Sei sulla pagina 1di 9

DONNE AVIATRICI

LE STORIE DI TRE DONNE PILOTA E DELLE LORO MACCHINE


VOLANTI
Introduzione
Con il processo di industrializzazione e l'accesso completo alla scolarizzazione almeno
in Occidente nell'ultimo secolo le donne si sono finalmente conquistate la loro parte
dovuta, ma negata, nei millenni passati. Certo, in passato da Ipazia a Anna Byron
Lovelace fino a aria Curie le donne !anno fatto la "cienza e la "toria ma finalmente
nell'ultimo secolo !anno dimostrato, o meglio, i mutamenti sociali !anno permesso loro di
poter fare tutto quello c!e fanno gli uomini.
#' la fine dei pregiudizi millenari, ma, aggiungo amaramente, ancora nel $I$ secolo si
aveva il %el coraggio di discutere sulla inferiorit& intellettiva delle donne adducendo come
causa le dimensioni del lo%o frontale del cervello, una frottola smentita da C!arles 'ar(in
stesso )
'onne al potere * 'imentic!iamo le dinastie dove il potere era ereditario e facciamo solo
due esempi + certamente la donna pi, potente del mondo di oggi - il Cancelliere tedesco
ma - seguita a %reve distanza da .a%iola /ianotti c!e coordina pi, di 0.111
fisici al C#23 sul Large Hadron Collider c!e produce scoperte, innovazioni e
%revetti in gran quantit&. .a%iola - una donna con un approccio modesto e
semplice con la qualit& di saper divulgare con semplicit& gli astrusi concetti
della composizione della materia rendendoli comprensi%ili alle persone comuni.
Al costo di un cappuccino per ogni cittadino europeo le ricadute sono state, sono e
saranno positive per tutti, dalla diagnostica alla terapia per non parlare dei superconduttori
e di tutte le scoperte c!e sono rivelatrici per la nostra innata curiosit& sul
4niverso e sul nostro esistere.
Impossi%ile non parlare, inoltre, del capitano "amant!a Cristoforetti, c!e tra
poco raggiunger& la "tazione "paziale Internazionale5 "amant!a - la prima
cosmonauta italiana ed - un pilota militare.
"are%%e auspica%ile c!e i media dedicassero pi, spazio a donne di questo spessore
piuttosto c!e ad altri discuti%ili personaggi femminili del gossip il cui contri%uto al 6aese -
proprio zero.
'onne e macc!ine, un %inomio negato per millenni, ma c!e oggi !a raggiunto una
accetta%ile normalit&+ donne c!e vanno nello spazio, pilotano velivoli anc!e da
com%attimento, navi, treni, progettano tecnologia, tutto - ormai possi%ile per loro. La forza
fisica non serve pi, grazie ai servomeccanismi, - ormai solo questione di formazione
culturale, dedizione e motivazione.
3on sare%%e corretto, in questo trattato sulle donne aviatrici, omettere il contri%uto c!e
7.189 donne diedero alla Aviazione ilitare "tatunitense durante la guerra, donne c!e
1
pilotarono %en 7:.;<1 aerei militari per la consegna dalle fa%%ric!e ai porti di im%arco o ai
centri di addestramento.
Il Women Airforce Service Pilots (=A"6) viene fondato su iniziativa di alcune aviatrici
famose >tra cui ?acqueline Coc!ran@ al fine di li%erare da queste incom%enze i piloti
masc!i com%attenti. Il progetto viene osteggiato inizialmente dal generale Aenry A.Arnold,
c!e poi deve ritirarsi quando alcune donne, gi& a%ili al pilotaggio, si recano in /ran
Bretagna prestando servizio nel Air Transport Auxiliary >ABA@ c!e utilizza piloti donne per
compiti non operativi in com%attimento. Con questa premessa vincente e
con l'appoggio della moglie del 6residente 2oosevelt, l'Aviazione ilitare
statunitense si convince finalmente della convenienza del progetto, per cui
%en :<.111 donne si presentano ai centri di arruolamento, ma solo poco
pi, di un migliaio riescono a superare le selezioni e a completare
l'addestramento.
"ono tutte %ianc!e, non sono inquadrate militarmente, !anno una polizza minima di
assicurazione e %en poca assistenza a terra, nonostante questa apparente disattenzione
del' 4"AA. percorrono in quegli anni %en ;1 milioni di miglia per trasferire ogni tipo di
apparecc!io militare, compresi i pesanti %om%ardieri.
