Sei sulla pagina 1di 30

- 11-

Terminologia:
.MDL
.VET
.EVN
.EVA

file di modello
file di variante
file di tabella taglia numerica
file di tabella taglia alfanumerica

- 22-

MODARIS

Per entrare nel programma fare doppio clic sullicona Modaris


Viene visualizzata una maschera (vedi fig. sotto). Fare clic in alto a destra nel simbolo centrale per ingrandire
la finestra.
Il programma si presenta in questo modo:

La scelta delle funzioni avviene attraverso:


Menu in alto orizzontale (men a tendina)
Menu in basso orizzontale (pulsanti)
Menu verticali (icone)
I menu verticali, rappresentati da icone, possono essere trasformati in testo cliccando sotto la voce Configura
ICONE TESTI.

- 33-

Ci cono 8 menu: da F1 a F8.


MENU F1
Consente di aggiungere qualsiasi punto , punti di curva, allinea punti, creazioni di linee ,rette, parallele
,digitalizzare.
MENU F2
Consente di aggiungere tacche, orientare i pezzi,rotazione dei 2 punti, costruzione di forme geometriche.
MENU F3
Consente di modificare lib.(allungare, accorciare,) cancellare qualsiasi punto o linee.
MENU F4
Consente di mettere le cuciture, scambiare lanagrafe, estrazioni al grezzo o al netto.
MENU F5
Consente di tagliare , unire, e fare simmetrie.
MENU F6
Consente di sviluppare lib.
MENU F7
Consente dinserire e modificare la tabella taglia.
MENU F8
Consente di misurare dei segmenti, di assemblare dei pezzi per controllo , generare varianti.

Nota: nel momento in cui si crea un modello, questo ultimo registrato con il suffisso .MDL . Vale a dire che
creato un file che contiene tutto linsieme dei pezzi. Per poter editare le caratteristiche di ogni singolo pezzo,
necessaria la creazione della VARIANTE (.VET).

- 44-

Percorsi di accesso
I percorsi di accesso, servono ad indirizzare i vari files nelle cartelle di destinazione da noi previste per
larchiviazione. Modaris ha una maschera apposita (vedi fig. sotto), che permette di registrare e quindi
richiamare delle configurazioni globali dei percorsi. Vale a dire che in un solo file di configurazione vengono
riportati i percorsi di differenti files.

Per inserire una configurazione di percorso, fare un solo clic nella prima riga (Libreria di lavoro MDL).
Selezionare la cartella di destinazione sfogliando il percorso e cliccare OK. Per copiare lo stesso percorso su
tutte le altre righe sottostanti, premere sul triangolo rosso alla destra della riga. Per registrare il percorso
ciccare sul simbolo del disco con la freccia entrante e scrivere il nome del file di percorso. Per richiamare un
file di percorso gi memorizzato cliccare sullicona con il disco con la freccia in uscita.

salva il percorso

leggi percorso

- 55-

Introduzione delle immagini di base tramite digit


Accertarsi che il tavolo digit sia acceso, e nel caso laccensione sia avvenuta dopo quella del pc ripristinare il
collegamento tramite licona del digit in basso a destra nella barra di Windows.
Aprire il men File e selezionare la voce :CREA NUOVO MDL. Scrivere il nome del modello nella finestra
che viene visualizzata.
Esce una maschera rappresentativa raffigurante il modello (vedi fig. sotto), aprire il men Foglio e selezionare
la voce CREA NUOVO FOGLIO . Aprire menu F1 e selezionare il tasto DIGITALIZZA. Compare la
richiesta di introduzione di 2 PUNTI PER LASSE ORIZZONTALE. ( la freccetta del mause sul foglio)

Elenco delle funzioni attivabili dalla tastiera del puntatore digit:


A-A
2
3
C
1
6
D
E
8-1
F-O
F-F

Per dare il dirittofilo


Per i punti di contorno ( si inizia sempre con un punto 2 )
Per i punti interni
Per i punti di curvatura
Per i punti caratteristici
Per i punti delle tacche
Per cancellare unoperazione
Per mettere il nome di una regola di sviluppo
Per visualizzare il dirittofilo
F per chiudere il pezzo, O per creare un nuovo foglio e continuare la
digitalizzazione
Per chiudere il pezzo e chiudere anche la digitalizzazione

Digitalizzazione linea interna.


- 66-

Inizio linea 7 poi 2 ,continuare il disegno, e per chiudere 2 F crea linea di disegno
2 7 crea linea di taglio
Finita la digitalizzazione del modello andare su
File
REGISTRA MDL
Per registrare il modello introdotto

Attenzione, nel caso di registrazioni successive dello stesso modello, il software chiede una conferma,
avvisando lutente che il file esiste gi.

Identificazione dei singoli pezzi


Aprire il men Visualizza e selezionare la voce ANAGRAFE FOGLI viene visualizzata una cartuccia gialla
nella quale possibile scrivere alcune informazioni relative al pezzo selezionato:

La cartuccia contiene i seguenti campi:


RADICE: e il nome del modello (compare in automatico)
NOME: nome del pezzo
CDA : codice analitico del pezzo
RIF : info supplementare (es. il periodo di realizzazione del modello)
COMMENTO: commento del pezzo
Per scrivere dentro i campi, aprire il men Testi e selezionare la voce SCRIVI, poi fare clic su nome che
compare per default nel campo (si evidenzia di bianco) premere la freccetta destra della tastiera e scrivere il
nome del pezzo. Fare lo stesso negli altri campi CDA, RIF, COMMENTO. Ripetere questa procedura su tutti
gli altri pezzi del modello.
- 77-

MENU F1 (PUNTI E LINEE)


PUNTI
PT. RIFERIMENTO: Questa funzione consente di aggiungere un punto scorrevole su una linea. Non e
possibile dare dei valori precisi , non pu essere sviluppato.Si convalida la funzione e si clic sulla linea.
Rappresentazione del punto.

