Sei sulla pagina 1di 8

La presente pubblicazione da considerarsi il proseguo dellopera iniziata nei primi anni

ottanta dal Sindaco del Comune di Sant'Anatolia di Narco, Loreto Luchetti, che ha avuto il
merito di riportare in luce la fama ed il lavoro di nostri illustri concittadini, nati nella bellissima
frazione di Castel San Felice i fratelli !atteo, "ier #ommaso e $iuseppe Campani%
"roprio grazie a &uellidea lAmministrazione Comunale che attualmente rappresento ha
voluto valorizzare il lavoro di un nostro giovane di Sant'Anatolia di Narco larch% Anatolio
'gidi che da oltre un decennio sta eseguendo un accurato lavoro di ricerca e studio sui tre
fratelli%
Nel corso della prima met( del )*++ secolo, agli albori della ,scienza moderna- in una casa
poco distante dallabbazia dei Santi Felice e !auro nascono i fratelli !atteo degli Alimeni,
"ier #ommaso, e $iuseppe Campani, che trasferitisi a .oma si affermano come ottici ed
orologiai, capaci di costruire cannocchiali, microscopi ed orologi che hanno fatto la storia
della scienza e della tecnica%
Certi che non possiamo e non dobbiamo perdere la memoria della nostra storia e delle
nostre origini abbiamo individuato due obiettivi
+l primo, &uello di giungere alla pubblicazione di un secondo volume sui fratelli Campani,
dal carattere consuntivo, che potesse cio raccogliere tutto il materiale documentale utilizzato
per la stesura del primo volume edito dallAssociazione ,Amici di Spoleto-/
+l secondo, &uello di realizzare una mostra permanente allinterno del "alazzo !unicipale
dove raccogliere le immagini e i documenti pi0 significativi sulla vita e le opere dei tre fratelli%
1ggi possiamo affermare che tali obiettivi sono stati raggiunti grazie in particolare al
Consorzio 2%+%!% di Cascia e alla sensibilit( culturale del "residente prof% 'gildo Spada che
ha messo a disposizione i mezzi finanziari che hanno reso ,concrete- le nostre idee%
"er tutto ci3 rivolgo un caloroso ringraziamento a nome mio e dellAmministrazione che
rappresento a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di &uesta pregevole opera%
Tullio Fibraroli
Sindaco del Comune di Sant'Anatolia di Narco
'' con grande piacere che mi accingo a presentare sommariamente &uesta pubblicazione
frutto del lavoro di ricerca svolto dall'architetto Anatolio 'gidi%
.itengo doveroso valorizzare e far conoscere i fratelli Campani 4!atteo, "ietro #ommaso e
$iuseppe5 che con le loro invenzioni hanno fatto fare passi da gigante alla scienza e
all'astronomia del '677%
Artigiani che, per primi, seppero costruire lenti capaci di osservare il pianeta Saturno, cinto
dal suo satellite ellittico ed i pianeti $iove e Luna, tutti descritti e disegnati nella
pubblicazione ,Ragguaglio di due nuove Osservazioni- 486695, costruttori di orologi pi0 famosi
in +talia nonch: i piu ricercati costruttori al mondo di ottiche per cannocchiali e microscopi%
"ensare che proprio in un piccolo paese, della nostra amata montagna ;mbra, la frazione
di Castel San Felice del Comune di Sant'Anatolia di Narco, siano nati tre uomini che sono
riusciti a dare un contributo essenziale allo sviluppo del progresso scientifico, riempie di
orgoglio ed stato uno sprone per l'Amministrazione del Consorzio 2%+%!% a contribuire alla
presente iniziativa editoriale che contiene la riproduzione anastatica di opere a stampa,
manoscritti inediti e lettere autografe dei fratelli Campani, nonch: all'allestimento di una
mostra permanente che illustri, con immagini e didascalie, gli strumenti da essi inventati%
Alla soddisfazione di poter sostenere una piccola comunit( che ha dato i natali a
personaggi di tale rilievo si aggiunge la consapevolezza che limportante lavoro di ricerca,
studio e riedizione sia stato eseguito proprio da un giovane figlio di &uesta terra, il cui nome
ne tradisce ine&uivocabilmente l'appartenenza, Anatolio 'gidi che vive e opera a poche
centinaia di metri dal paese di origine dei tre fratelli%
La presente iniziativa fa seguito alla pubblicazione del volume, scritto dallo stesso curatore
della raccolta, dal titolo ,I Fratelli Campani da Castel San Felice, vita e opere di tre inventori
post-galileiani- edito nel <788%
=uale attuale "residente del Consorzio 2%+%!%, nel concludere &uesto mio breve intervento
