Sei sulla pagina 1di 35

BIOTERAPIE

La medicina non puo` essere ufficiale o alternativa, e` una sola ed e`


quella che cura quell`individuo e quella patologia nel modo migliore in
quella specifica situazione. Di qui il bisogno di offrire al pubblico
quest`opera di pronta consultazione che ha come intendo ambizioso di
adeguare, attraverso uno sforzo critico, alla serieta` e al rigore della
ricerca tutte le esperienze di frontiera nei settori che tradizionalmente la
ricerca ufficiale ha eluso o dimenticato; e dall`altra una accresciuta
capacita` critica e di apertura da parte della ricerca sperimentale per
recepire ed estendere con atteggiamento genuinamente critico e
autocritico I contributi che provengono da ricerche originali effettuate al
di fuori dei circuiti tradizionali della ricerca universitaria.
A tutti gli effetti l`uomo puo` essere considerato un sistema complesso.
Nella accezione di Von Bertalanffy che definisce sistema una entita`
operativa, qualitativamente e non solo quantitativamente diversa dalla
somma delle sue parti. Alla vecchia concezione meccanicista che vedeva
l`uomo come una macchina, scomponibile in blocchi, organi e apparati, si
va progressivamente sostituendo una visione di tipo sistemico ed
organicistico in cui la macchina puo` essere interpretata come un
complesso sistema aperto e capace di autodifferenziarsi. Ma la logica della
scomposizione verso il progressivamente piu` piccolo che scende dal
microscopio ottico al microscopio a scansione, dal microscopio elettronico
fino ai piu` raffinati dosaggi del DNA cellulare, mentre serve a descrivere
realta` progressivamente piu` specifiche ed iperspecializzate, difficilmente
rende ragione delle dinamiche dell`insieme. Sempre piu`, anche nella
moderna filosofia della scienza, si tende a considerare importante ancor
piu` che “lo studio delle cose” lo “studio delle relazioni tra le cose”.
Questo tipo di approccio alla ricerca scientifica, che non riguarda
ovviamente soltanto la medicina e la biologia ma anche, e ancor di piu`,
discipline come la fisica, ed in particolare la fisica teorica, puo` essere
definito approccio olistico, dal greco “olos”. Per spiegare e comprendere
il funzionamento di un sistema e` spesso piu` utile, invece di analizzare in
maniera iperselettiva frange progressivamente piu` minute e piccole di
realta`, cercare di comprendere i complessi meccanismi di circolazione dei
dati e dell`informazione che mantengono unite le singole piccole entita` in
un punto che funziona in maniera strutturata. Soltanto cosi lo studio di un
organismo vivente, che sembrerebbe ad uno studio esclusivamente
parcellizzato e iperspecializzato complicato ed inestricabile, apparira`
invece complesso e sistemico.
La sfida della complessita` consiste proprio nel riuscire ad analizzare in
un oggetto di ricerca non soltanto i singoli frammenti o mattoni di materia
di cui e` costituito ma la circolazione dell`energia come capacita` di
compiere un lavoro cioe` l`ecosistema e l`informazione come capacita` di
autodifferenziazione rispetto l`ambiente che mantengono unite le carte in
un gioco funzionale.

ELETTROMAGNETISMO

Viviamo in una realta` materiale ossia fatta di materia solida,liquida o


gassosa.Possiamo percepire direttamente la durezza di un corpo,come
quando lo urtiamo,ma la fisica ci dice che questa realta` e` di fatto
composta di vuoto e onde di energia…(Nell`atomo) nucleo ed elettroni
sono tenuti insieme dalla forza elettromagnetica,una delle quattro forze
fondamentali della natura…(Essa) e` la piu` conosciuta e studiata e si
esprime in termini di quanti,di cariche,di campi e di onde.
L`elettromagnetismo e` essenzialmente dovuto all`attivita` degli
elettroni,particelle dotate di carica elettrica negativa,con uno spin, in
quanto ruotano sul loro stesso asse in senso orario o antiorario e
possiedono una massa.
La meccanica quantistica ha scoperto che le particelle,come l`elettrone e il
fotone,presentano una duplice natura poiche` possono essere considerati
sia come particelle che come onde dotate di un movimento rotatorio,come
se avessero un campo.
Quando gli elettroni,che ruotano in orbite sferiche concentriche intorno al
nucleo,aumentano la loro energia e ricevono un fotone di luce, se invece
la perdono emetteno un fotone il quale salta di orbita.Tale salto quantico
costituisce una delle basi energetiche della materia.
Poiche` su ogni orbita non puo` esistere piu` di un elettrone con lo stesso
spin (W. Pauli, 1945), risulta che l`atomo esprime delle leggi armoniche e
gli elettroni si comportano “sentendo” e “percependo” la presenza di un
altro elettrone con la stessa rotazione.
Ogni particella carica in movimento produce un campo elettromagnetico
di fotoni virtuali,per cui l`atomo si espande come onda di radiazione
Elettromagnetica (E/M); i campi elettromagnetici,che si visualizzano
come linee di forza, sono presenti in ogni unita` vivente: atomi, cellule,
pianeti, galassie.
La radiazione elettromagnetica e` formata da unita` minime o quanti:I
fotoni,che si muovono alla velocita` di circa 300.000 Km/sec.;la
radiazione puo` avere uno spettro di emissione molto ampio,dalle
bassissime alle altissime frequenze,nel quale vi e` una banda particolare
,la finestra ottica,che corrisponde alla frequenza della luce
visibile,suddivisa in frequenze armoniche: i colori dello spettro.
L` esistenza della vita e` formata, percio`, da un intreccio di onde E/M,
flussi di fotoni, onde di luce visibili e non. Ogni onda viene definita da
una lunghezza e frequenza; la prima esprime la distanza spaziale tra due
picchi, la seconda al tempo in cui si attua un ciclo.
Quando miliardi di atomi si uniscono per formare una cellula o una
molecola, si ha una sintonizzazione delle onde E/M in una banda
piu`ampia e complessa.
Noi viviamo,quindi in una molteplicita` di campi e radiazioni E/M: quelli
deboli come nelle nostre cellule,piu` ampi relativi alla Terra, ancora piu`
intensi quelli del sistema solare e delle galassie.
La comprensione delle leggi delle onde E/M diventa fondamentale.Dalla
fisica sappiamo che quando due onde simili sono in fase (I picchi
risultano in armonia) formano, come risultante, un` onda di energia
doppia; viceversa, quando I picchi sono opposti le onde si annullano.
In sintesi,la fisica quantistica ha scoperto che la materia e` onda vibrante
in movimento e in cambiamento; gli elettroni e I fotoni hanno la duplice
natura di onda e di particella.
Dai contributi di T. Khun rileviamo che ogni periodo storico produce
precisi paradigmi, i modelli della realta`, nella dimensione
fisica/oggettiva. Il nuovo modello derivante da quanto sopra esposto e`
quello olografico.
Gabor D. elaboro`,nel 1947, alcune equazioni per descrivere una possibile
fotografia tridimensionale (olografia) che venne realizzata per la prima
volta da Leith E. - Upatinicks J. con l`uso del laser (1965).
La luce laser e` un tipo molto speciale di luce conosciuta come luce
coerente, etremamente ordinata, con tutte le onde che si muovono
sincronicamente come soldati in parata.Sappiamo che ha avuto molte
applicazioni nella scienza,nella medicina e nell`industria: videodischi,
telecomunicazioni a fibre ottiche e chirurgia (specie in quella oculistica).
La fotografia tridimensionale o ologramma e` creata con un procedimento
di interferenza energetica e documenta un principio straordinario della
natura: ogni parte puo` contenere l`essenza del tutto. Esso fornisce un
nuovo ed eccezionale modello che puo` aiutare la scienza a capire sia la
struttura dell`universo che la natura multidimensionale degli esseri
viventi.
Per comprendere meglio i risultati di queste ricerche analizziamo il
funzionamento dell` ologramma, come descritto dalla Brennan.
Si tratta della proiezione di un`immagine tridimensionale a
partire,apparentemente dal nulla. Tale immagine “si costruisce in due fasi,
la prima delle quali e` illustrata dalla figura A. Si dimezza un raggio laser
con un apposito dispositivo detto divisore di fascio e attraverso una lente
si manda una delle due meta` su un oggetto (per esempio una mela),
facendola poi riflettere da uno specchio su una lastra fotografica. L`altra
meta` viene semplicemente riflessa in uno specchio e mandata,attraverso
una lente,sulla stessa lastra fotografica. Fra le due meta` del raggio laser
viene fissato uno specifico rapporto di fase. A questo punto scatta la
fotografia. Il risultato e` un` immagine prodotta dall`interferenza dei due
raggi nel momento in cui raggiungono insieme la lastra, che appare come
una serie illeggibile di linee contorte.
Si passa ora alla seconda fase (figura B) che consiste semplicemente nel
rimuovere la mela, il divisore di fascio, il secondo specchietto e la
seconda lente. Se a questo punto si manda il raggio sulla lastra fotografica
attraverso una lente apparira` un` immagine tridimensionale della mela
sospesa nello spazio! Ancora piu` sorprendente: se si taglia in due la lastra
fotografica, senza alterare nient` altro, si continuera` ad avere l`immagine
sospesa della mela, anche se un po` sfuocata; se si taglia un`altra porzione
della lastra rimane sempre l`immagine intera della mela ancora piu`
sfuocata; e cosi via “.
Gli ologrammi sono realmente tridimensionali,alcuni permettono di girare
intorno all`oggetto proiettato e di vederlo da sopra e da sotto come se
fosse reale.
I campi di applicazione di questo modello si estendono a diverse
discipline:Fisica, biologia, medicina, sociologia e psicologia,
cosmologia; le cellule del corpo sono perfette unita` olografiche poiche`
ciasuna di ersse contiene, nel DNA, l`informazione completa dell`unita`
umana. Il fisiologo del cervello Pribramn K. afferma che l`ologramma
risulta un perfetto modello per descrivere i processi cerebrali, il fisico
Bohm D. afferma che probabilmente l`universo e` olografico (1971).

