Sei sulla pagina 1di 16

GAETANO

e-mail:lattualita@yahoo.it
SALVEMINI www.movimentosalvemini.blogspot.it
una vita per la libertà

URGE SOTTRARRE I MINORI AGLI AMBIENTI DEVIANTI


Quando sette anni fa scoppiò lo scandalo delle due baby-squillo dei Parioli (Roma) si ri-

UN SITO WEB DA VISITARE


tenne trattarsi di un caso isolato. Erano due minorenni, studentesse; una aveva 14 anni, l’al-
tra 15. Quel fatto era invece la punta di un iceberg. Recentemente, davanti alla
Commissione parlamentare d’inchiesta per l’Infanzia, la P.M. Maria Monteleone (che co-
ordina il pool di magistrati che si occupano di reati contro i minori) ha dichiarato che a
Roma, nell’anno scorso, sono stati aperti 31 nuovi procedimenti sulla prostituzione mi- Navigando in Rete e digitando
norile: “Il fenomeno riguarda sia bambine che bambini con meno di 14 anni, quindi anche www.movimentosalvemini.blogspot.it
di 10 anni”. Ha fornito un altro dato sconvolgente: “È stato registrato un costante au- potete leggere i Comunicati Stampa sulle
mento di reati che vedono i minori come persone offese; ben 117 nuovi procedimenti pe-
nali per atti sessuali con minorenni”. Ha segnalato il costante aumento del delitto di proposte di riforma istituzionale avanzate
adescamento di minori mediante la rete internet. I social, quindi, sono utilizzati per lo dal Movimento Salvemini
sfruttamento della prostituzione minorile. Il web viene usato anche per diffondere la por- e su varie tematiche.
nografia minorile (262 casi registrati nell’ultimo anno). Si è verificato, inoltre, un incre-
mento dei procedimenti per abuso dei mezzi di correzione (91 casi). “C’è un’imperante Il sito, quotidianamente aggiornato, è una
tendenza alla mercificazione – ha osservato Antonio Sangermano, capo della Procura dei mini-enciclopedia di Scienze politiche,
minori di Firenze – Offerta di denaro o regali ai bambini…Ammiccamenti su Insta- economiche, sociali, religiose, letterarie
gram…Corruzione morale che trascina i minori in una trappola…”.
A tale devastante fenomeno si aggiunge quello delle baby-gang: un vivaio per futuri boss e artistiche: oltre 20.000 temi.
della malavita organizzata. È un grave errore sottovalutare questi fatti o illudersi che scom- Esaurita la 1a edizione di questo Potete esprimere via e-mail le vostre opinioni.
paiano da soli. Se si vuole purificare il futuro assetto sociale bisogna sottrarre i minori alle libro. Per prenotare una o più
famiglie palesemente incapaci di educarli alla legalità, incapaci di trasmettere la cultura copie della 2a, cell. 3470333846 Il sito ha registrato
della non-violenza. Bisogna sottrarre i minori agli ambienti devianti. Non servono nuove finora circa 176.000 contatti.
leggi. Esiste già una chiara normativa. Va solo applicata. È un compito che spetta alle Autorità competenti in materia.
Un compito da attuare senza ulteriori indugi. Cosmo G. Sallustio Salvemini
RENDERE OMAGGIO ALLE
“TEMATICHE ECOPSICOSOCIALI”
(Parte prima) Pier Luigi Lando (nella
LA DIFFUSIONE VITTIME DEL TERRORISMO
(Su Il Giornale.it : “Meglio mani sporche di sangue”. E Giletti
foto) è nato il 4 luglio, 1930, nella Fra-
zione Messignadi, comune di Oppido
Mamertina (RC), da subito si interessa
di qualsiasi cosa avesse a che fare con la
DEL COVID-19
Intervista al Prof. Giulio Tarro virologo di fama mondiale
“caccia” l’ex brigatista Raimondo Etro. Di Roberta Damiata)
Scontro durissimo a “Non è l’Arena” dove l’ex brigatista Rai-
mondo Etro era stato invitato da Massimo Giletti ad un dibat-
ricerca. Aveva due fratelli musicisti, tito. Dopo aver attaccato duramente gli altri ospiti presenti, dice
(uno compositore, l’altro dall’orecchio I principali tipi di coronavirus conosciuti causano raffreddori op- una frase che lascia tutti interdetti riferendosi alle stragi delle Bri-
musicale straordinario). “Suonavano su pure la sindrome respiratoria acuta severa (SARS) osservata nel gate Rosse: “Meglio mani sporche di sangue piutto-
un vecchio pianoforte a coda, in chiesa 2002-2003 ed un equivalente nel medio oriente (MERS). L’ultima sto che di acqua”. Luca Telese presente in studio
l’organo armonium, la mia più ambi- epidemia diventata pandemia è quella iniziata in Cina dal mercato non ci sta, e chiede a Etro di ritirare immedia-
ziosa intenzione era di divenire un ot- del pesce di Wuhan. I dettagli del virus, COVID-19, vengono di- tamente quella frase orribile, mentre lui ribatte
timo pianista, ma il mio percorso di vita scussi così come la sua mortalità. La domanda principale riguarda la che si tratta semplicemente di una battuta.
mi portò a fare altro. Ci spiega, la musica ascoltata nei primi provenienza del nuovo coronavirus: osservando le nuove sequenze “Noi non possiamo accettare battute su que-
tempi di vita stimola i neurormoni della memoria, oggi ho an- è paragonabile a quello che conosciamo già, sembra che sia un ri- sto, c’è gente che è morta” risponde Telese.
combinante di coronavirus conosciuti in precedenza. Al 20 gennaio “Questa era una battuta da un romanzo di Gra-
cora,(quadi novantenne), tale molto invidiata dote. Questo in- 2020 ben 14 sequenze genomiche del 2019-nCoV sono state comu-
fantile sogno, pure per il fatto che come mancino contrariato nicate. Queste sequenze genomiche sono state paragonate a corona- ham Greene che tu neanche conosci, e significa
avevo difficoltà per il coordinamento occhi-mani, venne in se- virus tipo SARS di pipistrelli, a coronavirus della SARS umana e a che meglio le mani sporche di
guito soppiantato dall’interesse per la medicina, in particolare, coronavirus della MERS umana. Le sequenze degli aminoacidi mo- sangue che lavarsi le mani come (segue a pag. 2) Raffaele Vacca
per il sistema nervoso, interesse poi allargatosi a tutto ciò che ri- strano le connessioni di questi nuovi virus ai coronavirus tipo SARS
guardava l’essere umano, con- (segue a pag. 2) Anna Maria Ballarati del pipistrello ed una maggiore distanza dal coronavirus della SARS.

PENNE D’ORO
Ancora più distante è il rapporto del COVID-19 dal coronavirus
della MERS. L'equipe del laboratorio dell'Ospedale Sacco di Mi-
lano ha isolato un nuovo ceppo del Covid-19 detto "italiano”. Eb-
COME FAR FRONTEALLE FAKE NEWS
bene, sembra che tale virus sia domestico e non abbia cioè alcunché La battaglia quotidiana che tutti noi dobbiamo fare per arginare la
Nelle biblioteche di molte città, potrete trovare i libri di C.G.S. da spartire con quello cinese proveniente dai pipistrelli. Insomma i marea di notizie che vengono dalla rete e su cui valgono- per i
Salvemini. Ha onorato il nome del suo prozio Gaetano scrivendo contagi sarebbero due: uno pandemico a diffusione lenta attraverso giornalisti- le regole del buon giornalismo (ricerca della fonte e
libri di valore storico. Il libro “Epuloni e lazzari” è un capola- i viaggi degli infettati, e l'altro locale. Quest'ultimo poco più che un verificabilità della notizia) è la differenza che passa tra la perce-
voro. Nel nostro giornale vi sono altri bravissimi scrittori. La Prof. virus para-influenzale, di nessuna zione e la realtà. Le fake news lavorano sulla percezione dei let-
Leda Panzone Natale, poetessa e pittrice, ha molti libri al suo nocività mortale se non per la so- (segue a pag. 2) Giustino Setteducati tori, le news raccontano la realtà dei fatti. Gli esperti - in merito
attivo. Il suo ultimo libro, una storia molto carina che parla della - hanno idee piuttosto chiare sull’argomento. Biso-
vita del suo cane, (Vita da cani). Altra Artista è Anna Maria Chi- gna ogni volta che noi tutti riceviamo news, col-
rigoni, Pittrice di grande talento. I suoi ultimi libri “Raccolta di
fiabe”, “Cambio d’identità”, “Il potere dell’amore”. Chi volesse QUELLO CHE NON CI tivare l’esercizio del dubbio e il diritto di critica
per distinguere tra il vero e il presunto. Tra il
vero e il falso. Un altro luogo comune che va
avere questi libri, può rivolgersi alla nostra redazione.
Liana Botticelli DICONO SUL COVID-19 sfatato parlando di fake news è che “i dati par-
lano da soli” perché, i dati vanno ricercati tra le
Ormai non ci sono più dubbi. L’Italia è isolata dal mondo e tutti, fonti, le agenzie e gli organi di stampa più ac-
MAIO, UN GENIO ARTISTICO persino gli altri paesi europei, cominciano a guadarci con so-
spetto, cancellando i voli, fermando i nostri treni, lasciando in
creditati e attendibili. E in merito a questo, nei
tempi del Coronavirus, mai
come ora valgono queste re- (segue a pag. 2) Lisa Biasci
Ancora un lusinghiero e meritato rico- mare le nostre navi da crociera, come se il problema fosse solo il
noscimento per Vincenzo Maio (nella nostro o, peggio ancora, come se il nostro Paese, tra i primi a
foto), fotografo e giornalista di Bene-
vento, per la sua intensa attività arti-
stica. La dott.ssa Liana Botticelli,
prendere misure restrittive (per quanto tardive) per fronteggiare
questa emergenza, oltre a pagare il prezzo di essere tra i più col-
piti paesi in Europa, di questa pandemia sia destinato a portare
BICENTENARIO DEL
giornalista, pittrice e poetessa, ha così
recensito tre fotografie di moda pub-
per sempre anche il marchio dell’untore dell’Occidente, senza
possibilità alcuna (o quasi) di far rientrare a casa tutti quei con- GABINETTO VIEUSSEUX
blicate dal Maio nell’Antologia degli nazionali rimasti bloccati in terra “straniera” e ormai sempre più Quest'anno ricorrono i duecento anni della fondazione del Gabi-
Artisti delle Edizioni Movimento Sal- di frequente vittima di quello stesso macabro trattamento riser- netto Scientifico-Letterario Vieusseux di Firenze. Istituito infatti
vemini 2019: “Vincenzo Maio è un vato a quei milioni di migranti che gli altri paesi UE in questi anni il 25 gennaio del 1820, venne inizialmente ospitato nel Palazzo
grande artista della fotografia, giorna- si sono ben visti dal tenere lontani dai propri porti, sempre con- Buondelmonti della centralissima piazza Santa Trinità. Nei primi
lista internazionale. Le sue interviste vinti che anche quello fosse solo affare nostro. Il tutto mentre in anni lo diresse proprio il suo stesso fondatore, l'italo-svizzero
fatte sempre a grandi personaggi por- Italia si chiudono le scuole, le università, i negozi, mentre lo smart Giovan Pietro Vieusseux (1779-1863). Uomo di vasta cultura
tano al successo l’artista da lui intervistato. In ogni suo lavoro fo- working comincia ad essere la regola, le persone assaltano i su- (di fede protestante) e dallo spiccato senso civile, questi che aveva
tografico l’arte c’è, con una straordinaria visione di colore e di permercati in preda a una psicosi senza precedenti e le città d’arte un origine svizzera (esattamente di Ginevra) era nato ad Oneglia,
perfezione. I suoi servizi e le moltissime interviste sono un vero diventano città fantasma, dichiarando un’emergenza che oggi è in quella stessa cittadina ligure in provincia di Imperia dove (nel
successo. Molti critici hanno parlato di lui. Siamo orgogliosi di sanitaria ma che un domani, ormai già alle porte, 1846) vedrà i natali pure il socialista Edmondo De Amicis. Il
avvalerci della sua collaborazione. sarà anche economica. Ma perché? Perché la Vieusseux, tra le tante altre cose, darà vita nel 1821 anche al rag-
Le sue fotografie hanno la straordinaria bellezza di essere dentro Cina? Perché l’Italia? Da dove arriva il Covid- guardevole periodico l'Antologia a cui fece poi seguito (nel 1841)
la realtà della visione, perfezionate da colori splendenti. Avremo 19, “mostro” invisibile che oggi limita la no- l'altrettanto rilevante Archivio Storico Italiano. Una lunga ed il-
modo di parlare ancora di lui, partendo dalla preziosa prefazione stra libertà e che a suon di #andràtuttobene ci lustre storia, dunque, quella di questa nota fondazione fiorentina
del suo volume artistico realizzato durante la sua visita a Monte- tiene prigionieri tra le mura delle nostre case? (alla cui guida - dal 1929 al 1938 - figura anche il poeta Eugenio
carlo, da S.E. Mons. Joseph M. Sardou (Arcivescovo del Princi- È qui, nel tentativo di rispondere a queste do- Montale), che merita di essere celebrata. Per adempiere nel mi-
pato di Monaco)”. A Vincenzo Maio, che continua a raccogliere mande, che allora anche Tucidide, grande storico glior modo possibile a tali festeggiamenti - che si sono svolti nel
un successo dopo l’altro ben oltre la Dormiente del Sannio, vanno ateniese, torna inaspettatamente in voga e non solo capoluogo toscano lo scorso 25 gennaio con la documentata mo-
i migliori auguri di tutta la redazione. C.G.S.S. tra i banchi dei licei classici e (segue a pag. 2) Federica Sciorilli Borrelli stra: "Il Vieusseux dei Vieus- (segue a pag. 2) Luciano Masolini
L’ATTUALITÀ, pag. 2 N. 4 - APRILE 2020
(segue da pag. 1) Rendere omaggio alle vittime del terrorismo
LETTERA AL DIRETTORE Ponzio Pilato, tu sei un ignorante, e comunque mi avete invitato
Carissimo Direttore,
La ringrazio per la stima dimostratami. Purtroppo viviamo in un
periodo difficile. La gente legge sempre di meno. Facebook ed
voi, non ci sono venuto io” gli risponde Etro. Interviene Massimo
Giletti, perché gli opinionisti presenti, tra cui anche Daniela San-
tanché, pretendono le scuse da parte dell’ex brigatista trovando
INFORMAZIONIAI LETTORI
Instagram sono diventati ormai l’unico interesse di molti cittadini estremamente offensiva una frase del genere. Ma per tutta rispo- Quote associative annuali. Ordinaria: euro 60,00 (solo per recapito a
che , invece di andare in libreria, preferiscono chattare e postare. sta lui non cede di un centimetro e anzi risponde: “Scusa al
Regna l’egoismo ovunque, anche sul portale di Facebook: dei c***o”. A questo punto il conduttore che fino a quel momento domicilio). Simpatizzante: euro 100,00 (per pubblicare un articolo per
miei 1540 amici si fosse degnato almeno uno di comprare un aveva cercato di mantenere la calma all’ennesima offesa, lo al- numero). Benemerita: euro 180,00 (due articoli per numero). Sosteni-
libro, che si trova a basso prezzo sul Kindle. Le allego l’articolo lontana dallo studio. “Il taxi glielo pago di tasca mia però quella trice: euro 360,00 (quattro o più articoli per numero).
“Orfismi e neosperimentazioni” tratto da un mio libro che an- è la porta - dice Giletti -Lei questa frase non doveva dirla, questo
drebbe diffuso nelle scuole per la vastità nozionistica. Mi affido, non è accettabile” e lo accompagna all’uscita. Poi rivolgendosi al Il versamento va effettuato tramite bollettino di c/c postale n°.
quindi, al Suo giornale sperando che qualche Preside e Profes- pubblico dice: “Storicamente nella mia vita televisiva mi sono ca- 1032746719 intestato a Movimento Gaetano Salvemini, Fonte Nuova
sore lo consideri nei suoi programmi. Grazie e cordiali saluti. pitate due situazioni nelle quali non ho potuto far altro. La prima (Roma).
Roma, 13.3.2020 Susanna Pelizza era quando una persona sorrise sulle leggi razziali. Non si può
dire una cosa del genere pensando che a farlo è stato un protago- Consigli utili: 1) rileggere attentamente gli articoli prima di inviarli alla
Gentile Signora, condivido la Sua delusione. Non si meravigli nista di uno degli episodi più tragici della nostra democrazia: la Direzione entro il 15 di ogni mese. 2) Gli articoli non devono superare
dell’apatia che ci circonda. L’Istat ci informa che il 60% degli morte di Moro, dei suoi uomini di scorta, questo non è accettabile. le 30 righe dattiloscritte e devono osservare la classica regola del Labo-
italiani non legge libri né giornali. Questo dato non è solo scon- Mi spiace per Etro, ma io non avevo altra alternativa che indi-
certante ma anche e soprattutto allarmante. Spetta agli oligar- cargli l’uscita“”. Sin qui Giornale.it… Ricordiamo che circa un ratorio di Giornalismo sui cinque interrogativi: chi, come, dove, quando
chi dei partiti farsi carico di un tale disastro culturale e varare anno fa, su Il Corriere della Sera, leggemmo un articolo di Mario e perché. 3) confrontare il testo originario dei propri articoli con quello
leggi in grado di incoraggiare la lettura e di incentivare il mer- Denigris su una grande polemica, a Bari. Alberto Frances- poi pubblicato con le necessarie correzioni e abbreviazioni, al fine di
cato editoriale minore, non solo quello dominato dai colossi che chini, 71 anni, ex BR, era stato invitato al convegno su Aldo
agiscono in regime di oligopolio. Non dobbiamo arrenderci. Moro per le scuole.. “”Le proteste di Potito Peruggini, nipote del non ripetere errori e prolissità negli articoli inviati successivamente. 4)
“Non mollare!” è (e sarà sempre) il nostro motto. Ricambio cor- Brigadiere di Polizia Giuseppe Ciotta (ucciso nel ’77 da Prima pubblicare almeno 80 articoli in 24 mesi consecutivi per chi vuole iscri-
diali saluti Linea a Torino, Medaglia d’Oro quale Vittima di terrorismo “Alla versi all’Albo dei Pubblicisti. 5) rivolgersi al consulente Patrizio Ales-
memoria”- nda), non hanno fatto cambiare idea agli organizza-
tori. Il convegno, promosso in collaborazione col MIUR, avrà sandrini (via Monte Senario 14, Roma. Tel. 06.87195452) per far
(segue da pag. 1) “Tematiche acopsicosociali” come relatori anche il Presidente del Consiglio regionale, Mario calcolare le ritenute d’acconto da versare ogni quadrimestre all’Agenzia
siderato nell’ecosistema naturale e sociale”. Vi elenco solo qual- Loizzo (PD), e l’ex Parlamentare Gero Grassi, già componente delle Entrate. 6) Conservare ogni copia del giornale per poter compilare
cosa del lavoro svolto da Pier Luigi Lando. della Commissione d’inchiesta “MORO 2”. In chiusura, è previ-
Laurea in Medicina e Chirurgia presso l’Univ. degli Studi di sta un’intervista all’ex BR. Cosa aspetta la Regione Puglia a ri- l’elenco degli 80 articoli da consegnare all’Ordine. 7) Presentare al-
Roma, 1955. Specializ. in Igiene gen. spec. all’Univ. di Messina, cordare tutti i pugliesi che sono stati uccisi dai killer degli anni di l’Ordine la domanda d’iscrizione all’Albo firmata dal Direttore della te-
1962, Specializ. in Neuropsichiatria infantile all’Univ.di Roma, piombo?... “Capisco il dolore delle vittime del terrorismo – stata. 8) Sono accettati solo testi dattiloscritti composti in RTF oppure
1969. Libera professione; incarico presso il Centro soc/le P.O.A. dice Loizzo -, domani le ricorderemo in una mostra fotogra-
di Oppido Mam. (RC); Medical residence presso ospedali statu- fica, ma Franceschini ha pagato il suo debito scontando 18 anni WORD 4/5 e inviati per E-mail: lattualita@yahoo.it. Coloro che
nitensi (Columbus Hospital, New. York; Helmhurst Hospital, e non ha mai ucciso. Incontrarlo vuole essere la testimonianza di entro il 20 di ogni mese non ricevono via mail la conferma di avve-
New York; Italian Hospital; Mental Diseases Hospital, Seacoc- un periodo buio e un messaggio alle nuove generazioni, perché nuta ricezione in Redazione sono tenuti a reinviare gli articoli entro
cus, New Jersey). Reparti di Neuropsichiatria infantile del Ga- costruiscano il futuro senza violenza”. Ora noi, liberi Cittadini e
slini di Genova. Dal ’68 al ’92, presso la sede centrale del liberi pensatori, con tutto il rispetto per le finalità dell’evento, ri- il 21 di ogni mese.
Ministero della Sanità, per circa 5 anni è stato responsabile del volgiamo una sola domanda… Come può un’istituzione pubblica Anche dopo l’iscrizione all’Albo è opportuno pubblicare almeno un ar-
Servizio per la prevenzione, cura e riabilitazione dei tossicodi- promuovere un convegno in memoria della Vittima più illustre ticolo su ogni numero e rinnovare la quota associativa annuale simpa-
pendenti, facendo parte, tra l’altro, del Comitato di Sovrinten- d’Italia e, in particolare, di Puglia, invitando ad una commemo-
denza del Bollettino per la Farmacodipendenza e l’Alcolismo. razione per i giovani uno dei fondatori dell’associazione criminale tizzante.
Contribuì a varare iniziative di campi di lavoro, vacanze comu- che l’ha ucciso? Non avrebbe fatto meglio ad invitare un Com- Il giornalismo non è solo arte; è anche passione vissuta con entusiasmo
nitarie, in seno alle quali si ottenne anche il recupero di alcuni battente della Legalità di quei torbidi anni (Magistrato in primis, e con rettitudine morale. Il piombo, più che l’oro, ha modificato la Sto-
giovani già ricoverati in ospedale psichiatrico. Psicoterapia di ma anche rappresentante delle FFOO dell’epoca, che combatte-
gruppo e di supervisione presso l’Ist. di Psicologia dell’Univ. rono la guerra, rischiando la vita, vincendola..?) Concludendo, in ria. E più che il piombo dei fucili, quello dei tipografi.
Catt. del S. Cuore di Roma. Troviamo un argomento molto inte- questo strano mondo iniziato con l’11 settembre 2001, andato
ressante su “Tematiche ecopsicosociali”. Il libro era stato pub- avanti con la cosiddetta “guerra asimmetrica” (cioè conflitto ad
armi impari, non dichiarato, nel quale una delle parti è costretta (segue da pag. 1) Come far fronte alle fake-news
blicato nel 1976, (di 238 pagine) editore dell’epoca Armando
Armando, il titolo è: “Introduzione all’ecologia psico-sociale”, a difendersi da un nemico non identificabile) e proseguita con i gole. Ricercare tra i dati dell’OMS, dell’ISS ad esempio e non
dove racconta le sue esperienze ed illustra alcuni risultati otte- deliri terroristici dei decapitatori “religiosi”; in tutti questi anni cadere nella rete dei dati presunti che circolano intorno a noi. La
nuti. Le ricerche del medico non terminano mai, la sua voglia di di povertà culturale e politica rendiamo certamente omaggio a colpa che molti di noi danno ai new media e social media vale
conoscenza è infinita. Il suo intento è di cercare di coinvolgere tutti i Caduti per mano terroristica e mafiosa in lunghi de- fino a un certo punto. E’ compito del giornalista verificare ciò che
tutti, Pier Luigi Lando spera di poter vedere seguaci pronti a met- cenni, piacendoci ricordare nella circostanza il grande dram- dice e scrive. Ed è compito del lettore coltivare l’esercizio del
tere in pratica le sue parole ed i suoi studi. Non si ferma davanti maturgo tedesco Bertolt Brecht, che scrisse: “Sfortunato quel dubbio. Un periodo difficile come quello che stiamo vivendo con
a nulla, perché crede nelle cose che fa. Anna Maria Ballarati popolo che ha bisogno di eroi. Ma ancora più sfortunato il popolo un’emergenza epidemiologica ormai mondiale, impone senso di
che ne disperde l’esempio e l’insegnamento…”. Sì, proprio su responsabilità e competenza da parte di ciascuno di noi. Un sito
(segue da pag. 1) Quello che non ci dicono sul Covid-19 questa strada è avviata l’Italia, da lungo tempo. Raffaele Vacca europeo, in inglese, molto accreditato e che fa della sua battaglia
contro le fake news “pane quotidiano” è il sito EUvsDisinfo che
tra i corridoi delle università di studi letterari, ora deserti. È qui (segue da pag. 1) La diffusione del Covid-19 è un sito della EU che ci permette di vagliare le notizie false e
che il confine tra certezza e dubbio comincia a farsi sempre più tendenziose. Ricordiamoci che la disinformazione inquina l’in-
labile spingendo i più a prendere in considerazione un’altra pos- lita parte "a rischio" della popolazione. L’ipotesi che questo Coro-
navirus identificato in Italia fosse già presente prima che arrivasse formazione con false notizie mentre la misinformazione è la dif-
sibile interpretazione di questa emergenza sanitaria, in netta con- quello di Wuhan, spiegherebbe perché mai tante persone che di- fusione di notizie che vengono travisate, alterate strada facendo.
trapposizione con quella politicamente e universalmente chiarano di non aver avuto alcun contatto, anche indiretto, con per- Ambedue le tecniche di alterazione della realtà, servono a chi le
accettata. Mi riferisco ovviamente a quanti sostengono che parlare sone provenienti dalla Cina o che, addirittura, sono rimaste confinate pratica per soddisfare, creare e aumentare un pregiudizio! Per al-
di bioarmi e di armi batteriologiche ai tempi del Coronavirus sia nelle loro case, siano risultate positive ai tamponi. cuni “strateghi” le fake news sono possibilità di fare denaro abil-
tutto tranne che fantascientifico e che anzi, oggi più che mai, sia Il virus italiano, al momento, si direbbe confinato principalmente mente, creando influenze che possono agitare i valori della Borsa,
concesso credere che, se già nel 430 a.C. la peste entrava ad Atene nel Nord Italia potrebbe dipendere da fattori ecologici come alcuni i risparmi, gli andamenti dell’economia. Riflettete, dunque, ri-
attraverso il Pireo per mezzo delle mani degli spartani (che come tipi di concime industriale (particolarmente costosi e, quindi, utiliz- flettete sempre prima di agire quando avete davanti a voi una no-
apprendiamo dagli storici del tempo avvelenavano i pozzi così da zati in aree particolarmente floride economicamente) ad avere alte- tizia perché la fake news merita di essere smascherata e messa la
usare il contagio come arma, proprio mentre una vittoria ateniese rato l’ecosistema vegetale e, quindi, animale nel quale uno dei tanti bando, come un terribile virus. Lisa Biasci
sembrava ancora a portata di mano), la possibilità che nel 2020 il coronavirus normalmente in circolazione può avere avuto una ina-
Covid-19 sia entrato in Cina per volontà e mano di qualcuno non spettata evoluzione. Sarebbe, quindi, opportuno analizzare se in pas- (segue da pag. 1) Donne e media, verso Tokio 2020
deve essere affatto scartata. Ed ecco perché. La Cina, questo è da- sato nelle aree dove oggi, in Italia, si localizza il Covid-19 si siano
vanti agli occhi di tutti, negli ultimi decenni ha fatto indubbia- registrate in passato particolari forme di faringiti o sindromi in- seux. Libri e lettori tra Otto e Novecento", aperta fino al pros-
mente dei grandi passi in avanti, superando tra l’altro per alcuni fluenzali. L’analisi del genoma del coronavirus COVID-19 dimo- simo 30 giugno -, è stato pure creato uno speciale Comitato na-
versi anche la potenza e tecnica commerciali di chi invece fino al- stra chiaramente che appartiene ad un ramo filogenetico distinto da zionale presieduto dal prof. Cosimo Ceccuti, una scelta senz'altro
l’altro ieri ha dominato indisturbato i mercati globali. Wuhan in quello della SARS, anche se entrambi sono derivati dal coronavirus delle più oculate data la sua preparazione in materia risorgimen-
particolare, centro compulsivo e pulsante dell’impero del Dra- tipo SARS isolato nel pipistrello. Come il nuovo coronavirus sia tale. Diversi gli appuntamenti che ruotano (e ruoteranno) attorno
gone, negli ultimi tempi si è trasformata in quello che a dir di mutato e si sia adattato all’uomo in breve tempo deve ancora essere a tale anniversario, che si protrarrà per ben due anni.
molti resta tutt’oggi l’avversario più temuto dai bollenti spiriti dei focalizzato, sembra un ricombinante di un numero di diversi coro- Oltre ad alcune esposizioni (nel corso del tempo ne è difatti pre-
falchi di Washington che, in quella che può essere senz’altro rap- navirus conosciuti. È la terza volta che succede in 17 anni e non pos- vista un'altra), si terranno ancora altre conferenze e si provvederà
presentata come la più gigantesca corsa all’egemonia globale del siamo sapere se rappresentiamo l’ospite finale. “Almeno 50 anche alla pubblicazione di interessanti carteggi.
nuovo millennio, hanno sempre fatto tutto quello che era nelle coronavirus sono stati isolati nei pipistrelli (per lo più dall’intestino) Insomma, sicuramente il modo migliore per ricordare un grande
loro possibilità pur di porre fine all’inarrestabile scalata della Cina che rappresentano il vero serbatoio di questa famiglia virale”. Cer- connazionale e soprattutto per commemorare quella educativa
chiamo adesso di stabilire l’eziopatogenesi, cioè il come ed il per- istituzione a lui intestata. Che in duecento anni di intensa e pro-
(seconda economia mondiale dietro gli Usa). Xi Jinping e Trump ché dell’attuale SARS e soprattutto come possiamo prevenire futuri
erano ai ferri corti già prima che il Coronavirus diventasse ficua storia ha portato e sta portando a livelli molto alti la cultura
scoppi epidemici. La sindrome respiratoria del medio oriente in questo nostro amato Paese. Luciano Masolini
un’emergenza sanitaria. Ma veniamo all’Italia. Cosa c’entriamo (MERS) ci aiuta a capire la porta di entrata delle cellule da parte del
noi in tutto questo? Qui da noi dobbiamo fare un passo indietro virus sia del pipistrello che dei cammelli o dei diversi animali (zi-
ed arrivare a circa un anno fa quando l’allora vicepresidente dei betto, furetto, roditori, maiali, cani, gatti, scimmie) per arrivare poi
Consiglio Luigi Di Maio e il Presidente della National Develop-
ment and Reform Commission He Lifeng hanno firmato tre Me-
morandum d’Intesa sulla Belt and Road Initiative (BRI), con cui
a noi umani. Prima i serpenti poi il pangolino (un formichiere) sono
stati ipotizzati come animali intermedi nell’attuale epidemia. La tra-
smissione originale all’uomo è verosimilmente avvenuta mentre si
ILMOVIMENTO SALVEMINI
l’Italia, primo paese del G7, ha scelto di sostenere ufficialmente
il piano di investimento globale cinese. Un accordo, conosciuto ai
più come “Via della Seta”, che entro il 2049 dovrebbe riuscire a
ricreare la vecchia via commerciale di cui scrisse Marco Polo
preparava la carne cruda da animali che sono il serbatoio di questi
virus, ci si infetta attraverso abrasioni e tagli della cute. Questo pro-
cedimento è simile a quello avvenuto per il virus ebola e per l’HIV
(AIDS) che presumibilmente sono emersi nella popolazione umana
SU RAI TRE
unendo di fatto per secoli la Cina e il Vecchio Continente. Garrett a causa della preparazione di carne proveniente da animali selvatici Venerdì 3 aprile (alle ore 10,50) sul terzo canale RAI, nella ru-
Marquis, consigliere economico del presidente Trump, aveva già in Africa. Per spiegare i recenti casi di trasmissione interumana, si è brica RAI Parlamento-Spazio Libero, andrà in onda la puntata de-
avvertito l’Italia (era il marzo del 2019) dei rischi che il nostro risaliti a pazienti capaci di diffondere più facilmente il virus per via dicata al Movimento Gaetano Salvemini.
Paese avrebbe corso qualora alla fine avesse scelto di appoggiare aerea (aerosol) come per l’influenza ed anche osservato per la La brava conduttrice Anna Maria Baccarelli intervisterà il prof.
un progetto «studiato dalla Cina per la Cina» che avrebbe ri- MERS nell’episodio epidemico avvenuto in Corea del Sud (2015). Cosmo G. Sallustio Salvemini, presidente del Movimento Gae-
schiato di trasformarci in un «cavallo di Troia in Europa». Ma il Si è fatta l’ipotesi di certi superdiffusori cioè individui infetti capaci
di spargere la loro infezione ad un largo numero di soggetti, cau- tano Salvemini. Il noto regista Raffaele Genovese intervisterà al-
governo italiano ha scelto non solo di non ascoltare l’aut aut ame- cuni salveminiani residenti a Molfetta (Bari).
ricano, ma si è anche preso la responsabilità di inserire nel Me- sando casi secondari e multipli che disseminano il virus più a largo
morandum con la Cina i porti di Genova e di Trieste (dove raggio. Questa situazione peggiora logicamente l’epidemia se si Ringraziamo la RAI per aver voluto rilanciare gli insegnamenti
Washington ha una base navale e non lontano, c’è la base di tratta di viaggiatori internazionali. Le prospettive a questo punto di- salveminiani sulla urgente necessità di moralizzare la vita pub-
pendono dal comportamento epidemiologico tipo prima SARS esau- blica italiana, con particolare riferimento al monito lanciato più di
Aviano). Il tutto, con il senno di poi, potrebbe aver contributo a rendosi e rimanendo una zoonosi nella provincia di origine oppure
scavare un solco profondo nelle relazioni italo-americane. dando luogo ad epidemie sporadiche come la MERS e l’influenza un secolo fa da Gaetano Salvemini: “la Politica è missione da
Federica Sciorilli Borrelli aviaria relativamente per pochi individui ovvero, infine, diventando compiere al servizio dei cittadini, non strumento per ottenere pri-
una virosi respiratoria umana stagionale come nel caso dell’ultimo vilegi o per realizzare illeciti profitti”.
virus influenzale del 2009 o degli altri coronavirus regionali meno Il Comunicato Stampa sull’evento è stato postato nel portale del
AVVISO AI COLLABORATORI aggressivi. In attesa della preparazione di un vaccino specifico che
possa prevenire la ulteriore diffusione di questo coronavirus
COVID-19, previsto secondo l’OMS tra 18 mesi, bisogna tenere pre-
sito web movimentosalvemini.blogspot.it
I lettori di questo giornale sono invitati ad esprimere le proprie
Gli articoli che superano le 30 righe dattiloscritte non vengono sente una terapia sintomatica e similare a quella dell’influenza sta- opinioni sui contenuti della puntata scrivendo alla e-mail: lattua-
gionale, specialmente per i soggetti più anziani e con svariate lita@yahoo.it
presi in considerazione per ovvie ragioni di spazio. patologie che li rendono più sensibili al virus – diabetici, cardiopa- Su esplicita richiesta, tali opinioni verranno pubblicate sull’edi-
tici, broncopatici eccetera. Giustino Setteducati zione cartacea e sul sito web.
N. 4 - APRILE 2020 TEMATICHE INTERNAZIONALI E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 3

UNIONE MONDIALE DEGLI STATI


INEDITA
La poesia è sempre nuova,/ ma è difficile/ abbellirla/ per abbi-
nare l'occasione./ Nel frattempo possiamo provare/ un'avven-
tura, un risveglio/ del tempo e forse/ lo otterremo: il sognato/
Governatore: S. E. Sen. Pietro Fratantaro arco di trionfo!/ La notte scende e la tempesta/ cancella il dorato/
paesaggio,/ il frutto lontano,/ e l'amore perduto;/ ma il fuoco ri-
mane/ nel proprio sangue./ Dopo la notte,/ implacabile/ e un
Vice Governatore: Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini colpo terribile/ viene a dimostrarlo/ andiamo avanti come de-
serto/ e vergine come/ l'assenza. (Trad. di Giovanna Guzzardi)
TRE VOLTE
I FRANCESI SFIDANO IL CONTAGIO ED IL BUON SENSO Tre volte ho scritto/ questa poesia nella tua pelle/ e di nuovo l'ho
tatuata/ nella tua lingua/ così la sentiresti/ dentro il tuo essere./
Ma quando ti sei svegliato,/ mi stavi ancora chiedendo/ sul-
Mentre ci troviamo in una vera e propria Pandemia, nella cittadina francese di Landerneau si sono riunite 3500 persone vestite da Puffi l'amore./ Poi ho preso il tuo polso e ho visto/ che respiravi con
per stabilire un clamoroso record mondiale: quello della mobilitazione più grande dei fan dei personaggi ideati e disegnati da Peyo dolore/ in questo spazio tra/ le mie labbra e la mattina./ Lo sa-
(famoso fumettista belga). La sfida era stata lanciata dagli organizzatori del «Carnevale della luna stellata»: battere il record stabi- pevo se ti perdo/ potrei smettere di esistere;/ quindi, evitando la
lito l'anno scorso dalla città tedesca di Lauchringen con 2.762 Puffi. Nonostante l'allerta per la diffusione del Coronavirus, gli orga- luce del giorno/ e sorprendendomi,/ ho ripetuto, potrebbe es-
nizzatori hanno voluto comunque dare vita all'evento: «La situazione non ci preoccupa, era più importante stabilire il record. Pufferemo sere/ mentire di nuovo:/ Ti amo! (Trad. di Giovanna Guzzardi)
il virus». Ovviamente, le immagini che sono arrivate dalla Francia hanno fomentato la rabbia degli internauti e non solo, ma spe-
cialmente di coloro che fin dall’inizio hanno “sacrificato” la loro quotidianità per rispettare le istruzioni impartite dal Governo cen- ANTI-QUIXOTE
trale. In tantissimi hanno condannato quanto accaduto a Laderneau, definendo “pazzi” e “irresponsabili” i francesi. Una Per evitare di essere donchisciottesco/ quando vediamo una cen-
manifestazione di cui, in un altro frangente, si sarebbe potuto sorridere. trale nucleare/ diciamo che è un mulino a vento.../ Comunque
Alla luce di quanto sta accadendo mi sorge spontanea una riflessione: in una fase sociale in cui pensare al proprio orticello è diven- c'è/ un gigante pericoloso/ capace di decimare/ tutte le creature
tata la regola, il virus ci manda un messaggio chiaro: l’unico modo per uscirne è la comunità, il rispetto per il prossimo, il sentire di del pianeta. (Trad. di Giovanna Guzzardi)
essere parte integrante di qualcosa di più grande di noi stessi. La responsabilità condivisa, il sapere che dalle tue azioni dipendono le
sorti, non solo tue, ma anche di tutti quelli che ti circondano. Forse questo virus può veramente insegnarci qualcosa: rispetto ed amore SPERGIURO
per il prossimo (Gesù disse: ama il prossimo tuo come te stesso). Daisy Alessio Sono l'unica/ a non riuscire a realizzare/ una promessa d'amore?/
Tanta vendetta/ mi hai messo nei miei giorni/ hai falsificato il
mio infinito/ inchiesta/ sulla povertà mentale/ dell'animale
COME CI SI DIFENDE IL SIGNOR NESSUNO umano!/ La mia fame di tempo/ si nutre da sola/ sull'assoluto./
Ingrandisci il tuo desiderio/ per vederlo/ sono sempre giusta.
DALLE FAKE NEWS E IL MONDO (Trad. di Giovanna Guzzardi)
RIMANGO SOLA
Sempre più spesso fra i social girano notizie false, inventate o In più di 70 anni di età non ho mai oltrepassato il confine del ter- Vivo nel dilemma/ per non angustiarmi/ con la realtà presente./
molto imprecise, una circostanza che crea allarmismi e disorien- ritorio italiano e dentro di esso ho vagato più per necessità che Vivo nell'apocalisse/ come un animale selvaggio/ che si finge
tamento fra la popolazione. Con l’avvento del coronavirus si sono per spunti vacanzieri. Così quando vedo illustrazioni che raffi- morto/ per ingannare il nemico/ che lo minaccia./ Vivo con il
moltiplicate al solo scopo di creare panico fra la gente. Le noti- gurano bellissime città europee e del mondo ci ri- cuore vuoto/ con la paura d'amare./ lo stesso paradiso del-
zie inventate più assurde sono quelle che affermano che la vita- mango un pò male. Poi però la vela del pensiero l'amore./ Non voglio guadagnare niente/ per non perdere niente./
mina C sia efficacissima, tanto da essere usata come farmaco sui si dispiega come sospinta da un vento delizioso Nella note diamantina/ la mia lingua é volubile:/ dico parole di
malati in ospedale. E poi bere acqua e bevande calde perché le e possente e penso ai giovani che si sono tolti pietra/ e dopo osservo il silenzio/ per udire il vento. (Traduzione
alte temperature uccidono il virus, o consumare estratti di cipolla. la vita, a coloro che vivono per anni in galera, di Giuseppe Filippone)
Tutte false, come precisano gli esperti. a chi in pochi mesi è schiantato da un male
Per capire come riconoscere le bufale ci sono vari modi, il primo incurabile. IMPORTANZA...
è quello di dubitare di titoli eccessivamente in grassetto e con E così il vento che dispiega il mio pensiero mi Oggi non lavorerò, vivrò e basta./ Ho decretato che
punti esclamativi, spesso vengono storpiate le url di siti di infor- aiuta a tirare avanti, ad accettare me stesso per la mia testimonianza/ di questa settimana sarà la
mazione, così da renderle credibili a un occhio poco attento, inol- quello che sono in un ritornello perpetuo di amarezze mia liberazione/ da questo duro dovere/ di essere
tre sono piene di errori di battitura. Le immagini sono sempre e riflessioni . Intanto il tempo passa e vivo la mia vita. E l’accetto presente sul pianeta./ Oggi l'ho scoperto/ ho se-
decontestualizzate ed usate per attirare il pubblico. Ricordiamoci per quella che è. Eugenio Morelli coli di mercato/ nei miei geni e/ il mio polimorfi-
che una notizia vera viene sempre riportata da più di una fonte, smo/ è vano ma autentico./ Non mi sorprende/ oggi
quindi ci può aiutare confrontare diversi siti di informazione. As- sento di più/ importanza rispetto al tramonto. (Tra-
L’ABORTO, NON GIUSTIFICATO,
sicuriamoci che non sia uno scherzo, ci sono infatti siti internet
che fanno parodie allo scopo di far divertire. Arianna Paolucci
duzione di Giovanna Guzzardi) Teresinka Pereira

SCOMPARSO L’ARCHITETTO È UN ASSASSINIO VUOI CAMBIARE IL CLIMA?


