You are on page 1of 38

ANNUALREPORT 2010

Bilancio consolidato del Gruppo Granarolo al 31/12/2010 Nota integrativa Relazione dei revisori

2 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Stato patrimoniale al 31/12/2010


ATTIVO
A) CREDITI VS SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI di cui parte gi richiamata di cui concesse in locazione finanziaria I 1) Costi di impianto e di ampliamento 2) Costi di ricerca, sviluppo e pubblicit 3) Diritti di brevetto industriale e di utilizzazione di opere dellingegno 4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili 5) Avviamento 6) Immobilizzazioni in corso e acconti 7) Altre 8) Differenze di consolidamento II 0 0 477.420 119.417 3.370.490 79.914.190 34.807.943 2.304.228 7.102.783 101.091 128.197.562 103.155.552 68.174.413 467.589 8.987.566 2.851.442 183.636.562 0 0 0 107.886 0 0 0 1.042.731 3.798.291 0 4.948.908 316.783.032 6.858.045 323.374.815 3.595.640 0 1.435.274 0 0 0 0 0 0 1.827.131 515.613 135.231 2.754.825 86.590.054 38.071.474 594.156 9.389.590 216.310 138.267.253 96.499.489 56.962.757 342.215 6.219.985 18.225.071 178.249.517 B) IMMOBILIZZAZIONI Immobilizzazioni immateriali 31/12/2010 31/12/2009

Totale 1) Terreni e fabbricati 2) Impianti e macchinario 3) Attrezzature industriali e commerciali 4) Altri beni 5) Immobilizzazioni in corso e acconti

Immobilizzazioni materiali

Totale con separata indicazione di esigibilit a) imprese controllate b) imprese collegate c) imprese controllanti d) altre imprese a) imprese controllate di cui esigibili entro lesercizio successivo b) imprese collegate di cui esigibili entro lesercizio successivo c) imprese controllanti di cui esigibili entro lesercizio successivo d) verso altri di cui esigibili entro lesercizio successivo 0 0 0 255.802 0

III Immobilizzazioni finanziarie 1) Partecipazioni in:

2) Crediti verso:

3) Altri titoli 4) Azioni proprie valore nominale

Totale TOTALE IMMOBILIZZAZIONI

3 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

31/12/2010

31/12/2009

C) ATTIVO CIRCOLANTE Rimanenze 15.780.126 1.567.048 0 19.905.366 0 37.252.540 135.662.087 1.218.085 0 115.375 53.253.073 11.378.228 2.659.602 204.286.450 0 0 0 219.287 0 0 219.287 83.491.421 739.931 94.303 84.325.655 326.083.932 1.182.903 644.049.867 623.748.929 207.884.324 0 0 0 218.787 0 0 218.787 58.263.832 1.631.480 67.703 59.963.015 299.473.313 900.801 4.142.951 14.038.505 62.883.202 105.630 0 3.418.119 123.295.917 13.662.821 1.432.228 0 16.312.138 0 31.407.187 1) Materie prime, sussidiarie e di consumo 2) Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati 3) Lavori in corso su ordinazione 4) Prodotti finiti e merci 5) Acconti II

Totale con separata indicazione di esigibilit 1) Crediti verso clienti di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo di cui esigibili oltre lesercizio successivo 2) Crediti verso imprese controllate 3) Crediti verso imprese collegate 4) Crediti verso imprese controllanti 4-bis) Crediti tributari 4-ter) Imposte anticipate 5) Crediti verso altri 489.668 0 0 0 4.219.729 6.139.759 0

Crediti

Totale 1) Partecipazioni in imprese controllate 2) Partecipazioni in imprese collegate 3) Partecipazioni in imprese controllanti 4) Altre partecipazioni 5) Azioni proprie 6) Altri titoli

III Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni

Totale 1) Depositi bancari e postali 2) Assegni 3) Denaro e valori in cassa

IV Disponibilit liquide

Totale TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI di cui disaggio su prestiti 0 TOTALE ATTIVO

4 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

PASSIVO
31/12/2010 31/12/2009 157.938.746 0 28.608.996 8.032 0 0 230.671 Patrimonio netto I Capitale 157.938.746 II Riserva da sovrapprezzo azioni 0 III Riserve di rivalutazione 0 IV Riserva legale 1.025.197 V Riserve statutarie 0 VI Riserva per azioni proprie in portafoglio 0 VII Altre riserve, distintamente indicate (759.662) Riserva di consolidamento (1.685.420) Riserva straordinaria 925.758 VIII Utili/(Perdite) portati a nuovo 0 IX Utile/(Perdita) desercizio 4.138.810 Totale patrimonio netto 162.343.091 PATRIMONIO NETTO DI COMPETENZA DI TERZI X Capitale e riserve di terzi 4.197.848 XI Utile/Perdita desercizio di pertinenza di terzi Totale patrimonio netto consolidato (965.536) 165.575.403

(47.145.759) 18.563.554 158.204.240 1.329.250 45.022 159.578.512 2.267.310 742.126 27.576.327 30.585.763 21.657.866 0 0 4.061.776 124.114.521 10.878.805 0 218.274.800 0 2.002.707 0 10.944.817 4.014.204 3.610.599 31.318.032 409.220.261 2.706.527 623.748.929

B) Fondi per rischi ed oneri 1) Per trattamento di quiescenza ed obblighi simili 2.441.825 2) Per imposte, anche differite 4.326.806 3) Altri 21.185.781 27.954.412 20.692.397 0 0 6.918.513 128.031.924 10.362.348 0 216.890.025 0 1.039.263 0 22.316.253 5.537.522 3.953.725 33.312.406 428.361.979 1.465.676 644.049.867 Totale fondi rischi ed oneri C) Trattamento di fine rapporto subordinato D) Debiti 1) Obbligazioni di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 2) Obbligazioni convertibili di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 3) Debiti verso soci per finanziamenti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 1.822.060 4) Debiti verso banche di cui esigibili oltre lesercizio successivo 73.500.000 5) Debiti verso altri finanziatori di cui esigibili oltre lesercizio successivo 9.845.891 6) Acconti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 7) Debiti verso fornitori di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 8) Debiti rappresentati da titoli di credito di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 9) Debiti verso imprese controllate di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 10) Debiti verso imprese collegate di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 11) Debiti verso controllanti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 12) Debiti tributari di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 13) Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale di cui esigibili oltre lesercizio successivo 0 14) Altri debiti di cui esigibili oltre lesercizio successivo 10.081.634 Totale debiti E) Ratei e risconti di cui aggio su prestiti 0 TOTALE PASSIVO

5 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

CONTI DORDINE
31/12/2010 31/12/2009 Elenco delle garanzie dirette e indirette: Fidejussioni: Fidejussioni a favore di terzi Fidejussioni a favore di imprese controllate Fidejussioni a favore di imprese collegate Fidejussioni a favore di controllanti 146.940.171 2.000.000 0 0 148.940.171 0 0 0 0 0 7.746.853 0 0 0 7.746.853 46.999.756 203.686.780 146.354.580 0 0 0 146.354.580 0 0 0 0 0 7.746.853 0 0 0 7.746.853 75.306.764 229.408.197

Totale Garanzie personali a favore di terzi Garanzie personali a favore di imprese controllate Garanzie personali a favore di imprese collegate Garanzie personali a favore di controllanti

Garanzie personali:

Totale Garanzie reali a favore di terzi Garanzie reali a favore di imprese controllate Garanzie reali a favore di imprese collegate Garanzie reali a favore di controllanti

Garanzie reali:

Totale Altri conti dordine TOTALE CONTI DORDINE

6 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

CONTO ECONOMICO
1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti 3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 5) Altri ricavi e proventi di cui contributi in conto esercizio 918.237 31/12/2010 884.278.129 3.990.467 0 0 13.508.779 901.777.375 474.816.841 254.294.564 8.524.946 57.043.606 19.970.733 4.823.213 0 4.186.591 14.111.652 25.053.191 0 4.873.069 (2.025.863) 120.000 3.513.675 7.170.368 876.476.586 25.300.789 15.313.086 23.669.561 0 5.337.246 1.360.933 0 8.236.421 6.260.407 858.658.268 51.563.358 49.053.944 17.270.292 4.186.615 0 3.348.371 910.221.626 442.319.909 274.835.490 7.465.993 31/12/2009 899.985.065 (73.671) 0 0 10.310.232 A) Valore della produzione

Totale 6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci 7) Per servizi 8) Per godimento di beni di terzi 9) Per il personale: a) salari e stipendi b) oneri sociali c) trattamento di fine rapporto d) trattamento di quiescenza e simili e) altri costi a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni d) svalutazioni dei crediti compresi nellattivo circolante e delle disp. liquide

B) Costi della produzione

10) Ammortamenti e svalutazioni:

11) Variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie di consumo e merci 12) Accantonamenti per rischi 13) Altri accantonamenti 14) Oneri diversi di gestione

Totale Differenza tra valore e costi della produzione

7 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

15) Proventi da partecipazione: di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti di cui da altre imprese a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni c) da titoli iscritti nellattivo circolante che non costituiscono partecipazioni d) Proventi diversi dai precedenti di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti di cui da imprese controllate di cui da imprese collegate di cui da imprese controllanti 0 0 0 20.532 0 0 0 121 0 586 0 0 49.851

31/12/2010 20.532 0 121.915 0 661.206 5.559.038 45.729 (4.709.656) 0 202.650 0 73.636 0 0 129.014 4.810.574 11.862.815 (7.052.241) 13.667.906 7.764.168 2.730.464 3.173.274 4.138.810 (965.536)

31/12/2009 34.957

C) Proventi e oneri finanziari

16) Altri proventi finanziari:

2.768 216.387 1.127.635

17) Interessi ed altri oneri finanziari

9.219.639

17bis) Utili e perdite su cambi

(43.725) (7.881.617)

Totale 18) Rivalutazioni: a) di partecipazioni b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni c) di titoli iscritti allattivo circolante che non costituiscono partecipazioni a) di partecipazioni b) di immobilizzazioni finanziarie c) di titoli iscritti nellattivo circolante

D) Rettifiche di valore di attivita finanziarie 0 352.500 0 1.844.052 0 0 (1.491.552) 3.782.594 11.921.783

19) Svalutazioni:

Totale delle rettifiche 20) Proventi di cui plusvalenze da alienazioni di cui minusvalenze da alienazioni di cui imposte esercizi precedenti 21) Oneri 0 0 0

E) Proventi e oneri straordinari

Totale delle partite straordinarie RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE 22) Imposte sul reddito dellesercizio Imposte correnti Imposte differite e anticipate

(8.139.189) 34.051.000 14.119.273 1.323.151 18.608.576 18.563.554 45.022

UTILE/(PERDITA) DELLESERCIZIO di cui UTILE/(PERDITA) DI COMPETENZA DEL GRUPPO UTILE/(PERDITA) DI COMPETENZA DI TERZI

8 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Nota Integrativa

Struttura e contenuto del bilancio


Il bilancio consolidato di Granarolo S.p.A. al 31 dicembre 2010 stato redatto in conformit alla normativa prevista dal capo III (artt. da 25 a 43) del D. Lgs. n. 127/91 e successive modifiche, integrata e interpretata sulla base dei documenti OIC (Organismo Italiano di Contabilit) e dei principi contabili raccomandati dalla Commissione del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, come modificati dallOIC. Il consolidamento dei bilanci desercizio delle Societ, redatti dai rispettivi Consigli di Amministrazione, effettuato secondo il metodo dellintegrazione globale, assumendo cio lintero importo delle attivit, delle passivit, dei costi e dei ricavi delle singole Societ, prescindendo dalle quote di partecipazione possedute. Non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso

necessario ricorrere a deroghe di cui allart. 29, comma 4 del D. Lgs. n. 127/91. Non sono stati effettuati raggruppamenti di voci ex art. 32, comma 2. Nella redazione del presente bilancio si tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza dellesercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura dello stesso.

Area di consolidamento
Il bilancio consolidato del Gruppo include il bilancio al 31 dicembre 2010 della societ Granarolo S.p.A. e quello alla stessa data di tutte le Societ nelle quali essa detiene, direttamente o indirettamente, il controllo ai sensi dellart. 2359 del Codice Civile. Di seguito riportiamo lelenco delle partecipazioni alla data del 31 dicembre 2010 incluse nellarea di consolidamento, con lindicazione del metodo di consolidamento adottato, la variazione dellarea di consolidamento e le esclusioni dalla stessa.

Granarolo Soc. Coop. Agr. a r.l.

Intesa Sanpaolo

Cooperlat Soc. Coop. Agr. a r.l.

77,48%

19,78%
Granarolo S.p.A.

