Sei sulla pagina 1di 15

PRIMA STAZIONE:

Gesù è condannato a morte


V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Pilato, volendo dar soddisfazione alla moltitudine, rilasciò loro Barabba


e, dopo aver fatto flagellare Gesù, lo consegnò perché fosse crocifisso.
(Marco 15,15)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.
SECONDA STAZIONE:
Gesù è caricato della croce
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Gesù, portando la croce, si avviò verso il luogo del Cranio, detto in


ebraico Gòlgota. (Giovanni 19,17)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

2
TERZA STAZIONE:
Gesù cade la prima volta
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

In verità, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non


muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. (Giovanni
12,24)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

QUARTA STAZIONE:

3
Gesù incontra la madre
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Simeone li benedisse e parlò a Maria, sua madre: «Egli è qui per la


rovina e la risurrezione di molti in Israele, segno di contraddizione
perché siano svelati i pensieri di molti cuori. E anche a te una spada
trafiggerà l'anima». (Luca 2,34-35)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

QUINTA STAZIONE:
Gesù è aiutato dal Cireneo

4
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Allora costrinsero un tale che passava, un certo Simone di Cirene che


veniva dalla campagna, padre di Alessandro e Rufo, a portare la croce.
(Marco 15,21)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

SESTA STAZIONE:
Gesù è asciugato dalla Veronica
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.

5
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

È cresciuto come un virgulto davanti a lui


e come una radice in terra arida.
Non ha apparenza né bellezza
per attirare i nostri sguardi,
non splendore per provare in lui diletto.
Disprezzato e reietto dagli uomini,
uomo dei dolori che ben conosce il patire,
come uno davanti al quale ci si copre la faccia,
era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima. (Isaia 53,2-3)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

SETTIMA STAZIONE:
Gesù cade la seconda volta
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

6
Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze,
si è addossato i nostri dolori
e noi lo giudicavamo castigato,
percosso da Dio e umiliato.
Egli è stato trafitto per i nostri delitti,
schiacciato per le nostre iniquità.
Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui;
per le sue piaghe noi siamo stati guariti. (Isaia 53,4-5)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

OTTAVA STAZIONE:
Gesù consola le donne di Gerusalemme
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Lo seguiva una gran folla di popolo e di donne che si battevano il petto e

7
facevano lamenti su di lui. Ma Gesù, voltandosi verso le donne, disse:
«Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi
stesse e sui vostri figli. Ecco, verranno giorni nei quali si dirà: Beate le
sterili e i grembi che non hanno generato e le mammelle che non hanno
allattato. Allora cominceranno a dire ai monti: Cadete su di noi! e ai
colli: Copriteci! (Luca 23,27-30)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

NONA STAZIONE:
Gesù cade la terza volta
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

<<...davanti a me sono tutti i miei nemici. L'insulto ha


spezzato il mio cuore e vengo meno. Ho atteso compassione,
ma invano, consolatori, ma non ne ho trovato>>. (Sal 69, 20-
21)

8
Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

DECIMA STAZIONE:
Gesù è spogliato delle vesti
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Si divisero le sue vesti, tirando a sorte su di esse quello che ciascuno


dovesse prendere. (Marco 15,24)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
9
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

UNDICESIMA STAZIONE:
Gesù è inchiodato sulla croce
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. E l'iscrizione con il


motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. Con lui crocifissero
anche due ladroni, uno alla sua destra e uno alla sinistra. (Marco 15, 25-
27)

Commento

10
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

DODICESIMA STAZIONE:
Gesù muore in croce
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Venuto mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra, fino alle


tre del pomeriggio. Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì,
Eloì, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio,
perché mi hai abbandonato? Alcuni dei presenti, udito ciò,
dicevano: «Ecco, chiama Elia!». Uno corse a inzuppare di
aceto una spugna e, postala su una canna, gli dava da bere,

11
dicendo: «Aspettate, vediamo se viene Elia a toglierlo dalla
croce». Ma Gesù, dando un forte grido, spirò.

Ci si inginocchia per qualche istante.

Il velo del tempio si squarciò in due, dall'alto in basso.


Allora il centurione che gli stava di fronte, vistolo spirare in quel modo,
disse: «Veramente quest'uomo era Figlio di Dio!». (Marco 15, 33-39)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

TREDICESIMA STAZIONE:
Gesù è deposto dalla croce
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua


madre, Maria di Clèofa e Maria di Màgdala.
Vennero dunque i soldati e spezzarono le gambe al primo e
poi all'altro che era stato crocifisso insieme con lui. Venuti
però da Gesù e vedendo che era già morto, non gli
spezzarono le gambe, ma uno dei soldati gli colpì il fianco
con la lancia e subito ne uscì sangue e acqua.

12
Dopo questi fatti, Giuseppe d'Arimatèa, che era discepolo di
Gesù, ma di nascosto per timore dei Giudei, chiese a Pilato
di prendere il corpo di Gesù. Pilato lo concesse. Allora egli
andò e prese il corpo di Gesù. (Giovanni 19, 25.32-34.38)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

QUATTORDICESIMA STAZIONE:
Gesù è deposto nel sepolcro
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.
Pilato informato dal centurione, concesse la salma a Giuseppe. Egli
allora, comprato un lenzuolo, lo calò giù dalla croce e, avvoltolo nel
lenzuolo, lo depose in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare
un masso contro l'entrata del sepolcro. Intanto Maria di Màgdala e Maria
madre di Ioses stavano ad osservare dove veniva deposto. (Marco 15,45-
47)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

13
Santa Madre, deh, voi fate
che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

QUINDICESIMA STAZIONE:
Gesù risorge da morte
V. Ti adoriamo, o Cristo, e ti benediciamo.
R. Perché con la tua santa croce hai redento il mondo.
Nel giorno dopo il sabato, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di buon
mattino, quand'era ancora buio, e vide che la pietra era stata ribaltata dal
sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall'altro discepolo,
quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal
sepolcro e non sappiamo dove l'hanno posto!». Uscì allora Simon Pietro
insieme all'altro discepolo, e si recarono al sepolcro. Correvano insieme
tutti e due, ma l'altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per
primo al sepolcro. Chinatosi, vide le bende per terra, ma non entrò.
Giunse intanto anche Simon Pietro che lo seguiva ed entrò nel sepolcro e
vide le bende per terra, e il sudario, che gli era stato posto sul capo, non
per terra con le bende, ma piegato in un luogo a parte. Allora entrò anche
l'altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette.
Non avevano infatti ancora compreso la Scrittura, che egli cioè doveva
risuscitare dai morti. I discepoli intanto se ne tornarono di nuovo a casa.

14
(Giovanni 20,1-10)

Commento
mettere il commento dei Padri della Chiesa relativo al
brano letto.

Santa Madre, deh, voi fate


che le piaghe del Signore
siano impresse nel mio cuore.

Preghiamo
Signore, ti abbiamo accompagnato in silenzio pregando,
lungo la strada, dove si è manifestato il tuo dolore e il tuo
amore per tutti noi. Apri, Signore, le porte del nostro cuore,
perché investiti dall’onda del tuo amore, possiamo mangiare
coi fratelli ritrovati la Pasqua della nostra speranza.
Per Cristo Nostro Signore.

Padre nostro, Ave Maria, Gloria secondo le intenzioni del Sommo


Pontefice.

Benedizione finale

15