Sei sulla pagina 1di 3

CONTO ECONOMICO

A) VALORE DELLA PRODUZIONE


1. Ricavi delle vendite e delle prestazioni
(merci c/vendite Resi su vendite Ribassi e abbuoni passivi)
5.

Altri ricavi
(fitti attivi + Plusvalenze ordinarie)

TOT. A ( A1 + A5)
B) COSTI DELLA PRODUZIONE
6. Per merci e materie di consumo
(Merci c/acquisti + Materie di consumo c/acquisti ribassi abbuoni attivi resi su acquisti)
7. Per servizi
( Pulizia + elettricit + gas + premi assicurativi + pubblicit + bolletta telefonica + servizi di
vigilanza + trasporti + spese di spedizione + spese bancarie)
8. Per godimento di beni di terzi
( Fitti Passivi + canoni di leasing)
9. Per il personale
a. Stipendi e salari
b. Oneri sociali ( es. versamenti IMPS)
c. TFRL
d.
e. Altri costi ( trasferta + hotel + mensa )
10. Ammortamenti e svalutazioni
a. Ammortamenti dimmobilizzazioni immateriali
b. Ammortamenti dimmobilizzazioni materiali
c. Svalutazione delle immobilizzazioni
d. Svalutazione crediti dellattivo circolante
11. Variazione delle rimanenze di merci e materie di consumo
(esistenze iniziali rimanenze finali ) le esistenze iniziali sono quelle dellanno prima, le altre
quelle di questanno.
12. Accantonamenti per rischi
( fondo rischi + . Rischi civili)
13. Altri accantonamenti
( oneri fondi sicuri, garanzia prodotti, manutenzione programmate)
14.Oneri diversi di gestione
( tasse automobilistiche + IMUP + minusvalenze ordinarie)
TOT. B ( B6 + B7 + B8 + B9 + B10 + B11 + B12 + B13 + B14)

RISULTATO OPERATIVO ( TOT. A TOT. B)


C) ONERI E PROVENTI FINANZIARI
16. Proventi finanziari diversi
(interessi attivi)
17. Oneri finanziari diversi
(interessi passivi)
TOT. C ( C16 - C17)
E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI
20. Proventi e oneri straordinari
( Plusvalenze straordinarie)
21. Oneri straordinari diversi
(Minusvalenze straordinarie)
TOT. E ( E20 - E21)
RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE ( A B C E)
Se dalla gestione della parte finanziaria ( C) risultano pi costi che ricavi, si mette e uguale per i proventi
22. Imposte sul reddito - vanno nei TOT 23. Utile ( o perdita) desercizio - vanno nei TOT

Tutto va nei parziali , tranne ovviamente i totali e i punti 22 e 23


Dove c un elenco puntato con lettere, sono criteri da specificare, e quindi non vanno inseriti tutti nel
criterio numerato. Quello di fatto rimane vuoto.

PATRIMONIO NETTO
Il patrimonio netto un valore che indica la parte di azienda realmente di propriet
dellimprenditore o meglio finanziata con capitale proprio. Indica il valore effettivo dellazienda al
netto dei debiti. Ci sono due modi di calcolo:
1. SINTENTICO: totale attivit totale passivit
2. ANALITICO: patrimonio netto dellanno precedente ( n-1) + utili dellanno in corso o
perdite dellanno in corso, - prelevamenti extragestione

NB. NELLO STATO PATRIMONIALE! i crediti vanno al netto delle svalutazioni cos come le
immobilizzazioni vanno al netto dei rispettivi fondi di ammortamento. (
Fondo svalutazione crediti e fondo rischi su crediti vanno messi tra parentesi nei crediti e vanno sottratti.

STATO PATRIMONIALE

ATTIVO
B) immobilizzazioni
1. immateriali ( costi di impianto,
ampliamento, ricerca, sviluppo, pubblicit,
brevetti, diritti, concessioni, licenze, marchi,
avviamento, immobilizzazioni in corso e
acconti, spese di costituzione)
2. materiali (terreni, fabbricati, impianti,
macchinari, attrezzature industriali e
commerciali)
3. finanziarie (partecipazioni in altre
imprese, crediti verso imprese controllate,
collegate, azioni proprie, mutui attivi)
TOT. IMMOBILIZZAZIONI

PASSIVO
A) PATRIMONIO NETTO
B) Fondi rischi ed oneri (per trattamento
di quiescenza e obblighi, fondi per
imposte, anche differite,
accantonamenti, fondo responsabilit
civile, fondo manutenzioni
programmate)
C) Trattamento di fine rapporto di lavoro
(debiti per TFRL)
D) Debiti
1. MEDIO LUNGO TERMINE (mutui
passivi, banca x c/c passivi)

c) attivo circolante
1. Rimanenze ( materie prime, sussidiarie
o di consumo, prodotti in corso di
lavorazione e semilavorate, lavori in
corso su ordinazione, prodotti finiti e
merci, acconti)
2. Crediti verso clienti ( crediti verso
clienti, verso imprese collegate, crediti
tributari, imposte anticipate, cambiali
attive, crediti diversi, c/c postali, iva ns
credito)
3. Disponibilit liquide (depositi bancari e
postali, assegni, denaro e valori in cassa)
TOT. ATTIVO CIRCOLANTE
d) RATEI E RISCONTI ATTIVI

2. BREVE TERMINE (debiti per imposte,


debiti v/fornitori, iva ns debito)

E) RATEI E RISCONTI PASSIVI