Sei sulla pagina 1di 145

223-00930

Shimadzu GCsolution
Sistema di dati per cromatografia

Manuale Operativo

Versione 2.3

Leggere attentamente il manuale di istruzioni prima di usare il prodotto. Tenere


il presente manuale di istruzioni per un riferimento futuro.

Shimadzu Corporation
Analytical & Measuring Instruments Division
Kyoto, Japan
Copyright Shimadzu Corporation 2000-2004. Tutti i diritti riservati, compresi i diritti di riproduzione completa o parziale e
sotto qualsiasi forma della presente pubblicazione senza il consenso scritto di Shimadzu Corporation.

Le informazioni contenute nella presente pubblicazione sono soggette a variazioni senza preavviso e non rappresentano
alcun impegno da parte del fornitore.

Qualsiasi errore o omissione nella presente pubblicazione sarà corretto al più presto possibile, ma non necessariamente al
momento immediato della rilevazione.

Shimadzu Corporation non accetta responsabilità o garanzie relative all'influenza dell'applicazione della presente
pubblicazione sul funzionamento della macchina.

Shimadzu non ha alcun obbligo riguardo agli effetti derivanti dall'applicazione dei contenuti del presente manuale.

Shimadzu Corporation continuerà a fornire parti di manutenzione originali Shimadzu associate a un dato prodotto per un
periodo della durata di 7 anni dalla cessazione della produzione di quel prodotto.

Allo scadere di questo periodo, Shimadzu Corporation non può garantire la fornitura delle suddette parti di manutenzione
originali. Tuttavia, in seguito alla sospensione di un prodotto, il periodo di disponibilità delle parti di manutenzione prodotte
sulle basi di un subappalto è a discrezione della società subappaltatrice interessata.

GCsolution è un marchio di fabbrica di Shimadzu Corporation.

DBWAX è un nome di prodotto di J&W Corporation.

Microsoft® Windows®, Windows NT®, Windows 2000®, Windows XP® e MS-Excel® sono marchi di fabbrica registrati di
Microsoft Corporation. Microsoft® Windows® e MS-Word sono prodotti di Microsoft Corporation.

Adobe®, Acrobat® e Distiller® sono marchi di fabbrica registrati di Adobe Systems Incorporated. Acrobat ReaderTM e
Acrobat PDFWriterTM sono prodotti di Adobe Systems Incorporated.
Introduzione

Grazie per aver acquistato il software GCsolution software per le stazioni di lavoro gascromatografo Shimadzu (denominato di
qui in poi "GCsolution").

GCsolution consente di controllare il gascromatografo (denominato di qui in poi "GC") dal proprio personal computer,
acquisire cromatogrammi e altri tipi diversi di dati e rianalizzare i dati acquisiti con diversi parametri sul proprio personal
computer.

Il presente manuale è stato redatto per familiarizzare con la conoscenza di base necessaria per azionare GCsolution. Accertarsi
di leggerlo attentamente prima di utilizzare il software. Dopo aver letto il manuale, tenerlo in un posto sicuro per poterlo
consultare ogniqualvolta sia necessario.

Il "Manuale di riferimento" e il "Manuale di amministrazione" per GCsolution per le stazioni di lavoro gascromatografo
Shimadzu sono forniti come manuali in linea.

Il manuale di riferimento contiene le informazioni della guida in linea in formato PDF. Il manuale di amministrazione contiene
le informazioni sulle funzioni utili per l'amministrazione del sistema, quali funzioni di supporto per GLP/GMP o FDA 21CFR
Part11, una serie di normative per i record elettronici e la firma elettronica. Per ulteriori informazioni sulle funzioni di
GCsolution, fare riferimento a questi manuali in linea.

Questo manuale presuppone che il lettore sia a conoscenza delle operazioni di base di Windows. Per il funzionamento di
Windows, fare riferimento al manuale di istruzioni fornito con il prodotto.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution i
Utilizzo del Manuale di Istruzioni

Tipi di Manuali di Istruzioni


Il pacchetto GCsolution contiene le seguenti informazioni che descrivono le procedure operative e le funzioni.

Nome Supporto Descrizione

Manuale operativo per Documento stampato Spiega le procedure operative per l'acquisizione e l'analisi dei dati
GCsolution utilizzando GCsolution.

Guida in linea Programma GCsolution Offre informazioni dettagliate sulle gamme di parametri e impostazioni. È
accessibile dal menu Help (Guida) in GCsolution. (Per l'utilizzo della
guida in linea, fare riferimento alla sezione 12.1.1 Utilizzo della Guida
p107 in questo manuale di istruzioni.)
Fare riferimento alla funzione Aiuto in inglese.

Manuale operativo per Disco CD-ROM per Fornisce il volume di operazioni del manuale di istruzioni come file PDF
GCsolution (Versione l'installazione in modo da poterlo visualizzare sul proprio personal computer. È
PDF) accessibile dal menu Help (Guida) in GCsolution. (Per l'utilizzo del
manuale in PDF, fare riferimento alla sezione 12.1.2 Utilizzo del Manuale
in Linea p108 in questo manuale di istruzioni.)
Fare riferimento al Manuale in inglese.

Manuale di riferimento per Disco CD-ROM per Fornisce il manuale di riferimento come file PDF in modo da poter
GCsolution (Versione l'installazione stampare la guida in linea oppure farvi riferimento tramite un
PDF) collegamento ipertestuale opportuno dal manuale operativo (versione
PDF). È disponibile l'indice che include tutti i manuali di istruzioni
(Versioni PDF). Consente di utilizzare ogni manuale di istruzioni
attraverso un collegamento ipertestuale.
Fare riferimento al Manuale in inglese.

Manuale di Disco CD-ROM per Spiega le procedure operative e i concetti di base dell'amministrazione del
amministrazione per l'installazione sistema e della gestione dei dati utilizzando GCsolution. Questo manuale
GCsolution (Versione fornisce un file PDF che può essere consultato in linea ogniqualvolta sia
PDF) necessario eseguire operazioni relative all'amministrazione del sistema. È
disponibile l'indice che include tutti i manuali di istruzioni (Versioni pDF).
Consente di utilizzare ogni manuale di istruzioni attraverso un
collegamento ipertestuale.
Fare riferimento al Manuale in inglese.

Legende per i Manuali di Istruzioni


Questo manuale utilizza le legende seguenti:

Legenda Significato

L Fornisce suggerimenti.

< > Mostra una finestra o un nome di visualizzazione, per es. la finestra <Data Acquisition> (Acquisizione dei
dati) o la visualizzazione <Method> (Metodo).

[ ] Mostra un parametro, una scheda, una colonna, un nome della barra, un comando di menu selezionabili
dalla barra dei menu.

Comando [ ]-[ ] Mostra una sequenza di selezione del menu nel primo [ ] e di selezione del comando nel secondo [ ]. Per
esempio, il comando [File]-[Print] (File - Stampa) significa che occorre fare clic sul menu File e
selezionare il comando Print (Stampa) dall'elenco di comandi visualizzato.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution iii


SOMMARIO

1 Cos'è GCsolution? ................................................................................................... 1


1.1 Caratteristiche......................................................................................................... 1

2 Panoramica del Software ....................................................................................... 3


2.1 Elementi Fondamentali di GCsolution .................................................................... 3
2.1.1 Applicazioni GCsolution ............................................................................... 3
2.1.2 Tipi di File e Schede dei File nell'Explorer di Dati ........................................ 6

3 Esecuzione di un'Analisi ........................................................................................ 7


3.1 Preparazione per l'Analisi ....................................................................................... 7
3.1.1 Accensione dello Strumento e Accesso a <GC Real Time Analysis>
(Analisi in tempo reale GC) 7
3.1.2 Impostazione delle Condizioni dell'Unità Utilizzata nella Schermata
<System Configuration> (Configurazione del Sistema) ............................... 8
3.1.3 Esempio Operativo delle Condizioni di Analisi............................................. 9
3.1.4 Avvio dell'Unità GC ...................................................................................... 12
3.1.5 Esecuzione della Regolazione dell'Azzeramento del Segnale del
Rilevatore e del Test di Pendenza ............................................................... 13
3.1.6 Salvataggio del File Metodo......................................................................... 13
3.2 Esecuzioni di un'Analisi in un'Unica Operazione .................................................... 14
3.2.1 Impostazione delle Condizioni di Elaborazione Singola............................... 14
3.2.2 Avvio di un'Analisi ........................................................................................ 15
3.3 Controllo dei Risultati dell'Analisi ............................................................................ 16
3.3.1 Avvio di <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis>
(Analisi dei dati)............................................................................................ 16
3.3.2 Operazioni nella Finestra <Data Analysis> (Analisi dei Dati)....................... 17
3.3.3 Modifica dei Parametri di Integrazione dei Picchi ed Esecuzione
di una Post Elaborazione di Dati .................................................................. 18
3.4 Creazione di Curve di Calibrazione ........................................................................ 19
3.4.1 <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) in
<GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC)................................ 19
3.4.2 Selezione dei File di Dati per la Curva di Calibrazione ................................ 20
3.4.3 Avvio di [Calibration Curve Wizard] (Procedura guidata per la
creazione della curva di calibrazione) .......................................................... 20
3.4.4 Creazione di una Curva di Calibrazione....................................................... 22
3.5 Analisi Quantitativa ................................................................................................. 24
3.5.1 Analisi Quantitativa con un'Analisi in Tempo Reale..................................... 24
3.5.2 Analisi Quantitativa con un'Analisi Post Elaborazione ................................. 24
3.6 Esecuzione di un'Analisi Sequenziale (Analisi Batch) ............................................ 25
3.6.1 Apertura della <Batch Table> (Tabella batch) ............................................. 25
3.6.2 Creazione di Tabelle Batch con la Procedura Guidata ................................ 26
3.6.3 Avvio dell'Analisi Batch ................................................................................ 28
3.7 Spegnimento del Sistema ....................................................................................... 29
3.7.1 Spegnimento del Sistema GC...................................................................... 29
3.7.2 Uscita da GCsolution e Spegnimento .......................................................... 29

