Sei sulla pagina 1di 36

l

}
,J
l
!,
!

,
,

<

2004
APRILE
MAGGIO
GIUGNO
IL CANTO DELLA
PREGHIERA EUCARISTICA
ed acclamazioni per la Celebrazione

M ~· i ... <1<1 C,",''' E I'",,~U:;;t!:;'- l' R E(; lI mItA ~: UCA II.I~..-r . C,\ Il
, CdJf<N'; . 11<", f/;)"", . di I.n" ...... (Tori""l 1': Li l ur]<i~. M : V~lemi"" Mise"",h,
in'-"'òon< mIO la ' __111 di T......"..
""WU ...·. ..,;u "-ilicia 501NMa (Romol II I
~ n:,,,,<; ,\
"
• mIO il """'</in<> bm_di ..,...,." $0< .. " RQma T: Lilu'li.-a. M : An' ""io Galanli
Kyrie cll!i"",
PROPOSTA DI MUSICA ""
,.
S"nl(l
PER LA LITURGIA
A gnd lo di D io
I SSN039 1 -~ 4 25

,\ prilr •.'I I ~l:I!i ... Giu~nu 2~ GI.O RI,\


T: LiIU. ,i.-a. M: II.cmigio 00: Cri~otaru
,\ nn" 5'1, numero 2
"
C Rt:I)() APOSTOLlCD
DIREZIONE
M_Imo ' ':olomMlla
U.,,'<f>iII ...... ,~ Sok.ioao
T: !.ilu?!ia. M: Giu"'""" Gai

l' ItOn:SS10N}: DI n :m :
"
f'iat.olo_~ I · (l(IIJ'I."""
m"..., OI>.I72.\IIHO~
T: Li lu?!i., M : RcmigÌ<> 00: CriSlo(aro
• •.... 1, .....,,"_""'._ .•
l'SALI.!"n:
COLLABORATORI 1': L'lUrgi.-a. M: V.Ie",i"" Mi",r...,h,
' MII$k ,,:
M . lIarpgna _ N. B~ · M . Chi~l'P"ro
R. do Cri""'....., _ D. 00: Risi _ V. 1)0..<:1'"
L Donori· G. Gai· S. K """"" ~ 3 I........ ......-.. ""I CD oIIq- ~ ...,..... <II _ Onouo ........ rom-
G. l.Jbcno · D. Machell3 _ A. Mon"",11
I . M.ini _ V. M;scrach, _ L. MoII1no
11.. M lICCi - M . Nankll~ · M . N""",,,;
F. R.mpi - A. Ruo Rui - D. Slcf."i
G.S, \!:ln'.; n · A. Zorli,
.-
"""", ... """" okllo c.......'" M...... <Iò T,.,I.I <Iri ~,-i (Moona)dimIi <II
- . VaInII,,,,,
c",,,,;:
M,><t>do.. pr<>ook okl "-,Ii<,,, " ..,"'" di MU>Ìc> S - <Ii

Corl.l'rnvi ''''''1'"'"''). ~I "'; ... M,"", •.."....""~ Mano 7~"i (<OOI~I .


IO). 0. ....,,,,,,,, 7.MTi11o ("",,,~ llo). Iodn ..... Clln>l<tli (1<"""1. (nn'''''1iOlo
C"",,~i Il.,..,..~ Alb<n<o Thpia (_l- Robrno \'.", ... i (~"'~
• n sfi: Sol,."" AoIri""" C _ , . ~Olo C.........
R. Il,,,,,,,hi _ E. mi C""'ok> _ ~ I . Maol",.. ni. ~_ ..... Pond<II SoIo'.

• MIIJit:" _I.ilu'Ku,.C,,IfIl'-":
lo "*""""""" I: ................. il j • 6 d...-. :!IXU ""II. o.... dd·
ru ... <t>IIli "-,ficio S+;"" <Ii Momo (Doc- T _. Pi&u.r. ...........

.-
A. AmalO' E. C0SI3 _ l'. lI.a,noIdi ...,50..,.-., l ) doIlo SnOo ~kII>i"'ddla Mo.Jio \'oI ........
M, SOOi - E. S'cnn;"ri. ......."""'*" .....
~ r."....... <II _ con,.. okl Coro 1.........,....;0 <Ii