VITTORIO GREGOTTI PIANTA ALBERI L’Italia ha un basso tasso di natalità ed ogni anno si constata che
sono molto di più le persone che muoiono rispetto a quelle che na-
Lo scorso 15 marzo è venuto a mancare a Milano l’architetto di scono. Molte donne abortiscono e ciò non deve essere più per- Da alcuni anni si è constatato che il clima è cambiato in tutto il
fama internazionale Vittorio Gregotti. Aveva 92 anni ed era messo, perché l’aborto è necessario solo qualora serva ad evitare pianeta. Si verificano incendi in Svezia, Stati Uniti, Canada, In-
ricoverato per una polmonite provocata dal Coronavirus. A darne la morte della madre. Negli altri casi è un vero e proprio omici- donesia, Brasile e, più recentemente, in Australia. Si nota inoltre
notizia è stato su Facebook Stefano Boeri, il presidente della dio. La donna che deve partorire e non ha possibilità economiche che in Groenlandia nell’Artico si sciolgono i ghiacci e questo fe-
Triennale. Gregotti, nato a Novara nel 1927, si è laureato nel 1952 per provvedere al neonato, può farlo presente all’ospedale: il bam- nomeno stan causando la morte di molti orsi bianchi ed altri ani-
al Politecnico di Milano ed è stato docente ordinario di bino resterà lì e sarà poi dato in adozione. mali. La FAO ha informato che nel pianeta terra vi sono 5,5
composizione architettonica all’Istituto universitario di Se non ci sono motivi seri, l’aborto non può essere giustificato. miliardi di ettari di bosco, parte dei quali sono distrutti dal fuoco
architettura di Venezia. Per la Triennale di Milano è stato Speriamo quindi che l’atteggiamento di molte donne cambi e che ogni anno. Ciò influisce negativamente sul clima mondiale.
responsabile della sezione introduttiva nel 1964; dal 1974 al 1976 non ricorrano all’aborto quando non è necessario, il che farebbe È opportuno che i sindaci e le scuole facciano pian-
è stato direttore delle arti visive ed architettura della Biennale di anche aumentare il tasso di natalità. Mario Coletti tare moltissimi alberi a primavera: olmi, faggi,
Venezia. A Cosenza progettò il campus dell’Università della rovere ecc., aumentando in questo modo le
Calabria negli anni ‘70. emissioni di ossigeno, cosa che migliora la si-
Tra i suoi libri “La città visibile” (Einaudi), “Cinque dialoghi
necessari” (Electra), “L’architettura dell’espressionismo”
(Fabbri), “New directions in Italian Architecture” a New York.
BONACCINI VINCE tuazione climatica.
Secondo la FAO, per vedere dei cambiamenti
evidenti occorrerebbe un altro miliardo di et-
Gregotti ha curato anche la rubrica “Architettura” per il
settimanale Panorama, collaborava al Corriere della sera e ha
diretto le riviste “Rassegna” e “Casabella”. Mirko Riccelli IN EMILIA ROMAGNA tari di bosco. Speriamo che tutti gli stati del
mondo contribuiscano alla a questa riforesta-
zione, in modo da evitare ulteriori e peggiori cam-
biamenti climatici. Mario Coletti
Nelle elezioni regionali dell’Emilia Romagna il segretario politico
della Lega, Sen. Matteo Salvini, ha molto personalizzato la cam-
LEGGERA E IMPONENTE pagna elettorale, cosa che gli elettori non hanno gradito. Stefano
Bonaccini ha realizzato una grande vittoria, riportando l’otto per-
cento in più rispetto all’avversaria, On. Lucia Bergonzoni. Sal- IL GIARDINO DELLE DELIZIE
LA COLLANA MARIA STUARDA vini credeva di vincere facilmente e voleva che poi il governo
cadesse e si andasse a nuove elezioni politiche, ma è andato in-
contro ad un’amara sconfitta.
Il trittico il Giardino delle Delizie è l’opera più complessa e mi-
steriosa ma soprattutto geniale di Hieronymus Bosch. Un dipinto
Nella seconda metà del 1500 la dominazione spagnola e il rigore Forse non sa che è il Capo dello Stato che deve decidere se scio- di vasta interpretazione con un profondo senso dell’umorismo e
controriformista rendono rigide le forme dell’abito femminile, vi gliere il Parlamento e indire le elezioni. Il Partito Democratico è del sarcasmo si può ammirare presso il Museo del Prado. Il pit-
è una schematizzazione ricercata della figura, un compendio di risultato il primo partito sia in Emilia Romagna che in Calabria, tore olandese è conosciuto per le sue invenzioni, per le creature
due coni intersecanti: la parte bassa è nascosta dal rigido “verdu- dove ha però vinto Iole Santelli, con una coalizione di centrode- fantastiche a doppi significati. Non esistono documenti che for-
gale”, mentre il busto, rigido e “steccato” si appuntisce sul ven- stra composta da tre partiti. niscono indicazioni di chi sia il committente.
tre. Il colletto tenuto da “lattughine” e cannucce reggono la forma, Ci auguriamo che il Governo continui il suo lavoro, realizzando È un dipinto dalla complessa simbologia, presenta l’umanità se-
rialzato sulla nuca irrigidiscono ogni movimento della testa. Col le cose attese dai cittadini da lungo tempo. Mario Coletti condo la dottrina cristiana medievale. Il dipinto ha probabilmente
il tempo il capo si infossa in un colletto di lino pieghettato detto un contenuto religioso, possiede tre pannelli. I due pannelli late-
“gorgiera”,creati dalle merlettaie veneziane ad ago o a tombolo,
veri capolavori artigianali.
Nel 1906 il talentuoso Annibale Cusi, il cui nome è legato a pie-
tre preziose, diamanti su montature di metalli nobili, ispirato dalla
MISSONI BIJOUX rali chiusi mostrano la creazione del mondo si presenta come una
sfera trasparente in cui la parte inferiore sembra essere un liquido
in ebollizione, mentre nella parte superiore Dio appare nell’atto
della creazione. Il primo pannello aperto di sinistra descrive un
regina Maria Stuarda, eroina romantica e passionale, partecipa al- Prima di parlare sull’argomento bijoux di Missoni è necessario paesaggio abitato da animali esotici è la creazione di Eva davanti
l’Esposizione Internazionale di Milano nella sezione delle Arti parlare degli abiti disinvolti, di un impalpabile eleganza che av- agli occhi di Adamo. Si tratta della rappresentazione della nascita,
Decorative disegnando e realizzando una meraviglia dell’arte volgono il corpo di chi la indossa. La prima collezione pret-a- della vita, descrive il Paradiso Terrestre. L’ultimo pannello rap-
orafa la collana a “colletto-fichu” “Maria Stuarda” vincendo il porter firmata di Missoni risale al 1966, ebbe subito un successo presenta l’Inferno, descrive orribili torture in un paesaggio cupo
Gran Premio. Uno splendore, unica nel suo genere per la tecnica internazionale dovuto proprio al colore deciso e studiato dal fon- in cui gli strumenti musicali sono numerosi e spesso usati per in-
e lavorazione che richiese due anni di lavoro e un altissimo li- datore della maison Ottavio Missoni. fliggere sofferenze e dolore.
vello qualitativo facendo del suo laboratorio di oltre 40 operai un I modelli sono semplici e curati dalla moglie Rosita. Missoni è un La scena della tavola centrale del Giardino delle Delizie è la de-
fucina di giovani artigiani specializzati. classico del Made in Italy riconoscibile per i tessuti, una combi- scrizione del peccato, dei piaceri e dell’amore. Lo spazio è occu-
La moda rinascimentale, incontra l’estro creativo e innovativo di nazione visiva, una mescolanza dei colori, di vari filati sapiente- pato da una moltitudine di figure nude e rappresentate in qualsiasi
Annibale Cusi il cui disegno influenzato dal “volant aperto su mente combinati di sequenze a righe, a zig zag con tinte forti e posizione, mentre le architetture sono fantasiose, come ad esem-
una scollatura” utilizza una nuova lega malleabile denominata graduate, accostate armonicamente. pio la costruzione che galleggia al centro di uno specchio d’acqua
“Platiuralium”, formata da platino, oro, argento e alluminio, una I bijoux di Missoni sono ideati da Rosita costituiscono una buona che potrebbe simboleggiare la fonte del peccato. Dai suoi lavori
sua invenzione che tardi brevetterà. riuscita per la combinazione all’abito con lunghe collane lasciate traspare un’intelligenza poliedrica e sagace che intriga lo spetta-
Una collana con 15.000 diamanti,perle e rubini. cadere sul busto o intorno al collo, i bracciali alti come se fossero tore e difficilmente lo lascia indifferente. Maurizio Guerra
L’ingegno è stato quello di realizzare il colletto con la delicatezza manicotti e gli anelli sono vistosi.
e l’aspetto di un pizzo,con parti snodate, permettendo flessibilità I bijoux hanno gli stessi colori dell’abito, i materiali utilizzati
nel movimento che consacrerà alla fama il nome di Cusi in Eu- sono il legno, il metallo, la plastica, le resine soprattutto quando Caro lettore, ricordati di rinnovare
ropa e in America. Per decenni sarà il gioielliere più ricercato dai si tratta di tinte forti e decise. I decori riprendono le figure geo- la quota associativa a questo periodico
reali, dalla borghesia e dai potenti d’Italia. Nel 1930 Annibale metriche colorate dei tessuti, il bijoux diventa una estensione del- che, essendo “super partes”,
Cusi muore sul tavolo di lavoro nel suo laboratorio in via Clerici. l’abito, sono un complemento che richiamano l’immagine di una intende restare un libero organo di stampa.
Maurizio Guerra donna sicura di sé ed esibizionista. Maurizio Guerra
L’ATTUALITÀ, pag. 4 TEMATICHE ETICO-SOCIALI N. 4 - APRILE 2020

CORONAVIRUS: ERRORE DI VALUTAZIONE CORONAVIRUS – NIENTE SARÀ PIÙ COME PRIMA Cari ed affezionati lettori, premettiamo subito che questo articolo, come ben potete immaginare, è stato scritto
A scoppio ritardato, se ne accorgono il Presidente della Repubblica e il Governo. Tutti però ‘di- alcuni giorni prima del momento in cui ne possiate fruire tramite la carta stampata, per cui potrebbe non es-
menticano’ che esiste un Codice Penale. Il Prof. Roberto Burioni già dall’8 gennaio aveva lan- sere perfettamente aggiornato circa una situazione che muta di giorno in giorno. In ogni caso, non ci occupiamo
di cronaca spicciola, bensì è nostro compito cercare di dare sempre una visione il più estesa possibile di ogni
ciato l’allarme per la minaccia di epidemia di Coronavirus. Ma il “Governo” Conte, con il argomento trattato, quindi ci auguriamo che quanto contenuto nelle prossime righe sia assolutamente consono
Ministro della Salute Speranza ed il silenzio-assenso del Presidente della Repubblica Matta- ed attuale. Desideriamo porre anzitutto l’attenzione sul fatto che nessuno di noi si sarebbe aspettato in Europa
rella, per mire puramente politiche ed a spregio della salvaguardia della salute dei cittadini, as- l’esplosione di una simile epidemia, che ormai anche da parte dell’OMS è stata definita pandemia, ossia pro-
serivano trattarsi isterismo per una semplice e banale ‘influenza’. Le massime gerarchie blema sanitario di rilevanza mondiale. Nel recente passato abbiamo assistito a numerose pandemie, basti pen-
preposte alla tutela degli italiani e degli stranieri presenti nel territorio della nazione, conte- sare al Morbo della Mucca Pazza (BSE); all’Influenza Aviaria; alla SARS, ad Ebola, alla Febbre Suina, a Zika.
Tali pandemie hanno provocato centinaia di migliaia di vittime, tuttavia nessuno di noi ha mai vissuto con la
stavano le linee rigoriste e le richieste avanzate dai , deridendoli e tacciandoli di fascio-leghi- paura attuale tali eventi, forse perché non hanno riguardato in maniera massiva l’Europa. Anche il Coronavi-
smo, preferendo scambiare la salute con i voti delle elezioni amministrative. Dopo i morti e la rus, che in realtà è una SARS – ossia una sindrome respiratoria acuta e severa (ceppo 2019) – all’inizio, per
logica moltiplicazione di persone infettate, si è dovutamente squarciare il velo e, dalle stelle circa due mesi è stato vissuto come un problema remoto, legato alla sola Cina. Poi quanto l’infezione è arri-
sono scesi i ‘dominus’ della situazione, con doverosi decreti giustamente contenenti divieti, li- vata per colpa di pochi contagiati molto probabilmente ignari, nel nostro paese, abbiamo cominciato a preoc-
mitazioni e prescrizioni ora necessariamente superiori a quelle che erano state proposti due cuparci. Ciò che forse ci stupisce di più è che nei primi giorni di diffusione del contagio in Italia, molti paesi
europei confinanti si scandalizzati della situazione italiana, e dopo pochi giorni sono stati infettati anche loro,
mesi fa! Solo adesso ci si è resi conto che mancano le strutture di accoglienza per i malati, e si sono poi resi conto che non era giusto scandalizzarsi della situazione del vicino. Tutto ciò per sottolineare
avendo impiegato i soldi per “altre spese” ritenute più importanti. un paio di concetti importanti e finora trascurati a livello mondiale e per fare una proposta concreta per il fu-
Finalmente prende la parola il Presidente Mattarella con l’appello ad “osservare attentamente turo. Il problema più grande, facendo magari memoria alla manzoniana peste di Milano, raccontata ne I Pro-
le indicazioni del governo. Vanno evitate iniziative particolari che si discostino dalle indicazioni messi Sposi, è che ci dobbiamo rendere conto che oggi c’è la piena libertà di circolazione di merci e persone
assolute”. È necessario “seguire la cabina di regia del governo”. Indirettamente... non era una a livello planetario, e che quindi un’epidemia non può essere più circoscritta in una zona delimitata, ed a tale
banale isterica influenza! libertà di spostamenti deve conseguire adeguata prevenzione e preparazione sanitaria.
Il secondo problema – di conseguenza - riguarda il fatto che in un mondo sempre più globalizzato, ogni pro-
Ma Lui dove era, quando una settimana fa, nasceva la polemica fra epidemia e influenza? Lo- blema sanitario di uno stato o semplicemente di un gruppo di popolazione, si può facilmente estendere a tutto
gica vorrebbe che la Magistratura, non dimentichiamo che il Presidente della Repubblica pre- il pianeta. Ciò vale anche a livello sociale ed economico. Ciò che abbiamo già imparato dal Coronavirus è che
siede il Consiglio Superiore della Magistratura, valutasse se nel comportamento adottato dal anche quando questo problema atroce finirà, tuttavia saranno cambiate per sempre le nostre abitudini, e forse
Governo, apparentemente volutamente omissivo, si riscontrano le violazioni del Libro Secondo il ricordo di tale brutta esperienza ci indurrà – speriamo – ad avere tutti comportamenti igienico-sanitari sem-
- Dei delitti in particolare, Capo III - Dei delitti colposi di comune pericolo del Codice Penale, pre più attenti e prudenti rispetto al passato. Possiamo dire che la popolazione giovane ed anche un po' meno
giovane, ha provato una sensazione mai vissuta, simile ad uno stato di guerra senza bombe. Ci piace affermare
che all’articolo 452 “Delitti colposi contro la salute pubblica” dice che “Chiunque commette, – ci sia consentito, come sempre in maniera provocatoria – che … “ne usciremo tutti più puliti”.
per colpa, alcuno dei fatti preveduti dall’art. 438... Art.438: “Epidemia” recita: “Chiunque ca- Per questo motivo suggeriamo al mondo intero – senza pretesa alcuna e per concludere - di fare tesoro di que-
giona un’epidemia mediante la diffusione di germi patogeni”, è punito… Il Coronavirus si dif- sta brutta esperienza, pensando di voler istituire stabilmente centri di ricerca internazionali dove ogni stato
fonde con germi patogeni. Escludendo il dolo – ci mancherebbe - il Governo, ignorando le possa e debba confluire i suoi problemi e le sue esperienze in campo medico, per la risoluzione dei problemi
raccomandazioni avanzate dagli scienziati, omettendo di porre in atto tempestivamente quelle sanitari mondiali. E’ infatti molto curioso che, al momento in cui scriviamo, ci sia una strana corsa a chi tra i
vari stati riuscirà a tirare fuori vaccino e terapie definitive per primo. Un problema internazionale va risolto
misure suggerite, per incompetenza con la propria azione od omissione colposa, ha permesso con forze e coordinamento internazionale. Facciamo in queste ultime righe un esempio: se gli stati sono riu-
il diffondersi dell’epidemia del Coronavirus che ha provocato – e purtroppo pro- sciti da circa venti anni a costruire e tenere in orbita la ISS (Stazione Spaziale Internazionale), penso che non
vocherà ancora – morti e malati, disponendo oggi quelle misure atte ad argi- dovrebbero trovare molte difficoltà ad istituire un centro di ricerca medica internazionale pronto ad operare per
nare e limitare i contagi, confermandone così la validità di quanto avrebbe questa ed altre esigenze sanitarie planetarie. Alessandro Massimi
dovuto disporre ben due mesi fa. Tale omissione, sta ora provocando la
paralisi delle attività produttive, messa in quarantena di interi comuni
con grave danno alla salute e all’economia nazionale, tenuto conto che
numerose nazioni hanno isolato l’Italia nel timore di propagazione della
IL SIGNOR NESSUNO ED IL FATTORE X
(Realmente accaduto) Era una quotidianità impegnativa la mia se dovevo lavorare almeno 2 volte la settimana
malattia. Certo, la valutazione giuridica di quanto sopra, è esclusivo giorno e notte per tirare avanti decorosamente in senso finanziario. La passione della scrittura, malgrado la stan-
compito della Magistratura, unica competente a pronunciarsi, anche in chezza e la scarsità di tempo a disposizione, non voleva morire e così,tra una cosa e l'altra,e nell'indifferenza
considerazione che non è da escludersi un’azione legale da parte degli generale, arrivai perfino a fare 2 conferenze in 8 giorni, il che per me non era poco. Fu allora che s'insinuò nella
eredi dei deceduti o di coloro che sono ammalati, contro lo Stato che è ri- mia vita piena il fattore x a riempire un vuoto erotico-sentimentale inaspettato e rimosso. Si era ora aperta una
masto inerte dinanzi ad un evento che, essendo “un’isterica banale influenza”, parentesi tanto piacevole quanto insidiosa nelle eventuali conseguenze dal lato psicologico, morale e finan-
ziario.Per farla breve, la cosa finì con non poco amaro in bocca ma ugualmente riuscii a rimettermi in piedi e
avrebbe potuto facilmente essere immediatamente debellato senza arrivare a irreparabili con- ad andare avanti per la mia strada salvando la famiglia. Il fattore x mi aveva in poche parole giocato e fregato.
seguenze. Ma spetta anche a noi, segnalare le incongruenze. Salvatore Veltri Incassai il colpo con qualche ferita psicologica continuando tuttavia a lavorare come prima. Il fatto è che il sud-
detto fattore è, chissà come, ricomparso nella mia vita con tutta l'aria di tentare un nuovo colpo vincente. A dire
il vero ho fatto in modo da invitarlo a vincere una nuova partita. Ma non sa che le mie difese, non dico im-
munitarie, ma emotive,culturali ed intellettive oltre alla mia fede e responsabilità verso la famiglia, sono un

ILSIGNOR NESSUNO E LAPENADI MORTE IN ITALIA baluardo molto difficile da sgretolare, al punto che il fattore x non immagina minimamente che non può né vin-
cere né perdere, semplicemente non esiste.

Intervista a Michele Giacinto Bianchi sulla funzione


Eugenio Morelli

Di fronte a reati che provocano gravi danni fisici, morali e finanziari alla comunità credo che
l'Italia dovrebbe prendere in seria considerazione,tramite referendum nazionale, l'istituzione pedagogica della giustizia nel Nuovo Processo Penale Minorile
della pena di morte. Ben consapevole di quanto questa proposta crei opposizioni ipocrite di
varia origine e sebbene capisca quanto sia terribile umanamente questa ipotesi c'è però da con-
IL FATTO E LA GIUSTIZIA (VI): L’ANTINOMIA
siderare che è una questione su cui il popolo italiano dovrebbe dire la sua a fronte di una si- LIBERTÀ/RECUPERO E LA SOTTILE LINEA
tuazione in cui belve con sembianze umane e delinquenti di ogni sorta hanno come immortalato
la convinzione che essere onesti e buoni è in Italia un'enorme minchioneria storico-religiosa D’ADIACENZA TRA DIRITTO E SCIENZE
ormai confinata nei testi sacri e di storia. (46a parte) Nel libro sull’«Io criminale» De Mari cerca di ripensare la psichiatria forense in una prospettiva psi-
La dipendenza dal denaro, la corruzione politica, la cultura dell'avere sta plasmando in Italia coanalitica. La neuropsichiatra infantile, Anna Maria Nicolò, presidente della SPI (IPA), nella prefazione del
una mentalità orribilmente insensibile e mercenaria per cui si confondono tra la gente persone libro sostiene le osservazioni di De Mari a proposito del fenomeno giuridico legato all’atto delinquenziale
disposte a tutto pur di fare i propri infami interessi e si fermano solo se incastrati dalle inda- come di un insieme possibile di aspetti transclinici della personalità, rinvenibili in un continuum: da quadri sin-
gini e dalla inoppognubilità del codice penale. La presenza del Vaticano nel nostro territorio dromici psicopatologici si giunge alla persona “sana” (le virgolette sono del De Mari e della Nicolò). In am-
bito giuridico, dicono questi esperti, non conviene subito mettersi alla ricerca della psicopatologia, anche se
pare creare solo censure pietistiche non credibili se in rapporto ad un terreno di reale e costut- un’apparente normalità di comportamento potrebbe coesistere con una visione delle relazioni distorta, sia sul
tivo carisma cristiano-religioso-umanitarioche prescinda dalla propria realtà gerarchica-istitu- piano morale che, soprattutto, sull’affettivo. Come agire, allora, con i criminali? Con loro è molto difficile, sul
zionale e dal potere temporale come istituzione statale. piano psicoterapeutico, che su quello farmacologico. Ci si domanda se la teoria psicoanalitica sia utile in que-
Eugenio Morelli (viceministro U.M.S. della Cultura) sti casi, e se gli interventi, adattati al contesto, e opportunamente variati, possiamo essere ancora chiamati psi-
coanalisi. Presidente della SPI mostra, con De Mari, che il soggetto criminale manipola appena può la
relazione, allo scopo di ridimensionare la propria responsabilità per ottenere una riduzione della pena. Come
teoria del crimine la Nicolò scomoda S. Ferenczi, che nel 1913 pubblica A un pubblico di magistrati. Nel sag-
gio lo psicoanalista ungherese discute come nel delinquente si nasconda una necessità imperiosa, che può es-
L’ORIENTALE À LA GRENADE sere causa del crimine: imperioso distanziarsi dalle pulsioni infantili, un rimosso che potrebbe infrangere le
dighe mentali sulle quali si edifica il senso morale. Come concepire questa logica della diga, ovvero del con-
fine, tra l’acqua che spinge e uno spazio psichico che rischia un’inondazione di impulsi e di pressioni? Ma non
William-Adolphe Bouguereau pittore fra- l’abbiamo forse già incontrata in uno dei nostri precedenti incontri?
ncese, ardente sostenitore dell’accademismo, M. Bianchi: Sono in molti a sostenere l’esistenza di aree di sovrapposizione tra il sapere giuridico e quello
idealista e amante dell’arte riguardante al senti- “psi”; aree, luoghi, dove la psicologia clonica, per esempio, incontra la psichiatria forense, e/o in generale, la
mento di “bellezza”, dove la forma, la tecnica e criminologia. In una di queste aree queste due “discipline” si possono scontrare o entrare in contraddizione.
Abbiamo incontrato questa logica della sovrapposizione quando, nella 28a conversazione De Mari descriveva
le finiture di alta qualità rendono i suoi quadri la linea di confine tra competenze psichiatriche e competenze giuridiche, in cui, per lui, si colloca la psichia-
realistici, eclettici,con elementi neoclassici, ro- tria forense. Ma avevamo visto come questa impostazione non poteva soddisfare lo snudamento della vera,
mantici e naturalistici. L’Orientale à la grenade unica antinomia tra due linee di tensione contrapposte e inconciliabili, e che corrisponde a molte delle osser-
(1875) raffigura una giovane ragazza vestita con vazioni fin qui fatte: il soggetto con la sua libertà, da un lato, e il recupero come uno degli obiettivi, dall’al-
abiti orientali che sbuccia un melograno con le tro. Nella 29a conv. è possibile leggere un passaggio che mi sembra decisivo: «[…] due linee di tensione
mani. La ragazza come la frutta che tiene rap- contrapposte e inconciliabili, il soggetto con la sua libertà e l’obiettivo del suo recupero. Privilegiare l’una a
presenta la bellezza orientale, il mistero. La discapito dell’altra significherebbe o irrigidirsi all’interno di un formalismo giuridico, o abdicare alla sfida
educativa. Il sensazionalismo giornalistico, e la cattiva psicologia con esso, a differenza della psicoanalisi si
scorza robusta e rustica schiudendosi svela un fondano su tale formalismo» (M. Abbate Trovato, Oltre il diritto, ovvero verso la giustizia futura, L’Attualità,
tesoro i succosi semi rosso brillante. Il melo- n. 9, 2019, p. 5). Accostiamolo a questa citazione, di E. Lanza, dalla 31a conv: «[…] la risocializzazione piena
grano con i suoi chicchi dolci e succulenti, in- può essere realizzata solo attraverso la modifica dell’impostazione attuale del sistema, che si traduca non solo
carna l’emblema della fertilità: non per niente nell’attenzione ai bisogni di rieducazione già al momento determinativo del quantum di pena, ma anche nella
divenne simbolo di fecondità. predisposizione di mezzi alternativi alla sanzione penale: e nella strutturazione di garanzie contro gli abusi giu-
Nella poesia galante persiana, il melograno diziari che siano diversi dai paletti formali e procedurali che connotano i sistemi di civil law» (M. Abbate Tro-
evoca il seno: “Le sue guance sono come il fiore vato, Dalle politiche sanitarie alla politica del Nuovo Processo Penale Minorile L’Attualità, n. 9, 2019, p. 7).
Solo la 26a conv. sul concetto di sostegno come adiacenza pratica aveva, però, anticipato un rapporto, tra di-
del melograno e le sue labbra come il succo del scipline e sapere, davvero capace di corrispondere, da un lato alla linea di tensione libertà/recupero che lo spe-
melograno.” Una composizione semplice e al ciale fine educativo del processo tende a mantenere operativa – è costruito per questo -, nell’unico supremo
contempo lucente con l’aggiunta di un tema gio- interesse che è quello del minorenne, mentre, da un altro (che spazzi via l’attuale impostazione in fondo “re-
vanile. stitutivo-compensatoria” del sistema) per ovviare a qualsiasi forma d’abuso giudiziario: il che equivarrebbe a
Un erotismo artistico verso le fanciulle appena cedere ad altri interessi. Del resto è qui che molti interventi sociali fanno confusione, pervertendo lo speciale
adolescenti desiderabili per gli uomini della bor- fine educativo del dPR 448. A volte in modo clamoroso. Michelangelo Abbate Trovato
ghesia. Non ci sono dettagli contestuali il dipinto
si concentra esclusivamente sulla ragazza desi-
derabile i cui occhi guardano fuori dal lato de-
stro della cornice. Una seducente bellezza idealizzata con le lucidissime superfici degli abiti IL SIGNOR NESSUNO ED IL CORONAVIRUS
finemente dettagliati. Una finitura tecnicamente perfetta, gli orecchini di metallo argentato lu- La scienza e la popolazione vogliono forse far credere che il virus attualmente sotto l'attenzione di tutti sia come
cente con pendagli tondeggianti inclinati sulla spalla lucenti con rubino rosso sangue o granato una diabolica stregoneria caduta dal cielo in una determinata regione del mondo come un misterioso asteroide
replicano gli arilli che lei raccoglie dal suo melograno. o meteorite. E se lo avessimo invece inconsapevolmente coccolato con la nostra indifferenza ed egoismo ben
La collana formata da dischetti tondeggianti in metallo e collegati da maglie e granati e un sapendo che sporcizia e miseria non possono far crescere meravigliose e salubre foreste e che persistendo se
bracciale luminoso attorcigliato con pendagli. ll dipinto ha un gemello Marchande de granate, non aumentando sacche impressionanti d'indigenza il virus abbia acquisito nel tempo una virulenza tale da su-
perare le barriere immunitarie di persone non indigenti? Il fatto è che l'indifferenza ora rischia di trasformarsi
raffigura la stessa ragazza con lo stesso vestito, solo che questa volta il pittore rivela di essere in panico nella totale delega agli esperti della batteriologia di farla franca. Non è da oggi che la medicalizza-
una venditrice di melegrane seduta accanto al suo cesto di frutta nella polvere per la strada del zione salva i misfatti dei governi adducendo come eziopatogenesi le precarie condizioni igieniche come se non
Cairo. Il suo sguardo dritto e penetrante supplica lo spettatore di acquistare il suo melograno sapessimo che si può essere veramente e cronicamente sporchi solo quando si è cronicamente condannati alla
poiché è fortemente legato alla fertilità, la vendita del frutto può rappresentare una perdita di povertà. Ora anche i ricchi e potenti cominciano ad aver qualche dubbio che la qualità della loro vita da ric-
virtù facendoci mettere in discussione di ciò che sta realmente vendendo per strada. chi epuloni possa avere strani effetti boomerang e chissà, come in occasione della peste nera, che non si rim-
Maurizio Guerra bocchino le maniche per non correre rischi che potrebbero colpire anche loro rimescolando il disordine sociale
in modo più umano trasformandosi in insoliti probiviri al servizio dell'umanità? Eugenio Morelli
N. 4 - APRILE 2020 INIZIATIVE CULTURALI L’ATTUALITÀ, pag. 5

IL Sen. Prof. Cosmo G. Sallustio Salvemini,


Vice Governatore dell’Unione Mondiale degli Stati,
L’INVADENTE CLAN TV
resta alla guida dell’UN. I. A. C. DEGLI ONNISCIENTI
Tra le mille anomalie che affliggono l’Italia va messa in evidenza
«Bisogna dar vita ad una Alleanza di uomini illu- quella che riguarda i salotti televisivi. Qualunque sia il problema
minati, esperti ed onesti che si uniscano al di sopra da esaminare, gli opinionisti invitati come ospiti (ovviamente re-
“Fatti non foste a viver tribuiti) sono sempre gli stessi. Sono una ventina. I soliti noti.
dei partiti per accordarsi su problemi concreti e, di come bruti, ma per seguir Sono onnipresenti nei talk-show. Quasi tutti i giorni. Sembra che
volta in volta, cerchino le forze necessarie per risol- virtute e conoscenza”. abbiano piantato le tende negli studi televisivi per pernottarvi.
Forse fanno parte di un club esclusivo o di una lobby trasversale.
verli» (Gaetano Salvemini, 1953) Dante Alighieri Se si tratta di canali tv di proprietà privata “nulla quaestio”. Non
è lecito sindacare le scelte fatte da gestori privati. Ma se si tratta
della RAI, ogni cittadino ha il diritto di esprimere un’opinione e
RASSEGNA TEATRALE A MONTORO di avanzare critiche. La Rai è un’azienda pubblica. Spende de-
naro pubblico. Non è ammissibile che sui suoi canali appaiono
sempre le stesse facce. Sarebbe opportuno che la Commissione
XXIV Edizione del Festival Regionale del Teatro Amatoriale Città di Montoro (Avellino). Spettacoli presso l’edificio ex Scuole ele- parlamentare di Vigilanza sulla Rai divulghi il criterio adottato
mentari di Preturo ed altri edifici limitrofi. Direttore Artistico: Alfonso De Vita. Presidente: Pietro Roberto Montone. Informa- dagli autori dei programmi per scegliere gli opinionisti (conside-
zioni: tel. 0825.502984; cell. 348.7073983). Inizio spettacoli ore 20,00. rati alla stregua di “tuttologi”). Se risultasse che le scelte sono pi-
Sabato 4 aprile: Compagnia teatrale “Amici in compagnia” di Monteforte Irpino (Avellino), “Sarto per Signora”, due atti di George lotate da oligarchi dei partiti o da esponenti di potenti lobby
Feydeau. Domenica 5 aprile: Compagnia teatrale “Il Mosaico” di Capaccio (Salerno), “Ho avuto una storia con la donna delle pu- saremmo in presenza di una grave anomalia. Fatto sta che, da
lizie”, due atti di Nino Marino. Sabato 18 aprile: Compagnia teatrale “Il Quadrifoglio”di Napoli, “Filumena Marturano”, tre atti di molti anni, questi “saccenti” continuano arrogantemente a occu-
Eduardo De Filippo. Domenica 19 aprile: Compagnia teatrale “Le voci di dentro” di Salerno, “Le voci di dentro”, tre atti di Eduardo pare gli spazi televisivi, sfornando spesso banalità plateali. Sem-
De Filippo. Sabato 25 aprile: Compagnia teatrale “Delle Torri” di Torre Annunziata (Napoli), “Madame quatte solde”, due atti di bra che al di fuori di questo club esclusivo nessun altro cittadino
Gaetano Di Maio. Domenica 26 aprile: Compagnia teatrale “I Matt-Attori” di Roccarainola (Napoli), “Penso sempre ciò che sia in grado di esprimere opinioni. Sarebbe ora che venga aperta
dico…dico sempre ciò che penso, due atti di Thomas Mugnano. Sabato 2 maggio: Compagnia teatrale “I ragazzi di don Michele” un’inchiesta giudiziaria per accertare eventuali abusi ammini-
di Montore (Avellino), “La valigia sul letto”, due atti di Eduardo Tartaglia. Domenica 3 maggio: Compagnia teatrale “Stasera si re- strativi o irregolarità penalmente rilevanti. C.G.S.S.
cita a soggetto” di Napoli, “Magia nera”, due atti di Angelo Mirisciotti. P.s. Perchè non pubblicare in svraimpressione i compensi erogati
dalla Rai agli “ospiti” opinionisti?

