Sei sulla pagina 1di 21

Il motore dellautomobile Il frigorifero

Gabriele Statzu Liceo Scientifico G. Brotzu A.S. 2010/2011

Il motore a scoppio
Il motore una macchina che prevede lassorbimento di energia e la sua trasformazione in lavoro. Il motore pi diffuso quello endotermico ovvero nel quale la combustione avviene internamente. E alimentato da una miscela di aria e benzina che viene trasformata in lavoro mediante la combustione, che produce anche calore e pressione.

Unimportante classificazione viene fatta tra: Motore a quattro tempi: il ciclo del lavoro si compie in 4 tempi del pistone (aspirazione,compressione,espansione e scarico) e in 2 giri dellalbero motore. La combustione causata dalla scintilla che scocca nella candela; lentrata del combustibile e luscita del gas avvengono grazie a aperture sulla testata.
 Motore a due tempi: il ciclo completo di lavoro si compie in due corse del pistone e in un solo giro dellalbero motore; a differenza del quattro tempi qui mancano gli organi di distribuzione e di lubrificazione e non esistono valvole.

Disegno di un motore a due tempi

Disegno di un motore a quattro tempi

Ciclo Otto
Il ciclo termodinamico del motore a 4 tempi (ciclo Otto) composto da 6 fasi: Aspirazione: il pistone, dal PMS, procede verso il basso aspirando la miscela attraverso le valvole di aspirazione; Compressione: le valvole si chiudono; una volta raggiunto il PMI, il pistone risale verso la testa comprimendo il fluido; Esplosione: la candela provoca laccensione della miscela compressa, dopo il raggiungimento, da parte del pistone, del PMS; in camera di scoppio si raggiungono elevatissime temperature e pressioni;

1 PMS

2 PMI

A ASPIRAZIONE B COMPRESSIONE C ESPLOSIONE ESPANSIONE D ESPULSIONE / SCARICO /

Espansione: in seguito allesplosione della miscela, il pistone viene spinto verso il basso fino al PMI e la sua temperatura decresce notevolmente; questa la fase attiva del ciclo, lunica durante la quale viene prodotto lavoro; Uscita dei gas: il pistone si trova al PMI e lapertura delle valvole di scarico ha come risultato la fuoriuscita di gran parte dei gas per depressione e il loro conseguente raffreddamento; Espulsione: il pistone opera lultima corsa ascendente, grazie alla quale vengono espulsi i rimanenti gas combusti, e termina il ciclo;

1 PMS

2 PMI

A ASPIRAZIONE B COMPRESSIONE C ESPLOSIONE ESPANSIONE D ESPULSIONE / SCARICO /

Aspirazione
Il pistone scende dal PMS al PMI; la valvola daspirazione inizia lapertura mentre quella di scarico rimane chiusa. Il pistone si abbassa e crea una forte corrente daria che passando attraverso il carburatore, si miscela con la benzina che proviene dallo stesso carburatore. Quando il pistone si trova nel PMI,la valvola di aspirazione si chiude.

Grafico aspirazione
Il punto A si trova in corrispondenza di V0 e P0 (press. atmosferica). Durante la 1 fase la pressione rimane costante e si passa dal punto A

al punto B con il volume che aumenta. Dunque si ha una trasformazione isobara

Compressione
Il pistone risale ora dal PMI al PMS comprimendo la miscela. Come gi detto durante questa fase entrambe le valvole rimangono chiuse. Al termine di questa fase la miscela sar interamente compresa all'interno della camera di combustione o di scoppio e raggiunger pressioni comprese tra le 8 e le 10 atmosfere e temperature tra i 230C e i 300 C

Grafico Compressione
Si ha una trasformazione adiabatica (Non ci sono scambi di calore tra fluido e cilindro o con lesterno) in cui la pressione e la temperatura aumentano e il volume diminuisce. Sul diagramma ci si sposta dal punto B al punto C.

Scoppio ed Espansione
Quando il pistone giunto al PMS una scintilla, proveniente dalla candela, avvia la combustione della miscela. La temperatura arriva fino a 2000C alzando la pressione fino a 30-35 Atm imprimendo sul pistone una spinta verso il basso cio verso il PMI, cui consegue un'espansione. Questa l'unica fase del ciclo in cui viene prodotto lavoro. In questa fase entrambe le valvole sono chiuse.

