Sei sulla pagina 1di 534

~ ... , " • I . .' .", ... " ' . . o:. ....' l'' , " _' ~ ~,... '.

_
I." ' ~.

Direzione Generale della STATISTICA e del LAVORO.

f\nnuario
Statistico
Italiano

Seconda Serie - \l oJ. 111

l\nno 1914
Roma, 1915 ~ ~
Tipografia Nazionale
di G. Bertero & C. ~~
.:

Elenco degli ANNUARI STATISTICI pubblicati anteriormente:

Prima serle:
1878 Roma, tipo Elzeviriana, 1878
1881 Id. tipo Eredi BoUa, 1881
1884 Id. id. 1884
1886 Id. id. 188 7
1887-1888 Id. id. 1888
1889-1890 Id. tipo Nazionale di G. Bertero e C., 1891
1892 Id. id. id. 1893
1895 Id. id. id. 1896
1897 Id. id. id. 1897
1898 Id. id. id. 1898
1900 Id. id. id. 1900
1904 Id. id. id. 1904
1905-1907 Id. id. id. 1908

Seconda serle:
1911 Roma, tipo Nazionale di G. Bertero e C., 1912
1912 Id. id. id. 1913
1913 Id. id. id. 1914
fl{

INDICE GENERALE \

Lettera di presentazione a S. E.l'On. Avv. GIANNETTO CAVASOLA, Ministro


di Agricoltura, Industria e Commercio. • • . • • • . • • . . . Pago v
Avvertenze generali. • • • • • • . • » XI

CAPITOLI e relative tavole grafiche (a):


I. CLIMATOLOGIA................ » I

II. TERRITORIO E POPOLAZIONE (con tavole grafiche) . » 9


III. IGIENE E SANITÀ. • • • • • • • • • • • • . • » 75
IV. BENEFICENZA E A~SISTENZA PUBBLICA. • • • • • . » 93
V. FONDO PER IL CULTO E FONDO DI BENEFICENZA E DI RELIGIONE
NELLA CITTÀ DI ROMA • • • • • • • • . • » 99
VI. IS'fRUZIONE E STAMPA (con tavole grafiche) . • • • » 105
VII. CAMERE LEGISLATIVE E CONSIGLI ELETTIVI LOCALI » 125
VIII. GIUSTIZIA - CARCERI E RIFORMATORI! ») 13 I (b)
IX. AGRICOLTURA... » I55
X. INDUSTRIE..... • .t » 169
XI. PREZZI E CONSUMI . » 2°7
XII. COMMERCIO CON L'ESTERO (con ta'vole gra,fiche) • • » 22I(b)
XIII. NAVIGAZIONE MARITTIMA, MARINA MERCANTII,E É SERVIZI
MARITTIMI SOVVENZIONATI. » 245(b)
XIV. VIABILITÀ........... » 26r
XV. POSTE, TELEGRAFI E TELEFONI » 283
XVI. LAVORO.......... » 295
XVII. PREVIDENZA . • • • • • • • • • » 3I 7
XVIII. MONE1'AZIONE E CREDITO • • • » 335
XIX. DEBITO IPOTECARIO (con tavole grafiche) » 353
XX. CASSA DEI DEPOSITI E PRESTITI E GESTIONI ANNESSE . » 36 5
XXI. FINANZE DEI,LO STATO • • • • • • • • » 373
XXII. FINANZE COMUNALI E PROVINCIALI . • » 41 5
XXIII. ESERCITO E MARINA MILITARE . • • • » 435
XXIV. POSSESSI E PROTETTORATI ITALIANI. • » 443
ApPENDICE. ALCUNI INDICI DEL MOVIMENTO ECONOMICO ITALIANO DAL
1881 AL 1914 (con tavola grafica) . . . . . ~ • . . . » 4 b1
AGGIUN1'E E CORREZIONI • • • • . . • • • . . • . . . . . . . . . . » 487
INDICE ANALITICO ALFABETICO degli argomenti considerati nell'Annuario » 49 1
(Segue l'Indice particolare delle tavole 'grafiche)

(a) Il numero di pagina segnato di contro al titolo di ciascun Capitolo rinvia al.
l'Indice particolare del Capitolo stesso.
(b) Per questo Capitolo sono esposte notizie di data più recente nel paragrafo
A gg't"u,nte e correzioni.
IV

TAVOLE GRAFICHE
Capitolo TERRITORIO E POPOLAZIONE. (*)

Abitanti nati fuori della Provincia in cui furono censiti (Censimento al


IO giugno 191 r) . . • • • • . • • • . . • • . /'1
Proprietari di terreni o. di fabbricati (id.) • . . . . . . . . . . .
Proprietari di terreni (id.). • • • . • • . • . . . . . . . / P ag .
74
Distribuzione territoriale degli evangelici e protestanti (id.) . \'
Distribuzione territoriale degli israeliti (id.) • . . . • • • . • .
Distribuzione territoriale degli individui che dichiararono di non a~;ar~
tenere a nessuna religione (id.). . . . . • . • . . . '.. . . • . • • I
Capitolo ISTRUZIONE E STAMPA.

Istruzione superiore - Movimento e numero delle iscrizioni per principali


facoltà e corsi nelle Università e negli altri Istituti superiori:
Indici del movimento annuo nel trentennio 1880-81-1911-912 • • '. l
12 4
Numero assoluto delle iscrizioni nell'anno scolastico 1911-912 • . ~
La stampa periodica in Italia:
Numero assoluto dei periodici a varie date del periodo 1883- 1 9 12 . ì » I24
Aumento proporzionale dei periodici dal 1883 al 1912 . . • • , .,

Capitolo COMMERCIO CON L'ESTERO.

~ ~i. ~U~ll~
Valore complessivo del commercio speciale d'importazione
d'esportazione dal 1881 al 1914 . • • • • • • • • • • )
.- » 244
Valore del commercio \ speciale d'importazione e d'esportazione dal 1881
al 1914 con i paesi che hanno maggiori scambi con l'Italia. . • • • \
Capitolo DEBITO IPO'fECARIO.

Debito ipotecario fntttifero:


Ammontare complessivo al 31 dicembre degli anni Ig03 e IglO, con
riguardo, per il 1910, dell' ammontare delle ipoteche iscritte a
favore degli Istituti di credito fondiario '. • . . • • .
Proporzione del debito al 31 dicembre IgIO, con riguardo alla
I
sua ripartizione secondo la natura dei beni ipotecati, su 100 lire
del valore capitale lordo della p;oprietà immobiliare • • • • • Il »

Variazioni percentuali sull'entità complessiva del debito dal 31 di-


cembre Ig03 al 31 dicembre IglO . . • • • • • . • • • • • •
Ripartizione secondo il saggio dell'interesse dell'ammontare del de-
bito ridotto a 100, nel Ig03 e nel IglO • • • • • • • • •

ApPENDICE. (*)

Di alcuni indici economici dal 1881 al 1914 (a) • »

(*) Sono contrassegnati con ac;terisco i capitoli pei quali altre tavole grafiche furoUQ
inserite nei volumi precedenti della Seconda serie dell'Annuario statistico (vedasi anche la
nota che segue).
(a) Questa tavola grafica completa e rettifica quella che fu inserita a pago XII del-
l'Annuario statistico del 1912.

"
·, -

A Sua Eccellenza
l'Ono Avv. GIANNETTa CAVASOLA
Ministro di Agricoltura, Industrz'a e Commercio.

Ho l'onore di presentare a V. E. l'Annuario statistz'co italiano del 1914,


quarto della nuova serie degli Amiuari iniziata con la pubblicazione del
volume del 1911.
Seguendo le buone tradizioni lasciate dai miei predecessori nella Dire-
zione gener.ale della Statistica e del Lavoro, ho cercato, nel predisporre que-
st'opera, di renderla non solo più completa per quegli argomenti già conside-
rati nelle edizioni precedenti, ma di corredarJa dei dati più importanti su
nuovi argomenti. Ciò nell'intento di sempre più far progredire l'Annuario
verso il fine che l'Ufficio si propone con la sua pubblicazione, che è quello
di mettere annualmente a disposizione degli studiosi, in un sol volume di
. non soverchia mole e in forma semplice ed organica, tutti i dati statistici di
qualche interesse che si raccolgono dalle varie Amministrazioni dello Stato;
i quali, diversamente, dovrebbero venire ricercati in numerose e voluminose
relazioni e statistiche, non compilate con criteri uniformi, e a molti sconosciute.
Le modificazioni od aggiunte fatte (I) han richiesto qualche diecina di
pagine di più; ma non perciò l'Annuario italiano è venuto a perdere la pre-
rogativa di essere fra le pubblicazioni del genere, dei grandi Stati Europei,
una di quelle di minor mole.

(I) Prescindendo dal ripristinamento del Capitolo sul debito ipotecario, il quale non fu
compreso nell' Annuario precedente per non aver potuto disporre di notizie abbastanza
recenti, ecco quali sono le principali aggiunte e modificazioni fatte nel presente Annuario:
nel Capitolo Territorio e popolazione sono stati aggiunti i prospetti, secondo i risul-
tati del censimento al IO giugno 19II raffrontati a quelli del censimento prececlente, della
VI

Per quanto concerne la struttura organica, si sono seguiti nella compi-


lazione di questo vo~~me i medesimi criteri che informarono in generale la
compilazione degli altri Annuari della seconda serie, e che sono esposti nelle
avvvertenze generali, con le quali il volume si apre. Non perchè anche per
questi riguardi, e segnatamente per la partizione della materia in capitoli, e

popolazione classificata per famiglie e altre convivenze, per luogo di nascita, per religioni,
per professioni e condizioni (con speciale riguar10 al numero e alla distribuzione terri-
toriale dei proprietari di terreni e di fabbricati); il prospetto degli stranieri, e quello
delle famiglie che parlano abitualmente una lingua o un dialetto straniero; nello stesso
Capitolo poi, avendo potuto disporre dei dati definitivi dell'anno 1913 circa il movimento
dello stato civile e di quelli del 1914 circa l'emigrazione per l'estero, si sono esposti in forma
al1·alitica non solo i dati dell'ultimo anno considerato, ma anche quelli dell' anno precedente,
affinchè non vi fosse soluzione di continuità di dati rispetto all' Annuario del 1913, in cui
per il primo argomento i dati analitici si arr~stavano al 19I1, e per il secondo al 1912;
nel Capitolo Igiene e sanità sono stati aggiunti i prospetti della distribuzione ter-
ritoriaJe dell'infezione malarica nell'esercito, della morbosità degli emigranti transoceanici
durante la traversata, delle malattie del personale ferroviario, e delle condizioni sanitarie
del bestiame; per leI vaccinazioni e rivaccinazioni si sono poi esposti i dati analitici,
di due anni, per avere potuto ottenere anzichè i soli dati del 1912, successivi a quelli
inseriti nell' A nnua1'io precedente, anche quelli del 1913;
nel Capitolo Be.;Jeficenza ed assistenza pubblica è stato indicato l'ammontare delle
spese di beneficenza iscritte nei bilanci di ciascuna Provincia, e si sono rinfrescati di due
anni, rispetto all'Annuario precedente, i dati del movimento dei pegni nei Monti di pietà;
nel Capitolo Fondo per il culto sono stati aggiunti i prospetti delle pensioni mo-
nastiche in essere, degli assegni corrisposti agli investiti di soppressi enti ecclesiastici
secolari, dei fabbricati già appartenenti alle corporazioni religiose femminili, con la indica-
zione della condizione di essi;
nel Capitolo Istruzione e Stampa è stato fatto il confronto delle proporzioni degli
analfabeti nelle singole Provincie risultate al censimento del 191 l con quelle che risultalOno
al censimento del 1901, sono state indicate le proporzioni degli analfabeti fra i coscritti
delle leve. di mare per i singoli Compartimenti marittimi, si wno fatti risalire i confronti
per il numero degli iscritti nelle Scuole medie all'intero quadriennio per il quale si posseg-
gono i risultati della speciale statistica compilata dalla Direzione generale della Statistica
e del lavoro, e si wno completati i dati riguardanti i licenziati e il Corpo insegnante, si
sono date notizie sulle Cattedre ambulanti di agricoltura, si è indicato il numero degli
allievi degli Istituti di belle arti e degli Istituti musicali governativi anche per sùtgoli
istituti, si è notevolmente ampliata la parte riguardante le Università e gli altri Istituti
superiori, sia coll'istituirvi i confronti con gli anni precedenti, anche per singoli istituti,
sia con l'aggiungervi la classificazione clegli iscritti per corsi di studio e il prospetto dei
laureati e dei diplorAati; si sono distinti per specialità di corso gli allievi della Accademia
navale e si sono infine date maggiori classificazioni dei periodici che si pubblicavano nel
Regno, aggiungendo anche le notizie di quelli scritti in lingua italiana che si pubblicavano
all'estero, e le notizie sulle Associazioni della stampa periodica nel Regno;
nel Capitolo Camere legislative e Consigli elettivi locali è stato dato distintamente per
Provincie il numero degli elettori amministrativi iscritti, secondo le norme della vigente
legge comunale e provinciale e dell'antica;
nel Capitolo Giustizia sono state date notizie particolareggiate per Regioni e Pro-
vincie per gli ultimi due anni, anzichè per il solo ultimo anno, poichè anche per questo
- 'I

VII

per l'ordine con il quale questi sono .disposti, l'Annuario non potesse' essere
perfettibile, ma per. non scostarsi da regole ormai consacrate da vari anni
di costante applicazione, e che non potrebbero mutarsi senza dar luogo ad
inconvenienti di gran lunga più gravi di quelli che possono derivare da
qualche imperfezione puramente formale.

Capitolo si sono potuti avere i dati dei due anni successivi a quello a cui si riferivano i
p rospetti analoghi compresi nell' Annnario precedente;
nel Capitolo Agricoltura si è inserito un quadro compJeto d'insieme della ripartizione
del territorio nelle principali categorie di terreni, e si è aggiunto il prospetto delle conces-
sioni di acque pubbliche per uso di irrigazione e bonificazione, si è rimaneggiato (con
l'aggiunta è-i nuov~ dati) il paragrafo riguardante il Demanio forestale di Stato, per metterlo
in armonia con i dati esposti nella prima Relazione uscita suU' Aziend a, si sono esposti
infine i risultati di una recentissima valutazione èel numero dei capi di bestiame;
nel Capitolo Industrie si sono date, a complemento dei risultati generali del censi-
mento d( gli cpifd inèustriali, già estosti nel Capitolo analogo dell' Annuario precedente,
le notizie più importanti, per singole Regioni, su alcune principali industrie, nonchè la
distinzione delle imprese industriali di ciascuna Regione, classificate secondo la forza mo-
trice di cui disponevano e secondo che erano wggette o non soggette alle leggi sul lavoro
delle donne e dei fanciulli e sugli infortuni, si è aggiunto infine il prospetto del costo
di produzione del sale;
nel Capitolo Prezzi e Consumi sono stati esposti i prezzi dei principali prodotti agricoli,
d eè_(,tti è.alle 1:otizie èell'Uff.cio di statistica agraria; •
nel Capitolo V'iabilità si è aggiunto, per ciò che riguard.a l'esercizio ferroviario dello
State, il prospetto delle quantità delle merci importate da reti estere e di quelle esportate
su reti estere, si Sono poi date notizie sull'esercizio delle strade ferrate concesse all'indn-
stria privata, si sono specificati per R egiori i dati (~ella lunghezza delle tramvie a tra-
zione meccanica, e (~el1e linee automobilistiche, e si sono aggiunti i dati statistici relativi
ai velocipedi, alle macchine ad essi assimilabili ed alle automobili; .
nel Capitolo Lavoro sono stati dati i risultati delle due importanti inchieste sul numero
dei rimpatriati per causa di guerra e sul numero di quelli rimasti disoccupati, e sugli orari
praticati t.elle varie industrie italiane;
nel Capitolo Previdenza sono state forl1ite notizie sulle Casse degli invalidi della ma-
rina mercantile;
nel Capitolo Monetazione e Credito si è dato anche c1istintamer.te per Regi:mi l'am-
montare èegli scor~ti e delle anticipazioni fatti dagli Istituti di emissione;
nel Capitolo Finanze dello Stato si è aggiunto il prospetto per Provincie c~el numero
e del valore è_elle donazioni;
nel Capitolo Finanze comunali e provinciali sono stati aggiunti il prospetto, per Re-
gioni, è..ei Comuni classificati second.o l'ammontare delle entrate e delle spese effettive
stanziate nei bilanci, quello pure per Regioni) delle tasse e diritti comunali, con l'indi-
. cazione èei Comuni dai quali venivano rispettivamente applicate e del totale loro am-
mor_tare, il prospetto èell'ammoLtare èelle entrate e delle spese provir.ciali, rlistintamente
per ogni Provincia, ed i pros}:etti, con la distinzione per singole Provincie, dell'ammontare
dei è.ebiti comunali e provir.ciali per mutui; ..
infine; nel prospetto « Di alcuni indici del movimento economico ll, col quale si chiuc'e
l' Anm:ario, oltre all'aggiunta è.i numerosi rapporti proporzionali alla popolazione, sono stati
consiè.erati alcuni altri in è.ici , fra i quali le variazioni avvenute nell'ammontare dei debiti
comunali e provinciali pei mutui.
",."
"':' .

VIU
~ f

Il presente Annuario è corredato del consueto numero di tavole grafiche


(cartogrammi e diagrammi), che riguardano argomenti .trattati nei Capitoli
Territorio e Popolazione, Istruzione e Stampa, Commercio con l'estero e De-
j'

bito ipotecario~' taluni di questi Capitoli vengono illustrati graficamente per


la prima volta. Si è creduto anche utile di esporre in quest' Annu~rio una
nuova edizione, con aggiunte e con le curve prolungate a tutto il 1914,
del diagramma « Di alcuni indici del movimento economico » che fu inserito, l.
coi dati a tutto il 1912, nell' Annuario statistico di quell'anno. DJ. esso 'risultano
evidenti, per alcuni riguardi, gli effetti della crisi provocata dalla guerra.

Neppure in questo volume si sono potuti aggiungere confronti interna-


zionali, essendo mancato il tempo per poterli stabilire con quella rigorosa
esattezza, senza la quale riuscirebbero più dannosi che utili. Del resto potrà
essere più opportuno iniziarne la pubblicazione quando vi si potranno far
risultare i mutamenti territoriali che saranno indubbiamente la conseguenza
dell' attuale grande conflagrazione europea.

Le varie Amministrazioni de110 Stato furono anche in quest' anno larghe,


come sempre, nel forrirci le notizie non ancora da esse rese di pubblica ra-

gione nelle loro particolari Relazioni o Statistiche o che dovevano desu-
mere da documenti non destinati alla stampa; cosicchè, tenuto conto dei j
dati provenienti da indagini effettuate dalla Direzione generale della Stati-
stica e del Lav'oro, abbiamo potuto inserire, nel presente volume, molti dati
ancora inediti (I).

(I) Citiamo fra i dati inediti quelli riassuntivi ciimatologici del 1913; la classificazione
dei Comuni per numero di abitanti secondo i risultati definitivi dell'ultimo censimento,
tenuto CCl,to delle variazioni territoriali avvenute dal censimento stesso fino al l0 gennaio
1915; taluni risultati del censimento generale demografico del IO giugno 19II; i dati sulle
vaccinazioni e sulle rivaccinazÌ0ni nel 1912 e nel 1913; quelli delle condizioni sanitarie
dell'esercito nel 1909 e delle condizioni sanitarie dell'armata nel 19II e nel 1912, e quelli
riassuntivi delle condizioni sanitarie del bestiame dal J907 al 1914; i dati sulle nuove
istituzioni pubbliche di beneficenza e sulle donazioni e lasciti fatti ad istituzioni preesi-
stenti nel 1913, e quelli riassuntivi sul movimentI) dei peg.1i nei Monti di pietà nel 19II
e 1912; i dati del Capitolo Fondo per il culto, eccettuati quelli riguardanti le entrate,
le spese e lo stato patrimoniale; il numero degli stuJenti iscritti e dei licenziati e quello
degli insegnanti nelle Scuole medie nel 1912-913 e in taluni anni scolastici precedenti
(secondo )e indagini della Direzione generale della Statistica e del Lavor o); il numero degli
studenti delle Scuole minerarie, delle Scuole industriali e commerciali, degli Istituti di
belle arti e degli Istituti e Conservatori musicali nel 1913-914; il numero degli studenti e

, .
IX

Pubblicandosi soltanto ora l'Annuario statistico italiano ptr il I9I4 po-


trebbe parere, a prima vista, che esso sia venuto in ritardo rispetto agli
Annuari che taluni Stati o hanno già pubblicato o stanno per pubblicare per
il I9I5. In realtà, il ritardo non è che apparente, imperocchè questi Stati
sogliono intitolare il loro Annuario all' anno in cui viene alla luce, mentre
noi intitoliamo il nostro, e ritengo più logicamente, all'anno al quale si rife-
riscono i dati più recenti in esso contenuti.
Del resto, affinchè l'Annuario riesca veramente utile agli studiosi, con-
viene non sacrificare alla sollecitudine e alla prontezza della sua pubblica-
zione l'altro scopo di dare notizie complete e controllate su tutti i principali
fenomeni della vita sociale, ma conciliare queste due esigenze in guisa da
rispondere contemporaneamente e nel miglior modo possibile, e all'una e al-
l'altra. Ora per molte delle materie che figurano nell' Annuario si possono avere
dati statistici completi e accertati relativi all'anno immediatamente prece-
dente non prima dell'agosto o del settembre. Quindi volendo pubblicare
l'Annuario nei primi mesi o anche alla metà dell'anno, per vari argomenti,

quello degli insegnanti nelle Università, negli altri Istituti universitari e lJegli Istituti su-
periori speciali nel 19II-912 e nel 1912--913 (secondo i Prospetti numerici riassuntivi com-
pilati dalla Direzione generale della Statistica e del Lavoro); il numero degli allievi delle
Scuole militari nel 1913-914; taluni nuovi risultati della statistica della stampa periodica
del 1912, fra i quali il numero dei periodici scritti in lingua italiana o in dialetto italiano
o promiscuamente in lingua italiana, dialetto italiano od in lingua straniera cheJ si pub-
blicavano all'estero, e i dati sulle Associazioni della stampa periodica nel Regno; la sta-
tistica dei senatori al IO gennaio 1915; il numero degli elettori amministrativi di ogni Pro-
vincia nel 1911 e nel 1914; i risultati della valutazione del numero dei capi di bestiame
per il 1914; taluni risultati del censimento degli opifici industriali del 1911; i "dati sommarii
definitivi del movimento commerciale nel 1914, ed i dati sommarii del movimento della
navigazione nello stesso anno; i dati dello sviluppo' della rete ferroviaria per singole
Regioni al 31 dicembre 1914; il movimento postale, telegrafico e telefonico nell'esercizio
1912-913; le notizie sulle organizzazioni operaie nel 1914; il movimento delle principali
correnti di migrazione interna agricola nel 1914; i dati sugli orari praticati nelle varie
industrie nel 1913, sugli scioperi nel 1913 e nel 1914, e sui Collegi dei probiviri nel 1913;
i dati sull'attività dell'Istituto Nazionale delle assicurazioni nel 1914; sulla Cassa Nazio-
nale di previdenza per la invalidità e per la vecchiaia degli operai nel 1913, e sulla Cassa
Nazionale di maternità nello stesso anno; i dati sugli Istituti per case popolari ed eco-
nomiche al 31 dicembre 1914, sulle Società cooperative al 30 giugno 1915, e sulle Società
di mutuo soccorso al 31 dicembre 1914; 1'ammontare delle emissioni ed estinzioni di
azioni e delle emissioni di obbligazioni di Società nel 1914; talnui risultati della statistica
dei bilanci comunali del 1912, e della statistica dei debiti comunali per mutui a] 31
dicembre 191I.
x

alcuni dei quali fra i più importanti, si dovrebbe rinunciare a dare le notizie
relative all'anno precedente, e pubblicare invece quelle di. un anno e mezzo
addietro. A meno che non si volesse supplire coll'inserirvi dati ancora prov-
visori;. ma in tal caso, siccome non sarebbe più possibile di sostituirli nell' An-
nuario successivo con i definitivi, si andrebbe incontro al grave inconve-
niente di esporre in quest'opera per talune materie unicamente dei dati
provvisori.
Questa volta l'Annuario esce nell'ottobre, ptr le maggiori difficoltà, di
vario genere, che l'Ufficio che ne cura la compilazione ha dovuto superare
in quest'anno di avvenimenti eccezionali, che hanno in generale turbato il
regolare funzionamento dei servizi amministrativi.

Anche quest'anno, come negli anni precedenti, all' Annuario va associato,


a titolo di onòre, il nome di uno dei più distinti funzionari del Ministero,
del comm. Luigi Gritnaldi-Casta, alla cui opera solerte e intelligente e alla
cura coscienziosa che egli pone nel paziente lavoro di raccolta, e di severo
controllo dei dati, devesi se l'Annuario è annoverato fra le più pregiate ptib-
blicazioni statistiche di questa Direzione.
Con profondo rispetto

Roma, 25 ottobre 1915.

Il Direttore {:enerale della Statistica e del LalOI'O


G. FALCIANI.
XI

AVVERTENZE GENERALI.

I L'A nnuario riepiloga i risultati non solo delle varie Statistiche e Relazioni pe-
riodiche compilate e pubblicate dalla Direzione generale della Statistica e del La-
voro, ma anche di quelle principali delle altre Amministrazioni dello Stato, espo-
nendo, in una serie di Capitoli, le condizioni demografiche, sanitarie, morali,
politico-amministrati ve, sociali ed economiche del Paese.
Non è però un mero riassunto delle speciali pubblicazioni prese in esame, ma
rappresenta un minuzioso lavoro di cernita e di analisi dei dati in esse contenuti,
. e, ove occorra, ne precisa il carattere e ne chiarisce il valore, mediante avvertenze
preliminari, o note apposte ai prospetti numerici.
Ogni Capitolo è preceduto da un indice, che ne descrive la materia, e dalla
citazione delle Fonti alle quali le notizie furono attinte; le qualt fonti sono poi
richiamate (mediante il numero progressivo sotto il quale figurano) in calce ai sin-
goli prospetti.
Taluni Capitoli sono anche illustrati graficamente, e si variano di anno in anno
gli argomenti che formano l'oggetto dei grafici con l'intento di offrire con la pub-
blicazione di alcuni volumi consecutivi dell' Annuario una serie di cartogrammi e di
diagrammi su tutti i fatti più importanti che in esso si vengono considerando.
Ogni volume dell'Annuario italiano viene intitolato all'anno solare a cui si ri-
feriscono i dati più recenti che esso contiene; e non già all'anno in cui segue la
pubblicazione del volume, come sogliono fare taluni Stati esteri. Ne consegue che
il presente Annuario statistico del I9I4 corrisponde in generale per la freschezza
dei dati che offre agli Annuari statistici del I9I5, di quegli Stati.

. Nella compilazione dell'Annu:uio si segue quasi costantemente la regola di


riferire i dati complessivi del Regno, e in qualche caso anche quelli delle singole
Regioni, all'ultimo periodo quinquennale per il quale si posseggono; e siccome le più
recenti dimostrazioni statistiche che nel presente volume vengono esposte riguardano

l
· r"

XII

o l'anno 1913 o l'anno 1914, i confronti risalgono nella maggior parte dei casi o
al 1909 o al 1910 (a).
Vien fatta però eccezione alla detta regola: per lo speciale prospetto «Di alcuni
indici del movimento economico »; pei grafici; per la popolazione complessiva,
della quale si riportano i risultati di tutti i censimenti generali eseguiti dalla
costitu~ione del Regno in poi; in quei casi in cui si dànno notizie su arg<>menti
non mai considerati nell' Annuario e che conviene esporre per un periodo di oltre
cinque anni, ed infine quando occorra rettificare dati che, già riprodotti in Annuari
,
I

precedenti, vennero di poi modificati, in seguito a migliori accertamenti, nelle pub- Ir


blicazioni spe~li venute alla luce posteiiormente (b)
I dati dell'ultimo anno considerato vengono per lo più esposti nell'Annuario
con maggiori particolari, scendendosi non solo alla distinzione per Regioni, ma
anche a quella per Provincie e talvolta per Comuni principali.
Quando però si tratti di argomenti pei quali non si ebbero dati più recenti di
quelli già inseriti precedentemente, le cifre sono date in forma molto sommaria,
con la citazione dei volumi ai quali devesi ricorrere per le notizie particolareggiate.

~
(a) Un sincronismo assoluto non si potrebbe conseguire nell' Annuario. a meno che
non si volessero sacrificare per un gran numero di argomenti i risultati delle più recenti
indagini, togliendo all'o1?èra il grande pregio di offrire notizie di attualità. Infatti, le
ultime statistiche pubbltcate dalla nostra Direzione e da altre Amministrazioni non si rife-
riscono allo stesso anno: sia perchè alcune non si pubblicano annualmente, ma a periodi
più o meno lunghi, sia perchè alcune riguardano anni solari, altre anni finanziari (dal l0
luglio al 30 giugno). /
(b) Qui torna in acconcio l'avvertire che, per il fatto che da un volume all'altro si
rende talvolta necessario recare modificazioni a cifre già pubblicate come definitive e di
J><?i risultate non esatte, chi voglia avvalersi della raccolta degli Annuari statistici per
Istituire confronti per una serie di anni che si estenda oltre il quinquennio ultimo, deve
dapprima assumere i dati portati dal più recente volume e ~i quelli che si trovano nel
volume antecedente e cosÌ via, facendo cioè il cammino a ritroso. In tal modo potrà
anche rendersi conto delle ragioni delle differenze che, per qualche materia, si riscontrano
fra i dati di uno stesso anno nei diversi volumi dell' Annuario, poichè in ciascun volume
si è sempre avuta la cura di spiegare, con apposite note, le modificazioni portate a cifre
già comparse in volumi precedenti.
I

CLIMATOLOGIA

INDICE.

A - Posizione astronomica e altitudine degli Osservatorii considerati


in questo capitolo Pago 2

B Temperatura >, 2-3


C Tensione del vapore. » 4
D Umidità relativa . » 5
E Frequenza delle precipitazioni » 6-7
F Quantità dell'acqua caduta » 8

FONT I.

Gli elementi per la compilazione di questo capitolo fluono cortesemente forniti


dal prof. I~UIGI PALAZZO, direttore dell'Ufficio centrale di meteorologia e geodi-
namica (a).

(a) Quest'Ufficio, dipendente dal Ministero di agricoltura, industria e commercio, raccoglie presentemente (fine
1914) le osservazioni da 184 osservatori i situati nel territorio del Regno e da 22 stazioni delle colonie italiane.
Inoltre ha organizzato una rete di stazioni termo-udometriche e udometriche, delle quali 426 (304 delle prime e 122
delle seconde) funzionarono durante l'anno 1914: ogni osservatorio avente sede in un capoluogo di provincia ha
una rete di tali stazioni.
Altri 37 osservatorii, corrispondenti coll'Ufficio stesso, funzionano presso le Scuole pratiche di agricoltura, le
Stazioni forestali e le Capitanerie di porto. L'Ufficio corrisponde inoltre con 59 semafori.
L'Ufficio pubblica gli Annali, una Rivista meleon'co-agraria decadi ca, un Bollettino giornaliero, e l'Elenco
delle stazioni meleorologiche italiane, che con esso corrispondono.
Indipendentemente dagli istituti governativi, la Società meteorologica italiana, che ha la sua sede centrale in
Torino, ha stabilito un centinaio di osservatorii meteorologici, per la massima parte in siti montuosi della regione
alpina e appenninica, e ne pubblica le osservazioni in un bollettino speciale.
l - Annuario Statistico. Stampato il 4 agosto 1915.
2 Climatologia

A. POSIZIONE ASTRONOMICA E ALTITUDINE DEGLI OSSERVATORI!


CONSIDERATI IN QUESTO CAPITOLO.

Latitu- Longitudine Altitu- I Latitll- Longitudine A%z~:-


Osservatorii da Roma dine
in , Osservatorii da Roma in
dine metri dine (a) metri
(a)

Torino . • • • 45° 4' 4047' W 276.4 Ancona (Capitaneria del'


::\1ilano (Erera) 45 28 3 18 W 147.1 porto) • • . . • . • . 43°37' l° 3 E 16.(}
Venezia 45 26 O 9 W 21.2 Roma (Collegio Romano). 41 54 O O 50.6
Genova . • • • • • • • . 44 25 3 34 W 54.1 ;...'apoli (Specola Reale). 40 52 147 E 149.(}
Bologna (Universitario) • 44 30 l 8 W 85.1 Lecce • • • • • • . 40 22 543 E 72.0
Firenze (:\luseo del R. Isti- Palermo (Valverde). 38 6 O 51 E 71.3
tuto di studi superiori). 43 46 114 W 72.6 Sassari. 40 44 354 W 224.1

B. TEMPERATURA Cb).
Medie invernali, estive e annuali e minimi e massimi assoluti
in una serie di anni di osservazione,

Osservatorii
A nn i
Torino I Milano I Venezia I Genova I Bologna I Firenze I Ancona I Roma I Napoli I Lecce I Palermo I Sassari
I

Gradi centigradi.
Medie Invernali (c).
Periodo 1871-908. 1.7 2.4 :>.7 8.1 3.0 5.6 6.4 7. [; 8.8 9.5 11.2 H.!}
Anno 1909. 0.8 .) .)
1.9 7.1 2.0 4.2 4.6 6. O 7.6 8 l 9.7 7.7
1910. :1.2 4.2 5.:\ 9.:\ 4.6 7.0 8. O 9.0 9.9 10.3 11.2 ?
1911. l.4 :>.1 4.1 0.7 3.8 5.7 7.0 7.3 8.6 0.7 lO. ;; 8.2
1912. 4.1 4.:\ f) .5 \l. 5 5.2 7.6 7.2 9.6 10.7 10.3 12.9 10.6
1913. 1.1 1.9 :L4 0.4 3.5 6.5 6.0 8.2 9.5 9.9 11. l 9.3

Medie estive.
Periodo 1871-908. 21.8 23. l 2:>.0 23.0 23.5 2:;.2 24.3 2a.6 28.2 24.2 23.9 22.9
Anno 1909. :!0.2 22.6 21.0 21.5 22.6 21.0 22.6 22.2 21. o :W.6 22.4 21.1
1910. 20.7 22.7 ::> .1 21.6 22.0 24.0 23.5 22.4 21.9 23.8 22.1
1911. :!2.0 24.1 2:>.4 24.2 23. o 23.9 23.2 24.2 23.6 24.3 24.2 24.2
1912. 20.1 22.1 22.0 23.:! 22.1 23.3 23.0 23.0 24.1 23.7 21.5
1913. 21.il 22.:3 21.4 22.3 22.3 21. o 21.5 22.5 21.0 22.9 23.2 21.7

Medie annuali.
Periodo 1871-908.
Anno 1909. I 11.
11.9
1
12.0
13.1
13.4
12.9
15.4
14.0
13.4
12.9
14.2
13.8
15.1
14.2
15.3
15.0
15.7
15.4
16.6
15.0
17.4
16.5
15.6
14.0
1910. 11.7 13.3 13.9 15.1 13.4 14.0 15.2 15.1 15,4 16.5 16 5
1911. 12. O 13.6 13.6 16.3 13.8 14.7 '14.7 15.7 16.1 16.5 17.5 15.7
1912.
1913. iI 11.3
11.7
12.5
12.7
13.3
12.9
?
15.6
!:l. 6
13.5
13.8
14.2
14.4
14.4
15.2
15.5
15.7
16.1
16.2
16.6
17.1
17.6
14.9
15.7

Minimi.
Periodo 1871-908. - 1?01- 1~. 7 - 10.0/- 8.5 - 12.4 - 11.0 - 4.6 - 5.71- 4.6 - 3.4 __ o
1.9 - 3.4
Anno 1809.
1810.
1911.
1912.
- "'1-
-
_
- a.6- ".1- 5.4-

0.0-
6.3 -
3.2 -
8.1-
4.4 -
'.0,-
6.0-
3.31-
2.4 -
0.1 -
0.2 -
1.5
5.0 - 4.4
3.0 -
a.6 -
-
3.3 -
3.6 -
6 .) -
il. 2 -
- 4.4
1.0 -
3.8
7.6
-
-
-
;::,=
4.0-
2.1
1.4 -
1.8
3.0 -
2.3
O. o -
0.0
3.4 -
0.8
0.5 -
2.0
0.0 -
1.8
2.0
?
1.2
3.9
1913. - 5.2 - 4.8,- 4.8 ,-- l.0- 4.3 - 2.7 - 0.8 - 2.0 - 1.5 - 0.2 0.8 0.0

Massimi.
Periodo 1871-908. 35.5 :\8.3 36.1 36.0 30.2 :>9.5 30.0 40.1 :37 .3 41.8 45.5 41.0-
Anno 1909. 32.9 36.8 30.7 a1.4 33.6 35.7 36.0 33.7 32.6 37.0 35.6 36.1
1910 .• 20.7 35.8 ao.o 28.4 32.4 B3.0 34.2 32.3 30.4 35.6 34.7 ?
1911. 32.2 38.1 B5.5 34.5 34.2 35.8 32.4 35.2 33.9 40.0 40.2 38.5
1912. 32.0 33.5 29.7 32.3 31.2 33.8 30.0 32.6 3iLO 35.4 40.9 36. O
1913. 30.2 32.9 29.2 29.6 31.7 il3.0 31.9 33.2 31.8 35.0 41.1 35.7

(a) Le longitudini sono riferite all'Osservatorio del Collegio Romano, che si trova ad l ' 4211 69 E da Monte
Mario, vale a dire dal meridiano zero, o meridiano iniziale delle posizioni geografiche della Carta d'Italia eseguita
dall'Istituto geografico militare.
(b) Le medie diurne della temperatura sono calcolate dall'Ufficio centrale di meteorologia e geodinamica facendo
la somma dei due valori estremi diurni e delle due letture termometri che fatte alle ore 9 antimeridiane e 9 pomeri-
diane e diddendo questa somma per quattro. Si sa, per osservazioni continue, fatte con apparecchi autografici, che
la media dedotta in tal maniera differisce poco, in Italia, dalla media delle 24 ore.
Le medie mensili, per stagione e per anno sono state calcolate sulla somma delle medie diurne divisa per il
numero dei giorni del mese, della stagione o dell'anno; e nei casi in cui le osservazioni presentavano delle lacune,
sulla somma delle medie diurne note, divisa per il numero di queste. (Uguale procedimento si è seguito nei calcolì
analoghi dovuti si compiere per la formazione delle altre tavole del presente capitolo).
I minimi ed i massimi della temperatura si dedussero col prendere la temperatura Più bassa e la temperatura
Più elevata osservate coi termografi nel corso dell'anno o del mese considerati.
(c) I termini invernali sono successivi, per cui il dicembre spetta sempre all'anno precedente.
Climatologia 3
Segue - Temperatura,
Medie, minimi e massimi mensili dell'anno 1913.
Osservatorii
Mesi
Torino I Milano I Venezia I Genova I BOlogna ! Firenze I Antona Roma I Napoli l Lette I Palermo I Sassari
Gradi centigradi.
Medie mensili.
Gennaio. 1.1 1.4 2.8 3. o 6.6 5.3 8.0 9. i 11.5

Febbraio 2.2 1.9 2.8 7.5 2.7 5.6 7.6 8.0 9.1 10.:l

Marzo .• 7.5 9. O 8.7 11.4 9.4 10.a 10.2 11.4 12.3 12.3 13.5 Il. H

Aprile •• 10.7 12.5 12.1 13.2 12.6 13.1 -.


