
15 Massa elettrovalvola ABS anteriore dx 0000 35 - -
16 Massa elettrovalvola ABS posteriore 0000 36 - -
17 Alimentazione elettrovalvola posteriore 9931 37 - -
destra
18 Alimentazione elettrovalvola ABS 9921 38 - -
anteriore sx
19 Alimentaizone elettrovalvola ABS 9919 39 - -
anteriore sx
20 Alimentazione elettrovalvola ABS 9918 40 - -
anteriore dx

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.40 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Devioguida con Cruise Control

VISTA TECNICA

SCHEMA ELETTRICO

Connettore Morsetto Funzione


1 Alimentazione
2 SET+
3 Resume
4 Alimentazione per disinserzione Cruise Control con ABS inserito
d 5 SET-
7 6 5
4 3 2 1 6 Libero
7 Resume
6667

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO COMPONENTI PRINCIPALI II.41

8158
7154
8157
8155
7154
8154
VISTA PROSPETTICA CON RELATIVI COLLEGAMENTI ELETTRICI 6664

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Alimentazione deviatore per regolazione velocità 7154
2 Al morsetto 79B della centralina EDC 8157
3 Al morsetto 59B della centralina EDC 8155
d 4 Alimentazione deviatore per memorizzazione velocità 7154
5 Al morsetto 61B della centralina EDC 8158
6 Libero -
7 Al morsetto 60B della centralina EDC 8154

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


II.42 COMPONENTI PRINCIPALI EUROCARGO

Adattatore per misure passaparete


Con questo adattatore oltre ad eseguire le prove mediante MODUS, IT2000 e IWT a monte o a valle del passaparete
è possibile intervenire sui singoli pin del passaparete per effettuare le misure con il multimetro (come riportato nel
particolare A della figura).

001664t

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.1

CAVI SUL VEICOLO

Pagina

CABLAGGIO TELAIO A 3

CABLAGGIO TELAIO B-E 13

CABLAGGIO TELAIO 19

CABLAGGIO TELAIO F 25

CABLAGGIO TELAIO F1 31

BLOCCHETTI DI GIUNZIONE ST 35

PRESA DI DIAGNOSI IWT 63

CONNETTORE DI DIAGNOSI 67

III
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.2 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.3

Cablaggio telaio A (4x2)

A B C E F G H

I L M 75043

Codice
Rif. Funzione
componente
A 47033 Trasmettitore per termometro segnalazione temperatura esterna
B A Connettore passaparete
C M8 Massa longherone sinistro parte anteriore
D 61110 Resistenza riscaldamento filtro combustibile
E 82005 Riscaldatore supplementare ad aria
F 61104 Resistenza essicatore aria impianto freni
G 53521 Interruttore per segnalazione bloccap. longitudinale inserito
H 53517 Interruttore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale inserito
I 53536 Interruttore per segnalazione presa di forza su cambio inserito
L 25900 Teleruttore generale di corrente (TGC)
M 53801 Deviatore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.4 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio A (4x2)

75038

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.5

Cablaggio telaio A (4x4)

A B C D E F G H I

N M L
74599

Codice
Rif. Funzione
componente
A A Connettore passaparete
B 86024 Centralina comando rallentatore TELMA
C 03002 Alternatore supplementare con regolatore di tensione
D M8 Massa longherone sinistro parte anteriore
E 61110 Resistenza riscaldamento filtro combustibile
F 86024 Centralina comando rallentatore (TELMA)
G 61104 Resistenza essicatore aria impianto freni
H 53801 Deviatore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale
I 53517 Interruttore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale inserito
L 53009 Interruttore apertura teleruttore generale di corrente (TGC)
M 25900 Teleruttore generale di corrente (TGC)
N 20000 Batteria

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.6 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio A (4x4)

74329

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.7

Cablaggio telaio A (senza dispositivo TELMA) (4x4)

A B C D E F G H I L M

N O P Q R 74597

Codice
Rif. Funzione
componente
A 47033 Sensore segnalazione temperatura esterna
B A Connettore passaparete
C M8 Massa longherone sinistro parte anteriore
D 53504 Interruttore segnalazione bloccaggio longitudinale inserito
E 61110 Resistenza riscaldamento filtro combustibile
F 82005 Riscaldatore supplementare ad aria
G 78253 Elettrovalvola mantenimento ripartitore di coppia in folle
H 53551 Interruttore segnalazione ripartitore di coppia in folle
I 61104 Resistenza essicatore aria impianto freni
L 53521 Interruttore segnalazione bloccaggio longitudinale inserito
M 53517 Interruttore segnalazione bloccaggio differenziale inserito
N 53552 Interruttore segnalazione presa di forza ripartitore inserita
O 78244 Elettrovalvola consenso inserzione presa di forza
P 53536 Interruttore segnalazione presa di forza ripartitore inserita
Q 25900 Teleruttore generale di corrente (TGC)
R - Giunto collegamento ADR

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.8 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio A (senza dispositivo TELMA) (4x4)

79598

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.9

Cablaggio telaio A (con dispositivo TELMA) (FireFighting)

A B C D E F G H I

N M L

74869

Codice
Rif. Funzione
componente
A A Connettore passaparete
B 86024 Centralina comando rallentatore TELMA
C 03002 Alternatore supplementare con regolatore di tensione
D M8 Massa longherone sinistro parte anteriore
E 61110 Resistenza riscaldamento filtro combustibile
F 86024 Centralina comando rallentatore (TELMA)
G 61104 Resistenza essicatore aria impianto freni
H 53801 Deviatore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale
I 53517 Interruttore segnalazione bloccaggio differenziale trasversale inserito
L 53009 Interruttore apertura teleruttore generale di corrente (TGC)
M 25900 Teleruttore generale di corrente (TGC)
N 20000 Batteria

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.10 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio A (con dispositivo TELMA) (FireFighting)

75030

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.11

Cablaggio telaio A (senza dispositivo TELMA) (FireFighting)

A B C D E F G H I L M

N O P Q R
74867

Codice
Rif. Funzione
componente
A 47033 Sensore segnalazione temperatura esterna
B A Connettore passaparete
C M8 Massa longherone sinistro parte anteriore
D 53504 Interruttore segnalazione bloccaggio longitudinale inserito
E 61110 Resistenza riscaldamento filtro combustibile
F 82005 Riscaldatore supplementare ad aria
G 78253 Elettrovalvola mantenimento ripartitore di coppia in folle
H 53551 Interruttore segnalazione ripartitore di coppia in folle
I 61104 Resistenza essicatore aria impianto freni
L 53521 Interruttore segnalazione bloccaggio longitudinale inserito
M 53517 Interruttore segnalazione bloccaggio differenziale inserito
N 53552 Interruttore segnalazione presa di forza ripartitore inserita
O 78244 Elettrovalvola consenso inserzione presa di forza
P 53536 Interruttore segnalazione presa di forza ripartitore inserita
Q 25900 Teleruttore generale di corrente (TGC)
R - Giunto collegamento ADR

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.12 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio A (senza dispositivo TELMA) (FireFighting)

74868

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.13

Cablaggio telaio B-E (4x2)

A B C D E F G H I J K

Z5
M N P Q R S T Z6 U V Z Z1 Z2 Z3 Z4
75044

Codice
Rif. Funzione
componente
A 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore destro)
B B-E Connettori passaparete
C 03000 Alternatore autoraddrizzante con regolatore di tensione incorporato
D 53800 Deviatore per segnalazione arresto
E 08000 Motore avviamento
F - Predisposizione cavo EDC (C)
G 53520 Motore d’avviamento
H 33001 Interruttore comando freno motore
I 44031 Trasmettitore indicatore livello combustibile con contatto per spia riserva
J 61101 Resistenza riscaldamento gasolio
K 25222 Teleruttore consenso inserzione termoavviatore
M 30010 Proiettore abbagliante
N 30011 Proiettore fendinebbia
P 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore sinistro)
Q M10 Massa longherone sinistro in prossimità del proiettore sinistro
R 85150 Centralina EDC
S 53007 Interruttore per arresto motore del vano motore
T 33001 Fanale laterale di direzione (anteriore sinistro)
U 53006 Interruttore per avviamento motore del vano motore
V 78050 Elettrovalvola comando arresto motore
Z - Connetore per allestitori
Z1 70058 Fusibile 20A
Z2 20000 Positivo batteria
Z3 53515 Interruttore di fine corsa cilindro convertitore freni posteriori
Z4 53514 Interruttore di fine corsa cilindro convertitore freni anteriori
Z5 44038 Comando indicatore insufficiente livello liquido freni anteriori
Z6 44039 Comando indicatore insufficiente livello liquido freni posteriori
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.14 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio B-E (4x2)

75039

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.15

Cablaggio telaio B-E (4x4)

A B C D E F G H I J K

L M N O P Q R S T U V Z Z1 Z2
74600

Codice
Rif. Funzione
componente
A 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore destro)
B B-E Connettori passaparete
C 03000 Alternatore autoraddrizzante con regolatore di tensione incorporato
D 53800 Deviatore per segnalazione arresto
E 08000 Motore avviamento
F - Predisposizione cavo EDC (C)
G 53520 Interruttore per comando freno motore
H 33001 Fanale laterale di direzione
I 44031 Trasmettitore indicatore livello combustibile con contatto per spia riserva
J 61101 Contenitore porta 3 diodi 1 A (2 con anodo comune)
K 25222 Teleruttore consenso inserzione termoavviatore
L - Predisposizione condizionatore
M 30010 Proiettore abbagliante
N 30011 Proiettore fendinebbia
O 66000 Gruppo tergiproiettore
P 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore sinistro)
Q M10 Massa longherone sinistro in prossimità del proiettore sinistro
R 85150 Centralina EDC
S 53007 Interruttore arresto motore da vano motore
T 33001 Fanale laterale di direzione (anteriore sinistro)
U 53006 Interruttore avviamento da vano motore
V 78050 Elettrovalvola comando arresto motore
Z1 70058 Fusibile 20A
Z2 20000 Positivo batteria
Z - Predisposizione allestitori
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.16 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio B-E (4x4)

74794

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.17

Cablaggio telaio B-E (FireFighting)

A B C D E F G H I J K

L M N O P Q R S T U V Z Z1 Z2

74870

Codice
Rif. Funzione
componente
A 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore destro)
B B-E Connettori passaparete
C 03000 Alternatore autoraddrizzante con regolatore di tensione incorporato
D 53800 Deviatore per segnalazione arresto
E 08000 Motore avviamento
F - Predisposizione cavo EDC (C)
G 53520 Interruttore per comando freno motore
H 33001 Fanale laterale di direzione
I 44031 Trasmettitore indicatore livello combustibile con contatto per spia riserva
J 61101 Resistenza per riscaldamento gasolio
K 25222 Teleruttore consenso inserzione termoavviatore
L - Predisposizione condizionatore
M 30010 Proiettore abbagliante
N 30011 Proiettore fendinebbia
O 66000 Gruppo tergiproiettore
P 30001 Proiettore anabbagliante/abbagliante con luce di posizione (anteriore sinistro)
Q M10 Massa longherone sinistro in prossimità del proiettore sinistro
R 85150 Centralina EDC
T 33001 Fanale laterale di direzione (anteriore sinistro)
U 53007 Interruttore arresto motore da vano motore
V 78050 Elettrovalvola comando arresto motore
X 53006 Interruttore avviamento da vano motore
Z1 70058 Fusibile 20A
Z2 20000 Positivo batteria
Z - Predisposizione allestitori
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.18 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio B-E (FireFighting)

74871

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.19

Cablaggio telaio C (4x2)

A B C D E F G H I

L M N O P Q R S T
74332

Codice
Rif. Funzione
componente
A C Connettore passaparete
B - -
C 64000 Elettropompa lavacristallo
D - -
E 65000 Gruppo tergicristallo
F - -
G 58503 Interruttore comando luci retromarcia
H 53508 Interruttore per antiavviamento con marce inserite
I 75010 Giunto posteriore
M 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore destra)
N 22000 Avvisatore acustico
P M15 Massa longherone sinistro
Q 86013 Sensore segnalazione presenza acqua nel filtro combustibile
R 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore sinistra)
S 53507 Interruttore segnalazione marce ridotte inserite
T Y Predisposizione con EDC 7
U 42351 Interruttore segnalazione filtro aria intasato
V 86003 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (posteriore sinistra)
Z - Predisposizione SML

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.20 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio C (4x2)

75040

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.21

Cablaggio telaio C (4x4)

A B C D E F G H I L

M N O P Q R S T U V
74795

Codice
Rif. Funzione
componente
A C Connettore passaparete
B 44036 Comando indicatore insufficiente livello acqua radiatore
C 64000 Elettropompa lavacristallo
D 44035 Comando indicatore insufficiente livello liquido lavacristallo
E 65000 Gruppo tergicristallo
F 44037 Comando indicatore insufficiente livello liquido idroguida
G 58503 Interruttore comando luci retromarcia
H 53508 Interruttore antiavviamento con marce inserite
I 72XXX Giunto luci posizione rimorchio
L 75010 Giunto posteriore
M 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore destra)
N 22000 Avvisatore acustico
O 44032 Comando indicatore livello olio motore
P M15 Massa longherone sinistro
Q 86013 Sensore segnalazione presenza acqua nel filtro combustibile
R 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore sinistra)
S 53507 Interruttore segnalazione marce ridotte inserite
T - Predisposizione cavo EDC
U 42351 Interruttore segnalazione filtro aria intasato
V 86003 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (posteriore sinistra)
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.22 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio C (4x4)

74796

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.23

Cablaggio telaio C (FireFighting)

A B C D E F G H I L

M N O P Q R S T U V
74872

Codice
Rif. Funzione
componente
A C Connettore passaparete
B 44036 Comando indicatore insufficiente livello acqua radiatore
C 64000 Elettropompa lavacristallo
D 44035 Comando indicatore insufficiente livello liquido lavacristallo
E 65000 Gruppo tergicristallo
F 44037 Comando indicatore insufficiente livello liquido idroguida
G 58503 Interruttore comando luci retromarcia
H 53508 Interruttore antiavviamento con marce inserite
I 72XXX Giunto luci posizione rimorchio
L 75010 Giunto posteriore
M 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore destra)
N 22000 Avvisatore acustico
O 44032 Comando indicatore livello olio motore
P M15 Massa longherone sinistro
Q 86013 Sensore segnalazione presenza acqua nel filtro combustibile
R 86002 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (anteriore sinistra)
S 53507 Interruttore segnalazione marce ridotte inserite
T - Predisposizione cavo EDC
U 42351 Interruttore segnalazione filtro aria intasato
V 86003 Sensore segnalazione usura ceppi ruote anteriori (posteriore sinistra)
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.24 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio C (FireFighting)

75031

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.25

Cablaggio telaio F (4x2)

A B C D E F G H I

L M N O P
75041

Codice
Rif. Funzione
componente
A F Connettore passaparete
B 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
C 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore sinistra)
D 78243 Distributore elettropneumatico
E 88001 Sensore per impianto ABS (posteriore destro)
F M11 Massa longherone destro
G 42200 Interruttore segnalazione avaria impianto sospensioni pneumatiche
H 40046 Sensore altezza telaio asse posteriore (destro)
I 40046 Sensore per impianto ABS (anteriore sinistro)
L F1 Predisposizione ECAS anteriore
M 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore destra)
N 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
O 78052 Elettrovalvola per impianto ABS (posteriore)
P 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.26 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio F (4x2)

74335

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.27

Cablaggio telaio F (senza ECAS) (FireFighting)

A B C D E D G H I

L E F G H I

74873

Codice
Rif. Funzione
componente
A F Connettore passaparete
B 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
C 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore sinistra)
D 78243 Distributore elettropneumatico
D M1 Massa longherone destro
E 88001 Sensore per impianto ABS (posteriore destro)
E 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore destra)
F 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
G 42200 Interruttore segnalazione avaria impianto sospensioni pneumatiche
G 78246 Elettrovalvola disinserzione bloccaggio differenziale longitudinale
H 40046 Sensore altezza telaio asse posteriore (destro)
H 78052 Elettrovalvola per impianto ABS (posteriore)
I 40046 Sensore per impianto ABS (anteriore sinistro)
L F1 Predisposizione ECAS anteriore
I 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.28 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio F (senza ECAS) (FireFighting)

74874

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.29

Cablaggio telaio F (con ECAS) (FireFighting)

A B C D E F G H I

L M N O P

75027

Codice
Rif. Funzione
componente
A F Connettore passaparete
B 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
C 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore sinistra)
D 78243 Distributore elettropneumatico
E 88001 Sensore per impianto ABS (posteriore destro)
F M1 Massa longherone destro
G 42200 Interruttore segnalazione avaria impianto sospensioni pneumatiche
H 40046 Sensore altezza telaio asse posteriore (destro)
I 40046 Sensore per impianto ABS (anteriore sinistro)
L F1 Predisposizione ECAS anteriore
M 78052 Elettrovalvola per ABS (anteriore destra)
N 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)
O 78052 Elettrovalvola per impianto ABS (posteriore)
P 88001 Sensore per impianto ABS (anteriore destro)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.30 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio F (con ECAS) (FireFighting)

75032

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.31

Cablaggio telaio F1 (4x2)

A B C D

75042

Codice
Rif. Funzione
componente
A M12 Massa longherone destro
B F1 Predisposizione cavo telaio ECAS
C 40047 Sensore altezza telaio asse anteriore
D 78242 Distributore elettropneumatico

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.32 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio F1

74337

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.33

Cablaggio telaio F1 (FireFighting)

A B C D

75026

Codice
Rif. Funzione
componente
A M12 Massa longherone destro
B F1 Predisposizione cavo telaio ECAS
C 40047 Sensore altezza telaio asse anteriore
D 78242 Distributore elettropneumatico

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.34 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Cablaggio telaio F1 (FireFighting)

75036

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.35

BLOCCHETTI DI GIUNZIONE
ST 1 - 3 - 4 (4x2 - 4x4)
ST3 ST1

ST4

74802

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 1 1 Positivo abbagliante
g supplementare
pp 2222

ST 3 1 Positivo luci esterne 3333

ST 4 1 Predisposizione dispositivo rallentatore TELMA 1176

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.36 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 1 - 3 - 4 (FireFighting)

ST3 ST1

ST4

74879

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 1 1 Positivo abbagliante
g supplementare
pp 2222

ST 3 1 Positivo luci esterne 3333

ST 4 1 Predisposizione dispositivo rallentatore TELMA 1176

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.37

ST 2 - 26 (4x2 - 4x4)
ST2

ST26

74807

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 26 1 Segnale
g marce ridotte 9976

ST 2 1 Positivo pompa tergicristalli 2229

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.38 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 2 - 26 (FireFighting)
ST2

ST26

74884

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 26 1 Segnale
g marce ridotte 9976

ST 2 1 Positivo pompa tergicristalli 2229

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.39

ST 5 - 6 - 39 (4x2 - 4x4)

ST6 ST5

2 2
1 1

3 3
1 1

2 2

ST39
74801

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale 6621
ST 6 2 Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale 6620
3 Blocco differenziale (massa indicatore ottico) 6660
1 Comando teleruttore dispositivo filtro gasolio riscaldato 8837
ST 5
2 Massa dispositivo filtro gasolio riscaldato 0087
1 Comando luci fendinebbia 2228
ST 39 2 Comando fari supplementari (abbaglianti) 2229

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.40 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 5 - 6 - 39 (FireFighting)
ST6 ST5

ST39

74878

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale 6621
ST 6 2 Massa da deviatore comando bloccaggio differenziale 6620
3 Blocco differenziale (massa indicatore ottico) 6660
1 Comando teleruttore dispositivo filtro gasolio riscaldato 8837
ST 5
2 Massa dispositivo filtro gasolio riscaldato 0087
1 Comando luci fendinebbia 2228
ST 39 2 Comando fari supplementari (abbaglianti) 2229

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.41

ST7 - Predisposizione ECAS (4x2 - 4x4)


5
10 4
11
6
9
8
7
1
2
3

74800

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Avaria impianto sospensioni pneumatiche (ECAS) 6401
2 Altezza telaio asse posteriore destro (ECAS) 5421
3 Altezza telaio asse posteriore destro (ECAS) 0400
4 Altezza telaio asse posteriore sinistro (ECAS) 5422
5 Altezza telaio asse posteriore sinistro (ECAS) 0400
6 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 5410
7 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 0400
8 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 9413
9 Distributore elettropneumatico 9423
10 Distributore elettropneumatico 9424
11 Distributore elettropneumatico 9425

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.42 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST7 - Predisposizione ECAS (FireFighting)

74877

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Avaria impianto sospensioni pneumatiche (ECAS) 6401
2 Altezza telaio asse posteriore destro (ECAS) 5421
3 Altezza telaio asse posteriore destro (ECAS) 0400
4 Altezza telaio asse posteriore sinistro (ECAS) 5422
5 Altezza telaio asse posteriore sinistro (ECAS) 0400
6 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 5410
7 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 0400
8 Predisposizione impianto sospensioni pneumatiche anteriori 9413
9 Distributore elettropneumatico 9423
10 Distributore elettropneumatico 9424
11 Distributore elettropneumatico 9425

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.43

ST 8 - 9 - 10 (4x2 - 4x4)

ST8 ST9

ST10

74803

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 8 1 Predisposizione
p segnale
g tachigrafo
g 5542

ST 9 1 Collegamento dispositivo bloccaggio differenziale 6660

ST 10 1 Predisposizione optional teleruttore generale di corrente 7773

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.44 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 8 - 9 - 10 (FireFighting)

ST8 ST9

ST10

74880

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 8 1 Predisposizione
p segnale
g tachigrafo
g 5542

ST 9 1 Collegamento dispositivo bloccaggio differenziale 6660

ST 10 1 Predisposizione optional teleruttore generale di corrente 7773

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.45

ST 11 - 15 - 16 (4x2 - 4x4)

ST11 ST15

ST16

74805

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 11 1 Predisposizione
p comando centrale d’emergenza
g ((TGC)) 7728

ST 15 1 Predisposizione optional (nodo D) 8879

ST 16 1 Predisposizione optional (nodo L) 8887

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.46 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 11 - 15 - 16 (FireFighting)

ST11 ST15

ST16

74882

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 11 1 Predisposizione
p comando centrale d’emergenza
g ((TGC)) 7728

ST 15 1 Predisposizione optional (nodo D) 8879

ST 16 1 Predisposizione optional (nodo L) 8887

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.47

ST 12 - 13 - 14 (4x2 - 4x4)

ST12 ST13

ST14

74804

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 12 1 Positivo alimentazione dispositivo


p rallentatore ((TELMA)) 7777

ST 13 1 Predisposizione optional (nodo G) 4442

ST 14 1 Predisposizione optional (nodo C) 4444

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.48 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 12 - 13 - 14 (FireFighting)