2,74%

100%
C.S.L. S.p.A.

69,25%
Zeroquattro S.r.l.

50%
Calabrialatte S.p.A.

100%
C.S.L. France S.A.

9 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Elenco delle imprese incluse nel consolidamento Metodo Integrazione Globale


Granarolo S.p.A. Sede: Via Cadriano 27/2, Bologna Capitale sociale: Euro 157.938.746 i.v. Calabrialatte S.p.A. Sede: Contrada Ciparsia, Castrovillari (Cosenza) Capitale sociale: Euro 2.582.000 i.v. Possesso: 50% diretto Zeroquattro S.r.l. Sede: Via Cadriano 27/2, Bologna Capitale sociale: Euro 4.300.000 i.v. Possesso: 69,25% diretto Centro Sperimentale del Latte S.p.A. Sede: Strada per Merlino 3, Zelo Buon Persico - Lodi Capitale sociale: Euro 2.620.000 i.v. Possesso: 100% diretto Centro Sperimentale del Latte France S.A. Sede: 5 Rue de lEurope, Claix (Grenoble) - Francia Capitale sociale: Euro 60.980 i.v. Possesso: 100% indiretto

Variazioni dellarea di consolidamento Granarolo S.p.A. ha acquisito il 1 giugno 2010 il controllo della societ Zeroquattro S.r.l., con sede a Bologna, Via Cadriano 27/2, ai sensi dellart. 2359 del Codice Civile, tramite conferimento di ramo di azienda. La societ Zeroquattro S.r.l. ha per oggetto sociale principalmente la fornitura di servizi di logistica integrata relativamente alla movimentazione, trasporto e stoccaggio delle merci in Italia e allestero; la fornitura di servizi a supporto della vendita di merci alimentari e servizi connessi.

Principi di consolidamento
I principali criteri di consolidamento adottati nella stesura dei prospetti di stato patrimoniale e di conto economico al 31 dicembre 2010 sono indicati di seguito. Il valore contabile delle partecipazioni viene eliminato contro il relativo patrimonio netto, a fronte dellassunzione delle attivit e passivit delle partecipate secondo il metodo dellintegrazione globale; la differenza che scaturisce dalleliminazione suddetta viene imputata ove possibile agli elementi dellattivo e del passivo delle imprese incluse nel consolidamento. Leventuale parte residua, se negativa, viene iscritta in una voce del patrimonio netto denominata riserve di consolidamento; se positiva, viene iscritta in una voce dellattivo denominata differenze di consolidamento e ammortizzata in 10 esercizi, ad eccezione della differenza emersa in sede di consolidamento di CSL Italia, ammortizzata in 5 anni. Le quote di patrimonio netto e di risultato dellesercizio di pertinenza degli azionisti di minoranza delle partecipate vengono esposte separatamente, rispettivamente alle voci patrimonio netto di competenza di terzi e utile (perdita) desercizio di pertinenza di terzi. Le operazioni di leasing finanziario sono state valutate ed esposte, su base volontaria, secondo quanto disposto dai principi dellIASB (IAS 17). Le partite di debito e credito e quelle di costo e di ricavo che intercorrono tra le societ del Gruppo vengono eliminate, cos come gli utili e le perdite infragruppo relativi a valori compresi nellattivo patrimoniale, ad eccezione di quelli inclusi nel valore delle rimanenze qualora di ammontare non significativo e relativi a operazioni correnti delle imprese concluse a normali condizioni di mercato. La presenza nei

Esclusioni dallarea di consolidamento Le seguenti Societ, acquisite nel corso del 2006 nellambito delloperazione Yomo, sono state escluse dal consolidamento ai sensi dellart.28 c. 2 D. Lgs. n. 127/1991:
Sitia Yomo S.r.l. in liquidazione e concordato preventivo Sede: Strada Provinciale 30 snc, Pasturago di Vernate (MI) Capitale Sociale: Euro 10.400.000 i.v. Possesso: 100% diretto Caseificio Pasquale Pettinicchio S.r.l. in liquidazione e concordato preventivo Sede: Strada Provinciale 30 snc, Pasturago di Vernate (MI) Capitale Sociale: Euro 10.000 i.v. Possesso: 100% indiretto Caseificio F.lli Merlo S.r.l. in liquidazione e concordato preventivo Sede: Strada Provinciale 30 snc, Pasturago di Vernate (MI) Capitale Sociale: Euro 10.000 i.v. Possesso: 100% indiretto

10 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

prospetti di stato patrimoniale e di conto economico consolidati delle voci inerenti ai crediti, debiti e interessi verso le controllate e verso la controllante afferiscono ai rapporti con Societ non incluse nellarea di consolidamento.

Marchi (durata)
Marchio Granarolo Felsinea Marchio San Giorgio Marchio Yomo Marchio Pettinicchio Marchio Centrale del Latte di Milano

Anni 25 25 20 20 20 20 19 10 10 5-10

Criteri di valutazione
I principi di redazione dei bilanci nonch i criteri di valutazione sono ispirati ai generali principi della prudenza, della competenza e nella prospettiva della continuazione dellattivit. I criteri di valutazione delle singole poste sono rispettosi del contenuto formale e sostanziale del D.Lgs. N. 127 del 9/4/1991 e dei documenti OIC nonch dei principi contabili redatti dai Consigli nazionali dei dottori commercialisti ed esperti contabili, come modificati dallOIC. I principi e i criteri di valutazione maggiormente significativi adottati dalla controllante, sostanzialmente uniformi a quelli applicati dalle altre societ del Gruppo, nella redazione dei prospetti di stato patrimoniale e di conto economico consolidati sono indicati di seguito.

Marchio Accadi Marchio Perla Marchio Centrale del Latte di Calabria Marchio Zeroquattro Altri Marchi

Avviamento (durata)
Avviamento Cerpl Avviamento San Giorgio Avviamento Centrale Latte Milano Avviamento Daunia Natura Altri avviamenti

Anni 25 25 20 25 5-25

Immobilizzazioni immateriali
Sono iscritte al costo di acquisto o di sostenimento, comprensivo degli oneri accessori e ammortizzate sistematicamente per il periodo della loro prevista utilit futura. I costi di impianto e di ampliamento e i costi di ricerca, sviluppo e pubblicit aventi utilit pluriennale, sono stati iscritti allattivo previo consenso del Collegio sindacale. I primi sono ammortizzati in un periodo di cinque anni, i costi relativi al lancio di nuovi prodotti sono ammortizzati in un periodo di tre anni. I costi per i quali si prevede una utilit futura inferiore ai cinque anni vengono ammortizzati secondo tale, pi breve, periodo di utilizzo previsto. Le immobilizzazioni immateriali iscritte in esercizi precedenti per le quali non si realizza pi il principio dellutilit pluriennale, vengono interamente svalutate. Con riferimento ai principali marchi e agli avviamenti acquisiti a titolo oneroso o emersi in conseguenza di operazioni di fusione, gli amministratori hanno ritenuto di procedere allammortamento in un numero di anni cos specificato:

Il periodo adottato per lammortamento dei marchi societari e degli avviamenti commerciali, omogeneo rispetto agli esercizi precedenti, stato determinato, al fine di fornire uninformativa di bilancio chiara, veritiera e corretta, tenendo in considerazione lutilit residua dei beni, cos da ricercare la correlazione tra il costo, rappresentato dalla quota di ammortamento, e i ricavi netti che scaturiscono dallutilizzo degli stessi. Si precisa che gli avviamenti ammortizzati in venticinque anni, per effetto delle quote di ammortamento gi dedotte nellesercizio e negli esercizi precedenti, presentano al 31 dicembre 2010 un periodo di ammortamento residuo inferiore ai venti anni. Il marchio principale iscritto in bilancio il marchio Granarolo. Per quanto riguarda gli altri marchi, sono stati acquisiti con operazioni societarie e hanno consentito lespansione in nuovi mercati. Con riferimento alle differenze di consolidamento, emergenti dalleliminazione del valore contabile delle partecipazioni contro il relativo patrimonio netto alla data di acquisto, gli amministratori hanno ritenuto di procedere allammortamento in un numero di anni cos specificato:
Centro Sperimentale del Latte S.p.A. Sail S.p.A. 5 anni 10 anni

11 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Le altre immobilizzazioni immateriali sono ammortizzate in cinque anni o in base alla durata residua del contratto se maggiormente significativa rispetto lutilit residua dellimmobilizzazione iscritta.

Immobilizzazioni finanziarie
Partecipazioni Le partecipazioni sono valutate con il criterio del costo comprensivo degli eventuali oneri accessori. Il valore di iscrizione in bilancio pertanto determinato sulla base del prezzo di acquisto o di sottoscrizione o del valore attribuito ai beni conferiti. Il costo viene ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in cui le partecipate abbiano sostenuto perdite e non siano prevedibili nel futuro utili di entit tale da assorbire le perdite sostenute; il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Nel caso in cui la perdita durevole di valore sia superiore al costo e si preveda, in base a contratti o accordi intervenuti con la Societ partecipata anche in assenza di obblighi legali, di ripianare la stessa, si provvede, in conformit ai corretti principi contabili, allaccantonamento in un fondo rischi per la parte di perdita di competenza. Altri titoli iscritti nelle immobilizzazioni finanziarie I titoli iscritti nelle immobilizzazioni finanziarie sono valutati al costo di acquisto. Esso viene ridotto per perdite durevoli di valore allorch si manifestino variazioni negative, espresse dal mercato o dalle condizioni economico patrimoniali della Societ emittente i titoli, tali da indurre gli amministratori a ritenere con ragionevolezza e fondatezza che si sono modificate in modo presumibilmente durevole le condizioni che fino a quel momento avevano fatto ritenere il costo quale criterio di valutazione corretto. Qualora vengano strutturalmente meno le condizioni che avevano determinato la svalutazione, il valore dei titoli viene ripristinato, comunque non oltre il valore di acquisto.

Immobilizzazioni materiali
Sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, ad eccezione di quei cespiti il cui valore stato rivalutato in base a disposizioni di legge o per allocazione dei disavanzi di fusione in occasione di operazioni straordinarie. Nel costo sono compresi gli oneri accessori e i costi diretti e indiretti per la quota ragionevolmente imputabile al bene. I costi di manutenzione aventi natura ordinaria sono addebitati integralmente a conto economico. I costi di manutenzione aventi natura incrementativa sono attribuiti ai cespiti cui si riferiscono e ammortizzati in relazione alle residue possibilit di utilizzo degli stessi. Le immobilizzazioni materiali iscritte in esercizi precedenti, per le quali non si realizza pi il principio dellutilit pluriennale, vengono interamente svalutate.

Ammortamenti Le immobilizzazioni materiali sono sistematicamente ammortizzate in ogni esercizio sulla base di aliquote economico-tecniche determinate in relazione alle residue possibilit di utilizzo dei beni. La durata ipotizzata per lammortamento, in sintonia con i criteri applicati nel precedente esercizio, la seguente:
Ammortamenti (durata)
Descrizione Fabbricati industriali Costruzioni leggere Impianti e macchinari generici Impianti e macchinari specifici Mobili e macchine dufficio Macchine elettroniche Attrezzatura varia e minuta Autocarri Carrelli elevatori Autovetture


Percentuale 3-4% 10% 10% 16% 12% 20% 20% 15% 20% 25%

Anni 25/33,3 10,0 10,0 6,3 8,3 5,0 5,0 6,7 5,0 4,0

Rimanenze
Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto o di produzione e il valore di presumibile realizzazione desumibile dallandamento del mercato. Il costo dacquisto comprensivo degli oneri accessori di diretta imputazione; il valore di presumibile realizzazione viene calcolato tenendo conto sia degli eventuali costi di fabbricazione ancora da sostenere che dei costi diretti di vendita. Le scorte obsolete e di lento rigiro sono svalutate direttamente in relazione alla loro possibilit di utilizzo o di realizzo.

Le quote di ammortamento sono state ridotte del 50% per i beni materiali acquisiti nel corso dellanno in considerazione della minore obsolescenza fisica ed economica degli stessi.

12 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

In particolare, le configurazioni di costo adottate dalla Societ sono indicate nellelenco che segue:
Le

materie prime sono state valutate al costo medio dacquisto dellultimo mese del periodo, comprensivo del costo di trasporto/raccolta e del costo di stoccaggio in considerazione dellelevato grado di rotazione del magazzino materie prime; tale criterio costituisce una variante del Fifo. merci e le materie sussidiarie (costituite dai contenitori per i prodotti finiti e dagli imballi) sono valutate al costo medio ponderato degli acquisti del periodo. prodotti finiti e i prodotti in corso di lavorazione sono valutati al costo industriale di produzione. materiali vari (detergenti e materiale per pulizie, indumenti operai, carburanti, materiale di consumo dei laboratori, materiale pubblicitario e stampati) e i ricambi (scorte per lofficina), sono valutati al costo ultimo; tale criterio costituisce una variante del Fifo.

conto del rendimento espresso dal mercato con riferimento a titoli di pari durata e di pari affidabilit di emittente.

