Sei sulla pagina 1di 16

BALIBAR

Materialismo Dialettico: Termine inventato da Dietzgen ( marx parla di Metodo Dialettico) →


Nozione teorizzata da Lenin → tra storicisitico ( Labriola ) ed Evoluzionistico ( Kautsky) →
Stalin tramite un decreto identifica il materialismo dialettico con il marxismo-leninismo (
DIAMAT).

Antifilosofia: filosofia classica come impresa individuale → Pensiero di Marx ha condotto


verso una pluralità di dottrine tra al-di-qua ( materialismo storico) e al-di-là ( posizione
sociale della filosofia all’interno del campo dei conflitti sociali).

In Marx pensiero ( economico,filosofico,politico) è integrato → Tuttavia non separabile dai


propri spostamenti → Althusser: cesura del 1845 → Allontanamento dall’Umanesimo
Teorico.

[ Maestri: filosofia tedesca-socialismo francese-economia politica inglese [ formalizzata da


Kautsky, tuttavia già presente in Moses Hess] → Preve: Epicuro, Russeau, Smith, Hegel

Cesure

Sconfitta del 1848​: Abbandono della nozione di rivoluzione permanente → dittatura del
proletariato [ inizio progetto di ricerca sulla determinazione economica delle congiunture
politiche

Dopo il 1871​: Sconfitta della Comune → Lato cattivo della storia ( effetti
regressivi)/rivoluzione non dove c’è accumulo capitalistico ( inghilterra).

Critica all’Economia Politica: ​1859: Critica delle materie speculative a confronto con la
base materiale ( lavoro e produzione) → Duplice senso: distruzione dell’errore e conoscenza
dei limiti → necessaria la storia [ deduzione della forma del denaro a partire della
circolazione delle merci e riduzione delle leggi dell’accumulazione alla capitalizzazione del
plusvalore.

Tesi su Feuerbach –​ Redatte intorno al marzo 1845 [ Althusser: fino a Manoscritti, ancora
in Umanesimo Teorico] [ Superare tramite un nuovo materialismo l’opposizione tra
materialismo intuitivo e idealismo Hegeliano]

Tesi XI: ​“ I filosofi hanno solo interpretato il mondo in modi diversi, quello che conta è
cambiarlo”

Critica all’Alienazione: In Feuerbach, alienazione religiosa – prassi passa per la


riappropriazione dell’essenza → Estensione alla politica. In Marx: Alienazione non fatto di
coscienza individuale ma scissione prodotta dalle divisioni sociali → uscita tramite la
rivoluzione → Uscita dalla Filosofia.

Rivoluzione contro Filosofia: ​Ingiunzione rivoluzionaria prescrive che ci sia un solo modo
di cambiare il mondo → Limiti della filosofia.
Praxis e Lotta di Classe: ​Rivoluzione in tradizione francese ( ripresa del movimento della
Rivoluzione interrotto dalla Restaurazione) → universalizzazione della componente
egalitaria → non utopia ma movimento sociale radicale. Soggetto politico sono i proletari (
“dissoluzione in atto della società civile borghese”: condizioni di esistenza sono in
contraddizione con i principi della società borghese) [ incarnano scissione tra libertà formale
e materiale].

Rivoluzione a partire da un movimento reale che abolisce lo stato di cose presente → In


Atto: Azione Rivoluzionaria deve essere Agita ( non una filosofia dell’azione).

Materialismo in Marx: necessità di differenziarsi dal materialismo classico per contrastare


l’idealismo → 1. principi filosofici sfociano nell’edificazione delle masse → Formulazioni
universali che combinano rappresentazione e soggettività → Materialismo classico, come
l’idealismo, impone un ordine teoretico e valoriale al mondo. → Dopo Kant rappresentazione
è Attività di un Soggetto. → Versante idealistico come filosofia della soggettività (Coscienza)
→ Per Marx: denegazione di un duplice movimento: trasformazione del mondo esterno e
costituzione del Sé [ sia materialismo che idealismo si autoimplicano.

Soggetto non è diverso dalla pratica​ → ​ rappresentazione del proletariato come un


soggetto attivo ( identificazione dela soggettività con la pratica e della pratica con l’attività
rivoluzionaria del proletariato).

Rappresentazione Borghese del mondo: Soggetto come categoria centrale della filosofia in
tutti i campi dell’esperienza concreta → umanitò che si forma da sé e che si libera da sé. (
lato idealistico e materialistico) In Marx, Proletariato è il vero soggetto pratico che dissolve
l’ordine esistente → ruolo storico privilegiato del proletariato in quanto, nel suo elemento
insurrezionale permanente, mette fine al dilemma materialismo/idealismo.

Essenza Umana​: “Essenza Umana è l’insieme ( ensemble) dei rapporti sociali ( non
astrazione inerente all’individuo singolo” → dialettica tra lavoro e coscienza [ Capitale, I:
tool-making animal) → storia dei modi di produzione/ Id. Tedesca: l’uomo produce i mezzi
della propria esistenza, producendo indirettamente la loro vita materiale] → ​Umanesimo
Teorico.