ST12 ST13

ST14

74881

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 12 1 Positivo alimentazione dispositivo


p rallentatore ((TELMA)) 7777

ST 13 1 Predisposizione optional (nodo G) 4442

ST 14 1 Predisposizione optional (nodo C) 4444

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.49

ST 21 - 25 (4x2 - 4x4)

ST21

ST25

74806

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 21 1 Predisposizione
p comando centrale d’emergenza
g / AirTop
p 2000 ((+)) 7708

ST 25 1 Positivo (+15) per Centralina ABS 8847

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.50 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 21 - 25 (FireFighting)
ST21

ST25

74883

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 21 1 Predisposizione
p comando centrale d’emergenza
g / AirTop
p 2000 ((+)) 7708

ST 25 1 Positivo (+15) per Centralina ABS 8847

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.51

ST 17 - 19 (4x2 - 4x4)
ST17 ST19

ST33

78808

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 19 1 Predisposizione
p specchi
p termici o regolazione
g elettrica 8830

ST 17 1 Predisposizione nodo optional P 4441

ST 33 1 Air top 2000 7772

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.52 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 17 - 19 (FireFighting)

ST17 ST19

ST33

74885

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 19 1 Predisposizione
p specchi
p termici o regolazione
g elettrica 8830

ST 17 1 Predisposizione nodo optional P 4441

ST 33 1 Air top 2000 7772

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.53

ST 34 - 35 - 37 (4x2 - 4x4)

ST34 ST35

ST37
78809

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 34 1 Predisposizione
p dispositivo
p ADR 1176

ST 35 1 Positivo +15 alternatore 8876

ST 37 1 Positivo +50 chiave 8037

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.54 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST 34 - 35 - 37 (FireFighting)

ST34 ST35

ST37
74886

Codice
Rif. Funzione
colore cavi

ST 34 1 Predisposizione
p dispositivo
p ADR 1176

ST 35 1 Positivo +15 alternatore 8876

ST 37 1 Positivo +50 chiave 8037

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.55

ST40 - Predisposizione condizionatore (4x2 - 4x4)

2
3

74798

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Predisposizione condizionatore 9065
2 Predisposizione condizionatore 9067
3 Predisposizione condizionatore 9066
4 - -
5 - -
6 - -

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.56 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST40 - Predisposizione condizionatore (FireFighting)

74875

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Predisposizione condizionatore 9065
2 Predisposizione condizionatore 9067
3 Predisposizione condizionatore 9066
4 - -
5 - -
6 - -

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.57

ST41 - IVECO Control (4x2 - 4x4)

1
2

5 4
3

74799

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Insufficiente livello olio motore 5505
2 Insufficiente livello olio motore 5506
3 Insufficiente livello acqua radiatore 5520
4 Insufficiente livello liquido idroguida 5525
5 Insufficiente livello liquido lavacristallo 5521
6 - -

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.58 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

ST41 - IVECO Control (FireFighting)

74876

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Insufficiente livello olio motore 5505
2 Insufficiente livello olio motore 5506
3 Insufficiente livello acqua radiatore 5520
4 Insufficiente livello liquido idroguida 5525
5 Insufficiente livello liquido lavacristallo 5521
6 - -

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.59

72001 - Morsettiera posteriore (4x2 - 4x4)

5
10 4
11
6
9
8
7
1
2
3

74811

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Luci retronebbia (motrice) 2282
2 Luce direzione destra (rimorchio) 1185
3 Luce direzione sinistra (rimorchio) 1180
4 Luci arresto (rimorchio) 1179
5 Luce posizione / ingombro destro (rimorchio) 3331
6 Luci posizione / ingombro sinistro (rimorchio) 3332
7 Luce retromarcia 2226
8 Posizione +15 8869
9 Posizione +15 sinistra -
10 Luce ingombro posteriore -
11 Fanale illuminazione piano di carico 2224

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.60 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

72001 - Morsettiera posteriore (FireFighting)

75025

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Luci retronebbia (motrice) 2282
2 Luce direzione destra (rimorchio) 1185
3 Luce direzione sinistra (rimorchio) 1180
4 Luci arresto (rimorchio) 1179
5 Luce posizione / ingombro destro (rimorchio) 3331
6 Luci posizione / ingombro sinistro (rimorchio) 3332
7 Luce retromarcia 2226
8 Posizione +15 8869
9 Posizione +15 sinistra -
10 Luce ingombro posteriore -
11 Fanale illuminazione piano di carico 2224

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.61

75010 - Morsettiera posteriore (4x2 - 4x4)

11
12
13
7

10
9
6 8
5 1
4
3
2

74810

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Luce retronebbia (motrice) 2286
2 Luce retromarcia 2226
3 Luce direzione destra (motrice) 1125
4 Luce direzione sinistra (motrice) 1120
5 Luce arresto destra (motrice) 1172
6 Luce arresto sinistra (motrice) 1177
7 Luce targa 3330
8 Luce posizione destra 3334
9 Luce posizione sinistra 3335
10 Luce ingombro posteriore 3339
11 Luce targa 3330
12 Luce ingombro posteriore 3339
13 - -

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


III.62 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

75010 - Morsettiera posteriore (FireFighting)

74887

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Luce retronebbia (motrice) 2286
2 Luce retromarcia 2226
3 Luce direzione destra (motrice) 1125
4 Luce direzione sinistra (motrice) 1120
5 Luce arresto destra (motrice) 1172
6 Luce arresto sinistra (motrice) 1177
7 Luce targa 3330
8 Luce posizione destra 3334
9 Luce posizione sinistra 3335
10 Luce ingombro posteriore 3339
11 Luce targa 3330
12 Luce ingombro posteriore 3339
13 - -

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.63

Presa di diagnosi IWT (1) (4x2 - 4x4)

8
9
10

5
4
20 3
19 2
18 1
7
17 12
6 11
16
15 14 13

74813

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Alimentazione +30 batteria 7777
2 - -
3 Alimentazione +15 8807
4 Alimentazione +15 0150
5 Alimentazione +15 impianto EDC 8051
6 Alzacristalli elettrici 8861
7 Specchi elettrici (IWT) 8840
8 Impianto tergicristallo (IWT) 8880
9 Impianto elettroriscaldatore 8879
10 Alimentazione +15 rimorchio 8869
11 Luci retromarcia 2268
12 Accendisigari - Plafoniera - Lavaproiettori 4441
13 Anabbaglianti - Abbaglianti 2198
14 Luci posizione 3380
15 Luci arresto 1117
16 Luci posizione 3390
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.64 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Presa di diagnosi IWT (1) (FireFighting)

74889

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Alimentazione +30 batteria 7777
2 - -
3 Alimentazione +15 8807
4 Alimentazione +15 0150
5 Alimentazione +15 impianto EDC 8051
6 Alzacristalli elettrici 8861
7 Specchi elettrici (IWT) 8840
8 Impianto tergicristallo (IWT) 8880
9 Impianto elettroriscaldatore 8879
10 Alimentazione +15 rimorchio 8869
11 Luci retromarcia 2268
12 Accendisigari - Plafoniera - Lavaproiettori 4441
13 Anabbaglianti - Abbaglianti 2198
14 Luci posizione 3380
15 Luci arresto 1117
16 Luci posizione 3390
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.65

Presa di diagnosi IWT (2) (4x2 - 4x4)

8
9
10

5
4
20 3
19 2
18 1
7 12
17 11
6
16
15 14 13

74814

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Alimentazione +30 7772
2 Luci anabbaglianti / abbaglianti 2197
3 Specchi retrovisori termici 8830
4 Luci retronebbia 2283
5 Avvisatori acustici 1116
6 Luci direzione 8872
7 - -
8 Avvisatori acustici 1116
9 Comando presa di forza totale (motore fermo) 9954
10 Presa di forza botola (motore fermo) 0053
11 - -
12 - -
13 - -
14 - -
15 - -
16 - -
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.66 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Presa di diagnosi IWT (2) (FireFighting)

74890

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 Alimentazione +30 7772
2 Luci anabbaglianti / abbaglianti 2197
3 Specchi retrovisori termici 8830
4 Luci retronebbia 2283
5 Avvisatori acustici 1116
6 Luci direzione 8872
7 - -
8 Avvisatori acustici 1116
9 Comando presa di forza totale (motore fermo) 9954
10 Presa di forza botola (motore fermo) 0053
11 - -
12 - -
13 - -
14 - -
15 - -
16 - -
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO CAVI SUL VEICOLO III.67

Connettore di diagnosi (4x2 - 4x4)

74812

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 EDC Linea L 1198
2 EDC Linea K 2298
3 ABS Linea L 1199
4 ABS Linea K 2299
5 - -
6 - -
7 - -
Body Control
8 1191
Body Control
9 - -
10 Air Top 2000 Linea K 2295
11 Inserzione servizi chiave su marcia KL 15 8876
12 Immobilizer Linea K 2292
13 Linea L 1196
14 Linea K 2292
15 - -
16 - -
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
21 Linea CAN H 6108
22 Linea CAN L 6109
23 Segnale fase motore 5198
24 - -
25 Segnale avvio motore 8050
26 Segnale avvio motore 8892
27 Giri motore 5589
28 Positivo +30 5542
29 Massa 0050
30 Velocità veicolo 7772
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
III.68 CAVI SUL VEICOLO EUROCARGO

Connettore di diagnosi (FireFighting)

74888

Codice
Rif. Funzione
colore cavi
1 EDC Linea L 1198
2 EDC Linea K 2298
3 ABS Linea L 1199
4 ABS Linea K 2299
5 - -
6 - -
7 - -
8 Body Control 1191
9 - -
10 Air Top 2000 Linea K 2295
11 Inserzione servizi chiave su marcia KL 15 8876
12 Immobilizer Linea K 2292
13 Linea L 1196
14 Linea K 2292
15 - -
16 - -
17 - -
18 - -
19 - -
20 - -
21 Linea CAN H 6108
22 Linea CAN L 6109
23 Segnale fase motore 5198
24 - -
25 Segnale avvio motore 8050
26 Segnale avvio motore 8892
27 Giri motore 5589
28 Positivo +30 5542
29 Massa 0050
30 Velocità veicolo 7772
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.1

SISTEMI ELETTRONICI

Pagina

EDC 7 3

ABS 41

ECAS (NON PRESENTE PER LA VERSIONE 4X4) 65

ECAS (NON PRESENTE PER LA VERSIONE 4X4) 65

FRENO MOTORE 85

IMMOBILIZER 87

RISCALDATORE SUPPLEMENTARE 100

IV
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.2 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.3

Descrizione sistema iniezione EDC 7

Riconoscimento IVECO Code


La centralina EDC7 dialoga con la centralina dell’Immobilizer per ottenere il consenso all’avviamento.

Controllo resistenza pre riscaldo motore


Viene attivato il pre-post riscaldo qualora anche uno solo dei sensori di temperatura acqua, aria o combustibile segnali
una temperatura inferiore a 5 ºC.

Riconoscimento della fase


Per mezzo dei segnali del sensore sull’albero distribuzione e di quello sul volano, viene riconosciuto all’avviamento il
cilindro in cui si deve iniettare il combustibile.

Controllo dell’iniezione
La centralina, in base alle informazioni provenienti dai sensori, comanda il regolatore di pressione, varia le modalità della
pre iniezione e dell’iniezione principale. Sui motori Tector la pre-iniezione è attiva e qualsiasi regime di rotazione del
motore.

Controllo a ciclo chiuso della pressione di iniezione


Sulla base del carico motore, determinato dall’elaborazione dei segnali provenienti dai vari sensori, la centralina comanda
il regolatore per avere sempre la pressione ottimale.

Controllo anticipo iniezione pilota e principale


La centralina, in base ai segnali provenienti dai vari sensori, determina secondo una mappatura interna il punto di iniezio-
ne ottimale.

Controllo del regime minimo


La centralina elabora i segnali provenienti dai vari sensori e regola la quantità di combustibile iniettata.
Controlla il regolatore di pressione, varia il tempo di iniezione degli elettroiniettori.
Entro certe soglie, tiene anche conto della tensione batteria.

Limitazione regime massimo


A 2700 giri al minuto, la centralina limita la portata di combustibile riducendo il tempo di apertura degli elettroiniettori.
Oltre 3000 giri al minuto disattiva gli elettroiniettori.

Cut Off
Il taglio del combustibile in fase di rilascio viene gestito dalla centralina che attua le seguenti logiche:
- toglie l’alimentazione agli elettroiniettori;
- riattiva gli elettroiniettori poco prima del raggiungimento del regime minimo;
- comanda il regolatore di pressione del combustibile.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.4 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Controllo fumosità in accelerazione


Con forti richieste di carico, la centralina, in base ai segnali ricevuti dal misuratore di introduzione aria e dal sensore di
giri motore, comanda il regolatore di pressione e varia il tempo di attuazione degli elettroiniettori, per evitare fumosità
allo scarico.

Controllo temperatura combustibile


Quando la temperatura del combustibile supera i 75 ºC (rilevati dal sensore posto sul filtro combustibile) la centralina
interviene riducendo la pressione d’iniezione.
Se la temperatura supera i 90 ºC, la potenza viene ridotta al 60%.

After Run
Il microprocessore della centralina consente di memorizzare alcuni dati nella EEPROM, tra cui la memoria guasti e le
informazioni dell’Immobilizer, in modo da renderli disponibili al successivo avviamento.

Protezione da surriscaldamento
Se la temperatura dell’acqua raggiunge i 110 °C la centralina riduce le prestazioni del motore.
Quando la temperatura ridiscende sotto i 100 °C, il motore riprende a funzionare normalmente.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.5

Complessivo impianto iniezione

LINEA CAN

50337

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.6 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Rif. Descrizione
1 Sensore posizione su pedale acceleratore
2 Interruttore freno primario secondario
3 Sensore su pedale frizione
4 Interruttore freno motore
5 Centralina Immobilizer
6 Chiave di avviamento
7 Devioguida
8 Interruttore cabina sganciata
9 Freno a mano inserito
10 Interruttore di folle
11 Fusibile di protezione (20 A)
12 Connettore di diagnosi
13 Pulsante Blink-Code
14 Selettore freno motore
15 Interruttore per limitatore velocità
16 Manometro olio
17 Temperatura acqua
18 Spia avaria EDC
19 Spia freno motore inserito
20 Contagiri
21 Spia preriscaldo
22 Spia limitatore velocità inserito
23 Tachigrafo
24 Motorino di avviamento
25 Sensore albero motore
26 Pulsanti stop/start motore
27 Teleruttore inserimento preriscaldo
28 Sensore temperatura combustibile
29 Resistenza riscaldamento combustibile
30 Sensore distribuzione
31 Regolatore di pressione
32 Sensore temperatura liquido refrigerante
33 Resistenza preriscaldo
34 Elettro-iniettori
35 Sensore temperatura/pressione aria
36 Sensore temperatura/pressione combustibile
37 Elettrovalvola freno motore
38 Sensore temperatura/pressione olio

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.7

Ubicazione sensori

50367

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.8 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Codice
Rif. Descrizione
componente
1 85153 Sensore di temperatura liquido refrigerante
2 78247 Elettroiniettore
3 85157 Sensore di pressione RAIL
4 85156 Sensore temperatura/pressione aria
5 44037 Sensore livello idroguida
6 48042 Sensore distribuzione
7 47042 Sensore temperatura combustibile
8 85150 Centralina elettronica EDC7
9 48035 Sensore albero motore
10 44043 Trasmettitore livello olio motore
11 42030 Sensore pressione/temperatura olio motore
12 61121 Resistenza per pre-post riscaldo

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.9

Centralina elettronica EDC 7

C A

50351

A - Connettore iniettori B - Connettore telaio C - Connettore sensori


È montata direttamente sul motore mediante uno scambiatore di calore che ne consente il raffreddamento, utilizzan-
do dei tasselli elastici che riducono le vibrazioni trasmesse dal motore.
È alimentata tramite un fusibile da 20 A posizionato nel vano batterie.
Il main relè normalmente usato per alimentare il sistema si trova all’interno della centralina stessa.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.10 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Connettore sensori “C”

6 8 16 9 15 22

Legenda colori 4
B black nero
R red rosso 5
U blue blu
W white bianco
P purple ciano
G green verde
N brown marrone
Y yellow giallo
O orange arancione 1 3 23 30 36 29 50350

Pin Colore
Funzione
ECU Cavo
1÷4 - -
5 NW Massa per regolatore di pressione
6 - -
7 NP Comando per regolatore di pressione
8 - -
9 PY Alimentazione per sensore temperatura pressione olio motore
10 NY Alimentazione per sensore pressione temperatura aria
11 - -
12 GY Alimentazione per sensore pressione rail
13÷16 - -
17 YR Massa per sensore temperatura combustibile
18 YN Massa per sensore temperatura liquido refrigerante
19 PN Massa per sensore temperatura pressione olio motore
20 GN Alimentazione per sensore pressione rail
21 N Alimentazione per sensore pressione / temperatura aria
22 - -
23 U Sensore distribuzione
24 U Sensore albero motore
25 R Sensore albero motore
26 - -
27 GO Segnale da sensore pressione rail
28 NG Segnale da sensore pressione aria
29 UO Segnale da temperatura aria
30 R Massa per sensore distribuzione
31÷32 - -
33 PO Segnale da sensore temperatura olio motore
34 YU Segnale da sensore temperatura gasolio
35 PG Segnale da sensore pressione olio motore
36 YO Segnale da sensore temperatura liquido refrigerante

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.11

Connettore telaio “B” (4x2 - 4x4)

71 89 72 54 6 11

1
7
12

53 35 18 36 17 50350

Pin Pin
Cavo Funzione
ECU Pass.
1 8150 - Positivo diretto da batteria
2 0087 E 38 Negativo per relè riscaldamento filtro gasolio
3 0000 - Massa
4 8885 - Positivo per elettrovalvola freno motore/relè comando/resistenza di pre-
post riscaldo
5 - - Segnale comando teleruttore impianto condizionatore
6 5552 B 16 Comando per strumento temperatura liquido refrigerante
7 8150 - Positivo diretto da batteria
8 7777 E 39 Positivo per sensore frizione/pulsante Blink code / interruttore freno moto-
re, pulsanti Cruise Control, Speed Limiter
9 0000 - Massa
10 - - Segnale comando teleruttore impianto condizionatore
11 9966 - Negativo per elettrovalvola freno motore
12 8150 - Positivo diretto da batteria
13 8150 - Positivo diretto da batteria
14 0000 - Massa
15 0000 - Massa
16 0094 - Negativo per inserimento relè termoavviatore
17-18 - - -
19 0150 B1 Negativo per pulsanti avviamento/stop da vano motore
20 8037 B3 Positivo da commutatore a chiave in fase di avviamento (+50)
21 8159 - Positivo da interruttore freno motore
22 9024 E 35 Comando da selettore freno motore posizione pedale freno
23-25 - - -
26 9968 B 22 Segnale da interruttore limitatore velocità programmabile
27 0157 B6 Positivo da pulsante blink code
28 5535 B7 Positivo per spia EDC
29 6672 B 20 Segnale per spia limitatore velocità programmabile inserito
30 1198 B 10 Linea L per connettore di diagnosi 30 poli (pin 1)
31 2298 B9 Linea K per connettore di diagnosi 30 poli (pin 2)
32-35 - - -
36 8837 E 29 Positivo per relè riscaldamento filtro gasolio
37 8888 - Positivo per motorino avviamento
38 9025 E 36 Comando da selettore freno motore rilascio acceleratore

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.12 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Connettore telaio “B” (4x2 - 4x4)


Pin Pin
Cavo Funzione
ECU Pass.
39 8051 B2 Positivo da commutatore a chiave +15
40 0027 E 37 Negativo per esclusione freno motore
41 9907 B4 Segnale da interruttore freno a mano inserito
42 6666 B5 Segnale da interruttore cabina sganciata
43 8892 - Positivo da interruttore cambio in folle
44 9905 - Positivo da pulsante avviamento da vano motore
45 9906 - Positivo da pulsante stop da vano motore
46 5553 B 19 Segnale per spia pre-riscaldo inserito
47 6627 B 21 Segnale per spia freno motore inserito
48 5198 B 11 Sincronizzazione motore per connettore di diagnosi (pin 23)
49 5519 B 12 Segnale per contagiri elettronico
50 0158 B 33 Negativo da interruttore acceleratore premuto
51 - - -
52 6109 B 38 Linea CAN (filo bianco)
53 6108 B 37 Linea CAN (filo verde)
54 - - -
55 5158 B 35 Positivo per sensore di posizione pedale acceleratore
56 0066 B 14 Massa tachigrafo
57-58 - - -
59 8155 E 33 Positivo da pulsante “RESUME” Cruise Control
60 8154 E 31 Positivo da pulsante “OFF” Cruise Control
61 8156 E 32 Positivo da pulsante “SET” Cruise Control
62 0160 B 23 Negativo da sensore frizione
63 5503 B 17 Segnale per spia bassa pressione olio motore
64 0535 B8 Negativo per spia EDC
65 5528 B 15 Segnale per spia alta temperatura liquido refrigerante
66 5507 B 18 Segnale per indicatore pressione olio motore
67-71 - - -
72 0159 B 32 Segnale da interruttore acceleratore premuto
73 0159 B 32 Segnale ridondante da interruttore acceleratore premuto
74 5155 B 13 Segnale velocità veicolo (D3 tachigrafo)
75 - - -
76 8158 - Positivo da interruttore pedale freno secondario
77 5502 - Segnale da interruttore secondo limitatore di velocità
78 - - -
79 8157 E 34 Positivo da pulsante “SET” + Cruise Control
80 8153 B 31 Positivo da interruttore pedale freno primario
81 0157 B 34 Massa per sensore di posizione pedale acceleratore
82 - - -
83 5157 B 36 Segnale da sensore di posizione pedale acceleratore

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.13

Connettore telaio “B” (FireFighting)

71 89 72 54 6 11

1
7
12

53 35 18 36 17 50350

Pin Pin
Cavo Funzione
ECU Pass.
1 8150 - Positivo diretto da batteria
2 0087 E 38 Negativo per relè riscaldamento filtro gasolio
3 0000 - Massa
4 8885 - Positivo per elettrovalvola freno motore/relè comando/resistenza di
pre-post riscaldo
5 - - Segnale comando teleruttore impianto condizionatore
6 5552 B 16 Comando per strumento temperatura liquido refrigerante
7 8150 - Positivo diretto da batteria
8 7777 E 39 Positivo per sensore frizione/pulsante Blink code / interruttore freno
motore, pulsanti Cruise Control, Speed Limiter
9 0000 - Massa
10 - - Segnale comando teleruttore impianto condizionatore
11 9966 - Negativo per elettrovalvola freno motore
12 8150 - Positivo diretto da batteria
13 8150 - Positivo diretto da batteria
14 0000 - Massa
15 0000 - Massa
16 0094 - Negativo per inserimento relè termoavviatore
17-18 - - -
19 0150 B1 Negativo per pulsanti avviamento/stop da vano motore
20 8037 B3 Positivo da commutatore a chiave in fase di avviamento (+50)
21 8159 - Positivo da interruttore freno motore
22 9025 E 36 Comando da selettore freno motore rilascio acceleratore
23-25 - - -
26 9968 B 22 Segnale da interruttore limitatore velocità programmabile
27 0156 B6 Positivo da pulsante blink code
28 5535 B7 Positivo per spia EDC
29 6672 B 20 Segnale per spia limitatore velocità programmabile inserito
30 1198 B 10 Linea L per connettore di diagnosi 30 poli (pin 1)
31 2298 B9 Linea K per connettore di diagnosi 30 poli (pin 2)
32-35 - - -
36 8837 E 29 Positivo per relè riscaldamento filtro gasolio
37 8888 - Positivo per motorino avviamento
38 9024 E 35 Comando da selettore freno motore posizione pedale freno