PT.COSTANTE: Questa funzione consente di aggiungere un punto su di una linea ad una distanza precisa.
Si convalida la funzione si clic un punto di contorno esce una mascherina dialogo ,con la freccetta in basso
(della tastiera) scrivo la misura ed invio, con la barra spaziatrice posso cambiare la posizione e clic sulla linea.
Rappresentazione del punto:

P.T. DINTERSEZIONE: Questa funzione consente di generare un punto tra due linee.Convalido la funzione e
clic al centro delle linee, il punto si crea in automatico.
Rappresentazione grafica del punto:
AGG.PUNTI/CURVE.: Questa funzione consente di aggiungere sia punti caratteristici che i punti di
curva.Per i punti caratteristici :si convalida la funzione si clic un punto esce una mascherina dialogo con la
freccetta in basso (della tastiera) introduco il valore in lunghezza confermo con invio e clic sulla linea . Per i
punti di curvatura il procedimento e lo stesso ma bisogna cliccare SHIFT quando si clic sulla linea per
applicare il punto. Per evidenziare i punti di curvatura cliccare nel menu in basso la funzione PUNTI DI
CURVATURA.
Rappresentazione del punto caratteristico: X di colore bianco.
Rappresentazione del punto di curva: X di colore rosso.

PT. INTERNO LIBERO: Questa funzione consente di aggiungere un punto interno libero. Prima di eseguire
la funzione clic lorecchietta della funzione esce un menu scegliere il punto desiderato . Si convalida la
funzione si clic un punto di contorno esce una mascherina dialogo con la freccetta verso l basso (della tastiera)
introduco il valore sugli stabiliti. Utilizzo gli assi cartesiani x y.
Rappresentazione del punto: variabile a secondo del punto scelto.

ALLINEA 2 PT.: Questa funzione consente di allineare due punti secondo un asse orizzontale. Si convalida la
funzione e si cliccano i due punti da allineare. Il primo punto cliccato resta fermo il secondo si allinea in
funzione del primo. N.B. Se ci sono piu punti sulla linea con il tasto dx del mause selezionare i punti e poi
convalidare la funzione.

ALLINEA 3 PT.: Questa funzione consente di allineare un punto secondo un asse definito da due punti.Si
convalida la funzione si clicca il 1 punto ,si clicca il 2 punto e infine il 3 che deve essere allineato.
- 88-

DIVIDI SPAZIO: Questa funzione consente di dividere uno spazio interno allimmagine aggiungendo dei
punti interni mediante la divisione di due punti. Si convalida la funzione si cliccano i due punti esce un
messaggio con la freccetta in basso (della tastiera) introduco il valore ed invio.

LINEE

RETTA: Questa funzione consente di creare una retta. Si convalida la funzione e cliccando su un punto o una
qualsiasi zona dellimmagine esce una mascherina dialogo con la freccetta in basso (della tastiera) introduco il
valore. Con CTRL premuto ottengo una retta diritta.

PARALLELA: Questa funzione consente di creare una parallela cliccando una linea di riferimento. Si
convalida la funzione si clic una linea di riferimento compare in interattivo la linea esce una mascherina
dialogo con la freccetta della tastiera introduco il valore ed invio. Per estrarre il pezzo andare nel menu F4
convalidare GREZZO poi clic il 1 tasto del mouse sulla zona da estrarre e confermare con il 2 e pagina avanti
(PAG della tastiera) per vedere il pezzo. (Se il pezzo , prima dellestrazione aperto clic lorecchietta di
GREZZO esce un menu e clic PROLUNGAMENTO DELLE LINEE dare una misura es. 100 e attivare la
funzione.

CURVA SEMICIRCOLARE: Queste funzioni consentono di creare dei disegni nel pezzo. Convalida la
funzione clic con il 1 tasto del mouse sulla linea , continuo col 1 facendo dei punti, per fare le curve premere
shift e clic il mouse, con entrambi i tasti del mouse torno indietro, per confermare la linea clic il 2 tasto. ( la
linea pu essere modificata andando nel menu F3 con la funzione SPOSTA PUNTO.)

ASSE SIMMETRIA: Questa funzione consente di creare un asse di simmetria. Convalido la funzione e clic
su due punti su una linea ,compare un asse blu. E legata alla funzione SIMMETRIZZA :consente di
simmetrizzare le linee. Una volta fatto lasse clic SIMMETRIZZA e clic sulle linee e compaiono le linee poi
per chiudere la figura posso usare RETTA,PARALLELA , CURVA SEM.CIRCOLARE, poi devo estrarre il
pezzo andando nel menu F4 : GREZZO.

DUPLICA: questa funzione consente di duplicare una o piu linee. Convalido la funzione , col 2 tasto del
mouse e con shift premuto seleziono le linee e diventano verdi poi clic sulle linee e si duplicano. Posso
portarle su un altro pezzo oppure sullo stesso,con i tasti della tastiera X o Y posso fare le simmetrie. Con i tasti
Q,W,A,S, ruote le linee.Se le linee sono legate al perimetro stacca il punto in F3

DIVIDI SEGMENTO: Questa funzione consente di dividere un segmento cliccando lestremit della linea.
Convalido la funzione e clic i due punti esce una mascherina dialogo con la freccetta della tastiera in basso ed
- 99-

introduco il valore ed invio, compaiono i punti di forma ovale sulla linea.(Con la barra spaziatrice cambio
direzione)
DIGITALIZZA: Questa funzione consente di digitalizzare .

RIPRESA DIGIT: Questa funzione consente di riprendere la digitalizzazione sul foglio corrente. Convalido
la funzione e sul foglio compare il simbolo e poi uso i tasti normali del digit.

- 10
10-

MENU F2 (TACCHE, ORIENTAMENTO, STRUMENTI)


TACCHE

AGG. TACCHE: Questa funzione consente di aggiungere delle tacche su punti esistenti o a caso. Convalido
la funzione, posso scegliere la forma della tacca cliccando lorecchietta a destra della funzione , poi clic sul
punto o linea.

ORIENTAMENTO: Questa funzione consente di orientare la tacca nella direzione desiderata Convalido la
funzione e clic sul punto di tacca esce un filo e lo sposto dove desidero. ( pi lungo e il filo e pi la tacca
viene diritta).

TRASFORMAZIONE P.T.INTERNO: Questa funzione consente di trasformare un punto interno,creato


precedentemente,in un'altra forma. Prima di convalidare la funzione clic lorecchietta della funzione e scelgo il
punto e poi clic sul punto.

