Sei sulla pagina 1di 2

54 L’ECO DI BERGAMO

DOMENICA 20 MARZO 2011

Cultura
A

Al-Jazira è più avanti


dei network occidentali
Al-Jazira è l’altra vincitrice di queste guer-
re. Si è dimostrata più avanti dei nostri
culturaspettacoli@eco.bg.it network. Si poteva seguire anche su Twit-
www.ecodibergamo.it ter e sul web: da tv sta già diventando rete
a

Rivoluzioni Twitter
La primavera araba
e i social network
Egitto, Tunisia, Libia: che ruolo ha avuto la rete nelle rivolte?
Internet trasforma il modo di raccontare i fatti. Cambia anche la Storia?

MARCO DELL’ORO tutto il mondo come un mezzo dunque? Nei Paesi cosiddetti da possibile «raccontare la sto-
a Qualcuno le ha defini- di comunicazione (personale) democratici, la rete suscita inte- ria» (diffondere racconti e im-
te «Rivoluzioni Twitter». Era ac- senza precedenti. Non solo resse ma anche diffidenza in chi magini) anche in prima perso-
caduto in Iran nel 2009, è appe- informare, ma anche denuncia- governa. Le rivelazioni di Wiki- na. Ma non è detto che questa
na accaduto in Egitto. La «pri- re e mobilitare: tutto è diventa- leaks hanno messo in difficoltà modalità, priva di filtri, sia sino-
mavera araba» è figlia dei social to più facile grazie a reti come gli Stati che non riuscivano a nimo di maggiore verità. Va det-
network? Quel che sta accaden- Facebook (sei anni di vita) o giustificare certe azioni, a lungo to però che la Biblioteca del
do nel Nord Africa è stato reso Twitter (tre anni). tenute segrete. Nei paesi ditta- Congresso degli Stati Uniti ha
possibile (anche) da Twitter e È un tipo di comunicazione toriali la tentazione di oscurare chiesto agli amministratori di
Facebook? che per sua natura sfugge alle la rete è forte, perché ormai è Facebook di conservare (per ar-
Il collasso del regime tunisi- autorità: la censura non è impo- chiaro che una notizia, sia pur chiviare) i messaggi scambiati
no di Ben Ali ha sorpreso molti tente ma nemmeno onnipoten- minima, appena entra in rete fa nei primi tre giorni della rivolta
osservatori internazionali. E lo te, come dimostra la storia del- il giro del mondo. tunisina: è la prima volta che al-
stesso vale per l’Egitto con la ca- l’Iran nel 2009, della Cina nel Come spesso accade, gli Stati la rete viene riconosciuto lo sta-
duta di Mubarak, che si appre- 2010 e adesso dei Paesi arabi. Uniti fanno da apripista. Men- tus di fonte storica.
stava a passare il potere al figlio. Il caso della Tunisia è esem- tre il Segretario di Stato Hillary
Troppi regimi, e tutti insieme, plare. Là dove il tasso di alfabe- Clinton dichiara che Washing- Internet, galassia complessa
sono stati investiti da uno «tsu- tizzazione era vicino all’80% ton è assolutamente a favore Senza contare che Internet è
nami democratico»: che ruolo (fonte Unicef su dati 2003- della libertà di internet (consi- una galassia molto complessa.
ha giocato internet in questa on- 2008) il rapido miglioramento derato «strumento di esporta- «Anonymous» (Anonimi) è una
da anomala di libertà? Abbiamo del tasso di equipaggiamento in- zione della democrazia»), il Se- nebulosa internazionale che in
provato a rispondere dando vo- ternet (computer a casa, colle- nato americano s’interroga su tre anni ha inventato una nuova
ce a due testimoni privilegiati: gamento alla rete) ha aumenta- una risoluzione che permette- forma di militanza.
un inviato di guerra e uno dei to in maniera esponenziale la rebbe al presidente Obama di Il regime di Ben Ali in Tuni-
blogger italiani più famosi. conoscenza delle vicende politi- interromperlo in caso di emer- sia ne sa qualcosa. Mentre le
che. Incluse quelle estere. genza. strade tunisine si riempivano di
Proiettili veri in strada Internet paladino di libertà, Ma qui ci interessa soprattut- proiettili veri, un’altra battaglia
Una piccola inchiesta che, be- to riflettere sull’intreccio tra si combatteva sulla rete. Attivi-
ninteso, non dimentica una pre- informazione e libertà. Il primo sti virtuali (anonimi, appunto)
messa fondamentale. Per noi re- giorno di disordini in Libia l’As- di tutto il mondo hanno cercato
sta irrinunciabile il fatto che
Beninteso, in piazza sociated Press, la più importan- di aiutare gli insorti tunisini
queste rivolte sono diventate ri- a rischiare la vita te ed autorevole agenzia di foto- mettendo le loro competenze
voluzioni (o quasi) grazie alla giornalismo del pianeta, ha in- informatiche al loro servizio,
mobilitazione effettiva di indi-
c’erano uomini viato alle redazioni di tutto il consigli pratici per violare la
vidui di carne e di sangue, che in carne e ossa mondo (anche la nostra) alcune censura, entrare nei siti gover-
sono scesi in strada rischiando fotografie avvertendo di averle nativi e indebolire la loro capa-
proiettili veri e morte vera. Da- acquisite ma senza potersi assi- cità di controllare l’informazio-
vanti alle mitragliatrici, di vir- curare dove erano state scattate ne. E il governo di Mubarak, nel- Dimostranti egiziani in Tahrir Square, al Cairo,
tuale, non c’era proprio nulla. e, soprattutto, quando. le prime ore della rivolta egizia- nei giorni più caldi della rivolta FOTO FELIPE TRUEBA
È vero che internet in meno Non v’è dubbio che l’uso di na, aveva staccato la spina di in-
di dieci anni si è affermato in Twitter e dei social network ren- ternet sul territorio nazionale. ■