Def. Marx permette di spostare la questione: essenza non è un eidos in cui possono essere
disposte per generalità delle differenze, che individuano i singoli essere [ essenza a partire
dalle relazioni multiple che gli individui stabiliscono tra di loro] → Contenuto effettivo.

Umanità come realtà transindividuale​: ciò che esiste tra gli individui [ rifiuto
dell’individualismo e dell’organicismi ( non monade né Totalità).

Ontologia della Relazione​: Rapporti sociali sono quelli della rivoluzione permanente
Stirner​: Tesi: Rifiuto della possibilità di ogni generalità a partire dal riferimento all’unicità
dell’individuo ( il proprio di ciascuno è la sua proprietà) - > critica ad ogni nozione universale.

Risposta: Trasformazione della prassi in produzione ( storico e sociologico) e ponendo la


questione nei termini dell’Ideologia.

Ideologia Tedesca [ ​Incentrata sulla nozione di produzione: ogni attività umana di


formazione e trasformazione della natura → ontologia della prassi nella produzione dei
mezzi di esistenza che costituisce la storia ]. Contro Stirner: non rifiutare gli universali ma
studiarne la genesi in funzione delle condizioni collettive.

Tappa delle divisioni del lavoro come modo di produzione e di scambi → Universalità
giuridico-statale apparirà come inversione ideologica dei rapporti sociali ( contro Hegel) →
Divisione del lavoro come principio della costituzione e della dissoluzione dei gruppi sociali.

Presupposto Reale​: attività alle prese con la natura → ​Punto di Arrivo​: Società civile
Borghese [ contraddizione interna: per la massa l’individualità assoluta corrisponde ad una
contingenza delle condizioni di esistenza ( proprietà è spossessamento generalizzato).

Società borghese costituita nel momento in cui le differenze di classe prevalgono su tutte.

Società borghese contiene le premesse del suo rovesciamento / distrugge la libertà nel
momento in cui la dichiara ( comunismo come imminente)

Proletariato: Classe universale della storia ( nessun interesse particolare da difendere) →


possiede tutte le qualità [ Universalità negata si rovescia in universalità positiva → per
ciascuno a patto che avvenga per tutti → condizione del salariato come compimento del
processo di divisione del lavoro.

Unità della Pratica

Distinzione tra poiesis (Azione necessaria sottomessa ai vincoli della natura) e praxis (
Azione libera come trasformazione di sé → Per marx entrambe si identificano ( libertà
effettiva →← trasformazione materiale) [ Impossibile mantere un’essenza invariante ] =
Theoria: Produzione di coscienza [ uno dei termini della contraddizione storica ] →

Ideologia: ​Problema: Incontro tra due questioni: 1. Potenza delle Idee ( non dalle stesse ma
dalle circostanze reali) e 2. Astrazione → Esistenza delle classi ( divisione del lavoro e della
coscienza). → idee dominanti sono le idee della classe che è la potenza materiale
dominante [ espressione ideale dei rapporti materiali dominanti.

Genesi della coscienza​: [ Problema: Sfuggire alla teoria dell’ignoranze delle masse e
dell’inculcazione] → ​Ideologia​: scarto tra vita e coscienza, contraddizione tra particolare e
generale, raddoppiamento della contraddizine in un automatismo teorico.

Processo ideologico​: Esistenza alienata della relazione tra gli individui [ commercio ] →

Storia dell’ideologia​: Contraddizione tra divisione del lavoro: limiti di comunicazione sono
limiti dell’universo intellettuale [ conflitto esistenziale ] → limiti di classe della coscienza →
Ostacolo all’universalità sono le condizioni della vita materiale.
Coscienza ideologica come sogno di un’universalità impossibile [ proletariato si colloca al
limite dell’ideologia e tende a convertirla in universalità effettiva.

Ideologia come astrazioni di coscienza​: 1. Divisione del lavoro possibile solo tramite
apparato statale come produttore di astrazione con il fine del consenso ( universalità fittizia
→ Universalizzazione della particolarità)

Analisi della differenza intellettuale​: Dominio che si costituisce nel campo della coscienza
producendo effetti materiali ( 1. Schema di spiegazione del mondo e processo coestensivo
alla divisione del lavoro ) → Ideologi attivi della classe dominante → Hegel ( Integrazione
degli intellettuali con la funzione di mediare l’universalità astratta al livello della coscienza di
Sé → Differenza intellettuale attraversa tutte le pratiche ed invididui [ intellettuali come
strumento dell’inuguaglianza].

Aporia Dell’Ideologia

Proletariato come non-classe la cui formazione precede la dissoluzione delle classi nel
processo rivoluzionario. → Massa proletaria: spossessata ed esterna al mondo dell’ideologia
→ Ricerca di una strategia operaia a fronte della controrivoluzione porta ad un critica
all’economia politica ( economisti classici si fondano sul postulato dell’eternità delle
condizione di produzione borghese).

