Sei sulla pagina 1di 35

Dizionario siciliano Pronuncia

L'Alfabeto composto da 21 lettere: A a, B b, C c, D d, E e, F f, G g, H h, I i, L l, M m, N n, O o, P p, Q q, R r, S s, T t, U u, V v, Z z. Le vocali: a, e, i, o, u . a secondo della posizione nella parola hanno un suono corto o lungo. Esempi di vocale lunga e breve. Le vocali accentate sono lunghe quelle senza accento sono brevi: prma, apni, lccu, benssimu, fnu, minra, snu, poplu,fsu, rusriu. Consonanti La b ha un sonu labiale: bgnu, bddu, bincu. La c ha un suono gutturale davanti alle vocali a, o, u, e a i, e e precedute dallh: cni. caf. ccu. chivi, chiru, chccu. La c ha un suono palatale quando seguita da e ed i : iri , cra, cimi. Nella lingua parlata molte volte la c ha il suono di sc: scimi, sciarri, sciri. La d ha un suono dentale: diriu, dinri, dnti . La f si pronunzia come in: fmu, fri, fnu. La g , come la c, ha il suono gutturale se si trova prima di a, o, u: gttu, gdiri, gla . La g gutturale o dura, con la e, e con la i se la prima della vocale c' la h: ghicciu ghrciu ghimmaru. La g seguita da e e la i ha un suono palatale: givini. Gmitu. Gignu. la g seguita dalla n ha un suono nasale: gnurnti, gnissri, gnumnia. La h non ha suono, dopo la c e la g ha un suono duro: La l liquida: lnu lna lna La m labiali: mastru, mu, mgghiu. La n palatali: nsu, ndu, nnu. La p labiale: pittu, pnti ,pmu. La q sempre seguita dalla u: quli, cqua, qunnu. La r semiliquida: rma, rggia, rccu. La s sibilante: satta, sccu, sli. La t semidentale: tli, tmpu, timni. La v si pronuncia: vnu vulunt vlu La z si pronuncia dolce: zna, zlu, zru. Si pronuncia dura: ziu, zzzara, zicca .

Abbreviazioni
accr. = accrescitivo cond. = condizionale eufem. = eufemismo indecl. = indeclinabile inv. = invariabile n. pr. = nome proprio pron. = pronome rifl. = riflessivo tr. = transitivo agg. = aggettivo cong. = congiunzione f. = sostantivo femminile indef. = indefinito iron. = ironico num.= numerale prov. = proverbio scherz. = scherzoso v. inf. = voce infantile art. = articolo dim. = diminutivo femm. = femminile intr. = interiezione lett. = letterale pl. = plurale reg. = regionalismo sing. = singolare vezz.= vezzeggiativo avv. = avverbio dimost. = dimostrativo fig. = figurato interr. = interrogativo masch. = maschile prep. = preposizione rel . = relativo spreg. = spregiativo cfr. = cifrato escl. = esclamativo gerg. = gergale intr. = intransitivo m.= sostantivo maschile loc. avv.=locuzioni avver. part. pass.= participio passaro part. pres. = participio presente

Stemmi delle citt copoluoghi e delle province della Sicilia

Agrigento

Caltanisetta

Catania

Enna

Messina

Palermo

Ragusa

Siragusa

Trapani

Sicilia
a 1 , f. vocale; prima lettera dell'alfabeto. art. femminile la. a 2 . pronome femminile (oggettivo) la. a 3 , prep. art. a; per introdurre oggettochiamma a chiddu. a 4 , enfatico in espressioni esclamative o interrogative del tipo a comu! eccome! ma certamente; ; quali! ma che! . prep. art. alla. Abba, f. alba. Abbabbalucchiri, intr. rimbecillire. bbabbaniri, intr. intontire; tr. confondere, sbalordire; rifl. confondersi. Abbabbasuniri, int.rimbecillire. Abbabbiari, tr. prendere in giro; intr. scherzare. Abbacari, intr. diminuire, quietarsi, ridursi, placarsi. Abbaccalaratu, agg. floscio, molliccio. Abbaccarunatu, agg. goffo. Abbacchiatu, agg. abbacchiato Abbaccianriu, abbecedario. Abbaci, m. abat-jour, paralume. Abbaciurru, m. paralume. Abbacu, m, calma, quiete. Abbadari, intr. badare. Abbadatu, agg. diligente. Abbaddari, tr. appallottolare. Abbaddariari. ruzzolare. Abbaddariatu, agg. accaldato. Abbaddiatu, agg. chiazzato. Abbadduttari, tr. sballottare. Abbadduttuliari, tr. appallottolare; avvolgere sommariamente. Abbaffarisi, rifl. accovacciarsi; stendersi,sdraiarsi; appisolarsi; fig. deporre le rninacce Abbagghiari, tr. abbagliare. Abbagnari, tr. intingere, inzuppare. Abbagliata, l'azione di chi intinge la penna;l'inchiostro attinto dalla penna. Abbagnu, m. brodo, sugo lento. Abbagnum, m. ogni pietanza adatta alla zuppa di pane. Abbaiari, intr. abbaiare; gridare,strepitare. Abbaiata, f. il verso di abbaiare; strepito. Abbaiatari, tr. lastricare. Abbalintar, intr. farsi valenti, fare lospaccone; rifl. vantarsi. Abbalintatu, agg. valente, abile; spaccone. Abballari, intr. ballare. Abballariari, intr. traballaretr. sballottare. Abballata, f, ballo, l'atto di ballare; fare quattro salti. Abballu, m. ballo. Abbampari, intr. avvampare, divampare; bruciare, agitarsi,struggersi. Abbampatu, agg. arrossato nella pelle; spiantato. Abbanedda, loc. avv. fessura, di porte e

finestre,anche degli occhi Abbanerddu, m. falco; gheppio. Abbannari, tr. socchiudere. Abbanniari, tr. propagandare ad alta voce. Abbanniata, f. l'atto di abbanniari. Abbanniatu, agg. famoso; famigerato. Abbannunari, tr. abbandonare, svenire. Abbannunatu, agg. sciatto nel vestire; malandato, cadente. Abbannunu, m. abbandono; sciatteria; venimento. Abbantaggirisi, rifl. avvantaggiarsi. Abbarrari, tr. puntellare con una sbarra. Abbarriari, tr. sbarrare. Abbarrubbeddu, avv. piano piano. Abbarruiri, tr. infondere paura, sbigottire; rifl. confondersi. Abbarsamari, tr. imbalsamare. Abbarunari, tr. ammassare cereali nell'aia. Abbasari, tr. basare, fondare. Abbasatu, agg. abile. Abbaschiari, intr. agitarsi per la cattiva digestione; adontarsi Abbaschiatu, agg. rosso in viso per la febbre o altro malore. Abbasciar, tr. abbassare. Abbsciu, Avv. sotto, gi, in basso. Abbasiliscari, intr. trasecolare. Abbassari, tr. abbassare. Abbasta, esci, basta. Abbastacch, cong. purch. Abbastacchi, esci, basta cosi. Abbastanti, agg. bastante. Abbastanza, avv. abbastanza. Abbastari, intr. bastare. Abbastasatu, agg. triviale, grossolano. Abbastimiar, intr. Bestemmiare. Abbastu, m. provvista, fabbisogno. Abbati, m. abate. Abbattimentu, m. abbattimento. Abbttiri, tr. abbattere; tramontare, delsole; cessare, del vento Abbttitu, m. battito; stanchezza, abbattimento.Abbaullari, tr. accumulare. Abbauniri, tr. confondere; rifl. confondersi. Abbecc, m. abbici, alfabeto. Abbecceddariu, m. abbeccedario. Abbeggu, m. albergo. Abbeniaggi, avv.interrogativo monitorio bada che.. Abbniri, intr. avvenire, accadere. Abbentu, m. quiete, riposo.. Abbentu, m. avvento, nell'anno liturgico. Abbersu, avv. in ordine, a modo. Abberu, interr. vero?. Abbeti, m. abete. Abbezzu, agg. avverso. Abbia, f. gabbiano. Abbianchiari, tr. imbiancare; invecchiare. Abbiccari, tr. beccare. Abbicinamentu, m. avvicinamento. Abbicinari, tr. avvicinare, accostare. Abbicinatu, agg. vicinato, circondario. Abbicinnari, tr. avvicendare. Abbirddanatu, agg. volgare, zotico. Abbdiri, tr. vedere in perifrasi con il verbo fari. Abbilari, intr. belare. bbili, agg. abile. Abbili, f. bile collera, grande dispiacere. Abbilirisi, rifl. incollerirsi. Abbilinari, tr. avvelenare. Abbiliri, tr. avvilire rifl. avvilirsi. Abbilit,f. abilit.

Abbilitrisi, rifl. abilitarsi. Abbilitazzioni, f. abilitazione. Abbilitusu, agg. abile, svelto, capace. Abbiliusu, agg. bilioso, collerico. Abbillimentu, m. abbellimento. Abbilliri, tr. abbellire. Abbnciri, tr. vincere, superare, della fame, del sonno. Abbinignanti, agg. calmante. Abbinignari, tr. rendere benigno. Abbinirica, inter. Dio benedica! Abbintari, intr. trovare riposo placarsi, di un dolore. Abbinturarisi, rifl. avventurarsi. Abbirrisi, rifl. avverarsi. Abbiriddu, loc. inv. per s'h bbiri iddu se l'ha da vedere lui. Abbirintu, m. labirinto. Abbirmari, intr. bacare, del formaggio, della frutta. Abbirsari, tr. disporre in ordine, vestire un bambino; accomodare, aggiustare; rifl. mettersi in ordine, sistemarsi. Abbirsatu, agg. ordinato; solerte, diligente. bbiru, m. albero. Abbisari, tr. avvisare. Abbissari, tr. inabissare; intr. inabissarsi, svignarsela. Abbissu, m. abisso. Abbista, avv. a vista. Abbisugnari, intr. bisognare, essere necessario. Abbitanti, m. abitante. Abbitari , intr. abitare. Abbitari , tr. avvitare.Abbitazzioni, f. abitazione. Abbtriu, m. gregge. bbitu, m. abito. Abbitumari, tr. bitumare. Abbu, m. luogo deputato alla pastura delle bestie. Abbivirari, tr. abbeverare. Abbiviratura, f. abbeveratoio. Abbizzari, tr. avvezzare. Abbizziar, tr. viziare. Abbon, inter. meno male. Abbon abbon, avv. alla buona. Abbonu, m. abbuono. Abbortu, m. aborto. Abbraari, intr. diventare rauco dopo avere alzato la voce. Abbraiari, tr. cuocere alla brace. Abbramari, intr. muggire, dei buoi. Abbramu, m. muggito. Abbrancari, tr. acchiappare, afferrare. Abbrancari, intr. e rifl. rattrappirsi. Abbrancicari, tr. afferrare. Abbrancicuni, avv. carpone; in ginocchio. Abbrazzari, tr. abbracciare. Abbrazzata, f. abbraccio. Abbrili, m. aprile. Abbrsciri, intr. albeggiare; alzarsi. Abbrivscili, intr. risuscitare; fig.risollevarsi dopo una malattia. Abbruiari, tr. bruciare; causare bruciore, di pietanze piccanti; fig.annullare, rovinare. tr. bruciacchiare. Abbruscatu, agg. bruciacchiato. Abbruscu, m. bruciatura. Abbu, m. scherno, canzonatura. Abbuccari, tr. porre un recipiente a bocca in gi; svuotare; intr. cadere, capovolgersi.

Abbucciari, tr. bocciare. Abbuccu, m. rimbocco dei vestiti. Abbuffari, tr. gonfiare, rifl. rimpinzarsi. Abbuffatu, agg. gonfio. A-bbugghiuni, a-bbugghiuneddu, loc. avv. in brodo, lesso. A-bbi, loc. vocativa a voi! Abbullari, tr. bollare, timbrare. Abbunari, tr. mettere in salamoia; inzuppare. Abbunnanti, agg. abbondante. Abbunnanza, f. abbondanza. Abbunnanziusu, agg. abbondante, generoso. Abbunnar, intr. abbondare; esser prodigo, largheggiare. Abburdari, tr. abbordare. Abburirisi, rifl. darsi arie. Abburiusu, agg. borioso. bburu, m. albero. Abbuscari, tr. guadagnare, buscare. Abbuscicari, intr. gonfiarsi. Abbuttari, tr. gonfiare; riempire; infastidire. Abbuttunari, tr. abbottonare. Abbuttunatu, agg. in boccio (di fiori). Acca, f. acca, ottava letteradell'alfabeto. Acca, in firriari l'acca e la mecca girareda tutte le parti. Accadmia, f. accademia. Accaduno, pron. qualcuno. Accalappiari, tr. accalappiare fig.ingannare. Accalurari, tr. riscaldare; fig. incitare; rifl. accalorarsi. Accamadora, accamarora, accamora, avv. per adesso, per ora. Accanzari, tr. guadagnare, ottenere. Accanzu, m. guadagno. Accarzzar, tr. accarezzare. Accarpari, tr. afferrare. Accascirisi, rifl. accasciarsi. Accasioni, f. occasione. Accattari, tr. comprare. Accattigghiari, tr. solleticare. Accenni, accennu, m. fiammifero, cerino. Accetta, f, accetta. Acchianari, tr. portare sopra, condurre su, sollevare; intr. salire, montare. Acchianata, f. salita. Acchiappamuschi, m. ragno, o simile; fig. fannullone. Acchiappari, tr. acchiappare. Acchiccosa, pron. qualcosa. Acchittu, m. acchito; istantaneamente,subito. Acchiummari, tr. verifcare l'appiombo. Accimiciatu, agg. pieno di cimici. Accippari, intr. allignare. Accipreti, m. arciprete, parroco. Accittari, tr. accettare. Acciuncari, tr. piegare, storpiare. Accorarisi, rifl. prendersela a cuore, singhiozzare. Accortu, agg. accorto, astuto. Accrancari, intr.avere un crampo; provar dolore. Accrisisticu, agg. religioso, ecclesiastico. Accruccari, tr. curvare; intr. diventarecurvo per l'et o per malattia. Accuccari, tr. malmenare; intr. diventare cucc, rincretinire. Accucchiarari, intr. curvarsi come un curchiaio. Accucchiari, tr. accoppiare, mettere insieme. Accucciari, tr. avvicinare; avvolgere ocoprire bene. Accurddurari, tr. conferire forma circolare di

ciambella. Accumitari, tr. dare in prestito; rifl. accumitrisi prendere in prestito. Accumpagnari, tr. accompagnare. Accumplimintari, tr. fare un regalo. Accumulari, tr. accumulare. Accumunari, tr. accomunare. Accumunirisi, rifl. far comunella conqualcuno, familiariztarsi. Accunzntiri, accunzintiri, intr. acconsentire. Accupamentu, m. soffocamento. Accupari, tr. e rifl. soffocare; fig. opprimere, ingombrare; accupare. Accupazzioni, f. sensazione di soffocamento. Accuppiari, tr. accoppiare. Accupu, m. affanno, asma. Accupusu, m. opprimente. Accura, inter. incita a stare attenti: attenzione! Bada bene! Accurdari, tr. accordare (musicale); concedere, permettere;rappacificare. Accurtizza, f, accortezza. Accurzari, tr. accorciare. Accusciari, tr. far combaciare vari pezzi. Accus, avv, cos. Accustari, tr. accostare. Accusturari, tr. cucire. Accutiddari, tr. accoltellare. Accutturari, tr. cuocere a fuoco lente. del vino: stagionare; annoiare tediare; rifl. prendere il raffreddore; riflettere avere delle contrariet. Accutturatu agg. vino passito; fig.ubriaco. Aceddu, m. uccello; fig. pene. Aciddazzu, m. uccellaccio; fig. stolto, minchione. Aciddittu, m. uccelletto; fig. pene del bambino. Acidduzzu, m.uccellino. Acitiari, intr. e rifl. inacidirsi. citu, agg. inacidito, acido, agro; m.acidit di stomaco. Acitu, m. aceto. Acitusu, agg. acetoso. Acqua, f. acqua; pioggia. Acquannu acquannu, cong. proprio quando; giusto quella volta che. Acquaredda, f . pus, umore. Acquazzina, f . brina, rugiada; siero delle piante. Acquistari, tr. acquistare. Acquistu, m. acquisto. Acru, agg. agro. Adiu, avv. adagio. Adattari, tr. adattare. Addabbanna, avv. da quella parte. Addannrisi, rifl. dannarsi. Addattari, tr. e intr. dare o succhiare il latte, allattare. Addevu, m. neonato, lattante. Addicnia, f. orticaria. Addiccari, tr. leccare; avvezzare. Addifittari, tr. procurare un danno, undifetto; intr. difettare. Addimannari, tr. domandare. Addina, f. gallina. Addinaru, m. pollaio. Addinedda, f. gallinella. Addintari, tr. addentare. Addinucchiari, tr. porre in ginocchio; rifl. inginocchiarsi. Addipnciri, tr. dipingere. Addisiari, tr. desiderare. Addisignari tr. disegnare. Addivari, tr. allevare; allattare; educare. Addivrtiri, tr. divertire; rifl. divertirsi.

Addottu, m. (ittico) cerniola. Addritta, avv. in piedi; cdiri addritta, cadere in piedi, col minimo dei danni. Addrizzari, tr. raddrizzare; riordinare; fig. dare una lezione, correggere; alzare una costruzione. Addu, m. gallo. Addubbari, tr. saziare a dovere; rifl. rimpinzarsi; sistemare, accomodare. Adduciri, tr. raddolcire. Addulurari, tr. addolorare. Addumacannili, m. sagrestano. Addumari, tr. accendere; intr. bruciare. Addunrisi, rifl. accorgersi; andare acontrollare sul posto. Addunu, m. l'atto di accorgersi. Adduri, m. ardore, coraggio. Addurmsciri, tr. addormentare; rifl. appisolarsi, addormentarsi. Addurmisciutu, agg. lento, pigro. Adduzzu, m. galletto. Adnchiri, tr. riempire. Adora, avv. fra poco. Aducatu, agg. educato. Aducazzioni, f. educazione. Adugghiari, tr. riempire di olio, rifl. inrancidirsi. Adugnari, tr. unghiare, afferrare. Adurari, tr. adorare. Afa, f. arsura, afa. Affacciari, tr. affacciare, affacciarsi. Affacciata, f. breve puntata in un posto. Affacciu, avv. di fronte. Affacinnrisi, intr. affaccendarsi. Affamatizzu, agg. miserabile, affamato. Affamatu, agg. affamato. Affamulirisi, rifl. familiarizzare Affannar, intr. affaticarsi. Affannu, m. affanno. Affari, m. affare. Affarista, m. affarista. Affattu, avv. affatto, Affatturari, tr. affatturare, incantare. Affniri, tr. offendere, rifl. illudersi. Affezzionrisi, rifl. affezionarsi. Affezzioni, f. affetto. Affiatari, tr. affiatare, rifl. affiatarsi. Affibbiari, tr. affibbiare. Afficaci, agg. efficace. Affidari, tr. affidare, Affiddari, tr. affettare, fare a fette. Affigurari, tr. riconoscere. Affilari, tr. affilare; drizzare; intr.durare, continuare; rifl. dimagrire. Affilatu, agg. mal disposto. Affimminatu, agg. effeminato. Affirmari, tr. affermare, sostenere. Affirmativa, affermativa. Affirrari, tr. afferrare; rifl. azzuffarsi. Affisa, f. offesa. Affissu, m. avviso affsso al muro, manifesto. Affittari, tr. prendere o dare in affitto. Affittaturi, m. affittatore, locatario. Affitturiu, m. fittavolo. Afflggiri, tr. affliggere. A-fforf, avv. ad occhio, alla buona. Affratrisi, rifl. affratellarsi. A-ffru, avv. alla superficie. Affriri, intr. bruciare, frizzare. Affrivari, intr. e rifl. avere a febbre; appassionarsi per qualcosa. Affrizzioni, f. afflizione, dispiacere.

Affruntrisi, rifl. vergognarsi. Affruntusu, agg. timido, poco socievole. Affuari, tr. affogare; tifi, affogarsi. Affucari, tr. soffocare, strozzare. ffuddari, tr. affollare; incalzare qualcuno. Affuddatu, agg. oberato di lavoro, occupatissimo. Affudduni, avv. in fretta, in folla. Affumari, tr. affumicare, intr. sfumare, svanire. Affunciari, intr. mettere il broncio. Affunciatu, agg. imbronciato. Affunnari, tr. e intr. affondare. Affussari, tr. scavare una fossa profonda; rovinare; sotterrare. Africanu, agg. africano; fig. scuro di pelle. Aggaddrisi, tifi, venire alle mani,azzuffarsi. Aggarbari, tr. restituire garbo a un abito. Aggattrisi, rifl rannicchiarsi, acquattarsi. Aggenti, m. agente. Agghi, (pi. di gghiu) inter. perbacco! accidenti! gghia, f. aglio. Agghiacciari, intr. avere freddo, agghiacciare. Agghianchiari, tr. imbiancare. Agghianna, f. ghianda. Agghicari,, intr. arrivare; 2 fig. morire; finire, esaurire. Agghicari, tr. piegare. Agghimmari, tr. far diventare gobbo. Agghimmaru, m. gomitolo; fig. grosso dispiacere nondisfogato. Agghiotta, f. pesce cucinato con olio e cipolla in umido; fig.pasticcio, brutto affare. Agghiri, prep. verso. gghiu, m. aglio. Agghiummarari, tr. ridurre a gomitolo. Agghinciri, tr. aggiungere, unire. Agghiurnari, intr. farsi giorno. Agghittiri, tr. inghiottire. Aggibbari, intr. farsi gobbo, curvarsi. Aggigghiari, intr. germogliare. Aggilari, intr. gelare. Aggilit, f. agilit. Agginza, f. agenzia. Aggiri, intr. agire. sost. variet di bieta. Aggiriari, intr. girare; rifl. aggirarsi. Aggiuccari, intr. appollaiarsi, acquattarsi. Aggiummatu, agg. guarnito di giummmi, di fiocchi. Aggiuntari, tr. congiungere, legare. Aggiustamentu, m. accomodamento. Aggiustari, tr. aggiustare; sistemare, conciare per le feste; rifl. sistemarsi, abbellirsi raggiungere un accordo. Aggiustatina, f piccola riparane. Aggivulari, tr. agevolare. Aggramagghirisi, rifl. Vestirsi a lutto. Aggrassari, tr. cucinare la carne a stracotto con un soffritto dicipolle; agglassare. Aggrassatu, agg. e m. carne in Stracotto, Aggravari, tr. aggravare; rifl. aggrarsi. Aggrviu, m. peso, aggravio; torto, danno. Aggruppari, tr. fare un nodo. Aggualari, tr. rendere uguale due oggetti, pareggiare. Agguantari, tr. afferrare. Agnedda, f . agnella. Agneddu, m. agnello. Agnidda, f. anguilla. Agnunari, tr. riporre in un angolo; rifl. acquattarsi in un angolo. Agnuni, f. angolo.

Agru, agg. agro, acerbo; inacidito; fig.aspro di modi. Agru, m. acidit; fig. rancore,acrimoniai. Agruduci, m. salsa agrodolce. Aggghia, f . ago. Aguna, f. agonia. Agriu, m. augurio. Agustinu, agg. relativo al mese diagosto; che nato in agosto. Agustu, m. agosto. Aguzzinu, m. aguzzino; carceriere spietato. Ah, inter. ah in vari sensi. Aii, inter. di dolore. Aieri, avv. ieri. imu, agg. mal lievitato, del pane. Ana, f. avena. ipa, f. gabbiano, smergo. Aiutari, tr. aiutare. Aiutu, m. aiuto; rimedio. Ala, f, ala, pinna di pesce. Alalonga, f. rondine di mare. Alsticu, m. e agg. elastico. Albanellu, m. variet di uva bianca. Alfabbetu, m. alfabeto. lica, f . in frasi negative non aviri lica non avere voglia, animo. Alccia, f . acciuga. Alienari, tr. distogliere, distrarre, stornare; rifl. distrarsi. Alienazzioni, f. distrazione; alienazione. Alienatu, agg. alienato. Alienu, agg. distratto. Alimenti, m. pi. alimenti. Aliotu, m. personaggio tristo; birbante. Alitu, m. alito, fiato. Aliva, f. oliva. Alivara, f. ulivo. Alivi, m. e f , pi. ulivi. Alivoti, avv. talvolta. Allabbanda, avv. di l. Allacca, inter. eccola qui. Allaccarari, intr. appassire. Allaccaratu, agg. appassito, avvizzito. Alladd, inter. eccola l. Allallari, intr. restare stordito. Allallatu, agg. meravigliato, sorpreso, intronato, smemorato. Allammicari, tr. lambiccare, rifl.tormentarsi, struggersi. Allampanatu, agg. allampanato. Allampari, tr. fulminare, fig prendere a schiaffi. Allanzari, tr. pescare con la fiocina. Allaprisi, rifl. ubriacarsi. Allappusu, agg. di sapore aspro, di frutti. Allargati, tr. allargare; essere prodigo; rinfrancare, rinfrancarsi. Allargu, m. lasso di tempo. Allascari, tr. allargare, diradare; fig. girare a largo. Allattaririsi, rifl. discutere animatamente con qualcuno; farsi notare. Allattumari, intr. ingrassare, di animali. Allatu, aw. a lato, vicino. Allazzarari, tr. piagare, fig affliggere. Allazzari, tr. allacciare. Allazzariari, tr. malmenare qualcuno, conciarlo per le feste. Allggiu, avv. piano; cauti. Allegru, agg. allegro. Allestiri, tr. allestire, preparare , sbrigare qualcosa. Allianari, tr. distrarre; rifl.distrarsi, divertirsi. Allianatu, agg. distratto; che non ragiona;

stordito. Alliari, tr. allegare i denti, di frutti acerbi. Allibbirtari, tr. sbrigare. Alliccari, tr. leccare; fig. adulare. Alliccasapuni, m. gerg. lungo coltello acuminato. Allicchittari, tr. curare con attenzione qualcosa; rifl. vestirsi alla moda, abbigliarsi elegantemente. Allicchittatu, agg. elegante; lezioso. Alliffari, tr. lisciare; fig. blandire, adulare; rifl. agghindarsi. Alliggiriri, tr. alleggerire. Alligrari, tr. Rallegrare. Alligrizza, f. allegrezza. Allimprontu, avv. all'improvviso. Allintari, tr. allentare. Allippari,, tr. appiccicare, fare aderire; diventare appiccicoso. Allipari, intr. allappare. Allippatu, m. viscoso, del palato. Allisciamentu, m. adulazione. Allisciari, tr. lisciare; accarezzare; menare. Allitrisi, rifl. allietarsi. Allividdari, tr. livellare. Allivitari, intr. lievitare, fermentare. Allivitatu, agg. putrefatto, stantio. Allivoti, avv. forse; interr. forse? per caso? Allucari, tr. collocare; porre a sedere; immobilizzare con un pugno. Alluciari, tr. abbagliare. Alluciatizzu, agg. abbagliato; ubriaco. Allunari, intr. stordire. Allunatu, agg. lunatico, stordito. Allungari, tr. allungare. Allungatura, f. allungamento. Alluntanari, tr. allontanare. Allupari, tr. mangiare avidamente . Allupari, intr. e rifl. annebbiarsi, delgrano colpito dalla nebbia; fig. fallire. Allupatu, agg. affamato come un lupo; fig. affamato (di chi ha poche esperienze femminili). Allura, avv. allora. Allurbisca, avv. alla cieca. Allurdari, tr. sporcare. Allustrari, tr. lucidare, lustrare. Allustratina, f. lucidatina. Allustru, m. luce; fare luce. Alluzzari, tr. Sbirciare. Alfaru, m. garofano. Alfiu, agg. stupido. Alzata, f. specchiera del cassettone; sopramobile da tavola. Ambbili, agg. amabile.Amanti, agg. amante. Amara, tnter. guai!. Amari, tr. amare; preferire, desiderare. Amariari, tr. amareggiare. Amarsticu, agg. amarostico. Amaru, agg. amaro. Amenta, f, menta. America, f America. Americanu, agg. americano. Amiczzia, f. amicizia. micu, m. amico. miru, m. amo. Amma, f. gamba. Ammaccagnari, tr. ammaccare. Ammaccari, tr. ammaccare. Ammaccarrunatu, agg. testardo, ottuso. Ammaccatina, f. ammaccatura; fig. livido.

Ammacchiari, tr. sciupare. Ammaia, f. muro a secco, muro di sostegno. Ammagnrisi, rifl. ostentare alterigia, darsi arie. Ammala, f. gambale dei calzoni. Ammalignari, tr. Contagiare irritare. Ammalizziari, tr. rendere malizioso qualcuno (spec. i fanciulli). Ammalizziatu agg. malizioso. Ammammari, intr. e rifl. affezionarsi morbosamente alla madre. Ammancari, intr. mancare, venir meno, diminuire. Ammanicari, tr. apporre il manico a qualcosa. Ammanigghiatu, agg. che ha molte aderenze presso personaggi importanti. Ammantniri, tr. mantenere. Ammantiddari, tr. ammantare Ammanu anunanu, avv. man mano. Ammaraggiari, tr. amareggia re, addolorare. Ammaravigghirisi, rifl. meravigliarsi. Ammarazzabbagghi, sost. Inv masserizie ingombranti e inutili. Ammarazzami, f. lo stesso di ammarazzabbagghi. Ammarazzi, m. pi. cianfrusaglie, ciarpame, roba ingombrante. Ammargiari, tr. impaludare un terreno. Ammarrari, tr. ostacolare un passaggio. Ammarruggiari, tr. fornire di manico qualche mezzo. Ammarrunari, intr. e rifl. commettere un grosso errore. Ammarrunata, f. errore marchiano. mmaru, m. gambero. Ammasatura, f. combaciamenento Ammascari, intr. e rifl. fare lo spavaldo Ammasciata, f. imbasciata. Ammascusu, agg. spavaldo. Ammassu, m. ammasso. Ammatarazzatu, agg. goffo, pesante, grasso. Ammttiri, intr. accadere, capitare. Ammattutu, agg. abbattuto. Ammtula, avv. Invano. Ammazzari, tr. ammazzare; percuotere, malmenare. Ammazzatina, f. uccisione. Ammazzunari, tr. mettere in mazzi. Ammeci, vv. invece. Ammenu, avv. almeno; prep. a meno che. Ammiddari, tr. incollare. Ammilincianari, tr. illividire. Amminchialiri, intr. restare allibiti. Ammiscari, tr. mescolare, mischiare; contagiare; coinvolgere. Ammisturari, tr. preparare una mistura. Ammitari, tr. invitare, offrire. Ammitu, m. invito. Ammizzigghi, m. pi. smorfie, moine. Ammizzigghiari, tr. coccolare. Ammoddu, avv. a mollo. Ammu, m. ambo. Ammuccabbaddi, s ost. e agg. inv. Ingenuo di persona. Ammuccafavi, sost. e agg. inv. di chi osserva fingendo distrazione. Ammuccammucca, sost. e agg. inv. ingenuo, credulone. Ammuccamuschi, m. inv. di vari uccelli che si nutrono di insetti. Ammuccari, tr. imboccare; profittare; rimanere inattivi; intr. trangugiare, divorare con avidit; fig. essere avido nel guadagno;

fig. essere credulone, credere a tutto; dissipare, sciupare il patrimonio. Ammccia, loc.vv. giocare a rimpiattino. Ammuccialoru, m. nascondiglio; agg. di persona riservata o misteriosa. Ammucciareddi, f. pi. finzioni. Ammucciareddu, m. rimpiattino. Ammucciari, tr. nascondere. Ammucciatedda, f. rimpiattino. Ammucciuni, avv. di nascosto. Ammueddicari, tr. impanare. Ammugghiari, tr. avvolgere; fig. abborracciare. Ammugghiuliari, tr. Avvolgere disordinatamente. Ammulari, tr. affilare. Ammurracciari, tr. indorare, di cibifritti. Ammusciari, tr. ammorbidire. Ammussari, intr. e rifl. fare il broncio. Ammustrari, tr. mostrare. Ammuttari, tr. spingere, incitare intr.sfacchinare. Ammuzzu, a-mmuzzu, avv. a casaccio. Amparintari, intr. stingere parentela. Ampudda, f. piccolo foruncolo,bollicina. Amu, m. amo. Amuri, m. amore; desiderio. Amurusu, agg. affezionato. Anatra, f. anatra.Anca, f. anca; fianco. Anclicu, agg. angelico. Anchi, f. pl. anche, gambe. Ancidda, f. anguilla. ncilu, m. angelo. Anciova, f. acciuga. Ancucchirisi, rifl. piegarsi. Ancugnari, tr. accostare. nculu, m. angolo. ncura, f. ncora. Aneddu, m anello. Anfina, prep. fino. Anfurra, f. fodera; federa. Anga, f. dente molare; rebbio. Anidduzzu, m. ricciolo. nima, f. anima. Animalonga, sost. inv. spilungone. Annacalora, f. culla a dondolo; altalena. Annacari, tr. cullare, dondolare;indugiare. Annacata, f. oscillamelito,dondolamento. Annaculiari, tr. dondolare; rifl. tremolare. Annari, intr.andare. Annascari, tr. annusare. Annascari, intr. arricciare il naso. Annata, f. annata; annata d'aranci. Annenti, avv. almeno. Anniari, tr. annegare. Annigghiati, tr. annebbiare; fig.ingombrare, invadere. Annintra, avv. internamente. Anniscari, tr. innescare. Annittari, tr. nettare, pulire. Anniuricar, tr. annerire. Anncchiu, m. malocchio. Annu, m. anno. Annucchiari, tr. guardare con malocchio Annuciddrisi, rifl. innamorarsi. Annuiari, tr. annoiare. Annullamentu, m. annull amento. Annullari, tr. annullare. Annunca, avv. dunque; appunto. Annurvari, tr. accecare. Anta, f. anta. Antichit, f. antichit. Anticu, agg. antico; attempato, anziano,vecchio. Antfuna, f. antifona.

