Sei sulla pagina 1di 20

2

ABSTRACT
INDICE DEI CONTENUTI
A PROPOSITO DEGLI AUTORI
PREFAZIONE

CAPITOLO 1. LA DATAZIONE DELLA NATIVITÀ DI CRISTO A METÀ DEL XII SECOLO


1. Perché è necessario tornare ancora una volta sulla data di nascita di
Cristo?
2. La stella di Betlemme in realtà splendette a metà del XII secolo. (La
datazione astronomica assoluta della vita di Cristo).
3. La datazione della Sindone di Torino corrisponde idealmente alla
datazione astronomica della stella di Betlemme. (Datazione
indipendente al radiocarbonio della vita di Cristo).
3.1. La datazione
3.2. I dettagli della datazione al radiocarbonio della Sindone di Torino
3.3. Le "usuali" datazioni al radiocarbonio dei monumenti storici.
3.4. Il Sacro Mandylion di Edessa e la Sindone.
3.5. Le dimensioni della Sindone e l’altezza di Cristo.
3.6. L’occhio ferito di Cristo sulla Sindone.
4. Lo Zodiaco rotondo di Dendera (lo Zodiaco di Osiride) offre la data
della Pasqua: la mattina del 20 marzo 1185, che concorda idealmente
con la datazione della stella di Betlemme. (Un'altra datazione
astronomica indipendente della vita di Cristo).
5. Le ricorrenze medievali indicano anche una possibile datazione della
nascita di Cristo intorno al 1150. (Datazione indipendente per mezzo
dei periodi delle ricorrenze).
6. La datazione degli eventi evangelici dalla Palaea. (Datazione diretta
indipendente dalla fonte antica).
6.1. Le tre date di indizione evangelica nell'opera antica Palaea.
6.2. Il problema di decodifica delle vecchie date di indizione.
6.2.1. Gli errori occasionali e "sistematici" inclusi dai riscrittori nelle vecchie date.
6.2.2. Occorre tener presente il possibile spostamento di inizio indizione relativo ai cicli
del Sole e della Luna.
6.2.3. Occorre considerare una possibile incertezza nell'indicazione di un dito della
mano di Damasceno.
3
6.3. Il riconteggio delle vecchie date di indizione per il conteggio
moderno degli anni, tenendo conto della possibile discrepanza dei
punti di cambio di ciclo intesi nella data indicata.
6.4. La decodifica delle tre date evangeliche sull'antica Palaea.
6.5. La discussione sulla data di nascita di Cristo tramite la Palaea.
7. Il vecchio inizio dell'anno e l'origine dei nomi dei mesi nel nostro
calendario.
8. L’eclisse solare del 1185.
9. L’assassinio dello Zar Andronico I Comneno nel 1185.

CAPITOLO 2. L’IMPERATORE ANDRONICO I COMNENO DEL XII SECOLO – SI TRATTA


DI GESÙ CRISTO DURANTE LA SUA PRESENZA A ZAR-GRAD NEL XII
SECOLO.

1. Breve cronaca biografica dell’imperatore Andronico.


2. Un racconto dettagliato degli eventi evangelici dal libro antico "La
Passione di Cristo".
2.1. Cristo risorge Lazzaro, che diventa vescovo della Città Cinese.
2.2. L'ingresso a Gerusalemme, la cacciata dei mercanti dal tempio e, di
conseguenza, il complotto contro Cristo.
2.3. Il Concilio dei vescovi dopo la fuga di Cristo da Gerusalemme.
2.4. Cristo si nasconde dall'inseguimento organizzato dai vescovi.
2.5. La decapitazione di Giovanni il Battista.
2.6. Il tradimento di Giuda.
2.7. La Cena del Signore.
2.8. Giuda a capo dell’inseguimento di Cristo.
2.9. La catena di ferro con la quale fu trascinato Cristo.
3. Il nome di Andronico e i nomi dei suoi confidenti.
4. Lo Zar della Popolarità = lo Zar degli Slavi = lo Zar dei Cristiani
5. Il Cristo – Andronico come Zar giudaico.
6. La sentenza di Andronico scritta in nome di Dio.
7. La divulgazione apostolica di Andronico e il Battesimo della Russia.
8. Le usanze russe alla corte di Andronico – Cristo.
9. Il vagare di Andronico prima della sua intronizzazione e il vagare di
Cristo prima del suo ingresso a Gerusalemme.
10. I miracoli di Andronico e i miracoli di Cristo.
11. La mente eccezionale di Andronico.
12. Il crollo della torre di Siloam alla presenza di Cristo.

