Sei sulla pagina 1di 19

Glossario ICT e società dell’informazione

Ampiezza di banda Esprime la quantità di dati (testo, voce, video e così via) che possono
essere inviati in un canale di comunicazioni in un determinato periodo di tempo. Sistemi di
comunicazione differenti usano ampiezze di banda differenti per usi differenti. Maggiore è
l’ampiezza di banda e più velocemente verranno trasmessi i dati.

Analogico Segnale elettrico continuo che assume la forma di un’onda di potenza o ampiez-
za variabile. La maggior parte dei fenomeni ha una natura analogica, ovvero tali fenomeni
sono costituiti da variazioni continue della potenza e/o della quantità. Il suono, la luce, la
temperatura e la pressione assumono valori continui. Gli stati massimo, minimo e medio
sono sempre stati rappresentati tramite dispositivi analogici e non in forma digitale. Fra
gli esempi di dispositivi analogici vi sono il tachimetro, il termometro, l’indicatore di
pressione dei pneumatici, tutti strumenti che misurano fluttuazioni continue. Per esempio
i segnali elettrici in transito su una linea telefonica sono sempre stati rappresentazioni an-
alogiche della voce originariamente trasmessa. Il telefono, la radio, la televisione e la TV
via cavo sono sempre stati mezzi di trasmissione analogici.

Animazioni Sono costituite da una visualizzazione in rapida successione di immagini sta-


tiche per creare l’illusione del movimento, come nei cartoni animati. L’animazione viene
utilizzata nei videogiochi e nei messaggi scorrevoli che indicano i punteggi sportivi dei
giocatori.

Applet Piccoli programmi esterni che possono essere prelevati con rapidità e poi eseguiti
nella maggior parte dei browser. Le pagine Web contengono collegamenti ad applet, che
aggiungono funzionalità multimediali e interattive.

ASCII (American Standard Code Information Interchange) Si intende un sistema di


codifica di caratteri contrari a 7 bit utilizzato dai computer per convertire ogni carattere in
impulso per l’elaboratore.

ASP – Application Service Provider È una società che noleggia software via Internet.
Non sarà più necessario acquistare il software in un negozio in un pacchetto pronto
all’uso. Basterà prelevare un programma adatto alle proprie necessità e usarlo per il tempo
desiderato.

B2B (business-to-business) Vendita elettronica di beni e servizi direttamente da una


società all’altra, che elimina tutti gli intermediari. Il commercio B2B dovrebbe crescere
più di tutte le altre forme di commercio elettronico e copre un’ampia gamma di attività,
per esempio la visualizzazione degli inventari da fornitore ad acquirente, la fornitura di
listini e la vendita di articoli fine serie o usati, normalmente senza agenti, intermediari o
altro.

Backbone Rete ad alta velocità che connette a Internet le reti LAN e MAN. È un elemento
fondamentale di Internet.

Banda Chiamata anche ampiezza di banda, misura la quantità di informazioni che pos-
sono essere inviate in un determinato periodo di tempo. L’ampiezza di banda rappresenta
la differenza fra le frequenze più basse e più elevate che possono essere trasmesse. Per i
segnali analogici, l’ampiezza di banda è espressa in Hz (Hertz), ovvero cicli al secondo.
Per i segnali digitali, l’ampiezza di banda è espressa in bit al secondo (bit/s). In tutti i Paesi
queste bande sono assegnate con precisione a vari utilizzi e concesse in uso a vari enti.
Maggiore è l’ampiezza di banda e maggiore è la velocità con cui possono essere trasmes-

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
si i dati. Più stretta è l’ampiezza di banda e maggiore è la perdita di potenza trasmissiva.
Questa perdita di potenza deve essere compensata utilizzando ripetitori che ritrasmettono
il segnale originale.

Bit Un’abbreviazione di binary digit che equivale a un numero “0” o “1” nel sistema bina-
rio utilizzato per la rappresentazione dei dati. Il bit è un elemento fondamentale che com-
pone i dati e le informazioni elaborate e memorizzate in un computer.

Boot (o bootstrap) È il processo di caricamento del sistema operativo nella memoria principale
del computer. Il boot viene eseguito grazie all’intervento di un programma memorizzato in
modo permanente nei chip del computer. Quando si accende la macchina, vengono messi
in funzione delle routine diagnostiche che verificano la memoria principale, l’unità di
elaborazione principale e le altre parti del sistema per assicurarsi che funzionino correttamente.
Quindi il BIOS (Basic Input/Output System) copia alcuni programmi nella memoria principa-
le, in modo che il computer possa interpretare correttamente i caratteri introdotti alla tastiera o
possa trasmettere correttamente i caratteri sullo schermo del computer o su un disco floppy. Poi
il programma di boot legge il sistema operativo, normalmente dal disco fisso, e lo carica nella
memoria principale del computer, dove rimane finché il computer non viene spento.

Boot loader Particolare programma che risiede in una specifica memoria ROM alloggiata
sulla scheda madre ed è il primo ad essere eseguito dal computer, permettendogli di avviare
il processo di boot.

Boot track È la traccia sul disco fisso nella quale si trova l’inizio del sistema operativo.
Viene cercata dal boot loader per avviare il boot.

Broadcast Un mezzo di trasmissione in grado di inviare segnali a lunga distanza e di attra-


versare regioni, stati e interi continenti. Per inviare messaggi si usa un trasmettitore, mentre
per ricevere i messaggi viene impiegato un ricevitore; talvolta questi apparecchi vengono
combinati in un ricetrasmettitore. Nelle frequenze più basse, varie bande radio sono riser-
vate non solo per le normali trasmissioni radio AM e FM, ma anche per la televisione, i CB
(Citizen Band), i radioamatori, i telefoni cellulari e i servizi di comunicazione per le forze
dell’ordine, i vigili del fuoco e i taxi. Alcune organizzazioni usano apposite frequenze radio
per supportare telecomunicazioni wireless.

Browser Web Software che consente agli utenti di visualizzare le pagine Web e di pas-
sare da una pagina all’altra. I due browser Web più noti sono Microsoft Internet Explorer
e Safari.

Bus Connessioni elettriche utilizzate per trasmettere i bit all’interno della CPU e dalla CPU
agli altri componenti presenti sulla scheda madre. Un bus è in sostanza una sorta di auto-
strada a più corsie. Più corsie esistono, maggiore è la velocità di trasferimento dei bit.

Byte Un gruppo di 8 bit. Un byte rappresenta un carattere, una cifra o un altro valore. La
capacità della memoria di un computer o di un disco è espressa in byte o multipli di byte,
per esempio KB e MB.

Cache Area di memoria ad alta velocità cui la CPU accede velocemente. Conserva tem-
poraneamente in una memoria veloce le istruzioni e i dati che il microprocessore utilizza
con maggiore frequenza. La memoria cache accelera l’elaborazione delle istruzioni.

Campo chiave È un campo univoco che può essere utilizzato come identificatore comune.
Un ottimo esempio di campo chiave è rappresentato dal codice fiscale, che è univoco fra
tutti gli abitanti (non possono esistere due codici fiscali uguali).

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
CD-ROM Dispositivo di memorizzazione che utilizza la tecnologia laser per leggere i dati
dai dischi ottici.

Cella È il punto di intersezione fra una riga e una colonna; la sua posizione è chiamata
indirizzo della cella. La cella è l’elemento più piccolo di un foglio elettronico. I dati e le
formule vengono inserite in una cella. Per far riferimento a una cella si usa un indirizzo.

Chat Ambiente in cui i partecipanti intrattengono una sorta di discussione online in tempo
reale, come se si trattasse di una conversazione telefonica, tranne per il fatto che i messaggi
vengono digitati.