.inita la guerra, l'esistenza del =A"6 viene dimenticata per 0< anni fino al 7C88, quando
il 6residente ?mmy Carter riconosce alle donne del =A"6 lo status di corpo militare. 6oi
nel :11C il 6residente O%ama consegna pu%%licamente al =A"6 la edaglia d'oro del
Congresso alla presenza di molte veterane.
In questo testo vengono descritte tre figure femminili legate alla storia dell'aviazione c!e
ne furono interpreti negli anni '01 e '91, gli anni dell'entusiasmo pionieristico ma anc!e
della guerra+ Hanna Reitsch la temeraria pilota collaudatrice, Marina Raskova la
pi, famosa pilota russa della guerra e Amelia Earhart la trasvolatrice.
DDDDDDDDDD
HANNA REITSCH
3el 7C90 un piccolo aereo solca rom%ando come un cala%rone il cielo sopra
le spiagge di 6eenemunde, vira pericolosamente verso destra ma il pilota
riesce a dominarlo compiendo un atterraggio violento senza il carrello sulla
spiaggia. 'all'angusto a%itacolo esce una donna giovane e minuta su%ito attorniata da
militari e tecnici+ - il Flugcapitan Aanna 2eitsc! il primo essere umano ad aver pilotato il
missile da crociera .ieseler E7Fe. Altri quattro piloti collaudatori uomini
non sono sopravvissuti al test di prova del missile frutto della
progettazione di .ritz /lossau e di =alter Lippisc!, costruito come
arma di ritorsione contro i pesantissimi %om%ardamenti alleati sulla
/ermania nazista. Il missile cruise - propulso da un semplice
pulsoreattore, !a un sofisticato sistema di guida automatica con giroscopio, tocca i ;11
Gm. ora e verr& prodotto in migliaia di esemplari c!e devasteranno gli o%iettivi in /ran
Bretagna e sui luog!i degli s%arc!i alleati in 3ormandia. La testata esplosiva reca H01 Gg.
di di AmatolF0C, il raggio d'azione - di :<1 Gm. ma - intercetta%ile sia dalla contraerea c!e
dagli "pitfire. #' una delle !under !affen >armi meravigliose@ sulle
quali il nazismo conta per ri%altare le sorti del conflitto, ma tale
speranza sar& senza esito, uno dei risultati sar& solo di disimpegnare
aerei e %atterie alleati dagli altri fronti. 'opo il %om%ardamento di
6eenemunde nell'agosto 7C90 questa arma e le E:IA9 saranno prodotte in gran numero
nelle fa%%ric!e sotterranee di 'oraF3ord!ausen ove moriranno di stenti migliaia di
2
prigionieriFoperai dei campi di concentramento vicini.
6er attivare il pulsoreattore della EF7 viene acceso un potente razzo di decollo, c!e poi si
stacca su%ito, Aanna !a superato la spaventosa accelerazione iniziale dalla rampa di
lancio ed - riuscita a identificare il difetto nella guida automatica c!e im%ardava a destra.
3ata nel 7C7: a .rancoforte !a sempre avuto la passione del volo, inizialmente intendeva
intraprendere la carriera del medico missionario volante in Africa, poi la sua passione per il
volo a vela prevale sugli altri interessi, agevolata dai numerosi clu% di volo del governo
nazista, astuta premessa per reclutare piloti da guerra. "ono significativi i filmati degli anni
'01 in cui i ragazzini giocano a fare i piloti con le ali di cartone, poi H1.111 di loro, divenuti
aviatori, moriranno nella Luft!affe nei vari teatri di guerra.
Aanna - una fervente nazista, diventa uno dei pi, importanti piloti collaudatori prima e
durante gli eventi %ellici, il suo operato - significativo per l'aviazione durante il transito tra
la propulsione a elica e quella a getto, un'accelerazione tecnologica dovuta agli eventi
%ellici.
6er rifornire le truppe tedesc!e nelle lung!e distanze del teatro
russo inizialmente pensato per l'invasione della /ran
Bretagna F la essersc!imtt costruisce un gigantesco aliante,
il "igant, capace di trasportare un %lindato o cento soldati. Il
"igant decolla con l'ausilio di sei razzi a perossido di idrogeno
al traino di tre %imotori essersc!imtt 771 con la potenza
complessiva di H.H11 A6. #' un gigante pericoloso e faticoso da pilotare, una volta accesi i
razzi di decollo non si torna indietro e i tre velivoli del traino devono agire all'unisono sia in
decollo c!e in volo.
Aanna collauda il gigante e in una intervista successiva ammette c!e J la fatica di
pilotaggio era estenuante durante un volo di prova un #e $$% si sgancia dal cavo di
traino i ra&&i di decollo sono ormai accesi la situa&ione ' estremamente critica ma sono
riuscita a toccare terra con poc(i danni) Successivamente a**andonai il progetto perc(+
per me la fatica di un,ora di volo e-uivaleva e -uella di sei ore di un uomo).