4
13. La leggenda degli Anni d’Oro per confondere la memoria sul governo
di Cristo.
14. Andronico con una falce in mano.
15. L'enorme altezza dell'imperatore Andronico e la Sindone di Cristo.
16. La stella di Betlemme, ovvero la cometa di Halley e la cometa che
"rappresentò Andronico".
17. L’età di Cristo e l’età di Andronico.
18. La barba biforcuta di Cristo e la barba biforcuta di Andronico.
19. Il digiuno di Cristo e il digiuno di Andronico.
20. La cacciata dei mercanti dal tempio.
21. Cristo, un insegnante e un saggio – Andronico, un insegnante e un
sofista.
22. Andronico e gli Ebrei.
23. Il primo martire Stefano e il primo colpo inferto da Andronico a
Stefano Agiocristoforita.
24. Cristo si toglie di dosso la croce pesante sulla via del Calvario.
25. Il cappello piramidale di Andronico e la tiara cristiana.
26. Cristo viene giudicato una persona di potere.
27. Gli angeli servono Cristo e gli angeli servono Andronico.
28. L'Angelo Isacco che si ribellò contro Andronico e il supremo Angelo
Satana che si ribellò contro Dio.
28.1. L’Angelo Isacco è come Satana.
28.2. L’insegnamento cristiano riguardo a Satana.
28.3. I fratelli di Cristo.
28.4. Il diavolo tenta Cristo da un’ala della chiesa.
28.5. L’arco di Cristo – Andronico.
28.6. Il centauro e la costellazione del Sagittario.
28.7. Il complotto di Satana: secondo il vecchio libro di Enoch, l’Angelo
Isacco va contro Cristo-Andronico.
28.8. L'Angelo Isacco fa montare la "croce di Cristo" a Zar-Grad.
29. La cena del Signore, il tradimento di Giuda, il riconoscimento di
Cristo, il suo arresto e il processo di Pilato nella biografia bizantina di
Andronico I Comneno.
29.1. La cronaca di Roberto de Clari “La Conquista di Costantinopoli.”
29.2. La cena del Signore e la preghiera di Cristo nel giardino dei
Getsemani.
29.3. Giuda il traditore riconosce Cristo.

5
29.4. Giuda va dai nemici di Cristo e lo tradisce dicendo loro dove si trova.
29.5. L’arresto di Cristo.
29.6. Le trenta monete d’argento di Giuda.
29.7. Il processo di Pilato a Cristo.
29.8. La gente chiede che Cristo venga giustiziato e Pilato se ne lava le
mani.
30. L’Angelo Isacco trascina Andronico con una catena di ferro legata al
collo.
31. La corte evangelica del sommo sacerdote Anna e la prigione bizantina
di Anemas.
32. L’occhio accecato di Andronico e l’occhio danneggiato di Cristo sulla
Sindone.
33. La mano destra mozzata di Andronico e l’implicita lacerazione della
mano di Cristo sulla Sindone.
34. Chi ha tradito Cristo.
35. La passione di Cristo e l’esecuzione di Andronico. l
36. La deposizione dalla croce, la sepoltura e la risurrezione.
37. Ecco perché gli autori paleocristiani affermarono che la seconda
venuta di Cristo sarebbe accaduta nell’ottavo secolo.
38. La profezia della propria morte da parte di Cristo-Andronico.
39. A Zar-Grad, i Farisei sono i Prasinoi (i Verdi), mentre i Sadducei sono
i Venetoi (i Blu).
40. La partecipazione dei Latini all’esecuzione di Cristo – Andronico.
41. La ripetizione della storia di Andronico nel manoscritto di Niceta
Coniata.
41.1. I “due Zar” Alessio Comneno: una ripetizione nella Historia di
Coniata.
41.2. La ripetizione della storia di Cristo – Andronico all’epoca del
“secondo” Alessio Comneno.
42. Erodiade = Eufrosine.
43. Giovanni il Battista = Giovanni Comneno.
44. Giovanni Lagos è un’altra ripetizione della storia di Cristo-Andronico
nel racconto di Niceta Coniata.
45. La “cacciata dal giardino dell’Eden” è un ulteriore vago riferimento
alla rivolta contro Cristo-Andronico.
46. L’apostolo Giacomo, il fratello di sangue del Signore è Teodoro
Kastamonite.
47. Seicentosessantasei, l’apocalittico “numero della bestia”.
48. L’errore cronologico di Dionigi il Piccolo e il suo segno nella Historia
6
di Niceta Coniata.
49. Ecco perché gli autori ecclesiastici affermarono che Cristo nacque
nell’anno 41 o 42 di Augusto.
50. Chi è Augusto?
51. Giulio Cesare = lo Zar Sole è un duplicato parziale di Andronico-
Cristo.
52. Il taglio cesareo.
53. Nei miti popolari il dio supremo Zeus è un riflesso di Gesù Cristo.
54. L’imperatore evangelico Tiberio Claudio Nerone è l’imperatore scuro
di pelle Manuele Comneno.
55. Edom, dove secondo il libro dell’Apocalisse fu crocifisso Cristo, è
Hebdomon, un sobborgo di Zar-Grad.
56. La crociata del 1199-1204, ovvero la conquista di Gerusalemme per
vendicare la crocifissione di Andronico-Cristo del 1185.
57. I crociati marciano verso Gerusalemme = Zar-Grad da Est, non da
Ovest come ci viene detto.
58. Le parole “Cesare” e “Nazareno” originalmente avevano lo stesso
significato ed erano riferite a Cristo.
59. Il Golgota – Beykoz e la tomba simbolica di Gesù Cristo.
60. Il miracolo di Cana in Galilea, ovvero l’invenzione della vodka russa
da parte di Gesù Cristo.
61. Gesù Cristo introdusse i pantaloni alla russa nell’antica Roma del XII
secolo.