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.14 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Connettore telaio “B” (FireFighting)


Pin Pin
Cavo Funzione
ECU Pass.
32 0169 B 24 PTO
33-38 - - -
39 8051 B2 Positivo da commutatore a chiave +15
40 0027 E 37 Negativo per esclusione freno motore
41 9907 B4 Segnale da interruttore freno a mano inserito
42 6666 B5 Segnale da interruttore cabina sganciata
43 8892 - Positivo da interruttore cambio in folle
44 9905 B30 Positivo da pulsante avviamento da vano motore / Connettore di dia-
gnosi 30 poli (pin 25)
45 9906 E30 Positivo da pulsante stop da vano motore / Allestitori
46 5553 B 19 Segnale per spia pre-riscaldo inserito
47 6627 B 21 Segnale per spia freno motore inserito
48 5198 B 11 Sincronizzazione motore per connettore di diagnosi (pin 23)
49 5519 B 12 Segnale per contagiri elettronico
50 0158 B 33 Negativo da interruttore acceleratore premuto
51 - - -
52 6109 B 38 Linea CAN (filo bianco)
53 6108 B 37 Linea CAN (filo verde)
54 - - -
55 5158 B 35 Positivo per sensore di posizione pedale acceleratore
56 0066 B 14 Massa tachigrafo
57-58 - - -
59 8155 E 33 Positivo da pulsante “RESUME” Cruise Control
60 8154 E 31 Positivo da pulsante “OFF” Cruise Control
61 8156 E 32 Positivo da pulsante “SET” Cruise Control
62 0160 B 23 Negativo da sensore frizione
63 5503 B 17 Segnale per spia bassa pressione olio motore
64 0535 B8 Negativo per spia EDC
65 5528 B 15 Segnale per spia alta temperatura liquido refrigerante
66 5507 B 18 Segnale per indicatore pressione olio motore
67-71 - - -
72 0159 B 32 Segnale da interruttore acceleratore premuto
73 0159 B 32 Segnale ridondante da interruttore acceleratore premuto
74 5155 B 13 Segnale velocità veicolo (D3 tachigrafo)
75 - - -
76 8158 - Positivo da interruttore pedale freno secondario
77 5502 - Segnale da interruttore secondo limitatore di velocità
78 - - -
79 8157 E 34 Positivo da pulsante “SET” + Cruise Control
80 8153 B 31 Positivo da interruttore pedale freno primario
81 0157 B 34 Massa per sensore di posizione pedale acceleratore
82 - - -
83 5157 B 36 Segnale da sensore di posizione pedale acceleratore
84-86 - - -
87 5120 B 26 PTO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.15

Connettore elettro iniettori “A”

12 16

6 11

1 5 50350

Pin Colore
Funzione
ECU Cavo
1 - -
2 - -
3 RU Iniettore cilindro 2
4 WP Iniettore cilindro 3
5 WV Iniettore cilindro 4
6 RW Iniettore cilindro 2
7 - Massa
8 - Massa
9 RG Iniettore cilindro 1
10 UN Iniettore cilindro 6
11 UG Iniettore cilindro 5
12 WR Iniettore cilindro 3
13 RY Iniettore cilindro 1
14 W Iniettore cilindro 4
15 UO Iniettore cilindro 6
16 UY Iniettore cilindro 5

Legenda colori
B black nero
R red rosso
U blue blu
W white bianco
P purple ciano
G green verde
N brown marrone
Y yellow giallo
O orange arancione
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.16 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore temperatura/pressione aria (85156)


È un componente che integra un sensore di tempera-
tura ed uno di pressione.
Montato sul collettore di aspirazione, misura la porta-
ta massima d’aria introdotta che serve a calcolare in mo-
do accurato la quantità di combustibile da iniettare ad
ogni ciclo.
È collegato alla centralina sui pin 21/C - 29/C - 10/C
- 28/C.
È alimentato a 5 volt.
La tensione presente in uscita è proporzionale alla
pressione o temperatura rilevata dal sensore.
Pin 21/C - 29/C Temperatura
Pin 10/C - 28/C Pressione
50324

VISTA ESTERNA SENSORE

Sensore pressione/temperatura olio


È un componente uguale al sensore di temperatura/
pressione aria.
È montato sul filtro olio motore in posizione orizzon-
tale.
Misura la temperatura e la pressione olio motore.
È collegato alla centralina sui pin 19C - 33C - 9C -
35C.
Il segnale rilevato viene inviato alla centralina EDC che
a sua volta comanda lo strumento indicatore in plancia
(indicatore / spia di bassa pressione).
Pin 19/C - 35/C Temperatura
Pin 9/C - 33/C Pressione
La temperatura olio motore viene utilizzata solo dalla
centralina EDC.
50323

CONNETTORE DI COLLEGAMENTO

Pin centralina
Rif
Rif. Descrizione
Olio Aria

1 Massa 19C 21C

2 Seg. Temp 35C 29C

3 +5 9C 10C

4 Segn. Press. 33C 28C

50344

SCHEMA ELETTRICO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.17

Sensore albero motore (48035)


È un sensore di tipo induttivo ed è posizionato sulla parte anteriore sinistra del motore. Genera dei segnali ottenuti
da linee di flusso magnetico che si chiudono attraverso le aperture di una ruota fonica calettata sull’albero motore. Lo
stesso segnale viene utilizzato per pilotare il contagiri elettronico.
È collegato alla centralina ai pin 25C - 24C.
Il valore di resistenza del sensore è di ~ 900 Ω.
Fornitore BOSCH
Coppia di serraggio 8 ± 2 Nm
Sensore distribuzione (48042)
È un sensore di tipo induttivo posizionato sulla parte posteriore sinistra del motore. Genera dei segnali ottenuti da linee
di flusso magnetico che si chiudono attraverso dei fori ricavati sull’ingranaggio calettato sull’albero della distribuzione.
Il segnale generato da questo sensore viene utilizzato dalla centralina elettronica come segnale di fase dell’iniezione.
Pur essendo uguale al sensore albero motore NON è intercambiabile in quanto presenta una forma esterna diversa.
È collegato alla centralina ai pin 23C - 30C.
Il valore della resistenza del sensore è di ~ 900 Ω.
Fornitore BOSCH
Coppia di serraggio 8 ± 2 Nm

180 ± 15

2
3 1

8518 8519
VISTA TECNICA SCHEMA ELETTRICO

8520

VISTA PROSPETTICA

Pin centralina
Rif
Rif. Descrizione
48035 48042
1 Segnale 25C 23C
2 Segnale 24C 30C
3 Schermatura
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.18 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore di pressione combustibile (85157)


Montato su una estremità del rail, misura la pressione del combustibile esistente al fine di determinare la pressione d’inie-
zione.
Il valore della pressione d’iniezione viene utilizzato per il controllo della pressione stessa e per determinare la durata
del comando elettrico dell’iniezione.
È collegato alla centralina sui pin 20C - 27C - 12C.
È alimentato a 5 Volt.

A - Collettore di ripartizione

B - Sensore di pressione combustibile (85157)

Rif. Descrizione Pin centralina


1 Massa 20C
2 Segnale 27C
3 Alimentazione 12C

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.19

Pompa ad alta pressione (regolatore di pressione)


Pompa con 3 pistoni radiali comandata dall’ingranag-
gio della distribuzione, senza necessità di fasatura, con
pompa di alimentazione a rotori applicata sul lato
posteriore.
A. Raccordo uscita scarico combustibile al supporto
filtro
B. Raccordo ingresso combustibile dallo scambiato-
re di calore centralina
C. Raccordo ingresso combustibile da filtro combu-
stibile
D. Raccordo uscita combustibile da pompa di ali-
mentazione al filtro
E. Raccordo uscita combustibile al rail

1. Pompa alta pressione


2. Pompa di alimentazione
3. Regolatore di pressione (elettrovalvola NA mo-
dulata dalla centralina con segnale PWM).

Regolatore di pressione
Situato all’ingresso della pompa alta pressione, sull’im-
pianto bassa pressione, modula la quantità di combustibi-
le con cui alimentare la pompa alta pressione in base ai
comandi ricevuti dalla centralina elettronica.
È costituito principalmente dalle seguenti parti: A
- otturatore a sezione trapezoidale;
- perno di comando valvola; 1 B
- molla di precarico; C
- bobine. 3

In assenza del segnale di comando il regolatore di 2


D
pressione è normalmente aperto, pertanto la pompa alta
pressione è nella condizione di mandata massima.
E
La centralina modula un segnale di comando PWM
per parzializzare in modo maggiore o minore la sezione
di trafilamento del combustibile verso la pompa alta pres-
sione. 000912t

Il componente non può essere sostituito singolar-


mente pertanto non deve essere smontato.
La quantità di combustibile che alimenta la pompa ad
alta pressione è dosata dalla valvola proporzionale posi-
zionata sull’impianto di bassa pressione - gestita dalla cen-
tralina EDC 7.
La pressione di mandata al rail viene modulata tra 250
e 1400 bar dalla centralina elettronica agendo sull’elet-
trovalvola del regolatore di pressione.
È un’elettrovalvola N.A.
La sua resistenza è di ~ 3,2 Ω.
È collegata alla centralina pin C5 - C7.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.20 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Elettro iniettori
L’iniettore è costruttivamente simile a quelli tradizio-
nali, tranne che per l’assenza delle molle di ritorno dello
spillo.
L’elettroiniettore si può considerare costituito da due
parti:
- attuatore - polverizzatore composto da asta di
pressione 1, spillo 2 e ugello 3;
- elettrovalvola di comando composta da bobina 4
e valvola pilota 5.
L’elettrovalvola controlla l’alzata dello spillo del polve-
rizzatore.

Inizio iniezione 50336

Quando la bobina 4 viene eccitata provoca lo sposta-


mento verso l’alto dell’otturatore 6.
Il combustibile del volume di controllo 9 defluisce ver-
so il condotto di riflusso 12 provocando un calo di pres-
sione nel volume di controllo 9.
Contemporaneamente la pressione del combustibile
nella camera in pressione 8 provoca l’innalzamento dello
spillo 2, con conseguente iniezione del combustibile nel
cilindro.

Fine iniezione
Quando la bobina 4 viene diseccitata, l’otturatore 6
torna in posizione di chiusura, per ricreare un equilibrio
di forze tale da far tornare in posizione di chiusura lo spillo
2 e terminare l’iniezione.

Si tratta di un’elettrovalvola di tipo N.A.


Singolarmente sono collegati alla centralina EDC sul
connettore A.
La resistenza della bobina di ogni singolo iniettore è
di 0,56 ÷ 0,57 Ω.

000933t

Iniettore in posizione di riposo


1. Asta di pressione - 2. Spillo - 3. Ugello - 4. Bobina
- 5. Valvola pilota - 6. Otturatore a sfera - 7. Area di
controllo - 8. Camera di pressione - 9. Volume di con-
trollo - 10. Condotto di controllo - 11. Condotto di
alimentazione - 12. Uscita combustibile di controllo
- 13. Connessione elettrica - 14. Molla - 15. Ingresso
combustibile ad alta pressione

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.21

Connettori di collegamento

1 2 3 50343

SCHEMA ELETTRICO DI COLLEGAMENTO

1 2 3 4 5 6

1 2 3

LATO VENTILATORE 50349

Rif. Descrizione Pin centralina


1 Iniettore cilindro 2 3A
2 Iniettore cilindro 2 6A
CONNETTORE 1
2 Iniettore cilindro 1 13 A
3 Iniettore cilindro 1 9A
1 Iniettore cilindro 4 5A
2 Iniettore cilindro 4 14 A
CONNETTORE 2
3 Iniettore cilindro 3 12 A
4 Iniettore cilindro 3 4A
1 Iniettore cilindro 6 10 A
2 Iniettore cilindro 6 15 A
CONNETTORE 3
3 Iniettore cilindro 5 16 A
4 Iniettore cilindro 5 11 A
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.22 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Adattatori per diagnosi con MODUS, IT2000 e IWT


Adattatore per misura su iniettore motore
Con questo adattatore oltre ad eseguire le prove mediante MODUS, IT2000 e IWT sono possibili le misure con multi-
metro sui singoli iniettori (come riportato nel particolare A).

001662t

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.23

Pompa ad alta pressione (regolatore di pressione)


Pompa con 3 pistoni radiali comandata dall’ingranag-
gio della distribuzione, senza necessità di fasatura, con
pompa di alimentazione a rotori applicata sul lato
posteriore.
A. Raccordo uscita scarico combustibile al supporto
filtro
B. Raccordo ingresso combustibile dallo scambiato-
re di calore centralina
C. Raccordo ingresso combustibile da filtro combu-
stibile
D. Raccordo uscita combustibile da pompa di ali-
mentazione al filtro
E. Raccordo uscita combustibile al rail

1. Pompa alta pressione


2. Pompa di alimentazione
3. Regolatore di pressione (elettrovalvola NA mo-
dulata dalla centralina con segnale PWM).

Regolatore di pressione
Situato all’ingresso della pompa alta pressione, sull’im-
pianto bassa pressione, modula la quantità di combustibi-
le con cui alimentare la pompa alta pressione in base ai
comandi ricevuti dalla centralina elettronica.
È costituito principalmente dalle seguenti parti: A
- otturatore a sezione trapezoidale;
- perno di comando valvola; 1 B
- molla di precarico; C
- bobine. 3

In assenza del segnale di comando il regolatore di 2


D
pressione è normalmente aperto, pertanto la pompa alta
pressione è nella condizione di mandata massima.
E
La centralina modula un segnale di comando PWM
per parzializzare in modo maggiore o minore la sezione
di trafilamento del combustibile verso la pompa alta pres-
sione. 000912t

Il componente non può essere sostituito singolar-


mente pertanto non deve essere smontato.
La quantità di combustibile che alimenta la pompa ad
alta pressione è dosata dalla valvola proporzionale posi-
zionata sull’impianto di bassa pressione - gestita dalla cen-
tralina EDC 7.
La pressione di mandata al rail viene modulata tra 250
e 1400 bar dalla centralina elettronica agendo sull’elet-
trovalvola del regolatore di pressione.
È un’elettrovalvola N.A.
La sua resistenza è di ~ 3,2 Ω.
È collegata alla centralina pin C5 - C7.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.24 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore temperatura liquido refrigerante (47035)


È un sensore a resistenza variabile in grado di rilevare
la temperatura del refrigerante per fornire alla centralina
un indice dello stato termico del motore.
Lo stesso segnale viene utilizzato dalla centralina per
pilotare lo strumento di temperatura in plancia.
È collegato alla centralina sui pin 18C - 36C.
La sua resistenza a 20 ºC = 2,50 KΩ.
È posizionato nella parte alta del motore.

1 2
50321

Sensore temperatura combustibile (47042)


È un sensore uguale al precedente.
Rileva la temperatura del combustibile per fornire alla
centralina un indice dello stato termico del gasolio.
È collegato alla centralina sui pin 17C - 34C.
La sua resistenza a 20 ºC = 2,50 KΩ.
La ECU pilota il relè di comando per il riscaldamento
del filtro ad una temperatura combustibile ≤ 36 ºC.

50322
Pin centralina
Rif
Rif. Descrizione
47035 47042

1 Massa 18C 17C

2 Segnale 36C 34C

50348
A- SENSORE TEMPERATURA COMBUSTIBILE
B - RESISTENZA RISCALDAMENTO FILTRO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.25

Prefiltro combustibile
Il filtro combustibile è del tipo ad alta separazione
d’acqua, è montato sul telaio del veicolo lato destro, pre-
senta sulla base della cartuccia 3, il sensore, 4 di presenza
acqua nel combustibile.
Sul supporto filtro è presente la pompa manuale di
adescamento 5 e la vite 2 di spurgo aria dall’impianto.
La presenza di condensa nel filtro e la condiziopne fil-
tro intasato sono segnalate dal sensore 4 tramite l’accen- 1
sione di un’unica spia sul quadro di bordo.

2 5

In caso di accensione della spia, occorre agire


immediatamente per rimuovere la causa; i componenti
del sistema Common Rail si danneggiano rapidamente
con la presenza di acqua o impurità nel combustibile.
3

000910t

Coppie di serraggio
Vite di spurgo 2 6 ÷ 8 Nm
Cartuccia filtrante 3 18 ± 0,1 Nm
Sensore 4 0,8 ± 0,1 Nm

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.26 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore frizione (42374)


Si tratta di un interruttore elettronico di prossimità.
È montato sul pedale frizione e rileva l’avvenuto inse-
rimento della frizione stessa.
È dotato di un led giallo di segnalazione che si accende
con il pedale rilasciato.
È collegato alla centralina elettronica al pin 62B.

50332

1. PARTE SENSIBILE SENSORE - 2. VITI DI SERRAGGIO (COPPIA 10


NM) - 3. CORPO IN OTTONE - 4. LED GIALLO - 5. CONNETTORE
Distanza di commutazione
Per evitare che con un brusco rilascio del pedale
quest’ultimo vada a sbattere contro la testa del sensore, si
consiglia la seguente distanza d’intervento: 1 ÷ 3 mm (D).

50326

A. SENSORE FRIZIONE
Colore
Rif. Descrizione Pin Centr.
cavo

1 0000 Massa -
CORPO PEDALE PARTE SENSORE
2 7151 Alimentazione 8B

3 0160 Segnale 62B

50333

D. DISTANZA DI COMMUTAZIONE

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.27

Resistenza pre-post riscaldo


B
È una resistenza posizionata sul collettore di aspirazio-
ne.
Viene utilizzata per riscaldare l’aria nelle operazioni di
pre / post riscaldo. Viene alimentata da un teleruttore po- A
sizionato sul lato sinistro del telaio.
La sua resistenza è di ~ 0,5 Ω.

A. - B. TERMINALI DI COLLEGAMENTO

Teleruttore comando resistenza


Il teleruttore di comando è collegato alla centralina
EDC ai pin 4B - 16B. C
Il suo inserimento avviene con temperatura di acqua
o gasolio < 5 ºC.
È posizionato sulla parte anteriore del veicolo sul lon-
gherone sinistro.
La resistenza della bobina del teleruttore è di circa 15 Ω.

50325
C. TELERUTTORE DI COMANDO

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.28 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore di carico su acceleratore per EDC (85152)


Il sensore di posizione pedale acceleratore è di tipo
potenziometrico con l’interruttore di minimo N.A. incor-
porato.
Fornisce alla centralina elettronica un valore propor-
zionale all’angolo di azionamento del pedale stesso, de-
terminando la mandata combustibile.
È collegato alla centralina ai pin 73B - 81B - 83B - 55B
- 58B.
La resistenza del potenziometro ~ 1 KΩ.
La tensione di alimentazione 5 V.

50334

SCHEMA ELETTRICO

000600t

Elettrovalvola freno motore (78050)


È una elettrovalvola on-off di tipo N.C.
È posizionata sul lato sinistro del telaio. La centralina,
pilotando questa elettrovalvola, apre il passaggio dell’aria
prelevata dal serbatoio dei servizi per comandare il cilin-
dretto freno motore, che a sua volta chiude la valvola a
farfalla nel collettore di scarico.
È collegata alla centralina ai pin 4B - 11B.

50328
A
A. ELETTROVALVOLA FRENO MOTORE

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.29

Metodologie di diagnosi
Attualmente i sistemi di diagnosi a disposizione sono:
“A” BLINK CODE
“B” IT 2000
“C” MODUS - IWT (99327000) - (99327500)

BLINK CODE
Rappresenta l’informazione preliminare che la centralina elettronica fornisce all’operatore (tramite lampeggi codificati)
delle eventuali anomalie presenti nel sistema.

MODUS - IWT - IT 2000


Sono strumenti diagnostici che consentono una diagnosi completa sui diversi sistemi presenti sui veicoli della gamma
IVECO.

A 1
1 - Spia test EDC
2 - Pulsante diagnosi EDC

6679

000967t 00618t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.30 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

MODUS
Stazione di diagnosi computerizzata dedicata alla diagnosi dei sistemi frenanti, sospensioni pneumatiche, motori e im-
pianti controllati elettronicamente.
La stazione è dotata di funzioni ausiliari quali: programmazione centraline elettroniche, consultazione catalogo ricambi,
tempari,...
IWT
L’IVECO WIRING TESTER espande ed integra MODUS.
Questo strumento è stato realizzato da IVECO per migliorare la diagnosi degli impianti elettrici ed elettronici del veicolo.
IT 2000
L’IT 2000 è uno strumento di diagnosi di tutti i Sistemi Elettronici dei veicoli IVECO. Consente un intervento immediato
sul veicolo riconoscendolo dal numero di telaio.
Memorizza i risultati degli interventi diagnostici effettuati.
Utilizzabile anche come Personal Computer portatile è predisposto alla diagnosi a distanza. Usando MODUS come
stazione madre è possibile aggiornare e configurare l’IT 2000.
Tutti gli strumenti si interfacciano con il veicolo tramite presa diagnosi a 30 poli situata a lato della UCI.

001068t

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.31

DIAGNOSI CON BLINK CODE


Comportamento della spia EDC.
Dopo aver ruotato la chiave su “marcia” la spia EDC si accende; successivamente, se non viene riscontrata nessuna
anomalia, la spia EDC si deve spegnere.
A seconda della presenza o meno di anomalie, la spia può assumere i seguenti comportamenti:

Spia spenta
1 Nessuna anomalia
2 Anomalia lieve
non provoca prestazioni degradate
guasto rilevabile con BLINK CODE e strumentazione diagnostica.

Spia accesa fissa


1 Anomalia su segnali pedale freno
Esclusione funzionalità CRUISE CONTROL
2 Anomalia grave
prestazioni degradate
guasto rilevabile con BLINK CODE, o strumentazione diagnostica
3 Anomalia su centralina
prestazioni degradate o sistema inefficiente.

Spia lampeggiante
1 Anomalia molto grave
prestazioni degradare
guasto rilevabile con BLINK CODE, o strumentazione diagnostica.