r.-r~iNodiI,,,,,,,,,, RoI:ocno Il<lIino,


l:"",", <I;J""/u ....""ri"! : SI""" OptnSc<ond (vi. Il. Crn<ItI , 32 _ R.,.
C lOOI 1:_ ...... Edi ....; .'1",,,,111, ~,
T.., i dorioin ........ i.
'"8',...ri .;./ , ......, Sii,'., l''.e,,,,,,,i _ 10",."'0 Arma.
C"""Ii_~1O 8'''''''!r. M...."'" "'_11 •.
" II canto del la Preghiera EucarisLica e acclamazioni sere anzitutto il sentie ro tracciato dai Conc ili Ecume·
per la celebrazione" sembra il titolo d i un numero inu- nici del primo millennio, ed in particolare dal Conci lio
tile. In raui parecch i potrebbero obiettare che ciò che di Calcedonia de l 45 1 sulle due nature in Cri sto uni te
ogg i occorre so no canti nu ovi, semplic i, popo la ri , (personalmente) ma non confu se né mutate o comu n-
... che fac ciano cantare i giovani ... Certo il te mpo non que alterate (contro EUliche, con la condanna del mo-
bi sognerebbe perderlo - spec ie in un ' epoca di comu- nofi sismo), e da l secondo Conc il io di Nicea, dci 787,
nicazione e di med ia - e dunque, perché riproporre il ci rca il significato e la licei tà dell ' uso e del culto delle
"canto" della Preghiera Eucaristica? immagini (contro l'iconoclast ia). Infatti se osserviamo
Sono obiezioni lecite e corrette se il nostro celebra- attentamente la storia possiamo re nde rei conto che
re fosse ridotto ad una istanza solo fun zionale , didatti- ogni questione che ha toccato la Liturgia in modo so-
ca e sociale, dove rintracciare (o illuderci di ri ntraccia- stanziale (e conseguentemente la musica, come avven-
re) dimensioni educative. Questa idea di liturgia non è ne ad esempio per il Calvin ismo) ha sempre delle ra-
nuova, non la inventa il Conc ilio Vaticano II (o coloro dici nella retta collocazione del rapporto uomo-D io,
i quali si fanno e rme neuti dello stesso Conc ilio) ma collocazione assicurata proprio dalla non fuorviante
era presen te già in Lutero. e rmeneutica dei succ itati
Erede del nominalismo ed Conc ili .
agostin ismo, Lut ero co- La nozione di uomo ca-
struì un coere nte e co m- pax Dei, infatti , ribadita
ple to siste ma teolog ico
dove la sal vezza è solo
DALLA CRISTOLOGIA dal Co nc ili o d i Tre nt o
contro Lutero (e difesa in
actio Dei et passio llOmi·
"is. Ri sultando l' uomo
ALLA MUSICA seguito nelle controversie
sulla grazia e su l Gianse-
costituti vamente incapace ni s mo) si fo nda pro prio
d i cu lto a Dio, e non es· sull a c ristolog ia dei Con-
sendo perciò possibi le "un culto oggettivo", ne conse- cili Ecumenic i de l primo millennio e contiene in nuce
gue che lo stesso culto serve solo a collegare il sogget- c iò che la Rirorma Lit urgica del Conci lio Vat icano Il
to al sacrificio di Cristo, offe rto una volta per tutte, e ha chiesto c he divenisse visibile. Lingua viva, cultura
c he non si ripete più . Il fedele deve così cercare di di un popolo, strumen ti musicali... Sono le grandi sfi -
unirsi il più possibile a questa realtà del passato, e so- de, tali proprio perché raccolgono una Trad izione teo-
stanzialmente il culto viene ad identificarsi, secondo logica, una precisa nozione antropologica de l rapporto
questa prospettiva, ad un insegnamento organi zzato. uomo-Dio, sfide che certo richiedono studio, riflessio-
Di conseguenza non esiste così nessuna azione c ultica, ne e sana esperimentazione.
vene ndo a mancare una teol ogia capace di collocare C iò che è da cercare non è immed iatame nte una
positivamente nella storia il rapporto uomo-Dio. C iò nuova " prassi" ma prima di tutto un nuovo equilibrio
spiega, per esempio, come Lutero non abbia parlato di c he viva de ll 'e redi tà de lla Trad izione e che faccia
una "reale" partec ipazione alla vita divi na dove l'uo- e mergere il sano ed indispensabile apporto dell'uma-
mo sia atti vamente coinvolto. L' in fi nito iato tra c rea- no, apporto che si esplic ita concretamente ne lle varie
tura e Creatore è solo colmato da Dio, per questo tutte diversifi cazioni culturali , linguistiche, etniche ...
le realtà apparentemente positive de ll a riforma liturgi- Una rivista di Musica per la Liturgia rite niamo che
ca luterana risultano in radice volte ad una esterna par- debba perseguire questa via , offrendo musica che è il
tec ipazione del popolo (lingua viva, canto ... ), ma non frutto di riflessione, che guarda avanti, che si sfor7..a di
assumono alcun valore dal punto di vista teologico-li- integrare sem pre d i più in un'un ità rormale parola,
turgico, ponendosi esclusivamente su un piano tecni - canto, strumenti musicali , cercando di non cadere nel-
co-pratico-didattico. 1 le "trappole" de ll' esclusivo fun zionalismo - che ha
E evidente allora che Lutero non possa essere con- rie mpito le nostre C hiese di prodoui spesso non degni
siderato un antic ipatore della Riforma Liturgica de l di c iò che è l'essere capax Dei - o del manicheo ridu-
Conci lio Vaticano Il, come non lo fu neanche il Sino- zioni smo che in passato ha fatt o toglie re strumenti
do giansenista di Pi stoia il quale, se indiv iduò de lle musicali e dipinti da lle Chiese e oggi si preoccupa di
istanze che oggi possiamo defi nire "corrette" dal pun- mettere solo divieti o di rim piangere ciò che non c'è
to di vista operat ivo, mancava ne l con tempo di una più.
teologia che cogliesse il plesso dell a Tradizione. l Ci auguriamo che il materiale offerto in questo nu-
Ci pare che il problema di fondo sti a nel fatto che la mero possa contri bui re a rendere le nostre assemblee
Riforma Liturgica de l Conci lio Vaticano II non è es- liturgiche sempre più autenticamente "umane" e qu in-
senzi almente un a quest ione " pratica", cost itui ta da di capaci di una feconda e vitale relazione con Dio.
riforme "spettacolari" come l' altare rivolto verso il po- Massimo Palombella
polo, la lingua viva o la concelebrazione ... Ma è la tra-
duzione visibile di una prec isa teologia - dalla quale
consegue una visione di que llo che è " Liturgia" - che , Per un approfondi mento cf. ScIlMtDT H .. Litllrgit tt/ang/lt "11/'
la C hi esa ha fa ticosa me nte conqui stato e difeso da gnire. Le problèmt de In langllt lilllrgiqllt chez les premitr.ç Réiom/li'
ogni riduzione ne l corso de ll a storia. lel"S el mi Concile de Treme;; Allal ceta Gregori;lIIa 53 (Romae. 1950).
23-58.
Può sembrare strano ed inuti le, ma la via per riflet- , Per un approfondiment o cf. P"LOMBEL'-" M .. ACllwsa Amicilx/,
tere circa la retta collocazione oggi dci segni ne ll'a- lio. Ilidagine citrn /tI sua cOIIII,reIlS;Q/le ecclesiale (LAS. Ro ma 2002 ).
zione liturgica - e dunque la musica - c i pare possa es- 63-68: 111-118.
PREGHIERA EUCARISTICA II
T: Liturgia
M: Valentino Miserachs
o ZOO4 ~ E<I~I M w.kaI;
T""iidinail"i>a>"';

C Il Signore sia con voi. Prendete, e bevetene tutti :