- 11
11-

RIFERIMENTO DF.E TRF.: Questa funzione consente dinserire al centro del diritto e traverso filo un punto
interno. Prima di convalidare la funzione clic lorecchietta per decidere il punto.
ORIENTAMENTO
SIM X; SIM Y; Queste funzione consentono di fare le simmetrie dei pezzi . 30 , -30 45 , - 45 90 , 90 180 : Queste funzione consentono di girare i pezzi nelle seguenti direzioni.
Basta avere il foglio corrente sul pezzo da girare e convalidare una delle funzioni.

ROTAZIONE DUE PUNTI: Questa funzione consente di ruotare il pezzo cliccando i due punti.
Convalido la funzione e clic i due punti e il pezzo ruota. Serve per dare il giusto dirittofilo.

STRUMENTI
RETTANGOLO: Questa funzione consente di creare un rettangolo. Andare su foglio e prendere la funzione
NUOVO FOGLIO convalidare rettangolo clic sul foglio esce una mascherina dialogo con la freccetta in basso
della tastiera introduco il valore sia il larghezza che altezza ed invio esce un rettangolo bianco per farlo
diventare blu andare nel menu F4 e GREZZO clic PAG della tastiera per vedere . Poi posso cancellare il
foglio bianco.
CERCHIO: Questa funzione consente di creare un cerchio. E lo stesso procedimento del rettangolo.

OVALE . Questa funzione consente di creare un ovale. E lo stesso procedimento del rettangolo.

ARCO F:Questa funzione consente di generare un arco cliccando due punti. Convalido la funzione e clic i due
punti su di una retta compare al centro della retta un punto di curva (per visualizzarlo clic in basso PUNTI DI
CURVATURA) posso spostarlo con SPOSTA PUNTO nel menu F3.
ARCO R : Questa funzione consente di creare un arco cliccando i due punti. Convalido la funzione e clic i
due punti ed esce un arco e una mascherina dialogo con la freccetta verso il basso della tastiera introduco il
valore desiderato, con i tasti W,Q,A,S, ruoto l arco.

- 12
12-

MENU F3 (MODIFICA)
Prima di effettuare le funzioni di questo menu abilito la funzione nel menu orizzontale IMPRONTA , mi
consente di visualizzare limpronta vecchia.
Attenzione agli assi cartesiani.

SPOSTA PUNTO: Questa funzione consente di spostare qualsiasi tipo di punto. Convalido la funzione e clic
sui punti
da spostare esce una mascherina dialogo e con la freccetta verso il basso introduco il valore sugli
assi stabiliti.

SPOSTA LINEE: Consente di spostare le linee. Questa funzione legata alla funzione INSERISCI
SPILLO e a tutte le altre che seguono
Queste funzioni consentono di modificare le immagini: allungare , accorciare , allargare, stringere il pezzo o
pi pezzi.
Procedimento (valido sia per il singolo pezzo che per pi pezzi contemporaneamente):
Seleziono il pezzo ,clic Impronta ,clic SPILLA TUTTI I PUNTI , seleziono la zona da spostare con il tasto dx
clic SPOSTA LINEE e clic sulla linea in alto a sx e scrivo i valori nelle x y o dl. E confermo con enter e clic
del mause.
N.B. Se devo modificare tutta la linea clic sulla linea,(fig.1) se devo modificare da un punto allaltro clic sul
punto

- 13
13-

TRASF.PT.1>2: Questa funzione consente di trasformare il punto caratteristico in un punto di contorno.


Convalido la funzione e clic sul punto caratteristico.
TRASF.PT. 2>1: questa funzione consente di trasformare il punto di contorno in un punto caratteristico.
Convalido la funzione e clic sul punto questo perche la funzione non cancella il punto 2
ATTACCA PT: Questa funzione consente di attaccare due punti . E legata alla funzione STACCA PT.

Convalido la funzione STACCA PUNTO e clic sul punto e compare un punto rosso poi clic ATTACCA PT e
clic sul punta da attaccare. Di solito queste funzioni si usano quando usiamo il menu F4.

RUOTA LINEE: Questa funzione consente di ruotare le linee di un pezzo. E legata alle funzioni spilli.

SEMPLIFICA: Questa funzione consente di levigare una curva. Clic nel menu orizzontale la funzione
PUNTI DI CURVATURA poi clic SEMPLIFICA , clic sulla linea e cli invio di curva in pi senza per
modificare la curva.

ALLUNGA: Questa funzione consente di modificare (allungare o accorciare) la lunghezza di una


curva.Convalido la funzione clic il 1 punto della linea e clic il 2 , con la barra spaziatrice cambio direzione,
esce una mascherina dialogo con la freccetta in basso della tastiera introduco il valore.

- 14
14-

SPILLA TUTTI I PT. : Consente di spillare tutti i punti di sviluppo. Convalido la funzione . Il foglio corrente
deve stare sul pezzo da spillare.

CANCELLA: Questa funzione consente di cancellare qualsiasi tipo di punto , tranne il punto di contorno il
quale deve essere trasformato . Casualmente se clicco sulla linea cancella tutto il pezzo esce un messaggio e
clic su interrompere.

ALL. LINEA: Questa funzione consente di allungare una linea. Convalido la funzione clic il punto o la linea
con la barra spaziatrice cambio direzione esce una mascherina dialogo con la freccetta verso il basso della
tastiera ed introduco il valore .

RITIRO: Questa funzione consente applicare un ritiro in percentuale sul pezzo clic la funzione clic sul pezzo
esce una mascherina dialogo con la freccetta in basso della tastiera introduco il valore sugli assi stabiliti. ( Se
devo introdurre solo un valore o in Y o X mettere a uno dei due il valore 100.)

REGOLA DUE LINEE: Questa funzione consente di unire una linea al perimetro.Convalida la funzione clic

sulla linea e poi sul perimetro.Clic orecchietta e attivo il parametro corrispondente.