Attivazione / lettura blink code


L’attivazione del codice di lampeggio avviene premendo il pulsante BLINK CODE situato in prossimità della U.C.I.
Il BLINK CODE identifica una anomalia alla volta senza distinguere tra anomalie presenti e intermittenti; per visualizzare
tutti i codici in memoria è necessario attivare più volte il tasto BLINK Code.
Il codice è composto da due cifre ed è visualizzato con lampeggi lenti seguiti da lampeggi veloci.
Se non ci sono guasti nel sistema, la spia EDC non dà alcuna informazione e si accende solo una volta.
Ogni volta che si gira la chiave su “marcia”, la spia EDC si deve accendere; se questo non avviene, verificare cablaggio
e spia.

Le operazioni di stacco e riattacco della centralina vanno eseguite con polo positivo della batteria
scollegato.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.32 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

BLINK CODE EDC SW 3.3_1

Blink Spia Riduzione di


Descrizione anomalia
code EDC potenza
VEICOLO
1.1 Segnale velocità veicolo Accesa X
1.3 Pulsanti Cruise Control Accesa -
1.4 Segnale pedale acceleratore Accesa X
1.5 Segnale interruttore pedale frizione Accesa -
1.6 Plausibilità segnali interruttore pedale freno Accesa -
1.7 Plausibilità segnale freno/acceleratore Spenta -
1.8 Spia EDC su plancia Spenta X
1.9 Selettore per predisposizione freno motore Accesa -
MOTORE 1
2.1 Segnale sensore temperatura liquido refrigerante Accesa -
2.2 Segnale sensore temperatura aria sovralimentazione Spenta -
2.3 Segnale sensore temperatura combustibile Spenta -
2.4 Segnale sensore pressione di sovralimentazione Accesa X
2.5 Segnale sensore pressione atmosferica Spenta -
2.6 Segnale sensore pressione olio Accesa X
2.7 Segnale sensore temperatura olio Accesa -
2.8 Relè di comando filtro riscaldato Spenta -
2.9 Relè di comando resistenza pre-post riscaldo Accesa -
MOTORE 2
3.7 Tensione batteria Accesa X
3.8 Spia pre-post riscaldo Spenta -
3.9 Resistenza pre-post riscaldo Accesa -
FRENO MOTORE
4.6 Elettrovalvola freno motore Accesa -
INIETTORI 6 Cilindri INIETTORI 4 Cilindri
5.1 Elettrovalvola iniettore cilindro 1 Elettrovalvola iniettore cilindro 1 Accesa X
5.2 Elettrovalvola iniettore cilindro 2 Elettrovalvola iniettore cilindro 2 Accesa X
5.3 Elettrovalvola iniettore cilindro3 Elettrovalvola iniettore cilindro3 Accesa X
5.4 Elettrovalvola iniettore cilindro 4 Elettrovalvola iniettore cilindro 4 Accesa X
5.5 Elettrovalvola iniettore cilindro 5 - Accesa X
5.6 Elettrovalvola iniettore cilindro 6 - Accesa X
5.7 Stadio di potenza 1 (cilindri 1—2—3) Stadio di potenza 1 (cilindri 1 — 4) Accesa X
5.8 Stadio di potenza 2 (cilindri 4 — 5 —6) Stadio di potenza 2 (cilindri 2 — 3) Accesa X

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.33

Blink Riduzione di
Descrizione anomalia Spia EDC
code potenza

GIRI MOTORE
6.1 Segnale sensore albero motore Accesa X
6.2 Segnale sensore albero distribuzione Accesa X
6.3 Plausibilità segnale velocità motore Accesa X
6.4 Fuorigiri motore Lampeggiante XX
6.5 Relè motorino d’avviamento Accesa -
6.6 Segnale contagiri Spenta -
6.8 Problema di sincronismo con strumento diagnostico Spenta -

INTERFACCE
7.2 Linea CAN Spenta -

CRUSCOTTO
7.1 Pulsante limitatore di velocità veicolo Spenta -
7.5 Lampada spia freno motore Spenta -
7.6 Lampada spia pressione olio Spenta -
7.7 Strumento pressione olio Spenta -
7.8 Lampada spia temperatura liquido refrigerante Spenta -
7.9 Strumento temperatura liquido refrigerante Spenta -

PRESSIONE COMBUSTIBILE
8.1 Controllo pressione combustibile Lampeggiante X
8.2 Segnale pressione combustibile Lampeggiante X
8.3 Elettrovalvola regolatore di pressione Lampeggiante XX
8.5 Errore di pressione rail min/max Lampeggiante XX

CENTRALINA
9.3 Comunicazione con Immobilizer Lampeggiante -
9.4 Main relè Accesa -
9.6 AFTER RUN interrotto più volte Accesa X
9.7 Alimentazione sensori Accesa X

X = Riduzione di potenza
XX = Arresto del motore
Procedura per cancellazione della memoria guasti da tasto Blink Code:
Commutatore a chiave disinserito.
Tenere premuto il tasto Blink Code da 4 a 8 secondi mentre si inserisce il commutatore a chiave.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.34 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Troubleshooting

Questa sezione, organizzata per Blink Code, riguarda le anomalie che possono essere direttamente riconosciute dalla
centralina EDC 7. Queste anomalie sono di natura prevalentemente elettrica — elettronica;

Il troubleshooting non sostituisce la diagnosi con gli strumenti di diagnosi elettronica Iveco, ma intende essere un’integra-
zione alla stessa.

Note per il corretto utilizzo

All’accettazione del veicolo, occorre sempre e comunque collegare uno degli strumenti di diagnosi elettronica disponibi-
li (Modus, IWT oppure IT2000) alla presa diagnostica del veicolo ed effettuare una sessione completa di diagnosi.

Se l’anomalia è tra quelle riconoscibili direttamente dalla centralina, consultare la sezione allo scopo di reperire informa-
zioni e suggerimenti supplementari utili alla soluzione del problema.

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
1.1 Accesa Segnale di velocità Riduzione di potenza Se il tachigrafo funzio- Errore rilevato solo a
veicolo in corto cir- e di velocità massima na, verificare il cablag- veicolo in moto, e so-
cuito a positivo oppu- Eventuale mancanza gio e le connessioni lo se si tratta di corto
re a massa. dell’indicazione di ve- tra tachigrafo e cen- circuito.
locità sul tachigrafo. tralina Se il segnale non è
Non corretto funzio- Se il tachigrafo non presente non viene
namento del Cruise funziona, verificare il rilevato alcun errore,
Control cablaggio e le connes- in quanto la centralina
sioni tra sensore e ta- crede che il veicolo
chigrafo sia fermo.
Se il segnale non è
presente, è possibile
l’inserimento del
Cruise Control anche
alle bassissime veloci-
tà (con funzionamen-
to in base ai parame-
tri Presa di forza),
perché la centralina
non rileva il supera-
mento della soglia di
velocità che discrimi-
na le modalità Presa
di forza e Cruise
Control.
1.3 Accesa Non plausibilità dei Cruise Control / Pre- Lettura parametri con
tasti di comando sa di forza non fun- Modus-IWT-IT2000
Cruise Control / Pre- zionano per individuare il ta-
sa di forza sto difettoso
Verificare il cablaggio
tra devioguida e cen-
tralina, connessioni,
tasti di comando

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.35

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
1.4 Accesa Potenziometro pedale Riduzione di potenza Lettura parametri con Se non è possibile ac-
acceleratore in corto Modus-IWT-IT2000 celerare tramite il pe-
circuito a positivo o in Minimo accelerato dale, si può guidare
corto circuito a massa (circa 1100 giri/min.) Verificare cablaggio, con i tasti Cruise
oppure voltaggio ali- connessioni, compo- Control dopo aver
mentazione pedale ac- nente sconnesso il sensore
celeratore troppo alto di velocità
oppure difetto poten-
ziometro
1.5 Accesa Interruttore frizione: Cruise Control/Presa Azionare la frizione Se manca il segnale di
segnale non plausibile di forza non funziona- premendo il pedale a frizione premuta, la
(segnala alla centralina no fondo e leggendo i centralina non se ne
che la frizione è pre- parametri su Modus- accorge perché consi-
muta mentre non lo IWT-IT2000 dera tale stato come
è) normale.
Verifica visiva LED su
testa sensore sotto ri- Cruise Control/Presa
paro in plastica (a fri- di forza non funziona-
zione rilasciata il led no perché la centrali-
dev’essere acceso) na crede che il pedale
frizione sia sempre
Se l’interruttore è in- premuto
tegro e ben registra-
to, verificare cablag-
gio, connessioni e
corretto montaggio
dell’interruttore (di-
stanza dal pedale:1÷3
mm).

1.6 Accesa Interruttori freno — Possibile non funzio- Lettura parametri su Verificare corretto
segnali non plausibili namento luci stop Modus-IWT-IT2000 montaggio interrutto-
tra primario e secon- ri pedale (devono
dario Possibile non funzio- Verificare cablaggio, azionarsi contempo-
namento Cruise Con- connessioni, interrut- raneamente in senso
trol-Presa di forza tori inverso)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.36 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
1.7 Spenta Plausibilità pedale fre- Giri motore scendo- Lettura parametri su Se viene attuato il
no/acceleratore, op- no al regime di mini- Modus-IWT-IT2000, freno con l’accelera-
pure attivazione con- mo verificare che segnale tore premuto, il mo-
temporanea di freno potenziometro peda- tore va al minimo fi-
e acceleratore
le acceleratore si az- no al rilascio del fre-
zeri in rilascio, altri- no, in modo che sia
menti è possibile che possibile arrestare il
l’autista abbia premu- veicolo anche se il
to il freno e l’accele- pedale acceleratore
ratore insieme dovesse bloccarsi in
posizione intermedia
(strategia di sicurez-
za).

È invece consentito
accelerare con il pe-
dale freno premuto
senza fare intervenire
strategie di sicurezza.
1.8 Spenta Spia su plancia difet- Riduzione di potenza Riduzione di potenza
tosa per indurre l’autista a
La spia non si accen- recarsi presso un
de mai quando si in- punto di assistenza
serisce il contatto a Iveco
chiave
2.1 Accesa Sensore temperatura Leggera riduzione di Lettura parametri su Riduzione di potenza
acqua in corto circui- potenza Modus-IWT-IT2000 per protezione da
to a positivo, in corto surriscaldamento
circuito a massa o cir- Non indicazione del- Verificare cablaggio,
cuito aperto
lo strumento connessioni, compo-
nenti

2.2 Spenta Sensore temperatura Leggera riduzione di Lettura parametri su Riduzione di potenza
aria su collettore di potenza Modus-IWT-IT2000 per indurre l’autista a
aspirazione in corto recarsi presso un
circuito a positivo, - Verificare cablaggio, punto di assistenza
in corto circuito a
massa — circuito connessioni, sensore Iveco
aperto
2.3 Spenta Sensore temperatura Leggera riduzione di Lettura parametri su Riduzione di potenza
combustibile in corto potenza Modus-IWT-IT2000 per indurre l’autista a
circuito a massa op- recarsi presso un
pure in corto circuito Verificare cablaggio, punto di assistenza
a positivo oppure cir-
cuito aperto connessioni e com- Iveco
ponente

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.37

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
2.4 Accesa Sensore pressione Riduzione di potenza Lettura parametri su Riduzione di potenza
aria su collettore aspi- Modus-IWT-IT2000 per evitare fumosità
razione in in corto
circuito a massa, cir- Verificare cablaggio,
cuito aperto o in cor- connessioni e com-
to circuito a positivo ponente
o alimentato da cor-
rente eccedente il li-
mite minimo o massi-
mo
2.5 Spenta Sensore pressione Contattare l’Help
ambiente (integrato Desk e conformarsi
nella centralina) in alle sue istruzioni per
corto circuito a mas- l’eventuale sostituzio-
sa, in corto circuito a ne della centralina.
positivo oppure cir-
cuito aperto
2.6 Accesa Sensore pressione Riduzione di potenza Lettura parametri su Se la pressione
olio (integrato con il Modus-IWT-IT2000 dell’olio è troppo bas-
sensore temperatura Non indicazione dello sa, vengono ridotte le
olio) in corto circuito strumento Verificare cablaggio, prestazioni del motore
a massa, in corto cir- connessioni, sensore (strategia di protezione
cuito a positivo oppu- motore). Per motivi di
re circuito aperto sicurezza, anche in ca-
so di errore riferito al
sensore viene attuata
tale strategia.
2.7 Accesa Sensore temp. olio Riduzione di potenza Lettura parametri su Se la temperatura
(integrato con il sen- Modus-IWT-IT2000 dell’olio è troppo
sore pressione olio) bassa, viene attuata
in corto circuito a Verificare cablaggio, una limitazione dei gi-
massa, in corto circui- connessioni, sensore ri motore in funzione
to a positivo oppure della temperatura
circuito aperto dell’olio (strategia di
protezione motore).
Per motivi di sicurez-
za, anche in caso di
errore riferito al sen-
sore viene attuata ta-
le strategia.
2.8 Spenta Relè riscaldatore filtro Diagnosi attiva su
combustibile difettoso Modus-IWT-IT2000

Verificare cablaggio,
connessioni e com-
ponente
2.9 Accesa Relè di comando resi- Diagnosi attiva su
stenza pre-post riscal- Modus-IWT-IT2000
do difettoso
Verificare cablaggio,
connessioni e com-
ponente

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.38 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
3.7 Accesa Segnale tensione bat- Minimo molto accele- Test batterie con Potrebbe non trattar-
teria non plausibile rato IWT si di tensione effetti-
(troppo bassa o trop- vamente troppo bas-
po alta) Eseguire i controlli sa o troppo alta, ma
appropriati su regola- di tensione ricono-
tore di tensione e sciuta non plausibile
batterie dalla centralina

3.8 Spenta Lampada della spia Spia preriscaldo sem- Diagnosi attiva su
preriscaldo in corto pre accesa Modus-IWT-IT2000
circuito a massa
Verificare cablaggio,
connessioni e com-
ponente
4.6 Accesa Elettrovalvola freno Freno motore non Lettura parametri su
motore in corto cir- funziona oppure è Modus-IWT-IT2000
cuito a positivo oppu- sempre attivato al di
re in corto circuito a sopra di 1000 giri/1 Verificare cablaggio,
massa oppure circuito componente, connet-
aperto tori
5.x Accesa Parte elettrica inietto- Il motore gira a 3 (5) Engine test con Mo- E’ possibile che subito
re in corto circuito a cilindri dus-IWT-IT2000 dopo il motore pro-
massa o circuito segua la rotazione a 2
aperto Verificare cablaggio, (3) cilindri, perché gli
connessioni e com- iniettori sono pilotati
ponente da due stadi di po-
tenza. In tal caso può
essere memorizzato
anche l’errore 5.7 op-
pure 5.8
5.7 op- Accesa Stadio di potenza Il motore gira a 2 (3) Cancellare memoria Può succedere se l’in-
pure 5.8 blocco di cilindri 1 o cilindri guasti e riprovare. volucro esterno della
blocco di cilindri 2 centralina è stato po-
sto in corto circuito
Se l’errore permane, con + batteria (ponte
e solo dopo aver accidentale con chia-
escluso il difetto iniet- ve o altro elemento)
tore (vedi nota di
5.x) contattare l’Help
Desk e conformarsi
alle sue istruzioni per
l’eventuale sostituzio-
ne della centralina.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.39

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
6.1 Accesa Sensore albero moto- Avviamento difficol- Verificare cablaggio, Se il segnale volano
re: mancanza segnale toso in ogni condizio- connessioni, posizio- non va bene, viene
o segnale non plausibi- ne namento sensore adottato in sostituzio-
le ne il segnale di veloci-
Riduzione potenza tà del sensore albero
distribuzione
Contagiri non funziona
Riduzione di potenza
per indurre l’autista a
recarsi presso un
punto di assistenza
Iveco
6.2 Accesa Sensore albero distri- Avviamento difficol- Verificare cablaggio, Se il segnale albero
buzione: mancanza toso in ogni condizio- connessioni, posizio- distribuzione non va
segnale o segnale non ne namento sensore bene, viene adottato
plausibile in sostituzione il se-
Riduzione potenza gnale di fase del sen-
sore volano

Riduzione di potenza
per indurre l’autista a
recarsi presso un
punto di assistenza
Iveco
6.4 Lampeg- Fuorigiri motore Riduzione di potenza Lettura (Dati Memo-
gia rizzati) con Modus-
IWT-IT2000

Sensibilizzazione
dell’autista ad un mo-
do di guida corretto
7.2 Spenta Linea CAN Non corretto funzio- Verificare cablaggio, Immobilizer non in-
namento Immobilizer connessioni e resi- terviene oppure non
stenza di chiusura consente l’avviamen-
(120 ohm) to
8.1 Lampeg- Regolazione pressio- Riduzione di potenza Engine test con Mo-
gia ne combustibile dus-IWT-IT2000
8.2 Lampeg- Sensore pressione rail Il motore si spegne e Lettura parametri su
gia in corto circuito a po- non si avvia più Modus-IWT-IT2000
sitivo, in corto circui-
to a massa o circuito Controllo cablaggio,
aperto connessioni e sensore

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.40 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Blink Spia Possibili anomalie Prove o interventi


Possibile causa Note
code EDC correlate consigliati
8.3 Lampeg- Regolatore di pressio- Riduzione di potenza Engine test con Mo-
gia ne in corto circuito a dus-IWT-IT2000
massa o in corto cir- Potrebbe essere pre-
cuito a positivo o cir- sente 8.1 — 8.2 Verificare cablaggio,
cuito aperto connessioni, regolato-
re.

Dopo aver escluso


ogni altra possibilità,
contattare l’Help
Desk per l’eventuale
sostituzione della
pompa ad alta pres-
sione.
9.3 Lampeg- Il motore non parte Possibile 7.x Verificare cablaggio, Se chiave sbagliata
gia connessioni, compo- lampeggia anche la
Problemi di comuni- nenti. spia Immobilizer (il
cazione con Immobili- problema non è nella
zer In corto circuito o Eseguire diagnosi Im- centralina EDC)
circuito aperto sulla mobilizer
linea CAN
9.4 Accesa Main relè non si disin- La centralina rimane Verificare cablaggio e
serisce sempre alimentata e connessioni (N.B: il
la spia EDC rimane main relay è incorpo-
accesa anche con rato nella centralina
chiave Off EDC)

Batteria si scarica Provare a togliere e


rimettere il fusibile. Se
l’inconveniente persi-
ste, contattare l’Help
Desk per l’eventuale
sostituzione della
centralina
9.6 Lampeg- After-run interrotto Riduzione di potenza Riscaldare leggermen-
gia troppo spesso te il motore, portarlo
al regime minimo ed
effettuare uno spegni-
mento corretto

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.41

ABS
Ubicazione sul veicolo centralina elettronica

50251
A. CENTRALINA ELETTRONICA ABS

Il sistema è in grado di evitare il bloccaggio delle ruote, che potrebbe verificarsi durante la fase di frenatura, al fine
di garantire migliori prestazioni di frenatura e una migliore stabilità del veicolo.

Il sistema è attivato al momento dell’accensione ed entra in funzione automaticamente per velocità superiori a
5 km/h se, in seguito ad una frenatura, una o più ruote manifestano la tendenza al bloccaggio.

Il sistema ABS è in grado di controllare l’esclusione del freno motore e del bloccaggio del ripartitore (se esiste).

Essi vengono disinseriti qualora venga rilevata la tendenza al bloccaggio di una o più ruote motrici.

Il reinserimento è automatico quando cessa l’azione del sistema ABS.

Su tutti i veicoli della gamma il sistema è a tre canali, due sulle ruote anteriori e uno sul ponte posteriore, ad eccezio-
ne dei veicoli a 3 assi in cui il sistema è a quattro canali.

La centralina ha il compito di elaborare i segnali provenienti dai sensori giri ruote e di pilotare opportunamente
le elettrovalvole dell’impianto in modo da evitare il bloccaggio delle ruote durante la frenata.

L’elaborazione dei segnali è attuata da un microprocessore che determina i valori di accelerazione e decelerazione
delle diverse ruote ed effettua la combinazione logica dei vari segnali di regolazione.

Nel caso che venga rilevata una anomalia la centralina provvede ad escludere automaticamente l’intero sistema
ABS, lasciando però in efficienza il sistema frenante tradizionale, e ad informare il conducente mediante l’accensione
dell’apposita spia sul cruscotto.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.42 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

ABS (6 - 10 ton)
Ubicazione componenti su veicolo (impianto elettrico)

8241

Codice
Descrizione
componenti
58904 Quadro a 10 segnalazione ottiche
78052 Elettrovalvola per ABS
88000 Centralina elettronica per impianto ABS
88001 Sensore per impianto ABS

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.43

ABS (6 - 10 ton)
Ubicazione componenti su veicolo (Impianto pneumoidraulico)

62371

1. Valvola di ritenuta - 2. Convertitore pneumoidraulico - 3. Presa di controllo pressione pneumatica - 4. Converti-


tore pneumoidraulico - 5. APU - 6. Serbatoio per rigenerazione (optional) - 7. Cilindro a molla - 8. Valvola poten-
ziatrice - 9. Servodistributore a triplo comando - 10. Teste d’accoppiamento - 11. Serbatoio frenatura di staziona-
mento + rimorchio - 12. Presa di controllo, pressione idraulica - 13. Complessivo freno a disco posteriore - 14.
Valvola di scarico rapido - 15. Riduttore di pressione - 16. Serbatoi - 17. Presa di controllo di pressione - 18. Ridut-
tore di pressione - 19. Complessivo freno a disco anteriore - 20. Cilindro operatore freno motore - 21. Distribu-
tore a pedale freno motore - 22. Distributore duplex - 23. Compressore - 24. Distributore freno di stazionamento
- 25. Distributore comando rallentamento rimorchio (optional)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.44 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

ABS (11 - 18 ton)


Ubicazione componenti su veicolo (impianto elettrico)

:
8241

: Solo veicoli 260 3 assi

Codice
Descrizione
componenti
58904 Quadro a 10 segnalazione ottiche
78052 Elettrovalvola per ABS
88000 Centralina elettronica per impianto ABS
88001 Sensore per impianto ABS

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.45

ABS (11 - 18 ton)


Ubicazione componenti su veicolo (Impianto pneumatico)

001519t

1. Ruota fonica - 2. Valvola di ritenuta - 3. Elettrovalvola freno motore - 4. A.P.U. - 5. Valvola relè - 6. Ruota fonica
- 7. Sensore giri ruote - 8. Cilindro freno combinato - 9. Valvola potenziatrice - 10. Servodistributore a triplo co-
mando - 11. Teste d’accoppiamento - 12. Serbatoio di frenatura di stazionamento + rimorchio - 13 Presa di con-
trollo pressione idraulica - 14. Sensore giri ruote - 15. Ruota fonica - 16. Complessivo freno a tamburo - 17. Valvo-
la di scarico rapido - 18. Riduttore di pressione - 19. Valvola elettropneumatica - 20. Serbatoi aria - 21. Presa per
controllo pressione - 22. Riduttore di pressione - 23. Complessivo freno a disco anteriore - 24. Cilindro freno a
membrana - 25. Sensore giri ruote - 26. Ruota fonica - 27. Cilindro operatore freno motore -
28. Distributore a pedale freno motore - 29. Distributore duplex - 30. Centralina elettronica ABS - 31. Compres-
sore monocilindrico - 32. Distributore freno di stazionamento - 33. Distributore comando rallentamento rimor-
chio (Optional) -34. Sensore giri ruote.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.46 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Centralina elettronica (Bosch)


1 16 1 4 1 7 1 13

62608
3 I 18 3 II 6 3 III 9 3 IV 15

Connettore PIN Colore cavo Descrizione


1 - -
2 - -
3 - -
4 - -
5 6684 Segnale da inter. di fine corsa cilindro convert. freni ant. (solo veicoli 60-100)
6 - -
7 8847 Positivo (+15)
8 - -
I 9 7710 Positivo (+15)
10 0050 Massa
11 - -
12 0000 Massa
13 2299 Al connettore diagnosi (pin 4)
14 1199 Al connettore diagnosi (pin 3)
15 - -
16 - Ponticello di sicurezza tra pin 12-18
17 0027 Negativo per esclusione freno motore
18 6670 Comando spia avaria ABS
1 9921 Positivo elettrovalvole ABS assale sinistro
2 9919 Positivo elettrovalvole ABS assale sinistro
II 3 0000 Negativo elettrovalvola ABS assale sinistro
4 5570 Positivo sensore sinistro ABS
5 5570 Negativo sensore sinistro ABS
6 8153 Segnale di arresto (a body control per E4)
1 - -
2 - -
3 - -
4 5571 Negativo sensore destro ABS
III 5 5571 Positivo sensore destro ABS
6 - -
7 9918 Positivo elettrovalvole ABS assale destro
8 9920 Positivo elettrovalvola ABS assale destro
9 0000 Negativo elettrovalvola ABS assale destro
1 9930 Positivo elettrovalvole ABS ponte (sinistro Mod. 260 E ... KE)
2 9931 Positivo elettrovalvole ABS ponte (sinistro Mod. 260 E ... KE)
3 0000 Negativo elettrovalvole ABS ponte (sinistro Mod. 260 E ... KE)
4 - -
5 5572 Positivo sensore sinistro ABS
6 5572 Negativo sensore sinistro ABS
7 - -
IV 8 5573 Positivo sensore destro ABS
9 5573 Negativo sensore destro ABS
10 9931 Positivo elettrovalvola ponte (destro Mod. 260 E ... KE)
11 9924 Positivo elettrovalvola ponte (destro Mod. 260 E ... KE)
12 0000 Negativo elettrovalvola ponte (destro Mod. 260 E ... KE)
13 - -
14 - -
15 - -
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.47

Distributore Duplex

11

000607t

21

000697t

62579

3 22 12

Interruttore freno
È un micro interruttore a doppio contatto montato direttamente sul distributore duplex.
L’interruttore è composto da un contatto N.C. a uno N.A.
Il contatto N.C. fornisce alla centralina (pin B76) un segnale positivo con pedale rilasciato e viene utilizzato per rileva-
re l’azionamento del freno di servizio in modo da disattivare la funzione Cruise Control ed interrompere la mandata
combustibile.

