Sei sulla pagina 1di 3

La scena di apertura è, ovviamente, il modo in cui il romanzo si apre.

Di solito introduce il protagonista,


sebbene qualche volta una scena d’apertura parta mostrando l’antagonista o un po’ di narrazione. Mostra il
mondo [in cui si svolge la storia] e dà un assaggio del perché il protagonista è abbastanza diverso o speciale
da chiedere a qualcuno di leggere [una storia] su di lui. Inoltre riassume le informazioni essenziali che i
lettori devono avere per capire il personaggio.

Perché la scena di apertura è importante


Stabilisce il tono e dà ai lettori un’idea di cosa si possono aspettare dal romanzo. Inoltre fornisce
l’importantissimo “gancio” che afferra i lettori e fa loro desiderare di leggere il romanzo.

Lo scopo principale di una scena di apertura è far desiderare ai lettori di leggere la scena successiva. Vi
sorprendereste di sapere quanto spesso ciò viene dimenticato, perché ci si preoccupa di mostrare
l’ambientazione, presentare il protagonista e dire ai lettori tutto sulla bella storia che li attende. Sono tutte
cose importanti, ma da sole non faranno ciò che deve fare una scena di aperture – catturare i lettori e farli
continuare a leggere.

Il modo migliore di catturare il lettore è di dargli una domanda della quale voglia conoscere la risposta –
una prima riga intrigante che pone una domanda (letterale o metaforica), una situazione inusuale, un
mistero, una contraddizione che quasi non ha senso. Un altro modo di agganciare i lettori è per mezzo di
una grande voce e un personaggio del quale vogliano approfondire la conoscenza. Tutto può funzionare
come gancio fino a quando è qualcosa o qualcuno che fa pensare ai lettori “voglio saperne di più”.

Elementi chiave di una scena di apertura


Mostra il protagonista che esibisce qualche caratteristica gradevole o avvincente
Mostra il mondo della storia, l’ambientazione e come vive il protagonista
Mostra il protagonista subito prima del momento in cui dovrà agire. L’azione qui è critica, perché il
protagonista deve guidare la trama, non solo reagire a cose che gli capitano.
Una buona scena di apertura comincia con un problema
Il problema della scena di apertura non deve necessariamente far parte del conflitto principale. Può essere
qualcosa inerente al mondo del protagonista. Magari è inseguito da mostri, o sta cercando di evitare il suo
capo, o ha una discussione con il suo ex. Qualunque cosa sia un problema tipico per il protagonista può
funzionare in una scena di apertura. Certo, va anche bene se il problema iniziale è parte del conflitto
principale e trasporta subito i lettori nella storia principale. Qualunque cosa scegliate, cercate dei modi di
far partire il protagonista sul percorso della trama, utilizzando il problema della scena di apertura come un
ponte per congiungersi al resto della trama.

Ecco alcune cose da tenere presenti quando create la vostra scena di apertura:

Elementi chiave di una scena di apertua


Mostra il protagonista e i suoi tratti caratteriali più interessanti e avvincenti
Mostra il mondo della storia, l’ambientazione e che tipo di vita fa il protagonista
Mostra il protagonista subito prima del momento in cui si trova costretto ad agire. Qui l’azione è
determinante, poiché il protagonista deve condurre la trama e non semplicemente lasciare che gli
accadano delle cose.
Una buona scena di apertura comincia con un problema
La scena di apertura non deve necessariamente far parte del conflitto principale. Può trattarsi di qualcosa
inerente al mondo in cui egli vive. Magari viene inseguito dai mostri o se la vede con un capufficio rognoso
o litiga con il suo ex. Qualsiasi cosa sia un problema tipico del protagonista può funzionare in una scena di
apertura. Certo, va benissimo anche se il problema iniziale fa parte del conflitto principale e porta subito i
lettori al punto di svolta della trama principale.

Qualunque sia il problema, cercate dei modi di mettere in cammino il protagonista sul sentiero della storia,
utilizzando il problema della scena di apertura come un ponte verso il resto della trama.
Ecco alcune cose cui prestare attenzione quando pensate alla vostra scena di apertura:

1. Come’è la giornata tipica del protagonista?


Il vostro personaggio ha una vita, e quella vita sta andando avanti prima che si manifesti il problema del
romanzo. Come descrivereste una giornata normale in quella vita?

