Sei sulla pagina 1di 9

LA MEDAGLIA O

CROCE
DI SAN
BENEDEDETTO
La vita di San Benedetto
Nacque a Norcia intorno al
480, forse assieme a
Scolastica, sua sorella. I
suoi genitori, secondo la
tradizione, furono
Euproprio degli Anici di
Roma e Abbondanza de
Reguardati di Norcia.
Erano benestanti, ma non
di nobile famiglia. il
gio!ane "enedetto fu
mandato a Roma per gli
studi letterari, ma per non
lasciarsi trascinare al male
da corrotti gio!ani, lasci#
la citt$ e, assieme alla
nutrice %&irilla, secondo la
tradizione', giunse ad A(le, o!e oper# il primo miracolo) risan# un
setaccio prestato alla nutrice, rottosi in due pezzi in seguito alla
caduta da un ta!olo. *a nutrice di!ulg# il miracolo e il Santo, all
insaputa di lei, abbandon# il !illaggio e giunse alle falde del monte
+aleo, presso Subiaco. In quel luogo incontr# Romano, un santo
monaco, c,e !i!e!a in un !icino eremo- egli indic# a "enedetto una
grotta, c,e per tre anni di!enne la sua dimora, !i!endo di quel poco
di cibo c,e Romano gli cala!a dallalto della rupe, con un cestino
legato a una lunga corda. .n pio sacerdote della zona, in un giorno
di /asqua, !ide in !isione il gio!ane eremita c,e so0ri!a la fame
nella grotta. Raccolse il cibo c,e si era preparato per s1 e, dopo un
po di peripezie, tro!# "enedetto e mangiarono insieme il cibo.
/artito il sacerdote, il santo fu scoperto da alcuni pastori c,e
di0usero la notizia nei !icini !illaggi. 2olti andaro a tro!arlo,
portandogli del cibo e rice!endone in cambio consigli e preg,iere. *a
!ita di preg,iera e di penitenza pro!oc# 3in!idia del demonio, c,e
cominci# a disturbarlo. .n giorno suscit# in lui una forte tentazione
impura, alimentata dal ricordo di una ragazza. /er !incere la
tentazione, egli si butt# nudo in un ro!eto, presso la grotta e la !inse
per sempre4 *a fama di santit$ di "enedetto fu conosciuta anc,e da
una comunit$ di monaci. Siccome il Superiore era morto da poco,
c,iesero al santo eremita di prenderne il posto. "enedetto si ri5ut#)
conosce!a i loro costumi rilassati, ma siccome insistettero, accett#.
6opo qualc,e tempo, i monaci, non contenti della scelta, misero il
!eleno nel !ino. 7uando il Santo benedisse la coppa, prima di bere il
!ino, essa and# in frantumi. Intuita linsidia, disse) 8&,iedo al Signore
c,e !oglia perdonar!i, fratelli... Non !e lo a!e!o detto c,e i nostri
costumi non si pote!ano accordare9Adesso cercate un superiore c,e
stia bene con la !ostra mentalit$8. "enedetto ritorn# alla grotta.
:orse 3accaduto si riseppe, perc,1 dopo qualc,e tempo, andarono
da lui dei gio!ani c,e gli c,iesero di di!entare suoi discepoli. Il Santo
lasci# la grotta e sulle ro!ine della !illa di Nerone edi5c# il primo
monastero- poi ne seguirono altri dodici, sparsi nella regione, c,e
di!enne culla dell;rdine benedettino. 2olte persone anda!ano dal
Santo, a c,iedere consigli e preg,iere. A causa dellin!idia c,e a!e!a
suscitato intorno a lui, decise di lasciare Subiaco. Nomin# 2auro
come Superiore dei 2onasteri e si a!!i# !erso &assino. Arri!ato a
2ontecassino, san "enedetto distrusse il tempio pagano e !i costru<
un oratorio in onore di san 2artino- poi e!angelizz# la popolazione. il
demonio cerc# di ostacolare il suo apostolato. Anc,e a 2ontecassino
si !eri=earono episodi interessanti. .n giorno, mentre i monaci
prepara!ano le fondazioni del nuo!o monastero, tro!arono una
grossa pietra. >ole!ano utilizzarla per la costruzione, ma non
riuscirono a spostarla. /ensarono a un tranello del 2aligno.
A!!isarono san "enedetto, c,e giunto sul posto benedisse la pietra
ed essa di!enne leggera come una piuma. /i? tardi i monaci,
continuando a sca!are, tro!arono un idolo. *o gettarono in cucina.
