Sei sulla pagina 1di 40
Processi per asportazione di truciolo FRESATURA M .P. Groover (Città Studi 2014) Tecnologia meccanica [cap.

Processi per asportazione di truciolo FRESATURA

M .P. Groover (Città Studi 2014) Tecnologia meccanica [cap. 14-15]

Fresatura

Fresatura periferica:

a) Discordanza

b) Concordanza

Fresatura frontale

b ) C o n c o r d a n z a Fresatura frontale T
b ) C o n c o r d a n z a Fresatura frontale T

Operazioni di fresatura periferica

Fresatura periferica convenzionale Fresatura di scanalature Fresatura laterale Fresatura simultanea Fresatura di forma
Fresatura periferica
convenzionale
Fresatura di scanalature
Fresatura laterale
Fresatura simultanea
Fresatura di forma
Fresatura laterale Fresatura simultanea Fresatura di forma T E C N O L O G I
Fresatura laterale Fresatura simultanea Fresatura di forma T E C N O L O G I

Fresatura periferica

Fresatura periferica Fresatura in discordanza Up Milling Fresatura in concordanza Down milling T E C N

Fresatura in discordanza Up Milling

Fresatura in concordanza Down milling

Up Milling Fresatura in concordanza Down milling T E C N O L O G I
Up Milling Fresatura in concordanza Down milling T E C N O L O G I

Operazioni di fresatura frontale

Fresatura frontale convenzionale Fresatura frontale parziale Fresatura di tasche Fresatura di contornatura
Fresatura frontale
convenzionale
Fresatura frontale
parziale
Fresatura di tasche
Fresatura di contornatura

Fresatura a candela

Contornatura di una superficie

C o n t o r n a t u r a d i una superficie
C o n t o r n a t u r a d i una superficie

Fresatrici

Fresatrici Fresatrice mandrino orizzontale e verticale T E C N O L O G I A

Fresatrice mandrino orizzontale e verticale

Fresatrici Fresatrice mandrino orizzontale e verticale T E C N O L O G I A
Fresatrici Fresatrice mandrino orizzontale e verticale T E C N O L O G I A

Fresatrici

Fresatrici Fresatrice universale Fresatrice a cannotto T E C N O L O G I A

Fresatrice universale

Fresatrice a cannotto

Fresatrici Fresatrice universale Fresatrice a cannotto T E C N O L O G I A
Fresatrici Fresatrice universale Fresatrice a cannotto T E C N O L O G I A

Fresatrici

Fresatrici Fresatrice a banco fisso con mandrino orizzontale T E C N O L O G

Fresatrice a banco fisso con mandrino orizzontale

Fresatrici Fresatrice a banco fisso con mandrino orizzontale T E C N O L O G
Fresatrici Fresatrice a banco fisso con mandrino orizzontale T E C N O L O G

Fresatrici

Fresatrici Centro di lavoro universale . La capacità di orientare la testa di taglio lo rende
Fresatrici Centro di lavoro universale . La capacità di orientare la testa di taglio lo rende

Centro di lavoro universale. La capacità di orientare la testa di taglio lo rende una macchina a cinque assi

MCM JET FIVE Testa Birotativa Tavola Ribaltante motori lineari

JET FIVE Testa Birotativa Tavola Ribaltante motori lineari T E C N O L O G
JET FIVE Testa Birotativa Tavola Ribaltante motori lineari T E C N O L O G

Centro di Tornitura-Fresatura

Centro di Tornitura-Fresatura Centro di tornitura-fresatura multifunzione a 5 assi (Biglia Smart Turn) T E C

Centro di tornitura-fresatura multifunzione a 5 assi (Biglia Smart Turn)

multifunzione a 5 assi (Biglia Smart Turn) T E C N O L O G I
multifunzione a 5 assi (Biglia Smart Turn) T E C N O L O G I

Ciclo di lavoro su un centro di tornitura-fresatura

Ciclo di lavoro su un centro di tornitura-fresatura Funzionamento di un centro di tornitura-fresatura: (a) esempio

Funzionamento di un centro di tornitura-fresatura:

(a)

esempio di pezzo con superfici tornite, fresate e forate

(b)

sequenza di operazioni su un centro di tornitura-fresatura:

(1) tornitura del secondo diametro (2) fresatura di un piano con il pezzo nella posizione angolare programmata (3) foratura con il pezzo nella stessa posizione programmata

