Sei sulla pagina 1di 4

INCONTRO CON UN UOMO STRAORDINARIO - 42

tratto dal blog http://ilgrandeignoto.blogspot.com di Angelo Ciccarella

Mi accomodai in poltrona. Ero sconcertato. Ardengo Pellizzari, il primo degli allievi del maestro in grado di passare attraverso le botole da Viterbo si trasfer a Milano (evidentemente aveva allungato) - faceva gli onori di casa in un salotto stile inglese, facente parte di una struttura fantascientifica incastrata dentro un cratere lunare. Le sorprese non mancavano di certo. Ard, ma che ci fai qui? Cosa c'entra tutto questo con la fine del tempo, del mondo? Carissimo Angelo, sei gradito ospite in una colonia atlantidea. Gli esuli del continente oceanico hanno costruito per tutta la galassia postazioni e cittadelle. Ci troviamo in questo caso in una postazione. Che pretendi, il personale scarso e allora Scandurra ha rimediato con i stagionali.

Una delle sue fragorose risate echeggi per il salone. Si trasformava quando scoppiava a ridere. Di solito era sempre inappuntabile. Noi della talenti lo chiamavamo 'l'inglese', vuoi per una certa rassomiglianza con l'attore inglese Michael Caine, sia per i modi ma principalmente per la sua mania di indossare vestiti inglesi, che acquistava a Londra. Un viterbese! Del resto, se lo poteva permettere, visto che era un dirigente di prima fascia presso una multinazionale. Intanto, assaporai quel brandy, ne apprezzai la forza e l'aroma... cos si dice. Bene Angelo, ora che ti dia le coordinate generali, un pizzico di sana scienza e di visioni. Dimmi di te, se puoi, se vuoi. Hai compiuto una scelta estrema, radicale. Da quanto tempo ti trovi quass?

S, una scelta radicale e convinta. Se ti chiedessero, bada, senza obblighi, ecco, se ti chiedessero di dare il tuo contributo alla causa, lasciando affetti, lavoro, insomma abbandonando addirittura il nostro pianeta... non per sempre, ma per un periodo ragionevole, beh allora che cosa faresti? Io ho accettato. Il nostro destino stellare. Ma qui come funziona tutto? Ard, vedo apparecchiature non proprio avanzatissime. Sembrano quelle di cento anni fa. Mi pare l'interno del Nautilus. Ci manca che appaia il capitano Nemo... Ah ah ah, sembriamo cos matusa? Le forme possono sembrare antiche... e infatti lo sono. La cosa incredibilmente avanzata e tuttavia senza tempo, ci che muove tutto questo ambaradan tremendamente ordinato. Noi qui utilizziamo materia continua che uguale in ogni luogo ed in ogni direzione. Perci, non solo sostituisce tempo spazio e gravitazione, ma soprattutto, negando il vuoto, diventa la generatrice ed il primo costituente dei corpi. Ti ricordi letimo segreto degli alchimisti? Mater ea, la materia. Basta trovare un magnete per attirare la materia continua. E guarda un po' i casi della vita, il magnete sta ben protetto dentro il nostro organismo, a met strada tra il soma e lo spirito. Non ti puoi sbagliare, esso prende la forma

Incontro con un uomo Straordinario 42 / tratto dal blog http://ilgrandeignoto.blogspot.com di Angelo Ciccarella

di un diamante, ricettacolo di luce.