iv Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati .......................................................... 31
4.1 Modifica del Tempo di Arresto dell'Analisi .............................................................. 31
4.1.1 Modifica del Tempo di Arresto dell'Acquisizione dei Dati durante l'Analisi .. 31
4.1.2 Interruzione dell'Analisi ................................................................................ 31
4.2 Test della Pendenza e Pulsante Snap Shot (Anteprima) ....................................... 32
4.2.1 Test pendenza ............................................................................................. 32
4.2.2 Snap Shot (Anteprima)................................................................................. 32
4.3 Impostazione delle Azioni di Avvio/Arresto dell'Unità GC....................................... 33
4.3.1 Impostazione dei parametri di Avvio/Arresto dell'Unità GC ......................... 33
4.3.2 Accensione/Spegnimento Automatici dell'Unità GC .................................... 33
4.4 Modifica dell'Intervallo di Campionamento dei Dati ................................................ 34
4.4.1 Parametri Relativi al Campionamento dei Dati ............................................ 34
4.4.2 Impostazione del Periodo di Base del Rivelatore......................................... 35
4.4.3 Impostazione della [Sampling Rate] (Velocità di campionamento)
del Rivelatore ............................................................................................... 35
4.5 Esecuzione di un'Analisi a Linea Doppia ................................................................ 36
4.5.1 Configurazione del Sistema per l'Unità GC a Linea Doppia ........................ 36
4.5.2 Impostazioni dei Parametri dello Strumento per Ogni Linea........................ 37
4.5.3 Esecuzione di un'Analisi Linea Singola con una Configurazione a
Linea Doppia ................................................................................................ 38
4.6 Quando la Linea di Base Risulta Instabile .............................................................. 39
4.6.1 Modifica della Temperatura del Forno ......................................................... 39
4.6.2 Esecuzione di una Pulizia ............................................................................ 40
4.6.3 Esecuzione di un'Analisi di Prova ................................................................ 40
4.7 Registrazione delle Informazioni della Colonna...................................................... 41
4.8 Numero di Utilizzi del Setto e del Liner in Vetro ..................................................... 42
4.8.1 Impostazione di <Injection Port Maintenance>
(Manutenzione porta di iniezione) ................................................................ 42
4.8.2 Ripristino del Contatore di Utilizzi ................................................................ 43
4.9 Avvio dell'Acquisizione dallo Strumento ................................................................. 44
4.9.1 Impostazione di <Start Acquision> (Avvio acquisizione).............................. 44
4.10 Fiala Numero 0 ....................................................................................................... 46

5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati .......................................................... 47


5.1 Informazioni sul File di Dati GCsolution .................................................................. 47
5.1.1 Importazione /Esportazione di un File Metodo............................................. 47
5.1.2 Importazione/Esportazione di Formati di Report.......................................... 48
5.1.3 Utilizzo dello Stesso File Metodo tra <GC Real Time Analysis>
(Analisi in tempo reale GC) e <GC Postrun> (Post elaborazione GC) ........ 48
5.2 Programma Temporale di Integrazione dei Picchi .................................................. 49
5.2.1 Programma Temporale di Integrazione dei Picchi ....................................... 49
5.2.2 Esempi di Impostazione del Programma Temporale di Integrazione........... 50
5.3 Integrazione dei Picchi Manuale (Manipolazione) .................................................. 51
5.3.1 Funzione di Integrazione dei picchi Manuale (Manipolazione) .................... 51
5.3.2 Esempi di Impostazione dell'Integrazione dei Picchi Manuale..................... 52
5.4 Impostazione dell'Identificazione del Picco e della Misura Quantitativa ................. 53
5.4.1 Impostazione dei Parametri di Identificazione del Picco .............................. 53

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution v
5.4.2 Impostazione della Tabella Composto ......................................................... 55
5.5 Operazioni nella Finestra <Data Comparison> (Confronto dei dati) ....................... 56
5.6 Controllo dei Dati con CLASS-Agent ...................................................................... 57

6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa ....................................... 59


6.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo di
Normalizzazione ..................................................................................................... 59
6.1.1 Normalizzazione dell'Area............................................................................ 59
6.1.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 59
6.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Standard
Esterno, Normalizzazione dell'Area Corretta .......................................................... 60
6.2.1 Metodo Standard Esterno ............................................................................ 60
6.2.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 61
6.2.3 Impostazione delle Tabelle Composto ......................................................... 61
6.3 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Standard Interno ..... 62
6.3.1 Metodo Standard Interno ............................................................................. 62
6.3.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 63
6.3.3 Impostazione delle Tabelle Composto ......................................................... 63
6.4 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo di Aggiunta
Standard ................................................................................................................. 65
6.4.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 65
6.4.2 Impostazione delle Tabelle Composto ......................................................... 65
6.5 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo RF Manuale............. 66
6.5.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 66
6.5.2 Impostazione delle Tabelle Composto ......................................................... 66
6.6 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Esponenziale........... 67
6.6.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa...................................... 67
6.6.2 Impostazione delle Tabelle Composto ......................................................... 67
6.7 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa in Caso di
"Raggruppamento".................................................................................................. 68
6.7.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa in Caso di
"Raggruppamento"....................................................................................... 68
6.7.2 Creazione delle Tabelle Composto .............................................................. 69
6.7.3 Creazione delle Tabelle Gruppo .................................................................. 69
6.7.4 Controllo delle Curve di Calibrazione di Gruppo .......................................... 69
6.7.5 Controllo dei Risultati della Misura Quantitativa per Ogni Gruppo............... 70

7 Elaborazione Batch .................................................................................................. 71


7.1 Parametri di Elaborazione Batch ............................................................................ 71
7.1.1 Selezione di Colonne e Caratteri da Visualizzare ........................................ 71
7.1.2 Impostazione del Volume di Iniezione e del Conteggio di
Iniezioni Multiple........................................................................................... 72
7.1.3 Analisi a Scaglioni ........................................................................................ 72
7.1.4 Utilizzo di Due Linee per Eseguire l'Analisi Batch........................................ 73
7.1.5 Impostazione del File di Dati della Linea di Base......................................... 74
7.2 Esecuzioni di un'Analisi Post Elaborazione ............................................................ 75
7.2.1 Visualizzazione di una Finestra <Batch Table> (Tabella Batch)
per Aprire File Batch .................................................................................... 75

vi Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7.2.2 Selezione dei File di Dati Utilizzati per Creare una Tabella Batch ............... 76
7.2.3 Esecuzione di un'Elaborazione Batch.......................................................... 76
7.3 Esecuzione di un'Analisi Aggiuntiva Durante l'Analisi Batch in Tempo Reale ........ 77
7.3.1 Pausa e Modifica della Tabella .................................................................... 77
7.3.2 Utilizzo della Coda Batch ............................................................................. 77
7.4 Report Riassuntivo ................................................................................................. 78
7.4.1 Creazione del Report Riassuntivo................................................................ 78

8 Funzioni di Reporting .............................................................................................. 81


8.1 Creazione di File di Report ..................................................................................... 81
8.1.1 Aggiunta di Elementi di Report..................................................................... 81
8.1.2 Controllo dell'Immagine da Stampare .......................................................... 82
8.1.3 Salvataggio del File Formato di Report........................................................ 82
8.2 Regolazione del Layout del Report......................................................................... 83
8.2.1 Regolazione con il Mouse o Modificando le Proprietà ................................. 83
8.2.2 Utilizzo della Griglia...................................................................................... 84
8.2.3 Regolazione delle Dimensioni e delle Posizioni di Elementi di
Report Multipli .............................................................................................. 84
8.2.4 Impostazione di Dimensioni/Marginidella Pagina e di altri Elementi ............ 85
8.2.5 Impostazione di Intestazione/Piè di Pagina ................................................. 85
8.3 Stampa del Risultato dell'Analisi............................................................................. 86
8.3.1 Stampa di Report nell'Analisi in un'Unica Operazione ................................. 86
8.3.2 Stampa dei Report in <Batch Table> (Tabella Batch).................................. 86
8.3.3 Stampa di Report in <Data Analysis> (Analisi dei Dati) ............................... 87
8.3.4 Stampa di Report in <Report> ..................................................................... 88
8.3.5 Formato di Report Predefinito ...................................................................... 88

9 Funzionamento - Finestre ...................................................................................... 89


9.1 Visualizzazione di Finestre e Barre ........................................................................ 89
9.1.1 Tipi di Finestre Visualizzate nelle Finestre del Programma ......................... 89
9.1.2 Visualizzazione delle Finestre dell'Applicazione .......................................... 90
9.2 Personalizzazione delle Finestre ............................................................................ 91
9.2.1 Modifica delle Dimensioni di Visualizzazione............................................... 91
9.2.2 Modifica del Formato di Visualizzazione della Finestra dell'Applicazione.... 91
9.2.3 Modifica del Formato di Visualizzazione della Finestra Comune................. 92

10 Funzionamento - Tabelle........................................................................................ 93
10.1 Funzionamento delle Colonne della Tabella........................................................... 93
10.1.1 Selezione di una Colonna della Tabella....................................................... 93
10.1.2 Modifica della Larghezza di una Colonna della Tabella............................... 93
10.1.3 Modifica della Condizione di Visualizzazione della Colonna della Tabella
(Impostazioni Stile Tabella (1)) .................................................................... 94
10.2 Funzionamento delle Righe della Tabella............................................................... 95
10.2.1 Selezione di una Riga della Tabella............................................................. 95
10.2.2 Aggiunta/Eliminazione di una Riga della Tabella ......................................... 95
10.2.3 Modifica della Quantità di Visualizzazione della Riga della Tabella
(Impostazioni Stile Tabella (2)) .................................................................... 96

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution vii


10.3 Modifica delle Celle della Tabella ........................................................................... 97
10.3.1 Selezione di Celle Multiple ........................................................................... 97
10.3.2 Copia/Taglia/Incolla/Elimina i Dati delle Celle.............................................. 97
10.3.3 Inserimento di Valori nelle Celle................................................................... 97
10.3.4 Funzioni Ausiliarie per L'inserimento dei Dati nelle Celle (Tabelle Batch) ... 98

11 Funzionamento - File ............................................................................................... 99