(4) troncatura

il pezzo nella stessa posizione programmata (4) troncatura T E C N O L O G
il pezzo nella stessa posizione programmata (4) troncatura T E C N O L O G

Parametri di lavorazione Fresatura periferica

D

[mm]

diametro della fresa

f z

[mm/(giro*dente)]

avanzamento al dente

n

[giri/min]

velocità di rotazione

h D [mm]

spessore di truciolo indeformato

v c

[m/min]

velocità di taglio

A D [mm 2 ]

area della sezione di truciolo

f

[mm/giro]

avanzamento al giro

• v f

[mm/min]

velocità di avanzamento

v f v c f v f z c f f z v f v
v f
v c
f
v
f z
c
f
f z
v f
v c
v c

Nomenclatura: ISO 3002/1-1982

f z c f f z v f v c v c Nomenclatura: ISO 3002/1-1982 T
f z c f f z v f v c v c Nomenclatura: ISO 3002/1-1982 T

Fresatura periferica

Fresatura in discordanza

a p profondità di taglio assiale a e profondità di taglio radiale

a e

Fresatura in concordanza

profondità di taglio radiale a e Fresatura in concordanza T E C N O L O
profondità di taglio radiale a e Fresatura in concordanza T E C N O L O

Fresatura periferica denti diritti: scomposizione delle forze e angoli

Possibile scomposizione della forza risultante F

F fN

F c

F cN

F

F f

Fresatura in discordanza Up Milling

Nomenclatura: ISO 3002/4-1984

F c

F f

F

F cN

F fN

Fresatura in concordanza Down Milling

F f F F cN F fN Fresatura in concordanza Down Milling T E C N
F f F F cN F fN Fresatura in concordanza Down Milling T E C N

Moti nella Fresatura Periferica

Un generico punto P di un dente percorre una traiettoria composta dai seguenti moti:

• rotatorio rispetto l’asse della fresa; • traslatorio nella direzione x.

L'espressione della traiettoria in funzione del tempo t è per fresatura discorde:

D

y

2

=

P

D

2

x

=

P

(1

cos ω t

)

sin ω

t

+

vt

f

y D/2 ωt P ( x , y ) P P 0 x
y
D/2
ωt
P
(
x
,
y
)
P
P
0
x
) sin ω t + vt f y D/2 ωt P ( x , y )
) sin ω t + vt f y D/2 ωt P ( x , y )

CICLOIDE

Traiettoria del dente in fresatura in discordanza

y f z a e f = Z·f z
y
f z
a e
f = Z·f z

D

dente in fresatura in discordanza y f z a e f = Z·f z D Il
dente in fresatura in discordanza y f z a e f = Z·f z D Il

Il punto immediatamente vicino a P seguirà la stessa traiettoria ma spostata della quantità f z

Si osserva che:

• il truciolo ha spessore variabile

• sul pezzo rimane una traccia di passo f z caratterizzata da un’altezza cresta-valle determinabile geometricamente.

x

un’altezza cresta-valle determinabile geometricamente. x T E C N O L O G I A M
un’altezza cresta-valle determinabile geometricamente. x T E C N O L O G I A M
Moti: Fresatura Periferica a F p c ω F f a z e F cN
Moti: Fresatura Periferica
a
F
p
c
ω
F
f
a
z
e
F
cN
v
f
v
= Zf n
[
mm / min]
f
z
F f a z e F cN v f v = Zf n [ mm /
F f a z e F cN v f v = Zf n [ mm /

Spessore di truciolo istantaneo e medio

(fresatura periferica, discordanza, denti diritti)

Spessore del truciolo in una generica posizione ϴ vale:

θω=

t con θ [0,ϕ]

h

θ

f sen

z

θ

O

B

p
A

θ f z ϕ x h max h θ
θ
f
z
ϕ
x
h
max
h
θ

a e

Poiché lo spessore del truciolo varia, anche la sezione (per dente) di truciolo varia e nella posizione θ vale:

A = hb θ θ b = a
A
=
hb
θ
θ
b = a

p

Angolo di impegno:

θ vale: A = hb θ θ b = a p Angolo di impegno : A

A

θ

ha

θ

=

cos

ϕ =

1

2 a

e

D

OB =−=a D

2

e

D

2

cos

ϕ

ϕ = 1 − 2 a e D OB =−= a D 2 e D 2
ϕ = 1 − 2 a e D OB =−= a D 2 e D 2

Spessore di truciolo istantaneo e medio (fresatura

periferica, discordanza, denti diritti)