Il contatto N.A. fornisce alla centralina del BODY CONTROLLER (pin E11) un segnale positivo in modo che la stessa
possa comandare l’accensione delle luci di stop ed informare la centralina EDC (pin 80) dell’inserimento del freno per
inserire di conseguenza il freno motore se selezionato.

Rif. Colore cav Descrizione


1 1117 Positivo di alimentazione
2 1176 Positivo per accensione luci stop (Body Controller pin E11)
3 7151 Positivo di alimentazione
4 8158 Positivo con freno rilasciato per centralina EDC (pin B76)

Collegamenti pneumatici Duplex


Rif. Descrizione
11 Dal serbatoio aria assale
12 Dal serbatoio aria ponte
21 Convertitore pneumoidraulico assale
22 Convertitore pneumoidraulico e servodistributore comando freno rimorchio
3 Scarico
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.48 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Ruota fonica / Sensore di giri

35383

A. RUOTA FONICA - B. SENSORE DI GIRI

La ruota fonica è alloggiata sul mozzo della ruota e gira alla stessa velocitá della ruota. Essa genera per induzione
nei sensori delle tensioni alternate la cui frequenza é proporzionale alla velocitá di rotazione della rispettiva ruota. Questi
segnali di tensione vengono trasmessi alla centralina per essere opportunamente elaborati.
Per ogni ruota sono montati un sensore e una ruota fonica.
Questa disposizione permette di comandare durante la regolazione una pressione frenante individuale per ogni ruo-
ta, ottimizzando la stabilità di marcia e lo spazio di frenata.
Ogni canale comprende quattro circuiti funzionali; il primo é quello d’ingresso, che riceve i segnali analogici emessi
dal sensore previsto sulla ruota corrispondente, li filtra dai segnali parassiti e li converte in informazioni digitali mediante
delle misure di durata del ciclo.Vi é poi un circuito principale, che consiste in un microprocessore, che elabora le informa-
zioni ricevute dal circuito di ingresso; esso dispone di un complesso programma che gli consente di determinare i valori
di accelerazioe e di decelerazione della ruota, e di effettuare la combinazione logica dei vari segnali di regolazione. All’oc-
correnza esso emette due segnali di comando, che vengono inviati alla valvola elettropneumatica corrispondente trami-
te il terzo circuito della centralina, quello di controllo, per regolare in modo opportuno la pressione di frenatura.
Il quarto ed ultimo circuito é infine quello di sicurezza, che provvede alla verifica dell’efficienza dei vari componenti
del sistema. Nel caso che venga riscontrata una anomalia, esso provvede non solo ad informarne il conducente con
l’accensione dell’apposita spia sul cruscotto ma anche a scollegare automaticamente l’intero sistema ABS lasciando peró
efficiente il sistema frenante tradizionale.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.49

Diagnostica
Funzionamento spie

001520t

Segnalazione anomalie sistema ABS


Inserendo il commutatore a chiave la centralina elettronica effettuerà un test del sistema accendendo per un
tempo di ~2 secondi le spie di segnalazione poste sul cruscotto. Se non verranno rilevate avarie le spie si spegneranno.
In caso contrario in funzione della gravità dell’anomalia resteranno accese le seguenti spie:

Spia (1) rossa ABS


Segnala la presenza nel sistema di una nomalia grave che compromette la funzionalità dell’impianto frenante.
Occorre rivolgersi subito alla Rete Assistenziale IVECO poiché in questa condizione, in fase di frenatura saranno
controllati solo l’asse anteriore ed il semirimorchio o rimorchio.

Spia (2) rossa ABS


Segnala la presenza di nomalie del sistema ABS sul rimorchio (per veicoli al traino).

Segnalazione usura guarnizioni frenanti


La segnalazione dell’usura delle guarnizioni frenanti, viene visualizzata attraverso il modulo spie “IVECO Control”.
L’accensione delle spie di segnalazione si avrà quando sarà rilevata l’usura massima ammessa da uno qualsiasi dei
sensori montati sulle pinze freno.

001520t

1. SPIA ROSSA SEGNALAZIONE USURA FRENI (ASSE ANTERIORE) - 2. SPIA ROSSA SEGNALAZIONE USURA FRENI (ASSE POSTERIORE)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.50 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

L’impianto analizzato di seguito viene impiegato sui seguenti veicoli:


60E..K/P 80EL../P 90E../K/P/FP 100E../K/P/FP
65E..K/P 80E../K/P/FP
75E../P

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 359 cm3 Optional
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 15 l
5 Serbatoi aria ponte 15 l
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Valvola di sicurezza
8 Pulsante comando freno motore
9 Elettrovalvola comando freno motore
10 Cilindro di comando valvola freno motore
11 Ruota fonica ponte
12 Sensore di velocità ponte
13 Presa di controllo idraulica
14 Disco freno ponte
15 Pinza freno ponte
16 Cilindro a molla per frenatura di stazionamento
17 Valvola a scarico rapido per stazionamento
18 Convertitore pneumoidraulico ponte
19 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
20 Elettrovalvola ABS ponte
21 Distributore a mano comando stazionamento
22 Distributore a mano di sicurezza
23 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 ± 0,3 bar
24 Serbatoio olio
25 Indicatore basso livello olio
26 Elettrovalvole ABS assale
27 Convertitore pneumoidraulico assale
28 Disco freno assale
29 Pinza freno assale
30 Sensore di velocità assale
31 Ruota fonica assale
32 Indicatore extra corsa convertitore
33 Centralina elettronica ABS
34 Manometro assale / ponte
35 Interruttore comando relè luci stop
36 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
37 Presa di controllo pneumatica
A All’impianto sospensione pneumatica
: Optional

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.51

EDC

000797t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.52 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

60E..R/KR/RP 80EL..R/RP 90E..R/KR/RP/RFP 100E.. R/KR/RP/RFP


65E..R/KR/RP 80E..R/KR/RP/RFP
75E..R/RP

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional/Serie per veicoli RFP)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 15 l
5 Serbatoi aria ponte 15 l
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Serbatoio aria stazionamento e ricarica rimorchio 15 l
8 Riduttore di pressione impianto stazionamento e ricarica rimorchio
9 Pulsante comando freno motore
10 Valvola di sicurezza
11 Elettrovalvola comando freno motore
12 Interruttore a pressione comando frenatura rimorchio
13 Cilindro di comando valvola freno motore
14 Riduttore di pressione impianto rimorchio 8,5 bar
15 Valvola potenziatrice comando frenatura rimorchio
16 Elettrovalvola ABS ponte
17 Ruota fonica ponte
18 Sensore di velocità ponte
19 Presa di controllo idraulica
20 Semi giunti di accoppiamento rimorchio
21 Servo distributore triplo comando per rimorchio
22 Disco freno ponte
23 Pinza freno ponte
24 Cilindro a molla per frenatura di stazionamento
25 Valvola a scarico rapido per stazionamento
26 Convertitore pneumoidraulico ponte
27 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
28 Distributore a mano comando stazionamento
29 Distributore a mano di sicurezza
30 Valvola unidirezionale impianto stazionamento
31 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 ± 0,3 bar
32 Indicatore basso livello olio
33 Serbatoio olio
34 Elettrovalvole ABS assale
35 Convertitore pneumoidraulico assale
36 Disco freno assale
37 Pinza freno assale
38 Sensore di velocità assale
39 Ruota fonica assale
40 Indicatore extra corsa convertitore
41 Centralina elettronica ABS
42 Manometro assale / ponte
43 Interruttore comando relè luci stop
44 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
45 Presa di controllo pneumatica
A All’impianto sospensione pneumatica
: Optional

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.53

EDC

000798t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.54 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

95E..W - Isolato
95E.. WR - Atto al traino

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 15 l
5 Serbatoi aria ponte 15 l
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Serbatoio aria stazionamento e ricarica rimorchio 15 l
8 Interruttore bassa pressione rimorchio 6,5 bar
9 Riduttore di pressione impianto stazionamento e ricarica rimorchio 8,5 bar
10 Pulsante comando freno motore
11 Valvola di sicurezza
12 Elettrovalvola comando freno motore
13 Interruttore a pressione comando frenatura rimorchio
14 Cilindro di comando valvola freno motore
15 Correttore di frenata a relè
16 Elettrovalvola ABS ponte
17 Ruota fonica ponte
18 Sensore di velocità ponte
19 Semi giunti di accoppiamento rimorchio
20 Servo distributore triplo comando per rimorchio
21 Presa di controllo idraulica
22 Freno a tamburo ponte
23 Cilindro a molla per frenatura di stazionamento
24 Sensore di extra corsa cilindro a molla
25 Valvola a scarico rapido per stazionamento
26 Convertitore pneumoidraulico ponte
27 Interruttore bassa pressione
28 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
29 Distributore a mano comando stazionamento veicoli atti al traino
30 Distributore a mano comando stazionamento veicoli isolati
31 Distributore a mano di sicurezza
32 Valvola unidirezionale impianto stazionamento
33 Valvola riduzione proporzionale asservita 1 : 1,5
34 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 bar
35 Valvola adattatrice
36 Elettrovalvola ABS assale
37 Convertitore pneumoidraulico assale
38 Disco freno assale
39 Pinza freno assale
40 Sensore di velocità assale
41 Ruota fonica assale
42 Indicatore extra corsa convertitore
43 Centralina elettronica ABS
44 Manometro assale / ponte
45 Interruttore comando relè luci stop
46 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
47 Presa di controllo pneumatica
A All’impianto sospensione pneumatica
F Solo per veicoli isolati
J Solo per veicoli atti al traino
: Optional
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.55

STAZIONAM.
STOP

RIMORCHIO

001469t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.56 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

110EL../P 130E../P/FP 150E..K/P/FP 180E..K/P/FP


120EL../P 140E..K/P/FP 170E..K/P/FP
120E..K/P/FP

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 15 l (170E — 20 l)
5 Serbatoi aria ponte 15 l (170E — 20 l)
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Valvola di sicurezza
8 Pulsante comando freno motore
9 Elettrovalvola comando freno motore
10 Cilindro di comando valvola freno motore
11 Cilindro freno a membrana ponte
12 Cilindro freno combinato ponte
13 Freno a tamburo duo duplex ponte
14 Ruota fonica ponte
15 Sensore di velocità ponte
16 Freno a tamburo ponte duo servo
17 Cilindro freno combinato ponte
18 Disco freno ponte
19 Pinza freno ponte
20 Cilindro combinato ponte
21 Valvola a scarico rapido
22 Valvola a relè per stazionamento
23 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
24 Elettrovalvola ABS ponte
25 Distributore a mano comando stazionamento
26 Distributore a mano di sicurezza
27 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 ± 0,3 bar
28 Elettrovalvola ABS assale
29 Disco freno assale
30 Pinza freno assale
31 Cilindro a membrana assale
32 Sensore di velocità assale
33 Ruota fonica assale
34 Valvola a scarico rapido / oppure Valvola a riduzione proporzionale 1 : 1,5
35 Centralina elettronica ABS
36 Manometro assale / ponte
37 Interruttore comando relè luci stop
38 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
39 Presa di controllo pneumatica
A All’impianto sospensione pneumatica
: Optional
Y Solo per veicoli 120EL
F Solo per veicoli 120E / 130E / 150E
J Solo per veicoli 170E / 180E
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.57

001513t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.58 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

110EL..R/PR 130E..R/PR/FPR 170E..R/PR/FPR 280E..T/TP/TFP


120EL..R/PR 140E..R/PR/FPR 180E..R/PR/FPR 320E..T/TP/TFP
120E..R/PR/FPR 150E..R/PR/FPR 260E..T/TP/TFP
Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional/Serie per veicoli FPR - TFP)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 15 l 170E/260E/280E/320E - 20 l
5 Serbatoi aria ponte 15 l 170E/260E/280E/320E - 20 l
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Serbatoio aria stazionamento e ricarica rimorchio 15 l
8 Riduttore di pressione impianto rimorchio 8,5 bar
9 Pulsante comando freno motore
10 Valvola di sicurezza
11 Elettrovalvola comando freno motore
12 Cilindro di comando valvola freno motore
13 Interruttore a pressione comando frenatura rimorchio
14 Cilindro freno a membrana ponte
15 Cilindro freno combinato ponte
16 Freno a tamburo duo duplex ponte
17 Elettrovalvola ABS ponte
18 Ruota fonica ponte
19 Sensore di velocità ponte
20 Freno a tamburo ponte duo servo
21 Cilindro freno combinato ponte
22 Semi giunti di accoppiamento semi rimorchio
23 Semi giunti di accoppiamento rimorchio
24 Servo distributore triplo comando per rimorchio
25 Disco freno ponte
26 Pinza freno ponte
27 Cilindro combinato ponte
28 Valvola a scarico rapido
29 Valvola a relè per stazionamento
30 Interruttore a bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
31 Distributore a mano comando stazionamento
32 Distributore a mano di sicurezza
33 Valvola unidirezionale impianto stazionamento
34 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 ± 0,3 bar
35 Elettrovalvola ABS assale
36 Disco freno assale
37 Pinza freno assale
38 Cilindro a membrana assale
39 Sensore di velocità assale
40 Ruota fonica assale
41 Valvola a scarico rapido / oppure Valvola a riduzione proporzionale 1 : 1,5
42 Centralina elettronica ABS
43 Manometro assale / ponte
44 Interruttore comando relè luci stop
45 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
46 Interruttore bassa pressione rimorchio 6,5 bar
47 Presa di controllo pneumatica
A All’impianto sospensione pneumatica
: Optional
Y Solo per veicoli 120EL
F Solo per veicoli 120E / 130E / 150E / 320E
J Solo per veicoli 170E / 180E
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.59

STAZIONAM.
STOP

RIMORCHIO

001466t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.60 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

135E..W - Isolato
135E.. WR - Atto al traino

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria assale 135W - 15 l 135WR - 20 l
5 Serbatoi aria ponte 135W - 15 l 135WR - 20 l
6 Valvola di scarico condensa manuale
7 Serbatoio aria stazionamento e ricarica rimorchio 15 l
8 Interruttore bassa pressione rimorchio 6,5 bar
9 Riduttore di pressione impianto stazionamento e ricarica rimorchio 8,5 bar
10 Pulsante comando freno motore
11 Valvola di sicurezza
12 Rubinetto comando blocco differenziale
13 Cilindro comando blocco differenziale
14 Elettrovalvola comando freno motore
15 Cilindro di comando valvola freno motore
16 Interruttore a pressione comando frenatura rimorchio
17 Correttore di frenata a relè
18 Elettrovalvola ABS ponte
19 Ruota fonica ponte
20 Sensore di velocità ponte
21 Semi giunti di accoppiamento rimorchio
22 Valvola a riduzione proporzionale 1 : 1,5
23 Servo distributore triplo comando per rimorchio
24 Freno a tamburo ponte
25 Cilindro freno combinato ponte
26 Valvola a relè comando stazionamento
27 Interruttore bassa pressione rimorchio 6,5 bar
28 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
29 Distributore a mano comando stazionamento veicoli atti al traino
30 Distributore a mano comando stazionamento veicoli isolati
31 Distributore a mano di sicurezza
32 Valvola unidirezionale impianto stazionamento
33 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 bar
34 Valvola riduzione proporzionale asservita 1 : 1,5
35 Elettrovalvola ABS assale
36 Ruota fonica assale
37 Freno a tamburo assale
38 Cilindro freno a membrana assale
39 Sensore di velocità assale
40 Centralina elettronica ABS
41 Manometro assale / ponte
42 Interruttore comando relè luci stop
43 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
44 Presa di controllo pneumatica
: Optional
F Solo per veicoli isolati
J Solo per veicoli atti al traino

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.61

STAZIONAM.

STOP

RIMORCHIO

001467t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.62 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

260E.. K

Rif. Descrizione
1 Compressore monocilindrico 225 cm3 (359 cm3 Optional)
2 Silenziatore 0,26 l
3 Air Processing Unit taratura 11 bar
4 Serbatoio aria ponte 20 l
5 Valvola di scarico condensa manuale
6 Serbatoio aria assale 20 l
7 Pulsante comando freno motore
8 Valvola di sicurezza
9 Cilindro di comando valvola freno motore
10 Elettrovalvola comando freno motore
11 Elettrovalvola ABS ponte
12 Ruota fonica ponte
13 Sensore di velocità ponte
14 Cilindro freno a membrana ponte
15 Freno a tamburo ponte duo duplex
16 Cilindro freno combinato ponte
17 Valvola a relè per stazionamento
18 Interruttore bassa pressione segnalazione freno a mano inserito 6,5 bar
19 Distributore a mano comando stazionamento
20 Distributore a mano di sicurezza
21 Distributore duplex coassiale autolimitato 7,6 ± 0,3 bar
22 Valvola a riduzione proporzionale asservita 1 : 1,5
23 Elettrovalvola ABS assale
24 Disco freno assale
25 Pinza freno assale
26 Cilindro a membrana assale
27 Sensore di velocità assale
28 Ruota fonica assale
29 Centralina elettronica ABS
30 Manometro assale / ponte
31 Interruttore comando relè luci stop
32 Interruttore segnalazione freno inserito per EDC
33 Presa di controllo pneumatica
34 Correttore di frenata a relè
: Optional

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.63

001468t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.64 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Collegamento degli strumenti diagnostici

MODUS

62313
IT 2000

I.W.T. (Iveco Wiring Tester)

62649

62315

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.65

ECAS (non presente per la versione 4x4)


Generalità
Le sospensioni pneumatiche presentano elevata flessibilità, notevole capacità di smorzamento delle vibrazioni e so-
prattutto, indipendentemente dal carico sul veicolo, per effetto dell’autoregolazione dell’impianto, la distanza “telaio-
piano stradale” rimane costante. Le sospensioni pneumatiche consentono, tramite apposito pulsante di variare la distan-
za “telaio-piano stradale” e quindi l’altezza del piano di carico del veicolo.
Il sistema ECAS, oltre ai conosciuti vantaggi offerti dalla sospensione pneumatica consente:
- una notevole riduzione del consumo di aria;
- pronta risposta nei vari processi di regolazione;
- semplicità degli impianti;
- ampia concezione di sicurezza;
- possibilità di una completa diagnosi del sistema.
Il sistema ECAS (Electronically Controlled Air Suspension) controlla automaticamente il livello nominale delle so-
spensioni pneumatiche del veicolo, con la possibilità, per i veicoli che lo equipaggiano, di sollevare l’assale aggiunto poste-
riore, quando le condizioni di esercizio del veicolo lo richiedono e di ottenere il trasferimento di carico sull’asse motore
nella fase di spunto, qualora le condizioni di aderenza del veicolo siano precarie (ausilio in fase di spunto).
Tutte le operazioni suddette sono comunque vincolate da determinate condizioni di funzionamento e dalle relative
sicurezze degli impianti ad esse collegate.
La centralina elettronica ECAS controlla automaticamente il livello (distanza dal piano stradale) del telaio, attraverso
i valori reali forniti dai sensori, comparandoli con i valori nominali registrati in memoria.
In caso di allontanamento o variazione di assetto, la centralina elettronica pilota i gruppi elettropneumatici, tramite
i quali viene corretto il livello reale rispetto a quello nominale impostato o memorizzato in precedenza dal conducente.
Il sistema dispone di un telecomando per le operazioni di sollevamento/abbassamento e livellamento telaio ed è
possibile operare sia a veicolo fermo che in movimento.
Il telecomando, oltre alle operazioni di sollevamento, abbassamento e autolivellamento, permette di memorizzare
altri livelli di assetto telaio e quando le esigenze di esercizio lo richiedono, richiamarli.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.66 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Centralina elettronica (86023)

