Sei sulla pagina 1di 3

Il magazine

Capogruppo consiliare PD
This zine is using some features that are only available Filed under: Vigonza
with zinepal.com Pro Accounts. Upgrade to a Pro
Account to enable these features and hide this message.

Alienazioni
Obiettivo raggiunto
La nostra azione politica (cioè di servizio ai cittadini) è stata
premiata: l’ambulatorio di S. Vito non si vende
Dopo l’assemblea di ieri sera a S. Vito, nella quale la gente ha
chiesto, anche gridando a volte, di non vendere l’ambulatorio
medico, questa mattina mi sono recato in Municipio per capire
cosa sarebbe successo.
Il presidente del Consiglio comunale Giovannoni, mi ha
formalmente chiesto di rinviare il Consiglio comunale che noi
avevamo richiesto per bloccare la vendita dell’ambulatorio di
S. Vito e del bar di Pionca garantendomi che si sarebbero C’ha provato, c’ha provato eccome NT, sindaco di Vigonza.
presi provvedimenti per bloccare la cessione dei 2 immobili in Ha chiamato tutta la maggioranza a mettere la faccia sulla
questione. scellerata scelta di vendere l’ambulatorio di San Vito, ma
Forza Italia a parte, nessuno se l’è sentita di spendere una
A questo punto, pur riservandomi la possibilità di chiedere parola, zitta la Lega, zitta l’UDC e zitta Alleanza Nazionale,
una nuova convocazione, ho ritenuto di sospendere la richiesta come a dire, questa cosa noi non l’abbiam voluta. La gente di
di Consiglio comunale straordinario in forza delle seguenti San Vito ha chiesto delle risposte che non sono arrivate e se
considerazioni: il 13 di luglio qualcuno avanzerà un’offerta, il discorso sarà
l’obiettivo di impedire la vendita degli immobili è stato chiuso.Una scelta che qualcuno ha definito superficiale, ma
raggiunto; sta all’amministrazione mantenere le promesse e che secondo me è fredda e calcolata, il capogruppo di Forza
noi saremo sempre lì a vigilare Italia, ci ha appunto spiegato che nel chiuso delle loro stanze
gli amministratori che governano Vigonza, pensavano che la
abbiamo creato una grande partecipazione popolare facendo
professionista che oggi svolge la sua attività di medico di base
capire alla gente cosa stava succedendo
avrebbe sicuramente avanzato la sua proposta, peccato non
non vogliamo la strumentalizzazione politica: i cittadini sia così, perchè non l’hanno nemmeno informata e per un
capiranno che non ci interessano le discussioni fini a se stesse sacco di altri motivi che ieri sera la d.ssa Edifizi ci ha ben
ma le decisioni condivise spiegato.Alla fine NT esce da questo incontro con un sacco di
Ora attendiamo di sapere quali modalità verranno adottate per certezze in meno , in un colpo solo ha alienato 6.000.000 di
mantenere la parola che ci è stata data. Noi abbiamo fatto il beni comunali, tra cui l’ambulatorio di San Vito e soprattutto
primo passo e di questo sono orgoglioso perchè dimostriamo ha alienato quel poco di credibilità che gli era rimasta.
che il nostro obiettivo è il bene comune. Filed under: Vigonza
In forza di questo grande risultato ringrazio:

• il PD di Vigonza che ha lavorato senza sventolare


bandiere;
• il gruppo consiliare Democratico che è stato sempre
presente alle riunioni e ha incalzato l’amministrazione;
• i cittadini che finalmente non hanno preso posizione per
appartenenza politica ma per convinzione personale.

Continueremo su questa strada di vigilanza e proposte


condivise: è il nostro migliore biglietto da visita.
Vigonza 9/07/2010
Antonino Stivanello

Created using zinepal.com. Go online to create your own zines or read what others have already published. 1
Per tutto questo abbiamo detto e ribadiamo che NT
Basta leggere e la sua amministrazione “svendono” l’ambulatorio
di San Vito , lo svendono senza sacrifici sul prezzo,
ma alzando di molto il costo sociale che tutto questo
provocherà.
Filed under: Vigonza