IONOSFERA

Gli esseri viventi sono sottoposti sulla terra ad influenze continue delle
quali la maggior parte sono forze invisibili e poche sono percepite
coscientemente. E` sufficiente andare in Bretagna o in Normandia per
verificare direttamente gli effetti della bassa ed alta marea, dovuti agli
influssi della luna, che condizionano le modalita` della vita quotidiana
degli abitanti locali; ma che dire dell`analogia fra il periodo compreso fra
due lune nuove (28 giorni circa) e il ciclo mestruale, correlazione che fu
notata anche nell`antichita`!
La biosfera, scrive Vernadsky, e` “l`ambiente nel quale viviamo, e` la
natura che ci circonda e alla quale ci riferiamo con un linguaggio
comune”; questa natura non e` affatto estranea o esterna alla nostra natura
umana: ne facciamo veramente parte, in quanto esseri viventi, con tutte le
altre forme di vita. “ Vivere e respirare.La nostra respirazione ci riallaccia
a tutta la Biosfera !” In essa si hanno “diversi tipi di organizzazione della
materia: la biocosmica, la biogena e quella vivente propriamente detta,
cioe` la biomassa, l`insieme di tutti gli organismi e microrganismi”.
Per la teoria termodinamica il sistema del “pianeta vivente” funziona
grazie al flusso di energia libera che scorre,in base al principio di Carnot,
dalla “sorgente calda” del sole verso la “sorgente fredda” dello spazio
interstellare.
La biosfera risulta,quindi,la “ regione delle trasformazioni dell`energia
cosmica e gli organismi viventi sono dei trasformatori di energia”. Tutto
lo spazio concepibile e` compenetrato da radiazioni, le cui onde si
intersecano costantemente e ripetutamente tra loro; esse sono di diverso
tipo: alcune sono caratterizzate principalmente dalla capacita` di
tyrasportare energia ( ad esempio, la luce e il calore del sole), altre
riguardano particelle materiali o elettriche. A seconda della loro
lunghezza d`onda producono effetti luminosi, termici, elettrici, ecc.
Trasformando l`ambiente materiale. Dove “le condizioni sono favorevoli
alla respirazione ,la materia vivente si propaga rapidamente; laddove
risulta impossibile,essa cessa di espandere il suo dominio. Questo
scambio gassoso rappresenta un altro esempio delle trasformazioni
dell`energia solare”.

Il nostro corpo e` circondato e penetrato da una pluralita` di campi:


-elettrici isostatici della terra;
-elettrostatici generati dal nostro corpo;
-magnetici terrestri;
-gravitazionali della terra, della luna e dei pianeti che circondano il
sole;
-elettromagnetici, generati dalle perturbazioni magnetiche che
oltrepassano lo spettro della luce visibile, gli ultravioletti;
-magnetici, generati dagli uomini come , ad esempio, con emittenti radio,
TV, ecc.

Fermiamo l`attenzione sui primi due aspetti. Sappiamo che il pianeta e`


circondato da una sfera di particolare carica elettrica che si chiama
ionosfera, la cui parte piu` bassa inizia ad una altezza di 80 Km; questa
fascia e` conosciuta per la riflessione delle onde radio. Poiche` la sua
carica elettrica e` molto alta, si viene a formare rispetto alla terra un
condensatore e cio` significa che fra I due esiste una differenza di
potenziale: la terra caricata negativamente, la ionosfera, caricata
positivamente. Tale differenza di potenziale rimane costante,con un
valore di 200 V. per metro.
Il nostro corpo ha quindi una quantita` di elettricita` il cui campo
elettrostatico si puo` misurare con l`elettrometro.
ONDE COSMICHE

Un capo indiano Hopi disse a C. G. Jung : “Il sole e` Dio. Ciascuno puo`
vederlo”. Il sole e` solo una delle moltissime stelle presenti nell`universo
osservabile, con una massa circa 335.000 volte quella della terra. Si pensa
che esso abbia un nucleo interno con reazioni nucleari a catena,
circondato da una zona di convenzione, avvolta dalla fotosfera dove le
macchie solari ci appaiono visibili, poi dalla cromosfera, uno stato
gassoso surriscaldato e da una corona solare che circonda il tutto.
Le eruzioni solari producono un incremento sia nell`intensita` di
emissione di raggi X sia nella produzione di luce ultravioletta e cio`
provoca un danno alla ionosfera terrestre con effetti che cambiano in
relazione alla latitudine. Le “imperfezioni” sulla superficie del sole erano
state colte gia` dagli Incas, se ne parlava nelle cronache russe del XIV
secolo e anche da Keplero; solo nel 1833 si scopri che le macchie solari
erano di natura elettromagnetica sino a determinare,in questo secolo, la
loro natura ciclica; nonostante gli studi effettuati l`origine di tali macchie
e dei loro cicli rimane misteriosa.
Un esempio del “legame” magnetico tra terra e sole si coglie
nell`accadimento dell`aurora boreale, durante la quale le linee di forza del
campo magnetico seguono la traiettoria della spirale, in cui le particelle
solari scorrono dal sole alla terra; oggi sappiamo che dal sole proviene
almeno il 50% in piu` di elettroni,rispetto alla direzione opposta
(Maxwell, 1946).
Lakhovsky evidenziava come oltre alla luna anche gli uragani magnetici e
le correnti telluriche disturbano le linee telegrafiche e telefoniche.
Scriveva: “Pare che cataclismi terrestri e cicloni provengano
principalmente dalle macchie solari le cui variazioni sembrano periodiche
con una durata di circa 11 anni.Non e` assurdo pensare (aggiungeva) che
l`interferenza prodotta dalle macchie solari possa provocare stanchezza e
disturbi passeggeri ed e` probabile che il gusto di un frutto possa essere
influenzato da queste interferenze”.
L`attivita` solare si esprime nelle “macchie”, cioe` eruzioni con emissioni
di onde- radio di forte intensita`,che sono sedi di intensi campi magnetici,
le quali provocano un blocco nella propagazione del calore, quindi una
riduzione del flusso di energia,che produce sulla terra perturbazioni
fisiche e ambientali. Non si dimentichi l`esistenza del “vento
solare”,costituito da particelle espulse in ogni direzione (elettroni e
idrogeno ionizzato), che interferiscono con il campo magnetico terrestre:
sopra l`atmosferaa si formano due fasce - Von Allen - come due gusci che
concentrano le particelle elettriche con effetti negativi sulla superficie
(effetti climatici).
E` ormai dimostrato come l`attivita` solare influenza la terra, il suo clima,
quindi I suoi ecosistemi e l`esistenza animale e umana.Infatti oggi
sappiamo che le macchie solari si dissolvono, seguendo un ciclo della
durata di 11,1 anni, provocando un aumento enorme dell`intensita` dei
campi magnetici ed elettrici con l`emissione di onde- radio molto intense,
che producono perturbazioni sulla terra e ai suoi ecosistemi.Il giapponese
Takata M. aveva gia` affermato, nel 1951, “Non c`e` alcun dubbio che la
radiazione solare deve contenere una componente biologicamente efficace
ancora sconosciuta caratterizzata da un forte potere di penetrazione e da
una intensa attivita` ionizzante “. Per il sovietico Dubrov esiste una
correlazione fra tutto cio` e le malattie cardio-vascolari relative alla
permeabilita` dei vasi sanguigni; la scoperta di Piccardi G. (1951-1961)
sull`influenza dell`attivita` solare sulle reazioni chimiche dell`acqua e dei
colloidi porto` a precisi esperimenti su campioni di sangue. La molecola
dell`acqua fa da risonatore alle radiazioni cosmiche. E` dimostrato che le
onde cosmiche attraversano piu` di 37 metri di acqua, l`equivalente di
assorbimento di m. 1,80 di piombo, cioe` sono 100 volte piu` penetranti
dei raggi X.
Lakhovsky, chiedendogli quale fosse la provenienza dell`energia
necessaria alla produzione e al mantenimento delle oscillazioni cellulari,
rispose che si trattava di una radiazione esterna cosmica che gli astrofisici
hanno chiamato raggi penetranti o onde cosmiche,le cui variazioni sono
assai pregiudizievoli al mantenimento dell`equilibrio oscillatorio delle
cellule e possono produrre la malattia e la morte.

In sintesi, e` dimostrato che gli esseri umani rivelano un potenziale


elettrico sulla superficie corporea e sono circondati da un campo elettrico,
che cambia in coincidenza con I mutamenti stagionali e le fasi lunari; si e`
osservata anche una forte correlazione fra attacchi cardiaci, attivita` solare
e punte di massima perturbazione magnetica.

SOLE E CLIMA TERRESTRE

Le relazioni fra sole e clima terrestre sono ben lontane dall`essere


comprese, come evidenziano le pubblicazioni, nel 1977, di circa 345
stazioni di studio suk clima presenti nel mondo.
E` forse utile ricordare che quando il sole brilla tendiamo ad essere piu`
allegri, mentre quando piove per due o tre giorni percepiamo piu` freddo e
ci sentiamo tristi. Meno evidente e` cio` che non cogliamo coscientemente
come dimostrano i nostri studi, presentati alla Royal Academy of Marine
Sports and Sciences nel primo compendio generale di biometeorologia,
che ha per oggetto gli effetti sia dei fattori conosciuti
(temperatura,umidita`, pressione) sia di quelli geofisici campi
elettromagnetici e gravitazionali, onde e configurazioni, potenziali
atmosferici , cariche elettriche spaziali, conducibilita` e radioattivita` dell`
aria) che dei biotropici (disturbi nei campi naturali geoelettrico e
magnetico), variazioni di origine lontana come, ad esempio, le maree
planetarie.
Noi abbiamo ampliato e perfezionato le intuizioni di Tromp pubblicate
nel 1963 elencando i principali recettori degli stimoli biotropici come
pelle, apparato respiratorio (gola e polmoni), occhi, naso, sistema
nervoso, cervello e in particolare, ipotalamo. La pelle reagisce alle
radiazioni termiche, a quelle ultraviolette e alle variazioni di acidita`;
quelle termiche possono portare anche ad alterazioni ormonali della
ghiandola pituitaria, della tiroide e delle surrenali, dei livelli di zucchero
nel sangue, dei livelli di albumina e globulina, della composizione
cellulare e delle funzioni sia del fegato che del pancreas.
I polmoni e la gola sono influenzati anche dalla ionizzazione dell`aria ,
dalla sua acidita` ,dalle variazioni di pressione dell`ossigeno, da tracce di
ozono, ecc.; molti di questi elementi influenzano anche gli occhi e il naso.
Ricordiamo che e` ancora in corso il dibattito sugli effetti climatici relativi
ai pazienti mentali e sul tasso di suicidi(Stromillo 1992-1996); e`
accertato, comunque, che il vento caldo e secco della Svizzera del nord
(foehn) provoca disturbi come emicrania,depressione, capogiri,
irritabilita` , calo nel controllo dei riflessi. Vale la pena di ricordare che
la gente di campagna prevede il cambiamento climatico “sentendolo nelle
ossa”.
I processi di formazione dei campi di frequenza molto bassi (ELF), che
viaggiano lungo la circonferenza della terra senza perdere molta energia
hanno costituto un problema cognitivo sin dagli anni `50. Quando si
formano, ad esempio, i lampi si producono forme e impulsi o onde EM
chiamate atmosferiche con frequenze che si estendono nella banda VLF
fino a 10 KHz. L`interspazio fra la terra e la ionosfera costituisce un
risuonatore a cavita` concava sferica. Il prof. H.L. Koening (Monaco) ha
stabilito che I segnali ELF naturali risultano piu` forti all`inizio del
pomeriggio e piu` deboli nelle prime ore del mattino;e tutto cio` influisce
sugli esseri viventi.Un esperimento effettuato in Germania ha mostrato
che I topi, tenuti in campo artificiale a 50 Hz e 15 KV/m. per 50 giorni,
subivano un rallentamento del ritmo cardiaco sotto l`influenza del campo
ELF.
Sappiamo che qualsiasi frequenza sopra o sotto la gamma di 20.000 Hz e`
nota come infrasonica o ultrasonica e la risonanza provoca disturbi come
affaticamento, vertigini, nausea, irritazione, formazione di allergie ed
anche collassi nervosi.Gli infrasuoni possono viaggiare, come le onde
elettromagnetiche ELF, a grandi distanze e la prolungata esposizione ai
rumori puo` alterare I livelli di colesterolo nel sangue, produrre variazioni
nel potenziale elettrico della pelle, tensioni nei muscoli dello scheletro,
come abbiamo dimostrato noi assieme ad altri ricercatori sovietici.
L`aria e` composta principalmente da molecole (ossigeno , azoto, anidride
carbonica) che sono elettricamente in equilibrio, cioe` neutre; quando una
di esse perde o acquista ul elettrone diventa carica; questo processo di
ionizzazione puo` derivare dalla luce ultravioletta proveniente dal sole,
dal;la radioattivita` del suolo, dall`acqua in rapido movimento, durante I
temporali.