CAPITOLO 3. IL GRANDE PRINCIPE DEL XII SECOLO ANDREJ BOGULJUBSKIJ DETTO IL


PIO E’ UN RIFLESSO DI GESÙ CRISTO DURANTE LA SUA PRESENZA IN
RUSSIA A VLADIMIR – SUZDAL, DOVE TRASCORSE LA MAGGIOR PARTE
DELLA VITA.

1. Breve biografia di Andrej Boguljubskij secondo la versione romana.


2. Cosa si sa della madre di Andrej Boguljubskij e dei suoi anni di
infanzia?
3. La lotta tra il vecchio Jurij (Giorgio) Dolgorukij e suo nipote il
giovane Izjaslav Mstislavich - si tratta della lotta evangelica tra Erode
e "Gesù Bambino".
4. Il massacro degli innocenti per ordine di re Erode che viene descritto
nei Vangeli, è l'assassinio dei giovani principi Boris e Gleb con i loro
giovani cortigiani, per ordine del principe Svjatopolk Okayanny (il
Dannato).
5. La fuga segreta di Andrej il Pio con "l'immagine della madre di Dio"
di Jurij Dolgorukij è la fuga segreta di Cristo con la Vergine Maria
dalle furie di re Erode.

7
6. Nel 1169 la madre di Dio si rivolse a Gesù Cristo chiedendogli di non
assaltare Novgorod e Andrej il Pio acconsentì immediatamente.
7. Il Giovanni Battista dei Vangeli e "due" vescovi del XII secolo:
Leone e Feodor a Vladimir-Suzdal in Russia.
8. Il martirio di Andrej il Pio e la crocifissione di Gesù Cristo
8.1. L'insoddisfazione dell'élite e la cacciata dei mercanti dal tempio da
parte di Cristo.
8.2. Il tradimento di Giuda e il complotto contro Cristo.
8.3. L’arresto notturno di Cristo.
8.4. Il colpo di spada dell'apostolo Pietro. Dov'era custodita questa spada?
8.5. Il taglio della mano destra di Andrej il Pio e il taglio della mano destra
di Andronico-Cristo.
8.6. La risurrezione di Cristo.
8.7. La passione di Cristo sulla croce o accanto alla colonna. Il colpo di
lancia.
8.8. I due ladroni crocifissi accanto a Cristo.
8.9. Il pane come "il corpo di Cristo". Le parole di Cristo: "Metto la mia
anima nelle vostre mani".
8.10. Il ripudio dell’apostolo Pietro.
8.11. La punizione per la moglie colpevole di Andrej il Pio e la morte di
Giuda il traditore.
8.12. I vangeli accusano il popolo per la morte di Cristo. La morte di
Giuda.
8.13. La divisione delle vesti di Cristo e la sua sepoltura.
8.14. L’amore e il rispetto per Cristo-Andrej. L’età di Cristo.