Antinna, f. antenna; pennone; albero di cuccagna. Antipastu, m. antipasto. Antipata, f. antipatia. Antipaticaria, gesto o atteggiamento antipatico. Antipticu, agg. antipatico. Antisa, f.udito, intendersela con qualcuno. Antrasatta, antrasattu, avv.all'improvviso. Antura, avv. poco fa. Anturciniari, tr. ravvolgere. Anza, f. occasione. baldanza; aessere indulgenti. Anzalaniri, intr. rimanere intontito. Anzami, esci, non sia mai! Anzi, cong. anzi. nzia, f. ansia. Anzignari, tr. insegnare. Anzina, prep. fino, sino; cong. finoa che. Anzirtari, tr. indovinare. Anzlia, f. variet di uva da tavola. Aoggiallannu, avv. un anno fa. Apirtura, f. apertura. Apstulu, m. apostolo. Appaciari, tr. rappacificare. Appaisanrisi, rifl. stabilirsi in un paese. Appalazzari, tr. abbellire di palazzi una strada. Appaltari, tr. dare in appalto. Appannari, tr. appannare. Appanzari, tr. rimpinzare; ingravidareuna donna. Appanzatina, f. indigestione. Appappari, intr. pappare, divorare con ingordigia; fig. essere, credulone. Appappuni, agg. ingordo. Apparaggiari, tr. mettere insieme, in coppia due cose. Apparaggiari, tr. spianare. Apparari, tr. adornare. Apparatu, m. apparato, ornamento. Apparicchiari, tr. apparecchiare, preparare, acconciare. Apparcchiu, m. apparecchio. Apparintari, intr. imparentarsi. Apparrucchianrisi, rifl. entrare in una cerchia di persone; farsi cliente di qualcuno. Appartamentu, m. appartamento. Appassiunari, tr. appassionare. Appassuliri, intr. appassire. Appattari, tr. rendere uguale, piatto; far combaciare. Appattari, tr. convenire, accordarsi. Appellu, m. appello. Apnniri, tr. appendere; appenniril'aricchi mostrarsi interessato. Appicciari, tr. accendere. Appiccicari, tr. accendere, tir. andare a fuoco; fig. incollerirsi. Appiddicari, intr. in m'appiddica lu cori mi sento svenire. Appidicari, tr. mettere le fondamenta. Appigghiari, intr.,attecchire, fig. riuscire prospero, Appigghiari, tr. bruciare, prendere fuoco; rifl. di cibi rimasti attaccati al tegame. Appigghiatu, agg. di sapore bruciaticcio, detto di vivande rimaste attaccate alle pentole. Appinnicarisi, rifl. appisolarsi.

Appitenza, f. appetito. Appitittu, m. appetito. Appizzari, tr. piantare; affigere; applicare; sferrare un pugno; accendere; rimetterci impuntarsi; fisssare intensamente; fallire in una cosa. Appggiu, m. appoggio Appi, avv. poi, dopo. Apposta, avv. apposta. Appressu, aw. e prep. accanto; dopo. Apprttitu, m. molesta insistenza. Appricari, tr. applicare; rifl. fissarsi, ostinarsi in qualcosa. Apprinzioni, f. apprensione. Appriscirisi, rifl. affrettarsi. Apprittari, tr. insistere; infastidire; intr. insolentire. Apprsiti, escl, prositi, bene!. Apprufittar, intr. approfittare. Appruvari, tr. approvare. Appuiari, tr. appoggiare; rifl. stendersi per un pisolino. Appuntamentu, m. appuntamento. Appuntari, tr. fare la punta, affilare; fissare; ostinarsi. Appuntari, tr. unire con punti; cucire, rammendare, imbastire. Appuntari, tr. prendere appunti scritti. Appuntatu, agg. scrupoloso, meticoloso; permaloso. Appuntiddamentu, m. puntellatura. Appuntiddari, tr. puntellare, sostenere, sorreggere; appoggiare i piedi, fig. ostinarsi.. Appuntu, avv. acconciamente, opportunamente. Appustari, tr. appostare, attendere al varco. Appuzzari, tr. disporre un recipiente sotto una fonte per riempirlo; chinare; chinare il capo per rassegnazione; intr.fig. ostinarsi. Apriri e priri, tr. aprire. Apuni, m. calabrone, vespa. quila, f aquila. Ar, inter. suvvia!. Aranciata, f aranciata. Arancinu, m. crispella di riso.. Arancinu, agg. del colore dell'arancio. Arnciu, m. pianta e frutto dell'arancia. Aratu, m. aratro. Arba, f. alba. Arbsciri, intr. albeggiare. Arbtriu, m. negozio, azienda; traffico. rburu, m. albero. Arca, f. arca, cassa sepolcrale. Architettu, m. architetto. Architravu, m. architrave. Archivista, m. archivista. Archviu, m. archivio. Archizzema, f. eczema. Arcinfnfanu, m. millantatore. Arcipreti, m. arciprete. Arciviscuvatu, m. arcivescovato. Arcivscuvu, m. arcivescovo. Arcu, m. arco. Arcubbalenu, m. arcobaleno. Ardenti, agg. ardente. rdiri, tr. ardere. rgentu, m. argento. rgia, f. gabbia. Argintara f,. argenteria. rgunu, m. argano. Aria, f. aria; aspetto; alterigi. ria, f. area. Aricchi, f/. orecchio.

Arcchia, f. orecchio. Aricchina , f. orecchino. Aricciola, f. leccia tipo di pesce Ariddu, m. cispa degli occhi. Ariddusu, agg. cisposo. Arganu, m. origano. riu, m. cielo. Ariul, nell'espress. avv. Allariul a casaccio, sbadatamente. Ariupranu, m. aeroplano. Arma, f. arma, Arma, f. anima; animo; fig. inetto. Amaci, f, muretto di recinzioni Armali, m. animale. rmari, tr. armare; prepara inaugurare (una bottega). Armriu, m. armadio. Armaturi, m. armatore. Armentu, m. armento. Armuarri, m. armadio. Arora, avv. fra poco. Arpa, f. arpa. Arpazza, f. avvoltoio nero. Arraccamar, tr. ricamare. Arraccumannizza, f . raccomandazione. Arragghiari, intr. ragliare. Arrggia, f. rabbia, idrofobia. Arraggiari, intr. e rifl. arrabbiarsi, incollerirsi; diventare idrofobo. Arraggiatu, agg. idrofobo; incollerito, adirato. Arraggiunari, tr. spiegare motivatamente. Arraggiunatu, agg. giudizioso. Arraggiusu, agg. irascibile. Arramagghiatu, agg. in gramaglie. Arramari, tr. legare o rivestire di rame. Arrancati, intr. arrancare. Arrancata, f, breve lasso di tempo; breve tratto di cammino o di lavoro. Arranciari, tr. lett. arrangiare; accomodare alla meno peggio. Arranciata, f. aggiustare alla meglio e provvisoriamente. Arrancitiri, intr. e rifl. diventarerancido. Arranciuliari, intr. e rifl. darsi da fare alla meglio, destreggiarsi. Arrapari, intr. Arraparsi sessualmente. Arrappari, tr. aggrinzare, corrugare; intr. e rifl. diventare rugoso, aggrinzire. Arrasari, tr. pareggiare, rendere omogenea una superficie. Arrasatura, f. appianamento. Arrascari, tr. raschiare; rifl. fig. grattarsi. Arrascatura, f. raschiatura. Arraspari, tr. raspare; grattare; fig. scroccare; fig. grattarsi. Arrassimigghianza, f. rassomiglianza. Arrassimigghiari, tr. comparare; intr. essere somigliante. Arrassu, avv. e prep. lontano. Arrggiri, intr. resistere. Arrnniri, tr. rendere, restituire. Arrpitu, m. compianto, lamento funebre. Arreri, avv. indietro. Arreti, avv. dietro. Arretu, avv. dietro. Arribbassari, tr. abbassare. Arribbttiri, tr. ribadire. Arribbummari, intr. rimbalza re; rimbombare. Arribbuttari, tr. rigettare. Arricansciri, tr. riconoscere. Arricchiri, tr. arricchire,rendere ricco; intr. e rifl. arricchirsi. Arricintari, tr. sciacquare .

Arricgghiri, tr. raccogliere; morire. Arricriari, tr. divertire; rifl. divertirsi.tr. ridurre; rifl ridurs. Arrifriddari, tr. raffreddare; rifl. raffreddarsi. Arrifriscari, tr. rinfrescare; fig. dare sollievo; fig. morire; intr. e rifl. rinfrescarsi, trovare sollievo. Arrifriscu, m. sollievo, refrigerio. Arrignari, intr. regnare. Arriminari, tr. rimescolare; rifl. muoversi, dimenarsi; rifl. fig. darsi da fare, arrangiarsi. Arriminata, f. mescolamento. Arrimuddari, tr. ammorbidile; . fig. placare; intr. e rifl. diventare morbido. Arrimuddatu. agg. fiacco, indolente . Arrinsciri, tr. portare a buon Fino; intr. riuscire. Arrinisciutu, agg. Rifatto. Arrinnuvari, tr. rinnovare. Arrinunziari, tr. rinunciare. Arriparari, tr. riparare. Arriparu, m. riparo. Arripassari, tr. ripassare. Arriptiri, tr. ripetere. Arripigghiari, tr. riprendere. Arripitari, tr. rimpiangere. Arripizzar, tr. rammendare, acconciare alla buona. Arripurtari, tr. riportare. Arripusari, intr. e rifl. riposare. Arrisagghiari, intr. e rifl. sobbalzare. Arrisatari, intr. saltare in aria per la paura. Arrisbigghiari, tr. svegliare. Arrisicari, tr. mettere a rischio; intr. rischiare. Arrisittari, tr. mettere in ordine;rassettare. Arrispigghiari, tr. risvegliare. Arrispittari, tr. rispettare. Arrispnniri, intr. rispondere. Arristari, intr. rimanere, fermarsi; convenire; fig. rimanere allibiti. Arristurari, tr. ristorare, rifocillare. Arrisurtari, intr. risultare. Arritagghiari, tr. ritagliare. Arritirari, tr. ritirare. Arritruvari, tr. ritrovare. Arrituccari, tr. ritoccare. Arriturnari, intr. ritornare. Arrivari, tr. raggiungere; afferrare; uguagliare; intr. arrivare rriversa, loc. avv. al contrario. Arrivnniri, intr. rivendere. Arrivu, m. arrivo. Arrivgghiri, intr. ribollire. Arrivutari, tr. rivoltare. Arrivutat, agg. abito vecchio messo a nuovo. Arrizzamentu, m. arricciamento. Arrizzari, tr. arricciare; rabbrividire; rifl. corrugare il volto per disgusto ; tremarella. Arrubbari, tr. rubare. Arruffianrisi, rifl. arruffianarsi . Arruffuni, m. sbrigafaccende; imbroglione Arrumuliari, tr. rimescolare, ruminare. Arrunchiari, tr. contrarre un arto, una veste; stringere le spalle; rifl. contrarsi. Arrunfari, intr. russare. Arrunzari, tr. raccogliere in mucchio; fig. fare con superficialit e incompetenza. Arrusicari, tr. rosicchiare.

Arrstiri, tr. arrostire. Arrusu, m. sodomita. Arruzzulari, tr. spingere a precipizio,ruzzolare; intr. cadere, ruzzolare. Arruzzuliari, intr. e rifl. ruzzolare. Arsu, agg. arso, bruciato; molto avido. Artari, m. altare. Arti, f. arte, mestiere. Artista, m. attore; chi bravo nel mestiere. Arvanu, m. pioppo. Arvulu, m. albero. Arzari, tr. alzare le carte. Asattura, f. esattoria. Asca, f. scheggia. Asciuni, m. grossa ascia rcur va. Asciuttu, agg. asciutto, fig. al verde; taciturno, di poche parole; sost. m. terreno asciutto. Ascutari, tr. Ascoltare. Asineddu, m. denominazione di diversi tipi di pesce. Asinu, m. asino. Aspittari, tr. aspettare. Aspittari, intr. toccare, appartenere. Assa, allocuzione di rispetto per gli anziani. Assaccu, m. respiro affannoso. Assai, avv. assai, molto; agg. pron. inv. molto. Assapurari, tr. assaggiare, assaporare. Assartari, tr. assaltare. Assartu, m. assalto. Assntiri, tr. in fari assntiri farsi conoscere; far sentire la propria autorit. Assiccari, tr. seccare, prosciugare; intr.diventare secco. Assicurari, tr. assicurare. Assicutari, tr. inseguire. Assignurari, intr. diventare un signore. Assignurinatu, agg. elegante, raffnato. Assimigghiari, intr. rassomigliare. assintari, tr. assestare; applicare. Assira, avv. ieri sera. Assistari, tr. assestare, sistemare Assistenza, f. assistenza. Assittari, tr. porre a sedere; rifl. sedere, sedersi, piantala, smettila. Assilutamenti, avv. assolutamente. Assiluzioni, f. assoluzione, Assu. m. asso (carta da gioco); fig.persona invadente. Assudari, tr. assodare. Assuggittari, tr. assoggettare. Assulari, tr. appianare. Assulicchiari, tr. seccare i frutti al sole. Assummari, intr. venire a galla,affiorare; ammontare, assommare; tr. sommare, fare il conto. Assunnacchirisi, rifl. appisolarsi. Assunnacchiatu, agg. assonnato. Assunta f. l'Assunta. Assuppari, tr. Inzuppare. Assuppaviddanu, avv. pioggerella fitta. Assuzzari, tr. Livellare. Asta, f. asta (della bandiera). Asta, f. asta, incanto. Astamatina, avv. stamane. Astati, f. estate. Astima, f. cattivo augurio, imprecazione. Astrasattu, improvvisamente. Astruppiari, tr. far male, danneggiare. Astruppiatu, agg. indolenzito. Astcciu, m. astuccio. Astura, avv. a quest'ora.

Astutacannili, m. spegnitoio. Astutari, tr. spegnere; rifl. spegnersi. Asu, m. asso. Atru, pron. altro; altri, altrui. Atta, f. gatta; fig. donna leggera. Attaccgghia, f. legaccio. Attaccari, tr. legare, allacciare, annodare; ammanettare, arrestare; rifl.Impegnarsi, affezionarsi. Attraccatu, agg. affezionato; legato a qualcosa. A-ttacimaci, loc. avv. in sordina; a quattrocchi. Attappari, tr. tappare, otturare Attareddi, m. pi. gattini, fig rantoli bronchiali. Attarzzia, f. itterizia. Attaru, m. altare. Attassari, tr. avvelenare. Attassari, tr. avvelenare. Attnniri, intr. attendere, dedicarsi a qualcosa. Attentu, agg. Attento. Atta, mter. di richiamo, lett, a te!, ehi tu! Attigghiari, tr. e rifl. solleticare. Attintari, intr. ascoltare con attenzione. Attinticari, tr. annerire; fig impoverire; assumere un colorito scuro. Attinzioni, f. attenzione. Attisari, tr. tendere, tirare; tendere intr. irrigidirsi anche dei cadaveri. Attivu, agg. attivo. Attizzafocu, m. attizzatoio. Attizzari, tr. attizzare il fuoco. Attraccari, intr. attraccare, ormeggiare. Atrassari, intr. restare indietro. ritardare. Attrassatu, agg. di chi rimane indietro. Attrassu, m. ritardo, indugio. Attrunzari, intr. intirizzire dal freddo. Atruzzari, tr. urtare. Attu, m. atto notarile. Attuffari, tr. immergere. Attumari, intr. coagularsi, Attupardu, m. gattopardo. Attuppari, tr. otturare, tapparei. Attuppari, intr.arrivare di improvviso. Atturi, m. attore. Atturrari, tr. tostare. Au, inter. di richiamo o di risposta, ehi! Aucc, escl, ecco, eccolo qua. Auciiddazzu, m. uccellaccio; fig. semplicione. Aucidduzzu, m. uccellino. Aucieddu, m. uccello. uru, agg. agro. Ariu, m. augurio. Ausciari, tr. gonfiare. Austu, m. agosto. Autru, pron. e agg. altro, altri; nuutri, vuutri, noialtri, voiatri ; nautru, nautra, nautri, un altro, un'altra, degli (delle) altri(e). utu, agg. alto. Avannu, avv. quest'anno. Avanteri, avv. avantieri. Avanti, prep. e avv. avanti, davanti (di spazio); prima (di tempo). Avnzitu, m. avanzo. Avanzu, m. avanzo. Avimmara, f. avemaria. tocchi di campana suonati al tramonto. Agghia, f. ago. f. aguglia. Augghiola, f. ago per materassi. Aviri, tr. avere. Avgghia, esci. lett. hai voglia; senz'altro, avv. molto. Avu, m. bisnonno.

Avversu, avv. ordinatamente. Avviddanatu, agg. zotico, rozzo. Avvucatu, m. avvocato. Azzaccagnari, tr. conciare male. Azzaccagnatu, agg. malconcio. Azzannari, tr. intaccare; graffiare. Azzappari, tr. zappare. Azzaru, m. acciaio. Azziccari, tr. ficcare, infilare, azziccare. Azziringari, tr. iniettare un liquido. Azzuni, m. garzone. Azzurru, agg. azzurro. B Bba!, inter. di vario significato: ors, suvvia, veramente? Bbascia, f. bagascia. Bbabb, m. tipo di dolce a base di rhum e pan di spagna. Bbabbaianni, m. babbeo. Bbabbalcchiu, agg. Babbeo. Bbabbalu, agg. babbeo. Bbabbaluci, m. chiocciola, lumaca Bbabbanazzu, agg. sciocco. Bbabbara, f. stupidit, ingenuit. Bbabbasunazzu, agg. e sost.m. ingenuo, sciocco. Bbabbasuni, agg. e sost. M sciocco, credulone, ingenuo, Bbabbau, m. mostro fantastico temuto dai bambini, verso del cane. Bbabbazzu, agg. semplicione. Bbabberi, m. barbiere Bbabbiari, tr. prendere in giro schernire; intr. Scherzare. Bbabbiata, f. scherzo, burla; fig. di cosa estremamente facile. Bbabbddiu, m. sciocco, stupdi . Bbabbignu, agg. sciocco. Bbabbiuni, agg. scioccone. Bbabbu, agg. stupido, sempline, ingenuo. Bbabbulongu, m. citrullo, bietolonene. Bbacca, f. barca Bbaccagghiari, intr. parlare in figurativo o per enigmi. Bbaccariari, intr. gorgogliare; agitarsi. Bbaccgghiu, m. un grosso fiume della mala dove ogni malvivente versa il suo contributo. Bbaccal, m. baccal; fig. babbeo. Bbaccalarazzu, m. nibbio. Bbaccalaru, m. baccal. Bbaccanu, m. baccano. Bbaccarazzioni, f. indigenza, miseria, Bbaccariatu, agg. squattrinato. Bbacchetta, f. bacchetta. Bbacchittunaria, f. scioperataggine. Bbacchittuni, m. bighellone. Bbaiari, tr. baciare. Bbaiata, f. bacio. Bbaila, f bacinella, catino. Bbaili, m. bacinella, catino. Bbailic, m. basilico. Bbiu, m. bacio. Bbadagghiari, intr. sbadigliare. Bbadgghiu, m. sbadiglio. Bbadda, f. palla. Bbaddariari, intr. barcollare. Bbaddatu, agg. schiacciato. Bbaddiari. intr. mostrare macchie d'unto sui vestiti; cominciare a maturare; rifl. arrossire.

Bbaffi, m. pi. baffi. Bbaffiari, tr. leccare, lisciare. Bbaganu, m. fuco; 2fig. scroccone. Bbagascedda, vezz. di bbagscia. Bbagscia, f. bagascia, prostituta. Bbagasciara, f. prostituzione. Bbagghianu, agg fiorente, prosperoso. Bbagghiolu, m.secchio, bugliolo. Bbgghiu, m. cortile; fig. pancia. Bbaggianu, agg. florido, grazioso; vanitoso, borioso. Bbagnalora, f. vasca metallica per usi domestici. Bbagnari, tr. bagnare. Bbagnarola, f. variante per bagnalora. Bbagninu m. bagnino. Bbagnoli, m. pi. Impacchi Bbagnu, m. bagno; stanza da bagno. Bbaiari, intr. abbaiare. Bbaiascirisi, rifl. dilapidare il danaro con le donnine. Bbaiunetta, f. baionetta. Bbalanza, f. bilancia. Bbalata, f. grossa lastra di pietra e simili. Bbalestra, f. balestra. Bblia f. balia. Bbalici, f. valigia. Bbaliari, tr. allevare un bambino; rifl. indugiare. Bballarina f. ballerina. Bballarinu, m. ballerino; fin volubile. Bballaturi, m. ballatoio, pianerottolo. Bballu, m. ballo. Bballuni, m. pallone; millantatore. Bbambinia, f. bambinaia. Bbammacaru, m. millantatore, chiacchierone. Bbammina, f. bambola. Bbammineddu, m. Ges Bambino. Bbamminu, m. Ges Bambino. Bbampa, f. vampa. Bbampari, tr. bruciare; scottare; fig. montare su tutte furie. Bbampugghi, f. pi. trucioli, Bbanana, f. banana. Bbanca, f. banca, istituto di credito. Bbanchettu, sost. m. banchetto nuziale . Bbanchittu, f. piccolo desco. Bbancu, sost. m. banco, panca. Bbancuni, sost. m. banco di pesca. Bbandera, f. bandiera. Bbanna, f. lato, parte; posto, sito, luogo. Bbanna, f. banda musicale. Bbannerara, f. bandiera; persona volubile. Bbanniari, tr. annunziare a voce alta. Bbaddttula, f. pallottola; donnola. Bbanniata, f. l'atto dell'alzare la voce Bbara. f. bara. Bbarabba, sost. m. e agg. stupdo. Bbarattari, tr. barattare. Bbarattu, sost. m. smercio di roba buon mercato Bbaraumunnaru, sost. m. persona confusonaria. Bbarba, f. barba. Bbarbacani, sost. m. muro di sostegno. Bbarbaiari, intr. parlottare, cianciare. Bbarbalcchiu, m. babbeo. Bbarbanera, m. almanacco, lunario. Bbarbarottu e Bbarbarozzu, m. mento. Bbarberi, m. barbiere. Bbarbitta, f. pizzetto. Bbarbuni, m. cane barbone.

Bbarbuta, agg. f. di donna barbuta. Bbarbuttiari, ntr. borbottare. Bbarca, f. barca. Bbarcaloru, m. barcaiolo. Bbarcunata, f. ringhiera del balcone. Bbarcuni, m. balcone. Bbarda, f. basto. Bbardanza, f. libert che ci si concedein certi atti . Bbardscia, m. spreg. ragazzo; fig. persona di poco affidamento; donna di facili costumi. Bbarella, f. barella. Bbarra, f. sbarra, spranga . Bbarracca, f. baracca. Bbarraccuni, m baraccone. Bbarriari, tr. sbarrare. Bbarriari, tn.tr. barare, imbrogliare. Bbarrili, m. barile. Bbarrilottu, m. persona bassa e grassoccia. Bbarru, sost. m. truffatore; agg. sleale, perfido. Bbarruni, m. grossa sbarra per sprangare la porta. Bbaruni, m. barone. Bbaruna, f. baronia, scabbia. Bbarunissa, f.. baronessa. Bbarzilletta, f. barzelletta. Bbasari, tr. baciare. Bbasata, f. bacio. Bbasca, f. ansia, agitazione. Bbaschiari, intr. agitarsi per febbre. Bbaschiatu, agg. rosso in faccia, accaldato. Bbsciu,, agg. basso. Bbsciu, avv. gi, da basso. Bbascu, m. basco. Bbasetti, f. basette. Bbadduni, m. pallone. Bbasilic, m. basilico. Bbasiliscu, m. chi, senza darenell'occhio, spia la situazioni ; ignorante . Bbassu, m. basso, cantante coi voce di basso. Bbastarda, f. figlia illegittima trovatella. Bbastardu, m. figlio illegittimo, trovatello; agg. bastardo; fig. non autentico. Bbastarduni, m. frutto che matura fuori stagione. Bbastasi, m. facchino maleducato. Bbastmia, f. bestemmia. Bbastmentu, m. bastimento. Bbastimiari, intr. bestemmiare. Bbastuni, m. bastone; seme delle carte. Bbasu, m. bacio. Bbata, f. convento di suore. Bbatissaa, f. badessa. Bbattgghiu, m. battaglio. Bbattara, f. fuochi di artificiali; fig.chiasso, frastuono. Bbattiari, tr. battezzare. Bbattri, tr. battere. Bbattsimu, m. battesimo. Battu, m. battesimo. Bbattuliari, tr. picchiettare. Bbattumimi, f. calcinaccio, Bbattutaa, f. battuta. Bbaullu, m. baule, forziere. Bbulu, m. baule. Bbunu, m. catino in terracotta. Bbasa, f. un particolare taglio di carn; ossobuco . Bbasu, agg. bavoso; fig. moccioso. Bbava, f. bava; alito di vento. Bbaviari, tr. sbavare; rifl. fig. darsi delle arie. Bbavusa, f. ossobuco. Bbazzariotu, m. rigattiere.

Bbebb, m. neonato. Bbeccaccinu, m. beccaccino. Bbeccamortu, m. becchino. Bbeccu, m. becco, caprone; fig. marito tradito, cornuto. Bbeccu, m. becco, rostro; fig. bocca . Bbeddamatri, f. la Madonna; forma di giuramento. Bbeddu, agg. Bello. Bbellu, agg. bello.. Bbenadciti, inter. saluto rivolto insegno di ossequio da inferiore a superiore. Bbeni, m. bene; d'accordo. Bbersaglieri, m. bersagliere. Bbrtula, f. bisaccia. Bbstia, f. bestia. Bbetta, f. donna sudicia e pezzente. Bb, escl, di sorpresa e meraviglia. Bbiancara, f. biancheria. Bbianchettu, m. crema bianca per lucidare le scarpe. Bbiancu, agg. bianco. Bbibber, m. poppatoio. Bbiccheri, m. bicchiere. Bbicchirottu, m. bicchiere colmo di vino. Bbiddazzu, agg. belloccio, ben pasciuto e colorito. Bbiddicu, m. ombelico. Bbiddittu, agg. bellino, carino. Bbiddizza, f. bellezza, avvenenza.. Bbidduni, agg. prosperoso, goglioso. Bbidduzzu, agg. carino, simpatico. Bbid, m. bidet. Bbilancinu, m. bilancino calesse. Bbilanza, f. bilancia. Bbilirisi, rifl. cfr. abbilirisi Bbilici, f. valigia. Bbillizza, f. delizia. Bbinidittu, agg. benedetto. Bbinidizzioni, f. benedizione. Bbinifatturi, m. benefattore. Bbinivulenza, f. benevolenza Bbinna, f. benda. Bbinnari, tr. bendare. Bbppita, f. bevanda. Bbirra, f. birra. Bbirritta, f. berretto. Bbirrittuni, m. berrettone. Bbisazza, f. bisaccia. Bbiscottu, m. pane biscottato,biscotto. Bbisestu, agg. bisestile. Bbisinissi, m. attivit commerciale fonte di buoni guadagni; affari. Bbisinisi, m. piccolo negozio. Bbistinu, f. denominazione degli squali; fig. guastafeste. Bbsula, f. mattonella. Bbitari, intr. abitare. Bbitumi, m. e f, bitume. Bbiveri, m. grande vasca in muraturara usata come acquario per i pesci. BBivirari, tr. abbeverare; rifl bere. Bbviri, tr. bere. Bbiviruni, m. acqua calda in cui stata cotta la pasta per il pasto degli animali. Bbivuta, f. bevuta; mancia. Bbizzocca, f. bigotta; zitella. Bblu, agg. bleu, azzurro. Bblusa, f. camiciotto, blusa. Bbbbia, f. pancia. Bbccia, f. boccia, barattolo di vetro, biglia per il gioco omonimo. Bbddaru, m. bernoccolo, tumefazionene

Bbi, m. bue. Bbia, m. boia; fig. persona malvagia. Bbommacara, f. millanteria. Bbommacaru, agg millantatore . Bbompisu, m. sovrappi concesso dal venditore, peso eccedente. Bbona, agg. femm. onna molto bella e procace; sost. la bella, lo spareggio. Bbonabbon, esci, meno male! Bbonaggriu, m. buon augurio. Bbonanotti, inter. buonanotte! Bbonasira, inter. buona sera! Bboncori, m. buon cuore, bont. Bbongiornu, inter. buongiorno. Bbonifesti, f. pl. auguri che si fanno a Natale. Bbonu, agg. Buono. Bbria, f. maltempo con vento di tramontana; tempesta di mare. Bboscu, m. bosco. Bbotta, f. botta, colpo, urto! percossa, spinta. Bbottu, m. scoppio. Bbozza, f. tumef azione, gonfiore. Bbozzu, m. bernoccolo; fig. prominenza. Bbraca, f. calzone. Bbracassini, f. pi. mutande da. Bbracciali, m. bracciale. Bbraccu, m. bracco; fig. sbirro Bbraer, f. braciere. Bbrachittuni, m. stipite, trave superiore della porta; fig. persona sciocca. Bbria, f. brace. Bbraiola, f. braciola, involtino arrostito. Bbraiulittuni, m. persona grassa sciocca. Bbrafari, intr. diventare rauco. Bbranca, f. zampa, artiglio; ramo. Bbrancicari, intr. brancolare. Bbranda, f. branda; sedia a sdraio. Bbraschi, f. vampate calde del viso. Bbrasi, m. lusingare, illudere. Bbratta, f. scarafaggio. Bbravu, agg. bravo. Bbrazzolu, m. bracciale o ornamento simile. Bbrazzu, m. braccio. Bbrccia, f. pietrisco, ghiaia. Bbricciulinu, m. ghiaia, pietrisco. Bbriula, f. truciolo; briciola. Bbrgghia, f. briglia. Bbrigghiolu, m. bugliolo. Bbrgghiu, m. birillo; pietra miliare; pannocchia; persona goffa e grossolana. Bbrillanti, m. brillante. Bbrillari, intr. brillare. Bbrnnisi, m. brindisi. Bbrisbgghiu, m. bisbiglio; diceria. Bbrscula, f. briscola. Bbrizza, f. goccia. Bbrizziari, intr. gocciolare. Bbrocca, f.. canna con un'estremit spaccata e allargata per cogliere fichi. Bbrccia, f. forchetta; forca in genere. Bbrcciu, m. rebbio di una forca. Bbrcculu, m. cavolo broccolo. Bbrodu, m. brodo. Bbrogna, f. buccina, conchiglia di mollusco; ig. broncio. Bbroscu, m. ramoscello, fuscello . Bbrucculuni, m. cavolo verzotto. Bbrucenti, agg. brucente, cocente. Bbruiura, f. bruciore. Bbruiuri, m. bruciore. Bbrudacchia, f. brodaglia. Bbrudusu, agg. brodoso; sbrodolato. Bbrfula, f. bollicina della plle.

Bbrgghiu, m. moccio. Bbrugghiuni, agg. e sost. imbroglione. Bbrumari, intr. far imbevere di molta acqua qualcosa; rifl. bagnarsi. Bbrunu, agg. bruno. Bbrunzu, m. bronzo. Bbruscari, tr. bruciare le pian te, del gelo. Bbrutta, f. abbrutta la tisi. Bbruttu, agg. brutto; sgarbato; attivo. Bbruttubbstia, m. il diavolo. Bbuaru, m. bovaro. Bbuatta, f. scatola di latta ; boatta. Bbucalaci, m. chiocciola; fig becco. Bbrucali, m. boccale. Bbucca, f. bocca. Bbuccaloru, m. beccuccio. Bbuccari, tr. piegare da un lato chinare; ribadire un chiodo. Bbuccata, f. boccata di fumo. Bbuccazzaru, m. millantatore. Bbuccazzirisi, rifl. Millantarsi. Bbucceri, m. macellaio. Bbuccera, f. macelleria. Bbucchinu, m. bocchino. Bbucciddata, f. pane a forma di ciambella. Bbccula, f. grosso anello di ferro; maniglia ad anello; fibbia. Bbcculu, m. riccio, bioccolo; ciocca di capelli. Bbuccuni, m. sorso; tirata di fumo, boccata; 3 boccone. Bbuccuniari, intr. sorseggiare. Bbuch, tn. mazzo di fiori, bouquet. Bbuci, f. voce; urlo. Bbudda, vescichetta a sguito di bruciatura; piaghetta della pelle. Bbuddaci, m. tipo di pesce dalla bocca larga fig. chiacchierone) Bbudeddu, m. budello. Bbudiru, m. antico tipo di burro locale; nome che accompagna alcuni tipi di frutta. Bbuffa, f. buffa, rospo comune. Bbuffari, intr. gonfiare, ingrossare. Bbuffatu, agg. rigonfio. Bbuffazza, f. schiaffo. Bbuff, m. credenza, armadio per sala da pranzo. Bbuffu, agg. grassoccio, paffuto. Bbuffuni, sost. m. e agg. buffone. Bbgghiri, tr. lessare, intr. bollire. Bbgghiu, m. bollore; fermentazione. Bbugghiuneddu, m. cibo bollito. Bbggia, f. borsa, valigia. Bbulari, intr. volare. Bbulata, f. volata. Bbulla f. bolla d'acqua; vescichetta; bernoccolo; bollo, marchio, sigillo. Bbullari, tr. scagliare, buttare lanciare; battere Bbulletta, f. bolletta, polizza. Bbullu, m. bollo, marchio. B b u m m a , f . b o m b a , bernoccolo. Bbummacara, f. millanteria. Bbummacaru, agg. millantatore, spaccone. Bbummcia, f. coperta di lana, bambagia Bbummuliari, intr. balbutire; impappinarsi. Bbmmulu, m. contenitore d'acqua in terracotta. Bbmmulu, m. bernoccolo. Bbunaca, m. giacca per la caccia. Bbunazza, f. bonaccia.