Chip di memoria Detti anche RAM (Random Access Memory); rappresentano l’area di
memorizzazione primaria o temporanea. Contengono i dati prima dell’elaborazione e le in-
formazioni dopo l’elaborazione ma prima che vengano inviate all’output o a un dispositivo
di memorizzazione.

Client Si tratta di computer o altro dispositivo connesso a un sistema server, ovvero a un


computer centrale. Le reti client/server vengono utilizzate in molte organizzazioni per la
condivisione dei database, dispositivi e programmi.

Client/server Una rete locale (LAN) client/server è costituita da client (microcomputer che
richiedono i dati) e server (computer che forniscono i dati). Il server è un microcomputer
più potente che gestisce i dispositivi condivisi, per esempio le stampanti laser. Su di esso
è in funzione apposito software per applicazioni quali la posta elettronica e la navigazione
Web. Le reti client/server sono fra i tipi più comuni di reti locali.

Cloud computing Insieme di tecnologie informatiche che permettono l’utilizzo di risorse


hardware e software distribuite in remoto.

Coassiale Il cavo coassiale è costituito da un conduttore isolato in rame attorno al quale è


avvolta una schermatura metallica, il tutto racchiuso da una guaina isolante di protezione.
Grazie al notevole isolamento, il cavo coassiale è più resistente al rumore rispetto al doppi-
no telefonico. Inoltre può trasmettere voce e dati a una velocità più elevata.

Compressione È un processo che consiste nel rimuovere gli elementi ripetitivi di un file,
in modo da produrre un file di dimensioni più ridotte che occupa meno spazio su un disco
e richiede meno tempo per la trasmissione. Prima di poter essere utilizzati, i dati devono
essere decompressi, ovvero occorre ripristinare gli elementi eliminati dalla compressione.
In genere per queste operazioni si parla di sistemi codec (compressione/decompressione).
Al giorno d’oggi molti file audio, video e grafici sono compressi per ridurre lo spazio da
essi occupato.

Computer art Forma d’arte che si è sviluppata a partire dalla metà degli anni ’60 che so-
stituisce ai pennelli e alle matite il computer.

Computer di rete Un computer molto economico ed estremamente semplificato che connette


gli utenti alle reti ed esegue applicazioni in modo strettamente legato al server.

Computer laptop Chiamato anche computer notebook; computer leggero e trasportabile


con un monitor interno, una tastiera, un disco fisso, una batteria e un adattatore. I computer
portatili e gli altri piccoli computer hanno offerto agli utenti la possibilità di svolgere elabo-
razioni sul campo o in viaggio.

Computer PDA Chiamati anche palmari o palmtop; sono utilizzati per pianificare gli im-

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
pegni, per memorizzare rubriche telefoniche, per preparare elenchi di impegni e per inviare
messaggi di posta elettronica e fax. I sistemi PDA (Personal Digital Assistant) semplifi-
cano lo svolgimento delle attività e le comunicazioni in viaggio. Computer Macchina
programmabile e multiuso che accetta dati, fatti e cifre e li elabora o manipola creando in-
formazioni utili quali, per esempio, riepiloghi e totali. I computer accelerano enormemente
la soluzione dei problemi e lo svolgimento di altri compiti migliorando la produttività.

Connessione fisica È il mezzo cablato o wireless di connessione a Internet. Senza


connessione fisica è impossibile accedere a Internet.

Connessioni a banda larga Sono connessioni caratterizzate da un’elevata velocità. Le con-


nessioni a banda larga sono fondamentali per creare connessioni a Internet veloci e affidabili.

Connettività La capacità di connettere i computer l’uno all’altro tramite linee di comuni-


cazioni per fornire l’accesso a informazioni online. La connettività è alla base dei miglio-
ramenti dell’era digitale. Fornisce l’accesso online a innumerevoli tipi di informazioni e
servizi. La connettività prodotta dall’espansione delle reti di computer ha reso possibili
funzionalità quali la posta elettronica e il commercio elettronico.

Convergenza Termine che descrive la combinazione di più campi tramite vari dispositivi
che si scambiano dati nel formato utilizzato dai computer. Questi campi sono i computer, le
comunicazioni, l’elettronica di consumo, l’intrattenimento e i mass media. La convergenza
ha condotto allo sviluppo di prodotti elettronici che svolgono più funzioni, per esempio la
TV con accesso a Internet o i telefoni con display per testo e immagini.

Copyright È un diritto legale esclusivo che impedisce la copia della proprietà intellettuale
senza il permesso dei detentori. Le leggi sul copyright evitano che qualcuno possa utilizzare
fraudolentemente il frutto del lavoro altrui.

CPU (Central Process Unit) Esegue le istruzioni del software (il programma) per manipo-
lare i dati trasformandoli in informazioni. La CPU è costituita da due parti:

(1) l’unità di controllo e (2) l’unità aritmetico-logica (ALU – Arithmetic-Logic Unit); en-
trambe queste parti contengono dei registri che in pratica sono aree di memorizzazione
temporanea operanti ad alta velocità. Il tutto è connesso da una sorta di breve ma ampia
“autostrada” chiamata bus. La CPU è il “cervello” del computer.

Cracker Persone che accedono illegalmente ai computer per scopi fraudolenti, per ottenere
informazioni finanziarie, per impedire l’utilizzo dell’hardware, per duplicare il software o
per modificare o distruggere i dati.

Crimine computerizzato Può essere di due tipi: (1) può essere un atto illegale perpetrato
contro i computer o i dispositivi di comunicazione o (2) può prevedere l’uso di computer o
dispositivi di comunicazione per compiere atti illegali. I crimini contro la tecnologia delle
informazioni comprendono il furto di hardware, di software, di tempo di elaborazione, di
servizi o di informazioni. Altri atti illegali sono i crimini di danneggiamento e distruzione.

Crittografia Modifica dei dati in modo da renderli illeggibili per chiunque non sia in pos-
sesso della chiave di decrittografia. La crittografia è certamente utile per alcune organiz-
zazioni, specialmente per quelle che conservano segreti commerciali, militari o altri dati ris-
ervati. Molti sostengono che dalla crittografia dipende il futuro del commercio elettronico,
poiché le transazioni possono espandersi solo se vengono ritenute sicure. Cybersecurity
Insieme dei processi, dei metodi e delle tecnologie per proteggere la sicurezza dei sistemi
informatici e del mondo digitale.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Cyberspazio Termine utilizzato per far riferimento al mondo online e a Internet in parti-
colare, ma anche all’intero mondo delle comunicazioni cablate in generale. Molte attività
umane si svolgono nel cyberspazio.

Database relazionali Database in cui i dati sono organizzati in più tabelle correlate.
Ogni tabella contiene varie righe e colonne; le righe sono chiamate record e le colonne
sono chiamate campi. Un record è costituito per esempio dall’indirizzo di una persona
composto dal nome, dalla via, dalla città e così via. Un campo può essere costituito per
esempio dal cognome di una persona; un altro campo potrebbe contenere il nome e un
terzo la via. Come un foglio elettronico, anche un database relazionale può includere più
tabelle.

Database È una raccolta di dati memorizzati in modo elettronico in un computer. Questi


file sono organizzati in base a elementi comuni, in modo da poter essere prelevati con faci-
lità. Le società e le organizzazioni realizzano database per gestire le proprie attività. Inoltre
i database online offrono agli utenti un’enorme mole di risorse per effettuare ricerche.

Dati Elementi e cifre grezzi che devono essere elaborati per produrre informazioni. Gli
utenti hanno bisogno dei dati per creare informazioni utili.