LA METEREOPATIA

I cicli che hanno attirato maggiormente l`attenzione sono quelli di 24 ore,


che risultano molto evidenti: il volume del nucleo cellulare varia in modo
regolare durante le 24 ore; cosi avviene per la temperatura del corpo, per
la frequenza delle contrazioni cardiache, per la capacita` di reagire agli
stimoli: pressione del sangue, frequenza del polso diminuiscono durante
la notte. Vi e` un tipo di granchio che cambia colore in relazione
all`ambiente in base alle posizioni della luna,mentre le ostriche seguono il
ritmo delle maree: si aprono e si chiudono in accordo a tale movimento.
I cicli significano,nel nostro contesto culturale, una sequenza di eventi che
si ripete apparentemente per un tempo indefinito. Alcuni di essi sono noti
come il giorno/notte, I mesi lunari, le stagioni e l`anno; ma tali eventi si
estendono anche sulle piante,sugli animali a livello cellulare, sulla
popolazione, in fisiologia, medicina, metereologia, geofisica ed
astronomia.
Il bioritmo umano, detto circadiale, che descrive il periodo di circa 24
ore, si alterna fra la luce e l`oscurita` in seguito alla rotazione giornaliera
della terra. Questi comportamenti ciclici caratterizzano molti processi
vitali come temperatura, respirazione, pressione e circolazione del sangue,
secrezione di sali minerali, livelli metabolici, diuresi, pulsazioni, ecc. I
cicli infradiali si riferiscono, invece, a quelli della fame, del sonno-
veglia, della respirazione.
Per la medicina cinese il flusso energetico-vitale dell`uomo, che scorre
lungo I 12 meridiani principali, inizia alle 3 del mattino e continua a
intervalli regolari di due ore.
Se chiediamo cosa avviene quando un ciclo biologico risente di un
influsso esterno con lo stesso campo di frequenza e di intensita` la
risposta e` il bio-entrainment, cioe` un processo con il quale gli esseri
viventi vengono “legati” a cicli, ritmi, onde provenienti dall`esterno del
loro corpo.
La metereopatia studia lo stato di malessere prodotto dai fattori
meteorologici. Gia` Ippocrate affermava: “In medicina chi vuole condurre
indagini corrette occorre faccia quanto segue. Dapprima por mente alle
stagioni dell`anno: quali effetti ognuna ha potere di operare; perche` non
sono tra di loro per niente simili, ma molto differiscono tra se` e nei loro
cambiamenti. Poi I venti: quelli caldi e quelli freddi, soprattutto quelli
comuni a tutti gli uomini, e poi anche quelli a carattere locale nelle
singole localita`”.
Il Dott. Mouriquand G. introdusse, nel 1926, i termini
meteorosensibile, per coloro che hanno reazioni fisiopatologiche ai
cambiamenti atmosferici, e meteorostabile per i meno soggetti ai fattori
climatici. Da allora, in molti paesi si va affermando come scienza
sperimentale. La Royal Academy of Marine Sports and Sciences nel suo
dipartimento di Ecologia Clinica distingue tra gli elementi meteorologici I
grandi parametri (stagioni, temperatura, venti, pressione, radioattivita`
,onde elettromagnetiche, sole) dai piccoli parametri (pioggia, nebbia,
nuvolosita`, foschia, temporale, umidita`, siccita`). Nelle malattie
“meteotropiche” si evidenziano quelle dell`apparato respiratorio, le
affezioni cardiovascolari, I disturbi reumatici e dell`apparato digerente, gli
squilibri neuropsichiatrici, le malattie infettive e della pelle.
In seguito agli studi effettuati nella Libera Universita` di Ecologia
Clinica della Royal Academy of Marine Sports and Sciences sul
passaggio del vento Midy, caldo e violento, dell`Autan caldo e secco, si
e` osservato che influenzano negativamente le persone nervose, gli
emicranici,gli ipertesi e ipotesi, I cardiopatici, I malati reumatici. Effetti
deleteri vengono provocati anche dallo scirocco in Italia, il libeccio in
Spagna, il simun nel Sahara, il foehn in Svizzera e Austria, lo shamsin in
Egitto, lo sharav in Israele.
Sappiamo, oggi, che la causa patogena dei venti deriva dal fatto di essere
accompagnati da un eccesso di ioni positivi nell`aria. Il campo
elettrico,definito dalla presenza quantitativa di ioni + e -, varia in funzione
della densita` della popolazione locale,del livello di urbanizzazione, del
tipo di industrializzazione e relativo inquinamento del clima e delle sue
variazioni nel tempo(nebbia, nuvolosita`, piogge, venti, ecc.).
Gli ioni positivi e negativi influiscono su ogni persona in modo diverso,
tuttavia quelli positivi tendono a produrre piu` spesso effetti disturbanti,
mentre I negativi alleviano la febbre da fieno, l`asma e alcune allergie;
sembra che stabilizzino anche la pressione del sangue
e migliorino I riflessi. Il Dott. E.R. Holiday li chiamo` “vitamine
dell`aria”, mentre il Prof. Kruger (California) pensa che esisita un legame
diretto fra ioni atmosferici e metabolismo del corpo; in seguito anche alle
ricerche del Dott. I.H. Kornblueh (1957) si e`stabilito,ora, che con essi le
onde alfa umane possono venire ridotte in frequenza e aumentare fino al
20% in ampiezza.In seguito a cio` vennero effettuate molte ricerche con
risvolti pratici per migliorare prestazioni e condizioni di vita.
I molteplici esperimenti effettuati in diversi paesi evidenziano che la
presenza di ioni - provoca un`influenza benefica,mentre la prevalenza di
ioni + genera effetti nocivi.
Gli ioni negativi producono sul sistema nervoso e circolatorio un effetto
calmante e rivitalizzante, accellerando la cicatrizzazione di ferite e
migliorano le prestazioni sportive, agendo sul sistema muscolare ed
endocrino. La prevalenza di ioni + accentua le patologie: dall`ulteriore
eccitazione del sistema nervoso, all`indigestione, all`infarto e all`ictus
cerebrale.
Piantare e seminare con la luna nuova assicura una germogliazione rapida,
mentre all`inizio della primavera la luna “rossa” e` temuta dai contadini
perche` portatrice di gelate tardive dannose per I raccolti; per gli esseri
umani la nocivita` raggiunge il livello massimo durante la luna piena,
quello minimo con la nuova; le affezioni morbose aumenterebbero dal
primo quarto sino al plenilunio,per poi declinare dopo il quindicesimo
giorno.
Il sole invia onde luminose necessarie allo sviluppo del regno vegetale ed
animale: raggi infrarossi non visibili, che generano calore,possono
provocare insolazioni (mal di testa, rigidita` muscolare alla nuca, vomito,
nausea, temperatura elevata,ecc.); I raggi ultravioletti suddivisi in tre
categorie (onde corte U.C.V. che non ci raggiungono, onde medie U.V.B.
che raggiungono la cute, onde lunghe U.V.A. che attraversano la pelle
provocando senescenza e rughe).
Le prove scientifiche ci consentono di sapere che le nostre funzioni si
modificano in relazione alle perturbazioni atmosferiche: il campo delle
infezioni, i batteri, i funghi patogeni sono sensibili alle variazioni
dell`atmosfera, alle stagioni. Il meteorosensibile e`, in genere nervoso,
emotivo, fragile, ciclicamente ansioso o entusiasta (distonia neuro
vegetativa).
Si dice che si muore maggiormente d`inverno rispetto all`estate. Cio`
deriva da una maggiore intensita` degli agenti aggressori o da una minore
resistenza di chi e` aggredito? Noi siamo maggiormente d`accordo sulla
seconda ipotesi. In realta` le percentuali di calcio,fosforo, magnesio,
vitamina C e D sono piu` bassi durante l`inverno per la scarsita` di sole
con l`effetto di indebolimento fisico. Non e` da sottovalutare,durante la
stagione invernale, una cospiqua dispersione di energia-calore a causa
delle basse temperature.
Se ci chiediamo come reagiscono le ghiandole endocrine alle variazioni
stagionali, possiamo rispondere che rispetto all`ipofisi durante l`inverno
l`aria fredda fa calare la secrezione dell`ormone antidiuretico,accentuando
la diuresi. L`attivita` della tiroide si potenzia,ad esempio,in inverno, con
un incremento di tasso di secrezione. Cosi, le ghiandole surrenali
accentuano la loro potenzialita`,mentre d`estate risultano meno attive. Gli
esperimenti dimostrano che il pancreas diminuisce la quantita` di zuccheri
nel sangue durante il digiuno e cio` spiegherebbe la spossatezza percepita
al mattino nei paesi caldi.
La periodicita` tra giorno -notte-/ luce- tenebre / attivita`- riposo,
sarebbero radicate in noi.Questa periodicita`,che sembra semplice e
naturale, assume un`importanza particolare nel ritmo circadiano. Durante
l`arco della giornata si possono rtegistrare variazioni fisiologiche e
chimiche: si verificano cambiamenti nella tensione arteriosa, della
velocita` di eritrosedimentazione del sangue e dei suoi composti
chimici(potassio, glucosio, sodio, calcio, ecc.).
L`eccesso di calore puo` generare disturbi gravi (colpo di sole,
disidratazione o calo degli elettroliti); nel lattante la sovraesposizione
solare puo` produrre disturbi gravi che possono degenerare in tossicosi. Il
freddo intenso puo`, invece, causare una solidificazione dei liquidi liberi
fra gli spazi intracellulari ed extracellulari, paralisi da freddo,
microtrombosi, assideramento,ecc.
Le masse d`aria, che si estendono per centinaia o migliaia di chilometri, si
distinguono in fredda (polare) o calda (tropici); quando si incontrano
creano zone di instabilita` con effetti che conosciamo (nebbia,
nuvolosita`, ciclone). In queste circostanze l`organismo reagisce: il
glicogeno del fegato si trasforma in zucchero, il tono muscolare si
rafforza, aumenta la pressione arteriosa, si accelera il metabolismo
generale; ritornando le condizioni climatiche a livello ottimale la
sintomatologia si inverte.
Piu` che dalla composizione dell`aria,la meteoropatia e` interessata alla
sua pressione, che non e ` mai costante. Se essa cala, come reagisce
l`uomo “normale”? Accadono dimenticanze, lapsus, si smarriscono
oggetti, si diviene irritabili ed irrascibili, si diventa distratti, il viso e` in
tensione, le articolazioni si gonfiano, l`attenzione e` meno vigile,
diminuisce l`attivita` sessuale, i rumori diventono insopportabili e i
riflessi risultano, in genere meno reattivi: il controllo di se` cala. Quando
il barometro sale questi fenomeni diminuiscono.
GEOBIOLOGIA
Anche la terra e` costituita da un intreccio di campi elettromagnetici che
producono precisi effetti sui sistemi biologici,come ci e` dimostrato dagli
studi di geobiologia. Abbiamo gia` visto come la terra costituisce, in
relazione alla ionosfera, un enorme condensatore che da` energia a tutti gli
esseri viventi.
Dalla crosta terrestre proviene un flusso di radiazioni costituito da due
diverse onde.
Quelle di Schumann, a brevissimo raggio con elevata intensita` di
frequenza (da 1 a 1.000 Hz), sono prodotte dalla terra come emissione
naturale.Esse risultano indispensabili all`equilibrio del sistema nervoso
centrale e periferico; la loro carenza genera, infatti, disturbi I cui sintomi
sono cefalee, nausea, stanchezza, alterazione dei livelli ormonali,
abbassamento del sistema immunitario, minore resistenza ai virus. Una
causa comune di interruzione di queste onde deriva dalla presenza di
lunghe strade asfaltate e dall`uso indiscriminato di cemento.
Le altre onde sono prodotte dallo scorrimento di acque sotterranee e dalle
faglie geologiche, che consentono l`emissione di raggi gamma e neutroni;
inoltre, I giacimenti naturali sotterranei di carbonio-petrolio-gas
modificano il campo radioattivo della terra e I campi magnetici ed elettrici
(Hartmann, Curry).
Dalla geofisica, che studia la struttura e la composizione del globo
terrestre, sappiamo che la presenza di corsi d`acqua sotteranei produce
degli effetti misurabili: anomalia del campo magnetico terrestre, aumento
della carica elettrica dell`aria e del suolo, aumento del campo d`onde
ultracorte, diminuizione dell`irraggiamento dell`infrarosso,ecc.
I geobiologi attribuiscono le cause dei terremoti alle tensioni che si creano
all`interno della terra, le quali vengono liberate nelle zone di faglia; la
natura consente di percepire in anticipo questi eventi: gli uccelli rifiutano
di posarsi sugli alberi, i cani si lamentano, alcuni pesci d`acqua dolce
salgono in superficie, i calamari arrivano a riva come sbalorditi, I livelli
d`acqua dei pozzi si abbassano e gli stessi valori dei campi geoelettrici e
geomagnetici rivelano delle variazioni. Se le onde sonore, che viaggiano a
1000 Km,possono essere udite dagli esseri umani, e` possibile che alcuni
animali percepiscono onde acustiche o elettromagnetiche dai movimenti
sotteranei che precedono I terremoti.
Le particelle provenienti dalle eruzioni solari disturbano l`atmosfera
terrestre nei luoghi dove la loro energia si intrinseca con quella latente dei
cicloni e anticicloni. Questo effetto energetico puo` causare lo
spostamento dei poli e alcune fluttuazioni nella velocita` di rotazione
della terra, con conseguente incremento di energia potenziale
dell`atmosfera e liberazione di energia cinetica,cioe` il terremoto.
Lakhovsky aveva dimostrato che la natura del terreno modifica il campo
delle onde cosmiche alla superficie del suolo e cio` e` sufficiente a
provocare negli organismi viventi uno squilibrio, suscettibile di far
nascere anche il cancro.
Lakhovsky proseguendo le sue ricerche fece notare che l`influenza del
suolo non riguardava solo le questioni patologiche, ma anche gli aspetti
igienici e demografici. A tale proposito e` interessante la ricerca effettuata
a Parigi e le principali citta` della Francia, nel 1925, in cui si constata che
la densita` di cancerosi nelle citta` non e` distribuita a caso, ma
corrisponde alla natura geologica del suolo. Infatti, i terreni conduttori
(argilla, fango,strati carboniferi, minerali di ferro, ecc.) si comportano
come degli schermi metallici che assorbono al massimo le onde e cio`
provoca alla superficie delle correnti intense, che interagiscono con il
campo cosmico. i terreni dielettrici (sabbia,ghiaia, gre`, ecc.)
favoriscono,invece, la penetrazione delle onde ad una grande profondita`
e non danno reazioni apprezzabili sul campo cosmico alla superficie del
suolo.
Essendo l`apparizione del cancro collegata allo squilibrio oscillatorio
prodotto dalla variazione del campo della radiazione cosmica, (Nuclei
Energetici di Stromillo), si comprende che sia rara su terreni isolanti e
frequente su quelli conduttori che lo alterano.