Bbunazzu. agg. bonario; ingenuo. Bbuniceddu, agg. in discreta salute; mediocre. Bbnniri bbunniri, intr. abbondare Bburdellu, m. postribolo, bordello. Bburdillara, f. puttana; chassosa. Bburdillaru, m. frequentatore di bordelli; chiassoso Bburdunaru, m. mulattiere. Bburduni, m. mulo. estremit di un terreno coltivato. Bburgisi, m. contadino che lavora ad anno abitando nello stesso podere che coltiva; fittavolo Bbrgiu, m. grande mucchio di foglie o fieno. Bburiana, f. tempaccio, Bburidda, f. puzzo d'uovo. Bburiddiari, intr. emanare puzzoa di bburidda; tr. insudiciare,lavare sommariamente qualcosa. Bburiddusu, agg. di qualunque che emani puzzo di bburida, maleodorante, puzzolente. Bburiusu, agg. borioso. Bburna, f. recipiente cilindrico inm irrracotta per alimenti. Bbur, m. armadio da ufficio, Bburrccia, f. borraccia. Bburrina, f. borragine. Bburrasca, f. burrasca; acquazzone . Bburraschiari, intr. piovere forte e a intermittenza Bburritta, f. berretta da contadino; cuffletta. Bburza, f. borsa; zaino, cartella per i libri; borsellino. Bbusa, f. pianta cespugliosa dei luoghi ardi. Bbusara, f. terreno improduttivo. Bbuscica, f. vescica. Bbuscicatu, agg. gonfio; fig. superbo, tronfio. Bbusciularu, m. giogaia del bue; pappagorgia. Bbusllisi, m. busillis. Bbussari, intr. bussare; al gioco, dichiarare l'asso. Bbussu, m. autobus. Bbssula, f. bussola. Bbustu, m. busto, parte del corpo, corsetto. Bbutana, f. fodera di abiti e materasso. Bbutiru, m. burro. Bbuttana, f. puttana. Bbuttanella, f. affettuoso disfemismo per ragazza vivace e spregiudicata. Bbuttaniari, tr. offendere pubblicamente una donna; puttaneggiare. Bbuttansimi, m. pl. false attestazioni d'affetto. Bbutti, f. botte. Bbuttiari, intr. crepitare; picchiare; tuonare; parlare per allusioni e frecciate. Bbuttiata, f. crepitio; allusione, frecciata. Bbuttgghia, f. bottiglia. Bbuttigghiuni, m. bottiglione. Bbuttunari, tr. abbottonare. Bbuttuni, m. bottone. Bbuttuni, m. gemma, boccio; pi. testicoli (dei bambini).

Bbuzzarari, tr. sodomizzare; fig. malmenare; 3 rifl. infischiarsene. Bbuzzurru, agg. zotico. Bbuzzusu, agg. ngozzuto, rigonfio (specie del volto). C Ca, pron. rel. e cong. che. Ca, introduce enfaticamente espressioni interrogative ed esclamative. Ca, affermazione: s, ma certo! C, prep. art. con la. Cabbala, f. cabala; fig. inganno, stratagemma. abbaliari, intr. far cabale. Cabbalista, m, cabalista; fig. truffaldino. Cabbarusu, m. gita di Pasquetta. Cabbina, f. cabina. Cabbunchiu, m. foruncolo; malattia infettiva dei bovini; malattia del grano. Cabbuni, m. carbone. Caca all'addritta, cacadditta, cacaddritta, m. indecl. borioso, spocchioso. Cacanaca, m. indecl. uomo di poco valore. Cacapanaru, m. indecl. uomo pavido. Cacapitruddi, m. indecl. pedante, avaro. Cacaredda, f diarrea, fig. impazienza, fretta; panico. Cacari, tr. evacuare. Cacariari, tr. sporcare di feci. Cacaruni, m. d i a r r e a . Cacasintenzi, m. indecl. saccente. Cacasipala e cacasipali, m. di Uccelli passeriformi. Cacata, f. defecazione, di giudizio fortemente spregiativo. Cacatu, agg. sporco in rapporto ad escrementi; fig. moccioso che si atteggia ad adulto. Cacatmmula, f. capitombolo. Cacaturi, m. cesso, latrina. Cacazza, f. escremento, Cacazzina, f. diminutivo di escrementi. Cacazzu, m. fig. grosso spavento. Cacca, f. cacca infantile. Caccadunu, pron. indef. qualcuno Caccagnu, m. calcagno. Caccararu, m. fornaciaio. Caccarazza, f. gazza. Cacchi, pron. indef. qualche. Cacchiccosa, pron. indef. qualcosa. Cacchidunu, pron. indef. qualcuno. Ccchiu, m. eufem. cazzo; m. ter. capperi! Cccia, f. caccia. Cacciaciuli, m. spaventapasseri. Cacciamuschi, m. cacciamosche; fig. perdigiorno, scansafatiche. Cacciaratu, agg. carcerato. Cacciari, tr. respingere, allontanare. Cacciari, tr. e intr. andare a caccia. Cacciata, f. battuta di caccia. Cacciatura, f. cacciatora. Cacciaturi, m. cacciatore. Cacciaviti, m. cacciavite. Cacciffula, f. carciofo. Cacciffulu, m. carciofo. Caccireri, m. carceriere. Ccciri, m. carcere. Cacculari, tr. calcolare. Cacera, f. formaggiera. Cacher,f, ano. Caricavaddu, Caciucavaddu, m.

caciocavallo. Caiuni, f. causa; pretesto. Cacccila, Caccciula,, f. carciofo. Cacumidda, f. camomilla. Cacusu, agg. pauroso. Cadara, f. caldaia. Caddaia, f. seccatura, molestia; fig. persona fastidiosa. Caddari, tr. pettinare, cardare; graffiare. Caddarusu, agg. calloso. Caddozzu, m. rocchio di salsiccia o meno spesso di salame. Caddu, m. callo; eufem. cazzo. Caddusu, agg. calloso. Cadiari, tr. riscaldare. Cdiri e cadiri, intr. cadere; capitare; fig. decadere. Cadugghiari, tr. solleticare. Caduta, f. caduta; fig. peggioramento, decadenza. Caella, f. giacca da camera. Caf, m. caff. Caffittera, f. caffettiera. Cafiata, f. caff lento ottenutodai fondi. Cafisu, m. recipiente adoperati per misurare l'olio. Cafittera, f. caffettiera. Cafolu, cafolo, m. largo buco; grande abbondanza Cafuddari, tr. pigiare alla rinfusa; bastonare Cafunaria, f. rozzezza. Cafuni, m. uomo zotico. Cagghiari, intr. coagulalare, rapprendersi. Cagghiostru, m. cagliostro, ingannatore. Cagnola, f. cagnetta. Cagnolu, m. cucciolo del cane. Ragazzo sempliciotto. Cagnuleddu, m. cucciolo del cane Caccu, m. caicco, zattera, fig. di persona ingombrante. Cainu, m. caino; uomo perfido,cafone. Caiorda, f. donna di facili costumi. Caiordu, agg. lurido; indolente Calabrisedda e calabbrisella, f. calabresella, gioco di carte Calamaru, m. calamaio. Calamaru, m. calamaro, variet di mollusco. Calamita, f. calamita. Calamitusu, agg. calamitoso, pieno di disgrazie; persona che porta sfortuna. Calannariu, m. calendario, Calari, tr. calare, m. saliscendi. Calascinna e calascinni m. saliscendi, persona alta e magra. Calata, f. calata. Calatu, agg. chino; fig. abbattuto, dimesso. Calenni, f. li. calende, primo giorno di ogni mese. Calia, f. ceci abbrustoliti, noccioline americane. Cala-caf, m. tostino. Caliari, tr. abbrustolire; fig. rubare; dissipare, intr. e rifl. divenire secco. Caliaturi, m. chi abbrustolisce e vende calia. Caliotu, m. galeotto, briccone. Calluni e callunu, m. muco del naso. Caloffaredda, f. variet di pera. Calffaru, m. garofano. Caloffirara, f. pianta del garofano. Caloma, f. cavo da ormeggio Calumari, tr. inghiottire ingordamente, rim-

pinzarsi. Caluma, f. economia. Calnia, f. calunnia; pretesto, cavillo; opportunit. Calura, f. gran caldo. Caluri, m. calore. Cambiala e cambiali, f. cambiale. Cmici, m. camice. Camiddu, m. cammello. Caminari, intr. camminare. Cantinata, f. camminata, passeggiata. Caminu, m. cammino, camino. Cmmara, f. camera; pneumatico. Cammarari, intr.e rifl. mangiar carne di venerd e negli altri giorni di astinenza. Cammarata, f. camerata; corsia d'ospedale. Cammarera, f. cameriera. Cammareri, m. cameriere. Cammarinu, m. camerino. Cmmaru, m. di carne o altro cibo oggetto d'astinenza. Cammicetta, f. camicetta. Cmmii, m. camice. Cammca, f. camicia. Cammisa, f. camicia.

Cammisedda, f. camicetta.
Campagna, f. campagna; terra coltivata. Campagnola, f. marinare la scuola o il posto di lavoro. Campagnolu, m. contadino; agg.contadinesco. Campana, f. campana. Campanaru, m. campanaro. Campanella, f. campanella. Campanellu, m. campanello Campaniari, intr. scampanellare. Campanili, m. campanile. Campari, tr. mantenere, provvedere al sostentamento; intr. vivere. Camperi, m. campiere, guardiano privato di propriet. Campiari, intr. di animali: andare per i campi. Camppiuni, m. campione. Campuniari, intr. vivere stentante. Capusantu, m. cimitero, Camula, f, tarlo; fig. persona fastidiosa. Camuliari, tr. rodere; scervellarsi. Camumidda e camumilla, f. camomilla Camurra, f. associazione perdelimquere; truffa. Camurria, f. gonorrea; fig. scocciatura, fastidio. Camurrista, m. camorrista, Camurristara e camurristera, f. scrocconeria. Camurriusu e camurrusu, agg. fastidioso; zelante, scrupoloso. Cangghia, f. canaglia; gentaglia. Canali, m. canale. Canariu, m. canario; orbo. Cancarena e cancarina, f. cancrena. Cancariari, intr. ingozzarsi, rimpinzarsi. Cncarui, m. cancro; disgrazia. Cncaru, m. cardine. Canceddu, m. cancello. Canceddu, m. paniera, gerla. Cancescncia, m. scambio. Canciari, tr. cambiare, permutare; modificare. Canciari, intr. scalciare.

Canciddata, f. cancellata. Cancilleri, m. cancelliere. Cnciu, m. cambio, permuta. Cani, m. cane. Cangghia, f . crusca. Canigghiola, f . forfora. Caniglia f. crusca. Canna, f. canna. Cannaliari, tr. molestare; rifl. struggersi. Cannalivari, m.carnevale. Cannaluari e Cannaluvari, m. carnevale. Cannarinu, m. ugola; gola. Cannarozzu, m. esofago. Cannaruzzuni, m, rigatoni; fig. citrullo. Cannavazzu, m. strofinaccio. Canni, f. carne. Cannila, f. candela. Cannileri, m. candelabro. Cannillina, f. tipo di pasta al mentare aforma cilindrica. Cannilorra, f. candelora. Cannistra, f. cesta. Cannistru, m. canestro. Cannolu, m. spazio tra due nodi del fusto della canna; dolce. Cannuliarisi, rifl. tergiversare, indugiare. Cannunata, f . cannonata. Cannuni, m. cannone; tipo di pasta simile ai cannelloni. Cannicu, m. canonico. Cantanti, m. cantante. Cantaranu, m. canterano, madio. Cantari, tr. e intr. cantare; fare la spia. Cantarinu, m. cantante; agg. melodioso. Cntaru, m. vaso; orinale, Cantiari, tr. passar rasente, lambire; rifl. discostarsi da qualcosa. Cantu, m. canto, atto del cantare, angolo. Cantunera, f . cantonata. Canuma, f. Economia. Canuscenti, agg. e sost. m. conoscente. Canuscenza, f. conoscenza; intimit, dimestichezza. Canusciri, tr. conoscere. Canzari, tr. scostare, rimuove, riflscansarsi. Canzuna, f. canzone. Capaci. agg. abile. Capacit e capacitati, f. abilit. Capacitusu, agg. intelligente, avveduto. Capiddu, m. capello. Capillini, m. pl. capellini, pastaalimentare. Capirannu, m. Capodanno. Cpiri, intr. poter essere contenuto. Cpiri, tr. capire, comprendere. Capitali,, f . capitale, capoluogo. Capitali, m. capitale, averi. Capitanu, m. capitano. Capitari, tr. acciuffare; sorprendere; intr. accadere. Capizza, f. cavezza. Capezzali, m. capezzale. Capizzu, m. capo del letto. Capizzu, m. capezzolo. Cappeddu, m. cappello. Cappiddara, f. decisione d'impeto; partire nascostamente. Cappiddazzu, m. capro espiatorio. Cappottu, m. cappotto. Cappcciu, m. cappuccio. Capu, m capo, chi comanda; punta diterra che sporge in mare. Capu, m. fune, cavo, corda; bandolo; principio.

Capubbanna, m, direttore di banda musicale; capo di una banda di malfattori. Capudannu, m. Capodanno. Capudopera. capudpira m. capolavoro; di persona alquanto astuta, furbacchione. Capuliari, tr. tritare, sminuzzire carne; picchiare, bastonare. Capuliatu, m. carne tritata; dolce tipici. Capumastru, m. capomastro, capofabbrica. Capunata e capunatina, f. pietanza di melenzane ed altri ortaggi. Capuni, m. cappone; agnello castrato. Capurali, m. caporale. Capurannu, m.capodanno. Capuriuni, m. caporione. Capurris, m. caporrais; capo di pescatori; caporione. Caputa, f. capacit, capienza. Caputavula, m. capotavola. Capuzzari, intr. spavaldeggiare. Capuzzellu, m. caporione; spaccone. Capuzziari, intr. dimenare il capo in segno di ossequio o sonno. Capuzziata, f. inchino. Carabbineri e carabbuneri, carabiniere. Carmbula, f. carambola. Caramela, f. caramella. Caramilaru, m. venditore di caramelle. Carttari e carttiri, m. carattere. Caravigghianu e caravigghiaru, agg. sost. m. commerciante che vende caro. Caraviigliaru, agg. e sost. m. imbroglione. Carbunaru, m. venditore di carbone. Carbuni, m. carbon). Carcagnu, m. calcagno. Carcara, f. fornace. Carcararu, m. fornaciaio. Carcarazza, f. gazza; fig.chiacchierone. Carcarazziari, intr. chiacchierare. Carcari, tr. calcare; intr. gravare Carchi, agg. indef. qualche. Carchiccosa, pron. indef. qualcosa. Carchidunu, pron indef. qualcuno. Carccciula, f. carciofo. Carculari, tr. calcolare; tenere inconsiderazione. Crculu, m. calcolo. Carcunu, pron. indef. qualcuno. Cardaia, f, sofferenza di cuore; fig. fastidio, seccatura; desiderio. Cardaciari, tr. importunare, molestare. Cardari, tr. cardare; graffiare. Cardiari, tr. cardare. Cardiddu, m. cardellino. Cardinali, m. cardinale. Carduni, m. cardone; fig. sciocco,stupido; fig. villano. Carina, f . carena; schiena. Criri e cariri, intr. cadere. Carista, f . carestia, scarsit. Caritatvuli, agg. caritatevole. Caritati, f, carit; elemosina. Carizza, f. carezza. Carma, f . calma. Carmari, tr. calmare; intr. e rifl. placarsi, quietarsi. Carmu, agg. calmo, tranquillo. Carmuciu, m. coniglio giovane, fig. sbarbatello. Carnaiumi, f . carnagione. Carnggiu, m. carne commestibile. Carnalivari, m.carnevale; fig. uomosciocco e ingombrante; spilungone. Carnazzeri e carnizzeri, m.macellaio.

Carni, f. carne . Carpari, tr. prendere; picchiare . Carpisari, tr. calpestare; fig. picchiare. Carrabbina, f. carabina. Carrabbineri, m. carabiniere. Carramattu, m. carromatto. Carrettu, m. carretta. Carriari, tr. trasportare. Crrica, f. carico, onere, grande abbondanza. Crrica e scrrica. nella loc. movimento intermittente, anche in tutti i sensi figurati. Carricari, tr. caricare; ubriacarsi. Carricatu, agg. carico; ubriaco . Caricatura, f. azione del caricare; eccesso, caricatura, macchietta Crricu, m. carico . Crricu , agg. carico, colmo; ubriaco. Carriola, f. carriuola. Carrittata, f. carrettata Carrittera, f . di carritteri; pasta carrittera, tipo di sugo a base d'aglio. Carritteri, m. carrettiere Carrozza, f. carrozza. Carru, m. carro. Carrubba, f. pianta e frutto del carrubo . Carrggiu, m. solco lascialo dalle ruote dei carri; getti d'acquaabbondante . Carruozzu, m. carro agricolo. Carruzzedda e carruzzella, carrozza; carrozzina. Carruzziari, tr. trasportare sulla carrozza. Carruzzinu, m. calesse. Carruzzuni, m. grosso carro. Carti; f. carta. Carttuccera, f. cartucciera. Cartulina, f. cartolina. Cartulinu, m. cartolina postale. Cartuni, m. cartone. Caru. Agg. caro, gradito; avv. a caro prezzo. Car, m. ragazzo. Carusa, f. ragazza. Carusanza, f. l'et tra l'infanzia e la giovinezza . Caruseddu, m. dim. di carusu; salvadanaio. Carusu, m. ragazzo. Casa, f. casa . Cascari, intr. cadere. Cascavaddu, m. caciocavallo . Cscia, f. cassa di legno; da morto; fig. donna di facili costumi. Casciabbancu, m. cassapanca . Casciaforti, f . cassaforte. Cascitta, f. dim. di cscia; scatola . Cascittinu, m. cassettino; scatola. Cascittuni, m. cassa; persona che non sa mantenere segreti. Casciuni, m. cassetto; loculo dicimitero. Casciutu, agg. di animali: robusto. Casedda, f . casupola ; scompartimento di scaffale . Casellu, m. casello ferroviario. Casemma, f. caserma. Casillanti, m. casellante. Casina, f. dim. di casa; piccola casa divilleggiatura. Casinn, avv. se no. Casinu, m. piccola casa di villeggiatura; luogo di ritrovo;postribolo. Cassalora, f . casseruola. Cassaririsi, rifl. camminare

pavoneggiandosi. Cssaru, m. corso, via principale. Cassata, f. cassata. Cassatedda, f. dolce a forma di raviola. Cassiru, m. corso, via principile. Castagna, f. la pianta e il frutti del castagno. Casteddu, m. castello; carceri. Castiari, tr. castigare; rif. correggersi. Castu, m. castigo. Castratu, m. montone, castrato. Casu, m. caso. Casularu, m. casolare. Casumi, avv. e cong. cond. casomai. Casuna, m. pl. calzoni. Catachsimu, m. catechismo. Catanannu, m. bisnonno. Catapsima, f. impiastro. Catapsimu, m. impiastri fig. persona lenta e indugiosa. Cataprsima, f. cataplasma; fig. persona lenta e indugiosa. Catarru, m. catarro. Catarrusu, agg. catarroso. Catina, f, catena; collanina. Catinazzu, m. catenaccio. Cadinedda, f. dim. di catino; collanina. Catiu, m. stanza sotterranea. Catlicu, agg. cattolico. Catrami, m. ef, catrame. Cattigghiari, tr. solleticare. Cattgghiu, m. l'azione del solleticare. Cattiva, agg. e sost. f. vedova. Cattivanza, f. Vedovanza. Cattivu, agg. e sost. m. vedovo. Catuugghiari, tr.solleticare Catgghiu, m. l'azione del solleticare. Cuci, f. calce. Cauci, m. calcio; raccomandazione. Cauiari, intr. tirare calci. Caucina, f. calce. Caucinazzu, m. calcinaccio. Cuddu, agg. e sost. m. caldo . Caudiari, tr. scaldare; fig. bastonare; intr. e rifl. riscaldarsi. Cudu, m. caldo, calore. Cudu , agg. caldo; fig. smanioso, focoso. Cauliiuri e cauluiuri, m. cavolfiore. Cauriari, tr. scaldare intr. e rifl.riscaldarsi. Curu, agg. e sost. m. caldo. Causetta, f . calzetta ). Cusi, m. pi. calzoni. Causisutta, m. pi. mutande da uomo. Causitila, m. pi. mutande da uomo. Causuna, m. pi. calzoni. Cautilari, tr. cautelare; rifl. riguardarsi. Cavaddiari, tr. galoppare; di ragazzi: correre. Cavaddu, m. cavallo; forcata dei calzoni Cavaleri, m. cavaliere. Cavalla, f. cavalla . Cavallara, f, cavallera . Cavallittu, m. scherz. bellimbusto, zerbinotto, giovane molto elegante. Cavarcari, tr. cavalcare. Cavarcata, f. cavalcata. Cavari, tr. Scavare. Cavatu, agg. bassa statura fisica e morale. Cavatuni, m. cannellone; fig. citrullo. Cavgghia, f. cavicchio. Clebri, agg. celebre. Celesti, agg. celeste. Cella, f. cella; loculo . Celu e celu, m. cielo .

Cena, f, cena . Centannali, m. agg. centenario. Centannriu, m. agg. centenario. Centru, m. centro. Centu, num. cento. Centumila, num. centomila. Crniri, tr. setacciare.. Certificatu, m. certificato. Certu, agg. certo; avv. certamente. Certuni, pron. indef. pl. certu-ni. Cessu, m. cesso. Checcu, agg. balbuziente. Chnzia, f. carezza, moina . Cavuliiuri e cavuluiuri, m. cavolfiore. Cvulu, m. cavolo. Cazzacatmmula, f. capitombolo. Cazzalora, f. casseruola. Cazzata, f. sciocchezza. Cazziari, tr. rimproverai aspramente. Cazziata, f, rimprovero. Cazzicatmmula, f. capriola. Cazzola, f. cazzuola. Cazzu, m. pene. Cazzulata inter. caspita! Cazzuliari, tr. toccare ripetutimente qualcosa; infastidire rovistare. Cazzuni, m. uomo sciocco. Cc, avv. qua; cc... dd ; e qua e l; di cc nnavanti d'ora in poi. agghir icc da questa parte. Cc, prep. art. con la. Ccabbanna, avv. da questa parte. Ccaffora, avv. qua fuori. Ccagghiusu, avv. quaggi. Caaintra, avv.. qua dentro. Ccamadora, avv. per ora. Ccammenzu, avv. qui, in mezzo. Ccamora, avv. per ora . Ccampari. tr.raccogliere. Ccapputtar, intr. cappottare. Ccarizzari, tr. accarezzare. Ccassupra, avv. qua sopra. Ccassutta, avv. quaggi. Chesa, f. chiesa . Chetu, agg. quieto. Chi, pron. rel: che. Chi, pron. interr. : che cosa? Chi, agg. esci, e interr.: quale quanto. Chi, cong.: che. Ch, prep. art.: con i, con le. Chicchiara, chiacchiera. Chiacchiariari, intr. chiacchierare. Chiacchiaruni, agg. sost. chiacchierone. Chiaccu, m. cappio . Chiaga, f. piaga. Chiamari, tr. chiamare. Chiana, f. piana, pianura, pialla. Chianca, f. pianta; ceppo; macelleria. Chiancheri, m. macellaio. Ccattari,tr. comprare; partorire; corropere. Ccattevvinni, m. rigattiere. Ccavanti, avv. qui davanti. Ccavia, avv. qui, da questa parte. Cchetta, accetta. Cchetta, f. asola, occhiello. Cchiddiri, m. litigio orale. Cchiffari, m. lavoro da sbrigare, Cchinnicchinnacchi, loc. esclamativa che c'entra? Cchiomenu, avv. pi o meno. Cchioss e cchiossai, avv. di pi. Cchi, avv. Pi . Cchiucc e cchiuccavia, avv. pi in qua. Cchiudd e cchiuddava, avv. pi in la.

Cchiuddintra e cchiugghintra, avv. pi addentro. Cchiuttostu, avv. piuttosto. Cci , avv. ci, vi. Cci , pron. gli, le, a loro. Cciaffurru, m. autista, chauffeur. Cciappa, f. filza di fichi secchi ; pietra di superficie liscia. Cciu, ciao. Ccicculatti , f. cioccolata. Ccippu, m. ceppo; palo di confine. Ccittuni, m. accetta. Ccocc, f, gallina, nel linguaggio infantile; m. uovo. Ccupari, tr. soffocare; intr. e rifl. sentirsi mancare il respiro. Ccupusu, agg. privo d'aria e di luce. Ccurzari, tr. accorciare; prendere una scorciatoia. Ccuss, avv. cosi. Ccutturari, tr. cuocere a fuoco lento. Cdiri, tr. cedere. Chianciminestra Ancheciancimmestra, m. chi piange miseria e si lamenta di tutto. Chinciri, intr.piangere, Anchecinciri. Chianciulinu, agg. che sul uno di piangere; piagnucolioso. Chianciuta, f. pianto. Chianozzu, m. pialla. Chianta, f. pianta. della mano del piede. Chianitari, tr. piantare; conficcare; rifl. piantarsi. Chiantu, m. pianto. Chianu, m. luogo piano. agg. piano. Chippara e chippira, f. cappero. Chiarenza, f. essere al verde; ubriaco. Chiara, f. chiarore. Chiaru, agg. chiaro, visibile; limpido. Chiaru,, m. chiarore. Chiattidda, f. piattone; fig. persona appiccicosa. Chiattu, agg. piatto; grasso. Chiavari, tr. chiudere a chiave; conficcare; assestare; copulare. Chiavata, f. colpo di chiave; coito. Chiavatura, f. serratura. Chiavi, f. chiave. Chiazza, f. piazza. Chcara, f. chierica . Chicari, intr. Arrivare, tr. piegare. Chicatura, f. piega. Chicca, f. chierica cresta del gallo . Chicchiari, intr. e rifl. balbettare. Chicchimiddu Chicchiriddu, m. la parte pi alta della testa. Chchira, f. la parte pi alta della testa. Chiddiri, m. contrasto. Chiddu, pron. colui, quella cosa. Chiesa e chisia, f. chiesa. Chiffari, m. lavoro da sbrigare. Chillanda, f. ghirlanda. Chilu, m. chilogrammo. Chimmu, m. gobba . Chimmusu, agg. gobbo. Chnnici, num. quindici. Chinnicina, f. quindicina. Chinu,, agg. pieno, m. ripieno. Chiviri, intr. piovere. Chiovu, m. chiodo; dolore fisso; un antico ballo popolare. Chippu, m. omento. Chrchia, f. chierica; cresta. Chirchiruddu, m. chierica.

Chrchiu, m. cerchio . Chrica, f. chierica . Chirlanda, f. ghirlanda. Chirru, m. cispa degli occhi . Chirurgu, m. chirurgo. Chiss, f. di chissu. Chissi, inter. per allontanare i gatti. Chissu, pron. dimostr. costui; codesta cosa Chista f. di chistu. Chistu pron. dimostr. questi; questa cosa. Chitari, tr. Solleticare . Chidiri, tr. chiudere. Chiummu, m. piombo.. Chiunnacc, avv. pi in qua. Chiunnadd, avv. pi in l. Chiriri, intr. prudere. Chiuritu, m. prurito. Chiuttostu, avv. piuttosto. Chiuviddicari e chiuviddochiari, intr. piovigginare. Chiuvuta, f. pioggia. Ciaca, f. ciottolo. iacca, f. fenditura. iaccari, tr. spaccare. Ciafalata, f schiaffo. Ciampa, f. zampa. Ciampata, f. zampata; schiaffo. iancata, f. fiancata. Cianciana, f. sonaglio. Ciancianedda, f. campanella. iancu, m. fianco. Ciaramedda, f. cornamusa. Ciaramida, f. tegola. Ciaramiddaru, m. suonatore dicornamusa. Ciaramira, f. tegola. iarari, tr. fiutare, annusare intr. mandare odore. Ciareddu, m. capretto. Ciarlatanu, m. ciarlatano; chiachierone. iascu, m. fiasco di vetro. iatari, intr. fiatare. iatu, m. fiato; respiro. Ciula, f. cornacchia; fig. chiacchierone. iutari, tr. fiutare; intr. mandare odore. iuru, m. odore. iaurusu, agg. odoroso. Ciclu, m. pensiero fisso. Cicra, f. tazzina da caff. Cicchiciacchi, m. cartoccino esplosivo per giochi e feste Ciccu, m. cerchio, circo equestre. Ciccu, dim. di Francesco. Cchira, f, tazzina da caff. Cicm.. pigolio degli uccelli e micini;pene dei bambini. Ciciredda, f . lattarini, pesciolini piccolissimi. Cicireddu, m. ragazzo vivace che va di qua e di l . Cciru, m. cece; diri cicri e-fari favi dire una cosa e farne unaltra. Ciciulena, f. semi del sesamo cosparsi sul pane. Ciddiari, intr. vagabondare Cigna, f. correggia; cinghia. Ciluccu, m. gilet, panciotto. Cileppu, m. giulebbe; cibo appetitoso o di bevanda dolce molto gradita. Cillitta, f. pene dei bambini . Cima, f, cima, sommit; bacchett aadoperata per misurare le botti. Cimari, tr. imbastire. Cimentu, m. cemento. Cimera, f. cima ; testa .

Cmicia, f. cimice. Ciminera, f. canna fumaria. Cimina, f. canna fumaria. Cimiteru, m. cimitero. Cinechina, f. cinquina. Cincili, m. gengiva. Cincu, num. cinque. Cincucentu, num. cinquecento. Cincumila, num. cinquemila. Cnima, m. cinema. Cnniri, f. cenere. Cinquantacincu, num. cinquantacinque. Cinquantinu, agg. cinquantenne. Cinta, f. cinta; cintura. Cintmitru, m. centimetro. Cintinaru, m. centinaio. Cintrinu, m. centrotavola, centro. Cintu, m. cintura. Cintura, f. cintura. Cinturetta, f. dim, di cintura; anello matrimoniale. Ciocca, f. chioccia. Cioffu, m. ciuffo dei capelli. Ciolla, f. pene. Cipudda, f. cipolla; fig. prominenza sulla nocca dell'alluce. Cipuddata, f. cipollata, pietanza a base di cipolla. Cira, f. cera. Cirasa, f. albero e frutto del ciliegio. Circari, tr. cercare. Circu, m. cerchio. Crculu, m. cerchio; circoli. Circuni, m. cerchione. Circustanza, f. circostanza. Cirimnia, f. cerimonia. Cirmuniusu, agg.cerimonioso. Cirinu, m. cerino. Ciriveddu, m. cervello. Ciirnera, f, cerniera. Cirottu, m. cerotto; lucido per scarpe. Cirusu, agg. pallido come la cera; bazzotto, dell'uovo. Cista, f. cesta, paniere. Cit, f, citt. Citari, tr. chiamare in giudizio. Citazzioni, f. chiamata in giudizio. Citrolu, m. cetriuolo; fig citrullo. Ci, cip, voce onomatopeini dei pulcini e degli uccellini. Ciuciulari, intr. cinguettii;bisbigliare. Ciuciulara, f. chiacchiera; fronzolo. Ciuciuliari, intr. cinguettare, pigolare; bisbigliare. Ciuffu, m. ciuffo di capelli. iumara, f. fiumara. iumi, m. fiume; gran numero dipersone; gran quantit di cose. Ciuncari, tr. storpiare . Ciuncu, agg. storpiato, scianca paralitico. Ciunna, f. fionda. iunnuni, m. graffio. iuraru, m. fioraio. iuri, m. fiore; fig. regalino; parte migliore di qualcosa. iuriri, intr. fiorire. iusciamuschi, m. perdigiorno, fannullone. iusciari, intr. soffiare. iusciata, f. soffiata. isciu, m. soffio. Civari. tr. cibare. Civittiari, intr. civettare, di donna. Civu, m. cibo.

Clcchisi, m. clacson. Classi, f. classe. Clssicu, agg. estroso, faceto, allegro. Clienti, m. cliente. Clisteri, m. clistere. C, prep. art. con il. Coca, f. cuoca. Cocca, agg. indef. inv. qualche. Coccadunu, pron. indef. qualcuno. Cocchi, agg. indef. inv. qualche. Cocchicosa, pron. indef. qualcosa. Cocchidunu, pron. indef. qualcuno. Ccciu, m. chicco, acino. m. foruncolo Cocciuta, f. denominazione generica per molluschi bivalvi. Cocciularu, m. chi coltiva e vendele cozze . Cocc, m. uovo e f, gallina, infantile. Coccu, agg. indef. qualche. Coccuccosa, pron. indef. qualcosa. Cocina, f. calce. Cciri, tr. cuocere; cucinare; intr. scottare. Cocu, m. cuoco. Codda, f. colla. Codda, f. collina in genere. Codda, f. corda. Coddara, f. caldaia. Coddiari, tr. scaldare. Coddu, m. collo. Cdici, m. codice. Cfanu e cfinu, m. cesta fatta di vimini. Cgghiri, tr. cogliere; avvolgere, rotolare. Cllira, f. collera; dispiacere, cruccio. Collu, m. collo, grosso pacco. Colonnetta, f. comodino. Corneggine, avv. come sia sia. Cmicu, m. attore comico, agg. ridicolo. Cmidu, m. comodo; pl. comodit. Cmidu, agg. comodo Comzziu, m. comizio. Commudita, f. comodit. Cmmudu, agg. e sost. m. a modo. Com, m. canterano. Comodinu, m. comodino. Comora, avv. per ora. Comprici, m. complice. Comu, avv. di maniera come. Cona, f. nicchia con statua su altare. Cnsulu, m. pranzo che si offre a chi ha appena avuto un lutto. Conti, m. conte. Contra, prep. contro. Contrabbanneri, m. contrabbandiere. Contrabbannu, m. contrabbando; loc. avv. nascostamente. Contrachiavi, f. controchiave. Contrafari, tr. contraffare, rifl. travestirsi. Contrafattu, agg. brutto, deforme. Contrapigghiari, tr. contraddire rifl. litigare. Contrapilu, m. contropelo. Contravinzioni, f. contravvenzione. Contru, prep. contro. Conu, m. cono. Conza, f. concia di pelle; condimento. Conzuni. m. torchio. Coppu, m. recipiente di carta a di cono. Cppula, f. coppola ; fig. m. corvo. Corcarunu, pron. indef. qualcuno. Corchi, agg. indef. inv. qualche. Corchiccosa, pron. indef. qualcosa. Corda. f. corda. Cori, m. cuore; coraggio; desiderio.