Crediti
I crediti sono iscritti al valore nominale e ricondotti al loro presumibile valore di realizzo mediante un fondo svalutazione esposto in detrazione dei crediti stessi, adeguato a fronteggiare rischi di insolvenza conosciuti o ragionevolmente prevedibili.

Le

I I

Disponibilit liquide
Le disponibilit liquide alla chiusura dellesercizio sono valutate al valore nominale.

Ratei e risconti attivi e passivi


Sono iscritte in tali voci quote di proventi e costi, comuni a due o pi esercizi, per realizzare il principio della competenza temporale.

In presenza di eventuali differenze fra la configurazione di costo adottata da alcune societ del Gruppo e quella della Granarolo, leffetto di tali difformit viene eliminato nella predisposizione del bilancio consolidato solo se considerato rilevante.

Fondi per rischi e oneri


I fondi per rischi e oneri sono stanziati per coprire perdite o debiti, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura del periodo non sono determinabili lammontare o la data di sopravvenienza. Il fondo per trattamento di quiescenza e obblighi simili, che comprende lindennit suppletiva di clientela, stato calcolato secondo la vigente normativa in materia.

Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni


Le partecipazioni e i titoli iscritti nellattivo circolante sono valutati al minor valore tra costo dacquisto e valore di mercato, con leffettuazione della svalutazione al fondo relativo portato in rettifica diretta del costo di acquisto. Per i titoli a reddito fisso il costo di acquisto rappresentato dal costo secco comprensivo degli oneri accessori direttamente imputabili, individuato attribuendo ai singoli titoli i costi specificamente sostenuti per lacquisto dei medesimi. Il valore di realizzazione, per i titoli quotati costituito dalla quotazione nei mercati organizzati, ufficiali o meno, purch questi ultimi per volumi trattati e per caratteristiche di affidabilit, possano effettivamente esprimere quotazioni sufficientemente attendibili. Per i titoli non quotati il valore di mercato costituito dalla quotazione di titoli similari per affinit di emittente, durata e cedola. In mancanza di titoli similari il valore di mercato rappresentato dal valore nominale, rettificato per tenere

Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato


Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato iscritto nel rispetto di quanto previsto dal Contratto collettivo nazionale di categoria e corrisponde alleffettivo impegno del Gruppo nei confronti dei singoli dipendenti alla data di chiusura del bilancio, dedotte le anticipazioni corrisposte. Il fondo non ricomprende le indennit maturate a partire dal 1 gennaio 2007, indennit destinate a forme pensionistiche complementari ai sensi del D. Lgs. n 252 del 5 dicembre 2005, ovvero trasferite al fondo tesoreria dellINPS.

13 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Debiti
I debiti iscritti al passivo dello stato patrimoniale sono esposti al loro valore nominale.

Criteri di conversione delle poste in valuta


I crediti e debiti espressi originariamente in valuta estera sono iscritti al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dellesercizio ed i relativi utili e perdite su cambi sono imputati al conto economico e leventuale utile netto viene accantonato in apposita riserva non distribuibile fino al realizzo.

di competenza di esercizi futuri, sono esigibili con riferimento allesercizio in corso (imposte anticipate) e quelle che, pur essendo di competenza del periodo, si renderanno esigibili solo in esercizi futuri (imposte differite). Tali imposte, differite e anticipate, derivano dalle differenze temporanee tra i valori delle attivit e passivit civilistiche e i rispettivi valori fiscali. Le imposte anticipate sono iscritte nella misura in cui vi sia la ragionevole certezza in merito al loro recupero futuro. I benefici derivanti dalle perdite fiscali a nuovo sono contabilizzati solo in presenza del presupposto che vi sia la ragionevole certezza che negli esercizi futuri si conseguiranno risultati positivi tali da riassorbire le perdite stesse.

Prodotti finanziari derivati


Granarolo S.p.A. utilizza strumenti finanziari derivati di copertura per gestire i rischi delle fluttuazioni dei tassi di interesse. Il controvalore dei prodotti finanziari derivati contabilizzato, al momento della stipula, negli altri conti dordine dello stato patrimoniale per limporto nominale del contratto. I differenziali di interesse sono imputati a conto economico tra i proventi e oneri finanziari secondo il criterio di competenza.

Altre informazioni
Operazioni straordinarie Granarolo S.p.A. ha acquisito il 1 giugno 2010 il controllo della societ Zeroquattro S.r.l., con sede a Bologna, Via Cadriano 27/2, ai sensi dellart. 2359 del Codice Civile, tramite conferimento di ramo di azienda, con atto in data 31 maggio 2010 a rogito notaio Federico Rossi, in Bologna. La quota di partecipazione al 31 dicembre 2010 detenuta da Granarolo S.p.A. del 69,25%. La societ Zeroquattro S.r.l. ha per oggetto sociale principalmente la fornitura di servizi di logistica integrata relativamente alla movimentazione, trasporto e stoccaggio delle merci in Italia e allestero; la fornitura di servizi a supporto della vendita di merci alimentari e servizi connessi.
In data 8 giugno 2010, Granarolo S.p.A. ha ceduto la partecipazione azionaria, pari al 8,26% del capitale sociale, della societ Centrale del Latte di Vicenza S.p.A. alla Centrale del Latte di TorinoS.p.A. In data 27 luglio 2010, la societ Centro Sperimentale del Latte S.p.A. ha acquisito il 100% delle quote della societ Immobiliare Zelo S.r.l., con sede in Zelo Buon Persico. LAssemblea riunitasi il giorno stesso ha approvato la nuova denominazione C.S.L. R.E. S.r.l. In unottica di semplificazione societaria e di riduzione degli oneri amministrativi della partecipazione, con atto di fusione del 23 dicembre 2010, registrato in data 30dicembre2010, la societ C.S.L.R.E. S.r.l. stata incorporata in Centro Sperimentale del Latte S.p.A. con effetti fiscali e contabili decorrenti dal 1 gennaio 2010. Dalla fusione per incorporazione della Societ emerso un disavanzo di fusione, pari a 3.831 migliaia di Euro, che stato imputato interamente agli elementi dellat-

Impegni, garanzie e rischi


Gli impegni e le garanzie sono indicati nei conti dordine al loro valore contrattuale. I rischi per i quali la manifestazione di una passivit probabile sono iscritti nella nota integrativa e accantonati secondo criteri di congruit e di prudenza nei fondi rischi. I rischi per i quali la manifestazione di una passivit solo possibile sono illustrati nella nota integrativa senza procedere allo stanziamento di fondi rischi.

Ricavi e costi
Sono esposti secondo il principio della prudenza e della competenza economica.

Imposte sul reddito


Le imposte sul reddito sono determinate sulla base di una realistica previsione degli oneri di imposta da assolvere in considerazione della competenza economica e in applicazione della vigente normativa fiscale. In particolare vengono recepite le imposte che, pur essendo

14 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

tivo patrimoniale (terreno ed immobili) sulla base del loro valore normale periziato. Data la neutralit fiscale delloperazione di fusione, a fronte della quota di disavanzo allocato sugli immobili, stato costituito un fondo imposte differite, per 454 migliaia di Euro, per neutralizzare in conto economico i maggiori carichi fiscali, che potranno emergere nellesercizio corrente e in quelli successivi. Non si ritenuto di stanziare un fondo imposte differite a fronte del disavanzo di fusione allocato sul valore dei terreni, in quanto improbabile che tale maggior valore dia luogo a maggiori carichi fiscali futuri, sia perch il terreno non soggetto ad ammortamento, sia perch su di esso ubicato il principale stabilimento produttivo, nonch la sede degli uffici, per cui non prevedibile la dismissione.

In data 11 gennaio 2011, con atto del notaio MiguelAngel Campo Guerri, in Barcellona (Spagna) stata costituita la societ Granarolo Iberica SL, detenuta al 100% da Granarolo S.p.A., avente oggetto sociale la distribuzione di prodotti alimentari in Spagna. Si segnala che, a seguito di verifica conclusasi in data 30 marzo 2011, la Guardia di Finanza, Nucleo di Polizia Tributaria di Bologna, ha redatto nei confronti di Granarolo S.p.A. un processo verbale di constatazione, attraverso cui ha formulato un rilievo ai fini delle imposte sui redditi per il periodo dimposta 2006. Stante lincertezza sullesito di un futuro accertamento, nonch la sussistenza di significativi elementi di difesa, si ritenuto di non accantonare alcuna posta per tale rilievo al fondo rischi fiscale iscritto in bilancio, anche in considerazione del parere dei consulenti fiscali della Societ. Ci in quanto non sussistono le condizioni di sufficiente certezza e probabilit delle eventuali passivit, n la possibilit di stimarne lammontare, condizioni, queste richieste dallart. 2423 bis e dai principi contabili ai fini dellistituzione di un apposito fondo rischi.

Eventi successivi al 31 dicembre 2010 In data 29 dicembre 2010, con atto del notaio Federico Rossi, in Bologna, la societ Granarolo S.p.A. ha operato un secondo aumento di capitale tramite conferimento di ramo di azienda in Zeroquattro s.r.l., con efficacia giuridica e contabile il 1 gennaio 2011. A seguito di tale conferimento, la partecipazione di Granarolo S.p.A. in Zeroquattro S.r.l. ha raggiunto il 75,05%.

15 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Analisi delle singole voci


Ove non specificato altrimenti, i valori riportati nella presente nota integrativa sono espressi in migliaia di Euro o arrotondati alle migliaia di Euro. Gli arrotondamenti sono effettuati sulle singole righe delle tabelle e quindi totalizzati. Questo pu comportare scostamenti trascurabili rispetto ai saldi esposti in Bilancio. Le tabelle riportano per ciascuna voce il saldo dellesercizio precedente. Nellesercizio 2010 ad integrazione dellapplicazione del principio contabile IAS 17 che prevede la riclassifica dei beni in leasing tra le immobilizzazioni materiali, principio applicato anche negli scorsi anni, stata altres effettuata una riclassifica delle migliorie apportate sui beni in leasing da immobilizzazioni immateriali a immobilizzazioni materiali. Questo ha comportato anche un effetto economico, dettagliato nel paragrafo Proventi e Oneri Straordinari, a causa delle differenti aliquote di ammortamento.
Immobilizzazioni immateriali (migliaia di Euro)
Costi di impianto e di ampliam. Valori al 31/12/2009 Costo Storico Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio Movimenti dellEsercizio Corrente Acquisizioni/Capitalizzazioni Alienazioni Riclassifiche da Altri Beni Riclassifiche ad Altri Beni Riclassifica da Lavori in Corso Variazione Perimetro Costo Storico Variazione Perimetro Ammort. Accum. Svalutazioni Rivalutazioni Riclassifiche Amm.ti ad Altri Beni Ammortamenti Ammortamenti Consolidato Utilizzo Fondo Ammortamento Variazione Totale Costo Storico Svalutazioni Rivalutazioni Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio 198 0 0 0 0 2 (2) 0 0 0 (237) 0 0 (39) 5.575 0 0 (5.098) 477 20 0 0 0 7 0 0 0 0 0 (43) 0 0 (16) 7.244 (179) 0 (6.945) 120 2.036 (1) 0 0 511 23 (24) 0 0 0 (1.905) (25) 1 616 13.058 0 0 (9.687) 3.371 70 (13) 0 0 0 12 (1) (2) 0 0 (6.743) 0 1 (6.676) 165.852 (5.702) 38 (80.274) 79.914 0 0 0 0 0 553 (330) 0 0 0 (3.826) 339 0 (3.264) 98.529 (183) 0 (63.538) 34.808 2.228 0 0 0 (518) 0 0 0 0 0 0 0 0 1.710 2.304 0 0 2.304 1.982 (814) 1.363 (5.988) 0 275 (319) 0 0 1.583 (1.391) 500 522 (2.287) 26.287 (179) 534 7.103 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (115) 0 (115) 20.064 (15.184) 0 (4.779) 101 6.534 (828) 1.363 (5.988) 0 865 (676) (2) 0 1.583 (14.145) 699 524 (10.071) 338.913 (21.427) 572 (189.860) 128.198 5.375 0 0 (4.859) 516 7.217 (179) 0 (6.903) 135 10.488 0 0 (7.733) 2.755 165.783 (5.700) 38 (73.531) 86.590 97.976 (183) 0 (59.722) 38.071 594 0 0 594 29.469 (179) 534 9.390 20.064 (15.184) 0 (4.664) 216 336.966 (21.425) 572 (177.846) 138.267

Gli incrementi derivanti dal conferimento di ramo di azienda avvenuto in Zeroquattro S.r.l. vengono esposti nelle singole tabelle tra le variazioni di perimetro.

