Sei sulla pagina 1di 2

articolo

N.86 MAGGIO 2011


RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET
REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03
SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU)
TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273
DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO
COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

TATTICA

Cosa fare quando si perde malgrado la


squadra stia esprimendosi bene.
A cura di Stefan Chiancone

Idee e mosse strategiche per risolvere la situazione.


DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE
Nellarticolo di questo mese andremo ad
analizzare la situazione in cui la nostra
squadra sta perdendo malgrado abbia in
mano il pallino del gioco e stia giocando
bene o quando, pur facendo la partita, un
episodio ha consentito agli avversari di
passare in vantaggio.
Bisogna premettere che su questa
situazione ha grande rilevanza laspetto
psicologico. Infatti se la squadra sta
esprimendo un buon calcio, sia in termini
di possesso palla che di occasioni create,
o comunque non merita di passare in
svantaggio, i contraccolpi sul morale
possono essere notevoli. Quindi, il fatto di
aver fatto bene non ottenendo risultati
sperati un paradosso che pu far
perdere ai calciatori la convinzione nei
propri mezzi, togliendo loro la forza di
continuare a giocare come stavano
facendo. Nonostante si sia pi volte
cercato di infondere nei calciatori il
concetto che il risultato positivo
conseguenza del buon gioco, essi in
questo momento, possono perdere la
fiducia necessaria per continuare a
giocare su alti livelli e vedersi sopraffatti
dallo scoramento.

A peggiorare la situazione c da
aggiungere che lavversario, che sta
vincendo
immeritatamente,
pu
beneficiare di una importante spinta
psicologica e potrebbe quindi iniziare
proprio dopo aver segnato a giocare
meglio e con maggiore sicurezza sulle ali
del nuovo entusiasmo.

Dal punto di vista tattico la situazione


vede la nostra squadra con le redini del
gioco in mano, padrona del campo e con
un numero maggiore di occasioni da goal
avute. A seguito dello svantaggio pu
per accadere che la squadra non riesca
pi ad attaccare con decisione e
continuit,
concedendo
quindi
allavversario la possibilit di alzare il
proprio baricentro e difendersi con
maggiore ordine ed efficacia.

Pur
ritenendo
laspetto
psicologico
conseguente allo svantaggio come il
problema pi impellente da risolvere
occorre capire ed approfondire i motivi
che hanno impedito alla squadra di
segnare
pur
giocando
meglio
dellavversario.
E possibile che la squadra non sia riuscita
a sfruttare al meglio le occasioni avute;
significa quindi che la manovra offensiva
pecca in efficacia e cinismo. Dal punto di
vista atletico c da dire che, mano mano
che i minuti passano, gli errori in fase
offensiva e in fase difensiva possono
aumentare e di conseguenza ci pu
essere considerato come un logico effetto
legato ad uno stato complessivo di forma
non ottimale.

MOSSE
PER
SITUAZIONE

RISOLVERE

LA

Per risolvere al meglio la situazione


appena analizzata bisogna tenere conto
anche del tempo che manca alla fine della
partita.
Nel momento della difficolt occorre agire
principalmente sul piano psicologico.
Quindi bisogna far s che la squadra non
si arrenda e che cerchi allinterno del
proprio spirito di gruppo la volont e la
forza di reagire. Il problema maggiore
che potrebbe presentarsi quello che i
giocatori comincino a perdere la fiducia
nelle richieste tattiche volute dal tecnico,
2

imputando proprio a lui la colpa del


risultato negativo. Quindi i giocatori
devono essere animati da una positiva
voglia di riscatto e non di una negativa
rassegnazione e perdita di convinzione
nei propri mezzi. Lallenatore deve essere
bravo nel risistemare questa situazione a
prescindere da quando si verifica, ed di
conseguenza ovvio che se manca tanto
tempo alla fine sar pi facile per
lallenatore applicarsi per risolvere il
problema.
Insieme a questi interventi psicologici
lallenatore deve vedere se sar il caso di
intervenire anche dal punto di vista
tattico per agevolare il gruppo a risolvere
le difficolt. Bisogna per essere bravi a
non mandare messaggi negativi alla
squadra perch con lapplicazioni di
determinate
modifiche,
il
gruppo
potrebbe imputare il risultato negativo
solo agli errori dellallenatore.
In fase offensiva si potrebbe chiedere alla
squadra di variare con pi frequenza ma
sempre con ordine gli schemi dattacco.
E inoltre possibile variare il sistema di
gioco o immettere sul campo forze
fresche, in grado, con lentusiasmo e la
convinzione, di poter far girare la
partita.
In fase difensiva invece si possono dare
indicazioni
sui
meccanismi
relativi
allapplicazione
di
un
pressing
maggiormente organizzato e sulla tattica
del fuorigioco, con lo scopo di aumentare
laggressivit e lefficacia nella fase di
riconquista della sfera.
Bisogna cercare di valutare la presenza di
qualche
giocatore
particolarmente
demotivato e sostituirlo prima che contagi
il recupero psicologico del gruppo
squadra.
Nel dopo partita occorrer insieme al
gruppo o a chi ne fa le veci, individuare le
cause scatenanti questa situazione al fine
di poter lavorare al fine di migliorare e
cercare di non far verificare pi questa
difficile situazione.

Interessi correlati