Criu, m. cuoio. Cornu, m. corno. Corpu, m. corpo, colpo; scoppio; paralisi, infarto. Corvu, m. corvo; fig. iettatore. Cosa, f. cosa. Cscia, f. coscia. Cosetta, f. calza. Costu, m. costola. Ctima, f. quota, parte. Cttimu, m. cottimo. Cottu, agg. cotto; innamorato; ubriaco. Cozza, f. cozza. Cozza, buccia; guscio dell'uovo. Cozzu, m. nuca; di cozzu . Crada, f. grata, inferriata. Crancatu, agg. intorpidito per essere stato troppo a lungo nella stessa posizione. Crapa, f. capra. Crapraru, m. capraio; fig. zotico. Craprcciu, m. capriccio. Crapricciusu, agg. capriccioso. Crastagneddu, m. castrato; montone giovane. Crastu, m. castrato; fig. cornuto. Crauni, m. carbone. Cravaccari, tr. Cavalcare. Cravunatu, m. bicarbonato di sodio . Cravnchiu, m. foruncoli . Crditu, m. il credito. Crsia, f chiesa. Cretinu, agg. cretino. Crianza, f creanza. Criata, f. cameriera. Criaturi, m. bambino; escl, poverino! Cricca, f chierica. Criccu, m. graffa; cricco. Cridenza, f. armadio in cui si trvano i cibi e le stoviglie. Cridenza, f. il credere; buona riputazione. Crdiri e crriri, tr. credere, Cridituri, m. creditore. Crienti, m. cliente. Criminali, agg. criminale. Cripari, intr. crepare, morire. Cripatu, agg. screpolato. Crisantemu, m. crisantemo. Criscenti, m. crivello grande e a larga per vagliare il grano Criscimgna, f. il vaso in cui si conserva il lievito. Crsciri, tr. accrescere; intr. crescere. Crisisticu, agg. religioso, Crsima, f. cresima. Crisimari, tr. cresimare; fare da padrino o da madrina. Crispedda, f. frittella. Cristallera, f. armadio a vetri in cui si conservano le stoviglie. Cristallu, m. cristallo, vetro, Cristeri, m. clistere. Cristianu, agg. e sost. m. cristiano; individuo; fig. di persona giudiziosa. Cristu, m. Ges Cristo. Crita, f. creta. Critriu, m. criterio. Crtica, f. riprovazione, disapprovazione. Criticari, tr. criticare. Criu, m. setaccio, crivello. Crivatta, f. cravatta. Criveddu, m. crivello. Crivu, m. crivello. Croccu, m. gancio, persona rattrappita. Crozza, f. teschio, cranio.

Crozza, f. stampella, gruccia. Crucchiuluni, m. crosta del pane. Cruci, f. croce. Cruciatu, agg. tormentato. Crucifissu, m. crocefisso. Crudu, agg. crudo. Cruna, f. corona. Crusta, f. crosta. Crutu, agg. crudo. Cruvicari, tr. seppellire. Cruzzari, intr. cozzare, urtare. Cruzzutu, agg. testardo. Cu, pron. rel. chi; indef. chiunque. Cu, pron. interr. chi? prep. con. C, prep. art. con il, con la. Cubbu, agg. cupo; nuvoloso. Cucca, f, civetta; fig. iettatore,cucca. Cuccari, tr. coricare; rifl. coricarsi. Ccchia, f. coppia; tipico dolce natalizio. Cucchiara, f. cucchiaio. Cucchiarata, f. cucchiaiata. Cucchiaru, m. cucchiaio. Cucciari, tr. piluccare; dell'uva:iniziare a maturare. Cucc, m. cuculo; civetta. Cucvulu, agg. di facile cottura. Cucuzza, f. zucca, fig. testa capo;persona stupida. Cuda, f. coda, scherz. pene; fig. prolungamenti in genere. Cudata, f. taglio di carne vicino alla coda. Cuddana, f. collana. Cuddari, intr. tramontare; sparire. Cuddari, tr. e rifl. Inghiottire rifl. fig.credere. Cuddaru, m. collare. Cuddata, f. tramonto. Cuddura, f. pane a forma di ciambella. Cudduredda, f. dim. di cuddura; dolce tipico, ciambella. Cudduruni, m. grosso pane a forma di ciambella. Cueded, pron. indef. chiunque sia. Cuegghi, pron. indef. chiunque sia. Cuetu, agg. quieto, tranquillo. Cufina, f cesta. Cufinu, m. cesta. Cufularata, f. pettegolezzi, Cufularu, m. focolare. Cugghiuni, m. coglione. Cugghiuniari, tr. prendere in giro, intr. scherzare. Cugghiuta, f. raccolta. Cugna, f. conio, Cugnata, f. cognata. Cugnatu, m. cognato. Cugnetta, f. dim. di cugna. Cugnorni, m. cognome. Cugnu, m. conio; rattoppo. Cui, pron. rel. chi; interr. ch? indef. chiunque. Cuitu, agg. uieto. Cuitari, tr. acquietare; rifl. calmarsi. Culari, tr. colare; intr. gocciolare. Cularinu, m. ano. Culazzioni, f, colazione. Culera, f. colera. Cullana, f collana. Cullggiu, m. collegio; carcere gerg. Cullettu, m. colletto. Cullucari, tr. collocare. Culonna, f. colonna. Culonu, m. colono. Culu, m. culo. Culumbrina, f. originariamente.

Colombina, maschera teatrale. Culuri, m. colore. Culutu, agg. fortunato. Cumannanti, m. comandante. Cumannari, tr. comandare. Cumannu, m. comando, ordine. Cumbrccula, f. combriccola. Cumddia, f. commedia; noia, scocciatura; baccano. Cuminciari, tr. cominciare. Cummari, f. comare; madrina. Cummttiri, intr. Combattere. Cummniri, intr. convenire. Cummentu, m. convento. Cummrciu, m. commercio. Cummigghiari, tr. coprire; fig.nascondere; rifl. coprirsi. Cumminari, tr. combinare; fare. Cumminazzioni, f. combinazione. Cummnciri, tr. convincere. Cumminienza, f. convenienza. Cummircianti, m. commerciante. Cummirianti, m. commediante, attore. Cummgghiu, m. coperchio. Cumpagnia, f. compagnia. Cumpagnu, m. compagno. Cumpanggiu, m. companatico. Cumpari, m. compare. Cumpariri e cumpriri, int. comparire. Cumpatiri e cumptiri, tr. compatire. Cumpiaciri e cumpicir, tr. compiacere; rifl. provare piacere. Cumpitu, agg. compito, gentili Completu, agg. Completo. Comliplimentu e cumprimentu, m. dono. Cumplimintari e cumprimintari, tr. donare. Cumprnniri, tr. comprendere, Cumpimintusu, agg. Cerimonioso. Cumpurtari, tr. sopportare; comportarsi. Cmulu, m. cumulo. Cumuni, agg. comune. Cumuni, m. comune, ente ammistrativo; comunit. Cumunicari, tr. comunicare; rifl. ricevere l'Eucarestia. Cumunicatu, sost. m. giornale radio, telegiornale. Cumunioni, f. comunione. Cumunista, m comunista, Cuncdiri, tr. concedere. Cunchidiri, tr. concludere. Cunchiusioni, f. conclusione. Cunciari, tr. condire. Cuncimi, m. concime. Cuncurrenza, f. concorrenza. Cuncursu, m. concorso. Cunfanfarari, intr. confarsi, calzare persuade. Cunfettu, m. confetto. Cunfidari, tr. confidare; rifl. confidarsi. Cunfidenza, f. confidenza; familiarit. Cunfini, m. confine. Cunfissari, tr. confessare; rifl. confessarsi. Cunfissatu, pari. confessato. Cunfissuri, m. confessore. Cunfortu, m. conforto. Cunfratrnita, cunfraternit, f. confraternita. Cunfruntari, tr. confrontare. Cunfruntu, m. confronto. Cunfnniri, tr. confondere; rifl. confondersi.

Cunfurtari, tr. confortare. Cunfusioni, f. confusione. Cungghiu, m coniglio. Cunnanna, f. condanna. Cunnannari, tr. condannare. Cunnella, f. gonna. Cnniri e cunniri, tr. condire; sporcare. Cunnciri, tr. condurre. Cunnumniu, m. condominio. Cunnutta, f. condotta. Cunta, f. atto del contare. Cuntari, tr. raccontare; contare; intr. avere autorit. Cuntaturi, m. contatore. Cuntniri, tr. contenere; rifl. dominarsi. Cuntenti e cuntentu, agg. contento. Cuntinenti, m. continente. Cuntinintali, agg. e sost.m. continentale. Cuntintari, tr. contentare: rifl. accontentarsi. Cuntintizza, f. contentezza, gioia. Cuntinuari, tr. continuare; intr. durare. Cuntnuu, agg. continuo. Cuntissa, f. contessa. Cuntra, f. coperta. Cuntrabbannu, m. contrabbando. Cuntrariari, tr. contrariare. Cuntrariit, f. contrariet, disgrazia. Cuntrriu, agg. contrario: ostile. Cuntrastari, intr. contrastare. chiacchierare Cuntrastata, f. conversazione. Cuntrattari, tr. contrattare. Cuntrattu, m. contratto. Cuntravvinzioni, f. contravvenzione. Cuntrollu, m. controllo. Cuntrulluri, m. controllore Cuntu, m. conto, calcolo. Cuntu, m. racconto. Cuntunniari, tr. Contornare. Cunventu, m. convento. Cunvnciri, tr. convincere. Cunvinienza, f. convenienza. Cunzari, tr. riparare, aggiusta; condire. Cunziddirari, tr. considerare. Cunziddirazzioni, f. considerazione. Cunzgghiari, tr. consigliare. Cunzgghiu, m. consiglio. Cunzulari, tr. consolare. Cunzulazzioni, f. Consolazione. Cunzumari, tr. consumare; rovinare; rifl. rovinarsi. Cunzuntu, agg. tisico. Cuocu, m. cuoco. Cuprchiu, m. coperchio. Cuperta, f. coperta. Cupiari, tr. copiare. Cupirtuni, m. copertone. Cuppinu, m. mestolo. Cupputu agg. fondo; cupo. Cupu, agg. cupo. Cpola, f. cupola. Cura. f. cura, terapia. Curaddu, m. corallo. Curadduzzu, m. corallino, pastina. Curaggiu, m. coraggio. Curaggiusu, agg. coraggioso. Curari, tr. curare. Curcari, tr. coricare; rifl. coricarsi. Curdaru, m. cordaio. Curdedda, f. nastro di cotone. Curduni, m. accr. di corda, cordone. Curina, f. grumolo; fig. centro di qualunque cosa. Curiusitusu, agg. curioso.

Curiusu, agg. curioso. Curnata, f. cornata. Curnici, f. cornice. Curniciuni, m. cornicione. Curnutu, agg. Cornuto. Curpa, f. colpa. Curpari, intr. avere colpa. Curpiceddu, m. dim. di corpu ; leggera paralisi. Curpiri, tr. colpire. Currggiri, tr. correggere; rifl. correggersi. Currenti, f. corrente. Curra, f. cinghia. Curriola, f. carriuola. Crriri, intr. scorrere; correre. Currituri, m. corridoio. Currituri, m. corridore. Curru, e currivu, m. cruccio; puntiglio; ripicca. Crrula, f. carrucola. Curruta, f. corsa. Cuna, f. corsa; di cursa loc. avv. di corsa. Cursu, m. corso, lo scorrere dei liquidi. avv. di corsa. Curtigghiara, f. attaccabrighe. Curtigghiari, intr. fare pettegolezzi. Curtigghiaru, agg. e sost. m. pettegolo e volgare. Curtgghiu, m. vicolo cieco; cortile; pettegolezzoe. Curtis, f. cortesia. Curtivari, tr. coltivare. Curtu, agg. corto; breve. Curuna, f. corona. Cus, avv. chiss; cong. se. Cuscenza, f. coscienza. Cuscinu, m. cuscino, guanciale Cuscinziusu, agg. coscienzioso Cscusu, m. pasta in granelli; inter. Caspita! Csiri e cusiri, tr. Cucire. Cussaluti, inter. salute! Cuss, avv. cosi. Custaddedda, f. gostadella. Custari, intr. costare. Custioni, f. questione; lite , disaccordo. Custipari, tr. restringere; rifl. raffreddarsi, incatarrare. Custodi, m. custode. Custrnciri, tr. costringere. Custruiri, tr. costruire. Custu, m. costola. Custumi, m. costume, usanza; .costume da bagno. Custura, f. questura. Custura, f. cucitura, f, sarta. Custureri, m. sarto. Cusutu; part. pass. di csiri; stretto insieme. Cusuzza, f dim. di cosa, regalino. Cuteddu, m. coltello, Cutidddata, f. coltellata; fig. dolore atroce. Cutiddazzu, m. coltellaccio. Cutiddiari, tr. accoltellare. Cutra. coperta da letto. Cutruni, m. grossa coperta imbottita. Cuttunata, f, coperta imbottita, Cuttuneddu, m. dim. di cuttuni, neve a piccoli fiocchi. Lanella sotto i letti. Cuttuni, m. cotone, Cuttunina, f. coperta imbottita. Cuttura, f. cottura. Cutturiari, tr. assillare. Cuttuttu, avv. con tutto ci. Cutugnata, f. cotognata. Cutugnu, m. cotogno.

Cutulari, tr. scuotere. Cutupidi, m. pl. scherz. testicoli Cuvari, tr. covare. Cuvata, f. covata. Cuvrchiu, m. coperchio. Cuvernu, m. governo. Cuverta, f. coperta. Cuvirnari, tr. governare. Cuzzettu, m. parte bassa della nuca. Cuzziari, tr. prendere a scapaccione. Czzica, f. crosta che si forma sulle ferite; escrementi del naso, degli occhi, degli orecchi; nuca. D Da, prep. art. della; dalla. Dacapu, avv. daccapo. Daccudd, avv. cosi. Daccuss, avv. cos. Dacquant, avv. ormai da molto tempo. Daiunu, agg. digiuno Dalli, sost. m. pomeriggio; avv. oggi pomeriggio. Dammggiu, m. danno; truffa. Dammiiana e dammiggiana, f. damigiana. Dappressu, avv. andare dietro a qualcuno. Dapprincpiu, avv. da principio. Dari, tr. dare; donare . Darr, prep. e avv.dietro. Darreri, prep. E avv. di dietro Darreti, prep. e vv. dietro. Il posteriore. Darreti prep. E avv. dietro. Darra, prep. e avv. dietro. Dattgghiu, avv. accanto. Dattorni, avv. intorno. Datu, agg. totalmente dediti ; Daura, avv. presto. Davanti. prep. avv. davanti. Daveru, avv. davvero; seriamente. Dda, agg .f. quella. Dd, avv. l, quello, quella. Ddabbanna, avv. di l; prep. oltre Ddadintra e ddaintra, avv. li dentro. Ddaffora, avv. l fuori. Ddagghiusu, avv. laggi. Ddammenzu, avv. 1i in mezzo. Ddammusu e ddamusu, soffitto a volta. travatura di legno, prigioni di isolamento. Ddaccapu, avv. lass. Ddanfacci, avv. li difronte. Ddannarisi, rifl. Dannarsi, struggersi. Ddannficu, agg. dannoso . Ddannu, m. danno. Ddannusu, agg. dannoso. Ddaparti, avv. dall'altra parte, Ddarreri, avv. l dietro. Ddassupra, av. l sopra. Ddassutta, avv. laggi. Ddassuttuna, avv. laggi molto in basso . Ddattari, tr. intr. dare o succhiare il latte. Ddatteccianci, sost. e agg. inv. chi profitta e tuttavia si lamenta . Dduru, m. alloro. Ddavva, aw. verso l. Ddzziu, m. dazio. Ddzziu, m. boria . Ddbbitu, m. debito. Ddbbuli, agg. debole; sost. m. punto debole. Ddemocrticu, agg. e sost. m. democraticu .

Ddemocrazza, f. democrazia . Ddi, agg. quelli; quelle. Ddiabbeti, f. diabete. Ddiabbticu, agg. diabetico. Ddialettu, m. dialetto. Ddiamanti, m. diamante. Ddibbulizza, f. debolezza. Ddibbusciatu, agg. debosciato. Ddicarbunatu, m. bicarbonato di sodio. Ddiccaculu, m. lecchino , ruffiano. Ddiccapiatti, tr. Lecchino, ruffiano. Ddiccari, tr. Leccare, fig.adulare. Ddicdiri, tr. decidere. Ddicdiri , tr. digerire; fig. sopportare. Ddictiri, tr. decidere. Ddictiri, tr. digerire. Ddicoru, m. decoro. Ddieta, f. digiuno. Ddifettu, m. difetto; imperfezione, Ddiffcili, agg. difficile. Ddifficurt, f. difficolt. Ddifficurtusu, agg. difficoltoso. Ddiffirenza, f. differenza. Ddifisa, f. difesa. Ddifittari, tr. procurare un difetto; intr. difettare. Ddifittivu, agg. persona a corto di quattrini. Ddifittusu, agg. difettoso. Ddignu, agg. degno. Ddilicatu, agg. delicato. Ddilicenti, agg. intelligente. Ddilicenza, f. intelligenza. Ddilinguenti, agg. e sost. m. delinquente. Ddilizzirisi, rifl deliziarsi. Ddilzziu, m. delizia, piacere. Ddilliriari, intr. delirare. Ddillriu, m. delirio. Ddilluviari, intr. diluviare. Ddillviu, m. diluvio. Ddimanninu, m. accattone, questuante, importuno. Ddimurari, intr. tardare. Ddimuratu, agg. del cibo: standio, rancido;, raffermo Ddiniscanzi, esci. Dio ci scanpi! Ddincchiu, m. ginocchiu. Ddinnzia, f. denunzia; querela. Ddinunziari, tr. sporgere querela. Ddipirdrsi, rifl. guastarsi, perdersi, andare a male. Ddiploma e ddiproma, m diploma. Ddiplomrisi e ddipromrisi, rifl. diplomarsi. Ddiprizzirisi, rifl. rovi narsi Ddipurtari, tr. guidare; rif. comportarsi. Ddirggiri, tr. dirigere. Ddirilittu, agg. deperito, denutrito. Ddiritturi, m. direttore. Ddirizzioni, f. direzione; indirizzo. Ddisamuratu, agg. disamorato. Ddisanuratu, agg. disonorato. Ddisanuri, m. disonore. Ddisertu, m. aborto Ddisertu, m. deserto; agg. deserto. Ddisiari, tr. desiderare; rifl. augurarsi. Ddisiddriu, m. desiderio. Ddisiddirari, tr. desiderare Ddisiddirusu, agg. desiderioso. Ddisignu, m. disegno; progetto. Ddisinfittari, tr. disinfettare. Ddissinnatu, agg. dissennato. Ddisinzatu, agg. distratto. Disoccupatu,agg. disoccupato.

Ddisddini, m.disordine. Ddisnestu, agg. disonesto. Ddisrdinii, m. disordine. Ddissapitu, agg. Insipido. Ddisubbricrisi, rifl. disobbligarsi. Ddi, m. Dio. Ddivanu, m. divano. Ddivrisi, rifl. andare a lavorare presto. Ddivatu, agg. affitto. Ddivniri, intr. accadere. Ddivintari, intr. diventare. Ddivirtimentu, m. divertimento. Ddivirtrisi, rifl. divertirsi. Ddivirtuta, f. divertimento; scampagnata. Ddivisa, f. divisa. Ddivisioni, f. divisione, spartizione. Ddivotu, agg. devoto. Ddivuzzioni, f.. devozione. Ddocabbanna, av. da codesta parte. Ddocagghiusu, avv. costaggi. . Ddocammenzu, avv. in mezzo alle cose che hai dinanzi agli occhi . Ddocappressu, avv. un poco pi avanti o pi in l. Ddocarreri, avv. cost dietro. Ddocassupra, avv. costass. Ddocassutta, avv. costaggi. Ddfocavanti, avv. cost. Ddocu, avv. cost. Ddocumentu, m. documento. Ddominiddu, m. domineddio. Ddmmiri, intr. dormire. Diprezzu, m disprezzo. Disprizzari, tr. disprezzare. Dissapitu, agg. insipido. Ddomu, m. duomo, cattedrale. Ddonna, avv. di nuovo. Ddonnanu, avv. di nuovo. Ddonnaota, avv. di nuovo. Ddonnnniri, m. elegantone, bellimbusto; prepotente. Ddoppu, prep. e avv. dopo. Ddoppumanzionnu e ddoppumenzionnu, avv. dopo mezzo-giorno, nel pomeriggio. Ddosa e ddosi, f. dose. Ddoviri, m. dovere. Ddritta, f la parte diritta di qualcosa. Ddritta, avv. in piedi. Ddrttu, agg. diritto; eretto. Ddrittu, agg. Destro. Ddrizzari, tr. raddrizzare. DDrummintari e ddummintari , tr. addormentare; rifl, addormentarsi. Ddruncchiu, m. ginocchio. Ddruvigghiari, tr. svegliare; rifl. svegliarsi. Ddu, agg. due, quello. Ddubbari, tr. saziare, bastonare; rifl. rimpinzarsi. Ddubbitari, intr. dubitare. Ddbbiu, m. dubbio. Dduentu, agg. duecento. Dddid, agg. dodici. Ddudicina, f. circa dodici. Ddui, agg. due. Ddulliari, intr. e rifl. ritardare. attardarsi. Ddulurari, tr. addolorare . Ddumanna f. domanda. Ddumannari, tr. domandare, chiedere l'elemosina. Ddumanneri eDdumanninu, m. accattone, questuante importuno. Ddumari, tr. accendere; int. arrabbiarsi Ddummsciri, tr. addormentiare; rifl.

addormentarsi. Ddunrisi, rifl. andare a controllare sul posto . Ddunata, f. capatina. Dduoppumanciari, avv.. dopo pranzo. Ddppiu, m. doppio. Ddutturi, m, medico. Dduviri, m. dovere. D, prep. art. dei, degli, delle. Deci, agg. dieci. Denti, m. dente. Detta, f. sfortuna. Distinari, tr. destinare. Distinatu, agg. destinato. Di, prep. di. D, prep. ari. dei, degli, delle; dai dagli, dalle. Diintani, escl, diamine; sost. diavolo. Diriu, m. diario. Diarria, f. diarrea. Divulu e diulu, m. diavolo;mascalzone;ragazzo vispo. Dica, f. debolezza; svenimento;pensiero molesto. Dicchi, avv. per di pi. Dicembri, m. dicembre. Diciadottu e dicidottu, agg. diciotto. Diciadotturi, m. le ore pi calde della giornata . Diciannovi e dicinnovi, diciannove. Diciassetti e dicissetti, agg. diciassette. Dicina, f. dicina. Dicretu, m. decreto. Diddaddiddu, avv. spontaneamente. Diiunari, intr. digiunare. Diiunu, agg. e sost. m. digiuno. Diiusu, avv. gi. Dinri, m. pl. quattrini, soldi. Dinaru, m. denaro, moneta. Dintera, f. dentiera. Dintista, m. e f. dentista. Dintra, avv. eprep. dentro. Diri, tr. dire; narrare Discacciari, tr. bistrattare, angariare. Discpitu, m. scapito, danno Discsciu, m. malanno, danni. Discinnenza, f. discendenza; stirpe. Discnniri, intr. discendere. Discrriri, intr. discorrere, chiacchierare. Discurruta, f. conversazione. Discursu, m. discorso; affare, faccenda. Discussioni, d, discussione,conversazione. Disrramu, agg. vagabondo; poveraccio. Disfcili, agg. difficile. Disfidcia, f, diffidenza. Disfizziari, tr. disgustare, nauseare, amareggiare. Disgrzzia, f. disgrazia, sventura. Dishrazziatu, agg. disgraziato. Dispettu, m. dispetto. Dispiciri e dispiaceri, m. tr. dispiacere; dispiacersi.. Dispinzari, tr. dispensare. Dipirrisi, rifl. disperarsi. Dispiratu, agg. e sost. m. disperato. Dispirazzioni, f. disperazione; miseria. Dispisari, tr. esentare, dispensare. Dispittusu, agg. dispettoso.sorte. Distinu, m. destino. Ditrettu, m. distretto militare. Distrubbari, tr. disturbare. Distrubbu, m. disturbo. Distrdiri, tr. distruggere; sciupare.

Distruditu, agg. bambino che consuma presto i panni. Dittu, part. pass. di diri. D, prep. art. del, dello. Dognannu, avv. ogni anno. Dognunu, pron. ognuno. Dliri, intr. dolere; rifl. provare dispiacere. Dolu, m. dolore. Dompeppinappa, m. babbaleo, sciocco. Don, titolo onorifico di persone cospicue. Donfannenti, m. fannullone, bighellone. Donna, f. donna; figura delle carte da gioco; titolo onorifico. Doppumanciari, avv. dopopranzo, dopo cena. Drmiri, tr. dormire, sbadato, pigro. Dota e doti, f. dote; corredo della sposa. Du, agg. due. D, prep. art. del, dello; dal, dallo. Ducazzioni, f. educazione. Ducazziunatu, agg. educato. Ducentu, agg. duecento. Duci, agg. dolce; m. dolce. Duciazzu, agg. troppo dolce. Ducizza, f. sapore dolce. Ddici, agg. dodici. Dudicina, f. circa dodici. Ducana, f. dogana. Dui, agg, due. Duluri, m. dolore. Dulurusu, agg. doloroso. Dumani, avv. domani. Dumanissira, avv. domani sera. Dumazzi, m. il due di bastoni; cravatta, farfalla. Dumila, agg. duemila. Dumnica, f. domenica. Dunazzioni, f. donazione. Dunca, cong. dunque. Dunci, agg. dolce. Dunni, aw. dove. Durari, intr. durare. Durceri, m. dolciere, pasticcie re. Durmigghiuni, m. dormiglione. Durmigghiusu, agg. assonnato; pigro, Dormuta, f. dormita. Duru, agg. Duro, caparbio, tenace; poco intelligente. Durvicari, tr. seppellire. Duttrina, f. dottrina. Dutturi, m. dottore; medico. E e, .cong. e, ed. , prep. art. ai, agli, alle. Ebba, f. erba. ebbanista, m. ebanista. bbica, f. epoca. Evviva, inter. evviva. Ebbreu, agg. e sost. m. ebreo; persona molto attaccata ai soldi; usuraio; malvagio. Eccomu, m. ecceomo; persola malnutrita.. Eccomu, inter. eccome. Eccresisticu, agg. religioso. dira, f. edera. Educatu, agg. educato. Effettu, m. effetto, Effi, f. effe; lettera dell'alfabeto. Elementari, agg. elementare. Elezzioni, f. pl. elezioni. Elli, f. elle, lettera dell'alfabeto. Enrgicu, agg. energico. Ennaru e nniru, m. genero. Entantu, cong. tuttavia, nondimeno.

Enteroclsimu, m. clistere. Entrata, f, entrata, ingresso; rendita. Enzu, inter. mani; indica il fallo di mano. pica, f, epoca . Eppozza, e anche quando? Epprsiti, inter. bene! bravo! Eppuru, cong. eppure. Erba, f. erba. Erbggiu, m. prato. Erbaloru, m. erbaiolo. Erca, f. dappertutto. rciu, agg. guercio; strabico. Ergstulu, m. ergastolo. Errabbunnu, agg. errabondo. rramu, agg. vagabondo; riottoso, scontroso; poveraccio. Erri, f. erre, lettera dell'alfabeto. Erva, f. erba; erbaggio. Esaggerari, intr. esagerare. Esaggeratu, agg. esagerato. Esami, m. pi. esami scolastici. Esatturi, m. esattore. Esattura, f. esattoria. Esliu, m. asilo d'infanzia. Esposizzioni, f. esposizione. Essi, f. esse, lettera dell'alfabeto. ssiri, intr. essere; stare; partecipa ad un matrimo, m. essere. Est, f. estate. Esternu, agg. esterno; privatista. Estremunzioni, f. estrema unzione. Et, f. et. Ettica, f. tisi. u, pron. io. Evangelu, m. vangelo. Evitari, tr. evitare. F Fbbrica, f, fabbrica. Fabbricari, tr. fabbricare; edificare. Fabbricatu, m. edificio. Facchinu, m. facchino; agg. villano, maleducato. Facci, f. faccia. Facciata, f.. prospetto, di edificio. Facciazza, f.. accr. e pegg.; facciaccia. Faccifara, f.. simulazione; doppiezza, finzione. Facciolu, agg. simulatore. Facciulara, f. doppiezza, finzionone, ipocrisia. Facenna, f. faccenda. Fcili, agg. facile; avv. facilmente. Facilit e facilitati, f, facilit. Facilitari, tr. facilitare. Facilitazzioni, f. facilitazione. Facilmenti, avv. facilmente. Faciola, f. fagioli. Fadali e farali, m. grembiale, Fagottu, m. fagotto, involto. Fallignami, m. falegname, Fallimentu, m. fallimento. Fallu, m. fallo, nel calcio. Fallutu, m fallito; agg mancato. Falsificari, tr. falsificare. Fama f, fama. Fami, f. fame. Fammgghia, f. famiglia. Fammaca, f. farmacia, Famusu, agg. famoso. Fanali, m fanale, faro. Fanticu, agg. e rn. fanatico; vanitoso. Fanfaruni, m. fanfarone, millantatore.

Fangu, m. fango; fig. condizione vile. Fangusu, agg. fangoso. Fantara, f. fanteria. Fantasa, f. fantasia. Fari, tr. fare. Farina, f, farina. Farinazzu, m. farina non ancora stacciata. Farinusu, agg. farinoso. Farsu, agg. falso. Fascedda, f. fiscella. tipici contenitori per la ricotta un tempo erano fatte di canne. Fscia, f. fascia. Fasciari, tr. fasciare. Fsciu, m. fascio. Farsumuru, m. falsornagro reg., pietanza a base di carne farcita. Fasesu, agg. scemo; non funzionante. Fastddiu, m. fastidio. Fatta, f. specie, sorta; fatta. Fattareddu, m.fatterello. Fatticeddu, m. fatterello. Fattu, m. fatto. Fattu, pari. pass. di fare. Fuci, f, falce. Faudali, m. grembiale. Fula, f. favola. Fauri, m. favore. Fusu, agg. Falso. Fava, f, fava. Fvula, f. favola. Favuri, m. favore. Favuriri, tr. favorire, aiutare. Fazzulettu, m. fazzoletto. Fazzumi e fazzuni, fattezze del corpo o del viso. Febbriu, m. febbraio. Fedda, f. fetta. Fenu, m. fieno. Feli, m. fiele. Fera, f. fiera, mercato. Fermu, agg. fermo; persona forte, robusto. Ferru, m. ferro; ferro da stiro. Fesi, m. beccastrino, zappa lunga e tretta. Festa, f. festa. Festivu, agg. festivo. Ftiri, intr. puzzare. Fetu, m. puzzo. Feu, m. feudo. Fudu e fiudu, m. feudo. Fezza, f. feccia. Ffaccirisi, rifl. fare una breve visita. Ffaccisutta, avv. bocconi. Ffamatizzu, agg. morto di fame. Ffannari, intr. stancarsi. Ffannatu, affannato. Ffannu, m. affanno. Ffirrari, tr. afferrare; rifl. azzuffarsi. Ffruntrisi, rifl. vergognarsi, arrossire. Ffucari, tr. strozzare; rifl. Restare soffocato. Ffunciari, intr. mettere il bronci. Ffunciatu, agg. imbronciato. Fiascu, m. fiasco. Fbbia, f. fibbia. Fica, f. vulva, fica. Fcatu, m. fegato. Ficazzana, f. variet del frullo del fico. Ficcari, tr. ficcare. Ficcata, f, coito. Ficudinnia, m. fico d'India. Fidari, tr. affidare; rifl. fidarsi. Fidatu, agg. fidato. Fidi, f. fede.

Fidcia, f. fiducia. Fiiu, m. feudo. Fgghia, f. figlia. Figghiari, tr. figliare, partorire. Figghiastru, m. figliastro. Figghiolu, m. fanciullo, ragazzo; garzone. Figghiozzu fighiuozzu, m. figlioccio. Figghittu, m. figlietto. Figghhiu e fgliu, m. figlio. Figura, f. figura. Figurrinu, m. persona elegante moda. Filarii, tr. filare. Filici, agg, felice. Filicit, f, felicit. Filnia, f. ragnatela. Filiniusu, agg. sospettoso, Flippa, n. pr. filippa; gioco carte, Filmi. m. film. Fimmina, m. filo. f. femmina. Fimminedda, f. Femminella; invertito. Fimminaru, m. donnaiolo. Fnciri, tr. fingere, far credere. Fina, prep. fino. Fini, f. fine, termine. Finiri, tr. finire, portare a compimento. Fincchiu, m. finocchio; invertito. Finu, agg. fino, sottile; abile, scaltro. Finu, prep. sino. Firettu, m. furetto. Firiri, tr. ferire. Firma, f. firma. Firmari, tr. fermare. Firmari, tr. firmare. Firriatura, f. serratura. Firnica, f. pensiero assillante. Firraru, m. fabbro. Firriari, tr. girare. Firriolu, m. mantello. Fissa, f. organo genitale femminile. Fissa, agg. fesso. Fissarla, f. fessera, sciocchezza. Fistinu, m. festino. Fitenti, agg. fetente. Fitinza, f. Schifezza. Fittu, m. affitto. agg. fitto, folto. Fitusu, agg. fetido, puzzolenti. Fbbiia, f. forbice. Focu, m. fuoco.. Foddi, agg. folle; pazzo. Fgghia, f. foglia. Fgghiu, m. foglio. Fora, prep. e aw. fuori. Forasteri, agg. e m. forestieri Frficia, f. forbice. Formatu, m. forma. Forsi, ovv. forse. Forti, agg. forte, robusto. Forza, f. forza. Fossa. f. fossa, Fossu, m. fosso Fragghia fracgghia e fraggghia, f. minutaglia di pesci minuti, per frittura. Fbbica, f. fabbrica. Fracchiata, f. bastonare qualcuno. Fraccu, agg. magro, sciupato, Frcitu, agg. fradicio. Frdiciu, agg. fradicio, fig. impostore. Frama, f.. cattiva fama. Francata, f. manata, brancata Francavgghia, avv. gratis;. A sbafo. Francu, agg. libero, esente, gratuito. Frnnula, f. straccio . Frappa, f. lembo d'abito adornato, frangia.