A E con illuo spirito . questo è il cali ce del mio Sangue
C In alto i noslri cuori. per la nuova ed etern a alleanza,
A Sono rivolti al Signore.
C Rendiamo grazie al Signore. nostro Dio.
versato per voi e per tuni
A È cosa buona e giusta. in remi ssione dei peccati,
Fate questo in memoria di me,
C È veramente cosa buona e giusta.
nostro dovere e fonte di salvezza. Mistero della fede.
re ndere grazie sempre e in ogni luogo A Annunziamo la tua morte. Signore,
a te. Padre santo. proclamiamo la tua risurrezione.
per Gesù C risto. tuo di lettissimo Figlio. nell'attesa della tua venuta.
Egli è la tua Paro la vivente. C Celebrando il memoriale
per mezzo di lu i hai creato tUlle le cose. della morte e resurrezione delluo Fig lio,
e lo hai mandato a noi sal vatore e redentore, li offriamo, Padre,
fatto uomo per opera dello Spi rito Santo il pane della vita e il calice della salvezza,
e nato dalla Vergine Maria. e ti rendiamo grazie
per averci ammessi alla tua presenza
Per compiere la tua volontà
a compiere il servizio sacerdotale.
e acquistarti un popolo santo.
egli stese le braccia su ll a croce. Ti preghiamo umilmente:
morendo dislrusse la m Orle per la comun ione
e proclamò la risurrezione. al corpo e al sange d i Cristo
lo Spirito Santo ci riunisca in un solo corpo.
Per questo mistero di salvezza.
uniti agl i angeli e ai santi. Ricordat i. Padre, della tua C hiesa
cantiamo a una sola voce la tua g loria: diffusa su tutta la terra:
re ndila perfetta nell'amore
A Santo , santo, santo il Signore Dio de ll 'universo. in unione con il nostro Papa Giol'almi Paolo,
I cieli e la terra sono pieni de lla tua g loria. il nostro Vescovo RomallO ,
Osanna nell' alto dei cieli. e tutto l'ordine sacerdotale.
Be nedetto colui che viene ncl nome de l Signore.
Osanna nell'alto dei cieli . Ricordali dei noslri fratelli,
che si sono addormentati
C Padre veramente santo, nella speranza della risurrezione,
fonte di ogni santità, e d i tutt i i defunti che si affidano alla tua cle menza:
sant ifica questi doni ammettili a godere la luce del tuo volto.
con l'effusione del tuo Spirito,
perché di ventino per noi Di noi tutti abbi misericordia:
il corpo e il sangue di Gesù C risto do naci di aver parte alla vita eterna,
nostro Signore. insieme con la beata Maria,
Vergine e Madre d i Dio,
Egli, offre ndosi liberamente alla sua passione, con g li aposloli e IUlli i santi,
prese il pane e rese grazie. che in ogni lempo ti furono graditi:
lo spezzò, lo diede ai suo i d iscepol i, e disse: e in Gesù Cri sto IUO Figlio
canteremo per sempre la tua gloria.
Prendete, e man.&iatene tutti: Per Cristo. con Cristo e in Cristo.
questo è il mio LOrpo a te, Dio Padre onni potente,
offerto in sacrificio per voi. nell'unità dello Spirito Santo,
ogni onore e gloria
Dopo la cena, allo stesso modo, per tutti i secoli dei secoli .
prese il calice e rese grazie.
lo diede ai suoi d iscepoli, e disse: A Amen,

~ @ Il Signore ,; . , 00" vo - i. G) E CO" H IU - o spi - ri - IO.

~ ...
Organo
~,
1
~ Ij)~ rJ j
I
61
© In ~I . to no - stri euo - CI) So - no ri - voi - ti al Si - gno - re.
rl .
,
I ~
"I
J. J J.
I

© Ren - dia-~o
~
(D È ,
O , ,
gra - zie
" ,
S'l -gno-re.
-' no - stro Di . o. co - sa buo - na

I~ r. . . . ~r
rI ~""'r~r-'-- ~

I
fJ il I .
..
, I

giu - sta. ©È veramente cosa buona e giusta, I nostro dovere e fOllie di sal-

j .IIOIl.

a~.
, ,
- vez - 7.3. ren -de- re grazie sempre e in ogni luogo Pa - dre san - to.

I 1 .

J --- --J
I ,

;r ~e - ;ù Cristo. tuo dUel- ~s - ~i - ~o Fi - glio. Egli è la lua Parola vi-

.,
r"-
~~
l" - I
~
1 J
I
62
- vente./ per mezzo di lui hai creato tutte le <o se. e lo hai man-

- dalO a noi salvatore e re-den-IO - re. fatto uomo per opera dello

~ ~, ~
~
I
~ ,..r

,
,
Spi - ri - IO San - IO na - IO dal - la Ver - gi - ne Ma - ri a. Per compiere la

~ I~

J------- - -J ~-------------

lua volontà / e acquistarti un popolo san - to. egli stese le

de--------------------
-"- -' ,
~
b'Tac - cla
. sul - la cro - ce. morendo di- strus - se ;a mor - te e pro - eia -

.. . .
I.
.. --1 'j J. J
I
I. J
'" .
I

63
- mò la ri- sur - re - zio Per questo mistero di sal - vez- za.
"

~------- r
,

. ÌI_a-g
- n1 - '~l·
. Cl·I_an-ge - I e al san - ti. cantiamo a una sola vo - ce lo m- 0_ glo - ria:
I , ")

r -r j
I I

l l I 1

_~ ..1 ,
-
~el - ru - ni
~

CI) San - IO. san - IO. san - IO il Si -gno - 'c Di - o - ver - so. l
......,
- -...., I I I
-
~

-
~

r~ J-~ i J "I r I
1
I
.J 1 J f rJ
--
-

I ,

- o
de - li e la ter - fa so - no , - 'm.
pie del - a
l IU - a glo - ria.

~
I

r--
J J I
r I
I l I
, ,
IV
- san - na nel- l' al - IO dei CIC - li. Be- ne - del - lO co-l ui _ che_ vie - ne nel

- l ......, ii ,

V
I
u l
1--
I I~
~

.J J I
, I

64
, .
"
~ no- me del Si
' - -.'
. gno re .
.
O - san . ~a nel - l~- IO crei cie - li .
~ r-, r--.
. '"
~ r r r-
D
y
1-" 1 I

:
~J n . . l j t-
1 1 I ~

. ~. I

Padre vera- men - te san - IO. fon - le di o - gni san - ti - là, san -li - fi -ca
.-. ,..;-, ;-, I I

I
J
,
1

questi doni con ['effusione del Spi IO.