IL SIGNOR NESSUNO UNA NUOVA INVITO AL “MAGGIO UNIACENSE”


ED IL PROSSIMO “USA E GETTA” FILOSOFIA ECONOMICA
Forse stiamo raggiungendo l'incredibile punto medio tra "ama il tuo pros-
I presidenti e dirigenti delle Associazioni culturali aderenti al-
l’Unione Italiana Associazioni Culturali (UN.I.A.C.) sono in-
simo come te stesso" e l'"homo homini lupus". L'attuale indifferenza pare Se ne parlava da tempo. Ma la crisi da coronavirus sembra aver fatto vitati a inoltrare, entro il 15 aprile, le domande di
riuscire a fare acrobazie tra antichi luoghi comuni facendo breccia in precipitare gli eventi. Appena il 5 febbraio scorso, il Premio Nobel partecipazione agli eventi del Maggio Uniacense (Edizione
nuovi sentieri della disumanità mai esplorati prima con tanta raffinata per l’economia Joseph Stiglitz, intervenendo al workshop sul tema 2020) specificando i nomi degli Artisti, le città e i luoghi, la
freddezza. “Nuove forme di fraternità solidale, di inclusione, integrazione e in- durata delle mostre d’arte e dei concerti musicali, i libri da pre-
Siamo merce nella merce, ci manca solo che ci appioppino un etichetta novazione” tenutosi alla Casina Pio IV in Vaticano, spiegava che è sentare ed ogni altra notizia da divulgare sui mezzi cartacei e
con un prezzo nel settore dei supermecati destinato al cannibalismo soft, necessario un nuovo contratto sociale, che metta «i mercati al servi-
quello per intenderci della mercanzia totale che va dalle pappe per i neo- sul web. Recapito postale: via Lorenzo il Magnifico 25 – 00013
nati ai biscotti senza olio di palma, fino allo spezzatino di dubbia com-
zio delle persone e non le persone al servizio dei mercati». Di lì a Fonte Nuova (Roma). E mail: lattualita@yahoo.it - Info: cell.
posizione ed origine. Produzione e consumo hanno ormai invaso tutto il pochi giorni l’esplodere della pandemia ha messo sotto gli occhi di 3470333846
campo dello scibile con una gamma di qualità e di prezzi quasi infinita. tutti l’insensatezza di affidare le sorti dell’umanità all’esclusivo do-
Sono passati i tempi della recessione americana quando file chilometri- minio della ragione economica. Basterà qualche esempio: le specu-
che di poveri lazzari aspettavano ore per mangiare qualcosa. Adesso pos-
siamo permetterci il lusso di mostruose abbuffate potendo contare su
enzimi digestivi di struzzo ed avvoltoio. O no? Eugenio Morelli
lazioni di borsa atte a trarre profitto dalla situazione di crisi, il
governo britannico che antepone gli interessi dell’economia alla tu-
tela della salute pubblica… IL SIGNOR NESSUNO
Intervista a Michele Giacinto Bianchi
In conseguenza di ciò, strati crescenti della popolazione cominciano
a condividere le riflessioni critiche avanzate già da tempo da autore-
voli esponenti dell’economia e delle scienze. Particolarmente inte-
ressante, a tale proposito, uno studio pubblicato dalla rivista
E GAETANO SALVEMINI
FRAINTENDIMENTI (I): LA MESSA statunitense “Foreign Policy”, tra le più influenti nel campo della Quando ripenso all'intervista fatta a Gaetano Salvemini dopo che
geopolitica. La rivista illustra in modo documentato tre esigenze di il terribile terremoto di Messina aveva distrutto la sua famiglia
ALLA PROVA COME TRAINING primaria importanza. La prima è la necessità di forti investimenti rimango sconvolto ma anche determinato. Disse testualmente!
“Se il destino continuerà ad esserci avverso sarà peggio per lui”.
nelle infrastrutture, nell’innovazione e nell’istruzione; gli autori dello
PER LA RESPONSABILITÀ? studio distinguono fra debito pubblico “buono”, capace di creare una Se il destino è feroce con noi altrettanto dobbiamo esserlo noi con
(47a parte) Il capitolo dedicato al dPR 448 presente nella parte “clinica” crescita di lungo periodo, e debito pubblico “cattivo”, che serve solo il destino in una guerra spietata e senza sosta contro ciò e chi ci
del libro di De Mari sul «criminale» sembra paradigmatico solo si pensi a coprire le spese correnti. La seconda esigenza è la riformulazione vuole distruggere. Che sia un pericolo esterno o venga dalla no-
alla critica che il vostro gruppo ha prodotto nel 1996, e a che a questo della politica industriale, che dovrebbe essere basata su obiettivi di stra psiche è fondamentale diritto e dovere combattere senza
punto appare lettera morta. L’autrice è una psicoanalista SPI, psicologa larga scala, come la costruzione di un’economia “verde”, per mobi- esclusione di colpi per difendere la propria vita e dignità che ci
e Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Milano, la litare l’intero sistema produttivo. La terza esigenza è quella di bloc- sono state assegnate in scrupolosa e tenace custodia. Perché, se
dott.ssa Cristina Saottini. Ne citerò diverse parti. Io mi limiterò a fare al- care i paradisi fiscali e la delocalizzazione selvaggia nei Paesi con anche dovessimo perderle, sappiamo di aver lottato fino alla fine.
cune osservazioni, per poi però lasciare a lei, professor Bianchi, il com- bassi salari, investendo nel lavoro e nell’aumento dei salari. L’obiet- Nella non violenza. Eugenio Morelli
mento principale. «L’istituto della “messa alla prova” dà forma e tivo è quello di superare la logica del profitto a breve per inaugurare
contenuti ai principi introdotti con la legge di riforma del procedimento una nuova fase di crescita rispettosa dei valori solidaristici e am-
penale minorile entrata in vigore in Italia in 24 ottobre 1989 che afferma bientali. Insomma, l’inversione di tendenza verso una nuova filoso-
con forza che “il processo penale deve avere come suo obiettivo quello
di realizzare una ripresa dell’itinerario educativo del minore, che il
compimento dell’atto criminale dimostra essersi interrotto o avere de-
fia economica sembra essere iniziata. Carmen Galoppo IO, UOMO,
viato, ma ha anche previsto che lo stesso processo si articoli in modo CORONATO RE
tale da poter contribuire allo svolgimento di questo itinerario, avendo
esso stesso valenze educative” (A.C. Moro, Manuale di diritto minorile,
4a ed., a cura di L. Fadiga, Zanichelli, Bologna 2008) La messa alla
prova è disciplinata dall’art. 28 del d.P.R. 4448/88 che recita: “Il giudice,
LAGEOMETRIADIGIAMPAOLOBABETTO
Giampaolo Babetto nasce a Padova nel 1947. Frequenta l’Ac-
Si vive nel Limbo, in questo stato di indeterminatezza, in que-
sta situazione sospesa e non definita, in questa inquietudine che
sentite le parti, può disporre con ordinanza la sospensione del processo cademia di Belle Arti di Venezia. Attratto dalla cultura classica e non trova pace, in questa zona grigia tra il bianco e il nero, tra il
quando ritiene di dover valutare la personalità del minorenne all’esito dall’architettura palladiana ricerca le proporzioni e misure giun- giorno e la notte, tra la luce e il buio, tra passato e futuro, dove
della prova disposta a norma del comma 2. Il processo è sospeso per un gendo ad una armonia tra funzionalità e bellezza. Nei suoi gioielli i contorni, non più definiti, sono una massa informe di forme
periodo non superiore a tre anni quando si procede per reati per i quali imprecise, che si perdono nella densa e fosca nebbia del vivere.
è prevista la pena dell’ergastolo o della reclusione non inferiore al mas- troviamo influenze razionaliste e costruttiviste degli anni 20. Ap-
simo a dodici anni; negli altri casi, per un periodo non superiore a un pena ventenne è già docente presso l’Accademia di Venezia, più L'IO, preso dall'apprensione del pericolo, invischiato nella
anno. Durante tale periodo è sospeso il corso della prescrizione. Con tardi sarà chiamato a tenere dei corsi ad Amsterdam presso l’Ac- paura, che gli procura insicurezza, preoccupazione, smarri-
l’ordinanza di sospensione giudice affida il minorenne ai servizi mino- cademia Rietveld e al Royal College di Londra. Negli anni ’80 mento, ansia, turbamento, attanagliato da questo pericolo che
rili dell’amministrazione della giustizia per lo svolgimento anche in col- crea gioielli unici e particolari con forme purissime e colori accesi minaccia la sua esistenza, la sua integrità biologica e delle per-
laborazione con i servizi locali, delle opportune attività di osservazione, ottenuti da resine, troviamo il blu cobalto, il rosso carminio che sone care, vorrebbe fuggire da sé stesso, vorrebbe allontanare la
trattamento e sostegno. Con il medesimo provvedimento del giudice può contrastano con il giallo dell’oro opaco metallo preferito dall’ar- paura, vorrebbe scappare o allontanarsi dalla fonte del dolore,
impartire prescrizioni dirette a riparare le conseguenze del reato e a tista. Realizza esemplari unici di gioielli, solo per alcuni modelli
promuovere la conciliazione con la persona offesa dal reato”» (C. Sa- che paralizza la mente, che ottenebra il pensiero.
ottini, La messa alla prova nell’ordinamento penale minorile: un training realizza una tiratura limitata. E la paura, quando è carica di un presentimento di morte e rag-
per la responsabilità, in M. De Mari, a cura di, L’Io criminale. La psi- Nel frattempo vince premi e partecipa a mostre internazionali fra giunge un'intensità tale e una frequenza tale da causare disagi e
chiatria forense nella prospettiva psicoanalitica, Alpes 2018, p. 197). cui il Gran Prix Japan Jewellery Design. Più tardi ottiene anche sofferenze, disturba lo svolgimento armonico della Vita, domina
Questo è il materiale formale che il saggio sviluppa. Ho sottolineato in il Premio Hebert Hoffman e nel 1991 riceve la Medaglia d’oro l'IO, essendo più forte di lui, condiziona fortemente il suo com-
gessetto i punti sui quali mi sembra che questo Giudice produrrà delle della Baviera alla mostra internazionale della gioielleria. Giam- portamento, gli crea un intenso disagio psichico, causato dalla
singolari forzature ermeneutiche. Per esempio, in ciò che segue si parla paolo Babetto sostiene che il gioiello pur essendo un oggetto in- sensazione che l'IO prova nel pensare di non essere in grado di
di convinzione del giudice, e l’affido ai Servizi è visto come una specie dustriale appartenente alla nostra vita quotidiana può essere anche
di obiettivo del processo, comunque una soluzione al recupero; quando, fronteggiare gli eventi presenti e futuri. E in questa sofferenza
proprio per le ultime osservazioni fatte nella 45a conv., e nel rimando espressione d’arte di cultura contemporanea. Le sue creazioni l'Uomo chiede aiuto. Inutilmente. Non ci sono parole, gesti, si-
alla 28a, e poi nella 46a citando il rimando a Lanza della 31a e un pas- geometriche sono cubi, cerchi, triangoli, realizzati in oro e colori lenzi, capaci di allontanare la paura. Bisogna solo pensare che,
saggio importantissimo della 29a, non sembra affatto questo l’obiettivo primari con resine, l’obiettivo è quello di arrivare ad un essenza quando arriva, non fa del male e scomparirà. Bisogna solo avere
del dPR. Al contrario, l’obiettivo del dPR 448 sembra quello di fornire formale del gioiello, un perfetto equilibrio tra luce e colore tra la forza di attendere che tutto passi.
al minore garanzie contro gli abusi giudiziari – e abbiamo sostanto a meticolosità e ricercatezza di linee geometriche danno bellezza a Cosa difficile, quando la ragione non ragiona più e il cuore è
lungo sulla iatrogenicità del sistema come abuso -, alimentando semmai chi l’indossa. Maurizio Guerra strizzato dalla paura di morire.
all’orizzonte l’idea di predisporre mezzi del tutto alternativi alla sanzione
penale e ai suoi strascichi, alle sue controindicazioni. Da quel che segue La Vita dell'Uomo è un segmento delimitato, con inizio e fine,
sembrerebbe essere insomma in opera una confusione tra psicoterapia e VOLETE INVESTIRE I RISPARMI sulla linea retta, senza inizio e senza fine, della Vita dell'Uni-
affido, una sorta di psicologizzazione del processo. Bruno Romano par- verso, dove ogni punto, l'uno all'altro contigui, sono gli eventi
lerebbe dell’annientamento realizzato dell’uomo-che-entra-in-un’aula-di- della Vita dell'Uomo e della Vita dell'Universo. E su tutto do-
giustizia, dalle cui ceneri sorgerebbero meri «frammenti funzionali di un CON BUONI RENDIMENTI ? mina La Signora Vestita di Nero, con la quale l'Uomo gioca una
uomo, trattati dagli operatori delle tecno-norme in un self-service nor- partita a scacchi, ben consapevole che solo Lei può dargli lo
mativo, prodotto ed usato dal mercato» (B. Romano, Scienza giuridica
senza giurista: il nichilismo ‘perfetto’. Trenta tesi per una filosofia del
Il dott. Paolo Maria BONELLA scacco matto, che egli cerca di ritardare il più a lungo possibile.
diritto. 2005-6, Giappichelli 2006, p. 324). Ma proseguiamo con questa Promoter Finanziario è a disposizione dei lettori Se riesce a farlo, pur essendo un bravo giocatore di scacchi. Ci
logica dell’affido al trainer: «La messa alla prova […] da un punto di sono alcuni che, invece, la sfidano, facendo mosse
vista tecnico comporta quindi un rinvio della pronuncia nel merito del del periodico L’ATTUALITÀ per fornire azzardate, o per incoscienza o per irragionevo-
reato, la cui pena richiesta può tuttavia essere formulata dal PM nel corso lezza o per un latente desiderio di morte. E an-
dell’udienza per renderne il minore consapevole delle possibili conse- * Consulenze sul modo più sicuro di investire i risparmi ticipano così il loro punto di non ritorno. E,
guenze penali, e la sospensione del processo. Viene disposta nel corso del oggi, il coronavirus è la corona che la morte
processo quando il collegio dei giudici, convinto, sulla base degli atti pro- * Consigli sulla previdenza integrativa (Piani Pensione) ha posto sul capo dell'Uomo, incoronandolo
cessuali, della responsabilità penale del minore imputato, decide la so-
spensione del processo perché ritiene che l’affido sia la soluzione Per maggiori informazioni telefonare Re, per dargli l'illusione che può darle lo
migliore per il suo recupero. Per essere applicato quest’istituto necessita scacco matto. Nella partita a scacchi l'Uomo può
di una approfondita valutazione preventiva sul minore, formulata dagli
ai seguenti numeri: 06/684341 - 06/68434360 dare scacco matto al Re. Nella partita a scacchi
operatori psicologici e sociali dell’USSM o da quelli dei servizi territo- della vita il Re non può dare mai scacco matto alla Regina.
riali» (C. Saottini, Op. cit., pp. 197-8). Michelangelo Abbate Trovato Gerardina Russoniello
,
L’ATTUALITÀ, pag. 6 LETTERATURA E ATTUALITA VARIE N. 4 - APRILE 2020

EDITO-INEDITO ORFISMI E NEOSPERIMENTALISMI NEL PERIODO MODERNO


Orfismi e Neosperimentalismi nel periodo moderno sono evidenti sempre di più, se si considera il gioco forza di queste due ten-
(a cura di Gianfederico Brocco) denze. Da una parte la ripresa dei modelli strutturali della Neoavanguardia coincide con lo sviluppo di uno sperimentalismo che ha
nello stile dell'Avant-pop, nei Cannibali e nel Minimalismo ( da G. Vattimo ne "Il pensiero debole" Feltrinelli, ma la Minimal Art nasce
prima in America nel 1950 da Carver) in sostanza in tutto il realismo oggettuale ed esistenziale il suo limite estremo, una specie di
barocchismo moderno che deflagra ingigantendo o rimpicciolendo la parola, a volte adornandola di un senso artificioso e immagi-
Antologia degli Artisti - Ed. Movimento Salvemini 2019 nifico, che tende e si ispira alla tecnologia, (frequenti sono i richiami nell'avvicinarsi in un rapporto concordante-discordante al lin-
Con una bella copertina ,“Un angolo di Parigi”, di Florinda Battiloro, guaggio scientifico e dei mass-media) ha la sua controtendenza in quel senso intimistico-elegiaco prosodico-prosastico, ultimo residuo
si presenta l’ultima nata dell’ormai classica Antologia degli Artisti del della cosiddetta parola innamorata dell’altro versante. È chiaro che questi due punti rappresentano gli Scilla e Cariddi della poesia
Movimento Salvemini. Con l’attento controllo del Prof. Cosmo Sallu- moderna, poli in cui il senso poetico si scontra, non resuscitando né nella forma decostruzionale, né in quella prosodica. In "Proso-
stio Salvemini e con dedica in ricordo dell’Artista Maria Grazia Barta- dia della natura, frammenti di una fisica poetica" (Feltrinelli) Antonio Prete sintetizza il paesaggio come "un'astrazione, spesso una
lucci, l’Antologia seleziona una serie di nomi importanti per la cultura. mimesis dei silenzi più che delle forme" . Una poetica dell'assenza è l'ultimo residuo, lo zoccolo duro
Vogliamo ricordare questi nomi, che per la Sezione Poeti sono: Stefa- dello sperimentalismo post-neoavanguardia (dentro il quale si inseriscono C. Viviani, con "Il silenzio dell’Universo", Einaudi, M. Cuc-
nia Barbieri Guitaldi, Florinda Battiloro, Liana Botticelli, Giovanni chi con "Vite Pulviscolari", Mondadori, Dante Mattia con Lo specchio della mente, Crocetti, G. Frasca con Rame 99, Einaudi e altri)
Campisi, Mario Coletti, Marcella Di Nallo Martino, Paola Lamonica, Ma paradossalmente proprio la funzione autonoma e diversificante del linguaggio poetico, si trova in tutta una vasta gamma di au-
Maria Marsicano, Francesca Pagano, Vittorio Pesca, Gerardina Russo- tori minori che costituiscono il sottobosco di una letteratura altrettanto valida, sempre vivida e piena di fermenti com'è quella del no-
niello, Grazia Maria Tordi. Per la sezione pittori: Anna Maria Chiri- stro tempo. In sostanza alle tematiche più strettamente inerenti a un "realismo esistenziale", improntato a confrontarsi con i
goni, Piero Sarandrea, Regina Senatore, Nico Valerio. Per la sezione mass-media, e le problematiche del mondo, legato anche all'importanza di riviste come il Verri di Luciano Anceschi, 1956, Alfabeta,
fotografi; Vincenzo Maio. Per la Sezione Narratori: Angela Libertini, ora Alfabeta 2, 2013 diretto da Andra Cortellessa, Poesia di
Rosmina Viscusi Passannanti. Per la sezione saggisti: Daisy Alessio, Crocetti, Anterem di F. Ermini ecc. fa da contrappeso tutto un altro tipo di realismo, quello "culturale" che vede nella poesia un ge-
Patrizia Frangini Klum, Marina Giudicissi Angelini, Carlo Morganti, nere non al tramonto, il cui intento proposizionalista è di matrice letteraria, il cui compito è di formare-informando coscienze sulla
Cosmo G. Sallustio Salvemini, Aurora Simone Massimi, Mariannina trasmissione dei valori e di forme di conoscenza che il mondo multimediatico sta lentamente cancellando. (“Sintesi di storia della Let-
Sponzilli, Gabriele Zaffiri. teratura Italiana. Dalle origini fino ai nostri giorni" Amazon.it costo 4,26). Susanna Pelizza
RIVISTE RICEVUTE
*Nuova Impronta, Direttore Filippo Chillemi, casella post. 7-233,
- (00162) Roma. *Il Symposiacus, dir. resp. Pantaleo Mastrodo-
nato, via La Marina 51, 70052 Bisceglie (Bt) *Bacherontius, Dir.
LE CAMPANE, STORIA E TRADIZIONE
Marco Delpino. via Belvedere 5, 16038 S.Margherita Ligure (Ge- La notte in cui Cristo risorge le campane di tutte le chiese suonano lungamente a festa. L’origine delle campane è remotissima; il loro
nova) tel. 0185.286167. *Presenza, diretta da Luigi Pumpo, via impiego è ben documentato presso antiche civiltà: il più antico reperto archeologico è il campanello trovato vicino a Babilonia, ri-
Palma 89, 80040 Striano (Na). *Poeti nella Società, presidente Pa- salente al I millennio A.C. Lo scrittore ebreo-romano Flavio Giuseppe (I sec. d.C.) nelle sue Antichità Giudaiche riferisce che “il Re
squale Francischetti via Arezzo 62 - 80011 Acerra (Napoli) cell. Salomone teneva numerose campane d’oro sul tetto del suo tempio per allontanare gli uccelli”. Sir Austen Henry Layard, scopri-
347.5536446, email: francischetti@libero.it. *Verso il futuro, di- tore di Ninive, trovò a Nimrud otto campanelli fusi in un calderone di rame. In alcune tombe prearcaiche peruviane sono stati trovati
retto da Nunzio Menna, via Scandone 16, Avellino, tel. campanelli in rame da slitta risalenti a prima del 500 a.C. In Cina sono state rinvenute campane (Chung), spesso di notevole dimen-
0825.38269. *Il Convivio, diretto da A. Manitta, via Pietramarina sioni, risalenti al sec.VIII a.C. e si ha notizia della presenza di campane in Giappone, in India e in Egitto. In occidente le prime do-
Verzella 66 95012 Castiglione di Sicilia. (Ct) *Fiorisce un Cena- cumentazioni risalgono al VII sec. a.C.: sono di quest’epoca i campanelli bronzei trovati nelle vicinanza di Sparta; da Eschilo,
colo, fondato da Carmine Manzi 84085, Mercato S. Severino (Sa). Euripide, Tucidide, Aristofane, Strabone e Plutarco sappiamo dell’esistenza di piccole campane in Grecia, mentre a Roma preziosi
*Emozioni 15 Via Doria 5 - 18100 Imperia (cell. 329.4905854 - riferimenti si trovano nelle opere di Tibullo, Ovidio, Manilio e Marziale. In Grecia la campana era conosciuta come Codon, a Roma
e.mail: gdonaudi@yahoo.it) come Tintinnabulum, vocabolo onomatopeico con riferimento al suono. Il termine “Campana” nasce nell’alto Medioevo quando il
vescovo di Nola, Paolino, favorì la produzione per uso liturgico dei “Vasa Campana”, espressione che indicava dei catini emisferi (cra-
teri) in bronzo e poi in terracotta prodotti nella zona di Napoli, in “Campania”, e per la similitudine di forza anche la campana che
INTERVISTA suona fu chiamata come il vaso. Isidoro, vescovo di Siviglia (VIIsec.), nei suoi Etymologiarum sive originum libri al cap. 25 scrive
“Campana a regione Italiae nomen accepit, ubi primum usus huius repertus est”.
Onorio di Autun nella sua opera Gemma Animae accoglie questa etimologia “I vasi più grandi vengono chiamati campani dalla re-
AL PROF. GIULIO TARRO gione Campania, quelli più piccoli Nole dalla città di Nola in Campania. Giovanni di Garlandia nel suo Dictionarius dà una diversa
e fantasiosa etimologia “Campane dicuntur a rusticis qui habitant in campis, qui nesciant judicare horas nisi per campana”. La cam-
pana assume il ruolo di strumento di conoscenza di massa, prima con finalità religiose, poi assolvendo compiti civili, di raduno e in-
citamento alla battaglia e non ultimo quello della nuova scansione del tempo. Nella civiltà rurale le campane hanno sempre suonato
all’arrivo dei grossi temporali o della grandine, per salvare i raccolti. Sulle campane si trova spesso scritto: “A fulgure et tempestate
libera nos Domine” o “Recedat spiritus procella rum” o“Defunctos ploro-nimbos fugo-festaque honoro”.
Nella cultura occidentale la campana è simbolo della cristianità. Le campane della chiesa, oltre a radunare i fedeli, allontanano il ma-
ligno e attirano l’attenzione e la protezione di Dio. Ad essa è attribuita una suggestiva simbologia. La durezza del metallo rappresenta
la forza del predicatore, il battaglio in ferro la lingua del predicatore, il colpo della campana è il richiamo al predicatore a farsi esem-
pio di correttezza, la catena con cui il battaglio sta appeso o sospeso rappresenta la meditazione e la mano che stringe il battaglio è
la moderazione della lingua, il legno dell’armatura che sorregge la campana rappresenta il legno della croce di Cristo, infine il ferro
che unisce la campana al legno rappresenta la carità del predicatore. Nelle varie fasi della vita cristiana la campana assume così un
alto valore simbolico. Essa annuncia al popolo cristiano la nascita di una nuova vita, e ne segna la morte con lenti e profondi rintoc-
chi e, secondo molte tradizioni, tali oggetti sono la Vox Dei che comunica con il suo popolo. Gerardina Russoniello

LA FILOSOFIA DELLA
Il Prof. Giulio Tarro e Giustino Setteducati CORSODIGIORNALISMOINVESTIGATIVO STORIA E LA SUA FINE
Disponibile il corso di giornalismo investi-
PREMIO “IL CONVIVIO” gativo on line a cura della Free Lance In-
Sulla scorta del filosofo J.-F. Lyotard (ci riferiamo al suo ormai
celebre libro: “la condizione post-moderna”, 1979) potremmo ca-
ratterizzare la nostra epoca come l’epoca della fine dei grandi rac-
Premio Internazionale Poesia, Prosa e Arti figurative ternational Press, aperto a giornalisti, conti ovvero delle grandi narrazioni metafisiche, quali quelle
Il Convivio 2020 Scadenza: 31 maggio 2020 espresse dall’illuminismo, dall’idealismo, dal marxismo. Questa
studenti, lavoratori, operatori dell’informa- nostra condizione può del pari essere espressa come la fine di
L’Accademia Internazionale Il Convivio e l’omonima rivista, in col- ogni filosofia della storia. Ora per “filosofia della storia” non bi-
laborazione con “Il Convivio Editore”, bandiscono la XIX edizione zione e a chiunque voglia intraprendere la sogna intendere soltanto una regione in cui si articola il sapere fi-
del Premio Poesia, Prosa e Arti figurative - Il Convivio 2020, cui strada del giornalismo d’inchiesta. Diret- losofico da affiancare ad una filosofia del diritto o ad una filosofia
possono partecipare scrittori e artisti sia italiani che stranieri con della religione.
opere scritte nella propria lingua. Per i partecipanti che non sono di tore del corso: Emiliano Federico Caruso. Con l’espressione “fine della filosofia della storia”, poi, si vuol in-
lingua neolatina è da aggiungere una traduzione italiana, francese, tendere l’impossibilità di guardare al mondo, che abitiamo, da un
spagnola o portoghese. Il premio è diviso in 8 sezioni: 1) Libro di Presidente Free Lance International Press: punto di vista esterno capace di abbracciare da fuori e dall’inizio
poesia edito a partire dal 2016 (3 copie); 2) Libro di narrativa edito alla fine questo stesso mondo così da descriverlo come se si trat-
a partire dal 2016 (3 copie); 3) Libro di saggistica edito a partire dal Virgilio Violo. tasse di un oggetto sebbene “molto grande”. Prima della fine di
2016 (3 copie); 4) Libro edito per autori stranieri con volume pub- ogni filosofia della storia che esistesse questo punto di vista da
blicato a partire dal 2016 (due copie). 5) Una poesia inedita a tema Per maggiori informazioni: Cell.
nessun luogo (nowhere point of wiev) si dava per scontato e si
libero in lingua italiana (5 copie); 6) Narrativa inedita. Si partecipa 324/6879903. Sito: http://mediaflip.org descriveva la storia dell’umanità come se si trattasse di abbrac-
con Romanzo, Romanzo-breve o una Raccolta di racconti (minimo ciare con lo sguardo un grande affresco per coglierne il senso se
25 cartelle, A4, corpo 12, interlinea singola) (3 copie); è da inviare non addirittura il significato.
obbligatoriamente una sinossi dell’opera (max 20 righe), pena Questo vuol anche dire che l’orizzonte della nostra esperienza
l’esclusione. 7) Silloge di Poesie inedite, con almeno 30 liriche, fa-
scicolate e spillate (diversamente le opere saranno escluse) (3 copie); non è trascendibile perché vi siamo sempre ed inevitabilmente di-
slocati. Ma nonostante ciò non siamo condannati a restare ap-
8) Pittura e scultura: si partecipa inviando due foto chiare e leggibili
di un’opera pittorica o scultorea. Per le sezioni n. 5, 6, 7 e 8 è possi- PRO LOCO FONTE NUOVA piattiti sul dato perché sempre ed inevitabilmente lo eccediamo se
bile inviare le opere per e-mail in duplice copia, una con dati perso- www.prolocofontenuova.com di esso pur sempre parliamo.
nali ed una anonima, agl’indirizzi: angelomanitta@gmail.com; Questa verità può essere espressa dal paradosso – credo formulato
angelo.manitta@tin.it oppure enzaconti@ilconvivio.org; le sillogi di Tel/fax 06.90024555 da Gianni Vattimo – per cui l’unica filosofia della storia ancora
poesie o di racconti vanno inviate in un solo file. Si può partecipare per noi praticabile è quella che afferma la fine di ogni filosofia
a più sezioni, ma con una sola opera per sezione, dichiarata di pro- della storia. Infatti anche all’inizio di quest’articolo abbiamo par-
pria esclusiva creazione. Per le tre edizioni successive del Premio, lato di “epoca” e qui per concludere vorremmo far risuonare equi-
l’autore primo classificato non potrà partecipare alla sezione nella PROGRAMMA vocamente questo termine: infatti se si parla comunemente di
quale è risultato vincitore. Non si può inoltre ripresentare lo stesso “epoca storica” tuttavia nel termine risuona l’antico termine scet-
libro edito proposto nelle edizioni precedenti del Premio né parteci- LUNEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo: ore tico “epoché” che rimanda ad una operazione di sospensione (del
pare con opere pubblicate da Il Convivio Editore. Saranno conside- 17:00. giudizio). Allora la nostra epoca sarà quella di una ancora una
rati editi solo i testi forniti di codice ISBN regolarmente registrato. MARTEDÌ ore 09.30 - Yoga: ore 18.00 - Computer. volta paradossale sospensione definitiva?! Stefano Valente
Delle copie inviate, una deve essere corredata di generalità, indirizzo, MERCOLEDÌ ore 09.00 - Ginnastica: ore 11.00 - Ballo:
numero telefonico ed e-mail, le altre copie, se inedite, devono essere ore 16:30 - Bigiotteria
anonime. Il tutto è da inviare entro il 31 maggio
GIOVEDÌ ore 17.00 - Corso di pittura acquarello.
Per invio opere partecipanti e ulteriori informazioni: Premio Il Con-
vivio 2020, Via Pietramarina Verzella, 66 - 95012 Castiglione di Si- VENERDÌ ore 16:30 - Inglese: ore 18:00 - Ginnastica: AVVISO UTILE
cilia (CT) Italia, tel. 0942-986036, cell. 333-1794694, e-mail: Corso di taglio e cucito.
angelomanitta@gmail.com; angelo.manitta@tin.it.; enzaconti@il- 00013 Fonte Nuova (Rm) - Via delle Mimose, 1 Questo giornale non si è mai avvalso di alcun finanzia-
convivio.org; sito: www.ilconvivio.org
Il presidente del Premio - Angelo Manitta Tel. e Fax 06 90024555 - E-mail: prolocofontenuova@tiscali.it mento pubblico, né mai si avvarrà perchè intende
restare organo di informazione libera ed imparziale.
Sono aperte le iscrizioni al Corso di Acquerello. Ri- Viene finanziato dalle quote associative annuali.
La collaborazione al periodico volgersi alla Pro Loco di Fonte Nuova (Roma), via Vuole essere anche un mezzo di formazione civica e
delle Mimose 1 (tel. 06.90024555) ogni giovedì morale, ritenendo più che mai attuali gli insegnamenti
“L’Attualità” è aperta a tutti dalle ore 17 alle ore 19. salveminiani.
N. 4 - APRILE 2020 LETTERATURA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 7

L’EVENTO EDITORIALE DELL’ANNO GIANLUIGI NUZZI, “GIUDIZIO UNIVERSALE. LA BATTAGLIA FINALE


DI PAPA FRANCESCO PER SALVARE LA CHIESA DAL FALLIMENTO”
(Edizioni Chiarelettere)
Nel cuore della Santa Sede, all’interno del Palazzo apostolico, i cardinali sono impegnati da mesi in un’operazione di salvataggio che
sempra impossibile. Un piano segreto di emergenza da realizzare prima che sia troppo tardi. I clamorosi dossier riservati che com-
pongono la nuova inchiesta di Gianluigi Nuzzi tracciano uno scenario desolante: la Chiesa è prossima al default finanziario. Man-
cano i soldi per pagare i dipendenti, sono sospese le ristrutturazioni dei palazzi, è minacciata la sopravvivenza delle parrocchie in Italia
e nel mondo. Questo libro è un viaggio esclusivo nelle stanze più inviolabili dei sacri palazzi, tra riunioni a porte chiuse dove è stato
possibile ascoltare a viva voce i moniti e le parole allarmate di Papa Francesco.
E’ un racconto in presa diretta realizzato grazie a oltre tremila documenti top secret che arrivano fino all’estate del 2019. Chi gesti-
sce i depositi milionari intestati a cardinali e laici ormai defunti? Perchè molte Fondazioni benefiche registrano passivi clamorosi e
nessuna rendicontazione? Che fine fanno i lasciti dei fedeli? Perchè allo IOR, già prima delle dimissioni di Benedetto XVI, tanti
clienti fuggono chiudendo i conti? Voragini nei bilanci, crollo delle offerte, lotte di potere, ombre di tre Banche con contabilità mi-
steriose che sfuggono ad ogni controllo e che alimentano interessi opachi. Questo libro fotografa una realtà che potrà essere affron-
tata solo se non resterà nascosta, ma diventerà patrimonio di tutti. Maria Luisa Marcilli