LA STRUTTURA MULTIDIMENSIONALE DELL`UOMO

Una rapida sintesi delle culture del passato mette in evidenza la presenza
di un concetto che si ritrova in molte di esse: l`idea che la realta` non e`
solo cio` che e` visibile, cio` che si puo` toccare, misurare, percepire con i
cinque sensi come nella concezione cartesiana, ma e` anche la realta`
invisibile che sottosta` a tutto, uomini e cose, intesa come principio
organizzativo di vita e sede di intelligenza, memoria, conoscenza e
coscienza.
Gli antichi egizi distinguevano nell`uomo il corpo, la sua copia invisibile
(il KA) e l`intelligenza; i cinesi la sostanza organica, il soffio della vita e
la volonta`. Le sacre scritture indiane sostenevano che la vita e` la
risultante della tensione tra due polarita` (positiva e negativa) organizzate
da un`altra forza: il mentale o “spirito”. Per i medici ayurvedici la vita di
ogni essere e` sostenuta dal continuo flusso di energie dal basso verso
l`alto e verso l`esterno; l`energia invisibile scorre nei meridiani e nei
nadis, entra ed esce attraverso i chakras,strutture tutte invisibili ma
“reali”, promuovendo e regolando la manifestazione del corpo
visibile.Anche l`antica tecnica dell`agopuntura cinese sfrutta queste
strutture invisibili da migliaia di anni. In tutte le antiche culture, dagli
Huna delle Ahwaii agli Sciamani
siberiani, dagli Incas delle Ande agli Aborigeni australiani, dalle culture
indiane, tibetane, cinesi, asiatiche alle tradizioni del nord Europa,
dovunque si trova una visione della reata` globale che accetta la
compresenza di visibile ed invisibile, anzi talvolta considera il secondo
piu` importante del primo.
Tuttora questo vissuto culturale e` dominante nel pensiero orientale. In
occidente, invece, dal Rinascimento si e` posto l`accento sullo studio
dell`importanza del visibile,del misurabile,dell`oggettivabile, del fisico,
con conseguente demonizzazione delle streghe, dei maghi, degli
alchimisti. Si e` quindi sviluppata ed enfatizzato l`analisi sempre piu`
approfondita delle parti sempre piu`”piccole”, ma “solide” costituenti la
realta` materiale. Si e` cosi persa di vista la globalita` di ogni singolo
fenomeno e la sua stretta interconnessione con tutti gli altri. L`invisibile
e` stato confinato nell`ambito filosofico-religioso.
Negli ultimi decenni e` iniziato un percorso diverso: gli studi e le ricerhe
della fisica hanno evidenziato l`esistenza di una realta` in continuo
movimento costituita da particelle subatomiche(Stromillo), per cui
l`attenzione si e` nuovamente rivolta all`unicita` della realta`; riappare,
cosi, l` idea che cio` che “non si vede” e` fondamentale poiche`
condiziona l`esistenza di cio` “che si vede”.
Si e` gradualmente affermata la concezione che non vi e` differenza tra
materia, pensiero, emozioni, spirito: la sostanza universale e` una energia
primaria o vibrazione, con frequenze diverse. Inoltre, ci si e` resi conto
che in un universo siffatto tutto e` collegato e il singolo evento si
ripercuote in tutto il cosmo, come l`onda provocata da un sasso
nell`acqua. Diceva Einstein “Quando l`elettrone vibra l`universo
sussulta”.
E` opportuno ricordare l`analogia tra questa sostanza universale vibrante e
il Prana degli Indiani e il Ki o Qi dei Cinesi e Giapponesi.Strettamente
collegata e` la visione orientale dell`uomo come insieme di strati
energetici vibranti a frequenze diverse, dalla piu` bassa del corpo fisico a
quelle sempre piu` alte del corpo eterico,astrale, mentale, causale, che
riguardano la sfera delle emozioni, del pensiero, dell`intuizione.
I vari livelli frequenziali di realta` possono essere esplorati per mezzo di
organi (o strumenti) di percezione adeguati. Gli organi che tutti abbiamo a
disposizione sono I cinque sensi e con questi si puo` conoscere e
comunicare con il livello piu` denso (il fisico); per accedere ai livelli
superiori, i corpi sottili, si devono attivare altri canali percettivi. Alcuni
individui si trovano spontaneamente ad avere questa possibilita`: sensitivi,
veggenti. Probabilmente all`origine l`uomo era cosi integrato nella natura
che spontaneamente attingeva a queste fonti d`informazione;
successivamente l`uso prevalente della razionalita`,della
logica,dell`emisfero sinistro ha messo in sordina le funzioni dell`emisfero
destro, privando l`uomo del collegamento naturale tra percezioni
subsensoriali, informazioni provenienti dai livelli piu` sottili e
consapevolezza conscia, che e` rimasta legata al livello fisico.
Il diffondersi in Occidente di conoscenze e pratiche orientali ha portato ad
una nuova visione della struttura del corpo umano: non piu` solo soma,
ma una sintesi energetica di ordine chimico-fisico- psichico-spirituale,
modulata internamente e collegata all`ambiente esterno da una struttura
energetica sottile attraverso cui scorre l`energia vitale, il sistema dei
chakra-meridiani. I chakra,termine sanscrito che significa “ruota”,
svolgono la funzione di immettere l`energia proveniente dal campo
energetico dell`universo nel campo aurico; tale energia viene assorbita e
metabolizzata da ciascun chakra e convogliata alla parte del corpo piu`
vicina, dove si trova un`importante plesso nervoso. I chakra principali
sono sette,si trovano disposti sull`asse verticale del corpo e hanno una
presenza sia anteriore che posteriore.
Oltre l`esistenza di un sistema- uomo fisico strutturato negli apparati
nervoso,circolatorio, linfatico, endocrino, circolatorio, con le loro reti di
trasmissione (nervi, vasi sanguigni, linfatici, canale respiratorio,
digestivo,ecc.), si e` formulata l`ipotesi di un sistema-uomo sottile
articolato nei vari strati eterico, astrale, mentale, causale, collegati tra
loro e, infine, col fisico attraverso il sistema meridiani chakra.
Il corpo eterico come struttura energetica organizzata prefigura e precede
la formazione del corpo fisico; la rete dei meridiani costituisce quella che
si puo` definire “interfaccia fisico-eterica”. Queste informazioni sono il
risultato degli studi effettuati su animali del gruppo di ricerca coreano
diretto dal prof.Kim Bong Han, negli anni `60, dal prof. De Vernejoul in
Francia, negli anni `70,del dott.Harold Burr,negli anni `40,dal
prof.Stromillo anni `60 sullo sviluppo embrionale (Psico-neuro-immuno-
genetica prenatale di Stromillo).
La struttura dei corpi sottili nel suo complesso avvolge e interpenetra il
corpo fisico; quello causale , il piu` alto in frequenza, e` il livello di
collegamento con le energie spirituali superiori e il cosmo.
Questa complessita`, che e` stata oggetto dall`antichita` di studi vari,
viene oggi analizzata con strumenti cibernetici. I primi apparecchi per
individuare le energie sottili furono ideati dall`ing.Hoffmann, si trattava
di oscilloscopi per misurare il livello delle onde di frequenza collegate
alle diverse malattie; il dott. Abrams dimostro`, nel primo decennio di
questo secolo, che le diverse vibrazioni sono in relazione a patologie
corrispondenti, le quali si riequilibrano in seguito a specifici trattamenti
frequenziali. Nei primi anni `60 il medico tedesco Voll creo` degli
strumenti per misurare e stimolare I punti dei meridiani di agopuntura.
Conseguenza di questi contributi di conoscenza e` lo spostamento
dell`attenzione terapeutica dal piano fisico-chimico-organico al piano
sottile-energetico-vibrazionale. Agire sul piano sottile per influire sul
piano fisico (psico-neuro-ergo-cinesi-ortognatodonzia di Stromillo); le
tecniche impiegate per ottenere cio` sono: rilassamento, training
autogeno, nuclei energetici di Stromillo, yoga, meditazione, pranoterapia,
cromoterapia, magnetoterapia, piramidoterapia, energia orgonica, farmaci
frequenziali (essenze floreali,oli essenziali,estratti e tinture di erbe,
preparati omeopatici, psico-neuro-ergo-cinesi-ortognatodonzia, psico-
neuro-immuno-genetica- prenatale, sinergismo mentale).
Siamo qui nel campo della medicina vibrazionale.

