Sei sulla pagina 1di 6

COLIN

• FLESSIBILITA' DI LABBRA

Suonare in modo scientifico la tromba è subordinato, tutto sommato, ad un'intelligente


concentrazione.
L'attenzione dovrebbe essere focalizzata su ogni piccolo dettaglio.
I maggiori e più importanti fattori che saranno approfonditi sono: un diaframma teso che sporge e
un flessibile inarcamento della lingua.
I trombettisti che si sono demoralizzati credono che una performance brillante può essere ottenuta
solo attraverso la “natura” di ciascuno o la bravura fisica.
Questa falsità è usata specialmente per rimandare la ricerca di informazioni libere.
Se qualcuno possiede queste, non scappa per non rivelare i suoi segreti.
Ce ne sono pochi che conoscono il loro valore e sentono che non può essere donato.
Ironicamente, alcuni non riconoscono o non apprezzano un buon consiglio per migliorare,
nonostante viene dato a loro gratuitamente.

PAURA NON NECESSARIA


Il suonare in modo brillante può essere sviluppato. Non attraverso metodi ingannatori, ma
impegnandosi diligentemente con istruzioni intelligenti.
Io dovrei svelare tutti i problemi e le perplessità che i nuovi studenti hanno precedentemente
sviluppato prima di venire da me.
Ad alcuni, questo parlare del “diaframma” potrebbe sembrare che sia lontanamente raggiungibile e
per alcuni da evitare.
Essi hanno paura che i progressi che loro hanno ottenuto saranno persi -e mai riguadagnati- se essi
si confrontano con questo tanto discusso fattore.
Pochi conoscono come molte volte essi hanno ottenuto inconsciamente un livello di perfetta
coordinazione di tutte le loro facoltà, e non ripensando al loro valore, essi lo scartano.
Il beneficio di uno sviluppo diaframmatico è: la pressione che è allontanata dal bocchino è trasferita
ai muscoli diaframmatici.
Questi muscoli, sviluppati, daranno facilità e rilassamento in tutti i registri e contribuiscono ad
ottenere resistenza, più potenza con un'ardente brillantezza, le quali cose vanno a costruire un ego di
necessaria sicurezza.
Vi sono differenti tipi di suono per differenti tipi di lavoro.
Si dice che il suono sia naturale, ma io credo che ogni tipo di suono può essere coltivato in accordo
al tipo di lavoro richiesto.
La brillantezza in una performance sta più nel chiederla. Queste mancanze nella qualità dovrebbero
portare ad analizzare perchè esse non sono arrivate.
Quando siamo concentrati su questo sarà scoperto attraverso l'osservazione intelligente che una
coordinazione di certi fattori può essere impiegata.
La libera vibrazione delle labbra è la prima cosa essenziale. Al fine di far vibrare le labbra con un
minimo aumento di pressione, è necessario usare un pieno e costante flusso di aria che sale
attraverso la gola. Il penetrante flusso di aria che controlla la velocità colpisce il palato.
Questa innata struttura della bocca interna (il palato) agisce come una tavola che risuona.

LA LINGUA GIOCA UN RUOLO VITALE


La lingua, azionandola come una valvola, gioca il ruolo più importante nel controllare il passaggio
dell'aria. Le note basse sono dovute a vibrazioni più larghe accompagnate da una minore tensione
del diaframma. L'opposto è usato per le note alte.
L'inarcamento della lingua comprime quel flusso d'aria che diventa più forte.
L'inclinazione della lingua, nel rilasciare l'aria, fa vibrare le labbra molto più velocemente.
Questo, automaticamente, incrementa il registro acuto.
La risonanza si forma cantando le vocali.
Questo provoca le diverse sillabe che si formano all'interno della bocca.
Tre distinti registri si formano adoperando queste sillabe: “AA”, “OO”, “EE” posto in due forme di
parole. Noi usiamo “Army” per “AA”, “Two” per “OO” e “Tea” per “EE”.
Nel pronunciare la parola “Army”, nota la posizione della lingua. E' quasi piana sul pavimento della
lingua. Facendo questo apre la gola.
Nel pronunciare la parola “Two”, nota come la parte posteriore è inarcata. Questo non chiude la
gola, ma automaticamente contrae il flusso d'aria; così facendo è possibile alle labbra vibrare più
velocemente che nella precedente sillaba.
Nel pronunciare la parola “Tea”, la parte posteriore della lingua è così alzata che i denti di dietro
sentono il protendersi della lingua. Questo contrae la colonna d'aria così sottilmente che la spinta è
più forte. Perciò le labbra vibrano con estrema rapidità.
In questa posizioni c'è un'ampia camera per il flusso d'aria per passare oltre la lingua libera inarcata.
Nota, in particolare, il flusso d'aria quando, incrementato dal protendere il diaframma teso, ascende
in una linea retta. Quando esso arriva dietro la lingua non si curva e passa in maniera arrotondata
sopra la lingua. La forza dell'aria guizza da un diaframma teso direttamente dritta attraverso la gola
fino a che, finalmente, colpisce il palato che agisce come una camera di risonanza.