Frriiu, agg. furbastro, fradicio. Frasca, f. frasca; fig. i soldi. Fraschittuni, agg. buono a nulla. Frateddu cugnatufrateddu., m. cognato. Frati, m. fratello. Frazzata, f. coperta da letto confezionata con tessuto grosso e a vivaci motivi ornamentali. Frmiri, intr. fremere. Frenu, m. freni strumento di ferro che si mette in bocca ai cavalli e a cui s'attaccano le redini; fig. governo; ritegno. Frevi, f. febbre. Fricari, tr. fregare, strofinareleggermente. Fricari, tr. fregare, truffare. Friddu, m. freddo. Friddu, agg. freddo. Frigorifaru e frigorferu, m. frigorifero. Friri, tr. friggere. Frinza, f. frangia. Frinzia, f. raccapriccio. Frisari, tr. fresare. Friscalettu, m. zufolo, fischietto. Friscanzana, f. freddura, freddo rigido, venticello fresco. Friscari, intr. fischiare; cigolare. Friscu, m. fresco, freddo temperato. Friscu, agg. Fresco. Friscu, m. fischio. Frisichinu, agg. avaro. Frittedda, f. frittella. Frittu, m. furetto. Frivaluru, m. nato a febbraio. Frivarotu, agg. di febbraio. Frivaru, m. febbraio. Friu, m. pederastra, frlli. Frodi, f. frode. Frsciu, m. pederasta. Fruiuni, m. quantit che sgorga violentemente. Frumentu, m. frumento. Frunti, f. fronte. Fruscgghia, f. trucioli. Frscula, f. fuscello.. Frusta, f. frusta. Frusteri e frustieri, agg. e m. forestiero. Frustari, intr. frustare. Frustinu, m. frustino, scudiscio. Frutta, f. Frutta. Fruttari, intr. fruttare; fig. giovane. Fruttatu, m. fruttato. Frutte, f. fruttiera. Fruttu, m. frutto. Fruvuliatata, f. folata di vento. Fuareddu, m. razzo. Fuattiari, tr. mettere in fuga ii unimale; fig. assilla, invocare, irritare, far stizzire incitare a far presto. Fuchiari, tr. bruciare; fig. stimolali., alzare. Fucusu, agg. infuocato, ardente,collerico, iracondo. Furdda, f. folla, calca. Furddari, tr. stivare, premere; fig.incitare. Fuddignu, agg. volubile. Fuddiscu, agg. volubile, stravagante; originale. Firi, intr. fuggire. Fuitina, f. fuga repentina, scappatella. Fulnia, f. ragnatela. Flmini, m. fulmine. Fumaloru, m. fumaiuolo. Fumari, intr. fumare. Fumariari, tr. letamare. Fumaturi, m. fumatore. Fumeri, m. letame. Fumggiu, m. vapore misto a fumo. Fumiriari, tr. letamare.

Fumiriata fummiriata, f. concimazione. Fummggiu, m. formaggio. Fumu, m. fumo; vanit. Fumusu, agg. fumoso, vanitoso Fncia, f. fungo; muso; broncio. Fnnacu, m. albergo, ostera; fondaco, magazzino. Fnniri, tr. fondere. Funnu, m. fondo. agg. fondo. Funtana, f. fontana. Furaster e furisteri, agg. e m. forestiero. Furbiscu, agg. furbesco. Furbu e fubbu, agg. furbo. Furca, f. forca. Furchetta, f. forchetta. Furchittata, f. forchettata. Furcina, f. forcina. Furcuni, m. forcone. Furettu, m. furetto. Furficiari, tr. sforbiciare. Furgiaru, m. fabbro. Furia, f. furia. Furiusu, agg. furibondo. Furma, f. forma. Furmggiu, m. formaggio. Furmatu, agg. formato, compiuto. Furmentu, m. frumento. Furmcula, f. formica. Furmiculu, m. formicolio, brulichio. Furnacella, f. fornellino. Furnaci, f. fornace. Furnaru, m. fornaio. Furniri, tr. fornire; rifl. rifornirsi. Furnu, m. forno; panificio. Furriari, tr. Girare. Furtu, m. furto. Furtuna, f. fortuna. Furtunatu, agg. fortunato. Furtura, f. forte gelo, tempo perturbato. Furnculu, m. foruncolo,. Furzari, tr. forzare, incitare; costringere. Furzata, f. sforzo. Fttiri, tr. fottere, rubare; rifl.rovinarsi. Futtistriu, m. coito. Futtuta, f. coito. Futtutu, part. pass. di fttiri; agg. rovinato G Gabbari, tr. gabbare, ingannare. Gabbasanti, m. ipocrita. Gabbu, m. scherno, beffa. Gabbella, f. gabella. Gabbillotu, m. gabelliere. Gabbinettu, m. gabinetto. Gadrfariri(si), tr. e rifl. rallegrarsi smodatamente. Gaddina, f. gallina. Gaddinaru, m. gallinaio, guardiano di polli. Gaddinedda, f. gallinella. Gaddu, m. gallo. Gadduzzu, m. galletto, pollastro. Gggia, f. gabbia. Gaggitedda, f. gabbietta. Giu, agg. gaio. Galantaria, f. galantera, gentilezza,garbo. Galanti, agg. galante, gentile, garbato. Galantomu, m. galantuomo. Galateu, m. galateo, civilt. Galera, f. galera. Galiotu, m. galeotto. Gallarla, f. galleria; tunnel.

Galltta, f. galletta (tipo di biscotto). Galfaru, m. garofano. Galoppu, m. galoppo. Galuppari, intr. galoppare. Gamma, f. gamba. Gammala, f. gambale; stallile. Gammari, tr. inaugurare. Gmmaru, m. gambero. Gammicedda, gambetta Ganga, f. dente molare; rebbio. Gangata, f. morso. Gangularu, m. mascella. Gara, f. gara, concorrenza. Garanti, agg. garante. Garantiri tr. garantire. Garanza, f. garanzia. Garbu, m. garbo. Gareggiari, intr. gareggiare Gargarismu, m. gargarismo Grgia, f. pappagogi; fauci. Gargiata, f. sgrugnone. Gargiutu, agg. adiposo, grasso. Garraffa, f. caraffa.. Garrusu, m. sodomita, zanzero. Garzuni, m. garzone. Gas, m. gas. Gastima, f. maledizione, imprecazione. Gastimari, bestemmiare, imprecare. Gatta, f. gatta. Gattareda, f. dim. di gatta. Gattighiari, tr. Solleticare. Gattu, m. gatto. Gudiu, m. gaudio. Gazzetta, f gazzetta. Gemitu, m. gemito Ggbbia, f. vivaio, abbeveratoio. Gggelari, intr. gelare. Ggelatu, m. e agg. gelato. Ggemellu, m. gemello. Ggemma, f. gemma. Ggenerali, m. e agg. generale. Ggneri, m. genere. Ggenerosit, f. generosit. Ggenerusu, agg. generoso. Ggeniali, agg. geniale. Ggniu, m. genio.. Ggenti, f.gente; parentado. Ggentili, agg. gentile. Ggentilzziu, agg. gentilizio. Ggentilizza, f. gentilezza, delicatezza. Ggentilomu, m. gentiluomo. Ggenuflessioni, f. genuflessione. Ggenuinu, agg. genuino. Geografa, f. geografia. Ggeometra, f. geometria. Ggerarcha, f. gerarchia, specialmente ecclesiastica. Ggerbu, agg. incolto, di terreno. Ggergu, m. gergo. Ggermi, m. germe. Ggermgghiu, m. germoglio. Ggesiminu, m. gelsomino. Ggestili, m. gesto. Ggesuita, m. gesuita; agg. ipocrita. Ggi, avv. gi. Ggiaccu, m. giacca; giacca di foggia militare. Ggiannettu, m. cavallo giannette Ggiannizzaru, m. giannizzero; fig.uomo di scorta, dipendente fidato, Ggiarnu, agg. pallido. Ggiarra, f. giara, recipiente per l'olio. Ggibbiuni, ni. grande vasca per l'acqua dell'irrigazione.

Ggigghiari, intr. rampollare. Gggghiu, m. gglio; pollone; ciglio. Ggilusa, f. gelosia. Ggilusu, agg. geloso. Ggintarerddi, m. poveracci, marmaglia. Ggintazza, f.gentaglia. Ggiia, f. gioiello, pietra preziosa. Ggiornali, m. giornale; registro. Giornalista, m. giornalista. Ggiovent, f. giovent; giovinezza. Ggiraffa, f. giraffa. Ggirniu, m. geranio. Ggirari, ir. girare; restituire; intr. andareintorno. Ggirasuli, m. girasole. Ggiriata, f. girata; gita. Ggiubba, f.giubba, corsetto, criniera del leone. Ggiudicari, tr. giudicare; stimare,ritenere. Ggiudicatu, m. sentenza, giudicato. Ggidici, m. giudice. Ggiudzziru, agg. giudiziario. Ggiudzziu, m. giudizio; opinione. Ggiudizziusu, agg. giudizioso Ggiugnettu, m. luglio. Ggiugnu, m. giugno. Ggiuilleri, m. gioielliere. Ggiuiellu, m, gioiello. Ggiummu, m. fiocco. Ggiunta, f. adunanza di persone; giunta (civica); aggiunta. Ggiurranna, f. ghirlanda. Ggiustificari, tr. giustificare. Ggiustificazzioni, f. giustificazione. Ggiustzzia, f. giustizia, il dovuto. Ggiustizziari, tr. giustiziare. Ggiutra, f. giostra. Ggiustu, m. giustizia, equit, giusto. Ggiustutu, avv. appunto; misuratamente. Ggiuvari, r. aiutare; intr. giovare. Ggiuvinazzu, m. giovinaccio. Ggivini, m. giovane; garzone. agg. giovane. Ghicari, intr. arrivare. Ghimmaru, m. gomitolo. Ghiru, m. ghiro. Glria, f. gloria. Gloririsi, rifl. vantarsi. Gluriusu, agg. glorioso. Gnissari, tr. ingessare. Gncculu, m. gnocco. Gnognu, agg. finto tonto. Gnucculiari, tr. inghiottire. Gnuranti, agg. ignorante. Gnuranza, f. ignoranza. Gnuri, m. aferesi di signuri, usato come appellativo di cocchiere. Gdiri, intr. godere. Grgia, f. gorgia. Governari, tr. governare. Governu, m. governo. Gradgghia, f. graticola. Gradinu, m. gradino. Gradu, m. grado. Grammtica, f. grammatica Grnciu, m. granchio. Granfata, f. manata, brancata; graffio vistoso. Granita, f. granita. Granitu, m. granito. Granni, agg. grande; vecchio. Grannizza, f. grandezza. Granu, m. grano. Grassu, m. grasso. agg. grasso. Grasta, f. vaso per piante. Grattalora, f. grattugia. Grattari, tr. grattare; grattugiare.

Gravari, tr. gravare, appesantire. Gravatu, agg. gravato, appesantito; afflitto. Gravi, agg. grave. Gravidanza, f, gravidanza. Grvidu, agg. gravido.. Grzzia, f, grazia; bellezza, avvenenza; favore; perdono; gratitudine. Grazziusu, agg. grazioso. Grecali, m. vento che soffia dalla Grecia. Grecu, agg. greco; vento che soffia dalla Grecia, grecale. Greggi, m. gregge. Gregna, f,covone. Grviu, agg. insipido; sgraziato. Grezzu, agg. grezzo. Grciu, agg. grigio. Gridari, tr. gridare, chiamare a voce alta. Griddu, m.grillo. Grossu, agg.grosso, anche in tutti i sensi. Gruppu, m. gruppo. Grussizza, f,grossezza. Guadagnu, m. guadagno. Guddara, f, ernia. Guiu, m. disgrazia, danno Guardari, tr. guardare. Gurdia, f, l'atto del sorvegliare; milite; vigile urbano. Guardianu, m. guardiano. Guarimentu, m. guarigione Guariri, tr. e intr. guarire. Guastari, tr. guastare. Gccia, f, goccia. Guerra, f, guerra; battaglia. Guida, f, guida; scorta. Gula, f, gola; golosit. Gulutu, agg. ghiotto, goloso Gumma, f, gomma. Gurgu, m. gorgo. Gurgugghiari, intr. gorgogliare Gurpi, f,volpe. Gustari, tr. gustare. Gustu, m. gusto; sapore. Guttera, f, stillicidio). Guvernaturi, m. governatole Guvernu, m. governo. Gvitu, m. gomito. I I, vocale i; art. gli, le; prep. di. Iabb, m. scherno, beffa. Iaccu, m. cappio. Iaddina, f, gallina. Iaddinaru, m. pollaio. Iaddinella, f. gallinella. Iaddu, m. gallo. Iadduzzu, m. galletto, pollastro. Iggia, f, gabbia. Iaggidedda, f. gabbietta. Iimu, agg. non ben lievitato, Iamma, f, gamba, Iammala, f,. gambale. Iammicedda, f, dim. di iamma. Iancu, agg. bianco. Iardinu, m. giardino, agrumeto, orto. Iarmariari, tr. attrezzare, mettere pronto. Iarrusu, m. sodomita, Iastima, f,. maledizione, imprecazione Iastimari, tr. e intr. maledire,bestemmiare. Iatta, f. gatta. Iattaredda, f. dim. di iatta. Iattu m. gatto.

Iautu, agg. alto. Iazzu, m. giaciglio. Icari, intr. giungere, arrivare. Iddu. pron. quegli, egli. Immuli, m. pl. gemelli. Iencu, m. giovenco; fig. uomo robusto. Innaru e iniru, m. genero. Ittituu, m. pollone, germoglio. Iiditali, m. ditale. Iditu e pl. idita, m. dito. Immagginari, tr. immaginare. Immggini, f, immagine. Imitari, tr. imitare. Impiegu, m. impiego, carica. Iimmu, m.gobba. Iimmurutu, agg. gobbo. Importanti, agg. importante. Impressioni, f, impressione. Ina, f, avena. Incaciari, tr. incaciare. Incricu, m. incarico. Incarricari, tr. incaricare. Incartari, tr. incartare. Incentivu, m. incentivo, stimolo. Inchiri, tr. riempire. Inclinazzioni, f. inclinazione, tendenza. Incommodari, tr. incomodare. Incmmodu, m. incomodo. Incorreggbbili, agg. incorreggibile. Incuraggiri, tr. incoraggiare. Indiggestioni, f indigestione. Indrizzari, tr. indirizzare. Infami, agg. infame. Iinnaru, m. gennaio. Iiri, intr. andare. Iispenza, f, cantina. Iisterna, f, cisterna. Iittari, tr. gettare, buttare via. Iittaturi, m. iettatore. Infernu, m. inferno. Ingannari, tr. ingannare. Ingilusiri, tr. ingelosire. Ingranniri, tr. ingrandire, accrescere. Innuccenti, agg. innocente. Innuccenza, f. innocenza. Insapunari, tr. insaponare. Insultari, tr. insultare. Insultu, m. insulto. Iutari, tr. aiutare. Intenzioni, f. intenzione. Intra, avv. e prep. dentro Iocu, m. gioco. Iornu, m. giorno. Iovi, m. gioved. Ividi, m. gioved. Ipoteca, f, ipoteca. Iputicriu, agg. ipotecario. Iri, intr. andare. Isari, tr. alzare. Isca, f. esca. Ispetturi, m. ispettore. Istintu, m. istinto. sula, f. isola. Italinu, m. pasta a forma di ditale. Itu, m. dito. Iucari, intr. giocare. Iucata, f. giocata. Iucaturi, ni. giocatore. Idici, m. giudice. Iudiscu, m. taglio di carne. Iumenta, f. giumenta. Jnciri, tr. congiungere, unire, ntr. giungere, arrivare.

Iunta, f. giunta, aggiunta, Iurari, intr. giurare, Iurnata, f. giornata. Iurnataru, m. uomo che lavora agiornata in campagna. Iurnatazza, f. giornataccia. Iusu, avv. gi, in basso. Iuta, f. andata. Iuvari, intr. giovare. L La, art. femm. la. Labbirintu, m. labirinto. Lbbisi, m. matita. Labboratriu, m. laboratorio. Labbru, m. labbro, Labburiusu, agg laborioso. Lacertu, m. taglio di carne, girello. Ldiu, agg. brutto, deforme. Lagnrisi, intr. lamentarsi.. Lagnusa, f. pigrizia. Lagnusu, agg. pigro. Lgrima, f. lagrima. Lagrimari, intr. lacrimare. Lagu, m. lago. Lidu, agg. brutto. Lalonga, f. alalonga, pesce come il tonno. Lama, f, lama. Lamentu, m. lamento. Lamintrisi e lamentrisi, tr.lamentarsi. Lamintusu agg. lamentoso. Lammicu e llammicu, m. lambicco; fig. languore per inedia o per altro. Lampadriu, m. lampadario. Lampiuni, m. lampione; schiaffo. Lampu, m. lampo. Lana, f. lana. Lanapnula, f. sorta di madreperla. Lancedda, f. brocca. Lnguidu, agg. languido. Languri, m. languore. Lanificiu, m. lanificio. Lanna, f latta. Lannunazzu, m. latta di cattiva qualit. Lanterna, f, lanterna. Lantirnaru, m. stagnaio. Lanzari, tr. vomitare. Lanzu, m. vomito. Lapa, f. ape.furgoncino ape della Piaggio. Laparda, f. alabarda; fig. schiaffone. Lapazza, f, spranga. Lpidi, f. lapide. Lpisi, m. matita. Lappusu, agg. lapposo. Larder, f. grossa scorticatura sul corpo di un animale. Lardiari, tr. gocciolare sopra gli arrosti lardo liquefatto; frustare. Lardu, m. lardo. Largasa, f. larghezza. Larghiceddu, dim. di largu. Larghizza, f. larghezza. Largu, agg. largo; avv. largamente. Largulirddu, dim. larghetto. Lriu, agg. brutto. Lscitu, m. lascito. Lascu, agg. rado; debole. Lassari, tr. lasciare. Lassata, f. lasciata. Lstima, f. lamento, recrimiazione; dolore, sofferenza. Latinu, m. la lingua latina.

Latinu, agg. puro, schietto; diritto; giusto,retto. Latinu, m. norma. Latriceddu, m. ladruncolo. Latru,, m. ladro, agg. ladro.. Latrunggiu, m. ruberia. Lattanti, m. lattante. Lattaru, m. lattaio. Lattera, f. lattiera. latti, m. latte. Lattuca, f. lattuga. Lattughedda, f. taglio di carne, lattuchella. Lattuneri, m. carrozziere. Latu, m. lato. Luria, f. laurea. Lauriari, tr. laureare; rifl. laurearsi. Luru, m. alloro. Lastra e lastra, f. aragosta. Lavanca, f. dirupo. Lavanna, f. lavanda. Lavannara, f. lavandaia. Lavari, tr. lavare; rifl. lavarsi. Lavuranti, m. lavorante. Lazzariari, tr. cagionare ferite Lazziteddu, m. Laccetto. Lazzu, m. laccio; fune, corda. Lebbru, m. lepre. Leggeru, agg. leggero. Lggiri, tr. leggere. Lggiu, agg. leggero; avv. leggermente. Licurzzia, f. liquirizia. Ligari, tr. legare. Liggenna, f. leggenda. Liggeru, agg. leggero. Liggi, f. legge. Liggtima e liggttima, f. legittima. Liggitimari e liggittimari, tr.legittimare. Liggitimu e liggttimu, agg. legittimo. Ligguta, f. l'azione del leggere,lettura. Lignami, f. legname. Lignata, f. legnata; percossa botta. Lignu, m. legno. Lignulu, m. spago con cera usato dai calzolai. Lignuttu, m. trave di legno pri soffitti. Lima, f. lima; fastidio continuo. Limari, tr. limare. Limarra, f. fango. Limitari, tr. limitare; rifl. limitarsi. Lmiti, m. limite. Lmitu, m. limite. Limmiceddu cLimmiteddu, m dim. di lemmu. Limsina, f, elemosina. Limpidizza, f. limpidezza. Limunata, f. limonata. Limunceddu e limuncellu, m limoncello. Limuni, m. limone. Lnchiri e llnchiri, tr. riempire. Lingua, f, lingua. Linguazza, f., linguaccia; calunniatore. Linguetta, f. linguetta; linguetta delle scarpe. Lingutu, agg. linguacciuto. Lnia, f. linea. Lemmu, m. catino. Lena, f. lena, respiro, alito. Lenti, f, lente. Lentu, agg. lento; fiacco; annacquato; flebile, tenue. Lenza, f. lenza; striscia di terra. Lestu, agg. lesto, agile; svelto, rapido; avv. in fretta, presto.

Lettu, m.letto. Letu, agg. lieto. Levatrici, f. levatrice, ostetrica. Lvitu, m. lievito. Lvutu, agg. lievitato, del pane, lievito. Lezzioni, f. lezione. Libberali, agg. liberale. Libberamenti, avv. liberamente. Libberari, tr. liberare; rifl. liberarsi. Libbert, f.libert. Lbberu, agg. libero. Liniedda, f. lineetta. Linnu, agg. lindo; attillato; spicciativo. Linnuata, f. sogliola. Lintari, tr. allentare, Lintcchia, f. lenticchia. Lintnia, f. lentiggine. Linzolu, m. lenzuolo. Lippiari, intr. assaggiare; mangiar poco. Lippu, m. muschio. Lquidu, agg. liquido. Liquirzzia, f. liquirizia. Liquori, m. liquore. Lisca , f, liscivia detersiva, fig. abulia. Lisciari, tr. lisciare; accarezzare. Lsciu, agg. liscio; inconcludente, abulico; insipido. Lissa, f. noia, abulia. Listinu, m. listino. Litana, f, litania; filastrocca. Liti, f. lite. Liticari e litigari, intr. litigare. Litggiu, m. litigio. Litru, m. litro. Littinu, m. dim. di lettu, lettino. Littra, f. lettera. Liuni, m. leone. Livanti, m. levante; vento di levante. Livantinu, agg. lunatico, levantino. Livara e luara, f. olivo. Livari, tr. levare Livatizzu, agg. ben cresciuto. Liveddu, m. livello. Livreri, m. levriere. Llammicrisi, rifl. struggersi. Llammicusu, agg. fastidioso, piagnucoloso. Llampari, tr. fulminare. Llarmari, tr. allarmare. Llatinari, intr. rasserenarsi, del tempo. Lbbici, m. libeccio. Libbdini, f. libidine. Libbraru, m. libraio. Libbriceddu, m. libriccino. Libbru, m. libro. Liccaculu, m. adulatore. Liccari, tr. leccare; fig. adulare. Licchettu, m. saliscendi, lucchetto. Liccu, agg. ghiotto, goloso. Liccumara, f. leccornia. ancheliccunara. Liccuma, f. leccornia. Liccutu , agg. ghiotto, goloso. Licu, m. liceo. Licinziari, tr. licenziare; rifl. licenziarsi. Licinziatu, agg. licenziato. Lcitu, agg. lecito. Licori e licuri, m. liquore. Llattari, tr. imbiancare le pareti con latte di calce. Llstiri, tr. allestire; sbrigare Lliffari, tr. lisciare; fig. adulare; rifl. agghindarsi. Llisciari, tr. lisciare, accarezzare Lliticanti, agg. litigioso.

Lliticrisi, intr. cercare di ottenere unosconto dal commerciante. Llividdari, tr. livellare. Lluciari, intr. abbagliare. Lldiri, tr. illudere; ingannare. Lluminari, tr.illuminare. Lluminazzioni, f. illuminazione. Lluntanari, tr. allontanare. Locali e lucali, m. locale. Locu, m. luogo; podere. Lculu, m. loculo. Lodari, tr. lodare. Lodi, f. lode. Lfiu, lffiu e lfriu, agg. stupido; inconcludente, negligente; antipatico. Lggicu, agg. logico. Longu, agg. lungo; alto. Lordu, agg. sporco. Loscu, agg. losco. Lu, art. masch. il, lo. Luca, f. zuffa di molte persone tendenti ognuna ad appropriarsi qualcosa. Lcciula f. ulcera. Lucenti, agg. lucente. Lucrtula, f. lucertola. Luchiceddu, m. luogo della casa appartato. Luci. luce; corrente elettrica, m.fuoco. Lucidari, tr. lucidare. Lucidu,, m. e agg. lucido.. Lciri, intr. rilucere. Luri e liri e luveri, m. pigione. Luffa, f, noia; spossatezza. Lugliu, m. luglio. Lumi, m. lume; fig. senno. Lumincellu, m. limoncello. Luminu, m. lumino. Limiuni, m. limone. Luna, f. luna. Lunticu, agg. lunatico. Lunedd, m. luned. Lunghimi f. orditura. Lunghizza, f. lunghezza. Luni, m. luned. Luntananza, f. lontananza. Luntanu, agg. lontano; avv. lontanamente. Lupa, f. lupa. Lupara, f. lupara. Lupicviu, m. sornione, misantropo. Luppina, f. la pianta del lupino e il suo seme. Lupu, m. lupo. Lupumanaru, m. lupo mannaro. Lurda, f. sudiciume. Lurduni, m. sudicione. Lussu, m. lusso. Lustru, m. lucentezza, chiarore. Luttu, m. lutto. M Ma, forma apocopata di mamma. Maazzeni, m. magazzino. Macari, cong. anche, pure. Maccagnuni, m. scansafatiche. Maccarruncinu, m. dim, di maccarruni. Maccarruni, m.tipo di pasta; fig.sciocco, stupdo. Macchiari, tr. macchiare Maccu, m. pietanza a base di fave sgusciate e cotte. Maceddu, m. macello. Mchina, f. macchina; automobile. Machinetta, f. macchinanetta; accendino. Macinari, tr. macinare.

Macinatu, m. carne tritata. Macineddu, m. macinacaff. Maduni, m. mattone. Mafadda, f. pane di forma pai ticolare. Mfia, f. mafia. Mafiusu, m. e agg. mafioso. Magara, f. strega, maliarda. Magara, f. stregoneria. Magasunu, m. magazzino. Magazzinu, m, magazzino. Mgghia, f. maglia. Magghiuni, m. maglione. Maggistratu, m. magistrato. Mggiu, m. maggio. Magru, agg. magro. Maiali, m. maiale. Madda, f. madia. Mastra, f. maestra. Mastru, m. e agg. maestro. Miu, m. maggio. Malacrianza, f.cattiva educazione, villania. Malacumparsa, f. cattiva figura. Malalingua, f. malalingua. Malancua e malincuna, f. malinconia. Malancunusu e malincunusu, agg. malinconico. Malandrinu, m. malandrino. Malanuttata, f. cattiva nottata. Malaparata, f, malaparata, pericolo. Malaparti, f. sgarberia, offesa. Malapalora, f. brutta parola. Malata, f. malattia. Malatu, agg. malato. Malazzioni, f. cattiva azione. Mali, m. male; ami. malamente. Malignit, f. malvagit, malignit. Malignu, agg. malvagio, maligno. Malzzia, f. malizia. Malizziusu, agg. malizioso. Malu, agg. cattivo. Malucavatu, cfr. corto . Malunsignatu, agg. educato male. Malupagaturi, m. persona che non paga puntualmente i debiti. Maluparatu, agg. spalle al muro. Maluprucidusu, agg. maleducato. Malutempu, m. maltempo. Mam, f. mamma. Mammana, f. levatrice. Mammulinu, agg. troppo legato alla madre. Mammuzza, f. mammina. Manca, f. la mano sinistra. Mancari e mmancari, intr. mancare. Manciaciumi, f. prurito. Manciafrancu, m. scroccone. Manciari, tr. mangiare, m. cibo. Manciatriu, m. scroccone. Manciatura, f. mangiatoia. Mancigghia, f. guadagno illecito. Manciunara, f. ghiottoneria, golosit. Manciuni, m. mangione. Mancu, avv. neppure, agg. sinistro. Mancusu, agg. mancino. Manera,.f. maniera, modo. Maniari, tr. maneggiare. Maniata, f. accolta, gruppo di persone, spesso non raccomandabili. Mnica, f, manica. Mnicu, m. manico. Mancula, f. cazzuola. Mangghia, f. maniglia.

Maniscu, agg. manesco. Mannia, escl, e imprecazionemannaggia. Mnnara e mnnira, f. mandria, greggio. Mannari, tr. mandare. Mannarinu, m. mandarino. Mantniri, mmantniri e mantiniri, tr. mantenere. Mantillina, f. mantellina tipica dellecontadine. Manu, m. mano. Manuali, m. manovale. Manumanu, cong. man mann che... Manuzza, f. manina. Manzu, agg. quieto, mansueto Mappina, f. canovaccio, tovagliolo da cucina. Maravgghia, f. meraviglia. Maravigghirisi, intr. meravigliarsi. Marchisi, m. marchese. Mrciu, agg. marcio, putrido. Margiari, intr. camminare in lunghi fangosi. Mari, m. mare. Marinaru, m. marinaio. Maritari, tr. maritare; rifl. matitarsi. Maritu, m. marito. Marmu, m. marmo. Marmuraru, m. marmista. Marpiuni, m. marpione. Marranzanu, m. grillo canterino, scacciapensieri. strumento musicale. Marredda, f. matassa. Marriddiata, f. imbroglio, raggiro. Marrggiu, m. manico, bastone. Marrunata, f. sproposito, grosso errore. Martedd, m. marted. Marteddu, m. martello. Marti, m. marted. Martiddata, f. martellata. Martiddiari, tr. e intr. martellare. Mrtiri, m. marted. Mrtiri, m. e f, martire. Marzu, m. marzo. Masannunca, avv. altrimenti, diversamente. Mascaratu, agg. briccone, birbante. Mascariari, tr. annegare, sporcare. Msculu, agg. e m. maschio. Mascuni, m. il colpo di chiusura dei giochi pirotecnici. Masinn, avv. altrimenti, diversamente. Massaru, agg. operoso, laborioso. Mastazzolu, m. mostacciuolo. Masticari, tr. masticare. Masticogna, f. il prezzo della corruzione d'un funzionario. Mastriscu, agg. di lavoratore, capace. Mastru, m. e agg. maestro; maestro muratore, capomastro edile. Mastrudscia, m. falegname. Matarazzu, m. materasso. Materiali, m. materiale, agg. materiale. Matina, f. mattina. Matinata, f. mattinata. Matinu, m. mattino, avv. di buonmattino. Matri, f. madre Matrici, f. chiesa madre, duomo. Matrimniu, m. matrimonio. Mattana, f. malinconia, noia, fastidio. Mattanza, f. fase finale della pesca del tonno. Mttula, f. cotone, bambagia. Matuni, m. mattone. Maturari, intr. maturare. Maturu, agg. maturo. Mazzacanata, f. colpo di pietra. Mazzacani, m. sasso.

Mazzi, m. uno dei semi delle carte da gioco. Mazziari, tr. battere, percuotere. Mazzu, m. mazzo di fiori, di erbaggi, di chiavi ecc; fascio. Mballari, tr. imballare. Mbarcari, tr. imbarcare. Mbardari, tr. mettere il basto. Mbrazza e mmrazza, avv. in braccio. Mbriacari, tr. ubriacare. Mbriacu e mmiriacu, agg, ubriaco. Mbriacuni, accr. ubriacone. Mbrugghiari, tr. imbrogliare Mbrdiri, tr. legare con cappio; cucire malamente. Me, agg. poss. mio, mia. Mcciu e mcciu, m. lucignolo; una parte centrale purulenta del foruncolo venuto a maturazione. Mdicu, m. medico. Mgghiu, avv. e agg. Meglio Meli, m. miele. Mnnula, f. mandorlo; mandorla. Menti, f. mente. Mntiri, tr. mettere. Mentri, cong. mentre; nto mentri frattanto. Menu, avv. e agg. meno. Menza, f. mezzogiorno e mezzo. Menzamai, esci, non sia mai! Menzannotti, menzanotti e mezzanotti, f, mezzanotte. Menzastu, m. ferragosto, mezzagosto. Menziornu, m. mezzogiorno. Menzu, agg. mezzo. Mercoledd e mercold, m. mercoled. Mrcuri, m. mercoled. Meritari, tr. meritare. Mritu, m. merito. Meticulusu, agg. meticoloso; permaloso. Mttiri, tr. mettere. Musa e musa, f. milza. Mezzu, agg. Mezzo. Miccaloru, m. parte del lume dove s'introduce il lucignolo. Micciusu, agg. cisposo. Micdiu. m. omicidio. Midemma e miremma, midenna, midemmi, avv. parimenti. Midicamentu, m. farmaco. Midicari, tr. medicare. Midicina, f. medicina. Midudda, f. cervello. Migghiaru, m. migliaio. Migghiceddu, dim. di mgghiu, un po' meglio. Migghiurari. tr. e intr. migliorare. Milidda, f. tipo di pane; cibo prelibato. Milinciana, f. melenzana. Miliunriu, agg. milionario. Milli, agg. mille. Minacciari, tr. minacciare. Mnchia, f. pene. Minchiata, f. sciocchezza. Minchiunara, f. minchioneria. Minchiuni, agg. minchione. Minna, f. Mammella. Minnedda, f. utile, facile guadagno. Minnitta, f. vendetta. Minzanu, m. secondogenito di tre figli. Minzogna, f. menzogna. Minzugnaru, agg. e m. bugiardo. Mirculu, m. miracolo. Mircatu,, m. mercato, agg. di poco costo. Misata, f. mesata; salario di un mese. Mischineddu, m. poverino.