In seguito il "igant sar& propulso da sei motori di costruzione francese e rifornir& le truppe
tedesc!e intrappolate in 2ussia. #' stato il pi, grande aereo %asato a terra durante il
periodo %ellico.
3el periodo pre%ellico collauda il 'ornier 'o 78, un %om%ardiere %imotore veloce,
%attezzato per la sua forma Jla matita volante)K
A 6eenemunde collauda il primo e unico intercettore a razzo
operativo della storia, il essersc!mitt e 7;0 /omet, un piccolo
aereo con ali a delta c!e supera i C11 Gm. ora, sale con un angolo
di H1L con la velocit& di <.111 m. al minuto ma con l'autonomia di
poc!i minuti, giusto sufficienti per un solo passaggio in mezzo alle
formazioni di %om%ardieri alleati sparando con i due cannoncini.
#' propulso da un motore a razzo alimentato da idrazinaImetanolo miscelato con
perossido di idrogeno, un composto c!e provoca la com%ustione spontanea in contatto
con materiale organico... compreso il corpo del pilota se non indossa la tuta protettiva.
'urante l'accensione sul campo di decollo gli avieri devono %agnare con gli idranti l'ugello
del propulsore a razzo per evitare c!e i composti insta%ili esplodano.
3ell'ultima intervista del 7C8; Aanna esclama J...era come attraversare
le nuvole cavalcando un proiettile di cannone u*riacati dalla velocit0 del
ra&&o un,esperien&a sconvolgente 1 L,aereo era molto aerodinamico
l,atterraggio sen&a motore e sen&a carrello ma sul solo pattino era molto
difficoltoso occorreva ini&iare la planata proprio in testa alla pista).
La produzione del e 7;0 inizia nel maggio 7C99 in poc!e centinaia di esemplari ma non
riesce a scoraggiare le formazioni di %om%ardieri alleati anc!e per la carenza di piloti
3
esperti e del car%urante sintetico.
L'aereo c!e invece partecipa a decidere le sorti iniziali del conflitto
- lo ?unGer H8 Stu2a costruito per il %om%ardamento di precisione in
picc!iata.
#' grosso e goffo con le ali a ga%%iano F ma - pi, preciso delle
odierne armi teleguidate...F il tuffo con l'angolo molto stretto a pi, di
811 GmIora produce una accelerazione c!e deforma i lineamenti del pilota, dopo i primi
incidenti viene installato un sistema automatico c!e fa riprendere quota al velivolo anc!e
se il pilota perde i sensi. 3el 7C91 durante la campagna di .rancia terrorizza le truppe
alleate con la sirena 3trom*e di "ericoK installata sotto il carrello azionata durante la
picc!iata.
Aanna collauda con successo lo Stu2a alla fine degli anni '01, in seguito l'aereo sar&
utilizzato su tutti i fronti anc!e se intimorisce i piloti meno esperti....compresi gli italiani
della 2"I c!e ne formeranno una squadriglia.
3el 7C0; collauda il primo vero elicottero operativo, il .ocGeFAc!gelis
.aF;7, finalmente pi, sicuro degli autogiro, c!e sar& poi prodotto in
serie.
Muando ormai la /ermania - sconfitta, in uno dei disperati tentativi di
invertire le sorti del conflitto viene fondato, con l'appoggio di Aitler, un reparto speciale
costituito da piloti volontari suicidi, la squadriglia Leonidas. Eiene approntata una versione
pilotata della !under !affen EF7 installando un piccolo a%itacolo nella fusoliera con un
sedile avvolgente e un tettuccio sgancia%ile, il pilota dovre%%e guidare l'ordigno sopra
l'o%iettivo e lanciarsi con il paracadute+ le possi%ilit& di sopravvivenza
sono stimate dell' 7N perc!O il pulsoreattore - proprio dietro
l'a%itacolo. L'ordigno viene trasportato da un %om%ardiere, alla fine
del 7C99 avvengono i primi voli di prova tutti con incidenti mortali
perc!O i piloti non riescono a manovrare il velivolo nella fase di
atterraggio sui pattini. Aanna 2eitsc!, c!e !a gi& collaudato il missile cruise, effettua una
serie di test suggerendo una maggiore velocit& nella fase di stallo e uscendo indenne da
vari incidenti. /iudicata poco onorevole dal comando germanico, l' unit& Leonidas viene
sciolta il 7< marzo 7C9<. 4n' idea del colonnello Aermann si somma a queste pulsioni
inutili e suicide+ viene creato il Sonder/ommando 4l*e c!e !a lo scopo di a%%attere i
%om%ardieri alleati speronandoli con i caccia BfF71C alleggeriti. Il 8 aprile 7C9< un
centinaio di piloti volontari tentano di andare in collisione contro le formazioni nemic!e ma
con poco successo, alcuni piloti sopravvivono all'impatto %uttandosi con il paracadute.