Subito si s!ilupp# un incendio. &ercarono di spegnerlo, ma non !i
riuscirono. Sentito il frastuono, accorse il Santo, c,e disse) 82a quale
fuoco !edete, esiste soltanto nei !ostri occ,i8. /reg# e dispar!e il
fuoco del 2aligno. Non a!e!a bruciato niente. San "enedetto,
esige!a 3esatta osser!anza della Regola ma era paterno. .n giorno
alcuni monaci pranzarono da una pia donna. Ritornati in monastero il
Santo c,iese loro) 86o!e a!ete mangiato8. 8In nessun posto8,
risposero. 2a egli disse loro c,e a!e!ano mangiato dalla tale
signora. &onfessarono la colpa ed egli subito li perdon#. 6urante una
carestia manc# il grano in monastero. I monaci erano tristi, ma san
"enedetto li incoraggi# dicendo loro c,e ne a!rebbero a!uto in
abbondanza. &os< fu) il giorno dopo furono tro!ati da!anti alla porta
del monastero @00 sacc,i di farina4 San "enedetto mand# dei
monaci a +erracina, per fondar!i un monastero, dicendo loro c,e
sarebbe andato pure lui, a dare loro indicazioni circa la costruzione. I
monaci, con i loro superiori, partirono e giunti sul posto prepararono
il necessario per la costruzione. 6urante la notte il Santo appar!e in
sogno allabate e al priore e indic# loro il progetto si del monastero.
Essi non diedero importanza al sogno. Intanto il Santo non arri!a!a. I
monaci tornarono da lui e gli ricordarono la promessa. Egli disse c,e
la promessa 3a!e!a mantenuta per mezzo del sogno. I monaci
2
ritornarono sul posto e costruirono il monastero secondo il progetto
indicato durante il sogno. San "enedetto era molto caritate!ole
!erso gli infermi e i po!eri. .n elefantiaco %ossia uno c,e a!e!a la
pelle gon5a e purulenta' si ri!olse a lui e fu guarito. .naltra !olta si
present# a lui un po!ero c,e do!e!a pagare un debito di dodici soldi.
Ali disse di tornare da lui fra un paio di giorni- poi si mise in preB
g,iera. 7uando torn# il po!ero, furono !isti sopra un cassone tredici
soldi. Il Santo glieli consegn# dicendo c,e dodici erano per il debito e
uno per le sue necessit$. San "enedetto un giorno incontr# il
demonio in sembianze di !eterinario. Ali c,iese do!e andasse.
Rispose c,e anda!a a dare la purga ai monaci. il Santo, tornato in
fretta dalla preg,iera, !ide un monaco strapazzato dal 2aligno. Si
a!!icin#, gli diede uno sc,ia0o e scacci# il demonio. .n altro
contadino, col 5glio morto tra le braccia, and# da san "enedetto per
ria!erlo !i!o. il Santo era al la!oro nei campi. *uomo lasci# il 5glio al
monastero e corse da lui, c,iedendogli di ridare la !ita a suo 5glio.
San "enedetto si ri5ut#) disse c,e era un miracolo riser!ato agli
Apostoli. Il contadino insistette e il Santo, giunto presso il
cada!erino, si mise in preg,iera) 8Signore, non guardare i miei
peccati, ma la fede di questuomo...8. +erminata la preg,iera il
fanciullo riebbe la !ita. Il Santo lo prese per mano e lo restitu< al
padre di lui. San "enedetto a!e!a una sorella, forse gemella, di
nome Scolastica, c,e si era consacrata al Signore 5n da fanciulla.
!i!e!a in monastero abbastanza lontano da 2ontecassino. .na !olta
3anno si incontra!a con il fratello, in una casetta di campagna, poco
lontano dal monastero. il C febbraio D4C a!!enne 3Eultimo colloquio.
/re!edendo c,e sarebbe morta poc,i giorni dopo, c,iese al fratello
di prolungare il colloquio per tutta la notte. Egli si riFiut#) secondo la
Regola non pote!a pernottare fuori in quanto era !icino al
monastero. E poi il cielo era sereno- quindi non cEera nessun
impedimento per il ritorno. Scolastica si mise a pregare, ad un tratto
scoppi# un temporale cos< !iolento c,e imped< al Santo di mettere
piede fuori della casetta. Intu< c,e la tempesta era scoppiata per la
preg,iera di lei. *e disse) 6io ti perdoni, sorella benedetta, ma c,e
,ai fatto8. Ella rasserenata, rispose) 8>edi, ,o pregato te e non mi ,ai
!oluto accontentare- ,o pregato il Signore e lui mi ,a ascoltato-
adesso, esci pure, se gliela fai, lasciami qui e torna al monastero8.