11.1 Utilizzo dei File (1) .................................................................................................. 99
11.1.1 Creazione di un nuovo File .......................................................................... 99
11.1.2 Apertura di un File (1) .................................................................................. 99
11.1.3 Salvataggio di un File................................................................................... 100
11.1.4 Controllo delle Informazioni nella Cronologia del File (1)............................. 100
11.2 Gestione Efficiente dei File ..................................................................................... 101
11.2.1 Cos'è l'explorer di Dati? ............................................................................... 101
11.2.2 Cos'è un Progetto? ...................................................................................... 101
11.2.3 Creazione di un Nuovo Progetto (Cartella) .................................................. 102
11.2.4 Eliminazione di un Progetto (Cartella).......................................................... 102
11.3 Utilizzo dei File (2) .................................................................................................. 103
11.3.1 Apertura di un File (2) .................................................................................. 103
11.3.2 Copia di un File ............................................................................................ 104
11.3.3 Spostamento di un File ................................................................................ 104
11.3.4 Eliminazione di un File ................................................................................. 104
11.3.5 Modifica dei Nomi dei File ............................................................................ 105
11.3.6 Controllo delle Informazioni nella Cronologia del File (2)............................. 105
11.3.7 Conversione dei Formati di File ................................................................... 105

12 Appendici .................................................................................................................... 107


12.1 In Caso di Guasti .................................................................................................... 107
12.1.1 Utilizzo della Guida ...................................................................................... 107
12.1.2 Utilizzo del Manuale in Linea ....................................................................... 108
12.2 Installazione di GCsolution ..................................................................................... 109
12.2.1 Installazione di DAO..................................................................................... 109
12.2.2 Installazione di GCsolution........................................................................... 112
12.2.3 Disinstallazione di GCsolution...................................................................... 116
12.2.4 Installazione di Unità GC Aggiuntive............................................................ 118
12.2.5 Collegamenti e Impostazioni dell'Unità GC .................................................. 120
12.2.6 Impostazioni di Configurazione del Sistema ................................................ 123
12.3 Modalità Rete.......................................................................................................... 126
12.3.1 Procedura per l'Impostazione della modalità di rete .................................... 126
12.3.2 Registrazione degli Utenti ............................................................................ 128
12.3.3 Nuova Registrazione di un PC ..................................................................... 128
12.4 Informazioni sull'Account Utente di Windows ......................................................... 129
12.5 Specifiche di GCsolution......................................................................................... 130

INDICE

viii Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


1 Cos'è GCsolution?

11.1. 1.1 Caratteristiche


™ Software 32-bit che utilizza la più recente tecnologia Windows
GCsolution viene eseguito su WindowsNT/2000 Professional/XP Professional e supporta le funzioni di protezione avanzate
e multitasking. Consente di utilizzare nomi di file lunghi e la funzione di trascinamento della selezione.

™ È disponibile un'ampia gamma di funzioni tramite semplici operazioni


• Barra assistente: Guida anche gli utenti principianti nell'esecuzione delle analisi.
• Explorer di dati: Consente di eseguire la gestione dei file tramite operazioni intuitive.
• Visualizzazione semplice Grazie a due modalità di configurazione, questa modalità normale (semplificata) e quella
dell'impostazione dei avanzata, GCsolution ha migliorato la propria funzionalità supportando un'ampia gamma di
parametri dello strumento: condizioni di analisi.
• Procedura guidata per la Consente di creare facilmente una tabella batch per serie di analisi.
creazione di una tabella
batch
• Procedura guidata per la Offre supporto nella creazione di una tabella composto.
creazione di tabelle
composto:

Inoltre, sono descritte efficacemente altre funzioni che migliorano la funzionalità, in modo da poterle utilizzare al meglio.

™ Funzioni di supporto affidabili GLP/GMP


• Supporto protezione: Offre la protezione opportuna per i vari flussi aziendali attraverso la funzione di
amministrazione del sistema.
• Supporto traccia di Memorizza tutte le informazioni sull'acquisizione e l'elaborazione dei dati e gestisce
verifica: l'aggiornamento della cronologia.
• Supporto validazione: Offre supporto per hardware, software e validazione del metodo.

Per la conformità a FDA 21CFR Parte 11, è necessario CLASS Agent Ver 2.0 o versione successiva.

™ Compatibile con gli ambienti di rete


• Struttura unica dei file Riunisce tutte le informazioni relative ai dati (condizioni analitiche e formati dei report) nel
(=sistema di struttura file di dati, consentendo l'esecuzione agevole di analisi dei dati all'esterno del laboratorio
mista): analisi utilizzando la LAN.
Questa funzione è utile anche per la gestione di file GLP/GMP.
• Amministrazione del Consente di condividere le informazioni sull'amministrazione del sistema da parte di
sistema abilitata LAN: GCsolution su diversi computer nella LAN.
• Opzione GC-LAN Con questo software opzionale, è possibile sostituire la periferica di comunicazione da RS-
connect: 232C e Ether-Net tra PC(=GCsolution) e strumenti GC.
• GCsolution Agent Questo software opzionare offre funzioni di archiviazione e gestione dei dati per GCsolution
Opzione: utilizzando un sistema di database di tipo Client/Server. La funzione di archiviazione dei
dati è migliorata per soddisfare i requisiti di FDA 21CFR Parte 11.

™ Applicabile per l'analisi di analisi di volumi elevati di un gran numero di dati


• Applicabile per l'analisi ad Consente l'acquisizione dei dati in un tempo di campionamento minimo di 4 msec. (in caso
alta velocità: di GC-2010/2014)
• Applicabile per l'analisi di Consente di analizzare contemporaneamente due campioni nella configurazione a linea
un grande numero di dati: doppia.

La configurazione massima per l'analisi supporta 2 linee con 4 rilevatori.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 1
1 Cos'è GCsolution?
1.1 Caratteristiche

™ Compatibilità dei file


• Compatibilità con formato Consente di caricare file metodo CLASS-GC10 e file di dati senza convertirli.
CLASS-GC10:
• Compatibilità con formato Consente di utilizzare file metodo CLASS-VP4 e file di dati convertendoli nel formato
CLASS-VP4: GCsolution.
• Compatibilità con il Consente di leggere e scrivere file in formato AIA ANDI, uno dei formati di dati standard
formato AIA ANDI: internazionale.
Nota: Questa funzione consente inoltre di passare i file di dati in formato GCsolution a CLASS-
GC10.

È possibile salvare i dati in formato di testo per poterli utilizzare con altri software disponibili in commercio. Inoltre,
GCsolution supporta la funzione di salvataggio dei report in formato PDF che soddisfa i requisiti di FDA 21CFR Parte 11
insieme ad Adobe Acrobat .*
* Sarà necessario installare anche Acrobat.

™ Varie funzioni per l'identificazione e l'elaborazione quantitativa.


• Un'ampia gamma di Supporta 6 diversi metodi di calcolo, inclusi i metodi standard esterno e interno.
metodi di calcolo
quantitativo:
• Un'ampia gamma di curve Supporta 7 tipi diversi di curve di calibrazione, inclusi la linea diritta, il grafico linea e le
di calibrazione: curve di calcolo esponenziali.
• Creazione flessibile di Consente di aggiungere o eliminare manualmente i dati oltre a crearli mediante una serie di
curve di calibrazione: analisi batch.
• Algoritmo con Utilizza l'algoritmo di integrazione dei picchi della serie Chromatopac.
reputazione nota:

™ Formato dei report a elevata flessibilità


Il formato di report simile a Microsoft Word consente di creare report personalizzati flessibili in modo semplice ed efficace.

2 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
2 Panoramica del Software

22.1. 2.1 Elementi Fondamentali di GCsolution


Questo software è costituito da tre applicazioni: <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC), <GC Postrun>
(Post elaborazione GC) e <GC Analysis Editor> (Editor analisi GC)

2.1.1 Applicazioni GCsolution

Installando il software sul personal computer, sarà visualizzata sullo schermo (desktop) l'icona [GCsolution]. Facendo
doppio clic sull'icona, si avvia <GCsolution Launcher>.

Nota: L'icona [Database] è attiva quando è installato CLASS-Agent (disponibile come opzione).

™ Icone incluse nella scheda [Operation] (Funzionamento)


Facendo clic su questa icona, si avvia un'applicazione utilizzata per
controllare gli strumenti e le periferiche, nonché per eseguire
un'operazione singola o batch.

Facendo clic su questa icona si avvia un'applicazione utilizzata per


leggere i dati dell'analisi acquisiti e per eseguire una nuova elaborazione
o la calibrazione dei dati.

Facendo clic su questa icona si avvia un'applicazione utilizzata, durante


l'analisi, per modificare un file metodo o un file batch non utilizzato per
l'analisi.

Nota: Le icone [GC Real Time Analysis #] (N. Analisi in tempo reale GC) e [GC Analysis Editor #] (N. Editor analisi GC) sono attive per
il numero di GC correntemente collegati al personal computer.

Nota: Alle icone [LC Analysis #] (N. analisi LC) e [LC Analysis Editor #] (N. editor analisi LC) viene assegnato un nome strumento
registrato in <System Configuration> (Configurazione del sistema) come "Tool Tips" (Suggerimenti strumento) visibile puntando
il cursore del mouse.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 3
2 Panoramica del Software
2.1 Elementi Fondamentali di GCsolution

Questo documento non tratta le operazioni/funzioni disponibili dalla scheda [Administration] (Amministrazione). Include i
seguenti programmi.

Nota: Le impostazioni in [Data Reg. Settings] (Impostazioni reg. dati) servono per la registrazione dei dati nel database CLASS-Agent
(disponibile come opzione).

™ Icone incluse nella scheda [Administration] (Amministrazione)


Per utilizzare la funzione di amministrazione del sistema in questo
software, impostare i criteri quali metodo di accesso e limiti della
password.

Utilizzata per registrare gli utenti o per cambiare le password


periodicamente. Utilizzata anche per specificare i gruppi in base ai diritti
operativi.

Consente di cercare un registro della cronologia operativa o simile in


condizioni di ricerca avanzata ed elencare le voci trovate.

Per ulteriori dettagli sulle icone incluse nella scheda [Administration] (Amministrazione), fare riferimento al Manuale di amministrazione
"2.2 Using the System Administration Tools to Set Available Items".

4 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
2 Panoramica del Software
2.1 Elementi Fondamentali di GCsolution

Fare doppio clic sull'icona per avviare il programma. Sarà visualizzata la seguente schermata <Login> (Accesso). Inserire
l'ID utente e la password per accedere al programma.

Nota: Prima di avviare <GC Real Time Analysis>, (Analisi in tempo reale GC), accertarsi di accendere lo strumento GC. Quando si avvia
<GC Analysis Editor> (Editor analisi GC) o <GC Post-run> (Post elaborazione GC) questa operazione non è necessaria.

Nota: Fare semplicemente clic sul pulsante [OK] senza inserire una password quando si avvia il programma per la prima volta, perché la
password non è ancora stata assegnata.

Di seguito è illustrata la configurazione delle finestre del programma.