Feticismo della merce: ​Reificazione del modo borghese nella mercatizzazione dell’attività
sociale 2. Modo di soggezione implicato nel processo di scambio → “ Soltanto il rapporto
sociale determinato assume la forma di un rapporto tra cose “ Merci: oggetti scambiati che
possiedono un’utilità ed un valore di scambio ( prioritario rispetto alla scelta degli individui)
→ Legggi oggettive della circolazione delle merci regolata dai movimenti del valore tramite la
quale gli uomini regolano i rapporti di servizi reciproci → Funzione della moneta: valore di
scambio si presenta come prezzo in rapporto ad una quantità di denaro [ possibilità di
entrare in rapporto con altre merci ] → tesaurizzazione del denaro come oggetto di bisogno
universale → Merci come “ sensibili sovrasensibili” in cui coesistono aspetti del naturale e
del sovrannaturale [ momenti dell’esperienza : produttori che scambiano ]

Ricondurre il Fenomeno della Merce ad una causa reale: → Apparenza dell’oggettività del
valore di scambio → “pratica degli scambi ne determina le proporzioni, ma valre di scambio
che rappresenta una proprietà della cosa [ lavoro appare socializzato attraverso la forma di
valore ]

Nascità dell’Idealità

Movimento che parte dal carattere duplice del lavoro ( concreto e astratto) e finisce nella
duplicità della merce ( utilità e valore)
ii. Valore di una merce può essere espressa nella quantità di un altre ( Equivalente generale,
merce universale)

iii. Moneta viene materializzata e riprodotta dagli impieghi economici, idealizzata perché
esprime l’idea della merce universale. 1. Opposizione al monetarismo ( denaro → Merce:
forma astratta contenuta nel rapporto tra le merci suffiecne a spiegare la logica dei fenomeni
monetari) 2. Critica economia politica: ragioni che rendono necessario il feticismo del
rapporto sono storiche, sorgono attraverso la destinazione per la compravendita ( in
capitalismo anche forza-lavoro diventa merce → lavoro salariato) → Si raggiunge punto di
non ritorno → progresso possibile nella pianificazione della produzione e ripresa del
controllo sociale del lavoro.

Rivoluzione del Soggetto​: Dato degli oggetti prodotto a partire dalla norma di
comportamento ( e viceversa) → oggetti economici sempre quantificabili ed imperativo
sociale a sottometterli

Non-Soggetto ( società) che con un insieme di scambi produce rappresentazioni sociali nel
momento in cui produce oggetti rappresentabili → costituzione dell’equazione valore-lavoro
come genesi della soggettività borghese ( homo oeconomicus) e del mondo sociale
dell’oggettività

Marx​: Rapporti tra merci rappresentano i rapporti tra individui → Lukacs: Soggetti vengono
valutati e dunque trasformati in cose ( reificazione) [ 1. Oggettività mercantile come modello
di ogni oggettivitò ( scientifica → scienze della natura) → calcolo si estende ad ogni altra
attività umana. ( separazione tra lato soggettivo e oggettivo dell’esperienza) → Proletariato
in quanto oggetto è destinato a diventare un soggetto del rovesciamento.

Pasukanis​: individui, come merci, appaiono per natura dotati di volontà e soggettività [
feticismo giuridico ] → struttura comune è l’equivalenza generalizzata che sottomette gli
individui alla forma di circolazione dei valori [ codice] → Analisi dei modi di soggezione in
rapporto alle pratiche inscritte in un’ordine simbolico costituito nella storia

La persona in Marx​: Persone individui reali di fronte alle cose, e in rapporto ad esse sono
funzioni dei rapporti di scambio in quanto maschere giuridiche per entrare in scambi
commerciali ( diritti dell’uomo: Astrazione egalitaria a partire da Hegel, Babeuf critia il
carattere borghese contro la solidarietà sociale → appaiono espressione speculativa della
scissione dell’essenza tra la finzione giuridica e la realtà delle disuguaglianze).

Marx: Grundrisse​: identificazione tra eguaglianza e libertà rappresenta la forma idealizzata


della circolazione delle merci e del denaro → “ Ogni individuo si presenta nel commercio
sociale come portatore di un potere d’acquisto” → tramite la proprietà come carattere fittizio
dell’essenza del soggetto borghese per entrare nella catena infinita di scambi tra equivalenti.
[ diritti innati nella società civile come coestensiva all’universale degli scambi mercantili ] →
Contraddizioni: 1. All’interno della produzione, tramite la forma del salario esprime un
rapporto di forze che decompone il collettivo dei lavoratori [ capitale come grande automa
che produce plusvalore per valorizzarsi ] → diritti dell’uomo maschera dello sfruttamento e in
cui si esprime la classe degli sfruttati → Negazione della Negazione: proprietà individuale
fondata sulla cooperazione e possesso collettivo della terra e dei mezzi di produzione.