2a la tempesta non cessa!a. +rascorsero cos< la notte !egliando e
riempiendosi lanima di santi colloqui. +re giorni dopo, san "enedetto
!ide 3anima della sorella in sembianze di colomba salire in cielo.
2and# a prenderne il corpo e lo fece seppellire a 2ontecassino. .na
notte san "enedetto, stando in cella, !ide 3intero mondo raccolto in
un raggio di sole. 2entre contempla!a gli splendori di quella luce
mera!igliosa, !ide 3anima di Aermano, !esco!o di &apua, portata in
cielo dagli angeli. Il @3 marzo D4C il santo /atriarca, febbricitante da
sei giorni, !olle essere portato in c,iesa. Rice!ette la santa
3
Eucarestia, poi, con le mani le!ate al cielo e sostenuto da due
discepoli, rese la sua anima a 6io. 6ue monaci %uno in monastero,
3Ealtro fuori' !idero una !ia luminosa c,e sinnalza!a !erso il cielo. In
cima, un personaggio raggiante di luce disse loro) 87uesta G la !ia
per la quale "enedetto, amico di 6io, G salito al cielo in corpo del
Santo !enne sepolto nell oratorio di san Aio!anni. Al tempo di san
Aregorio, una pazza capit# nella grotta di Subiaco e !i pass# la
notte- la mattina ne usci guarita. Ancora oggi, a0erma il /onte5ce, il
santo /atriarca qui ottiene miracoli a c,i lo prega con fede !i!a
LA MEDAGLIA O CROCE
DI SAN BENEDETTO
Uno degli episodi pi noti di possessione
diabolica, riportato in vari libri per la
documentazione storicamente esatta che ci ha
tramandato i fatti, quello riguardante i due
fratelli Burner, di Illfurt (lsazia!, che furono
liberati con una serie di esorcismi nel "#$%&
'bbene, un giorno, tra i tanti gravissimi dispetti
del demonio, si sarebbe dovuta rovesciare la car(
rozza che trasportava l)esorcista, accompagnato
da un monsignore e da una suora& *a il demonio
non pot+ attuare il suo proposito perch+, al
momento della partenza, era stata data al
cocchiere una medaglia di ,an Benedetto, a
scopo protettivo e il cocchiere se l-era messa
devotamente in tasca& (da .on /abriele morth,
0Un esorcista racconta0 'd& .ehoniane, 1oma!
Notizie storiche
Le origini della medaglia di San Benedetto sono antichissime. Papa Benedetto
XIV ne ide il disegno e col "Breve" del 1742 approv la medaglia concedendo
delle indlgen!e a coloro che la portano con "ede. Sl diritto della medaglia#
San Benedetto tiene nella mano destra na croce elevata verso il cielo e nella
sinistra il li$ro aperto della santa %egola. Sll &altare ' posto n calice dal
(ale esce na serpe per ricordare n episodio accadto a San Benedetto) il
Santo# con n segno di croce# avre$$e "rantmato la coppa contenente il vino
avvelenato datogli da monaci attentatori. *ttorno alla medaglia# sono coniate
(este parole) "EIUS IN OBITU NOSTRO PRESENTIA MUNIAMUR"
+Possiamo essere protetti dalla sa presen!a nell&ora della nostra morte,. Sl
rovescio della medaglia# "igra la croce di San Benedetto e le ini!iali dei testi.
-esti versi sono antichissimi. .ssi appaiono in n manoscritto del XIV sec. a
testimonian!a della "ede nella poten!a di /io e di San Benedetto. La
devo!ione della 0edaglia o 1roce di San Benedetto# divenne popolare intorno
al 1232# dopo la garigione miracolosa del giovane Brnone# "iglio del conte
4go di .ginsheim in *lsa!ia. Brnone# secondo alcni# " garito da na grave
2
in"ermita&# dopo che gli " o""erta la medaglia di San Benedetto. /opo la
garigione# divenne monaco $enedettino e poi papa) ' san Leone IX# morto
nel 1234. 5ra i propagatori $isogna annoverare anche san Vincen!o de& Paoli.
SPIEGAZIONE DELLE INIZIALI
C.S.P.B.
Crux Sancti Patris Benedicti
3a 4roce del ,anto 5adre Benedetto
C.S.S.M.L.
Crux Sacra Sit Mihi Lux
3a 4roce ,anta sia la mia luce&
N.D.S.M.D.
Non Drago Sit Mihi Dux
6on sia il demonio il mio condottiero
.R.S.
Vade Retro, Satana!
llontanati, ,anata7
N.S.M..
Numquam Suade Mihi Vana
6on mi attirare alle vanit8
S.M.!.L.