CAPITOLO 4. SANT’ANDREA, IL PRIMO VENUTO CHE BATTEZZÒ LA RUSSIA, È UN


ALTRO RIFLESSO DI GESÙ CRISTO CHE PREDICÒ, VISSE E GOVERNÒ PER
GRAN PARTE DELLA VITA NELLA RUSSIA DEL XII SECOLO.

1. La versione scaligeriana della vita dell’apostolo Andrea.


2. La croce diagonale (la croce di Sant'Andrea) sulla quale fu crocifisso
Andrea.
3. Sant’Andrea arrivò in Russia e battezzò gli Slavi.
4. Gli storici scaligeriani dichiarano molti fatti riguardanti la vita di
Sant'Andrea che sono pura fantasia.
5. I parallelismi tra Sant’Andrea e Gesù Cristo.
5.1. Il battesimo di Cristo da parte di Giovanni il Battista e il battesimo di
Sant’Andrea sempre da parte di Giovanni il Battista.
5.2. La verginità di Andrea e la verginità di Cristo.
8
5.3. Sia Cristo che il primo venuto Andrea, formano una chiesa a
Gerusalemme = Zar-Grad.
5.4. La passione e la crocifissione.
5.4.1. La città dei padri.
5.4.2. Cristo risorge Lazzaro e Andrea guarisce Sosio.
5.4.3. La ribellione nella capitale.
5.4.4. La crocifissione.
5.4.5. La deposizione dalla croce.
5.4.6 L’ascensione e la trasfigurazione.
5.4.7 Le trenta monete d’argento di Giuda e la sua morte.
5.4.8 “Non toccarmi”.

CAPITOLO 5. OSIRIDE.
1. Egitto: il cimitero ancestrale della famiglia reale a cui apparteneva
Cristo – Andronico.
2. La storia santa nella luce dell’antico Egitto.
3. La nascita di Osiride e la natività eterna di Cristo. L’epifania.
4. La nascita di Cristo dal “lato della fanciulla” e la nascita del dio
egizio Set o Tifone dal lato della madre.
5. Il digiuno del mercoledì nel Cristianesimo e il digiuno egizio nel
“terzo giorno di insuccessi”.
6. I viaggi di Andronico-Cristo sono i viaggi di Osiride nelle terre
lontane.
7. I nomi greci di Osiride, Dioniso e Bacco, che significano "Dio
niceno" e "Dio", sono assolutamente applicabili a Cristo.
8. La crocifissione e la risurrezione di Cristo = la punizione e la
risurrezione di Osiride.
9. L'occhio del dio Horus strappato via da Set-Satana e l'occhio ferito di
Cristo.
10. La mano mozzata di Osiride e la mano mozzata di Cristo-Andronico
e Andrej il Pio.
11. Cristo-Osiride e la leggenda russa che parla di Svjatogor.
12. La risurrezione di Cristo e la risurrezione di Osiride.
13. La nascita di Osiride con il taglio cesareo e le funzioni cristiane per
Iside e Osiride.
14. Le tre triade di dèi egizi e le tre triadi della “gerarchia celeste”
cristiana.
14.1. Quale gerarchia fu stabilita da Dio.

9
14.2. I cherubini celesti e i leoni ruggenti accanto al trono di Zar-Grad.
14.3. I serafini in rosso, i principi arcangeli e gli angeli con le azze.
15. La costruzione della croce e la costruzione della colonna di Osiride.
16. Le tre grandi piramidi egizie sono un simbolo della trinità cristiana.

CAPITOLO 6. KOLYADA.
1. I canti dei pomacchi bulgari sul dio Kolyada.
2. Lo zar Kharapin il Nero nelle canzoni bulgare e lo zar Manuele
Comneno nella storia bizantina.
3. Le relazioni tra Kolyada e Kharapin il Nero nelle canzoni bulgare e le
relazioni tra Andronico-Cristo e Manuele.
4. Gli yude samovili nella leggenda di Kolyada e i giudici di Vil nella
storia bizantina del XII secolo.
5. La capitale dello Zarato ai tempi del dio Kolyada si chiamava
Istanbul. Il Giordano e il Danubio.
6. Lo zar Kharapin il Nero costruisce un palazzo senza precedenti al
posto di quello bruciato. Lo zar Manuele Comneno costruisce la
meravigliosa chiesa di Sant'Irene al posto di quella bruciata.
7. Il tuono scagliato dal dio Vishnu su Kharapin il Nero e il tuono che
sbalordì Manuele.
8. La nuvola che nascose Kolyada da Kharapin il Nero e la nuvola che
Manuele Comneno cercò di catturare.
9. Probabilmente la famosa parola Caldea derivò dal nome Kolyada.
10. La nascita dell'astronomia all'epoca dello Zarato di Caldea nel XI-
XIII secolo. Il biblico Syth, figlio di Adamo, nacque alla fine del X
secolo d.C.
11. Le "antiche" calende romane e i canti popolari che sono arrivati ai
nostri giorni.
12. I racconti popolari su Cristo - Kolyada.
13. L'antica capra Amaltea nei canti natalizi.
14. Santa Claus o Santa Crus e Kolyada.
15. La persecuzione delle canzoni dei pomacchi bulgari sul dio Kolyada,
che avvenne nel XVIII-XIX secolo. Il ricordo sulla vera storia è stato
distrutto.