1 ·) -, 13.8 14.8 15.1 12.1

Maggio. 15.9 17.6 17.5 17.0 18.1 17.:! 17.ti 17.4 17.5 17.7 18. l Hi.3

Giugno. 22.3 22.5 2:2.2 22.1 21.7 22.0 21.0 21.0

Luglio 20.7 22.0 20.5 21. 7 2:?2 21. 4 21.0 22.2 21.6 23.1 2U.U

Agosto 21.0 22.4 21.4 23.0 22.6 22.5 21.i 23.4 22.9 23.4 24.1 23.2

Settembre. 16.6 18.3 18.8 20.8 19.4 20.0 20.1 21. 8 24.4 21.6

Ottobre 12.6 13.4 14.8 17.9 15.4 15.6 16.2 17.7 18.8 19.2 2U.o l!1.3

Novembre. 7.7 8.3 9.6 14.3 10.1 10.9 12. i 12.6 14.5 14.4 15.8 14.1

Dicembre. 2.0 3.1 3.7 10.1 4.0 4.9 8.1 H.1 lO .1 lO .3 12.1 H.t>

Minimi mensili.
Gennaio. -4.5 -2.U -3.3 -1.8 -1.9 -1.0 1.6 -0.1 4.0 1.U 4.;; 6.fi

Febbraio - 5.2 -4.1 - 4.8 -1.0 -:1. 2 -1.2 0.8 -2.0 -1.5 - 0.2 0.8 0.0

Marzo. • -2.0 -1.2 -1.8 4.3 -0.4 -2.7 1.4 0.2 1.1 0.6 2.3 4.5

Aprile. • 1.1 0.9 2.4 4.0 2.6 1.0 3.3 0.9 4.0 2.7 4.n 2.()

Maggio. 6.2 7.8 8.4 9.4 H.a 7.1 H.6 7.!l !l.0 9.0 8. i 6.n

Giugno. 13.6 12.3 13.6 16. O 12. O 12.5 11.4 13.1 12.4 12.4 1')') 1:3.4

Luglio 12.1 12.5 13.4 15.8 14.H 12.6 10.3 14.9 16.0 12.4 13.8 14.1

Agosto 12.8 13.1 14.8 18.4 14.4 12.2 9.2 14.0 15.2 13.H 14.:1 16.4

Settembre. 9.0 !l.2 11.3 15.0 1:1 9.0 8.8 11.0 12.7 11.0 14.0 13.4

Ottobre. . 5.4 5.2 5.3 9.8 6.3 4.5 6.9 8.0 11.4 9.0 11. l 0.8

Novembre. 0.2 0.5 3.2 8.1 0.6 1.4 6.2 4.0 8.0 6.6 8.0 7.4

Dicembre. -4.5 -4.8 -3.4 3.6 -4.3 -2.3 2.2 0.1 2.1 1.4 2.5 1.0

Massimi mensili.
Gennaio. 10.2 8 ? 9.3 14.6 8.6 1:3.4 11. 8 14.6 13.8 15.6 18.8 14.4

Febbraio 11.1 11.2 11.4 18.0 11.2 14.8 14.1 16. l 16.:3 15.6 10.6 16.0

Marzo 15.5 20.0 17.3 18.3 18.1 24.2 17.9 23.8 23.4 24.6 :!\l.0 25.4

Aprile. 21.6 26.8 24.5 21.3 23.6 25.0 20.1 23.il 22.9 24.8 26.4 22.2

Maggio •. 28.0 32.2 27.0 26.4 30.3 31.1 28.4 28.3 26.8 29.0 20.6 :12.0

Giugno. 30.2 32.8 29.2 29.6 31. 7 32.2 31.9 ilO.6 28.4 32.8 31.1 31.8

Luglio .• 29.8 32.9 26.8 29.4 30.0 32.4 28.8 31.4 30.1 34.6 35.1 32.5

Agosto. 28.8 32.5 27.4 29.3 30.3 31.4 33.2 31.8 35.9 41.1

Settembre. 25.9 31.0 27.4 29.0 27.8 33.0 28.6 32.8 il 1. 3 33.4 39.8 34.1

Ottobre •. 19.2 21. 8 22.3 23.4 23.1 26.0 25.4 27.9 27.3 29.2 36.4 30.!l

Novembre. 14.8 16.5 16.5 20.8 18.9 20.4 22.0 21.1 20.7 22.4 26.6 24.9

Dicembre. 11.0 14.4 9.5 16.3 11.6 11.8 15.4 15.9 17.3 18.4 20.6 15.!)
4 Climatologia

C. TENSIONE DEL VAPORE Ca).


Medie invernali, estive e annuali in una serie di anni di osservazione.
Osservatorii
An ni
I I I l I I
Torino Milano Venezia \ Genova Bologna Firenze Ancona Roma j Napoli Lecce Palermo Sassari I I I
Millimetri.

Medie invernali (b).


Periodo 1871-808 4.3 4.6 5.2 5.0 4.5 5.4 5.7 5.9 6.3 7.0 7.7 6.3
Anno 1901. 3.9 4.1 4.3 4.6 4.2 4.8 5.3 4.8 5.6 7.1 7.1 5.7
1910. 4.7 4.9 5.6 5.7 5.2 6.2 6.3 6.2 6.8 8.2 14.3 ?
1911. 4.5 4.8 5.3 5.6 4.8 5.6 5.9 5.5 6.4 7.0 8.0 6.3
1912. 5.1 5.6 5.9 6.2 5.1 6.4 6.6 6.6 7.5 7.5 8.5 7.3
1113. 4.:1 4.n 5 '> 5.4 4.7 5.8 5.6 5.8 6.5 8.1 8.4 6.8

Medie estive.
Periodo 1871-908 12.4 l 12.5 14.9 13.6 12.2 11.8 13.8 12.7 14.2 12.6 14.7 11.4
Anno 1909. 10.6 11.3 13.9 12.4 10.7 11.8 13.3 11.6 13.5 12.7 14.1 10.3
1910. 11.5 11.8 14.1 13.2 11.5 12.7 13.3 12.3 14.2 14.3
1811. 13.0 12.9 14.6 14.3 12.4 13.0 13.6 12.4 15.1 12.8 15.4 11.7
1912. 11. 9 11.8 13.8 11.6 12.0 12.8 11.8 13.1 12.9 15.9 10.7
1913. 11.5 11.5 14.6 12.5 11.5 11.7 12.1 11.7 13.2 12.1 14.3 10.4

Medie annuali.
Periodo 1871-80' 8.1 8.3 9.7 9.0 8.3 8.6 9.6 9.2 10.0 9.9 10.8 8.8
Anno 1909. 7.3 7.8 9.2 8.6 7.9 8.6 9.7 8.7 9.8 10.4 10.8 8.4
1910. 7.7 8.1 9.5 8.8 8.3 9.0 9.5 8.8 10.1 10.7
» 1111. 8.3 8.6 9.7 9.5 8.5 9.8 9.6 9.0 10.4 10.0 11.3
1IHt. 7.8 7.7 9.0 8.0 8.4 8.8 8.7 9.6 10.0 11.5 8.5
1913. 8.1 8.4 9.9 9.0 8.5 8.8 9.1 8.8 9.8 9.9 11.5 8.6

Medie mensili dell'anno I9I3.

I Osservat.orii
Mesi
I Torino I Milano \ Venezia \ Genova IBologna r I
Firenze Ancona I Roma I Napoli l Lecce IPalermo ISassari
M ~·llimetri.
Gennaio. 4.4 4.7 5.1 5.5 4.9 6.2 5.7 6.1 6.9 7.4 8.5 7.3
Febbraio 4.2 4.8 4.7 4.4 4.0 4.4 5.0 4.7 5.5 7.0 7.9 5.9
Marzo .. 5.9 6.4 7.2 7.2 6.3 6.7 6.8 6.6 7.2 8.0 8.4 6.7
Aprile . . 7.2 7.7 8.8 8.1 7.9 8.2 8.1 7.9 8.5 8.6 9.0 7.6
Maggio. 9.2 8.8 11.3 9.2 8.8 8.9 9.4 9.0 9.7 9.7 11.4 8.1
Giugno. 10.3 10.1 14.1 11.4 10.7 10.9 11.3 11.1 12.3 11.2 13.7 10.3
Luglio. 11.1 11.4 14.3 12.2 11.3 11.6 12.0 11.6 13.4 12.1 14.1 10.5
Agosto. 13.2 13.0 15.4 13.8 12.5 12.5 13.1 12.5 14.0 12.9 15.1 10.4
Settembre. 11.1 11.3 13.4 11.8 11.8 11.5 12.4 12.0 13.2 13.0 15.8 11.6
Ottobre •• n.o 10.1 11.0 10.6 9.8 10.4 10.6 9.8 11.3 12.5 14.2 9.6
Novembre. 6.8 7.6 8.3 8.4 8.7 8.8 8.6 8.2 9.0 9.3 11.1 8.4
Dicembre. 4.4 4.8 5.4 5.6 4.9 5.5 6.1 5.8 6.6 7.1 8.6 6.5

(a) I valori della tensione media del vapore e quelli dell'umidità relativa (vedasi a pagina seguente)
furono dedotti mercè le indicazioni date dal psicromelro yentilatore August-Belli-Cantoni, e dalle tavole psicrome-
triche Haeghens-Morosini. L'orario seguito in Italia per la valutazione dello stato igrometrico medio giornaliero è
alle 9 antimeridiane, 3 pomeridiane e 9 pomeridiane.
(b) I termini invernali sono successivi per cui il dicembre spetta sempre all'anno precedente.
C li Ili atologia 5

D. UMIDITÀ RELATIVA (a).

Medie invernali, estive e annuali in una serie di anni di osservazione.


Osservatorii
Anni
Torino \ Milano \ Venezia l Genova IBologna l Firenze \ Ancona l Roma I Napoli I Lecce IPalermo I Sassari
Parti centesimali del massimo di saturazione.

Medie Invernali (b).


Periodo 1871-908 79 81 80 59 74 74 76 70 71 74 73 70
Anno 1809 •. 81 76 58 77 69 65 68 82 67
1810 ••• 78 79 80 64 80 74 71 67 71. SI 74
1811 •• 83 8:! 78 63 76 74 76 65 72 75 78 74
1812. 80 8:! 84 68 80 77 77 70 74 73
1813 ••. 81 l'n 85 60 78 78 67 70 81 73

Medie estive.
Periodo 1871-908 60 57 67 63 53 53 60 64 53 63
Anno 1909. 60 58 67 63 51 56 59 54 65 55 6;;
1810 •• 60 60 67 67 54 60 60 57 70 67
1911. 62 60 63 62 54 61 51 66 54 64
1912. 64 56 66 56 58 54 60 55 liti 55
1913. 58 54 74 60 G5 tiO 54 65 55 64 53

Medie annuali.
Periodo 1871-808 69 68 74 6:! 64 69 64 69 65 68
Anno 1909. • • 70 67 61 66 65 68 62 68 70 70 61
1910 •• 71 69 74 64 68 68 68 6:! 71 ? 70
1911 •• 71 71 73 64 67 66 69 61 70 66 69
1912 .• 70 68 75 66 65 68 6:~ 67 69
}) 1113 ••• 71 il 80 62 67 6fi ti9 60 liti (i6

Medie mensili dell' anno 1913.


Osservatorii
Mesi
Torino I Milano I Venezia I Genova l Bologna l Firenze I Ancona \ Roma l Napoli l Lecce l Palermo I Sassari

Parti centesimali del massimo di saturazione.


Gennaio .• 84 !lO 8ti 64 84 tiO 7-1 75 00 iiO
Febbraio. 75 S~ 78 tiO 74 .'iG li5 76 80 07
:\1arzo • 68 81 68 ti4 70 60 ti4 70 72 (i2
Aprile •• 6(i (J7 Ilo 71 ti:! 70 65 6!)

Maggio. 55 71 ti1 ;;() 6:! 6:2 G2


Giugno. 52 48 71 .'il) .'iG 64 54 1;;,
Luglio. 57 54 76 ti1 56 til 6n 55 52
Agosto. 66 61 76 64 56 6:) 65 57 6(j 48
Settembre. 74 ti8 79 til til GG 57 61 GO 51l
Ottobre •. 82 !:il S" Gl'l 72 7:) 71 50 G() 72 76 Ijl)

~ovembie. 86 90 G7 01 84 76 69 60 72 71)

Dicembre. 81 87 57 77 74 ii, ilO 72 77

(a) Vedasi la nota a, pagina precedente.


(b) I termini invernali sono successivi, per cui il dicemhre spetta sempre ali 'anno precedente.
6 Climatologia

E. FREQUENZA DELLE PRECIPITAZIONI Ca).


Numero dei giorni in cui avvennero precipitazioni
in una serie di anni di osservazione.

Osservatorii
Anni
Torino I Milano I Venezia \ Genova IBologna I Firenze I Ancona I Roma I Napoli I Lecce I Palermo I Sassari
Numero dei giorni in cui avvennero precipitazioni (pioggia, grandine o neve):
in inverno (b).
Media annua 1871-908. l!) :W :11 :1 !l :1:1 il1 ~7 il5 il7 il6 46 il6
Anno 1909. :10 17 lH :1() :10 :!;, 2H :17 il9 49 59 33
1910. Hl 44 il, :l7 ;,:{ aB :12 34 44 29 40
1911. 18 34 :H :!f', 1 'j :!:l 2a :W 25 30 43 23
1912. 21 4!1 :>1 :m :1H :16 18 :n 3, 31 36 31
1913. 7 34 21 :w lO 24 18 il4 33 :n 40 28

in primavera.
Media annlla 1871-908. a:, 34 2tl 35 ao :14 27 :13 32 28 31 ilI
Anno 1909. W 28 :.!7 :16 :n :Hi :16 3') 31 2B 32 2B
1910. 44 42 28 :H :;1) :14 ao 2\) 3il 27 29 24
1911. il5 3H 28 :W :\7 42 :H :35 40 2B 36 36
» 1912. :l6 a7 aa :lO 2;; :n 23 31 34 18 2~ :11
,) 1913. :H) 40 :;0 40 27 2B 19 ilO 25 14 15 23

in estate.
Media annlla 1871-908, 2U 26 24 21 lH 1B 17 12 12 lO
Anno 1909. :1 il 3:; 2H ~5 18 :w lB 2~ 15 9
1910. :!5 34 ilO 25 1H 21 21 12 17 8
1911. 27 35 2:1 :W l" 22 20 l:l 14 lO 5 12
1912. 18 in 26 lH 13 16 16 lO 6 4 4 lo
1913. ì~ 26 38 Hi 21 18 27 15 16 lO !',

in autunno.
Media annua 1871-908. 28 :;0 32 3il 28 32 29 a2 il2 2, 3? 32
Anno 1909. 27 33 21 24 24 30 21 30 33 27 39 25
1910. 27 36 33 a3 3H 41 40 36 46 32 33 23
1911. 29 50 30 37 25 21:ì 19 26 31 15 22 29
1912. 20 46 25 29 23 24 26 28 25 2B 46 26
1913. :!4 51 ~7 33 27 28 18 23 15 8 1B 23

nell'anno.
Media annua 1871-908. lO, 115 102 117 BB 115 100 112 111 101 116 107
Anno 1909. 8B 106 100 100 B6 101 106 119 12;) 104 125 B5
1910. 114 153 127 12B 114 127 125 114 136 99 117 ?
1911. 10il 153 B!l 117 B5 114 91 94 106 82 102 B7
1912. 85 161 113 115 86 103 84 99 95 80 109 84
» 1113. 71 146 112 112 B3 B7 81 105 B5 65 80 87

Numero dei gz'orni in cui cadde grandine nell' anno.


Mediaannua 1874-908(c) 3 4 4 6 5 4
Anno 1909. a 2 l 1 IO 11 8 5 21
') 1910. 5 6 !l 12 13 6 9
1911. 4 5 5
1912. 4 5
1913.

Numero dei g'';orni in cui cadde neve nelt'anno.


Media annua 1874-808 (c) n B 4 !l I

Anno 1909. 15 18 6 l:j l


1810. B 8 6 tl 1 9
1911. 11 14 4 lO 3 8
1912. 8 8 3 6 l l
1813. :3 4 l 4 :l 4

(a) Secondo le norme stabilite dal Comitato meteorologico internazionale, dall'anno 1905 in poi furono conside-
rati come giorni piovosi quei giorni nei quali si notò precipitazione di qualunque forma, almeno uguale a un decimo
di millimetro. Per lo addietro invece, non venivano compntati come giorni di precipitazione quelli di nebbia, anche
se condensatasi in quantità superiore a quel limite,
(b) I termini invernali sono successivi, per cui il dicembre spetta sempre a1J'anno precedente. Ciò dà ragione
delle differenze che risultano tra il complesso delle cifre delJe quattro stagioni ed i totali indicati per gli anni interi.
(c) Non avendosi i dati per gli anni dal 1871 al 1873, la media si è dovuta fare per il periodo 1874-9 08 .
Climatologia 7
Segue - Frequenza delle precipitazioni.
Numero dei giorni in cui avvennero precipitazioni in ciascun mese dell' anno 1913.

Osservatorii
Mes i
(a)
Torino I Milano I Venezia I Genova I Bologna I Firenze I Ancona I Roma
I Napoli j Lette I Palermo I Sassari

Numero dei giorni in cui avvennero precipitazioni (pioggia, grandine o neve).


Gennaio. l:! lO lO 13 15 l:l lO 14

Febbraio 4 11 l:l lO 1(; Hl

Marzo. 11 H

Aprile. 13 18 H Ili 15 15 lO 1G 14 n
Maggio. 11 11

Giugno

Luglio. ,1 l:! 17 1:\ 4

Agosto 5 12

Settembre. lO 15 lO lO 14 lO lO

Ottobre . • 18 14 ti lO

Novembre. 6 18 l:! lO 3

Di\.embre. 12 1:1 l:l lO 1:3 l:!

Numero dei giorni in cui cadde grandine.


Gennaio .•

Febbraio .•

Aprile ••

Maggio.

Giugno

Luglio.

Agosto

Novembre.

Dicembre.

Numero dei gz'orni 'l'n cui cadde neve.


Gennaio.

Febbraio

Marzo.

Aprile.

Dicembre.

(a) Non sono indicati i mesi in cui non cadde grandine o 11011 cadde neye.
8 Climatologia

F. QUANTITÀ DELL'ACQUA CADUTA Ca).


Quantità dell'acqua caduta in una serie di anni di osservazione.

Osservatorii
Anni
Torino I Milano I Venezia l Genova I Bologna \ Firenze I Ancona I Roma I Napoli I Lecce [Palermo I Sassari
Millimetri.
in inverno (b).
Media annua 1871-808. 126.9' 196.0 130.8 332.0 146.8 2039 170.3 261.7 286.1 206.2 296.6 187.5
Anno 1808. 100.7\ 178.6 161.4 191.6 84.5 157.3 146 O 243.1 359.1 282.2 411.8 202.3
1810. 49.1 163.2 182.7 325.0 83.6 300.7 201.0 164.5 261.2 250.0 288.9 ?
1811. 273.5 317.8 51.2 465.2 141.6 119.2 169.7 196.9 255.3 233 1 335.2 84.5
1812. 164.4 1 317.8 182.6 579.8 78 8 226.3 144.5 266.2 :!65.0 193.5 219.8 182.2
1813. 45.2 1 87.0 85. i 24i .3 37.6 130.3 98.0 169.2 251.1 133.3 240.6 113.5

in primavera.
Media annua 1871-1108. 293.8 293.8 178 O 321.6 215.1 224.2 152.0 218.2 204.7 146.1 159.9 152.6
Anno 1809. 119.6 205.5 173.7 303.4 186.6 209.7 169.0 245.0 171.2 138.1 138.1 126.9
1910. 519.1 238.8 118.7 333.2 113.4 151.0 169.0 219.9 238.6 101.1 170.2 130.0
» 1911. 325.7 253.1 192.6 236.8 257.5 304.7 195.5 232.9 234.7 158.4 203.5 245.3
1912. 248.5 317.4 145.6 324.0 201.7 184.1 185.0 143.4 192.2 112.4 134.6 73.6
1913. 318.9 330.0 221.7 356.9 127.1 115.1 118.0 312 9 118.1 165.4 98.0 126.5

t'n estate.
Media annua 1871-1108. 236.2 233.8 193.2 178.5 145.5\ 148.4 118.4 85.2 65.2 53.2 31.7 40.7
Anno 1809. 275.8 192.4 238.1 201.1 100.2 159.0 110.5 195.5 82.6 98.9 29.2 46.5
1910. 189.1 177.3 201.4 197.5 15'02 204.8 168.5 94.8 115.2 51.7 37.7 ?
1911. 213.1 273.9 127.0 284.2 84.0 116.5 121.5 138.1 107.7 69.1 21. 2 39.3
1912. 225.2 239.0 209.2 104.5 100.7 154.9 86.3 71.4 26 8 20 5 13.4 73.3
1813. 98.8 213.7 278.2 121.1 236.5 1 163.6 207.5 73.4 101.2 46.8[ 6.4 7.2

in autunno.
Media annua 1871-808. 232.4 316.1 498.R 288.6 266.6 341.3 306.0 216.6 227.7 229.3
Anno 1908. 190.7 211.7 204.41
197.1 565.6
254.71
154 2 207.1 386.0 324.8 212.5 206.2 286.2 84 3
1910. 190.8 227 7 345.6 253.5 308.4\ 313.6 385.4 290.0 625.0 112 8 139.8 178 2
1811. 169.3 512.3 296.3 885.8 198.4 278.9 198.5 436.1 259.5 85.1 118.0 264.6
1812. 104.4 26fi.9 153.1 268.9 170.4 146.0 333.0 210.0 310.9 321.6 527.] 149.8
1913. 257.7 329.5 229.7[ 381.3 151.9[ 365.8 92.5 134.0 114.7 40.1 92.1 91.5

nett' anno.
Media annua 1871-808. 881.2 1039.8 703.3 131fi.5 765.4 853.0 657.9 904.41 861.3 618.4 725.0 610.0
Anno 1909. 692.8 815.8 818.2 1324.5 520.3 737.2; 831.5 967.8 704.2 666.6 666.4 431.0
1910. 1124.5 970.0 806.2 1355.1 721.3 979.51 972.6 843021132902 572.6 722.4 ?
1911. StH.9 1244.3 695.8 1643.5 623.2 806.6 580.5 979.1 768.9 514.9 626.6 613.0
1812. 762.2 1062.7 668.0 1319.4 539.3 693.5 75!l.8 638.3 726.9 575.9 931.4 489.4
» 1913. 686.4 917.7 790.7 962.31 559.5 749.9 1 525.0 784.2 701.2 441.8 442.6 336.6

Quantità dell'acqua caduta in ciascun mese dell'anno 19 1 3.


Osservatorii
Mesi
Torino I Milano I Venezia \ Genova \ Bologna I Firenze I Ancona I Roma I Napoli I Lecce J Palermo I Sassari
Millimetri.
2~:~1 ~~:~l
Gennaio. 11.9 28.41 50.9 11.5 59.1 1 210 69.7 110.9[ 47.3' 41.0
Febbraio 1 18.9 2.5 9.1' 38.0 73.6
•• I 5.8 114.61 107.5 34.2
20.4'
1~~::1
;\Iarzo 138.4 45.71 172.5 35.5, 30.0 41.9 12.5, 33.6 25.4 25.3
Aprile .•
Maggio.
110.2
85.9 1 72.4
146.81
29.2
152.2
3') ò)
66.11
40 6!
67.4
12.2
66.0
22.0
°1 178.0
9;LO
79.5,
26.11
57.8i
74.0
43.5
29.7
53.7
47.5
Giugno. 23.6 54.3 56.7 41.0 131.8 102.1 75.51 22.6 31.3 2 3~ 3.5 0.1
Luglio 31.4 80.5 135.7 28.0 56.1 59.8 78.0 23.4 21.1' 14:8[ 1.9 7.1
Agosto 43.8 78.9 85.8 52.1 48.6 1.7, 54.0 27.4 48.8 29.7 1.0
Settembre. 100.2 132.0 95.9 113.3 :17.4 108.6 53.5 44.2 22.71 19.8; 15.7 24.0
Ottobre •• 75.8 146.1 38.4 176.1 41.2 128.4 3.0 35.7 40.5 52.1 25.1
Novembre. 67 7 51.4 95.4 91.9 53.3 1288 36.0 54.1 51.5 8.11
12.2 24.3 42.4
Dicembre. 4.1 10.3 23.1 33.2[ 30.0 37.2[ 48.0 120.6 141.71 84.3 90.7 36.2

(a) Per ogni osservazione la quantità di ne"e e di grandine "iene ridotta in acqua mediante la fusione, e tale
quantità di acqua si aggiunge alla pioggia e alla nebbia condensata per avere i totali udometrici mensili.
(b) I termini invernali sono successivi, per cui il dicembre spetta sempre all 'anno precedente. Ciò dà ragione
delle differenze che risultano tra il complesso delle cifre delle quattro stagioni ed i totali indicati per gli anni interi.
9

II.

TERRITORIO E POPOLAZIONE

INDICE.

A - Territorio e stato della popolazione:


1. Circoscrizioni amministrative Pago II
2. Superficie geografica . . . . . . » 12
3. Popolazione e suo aumento:
a) Popolazione e suo aumento nell' insieme del Regno . . . » 13
b) Popolazione e suo aumento nelle Provincie e nelle Regioni » 14- 15
c) Popolazione e suo aumento nei 69 Comuni capoluoghi di
provincia e negli altri Comuni che contavano non menù
di 30.000 abitanti residenti o presenti al censimento del
IO giugno 1911 • . . . . . . . _ . . • . . . . . . . » 16- 17
4. Classificazione dei Comuni secondo il numero degli abitanti
residenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . • . » 18- 19
6. Popolazione presente classificata per famiglie e altre convivenze » 20-21
6. Popolazione presente classificata per sesso, età e stato civile. » 22
7. Pcpolazione presente classificata per luogo di nascita. . . . . 23- 25
8. Stranieri censiti nel Regno . . . . . . . . . . . _ . . . . . » 26- 27
9. Famiglie di nazionalità italiana che parlavano abitualmente
una lingua o un dialetto straniero . _ . _ . . . . . _ . . » 28
10. Popolazione presente classificata per religioLi . . . . . . . . » 29
11. Popolazione presente classificata per professioni o condizioni:
a) Classificazione della popolazione maschile e femminile di
oltre lo anni con distinzione di tal uni principali gruppi
di età, per Categorie e Classi eli professioni o condizioni,
nell' insieme del Regno . . . . . . . • . . . . . . . . » 3°-33
b) Classificazione della popohzione maschile e femminile di
oltre IO anni per Categorie e Classi di professioni o con-
dizioni, nelle singole Regioni . . . . . . . . . . . . . » 34-39
c) Classificazione della popolazione maschile e femminile di
oltre IO anni p2r singole professioni o condizioni, nell'in-
sieme del Regno. . . . . . . . . . . . . . . . . . . » 4°-4 8
d) Confronto sommario fra i risultati dei due ultimi censimcnti
generali. . . . . . . . . . . . . » 49-5 8
e) Proprietari di terreni c <ii fabbricati . . . . . . » 59-60

B - Movimento della popolazione secondo gli atti dello stato civile:


1. Movimento generale . . . . . . . . . . . . . . . . » 61
2. Matrimoni distinti secondo lo stato civile anteriore alle nozze
e secondo l'età dei coniugi . . . . . . . . . . . . . . . . }) 61
3. Nati-vivi e nati-morti divisi per sesso, con distinzione del nu-
mero degli illegittimi e degli esposti. . . . ...... . » 62
4. Morti (esclusi i nati-morti) divisi per sesso, per stato civile e
per età . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . _ . . » 62
5. Dati principali per Regioni, per Provincie e per Comuni più
popolosi. . . . . . . . . . .... » 63-66
(Segue)
IO Territorio e popolazione

c- Emigrazione per l' estero:


C. 1.° -Movimento dell'emigrazione per l'estero, secondo le notizie
raccolte dalla Direzione generale della statistica e del lavoro :
1. Movimento generale. . . . . . . . . . . . . . . . . . Pago 67
2. Emigranti divisi per sesso, per età, secondo che partirono
soli ovvero a gruppi di famiglia e secondo il trimestre
dell' anno in cui partirono . . . • . . . . . . . . . . » 67
3. Emigranti dai 15 anni compiuti in su, divisi per professioni » 67
4. Emigranti divisi secondo le Regioni e le Provincie dalle
quali partirono . . . . . . . . . _ . . . . . . . . . » 68-7 0
5. Emigranti divisi secondo i singoli paesi di destinazione • » 71
C. 2.° - Passeggeri italiani imbarcatisi in porti italiani e in quello
di Le Havre per paesi transoceanici, secondo le notizie raccolte
dal Commissariato dell'emigrazione. . . . . . . . . . . . » 72
C. 3. ° - Passeggeri italiani provenienti da paesi transoceanici, sbar-
cati in porti italiani o rimpatriati per la via di Le Havre, secondo
le notizie raccolte dal Commissariato dell'emigrazione . . . » 73
c. 4.° - Numero degli italiani fuori del Regno . . . . . . . . » 74
Avvertenza. - Non si danno le Tavole di sopravvivenza e vita probabile, non aven-
dosene di più recenti di quelle esposte nell' Annuario statistico del 19II, pago 21.

FONTI.
1. Superficie del Regno d'Italia valutata nel 1884 - Id. Prima Appendice, 1896
Id. Seconda Appendice, 1896 - Id. Terza Appendice, 1901 - Pubblicazioni dell'Istituto
geografico militare.
2. Superficie territoriale e superficie agraria e forestale dei Comuni del Regno
d'Italia al l° gennaio 1913 - Pubblicazione della Direzione generale della statistica
e del lavoro (Ufficio di statistica agraria).
3. Censimento della popolazione del Regno d'Italia al 31 dicembre 1861 - Id. al
31 dicembre 1871 - Id. al 31 dicembre 1881 - Id. al IO febbraio 1901 - Id. al IO giu-
gno 1911 - Pubblicazioni della Direzione generale della statistica e del lavoro (a).
4. Movimento della popolazione secondo gli atti dello stato civile - Pubblicazione
annuale della Direzione generale della statistica e del lavoro (b).
5. Statistica della emigrazione italiana per l'estero - Pubblicazione biennale della
Direzione generale della statistica e del lavoro (c).
6. Bollettino dell' emigrazione - Pubblicazione del Ministero degli affari esteri
(Commissariato dell' emigrazione) .
(a) I risultati del censimento demografico del IgII sono consegnati nei seguenti
volumi, gli ultimi tre dei quali erano in corso di stampa quando il presente capitolo fu
liberato:
Tabella della popolazione residente o legale e della popolazione presente o di fatto censita
nei singoli Comuni del Regno alla mezzanotte dal IO all'II giugno I9II, annessa al R. De-
creto 5 dicembre 1912, nO 1333, inserito nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 1912. (Le
cifre della popolazione di alcuni Conuni deUe Provitlcie di Aquila, Chieti e Firenze.
portate da questa tabella, furono rettificate col R. Decreto 13 agosto 1914, n. 933, in-
serito nella Gazzetta Uffic'iale dell'8 settembre stesso anno).
VoI. L popolazione presente (di fatto), popolazione temporaneamente assente e popola-
zione residente (legale). - Assenti temporaneamente dalle rispettive famiglie, classificati se-
condo il luogo dov' erano alla data del censimento. - Popolazione presente e popolazione
residente dei M andamenti amministrativi. - Variazioni avvenute nelle circoscrizioni ammi-
nistrative posteriormente alla data del censimento.
VoI. II. Popolazione presente classificata p~r sesso, età, stato civile e istruzione.
VoI. III. L'rtlfabetismo della popolazione presente.
VoI. IV. Popolazione presente, di età superiore a dieci anni, classificata per sesso e
per professione o condizione.
VoI. V. Popolazione presente, di età superiore a dieci anni, classificata per sesso, età
e professione o condùione.
VoI. VI. Popolaàone presente classificata per sesso, età. religione e professione o condi.
zione; - per luogo di nascita, sesso ed età. - Proprietari di beni immob~h. - Ciechi. sor-
domuti - popolazione di età superiore a 90 anni. - Stranieri. - Fa.miglie. - Convivenze
non familiari. - I didmi.
VoI. VII. Relazione generale, corredata di numerose tavole.
(b) La statistica sommaria per l'anno 1913 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
del 16 novembre 1914.
(c) La statistica sommaria p~r l'autlo 1913 fu pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
del 25 giugno 1914; c quella per l'anno 1914 r..c1la Gazzetta Ufficiale del 30 luglio 1915.
1
Territorio e popolazione II

A. TERRITORIO E STATO DELLA POPOLAZ IONE.


1. Circoscrizioni amministrative (a).
(5 i t u a z i o n e al lO gennaio 19 1 5)·

Provincie,
Numero
dei Circondari
Numero Numero
dei Provinc1,'e, I dei Num",
Circondari
NUllluo Numero
dei
dispoçte o Distrettj Manda- dei disposte o Distretti Manda-
(c) dei
per menti per (c) mmti
Regioni
CirclJn· I Di-
ammini· Comuni
strativi
Regioni
Icircon'l Dj.
Iammini- Comuni
str(ltiv~
(b) dari stretti (d) (e) (b) dari stretti I (d) (e)

Alessandria 67 343 Ancona 14 51


Cuneo. 64 26:\ Ascoli Piceno 1:\ il
Novara. 51 441 Macerata. 15 5tì
Torino Hl 442 Pesaro e Urbino. 14 7 -l
Piemonte. 21 26 3 I 489 Marche 7 56 254
Genova. 47 19H Perugia - Umbria 6 31 152
Porto Maurizio • 2 14 107
Roma Lazio (I) 55 228
Liguria. 7 61 305
Aquila degli Abruzzi. :\:.! l:\:.!
Bergamo. :\ 19 :106 Campobasso :\0 \:\5
Brescia. 5 25 280 Chieti ~(j l:!O
Como. 3 27 511 Teramo ,6
In
Cremona :l 14 l:lil
Mantova 11 15 68 Abruzzi e Molise 12 106 4 63
Milano il9 310 Avellino. :\4 128
Pavia. 34 221 Beneverlto . :!() 74
Sondrio. 8 7H Caserta. 41 191
Lombardia. 24 II 181 I 907 Napoli • 42 'il
Salerno. 4:.! lf,ll
Belluno :\ Il 66
Campania 19 623
Padova. H lO 104 179
Rovigo. 6 !J 63 Bari delle Puglie. il :\7 r):~

Treviso. 8 11 96 Foggia. a 2~ ii4


Udine .• Il 1H l71l Lecce 4 4:.! t:l4
Venezia. (j 11 50 Puglie. IO 107 24 1
Verona. II 1:\ 113
Vicenza. !) 14 127 Potenza - Basilicata 4 45 126
Veneto. 60 95 798 Catanzaro. 4 :\7 1[)4
Cosenza. . ••. 4 4:J l[):\
Bologna. III 61 Reggio di Calabria. :: ~H 101l
Ferrara. lO 21
Forli B 13 41 Calabrie . II 108 4 15
Modena. :l 21 45 Caltanissetta . :\ 20 21l
Parma .• :{ 21 50 Catania 4 :\4 ():~
Piacenza 2 18 47 Girgenti. :\ 24 4\
Ravenna •• •. :l 12 Hl Messina 4 21l 101
Reggio nell'Emilia. 2 19 45 Palermo. 4 ::;, 76
Emilia. 22 133 3 28 Siracusa :\ 2:! :l~
Trapani :\ 15 20
Arezzo 1 12 40
Firenze: 4 al 77
Sicilia. 24 179 3 62
Grosseto. l 11 20 Cagliari 5H 256
Livorno. 2 5 9 Sassari. :\4 107
Lucca .• 1 13 28
Massa e C~r;a;a·. :;
Sardegna. 9 92 36 3
14 :15
Pisa. 2 15 42 71
Siena.
REGNO (89 PROVINCIE) 205 1 805 8341
2 13 36
Toscana. 16 II4 287 276

(a) Vedasi, a pago IO, il nO 3 delle Fonti.