Sunt Mala Quae Lias
,on mali le tue bevande
I..B.
!"se Venena Bias
9
Bevi tu stesso i tuoi veleni&
Pre"hiera# 4roce del ,anto 5adre Benedetto& 4roce santa sii la mia luce e non sia mai
il demonio mio capo& :a- indietro, ,atana; non mi persuaderai mai di cose vane; sono
cattive le bevande che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno& 6el nome del 5adre e del
<iglio e dello ,pirito ,anto& men&
La Meda"$ia di San Benedetto non % &a"ica'
Numerosi sono gli e0etti bene5ci attribuiti alla stessa) guarigioni,
protezione contro il demonio, grazia di preparazione ad una santa
morte... 2a attenzione, la medaglia non e un talismano c,e
annullerebbe le pro!e della nostra !ita, ma un mezzo c,e ci aiuta a
superarle. *e parole scritte attorno alla croce sono quelle c,e
"enedetto pronunci# rispondendo alla tentazione del demonio.
/ossiamo farle nostre in uno spirito di fede, sapendo c,e la &roce di
&risto 1 pegno della nostra !ittoria e della nostra sal!ezza. 7uesta
medaglia G un sacramentale della &,iesa &attolica, un segno sacro
dal quale sono signif<cati e ottenuti e0etti, grazie alla preg,iera della
&,iesa. /er trarre !antaggi da questa preg,iera e da questa
medaglia, non basta farla benedire e portarla come se fosse un
portafortuna) i bene5ci c,e speriamo di ottenere sono proporzionati
alla crescita della nostra fede e della nostra 5ducia in 6io e in San
"enedetto.
Benedizione della Medaglia o Croce di San Benedetto
"u# essere recitata solo da un sacerdote
Io ti esorcizzo per .io ( 5adre =nnipotente, che ha fatto il cielo e la terra, il mare e
tutto ci> che si trova in essi? ogni potenza del nemico, tutto l-esercito del diavolo, ogni
influenza di ,atana sia strappato e sia messo in fuga da questa medaglia, affinch+ a
tutti coloro che ne faranno uso, procuri la salvezza dell-anima e la salute del corpo& @e
lo chiediamo nel nome di .io 5adre ( =nnipotente, di /es 4risto ( suo <iglio e
,ignore nostro e dello ,pirito ,anto ( 4onsolatore e nell-amore del medesimo ,ignore
nostro /es 4risto, che verr8 a giudicare i vivi e i morti e regner8 nei secoli dei secoli&
A&en.
Preghiamo: = .io =nnipotente, dispensatore di ogni bene, noi ti supplichiamo
ardentemente, per l-intercessione del nostro 5adre ,an Benedetto? fa- scendere la tua
benedizione su questa medaglia, affinch+ tutti coloro che la porteranno e compiranno
opere di bene, meritino di ottenere la salute dell-anima e del corpo, la grazia della
santificazione, le indulgenze a loro concesse; con il soccorso della tua misericordia,
possano sfuggire le insidie del demonio e presentarsi un giorno santi e immacolati
davanti al tuo cospetto nella carit8 $%& ',()* 5er 4risto nostro ,ignore& A&en.
$
Orazione a San Benedetto
San "enedetto, ti sei
interamente donato a 6io e ,ai
!issuto solo per lui. &on il tuo
esempio, la tua fede e il tuo
amore per 6io, ,ai suscitato in
tante anime generose lideale
della !ita monastica. /adre dei
monaci, ,ai trasmesso ai tuoi
5gli la gioia di !i!ere nella
preg,iera, nella contemplazione
e nella !ita fraterna per la gloria
di 6io e la sal!ezza delle anime.
/er la santit$ della tua anima e
per la tua docilit$ allo Spirito
dAmore, ti sei opposto al
potere di Satana per strappargli le anime c,e egli !ole!a
perdere per leternit$. padre "enedetto, intercedi per noi
presso 6io, perc,1 attiri a se tutte le anime desiderose di
!i!ere come te nella fedelt$ al >angelo. San "enedetto,
difendici contro il maligno c,e cerca di fuor!iarci dal
cammino c,e conduce a 6io) cammino di bene, di amore, di
beatitudine eterna. /roteggici contro le insidie del nemico,
sal!aci dai suoi tranelli, rendici forti da!anti alla tentazione
e assistici quando !err$ lora della nostra morte. San
"enedetto, eletto di 6io, allontana da noi le potenze
male5c,e, !ani5ca ogni sorta di male ed insegnaci a
conser!are in ogni momento la pace del cuore. Amen.