SMENTENDO TEORIE
Fai scorrere il tuo dito sopra contro le pareti del tuo palato e nota quanto spazio ha l'aria per
circolare attorno. Dunque, la teoria dell'inarcamento della lingua disapprova quello che è detto: che
questo sistema chiude la gola.
Una sbagliata respirazione, ad es. una respirazione dal petto e non immettendo abbastanza aria,
sicuramente strozzerà il suono e stringerà i muscoli della gola, no l'inarcamento della lingua.
La cassa di risonanza (o palato) è paragonabile a quello che per il violino è la tavola armonica.
Il flusso d'aria con la sua pressione quando sale verso il palato con il desiderato aumento di velocità
è trattenuto dal posizionamento della punta della lingua contro i denti superiori.
Questo conserva un'intensa potenza aggiunta a, non appena la punta della lingua (valvola) viene
immediatamente rilassata, come in una pistola, il flusso d'aria scocca in un'ardente energia
obbligando le labbra a vibrare a qualsiasi velocità controllata. Quando viene rilassata la punta della
lingua discende verso una posizione stazionaria dietro ai denti inferiori per far spazio alla pressione
d'aria che passa attraverso le labbra.
Questo comporta che le labbra vibrano automaticamente, e crea una frizzante brillantezza con
grandezza di suono in ogni registro.

• TRILLI DI LABBRA E DISTENSIONE


I “ trilli di labbra” sono stati la cosa chiamata più impropriamente nel vocabolario trombettistico.
Questa dicitura adottata porta il generale consenso di opinione che distendere le labbra è il mezzo
per ottenere il trillo. Distendere le labbra e muovere gli angoli della bocca non è un metodo
produttivo. Questo non ha mai raggiunto una permanente perfezione perchè deve essere esercitato
faticosamente. Qualunque flessibilità ottenuta con questo metodo sarà persa. Si diventa schiavi dei
trilli labiali.

Controllando il flusso d'aria si ottiene un naturale e permanente sviluppo considerando che il flusso
d'aria è gestito da un flessibile inarcamento della lingua. Questa abilità dei “trilli di labbro” non
viene forzata; dunque diviene naturale.
E' necessario per le sillabe di vocali essere formate all'interno di un flusso d'aria senza ostacoli
proveniente da una respirazione diaframmatica ben controllata.

POSIZIONE DELLA LINGUA


La posizione della lingua durante il fischio è la corretta posizione. Visualizza la parte posteriore
della lingua che sfiora i molari superiori. Questo condensa la colonna dell'aria e controlla la
velocità. Un flusso d'aria senza ostruzioni è di fondamentale importanza. Quindi la punta della
lingua deve discendere dietro i denti inferiori.

Per un corretto sviluppo dei trilli labiali, il primo obiettivo è diventare conscio dei meccanismi che
accadono all'interno della bocca. Senti l'attività del flusso d'aria simultaneamente con la posizione
della parte posteriore, del centro e della parte anteriore della lingua.
Per il controllo, la lingua deve essere modellata a forma d'arco così che la colonna d'aria può
produrre le vocali sillabiche nella forma di “hissing”,“hooing”, “harring”.
Dato che la lingua è connessa con la mascella, appena la lingua posteriore è pressata in alto contro i
molari superiori, la mascella s'innalza con essa: di conseguenza questo andare insieme
dell'impostazione costruisce la resistenza necessaria.
La tensione della lingua posteriore contro i molari superiori è in proporzione con l'innalzamento
della mascella, così l'impostazione è costituita da entrambe le cose in tensione o rilassate a seconda
del registro.