CARLO PALERMO, “LA BESTIA. DAI MISTERI D’ITALIA


AI POTERI MASSONICI CHE DIRIGONO IL NUOVO ORDINE MONDIALE” (Edizioni Sperling e Kupfer)
2 aprile 1985: l’auto che porta Carlo Palermo al suo ufficio, nella Procura di Trapani, salta in aria. Lui e la sua scorta si salvano; muo-
iono invece una giuovane donna e i suoi due bambini. Che cosa, nelle sue inchieste, ha scatenato la vendetta? Il giudice continua a
indagare, anche dopo aver lasciato la Magistratura. Le sue ricerche prendono corpo quando, nel 2016, scopre che pochi mesi prima
di morire Giovanni Falcone aveva curato un’operazione segreta: l’estradizione dagli Stati Uniti di un terrorista arabo, il primo fab-
bricatore di autobombe realizzate con esplosivo militare (usato poi per gli attentati di Pizzolungo, dell’Addaura, di via D’Amelio).
E’ una nuova luce sulle stragi mafiose? Vecchie carte e atti processuali rimasti per molti anni sepolti negli archivi conducono ad un’ine-
dita lettura di alcuni tra i più grandi misteri italiani, dall’omicidio di Aldo Moro all’attentato a Papa Wojtyla, alle stragi del 1992-1993,
agli attacchi terroristici alle Torri Gemelle di New York e al Bataclan di Parigi. Collegamenti criminosi documentati permettono di
individuare attività concepite da un direttorio internazionale, radicato in apparati politici e militari che ha manovrato la Storia euro-
pea, l’estremismo islamico, la democrazia incompiuta del nostro Paese. Le chiavi interpretative di questo complesso quadro mondiale
sono nascoste nei palazzi del Potere. L’Autore le insegue in una ricerca infaticabile tra misteri e macchinazioni diaboliche che ri-
conduce, alla fine, a Trapani, proprio là dove, trant’anni prima, l’indagine ha avuto inizio. Maria Luisa Marcilli
Carlo Palermo (Avellino, 1947), avvocato, è stato Giudice Istruttore presso il Tribunale di Trento dal 1980 al 1985, anno in cui è stato
Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Trapani. Nel 1990 ha lasciato la Magistratura. E’ stato deputato e consigliere regionale
a Trento. Ha pubblicato “L’attentato” (1993), “Il quarto livello”, “Integralismo islamico, massoneria e mafia” (1996), “11 set-
Prenotare copie via mail: stampa.europaedizioni@gmail.com tembre 2001, ultimo atto?” (2002).
A questo libro è stato conferito il Premio Menotti Art Festival per la
Saggistica (Spoleto, 21 settembe 2019).
MARCO FOLLINI, “DEMOCRAZIA CRISTIANA. IL RACCONTO DI UN PARTITO”
(Editore Sellerio, Palermo)
HAYDEN HERRERA, Questo libro è un ritratto impietosamente obiettivo, ma non privo di affetto, della Democrazia Cristiana, il partito in cui l’Autore ha
“BIOGRAFIA DI FRIDA KAHLO” militato come dirigente. E’ un’interpretazione, anzi un’analisi antropologica, del partito-Stato che ha governato la Repubblica per un
cinquantennio. Si affrontano tanti temi: il rapporto dei democristiani con il Potere, con la Destra, il partito-diga contro il comunismo,
il legame con la Chiesa. Il libro si concentra anche su altri argomenti: l’atteggiamento verso il lusso, le dimore dei dirigenti e dei mi-
Alla fine degli anni ‘Novanta la città di New York è tappezzata di litanti, biografie di personalità, aneddoti, le due anime simboliche di Andreotti e di Moro, gli “appagati” e i “tormentati”.
manifesti che raffigurano i quadri di Frida Kahlo. Un suo autori- Viene esaminato l’enigma della lunga persistenza al Potere (caso più unico che raro nei Paesi dell’Occidente), viene illustrata la con-
tratto viene venduto da Sotheby’s per oltre un milione e mezzo di vivenza perfettamente equilibrata tra posizioni politiche molto lontane tra loro, l’attitudine a comprendere i fenomeni sociali.
dollari. A Hollyvood si girano film sulla sua vita e i giornali di Su tutto il testo aleggia la convinzione di Follini che la vicenda della Democrazia Cristiana sia da guardare come un lungo e oscuro
tutto il mondo la chiamano “la grande Frida”, “la regina di New presagio. Maria Luisa Marcilli
York”. Come se non bastasse, anche il mondo del glamour ne va Altre pubblicazioni di Marco Follini: “La volpe e il leone”, “Etica e politica nell’Italia che cambia”, “Noia, politica e noia della
pazzo: vengono stampate magliette, cartoline, poster con la sua politica”.
immagine, abiti e gioielli che ne ricalcano lo stile. Ma chi era ve-
ramente Frida Kahlo e perchè si parla ancora di lei? Nata nel 1907
a Cayoacan, in Messico, Frida sembra un personaggio uscito dalla
penna di Gabriel Garcia Marquez: piccola, sopravvissuta alla po-
liomelite all’età di sei anni ed a un brutto incidente stradale (a 18
LE CONFESSIONI DEL SIGNOR NESSUNO
anni) che la lascerà invalida, con tremendi dolori alla schiena che (Fatto realmente accaduto)
la perseguiteranno fino alla morte. Nella vita privata e nella pro-
duzione artistica, Frida è combattuta tra due anime: il candore, Era da poco tempo che era deceduta mia madre ed io ero il più vecchio dei 3 figli. Nostro padre era quasi sempre via per lavoro e ci
da un lato, e la ferocia, dall’altro (la poeticità della Natura contro seguiva un'anziana signora che ci conosceva da tanti anni per cui, a parte la retribuzione, si era assunta l'onere di non abbandonare 3
la morte del corpo. La vita di Frida è un viaggio che affonda nella ragazzi al loro destino. Era una paesana, una donna molto semplice alla quale dobbiamo molto perché altrimenti saremmo finiti tutti
pittura tradizionale dell’Ottocento, nei retablos messicani, in in un collegio come del resto mio padre, essendo io il più vecchio, mi aveva proposto. Rifiutai, così andammo tutti e 3 insieme verso
Bosch e Bruegel, ma che subisce prepotentemente il fascino degli un futuro quanto mai incerto vivendo praticamente alla giornata. Frequentavo il liceo ma in modo molto particolare ed insolito, al
uomini più famosi del suo secolo (il muralista Diego Rivera, ma- punto che un giorno la preside convocò mio padre consigliandogli di farmi fare una visita psichiatrica essendo al di fuori dell'andazzo
rito fedifrago che le rimarrà accanto fino alla fine, Trotski, di cui borghese e scontato delle famiglie benestanti. Di notte, in casa eravamo solo noi 3 perché la signora che ci seguiva alla fine della
diverrà l’amante, Pablo Picasso, che un giorno al cospetto del ma- giornata se ne tornava a casa sua. Un pò svitato e forse decisamente sbandato facevo quello che mi pare anche se un vago senso di
rito disse.”nè tu nè io sappiamo dipingere una testa come Frida”). responsabilità mi diceva di stare attento a non fare il mascalzone andando tutto il giorno fuori di casa strafregandomene di tutto.
La Biografia di Hayden Herrera (massima esperta vivente sulle Chissà come, cominciai a leggere i libri di letteratura fino a conoscere profondamente la vita di vari poeti italiani ed a scrivere temi
opere di Frida) non è soltanto un’indagine poetica su una delle incredibili che andavano da pessimi voti al dieci con lode. Feci l'esame di stato in italiano impressionando il docente per la mia par-
più grandi pittrici del Novecento ma è soprattutto un libro di pas- lantina forbita e dotta su tutto l'arco della letteratura nel programma d'insegnamento e d'esame. In quel periodo successe qualcosa d'in-
sione politica, di amore, di sofferta ricerca artistica. E’ la soffe- credibile che ancora ricordo nitidamente: di notte una grossa ombra oscura, distinta dal buio circostante me si parò davanti
renza che portò Frida a dipingere ossessivamente autoritratti svegliandomi chissà come.Aprì gli occhi non so perché dato che non ero stato toccato e nessun rumore mi aveva svegliato. Per la paura
spietati e nature morte sensuali, quasi volesse (mettendole sulla ebbi l'unica reazione che potevo avere alzando il lenzuolo per coprirmi e non vedere. A distanza di tanti anni dall'accaduto ricordo
tela) strapparsi di dosso le proprie cicatrici e vivere finalmente ancora nitidamente la scena come un fatto reale e non un sogno.
una vita libera e felice. Maria Luisa Marcilli Quasi fosse un marchio indelebile d'infamia o maledizione portavo dentro di me questo orribile ricordo quando a d un certo punto,
forse avvicinandosi il momento di morire per l'età decisi di dedicare diverso tempo alla preghiera ed a letture religiose sperando di
controbilanciare il ricordo con una mentalità aperta alla fede ed a Dio. Ma niente da fare, il ricordo dell'ombra oscura prevaleva psi-

LA SUDDITUDINE (racconto)
cologicamente in modo negativo su ogni mio tentativo di cancellarlo o sminuirne la portata. Finchè poco tempo fa è accaduto qual-
cosa d'incredibile: di notte mi sveglio ed uno strano bagliore diverso da quello di una lampadina accesa avvolge il mio capo ed un
profumo di violetta si fa nitido al mio odorato. Mi guardo intorno per convincermi che non fosse una lampadina accesa la causa di
quella strana luce che mi avvolgeva. Ieri notte mi è successa una cosa simile, mi sveglio e noto intorno a me uno strano bagliore che
non proveniva da nessun interruttore della luce. Rimango sbalordito ed un pò spaventato guardandomi intorno più volte per capire
È una sensazione che si prova quando si sta soli oppure quando se era veramente vero quello che vedevo. Era proprio così, una strana luce era intorno a me, durò qualche istante poi si dissolse la-
si sta in compagnia ma gli altri non possono o non vogliono sciando spazio al solito buio della notte. Per capire se stavo sognando guardai attentamente il solito buio notturno e capii allora che
farci compagnia. È una forma di schiavitù. È una sensazione quella strana luce sorprendente era una realtà di cui non potevo dubitare. (continua) Eugenio Morelli
peggiore della solitudine. Bisogna reagire. Bisogna cercare
forza in Dio e in noi stessi. La “sudditudine” era un neologi-
smo che Lina aveva coniato in un momento di solitudine.
Quel giorno il vento soffiava come uragano, la pioggia cadeva
a raffiche. Lina soffriva al pensiero che tante persone erano
LE RELAZIONI SOCIALI ENTRO IL 2040 SAREMO
costrette ad uscire di casa per andare a lavorare, per acquistare
generi alimentari, per rilevare figli o nipoti dalla scuola. Lei si ALLUNGANO LA VITA TURISTI SULLA LUNA
riteneva fortunata perché viveva in una casa La gara è aperta e la Nasa si dichiara pronta a portare uomini
accogliente, ben riscaldata. Aveva il fri- Grazie alla scienza medica e al miglioramento delle sulla superficie della luna in poco meno di due mesi. Il Progetto
gorifero pieno di cibo. Due figli belli condizioni di vita, si vive più a lungo. A metà ’800 si chiama “Human Landig System” e dovrebbe essre pronto nel
e sani. Doveva solo ringraziare Dio, la durata della vita media in Italia non superava i 30 202 Nel 2024. Il Lander la navicella che materialmente condurrà
non lamentarsi per il fatto di non le persone sul suolo lunare sarà composto di tre elementi: un vei-
poter uscire di casa. Doveva saper anni e raggiungeva nel 1891 i 38 anni. colo di trasferimento per arrivare a un’orbita più vicina alla luna,
attendere, finquando il tempo sa- In seguito tutto è migliorato, fino ad arrivare ad oggi, un modulo per l’atteraggio e un veicolo di risalita. Per chi potrà,
rebbe migliorato. Pensava che era quando, secondi i dati Istat del 2019, la vita media è buon viaggio. Marina Giudicissi
giusto accontentarsi di stare bene di 80,8 anni per gli uomini e di 85,2 anni per le
in salute, con i propri cari. Accon-
tentarsi di vivere nell’armonia della donne. Secondo gli stessi dati, risulta che minore è
propria famiglia, di essere economi- il grado di istruzione, più alta è la mortalità. Caro lettore, ricordati di rinnovare la quota
camente autosufficiente. Pensava che Vive inoltre più a lungo chi ha un più ampio tessuto associativa a questo periodico che,
questi fossero i valori più importanti e che relazionale. Bisogna quindi cercare di socializzare essendo “super partes”, intende restare
ogni altra cosa fosse secondaria. Si consolava al pensiero che
il tempo è in grado di risolvere ogni problema. Bastava aver anche a tarda età, perché ciò fa bene e allunga la vita. un libero organo di stampa.
fede nella divina Provvidenza. Angela Libertini Mario Coletti
L’ATTUALITÀ, pag. 8 MEDICINA E ATTUALITA’ VARIE N. 4 - APRILE 2020

LA DOPPIA VITA DELL’INSIDIOSA CANDIDAALBICANS A PROPOSITO DI OSTEOPATIA…


Il professore Giancarlo Fiorelli (nella foto), da poco andato in pensione dopo
A questo micete, causa di fastidiose (e non solo) micosi, si potrebbe addire, parafrasato, il verdiano 43 anni di insegnamento in Scienze Motorie, e cinque lustri spesi al servizio
verso della celebre aria: “La donna è mobile”, allorché muta di forma e, da saprofita, diviene agente degli ammalati tramite la onlus Soccorso Amico, ha deciso in età matura di ap-
patogeno molto virulento. Quando con-vegeta con altri microrganismi saprofiti, mantiene una non profondire gli studi della sfera osteopatica iscrivendosi al prestigioso
patogena forma sferica, ma cosi come minaccia di diventare la Rosina nella celebre aria del rossi- C.E.R.D.O. (Céntre pour l’Étude, la Récherche et la Diffusion Osteopathi-
niano “Barbiere di Siviglia”, sarà cattivissima, se vengono eliminati i con-vegetanti. Allora sviluppa ques) di Roma, diplomandosi brillantemente alla fine del corso di sei anni. Lo
ciglia e, quindi, altro che una vipera, provocherà guai seri per chi la ospita. Come microrganismo, incontro nel suo studio a Salerno e gli chiedo cosa è esattamente l’osteopatia
rientra in quella categoria di “animalia” la cui azione patogena era stata intuita da Terenzio Varrone e cosa si propone come disciplina medica.
Professore cosa è l’osteopatia e cosa cura? L’osteopatia nasce nel 1892 a
due millenni prima della loro scoperta con il microscopio. Egli, infatti, aveva attribuito la causa di Kirksville (Missouri) da una intuizione e sperimentazione del medico statuni-
gravi malattie ad animaletti così piccoli da non potersi vedere con gli occhi. L’intuizione di Teren- tense Andrew Taylor Still (1828-1917). Essa è una disciplina olistica (dal
zio Varrone appare ancora di più come frutto di un adamantino cervello di un vero Genio, allorché greco: olos tutto, intero) che prende in considerazione la globalità della per-
si pensi a ciò che viene riportato come aneddoto quando Robert Koch aveva comunicato la sua sco- sona. Infatti considera l’individuo fatto di materia, movimento e spirito (la ma-
perta nell’aula dell’allora più famoso patologo Rudolf Virchow. Questi, colpito nel suo narcisistico teria riguarda la struttura, il movimento riguarda i visceri, lo spirito riguarda
potere, gli riversò risate di scherno, affermando: “Sarebbe meglio che questo giovane medico que- il sistema nervoso). Agisce contemporaneamente sulla sfera osteoarticolare,
gli animaletti se li cercasse sulla propria testa”. (**). Strana costante coincidenza lungo il corso craniosacrale, viscerale, psicologica ed energetica dell’individuo.
della mia ormai lunga vita tra disavventure e opportunità di acquisire o approfondire conoscenze. L’osteopatia colloquia con i tessuti e li fa interagire fra loro, affinché trovino
le risposte corrette all’informazione d’origine. In questo ambito l’osteopatia si
Stavolta ero inciampato e caddi sul marciapiedi alquanto accidentato di buche, riportando escoria- prefigge di trattare una disfunzione: la disfunzione osteopatica è una diminu-
zioni, tutte a destra: al ginocchio, gomito e sul dorso di tre dita della mano. Mentre al ginocchio ed zione della forza vitale in un tessuto vivente, espressa da una diminuzione
al gomito dette ferite guarirono per prima intenzione, sul dorso e penultima falange del mignolo, della sua mobilità, della sua vibrazione e della capacità di espansione e retrazione. La disfunzione osteopatica
medio e anulare il decorso è stato alquanto più travagliato, anzitutto per il contatto con l’acqua. Ma è definita classicamente come una restrizione di mobilità tissutale, ma è anche una alterazione emodinamica,
le complicazioni son venute dopo: perché, per ogni antibatterico tentato (mercurocromo, una prima neurovegetativa, endocrina ed umorale locale e generale dell’individuo. I fenomeni di infiammazione, stasi,
e una seconda pomata antibiotica), le ferite divenivano sempre più ulcerose e dolorose. Due setti- fibrotizzazione e sclerosi tissutale indotti dalla disfunzione, creano una variazione dell’interscambio bio-umo-
mane di peggioramento, quando un collega omeopata mi consigliò Graphites 30 CH. Dopo al- rale e neuroinformazionale tra tessuti, organi, sistemi adiacenti e a distanza. L’organismo su tale base crea una
cune ore, diminuiva il dolore e in un paio di giorni seguì la guarigione. Se le cose stanno così, serie di risposte efferenti e adattamenti periferici che hanno lo scopo di mantenere l’omeostasi organica. Qua-
lora la risposta non appaia soddisfacente in funzione dell’informazione, sia tattile, visiva, verbale o d’altra na-
questo micete dovrebbe venire considerato da tutti i sanitari come un sorvegliato speciale, in spe- tura, si instaura nel corpo la disfunzione, primo passo verso la patologia. Compito dell’osteopata non è la
cie perché, come giunge notizia dagli States, si é sviluppato un ceppo resistente a tutti gli antimi- prescrizione di farmaci, pur avendo egli condotto approfonditi studi di anatomia, radiologia, fisiologia, neu-
cotici disponibili sul mercato farmaceutico. Il principale motivo per cui, da allopata ostilmente rologia, perché non tratta una patologia, ma una disfunzione che potrebbe sfociare, se non trattata, in malat-
scettico nei confronti dell’Omeopatia (per giunta sostenuto dalle esperienze di sorprendenti effetti tia. Quanti trattamenti vanno eseguiti per risolvere una disfunzione? Ogni trattamento dura dai 45 ai 60
placebo avute in specie durante la mia pratica di medico di famiglia), finii per prenderla in seria con- minuti. Per una risoluzione definitiva non esiste un numero preciso di trattamenti considerando che ogni corpo
siderazione (cioè non tanto per gli effetti terapeutici, bensì per aver più volte constatato quelli pa- reagisce in tempi propri e diversi alla terapia.
togenetici dovuti ad autocure da parte di pazienti non adeguatamente informati) è stato l’aver Soddisfatto e grato per le esaurienti risposte ricevute, saluto il professore lasciando lo studio tra gli sguardi in-
constatato che i rimedi omeopatici non sono innocui e che, pertanto, vanno adoperati secondo quelle curiositi dei pazienti che sono stati involontari spettatori di questa incredibile intervista. Antonio Di Donato
fondamentali norme dettate da Ippocrate, cioè con prudenza, perizia e diligenza. Chi
contesta l’efficacia terapeutica dei rimedi omeopatici, in base al criterio allopatico
che conditio sine qua non per l’azione farmacologica di una sostanza sia il con-
tenuto ponderale di elementi chimici. non contenendo tali rimedi più alcuna mo-
lecola, per i casi in cui si ottenga un effetto positivo, lo si attribuisce a effetto
LE CONFESSIONI DEL SIGNOR NESSUNO
(Seconda parte) Qualcuno potrebbe chiedersi il perché di queste confessioni che magari non interessano a nes-
placebo. Ma in un’era in cui si parla di Quark, Super-quark, cioè in cui è ormai suno non essendo io un personaggio celebre. Il punto critico è proprio questo: se fossi una personalità sarei un
scientificamente dimostrato che la materia è costituita da particelle (atomi, mo- illustre conservatore di questo sistema nel quale saprei distinguermi con tutto l'interesse a mantenerlo ma il sot-
lecole o ioni), si può ancora argomentare sull’attività farmacologica di una so- toscritto, pur nel suo piccolo, è un riformista non violento del disordine prestabilito ed è per questo che non
stanza in base a quanto intuito dai primi filosofi greci (Democrito, Eraclito ecc.) vuole e non può emergere nell'attuale panorama ecnomico/politico/istituzionale.
che l’ultima parte della materia sia l’atomo? Per più puntuali argomentazioni v. sul A meno che non si sia come Tomaso Moro che pur barcamenandosi molto bene nel suo tempo in quanto a car-
sito: www.pierluigilando.net: “i rimedi omeopatici non sono acqua fresca - come sono riera, seppe rinnegarla in nome del buon Dio. Ma attualmente è ben difficile che un ricco epulone si trasformi
approdato all’omeopatia” Pier Luigi Lando volontariamente in un povero lazzaro, passerebbe da fesso ed ingenuo. Ebbene, tornando ad Eugenio Morelli
posso dire che fin da piccolo sono stato dalla parte dei più deboli. Come nei giochi mi mettevo sempre dalla
N.B. Aggiungo a quanto detto in questo articolo che i miei pregiudizi contro l’Omeopatia non erano parte della squadra perdente perché era fin troppo facile mettersi con i più forti. Poi nella vita mi sono imbor-
stati scalfiti neanche dalla testimonianza del leprologo operante in Africa (che incontrai a Messina ghesito diventando anch'io schiavo di quel complesso dell'ostrica così ben definito da don Tonino Bello quando
da inviato in rappresentanza del Ministero della Sanità per la Giornata mondiale dei malati di leb- diceva che godiamo stare dentro il recinto delle nostre piccole sicurezze. Ma ogni tanto mi affibbio uno scos-
bra) che mi aveva parlato di sue esperienze indirette sull’efficacia di terapie omeopatiche in lebbrosi. sone romantico come quella volta che tremando dall'emozione mi alzai in piedi rimproverando tutti i partiti
che riunitisi per dare spazio alle opinioni della gente comune alla fine parlarono solo loro lasciando i presenti
con la bocca asciutta ancora una volta disgustati da una politica squallida di piccoli uomini infingardi e tradi-

I SENTIMENTI SONO LA CHIAVE DI TUTTO tori. Oppure come quel giorno che in una riunione indetta per i medici di Medicina generale, il direttore della
USL locale credendo di farla franca con il solito discorsetto accomodante ascoltò a disagio la mia protesta di-
cendo che noi medici dobbiamo sciropparci le miserie, le pene, i disagi della povera gente che hanno nel me-
dico l'unica persona che li ascolti.
Il covid 19 ci ha messo sotto gli occhi il comportamento irresponsabile dei giovani, non curanti del Per ora basta così, ma non temete, il Signor Nessuno continuerà la sua personale crociata non violenta e non
pericolo dichiarato dai virologi, hanno fatto spallucce agli appelli delle autorità e dei medici spe- sarà certo per il Santo Graal quanto per i veli pietosi che in abbondanza vengono stesi per nasconderci e di-
cialisti fregandosene degli altri, soprattutto dei più fragili. Massimo Galli, direttore responsabile mostrare che non esistiamo. Eugenio Morelli
del reparto malattie infettive del Sacco lo ha detto chiaramente “se non capiscono i locali vanno
chiusi” e così è stato, inoltre “pensano che gli anziani a casa siano spazzatura da buttare, in troppi
si comportano come se il coronavirus non li riguardasse, come se fosse solo un problema degli an- Intervista a Michele Giacinto Bianchi
ziani”. Ma da dove deriva un comportamento egoista e così antisociale?
La faccenda è molto complessa e non basterebbero le teorie dei migliori psicologi, sociologi, filo-
sofi e chi più ne ha ne metta per dare una spiegazione ad atteggiamenti simili. È cosa acclarata che
FRAINTENDIMENTI (II): IL TRAINER DEL MINORE
i giovani di oggi non sono paragonabili a quelli di venti o trenta anni fa, non perché abbiano qual-
che colpa particolare ma sono le circostanze e il tempo che li circonda è cambiato, tutto gira attorno
al tempo, la parola magica da cui oggi non possiamo sfuggire. Non abbiamo più tempo per ascol-
INCARNA UNA SCIENZA GIURIDICA SENZA GIURISTA?
tarli, per uscire con loro, dobbiamo lavorare, andiamo sempre di fretta, non vogliamo che ci diano (48a parte) Nel 2016 si è stabilito: «Il giudice non può provvedere alla sospensione del processo con
problemi, ma quale legame creiamo con i nostri figli se non ci concentriamo sui contenuti da tra- messa alla prova dell’imputato minorenne senza che sia stato predisposto il progetto di intervento ela-
smettergli? Essere padre, madre, educatore non significa trasmette nozioni ma costruire dei legami borato dai servizi sociali minorili, né la presenza delle parti in udienza è sufficiente a garantire il con-
nei quali passano contenuti che creano un individuo equilibrato e felice. Bisogna educare ai senti- tradditorio sul progetto, stante la mancata predisposizione ad opera dei servizi legittimamente
competenti» (Cassazione penale, sez.III 08/09/2016). Che significa? Significa che da quel momento si
menti e per fare questo c’è bisogno di tempo. Siamo noi adulti che abbiamo il dovere di educare agli è voluto dare un ruolo più importante al progetto predisposto dai Servizi sociali competenti individuati.
affetti, all’empatia, un abbraccio ad esempio dice molto più di un discorso, colpisce la nostra di- Per non rendere improcedibile la proposta di messa alla prova, e quindi al fine di consentire al giudice
mensione interna, quella più vera. Più emotività e sentimento faranno si che la catena dei compor- di disporre con ordinanza la sospensione del processo, diventa presupposto necessario il programma
tamenti virtuosi e socialmente accettabili siano sempre più virali ed adottati dalla stragrande “valutare la personalità del minore in atto” – attenzione: in continua evoluzione - e, insieme alla valuta-
maggioranza dei giovani. Ariana Paolucci zione, il programma di produrre anche una prognosi positiva dell’eventuale progetto rieducativo e riso-
cializzante a cui verrà inserito il minore. Si tratta però di questo: relazionare sulla situazione personale
RIDI CHE TI PASSA
Lo yoga della risata potrebbe sembrare una trovata bizzarra che promette apparentemente benefici psi-
familiare e sociale del minore e rappresentare in maniera precisa e dettagliata le attività che l’imputato
andrà a svolgere. Nient’altro. Ai fini dell’ammissione al beneficio della sospensione condizionata, il giu-
dice valuterà le caratteristiche plastiche della personalità del minore, uno per uno, concedendo la messa
alla prova in una fase preliminare alla pronuncia sul merito. In che senso “valutera”? «L’ammissione è
cofisici, fermo restando che questa disciplina viene praticata in più di 6000 club in 72 Paesi, un fenomeno subordinata al vaglio discrezionale dei 2 di 7 giudici di merito circa la possibilità di rieducazione e di in-
di portata mondiale. È risaputo quanto ridere faccia bene al corpo e alla mente, anche in una situazione serimento del soggetto nella vita sociale ed è espressione di un giudizio prognostico - insindacabile in
delicata come quella che stiamo attraversando - “Il Coronvirus”. sede di legittimità se sorretto da adeguata motivazione - condotto sulla scorta di molteplici indicatori, ine-
Lo yoga della risata fondato dal medico Madan Kataria nel 1995, radunò un piccolo gruppo in un parco renti sia il reato commesso sia la personalità del reo, da lui manifestati anche in epoca successiva al fatto
pubblico e lo iniziò ai fondamenti della nuova disciplina. Si basa su una serie di esercizi finalizzati ad incriminato» (Cassazione penale, sez. V, 12/10/2016 n. 48288).
auto-indursi alla risata, finchè quest'ultima da volontaria non diventa spontanea . Ridere favorisce un M. Bianchi: Qui occorre mettere a fuoco il punto. Qui, “possibilità” (di rieducazione e di inserimento
apporto maggiore di ossigeno al corpo e al cervello, così essa viene abbinata alla respira- del soggetto nella vita sociale) è integralmente sbilanciato sul minorenne, e non sul potere performativo,
zione dello yoga. I benefici ottenuti sono - una riduzione dello stress, si abbassa il livello o falsamente trasformativo, dei Servizi cui verrà temporaneamente affidato e che stilano il progetto. Pos-
di cortisolo, l'ormone dello stress, con il risultato di migliorare l'umore e il ritmo sonno sibilità equivale a sommessa e a salto nel buio. In una parola: fiducia. Il giudice dà fiducia al minore, e
veglia, offrendo un valido sostegno anche in casi di ansia e depressione. In secondo indipendentemente dalla gravità del fatto di cui è imputato. Mi pare continui ad essere questo il punto
luogo, questa disciplina - favorendo l'ossigeneazione - svolge un ruolo importante essenziale di tutta la faccenda che sfugge a chi, invece, psicologizza il macchinario giuridico. È quel
per regolarizzare la pressione, rafforzando il sistema cardiocircolatorio, nonchè quello deve evincersi dal saggio del 1996 sul “sostegno” e sulla “posizione” dell’operatore - trainer, perché no?
immunitario. Per ottenere risultati è importanta la costanza nella pratica. Una lezione - pubblicato con il collega psicoanalista Massimo Termini. Tutta la teoria di Gaetano De Leo vi si con-
è composta da tre parti si comincia con un riscaldamento yodico, si prosegue con la centra e vi si rilancia. Se il trainer, qui, produce un’azione non semplicemente dell’ordine di una per-
pratica della risata auto - indotta, seguita da esercizi di respirazione e stretching, infine formance, allora, entra in sintonia con l’intenzione del giurista custodita dalla norma e, in uno, favorisce
abbiamo la meditazione della risata, che permette di abbandonarsi a una risata sponta- una trasformazione possibile nel minore. La “possibilità” di cui parla il giurista, ripeto, non sta sul ver-
nea e a terminare con il rilassamento e un liberatorio Yes urlato al Mondo e alla Vita. sante del trainer ma su quello del soggetto. Certo, senza il sostegno di un partner-trainer capace di so-
Provare per credere. Francesca Pagano spendere l’azione ortopedico-trasformativa (pseudo-trasformativa) il minore non può non interrompere
i suoi processi educativi in atto. Qui “in atto” significa: “in un flusso”, “non interrompibili secondo lo-
giche aprioristiche”, in evoluzione continua come dice benissimo caro Avvocato. E in effetti l’immagine
LE GIOIE DI MARIA CRISTINA DI SAVOIA
Figlia di Vittorio Emanuele I e di Maria Teresa d’Asburgo Lorena nel 1832 sposa Ferdinando II re delle
di Romano qui è perfetta. Se quel flusso fosse pensato come interrompibile, per esempio sulla base di
esigenze standardizzate in funzione dell’età e in rapporto ad una teoria stadiale dello sviluppo si tratte-
rebbe pur sempre di un flusso fatto di fotogrammi, frammenti funzionali di un soggetto a questo punto
Due Sicilie. La “Reginella Santa” beatificata nella Basilica di Santa Chiara a Napoli il 25 gennaio 2014 trattati/trattabili dagli operatori-trainers delle tecno-norme.
esperta in classificazione di pietre preziose incentivò lo sviluppo dell’industria napoletana per l’arte della M. Abbate Trovato: Prima di vedere come viene interpretata la decisione della Cassazione nel saggio
seta a San Leucio e del corallo a Torre del Greco. I ritratti di Maria Cristina di Savoia raffigurano la della Saottini aggiungo un altro elemento, stavolta del 2017, dove secondo me anche qui si produce un
moda del costume e del gioiello del periodo. Il dipinto del pittore Carlo de Falco,1834, ritrae la regina grave equivoco. Non è necessario che l’imputato confessi il fatto: «la confessione da parte del minore
con un abito con scollatura dritta, corpetto pieghettato a V, maniche a sbuffo, guanti, volant, scarpe di seta. non integra un presupposto necessario, ma rappresenta un elemento sintomatico da cui desumere il rav-
Una pettinatura con piuma, velo in pizzo e diadema con perle goccia e diamanti. Indossa una collana con vedimento, necessario per formulare un giudizio prognostico positivo sulla sua rieducazione e sull’evo-
due fili di perle e orecchini lunghi di perla a goccia. Celebrativo è il ritratto del pittore Giuseppe Navarra luzione della personalità verso un costruttivo reinserimento sociale» (Cassazione penale, sez. I,
del 1830, dipinge Maria Cristina a mezzo busto, veste un ricco abito di velluto, una collana di diamanti 09/05/2017, n. 40512).
a taglio ovale, gli orecchini con tre pendenti cesellati e diamanti, un scintillante aigrette a forma di fiori M. Bianchi: Anche qui, sarà importante notare una doppia contingenza: la contingenza della confes-
adornano i capelli. L’aigrette in francese anche indica un volatile, l’egretta, le piume di questo uccello sione prevista del dPR 448 e la contingenza della deduzione – la scommessa o prognosi fausta – tratta
venivano utilizzate per comporre queste spille da testa. da un elemento sintomatico, cioè da una presenta o assenza. Un simbolismo, un’alternanza simbolica
Presso la diocesi di Genova sono custoditi alcuni gioielli appartenuti alla regina con datazione 1832, tra dove i due poli in pratica sono decretati dal giurista come equivalenti, o quasi (la confessione da parte
questi gli orecchini a pendente con due gemme, realizzati in oro cesellato,la spilla con M centrale cimata del minore non integra un presupposto necessario). È solo un’astrazione? No, è incarnata, è sintomatica
da una corona e nastro in tessuto azzurro e diamanti egros de Tours, la collana con pietre preziose al cen- viene detto. Si tratta di un luogo dove coaugula la precipitazione del Terzo come esperienza possibile di
tro con pendaglio centrale con tre pietre, topazio e ametista e la spilla con topazio centrale. Nel 1832 emancipazione del soggetto minorenne (non tanto dai suoi fantasmi e dalle sue ansie legate al fattispe-
Maria Cristina di Savoia donò il savignè, ossia un ciondolo con diamanti per il collare di San Gennaro, cie del reato, peraltro sospeso nel processo, ma dalla credenza maligna di un impossibile oblio, o perdono,
creato dall’orafo Michele Dato il 19 luglio del 1679. La rappresentazione iconologica del gioiello nella delle stesse). È questo il punto di sostegno e di aggancio all’atto dell’“adiacenza pratica”, come la chia-
ritrattistica della regina testimonia lo splendore di regalità, la “Reginella santa” permeata dalla fede ha miamo io e Termini. È qui che il trainer aggancia e sostiene il soggetto in età evolutiva: trainer-sintomo.
ricoperto un ruolo di grande fascino, raccontando se stessa e la sua epoca. Maurizio Guerra Michelangelo Abbate Trovato
N. 4 - APRILE 2020 ARTI FIGURATIVE E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 9

CORONAVIRUS, ANCHE I CANTANTI IL GENIO IMMORTALITÀ DELLAMORTE


INTERNAZIONALI CANCELLANO ARTISTICO Alessandro Siviglia da Salerno
LE DATE DEI LORO CONCERTI MUSICALI DI LIANA dipinge nel 2018 la testa di Me-
dusa su una tenda da sole per in-
La maggior parte degli artisti musicali di tutto il mondo, come si terni, su commissione di un
apprende da fonte Ansa, sono alle prese con la cancellazione delle
date dei loro concerti musicali a causa della pandemia in corso. BOTTICELLI collezionista. L’artista salerni-
tano si rifà “allo scudo con testa
La cantante Madonna ad esempio ha cancellato due tappe del suo di Medusa” di Michelangelo
Madame X a Parigi, dopo lo stop da parte del governo francese “Vetro decorato” Merisi da Caravaggio. Egli in-
agli assembramenti con oltre mille persone, come annunciato la terpreta l’opera del Caravaggio
stessa popstar sul suo sito internet. Ma Madonna non è l’unica in personale chiave moderna,
ad aver cambiato i suoi piani in nome della sicurezza e della Per informazioni: con la sua fantasia, immagina-
salute pubblica. Anche i Pearl Jam hanno deciso di rimandare la zione e creatività.
loro tournée in Nord America. Diversi altri artisti americani Tel. 06.66200020 La particolare tecnica di uso del
hanno cancellato o rimandato la maggior parte dei loro impegni colore, acrilico con un “tocco ad
al di fuori degli Stati Uniti, tra questi Miley Cyrus, Ciara, BTS, olio” per conferire lucentezza ai
Khalid, Mariah Carey, Green Day. Lo stesso vale per i festival. Cell. 339.4934678 dettagli che l’artista vuole met-
Dopo la decisione di South by Southwest di annullare l’edizione tere in una peculiare evidenza
del 2020 ora anche Coachella, uno dei più grandi festival musicali (una tecnica mista molto perso-
al mondo che si tiene ogni primavera in California, rischia di nale), ne contraddistingue lo
essere rinviato e gli organizzatori ipotizzano ottobre come stile inimitabile e rende la sua opera un dipinto unico e di alto
eventuale prossima data. Mirko Riccelli
GALLERIA D’ARTE SEMPIONE pregio ed elevato valore artistico.
Il volto di Medusa è colto dall’artista nel momento del grido ag-
ghiacciante per il forte terrore e dolore, riflessi nello sguardo
(Corso Sempione, 8 - Roma) folle, negli occhi asimmetrici, spalancati e allucinati, nella bocca
ORIGINALI PITTO-SCULTURE Direttore artistico: Mario Borgato
Dal 27 marzo al mercoledì 15
aperta che grida oltre al terrore e al dolore la sorpresa di venire uc-
cisa. I capelli verdi, un groviglio di serpi che, grazie a sapienti
colpi di luce dato dal colore, si muovono vivi e impazziti e che in-
DI TULLIO DALLAPICCOLA aprile la mostra personale del-
l'artista Stefania Pinci "Regole
in libertà".
corniciano il viso di Medusa, occupano gran parte dello spazio
pittorico.
Gli zampilli di sangue rosso acceso che sgorgano dal collo della
Vernissage sabato 28 marzo testa mozzata, rendono ipnotica, terribile, viva Medusa, ancora
alle ore 18:00 con presentazione capace, anche nella morte, di pietrificare chiunque la guardi. La
a cura della critica d'arte Marta pupilla nera che risalta nel bianco degli occhi, la bocca nera spa-
Lock. La serata dell'inaugura- lancata con il labbro superiore rosso, con i denti bianchi ben vi-
zione verrà presentata la nuova sibili e sporgenti dal rosso labbro inferiore, mettono ancora più in
monografia dell'artista. risalto il contrasto della luce nei suoi diversi chiarori. Il naso sti-
Il 3 aprile presentazione del lizzato e allungato divide gli occhi e le sopracciglia fino alla
libro "Storie spaziali" di Emi- fronte appena corrugata. La spada, affilata e che trafigge è sim-
liano Battisti, accompagna- bolo perenne di lamento sulla morte vicina e inesorabile, di di-
mento musicale con chitarra struzione della individualità e della vita. La testa di Medusa
acustica da parte del musicista prorompe da uno scudo che sembra un sole, e Medusa sembra
Riccardo Evangelista che eseguirà brani classici del pop italiano. chiedersi se nella morte acquisterà l’immortalità che non ha avuto
Il 5 aprile presentazione di due libri, il primo di Francesco Paolo in vita. Elemento distintivo è la Corona, simbolo di assolutezza
Tanzj dal titolo "L'Uomo che ascoltava le 500 ", il secondo di dell’opera, un contrassegno a tre punte, di cui ogni punta defini-
Franco Campegiani dal titolo "Ribaltamenti". sce la singolarità, l’ineguagliabilità, l’unicità dell’idea di realiz-
Dal 17 al 26 aprile mostra tri-personale degli artisti Pierozzi, Si- zazione trasfusa con creatività nella realizzazione stessa. La
ciliano, Ambrosicchio. Corona con al centro l’occhio di Medusa e la S, iniziale di Sivi-
Vernissage sabato 18 alle ore 18:00 con presentazione a cura glia, sigilla l’Autenticità dell’opera d’arte, l’Eternità del tempo
della critica d'arte Marta Lock. che nell’opera d’arte non ha né principio né fine. Ilaria Rossi
Mario Borgato - Mobile: 320.87.87.559 -
“Paese di montagna” Info: marioborgato@yahoo.it
Studio d’Arte: Via Due Laghi,
338042 Baselga di Pinè (TN)
Tel. 0461.557139 -Cell. 339.1259386
UN CRITICO D’ARTE ROMANO “OMAGGIOACARAVAGGIO”
CHE AGISCE IN TUTTA EUROPA Questa volta l’artista Pietro
Sarandrea (nella foto) esce
sia dall’astrattismo puro che

BACON E FREUD: Da molti anni il noto critico


d’arte Franco Pichi (nella foto)
collabora attivamente con il
dall’action painting che hanno
per lo più contraddistinto la
sua produzione dell’ultimo pe-