6er la cronaca, invece, i giapponesi costruiscono la loro versione
GamiGaze della EF7, l'O!Ga 77, trasportata sotto un %om%ardiere per
colpire la flotta americana - sgancia%ile a distanza di molti c!ilometri per
salvare l'aereoFmadre5 90H giovanissimi piloti giapponesi muoiono inutilmente a%%attuti dai
caccia americani e dalla contraerea oppure persi nell'oceano, conseguendo %en poc!i
risultati concreti. 4na morte iniqua ma per loro onorevole legata al giuramento del
*us(ido.
Con il generale 2o%ert 2itter von /reim, Aanna viene convocata da Aitler a Berlino negli
ultimi giorni di guerra, atterra con un .ieseler Storc( >la famosa cicogna@ in mezzo alle
macerie e alle pallottole vicino al %unGer in cui il dittatore sta vivendo i suoi ultimi giorni e
cerca di convincerlo a farsi portare in salvo, ma il Fue(rer delirante rimane al suo posto.
#' stata l'unica donna a ricevere la decorazione della Croce di Ferro da Adolf Aitler, anc!e
se non !a mai partecipato ad azioni di guerra.
3el dopoguerra trascorre diciotto mesi in carcere per gli interrogatori condotti dagli
Alleati, poi ricomincia a volare conquistando nuovi record di volo a vela.
3el 7C<< conquista il record femminile di altitudine nel volo a vela >;.H11 metri@,
4
successivamente conquista il record di volo a vela senza scalo femminile con un percorso
di H1: Gm. 3el 7C<C partecipa a fondare una scuola di aviazione in India, nel 7C;: si
trasferisce in /!ana per alcuni anni ove fonda una scuola di volo a vela. #' la prima donna
a trasvolare le Alpi in aliante. "crive alcuni li%ri tra i quali J5l cielo ' il mio regnoK.
uore a .rancoforte nel 7C8C per un attacco di cuore.
MARINA RASKOVA
3egli anni '01 l'aviazione era per tutte le 3azioni la sintesi pi,
efficace e affascinante della tecnica e della industria, le competizioni aeree internazionali e
i record conquistati dagli assi dell'aviazione sono il vanto dei 6aesi e creano competitivit&
alle loro industrie, in questo contesto gli aviatori sovietici sono in primo piano per le loro
imprese nel clima di entusiasmo c!e caratterizza l'imponente crescita produttiva dell'42""
grazie all'apporto delle nuove generazioni c!e crescono nel regime sovietico.
Butto ciP non - relegato alla sola presenza masc!ile, anzi, dal 7C07 l'Accademia
Aeronautica sovietica apre le porte alle donne inizialmente come navigatori, poi in tutti gli
anni '01 i clu% di volo e di paracadutismo annoverano un milione di uomini e di donne, un
fenomeno osservato con stupore e ammirazione dai reporter e osservatori militari stranieri,
compresi quelli tedesc!i e italiani c!e vivono invece in regimi decisamente masc!ilisti.
arina 3ic!aQlovna 2ascGova figlia di musicisti !a una personalit& poliedrica, sceglie la
passione per il volo tra quelle della musica e della c!imica cui - egualmente predisposta,
vanificando il sogno dei genitori c!e speravano diventasse una cantante lirica.
3el 7C07 l'Accademia Aeronautica 36u2ovs2i7. ammette due donne, arina 2asGova allora
7Cenne e #lena 3iGolaevna Rusmina. 3el 7C00 arina supera %rillantemente l'esame di
ufficiale di rotta poi diventa istruttrice di paracadutismo e pilotaggio.
3el 7C00 collauda un nuovo idrovolante per trasporto passeggeri collegando Odessa a
Batun in mezzo al maltempo e a raffic!e fortissime di vento5 in sette ore senza scalo
sorvola la Crimea e il Caucaso fino a "e%astopoli.
In seguito negli anni di guerra i reggimenti da com%attimento composti da donne pilota
comandate proprio da arina 2asGova com%atteranno in questi scenari contro i tedesc!i.
Con Ealentina 6olina OsipenGo a %ordo un idrovolante pF7 compie la trasvolata senza
scalo di 7.8<1 Gm. da "e%astopoli a Arc!angel'sG.