Desktop È lo schermo di interfacciamento principale del sistema operativo; mostra alcune


piccole immagini (icone) che offrono un rapido accesso ai programmi e alle informazioni.

Digitale Un metodo di comunicazione o l’uso di informazioni rappresentate da successioni


di due stati (ovvero una rappresentazione binaria). Più in generale si lega la parola “digita-
le” al semplice impiego dei computer.

Digital divide È il divario tra chi può disporre delle tecnologie informatiche e chi no
(totalmente o parzialmente). Non è solo un motivo economico (chi può permettersele),
ma anche di età, livello di istruzione, situazione politica (restrizioni), disponibilità delle
infrastrutture, ecc.

Digital forensics Traducibile come “disciplina digitale forense” è un insieme di tecniche


e procedure per il trattamento delle prove ed evidenze digitali affinchè siano producibili in
sede giudiziale.

Directory Strumento di ricerca in grado di fornire elenchi di categorie di siti Web, classifi-
cati per argomenti, per esempio “Affari e finanza” o “Salute e fitness”. Si tratta di un indice
ipertestuale, il cui scopo è quello di agevolare l’accedere alle informazioni contenute nelle
varie categorie, con un semplice clic su un collegamento ipertestuale. Le directory sono
utili per la ricerca delle pagine Web nelle categorie generali, alla ricerca degli oggetti cui si
è interessati. I motori di ricerca possono essere utili per ottenere informazioni specifiche.

Disco fisso Dispositivi di memorizzazione che conservano miliardi di byte di dati su un’u-
nità non rimovibile posta all’interno dell’unità di sistema. I dischi fissi contengono molti
più dati dei dischi floppy. Quasi tutti i microcomputer usano dischi fissi come dispositivo
di memorizzazione secondario.

Disco floppy Dispositivo di memorizzazione che conserva i dati su dischi flessibi li di 3,5
pollici di diametro racchiusi in un involucro in plastica rigida. I dischi floppy sono presenti
in quasi tutti i microcomputer e consentono di trasferire vari tipi di file.

Dispositivi di output Dispositivi hardware che convertono le informazioni e i risultati di


un’elaborazione in una forma comprensibile agli esseri umani. I principali tipi di output

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
sono: volatile e permanente. Senza i dispositivi di output non sarebbe possibile accedere
alle informazioni e al risultato dell’elaborazione dei dati.

Dispositivi per l’introduzione dei dati Creano dati su dispositivi magnetici o cartacei op-
pure inviano tali dati direttamente al computer, come nei dispositivi di scansione (sistemi
per immagini, lettori di codici a barre, dispositivi di riconoscimento ottico e macchine fax).
Tra i sistemi di riconoscimento vocale vi sono i sensori, i dispositivi di identificazione a
radiofrequenze e i dispositivi di input medico.

Dominio È semplicemente un “luogo” di Internet. Un nome di dominio è necessario per


inviare e ricevere i messaggi e per molte altre attività che possono essere svolte in Internet.

Doppino telefonico Due sottili fili di rame intrecciati. Questa disposizione ha lo scopo di
ridurre le interferenze introdotte dai campi elettrici. Il doppino telefonico è relativamente
lento. Inoltre non è in grado di proteggere contro le interferenze elettriche.

Download Trasferimento dei dati da un computer remoto al computer locale. Il download


permette agli utenti di salvare i file sul proprio computer per utilizzarli in seguito, e ciò
riduce il tempo speso online.

Dpi (punti per pollice) Il numero di punti che possono essere prodotti sulla lunghezza di
un pollice (25,4 mm). Per le stampanti per microcomputer, la risoluzione rientra fra i 60 e
i 1500 dpi. Maggiore è il valore dpi, maggiore è la risoluzione.

EINK Detto anche inchiostro elettroforetico o più semplicemente inchiostro elettronico,


è un dispositivo che permette di ottenere su uno schermo un effetto del tutto simile all’in-
chiostro su carta.

Elaborazione di gruppo Chiamata anche utilizzo collaborativo dei computer, consente a


un gruppo di collaboratori di utilizzare le reti di microcomputer per condividere informa-
zioni e cooperare sui progetti. Il lavoro di gruppo è possibile grazie all’impiego delle reti
e dei microcomputer, ma anche di software di lavoro di gruppo chiamato groupware. Il
groupware è un tipo di software che consente a due o più persone connesse in rete di lavo-
rare contemporaneamente sulle stesse informazioni.

Elaborazione Manipolazione svolta da un computer per trasformare i dati in informazioni.


L’elaborazione è l’essenza del computer e il processore è il suo “cervello”.

E-learning Sfrutta la multimedialità e la rete internet offrendo la possibilità di usufruire di


corsi di formazione senza la necessità della presenza.

Etica Insieme di valori e principi morali che governano la condotta di singoli e gruppi.
Dalla tecnologia delle informazioni derivano varie questioni etiche.

Exabyte Rappresenta un miliardo di miliardi di Byte, esattamente 1.152.921.504.606.846.976


Byte.

Extranet Reti private che connettono non solo il personale interno, ma anche alcuni par-
ticolari fornitori o collaboratori strategici. Le reti extranet si sono diffuse soprattutto per
l’esecuzione di transazioni standard, quali per esempio gli acquisti.

Fibre ottiche Cavi costituiti da decine o centinaia di sottili fibre di vetro o di materiale
plastico che trasmettono impulsi di luce. Queste fibre, ognuna delle quali ha lo spessore di
un capello umano, può trasmettere fino a 2 miliardi di impulsi al secondo (2 Gbit/s), dove

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
ogni impulso rappresenta un bit. Quando vengono raggruppati insieme, i cavi a fibre ottiche
formano fasci di cavi di 3 mm in grado di trasportare da 250 000 a 500 000 conversazioni
vocali. Inoltre, a differenza dei segnali elettrici, gli impulsi luminosi non sono influenzati
dalle interferenze elettromagnetiche. Pertanto hanno un livello di errore molto inferiore
rispetto ai normali cavi telefonici. Inoltre i cavi a fibre ottiche sono più leggeri e duraturi
rispetto ai cavi a doppino telefonico e a cavo coassiale. Un ultimo vantaggio è il fatto che
sono più difficili da manipolare e dunque le intercettazioni sono molto più complesse.

File È una raccolta di dati o un programma memorizzato in un dispositivo di memorizzazione


secondario del computer, per esempio un disco floppy, il disco fisso o un CD-ROM.

Fintech Fornitura di prodotti e servizi finanziari da parte di imprese capaci di erogarli attra-
verso tecnologie informatiche avanzate (principalmente sfruttando internet).

Firewall Sistema hardware e software che blocca gli utenti non autorizzati (sia interni sia
esterni) impedendo loro l’accesso alla intranet. Un firewall costringe tutti i pacchetti di dati
in passaggio fra Internet e la intranet a passare attraverso una porta. Questa porta regola i
flussi fra le due reti identificando gli utenti autorizzati, ricercando i virus e implementando
altre misure di sicurezza. Pertanto gli utenti della intranet potranno avere accesso a Internet
(compresi i siti connessi tramite collegamenti ipertestuali), mentre gli utenti esterni di In-
ternet non potranno accedere alla intranet interna.

FTP (File Transfer Protocol) Protocollo che consente di connettersi a un computer remoto
(un sito FTP) per prelevare i suoi file pubblici. I file offerti possono riguardare qualsiasi
cosa: software, giochi, fotografie, mappe, immagini d’arte, musica, libri e informazioni
statistiche.

Gateway Interfaccia che connette reti differenti, per esempio una rete LAN e una rete WAN,
o due reti LAN basate su sistemi operativi di rete o configurazioni differenti.