O

B

A

θ f z ϕ x h max h θ
θ
f
z
ϕ
x
h
max
h
θ

a e

ω

Considerando l’i-esimo tagliente in presa:

F c F f z F cN v f
F c
F
f z
F cN
v f
a p
a p

F

c,

M

c,

k

=

ii

c,

i

= F

c,

A

θ

i

=

k

c,

i

D 2
D
2

i

ha

θ

i

p

MM = ∑ c
MM
=
c

i

− x con: = kh θ k c i , cs i 1 − x
− x
con:
=
kh θ
k c i
,
cs
i
1 − x
F
=
kh
a
c,
i
cs
θ
p
i
D
=
F
c,
i
c,
i
 
2
 
i

k

cs

P

c

(

f

z

sen

θ

i

)

1 x

= M ω

c

a

p

NB1:

P c dipende dal tempo

• quando un tagliente non è in presa, h θi = 0

NB2: è possibile ragionare in sicurezza considerando la situazione a potenza massima

19

Lavorazioni per asportazione di truciolo e macchine utensili

Spessore di truciolo medio (fresatura periferica)

Se numero medio di taglienti in presa > 2

periferica) Se numero medio di taglienti in presa > 2 spessore medio di truciolo ϕ ϕ

spessore medio di truciolo

ϕ

ϕ

0

1

z: numero medio di taglienti in presa

z =

=

ϕ

0

1

ϕ

Lo spessore medio del truciolo vale:

h

hd

θ

θ

=

=

m

ϕϕ

0

poichè

cos

ϕ =

1

2

a

e

D

Spessore di truciolo medio

h

m

=

2 f a

z

e

ϕD

Z

2 π

ϕ

f

z

sen

d

θθ

=

f z

ϕ

(

1

cos

ϕ

)

NB:

h m NON dipende dal tempo • ϕ in radianti

Sezione di truciolo media

A

m

=⋅= ha

mp

2 faa

z

e

p

ϕD

Sezione di truciolo media A m =⋅= ha mp 2 faa z e p ϕ D
Sezione di truciolo media A m =⋅= ha mp 2 faa z e p ϕ D
a p F c ω F f z a e F cN v f
a p
F c
ω
F
f z
a e
F cN
v f
2 f a z e h = m ϕD ϕ Z z = =
2 f a
z
e
h
=
m
ϕD
ϕ
Z
z =
=

ϕ

0

2

π

b = a

p

A

m

=

hb

m

=

2 faa

z

e

p

ϕD

ϕ ω =

2 πn

60

Considerando la forza media esercitata da un tagliente:

F

= k

A

m

= k

ha m p
ha
m
p

k

kh

cs

m

x

cm

cm

cm

D

2

con:

=

cm

M
M

cm = F

M = zM

c

kh − cs m x cm cm cm D 2 con: = cm M cm =

zk

P = M ω

c

c

h

m

a D

p

2

π

n

P

c

60

=

k

cm

cm

22

D

60

ππ

cm

nnzF

=

2

P

c

zM

cm

=

⋅=

60

2

60 = k cm cm 22 D 60 ππ cm nnzF = 2 P c zM

cm

Zf na a

z

p

e

Z k aD 2 f a π n cm p e 2 z P =⋅
Z k
aD
2 f a
π
n
cm
p
e 2
z
P
=⋅
ϕ
c
2
π
2
ϕ
D
60
vaa
f
pe
(W)
P = k
c
cm 60*1000
TECNOLOGIA MECCANICA 1

c,m

60

Q
Q

NB: P c NON dipende dal tempo

Lavorazioni per asportazione di truciolo e macchine utensili

21

Rugosità superficiale (fresatura periferica)

y c

P P’ a C e A B f z x c
P
P’
a
C
e
A
B
f
z
x
c
2 2 f f z z R = 1000 = 1000 t 4 D 8
2
2
f
f
z
z
R
=
1000
=
1000
t
4
D
8
R

Con:

f z

D

R t

[mm] [mm] diametro fresa [µm] rugosità totale

D R t [mm] [mm] diametro fresa [ µ m] rugosità totale T E C N
D R t [mm] [mm] diametro fresa [ µ m] rugosità totale T E C N
f z x = c 2 f P P’ R sin ( ωt ) z
f
z
x
=
c
2
f
P
P’
R sin
(
ωt
)
z
+ vt
=
c
fc
2
ω
a
sin (
ωt
)
 ωt
v
=
fZ
C
e
c
c
f
z
2
π
y c
f
/2
f
/2
A
B
z
z
t
=
=
per
v
>>
v
c
c
f
vv
+
ωR
c
f
f
z
f
/ 2
f
ω
z
z
t
=
ω
=
x
c
c
ω
R
2
R
2
2
(
ω
t
)