3el 7C08 arina 2asGova e Ealentina /riso%udova sta%iliscono il
record femminile di volo senza scalo >7.99< Gm@ su un SaGovlev AI2F7:,
un monomotore con gli a%itacoli aperti progettato nel 7C0; per i record
sulle lung!e percorrenze.
3el settem%re 7C0H arina 2asGova, Ealentina /risodu%ova e 6olina OsipenGo
compiono una trasvolata record di <.C11 Gm. senza scalo su un %om%ardiere %imotore
"uG!oi A3BF08 %attezzato 8odina >6atria) F da osca al 6acifico. A causa del freddo
>F01L in quota@ i motori si spengono, arina si lancia col paracadute mentre le altre due
donne atterrano malamente in una palude. 'opo 71 giorni di marcia nella taig0, ferita alle
gam%e, raggiunge finalmente l'aereo e le compagne intrappolate nella carlinga, poi
arrivano i soccorsi.
Le tre aviatrici vengono ricevute al Cremlino e decorate con l'
onoreficenza di 34roe dell,9nione Sovietica. diventando ancora pi,
popolari e ricevendo lettere da migliaia di ragazze, desiderose di
emularle e di accelerare il processo di emancipazione femminile.
5
Il mattino del :7 giugno 7C97 i servizi segreti tedesc!i diramano l'ordine J :ortmund., -
l'attacco pianificato per le 0.01 del mattino successivo all'42"". 3onostante gli
avvertimenti della sua spia 2ic!ard "orge il leader del Cremlino - incredulo e fino
all'ultimo rifiuta la mo%ilitazione. Muel giorno - il generale TuGov c!e si assume l'ingrato >e
pericoloso..@ compito di svegliarlo per comunicargli l'attacco in corso da parte di 79;
divisioni tedesc!e appoggiate da altre divisioni rumene e finlandesi, circa due milioni di
soldati e migliaia di mezzi corazzati mentre la Luft!affe sta gi& colpendo gli aeroporti.
#' la catastrofe, i reparti sono nel caos pi, completo, le comunicazioni sono interrotte, le
strade si riempiono di profug!i, gli ufficiali, dopo le epurazioni degli anni precedenti, non
sono preparati. .inalmente, dopo giorni di depressione vissuta in ritiro, "talin riprende il
comando e il 0 luglio si rivolge attraverso gli altoparlanti al popolo sovietico dic!iarando lo
stato di mo%ilitazione, ma - passato gi& troppo tempo, la We(rmac(t invinci%ile - gi& di
fronte a insG intrappolando nelle sacc!e un milione di soldati russi e distruggendo un
numero incalcola%ile di mezzi militari. La strategia del ;lit&2rieg >la guerra lampo@
sperimentata con grande successo contro la .rancia sta dando ancora i suoi risultati, le
truppe tedesc!e avanzano %aldanzose nel grande territorio russo.
/li osservatori militari stranieri stimano in soli tre mesi le possi%ilit& di resistenza
dell'Armata 2ossa ma saranno smentiti dalle sorprendenti capacit& di reazione del popolo
russo c!e ritrova l'orgoglio nazionale e l'unit& di intenti. 6oic!O la collaudata macc!ina da
guerra tedesca provoca immani perdite di uomini e di mezzi nei sovietici, le fa%%ric!e
vengono spostate oltre gli 4rali ove lavorano uomini e donne in condizioni estreme,
mancano i soldati, le armi, i comandanti esperti, gli specialisti e i piloti.
arina 2asGova c!e !a solo :8 anni F di sua iniziativa, appoggiata dalla /risodu%ova, si
assume l'impegno di creare tre formazioni aeree di sole donne c!iedendo l'autorizzazione
direttamente a "talin, forte del loro prestigio personale. 3ei primi mesi di guerra l' 42""
!a perduto 8.<11 aerei, il rullo compressore della We(rmac(t sta puntando verso osca
e, spinto da questi disastri, finalmente l' H otto%re "talin sottoscrive il decreto n. 11CC in cui
autorizza la costituzione di tre reggimenti aerei femminili, il <H;L di caccia%om%ardieri, il
<H8L di %om%ardieri in picc!iata e il <HHL di %om%ardieri leggeri notturni.
In questi giorni drammatici e di incertezza arrivano al governo sovietico le lettere di
centinaia di ragazze frequentatrici dei clu% di volo c!e si offrono volontarie per com%attere
sul fronte. "ono spinte non solo dalla volont& di difendere la 6atria ma anc!e dalla
riconoscenza verso uno "tato c!e, contrariamente all'impero zarista, !a permesso loro
l'accesso allo studio, alla sanit&, di poter scegliere la propria professione e di realizzare le
proprie aspirazioni grazie alla Costituzione c!e sancisce la parit& tra i due sessi.