MENU F4

(INDUSTRIALIZZAZIONE)

CUCITURE LINEE: Questa funzione consente di mettere dei valori cucitura su una linea o pi linee.
Convalido la funzione e clic su una linea esce una mascherina dialogo: INIZIO / FINE con la freccetta verso il
basso della tastiera introduco il valore ed invio. ( Se devo mettere la cucitura su pi linee con il 2 tasto del
mouse e shift premuto seleziono le linee e diventano verdi). Se non vedo la cucitura clic la funzione INVERTI
CUCITURE e clic sul pezzo e si evidenzia una linea blu. Se devo aggiungere la linea clic la funzione CREA
LINEA GREZZO e clic sul pezzo e ottengo la linea bianca e poi con CANC (funzione cancella menu F3)
della tastiera cancello la linea che non serve.
Se devo togliere la cucitura clic la funzione CREA LINEA NETTO e clic sul pezzo e ottengo la linea dentro
posso cancellare la linea o posso estrarre il pezzo con la funzione GREZZO, clic dentro al pezzo col 1 tasto del
mouse e confermo col 2 , per vedere il pezzo estratto clic PAG .
- 15
15-

SOP:VAL:CUC:PEZ: Questa funzione consente di sopprimere la cucitura data con la funzione precedente.
Convalido la funzione e clic sulla linea. Per controllare basta cliccare INVERTI CUCITURA se ce o non la
cucitura.

CUCITUTA PEZZO: Questa funzione consente di mettere la cucitura su tutto il pezzo. Col 2 tasto del mouse
seleziono il pezzo le linee diventano verdi e i punti viola poi convalido la funzione e clic su una linea verde
esce una mascherina dialogo INIZIO/FINE con la freccetta verso il basso della tastiera introduco il valore ed
invio. Posso usare lo stesso procedimento della funzione CUCITURE LINEE.
SOP.VAL.CUC.PEZ.: Questa funzione consente di sopprimere i valori di cucitura dati con la funzione
precedente. Convalido la funzione e clic sul pezzo. Per vedere se ho cancellato clic INVERTI CUCITURE.

AGG. ASSI: Questa funzione consente di aggiungere degli assi.Clic lorecchietta esce un menu
ASSE DF: Consente di creare lasse di diritto filo.
ASSE TR: Consente di creare lasse traverso filo
ASSE CM: Consente di creare un asse per le relative informazioni del pezzo , al momento del disegno.
ASSE GR: Consente di creare un asse preferenziale di sviluppo.
ASSE SPE: Consente di creare un asse su cui scrivere quello che si desidera.
ASSE REF: Consente di associare un asse ad un file di testo contenuto nella libreria. Bisogna stabilire la
libreria.
Lasse che pu servire e lASSE PECIALE: Convalido la funzione clic sul pezzo e creo lasse poi clic su
TESTI prendo la funzione SCRIVI e clic sullasse e scrivo per visualizzare la scritta clic nel menu in basso
PEZZO REALE oppure ALT3 della tastiera. Questo verr stampato poi su tutte le taglie.

SCAMBIA ANAGRAFE: Consente di scambiare lANAGRAFE di un pezzo con un altro. Clic la funzione
clic su un pezzo e poi su un altro.

CAMBIA NOME PEZZO: Consente di scambiare il NOME di un pezzo con un altro. Clic la funzione e clic
su un pezzo e poi su altro.

FORO PER GANCIO: Consente di creare il foro del cartone. Clic la funzione e clic sul pezzo ,posso dare
anche i valori a tastiera.Clic orecchietta per il parametro associato.

- 16
16-

ESTRAI AL NETTO: Consente di estrarre il pezzo comprese le cuciture linee , se sono state inserite con la
funzione cucitura. Clic con tasto 1 nel pezzo cliccando tutte le zoneda estrarre, poi confermo con il 2 tasto
per chiudere loperazione.Con SHIFT premuto perdo automaticamente il pezzo originale resta il pezzo estratto
compreso lanagrafe.Clic orecchietta per il parametro associato.

GREZZO: Consente di estrarre il pezzo grezzo. Tasto 1 per iniziare e tasto 2 per chiudere.Procedimento come
sopra

TAGLIO INTERNO: permette di trasformare una linea di disegno in linea di taglio. Bisogna cliccare i punti
della linea con tasto 1; clic tasto 2 sullultimo punto per chiudere. Pezzo reale per vedere se la linea gialla
e quindi linea di taglio.

CREA LINEA NETTO: per creare la linea netta (bisogna aver dato un valore di cucitura). Basta cliccare la
linea grezza.

CREA LINEA GREZZA: per creare la linea grezza (bisogna aver dato un valore di cucitura). Basta cliccare
la linea netta.

INVERTI CUCITURE: per vedere le cuciture (ti appare la cucitura in blu senza il contorno bianco). Basta
cliccare la linea o tutto il pezzo. Cliccando ancora la cucitura scompare di nuovo.

MENU F5 ( DERIVATI )

TAGLIO IN ASSE: permette di tagliare un pezzo in base ad un asse. Clic la funzione, clic il pezzo ed ottengo
lasse di taglio che posso ruotare con la rotellina o con le lettere A-S-Q-W della tastiera; clic di nuovo ed
ottengo i due pezzi.
(se effettuo tutta loperazione tenendo premuto il tasto SHIFT perdo automaticamente il pezzo originale e mi
rimangono solo i due pezzi tagliati e riporta lanagrafe su un pezzo scelto). I due pezzi mantengono lo
sviluppo dato al pezzo originale.
- 17
17-

TAGLIO DUE PUNTI: permette di tagliare un pezzo cliccando due punti. Bisogna cliccare il primo punto
della linea e poi il secondo, otteniamo cos i due pezzi tagliati. (anche per questa funzione vale la regola dello
SHIFT). I due pezzi mantengono lo sviluppo dato al pezzo originale.

TAGLIO SAGOMATO: permette di tagliare un pezzo su una linea precedentemente disegnata. Avr un
pezzo con una linea interna, per tagliarlo basta cliccare su questa linea ed ottengo i due pezzi tagliati. (anche
per questa funzione vale la regola dello SHIFT). I due pezzi mantengono lo sviluppo dato al pezzo originale.

FUSIONE DUE PUNTI: permette di unire due pezzi . Clic il primo ed il secondo punto del primo pezzo,
ottengo il fantasmino di quel pezzo. Trascino questa linea sul secondo pezzo dove clicco il primo punto e il
secondo punto. Ottengo un pezzo intero. (anche per questa funzione vale la regola dello SHIFT). Il pezzo
mantiene lo sviluppo dato ai pezzi originali.