Mischinu, m. povero. Misi, m. mese. Misirbbili, agg. miserabile, avaro. Misiririsi, rifl. piangere miseria. Missa, f. messa. Misteri, m. mestiere. Misteru, m. mistero. Misurari, tr. misurare. Mitatara, f. mezzadria. Mitateri, m. mezzadro. Mzzica, escl, di meraviglia:capperi! Mmaccari, tr. ammaccare. Mmaccatina, f. ammaccatina Mmagginari, tr. immaginare. Mmalidciri, tr. maledire. Mmalidizzioni, f. maledizioni Mmarazzami, pi. cianfrusaglie. Mmarazzi, pi. ciarpame. Mmardunari, tr. mettere il basto. Mmarrari, tr. ostruire; turare. Mmasciata, f. imbasciata, messaggio. Mmasta, f. basta, imbastitura. Mmastu, m. basto. Mmttiri, intr. accadere, occorrere. Mmtula, airv. invano, inutilmente. Mmeci, avv. invece. Mmenzu, prep. e avv. in mezzo Mmerda, f.merda. Mmernu, m.inverno. Mmesta, f. federa. Mmstiri, tr. urtare, investire. Mmiddari, tr.appiccicare, incollare. Mmidiari, tr. invidiare. Mmidiusu, agg. invidioso. Mminazzari, tr. minacciare. Mmisca, f. compagnia , in generale persone poco raccomandbili. Mmiscari, tr.mischiare, mescolare; contagiare. Mmiscari, tr. assestare, es.un pugno; intr. picchiare. Mmiscata, f. pane di semola Mmitari, tr. invitare. Mmitari, tr. avvitare. Minitu, m. invito. Mmizzigghi, m. pl. carezze, moine, vezzi. Mmucciaredda. f. rimpiattino. Mmucciari, tr. nascondere; rifl. nascondersi. Mmuccunata, f. mancia, bustareIla. Mmuccuni. m. sorso. Mmuliari, tr. affilare, arrotare. Mmurmuriari, tr. mormorare; sparlare. Mmustrari, tr. mostrare. Mbbili, m. mobile. Mobblia, f. mobilia. Mccaru, m. moccio. Moddu, agg. molle; tardo, lento nell'operare. Modernu, agg. moderno. Modu, m. modo. Mola, f. dente molare. Mnacu e mnucu, m. monaco. Mnchiu, agg. pigro, tardo. Mondiali, agg. mondiale. Mrbidu, agg. morbido. Mriri, intr. morire. Morti, f. morte. Mortu, agg. e m. mono. Mviri, tr. muovere. Motu, m. colpo apoplettico. Mpaiari, tr. attaccare la bestia all'aratro. Mpappinrisi, rifl. confondersi.

Mparintari, tr. imparentare; rifl. imparentarsi. Mpassuliri, intr. appassire. Mpastari, tr. impastare. Mpatrunrisi, intr. impadronirsi. Mpazziri, intr. impazzire. Mpnniri, tr. appendere. Mpicciari, tr. appendere. Mpiccicari, tr. appiccicare. Mpiccicusu, agg. appiccicoso. Mpidugghiari, tr. impigliare. Mpigna, f. aspetto. Mpillittari, tr. imbellettare; rifl.azzimarsi . Mpnciri, intr. inciampare; incagliarsi; fermarsi brevemente. Mpirtusari, tr. nascondere. Mpisu, part. pass. di mpnniri; impiccato Mpizzu, avv. sull'orlo. Mprissioni, f. impressione. Mprisusu, agg. protervo, ostinato. Mpruvvisata, f. improvvisata. Mpudda, f. pustola. Mpuprisi, rifl. agghindarsi. Mpurrimentu, m. infradiciamento;rabbia. Mpurriri, intr. infradiciare; arrovellarsi. Mpurrutu, agg. fradicio. Mpusissrisi, intr. Impossessarsi. Mpustatu, agg. robusto, aitante. Muccarusu, agg. moccioso. Muccaturi, m. fazzoletto. Muccu, m. escremento del naso, moccio. Muccusu, agg. moccioso. Muddari, tr. allentare. Muddica, f. mollica. Mugghier f. moglie. Mularu, m. dente molare. Mulinciana, f melenzana. Mulinu, m. mulino. Mula, m mulo. Muluni, m. cocomero, anguria. Mnciri e mungiri, tr. mungere. Munciuniari e munciuliari, tr. sgualcire; palpeggiare. Mungiuta, f. l'atto del mungere. Munita, f. moneta. Munnari, tr. mondare, sbucciare. Munnizza, f. immondizia. Munnu, m. mondo. Muntagna, f montagna. Muntarozzu, m. piccolo monte,prominenza del terreno. Muntata, f. salita. Munti, m. monte. Muntuari, tr. mentovare, nominare. Muntuni, m. montone. Munzeddu, m. mucchio. Murari, tr. murare. Muraturi, m. muratore. Muriri, intr. morire. Murmuriari, intr. bisbigliare,sparlare. Murtaru, m. mortaio. Muru, m. muro. Musca, f. mosca. Muscaloru, m. ventaglio; ventola. Muschitta, f. moscerino. Musa, f. bellezza. Mussiari, intr. torcere il muso per disapprovare. Mussili, m. museruola. Mussu, m. muso. Mustarda, f. mostarda. Mustazzu, m. baffo. Mustazzuoli, m. mostaccioli. Mustu, m. mosto.

Mutanna, f. mutanda. Mutu, m. imbuto. Mutu, agg. e m. muto. Muturi, m. motore. Mtuu, m. mutuo. Muzzicari, tr. morsicare, mordere. Muzzicuni, m. morso; m. cicca. N Na, art. una. N, prep. art. nella; fra la. Naca, f. culla. Nanna, f, nonna. Nannu, m. nonno. Nasca, f. naso schiacciato. Naschiari, tr. fiutare. Nsciri, intr. nascere. Nasu, m. naso. Natari, intr. nuotare. Natrannu, avv. l'anno prossimo. Natura, f. natura. Naturali, agg. naturale. Natru e nutru, pron. e agg. altro. Navi, f. nave. Navicari e navigari, intr. navigare. Nca, inter. e va bene! Ncaciari, tr. incaciare. Ncaddari, tr.infangare; rifl. infangarsi. Ncagghiari, tr. acchiappare;sorprendere. Ncagnrisi, rifl. impermalirsi. Ncagnusu, agg: stizzoso; permaloso, ombroso, sospettoso. Ncantsimu, m. incantesimo. Ncapitari, tr. trovare, rintracciare; acciuffare. Ncarcari, tr. calcare, premere. Ncarracciari, tr. bloccare. Ncazzrisi, intr. incazzarsi. Ncazzusu, agg. irascibile. Nchianari, tr. portare sopra; intr.salire. Nchiappa, f.sbaglio, pasticcio. Nchiappari, tr. sporcare, imbrattare. Nchiffaratu, agg. indaffarato. Nchiostru, m. inchiostro. Nchidiri, tr. chiudere, rinchiudere. Nchiummari, tr. impiombare Nchiuvari, tr. inchiodare. Nciacari, tr. lastricare. Ncignari, tr. incignare. Ncigneri, m. ingegnere. Ncima, f. imbastitura. Ncimari, tr. imbastire. Nciminatu, agg. condito con sesamo. Nciria, f. ingiuria, soprannome Ncoddu, avv. addosso, in braccio Ntruccari, tr. curvare; intr.svenire. Ncuddari, tr. incollare. Ncudduriari, tr. avvolgere, avvoltolare. Ntuetu, agg. inquieto; preoccupato. Ncugnari, tr. avvicinare, accodare. Ncuitari, tr. inquietare, tormentare. Ncuminciari, tr. cominciare; incignare. Ncnia, f. incudine. Ncuntrari, tr. incontrare. Ncunucchirisi, rifl. inginocchiarsi. Ncuttu, agg. vicino. Ndisponenti, agg. indisponente. Nduvinari, tr. indovinare. N, prep. art. nei; fra i. Negari, tr. negare. Ngghia, f. nebbia, nuvola. Nenti, pron indef. e avv. niente. Nentidimenu e nentimenu, avv. nientemeno.

Nsciri, intr. uscire; tr. estrarre. Nspula, f. nespolo; nespola. Neu, m. neo. Nfacci, avv. di fronte, dirimpetto. Nfacinnrisi, rifl. affaccendarsi. Nfami, agg. infame; diffamatore; confidente della polizia. Nfasciari, tr. infasciare. Nfilari, tr. infilare. Nfina, prep. fino; cong. fino a che. Nfinucchiari, tr. infinocchiare,ingannare. Nfizzioni, f. infezione. Nfrinzrisi, intr. intromettersi. Nfucari, intr. divenir rovente. Nfurnari, tr. infornare. Nfussari, tr. infossare. Nfutari, tr. aizzare, stimolare. Nggghia, f. fessura, spiraglio. Ngagghiari, tr. cogliere, sorprendere;intr. incappare. Ngannari, tr. ingannare. Nghittiri, tr. inghiottire. Ngrasciari, tr. sporcare. Ngrassurari, tr. letamare, concimare. Ngresta, agg. acerbo. Nguanta, f. guanto. Nguantari, tr. afferrare. Nguantera, f. vassoio. Nguliatu, agg. adescato, allettato, lusingato. Nichia, f. ingiuria; noia. Nicissriu, agg. e m. necessario. Nicissit, f. necessit. Nicu, agg. piccolo; m. il minore dei figli. Nigzziu e negzziu, m. negozio. Nmicu e nnimicu, agg. e m. nemico. Niputi, m. nipote. Niru, agg. nero. Nirvusu e nirbusu, agg. nervoso. Nisciuta, f. uscita. Nuru, agg. nero. Nivi, f. neve. Nivicari, intr. nevicare. Nvuru, agg. nero. Nnacari, tr. cullare, dondolare. Nnacata, f. oscillamento, dondolamento. Nnisi, agg. bello, piacente. Nnarreti, nnarreri e nnarrieri, avv. all'indietro, a ritroso. Nnavanti, avv. in avanti. Nniari, tr. e intr. annegare. Nnimicrisi, rifl. inimicarsi. Nnimicusu, agg. litigioso. Nningari, tr. chiedere una cosa o una cortesia a qualcuno. Nnintra, avv. internamente. Nniricari e nniuricari, tr. annerire. Nniricatu, agg. inetto, disutile. Nnittari, tr. nettare, pulire. Nnomu, m. nome. Nnuccenti, agg. innocente. Nnuminari, tr. nominare. Nnuminatu, agg. famoso. Nnunca, avv. dunque. Nbbili, agg. e m. nobile. Nobbilt, f. nobilt. Nomu, m. nome. Nonnu, m. nonno. Nostru, agg. e pron. nostro. Notti, f. notte. Nova, f. nuova, notizia. Novembri, m. novembre. Novi, agg. nove, novu, agg. nuovo.

Nozzi, f. pi nozze. Nzzulu, m. nocciolo. Nsanguliatu, agg. insanguinato. Nsmmula, avv. insieme. Nsultari, tr. insultare. Ntabbaccrisi, rifl. zittirsi. Ntamatu, agg. balordo, stupido. Ntappari, tr. tappare. Ntenzioni e minzioni, f. intenzione. Ntiniri, agg. non molto maturo, non molto cotto, Ntipticu, agg. Antipatico. Ntisa, f. udito. Ntontu, agg. balordo, stupido. Ntra, prep. tra; dentro. Nirallazzista, m. intrallazzista. Ntrallazzu, m. contrabbando, intrallazzo. Ntrizzari, tr. intrecciare; indovinare. Ntrusciari, tr. avvolgere, avvoltare. Nfrusciatu, agg. avviluppato in troppe vesti; abbindolato ; avvolto nellenzuolo. Nturciniari, tr. avvolgere. Ntussicrisi, rifl. avvelenarsi, amareggiarsi. Nuatri e nuutri, pron. noialtri. Nuci, f. pianta e frutto del noce. Nuciddia, f. noccilo; noccila. Nuciprsicu e nucipersu, m. cipresso. Nuddu, agg. e pron. nessuno. Nudu, agg. nudo. Nui, pron. noi. Nmeru, m. numero. Nun, avv. non. Nurrizza, f. balia. Nustrali, agg. nostrale. Nutaru, m. notaio. Nutzzia, f.. notizia. Nutricu, m. lattante. Nuttata, f. nottata. Nuvembri e Nuvmmiru, m.novembre. Nuvena, f. novena. Nuvit, f. novit. Nvula, f. nuvola. Nvernu, m. inverno. Nvicchiari, tr. e intr. invecchiare. Nvidia, f. invidia. Nvidiusu, agg. invidioso. Nvintari, tr. inventare. Nvitari, tr. invitare. Nvitu, m. invito. Nzaiari, tr. provare. Nzalata, f. insalata. Nzalaniri, intr. rimanere intontito. Nzam e nzami, esci. Dio non voglia, non sia mai! Nzamaddu, escl. Dio non voglia, non sia mai! Nzapunari e nsapunari, tr. insaponare. Nzmmula, avv. insieme. Nzignari, tr. insegnare. Nzina, prep. fino, sino; cong. fino a che. Nzirtari, tr. indovinare. Nzita, f. setola. Nzitari, tr. innestare. Nzitatu, agg. nervoso. Nzivari, tr. sporcare. Nzivatu, agg. sporco, bisunto. Nzlia, f. variet di uva da tavola. Nzunnacchiatu, agg. assonnato. Nzunnari, tr. sognare. Nzuppari, tr. bagnare, inzuppare. Nzurtari, tr. insultare. Nzuvariri, intr. intorpidire.

O O, vocale, cong. disgiuntiva o O, prep. art. al, allo. Obbediri, intr. ubbidire. Obbiezzioni, f. obiezione. Obbligari tr. obbligare, costringere. Obbligatriu, agg. obbligatorio. Obbligazzioni, f. obbligazione. bbligu e bbricu, m. obbligo. Oca, f. oca. Occaccosa, pron. indef, qualche cosa. Occasioni, f. occasione. Occhiali, m. pi. occhiali. cchiu, m. occhio. Occupari, tr. occupare. Occupazzioni, f. occupazione Occrriri, intr. Bisognare, essere necessario. Oceddu, m. uccello. Ociddazzu, m. uccellaccio. Ocidduzzu, m. uccelluccio. Odiari, tr. odiare. diu, m. odio. Ofnniri, tr. offendere; rifl. offendersi. friri e offriri, tr. offrire. Offfisa, f. offesa, affronto. Oggettu, m. oggetto. gghiu, m. olio. Ogellannu, avv. l'anno scorso. Oggi, avv. oggi. Ogni, agg. indef. ogni. Ognitantcchia, avv. molto sesso. Ognittantu, avv. di tanto in tanto. Ognunu, pron. ognuno. i, avv. oggi. Oliva, f, oliva. Olivastru, agg. olivastro. Olivu, m. olivo. Oltrggiu, m. oltraggio. Oltrapassari, tr. oltrepassare; fig.eccedere. Oltri e ortri, prep. oltre, al di l. Omggiu, m. omaggio. Omicdiu, m. omicidio. nimara o mmira, f. vomere. Omu, m. uomo. Onest, f, onest. Onestamenti, avv. onestamente. Onestu, agg. onesto. Onurari, tr. onorare. Onuratu, agg. onorato. Onuri, m. onore. Opa, f. boga. pera e pira, f. opera. Operiu, m. operaio. Operari e opirari, tr. operare, fare. Operazzioni, f. intervento chirurgico. Opinioni, f. opinione. Oppniri, tr. opporre; rifl. opporsi. Oppressioni, f, oppressione. Opprimili, tr. opprimere. Opportunit, f, opportunit. Oppusizzioni, f. opposizione. Opra, f. opera . Ora, avv. ora; un momento. Oramai, avv. ormai. Orriu, m. orario. Oratriu, m. oratorio. Orazzioni, f. orazione, preghiera. Orbu, m. orbo. Ordinari, tr. ordinare. Ordinriu, agg. ordinario; di persona: di vile condizione. Ordinatu, agg. ordinato.

rdini, m. ordine. Orfici, m. orefice. Orfaneddu, m. orfanetto Orfanu, agg. orfano. Organizzari, tr. organizzare, disporre, preparare. rganu, m. organo. Orggghiu, m. orgoglio. Orcchia, f. orecchio. Oricchina, f. orecchino. Oricchiuni, m. accr. orcchia; parotite . Orientari, tr. orientare; raccapezzarsi. Origginali, agg. originale. Orggini, f. origine. Orina, f. orina. riu, m. orzo; fig. bastonata Orlu, m. orlo. Orolggiu, m. orologio. Orrbbili, agg. orribile. Ortggiu, m. ortaggio. Ortu, m. orto. Oru, m. oro. Orvu,, agg. cieco, m. cieco. Oscuru, agg. oscuro. spiti, m. ospite. Opszziu, m. ospizio. Ossequiari, tr. ossequiare. Osssquiu, m. ossequio. Osservari, tr. osservare. Ossservazzioni, f. osservazione. Ossolutu, agg. assoluto, avv. assolutamente. Ossu, m. osso. Ossupizzuddu, m malleolo. osti, m. oste. stiia, f. ostia. Ostinrisi, rifl. ostinarsi. Ottavu, agg. ottavo. Ottniri e otteniri. tr. ottenere. Ottcu, m. ottico. ttimu, agg. ottimo. Ottu, agg. otto. Ottubri e ottobri. m . ottobre. Ottucentu, agg. ottocento. Ovali, agg. ovale. Oviceddu, m. dim. di ovu. Ovili, m. ovile. Ovu, m. uovo. zziu, m. ozio. Ozziusu, agg. ozioso.

P
P, prep. art. per la. Paccariatu, agg. e m. senza soldi. Pacchianu, agg. volgare; grossolano, dozzinale. Pcchiu, m. vulva. Pacchiuna, f. donna grassoccia. Pacchiuni, agg. grassoccio. Pcciu, m. e agg. pazzo. Pacenza e pacenzia, f. pazienza. Pacchettu, m. pacchetto. Pacchiceddu, m. pacchetto. Paci, f. pace. Paciata, f. rappacificazione. Pacficu, agg. pacifico. Pacinziusu, agg. paziente. Padedda, f. padella. Pagamentu, m. pagamento.

Pagari, tr. pagare. Pagatu, part. pass. di pagari; offerto, invitato. Pagaturi, m. pagatore. Paggella, f. pagella scolastica. Pgghia e paglia, f. paglia. Pagghialora e paglialora, f. stanza ove si conserva la paglia. Pagghiaru e pagliara, m. pagliaio. Pagghiazzu e pagliazzu, m straccio, strofinaccio; pagliericcio. Pagghiuni e pagliuni, m. pagliericcio, paglione. Pagghiusu, agg. di questione difficoltosa, spinosa. Pggina, f. pagina. Paisanu, agg. paesano; m compaesano, concittadino. Paiszzu, m. paesaccio. Paiseddu, m. paesetto. Paisi, m. paese. Pala, f. pala; padella. Palacciuni, m. legno lungo e grosso fig. giovane robusto. Palataru, m. palato. PaIatu, m. palato. Pazzu, m. palazzo. Paliccu, m. stuzzicadenti. Palicu, m. stuzzicadenti; fig. personamagra e piccolina. Palidda, f. paletta. Palittu, m. paletto, ferro per lachiusura dela porta. Palliari, tr. prendere in giro, penderetempo. Pallidu e pllitu, agg. pallido. Pallunaru, agg. millantatore. Palluni, m. pallone. Palmu, m. palmo. Palora, f. parola, impegno. Plpitu, m. palpito. Palu, m. palo. Palumma, f. colomba. Palummedda, f. farfalla. Palummu, m. colombo. Palurazza, f. parolaccia. Pmpina, f. foglia. Panareddu, m. panierino. Panaru, m. paniere; fig. culo. Pantica, f. panatica, rifornimento diviveri. Panella, f. vivanda a base di farina di ceci. Pani, m. pane. Panifciu, m. panificio. Panitteri, m. panettiere. Panneddu, m. imbottitura che si mettesotto la sella. Panneddi, m. pl. coriandoli. Pannizzu, m. piccolo panno. Pannu, m. panno. Pantfalu, m. mattone da costruzione. Pantfula, f. pantofola. Panuzzu, m. panino. Panza, f. pancia. Panzata, f, colpo di pancia. Papa, m. papa. Paparacianni, m. goffo, ridicolo. Pappaaddu, pappagaddu e pappaiaddu, m. pappagallo. Papuccia e papuscia, m. pantofola. Ppula, f. vescichetta, pustoletta. Paraccu, m. ombrello. Paracqua, m. ombrello. Paragunar, tr. paragonare. Paraguni, m. paragone. Parari, tr. parare; tendere.

Parata, f, parata. Parenti, m. parente. Parintatu, m. parentado. Parintela, f. parentela. Priri e parri , intr. parere, ritenere. Pariri, m.parere, opinione. Parma, f. palma. Parmentu, m. palmento. Parmiggana, f. pietanza a base dimelanzane. Par, cong. per. Parola, f. parola. Parpagghiuni, m. farfalla. Prpitu, m.palpito. Parraca, f. chiacchierio. Parraciari, intr. chiacchiera Parracu, m. parroco. Parramentu, m.trattativa. Parrari, intr. parlare. Parrastra, f. matrigna. Parrastru, m. patrigno. Parrata, f. parlata. Parrina, f. madrina. Parrinaru, agg.che ha familiaritcon i preti. Parrinu, m.prete; padrino. Parrucchianu, parruccianu e parruscianu, m. cliente. Parti, f. parte; azione, modo d'agire. Participari, intr. partecipare. Particulari, agg. particolare. Particulariamenti, .particolarmente. Particularit, f. particolarit. Prtiri e partiri, intr. partire. Partita, f. partita, parte, porzione, Partitu, m. partito, parte politico. Partu, m. parto. Parturiri, intr. partorire. Paru, m. paio. agg. pari; uguale; piano. Parulazza, f. parolaccia. Parzamara, f. soccida. Paschera, f. pastura. Psciri, tr. pascere. Psculu, m. pascolo. Padienti, agg. paziente. Passa, f. il passare. Passabbili, agg. passabile; accettabile. Passggiu, m. passaggio. Passapitittu, agg.scostante, sgraziato. Passari, intr. passare. Pssaru, m. passero. Passata, f, passata; passaggio. Passatu, m. passato, il tempo passato. Passatu, part. pass. di passari. Passaturi, m. crivello; setaccio. Passiari, intr. passeggiare. Passiata, f. passeggiata. Passioni, f.passione.Passu, m. passo. Pssula, f. uva passa. Passulina, f. uva passa minuta. Pasta, f. pasta. Pastaru, m. pastaio; mangiatore dipasta. Pastazzu e pastazza, m. feccia dell'olio. Pastetta, f, impasto di farina; imbroglio.. Pasticceri, m. pasticciere. Pastizzaru, m. pasticciere. Pastizzu, m. pasticcio. Pastuni, m. pastone. Pastura, f.. pastura. Pasturi, m. pastore. Patata, f. patata. Patenti, f. patente. Paternostru, m. paternostro. Patimentu, m. patimento. Ptiri e patiri, intr. patire; tr. soffrire.

Patri, m. padre. Patrimniu, m. patrimonio. Patrinostru, m. paternostro. Patrinu, m. padrino. Patronu, m. patrono. Patrozzu, m. padrino. Patrunanza, f. padronanza. Patrunali, agg. padronale. Patruni, m. padrone. Pattu, m. patto. Patutu, part. pass. patito. Paura, f. paura. Puru, m. pagro comune. Pavimentu, m. pavimento. Pazzu, agg. pazzo, folle. Pcciu, m. pettine. Peccu, m. pecca, difetto. Pcura, f. pecora. Pcuru, m. pecoro, montone. Peddi, f. pelle. Pedi, m. piede. Pggiu e piu, agg. comparativo di peggio. Pena, f, pena; afflizione. Penari, intr. penare, patire. Penitenza, f, penitenza; castigo. Pnniri, intr. pendere. Pnnula e pnnula e pinnula, f. grappoli d'uva n pomodori. Pentecosti, f. pentecoste. Penzionatu, m. pensionato. Penzioni e pinzioni, f. pensione. Prcia, f. gruccia Perdiri, tr.perdere. diri, tr. perdere. Perdunu, m. perdono. Perfezzioni, f perfezione. Prgula, f. pergola. Perculu, m. pericolo. Periculusu, agg. pericoloso. Pernu, m. taglio di carne. Perptu, agg. perpetuo. Perquisizzioni, f. perquisizione. Prsica, f. pesca, frutto del pesco Prsicu, m. pesco. part. pass. di prdiri. Persudiri e persuadiri, tr. persuadere. Persuna, f. persona. Prtica, f. pertica. Pesta e pesti, f. peste. Petra, m. sasso, pietra; calcolo renale. Petrafnnula, f. torrone molto duro. Petramnnula, f. dolce a base di mandorle. Pttica, f. bure, estremit anteriore della stanga dell'aratro. Pttini, m. pettine. Pettu, m. petto. Pezza, f, pezza, piccolo pezzo di stoffa. Pezzavicchiaru, m. cenciaiolo, rigattiere. Pezzu, m. pezzo Pi, prep. per. Piaciri, m. piacere; favore. Piciri e piaciri, intr. piacere. Pianella, f. pantofola. Pianu,, agg. avv. piano. Pianu, m. luogo piano. Piat, f. piet. Piattera, f. rastrelliera per tenere a scolare i piatti. Piattinu, m.piattino. Piattu, m. piatto. Piatusu, agg. pietoso. Piazza, f. piazza. Picanti, agg. piccante. Picata, f.. cataplasma di lino.

Picca, agg. poco; avv. poco. Piccari, intr. peccare. Piccatu, m. peccato. Piccaturi, m. peccatore. Picchi, cong. e avv. perch. Pcchiu, m. pianto noioso e continuo. Picciddu, agg. piccolo. Picciotta, f. ragazza. Picciottu, m. ragazzo, giovane; garzone; picciotto, gregario d'una organizzazione mafiosa. Picciriddazzu, m. ragazzaccio. Picciriddittu, m. Piccolino. Picciriddu, m. bambino, fanciullo. Picciridduzzu, m. dim. di picciriddu. Pcciulu, agg. piccolo. Picciutteddu, m. ragazzetto, giovanetto, garzone giovane . Piccontru, avv. invece, al contrario. Pici, f. pece. Picuraru, m. pecoraio. Picuredda, f. pecorella. Picurinu, agg. pecorino; m tipo diformaggio. Picuruni, m. pecorone; fig. cornutaccio. Pidamentu, m. fondamento. Pidata, f. pedata. Piddaveru, avv. veramente, seriamente. Piddicchiari, tr. agitare, malmenare. Piddizzuni, m. pidocchio pollino; groppa, schiena. Piddncia, f. pellicina sulle unghie. Pidicuddu, m. picciuolo. Piditari e piritari, intr. scoreggiare. Pditu, m. peto; scoreggiare. Pidcchiu, m. pidocchio. Piducchiusu, agg. e m. pidocchioso; fig. taccagno, sordido. Piduzzu, m. piedino. Piergari, tr. piegare. Piet e pietati, f..piet. Piffina, avv. perfino. Pigghiari, tr. pigliare. Piggiurari, tr. e intr. peggiorare. Pignata, f. pentola. Pignatedda, f. pentolino. Pignateddu, m. pentolinoi. Pignota, agg. pignolo. Pignu, m. pegno, Pignuccata, f. tipico dolce palermitano. Pignulata, f. tipico dolce messinese. Pignurari, tr. pignorare. Pilastru, m. pilastro. Pilatiari, intr. compassionare. Plu, m. pelo. Pilucca, f. parrucca. Piluni, m. pilone. Pilusu, agg. peloso. Pinitenza, f. penitenza; pena, castigo. Pinna, f. penna, produzione epidermica; penna, strumento scrittorio. Pinngghiu, m. pendaglio. Pinnata,, f. colpo di penna; trattoscritto a penna. Pinnata, f. tettoia. Pinneddu, m. pennello sottile. Pinninu, m. pendio. Pnnula, f. pillola. Pinnularu e Pinnuliari, m. palpebra, intr. pendere, pendolare. Pintaiota, f. autobus, corriera. Pintimentu, m. pentimento. Pintirisinni, intr. pentirsi. Pinza, f. pinza. Pinzanti, part. pensante.

Pinzari, tr. e intr. pensare; ricordare. Pinzata, f, pensata, pensiero. Pinzeddu, m. pennello. Pinzeri e pinzeru, m. pensiero; fig. regalo, ricordo. Pinziniari, intr. funzionare. Pinzireddu, m. dim. di pinzeri, pensierino. Pipara, f. luogo coltivato a peperoni. Pipareddi e piparelli, m.pl. dolci a base di mandorle. Pipareddu, m. peperoncino. Pipi, m. peperone; pipi russu peperoncino; pipi nvuru pepe nero. Pipiari, intr.orinare. Pipirunata, f. pietanza a base di peperoni. Pipita, f. pellicola che si stacca dalla cute vicino alle unghie; malattia dei polli. Pipitari, intr. far parola. Pipitsciu, m. cumulo. Pipu, m. gallinaccio. Pir, prep. per. Pirara, f. pero, albero di pere. Pirch, cong. e vv. perch. Pirciari, tr. forare. Pirciuliari, tr. bucare, bucherrellare. Pirdunari, tr. perdonare. Pirdunu, m. perdono. Pirdutu, verb perduto. Pirfina, avv. perfino. Pirgulatu, m. pergolato. Piricuddu, m. picciuolo. Piripcchiu, m. vulva. Piripcchiu e pirrichcchiu, m.membro virile,ometto. Pritu,m.peto. Pirmissu, m. permesso. Pirnici, f. pernice. Pir, cong. per. Pirrera, f.cava di pietra. Pirsuadiri, tr. persuadere. Pirsuna, f. persona. Pirsunali, agg. personale; m dipendente. Pirsunggiu, m. personaggio. Pirterra, m. terrazza. Pirticuni, m. accr. di prtica persona d'alta statura. Pirtusu, m. buco. Piru, m. pero, f. pera. Pirunettu, m.scherz. calzino. Piruni, m. susina. Pruni, m. pedule, la parie dellacalza che veste la pianta tiri piede. Psanti, agg. pesante. Pisantizza, f. pesantezza, grandezza. Pisari, intr. e tr. pesare. Pisca, f. psca. Piscari, tr. pescare. Piscara, f. pescheria. Piscata, f. pescata. Piscaturi, m. pescatore. Pisci, m. pesce. Pisciari, intr. e tr. orinare; scorreredelle acque del tetto Pisciarizzu, m. l'orinazione frequente. Pisciata, f, pisciata. Pisciazza, f orina. Piscicani, m. pescecane. Piscidovu e piscirovu, m.frittata di uova. Piscispatu, m. pescespada. Piscistoccu, m. stoccafisso. Pisedda, f. pisello. Pistagna, f. striscia di stoffa cheforma il bavero; pattina.

Pistari, tr. pestare; pigiare. Pistola, f. pistola. Pistolu, m. taglio di carne, pi-stolo. Pistulittata, f. pistolettata. Pistuni, m. pestello. Pistusu, agg. noioso. Pisu, m. peso. Pisuleddu e pisuliddu, agg. permaloso. Pitazzu, m. scritto lungo e farraginoso;lunga nota di spese. Pitina e pitnia, f. empetiggine,specie di malattia della pelle, volatica. Pitittu, m.appetito. Pitittusu, agg. appetitoso. Pitrata, f. pietrata. Pitrina, f. pietra focaia dell'accendino. Pitrliu, m. petrolio. Pitrusinu e putrusinu, m.prezzemolo. Pittari, tr. dipingere. Pittgula, agg. pettegola. Pittiguliari, intr. pettegolare. Pittinari, tr. pettinare. Patinata, f. pettinata. Pitturi, m. pittore. Piulu e pulu, m. il pigolare dei pulcini. Piuncu, agg. storpiato, malandato, malaticcio. Pizzaloru, m. cenciaiolo. Pizzaru, m. cenciaiolo, rigattiere. Pizzenti, m.e agg. pezzente; avaro. Pizzettu, m. pizzo della barba. Pizziari, tr. sminuzzare. Pizzicari, tr. pizzicare; fig. pungere. Pizzicuni, m. pizzicotto. Pizzottu, m. parte della scarpa che copre il calcagno. Pizzu, m. punta, estremit; foggia di barba; scrocco che fa la camorra. Pizzurddu, ni: dim. di pezzu, pezzetto. Pizzuta, f. persona noiosa. Pizzuliari, tr. rivolgere parole pungenti. Pizzutu, agg. aguzzo; fig. petulante. Pocu, agg. poco; avv. poco. Podumani, avv. dopodomani. Ponti, m. ponte. Popolazzioni, f. moltitudine dipersone. Ppulu, m. popolo. Porcu, m. porco. Porta, f. porta. Portafgghiu, m. portafogli. Portalittri, m. portalettere. Portamuniti, m. portamonete. Porterra, m. terrazza. Portu, m. porto. Possdiri e possediri, tr. possedere. Possibbili, agg. possibile. Possibbilit e possibbilitati, possibilit. Posta, f. servizio di spedizione, l'ufficiopostale. Postu, m. posto; fig. carica, Impiego. Potbbili, agg. potabile. Puru, agg. e m. povero. Pveru e pviru, agg. e m. povero. Ppu, onomatopea di sputo. Ppupp e ppopp, f. cacca. Pranzari, intr. pranzare. Pranzu, m pranzo. Prtica e prttica, f. pratica; esperienza. Praticari e pratticari, tr. praticare. Prticu e prtticu, agg. pratico; esperto. Precisari, tr. precisare. Precisu, agg preciso.