(b) Alcune Provincie soglionsi indicare, in omaggio a tradizioni storiche, anche con denominazioni diverse da
quelle dei rispettivi capoluoghi; le citiamo qui appresso sotto le antiche loro denominazioni, nell'ordine in cui
figuravano nelle pubblicazioni statistiche dei primordii del Regno, ponendo a fianco di ciascuna di esse, tra
parentesi, il nome del rispettivo capoluogo: Abruzzo Citeriore (Chieti),Abruzzo Ulteriore I (Teramo), Abruzzo
Ulteriore Il (Aquila), BasiliCata (Potenza), Calabria Citeriore (Cosenza), Calabria Ulteriore I(Reggio), Calabria Ulte-
riore Il (Catanzaro), CaPitanata (Foggia), Molise (Campobasso), PrinciPato Citeriore (Salerno), Principato Ulteriore
(Avellino), Terra di Bari (Bari), Terra di Lavoro (Caserta), Terra d'Otranto (Lecce), Umbria (Perugia).
Le Regioni sono circoscrizioni che non hanno alcun carattere legale: corrispondono generalmente alle antiche
divisioni politiche d'Italia o si riattaccano a tradizioni storiche. Nelle pubblicazioni statistiche esse vengono di solito
chiamate « Compartimenti », e con tale denominazione furono anche indicate nell'A nnuario statistz'co. Dopo la pub-
blicazione di quello del 191I, abbiamo creduto conveniente di attenerci costantemente alla denominazione di (( Regione »
allorchè non trattalii di circoscrizioni compartimentali propriamente dette, quali, ad esempio, i Compartimenti ferro-
viari, telegrafici, telefonici, marittimi, catastali, ecc. (vedasi anche la nota f).
(c) Compresi quelli ai quali dà il nome il Comune capoluogo della provincia.
E da avvertire che i 71 Distretti ancora mantenuti nelle Provincie Venete ed in quella di Mantova sono tutti
posti sotto l'amministrazione delle rispettive Prefetture.
(dI I Mandamenti amministrativi non corrispondono più (come anteriormente alla emanazione del R. D. 9 no-
vembre 1891, n. 669) ai Mandamenti giudiziari, ossia alle circoscrizioni delle Preture, le quali sono 1535. (Vedasi il
capitolo GiustIzia).
(e) Alla data dell'ultimo censimento vale a dire al IO giugno 19II (vedansi le tabelle annesse al R. D. 5 dicem-
bre 1912, n. 1333, e il prospetto della pago 3 dell'Annuario statistico del 19II) il numero dei Comuni era di 8323.
Da quel giorno a tutto l'anno 19II furono costituiti 2 comuni: Conca Casale (Campobasso) e Pontecagnano-Faiano
(Salerno); nell'anno 1912 ne furono costituiti 3: Gravellona Toce (Novara), Borsano (Milano) e San Nicola Arcella
(Cosenza); nel 1913, II: Granze (Padova), Agliana (Firenze), Porcari (Lucca), Castelsantangelo, Porto Civitanova. e
Ussita (Macerata), Villa Celiera (Teramo), Ponte (Benevento), Terzigno (Napoli), Santa Cesarea (Lecce) e Calciano
(Potenza), e nel 1914, 2: Forte de' Marmi (Lucca) e Pagliara (Messina). Il numero totale dei Comuni del Regno è
venuto quindi cosi variando d'anno in anno, dal censimento del 19II in poi: l° gennaio 1912, S325, l° gennaio 1913,
8328" l° gennaio 1914, ·8339, l° gennaio 1915, 8341.
E da ricordare che non sono erette a Comune nè dipendono da alcun Comune le isole di Tremiti (Foggia).
(j) Incominciando dal presente Annuario si è adottata. conformemente alla maggior parte delle pubhlicazioni ufo
ficiali, per indicare la Regione di Roma, la denominazione « Lazio », sebbene questo non comprendesse che la mi-
nore parte dell 'attuale Provincia di Roma.
I2 Territorio e popolazione
2. SuperUcie geograflca(a).
(Acque interne comprese e ridotta al livello del mare).

Super fide geollrafica Provincie Superficie qeografica


Provinct"e
e Provincia Comune e Provincia Comune
Capoluogo Capoluogo
Regioni Regioni
Chilo quad.· Chilo quad. Chilo quad. Chil. quad.
Alessandria . 5 078.86 1 037.70 107.47
Cuneo* . 7 434.87 2 085.16 150.32
Novara. 6 601. 62 2 773.13 !l2.06
Torino* . lO 240.30 2 S04.S0 64.18

Piemonte 29 355. 6 5 Marche 9 69 0 • 88

9 767 14
Genova. 4 098.01
Porto Maurizio** l lS2.17 Roma**** - Lazio 12 082.72

Liguria 5 280.18 Aquila degli Abruzzi*** . 6 4"S .21 144.00


Campobasso. 4 3S3.33 55.77
Chieti . 2 058.96 ii4.00
Bergamo* . 2 788.83 26.40 Teramo. 2 745.30 141.4!l
Brescia* . 4 721.!l7 74.46
Como* 2 861. 46 21.47 Abruzzi e Molise. 16 545.80
Cremona* . l 775 56 12.7!l
Mantova* . 2 33!l.3B 7.71
Milano* .• 3 163.2~ 75.03 Avellino 3.018.35 34.01
Pavia* • • . :\ :\3ii.6:\ 31.87 Benevento. 2.122.87 126.!l7
Sondrio**** . 3 1!l3.!l2 20.4!l Caserta** 5.268.72 40.41
Napoli* . !lOS.45 60.55
Lombardia. 24 179.9 8 Salerno** . 4 !l43.77 58.38

Campania 16 262.16
Belluno**** . 3 305.3H 147.25
Padova* 2 140.73 93.16 Bari delle l'uglie** 5 305.04 73.84
Rovigo**** 1 771. 25 23.52 Foggia** 6 951.1!l 508.27
Treviso* 2 476.58 GO Oii Lecce*** 6 852.05 237.34
Udine**** . 6 G70.H 56.64
Venezia**** . 2 444.36 106.1S Puglie. 19 108.28
Verona* . 3 071.20 iJ2.S!l
Vicenza* 2 73·L!l5 80.46 Potenza** - Basilicata 9 9 87.43 173.97
Veneto. 24 51 4. 60 Catanzaro. 5 270.26 nO.!l7
Cosenza . . . . . . 6 646.77 40.73
Reggio di Calabria 3 1ii7.52 84.44
Bologna :"I 705.50 116.42
Ferrara. 2 640.18 405.25 Calabrie .
Forlì*** . 15 074.55
1 89~.81 227.94
Modena* 2 f,!l7.40 1i':\.71
Parma . :\ 2M.3!) 7.(ii' Caltanissetta 3 293.86 420.92
Piacenza 2 ;,0;).46 4.!)1 Catania*** 4 037.91 176.27
Ravennna . • . . . . 1 852.00 646.84 Girgenti 3 043.65 332.34
Reggio nell'Emilia* • 22!l1.34 231.55 Messina. 3 24S.95 207.02
Palermo"*; 4 n02.31 161.30'
Emilia. 20 833.08 Siracusa. 3 712.;,3 242.71
Trapani. 2 50S.81 286.S5

Arezzo . :"I 302.39 3i'4.44 Sicilia . 25 738.02


Firenze. G 858.77 61.84
Grosseto. 4. 4!l6.00 476.2:\ Cagliari**. 13 H5.22 69.63
Livorno. 34:\.41 9!).06 Sassari** lO 674.\)5 606.07
Lucca . . . . . .
l~~:~;, I
1 436.82
:\Iassa e Carrara* • 1 7Sl. 52 Sardegna 24 090 . 1 7
Pisa. :I 060 26
lK4 51
Siena. 3 811.56
~7.(i0 l
I

Toscana. 24 099.73 REGNO. 286 610.37

(a) Le cifre della superficie date in quest' Annuario sono state de3unte dalla speciale pubblicazione fatta nel 1913
dall'Ufficio di statistica agraria presso la Direzione generale della statistica e del lavoro (vedasi a pago IO il nO 2 delle
Fonti). Esse differiscono lievemente da quelle esposte in volumi precedenti dell' Annuario statistico, e che riproduce-
vano, per quanto riguarda il Regno considerato nel suo insieme e nelle Elle divisioni naturali, i risultati della speciale
rilevazione fatta dall'Istituto geografico militare negli anni 1884'1886, la quale dava un totale complessivo di chi-
lometri quadrati 286.682,21 (vedasi a pago IO il nO I delle FonN), e per quanto riguarda le maggiori circoscri-
zioni amministrative (Circondari o Distretti, e Provincie) i risultati della valutazione eseguita dalla Direzione gene-
rale della statistica, partendo dalla totale superficie guindicata, col procedimento del quale è fatto cenno a pago I2
dell' Annllario statistico del 1912, e che è più particolarmente spiegato a pago 49-51 dell'Annuario statistico 1905-1907.
L'Ufficio di statistica agraria ha ricorso per il suo lavoro, che è stato fatto Comune per Comune ed i cui risultati
furono poi totalizzati per Provincie: IO al nuovo catasto geometrico, 2° agli antichi catasti geometrici, 3° alle carte
topografiche dell'Istituto geografico militare. Ha ricorso alla prima fonte per le 18 provincie che nel prospetto sono
contraddistinte da un asterisco, nelle quali il nuovo catasto è già ultimato, per le 9 contraddistinte da due asterischi,
nelle quali il catasto è allo stato di pubblicazione, e per le 4 contraddistinte da tre asterischi, nelle quali il catasto
è allo stato di formazione: ha ricorso alla seconda fonte per le IO Provincie contraddistinte da quattro asterischi, e alla
terza fonte per le rimanenti 28 Provincie del Regno. Ampi ragguagli sul procedimr.nto seguito dall'Ufficio di statistica
agraria sono dati nella suindicata sua pubblicazione, citata al nO. 2 delle Fonti..
I dati delle 18 Provincie a catasto ultimato possono riguardarsi eome definitivi; que11i delle altre Provincie presen-
tano un diverso grado di approssimazione, che va decrescendo secondo l'ordine delle Fonti alle quali si è ricorso.
T erritorio e popolazione I3

3. Popolazione e suo aumento.


a). Popolazione e suo aumento nell'insieme del Regno.
Popolazione secondo i censimenti effettuati dalla costituzione del Regno in poi (a).
_ _ _ _ o
Popolazione A.umento dall'uno all' altro censimento
presente (di tatto) della popolazio1le presente (di tal/Q)
residente della
Cens'imenti
per popolazio1le medio medio ali/iliO
chilo- aritm,t~co
(b) totale complessivo
metro residente pEr
quadrato annuo 1000 abitanti

1. 1862 (1 ° gennaio). 25 000 000 (c) 87.2 1 801 154 180115 7.2
II. 1872 Id. 26 801 154 93.5
28953480 28459 828 1 658 474 185847 8.2
III. 1882 Id. 99.3 4 012 024 4 015 825 210 018 7.4
IV. 1901 (10 febbraio) 32965504 32 475 253 113.3 2 879544 2 198 124 212453 8.5
V. 1911 (10 giugno) • 35 845 048 34871 377 120.9

Popolazione presente (di fatto), calcolata per il princiPio e per la metà di ogni anno,
dal IO genna'l'o 1901 'l'n poi (d).
popolazione presente (di fattoì Aumento della popolazione
allO gennaiO
A nn~'
alla
per assoluto p,r 1000 abitanti
totale chilometro metà dell'anno
quadrato

1901 32 447 474 113.2 32 530 955 166 96~1 ii.l


1902 • il2 614 437 11:1.8 32 699 510 170 146 5.2
1903 . 32 784 583 114.4 32 839 50U 10U H52 :1. I
1904 • 32 894 435 111.7 :3:1 016 2:14 24:\ 59H 7.1.
1905 • 33 138 033 115.6 B3 19:1 2HU 110 512 ,).,)

1908 • 33 248 545 116.0 B3 B25 098 15:\ 105 .j '(i


1907. 33 401 650 116 . .5 3:{ 514 702 226 10:\ 6.8
1908. 33 627 75B 117.3 B:\ 826 6H8 i120 587 9.;";
1909 • 33 948 340 118.4 il4 077 068 257 455 7.G
1910 • 34 205 7(J5 i1.9.:1 34 '376 (ilO :\41 62(J 10.0
1911 34 547 424 120 • .5 .'14 G88 814 26(; ;;.51 7.7
1912. 34 81.1 97;'; 121.4 3.; 026 48fi 42;) 022 1') .)
1913 • 35 2.'/8 997 122.9 3;; 418 .191 338 787 10.2
1914 • 35 597 784 124.2

(a) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti. Per dati anteriori alla costituzione del Regno, vedasi l'Annuario,
statistico del 1912, pago 13, in cui sono esposti in forma sommaria, e l'Annuario statistico del 1887-88, pago 152-153
in cui sono esposti in forma analitica, coll'indicazione delle fonti d'onde furono tratti.
(11) A differenza di quanto erasi fatto in occasione dei censimenti precedenti, per quelli del 1882, del 1901 e
del 19II fu dichiarata legale la popolazione residente, la quale viene determinata, per ciascun Comune, sommando il
numero dei presenl%' con dimora abituale col numero degli assenti temporaneamente; è però da avvertire che per la
tassativa disposizione della legge che ordinava il censimento della popolazione al IO giugno 19II erano da ritenersi
come assenti temporaneamente soltanto coloro che si presumeva dovessero far ritorno al Comune di residenza entro
l'anno stesso, mentre nel censimento al IO febbraio 1901 e nel censimento al l° gennaio 1882 non fu stabilito alcun
termine alla presunzione del ritorno. Sulle circostanze che concorrono a spiegare, pei singoli censimenti, la diffe-
renza fra il totale generale della popolazione residente ed il totale generale della popolazione presente, vedansi le
osservazioni fatte a pago 51 dell'Annuario statistico 1905-19°7.
(c) Le cifre del censimento del 1862 sono state integrate coll'aggiunta della popolazione calcolata per il Veneto
e Roma: la popolazione nel 1862, senza il Veneto e Roma, risultò di 21,777,334 abitanti.
(Il) La popolazione presumibilmente presente nel Regno all'inizio dell'anno 1901, vale a dire 40 giorni prima della
data del IV censimento generale (che fu effettuato il IO febbraio), fu determinata col dedurre dalla popolazione
di fatto accertata col detto censimento il numero dei nati in quei 40 giorni, e coll'aggiungervi invece il numero dei
morti nel periodo stesso, non compresi i bambini che nati in esso periodo morirono prima del suo termine.
Dal 1901, la popolazione presumibilmente presente negli anni posteriori ad ogni censimento e fino ad un censi-
mento successivo si calcola nella statistica del Movimento della popolazione (vedasi a pago IO il nO 4 delle Fonti), separa-
tamente per ciascuna Provincia, partendo dalla popolazione di fatto censita e annualmente aggiungendo i nati, e gli
iscritti nei registri comunali di popolazione come immigrati da altri Comuni del Regno o dall'estero; e sottraendo i
morti, e i cancellati dai registri medesimi perchè emigrati a tempo indefinito in altri Comuni del Regno o all'estero.
Il calcolo fatto con tale procedimento, partendo dal censimento al IO febbraio 1901, per gli anni 1902-19II dava
per il IO giugno 19II in 25 provincie una popolazione inferiore e in 44 una popolazione superiore a quella risultata
dal censimento generale eseguito in quello stesso giorno, e, per il Regno considerato nel suo insieme, la popolazione
ottenuta dalla addizione delle cifre delle 69 provincie risultava superiore di 423,127 ab. a quella censita. Le differenze,
dovute principalmente alle grandi difficoltà che incontrano i Comuni per tenere esatto conto del movimento dislo-
cativo della popolazione, furono eliminate mediante un calcolo di rettifica del cui procedimento fu data spiegazione
nell'Annuario statistico del 1912 (pag. 14, nota b); cosicchè le cifre di popolazione fino allO gennaio 1911 qui ripor-
tate sono da riguardarsi come definitive, ogni riserva fatta circa il loro maggiore o minore grado di approssi-
mazione alla verità. Le cifre risultanti dal calcolo fatto partendo dal censimento al IO giugno 191I sono invece quelle
gregge, e sono da riguardarsi come provvisorie, poichè dovranno, in processo di tempo, venire rettificate in con-
formità dei risultati che si avranno da un nuovo censimento (le scriviamo pertanto in caratteri corsivi).
. Tengasi poi presente che coi metodi di calcolo suaccennati furono determinate la popolazione al chiudersi di
ctascun anno; e, eccezionalmente, quella alla metà delll'anno I9II, vale a dire quando erano trascorsi pochi giorni
dall'ultimo censimento generale, che segui il IO giugno; le altre cifre della popolazione a metà dei singoli anni
furono invece determinate, per ciascun anno, col noto procedimento della semisomma delle cifre della popolazione
calcolata per il l0 gennaio dell'anno stesso e per il l° gennaio dell'anno successivo.
T erritorio e popolazione
b). Popolazione e suo aumento nelle Provincie e nelle Regioni

Popolazione presente (di fatto) (a).

assoluta A umento (o diminuzione)


per
Popola-
per 1000 abitanti
calcolata posteriormente al censimento chilometro
Provincie zione
residente
I a princiPio d'anno a metà
d'anno
quadrato (b) annuo medio
aritmetico
e censita I
censita fra il
dal nel
al al Popola· censimento
Regioni Popola· Popo!a· al al al IO giu.- solo
.! zione IO febbraio
~
c
10 giugno 10 giugno zione
al
zione
al
alla IO l°
ld il
I gno 19II
1901
a anno
~ 1911
1911 l° gennat'o l° gennaio
metà giugno gennaio censimento tutto 19 1 3
~ (a)
dell'anno al
IO giugno l'anno
;: 19 1 3 19 14 19 I I 1914
~
!i!; 19 13 19 11
19 1 3
I I (c)

Alessandria H07 fi9fi 809 212 814 655 811 934 159.0 160.4 0.5 3.4 6.7
Hl!l 9721
Cuneo. (i7:\ 7:10 646 71!l tiD.! 500 fi5!l 105 fif)ti 802 87.0 88.7 1.3 7.;) 7.0
:\ Novara 781 [,2H 75fi :\2fi 75!l 630 7tH 6!m 7fiO fi62 111.6 115.1 1.7 2.8 2.7
4 Torino. 1 22fi OflO l 21:\ 70!l l 229 169 237 505 1 2:1:1 3:37 11/).5 120.8 7'7 7.7 6.8
Piemonte 3 501 2801 3 424 450 3 452 SII 3 472 95 8 3 4 62 735 110.7 118.3 :1.1 5 ..) 5.9
Genova 041 78til OflO 052 070 !I·W l 091i 441 l 083 1!l1 256.2 267 . .'1 11.9 16.0 22.9
l'orlo Maurizio. 155 000 H717!l 147 330 148 574 147 !l54 124.5 125.7 2.9 .'1.7 8.4
Liguria I 196 786! I 197 231 I 218 275 I 244 015 I 231 145 220.7 235.0 10.8 1;;.3 2i.1
Bergamo. [,:W 4!l1 011 2:\7 523 !lll 531 ua 527 012 18.'1.:1 i90.4 iO.9 15.2 i3.7
Brescia. (i]0 447 Miti 411 ii08 22!l 611 n5 60!) !l82 120.3 i29.6 10.1 10.0 5.8
Como (i50 !l7fi tilti 212 625 !l m,; ti2!l !lti4 627 !l66 2i;; • .'] 220.2 6.0 8.7 . 6.4
Cremona. :1[,:\ m!l :\40 74!l :150 41!l :\51 266 B50 842 19a.4 107.8 6 " 2.8 2.4
Mantova. :1[,:\ OO(i1 :14!l 048 :~5:J '277 3[,6 ] 16 354 6!l7 119.2 i.12.2 11.5 7.9 8.0
Milano 742 7fi4 726 548 77B 5~a 005 4ti6 l 792 4!l5 545.8 570.8 lU.i 17.8 14.7
Pavia [,17 [i8!l1 512 :140 512 803 f,12 525 512 664 L53.0 i53.7 3.0 0.1 0.5
Sondri~ HO 6421 12!l !l28 1:11 !l2!l 1:1:3 300 132 614 10.7 li.7 .'J.l 10.i iO.4

Lombardia. 4 9 08 494 4 790 473 4 886 059 4 93 1 4 8 5 4 9 08 772 lU8.i 203.9 11.5 11.5 9.3
Belluno 2:\5 :\28 1 !l2 7!l:l 197 645 200 331 1!l8 !l88 58.3 00.6 0.0 i3.3 i3.6
Padova 028 970 [,Hl H[i8 532 130 541 206 536 660 242.6 25:!.!:ì 11.6 i6.4 17.1
Rovigo. 2ti1 771 257 723 261 441 264 644 263 04:\ 115.5 119.4 15.6 10.5 12.3
Treviso 50ti Hil 491 166 505 407 513 617 509 512 198.3 207.4 i8.5 17.8 i6.2
Udine 726 445 628 081 648 825 ti60 Ull 654 50:l 95.0 iOO.5 5.8 20.0 17.5
Venezia 4ti7 157 4fi(i 752 478 035 486 5!l!! 482 :117 i91.0 199.1 i5./) 16.6 17.9
Verona. 406 274 475 04!l 483 645 488 866 40(i 255 i54.7 i;;9.2 i2.0 1i.4 10.8
Vicenza 520 2:\3 4!l64:18 504 74!l 510 0!l2 507 421 181.5 186.5 iO.5 iO.7 iO.a

Veneto. 3 734 34 11 3 527 360 3 6II 877 3 665 53 6 3 63 8 707 14.1 •.9 1·10.5 i2.i i5.3 14.9
Bologna 586 0821 577 72!l ;,88 888 5!l4 or,8 591 473 i52.2 i56.5 U.2 il. O 8.8
i21.,1
~6~ ~6~ I ~~{ ~~~
Ferrara 315 028 a20 418 :117 723 i16.6 i2.9 i5.8 17.1

6
7
Forli.
Moden~
Parma.
Piacenza.
Ravenna . . • . .
:In,
332
272
247
"'I
111
061
602
,,:I
326 0["
163
256 233
248 :156
307
:\61
3B2
260
252
870
66!l
341
611
262
alO
a67
B:l4
262
25:1
764
344
452
057
!l83
:\09
364
333
261
253
317
507
397
334
122
i5U.3
i35.9
100.1
102.3
131.1
lM.3
141.4
i02.6
101.0
i37.i
7.1
il.4
iO.5
4.4
5.3
i2.i
15.8
9.9
8.9
8.8
9.4
15.7
6.4
5.5
6.8
8 Reggio nel1'Emilia :318 6581 310 :1:\7 :116 728 321 057 B18 892 i35.4 i40.1 12.6 13.5 13.7

Emilia. 2 740 316 2 681 201 2 735 397 2 764 133 2 749 765 128.7 132.7 9.3 i2.i 10.5
Arezzo. 2!l2 070 283 663 286 405 288 778 287 5!l1 85.9 87.4 4.3 7.0 8.3
2 Firenze (il) : 009 947 99!l 432 l 011 848 1 01!l 023 015 440 170.6 173.9 6 ') 7.7 7.i
3 Grosseto. 148 122 146 634 150 905 152 !l63 151 934 32.6 34.0 1.3 i6.8 i3.6
4 Livorno 133 1!l7 135 765 1B7 547 138 700 138 123 395.3 403.Y 9.3 8.4 8.4
5 Lucca :lil9 874 333 011 338 369 342 051 340 210 231.8 238.i 4.i iO.6 10.9
6 M assa e Carrara. 221 860 212 430 :l1!l 44!l 222 763 221 106 1i9.2 125.0 8.3 i9.0 i5.1
Pisa. 346 55!l 342 250 346 107 348 750 347 429 11i.5 113.6 6.5 7.4 7.6
Siena 244 724 241 530 24:3 222 243 626 243 424 63.4 63.9 3.2 .'1.4 i.7

Toscana (d). 2 736 353 2 694 7 15 2 733 852 2 756 654 2 745 257 1i1.8 114.4 5.5 9.0 8.3

(a) Circa la popolazione censita, vedansi le pubblicazioni citate, a pago IO, al nO 3 delle Fonti; circa la popolazione calcolata,
vedasi la nota d, pagina precedente.
(b) Per le cifre della superficie geografica delle Provincie e delle Regioni, vedasi il prospetto a pago 12.
(c) Si dà qui l'aumento proporzionale della popolazione annuo medio, anzichè quello verificatosi nell' intero periodo corso fra
i censimenti del 1901 e del 191I (IO anni e 4 mesi), per consentirne il confronto con gli aumenti avvenuti fra i censimenti del 1882
e del 1901 (19 anni e 40 giorni) e fra i censimenti del 1872 e del 1882 (IO anni), i quali aumenti, analogamente calcolati, sono
esposti nel capitolo Superficie e popolazione dell'Annuario statistico I90S·I907.
Avvertasi, per quanto riguarda i quozienti d'aumento dati nel presente prospetto, che siccome il periodo corso fra i due ultimi
censimenti è di IO anni e 4 mesi, l'aumento per mille abitanti annuo medz'o , corrisponde quasi esattamente all'aumento per cento
abitanti nell'intero detto periodo di tempo.
(Le note seguono a pagina IS).
T erritorio e popolazione 15
Segue - Popolazione e suo aumento nelle Provincie e nelle Regioni.

Popolazione presente (di tatto) (a)

Assoluta Aum~nto (o diminuzione)


per
Popola- -----:------- per 1000 abitanti
calcolata posteriormente al censimento chilometro
Provincie z'ione
quadrato (hl annuo medio
residente a princiPio d'anno antmetico
censita
e censita
al al Popola.
Popola, Popola. al
Regioni zione
10 giugno 10 giugno zione zione IO
al alla
al
1911 1911 metà giugna
l° gennaio l° gennaio
(a) dell'atlno II
19 1 3 19 1 4
19 13 l I9

319 709 1 325 887 :329 074 327 481 l(j:;.O L(j9 . .'! ,).Ii Il.1 !I.t>
Ancona • . • . . 328 728'1
267 199 253 635 256 787 258 805 2m 796 l:! 1 .(i 1:!1.1 :1.:1 ,~.() 7.!J
Ascoli Piceno. •
:\1acerata . . • • 272 719, 258 393 1
261 640 263 504 262 572 !U.:! !i,).!) O.! ì.7 7.1
261 516 264 233 2{jf, 5ti6 264 1109 !1O.:1 1)1. i .:!.!! li. 1 .).1
Pesaro e Urbino. 276 359i
Marche. I 145 005' I 093 253. 108 547 rr6 969 I 1I2 758 Il:! .8 :1.0 S." 7.(j
I
696 612 703 802 700 207 70.:1 7:!.1 2.8 !).8 11). ::
Perugia - Umbria. 712 7781 686 596

Roma - Lazio. . 306 514 I 302 423 I 338 382 I 361 337 I 349 859 107.8 11:! .7 8.,) lì. i l:!.:!

456 931 407 005 413 28:3 417 3tì9 4Hi 326 (i:I.O lil.U :l.,) i).i) !!.!)
Aqlliladegli Abruzzi
Campobasso. . . . 390 135 349 618 351 445 3f,2 408 351 926 7i).8 80.1 l.;) :;.1 'l.7
400 546 366 5i.H 372 083 37fi !)53 373 814 1:!:1.!) f:!(i.!) 1.1 !i.,) 11.:1
Chieti (d) • • • . •
Teramo • . . . . . 327 463 307 490 312 040 314 250 :113 l4G U:!.O 111.;) O.lil S,Ii 7.1

Abruzzi e Molise (d) I 430 697 I 448 851 I 459 580 I 454 2II 88.2 0.7 7. !J 7.1
I 575 0751
425 334 396 581 401 504 405 241 403 372 1::1.,1 1,'H.:1 1.1 8. ;) !) .::
Avellino ••
Benevento. 272 121 2M 726 258 894 21i! [,fii.; 260 2:n 1:!0. o l:!.~.:! 0.7 lO.,) IO.::
Caserta. 829 705 ' 791 616 797 182 804 384 800 783 1,)O.:! i.)2.7 O.S (i.:: !i.O
Napoli .• 1 :309 361 1 310 785 1 324 871 1 342 !)04 1 33:3 688 iIi2.!! 1177.8 J:J •.~ !I.l J:: •."J
Salerno. 588 489 558 282 560 555 5ti4 127 562 341 112.U 111.1 1.0 /.1 (j.1

Campania. 3 425 010 3 3 II 990 3 343 006 3 377 8 2 4 3 360 4 15 20.~. i :!07.7 l.(j 10.1

Bari delle Puglie • 918 5:39 891 624 908 357 920 451 914 404 1(j8.1 17.L) 7.,) j:! .(j J.'f.3
Foggia 474 736 467 020 473 324 477 G4f, 475 4:lG (ii .:! (jS.' !J.;'; 8 ...... .'l.i)
Lecce 778 229 771 507 789 318 ti03 245 7116 281 1 l:! .(j 117.2 s.!! 11;.1 ;).0

Puglie.. 2 171 504 2 130 151 2 170 999 2 201 241 2 186 120 111.;) Il.) ,2 8.1 M.O 1:; .i)

Potenza - Basilicata. 481 953 481 262 .f7 .;j /8.:1 :I.,~ 2.9
485 9 II 474 021 I 480 571
Catanzaro . . • . • 532 7251 483 2rJ51 493 565 498 174 4!JG 870 [il.7 f)·i.:; 1.1 1'! .1 i) • .'J
Cosenza.. . .• 522 620 474 001 480 723 486 430 483 576 71.:: 73.:! 1.8 iO.:! lL!J
Reggio di Calabria. 470 400 444 9151 456 066 462 169 451l 118 UV.i) l1(i . .f (e) ::.7 i;).l 1:1.1

Calabrie I 525 745 I 402 151 I I 430 354 I 446 773 I 438 564 f).'J.O O(j.O (e) :!.:J 12,1 11.5

Caltanissetta 355 868 342 557[ 347 517 348 761 34H 131l 10l.V 10.).1) 1.3 7.1 ,1.1j
808 796 805 624 1t'i).8 lli3.S 11.6 i).7 7.!J
~~~ ~~~ ~~~ !~~ ~~~ ~~~
Catania.
3 Girgenti. I
403 342 402 122 l:!!) l 1:12,;', ;).8 i).,) (j.l
4 Messina. 545 974 517 2481 525 717 52!! 6119 527 708 l:;V.:! llj::.O (e)-1.7 !i. cl 7.1i
795 280 1:;i).·} 1;)!).4 1.:: -O.Ii} 0.7
~~~ ~~~ ~~~ ~~~i ~~~ ~~~
5 Palermo. 795 552
6 Siracusa. 493 fi79 490 641 1:!S.1 l'::!.!) 11.1 1:1.8 1:!.0
Trapani 370 562 357 1061 361 190 363 718 :>62 4f)4 11:!.:1 11:;.0 2.!J i.:! 7.0

Sicilia. 3 8II 755 3 672 2581: 3 720 4 89 3 743 447 3 73 1 9 68 112.7 1J.').1 (e) .1.!J i.1i (j.2

Cagliari. 529 862 520 213 527 109 531 919 529 514 .'/8.8 :19.7 7.:: 8.8 9.1
Sassari 338 319 332 194j 336 106 33ti 158 337 132 31.1 .~1.7 7.5 7.0 (j.l

Sardegna. 868 181 852 4071 863 215 870077 866 646 .~5.4 .~(j.l 7.4 8. t 7.f)

REGNO. 845 O4S. 34 871 377135 238 997 35 697784 35418 391 120.9 121.2 (e) (].6 10.1 10.2

(cl) Nelle cifre della popolazione censita (residente e presente) è stato tenuto conto delle rettifiche portate ai risultati del
censimento al IO giugno 19II col R. Decreto 13 agosto 1914, nO 933 (vedasi la nota a, pago IO). Ciò dà ragione delle differenze
che per la Provincia di Firenze e per la Toscana, come pure per la Provincia di Chieti e per gli Abruzzi e Molise le cifre
dell~ popolazione censita esposte in questo prospetto presentano rispetto a quelle che furono esposte nei prospetti analoghi
degli Annuari statistici del 1912 e del 1913; nonchè rispetto a quelle che risultano per le stesse Provincie e Regioni dalle
tabelle ~i classificazione della popolazione per sesso, età, stato civile, ecc.) che figurano nell'Annuario del 19 1 3 e nel presente
Annuano, nelle quali tabelle non fu potuto tener conto delle rettifiche stesse. La popolazione complessiva del Regno non suL l
però modificazione per effetto di quelle rettifiche, le quali si compensano fra loro.
(~) Nel valutare questi risultati sono da tener presenti gli effetti del terremoto calabro-siculo del 28 dicembre 1908, che
causo 77.283 morti delle quali 16.958 in Provincia di Reggio e 60.325 in Provincia di Messina.
I6 T erritorio e popolazione

c). Popolazione e suo aumento nei 69 Comuni capoluoghi di provincia,


e negli altri Comuni che contavano non meno di 30,000 abitanti residenti o presenti
al censimento del IO giugno I9II.