Stato patrimoniale attivo


Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
Il capitale risulta completamente sottoscritto, versato ed esistente.

Immobilizzazioni immateriali
La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni immateriali sono descritti nella tabella sottostante

Diritti di Concessioni, Immobilizz. brevetti e licenze e in corso Differenze di util. op. marchi Avviamento e acconti Altre di consolid.

Costi di R&S e pubblicit

Totale

0 (20.434)

Valori al 31/12/2010

0 (19.539)

16 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

I valori esposti in bilancio comprendono le scritture di consolidamento che riguardano principalmente la voce avviamento e la voce altri beni. a) Nella voce avviamento sono state effettuate le seguenti rettifiche sui valori aggregati: Il costo storico al 31/12/2010 pari a 98.346 migliaia di Euro esposto al netto di 2.275 migliaia di Euro relativi alleliminazione della plusvalenza generatasi dal conferimento dei cespiti di Granarolo S.p.A. a ZeroquattroS.r.l.; Le rettifiche effettuate sul costo storico per effetto delle scritture di consolidamento negli esercizi precedenti sono le seguenti: 610 migliaia di Euro relativi allo storno del valore del disavanzo di fusione di Fiore attribuito alla voce avviamento; 411 migliaia di Euro relativi al maggior valore derivante dalla eliminazione della partecipazione detenuta da Sail S.p.A. a fronte del patrimonio netto della controllata Daunia Natura S.r.l. per lesercizio 1997, anno di acquisizione; nel 1998 avvenuta la operazione di fusione e tale maggior valore stato riconosciuto dalla perizia effettuata da una Societ specializzata come avviamento; 249 migliaia di Euro relativi alleliminazione della plusvalenza intercompany derivante dal conferimento da parte di Granarolo, del ramo aziendale Centrale del Latte di Milano. Gli ammortamenti degli avviamenti per 63.538 migliaia di Euro sono stati stornati per i seguenti valori: 265 migliaia di Euro relativamente a Zeroquattro S.r.l.; 61 migliaia di Euro per Fiore; 12 migliaia di Euro per Centrale del Latte di Milano.

per riclassifica dei fabbricati e 66 migliaia di Euro per riclassifica degli impianti dello stabilimento di Pasturago, per estensione dellapplicazione del principio contabile internazionale IAS 17 anche alle migliorie apportate sui beni in leasing di Granarolo S.p.A come precedentemente specificato. Di seguito i commenti alle variazioni avvenute nellesercizio.

Costi di impianto e ampliamento Lincremento pari a 198 migliaia di Euro ed riferibile principalmente alle spese per lincisione degli incarti dei nuovi prodotti. I decrementi comprendono gli ammortamenti del periodo.
Costi di impianto ed ampliamento (migliaia di Euro)
Spese Costituzione Societaria Spese Incarto Prodotti Verniciatura Automezzi Totale Costo Ammortamenti Storico accumulati 2.390 2.518 667 5.575 (2.378) (2.100) (620) (5.098) Valori a bilancio 12 418 47 477

Costi di ricerca, sviluppo e pubblicit I costi di Ricerca e Sviluppo capitalizzati riguardano principalmente la societ Centro Sperimentale del Latte S.p.A. che basa il proprio business sullintensa attivit di Ricerca e Sviluppo realizzata dal team di biologi e di tecnici nei laboratori e negli impianti pilota sia internamente che con collaborazioni esterne.
La Societ realizza i propri progetti di innovazione sulla base delle priorit che vengono individuate sul mercato. Ogni progetto ha un obiettivo temporale e unipotesi di pay-back sul mercato. I costi iscritti sono ragionevolmente correlati a unutilit protratta in pi esercizi, e sono ammortizzati sistematicamente in relazione alla loro residua possibilit di utilizzazione.

b) Nella voce altri beni stata effettuata principalmente la seguente rettifica sul valore aggregato: da altre Immobilizzazioni immateriali ad Immobilizzazioni materiali dovute a 5.710 migliaia di Euro

Costi di ricerca, sviluppo e pubblicit (migliaia di Euro)


Programma Strategia Aziendale Altri Costi Totale


Costo Storico 1.506 5.738 7.244


Svalutazioni Accumulate (179) 0 (179)

Ammortamenti accumulati (1.207) (5.738) (6.945) Valori a bilancio 120 0 120

17 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Diritti di brevetto industriale e utilizzazione opere dellingegno Lincremento riferibile principalmente ai seguenti investimenti: 681 migliaia di Euro per progetti relativi al sistema informatico SAP; 247 migliaia di Euro per progetti di miglioramento e aggiornamento del database Oracle; 238 migliaia di Euro per acquisto di nuove licenze duso di software; 98 migliaia di Euro per il software di reporting relativo al Bilancio consolidato; 63 migliaia di Euro per progetti logistici. Concessioni, licenze, marchi e diritti simili Lincremento relativo al costo per rinnovo marchi. I decrementi si riferiscono agli ammortamenti del periodo. Di seguito sono riassunti gli importi e le movimentazioni dei principali marchi e licenze ancora da ammortizzare:
Dettaglio Marchi (migliaia di Euro)
Marchio Yomo Marchio Granarolo Felsinea Marchio Centrale del Latte di Milano Marchio Pettinicchio Marchio Accad Marchio Perla (Sail) Marchio S. Giorgio Licenze duso a tempo determinato Marchio Piacere Leggero Marchio Zeroquattro Altri marchi Totale


Costo storico al 31/12/2010 43.425 59.393 17.560 8.685 8.780 9.794 4.125 318 50 10 8.049 160.188

Ammortamenti accumulati (6.514) (40.387) (8.999) (1.303) (4.500) (7.900) (2.640) (249) (30) (1) (7.752) (80.274) Valore netto al 31/12/2010 36.911 19.006 8.560 7.382 4.280 1.894 1.485 69 20 9 297 79.914

Avviamento Gli incrementi si riferiscono allavviamento relativo alla societ Zeroquattro S.r.l. I decrementi si riferiscono agli ammortamenti dellesercizio. Di seguito sono riassunti gli importi e le movimentazioni degli avviamenti ancora da ammortizzare:

18 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Dettaglio Avviamento (migliaia di Euro)


Avv. Centrale del Latte di Milano Avv. Cerpl Avv. Daunia Natura Avv. Latte Europa Avv. Prima Natura Avv. Centrale Latte Parma Avv. Zeroquattro Avv. S. Giorgio Altri avviamenti Totale


Costo storico al 31/12/2010 38.398 18.150 9.865 9.092 2.308 1.404 553 516 18.060 98.346

Ammortamenti accumulati 31/12/2010 (19.679) (12.342) (5.343) (5.557) (1.385) (842) (65) (331) (17.994) (63.538) Valore netto al 31/12/2010 18.719 5.808 4.522 3.535 923 562 488 185 66 34.808

Immobilizzazioni in corso e acconti Lincremento di 2.228 migliaia di Euro comprende costi sostenuti per lacquisto delle licenze SAP (1.707 migliaia di Euro) e costi per il depuratore per il trattamento delle acque dello stabilimento di Soliera (521 migliaia di Euro). Altre immobilizzazioni immateriali Gli incrementi ammontano a 1.982 migliaia di Euro. I pi significativi riguardano lo stabilimento di Pasturago, per complessivi 2.252 migliaia di Euro, rettificati dalle acquisizioni effettuate nellanno 2010 per migliorie su beni in leasing per un importo pari a 366 migliaia di Euro, riclassificati nei Terreni e Fabbricati. I decrementi pi significativi riguardano: 1.391 migliaia di Euro per gli ammortamenti dellesercizio; le riclassifiche citate precedentemente nelle scritture di consolidamento. Differenze di consolidamento Le differenze di consolidamento al 31 dicembre 2010, al netto degli ammortamenti, sono relative al maggior valore riconosciuto della partecipazione rispetto al patrimonio netto delle Societ consolidate. Il decremento si riferisce agli ammortamenti del periodo.
Differenze di consolidamento (migliaia di Euro)
Sail Centro Sperimentale del Latte Calabrialatte Altre TOTALE Costo storico 1.014 34 2.825 1.007 4.880 Fondo al 31/10/2010 (914) (33) (2.825) (1.007) (4.779) Valore Residuo 100 1 0 0 101

Immobilizzazioni materiali
I valori esposti in bilancio comprendono le scritture di consolidamento che riguardano: a) nella voce Terreni e Fabbricati, pari a 103.155 migliaia di Euro al 31 dicembre 2010: lallocazione della differenza di consolidamento relativa alla societ incorporata Dilat S.p.A. del valore residuo di 1.074 migliaia di Euro, al netto del fondo ammortamento di 1.163 migliaia di Euro; lo storno del disavanzo di fusione della stessa societ Dilat S.p.A. allocato a Fabbricati del valore residuo di 1.309 migliaia di Euro, al netto del fondo ammortamento di 484 migliaia di Euro; la rilevazione dei fabbricati in leasing secondo quanto previsto dallo IAS 17, per un valore residuo di 13.144 migliaia di Euro, al netto del fondo ammortamento di 2.051 migliaia di Euro; b) nella voce Impianti e macchinari la rilevazione degli impianti in leasing secondo quanto previsto dallo IAS 17, per un valore residuo di 1.506 migliaia di Euro, al netto del fondo ammortamento di 17.075 migliaia di Euro. La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni materiali sono descritti nella tabella sottostante:

19 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Immobilizzazioni materiali (migliaia di Euro)


Valori al 31/12/2009 Costo Storico Fondo Svalutazioni Svalutazioni Rivalutazioni Allocazione Scritture di Consolidamento Altri Movimenti Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio Acquisizioni/Capitalizzazioni Alienazioni Riclassifiche da Altri Beni Riclassifiche ad Altri Beni Riclassifica da Lavori in Corso Variazione Perimetro Costo Storico Variazione Perimetro Ammortamenti Accum. Costo storico Fusione C.S.L. RE F.do amm.to Fusione C.S.L. RE Svalutazioni Rivalutazioni Riclassifiche Amm.ti ad Altri Beni Ammortamenti Ammortamenti Consolidato Utilizzo Fondo Ammortamento Variazione Totale Costo Storico Fondo Svalutazioni Svalutazioni Rivalutazioni Allocazione Scritture di Consolidamento Altri Movimenti Ammortamenti Accumulati Valore a Bilancio 95.043 (47) (229) 31.805 4.641 (5.006) 68 (29.776) 96.499 1.937 (2.180) 5.827 0 27 14 (4) 4.854 (207) 0 0 (600) (2.626) (669) 281 6.654 105.523 (47) (229) 31.805 4.641 (5.006) 68 (33.600) 103.155 199.551 (200) (1.960) 4.921 6.006 17.030 0 (168.385) 56.963 13.578 (4.678) 161 0 16.801 492 (134) 0 0 0 0 (66) (16.207) (2.771) 4.037 11.213 225.905 (200) (1.960) 4.921 6.006 17.030 0 (183.527) 68.175 366 2.034 3 (73) 311 0 64 (1) (1.996) 342 72 (100) 0 0 0 269 (85) 0 0 0 0 0 (109) (11) 90 126 2.274 3 (73) 311 0 64 0 (2.112) 467 23.930 0 (19) 271 0 73 0 (18.035) 6.220 1.275 (1.450) 0 0 0 4.059 (968) 0 0 0 0 0 (1.407) (150) 1.410 2.769 27.814 0 (19) 271 0 73 0 (19.152) 8.987 18.226 0 0 0 0 0 0 0 18.226 2.590 0 0 (1.363) (16.828) 228 0 0 0 0 0 0 0 0 0 (15.373) 2.851 0 0 0 0 0 0 0 2.851 338.784 (244) (2.281) 37.308 10.647 12.161 67 (218.192) 178.250 19.452 (8.408) 5.988 (1.363) 0 5.062 (1.191) 4.854 (207) 0 0 (666) (20.349) (3.601) 5.818 5.389 364.367 (244) (2.281) 37.308 10.647 12.161 68 (238.391) 183.635 Terreni e fabbricati Impianti e macchinario Attrezzature industriali e commerciali Altri Beni Immobilizzazioni in corso e acconti Totale

Movimenti dellEsercizio Corrente

Valori al 31/12/2010

Terreni e fabbricati Gli incrementi si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 4.647 migliaia di Euro per fusione C.S.L. R.E. S.r.l. in Centro Sperimentale del Latte S.p.A.; 689 migliaia di Euro per ampliamenti e migliorie dello stabilimento di Bologna; 563 migliaia di Euro per ampliamenti e migliorie dello stabilimento di Soliera;

migliaia di Euro per migliorie su beni in leasing effettuate nel corso dellanno 2010 in applicazione del principio contabile IAS 17; 181 migliaia di Euro per interventi effettuati in aree annesse allo stabilimento di Bologna, principalmente parcheggi e impianto di cogenerazione; 83 migliaia di Euro per migliorie nello stabilimento di Pasturago; 28 migliaia di Euro per migliorie nello stabilimento di Anzio.