50251
A. CENTRALINA ELETTRONICA ECAS

Fornitore WABCO
Tensione di alimentazione 18 ÷ 32V
Campo di applicazione termica -40º ÷ +70º
La centralina elettronica di comando consente di gestire le diverse posizioni del telaio in funzione delle richieste del
conducente attuate con l’ausilio del telecomando.
Inserendo il commutatore a chiave, la centralina elettronica effettua un test del sistema alimentando per un tempo di
~ 2 sec, le spie di colore giallo e rosso poste sul cruscotto.
Se verrà rilevata un’anomalia, in funzione della gravità, la spia di colore rosso potrà restare accesa fissa o lampeggiante,
mentre la spia di colore giallo potrà restare accesa solo se il veicolo non è in livello normale o se viene rilevato un errore
di plausibilità.
La centralina, dovendo mantenere costanti i livelli di marcia richiesti dal conducente e allo stesso tempo ridurre il
consumo d’aria, controlla ciclicamente i segnali dei sensori di livello intervenendo per un’eventuale correzione SOLO
con uno scostamento degli stessi > 5 conteggi.
La correzione sarà effettuata con un ritardo di:
~1 sec. a veicolo fermo
~ 60 sec. a veicolo in movimento
Se il livello non verrà ripristinato entro un tempo massimo di 30 sec. dall’inizio della correzione la centralina memoriz-
za un errore di plausibilità.
In fase di frenatura la centralina elettronica, ricevendo il segnale dall’interruttore luci stop, interrompe ogni regolazio-
ne automatica di assetto. La centralina elettronica, pur offrendo la possibilità di un “blink code” visualizzato tramite la
spia di segnalazione avaria di colore rosso per una diagnosi preliminare, è munita di un sistema di autodiagnosi molto
avanzato ed è in grado di riconoscere e memorizzare, in funzione delle condizioni ambientali, le eventuali anomalie an-
che di tipo intermittente accorse al sistema durante il funzionamento assicurando un più corretto ed affidabile intervento
riparativo. Tutti gli interventi di diagnosi, programmazione, cancellazione memoria guasti etc. potranno essere eseguiti
utilizzando la stazione di diagnosi computerizzata “MODUS”. Tutti i componenti del sistema, escluso l’impianto di ster-
zatura, fanno capo alla centralina elettronica, tramite un connettore a pettine. A seconda della versione varia la numera-
zione dei pin e di conseguenza il tipo di centralina.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.67

Ubicazione componenti su veicolo

5 6
7

8
4

10

11

Rif. Descrizione
1 Centralina elettronica (A)
2 Passaparete
3 Molle ad aria anteriori
4 Sensore di livello assale
5 Valvola a pressione controllata
6 Distributore elettropneumatico assale
7 Molle ad aria posteriori
8 Presa di controllo pressione
9 Distributore elettropneumatico ponte
10 Presa di controllo pressione
11 Sensore di livello ponte

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.68 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Piedinatura centralina elettronica versione per veicoli 4x2 (sospensione posteriore)

62419

PIN CAVO FUNZIONE


1 8810 Positivo di alimentazione sotto chiave
2 6402 Linea di comunicazione con telecomando Pin 3
3 1199 Linea L per connettore di diagnosi
4 2299 Linea K per connettore di diagnosi
5 ----- ---
6 ----- ---
7 5421 Positivo per sensore di livello posteriore destro
8 ----- Positivo per distributore elettropneumatico
9 ----- ---
10 ----- ---
11 6403 Linea di comunicazione con telecomando Pin 4
12 5540 Segnale velocità veicolo ( B 7 tachigrafo )
13 6008 Negativo per spia di segnalazione E.C.A.S. in avaria
14 0000 Negativo
15 ----- ---
16 ----- ---
17 ----- ---
18 0400 Negativo per sensore di livello posteriore
19 5422 Positivo per sensore di livello posteriore sinistro
20 9424 Positivo per elettrovalvola gestione telaio posteriore
21 9423 Positivo per elettrovalvola di alimentazione
22 ----- ---
23 ----- ---
24 1176 Positivo da interruttore luci stop
25 6007 Negativo per spia di segnalazione telaio fuori assetto

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.69

Piedinatura centralina elettronica versione per veicoli 4x2 (sospensione anteriori e posteriori)

62420

PIN CAVO FUNZIONE


1 8810 Positivo di alimentazione sotto chiave
2 6402 Linea di comunicazione con telecomando Pin 3
3 1199 Linea L per connettore di diagnosi
4 2299 Linea K per connettore di diagnosi
5 ----- ---
6 5410 Positivo per sensore di livello anteriore
7 5421 Positivo per sensore di livello posteriore destro
8 9425 Positivo per elettrovalvola gestione telaio posteriore sinistro
9 ----- ---
10 9413 Positivo per elettrovalvola gestione telaio anteriore
11 6403 Linea di comunicazione con telecomando Pin 4
12 5540 Segnale velocità veicolo (B 7 tachigrafo)
13 6008 Negativo per spia di segnalazione E.C.A.S. in avaria
14 0000 Negativo
15 ----- ---
16 ----- ---
17 ----- ---
18 0400 Negativo per sensori di livello posteriore
19 5422 Positivo per sensore di livello posteriore sinistro
20 9424 Positivo per elettrovalvola gestione telaio posteriore
21 9423 Positivo per elettrovalvola di alimentazione
22 ----- ---
23 ----- ---
24 1176 Positivo da interruttore luci stop
25 6007 Negativo per spia di segnalazione telaio fuori assetto

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.70 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Sensore di livello
Dati caratteristici
Tensione di alimentazione Impulso 5 ÷ 15V
Principio di misura Induttivo
Assorbimento di corrente Max 100mA
Campo di lavoro della leva Max 100º

Il sensore di livello è composto da una bobina fissata


al telaio e da un pistoncino.
Tramite un eccentrico ed una leva collegata all’asse, ad
ogni variazione di altezza il pistoncino viene mosso all’in-
terno della bobi-na modificando l’induttanza stessa.

Queste variazioni serviranno alla centralina elettroni-


62421
ca per poter intervenire nelle diverse fasi di lavoro del si-
stema.
La leva di collegamento del sensore ha misura fissa non
registrabile.

1 2

(conteggi) 200 204

180 183

160
160

140
138
120
114
100 10 20 30 40 50

--50 --40 --30 --20 --10 80


(gradi)
70
60
52
40
36

22 20
62422
10
0

CURVA CARATTERISTICA

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.71

Distributore elettropneumatico assale (78242)


È costituito da una elettrovalvola di comando e da due distributori pneumatici per la gestione di entrambi i lati dell’assale.
Per evitare travasi di pressione tra le molle ad aria e di conseguenza stabilizzare l’assale su collegamento interno tra le
due uscite è presente un foro calibrato.
Il distributore elettropneumatico è collegato al sistema mediante un connettore a 3 poli.

62424

Collegamenti pneumatici Collegamenti elettrici


12 - Al serbatoio aria Pin 1 - Positivo di alimentazione elettrovalvola
14 - Al distributore elettropneumatico ponte Pin 2 - Negativo
22 - Alla molla ad aria lato destro Pin 4 - –
23 - Alla molla ad aria lato sinistro
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.72 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Distributore elettropneumatico ponte (78243)


È costituito da tre elettrovalvole di comando “A”, “B”, “C” e da altrettanti distributori pneumatici.
L’elettrovalvola “A” ha il compito di gestire il distributore di alimentazione / scarico.
L’elettrovalvola “B” ha il compito di gestire il distributore di assetto telaio lato destro.
L’elettrovalvola “C” ha il compito di gestire il distributore di assetto telaio lato sinistro.
Il distributore elettropneumatico è collegato al sistema mediante un connettore a 4 poli:
Pin 1 Positivo di alimentazione elettrovalvola “A”
Pin 2 Positivo di alimentazione elettrovalvola “B”
Pin 3 Positivo di alimentazione elettrovalvola “C”
Pin 4 Negativo comune

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.73

Telecomando “85065“

2
1

A B

1 2

3 M1 M2
5

6 STO P
8

000952t

I tradizionali comandi accanto al posto di guida sono 1) Selezione asse anteriore *


stati sostituiti da un controllo remoto posizionato al lato 2) Selezione asse posteriore
sinistro del posto di guida 3) Memoria livello “ 1 ”
Questo dispositivo permette di gestire le diverse fun- 4) Memoria livello “ 2 ”
zioni di assetto del telaio. 5) Livellamento telaio
Essendo di tipo estraibile consente di effettuare tutte 6) Sollevamento telaio
le selezioni sia dal posto guida che da terra. 7) Abbassamento telaio
8) STOP
È composto da una serie di pulsanti di selezione e da
due spie di segnalazione nell’ordine: Telecomando è collegato al sistema mediante un
connettore a 4 poli :
A) Spia di colore verde per selezione asse anteriore *
B) Spia di colore verde per selezione asse posteriore Pin 1 Positivo di alimentazione
Pin 2 Negativo
Pin 3 Linea di comunicazione con centralina
Pin 4 Linea di comunicazione con centralina
Per l’utilizzo del telecomando vedere il capitolo
“Funzionamento”
* solo veicoli full pneumatic

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.74 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Passaparete “F”

50355

50341

Codice Colore
Pin Funzione
Cavo
1 - -
2 Sospensioni pneum./ECAS 6401
3 Sensore ECAS post. dx 5421
4 Sensore ECAS post. dx 0400
5 Sensore ECAS post. sx 5422
6 Sensore ECAS post. sx 0400
7 Sensore ECAS anter. 5410
8 Sensore ECAS anter. 0400
9 Elettrovalvola ECAS anter. 9413
10 Elettrovalvola ECAS poster. 9423
11 Elettrovalvola ECAS post. 9424
12 Elettrovalvola ECAS post. 9425
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.75

Schema di principio sospensioni pneumatiche posteriori

7 8 9

62390

1. Valvola presa d’aria con ritorno limitato - 2. Valvola spurgo condensa manuale - 3. Serbatoio aria - 4. Presa controllo
pressione - 5. Valvola di non ritorno - 6. Indicatore bassa pressione - 7. Distributore elettropneumatico - 8. Valvole
livellatrici elettroniche - 9. Molla aria ponte.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.76 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Schema di principio sospensioni FULL pneumatic

10 7
7 8 9 11

12
22 14 21
22
23 11
23

1 6

1 2 1 2

2 3 4 5

62391

1. Valvola presa d’aria con ritorno limitato - 2. Valvola spurgo condensa manuale - 3. Serbatoio aria - 4. Presa controllo
pressione - 5. Valvola di non ritorno - 6. Indicatore bassa pressione - 7. Valvole livellatrici elettroniche - 8. Molla aria
assale - 9. Distributore elettropneumatico assale - 10. Distributore elettropneumatico ponte - 11. Molla aria ponte

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.77

Descrizione e funzionamento
Sollevamento telaio
Questa operazione è attivabile SOLO al di sotto dei 30 km/h.
Superando detta velocità l’assetto impostato verrà mantenuto costante.
Per sollevare il telaio agire come segue:
D premere il pulsante “1” per selezionare l’asse, contemporaneamente si avrà l’accensione della relativa spia “A” e/o “B”.
D premere il pulsante “6” sino al raggiungimento del livello desiderato.
Nel momento in cui il pulsante “6” verrà rilasciato tutte le elettrovalvole verranno diseccitate e riportate in condizione
di riposo / mantenimento.
Durante questa operazione l’accensione della spia di colore giallo posta sul cruscotto segnalerà al conducente la condi-
zione di fuori assetto.
Questa condizione e relativa segnalazione verrà mantenuta anche disinserendo e inserendo il commutatore a chiave.
Il limite massimo di sollevamento è regolato dai sensori di livello in funzione della calibrazione impostata in centralina.
N.B. La descrizione dei pulsanti è riferita alla numerazione del telecomando FP

00953t 00954t

TELECOMANDO VERSIONE P TELECOMANDO VERSIONE FP

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.78 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Veicoli con sospensione anteriore - posteriore


La centralina comanderà l’elettrovalvola “A” per l’alimentazione pneumatica dei distributori. (Per i veicoli FP l’alimentazione
pneumatica alla condotta 14 del distributore assale viene fornita mediante la condotta 21 del distributore ponte).
Per alimentare le molle ad aria del ponte la centralina comanderà le elettrovalvole “B” e “C”. (Per i veicoli FP sarà
necessario eccitare anche l’elettrovalvola del distributore anteriore per alimentare le molle ad aria del medesimo).
Per i veicoli con sospensione solo posteriore la condotta 21 è chiusa.

A B C

21

000956t

DISTRIBUTORE PONTE

12

14

000957t

DISTRIBUTORE ASSALE

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.79

Abbassamento telaio
Superando detta velocità l’assetto impostato verrà mantenuto costante.
Per abbassare il telaio agire come segue:
D premere il pulsante “1” e/o “2” per selezionare l’asse desiderato, contemporaneamente si avrà l’accensione della
relativa spia “A” e/o “B”.
D premere il pulsante “6” o “7” sino al raggiungimento del livello desiderato.
Nel momento in cui il pulsante “6” o “7” verrà rilasciato tutte le elettrovalvole verranno diseccitate e riportate in condi-
zione di riposo / mantenimento.
Durante questa operazione l’accensione della spia di colore giallo posta sul cruscotto segnalerà al conducente la condi-
zione di fuori assetto.
Questa condizione e relativa segnalazione verrà mantenuta anche disinserendo e inserendo il commutatore a chiave.
Il limite massimo di sollevamento è regolato dai sensori di livello in funzione della calibrazione impostata in centralina.
N.B. La descrizione dei pulsanti è riferita alla numerazione del telecomando FP.

TELECOMANDO VERSIONE P TELECOMANDO VERSIONE FP

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.80 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Veicoli con sospensione anteriore - posteriore


La centralina comanderà le elettrovalvole “B” e “C” per scaricare la pressione presente nelle molle ad aria del ponte
(Per i veicoli FP sarà necessario eccitare anche l’elettrovalvola del distributore anteriore per scaricare le molle ad aria
del medesimo).
Per i veicoli con sospensione posteriore la condotta 21 è chiusa.

A B C

21

DISTRIBUTORE PONTE

12

14

22 23

DISTRIBUTORE ASSALE

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.81

Livellamento telaio
Questa operazione è attivabile a qualsiasi velocità.
Per abbassare il telaio agire come segue:
D premere il pulsante “1” o “2” per selezionare un asse, contemporaneamente si avrà l’accensione della relativa spia
“A” o “B”.
D premere il pulsante “5”.
Richiamando questa operazione la spia di colore giallo posta sul cruscotto si spegnerà segnalando al conducente l’avve-
nuto livellamento.
Questa condizione e relativa segnalazione verrà mantenuta anche disinserendo e inserendo il commutatore a chiave.
Al di sopra dei 20 km/h se il tasto di autolivellamento non è stato premuto, la centralina provvederà automaticamente
a ristabilire il livello del telaio.

Livello “M1” - “M2”


Il sistema offre la possibilità di memorizzare due ulteriori livelli di assetto “M1” e “M2” in funzione delle proprie esigenze.
Queste due posizioni sono richiamabili SOLO ad una velocità inferiore ai 30 km/h .
Per attivarle procedere come segue:
D premere il pulsante “1” o “2” per selezionare un asse, contemporaneamente si avrà l’accensione della relativa spia
“A” o “B”.
D premere il pulsante “3” o “4”.
Richiamando questa operazione la spia di colore giallo posta sul cruscotto si accenderà segnalando al conducente la
posizione di fuori assetto.
Per memorizzare i livelli “M1” e “M2” procedere come segue:
D premere il pulsante “1” per selezionare l’asse anteriore, contemporaneamente si avrà l’accensione della relativa spia “A”
D premere il pulsante “6” o “7” sino al raggiungimento del livello desiderato
D RIPETERE LE STESSE OPERAZIONI PER L’ASSE POSTERIORE
D premere il pulsante “8” e mantenerlo premuto
D premere il pulsante “3” o “4”
D rilasciare il pulsante “3” o “4” e successivamente il pulsante “8”
N.B. In caso di emergenza premere il pulsante “8” per interrompere le operazioni di livello.
La descrizione dei pulsanti è riferita alla numerazione del telecomando FP

TELECOMANDO VERSIONE P TELECOMANDO VERSIONE FP

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.82 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Veicoli con sospensione anteriore - posteriore


La centralina, in funzione della posizione dei sensori di livello comanderà opportunamente le elettrovalvole “A”, “B”
e “C” sino al raggiungimento del livellamento ponte (Per i veicoli FP sarà necessario eccitare anche l’elettrovalvola del
distributore anteriore per livellare l’assale) o della posizione memorizzata “M1” o “M2”.
Per i veicoli con sospensione posteriore la condotta 21 è chiusa.

A B C

3
21

000962t 11 22 23

DISTRIBUTORE PONTE

14

22 23 000963t

DISTRIBUTORE ASSALE

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.83

Diagnosi
Il sistema ECAS può essere diagnosticato con tutti gli strumenti diagnostici utilizzati per la diagnosi dei sistemi elettronici
presenti sul veicolo.
In funzione delle anomalie presenti nel sistema la spia di Segnalazione anomalia di colore ROSSO si comporta come
segue:
- Spia ACCESA FISSA : indica all’ autista la presenza di un difetto lieve.
- Spia LAMPEGGIANTE : indica la presenza di un difetto grave.
Il sistema di Blink Code “visualizza” una anomalia alla volta, per cui per poter identificare tutti i guasti memorizzati dalla
ECU sarà necessario effettuare più volte la procedura di attivazione del codice.
Il Blink Code è attivabile connettendo la linea L della presa di Diagnosi (ISO) della ECU a massa per almeno due secondi.
Il codice è costituito da indicazioni luminose e precisamente:
Decina ................................... 2 sec (Lampeggio Lento)
Unità ....................................... 0.5 sec (Lampeggio Veloce)

000849t

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.84 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

BLINK CODE

CODICE
TIPO ANOMALIA
ANOMALIA

CENTRALINA
Errore parametri configurazione ecu 01
Errore parametri di calibrazione 02
Guasto memoria interna 03 / 04
Campionamento valori sensori di livello 06

SENSORE LIVELLO POSTERIORE DESTRO


Interruzione / corto circuito a positivo 10
Corto circuito a massa 14
Guasto plausibilità in sollevamento 40
Guasto plausibilità in abbassamento 44

SENSORE LIVELLO POSTERIORE SINISTRO


Interruzione / corto circuito a positivo 11
Corto circuito a massa 15
Guasto plausibilita’ in sollevamento 41
Guasto plausibilita’ in abbassamento 45

SENSORE LIVELLO ANTERIORE


Interruzione / corto circuito a positivo 12
Corto circuito a massa 16
Guasto plausibilità in sollevamento 42
Guasto plausibilità in abbassamento 46

ELETTROVALVOLA CARICO / SCARICO


Interruzione / corto circuito a positivo 20
Corto circuito a massa 30

ELETTROVALVOLA ANTERIORE
Interruzione / corto circuito a positivo 23
Corto circuito a massa 33

ELETTROVALVOLA POSTERIORE DESTRA


Interruzione / corto circuito a positivo 22
Corto circuito a massa 32

ELETTROVALVOLA POSTERIORE SINISTRA


Interruzione / corto circuito a positivo 21
Corto circuito a massa 31

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.85

Freno motore
Funzionamento semplificato del sistema
Il Sistema “freno motore” è gestito dalla centralina EDC.
Sono previsti tre modi di comando del freno motore selezionabili tramite l’apposito commutatore posto sulla plancia
centrale, da utilizzare nelle diverse tipologie di situazioni/percorsi.
Con il selettore nella posizione di riposo il pulsante su pavimento cabina è sempre in funzione (per azionamenti intermit-
tenti su percorsi collinari e su neve o ghiaccio).
Con il selettore nella posizione 1 il freno motore è abbinato al pedale accelleratore, con funzionamento al rilascio del
pedale ( da utilizzare nelle lunghe discese a pendenza costante).
Con il selettore nella posizione 2 il freno motore è abbinato al freno di servizio, con funzionamento a partire dal primo
tratto di corsa del pedale e mantenimento della posizione (da utilizzare essenzialmente per ridurre l’usura dei freni di
servizio per percorsi dove l’uso è molto richiesto).

L’inserimento del freno motore in abbinamento al pedale accelleratore disabilita tutte le operazioni di
regolazione collegate al Cruise Control.

FRENO
MOTORE EDC

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.86 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Freno motore
Componenti del sistema

1 2

9
8

9 4
7
5 A

001521t

IMPIANTO FRENO MOTORE


1. Serbatoio aria servizi — 2. Elettrovalvola — 3. Cilindretto - 4. Valvola a farfalla su collettore di scarico — 5. Spia
di segnalazione freno motore inserito (A) — 6. Distributore duplex (interruttore freno primario / secondario) —
7. Interruttore freno motore - 8. Pedale acceleratore con sensore di posizione - 9. Selettore freno motore

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.87

Immobilizer
Descrizione e funzionamento

Per aumentare la protezione contro i tentativi di furto, i veicoli sono stati dotati di un sistema elettronico di blocco
motore chiamato “Immobilizer”, che si attiva automaticamente estraendo la chiave di avviamento. Infatti le chiavi sono
dotate di dispotivo elettronico “Transponder” che trasmette un segnale in codice ad un’apposita centralina elettronica
“ICU” che, solo se questa riconosce il codice inviato, consente l’avviamento del motore.

Caratteristiche generali

Composizione del sistema.


Il sistema può essere riassunto nei seguenti componenti principali:
Centralina Immobilizer (ICU)
Bloccasterzo + Nº 2 chiavi con dispositivo elettronico Transponder (non separabile)
Antenna (su commutatore di accensione)
Attuatore flusso carburante (ACT) tipo EDC
Code_card (specifica card con codice elettronico PIN e codice meccanico)

Installazione.
Il sistema per il corretto funzionamento richiede un processo di installazione che prevede le seguenti fasi:
Apprendimento chiavi
Apprendimento attuatore
Al termine dell’operazione la centralina Immobilizer sarà in grado di verificare eventuali manomissioni riconoscendo
i componenti a essa collegata in modo univoco (non separabile).

Principio di funzionamento.
Con chiave in posizione “marcia” il Transponder contenuto nelle chiavi genera un codice che viene recepito dalla
centralina Immobilizer attraverso l’antenna.
La centralina invia all’attuatore la richiesta di un processo di validazione comunicando il codice ricevuto.
L’attuatore decodifica il codice e lo confronta con i dati memorizzati durante il processo di installazione.
Se il confronto è corretto l’attuatore invia alla centralina la richiesta di abilitazione flusso carburante.
La centralina elabora la richiesta e se tutto è corretto invia il comando di rilascio carburante all’attuatore.
Il veicolo può essere avviato.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.88 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Componentistica

EDC

EDC 8

8
6

5 6

EDC

3
2

2 49523

Rif. Descrizione
1 Centralina di comando Immobilizer
2 Code_card
3 Chiave elettronica
4 Antenna
5 Centralina elettronica controllo iniezione (EDC)
6 Elettroiniettori
7 Spia di segnalazione EDC in avaria
8 Spia di segnalazione IMMOBILIZER in avaria

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.89

Centralina elettronica “Immobilizer”

Le funzioni principali della centralina sono:


D riconoscere l’introduzione e la rotazione della chiave nel commutatore;
D attivare e leggere il codice segreto emesso dal “Transponder”;
D gestire il controllo e l’elaborazione dei codici;
D comunicare con la centralina “EDC”;
D memorizzare gli eventuali guasti;
D diagnosticare il sistema.