Al %ando di arruolamento le risposte sono stupefacenti+ centinaia di giovani donne tra i 78
e i :: anni, studentesse, laureate, operaie, aviatrici esperte, paracadutiste, si presentano
spontaneamente ai centri di reclutamento con gli zaini in spalla. Inizia la selezione per
armieri, meccanici, ufficiali di rotta, piloti, nonostante l'ironia dei militari masc!i, mancano
gli indumenti, le tute di volo e gli stivali delle misure adeguate e tutto
va adattato con risvolti spesso umoristici.
arina 2asGova viene incoraggiata e aiutata dai qualificati quadri
femminili dei Comandi dell'Aviazione e del 6artito, - una donna
determinata ma semplice, modesta e ama%ile c!e diviene
spontaneamente molto cara a tutti.
6rovvede a selezionare i quadri poi le ragazze vengono trasportate a #ngels, in un
grande centro di addestramento sulla riva del Eolga lontano dal fronte, dove imparano la
disciplina militare e la preparazione al com%attimento durante pesanti corsi accelerati di
oltre 7: ore al giorno.
'ivenuti lentamente operativi, i reggimenti contano su donne pilota, navigatori, armieri,
meccanici. Eivono in alloggiamenti umidi e freddi, con poco ci%o e acqua, scarsi
6
rifornimenti, su aeroporti improvvisati senza segnaletica notturna, devono provvedere alla
manutenzione degli aerei e delle armi e al carico delle %om%e.
/li equipaggi volano senza paracadute perc!O impaccia i movimenti negli angusti
a%itacoli, poi dopo una tragedia c!e coinvolge un aereo, si rassegnano ad adottarlo.
L'altra ragione di non volare con il paracadute - la consapevolezza c!e lanciarsi sopra le
linee nemic!e non - proprio consiglia%ile per una donna.
Il <HHL reggimento di %om%ardamento notturno sui vecc!i 6oF:
partecipa alle missioni sul cielo di 2ostov la porta di accesso
al petrolio del Caucaso su "talingrado e molte altre zone di
guerra.
Il 6oliGarpovF: - un %iplano in tela e legno di vecc!ia
concezione, costruito in notevole quantit& per i lavori agricoli, ma - affida%ile e di facile
manutenzione, la ottima portanza alare permette una notevole maneggevolezza alle
%asse velocit& e %asse quote5 l'equipaggio - composto da pilota e navigatrice in due
a%itacoli aperti e separati, senza riparo dal vento e dalla pioggia.
3ella sua vita operativa il <HHL compie %en :0.;8: missioni di guerra sganciando circa
0.111 tonnellate di %om%e. Eolano in qualsiasi condizione meteo, la tecnica notturna - di
im%allare il motore e scendere a quote %asse per attutire il rom%o del propulsore5 spesso
vengono eseguite anc!e dieci missioni per ogni notte mettendo a dura prova la resistenza
degli equipaggi, c!e poi di giorno devono rifornire e manutenzionare i
vecc!i %iplani.
3el settem%re 7C9: il Com.te tedesco ?o!annes "tein!off, irato e
stupefatto, conia nel suo diario per lo stormo il termine Jstreghe
della notteK e scrive J noi non ci capacitiamo c(e i piloti russi c(e
ci danno pi< fastidio siano proprio delle donne vengono di notte con
i loro vecc(i *iplani e non ci fanno dormire.
#' questa l'unit& pi, decorata, al massimo della sua efficienza conta 91 equipaggi di due
donne ciascuno, dei quali 07 mem%ri muoiono in com%attimento tra il 7C9: e il 7C9<.
Il famoso fotoreporter russo #ugeniQ C!aldeQ il .ranG Capa del fronte orientale ricorda
come queste ragazze, di cui alcune sono molto %elle, nonostante tutte le difficolt&
logistic!e mantengono molta attenzione al proprio aspetto fisico e nell' ordine nelle
divise ignorando il gelo, la pioggia, il fango sulle piste improvvisate, gli alloggi precari.
arina 2asGova il :H dicem%re 7C9: raggiunge alcuni aerei ed equipaggi rimasti %loccati
per una %ufera, le donne sono alloggiate in due %aracc!e attendendo c!e il tempo migliori
ma gli aerei sono gelati e per lung!issimi giorni il forte vento non cala, gli accampamenti
sono gelati perc!O la legna scarseggia e manca anc!e il ci%o. .inalmente la tempesta
sem%ra calare e il < gennaio arina scalda il motore del suo 6ve&doc2a >piccola stella@ e
decolla. Anc!e gli altri aerei decollano ma si perdono nella ne%%ia e nella %ufera di neve,
arina non rientra e l'attesa delle sue compagne diventa spasmodica, dopo molte ricerc!e
arriva la notizia c!e il maggiore arina 2asGova - precipitata causa il maltempo vicino al
fronte di "talingrado. Aveva solo 01 anni.