1
'" O
"

I
r

~
perché diventino per ~O . '., il co"", o ;1 san - gue d; Go • so
1 1
;i
~
I

Cri - SIO no - Siro Si - gno re. Egli. I offrendosi liberamente alla

I
J-
65

,
su - a pas - sio - ne, pre - se} pa - ne e re -se gra - zie. lo spez - zÒ. I lo diede , i suoi di-
I I l I
-
r. r-'------"
J-----j~J
~ r. ~~. IJ
· . . ~

,
' \-000

,
-sce-po- li.
n .--,
c dis - se:
I ,
Preo - dele, e man-
,
.
gla - te- ne
r--.
lUI -
,--,
ti :

., ~I

~
j 1

J
- r, ~

I
~

- - I 1

_6 . _, r--t .
.,
qut -sto èi1- mi - 0 __ Cor - po of - fer-IO io sa-cri - fi -cio pc' 'o - i.

. '"

··
r I
r'
_L · I
----
I
.
["'-- ~[
r
. ·
· , I
1 1
L

I- I I ~ I I -I -
!i I
p
.<>. ~ ~ :f!' f: .<>.

; , ,
Dopo la cena. I allo stes - so mo - do. pre - seJ I ca - I - ce e re - se
.....,
:u ... rl
~
<!
'I
-- j -
66
gra - zie, lo diede ai suoi di- sce - po - li, e dis - se: Pren -de - te, e be-

-- --
,

-ve- le-ne lui- Ii: queslo è il calice del mio Sangue I per la

'-" ,
......
al - le - al1
,--,
za, versato per vo- i lui - ti

rl T~
, I

, , r.\
r I

I <J
l" re- mi s-sio - ne dei pec-ca - li.
...
Fa - IC_ que - sto In me - ma - ria di me_
r.\ ....."

.
r-
,
r~
,
~r r r-----r"-
, , I
~r~
l I ~~J
:
.
l 1 ~
~r °1 °1

p
.<>-
I~ J
__ e :e:
~ l I I

t:- :e:e _
l IJj-l ~
l
.a. J
--
1 r
..
'--
67
Mi -ste-ro del - la fe-de~ G)An-nun - zia-mo la tua mor - te . Si - gno - re. pro - eia -
I r-""l r""1
----- .
r- r' r- -r 'I
·· 1 1 1-21 1 / J
~-

~
- I I

I I ,
- mia - mo la tua ri- sur - re - zio- ne. _ _ nel -\' at - te- sa del-la
I I 1'1
- .
'"r-""l " ve
~
-nu-ta.

~J
1

l
I

J J J I
J Il I~ I
r r nj
··
, I I I I I
r

Celebrando il memoriale della morte e resurrezione del tuo


,
Fi - glio.

(
J.

li of - fria - mo, Padre, Il pane della vita I e Il cal ice del - la .,1 . m - za.
I
.
J: 1
j: rl:
I I

e ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tu - a pre - sen

-------------- ---------------

68
a compiere il ser- vi- zio sa -cer- do- ta - le. Ti preghiamo umil mente: I per la comunione al corpo e nl

, I
,
, , , '. '-. '
san - gue d; Cri - sto Spi - ri - IO Sa~ - to c; riu - fiI -sca lfi un ~O - 10 _ _
, I
IO,

l 'r t
-
~r..:...
~rt
~ ~

I- ---'.l_ 'I : I- J
--
-
I ,-

~
l '' cor - po. Ricordati. Padre. della tua Chiesa diffusa su ter . ra:

I
"
-r -
r I ~ ~,

.J t

ren - di- la per· fetta nell Oamore I in unione con ;1 nostro ~a- ~a ;io -I·an. ni Pa·o·fo.

-
f- -r t
--
J I
-
I

;] nostro Vescovo Ro . 11/(/ - 110. e tul - IO l'or - di - ne sa-cer -do- la - le.


A

l''
,..r -J-
--- --.J "-

J~
~

-J
- r-
J-
:
,-
69
,

Ricordati dei nostri frate lli , che si sono addormentali nella speranza della ri - sur - re - zio - ne,
,

e di tulti i defunli che si affidano alla , de - men - za:


'"I
'I I r

- mel o l; o h , ;0 o do o

" ru - ~e Sol ~" o 0__ -----


VO ' o
IO.

I r---.
• o
"

~
~i~i- -r r o

rI r
o
~J .-- ~J I
o o
I
o o
o

I I I
r

Di noi tutti abbi miseri- cor - dia: donaci di aver parte alla

A .J

vita eterna. I insieme con la beata Maria. Vergine e d; Di - 0,

rI

70
I

I
con gl i apostoli e tutti i santi, I che in ogni tempo ti (i- fo - no ;a - di - ti:

e in Gesù Crislo tu- o ~i - ~lio re - mo per sem - pre la tu - a_ glo - ria.


..-,

r-:" ~r ~
---r-.:..... ---r J
~
,I

I
:I
I
-- --':J..---
I
----
.J

,
Pe, Cri sto, CO" Cristo e i" Cri - sto, .e. Di - o Pa - dre ni - po - len - te.
I
" O" -

~
flJ -r~ ~~
,;:
'I
I

.
'"
se - co - li . 0A - - - - - - - meno
I
=l= '"
r-- r
~ j
~

.. J J J
1
:.:,
71
MESSA III
T: Liturgia
M: Antonio Galanti
o ~ ~ Ed;,""" Mw.i<aI,
Tun,; di,;"i ri>ct>... i

Kyrie, eléison Santo Agnello di Dio

Ky rie, cléison. Santo. santo. santo il Signore Dio deJru niverso. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo.
Christe, eléison. I ciel i e la terra sono pieni della tua gloria. abbi pietà di noi. .
Kyrie, cléison. Osanna nelralto dei cieli. Agnello di Dio, che togli i peccati del mondo.
Benedetto colui che viene nel nome del Signore. abbi pietà di noi.
Osanna nell 'allo dei cieli. Ag ne llo di Dio. che togli i peccati de l mo ndo.
dona a noi la pace.