Grafico Scoppio
In questa fase il volume costante mentre la pressione aumenter da P1 a P2 ovvero quel segmento di retta (parallela allasse delle ordinate) che va dal punto C al punto D. Si tratta dunque di una trasformazione isocora.

Grafico espansione
Quando il pistone comincia a muoversi nuovamente verso il PMI inizia la fase di espansione e si ha quindi un aumento del volume e una diminuzione della pressione e della temperatura, ancora una volta lungo una trasformazione adiabatica poich si ipotizza nuovamente che non vi siano scambi di calore. Sul grafico ci si sposta dal punto D al punto E.

Scarico
Terminata l'espansione, il pistone si trova al PMI. Viene quindi aperta la valvola di scarico e il pistone risalendo verso il PMS li espelle i gas . Al termine della fase ci si ritrova quindi nelle condizioni iniziali pronti per un nuovo ciclo. Ci sono stati 4 passaggi dal PMI al PMS o viceversa (si sar cio percorsa 4 volte la corsa del cilindro in un senso o nell'altro). Poich ad ogni passaggio corrisponde mezzo giro dell'albero motore (chiamato anche tempo) si sono fatti in tutto 2 giri. Da qua la nomenclatura di motore a quattro tempi.

Grafico Scarico
Quando si giunge al PMI si apre la valvola di scarico e la pressione scenda istantaneamente (e quindi a cilindro fermo) al valore ambiente (1 atm),perch l'interno del cilindro stato messo in comunicazione con l'ambiente esterno . Sul grafico ci si sposta da E a B lungo un'isocora. Infine il pistone torna al PMS espellendo i gas. Quest'ultima operazione avviene a pressione ambiente e sul grafico ci si sposta lungo un'isobara da B ad A.

Il frigorifero
La macchina frigorifera una macchina che riceve lavoro dallesterno e calore da un certo ambiente, ed emette una quantit maggiore di calore. La macchina frigorifera una macchina che funziona nel senso contrario rispetto alla macchina a vapore: La macchina a vapore sfrutta lenergia termica di un vapore o di un gas e la trasforma in energia meccanica La macchina frigorifera sfrutta energia meccanica e rende possibile lo scambio di calore fra una sorgente fredda, a cui sottrae calore, e una sorgente calda, a cui cede calore. Per questo motivo la macchina frigorifera viene anche chiamata macchina inversa. Essa funziona schematicamente in questo modo:

W<0 |Q1| = Q2 + | W |

Il funzionamento della macchina frigorifera si basa su continue variazioni di pressioni e volume di una relativamente piccola massa costante di un liquido, detto refrigerante. Esso viene fatto passare, tramite un compressore, in un condensatore e successivamente, tramite una valvola di laminazione, in un evaporatore.

La macchina frigorifera composta da 4 sistemi aperti, che collegati fra loro generano un sistema chiuso: * Due batterie, allinterno delle quali avviene il cambiamento di stato del gas: 1) Evaporatore: + freddo; in esso avviene passaggio liquido > vapore 2) Condensatore: + caldo; in esso avviene il passaggio vapore > liquido * Due meccanismi che mantengano forzatamente le due diverse temperature T1 e T2: 3) Compressore (pompa): mantiene una pressione elevata nel condensatore 4) Valvola di laminazione: regola lespansione e quindi levaporazione del fluido

Ciclo frigorifero
Il refrigerante,allo stato gassoso, viene compresso per mezzo di un compressore; si ha un aumento di pressione e di temperatura del refrigerante; La temperatura del refrigerante viene abbassata grazie all'azione della serpentina esterna che funge da condensatore. Estrae il calore dal fluido refrigerante e lo porta allo stato liquido; l'estrazione del calore durante questa fase avviene in maniera spontanea, in quanto il fluido refrigerante all'uscita dal compressore ha una temperatura maggiore della temperatura ambiente, per cui durante l'attraversamento della serpentina, venendo in contatto termico con l'ambiente, il refrigerante porta la propria temperatura ad una temperatura minore e successivamente passa dallo stato gassoso allo stato liquido

Quando il liquido entra allinterno del frigorifero, non essendo pi compresso,torna vapore. Qua assorbe energia dallinterno del frigo,che si raffredda,grazie alla serpentina interna. Il vapore torna allesterno,viene compresso di nuovo e il processo si ripete.