Barra degli strumenti: Barra dei menu: Barra del titolo:


include le funzioni della barra dei i menu che possono essere utilizzati visualizza informazioni quali i nomi delle
menu maggiormente utilizzate in varieranno in base ai diritti di applicazioni correnti, i nomi dei file letti
formato di icona. utilizzo dell'utente corrente. e il nome dell'utente collegato.

Barra assistente: Fare clic su [Close] (Chiudi)


include varie icone di per chiudere un'applicazione.
Trascinare le icone qui per
applicazioni, basate sul leggere i file agevolmente.
flusso operativo di analisi
generali. Le operazioni
importanti sono eseguite
L'acquisizione dei dati e le
utilizzando le icone della
finestre di altre applicazioni
barra assistente. sono visualizzate qui.

Explorer di dati:
schede speciali di icone dei
file dell'applicazione per una Finestra di output:
gestione agevole dei file. È si riferisce ai log dei messaggi e alle
possibile gestire cronologie di accesso/disconnessione.
agevolmente i file passando
da una cartella all'altra e
trascinando le icone
nell'area di visualizzazione.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 5
2 Panoramica del Software
2.1 Elementi Fondamentali di GCsolution

2.1.2 Tipi di File e Schede dei File nell'Explorer di Dati

Tipo file Contenuto del file

File di dati Contiene le seguenti informazioni:


(estensione = 'gcd') - Dati cromatogramma:
- Risultati del calcolo quali valori di area e concentrazione
- Informazioni di stato quali temperature del forno ed errori durante l'acquisizione
dei dati.
- Dati del file metodo utilizzato per l'analisi (inclusa la configurazione del sistema
di analisi utilizzato)
- Dati file formato del report (quando viene eseguito l'output dei dati del report)
- Dati del file batch (quando si esegue l'elaborazione batch)

File metodo Memorizza le condizioni di analisi utilizzate per l'acquisizione dei dati, le
(estensione = 'gcm') condizioni di l'elaborazione dei dati, quali parametri di integrazione del picco e
tabelle miste, e le curve di calibrazione tracciate. Registra inoltre la configurazione
del sistema utilizzata per la modifica di un metodo e questi dati saranno confrontati
con la configurazione del sistema corrente al momento della lettura dei dati del file
metodo.

File batch Memorizza i dati della tabella batch utilizzati per eseguire serie di analisi o analisi
(estensione = 'gcb') post elaborazione. È possibile utilizzare lo stesso file su entrambe le schermate
<GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) e <GC Postrun> (Post
elaborazioni GC).

File formato report Memorizza le informazioni sul formato del report, quali layout da utilizzare per
(estensione = 'gcr') l'output del report, e impostazioni dettagliate del report. La finestra <Report> si
utilizza su entrambe le schermate <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo
reale GC) e <GC Postrun> (Post elaborazioni GC).

6 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi

33.1. 3.1 Preparazione per l'Analisi


Per analizzare i campioni e acquisire i dati utilizzando l'unità GC, avviare l'applicazione <GC Real Time Analysis> (Analisi
in tempo reale GC).

3.1.1 Accensione dello Strumento e Accesso a <GC Real Time


Analysis> (Analisi in tempo reale GC)

1) Fornire gas di trasporto, gas del


rilevatore, gas di make-up o altri
gas.

2) Accendere GC e le 3) Accendere il PC e le
eventuali periferiche relative periferiche.
collegate. (Si avvierà Windows.)

Quindi avviare <GCsolution Launcher>, fare clic sull'icona dello strumento da utilizzare per avviare l'applicazione <GC
Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC). Sarà visualizzata la schermata di accesso dove inserire l'ID utente e la
password.
<Login> (Accesso)
1) Fare clic su [GC Real Time
Analysis 1]. (Analisi in
tempo reale GC 1). 2) Fare clic sul
pulsante [OK].

Per il primo accesso, non è necessario


inserire una password. 3) Si avvia il programma di analisi
GC e viene visualizzata la
schermata principale <GC Real
Time Analysis> (Analisi in
<GC Real Time Analysis> tempo reale GC).
(Analisi in tempo reale GC)

Nota: Per impostare la password per un utente di livello "Admin" o per aggiungere utenti, utilizzare la finestra <User Administration>
(Amministrazione utente) (Manuale di riferimento pagina 504).
Nota: Quando si apre la finestra <Data Acquisition> (Acquisizione dati), sarà letto automaticamente il file metodo utilizzato in
precedenza. Per creare un nuovo file metodo prima di eseguire qualsiasi impostazione, fare clic sul pulsante [New] (Nuovo)
sulla barra degli strumenti. Per modificare un file metodo esistente, trascinare il file metodo desiderato dalla finestra <Data
Explorer> (Explorer dati) nella finestra <Data Acquisition> (Acquisizione dati).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 7
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

3.1.2 Impostazione delle Condizioni dell'Unità Utilizzata nella


Schermata <System Configuration> (Configurazione del Sistema)

Fare clic su [Configuration and Maintenance] (Configurazione e manutenzione), quindi fare clic sull'icona [System
Configuration] (Configurazione del sistema) sulla barra assistente per impostare la configurazione delle periferiche GC,
come i dati della colonna.

Non occorre impostare [Configuration] (Configurazione) ogni volta che si esegue il programma, perché viene salvata la
configurazione precedente. Modificare la configurazione solo se necessario, per esempio dopo aver sostituito la colonna o
modificato qualsiasi componente.
<System Configuration> (Configurazione del sistema)

Fare clic su [System


Configuration]
(Configurazione del
sistema).

Il riquadro [Available Modules] (Moduli disponibili) mostra tutte le unità collegate a GC. (Come per l'autocampionatore,
sono visualizzati tutti i modelli collegabili a GC).

Selezionare le unità che si desidera utilizzare da [Available Modules] (Moduli disponibili) e impostarle in [Configured
Modules] (Moduli configurati), in cui sono elencate tutte le periferiche utilizzate per creare il sistema GC.

Per aggiungere un'unità a [Configured Modules] (Moduli configurati), selezionarla facendo clic nell'albero [Available
Modules] (Moduli disponibili), quindi fare clic sul tasto freccia destra nell'area centrale.

Dopo aver aggiunto tutte le unità necessarie in [Configured Modules] (Moduli configurati), fare doppio clic sul nome
dell'unità o selezionarlo e fare clic sul pulsante [Properties] (Proprietà) per impostare la configurazione dettagliata per ogni
unità, per esempio il tipo di gas di trasporto e i dati della colonna.
Per ulteriori informazioni sulla configurazione del sistema, fare riferimento a "12.2.6 Impostazioni di Configurazione del Sistema".

Per ulteriori informazioni sulle impostazioni dei dati della colonna, fare riferimento a "4.7 Registrazione delle Informazioni della
Colonna".

8 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

3.1.3 Esempio Operativo delle Condizioni di Analisi

Qui, il flusso operativo viene illustrato utilizzando la seguente configurazione del sistema e le condizioni di analisi di ogni
strumento.

‹ Configurazione del sistema ‹ Analisi campioni


Gascromatografo GC-2010 Come campioni standard si utilizzano i componenti
Autocampionatore - AOC-20i contenuti nell'etanolo.
Colonna capillare: DBWAX Campione standard Concentrazione
12 m × 0,53 mm LD, pellicola di spessore 3 µm n-propanolo 200 ppm
Split/Splitless
Alcool isobutilico 200 ppm
Unità di iniezione (SPL)
Rivelatore a ionizzazione di fiamma (FID) Alcool isoamilico 200 ppm

‹ Condizioni dello strumento ‹ Condizioni di elaborazione dei dati


Temperatura forno colonna: Utilizzare i parametri seguenti per rilevare i picchi ed eseguire
55 °C (att. 3 min.), -120 °C (frequenza: 10 °C/min.) l'elaborazione dei dati.
Temperatura di iniezione: 200 °C - Parametri di integrazione dei picchi
Modalità di iniezione: split Parametro Valore di impostazione
(Rapporto di split 1: 50) Pendenza 1.000µV/min.
Temperatura rivelatore: 200 °C
Larghezza 3 sec.
Spostamento Automatico (Impostato su 0)
T.DBL 1.000 min.
Area del picco min. 1.000 gradi (Area min.)
- Metodo di identificazione:RT assoluto
- Metodo di calcolo quantitativo: standard esterno utilizzando
le aree del picco
- Curva di calibrazione: un punto di calibrazione
- nessuna ripetizione

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 9
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

Impostare i parametri in <Data Acquisition> (Acquisizione dati)


<Data Acquisition> (Acquisizione dati)

2) Fare clic sulla scheda


[Auto-sampler]
(Autocampionatore).

3) Inserire "1 µl" per [Injection


Volume] (Volume di iniezione).
Utilizzare i valori predefiniti
per tutti gli altri parametri.

1) Fare clic su [Instrument


Parameters] (Parametri
strumento).

4) Fare clic sulla scheda


[Injection unit] (Unità
di iniezione).

5) [Temperature] (Temperatura) =
200 °C
[Flow Control Mode] (Modalità
di controllo del flusso)
= velocità lineare
[Linear Velocity] (Velocità
lineare) = 30 cm/sec.
[Split Ratio] (Rapporto di split)
= 50 (1:50)
I valori di [Total Flow] /Flusso
totale) e [Column Flow] (Flusso
colonna) saranno ricalcolati in
base a queste impostazioni.
Utilizzare i valori predefiniti per
tutti gli altri parametri ([Split
Mode] (Modalità split) = Split
[Carrier Gas] (Gas di trasporto)
= He).

È possibile passare dalla schermata del display [Normal] (Normale) ad


[Advanced] (Avanzato) e viceversa eseguendo la selezione nel menu
di scelta rapida visualizzato facendo clic con il tasto destro del mouse.
La schermata [Normal] (Normale) mostra solo gli elementi modificati
frequentemente. Per un metodo nuovo, impostare tutti gli elementi
utilizzando prima la schermata di impostazione [Advanced]
(Avanzato), quindi utilizzare la schermata [Normal] (Normale).

10 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

8) Fare clic su [Redraw] (Rapporta) per


visualizzare sul grafico i dati del
6) Fare clic sulla scheda programma di temperatura impostato.
[Column oven]
(Forno colonna).
Temperature]
(Temperatura). La
temperatura iniziale è
impostata su 55°C.

7) Inserire qui il programma di temperatura.


