Sei sulla pagina 1di 7

IL TESSUTO

Per effettuare un posizionamento, cio la disposizione del cartamodello sulla stoffa


importante conoscere le sue caratteristiche e quelle del tessuto da utilizzare. I tessuti,
derivati dalle fibre tessili, possono presentare caratteristiche assai diverse a seconda
delle varie tecnologie di produzione. Si possono, con una prima suddivisione,
distinguere le stoffe tessute (o tessuti a navetta), i tessuti a maglia, i feltri, i tessuti
non tessuti e i tessuti accoppiati.
Il tessuto a navetta si ottiene dallintreccio di fili longitudinali o fili di ordito, con
fili orizzontali o fili di trama.
Durante loperazione di tessitura vengono stesi in un primo momento i fili dordito
(fili generalmente pi resistenti che determinano la lunghezza e il verso del tessuto),
ai quali sintrecciano i fili di trama (fili generalmente meno resistenti che
determinano laltezza del tessuto).
Le parti laterali del tessuto costituiscono le cimose e hanno la funzione di proteggere
il tessuto dalle sfilature.
ALTEZZA DEL TESSUTO

L
U
N
G
H
E
Z
Z
A
D
E
L
T
E
S
S
U
T
O

O
R
D
I
T
O

C
I
M
O
S
E

TRAMA

ALTEZZA TESSUTO:
SEMPLICE CM 140/150
DOPPIA CM 200

78

CENNI DI LAVORAZIONE per il posizionamento della


GONNA DRITTA
Eseguire il tracciato del modello;
Ritagliare tutti i pezzi (davanti, dietro, cinturino);
Posizionare tutti i pezzi sulla stoffa predisposta in doppio, con il drittofilo dei
pezzi paralleli alla cimosa del tessuto;
Disegnare con il gesso i contorni e i riscontri, in modo che dopo aver tolto il
modello, il segno risulti ben delineato sulla stoffa;
Aggiungere i rimessi di cucitura;
Tagliare i contorni.
CENNI DI LAVORAZIONE per la confezione della
GONNA DRITTA

Eseguire i punti lenti;


Imbastire riprese e fianchi;
Eseguire la cucitura a macchina;
Rifinire i rimessi
Confezione del cinturino e applicazione in vita;
Rifinitura orlo con cucitura a macchina o a mano.

79

CENNI DI MERCEOLOGIA TESSILE


Lana
La lana la pi diffusa ed importante fibra animale. Caratteristiche: elasticit, buona protezione termica e capacit di
assorbimento dellumidit.
Lavare in acqua tiepida a 30 e sciacquare in acqua fredda e abbondante;
Candeggiare usando solo perborati e solo in caso di necessit, cos non scoloriscono i tessuti;
Arrotolare gli indumenti in un asciugamano per assorbire leccesso di acqua;
Stendere gli indumenti, per asciugarli, su un piano orizzontale;
Esporre allombra, lontano da fonti di calore;
Stirare lindumento, mettendo un panno inumidito tra il ferro e la lana, a temperatura moderata;
Custodire gli indumenti puliti in un contenitore ben chiuso usando prodotti antitermici (naftalina, canfora).

Seta
La seta lunica fibra animale, prodotta da insetti, considerata sin dallantichit sinonimo di lusso. Caratteristiche:
termoisolante, leggera, elastica, flessibilit e brillante.
preferibile il lavaggio a secco (controllare le istruzioni sulletichetta);
per il lavaggio in casa usare acqua tiepida, non oltre i 30, e sapone neutro;
sciacquare molto bene in acqua tiepida e strizzare leggermente;
stirare a temperatura molto bassa, interponendo un panno umido.

