Sei sulla pagina 1di 2

Fede e scienza in una stessa famiglia

Galileo e Virginia Galilei, un forte legame tra padre e figlia anche negli astri

el 1600, esattamente il

13 agosto, a Padova, una nuova fiamma si accendeva. Si chiamava Virginia, figlia del famoso fisico Galileo Galilei. Ella, come ci viene riferito dagli innumerevoli scritti, era danimo dolce, volle sempre bene al padre anche se lui, o per impedimento o per sua volont, non si prese cura delle figlie, che nel 1613 furono mandate nel convento delle Clarisse. Virginia divenne monaca di clausura a soli 16 anni con il nome di Suor Maria Celeste. Suor Maria Celeste fu una vittima del padre. Il Grande Galileo, tutto preso dalle sue ricerche e dalle sue questioni scientifiche, sacrifica le figlie, e soprattutto questa di squisitissimo animo come egli ben dice. Egli sa misurare la distanza tra pianeta e pianeta, non quella da cuore a cuore; egli sa cos il significato di un molto in un calcolo di numeri, ma non in una valutazione di affetti. (Giovanni Ansaldo, 1927)

Col padre si tennero in continuo contatto tramite delle lettere di cui conserviamo solo quelle di lei al padre (124 lettere), questo a causa della Madre Superiora che le distrusse alla sua morte dal momento che egli era sospettato di eresia. In una di esse si legge la commozione della figlia nel sapere che il padre conservi tutte le sue lettere.

Tutte le sue lettere si aprono sempre con la formula Molto Illustre Signor Padre e si concludono con un'altra formula (Figliuola Affezionatissima). Virginia scrive molte pagine piene di amore al padre, soprattutto nel momento del processo a Roma, e qui si pu vedere una figlia che ama il padre e che riesce anche attraverso la sua vita di clausura a essere un pilastro che lo sostiene in ogni momento, non solo con le parole ma anche con i fatti. Un'altra frase della figlia che ci fa capire quanto le stesse a cuore il padre, si trova nella lettera n 108, spedita nel 1633, anno dellabiura di Galileo. In questa lettera Virginia dice: Gioved passato, e anco venerd fino a notte, stetti con lanimo assai sospeso, vedendo che non comparivano sue lettere, non sapendo a che attribuirmi la causa di quel silenzio. Notiamo infatti che la figlia, essendo a conoscenza del processo del padre, si spaventa non appena non riceve sue lettere.

Virginia era sempre stata una ragazza molto religiosa. Appena poteva andava in chiesa, spesso a pregare per il padre. In molte lettere lo scongiurava di smettere le sue ricerche perch non ci vedeva niente di buono.

Cacciabue Riccardo

Liceo Scientifico G. Brotzu

Anno scolastico: 2011/12

Il padre Galileo il giorno della nascita della figlia volle scriverle un oroscopo che pervenuto fino a noi: Laborum et molestarum patientem, solitariam, taciturnam, parcam, propri comodi studiosam, zelopitam In questo oroscopo lui predice una predisposizione alla sopportazione delle fatiche fisiche e delle avversit, e una persona che avrebbe vissuto una vita molto riservata e solitaria. Sicuramente quello che scritto in questo oroscopo veritiero, da quello che sappiamo sulla vita di lei. Sappiamo anche che questo pronostico lunico che conteneva una previsione non errata. Un altro dei suoi oroscopi fu quello che fece a Ferdinando I de Medici, al quale predisse lunga vita, mor venti giorni dopo.

Cacciabue Riccardo

Liceo Scientifico G. Brotzu

Anno scolastico: 2011/12