Gbit/s (gigabit al secondo) Un miliardo di bit al secondo. Gbit/s è l’unità di misura utiliz-
zata nella trasmissione dei dati.

Gestione elettronica delle immagini Consiste nel combinare tramite il software più im-
magini ottenute tramite scanner, macchine fotografiche digitali e computer grafici avanzati.
Questa tecnologia è diventata un elemento importante della multimedialità.

Gigabyte (GB) È costituito da circa un miliardo di byte (10 073 741 824 byte). Un tempo
questa unità di misura veniva utilizzata solo per i computer più grossi e costosi (i mainfra-
me), ma oggi è diventata l’unità di misura standard per i microcomputer.

Gigahertz (GHz) Misura di velocità utilizzata dall’ultima generazione di microproces-


sori: equivale a un miliardo di cicli al secondo. Poiché un nuovo microprocessore ad alta
velocità può costare molto di più della generazione precedente di chip, gli esperti spesso
consigliano di non preoccuparsi troppo della velocità del microprocessore (dato che per
utilizzi comuni l’hardware non viene mai spinto al limite), ma di dedicare piuttosto più
risorse economiche a una discreta dotazione di memoria.

GPS (Global Positioning System) È costituita da una costellazione di satelliti in orbita che
trasmettono in continuazione segnali radio che possono essere utilizzati per identificare le
coordinate di ogni punto della terra. Un ricevitore GPS (che può essere portatile o installato
su un veicolo, un aeroplano o una barca) può rilevare le trasmissioni di un massimo di
quattro satelliti, interpretare le informazioni ricevute e calcolare la posizione del ricevitore
con un errore di pochi metri. Alcuni ricevito ri GPS includono del software utile per trovare

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
la propria posizione. Inoltre il sistema GPS è utilizzato dai sistemi di navigazione installati
all’interno nelle moderne autovetture.

Grafica analitica Chiamata anche grafica commerciale, è costituita da grafici che facilita-
no l’analisi dei dati numerici che in un foglio sono organizzati in righe e colonne. Un grafi-
co consente di rappresentare in modo più intuitivo i dati di vendita, le tendenze economiche
e altri elementi.

Groupware Software online che consentono a più utenti di collaborare sullo stesso pro-
getto. Il groupware aumenta la produttività mantenendo gli utenti costantemente informati
sulle attività e le idee dei colleghi.

Hacker Persone che tentano di accedere senza non autorizzazione a un computer o a un


sistema di telecomunicazioni per metterne alla prova la sicurezza dei sistemi e dimostrarne
i difetti.

Hacktivist Hacker/cracker animati da motivazioni ideologiche nelle proprie azioni.

Hardware Fa riferimento a tutti i dispositivi fisici contenuti in un computer. L’hardware


funziona sotto il controllo del software, senza il quale è inutile. L’hardware contiene tutti i
circuiti che consentono l’elaborazione dei dati.

Home banking La fruibilità attraverso la rete internet dei servizi bancari della propria
banca.

Home page Una sorta di pagina di benvenuto che identifica il sito Web e contiene tutti i
collegamenti che consentono di accedere alle altre pagine del sito.

Host La maggior parte delle grandi reti è dotata di almeno un computer host, un mainframe o
comunque un computer centrale di medie dimensioni che controlla la rete.

HTML (HyperText Markup Language) Insieme di istruzioni (chiamate tag) utilizzate per
specificare la struttura e la formattazione di un documento e i collegamenti ad altri docu-
menti. Il linguaggio HTML consente di creare pagine Web.

HTTP Insieme di regole di comunicazione utilizzate dai browser per connettersi ai server
Web. Senza il protocollo HTTP non è possibile trasferire file nel Web.

HUB È un «ripetitore» che riceve un segnale da un computer o periferica connessa alla rete
e lo ritrasmette agli altri in modalità broadcast, ovvero a tutti indistintamente.

ICT Acronimo di Information and Communication Technology. Più attuale, amplia il con-
cetto di IT comprendendo anche le tecnologie di comunicazione.

Impostazioni standard Impostazioni usate normalmente da un programma se l’utente non


specifica diversamente. Per poter personalizzare i documenti gli utenti devono imparare a
cambiare le impostazioni standard.

Informazioni I dati che sono stati riepilogati o comunque manipolati e che possono essere
impiegati per prendere decisioni. Lo scopo di un computer (e delle comunicazioni) è quello
di produrre e trasmettere informazioni utili.

Infrastructure as a Service Il cloud provider fornisce le infrastrutture (come i server,


sistemi di archiviazione dati e connessioni di rete) sulle quali il cliente/utente installerà le
proprie piattaforme.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Input Tutto ciò che viene inserito in un computer. I dispositivi di input sono per esempio la
tastiera e il mouse. Non è possibile produrre informazioni senza introdurre dei dati.

Insurtech Fornitura di prodotti e servizi assicurativi attraverso tecnologie informatiche


avanzate (principalmente sfruttando internet).

Interattività Comunicazione bidirezionale. L’utente può rispondere alle informazioni rice-


vute e modificare il processo. I dispositivi interattivi consentono all’utente di partecipare
attivamente a un processo tecnologico invece di assistervi passivamente.

Interfaccia utente È costituita da tutti gli elementi dello schermo che consentono
di comunicare, o interagire, con il computer. Esistono interfacce a comandi, a menu e
grafiche; queste ultime sono le più diffuse al giorno d’oggi. Senza l’interfaccia utente
sarebbe impossibile utilizzare il computer.

Internet Rete globale che unisce reti più piccole che connettono computer situati in isti-
tuzioni accademiche, scientifiche e commerciali in tutto il mondo. Internet rende possibile
la condivisione di ogni tipo di informazione e di servizio per milioni di utenti in tutto il
mondo.

Intranet Una rete privata interna di un’azienda che utilizza l’infrastruttura e gli standard di
Internet e del World Wide Web. Quando un’azienda sviluppa un sito Web pubblico, rende
disponibili determinate informazioni ai consumatori e agli altri soggetti interessati. Quando
crea un’intranet, consente ai dipendenti di accedere con rapidità alle informazioni interne
e di condividere informazioni utili per condurre meglio il proprio lavoro. Le informazi-
oni diffuse tramite l’intranet possono comprendere indirizzi di posta elettronica, numeri
di telefono, informazioni sui prodotti, dati di vendita, informazioni sui servizi offerti ai
dipendenti ed elenchi di lavori disponibili all’interno dell’azienda.

Ipertesto Sistema che consente di collegare direttamente documenti sparsi in tutta la rete:
una parola o una frase di un documento diviene un collegamento che rimanda a un docu-
mento che si trova da tutt’altra parte.

ISDN (Integrated Services Digital Network) Hardware e software che consentono di tra-
smettere voce, video e dati sul normale doppino telefonico. Il sistema ISDN permette di
trasmettere velocemente i dati sulle normali linee telefoniche.

IT Acronimo di Information Technology. Di uso comune anche in italiano, l’«IT» sottoin-


tende l’insieme delle tecnologie di elaborazione dei dati e delle informazioni.

Java Complesso linguaggio di programmazione che consente di creare pagine Web anima-
te e interattive. Gli applet Java estendono le capacità delle pagine Web, consentendo di ri-
produrre musica, di visualizzare elementi grafici e animazioni e di fornire giochi interattivi.

JPEG (Joint Photographic Experts Group) È il principale standard di compressione delle


immagini. L’estensione che identifica questi file grafici è .jpg o .jpeg. Nella memorizzazione
e trasmissione di fotografie, si privilegia la qualità dei dati. Il codec JPEG cerca di compri-
mere un’immagine eliminando fondamentalmente i pixel ripetitivi contenuti nell’immagi-
ne. È possibile scegliere vari gradi di compressione, più o meno accentuati; una maggiore
compressione introduce una maggiore perdita di informazioni.

