Sei sulla pagina 1di 3

1.

Al inizio del canto ce un invocazione di dante ad apollo


per aiutarlo a poter descrivere ci che ha visto nel mondo
dei cieli. La ineFafilit e un tema molto ricorrente in
questa cantica. Dopo, dante evidenzia limportanza di
questa impresa per un letterato come lui e che questa
servir come fiamma ad invitare altri poeti pi degni a
cantare della stessa tematica. Osserva un grandissimo
lago di luce e di seguito dante sente la sua
trasumanazione. Questa simile a quella del pescatore
Glauco ed il suo volo al volo di una saeta. Dante spiega
come la sua capacit sensoriale pi forte di quella che
aveva abitualmete ed per quello che capace di sentire
che lintensita della luce che aumenta conforme finisce
con la sua transumanazione e fa crescere il desiderio di
conoscere la sua causa. Beatrice gli spiega che dante
stesso si rende ignorante al creare delle supposizioni
sbagliate che non lo lasciano accorgersi quello che si
accorgerei se non le avessi. Dopo beatrice , anticipando
il secondo dubbio di dante, gli spiega lordine
provvidenziale del universo. Come questo conforme al
volere di dio nel quale tutto ha il suo posto preciso.
Comunque tutti e tutto abbiamo un instinto dentro noi
che ci aiuta a trovare la strada correta oer arrivare al
nostro pincipio. Alcuni sono pi vicini ed altri pi lontano
a questo principio. Sebbene abbiamo questo instinto per
avvicinarci a dio, le persone sono capaci di allontanarsi
gicche hanno la scelta din cadere ni peccati e nei piaceri
della vita, cio hanno il libero arbitrio.
2. Il moto delle sfere celesti causato da dio creando una
armonia universale che fa nascere in dante il desiderio di
conoscere la causa di queste.
3. Dante nella prima parte del canto utilizza delle parole
nella forma del italiano antico e della lingua poetica come
DESIRE e disianza. Questo, un linguaggio molto pi
elevanto e con galicismi rispetto a quello che utilizzava
nel inferno e nel paradiso CHE TENDE AD ESSERE PI
UMILE E TRAGICO.Questo, perch e al essere pi vicino a
dio significa
4. Perche ora che ha le capacit sensioriali pi forti non
percepisce il sole come lo faceva sempre ma capace di
capire che questo la provvidenza divina che arriva a
tutti ma in diverse quantit.
5.
6. Trasumanar significa andare oltre i limiti dello umano
ossia passare ad un grado di umanit piu alto. Questo
molto importante per capire la condizione nella quale si
incontra dante. Lui gia non lo stesso che era nel

paradiso o nel purgatorio, ora un anima completamnete


purificata. Dante porta lesempio di glauco,

riportato

anche da Ovidio, che era un pescatore il cui


divenne un dio marino dopo aver
mangiato l erba mgica che avevano
magiato i pesci per poter saltare vivi
in mare.

10. Io credo che questa affermazione vera


perche una cosa cosi tangibile e corrompibile
non pui arrivare ad sperimentare la
provvidenza divina. molto piu fattibile che l
anima dopo essere purificata la conosca.
11.Dante prova amore al innalsarsi verso il
cielo governato da questo . La vista il senso
pi mobilitato perche deve abituarsi a non
guardare lo stesso che vedeva nel inferno o
purgatorio ma a guardare qualcosa che lo
stupir tanto cosi di non poter esprimere tutto
quello che ha sperimentato nella sua scrittura.
Quello vissuto
13. Il primo dubbio implicitio di dante il
desiderio di conoscere la causa del ruotare
delle sfere celesti e della brillantissima luce. Il
sencondo espresso apertamnete quando
Dnate che si chiede infatti come abbia fatto il
suo corpo a trascendere laria e il fuoco e
Beatrice responde con la spiegazione del
ordine provvidenzile del universo.

14. secondo dante ogni essere predestinato


ad arrivare verso dio ed e per quello che dio
ha attribuito un istinto che serve di guida
verso la strada giusta quella per arrivare a
lui. Gli esseri non hanno solo questo ma anche
il libero arbitiro di decidere se andar per
questa strada o cadere nei piaceri e nei
vizi.eliminatorio?