Popolazione presente (di fatto) (b)


Popola- Aumento
(o diminuzione) calcolata posteriormente al censimento
Comuni zione Ira il censimento
censita al IO febbraio 190I
residente a metà
ed il censimento a princitn'o d'anno
(disposti per Regioni) censita al al IO giugno 19II d' anno
al
(a) 10 giugno medio annuo Popola- Popola· Popolazione
10 giugno zione zzone alla metà
aritmetico
1911 1911 assoluto al al
per IOOO l° gennaio l° gennaio
dell' anno
(b) abitant. (c) 19 1 3 1914 19 1 3

Alessandria . • ' . 73 821 7f,7:!1 4 423 6.0 75 887 77 090 76 489


Asti . . 41 252 :39 1i!J:3 l 648 4 '>
Casale 111 onlerraM. 34 151 34 068 2 275 6.9
Cuneo . • . , 29 421 27 470 405 1.4 28 127 28 912 28 519
Novara .. 53 657 54 571 9 323 19.9 56 899 57 321 57 110
Vercelli . 31 926 :\1 903 749 2.3
Torino 415 667 427 106 91 450 2U.4 431:1 426 445 582 442 004
Genova . • . • • . 265 533 272 221 37 511 1;3.5 281 157 292 133 286 645
San Pier d'A rena. 41 802 42 421 7 536 20.fJ
Savona • •. 50 0:,1 50 169 11 814 29.8
Spezia • . • • 68 803 n 5U9 7 987 11.N 76 571 79 586 71:1 078
Porto Maurizio 8 177 7 !l5:3 712 9.6 7 629 7 731 7 680
Bergamo 55 857 55 :306 7 534 1.5.3 56 790 57 678 57 234
Brescia. 82 529 8a aa!l 12 724 17.4 86 694 88 432 87 563
Como, . 43 439 44 la2 [, 237 13.0 45 018 45 506 45 262
Cremona 40 646 40 436 2 743 7.0 41 437 42 033 41 735
Mantova. a2 631 a2 657 3 313 10.9 33 524 34 083 33 803
Milano. 601 194 59\) 200 105 959 20.S 625 288 645 366 635 327
Monza .• 52 659 53 214 10 615 24.1
Pavia. 39 360 39 898 4 451 12,1 39 977 40 266 40 122
Sondrio. 8 862 9 117 94.6 11.2 9 169 9 327 9 248
Belluno. 22 342 20 6,,7 l 940 10.0 21 344 21 829 21 587
Padova •. !J6 118 !J6 230 13 949 16.4 99 679 103 292 101 485
Rovigo. '. 12 150 12 224 l 050 9.1 12 609 12 572 12 590
Treviso •. 40 21!J 41 022 7 035 20.0 42 050 42 741 42 396
Udine . • . 46 916 47 617 9 675 24.7 48 609 48 982 48 796
Venezia .. 108 224 160 7l!J 8 879 5.7 163 375 165 030 164 202
Chioggia. 35 052 35 061 4 498 14,2
Verona . . 84 838 81 L09 7 638 9.9 83 666 84 755 84 210
\ Vicenza, 53 107 54 555 9 778 21.1 55 829 56296 56 063
Bologna .. 172 806 172 628 20 619 13.1 180 857 184 121 182 489
Imola. 35 5n 349tH l 771 5.2 .
Ferrara. 95 721 !J5 212 ]2 902 15.2 97 276 99 972 98 624
Forlì . 45 723 45994 2 286 5.1 47 304 48 176 47 740
Cesena. 46 445 45 599 :{ 359 7.7
Rimini 50 650 50 !l52 7 649 17.1
Modena . . 7l 922 70 923 6 080 9.1 73 388 75 123 74 255
Parma. 50 725 51 910 2 570 5.0 53 136 53 781 53 459
Piacenza 40 391 38 542 2 478 6.6 39 320 39 658 39 489
Ravenna 70 502 71 581 7 550 11.4 72 864 73 393 73 128
Faenza . • • • • 39 908 40 164 206 - 0.5
Reggio nell'Emilia. 70 955 70 41!J 11 929 19.7 72 367 73 509 72 938
r Arezzo 48 170 47 504 3 188 7.0 48 736 49 608 49 172
I Firenze. 224 849 232 860 19 872 9.0 238 051 240 143 239 097
Pistoia .• 70 251 67 502 4 896 7.6 68 542 69 318 68 930
Prato in Toscana. 56 715 56 709 5 256 9.9
Grosseto . . . 11 !l91 12442 l 674 15. o 13 900 14 687 14 294
Livorno . . . 103 723 105 315 6 994 6.9 106 503 107 666 107 084
Lucca • . • • . 75 464 76 160 l 189 1.5 77 453 78 419 77 936
Capannori (d) 43 170 42 a87 401 - 0.9
Massa . . . 30 484 30 830 4 417 16.2 31 858 32 484 32 171
Carrara. 49492 4!J 393 7 296 16.8
Pisa •. 64 503 65 232 3 911 6.2 66 099 66 722 66 411
Siena •. 41 363 41 673 3 008 7.5 42 138 42 389 42 263

(a) I Comuni non capoluoghi di Provincia sono indicati in carattere corsivo, e sono rispettivamente collocati dopo
i Comuni capoluoghi delle Provincie alle quali appartengono.
(b) Circa la popolazione censita, vedansi le pubblicazioni citate, a pago IO, al nO 3 delle Fonti. Circa la popola-
zione calcolata, vedasi la nota d, pago 13: avvertasi però che col procedimento indicato in tale nota non viene calo
colata la popolazione di tutti i singoli Comuni compresi nel presente prospetto, ma soltanto quella dei Comuni capo-
luoghi di provincia e dei Comuni di Spezia, Pistoia, Taranto e Marsala; ciò dà ragione delle lacune che, per quanto
riguarda la popolazione negli anni posteriori al censimento del I9II, presenta questo prospetto.
(c) Vedasi la nota c, pago 14.
(d) Non compresa la frazione Porcari (abitanti residenti 5297, presenti 5263 secondo il censimento al IO giugno 191I),
la quale fu costituita in Comune autonomo, con legge 22 giugno 1913, n. 662.
Territorio e popolazione 17
Segt,e- Popolazione e suo aumento nei 69 Comuni capoluoE:hi di provincia.
e negli altri Comu,.i ch~ contavano non meno di 30,000 abitanti residenti o presenti
al censimento del IO giugno 1911.
Popolazione presente (di fatto) (b)

Popola- Aumento
(o diminuzione) calcolata posteriormente al censimento
Comuni zione censita
fra il censimento
al IO "bbraio IQOI
rHldente ed il cenS1mento a metà
a princiPio d'anno d'a tI n o
(disposti per Regioni) censita al al IO giugno 19 11

(a)
al
10 giugno
10 giugno I
medio annuo
aritmetico
Popola-
zione
Popola-
zione
PopolaziOlle
alla metà
1911 1911
(b)
aSlolllto
Iper 1000
abitanti (c)
al
l0 gennaio
1913
l~
al
gennaio
Igt.j.
del! 'anno
19 1 3

Ancona. 63 471 63 100 6 265 iO.7 65 758 67 195 66 477


Ascoli Piceno :lO 058 30 618 1 736 5.8 31 0~18 :n 684 :lI 361
Macerata 22 631 22 940 156 0.7 2:l 465 2:3 1ì72 2:l 56\1
27 692 27 348 2 245 1i.7 27 8tll 27 800 27 840
Pesaro

Perugia. 66 277 65 805 4 420 7.0 67 530 68 812 68 IiI


Terni. 32 765 :32 939 2 29S 7.3

522 123 542 123 7\1 :380 f6.v 56:,l 247 :'76 435 36~) 341
Lazio - Roma

754 3.4 21 871 21 78i 21 82\l


~
'O-;'
... \ Aquila degli Abruzzi 21 724 21 942
15 048
Campobasso. . . . 16 579 14 361 669 4.3 14 888 15 20tl
:: l Chieti . . . . . . . 26 897 25 477 891 3.3 26 137 26 452 26
24
295
724
~ r Teramo . . . . . . 25 B60 24 312 251 i.O 24 610 24 8a8
~ 24 049 23 9i6
Avellino. 23 926 23 742 lS O. t 2:l 90:l
Benevento. 23 767 24 329 :ns 1.2 24 a7:.l 24 766 24 569
Caserta. 32 032 B3 189 480 i .4 32 669 32 270 :32 470
Napoli . • . • • . 668 633 678 031 114 491 1U.7 684 796 691 9S2 688 :389
Castellam. diSta!Jia 33 579 33 951 l 110
Torre Annunziala. 31 174 31 324 3 181 iO:'9
Torre del Greco. :l9 523 36 608 :3 :309 9.a
Salerno. 46 090 45 682 2 955 v.7 46 042 46 798 46 420

lO:l 168 103 670 26 192 32.7 105 259 107 029 101; 144
Bari delle Puglie •
i Andria 53 274 53 284 :3 715 7 •.'J
Barletta. 44 2B3 44 301 2 279 5.2
Bisceglie. 34 425 a3 929 3 044 9.5
3a 003 2 206 7.0

I
Bitonto 32 823
~ \ Corato . . 45 307 45 203 :3 630 1i,4
~ < Molletta .. 4541B 43 263 3 l:!S 7.5
31 129 30 992 80S 2.:;
~ Trani • . . 75 648 76 680 23 529 42.8 77 749 78 [iiI 7ti 160
Foggia . . .
C~rignola • 38 180 40 026 5 8:l1 i(j.5
San Severo. 31 430 32 202 2 162 7.0
34 958 :36 222 :l 535 10.5 :16 876 :J7 lS5 :l7 0:H1
Lecce. . .. 71 :lill
Taranto. 69 911 69 278 8 545 13.v 71 020 71 7:38

16 818 16 672 486 2.9 17 435 17 611


Basilicata - Potenza.
34 10:3 34 a4il 2 519 7.7 :36 309 aB 958 a6 6il4
Catanzaro. 25 5;W
2:3 805 24 177 2 632 i1.8 2;; 211 25 81)2
Cosenza . . . ' . 4:l 1i4
Reggio di Calabria. 4:l 595 4:3 162 Ce) - l 25:3 (e) - 2.7 4:l :352 42 996

40 927 41 a12 - l 991 4.4 41 \109 42 :!64 42 087


Caltanissetta.
Piazza Armerina. 32 427 :32 070 7 691 30.5
206 609 210 703 61 408 39.8 21:l :l05 214 31>1
Catania . .
Acireale. 35 587 36 147 72!l 2.0
Adernc) •. 30 190 30 096 4 237 11.5
Caltagirone. 4B 169 42 565 - 2 H14 5.0
26 147 26 823 l 799 7.0 27 262 26 929
Girgenti. . ,)o) 1
Canicatti. 31 204 30 168 5 604
Messina. 127 B98 126 557 (e)-2:l 221 (e)- 13:0 (d) (d) (d)
:341 H29
3:36 148 341 088 :31 :)94 9.8 a41 :338 342 500
Palermo. 4:! 1:36
42 262 40 835 8 805 2v,(j 41 5tiO 42 692
Siracusa.
Modica 56 555 55 924 6 962 i3.8
Noto .• :31 B18 31 625 \I 061 38.8
Ragusa • 45 148 a7 543 5 621 i7.0
Vt'ttoria . 31 894 :n 264 887 2.7
Trapani. 62 572 59 593 141 0.2 59 790 60 482
Alcamo. 32 211 31 765 - 20 044 :17 .4
69 384 65 451 7 8S4 13.2 66 734 67 644 67 UW
Manala.
~ 60 101 6 :154 il .4 60 518 GO 843 60 680
~ Cagliari. 59 606
l Sassari. 43 378 43 118 4 850 12 ..'/ 4~ 5;J6 4:l 07ti 4:~ 307

<V)

(b) Vedansi le note corrispondenti a pagina precedente.


(a)
Vedasi la nota c pago 14.
(c)
Nel Comune di Messina non funziona ancora l'Ufficio di anagrafe.
(d)
Nel valutare questi risultati sono da tener presenti gli effetti del terremoto calabro-siculo del 28 dicembre '9 08 ,
(e)
che causò complessivamente nelle due Provincie di Reggio e di Messina 77,283 morti, delle quali 8000 nel Comune
-di Reggio e 60,283 in quello di Messina.

~ - Annuario Statistico. Stampato il 4 agosto 19 1 5.


18 T erritorio e popolazione

4. Classificazione del Comuni secondo Il numero degli abitanti residenti.


(Situazione secondo il Censimento al IO giugno 191I,
tenuto conto delle variazioni territorialz' disposte a tutto il 31 dicembre 1914) (a).
Regioni
Categorie Piemonte D';guria Lombardia Veneto
di 'i: ' .. .~
... Emilia
(
CI ~
Popolazione
Q
... ;:s Popolazion e i: § Popolazione ... ~ Popolazione
Q
... ;:t Popolazione
Comuni ~~ residente ~~
$:: <:> residente '"~ Q~ residente '"
~ ~
<:> residente "~ ~
Q residente
;:tI.,) :tI.,) ;::c...l ;:tI.,) ;:tc...l
(legale) (legale) (legale) (legale) (legale)
~~ ~'"
~
:'::;'l;;
"1::1
~.~
"1::1
:'::;'t
"1::1
Fino a 100 abit.. 99 364
1~1
403 1
51 2 744
101- 200 25 4 121 5 818
201- 3 00 60 15 101 16 4 165 37 9 432 1
246
3 01 - 4 00 66 23 036 17 5 857 80 28 059 1

401 - 5 00 68 :IO 628 14 6 256 83 37 5831


5 01 - I 000 37:1 273 954 60 42 748 449 333 469 1
20 15 701
:;94
I 001 ..
2 001- 3
2 000
000
4:17
208
624
507
763
711
71
34
97
81
185
496 302
850
nB
6261
747
106
185
168
459
887
ti44
4
26 63
6 097
946-
3 001- 4 000 105 B50 438 31 104 825 123 427 171 177 614 41B 60 211 874
4 001- 5 000 40 175 555 15 65 68:1 ti8 B01 718 116 517 7m 58 261 386-
5 001- 6 000 31 170 54:1 9 49 217 43 234 567 65 il50 501 47 256 93fi.
6 001- 7 000 19 122 B24 :I 19 191 26 170 :175 1
50 321 819 il!) 249 041
7 001- 8 000 9 titi 165 51 254 21 155 520 15 112 0091 20 148 966
8 001- 9 000 5 42 100 16 254 Il 9:1 419 14 118 Oli3 18 153 100'
9 001- IO 000 9 85 728 19 710 11 10B 282 9 84 5fiB 13 122 721),
IO 001- 15 000 12 141 986 lO 121 4:n 18 22:1 601 22 258 798 18 217 346
15 001- 20 000 7 124 595 l 15 688 ti 104 iJ37 9 153 1781 8 138 39{)'
20 001- 25 000 :1 62 234 3 ti8 720 il ti9 370 2 44 288 3 63 617
25 001- 30 000 1 29 421 3 80 795 2 55 538.
30 001 - 40 000 2 66 077 2 71 991 1 :15 0521 2 75 505
40 001· 50 000 l 41 252 41 802 2 84 085 2 87 135 3 1il2 559-
50 001- 60 000 1 53 657 50 051 2 108 516 1 53 107 2 101 375
60 001- 70 000 68 80:\
70 001- 80 000 73 821 213 379
80 001- 90 000 82 529 1 84 8B8
90 001-100 000 1 96 118 95 721
Sopra 100 000 abit.. 415 667 265 5:13 1 601 194 l ,158 224 li 172 806-
1

Totale. 1 489 1
3 501 280 305 1 196 786 1 907 4908494 798 3 734 341 ' 328 2 740316".
1

~
I
~ ~
:R~
\ compresi i capo-
lu.0g~i d,Ue Pro-
I I

<:> ' vfnc;u,.... 2351 :J !)2J 2571 4 680 I 8355


~~(
~.ç;, escluH..Id. . 1 972 3 OJo 2 1013 4 076 6 630
--------- - - - - - - - - - - - - - -- - - - - - - - - -
I
Regioni
Categorie Toscana Marche Umbl'ia Roma
di l2 '~ '~ ~ .~
..
<:> ;: Q
Popolazione t;: Popolazione ... ~ Popolazione Popolazione
~;:tI.)~ ~;:tI.,)~ ~;;lI.)~
~
1

Comuni (b) resid&n~e residente residente ~ <:>


~I.,)
residente
(legale) (legale) (legale) (legale)
I :'::;'i I "1::1
~'"
~
~'~
~
~'~
"1::1 I
301 - 400 abito 38:1
4 01 - 5 00 898 .,
SOl- I 000 l 915 lO 8 159 1tl 14 000 ~O 15 39/!.;
I 001- 2 000 17 28 29i ,2 107 454 50 75 573 80 119 2Bti
2 001- 3 000 25 64 818 56 1B5 925 25 59 022 4~ lIti 804
3 001- 4 000 47 164 :lti1 41 1:19 7f,2 16 5f, 563 1ti 55 400
4 001- 5 000 B4 154 il85 18 ,9 927 9 39 ::8:: 18 78 708
5 001- 6 000 20 157 [if,O li! 70 852 39 303 15 80 306
6 001- 7 000 14 80 !Hl:! 11 73 04\J 31 096 6 38 623
7 001- S 000 22 16B ::4:: 4 :lO 204 6 44 594
S 001- 9 000 19 160 876 B 25 B44 l 8 652 4 33 983
9 001- IO 000 12 11:1 281 :: 28 tiU5 B 28 148 l 9971
IO 001- 15 000 B5 424 \J();i !! 108 f'94 6 76 798 112 50!!
15 001 - 20 000 13 222 144 4 ti9 158 4 72 B!!l 34 253
20 001- 25 000 6 125 016 118 !)21 44 606,
25 001- 30 000 2 57 2115 54 759 4 112 007
30 001- 40 000 1 30 484 :10 058 l :12 765
40 001 - 50 000 4 182 1U~,
50 001- 60 000 1 56 715
60 001- 70 000 • l 64 50B 63 471 66 277
70 001- 80 000 • ~ 145 715
Sopra 100 000 abit. 2 328 572 l 522 123'
Totale. 287 2 736 353 254 1 145 005 152 712 778 228 1 306 51~
ti
~ ìè \ compresi i capo-
ì ~ ll/og'!i delle Pro-
,~~ I VJnCU • • • • •
9534 450S 46S!) 5 730
"1::1"
,,{t esclUSI, fd.
,
• • • 765(j 4 005 4281 3 455
~

(~) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti.


E stato tenuto conto in questa tabella delle rettifiche portate ai risultati del censimento al IO giugno 1911 col
R. Decreto 13 agosto 1914. nO 933 (vedasi la Ilota a. pago IO).
(b) Si è omessa l'indicazione delle categorie di popolazione che non sono rappresentate da alcun Comune.
T erritorio e popolazione 19
Segue -
CZassificazione dei Comuni secondo 't"l numero degli abitanti residenti.
(Situazione secondo il Censimento al IO giugno 19II,
tenutn conto delle variazioni teYY1:toY'l'ali dùposte a tutto il 31 dicembre 1914)
Regioni
Categorie A bruzzi e Molise Campania Pughe Basilicata
di c·~
;;:
'" ;:c Popolazione ..
,,'~
.. ;!: Popolazion:!
" ';';;;: PODolazion~ " ;:;:t
...
Popolazione .
Comuni (a) ii: residente " li:
ii: c resid~nte " li:
;: c residente ~;;:(,,;)~ residCllte
;:t(,,;) ;;:1.,;,
~.~
~
;1(,,;)
(legale) ~ ...
"<:!
(legale) ~.~
"<:! I
(legale) 2; ...
"<:! I (legale)

IOI- 200 abito • 1 197


401 -500 1 479 ..
SOl- 000 I 24 18 679 3:\ 27 592 6 (6) 6 112 6 55n
1 001- 2 000 138 201 902 152 228 675 28 41 fi43 30 4:\ IliO
2 001- 3 000 12:\ 2[18 422 1a2 il21 54[1 34 83 131 27 (ifi !l80
78 270 426 [15 32:\ 481 :~o 105 2!14 22 74 527
3 001- 4 000
4 00'- 5 000 31 1:18 462 m 255 666 :n 1:\8 774 14 60 870
24 127 803 40 220 :l73 11 57 !):15 (i :I:l 002
5 001- 6000
6001- 7 000 11 70 229 18 118 445 lO 65 194 4 2[, 882
Il 82 878 li; 132 a02 (i 45 21:\ 51 777
7001- 8 000
8 001- 9 000 a 25 666 14 117 :186 14 118 lili4 8 087
9 001- IO 000 5 46 642 4 36 836 9 84 ti22 !l :\04
IO 001- 15 000 . 13 145 495 34 415 2a5 21i :W!l ;n6 [, [,5 7U2
15 001- 20 000 2 33 460 5 85 780 IO Hi5 151i :: [lI Br),
20 001- 25 000 3 62 754 12 267 405 7 156 :\:10
25 001- 30 000 2 52 257 1 27 57i-i ti 154 141
30 001- 40 000 4 1BIi a08 li 20:\ 125
40 001- 50 000 l 4ti 0[10 il I:l4 !lf,::
50 001- 60 000 l 53 274
60 001- 70 000 l tiO 011
70 001- 80 000 • l 75 648
abito • 668 633 1 10'1 168 I
Sopra 100 000
To!ale 463 1 575 075 623 3425 010 241 217; ... : 126 485 911
..
~ ~, compresi i capo.
ì ~ luog~f: delle Pro-
3 402 ;) 4V8 IJ iliO :1 S.;(j
,,' v'nete. . . • .
~~,
".ç;, .. 3231 .J 2.)7 l) 22G :J ìD,1
~..
esclu5t zd.
. .

Regioni
Regno
Categorie Calabrie Sicilia Sardegna
Su
'i: Popolazione c .~ Popolazione .~
Popolazione 'i: Popolazione abitanti
di
t~ ..." - "t li:'" c ;;:
1000
se ne
ii: c
;;:\.)
rlsidente
;:
;: c
;:1(,,;)
resl:dente ;: c
;::(,,;)
residente ~~
;::(,,;)
resid,nle trovavano
Comuni ~ ...
"<:!
(legale)
2; .~
"<:!
(legale) ~.~
"<:!
(legale) ~.~
"<:!
(legale)
nelle singole
categorie
di Comuni
Fino a 100 abito 1 94 (e) 11 OliO 0.0
101- 200 4 tifi 9 [)2 5:\0 li.:!
201- 300 275 1:1 :\ ~85 12H :I~ jO.! 0.[1
3°1- 400 4 1 417 1ti8 51l -;;)~ 1.U
500 l 465 18 8 026 187 84 :1:15 :l. /
4°1-
SOl- I 000 15 Il 932 7 5 :1:\8 81 [,8 02ì 12:\ (b) 8:\7 ;,!l7 :!:J. J
I 001- 2 000 IO!) 167 tl!l2 37 52 li61i 102 142 Hl 022 2 05f, lÌ!)!) ''':l • .J
2 001- 3 000 117 276 170 44 106 175 li:; 1,54 1125 l 44!) :{ 52!1 7ti;) .'1"".,:;
3 001- 4 000 60 205 647 45 156 942 :1:\ 11:; 02:1 !)7B il :17:1 I :Iì IM.l
4001- 5 000 :10 1:12 500 36 158 5::15 15 ti7 :\ti4 [,DO 2 tiZli ,Iia ì:J.:J
5 001- 6 000 24 127 0:18 25 1:17 8iHl !I 48 [,li7 :l!lS 2 1(;2 :1:11 (jO •.'I

6 001- 7000 2:\ 149 :;:n 14 91 125 2 12 !)li8 25:, 1 ti4i1 ti81 1.:;.8
7 001- 8 000 8 60 747 20 149 il77 (i 44 2:)(i 180 l :i:\t> ,,0:5 :ri .1
8 001- 9 000 4 :n 418 14 Il!) 181 4 :::: :\24 1:11 l 107 517 :lO.li
9 001- IO 000 4 :\8 142 (i 55 671 :1 28 2H6 Br; 8!)5 {ilO :l.:;.1J
IO 001- 15 000 13 155 386 52 618 071i 1 11 /iliO ~o:~ :\ :\!)S 418 VI. 'I
15 001- 20 000 4 65 878 lO :114 877 l lG 0,,4 08 l (i67 :112 ,j(j.;j

20 001- 25 000 1 2:; 805 1(; :;41i 92:\ 1 21 [,in li7 l 47ti 420 -11.'!
25 001- 30 000 9 242 662 il2 8 ti li 4f,:; :! J.:!
30 001- 40 000 84 lO:; 7 224 8:n 28 !J40 200 :!a.:!
40 001- SO 000 43 5!)5 4 171 506 4:3 :178 2" 008 5:)0 28.1
50 001- 60 000 l 56 555 50 601i 11 502 H5ti f(j .:;
60 001- 70 000 2 1:\1 !)56 464 H21 l;J .Ii
70 001- 80 000 [,O1l 5ti:; J/.:!
80 001- 90 000 1li7 :lti7 1.1
90 001-100 000 2 101 i-i:\!l .,.,1
Sopra 100 000 abito 3 670 155 1:1 :\ 906 075 10i).()

Totale 415 1 525 745 362 3 811 755 363 868 181 8 341 35 845 048 1000. ()

z:~ \ compresi
~ ~
~
i caf'0-
lu.0g~i delle Pro-
3 676 10 530 23V:! 1 2V7
13 1 VfnéM • • • •
~.. .. 3 457 8365 2 120 .15G2
~ ~ eselu!' id. • . •

(a) Si è omessa l'indicazione delle categorie di popolazione che non sono rappresentate da alcun Comune.
(b) Compresa la popolazione delle Isole di Tremiti (526 ab.), che non costituiscono unità amministrativa.
(c) Gli II Comuni che avevano, al IO giugno 19II, una popolazione legale minore di 100 abitanti erano quelli di
San Vero Congius (Prov. di Cag1.iari), di Cressogno, Biglio e Dozio (Prov. di Como), Cantonale (Prov. di Milano),
Albogno, Campello Monti e Salecchio (Prov. di Novara), Maro Castello (Prov. di Porto Maurizio), Clavières e San
Martino di Perrero (Prov. di Torino). Il Comune di Clavières è quello che conta il minor numero di abitanti (58).
20 T erritorio e popolazione

5. Popolazione presente classificata per

C ensimento al
Famiglie
o altre convz'venze

Famiglie ordinarie.
Persone che vivono sole •• 101 630 24 221 97 423 1 36 263 42290 32827 15 40:- 9 376
Famiglie di 2 persone 136 609 44239 147 858 71 458 71 162 69 489 29 219 16 704
3 Id. id. 133932 46934 152877 76 573 76096 80 814 30 147 18 454
4 Id. 4 id. 121 482 43 602 14-6126 78 746 73 912 80640 29 793 19 044
Id. 5 id. 97 893 36 123 124 640 76 121 65888 71 127 27 133 15 949
6 Id. 6 id. 73 304 25 598 98702 66050 54886 55 487 22 400 13 115
7 Id. 7 id. 47941 16818 71 356 54 187 39 297 39 269 16506 9 927
8 Id. id. 30412 lO 687 4~ 3H1 40873 27 798 27273 11 562 6 746
9 Id. 9 id. 17 142 5 674 31 187 29 184 17935 18 387 7 417 4 349
lO Id. IO id. 9 177 3027 18 416 20 158 11 787 11 157 4 774 2968
l] Id. II id. 5023 1 510 lO 945 12 353 7 842 7 420 3 115 2 102
12 Id. 12 id. 2 541 6'i7 6941 8 259 52H 4777 22S! 1 504
1~ Id. 13 id. 1 381 287 4378 5 600 3 645 3299 l 625 1 114
14 Id. 14 id. 805 138 3008 4 165 2 731 2 383 l 309 883
15 Id. 15 persone e più • 1067 285 7 716 13088 7 816 5 508 2944 2450
16 Id. delle quali non potè farsi la
ripartizione secondo il numero dei
componenti • . . • . • . . • . 32 227 lO 717 40 648 20 711 18072 22 925 7 356 6371

Totale delle famiglie ordinarie . 812 566 270 537 t 011 567 613 789 526431 532 782 212 989 131 059

Numero complessivo delle persone costi-


tuenti le famiglie ordinarie • • • • 3 277 313 1 126 B61 4 644 053 3 419 202 2 614 357 2 624 740 1 068 313 671 323

Medio numero di persone per famiglia •• 1.0 4.'! 1.v 5.0 5.0 4.9 5.0 . 5.t

convivenze occasionali (4).


al 619 256 835 633 303 303 'i4 47
Alberghi, locande e pensioni. .• bl 3 379 l 380 3 689 2881 1 361 l 716 2;\7 251
cl 6 676 2 758 7 8!6 5 815 2906 3 644 524 483
a) 480 182 409 278 245 273 159 103
2 Collegi, ritiri, seminari, orfanotrofi,
bl 5 414 l 916 5 417 3 107 2 427 2 412 1 129 787
istituti per ciechi e sordomuti 7 763 23 661 l i 181
cl 23 217 9 856 lO 341 4833 3 255
a) 387 213 332 1R6 105 208 122 102
Conventi. . • • • • b) 536 357 461 319 173 347 1:39 95
c) 3 983 2 549 4 299 3 130 06ti 3 157 l 203 l 460
55
Ospedali, manicomi, ca~e di salute ) ~i
125 199 137 100 81 46 21
4
1 801 1003 3 857 2832 1 955 2 109 552 421
e di maternità, brefotrofi / c) lO ;'15 5 739 18 277 150!8 lO 52] 12087 2 719 1900
5 a) 220 89 260 155 121 98 87 25
Ospizi di carità, ricoveri di mendi- b)
764 l 992
2231 l 288 782 579 382 170
cità. dormitori pubblici { c)
16 505 5 420 14 161 {} 225 6077 4 657 3025 1030
Caserme e corpi di guardia • . • . t ~i 541
38895
399
22 889
553
28 312
761
3809!
451
22 458
4')"
16773 6
189
5~8
92
3510
al 43 22 56 78 38 4! 26\ 12
Carceri, case di pena, riformatorii. \f b) 422 292 351 385 300 46! 209 155
cl l:: 612 1 977 2 152 2 324 2 293 3037 l 395 1012
8 Camerate di braccianti agricoli e I
di operai; carrozzoni, baracche, , a) 1 085 774 1 325 6!0 470 854 213 56
tettoie, cave,. luoghi all'aperto, l c) 309:n 15 557 319!2 9 529 4069 8 643 1985 744
bastimenti e barche I
a) 3 503 1 990 4029 2868 1 833 2 283 916 458
Totale. . • bl 13 783 5 718 15767 10 812 6998 7627 2 668 1 879
cl 133 354 64652 130 653 97346 59 846 62339 22272 1 133M

(I) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti.


(2) Nel censimento del 1901 potè farsi la ripartizione di tutte le famiglie secondo il numero dei componenti.
(3) Di 5.739.674 di queste famiglie i capi erano maschi e delle altre 1.253.499 erano femmine.
(4) In corrispondenza alla lettera a è indicato il 1JUmerO delle convive1ue; alla lettera b, il numero delle persone addette alla direzione, al
alberghi, degli allievi nei convitti, degli infermi negli ospedali ed ospizi, dei detenuti nelle carceri, e cosi di seguito.
Territorio e popolazione 21

famiglie e altre convivenze (I).

IO giugno 1911 Censimento o.:


al :::

I IO febbraio '":)
...
Abruzzi
e Campallia Puglie Basilicata Calabrie SicIlia Sardegna Regno I90 J o
Lazio
Molise
i I I Regno ~

16 718 27 6711 71 420 38697 13 2611 37 780 78 1861 17 ""


1
660 595 614 816
40 868 55 093 133 181 91 861 23922 67 587 156 950 28 631 1 184 831 1 109 697
.)

I
45 601 50188 121 565 88 465 20 368 57 237 144 769' 31 234 1 175 254 1 129 787 3
44 162 47 203 109 278 78628 17 751 49 628 130 389 29 558 1 099 942 1 076 179
1

36987 41 280 93 161 63378 13 630 39200 107 104 25341' 934 955 963 705 5
28 633 30 686 71 264 47 115 9 631 26 198 78368 19 283 720 723 732 584 G
1
1951 22 049 51 842 32254 6870 18380 51 363 13 150 510 719 521 806
11 977 13 258 33 566 19 788 4 101 12 174 30 473 8 656 338 660 335 749 8
°1
6 778 8 238 Hl 202 lO 876 2 186 6 4251
16073 4 416 :W5 469 198 457 \)

3 596 4 642 9 500 5575 1 033 3373 7845


1

2275 119 :333 114 808 lO


1 764 2 615 4 5fl3 2 251 504 1 5091 3 6031 1 182 68331 64 607 11
I
956 1 436 2 155 7:'\1 207 653 1 2431 511 40 119 38 760 12

519 851 986 272 93


1
276 1
5101 224 25 060 25 253 l :~

337 584 498 108 43 126 226 115 17 459 17 424 14

621 1 375 767 220 247 218 578 193 45093 495H 15
1

15 870 17 559 42 628 24 673 5 406 32 528 1 84925 11 484 394 103 (2) I()
1
274 897 324728 765 606 504892 119 256 353 ... 892 60s I 7540 &46 (3) 6993 173
• . . . . .1

3596517 33 668 381


:~ •
1 222 579 1 415 832 3 221 705 2083 943 485 827 51 829 365 31 590 003

.J • .J .J.4 4 -J 4.1 3.9 • 1


-l.0 -l.;] 4.!J

290 4 450 8164


I
327 91
360
369 112 37 100
1 004
54
216 22 364 42 646
I 1
2 621 2 401 384 109 349
\
1

6 134 652 5 400 809 236 712 2 223 483 47 301 73 460
1

~
215 67 312 136 25 iO 233 36' 3 283 3 259
.)
1 594 448 2 683 1 011 143 562 2017 309 31 376 30 619
8 163 2 ]73 11 763 5 783 766 2 595 9 123 1171 138 677 128 297

~
272 2890 3 139
:~I
382 76 305 117 14 29 1

1 112 83 567 195 14 501 46 4987


40 191 58 764
6 516 673 5 216 1 494 514! 3 842 374
m'I
24 70 24 1 128 l 242
2~1
76 211
1 335
6 358
219
1 323
95
1 425
8408
47
409
l 638 92
1381
805
1001
4 827
220
1 092
19 305
101 349
19 236
89 144
!I 4
1

73 34 122 92 7 231 126 '27 1 559 951


588 168 889 408 44 112 886 100 11 383 5 900 5
4 318 . 881 6 618 3062 240 620 6 085 727 82651 54 108
1

353 169 526 330 69 228 1 582 254 5922 6 443 6


22 857 4 055 23 130 11 687 785 5 1031 19 756 6661 271 553 192 067
71 673 885
1:~1
36 19 79 60 15 36
479 187 641 329 70 571 340 5 336 7 712
3 409 1 102 5 799 2 192 372 1 031! 4 547 2 749 38003 55 998
1

I
1 280 239 1 180 1 124 287 2631 1 508 911 12 209 lO 268 8
14 360 2550 15 345 16807 5 180 2976: 19 358 8 554 188 520 127 299

2742 719 2988 2018 461 783 1


31521 1 371 32 114 34 351
7729 1 465 8606 2736 408' 1 3441 5980 1 231 94751 106 113
72 115 13 409 81 679 43 472 77861 14356 69 761 1 21 811 908245 779 137

UftIizio, all'assiste/wl, aU'istlllzÌOIte, ecc., secondo la destinazione delle convivenze; aJla lettera c, il numero dei viaggiatori alloggiati negli
22 Territorio e popolazione
6. Popolazione pr-esente classificata per sesso, età e stato civile.
(Censimento al IO giugno 19II).
Classificazione per sesso ed età (a).
Popolazione Riduzione Popolazione Riduz1,'one
I
ad I milio'ne ad I milione
della popolazl0ne della popolazione
E tà Età
m",'" If,mminù, (di età nota)
ma- I fem- Idei due
ma~chile femminile
ma-
(di età nota)
fem- I deisessidue
schile jminile sessi I schile minile
Non oltre I anno
!~~ ~i~1
469 377 213 1329:26 689 27 740IDa 25 annia 30 • ] 130 5591 1 308 4581 66643 74 4011 70 592
Da I anno a 2 • 423 491 25 922121 080 24 985 » 30 » 35. 1 022 736 1 146 428 60287 65 188 62 781
» 2 anni a 3 • 428 126 26 186124 344 25 219 1 » 35 » 40. 931 348 1 017 887 54 900 57 879 56 416
444 2331 1

» 3 4 • 420 206 404 333 24 770:22 991 23 864 » 40 » 45. 883 685 946 633 52 090 53 828 52 974
» 4 :; . 403 548 390 286 23 788 22 192 22
1
976 » 45 50 845 705 881 086 49 852 50 100 49 978
» 5 6 • 396623 382 705 2.'1 ,']80:21 761 22 556 » 50 55 804 870 838 283 47444 47 667 47 557
» 6 7 • 396 203 380 881 23 354 21 657 22
1
491 » 55 60 . 6':)0099 702 556 40 679 39 949 40307
» 7 8 . 379 715 365 827 22 ,']8:/20 801 21 578 » 60 65 . 623 9841 651 989 36 782 37 073 36 930
» 8 9 . 378 533 361 990 22 31,'];20 584 21 432 » 65 7° • 476 557: 478 855 28 091 27 228 27 652
» 9 IO • 360 013 1 348 537 21 221, 19 818120 507 » 70 75 • 3340441 347 147 19 691 19 740 19 716
» IO II 381 2571 371 95422 474,21 15121 801 » 75 80 . 183 638: 185 292 10 825 10 536 lO 678
» II 12 . 379 501 366 669122 370,20 84921 596 » 80 85 • 84 258: 89 557 4 966 5 0921 5 031
» 12 13 . 375 2681 359 854122 12020 462!21 2i7 » 85 90 • 25 157: 27 123 1 488 1 542 1 518
» 13 I4 . 362 690 352 858,21 380'20 064120 710 » 90 95 • 4 754; 6 267 280 356 319
» I4 15 . 363 021 356 742,21 :W920 285,20 8,']2 » 95 » 100 . 626 1052 37
» I5 I6 . 339 968 345 924 20 040'19 660'19
i 852 Centenari. 81i 146 5 601'
8 48
6
» 16 17. 331 053 345842 19515 119 (65)19
1
591
»
»
17
I8
18 •
I9
313 29J
302 351
337 618: 18 4(;;1 19 198.18
:1;l5 221::17 823119 061118
839 Totale di età nota
453
8
1'6 96, 47 :" 586 Wl' 000 000 000 IIOT 000 000
» 19 20 . 273 105 308 67316 09917 552,16 838 Età ignota 1 57 212 63 145 ~
» 20 2I 301 534/ 323 518 17 775118 396,18 091 1

» 2I 25 . 091 4411 197 357;64 337,68 081:66 2441 Totale generale 117 021 69017 649 687;

Classificazione per sesso e stato civile


Stato civile
Separati Totale
Sesso Celibi
e nubili I Coni.,ati I legalmente
e
divorziati
Vedovi
di
stato civile
noto
Stato éivile
ignoto
Totale·
generale

di età nota . 10 163 468 6 127 584 15 571 649 438 16 956 061 S 417 16 964 478
di età ignota 8 851 6627 33 800 16311 lto 901 57 212
Maschi .. f Totale • .• IO 172 319 6 134 2II 15 604 650 238 16 972 372 49 3 18 17 021 690

l Per 100 maschi di stato ci-


vile noto • . • . . . . •
di età nota .
59.94
9 608 65!
:W.N
6 452 591
O.O!)
18519
,'].83
1 497 ~87
100
17 577 651 8 891 17 586 542
di età ignota 8 745 8 965 40 30!3 20 793 42 352 63 145
Femmine I Totale . . . 9 617 399 6 461 556 18 559 I 500 930 17 598 444 SI 243 17 649 687

l Pet 100 femm!ne di stato ci-


vile noto . . . . . . . .
di t'tà nota . . . . . . . .
54.63
19 772 122
30,72
12 580 175
0.10
31 09)
8.:;.1
2 147 325
100
31 533 712 17 308 34 551020
di età ignota . • . . . . . 17 596 15 592 73 38!3 37 IN 83 253 120 357
I due sessi f Totale . • . 19 789 718 12 595 767 34163 2 151 168 34 570 816 100 561 34671 377
~oo individui
I Per di stato ci-
Vile IlotO • . . . . . . . 57.21 36.-14 O.lO 6.22 100

Ripartizione proporzionale per sesso e stato civile


m alcuni speciali gruppi di età e senza distinzione di età
Ogni 100 abitanti Ogni 100 maschi Ogni 100 femmine
si concavano si contavano si contavano si contavano
Grup pi di età
i1/. F. Cehbi I COlliU-1 T· d . Cehbi I COllÙ~-1 Vedovi 1"·1Ibili I COll~U-1 Fedove
I o nubili gall' . e OVl gall ga e

L'età normale fissata dal Codice civile per contrarre matrimonio è di t8


anni compiuti per l'uomo e di 15 per la donna; età che può essere eccezio-
nalmente abbassata con regio decreto fino a 14 anni per l'uno e 12 per l'altra:
Non oltre 12 anni 50.!) 40.1 ma tenuto conto del fatto che neppure le femmine dànno un contingente ap-
Da più di 12 a I5 . 50.7 40.3 prezzabile di coniugate prima di aver compiuto il 15° anno (nel 191I su 10,000
femmine dai 12 ai 15 anni soltanto 2 erano coniugate), abbiamo per entrambi
i sessi limitato questo calcolo agli individui che avevano superato i 15 anni.