(
ω
t
)
2
2
(
)
c
c
yR =
( 1
cos
(
ω
t
))
=
R
(
1
1
sin
(
ωω
t
)
)
=
R
1
1
(
t
)
R
1
R
c
c
c
c
−−  1
2
2
   =
2
2
2
f
R
=
y
=
R 
22  
f
f
z
z
z
=
R
in mm
t
c
a
R
 
8
R
32 R
z z z = R ≅ in mm t c a R   8 R
z z z = R ≅ in mm t c a R   8 R

Rugosità superficiale (fresatura periferica)

Sperimentalmente si verifica che il valore della rugosità reale è

superiore:

R

t

[] µm 100 90 80 70 D = 25 mm D = 50 mm 60
[] µm
100
90
80
70
D = 25 mm
D = 50 mm
60
50
40
D = 100 mm
30
20
D = 200 mm
10
0

0.5

1

1.5

2

2.5

f

3

3.5

4

4.5

5

f

z

f

1000 f

2

R

t

8 R

1

4

R

a

R

t

Con:

R

R

R

t

a

[mm] raggio fresa [µm] rugosità totale [µm] rugosità media aritmetica

0

µ m] rugosità totale [ µ m] rugosità media aritmetica 0 T E C N O
µ m] rugosità totale [ µ m] rugosità media aritmetica 0 T E C N O

Parametri di lavorazione Fresatura frontale

D

[mm]

diametro della fresa

n

[giri/min]

velocità di rotazione

v c

[m/min]

velocità di taglio

f

[mm/giro]

avanzamento al giro

v f

[mm/min]

velocità di avanzamento

f z

h D [mm]

A D [mm 2 ]

[mm/(giro*dente)]

avanzamento al dente

spessore di truciolo indeformato

area della sezione di truciolo

f z a e
f z
a e

f

v

f

= f Zn = fn

z

Z = 8 f = 8 f z

v f v c f v f z c f f z v f v
v f
v c
f
v
f z
c
f
f z
v f
v c
v c

Nomenclatura: ISO 3002/1-1982

f z c f f z v f v c v c Nomenclatura: ISO 3002/1-1982 T
f z c f f z v f v c v c Nomenclatura: ISO 3002/1-1982 T

Fresatura frontale: geometrie

Geometria doppio negativa

• materiali e condizioni che richiedono notevoli sollecitazioni

• acciai e ghise ad elevata durezza

• macchine ad elevata potenza e stabilità

Geometria doppio positiva

• materiali e condizioni dolci(alluminio, acciai duttili, …)

• macchine a limitata potenza e stabilità

γ fe :

γ

pe γ fe
pe
γ fe
γ fe
γ fe

γ pe

angolo di spoglia superiore laterale in lavoro

γ pe angolo di spoglia superiore verso il retro dell’utensile

angolo di spoglia superiore verso il retro dell’utensile T E C N O L O G
angolo di spoglia superiore verso il retro dell’utensile T E C N O L O G

Fresatura frontale: geometrie fondamentali

Geometria positivo/negativa

• potenze intermedie

γ pe positivo: favorisce l’evacuazione del truciolo

γ fe negativo: elevati avanzamenti e profondità di taglio (maggiore resistenza)

γ fe angolo di spoglia superiore laterale in lavoro γ pe angolo di spoglia superiore verso il retro dell’utensile

γ fe

γ pe

superiore verso il retro dell’utensile γ fe γ pe T E C N O L O
superiore verso il retro dell’utensile γ fe γ pe T E C N O L O

Fresatura: geometrie fondamentali

γ fe k re γ pe
γ fe
k re
γ pe
Fresatura: geometrie fondamentali γ fe k re γ pe T E C N O L O
Fresatura: geometrie fondamentali γ fe k re γ pe T E C N O L O

Moti nella Fresatura Frontale

Z f z

P P’ A A’ D O a e B B’ f z
P
P’
A
A’
D
O
a
e
B
B’
f
z

Considerando i valori di f z , D e a e , si possono approssimare le curve AB e A’B’ con archi di circonferenze di raggio D/2.