ad una lodevole iniziativa culturale di un piccolo Comune della nostra *alnerina che ha come
obiettivo di recuperare e tramandare la memoria storica di tale spessore scientifico ed
artigianale, auguro analoghe iniziative nell'intera area%
Egildo Spada
"residente del Consorzio 2%+%!%
Prefazione
E merito indiscutibile dellArchitetto Anatolio Egidi, e dei suoi sostenitori, laver realizzato
lOpera Varia Horologica @ Microscopica; opera importantissima che vede ora luce e, ne sono
certo, contribuir alla notoriet di grandi personaggi quali i Fratelli Campani: atteo, Pier
!ommaso, "iuseppe, la cui attivit come scientific instrument makers del #eicento, cio$ di artigiani%
inventori, ovvero di veri scienziati & come ho gi sostenuto in altre occasioni & dovrebbe essere ben
pi' nota di quanto in realt non sia( erito ancora maggiore deve essere riconosciuto in questa
occasione ad Egidi quando si pensi che solo poco pi' di un anno fa, con il suo costante impegno,
venne realizzato il volume: I Fratelli Campani da Castel San Felice. Vita e opere di tre inventori
post-galileiani )Associazione Amici di #poleto*(
+ !esti dei Fratelli Campani riprodotti nella presente Opera consentiranno al ,ettore di entrare nel
pieno del dibattito scientifico dellultimo quarto del #eicento in cui vennero affrontati e discussi,
spesso in maniera drammaticamente vivace, temi scientifici di grande rilevanza( -e citiamo solo
alcuni: +l dibattito sulla sfera celeste e sul sistema planetario, la sua interpretazione.descrizione in
chiave aristotelico%tolemaica o copernicana/ +l contestato prevalere del modello copernicano
attraverso lopera di C( 0u1gens, di A( 2orelli, di "(3( Cassini e dello stesso "iuseppe Campani
mediante losservazione astronomica )al telescopio* e tramite lanalisi del Sstema Saturnium e del
suo misterioso anello )di cui furono riprodotti anche modelli meccanici analogici per verificarne le
caratteristiche*( + tentativi per risolvere il pi' difficile problema pervenutoci dallantichit, la
determinazione della longitudine in mare, sul quale si erano impegnati diversi grandi scienziati tra
cui "alileo "alilei( #u questo tema si impegn4 anche atteo Campani mediante un suo orologio od
oriuolo nautico( +n realt la palma del vincitore spetter molto pi' tardi, un secolo dopo, a 5ohn
0arrison che, tra il 6788 e il 6779, realizz4 i suoi meravigliosi cronometri 0: ed 08( Altro grande
tema affrontato nel volume $ quello della realizzazione dellorologio silen!ioso notturno %
addirittura destinato a Papa Alessandro ;++ % frutto dei geniali e sistematici perfezionamenti del
tradizionale orologio meccanico da parte dei Fratelli Campani( 3al notturno silenzioso si evolver
poi l<orologio notturno a proie!ione, altro lodevole traguardo raggiunto dai tre Fratelli( ,efficacia e
la bellezza di questi dispositivi $ testimoniata dalla sopravvivenza di tre magnifici esemplari( 3ue di
essi fanno parte delle Collezioni di grandi usei, il terzo $ di propriet di un abile e fortunato
collezionista privato(
!utta lOpera $ attraversata da alcuni grandi fili culturali( -e citiamo solo due( +l primo, il tema del
segreto, del mistero, che circond4, volutamente, lattivit di questi personaggi( +l secondo, il tema
del metodo scientifico usato( +l tutto sullo sfondo di una civilt e di una societ che si staglia con
grande chiarezza grazie agli avvenimenti descritti(
,alone di mistero circonda molti, per non dire tutti, gli aspetti specifici costruttivi dei grandi e
magnifici dispositivi realizzati dai Campani, ma anche dagli altri costruttori dellepoca( ,a
segretezza, il mistero, era la condizione naturale, essenziale, indispensabile per poter conservare la
priorit, la paternit delle loro creazioni del pensiero, dei loro miglioramenti, delle loro invenzioni(
-e $ un esempio specifico il mistero con cui "iuseppe Campani circond4, anche in questo caso
volutamente, il suo celebre tornio meccanico( istero, ancora a tuttoggi, non risolto, nonostante i
numerosi tentativi anche settecenteschi(
+l metodo scientifico seicentesco e post%galileiano emerge in maniera esplicita molto pi' che nelle
riflessioni dei filosofi del tempo proprio dal concreto operare di questi personaggi, che hanno,