CAPITOLO 7. BREVE BOZZA SULLA STORIA DEL CRISTIANESIMO DEL XIII-XIV


SECOLO.

1. L’epoca della persecuzione.


2. La nostra ricostruzione. I due rami del Cristianesimo iniziale.

10
3. Le due tradizioni scritte del Cristianesimo: quella degli apostoli e
quella delle famiglie reali.

CAPITOLO 8. MISCELLANEA.
1. La leggenda sullo zar celeste degli Adariani.
2. Le monete esistenti dello "zar Erode" hanno dei chiari simboli
cristiani.
3. La conduttura idrica di Andronico-Cristo, in seguito distrutta da
Satana = Isacco, viene ricordata nelle storie che parlano di Cristo.
4. Il Mahabharata, il testo epico "antico" indiano, parla di Cristo mentre
costruisce una conduttura per l'acqua.
5. Uno dei nomi di Andronico-Cristo era Euclide e una delle sue
occupazioni era la geometria.
6. Il libro dei Salmi è stato creato in parte da Cristo.
6.1. Andronico-Cristo scrittore e poeta.
6.2. Il libro dei Salmi parla di Cristo in prima persona.
6.3. Lo zar David-Cristo fu un autore del libro dei Salmi.
6.4. La relazione tra i cristiani e i padri della chiesa secondo il libro dei
Salmi.
6.5. Nel XVII secolo avviene la modifica del vecchio testo del libro dei
Salmi russo.
6.6. I 150 salmi scelti dallo zar Ezechia e il salmo "pastorale" aggiunto
successivamente.
6.7. Il libro dei Salmi – l’antico Pentateuco.
6.8. La descrizione della vita di Cristo nel libro dei Salmi.
6.9. Il libro dei Salmi nell’antico Egitto.
6.10. Conclusioni.
7. Cristo si rifletteva nella mitologia "antica" come il dio Orfeo. Lo zar
David dell'Antico Testamento è anche un riflesso parziale di Cristo.

CAPITOLO 9. MOLTI FATTI CHIARISSIMI NELLA STORIA RUSSA DEL XVI-XVIII


SECOLO, TROVATI E RITENUTI MOLTO STRANI DALLO STORICO DEL XIX
SECOLO IVAN ZABELIN, CONCORDANO BENE CON LA NOSTRA
RICOSTRUZIONE.

1. La distruzione e la desolazione del Cremlino di Mosca a partire


dall'epoca di Pietro I all'inizio del XVIII secolo.
2. Qual era la firma dorata originale nella Stanza d'Oro Centrale
all'epoca di Ivan il Terribile? Che dire se la copia conosciuta oggi
corrispondesse all'originale perduta?

11
3. L'immagine e la vita quotidiana nei palazzi del Cremlino descritta nel
XVI-XVII secolo, secondo gli storici dei Romanov non risponde alla
realtà. La versione dei Romanov è spesso in contraddizione con i
documenti rimasti.
4. Perché le decorazioni del XVI-XVII secolo nel Cremlino di Mosca
sono particolarmente ricche di motivi "antichi" e biblici?
5. Ai nostri giorni, attraverso quale lente distorta guardiamo il passato
della Russia del XIV-XVI secolo? La lotta sociale nella Russia del
XVII-XVIII secolo.
6. La derisione pubblica di alcuni libri della Bibbia dell'Orda,
organizzata dai riformatori occidentali legati ai Romanov.
7. Perché gli ambasciatori stranieri furono "arrogantemente" ricevuti
nella capitale della Russia.
8. Pare proprio che gli "antichi" greci e romani indossassero gli abiti
russi del IV-XVII secolo.
8.1. Il korzno dell’Orda.
8.2. I sarafan = perizzei.
8.3. Il cappotto filato in casa = cappotto caldo e corto.
8.4. Il caftano = cabat.
8.5. La tafia = yarmulke = taqiyah.
8.6. Il kaika e il cassock.
8.7. Il femminile letnik.
8.8. Gli zhikovina, anelli con scarabei.
8.9. In che modo i Romanov sterminarono i vestiti e le usanze russe in
Russia.
9. Il Palazzo = Harem nella Russia dell’Orda del XIV-XVI secolo.
10. La posizione di I. Е. Zabelin si evolve e passa da lavorare con i vecchi
documenti dei Romanov = Scaligero = "orientati a Occidente" a
scrivere opere piuttosto critiche e slavofile.