Tempo di attesa temp. iniziale: 3 min.,
Frequenza programma: 10 °C/min.,
Temperatura finale: 120 °C,
Tempo di ritenzione: 1 min.

9) Fare clic sulla scheda


[Detector] (Rivelatore).

10)[Temperature]
(Temperatura) = 200 °C

Per impostazione predefinita,


il tempo di arresto del
rivelatore è collegato al tempo
di arresto del forno della
colonna specificato nel
programma di temperatura.

È possibile disattivare il
collegamento deselezionando
l'opzione di collegamento nel
menu di scelta rapida
visualizzato facendo clic con il
tasto destro del mouse nella
finestra. Ora è possibile
impostare il tempo di arresto
separatamente.

11) Fare clic sulla scheda


[General] (Generale).

Selezionando l'opzione [Auto


Flame On] (Fiamma
automatica attiva), è possibile 12)Selezionare [Auto
attivare automaticamente la Flame On] (Fiamma
fiamma del rilevatore al automatica attiva)
momento in cui lo stato di GC
diventa "Pronto".

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 11
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

3.1.4 Avvio dell'Unità GC

I parametri delle periferiche specificati vengono inviati all'unità GC facendo clic su [Download Parameters] (Scarica
parametri). L'unità GC si avvierà dopo essere stata configurata con i parametri inviati, se la volta successiva si fa clic su
[System On] (Sistema attivo).

Se si desidera modificare la temperatura o la pressione dopo l'avvio dell'unità GC, modificare i rispettivi parametri e fare clic
su [Download Parameters] (Scarica parametri). Ogni volta che si fa clic sul pulsante [Download Parameters] (Scarica
parametri), i parametri modificati sono inviati all'unità GC.

4) Il monitor dello strumento sarà visualizzato


automaticamente. Accertarsi che [GC
System] (Sistema GC) sia impostato su ON
e attendere che [GC Status] (Stato GC)
cambi in Ready (Pronto).

1) Fare clic su
[Download
Parameters]
(Scarica parametri).

2) Fare clic su [System


On] (Sistema acceso).

3) L'unità GC si avvierà Controllare i valori di monitor/impostazione


con i valori dei per ogni unità.
parametri dello Poiché l'unità GC è controllata in ordine di
strumento scaricati. portata --> temperatura --> rilevatore, il
controllo temperatura potrebbe non avviarsi o
il rilevatore potrebbe non accendersi
immediatamente dopo l'avvio dell'unità GC.

È possibile visualizzare o nascondere il display del monitor dello strumento utilizzando il pulsante [Instrument Monitor]
(Monitor strumento) sulla barra degli strumenti.

Per ulteriori informazioni sulle azioni dell'unità GC all'avvio, fare riferimento a "4.3 Impostazione delle Azioni di Avvio/Arresto dell'Unità
GC".

12 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.1 Preparazione per l'Analisi

3.1.5 Esecuzione della Regolazione dell'Azzeramento del Segnale del


Rilevatore e del Test di Pendenza

Quando la linea di base ha raggiunto uno stato di stabilità, eseguire le funzioni [Zero Adjust] (Regolazione azzeramento) e
[Slope Test] (Test pendenza).

Poiché il risultato di un test della pendenza sarà impostato nel metodo come valore per il parametro di integrazione "Slope"
(Pendenza), occorre eseguire il test una volta prima dell'avvio di un'analisi sequenziale; non è necessario eseguire il test della
pendenza per ogni analisi.
Fare riferimento a "4.2 Test della Pendenza e Pulsante Snap Shot (Anteprima)" a p.32 e "4.6 Quando la Linea di Base Risulta Instabile", a
p.39.

3.1.6 Salvataggio del File Metodo

Salvare le impostazioni in un file metodo selezionando [File]-[Save Method File As] (Salva file metodo con nome).

Un file metodo contiene i parametri di elaborazione dei dati e i parametri QA/QC, nonché i parametri delle periferiche
descritti in questo capitolo.
Nota: Quando si attiva <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) la volta successiva, sarà caricato automaticamente il file
metodo caricato per ultimo. Per creare un nuovo file metodo, fare clic sul pulsante [New Method File] (Nuovo file metodo) sulla
barra degli strumento prima di eseguire qualsiasi impostazione.

Nota: Viene creato un file metodo basato sulla configurazione delle impostazioni della periferica corrente. Se si carica un file metodo
esistente dopo aver modificato la configurazione corrente, sarà visualizzato un avvertimento. Se si procede caricando il file
metodo, le impostazioni in esso saranno modificate automaticamente in conformità con la configurazione corrente.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 13
3 Esecuzione di un'Analisi

33.2. Esecuzioni di un'Analisi in un'Unica


3.2

Operazione
Questa sezione descrive come eseguire un'analisi in un'unica operazione (analizzando i campioni uno alla volta) utilizzando
il campionatore automatico.
In caso di iniezione manuale, è anche disponibile un metodo di acquisizione dei dati più semplice. Fare riferimento a "4.9 Avvio
dell'Acquisizione dallo Strumento".

3.2.1 Impostazione delle Condizioni di Elaborazione Singola

Prima di avviare l'acquisizione dei dati, registrare le informazioni sul campione in <Sample login> (Accesso campione).

3) È possibile saltare i campi [Sample


Name] (Nome campione) e [Sample
ID] (ID campione), ma occorre inserire
il nome [Data File] (File di dati).
<Sample Login>
2) Fare clic su [Sample (Accesso campione)
Login] (Accesso
campione).

4) Inserire [Vial #] (N. fiala) = 1.

1) Fare clic su [Single


Run] (Elaborazione
singola)

5) Fare clic in questa casella di


controllo e specificare il file formato 6) Fare clic su [OK] per
report per stampare un report. completare l'operazione.

Nota: Fare clic su per visualizzare i file esistenti.

Nota: Se non si specifica il nome della cartella, i dati acquisiti vengono salvati nella cartella di progetto in cui si trovano il file metodo
correntemente caricato.

Nota: Se non si desidera sovrascrivere un file di dati con un'acquisizione di dati, l'opzione [Auto increment] (Incremento automatico)
consente di aggiungere un numero di serie alla fine di ogni nome di file.

Per ulteriori informazioni sulla relazione tra designazione del nome del file e posizione di archiviazione, fare riferimento a "11.2.2 Cos'è un
Progetto?"

14 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.2 Esecuzioni di un'Analisi in un'Unica Operazione

3.2.2 Avvio di un'Analisi

In questo esempio, impostare un campione standard costituito da una fiala di miscela alcolica (200 ppm) nella posizione n. 1
della fiala campione di AOC-20i.

Fare clic
su [Start]
(Avvio).

Durante l'acquisizione dei dati, il display di stato visualizza "Acquire" (Acquisisci).

Al termine dell'acquisizione, il display visualizza temporaneamente "Not Ready"


(Non pronto) quindi torna a "Ready" (Pronto).

AOC-20i inietterà un campione e inizierà l'analisi. All'avvio dell'analisi, il display dello schermo cambia in avvio traccia.

Per eseguire un'analisi mediante iniezione manuale del campione, dopo aver fatto clic sull'icona [Start] (Avvio) sulla

barra assistente, iniettare un campione nell'unità GC e premere il pulsante [Start] (Avvio) sullo strumento GC.

Se si preme solo il pulsante [Start] (Avvio) sull'unità GC senza fare clic sull'icona [Start] (Avvio) di

GCsolution, il programma GC si avvierà ma NON sarà eseguita l'acquisizione dei dati.

Per informazioni sulla modifica del tempo di analisi, fare riferimento a"4.1.1 Modifica del Tempo di Arresto dell'Acquisizione dei Dati
durante l'Analisi".

Nota: Durante l'acquisizione dei dati, se si fa clic sul pulsante [Snapshot] (Anteprima), i dati temporanei del cromatogramma sono letti in
<GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati) dall'avvio dell'analisi ai punti selezionati.

Nota: Utilizzando [File] - [Open Reference Data File] (Apri file di dati di riferimento), è possibile leggere i dati del cromatogramma
esistenti come sfondo dell'area di visualizzazione <Chromatogram> (Cromatogramma)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 15
3 Esecuzione di un'Analisi

33.3. 3.3 Controllo dei Risultati dell'Analisi

3.3.1 Avvio di <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis>


(Analisi dei dati)

Per avviare <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati) e controllare i risultati, fare doppio
clic sul file di dati in <Data Explorer> (Explorer di dati) ottenuto durante l'acquisizione dei dati.
<GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) - <Data Acquisition> (Acquisizione dei dati)

Fare
doppio clic

<GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati)

Facendo clic sull'icona [GC Postrun Analysis] (Analisi post elaborazione GC) nella scheda [Operation] (Funzionamento) è
possibile anche attivare la schermata <GC Postrun> (Post elaborazione GC).
1) Fare clic sull'icona [GC <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati)
Postrun Analysis] (Analisi
post elaborazione GC) nella 2) Fare clic su [Data 3) Trascinare l'icona
scheda [Operation] Analysis] del file per aprire i
(Funzionamento). (Analisi dei dati). dati.

16 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.3 Controllo dei Risultati dell'Analisi

3.3.2 Operazioni nella Finestra <Data Analysis> (Analisi dei Dati)

Sono disponibili varie funzioni per rivedere e rielaborare i dati nella finestra <Data Analysis> (Analisi dei dati).

Trascinare il mouse nell'area di Utilizzare il menu visualizzato facendo clic con il tasto destro del mouse nell'area di
visualizzazione <Chromatogram> visualizzazione <Chromatogram> (Cromatogramma) per selezionare la finestra [Display
(Cromatogramma) e selezionare Settings] (Impostazioni schermo).
l'intervallo di visualizzazione <Display Settings> (Impostazioni schermo) (Manuale di riferimento pagina 193)
cromatogramma dell'area inferiore. <Properties> (Proprietà) (Manuale di riferimento pagina 544)

Aumenta/
diminuisce
l'intervallo
dell'asse intensità

Cambia la modalità [View/Edit]


(Visualizza/Modifica). La
rielaborazione viene eseguita
automaticamente se si passa
dalla modalità [Edit] (Modifica)
a [View] (Visualizza)

<Data Analysis> (Analisi dei dati) (Manuale di riferimento p171)

<Data Analysis> (Analisi dei dati) è in grado di gestire solo un file di dati. Per elaborare contemporaneamente un altro file di
dati, avviare nuovamente <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati) per aprire il secondo
file di dati.