L’intervista
N
on è che ci sia da una Se si scende un po’ con l’età, se si
a parte Facebook e la lasciano i media tradizionali (co-
democrazia, e dall’al- me quello che state leggendo) e
LUCA ALAGNA tra i carri armati e tut- si infila il naso nell’Internet, ci si
blogger, progettista di strategie di comunicazione su internet ti i dittatori e i cattivoni del mon- accorge subito che tira tutt’altra
do: questa, evidentemente, è aria. Luca Alagna, in arte
A
un’immagine puerile. Non c’è «ezekiel», è un blogger molto sti-

«Nessuno è lontano dubbio però che il nuovo modo


di comunicare in cui siamo en-
trati abbia un potente effetto po-
mato in rete, che ha seguito da vi-
cino le crisi degli ultimi anni, dal-
l’Iran alla Libia. È uno che quan-

La Rete ha cambiato litico. Se le informazioni (parole,


foto, video) in poche frazioni di
secondo attraversano tutte le
do parla dei moti del 2009 li chia-
ma «vecchie insurrezioni».

le relazioni sociali» frontiere, se i dispacci o le telefo-


nate private dei diplomatici e dei
ministri finiscono in Rete, è evi-
Facebook e Twitter: quelle che sem-
bravano innocue raccolte di faccine
di vecchi compagni di scuola, sono
dente che la forma statuale nella scese in guerra.
quale stiamo vivendo da quattro «Soprattutto il loro uso in mobi-
secoli ha di fronte un’alternativa lità è stato cruciale. Secondo fat-
secca: cambiare o perire. Pochi tore, l’età: nei paesi del Maghreb,
ancora l’hanno capito, soprattut- ma anche in Medio Oriente la
Lancio di pietre nei giorni caldi della rivolta anti-governativa in Egitto to tra chi ha più di quarant’anni. metà della popolazione è intor-
L’ECO DI BERGAMO
DOMENICA 20 MARZO 2011 55

Quando nella rete finiscono i dissidenti

I rischi Evgenij Morozov, editorialista


americano, ne «La dittatura digitale»
ha spiegato che la rete può essere usata
anche per la repressione, come è successo
in Iran. Grazie alle tecnologie i dissidenti
sono stati individuati e arrestati:
anche gli integralisti «navigano»