REALTA` ELETTROMAGNETICA

Sappiamo dalla fisica che l`energia vibra come un diapason, oscilla e


risuona con determinate frequenze.
Gli alimenti che assumiamo, l`aria che respiriamo, le persone di nostra
conoscenza, i pensieri, i sentimenti, il corpo e l`ambiente in cui siamo
immersi sono campi di energia che risuonano con diversa frequenza.
L`energia esiste nello spirito come “consapevolezza”, nell`ambito mentale
come pensiero, in quello emotivo come sentimento, nel magnetismo e
nella gravitazione come campo, nell`elettricita` come corrente, nel corpo
fisico come massa molecolare, nello scambio energetico come
comunicazione. La luce, il suono, il colore, l`elettricita` il magnetismo,
ecc.,sono manifestazioni della stessa energia che si differenziano solo per
la frequenza e per il conduttore.
Gli atomi si comportano come delle piccole radiotrasmittenti che
emanano onde, per cui ogni corpo vivente,animale o non, emette
radiazioni con frequenze proprie, che lo caratterizzano. Ogni individuo
risulta essere come un diapason,cosi come ogni suo organo le cui cellule
esprimono un`armonica risonante, che rimane costante sino a che non
avviene una modificazione.
Ogni vibrazione ha una propria lunghezza d`onda, come la singola nota di
un pianoforte. In sintesi, l`energia emessa dal tessuto cellulare e`
articolata in armoniche risonanti (lunghezze d`onda) derivate dalla
vibrazione dell`attivita` molecolare.
Le energie elettromagnetiche presenti nell`ambiente producono intorno a
se` un campo che interagisce con quello esistente sulla superficie della
nostra pelle, rilevabile con un tester. L`attivita` di questi campi permette
la correlazione energetica con altre onde vibrazionali: la interazione di
tutte queste energi forma il corpo bioplasmatico. La circolazione delle
energie in esso e` ambito di ricerca delle medicine tradizionali orientali,
dell`agopuntura, dell`omeopatia.
La scoperta della natura elettromagnetica (EM) della vita risale a solo due
secoli fa. Si provo` che la forza nervosa era di natura elettrica e se ne
misuro` la velocita` di trasmissione (nascita della moderna neuro-
fisiologia); nel 1924 si scopri che le onde cerebrali erano EM (Hans
Berger) misurabili con l`elettroencefalografo e poi con il
magnetoencefalografo (1969), che coglievano le onde magnetiche (Cohen
D.) presenti fino a pochi centimetri dalla testa.
L`elettricita` viene usata dal sistema nervoso per inviare messaggi,dal
cervelletto per elaborare le informazioni e dai diversi organi per le loro
reazioni chimiche.
Anche gli uomini risultano essere dei trasmettitori radio: i segnali
percorrono il corpo che irradia onde EM nello spazio, ogni volta che il
cuore si contrae emette un` onda di frequenza da 1 a 3 cicli al secondo (3
Hz) in linguaggio radio, misurata con l`elettrocardiografo, I muscoli
emettono onde EM I cui Hz variano in relazione alle loro dimensioni e
alla forza esercitata.
Gia` 2500 anni fa I Greci individuarono l`esistenza di un minerale che
poteva attirare pezzi di ferro e dare loro lo stesso potere.
Nel 1600 un medico inglese riscopri cio` che avevano notato i navigatori
di 400 anni prima: le estremita` di una bussola risultavano sempre
allineate con quelli che ora chiamiamo i poli magnetici(nord e sud) che
non coincidono con quelli geografici.
Paracelso era convinto che il corpo umano possedesse qualita` magnetiche
e si fecero a Londra, nel 1767, I primi trattamenti con lo shock elettrico.
Mesmer aveva ipotizzato, nel suo percorso di ricerca, che l`origine di ogni
malattia derivava da una “ostruzione” verificatasi in un determinato
organo del corpo che impediva al “fluido” di circolare. Questo fluido
magnetico “guariva immediatamente le malattie nervose e, per
mediazione, le altre”. Il magnetismo veniva ammesso, nella pratica
medica, dal re di Danimarca e di Svezia; la chiesa cattolica ne condanno`
solo gli abusi. Anche quando le zampe delle rane di Galvani iniziarono a
contrarsi si penso` che l`elettricita` fosse la misteriosa forza vitale, ma
gia` nel secolo scorso, a Copenhagen, si trattavano varie forme di dolore
con i magneti; studi sistematici si effettuarono negli anni Trenta
pubblicizzati insieme a quelli sovietici nel congresso di Mosca (1969). In
Florida si e` dimostrato (Moxey E.S.) che i ritmi del cervello umano si
possono alterare senza che il soggetto ne sia cosciente.
Brown F.A. (USA) ha dimostrato che campi deboli come quelli magnetici,
di minore intensita` rispetto a quello terrestre (0,4 G.) non rilevabili
dall`uomo, portano un cambio di direzione a lumache e vermi e fanno
mutare colore ai granchi; ricerche effettuate in Olanda sugli squali
dimostrano la loro estrema sensibilita` alla corrente alternata. E`
dimostrato,ormai, che gli uccelli seguono il campo magnetico del sole e
delle stelle per i loro voli: pare che le loro penne agiscano come
trasduttori piezolelettrici nel campo delle frequenze audio (1-20 KHz).
Il russo L.L. Vasilev (Leningrado) sostenne che si poteva provocare la
mitogenesi con la stimolazione elettrica di cellule nervose e un suo
gruppo di ricerca annuncio, nel 1974, che due colture isolate di cellule
potevano comunicare mediante la radiazione UV, in seguito a prove
ripetute 5.000 volte con un elevato indice di successi. Essi sostennero che
il flusso di fotoni trasporta l`informazione da una cellula malata a una
normale, interrompendo il funzionamento di quest`ultima come se
anch`essa fosse infetta;tali ricerche vennero gia` iniziate nel 1968 da
Stromillo M.M. (Italia) e dai sovietici Petrovich, Chourine e Michailova.
Il norvegese Schjelderemp,d`accordo con la nosta teoria, affermo` che
non era il virus che uccideva, ma una rappresentazione EM di esso.
Galvani,Oersted e Ampere individuarono il legame fra elettricita` e
magnetismo, ma quando Einstein collego` le variabili tempo, spazio e
matria cambio` la concezione dell`universo. Oggi la cibernetica e
l`ecologia ci hanno permesso di cogliere l`ambiente come un unico
sistema e la rivoluzione del biofeedback ha consentito di cominciare a
risolvere le relazioni fra mente e materia; il termine indica “percorso” con
cui acquisiamo informazioni sui processi del nostro corpo dei quali non
possiamo essere normalmente consapevoli e apprendiamo,cosi come
controllare questi processi attraverso un ritorno dell` “informazione”. In
genere il corpo si autoregola da solo, ma quando cio` non avviene la
pressione del sangue sale, il cervello puo` ammalarsi, il cuore risulta
disturbato.
I corpi emettono moltissimi segnali elettrici che possiamo cogliere e
seguire con strumenti adatti: il cuore emette 1 volta al sec. un` onda di
polarizzazione che lo attraversa creando un campo dipolo, rilevabile con
un galvanometro; il cervello emette segnali circa 10 volte piu` deboli con
una freq. che va da meno di un ciclo al sec. a parecchie migliaia. E` stato
provato che la mente puo` far rilassare I muscoli (psico-neuro-ergo-cinesi-
ortognatodonzia di Stromillo), che il battito cardiaco puo` sincronizzarsi
con i ritmi musicali. Quando la resistenza della pelle e`alta aumenta il
rilassamento,viceversa possono sorgere stati d`animo reattivi.
Burr H. e Northon F.S.C. (Yale) hanno formulato, nel 1935, la teoria che
tutti gli organi viventi possiedono un campo elettrico organizzatore di
tensione indipendente dalle variazioni locali di conduttivita` della pelle o
dalle correnti ioniche che percorrono i tessuti; i “campi V”, misurati in
mm.V., oscillano a corrente continua e alternata con ritmi lenti e con
impulsi improvvisi, che riflettono sia le variazioni interne che esterne.
Burr scopri che tutti gli esseri viventi sono circondati e permeati da campi
elettrici che li ordinano e li controllano organizzando la sostanza fisica
con la quale sono associati. Egli disse: “Dove c`e` vita, vi sono anche
proprieta` elettriche”. In seguito la sua teoria venne sottoposta a misura.
Tutti gli esseri umani, come gli animali inferiori e le piante hanno il
“campo V” (V=vita), che puo` essere rilevato anche a distanza del corpo.
Il prof. Stromillo M.M. ottenne, nel 1976, il brevetto per il suo “Stromillo
Test (S.T.) Chromatic Test for Psycho-somatic Reactions”per misurare le
condizioni dei meridiani e dei corrispondenti organi interni del corpo ;
ciascuna linea dei meridiani e` costellata di “punti” che evidenziano,
mediante il semplice uso di colori,gli squilibri energetici elettrici del
corpo, indicando dove attuare il trattamento. Il Test sopramenzionato e`
stato somministrato in tutto il mondo a circa 5 milioni di pazienti con
risutati eccellenti.
Nel 1967 un gruppo di scienziati sovietici descrisse l`esistenza del campo
bioplasmatico dell`uomo, come un sistema non-in- equilibrio con alto
grado di stabilita`.