2. Che problemi potrebbero verificarsi in quella giornata tipica?


Queste sono le cose che potrebbero andare male e spedire il vostro protagonista verso il conflitto centrale
del romanzo. Qualsiasi problema può funzionare, ma cercate di pensare a cose che si possano connettere in
qualche modo al conflitto più grande e importante o all’arco di evoluzione del protagonista. Potete anche
lavorare su come potrebbe essere per lui una tipica giornata tremenda, perché spesso i problemi iniziali
ricadono in quella circostanza.

3. Qual è il conflitto centrale del vostro romanzo?


Può sembrare una domanda strana da fare a proposito di un inizio, ma la parte iniziale si deve occupare
principalmente di spedire il vostro protagonista verso questo conflitto principale. Se non sapete dove deve
andare, è dura capire dove deve iniziare quel viaggio. È una buona idea ricordare a voi stessi qual è lo scopo
finale del romanzo, già mentre ne sviluppi l’inizio. Considerate sia il conflitto interno che quello esterno.

4. Quali sono le condizioni critiche e i dettagli essenziali alla comprensione del mondo in cui si svolge la
storia?
Se stai scrivendo una storia di genere o hai personaggi con superpoteri , è bene mostrarli subito (a meno
che tenerli nascosti non sia parte della trama). Potrebbero esserci dettagli vitali sull’ambientazione o
sull’universo della storia che dovete far conoscere nella scena di apertura, anche se non dovete far
affondare la vostra storia nel pantano delle spiegazioni. Come potete mostrare questi elementi? Possono
essere parte del problema di apertura?

5. Che cosa c’è di gradevole e/o avvincente nel vostro protagonista?


Quali sono i dettagli essenziali che il lettore deve conoscere per entrare in relazione con questo
personaggio? Che cosa glielo farà amare? Emozionarsi per lui? Essere comunque intrigato anche se il
personaggio è sgradevole? Non dovete spiattellare tutta la storia all’inizio, ma pochi dettagli nella scena
iniziale che spieghino chi è questo personaggio possono aiutare a catturare il lettore. Se il personaggio è
sgradevole, allora mostrate cosa è abbastanza interessante da continuare a leggere su di lui.

6. Qual è la prima immagine che volete venga vista dai vostri lettori?
Una scena di apertura stabilisce il tono e l’atmosfera di un romanzo. Come volete che si sentano i vostri
lettori quando iniziano il vostro romanzo? Che aspettative volete che abbiano? Quale elemento o situazione
possono provocare quell’idea o emozione?

7. La scena di apertura corrisponde all’incidente scatenante o a un problema che conduce all’incidente


scatenante?
Ciò determina in che modo il problema della scena iniziale è connesso al conflitto principale. Se l’evento
scatenante deve ancora arrivare, questa scena potrebbe focalizzarsi su un altro aspetto della vita del
protagonista o sul conflitto inerente l’universo narrativo.

8. Come termina la scena di apertura?


La scena terminerà con qualcosa che conduce alla prossima scena o capitolo. Un momento “oh, no” oppure
“oh, che bello” che farà muovere in avanti il personaggio sul filo della trama. Quando create una scena di
apertura, pensate a come agevolerà il passaggio della trama alla prossima scena.

Esercizio: descrivete l’apertura del vostro romanzo.


Siate vaghi o precisi tanto quanto gradite. Cercate di terminare la scena con l’accadere di qualcosa che
credi un scopo che conduca alla prossima scena. È normale che questa scena cambi man mano che
approfondite la conoscenza con il vostro romanzo e la sua trama. Man mano che vi vengono delle idee,
tornate a riempire questo riassunto.

Se non sapete quanto scrivere, puntate a un paio di paragrafi che descrivano come si apre il romanzo, cosa
sta facendo il protagonista, perché lo sta facendo, cosa va male, qual è la posta in gioco e cosa il
protagonista decide di fare in seguito. Potete anche scrivere di più e continuare con lo svolgimento della
trama fino al prossimo grande punto di svolta. Sentitevi liberi di aggiungere appunti su ciò che la scena deve
fare, se concettualmente sapete cosa volete, ma preferite approfondire i dettagli durante la scrittura.