Sei sulla pagina 1di 4

Le Reti di Comunicazione

Rete di computer: insieme di computer e periferiche collegati da canali di comunicazione che


permettono la condivisione di dati e risorse sia hardware che software
Internet la rete delle reti, pu essere considerato dal punto di vista della sua struttura logica o della
sua struttura fisica
Struttura fisica:
Gli apparati di internet sono gli host o gli end system(nodo ospite)
I nodi sono connessi tra loro attraverso i communication link (collegamenti fisici) e da packet
switch.
Quando un nodo deve inviare dati ad un altro, li segmenta in blocchi ed aggiunge un header ad ogni
segmento, formando cos un packet
Poi i pacchetti vengono inviati nella rete ed instradati dai packet switch verso il destinatario, che li
apre e li riassembla.
I packet switch possono essere router o switch di layer 2
Gli host accedono ad internet attraverso gli ISP (internet service provider)
Struttura logica
La struttura logica considera internet come un'infrastruttura che fornisce servizi.
Le applicazioni sono presenti solo sui nodi ospiti e non girano sui componenti dell'infrastruttura,
che si limitano a veicolare i dati prodotti e non hanno nessun ruolo nella loro generazione o lettura.
Proprio per questo fondamentale la capacit di veicolare i dati in modo corretto.
Per questo gli host dispongono di un API (Application Programming Interface), che specifica le
modalit con cui le applicazioni chiedono all'infrastruttura di consegnare i dati ad una specifica
destinazione
Un protocollo di comunicazione definisce il formato e l'ordine dei messaggi scambiati tra due o pi
apparati connessi in rete, cos come le azioni che devono essere intraprese per trasmettere e ricevere
un messaggio o un altro evento.
Network Edge: le reti di accesso a mezzo fisico
Le reti di accesso si occupano di connettere gli host ad internet.
Gli host si dividono in server e client: i server sono i computer che contengono le applicazioni che
gestiscono le informazioni, la loro conservazione e distribuzione.
I client sono gli apparati su cui girano le applicazioni utilizzate dagli utenti.
Una rete di accesso connette fisicamente un host al primo router di internet, chiamato edge router.
Le pi frequenti sono le reti locali SOHO (Small Office Home Office).
Possono utilizzare diverse modalit: cavi in rame, fibra ottica, radio, cavo coassiale.
La connessione via cavo possibile attraverso la linea telefonica grazie alla tecnologia DSL, che
permette di trasportare segnali digitali sul doppino telefonico.
Il segnale digitale infatti viene trasformato in un segnale analogico da un modem, che attraverso un
separatore (detto anche splitter), lo inietta nel doppino telefonico.
Successivamente, nella centrale telefonica, un apparato DSLAM digitalizza il segnale per leggere la
sua destinazione ed instradarlo verso il router d'accesso. Cos il segnale viene di nuovo trasformato
in analogico per inviarlo al modem del destinatario, che lo digitalizza un ultima volta e lo trasmette
all'apparato d'arrivo.

E' possibile ricevere ed inviare dati contemporaneamente perch le chiamate telefoniche, il


downstream e l'upstream utilizzano frequenze differenti.
ADSL una particolare versione del DSL che permette ai modem ad ai DSLAM di inviare e
ricevere una quantit di dati sempre maggiore a parit di banda, grazie alla realizzazione di chip
sempre pi potenti.
La connessione via fibra ottica si sta espandendo sempre di pi soprattutto nei tratti tra l'utente e la
centrale cittadina; essa riesce a superare le limitazioni di banda insite nell'uso del doppino
telefonico. Ci sono due offerte di fibra ottica, la FTTS e la FTTH.
FTTS: collega l'utente fino ai distributori locali, ha prestazioni superiori a quelle ottenibili
con l'ADSL ma sono comunque limitate da un tratto di doppino telefonico.
FTTH: collega l'utente fino alla centrale cittadina, il sistema pi semplice prevede l'utilizzo
di un convertitore da segnale elettrico ad ottico, la cui uscita viene connessa ad un ripetitore
che raccoglie un gruppo di fibre ottiche in una sola, collegata alla centrale. La velocit
limitata dal numero di utenti connessi in un singolo splitter.
Le grandi LAN invece sono un sistema molto pi raffinato e performante; consistono
nell'eliminazione di qualsiasi apparato terminale tra la rete e l'utente finale, posizionando l'edge
router molto distante dalla citt, ma senza intermediari.
Le reti cellulari interessano sempre pi dispositivi, possono essere 3G o 4G.
Con l'aumento esponenziale della velocit dei sistemi radio, le reti d'acceso cablate potrebbero
diventare obsolete se non fosse che la copertura radio molto pi costosa di quella tradizionale.
Wimax: tipo di connessione radio che permette la connessione punto-multipunto tra stazioni base e
host fissi o in lento movimento. Non capace di gestire la commutazione delle celle e quindi di
gestire host in movimento veloce.
Network Core: commutazione di pacchetto e di circuito
I pacchetti vengono inviati da un nodo all'altro sempre ala massima velocit possibile, in modo tale
che la banda sia sempre sfruttata appieno. La velocit tra gli host quindi dipende solo dalla
larghezza di banda della connessione pi lenta.
La maggior parte degli switch usa la tecnologia store and forward, in cui lo switch deve ricevere
l'intero pacchetto al suo ingresso prima di iniziare a trasmetterlo in uscita; quindi tra l'inizio della
ricezione e l'inizio della ritrasmissione vi un ritardo dovuto all'accumulo del pacchetto all'interno
dello switch. Ogni switch possiede molti link di ingresso e di uscita, per ognuno di essi vi un
buffer di uscita che accumula i pacchetti che stanno per essere inviati.
I buffer servono per contenere i pacchetti che devono essere trasmessi sul link ma che trovano
l'uscita occupata da altri pacchetti di provenienza diversa ma che hanno la stessa destinazione.
E' possibile che un pacchetto in arrivo trovi il buffer completamente occupato, causando la perdita
del pacchetto (o quello appena arrivato o di uno gi presente, a seconda dello switch).
Nelle reti a commutazione di pacchetto, l'informazione viene suddivisa in pacchetti, instradati
singolarmente e ricomposti nel punto d'arrivo, con i link utilizzati sempre al massimo della velocit,
ignota a causa dei possibili ritardi.
Nelle reti a commutazione di circuito, viene assegnato un buffer ed una banda disponibile riservata
per tutta la durata della sessione di comunicazione, con una velocit minima garantita.