Kyrie, eléison

JL
SolQ ~
. .-r--.

~ , ,
e. _ _ e
.
Ky -ri o e. _ _ e o
lé - i -san. Ky- ri o o
lé - i-san.
A
J. 60

I~ r.7, · '7,- -, r
I r ~T. "77~T'

. . I.
·· .
~
S00
I
.' " A ". "'" .
,
~ hn. -
,---- ste. e lé- i-son.
,-----
C nri • SlC . e lé- i -son.
o o

1- 1--
.. ·
·
r
·
~ 1 1 j J .
, · . , , ,

A S00
I / 7 " '. A ... / 7 " '.

~
. ~

Ky- ri o
e. _ _ e o
lé - i-sono Ky- ri o e. _ _ e o lé - i- son .__

l
" , .
71 -I r -.:t. j
.
7r I r "-.:t.y~'"
~

·· ~
, ,

72
Santo

"
,
.
~an
I ~

- - - 10. _ _ SO, - - - 10, _ _

~
s

S" - - - 10. _ _

c
v ·
~
S," - - ~

- - 10 , _ _

T ·
S," - - . 10, _ _

B
: ·

S," - - - 10. _ _

d_ 69
,
.
---- ----- · ,
,
~

~
~
I r ' 'U
~

". ".
:
,

,
, - tol'\ S'I
san - gno - re Dio del- I"u-ni - ver - so. '\ cie - li 'e_ la ter - ra
-
• ,
,
s
I
l'' I
san ' \ S'1
-10 1 - gno - re Dio del -i· u.ni - ver - so.
A
-
c
v
-
san - toil Si
- - gno - re Dio del - I' u-ni - ver - so.

T ,

\I
san - IO il Si
- - gno - re Dio ~Cl-l'u-ni . vcr - so .
,
, ,
B ,

san - toil Si - gno - re Dio del · ru-ni - vcr - so.


-
-----
~

----- ,
,
------- .,
~ I
j I ..r- . ...
~
,
, , ,

73
<.
, ,
so - no
~ .1 --,
pie . ni del-la t~a
,- 3---,
glo . rin. Q .
,
'ao · . · ---
na. __

A
,
So- no pie . ni
17-<1- ,
~eI- la tua glo - ri a. Q
~ ,
. san · . · ---
na. __

c
I~
So . no
~.

pie . ni del-la !Ua glo - ria. Q . . .


.... ;: _. ....
- san
·

,
T
Il
,
Q . . . san . na. __

B
I
Q . . · · san . na. __
A I -I

I~ I r 'u,
~

,
, - .1 ----;1 , - 3---,
<. . ·
I
o . san . na, __ o . snll- na nel · l'al - IO dei cie - li.
,- 3---, , - 3---,
s
,
o . san-na ne l · l'al-Io dei de - li .
r - 3--,
c
·
o . san . na nel · l'al-Io dei cie - li.
, , - 3---,
T ·
Il
o . san . na n, I · l'al- Io dei de - li.
,-3--, , - 3---,
B
., ·
.

--- ---
o san-na nel · l' al-Io dei de - li.

., ~
--- I I
-........
-J
. ·
·

~
,
, ------ ·

74
d- 60
,-- 3-----, r;-- 3 -----, ,--3-----,
,. .
T
Be - ne
T
· del - IO
T
'o ·
T.
,.. , he_ vie - ne nel no- me del Si . gno - ce.
A

I~
s

, c

T ~

B
:

d- 60
- ----- ·
·
---------------
r...:::
~
r r -a-~ ....
ç <> ··
··

- 69
,.
·
A
O · '00 · · · ----
"'.-- o .
""
. . .
"'.--
s
,.,- ., ~

O · '00 · · · "',--
c
.... -u~-.r .
O . . . - san · "',--
T

IV
., ·
O . . . .
,," .
"',--
B
· -
I
. O . . . · 50" .
"',-
d- 69
·
r I ..,. r ·
....
r ~

J~
·· - ·· ·
I

75
1c
,
., ,
o · · "a "e' · l ~al · to dei cie · li .
"r"- - 3 -----,. r-- 3 ---,
s
., ,
o · sa" · "a "d · I~al
· to dc i cie · li .
r-- 3
c

o .
""
. "a "e' . l'al
r-- 3
· to dei cie · li .
-
T

o . san . "C, . l'al · to dci cic · li.


"'
r - - 3 -----, r - - : I -----,
B ··
o . . . . · "a "d · l'al · to dei de · ;t.
""

l ··
~
~~
-
t t ,
Agnello di Dio

-
.,
r-.J ~ ,-:1---,

A . gnel . lo di Di - o. , he lo-gli_i pee · ca - ti ~el

s -
.,
, - 3-----;, , - 3----,

,
~he lo -glij pee · ca - ti de'
..--- 3 -----, , - 3---,
c

Che to-glij pee · ca - ti de'

B ··
.J _60 -.......

r· 71 I r- ~
----
· ~ J.

76
,--- 3 ---,
,. ·
Inon - do. ab-bi pie - là d; no - i. A - gnel - lo di Di - o.
O , - 3----;]

s
~
·
mon-do, ab-bi pie - là d; no - i.
A ,- 3--,

I~ .
c
.". .,;.
~-
mon -do. ,b - b; p" - là_ d; no - I.

O ,---3=
T
·
\'
Ab - b; pie - là di _ no - i.
~ 3--:l

B
:

~;
I.
Ab - bi pie - là no - i.
------- I
. 1-----
------....· ··
r ".".
~ r. ~r -r r~ ~

~ J~
·· ·· ·
,
r--- 3 ---, ,--- 3 --, ,--- 3 - : l

, ·
ohe Io-gli_i pec - ca - Ii del mon-do, nb- ~ I pie
. - là d; no - i.
r - J ---;l ,--- 3 --, r- .1 ----;'1
s ·
Che to-g I"l_l. pec - ca
'. - 11 d e1 mon -do. ab- bi pie - là d; no - i.
r,---- 3 ---, r- 3 , r- J -,
c
~ ~ -et .....
Che to-gli_i pec - ca- ti del mon-do. ,b - b; pie - là_ d; no - I.

r- 3 --,
T

Ab - b; pie - là d; _ no - i.
,-3--,
B ·· ·
- là ~i
A

I~
--- -I
·
·
.
Ab -

--
bi pie no - i.