SIMMETRIA DUE PUNTI: permette di aprire un pezzo (per esempio un collo a met diventa un collo
intero). Bisogna cliccare i due punti della linea di centro (per esempio nel collo centro dietro) e si ottiene il
pezzo intero. Il pezzo mantiene lo sviluppo dato al pezzo originale (anche per questa funzione vale la regola
dello SHIFT).

MENU F6 (SVILUPPO)

- 18
18-

Premessa: nel caso si utilizza questo men di sviluppo per la prima volta, bisogna andare nel men F7
per dare al modello una tabella taglie (Lettura piano taglie).

CONTROLLO: con questa funzione appare la finestra per inserire i valori di sviluppo relativi al punto che
stato cliccato. Nella finestra ci sono due colonne intitolate DDX e DDY dove inserire i valori di sviluppo.
Bisogna tener presente il movimento che fa la taglia pi grande, in base agli assi cartesiani,perci inserire
valori positivi o negativi in mm. (il sistema automaticamente calcola le altre taglie anche con direzione
opposta come quella pi piccola).
I valori si inseriscono cliccando sullo zero che ci appare e scrivendo. Se sono uguali per tutte le taglie cliccare,
tenendo premuto il tasto 1 del mouse, la prima voce e trascinarlo fino allultima; il valore che scriveremo solo
nella prima verr copiato anche sulle altre taglie.
Nelle colonne intitolate DX e DY si legger la distanza di quella taglia dalla taglia base.
IL punto sviluppato diventa di colore blu.
VISUALIZZA SVILUPPO: per vedere lo sviluppo. Si pu anche usare la tastiera:
- F11 per selezionare solo le quattro taglie principali
- F12 per selezionare tutte le taglie
- F9 per vedere lo sviluppo delle taglie precedentemente selezionate
- F10 per non vedere pi lo sviluppo.

VISUALIZZA SVILUPPO TAGLIA X TAGLIA: Menu F1 creare un punto inerno,F6 sviluppare p.int. in y
es:200 clic P.FISSO SVIL. E clic un punto.

SVILUPPO LIBERO: per cancellare da un punto lo sviluppo che abbiamo dato. Il punto torna bianco (se si
tratta di un punto caratteristico acquista uno sviluppo calcolato dal sistema in base allo sviluppo dato ai punti
di contorno della linea cui appartiene).
SVILUPPO LINEARE: serve per linearizzare (cio proporzionare) lo sviluppo di un punto per alcune taglie.
Si devono selezionare prima le taglie che non si vogliono linearizzare, poi cliccare la funzione e cliccare il
punto che ci interessa.
Esempio: esiste un punto con lo sviluppo della taglia pi grande e quella pi piccola diverso; se le taglie
centrali devono avere uno sviluppo proporzionato, calcolato in base a quello delle altre due taglie, si utilizza lo
sviluppo lineare. Se alcune taglie non devono essere sviluppate con lo sviluppo lineare, bisogna selezionarle
( con il tasto 2 del mouse sulla tabella taglie) prima di effettuare la funzione.

PT. FISSO DI SVILUPPO: serve per impilare lo sviluppo su un solo punto e averne una visualizzazione
diversa. Basta cliccare il punto su cui si vuole limpilazione; per ottenere il grafico originale bisogna cliccare
a vuoto sul foglio del pezzo.

PT. FISSO DI SVILUPPO DEFINITIVO: serve per ottenere lo sviluppo impilato su un punto che vado a
cliccare; con questa funzione non pi possibile ritornare al grafico originale.

- 19
19-

RIPORTO X
RIPORTO Y
RIPORTO XY: servono per copiare lo sviluppo da un punto ad un altro. Secondo la funzione che si utilizza,
si pu copiare solo lo sviluppo in x (Riporto x), solo quello in y ( Riporto y), o entrambi ( Riporto xy). Basta
cliccare prima il punto gi sviluppato; poi cliccare il punto su cui portare lo sviluppo. Il riporto si pu fare sia
su punti dello stesso pezzo, sia da un pezzo allaltro. Per copiare pi punti selezionare gli stessi con il II

tasto .ANNULLA SVILUPPO: serve per azzerare completamente lo sviluppo dato. Bisogna cliccare il punto
che si vuole azzerare oppure selezionare tutto il pezzo cancella su tutto.

PROPORZIONALE: serve per dare uno sviluppo proporzionale ai punti che appartengono ad una linea.
Cliccare il punto di inizio e quello di fine della linea; tenendo premuto il tasto del mouse si visualizza la linea (
se si vuole cambiare basta cliccare la barra spaziatrice ). Quando si lascia il mouse tutti i punti che si trovano
sulla linea selezionata acquistano uno sviluppo calcolato in proporzione a quello dei due punti di inizio e fine
della linea stessa.

PROPORZIONALE 2 P.TI: anche questa funzione da uno sviluppo proporzionato (calcolato in proporzione
allo sviluppo dei due punti di riferimento), ma i punti non devono appartenere alla linea ( per esempio un
punto interno). Si clicca il primo punto di riferimento, si clicca il secondo punto e infine si va a cliccare il
punto sul quale si deve portare lo sviluppo proporzionale.

SIM X e SIM Y: la simmetria x o y serve per cambiare il senso positivo o negativo di uno sviluppo senza
modificarne il valore. Per esempio, se ho sviluppato un punto di 3mm in +x e poi lo riporto su un altro punto
dove mi serve 3mm in -x,
posso cliccare questo punto con Simmetria y: il risultato che ho lo sviluppo di 3mm con il segno senza
andarlo a scrivere di nuovo in Controllo. Bisogna ricordare che per modificare il senso di uno sviluppo in x
user la Sim y; viceversa per uno sviluppo in y user la Sim x.

RIPORTO SEQUENZA: serve per riportare lo sviluppo di una serie di punti in sequenza, su unaltra serie di

punti che abbiano la stessa sequenza. Cliccare il primo e poi lultimo punto della sequenza; tenendo premuto il
tasto del mouse, questa si visualizzer ( se voglio cambiarla uso la barra spaziatrice). Cliccare poi sempre il
primo e lultimo punto della sequenza sulla quale devo riportare lo sviluppo ( anche questa si visualizza e si
cambia con la barra spaziatrice). Per ottenere una copia corretta dello sviluppo, bisogna controllare che il
numero dei punti della prima e quello della seconda sequenza, siano uguali ( cio se copio lo sviluppo di 4
punti, dovr riportarlo su una sequenza di 4 punti).