Un semplice test per accorgersi della corretta posizione della lingua è fischiettare terzine
ripetutamente allo stesso tempo, sentendo la posizione della lingua che sfrega in un movimento su e
giù contro i molari superiori. Coordinatamente senti come l'aria condensata passa sopra la lingua.
Così sia una veloce lingua in movimento sia la mascella fornisce un'impostazione con una
resistenza aperta-chiusa.

Stirare le labbra è un antico metodo consegnatoci dalla vecchia scuola. Tale insegnamento richiede
dai 6 mesi ad un anno prima che uno studente diventi abile a mostrare qualche accenno di trilli
labiali. Legando con il metodo dello stirare le labbra, i tessuti vicino ai denti s'indeboliscono e le
labbra si assottigliano. Un maggiore sviluppo delle labbra può essere ottenuto dall'inarcamento della
lingua.

L'estensione può essere sviluppata dal controllo dell'aria. Il flusso dell'aria controllato dalla lingua
svilupperà il registro in ogni forma di legato. Correttamente applicato, i glissandi dal do centrale a
quello alto sono possibili senza impiegare nessun metodo bizzarro. Aggiungi le labbra arricciate e
sia la resistenza che la potenza saranno sorprendenti. Senza accorgertene, la potenza aggiunta sarà
raccolta dai muscoli degli occhi, delle guance e delle labbra, tutti rivolti verso l'imboccatura.
Dovresti essere più conscio di questo fatto, i muscoli non ancora sviluppati saranno impiegati per
risultati di potenziamento.

La padronanza dei trilli labiali è la completa visualizzazione mentale della posizione della lingua.
Astieniti dal distendere le lebbra e usa le labbra chiuse e arricciate.
La lingua dietro ai denti per rilasciare il flusso d'aria. Pratica il sol basso fino al do medio con le
false posizioni. Incrementa l'aria al si (1° e 3°) e abbassa il flusso d'aria fino al sol alleviando
leggermente la tensione contro i molari superiori. Nota la resistenza creata da un'impostazione
chiusa. E' sempre meglio cominciare lentamente e delicatamente in un registro agevole;
gradualmente sali.

I trilli labiali con un flessibile inarcamento della lingua sviluppano e stabilizzano l'impostazione. La
base della lingua fissa sui molari superiori alza la mascella quanto basta per costruire un naturale
contatto nell'impostazione, con ciò formando un corretto aumento di resistenza per l'impostazione
vibrante. Tutte queste forze messe assieme incrementano l'estensione. Un diaframma pieno ed
esteso crea un vuoto di pressione tale da bloccare l'aria dietro la punta della lingua posizionata
fermamente dietro i denti superiori. Questo stimola una pressione d'aria illimitata così che si prepara
ad essere rilasciata.
Al momento del rilascio, un definito contatto dei molari superiori contro la superficie piana della
lingua posteriore plasma un effetto a tubo, come un sandwich, attraverso il quale l'aria passa.
Questo origina un dispositivo di controlli per il flusso d'aria mediante lo stringere o il rilassare la
lingua contro i molari superiori.
Simultaneamente il movimento della lingua su e giù crea la resistenza nell'impostazione ultra
flessibile. Quando l'aria passa liberamente sopra la lingua, la velocità con la quale si muove la
lingua o si fischia determina quanto veloce e accurato il trillo si muoverà.

• IMPORTANZA DELLA LINGUA

I trombettisti hanno più svariate “teorie” circa il lavoro dell'imboccatura e l'impostazione sulle
labbra che su ogni altro singolo aspetto del loro suonare.
Tra le varie formule usate per mettere più o meno labbro all'interno del bocchino, vagamente
troviamo: 1. la parte rossa del labbro superiore sul bordo, no nel bocchino; 2. due terzi
dell'impostazione sul labbro superiore; 3. metà labbro superiore, metà labbro inferiore; 4. il rosso di
tutte e due le labbra arrotondato intorno al bocchino; 5. labbro superiore ed inferiore curvati nel
bocchino.

