Sei sulla pagina 1di 5

Le mani contengono centri e circuiti di energia

in grado di influenzare e modificare aspetti fisici,


emozionali, mentali e spirituali, nostri e anche
di qualsiasi altro essere vivente. La tecnica della
riflessologia della mano o riflessologia palmare
risale a già 5000 anni fa, praticata sia in India che in
Cina, come anche nell’antico Egitto. La riflessologia
palmare associa ad ogni parte della mano e delle dita
i punti riflessi che sono collegati con tutto il corpo,
che se vengono stimolanti esercitano una influenza
sugli organi associati, e quindi sull’umore e la mente.
La riflessologia palmare moderna è stata riscoperta
e concettualizzata da William H. Fitzgerald, medico
statunitense che, nel 1872, si accorse che esercitando
una pressione su alcune parti del corpo era in grado
di compiere piccole operazione al naso e alla gola
senza bisogno di anestesia.

STIMOLAZIONE DEI PUNTI RIFLESSI

Osservando la mano con il palmo aperto rivolto


di fronte a noi immaginate di vedere una mappa
del corpo umano:

le estremità delle dita corrispondono alla testa


e quindi al cervello

scendendo lungo le falangi incontrate in successione


la corrispondenza a naso, occhio e orecchio

dove inizia il palmo della mano, troviamo


polmoni e cuore

scendendo, il diaframma, lo stomaco, il pancreas, la


milza, i reni, la vescica

tra la parte inferiore della mano e il polso gli


organi sessuali

Osservando invece il dorso della mano rivolto di


fronte troviamo invece in ordine la bocca, i denti, il
naso interno, la gola, la laringe e la trachea, i bronchi,
la gabbia toracica, il seno, l’inguine, le tube uterine
e i canali deferenti. Una volta individuato il punto,
si deve esercitare con il pollice, o con le altre dita,
una pressione decisa ed energica accompagnata da
una rotazione lenta e profonda, regolare e costante,
in senso orario sulla mano destra e antiorario sulla
sinistra. Se il punto fa male, vuol dire che state
toccando la zona giusta, e che l’azione del massaggio
comincia a fare effetto.

STIMOLAZIONE DEI PUNTI DI AGOPUNTURA


(EMOZIONI)

All’esterno e all’interno delle dita delle mani,


si trovano inoltre diversi punti di agopuntura,
rappresentati dai punti neri della foto. Questi
punti sono legati agli organi principali e alle
emozioni corrispondenti. Premendo o stringendo
i lati delle dita, in base alle proprie esigenze, è
possibile influenzare sia l’emozione che l’organo
corrispondente.

– Il pollice è collegato allo stomaco e alla


preoccupazione.

– L’indice è collegato ai polmoni, l’intestino crasso,


e le emozioni corrispondenti sono depressione,
tristezza, dolore.

– Il medio è collegato al cuore, piccolo intestino,


apparato circolatorio e respiratorio e alle emozioni
come fretta e impazienza.

– L’anulare è collegato al fegato, alla cistifellea e


al sistema nervoso. L’emozione corrispondente
è la rabbia.

– Il mignolo è collegato ai reni. L’emozione


corrispondente è la paura.

Quindi se siete sopraffatti da un’emozione, è


sufficiente premere il dito corrispondente un paio di
volte per ottenere un miglioramento. La connessione
tra organi ed emozioni è molto approfondita nella
medicina tradizionale cinese.
La riflessologia può essere usata come metodo
d’indagine (dove sentite dolore l’organo
corrispondente è affaticato) e per prevenire e
risolvere molti tipi di disturbi. Stimola la naturale
autoguarigione del corpo lavorando sui blocchi
energetici e ripristinando il corretto flusso di
energia sui meridiani. La riflessologia risolve con
successo vari disturbi: dal mal di testa, ai disturbi
del ciclo mestruale, cervicale, dolori vertebrali e
mal di schiena, risveglia l’intestino pigro, combatte
gli effetti dello stress sul sistema immunitario
e contrasta l’ansia.

Sequenza di massaggio alle mani

Risveglio della colonna vertebrale. Strofinare con


il pollice destro la parte laterale esterna del pollice
sinistro, dalla base del dito fino alla sua punta e dalla
punta alla base. Farlo per 30 secondi.

Riattivazione degli organi interni e digestivi. Chiudere


a pugno la mano destra ed usarla per strofinare il
centro del palmo della mano sinistra. Fare delle
rotazioni per 30 secondi.

Stimolazione del diaframma. Questo muscolo è


molto importante, perché ci permette di respirare
profondamente, sciogliere lo stress e sentirci radicati.
Per stimolare il diaframma con la riflessologia
palmare bisogna con il pollice destro strofinare la
linea superiore della mano sinistra. Fare 4 passaggi
premendo a fondo in entrambe le direzioni.

Apertura dei polmoni e del torace. Strofinare con il


pollice destro la zona che va dalla linea del diaframma
alla base delle dita. Bisogna strofinare in senso
verticale dalla linea fino alla base delle dita lungo
l’osso e poi sempre in senso verticale nella zona tra la
linea del diaframma fino allo spazio tra le dita. Poi fai
lo stesso sul dorso della mano.

Ripeti l’intera sequenza sull’altra mano. Ci saranno


dei punti dove senti più dolore e rigidità, quelli
corrispondono alle parti del corpo dove hai più
necessità di lavorare. Inoltre durante il massaggio
potrai sentire dei cambiamenti nel corpo.

FONTE : LamParole yoga suono armonico


Ultima modifica: 14 Dic 2019