I5 » 18 . 48.9 51.1 99.2 0.8 99.9 0.1 98.5 i.5


18 » 25 . 47.6 52.4 79.3 20.5 0.2 90.0 9.9 0.1 69.5 30.2 0.3
25 » 50 . 47.6 52.4 21.0 75.1 3.9 23.7 74.0 2.8 18.6 76.0 5.4
50 in su . 49.2 50.8 9.9 63.5 26.6 9.3 74.0 16.7 10.4 53.4 36.2

Totale di ogni elà. 49. 1 50·9 57·3 3 6 .5 6.2 59·9 36 .3 3. 8 54·7 36 . 8 8.5

(a) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti. Per maggiori particolari e per il confronto coi risultati del Censimento del 1901,
vedasi 1'Annuario stqtistico del 19t3 (prospetto pago 20-33 e grafico a pago 46).
Territorio e popolazione 23
7. Popolazione presente classificata per luogo di nascita.
(Censimento al IO giugno 19II) (a).
a) Classificazione degli individui censiti in ciascuna Regione e in complesso nel Regno.
secondo che erano nati nello stesso Comune in cui furono censiti. in altro Comune della stessa Provincia,
in un Comune di altra Provincia della stessa Regione, in un Comune di altra Regione. o all'estero.
--~~~~~ -~-- - --~--~-------

1
~~~~~~D~eg=-.l_i_indiVidui censiti in ciascuna Regione
erano nati nel Regno
Regionz' erano
necUoomsutneseso in linun Comune in totale I in in
altro Comune di altra
I· in Comuni Comune totale nati
della Provincia della di nel
Sessi in CIIi stessa della stessa Regi(1nel altra Regno
I
l
furono censiti Provincia stessa Regione I (col. 2 3 4) ++ ! Regione (col. 5 6) + I all'e;tero
12 3 4 5 16 7

f Maschi • . 1 119 249


1 139 517
312 408
392407
109949
115 1940
1 541 606
1 647 118
107 042
78 387
1
I
6+8 648
725 505
23 886
26 4II
Piemonte • . . , Femmine.
l Per 1000 censiti. 659.6 205.8 63.8 [).11.2 31.1 98.;.:1 11,7
Maschi. • • • . . . • 382 445 82867 6 536 4i1 848 113 348 58 5 19 6 14 931
Liguria . • . . .
f Femmine • • • . • • 379 739 101 084 4 626 485 449 97 993 58 3 442 13 662
l Per 1000 censiti. a36.a 153.7 9.3 7UUJj 17(;';; Ui6.1 '!3.!1
I Maschi • • . • . . • 1 531 534 504 460 155 266 2 191 260 147 190 2 338 450 20 520
, Femmine . . . • . . 1 503 974 601 886 168 565 2274 425 130 956 2 405 381 26 122
Lombardia .•
.I Per 1000 censiti. 63.'1.7 230.9 (j76 !J32.:! 58.1 !)!)(}.:J U.7
I Maschi . . . . • • • 1 240 152 285 426 104 456 1 630 034 59 782 1 689 816 20 370
Veneto • . • • • I Femmine . • . . :.' 1 279 413 363 064 118 710 1 761 187
[)(ji.l
30 7tH 1 791 948 25 226
I Per 1000 censttl. 711.3 183.8 63.3 25.7 U8i .1 1'2.!J
I Maschi . . • . . • . 918 785 296917 65 579 1 281 281 65 871 I 347 152 7 408
l, Femmine • . . • . • 878 449 323003 68 684 1 270 136 48 399 I 318 535 8 106
Emilia . . . .
Per 1000 censiti. 670.3 2.11.2 50.1 U.jl.6 12.(j !J!)J .'! .),8

I Maschi • . . . . • • 993 180 203 696 80 639 1 277 515 56905 1 334 420 8 764
l, Femmine . • . . . • 977 205 227094 89 051 1 293 350 47 107 I 340 457 II 065
Toscana.
Per IOOO censiti. 7:11.2 159.8 (j3.0 934.0 38,u U9:!,(j 7. J
I Maschi . . . • . • . 387 829 94247 16 393 498 469 25 062 523 53 1 2 677
Marche . . . • . I Femmine • . . . . . 405 713 119 197 19 367 5404 277 20104 564 381 2 66.j.
I Per 1000 censiti. 723.V iV3,2 3'! ,7 953.8 11.3 !J95.1 1.U
r Maschi . . • • • . . 266 084 56 694 (*) 322 778 21 224 3+4 002 I 0')6
, Femmine • . . , . . 258 143 64307 (*) 322 450 17 876 340 3 26 I 172
Umbria • • •
I Per 1000 censiti. 7(j3.5 17(j .:J (*) [)3U • .'! 5(j.9 996,7 3.:1
I Maschi . . . • • 431 174 73 419 (*) 504593 143 694 648 287 6 160
, Femmine . • • , •• 447991 85 817 (*) 533808 107 730 64 1 53 8 6 438
Lazio .
I Per 1000 censiti, (j7.;.0 (*) 7rri .:/ 1U3.0 U!)O.:J U.7
I Maschi . . • • . . . 568 131 58951 11 645 638 727 20800 659 527 3 28(i
l
Abruzzi e Molise Femmine.. . ' • 651 590 84 367 11 933 747 890 16 544 764 434 3 459
I Per 1000 censiti. 8.j?;J 100.'! 1(j,;'; 96!).:! 26,1 U!).) ..'1 1.7
I Maschi . • . . • . . 1 305 482 143 788 59 290 1 508 560 76 8406 1 585 406 II 230
Campania . . • 'I Femmine • • . . . . 1 399 8240 I i i 083 67 426 1 644 33:3 58 336 1 702 669 12 685
Per 1000 cCllsiti. 8i(j.8 IIG .!) 38.3 U32.1J iO,8 un.8 7."3
I Maschi . . . . . . . 887 071 97 823 27 070 1 011 964 34 387 I 046 351 I 531
Puglie . . . • • I Femmine • • . . ~.' 923 361 110 885 21 754 1 056 000 24 840 I oeo 840 1 429
l Per 1000 cenSIti. 81!) .U U8.0 :!'2.U U71J.8 '!7.8 !JU8,(j 1.1
I Maschi • • • . . 190991 l i 286 (*) 208 277 14 948 223 225 I 466
Basilicata. , . . I Femmine, •.•. 221 192 184i7 (*) 239 669 8077 247 746 I 584
I Per 1000 censiti. 8(jU.5 7.).;') (*) [).J.').O 48.1j !)9.'1.(j (j. J

r Maschi. , .• , .• 551 311 68924 lO 891 631 126 17949 649 075 2 971
I
Calabrie . . . • Femmine. • • " . 647 747 79 239 9 762 7:36 i48 lO 514 747 262 2 843
I Per IOOO censiti. .'i.)3.:! 10.>.7 11.7 U7.').(j 20.3 V!i.).!) 1.1
I Maschi . . . . . . . 1 552964 167 925 85 946 1 806 835 29 652 l 836 487 6 172
Sicilia • . . . . I
Femmine . • . . . 1 589 254 158 776 61 663 1 809 693 14 375 I 824 068 5 53 1
.1 .)
I Per 1000 censiti. 853.(j 8[).0 40.? [J8i.8 l:! .0 U!)(j.8
I Maschi • • . . . . . 340 6840 65 603 8 259 414 546 14 543 429 0 89 560
S:udegna. . ' . I Femmine. . . • • . 345 861 65 646 5 706 417 213 4986 4 22 199 559
I Per 1000 censiti. 803.·1 i31.0 16.1 973,8 :!:!.9 !JU8.7 1..'1
I Maschi •. 12 667 066 2 53 0 434 74 1 9 1 9 15 939 4 19 949 243 16 888 662 133 028
REGNO . • . . • \ Femmine. 13 048 973 2 972 332 762 441 16 783 746 716 985 17 500 731 148 956
Totale 25 716 039 5 502 766 1 504360 32 723 165 1 666 228 34 389 393 281 984

711.7 158.7 4:J.1 fiU,1! 48, t 991.U 8.1


~
Censimento 1911.
Per 1000 abitanti
Censimento 1901. liM.3 37.1 9.'3.1.(j 41. t 9Ul.7 .) ·:J

(a) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti.


(.) Questa Regione comprende un'unica Provincia.
24 Territorio e popolazione

Segue - Popolazione presente


(Censimento al
b) Classificazione degli individui censiti in ciascuna Regione e in complesso
Degli individui censiti
Regione erano natt'

nel nella nella nel nell' nella nelle nell'


Sessi
Piemonte Liguria Lombardia Veneto Emilia Toscana Marche Umbria

\ M. 1 54] 606 12 607 36 743 9 315 12564 9 559 2 688 1 352


1 Piemonte . . 1264
'/ F. 1 647 118 12800 32919 6 257 11 379 5 678 831

\ M. 29 534 471 848 lO 518 6 505 14 426 19 031 3 522 2 451


2 Liguria • . . . .
'i F. 35939 485 449 9987 4 515 12 212 18041 1 963 1 592

.) M. 31 913 5 206 2 191 260 29 871 37 290 lO 097 3 567 1 915


3 Lombardia . . .
! F. 35301 5 178 2 274 425 26 722 39 339 8 264 2 647 1 224

\ M. 5 892 1 514 14 038 l 630 034 11 503 5 134 2432 1 227


Veneto • . .
.! F. 2 498 1 082 lO 389 1 761 187 8 420 2 316 969 382

\ M. 4 807 1997 17 316 lO 120 1 281 281 lO 528 5 452 1 140


Emilia . . . . . .! F. 2855 2036 14 349 8298 1 270 136 9 586 5 338 787

\ M. 4523 4 359 4 496 3 495 11 791 1 277 515 3071 5 075


6 Toscana • . . . .
. / F. 2943 4 708 3 013 2 826 14 735 1 293 350 2 731 5 401

780 492 1 383 2 247 4 595 1 763 498 469 2177


7 Marche . . . . . . i\ 1\:1.
F.
611 335 710 700 4981 1 862 544 277 3 118

\ M. 778 ]57 846 1 042 1 124 4 726 4 162 322 778


8 Umbria.
'! F. 361 148 362 41] 1 054 4260 4 356 322 450

\ M. 6300 1948 6357 5 437 8 402 13 273 24 306 20 228


9 Lazio . . . . . .
./ F. 4 761 1 549 3 568 2 873 6 780 12 770 17 286 20627

\ M. 588 244 711 777 811 685 2996 1 649


lO Abruzzi e :Molise.
'1 F. 321 127 391 332 749 626 2968 1 427

3 704 1902 4 287 2 769 2 572 4 327 2 819 1 914


11 Campania . . . .
2329 1 432 1 931 1 484 2 230 4326 1 586 1 358

\ :VI. 792 850 l 287 2 271 2 213 1 418 1 140 370


Puglie •....
12 .! F. 581 429 840 743 971 883 925 346

\ :VI. 227 37 283 193 211 261 336 134


13 Basilicata . . . • . / F.
90 39 78 87 111 101 250 47

.\ M. 368 151 862 1 084 1 077 900 302 172


14 Calabrie . .
I F. 228 136 237 187 264 419 168 131

\ ::\1. 1 467 1114 1 858 2098 1 009 2 785 644 1 018


15 Sicilia . . . . . .
. / F. 919 492 819 562 719 1054 361 241

1\1. 1 080 l 701 607 947 849 2253 255 199


16 Sardegna . . . . . ~ F.
518 648 318 188 419 806 104 77

\ :\1. I 634 359 506 127 2 292 852 I 708 205 l 391 718 l 364 255 556 161 36 3 799
REGNO . . • ) F. I 737 373 516 588 2 354 336 l 817 372 l 374 499 l 364 342 5 8 7 193 360 039
Tntale 3371 732 1 022715 4647188 3 525 577 2766 217 2728597 1 143 354 723838

Pcr 1000 , Censimento 1911. 97.2 29,5 13-1.0 101.7 79.8 78.7 33.0 20.9
abi'tatlti l Cemimmto 1901. 101.8 28.7 130.1 9G.7 ii.7 78.8 3-1.0 21.2
Territorio e popolazione 25
classificata per l1eogo di nascita.
IO giugno I9 II ).

nel Regno, secondo le singole Regioni nelle quali erano nati.


in ciascuna Regione
",el Regno erano
nel negli nella nelle nella nelle nella nella in lolale nati
Abruzzi lIet
Lazio e Molise Campania Pttglie Basilicata Calabrie Sicilia Sardeglla Regno all' estero

2533 1 779 5 184 3 158 444 2057 5 415 1 644 I 648 648 23 386
1 564 671 1 589 789 158 546 l 072 870 I 7::5 505 26 4II

3510 2 103 7 270 2 775 755 2155 5 194 3599 14 931


3411 1 416 363 2
1 729 1 151 1056 2 519 2099 13 662 \

3218 2643 4 742 7 066 914 1 446 5 715 1 587 2 338 450 ::0 520 I 3
2308 1002 2299 3 123 220 610 2005 714 2 405 38r ::6 122 I

1 636 2 568 4 246 8 ]22 303 1492 3 912 763 I 689 816 20 370
863 448 1 060 1 120 74 252 633 255 I 791 948 25 2z6

2 327 2 184 3 429 2 344 271 1208 2 242 506 I 347 152 7 4 08
1 252 872 1 036 789 133 232 543 293 I 318 535 8 106

5014 1 445 5080 1 918 445 1086 3 662 1 445 I 334 410 8 764
()
3940 903 2 389 863 189 547 1 160 759 I 340 457 II 065

2528 3846 1 862 1 511 187 507 1 395 ~89

2994 696 792 131 152 7


2610 278 134

4108 1 617 953 531 102 550 375 158 344 002
3963 1 533 581 .268 73 191 220 95 340 3 26 I 1:2 \

504 593 21 023 17 349 4800 902 3561 6 844 2964 6 160
533808 15926 12274 2 310 492 1966 3 328 1 220 6 438

2787 638 727 5 ,125 2 641 265 480 609 132 659 527 3 286 I
2569 747 890 4295 1 816 270 275 280 98 764 434 3 459 \ lO

6482 8096 1 508 560 12218 4342 8607 lO 253 2 554 I 585 406 II 230 I 11
6 325 7 543 1 644 333 lO 542 4085 6249 6 205 71] I 702 669 12 685 \

827 3 360 11 932 1 011 964 2 571 1 729 3 222 405 I 53 1 I 12


789 2859 9 535 1 056000 3 016 1 547 1 165 211 I 429 \

]45 399 3 464 7 503 208277 1322 264 169 223 215 I 466 I
159 270 2505 3 151 239 669 988 150 51 247 746 I 5 84 \ 13

407 394 3838 2 819 1 040 63] 126 4 343 192 649 075 2 97 1 I 14
332 294 2 622 1 397 1 244 736 74~ 2 783 72 747 262 :: 843 \

1 195 1 469 5 397 2 534 274 4635 1 806 835 2 ]55 6 172 I 1[)
883 371 3457 877 149 2985 1 809 693 486 5 53 1 \

935 361 2 129 566 112 359 2 190 414 546 429 01;9 560 , 16
219 64 729 216 34 115 531 417 213 4 22 199 559 \

542 240 691 514 I 590 ~60 I 067 470 221 204 662 320 1 862 470 433 108 16 388 662 133 028
563 3 1 3 7 8 4 791 I 692 SII I 0&5 469 250 300 754459 I 832 565 425 281 17 500 73 1 I4 S 956
1 105 553 1 478 305 3 283 871 2 152 939 471 504 1 418 779 3 895 035 858 389 34 389 393 281 984

l, 31.9.
30.6
-12.6
46.2
9-1.7
97.3
62.1
60.3
1.'1.6
l!i.l
-10.8
42.7
106.6
108.9
:24.8
:N.O
!H)l.V
994.ì
8.1
5.:J

i;

~
26 T erritorio e popolazione

8. Stranieri censiti nel Regno (a).

Censimento al IO febbraio 19oI Censimento al IO giugno IgII


Stati
a cui appartenevano Con dimora in Italia Numero totale Con dimora in Italia Numero totale

gU stranieri (b) abituale Ioccasionale assoluto Iper 100 da Più di Ida non
stranieri I 3 mesi di 3 mesi
Piùl chiarata
non di- assoluto I per
stranieri
100

I Francia •. 5 033
7 995
1 920
2 94ll
6 953
lO 943
11.29
17.7G
lO 078 1 197 3 731 15 006 18.82
Austria . . 8 199 l 023 2 689 11 911 14.93
Ungheria. 379 294 673 1.09
Svizzera . 9 079 l 678 lO 757 li .4G 7 335 746 3 040 11
121 13.94
Germania . . . . . . . 5 748 4 997 lO 745 li.44 6 99ll l 302 2 415 lO
715 13.43
Gran Bretagna e Irlanda 3771 4 \)97 8 768 14.23 3 291 1 460 l 403 6
154 7.72
Europa. Russia . . . . . 606 897 l 503 2.44 l 338 458 96 l
892 2.37
Spagna. 554 846 l 400 2.27 864 159 510 l
533 1.92
Turchia europea. 323 1\)9 522 0.83 642 321 46 l
009 1.27
Belgio . . . . . 436 234 670 1.09 691 lll3 56 930 1.17
Grecia .....• 411 353 764 1.24 423 2114 59 766 0.9(j
San Marino . • • • . til4 63 67j 1.tO 370 12 346 728 0.91
l Altri paesi d'Europa. 579 1 155 1 734 2.82 l 134 4(;7 453 (c) 2 024 2.54

Totale Europa . 35 528 20 581 56 109 9t.08 4 1 363 7 582 14 844 63 789 79.98

Africa ... 133 61 194 0.32 479 112 274 (d) 865 t.08
Asia 168 3 64 53 2 O.8u 163 234 70 (e) 467 0.39
Stati Uniti del Nord • 826 2 081 2 907 4.72 2 197 748 2 018 4 963 6 ').)
America Rep~bblica Argentina . 516 256 772 t.2,) 2 3a9 3117 1 3:38 40M 5.iO
{ Braslle • • . • . . . . 21ll 11)9 :127 O.3;J l 740 212 1 057 il 009 ,;.77
Altri paesi d'Amerka . . . 340 aOl 641 1.04 1 869 557 72 (I) 2 49ll 3.1:]

Totale America I 900 2 747 4 647 7.54 145 I 904 4 48 5 I4 534 il).22

Oceania . 33 91 I24 0.20 82 15 4 (g) 101 0,13

Totale generale. 37782 23844 61 606 tOO.OO 50232 9 847 19 677 79 756 tOO.OO

Classificazione degli stranieri per sesso, per gruppi di età, per stato civile,
per religione e per professioni.
(Censimento al IO giugno 19U).
Sesso: Professioni o condizioni (h): I Segue Professioni o condizioni:
Maschile .
Femminile
40 031
39 725
I Agricoltori e addetti alle indu-
strie e<;trattive del sottosuolo I 2 205
Maestre e istitutrici l 672
Letterati, pubblici~ti, tradut-
Industriali . . . . . . . . . 7 44ll tori e interpreti :385
Età: Gente di mare . . . . . . . 2 70ll
0-15 anni. 17 09:1 Commercianti. . . . . . . . :3273 Professioni sanitarie e legali,
15-65 . 6tl 198 Albergatori e loçandieri . . . I 1 16:3 infermieri
oltre 65 . 3 6!l5 Banchieri, agenti di cambio, Sacerdoti, monache e suore
Ignota 770 assicuratori, agenti di emi- I addetti all' assistenza dei
grazione, ecc., spedizionieri, malati 191
Stato civile: commissionari. rappresentan- Ingegneri, architetti, agro-
Celibi e nubili. 51 :1:10 ti, ragionieri e contabili 2 209 nomi 677
Coniugati . 22 ll:19 Personale diplomatico e conso- Pittori, scultori, disegnatori,
Separati legalmente e divor- lare . • . . . . . . . • • • 282 ecc. 702
ziati 425 Amministrazioni pubbliche, e- Artisti di canto, drammatici,
Vedovi e vedoye 4 074 sercito e armata .• . . 322 di varietà 625
Ignoto l Ot't' Impiegati al servizio dei privati 1414
Addetti al servizio domestico 4 402 Proprietari, benestanti, pen-
ReUgione: ( clero cattolico regolare sionati.. . . . . ' •• 11 115
Cattolica . . . . . . . . 54 375 Cult I e secolare e ministri Attendenti alle cure delle ri-
Evangelica e protestante. 16 875 o l di altri culti. 1 757 spettive famiglie e fanciulli
Greco-scismatica . l 2\)6 I Monache e suore. l 29:1 al disotto dei IO anni. • . 20 552
Israelitica . l 409 Maestri e professori. 764 Studenti, scolari, seminaristi,
Altre :160 Clero cattolico regolare e se- collegiali • 11 687
Nessuna 237 colare addetto all'insegna- Disoccupati, ricoverati, dete-
Non dichiarata :I 114 mento. 179 nuti, mendicanti, prostitute 1 860

(a) Vedasi a pago IO il nO 3 delle Fonti.


(b) 50110 specificati gli Stati i cittadini dei quali censiti in Italia nel 1911 superavano il numero di 500 (per gli altri Stati
vedansi le note seguenti). Gli Stati sono disposti, nelle singole parti del mondo. in ordine decrescente del numero dei rispet-
tivi cittadini censiti in Italia nel 19I1.
(c) Ola~da 498, Danimarca 242, Principato di Monaco 201, Norvegia 195. Rumt'nia 189, Svezia 163, Portogallo 162, Malta
139. Bulgana 81, Lu!>semburgo 66, Serbia 59, Montent'gro 29.
(d) Egitto 426, Tunisia 163. altri possedimenti france~i in Africa 188. Possedimenti inglesi in Africa 46, altri paesi
d'Africa 42.
(e) Turchia asiatica 178, Possedimenti inglesi in Asia 164. Giappone 23, altri paesi d'Asia 102.
(I) Uruguay 394, Cile 282, Canadà 173, Messico 161, Perù 160, Venezuela 77, altri paesi d'America 1251.
(g) Australia. .
(h) Indipendentemente dal quesito della professione fu domandato per ogni individuo se avesse intestata in suo nome una
proprietà di terreni oppure di fabbricati. Fra gli stranieri 3051 risposero affermativamente a tale domanda, 499 dichiarando
di essere proprietari di soli terreni, 874 di soli fabbricati e 1678 di terreni e fabbricati ad un tempo.
Territorio e popolazione 27
Segue - Stranieri censiti nel Regno.
Cla~,sificazione degli stranieri per Regioni, e secondo 1:1 durata della dimora 111 Italia
e gli Stati a cui appartenevano.
(Censimento al IO giugno 19II).

Durata Numero Stati a cui appartenevano (a)


totale -----,--------;-----,-----------c----
Regioni
I B~:;;:la
della dimora degli Stati Uniti
stra- Francia l Ungherta
Austria;- Svizzera Germania dell' Ame· Ar· Altri
Ù~ Italia rica gentina p a es i
nieri c Irlanda del nord
I

Più di 3 mesi . 8 815 3367 786 l 347 899 M7 226 820 1tl:! I 8G1
Piemonte, . " Non più di 3 mesi 1 556 551 61 129 192 107 40 131 20 3:!5
{ Non dichiarata. 1 355 171 380 296 74
2959 221 :!98 48 116

Più di 3 mesi • 5952 2400 450 506 696 415 96 270 6:! 1 057
I,iguria . . {
Non più di 3 mesi 1 554 150 66 51 194 :n5 1() 46 4 712
Non dichiarata. 2 539 669 162 265 349 3·N 103 :!67 37 365
I Più di 3 mesi . 11 549 1020 2 437 3 166 2 213 395 180 537 1 308
Lombardia. l ~on più di 3 mesi 1 468 94 2:31 32'1 26-1, 15rl 59 86 237
I Non dichiarata. 4 241 484 764 1 304 699 ~9 154 23tl 179

r Più di 3 mesi . 4 159 237 2 153 313 502 166 ;')7 51 1(j!) 511
Veneto . . , . . l Non più di 3 mesi 1 268 1"2 358 33 173 177 62 8 30 345
I Non dichiarata. 1 713 75 719 116 159 72 102 58 ~8~ 130
I Più di 3 mesi . 2 183 298 592 267 223 63 109 96 137 39K
Emilia . . . . . l Non più di3 mesi 273 40 39 38 50 6 14 14 20 52
l Non dichiarata . 664 41 107 71 50 3 64 56 76 196

r Più di j mesi . 3 465 524 388 511 374 576 190 60 )'iO 672
Toscana . . • , l Non più di 3 mesi 958 61 54 53 76 232 194 19 22 247
l Non dichiarata. 2 525 :154 360 456 398 386 231 90 59 un
f Più di 3 mesi , 588 56 97 33 60 16 20 70 43 193
Marche . . l Non più di 3 mesi 204 6 21 3 2tl 59 4 ~ 77
l Non dichiarata. 345 8 43 11 lO 6 14 71 16!)

r Più di 3 mesi . 410 101 43 45 71 25 16 34 69


Umbria . . . . l Non più di 3 mesi 58 9 tl 4 12 11 6 8
I Non dichiarata • 95 16 14 4 lO 1 ~4 tl 17

I Più di 3 mesi • 6966 1 215 741'1 507 1 220 779 448 104 143 1 802
Lazio . • . . . l Non più di 3 mesi 1056 100 107 tl8 135 126 158 ~8 ;~O!}
I Non dichiarata. 1 675 362 198 177 1tl2 1:32 :!8:J 3!) ~:!8

r Più di 3 mesi , 282 23 27 12 25 9 57 34 68 27


Abruzzi e Molise l Non più di 3 mesi 43 2 4 1 2 lO fi 1 1(;
I Non dichiarata. 148 lO 6 6 ;:;9 29 28 8

r Più di '\ me3i • 3 346 451 2>38 41tl 49! 293 402 HG 234 G22
Campania . . . l Non più di 3 mesi 861 83 29 127 94 153 l;j 36 269
I Non dichiarata, 1 749 243 88 192 202 162 4')0) 100 108 232

r Più di 3 mesi . 482 81 71 42 49 26 41 28 121


Puglie . . . . . l Non più di 3 mesi 184 2 lO 2 8 95 =3
l Non dichiarata. 149 17 24 20 2:! 8

f Più di 3 mesi , 166 5 2 8 GO :27 41


Basilicata . . . { Non più di 3 mesi 19 1 l l 6 5
I Non dichiarata. 72 1 2 4:! 14 lO

r Più di 3 mesi . 362 45 18 1l l) ;:; l Utl 61


Calabrie . . . • l Non più di 3 mesi 79 3 5 17 7 19 l'l
l Non dichiarata , 166 13 4 2 l 37 :l2 8

r Più di 3 mesi . 1 233 1::-3 81 114 153 1tl9 :!:!1 39 41 2(j~


Sicilia . . , . . l Non più di 3 mesi 239 6 15 3 41 tlO 9 9 9 87
l Non dichiarata. 512 45 22 29 3:3 43 202 27 87

r Più di 3 mesi . 274 102 18 37 12 19 G9


Sardegna, . • • l Non pi ù di 3 mesi 27 7 1 1 5 l 12
I Non dichiarata, 125 38 l:! 16 2 2 36

Più di 3 mesi • 50 232 IO 078 199 7 335 6 998 3 29 1 2 197 I 74-0 8 055

REG::-lQ ••• r
l
Non più di 3 mesi

Non ::::'~t~ : 9 847


19 077

79 756
I 197
3 731

15 006
I
2
023
689

11 911
746
3 040

11 121
I 302
2 415

10 715
I
I

6 154
460
403

4963
748
:;: 018

4064
I
212
057

3 009
:;: 772
I 986

12 813

(a) Sono specificati gli Stati i cittadini dei quali, censiti nell'insieme del Regno, superavano il numero di 2000,
28 T erritorio ~ popolazione

9. Famiglie di nazionalità italiana che parlavano abitualmente


una lingua o un dialetto straniero.

(Censimento al IO giugno I9II) (a).

Numero Numero Numero


dei comuni complessivo
dei delle
Circondari contro indicati
degli delle
famiglie
Circondari
Idiomi parlati (o Distretti) abitanti famiglie che
(o Distretti) (b) nei quali parlavano
si parlava dimoranti nei Comuni
l'idioma
l'idioma nei qllali
si parlava l'idioma straniero
straniero straniero

f Saluzzo (Cuneo) l l 124 243 238

Idioma francese. . .. l Aosta (Torino) •


Pinerolo (Id.)
66
5
73880
13012
17 708
3061
15 692
1 937

I l
Susa (Id.) •. 17 9927 2 226 1 779

Aosta (Torino) • • • . 3 2 818 706 430


vallese . Domodossola (Novara) 3 1 351 338 250
Varallo (Id.) . • . . . 3 1933 550 412
Idioma tedesco.
Asiago (Vicenza) • 2 12030 2 454 501
., bavarese. Tregnago (Verona) 3 118 546 30
Pieve di Cadore (Belluno) l 1 337 304 299
Tolmezzo (Udine) .. 2 5305 975 280

I Cividale del Friuli (Udine). 12 32317 5088 3 769

Idioma slavo.
ISloveno
l Gemona (Id.). • . . . • •
Tolmezzo (Id.) •
Tarcento (Id.). .
·.
·.
l
l
3
2 123
467]
12892
396
990
2 203
120
990
1371

l serbo. I Larino (Campobasso) 3 4941 1 124 1 069

Larino (Campobasso). 4 Il 069 2 551 2431


Penne (Teramo) l 3 107 663 66
Ariano di Puglia (Avellino) 3 184 780 763
San Severo (Foggia) 2 4 169 995 832
Taranto (Lecce) •• 3 229 780 757
I,.agonegro (Potenza) 5 15 140 3 752 2 319
Catanzaro ..· . 3 4 416 1068 701
I dioma albanese . .. .. Cotrone (Catanzaro) :2 4015 918 789
Nicastro (Id.) ·. 2 23 424 5 547 434
3 330
Castrovillari (Co!;enza) 11 24046 5 797
Cosenza 4 9 296 2086 1 441
Paola (Cosenza) l 2092 451 408
Rossano (Id.) •• 5 9547 2 112 1 702
Corleone (Palermo). l 2 117 627 385
Palermo •• .. 349 177 76900 2 733

Idioma greco ..
! ..........
~'''''
Gerace (Reggio di Calabria)
Reggio di Calabria • • . •
9
2
4
24 496
5 728
9 468
5950
1 354
2087
4 935
129
l 841

Idioma catalano. .. . . I Alghero (Sassari) • 11 860 2 572 2 552

Totale. .. 187 702 359 155 902 57 715

(a) Vedasi a pago lO il ne 3 delle Fonti.


La popolazione italiana costituisce una massa abbastanza uniforme rispetto alla lingua parlata; giacchè i dialetti
usati nelle diverse provincie hanno stretta attinenza con la lingua comune; ciò non di meno si notano, in varie parti del
Regno, nuclei, più o meno densi e compatti, di famiglie che si scostano, per questo riguardo. dalla popolazione circo-
stante. Trattasi di discendenti da coloni venuti d'oltr'alpe o d'oltre mare, in tempi differenti e più o meno remoti, i
quali, pure avendo acquistato i diritti di cittadinanza italiana, hanno conservato, quasi invariati, usi e lingua del paese
d'origine.
(b) I nomi dei Distretti sono scritti in corsivo.
Territorio e popolazione 29
lO. Popolazione presente classificata per religioni. (a)

Religioni
Censimenti evangelica
cattolfca e IscismatfCa
v,w- I israelitica altre nessuna
non
dù;hiarata
protestante
I
Num. assoluto degli abitanti. 3 1 539 86 3 65 595 2 472 35 617 33 8 36 092 795 276
IO febbraio 1901

j.-h! __ i .t
Proporzioni per 1000. 971.2 2.0 O.O!J 0.01 1.1 21.i;

16021 053 68 360 989 17958 699 559 177 353 454
Numero as- femmine •• 16 962 611 54893 389 16366 123 315.355 ~99 950
soluto degli
IO giugno 1911 • abitanti Totale •• 3 2 983 664 123 253 1-378 34 3 2 4 822 874 53 2
Proporzioni per 1000. !JSl.3 3.6 0.01 1.0 O.O:! :!i).:! 18. i:/.
Classificazione degli individui di religione evangelica-protestante ed israelitica
e di quelli che dichiararono di non appartenere a nessuna religione,
per Provincie, per gruppi di età e per professioni o condizioni.
(Censimento al IO giugno 1911).
N.O degli individui N.o degli indiv'idui N.o degli individui
Provincù di reli·1 Provincie di reli-I. . Provincie di reli-
gione di reli· di gione Idl reh· di gione di reli.! di
e evange- gione nessuna e e evange- gione "es s una
lica IW~~;:- gio ..
nessuna
Ili~a israeli- re-
Regioni e israeli. re- Regioni e lisraeli- re- Regioni
Itestante
pro- tica ligione pro- tica ligio ne pro- tica ligio ne
testante i I testante

g~~1 ::~
21 775 Modena. Avellino. 39 1 307
~~~i!
Alessandria 854
Cuneo. 2 ~~~I 1 413 Parma .. 1 1650'1
26 647 Benevento 115 88 465
Novara . 2905 421 38 852 Piacenza • • 2531 56 11 256 Caserta. l 774 117 1 628
19 558 1 681
~~gl i~~
Torino 16 156 Ravennna . . . . 34647 Napoli . 3 199 8801
78 196 Reggio nell'Emilia 43 720 Salerno. 1 885 91 2 618
Piemonte 25 644
Emilia 808 2 0 258 2891 Campania 7 827 966 9 81 9
Genova.
Porto Maurizio
5 522
1 036 : :::1
95
1
61 304
4 604 Arezzo
5
3311
1 79
37 4 590
Bari delle Puglie .
Foggia.
9 178
3 292
308
117
17 494
21872
Liguria 6 558 I 506 65 908 Firenze. 4 ~~I 2 ~!~ 24 5011 Legge ...• 1 080 l=:!2 30:20
Grosseto. 15 0501
Bergamo 547 28 1 00 Livorno. 81712 011 24977 Pugile. 13 55 0 547 42 386
Brescia. 1 350 88, 12 845 Lucca. 614 149 4075 Potenza - Basilicata
1