Kbit/s (kilobit al secondo) Mille bit al secondo. Questa è l’unità di misura più utilizzata.
La velocità di un modem che opera a 28 800 bit/s può essere espressa come 28,8 Kbit/s.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Kilobyte È costituito da circa mille byte (per la precisione 1024 byte, ma nel linguaggio co-
mune tale valore viene comunemente arrotondato a 1000). Un tempo i KB erano un’unità di
misura comune per la memoria o i dispositivi di memorizzazione secondaria dei computer.

LAN Acronimo di Local Area Network, è una rete la cui estensione è a livello di edificio,
campus, centro commerciale.

Licenza software Contratto in cui ci si impegna a non eseguire copie del software da re-
galare o rivendere. In pratica si acquista solo il permesso di utilizzare il software e non il
software stesso.

Linux Versione gratuita di Unix. Linux è un software Open-Source, ovvero qualunque


programmatore può prelevarlo gratuitamente da Internet e modificarlo in base alle proprie
esigenze.

Mailing list Raccolta di persone che discutono regolarmente su determinati argomenti.


Per abbonarsi basta inviare un messaggio di posta elettronica al moderatore e chiedere
di diventare membri; in seguito si riceveranno automaticamente tutti i messaggi di posta
elettronica della mailing list. Chiunque sia connesso a Internet può iscriversi a una mailing
list. Gli iscritti riceveranno informazioni su un argomento specifico e potranno inviare un
messaggio di posta elettronica a tutti gli altri iscritti.

Mainframe Il secondo più grande computer disponibile, dopo il supercomputer, capace


di elevatissime velocità di elaborazione e di memorizzazione dei dati. I piccoli mainframe
sono chiamati computer midi. I mainframe sono utilizzati dalle grandi organizzazioni (ban-
che, linee aeree, compagnie di assicurazioni e università) che devono elaborare milioni di
transazioni.

Mbit/s (megabit al secondo) Un milione di bit al secondo.

Megabyte (MB) Un milione di byte (per la precisione 1 048 576 byte). La capacità di me-
moria degli attuali microcomputer è espressa in MB.

Megahertz (MHz) Il microprocessore dei microcomputer usa velocità espresse in me-


gahertz (MHz), una misura di frequenza equivalente a un milione di cicli per secondo.
Generalmente maggiore è il valore dei megahertz e più velocemente il processore elaborerà
i dati.

MAN Acronimo di Metropolitan Area Network, è una rete la cui estensione è a livello di
città o di raggruppamento di piccoli comuni.

Memoria primaria Chiamata anche semplicemente memoria; la circuitazione del compu-


ter che contiene temporaneamente i dati in attesa di elaborazione. Contiene i dati elaborati
dal microprocessore.

Memoria RAM Viene anche chiamata semplicemente memoria o memoria principale, in


cui si memorizzano temporaneamente le istruzioni e i dati prima e dopo l’elaborazione da
parte della CPU. Il suo contenuto è temporaneo, ovvero si perde una volta spento il com-
puter, per questo la memoria RAM è detta anche memoria volatile. Senza una quantità di
memoria sufficiente non sarà possibile eseguire alcuni programmi software.

Memoria secondaria Fa riferimento a dispositivi che memorizzano permanentemente dati e


programmi, per esempio dischi, nastri e CD-ROM. Senza memorie secondarie gli utenti non
sarebbero in grado di salvare il proprio lavoro. Qui si trova anche il software del computer.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Memoria virtuale Spazio su disco che viene utilizzato per estendere la capacità della me-
moria RAM. Quando la RAM è limitata, la memoria virtuale consente di impiegare anche
più programmi, sempre che la CPU e il sistema operativo del computer offrano questa
possibilità. Il sistema alloca un’area su disco come espansione della memoria RAM in
modo che il computer possa scaricare sulla memoria virtuale le aree meno utilizzate della
memoria RAM.

Messaggi istantanei Ogni utente può inviare un messaggio che verrà visualizzato istanta-
neamente sullo schermo del destinatario. In questo modo le due parti possono scambiarsi
messaggi in una sorta di conversazione in tempo reale. I messaggi compaiono sullo scher-
mo all’interno di una piccola finestra, un’area rettangolare contenente un documento o una
attività, in modo che gli utenti possano scambiarsi i messaggi quasi istantaneamente.

Microcomputer Chiamato anche personal computer; piccolo computer che può essere po-
sizionato su una scrivania o può essere trasportato. Il microcomputer ha ridotto l’impiego
dei mainframe e ha consentito l’impiego dei computer a qualsiasi utente. Può essere utiliz-
zato come una macchina indipendente o può essere connesso a una rete.

Microcontroller Chiamato anche computer embedded; è la categoria di computer più pic-


cola. I microcontroller sono contenuti in tutti i dispositivi elettronici intelligenti, per esem-
pio gli elettrodomestici e le automobili.

Microprocessore È un circuito miniaturizzato che si occupa dell’elaborazione dei dati. In


pratica il microprocessore conserva ed esegue le istruzioni utilizzate per elaborare o mani-
polare i dati e trasformarli in informazioni. Un microprocessore è costituito da un numero
enorme di transistor.

Modem Dispositivo che scambia dati con altri computer tramite comuni linee telefoniche.
Un modem consente agli utenti di trasmettere i dati da un computer a un altro utilizzando
linee telefoniche standard invece che dispositivi di telecomunicazioni.

MPEG (Motion Picture Experts Group) Lo standard di compressione più importante per
le immagini in movimento. L’estensione che identifica i file audio e video compressi in
questo formato è .mpg o .mpeg. I fruitori di filmati sono interessati principalmente alla me-
morizzazione o trasmissione di enormi quantità di informazioni visuali in un formato il più
possibile economico; il mantenimento dei dettagli è invece una considerazione secondaria.
Lo standard MPEG definisce le regole di eliminazione delle ridondanze fra le immagini di
un flusso di trasmissione video. Sono stati sviluppati tre standard MPEG per la compres-
sione di informazioni visuali: MPEG-1, MPEG-2 e MPEG-4.

Multimedialità Fa riferimento a una tecnologia che presenta le informazioni in più modi,


fra cui grafica, animazioni, video e suono. L’uso della multimedialità sta diventando sem-
pre più comune nel commercio, nelle professioni e nell’educazione e per migliorare le
comunicazioni delle informazioni.

Multitasking Un computer operante in multitasking può lavorare su più processi per volta.
Per esempio si può scrivere un documento mentre se ne stampa un altro e se ne preleva
un terzo da un sito Web. Il multitasking consente di passare con rapidità da un programma
all’altro. Nella maggior parte dei casi questo processo di commutazione è assolutamente
trasparente per l’utente.

Nastro magnetico Si tratta di un nastro in materiale plastico con un rivestimento magneti-


co. I dati vengono rappresentati come aree magnetizzate (che rappresentano la cifra “1”) o
non magnetizzate (che rappresentano la cifra “0”). Al giorno d’oggi i nastri vengono prin-

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
cipalmente utilizzati per scopi di backup e archiviazione, ovvero per conservare gli archivi
storici di materiale cui non è necessario accedere con la massima rapidità.

Netiquette Etichetta della rete che guida, o dovrebbe guidare, il comportamento di tutti.
In generale la netiquette presenta due regole di base: (a) non sprecare il tempo altrui e (b)
non essere offensivi.

Newsgroup (gruppo di discussione) È una grande bacheca elettronica in cui gli utenti
conducono discussioni scritte su un determinato argomento. Esistono più di 30 000 gruppi
di discussioni, per lo più gratuiti, riguardanti ogni argomento.