L’intervista Vincenzo Nigro, inviato di guerra


a

Internet decisivo in Egitto


Qui in Libia rivolta classica

N
ell’epoca dell’infor- le città che hanno attaccato. Per la cattiva informazione iniziale,
mazione in tempo esempio a Zawia, città a quaran- soprattutto di Al Jazeera ed Al
reale, delle guerre, tacinque chilometri a ovest di Arabia – che non hanno verifi-
dei cataclismi vissuti Tripoli verso il confine con la cato perché è impossibile veri-
in diretta (seduti in poltrona), Tunisia. Ci siamo stati tre setti- ficare accuratamente le notizie
del popolo di internet che co- mane fa: c’erano duemila mani- in Libia – è in qualche modo
munica freneticamente passan- festanti armati che avevano controbilanciata dal fatto che
do il tam tam che agita e sorreg- conquistato la piazza centrale. questo è un regime che per qua-
ge le rivoluzioni, ci sono ancora Dopo giorni e giorni di assalti rant’anni ha seppellito le noti-
sacche di buio profondo, di con carri armati, lanciarazzi e zie e le violenze contro il suo po-
grande difficoltà a raccogliere mitragliere pesanti, la piazza e polo sotto una coltre di segreto
numeri, dati, cifre, notizie atten- tutto il centro della città sono totale, mantenuto con il terro-
dibili. Raggiungiamo telefonica- stati totalmente devastati. Ma re».
mente in Libia Vincenzo Nigro, poi hanno ritinteggiato, hanno
inviato di Repubblica. messo delle bandiere di Ghed- Anche riguardo al numero di feriti
dafi, hanno portato un finto po- c’è stata esagerazione?
Ci sono state esagerazioni, defor- polo di sostenitori in piazza ad «Sì, c’è stata una certa esagera-
mazioni, nelle notizie passate dai inneggiare al ritorno del Raìs. zione, ma ormai è chiaro che
media sulla rivolta anti-Gheddafi? Tutto finto. Le manifestazioni queste battaglie di feriti ne fan-
«Sì, ci sono state molte notizie no, e parecchi. Le voci sono
deformate, approssimate, ma troppo concordanti. A questo
ormai, a questo punto, le linee punto credo sia inutile tentare
generali della vicenda sono ab-
«L’informazione è di dare un numero di feriti. Sa-
bastanza chiare. Nel senso che stata difficoltosa, i ranno parecchie centinaia, co-
si tratta di una ribellione che na- me alcune centinaia sono i mor-
sce da quarant’anni di oppres-
dati forniti sui morti ti».
sione del popolo libico, che ha erano esagerati»
trovato forza nelle rivolte di Il ruolo di internet in tutta questa
Egitto e Tunisia, ma era pronto vicenda?
a qualsiasi cosa pur di combat- «Qui in Libia è stato molto limi-
tere contro un regime di polizia.
«Il ruolo di internet tato. Loro hanno scollegato su-
Un regime duro, violento: fino come amplificatore bito tutto. E poi, soprattutto,
adesso, fino a questa esplosione, questa è una rivolta che non ha
molti di noi in Occidente non
della protesta è stato avuto bisogno di essere alimen-
abbiamo avuto per nulla chiaro molto relativo» tata attraverso internet, Twit-
di cosa si trattasse». ter, Facebook o i vari social
sono pagate dal regime. Davan- network. Una rivolta di stile
Ci sono state esagerazioni nel rife- ti al nostro albergo sono arriva- classico, comunicata, finché
rire dati su morti e feriti? ti dei ragazzini delle scuole. hanno potuto, con i telefonini,
«Ci sono stati, all’inizio, dati esa- Prendendoli da parte ci hanno gli sms. Ora tutti i telefonini so-
gerati sui morti. Un altro gros- confessato che gli davano cento, no controllati. Sono andati ad
so errore è stato fatto quando duecento dinari per venire a arrestare a Zawia i ribelli che
sono stati dati per avvenuti dei manifestare». avevano parlato al cellulare con
bombardamenti aerei su quar- i giornalisti che in quindici gior-
tieri residenziali di Tripoli che, Tra i sessanta e i centoventi euro? ni erano andati lì. Il ruolo di in-
invece, non ci sono stati. Al con- «Sì. La settimana scorsa il go- ternet come amplificatore del-
trario, sull’altro piatto della bi- verno ha distribuito 500 dinari la protesta è molto relativo».
lancia: non ci sono informazio- a tutte le famiglie, pubblica-
ni sui rapimenti compiuti dalla mente, attraverso le banche. E quel che si è detto e di cui molto
polizia segreta di Gheddafi, le Questo è sempre stato il sistema si è discusso nei media occidenta-
uccisioni, gli assassini che ogni di Gheddafi, di comprare rapi- li?
notte gli squadroni della morte damente il consenso. Ma i citta- «Vale soprattutto per Egitto e
hanno fatto a Tripoli. E, soprat- dini si sono ribellati e hanno Tunisia. In Libia è diverso. Qui è
tutto, sulle operazioni militari trovato il coraggio di scendere molto più limitato, è una società
dei fedeli di Gheddafi, che ripu- in piazza. Per tutta risposta, li meno informatizzata». ■
liscono, immediatamente dopo, hanno presi a cannonate. Tutta Vincenzo Guercio