BIOELETTRONICA DEL “TERRENO”

Con la parola bioelettronica si intendono generalmente tutte le


apparecchiature elettroniche utilizzate per qualsiasi analisi, test su
elementi e parti del corpo (EAV, Vega, Mora, Mineralogramma,
Nuclei Energetici di Stromillo, Stromillo Test (ST) Chromatic Test
for Psycho-somatic Reactions, oppure l`esame delle urine chiamato
Tumtu o la “Bioelettronica Vincent”.

Ricordiamo che l`uomo fin dall`antichita` ha affermato, che la


materia e` “forza” a diversi stadi di “vibrazione creata dall`energia
Psico Eterica Fondamentale (PEF) ,che si manifesta mediante I suoi
contrapposti Yang e Ynn, (E+) + (E-) = Em (Energia con Massa),
ovvero Materia).

Gli elettroni e` notorio agiscono particolarmente negli atomi residenti


nei “mitocondri” all`interno delle cellule; I mitocondri possiedono un
proprio DNA e cromosomi, con propri geni specializzati.

I cromosomi sono anche antenne risuonanti sulle frequenze


dell`Universo; quando il “terreno” ( I liquidi intra cellulari) si altera, I
mitocondr e quindi I cromosomi ed I geni interni ad essi, non
risuonano su tutte le frequenze, per la perdita di elettroni ed accumulo
di positroni, impedendo il normale fluire dell`energia del Campo
Psico Elettro Magnetico Universale; I geni si modificano
(ingrossandosi) accorpando informazioni di sofferenza, dolore,
malattia; queste alterazioni bio elettroniche modificano
successivamente I livelli bio chimici alterando I tessuti e generando
malattie nell`essere stesso o nella progenie generata; l`informazione
della malattia diviene quindi genetica e rivissuta dalla figliolanza nel
momento in cui I geni sono sollecitati al massimo rilascio
dell`informazione, dal programma mentalee della genesi umana :
concepimento, duplicazione cellulare nella placenta e durante tutto il
periodo della crescita del piccolo uomo,generando facilmente
malformazioni nel nascituro o malattie successive chiamate
“genetiche”.

I geni contenuti nei cromosomi dei mitocondri,sono anche quelli che


subiscono maggiormente e piu` facilmente le alterazioni dette
“genetiche”,fissando l`informazione patologica delle varie malattie
determinando la loro somatizzazione nel soggetto e/o nella sua
progenie.

I mitocondri sono la “centrale energetica” presente nel citoplasma di


ogni cellula umana; sono loro che producono l`energia vitale e quindi
gli elettroni necessari, al perfetto funzionamento dell`ologramma
psicofisico che noi siamo.

All`interno del mitocondrio, proteine,carboidrati e grassi si


combinano chimicamente con l`ossigeno ed in presenza di
quantitativi appropriati di vitamine e minerali producono molecole di
ATP, che sono in parole semplici la “benzina”, cioe` l`energia di cui
l`organismo umano necessita per vivere dinamicamente.
Piu` elettroni vengono emessi dai mitocondri e meglio funziona tutta
la “macchina umana”

Vi sono cellule ad elevata velocita` metabolica (es. Le cellule del


muscolo cardiaco) che ne possono contenere molte migliaia, altre
solo qualche decina; comunque l`organismo umano e` costituito da
circa 30 miliardi di cellule, per un totale di 400 milioni di miliardi di
mitocondri,circa.

Anche la morte di una cellula non e` piu` un evento misterioso, il


segreto della sua fine e` nascosto nei mitocondri.(la scoperta e`
avvenuta negli USA all`Universita` di Pittsbourgh).

ESEMPIO DI ALTERAZIONE GENETICA

Con le vaccinazioni (qualsiasi), introduciamo nel nostro organismo


delle sostanze tossiche che alterano il terreno ( I liquidi intra ed extra
cellulari), di conseguenza la cellula perde il suo specifico e
funzionale metabolismo, il ciclo di Krebs viene ad essere alterato, la
membrana osmotica modifica il proprio potere ed impedisce
l`ingresso delle sostanze utili ad essa e l`eliminazione delle sostanze
emesse, quindi I suoi mitocondri, che sono le parti piu` sensibili,sono
investiti dalle alterazioni del terreno. Nelle intossicazioni, gli elettroni
e le molecole ATP non vengono prodotti nei normali
quantitativi,quindi,l`energia corporea si riduce di intensita` e
l`individuo si sente debole; infine cromosomi e geni si modificano
(ricevono nuove informazioni registrandole in loro stessi),anche
perche` non possono piu` risuonare sulle frequenze universali ben
determinate dalla loro “taratura di controllo”; questo processo
patologico registrato genera le malattie dette “generiche”.
In questo caso,in realta`e` l`intossicazione vaccinale il motore e la
causa di quelle alterazioni genetiche e delle malattie successive del
soggetto vaccinato, anche per l`indebolimento progressivo ed
irreversibile del sistema immunitario che ne deriva.

E` noto che in agricoltura biologica,si inizia,prima di seminare a


studiare la struttura bio elettronico chimica del terreno della coltura
da preparare per la semina.Si eseguono vari e diversi “carotaggi” in
modo da conoscere,analizzando le sostanze contenute nel terreno,per
comprendere quale sia la sua “posizione” rispetto ai valori
acido/basici,conosciuti I quali, potremo con cognizione di
causa,inserire quello o quel`atro seme in base a quel particolare tipo
di terreno per ottenere un ottimizzazione del raccolto.
Il principio dell`analisi bio elettronica del corpo umano o animale e`
basato sugli stessi principi: ritrovare le coordinate elettroniche del
terreno (I liquidi del corpo) in modo da comprendere quali malattie si
possono insediare nel futuro e/o quali siano gia` insediate, se I
parametri sono alterati rispetto all P.S. (Perfetta Salute).

Conoscere il rapporto acido\basico ed ossido/riduttore del


metabolismo del paziente e` di primaria importanza per poter
formulare qualsiasi diagnosi o terapia utile e senza controindicazioni
pericolose per la salute del soggetto; infatti in ospedale, nei reparti di
rianimazione, sul paziente ricoverato, la cosa fondamentale da fare e`
il controllo costante del rapporto acido/basico che deve essere sempre
nei giusti rapporti,altrimenti egli muore.
Utilizzando il sangue conosciamo attraverso la sua analisi bio
elettronica, lo stato del metabolismo corporeo: il sangue arterioso
indica cio` che viene trasportato nelle cellule e quello venoso,cio` che
viene trasportato fuori dalle stesse.

La saliva, ci fornisce utili indicazioni su: digestione, bilancio idrico,


sistema linfatico e funzione pancreatica.

L` urina ci permette di conoscere la funzione renale, idrica, quanti


elettroni (energia) vengono espulsi assieme alle sostanze vitali
eccedenti ed alle scorie.

Quindi conoscere in primis la posizione del “terreno” del paziente,


rispetto alla Perfetta Salute e` la prima delle indagini conoscitive da
effettuare, dopo avere fatto una accurata ed esauriente anamnesi
morfologica (fisiognomica) ed un indagine spirituale con il paziente,
in modo da comprendere anche quali conflitti spirituali egli sta
vivendo, rilassandolo il piu`possibile, per portarlo successivamente
ad avere fiducia nei consigli suggeritegli dal tecnico stesso.

L`Io/mente interagiscee sempre in tutti I processi di salute o malattia,


essendo la causa primaria (conscia od inconscia) di ogni situazione di
malessere; lo spirito dell`Essere e` sempre attivo giorno e notte, in un
“colloquio” informazionale con I vari organi del corpo, ma in
particolare con il cervello, reni, polmoni, intestino, in un circuito
chiuso di comunicazione, regolando altresi gli umori cellulari (liquidi
intra ed extra cellulari),modificando ad ogni istante il “terreno” bio
elettronico chimico del vivente, per poter mantenere nei giusti
rapporti il bilancio acido/basico ed il potere “RedOx” di
ossido/riduzione.

Le malattie come abbiamo gia` piu` volte affermato, sono la


conseguenza dei conflitti spirituali che “scendono dal cielo dello
spirito” nella “terra fisiologica” e quando trovano il “terreno”
adatto,prolificano generando il risultato del conflitto, la malattia,
ovvero l`azione del male, cioe` dell`ignoranza.

Gli errori spirituali fanno compiere al soggetto azioni sbagliate che


alterano sempre il potere acido/basico (pH) ossido/riducente (rH) e
potere dielettrico (ro`) di tessuti e cellule, quindi I processi
omeostatici si alterano e anche la termica corporea, producendo
distruzione della flora batterica intestinale, alterazioni nutrizionali e
quindi intossicazione di tutti I liquidi corporei ed infine il “terreno”

Gli acidi sono “dispensatori di protoni”,secondo quanto affermato nel


1923 da Broenstedt.
Al contrario le sostanze basiche sono “protoni riceventi”.
Un aumento di protoni fa calare il valore del pH, un calo di protoni
aumenta il valore del pH.

I “sistemi tampone” sono presenti nell`organismo e nel sangue, di cui


I piu` importanti sono:

a) il tampone bicarbonato- acidocarbonico >50%


b) il sistema emoglobina ossiemoglobina circa 30%
c) il tampone emoglobina-proteina di plasma
d) il tampone di fosfato.
L`equazione di Henderson-Hasselbach e` importante per ben
comprendere I sistemi tampone ed I giusto rapporto acido/basico del
sangue e dei tessuti; questo rapporto corrisponde a 20:1 e deve essere
tenuto costantemente.

E` notorio che in agricoltura le piogge acide comportano la morte


delle piante vegetali;ugualmente nel corpo umano, il disordine fra I
giusti rapporti acido/basici dei liquidi corporei determina patologie
che inevitabilmente portano alla morte, attraverso la sofferenza ed un
ampio spettro di patologie le piu` disparate.
Anche le reazioni di trasmissioni di elettroni attivanti il lavoro
biologico dell`organismo devono essere mantenute per mezzzo di un
potenziale elettronico definito “potenziale RedOx”.

Tutti sanno cosa e` l`acidita`: l`aceto, il liquido delle batterie, l`acido


per sturare I lavandini, ecc.;tutti questi sono acidi a causa di atomi
liberi di idrogeno che “mangiano” o partano all`attacco verso altri
atomi del legame piu` debole per unirsi a loro in modo piu` stabile.