APPENDICE 1. GLI ALTRI DUPLICATI E RIFLESSI MENO CHIARI NELLA STORIA


BIZANTINA DI ANDRONICO-CRISTO.

1. I parallelismi dinastici nella storia bizantina mostrano che quella


originale iniziò all'epoca del XI-XII secolo.
2. L’imperatore Foca (il presunto 602-610).
3. L’imperatore Romano Argiro (il presunto 1028-1034). Il primo
duplicato del XI secolo.
4. Michele il Calafato (il presunto 1041-1042).
5. Isacco I Comneno (il presunto 1057-1059).

12
6. Romano Diogene (il presunto 1068-1071).

APPENDICE 2. GLI ALTRI RIFLESSI MENO CHIARI DEGLI EVENTI BIBLICI DEL XII-XV
SECOLO PRESENTI SULLE PAGINE DELLE CRONACHE RUSSE.

1. L'immagine cronachistica del famoso principe Vladimir del presunto


X secolo è composta. Uno strato è il "cattivo" Erode, l'altro strato è il
"buono" Giovanni Battista.
1.1. Il primo Vladimir = l'Erode dei vangeli; la moglie Rogneda = la
moglie Erodiade; il fratello Jaropolk = il fratello Filippo.
1.2. Ulteriore ripetizione: il primo Vladimir -= Erode; Jaropolk =
Giovanni Battista; l'ingannevole punizione di Giovanni Battista =
l'ingannevole omicidio di Jaropolk.
1.3. Cos'è il famoso piatto sul quale fu portata la testa di Giovanni Battista
ad Erode?
1.4. Ulteriore ripetizione: il Primo Vladimir = Erode; Rogneda = la madre
di Dio; il piccolo Izjaslav = il piccolo Gesù.
1.5. Si presume che quando Vladimir fu battezzato, cambiò
completamente. I "Due" Vladimir.
2. Un altro riflesso dell'evangelico Giovanni il Battista del XII secolo
nella storia russa: è San Vladimiro, uguale agli Apostoli, che battezzò
la Russia presumibilmente alla fine del X secolo.
2.1. Il battesimo nel Giordano e il battesimo nel Dnepr.
2.2. Lo zar Erode e Svjatopolk il Dannato.
2.3. La morte di San Vladimiro.
2.4. Fu la testa di San Vladimiro a essere mozzata via?
2.5. È giusto che San Vladimiro sia stato sepolto a Kiev sul Dnepr?
3. Le cronache russe menzionano il bagliore di una stella nel 1141-1142, o
nel 1145-1146: è la famosa stella di Betlemme, ovvero il bagliore della
supernova a metà del XII secolo.
4. Tutti i bagliori celesti, menzionati nelle cronache russe durante
l'intervallo di tempo dall'inizio dell'era attuale all'inizio del XIII
secolo, sono i riflessi del bagliore della supernova di metà del XII
secolo. Sono tutti quanti "collegati" ai riflessi di Gesù Cristo del XII
secolo.
5. Un possibile riflesso della storia dell'Antico Testamento del XIV
secolo che parlava dell'affogamento dell'esercito del faraone che
perseguitava Mosè: nella "biografia" di Svjatopolk il Dannato = re
Erode dei Vangeli, si trova intorno al 1016 e anche a metà del XII
secolo, al tempo di Jurij Dolgorukij.

APPENDICE 3. IL SOFTWARE INFORMATICO PER IL CALCOLO DELLE DATE DI

13
INDIZIONE.

BIBLIOGRAFIA
INDICE DELLE IMMAGINI NEL LIBRO “IL RE DEGLI SLAVI”

14
15
16
МЕТ МЕТ МЕТ

17
18
19
20