Prdica, f, predica. Prediri, tr. predire. Preferbbili, agg. preferibile. Preferiri, tr. preferire. Prefettu, m. prefetto. Priu, m. gioia, felicit, compiacimento; festa. Premiari, tr. premiare. Premiazzioni, f. premiazione. Prmiri, tr. premere. Prmiu, m. premio. Prena, agg. gravida. Preoccupazioni, f. preoccupazione. Prscia, f. fretta, premura. Prescrviri, tr. prescrivere. Presentari, tr. presentare. Presentimentu, m. presentimento. Presidenti, m. presidente. Prsidi, m. preside. Pressioni, f. pressione; pressionearteriosa. Prestu, avv. presto, subito. Presuntusu e presuntuusu, agg.presuntuoso. Presunzioni e prisunzioni, f. presunzione. Pretennenti, part. pres. e m.pretendente. Pretnniri, tr. pretendere Preti, m. prete. Pretura e pritura, f. pretura. Preturi e prituri, m. pretore. Prula, f. pergola, pergolato. Prezziusu e prizziusu, agg. prezioso. Prezzu, m. prezzo. Pri, prep. per. Prianneoddu, agg. facile a compiacersi di qualcosa; vanaglorioso. Priari, tr.pregare. Pririsi, intr. rallegrarsi. Prcchiu, agg. tirchio, spilorcio. Pricipitari, tr. e intr. precipitare. Pricipzziu, m. precipizio. Prculu, m. pericolo. Priculusu, agg. pericoloso. Pridicari, tr. predicare. Pridicaturi, m.predicatore. Prira, f. preghiera. Prifirenza, f. preferenza. Prigari, tr. pregare. Priggiudicari, tr. pregiudicare. Priggiudizziusu, agg. pregiudizievole. Priggiuneru, m. prigioniero. Primalora. f. primipara. Primera,f. primiera. Primintu, agg. primaticcio: di frutto. Primu, agg. primo. Primuiuri, limoni chematurano nei mesi invernali. Prmuni e prumuni, m. polmone. Primura, f. premura, fretta. Primusali, m.variet di foimaggio pecorino, primosale. Principali, agg. principale. Prncipi, m. principe. Principiari, tr. cominciare, iniziare. Principissa, f. principessa. Princpiu, m. principio. Priparari, tr. preparare; rifl.prepararsi, apparecchiarsi. Priparazzioni, f. preparazione. Priputenti, agg. prepotente. Priputenza, f. prepotenza. Priscialoru, agg. frettoloso. Prsenza, f. presenza. Prispiu, m. presepio. Prisintari, tr. presentare; rifl.presentarsi. Prisintusu prisintuusu, agg. presuntuoso.

Pristari, tr. prestare. Priu, m.giubilo, festa. Prula, f.pergola. Privari, tr.privare. Privilggiu, m. privilegio. Privu, agg. privo, mancante. Probbbili, agg. probabile, Probbabilit, f. probabilit. Procdiri, intr. procedere. Processioni e prucissioni, f. processione. Processu e prucessu, m. processo, Procurari, tr. procurare. Prodggiu e prudggiu, m. prodigio. Prodiggiusu prudiggiusu, prodigioso. Producili e prudciri, tr. produrre. Produzzioni, f. produzione. Professuri e prefessuri, m. professore. Profilu, m. profilo. Profumari e prufumari, tr. profumare. Profumara e prufumara, f. profumeria. Profumu e prufumu, m. profumo. Profunnu e prufunnu, agg. profondo. Proggettu e pruggettu, m. progetto. Proibbiri e pruibbiri, tr. proibire. Priri, tr. porgere. Promttiri e prumttiri, tr. promettere. Promssu, part. pass. promosso. Promviri, tr. promuovere. Promozzioni, f. promozione. Prontu, agg. pronto. Propaganna, f. propaganda. Prpia, avv.proprio, precisamente. Propiet e propriet, f. propriet. Propietriu, m. proprietario. Prpiu prpriu, agg. avv. proprio. Propniri, tr. proporre. Propsitu, m. proposito, propnimento. Prosciuttu e prociuttu, m. prosciutto. Protggine prutggiri, tr. proteggere. Protestari, intr. protestare. Protestu, m. protesto. Prova, f. prova. Provrbiu e pruvrbiu, m. proverbio. Prvula e prvula, f. provola. Prucura, f. procura. Prudenti, agg. prudent. Prufissuri, m. professore. Prufittari, intr. approfittare. Prufizza f. profezia. Pruri, tr. porgere. Prumissa, f. promessa. Prummintu. Agg. primaticcio. Prunu, m. susino. Pruvari., tr. provare. Pruvenna, f. profenda, razione di biada. Pruvidenza, f. provvidenza. Pruvgghia, f. cipria. Pruvncia, f. provincia. Pruvisriu, agg. provvisorio; avv. per ora. Pruvista, f. provvista. Pruvulazzata, f. polverio. Pruvulazzu, m. polvere. Prvuli, f. polvere da sparo. Pruvuluni, m. provola. P, prep. art.per il. Pubblicu e pubbricu, agg. pubblico. Puddscia, f. pollastra. Puddastra, f. pollastra. Puddicinedda, m, pulcinella. Puddicinu, m. pulcino. Puddira, f. farfalla. Pudditru, m. puledro.

Pueta, m. poeta. Pugnalari, tr. pugnalare. Pugnalata, f. pugnalata. Pugnali, m. pugnale. Pugnetta, f. masturbazione maschile. Pugnu, m. pugno. Pua, f. vento di terra, del linguaggio marinaresco. Puisa, f. poesia. Puliciata, policiata, f. taglio di carne magra. Pultica, f. politica. Pulitu, agg. pulito; avv. pultamente. Pulizza, f. pulizia. Pulizziari, tr. pulire. Pulizziata, f. pulita. Pullanca, f. pannocchia di mais. Pullanca, f. gallina giovane. Pumadamuri e pumudamuri m. pomodoro. Pumata, f. pomata; lucido pei scarpe. Pumatusu, agg. Elegantone. Pummuni, m. polmone. Pumperi, m. pompiere. Pumpetta, f. clistere fatto con la pompetta. Pumu, m. melo. Puncenti, agg. pungente. Puncigghiuni, m. pungiglione. Pnciri e punciri, tr. pungere. Punenti, m. ponente, occidente il vento che spira da ponente. Puniri, tr. punire. Punizzioni, f. punizione. Punta, f, punta; carne bovina, punta di petto. Puntali, m. puntello; sasso. Puntaloru, m. punteruolo. Puntari, tr. Puntare. Puntgghiu e puntgliu, m. puntiglio. Puntigghiusu, agg. puntiglioso. Puntina, f. merletto, trina, ricamo. Puntittuni, m. pasta a grossi chicchi. Puntuali, agg. puntuale. Puntutu, agg. aguzzo; fig. testardo. Punzeddu, m. pennello, grande e da barba. Punziddiari, tr. pennellare. Puparu,m.burattinaio, marionettista, puparo. Pupatelli, m. pl. tipici biscotti palermitani. Pupidda, f. pupilla. Pupiddu, m. fantoccino; burattino. Pupu, m. burattino, fantoccio. Purcara, f. porchera. Purcarusu, agg. sozzo, sudicio. Purciddatu, m. dolce natalizio. Purgari, tr. purgare. Purgatriu, m. purgatorio. Purmuni, m. polmone. Purmuna, f. polmonite. Purpa, f. polpa. Purpnia,purpma, puppina,f. propaggine. Purpetta, f. polpetta di carne. Purpu, m. polipo. Purpuzza, puppuzza, la carne dei polpastrelli. Purritu, agg. fradicio, andato a male. Purtari, tr. portare. Purtedda, f. strettoia, passaggio angusto. Purterddu, m. finestrino; sportello d'un armadio. Purteri, m. portiere. Purticatu, m. portone.

Purtidduzzu, m. portellino. Purtinaru, m. portinaio. Purtiri, m. portiere d'una squami di calcio. Purtuni, m. portone, Purtusu, m. buco, Puru, cong. e aiw. pure. Purvulazzata, f. polvero. Purvulazzu, m. polvere. Pusari, tr. posare. Pusatu, agg. posato, giudizioso, accorto. Pusessu, m. possesso. Pusdiri e pussidiri, tr. possedere Pussidenti, m. chi possiede beni Pusteri, m. postino. Pustilla, f. postilla. Pustinu, m. postino. Pusu, m. polso. Puta, f. potatura. Putari, tr. potare. Putatura, f. potatura. Putaturi, m. potatore. Putenti, agg. e m. potente. Putenza, f. potenza. Puta, f. bottega. Putiaru e putigaru, m. bottegaio. Putinu, m. botteghino, banco del lotto. Putiri, intr. potere. Putru, m. puledro. Putruna, f. poltrona. Putrunara, f. poltroneria. Putruni, agg. e m. poltrone. Puvirt, f. povert. Pviru, agg. e m. povero. Puzza, f. puzzo. Puzzari, intr. puzzare. Puzzu, m. pozzo. Q Quacina, p. calce. Quacinazzu, m. calcinaccio. Quadara, f. caldaia. Quadaruni, m. calderone. Quadernu, m. quaderno. Quadiari, tr. riscaldare. Quadirnuni, m. quaternone; libro dei conti. Quadumaru, m.venditore di frattaglie. Qugghia, f. quaglia. Quagghari, intr. cagliare, rappigliare Qugghiu, m. caglio, presame. Qualchi , quarchi, agg. indef. qualche. Qualcunu, pron. indef. qualcuno. Quali, agg. quale. Qualificali, tr. qualificare. Qualmenti, avv. qualmente, come. Qualunqui, agg. indef. qualunque. Quannu, avv. e cong. quando. Quantit, f, quantit. Quantu, agg., pron. e avv quanto. Quantunchi e quantunque cong. quantunque, bench. Quaqunchiaru, m. semplicione, sciocco. Quaranata, f. caldana. Quaranta, agg. quaranta. Quarantinu, agg. sui quarant'anni. Quarcunu, pron.indef.qualcuno. Quarela, f. querela. Quarquariari, intr. dell'acqua bollire smoderatamente. Quartara e quattara, f. brocca panciuta e dal collo largo Quartaredda, f. dim. di quartara.

Quartaruni, m. peso equivalente alla quarta parte del rotolo Quarteri, m. quartiere. Quartiari, tr. dividere in quattro parti. Quartinu, m. piccolo appartamento. Quartu, m.quarto. agg. quarto. Quarumaru, m. venditore di frattaglie. Quarumi e quadumi, m. pl. rattaglie. Quasari e quazari, tr. calzare. Quasatu, pp. di quasari. Quasetta, f.calza. Quasi, avv. quasi, press'a poco, Quasumeddi, m. pl. gnocchi di pasta cotti nel vino. Quasuni, m. calzone. Quatela, f. cautela. Quaternu, m. quaderno. Quatilrisi rifl. riguardarsi. Quatrari, tr. quadrare. Quatratu, m. quadrato, agg. quadrato. Quatrettu, m.quadretto. Quatrari, tr. quadrare. Quatrgghia, f. quadriglia, tipo di ballo. Quatru, m. quadro. agg. quadrato. Quattru, agg. quattro. Quattrucentu, agg. quattrocento. Quattrumila, agg. quattromila. Querela, f, querela, denunzia. Querelari, tr. querelare. Questioni, f. questione. Questuari e quistuari, intr. questuare. Questuriu e quisturiu, agg. e m. questuante. Questura, f. questura. Quietanza, f quietanza, ricevuta. Qunnici, agg. quindici. Quinnicina, f, quindicina. Quintu, agg. quinto. Quistioni, f. questione, disputa. Quota, f. quota. R Rraccamari, tr. ricamare. Rraccamu, m. ricamo. Rraccgghiri, tr. raccogliere. Rraccumannari, tr. raccomandare. Rraccumannazzioni, f. raccomandazione. Rraccumannizza, f. raccomandazione. Rracina, f. uva. Rracioppu, m. racimolo. Rradici, f. radice Rrdiri, tr. radere. Rrgatu, m. rantolo, respiro affannoso. Rragatusu, agg. che ha voce rauca. Rrggia, f. rabbia, ira. Rraggiari, intr. arrabbiarsi, adirarsi. Rrgghiu, m. raglio. Rraggiunamentu, m. ragionamento. Rraggiunari, intr. ragionare. Rraggiuni, f. ragione. Rralggiu e rrolggiu, m. orologio. Rrama, f. ramo. Rramu, m. ramo. m. rame. Rrancari, intr. arrancare. Rrancata, f. breve spazio di tempo. Rranciari, tr.arranciare. Rrancitiri, intr. rancichire. Rrncitu e rrancitusu, agg. rancido. Rrancurrisi, intr. dolersi, rammaricarsi, lamentarsi, gemere. Rranni e ranni, agg. grande. Rrpiri Rpiri tr. aprire.

Rrappa, f grappolo. Rrappurtari, tr. riferire. Rrrica, f. radice. Rraru, agg. raro. Rrascagnusu, agg. che ha carattere difficile. Rrascari, tr.raschiare; rifl fig. grattarsi. Rrascusu, agg. ruvido, scabro, Rrasolu, m. rasoio. Rraspusu, agg. ruvido. Rrassimigghiari, tr. paragonare. Rrasteddu, m. rastrello. Rrastiari, seguire le orme, Rrastu, m. orma, indizio. Rratapuntu, m.retropunto. Rravazzata, f. focaccia. Rraviola, f. raviolo. Rrazza, f. razza. Rreali, agg. reale. Rrficu, m. orlo. Rreggioni, f. regione. Rrggiri, intr. resistere. Rreggistrari, tr. registrare. Rregistru, m. registro. Rregnu, m. regno. Rrgula, f. regola, norma. Rreliggioni, f. religione. Rreni, m. rene. Rrnniri, tr. rendere. Rrnnita, f. rendita. Rrpitu, m. compianto. Rresstiri, intr. resistere. Rrespirari, intr. respirare. Rrespiru, m. respiro. Rresponzabbilit, f. responsa-bilit. Rrestituiri, tr. restituire. Rrestu, m. resto, rimanenza. Rretipuntu, m. retropunto. Rretucscia, m. controgirello. Rrula, f. regola. Rreumatsimu, m. reumatismo Rrialu, m. regalo. Rranu, m. origano. Rribbassari, tr. abbassare;diminuire il prezzo. Rribbttiri, tr. ribadire. Rribbuccari, tr. rimboccare; orlare. Rribbummari, intr. rimbalzare; rimbombare. Rribbuttu, m. cacciatoia. Rricdili, intr. ricadere. Rricanuscenti, agg. riconoscento, grato. Rricansciri, tr. riconoscere. Rriccamari, intr. ricamare. Rricchizza, f. ricchezza. Rriccu, m. e agg. ricco. Rricioppu, m. racimolo . Rricviri, tr. ricevere. Rricivuta, f. ricevuta. Rricgghiri, tr. raccogliere. Rricotta, f. ricotta. Rricriari, tr. divertire; rifl. ricrearsi. Rricumpinzari, tr.ricompensare. Rricurdari, tr. ricordare. Rricrriri, intr. ricorrere;chiedere aiuto. Rricuttaru, m. ricottaro; magnaccia. Rriddiculara, f. ridicolaggine. Rriddculu, agg. ridicolo. Rriddciri, tr. ridurre; rifl. ridursi. Rrdiri, intr. ridere. Rrifardu, agg. sleale; perfido; sospettoso, facile ad offendersi Rrifari, tr. rifare. Rrifiutari, tr. rifiutare. Rrifriddari, tr.raffreddare; rifl.

prendere il raffreddore. Rrifriddatu, agg. affetto da raffreddore. Rrifriscari, tr. rinfrescare. Rrifriscu, m. sollievo. Rriga, f. scriminatura. Rrigalari, tr. regalare. Rrigalu, m. regalo. Rrigatu, agg. rigato. Rriggina, f. regina. Rrignari, intr. regnare; essere, rimanere. Rrigurdari, tr. ricordare. Rrittitu, m. rimessiticcio. Rrilggiu, m. orologio. Rrimannari, tr. rimandare. Rrimari, intr. remare. Rrimasgghiu, m. rimasuglio. Rrimddiu, m. rimedio. Rrimttiri, tr. rimettere. Rriminari, tr. rimescolare. Rriminata, f. mescolamento. Rrimpatriata, f. rimpatriata. Rrimproverari, tr. rimproverare. Rrimuddari. tr. ammorbidire; intr. e rifl. ammobitirsi. Rrimunna e rrimunnata, f. potatura, rimonda. Rrinai, f. sabbia. Rrinali, m. pitale. Rrinchidiri, tr. rinchiudere. Rrinsciri, tr. portare a buon esito. Rringrazziari, tr. ringraziare. Rringrzziu, m. ringraziamento. Rrnnina, f. rondine. Rrinnuvari, tr. rinnovare. Rrintracciari, tr. rintracciare. Rrinunziari, tr. e intr. rinunciare. Rripa, f. riva. Rriparari, tr. riparare. Rriparu, m. riparo, rimedio. Rripassari, tr. ripassare. Rriptiri, tr. ripetere. Rripigghiari, tr. riprendere. Rripitari, tr. rimpiangere. Rripizzari, tr. .rammendare. Rriposu, m. riposo. Rripurtari, tr. riportare. Rripusari, intr. riposare. Rripustgghiu, m. ripostiglio. Rriquadiari, tr. riscaldare. Rrisbigghiari, tr. svegliare. Rriscdiri, tr. cercare, frugare Rriscrviri, tr. riscrivere. Rrisicari, tr. rischiare. Rrsicu, m. rischio. Rrisicusu, agg. azzardoso. Rrisittari, tr. mettere in ordine, rassettare. Rrisparmiari, tr. risparmiare. Rrisprmiu, m. risparmio. Rrispettu, m. rispetto. Rrispigghiari, tr. svegliare. Rrispittari, tr. rispettare. Rrispnniri, intr. rispondere. Rrispusteri, agg petulante. Rristari, intr. Rimanere.. Rristoranti, m. ristorante. Rristccia, f. stoppia. Rristurari, tr. ristorare, rifocillare. Rrisurtari, intr. risultare. Rritagghiari, tr. ritagliare. Rritardari, tr. e intr. ritardare Rritardu, m. ritardo. Rriti, f. rete. Rritipuntari, intr. fare il retropunto.

Rritirari, tr. ritirare. . Rritruvari, tr. ritrovare. Rrittu e rittu, agg. diritto. Rrituccari, tr. ritoccare. Rriturnari, intr. ritornare. Rrivari, cfr. arrivari. Rriversa, cfr. rriversa. Rriversu, agg. opposto; riottoso, indocile. Rrivdiri, tr. rivedere. Rrivilari, tr. rivelare. Rrivnniri, tr. rivendere. Rrivutamentu e stomacaggine, m. sensazione di turbamento improvviso. Rrivutari, tr. rivoltare. Rrivutura e rivuturata,f. raffica di vento improvvisa e violenta. Rrizza, frezza. Rrizzettu, m. riposo, requie; ordine. Rrizzittari, tr. rassettare, ordinare . Rrobba f. roba. Rrggiu e rrgghiu, m. orologio. Rromatsimu, m. reumatismo. Rrosa, f. rosa. Rrsuli, m.. pl. geloni. Rrota, f. ruota. Rrtulu, m. rotolo. Rrubbari, tr. rubare. Rrubbinettu, m. rubinetto. Rruffianrisi, cfr. arrufftanri Rruffianu, m. ruffiano. Rrufuliata, f. folata. Rrggia, f. ruggine. Rrggini, f. ruggine. Rrugna, f. rogna, scabbia. Rrugnusu, agg. rognoso, scabbioso. Rruna, f. rovina. Rruluggiaru, m. orologiaio. Rrumatsimu, m. reumatismo. Rrummulirisi, intr. brontolare. Rrmmulu, m. brontolo. Rrumpimentu, m. rompimento. Rrmpiri, tr. rompere. Rrumuri, m. rumore. Rrunchiari, cfr. arrunchiari. Rrunfari, intr. russare. Rrunguliari, intr. ringhiare. Rrunzari, cfr. arrunzari. Rruppu e ruppu, m. nodo. Rrusicari, tr. rosicchiare. Rrussnia e russina, f. rosolia. Rrussicari, tr. e intr. arrossare. Rrussu, agg. rosso. Rrussuri, m. rossore. Rrstiri, tr. arrostire. Rruttari, intr. ruttare. Rruttura, f. rottura. Rrvidu, agg. ruvido. Rruzzulari, tr. ruzzolare; intr. cadere, ruzzolare. Rruzzuliari, intr. ruzzolare. S Sbbatu, m. sabato. Sacca, f. sacca. Sacchetta, f. tasca. Sacchina, f. piccola sacca. Saccu, m. sacco. Sagnari, tr. bastonare a sangue. Sagnignu, agg. sanguigno. Sagristanu, m. sagrestano. Sagrista, f. sagrestia. Sami, f strutto. Salamargghiu e salamurgghiu, m.

salmoriglio reg., salsa a base di olio e succo di limone. Salami, m. e f, salame. Sali, m. sale. Saliari, tr. salare; condire con formaggio grattugiato. Saliatu, m. formaggio grattug giato. Salitu, agg. salato. Salutari, tr. salutare. Saluti, f, salute. Salutu, m. saluto. Sampug na , f z a m p o g n a . Sancisuca, f.. sanguisuga. Sannu, m. sangue. Santiari, intr. bestemmiare. Santi uni, m. bestemmia. Santu, agg. e m.santo. Sanu, agg. sano,intero Sapienti, agg. sapiente. Sapiri, tr. sapere. S a p p i d d i z za , sirpiddizza, s u p p i d d i z za , f . cotta, sopravveste dei sacerdoti. S a p u n e t t u , m . saponetta. Sapuni, m. sapone. Sapuri, m. sapore. Sapuritu, agg. saporito, gustoso. Sarbari, tr. conservare. Sarda, f. sardina. Sarma, f. salma, misura di superficie. Sarmentu, m. sarmento, tralcio di vite. Sarsa, f. salsa. Srsula e sssula, f. paletta che serve per prendere i legumi dal sacco. Sarta, f. sarta. Sartu, m. sarto. Sarvggiu, agg. selvaggio. Sarvari, tr. conservare; salvare. Sarvietta, f. salvietta, tovagliolo. Sassulata, f. grande quantit. Satari, intr. saltare. Sattura, f. esattoria delle imposte dirette. Sautari, intr. saltare. Sutu, m. salto. Sviu, agg. savio, saggio. Sazziari, tr. saziare. Szziu, agg. sazio. Sbacantari, tr. svuotare. Sbadigghiari, intr. sbadigliare. Sbagghiari, tr. sbagliare. Sbgghiu, m. sbaglio. Sbagnari,tr.inumidire il bucato; offrire un rinfresco per festeggiare un avvenimento. Sballatu, agg. matto. Sbalurdiri, tr. sbalordire. Sbampari, intr. avvampare. Sbannutu, agg. perdigiorno, vagabondo, scioperatoi. Sbarazzari, tr. sbarazzare. Sbarigghiari, intr. sbadigliare . Sbttiri, tr. sbattere; intr. sgobbare. Sbdiri, intr. travedere, ingannarsi nel vedere. Sbigghiari, tr. svegliare. Sbintari, intr. sfiatare. Sbintuliari, tr. e intr. sventolare. Sbirru, m. sbirro, poliziotto.

Sbirticchirisi, intr. aprirsi smodatamente alla gioia, al dolore ecc.; essere pieno di premure smodate verso qualcuno; essere molto avaro e non concedere assolutamente nulla. Sbitari, tr. svitare. Sbrigugnari, tr. svergognare. Sbrigugnatu, agg. svergognato; sfacciato. Sbru, m. divertimento, trastullo. Sbriusu, agg.simpaticamente allegro. Sbrizza, f. spruzzo; goceia. Sbrizziari, tr. spruzzare; 2 intr piovigginare. Sbrucculari, tr. ridire pari pari quello che si sa; di soldi o remunerazione, dare pronta mente. Sbrugghiari, tr. sbrogliare, svolgere, sciogliere. Sbuccatu, agg. sboccato. Sbuffari, intr. sbuffare. Sbrdiri, tr. sciogliere; distruggere; malmenare; scucire. Scacciari, tr. schiacciare. Scacciata, f, tio di focaccia. Scaciuni, f. causa, pretesto. Scafazzari, tr.schiacciare, spiaccicare Scafuliari, tr. rovistare. Scagghiuni, m. dente canino. Scala, f. scala. Scaliari, tr. frugare, rovistare. Scaluni, m. gradino, scalino. Scampari, intr. spiovere. Scanaturi, scaniaturi, m. manufatto per, usato dalle massaie per impastare il pane. Scancarari, tr. sgangherare. Scanciari, tr. cambiare; scambiare . ScanciIlari, tr. cancellare. Scnciu, m. scambio. Scannaliari, tr. scandalizzare; insospettire; smaliziare. Scnnalu, m. scandalo; soipetto. Scannari, tr. scannare. Scantarisi, intr. pa v e nt a r si. Scantatu, agg. impaurito. Scantu, m. paura. Scantulinu, agg. pauroso. Scantusu, agg. pauroso. Scappari, intr. scappare. Scarafuni, m. profittatore. Scarda, f. scheggia (di legno). Scarnari, tr. scarnare). Scarpa, f. scarpa. Scarparu, m. calzolaio. Scarpeddu, m. scalpello. Scarpinata, f. lungo cammino a piedi. Scarpisari, tr. calpestare, pestare. Scarricari, ir. scaricare. Scrricu, m. scarico, agg. scarico. Scarsiari, intr. scarseggiare. Scarsu, agg. scarso, manchevole; scadente. Scassari, tr. scassare. Scatinari, tr. scatenare. Scattari, intr. schiattare, scoppiare, crepare dalla bile. Scatula, f. scatola. Scusu, agg. scalzo. Scavari, tr. scavare. Sceccu, m. asino. Scgghiri, tr. scegliere. Scemu, agg. scemo di cervello. Scherzari e schirzari, intr. scherzare.

Scherzu, m. scherzo. Schettu, agg. e m. celibe. Schifu, m. chiasso, baldoria. Schina, f, schiena. Schiticchiata, f. cena tra amici. Schitcchiu, m. cena tra amici. Schittu, agg. senza companatico. Sciacquari, tr. Sciacquare. Sciacquetta, f. sgualdrina. Scialrisi, rifl. divertirsi molto; ristorarsi mangiando o bevendo. Sciallinu, m. piccolo scialle. Sciallu, m. scialle. Sciancatu, agg. sciancato. Sciangazza, f. fessura, spiraglio. Sciapitu, agg. insipido. Sciarra, f. zuffa, contesa, rissa. Sciarreri, agg. rissoso. Sciarririsi, rif, azzuffarsi. Sciula, f.carro senza ruote trainato da buoi. Sciavurari, tr. odorare. Scicari, tr. strappare. Scidda, f. ascella. Sciddicari, intr. scivolare. Sciddicuni, m. scivolone. Sciddicusu, agg. sdrucciolevole. Scifu, m. truogolo. Sciloccu, m. scirocco. Scnniri, intr scendere; tr. calar gi. Scintinu, agg. inetto, disutile. Scinzioni, f. festa dell'Ascensione. Scigghiri, tr. sciogliere. Sciolta, f, dissenteria. Scpitu, agg. insipido. Scippari, tr. svellere, strappare. Sciroccu, m. scirocco. Sciruppri(si), tr. tollerare pazientemente. Sciucamanu, m. asciugamano. Sciucari, tr. asciugare. Sciuttu, agg. asciutto. Scocca, f.. ciocca. Scgghiu, m. scoglio. Scola, f. scuola. Scommudari, tr. scomodare, incomodare. Sconzu, m. danno, disagio. Scoppu, m.serratura a sdrucciolo. Scoppula, f. scapaccione, scappellotto. Scrcia, f. scorza. Scorrggiu, m. peto. Scrafuniari, tr. rovistare, frugare. Scravgghiu, m. piattola; scarafaggio, fig.ragazzetto. Scrima, f. scriminatura. Scrviri, tr. scrivere; prescrivere. Scruccuni, m. scroccone. Scrsciu, m. rumore. Scuddari, tr. scollare. Scudduriari, tr. svolgere, scio gliere. Scuetu, agg. irrequieto. Scugnari, tr. scostare. Sculari, intr.colare. Scuma, f. schiuma. Scumazza, f. pegg. di scuma; bava. Scummttiri, tr. scommettere. Scummigghiari, tr. scoprire. Scummissa, f. scommessa. Scumpariri, intr. scomparire. Scumuni, m spumone; schiumone reg. Scuncicari, tr. provocare, stuzzicare; criticare, sparlare. Scuncintratu, agg. strambo. Scuntintari, tr. scontentare.

Scuntrari, tr incontrare. Scuntu, m. sconto. Scunzari, tr. sconciare, guastare; disfare. Scupa, f. scopa. Scupari, tr.scopare, spazzare. Scupertu, agg. scoperto. Scupetta, f. schioppo, fucile. Scupitta, f. spazzola. Scupittata, f. schioppettata, fucilata. Scuppari, intr Scoppiare, precipitare. Scupriri, tr.s coprire. Scuraggiri, tr scoraggiare. Scurari, intr.imbrunire. Scurciari, tr.scorticare. Scurciatu, agg.scorticato;. Scurdrisi, intr. scordarsi, dimenticarsi: Scurriri, intr. scorrere. Scuru, m. oscurit, buio. Scuru, agg. oscuro. Scusari, tr. scusare. Scsiri, tr scucire. Scutari, tr. ascoltare. Scuttari, tr. scontare; espiare. Scutulari, tr. Scuotere. Scuzzetta squazetta, scazzetta. scazzotta, f.berretto per la notte. Sdari, intr. vagare, sperdere. Sdignusu, agg. di cibo troppo dolce oppure troppo condita. Sdillnchiu, m.deliquio. Sdirrubbari, tr.dirupare, cadere. Sdirrupari, tr. dirupare. Sdivacari, tr. vuotare. Secunnu, agg. secondo. Sggia f. sedia. Segretu, m.segreto. agg. segreto. Sempri, avv. Sempre Sennu, m. senno. Sentiri, tr sentire. Senzali, m. sensale. Snziu, m. giudizio, senno. Senzu, m. senno. Srviri e serviri, tr.servire. Servu, m. servo. Settembri, m. settembre. Settemmenzu, m. gioco di carte. Setti, agg. sette. Sfacciataggini, f. sfrontatezza. Sfacinnatu, agg. sfaccendato. Sfardari, tr.stracciare; sciupare. Sfardinu, m. sciupone. Sfrisi, rifl. disfarsi. Sfasciari, tr. sfasciare; guastare. Sfasciatu, agg. guasto. Sfattu, agg. molto maturo, andato a male. Sfilittiari, intr. andar via nascostamente e rapidamente. Sfissari, tr. malmenare. Sfzziu, m. capriccio, voglia. Sfraari, tr.precare, scialacquare. Sfrauni, agg. e m.dissipatore, scialacquatore. Sfrazziari, intr. scialacquare, largheggiare. Sfrazzu, m. sfarzo. Sfunnari, tr. sfondare. Sfunnata, f. bagascia. Sfunnurata, f. puttana. Sfurcuniari, tr. frugare con veemenza. Sfurtunatu, agg. sfortunato. Sfttiri, tr. sfottere, strapazzare,

maltrattare. Sgaddari, tr. nettare, pulire. Sgalapatu, agg. sgraziato. Sgangari, tr. spiccare i rami. Sganghiari, tr. raccogliere i racimoli. Sgangu, m. racimolo. Sgangulatu, agg. sdentato. Sgarbatu, agg. sgarbato. Sgargiari, tr. graffiare. Sgarrari, tr. e intr. sbagliare. Sgarru, m. sbaglio. Sgraccu, m.scaracchio, sputo catarroso. Sgranfugnari, tr. graffiare. Sgrasciari, tr. pulire dal sudiciume. Sgricciu, ni. schizzo. Sicarru, m. sigaro. Siccanti, agg. seccante, noioso. Siccari, tr. seccare. Scchiu, m. secchio. Sccia, f. seppia. Siccomu, cong. siccome, poiche. Siccu, agg. secco, inaridito, magro, sciupato. Sicuru, agg. sicuro; avv. sicuramente. Siddiari, tr. annoiare, seccare rifl. annoiarsi, seccarsi. Siddiatu, agg. annoiato, seccato Sidili, m. sedile; panchina. Sigghiuzzu sugghiuzzu, m. singhiozzo.. Signali, m. segnale. Signu, m. segno. Signura, f. signora. Signuri, m. signore; Dio. Signurina, f. signorina. Siina, f. circa sei. Silnziu, m. silenzio. Simana, f. settimana. Simenza, f. semenza, seme. Simigghianti, agg. somigliante simile. Siminari, tr. seminare. Siminzaru, m. venditore di calia Smplici, agg. semplice. Simplicit, f. semplicit. Sinceru, agg. sincero. Singaliari, tr. segnare; sfregiare. Singari, tr. segnare. Snnacu, m. sindaco. Sintenza,f. sentenza. Simentu, m. sentimento. Sinu, prep. sino. Sinzala, f. mediazione, Sinzbbili, agg. sensibile. Sira, f. sera. Sirenu, m. rugiada. Siritina, f serata, sera. Sirrculu, m. saracco. Sirvituri, m. servitore. Sirvzziu, m. servizio. Sirvizzu, m. servizio, faccenda, lavoro. Sissanta, agg. sessanta. Sistimari, tr. sistemare, rassettare. Sita, f, seta. Siti, f. sete. Sittanta, agg. settanta. Sittembri, m. settembre. Sittmmiru, m. settembre. Situari, tr. situare, collocare. Sivu, m. sego; fig. prolissit, noia. Sivusu, agg. noioso, uggioso. Smammari, tr. svezzare. Smarmnicu, agg. pazzerello, mattoide. Smarrari, tr. sturare il lavandino. Sminnari, tr. rovinare, conciar male,

guastare. Smirdiari, tr.insolentire; smascherare. Smviri, tr smuovere. Smurfiusu, agg. smorfioso. So, agg. possessivo suo. Sodisfari, tr. soddisfare. Sodisfazzioni, f. soddisfazione. Sodu, agg.sodo, forte, duro, fermo. Sggira, f. suocera. Sggiru, m. suocero. Sonnu, m. sonno; tempia. Sonu, ni. suono. Sorti, f. sorte. Soru, f. sorella. Sosizza, f. salsiccia. Spaccari, tr. spaccare. Spacchimi, f. sperma. Spcchiu, m. sperma. Spachettu, m. coli, spaghetti. S Spacinzirisi, intr. spazientirsi. Spadda, f. spalla. Sparddera, f. spalliera. Spagnrisi, intr. spaventarsi. Spagnu, m. paura. Spnniri, intr. gocciolare. Spanu, agg. rado. Sparaceddi, m.pl. broccoletti. Spraciu, m. asparago. Sparagnari, tr. risparmiare. Sparagnu, m. risparmio. Sparari, tr. sparare; tirare a indovinare. Sparrari, mtr. sparlare, criticare. Sparti, prep. oltre; avv. in disparte. Sprtiri, tr. dividere, spartire, distribuire. Sparu, agg. dispari. Spasa, f. pendio del tetto. Spasciatu, agg. guasto. Spassu, m. spasso. Spata, f. spada. Spaventu, m. spavento. Spzziu, m. spazio. Spcchiu, m. specchio. Speddiri, tr. finire, terminare. Spnniri, tr. spendere. Spertu, agg. esperto. Spezziu, m. (pi. spezzi) pepe. Spiari, tr. domandare. Spica, f. spiga. Spicari, intr. spigare; di ragazzo, crescere. Spcchiu, m. spicchio. Spiccicari, tr. spiccicare, staccare, scollare. Spicu, m. spigolo. Spiddizzatu, agg. di persona, che ha le vesti lacere, povero. Spidugghiari, tr. sciogliere, sbrogliare. Spina, f. spina. Spncia, f. frittella ricoperta di zucchero. Spngula, f. spillo. Spinziratu, agg. spensierato. Spiranza, f. speranza. Spirdu, m. spirito. Spiriri, intr. sparire, scomparire. Spirtusari, tr. forare, bucare. Spiruni, m. sprone, sperone. Spisa, f. spesa. Spitali, m. ospedale. Spitu, m. spiedo. Spizzuliari, tr. mangiare a pieccoli bocconi. Sponza, f. spugna. Sprticu, agg. inesperto. Spugghiari, tr. spogliare. Spunnari, tr. sfondare. Spuntari, mtr. spuntare.