Online Utilizzo di un computer o di un altro dispositivo connesso tramite una rete voce o
dati per accedere a informazioni e servizi forniti da un altro computer o dispositivo di me-
morizzazione. Le comunicazioni online sono diventate sempre più comuni e importanti per
vari settori, servizi e attività personali ed educative.

Output Tutto ciò che viene prodotto da un computer, ovvero il risultato delle elaborazioni.
Gli utenti usano l’output per prendere delle decisioni. Senza dispositivi di output, gli utenti
di computer non sarebbero in grado di conoscere i risultati delle elaborazioni.

Password Sequenza di lettere, numeri e/o simboli necessaria per accedere a un computer.
Le password sono sistemi di sicurezza piuttosto deboli, in quanto possono essere indovi-
nate, dimenticate o sottratte con facilità.

Peer-to-peer La parola “peer” denota un elemento posto allo stesso livello di tutti gli altri.
In una rete LAN peer-to-peer, tutti i computer della rete comunicano direttamente gli uni
con gli altri senza far riferimento a un server. Le reti peer-to-peer sono meno costose delle
reti client/server e possono accettare senza problemi fino a 25 computer. Oltre questo limite
diventano talmente lente che il loro utilizzo può essere inutile. In pratica si tratta di una
soluzione adatta per reti di piccole dimensioni.

Penna ottica È un dispositivo sensibile alla luce connesso tramite un cavo a un terminale.
L’utente afferra la penna e la punta verso l’area desiderata dello schermo e poi preme un
pulsante per identificare la posizione. Le penne ottiche vengono utilizzate principalmente
da tecnici, disegnatori, grafici e illustratori.

Periferica È un dispositivo esterno all’unità centrale e ad essa connesso che serve per
impartire istruzioni e inserire i dati da elaborare (periferica di input) o fruire dei risultati
delle elaborazioni (periferica di output).

Petabyte Rappresenta circa un milione di miliardi di Byte (esattamente 1.125.899.906.842.624


di Byte).

PIN (Personal Identification Number) Codice segreto noto solo all’utente e necessario
per accedere al sistema. Per esempio il codice PIN protegge l’accesso agli sportelli bancari
automatici.

Pixel Un pixel è la più piccola unità dello schermo che può essere controllata e alla quale è
possibile assegnare un determinato colore.

Plagio Consiste nella sottrazione di documenti, risultati di ricerche o interpretazioni e la


presentazione di questo materiale come se fosse lavoro proprio. Le nuove tecnologie offro-
no sempre nuove opportunità di eseguire plagi.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Platform as a Service Servizio del cloud provider che consiste nel fornire le piattaforme
sulle quali il cliente/utente installa le proprie applicazioni che fornirà ai clienti/utenti.

Plug-and-Play Le porte USB consentono la connessione di dispositivi periferici e sche-


de di espansione che vengono individuate e configurate automaticamente. Questo evita di
dover impostare dei commutatori o di creare file di configurazione che rappresentavano un
grosso problema per gli utenti.

Plug-in Chiamato anche player o viewer è un programma che aggiunge a un browser una
specifica funzionalità, consentendogli di riprodurre o visualizzare determinati tipi di file.

Pointing-stick È simile a una piccola gomma da matita posta in rilievo fra i tasti G, H e B. Per
spostare il puntatore sullo schermo basta poggiare un dito sul dispositivo e spostarlo leggermente
nella direzione desiderata; i pulsanti del mouse sono posti in corrispondenza del pollice. I
pointing-stick vengono utilizzati soprattutto nel videogiochi, nei sistemi CAD e nei robot.

Portale Web Siti che raggruppano tutte le funzionalità più note di Internet, dai motori di
ricerca alla posta elettronica, dal commercio elettronico ai gruppi di discussione. Esistono
molti portali Web notissimi, fra cui Yahoo!, Microsoft Network, Netscape, Lycos, AltaVista
e così via.

Posta elettronica (e-mail) I messaggi trasmessi su una rete di computer, principalmente


Internet. La posta elettronica è universale; una delle prime cose che imparano i nuovi utenti
è l’invio e la ricezione di messaggi di posta elettronica.

Privacy È il diritto delle persone a non rivelare informazioni personali. Tuttavia la


tecnologia mette continuamente a repentaglio tale diritto.

Programmi di servizio Chiamati anche utilità, svolgono operazioni legate al controllo e


all’allocazione delle risorse del computer. Essi estendono le funzioni esistenti o forniscono
servizi non offerti dal software del sistema operativo. La maggior parte dei computer è do-
tata di programmi di servizio che vengono forniti con il software di sistema.

Protocollo È un insieme di regole per lo scambio delle informazioni. HTTP (HyperText


Transfer Protocol) fornisce l’insieme di regole di comunicazione utilizzate dai browser per
connettersi ai server Web.

Provider Internet Una società che consente di connettersi al proprio server o computer
centrale, il quale poi si connetterà a Internet. Gli utenti hanno bisogno di un provider Inter-
net per collegarsi a Internet a meno che non abbiano sottoscritto un servizio AOL (Online
Information Service) o abbiano una connessione diretta (come T1).

Refresh La riproduzione dell’immagine disegnata sullo schermo dalla penna ottica.

Regtech Utilizzo della tecnologia a supporto della compliance alle normative.

Rete di comunicazioni Sistema di computer, telefoni o altri dispositivi di comunicazione


interconnessi e in grado di comunicare gli uni con gli altri e di condividere applicazioni e/o
dati. La connessione di questi dispositivi sta cambiando la vita di tutti.

Rete LAN (Local Area Network) Una LAN (o rete locale) connette computer e dispositivi
in un’area geografica limitata, per esempio un ufficio, un edificio o un gruppo di edifici
a breve distanza. Le reti locali in molti casi rimpiazzano in modo molto più economico i
grossi computer di un tempo.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Rete WAN (Wide Area Network) Chiamata anche rete geografica, è una rete di telecomuni-
cazioni che copre un’ampia area geografica, da un paese all’intero globo terrestre. La mag-
gior parte delle società telefoniche a lunga distanza e regionali sono reti WAN. Una rete
WAN può utilizzare una combinazione di satelliti, cavi a fibre ottiche, microonde e cavi
in rame, e connettere vari tipi di computer che vanno dai mainframe ai semplici terminali.

Rete Sistema di comunicazione che connette due o più computer. Le reti consentono agli
utenti di condividere applicazioni e dati, e di usare la posta elettronica. Internet è la rete più
grande al mondo.

Risoluzione Quantità di punti che possono essere visualizzati sullo schermo del monitor;
maggiore è il numero di pixel e più fine sarà il livello di dettaglio. La risoluzione è espressa
in termini di pixel orizzontali e pixel verticali. A ogni pixel è possibile assegnare un colore
o un livello di grigio. Le risoluzioni standard sono, 800 × 600, 1024 × 768, 1280 × 1024 e
1600 × 1200 pixel.

ROM (Read-Only Memory – memoria di sola lettura) Può essere scritta o cancellata solo
impiegando speciali dispositivi. I chip di memoria ROM contengono istruzioni fisse, non
modificabili. In pratica, nei chip di memoria ROM vengono caricati in fabbrica dei pro-
grammi contenenti particolari istruzioni relative alle operazioni di base del computer, per
esempio le istruzioni di base per l’avvio o quelle necessarie per inviare i caratteri sullo
schermo del computer. Questi chip hanno una natura non volatile e il loro contenuto non si
perde quando si spegne il computer.

Router È un particolare computer che dirige gli scambi di comunicazioni fra più reti. I router
ad alta velocità possono far parte del backbone di Internet o del percorso di trasmissione,
gestendo la maggior parte del traffico di rete.