Ideologia e feticismo mettono in rapporto l’isolamento individuale con la constituzione di


astrazioni dell’ideologia borghese dominante [ contraddizione tra universalità pratica e
universalità teorica ] → Alienazione: Scissione della comunità reale e proiezione del rapporto
sociale in una cosa esterna ( Idolo) [ In ideologia tedesca teoria della costituzione del potere
( denegazione delle condizioni materiali della produzione – differenza intellettuale come
meccanismo tramite il quale si perpetra il dominio ideologico → Teoria dello Stato ( dominio)
] , in capitale feticismo come meccanismo di soggezione – forma della circolazione
mercantile in cui ogni forma di produzione è subordinata alla riproduzione del valore di
scambio ( Teoria del Mercato)

Filosofia della Storia

Critica ad ideologia e feticismo come momento del riconoscimento della storicità dei rapporti
sociali [ VI tesi su Feuerbach: storicità dell’essenza umana ] → Entrambe come finzioni di
una Natura che nega il tempo storico → Tuttavia: Monopolio dell’attività capitalistica (
centralizzazione dei capitali ) diventa un vincolo del modo di produzione e diventa
incompatibile con il suo involucro [ struttura della produzione capitalistica genera la propria
negazione ].

Progressismo marxista: 1. Socialdemocrazia tedesca ( naturalismo ( darwin) etica (kant)


ortodossia ( Labriola, Kautsky) → certezza del senso della storia 2. Socialismo Reale 3.
Sviluppo Socialista nella periferia capitalista

Teorie del Progresso: Teorie elaborate a partire dall’età dei lumi si presentano come t.
dell’integralità della storia [ successione in stardi di successione o carattere decisivo delle
crisi nella totalità dei rapporti sociali [ processo indefinito oppure processo che porta ad uno
stato di equilibrio] → tesi fondanti: irriversibilità e linearità del tempo [ e perfezionamento ] →
incrementale del cambiamento → in Marx Problema della prassi di trasformazione collettiva (
Manoscritti: Scienze sono libro aperto delle forze essenziali dell’uomo ) → Linea di
evoluzione progressiva dei modi di produzione ( evoluzione come storia delle formazioni
sociali) in rapporto alla socializzazione ( capacitòà di controllare collettivamente le proprie
condizioni di esistenza ).

In Marx presente idea di evoluzione progressiva inseparabile dalla tesi sull’intelligibilità delle
forme storiche [ produzione della vita reale è in ultima istanza fattore determinante della
storia ( non unico) ].

Schema di Causalità​: 1. subordina il processo storico alla teleologia materialistica 2.


motore di trasformazione sono le contraddizioni della vita materiale.
3 Livelli​: I. progresso dei modi di produzione successivi ( finalistico/ deterministico) → Lotta
di classe come risultato di insieme =

2, Contraddizione tra rapporti di produzione e sviluppo delle forme produttive nel capitalismo
[ socializzazione della produzione e tendenza alla parcellizzazione della forza lavoro] → L. di
classe interviene come operatore del processo di risoluzione della contraddizione (
Necessità ineluttabile )

3. Trasformazione del modo di produzione tramite movimento dell’accumulazione [ due


fronti: Capitalisti tramite metodi di produzione del plusvalore e operai che contrastano
tendenza] + Stato che interviene nel processo di regolazione sociale [ Razionalitò storica di
marx come teoria formale del conflitto ]

Lato Cattivo della Storia

Marx rifiuta visione moralistica della storia ( vs Proudon) → storia procede a scapito
dell’universalità dei valori della giustizia sociale → attraverso lo scontro di interessi [
irrazionalità di fondo ]

Due eventi: 1848 ( scacco dei rivoluzionari ) 1871 ( Fallimento della comune) → nodo
centrale è uil processo come centro dialettico [ idea formale e non etica ] ( opposizione tra il
collettivo capitalista e quello operaio ).

Contraddizione permanente come processo che comporta un residuo rivoluzionario [


contraddizione, temporalità e socializzazione ] → Conatus che muove la storia collocato
nella pratica della produzione e non nella rappresentazione stessa [ prassi come operatore
decisivo ].

Politica marxista​ presente come transizione: trasformazione rivoluzionaria della dittatura


proletaria [ deperimento dello stato ] → Anticipazione della società senza classi ( forma
iscritta nel provvisorio)

La comune russa: ​Idee sullo sviluppo storico economico: 1. Legge tendenziale del calo di
profitto vincolato alle circostamze storiche II- Comune rurale contiene dualismo ra economia
non mercantile e produzione per il mercato 2 Forma comunitaria è un arcaismo tuttavia
necessario per la rigenerazione Russa e costruzione della società comunista [ molteplicità
concreta di vie dello sviluppo storico = singolarità della storia / Althusser: Surdeterminazione
]

Economicismo di Marx si traduce in un anti-evoluzionismo

Percorsi in Marx​:
1. A partire dal problema dell’essneza ( umanesimo teorico) verso la problematica del
rapporto sociale ( punto di vista negativa ( T. Feuerbach, filosofia della prassi) e positivo
(Ideologia tedesca: essenza coincide con forze di sviluppo produttive

2. critica delle illusioni e costituzione del soggetto ( nelle forme della alienazione[ feticismo
mercantile e giuridico]] → passa attraverso l’analisi dell’orizzonte sociale della coscienza [
differenza intellettuale e struttura individuale della proprietà ]

3. Invenzione dello schema di una causalità ( materialismo che rovesca il primato della
coscienza ) verso una dialettica della temporalità ( immanente) [ realizzato nella
contraddizione reale ] ( dialettica temporale vs linearità della storia universale nell’evolversi
delle forme produttive] .