IL LATO OSCURO DI LONDRA giornale “L’Attualità”. È il Capo


redattore per la Francia. È nato a
Roma e risiede a Parigi. È rap-
presentante del Gruppo Trompe
riodo aprendo un nuovo capi-
tolo in un’ attività creativa
multiforme che in realtà scan-
disce e registra tappe e di-
Dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020, il chiostro Oeil francese. È un valido punto lemmi della sua vita interiore.
del Bramante di Roma, ha ospitato la mostra di Francis di riferimento per molti artisti Questo quadro nasce su ispira-
Bacon, Lucien Freud, e la Scuola di Londra (Michael italiani che espongono nei Paesi zione del “Davide e Golia” in
Andrews, Frank Auerbach, Leon Kossoff e Paula Rego). dell’Unione Europea. Encomia- cui la testa mozza di Golia è
bile il suo impegno nella diffu- l’autoritratto dell’ autore che è
La mostra si è rivelata essere una grande occasione per sione del nostro giornale in
entrare a contatto con una scena dell’arte contemporanea Caravaggio e non a caso, nella propria vita temeraria e vio-
Francia e nel resto d’Europa. lenta Caravaggio avverte lo stesso rischio di inesorabile scon-
ancora non molto conosciuta. Grazie a uno straordinario fitta del gigante Golia e con questa rappresentazione tenta di
prestito di Tate, la pittura di questi artisti, con opere dal esorcizzarla attraverso una simbolica auto espiazione. Non c’è
1945 al 2004, rivela, in maniera diretta e sconvolgente, angoscia nel volto del gigante, ma quasi una fatalistica rasse-
la natura umana fatta di fragilità, energia, opposti, eccessi, evasioni, nessun filtro, verità. Quello che si propone di gnazione; non c’è trionfalismo bellicoso in Davide la cui efe-
rappresentare questo tipo di pittura non è tanto la figura umana, quanto la sua interiorità, i suoi dilemmi e le sue paure; bica grazia sembra anzi catturare il consenso di Golia al
è per questo che molti dei ritratti di questi artisti risultano deformati, allucinati e delineati da pennellate violente e proprio destino. È tale problematica rappresentazione che ha
ispirato al pittore Sarandrea un’altrettanto problematica com-
imperfette: la loro volontà è quella di intrappolare sulla tela l’anima umana, fatta di debolezze e contraddizioni, che posizione intitolata appunto “Omaggio a Caravaggio”. Balza
deformano la realtà estetica dei volti, e permettono di superare qualunque canone di bellezza tradizionale. all’occhio un’immagine che pare femminile, ma i lineamenti
Per comprendere le opere di questi artisti, è necessario conoscere il contesto storico e sociale nel quale le loro opere del volto a ben guardare sono gli stessi della testa mozza che
vengono pensate e realizzate. Ci troviamo nella Londra del secondo dopoguerra, una città che rinasce economica- pende dal braccio sinistro della figura in linea con il pugnale
mente e che si ripresenta al mondo con le ballate dei Beatles e la trasgressione delle canzoni dei Rolling Stones. ormai inerte alla sua destra. Anche qui la testa mozza è quella
In questa città, che rinasce dalle ceneri della guerra e che vive di continue contraddizioni, gli artisti in questione, dell’autore che è Sarandrea. Che cosa può significare una si-
mile interpretazione – perché tale intende essere – dell’ opera
conducono vite bohémien, sul bordo del precipizio, consumando alcool e nottate eccentriche. I pittori della Scuola di Caravaggio ? Qui non ci sono due persone, il vincitore Da-
di Londra, negli anni ’50 si incontrano in locali fumosi e affollati, come il Gargoyle di Soho, un locale ricavato da vide e il vinto Golia decapitato; c’è una sola figura integra ma
un’antica casa vittoriana che vanta un soffitto dorato e delle pareti dipinte da Henri Matisse. trasfigurata in femmineo con la propria testa decapitata. È un
Negli anni ’60 e ’70, sciolti i postumi della guerra nell’alcool, questi artisti riescono ad usare la loro inquietudine suicidio simbolico, il proprio vecchio “Se “rinnegato, un “Se
come strumento per rappresentare sulla tela il loro groviglio interiore. Siamo negli anni della Swinging London, gli “in cui Sarandrea vede l’archetipo del Golia: la forza preva-
ricante della mascolinità dissociata dal femmineo, la super-
anni del glam, del punk dei Clash, e di dischi registrati ad Abbey Road. Nei locali densi di fumo, artisti come Freud bia dell’invincibilità, la vanità che non conosce ancora gli
e Bacon, studiano i volti dei loro compagni di serate, di amici o conoscenti, notano i dettagli più nascosti del loro abissi dell’umiliazione ma che nell’ostentazione della testa
essere, li spogliano di ogni sovrastruttura, per riuscire a rappresentare la loro essenza. Gli artisti divengono osser- mozza diventa una forma di espiazione. La figura similfem-
vatori di turbamenti, inquietudini e malinconie che scoprono nei volti dei loro soggetti. In ogni sguardo che tro- minile è Davide che sconfigge Golia in una tenzone che si
viamo rappresentato, percepiamo un pensiero o una paura celata. Tra gli artisti – icona di questa Scuola, possiamo consuma nell’ intimo più dell’ inconscio che della coscienza.
riconoscere sicuramente Francis Bacon. Adolescente problematico, una volta che viene sorpreso dal padre ad in- Ma non basta; il simbolismo quasi costituzionale di Sarandrea
non si accontenta. Si osservi con attenzione lo sfondo, si mi-
dossare la biancheria di sua madre, viene cacciato da casa e dall’Irlanda. Nel 1927 arriva a Parigi, dove senza nes- surino anche le dimensioni del quadro (cm 50 x cm 81, il cui
sun particolare interesse per l’arte o talento precoce, decide di diventare un’artista alla ricerca del suo primo rapporto è il numero aureo che i matematici definiscono “ir-
capolavoro. Bacon è solito affidarsi all’intuizione, è privo di qualsiasi formazione accademica, non sa disegnare, ma razionale trascendente”) e allora ne scaturiranno altri chiari-
riesce comunque a trovare un linguaggio che lo contraddistingue. La sua pittura si basa sull’immediatezza, sul- menti. La composizione risulta particolarmente armoniosa in
l’istinto: Bacon è sicuro che nel momento in cui viene elaborata una storia in un dipinto, in esso si insinua la noia. ogni sua parte non a caso: c’è dietro infatti l’irrinunciabile
Secondo l’artista un dipinto deve disorientare, se cessa di essere enigmatica l’immagine perde il suo potere. Il mi- matematismo pitagorico che rinvia al suo enigmatico quadro
- simbolo del 2015: “Alchimia aurea”. La trasmutazione de-
stero dei suoi quadri nasce proprio dal disordine di cui si nutre, dalle immagini distorte, liquefatte, prive di consi- terminata dalla decapitazione del Golia interiore ha dunque
stenza, che ci trasmettono un senso di smarrimento. prodotto il femmineo generatore di vita in antitesi sia con la
Un altro esponente di questa Scuola, e amico di Bacon, è Lucien Freud. Uno studente ribelle, che ha scelto di ab- morte che con il male? La figura similfemminile domina in-
bracciare la carriera di artista, contro il parere di tutta la sua famiglia, compreso il nonno Sigmund Freud, che non fatti anche la pericolosa ambivalenza del pentagono irrag-
ritiene quella di pittore una vera professione. Ma in fondo, il lavoro di Lucien non è così diverso da quella di suo giandolo della luce superiore proveniente dal triangolo
nonno Sigmund. Anche il pittore, con il suo occhio indagatore, analizza l’interiorità dei suoi modelli, mettendoli su generatore in cui è immerso il suo volto, vero protagonista
della composizione. Irma Latina
un “ lettino”, spogliandoli di tutto ciò che li nasconde. Sofia Bartalotta Info: pietrosarandrea@gmail.com
L’ATTUALITÀ, pag. 10 CINEMA, MODA E VARIE N. 4 - APRILE 2020

CARLA BRUNI, CADUTA DI STILE


Carla Bruni-Sarkozy, moglie dell’ex premier francese che è sotto pro-
MODA E… NON SOLO L’UOMO È UN LIGHT DESIGNER
cesso per accertare se ha commesso reati in relazione a illeciti finanzia-
menti che sarebbero stati percepiti dal colonnello Muammar Gheddafi a
cui il 19 marzo 2011 con l’operazione “Odissey Dawn” venne dichiarata
NELTEATRO DELLAVITA
(a cura di Lucilla Petrelli)
Lucille, style coach!
guerra, dalla coalizione composta dagli USA, Spagna, Gran Bretagna, Al suono della sveglia, senza
Canada e coinvolta l’Italia, fortemente voluta e guidata dalla Francia. orario se non quello dell’ini-
Gheddafi venne ucciso… Alcuni maligni, avanzarono l’ipotesi per im- MUST HAVE
pedirgli di testimoniare. L’ex presidente Nicolas Sarkozy nel giugno “Primavera/Estate ‘2020 zio, Raffaele Figliolia (nella
2019 è stato rinviato a giudizio nell’indagine sui sospetti di corruzione di Secondo lo stile di Anna Wintour, la zarina della moda, dal foto), Light Designer, accende
un alto magistrato della Corte di Cassazione, nel caso delle intercetta- 1988 alla guida di Vogue U.S. vediamo quali sono i capi e ac- il mixer della sua giornata e
zioni telefoniche. Si, la signora Carla Bruni-Sarkozy, da moglie del pre- cessori da lei consigliati, indispensabili in un guardaroba: collega ai canali le esigenze e
sidente, si sarebbe impegnata per impedire l’estradizione dalla Francia Borsa classica a spalla dalla forma geometrica e di misura small- frequenze degli altri professio-
all’Italia della brigatista Marina Petrella, già condannata in Italia all’er- midi; cintura di pelle da indossare in vita su vestiti o gonne; sti- nisti del settore, unendo
gastolo per l’omicidio di un agente di polizia, tentato sequestro e tentato valetti con tacco midi, passe-partout dei look invernali; l’aspetto artistico e l’aspetto
omicidio, sequestro di un magistrato, rapina a mano armata e vari atten- tecnologico. E, come uno sce-
tati, che si era “ammalata” ottenendo così 12 anni fa la scarcerazione capospalla a fantasia, dal trench al cappotto; fiori e fantasie au-
mentre il marito rifiuto all’Italia l’estradizione per motivi umanitari e di daci per la quotidianità; animalier, sia per capi sia per accessori; nografo, un costumista, un co-
salute. Fortunatamente, la terrorista si è rimessa in salute e gode della giacca di pelle corta da indossare sopra a capi di seta; tubino con reografo, un regista, costruisce
protezione francese, come tanti altri terroristi italiani rifugiati, strana- box racket; collana a girocollo, molto vistosa; occhiali da sole, lo spettacolo con una nuova
mente, in Francia. Carla Bruni, nata in Italia, è diventata cittadina fran- meglio grandi come è nel suo stile. odierna chiave di lettura. Con
cese, dichiarando essere felice di “non essere più italiana”. la luce egli crea un’emozione,
Ora, mentre l’Italia sta combattendo con il coronavirus nel corso della NEWS FASHION un sentimento, che l’attore
settimana della moda di Parigi, ha finto una crisi respiratoria quasi a voler Il Brand Pollini presenta la nuova collezione di borse “Secret sulla scena non manifesta ma
prendere in giro chi della pandemia è terrorizzato perché la sta vivendo pensa, dà un senso di drammaturgia all’atmosfera che la luce rac-
sulla propria pelle, per poi baciare il presidente di Lvmh Fashion Group, Garden”, ispirata ai ciliegi in fiore. Farfalle e corolle , sono que-
Sidney Toledano, affermando «Ma certo, baciamoci, non facciamo gli sti i disegni che risaltano tra la “P” e la corona d’alloro stampate conta. Per Raffaele Figliolia la luce in teatro non serve solo per
stupidi! Noi siamo della vecchia generazione! Non abbiamo paura di su fondo nero di bauletto, zaini, shopping bag e tracolle. Nuova illuminare lo spazio, per far risaltare attori e scenografia, non è
nulla, non siamo femministi e non abbiamo paura del Coronavirus. collezione primavera – estate ’20 di Manuel Ritz, con tanta vo- solo colore, ma è l’emozione non scritta tra le righe del copione,
Nada!». La scena, ripresa e finita sul web, è stata oggetto di violenti at- glia di viaggiare, uno spirito libero, che in fondo c’è in ogni è l’emozione unita all’emozione delle parole, dei gesti, dei silenzi
tacchi che hanno costretto Carla Bruni, a rimangiarsi tutto, riconoscendo donna. Completi di cotone che richiamano i colori delle terre del dell’attore, che illumina il cuore dello spettatore con la vivida
che il suo comportamento era « stato uno scherzo stupidissimo e imbe- Nord Africa, abiti in pizzo sangallo, uno stile safari illuminato da luce del “sentire”. Raffaele tiene in mano il filo narrante della
cille, di cattivo gusto e sono stata filmata senza rendermene conto. Vor- tante paillettes, tailleur pantalone ma anche gonne a pieghe e a luce e della voce e nell’equilibrio tra tecnica e arte creativa vei-
rei presentare tutte le mie scuse a tutti quelli che sono stati feriti da queste cola un messaggio che giunge all’uomo con la stessa lunghezza
immagini». Quindi, se non fosse stata filmata, la presa in giro agli italiani tubo per una stagione divertente. Sguardi preziosi per Chanel
era legittima… Ovviamente ha dovuto ingoiare il rospo per la meschina Eyewear che aggiunge fili di perle agli occhiali da sole per la d’onda della luce e del suono.
figura fatta e scusarsi... Ah, il virus Covid-19, ha colpito anche la Fran- calda stagione. Sono tre i modelli preziosi con 86 perle di vetro Con la luce fa riflettere attimi di vita, rappresenta un mondo reale
cia. Chi sa, molte volte le finzioni sceniche si possono avverare… Bene. resina grigio o bianco. Molto glamour! Diadora. Lo storico o fantastico, riporta lo splendore del giorno e la magia della notte,
Nel 2008, il senatore a vita Francesco Cossiga, le disse: “Siamo ben lieti marchio sportivo italiano insieme allo stilista Danilo Paura, lan- fa sentire la rudezza di un temporale e la carezza di un’alba, e
che Carla Bruni non sia più italiana”. Nel nostro articolo del 12 marzo ciano una capsule collection con varie ispirazioni vintage pro- così l’animo dello spettatore è abbracciato dal caldo delle pas-
2010, dal titolo “Eh si, perché altrimenti, saremmo noi a dover dire che venienti dal mondo sportivo del tennis e baseball. La nuova sioni. E facendo del suo mestiere, con grande responsabilità, un
ci vergogneremmo di averla come concittadina italiana!” Nel 2012, ri- collezione “Paura per Diadora” è composta da sneackers “Dia- grande gioco, regala allo spettatore con la luce, fonte della vita,
petemmo “ne siamo sempre più convinti ed orgogliosi!” Oggi, lo affer- energia vitale, sentimenti, emozioni, instaura con il pubblico at-
miamo ancora una volta: cittadina francese Carla Bruni-Sarkozy, siamo dora Durateech Elite” in tre varianti di colore e da una sele-
ben felici e orgogliosi di non annoverarla fra la vera popolazione italiana zionee di abbigliamento. Ancora di sport parliamo con la traverso il palcoscenico un dialogo intimo con cui gli fa recupe-
non ritenendola – ma noi - degna di esserlo. Salvatore Veltri collezione Birkenstock 1774 con i tre modelli più amati del rare l’essenza più profonda, gli genera una capacità di ascolto, un
marchio tedesco “Arizon, Milano, e Siena”. Sandali realizzati desiderio di imparare e di conoscere. E con il controllo e l’inte-
in pelle premium in 5 colori brillanti dal verde al bianco. Estate razione fra di loro di tutte le luci presenti nello spettacolo, dim-
POSE: LADIVERSITÀ CHE DIVENTAPOP
Una delle opere televisive più rilevanti degli ultimi anni, e assolutamente
in tutta comodità.
FASHION PARTY
merandone l’intensità luminosa, cambiandone il colore o il fascio
luminoso, trasmette la tristezza o la gioia, l’inquietudine o la se-
renità, l’afflizione o la spensieratezza che collimano con la tri-
da non perdere, è la serie tv americana Pose, ideata da Ryan Murphy, Terminata la “Fashion Week” Milanese. Non solo sfilate ma stezza o la gioia, l’inquietudine o la serenità, l’afflizione o la
distribuita da Netflix e candidata a 2 Golden Globe: Miglior serie dram- anche eventi e party esclusivi. Tanti gli ospiti alla 3° edizione di spensieratezza dello spettatore, influenzandone l’umore o lo stato
matica e Miglior attore in una serie drammatica per Billy Porter (Pray “Moncleer Genius” il progetto voluto dal patron Remo Ruf- di benessere psicofisico. E se non ci sono occhi che vedono prima
Tell). Pose ci porta alla scoperta di un nuovo mondo, di uno strato an- fini con moda, comunicazione e arte. Tra gli invitati gli attori o orecchie che ascoltano prima, cosa resta? Il Buio.
cora poco svelato della cultura LGBT, fatto di ballroom e di famiglie al- Will Smith e Shailene Woodley che hanno ammirato i 12 Pro- E l’uomo continua il suo cammino nell’oscurità, a tentoni, solo,
ternative. Potrebbe sembrare che la serie ci voglia raccontare solo di getti legati ai capi simbolo del marchio. Alberta Ferretti ha pre- smarrito, senza cognizione del tempo e dello spazio fino a una
serate nei locali della Grande Mela, di vite all’insegna del glam, della co- nuova alba, ascoltando parole che, elevatesi dal buio possono as-
munità queer, di vestiti eccentrici, patine di paillette e gare di ballo, ma sentato nel suo quartiere generale a Palazzo Donizetti in un post
in realtà ci mostra molto di più. Quella che ci viene raccontata, è una sfilata ala quale hanno partecipato Kitty Spencer, la modella, sumere nuovi significati e con le quali racconta la sua storia in
storia di lotta per i propri diritti e i propri sogni, di riscatto, di libertà, di nipote di Lady Diana, l’ètoile Eleonora Abbagnato e tanti altri silenzio. E ora che i teatri sono chiusi l’uomo recita a soggetto
accettazione della diversità degli altri e di se stessi; è una storia di diversi personaggi del mondo dello spettacolo . Altro giro, altra festa, da nel teatro della propria vita, non più illuminato dalla luce che il-
che si riconoscono, si proteggono, e si riuniscono in un’unica famiglia. Pinko all’Alcatraz con il progetto “ Takelife By the Horns” lumina, ma avvolto nel bagliore che oscura, senza avere la pos-
Sotto la veste sgargiante e luccicante degli anni ’80, si nascondono temi con la testimonial, la modella Lily Aldridge. Tra i presenti Si- sibilità e la capacità di orientarsi. Ma “quando ti alzi al mattino
serissimi e decisamente drammatici, è purtroppo impossibile parlare mona Ventura, la vj Valentina Pegorer, l’influencer Giulia De pensa quale prezioso privilegio è essere vivi: respirare, pensare,
della comunità Lgbt+ della fine degli anni ’80, senza toccare il doloro- lellis. E ancora grandi volti del cinema italiano e internazionale provare gioia e amare” (Marco Aurelio) e la luce squarcerà di
sissimo tema dell’Aids. Immergersi nella comunità Lgbt+ della New nuovo le tenebre della notte. Ilaria Rossi
York di questa decade, significa fare i conti con una delle parti più emar- tra gli altri, Stefano Accorsi alla presentazione della collezione
ginate della società americana. Molti dei personaggi rappresentati non di Bruno Cucinelli e Gemma Chan, l’attrice britannica, alla
sono solo gay, lesbiche o trans, ma provengono da comunità nere e ispa- cena esclusiva di Max Mara.
niche, classi sociali disagiate e discriminate.
La scelta precisa di Murphy è stata fin dall’inizio quella di mettere as-
sieme un cast inclusivo e rappresentativo di questa diversità, col risultato
che Pose è la serie con più attori transessuali e queer nella storia. Le at-
MOLLICA,“L'ITALIADEGLIOSCAR”
trici Mj Rodriguez, Indya Moore, Dominique Jackson, Hailie Sahar, e
Angelica Ross, hanno avuto tutte la possibilità di portare sullo schermo
la loro storia di transizione e bellezza.
La bellezza pop di Pose è proprio nella rappresentazione di luci ed ombre
TUTELADEL“MADE IN ITALY” Molti definiscono Federico Fel-
lini un regista geniale, visiona-
rio che è stato capace di
divenire protagonista assoluto
di ogni personaggio, delle loro battaglie interiori, della loro corrispon- A Lucca nella della storia del cinema, cono-
dente rappresentazione esteriore, e del loro modo di affrontare la so- prestigiosa sede sciuto in tutto il mondo per i
cietà. Il merito di questa serie non è solo quello di mostrare l’estetica nazionale di Con- suoi famosi film come: La
queer, ma è anche quello di farci conoscere la cultura di una comunità, flavoro, organiz- Dolce Vita, Otto e Mezzo, Le
come quella delle ballroom, che non sono solo il luogo in cui si orga- zazione che tutela
nizzano sfilate a tema, ma sono soprattutto il posto in cui lo spirito le piccole e medie notti di Cabiria, ma a noi piace
d’unione della comunità queer si concretizza, dove ognuno è libero di imprese, una bella ricordarlo soprattutto come un
esprimere e affermare la propria identità. Pose fonda il suo fascino nar- giornata si é par- artista di grande sensibilità che
rativo proprio su questo equilibrio fra lo splendente mondo delle bal-
lato di tutela del aveva capacià di ispirarsi a per-
lroom e la profondità dei personaggi, costellati di intime sfumature. sone vere, di leggerne l'interio-
Quello che sembra un universo privatissimo o al limite comunitario, è in- made in Italy alla rità e le peculiarità per creare i
vece qualcosa che a lungo andare ha pervaso un intero immaginario; presenza di molti suoi indimenticabili personaggi, Anche il mondo onirico e sur-
nella stessa serie, viene fatto l’esempio della canzone di Madonna, imprenditori. Il reale a volte ai limiti del grottesco che permeava i suoi film era
Vogue, ispirata proprio al cosiddetto vogueing, tipo di ballo che si pra- convegno é stato
tica nelle ballroom. Quello che la serie ci dimostra, e rappresenta, è il organizzato dal spesso frutto di sogni reali, come hanno raccontato amici che lo
lungo percorso di accettazione che la comunità queer ha dovuto affron- Movimento Mo- hanno conosciuto e frequentato. In occasione dei festeggiamenti
tare, a sta ancora affrontando, a partire dagli anni ’80, riuscendo poco a narchici. Un grazie particolare a Mauro Mazzoni, il Presidente del centenario dalla sua nascita sono stati organizzati numerosi
poco ad entrare nella cultura popolare.
nazionale che ha organizzato l'evento, e ai bravi relatori: Arianna eventi all'interno dei quali in alcune occasioni verranno proiet-
Su Pose si potrebbe dire tanto altro di più. Per quale motivo non do- tati i suoi film. Potremo così riscoprire ed apprezzare il suo genio
vremmo assolutamente perdere questa serie tv? I motivi sono molteplici. Bertuccelli, presidente del Consorzio per la tutela del made in se non l'avessimo ancora fatto. L'evento che recentemente ha lan-
Le tematiche profonde e riflessive, l’alto tasso emotivo che trasuda dai Italy, il già parlamentare europeo Fabrizio Bertot, ed in colle- ciato i festeggiamenti è stata la presentazione del libro “l'Italia
singoli personaggi, diversi e variegati, mossi da personalità forti e ca- gamento da Roma il presidente nazionale Conflavoro Roberto degli Oscar”, un racconto di Vincenzo Mollica (nella foto) a cura
ratteristiche, ognuno con una propria moralità, che lottano appassiona- Capobianco. Un grazie anche a tutti coloro che sono intervenuti
tamente e amano delicatamente. Sofia Bartalotta in modo costruttivo! di Steve Della Casa dedicato agli “ Oscar” (l'appuntamento più ri-
Associazione Culturale Movimento Monarchici levante con il cinema). La presentazione si è svolta in una delle
bellissime sale dell'Hotel Regis ex Grand Hotel da poco ristrut-
ILSIGNOR NESSUNO TRASQUALI E SARDINE IL SIGNOR NESSUNO
turato. Il libro è denso di aneddoti, curiosità, dietro le quinte e ri-
corda coloro che hanno vinto la prestigiosa statuetta: Federico
Fellini, Sofia Loren, Vittorio De Sica, Anna Magnani, Giuseppe
Come comune paesano a navigar continuo in questo mare affol-
Tornatore, Roberto Benigni, Paolo Sorrentino, Ennio Morricone
lato di anonime sardine e feroci squali con sembianze umane. Un
mare sporco, contaminato da plastica e corruzione tanto che se TRA BUIO E SILENZIO etc. “Che cosa sono gli Oscar?” Racconta Mollica: “Forse il pa-
ragone che rende meglio l'idea della loro importanza è di tipo li-
invio un messaggio in una bottiglia galleggia nello stesso punto Forse per destino o chissà cosa, da tanti anni il mio raggio di
a tempo indeterminato come la posta ordinaria ed i suoi ritardi. turgico. Il premio Oscar, a mio avviso, è l'altare maggiore di
azione riguardo lo spostamento fisico della mia persona non su- quella immensa cattedrale che è il cinema. Tutte le cattedrali,
Forse a parlar con me stesso conviene ma con voce moderata per- pera il raggio di 10 km. In altre parole, faccio ogni giorno gli
ché se urlo più di quel tanto, magari 3 volte di seguito, eroe non come sappiamo, hanno tante navate, tanti altari minori, ma l'al-
stessi brevi percorsi scontati.Così, come per una forma di com- tare maggiore è quello sul quale si svolge la messa più impor-
sono per il popolo ma matto da legare! Eugenio Morelli penso alquanto insolita, sono diventato un turista del buio e del tante, quella cantata, quella delle grandi occasioni”.
silenzio. Lascio la zavorra del corpo abbandonata a se stessa e Caterina Zonno
nel buio della notte o spengendo le luci annullo lo spazio-tempo
AVVISO UTILE PER FAMIGLIE E AZIENDE e mi avventuro nel pensiero e nella preghiera. La dimensione del-
l’essere assume allora la fisionomia reale dell’indefinizione e del-
* Ristrutturazione di appartamenti.
* Manutenzione straordinaria di edifici.
* Progetto e calcolo di strutture di nuova realizzazione.
l’indescrivibile aggirandomi liberamente tra la speculazione e
l’orazione come la pallina di un flipper.
Seppure tra indubbi pensieri oscuri e moti di ribellione interiore
LIBERI DI SCEGLIERE MA...
* Valutazione della vulnerabilità di strutture esistenti. forse posso ammettere di essere un buon escursionista del buio e Ogni umano cammina tra due campi di gravita-
* Progetto di impianti fotovoltaici (pannelli solari per produrre del silenzio che tollero abbastanza bene. Svincolato dai condi- zione: il Bene e il Male, l’Amore e l’Odio.
zionamenti sociali e dell’orologio vago nel mio universo perso-
energia elettrica a basso costo, usufruendo di incentivi statali)
nale alla ricerca di qualche buona idea, intuizione,proposito. Poi È libero di scegliere il campo dal quale vuole
* Certificazione energetica di edifici. Per informazioni: riaccendo la luce o mi lascio illuminare dal sole e riprendo la mia essere attratto. Ma un giorno sarà interrogato dal
Ing. Valentina Cerenza e-mail: vcerenza@unisa.it solita vita. Apparentemente, perché dietro ciò che si vede e si
Cell. 345. 8843131 - Tel.-fax: 089.2967454 sente c’e sempre un qualcosa che prima non c’era e che da nuova Supremo Giudice in base alla sue libere scelte.
forza nel fare i noti percorsi di ogni giorno. Eugenio Morelli
N. 4 - APRILE 2020 POESIA E VARIE L’ATTUALITÀ, pag. 11

L’ANGOLO DELLA POESIA


FOGLIA D’AMORE più de nessuno,/ se fai der bene, in
Divina;/ agli anziani/ la possibi-
lità di trasmettere positive espe-
rienze./ Potremmo così sperare di
vivere serenamente/ i nostri giorni
di tua madre di tuo padre dei tuoi
fratelli dei tuoi amici/ della comu-
nità,/ essi creano infelicità! Igno-
rando ignorando poi ci
UNA STRETTA DI MANO
Coccole sotto le coperte/ a man- cambio che ricevi? Sortanto catti- terreni. Marcella Croce de Grandis lamentiamo d'esser soli/ In questa L'aurora, annaspa nella penombra della
giar castagne/ mentre scintille il- verie e delusioni./ Oggi vorrei ri- valle oscura/ che ci terrorizza e, ci notte, per scoprire e regalarci le prime ca-
luminano i tuoi occhi/ dolci vive tutti li giorni belli,/ RIDARE LA NATURA fa paura! Ora che vuoi fare non ti rezze del sole./ Da una finestrella, aperta
ALLA NATURA lamentare anche noi siamo/ obbli-
sussurri le tue parole,/ raccontano dell'infanzia mia. Liana Botticelli Ridare dignità a tutti gli offesi,/ ri- gati a ignorare! verso Il cielo, sporgo lo sguardo lassù./ La
favole antiche/ ad una Cenerentola dare il gioco al bambino messo a luna, le stelle, lucciole stanche della notte,
nei boschi sperduti./ Ed io in cerca MALINCONIA Francesca Pagano
lavorare/ ridare rispetto a coloro spingono la mia mente a meditare./ Tra cielo
di calore/ nelle tue mani accovac- Amo la poesia, la musica e la pit- che non se la sono cercata! ridare e terra, vedo quel mondo misterioso, che mi
ciata/ come foglia tremante/ tura./ Guardando certi quadri, LA VELA
d’amore e di sospiri. sembra di riconoscermi in qualche rispetto a chi se l'è giocato d'az- Vela solitaria e stanca abbando- parla ./ Pace, amore, amicizia. Chiedo ad un
Florinda Battiloro eroina di tempi lontani./ E sorrido, zardo con il male/ ridare rispetto, nata/ tra le onde adirate/ del- lembo di cielo, di aprire quel “Regno do-
sono lieta, però spesso questa mia ridare il valore al Rispetto!/ ridare l'oceano,/ sbattuta da tempeste,/ rato”/ al nostro mondo offeso, triste, soffo-
COGLI L’ATTIMO allegrezza è venata da/ una sottile autorevolezza alle figure determi- riesci,/ tra le intemperie,/ a se- cato dall'indifferenza, che distrugge ogni
nanti per essere buone persone:gli guire/ la tua rotta./ Nulla è rimasto/
Cogli l’attimo di uno sguardo, è nostalgia un po' romantica./ Poi la insegnanti, i nonni, e tutti noi!/ non della tua bellezza antica:/ solo una giorno tanti cuori. Occhi lucenti, di lacrime amare.../ Mani senza
tenerezza/ cogli l’attimo di una ca- musica mi spalanca i cancelli di vogliamo più sentire dire:Non c'è pietà, imbrattano di rosso il tramonto./ I miei occhi, cercano nel
rezza, è amore/ cogli l’attimo di orizzonti senza confitti, facendo carcassa/ pigra, traballante,/ che
più rispetto per nessuno!/ Il Ri- galleggia anonima/ nello scon- cielo...una "svolta celeste"./ Implorano una stretta di mano,/ che
una poesia, è magia/ cogli l’attimo galoppare la mia fantasia./ La mu- spetto se lo vuoi devi darlo!/ e co- sia uno slancio d'amore, e d'amicizia. L'umanità, sentirà ancora la
di una nuvola, è infinito/ cogli l’at- sica fa soffrire, ma soffrire diventa quasso dell'oceano.
timo di un abbraccio che ti proietta dolce come amare, e senza amore struiamo insieme occasioni di Leda Panzone Natale voglia, di vivere e/ sorridere ancora. Elena Andreoli Grasso
nell’immanente. non si vive, senza dolore non si Rispetto.../ Oggi l'ingratitudine è
Florinda Battiloro ama./ Un preludio di Chopin, una cronica./ Se aiutate qualcuno non TI HO VI STO, SIGNORE