Un link pu ospitare un certo numero di circuiti, utilizzando la tecnica del multiplexing, che pu
essere FDM o TDM.
FDM: ogni circuito occupa una piccola parte della banda disponibile.
TDM: ogni circuito occupa tutta la banda disponibile per piccoli intervalli di tempo equidistanti.
Solitamente la commutazione di pacchetto pi efficiente se applicabile, mentre la commutazione
di circuito pi affidabile.
Ritardo, perdita e Throughput
In una rete ideale possibile trasportare quantit illimitate di dati tra qualunque host senza perdite o
ritardi. In una rete reale, ci sono diversi ostacoli da superare.
Ritardo di processo: quando un pacchetto arriva all'ingrasso di un router, questo ne esamina
l'header per determinare a che uscita inviarlo. Impiega del tempo, che forma il ritardo di
processo, al quale si pu sommare quello dovuto ad altre operazioni effettuate sul packet.
Ritardo di accodamento: tempo per il quale il pacchetto attende nel buffer prima di essere
trasmesso.
Ritardo di trasmissione: tempo che il pacchetto utilizza per essere immesso nel link.
Dipende dalla velocit di trasmissione e dalla banda dei cavi.
Ritardo di propagazione: tempo che il pacchetto impiega per percorrere il link.
Ritardo nodale totale: somma di tutti i ritardi.
Il ritardo di accodamento ne solitamente il pi importante componente, viene detto anche latenza e
dipende da pacchetto a pacchetto. Solitamente dipende dal ritmo del traffico, dalla velocit di
trasmissione del link in uscita e dalla natura del traffico entrante (se a flusso continuo o ad
impulsi).
L'intensit di traffico definisce l'occupazione del buffer. Se maggiore di 1, vuol dire che il ritmo di
arrivo del traffico superiore al ritmo di trasmissione, e che quindi la latenza tende ad infinito.
Se invece minore di uno, non vi sar un accumulo continuo e diventa importante la natura del
traffico entrante (impulso o continuo).
In realt, quando il buffer pieno il pacchetto entrante non trova pi posto e quindi viene perso.
Maggiore l'intensit di traffico, maggiore la probabilit di perdere dei pacchetti.
Throughput: quantit di bit ricevuti con successo alla fine di un canale di comunicazione; non pu
essere inferiore alla capacit di trasporto del link pi lento (collo di bottiglia), determinato anche
dal traffico concomitante.
Protocolli e modelli di servizio
Internet una rete molto complessa, quindi necessario un modello semplificato.
Nelle reti i protocolli di comunicazione sono stratificati a pi livelli, ogni protocollo appartiene ad
un dato livello e svolge dei servizi che offre al livello superiore, utilizzando i servizi di quello
inferiore.
Livello applicazione: vi risiedono le applicazioni ed distribuito sugli host connessi alla
rete. I protocolli (HTTP, SMTP, FTP) effettuano le richieste ed i trasferimenti tra gli host.
Un'applicazione utilizza i protocolli a questo livello per scambiare blocchi di informazione
(messaggi) con un altro host.

Livello trasporto: trasporta i messaggi tra i punti terminali delle applicazioni. Il protocollo di
trasporto TCP fornisce la consegna garantita dei messaggi a destinazione ed il controllo di
flusso, suddivide i messaggi pi grandi in blocchi pi piccoli (segmenti) e fornisce un
meccanismo di controllo delle congestioni.
Livello rete: prende i segmenti consegnati dal livello superiore e li inserisce in altri blocchi
(datagram), fornisce il servizio di consegna all'indirizzo richiesto dal livello trasporto. Il
protocollo IP contiene anche i protocolli di instradamento che determinano i percorsi che i
datagram seguono tra il mittente ed il destinatario.
Livello connessione: fornisce diversi servizi a secondo del protocollo utilizzato; ad ogni
modo il livello rete passa i datagram al livello connessone che al nodo successivo li rimanda
al livello rete; anche lui li divide i pacchetti detti frame.
Livello fisico: trasporta i singoli bit che compongono un frame. I protocolli dipendono dal
mezzo fisico di trasmissione.