MENU F7 (TABELLE TAGLIE)


Premessa: bisogna aver creato delle tabelle taglie in RISORSE DEL COMP.. Le operazioni da fare sono:
- e cliccare il percorso /Lectra/File/
- 20
20-

Qui bisogna creare la libreria Taglie (cliccare a vuoto il tasto 2 e scegliere la voce NUOVO
CARTELLA )
Doppio clic su Taglie per aprirla
Cliccare sempre a vuoto il tasto 2 e scegliere NUOVO DOCUMENTO DI TESTO che chiameremo per
esempio 44.EVN (suffisso per tabelle numeriche) oppure M.EVA (suffisso per tabelle alfabetiche o
alfanumeriche)
Andare poi su questo file, cliccare due volte velocemente per aprirlo;
Si apre una tabella in cui bisogna scrivere:
numeric
40 2
*44
48
52

Scrivere numeric in minuscolo, invio


La taglia pi piccola, spazio, lo scarto tra una taglia e laltra, invio
Asterisco e la taglia base, invio
La taglia intermedia, invio
La taglia pi grande

alpha
S 2
*M
L
XXL

Scrivere alpha in minuscolo, invio


La taglia pi piccola, spazio, lo scarto tra una taglia e laltra, invio
Asterisco e la taglia base, invio
La taglia intermedia, invio
La taglia pi grande

- Dopo aver compilato la tabella, sotto la voce File cliccare Salva per registrarla
- Per uscire sotto File cliccare la voce Esci.
La tabella stata creata, per leggerla bisogna tornare in Modaris nel men F7.

LETTURA PIANO TAGLIE: cliccare la funzione; cliccare a vuoto sulla scrivania; appare una maschera con
tutte le tabelle taglie. Selezionare quella che serve e cliccare Apri.

COPIA PIANO TAGLIE: serve per copiare una tabella su tutti i fogli del modello. Cliccare la funzione;
cliccare CTRL-A sulla tastiera per selezionare tutti i fogli. Per ottenere la copia cliccare la tabella giusta e poi
cliccare una tabella qualsiasi.

AGGIUNGI TAGLIE ESTREME: serve per aggiungere ad una tabella gi esistente le taglie esterne Cliccare
la funzione e poi una delle taglie: appare una maschera dove scrivere il nome della taglia da aggiungere, invio
per chiudere loperazione. La taglia viene visualizzata sul foglio ( nel caso fare copia piano taglie per portarla
su tutti i fogli).
- 21
21-

AGGIUNGI TAGLIE INTERMEDIE: per aggiungere taglie tre due gi esistenti. Cliccare la prima taglia,
cliccare poi la seconda. Nella maschera che appare scrivere quante taglie bisogna aggiungere tre le due
cliccate in precedenza chiudere cliccando invio. Se si tratta di taglie non intere il sistema le calcola
automaticamente.

SOPPRIMI TAGLIE ESTRATTE: serve per cancellare una taglia dalla tabella. Bisogna cliccare la taglia
stessa e verr cancellata dal foglio.

SPOSTA TAGLIA BASE: permette di spostare la taglia base da una taglia ad unaltra; basta cliccare la
funzione e la nuova taglia. Con questo spostamento si cambiano le dimensioni e lo sviluppo, e il nome della

taglia base.
MODIFICA TAGLIA BASE: permette di cambiare le dimensioni della taglia base senza cambiare il nome.
Bisogna cliccare la funzione; cliccare la tabella e appare una finestra dove scrivere la nuova taglia base.
Questo spostamento cambia le dimensioni ma non il nome della taglia base (e di tutte le altre, rispettando lo
sviluppo che cera).

N.B. quando si effettua un cambiamento sulla taglia base ( Sposta o Modifica) avendo gi sviluppato il
pezzo consigliabile creare un nuovo MDL, importare i pezzi interessati e poi fare lo spostamento. Come
controllo finale, dopo le modifiche, importare ancora una volta un pezzo: se non ci sono valori sballati sulla
tabella taglie la modifica corretta.
Tutto questo necessario poich un MDL che stato registrato con una tabella taglie, incontra delle difficolt
ad accettare cambiamenti della tabella stessa. Creandone uno nuovo si risolve il problema e si sicuri che non
ci saranno sbalzi di taglie.

MENU F8 (MISURAZIONI, ASSEMBLAGGIO, VARIANTI)

- 22
22-

MISURAZIONI

SCHEDA VARIANTE: si tratta di una scheda che riassume tutte le misurazioni che si fanno su un pezzo.
Sotto la voce CONFIGURA possiamo decidere quali valori vedere; sotto la voce TESTI, invece, si possono
sommare i dati o cancellarli per scriverne altri. Tali informazioni possono anche essere stampate (Stampa
valori) sotto la voce STAMPA/ESPORTA. Si pu decidere di vedere i valori per tutte le taglie, basta premere
F12 prima di fare la misurazione; in caso contrario si vedranno le quattro taglie principali.
Le misurazioni si fanno con le voci che seguono. Il valore verr riportato automaticamente nella scheda
variante; se questa scheda non stata aperta, il valore si visualizza in ogni caso in una finestra in alto a sinistra
del video.

LUNGHEZZA SEGMENTO: cliccare il primo e poi il secondo punto del segmento da misurare.

LUNGHEZZA NETTO/GREZZO: se stato dato un valore di cucitura, con questa funzione verr
visualizzata la lunghezza del segmento sia per la linea netta che per quella grezza. Anche qui cliccare il primo
e il secondo punto del segmento.

SUPERFICIE: cliccare allinterno del pezzo per conoscere il valore di superficie.

PERIMETRO: cliccare allinterno del pezzo per conoscere il valore di perimetro.

ANGOLO: cliccare il punto iniziale dellangolo; appare una linea. Cliccare il primo lato dellangolo; aprire
langolo fino al secondo lato e cliccare di nuovo. Apparir il valore dellangolo (il valore sar positivo se
langolo stato cliccato in senso orario e viceversa).