----..
·
I r ..-et~.....

~
.,-
·· ··

77
<.

A - gnel - lo di Di - 0,
'.
che lo-gli_i pec - ca - ti del mon - do.
,-- 3----. ,-- 3---,
s
Che la-gli_i pec . ca - ti de' mon - do.
,
c
I~ Che to-gli_i pec - ca - ti de l mon - do,

I~
T

B
I~
1 -I

71--- -I r - I
.r--
~ ,

do
~ 3 -----.
-
""- noi
"
p' - cc. ------
s
do - ""- noi
"
r - 3 ----,
p' - ce. ------
c

T
-----
do - - ----- - ""- ----
noi _ _
r-- 3 ~
-
"
v
p' -
V ______y ·
ce.

Do - - - - na a
r--- 3 - - - ,
noi ,,- - p' - ce.

B
.
,
- - . - -

-
Do noi ce .
, ,- ""- "
p'

.
I ~.,
r r "V ______V ______T

~
:

78
GLORIA T: Liturgia
M: Remigio De Cristofaro
O :!004 ~ Ed ....... M.....
Tua; ; .s;,;~; """'Ii

Gloria a Dio nell'alto dei cicli 2. Signore Dio. Re dci cielo, Dio Padre onnipotente. 4. Perché tu solo il Santo.
e pace in terra agli uomini di buona volontà. Signore Fig lio unigenito, Gesù Cristo, tu solo il Signore,
Signore Dio, Ag nello d i Dio, Figlio del Padre. tu solo l'A ltissimo,
1. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, Gesù Cristo,
ti adoriamo, ti glorifichiamo. 3. Tu che togli i peccati del mondo, con lo Spirito Santo:
ti re ndiamo grazie abbi pietà di noi: nella gloria di Dio Padre.
per la tua g loria imme nsa. tu che togli i peccati -de l mondo.
accogli la nostra supplica: Amen,
tu che sied i alla destra del Padre,
abbi pietà d i noi .

..~ A.,emblell
,

Glo - ria DI o ",I :-_~l'!a~l~-,-"


l o,-_--,d~e~I,-__ cie e
" ~ , ----
7
7

1, I

--
buo - na l'O - 100 là.

I ~J

s
SCIIOLA ((I(llibilllm)
, -- , ,--.

Di - o
Gl0 - ria
,",I l' al - to de i c ie
, e ,--.
c
-. -. -.J'
Glo ria a o l'al IO dci cic e
,"I
T

B
Glo ria a DI -

-----
o
,
nel l' al lo dei de
,. , ---
li e

,
Glo ria a DI O nel - ~1'~a~I__:- __!lo!!-_cd~e"I__
-----;: ---- cie e

7 I ;

7 7

I
79
s
,
--- ---
---
pa - cein - ma - glLuo - mi - ni di boo - vo - - tà.
- lo'
- , .- "" 10 0

c
pa - ce in
- t" - ma
- - gli_uo - nll - oi di boo - vo - 10 11 - tà.
, ""
T
r r r r
pa - ce-in t" - ma
- - glLuo - lU I - oi di boo -
"" vo - 10 0 - tà.

B
:
----
pa - tc, - - gli_uo - mi
--:..
-
, .-

boo - vo -
------
-
I
-
ce in

I
'"- oi di

I
"" 10 0 tà.
I
I
1- -~
, I
I
IJ Il
.
J j l J) J J
l

r1l Recitfll;vQ
~ SQlo

Noi ti lodiamo. ti benedì - eia - mo, ti adoriamo. li glorifi chiu- mo.

li rendiamo grn zie per la tua gloria im meo sa.

AI Glorw ( tu/l,bitI/m Assemble(' o ScllOtO)

80
rn ll ec;IfII;I:o
Solo
&~
=
Signore Dio. Re del cie lo. Dio Padre onn ipo ten - le. Signore Figlio uni

f
-
" ~
~ genito. Gesù C ri - sia. Signore Dio, Agne llo di O; - 0, Fi - glia de l Pa - dre.

"~
,

"
"'"
,
~
r
~~

""' , ~
I
AI Cloria (mlUMlllm Assemblen f) SclWftl )

III Rec;/(/Iil:o
Solo

Tu che togli i peccati dci mondo. abbi pictà di no - i: tu che togli i peccati del mondo, ac

---
l~- r
~,

r.-

ea gii la nostra sup - pii - ca ; tu che sied i alla dcstra del Padre. ab - bi pie - tà d; no - i.

~ .-'
f
AI ClorÙI ( mi libitll lll " o Sellolfl)

81
Recillilivo
Solo

Perché tu solo il Santo. tu solo il Si - - gno - re. tu solo l' Altissi mo. Ge - sù Cri - sto.

r
-
'"
con lo Spirito San- IO: nella glo o
ria di Di o
o Pa o
dre.

··
'"
I~
·
· 0-

r
· ,

• --....
.. v
A o o o o
meno a
.-
o o o
- meno
----...
r I r I I I I
ff
l I I J ~- 1 (~J -J
··
I

82
CREDO APOSTOLICO
T: Liturgia
M: Giuseppe Gai
Ton,; i diriui ri><n·..i

Credo, Signore.
1. lo credo in Dio. Padre onnipOIcnte. 3. Credo nello Spirito Santo.
creatore del cielo e della terra. la santa Chiesa cattolica.
la comunione dei santi,
2. E in Gesù Cristo, suo unico Figlio. nostro Signore. la remissione dei peccati.
il quale fu concepito di SpirilO Santo. la risurrezione della carne,
nacque da Maria Vergine. la vita eterna. Amen .
patì SOIi O Ponzio PilalO.
fu crocifisso. mori e fu sepoho;
discese agli inferi:
il ter,tO giorno risuscitò da morte:
salì al c ielo. siede alla destra di Dio Padre onn ipotente;
d i là verrà a giudicare i vivi c i morti.