talora, come sosterr Pier !ommaso Campani: => miglior la lima" c#e lo stile>?( Personaggi che
si dedicheranno pi' allosservazione della natura, che alla riflessione filosofica( @uesta concezione
galileiana del fare scienza emerge in maniera naturale attraverso la nascita di idee geniali, di
continui e successivi perfezionamenti pratici e tramite la realizzazione di sempre nuovi e migliori
prototipi( E un concreto modo di mettere in applicazione il motto dellAccademia galileiana del
Cimento: => provando e riprovando>?(
,o sfondo sociale in questOpera non $ meno vivo degli argomenti precedentemente citati( ,a
societ del tempo, lambiente dei Papi e dei Principi, appare in tutta la loro evidenza sotto i nostri
occhi( CosA come gli aspetti sociali connessi ai rapporti familiari allinterno della singola famiglia
dei Campani che rappresenta, nella sua singolarit, tutte quelle del tempo( Forse di ogni tempo( +
litigi tra fratelli, le rivalit, le gelosie, il voler prevalere luno sullaltro( !utti temi presenti
nellOpera e accentuati dallalta posta, anche economica, oltre al prestigio, in gioco(
!utta lOpera, a saperla leggere attentamente e correttamente, dimostra poi come i Fratelli Campani
& e sicuramente "iuseppe in particolare & fossero dei veri scienziati, nel senso che poi $ divenuto
comune considerare lo scienziato( Bn indagatore della natura, ai confini della conoscenza, dello
scibile, del noto, in grado di costruirsi i mezzi, i dispositivi per affrontare lignoto, aperto a
qualunque sorpresa e novit la natura potesse presentare ai suoi strumenti, ai suoi occhi, libero di
accettare, senza compromessi, anche le cose pi' sorprendenti( -on $ forse questo ci4 che definisce
uno scienziatoC D, meglio, ci4 che uno scienziato dovrebbe essereC -on $ forse questo che fecero
"iuseppe Campani e i suoi FratelliC
$iorgio %ragoni
Drdinario di #toria della fisica
Bniversit degli #tudi di 2ologna
MATTEO CAMPANI DE' ALIMENIS
PIETRO TOMMASO CAMPANI
GIUSEPPE CAMPANI
OPERA VARIA
Horologica @ Microscopica
1660 1!0"
RACCOLTA COMMENTATA DI OPERE A STAMPA
MANOSCRITTI INEDITI E LETTERE AUTOGRA#E
a cura di
ANATOLIO EGIDI
prefazione
GIORGIO DRAGONI
Ringraziamenti
Non cosa da tutti i giorni il dover curare la ristampa di ben undici documenti del
Seicento scientifico italiano. Non lo soprattutto per chi nella vita e nel lavoro si occupa di
altro. Un doveroso ringraziamento va ai funzionari e al personale della Biblioteca
Nazionale Centrale di Firenze, del Museo alileo e della Biblioteca di Umanistica
dell!ateneo fiorentino.
"evo confessare che gli stimoli necessari per la stesura di #uesta raccolta non li ho
trovati nella mia preparazione nel campo dell!ottica della fisica e dell!astronomia, che
davvero poca cosa. Ne scaturiscono dal livello di attenzione che negli affanni di tutti i
giorni rivolgo a #ueste materie.
Bens$ li ho trovati nelle parole di coloro che negli ultimi dieci anni hanno condiviso il
progetto. Nella disponibilit% e nei gesti cortesi di amici, di colleghi, ma anche di docenti
universitari, soci di associazioni culturali sia nazionali che locali. Non li citer& tutti, non
posso per esigenze di brevit% e non voglio per non correre il rischio di dimenticarne
#ualcuno.
'iporto solo i nomi di coloro che mi sono pi( vicini geograficamente e non solo) Sandro
Sabatini, Ubaldo Santi e *gildo Spada. + loro, e a tutti gli altri, dovevo #uesto ultimo
sforzo sulla ricomposizione della produzione teorica campaniana.
INDICE
Presentazione
Introduzione
Biografie
Opere
1660 - G. Campani, Discorso di Giuseppe Campani intorno a' suoi muti Oriuoli
1660 - P. T. Campani, Lettera di Pier Tommaso Campani ad un suo Amico
166 - G. Campani, Ragguaglio di due nuove Osservazioni
166! - G. Campani, Lettera di Giuseppe Campani Intorno all'Omre delle !telle "edicee
1666 - ". Campani, #ova $%perimenta &'(sico)"ec'anica
166# - ". Campani $a%ias &. Tempera', L'Oriuolo giusto d'Antimo Tempera
166( - #uova mostra d'*orologio del !ignor Giuseppe Campani
16)0 - ". Campani, Proposizione d'Oriuoli giustissimi ad uso dell'Astronomia +++
16)0 - ". Campani, #ovum *orologium ad omni erroris et ine,ualitatis periculo lierum
16)) - ". Campani, *orologium solo naturae motu
16#6 - Descriptio novi "icroscopii
Episto%ario $1660 - 1)0!'
Ta*o%e
Bi+%iografia