2 641 162 4 895


Como. l 467 104 1
7 407 Massa e Carrara 3291 89 12 199
Cremona 1 962 48 9 345 Pisa. 1 1251 465 21 897 Catanzaro . . . • 604 115 650
Mantova 1 058 864 1 35 821 Siena. 290 175 9 101 Cosenza. 809 1 174 2658
Milano 6863 3 1711 41 283 Toscana 7 9471 5 496 II6 3901 1 Reggio di Calabria. 1 183' 38 l 841
Pavia. 1 431 115, 28 977 Calabrle 2 596 327 5 149
Sondrio. 190 ' 19' 787 Ancona • 627 1 196 14 030
Lombardia. 14 R681 4 437 137 471 Ascoli Piceno . 471 40 2 794 Caltanissetta . 3 934 133 904
Macerata. 678 88 3 494 Catania. 5 155 159 lO 571
Belluno. 208: 15 l 894 Pesaro e Urbino. 1 339 112 8 744 Girgenti. . 719 68 2997
Padova 7331 695 5 743 Messina. l 309 196 4 090
Ro\"igo 465 1
133 7 508
Marche 3 II5 I 43 6 29 062 Palermo. 1 323 308 2005
Treviso 210 1 Siracusa. 3 105 191 6563
119 2 705 Perugia _ Umbrla. I 7II 155 18 6671 Trapani •. 675 106 4 793
rdine •. 455 1 109 4 117
Yenezla. 1 2331 1 271 Sicilia 16 220 1
I 161 31 9 2 3
Yerona 53?1 4671 Roma - Lazio . .
~4 924 4 6 2 4 7 01 3 26 0781
Vicenza. r~~1 S:J ~ 579, Aquila degli Abruzzi 1 340 65
Cagliari. .
2 184 Sassari.
0721
810
97
109
2880
3612
Veneto 937 Campobasso. . . .
4 4511 2 964 37 555 65
Bologna. 1 027 629 59 424: Chieti. • . • . . . 1 767 90 l ~~~I Sardegna. 48'" 1 206 6 498
Ferrara. 831 42 480, Teramo . . . . . . 549 43 1 6441
'102 1

Forli •• 9611 129: 23 6Uii1 Abruzzi e Molise 4 2II 1 263 5 86 4 REGNO. 2J34 324 874 532

Numero degli individui


Categorie di religione
evangelica e protestante di religione israelitica di nessuna religione
di professioni o condizz'oni
0-15 oltre 15 0- 15 oltre IS 0-15 oltre 15
anni
\
anni anni
\
anni anni
I anni
Agricoltura, caccia e pesca • • . . 2 416 22075 5Q 979 12 787 15Q 481
I ndustrie estrattive del sottosuolo. . • . • • . • • • • • . . . • • 33 685 40 208 4855
Industrie che lavorano e utilizzano i prodotti dell'agricoltura, della
caccia e della pesca . • • • • • • • • • 324 4 219 25 618 3 130 55 855
Industrie che lavorano e utilizzano i metalli . . .. . .•• 105 1 739 16 S49 1 410 27 128
Industrie che lavorano i minerali e costruzioni edilizie, stradali,
idrauliche. • • . . • . • • • • . • . •• .• 261 3 662 lO 475 29\H 58 443
Industrie che lavorano e utilizzano le fibre tessili . 330 3 217 62 1023 3 452 36884
Industrie chimiche • • • . • . . • • • • • . • • • • 7 :337 1 80 00 34:39
Indutrie e servizi corrispondenti a bisogni collettivi. Q3 4 301 w 738 5:32 41 16~
Commercio. . • • • • • • • . • • • • . •• .'. 205 o 65!) 73 5 205 1 591 52616
Amministrazione pubblica e privata, professioni, arti liberali • 1'>6 8 642 15 2917 707 41 8iti
Condizioni non professionali • . . . . • • • . • • . 28 260 35 384 7344 14267 183 927 184 377
Professioni e condizioni non specificat<: • • . . . • • 53 123 2 1~ 16Q 455

Totale. 32 213 I 91 040 7 620 26704 210 961 663 571

(a) Yedasi a pago IO il nO 3 drll!= Fonti.


T erritorio e popolazione

11. popolazione presente classificata


a) Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre
per Categorie e Classi di professioni
(Cens1;mento al

Popolazione maschile
Categorie Classi 15-21 21-30 45-65 65 anni Età
Totale
anni anni anni anni anni in su ignota

~
1. Agricoltura (in senso stretto), silvicoltura,
1. Agricoltura, caccia e
allevamento del bestiame, caccia. • • . 674 602 888 926 I 944 886 1

345 149 (1 585 800. 606 959 6871 053 193


pesca ( 2. Pesca • • • . . • • • • . • • ;o;al~ . . . 6 284 8840 9 195 14 205 14 689
1
5 639 171 59 023
1
680 886 897 766 954 081 359 354 I 600 489 612 598 7 042 !I2 216
i

1. Ricerche e miniere . . . . . . . . ... 3 660 lO 716 14 229


I 123 62 579
18 2931 13 681 1 877
2. Industrie estrattive del
sottosuolo

l 2. Cave. . . . . . . . . . . . . . . . . .
:/. Saline marittime, torbiere, acque minerali.

Totale . •.
2 221
68

5 949
7 302
510

18 528
lO 688
703

25 620
12 309i

3'
913

"'I
1
9555

'4
768

90':
1 932
187

3 99 6
348

472
44 355
3 150

1. I,egno 38 438 76942 80 571 97 508 1


80 035 24 240 943 398 677
1

2. Materie analoghe al legno. 1 951 4 136 5 199 5 5321 4970 1 772 78 23 638
.i. Cereali • . . . . . . . . . 11 629 28278 32919 42 826 39 045: 9 506 346 164 549

I
1

Frutta, verdura, ~emi.


4. 1 165 3 633 5 120 5 4151 394'i 1
1040 173 20 491
3. Industrie che lavorano r. '"
e utilizzano i pro- \ .>. Prodoth aDimah . . . 3 285 lO 026 13021 16 4601 12 549 1
3080 179 58600
dotti dell'agricoltu- ; G. Spoglie animali . 33 7\13 60 451 71 113 87 425 1
79 592: 20016 354 352 744
~
pescacaccia e
ra, della 1

della 7. Carta. . . . . . 2 285 5084 6 176 6903i 5 313[ 1 285 73 27 169


H. Oggetti ricavabili da materiali diversi, pro-
veuienti dall'agricoltura, dalh caccia e I
i
dalla pesca . . . . . . . 655 1 609 2 416 2 48-11 1 4631 323 44 8994

' 'I
l
Totale. 93201 190 159 216 535 603 61 262 190 054 862
264 1

,,6

1. Produzione (' prime bvoraz;oni della ghisa,


del ferro, e dell'acciaio • . . . . . . . . l 519 7 084 lO 618 13 4361 7 044! 913 302 40916
:l. Produzione e prime lavorazioni degli altri
metalli . . . ' . . . . . . . . . . . . .

I
H9 1 524 2 121 2 5521 1 499! 232 83 8460
· h l .'1. Successive lavorazioni dei metalli comuni 25 470 51 145 44 572 52 321 1
43 320' 11 643 359 228 830
4 . I n d U5 t ne c e avorano \
e utilizzano i me- ; .J. Costruzioni meccaniche in genere e grosse (

<:,?struzi~ni m.etallìche 'per l'agricoltura,


I,
talli 1
lllldustna e l trasportI. . .. . . . . . 7 892 26 231 39 6ii 46 5931 30 315! 5 311 511 156 5301
ii. Altre lavorazioni meccaniche e lavorazione I
1

i
dei metalli preziosi . . . . . . . . . . 3 465 11 996 15 195 16 8101 11 873 2 559 273 62 171
Totale 3 8 795 97 9 80 II2 183 131 712: 94 051 I 20 658 l 528 997
1
496 1

i
5. Industrie che lavorano ) 1. Preparazione e l::lYorazione dei minerali • 16017 37 594 45 398 54 981i 42 200! lO 582 1 532 208 304!
i minerali e costru·
zioni edilizie, stra- I
2. Costruzioni edilizie, stradali e idrauliche. 64 346 146054 1335H 157 680 145 466 36 623 2836 686 549;
dali, idrauliche , Totale .. 178 942 212 661 I 187 666, 1

47 205 4 368 894 853:

(a) Yeò<lsi a p~g. IO il n· 3 delle Fonti.


La classificazione per professioni fu fatta per gli individui di età superiore a IO anni. La distinzione in Categorie, Classi e Sottoc1assi fu
concretata seguendo da presso. nei limiti del possibile, e la corrispondente distinzione adoperata nel censimenìodel 1901 e la c Classificazione deci-
male delle industrie •. pubblicata di recente dal Ministero di agricoltura, industria e commercio (Roma, Officina poligrafica italiana, 1914).
Nell'esaminare criticamente la distribuzione per professioni della popolazione censita, devesi por mente che il censimento rappresenta, anche
in riguardo alle professioni. lo stato di tatto a una data fissa. Si trovano quindi dei marinai nei circondari continentali, ed operai di industrie speciali
in luoghi dove esse non sono ~5ercitate. perchè nel giorno del censimento trovavansi probabilmente presso le rispettive famiglie. Per un motivo
analogo non figurano nel censimento le truppe di terra e di mare che si t:rovavano fuori del Regno alla data del censimento stesso.
Una persona può esercitare, simultaneamente o alternativamente, due o più professioni. essere cioè sacerdote e maestro, avvocato e giornalista,
medico e professore, portiere e sarto, barbiere e musicante, ecc.; e perciò, confrontando i dati risultanti dalla classificazione fatta rispetto alla sola
professione unica o principale con altre statistiche speciali indicanti il numero dei medici o degli avvocati o dei maestri o dei sacerdoti, si possono
avere cifre non concordanti fra loro.
Nel censimento fu lasciata facoltà a ciascun individuo di dichiarare quale fosse la sua occupazione principale; e molti, i quali, per motivo di età
o di stato fisico, non erano più in grado di esercitare un mestiere, indicarono la professione che aVE:vano un tempo esercitata. Ne risultò che un
Territorio e popolazione 3I
,er professioni o condizioni (a) .
• IO anni con distinzione di taluni principali gruppi di età,
o condizioni, nell'insieme del Regno.
to giugno 19I I ).

Popolazione femminile I due sessi I~


i:':;'~

i~g
---~----

I l
10-15
,
15-21 21-30 30-45 45-65 65 anni I Età 10-15 15-21 21-30 30 -45 45- 0 5 65 a/l/li E/il
... "
Totale Totale
I ~~
I
1

anni I
I
I
anni
I
anni anni anni in SI'
I
ignota
I anni anni
I
anni anni
l
anni
I
in 5U ig/lo/a
i
,>-;

356 340 1 524 563 560 933 651 001 661 616 210 329:
1 1
8 1011297288311030 94211 413 489 11 505 819 1 996 150 2 247
1

817 288 ~Hll, ,


].! 972 9 026 07li
,
43 1 71 86 124 134 35 i 51 498 1 6 327 8911 9 281[1 143291 14 823, 5 li74 l,O 5\) 521
I
356 3831", 634 56' 0<9 6" '" 66, 75. no 3 6, 8 106'2 973 381,1 037 26911 422 40011 51 5 1002 010 479 2 262 :1 39 , 82:1 962'115 14 8 9 085 597
1
i

i I
I
I
383 235 12 9 1 604 752 132: 64 183

::,"
485 388 11 2011 14 H17 18 6761 la 91(i 1

271 330 284 160 40 51 1 220 2 305 7 573 11 018 12 593 9 715 1 ni2 3\)\l 45 5751 .,
1

98 117 100 37 370 78 608 8:30 1 013 80:; H)5: 1: 3 5o)O~ :~


1 - I
1

767 60 3 194 19 31)21 26 455 32 24 4-3 6' 53 2 i


1

43 2 4- 056 II3 2781


1
I

l 0901
17 19:'\1'
i
2637
20 338
2 458
19 659
1 981
21 352
1 241
17 136
301
6 812
1J 9 862
102 586
39 528
19 1441
79579
24 474:
83029
24 858
1
99 489
26 884,
1
81 276
22 10(\
1

1
24 :;41
8 584
] 097
]74\
408 530 1
12!ì 224 1
.,

96;
1 407 5 080 4 687 6 221 7 002 1 684 454 26535 13 0:36 33 358: 37 60GI 49 0.17~ 4G 047 11 l\)0 I 800 I HH 084
~ 330 2 692 2 392 1 801 1 165 442 09' 9 921 2 4951 G 325: 7 5121 72Hi! 5 110: 1 482~ 272) :10 4d
4061 1 245 1 542 1 480 1 126 '18 1

6052 3 69111 11 2711 14 5G3 17 9,101 13 6,5 :~ ;{05 64 6521 ;,


2 728 8 182 6 867 4 288 2 ]2G 1~41 24 617 36 521 68 63:3!
:
77 OSO 91 713 '
I

81 718 20 :~:~8 377 361


1
(.

2 281 5 638 4829 3297 1 882 58 18 461 4 566 lO 7221 11 0051 ]0 250 7 H15
1
l 7(il 45 li~~OI 7
1
1

l
1

I
4\)2
I
63 ~
1

1 2331 3 037 2 285 1 520 760 16\)1 19 9 023 1 888 4 646 1


4 7011 400) 18 0171
i
4 1 940 207 057 120 869 3 06 5431
27 668 48 84-91 44 719 32 4381 IO 421' I 022 , 1

'39 0031 ,6, '54:


I I
1

I
1

I I
13 G33 n·'<) 306: 41 \)42
60

76
347

219
314

222
197

114, 1
$1
61.
16

13,
1
4[
8
1 026

718
1 579

525
7 481!

17d
lO \)32:

2 343, 2 666
'

1 500
• -,

!!451
1 •

91
I

9 173/ ~
1
(36) :~
1

1 061
1
44084 11 820, 404 237
2 770 2 625
""I 764 186 9 106 26531 1 53 915 47 197: 5307G'
1
1

1 I 1

I 1

190 857 933 582 276 28 287] 8082 27 0881 40 610 47 175! ;W 591' 5 ;3:30 516.
159 4011 '
!
896 2583)
I
2 307 1328i 586 64
1

I
7 801 4 36] 14 57\l;
I
17 502
1
18 1381
I

1
12 459 2 62:3 310
1
69 972, 5

"3 1 6 776 6 401 3 8 76 [ I 775 307 21 517 41 078 104 7561 Il8 5841 135 5881 95 826 5 1 8 4 2 41
I
!

1
1 I 1
!
4 546 1
1

2 7881 6926 6 1251 2938 644 24 204 1


18805 44 520i 51 523 50 527 45 138 11 226 1 769 232 5081
1 072, 2 219 22901 2 464 2 544
1
334i 11 0111 (l5418 148 2731 135 88'1! 160 1441
1
148 OH)
I
86 957 2 G24' 697 5601
I
')

i
I

3 860 1 9 145 8 4151 7 010 1 5 4 82 978, 35 21 51 84 223 192 7931 187 357i 219 671 I 193 148 , 48 18 3 4 6931 930 068:

lumero notevole di persone di età molto avanzata dichiararono di essere facchini, marinai, minatori, ecc., mentre probabilmente esse non erano più
.fu
'.
condizione di esercitare quei mestieri faticosi.
Le persone che non esercitavano una professione sono state classificate secondo la condizione loro: v'hanno quindi voci speciali per i capitalisti

I
benestanti, pei pensionati, pei ricoverati in ospizi, pei detenuti, pei mendicanti. per gli alunni delle scuole, per le donne attendenti alle cure
om:stiche. Ma Se, insieme alla designazione di una di queste condizioni, era indicato anche l'esercizio di qualche professione, si è preferito di
lasslficare l'individuo secondo la professione esercitata, anzichè secondo la condizione. Pertanto chi dichiarò in pari tempo di essere sacerdote e
roprietario, ovvero capitalista ed avvocato, ovvero pensionato e scrivano o contabile, figura rispettivamente nella rubrica dei sacerdoti o degli
Vyocati o dei contabili e non in quelle dei proprietari o capitalisti o pensionati, le quali di conseguenza risulteranno manchevoli. Al contrario, se
t. ~a d?nna aveva dichiarato di attendere alle cure domestiche e in via accessoria di filare o di tessere lino o canapa o lana o di fare qualche lavoro
Il CUCIto, per conto suo o di altri, la si è considerata come attendente alla propria casa.
1~ Sotto le rubriche ricoverati e detenuti furono classificati quelli fra essi, i quali, alla data del censimento, non lavoravano nell' istituto o nel
.1uogo di pena; coloro che vi eseguivano qualche lavoro furono classificati sotto la voce del mestiere che facevano, e cosI. sono andati ad accrescere
, numero dei calzolai, dei sarti, dei tipografi, dei fabbricanti di stuoie, ecc., allo stato libero.

~{
')

1
T erritorio e popolazione

Segue - Classificazione della popolazione maschile e femminile d't


per Categorie e Classi d't professioni
(Censimento al

Popolazione mascJ.ile
Categorie Classi
10-1~ I 15- 21 21-3° 30-45 65 anni
Età
ignota
I Totale
annz anni anni anni anni in su

661
:~~I
1. Seta. 3 272. 4677 5 070 3804 19202
'
2. Cotone. 8 801 lO 325 11 745 7 131 l 441 43 736
3. Lana . . 3 364 3865 4 558 4 183 920 58 18208
1
4. Lino •. 398 500 634 665 211 8 2 656
,j. Canapa. 1 7371 2 317 2856 3 794 l 299 16 13 395
6. Industrie che lavo- O. Juta .• 309 486 575 436 72 17 2020
rano e utilizzano le 7. Altre fibre tessili. 205
1

216 213 151 31 6 871


fibre tessili
8. Te~suti speciali • 3 162 1
4352 5 420 4 443 899 47' 1937e
9, Vestiario e arredamento domestico 29 2561 31 762 38 3881 32 769 11 595 267 159 432
10. Lavorazione di varie fibre tessili 367 257 329 252 GO l 417
1

11. I,avorazione di fibre non specificate. l 2141 l 6531 24.79 1 2579 534 9091

Totale 52 0851 604 10 534

7. Industrie chimiche 1. Industrie chimiche


" 3"[ 15 II7 :: :::1 2 7dI 608

( 1. Industrie poligrafiche lO 318 lO 679[ lO 807 7 104~ 1 1871 146 44094

~
2. Produzione e distribuzione di forza mo- 1
trice, luce, acqu~ e calore .. l 174 4 641 7 781 1 9932 7 2111 l 2241 153 3211C
a. Industrie e servizi cor- l-! 249 53 526 124591 168 140 1073
1

53002!?
rispondenti ai biso- \ 3. Trasporti. . • 145 0831 23 3601
gni collettivi I
4. Servizi pubblici riguardanti l'igiene, h sa-
nità, e l'estinzione degli incendi. 379 1453 5 613 lO 356 lO 2721 3053 287
1
31 412

Totale. 19 655 69 938 148 664 199 235i 169 6701 28 8 24 1 I 659
I
1. Vendita di merci e derrate all'ingro~so e

ve:~i:~nd~t:erci
14 873 39 164 66 079 108 9+11 108 164 29 327 961 367 flOg
i 2. e derrate diverse. 165 464 1 189 1 9421 1 830 372
1
61 6023
3. "endita di merci e derrate non specificate 876 4 624 7 032[ 12 5921 lO 8441 1 7401 66 37 774
\ 4. Esercizi pubblici .. 12 504 28 282 41 592 61 4671 53 398 13 797 875 211 915
9. Commercio 46 229 383 691 i 621 109 2082
l 5. Spettacoli pubblici . . . . 3
G. Credito e cambio, assicurazione, media·
i
zione, commissioni. rappresentanze com-
I merciali . 551, 4 710 15 2071 3' ",[ 35 814 9 545 270 97471

29 01 5 1 13 1 4 82
1

Totale. 77 473 1 217 007 1 210 671 54 8 90[ 2 236 722 774
1 I I
( 1. Amministrazione pubblica. 80 3 926 31 469' 65 326 60 9411 lO 530 749 173 021
2. Anunini"trazione pri '\rata 851 1 6 263 11 4881 15 8161 14 934 3 406 334 53 092

10. Amministrazione pub- . Il''3. Domestici e lu-trascarpe


4. Difesa del paese .
5. Culto.
blica e privata, pro- < G. Il13egnamento.
fessioni, arti liberali
. .

Professioni sanitarie
8. Professioni e aziende legali
7 6141
3',11
47;1

12 I
13 6971
41 8771
l 45~1
868;
594 1
201
14 203:
175 8471
12 952
7 556,
8 033
6 658 '
1

1
20 9121
27 7441
32 419
16 485'
22 959:
14 703,
27 849 1
7 530!
24 052
17 747
15 6871
120701
1
9 142 1

13 7001
3 038
4 407
4 0551
49 1
458
232
1751
791
8 I
3~,'
93 875
253 311
85 227
45 773
51 77.;
37 545
9. Lettere e scienze applicate. I
1
l 585 1
9 2621 13 3(hj' 9 849 2 5461 53 36 658
1
, 10. Arti belle . . . • . . • . 1 1111 4 830 8 455 1 lO 948: 8 1541 2 114' 881 35 700

75 285 9 2 31
1

Totale IO 177 IIZ 240 6751 198 813 52 987 Z 288 865 975

1 I i I

11. Condizioni non pro- { 1. Condizioni non professionali. •


fessionali
. .
'" 937i '" 530j 9' H6 87 3471 ' " ",I '" 396 ,7'5 ,6" 3"

12. Profe~sioni e C011di- 1


zioni non .;pecificate
1. Professioni e condizioni non specificate 221 i 2 6981 1 9 271 I 930 1 268 572 14 557 25 173

TOTALE GEXER.UE ... ,.,I, ..,... 1. . . . . . . !. 13' ,........." "'115 .. ..,1,.... 14'
T(rritorio e popolazioJle 33

oltre IO anni con distinzione di talz-tni principérti grupPi di età


o condizioni, nell'insieme del Regno.
IO giugno I9II).

Popolazione femminile I due sessi

10-15
I5-ZI 1
21 30
_ 1
45- 6 5 65 anni EU
Totale
10-15 l 15- 21 1 21-3 0 30-+5 45-65 Gs anlZi I Ftà 1
Totale
anni anni anni anni anni iII SII ignota ali/Ii I Il/mi III/Ili anni anlli in SII ignota
1 I
31 4321 62 943 44 7021 24 541 lO 8031 2 181 176 66:3 32 83-1 66 :H.j' 40 37\) 21l (i 11 1
l.l 607 :30\l2 13:? 1~5 870'
~1

::~~I :~~~I
150 :>:~7:
1

16 743, 39 035) 26 645 15 H5: 7 505 l 613 106 801 019 J 7 836 1
36 970, 2li 890 14 6:\1\ 3 027
1
2384'
1 334
1 836~
:::~i :~~:I
3 948' 2 849 2 480 2 904/
l 465
80:3

l .l16
101

4;)- i
22 10J
15 236
15 478
3 644
l 574
3212
U 05-1
3 930
5 085i
o 900
3 3J5
;) }uOi
1

1
8 3lii):
3 533:
5 ;336!
1 7~8

l li76,
61
-10 312
17 892:
28873
1
526
1

1 968! 1 332 787 49 3 118 5 155 u51 2 277) l 81:3: l :.l6:!1 Il)\) 18 7 175
1

280 344! 2651 248 1;4!' 40 l 303 3~0 540, 481 Jlill 71 217-!
'
i ;)
1

6 666: 16 714 1
U 398: lO 058 539 6;',0 55 1-17, 7 719 19 876' ]8 750 1
, 15 478 n UM2 , Ili\) 74528
66 603; 170 4771143 6111100 528
1

61 4521 11 78-1 555 145 81 999 109 i3:\ 175 3731138 916' q-1 "·'1 I 23 371l 957 7l! 578 9
l 4911 4 535 4 936, 5 0751 5 8391 2 301 2-1 371 l 6-13 4 902 5 1\)3 5 .lO-1
I
, • 6 (;~li 194 25 788 lO
8 5601 20902 1
18 0771 17 598: 17 846: 7 u41 3H; 00 ~68
1

9 187 22 11(\' 1H 7301 20 077; 20 .l:?:"ii S 175 349 1000.39 11

3~6
1
I

1
137 855[\ 330 9881265 764[ 18 3 166 1 II7 S82!' 31
017
1
r 70+ I 068 376 163 SII 383 073 174 255 433" 178 0 8 9 1 1 357 781

l 799 9 454!
,
II 898
I
7 6851
I
4 168, 2+0 35 878,
I
4 3 81 1<) 83:3
~_~/ OIJ J 27 14 8
'I
17 8641
Il
3 4 15 848 100 50')
I I I
1

I
1 1 I

5911 3 026) 2 7341 1 7931 689: ::'43 9 17) 4 444 1:3 3H 13 .l13 12 600: 7 7\):)! 1 :?oSS' 389
:;:3 2711

86.j~
I

i 1
1
331 224[ 2171 154 ' 80, 6 7:29 1 207 4 7998[ lO 086! 7 291; 1 239 159 32 845 2
183 l 495 4 188 4 937 3 102 , 28·) 32 14 219 14432 55 021'1' 12:3 7791173 0771148 185; 23 ().l:?' l 1 105 5H 24] 3
1 ,

I
2;1 "O'j
1

6391
1

"'I ;'° 1
11:1 lO, 2 2451
1

404 l 655 (i 252( 11 040; lO 842[ 3 Hi8 297 33 (;58

'i
,

'94'1
1

8
3
7 ,78 '3
68
' Wl: 5 3
1 29 1 26 3701 20 487 74 8851 156 4421. ,,6 8031 ' " m, '9 337 '9.10

3056'
8
9 3241
86
17 526'
138[
1
31094
417
i 37 759,
538'
lO 88-1!
84 l!
1
1 547:
21
I
' " ,"O
1 ~731:I
-
!
11 929
-
113,
'" ,j
550 , 1
83 605 "3 035 l" 923
l 327 2 359(
1

1
2 368i
1

'
,U 311 2 50'
4<>6
-
ù3
481 699
7 296
i
335 1 113 2 668 4 310 4 988i l 398: ]27[ 1-1 939 1 1 :nI; 5 737 H 700 16 902 15 8321 3 138 193 52 713 3
1 1
277 837
35~1
l 625 5 745 11 044 21 464 1 20 619 , 5 067i 659221 14 129 34027; 52 636 82931 74 0171 188(i.! 1 233
54 1
56 35 1 31 5' 189 5:3' <>83 4;)9 726 1
0.')2 11-1 4 2 271

J
1 I

",,.I 32 1001 "' '90!


1

22J 6161 16;! 22,,1 5J, :30! 97lU 2"


"'I
14 4721 99 762
, i
6, 03' "6',1 ,, 603
, 1

,6 3' <)o, 198 80+ 34 060, 9+ 01 5 163 386 278 05<)' 275 282( 72 493 4 283 9 21 578

33" 1 ,o21 2 825 2 424: 5-17! 7 57.l 97!4 262 32 871 68 151 ' 63 365
i 11 077 772 180 595
1 2421 1 460 852, 207 27 2 3 790 85117 505': 12 948 1 16 668 1 15 141 1
3 4;)3 336 56 882 2
1 1 1

41 180, 101 340 1 103 5381100 109; 104


8~.6431 89335 79 197 7~.030Ii 2~.502i 1926! 390 199 879 30 6H 2 384 484 074 3

.. i 3')' 418ii 175 8-171 27 744 1 7 530; 4B 232 253 311 4


1 :"1
5 025 1
1

30 1 141: 7 920 14 552 lO 061 159] 38 888 507, 2 59:3 20 872 46 9n, 34 113 i 18 725 334 ]24 115 5
1 J 75 251 i 4 966, 27 779 45 170! 38 212 1 4 751 146 121 02.l 6
4 098 20 223 28 685: 20 465 1 713) 6/1
1
11 I l 880i 7 609 lO 502 6 593 l 853 42 28 .l90' 23; 2 474, 15 6421 33 461 i 22 280: 6 260 ]23 80 263 7
i I 20 1 6 658
i
14 703
i
12 070 4 055 39 37 545 8
l 259 519 194 67 111 l 053 1 11 l 8H
1

9 781/ 13 557: 9 9Hl


1

2 557 55 37 711 9
202 993'
1 2 324
i 1 759!
I

706 121
'

6 125 1 313 5 823 lO 7i91 12 707; 8 860, 2 235 108 41 825 lO


2°1 1 1
55' 370[ "00'[ '" 7041 ,,6 "'1379 '4' 13'6 366
1 1
1 1

97 59 z 1 130 7921 138 566, II7553' 4 17 345

",I ""I
30 799 I
8J 786 '3'9!
'" ..,:, 436",1, 008'.,1, 0633.,1 83' z6 574' 8 552 476,2 III 2671 1132532, I 52739712095528 2240576 103 8 139 3 2 359
, 'I . 1 '

,,!
I
1 I I : I, I: i
9, 13 1

9' 12 6 503 6 563 Z 230i 2 7II. I 9361 l 9+2 I 285. 572 21 060
I

, I i I 'I I :i I · !
I
',I.

212'~ 13
1

m 1
1 ..8796 2606 815 3110948 3 0739..11135439: 49 680 201 3669814.385809747278155948 717 60385722244 554 92 479, 28 580 048

,~ :& - A.nnuario Statistico. stampato il 4 agosto 1915.


34 T erritorio e popolazione

Segue - Popolazz'one presente classificata


b) Classificazione della complessiva popolazione maschile e femminile di oltre
(Censimento al IO

Lombar-
Categorie Classi Piemonte Liguria Veneto Emilia
dia

1. Agricoltura (in senso stretto), ,dlvi- \ M. 607 3!6 123 588 689 820 6215 255 516 193
coltura, r.llevamt'nto del bestiame, t F. 449 011 75 814 363 869 356 110 241 048
caccia . . . . . . . . . . . • . .
M. 971 2970 2 370 8 364 2223
1. Agricoltura, caccia e 2. Pesca. • . . . . . ......•. F. 6 168 8 49 19
pesca.
M. 608 317 126 558 692 190 633 6 1 9 5 18 4 16
Totale . •• F. 449 017 75 9 8 2 363 877 356 159 241 067
M. F. I 057 334 202 540 I 056 1)89 778 759 48 3

M. 2 600 619 1 490 887 784


1. Ricerche e miniere . . . . . . . . . 96 194
F. !2

M. 5 424 1 882 5 003 2858 706


2. Cave . . • . . ' . F. 294 23 202 31
2. Industrie estrattive del M. 8 3 139 14 816
sottosuolo. S. Saline marittime, t.or.bi.ere.,. a.cq.u.e ,
minerali. . . . . ~ F. 8 8 102

M. 8 032 2 504 6 632 3 759 2 306


Totale . •• F. 344 II9 4°4 31 104

I,.
M. F. 8 376 2 623 7 036 3 790 2 410

M. 41 869 1600! 79 552 44 746 31 932


L<gno • • . • . . . • .
F. 836 53! 2777 851 2 184

1 719 867 4 165 2176 1 723


2. Materie analoghe al legno .
F. 633 227 1 258 5 239 6019

M. 18 863 7 272 31 868 18083 11 839


3. Cereali. . . . . . . . . . . . . . .
F. 3 368 1 653 4 282 2238 1 446

M. 2 102 1 040 3218 738 1 285


4. Frutta, verdura, semi.
F. 1 591 893 1 214 262 726
3. Industrie che lavorano M. 5 764 1 520 14 755 3 714 8 712
e utilizzano i pro- 5. Prodotti animali
dotti dell'agricoltu- F. 958 483 1 271 302 1 086
ra, della caccia e
della pesca. M. 29 478 lO 822 42 621 23 420 25 945
G. Spoglie animali. . . . . . . . . . .
F. 3 561 807 8049 1 222 2 769

M. 4 858 849 7 174 2648 1 253


7. Carta . • . . • . . . . . • . . . . •
F. 3 392 657 6 156 1511 900

8. Oggetti ricavabili da materiali diversi,


provenienti dall' agricoltura, dalla
I M. 527 97
217
3971
4 421
526
524
670
1 060
caccia e dalla pesca . . . . . . . F. 668

M. 105 180 38 47 1 187 324 96 OSI 83 359


Totale • .• F. 15 007 5 471 29 428 12 149 16 190
:M. F. 120 187 43 94 2 216 752 108 200 99 549

M. 5 318 8298 lO 364 1 055 732


1. Produzione e prime lavorazioni della
ghisa. del ferro, e dell'acciaio. . . F. 392 ~O 388 3

M. 1 433 1 331 1 678 302 212


2. Produzione e prime lavorazioni degli )
altri metalli . . . . . . . . . . • I F. 245 30 283 3 27

M. 27 833 12 216 46800 24678 17 754


F. 1 804 534 3 929 795 483
4. Industrie che lavorano
e utilizzano i me-
talli
4. Costruzioni meccaniche in genere e t M. 23 803 24 849 40 361 11 467 lO 829
grosse costruzioni metalliche per l'a- F. 672 416 1 136 140 200
gricoltura, l'industria e i trasporti.
M. 8 449 4 328 15 141 4520 3 419
5. Altre costruzioni meccaniche e lavora- \
zione dei metalli preziosi " . • t F. 2 115 417 3 136 810 884

M. 66 836 SI 022 II4 344 42 022 32 946


T,W.. .1 F.
H. F.
5 228
72 064
I 407
52 4 2 9
8 872
123 216
I 751
43 773
I 594
34 540

(a) Vedansi le Avvertenze fatte a pago 30.


Territorio c popolaziolle 35

per professioni o condizioni.


IO anni per Categorie e Classi di professioni o condizioni, nelle singole Regioni.
giugno 19II) (a).