Il sangue, l`orina e la saliva rappresentano perfettamente lo stato di


acidita` di tutti I liquidi vitali extra ed intra cellulari e quindi si
misura per comodita` il sangue,l`orina e la saliva; questi valori sono
in stretta relazione, inoltre sono variabili individualmente ma sempre
interdipendenti.

PARAMETRI STANDARD DEI VALORI BIOELETTRONICI


PER UNA P.S.

Sangue pH: 7,30-7,35; rH 21,5-23,5; ro`: 190-210

saliva pH 6,50-6,75; rH 21,5-23,5; ro`: 296-500

urina 1 (prelevata al mattino,appena alzati dal letto) pH 6,50-6,80;


rH 22,5-24,5; ro`: 30-40

I fattori o coordinate elettromagnetiche interdipendenti della Bio


Elettronica sono:

1 - fattore di ionizzazione o magnetico; massa o di inerzia : pH,


quindi il grado di acidita` o di alcalinita`.

2 - fattore di carica elettronica o di elettricita`; elasticita`,


sensibilita`: quanti elettroni vi sono in un determinato pH espresso in
micro volt rH.

3 - fattore di resistivita` o dielettrico; viscosita` o di


surriscaldamento espresso in Ohms: ro`, od R.

Tutto cio` e` fermamente confermato dal secondo principio della


Termodinamica.

VALORE RAPPRESENTATIVO E PERFETTO DEI 3 FATTORI


DELLA BIO ELETTRONICA

1 - Il pH, valore statistico del protone (H+); e` un fattore di massa o


di energia cinetica; esso detiene il posto preponderante in ogni
manifestazione dell`energia vitale e rappresenta la potenzialita`
magnetica ed e` a lui al quale si deve ricondurre la piu` grande
mobilita` ionica.
2 - Il rH, valore statistico dell`Elettrone- per mezzo del potere di
polarizzazione dello H2, prodotto dalla reazione: (2H+) = (2e-) =
H2, esso e` veramente un fattore di sensibilita` per eccellenza,
poiche` misura la carica in elettroni e rappresenta la potenzialita`
elettrica.

3 - Lo ro` o R resitenza elettrica e` veramente il fattore principale di


surriscaldamento, esso rappresenta la resistenza ad ogni
surriscaldamento e nello stesso tempo il potenziale dielettrico K, vale
a dire la capacita` elettrica C=f (K), capace di aumentare questo
surriscaldamento.

Sappiamo che in un corpo umano, circa 60 trilioni di cellule immerse


in un liquido chiamato acqua nascono e si riproducono, funzionano,
trasmettono, ricevono informazioni e muoiono obbedendo alle leggi
dell`Elettro Magnetismo, si comportano in pratica come oscillatori
elettro magnetici e cio` vale per tutti I tessuti viventi.

Esistono valori elettronici insindacabili oltre o sotto I quali la vita e`


impossibile; limiti piuttosto ristretti entro I quali possono manifestarsi
I delicati metabolismi della vita, esempio: pH non sup. a 9,40 e non
inf. a 6,40 ; rH non sup. a 36 millivolts e non inf. a 16; ro` non sup. a
400 ohms e non inf. a 90.

Le “pile cellulari” ovvero le cellule intossicate, invecchiano, si


alcalinizzano, si ossidano, si mineralizzano degradando e perdendo
liquidi, cosi tutto il sistema energetico.

Compito principale della Bio Elettronica e` quantificare e qualificare


le energie elettro magnetiche che si manifestano ed operano in un
determinato “terreno”.

I disquilibri Bio Elettronici sono solamente di 4 tipi:

Ossidato - Acido; Ossidato - Alcalino; Ridotto - Acido; Ridotto -


Alcalino.

Essi sono termini elettronici e biochimici in abbinamento; essi sono


usati per dare un nome alle 4 varianti dello stesso disordine.

Una disarmonia tra psiche,anima e corpo determina sempre


l`alterazione Termico/nutrizionale che a sua volta favorisce e
determina l`intossicazione (accumulo di parassiti e tossine) del corpo,
di conseguenza la sofferenza appare.

La sofferenza o dolore e` una sensazione Spirituale/Psichica,


dell`Anima/Io, quando si trasgrediscono le sacre Leggi della Natura,
le quali reggono tutto il mondo delle Energie, percio` come abbiamo
gia` detto, tutte le malattie sono interferenze nel normale fluire e
rifluire dell`energia (E) con variazione della sua polarizzazione nei
corpi viventi; infatti la malattia e` un` alterazione di queste
“vibrazioni meccaniche” dovute all`alterazione termica molecolare e
delle variazioni di quella atomica.

Le polarizzazioni e le variazioni dell` Energia iono elettronica indotte


dall` Io/Ego della Mente, quando essa segue schemi mentali in
conflitto e quindi in contrasto con le Leggi della Natura, dalla cattiva
alimentazione (cibi non naturali, acqua, aria inquinata, dall`uso di
medicinali, sieri, vaccini e da ansia e da stress, ecc.) e quando le
modificazioni bio elettroniche dei liquidi del corpo coincidono con le
variazioni dell`atmosfera indotte da: Terra (tramonto, alba, clima e
stagioni), Luna (fasi lunari e cicli mensili), Sole (cicli undecennali),
Pianeti, Cosmo, si modificano in modo forte e drastico I valori bio
elettronici dei corpi degli esseri viventi; (ecco perche` ciclicamente o
stagionalmente appaiono e scompaiono le “influenze” ed altre
malattie); queste variazioni inducono, per il fenomeno delle
interdipendenze dettate dalle leggi della “fluido-termo-
dinamica”,modificazioni nella trasformazione delle energie
biochimiche del terreno,generando intossicazione nei liquidi di
cellule e tessuti, nei quali spore, funghi, microbi, virus, simbionti, si
moltiplicheranno in maniera anomala, aumentando le loro attivita` e
generando ,in alcuni casi, anche prioni (chiamati anche “amiloidi”) e
proteine tossiche prodotte od accumulate nel corpo e formati dal
terreno stesso.

Per mezzo del DNA, possiamo anche somatizzare tutte le


informazioni delle malattie registrate dagli Elettroni contenuti nei
Geni immortali del DNA, che esistono in loro fin dal momento della
apparizione dell`Universo.
E` solo il connubio, cioe` l`insieme dell` errore etico, conflitto
spirituale + variazione bio elettronica del terreno ( I liquidi del
corpo) che induce sempre alterazioni Termo/Nutrizionali, in altre
parole: intossicazioni, attraverso la turbativa delle normali attivita`
bio antagoniste di spore, funghi, batteri, virus generando quindi
l`alterazione dei processi omeostatici e quindi la malattia stessa e che
a seconda delle varie tipologie di “terreno” e delle predisposizioni
genetiche di ognuno producono in seguito ogni tipo di “sintomo” per
avvertire la Mente (la personalita`) e L` Io/Ego dell`Essere, che sta
sbagliando comportamenti.

Quando il “terreno”, le acque corporee sono in ordine, cioe` bio


elettronicamente nei valori della Perfetta Salute, l`agente “patogeno”
e` inattivo e non puo` scatenare NULLA perche` non e` neppure
creato e se introdotto viene immediatamente mutato od isolato,alle
volte espulso. Ad ogni variazione bio elettro chimica del terreno I
microbi simbiotici (endogeni) si mutano specializzandosi per favorire
la guarigione del malato.
Soltanto se il Terreno e` disordinato elettronicamente ed intossicato a
causa di comportamenti non conformi alle leggi della Natura , la
malattia sopravviene.

E` noto che in ogni laboratorio biochimico per far proliferare


qualsiasi microbo si preparano colture adatte al suo insediamento;
solamente se l`ambiente, il terreno (la coltura) e` adatto avremo la
mutazione e la proliferazione del microbo e per fare cio` dovremo
aver cura di scegliere una temperatura ed un pH appropriato.

E` per questo motivo che in Bio elettronica si analizzano I valori del


terreno senza tener conto di quale tipo di “agente patogeno” vi puo`
essere insediato; se varieremo I valori elettronici dell`ambinte (il
terreno) con le opportune tecniche, riordinando il pH, rH, ro` I giusti
valori dei minerali, delle vitamine e dei fattori vitali, conoscendone
preventivamente le deviazioni, attraverso il ripristino dei processi
metabolici, di tampone e quelli di eliminazione, potremo aiutare il
paziente,dopo che avra` rimosso le cause spirituali (in primis la
mancanza d`informazione sul processo della salute/malattia)
curandolo con le medicine naturali e disintossicanti per poi condurlo
alla totale guarigione.

La tecnica bio elettronica permette un controllo dell`ecologia


corporea ed ambientale definendo I valori dell`inquinamento del
terreno analizzato.
L`analisi elettronica consiste nel misurare 3 fattori fisici conosciuti:
pH, rH, ro`.
Con questi tre fattori possiamo misurare le correnti della vita, correnti
che in realta` sono micro correnti, divenute misurabili grazie
all`elettronica; essi definiscono rigorosamente una soluzione acquosa
che si solubilizza mediante dissociazione elettrolitica.

Le formazioni biologiche,anche le piu` inerti come l`avorio,per


esempio,contiene dal 12% al 14,5% di acqua.
Si constata ugualmente che senza acqua, ovvero, senza soluzione
acquosa NON esiste VITA.

La vita si definisce Bio elettronicamente, come un certo stato di


soluzione (I liquidi del corpo) fra diversi limiti di pH, rH e di
resistivita` ro` e questo vale anche per ogni tipo di vita microbica
nell`ambito di ogni grediente bio elettronico; cio` significa che per
ogni punto cartesiano della mappa bio elettronica, per esempio in
ogni punto di pH vi e` una infinita varieta` di spazio vivente
(fungo/microbico/virale) e per ogni variazione della carica elettronica
rH in funzione della rispettiva resistivita` ro` di quello spazio vivente.
In quello specifico spazio determinato dalle cariche bio elettroniche
in funzione del loro relativo pH, avremo le innunerevoli mutazioni
fungo/microbico/virali possibili.
Dalla fase micotica a quella batterica ed infine a quella virale , ogni
tipo possibile di famiglia microbica si trasforma e si muta, in funzione
delle variazioni dei valori (pH, rH, ro`) sopra descritti del terreno,
cioe` dei valori bio elettronici dei liquidi extra ed intra cellulari.

Ecco che diviene indispensabile conoscere ogni tipo di deviazione bio


elettronica del terreno, per disintossicarlo e poterlo riportare alla
normalita` , agendo soltanto sulle cariche bio elettroniche del terreno,
alle giuste mutazioni microbiche pensera` l`organismo in modo
automatico, per mezzo del programma mentale per la sopravvivenza
della specie, scritto negli elettroni contenuti nei geni del DNA.

Per gli organismi organizzati e complesi, la percentuale di acqua


necessaria alla vita, tende ad essere elevata. In un uomo adulto
normale ed in buona salute, la percentuale di acqua, sangue, liquido
interstiziale, linfa o liquido circolante extra cellulare; liquido intra
cellulare e` vicina al 70% del peso corporeo.
Nel bambino appena nato questa percentuale e` vicina al 80%;
nell`anziano essa scende a circa 60%; al di sotto del 55% di acqua,
inevitabilmente si arriva alla morte.