ALLA PICCOLA
BALLERINA
Patrizia Frangini Klum
canzone romantica mi fa pian-
gere,senza sapere perché, forse
tante piccole cose hanno contri-
buito a formare questo affanno che
aspettatevi gratitudine l'ingratitu-
dine è figlia della superbia/ "non
fare del bene se non hai la forza di
sopportare/ l'ingratitudine"/ tanti
Ti ho visto/ trionfare a Gerusaler-
nme . Signore/ esaltato dalla folla
con palme e fiori. Ti ho visto pre-
gare nell'orto degli ulivi/ ma solo
ENRICO CARUSO E PIEDIMONTE
Nella tua bella infanzia/ volano i mi stringe alla gola e mi fa sof- soffrono della sindrome ranco- tu, Signore/ sapevi di dover mo- A tutti... è noto che il celebre tenore Ca-
tuoi piedini,/ in quel tutù di cielo,/ frire./ Ogni anima nasconde un rosa!/ La gratitudine è la chiave rire./ Ti ho visto lungo il Calvario,/ ruso era di Napoli, però pochi sanno che
come nuvola bianca,/ leggiadra e dolore che non svela mai ./ La mia principale del benessere. Saper umiliato/ Ti ho visto/ inchiodato era di origine piedimontese. Infatti nac-
armoniosa/ ti giri nella danza,/ angoscia è simile ad un cielo esprimere gratitudine alle persone ad una croce/ Ti ho visto spirare, que nel 1873 a San Giovanniello, un
muovendo le manine,/ come far- chiuso, che un giorno si aprirà/ per che amiamo,/ a chi ci aiuta in qual- mio Signore/ mentre la terra/ si
cosa che non sappiamo fare, a chi oscurava di dolore./ Ed ho visto/ la rione.della città, da Marcellino e dalla no-
falle in volo,/ i dolci occhioni az- far trionfare il sole. Rita Amodio ci offre con affetto il suo sostegno/ bile signora Maria Baldini, entrambi di
zurri/ come acque marine./ grande pietra del sepcilcro rivol-
Coperti dalle ciglia / nere infoltite MESSAGGERO migliora la qualità della nostra tata,/ in alto/ gli angeli celesti can- Piedimonte. Questa famiglia si trasferì a
e belle./ La voluttà del suono, / Saturo di cultura/ acquisita con vita, ci fa sentire più vitali... tare alleluia alleluia al Signore. Napoli. Adunque qui a Piedimonte Enrico
Scompone la tua chioma,/ nel ponderati studi, nella eloquenza Anna De Rosa Vittorio Pesca si portava non di rado a trovare I parenti
grande volteggiare,/ doni bellezza profusa,/ sarà con interesse udito, onde si era accattiva l’amicizia di una
e Amore. Liana Botticelli ma alcuna traccia/ rimarrà di co- ENERGIA SPIRITUALE QUESTO CIELO salda brigata con i quali amava passare
stui che espone/ quant'altri han Dalla terra in su... in cerchio.../ La mente avvolge i pensieri, fil- quelle vacanze, così, alla buona com’è co-
IERI E OGGI fatto./ È solo un messaggero. Verso l'interno/ Ti riconosco/ per trando lo sguardo dell'oscurità, at-
la chiarezza semplice e forte./ tendendo... chissà.../ da questa stume popolare, e soleva organizzare le
Quanti ricordi dell'infanzia mia,/ Gennaro Albergo Utile./ Ti trovo qui,/ ti curi di tutto/ caratteristiche “cenette” per amor dense
me restano ner core e nu li scordo! volta immensa/ e punteggiante
Correvo l'a pei prati, delle suore: VALORI E VIRTÙ ASSOPITI e di tutti./ Energia della notte/ e del eterne luci./ Già si vede cadere quail fu più volte vittima di sborniatelle... una strana coincidenza.
p'acchiappa li grilli dall'ali colo- Nel profilo del giorno vorrei co- giorno./ La felicità è energia,/ qualcuna delle pubbliche rose,/ La coincidenza si riferisce al fu Alfredo Altobelli: l’Altobelli che
rate, d'azzurro rosse e gialle/ in gliere armonia sul volto dei fra- Anche la pace è energia. dal Cielo/ sulla spiaggia umida del mare./ da temrpo non usciva più dalla propria abitazione per aver sof-
mezzo ar profumo de li fiori, l'ac- telli./ Colgo invece/ si irradia/ verso la terra e il mare,/ Ascolto il sospiro/ leggero ed in- ferto qualche lieve “attacco” la domenica del 24 gennaio uscì solo
carezzavo quei grilletti belli, pe preoccupazione, indifferenza, ras- e dalla terra / si irradia / verso il quietante della notte/ con la con- per recarsi al Teatro Mascagni ad assistere “Il Grande Caruso”. Al
falli rivolà ner cielo azzurro,/ segnazione, specie in tanti gio- cielo, nell' infinito./ Ho chiesto che sapevolezza del corso stupendo/ suo ritorno, si parlò della vita reale di Caruso, del film e dei tanti
quanta bellezza Dio che cì 'ai do- vani,/ per i quali/ non si proietta mi parlasse/ della Sua energia./ del destino cosmico,/ che coin-
Dio è venuto a levare/ l'ostacolo volge il sottile divenire umano/ ricordi che quell’atmosfera occasionale aveva vivificati in Al-
nato? Oggi ce penso sempre, a! futuro di certezze/ e realizzazione delle mie parole./ Il fiume scen- fredo; poi andò a riposare serenamente.
questo monno Comè cambiato! Se di ideali,/ ma avvenire nebuloso e con la sua irreale realtà statica./ Il
te quardi avanti, t'accorgi, quan- incerto./ La metamorfosi della vita deva/ dalla cima della montagna/ cielo mi guarda con i mondi sco- Ma verso le prime luci del mattino, avvertiva un terribile attacco
t'anime girano attorno sofferenti, non lascia spazio a Dio./ Valori e e potevo,/ ora in silenzio,/ ascol- nosciuti, con le esperienze/ di cardiaco, in seguito al quale decedeva. Amara conclusione. Se
insieme a te, c'hai perso tutto/ e virtù assopiti nel tempo.../ Solo ri- tarlo./ Senza tempo/ e senza spa- viaggi esaltanti,/ di scoperte incre- pur con vago interesse, del “caso” se ne parlò un pochino nella
dormi alla stazione, er monno s'è sveglio di coscienze/ da parte zio,/ ero libera. Assuntina Parisi dibili entro il magico infinito; le nostra ciò dimostra che non era passato inosservato. Ci fu tutta-
evoluto! Tra le scoperte e la tec- degli adulti potrebbe donare:/ ai aperte vie nel vuoto sono colme/ di via chi fantasticò che l’Altobelli nella notte del trapasso aveva
nologia,/ tante comodità ch'oggi bimbi/ il sorriso ora spento,/ per UNA MANO ASSASSINA audacie e realizzazioni./ Ora più sognato il famoso tenore che, bonariamente e meravigliato di tro-
ciavemo,/ nun ce danno la felicità, futuro ricco di creatività;/ ai gio- Squilla il telefono... lontano... oltre che mai/ con gli oçchi fissi nel
Oceano!/ Il suono echeggia come cielo, resto affascinata/ dagli spazi vare il vegeto amico ancora in vita, loavrebbe esortato a “se-
che ntempo, ciavevamo./ L'affetto vani/ fiducia nel riformare la so- rintocchi di campana... a morto!/ guirlo”, lasciando comprendere, in fine di avere atteso molto per
dell'amici veri!/ Oggi nte poi fidà cietà ora malata e priva di Grazia velati,/ coinvolta nei segreti del-
Una mano assassina/ isola la cor- l'Universo/ stellare/ ritrovando le quella compagnia. Escluse soffermate, dobbiamo concludere col
netta per uccidere col silenzio/ due stesse nel loro scintillio/ con dire che il Sig. Alfredo Altobelli lasciandoci per sempre, pur-
anime e un'unica voce: La voce del l'eterna ed illimitata stupefazione. troppo, “raggiunse” il caro amico. E con lui scomparve un altro
ARGUZIE POETICHE sangue/ che, imperiosa, si propaga
oltre ogni confine con messaggi di
amore infinito!/ ...e tanta pietà/ per
Mariannina Sponzilli
IMMENSITÀ
di quei “nonni” che con tanta sincerità ricambiarono gli affetti
con it tenore, sentendo più tardi... far segno alla “venerazione“
d’un grande, vero artista: Enrico Caruso. Velio Cilano
chi dignità non ha!/ La diabolica (Sopra un'astronave assurda)
SCATURIGINE azione offende Dio!/ A caratteri di Voglio uscire/ dalla mia scatola
“Fiumi che sovra la Terra correno, prendono le loro origini” (Sannaz- fuoco è scolpita nel cielo, a nuvole chiusa/ e andare/ con la fantasia/
zaro). “Come la scaturigine reca sul sasso arido l’indizio della segreta nere, una maledizione:/ la con- come un'aquila spaziale come un
umidità sotterranea” (D’Annunzio). “Una famiglia il cui sangue, per danna di quella mano assassina! pesce con le ali col pennello e una
parte di padre, era un fiume reale che aveva avuto le sue prime scaturi- Virginia Di Filippo Caiazza chitarra sopra un'astronave assurda
gini da un ramo del gran ceppo dei re di Spagna” (Rovani). “Lo vedeva e volare/ per siderei sentieri/ e im-
d’un tratto scaturire dal nulla come un essere raccapricciante suscitato da NASCITA DI UNA STELLA mergermi/ in silenzi lunari libera/
un sogno orrendo” (Piovene). “Da questo studio scaturiranno nuovi ele- Un uomo nel sogno ha visto/ la na- e prigioniera/ di pulsanti solitu-
menti di ricerca; dal male non può scaturire che male. Riteneva la legge scita di una stella./ La nascita ha dini/ di frementi immobilità, com-
scaturita dall’idea di Giustizia” (Sciascia). Mariannina Sponzilli sempre la luce/ di una speranza di penetrarmi totalmente della
albe eroiche,/ di meriggi assolati,/ trasparenza dell'etere del manto
APPROCCIARE TRA AMBASCIATE E CONSOLATI di tramonti fantastici,/ ma la na- iridescente/ di empirea beltà, oltre
“S’approccia la riviera del sangue” (Dante). “Non corse mai sì tosto scita di una stella/ che porterà/ luce le montagne oltre le nuvole verso
acqua per doccia a volger ruota di molin terragno. Quand’ella più verso e calore nei secoli, è promessa,/ è ilsole.../ o leggere fumetti in una
le pale approccia” (Dante). “Tra mutate lingue e lobbysti che religioni” cataclisma di energie, che vita da- discoteca galattica./ Non voglio
(Sponzilli). “Solo così possiamo legittimare il riso e il disprezzo con cui ranno a mondi ad esseri innumere- più ved ere/ il mio arcobaleno che
da noi furono accolti i tentativi d’approccio dei socialisti tedeschi” voli generatori di vite,/ creatori e si spezza/ che si sbriciola/ in un
(Gramsci). “La sìlfide nella mitologia germanica; son geni femminili o forgiatori di sogni./ Così nei se- barattolo di vernice/ appena vuo-
maschili ritenuti benefici o più spesso malefici e pericolosi. Gli approcci coli/ Dio dona/ e gli uomini so- tato. Grazia Maria Tordi
con la Nazione germanica sono stati interpretati da ballerini sulle scene gnano. Il velo dell'infinito/ è
teatrali, divenuti ormai uniti nella U.E.” (Sponzilli). “Tra interessate speranza. Maria Luisa Marcilli PASQUA 2020
massonerie e mediche sperimentali conosciute dai Governi Epuloni in- La resurrezione di Gesù festeg-
teressati, la regina Vittoria ebbe il primo figlio in anestesia ambientale” VERDE giamo/ con riti religiosi e canti,/
(Sponzilli). “Cose economiche non dette, costavano troppo per il Patto Amo il verde delle colline della perché Gesù tanto amiamo./ Ri-
Operaio. Guerra scontata” (Sponzilli). Mariannina Sponzilli mia terra e del profondo mio mare, sorga la fede cristiana/ nelle per-
così tanto affine/ ai tuoi occhi, in sone che la hanno persa/ così la lor
INCESTO cui affondo/ ogni ansia, paura o vita sarà felice e sana./ Apporti nel
“Commettesi ancora questo vizio tra uomo non sacro e femmina sacra o tristezza; sia verde la nostra spe- mondo pace e armonia/ Gesù in
tra uomo sacro e femmina sacra o tra uomo o tra uomo sacro e femmina ranza, come la nostra giovinezza, questa sua solenne ricorrenza/ e la-
non sacra. Deesi questo “sacro” intendere sì come sono i chierici e le sempre verde il dì che avanza! voro a chi non lo ha dando alle-
monache. Chiamasi questa spezie “incesto”. Alcuni a questa spezie ag- Gerardo Moscariello gria/ Suonano a festa le argentine
giungono il commettere questo peccato tra congiunti” (Boccaccio, Espo-
sizioni sopra la Comedia, Canto V). “A pigliare questa parola (incesto)
in quella larga significazione con la quale viene usata dai giuristi, signi-
IGNORA
Ignora, uomo,/ Il tuo vicino,/ il tuo
campane,/ ricordando la resurre-
zione di Cristo/ in tutte le belle
chiese cristiane./ Faccia Gesù il
ER VIRUS CORONA
fica ogni copula carnale dannata e punibile, anche tra le persone estranee, compagno di banco ragazzino,/ la virus corona debellare/ allonta- Vado giù pien di paura / a buttar la spazzatura / bocca e naso ben
quando vi sia la mistura di sacrilegio o di altra circostanza aggravante, tua collega di stanza, donna, nando dagli uomini la paura/ e la coperti / in barba ai virus solerti./ Devo prender l'ascensore /
sicchè la copula con una monaca professa si dice incestuosa; e molto più ignora il barbone/il garzone/ chi vita normale si veda tornare. Mamma mia che batticore! / Hanno detto che anche qui / ci sono
quando vi sia la mistura dell’adulterio. L’incesto, dunque, vero e proprio chiede la carità,/ ignora i problemi/ Mario Coletti
consiste in quella copula carnale la quale segua tra le persone congiunte questi qui'./ Come è lento l'ascensore / non c'è neppure un aera-
per consanguineità o per affinità, dentro i gradi proibiti” (G. B. De Luca, tore / che mi faccia respirare / per poter così campare./ Come
Il dottor volgare, Libro XV, parte seconda). Mariannina Sponzilli pesce fuor dall'acqua / aspetto che venga Pasqua / Alleluia Alle-
luia Alleluia / posso uscir da sta gattabuia. / Non ho soldi perdin-
MARIO SANSONE dirindina / chi mi compra l'acciughina?/ Non mangiando neppure
Figura molto nota nell’Ateneo di Bari. Mai criticato per gli approcci un ficus / morirò non solo di Coronavirus./ Sempre se chi mi go-
nuovi dati agli alunni (tra cui la sottoscritta) applicati nei suoi fascicoli verna / non mi lascia in sta caverna/ non trovando soluzione / per
dell’Adriatica Editrice (Bari) per l’avvio partecipativo all’insegnamento sedar sta agitazione./ Fate presto fate presto / a sanar sto dissesto
letterario, ai concorsi, alle ricerche. Provocazione di pensiero, privo del
potere politico-economico, permane sospesa nel tempo, con flessione / senza esser ognun maestro / per non essere maldestro. / Tutti
(apofonìa), con aggiunta e fusione di suffissi (onde, il sostantivo latino quanti insieme uniti/combattete ste broncopolmoniti / chi da un
flesso, in alcuni casi alla “greca”, in poesia). Licenze poetiche che, per lato chi dall'altro / sconfiggete questo mostro./Fate presto fate
forma originale e per contenuto, permangono nel tempo aspettando, nelle presto / non c'è molto che ci resta / lavorare lavorare / senza tanto
Biblioteche e negli Archivi,l’accorta riserva partecipativa di alunni, tra abballare./Vi ricordo questo detto / ve lo dico con affetto / "MEN-
geografie mutate della U. E. forse collassate per le trasformazioni di TRE 'O MEDICO STUDEA / 'O MALATE MORA".
masse emigranti. Mariannina Sponzilli Gerardina Russoniello
ERNEST JONES
Nato nel Galles (1879), morto in Inghilterra (1958). Discepolo di Freud.
Laureato in Medicina. Istologo, con metodo associativo. Autore della
scandalosa scoperta di sessualità con l’autoanalisi di Freud. Rapporti con INVITO AI POETI
Brever e Jung. Presidente della International Psychoanalitical Associa- Sul sito web movimentosalvemini.blogspot.it è in allestimento
tion. Redattore dell’International Journal of Psychoanalysis. Inventore una nuova rubrica intitolata “I SOGNI NEL CASSETTO” a
del simbolismo. Pubblicazioni principali: “Amleto ed Edipo”, “Teoria cura di Fabiano Di Nuccio.
del Simbolismo”, “Saggio di Psicoanalisi applicata”, “Cos’è la Psicoa- Questo invito è rivolto ai poeti esordienti che possono inviare
nalisi?”, “The life and work of Sigmund Freud” (pubblicato nel 1953 su le loro opere alla e-mail: fabianodinuccio@gmail.com
licenza temporanea de “Il Saggiatore” con Garzanti Editore nel 1977), Le poesie inviate saranno commentate e pubblicate sul predetto
“Turismo tra Governatori e Cancellieri di Stato”, “Concorsi letterari tra sito web.
certi ambientalismi”. Mariannina Sponzilli Opera della Prof. Mariannina Sponzilli, artisticamente Anna.
L’ATTUALITÀ, pag. 12 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI N. 4 - APRILE 2020

FENOMENI INSOLITI IN ITALIA SUCHERNOBYLÈANCORAUNMISTERO AGENTI SEGRETI PER


DENUNCIARE I MODERNISTI
Alle ore 1:24 di sabato 26 aprile
1986 si verificò il più grave in-
(a cura di Gabriele Zaffiri) cidente nella storia dell’uso del- Il Sodalitium Pianum, noto anche come La Sapinière, fu una rete
l’energia nucleare. Due di informazione della Santa Sede, organizzata da monsignor Um-
esplosioni in rapida successione berto Benigni dal 1909, sotto il pontificato di papa Pio X (1903-
ESSERI DI FUOCO fecero saltare la copertura da 1914). Il nome si riferisce a san Pio V. Questa rete segreta, si
mille tonnellate che chiudeva il occupava principalmente della lotta contro il modernismo che il
"Il Quotidiano" del 13.4.1996 e "La Gazzetta del Mezzogiorno" reattore n.4 della centrale di papa Pio X nel 1907 lo condannò come eretico. Umberto Benigni,
del 14.4.1996 riferirono di un incontro ravvicinato del terzo tipo Chernobyl, in Ukrajna. I detriti sacerdote e professore di storia della Chiesa, organizzò una rete
con osservazione di un'entità ed effetti collaterali sia elettroma- dell’esplosione caddero nelle ufficiosa di censori, che erano incaricati di segnalargli i teologi,
gnetici sia fisiologici e riportato per la prima volta all'attenzione immediate vicinanze della cen- laici o religiosi (compresi i cardinali), sospettati di diffondere la
del pubblico dallo studioso Antonio Chiumiento il quale dopo trale mentre un nuvolone scuro dottrina condannata. Benigni aveva il compito di denunciarli al
un'intervista al testimone principale, Claudio Mucignat, di Por- e radioattivo si diffondeva Sant'Uffizio. Secondo la testimonianza del cardinale Pietro Ga-
denone, ne divulgava l'inchiesta il 12 aprile 1996 tramite l'agen- nell’atmosfera, interessando nei sparri, Pio X approvò quest'organizzazione e la sostenne finan-
zia ADN-Kronos. Ebbene mercoledì 18 maggio del 1994, il giorni seguenti la Scandinavia, ziariamente, incoraggiando personalmente i collaboratori.
Mucignat, all'epoca allievo ufficiale di complemento dell'Eser- la Russia occidentale, l’Europa L'organizzazione aveva anche il sostegno della Congregazione
cito italiano, mentre si trovava per il suo corso d'addestramento orientale e perfino il nord Italia. Concistoriale, di cui era prefetto il cardinale Gaetano De Lai. Il
presso la caserma "Nacci", sede dell'allora base logistica della Il disastro fu dovuto a numerose gruppo contava una cinquantina di membri in Europa, principal-
"Scuola d'Addestramento Truppe Corazzate", situata in località ragioni. Oggi, grazie a dossier mente in Italia e in Francia. Dopo il Concilio Vaticano II il nome
Torre Venere, in Frazione Frigole, a circa 11 km a est di Lecce, os- del KGB e resi pubblici, pos- "Sodalitium pianum" è stato ripreso dall'Istituto Mater Boni Con-
servavaun fatto alquanto misterioso. Erano circa le 22, il cielo era siamo dire che ci furono nume- silii. Il Sodalitium Pianum operò durante la 1a guerra mondiale
sereno e limpido, non era in corso nessuna esercitazione, i mili- rosi avvenimenti oscuri, e con questo libro, si cercha di portare un con operazioni spionistiche. Gabriele Zaffiri
tari non di servizio erano in libera uscita. Ma improvvisamente po’ di chiarezza su tali avvenimenti.
dall'alto del cielo sbucava una grossa sfera fluorescente di color Comunque ancora oggi rimane il dilemma: si poteva evitare tale
rosso-arancione che scendeva verso l'impianto militare, adagian-
dosi a pochi metri dal recinto della caserma. Subito, da tale luogo
si sprigionava un fulmine, mentre la sfera sembra come ritornare
catastrofe? Molti misteri avvolgono tale tragico disastro, coperti
frettolosamente dal “segreto militare” come riferito in un docu-
mentario doppiato anche in italiano, intitolato “Il complotto di
IO SONO LA CONOSCENZA
La Conoscenza dinamica che rende fluido il Pensiero, che acuisce
verso l'alto. Istantaneamente i due marescialli di guardia e il Mu- Chernobyl” della Gracia Film, curato dall’artista ukrajno Fedor l’Intelligenza, che armonizza la Personalità propria con quella altrui,
cignat, all'epoca allievo presso la seconda compagnia "El-daba", Alesandrovich, con le testimonianze di molti personaggi sovietici che comunica con il mondo esterno, con sé stessi e con gli altri, che
davano l'allarme, facendo levare in volo due elicotteri e facendo che allora ricoprivano posti di responsabilità. condivide l’Esperienza comune, che spinge a superare una situazione
muovere una ventina di mezzi cingolati con l'obiettivo di andare Ne esce uno spaccato sconvolgente in quanto il disastro della cen- difficile, non voluta, non cercata, in cui arbitrariamente si è stati o si
a perlustrare la zona del probabile impatto. Ma tutto risultò inu- trale di Chernobyl è correlato con un sito segreto non molto di- viene sopraffatti e feriti nel proprio “sentire”, quando le forze ven-
tile; infatti i rivelatori a raggi infrarossi e gli intensificatori di stante dalla centrale nucleare. Gabriele Zaffiri gono meno e hanno il sopravvento la desistenza, la desolazione, l’af-
luce, in dotazione ai suddetti mezzi, come anche altre apparec- flizione. In questo frangente in cui ti chiedi se è preferibile essere
chiature installate sulle consolle di comando dei mezzi, non rile- “sopra pensiero o senza pensiero” e se è vero che colui che accresce
varono alcunchè. Il punto dell'impatto venne transennato. Dopo
poche ore da tali avvenimenti, si assiste ad viavai di funzionari e
ufficiali, con in testa un generale di brigata, del Ministero della
Difesa, provenienti tutti da Roma. Il tenente colonnello coman-
LA MALIA DI MEDUSA la sua conoscenza accresce il suo dolore, un pensiero recondito vive
in te che, prima o poi, verrà fuori dal magma denso e vischioso della
negatività del presente: è impossibile rendere positivo il negativo,
ma dal negativo si può estrapolare il positivo.
dante della caserma Nacci convinse, i militari testimoni, a non Medusa, figura mitologica Impresa ardua tuttavia, soprattutto quando hai perso la fiducia in te
parlare di tale episodio. Così la notizia non trapelò, ma una pat- greca, è una delle tre Gorgoni, stesso e negli altri, quando non sai più se chi ti sta di fronte è un ne-
tuglia appena 26 ore dopo i suddetti fatti si trovò oggetto di un mi- con Steno, la forte, ed Euriale, mico o un amico, quando non sai più come agire, quando non riesci
sterioso episodio. Al comando della pattuglia di 15 militi si trovò colei che salta lontano, figlie a dividere il Bene dal Male. Non devi aver paura della Conoscenza,
proprio il Mucignat. Dopo aver affidato 8 uomini ad un graduato, delle divinità marine Forco e perché non immobilizzo l’Animo, pur avviluppato dal dolore, non
il Mucignat, armato di pistola e dotato di una ricetrasmittente a Ceto. Delle tre Medusa era uccido l’Animo, pur paralizzato dalla stanchezza che lo assale nel
lunga portata, si diresse con sei altri soldati verso una zona d'ad- l’unica a non essere immortale e precipitare nel Vuoto, ma lo riporto alla leggerezza del vivere, a su-
destramento per cingolati. Appena passata la mezzanotte, il aveva il potere di pietrificare perare la sua asfissiante quotidianità, a passare oltre l’HIC ET
gruppo di Mucignat scorgeva una fonte luminosa rosso-arancione chiunque avesse incrociato il NUNC, manifestandogli i cicli del Tempo con i suoi stadi di Passato,
sospesa a circa mezzo metro dall'apertura di un grosso carro ar- suo sguardo. Alle rappresenta- Presente e Futuro, svelandogli il cicli della Natura con i suoi stadi di
mato. Il Mucignat, pensando che si potesse trattare di un soldato zioni più antiche, che raffigu- Nascita, Morte e Rinascita. Non devi aver paura della Conoscenza,
di guardia che stesse fumando, si avvicinò, sempre insieme agli rava Medusa e le sorelle come perché io espando la Coscienza, apro la porta a nuove prospettive
altri sei militi. Ma a questo punto la luce si affievoliì, per assu- orrende donne con ali d’oro e nel togliere dalla mente gli schemi e le astrazioni che classificano il
mere l'aspetto di una sagoma umnaoide alta un paio di metri, mani di bronzo, con viso ro- Reale, nel rimuovere i pregiudizi, i preconcetti, i luoghi comuni, le
come se fosse in fiamme, che si muoveva con un movimento on- tondo incorniciato da una massa etichette, le convenzioni, il dubbio, la paura, l’aspettativa: agenti pie-
dulatorio. Subito il Mucignat prese la ricetrasmittente per comu- di serpenti per capelli, con bocca larga con zanne suine, furono so- trificatori che ti obbligano e ti spingono ad agire secondo schemi
nicare con il comando e chiedere istruzioni in merito, ma stituite, nell’arte, nuove rappresentazioni: divennero fanciulle bel- mentali ed emotivi prestabiliti, impedendoti di essere ciò che real-
l'apparecchio non diede alcun segno di vita: era come se le batte- lissime, ma sempre con serpi al posto dei capelli. Secondo mente sei, impedendoti di essere ciò che la Natura e il Volere ti ri-
Ovidio, Apollodoro ed Esiodo, Medusa era l’unica ad essere in chiede, impedendoti di vedere oltre i limiti concreti della tua
rie fossero scariche. Il Mucignat a questo punto ordinò agli altri conoscenza.
sei uomini di aprire il fuoco. Ma i soldati, al momento di sparare, origine una donna bellissima, mutata in mostro dalla Dea Atena,
per punizione per aver giaciuto o per essere stata violentata da Non devi aver paura della Conoscenza, perché ti porto alla Saggezza,
erano paralizzati e anche il Mucignat non riuscì a sparare. Dopo frutto della Sapienza, tramite le quali puoi, con la conoscenza di te
5 o 6 minuti la sagoma umanoide si ridimensionò, ritornando alla Poseidone in uno dei suoi templi. Secondo altri, Atena trasformò
Medusa in Mostro perché ella aveva osato competere con lei in stesso, prendere da te ogni decisione, senza seguire la pubblica opi-
forma di una fiammella. Allo stesso istante gli uomini della pat- nione, puoi sviscerare da te ogni problema da qualsiasi angolazione,
tuglia ripresero il controllo dei sensi e la radio riprese a funzio- bellezza. Fu uccisa da Perseo, guidato da Atena e guardando l’im-
magine riflessa nello scudo per evitare di restare pietrificato: dalla puoi affrontare con equilibrio interiore i casi della Vita, puoi dare
nare, dando la possibilità al Mucignat di avvertire il sottotenente senso alla tua Vita e alla tua Verità, puoi organizzare la tua Vita, non
ufficiale di picchetto. Alle 00,34 precise del 20 maggio tale pat- ferita uscirono il Cavallo Alato Pegaso e il Gigante Crisaore, i
figli che Medusa aspettava da Poseidone. Perseo portò con sé la più velata dal mistero, dal non sapere, dall’ignoranza, puoi acquisire
tuglia rientrava ammutolito al corpo di guardia. Tutti erano sotto “la scienza della Felicità” e poter vivere così senza dolore. Devi ta-
un forte shock, e rimasero d'accordo di tacere sull'intera inquie- testa di Medusa, che non aveva perso il suo potere di pietrificare gliare la testa alla “Medusa interiore”, solo così la Coscienza si spa-
tante vicenda. Il mattino seguente però qualcuno avrebbe rivelato con lo sguardo, e la usò come arma contro nemici e avversari, lanca, la Percezione diventa Intuizione, la Mente entra in uno stato
l'episodio fin qui descritto. Tre dei militari coinvolti sembra che come Atlante, il mostro marino che minacciava Andromeda, prin- di Creatività, lo Spirito si eleva all’Estasi. Non devi aver paura
fossero stati inviati presso l'Ospedale militare del Celio a Roma, cipessa d’Etiopia, lo zio di lei Fineo, Preto, fratello di suo nonno dell’”indicibile angoscioso sguardo di morte” della Medusa interiore,
e in seguito congedati con la diagnosi di "disturbi psichici", se- Acrisio, Polidette, che voleva costringere Danae a sposarlo, il suo perché il Cuore, ricoperto di trine velate come un tulle, ha in sé la
condo il regolamento sanitario militare sostituito in seguito nel stesso nonno Acrisio. La testa poi fu data ad Atena, che la pose al Vera Conoscenza, ha in sé la sguardo che apre la Mente, che svela il
1995. Il Mucignat sarebbe stato trasferito presso la caserma di centro della sua Egida. Nelle Metamorfosi (IV, 799 – 801) Ovi- mistero della Vita, che non ha paura dell’immagine riflessa nello
stanza a Spilinbergo, in provincia di Udine. Poi, dopo altri cinque dio scrive “ la figlia di Giove si voltò e si coprì con l’egida il casto specchio, che non ha paura, guardandola direttamente negli occhi,
mesi di servizio, sempre come allievo ufficiale di complemento, volto, ma, perché quell’oltraggio non restasse impunito, mutò in del suo “indicibile angoscioso sguardo di morte”, che non pietrifica.
avrebbe terminato il servizio militare nell'unità corazzata di luride serpi i capelli della Gorgone”. E Dante nel IX canto del- Non devi aver paura della Conoscenza: non rimani pietrificato, per-
stanza a Tauriano (Udine). l’Inferno (51 – 57) “volgiti indietro, e tien lo viso chiuso: che se ché i tuoi occhi sono coperti di miele. Gerardina Russoniello
Fin dagli inizi del 1979 l'organismo che raccoglie le varie segna- il Gorgon si mostra, e tu il vedessi, nulla sarebbe del tornar mai
lazioni "non identificate e anomale" che hanno come protagoni- suso”. A Medusa sono intitolate le ”Medusae fossae” su Marte.
Medusa, la donna dallo sguardo che pietrifica, è metafora della
sti appartenenti alle Forze Armate è il "2° Reparto dello Stato
Maggiore Aeronautica" con sede a Roma, e diretto da un generale
di brigata aerea. Ebbene, tra le segnalazioni relative al 1994, non
“pietrificazione dell’uomo”. La persona “pietrificata” è nella vita
rigida, congelata, come morta, senza avere sentore di cosa le ac- CHI ERA VERAMENTE
si accenna minimamente ai fatti fin qui descritti. Un modo per
dire che nulla in realtà si è verificato? E che quindi si sia potuto
trattare di un episodio da "allucinazione collettiva"
cade intorno. Non ha entusiasmo e vive spesso le situazioni come
se fossero di pietra, prive della vivacità e della mobilità del pen-
siero e dell’intelligenza. E le pietre diventano pesanti. E Medusa,
RUDOLF STEINER?
lo sguardo duro che immobilizza e non trasforma, anzi uccide, è Rudolf Steiner ha lasciato quattro libri fondamentali (La filosofia
anche metafora della “pesantezza” dell’uomo, nel fare sempre le della libertà 1894, Teosofia 1904, L’iniziazione e La scienza occulta)

LAPERCEZIONE EXTRASENSORIALE stesse cose, nell’abitudinarietà dell’esistere. E egli, oggetto pen-


sante di un ingranaggio più pesante, ingabbia la sua creatività e
quella dell’altro. La “pesantezza” di Medusa altro non è che gli in-
numerevoli stati d’animo, spesso terrificanti, non umani, che
e innumerevoli conferenze tenute in 25 anni di attività.. Il pricipio
ispiratoratore di tutto il pensiero di Steiner, che era solidamente an-
corato al proprio tempo e alla realtà di questa vita, proiettato verso la
dimensione spirituale, è racchiuso in queste sue parole: “La nostra
Siamo sempre più immersi nella percezione sensoriale, basta con- l’uomo avverte nella sua noia, nella stanchezza che lo assale nel- epoca non deve partorire nuovamente una saggezza antica,ma una
siderare la crescente invadenza della pubblicità nella vita quoti- l’incontro con il vuoto. E la “pietrificazione” avviene anche saggezza nuova in grado non soltanto di risalire al passato, ma
diana, al punto che se sparisse di colpo rimarremmo forse smarriti quando un innamorato si disinnamora. Si “pietrifica” in lui il sen- anche di agire come una profezia, come un’apolisse verso il futuro”
e disorientati nell'orientare la nostra esistenza. Fin qui niente di timento provato per la persona amata: lo stacca dall’amore pro- Fin dalla prima giovinezza Steiner aveva recato in sè l’incrollabile
originale essendo una realtà evidente a tutti, il punto critico è che vato per ella e toglie nella sua mente tutte le qualità di lei che un convincimento della realtà dei mondi spirituali, realtà che per lui era
la dimensione extrasensoriale, non quella predisposta dal lato tempo lo avevano attratto. E come “pietrificato” avverte nella re- esperienza diretta di cui volle farne partecipe anche il suo prossimo
economico ma come espressione di analisi e ricerca personale, è altà una struggente nostalgia del proprio passato, anch’esso pie- nella maniera più concreta e scientifica possibile. Si batte costantente
praticamente nulla. In altre parole, è come se avessimo circo- contro il materialismo imperante e fu quindi sempre un lottatore con-
trificato. Ilaria Rossi tro il proprio tempo, avendo ammiratori entusiasti ma anche detrat-
scritto la realtà in un ambito ben definito ignorando totalmente il
resto che può essere immensamente più grande ed importante di tori come avviene a tutti coloro che vanno controcorrente. Steiner
quanto suggerito dai 5 sensi. È come dire che chiunque o qua- non volle mai passare per occultista e il scopo ultimo era quello di
lunque cosa volesse contattarci deve calarsi nella dimensione sen-
soriale. Già, perché noi di altre modalità non ne vogliamo sapere
AVVISO IMPORTANTE integrare nella scienza la ricerca spirituale. Tale integrazione gli ap-
pariva come una necessità imporogabile, un imperativo del tempo e
avendo già pronti i luoghi comuni per ogni evento che nel bene e gli sforzi che fece per improntare alla spiritualità l’approccio alle più
nel male dovesse capitarci. Vero o falso? Eugenio Morelli Per cause di forza maggiore, dovute diverse discipline (dalla sociologia alla pedagogia, dalla medicina al-
l’agricoltura e così via) testimoniano di questa sua tendenza di base.
alle restrizioni governative sullʼemer- Insegnò, dandone personalmente l’esempio a non vivere passiva-
mente ma alla maniera più volitiva e creatrice possibile, per progre-
genza della pandemia, informiamo i let-
LENTEZZA DEL SERVIZIO POSTALE
Il Movimento Salvemini denuncia energicamente l’esasperante len-
tori che le prossime uscite di maggio e
dire, crescere, arricchirsi dentro. Nelle sue opere descrive l’uomo
visibile e quello invisibile, parla della guida spirituale, dell’umanità,
afferma che la morte è un passaggio dalla vita terrena a quella spiri-
tuale e presenta agli occidentali la dottrina orientale della reincarna-
tezza con la quale Poste Italiane consegnano il Periodico “L’Attua- di giugno di questo giornale verranno zione, che egli considera una necessità cosmica. Questo al di là dei
lità” al domicilio dei Soci. Il ritardo lamentato dai Soci è di circa 30 pubblicate in un unico numero. singoli, forse anche discutibili aspetti, mi sembra essere il nocciolo
dell’insegnamento Steineriano: un insegnamento, quindi che ha
giorni! Chiede, pertanto, ai Dirigenti di Poste Italiane di spiegare al Il Direttore molto da dire all’uomo di oggi, che può trovare feconda applicazione
più presto le ragioni di tale inammissibile ritardo. in innumerevoli campi della vita culturale, sociale e religiosa e che
fa quindi di Steiner un maestro irreprensibile. Marina Giudicissi
N. 4 - APRILE 2020 PROBLEMATICHE STORICHE E SOCIALI L’ATTUALITÀ, pag. 13

PIER LUIGI LANDO: ARTE E FILOSOFIA PER NON DIMENTICARE...