Salvataggio Consente di memorizzare o conservare un documento come file elettronico su


un disco floppy o su disco fisso. Il salvataggio è una funzionalità presente in quasi ogni ap-
plicazione, ma chi fosse abituato a scrivere con una macchina per scrivere troverà particolar-
mente preziosa questa opportunità. Il fatto di memorizzare il documento in una forma elet-
tronica evita di doverlo riscrivere ogni volta che devono essere apportate delle modifiche.

Satellite Un satellite trasmette dati alle stazioni terrestri tramite microonde. Un satellite
in orbita contiene molti canali di comunicazione e riceve segnali dalle stazioni terrestri in
qualunque punto del mondo.

Server Computer di una rete che contiene grandi raccolte di dati (database e programmi
per la connessione a PC, workstation e altri dispositivi chiamati client). I server consentono
a più utenti di condividere dispositivi, programmi e dati.

Shareware Si tratta di software coperto da diritti d’autore, ma distribuito gratuitamente; in


genere si richiede un certo contributo economico solo per un uso continuativo. Il software
shareware viene distribuito principalmente tramite Internet, ma poiché è coperto da diritto
d’autore, non può essere utilizzato per lo sviluppo di nuovi programmi che possono entrare
in competizione con il prodotto originario.

Sicurezza Un sistema di protezione delle informazioni contro disastri, guasti di sistema e


accessi non autorizzati che possono provocare danni al sistema stesso. Si possono conside-
rare quattro componenti della sicurezza: identificazione e accesso, crittografia, protezione
del software e dei dati e piani di recupero contro i disastri. Con un adeguato sistema di
sicurezza un’organizzazione può ridurre al minimo le perdite in caso di disastri, guasti di
sistema e accessi non autorizzati.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Sistema binario Rappresenta i dati del computer utilizzando due sole cifre: 0 e 1. In un
computer, il numero 0 è rappresentato dall’assenza di corrente elettrica e il numero 1 è
rappresentato dalla presenza di corrente elettrica. Tutti i dati contenuti in un computer sono
pertanto rappresentati in termini di numeri binari.

Sistema operativo È costituito dai programmi di gestione delle operazioni più elementari
del computer. Questi programmi forniscono i servizi di gestione di vari tipi di risorse. In
particolare gestiscono il controllo e l’uso delle risorse hardware fra cui lo spazio su disco,
la memoria, l’allocazione del tempo di esecuzione della CPU e i dispositivi periferici.
Il sistema operativo consente di concentrarsi sulle operazioni o sulle applicazioni senza
doversi preoccupare degli elementi più complessi del funzionamento di un computer.

Sito Web Luogo in un dominio Web, corrispondente a un computer che si trova da qualche
parte in Internet.

Smart card Ha l’aspetto di una carta di credito, ma contiene un microprocessore e un chip


di memoria. Quando viene inserita in un apposito lettore, inizia a scambiare dati con un
computer centrale, ma può anche memorizzare varie informazioni di carattere finanziario.
Le smart card possono essere utilizzate anche come carte di credito telefoniche. Basta in-
serire la carta in un telefono predisposto, attendere il tono di libero e comporre il numero.
L’ammontare della chiamata viene calcolato automaticamente dal chip contenuto nella car-
ta e poi viene dedotto dal credito.

Software antivirus Programma che esegue una scansione dei dischi e della memoria del
computer per rilevare e distruggere i virus. È importante installare del software antivirus sul
proprio sistema e mantenerlo sempre aggiornato per proteggersi contro le nuove versioni
dei virus.

Software applicativo Software sviluppato per risolvere un determinato problema, svol-


gere un lavoro utile su operazioni di tipo generico o fornire servizi di intrattenimento. Il
software applicativo, come i programmi di videoscrittura, i fogli elettronici, i programmi
di gestione dei database e i pacchetti di grafica e comunicazioni, aiuta a migliorare la pro-
duttività.

Software as a Service Le applicazioni vengono fornite all’utente finale come servizio del
cloud provider.

Software di produttività personale Software applicativo, per esempio programmi di vi-


deoscrittura, fogli elettronici e gestori di database, il cui scopo è quello di rendere gli utenti
più produttivi su operazioni ben precise.

Software di pubblico dominio Software disponibile in Internet, non coperto da diritti


d’autore: può essere duplicato a piacere. I programmi di pubblico dominio vengono in so-
stanza donati dai propri creatori al pubblico. Spesso sono disponibili tramite siti Internet. Il
software di pubblico dominio può essere liberamente duplicato senza alcuna conseguenza
legale.

Software di sistema Aiuta il computer a svolgere le operazioni di base. Il software appli-


cativo non può funzionare senza il software di sistema. Il software di sistema è costituito
da numerosi programmi, il più importante dei quali è il sistema operativo, il programma di
controllo principale in esecuzione sul computer. Fra gli esempi di sistemi operativi per PC
vi sono vari programmi Microsoft (come Windows 95, 98, ME e NT/2000), Unix, Linux e
il sistema operativo per Macintosh.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Software Open-Source Software liberamente prelevabile da Internet e modificabile in
base alle proprie esigenze. L’unico limite è il fatto che le modifiche non possono essere co-
perte da copyright, ma devono essere rese disponibili a tutti e devono rimanere di pubblico
dominio. Poiché il software non è proprietario, può essere migliorato da chiunque. Questo
meccanismo ne garantisce la qualità.

Software per database È un programma che configura e controlla la struttura di un database


e l’accesso ai dati. Il software per database consente di organizzare e gestire grandi quantità
di dati.

Software Sono i programmi, istruzioni dettagliate che dicono al computer come svolgere
una determinata operazione. Senza il software l’hardware è inutile.

Spam Messaggi di posta elettronica non richiesti, sotto forma di messaggi pubblicitari o
catene di lettere. Esistono dei filtri anti-spam che evitano agli utenti di ricevere messaggi
indesiderati.

Streaming audio Processo di prelevamento audio che consente l’ascolto del file prima
della fine del prelevamento sul computer. Gli utenti non devono attendere che tutto l’audio
venga caricato su disco fisso per poter iniziare ad ascoltare il file.

Streaming video Processo di trasferimento dei dati in un flusso continuo per consentire la
visualizzazione del file prima della fine del prelevamento. Gli utenti non devono attendere
che sia stato caricato tutto il video su disco fisso prima di poterlo vedere.

Supercomputer Computer di alta capacità con centinaia di migliaia di microprocessori;


rappresenta il dispositivo di calcolo più veloce mai inventato. I supercomputer vengono
utilizzati principalmente per scopi di ricerca, per la progettazione di aerei, l’esplorazione
sotterranea, le previsioni del tempo e altre attività che non possono essere gestite damain-
frame e da macchine meno potenti.

Switch è un HUB che ha la capacità di indirizzare un segnale ai soli specifici destinatari.

Tecnologia delle comunicazioni Chiamata anche tecnologia delle telecomunicazioni; è


costituita da dispositivi e sistemi elettromagnetici atti a svolgere comunicazioni a lunga
distanza. I sistemi di comunicazioni che utilizzano connessioni elettro-niche sono utili per
espandere le comunicazioni umane oltre il normale colloquio faccia a faccia.

Tecnologia delle informazioni Tecnologia che unisce calcolo e comunicazioni ad alta ve-
locità per trasportare dati, suoni e video. La tecnologia delle informazioni porta alla fusione
di vari campi riguardanti i computer, i telefoni, le televisioni e vari dispositivi portatili.

