Sei sulla pagina 1di 2

LE MALEDIZIONI di Don Roberto Liani

Per fare un maleficio ci vuole una base su cui lavorare, che può essere un
pupazzo che rappresenta la persona, una sua fotografia, ecc… ma anche le
parole sono “materiale” fatturabile!
I demoni, che sono molto ‘legalisti’ dicono: “Quella persona di fatto, l’ha
maledetto, la parola è questa ed io, per questa parola che ho sentito, posso
attaccarlo”.
Questo accade proprio perché il maleficio ha diverse forme (come diceva
Padre Gabriele Amorth), tra cui la maledizione. Allora, questa sera, faremo
una preghiera per spezzare qualunque tipo di cosa che uno potrebbe aver
ricevuto. Maledizione significa, concretamente, sia le parole che, ad
esempio, frasi del tipo: “Tanto tu non conti nulla ….. Nella tua vita non
farai mai niente!”, Questa è una maledizione!
Può essere detto su una cosa specifica, ad esempio, sul matrimonio. Un
genitore che non è d’accordo sul matrimonio del figlio …. Padre Amorth,
in suo libro, racconta che una ragazza si era laureata, poi si era innamorata
di un uomo che, però, non era laureato. I genitori di questa ragazza, che
avevano fatto tanti sacrifici perché erano contadini, non accettavano questa
cosa_ Hanno fatto finta di accettarla, ma, durante il matrimonio, hanno
chiamato la figlia da parte, e le hanno detto praticamente di tutto come
maledizione (“che non si potesse godere niente, che i suoi figli ecc.…”).
Padre Amorth racconta che questa donna è stata aiutata con gli esorcismi,
ma ha comunque sofferto moltissimo nella sua vita..
Per queste cose si può fare l’esorcismo (l’esorcismo è il rimedio comune
che dà la Chiesa, ed è una cosa meravigliosa) ma la persona colpita deve
applicare anche la sua personale partecipazione, deve, lei stessa, “spezzare
le parole”, deve agire nella maniera più personale possibile sulla cosa per
spezzarla completamente. Quindi, le maledizioni possono essere come gli
esempi che vi ho fatto, ma possono essere cose proprio pesanti.
Gesù mi ha fatto capire questa cosa in questa maniera: “Io ho dato una
Legge … ad esempio “Tu sei prezioso ai miei occhi”( Isaia 43,4), questa è
la Legge di Gesù, poi, arriva una persona che cerca, con la sua bocca, di
darne un’altra: “Tu non capisci niente!… Ma sei proprio stupido!... Ma
non riesci mai a prendere un buon voto a scuola … Ma cosa ci vai a
fare?… Sarebbe stato meglio se non ti avessi mandato …”.
Allora, la legge di Dio è quella ( “Tu sei prezioso ai miei occhi e degno di
stima” Isaia 43,4) ma possono esserci delle persone che, con la loro bocca,
dichiarano leggi diverse, perché Gesù dà la Legge della Benedizione, loro
danno la legge della maledizione …. Allora vi do una bella notizia: noi
non siamo più sotto la legge ma siamo sotto il regime della Grazia! Quindi,
Gesù ci ha liberato da tutte queste cose! Che significa? Significa che
queste cose possono avvenire ma io, adesso, ho il potere di spezzarle e
vincerle! “Non esiste più nessuna condanna per coloro che sono in Cristo
Gesù” ( Rm 8,1).
Vi do alcuni consigli che il Signore mi ha fatto capire: quando una
persona vi dice una cosa in maniera tale che voi capite sembra essere una
maledizione, non state zitti! Il demonio ha dichiarato la sua legge, voi
dovete rispondere in Fede e parlare.
Facciamo l’esempio che qualcuno vi dica: “Tanto questo matrimonio non
va bene … tanto, prima o poi, vi lascerete …” voi dovete rispondere: “Se
non ci fosse Gesù sarebbe proprio così, ma per il fatto che c’è Gesù,
invece, andremo avanti fino alla fine …” Amen Alleluia!
Dobbiamo dichiarare la Fede nella Potenza di Gesù!

PS. UNA PERSONA SI PUO’ AUTOLIBERARE CON


L’INVOCAZIONE QUOTIDIANA ALLO SPIRITO SANTO E E
PREGHIERE DI LIBERAZIONE. ENTRAMBE LE COSE
PORTERANNO A UNA MAGGIOR COMUNIONE CON DIO E
GUARIGIONE E LIBERTA’