Poi ci ritorniamo Ard, perch vorrei capirci meglio. Mi preme sapere una cosa. Gli universi paralleli e la maniera di accedervi, il lumen, sono segreti rimasti appannaggio di pochi sopravvissuti alla scomparsa di Atlantide. Buoni motivi, credo, hanno accompagnato chi ha detenuto la conoscenza nel corso dei millenni, senza divulgarla. Vedi gli alchimisti, per esempio. Oggi mi dici che l'umanit deve fare un atto di conoscenza per la fine ciclo... I maya e i cinesi credevano all'esistenza dei Nove Mondi. Lasciti segreti di civilt scomparse. La catena della Conoscenza non ha mai conosciuto soste n interruzioni, semmai stata celata fino a tempi pi idonei. Se prima era custodita da strette cerchie di ierofanti, oggi tempo che essa scorra ininterrotta tra tutte le genti, poich tutte degne di possedere le chiavi. In prossimit della fine della civilt odierna, i pochi hanno tanto pi il dovere di rilasciare quanto ricevuto, senza tentazioni esclusiviste. Il Varco attrarr ogni donna, ogni uomo, come una titanica arca argentata che porter l'umanit tutta, oltre i limiti conosciuti... Ma i potenti del mondo non credo rimangano a guardare senza batter ciglio. Vorranno avere l'esclusiva, riservarsi i posti in prima fila per sfangarla anche questa volta. Insomma, vorranno fregarci. l potere, gi. C il potere che ti viene concesso dagli altri che riconoscono i tuoi meriti, e vogliono darti la possibilit di conquistarne altri nellinteresse di tutti ed un potere che vuol mantenere un equilibrio tra chi ha dato e chi ha ricevuto. Ed quello che ho ereditato da Scandurra. Ma c il potere che si conquista, senza aver dato nulla, schiacciando gli altri. proprio questa la forma di potere che piace a chi ha cos bassa considerazione di s, da avere bisogno di conferme continue, anche solo attraverso lillusione di dominare altri esseri umani e la natura. Il potere porta con s un virus psichico indistruttibile. Il potere si nutre di potere il quale, per esistere ha bisogno di essere attuato, non essendo un valore interiore, mentale o spirituale. Il potere se non viene esercitato non c. E per esserci ha bisogno di crescere. Ma c una sorta di meccanismo automatico di autodistruzione che ad un punto misterioso ma certo, scatta e travolge chi il potere lo esercita e chi se ne fa strumento. Forse il punto determinato dal livello di pressione che il potere riesce ad esercitare su esseri umani e sulla natura, fino al punto, quel punto, in cui scatta qualcosa, un no, cos ampio e travolgente da rendere gli inermi pi forti dei potenti. Noi faremo scattare quel punto.

Estrasse dal panciotto a fiori una barretta metallica tipo righello di 20cm. A mo' di ascia colp pi volte il tavolino, lasciandoci un segno profondo. Me la porse. La sentii morbidissima, sembrava di gomma e si piegava a 360gradi. Mi invit a fare la stessa operazione sul tavolino. Cos feci, ma la barretta rimbalz praticamente sulla superficie di legno senza scalfirla minimamente. Un trucco, un incantesimo, pensai. Materia continua. Dipende dalla funzione che tu vuoi darle. Stabilisci mentalmente a cosa deve servire e la materia ti risponder fedele. Crea un campo col magnete ed essa si
Incontro con un uomo Straordinario 42 / tratto dal blog http://ilgrandeignoto.blogspot.com di Angelo Ciccarella

relaziona. Ti immette su quel ponte che collega materia e metafisica. reale solo ci che pu essere pensato; e ci che non si pu pensare, non pu neppure esistere. Ci pu accadere perch non esiste lo spazio. Spazio una espressione ingannevole, sia a livello piccolo che grande. Quando si pensa allo Spazio c limmagine consueta di vuoto nero, privo di vita che separa i mondi... No: spazio una parola sbagliata. Noi lo chiamiamo semplicemente i cieli. In virt dei cieli, quello che hai appena visto, accade. sempre una questione di campo. Ma al di l dei concetti, il primo grande passo, ci che trasforma e permette meraviglie il pensiero atlantideo, il primo e imprescindibile insegnamento di Scandurra. Ordinare la vita seguendo esclusivamente la modalit analogica, e cio quel polo della mente che coglie ovunque somiglianze, nessi, affinit, corrispondenze.

Ho conosciuto l'Ombra. Ti confesso che non ho ancora capito la sua posizione, gli equilibri e quant'altro. Una cosa per credo di aver bene inquadrato, almeno nelle sue linee essenziali: l'importanza che avr nel nostro futuro Darest Sharma. Hai colto pienamente nel segno. Darest Sharma un castello minerale e organico a un tempo. Grande magnete di quello strano universo. un luogo germinale, da cui sembrano provenire la potenza e la stranezza dei nostri stessi sogni. Incomber su tutti gli universi. Interferir pericolosamente col nostro compito. A fine ciclo esso sar veduto in tutti i cieli e scambiato per la citt celeste o il Walhalla dei redivivi. Quanti abboccheranno? L'Ombra poi... in lui coincidono gli opposti... sebbene prevalga l'aspetto basso. capace di meraviglie e di orrori impronunciabili. Definirlo demonio da preti... comunque, bene non girargli mai le spalle. Pochi nei nove mondi possono dire di capire in parte i suoi intenti. Scandurra uno di questi, forse perch ha in comune con l'Ombra una cosa. Ma non mi chiedere quale.