Fare clic su [Data in Report] (Dati nel report) sulla barra assistente per stampare il contenuto del file di dati.

Al termine delle operazioni in <Data Analysis> (Analisi dei dati), accertarsi di aver salvato il file di dati e/o il file metodo
utilizzando il menu [File]. Uscendo da <Data Analysis> (Analisi dei dati) senza salvare il file, il risultato della rielaborazione
dei dati sarà perso.

Nota: È possibile copiare i cromatogrammi in <Data Analysis> (Analisi dei dati) o <Data Comparison> (Confronto dei dati) utilizzando
il menu di scelta rapida visualizzato facendo clic con il tasto destro del mouse e incollarli in altri software come immagini grafiche.

Nota: Il metodo mostrato nella visualizzazione <Method> (Metodo) è quello nel file di dati attivo. Osservare che non vi sono metodi in
un file metodo autonomo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 17
3 Esecuzione di un'Analisi
3.3 Controllo dei Risultati dell'Analisi

3.3.3 Modifica dei Parametri di Integrazione dei Picchi ed Esecuzione di


una Post Elaborazione di Dati

Questa sezione descrive la procedura per modificare i parametri di integrazione dei picchi nella visualizzazione <Method>
(Metodo). È possibile vedere i risultati dell'analisi post elaborazione nella visualizzazione <Result> (Risultato).

Vengono rilevati Controllare la soglia tra i valori area/altezza Fare clic su per
anche i piccoli dei picchi necessari e non necessari (valori
entrare in modalità Method Edit
picchi non da utilizzare per la misura quantitativa).
(Modifica metodo).
necessari.

Fare clic sulla scheda


[Integration]
(Integrazione).

Inserire "5.000" per il


valore [Min. Area/Height]
(Area/Altezza mini.).

Fare clic su per


tornare alla modalità
Method View
(Visualizzazione metodo).

I dati saranno rianalizzati


automaticamente quando si
passa dalla modalità [Edit]
(Modifica) e [View]
(visualizza), rilevando solo i
picchi necessari.

Dopo aver modificato un metodo ed essere tornati alla modalità Display (Schermo), i dati vengono rianalizzati
automaticamente e il risultato è visualizzato in <Result> (Risultato) e <Chromatogram> (Cromatogramma). Verificare i
risultati visualizzati. Se necessario, modificare il metodo ed eseguire nuovamente un'analisi post elaborazione sui dati.
Inoltre i dati sono rianalizzati automaticamente dopo i parametri di misura quantitativa, modificati nella modalità Edit
(Modifica) e la schermata torna alla modalità Display (Schermo).
Dopo aver impostato valori soddisfacenti, salvare le impostazioni in un file, selezionando [Save Data and Method File]
(Salva dati e file metodo) dal menu [File].
Nota: Se non è stata eseguita la rielaborazione nella modalità [Edit] (Modifica), non è possibile riportare i dati inseriti alla configurazione
precedente. (Fare clic con il tasto destro del mouse sull'area di visualizzazione <Method> (Metodo) per visualizzare un menu di
scelta rapida, quindi selezionare [Cancel Edit] (Annulla modifica).)

Per informazioni sui parametri di integrazione dei picchi, fare riferimento al manuale di riferimento "16.1 Peak Integration Parameters and
Peak Integrationi".

Se non è possibile rilevare correttamente i picchi, fare riferimento al manuale di riferimento "16.5 Problems with Incorrect Peak
Integration".

18 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi

33.4. 3.4 Creazione di Curve di Calibrazione


Quando si dispone già di uno o più file di dati del campione standard, è possibile creare una curva di calibrazione,
rianalizzando i dati nelle schermate <Batch Table> (Tabella batch) o <Calibration Curve> (Curva di calibrazione). Quando
non si dispone di un file di dati del campione standard oppure si desidera creare o aggiornare la curva di calibrazione in
seguito all'acquisizione dei dati, analizzare il campione impostando il tipo campione su "Standard".
Qui viene descritta una procedura per la creazione della curva di calibrazione utilizzando la procedura guidata di creazione di
una Tabella composto nella schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) ei <GC Real Time Analysis> (Analisi in
tempo reale GC).
Nota: La procedura guida per la creazione di un tabella composto è uno strumento per creare una tabella composto in modo semplificato.
È possibile utilizzarla anche dalle schermate <Data Analysis> (Analisi dei dati) e <Calibration Curve> (Curva di calibrazione ) di
<GC Postrun> (Post elaborazione GC).

3.4.1 <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) in <GC Real Time


Analysis> (Analisi in tempo reale GC)
Fare clic su [Calibration Curve] (Curva di calibrazione) sulla barra assistente di <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo
reale GC) per mostrare la schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione). Questa schermata mostra il contenuto del
file metodo caricato nella schermata <Acquisition> (Acquisizione).
Nella schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) di <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC),
viene creata una curva di calibrazione per il file metodo utilizzato nell'analisi (acquisizione dei dati), pertanto è possibile
utilizzare la curva di calibrazione così com'è per analizzare campioni incogniti per la misura quantitativa dalla volta
successiva.
Nelle schermate <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale
GC), <Acquisition> (Acquisizione) e <Calibration Curve> (Curva
<GC Real Time Analysis> di calibrazione), caricare sempre lo stesso file metodo.
(Analisi in tempo reale GC)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 19
3 Esecuzione di un'Analisi
3.4 Creazione di Curve di Calibrazione

3.4.2 Selezione dei File di Dati per la Curva di Calibrazione

Aggiungere i file di dati in <Data File Tree> (Albero file di dati) trascinandoli e utilizzare come dati della curva di
calibrazione.
Tr
asc

File di dati
ina
re

2) Utilizzare il menu visualizzato


facendo clic con il tasto destro del 3) Controllare il cromatogramma del
1) Trascinare il file di dati nel
mouse nell'area di visualizzazione file evidenziato correntemente
n. di livello dell'albero file
<Data File Tree> (Albero file di nell'area di visualizzazione <Data
di dati per aggiungere i
dati) per eliminare un file di dati File Tree> (Albero file di dati).
dati come punto di
calibrazione. dai punti di calibrazione.

Nota: Un file di dati analizzato come campione standard mediante un'analisi singola o batch viene aggiunto automaticamente alla
visualizzazione <Data File Tree> (Albero file di dati) al termine dell'analisi. Utilizzare la procedura sopra quando si aggiungono
successivamente file di dati analizzati come campione incognito alla visualizzazione <Data File Tree> (Albero file di dati).

Nota: Non è possibile aggiungere a <Data File Tree> (Albero file di dati) file di dati che non includono i dati del canale visualizzato
correntemente.

3.4.3 Avvio di [Calibration Curve Wizard] (Procedura guidata per la


creazione della curva di calibrazione)

La procedura guidata per la creazione di una tabella composto consente di creare una tabella composto utilizzando i dati
selezionati nella visualizzazione <Data File Tree> (Albero file di dati). Non è possibile attivare la procedura guidata in
assenza di dati selezionati nella visualizzazione, pertanto accertarsi di fare clic sui dati prescelti prima di iniziare.

Fare clic sull'icona [Compound Table Wizard] (Procedura guidata per la creazione di una tabella composto) sulla
barra assistente. Si avvierà la procedura guidata.
Nota: Quando si avvia la procedura guidata da <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati), non occorre
selezionare i dati prima di avviare la procedura guidata per la creazione di una tabella composto, perché la tabella composto sarà
creata utilizzando il file di dati già caricato.

20 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.4 Creazione di Curve di Calibrazione

Nella procedura guidata, impostare i parametri come segue in questo capitolo:

1) Dopo aver letto l'informativa, fare clic sul


pulsante [Next] (Avanti).

(La tabella composto esistente sarà sovrascritta


durante la procedura guidata)

2) Selezionare il metodo "External standard" (Standard


esterno) e "Calculated by" (Calcolato da) - "Area".

Numero del livello di calibrazione = 1

Unità di concentrazione = ppm

Non modificare gli altri valori.

3) Selezionare i picchi del componente target


selezionando la casella di controllo [Process]
(Processo).

(È possibile ingrandire la visualizzazione del


cromatogramma trascinando il mouse).

4) Inserire i dati come segue:

Campione standard Tempo di Concentrazion


ritenzione e
n-propanolo 2,324 min. 200 ppm
Alcool isobutilico 3,170 min. 200 ppm
Alcool isoamilico 5,089 min. 200 ppm

Fare clic su Finish (Fine) per completare le


impostazioni.

Questi parametri e la tabella saranno mostrati nella visualizzazione <Mathod> (Metodo).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 21
3 Esecuzione di un'Analisi
3.4 Creazione di Curve di Calibrazione

Per informazioni su tutti i parametri di misura quantitativa e identificazione, fare riferimento al manuale di riferimento "16.2 Peak
Identification", "16.3 Quantitation Method".

Per informazioni sulle impostazioni di ogni metodo di misura quantitativa e raggruppamento, fare riferimento a "6 Impostazioni dei
Parametri di Misura Quantitativa".

Nota: Il campo [Type] (Tipo) consente di specificare la sostanza standard interna (ISTD) utilizzata nel metodo standard interno o il
componente di riferimento utilizzato come picco di riferimento per l'identificazione del picco utilizzando il tempo di ritenzione
relativo. Poiché nell'esempio in questo capitolo si utilizza il metodo standard esterno per specificare il componente standard,
lasciare il valore predefinito "Target".

Nota: Se si è avviata la procedura guidata per la creazione di una tabella composto da <Data Analysis> (Analisi dei dati), facendo clic sul
pulsante [Finish] (Fine) sarà visualizzato un messaggio di conferma che richiede se la tabella composto creata è stata salvata nel
file metodo. Facendo clic su [ ] qui, la tabella composto e gli altri parametri di elaborazione dei dati saranno salvati nel file metodo.

3.4.4 Creazione di una Curva di Calibrazione

Al termine della procedura guidata, la visualizzazione <Method> (Metodo) è in modalità Edit (Modifica). Controllare le
impostazioni della tabella e apportare le modifiche necessarie.

Impostando la visualizzazione <Method> (Metodo) in modalità Display (Schermo), viene elaborata una curva di
calibrazione e visualizzata sullo schermo.

Visualizza la curva di
calibrazione per il numero
ID selezionato.