Draquila

Filed under: Primo Piano


Giovedì 1 Luglio 2010,

via gazzettino.it
(L.Lev.) «Nessuno svende nulla. Tanto meno l’ambulatorio
medico che resterà lì dov’è ora».
Gra e Camionabile: la mozione
Il sindaco Nunzio Tacchetto replica così alle accuse lanciate del PD
dall’opposizione sulla messa in vendita dell’edificio che
ospita l’ambulatorio medico a San Vito. «Sono ormai a
corto di argomenti – continua Tacchetto – e sparano bugie
approfittando della gente. L’immobile è in vendita ma
l’ambulatorio resta lì. Basta leggere con attenzione il bando
dove c’è scritto che l’alienazione è per continuità dell’attività
ambulatoriale di assistenza sanitaria. L’ambulatorio medico
non va via e sono le bugie dette solo per allarmare che vanno
curate».
NT Sindaco di Vigonza ci prova e sicuramente
ci proverà anche stasera (assemblea VIABILITA’, GIACON (PD): “DIVORZIO IMMEDIATO TRA
pubblica convocata per stasera alle h.21 in Sala GRA E CAMIONABILE”La Provincia non puo’ ignorare le
Morvillo a San Vito). Proverà a qualificare battaglie dei sindaci e le esigenze del territorio
l’opposizione come becera e profittatrice, bugiarda Padova 7 lugli0 2010 – E’ stata presentata in Provincia,
e abile nel cavalcare i problemi carpendo la buona e sarà discussa in occasione del prossimo Consiglio, una
fede della gente comune. Stile a parte, c’è solamente mozione di Paolo Giacon, consigliere provinciale del Partito
da dire che abbiamo letto e capito benissimo. Con Democratico che chiede l’immediato stralcio del progetto
questo bando l’amministrazione mette sul mercato della strada Camionabile (lungo l’idrovia Padova Venezia)
non solo l’immobile, ma anche l’attività che insiste dal progetto del Grande Raccordo Anulare. “L’aggiunta del
sullo stesso, viene in sostanza fatta venire meno la tratto della camionabile al progetto del GRA per esplicita
logica calmieratrice che aveva spinto le precedenti volontà politica della passata amministrazione regionale,
amministrazioni ad investire su questa struttura , ed in particolar modo dell’assessore Chisso, – spiega il
sottraendola di fatto ai meccanismi economici democratico – ha rallentato a Roma l’iter di approvazione del
che giustamente regolano anche la professione progetto e di conseguenza la sua realizzazione. La camionabile
medica. Proviamo a spiegarci meglio: perchè un sta bloccando quindi, sia dal punto di vista formale, sia
medico di base dovrebbe investire privatamente su dal punto di vista dei costi, la realizzazione del GRA, è
questo territorio caratterizzato da un bacino di necessario intervenire il prima possibile e siamo convinti che
utenza così fortemente delimitato? Ecco è proprio su questo stralcio troveremo la convergenza tra PD e Lega.” Si
per questo che riteniamo giusto e razionale preannunciano dunque nuove tensioni tra quelle correnti del
che il Comune di Vigonza mantenga la proprietà PdL che difenderanno le posizioni di Chisso e Galan e la Lega
dell’ambulatorio e che a fronte dello stesso venga Nord: l’ennesimo braccio di ferro che rende di giorno in giorno
percepita una locazione a “prezzo politico” funzionale sempre piu’ difficile la convivenza a Palazzo Santo Stefano tra
al mantenimento e alla continuità dell’attività stessa. i leghisti e le varie correnti pidielline.
Riteniamo inoltre corretto che la gente sappia che Il documento presentato dai democratici presenta tre punti
questa come le altre alienazioni previste servono solo rilevanti. Nel primo si ribadisce che il GRA è un’opera di
a fare cassa a fronte di altri impegni finanziari a fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio ed
questo punto diventati pressanti, Palatacchetto in il miglioramento generale della viabilità. Il secondo punto
testa. chiede alla Giunta, di concerto con le amministrazioni
comunali interessate, l’immediato stralcio del progetto della
Created using zinepal.com. Go online to create your own zines or read what others have already published. 2
Camionabile dal GRA al fine di accelerare la realizzazione del
raccordo stesso. Il terzo punto chiede invece alla Commissione
Ambiente e Viabilità della Provincia di valutare, la necessità
e l’impatto del progetto della camionabile lungo l’idrovia,
elaborando un documento di indirizzo e programmazione, che
sia quanto piu’ possibile condiviso, sul tema dell’eventuale
utilità della realizzazione della Camionabile. Sul progetto
di questa stretta superstrada molti sindaci del padovano e
del veneziano si sono gia’ espressi in maniera negativa: “
La Provincia non puo’ fare finta di niente ed ignorare le
richieste che vengono dai sindaci e dal territorio: dobbiamo
scendere in campo accanto ai piccoli comuni interessati e
approfondire eventuali risvolti negativi della Camionabile”,
conclude Giacon.
Filed under: Primo Piano

Created using zinepal.com. Go online to create your own zines or read what others have already published. 3