Marx non sistematico perché in sé condivida etica dello scienziato politico e del
rivoluzionario.

Dopo Marx: “ Ideologia è per la filosofia il nome materialistico della propria finitezza”

Ontologia marxista ontologia moderna in quanto transindividuale, oltre l’opposizione tra


individualismo e organicismo ( ontologia della relazione – intersoggettività )
QUESTIONE EBRAICA

Bauer: ​Inconciliabilità strutturale tra ebraismo e stato cristiano [ riconoscendo


l’ebreo, lo stato cristiano gli attribuisce uno statuto di privilegio che non permette
l’emancipazione politica ] -> Necessario emancipare lo stato e gli individui dalla
religione -> convertire l’ebreo in cittadino -> rendere la religione un fatto meramente
privata ( nessun culto di stato).
Marx: di quale specie di emancipazione? -> Bauer critica lo stato religioso ma non lo
stato in sé ( non collega emancipazione politica con quella umana).
Questione diversa di stato in stato: Germania ( pura questione teologica), Francia (
questione costituzionale [ incompletezza dell’emancipazione politica ]
Stati uniti: stato politico esiste compiutamente, questione ebraica diventa di ordine
mondano -> Religione, se non fondamento dello stato, allora fenomeno della
limitatezza mondana ( “ Un uomo senza religione non può essere un uomo onesto”)
“Rapporto tra emancipazione politica e religiosa è rapporto tra politica e umana”
Emancipazione politica del cittadino è emancipazione politica dello stato dalla
religione ( stato in quanto tale, completo, se non professa una religione ).
Emancipazione dell’uomo dalla religione indiretta perché passa attraverso la
mediazione dello stato [ in cui trasferisce la sua mondanità ].
Soppressione delle differenze politiche non ne elimina la presenza reale [ anzi lo
Stato le presuppone in quanto tali].
Hegel: Universalità del pensiero ( dello Stato) al di sopra dei particolari -> Stato
perfetto come vita generica dell’uomo [ elementi materiali permangono nella società
civile [ doppia vita, politica come ente comunitario e civile come uomo privato (
egoismo) ] -> nello stato membro di una sovranità immaginaria e riempito di una
universalità irreale [ conflitto religioso come scissione mondana tra Stato politico e
Società civile ] → Sofistica dello Stato Politico: scissione tra determinazione
particolare ( individuo vivente) e forma astratta.
Questione ebraica si colloca nella scissione tra Stato politico e società civile [ si
riconosce necessaria perché necessario lo Stato Politico].
emancipazione politica avviene trasferendo la religione dal diritto pubblico a quello
privato [ religione come espressione dell’uomo dalla sua natura comunitaria ] ->
scomposizione del religioso e il cittadino è il modo politico di emanciparsi della
religione.
Stato incompiuto: Stato cristiano, tramite la religione cristiana integra e santifica la
sua incompiutezza -> A valore l’estraniazione, nella figura del re
Stato compiuto: Presuppone la religione perché la attua mondanamente ->
realizzazione dello spirito religioso nella sua forma mondana [ fondamento umano
del cristianesimo ] -> Religione come spirito della società civile ( l’uomo considera la
vita statale come la sua vera vita.

Contraddizione religiosa tra individui è una parte dell’universale contraddizione


mondana tra Stato e società civile.
Emancipazione ebraica trova il limite dell’emancipazione umana perché rientra
nel’essenza della emancipazione politica.

Può l’ebreo ricevere i diritti dell’Uomo:?