Telelavoro La possibilità di lavorare presso la propria abitazione restando in costante con-


tatto con il proprio ufficio. Il telelavoro offre molti vantaggi. I vantaggi per la società sono
la riduzione del traffico, dei consumi energetici e dell’inquinamento atmosferico. Il vantag-
gio per il datore di lavoro consiste sostanzialmente in un aumento di produttività, poiché
nella propria abitazione i lavoratori possono avere meno distrazioni e possono lavorare
in orari flessibili. Migliora anche il lavoro di gruppo e l’allocazione di risorse umane, in
quanto i dipendenti più difficili da raggiungere non saranno costretti a spostarsi dal luogo
in cui risiedono. Uno svantaggio consiste invece nel maggiore isolamento delle persone.

Terabyte Rappresenta circa mille miliardi di byte (per la precisione 1 009 511 627 776
byte).

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Terminale intelligente Ha la propria memoria e il proprio microprocessore più uno scher-
mo video e una tastiera. Può svolgere alcune funzioni in modo indipendente rispetto al
mainframe cui è connesso. Un esempio è rappresentato dagli sportelli automatici, una mac-
china per prelievi di contante connessa tramite la rete telefonica a un computer centrale. Un
altro esempio è rappresentato dal terminale POS (PointOf-Sale) utilizzato per registrare gli
acquisti in un punto vendita. Recentemente molti terminali intelligenti sono stati sostituiti
da personal computer.

Terminale semplice Costituito da uno schermo e una tastiera ed è in grado di accettare dati
in input e di produrre dati in output, ma non di elaborare questi dati. Si tratta dei terminali
presenti per esempio negli uffici per la prenotazione dei biglietti aerei, dove gli impiegati
sono connessi a un grosso computer mainframe centrale contenente tutte le informazioni
sui voli. I terminali semplici non possono svolgere alcuna operazione indipendente rispetto
al mainframe cui sono connessi.

Terminale Dispositivo di input e output che utilizza una tastiera per l’input e un monitor
per l’output. Non è in grado di elaborare i dati. I terminali vengono generalmente utilizzati
per introdurre dati o per visualizzare i dati prodotti su un sistema mainframe.

Touchpad Dispositivo di input; una piccola superficie piana sulla quale si può far scorrere
un dito per posizionare il puntatore sul punto desiderato dello schermo. Il cursore segue tut-
ti i movimenti delle dita. Per fare clic basta picchiettare sulla superficie o premere uno dei
pulsanti posti in prossimità del touchpad. I touchpad permettono di controllare il puntatore
con le dita e richiedono poco spazio. Molti laptop sono dotati di un touchpad.

Touch-screen Schermo sensibile al tocco delle dita. Lo schermo è ricoperto da uno


strato in materiale plastico sotto il quale passano dei raggi infrarossi invisibili. Per
usare questi dispositivi basta portare il dito sull’area desiderata. La risposta alle rich-
ieste verrà visualizzata direttamente sullo schermo, eventualmente accompagnata da
un suono. Si possono trovare touch-screen nei chioschi, negli sportelli automatici, nei
terminali turistici degli aeroporti, negli schermi TV degli hotel e in generale nei punti
informativi.

Tubo catodico Una sorta di valvola utilizzata per visualizzare lo schermo di un computer
o di un terminale video. Questo stesso tipo di tecnologia viene utilizzata anche nella televi-
sione e nei monitor degli aeroporti.

Ufficio virtuale Un ufficio non permanente e mobile generato tramite il computer e le tec-
nologie di comunicazione. I dipendenti possono lavorare dalla propria abitazione, auto e in
altre sedi. Per lavorare possono usare computer palmari, portatili, macchine fax e vari tipi
di telefoni e servizi di rete.

Unità aritmetico-logica (ALU) Svolge operazioni aritmetiche e logiche e controlla la ve-


locità di queste operazioni. Le operazioni aritmetiche sono le tipiche operazioni matem-
atiche: somme, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni. Le operazioni logiche sono invece i
confronti. In pratica l’unità aritmetico-logica confronta due dati per vedere se uno è uguale
(=), maggiore (>) o minore (<) dell’altro. I confronti possono anche essere combinati fra
loro per creare operatori “maggiore o uguale” e “minore o uguale”.

Unità di controllo Parte della CPU che decifra ogni istruzione che vi viene memorizzata
e poi la esegue. L’unità di controllo governa il flusso dei segnali elettronici fra la memoria
centrale e l’unità aritmetico-logica. Inoltre dirige questi segnali elettronici fra la memoria
principale e i dispositivi di input e output.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Unità di sistema Chiamata anche unità centrale o case; è la “scatola” che ospita la CPU, i
chip di memoria, la scheda madre, l’alimentatore, oltre a tutti i dispositivi di memorizzazi-
one come i dischi floppy, i dischi fissi e le unità CD-ROM o DVD-ROM. L’unità protegge i
componenti di elaborazione e di memorizzazione più importanti.

Upload Trasmissione dei dati dal computer locale al computer remoto. L’upload facilita lo
scambio di dati nella rete.

URL (Universal Resource Locator) Una stringa di caratteri che punta a un determinato
file nel Web. Un indirizzo URL è costituito da: (1) il protocollo Web, (2) il nome del server
Web, (3) la directory o cartella all’interno di tale server e (4) il file all’interno di tale direc-
tory (in genere con l’estensione .html o .htm).

USB (Universal Serial Bus) Porta che può teoricamente connettere fino a 127 dispositivi
periferici concatenati a un’unica porta. Le porte USB sono utili per connettere dispositivi
quali macchine fotografiche digitali, casse acustiche, scanner, modem ad alta velocità e
joystick. Una porta USB consente di connettere e disconnettere i dispositivi anche mentre
il PC è in funzione.

Usenet Rete globale di server cui si può accedere tramite Internet. I newsgroup si trovano
in Usenet.

Virus Programmi che hanno lo scopo di provocare danni di vario tipo al compu ter. I virus
possono provocare la perdita dei dati o il completo spegnimento del computer.

Volatile Si tratta di un tipo di memoria temporaneo, per esempio la memoria RAM; il


contenuto viene perso allo spegnimento. Questo è il motivo per cui i dati di lavoro devono
essere salvati su un dispositivo di memorizzazione secondaria (per esempio un disco fisso).

WAN Acronimo di Wide Area Network, è una rete la cui estensione è a livello nazionale,
continentale o intercontinentale.

Webcasting Servizio basato su tecnologia pull, per l’invio regolare di testo, video e audio
personalizzati. Scegliere una categoria o uno dei canali disponibili e i relativi siti Web
invieranno regolarmente nuove informazioni aggiornate. Questo metodo rappresenta un
notevole risparmio di tempo, poiché evita di dover ricercare le informazioni desiderate.

Workstation Più piccolo di un mainframe, è un computer costoso e potente generalmente


utilizzato per svolgere complessi calcoli scientifici, matematici e di ingegneria e per attività
di CAD e CAM. La potenza delle workstation è necessaria per svolgere applicazioni spe-
cializzate, troppo estese e complesse per poter essere gestite da un PC.

World Wide Web Un’applicazione di Internet che memorizza le informazioni in formato


multimediale: suoni, foto e video, oltre che testo. Il World Wide Web è la forma più cono-
sciuta di Internet.

Worm Programma che si replica più volte nella memoria o nei dischi del computer. Talvol-
ta riesce a replicarsi un numero di volte tale da provocare il blocco completo del computer.

Zettabyte Rappresenta mille miliardi di miliardi di Byte, esattamente


1.180.591.620.717.411.303.424 Byte.

Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,


McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4
Frigerio, Maccaferri, Rajola, ICT e società dell’informazione, 1e,
McGraw-Hill Education (Italy), © 2019, ISBN 978-88-386-9567-4