Si alz lentamente dalla poltrona. Ardengo si diresse verso un grande quadro appeso alla parete. Praticamente la ricopriva tutta. Vi era raffigurata una scena di caccia, ovviamente alla volpe. Pensai che la scelta dell'arredamento fosse opera del mio camerata. Egli sfior la pittura e ritorn a sedere vicino a me. Uno o due secondi e lo scenario di caccia si frantum in mille parti fino a scomparire del tutto e fu sostituito dall'immagine mobile di una immensa citt fantastica, con ponti e strade sopraelevate. Torri e palazzi altissimi, piramidi tronche a terrazze, un fascio di elementi architettonici arditi si innalzavano sfidando la forza di gravit. Luci intermittenti e suoni periodici, la rendevano viva. Petralunata, la citt sotterranea edificata dagli atlantidi 20mila anni fa. Si trova cinque kilometri sotto i nostri piedi.

Chi ci abita? Nessuno ancora. comunque in perfetta efficienza. Abitabile e capace di ospitare un milione di persone. Quando i cardini del tempo si staccheranno dall'infisso cosmico e l'umanit traslocher su di una rinnovata terra, allora rimarranno gli esuli, scelti per attendere che la ruota rifaccia appieno il suo corso. Troveranno rifugio su Petralunata che li attende da millenni.

Incontro con un uomo Straordinario 42 / tratto dal blog http://ilgrandeignoto.blogspot.com di Angelo Ciccarella

Quindi Ard, una piccola parte dell'umanit sar scelta per restare, riparandosi sulla Luna. Ma chi sceglier quali uomini e donne dovranno rimanere? E come ci arriveranno? Ma soprattutto, sembra una punizione terribile. Quel mattacchione di Scandurra le chiamava botole, no? Vie remote che connettono altri universi alla Terra. Non vi sono problemi insormontabili a far passare un milione di persone attraverso le botole. Quante ne sono? Un migliaio almeno, quelle capaci di far passare pi persone di seguito. Non vi sono ostacoli tecnici. Semmai sar difficile far comprendere a tutti che esiste una realt ben pi complessa di come ce la descrivono i professionisti del sapere. I condizionamenti sono duri a morire. Comunque... un segnale cosmico dal centro della Via Lattea giunger sulla Terra, e sar percepito dagli esuli. Il faro galattico mander pi volte l'impulso-visione, il tempo necessario per captarlo. Poi ognuno far la sua scelta. Altro che punizione. Un compito elevato, difficile ma entusiasmante... dovranno instaurare il centro perduto. Sai bene Ard, che il passaggio attraverso la botola non una passeggiata di salute. Il maestro ci ha addestrati, ripuliti, trasformati prima di intraprendere l'immersione. S, Angelo, lo so. La conversione di solito riguarda la dimensione interiore di una persona, il suo cambiamento, il suo pensiero. Qui per il mondo come lo conosciamo che in gioco. Ci troviamo oggi di fronte ad un accadimento planetario, che tutto coinvolge, che tutti coinvolge. In ragione di questo, la conversione si intender in termini di vista nuova, nel senso anche fisiologico. Ogni parola aprir lintelligenza. Chi guarder il Varco, sar stravolto da un immane temporale che lo squarcer e allo stesso tempo lo pulir, cos, dissolta ogni nube, potranno di nuovo mostrarsi le stelle di un nuovo firmamento. Faremo tutti una capriola cosmica. Questo il senso della nostra vita. Prima che queste cose accadano, andremo incontro ad una notte ancora pi buia persino di quella precedente la creazione. Saturno mostrer la sua vera natura e i suoi anelli artificiali imploderanno fino a strozzarlo. Come direbbe Scandurra, saranno c**** amari.

Mille domande mi frullavano per la testa. Ardengo dimostrava di conoscere assai bene e in dettaglio, cosa sarebbe successo alla fine dell'anno 2012. Ora ti mostrer una registrazione da una bobina magnetica, di un evento per certi versi analogo a quello in cui sar coinvolta la nostra Terra fra pochi anni. Un grande pianeta di un altro universo cambi posizione dimensionale. Una finestra immensa si apr e tutto fu pi chiaro.

Incontro con un uomo Straordinario 42 / tratto dal blog http://ilgrandeignoto.blogspot.com di Angelo Ciccarella