20 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

I decrementi si riferiscono principalmente a: 1.562 migliaia di Euro per la cessione dello stabilimento di Sermoneta; 60 migliaia di Euro per dismissioni cespiti relativi alle filiali; ammortamenti dellesercizio. Sugli immobili risulta iscritta una ipoteca di 7.747 migliaia di Euro a garanzia del mutuo ottenuto da ISA (Istituto Sviluppo Agroalimentare S.p.A.). In data 09/12/2010 stata sottoscritta una convenzione tra Granarolo S.p.A. e il Comune di Bologna che prevede la cessione gratuita di alcune aree attigue allo stabilimento ad oggi adibite a parcheggi e aree verdi. Si pensa di recuperare tale valore con la maggior capacit edificatoria concessa dal Comune.

640

migliaia di Euro per dismissioni di cespiti delle varie filiali; ammortamenti dellesercizio. Si segnala che alcuni impianti sono sottoposti a vincoli di legge previsti per gli acquisti effettuati con lausilio di contributi in conto capitale.

Attrezzature industriali e commerciali Gli incrementi si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 184 migliaia di Euro al netto del fondo per trasferimento di beni da Coopser e CTL a Zeroquattro a seguito del predetto conferimento di ramo di azienda; 26 migliaia di Euro nello stabilimento di Pasturago; 10 migliaia di Euro nello stabilimento di Bologna; 11 migliaia di Euro nello stabilimento di Anzio.
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: migliaia di Euro per dismissioni cespiti presso le filiali; ammortamenti dellesercizio.
62

Impianti e macchinari Gli incrementi pi significativi si riferiscono ai seguenti investimenti: 7.202 migliaia di Euro per impianti relativi al settore Caseario dello stabilimento di Bologna; 1.951 migliaia di Euro per impianti nello stabilimento di Pasturago, di cui 441 per il reparto di confezionamento; 1.290 migliaia di Euro per impianti nello stabilimento di Soliera 488 migliaia di Euro per impianti relativi ad impianti per la produzione del latte; 358 migliaia di Euro al netto del fondo per trasferimento di beni da Coopser e CTL a Zeroquattro a seguito del predetto conferimento di ramo di azienda; 199 migliaia di Euro per lacquisto di una nuovo impianto di fermentazione di Centro Sperimentale del Latte; 42 migliaia di Euro per la realizzazione del nuovo laboratorio dello stabilimento di Pasturago;
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: 1.221 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Soliera; 993 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Bologna; 878 migliaia di Euro per vendita di cespiti dello stabilimento di Novara; 570 migliaia di Euro (768 migliaia di Euro di costo storico al netto di 198 migliaia di Euro di fondo ammortamento) per cessione dello stabilimento di Sermoneta;

Altri beni Gli incrementi si riferiscono principalmente ai seguenti investimenti: 3.091 migliaia di Euro al netto del fondo per il trasferimento di beni da Coopser e CTL a Zeroquattro a seguito conferimento ramo di azienda; 261 migliaia di Euro per acquisto automezzi; 892 migliaia di Euro per acquisto macchine elettroniche; 30 migliaia di Euro per acquisto mobili e verificatori di banconote false.
I decrementi pi significativi dellesercizio si riferiscono a: 893 migliaia di Euro per dismissione macchine elettroniche; 215 migliaia di Euro per dismissione automezzi e autovetture; 179 migliaia di Euro per dismissioni di cespiti presso le filiali; 156 migliaia di Euro per dismissione carrelli elevatori; ammortamenti dellesercizio.

Immobilizzazioni in corso e acconti Gli incrementi di 2.590 migliaia di Euro si riferiscono ai seguenti investimenti: 673 migliaia di Euro per fabbricati in costruzione;

21 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

1.592

migliaia di Euro per impianti e macchinari in costruzione; 325 migliaia di Euro per altri beni in costruzione.

Immobilizzazioni finanziarie
Partecipazioni Le partecipazioni ammontano a 108 migliaia di Euro; erano pari a 1.827 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009. La variazione principale riguarda la cessione della partecipazione della Centrale del Latte di Vicenza alla Centrale del Latte di Torino S.p.A. avvenuta l8 giugno 2010. Crediti La voce crediti verso altri presenta un saldo di 1.043 migliaia di Euro e si riferisce a: crediti verso lAssociazione Prober per il finanziamento infruttifero erogato nellambito del progetto Biobenessere (510 migliaia di Euro); crediti derivanti dalla transazione Vogliazzi (314 migliaia di Euro); valore dei depositi cauzionali, esposti al netto di un fondo svalutazione stanziato a fronte dei rischi di inesigibilit dei crediti per depositi cauzionali acquisiti dalle Societ in procedura;
Secondo quanto indicato dallart 2427 C.C. n.6), si precisa che non vi sono crediti di durata residua superiore a cinque anni. Non stato riportato il fair value dei crediti immobilizzati, avendo ritenuto che non sia identificabile o determinabile un loro valore di mercato.
Rimanenze (migliaia di Euro)
Descrizione Materie prime, sussidiarie e di consumo Lavori in corso su ordinazione Prodotti finiti e Merci Totale

La voce altri titoli presenta un saldo di 3.798 migliaia di Euro e si riferisce: per 3.105 migliaia di Euro a titoli costituiti in pegno a favore di ISA, Istituto Sviluppo AgroalimentareS.p.A., a garanzia della dilazione di pagamento di una quota di minoranza della societ Sail S.p.A. acquistata da Granarolo S.p.A. (che successivamente ha incorporato la Societ). Tale valore era iscritto nel bilancio 2009 tra i titoli dellattivo circolante ed stato riclassificato pi opportunamente nei titoli immobilizzati. Per uniformit di trattamento negli schemi di raffronto stato riclassificato anche il valore presente nel bilancio 2009 (pari a 2.902 migliaia di Euro); per 693 migliaia di Euro a Certificati di Credito del Tesoro (CCT), oggetto di garanzia pignoratizia costituita a fronte dellemissione di una fidejussione di 700 migliaia di Euro nellambito delle transazioni concluse con i venditori della societ Vogliazzi a seguito della sentenza della Corte di Appello di Milano. Tale sentenza ha condannato Granarolo a restituire tutto quanto percepito in esecuzione dei lodi con i quali era stato riconosciuto il diritto di indennizzo a fronte delle passivit relative alla predetta Societ. Nella parte della presente Nota Integrativa dedicata alle cause pendenti viene data pi ampia informativa in merito al contenzioso in essere.

Attivo circolante
Rimanenze La voce presenta un saldo di 37.253 migliaia di Euro (31.407 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) ed composta come illustrato nella seguente tabella:


Al 31/12/2009 13.663 1.432 16.312 31.407 Variazione 2.117 135 3.594 5.846 Al 31/12/2010 15.780 1.567 19.906 37.253

22 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Crediti dellattivo circolante La voce presenta un saldo di 204.286 migliaia di Euro (207.884 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009).
I crediti verso clienti, pari a 135.662 migliaia di Euro, sono stati adeguati al loro presumibile valore di realizzo mediante lo stanziamento di un fondo svalutazione di 23.457 migliaia di Euro, adeguato nel periodo per complessivi 4.873 migliaia di Euro.
Crediti verso clienti (migliaia di Euro)
Crediti Circolante Clienti Fondo Svalutazione Crediti Totale Saldo Iniziale 144.765 (21.469) 123.296 Accant. 0 (4.873) (4.872) Utilizzi 0 2.884 2.884 Var. perimetro 1.575 0 1.575 Altri Movimenti 12.779 0 12.779 Saldo Finale 159.119 (23.457) 135.662

I crediti verso clienti registrano un aumento netto di 14.354 migliaia di Euro, soprattutto a motivo di una riduzione dei crediti ceduti pro-soluto alle Societ di factoring, pari a 25.757 migliaia di Euro. Tali minori crediti ceduti sono parzialmente compensati dallincremento di 5.757 migliaia di Euro degli incassi per conto terzi, che rappresentano gli incassi, degli ultimi giorni di dicembre, ricevuti da clienti per pagamento di crediti ceduti alle Societ di factoring e non ancora versati a queste ultime al 31dicembre 2010. Permaggior chiarezza si riporta la seguente tabella riassuntiva della situazione del factoring:
Riepilogo Cessione Credito Pro Soluto (migliaia di Euro)
Crediti Ceduti Deb vs Altri - Incassi per conto Totale Al 31/12/2009 Variazione Al 31/12/2010 99.029 2.141 101.170 (25.757) 5.575 (20.182) 73.272 7.716 80.988

I crediti verso imprese controllate, pari a 1.218 migliaia di Euro, si riferiscono principalmente ai crediti verso le Societ in procedura concorsuale, escluse dallarea di consolidamento:
per

942 migliaia di Euro i crediti verso le Societ in procedura per pagamenti effettuati per loro conto; trattandosi di crediti di natura privilegiata, in particolare relativi a costi per il personale, non stato accantonato alcun fondo svalutazione. 241 migliaia di Euro, derivanti dalla differenza tra 16.321 migliaia di Euro relativi al credito verso SitiaYomo, acquistato nel 2006 da TAU,e il fondo svalutazione stanziato di 16.080 migliaia di Euro; 29 migliaia di Euro relativi ai crediti verso le Societ in procedura per pagamenti effettuati per loro conto, pari 567 migliaia di Euro ridotti del corrispondente fondo svalutazione di 538 migliaia di Euro che si provveduto a stanziare negli esercizi precedenti, trattandosi di crediti di natura chirografaria;

per

per

Nel corso dellesercizio si proceduto a stralciare crediti riferiti a clienti in procedura concorsuale o comunque ritenuti inesigibili, utilizzando il fondo svalutazione crediti per complessivi 2.884 migliaia di Euro. Sono state indicate fra i crediti esigibili oltre lesercizio successivo parte delle cambiali in portafoglio (490 migliaia di Euro).
Crediti tributari (migliaia di Euro)
Credito IVA Credito IVA per Interessi Crediti vs Erario Acconto imposte su esercizio Ant Imposta su TFR Totale Al 31/12/2009 59.197 2.537 1.042 95 12 62.883 Variazione (16.458) (443) 744 6.529 (2) (9.630)

I crediti verso imprese controllanti si riferiscono a transazioni di natura commerciale. I crediti tributari risultano cos composti:

Al 31/12/2010 42.739 2.094 1.786 6.624 10 53.253

.. di cui entro lEsercizio 40.009 614 1.786 6.624 0 49.033

.. di cui oltre lEsercizio 2.731 1.479 0 0 10 4.220

23 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Nelle voce crediti tributari sono compresi i seguenti valori acquisiti dalla procedura, a fronte dei quali risulta stanziato un fondo svalutazione crediti di 681 migliaia di Euro:
Crediti tributari acquisiti dalle Societ in procedura (migliaia di Euro)
Credito Iva Sitia Yomo Merlo Pettinicchio LMS Totale Fondo Svalutazione 193 0 1.386 87 1.666 (337) Interessi su su credito Iva 130 3 224 0 357 (3) Crediti CCGG 123 0 0 11 134 (134) Crediti Ires 383 0 65 0 448 (139) Interessi su credito ires 68 0 0 25 93 Crediti Irap 176 0 0 0 176 Totale 1.073 3 1.675 123 2.874 (681)

(68) 0

Nellesercizio 2010 si rileva una consistente diminuzione dei crediti tributari acquisiti dalle Societ in procedura a seguito dellincasso di 1.943 migliaia di Euro. Rispetto al 31 dicembre 2009 si registra la diminuzione del credito IVA per gli incassi effettuati nel corso del 2010.
Crediti IVA Gruppo Granarolo (migliaia di Euro)
Societ Granarolo Calabrialatte Centro Sperimentale del Latte Totale

Credito Iva 41.700 841 198 42.739 Credito Iva per interessi 1.937 157 0 2.094 Totale Credito Iva 43.637 998 198 44.834 di cui esigibili oltre es. succ. 4.210 0 0 4.210