AB e A’B’ con archi di circonferenze di raggio D /2 . T E C N
AB e A’B’ con archi di circonferenze di raggio D /2 . T E C N

Fresatura frontale: scomposizione delle forze

Possibile scomposizione della risultante F:

Forza parallela alla direzione di moto:

F

f

nel tratto AB opposta alla direzione di avanzamento

nel tratto BC concorde alla direzione di avanzamento

Forza ortogonale alla direzione di moto:

sposta lateralmente il pezzo

F

F fN

F c

f z

F f

F cN

F fN

F fN

il pezzo F F fN F c f z F f F cN F fN F
il pezzo F F fN F c f z F f F cN F fN F

Spessore di truciolo istantaneo e medio

(fresatura frontale)

L

a

e

a

e

L

L

1

2

=+=LL

12

D

2

(

C

f

z

h θ =

HH '

D/2

ϕ 1 ϕ θ ϕ 2
ϕ
1
ϕ
θ
ϕ 2

≅⋅ f

z

f z

cos

θ

θ = ω t

f z C C H θ H ’
f z
C
C
H
θ
H ’

sin

ϕ +

1

sin

ϕ

2

)
)

b = a

p

t f z C C H θ H ’ sin ϕ + 1 sin ϕ 2
t f z C C H θ H ’ sin ϕ + 1 sin ϕ 2

Spessore di truciolo istantaneo e medio

(fresatura frontale)

Se numero medio di taglienti in presa 2

F

c,

i

M c,

=

kh

cs

x

hbkh ⋅= ⋅

cs

θ

i

1

θθ

i

i

x

a

p

i

= F

c,

i

D

2

⋅ cs − θ i 1 θθ i i x ⋅ a p i = F

MM

c

=

i

c,

i

k

=

cs

i

1 − x ( f ⋅ cos ) ⋅ a θ i z p 
1 − x
(
f
cos
)
a
θ i
z
p
D
F
c,
i
 
2
 

P

= M ω

c

c

θ = ω t

NB:

P c dipende dal tempo • quando un tagliente non è in presa, h θi = 0

Approccio allo spessore medio di truciolo

( − ϕ 2 h max
(
ϕ
2
h max

)

  =

A

m

= f

z

f

z

ϕ

(

sen

ϕ

+

sen

ϕ

12

=

ha

mp

=

2 faa

zep

ϕD

)

Se numero medio di taglienti in presa > 2

h

m

a e

=

=

1

ϕ

1

1

hd

θ

θ

⋅=

ϕϕ

ϕ

2

D

2

(

sen

ϕ

+

sen

ϕ

12

ϕ

1

f

 

z

ϕ

2

f

z

cos

θθ

d

=

f z

− ϕ 2 )
ϕ
2
)

h

m

=⋅

ϕ

cos θθ d = f z − ϕ 2 ) h m =⋅ ϕ sen ϕ

sen

ϕ

1

sen

2

fa

z

e

a

e

D

=

ϕD

ϕ 2 ) h m =⋅ ϕ sen ϕ 1 − sen 2 fa z e
ϕ 2 ) h m =⋅ ϕ sen ϕ 1 − sen 2 fa z e

A

=

2 faa

zep

m ϕD

F

m

=

kA

cm

m

=

k

cm

2 faa

zep

ϕD

M

m

=

k

cm

2 faa

zep

ϕD

* D

2

=

k

cm

faa

zep

ϕ

Considerando il numero medio di taglienti in presa z e il passo fra i taglienti

ϕ

0

=

2

π

Z

M

c

=

k

cm

faa

zep

ϕ

zk =

cm

faa

zep

ϕ

ϕϕ

0

=

k

cm

faa

zep

2 π

Z

P

c

=

2

M ωπM

c

=

c

=

nk

cm

faa

zep

2

π

Z

2 πnk

=

cm

v aa

fep

60*1000

c = c = nk cm faa zep 2 π Z 2 π nk = cm
c = c = nk cm faa zep 2 π Z 2 π nk = cm

Effetto dell’angolo di registrazione dell’inserto

Effetto dell’angolo di registrazione dell’inserto sullo spessore del truciolo indeformato nella fresatura frontale:

Angolo di registrazione

h D

nella fresatura frontale: Angolo di registrazione h D S p e s s o r e

Spessore truciolo

Larghezza truciolo

S p e s s o r e t r u c i o l o
S p e s s o r e t r u c i o l o
κ re κ re f f h D
κ re
κ re
f
f
h
D
i o l o Larghezza truciolo κ re κ re f f h D T E
i o l o Larghezza truciolo κ re κ re f f h D T E