“ECOPSICOSOCIAL” Oggi si registra una profonda crisi della critica d’arte per cui diventa
sempre più difficile articolare un discorso sull’arte che non si riduca alla
funzione di promozione di un prodotto su di un mercato. Inoltre questo DI LEGGERE !
(Parte seconda) Il Dottore ci spiega come è mercato dell’arte sta diventando sempre più auto-referenziale incapace
iniziata la sua ricerca ed i suoi studi su di aprirsi sull’orizzonte del mondo per mettersi con esso in dialettica. La (a cura di Vincenzo Calò)
“Ecopsicosocial”. I suoi risultati sono stati stessa arte viene sempre più considerata un prodotto culturale mentre la
pubblicati in un libro di 238 pagine dal ti- sua vocazione sarebbe ben altra. Ma su questo ha già da tempo ironizzato
tolo: ”introduzione all’ecologia psico-so- Piero Manzoni con la sua celeberrima “merda d’artista”. Sembra essere Mauro Cesaretti – “Se è amore, lo sarà per sempre”
ciale “, ed. Armando, nel 1976. Ho trovato venuta meno la figura del grande storico e critico d’arte che fondava la Tante novità vibrano, sollecitandoci ad andare avanti e raggiungerle
online una riedizione. Il medico racconta: sua attività poggiando su una solida base filosofica (basti pensare a Ce- così per fare chiarezza ed esprimerci con leggerezza, pur essendo sem-
“correvano gli anni tra il 60/70, alcuni psi- sare Brandi e a Giulio Carlo Argan). Oggi più che critici d’arte abbiamo pre più intrattenibili, pur dovendo scorrere per rinfrescare la natura
cologi mi avevano contattato telefonica- curatori di mostre che efficacemente Achille Bonito Oliva chiama le colf degli eventi. Secondo il poeta, il battito cardiaco è influenzato da una
mente al Ministero della Sanità dove ero dell’arte. Questa crisi della critica d’arte è, però, l’occasione per avvici- lotta interiore, la più deplorevole, cosicché aleggiano amorevoli fram-
responsabile della Divisione per la preven- nare di nuovo l’arte alla riflessione filosofica. Infatti è decisivo per l’arte menti, da mirare con uno spirito infrangibile, piacevolmente passivi a
zione delle tossicodipendenze (alcool e non solo non essere ridotta a prodotto (rischio della sua mercificazione), tutta questa sublimazione. “Mai riceviamo quel che vorremmo perché
fumo compresi). Suppongo, sia per curiosità ma anche non essere ridotta a “prodotto culturale”; infatti l’arte – quan- s’ignora il desiderio altrui e l’insoddisfazione c’assale adagio”. In que-
circa mie posizioni critiche riguardo alla me- tomeno in senso estetico moderno – non è solo o principalmente espres- sta raccolta di versi (edita dalla Montag) il lettore può notare che per
dicalizzazione di problemi psico-emotivi e sione di una determinata cultura. Infatti essa eccede la dimensione amare non bisogna essere portatori di tradimento, cercando piuttosto
relazionali sia perché più speranzosamente culturale per aprirsi ed aprirci all’universale esattamente come fa la fi- d’appurare una perdita dall’intensità di un saluto che pecca di recipro-
interessati a ciò che avrei potuto fare in loro losofia che dal canto suo non è riducibile solamente all’avere una deter- cità; tra voli diseguali, fragili, che una corrente fredda li può legare in
favore. In quel periodo, non era stata ema- minata visione del mondo. Con questo non si vuole necessariamente maniera del tutto discutibile. Attanagliati dai nervi, si attende che ogni
nata alcuna legge per il riconoscimento rinviare ad Hegel nella cui filosofia dello spirito arte, religione e filoso- cosa smetta d’esistere, volendo cambiare aria in definitiva, in mancanza
della professione di psicologo. Agli psico- fia sono ricomprese nella sfera dello spirito assoluto. Si vuol dire più del coraggio d’ammettere che siamo in balia della scelleratezza, per re-
logi subito accorsi al mio studio, per passa- modestamente che, se la filosofia dall’interno e restando all’interno (per spirare un domani serenamente. Nella vista inerme, nella gabbia del-
parola, si unirono altri laureandi e neolaureati di altre discipline e persone quanto possibile) dell’orizzonte della nostra esperienza in genere cerca l’amore, si sta insieme senza saperne il motivo, si scompare per
a vario titolo interessate ad approfondire argomenti che alimentavano di risalire a quelle che sono le interne condizioni di possibilità di questa quell’oscura, prematura intenzione di approfondire tutto ciò che si è
preoccupazioni esistenziali e per il futuro di tutti noi, sia per farsene una stessa esperienza; allora l’arte è quella attività, che si condensa in opera, amando. Tra le poesie si constata che l’esistenza di una coppia d’amanti
ragione, sia nella speranza che, insieme si potesse trovare un soluzione che paradossalmente ci mette sotto gli occhi quello che non riusciamo a si ripara al fresco di una passione, rincorre un gesto d’affetto nel-
o, comunque, qualcosa di buono da fare per se stessi e per i propri vedere perché lo abbiamo sempre sotto i nostri occhi: ovvero l’arte ci l’amarezza dei sensi. “Se io potessi amare ogni respiro e il suo dolore,
cari. Comune era la delusione circa gli innumerevoli tentativi fatti lungo mostra (ci fa sentire piuttosto che rappresentare) al lavoro quelle stesse ogni fiacchezza dell’amore, ti scriverei parole che non so”. Un cielo va-
il corso della nostra storia e la sfiducia nei confronti di possibili solu- interne condizioni di possibilità della nostra esperienza (anche la più co- riabile riveste percorsi dolorosi, correnti d’aria che un miscuglio di per-
zioni ideologiche. Loro erano consapevoli che le soluzioni storicamente mune). Ecco perché dobbiamo continuare ad interessarci all’arte ed alla sone fatica a sentire, come a scorgere l’aprirsi del fiore più classico da
tentate mancavano di adeguate conoscenze. Soprattutto, convinti circa filosofia ed al loro particolarissimo legame se non vogliamo arrenderci porgere. Il desiderio di snervare degli affetti c’intensifica, e scambiamo
la fondamentale importanza della qualità dei rapporti sia con i nostri si- alla reificazione e mercificazione del tutto ed alla chiusura di ogni oriz- il bene per il male e viceversa in un contatto che così si evolve in pas-
mili sia con l’ecosistema naturale e sociale, individuata, quindi cen- zonte che ecceda il mero fatto. Stefano Valente sione, determinando tutto tranne che l’atto finale di una storia tra due
trammo l’attenzione sullo studio della genesi, evoluzione, problematiche persone. Traspaiono delle identità amando, allorché una fisicità include
e prospettive della relazionalità umana e su fattori e condizioni favorenti della desolazione con delicatezza, fino a stancarsi meravigliosamente.
od ostacolanti. Buona parte degli sconcertanti comportamenti dei nostri
simili si spiegherebbe con un’inappropriatezza dei metodi di allevamento
subiti. Quelli comunemente prevalenti erano (e forse ancora lo sono), in-
L’INFLUENZA DEGLI Capita di rientrare in un cenno d’intesa per sconvolgersi reciproca-
mente, e irrigidirsi individualmente, nello spirito, perché uno scambio
di vite può risultare drammatico, specie per il genere femminile. Chi
formati a esigenze quotidiane degli adulti, in pratica finalizzati a tenere
a bada i propri cuccioli, in modo da poter eseguire mansioni, da quelle
relative alle faccende domestiche a quelle di lavori finalizzati al sosten-
ANNI ’80 NELLA MUSICA ama finisce imprigionato all’istante, ad angosciarsi noiosamente, a
patto che un’apertura dei sensi la si divori in un tu per tu. I nervi d’in-
canto scompigliano della quiete che chissà se la meritiamo, come se ci
tamento proprio e dei familiari, dentro e fuori l’abitazione. Per tali la- La mia malinconia è tutta colpa tua, dicono i Thegiornalisti in Fine del- dovessimo sfidare a duello fino a non intendere un valido motivo, coi
vori - secondo i grandi - appena i piccoli fossero stati in grado di dar loro l’estate, uno dei brani più noti e riusciti, per poi aggiungere è solo tua la demoni che ci tentano scherzando col fuoco che facciamo. “Carezza
una mano, si sarebbe richiesto d’autorità, come dovere, oltre che come colpa, è tutta tua e di qualche film anni Ottanta. Non si esce vivi dagli che mi aiuti a sognare l’amor vero, evitami di incrociare il suo sguardo
ricompensa per i propri sacrifici e prestigio al clan familiare, anche per anni Ottanta cantavano gli Afterhours, una frase che, oltre ad essere uno omicida, e con quella sua dura e insopportabile morsa”. Un timore
un soddisfacente adattamento alle attese socio-culturali dei compaesani, spot illuminato, funziona ancora. Questo decennio continua tuttora a ri- può dimorare nel cuore in mancanza di rettilinei, alle dipendenze di
concittadini, connazionali, nonché per ottenere un posto di lavoro. In splendere mediante la musica e ad ispirare frotte di musicisti, anche nel vizi nient’altro che sensuali… ma di certo svanisce col riacutizzarsi
specie per le figlie, ritenuto il loro comportamento essenziale per man- nostra paese. Ci sono mode ed epoche che, nonostante il passare del della memoria, con la pretesa olfattiva. Prima o poi un battito cardiaco
tenere una rispettabile facciata della famiglia, erano imposte norme e tempo, restano impresse nella mente e nel cuore di chi le ha vissute, ma può precipitare nell’anonimato fintantoché i ritmi quotidiani manife-
precauzioni per assicurare in ogni modo un contegno secondo tali prin- anche di chi le ha conosciute indirettamente. A tal proposito, negli ul- stano indifferenza, senza riconoscere un’osservazione passata, sul pro-
cipi. Metodi “educativi”, quindi, ben lontani dal fondamentale principio timi anni c'è stato un vero e proprio ritorno al passato: la televisione, il prio conto… roba da rimanere travolti, bloccati ancora. Il domani
psico-pedagogico che educare consiste nel catalizzare lo sviluppo delle cinema, la musica e anche il fashion system hanno riportato in auge somiglia a una casa d’abitare, in cui non si entra, preferendo invece at-
potenzialità evolutive, guidando (appunto come l’etimo del termine pe- mode, oggetti e trend che hanno caratterizzato quelli che ormai sono di- tendere, viaggiare mentalmente, arrecando complessità ai giorni che
dagogia) i piccoli verso tale realizzazione secondo il monito di Giove- ventati gli anni più apprezzati del secolo scorso. Gli anni dell’eccesso, di passano, a un regista. Quindi non è affatto perpetuo il caos insito alle
nale: “Maxima debetur puero reverentia”. Anna Maria Ballarati Pac-man, di Mtv, dei walkman e delle compilation sulle cassette. Se pen- forme liquide, di una preghiera al fine di andare avanti e raccogliere
siamo a quel decennio, dal punto di vista musicale, non può non venirci meglio le forze per tenere testa alle debolezze.
in mente la canzone Video killed the radio star, Madonna con i suoi ve-
Intervista a Michele Giacinto Bianchi stiti eccentrici ai tempi di Material Girl, Cyndi Lauper che diceva Girls
Just Want To Have Fun, i Queen travestiti nel video di I want to break
FRAINTENDIMENTI (III): IL TRAINER free, David Bowie che diventa il Duca Bianco e si presenta con Let’s Dance; per non parlare di Personal Jesus dei Depeche Mode e Every breath
you take dei Police. L’elenco sarebbe ancora lunghissimo, ma ci limitiamo a concluderlo citando gli Wham di George Michael, con il loro Wake
DEL MINORE È IL PERFORMER CHE INTENDE Me Up Before You Go-Go. Tutto un altro capitolo si apre se consideriamo la moda: capelli cotonati, jeans a vita alta e colori fluo. Passando al ci-
APPLICARE UNA PSICOTERAPIA? nema sicuramente possiamo citare alcuni dei film più famosi di sempre: Shining, Blade Runner, E.T, Grease, Saturday night Fever, Back to the fu-
ture, Stand by me, Dirty Dancing e Flashdance. Ma quindi cosa è rimasto di questi anni ’80? È semplice, l’esempio lo ritroviamo nel cinema, ma
(49a parte) Perché la Saottini parla indagine approfondita? «I Servizi devono soprattutto nella musica e nelle serie tv di oggi, che ci fanno vivere ancora le loro sonorità e i loro colori vintage, provocando in noi un inevitabile
svolgere un’analisi approfondita sulla personalità dell’imputato, sulle con- retromania. Basti pensare al successo di Stranger Things, ambientata nel pieno degli eighties nell’immaginaria cittadina di Hawkins, completa-
dizioni del suo contesto famigliare e sociale, sulle sue risorse e attitudini e mente ispirata alle serie tv di fantascienza di quegli anni e a film come Stand by me ed E.T. Guardando al panorama musicale internazionale, già
i suoi bisogni evolutivi. Per questo la fase iniziale di valutazione e osser- possiamo nominare alcune band che sono completamente influenzate da queste atmosfere retro: Vaccines, Strokes, Killers, Arcade Fire. Per quanto
vazione assume una notevole importanza e già da questa fase, in special riguarda gli Strokes, Comedown machine è un album prettamente dal sapore nostalgico, la copertina è come se fosse stata fatta 30 anni fa ed il sound
modo se sono state fissate dal GIP delle misure cautelari, la collaborazione è perlopiù imperniato su sintesi di suoni analogici e drum machine. La malinconia anni ‘80 non è cosa del tutto nuova nella musica degli Strokes,
tra assistente sociale, psicologo e educatore unisce alla funzione valutativa ma mai come in quest’album si era deciso di porla come linea guida di un intero LP. C’è quindi un po’ di quella techno, a tratti minimale (la stu-
un’iniziale contrattualità progettuale, l’ascolto e l’accompagnamento educa- penda 80’s countdown machine, Happy ending e Chances), c’è della disco music (Tap Out, Welcome to Japon), c’è del sano rock in lo-fi dal sapore
tivo. La valutazione riguarda in particolar modo le condizioni di possibilità brit (All the time), ed altri momenti ancora più tipicamente Strokes (Partners in crime). Comedown Machine è un album brillante, interessante, un
che la messa alla prova possa effettivamente aiutare lo sviluppo positivo vero e proprio inno a quella decade così amata. In Combat sports invece troviamo dei Vaccines più agguerriti, che ci ripropongono pop anni ‘80,
della personalità del minore e il suo reinserimento sociale e deve quindi cornici di synth, quiete ballate come nell’album precedente, ma creando qualcosa di più ruggente.
considerare con cura se ci sia da parte sua effettivamente la possibilità di ade- La band di Justin Young aveva annunciato che Combat Sports sarebbe stato “un mix di malinconia ed euforia”, un “ritorno alle origini”, “un deli-
rire al percorso rieducativo e alle misure in esso contenute. Questa valuta- cato rock anni Settanta e Ottanta”, “come il suono di una super radio in FM”. Partendo già dal singolo Your love is my favourite band, l’influenza
zione preliminare è indispensabile ed è il punto di snodo che consente alla anni ’80 è più che esplicita grazie a quella tastiere che coprono l’intro e i ritornelli; per non parlare del video stesso della canzone, pieno di camicie
messa alla prova, la cui finalità è la scomparsa o la radicale riduzione del larghe e colori fluo. Un singolo che potrebbe benissimo essere trasmesso da una radio in un giorno qualsiasi del 1983. Lo stesso possiamo dire del
rischio di recidiva, di realizzare questo obiettivo grazie a misure educative brano Nightclub, che sembra spostarsi dal pop all’ area rock di quella decade. L’ondata vintage prende poi il sopravvento in Maybe (Kuck of the
e riabilitative in senso psicologico e sociale» (C. Saottini, Op. cit., pp. 197- Draw) e i ritmi martellanti di Surfing In The Sky si addolciscono con Young American, lenta e sussurrata. Anche gli Arcade fire, con l’album Eve-
8). Ma ancora: perché la “personalità” è spezzata in almeno un’altra parte rything Now, da eroi dell’indie-rock sono diventati le nuove stelle del dancefloor. Nell’album, infatti, ci sono echi fin troppi spudorati degli ABBA
tanto deterministica: la condizioni familiari? Perché si parla di condizioni di (il paragone lo hanno fatto tutti, ed è in effetti impossibile da ignorare), omaggi alla disco music, melodie ipnotiche di synthpop che sembrano prese
possibilità per la messa alla prova? Come calcolare un rischio di recidiva ri- in prestito direttamente dall’epoca di Moroder. Si balla, si canta, e si trova anche il tempo di scherzare un po’ su questa società tutta concentrata sui
spetto ad un fatto semplicemente imputato? Andiamo avanti. Si conclude il
percorso valutativo preliminare. Cosa succede? I Servizi possono proporre un social e sull’autopromozione. Quello che colpisce di Everything Now (titolo preso da una canzone degli ABBA) è proprio tutta quella valangata di
progetto dettagliato di messa alla prova. L’udienza preliminare (GUP) costi- memorie anni ’70 e ’80 che saltano fuori da ogni accordo senza possibilità di controllo. Sofia Bartalotta
tuisce il momento propizio per proporre una messa alla prova: i Servizi
espongono le loro osservazioni e propongono, nel caso, un programma edu- smartphone (a chi può, consigliamo di scaricare ed installare la pro-
cativo. «In estrema sintesi: lo Stato rinuncia all’affermazione della respon-
sabilità del minore e al proprio diritto a punire, quando è in grado di
prospettare come probabile la ripresa, da parte dello stesso minore, del per-
corso evolutivo e maturativo della cui interruzione il reato è testimonianza.
È quindi un istituto in sintonia con l’idea che il comportamento antisociale
MOTORI DI ATTUALITÀ pria app di controllo ove esistente), oppure dotate di allarmi che co-
municano sempre con i nostri dispositivi mobili intelligenti. Si
ricorda poi che la miglior sicurezza, più che da un allarme è costituita
da una polizza contro il furto, che non può essere scavalcata da nes-
possa essere l’espressione di un disagio evolutivo e di una spinta a crescere (a cura di Alessanddro Masssimi) sun ladro, come invece potrebbe accadere per un impianto di allarme,
messa in atto in modo disfunzionale. Introduce un nuovo modo di interpre- a volte anche più costoso della cottura assicurativa. Altra ghiotta oc-
tare, e soprattutto di trattare, il reato e il suo autore, non più attraverso il casione da prendere al volo, in tale periodo di fermo e di incertezza,
sarà quello di acquistare una nuova vettura, potendo fruire di sconti
tradizionale canone dell’afflittività della pena» (Ib., p. 198). Lo Stato rinun-
cia all’affermazione della responsabilità del minore e al proprio diritto a pu- MOTORI AL TEMPO DEL CORONA VIRUS davvero mai visti prima. D’altra parte gli affari si fanno nei momenti
nire? No, rinuncia a proseguire il processo. E poi, in che senso lo Stato in cui si possono cogliere le giuste opportunità e questa, nella tri-
avrebbe “diritto” a punire? Ammettiamo per un attimo che, in quel caso par- Cominciamo con il precisare che per prima cosa bisogna rispettare le stezza del momento, non va comunque lasciata sfuggire. Si consi-
ticolare, venga stabilito dallo psicologo che il comportamento antisociale sia regole, e per tutto il tempo che lo Stato prescriverà la quarantena, gli glia poi di pensare sempre di più alle auto elettriche, anche perché
un disagio evolutivo una spinta a crescere disfunzionale. L’istituto del Nuovo spostamenti dovranno verificarsi solo ed esclusivamente all’interno queste possono essere ricaricate in ogni posto in cui ci sia una presa
Processo Penale Minorile sarebbe per questo in sintonia con l’idea che l’atto delle regole della quarantena, senza tentativi o tentazione di furbe- di corrente, anche domestica, nomale a bassa potenza. I lettori sten-
del crimine debba essere interpretato in quel modo? Eppure il Giudice Ono- sche violazioni, che finirebbero per ritorcersi sull’intera collettività. teranno a crederlo, ma considerando che una vettura elettrica a se-
rario articola senza commentarla la caratteristica forse più importante della La quarantena sarà tanto più breve quanto più rigorosamente rispet- conda delle sue dimensioni può percorrere da 3 a 10 km con un solo
messa alla prova nel sistema della giustizia minorile in Italia, ovvero che la tata. Con l’obbligo di permanenza in sosta se non per sporadiche ec- kilowatt di corrente, si capisce bene come una presa con anche solo
sua applicazione è svincolata dalla gravità e dalla tipologia del reato con- cezioni, si consiglia di tenere le proprie vetture efficienti e pulite, 2 KW/h di potenza sia sufficiente per caricare una autonomia di oltre
nesso, potendo essere disposta nell’ambito di processi celebrati per qualun- soprattutto all’interno, con l’acquisto di prodotti specifici per la di- 100 km giornalieri di percorrenza media. Voglio ricordare che si
que reato, anche nei procedimenti per omicidio, per violenza sessuale ecc. sinfezione dell’abitacolo, che dovrà essere sgombrato da ogni og-
La gravità dell’imputazione incide solamente sulla durata della procedura. può sostituire l’ingombrante e costosa automobile, in determinate
Nemmeno precedenti condanne, anche irrevocabili, escludono di principio e
getto sporco e lungamente presente all’interno di esso. Si consiglia occasioni e per specifici utilizzi, con mezzi di trasporto molto più
necessariamente la sua applicabilità. Detto questo, ecco il solito errore: «Alla di eseguire questa operazione da soli, senza utilizzo di stazioni di la- economici e pratici.
fine del percorso, se l’imputato avrà dimostrato di aver maturato una di- vaggio professionali, che sarebbe peraltro in questo momento diffi- Per esempio, le biciclette elettriche per uno spostamento di pochi
sposizione a non commettere reati e a reinserirsi come soggetto sociale re- cile raggiungere, o che potremmo trovare facilmente chiuse. Si chilometri di una sola persona sono ottime, economiche, rispettose
sponsabile nella comunità, verrà pronunciata “l’estinzione del reato per esito consiglia poi di curare la pressione degli pneumatici (ci sia consen- dell’ambiente ed estremamente veloci ed efficienti. Altro veicolo di
positivo della prova”, in caso contrario il processo riprenderà da dove era tito, per noi l’utilizzo di tale articolo “gli” pneumatici, pur se tecni- cui abbiamo già parlato, sono i monopattini elettrici, ormai autoriz-
stato sospeso e si arriverà alla sentenza. Un presupposto fondamentale di que- camente corretto appare un orrore di mancata estetica linguistica). E zati a viaggiare sulle strade urbane equiparati a ciclomotori, con le
sto istituto è, ovviamente, il consenso dell’imputato: dando il suo consenso soprattutto, bisognerà tenere in carica la batteria e cosa ancor più im- dovute cautele, soprattutto riguardo l’abbigliamento protettivo per
il minore riconosce la necessità di essere in relazione con un’autorità che portante, il serbatoio pieno. Quindi magari il giorno che si prenderà chi li utilizza. Di certo, piuttosto che salire su un autobus dove po-
diventa un interlocutore importante per le sue scelte attuali e future e si af- la vettura per una delle fattispecie necessarie e consentite dal decreto trebbero essere passate persone contagiate o contagiose, è preferi-
fida ad un mandato che assume il significato di reciproco riconoscimento. di quarantena, ammesso che non venga tolto prima che questo arti- bile spendere i soldi di un abbonamento annuale al servizio pubblico
Un riconoscimento simbolico presidiato da un codice paterno autorevole, colo vada in stampa, si suggerisce di passare presso un distributore (circa Euro 300) per comperare un valido monopattino, che ci potrà
non collusivo con la distruttività agita dall’adolescente, come spesso ac- di carburante per riempire il serbatoio, e ternerlo così, anche dopo il portare con maggior rapidità in giro per tutta l’area urbana, e con
cade nelle famiglie d’origine, ma prescrittivo della crescita e dello sviluppo» passaggio della quarantena, finché la situazione non torni alla piena costi di gestione quasi nulli.
(Ib., p. 199). Deve l’imputato minorenne dimostrare di aver maturato una di- normalità. Altro punto da curare, è il fatto che in periodo di lunghe e Per concludere, ricordiamo a coloro che sono intenti a cambiare vet-
sposizione a non commettere reati e a reinserirsi come soggetto sociale re- forzate soste, le vetture potrebbero essere trascurate e diventare og-
sponsabile nella comunità? E in che modo? Sottolineare il Terzo del momento tura, di scegliere un modello dotato di filtro aria nell’abitacolo di tipo
paterno è interessante, ma il Giudice Psicologo divarica (secondo quale ele-
getto di cupidigia dei ladri, sempre pronti a sfruttare ogni opportunità, medicale, ossia in grado di fermare non solo polvere e polline, ma ad-
mento?) il padre dalla distruttività pura, facendo peraltro coincidere il cri- per cui si consiglia di controllare fisicamente la propria vettura al- dirittura di fermare microbi e batteri, al pari di un filtro aria pecu-
mine con questa purezza (il che è problematico). meno una volta al giorno, sia che questa si trovi in strada, che in box liare delle sale operatorie. In tale maniera si potrà isolare la propria
Michelangelo Abbate Trovato o garage. Esistono anche vetture moderne con controllo via app su vettura da ogni rischio di contaminazione con l’esterno.
,
L’ATTUALITÀ, pag. 14 EVENTI DI ATTUALITA N. 4 - APRILE 2020

SOSTEGNI ALLE IMPRESE ED AI GIOVANI TALENTI IO E I PIANETI DELLO ZODIACO


In questo periodo tanto difficile dalle Alpi alla Sicilia (anche se per il resto del mondo vale il detto: se Atene piange, Sparta non
ride), ciò che serve non é tanto lamentarsi quanto rimboccarsi le maniche e guardare ai segnali positivi. Alcune buone notizie ci sono (a cura di Isabella M. Affinito)
giunte in occasione dell’ Investor Day, ovvero l’evento conclusivo della prima edizione di dock3 – the startup lab. Esso è il percorso
di training, incubazione e open-innovation per startup dell’Università Roma Tre, aperto a studenti e ricercatori e laureati di qualsiasi Interpretazione del tema natale di Salvatore D’Ambrosio,
Ateneo, che vogliano sperimentare le proprie capacità imprenditoriali e validare un progetto di business. Nel corso dell’evento sono nato a Napoli il 30-7-1946 probabilmente di mattina.
state presentate ad un team di 15 investitori le 7 startup che hanno partecipato al programma di incubazione dock3Sprint. Le giovani
imprese partecipanti sono: Amafootball: solo il 2.9% dei giovani calciatori riesce ad accedere al professionismo. La startuup per- Del poeta scrittore pittore Salvatore D’ambrosio, del Segno del
mette ai giovani calciatori di autopromuovere il proprio talento con una piattaforma di social video ranking. Anywhaire è una piat- Leone, non sappiamo l’ora precisa di nascita, ma supponendo sia
taforma di intermediazione fra parrucchieri e clienti che offre un servizio rapido e personalizzato a casa propria, a casa del avvenuta nella prima mattinata sarebbe con Ascendente in Vergine;
parrucchiere, in albergo o in ufficio. Night Citizen è un software che permette a tutti coloro che amano uscire la sera, di individuare nella tarda mattinata fino a mezzogiorno sarebbe con Ascendente
serate ed eventi in modo semplice, veloce ed efficace. Paycrebit: il sistema Loyalty che permette ai negozi di ingaggiare clientela Bilancia. Ora, sappiamo per certo che il soggetto ama comporre
con gettoni-credito digitali scontabili dalla spesa, e consente agli utenti di risparmiare realmente negli acquisti e di barattare punti poesie e soprattutto dipingere: il suo olio su tela Lo specchio ha
fedeltà e coupons. Quadrivium è il primo game free to play basato su realtà aumentata e geolocalizzazione che fa scoprire la pro- fatto da immagine di copertina del suo florilegio poetico, edito
pria città. Consente di “affrontare missioni e sfide e vivere la storia”. Qubo è un’app mobile che arreda automaticamente ogni am- dalla Bastogi Editrice Italiana, intitolato Barcollando nell’indici-
biente in modo semplice ed immersivo attraverso AI e scansione di oggetti, restituendo un preset completamente arredato in AR. La bile del 2009. Queste brillanti prerogative appartengono al Segno
startup che ha vinto il premio in palio di 5.000euro assegnato dalla Regione Lazio é stata Tokeville. Essa mira a risolvere in maniera della Bilancia governato da Venere, che riguarda la Bellezza in
efficiente i problemi legati al decoro urbano grazie alla collaborazione tra imprese, cittadini e associazioni ridefinendo il modo di ge- tutte le sue manifestazioni e sbocchi professionali per cui è vero-
stire la propria città. L’ Investor Day é stato moderato dal Responsabile Operativo di Dock3 Andrea Dal Piaz, il quale ha introdottto simile che il soggetto sia Leone Ascendente Bilancia. Secondo la
il Sottosegretario Gian Paolo Manzella, il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre Prof. Luca Pietromarchi e l’Assessore allo singola posizione dei corpi celesti nel suo tema natale, notiamo che
Sviluppo Economico della Regione Lazio Paolo Orneli. sono quattro-cinque soltanto le Case occupate dai pianeti con uno
Quest’ultimo ha affermato che é stato recentemente presentato a circa 50 ambasciatori, associazioni di categoria ed istituzioni il straordinario stellium (raggruppamento planetario) proprio nel
Piano Triennale che intende sia promuovere il Lazio come luogo in cui investire, sia sostenere l’internazionalizzazione delle imprese Segno del Leone, intensificando di molto quelle che sono già le
laziali. Nel quadro appena delineato verranno aperti due bandi: il primo intende sostenere i progetti di internazionalizzazione. Il re- caratteristiche leonine (della Casa quinta corrispondente alla fa-
lativo fondo ha un budget di 5 milioni di euro che possono essere erogati tramiti contributi a fondo perduto per un importo fino al coltà creativa dell’individuo in associazione al tema dell’Amore,
50% delle spese sostenute alle micro, piccole e medie imprese in forma singola o aggregata. Con il secondo bando vengono concessi dello sport, del divertimento, della capacità recitativa intesa per lo
voucher per l’internazionalizzazione per un ammontare di 2,5 milioni di euro; si tratta di un provvedimento che completa il prece- spettacolo). Cominciamo con Giove e Nettuno in Bilancia (se-
dente. Un’ altra interessante opportunità innovativa verrà messa a punto successivamente. Il riferimento é al finanziamento pubblico condo la tradizione è la Casa Settima dei legami affettivi e di la-
- privato di un dottorato industriale che dovrebbe consentire di svolgere le ricerche all’interno delle aziende. Fiorella Ialongo voro), un forte senso di equanimità contraddistingue il D’Ambrosio
nell’incontro con gli altri, ovvero sente di voler essere imparziale
con tutti e al contempo cerca rilievo quando incontra l’altro, per-
ché è un Giove dal buon gusto e diplomatico, esteta e sensibile al-
CORONAVIRUS-COVID2: PANDEMIA O PANDEMONIO ? l’armonia in generale. Egli sta attento all’abbinamento dei colori
sia nel proprio abbigliamento, sia nell’arredamento di casa, affin-
Dopo la seconda guerra mondiale il mondo è stato abituato a pensare che il futuro sarebbe stato sempre positivo. Eppure non è così. ché tutto possa risultare gradevole all’occhio e ai sensi. Nettuno,
E' bastato un semplice virus evoluto da un pipistrello fino a poter essere recepito entro al copro umano per mandare letteralmente in anch’esso in Bilancia, lo porta ad amare smisuratamente la musica
tilt il mondo intero, al punto da costringere l'OMS in data 11 marzo u.s. a dichiarare lo stato di pandemia, ossia di malattia estesa a e il mare – ricordiamo che nell’intervista della sottoscritta all’au-
tutto il globo. Rapidamente ripercorriamo le tappe iniziali di evoluzione del virus. Quando l'epidemia è partita dalla città di Wuhan tore D’Ambrosio, lui ha detto che gli sarebbe piaciuto molto essere
in Cina, e si è sviluppata in tale area, tutti noi ci siamo sentiti distanti - non solo geograficamente - da quel problema e forse ci siamo un pianista concertista (dal mensile “Pomezia-Notizie” Gennaio
scandalizzati, pensando che in Cina forse non ci sono ovunque opportune condizioni igieniche e di sicurezza per la salute dei citta- 2020, pag.3). Fare gruppo, la comune, per lui è importante perché
dini e che quindi si sarebbe potuto sviluppare tranquillamente un'epidemia, come il Coronavirus. Qualcuno ha pensato sin da subito, ripudia la solitudine. Marte e Venere in congiunzione si trovano
in maniera complottistica o cospirazionistica, ad un virus creato in laboratorio e diffuso tra la popolazione per non meglio precisati nel Segno della Vergine (Casa Sesta ossia di come è strutturata la
motivi politici, e soprattutto, senza specificare da parte di quale forza politica o da quale stato? Chi effettivamente potrebbe trarre vita quotidiana lavorativa del soggetto, la manualità e la sua sa-
grossi vantaggi da tale virus? le risposte sono diverse e tutte piuttosto fantasiose, tanto purtroppo la verità a questo livello non la po- lute), è probabile che il poeta D’Ambrosio abbia incontrato l’anima
tremo mai conoscere. In Europa le risposte degli Stati si sono rivelate subito ondivaghe. Desideriamo ricordare per prima cosa, pur- gemella sul luogo di lavoro, fra i colleghi, i dipendenti, sul campo
troppo, che fino al momento in cui scriviamo, non c'è stata alcuna presa di posizione decisa da parte dell'UE. professionale, ma attraverso una selezione abbastanza critica dato
Sempre per rimanere in ambito europeo, anche la BCE, con i suoi provvedimenti e la conferenza stampa della Presidente Christine che trattasi di una Venere scrupolosa, concreta, osservatrice, mi-
Lagarde del 12 marzo, ha dimostrato grosso disorientamento e non piena percezione della gravità e dell'entità del problema. Anzi- suratrice. La congiunzione fra i due pianeti, Marte e Venere, può
tutto, è stato proposto da qui al 31 dicembre un incremento di liquidità in tutta l'Eurozona di una somma di soli 120 mld di euro, con- essere positiva o negativa, bisogna vedere se prevale l’istinto bel-
tro l'iniezione di liquidità della FED che in un solo giorno ha infettato ben 1.500 miliardi di dollari, e che molti ancora ne inietterà. licoso marziano o lo spirito cortese ed elegante venusiano, nella
Inoltre la BCE non ha ritenuto di abbassare i tassi di interesse e sopratutto, la Presidente ha precisato in conferenza che non è com- sfera di quello che si svolge tutti i giorni in rapporto agli altri in-
pito suo agire per contenere gli spread di interesse, dei vari stati, con particolare riferimento alla spread italiano rispetto ai Bund te- torno, attenzione al fatto che il soggetto è portato a polemizzare
deschi. Tali affermazioni a dir poco imprudenti, hanno provocato il peggior calo di tutti i tempi della Borsa Italiana in un solo giorno, soprattutto quando viene provocato.
fino al 17 % di calo. Per capire che oltre alla pandemia, ci troviamo davvero davanti al pandemonio, ricapitoliamo rapidamente cosa Dicevamo dello stellium nel Leone, di ben tre pianeti in congiun-
è accaduto a livello dei singoli Stati ed all'interno dei medesimi. zione tra loro: Sole Mercurio e Plutone. A questo punto si scarta la
In Italia al momento dello scoppio dell'epidemia cinese, c'è stato un atteggiamento di prudenza di alcune parti politiche, volto a con- timidezza perché c’è un “Io” che vuole dimostrare volontà e pos-
trollare e arginare il più possibile l'ingresso dei contagi nel nostro paese. sanza: è un Sole mercuriale e plutoniano al tempo stesso, che si
Gli italiani, comunque, si sono resi conto della gravità della situazione e si sono adattati molto seriamente alle rigide misure prese. Pas- auto-considera per raggiungere il di più e lo fa servendosi della
siamo ora alle reazioni degli altri Stati nazionali, sia di fronte all'epidemia cinese che poi rispetto a quella italiana. Anzitutto, ci siamo versatilità di Mercurio, del suo talento alla sveltezza, alla comuni-
trovati con un atteggiamento di controllo generalizzato, contro il nostro paese che ha portato ha chiusure con un sapore a volte di- cazione, all’improvvisazione nelle situazioni estreme. Per ultimi
scriminatorio, e sicuramente scoordinato. C'è chi ha bloccato il traffico aereo, chi non ha permesso a navi italiane di attraccare ai pro- troviamo Saturno in Cancro e Urano in Gemelli, isolati nei loro
pri porti, chi ha bloccato i tir, chi ha bloccato l'esportazione in Italia di presidi di protezione sanitaria (mascherine, macchinari medici contesti. Il soggetto deve aver sofferto o avuto qualche problema
con la famiglia d’origine, c’è stata una crescita non facile (consi-
o altro), chi addirittura ha accusato l'Italia di essere il vero focolaio mondiale del virus, al posto delle Cina. Anche i provvedimenti derando anche che era il dopoguerra nel Meridione) e che il sog-
contro il virus sono stati finora diversi tra paese e paese. getto ha delle notevoli intuizioni in fatto di comunicativa, così in
La Francia ha chiuso parzialmente le attività. La Germania ha preferito una politica più mirata contro gli effettivi contagiati, contando campo letterario trova idee e modi originali d’espressioni, è lo
su un sistema sanitario che possiede molti più posti di terapia intensiva rispetto all'Italia, ma più di tutti ci sorprende la politica del stesso Urano in Gemelli che stava nel tema natale di Gabriele
Regno Unito, che non ha adottato misure contenitive, pensando di poter far diffondere il virus per raggiungere una così detta "im- D’Annunzio famoso per la sua inventiva bizzarra, tra le altre cose,
munità di gregge" che però si rischia di pagare con una strage di vite umane, che finora è stata combattuta da tutti gli altri paesi. Mai in campo intellettuale-letterario.
ci si era trovati di fronte ad un simile problema, dove un virus, peraltro piuttosto comune (la famiglia dei corona virus è conosciuta
e studiata da anni) anche se recentemente modificato, ha letteralmente messo in ginocchio il mondo intero, a fermare il tempo... spe- (Chiunque desideri conoscere gratuitamente il proprio tema
riamo per pochi mesi in tutto e per pochi giorni ancora. Speriamo che la situazione sia di lezione per un coordinamento mondiale che natale, può scrivere a Isabella Michela Affinito.
anche questa volta ha dimostrato di fare acqua da più parti. Alessandro Massimi Indirizzo e-mail: anastasia22n@libero.it)

Intervista a Michele Giacinto Bianchi


IPOTESI FANTASIOSA SUL CORONAVIRUS FRAINTENDIMENTI (IV). IL TRAINER BUONO È UN OCCHIO
Da semplice cittadina, con nessuna competenza in medicina,
mi è venuta in mente un’ipotesi che potrebbe anche sembrare CHE SCOMMETTE SUL MINORE SOLO A CERTE CONDIZIONI?
assurda ma che forse dovrebbe essere presa in consideraione.
Ci sono Paesi ancora indenni da questo virus. Se si tratta di (50a parte)«Accettando di essere ammesso alla messa alla prova accetta di impegnarsi e di essere disponibile a svolgere attività fondamentali per la
sua maturazione e il suo sviluppo personale, per la ripresa di una “nascita sociale” che deve quindi avere anche un forte radicamento sociale. Non
pandemia (come dichiarato dall’Organizzazione Mondiale è indispensabile che inizialmente sia consapevole di tutti i presupposti richiesti dall’applicazione della misura, ma alla base della formulazione del
della Sanità), perchè il covid2-19 non ha colpito tutti i Paesi progetto deve esserci la sua disponibilità ad accettare i Servizi come interlocutori e, in certa forma, come controllori» (Ib.). Il trainer è “interlo-
del mondo? Forse i Paesi indenni hanno l’antidoto? S cutore” o “controllore”? «Il presupposto soggettivo non è, quindi, costituito esclusivamente dall’ammissione del reato, che in alcuni casi non si ac-
i dice che potrebbe trattarsi di un mutamento virale che si tra- compagna al riconoscimento del suo valore di trasgressione penalmente perseguibile. Presupposto fondamentale è l’assunzione di responsabilità
smette con un semplice starnuto. Mi chiedo: esiste forse qual- in rapporto ai fatti per i quali il minore potrebbe essere giudicato e la sua dichiarazione di impegno nel progetto teso al cambiamento, alla
revisione critica di alcuni aspetti esistenziali e alla messa in discussione di alcune “scelte” comportamentali» (Ib.). Qui il fatto è il fatto di una pos-
che interesse economico, strategico o politico per far sibilità, ed è giusto, ma la dichiarazione d’impegno come deve essere dimostrata? Se prima parliamo di impulso puro, che sganciamo del padre sim-
espandere questo virus? Sappiamo che esso è stato portato in bolico, perché ora si parla di scelte? Bastano le virgolette a sciogliere la chiara contraddizione? Qual è l’origine di questa contraddizione? «La
Italia da una coppia di coniugi cinesi. valutazione della motivazione non riguarda perciò la sincerità, ma piuttosto la capacità di mantenere la dimensione dell’impegno nella relazione
Le mie elucubrazioni potrebbero sembrare frutto di una fer- con l’interlocutore. Anche una motivazione utilitaristica è accettabile, si è accompagnata da impegno, poiché indica comunque la capacità di tener
vida immaginazione ma è un fatto inconfutabile che questo conto della realtà e dell’altro. Capacità di riconoscere valori quali la sincerità, il rispetto per le opinioni altrui, il senso della giustizia alla base dei
virus sta mettendo in ginocchio l’Europa e l’America, econo- rapporti personali e sociali saranno, auspicabilmente, acquisizioni che avverranno nel corso del processo, come effetto di una maggiore consape-
volezza di sé, del proprio ruolo sociale e della disfunzionalità per la propria crescita emotiva e umana delle scelte precedenti» (Ib. pp. 199-200).
micamente e psicologicamente. Si torna qui sulla scelta, chiaramente irrisolta, ma la cosa sembra ingarbugliarsi oltremodo? Si cambia scena, e si osserva che l’attuazione del va-
Gli italiani, forti delle esperienze vissute dagli antenati, non si lore educativo nell’applicazione della norma è l’obiettivo non solo del minore, ma di tutti gli attori del procedimento penale minorile: giuridici, so-
lasceranno sopraffare da questa che a me sembra una strategia ciali, pedagogici e psicologici. Il fine “educativo” sarebbe il recupero delle potenzialità evolutive della personalità in formazione. E questo si può
del terrore. dire. Ma ecco, ancora torna la questione della “paternità” irrisolta: «Il minore autore di reato, infatti, è proprio in quanto minore, anche oggetto di
In osservanza delle regole emanate dal Governo, continuano a tutela e il criterio educativo stabilisce il suo diritto all’attivazione di condizioni che ne assicurino la crescita attraverso un approccio mirato ed in-
dividualizzato alle specifiche esigenze di ripresa evolutiva di ogni singolo adolescente» (Ib. p. 200). Autore di reato? Qui il Giudice Onorario tenta
portare avanti il lavoro e la loro vita privata, con qualche ri- una sintesi, trascinandosi dietro le gravi contraddizioni che ho cercato di indicare, e che la portano a fraintendere essenzialmente la cifra del dPR
nuncia; ma lo scopo primario è quello di proteggere le fami- 488. Qui tratta la questione della finalità responsabilizzante del processo, ma la sposta sul lato dell’Altro, e poi fa intervenire il problema dell’in-
glie e tutto il Paese. Giannamaria Pinci capace, dell’immaturo, dello psicotico da un lato, e dall’altro il grande problema dell’ospitalismo intrafamiliare già trattato in precedenza, per esem-
pio in termini di deficit di cure materne nelle conv. 24a e 25a. La scommessa non cade dalla parte del minore, a partire dall’Altro, ma dalla parte
dell’Altro resta nell’Altro. Il minore resta con un deficit. Resta dalla parte delle “carenze”: carenziato. «Ancora in estrema sintesi: il processo di re-

SCOPERTO A LOCRI UN SEPOLCRO ROMANO sponsabilizzazione del minore che la messa alla prova si prefigge, inizia proprio con l’assunzione di responsabilità da parte degli adulti, giudici e
operatori sociali, che su questa responsabilizzazione scommettono mettendo in campo un progetto complesso di ripresa della crescita e di ristrut-
turazione dei legami personali e sociali compromessi, di cui il reato si è fatto sintomo. La costruzione del Sé in adolescenza è in primo luogo una
Nel corso dei lavori di adeguamento sismico dei plesso scolastico funzione della relazione dell’adolescente con l’ambiente di sviluppo e l’intervento del sistema penale nel suo complesso è, inevitabilmente, un ri-
specchiamento sociale che gli rimanda una nuova interpretazione delle sue esigenze evolutive. La misura viene proposta sia per adolescenti in si-
S. Cono e Moschetta è venuto alla luce un sepolcreto di epoca tuazione di grave disagio personale, familiare e sociale, legati a carenze genitoriali, quartieri a rischio, con devianza adulta e microcriminalità,
romana. La responsabile dell scavo l’archeologa Roberta Eli- difficoltà evolutive anche gravi, sia per situazioni meno compromesse sul piano socio-ambientale, ma spesso più problematiche su quello delle re-
doro, ha detto che l’eccezionalità della scopertasta proprio nel- lazioni familiari e dello sviluppo psicologico. Nelle situazioni in cui ci si trova di fronte a ragazzi con gravi problemi psicologici, con gravi ritardi
l’estensione del deposito. Si tratta di tombe in muratura intellettivi o con disturbi psicotici più o meno conclamati che potrebbero compromettere il processo di assunzione di responsabilità del proprio
sovraposte risalenti a un periodo che va dal I al V secolo a.C., comportamento, potrebbe mancare il presupposto fondamentale di applicazione della misura. Potrebbe comunque essere proposta con l’obiet-
nelle quali sono state rinvenute due brocche a bande e alcuni mo- tivo di aiuto alla maturazione in questo caso privilegiando la messa alla prova rispetto alla decisione, sempre problematica in adolescenza, di as-
nili in bronzo ed un anellino. sunzione basata sul riconoscimento dell’immaturità del minore» (Ib.).
I reperti sono stati affidatiper il restauri al Museo Nazionale di M. Bianchi: Che possa venire a mancare il presupposto fondamentale di applicazione della misura, come osserva C. Saottini, e che possa venire a
mancare sulla base di una ipotesi scientifica, per esempio dell’ipotesi dello Zero Degrees of Empathy, per usare la più diffusa nel campo dei Ser-
Locri, dalla sovrintendenza archeologca della Calabria diretto da vizi sociali dell’Occidente industrializzato, sostenuta dal neuroscienziato sociale, direttore del Centro di ricerca sull’autismo dell’, S. Baron-Cohen
Algredo Ruga. L’Amministarzione Comunale di Locri ha in pro- - il quale recentemente ha costruito appunto «una teoria della crudeltà umana e della gentilezza» con una scala che va da un grado zero di empatia
gramma di utilizzare l’edificio ex scuola elementare per relaiz- delle canaglie e degli sfortunati ad una empatia meravigliosamente empatica dei benefattori e degli eroi sociali -, mi appare sicuramente stridere
zare un centro culturale. Ernesto Papandrea con il fine speciale del Nuovo Processo Penale Minorile. Michelangelo Abbate Trovato
,
N. 4 - APRILE 2020 PROBLEMATICHE RELIGIOSE E DI ATTUALITA L’ATTUALITÀ, pag. 15