Dopo aver controllato la curva di calibrazione creata, salvare il file metodo utilizzando il menu [File]. A questo punto, il file
di dati utilizzato dalla curva di calibrazione viene modificato di conseguenza e salvato.
Se si desidera creare una curva di calibrazione multilivello, impostare il parametro di misura quantitativa [# of Calib. Lavels]
(N. livelli di calibrazione) e stabilire la concentrazione per ogni livello nella tabella composto. Quindi è possibile creare una
curva di calibrazione multilivello aggiungendo un file di dati per ogni livello nella visualizzazione <Data File Tree> (Albero
file di dati).

22 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.4 Creazione di Curve di Calibrazione

Anche se qui abbiamo utilizzato la schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) per creare una curva di
calibrazione, è possibile crearla anche eseguendo un'analisi in un'unica operazione o in batch (analisi in tempo reale o post
elaborazione) utilizzando un file metodo contenente una tabella composto.
Nota: Dopo aver modificato un metodo in <GC Postrun> (Post elaborazione GC) - <Data Analysis> (Analisi dei dati) esportarlo come
file metodo e utilizzarlo per l'analisi.

Nell'analisi in un'unica operazione, fare clic sul pulsante [Advanced] (Avanzato) in <Sample Login> (Accesso campione) e
impostare il tipo di campione e il numero di livello.

2) Selezionare [Initialize Calibration Curve]


(Inizializza curva di calibrazione) per creare
una nuova curva di calibrazione.

1) Un campione viene
analizzato come
campione [Standard].

Fare

3) Inserire "1", perché è stata


creata una curva di
calibrazione a punto singolo.

<Sample Login> (Accesso campione)

Nella <Batch Table> (Tabella batch), impostare la tabella come segue:

Per inizializzare una curva di calibrazione,


selezionare [Standard] - [Initialize Impostare la combinazione di livello
Calibration Curve] (Inizializza curva di punto di calibrazione e file di dati.
calibrazione) nella prima riga e annullare
la curva di calibrazione corrente.

<Batch Table> (Tabella batch)

Nota: [Level #] (N. livello) è il numero del livello di concentrazione di 1-16 nella tabella composto.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 23
3 Esecuzione di un'Analisi

33.5. 3.5 Analisi Quantitativa


Utilizzando un metodo con una curva di calibrazione appositamente creata, analizzare un campione incognito eseguendo
un'analisi in tempo reale o post elaborazione, quindi ottenere i risultati della misura quantitativa.

3.5.1 Analisi Quantitativa con un'Analisi in Tempo Reale

Per eseguire una misura quantitativa con un'analisi in un'unica operazione, caricare il metodo per cui è stata creata la curva di
calibrazione nella schermata <Acquisition> (Acquisizione) e acquisire i dati utilizzando la stessa procedura operativa
descritta in "3.2 Esecuzioni di un'Analisi in un'Unica Operazione". A questo punto, accertarsi di impostare il tipo di
campione incognito in <Sample Login> (Accesso campione).

Analizzare il campione
come campione
[Unknown] (Incognito).
Utilizzare il metodo con
Fare clic
la curva di calibrazione
per ottenere i risultati
del calcolo quantitativo.

<Sample Login> (Accesso campione)

Per eseguire una misura quantitativa utilizzando un'analisi batch, specificare il nome del file metodo con cui è stata creata
una curva di calibrazione nella tabella batch ed eseguire l'analisi con il tipo di campione impostato su incognito.

3.5.2 Analisi Quantitativa con un'Analisi Post Elaborazione

Quando si carica un file di dati nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), il risultato della misura quantitativa viene
mostrato nella visualizzazione <ResultaaaA> (Risultato A) come concentrazioni miste. Se si desidera eseguire una misura
quantitativa di dati non ancora misurati con un file metodo per cui è stata creata una curva di calibrazione, occorre importare
il file metodo.

Per importare il file metodo, fare clic su [File] - [Load Method] (Carica metodo). I dati sono rianalizzati automaticamente
utilizzando il metodo importato e il risultato della misura quantitativa viene mostrato nella visualizzazione <Result>
(Risultato).

Se si desidera eseguire una misura quantitativa dei dati utilizzando un'analisi post elaborazione, specificare il nome del file
metodo prescelto per cui è stata creata una curva di calibrazione e il nome del file di dati che si desidera misurare nella
tabella batch, quindi eseguire un'analisi post elaborazione con il tipo di campione impostato su campione incognito.

24 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi

33.6. Esecuzione di un'Analisi Sequenziale


3.6

(Analisi Batch)
Per eseguire un'acquisizione di dati sequenziale per campioni multipli, utilizzare la schermata <Batch Table> (Tabella batch)
nella schermata <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC).

Se la schermata <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) non è ancora stata
visualizzata, fare clic sull'icona [GC Real Time Analysis 1] (Analisi in tempo reale GC 1) nella
scheda [Operation] (Funzionamento).

3.6.1 Apertura della <Batch Table> (Tabella batch)

Quando si apre la <Batch Table> (Tabella batch), viene visualizzata solo una riga vuota. Qui è possibile caricare file batch
esistenti per modificarli oppure creare una nuova tabella utilizzata per l'esecuzione dell'analisi.

<Batch Table> (Tabella batch)

Selezionare i comandi di
modifica necessari facendo
clic sul menu visualizzato
con il tasto destro del mouse.

Fare clic sull'icona


[Batch Processing]
(Elaborazione batch).

Ogni riga, (riga batch) corrisponde a un'acquisizione di dati (analisi in un'unica operazione).

Completare una tabella batch inserendo un nome del file metodo, il nome del file di dati e gli altri elementi richiesti per ogni
riga batch. È possibile creare una tabella batch inserendo direttamente i valori nella tabella, tuttavia è anche possibile crearla
in modo molto più semplice utilizzando la procedura guidata.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 25
3 Esecuzione di un'Analisi
3.6 Esecuzione di un'Analisi Sequenziale (Analisi Batch)

3.6.2 Creazione di Tabelle Batch con la Procedura Guidata

Si può creare una tabella batch inserendo tutti gli elementi in ogni riga, tuttavia è anche possibile creare facilmente righe
multiple di impostazioni utilizzando la procedura guidata per la creazione di una tabella batch.
<Batch Table Wizard> (Procedura guidata per la creazione di una tabella
batch) (Manuale di riferimento p. 338)

1) Selezionare
Fare clic sull'icona [Batch Table
[New] (Nuovo) e
Wizard] (Procedura guidata per la
inserire il nome
creazione di una tabella batch).
del file metodo da
utilizzare.

2) Per [Number of Sample Groups] (Numero di gruppi campione),


specificare il numero di ripetizioni di analisi con lo stesso motivo.
Impostare '1' e selezionare [Standard & Unknown] (Standard e
Ignoto), quindi premere [Next] (Avanti).

3) Impostazione per i campioni standard.


Per [# of Calib. Levels] (Livelli di calibrazione), l'impostazione del file
metodo viene mostrata automaticamente.

4) Specificare il nome del file di dati per i campioni standard.


Selezionando [Create Filenames Automatically] (Crea nomi di file
automaticamente), si specifica automaticamente il nome del file in
base all'impostazione nella scheda <Setting>-[Data File]
(Impostazioni-file di dati).
Selezionare [Report Out] (Emissione report) e specificare un file
formato report, se occorre eseguire l'output del report dopo l'analisi.

26 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi
3.6 Esecuzione di un'Analisi Sequenziale (Analisi Batch)

5) Impostazione per i campioni incogniti.


Impostare il numero di campioni incogniti da analizzare ([Sample
Count] (Conteggio campioni)).

6) Specificare il nome del file di dati per i campioni incogniti.


L'impostazione [Create Filenames Automatically] (Crea nomi dei file
automaticamente) dipende dalle impostazioni dei campioni standard.

6) Al termine, specificare le impostazioni del report di riepilogo.


Premere [Finish] (Fine) per creare una tabella batch.

<Batch Table> (Tabella batch)

Selezionando la funzione di
creazione automatica del
nome del file, non è
possibile inserire il nome
del file nell'apposita cella.

Il contenuto impostato con la procedura guidata viene visualizzato nella tabella batch. Se occorre modificarlo, inserire i
valori desiderati nelle celle della tabella.
Nota: Se è stato specificato il numero di iniezioni ripetute nella procedura guidata per la creazione della tabella batch, saranno generate
automaticamente righe batch multiple per la stessa fiala. Ciò avviene perché questo software genera le righe batch assegnando una
riga a un'iniezione di campione.

Prima di eseguire la tabella batch modificata, salvarla come file batch utilizzando il menu [File].

Fare clic su [Save] (Salva)


per salvare il file batch.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 27
3 Esecuzione di un'Analisi
3.6 Esecuzione di un'Analisi Sequenziale (Analisi Batch)

3.6.3 Avvio dell'Analisi Batch

Dopo aver ultimato le impostazioni della tabella batch, eseguire l'elaborazione batch.

<Batch Table> (Tabella batch)


Fare clic su
[Start] (Avvio).

<Data Acquisition>
(Acquisizione dati)

Dopo aver confermato lo stato GC "Ready" (Pronto), nella finestra

Campione iniettato <Data Acquisition> (Acquisizione dei dati) premere il tastodell'unità


automaticamente. GC [START] (Avvio) durante l'iniezione del campione.

Con iniettore automatico Senza iniettore automatico

28 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
3 Esecuzione di un'Analisi

33.7. 3.7 Spegnimento del Sistema

3.7.1 Spegnimento del Sistema GC

Fare clic su [System Off] (Sistema spento) per Il monitor dello strumento sarà visualizzato
spegnere il sistema GC, quindi attendere che il automaticamente. Confermare
valore della colonna temperatura forno sia Fare clic su [System Off] l'impostazione di [GC System] (Sistema
(Sistema spento) nella GC) su OFF (Spento).
diminuito a sufficienza.
barra assistente [Real
Per informazioni sulle impostazioni di azione GC, fare Time] (Tempo reale).
riferimento a "4.3 Impostazione delle Azioni di Avvio/
Arresto dell'Unità GC".

3.7.2 Uscita da GCsolution e Spegnimento

4) Interrompere il gas di
trasporto e altri gas per i 1) Fare clic su [Close]
rivelatori. (Chiudi) nell'angolo in alto
a destra di ogni finestra del
programma aperta per
uscire dal programma.

3) Spegnere l'unità GC e 2) Uscire da Windows e


le periferiche spegnere il PC e le
collegate. periferiche.