no ai 25 anni. Già nel 2007 Em- amici i quali a loro volta la comu- Africa c’erano dei regimi – soste- Secondo lei, quindi, non è solo una «Sì, girano delle bufale, fanno
manuel Todd, ne L’incontro di ci- nicano ad altri. Attenzione però: nuti anche dall’esterno – costrui- vampata tecnologica: esiste un rea- parte del grande minestrone ma
viltà spiegava che la spinta de- questo non è soltanto un “mec- ti su strutture estremamente ge-
Facebook e Twitter le effetto-democrazia? la Rete stessa seleziona. Non si
mografica stava avvicinando il canismo mediatico”, come spes- rarchiche. Non si sono accorti di non sono più mass «Si diceva un po’ di tempo fa che immagina quante notizie false
mondo arabo a una sorta di de- so viene descritto. Fanno sempre quello che stava succedendo, o si la Rete è un “fattore abilitante”. ho visto passare in queste setti-
mocratizzazione, pur non essen- un paragone con la tv ma i social fidavano molto della loro forza.
media: è in gioco Oggi c’è una sorta di “incontro mane, inserite ad arte da agenti
doci una vera apertura politica. media non sono dei mass-media: In realtà la forza della Rete si è il fattore empatia magico” tra la tecnologia e istan- segreti: ma si fermano sul fondo,
Era prevedibile». hanno un meccanismo multidi- dimostrata più grande del previ- ze diffuse. Todd ha fatto addirit- non vengono su perché la gente
rezionale, empatico, per mezzo sto. Allora sono entrati nel pani- tura un paragone con il 1848, non ci crede».
Forse per voi: l’informazione tradi- del quale io posso conoscere co: in Tunisia hanno cercato di quando i popoli si sollevarono in
zionale era molto in ritardo. qualcosa che nessun altro sa. La hackerare i profili personali per
In Internet girano Europa: probabilmente non ha La Biblioteca del Congresso ameri-
«Il fatto è che i social media per- schermata di Facebook è una capire chi erano i dissidenti, in- bufale, preparate tutti i torti». cano ha deciso di archiviare i mes-
mettono di avvicinarsi a persone piattaforma di relazione nuova». dividuarli e arrestarli; in Egitto saggi di Twitter, a futura memoria: i
che sono fisicamente molto lon- hanno spento la Rete. Ma non è
dai servizi segreti: Gheddafi ha chiuso il discorso con i social media sono già storia?
tane, introducendo un fattore, Se n’è accorto anche chi comanda: gli servito a nulla. Perché si era crea- ma nessuno ci crede cannoni. «Senza dubbio hanno un potere
l’“empatia”, che nel Web 2.0 è Stati in difficoltà hanno cominciato ta una serie di relazioni e di con- «La lezione che possiamo trarne storiografico mai sperimentato
fondamentale. Io posso essere in a chiudere Internet, a spiare gli sms... tatti che non sono finiti, quel ti- è che i social media di fronte a un finora. Mentre noi per capire il
contatto con un ragazzo egizia- «Il grande scontro che stiamo os- po di comunicazione è continua- dittatore sanguinario non basta- ’900 cerchiamo ancora di trova-
no o tunisino, che mi spiega cosa servando in questo XXI secolo è ta nelle strade. È come se la Rete no. Ma aiutano». re i diari di qualche personaggio
succede a casa sua, mi investe di tra la Gerarchia e la Rete, intesa avesse dato un’impronta a una famoso, domani basterà leggere
una serie di emozioni che poi io non come Internet ma come popolazione, e una volta spenta Non tutto quello che passa su Inter- il suo blog». ■
comunico alla mia cerchia di network tra persone. In Nord questa impronta è rimasta». net è credibile. Carlo Dignola