Bauer Lo nega
Marx: Alcuni Diritti dell’Uomo sono diritti politici che garantiscano la libertà politica
del cittadino.
Altri [ libertà di coscienza e di culto ] -> distinti da quelli politici perché si considera
l’uomo come membro della società civile [ considerano l’altro uomo come un
mezzo/limite -> insocievolezza strutturale -> diritto alla proprietà privata [ diritto
all’egoismo ] -> Sicurezza e polizia come assicurazione dell’egoismo particolare [
sottomissione della comunità politica alla particolarità civile -> vita politica come
mezzo per preservare la società civile.
Rivoluzione politica come rivoluzione della società civile dalla feudalità ( carattere
immediatamente politico ) -> stato politico come affare universale ( soppresione del
carattere politico della società civile) [ Idealismo dello stato come compimento del
materialismo della società civile.-> uomo egoista come base della società civile [ non
venne liberato da religione e proprietà, ma gli furono concesse ] -> Uomo non
politico = uomo naturale ( diritti dell’uomo appaiono come diritti naturali) [ società
civile ( sistema dei bisogni) come base naturale -> Uomo nella sua immediata
esistenza sensibile-individuale [uomo reale vs uomo vero nella figura del cittadino
astratto]
Emancipazione politica compiuta quando viene meno la separazione tra forza
sociale e forza politica ( l’uomo reale riassume il cittadino astratto).
II.
Errore di Bauer: fa coincidere l’essenza religiosa dell’ebreo con la sua intera
essenza [ problema di una formulazione interamente teologica ] -> Quale elemento
sociale è necessario superare ? [ bisogno mondano dell’egoismo -> Denaro ].
Giudaismo come elemento attuale antisociale ( emancipazione degli ebrei è
emancipazione umana dal giudaismo.
Contraddizione tra influenza civile dell’ebreo e mancanza di diritti politici si risolve in
contraddizione tra politica e potenza del denaro [religione del bisogno pratico si
risolve in prassi.
Dialettica spirituale tra cristianesimo e giudaismo possibile in quanto cristianesimo
ha prodotto autoestraneazione dell’uomo da sé e dalla natura -> presenza di oggettti
alienabili come pratica dell’espropriazione ( oggettivazione del sé come oggetto
fantastico, ponendo il valore della prassi nel denaro).+Emancipazione sociale
dell’ebreo è emancipazione della società dal giudaismo.

MANIFESTO

Pubblicato a Londra nel 1848

Marx-Engels in contatto con società segrete di operai ( Associazione operaia


Tedesca).
Polemica con Weitling: contro il socialismo utopista necessaria scentificità e dottrina
concreta [ ideologia iper-realista per rinsaldare il legame della realtà con la storia >
“abbreviare le doglie del parto” [Capitale], rendere trasparente la funzione del
proletariato nel movimento della storia .
Manifesto nasce come manifesto programmatico della Lega dei Comunisti -> spunto
preso da Principi del comunismo di Engels [forma diversa da quella del programma
interno in quanto necessario esprimere in maniera aperta il carattere internazionale
della lotta [ Manifesto in senso di rivendicazione politica a partire da Buonarroti]
Moti del 48: Febbraio -> a Parigi viene proclamata la Repubblica [Marx Segretario
della Lega ]. Germania ( sottosviluppo del proletariato) -> Giugno: Fondazione della
Nuova Gazzetta Renana

Radici Teoriche

Percorso di Marx: Critica della religione della filosofia politica -> Feuerbach -> Critica
dell’economia politica e del sistema di fabbrica.
Della Volpe: Status quo in Hegel viene ipostatizzato [ critica della filosofia del diritto]
Althusser: Umanesimo teorico, rottura in Ideologia Tedesca [Secondo Fusaro il
Manifesto è un’opera Hegeliana [ tuttavia pensiero di Hegel già in bilico tra
legettimazione dell’esistente e tensione verso la razionalità futura ].
Marx applica integralmente al “modo di produzione capitalistico” la contraddizione in
processo “ [ ugualmente per valore di scambio e valore d’uso nelle merci”].

Concezione materialistica della Storia

definita da 1. teoria dei modi di produzione [ruolo di forze extra-umane] 2. lotta di


classe [ ruolo della prassi umana ] -> Capovolgimento della dialettia hegeliana [
presupposto reale della storia è l’attività produttiva che domina la natura ( prassi)].
Storia dei modi di produzione corrisponde a storia dell’appropriazione e della
proprietà​ ​[ presenza di una teleologica: la storia è l’atto reale di generazione del
comunismo] -​> ​prodotta dal rapporto tra forze produttive ( elemento
economico-tecnico) e rapporti di produzione (rapporti tra classi sociali che esprimono
l’organizzazione della società).
Nel Manifesto presente centralmente il tema della lotta di classe.
Semplificazioni dell’età moderna ( polarizzazione e generalità delle classi, borghesia
ha abolito la sistemaazione politica edllo sfruttamento e l’ha portata nel terreno della
società civile [ società borghese si costituisce quando le differenze di classe
prevalgono sulle altre ]. Schiavitù come categoria economica ( forma-salario).
Prospettiva evolutiva della storia ( società attuale permette di spiegare quelle
passate). [ Engels situazione operaia in Inghilterra: prospettiva cristiana immanente:
libertà formale e schiavitù materiale].
Novità di Marx è aver inscritto la lotta di classe in una filosofia della storia destinale
all’abolizione delle classi.
Ideologia: tutto ciò che emana direttametne dal modo di produzione vigente ( idee
della classe dominante sono le idee dominanti, ovvero l’espressione ideale dei
rapporti materiali dominanti [tesi XI Feuerbach ( l’essere degli uomini è il processo
reale della loro vita) -> mondo visto tramite uno specchio capovolto [Hegel e
giustificazione dello stato Preussiano, Economia politica classica che assume come
naturale la produzione capitalistica.