Spessore di truciolo istantaneo e medio: Frontale

h θ b H H’ H’’ a p κ re
h θ
b
H
H’ H’’
a p
κ re
e medio: Frontale h θ b H H’ H’’ a p κ re h m =
e medio: Frontale h θ b H H’ H’’ a p κ re h m =

h m

=

h

max

2 f a

z

e

ϕ D

sen

κ re

= f

z

sen

κ

re

NB: h m CAMBIA con κ re

Spessore massimo di truciolo

k

cm

kh

cs

m

x

=

Sviluppando nello stesso modo visto

vaa f pe cm 60*1000
vaa
f
pe
cm
60*1000

P = k

c

Q

NB: P c CAMBIA con κ re

cm 60*1000 P = k c Q NB: P c CAMBIA con κ r e T
cm 60*1000 P = k c Q NB: P c CAMBIA con κ r e T

Analogia tornitura – fresatura (potenza)

Tornitura

P

= k

c

c

a

p

fv

c

60*1000

(potenza) Tornitura P = k c c a p fv c 60*1000 Q Fresatura ( h

Q

Fresatura (h m )

Pk= c cm
Pk=
c
cm

vaa

f

pe

60*1000

[

W

]

Q Fresatura ( h m ) Pk= c cm vaa f pe 60*1000 [ W ]
Q Fresatura ( h m ) Pk= c cm vaa f pe 60*1000 [ W ]

Rugosità superficiale (fresatura frontale)

La rugosità teorica dipende dalla presenza del raggio di punta:

R

t

κ re κ re ’ κ re κ re ’ f z f z f
κ re
κ re ’
κ re
κ re ’
f z
f z
f z

=

f

z

tan

κ

re

tan

'

κ

re

tan

κ

re

+

tan

'

κ

re

10

3

R

t

=

2

f

z

8

r ε

10

3

R

a

1

4

R

t

' κ re 10 3 R t = 2 f z 8 r ε 10 3
' κ re 10 3 R t = 2 f z 8 r ε 10 3

Rugosità ideale geometrica vs. rugosità reale

Cause di differenza tra rugosità ideale e reale:

• Tagliente di riporto

• Impatto del truciolo contro il pezzo

• Strappamento del truciolo in materiali duttili

• Cricche superficiali su materiali fragili

• Strisciamento del dorso sulla superficie lavorata

• Chatter (vibrazioni autoeccitate) 2 f R = R = rR i a ai i
• Chatter (vibrazioni autoeccitate)
2
f
R
=
R
= rR
i
a
ai
i
32
r
ε
Rapporto tra la rugosità superficiale reale
e ideale per diverse classi di materiali
(R a è il valore stimato della rugosità reale,
r ai è il rapporto tra rugosità reale e ideale
(v. grafico) e R i è valore della rugosità
ideale)
(r
ai )
grafico) e R i è valore della rugosità ideale) (r ai ) T E C N
grafico) e R i è valore della rugosità ideale) (r ai ) T E C N

Tempo di taglio in fresatura (periferica)

n =

v

c

π D

v

f

= nZf

z

Q = aav

p

ef

T

m

=

L

+

A

v

f

n velocità di rotazione (giri/min)

v

D diametro della fresa (mm)

velocità di taglio (m/min)

c

L’avanzamento al dente f z (mm/(giro*dente)) può essere convertito in

velocità di avanzamento v f (mm/min) tenendo conto della velocità del mandrino e del numero di taglienti della fresa Z

Q

a

a

p

e

tasso di asportazione del materiale (mm 3 /min) profondità di passata assiale profondità di passata radiale

di passata assiale profondità di passata radiale T m tempo di lavorazione (min) L lunghezza del

T m

tempo di lavorazione (min)

L lunghezza del pezzo (mm)

A extracorsa in ingresso

aDa− ( ) e e
aDa−
(
)
e
e

A =

pezzo (mm) A extracorsa in ingresso aDa− ( ) e e A = T E C
pezzo (mm) A extracorsa in ingresso aDa− ( ) e e A = T E C
Tempo di taglio in fresatura A = aDa− ( ) e e
Tempo di taglio in fresatura
A =
aDa−
(
)
e
e

Ipotesi: centro fresa sull’asse del pezzo. Attenzione: A è la lunghezza minima del transitorio di ingresso.

A è la lunghezza minima del transitorio di ingresso. T E C N O L O
A è la lunghezza minima del transitorio di ingresso. T E C N O L O