Bra le donne aviatrici in attesa del rientro delle compagne dalle missioni - uso cantare una
canzone c!e inizia cosU 3sta rollando sulla pista l,aereo tanto atteso))). ma questa volta
l'aereo non - arrivato.
3ei terri%ili anni di guerra seguenti i gruppi da com%attimento a %ordo di %om%ardieri e di
caccia ?aGF7 seguono il duro cammino di conquista F o di riconquista delle truppe
sovietic!e, penetrano in 6russia Orientale e poi in /ermania. L' H marzo 7C9< a Bu!ol nel
teatro cittadino le donne sono visitate durante la .esta Internazionale della 'onna dal
Comandante in capo aresciallo 2oGossovsGiQ c!e conferisce a molti equipaggi la Stella
d,oro di 4roine dell, 98SS. 3ella sala gremita di ragazze vestite con le tute di aviatrici
7
2oGossovsGiQ dic!iara commosso J Compagne, conoscevo le vostre gesta leggendarie so
c(e volete com*attere alla pari con gli uomini dun-ue continuate pure fino a ;erlino 1 3

AMELIA MARY EARHART
Muando si dice c!e il caso complotta con la vocazione o viceversa.. Amelia #ar!art nel
7C:1 all'et& di :0 anni assiste a un raduno aeronautico in California e sale a %ordo di un
aereo per un volo turistico.
#' un innamoramento immediato, frequenta le scuole di volo e poco dopo acquista un
%iplano, con i soldi della madre, con il quale sta%ilisce il suo primo record raggiungendo la
quota di 9.811 metri.
Il 78 giugno 7C:H a %ordo di un .oGGer ..EII %attezzato Friends(ip decolla con il pilota
"tultz e il meccanico /ordon per un volo transatlantico arrivando in /alles dopo :7 ore,
anc!e se relegata a funzioni secondarie tutti gli onori vanno a lei.
3el 7C07 sta%ilisce il record mondiale di altitudine di <.;11 metri
pilotando un autogiro 6itcairn 6CAF:+ l'autogiro - l'antesignano degli
elicotteri, il rotore di sostentamento - in rotazione li%era mosso
dall'elica del motore anteriore. #' certamente un velivolo poco
governa%ile, negli elicotteri moderni il rotore - orienta%ile sul ro%usto mozzo centrale ed -
mosso direttamente dal propulsore mentre il rotore posteriore compensa l'
autoavvitamento.
Amelia esegue la trasvolata in solitario seconda solo a Lind%erg! da Berranova a
Londonderry il :7 maggio 7C0: impiegando 79 ore pilotando un LocG!eed Eega.
3ell'agosto 7C0: - la prima donna ad attraversare in volo gli "tati 4niti, poi diviene la
prima aviatrice ad attraversare il 6acifico da OaGland alle Aa(aii.
Ormai tutti la c!iamano Lady Lindy per la sua determinazione ad arrivare dove altri non
sono arrivati.
La circumnavigazione del mondo diventa un assillo per la
#ar!art, nel 7C0; inizia a pianificare la rotta di 98.111 Gm. sopra
l'equatore, quella pi, lunga.
Con il finanziamento della 6urdue 4niversity fa modificare dalla
LocG!eed un esemplare del monoplano %imotore 4le2tra $% per
aumentarne l'autonomia.
L'aereo - un %imotore di linea interamente in alluminio, con ala %assa, impennaggio
%ideriva e carrello retrattile, uno dei pi, moderni del momento, puP trasportare 71
passeggeri alla velocit& ragguardevole di 011 Gm.Iora con l' autonomia di 7.711 Gm. "ar&
prodotto anc!e durante il periodo %ellico e utilizzato dalle forze alleate.
Il 78 marzo 7C08 avviene la partenza con a %ordo .red 3oonan, esperto navigatore, c!e
!a lasciato la 6an Am ove addestrava i navigatori, Aarry anning e 6aul atz.
Il volo parte da OaGland fino alle Aa(aii, ma sull'aeroporto di 6earl Aar%or un incidente
al carrello annulla il tentativo, l'aereo viene rimandato alla fa%%rica LocG!eed a Bur%anG.