Obiettivo del Manifesto: Unione di masa degli operai [ trade unions] [se situazione
economica genera proletariato in Sè, lotta lo trasforjma in classe per Sè cosciente
della propria posizione -> Rendere Reale l’Ideale.Comunismo = movimento reale
che abolisce lo stato di cose presente ->solo il proletariato moderno può prendere
coscienza dei rapporti materiali e diventare classe in sé e per sé.
Funzione dei comunisti: 1. forza propulsiva dei partiti operai di tutti i paesi
[avanguardia teorica e pratica] ( universalismo contro il settarismo dei partiti
proletari).
In capitalismo libertà umana ricavata dalla generalizzazione dei rapporti di scambio (
= libertà delle merci) - in comunismo, libertà avviene nei rapporti di produzione

Borghesia ha avuto carattere rivoluzionario di disvelamento dei rapporti di


produzione [ necessario continuo sconvolgimento dei rapporti di produzione ->
rapporti sociali] -> Operai come merce dotati di valore commerciale.
[ borghesia non sopravvive perché non è in grado di mantenere le condizioni di vita
del dominato ].
In società borghese, lavoro vivo è strumento per accrescere il lavoro accumulato.
MANOSCRITTI

Salario: determinato dal conflitto tra capitalista e operaio [ tasso inferiore è sostentamento
durante il lavoro ] -> operaio diventa una merce [segue leggi di domanda e offerta ] -> ma
non c’è equivalenza netta tra aumento dei profitti e aumento dei salari (ma c’è in negativo).
Aumento di salario portà aumento del lavoro
Accumolo del capitale aumenta divisione del lavoro che aumenta il numero degli operai
Accumulo di capitale porta a concentrazione di capitale.

Capitale è lavoro accumulato-> potere di governo sul lavoro e sui suoi prodotti.
Concorrenza come unico sussidio contro i capitalisti ( aumento dei salari, ribasso delle
merci) -> tuttavia con accumulo del capitale e concorrenza aumenta la concentrazione.
Ricardo: Uomo è una macchina per consumare e produrre, vita umana è un capitale.

Rendita fondiaria: lotta tra affittuario e proprietario


Conseguenza dell’aumento della ricchezza: riduzione di ogni differenza tra proprietari e
capitalisti ( divisione ultima in lavoratori e capitalisti).
Ideologia della proprietà fondiaria: terra feudale come terra alienata e resa estranea all’uomo
-> rapporto tra proprietario e lavoratore come puro rapporto economico.

Lavoro Estraniato​.

economia politica assume la proprietà privata come un datum, e ne formula le leggi, ma non
comprende che queste leggi derivano esse stesse dalla proprietà privata [uniche leggi sono
egoismo strutturale e convergenza competitiva ] ( costruisce uno scenario originario in cui
queste leggi sono assolute [ analogia teologica]
Svalorizzazione del mondo umano -> valorizzazione del mondo delle cose [ oggetto che
l’operaio produce si contrappone ad esso come essere esrtaneo, oggettivazione del lavoro
come annullamento dell’operaio -> estraniazione-> Alienazione [analogia religiosa->
Feuerbach] > Oggetto del lavoro diventa una forza a se stante.
I. Tanto più l’operaio si appropria del mondo esterno con il lavoro, tanto più si priva dei
mezzi di sussistenza [mondo esterno non può valere come un mezzo di sussistenza
immediato]
-> Operaio riceve il mondo esterno e riceve i mezzi di sussistenza ( può esistere come
operaio e com soggetto fisico..
II. E. politica nasconde estraniazione del lavoro salariato per il fatto che non considera il
rapporto tra lavoro (operaio) e produzione.
Alienazione si mostra nell’attività produttiva stessa dell’operaio [ alienazione attiva] -> Lavoro
come esterno all’operio -> mezzo di soddisfazione dei bisogni estranei [ operaio non
appartiene a se stesso] -> estraniazione di Sé come prima estraniazione della cosa.
III. Uomo appartiene ad una specie perché si comporta verso se stesso come un essere
univerrsale e libero [rapporto con la natura come natura inorganica spirituale ( natura come
corpo inorganico dell’uomo].
Lavoro estraniato estrania l’uomo dalla natura e dall’uomo stesso [vita della specie come
mezzo della vita individuale.
Attività produttiva è la vita della specie -> ma lavoro estraniato la pone come mezzo per
conservarla = vita come mezzo della vita [essenza diventa un puro mezzo per l’esistenza]
Uomo a differenza di animali produce anche libero dal bisogno fisico [ produzione come
carattere essenziale in quanto appartenente ad una specie -> lavoro come oggettivazione
essenziale della vita -> lavoro estraniato strappa la vita di appartenenza alla specie]
Conseguenze: 1. essere dell’uomo come estraneo, mezzo per l’esistenza individuale 2.
estraniazione dell’uomo all’altro uomo ( uomo si contrappone a sé e l’altro si contrappone a
lui).
Prodotto del lavoro appartiene all’altro uomo ( godimento del capitalista è l’alienazione
dell’operaio) [rapporto dell’uomo con se stesso è rapporto reale solo attraverso il rapporto
con gli altri uomini].
Proprietà privata: prodotto del lavoro alienato e mezzo tramite la quale si realizza
l’alienazione. [economia politiche esprime le leggi del lavoro estraniato] -> Salaro come
conseguenza necessaria dell’estraniazione del lavoro ( uguaglianza dei salari mantiene la
dinamica ma la generalizza).
Emancipazione dalla proprietà privata è la forma poltica dell’emancipazione degli operai (
emancipazione universale dell’uomo.