I più sensibili, tuttavia, affermano che la giusta impostazione è dovunque risulta più confortevole e
le labbra vibrano più liberamente.
La conformazione delle labbra di qualsiasi trombettista è differente e individuale.
Dunque, logicamente, è sciocco dire che la migliore impostazione è “metà e metà”.

SICUREZZA DELL'IMPOSTAZIONE
Una raccomandazione sentita spesso dai principianti è “sorridi leggermente”.
Questo può essere ampliato troppo esageratamente. Invece di una non necessaria distensione delle
labbra, se le labbra sono arricciate e pressate con più forza insieme, la maggior parte della parte
carnosa delle labbra è istintivamente immessa all'interno del bocchino con l'effetto di una maggiore
sicurezza nell'impostazione. I tessuti vibranti potrebbero essere usati unicamente allo scopo di
vibrare; non per il vibrato o per la pressione o per cambiare registro.

Le labbra arricciate hanno un effetto di potenziamento, ma la distensione delle labbra allarga i


muscoli in opposte direzioni e, facendo questo, tende ad indebolire le labbra.
Per incrementare la forza nelle labbra esse dovrebbero, in ogni momento, essere arricciate e chiuse.
Tenendo il mento fermamente in posizione, la necessaria vitalità per una sana impostazione può
essere disegnata da tutti i muscoli facciali.
Questi sono gli occhi, il mento, il labbro superiore e i muscoli ai lati delle bocca. Nel salire dal
basso all'alto registro le labbra dovrebbero essere contratte insieme.
Questo è ottenuto dal sollevamento del labbro inferiore leggermente, stringendo così i muscoli ai
lati della bocca. Esso ha anche un rapporto diretto con il controllo del flusso dell'aria.
Il processo sta nell'alzare e abbassare il flusso dell'aria e così la resistenza controllata ripristina la
strettezza dell'impostazione. La tecnica è abbassare il labbro inferiore per una lieve apertura, cche
dà sia vibrazioni più basse che un risuonante registro basso.
La compressione delle labbra risulterà in una più piccola apertura e, così, un registro più alto.

RESISTENZA DEL CORPO


La tensione delle labbra compresse controlla la resistenza del corpo.
Tale resistenza è vitale per suonare un bocchino. Cerchiamo di discutere i modi e gli strumenti per
ottenerla. Qui ci sono alcuni metodi: dal creare una sensazione dalla pressione contro la schiena
della sedia quando i muscoli nella parte posteriore del diaframma stanno funzionando normalmente;
o dal posizionare una cintura attorno alla regione diaframmatica al fine di sentire la corretta
pressione quando si suona. Un altro ancora è afferrare la tromba con forza quanto basta per
stimolare la tensione attraverso tutto il corpo. Alcuni mantengono il corpo teso, raramente rilassato.
Essi continuano ad incrociare le gambe o a sedersi in una posizione ciondolante; ma sempre stando
seduti dritti così che i polmoni avranno un'ampia camera per funzionare liberamente.

Il posizionamento della lingua gioca un ruolo di vitale importanza nella costruzione di una forte
impostazione. L'accettata concezione del posizionamento della lingua ha una diretta relazione con
l'apertura delle labbra vibranti. Una grande apertura tra le labbra metterà a repentaglio la sicurezza
nel registro acuto. Quelli che hanno questa difficoltà dovrebbero staccare dietro i denti superiori
cominciando i loro attacchi vicino il palato. Questo leggero cambiamento ha l'effetto di alimentare
gradualmente il bocchino con più labbro superiore e inferiore che risolve questo problema
decisamente. Quelli che usano poco labbro superiore e staccano tra le labbra usano molto poco
tessuto all'interno del bocchino, così che dicono che, letteralmente, stanno “suonando sui loro
denti”. Questo disagio impone una presa più protettiva all'interno del bocchino.
Infine, esso porta ad una eccessiva pressione sulle labbra e a bloccare la circolazione del sangue.
Per garantirsi contro tale pressione noi suggeriamo di staccare dietro e contro i denti superiori, se
possibile più in alto in direzione del palato.
Questo automaticamente spinge la mandibola e le labbra ad essere più chiuse insieme. Questo, nello
stesso tempo, contrasta un'eccessiva pressione.