ASSEMBLAGGIO

- 23
23-

SOVRAPPORRE PEZZO: cliccare il punto del pezzo che si vuole spostare (il pezzo sar di colore rosso);
cliccare poi il punto del secondo pezzo che rimarr fermo (il pezzo rimarr di colore blu). In sovrapposizione i
due pezzi possono essere modificati; si pu visualizzare lo sviluppo e fare tutti i controlli delle misurazioni. La
sovrapposizione comunque la funzione necessaria per continuare con le altre funzioni di assemblaggio di
seguito spiegate.Se si vogliono spostare tutti i pezzi creare un foglio nuovo e sovrapporre tutti pezzi.

Unire pezzi: Clic la funzione , clic i due punti del pezzo e poi i punti del secondo pezzo .

SELEZIONA MATRIMONIO:consente di selezionare i pezzi, con shift pigiato, per usare poi le funzione
per raggrupare i pezzi per spostarli assieme
, per dissociare il matrimonio clic SELEZIONA MATRIMONIO e clic la funzione

SPOSTARE PEZZO: cliccando il pezzo di colore rosso, lo si pu spostare in modo interattivo; per bloccarlo
cliccare di nuovo, posso usare i tasti Q,W,A,S per ruotare i pezzi ed X o Y per simmetrie.

RUOTARE: cliccando il pezzo di colore rosso, lo si pu ruotare in modo interattivo; per bloccarlo cliccare di
nuovo. La rotazione varia a seconda del punto che clicco.

CONTROLLO PER ROTAZIONE: permette di far ruotare il pezzo rosso su una linea del pezzo blu (per
esempio la tromba di una manica su un giro manica). Cliccare il punto che deve ruotare con il tasto 1 del
mouse; per bloccarlo cliccare con il tasto 2.

SEPARARE PEZZI: serve per dividere due pezzi sovrapposti. Cliccare sul pezzo rosso e riordinare la
scrivania.

AGGIUNGI PUNTI INTERNO: Consente di aggiungere un punto interno sui pezzi sovrapposti.Clic
orecchietta per il parametro associato.

- 24
24-

VARIANTE
Con questa funzione e possibile ordinare il files MDL, distinguendolo in tipo di tessuto ecc.
Alla variante si da di solito lo stesso nome del modello; ci non toglie che si possa dare un nome diverso,
Per creare una variante basta cliccare la funzione APRI VARIANTE; apparir una finestra, in alto a sinistra,
dove inserire il nome della variante; con INVIO si apre la scheda (che costituisce, appunto la variante):

Per inserire le immagini sul video premere CTRL A; cliccare la funzione INSERISCI PEZZO; clic su un
qualsiasi pezzo per portarli tutti in variante. Per inserire un solo pezzo loperazione la stessa, senza per
selezionare con CTRL-A tutti i fogli.
Per vedere i pezzi allinterno della variante nella zona grafica, posizionare il mouse nella variante stessa e
premere il tasto . ( il
punto).
Nella zona scheda appare gi lelenco dei pezzi con il nome, cda e commento dati nellanagrafe; bisogna
compilare i seguenti campi:
S /DO: per decidere se si vuole il pezzo singolo o doppio. Il pezzo singolo quello che si vede a video; per
doppio si intende lo stesso pezzo ma simmetrizzato (se si scrive S=1 e DO=0 si avr solo il davanti destro; se
si scrive S=0 e DO=1 si avr sia il davanti destro che sinistro).
TIPO TESSUTO: bisogna specificare il tessuto pezzo per pezzo. Basta usare la T per il tessuto base, la F per
le fodere, la A per gli adesivi etc.; questa lettera servir nel piazzamento.
SIM.: per applicare la simmetria sullasse delle X; se viene data la si vede gi nella zona grafica.
ROTAZIONE: per dare un valore di rotazione al pezzo; nel piazzamento il pezzo verr portato gi ruotato
indipendentemente dalla posizione che ha nel Modaris.
RIT. X/Y: il valore di ritiro che si inserisce in variante ha lo stesso effetto di quello dato pezzo per pezzo nel
men F3. Il ritiro in variante sicuramente pi veloce da dare; importante per, il fatto che in questo modo
la modifica del pezzo non si vede a video nel Modaris ma solo nel Diamino; quello dato in F3 invece, con
limpronta si vede subito.
Il risultato comunque lo stesso, quindi in conclusione, conviene utilizzare il ritiro in variante quando si
sicuri delle percentuali applicate; conviene quello in F3 quando si vuole controllare il risultato.

- 25
25-

Se si vuole scambiare un pezzo della variante con uno in video, clic il pezzo in variante; clic la funzione
SCAMBIA PEZZO e clic il pezzo a video.
La variante ha in alto una serie di men a tendina:

GRAF/SCHEDA VAR.: permette di decidere se si vuole vedere solo la zona grafica, solo la scheda o
entrambe.

APRI VARIANTE: con la voce APRI si apre una nuova variante; con COPIA si copia la variante in corso;
con INSERISCI si inserisce una variante nella variante in corso.

ARTICOLO PEZZO:

DUPLICA PEZZO: dopo aver selezionato un pezzo nella variante lo si pu duplicare


- SOPPRIMI PEZZO: dopo aver selezionato un pezzo si cancella (cancellare solo dalla variante e non dal
modello)
ORDINA VARIANTE si ordinano automaticamente i pezzi della variante in base ai tessuti;
ZOOM si pu ingrandire parte della zona grafica.

ESPORTA/STAMPA: con la voce STAMPA si possono stampare le caratteristiche della variante (cio
della scheda); possono essere intere o ridotte a seconda se si sceglie la funzione CARATTERISTICHE
oppure CARATTERISTICHE RIDOTTE.

VISUALIZZA: permette di selezionare gli oggetti che si vogliono vedere o meno nella variante (per
esempio tacche, p.ti interni etc.); si pu anche scegliere se vedere il contorno del pezzo o il pezzo tutto
colorato

N.B.: Dopo aver compilato tutta la variante, clic sulla voce chiudere.
Andare sotto FILE e registrare con la voce REGISTRA MDL, .
In un mdl si possono creare tante VET anche con ritiri differenti.