La centralina elettronica si trova nella parte anteriore sinistra della cabina dietro la colonna del volante.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.90 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Centralina elettronica Immobilizer

3 4
3
1
1

B
A

Rif. Descrizione Colore Cavo


1 Antenna -
A 2 Antenna -
3 - -
1 Linea CAN_L per centralinaenne EDC (Pin 52) 6109
2 Linea K per connettore diagnosi 30 poli (Pin 12) 2292
3 Positivo per spia di segnalazione avaria Immobilizer 6092
4 Linea CAN_H per centralina EDC (Pin 53) 0108
B 5 - -
6 Massa 0050
7 Positivo di alimentazione sotto chiave (+15) 8092
8 - -

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.91

Chiavi elettroniche (nº 2)

Nell’impugnatura della chiave è montato un dispositivo ellettronico chiamato “Transponder”, che NON è alimentato
da nessuna batteria, contiene e trasmette il codice segreto.

Inserendo la chiave, il “Transponder” viene investito e quindi energizzato dalle onde radio emesse dall’antenna (mon-
tata sul blocchetto del commutatore a chiave) ed automaticamente risponde emettendo il codice elettronico.
Se i due codici corrispondono, la centralina abilita l’avviamento altrimenti blocca l’afflusso del combustibile non per-
mettendo l’avviamento del motore.
D Le chiavi in dotazione sono due.
D Ogni chiave contiene un “Transponder” con il relativo codice segreto.
D È IMPORTANTISSIMO seguire la corretta procedura per l’apprendimento chiavi.
I “Transponder” nelle chiavi non sono removibili.
Non esiste chiave master.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.92 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Antenna

L’antenna è montata coassialmente al commutatore a chiave.


La sua funzione è quella di:
- Fornire energia al “Transporder” della chiave per l’invio del codice segreto
- Ricevere il segnale dal “Transporder” ed inviarlo alla centralina
L’antenna è collegata alla centralina ai PIN A1 - A2

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.93

Code Card

Targhetta che riporta due tipi di codice:


- Electronic code
- Mechanical code

Electronic code
Codice indispensabile per eseguire la procedura di avviamento in caso di emergenza (chiave non riconoscibile centrali-
na non funzionante).
Il codice viene inserito mediante azione sul pedale acceleratore.

Mechanical code
Codice necessario per l’eventuale richiesta di duplicazione chiave (parte meccanica).
Conservare in luogo sicuro e reperibile la Code Card.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.94 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Procedura di emergenza (avviamento)


Se il veicolo non si avvia a causa di una chiave non riconosciuta, centralina immobilizer guasta, ecc.., è necessario seguire
una procedura di avviamento specifica.

È indispensabile inserire il “Electronic code”, riportato sulla “Card Code”, SOLO agendo sul pedale accelerattore
come di seguito descritto:
1. Inserire la chiave su marcia.
2. La spia EDC dopo ~ 2 secondi inizia a lampeggiare velocemente.
3. Premere e mantenere premuto per ~ 5 ÷ 12 secondi il pedale acceleratore.
4. La spia EDC inizia a lampeggiare lentamente, appena viene rilasciato il pedale acceleratore.
5. Quando il numero di lampeggi corrisponde alla prima cifra del “Electronic code” premere a fondo il pedale
acceleratore e poi rilasciarlo nuovamente.
(Durante questa pressione, la spia EDC rimane spenta).
6. Proseguire con la lettura e relativa pressione sul pedale acceleratore per i restanti quattro numeri del “Electronic
code”.
7. Al termine della sequenza se il codice introdotto risulta corretto e non sono presenti guasti nel sistema, la spia EDC
smette di lampeggiare. Operazione conclusa correttamente.
8. Avviare il veicolo.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.95

Memorizzazione chiavi

ICU

CHIAVE
1

CHIAVE
2

In caso di smarrimento o sostituzione chiavi sarà indispensabile seguire una procedura ben precisa ed esclusivamente
mediante gli strumenti di diagnosi.
Questa procedura può essere eseguita solo con l’ausilio di Modus, IWT, IT 2000.
La procedura di memorizzazione chiavi può essere effettuata anche se la centralina EDC risulta non collegata.
Le chiavi che hanno già seguito una procedura di apprendimento, appartengono a quella ICU in modo definitivo.
È possibile apprendere chiavi nuove, chiavi vecchie.
In ogni caso le chiavi utili (abilitate all’avviamento) non saranno mai più di 3 e saranno solo quelle usate durante
l’ultimo processo di apprendimento.
Una chiave precedentemente memorizzata ma non inserita nell’ultimo processo di apprendimento non è in grado
di avviare il veicolo.
La procedura di memorizzazione è attuabile solo dopo aver correttamente digitato l’Electronic Code riportato nella
Code Card in dotazione.
Sono previste due differenti procedure in funzione delle seguenti situazioni:
- Sostituire o aggiungere una o più chiavi.
- Installazione di una nuova centralina Immobilizer.
Condizioni di insuccesso della prova di memorizzazione chiavi
In caso di insuccesso della procedura in corso, la lampada non si spegne.
1) La stessa chiave viene inserita per 2 volte non consecutive.
2) La chiave non viene girata su Stop in tempo utile.
3) Si cerca di far apprendere più di 3 chiavi.
4) Apprendimento di chiavi non facenti parte dello stesso KIT (solo in modalità di installazione).
5) Apprendimento di chiavi già usate con altra ICU.
6) Problemi di apprendimento non eseguita correttamente.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.96 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Diagnosi
Strumentazione di diagnosi

INDICATORE OTTICO
Diagnosi di primo livello che consente la visualizzazione codificata di alcune anomalie presenti nel sistema e diagnosi
automatica all’accensione del sistema.
IT 2000
Strumento di diagnosi di nuova generazione in grado di diagnosticare tutti i sistemi elettronici IVECO.
MODUS
Diagnosi di livello superiore eseguita da stazione computerizzata che permette di effettuare la diagnosi del sistema se-
guendo le diverse operazioni proposte dal monitor.
Sistema aperto che consente di operare una vera e propria strategia di intervento.
Supporta funzioni di elaborazione dati, ogni operazione effettuata lascia una traccia sulla stazione e permette la program-
mazione delle centraline elettroniche.

IWT
Strumento portatile di nuove generazione che integra MODUS.
Permette un potente e completo rilevamento guasti consentendo una ampia gamma di misure.

STAZIONE MODUS IWT


99327002 99327500

IT 2000

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.97

La strumentazione Iveco è in grado di fornire le seguenti prestazioni diagnostiche:

Prestazione diagnostica Strumenti


IWT MODUS IT
Partenza in emergenza SI SI SI
Apprendimento chiavi SI SI NO
Lettura di identificazione centralina SI SI SI
Rilevamento guasti SI SI SI
Descrizine azioni riparative SI + SI NO
Comandi di predisposizione per sostituz. centraline EDC/Immobilizer SI + SI NO

IWT = IVECO wiring tester

MODUS = Maintenance and diagnostic system

IT = IVECO electronic tester

NO = Prestazione non prevista

SI = Prestazione prevista

SI+ = Prestazione prevista con caratteristiche superiori (permette di avere informazioni, misure, selezione
comunicazione edc/immobilizer facilmente accessibili)

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.98 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Autodiagnosi del sistema

Dopo il test iniziale, in funzione del comportamento della spia “code” il sistema è in grado di informare l’operatore delle
possibili anomalie del sistema, quali:
Spia “sempre lampeggiante” con frequenza di “0.3 sec. ON” e “3 sec. OFF”, indica che è presente un errore o che
la procedura d’avviamento in emergenza non è stata eseguita correttamente.
Spia “sempre lampeggiante” con frequenza di “0.3 sec. ON” e “0,3 sec. OFF”, significa che non è stata eseguita
nessuna procedura di apprendimento chiavi.
Spia “sempre accesa” significa che la procedura di apprendimento chiavi non è stata eseguita correttamente.

Per un’informazione preliminare, è possibile visualizzare le eventuali anomalie sul modulo spie del quadro di bordo
attivando il Blink code.
Per una diagnosi completa e più approfondita è comunque indispensabile utilizzare gli strumenti a disposizione della
rete assistenziale quali MODUS,....

Diagnosi tramite BLINK CODE

Per attivare il Blink code è necessario con la chiave su marcia mettere la linea K a massa per un tempo di almeno 2
secondi in modo da visualizzare il primo errore.
Ripetere questa operazione (linea K a massa) per visualizzare le eventuali altre anomalie.

Numero di
Tipo di guasto
lampeggi
1 Attuatore “ACT” non collegato o non configurato (EDC)
2 Attuatore “ACT” non rilascia combustibile (EDC)
2 Attuatore “ACT” non comunica durante l’installazione (EDC)
3 Attuatore “ACT” non installato (EDC)
4 Corto circuito/disturbi su linea di comunicazione tra centralina ed “EDC”
5 Chiave con codice sconosciuto
6 Chiave con codice non rilevato
7 Antenna non collegata
8 Guasto interno centralina
9 Codice non previsto
- Corto circuito spia “code”
- Circuito aperto spia “code”

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.99

Se dopo una diagnosi accurata si rende necessario sostituire uno o più componenti, procedere come di
seguito descritto

TUTTE LE MOTORIZZAZIONI
COMPONENTE PARTICOLARI DA
INTERVENTI E NOTE
DA SOSTITUIRE ORDINARE
Una o due chiavi • Chiavi Parts ⇒ Intagliare le chiavi in base al codice meccanico.
(avendone ancora ⇒ In diagnosi immobilizer eseguire “Memorizzazione chiavi”(*).
una disponibile) NB. In questa procedura inserire anche le restanti chiavi
Aggiunta di una funzionanti altrimenti NON saranno mai più abilitate
chiave all’avviamento.
Bloccasterzo e/o • KIT CHIAVI con: ⇒ Cambiare il bloccasterzo e nottolini.
nottolini 2 chiavi Parts intagliate
g ⇒ In diagnosi
g g
immobilizer eseguire ( )
“Memorizzazione chiavi”(*).
TUTTE le chiavi Bl
Bloccasterzo + N
Nottolini
li i ⇒ Riportare il nuovo codice meccanico sulla Code Card.
Nottolini (escluso • KIT con: ⇒ Cambiare i nottolini.
bloccasterzo) 2 Chiavi tradizionali + NB. Per chiavi tradizionali si intendono chiavi senza Trasponder.
nottolini
Code card • Code Card ⇒ Compilare il “Modulo di Richiesta Duplicato Code Card”
(per smarrimento) stampandolo da MODUS ed inviarlo come indicato sul
modulo all’ORDER MANAGEMENT del Magazzino
RICAMBI IVECO di competenza.
Antenna • Antenna ⇒ Sostituire.
ECU Immobilizer • KIT ECU ⇒ Intagliare le chiavi in base al vecchio codice meccanico.
Comprensivo di: ⇒ In diagnosi Immobilizer eseguire “Memorizzazione chiavi”(*).
ECU Immobilizer - NB. Al termine dell’operazione, controllare che il codice
2 Chiavi da intagliare elettronico mostrato sul video corrisponde a quello stampato
Nuova Code Card sulla Code Card, se diverso riportare quello del video sulla
Code Card.
⇒ In diagnosi EDC eseguire il “riconoscimento nuove chiavi”.
⇒ Riportare
Ri il vecchio
hi codice
di meccanicoi sulla
ll nuova C
Code
d
Card.
⇒ Rottamare le vecchie chiavi in quanto NON sarà più
possibile riutilizzarle.
⇒ Compilare il “Modulo di Segnalazione Installazione Nuovo
Immobilizer” stampandolo da MODUS ed inviarlo come
indicato sul modulo all’ORDER MANAGEMENT del
Magazzino RICAMBI IVECO di competenza.
Centralina EDC • Centralina EDC ⇒ Automaticamente la prima volta che si inserisce il
commutatore a chiave in posizione “marcia”, il sistema
riconosce il nuovo attuatore.
NB. Per ordinare la Centralina EDC compilare il modulo
specifico stampandolo da Modus inviandolo al Technical Help
Desk di Mercato.

(*) Con la release MODUS 2.0 (Windows), 1.6C (DOS) o IWT 1.4 prima di effettuare la “Memorizzazione
di nuove chiavi”, è indispensabile scollegare la centralina EDC. Terminata l’operazione onde evitare che rimanga
memorizzato l’errore sull’attuatore, cancellare la memoria guasti.
⇒ Per le successive release attenersi alle eventuali nuove istruzioni riportate a video.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.100 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Riscaldatore Air Top 2000


Introduzione
La guida di un veicolo costituisce un notevole sforzo sia fisico che mentale, particolarmente quando la permanenza
alla guida risulta prolungata.
Un ambiente confortevole permette di ottenere la massima sicurezza contro eventuali ed imprevisti infortuni.
Per ottenere questo il veicolo può essere dotato di impianti di climatizzazione particolari.
In questa sezione viene trattato il riscaldatore supplementare ad aria AIR TOP 2000.

Causa il rischio di esplosione, il riscaldatore deve essere spento in prossimità di depositi di carburante,
stazioni di rifornimento, località dove si possano formare polvere od esalazioni infiaammabili (vicinanze
di depositi di carbone, polvere di legno, cereali, ecc...).

Causa il rischio di intossicazione, il riscaldatore non va acceso nemmeno con la preselezione oraria o
con telecomando in ambienti chiusi o non aerati.

51748

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.101

Descrizione generale

Il riscaldatore supplementare ad aria AIR TOP 2000 funziona indipendentemente dal motore del veicolo ed è concepito
secondo il principio dell’evaporatore.
Il riscaldatore è costituito da:
- ventilatore aria comburente;
- ventilatore aria riscaldata;
- scambiatore termico;
- raccordo bruciatore e tubo di combustione.
Per il comando ed il controllo nel riscaldatore sono disposti:
- centralina elettronica;
- controllo fiamma;
- bulbo;
- limitatore termico;
- termosensore.
L’alimentazione del combustibile è garantita, tramite una pompa dosatrice, dal serbatoio combustibile del veicolo.
Il riscaldatore ad aria AIR TOP 2000 viene azionato e messo in funzione con uno strumento di comando ed un timer.
Quest’ultimo, a seconda dell’applicazione, può essere diverso.

Dati caratteristici

Tensione di comando 24V


Potenza calorifica max 2Kw
regolazione da 0,9 a 1,8Kw
Consumo combustibile max 0,240L/h
regolazione da 0,12 a 0,22L/h
Potenza elettrica max 22W
regolazione da 10 a 18W
Temperatura fornita max +40ºC
regolazione da +10ºC a +35ºC
Portata di aria max 70m3/h
Peso 2,6Kg

RISCALDATORE AD ARIA AIR TOP 2000

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.102 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Scomposizione prospettica

51747

COMPONENTI SISTEMA
1. Timer - 2. Termostato - 3. Riparo centralina elettronica - 4. Flangia ingresso aria - 5. Rivestimento superiore - 6.
Centralina elettronica con sensore di temperatura - 7. Scambiatore di calore - 8. Feltro isolante - 9. Condotto di
uscita aria calda - 10. Guarnizione - 11. Camera di combustione - 12. Candela ad incandescenza - 13. Rivestimento
inferiore - 14. Targhetta di identificazione - 15. Gruppo di collegamento alimentazione motore - 16. Pompa com-
bustibile - 17. Interruttore di sicurezza - 18. Motore - 19. Guarnizione - 20. Fotoresistenza.

Collegamenti al circuito
a. Entrata aria riscaldatore
b. Uscita aria calda
c. Entrata aria comburente
d. Uscita gas di scarico
e. Alimentazione combustibile

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.103

Regolazione contenuto di CO2

Nell’impianto del riscaldatore supplementare sono state rispettate tutte le norme di sicurezza riguardanti
l’installazione.
Il prelievo dell’aria comburente avviene dall’esterno veicolo.
I fumi di scarico e le relative tubazioni sono installate in modo tale da garantire l’espulsione verso l’esterno.
Per la conduzione dell’aria di riscaldamento in cabina sono stati utilizzati materiali con un alto grado di resistenza alla
temperatura (oltre i 130ºC).
Il contenuto di CO2 nei fumi di scarico viene regolato dal potenziometro della centralina elettronica o piastra di
comando. Il riscaldatore è già pretarato dalla Ditta costruttrice, in riferimento al tipo di ventilatore di aria calda e di
aria comburente montato (vedi figura 00).
La regolazione si effettua agendo sul potenziometro con apposito cacciavite.
Ruotandolo verso destra si aumenta il numero di giri del ventilatore e si diminuisce il contenuto di CO2. Viceversa
ruotando il cursore verso sinistra si diminuiscono i giri del ventilatore e si aumenta il contenuto di CO2.
Se il campo di regolazione non è sufficiente (per esempio dopo aver sostituito il ventilatore dell’aria di riscaldamento
e dell’aria comburente), è possibile procedere ad una nuova regolazione di base.

Nuova regolazione di base


N.B. Con questa procedura la regolazione preimpostata in fabbrica non può più essere ripristinata.
1. Rimuovere il rivestimento superiore;
2. Inserire il riscaldatore;
3. Girare rapidamente il potenziometro entro 5 secondi, per due volte intorno al campo di regolazione;
4. Regolare il contenuto di CO2 desiderato;
5. Disinserire il riscaldatore;
6. Mettere e bloccare il rivestimento superiore.

Regolazione CO2 dalla piastra di comando


Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
IV.104 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Funzionamento

Inizio fase di combustione


Tramite lo strumento di comando manuale o automatico è preimpostata la temperatura desiderata, variabile fra 10ºC
e 45ºC, è possibile inserire il riscaldatore. La spia di segnalazione del riscaldatore si illumina e, tramite una regolazione
ad impulsi, viene attivato il bulbo.
Il motore del ventilatore dell’aria di riscaldamento e dell’aria comburente viene avviato ad alto regime per circa un
secondo, poi progressivamente ridotto fino al 30% del regime massimo.
Se la temperatura aria aspirata è superiore alla temperatura desiderata, viene attivato solo il motore aria riscaldamento
ed aria comburente.
Se viceversa, la temperatura dell’aria aspirata è inferiore a quella desiderata, inizia il procedimento di avviamento com-
bustione.
Dopo circa 20 secondi la centralina elettronica o piastra di comando attiva la pompa di dosaggio combustibile.
Dopo altri 25 secondi il regime del ventilatore viene aumentato e mantenuto costante per altri 20 secondi con inizio
della fase di combustione.
Quando il sensore fiamma segnala la presenza della fiamma, la combustione, nei 20 secondi successivi, viene stabilizza-
ta, ossia il regime del ventilatore viene aumentato a regolazione continua e nel giro di una ventina di secondi portato
a potenza massima.
Se durante questa fase la fiamma dovesse spegnersi, viene ripetuto l’avviamento in modo automatico.
Nel caso che la combustione risulti non regolare, trascorsi circa 2 minuti, il regime di ventilazione viene aumentato
per circa 30 secondi, con bulbo attivato e pompa di dosaggio combustibile chiusa e viene ripetuto l’avviamento.
Se anche la successiva combustione non avviene in modo regolare, dopo circa 80 secondi, il riscaldatore si disinserisce
per anomalia.
Il regime del ventilatore aria di riscaldamento e comburente viene portato al massimo per circa 2 minuti.
Tutta la fase di combustione dura per circa 3 minuti.
Nello strumento di comando è presente un led di segnalazione di colore verde.
Se il led è acceso a luce fissa viene segnalato il normale funzionamento del sistema; mentre se il led lampeggia viene
segnalata una condizione di surriscaldamento.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.105

Riscaldamento cabina

Durante il funzionamento i gas di combustione si riversano sullo scambiatore termico, il calore emesso dalla combu-
stione viene trasmesso alle pareti dello scambiatore ed assorbito dall’aria alimentata dal ventilatore ed emessa all’in-
terno cabina.
La temperatura dell’aria aspirata è misurata da un sensore montato sul lato aspirazione del riscaldatore.
Se la temperatura dell’aria emessa è inferiore a quella impostata, la potenza del riscaldatore aumenta fino alla massi-
ma caloria.
In caso di prolungata combustione a funzionamento continuo, per aumentare la resa calorifica fino ad 1,1 kW, la
portata della pompa di dosaggio combustibile viene diminuita ogni 15 minuti per 20 secondi.
Per una resa calorifica minore di 1,1 kW la portata della pompa di dosaggio combustibile viene diminuita ogni 30
minuti per 4 secondi.
Dopo aver raggiunto la temperatura impostata il sistema diminuirà il regime del ventilatore dell’aria comburente,
dell’aria di riscaldamento e la pompa di dosaggio del combustibile.
- Se la temperatura di aspirazione, in funzione della temperatura impostata, risulta superiore, trascorso un tem-
po pari a 5 secondi con regime calorifico minimo, la pompa di dosaggio viene disinserita e la combustione
viene terminata. Il regime del ventilatore rimane costante per circa 35 secondi, trascorsi i quali, viene elevato,
per almeno 120 secondi, al 60% del regime massimo, condizione necessaria per poter raffreddare il riscaldato-
re.
- Se la temperatura di aspirazione, in funzione della temperatura impostata, risulta inferiore il ventilatore funzio-
na con un regime pari al 30% del massimo.
Quando il sensore di temperatura indica alla centralina un valore al di sotto di quello impostato, il riscaldatore si
riavvia senza mai staccarsi.

Disinserzione
Al comando di disinserzione del riscaldatore il led di segnalazione si spegne.
Se il riscaldatore era stato appena acceso (non ancora iniziata la fase di combustione) oppure in fase di regime ridotto
per il superamento della temperatura dell’aria aspirata rispetto a quella impostata, lo stesso viene disattivato da subito.
Se la combustione ha avuto inizio, con il disinserimento del riscaldatore, viene interrotta; il regime di velocità del venti-
latore rimane costante per 5 secondi, successivamente, entro 30 secondi passa al 60% del regime massimo. Quando
il controllo fiamma avverte che questa è spenta il regime del ventilatore aumenta per circa un minuto per poi tornare
al 60% del regime massimo per altri 2 minuti terminati i quali il sistema si disattiva.

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.106 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Principali componenti il sistema

Centralina elettronica o piastra di comando


La centralina elettronica è integrata nel riscaldatore, ga-
rantisce il corretto funzionamento dell’impianto e tiene
costantemente sotto controllo l’intera fase di combu-
stione.
Il sensore termico, situato in centralina, regola la tem-
peratura, mentre un potenziometro, sempre ubicato
in centralina, regola il regime del ventilatore aria com-
burente e di riscaldamento.
Tale resa viene regolata in modo tale che dopo aver
raggiunto velocemente in cabina la temperatura desi-
derata, quest’ultima venga mantenuta sui valori preim-
postati.