Spurcificari, tr. svergognare, ingiuriare, sporcificare reg. Spurczzia, f. sporcizia. Spurpari, tr. spolpare. Spustatu, agg. squilibrato, Sputari, intr. sputare. Sputatu, pari. pass. di sputavi Sputazza, f. saliva. Squadari, tr. scaldare; 2 bollire. Squagghiari, tr. squagliare. Squatriari, tr. preparare definitamente il muro a ricevere l'intonaco. Ssa, cifr. ossa. Ssabbenedica e ssabbinidica, cifr. assabbenerica. Ssaggiari, tr. assaggiare. Ssicutari, tr. inseguire, rincorrere. Ssittari, cfr. assittari Ssu, aferesi di chissu. Stabbiliri, tr. stabilire; rifl. Stabilirsi. Staiunatu, agg. stagionato. Staiuni, f. stagione; estate. Stadda, f. stalla. Stgghiu, m. cottimo. Stagnataru, m. stagnaio. Stagninu, m. stagnaio. Stamatina, avv. stamane. Stancari, tr. stancare; rifl. stancarsi. Stanchizza, f. stanchezza. Stancu, agg. stanco, Stanotti, avv. stanotte. Stari, intr. stare; abitare. Stasira, avv. stasera. Stati, f. estate. Stata, f. stadera. Stavota, avv. per questa volta. Stazzioni, f. stazione. Stnniri, tr. stendere, distendere. Stcchiu, m. vulva. Stidda, f. stella. Stigghiola, f. budello di capretto o agnello attorcigliato. Stinnicchiari, tr. distendere, sdraiarsi. Stipu, m. stipo. Stirari, tr. stirare. Stitichizza, f. stitichezza. Stizza, f. goccia, stilla. Stizziari, intr. gocciolare; piovigginare. Stmacu, m. stomaco. Stortu, agg. storto; cattivo, malvagio. Stracanciarsi, tr. trasformare, trasformarsi. Strafalria, f. sgualdrina dibasso conio. Strammu, agg. strambo, strano. Stranggliu, m. scappatoia, sotterfugio . Strniu, agg. estraneo. Stranutari, intr. starnutire. Stranutu, ni. starnuto. Strasntiri, tr. fraintendere. Strata, f. strada. Stratuneri, m. cantoniere. Strula, f. carro senza ruote tirato da buoi. Strazzari, tr. stracciare, lacerare. Strazzu, m. straccio. Strazzuni, m. straccione, pezzente. Stricari, tr. fregare, strofinare. Strgghia, f. strglia. Strigghiari, tr. strigliare. Strina, f, strenna. Strnciri, tr. stringere. Strittu, m. stretto. Strittu, agg. stretto;bisognoso.

Strdiri, tr. consumare, distruggere. Strudusu, agg. dispettoso. Strmmula, f. trottolina di legno, Strunzu, m. stronzo. Struppirisi, rifl. farsi male. Strusciari, tr. sciogliere. Struzzari, tr. urtare. Studiari, tr. studiare. Stdiu, m. studio. Stuffu, agg. stufo. Stuiari, tr. pulire; spolverare Stunari, tr. infastidire. Stunatu, agg. stonato; stordto; distratto. Stpidu, agg. stupido. Stuppgghiu, m, turacciolo. Strdiri, tr. stordire. Sturdutu, agg. stordito. Stutari, tr. spegnere. Subbitniu, agg. subitaneo. Sbbitu, avv. subito, presto. Sucari, tr. succhiare. Sucasmula, m. bellimbusto, cicisbeo . Succdiri, intr. succedere. Sucu, m. sugo, succo. Sudari, intr. sudare. Suduri, m. sudore. Suffitta, f. soffitta. Suggizzioni, f. soggezione. Sugna, f.strutto. Sulalliuni, m. solleone. Sulamenti, avv. solamente. Sularu, m. solaio, soffitta. Suletta, f. solaio. Suli, m. sole. Sullctu, agg. sollecito. Sulu, agg. solo; avv. solamente. Sumigghiari, intr. somigliare. Sunari, tr. e intr. suonare. Superari, tr. superare. Superbu, agg. superbo. Superstizzioni, f. superstizione. Superstizziusu, agg. superstizioso. Suppa, f. minestra, zuppa. Suppissata, f. salame. Supplicali, tr. supplicare. Suppurtari, tr. sopportare. Supra, prep. e avv. sopra. Suprannuminari, tr. soprannominare. Surci, m. topo. Surdatu, m. soldato. Surdu, agg. sordo. Surfara, f. solfara. Surfarata, f, fumigazione di zolfo che si da alle piante. Surfararu, m. minatore di solfara. Srfaru, m. zolfo. Srici, m. topo. Surra, f. la parte bianca del ventre del tonno. Suspettu, m. sospetto, agg. sospetto. Suspirari, intr. sospirare; respirare. Suspiru, m. sospiro; respiro. Suspittari, tr. e intr. sospettare. Suspittusu, agg. sospettoso. Sustanza, f. sostanza. Sustiniri, tr. sostenere. Sustituiri, tr. sostituire. Susu, avv.. sopra. Sutta, prep. e avv. sotto. Suttana, f. sottana. Suttasupra, loc. aw. sottosopra. Suttirrari, tr. sotterrare. Suvrchiu, m. soverchio, agg. soverchio. Suvirchiara, f. soverchieria.

Suvirchiusu, agg. prepotente. Sveltu, agg. svelto. Svniri, intr. svenire. Svigghiari, tr. svegliare; intr. svegliarsi. T Tabbaccaru, m. tabaccaio. Tabbacchinu, m. tabaccheria. Tabbaccu, m. tabacco. Tabbilluni, m. tabellone. Tabbutu, m. bara, feretro. Tacca, f. macchia. Taccagnu, agg. taccagno. Tacchiari, tr.macchiare. far debiti. Tccia, f. chiodo. Taccu, m. tacco. Tciri e taciri, intr. tacere. Tacitamenti, avv. tacitamente. Taddarita, f. pipistrello. Taddu, m. il gambo coriaceo del cavolo; fusto, stelo. Tafanriu e tafanaru, m.. scherz. culo. Tfara, f. piatto della bilancia. Taffiari, intr. mangiare a sbafo; rubare. Taganu, m. tegame. Tagghiata e tagliata, f. tagliata. Tagghiari, tr. tagliare. Tagghiarini, m. pi. tagliolini. Tagghienti, agg. tagliente. Taliari, tr. guardare. Taliata, f. guardata, occhiata Tammuru, m. tamburo. Tampasiari, intr. andare in gro oziando. Tancilusu e tangilusu, agg fragile, delicato, cagionevole. Tanfu, m. tanfo. Tannu, avv. allora. Tantiari, intr. brancolare Tantcchia, avv. un poco Tanticchiedda, avv. dim. di tantcchia. Tantu, agg. e avv. tanto. Tapizzara, f. tappezzeria. Tapizzeri, m. tappezziere. Tappa, f. macchia, chiazza Tappina, f. pianella. Tappinara, f. sgualdrina. Tappitu, m. tappeto. Tappu, m. tappo. Taralla, f. ciambella di biscotto. Tarntula trarntula, f. tarantola. Tardari, intr. tardare, tardare a capire. Tardiolu agg. fuori stagione. Tardu, agg. tardivo. Tardu, avv. tardi. Tarlu, m. tarlo. Taroccu, m. tarocco, arancio, carte.. Tartagghiari, intr. balbettare. Trtaru, m. tartaro. Tartaruca, Tartuca, f. tartaruga. Tascu, m. copricapo caratteristico con visiera dello stesso panno, berretto. Tastari, tr. assaggiare. Tastiari, tr. tastare, palpare. Tavarca, f. sponda del letto. Taverna, f. taverna, bettola. Tvula, f. tavola. Tavulinu, m. tavolino. Teatru e tiatru, m. teatro. Teganu, m. tegame. Telefonu e telefunu, m. telefono. Televisioni e tilivisioni, f. televisione . Tempu e tiempu, m. tempo.

Tmpula tmpula, f. tempia, guancia. Tnebbra, f. tenebra. Tenebbrusu, agg. tenebroso. Tniri, tr. Tenere. Tenna, f. tenda. Tennirizza, f. tenerezza. Tnniru, tnnaru, tnnuru, agg. tenero. Tentari, tr. tentare. Tentazzioni, f. tentazione. Tpidu, agg. tiepido. Terminari, tr. terminare. Trmini, m. termine, fine. Termometru, m. termometro. Ternu, m. terno. Terra, f. terra. Terremoti tirrimotu, m. terremoto. Terrenu, m. terreno. Terribbili, agg. terribile. Terzu, agg. terzo. Tesoru, m. tesoro. Tssiri, tr. tessere. Testa, f. testa, capo. Testamentu, m. testamento. Testimoniari, tr. testimoniare. Testimoni, m. testimone. Ttanu, m. tetano. Tettu, m. tetto, soffitto. Tianu, m. tegame. Tifu, m. tifo. Tgghia, f. teglia. Tigna, f, tigna. Tignusu, agg. infetto da tigni. calvo. Tignusu, m piccolo rettili geco. Tigri, f. tigre. Tila, f. tela. Tilaru, m. telaio. Tiluni, m. telone. Tmidu, agg. timido. Timiri, tr. temere. Timmala timballu e timmali, f. timballo. Timpa, f. poggio, erta; grossa pietra. Timpagnu, m. fondo della boite; tramezzo. Timpriu, m. cattivo tempo. Timpesta, f. tempesta Timpirari, tr. temperare; moderare, correggere. Timpiratura, f. temperatura Timpulata, f. schiaffane Timpuliari, tr. schiaffeggiare Timpuluni, m. schiaffo Timpuni, m. zolla. Timpuniari, intr. camminare per le terre. Timugna timogna, f. bica, mucchio di covoni di grano. Timuni, m. timone. Tina, f. tino. Tingghia, f. tenaglia. Tnciri, tr. tingere. Tinciutu, agg. tinto; poveretto. Tiniri, tr. tenere. Tinnirumi, m. pl. foglie di zucca lunga commestibili; teneruni. Tintazzioni, f. tentazione. Tintu, agg. tinto; triste, maidico, ipocrita. Tinu, m. tino. Tipu, m. tipo, esemplare, campione. Tipu, agg. pieno, zeppo. Tiratu, partt. pass. tirato; avaro, spilorcio. Tirraggieri, m. fittavolo che paga un canone in natura.

Tirrazza, f. terrazza. Tirrenu turrenu, m. terreno. Tirripitirri, m.pl. lusinghe,carezze, blandizie. Tirrozzu, m. terreno incolto. Tiru, m. tiro. Tistali, tisteva, m. capestro, cavezza. Tistardu tistarutu, agg. testardo. Tistiari, intr. crollare il capo, in segno di disapprovazione, diniego, dubbio. Tistiata, f. crollata di capo; moto del capo fatto in atto di minaccia. Tistutu tistuni, agg. testardo. Tisu, agg. teso. Titulu, m. titolo. Tzziu, m. tizio. Tizzuni, m. tizzone. To, agg. possessivo tuo. Toi, pron. possessivo tuo. Tllaru, m. dollaro. Trbidu e trbitu, agg. torbido. Trciri turciri, tr. torcere. Anche. Tornu, m. tornio. Tortu, m. torto. Tortu, agg. torto; c a t t i v o d i persona. Tssicu, m. tossico. Tostu, agg. inquieto; monello (di bambino). Tzzula, nell'espressione fari tzzula appiccar zuffa. Trabbcculu e trabbcculu, m. vettura sgangherata. Trabballari trabballiari, intr. traballare. Trabbuccari, intr. traboccare. Trabbuccu, m. trabocchetto. Tracchggiu, m. commercio (di cose illecite). Tradimentu, m. tradimento. Tradiri, tr. tradire. Tradituri, m. traditore. Tradizzioni, f. tradizione. Traduzzioni, f. traduzione. Trafichiari, intr. trafficare. Trficu e trfucu, m. traffico, commercio. Traggdia, f. tragedia. Trggicu, agg. tragico. Traghettari, tr. traghettare. Traghettu, m. traghetto. Trinu, m. traino. Tramazzari, tr. travasare. Tramazzu, m. travasamento. Tramenzu, m. trina, ricamo merletto. Tramenzu tramezza, m. tramezzo. Tramuntana, f. tramontana. Tramuntari, intr. tramontare. Tramuntu, m. tramonto. Tranni, prep. tranne. Tranquillit, f. tranquillit. Tranquillu agg. tranquillo. Trantuliari, tr.scuotere; intr. tremare dal freddo. Tranzitari, intr. transitare. Trnzitu, m. transito. Trapanari, tr. trapanare. Trapanu, m. trapano. Trappitu, m. frantoio. Trppula, f. trappola. Trapunta, f, gualdrappa; coperta imbottita. Trapuntu, m. trapunto, ricamo. Trasannatu, agg. Trasandato, trascurato. Trascinari, tr. trascinare. Trascurari, tr. trascurare. Trasfirimentu, m. trasferimento. Trasfiriri, tr. trasferire.

Trasf urmari e traspurmari, tr.trasformare. Trasfurmazzioni e traspurmazzioni, f. trasformazione. Trsiri, intr. entrare Trasparenti, agg. trasparente. Trasportu, m. trasporto. Traspurtari, tr. trasportare. Trastularu, m. imbroglione. Trasuta, f. entrata. Trattamentu, m. ricevimento, rinfresco. Trattari, tr. trattare. Trattiniri,tr.trattenere; rifl. trattenersi. Travagghiari, tr. lavorare. Travagghiaturi, m. lavoratore. Travgghiu, m. lavoro, fatica. Traversa, f. lenzuolo che tiene insieme i materassi. Traversu, agg. traverso. Travettu, m. cordoncino per asole. Travirsari, tr. attraversare; scommettere. Travirsata, f. traversata. Travu, m. trave. Trazzera, f. viottolo; mulattiera. Tremennu, agg. tremendo. Trenu, m. treno. Tri, agg. tre. Tria, f. tipo di pastina alimentare. Tribbunali, m. tribunale. Tridenta tridenti, f.forcone a tre denti. Trdici, agg. tredici. Trimaredda, f. tremarella. Trimari, intr. tremare. Trimulizzu e trimulzziu, m. tremore. Trinca, f. la polpa che sta tra una costola e l'altra. Trincari, tr. bere in abbondanza. Trincettu, m. trincetto. Trintinu, agg. trentenne. Triplu, agg. triplo. Trippari e trippiari, intr. saltellare, trippare. Trippu, m. smodata allegria. Trispu, m. trespolo. Trissetti, m. tressette. Gioco di carte. Trisullina, f. civettuola, sgualdrina. Tritari, tr. tritare. Trvulu, m. tribolo. Trizza, f. treccia. Trizziari, tr. canzonare in modo pesante, beffare. Trizziata, f. burla, beffa. Trizziaturi, m. chi canzona in modo pungente e beffardo. Tria, f, troia, scrofa. Tronu, m. tuono. Troppu, avv, ag-, pron., e m. troppo. Trttula, f. trottola. Trubbu, m. tufo. Trbbulu, agg. torbido. Truffari, tr. truffare. Trumma, f. tromba. Trummiari, trombare. Trummiata, f. trombata. Trummiatina, f. trombatina. Truniari, intr. tuonare. Trunzu, m. torsolo, sciocco Trupianu, m. trebbiano. Truppicari, intr. inciampare; fig. sbagliare. Trscia, f. fagotto, involto. Trsciulu, agg. sciocco. Truvari, tr. trovare. Truvatura, f. tesoro nascosto.

Truzzari, tr. urtare lievemente; compiere atto sessuale. Truzzuluni truzzu.n, m. urto, spintone. Traccari, tr. legare, allacciare, arrestare. Trassari, tr. avvelenare. Ttiddiari, tr. infastidire. Ttisari, tr. tirare, tendere. Ttizzari, tr. attizzare il fuoco. Tturrari, tr. tostare. Tubbu, m. tubo. Tuccari, tr. toccare. Tuccatu, part. pass. di tuccari. Tufana, f. epifania. Tuffu, m. posatura del caff. Tuma, f. cacio fresco non salato. Tumazzu, m. formaggio. Tmminu, m. tmolo. Anche tmmunu. Tmmula, f. tombola. Tnniri, tr. tosare. Tunnu, m. tonno. agg. tondo. Tunzilla, f. tonsilla. Tuppu, m. crocchia, tuppo. Tuppuliari, tr. bussare. Turbari, tr. turbare. Turcituri, m. torcinaso. Turciuni, m. sensazione dolorosa. Turcu, agg. turco. Turdu, m. tordo. Turduni, agg. intontito, babbeo. Turmentu, m. tormento. Turmintari, tr. tormentare. Turnari, intr. tornare; tr. restituire. Turnu, m. turno. Turrenti, m. torrente. Turri, m. torre. Turruni tirruni, m. torrone. Tussi, f. tosse. Tussiari, intr. tossire. Tssiri, intr. tossire. Tutelari, tr. tutelare. Tuttu, agg. tutto Tuturi, m. tutore. Tuvgghia, f. tovaglia; 2 asciugamano. U U, vocale u, art. il, lo. Ubbidienti, agg. obbediente. Ubbidiri, intr. obbedire. Ucchiali, m. pi. occhiali. Ucchiata, f. occhiata. Uccira,f. macelleria. cciula, f. ulcera. Ucilzziu, m. bruso, parlotto. Udiari, tr. odiare. Udienza, f, udienza. Ufficiali, m. ufficiale. Uffisa, f. offesa. gghia, f. ago. Ugnu, m. unghia. Uguali, agg. uguale. lcira, f. ulcera. Ultimamenti, avv. ultimamen te. ltimu, agg. ultimo. Ulusu, agg. ghiotto, goloso. Umanu, agg. umano. Umbra e umr, f. ombra. Umbrella, m. ombrello. Umidit e umiditati, f, umidit. midu e mitu, agg. umido, umidit.

Umiliari, tr. umiliare. Umiliazzioni, f. umiliazione. Umilt, f. umilt. Umitari e umittari, tr. inumidire. Umitiari e umittiari, tr. umettare. mmira, f. ombra. Un, avv. non. Una ca, loc. avv.. per altro, del resto. Unca, cong. e avv. dunque. Unchiari e unciari, tr. gonfiare; insuperbirsi; arrabbiarsi; istigare. nchiu e nciu, agg. gonfio; arrabbiato. Unguentu, m. unguento. nicu, agg. unico. Unioni, f. unione. Uniri, tr. unire. Unna, f. onda. Unni, avv. dove. Unnici, agg. undici. Untari, tr. ungere; sporcare. Unu, agg. e art. uno, pron. indef. un tale. Unza, f. oncia. Unzioni, f. unzione. Ugliu, m. olio. Ui, avv. oggi. Upareddi oparelle,f. pl. piccole boghe. Ura, f. ora, la 24a parte del giorno. Urata, f. lo spazio di un'ora. Urdunaru, m. mulattiere. Urfaneddu, m. orfanello. Urgenti, agg. urgente. Urcchia, f. orecchio. Uricchina, m. orecchino. Ursu, m. orso. Urtanti, agg. irritante. Urtari, tr. urtare. rtimu, agg. ultimo. Urtu, m. urto. Urtulanu, m. ortolano. Urvacchiuni urbacchiuni, m. fortemente miope. Urvicari, tr. seppellire, sotterrare; nascondere. Urviscu urbiscu., agg. alla cieca. Usanza, f, usanza. Usari, tr. usare. Usatu, agg. usato. Usciari, tr. gonfiare. Usceri, m. usciere. Ustu, m. gusto. Usu, m. uso. Usufruttu, m. usufrutto. Usufrutturi, agg. e m. usufruttuario. tili, agg. utile; m. utilit, interesse. Utilizzari, tr. utilizzare. Utru, m. otre. Uttanta, agg. ottanta. Uttubri, m. ottobre. ttuli, agg. utile. Utu, m. gomito. Uvera, f. portauovo. Uviceddu, m. ovetto. vitu, m. gomito. Uzzuni, m. pi gem V Ve via, mter. suvvia! ors!; finiamola!; iron. dici davvero? Vacanti, agg. vuoto. Vacantizzu, agg. non ben pieno n del tutto vuoto. Vacca, f. vacca.

Vaccaru, m. vaccaro, bovaro. Vaccina, f, carne di bestia bovina. Vaccinari, tr. vaccinare. Vaccinazzioni, f. vaccinazione. Vacila, f. bacinella, catino. Vacili, m. bacinella, catino. Vddara, f. ernia. Vadduni, m. borro, botro. Vagabbunnari, intr. vagabondare. Vagabbunnu, agg. vagabondo. Vgghia, m. vaglia postale. Vagnari, tr. bagnare. Vaguni, m. vagone. Valanza vilanza vulanza, f. bilancia. Valdrappa, f. gualdrappa del cavallo. Valenti, agg. valente. Vala, f. voglia, inclinazione. Valggia, f. valigia. Valintizza, f. valentia, bravura. Vliri e valiri, intr. valere. Valli, f. valle. Valora, valori, vaiolu, f. vaiolo e le sue cicatrici. Valuri, m. valore. Valurusu, agg. valoroso. Valutari, tr. valutare. Vlvula, f. valvola. Vampaciscia, f. materia secca che s'accende e si spegne rapidamente. Vanca, f. vanga. Vancelu, m. vangelo. Vanchiteddu, m. dim. di vancu. Vancu, m. panca, banco. Vanedda, f. vicolo. Stradina di campagna. Vanga, f. vanga. Vanidduzza, f. vicoletto. Vanniari, intr. sgridare, insultare. Vantggiu, m. vantaggio. Vantari, tr. vantare; rifl. vantarsi. Vapparusu, agg. e m. millantatore, gradasso. Vappu, agg. e m. gradasso. Vapuri, m. vapore. Vara, f, fercolo, bara. Varagghiari, intr. sbadigliare. Varba, f. barba. Varbieri, m. barbiere. Varca, f. barca. Varchiari, intr. ondeggiare; tirare avanti. Varchiata, f. l'andare in barca. Varcocu, m. albicocco. Varda, f. basto. Vardedda, f. sella con piccolo arcione. Vardiana, f. custodia esercitata da parte di un guardiano, guardiania. Varduni, m. basto. Varrili, m. barile. Varva, f. barba. Varvaianni, m. barbagianni. Varvarottu, m. mento. Varvaspiu, m. sputasentenze. Varvazzali, m. barbazzale. Varveri, m. barbiere. Varvitta, f. barbetta.. Varvutu, agg. barbuto. Vasa, f. posta del gioco. Vasari, tr. baciare. Vasata, f. bacio. Vasatina, f.. baciamento. Vascedda, f. forma in cui si mette la ricotta Vsciu, m. parte inferiore, luogo basso. Vsciu, agg. basso. Vasinn masinn e masann, avv.

altrimenti Vastasara, f. maleducazione. Vastasata, f. azione da maleducato. Vastasu, agg. e m. facchino, maleducato. Vastedda vastella, f. pane di forma rotonda. Vastunata, f. bastonata. Vastuni, m. bastone. Vasu, m. vaso. Vattiari, tr. battezzare). Vattu, m. battesimo. Vasa bbasa, f. particolare taglio di carne, ossobuco. Vusu, m. masso, grossa pietra. Vava, f. bava. Vavalora, f. bavaglino. Vavaredda, f. pupilla. Vaviatizzu, agg. sporco di bava. Vavusara, f. bambinata. Vavusu, agg. bavoso. Vcchiu, agg. e m. vecchio. Veggetari, intr. vegetare. Vela, f. vela. Velari, tr. velare. Velenu, m. veleno. Velenusu, agg. velenoso. Veloci, agg. veloce. Velu, m. velo. Venerari, tr. venerare. Veniali, agg. veniale. Vniri e viniri, intr. venire. Vnnari e vnniri, m. venerd. Vennerd, m. venerd. Venticeddu e vinticeddu, m. venticello. Ventri, m. ventre. Ventu, m. vento. Veramenti, avv. veramente. Verit, veri tati e virit, f. verit. Vermi e vermu, m. verme. Verru, m. verro, porco non castrato. Versari, tr. versare. Versu, m. verso, m. modo. prep. verso. Vrtula, f. bisaccia. Veru, agg. vero. m. vero, verit Vesta e vesti, f. veste. Vestiri, tr. vestire; rifl. vestirsi. Veterinriu, m. veterinario. Vi, escl, ohi ohil Via, f. via. Viaggiari, intr. viaggiare. Viaggiu, m. viaggio. Viali, m. viale. Vitu, avv. presto, subito. Vicara, f. carcere; confusioine, baldoria. Vicchiia, f. vecchiaia. Vicenna, f. vicenda. Vicinatu, m. vicinato. Vicinu, agg. e m. vicino. avv. e prep. vicino. Viddanara, f. villaneria. Viddanata, f. villaneria. Viddanu, m. contadino; agg. rustico. Viddicu, m. ombelico. Vid, videmma, videmmi, avv. anche. Vidiri e vidiri, tr. vedere. Vdua e vduva, f. vedova. Vduu e vduvu, m. vedovo. Vietari, tr. vietare. Vigghianti, part. pres. di vigghiari; agg. sveglio. Vigghiari, intr. vegliare. Vigglia, f. vigilia.

Vigna, f, vigna. Vilenu, m. veleno. Vili, agg. vile. Villa,f. villa,fgiardino pubblico. Villggiu, m. villaggio. Villiggiari, intr. villeggiare. Villiggiatura, f. villeggiatura. Villutu, m. velluto. Vina, f vena. Vinazzu, m. vinaccia. Vnciri, tr. vincere. Vincituri, m. vincitore. Vinculari, tr. vincolare. Vnculu, m. vincolo. Vinnicari, tr. vendicare; rifl. vendicarsi. Vinnigna, f. vendemmia. Vinnignari, intr. vendemmiare; fig. rubare. Vnniri, tr. vendere. Vnnita, f. vendita. Vinnitta, f. vendetta. Vintgghiu, m. ventaglio Vinti, agg. venti. Vintiari, intr. ventilare. Vintitr, agg. ventitr. Vintrera, f. cartucciera. Vintura, f. ventura, fortuna. Vintusa, f. ventosa. Vintusu, agg. ventoso. Vinu, m. vino. Vilu, m. viottolo. Vpara, f. vipera. Vppita, f. bibita. Virdeddi verdelli, m. pl. limoni che maturano nei mesi estivi. Virdi, agg. verde; acerbo, di frutta. Virdozzu, agg. acerbo. Virdura, f. verdura. Virga, . verga. Virginit, f. verginit. Virgogna, f. vergogna. Virmara, f. avemaria. Virmiceddi, m. pi. pasta vermicelli. Virnici, f. vernice. Virniciari, tr. verniciare. Virniciaturi, m. verniciatore. Virrina, f. succhiello; fig. traffichino. Virtcchiu, m. fusaiolo; maschera palermitana. Virt, f virt. Virtuusu, agg. virtuoso. Visazza, f. bisaccia. Viscica, f. vescica. Viscrnia, f. bicomia. Viscottu, m. biscotto. Vscuvu, m. vescovo. Visioni, f. visione. Visitari, tr. visitare. Vsitu, m. visita di condoglianze. Vissica, f. vescica. Vista, f. vista. Vistiolu, m. bovino giovane. Vistitu, m. vestito. Vita, f. vita. Viteddu, m. vitello. Viti, f, vite. Vitirinriu, m. veterinario. Vitraru, m. vetraio. Vitrata e vitriata, f. vetrata. Vitrina, f. vetrina. Vitru, m. vetro. Vitti vitti, avv. presto. Viulinu, m. violino. Vivaci, agg. vivace.

Viventi, agg. e m. vivente. Vviri, tr. bere. Vivu, agg. vivo. Vivuta, f. bevuta. Vizziari, tr. viziare. Vzziu, m. vizio. Vizziusu, agg. vizioso. Vocali, f. vocale. Vocazzioni, f. vocazione. Vgghia, f. voglia. Voi, m. bue. Volont e volunt, f. volont. Volontriu, agg. e m. volontario. Volu, m. volo. Volbbili, agg. volubile. Vomitari, tr. vomitare. Vmitu, m. vomito. Vmmara, f. vomere. Vopa, f. boga. Voscenza, vostra eccellenza. Voscu, m. bosco. Vossa, vossignoria. Vostru, agg. poss. vostro. Vota, f. volta. Vav e vov, v. infant. ninna nanna. Vozzu, m. bernoccolo. Vraca, f. braca; calzone. Vracali, m. cinto erniario. Vrazzu, m. braccio. Vrigogna, f. vergogna. Vrisca, f. favo. Vrcculu vrucculu, m. cavolo broccolo. Vrodu, m. brodo. Vrudusu, agg. brodoso. Vuaru, m. bovaro. Vuatri, vuutri, vuantri, pron. pl. voialtri. Vucca, f. bocca. Vuccata, f. boccata. Vuccazzaru, m. millantatore. Vuccazzirisi, rifl. millantarsi. Vucceri, m. macellaio. Vucchiari, tr. dare un'intonacatura grezza. Vucchinu, m. bocchino. Vucciddatu gucciddatu, m. buccellato. Vuccira, f. macelleria. Vuccunata, f. offa. Vuccuni, m. boccone. Vuci, f. voce. Vucilzziu, m. bruso. Vudeddu,m. budello. Vudidduni, m. accr. di vudeddu; bolla di scottatura. Vugghiri, intr. bollire. Vui, pron. voi. Vuiaru, m. bovaro. Vulari, intr, volare. Vulcanu. m. vulcano. Vuliri, tr. volere. Vulpi, f. volpe. Vulunt e vuluntati, f. volont. Vumitari, tr. vomitare. Vurisca e virisca, f. favo. Vurrnia, f. borraggine. Vurricari, tr. seppellire. Vurza, f. borsa. Vuscari, tr. buscare, guadagnare. Vusciularu, m. giogaia del bue; pappagorgia. Vutari, intr. dare il voto. Vutari, tr. volgere, voltare. Vutata, f. voltata. Vutti, f. botte. Vuzzuni, m. pi. fratelli gemelli

Z Zzara e zzira, f. fiore d'aranci o del limone. Zzccanu, m. luogo di ricovero di animali Zzfara, f. itterizia. Zzafarana, f. zafferano. Zzgara, f. fiore d'arancio o dellimone. Zzinu, m. zaino. Zzammatiari, intr.guazzare nell'acqua. Zzanniari, intr. girovagare. Zzannu, agg. girovago. Zzappa, f. zappa. Zzappagghiuni, m. zanzara, moscerino. Zzappari, tr. zappare. Zzappudda, f. dim. di zappa. Zzappuliari, tr. zappettare. Zzappuni, m. zappone. Zzardu zaurdo, m. zoticone; agg. rozzo. Zzppuli, pl. crocchette di riso. Zzeru., m. zero. Zzi, m. zio, tizio. Zzia, f. zia; persona anziana Zziana, f. zia, prozia. Zzianu, m. zio; prozio. Zzibbibbu, m. zibibbo. Zzicca, f. zecca. Zzicchinettu, m. zecchinetta. Zziccusu, agg. noioso. Zziculzzia, f. liquirizia. Zzimma, f. cisti sebacea, ateroma, sporcizia. Zzimmusu, m. persona che ha varie cisti. Zziringa, f. siringa. Zzita, f. fidanzata. Zzitedda, f. zitella. Zzittrisi, intr. mettersi a tacere. Zzittu, agg. zitto. Zzitu, m. fidanzato. Zzu, m. zio; persona anziana. Zzivittula, f. civettuola. Zzzzu, agg. elegante, agghindato. Zzo, pron. dimostrativo ci. Zzoccu, pron. ci che. Zzccula, f. puttana, zoccola. Zzddari zzddiri, m. pl. pezzetti di fango che si attaccano alla lana delle parti posteriori di ovini. Zzoppu, agg. e m. zoppo. Zzotta, f. frusta. Zzu, modo insolente di rivolgersi. Zzubbibbu, m. zibibbo. Zzbbiu, m. fosso, precipizio. Zzucari, tr. succhiare. Zzuccaratu, agg.zuccherato. Zzuccareddu,, m. dim. di zzccaru; grazioso, piacevole. Zzuccareddu, m. piccolo ceppo della vite. Zzuccarera, f. zuccheriera. Zzccaru, m. zucchero. Zzuccu, m. ceppo. Zzuccuni, m.la parte bassa del ceppo. Zzucu, m. sugo Zzuinu, m. mezzano. Zzuppagghiari, intr. inciampare. Zzuppiari zzuppichiari, intr. zoppicare Zzurriari, intr. stridere, cigolare. Zzurrichiari, intr. allegare dei denti.

Zzurru, agg. ruvido.