Abruzzi Campa-
Toscana J.Warche Umbria Lazio e P"glie :Basilicatal Calabri< Sicilia Sardegna
Molise nia

187 479 316 355 470 550 481984 103 084 268 933 650 012 18:! 875
485 632 229 754 164 333
134082 58679 78 172 209 728 340 131 145671 73 732 194838 75023 o 5i5
170iOO
892 918 6 288 5006 64 2285 19 524 3 853
1 683 1 313 299
2 14 8 96 99
3 22
103 148 271 2IB 669 536 IIl6 728
487 3 1 5 231 067 164 63 2 188 371 31 7 273 476 838 436 990
58 681 78 173 209 729 340 145 145 679 73 732 194934 75 122 6577
170 403 134 104
527 002 816 983 582 669 176 880 466 I5:! 744 658 193 305
657 718 365 171 223 3 1 3 266 544

1 047 124 422 335 20 4 489 31 969 13 830


7068 896
18 16 97 1 079
49 11
615 2 791 4834 652 451 3 517 312
12 864 452 238 1 756
37 236 42 ;)1 196
79 6 22

92 2 164 836 098


375 2
64 44
63 4 69

037 5 018 94 1 36 3:!::;


20 302 I 350 I 285 I 972 I

43 74 357
19 1 IO II 91 55
360 063 092 5 061 656 I 015 366 79
20 493 I I 296 2 I

88 457 22305 3846 12 773 35050 7 296


29 953 9049 4952 11 425 9 468
638 248 34 106 442 117
521 124 30 307 113
3 945 441 47 1 022 1 324 272
4 387 879 124 371 176
101 1 182 191 21 385 697 1049
82980 2 144 176 284
3 674 17 858 7 313 1 305 4 084 16 847 2 130
12 597 3295 1 970 5 551
829 2223 1 691 400 1 742 2833 372
1 558 546 238 1 116
134 2523 4 381 44 472 2699 305
915 120 78 437
241 3 648 1085 23
710 14 30 154 68 2259

1075 3924 8 188 676 1 730 5 503 2864


2 717 652 238 1 568
11 132 5 70 356 447
260 48 26 61 536

44 132 23 359 5911 17 226 50924 7 148


25427 12 517 7016 12844 18954
3 570 242 13 150 953 56
1 712 459 283 589 182
207 13 190 403 76
3088 1 125 189 2009 179 2908
1 327 62 11 85 12
2546 982 73 702 45
253 103 175 99
885 193 7 381 82 1 525
27 63 47
311 163 2 27 83 1 409
61 447 II 842 37 600 II2 925 20 190
794 69 27 830 14 574 34 586 28 742 II5 272
476 3 I13 6 514 2 123
90 598 4 480 858 3 240 I 432 13 144 2 834
64 281 12 3IB 40 7 1 3 II9 439 22 313
170067 32 310 15 432 37 826 30 174 128 416

115 lO 661 166


5806 210 3687 321 22 4150
121 26 85
407 2 90 20
949 26 17 380 326 1 280
116 6 3

9 787 2 331 5 723 17999 4 565


17090 5 748 3 148 8604 6467 18092
44 24 20 94 409
507 55 45 55 36 272
113 781 3890 777
568 14 609 5 812

l
11 174 2 276 917 4304
31 19 4 16 2
115 6 63 51
lO 421 1 517 401 650 3 462 728
3435 809 903 3049 939
6 2 2 17 6
260 13 6 59 4 64

17 638 7 171 26 102 6 256


38 454 8 672 16 658 8 322 48 552
40 69 26 127 41 7
I II9 140 172 455
39 573 8 812 16 830 8 362 49 007 17 707 7 197 26 229 ! 6 673
Territorio e popolazione

Segue - Classificazione della complessiva popolazione maschzle e fe11lnzimle di oltre


(Censimento al

i
I Lombar- i
Categorie Classi Piemonte' L1'guria
dia I
Veneto I Em'lh;a

! l
~I. ~6 960 8395 41 617 21 529 17 227
1. Preparazione e lavorazione dei mi-
nerali . . . . . . . . . . F. 5 140 644 4065 3 773 2 117

5. Industrie che lavorano \ :!.VI. 78 500 31 531 122 410 59 942 67 384
2. Costruzioni edilizie, stradali e idrau·
i minerali e costru- liche. . . . . . . . . . . . . • F. 184 152 411 169 5 220
zioni edilizie, stra-/
dali, idrauliche M. 105 460 39 9 26 164 027 81 47I
Totale .• F. 5 32 4 79 6 4 476 3 9.j.::
~I. F. IlO 784 I63 503 85 4 1 3

)1. ~014 24 12827 1 572 390


1. Set:l . . . . . . . . . . . . . . . .
F. 20 740 487 116029 21 905 2 280

)1. lO 724 1 477 24929 2697 208


2. Cotone . . . . . . . . . . . . . . .
F. 25 290 4 629 50 136 8.til 929

1\1. 5 003 1~ 2 779 3 7:37 96


3. Lana
F. 9 097 259 ~ 672 3 353 731

:11. 200 6 2 101 116 31


1. Lino . . . . . . . . . . . . . . . .
F. 625 71 5 162 464 105

M. 665 533 1 437 1 862 2 721


5. Canapa ............. .
F. 1 639 514 1 382 2 280 1533 ,

::.\I. 471 499 258 97 32


U. Juta . . . . . . . . . . . . . . . .
6. Industrie che lavorano F 939 1 612 173 631 81
e utilizzano le fibre
tessili M. 402 162 135
7. Altre fibre tessili. . . . . . . . . .
F. 344 233 436

M. 5 113 450 7 227 548 825


H. Tessuti speciali . . . . . . . . . .
F. 11 693 3 778 19 192 4 048 3 561

I). Vestiario e arredamento domestico 'l :\I.


F.
14462
79 695
4 345
26835
27 637
105436
12 600
41 958
12 740
54985

M. 940 284 68
lV. Lavorazione di varie fibre tessili . .
F. 4 205 918 303 825

M. 2041 53 3002 1 104 141


11. Lavorazione di fibre non specificate.
F. 12 140 203 15 954 1090 1 678
M. 42 °35 7 529 82 643 24 536
Totale . .• F. 166 207 38 4IO .)I7 287 84 939
M. P. 208 24:2 45 939 399 930 109 475

M. 8 92.j. 4 735 9 5 68 4 43 0 7437


7. Industrie chimiche 1. Industrie chimiche. . . . . . . .• F. 4 228 I 994 7016 2 560 3 295
M. F. 13 I52 6 729 16 53+ 6 990 IO 732
M. 5050 2 431 11 483 2 984 2 849
1. Industrie poligrafiche . . .. • . .•
F. 1 612 571 2523 466 546
I 2. Produzione e distribuzione di forza \ M. 4305 2 431 9 474 2 422 2023
motrice, luce, acqua e calore . . • t F. 136 67 153 44 87

!\ " T raspor t'l \~


M. 45 709 41 891 61 877 40 140 36 210
.>. •• " • • • • . • • ••
8. Industrie e servizi cor- F. 2607 673 :2 519 ] 139 1 282
rispondenti ai biSO_/ 1975
gai collettivi 4. Servizi pubblici riguardanti l'igiene, la :11. 1 370 4 132 3 031 2200
sanità e l'estinzione degli incendi. . F. 232 83 262 105 179

M. 57 039 48 123 86966 48 577 43 282


Totale. . • F. 4587 394 2 094
I 5 457 I 75+

1 )1. F. 6I 626 49 51 7 92 423 50 33! 45 376


Territorio e popolaziolle

IO anni, per Categorz:e e Classi di professioni o condz':;ioni, nelle sinf;ole Reç;ùJIl!.


IO giugno 19II).
--~--------------------------~------------------------------------~----------------~------------------

: ~i bruzzz" Campa- Rasili-


Toscana ~1[ arche -C-mbria Lazio e Pw!,1z'e Calabrz"e 5 ir itia. Sardegna
.11 elise nia caza

28 848 6 385 2\114 -; 137 5 086 Il ~~08 4 lii 2516


3 245 1 017 39~ 451 %4 1\13 86 I 528 89
I
51 224 15 589 9 608 13 531 5i 450 39 403 18 480 iO 095 12 513
438 307 515 101 109 ] :2S4 902 ~39 28

80 072 21 974 12 522 40 004 18 617 7 090 22 657 84 .(03 I5 029


3 683 I 324 ')07 55 2 09 8 I 430 I -150 II7

83 755 23 29 8 40 55 ,j 19 6 1 5 ìI 006 7 182 :q 087 85 ~53 15 146

438 429 29 13 :H 943 101 4 I 298


4 532 5 424 li 135 811 ! 2 817

902 121 161 285 73 l 826 170 19 113 31


5 806 665 437 239 564 4 207 4 221:; 55 \ 866 268 13

4 376 177 221 10i 541 i15 30 120 I 126 30


1 503 140 tì1 550 313 755 205 I 1 510 48 316

22 li til lO 50 31
219 108 106 233 2:22 1005 411 126 5 439 912 128
1 083 844 123 203 363 ] 409 194 1 021 4
448 497 230 ]24 179 4 579 65:2 22 897 423 79

195 390 11 18 32
297 1 273 95 11

34 l,) 73 2 31 2
163 80 lO

1 374 325 178 443 146 2078 258 40 39 308 24


1 817 977 860 1 025 533 5 342 613 58 243 1 848 59

9 383 4 387 1 379 6 428 9 339 22 027 8 136 2 5i5 9 415 12 615 1 965
39 750 21 251 8 250 28027 12 946 f,03
5,,) 27 i25 29i1 13 -180 30 87'1 5 456

14 17 35 4i 1
408 1 321 364 400 l 657 487 153 7241 1 983 382

] 108 35 66 21 1 195 33 23 99 3
5004 623 1094 :270 l 859 i 99:2 6050 l 109 29 254 5 829 819

18 929 6 32Z 2 565 7 533 IO 596 30 31 5 9 779 2 823 IO I84 14 37 2 2 060


59 947 31 006 12 713 20 581 81 606 4 1 gog 4 744 61 827 42 707 7 26I
78 876 37 3 z8 31 177 III g21 SI 688 7 567 72 DII 57 079 9 3 z1

5 760 I 912 2 074 I 774 I 437 5 472 2 646 I 615 6 068 533
5 108 1 4»1 587 994 135 3 571 1 858 13 3 2 207 664
IO 868 3 393 2 661 2 768 l 572 ') °43 4 504 I 753 8 275 I 197

4 350 790 666 4 693 569 3 824 l 496 116 397 2062 334
763 106 255 1 441 97 393 216 9 140 7

2 736 780 265 1 li2 466 2 398 1 344 75 291 1 621 313
51 24 4 55 40 3 2 39 20

44 728 13 196 6 118 31000 11 443 62 133 35 249 4 517 18698 66880 lO 233
1 385 411 397 770 384 892 326 98 445 538 353

2 628 812 406 2499 I 553 4 712 1928 208 707 3884 368
286 124 44 407 i 33 198 72 46 169 5
I
54 442 15 578 7 455 39 364 ! 13 031 73 067 40 017 4 91 6 20 093 74 447
2 485 665 700 2 622 569 I 523 647 102 539 867
I
56 927 16 243 8 155 4 1 9 86 I 13 600 I 74 59 0 40 664 5 018 20 632 75 3 1 4
38 T erritorio e popolazione

Segue - Classificazione della complessiva popolazione maschile e femminile di oltre


. (Censimento al

......, Lombar-
Categorie Classi Piemonte Liguria Veneto Emilia
'"
<u
(J) dia

1. Vendita di merci e· derrate all'in- \


grosso e al minuto. . . . . . . . i
M.
F.
35 551
22 747
I 18287
8481
61 470
17378
38 125
\}090
29 921)
8 446

2. Vendita di merci e derrate diverse. ! M.


F.
425
148
I 286 1 180
133
196 197
159

M. 1 727 2971 6 498 2 659 1 151


3. Vendita di merci e derrate non spe- \
cificate. • • . . . . . . . . . . • { F. 1 487 408 931 737 519

M. 19 899 lO 748 37 747 22 267 16 115


4. Esercizi pubblici. . . . . . . . . .\
9067 3971 14 577 9 351 4 745
9. Commercio I F.

5. Spettacoli pubblici. . . . . . . . .! M.
F.
349
56
207
3
394
35
166
13
104
13

G. Credi~o e cambio, ~s~icu!azione, me- \ M. 7 932 6 851 17070 11 134 8 111


diazlOne, commlsslO111, rappresen- f F. 497 173 435 133 89
tanze commerciali . . . . . . . •
M. 65 883 39 35 0 124359 74 547 55 603

T"'''' .. ·1 F.
M. F.
34 002

99 885
13 036
52 386
33 48 9
157 848
19 3 2 4
93 871
13 971
69 574

1. Amministrazione pubblica . . . . . ! M.
F.
13902
698
8462
416
15 493
1 532
11 254
588
11 407
645

M. 3 709 2 663 7 401 3 522 2610


2. Amministrazione privata. . . . . . ) 610 453
F. 114 1 703 156

M. 7 166 3439 12803 8045 8 298


3. Domestici e lustrascarpe. . t F. 41630 21 312 65 300 39 654 30 607

M. 37 828 22 685 26 458 32039 20 854


4. Difesa del paese. . . . . . . . . . t F.
M. 7 654 3 234 9 728 6 552 6 467
5. Culto . . . . . . . . . . . . . . • lI 4434 3070 4912 3 291 1 594
F

M. 4 980 1977 4952 3606 2996


10. Amministrazione pub- G. Insegnamento . . . . . . . . . . . ) 11 282 3 523 14 510 7015 6668
F.
blica e privata, pro-
fessioni, arti liberaU M. 5 169 2 545 6 762 3 961 3982
7. Professioni sanitarie . . . . . . . . 1 F. 3 270 1 737 6 177 3089 2390

M. 3 380 1 562 3 210 1 568 1 608


8. Professioni e aziende legali .1 F.

\ M. 4 442 1777 7 652 2 317 2 106


9. I,ettere e scienze applicate. .; F. 235 42 400 62 69

10. Arti belle. . . . . . . . . . . . .! M.


F.
3 288
660
1 517
301
6848
1 528
2 338
520
2 119
486

M. 91 518 49 861 101 307 75 202 62 447


Totale . .• I\ F 62 819 30 5 1 5 96 062 S4375 42 912
M. F. 154 337 80 376 197 36 9 129 577 105 359

M. IS4 128 7L 259 214 204 139 5 2 3 121 238


11. C~~~~~~ non pr~ 1. Condizioni non prof~sionali . . .• F. 653 532 3IO OIO I 001 164 807 345 614 157
1 M. F. 807 660 381 269 I 215 368 946 868 735 395
( M. 4 08 3 I 056 182
12. Profesc;ioni e condi- 1. Professioni e condizioni non speci-) F. I 124
zioni non specificate fica te . . ....••.• • j
\ M. F. 4 0 83 2 180 182

..1 :. I 317 435 479 338 I 784 620 I 223 737 I 029 OlI

TOTALE GENERALE. I 400 295 479 134 I 868 656 l 344 3 2 9 I oog 430
M. F. 2 717 730 958472 3 853 2 588 088 2 038441
Territorio e popolazione 39
IO anni per Categorie e Classi di professioni o condizioni, nelle singole Regioni.
IO giugno I9II).

Abruzzi Campa- Basili-


Toscana lVI arche Umbria Lazio e Puglie Calahrie Sicilia Sardeg1/a
Molise nz'a cata

34 053 I 6 122 4 022 16 625 6950 47 859 16 726 2 141 8 116 3G -17;, 5 OG2
7 4921 2 421 866 3 767 2 189 9 255 40-19 602 1 9olO H 260 1 207

21-1 290 40 29 454 763 G92 179 17;') 71G 187


112 93 45 96 301 35 ]:.! 5:3 80
115 602 457 553 681 3 759 2932 760 355 11 202 . 1 352
396 267 226 218 245 183 182 126 31 8 405 578

13 881 4 478 2 465 lO 983 4 129 24 707 12 252 2001 5 7G9 22 31:1 2 1G1
3 220 l 599 765 2 292 1 599 6 561 1 978 491 1 519 :l 501 686
224 18 16 208 11 214 55 12 S7 15
7 3 33 3 6 4 2
7976 l 390 765 4800l l 191 12145 4 654 445 1 209 lO 711 1 083
182 28 7 173 18 339 31 23 11 ]47 5
56 4 63 12 900 7 765 33 202 13 416 89 447 37 3 I I 5 528 81 504 9 860
II 409 44 II I 865 6 528 4 150 16 645 6 244 I 278 26 :\75 :1 564
67 872 17 3II 9 630 39 730 17 566 106 092 43 555 6806 107 879 12 424
12971 4884 2917 21 380 5 609 22359 9 767 1 843 6072 20 294 4 407
660l 330 138 691 92 592 2·15 45 91 733 7-1
4902 880 842 4 790 778 8 183 2 230 211 1 192 8 -108 771
166 18 5 375 4 90 11 2 16
8 131 1 820 1 697 8847 1 509 14 846 2016 283 2 632 9 600 2 .. -13
30519 8 815 5 867 21313 8114 32596 16272 3 515 11 591 35036 18058
15 356 6808 3 276 18 686 3500 23884 11 342 477 4 983 18 130 7 005

6 752 3 354 2022 6942 2816 11 241 4 620 1 100 3 053 8 198 1 494
2418 1 131 1 223 4 757 508 4870 1 909 293 601 3 552 325
3040 1 560 1086 3032 1571 5 689 2 597 507 l 695 5 569 916
5 654 2 586 1 632 3 727 1971 6248 2 748 487 1 425 4 603 l 172
3891 1 544 780 2894 1 769 6968 2985 696 2070 4 887 870
2708 759 488 1 621 595 2 170 'i 72 138 576 ] 651 349
1973 672 409 2 537 l 521 6865 3051 733 1 9GO 5 620 876

2419 731 551 2 751 852 3877 l 677 378 794 3 922 412
16 12 7 100 4 77 9 19
3047 363 267 2 763 l 236 4 981 l 870 368 829 3 561 305
526 84 60 589 60 629 183 21 48 384 46
62 482 22 616 13 847 74 622 21 161 108 893 42 155 6 596 25 280 88 189 19 799
42 671 13 735 94 20 33 173 II 348 47 :?72 22 140 4 502 14 348 46 036 20 033
105 153 36 35 1 23 267 107 795 3 2 509 156 165 64 304 II 098 39 628 134 225 39 83 2
132 208 42 552 30 102 75 134 54 870 182 783 83 234 19 786 60826 204 035 39 440
667 974 24 8 978 178 772 355 250 353 24 1 838 3°2 60 9 58 3 107 708 301 7II I 222 302 282 447
800 182 291 530 208 874 430 384 408 III I 021 085 692 817 127 494 362 537 I 426 337 321 887

223 4 034 I 846 II 765


42 18 5 379
I 984 265 4 052 I 846 17 144
I 037 880 39~ 1 6 5 2 65 493 513 220 488 725 I 206 559 786 313 165 479 473 221 I 409 668 32; 98 3
I 055 588 ! 440 268 26 4 654 SII 318 602 320 I 345 166 83 1 554 192 702 581 653 I 4 29 443 323 691
2093488 I 833433 530 147 1 024538 1 091 045 2 551 725 1 617 887 358 181 1 054874 2 839 111 649674
40 Territorio e popolazio1le

Segue - Popolaz'ione presente classl:-ficata per professioni l) condizioni.


c) Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre IO anni
p~r singole professioni o condizioni, nell'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno I9II) (a).

~Vum('ro " ~Vumero


Professioni o condizioni degli individui Professioni o condizioni -" .§ degli individui
cile
esercitavano
'.~_" ~c· che
esercitavano
categorie la professione
Categorie ~ t. la professione
Classi Classi Q., ~ I--~~------
SottocIassi
JJaschi Femmine SottocIassi ] Maschi Femmilu
(*) (*)

1. Agricoltura, caccia e pesca. 2. Industri:! cstratt;ye


del S'lttosuolo.
1. Agricoltura (in senso stretto) sil-
vicoltura, allevamento del be- J. Ricerche e miniere.'
stiame, caccia:
a' 274 11
Agricoltori che conducono 1-2. Ricerche e miniere di me-
1.
talli 1071 9
o lavorano terreni pro- 21 769 1 403
prii o della famiglia. 1 108 721"\ 606 532
Enfiteuti, utilisti 6 821 a' 319 4
2. 22 645
3. Ricerche e miniere di zolfo b 461 2
3. Fittavoli 536 281 ]57 837 31 943 100
4. :\:Iezzadri, coloni 1 129 155 452 337
4. Ricerche e miniere di combu-
a' 53
5. Contadini obbligati 295 355 89 238 138
stibili fossili
6. Giornalieri di campagna. 2 611 955 1 603 693 I c 3 419 25
i
7. Ortolani, coltivatori di a-
'(rumi, di tabacco, di al-
I a' 104
5. Altre ricerche e miniere 166
beri da frutto, di vigneti. 48 591 17 837 l 286? 49
8. Giardinieri 21 393 3 136

IO.
9. Boscaiuoli, siepaiuoli
Raccoglitori di funghi, tar-
tufi, cicoria, ecc.; erbo-
11 242 686 'l. Cave:

1. Cave di pietra da taglio e di


If a' 4 739 71
pietra grezza da costru- 535
II.
listi
Taglialegna, carbonai
474
20 137 2439
272
zione lI
27 371 476

12. ::\Iandriani, bifolchi, bovari, 2. Caye di materiali per cementi I a' 628 48
pastori 207 764 29 241 laterizi, terre cotte, por-
cellane, vetrerie e simili. I b
158
4 549 289
13. Allevatori di animali bovi- I
ni, equini, ovini e suini,
di cani, ecc .. 1 134 3. Caye di altri materiali per I a' 460 68
132 91 6
14 . .\llevatori di animali da cor-
uso industriale
l c 1 833 150
tile . 363 359 I

15. Apicultori 313 83 4. Caye di sabbia e ghiaia


I a' 778
84
27

a' 26.3 ]34 l 3 129 85


16. Produttori di semi bachi. • h 54 11
c' 251 839
:J. Saline marittime, torbiere, acque
I 7. Caccia tori, guardacaccia. 1 358 minerali:
18. Fattori, agenti di campa-
gna 25 815 1 256
Saline marittime
I a' 79
Guardie campestri, guarda- 1. 149
19.
boschi privati 9 920 I c 2519 335
I
2. Pesca: 2. Torbiere . 26 1
223 18
I.
2.
Pescatori, vallanti.
Piscicultori.
:;8 699
324
455
43
I
Il
1
3· ACfJue minerali. 1:: 15
139
1
15

(a) Vedansi le avvertenze fatte a pago 30.


(*) Nel Censimento della popolazione al IO giugno 19II fu fatta per tal une professioni la ripartizione dei censiti secondo la
posizione professionale, come risulta qui appresso:
Il nO dei censiti contrassegnato dalla lettera a comprende individui dell'una e dell'altra \ padroni, amministratori, direttori
delle seguenti posizioni professionali l artigiani indipendenti. '
Id. id. id. a' comprende padroni, amministratori, direttori.
Id. id. id. a" comprende gli artigiani indipendenti.
Id. id. id. b comprende gli impiegati.
Id. id. id. comprende individui dell'una e dell'altra \ capitecnici, operai.
delle seguenti posizioni professionali l braccianti.
Id. id. id. c' comprende capi tecnici ed operai.
Id. id. id. d comprende individui dell'una e dell'altra \ facchini
delle seguenti posizioni professionali l persone di servizio.
Id. id. id. d' comprende i facchini.
Id. id. dalle lettere bd comprende promiscuamente le persone elencate alle lettere b. d (impiegati, per-
sone di servizio, facchini).
Id. id. id. cd' comprende promiscuamente le persone elencate alle lettere c, d' (capitecnici,
operai, braccianti, facchini).
Id. id. id. c'd' comprende promiscuamente le persone elencate alle lettere c', d' (capitecnici,
operai, facchini).
T erritorio e po polaziv ne 4I
Segue - Classificazione della popolazione mascMle e femminile (h" oltre IO ann'l'
per singole professioni o condizioni, nell'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno IgII).

Xumero Xumero
Professioni o condizioni degli individui Professioni o cond'izioni dI'gli individui
che che
Calegorie esercitat'ano eserct'tal'tl1lO
la professione Categorie la proffssioHii
Classi Classi
Sottoclassi Maschi Femmine Sotto classi
Fell/mine
(*) (»

3. Indudrie che lavorano e uti-


{c'd'~;
21 915 2 017
lizzano i prodotti dell'agricol- 3. :!\Iolini da cen'ali 1 025
tura, della caccia e della pesca. 25 273 1 H\7
I
1. Legno:
4. Panifici e gallettifici.
I a; 27 :l8::l
1 104
7 ~87
295
I. Deposito, stagionatura, con- 5 457 I 162 l c'd' 41 208 4954
servazione e prime lavo- 494 ; 16 I
razioni del legno 12 611 396 a' (j .J-:ll 1 339
5. Pastifici .
c'~'
1 12L 120
{
6 574 I 435 17 450 3 061
2. Minuti oggetti di legno 194 11 I

~;
8 675 839 :3 581 948

9 248 93
6. Biscotti e ostie; pasticcerie.
{c'd'I :320
7 (i22
68
1 208
3. Fusti 209 2
lO 520 65 ·1. Frutta, verdura, semi: I '
102081 337 I. Condizionatura dei foraggi. I a' 5:2
4. Grossi lavori da falegname. 1 761 26 I c'd' 130 63
137 552 613 I

{c'd'~'
2. Condizionatura e conserva- 47R 134
12 235 120 zione dei frutti e della 220 3G
5. Veicoli di legno. 340 33 verdura 2 054 2527

6. Barche e navi di legno.


17098

2 710
114
6026
271

13
3
63
3. Frantoi da olio.
l,:i,
I
a'
057
50
844

n02
46
3
78
(iO
4. Stabilimenti enologici. 30!J
c'~'
22 612 613 54
7. lIIobili ed oggetti artistici { 5 020
804 46 268
di legno I

1 665 I
34 406

c'~'
764 G9
8. Strumenti musicali esclusi- 42 5. E5tratti e sughi concentrati. 250 54
923 {
vamente o prevalente- 6 3 150 2 484
46
mente di legno 2 114 68 I
6. Lavorazione dei semi non \ a' 1!J5 23
oleosi, delle droghe e dei
9. Truciolo .
758
166
358
59 surrogati del caffè c'd' l 649 G37

~
I

1 332 2208

70
7. Cioccolata, confetture, frutti a; 1 250
42!J
289
130
462 canditi e gelati
IO. Sughero. 67 13 / c'd' 2 9!J2 !
3006
1 085 1 216
;'j. Prodotti animali:
2. Materie analoghe al legno:
I
c,~,
lO 139 1 389
I. I,avorazione del latte.
Canne, vinchi, giunchi e si- { 251 36
I. 6 744 2 132
mili 7 504 3 379 I 13 226 1 428
2. Macelli, conservazione e la-
2. Paglia e fibre affini
2 261
325
4 123
65 731
106
27 116
vorazione delle carni, e-
strazione e purificazione
dei ~rassi
l,,;, 14 175
l 283
14277
984
45
680
i
3. Apparecchiamento della treb-
bia, del crine vegetale e
76 37 3. Deposito e conservazione del
polIame e delle uova {/~, 92
236
11
35
simili 326 54
I a' 183 25
4. Rivestimento di recipienti di 4. Lavorazione e conservazione 8
vetro
195
482
941
2396
dei pesci {
c,~, 132
2 083 917

5. Scope 631 198 5. Lavorazione del miele e della a' 727 104
971 496 cera { c'd' 1 ]96 390
3. Cereali: G. Spoglie animali:
I. Deposito e con;;ervazione dei 70 7 l. Lavorazione del pelo e delle 451 338
cereali 206 17 penne 761 2392
2. Pila tura e brillatura del riso; 1 412 61 2 284 88
sguscia tura e brillatura 158 8 2. Concerie . 548 Hl
di altri cereali 4 670 3293 13 716 370

(*) a = Padroni, amministratori, direttori, artigiani indipendenti. a' = Padroni, amministratori, direttori. b = Impiegati.
c' d' = Capi tecnici, operai, facchini.
T crritorio e papolazicne

Segue - Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre IO anni


per singole professioni o cond'izioni, nell'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno I9II).

;! Numero ;! Numero
Professioni o cond't'zioni ~.~ degli individui Profess't'oni O condizioni ~.~ degli individui
- .~~
che - .~~
che
esercitavano esercitavano
Categorie .~! la professione Categorie .~ ~
~.ç:,. la professione
Classi '""<:i Classi
Sottoc1assi ] Maschi Femmine Sottoc185si '""i Maschi
I
Femmine
(*) I (*) I
3. I.ucidatura, colorazione, im- 57 11 4. Industrie che lavorano
pressione e imbottitura e utilizzano i metalli.
del cuoio 183 41

153 530 3995 1. Produzione e prime lavorazioni


4. Calzature di cuoio 3236 259 della ghisa, del ferro, e dell'ac-
15606S 11 445 ciaio:
355 476
30 215 4
5. Guanti di pelle. 43 I. Produzione della ghisa, del
394
1 628 1 425 ferro e dell'acciaio
88-16 77
525 89
6. Portafogli e articoli di pelle 49 Prime lavorazioni della ghisa 1 487 30
131 2.
1 138
per valigeria 900 del ferro e dell'aeciaio. 52
1912 28 836 863
5991 191
7. Cinghie e articoli di selleria. 274 31
7275 394 2. Produzione e prime lavorazioni
degli altri metalli:
862 288
8. Pellicceria • 127 38
1 130 230 4
2454 Produzione degli altri metalli 62
I. 7
14 l 459 115
9. I.avorazione delle budella; 86
imbalsamazione; prepa- 808
razione delle spugne 252 107 2. Prime lavorazioni degli altri 40
22-1 18
metalli 5677 529
7. Carta:
I. Cernita di carta usata, cer-
nita e lavatura di stracci
50'2
1 509
1 ~gg 3. Successive lavorazioni dei me-
talli comuni:
60 5
2. Pasta di legno e cellulo<;a. 53 19 62 38-1 260
740 217 I. Lavori da fabbro ferraio. 104i 12
86 364 515
1011 297
3. Fabbricazione di carta e car- 946 95 2. Lavori da ramaio ed otto- 18439 447
tone 12622 9 436 naio 509 37
28 79-1 942
852 296
4. Fabbricazione di oggetti di 165 73 3. Letti ed altri mobili di me- 1 319 50
carta e cartone 1983 3600 tallo; insegne metalliche. 175 27
5 650 67
1993 291
5. Cartoleria • 280 56 4. Chiodi, arpioni, bulloni, bol- 1 107 64
4153 2.234 lette, viti, catene, lime,
seghe e minuterie metal- 204 50
8. Oggetti ricavabili da materiali di- liche in genere 4426 3005
versi, provenienti dall'agricol-
tura, dalla' caccia e dalla pesca: 5. Corde, molle, reti metalli- 1 161 352
che, lamiere forate, sca- 222 24
269 125 tole di latta. 3897 l 603
I. Spazzole. 723 1 082
6. Medaglie e monete 49
361 28 127
2. Pettini, forcelle e simili 963
1 482
7. Posa terie com uni e utensili 398 12
175 69 da cucina in lamiera stam- 93 19
3. Bottoni. 155 51 pata e lavorata al tornio 1 568 671
2378 3 648
l 057 25
33 8. Coltelli, armi bianche e stru-
269 72 2
4. Articoli per fumatori. 225 menti da taglio in genere l 791
821 80
13 6 2 191 21
5. Ventagli . 26 17 9. l,avori da arrotino . l 691 19
6. Oggetti di lu:,so e di decora- 442 487 IO. Proiettili ordinarii, spolette 46 2
zione in osso, corallo, 74 36 e bossoli per cartucce. 329 174
madreperla e simili 1051 l 589
lI. Altri oggetti metallici e spe- 1035 113
218 93 95 28
7. Giocattoli 537 571 ciali lavorazioni
2560 485

(.) a = Padroni, amministratori, direttori, artigiani indipendenti. a' = Padroni, amministratori, direttori. b = Impiegati.
c' d' = Capi tecnici, operai, facchini.
T erritorio e popolazion:.: 43

Segue - Clas~ificazione della popolazione mascMle e femminile di oltre IO anni


per singole professioni o condizioni, nell'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno 19II).

Numero
Protess~'oni o condizioni degli individui Professioni o condizioni
che
esercitavano
Categorie la professione Categorie
Classi Classi
SottocIassi Ll1aschi Sottoclassi
Femmine
(*) I
4. Costruzioni meccaniche in ge- I 5. Industrie che lavorano i mi-
nere e grosse costruzioni metal- nerali e costruzion! edilizie,
liche per l'agricoltura, l'indu- stradali, Idrauliche
stria e i trasporti: I
I , 1. Preparazione e lavorazione dei

L:,
I. Costruzionimeccanicheinge- 9 733 238
nere e grosse cos truzioni minerali:
metalliche per l'agricol- 2 258 218 I
tura e l'industria 48 062 183 l! Io Frantumazione e classifica- 1 015 ]1)
zione delle pietre 3 :>'23 154,
I ,
L~,
588 lO ~:>O
2. Macchine e veicoli per tra- ~!
3 327 102 2. Macinazione dei minerali. 1 007
sporti terrestri con guide. ]86 115
43 934
I 14 ;301i 64,

{ c'd'~'
3 194 107 3. l,avori da scalpellino e sega- :3G\) ~
3. Macchine per trasporti ter- 611 60 tura di pietre '27 lGll 1~t\
restri senza guide 12 468 341

I {. I,avorazione delle pietre . .


3 408
13(i
li!
Ili
4. Cantieri navali. . . . . .
t ~' 482
1 927 6
9 081 093
I c'd' 28 545 387 3 lO::? Wl
5. Fornaci da gesso, calce e ce-
I mento
1i81
15 121
11
~ a' 76 1. 108
5. Macchine per trasporti aerei.
~ /d'
69 2
1 256 30 a' 7 931'\ 87'2
6. Fornaci da l"terizi e materiali 1 84,5
b 68
refrattari 67 977
c'd' 11 719

a 3 561 278
5. Altre costruzioni mec:aniche e 7. Fornaciùa terre cotte, majo-
b 5G9 30
lavorazione dei metalli preziosi: liche e porcellane 1:3 111
c'd',, :.! 803

a I 1 065 36fì
324 26 8. Fabhricazione e lavorazione 85:1
Apparecchi e strumenti fi- 97
I.
sici di precisione 129
1 005
17 del ".etro
/d' !
Hl il5 3 878
221 I
a' 2 177 118
937 2~ 9. Ocre torrefatte, pani di asfal-
2. Pesi e misure comuni . 49 to, la,'ori in cemento, ges- 4.:l8 ~:3
1 942 38 so, stucco; produzione di
piastrelle di asfalto e ùi c'd' i 128-10 938
4 519 98 marmi artificiali
3. Orologi 292 31
3 376 485
:! - 3 Costruzioni edilizie stradali e
4. Macchine da scrivere, da cal- 44 5
colare e apparecchi auto- 27
idrauliche:
5
matici 125 20
1. Costruttori, imprenditori, ca-
476 34 pimastri, assistenti, ecc. 1G9U
5. Apparecchi elettrici comuni. 418 70
5077 2640 2. Muratori. . . . . . . • . 351 66ll

6. strumenti musicali esclusi- 254 20 3. Manovali, braccianti, selcia-


vamente o prevalente- 35 3 roli, lastrica tori, ecc .. 251 362 11 011
mente di metallo 904 18
4. Carpentieri. • . . 3 560
7 . .-\rmi da fuoco e proiettili 1 160 26
speciali 561 1.8 5. Fabbri, meccanici, vetrai,
8916 635 ecc . • . . . . . 3 202

1 676 123 6. Pavimentatori, ornatisti,


8. Altri apparecchi e strumenti 1 018 65 stuccatori, imbianchini,
9 815 756 pittori e decoratori di
stanze, addobbatori, ecc. 36 757
9· Oreficeria, argenteria, gio- 6 521 278
ielleria 704 74 7. Copriletti, docciari, zincatori,
11 466 2 021 ecc • . . . . . . . . • 795 I

81 8. Addetti ad impianti di ser-


IO. Medaglie e monete di metalli
preziosi 74 6 vizi di carattere collet-
246 39 tivo . . . . . . . • . 22 233 ,

(.) a = Padroni, amministratori direttori artigiani indipendenti. a' = Padroni, ammini;;tratori, direttori. b = Impie-
gati. c d' = Capi tecnici, operai, braccianti: facchini. c' d' = Capi tecnici, operai, facchini.
44 T erritorio e popolazione

Segue - Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre IO anni


per singole professioni o condiz'Z:oni, nell' 'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno I9II).

