Sei sulla pagina 1di 2

Il magazine

di creatività, forse sarebbe il caso di cambiare repertorio o magari interpreti,


Gratta & Vinci in caso contrario, il prossimo anno, l’alternativa sarà il Lascia o Raddoppia.
VIGONZA. Il Comune «paga» i sedicenni perché domani partecipino alla Festa della Archiviato in: Vigonza Tagged: Vivere Vigonza
Repubblica. «Si tratta di un buono spesa da 10 euro ai ragazzi che saranno presenti,
da utilizzare in alcune cartolerie del comune – spiega il presidente del consiglio
Pietro Giovannoni – Gli altri anni si regalava un volume di pari importo. Stavolta
volevamo incentivare la partecipazione con un premio simbolico».   La decisione di Etra presenta il miglior bilancio della
mettere mano alla cassa con tanto di delibera di giunta è stata presa dopo il
crollo della partecipazione giovanile alla celebrazione del 25 aprile. Su 87 sedicenni, sua storia
invitati singolarmente, se ne sono presentati appena 13. Per il 2 giugno, invece, gli
inviti sono saliti a 107.   Per far fronte alla spesa, con una variazione di bilancio Mentre la comunità vigontina si interroga sui microchip, sulle isole ecologiche, sugli
è stato istituito un fondo di mille euro che grava sul capitolo in dotazione alla inevitabili disagi di mantenere il “secco” in casa propria per evitare aggravi tariffari, sui
presidenza del consiglio comunale.   Ai giovani viene consegnata una copia della pochi e confusi chiarimenti che sono stati forniti in occasione dei pubblici dibattiti sul
tema dei rifiuti, sul fatto che in realtà molti dei cambiamenti richiesti sono tesi a risolvere
Costituzione, del tricolore e dell’inno nazionale.  L’appuntamento è alle 9.30 davanti
all’azienda problemi logistici e di gestione risorse, mentre accade tutto questo
al municipio con l’alzabandiera. Alle 9.45 gli interventi del sindaco Nunzio Tacchetto,
di Giovannoni, degli assessori Stefano Marangon ed Elio Negri, di un rappresentante ETRA PRESENTA IL MIGLIOR BILANCIO DELLA SUA STORIA
dell’associazione nazionale ex internati. Alle 11 in teatro il concerto «Sesta in re», Archiviato in: Vigonza Tagged: Vivere Vigonza
dell’orchestra messicana Camerata Culican y Guitarristas Sinaloenses: il Messico
celebra i 200 anni di indipendenza, la sua bandiera ha gli stessi colori di quella
italiana. Al termine ai rappresentanti politici e musicali messicani verrà donata una
medaglia d’oro commemorativa del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
(g.a.)
Siamo arrivati al Gratta & Vinci per convincere i giovani ad ascoltare
il Presidente Giovannoni che oggi parlerà di Repubblica, magari quella
Serenissima o il Sindaco affabulatore che prometterà la Città dei Ragazzi,
novella Neverland vigontina che puzza lontana un miglio di mancata promessa
elettorale.Forse in tutta questa tristezza ci starebbe bene un po’ di autocritica e

1
Bella iniziativa del PD di Selvazzano
“Diamo valore a ciò che unisce” è lo slogan con il quale il Partito Democratico di
Selvazzano circolo promuove l’iniziativa pensata per il 2 Giugno. Il Pd invita i cittadini a
festeggiare tutti insieme la festa della Repubblica, esponendo il Tricolore alle finestre o
sui balconi delle proprie abitazioni. Per questo il Pd di Selvazzano sta distribuendo, casa
per casa, ottomila bandiere italiane.
Archiviato in: Partito Democratico

Vigonza, BATassessori allo sbaraglio:


Batman
Incredibile, ma vero da gazzettino.it
Vigonza dichiara guerra alle zanzare. Anche con i pipistrelli.
In funzione e già operativi i “mosquito stopper” nelle caditoie e tombini a Codivernarolo.
Si tratta di un dispositivo meccanico che, evitando l’utilizzo di sostanze chimiche, è in
grado eliminare la proliferazione delle zanzare. «Si tratta di un progetto pilota – spiega
l’assessore all’ambiente Alberto Rizzo – l’apparecchio consiste in una zanzariera collocata
all’ interno dei tombini impedendo così l’entrata alle zanzare che cercano un luogo dove
deporre le uova. Allo stesso tempo i “mosquito stopper” impediscono l’uscita agli insetti
che siano già presenti nella caditoia. Grazie al meccanismo di apertura e chiusura in base
al livello d’acqua, questo apparecchio rappresenta una soluzione semplice, ma allo stesso
tempo efficace. A fine estate testeremo l’efficienza dell’esperimento in modo da poterlo
riproporre per la prossima estate su tutto il territorio comunale».

Ma le armi messe in campo per combattere la proliferazione delle zanzare non si ferma
qui. Allo studio, infatti, in questi giorni da parte dell’assessorato alle Manutenzioni e da
quello all’Ambiente, la possibilità di installare le “bat-box”, letteralmente “scatole per
pipistrelli”.
«Sono casette realizzate per ospitare i pipistrelli, che sono grandi predatori di zanzare
– aggiunge l’assessore alle manutenzioni Elio Negri – La nostra idea è di collocare le
“bat-box” all’interno del parco del Castello dei Da Peraga. D’estate è molto frequentato e
sono programmate molte iniziative culturali ed è impensabile un’intensa operazione di
disinfestazione. Così abbiamo pensato di ricorrere ad una soluzione del tutto naturale».
Archiviato in: Primo Piano