DIALOGO ECUMENICO GLI ANGELI SONO STORIA DI DIO


(a cura di Aurora Simone Massimi)
SEMPRE TRA NOI Dio all'alba scese sulla terra, anche se appena nato, era pur sem-
pre Dio, quindi anche così faceva tutto quello che fa un Dio:
creare, consolare i cuori infelici, accompagnare in Cielo le anime
UN ANGELO DI NOME ELISABETH buone. Muovendosi nella fulgida Luce, non si vedeva la sua gran-
FESTA DI SAN GIUSEPPE Il dottor Melvin Morse descrive l’esperienza di Kristel, una dezza, appariva Dio e basta. La madre Gli aveva fatto molte rac-
Il 19 marzo, come di consueto, cade la festa di San Giuseppe e la bambina di 7 anni, scampata a un annegamento: “Ero morta. E comandazioni riguardanti questo viaggio sulla terra e il padre lo
festa del “papà”. Incoraggiare e rasserenare gli animi, rinverdire dopo ero nel tunnel. Era tutto nero e avevo paura non potevo aveva benedetto premurosamente, in segno di saluto. La cosa che
la speranza di un giusto rapporto e creare sempre più, nell’amore, camminare finchè apparve una donna di nome Elisabeth e il sapeva fare dì più, cioè la Sua specialità, era dare la vita. C'era da
il dialogo intergenerazionale e l’equilibrio dei doveri reciproci fra tunnel si riempi di luce. Era alta con i capelli biondi, brillanti”, lavorare anche per instaurare una bellezza vera e una pace vera.
genitori e figli il fine ultimo di questa festività. Padre legale e pu- Kristel era estasiata dalla bellezza di ciò che vedeva. tutto pieno Il piccolo Dio, girando per questo mondo, scopre non solo le
tativo di Gesù, San Giuseppe, ebbe la serena e coraggiosa re- di luce e c’erano tantissimi fiori. La piccola aveva poi incon- mancanze, ma anche i lati buoni, così appena può, se ne va sulla
sponsabilità di dirigere il Figlio di Dio al senso del dovere, trato tante persone care, i nonni, le zie materne, Heather e Me- riva del mare o sui monti silenziosi a godere i doni di cui il mondo
all’impegno nel lavoro. Al principio della storia cristiana la pre- lissa, due adulte che attendevano di rinascere. Poi Elisabeth le è ricco. Stando in questi bellissimi posti, come dice la natura, gli
senza di San Giuseppe nella Chiesa e nella società fu piuttosto chiese se desiderava rivedere sua madre, e la bimba disse di si, uccellini che vengono a salutarLo, anche i pesci hanno saputo
blanda. Durante la sua vita cercò sempre di mantenere un conte- risvegliandosi nel medesimo istante nel letto dell’ospedale. del Suo soggiorno sulla terra e sono sempre numerosissimi a stare
gno modestissimo, nel silenzio più completo, ma nell’operosità in Sua compagnia quando Lo vedono arrivare. Durante le ore del
più impegnata, assumendo sulle sue spalle tutto il peso del so- DUE SVENTOLE CELESTIALI tardo pomeriggio in cui la terra è in penombra, pensa e riflette:
stentamento e della protezione di Gesù Cristo e di sua moglie, Durante il regime comunista, in Jugoslavia, il soldato Petar, 20 "poiché questo luogo dove sono sceso chiede vero amore, vera
Maria. Durante il medioevo alcuni fedeli nei momenti di diffi- anni nel 1956, era in servizio JNA nell’esercito popolare slavo energia, vera gioia, è quindi sostanzialmente della "verità" che ha
coltà iniziarono a rivolgersi alla figura di San Giuseppe per cer- quando, per una fibrillazione cardiaca, in ospedale dopo un bisogno , e della purezza appunto, per far germogliare e fiorire la
care conforto, infatti proprio durante questo periodo gli artisti mese di degenza le sue condizioni parevano disperate. Una vita abbondantemente, così ciò che rischia l'estinzione si salverà,
iniziarono a scolpire bassorilievi dedicati a lui all’interno delle notte ebbe una specie di visione che oggi racconta cosi:” Ad un ciò che è sicuro evolverà. Pieno di entusiasmo, il giovane Dio tor-
cattedrali. Solamente nel Cinquecento, importanti artisti come tratto aprii gli occhi e vidi, con mia grande sorpresa due ragazze nava dalle sue passeggiate e realizzava i suoi pensieri. Era stato
Raffaello dedicarono la propria arte nella creazione di opere che stupende che indossavano abiti bianchi, scintillanti. Parevano mandato sulla terra proprio perché doveva diventare grande come
vedevano San Giuseppe protagonista. Inoltre, differenti Pontefici due indossatrici. Niente di paragonabile alle infermiere del il padre, un Dio normale. Facendo le esperienze e lavorando, met-
introdussero il suo nome nelle preghiere ed esortarono i fedeli a campo, erano bionde e dimostravano al massimo 19 o 20 anni. teva in pratica gli insegnamenti che aveva ricevuto dai Grandi.
ricorrere alla sua potente intercessione. San Giuseppe rappresenta Sorridevano soavemente. Si trovavano in una specie di foschia Infatti, visitando i cuori degli uomini, vi seminava Luce e sag-
oggi una meravigliosa rettitudine, la modestia, l’impegno, l’one- chiara , non saprei definirla meglio , ma riuscivo ugualmente a gezza, così il mondo incominciava a conoscere la "verità". Que-
stà e la fedeltà a Dio. Eppure, ciò che più caratterizza il falegname distinguerle. Allora cercai di alzarmi per avvicinarmi di più, ma sta novità permetteva l'evoluzione del pianeta. Mentre il piccolo
di Nazareth è il suo silenzio eloquente, la sua obbedienza gentile non mi accorsi che ero di nuovo solo. Il tutto è durato non più Dio, piccola Luce Infinita, diventava grande e maturo con molta
ad un volere più grande di lui. Il Vangelo affida il valore della pa- di 15 secondi. Le mie condizioni di salute migliorarono ogni soddisfazione, gli uomini evolvevano, così tutta la terra, insieme
ternità a San Giuseppe, ciò che occorre per essere un padre se- giorno di più, e oggi a 40 anni di distanza, mi chiedo chi fossero, a Lui che cresceva rapidamente nell'armonia che la Sua essenza
condo Dio: lavorare, esser prudente, concentrarsi su ciò che è e dico che avevo immaginato gli angeli con le ali. emanava. Insieme.
veramente utile alla famiglia, prendersi cura della salute e del- Incominciò a radunare le anime che erano pronte, alla conoscenza
l’incolumità dei suoi, esser l’immagine di una bontà forte e di una UNA PRESENZA NELLA NOTTE dell'aspetto divino esistente in ogni realtà, simpatizzava con i
fortezza buona. Altro aspetto fondamentale di questa figura, a Ralph wilkerson, vittima di un grave incidente sul lavoro, ar- giovani che, come Lui, stavano diventando grandi, irrobustendosi
cui così pochi cenni sono stati dedicati nelle Sacre Scritture, è la riva vicinissimo alla morte ma, la mattina dopo, perfettamente ed imparando a vivere nel mondo umano con aspirazioni divine.
sua autorità. Quest’ultima si contrappone all’autoritarismo e si cosciente, rivela all’infermiera: Ho visto una luce intensissima Viaggiò dappertutto. Vivere nelle popolazioni più bisognose sia di
compone di saggezza, virtù, alla consapevolezza dei bisogni della nella camera e un angelo è rimasto con me per tutta la notte”. beni materiali che spirituali, formò il suo carattere e maturò i suoi
sua famiglia, alla quale pensa e provvede. San Giuseppe rappre- Guarirà completamente. Liana Botticelli poteri di guarigione, liberazione ed evoluzione; alla Sua compa-
senta nella Bibbia l’ideale del “papà”, ruolo rivestito da una gnia le basse menti grossolane si raffinavano moralmente, ed Egli
grande responsabilità, prodigato nel sacrificio per la propria fa- gioiva per questi salti di qualità spirituali.Quando fu un po' più
miglia attraverso l’amore, l’affetto, la cura e l’assistenza. Ogni
padre dovrebbe prender esempio, dovrebbe seguire le orme co-
scienziose della figura di San Giuseppe.
RITI E TRADIZIONI DELLA tranquillizzato, andò a visitare anche i luoghi di culto, quei tem-
pli dove si prega e si fanno le cerimonie per Dio Altissimo. Ri-
deva, scherzava, faceva amicizia con gli abitanti dei luoghi in cui

IL BEATO PIER GIORGIO FRASSATI DOMENICA DELLE PALME si trovava . Diventava molto serio, in luminosa gioia interiore,
meditava il suo futuro ormai prossimo, quando Lui sarebbe stato
l'Altissimo e basta, non più il "piccolo" Altissimo.
Il 6 aprile 1901 a Torino nacque Pier Giorgio Frassati. Studente, La domenica delle palme, detta nella forma ordinaria del rito ro-
terziario dominicano, membro della Fuci e dell’Azione Cattolica Stimolato da queste meditazioni e diventato più grande, accom-
mano anche domenica “De passione Domini” e nella forma stra- pagnava nell'evoluzione i germogli di vero amore e vera co-
venne proclamato beato nel 1990 da San Giovanni Paolo II. Fras- ordinaria “Seconda domenica di passione”, ricorre nel calendario
sati apparteneva ad una delle famiglie più in vista nell’alta bor- scienza che aveva seminato, in molti luoghi la fede in Dio
liturgico cattolico la domenica precedente alla Pasqua. sicuramente operante era diventata forte. Quando il viaggio sulla
ghesia di Torino. Il padre, professore di diritto penale presso Con essa inizia la settimana santa, che ripercorre le tappe della
l’Università di Sassari, nel 1985 rilevò una testata giornalistica terra fu compiuto, "l'Altissimo" tornò nel Cielo, risplendente, ri-
passione di Gesù, ma non termina la Quaresima che finirà solo manendo eternamente anche sulla terra. Sita Devi
di Torino: la Gazzetta Piemontese. Successivamente il giornale con la celebrazione dell’ora nona del giovedì santo, e, al contra-
cambiò nome, intitolandosi La Stampa e trasformandosi in uno rio di tutte le altre domeniche di Quaresima, il sacerdote può in-
dei più grandi mezzi di informazione del Paese. Pier Giorgio Fras- dossare i paramenti color rosso. In questo giorno la Chiesa ricorda
sati, dopo aver conseguito il diploma con non poche difficoltà de-
cise di iscriversi alla facoltà di Ingegneria Meccanica, con
il trionfale ingresso di Gesù a Gerusalemme, sede del potere ci-
vile e religioso, in Palestina, in sella a un asino, (come profetiz-
UNA CARTA ETICA
specializzazione in Mineraria, presso il grande e prestigioso ate-
neo del Politecnico di Torino. Il desiderio di intraprendere questo
zato da Zaccaria), animale umile e servizievole, sempre a fianco
della gente pacifica e lavoratrice (l’asino è presente nella vita di
PER IL BENE COMUNE
percorso fu motivato dall’intenzione di poter lavorare al fianco Gesù sin dalla nascita, nella stalla di Betlemme e nella fuga in
dei minatori, classe operaia più disagiata all’epoca, per poter cer- “The good Algorithm? Artificial Intelligence: Ethics, Law, He-
Egitto), accolto come Messia dalla folla festante, che lo accla- alth”: questo il titolo di un summit internazionale svoltosi nel
care di migliorare le loro condizioni sul lavoro. L’attenzione al mava, come si fa con i re, gridando “Osanna! Benedetto colui che mese di febbraio in Vaticano, poco prima dell’esplosione del-
prossimo e la sua eccezionale spiritualità, fu ciò che più caratte- viene nel nome del Signore”, agitando rami di palma, simbolo di l’epidemia virale, per riflettere sulle travolgenti dinamiche del-
rizzò Frassati in vita. Fu un ragazzo esuberante di vita, un appas- trionfo, di acclamazione e di regalità, come è narrato nel Vangelo l’innovazione digitale. Innovazione che tocca tutti gli aspetti della
sionato della montagna, un inventore di trovate geniali che secondo Giovanni: 12,12-15. Il significato delle palme è quello vita, sia personali che sociali, modificando il nostro modo di rap-
portava ovunque. Un modello per i giovani cattolici torinesi, per della vittoria. Sembra che i rami di ulivo, simbolo della pace, di portarci al mondo e a noi stessi. «Siamo davanti a un dono di Dio,
gli adulti, per i credenti, per gli agnostici e gli atei. Momento fon- cui nei Vangeli non si parla, siano stati introdotti nella tradizione cioè a una risorsa che può portare frutti di bene», ha scritto nel suo
damentale nella vita di Frassati fu l’incontro con le Conferenze di popolare a causa della scarsità di piante di palma. saluto Papa Francesco, citando come esempio il campo delle
San Vincenzo. Nel coinvolgimento con la vita dei poveri, trovò il Si hanno notizie della benedizione della palme a partire dal VII scienze biologiche che «si avvalgono sempre più largamente dei
Vangelo, non quello predicato, ma quello vissuto da Gesù Cristo secolo, in concomitanza con la crescente importanza data alla pro- dispositivi resi disponibili dall’intelligenza artificiale». Ma, al
tra la sua gente. La vita dello studente di Torino durò poco, inter- cessione. La festa e la processione in omaggio a Gesù trovano tempo stesso, occorre restare vigili, ha avvertito il Santo Padre:
rotta il 4 luglio 1945 da una poliomielite fulminante. L’intera città origine a Gerusalemme dalla fine del IV sec. e, quasi subito, fu- «La correlazione e l’integrazione fra la vita vivente e la vita vis-
di Torino fu presente ai suoi funerali, consapevole di aver per- rono introdotte nella liturgia della Siria e dell’Egitto e da qui por- suta non possono essere rimosse a vantaggio di un semplice cal-
duto colui che fece scendere la luce dello Spirito Santo tra la sua tate in Europa. In Occidente questa domenica era riservata a colo ideologico delle prestazioni funzionali e dei costi
gente, che fu l’autore di una nuova evangelizzazione. cerimonie pre battesimali, (il Battesimo era amministrato a Pa- sostenibili». Tema centrale dell’incontro è stata quindi la dimen-
squa) e benedizione e processione all’inizio della Settimana Santa sione etica collegata alle diverse applicazioni tecnologiche. Au-
spichiamo che tutti i Paesi, anche i più poveri, possano usufruire
GIOVANI, ALZATEVI! entrano in uso molto più tardi: dapprima in Gallia (sec.VII-VIII
D.C.) dove compare per la prima volta il nome di “Die dominica
in palmas” nel sacramentario gregoriano e Teodulfo D’Orleans
del progresso – ha dichiarato mons. Vincenzo Paglia, presidente
della Pontificia Accademia per la Vita – al fine di evitare che «la
Il primo tema che ha affrontato il Papa per la Giornata Mondiale compose l’inno “Gloria, laus et honor” e poi a Roma dalla fine disuguaglianza prodotta dalla tecnologia sia più drammatica di
della Gioventù 2020 è di fatto un invito alle nuove generazioni ad al- dell’XI sec. La Domenica delle Palme è, quindi, una ricorrenza quella prodotta oggi dall’economia». Al termine dell’incontro, è
zare la testa, il verbo “alzarsi” nel testo originale di Luca ha anche il cristiana, osservata dai Cattolici, dagli Ortodossi e dai Protestanti. stata siglata la carta etica “Rome Call for AI Ethics”, un docu-
significato di “risorgere”, “risvegliarsi alla vita”. Lo scrive Papa L’usanza di benedire i rami di ulivo è particolarmente diffusa nel mento finalizzato a promuovere un atteggiamento di responsabi-
Francesco che parla di come riprendere in mano la propria vita nostro Paese, vista la scarsità di piante di palma. lità condivisa tra organizzazioni, governi e istituzioni affinché il
spesso vissuta da spettatore, osservatore sbadato dei fatti degli altri. progresso tecnologico sia al servizio del bene comune. Tra i fir-
Un monito che vale anche per gli adulti colpiti dal narcisismo digi- L’uso di portare nelle proprie case l’ulivo o la palma benedetta, matari della carta: Brad Smith, presidente Microsoft, e John
tale fatto di selfie e di immagini che puntano a mostrare solo cose che si scambia con parenti e persone amiche, ha origine devo- Kelly III, vicepresidente IBM. «È importante aver sottoscritto
materiali, quasi fossero gli unici scopi della vita. A lungo andare, zionale come augurio di pace. questa Carta – ha dichiarato quest’ultimo – perché così possiamo
dice Francesco, comparirà inevitabilmente un sordo malessere, In alcune regioni si usa che il capo famiglia utilizzi un rametto, impostare dei binari che ci aiuteranno a tenere dei comportamenti
un’apatia, una noia di vivere, via via sempre più angosciante. Parole intinto nell’acqua benedetta durante la veglia pasquale, per be- corretti». Per David Sassoli, presidente del Parlamento europeo,
incalzanti che fotografano esattamente la realtà del nostro tempo in nedire la tavola imbandita nel giorno di Pasqua. I proverbi popo- «il Papa è un grande alleato, perché nel suo discorso parla di di-
cui si è persa la possibilità di vivere appieno le cose, lo spiega il pon- lari fanno riferimento anche al mondo della natura un proverbio ritti, di regole, di etica, di valori. Questo per noi è molto impor-
tefice portando l’esempio di come Gesù, entrando nella cittadina di afferma che il giorno della Domenica dell’Olivo gli uccelli ter- tante». Pochi giorni dopo, nel pieno dell’epidemia da coronavirus,
Nain, in Galilea, s’imbatte in un corteo funebre che accompagna alla mino di preparare il nido. E’ da ricordare che il primo raduno Tim Berners Lee, inventore del World Wide Web, ha avuto
sepoltura un giovane, figlio unico di una madre vedova. Gesù, col- mondiale che ha originato ”Le giornate mondiali della gioventù” modo di sottolineare il ruolo di Internet per mantenere attive le
pito dal dolore straziante di questa donna, compie il miracolo di ri- si è svolto nel 1984 in occasione della Domenica delle Palme al linee di produzione e di comunicazione durante la drammatica
suscitare suo figlio. termine del giubileo dei giovani. Gerardina Russoniello quarantena imposta dalle circostanze. Silvia Iovine
Ma il miracolo giunge dopo una sequenza di atteggiamenti e di gesti:
«Vedendola, il Signore fu preso da grande compassione per lei e le
disse: “Non piangere!”. Si avvicinò e toccò la bara, mentre i porta-
tori si fermarono» (Lc 7,13-14). Bene, il Pontefice coglie il senso
del racconto del vangelo per far meditare tutti, ci pone davanti a un
quesito: siamo tutti capaci di vedere il dolore e la morte con uno
sguardo attento o siamo capaci solo a riprenderli con lo smartphone?
L’invito ai ragazzi è quello di vivere e non di lasciarsi vivere, di es-
sere fautori della realtà fisica ed emotiva dell’esistenza, atteggia-
menti passivi senza speranza sono portatori di depressione e
annichilimento, forza ragazzi alzatevi! Arianna Paolucci

La collaborazione al periodico
“L’Attualità” è aperta a tutti.
L’ATTUALITÀ, pag. 16 N. 4 - APRILE 2020

L’ATTUALITÁ
Editore: Movimento G. Salvemini, fondato nel 1962
Comitato d’Onore EUROPA LEAGUE, LA COPPA DEI POVERI?
Direzione: Via Lorenzo il Magnifico 25
00013 Fonte Nuova (Roma)
del periodico “L’Attualità” In molti conoscono le competizioni europee ma la maggior parte della popolazione pensa alla Champions Lea-
gue, definendo la vecchia Coppa Uefa (ormai diventata Europa League) il trofeo dei più poveri; ci siamo chie-
sti, dunque, se sia realmente così. Abbiamo voluto schierare un 11 titolare con i giocatori che valgono di più
(in ordine alfabetico) e grazie al sito “Transfertmarkt” abbiamo potuto osservare come il valore di questa squadra si aggiri sui 790
Direttore responsabile Dott. Antonietta Anzalone (pubblicista); Prof. Giuseppe milioni di euro, ecco che quindi sul terreno di gioco vengono investiti numerosi capitali.
Sen. Prof. C. G. S. Salvemini Bellisario (cardiologo); Prof. Giorgio Bosco (Ambascia- Cinque atleti appartengono al Manchester United, la compagine inglese vanta una storia stellata sia in Premier
tore); Dott. Liana Botticelli (Dama Comm. S. Sepolcro); League che nelle competizioni internazionali. Il giocatore che vale di più è, senza dubbio, Pogba (100 milioni)
(Vice Governatore Dott. Filippo Chillemi (Dir. “Nuova Impronta”); Prof. Fer- a seguire Rashford (80 milioni), Maguire (70 milioni), il nuovo acquisto Bruno Fernandes (60 milioni) e De
dell’Unione Mondiale degli Stati) ruccio Ciavatta (Docente universitario); Conte Prof. Fer- Gea (60 milioni). La seconda compagine che da il maggior contributo a questo computo è l'Inter con tre gi-
nando Crociani Baglioni; Prof. Francesco D’Episcopo catori: l'acquisto di Gennaio Eriksen (dal valore di circa 90 milioni), l'astro nascente Lautaro Martinez (80 mi-
(cell. 347.0333846) (Doc. Università Federico II, Napoli); Prof. Claudio De lioni) ed il difensore ex-Lazio De Vrij (60 milioni). A completare la squadra ci pensa una vecchia conoscenza
del calcio italiano, Alex Telles, che adesso vale circa quaranta milioni. Sulla trequarti, invece, Havertz del
Condirettore Rose (Presidente Emerito Corte dei Conti); Prof. Francesca Bayer Leverkusen ha incrementato paurosamente il suo valore fino ad arrivare a ben 90 milioni. Che non si
Sen. Prof. Florinda Battiloro Ferragine (psichiatra-psicoterapeuta); Prof. Franco Ferra- dica più che questa sia la “seconda” competizione d'Europa... Bruno Bertucci
(Unione Mondiale degli Stati) rotti (sociologo); Sen. Pietro Fratantaro (Governatore del-
l’U.M.S.); Sen. Diego Gattuccio; Don Riccardo Giordani
Condirettore vicario
Prof. Gabriele Zaffiri
Vice direttori:
Adalgisa Biondi,
(Duca di Willemburg); Prof. Pierluigi Lando (psichiatra);
Amm. Stefano Madonna; Prof. Alessandro Massimi (Doc.
Dottrine giuridico-economiche); Sen. Col. Giancarlo Mar-
tini; Dott. Carmelo Monello di Borsod (pubblicista); Dott.
ROMA È TUTTO L’INDIE : 5 NOMI DELLA NUOVA SCENA ROMANA
Quando si parla di indie italiano, è quasi impossibile non parlare della cosiddetta scena romana, nata in pic-
Emiliano F. Caruso, Eugenio Morelli (scrittore); Sen. Gen. Prof. Stefano Mu- coli spazi underground ma cresciuta nei palazzetti della città e in locali come Ex Dogana e Monk. Proprio negli
Paolo Macali, race (Marchese di Costaviola della Magna Grecia); Gen. ultimi anni, Roma è diventata capitale anche dell’indie, il nuovo credo laico che ormai non riguarda più solo
Enrico Muzi (Guardia di Finanza); Gen. C. A. Rocco Pa- la musica, ma anche i vestiti che ti metti, i locali e i quartieri che frequenti, o il cocktail che bevi. La scena ro-
Capo redattore: nunzi; Comm. Dott. Rodolfo Ricottini (medico chirurgo); mana è in continuo fermento e vede la rapida nascita di artisti che si fanno esponenti del linguaggio, delle abi-
Enrico Forlani Prof. Tito Lucrezio Rizzo (già Consigliere Capo Servizi del tudini e della quotidianità dei nuovi ventenni, una realtà che sempre più difficilmente la musica tradizionale
Quirinale); Prof. Natale Santucci (neurochirurgo); Comm. riesce a raccontare. Molti si chiedono: perché l’epicentro di questo fenomeno è proprio Roma? Alcuni ri-
COMITATO DI REDAZIONE Giancarlo Serafini (Lions Roma Palatinum); Sen. Prof. spondono che è una coincidenza. La storia ci insegna che proprio nei periodi di disordine, gli artisti traggono
Elena Andreoli, Anna Maria Ballarati, Giustino Setteducati (U.M.S.); Gen. C.A. Bruno Simeone; il massimo dell’ispirazione, e in effetti è strano constatare che molte correnti artistiche nascano in corrispon-
Antonio Bartalotta, Lisa Biasci, Liana Prof. Aurora Simone Massimi (Cavaliere O.M.R.I. e gior- denza di crisi politiche o economiche. Non si sa se siamo di fronte ad un vero Rinascimento, ma è innegabile
Botticelli, Gianfederico Brocco, Emilia- che gran parte dei prodotti musicali che funzionano, attualmente, arrivano da Roma. È quasi sera, la tua bocca
nalista); Prof. Giulio Tarro (Scienziato, PhD-Md); Gen. sa di Roma centro, dice Gazzelle in uno dei suoi ultimi singoli. Allo stesso modo, molte delle canzoni di que-
no Caruso, Valentina Cerenza, Mario CC. Raffaele Vacca; Dott. Salvatore Veltri (Direttore At-
Coletti, Antonietta Del-Bue Prencipe, sti artisti sanno di Roma, immerse in un romanticismo malinconico, che ci ricorda un po’ le vie e i locali di
tualita.it); Gen. Rocco Viglietta; Prof. Gabriele Zaffiri Trastevere o le luci dei lampioni che di sera si riflettono sul Tevere. Qui di seguito vi proponiamo 10 espo-
Nicoletta Di Bello, Michele Forte, (giornalista). nenti di questa nuova scena.
Diego Gattuccio, Marina Giudicissi, I Cani - In principio erano I Cani, se l’indie avesse una Bibbia probabilmente comincerebbe con queste pa-
Fiorella Ialongo, Andrea Lando, Anton- role. I cani non sono una band, ma il progetto musicale del cantautore e produttore romano Niccolò Contessa,
luca Lando, Pier Luigi Lando, Alessan-
dro Massimi, Eugenio Morelli, Maria
Rosa Nicastri, Lucilla Petrelli, Aurora
LA RUBRICA DELLA SALUTE che attira l'attenzione su internet nel giugno 2010, quando i brani I pariolini di 18 anni e Wes Anderson ven-
gono caricati sul sito SoundCloud, diventando presto un fenomeno virale, ancor prima di aver realizzato album
o essersi esibito pubblicamente. Contessa preferisce mantenere l'anonimato e, anziché diffondere in rete foto
Simone Massimi, Liliana Speranza, TORTA RUSTICA DI RICOTTA E FIORI DI ZUCCA in cui è visibile il volto, promuove la sua musica con polaroid di varie razze di cani. Questo anonimato con-
Stefano Valente, Nico Valerio, Caterina Prendete una sfoglia tonda già pronta, mettetela nell’opposita tiella, tinuerà ad essere mantenuto per tutto il primo periodo de I cani, tanto che il cantautore in tutti i live si esibiva
Zonno. facendo avanzare 2 centimetri di bordo, lavorate due etti e mezzo di con una busta di carta in testa.
ricotta mista, aggiungendo un uovo, un etto di grana, un etto di pro- Calcutta - Sguardo perso, felpe larghe e cappellino coperto dal cappuccio. Edoardo D’Erme, in arte Calcutta,
è considerato il portavoce, se non il precursore di questa scena romana. Nel 2015, in collaborazione con Nic-
sciutto cotto a pezzettini, di 3 gherigli di noce a pezzettini, spalmate colò Contessa de I Cani, produce e pubblica il suo secondo lavoro, Mainstream, con cui raggiunge la notorietà
Collaboratori Regionali la sfoglia con il tutto, ricopritela tutta con dei fiori di zucca interi e
Lombardia: Ferruccio Ciavatta. nazionale anche grazie al singolo Cosa mi manchi a fare, primo estratto dall'album, seguito da Gaetano, Fro-
ben puliti, in cui avrete messo dentro un pezzettino di formaggio fi- sinone e Oroscopo. Calcutta viene spesso definito la voce di una generazione e, se da una parte questa espres-
Piemonte: Nino Nemo. lante ed un pizzico di alice, spolverate la superfice di grana e per sione si utilizza ormai con facilità, dall’altra non si può negare che il cantante, attraverso i suoi brani intimi e
Valle D’Aosta: Pietro Buttiglieri. ultimo del pangrattato un filino di olio, chiudete i 2 cm. Di bordo e malinconici, è in grado di raccontare una forma di solitudine e un senso di smarrimento che molti provano, o
Trentino-Alto Adige:Tullio Dalla Piccola mettetela al forno già caldo a 180 gr. fino che cuoce la sfoglia. hanno provato. E lo fa con semplicità, con frasi che riassumono piccoli dilemmi, come Esco o non esco?, che
Friuli-Venezia Giulia: Pietro Jacono è l’incipit di Pesto, oppure Io ti giuro che torno a casa e non so di chi, che esprime tutto il disagio di chi ha
Veneto: Eugenio Morelli. INVOLTINI DI PROSCIUTTO COTTO vissuto la sensazione di non appartenere a nessun luogo. I testi di Calcutta sono perlopiù ermetici, costruiti per
Liguria:Andrea Monteverde Per 4 persone 8 fette di prosciutto, in 150 gr. di robiola aggiungete immagini istantanee, ricordi, sequenze di polaroid che ammonticchiate tutte insieme non hanno alcun signi-
Emilia Romagna:Maurizio Bellavista l’erba cipollina tritata e la rucola a sminuzzata fate l’involtino fer- ficato, ma guardate singolarmente richiamano intensi attimi di vita.
matelo con lo stecchino, guarnite con rucola, unite una insalata di Coez - Il suo percorso musicale inizia a 19 anni, grazie al rap, quando da vita, insieme a due amici, al gruppo
Toscana: Grazia M. Tordi; Luciano Masolini Circolo Vizioso, trasformatosi poi in Brokenspeakers. Con il passare del tempo Coez sviluppa una certa ma-
Marche: Daisy Alessio finocchi un arancio e delle olive nere. Sarà una cenetta ok. turità di scrittura e di sound, mantenendo la costante delle tematiche che lo hanno caratterizzato fin da subito:
Umbria: Gabriel Zaffiri toni struggle, amori tormentati e situazioni difficili. Questa sua crescita viene ben rappresentata dal suo primo
Lazio: Lucilla Petrelli, Antonio Bartalotta. LE VIRTÙ DELL’ORIGANO album da solista, Figlio di nessuno, che esce nel 2009. Già nel secondo disco Non erano fiori, che contiene
Campania: Florinda Battiloro. L’origano oltre a essere un aroma per i cibi, contiene virtù terapeute. brani come Siamo morti insieme e Ali sporche, si inizia a percepire quel crossover tra rap e pop, che caratte-
Abruzzo: Maria Assunta dé Frassine. Tra i principi attivi presenti dell’origano , oltre a tannini e sostanze rizza lo stile musicale di Coez e di cui lui stesso è reputato il precursore. L’album si presenta come un’intensa
amare, c’è un olio essenziale particolarmente profumato e aroma- unione tra immagini vivide e melodie che spaziano tra il pop e l’elettronica. Il 2017 però sembra essere il suo
Molise: Leda Panzone Natale tico che ha le stesse virtù di quelle del timo per combattere l’atonia anno fortunato, con la pubblicazione del quarto album Faccio un casino, Coez entra definitivamente nella sto-
Puglia:Mariannina Sponzilli. digestiva, le affezioni delle vie respiratorie, l’emicrania, l’inappe- ria dello streaming e della discografia italiana.
Basilicata: Giustino Setteducati. tenza, il meteorismo, le mestruazioni dolorose. Per pre- Gazzelle - Stile britpop, occhiali neri. Lo hanno definito il cantante misterioso, dalla personalità introversa,
Calabria:Antonio Bartalotta, Michele Biafora. parare un gradevole vino dalle virtù digestive, si non troppo loquace, uno che avrebbe fatto volentieri a meno di mostrarsi al pubblico, forte soltanto della sua
Sicilia: Giuseppe Canale. lasciano macerare 30 gr di sommità fiorite di ori- musica. Invece Gazzelle, nella vita Flavio Pardini, alla fine si è presentato con il suo volto, a quel pubblico
Sardegna: Annamaria Chirigoni. gano in un litro di vino bianco secco ad alta gra- che tanto aspettava di capire chi fosse. Non ama apparire, questo lo si era capito, e ha catalizzato così moltis-
dazione; trascorsa circa una settimana, si filtra e sime attenzioni, e anche aspettative. Anche la scelta di usare uno pseudonimo può essere ricollegata all’ori-
CORRISPONDENTI DALL’ESTERO ginaria volontà di rimanere un passo indietro alle proprie canzoni. In poco più di un anno Gazzelle è riuscito
Albania: Aubert Cecchini si conserva in bottiglie di vetro scuro. Se ne beve a conquistare le classifiche e il grande pubblico. Come? Con la semplicità dei suoi versi, che parlano di amori
Argentina: Rosa Cecconi un bicchierino all’occorrenza. Mi dispiace che la senza lieto fine, pensieri malinconici, canzoni amare e schiette, ma vestite a festa con sonorità pop, synth e un
Belgio:Francis e Richard Dessart, Francoise Vercruysse ricetta del Cuscus sia stata dimezzata per colpa del tocco di ironia. Nel marzo 2017, esce il suo primo album Superbattito, anticipato dal singolo Quella te, che
computer la ripubblicheremo nel mese prossimo. parla dell'amore nella sua quotidianità, fatta di felpe sporche e camminate sotto la pioggia. Da qui inizia a cir-
Canada: Susan Ye Liana Botticelli
Costarica: Olga Coll colare la definizione Sexy pop, coniata da Gazzelle stesso, proprio per descrivere il carattere allusivo/am-
Croazia: Sania Mihalina miccante, ma allo stesso tempo romantico, delle sue canzoni. Canzone consigliata: Quella te
Franco126 - Franco126, pseudonimo di Federico Bertollini, è nato e cresciuto a Roma, nel quartiere Traste-
Federazione Russa e C.S.I.: Franco Pichi vere; Ha assunto lo pseudonimo aggiungendo al proprio nome il numero a tre cifre, in onore del collettivo mu-
Francia: Franco Pichi, Jean Claude Leroy sicale di cui fa parte, la Love gang (126), che ha scelto il 126 in riferimento ai gradini della scalinata di viale
Germania: Giancarlo Sordon Glorioso, a Trastevere. Come sappiamo, nel 2017, ha intrapreso una collaborazione musicale con Carl Brave,
Gran Bretagna: E. Caprarella, C. Di Massimo con il quale debutta in etichetta, formando il duo Carl Brave x Franco126: i due pubblicano dapprima i sin-
Moldavia: Aubert Cecchini goli Sempre in due e Pellaria, quindi arriva la volta dell'album in studio, Polaroid. Nel 2018 i due artisti in-
Olanda: Teresa Van Der Hallen, Tosca Poggialini terrompono temporaneamente il progetto per concentrarsi sulle proprie carriere come solisti. Inizialmente,
Portogallo: Maria Rego Qualità e cortesia Franco126 si era proposto come artista della musica trap, a livello stilistico l'uso dell'autotune si riscontrava
Romania: Giovanni Maggi anche nei suoi brani. Successivamente, ha abbandonato tale percorso artistico, intraprendendo la strada del-
Serbia: Dubravka Stegnjaic al servizio l'indie pop e della canzone d'autore, come dimostrano i brani del suo primo album solista, Stanza singola, pub-
blicato a gennaio 2019. La stessa copertina, con il titolo, dell’album ci suggerisce un senso di solitudine,
Spagna: Maria Josè Vidal Vidal rappresentata con tonalità vintage, tra l’ocra e l’arancio. Non si può, inoltre, evitare di soffermarsi sul cantato
Thailandia:Alessandro Marmello dei clienti nettamente migliorato, depurato dell’autotune, più limpido e identificabile. Canzone consigliata: Stanza sin-
Usa: Teresinka Pereira gola. Sofia Bartalotta
Stampa: digitaledigitale srl
Via Emilio Salgari 14/16 - Roma
Attività editoriale di natura
non commerciale
(art. 4, D.P.R. 26/10/72,
BUON COMPLEANNO, ARIETE
È attraversato dal Sole tra il 20 e il 21 aprile di ogni anno. Occupa lo spazio dello zodiaco com-
n 633 e successive modifiche) preso tra il grado 0 e il grado 29. Il segno simboleggia l’espolosione delle forze naturali con-
comitante con il giugere della primavera, il risveglio dell’istinto sessuale negli animali, la
nascita della vegetazione e dei germogli. Secondo l’asterismo astrologico di Alice Baley
Gli articoli firmati e le foto, inediti ed esenti l’ariete è legato alla prima fatica di Ercole e alla cattura delle giumente antropofaghe. La
da vincoli editoriali, esprimono le opinioni leggenda narra che Diomede il figlio di Marte dal carattere aggressivo allevava cavalli per
personali degli autori che ne assumono diret-
tamente la responsabilità. La Direzione, in
base agli spazi disponibili, si riserva la facoltà
di selezionare ed abbreviare gli articoli perve-
ANCHE SERVIZIO A DOMICILIO la guerra, che compivano stragi di persone arrecavano grandissimi danni e generava vano
altri cavalli sempre più malvagi. Per ordine del Euristeo, Ercole riuscì a catturare i peri-
nuti. In linea di massima la collaborazione è a colosi animali i quali, però in un momento di disattenzione calpestarono e dilaniarono a
titolo gratuito. È prevista una retribuzione
solo per i praticanti pubblicisti e per i corri-
spondenti dall’estero.
Punto di distribuzione morte il suo amico Alderico aveva cercaro di dargli man forte nell’impresa.
Il significato per analogia si comprende che l’ariete è quello degli impulsi forti e potenti, degli
sforzi esagerari, perchè entusiasti e non organizzati. Marina Giudicissi
Tiratura programmata: del periodico L’Attualità.
100.000 copie

LEZIONI
PRIVATE
Paola Lamonica laureata in
lettere (indirizzo Archeolo-
gia vicino Oriente) da oltre
trent'anni si occupa d'arte,è
iscritta all'albo per l'exper-
tice,che esegue da anni su
quadri, sculture e oggetti sia
antichi che moderni .Orga-
nizza mostre, corsi e semi-
nari,insegna privatamente
materie letterarie per ra-
gazzi; aiuto compiti per i
più piccoli. Scrive articoli
culturali.
Per contatti 340/ 8909257

Potrebbero piacerti anche