Il rimborso dei crediti Iva comporta lobbligo di prestare garanzie a favore della Amministrazione Finanziaria per il tramite di istituti di credito o assicurativi: la Societ alla data del 31 dicembre 2010 ha prestato fidejussioni per un importo pari a 137.433 migliaia di Euro. La movimentazione dei crediti per imposte anticipate riportata nella seguente tabella:
Credito per imposte (migliaia di Euro)
Granarolo Calabrialatte CSL Zeroquattro Aggregato Scritture consolidato Consolidato

Altri movimenti 0 0 0 0 0 0 saldo al 31/12/2010 11.011 243 43 0 11.296 81 11.377

saldo al 31/12/2009 Accantonamento Reversal 13.615 332 0 0 13.947 91 14.038 3.009 41 43 0 3.093 3.093 (5.613) (131) 0 0 (5.744) (10)

(5.753) 0

24 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Laccantonamento delle imposte differite attive contabilizzate nel periodo chiuso al 31 dicembre 2010, composto principalmente da: imposte sullaccantonamento del fondo svalutazione crediti tassato per 1.052 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo salario variabile per 865 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo oneri per 655 migliaia di Euro; imposte sullaccantonamento del fondo rischi per 435 migliaia di Euro. Il reversal delle imposte differite attive contabilizzate nel periodo chiuso al 31 dicembre 2010 composto principalmente da: stralcio delle imposte differite attive iscritte nei precedenti esercizi per 4.645 migliaia di Euro. Tale stralcio stato effettuato sulla base di risultati previsti dal piano industriale 2011-2013 approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 16 novembre 2010. In base a tale documento si ritiene, infatti,
Crediti verso altri (migliaia di Euro)
Descrizione Enti previdenziali Crediti verso Societ in procedura Crediti diversi Fondo Svalutazione crediti verso altri Totale

che non sussista la ragionevole certezza del recupero da parte di Granarolo S.p.A. di parte del credito di imposta presente nel bilancio 2009, in quanto la Societ non realizzer redditi imponibili sufficienti ad assorbirlo; imposte sullutilizzo del fondo svalutazione crediti tassato per 580 migliaia di Euro; imposte sullutilizzo di fondi oneri stanziati in esercizi precedenti per 288 migliaia di Euro; imposte sullammortamento di marchi non dedotto in precedenti esercizi per 100 migliaia di Euro; leffetto economico delle imposte differite relative alle scritture di consolidamento per 10 migliaia di Euro. Sono state indicate fra i crediti esigibili oltre lesercizio successivo le imposte anticipate il cui reversal previsto oltre tale periodo (6.140 migliaia di Euro). Per unanalisi pi dettagliata della movimentazione si rinvia al paragrafo sulle imposte. I crediti verso altri risultano cos composti

Variazione (2.229) (401) 1.147 0 (1.483) Al 31/12/2010 287 41 2.371 (39) 2.660 .. di cui entro lEsercizio 287 41 2.371 (39) 2.660


Al 31/12/2009 2.516 442 1.224 (39) 4.143

25 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

I crediti verso Enti Previdenziali presentano un saldo di 287 migliaia di Euro, di cui 127 migliaia di Euro riferiti alla Cassa Integrazione Guadagni e 160migliaia di Euro verso altri Istituti previdenziali. Il decremento rispetto al 31 dicembre 2009 dovuto principalmente al rimborso da parte dellINPS della quota di stipendio che era stata anticipata dal Gruppo nel 2009, quale datore di lavoro, ai dipendenti in Cassa Integrazione. I crediti verso Societ in procedura si riferiscono per 41 migliaia di Euro a crediti verso la societ Leo Marven System, a fronte dei quali stato accantonato un fondo svalutazione per 39 migliaia di Euro. I crediti diversi si sono incrementati principalmente per effetto di anticipi a dipendenti per 732 migliaia di Euro, riferiti a quanto la Societ corrisponder a dipendenti attualmente in Cassa Integrazione Guadagni in deroga al termine della stessa, e anticipi a fornitori per 350 migliaia di Euro. Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei crediti dellattivo circolante, suddivisi per durata residua e per aree geografiche, come richiesto dallarticolo 2427, c.1, n. 6).
Crediti verso clienti per durata residua e area geografica (migliaia di Euro)
Italia Paesi UE Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 130.230 490 130.720 3.587 0 3.587 Paesi Extra UE 1.355 0 1.355 Al 31/12/2010 135.172 490 135.662

Si segnala che nel 2010 e nel 2009 stata effettuata una riclassifica dei titoli emessi a garanzia del prestito ISA, Istituto Sviluppo AgroalimentareS.p.A., spostandoli dallattivo circolante allattivo immobilizzato per 2.902 migliaia di Euro.

Disponibilit liquide
La voce presenta un saldo di 84.325 migliaia di Euro (59.964 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) costituito da: depositi bancari e postali per 83.491 migliaia di Euro; assegni per 740 migliaia di Euro; denaro in cassa per 94 migliaia di Euro. Lincremento dei depositi bancari al 31 dicembre 2010 deriva principalmente dalla stipula di un contratto di finanziamento a medio-lungo termine in data 29dicembre 2010 per 50.000 migliaia di Euro.

Ratei e risconti attivi


La voce presenta un saldo di 1.183 migliaia di Euro (901 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009) e comprende ratei per 81 migliaia di Euro e risconti per 1.102 migliaia di Euro, di cui 396 migliaia di Euro relativi a oneri e servizi finanziari. Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei ratei e risconti attivi suddivisi per durata residua.
Ratei attivi (migliaia di Euro)
Al 31/12/2010 81 81 81

Crediti verso altri per durata e area geografica (migliaia di Euro)


Italia Paesi UE Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 2.660 0 2.660 0 0 0 Paesi Extra UE 0 0 0 Al 31/12/2010 2.660 0 2.660

Descrizione Entro lEsercizio Ratei attivi (entro lanno) Totale Totale

Risconti attivi (migliaia di Euro)

Attivit finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni


La voce presenta un saldo di 219 migliaia di Euro, pressoch invariato rispetto al 31 dicembre 2009, costituito da azioni Parmalat S.p.A. detenute per 204 migliaia di Euro da Granarolo S.p.A. e per il residuo da Calabrialatte S.p.A..

Descrizione Entro lEsercizio Oneri e servizi finanziari Altri Totale Oltre lEsercizio Altri (da 1 a 5 anni) Totale Totale

Al 31/12/2010 396 486 882 220 220 1.102

26 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Stato patrimoniale passivo


Patrimonio Netto
La voce presenta un saldo di 162.343 migliaia di Euro. Le movimentazioni consistono nella destinazione del risultato del 2009 e nellingresso nellarea di consolidamento della societ Zeroquattro S.r.l. partecipata al 69,25% da Granarolo S.p.A.
Patrimonio Netto - movimenti (migliaia di Euro)
Riserva da Riserva sovrap. Riserva Altre Capitale legale azioni Consolid. Riserve Saldi 31/12/2009 Aumento capitale sociale Destinazione utile/perdita Risultato dellesercizio Consolidamento Zeroquattro 157.939 0 0 0 0 0 157.939 8 0 1.017 0 0 0 1.025 0 0 0 0 0 0 0 231 0 (1.780) (136) 0 0 (1.685) 28.609 0 926 (28.609) 0 0 926 Utile/ perdita a nuovo (47.146) 0 18.400 28.745 0 0 0 Utile/ Patrimonio Patrimonio perdita Netto Netto desercizio Gruppo Terzi 18.564 0 (18.564) 0 4.139 0 4.139 158.204 0 0 0 4.139 0 162.343 1.374 0 0 0 (966) 2.824 3.232

Copertura perdite esercizi precedenti

Saldi 31/12/2010

Prospetto di raccordo al 31/12/2010 (migliaia di Euro)


Granarolo S.p.A. Adeguamento valori di carico delle partecipazioni e quota di competenza del Gruppo dei risultati desercizio Leasing finanziari Effetti eliminazione fusioni e plus. Interc. per operazioni compiute tra Societ consolidate Gruppo Quota di competenza dei terzi


159.890 17.313 2.046 (21.044) 158.204 4.198

Risultato desercizio 9.366 (1.784) 114 (3.558) 4.139 (966) Totale 169.256 15.529 2.160 (24.603) 162.343 3.232

Patrimonio Netto

Capitale Al 31 dicembre 2010 il capitale sociale ammonta a 157.939 migliaia di Euro (pari al valore al 31 dicembre 2009) ed costituito da n. 78.969.373 azioni del valore nominale di 2 Euro cadauna. Risulta cos ripartito: Granlatte Soc. Coop. Agricola a r.l. al 77,48% Intesa San Paolo S.p.A. al 19,78% Cooperlat S.c.r.l. al 2,74%
Non sono state emesse dalla Capogruppo nel corso dellesercizio azioni di godimento o obbligazioni convertibili in azioni.

Riserve iscritte in bilancio Nel bilancio risultano iscritte: la riserva legale; la riserva di consolidamento; la riserva straordinaria; altre riserve. Patrimonio di terzi La voce si riferisce al patrimonio netto di competenza dei soci estranei al Gruppo, comprensivo del risultato dellesercizio 2010. Laumento rispetto al 31 dicembre 2009 deriva dallinclusione nellarea di consolidamento della societ Zeroquattro S.r.l., di cui i soci minoritari detengono il 30,75% delle quote, compensato dalla perdita di esercizio di loro spettanza e dal risultato di esercizio di spettanza dei soci terzi di Calabrialatte S.p.A..

27 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Fondi per rischi e oneri


La voce presenta un saldo di 27.955 migliaia di Euro (30.585 al 31 dicembre 2009). Le movimentazioni delle singole componenti sono riportate di seguito:
Fondi per rischi e oneri (migliaia di Euro)
Descrizione - fondo indennit agenti di commercio Totale - fondo imposte differite passive - fondo imposte Totale Altri fondi - fondo operazioni a premio - fondo rischi cause legali - fondo perdite strumenti derivati - fondo salario variabile - fondo oneri diversi Totale TOTALE Al 31/12/2009 2.267 2.267 742 0 742 1.769 3.701 473 7.233 14.301 27.577 30.586 Accantonamenti 287 287 213 1.684 1.897 0 1.386 0 3.243 979 5.608 7.792 Utilizzi (106) (106) (142) 0 (142) (1.769) (236) 0 (5.752) (4.435) (12.192) (12.440) Var. perimetro 68 68 223 0 223 0 0 0 220 2.413 2.633 2.924 Altri Movimenti (75) (75) 699 908 1.607 0 (941) 0 (1.474) (25) (2.440) (908) 0 3.910 473 3.471 13.332 21.186 27.955 Al 31/12/2010 2.442 2.442 1.735 2.592 4.327 Fondi tratt. di quiescenza e simili

Fondi per imposte

Le principali movimentazioni sono riepilogate di seguito. Fondo per trattamento di quiescenza ed obblighi simili: stato incrementato di 287 migliaia di Euro, utilizzato per 106 migliaia di Euro e per 68 migliaia di Euro dallingresso di Zeroquattro S.r.l. nellarea di consolidamento. per imposte comprende il fondo per rischi fiscali e il fondo per imposte differite. Il fondo per rischi fiscali risulta cosi movimentato: 908 migliaia di Euro sono rischi di natura fiscale riclassificati dal conto rischi cause legali; 1.684 migliaia di Euro accantonati per rischi di natura fiscale; Il fondo per imposte differite, risulta cos movimentato: 213 migliaia di Euro accantonati nella voce di consolidato per effetto principalmente delle riclassifiche attuate su i cespiti per adeguamenti legati al principio contabile internazionale IAS 17;
Fondo

utilizzo delle imposte differite passive per 198 migliaia di Euro; 223 migliaia di Euro per il conferimento da Societ terze a Zeroquattro S.r.l., tale importo non include 496 migliaia di Euro derivante dal conferimento di Granarolo S.p.A., perch rientrante nelle scritture di consolidamento; 59 migliaia di Euro come reversal; Nella voce altri movimenti sono ricompresi: - 454 migliaia di Euro generatosi dallallocazione del disavanzo di fusione di C.S.L. R.E. S.r.l. nella societ Centro Sperimentale del Latte S.p.A. - 283 migliaia di Euro come fondo generatosi dalla riclassifica delle migliorie su beni di terzi passate nelle immobilizzazioni materiali perch legate ai cespiti trattati secondo il principio contabile IAS 17; - 37 migliaia di Euro come effetto negativo generatosi dalla alienazione dellimmobile di Sermoneta.