Il secondo tentativo, quello fatale, prevede di circumnavigare il pianeta in senso contrario,
da occidente a oriente. 2iparato l'aereo con la raccolta di fondi appoggiata dal marito
/eorge 6utnam, il 7L giugno 7C08 la Aear!art e il navigatore .red 3oonan decollano con
l'aereo sovraccarico da iami, dopo alcune fermate in "ud America, in Africa e nell'Asia
sudorientale arrivano a Lae in 3uova /uinea il :C giugno.
8
Il : luglio decollano da Lae con o%iettivo la piccola isola di Ao(land, una striscia di terra
lunga : Gm. distante 9.771 Gm. A Ao(land - stazionato il cutter 5tasca della /uardia
Costiera con l'incarico di comunicare con l'aereo e di guidarlo verso la pista sull'isola.
L' 4le2tra non - mai arrivato a Ao(land, nell'ultima posizione
riportata per radio l'aereo sem%ra sia distante circa 7.011 Gm.
sulla rotta.
4na delle cause ipotizzate viene identificata nella imprecisione
della navigazione radio poic!O i trasvolatori e la nave usano due fusi orari diversi come
riferimento5 un'altra causa potre%%e essere stata la differenza delle frequenze radio usate
nella fase finale sia dall'aereo c!e dalla nave c!e li aspetta.
3ell'ultima trasmissione conosciuta, di %assa qualit& su una frequenza non concordata,
sem%ra c!e la #ar!art pensasse di distante alcune miglia dall'isola di Ao(land, o
perlomeno ritenesse di essere sulla rotta corretta, poi il silenzio. La nave 5tasca segnala la
posizione emettendo fumo dalle caldaie ma questo si confonde con le molte nuvole c!e
fanno om%ra sull'isola piatta, rendendola indistingui%ile sull'oceano. I segnali radio si
confondono con quelli di molte stazioni radio c!e stanno c!iamando per voce e per
segnale rendendo du%%ie ogni segnalazioni. Muando la notizia fa il giro del mondo il
6residente 2oosevelt autorizza le ricerc!e con navi ed aerei cui si unisce la arina
statunitense con tutte le risorse disponi%ili nella zona, coordinate dal comandante della
nave da %attaglia Colorado. Le ricerc!e vengono interrotte il 7H luglio 7C08 dopo aver
setacciato una zona di :<1.111 miglia quadrate con un costo stimato di 9 milioni di dollari,
la pi, capillare e costosa operazione di soccorso nella storia degli "tati 4niti fino a quel
momento. 3on mancano le polemic!e e le critic!e verso 2oosevelt c!e deve rispondere
alle accuse di aver speso troppi soldi del contri%uente per questa emergenza.
In tutti gli anni successivi, fino al :171, si sono sommate teorie anc!e assurde, troppe
testimonianze poco credi%ili, ritrovamenti e reperti, ulteriori ricerc!e e %ufale sulla
scomparsa di Amelia #ar!art, del navigatore .red 3oonan e dell'aereo, c!e non sono mai
stati ritrovati.
'el resto %isogna ricordare c!e dal 7C97 al 7C9< l'Oceano 6acifico - stato teatro di una
gigantesca guerra aeroFnavale e c!e relitti, tracce e reperti umani non mancano proprio.
Amelia rappresenta l'icona della donna americana degli anni ':1 emancipata, tenace,
inquieta, moderna, c!e guida con passione le macc!ine pi, avanzate dell'epoca.
#' indu%%io il suo contri%uto per la promozione del trasporto aereo civile sulle lung!e tratte,
>con la zampino della 6an Am..@ non pi, a %ordo di idrovolanti o dirigi%ili ma con l'uso di
grandi aerei %asati a terra.
NOTA FINALE
3on sare%%e corretto emettere alcun tipo di giudizio o di confronto tra queste tre donne straordinarie c!e
!anno vissuto in luog!i e paesi diversi. Amelia #ar!art era %enestante di famiglia, - stata agevolata nelle
sue scelte per le quali !a lottato poco, non !a conosciuto i terri%ili anni di guerra in situazioni economic!e e
sociali drammatic!e. Aanna 2eitsc! !a collaudato con eccezionali capacit& e freddezza molti prototipi
impegnativi, innovativi e pericolosi dove altri piloti non sono riusciti, mezzi volanti assurdi voluti da un
regime dedito al sacrificio finale di massa. Credeva nel nazismo e nel suo leader ma non - mai stata
partecipe delle nefandezze del regime. arina 2asGova era spinta dalla passione e dal patriottismo, -
vissuta in un clima di guerra tremendo sotto ogni punto di vista come non si - mai visto nella "toria,
%envoluta da tutte le persone c!e !anno avuto il privilegio di conoscerla.
Valter arretta settem%re :179
9