Raccordo bruciatore con tubo di combustione


Nel raccordo bruciatore il combustibile viene
distribuito nel tubo di combustione attraverso la
sezione del bruciatore.
Nel tubo avviene la combustione della miscela aria e
combustibile e conseguente riscaldamento dello
scambiatore di calore

Scambiatore termico
Nello scambiatore termico il calore della combustio-
ne viene inviato al ventilatore di aria comburente e di
riscaldamento.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.107

Ventilatore aria comburente e di riscaldamento


Il ventilatore dell’aria comburente e dell’aria di riscal-
damento invia la necessaria quantità di aria per la
combustione nel raccordo bruciatore passando
dall’entrata aria comburente.
Mediante un ventilatore l’aria di riscaldamento viene
inviata all’uscita del riscaldatore.

Controllo fiamma
Il controllo della fiamma viene effettuato mediante
una resistenza del tipo PTC a basso valore che modifi-
ca la sua resistenza in funzione della fiamma e del gra-
do di riscaldamento.
Tramite questo controllo viene messo sotto control-
lo lo stato della fiamma durante la fiamma del riscalda-
mento.
VALORI DI CONTROLLO
- A freddo
resistenza a 25ºC da 2,6 a 3,4 ohm
min. di 5 mA
- A caldo
resistenza a 800ºC da 12 a 15 ohm
corrente di prova min. di 5 mA

Bulbo
Il bulbo è l’elemento che consente l’accensione della
miscela aria-combustibile durante l’avviamento del ri-
scaldatore.
Il bulbo ha la funzione di una resistenza elettrica ed è
posizionato nel raccordo bruciatore sulla parte oppo-
sta alla fiamma.
VALORI DI CONTROLLO
- resistenza a 25ºC da 1,3 a 1,44 ohm
corrente di prova min. di 5 mA

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.108 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Limitatore termico
Il limitatore termico protegge il riscaldatore da tempe-
rature di esercizio troppo elevate.
La protezione di surriscaldamento ha luogo ad una
temperatura di 150ºC.
L’inserimento del limitatore termico interrompe l’ali-
mentazione elettrica a l’elettropompa di dosaggio
combustibile e disinserisce il riscaldatore.
Dopo il raffreddamento il limitatore si richiude elettri-
camente.
Se si richiede l’inserimento del bruciatore dopo un sur-
riscaldamento è necessario attendere il raffreddamen-
to del limitatore termico ed effettuare lo spegnimento
e la riaccensione del riscaldatore per consentire alla
centralina elettronica la cancellazione dell’avaria.
Inoltre il limitatore interviene nel caso si verifichino
perdite di aria compressa tra lato aspirazione e pres-
sione nella conduzione dell’aria di riscaldamento con
valore superiore a 1mBar.

1 2

Pompa di dosaggio combustibile


La pompa di dosaggio è un sistema combinato di ali-
mentazione, dosaggio e interruzione.
Alimentazione del combustibile del riscaldatore dal
serbatoio del veicolo.
La pompa deve sottostare a determinati criteri di in-
stallazione.
La pompa di dosaggio deve essere fissata con una so-
spensione ammortizzante.
POMPA DI DOSAGGIO
1. POMPA - 2. FILTRO
Per garantire una sufficiente espulsione automatica
delle bolle d’aria, attenersi solo alla posizione di mon-
taggio riportata in figura.
La pompa combustibile è fissata sul longherone del
telaio.

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.109

Complessivo giunzioni

COLLEGAMENTI ALLA CENTRALINA ELETTRONICA

COLLEGAMENTI INTERNI AL RISCALDATORE


X1. Ventilatore aria - X2. Pompa di dosaggio combustibile - X3. Sensore fiamma - X4. Bulbo - X5. Limitatore ter-
mico - X6. Connettore principale - X9. Sensore di temperatura - X11. Linea K per diagnosi

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.110 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Connettore di collegamento ST X1

13 8

Colore
Rif. Descrizione
Cavo
1 Alimentazione termostato regolazione temperatura aria 7736
2 Alimentazione riscaldatore supplementare 7708
3 Alimentazione temporizzatore 7725
4 Alimentazione pompa supplementare 7783
5 Alimentazione motore soffiante riscaldatore supplementare 7722
6 Alimentazione pompa supplementare 7783
7 Alimentazione candela di accensione riscaldatore supplementare 7705
8 Massa per riscaldatore supplementare 0022
9 - -
10 - -
11 Linea K di diagnosi 2295
12 Alimentazione (comando) teleruttore per TGC -
3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693
EUROCARGO SISTEMI ELETTRONICI IV.111

Diagnostica
Sintomi anomalie in generale
Errore Causa Rimedio
Il riscaldatore si spegne nessuna combustione dopo l’avvio e
Disinserire brevemente il riscaldatore
dopo la ripetizione dell’avvio e inserito ancora una volta
La fiamma si spegne durante il funzio-
Disinserire brevemente il riscaldatore
namento e inserirlo ancora una volta
Riscaldatore surriscaldato e spia di se-
Controllare la transitabilità dell’aria di
gnalazione lampeggiante riscaldamento nella tubazione.
Disinserire brevemente il riscaldatore
e inserirlo ancora una volta.
Tensione di alimentazione bassa Caricare le batterie.
Disinserire brevemente il riscaldatore
e inserirlo ancora una volta.
Dal riscaldatore esce fumo nero Tubazione aria comburente e/o di Controllare la transitabilità delle tuba-
scarico ostruite zioni dell’aria comburente e di scarico.

Sintomi anomalie durante il funzionamento


Errore Tempi Rimedio
Nessun avvio e nessun led acceso subito Cablaggio errato, fusibile interrotto
sullo strumento di comando.
Nessun avvio, led acceso. subito Ventilatore o centralina difettosa, ventilatore bloccato
Regime molto basso senza avviare subito Errore del comando o errore di montaggio dello strumento
di comando
Il motore ventilatore si avvia breve- 1 secondo Cortocircuito del bulbo o interrotto, controllo fiamma in-
mente e resta fermo terrotto o centralina difettosa
Motore fermo e nessun lavaggio 5 secondi Motore ventilatore bloccaggio
Lavaggio dopo 1 secondo Fiamma difettosa
Lavaggio dopo 20 secondi Bassa tensione alla centralina elettronica
Lavaggio dopo 2 minuti e pompa di 120 secondi Cablaggio pompa errato o la stessa difettosa
dosaggio non da impulsi
Lavaggio dopo da 40 a 120 sec. Interruzione della pompa di dosaggio o della protezione di
surriscaldamento
Lavaggio dopo 230 secondi Quantità errata del combustibile, ventilatore difettoso o
troppo lento, bruciatore incrostato, otturato vie d’aria com-
burente e dei fumi di scarico, scambiatore termico incrosta-
to, pompa di dosaggio bloccata.
Lavaggio effettuato durante il Errore componente: controllo fiamma, bulbo, sensore, sur-
funzionamento riscaldamento, pompa dosaggio.
Vie aria comburente e fumi di scarico otturate.
Motore fermo e nessun lavaggio durante il Guasto o blocco motore ventilatore
funzionamento
Interruzione del ciclo della pompa durante il Spegnimento fiamma per bolle di gas nella conduzione della
di dosaggio e regime massimo per funzionamento combustione o controvento all’uscita dei fumi di scarico
30 secondi con ripetizione avvio

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


IV.112 SISTEMI ELETTRONICI EUROCARGO

Interventi riparativi

Gli interventi riparativi e di manutenzione devono essere effettuati solo da personale specializzato.

Prima di ogni intervento riparativi sul riscaldatore supplementare è necessario isolare le batterie del
veicolo dall’impianto.
Per evitare che parti meccaniche si blocchino col tempo, ogni 4 settimane circa mettere in funzione il
riscaldatore per almeno 10 minuti e ad intervalli regolari, principalmente prima dei periodi di maggior
utilizzo, quali quelli invernali, effettuare la revisione del sistema.
Per un buon funzionamento eseguire le seguenti operazioni:
- Controllare se l’entrata e l’uscita dell’aria di riscaldamento non siano ostruite da corpi estranei o
sporche. Se così fosse provocherebbe surriscaldamento con conseguente scatto del limitatore
termico.
- Pulire dall’esterno il riscaldatore supplementare.
- Controllare l’integrità dei collegamenti elettrici.
- Controllare le conduzioni dei fumi di scarico e dell’aria comburente che non siano danneggiate e che
il passaggio sia libero.
- Controllare la tenuta della conduzione del combustibile e l’integrità del filtro; nel caso sostituire
quest’ultimo.

Emissioni codici errore


I codici errore, in caso di anomalia del sistema, vengono visualizzati sul display del timer digitale.

Codice
Descrizione
errore
F 01 Nessun avviamento (dopo 2 tentativi di avviamento)
F 02 Interruzione fiamma
F 03 Sottotensione o sovratensione
F 04 Riconoscimento tempestivo fiamma
F 05 Interruzione controllo fiamma o corto circuito controllo fiamma
F 06 Interruzione termosensore o corto circuito termosensore
F 07 Interruzione pompa di dosaggio o corto circuito pompa di dosaggio
F 08 Interruzione motore ventilatore o corto circuito motore ventilazione o regime difettoso motore
ventilatore.
F 09 Interruzione bulbo o corto circuito bulbo
F 10 Surriscaldamento

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.1

SCHEDE CIRCUITALI

Pagina

EUROCARGO TECTOR (VERSIONE 4X2 - 4X4) 3

EUROCARGO TECTOR (FIREFIGHTING) 55

V
Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002
V.2 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.3

SCHEDE CIRCUITALI
SCHEDE CIRCUITALI
EuroCargo Tector (Versioni 4x2 - 4x4)

Pagina

SCHEDA 1: AVVIAMENTO DA POSTO GUIDA 5


SCHEDA 2: AVVIAMENTO DA VANO MOTORE 6
SCHEDA 3: RICARICA 7
SCHEDA 4: LIVELLO COMBUSTIBILE - ARIA FRENI 8
SCHEDA 5: TEMPERATURA ACQUA - PRESSIONE OLIO 9
SCHEDA 6: TACHIGRAFO - CONTAGIRI 10
SCHEDA 7/1: INDICATORI OTTICI (SOLO VERSIONE 4X2) 11
SCHEDA 7/2: INDICATORI OTTICI 12
SCHEDA 8/1: LUCI POSIZIONE INTERNO CABINA (SOLO VERSIONE 4X2) 13
SCHEDA 8/2: LUCI POSIZIONE INTERNO CABINA 14
SCHEDA 9/1: LUCI POSIZIONE ESTERNO CABINA 15
SCHEDA 9/2: LUCI POSIZIONE ESTERNO CABINA 16
SCHEDA 10: ABBAGLIANTI - ANABBAGLIANTI - CORRETTORE ASSETTO FARI 17
SCHEDA 11/1: RETRONEBBIA - RETROMARCIA (SOLO VERSIONE 4X2) 18
SCHEDA 11/2: RETRONEBBIA - RETROMARCIA 19
SCHEDA 12/1: LUCI DIREZIONE - EMERGENZA (SOLO VERSIONE 4X2) 20
SCHEDA 12/2: LUCI DIREZIONE - EMERGENZA 21
SCHEDA 13/1: LUCI ARRESTO - AVVISATORE ACUSTICO (SOLO VERSIONE 4X2) 22
SCHEDA 13/2: LUCI ARRESTO - AVVISATORE ACUSTICO 23
SCHEDA 14: TERGICRISTALLO - ELETTRORISCALDATORE 24
SCHEDA 15: ILLUMINAZIONE INTERNA - ACCENDISIGARI 25
SCHEDA 16/1: ABS (SOLO VERSIONE 4X2) 26
SCHEDA 16/2: ABS 27
SCHEDA 17/1: EDC (SOLO VERSIONE 4X2) 28
SCHEDA 17/2: EDC 29
SCHEDA 17/3: EDC 30
SCHEDA 18/1: BODY CONTROLLER (SOLO VERSIONE 4X2) 31
SCHEDA 18/2: BODY CONTROLLER 32
SCHEDA 18/3: BODY CONTROLLER 33

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.4 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Pagina

SCHEDA 19: SOSPENSIONE PNEUMATICA POSTERIORE 34


SCHEDA 20: SOSPENSIONE PNEUMATICA ANTERIORE /POSTERIORE (ECAS) 35
SCHEDA 21: PARABREZZA RISCALDATO - (PREDISPOSIZIONE) AIRTOP 2000 -
(PREDISPOSIZIONE) CONDIZIONATORE 36
SCHEDA 22: IMMOBILIZER 37
SCHEDA 23/1: IVECO CONTROL (SOLO VERSIONE 4X2) 38
SCHEDA 23/2: IVECO CONTROL 39
SCHEDA 24: PREDISPOSIZIONE FENDINEBBIA FARI SUPPLEMENTARI 40
SCHEDA 25: PREFILTRO COMBUSTIBILE RISCALDATO - ESSICCATORE ARIA FRENI 41
SCHEDA 26: SPECCHI TETTO ALZACRISTALLI 42
SCHEDA 27: BLOCCAGGIO DIFFERENZIALE TRASVERSALE POSTERIORE 43
SCHEDA 28: RIBALTAMENTO CABINA VOLTMETRO E CONTAMIGLIA 44
SCHEDA 29/1: TGC 45
SCHEDA 29/2: TGC 46
SCHEDA 30/1: CONDIZIONATORE (SOLO VERSIONE 4X2) 47
SCHEDA 30/2: CONDIZIONATORE 48
SCHEDA 30/3: CONDIZIONATORE CON EDC 49
SCHEDA 31: RIDUTTORE TENSIONE AUTORADIO 50
SCHEDA 32: FARI ROTANTI 51
SCHEDA 33/1: DIAGNOSI 52
SCHEDA 33/2: DIAGNOSI 53
SCHEDA 34: TELMA 54

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.5

Scheda 1: Avviamento da posto guida

74824

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.6 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 2: Avviamento da vano motore

74825

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.7

Scheda 3: Ricarica

74826

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.8 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 4: Livello combustibile - Aria freni

74827

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.9

Scheda 5: Temperatura acqua - Pressione olio

74828

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.10 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 6: Tachigrafo - Contagiri - Predisposizione Contaore

74829

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.11

Scheda 7/1: Indicatori ottici (solo versione 4x2)

75049

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.12 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 7/2: Indicatori ottici

74830

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.13

Scheda 8/1: Posizioni interno cabina (solo versione 4x2)

75050

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.14 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 8/2: Luci posizione interno cabina

74831

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.15

Scheda 9/1: Posizioni esterno cabina (solo versione 4x2)

75051

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.16 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 9/2: Luci posizione esterno cabina

74832

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.17

Scheda 10: Abbaglianti - Anabbaglianti - Correttore assetto fari

74833

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.18 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 11/1: Retronebbia - Retromarcia (solo versione 4x2)

75052

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.19

Scheda 11/2: Retronebbia - Retromarcia

74834

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.20 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 12/1: Direzioni - Emergenza (solo versione 4x2)

75053

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.21

Scheda 12/2: Luci direzione - Emergenza

74835

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.22 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 13/1: Arresto avvisatori (solo versione 4x2)

75054

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.23

Scheda 13/2: Luci arresto - Avvisatore acustico

74836

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.24 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 14: Tergicristallo - Elettroriscaldatore

74837

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.25

Scheda 15: Illuminazione interna - Accendisigari

74838

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.26 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 16/1: ABS (solo versione 4x2)

75045

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.27

Scheda 16/2: ABS

74839

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.28 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 17/1: EDC

74840

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.29

Scheda 17/2: EDC

74841

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.30 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 17/3: EDC

74842

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.31

Scheda 18/1: Body Controller 2 (solo versione 4x2)

75046

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.32 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 18/2: Body Controller

74843

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.33

Scheda 18/3: Body Controller

74844

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.34 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 19: Sospensione pneumatica posteriore

74845

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.35

Scheda 20: Sospensione pneumatica anteriore/posteriore (ECAS)

74846

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.36 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 21: Parabrezza riscaldato - Predisposizione AIRTOP 2000 -


Predisposizione condizionatore

74847

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.37

Scheda 22: Immobilizer

74848

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.38 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 23/1: IVECO Control (solo versione 4x2)

75048

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.39

Scheda 23/2: IVECO Control

74849

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.40 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 24: Predisposizione fendinebbia fari supplementari

74850

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.41

Scheda 25: Prefiltro ricaldato - Essicatore aria freni

74851

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.42 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 26: Specchi tetto alzacristalli

74852

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.43

Scheda 27: Bloccaggio differenziale trasversale posteriore

74853

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.44 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 28: Ribaltamento cabina voltmetro e contamiglia

74854

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.45

Scheda 29/1: TGC

74855

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.46 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 29/2: TGC

74856

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.47

Scheda 30/1: Condizionatore 2 (solo versione 4x2)

75047

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.48 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 30/2: Condizionatore

74857

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.49

Scheda 30/3: Condizionatore con EDC

74858

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.50 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 31: Riduttore tensione autoradio

74859

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.51

Scheda 32: Fari rotanti

74860

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.52 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 33/1: Diagnosi

74861

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.53

Scheda 33/2: Diagnosi

74862

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.54 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 34: Telma

74863

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.55

CABLAGGI
EuroCargo Tector (Versione FireFighting)

Pagina

SCHEDA 1: CABLAGGIO TELAIO A 57

SCHEDA 2: CABLAGGIO TELAIO A (CON RALLENTATORE TELMA) 58

SCHEDA 3: CABLAGGIO TELAIO B - E 59

SCHEDA 4: CABLAGGIO TELAIO C 60

SCHEDA 5: CABLAGGIO TELAIO F 61

SCHEDA 6: CABLAGGIO TELAIO 62

SCHEDA 7: CABLAGGIO TELAIO F1 (SOSPENSIONI PNEUMATICHE ANTERIORI) 63

SCHEDA 8: CAVO COLLEGAMENTO INTERRUTTORE PRESA DI FORZA 64

SCHEDA 9: CAVO SU TELAIO A/ COLLEGAMENTO PTO 65

SCHEDA 10: CAVO COLLEGAMENTO ALTERNATORE SUPPLEMENTARE 66

SCHEDA 11: CAVO SUPPLEMENTARE SU CABINA 67

SCHEDA 12: RISCALDATORE WEBASTO / AIRTOP 2000 (GSX) 68

SCHEDA 13: RISCALDATORE WEBASTO / AIRTOP 2000 (GDX) 69

SCHEDA 14: CAVO COLLEGAMENTO PER ALIMENTAZIONE EDC 70

SCHEDA 15: CAVO SU TELAIO B-E/ COLLEGAMENTO INDICATORE LIVELLO 71


COMBUSTIBILE

SCHEDA 16: CAVO ALIMENTAZIONE MOTORINO D’AVVIAMENTO 72

SCHEDA 17: CAVO GRUPPO LUCI ESTERNE ANTERIORE DESTRO 73

SCHEDA 18: CAVO GRUPPO LUCI ESTERNE ANTERIORE SINISTRO 74

SCHEDA 19: CAVO DA ALTERNATORE A MORSETTO POSITIVO SU CABINA 75

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.56 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Pagina

SCHEDA 20: CAVO PAVIMENTO/ COLLEGAMENTO INTERRUTTORE 76


SGANGIAMENTO CABINA

SCHEDA 21: CAVO PAVIMENTO 77

SCHEDA 22: CAVO SU TELAIO C/ COLLEGAMENTO INTERRUTTORE MARCE 78


RIDOTTE INSERITE

SCHEDA 23: CAVO COLLEGAMENTO CAMBIO ZF 79

SCHEDA 24: CAVO MORSETTIERA FANALERIA POSTERIORE 80

SCHEDA 25: CAVO COLLEGAMENTO INTERR. DI PROSSIMITÀ 81

SCHEDA 26: CAVO DI MASSA MOTORINO D’AVVIAMENTO 82

SCHEDA 27: CAVO MOTORINO D’AVVIAMENTO / ALTERNATORE 83

SCHEDA 28: CAVO PADIGLIONE 84

SCHEDA 29: CAVO PLAFONIERA/ AUTORADIO/ RIDUTTORE DI TENSIONE 85

SCHEDA 30: CAVO PROLUNGA PER RIDUTTORE DI TENSIONE 86

SCHEDA 31: CAVO MOTORINO D’AVVIAMENTO / ALTERNATORI 87

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.57

Scheda 1: Cablaggio telaio A

74891

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.58 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 2: Cablaggio telaio A (con rallentatore Telma)

74892

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.59

Scheda 3: Cablaggio telaio B - E

74893

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.60 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 4: Cablaggio telaio C

74894

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.61

Scheda 5: Cablaggio telaio F

74895

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.62 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 6: Cablaggio telaio

74896

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.63

Scheda 7: Cablaggio telaio F1 (sospensioni pneumatiche anteriori)

74897

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.64 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 8: Cavo collegamento interruttore presa di forza

74898

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.65

Scheda 9: Cavo su telaio A/ collegamento PTO

78899

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.66 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 10: Cavo collegamento alternatore supplementare

74900

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.67

Scheda 11: Cavo supplementare su cabina

75003

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.68 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 12: Riscaldatore Webasto / Airtop 2000 (GSX)

75004

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.69

Scheda 13: Riscaldatore Webasto / Airtop 2000 (GDX)

75005

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.70 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 14: Cavo collegamento per alimentazione EDC

75006

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.71

Scheda 15: Cavo su telaio B-E/ collegamento indicatore livello combustibile

75007

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.72 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 16: Cavo alimentazione motorino d’avviamento

75008

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.73

Scheda 17: Cavo gruppo luci esterne anteriore destro

75009

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.74 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 18: Cavo gruppo luci esterne anteriore sinistro

75010

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.75

Scheda 19: Cavo da alternatore a morsetto positivo su cabina

75011

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.76 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 20: Cavo pavimento/ collegamento interruttore sgangiamento cabina

75012

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.77

Scheda 21: Cavo pavimento

75013

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.78 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 22: Cavo su telaio C/ collegamento interruttore marce ridotte inserite

75014

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.79

Scheda 23: Cavo collegamento cambio ZF

75015

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.80 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 24: Cavo morsettiera fanaleria posteriore

75016

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.81

Scheda 25: Cavo collegamento interruttore di prossimità

75017

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.82 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 26: Cavo di massa motorino d’avviamento

75018

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.83

Scheda 27: Cavo motorino d’avviamento / alternatore

75019

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.84 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 28: Cavo padiglione

75020

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.85

Scheda 29: Cavo plafoniera/ autoradio/ riduttore di tensione

75021

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002


V.86 SCHEDE CIRCUITALI EUROCARGO

Scheda 30: Cavo prolunga per riduttore di tensione

75034

3a Ediz. - Gennaio 2002 Print 603.43.693


EUROCARGO SCHEDE CIRCUITALI V.87

Scheda 31: Cavo motorino d’avviamento / alternatori

75035

Print 603.43.693 3a Ediz. - Gennaio 2002