28 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Di seguito si espone il dettaglio del Fondo imposte differite:


Fondo imposte differite (migliaia di Euro)
Zeroquattro CSL Granarolo Calabrialatte Totale Aggregato Scritture consolidato Totale Consolidato Altri Al 31/12/2009 0 0 85 0 85 656 742 Accantonamento 0 0 0 0 0 213 213 Reversal 0 (6) (78) 0 (84) (58) (142) Altri movimenti 719 454 0 0 1.173 (250) 923 Al 31/12/2010 719 448 7 0 1.175 561 1.735

Fondi il fondo per operazione a premi stato interamente utilizzato. La promozione Consumer Collection terminata nel primo semestre 2010 per cui non sono stati effettuati nuovi accantonamenti; il fondo rischi cause legali stato incrementato per 1.386 migliaia di Euro ed utilizzato per 236 migliaia di Euro; il fondo salario variabile, previsto dallaccordo integrativo aziendale, stato incrementato per 3.243 migliaia di Euro ed utilizzato per 5.752 migliaia di Euro rilevando una sopravvenienza attiva per la parte non utilizzata; il fondo oneri diversi, riferibile principalmente agli oneri di riorganizzazione, stato incrementato di 3.392 migliaia di Euro di cui 2.413 migliaia di Eu
Rivalutazione 573

ro evidenziati nelle voce variazione di perimetro perch accantonati nella societ Zeroquattro S.r.l. ed utilizzato per 4.435 migliaia di Euro.

Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato


La voce presenta un saldo di 20.692 migliaia di Euro (21.658 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Nella voce variazione di perimetro sono stati esposti i trasferimenti del fondo T.F.R. conferiti dalle societ Coopser e CTL in Zeroquattro S.r.l.. Nella voce altri movimenti riportata la riclassifica del T.F.R. della societ Leo Marven System dalla voce Altri Debiti a seguito delle liberatorie firmate dai dipendenti di esentare le Societ in procedura da ogni impegno nei loro confronti per TFR.

Trattamento di fine rapporto (migliaia di Euro)


Fondo TFR Saldo al 31/12/2009 21.658

Utilizzo (2.378)

Var. perimetro 683

Altri Movimenti 156

Saldo al 31/12/2010 20.692

29 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Come disciplinato dallart. 2120 del c.c. stata effettuata la rivalutazione del fondo TFR con applicazione di un tasso dell1,5% in misura fissa e del 75% dellaumento degli indici di prezzo al consumo, accertato dallISTAT rispetto al mese di dicembre dellanno precedente.

Debiti
La voce presenta un saldo di 428.361 migliaia di Euro (409.220 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). In riferimento ai debiti di natura finanziaria, si riporta nella seguente tabella le movimentazioni avvenute nellanno:
Debiti finanziari (migliaia di Euro)
Debiti verso soci per finanziamenti Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso soci per finanziamenti Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso banche Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale Debiti verso altri finanziatori Totale

Variazione 2.856 0 2.856 8.417 (4.500) 3.917 0 (516) (516) 6.257 5.096 1.822 6.918 54.532 73.500 128.032 516 9.846 10.362 145.312 Saldo al 31/12/2010 2.240 1.822 4.062 46.115 78.000 124.115 516 10.362 10.878 139.055

Saldo al 31/12/2009

Debiti verso banche

Debiti verso altri finanziatori

Lincremento dei debiti vs banche al 31 dicembre 2010 deriva principalmente dalla stipula di un contratto di finanziamento a medio-lungo termine in data 29dicembre 2010 per 50.000 migliaia di Euro. I debiti verso soci per finanziamenti comprendono i debiti di natura finanziaria verso la societ controllante Granlatte. Al 31 dicembre 2010 i debiti verso banche ammontano ad 128.032 migliaia di Euro, costituiti da mutui per 128.000 migliaia di Euro e da altri debiti a breve per 32 migliaia di Euro.

30 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Si riporta lanalisi per tasso e scadenza dei debiti verso banche per mutui nel seguente dettaglio:
Debiti verso banche - Mutui (migliaia di Euro)
a tasso fisso a tasso variabile Totale Valore al 31/12/2010 0 128.000 128.000 2011 0 54.500 54.500 2012 0 34.500 34.500 2013 0 16.000 16.000 2014 0 13.000 13.000 Oltre 0 10.000 10.000

La capogruppo pone in essere operazioni finanziarie di copertura per ridurre lesposizione al rischio di variabilit dei tassi di interesse della propria posizione finanziaria netta. Il valore nozionale complessivo di tali operazioni al 31dicembre 2010 di 45.660 migliaia di Euro. Va segnalato che, per una parte di indebitamento verso le banche, previsto lobbligo di rispettare indici finanziari (financial covenants) riferiti allEbitda, indebitamento netto e patrimonio netto, obbligo che risulta rispettato nellesercizio 2010. I debiti verso altri finanziatori si riferiscono al debito verso ISA S.p.A. sorto in conseguenza dellacquisto delle azioni della societ Sail e al finanziamento erogato da ISA S.p.A.. I debiti verso imprese controllate si riferiscono alle Societ controllate in procedura, escluse dallarea di consolidamento. I debiti verso controllanti sono costituiti dalle posizioni passive derivanti dalla fornitura di latte verso Granlatte Soc. Coop. Agricola a r.l.. I debiti tributari comprendono le ritenute dimposta e il debito per imposte dellesercizio.
Debiti tributari (migliaia di Euro)
Erario c/ritenute Imposte dellesercizio Altri Debiti tributari Totale Al 31/12/2009 2.787 602 625 4.014

I debiti verso Istituti di Previdenza comprendono i debiti per contributi previdenziali dovuti sulle provvigioni degli agenti e le retribuzioni dei dipendenti. La voce altri debiti cos composta:
Altri debiti (migliaia di Euro)
Debiti verso il personale Incassi per conto - Factoring Altri Debiti Totale


10.735 2.141 18.442 31.318


Variazione Al 31/12/2010 1.455 5.575 (5.035) 1.995 12.190 7.716 13.407 33.313

Al 31/12/2009

La voce subisce un incremento netto cos composto: per 1.455 migliaia di Euro dallincremento del debito verso il personale. per 5.575 migliaia di Euro a causa dellincremento degli incassi per conto terzi, che rappresentano incassi ricevuti da clienti per pagamento di crediti ceduti alle Societ di factoring (vedasi tabella nel paragrafo relativo ai crediti dellattivo circolante) negli ultimi giorni del mese di dicembre e non ancora versati a queste ultime al 31 dicembre 2010. Tale incremento in parte compensato dalla diminuzione di debiti generici per 5.035 migliaia di Euro dovuto principalmente alla variazione dei debiti per leasing in applicazione del principio contabile IAS 17 (4.868 migliaia di Euro) e alla riclassifica dei debiti per TFR di Leo Marven System, dalla voce Altri debiti al Fondo Trattamento di fine rapporto a seguito delle liberatorie firmate dai dipendenti (156 migliaia di Euro)


Variazione 618 1.086 (181) 1.523 Al 31/12/2010 3.405 1.688 444 5.537

31 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Nel prospetto che segue viene riportata lanalisi dei debiti per fornitori suddivisi per durata residua e per aree geografiche.
Debiti verso fornitori per durata residua e area geografica (migliaia di Euro)
Italia Paesi UE Entro lEsercizio Oltre lEsercizio Totale 203.902 0 203.902 12.916 0 12.916 Paesi Extra UE 72 0 72 Al 31/12/2010 216.890 0 216.890

Nei prospetti che seguono viene riportata lanalisi dei ratei e risconti passivi suddivisi per durata residua.
Ratei passivi (migliaia di Euro)
Descrizione Entro lEsercizio interessi passivi verso Banche Altri Totale 255 85 340

Al 31/12/2010

Risconti passivi (migliaia di Euro)

Ratei e risconti passivi


La voce presenta un saldo di 1.466 migliaia di Euro (2.707 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Limporto costituito da: ratei per interessi passivi verso banche per 255 migliaia di Euro; risconti passivi calcolati su contributi in conto impianti per 580 migliaia di Euro; altri ratei e risconti per 133 migliaia di Euro.

Entro lEsercizio Contributi in conto impianti Altri Totale Oltre lEsercizio Contributi in conto impianti Altri Totale Totale

Al 31/12/2010 580 42 622 498 6 504 1.126

32 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Conti dordine
Elenco delle garanzie dirette e indirette
La voce presenta un saldo di 203.687 migliaia di Euro (229.408 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Si riportano di seguito una breve descrizione degli importi pi rilevanti che compongono il saldo.

le

fideiussioni prestate a favore del Ministero delle Attivit Produttive (MAP) per la commercializzazione dei nostri prodotti fuori dai mercati italiani (181 migliaia di Euro).

Garanzie Reali Il saldo evidenzia unipoteca, pari a 7.747 migliaia di Euro, iscritta sugli immobili della societ incorporata Sail a garanzia del mutuo erogato da ISA S.p.A..

Fideiussioni Limporto delle fideiussioni di 148.940 migliaia di Euro e comprende: le polizze fideiussorie IVA prestate da istituti di credito ed assicurativi a favore dellAmministrazione Finanziaria (136.321 migliaia di Euro da Granarolo e 1.112 migliaia di Euro da Calabrialatte); la fideiussione a favore di AIMAG per 1.725 migliaia di Euro; la fideiussione prestata a favore di Hera per 950 migliaia di Euro; le garanzie prestate a favore dellUniversit Bocconi per gli adempimenti contrattuali relativi allimpegno di ripristino e bonifica ambientale del sito produttivo di via Castelbarco (Milano) per 775 migliaia di Euro; la fideiussione rilasciata a garanzia del pagamento della transazione risolutiva con Risorse Naturali per 840 migliaia di Euro. Tale fideiussione stata estinta a Gennaio 2011; la fideiussione prestata a favore di alcuni componenti della famiglia Vogliazzi per 700 migliaia di Euro; le fideiussioni prestate a favore di fornitori per contratti di affitto (688 migliaia di Euro); la fideiussione prestata a favore di Tetrapak per 190 migliaia di Euro;

Altri Conti dOrdine


Negli altri conti dordine (46.999 migliaia di Euro) sono evidenziati: beni di terzi giacenti al 31 dicembre 2010 presso lo stabilimento di Soliera, per 1.200 migliaia di Euro; operazioni finanziare di copertura stipulate al fine di assicurare unadeguata gestione del rischio sui tassi di interesse generato dalle operazioni della Societ e dalle sue fonti di finanziamento. In particolare vi sono contratti derivati per 45.660 migliaia di Euro. Nel prospetto seguente viene riportato, per ciascun contratto derivato, il valore nozionale e il fair value.
Contratti derivati(migliaia di Euro)
Strumento Data iniziale Data finale Nozionale CAP IRS CAP CAP IRS IRS 5/04/2006 8/09/2006 2/11/2006 30/04/2009 1/06/2009 15/07/2009 30/06/2011 30/04/2012 30/04/2012 30/04/2012 30/04/2012 30/06/2014 1.000 7.040 7.040 6.000 14.080 10.500 45.660 MtoM al 31/12/2010 (185) 0 0 (81) (108)

33 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Conto Economico
La descrizione dellattivit ed i commenti sulla situazione del Gruppo e sullandamento della gestione, nel suo complesso e nei vari settori in cui la stessa ha operato, sono esposti nella relazione sulla gestione, come previsto dallart. 2428 c.c. comma1.

Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci (migliaia di Euro)


Acquisto Materie prime Acquisto Merci Acquisto Materie sussidiarie Totale Al 31/12/2010 275.328 126.062 73.427 474.817 Al 31/12/2009 253.623 116.132 72.564 442.319

Valore della produzione


La voce presenta un saldo di 901.777 migliaia di Euro (910.221 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). I ricavi delle vendite e delle prestazioni ammontano a 884.278 migliaia di Euro e sono cos composti:
Gruppo Granarolo: ricavi per Bussiness Unit (migliaia di Euro)
Voci Latte e Bevande Yogurt e Dessert Formaggi e burro Altro Ricavi netti Al 31/12/2010 Al 31/12/2009 545.391 126.905 161.406 50.576 884.278 567.260 128.678 159.144 44.902 899.985 Var. (21.869) (1.773) 2.262 5.674 (15.707) Var. % (3,9%) (1,4%) 1,4% 12,6% (1,7%)

La voce costi per servizi comprende:


Costi per servizi (migliaia di Euro)
Marketing & Servizi da Clienti Trasporto e provvigioni Utenze Terziarizzazioni Manutenzioni Servizi generali Facchinaggi Compensi Organi Sociali Servizi Finanziari Altri Servizi Totale Al 31/12/2010 113.215 76.292 19.060 18.884 9.392 4.715 2.539 633 490 9.074 254.294 Al 31/12/2009 117.013 91.837 19.709 21.027 8.694 4.472 2.783 803 448 8.049 274.835

Gli altri ricavi e proventi, pari a 13.509 sono dettagliati nella seguente tabella:
Altri ricavi e proventi (migliaia di Euro)
Materiali di confezionamento Recuperi spese promo-pubblicitarie Recuperi Logistici Contributi in conto esercizio Plusvalenze da alienazioni Proventi Immobiliari Contributi Consumer Collection Altri ricavi Totale Al 31/12/2010 3.430 2.251 1.628 918 684 123 115 4.360 13.509 Al 31/12/2009 1.834 1.902 1.498 1.180 658 172 387 2.679 10.310

I compensi spettanti agli Amministratori ed ai membri del Collegio Sindacale nellesercizio sono cos ripartibili:
Compensi per amministratori e sindaci (migliaia di Euro)
Compensi amministratori Compensi sindaci Totale Importo 415 218 633

I costi per godimento beni di terzi sono cos composti:


Costi per godimento beni di terzi (migliaia di Euro)
Locazioni Noleggi Al 31/12/2010 4.504 3.288 43 690 8.525 Al 31/12/2009 4.282 2.521 13 650 7.466

Costi della produzione


La voce presenta un saldo di 876.476 migliaia di Euro (858.658 migliaia di Euro nello scorso anno). La voce costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci comprende:

Leasing Altri Totale

I costi per il personale ammontano complessivamente a 57.044 migliaia di Euro, con un incremento di 7.990 migliaia di Euro rispetto al 2009.