., lvumero Numero
Professioni o condizloni M'§
ii ~ degli ~~:ividui Professioni o condizioni degli individui
.~~
che
.~ i2 esercitavano Categorie esercitavano
Categorie j ~.ç,. la professione la professione
Classi i ~ ~ 1---------- Classi
. Sottoclassi I ~ \
Maschi Femmine
Sottoclassi Maschi Femmine
l (.) l (*)

6. Industrie che lavorano 247 306


e utilizzano le fibre tessilI. 86 25
3. Tessitura del lino. 1 432 4981
337 2 731
1. Seta:
47 86
a' 4. Candeggio, tintura e stampa
lo Deposito, cernita cd es~icca­ 240 70 5
zione dei hozzoli; appre- del lino 101 ··37
stamento dei cascami di 195 81
seta; deposito, assaggio
e stagionatura della seta. c'd' 1 318 4 352 5. Canapa:
296 35
1 651 744 I. Apprestamento della canapa. 24
2. Trattura e filatura della seta, 924- 1 578 299 633
fila tura dei cascam i di seta 8 725 143 077 1 874
2929 376
165 2. Filatura della canapa; fab- 323 32
brica'lione dei cordami 6914 6435
354 262 dì canapa 2 485
417 239 3 675
3. Tessitura della seta. 21 734 160 247
2855
619 1 051 3. Tessitura della canapa. 39 18
698 1 973
103 8 202 1 994
4. Candeggio, tintura e stampa
92 21 42
della seta 522 4. Candeggio e tintura della 27
1 544 2
canapa
37 3~
2. Cotone:
6. Juta:
37 31 73
2 I. Filatura della juta; fabbri- 90
1. .-\pprestamento del cotone. 6 35
316 667 cazione dei cordami di
juta 645 2 107
433 159 33 43
2. Filatura e ritorcitura del co- 1053 124 2. Tessitura della juta 75 5
tone 14 092 35 244- 1 146 2823
445 1 067 6
3. Candeggio, tintura e stampa 6
della juta 7 81
963 469
1 706 258
3. Tessitura del cotone . .
15 810 60 603
1 009 6 304 7. Altre fibre tessili:
19 3
887 106 I. Apprestamento di altre fibre. 2
4. Candeggio, tintura e stampa
del cotone 543 31 26 14
6 436 1 736
46 88
2. Filatura e ritorcitura di altre 55 9
3. Lana: fibre 409 783
236 60 a' 106 45
1. Apprestamento della lana 108 3 3. Tessitura di altre fibre. 24 5
846 787 f }d' 184 356

392 167
2. Filatura della lana 130
4 669
364
9
5 080
1 d19
8. Tessuti speciali:

I. Nastri, passamani, sPighet-l a'


I 382 194
402 106
419 212 te, treccie, cordoni, tes- c?d' 3 111 11 517
3H 51 suti tubolari a" 146 456
3. Tessitura della lana .
6 886 8964 550

l:~,
1 431
332 855
377 263
2. Tessuti a maglia . 1 777
130 17070
4. Candeggio, tintura e stampa 342 a" 172 4 178
della lana 164 lO
94

lc~,
2979 4 151 261
70 72
3. Tulle e merletti.
·1. Lino: I 277 6 222
a" 90 3627
Apprestamento del lino . . 17 45
c~~, 36 120
I.
17 131 4. Reti e simili . . 67 714
{ a" 37 768
26 219
~ ~
2. Filatura del lino. 14 6 1998 323
295 2319 S. Cappelli di feltro . 801 164
32 4 350 ~ c'd' 7 630 6352

(.) a'
facchini.
Padroni, amministratori, direttori. a" Artigiani indipendenti. Impiegati. c'd' = Capi tecnici, operai,
Territorio e popolazione 45

Segue - Classificazione della popolazione maschile e jelll1Jzinile di oltre IO allnl


per s1:ngole professioni o condizioni, nell' insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno 19II).

Professioni o condizioni
I ~I Numero
Professioni o condizioni
.\" /l/nerI)
'" .~ degli individui digli illdit'idu:

Categorie :~;g l
~
! eserc~:~vano
la professione Categorie
I he
eserci/avallo

Classi
Sottoclassi
~ i --------:-----11 Classi
Sottoclassi
la t)rr)/l's,si!li/~'

Maschi Femmine J/aschi Felll/lII)I~


(*) I

tl c~'
107
6. Altri oggetti di feltro .
i 259
95
667 5. Zucchero e glucosio. t ~' I
12il
-i50
' \ c'd' · 5 S-!j
a' 10-i 33 I
7. Preparazione di tessuti im-
66 lO I a' (i(i:3 -lI)
permeabili { }d' 406 320
6. J:'istillerie e raftìnerie di al-
cool
b , 17-i 1~
I l. c'd' : 2 1O:~ 1:,0
8. Cuoi artificiali e simili . { /~, '2.7
189
5
33 a' , H40 \11
I 7. Prodotti della fermentazione b I 711 -li
{ c'd'I
{/~,
9. Preparazione di tele per usi 27 15 4lH7 1-l~
diversi . 34
~'
88
I I I I 1 1;31 14~
8. Saponi e glicerina; acido
{ /~,
2-i 14 stearico e candele ~77 -li
IO. Altre lavorazioni speciali. {
c'd' :, -iOi 1 :35LÌ
62 83

9. Vestiario,' I 9. .c\l tre materie grasse e re- f ~'


}~,
565 7 732
sidui animali
I. Taglio e cucitura di bian-
cheria
I
I
aU
225
722
177
738
42 441
28849

37 511
IO. Estrazioni di essenze e di
eteri naturali per profumi
e liquori
\ c'd'
I

{
a'
c,b ,
d
2ill
7:{
841
2\)1

IL
29 401
'2. 254 3 340 I
2. Sartorie 50 307 186 863 a' 104
II. Caucciù, guttaperca e cel-
aU 43 402 114 422 luloide { C?d'
~1ti
2 537

l'X
3 265 981 I
312 81 a' 10H lO
3. Lavori da materassaio e da 1 05(1 ;3:10
8 313 2 513 12. Manifatture dei tabacchi.
tappezziere { e?d' 20(j-i
aU 3 619 726 17 893

}~,
I
1 761 2945 a' 1!)()
4. Altri oggetti per vestiario e l
per arredamento dome-
stico I aU
304
2611
1 088
690
15 572
5 694
13. Concimi chimici
{ C?d'
I
~'
EH
1 8:3H

i15
5. Fabbricazione di oggetti di
}~, 3 867 13897 14. Prodotti esplodenti .
{ c'd' 2a,~

I
l 202 953 3 123 1 70:3
guarnizione e manuten-
zione del vestiario e de- 4 351 46408 I
gli arredi domestici aU 2 687 42 789
15. :Materie coloranti . f ~' :318
150
I
I c'd' 244
1.0. Lavorazione di varie fibre tes- I
16. Prodotti farmaceutici e pro- { a' 1 127 (j5
sili: dotti chimici per uso scien- b
I G48 190
a' 124 16 166 tifico c' d' 2 595 1 548
I. Lavorazione di varie fibre
tessili 34 66
{ }d' l 259 8 139 17. Corpi prodotti mediante pro- {l a' 51 4
cessi elettrochimici: gas b 2U(1
1.1. Lavorazione di fibre non spe- compressi e liquefatti c'd' 1 H75 4.i
cificate: I
I IS. Altri prodotti chimici inor- { a'
I. Lavorazione di fibre
specificate
non
{ c?d'
a' 2 739
504
46 471
172 ganici /d' 3 676
5 848 44 325 I

~'
52:{ Si;
19. Altri prodotti chimici organici { 41.5 9
7. Industrie chimiche. c'd' 5 408 639
I 8. Industrie e servizi I
1.. Industrie chimiche,' corrispondenti a bisogni collettivi.
I , 43 1. Industrie poligrafiche,' I
L~,
I. Acido solforico, nitrico e clo-
60 a' 4 330 457
ridrico
650 I. Tipografie 2 101 345

a'
I
2 353 436
{
/d' 28 114 5 380
2. Acque gassose e acque mi-
203 31 2. Litografie, tipo - litografie, {I a' 667 50
nerali {
I
/d' 3 716 1095 cromo-litografie, tipo-cro-
ma-litografie
b
c' d'
360
4 799
43
1 185
a' 216 93
3. Fiammiferi 1 289 136
210 71 3. {I
{
I
/d' l 721 4, 465
Stabilimenti fotografici e si-
mili
a'
/d' 272
1 576
,)2
421

t c'~' 1-
4. Amido e derivati. 50 6
261 106 4. Laboratori di copisteria 586 1 099

(.) a' = Padroni, amministratori, direttori. ali = Artigiani indipendenti. b = Impiegati c' d' Capi tecnici, operai,
facchini.
T erritorio e popolazione

Segue - Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre anni


j
IO
per singole p'rofessioni o condizioni, nel!' insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno 19II).

Professioni o condizioni
'";:: Numero
Professioni o condizioni I .~ Nume,o
degli individui
~.~ degli individui
che ~~ che
.~~ ·2~
.~ ~ esercitavano ~ ~ esercitavano
Categorie ~.ç,., la professione
Categorie ~.ç,., la professione
0..<:1 Classi Q., <:I
Classi ~I--------
Sottoclassi ~ 1----------,----------11
(*)
aschi
11,[ Femmine
SoHodassi
(*)
Maschi Femmine

2. Produzione e distribuzione Iii 9. Vendita di spoglie animali { a' 5071 540


forza motrice, luce, acqua e e dei prodotti delle spoglie b 1 432 163
calore: animali d 733 85

{r
I
l. Produzione e distribuzione a' 2 553 89 1 630 277
di forza motrice, luce b 3 834 149 IO. Vendita di mobili 409 66
acqua e calore c'd' 25 729 491 417 20

{r
I
II. Vendita di strumenti mu- 205 20
.1. Trasporti: sicali e di corde armo- 86
niche 43
l. Trasporti terrestri su vie or-
dinarie senza sussidio di
guide. . • . • 233 158
136 270
905
4848
12. Vendita di spazzole, pettini,
forcelle, ventagli, arti-
coli per fumatori e simili,
II a'
458 56

2. Trasporti terrestri su guide. 170 25


in legno, metallo, osso,
3. Trasporti per acqua.
4. Lavori di carico e scarico
92 327
22 522
211
281
avorio, tartaruga, madre-
perla, corallo l
I
d 45 9
5. Servizi di corrispondenza 45 745 7974

{r 195 35

l
13. Vendita di giocattoli 119 11
26 1
4. Servizi pubblici riguardanti l'i-
~iene, la sanità e l'estinzione 14. Vendita di pasta di legno e 3962 1098
degli incendi: cellulosa; di carta e a'
cartoni; di oggetti di car-
l. Servizi di polizia urbana. 18 835 548 ta e cartone; di oggetti di
1 983 394

L
2. Stabilimenti di bagni. 575 199 cancelleria; di libri, gior-
nali, fotografie, stampe,
3. Servizi sanitari. 4 770 1 401 cartoline illustrate, fran-
4. Servizi funebri 4 409 97 cobolli u~ati 1 247 163
I
5. Servizi per l'estinzione degli
incendi . .

9. Commercio.
2 824 15. Vendita di prodotti metal-
lurgici e meccanici

16. Vendita di orologi, orefi-


{r
I
a'
4 721
2 164
863

4019
636
139
40

662
cerie, argenterie, gioiel-
1. Vendita di merci e derrate all' in- lerie, medaglie e monete,
grosso e al minuto:
I pietre preziose, cammei, 1 419 204

{ ~'
8 420 157 quadri, antichità, og-
J. Vendita di bestiame 842 4 getti d'arte d 631 51
1 516 17
17. Vendita di prodotti minera- a' 4712 1 646

{r
I
8030 596 lurgici e di materiale di b 1 655 417
2. Vendita di combustihili so- 1 732 156 caya grezzi e lavorati d 970 159
lidi 3 617 299
18. Vendita di materie prime per a' 30 ]09 11 765
3. Vendita dei prodotti del- I a' 3 922 349 industrie tessili, di filati e

I~,
l'industria del legno e 764 25 tessuti, di mercerie, di 14849 3 216
delle materie analoghe 996 35 oggetti di vestiario e di
arredamento domestico d 6563 1006
4. Vendita di granaglie, farine, 11 143 1 606
semi oleosi, scorze con- 1 796 203 I". Vendita (fuori delle farma- a' lO 102 2418
cianti, fieno e paglia . 2 191 348 cie) di prodotti chimici,
droghe, generi, coloniali, 6054 425
5. Vendita di pane e paste da
minestra
Ir
II a'
5 123
1 597
2 503

13 409
3051
680
670

2532 20.
stimolanti, cera, candele
di cera, e ostie

Tabaccai
d

a'
b
2 445
8 147
1894
4294
1250
185

340 d 641 154


l ~
6. Vendita di vino ed olio . 2 358
2 592 713
a' 5931 1 688

r
2I. Vendita di oggetti usati e
7. Vendita di biscotti, dolci, l 905 545 di oggetti di rifiuto b 902 316
frutti canditi, cioccolata, 1 024 277 d 1 451 358
confetture e gelati l 829 48
I 22. Venditori ambulanti 51852 18040
8. Vendita di uova, pollami 74 685 37200
ed altri animali da corti-
le, latte, burro, formag-
gio, salumi, carni ed altri
prodotti animali; di pesce,
1"' 17 205 5 836
2. Vendita di merci e derrate diverse:

uccelli, cacciagione, frutti.


erbaggi, legumi e ghiaccio;
fiorai, semplicisti L 18985 5471
1. Vendita di 'merci e derrate
diverse .
ab'
{ d
3667
1 392
964
1061
147
65

(.) a' =Padroni, amministratori. direttori. Impiegati. c' d' = Capi tecnici, operai, facchini. il = Persone di ser-
vizio, facchini.
T erritorio e popolazion:: 47
Segue - Classificazione della popolazione maschile e femminile di oltre IO anni
per singole professioni o condùioni, nel!' in.sieme del Regno.
(Censz'mento al IO giugno IglI).

ii Numero ~ Numero
Professioni o condizioni ;! .g degli ~~=ividui Professioni o condùioni " .~
.§ ~
degli individui
che
I
, :E ~ esercitavano Categoria .::1 ~ esercitava~1O
Categorie I
~ ""'" la professione :s .ç,., la professimc
Classi I ~~ 1----------
Classi ~; 1--------------------
Sottoclassi ;: Maschi I Femmine
Sottoclassi
(*)
llJaschi I Fe/lllllil:e
I (*)

:l. Vendita di merci e derrate non


specificate:
I 2. Impiegati delle provincie, dei
comuni, delle istituzioni
pubbliche di beneficenza
a' 17 912 lO 784 e di altri enti morali. 37 618 l 107
I. Vendita di merci e derrate b 11 716 3 757
non specificate { d l:! 146 398 3. Corpi organizzati al servizio
dello . Stato. 24 268 144

4. Esercizi pubblici:
a'
I 9 385 5 402
4. Corpi organizzati al servizio
delle provincie e dei co-
muni • . . 28046 38
I. Alberghi, locande, pensioni { bd 14 643 3 216
I 5. Personale di servizio addetto
a' 613 2029 alla Real Casa, alle Ca-
z. Affittacamere, affittaletti, ecc. { d 186 476 mere legislative e allo
I Stato. 7 Oi1 1:!4
3. Trattorie, rosticcerie, friggi- { a' 50 454 28386
torie, osterie, cantine, 6. Personale di servizio dipen-
bottiglierie, spacci di vino bd 42592 11 659 dente dalle provincie, dai
I comuni, dalle istituzioni
4. CaffE', liquorerie, bar, birre- { a' 14625 6043 pubbliche di beneficenza
rie, tea-rooms, bigliardi, e da altri enti morali. 19 650 5 613
sale da giuoco bd 16 619 2 272
7. Personale diplomatico o con-
5. Barbieri, parrucchieri . { ; 32902
29 896
4812
1 627
solare di Stati esteri
presso il (~overno del Re
e presso la San ta Sede. 822
.i. Spettacoli pubblici:
I 669 34
2. A mministrazione privata:
1_ Spettacoli pubblici
{1 609
804
75
80 I. Impiegati di Società, circoli
ricreativi, sportivi, scien-
tifici, ecc .. 2010 65
6. Credito e cambio, assicurazione,
mediazione, commissioni e 2. Impiegati al servizio di pri-
rappresentanze commerciali: vati 47 420 S 70()

I. Istituti di emissione, istituti


di credito ordinario e isti-
tuti ausiliarii del credito
e del cambio \
I
:
a'
l 982
9 296
1 848

730
77
252

8
6
3. Persone addette a istituti o
all' esercizio di profes-
sioni per l'investigazione
e la sicurezza privata. 3 662 25

~
3 446 173 3. Domestici e lustrascarpe:
2. Istituti di assicurazione 392 2

3. Altre imprese finanziarie


l 12549 637
I. Domestici 92 810 390 191}

2. Lustrascarpe l 065
4. Istituzioni ed imprese ausi- a' 373 8
liarie del commercio { bd 1 385 50
I 4. Difesa del paese:
5. Spedizionieri, commissionari, a' 7958 106
rappresentanti commer- I. Carabinieri reali e guardie di
ciali { bd 12 159 206 43 313
finanza. . .
6. Agenti di emigrazione, infor- l'a' 1 229 101 2. Altri corpi dell'esercito 184 821
mazioni e collocamento. { bd 1 416 62 3. Armata 25 177
7. )lediatori, sensati, agenti
teatrali, stimatori. 42 708 603 5. Ctltto(n):

I. Clero cattolico secolare: sa-


cerdoti e chierici. 67 147
10. Amministrazione pubblica e
privata, prolessioni, arti li- 2. Clero cattolico regolare: mo-
berali. naci, frati, monache e
suore, laici e converse 6644 38601)
1. A mministrazione pubblica: 3. Pastori evangelici e ministri
di altri culti cristiani. 358
I. Impiegati e funzionari della 4. Rabbini 54
Real Casa, delle Camere
legislative e dello Stato. 55546 548 5. Minis tri di al tri culti 45

.(*) a = Padroni, amminh!tratori, direttori, artigiani indipendenti. a' = Padroni, amministratori, direttori. b = Impie-
gat l. bd =
Impiegati, persone di servizio, facchini. d =
Persone di servizio, facchini.
(~") Ad integrare il numero degli individui appartenenti al culto, sono da aggiungere quelli che figurano nelle succt"Ssive
clasSI 6a (Insegnamento) e 73 (Professioni sanitarie).
Territorio e popolazione

Segue - Classificazione delta popolazione maschile e femminile di oltre IO anni


per singole professzoni o condizioni. nell'insieme del Regno.
(Censimento al IO giugno IgII).

~ Numero Numero
Professiom' o cond1,"':'l'oni ~.~ degli t'ndividui
che
Professioni o condùioni ".~
;: ~
degli individui
che
.~~ .;i~
Categorie .::!~ esercitavano .!: ~ esercitavano
~.ç:.. la professione Categorie ~.ç:.. la professione
Classi
~~ Classi
Q,~
Sottoc1assi
1'1'1 aschi I Femmine Sottoclassi
Maschi Femmine
(*) I I (*) I
6. Sagrestani, campanari ed al- 111. Arti belle:
tri addetti al servizio
delle chiese. . . . . . . lO 282
279 1
I. Pittori, 5cenografi, miniatorì,
7. Impiegati della curia ponti- scultori, incisori . . 9 433 693
ficia. delle curie vesco-
vili e di aItri istituti ec- 2. Disegnatori, calligrafi 2905 184.
c1esbstici. . . • . . . . 284
8. Impiegati e inservienti ad- 3. Fotografi . • • • 27i9 141
detti a templi ed isti-
tu h religiosi non appar- 4. Modelli, modelle 71 45
tem'nti al culto cattolico. 213
5. Compositori di musica, di-
rettori di orchestra, capi-
banda musicali • . 1 283 102
.c. Insegnamento:
6 . .:\fusicanti, suonatori, orga-
I. "!faestri, professori e diret- nistì . • • • • lO 373 663
tori delle scuole e di isti-
tuti pubblici e privati. • 38 450 70 103 7. ArU,:ti di canto, coristi, can-
tori . • . • . . • . • . 1 961 l 613
2. Insegnanti di musica vocale
e strumentale e di reci- 8. Coreografi, ballerini, mimi,
tazione • . . . . . . . . 4 050 1171 tramagnini 128 25-1
3. Maestri di ginnastica. scher-
ma, equitazione, ballo, 9. Artisti drammatici . • • • 1 805 1362
nuoto, ecc. . • • . . . . 1 930 117
IO. Suggeritori, trovarobe, but-
4. Sacerdoti, monaci. monache, tafuori . . . . . • • . 144- 46
ecc. addetti all'insegna-
mento . . . . . . . . . 1 34-3 3860 II. Artisti di compagnie eque-
stri, di varietà, di caffè
concerto; gioc.atori di pal-
lone ••..•.... 553 39-1
7. Professt'oni sanitarie:
12. Saltimbanchi, prestigiatori
I. Medici chirurgi . 23 278 di piazza, burattinai, ecc. 4 315 628
83
2. Dentisti . . 1003 19
3. I,.evatrici. . 14 641
4. Veterinarii . 2950
11. Condizion I non professionali.
5. Farmacisti . 15 891 299
6. Flebotomi, callisti, massag-
giatori • .. . .. 364 54
1. Condizioni non professionali:
7. Infermieri . . • . 7837 lO 247
8. Sacerdoti, monaci, monache. I. Proprietarii, capitalisti, be-
ecc. addetti all'assistenza nestanti, agiati, reddi-
dei malati • • • . • 450 3147 tieri 237 433 359 951
2. Pensionati . . . . . . . . 79 673 37 403
8. Professioni e aziende legali: 3. Persone attendenti alle cure
delle rispettive caSe. . . 111 342 7 274 081
I. Avvocati. procuratori, cau-
sidici • • • • . • . 28 325 4. Studenti, scolari, seminaristi,
collegiali . . . 976 305 743 917
2. Notai . . . . • . 6207
3. Ufficiali giudiziarii . 3013 5. Senza professione, disoccu-
pati, invalidi. . . . . . 123 151 57 558
6. Ricoverati che non lavorano. 59 121 65 630
.9. Lettere e scienze applicate:
7. Detenuti che non lavorano. 28 123 l 626
I. Letterati, pubblicisti, tradut- 8. Mendicanti e prostitute . . lO 174 12310
tori, interpreti. . . • • . 3832 236
2. Ingegneri, architetti, ecc . . 12 102 23
3. Geometri, agrimensori, agro-
nomi .•....... 7 366 13 12. Professioni e condizioni non
specificate (non ripartita né
4. Ragionieri, contabili, attuarii 13 358 781 in das.'i nè in sottoclassi) . 25 173 6 563
Territorio e popolazione 49
Segue - Popolaz'ZOne presente classificata per professioni o condizioni.
d) Confronto sommario fra j rIsultati dei due ultimi censimenti generali.
--------------------~----~----------------------------~---------------------------------------

Censimento al IO febbraio 1901 Censimento al IO giugno 191 I


Professioni
o 10-15 15-65 65 anni 10-15 15,65 65 anni Gruppo
Tota.le d'età
rondizioni anni anni in su anni anni iII su 110 n
Tota ' ,'
precisato

Agricoltura in senso stretto


(sitvicoltura, allevamento
I 1
1
I
det bestiame):

Agricoltori che c0!1ducon<;> o


lavorano terrem propri o \
della famiglia. • .
I M.
F.
136312 12365J
94900 795 166!
19••,,11 5.9 471
77 170 1
967 536
93,j
57 113 1
858324
-196 2721
] 55 128,
52 565 1
1 SH:> l 108 72~
582 606 ;,:l2
1

M, 2409 3935 1 32 714


.{ 26370i 933,
1~ ~~~I
3492
1

Enfiteuti, utili3ti • 12 22 (\4;,


F. 189 13 354' l 527 16 771 423 7[)O: 6 K21
I
.{
I

M.
1

Fittavoli •••
39 405 378089 39 856 457 350 32 415] 444 :ml 5[) ]17 47~ 5:3G 2~1
F. 25 155
°1 183 449 12909 221 513 16 733
1
130 960
i
H i)G[) C,i5 157 K:lj
M.
I

181 2 3981 27 662 2 i04


Fattori, agenti di campagna. f F. 28
25 0831
l 312 88 1 428
•. I 23076:
1 173 ".) 35 23 81;;
J l 230

Mezzadri, coloni •{
M.
F.
140 122
91 759
996 208
590 251
102 172 1 238 502
42 915 724 925
1;; !BII
55 5 R8
913927
369 050
1061H
25 3:3:2
1 1103
2 367:
I

129 L');;
1;)2 337
I
M,
obblig~ti. 114 ,.t.48 570 185
i~ i;~1 ~~~ ~~~
1

34 7261 242 842 17 543 295 :3;;,;


Contadini •{ F. 48009 205 052 11 Od21 72510 5 195 ;~~I 89 2:~:-;
M. 222 131 1 565 38e 122 058 1 1 909 577 3,,5 556 2017 844 237 667 8881 2 611 n,i"
Giornalieri di campagna • • { F. 115 475 690 282 45 608 851 365
1
200 23( 1 285 735 114 :300, 3 424 l 603 ti9:3
]
1
M.
2~~!1
Ortolani, giardinieri, coltiva- j 1306 51 716, 5 655 1 61 677 5 532 56 714 7 501'1 (\9 \)~4
tori di vigneti, frutteti, ecc. l F. 2003 17826 1 4771 21 306 l 884 17 597 1 418' 20 973
Boscaiuoli, carbonai, racco-l
gli tori di funghi ecc" guar- M. 3098 1 16969 4 32,,1 54 395 2336
3~ ~g~i
131, 265 41 778
daboschi
pestri •
e guardiani cam-
• • • • • • • . •
F. 723 3306 362, 4 391 389 244 3l 8 :3[)7

Mandriani, pastori, bovari, f 152 2",,1


allevatori di animali bo- M. 45817 135 162 9 9"6 190 915' 42 491 915 :W8K98
vini, cquin;, ovini, suini, I.
ecc. • • • • . • • . • • •
Allevatori di animali da cor- I
F. 18 608 24 195
1 ''I " "9
12 778 15 261 1

I
1

I
5ii4 29 37:3

tile, apicultori, produttori t M. 33 795 511 8701 37 1092 112 1 24!i


di semi bachi • • . • . • F. 83 744 1
53 880' 116 1 219 l'l4 l 42G
I

~ 708 262 5 03 2 547 527 433 6 268 242 674 588 4 7 63 562i 60(, 815
1

M. 6 870 6 051 835


Totale. . ~ F. 39 ll 633 2 524 937 19 6 5 8 5 3 120 155 356 3'[0 2 39') 113 210 329 8 101' 2 972 883

I 106 895 7 557 484 724 018 9 388 397


1

I 030 928 7 161 675 14 9711


Caccia e pesca: I M. F.

Cacciatori e guardacaccia . ' M. 7 1 1981 138 1 348' 14 119.1 144


I
1! 1 3;)8

pe:~~~o~i,. ~a~lant.i,. P.iS~i~ul.- f ~.


1 I

5 440 42 208[ 5075 52 723 li 284, 46929; 5 681l ] 7~ i


59 02:3
1

41 231 17 292 H 4,151 85 H):-;


1
! "i
M.
1

5 447 43 406 5 2131 54 066] 6 298 48 128: 5 7 83' 172i


Totale. • F.
'1'

41 234 17 292 43 41 5 35' 5'!

1M.
]
F. 5 4 88 43 64 01
I
5 23°1' 54 35 8 [ 6 341 48 543 1 5 818 (,0 879
1

TOTALE f M. 713 709 5 075 9531


398 674 2 525 171:
532 646 6 322 3081, 680 886, 4 811 690; 612 598 7 042 6 112 216
Agricoltura, caccia 8 pesca. F. 196 60213 120 4471 356 383 i 2 398 528 i 210 364 8 106: 2 973 381
1M. F. 1 112 383 7 601 124
1

729 24819 442 755 1 037 269 7 210 218 822 962 15 148 9 085 597
1
1

1 i 1
I 1

M. 8 573 78 622i I 753 88 948: 6 020 1


100 753! 492 I II 341
Industrie estrattive det sot- F. 179 755 91 943 I95! 3 01 4: 60 3 333
tosuolo • . . • . • • .
Industrie minera.lurgiche, /_
1M. F. 8 752 79 377
1

7621 89 89 1 6 2151 103 7671 4 140 55 2 II4 (,74


metallurgiche e meccani- I I
che:
Officine mineralurgiche • • j
t
M.
F.
94
l
406,1
2;
lui I
4 2701
3i
465
74]
I 8 679'
748[
I
395
2'3
142
20
9 681
870
. AVVERTENZA. - r.e
scale di classificazione per profe:.sioni o condizioni adoperate nei censimenti del 1901 e del I9II non sono
~dentiche; oltre a ciò, nel censimento del 1901 furono classificati per professioni o condizioni gli individui da 9 anni in su, mentre
In quello del 19II la c1a~sificazione fu limitata agli individui da IO in su, Per potere stabilire il confronto su dati omogenei, la scala
~elle professioni o condizioni del 19II (che è la più analitica) si è adattata a quella del 1901 e ne è risultata una scala che di poco
SI allontana da quest'ultima; si sono poi tolti dai diversi gruppi censiti nel 1901 gli individui in età da 9 a IO anni.
Per i procedimenti seguiti in questi calcoli, i quali si debbono all'U[fìcio del Censimento, rimandiamo agli Atti del Censimento
t~•.e precisamente alla Relazione gene"a.le, e alla Tavola XXXII., in appendice alla quale sono indicate le voci della scala di clas-
SificazIOne del censimento del 1901, con a fianco le corrispondenti voci d ... l1a scala di classificazione del censimento del 19l!.
Conviene anche avvertire che, nelle tabelle di classificazione della popolazione per professioni o condizioni compilate nel 1901,
tutti gli individui di età ignota furono compresi nel gruppo di età dai 15 ai 65 anni.
4 - Annflllrio Statistico. Stampato il 5 agosto 1915.
50 T t rrit oria e popolazione

Segue - Popolazione presente classificata per professioni o condizioni.


Segue - Confronto sommario fra i risultati dei due ultimi censimenti generali.

Censimento al IO febbraio 1901 Censimento al IO giugno 1911


Professioni
o 10-1 5 15-65 65 anni 10-1 5 15-65 65 anni l' Gruppo
d'et,,-
Totale Totale
condizioni anni anni in SIJ anni anni in su I non
I precisato
I

Produzione e prime lavora- j M. 1063 21 526 440 23029 1968 45 878 1 145 385 I 49376
zioni dei metalli . . . . . l F. 17 304 2 323 136 1 562 29 12 I 1 739

M. 18 493 120 143 7941 146 577 18 692 122 736 8 197 170 149 795
Lavori da fabbro-ferraio . . { 125 635 19 8 787
F. 19 85 lO 114
Costruzioni meccaniche e of- { M 11 050 112 462 3971 127 483 11 321 142 187 6 423 565 160 496
ficine per la lavorazione di F. 243 1933 40 2216 1 346 lO 416 183 34 11 979
oggetti di metallo . • • •
Produzi~:me e trasmissione di { 'M. 484 17709 245 18438 182 3050 191 21 3 444
energIa • . . . . . . . . . F. 46 301 347 5 144 2 1 152

M. 275 905 12 708 3 19 797 32 628 322 530 16 351 I 283 372 79 2
Totale. .• r F. 2 625 52 3 003 I 686 13 505 261 75 15 527

31 510 278 530 12 760 322 800 34 314 33 6 035 16 612 I 358
Lavorazioni delle pietre ar-I M. F.
gille e sabbie:

l
50057 3329 72 57282
Lavorazione delle pietre ' .
F.
t
'M. 4 358
20
51 278
147
2 542
1
58 178
168
3 824
138 863 17 1 1019
Fornaci da gesso, calce, ce-
mento, laterizi, materiali
refrattarii, terrecott~, maio- M. 5 702 56995 2 775 65472 11 686 125033 687:1. 1400 144 990
liche, porcellane e vetro; la- F. 847 4 583 118 5548 2 394 17 705 589 220 20 998
vorazioni complementari
dei prodotti delle fornaci.
060 108 273 123 650 15 510 175 090 IO 200 I 472 202 272
M. IO 31 7
606 221 22 017
18 658
Totale • . J F. 867 4 730 II9 5 716 2 532

. \ M. F. IO 927 II3 003 5 436 129 366 18042 193 748 IO 806 I 693 224 289

M. 44 102 479 990 29 69'" 553 78 3 65 370 610 202 3 8 543 3 076 717 191
I 102 IO 196 393 95 I I 786
Industrie edilizie 1 F. 79 1 4 6 14 344 5 749

11\1:. F. 44 893 484 60 4 30 035 559 53 2 66 472 620 398 3 8 93 6 171 728 977
Industrie chimiche:
M. 238 1 126 45 1 409 188 1863 81 15 2 147
Fiammiferi. • •
·{ F. 613 2 674 19 330(\ 686 3 812 96 35 4629

3 137 8 148 14 282 14 311


M.
Amido e derivati.
·t P. 3 62 1 66 lO 101 1 HZ
Cera e candele di cera; sa-
poni, glicerina e candele
I 362 69 7 793
M. 138 i 170 245 45fi3 390 6972
steariche; candele di sego 767 123 1 777 62 35 1997
F. 71 685 11
e altre materie grasse e re-l
sidui animali. • . • . . o
26 691'\ 39 1 065 83 8 1 195
M. 38 634
Essenze e oIii eterei
·{ F. 46 233 1 280 22 506 17 5 550

Caucciù, guttaperca, celluloi- j 14 1 172 1199 121 3 346 74 7 3 548


M. 13
13 5 1925
de, linoleum e tele incerate l F. 27 1 180 1 1 208 141 1 766

M. 4 1 331 247 1 582 45 3047 124 13 3229


Manifatture dei tabacchi
·{ F. 44 lO 553 412 11 009 309 17 620 270 39 18238

M. 18 881 21 920 114 2041 54 20 2229


Concimi chimici •.
·{ F. 5 28 33 5 147 2 154

M. 66 2345 141 2 552 101 3 763 204 8 4076


Prodotti esplodenti •
·{ F. 18 981 2 1001 95 1 721 19 3 1838

M. 19 532 17 568 70 1 581 45 16 1 712


Matel'ie coloranti. o
144 369 15 1 404
o {
F. 21 123 19
Prodotti farmaceutici e pro- I 38 1 304 50 1392 151 4278 216 25 4 670
dotti chimici per uso scien- M. 108 1 671 15 9 1803
tifico. • • • . . . . •• o \ F. 27 497 4 528

M. 217 5 223 24 1091 36 7 1158


Ghiaccio • • . . • • • o
t F. 1 1 2 34 1 1 38

34 1 614 81 1 679 139 4650 310 124 5223


Altri prodotti chimici. M.
12 459
t F. 26 145 1 172 38 390 19

M. 6n 849 16 923 I 396 33 979 I 603 31 3 37 29 1


452 18 515 558 299 1 4 530 145 3 2 147
Totale •. o J F. 9°1 I

1M. F. I 512 32 625 I 301 35 43 8 2 954 63 893 2 133 458 69438.


Territorio c popolazione 51
Segue - Popolazione presente classificata per professioni () condizioni.
Segue - Confronto sommario fra i rz'sultati dei due ultimi censimenti generali.
I
Censimento al IO febbraio Igor Censimento al IO giugno 191 I
Proft:ssioni
o 65 anni
Gruppo
10- 1 5 15-65 65 anni 10-15 15-65 d'età
Totale Totale
co n d'izioni anni anlli in su anni in su notI
precisato

Lavorazinne del legno e


delle matuie analoghe;
I
arredamento domestico:
Conservazione e segatura del r M. 26963 245 ~94 17 SII 290 06S 34500 ~84 125 :!o ~86 'i!i7 340 271'.
legno; fusti di legno; grossi
lavori da falegname mobili
e oggetti artistici di legno
I F. 147 84S 52 1047 398 3 60(l l ;~5 40 ·1 l'iH

Minuti oggetti di legno e la- I


vorazione di canne, vinchi,
giunchi e simili, pennelli,
spazzole, ventole. scope.
l M.
F.
2 772
1 636
Hl 876
8 534
1 763
420
24 411
10 590
l 867
l 572
20 001
lO 1.)5.
l 709
461
23 666
12 261
scopette, spugne lavorate
!,avorazione della p3glia e. j M. 1054 5 103 438 6595 605 8 57~ (J()l L" !l 887
del truciolo . • • . • t F. 12 187 37017 2 376 51 580 16292 72 797 6 513 46 !l5 (i48
M. 113 l 340 25 l 478 111 2 013 138 :l ~ ~6r)
!,avorazione del sughero • • t F. 21 336 3 360 145 1078 20 94 1 337
!,avori da tappezziere e da
materassaio . . . • . . .
I M.
F.
1 2R3
50
12 169
1 218
618
138
14 100
1 406
l 737
517
23 770
lO 299
1 475
8;;4