Sei sulla pagina 1di 3

Nel caso dei circuiti elettrici, sotto opportune ipotesi, e possibile semplificare notevolmente le equazioni differenziali: TEORIA DEI

CIRCUITI Vantaggi: Da grandezze vettoriali a grandezze scalari (tensione V, corrente I) Dalle Eq. Di Maxwell alle Leggi di Kirchhoff Sistemi elettrici sono modellati con elementi circuitali concentrati: cioe in un componente localizzato presente un solo fenomeno e.m. per volta

Ipotesi della teoria dei circuiti: Campi lentamente variabili nel tempo rispetto alla propagazione [Condizioni quasi stazionarie] Condizioni quasi stazionarie: Dimensioni geometriche del sistema in esame sono tali che il tempo impiegato dai segnali elettromagnetici per attraversarlo e molto piccolo rispetto al tempo delle variazioni delle sorgenti In condizioni stazionarie o quasi stazionarie: TEORIA DEI CIRCUITI
Definizione di grandezze scalari (tensione V, corrente I) Leggi di Kirchhoff Elementi a parametri concentrati Modello circuitale

Un circuito elettrico una interconnessione di elementi circuitali La carica una propriet delle particelle che costituiscono la materia e si misura in Coulomb (C)
1. 1C una quantit rilevante: 1 elettrone ha carica 2. La carica quantizzata, cio multipli interi della carica elettronica 3. Legge della conservazione della carica: la carica non si crea n si distrugge ma si traferisce

Bipolo: e un elemento a due terminali

La corrente elettrica e il flusso di cariche per unita di tempo che attraversa un conduttore o elemento (velocita di variazione nel tempo della carica) e si misura in ampere (A)
1. Lunita di misura e 1 A = 1C/s. 2. Corrente stazionaria (DC, direct current): e costante nel tempo 3. Corrente alternata (AC, alternating current): varia sinusoidalmente
Guido Lombardi - Fondamenti di elettrotecnica

DEFINIZIONE DEL VERSO DI RIFERIMENTO:


Scelta del verso di riferimento e arbitraria puo essere concorde o discorde rispetto al flusso

di cariche che attraversa la sezione di un conduttore o elemento [verso effettivo]

La tensione o differenza di potenziale lenergia necessaria a spostare una carica unitaria attraverso un elemento, e si misura in volt (V). Ovvero la tensione di un elemento lenergia trasferita per unit di carica attraverso lelemento. La potenza la rapidit di assorbimento o emissione di energia nel tempo e si misura in watt (W)

Studio della struttura di un circuito indipendentemente dalla tipologia dei sui elementi circuitali
Grafo: scheletro del circuito senza elementi circuitali Ramo o lato: rappresenta un singolo elemento circuitale (l) Nodo: punto di interconnessione tra pi lati (n) Maglia: percorso chiuso in un circuito (M) Anello: maglia che non contiene al suo interno altri rami/lati (m)