34 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Il numero medio dei dipendenti in forza al 31 dicembre 2010 il seguente:


Numero medio dei dipendenti
Societ Granarolo S.p.A. Zeroquattro S.r.l. (*) Calabrialatte S.p.A. Centro Sperimentale del Latte S.p.A. CSL France SA Totale * Zeroquattro dal 01/06/2010 31/12/2010 1.319 364 21 55 5 1.764 31/12/2009 1.465 0 21 53 5 1.544

Proventi e oneri finanziari


Il saldo della gestione finanziaria risulta negativo per 4.710 migliaia di Euro (era negativo per 7.882 migliaia di Euro nel 2009). I proventi finanziari, pari a 804 migliaia di Euro, sono cos articolati:
Proventi finanziari (migliaia di Euro)
Descrizione Proventi da Partecipazione di cui da altre imprese Totale Al 31/12/2010 21 21 1 1 122 122 137 137 387 387 136 136 804 368 368 1.382 628 628 122 122 3 216 219 10 10 35 35

Al 31/12/2009

Numero medio dei dipendenti


Societ Dirigenti Quadri e impiegati Operai Totale 31/12/2010 43 697 1.024 1.764 31/12/2009 44 672 828 1.544

Interessi Attivi da controllante di cui da imprese controllanti Totale Interessi attivi su titoli b)  da titoli iscritti nelle immob. che non costituiscono partecip. c)  da titoli iscritti nellattivo circolante che non costituiscono partecip. Totale Interessi attivi da banche Interessi attivi da banche Totale Interessi attivi su credito iva Interessi attivi su credito iva Totale Altri Altri Totale Altri TOTALE

Ammortamenti e svalutazioni Limporto degli ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali ammonta a 14.111 migliaia di Euro, mentre gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali sono pari a 25.053 migliaia di Euro.
Si proceduto ad accantonare al fondo svalutazione crediti un importo di 4.873 migliaia di Euro in riferimento ai crediti commerciali valutati inesigibili o di difficile recupero della Societ. Gli altri accantonamenti includono: il valore dei premi per incentivazione e del salario variabile di 3.479 migliaia di Euro destinati ai dipendenti di competenza dellesercizio che sar erogato nel 2011; il valore dei buoni sconto elargiti nel 2010 che saranno presumibilmente pagati nel 2011 per 34 migliaia di Euro. La voce oneri diversi di gestione comprende:
Oneri diversi di gestione (migliaia di Euro)
Oneri div Promo-pubblicitari Oneri tributari Contributi associativi Perdite da alienazione Altri oneri Totale Al 31/12/2010 2.272 846 754 105 3.193 7.170

Gli oneri finanziari, pari a 5.559 migliaia di Euro, sono di seguito dettagliati:
Oneri finanziari (migliaia di Euro)
Descrizione Interessi passivi controllanti Interessi passivi e commissioni a banche Interessi passivi ad altri finanziatori Altri Al 31/12/2010 50 4.532 251 726 5.559

Al 31/12/2009 113 7.806 742 558 9.219

Al 31/12/2009 2.741 876 891 82 1.670 6.260

Totale

Il saldo netto degli utili / perdite su cambi positivo per 46 migliaia di Euro.

35 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Rettifiche di valore di attivit finanziarie


Il saldo, pari al valore positivo di 129 migliaia di Euro, comprende: lincremento per 203 migliaia di Euro del fondo svalutazione dei titoli classificati nella voce immobilizzazioni finanziarie della controllante; la svalutazione della partecipazione nella societ Nuova Scena per 61 migliaia di Euro; la svalutazione effettuata da Calabrialatte per 12 migliaia di Euro della partecipazione in Filiera AQ.

laccantonamento

Proventi e oneri straordinari


Le partite straordinarie presentano un saldo negativo di 7.052 migliaia di Euro (era negativo per 8.139 migliaia di Euro al 31 dicembre 2009). Tale valore la risultante algebrica dei proventi straordinari per 4.811 migliaia di Euro e degli oneri straordinari per 11.863 migliaia di Euro. I proventi straordinari comprendono principalmente le seguenti voci: le sopravvenienze rilevate al fine di stornare laccantonamento del costo del salario variabile non utilizzato per 1.475 migliaia di Euro; sopravvenienze attive per rettifiche operate su poste iscritte nei confronti di clienti e fornitori di competenza di esercizi precedenti per Euro 1.176 migliaia di Euro; le sopravvenienze derivanti dallo stralcio del debito verso la Procedura concorsuale del Gruppo Yomo per 658 migliaia di Euro; 633 migliaia di Euro per rettifica dei criteri di ammortamento derivanti dallestensione dellapplicazione del principio contabile internazionale IAS 17 per le migliorie su beni di terzi come precedentemente evidenziato; la sopravvenienza attiva di 178 migliaia di Euro derivanti dalla chiusura delloperazione della promozione Consumer collection. Gli oneri straordinari comprendono principalmente le seguenti voci: laccantonamento di 4.754 migliaia di Euro operato a fronte degli oneri stimati in riferimento al piano di riorganizzazione del personale per le societ Granarolo S.p.A. e Zeroquattro S.r.l.; sopravvenienze passive da clienti e fornitori per 2.020 migliaia di Euro;

a titolo prudenziale a fronte della verifica della Guardia di Finanzia che ha avuto luogo nellanno 2010 per 1.684 migliaia di Euro; laccantonamento operato a fronte dei rischi attesi su cause legali per 1.386 migliaia di Euro; la minusvalenza relativa alla vendita delle azioni di Centrale del Latte di Vicenza S.p.A. per 499 migliaia di Euro; i danni a terzi non relativi alla gestione caratteristica per 330 migliaia di Euro; la svalutazione del finanziamento concesso a Sisag S.r.l. (Societ Italiana Sviluppo Agroalimentare) per 193 migliaia di Euro.

Imposte dellesercizio
La voce comprende: imposte sul reddito dellesercizio per 7.764 migliaia di Euro (rispetto a 14.119 migliaia di Euro del 2009); imposte differite, di segno negativo, per 2.730 migliaia di Euro (rispetto a 1.323 migliaia di Euro di segno negativo, del 2009). Le imposte correnti sul reddito dellesercizio comprendono: IRES per 4.214 migliaia di Euro; IRAP per 3.550 migliaia di Euro; Le imposte differite, di segno negativo, derivano dalla somma algebrica: 1) delle imposte differite attive al netto del reversal rilevate per 2.660 migliaia di Euro; 2) delle imposte differite passive al netto del reversal rilevate per 70 migliaia di Euro.
Imposte di esercizio (migliaia di Euro)
IRAP IRES Imposta sostitutiva Totale Imposte Correnti Imposte differite attive al netto del reversal Imposte differite passive al netto del reversal Totale Imposte Differite Totale Imposte Al 31/12/2010 3.550 4.214 7.764 2.660 70 2.730 10.494 Al 31/12/2009 4.318 9.602 199 14.119 1.756 (433) 1.323 15.442

36 > Gruppo Granarolo > Annual Report 2010 > Bilancio consolidato al 31/12/2010

Altre informazioni
Cause pendenti
1) Con sentenza depositata a novembre 2008 la Corte dAppello di Milano ha dichiarato, per intervenuta prescrizione dei diritti azionati, la nullit dei lodi arbitrali con i quali erano stati riconosciuti i diritti di indennizzo di Granarolo S.p.A., per 1.658 migliaia di Euro, conseguenti allacquisizione del 100% delle azioni di V.S.G. S.p.A. avvenuta nel 2000. Sullabase della citata sentenza Granarolo S.p.A. tenuta in via provvisoria a restituire parte degli importi percepiti. Alla luce della giurisprudenza in essere e confortati dal parere del legale incaricato, che individua la possibilit di una riforma della suddetta sentenza, stato notificato alle controparti ricorso per Cassazione in data 16.4.2009. La causa stata iscritta a ruolo il 4 maggio 2009 e si in attesa della fissazione delludienza di discussione. In attesa dellesito del giudizio della Corte di Cassazione, a fronte dellefficacia esecutiva della sentenza della Corte dAppello di Milano, si provveduto con lassenso dei creditori al versamento soltanto parziale delle somme. Inoltre si provveduto alla costituzione di forme di garanzia verso i creditori sempre con lassenso dei medesimi. 2) stata promossa la causa da un creditore di Verbano Gruppo Alimentare S.p.A., di seguito VGA, con cui si richiede il pagamento del 40% del suo presunto credito. Granarolo S.p.A. (attraverso Prima natura S.r.l.) ha garantito il concordato preventivo di VGA che si chiuso il 30.01.1992 e che successivamente stata dichiarata fallita in data 06.10.1994, con procedura chiusa in data 22.02.1996 per mancanza di attivo. Al momento dellammissione di VGA al concordato preventivo e al momento della chiusura del concordato preventivo, il credito dellattore non era certo ed era subordinato allesito di una causa pendente, che si chiusa addirittura dopo la chiusura del fallimento della VGA con una sentenza che ha solo accertato una responsabilit della VGA per la risoluzione di un contratto, ma non ha quantificato alcun danno. Pertanto la domanda appare totalmente infondata, anche perch ormai prescritta qualsiasi obbligazione assunta da Granarolo in relazione al concordato preventivo di VGA. La causa, pendente avanti il Tribunale di Bologna, stata trattenuta in decisione alludienza del 21.10.2010. 3) stata promossa da Lori S.r.l. contro Sail S.p.A. (ora incorporata in Granarolo S.p.A.) avanti il Tribunale di Foggia la causa con cui viene richiesto un risarcimento danni per 4.500 migliaia di Euro per pretesa inadempienza di Sail a un contratto di compravendita di un suolo edificatorio. La domanda di controparte appare di difficile accoglimento, in quanto la posizione di Sail supportata dalla certificazione rilasciata dal Comune di Foggia in ordine alle caratteristiche urbanistiche del suolo in questione e allegata al contratto di compravendita. La causa chiamata alludienza del 13 aprile 2011 per le precisazione delle conclusioni. Allo stato attuale il rischio relativo alle suddette cause valutato remoto ovvero non determinabile e pertanto si ritenuto di non dover procedere alla quantificazione di alcuna passivit. 4) stata promossa da Stevilat S.r.l. e riassunta dal fallimento Stevilat S.r.l. avanti il Tribunale di Bologna la causa con cui viene richiesto il risarcimento del danno extracontrattuale - da determinarsi in corso di causa asseritamente subito a seguito dellanticipato recesso da un contratto di fornitura esercitato da Granarolo. La causa stata avviata dopo la conclusione del giudizio arbitrale avvenuta con lodo del 4.1.2007 che, a seguito dellanticipato recesso dal citato contratto, ha accertato il residuo credito di Granarolo per forniture di materia prima e ha riconosciuto a Stevilat un risarcimento del danno contrattuale subito. La domanda di controparte appare non fondata e, quindi, di difficile accoglimento. Allo stato attuale il rischio relativo alle suddette cause valutato remoto ovvero non determinabile e pertanto si ritenuto di non dover procedere alla quantificazione di alcuna passivit. Bologna, 8 aprile 2011

Gianpiero Calzolari Presidente di Granarolo S.p.A.

Granarolo S.p.A. Sede sociale: Via Cadriano 27/2, 40127 Bologna welcome@granarolo.it www.granarolo.it C.F. 01660360601 P. Iva 04119190371