Cotone
Il cotone la fibra tessile vegetale pi diffusa al mondo, tratta dalla capsula di una pianta cespugliosa. Caratteristiche: fresca,
leggera, elastica e resistente.
Rimuovere le macchie di grasso prima di fare il bucato ed eventualmente procedere con lammollo;
I tessuti di cotone stampato vanno lavati in lavatrice, alla temperatura massima di 30;
preferibile candeggiare solo i tessuti bianchi;
Inumidire la biancheria prima di stirarla;
Stirare con ferro molto caldo.

Lino
Il lino la pi antica e pregiata fibra naturale, tratta dallo strato corticale di un pianta erbacea. Caratteristiche: fresca, morbida
e resistente allusura.
Rimuovere le macchie di grasso prima di fare il bucato ed eventualmente procedere con lammollo;
Usare il perborato di sodio per sbiancare il lino;
Si pu lavare in lavatrice, ma evitando trattamenti troppo energici;
Stirare a temperatura elevata, dopo averlo inumidito.

Cupro
Il cupro un filo di origine naturale della purissima cellulosa dei linters del fiore di cotone. Caratteristiche: morbido e
resistente dallaspetto serico.
Leggere attentamente le istruzioni sulle etichette: infatti alcuni tessuti di cupro si possono lavare a mano in acqua
tiepida senza strofinare, mentre altri devono essere lavati a secco perch, se bagnati, perdono la loro consistenza;
Stirare con ferro poco caldo.

Modal
Il modal un derivato della viscosa. Caratteristiche: morbido e molto confortevole.
Leggere attentamente le istruzioni sulle etichette: infatti alcuni tessuti di modal si possono lavare a mano, in acqua
tiepida, sena strofinare, mentre altri devono essere lavati a secco perch, se bagnati, perdono la loro consistenza;
Stirare con ferro poco caldo.

Acetato
Lacetato un filo continuo che deriva dalla cellulosa. Caratteristiche: morbido, delicato dallaspetto serico.
Lavare in acqua tiepida con detersivi neutri;
Lavare a secco quando sia indicato sulletichette;
Stirare a rovescio a temperatura bassa;
consigliabile asciugare in piano evitando di strizzare il capo.

80

Viscosa (Rayon)
La viscosa una fibra cellulosica, denominata anche rayon. Caratteristiche: mano dolce aspetto serico e buona resistenza
allusura.
Nel caso in cui il capo possa essere lavato a mano usare acqua molto tiepida, quasi fredda;
consigliabile asciugare il capo appeso (salvo diverse indicazioni da etichetta), strizzandolo delicatamente. La
maglieria deve essere asciugata in piano;
Stirare a temperatura media.

Poliestere
Il poliestere una fibra tessile ottenuta in laboratorio. Caratteristiche: elastica con elevata resistenza alla rottura.
Lavare in lavatrice o a mano, usando acqua tiepida;
consigliabile stirare a temperatura media interponendo un panno (per evitare leffetto lucido provocato dal ferro).

Nylon
Il nylon la prima fibra sintetica. Caratteristica: elevata elasticit:
Lavare normalmente a mano o in lavatrice, a bassa temperatura;
Appendere il capo senza strizzare.

Acrilico
Lacrilico una fibra sintetica. Caratteristiche: leggera, morbida, voluminosa e calda.
Lavare in lavatrice, a temperatura tiepida;
Lavare i capi pi delicati a mano, strizzando delicatamente lacqua in eccesso e asciugare appeso. La maglieria deve
essere asciugata in piano;
consigliabile stirare a temperatura medio bassa.

81

IDENTIFICAZIONE DEI MARCHI DI GARANZIA


DELLE FIBRE

82

LETTURA E SIMBOLOGIA DELLE ETICHETTE

83

TIPOLOGIE DI CUCITURE

CUCITURA SEMPLICE

CUCITURA RIBATTUTA

CUCITURA DOPPIA PIATTA

CUCITURA INGLESE

MARGINI APERTI CON RIPIEGO

MARGINI APERTI BORDATI

ORLO CON FETTUCCIA

ORLO A MACCHINA CON RINFORZO

84