Sei sulla pagina 1di 7

N.

132 LUGLIO-AGOSTO 2015


RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET
REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03
SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU)
TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273
DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO
COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

ESERCITAZIONI

articolo

10

Precampionato: gli esercizi per allenare le


situazioni di gioco.
A cura della Redazione

Idee per programmare gli allenamenti in vista della prossima stagione.

Negli

scorsi
contributi
abbiamo
evidenziato alcune esercitazioni tattiche
e partite a tema utili ad organizzare le
risposte
collettive
e
perfezionare
lorganizzazione di squadra (o di
reparto).
Insieme a questo tipo di proposte
importante utilizzare esercitazioni pi
specifiche che stimolano i giocatori a

cimentarsi in relazione a quelle che


sono le varie situazioni di gioco, sia in
fase offensiva che difensiva.
Attraverso queste proposte lattenzione
dellallenatore maggiormente rivolta
alla cura di quei particolari (tempi di
gioco, posture dinamiche, qualit dei
gesti tecnici) che possono rendere una
azione pi o meno efficace.

LE SITUAZIONI DI GIOCO.
Prima di passare ad illustrare alcune tra
le tantissime esercitazioni utilizzabili per
lallenamento delle situazioni di gioco
importante che lallenatore riesca ad
identificare con chiarezza ci che si
appresta ad allenare.

FASE OFFENSIVA
Mantenimento e scorrimenti di palla
Sviluppi di gioco a campo aperto (nelle
diverse situazione numeriche)
Concatenazioni e sviluppi di gioco laterali
Concatenazioni e sviluppi di gioco centrali
Combinazioni a due o tre giocatori
finalizzate a guadagnare spazio tra le linee
avversarie
Combinazioni a due o tre giocatori
finalizzate a guadagnare la profondit
Combinazioni a due o tre giocatori
finalizzate a guadagnare lampiezza
Attacco dei cross provenienti dalle diverse
zone di campo

Nella tabella sottostante sono riepilogati


le situazioni principali che i giocatori
devono essere in grado di affrontare e
risolvere.

FASE DIFENSIVA
Accorciamento ed aggressione della palla
frontale
Compattamento e soffocamento del gioco
avversario tra le linee
Scivolamento e contrapposizione agli
sviluppi laterali
Ripiegamento ed assorbimento degli
attacchi a campo aperto nelle diverse
situazioni tattiche
Neutralizzazione dei cross provenienti
dalle diverse zone di campo

LE ESERCITAZIONI.
Al fine di allenare, sia dal punto di vista
tecnico che cognitivo, le varie situazioni
di gioco relative alla fase di possesso e
non possesso importante semplificare
le variabili che il giocatore deve
inizialmente elaborare e ci pu essere
fatto eliminando completamente la
presenza dellavversario o limitandola a
zona di campo circoscritte.
Negli esempi mostrati a seguire
vengono evidenziate una serie di
esercitazioni aventi come obiettivo
quello di allenare i diversi sviluppi di
gioco (sia in zona centrale che laterale)
che
sono
poi
finalizzati
dalla
conclusione, in presenza o meno di un
avversario.

Per ci che concerne invece la fase


difensiva, alcune delle proposte, vanno
a stimolare il comportamento e la
capacit dei difensori di neutralizzare i
cross in un contesto situazionale (con la
presenza attiva degli avversari).
Per lallenamento della fase di non
possesso utile rimarcare che le
proposte
potevano
per
essere
maggiormente
semplificate
non
inserendo
gli
avversari
e
di
conseguenza chiedendo ai difensori di
disporsi in maniera ordinata e di
respingere
i
cross
provenienti
dallesterno.

Esercizio 1: Sviluppo gioco in zona centrale


La prima esercitazione viene sviluppata in zona centrale senza la presenza dei difensori.
Il centrocampista centrale effettua uno scambio con il trequartista, per poi trasmettere palla
sulla punta centrale, che di prima intenzione trasmette palla al trequartista che va alla
conclusione da fuori area.

Esercizio 1a: Sviluppo gioco in zona laterale.


Questo esercizio si sviluppa in due fasi. Nella prima fase non abbiamo la presenza di difensori,
il trequartista, in questo caso non va alla conclusione a rete, ma sviluppa il gioco sulla zona
laterale dove lesterno va al cross per le due punte, che sono contrastate da due difensori
attivi.

Esercizio 2: Sviluppo gioco in zona centrale


Lesercitazione viene sviluppata in zona centrale senza la presenza di difensori.
Il centrocampista centrale trasmette palla al trequartista, il quale effettua un controllo
orientato e trasmette palla sulla punta centrale, che va alla conclusione da fuori area.

Esercizio 2a: Sviluppo gioco in zona laterale


Anche questa esercitazione, come la precedente, si svolge senza la presenza di difensori.
Lazione parte sempre dal centrocampista centrale che trasmette palla al trequartista, il quale
gioca palla sulla corsa dellesterno che va al cross per la punta centrale che si posiziona in area
dopo aver effettuato un movimento di smarcamento

Esercizio 3: Sviluppo gioco in zona centrale


Il centrocampista centrale gioca sul trequartista, il quale effettua un controllo orientato,
trasmette palla sulla punta centrale che gioca a muro, per ricevere palla sulla corsa ed andare
alla conclusione da fuori area.
Anche in questo caso non abbiamo la presenza di difensori.

Esercizio 3a: Sviluppo gioco in zona laterale.


Come lesercitazione precedente non abbiamo la presenza di difensori attivi.
In questo sviluppo il trequartista una volta ricevuta palla dalla punta, apre il gioco sulla fascia
laterale, dove lesterno effettua un cross per il centravanti.

Esercizio 3b: Sviluppo gioco in zona laterale.


Lo sviluppo di gioco identico allesercitazione precedente, la differenza che in questo caso
abbiamo tre difensori attivi che andranno a contrastare i due attaccanti nel momento in cui
lesterno effettuer il cross allinterno dellarea di rigore.

Esercizio 4: Sviluppo gioco in zona laterale.


In questa esercitazione il centrocampista centrale gioca direttamente sulla punta centrale, la
quale effettua una sponda per il trequartista che apre il gioco sullesterno, questo controlla
palla e la ritrasmette al trequartista, che di prima effettua un lancio per il giocatore che si
sovrapposto, che andr al cross. Anche in questo caso non abbiamo la presenza di difensori.

Esercizio 4b: Sviluppo gioco in zona laterale.


A differenza dellesercitazione predente, il centrocampista centrale gioca palla in zona laterale.
Il giocatore che riceve palla effettua un controllo orientato e trasmette immediatamente palla
sulla punta centrale la quale effettua una sponda per il trequartista; questo, a sua volta
controlla palla e la gioca di nuovo sulla corsia laterale.
Il giocatore che riceve palla la rigioca sul trequartista, il quale di prima intenzione effettua un
lancio sul giocatore che si sovrapposto per andare al cross. Anche in questo caso non
abbiamo la presenza di difensori