Maestoso
>
"
l"
Maestoso
c,. - do, s; - goo - ,..
.. ----- ..... -- .
- -----
,
,

II!' f
,
l, .--.----.. -........ -. "1 I I I I /wco ~(/II. I
Organo
J-.. -......... ---"" ..J
, J .J 1 J
. ,

[TI R ecill, 'I)Q libe ro


"
mfJSolo : , = r,-,

lo credo in Dio, Padre onnipo - ten - te, creatore del cielo e del - la 'ec - rn,
ti .... r,-,

.
r I
.,
mf
, 1 ,

[1J
-;::- u mI' Solo =-- , =-- ,
l" E in Gesù Cristo, suo unico Fig lio. nostro Si -gno - re. il quale fu concepilo di Spi rito San - Io. nacque da Maria

mp

83
•• :: ,
'~
fi ~er - ~i - ne. patì sotto Ponzio Pi la - to.
I
fu croci - fi s - ro. mo -
1
!
" ~ I r

~
. , ,

n e fu se - po IO ; discese agl i in - fe - ri; il terzo

l ~ r~
--
,

giomo risusci - - tò _ _ da mor - te: sa - Iì _ _ al cie - lo.

siede alla deslra di Dio Pa dre on - ni - po - len le: di là verrd

• I

1---
, ~,

'"
~

~
. ~
a giudicare i v;
I
v; e mo, '.lo .
'"

,~ ,
1

]l J j

'" 0(11 ~ (1/ -$-


84
• •
,
,., !.I Credo nello Spirito San IO. la santa Chiesa cal IO - li - ca,

!~
A " •

~
iE
la comun ione dei sa~
.. ti. la remi ssione dei pec .. , .. li.

~ ,- , ... ~
,- , 'I

A "
:

1 ~~'~I,~"~r~e~Zi~on~e~d~e~I~'~~~'~.~,~~~;~~~.~~~~~~?,I1~, ~I ~ e~, ,~e ,~~n3'·~~A~~~~~;,~~.~~~~


.. .. .. ..m

I 1 J ~ IJ
---
ELABO RAZ IONE DEL HITQH NE LLO PEH SCI-IOtA A 4 VOCI DI SPAHI (SCTB) E ASS EMBLEA
p oc o rull . .
A • .- >

,. ., ·
tre .. do. SI ,
gno .. re .
.- 1)01;0 ml/.
s
" '"·
tre ,
do, SI .. gno .. .. .. . .. re .
p oco r(lll .
c
"
. '"
etc ,
do. SI .. gno ..
-'JOco rffll.
. .. re .
.-
T
" '"·
r
Cre .. do. SI .. gno , .. .. re .
.- )OCO rull .
'"

B ··
Cre .. do. SI .. gno , .. . . .. te .

J '1·
·
r r 1
r
j poco rff ll.
I

-J. J J
·· ·
I '"
85
PROFESSIONE DI FEDE
T: LilUrgia
M: Remigio Dc Cristofaro
0 10(1.1 ~Ed;,;"'; M."",. li
r""i; ~irinj ~ ·..i

I. Credete in Dio. Padre onnipotente. 3. C redete nello Spirito Santo.


creatore del cielo e della terra? la santa Chiesa callo lica.
la comunio ne dei santi.
Credo, credo, credo. la remissione de i peccati.
la resurrezione della carne e la vita eterna?
2. Credete in Gesù Cristo, suo un ico Figlio.
nostro Signore. Credo, credo, credo.
che nacque da Maria Vergine.
mori e fu sepolto. 4. Questa è la nostra fede .
è risuscitato dai morti Questa è la fede della C hiesa.
e siede alla destra del Padre? E noi ci g loriamo d i professarla.
in C risto Gesù nostro Signore.
Credo, credo, credo.
Amen.

• .- Auemble(l ,
""
~ .
,
. . . . .
,
ere do. ere do. ere do.
Solenne I~ I ---1':\
fJ
r 1 J J I
..
.'-
Ped.
--------
;;

86
P So lo

ere - dete in Gesù Cristo, suo unico Figlio, no >1m Si - gno re.

- TaSl.
-J 1

-- '.
- ---., ~

ehe nae - quc da Ma co a Ver - g' ne. rno e

--
o o o o

I I

I
---- I

I I I I
~ f: ~ f'- P
o

Ta l. Tasl.

,- ,
•f,
---- r r
r.-

se - poi e sie - de al la de ma Pa dre?


o
'o
, - o o
de' o

r.-
{ .
" , .

··
1
I
..L .J ) , , 1- J hJ

Sole nne
P«l. Tasl. Pod.
""
.p 'Assem bie t.
r.-

Cre o
do. ere o
do. ere o o o o
do.
, So lenne I~
I ----.....q

·
fJ i
1 J J
- ~
'---
Ped.
------- ""

87
~ Solo

~ Cre . dele nello Spirito Santo, la santa


,
Chic . sa
,
Ca! . IO . l; . ca,

~
I
p
r 1
IJ
1
~
Tus!.

, ,
la co · mu - nio- ne dei santi, la remis $ 10 - ne dci pec - ca ti.

I l

-" . ,- 1:\

, ,
la re-sur -re-zio- ne del - la c a< . oe e la ,; . la e - tcr . na'?
, , r.
~
l"
1 D1 In ~ 'I
~ P1 J ~
Solenne
: sselllble(,

,
Cre do, do, cre . - do.
Jc _, I~I:\

~d,-------------------------

88
M aestoso ~ Solo ~
,-- ' -----,
~

Q", o
SIa è la no · Slm le o
de. Que - sta_è la
Maestoso I

· o
I [
--,.
I
J 1 r

,
r r ,
--r:-- 3~

r r
-
re • de del - la Chie o

". E noi d glo o


ria o
mo di pro - fes -
, I I

I I I I

·
-~
~ f>- D1 8
o

-
J

sar - la. m
----==, -

Cri - sto
3 -----,

Ge - sù no - stro Si o goo o re.


--
, -
., ~
o~
·
J I I
~ 1 J h:

So lenne
Auelllble(1 cresco e ra ll.
l' . ,
, ,
A me no a meno a- - - -meno
Solenn e I~---:----"'''(:'

r J c r esco e r(( fI.