La morte, il trapasso, la trasmutazione dell`essere, o sospensione della


vita si rivela secondo le nostre intuizioni suffragate dalle rigorose
misurazioni bio elettroniche, essere come un limite per eccesso della
concentrazione molecolare, un ritorno allo stato paracristallino
(remineralizzazione, il ritorno alla polvere “polvere della terra”) per
via della eliminazione progressiva dei liquidi.
Quest`ultima avviene per un eccesso di alcalinizzazione, con eccesso
di carica elettronica ed iper pressione osmotica.

Tutta la biologia e` dominata dalla legge del pH, rH e ro`.

Le reazioni biochimiche sono possibili unicamente fra valori


relativamente stretti ( tre fattori) iono/elettronici; se ne deduce che I
valori limite della salute e della vita, sono inscritti all`interno dello
spazio biologico ed elettronico che essi determinano.

Questa tecnica elettronica ci permette di definire rigorosamente I


valori ed il senso delle deviazioni fisiopatologiche in rapporto ai
valori della P.S. (Perfetta Salute), al fine di correggere in perfetta
cognizione di causa e di concretizzare precisamente la nozione molto
vaga del “Terreno”, dandogli un carattere scientifico preciso.

Una precisa nozione dele terreno presenta in effetti un estremo


interesse non solamente nel campo della Biologia, della prevenzione
e della cura delle patologie, ma anche nel campo della ricerca, del
controllo degli alimenti e dell`efficacia o dannosita` di tutti I prodotti
farmacologici.

Ai nostri pazienti prescriviamo,per il ripristino della funzione


eliminatrice della pelle, frizioni con guanto di corda fino
all`arrossamento della cute e succcessivo raffreddamento con acqua.
Una dieta idrica (min. 3,5 lt al di ) a base di acque con pH adatto ed a
basso valore residuo di minerali; la somministrazione di determinate
sostanze tamponi (polveri, tavolette, ecc.) alcaline od acide a seconda
dei casi, per riordinarte le deviazioni esistenti (acido/basico +
ossido/riduzione.
Opportuna dieta tendezialmente vegetariana, dissociata,
biologico/biodinamica integrale, abbinata al “drenaggio” del terreno,
utilizzando in certi casi specifici clisteri ripetuti e/o opportuni sali
tampone, riattivando il pH dell`intestino e la capacita` di
assorbimento della mucosa gastro intestinale con il ripopolamento
della flora batterica simbiotica intestinale per mezzo dell`assunzione
di prodotti adatti e con determinati apporti minerali e vitaminici
giornalieri. Queste sopra enunciate sono le tappe sono le strade
obbligate e necessarie per poter percorrere la “via della Salute
Perfetta”, strada che solo un serio approccio conoscitivo del “terreno”
possono indicare.

I fattori, lo ripetiamo, che si esaminano nella bio elettronica sono


micro correnti e sono in primo luogo poco numerosi, ma essi
definiscono le caratteristiche primordiali di ogni stato del vivente e
di fatto l`equilibrio instabile risultante di una media posizione, con
una serie di azioni e di reazioni, nelle quali predomina sempre una
tendenza, piu` o meno forte, nel seno di ciascuno dei sistemi acido,
basici e di polarizzazione catodica in Elettroni (eccesso di Sodio o di
Potassio, potere di ossido/riduzione.

Questo ordine dei rapporti e` considerato come la risultante di


differenti azioni antagoniste, esso e` situato sotto la dipendenza di tre
fattori esclusivi: pH, rH,ro`, I quali sono di fatto I tre fattori elettro
magnetici necessari e sufficienti per caratterizzare uno stato
biologico.

DEFINIZIONE DEL pH, rH, ro` od R.

I tre fattori fisici che costituiscono la Bio Elettronica sono:

Il pH fattore magnetico; lo rH fattore elettrico; lo ro` od R. fattore


dielettrico.

Questi fattori fisici sono essenzialmente legati alle proprieta` dell`


Acqua Pura, solvente universale e ionizzante di tutte le soluzioni.
Poter controllare lo stato di queste “acque” con appositi strumenti
bio elettronici, rappresenta una interessante conquista per conoscere
lo stato di salute degli esseri viventi.

I meccanismi biologico fisici che sono legati all`acqua, mettono in


evidenza le caratteristiche e le costanti piu` importanti. Sappiamo, ad
esempio, che essa e` composta da Idrogeno ed Ossigeno, ma e` molto
meno noto che l`acqua e` sempre acida od alcalina (non acida);
l`equilibrio chimico e` instabile; gli atomi che la compongono hanno
strani rapporti geometrici fra di loro; che ha del magnetismo e
caratteristiche elettriche, quindi essa e` sensibile ai campi elettro
magnetici (terrestri, lunari, solari, cosmici) e chissa` con quanti altri
fattori essa interagisce.

I liquidi organici quando scendono al di sotto del 55 %, che e` una


percentuale critica dedotta dalle nostre analisi elettroniche nel
momento dell`agonia si arriva inevitabilmente alla morte per eccesso
di alcanizzazione superelettronizzata, iper pressione osmotica,
variazione del potere dielettrico.

Quando la resistivita` del sangue totale scende al di sotto di 90 Ohms,


la morte e` inevitabile.
Cio` corrisponde ad un eccesso di pressione osmotica dovuto ad un
eccesso di elettroliti, di sali ionizzati e non.

Il pH: Si definisce pH di una soluzione il logaritmo negativo della


concentazione degli ioni Idrogeno (H+) in soluzione cioe`: pH = Log
(H+).Esso e` un numero che varia da 0 a 14,14 ed il valore che
assume per una soluzione, da` la misura della acidita` (eccesso di ioni
H+) o basicita` (eccesso di ioni OH-) della soluzione.

Una soluzione e` acida quando il pH e` compreso tra 0 e 7,07; basica


quando il pH e` compreso tra 7,07 e 14,14.

Quando il pH e` uguale a 7,07 la soluzione e` neutra.

Ricordiamo che gli ioni sono Atomi legati che hanno perso o captato
un Elettrone, trasformando cosi l`Atomo, elettricamente neutro in
Ione Positivo od in Ione Negativo.
Parlare del pH e non tenere in considerazione il suo rH e`
insufficiente.

Lo rH completa il pH in quanto e` lui che fornisce la misura della


reattivita` molecolare della ionizzazione, la sua potenzialita` di
reazione e la sua tendenza evolutiva elettronica.

Fra due elementi analizzati che hanno uno stesso pH, ma che hanno
rispettivamente un rH di 10 ed un rH di 35, vi e` tutto un enorme
“mondo” di differenze, di proprieta` e di attivita`.
Essi posono essere di volta in volta, veleni o rimedi a seconda dello
stato del pH e dello rH dell`organismo vivente nel quale sono
chiamati ad interagire.

Ugualmente parlare di rH senza indicare il pH, non ha senso.

Lo rH: fattore elettrico, rappresenta la pressione di H2 (o di O2)


manifestata nella soluzione, su di un catodo inattaccabile di platino in
un circuito di elettrolisi inserito nella soluzione.

Lo rH e` il logaritmo cambiato di segno della pressione di H2 sul


catodo, l`elettrodo di platino.

A rH = 0 corrisponde ad una pressione di idrogeno molecolare H2 di:


1 atmosfera per cm2 di soluzione.

Per rH = 0 la pressione di 02 e` nulla. Si dice che il catodo e`


polarizzato al massimo dallo H2; in questo caso la corrente e` al
minimo. Se ne deduce che la soluzione analizzata e` caricata al
massimo di elettroni (negativi).

A rH = 28 esiste neutralita` in quanto la pressione di H2 equilibria


quella di O2, questo valore 28, corrisponde ad una pressione di H2
(10 alla 28) di atmosfera, essa e` una pressione estremamente debole
che permette il passaggio di una corrente positiva. Se ne deduce che
la soluzione esaminata e` meno carica in elettroni, cioe` meno
negativa, che la soluzione a rH inferiore.
Lo rH normale del sangue umano di un essere in buona salute si situa
tra I valori di 21 e 23, per un pH tra 7 e 7,1 con una resistivita` ro` da
200 a 220 ohms.

I potenziali corrispondenti sono chiamati di ossido - riduzione, essi


variano con il variare del pH.

Un rH debole corrisponde ad una soluzione riduttrice

un rH elevato corrisponde ad una soluzione ossidante.

L`equilibrio fra I rapporti di Ossidazione e Riduzione e` situato a rH


= 28 (neutralita`).

Ad uno stesso rH il potenziale positivo e` piu` alto in terreno acido ed


il potenziale negativo e` piu` alto in terreno alcalino (basico) e
viceversa.

Lo ro` od R, fattore dielettrico o resistivo: indica la concentrazione


in elettroliti della soluzione e segnala direttamente il potere
dielettrico di essa; si misura in Ohms per cm/cm2.

Piu` la resistivita` di una soluzione e` piccola, piu` la concentrazione


in elettroliti conduttori e` grande e piu` il potere dielettrico e` piccolo.

La resistivita` e` l`inverso della conducibilita` elettrica e della


pressione osmotica.

Per contro la resistivita` di una soluzione e` una funzione diretta del


suo potere induttore specifico e della sua capacita` elettrostatica; di
conseguenza l`attivita` di una soluzione organica acquosa, e` legata
alla sua resistivita` al suo potere ionizzante ed alla sua capacita`
elettrostatica.

Ne consegue che ogni apporto esagerato di minerali per mezzo


dell`alimentazione o dalle bevande, acque minerali o la nutrizione
con cibi coltivati con ingrassi chimici o di quella con crni macellate
di animali ingrassati a stabulazione fissa e nutriti con prodotti
additivati,oppure l`uso di farmaci chimici, l`introduzione nel corpo di
vaccini, sieri, tossine; auto produzione di ansie,stress,fobie,
perturbera` l`attivita` vitale delle acque corporee, introducendo
elettroliti conduttori, I quali aumenteranno, se non eliminati, la
conducibilita` del terreno, abbassando la sua resistivita`.

Una delle caratteristiche comuni alle moderne malattie dei paesi


“civilizzati” e` quella di avere una bassa resistivita` del sangue.

Normalmente in Bio Elettronica si usa misurare questi tre fattori


sopra descritti su: saliva, urine e sangue; a volte anche sulle feci;
possiamo affermare che valori per esempio del sangue in giovani
adulti in buona salute hanno I seguenti valori di pH: da 7,2 a 7,35;
mentre I valori corrispondenti al limite estremo della vita, alla morte
sono: 6 e 9,4

Per lo rH I valori limiti limite della vita, nei casi di degenerazione


terminale, corrispondono ad una resistivita` minima del sangue
uguale a 100 - 120 Ohms; la P.S. essendo compresa fra 190- 200 per
gli adulti e di 220- 250 per gli sportivi.
.

Interessi correlati