- 26
26-

MENU A TENDINA
(Accanto alla funzione, tra parentesi, verr indicato il tasto acceleratore di quella stessa funzione).
FILE
CREARE NUOVO MDL per creare un nuovo modello
LETTURA MDL per aprire un mdl.
REGISTRA MDL per registrare un modello.
INSERISCI MDL consente di inserire tutto il modello ( MDL)

REGISTRA CON NOME per registrare un MDL con un altro nome in modo da averne uno nuovo senza
perdere il precedente. Nella maschera che appare scrivere il nuovo nome e clic Salva.
REGISTRA UNA SELEZIONE: Consente di registrare una selezione fatta precedentemente.
PERCORSI DACCESSO per cambiare le librerie di lavoro e registrazione.
STAMPA: permette di stampare le caratteristiche totali o parziali delle varianti.
DISEGNA SELEZIONE: permette di stampare le immagini. Andare nel men FOGLIO e clic su
SELEZIONA FOGLIO; cliccare i fogli che si vogliono stampare; clic a vuoto il tasto 2; continuare cliccando
la voce DISEGNA SELEZIONE. Clic orecchietta per selezionare un plotter configurato.

- 27
27-

IMPORTA IBA E VET permette di inserire in un MDL le immagini di un altro modello; appare una finestra
con vari settori.
La prima cosa da fare scegliere la libreria da utilizzare; cliccare sulla voce CAMBIARE LIBRERIA; appare
una maschera dove cliccare il percorso che alla fine viene visualizzato in alto alla maschera. Se stato
utilizzato un filtro, per vedere di nuovo lintero contenuto della libreria, cliccare RILEGGERE LIBRERIA.
La zona FILTRO, a sinistra della maschera, si pu utilizzare con lasterisco (*) per velocizzare la ricerca.
Dopo aver scritto le IBA o le VET da cercare cliccare sul tasto CONFERMA.
Le IBA o VET disponibili vengono visualizzate nella lista a sinistra; con il tasto 1 selezionare quelle da
importare.
Con la freccia centrale trasferirle a destra (se si vuole riportarle nella lista della libreria cliccare laltra freccia).
Quando lelenco delle cose da importare pronto cliccare LETTURA FILE; le IBA o VET vengono portate
nellMDL che si ha a video. Per uscire dalla funzione clic CHIUDERE.
USCITA: per uscire dal Modaris. Il sistema avvisa se il modello a video non stato registrato e chiede
conferma prima di uscire.

- 28
28-

TESTI
SCRIVI: per poter scrivere allinterno dellanagrafe fogli.
RINOMINA: per cambiare il nome contemporaneamente a tutti i pezzi. Selezionare i pezzi con CTRL-A;
cliccare la voce RINOMINA; appare una maschera dove scrivere il vecchio nome da sostituire e il nuovo
nome; invio e tasto 2 a vuoto. Con questa funzione si cambia solo il nome poich i CDA non vengono
modificati (tranne se non lo scriviamo nella maschera).
ANNULLA (CTRL-Z): per annullare lultima operazione.
RIPRISTINA (CTRL-W): per ripristinare lultima operazione.

FOGLIO
CREA NUOVO FOGLIO: per creare un nuovo foglio (per digitalizzare o creare figure, etc.).
COPIA FOGLIO: clic il foglio da copiare. Il sistema copia anche il nome aggiungendo un 2.
CANCELLA FOGLIO (z minuscola): appare un teschio; tenere lo SHIFT premuto e cliccare il foglio da
cancellare. Per togliere il teschio cliccare SELEZIONE.
SELEZIONA FOGLIO: per selezionare i fogli (per esempio per DISEGNA SELEZIONE). Al termine della
selezione clic sempre il tasto 2 a vuoto per far scomparire la mano.
SPOSTA FOGLIO (END oppure FINE): clic il foglio da spostare.
RIORDINA FOGLI (J): per riordinare i fogli sulla scrivania.
RICENTRA FOGLI (

):per portare il foglio in primo piano.

FOGLIO SEGUENTE/PRECEDENTE ( PAG


scrivania.

o PAG

): per scorrere in avanti o indietro i fogli della

AGGIUSTA DIMENSIONI FOGLIO (a minuscola): per ridimensionare il foglio di unimmagine.


VISUALIZZAZIONE SELETTIVA (7) /TOTALE (8): con questa funzione si pu scegliere di lavorare solo
con alcuni fogli (nei casi in cui i pezzi sono molti se ne isolano solo alcuni senza perdere gli altri ).
Bisogna, in primo luogo, selezionare i fogli che si vogliono con la funzione SELEZIONA FOGLI. Cliccare il
tasto 7
sulla tastiera; cliccare con il tasto 1 del mouse uno dei fogli selezionati. A video si vedranno solo questi; gli
altri non sono stati cancellati; per ritornare alla visualizzazione totale di tutti i pezzi premere 8 sulla
tastiera.

- 29
29-

VISUALIZZA
In questo men si pu scegliere se vedere o meno alcune cose tipo lANAGRAFE FOGLI (o CTRL-U sulla
tastiera);
i PUNTI DI CURVATURA (c anche in basso al video); l IMPRONTRA del lavoro (anche questa in basso
al video); etc.
VISUALIZZA I TIPI DI TESSUTO: Consente di vedere, dopo aver creato la variante, i tipi di tessuti associato
al modello.
SELEZIONE
SELEZIONA TUTTI I FOGLI (CTRL-A): utile in alcuni casi come inserire i pezzi in variante o rinomina.
PARAMETRI
UNITA DI LUNGHEZZA;UNITA SCALA; etc. sono funzioni che permettono di modificare le unit di
misura (per esempio per il RITIRO si pu modificare la frazione di scala in scala percentuale).

CONFIGURA
ICONE/TESTI: per cambiare le icone disegnate in testi.

ACCELLERATORI

IN MAIUSCOLO:
CTRL-Z: per annullare unoperazione
CTRL-W: per ripristinare unoperazione annullata
CTRL-S: per trasformare le icone in testi e viceversa
CTRL-X: per uscire dal programma
CTRL-U: per visualizzare o togliere lanagrafe
P: per visualizzare i punti di curvatura
E: scrivi
IN MINUSCOLO:
r : sposta punto
s: selezione
c: aggiungi tacca
z: cancella foglio
j: riordina fogli
i: seleziona foglio
l: lunghezza segmento
7-8: visualizzazione selettiva -totale
1: toglie la linea bianca ( il contorno) del pezzo
2: mette la linea bianca ( il contorno) del pezzo

- 30
30-