Sei sulla pagina 1di 9

Uno sguardo indietro:

Il Medioevo
STORIA: Classe seconda Prime lezioni
Prof. Monica Valsecchi

Come ripassare in poche lezioni let di mezzo nelle linee essenziali?


Il libro di testo (G. GENTILE L. RONGA, Speciale Storia 2, La scuola) aiuta con un capitolo introduttivo intitolato appunto Uno sguardo indietro.

Come, per, fare in modo che i ragazzi recuperino gli eventi fondamentali di questo periodo nella loro memoria, evitando di studiare semplicemente le otto pagine di introduzione che il manuale propone?
Entro in classe e chiedo loro di definire il termine Medioevo (chi ha inventato questo termine?) e di collocarlo sulla linea del tempo. C un po di nebbia
Monica Valsecchi

Poi, grazie ai loro suggerimenti, via via ritoccati e precisati, arriviamo a disegnare sulla lavagna e sul quaderno una linea del tempo della storia che permetta di individuare con chiarezza let antica, il medioevo, let moderna e let contemporanea.

Ora, dico io,concentriamoci sul Medioevo:


cosa significano Alto e Basso Medioevo?
Siamo tutti daccordo che si tratti di due periodi di tempo inclusi nel Medioevo; pi difficile individuarne i termini cronologici; ancora pi difficile recuperarne le caratteristiche. Propongo di costruire una bella linea del tempo del Medioevo, divisa in Alto e Basso Medioevo. Gli alunni devono lavorare a coppie eterogenee, gi sperimentate in altre attivit; la fonte da consultare per trovare le informazioni principali sono le famose otto pagine dellintroduzione.
Monica Valsecchi

Per prima cosa, lAlto Medioevo:


vengono individuate, anche con il mio aiuto, le informazioni principali del testo, poi decidiamo quali cartine riprodurre (su carta da lucido) per rendere pi chiaro il cambiamento subito in questo periodo dal bacino del Mediterraneo, partendo da una carta dellImpero romano allepoca di Traiano (anche se del II sec. d.C.):

Monica Valsecchi

La preparazione delle cartine viene ultimata a casa, mentre in classe le coppie di studenti decidono come disporre le informazioni e le immagini sulla linea del tempo. Lavoriamo poi sul Basso Medioevo: non ci sono cartine da preparare, anche la scelta delle informazioni abbastanza scontata: il manuale propone solo quanto effettivamente significativo al fine di una sintesi. In poco tempo

il gioco fatto!

Almeno speriamo.
La verifica orale, comunque, permetter via via di valutare se questo modo di ripassare stato efficace e se il lavoro prodotto potr servire anche ad altri per recuperare e ripercorrere le tappe fondamentali di quanto accaduto nellet di mezzo.
Monica Valsecchi

Un paio di esempi

Monica Valsecchi

Monica Valsecchi

Monica Valsecchi

Infine, per chiarire ulteriormente le idee


produciamo una tabella di confronto fra Alto e Basso Medioevo, rielaborando e completando un esempio presente sul libro di testo dello scorso anno:
Aspetti chiave
Popolazione Agricoltura Manifatture Commerci

Alto Medioevo
Diminuisce a causa delle invasioni e delle carestie Le terre coltivate si riducono, la produttivit scarsa Scarse attivit artigianali; ciascuno produce ci di cui ha bisogno Limitati a pochi oggetti a livello locale (economia chiusa); gli scambi si effettuano con il baratto Societ feudale (contadini, clero, soldati) Non esiste lo Stato, allinterno dellimpero vi erano feudi nei quali il feudatario ha compiti amministrativi e giuridici Castello Monasteri nelle mani della Chiesa e dei monasteri; lanalfabetismo assai diffuso Monica Valsecchi

Basso Medioevo
Riprende ad aumentare e diventa il doppio della popolazione dellAlto Medioevo Alta produttivit determinata da innovazioni tecniche importanti; eccedenze Sviluppo delle attivit artigianali

Crescita del commercio, esteso a tutti i prodotti; uso della moneta; diffusione delle fiere (economia di mercato) Nasce la borghesia: artigiani, mercanti, banchieri Crisi dellImpero; nascono i Comuni e le Monarchie nazionali

Societ Sistema politico

Centri di coordinamento e/o di potere

Citt

Cultura

Nascono le prime universit; Listruzione rivolta a formare nuovi soggetti sociali (borghesi)