Noi consigliamo decisamente più labbro nel bocchino per una più libera vibrazione delle labbra.
E' interessante osservare alcuni dei grandi trombettisti di colore che naturalmente sono dotati di
labbra grosse. Senza dubbio essi hanno imparato l'arte della resistenza, vigore e registro.
E' sempre una risorsa di consolazione ascoltare Louis Kleopfel (l'ultimo grande insegnante di
tromba al Conservatorio d'Inghilterra) come egli prese tale piacere nel raccontare agli studenti le
sue esperienze nell'insegnare a trombettisti di colore dalle grosse labbra; e specialmente come egli
si divertì nell'infrangere le stupide teorie sulla migliore struttura delle labbra dei bambini per la
vibrazione.
Egli dimostrò che si deve lavorare di più con tessuti di labbra più spessi.

• SVILUPPO DELLA RESISTENZA


Confrontiamo l'attuale modo di pensare de uno studente di tromba, e poi guardiamo all'interno di un
a sfera di cristallo per osservare il cambiamento che si schiude nel suo progresso futuro.
Qualcuno potrebbe considerare la vita come una forza magnetica che lo disegna nella linea della
minore resistenza. Tuttavia, emergendo gradualmente dalla sua fase adolescenziale, un nuovo
mondo di pensiero intelligente rivela gradualmente sé stesso.

Osservando un'eccezionale performance, cerca di non diventare invidioso, ma piuttosto, sii


gratificato di scoprire qualcuno che non solo ha realizzato, ma che ha perfezionato qualcosa per cio
noi abbiamo lottato a lungo.

Ignora ingenue ossessioni come: il tipo di materiale che lo strumento dovrebbe contenere; bocchini
svitabili; labbra sottili, più peso, suonare due terzi sul labbro superiore, viceversa ecc...non pensare
che questo contenga il successo di qualcuno. Non essere ossessionato col pensiero che un radicale
cambiamento porterà un successo immediato e risolverà tutti i tuoi difetti. Portiamo l'attenzione
sulla RESISTENZA e discutiamola a fondo.

RESISTENZA
E' stato mai pensato perchè alcune cantanti professioniste in azione mantengono la loro tensione
necessariamente su alcune parti del corpo o i trombettisti soffiano fuori le loro guance? Una solida
presa sullo strumento? Note alte, bocchini poco profondi? Pressione sulle labbra? Differenze nei
fori degli strumenti? Pressione contro la parte posteriore o avvolgono le loro gambe attorno alla
sedia? Tensione dei muscoli nella e attorno alla regione diaframmatica? L'utilizzo della cintura per
il supporto? Labbra arricciate? O la mascella che protende? Buzz system? Non pressure system?
Sacche d'aria nelle labbra? Perchè mangiano cibo nutriente per la salute? Poi, perchè essere sani?

Con strutture naturali ognuno costruisce la propria resistenza e se applicata intelligentemente con i
metodi corretti, questa procedura farà la differenza tra il medio e il grande trombettista.
Togliamo la non necessaria pressione alle labbra e così facendo, simultaneamente, noi la togliamo
dal pugno di ferro e dalle braccia che abitualmente afferrano lo strumento.

Pon la necessaria resistenza attorno e nell'intera non sviluppata area nei muscoli diaframmatici. I
muscoli diaframmatici sono quello strato di muscoli (così di rado esercitati) che allargano verso
sopra la parte bassa dei polmoni appena sotto le costole del torace, accerchiando l'intero corpo.
La tensione del diaframma regolata che spinge contro i polmoni bassi manda il corretto aumento
della pressione dell'aria. Questo può essere aggiustato e controllato dall'uso della lingua.
Il flusso d'aria deve passare oltre l'intera lingua prima di passare attraverso l'impostazione vibrante.
Al fine di creare tale resistenza nel flusso d'aria, metti la parte centrale della lingua a forma di
cuspide, simile alla posizione simile ad una foglia che sbatte sopra o ad un petalo di rosa.