Essenza generale della proprietà privata​: appropriazione si presenta come alienazione (


uomo si appropria della natura con il lavoro, ma si estrania nello stesso momento da essa].
( al non operaio l’attività di alienazione appare come un comportamento teoretico).

Operaio è un capitale vivente (merce) il cui valore fluttua secondo le regole di domanda e
offerta [esistenza del capitale come esistenza dell’operaio] -> salario in funzione della
conservazione dello strumento produttivo [ spesa necessaria del capitalista] -> capitalista
guadanga soltanto se ribassa i salari ( rapporto normale).
Esistenza dell’operaio come esistenza astratta in funzione del capitale.
Differenza tra capitale e terra come distinziione storica in un momento cristallizzato.

Proprietà privata e lavoro

Essenza soggettiva della proprietà privata è il lavoro -> economia politica è prodotta dal
movimento della proprietà privata ( in quanto movimento autonomo della proprietà privata
diventato cosciente nell’industria moderna). -> negazione dell’uomo in quanto egli stesso
diventa l’essenza della proprietà privata -> atto stesso dell’alienazione -> Lavoro come unica
essenza della ricchezza.
Proprietà forma attiva del soggetto umano -> riduzione dell’uomo ad essenza della proprietà
privata e privazione dell’essenza dell’uomo ( lavoro estraniato -> proprietà privata).
Fisiocrazia: ricchezza risolta nella terra e nell’agricoltura ( non ancora capitale). Terra è una
ricchezza soltanto tramite il lavoro produttivo ( agricoltura), allora lavoro ancora vincolato ad
un elemento naturale particolare ( modo d’esistere determinato) -> una particolare forma
dell’alienazione.
Lavoro in generale come essenza della ricchezza .
Proprietà privata e comunismo

Se proprietà privata e sua mancanza non intesa in rapporto ad opposizione tra lavoro e
capitale non è ancora realzione attiva .> lavoro ( essenza soggettiva della proprietà privata(
e capitale ( lavoro oggettivo in quanto esclusione dal lavoro reale) -> proprietà priivata in cui
la contraddizione è già sviluppata.
Comunismo ( nella sua forma generale) = espressione positiva della proprietà privata
soppressa [compimento di essa]. [ possesso fisico immediato, generalizzazione dello stato
di operaio ] -> negazione della personalità dell’uomo
Comunismo rozzo nel ritorno alla semplicità innaturale è livellamento determinato dall’invidia
universale [ comunità del lavoro e uguaglianza del salario: universalità rappresentata ->
lavoro in quanto determinzione individuale, capitale in quanto generalità riconosciuta] ->
situazioni di fatto. ( proprio il fatto di essere avvenuto nel passato ne contraddice il carattere
essenziale)
Comunismo completo: soppressione positiva della proprietà privata intesa come
autoestraniazione dell’uomo e come reale appropriazione dell’essenza dell’uomo -> ritorno
dell’uomo come essere sociale ( identificazione con l’umanismo).
Intero moviemento della storia come atto real di generazione del comunismo e coscienza
pensante il movimento storico verso di esso.
Soppressione positiva della proprietà privata è soppressione di ogni estraniazione [
estraniazione economica = estraniazione nella vita reale] -> carattere sociale del movimento
emancipatorio [ alterità, essenza umana esiste soltanto per l’uomo sociale].
Coscienza universale è la forma teoretica della comunità reale -> essere sociale come forma
vivente.
Riappropriazione del sensibile dell’essere umano da intendersi come totale portata da un
uomo totale -> comportamento di fronte all’oggetto -> attuazione della realtà umana.
Emancipazione completa e totale di tutti gli attributi umani ( diventati umani oggettivamente
e soggettivamente) -> oggetto deve diventare oggetto sociale -> Liberazione di tutte le forze
essenziali [ liberazione dal bisogno, risoluzione delle contraddizioni ( opposizioni teoretiche
risolvibili soltanto in maniera pratica -> compito reale della vita. [industria come libro aperto
delle forze essenziali dell’uomo.
Sensibilità deve costituire la base di ogni scienza ( uomo oggetto immediato della scienza
naturale - natura sensibile per l’uomo è immediatamente la sensibilità umana ( l’altro uomo a
lui immediatamente presente) [linguaggio come elemento di manifestazione vitale del
pensiero].

Momenti​: cosceinza teoretica e praticamente sensibile -> autocoscienza positiva non


mediata dalle sue estraneazioni ( religione, vita reale non mediata dalla soppressione della
proprietà privata).
Comunismo = negazione della negazione -> momento reale e necessario per lo
svolgimento storico
Bisogno Produzione e Divisione del lavoro