Preghiera a San Benedetto
*odello di vita celeste, Benedetto, nostro dottore e nostra guida, la cui anima unita a
4risto esulta nel cielo& 5astore pieno di sollecitudine custodisci il tuo gregge,
fortificalo con le tue sante preghiere e attraverso una via luminosa fallo entrare in cielo
al tuo seguito& 5er 4risto nostro ,ignore& A&en.
Pre"hiera di )i$ia$e a))ida&ento a San Benedetto
O Santo Padre Benedetto, aiuto di coloro che a te ricorrono: accoglimi
sotto la tua protezione; difendimi da tutto ci che insidia la mia vita;
ottienimi la grazia del pentimento del cuore e della vera conversione
A
per riparare le colpe commesse, lodare e glorifcare Dio tutti i giorni
della mia vita. Uomo secondo il cuore di Dio ricordati di me presso
l'Altissimo perch, perdonati i miei peccati, mi renda stabile nel bene;
non permetta che mi separi da lui, mi accolga nel coro degli eletti,
insieme a te e alla schiera dei santi che ti hanno seguito nell'eterna
beatitudine. Dio onnipotente ed eterno, per i meriti e l'esempio di San
Benedetto, della sorella, la vergine Scolastica e di tutti i santi monaci
rinnova in me il tuo Santo Spirito; donami forza nel combattimento
contro le seduzioni del maligno, pazienza nelle tribolazioni della vita,
prudenza nei pericoli. Aumenta in me l'amore della castit, il desiderio
della povert, l'ardore nell'obbedienza, l'umile fedelt nell'osservanza
della vita cristiana. Confortato da te e sostenuto dalla carit dei
fratelli, possa servirti gioiosamente e giungere vittorioso alla patria
celeste insieme a tutti i santi. Per Cristo Nostro Signore. Amen.
LITANIE IN ONORE DI SAN BENEDETTO
,ignore, piet8 Si"nore* +iet,
4risto, piet8 Cristo* +iet,
,ignore, piet8 Si"nore* +iet,
4risto, ascoltaci Cristo* asco$taci
4risto, esaudiscici Cristo* esa-discici
5adre del cielo, che sei .io a..i +iet, di noi
<iglio, redentore del mondo, he sei .io a..i +iet, di noi
,pirito ,anto, che sei .io a..i +iet, d noi
,anta @rinit8, unico .io a..i +iet, di noi
,anta *aria +re"a +er noi
1egina dei monaci +re"a +er noi si ri"eta &ino alla &ine
,an Benedetto
Benedetto di nome e di grazia
,an Benedetto uomo di .io
,an Benedetto uomo di vita venerabile
,an Benedetto uomo di preghiera
,an Benedetto animato dall-amore di .io
,an Benedetto amante della ,anta 4roce
,an Benedetto patrono d-'uropa
,an Benedetto vincitore dei demoni
,an Benedetto padre dei monaci
,an Benedetto imitatore degli apostoli
,an Benedetto patriarca dei monaci d-occidente
,an Benedetto autore della ,anta 1egola
,an Benedetto maestro di vita spirituale
,an Benedetto patrono degli esorcisti
,an Benedetto modello d-obbedienza
,an Benedetto modello di povert8
#
,an Benedetto modello di purezza
,an Benedetto modello d-umilt8
,an Benedetto modello di perseveranza
,an Benedetto modello di ardente carit8
,an Benedetto modello dei padri spirituali
,an Benedetto protettore di chi ti invoca
,an Benedetto aiuto nelle tribolazioni
,an Benedetto servitore di /es 4risto
,an Benedetto guida delle anime che cercano .io
,an Benedetto difensore dei poveri
,an Benedetto sostegno dei deboli
,an Benedetto conforto degli ammalati
,an Benedetto consolatore degli afflitti
,an Benedetto sollievo dei moribondi
,an Benedetto protettore dei bambini
,an Benedetto padre di una grande famiglia di .io
,anto 5adre Benedetto
A"ne$$o di Dio* che to"$i i +eccati de$ &ondo.
5erdonaci, ,ignore&
A"ne$$o di Dio* che to"$i i +eccati de$ &ondo.
bbi piet8 di noi
A"ne$$o di Dio* che to"$i i +eccati de$ &ondo.
scoltaci, ,ignore&
Pre"hia&o# =nnipotente ed eterno .io che hai onorato il tuo amato ,an Benedetto
col dono del tuo grande more, affinch+ vengano a te innumerevoli anime, umilmente
ti supplichiamo, per i suoi meriti, di infiammare e consumare i nostri cuori col fuoco
del tuo amore& 5er 4risto nostro ,ignore& A&en.
%