I
Ped.

89
PSALLITE T: Liturgia
M: Valentino Miserachs
Cl 2OQ.I ~ Edi,ioni Mu,;.,.li
Tu"i i diri"i ri;on"";
Psallite, psallite,
psallite Deo nostro, psallite, I. Quoniam terribilis Deus noster, 2. Quoniam Rex omnis terrae Deus,
psallite, psallite, quoniam terribilis Deus noster, quoniam Rex o mnis terrae Deus,
psallite Regi nostro, psallite, super omnem terram, psallite sapienter,
Regi nostro, psallite, super omnem terram. p~a lli te sapienter.
psallitc.

o
Andante fe stoso mf > > ,
s .
,
1$:al -
li - te, psal - ~ -te,
o m > >
c .
.
Psal - li - te, psal - li - te.

T
• mf >
. >

,
-
- ~pt;
- - ,
Psal psal li - te.
, >
·· . .
B

Anda nte festoso Psal - li - te. psal - li -te,


I - >
"I
>ri i
. >

., -rl'
f~·H I I I I
Organo

f J J 1 J J
Jj J 1 J-
· .
, I
[ -

,
'",
-~==:
>
>

s .
., , , ,
psal - h - .e ~e - o no - stro. psal - li - te, psal - li - te,

• , =>
c
psal - I; - " De - o no • stra, psal - li - te, =psal - li -te.
o , >
T

psal - h - De - o no - stra. psal - li - te. psal - li - te,


" I
: > ~

B ·· , ,
psal

-- - h
"
,--,
- De - o

~
no - stra,

,---,
psal

~
- h - te.

----- >
psal
-
- li - te.

r r I r
j l
··
J I .1 J J .J

90
[- ~ 1
I
-- l..
-
• ~

.
, :
,, - • . ,
s
, ,
psal - li - te, psal - li - te Re - gi no - sIro, psal - li - te, Re - gi
~ , ." ,
c .
psal - li - te, psal - li - te Re . gi, psal - li - te. Re - gi nO-SIro.

• . , , •
"
~

psal - li - te. psa! . li - te Re . gi. psal . li - te. Re - gi


~ , ~ . = 1' ,
B ··

" . -
';
psal - li - le.

l
psal
-- - li - le

r;
Re -
.......
gi,

.--,
psal

I.
- li - te,

h- I
Re - gi
~
l'' I I I W r r
f
J- l- J- l :J J I J
:
,
~
-
---- I [ -' -------
" . ~

.
, . rit.
'"
s
"

--
00 - stro.
,
psal
~
- ~ -:e.
,
psal - - - li - te .
t:\
c . .
psal - li - te. psal . li - te, psal - li . - . te .

• ~
. , t:\
T
,
00 - SIro. psal - li - te, psal - li - - - te .
~ , t:\
B ·· .
-

-- - - - -
00 stro. psal li - te, psal - li te.

...IL
....- - "'-

I r r
J I
·
--- I

---- --- ---'"


91
mp ,
~ Quo - nì - am I.. -
,

ri - bi - lis
, ,

De - us _
~

no - sier.
Quo-ni- am Re> Dm - nis_ ler - rac_ De - uso
rit o

o "
;:::::;~
,..... ----- l,

I~ I .;LJ U r
mJ,.,.. .,.. .,.. I,]
, ~

'---'I
o " --
,
,

~ r , ,
.. '
qua - ni -am ler - ri - bi - lis De - us_ no - SICf su - per_ Dm - ncm
qua - ni-am Rex Dm - nis_ ler - me_ De - uso psal - li - le - pl -


~

rI I ....... --- ---- "


,
;:--

'In J -j I
j j ~ j I

--
,
I
,

"
I I

, ----
I
- ~
--- ,
--
ler
- co
--- -
-
-
-
-
-
ram.
v

(cr.
su - per_
psal - li - le
Dm
sa
-
-
nem_
pl -
I ..
eli
,

-
-
-
-
-
ram.
ter.

o • ------n rt ......, ~

I ~ uI r r I
I J
I
I
U
1
r l!r r
I
I
--I .---J 1-- l - - -\;.I

92
I QUATTRO
FASCICOLI DEl.L'ANNO

Dal l 946 Armonia di Voci offre il suo pre- l


zioso servizio alle assemblee parrocchiali. ,,, tem~o di Quaresima
Ogni fascicolo contiene nuovi canti destinati
all'azione liturgica i quali - nella dinamica Z
fedeltà alla linea tracciata dalla riforma litur- Il canto della Preghiera Eucaristica
gica del Concilio Vaticano Il - all'impegno ed acclamazioni per la Celebrazione
di offrire validi e appropriati testi. congiun-
gono quello di far partecipare, in un conti- 3
nuo e fecondo dialogo, ogni «persona ce- L'Antifona di Ingresso
lebrante» . I canti sono infatti composti of- tra novità e Tradizione
frendo sempre una «versione base» per sola
assemblea e successive elaborazioni della 4
stessa per Schola a due voci pari e dispari, La Celebrazione del Matrimonio
tre voci dispari e quattro voci dispari. Ven-
gono inoltre proposti degli interludi organi-
stici con la finalità di offrire valido materiale
musicale per l'esercizio della viva ministeria-
lità celebrativa dell'organista.

Ogni fascicolo è accompagnato da un CD


contenente la registrazione di tutta la musi-
ca. Le esecuzioni sono' curate dal Coro del
Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma
insieme al Coro Interuniversitario di Roma
diretti dal Maestro Valentino Miserachs, con
il supporto tecnico dello studio mobile della
Radio Vaticana.
Nel corso dell'anno Armonia di Voci pre-
senterà recensioni delle più significative com-
posizioni destinate alla Liturgia .
Registr. al N. 392 del Trib. Civ. di Torino, 14-2-1949.
Scuola Grafica Salesiana - Torino 2003

i'"
Per informazioni:
Ufficio Abbonamenti Elledici
Tel. 011.9552164-5 - Fax 011.9574048
ELLEDICI E-mail: abbonamenti@elledici.org
Internet: www.elledici.org