Nota: Attendere che il forno colonna si raffreddi prima di spegnere l'unità GC. Se l'unità GC è dotata di un controller del flusso, il forno
colonna si danneggerà a causa della temperatura elevata, poiché l'unità GC interrompe l'alimentazione di gas di trasporto al
momento dello spegnimento.

Nota: Specificando [FLOW OFF TIME] (Tempo di interruzione del flusso) nelle impostazioni relative all'ambiente, è possibile attivare
l'alimentazione di gas di trasporto per il periodo specificato dopo lo spegnimento dell'unità GC.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 29
3 Esecuzione di un'Analisi
3.7 Spegnimento del Sistema

Pagina lasciata Intenzionalmente vuota.

30 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.1. 4.1 Modifica del Tempo di Arresto dell'Analisi


Il tempo necessario per l'esecuzione di un'analisi singola è impostato sul valore maggiore tra il tempo di completamento
dell'acquisizione dei dati e i tempi codificati nei programmi di controllo delle periferiche, per esempio per il controllo della
temperatura del forno.

4.1.1 Modifica del Tempo di Arresto dell'Acquisizione dei Dati durante l'Analisi
È possibile modificare il tempo di arresto dell'acquisizione dei dati anche dopo l'avvio dell'analisi.
Dopo l'avvio dell'acquisizione dei dati, i campi di impostazione nella visualizzazione <Instrument Parameters> (Parametri
dello strumento) sono in stato di sola lettura, pertanto non è possibile modificare ulteriormente il campo [Stop Time] (Tempo
di arresto).
Durante l'acquisizione dei dati, utilizzare la schermata <Change Stop Time> (Modifica tempo di arresto) per modificare il
tempo di completamento.

Fare clic su [Acquisition]


<Change Stop Time> (Modifica tempo di arresto)
(Acquisizione) - [Change Inserire il tempo
Stop Time] (Modifica di arresto
tempo di arresto). dell'analisi.

Menu [Acquisition] (Acquisizione)

Se la durata dell'analisi impostata è minore rispetto alla durata dell'analisi corrente, l'acquisizione dei dati si interromperà nel
momento impostato e sarà creato il file di dati. In seguito, sarà visualizzata la finestra di conferma per salvare la nuova durata
dell'analisi nel metodo.
Nota: Qui è possibile modificare solo il tempo di fine dell'acquisizione dei dati per i rivelatori. Non è possibile modificare il tempo di
esecuzione per i programmi GC, come per esempio i programmi di temperatura per il forno colonna.
Nota: Durante un'analisi batch, fare clic sulla schermata <Acquisition> (Acquisizione) per visualizzare il menu [Acquisition]
(Acquisizione) nella barra dei menu.

4.1.2 Interruzione dell'Analisi

Durante l'esecuzione di un'analisi in un'unica operazione, fare clic sull'icona [Stop] (Arresto) nella
barra assistente [Single Run] (Unica operazione). A questo punto, l'acquisizione dei dati si
interromperà e sarà visualizzata una finestra di dialogo che richiede se si desidera interrompere il
programma GC, per esempio la programmazione della temperatura. I dati ottenuti prima
dell'interruzione dell'analisi sono memorizzati in un file di dati.

Quando si esegue un'acquisizione di dati batch, fare clic sull'icona [Stop] (Arresto) sulla barra
assistente [Batch] e sarà visualizzata una finestra di dialogo che richiede se si desidera interrompere
immediatamente l'acquisizione di dati corrente (in questo caso sarà visualizzata un'altra finestra di Fare clic
dialogo che richiede di interrompere il programma GC) o se si desidera interrompere l'acquisizione sull'icona [Stop]
(Arresto).
batch completa al termine dell'acquisizione di dati corrente.
Nota: Fare clic sull'icona sulla barra degli strumenti nella finestra <Data Acquisition> (Acquisizione dei
dati) attiva, visualizzata durante l'acquisizione di dati batch e sarà visualizzata una finestra di dialogo
che richiede se si desidera interrompere l'acquisizione dei dati della riga batch corrente o se si desidera
interrompere l'acquisizione dei dati batch completa.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 31
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.2. Test della Pendenza e Pulsante Snap


4.2

Shot (Anteprima)
Prima di iniziare un'analisi,
<GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) - premere [Slope Test] (Test
<Data Acquisition> (Acquisizione dei dati) pendenza) per avviare il test
della pendenza.

Durante un'analisi,
premere il pulsante
[Snapshot]
(Anteprima) per
visualizzare un file
di dati temporaneo.

4.2.1 Test pendenza


™
Prima di iniziare un'analisi (acquisizione di dati), premere il pulsante [Slope Test] (Test pendenza) per avviare il test della
pendenza.

Il valore della pendenza è uno dei parametri di integrazione dei picchi utilizzato per determinare la sensibilità di rilevamento
del picco del cromatogramma. Utilizzando il test della pendenza, è possibile misurare il rumore sulla linea di base del
segnale e ottenere un valore della pendenza ottimale.

<Setting Slope> (Impostazione pendenza)

Fare clic .

™ Fare clic su [OK] per inserire il


valore della pendenza ottenuto
nel file metodo corrente.
Il comando di azzeramento viene inviato all'unità GC e il livello della linea
di base del segnale del rivelatore viene azzerato.

4.2.2 Snap Shot (Anteprima)


™
Durante un'analisi (acquisizione dei dati), premendo questo pulsante sarà creato un file di dati temporaneo con i
cromatogrammi ottenuti dall'inizio dell'analisi fino ai punti selezionati, letto in <GC Postrun> (Post elaborazione GC) -
<Data Analysis> (Analisi dei dati). Utilizzando questa funzione, è possibile controllare l'area del picco e altri dati durante
l'analisi. Se necessario, è possibile salvare i dati letti con un altro nome.

32 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.3. Impostazione delle Azioni di Avvio/


4.3

Arresto dell'Unità GC

4.3.1 Impostazione dei parametri di Avvio/Arresto dell'Unità GC


È possibile impostare i parametri relativi all'avvio/arresto del controllo temperatura e del controllo gas di trasporto al
momento dell'accensione/spegnimento dell'unità GC.

Fare
doppio clic

<System Configuration> (Configurazione del sistema)


Per proteggere la colonna, inserire il tempo
necessario dall'avvio del flusso di gas di
trasporto all'avvio del controllo temperatura.

Inserire il tempo
Se selezionati, i valori necessario dal momento
monitorati dell'unità GC in cui si fa clic su [System
(pressione del gas di trasporto, Off] (Sistema spento)
temperatura forno colonna, ecc.) all'interruzione del
sono registrati nel file di dati. controllo temperatura.

Fare clic su questa casella di Inserire il tempo


controllo all'avvio dell'unità GC necessario dall'arresto del
per iniziare con i parametri controllo temperatura al
utilizzati al momento dell'ultimo riavvio dell'unità GC.
spegnimento dell'unità GC.
Inserire il tempo necessario
All'avvio dell'unità GC, controllare
dall'arresto del controllo
che il rivelatore sia acceso.
temperatura all'arresto del
<GC-2010> flusso di gas di trasporto.

4.3.2 Accensione/Spegnimento Automatici dell'Unità GC


Al termine dell'analisi, è possibile spegnere automaticamente l'unità GC oppure è possibile impostare l'accensione o lo
spegnimento in un giorno specifico.
<Auto System OFF/ON> (Sistema automatico attivo/disattivo)

Fare clic su [Set] (Imposta) dopo


aver inserito le condizioni di
arresto/avvio del sistema
automatico. <Auto System OFF/
ON> (Sistema automatico attivo/
Menu [Tools] (Strumenti)
disattivo) sarà visualizzato sullo
schermo.

Nota: L'unità GC-14B consente solo l'avvio automatico. Lo spegnimento automatico non è supportato.
Nota: Per eseguire le impostazioni di spegnimento automatico dell'unità GC durante l'analisi batch, fare clic sulla finestra <Data
Acquisition> (Acquisizione dei dati) sullo schermo. Si attiverà il menu di programma della finestra <Data Acquisition>
(Acquisizione dei dati). Quindi impostare il valore [After Analysis] (Dopo l'analisi) seguendo la procedura sopra. L'unità GC è così
impostata per spegnersi automaticamente al termine dell'elaborazione batch.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 33
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.4. Modifica dell'Intervallo di


4.4

Campionamento dei Dati


L'intervallo di campionamento dei dati è impostato qui in base alle forme dei picchi del cromatogramma da acquisire.
Minore è l'intervallo di campionamento dei dati impostato e maggiormente appuntite saranno le forme dei picchi che i dati
del cromatogramma possono elaborare. Tuttavia, se si indica una velocità di campionamento eccessivamente bassa, le
dimensioni del file di dati aumenteranno inutilmente, sprecando le risorse del sistema.

4.4.1 Parametri Relativi al Campionamento dei Dati

I parametri relativi all'intervallo di campionamento dei dati del cromatogramma sono i seguenti:

™ <Analysis Line> (Linea analisi) - scheda [Detector] (Rivelatore) - [Base Period] (Periodo di base)
L'unità di base dell'intervallo di campionamento del cromatogramma viene indicata in base alla colonna più fine che può
essere utilizzata.
Valore 40 msec (GC-2010, GC-2014)
iniziale 100 msec (GC-17A, GC-1700, GC-14B/C)
Opzioni 4, 8, 20, 40, 60, 80, 100, 200, 500, 1.000 msec (GC-2010, GC-2014)
Da 20 a 1.000 msec (GC-17A, GC-1700, GC-14B/C)
Valori Analisi capillare regolare, ecc.: Da 40 a 80 msec.
consigliati Analisi ad alta velocità con una colonna di diametro stretto: Da 4 a 8 msec.

Nota: Per qualsiasi modello GC diverso da GC-2010 o GC-2014, specificando un valore minore di 100 per il periodo di base, si
comprometterà la risoluzione dei segnali in ingresso. Evitare l'utilizzo di un valore inferiore a 100, eccetto se richiesto in casi
specifici.

™ Area di visualizzazione <Instrument Parameters> (Parametri dello strumento) - Scheda [Detector]


(Rivelatore) - [Sampling Rate] (Velocità di campionamento)
L'intervallo di campionamento del cromatogramma viene indicato in base alla colonna e alle condizioni di analisi.
Valore Configurazione del sistema - periodo di base di ogni rivelatore
iniziale
Opzioni Periodo di base da 4 a 80 msec.: Da 1 a 20 volte il periodo di base
Periodo di base 100 o più msec.: Da 1 a 10 volte il periodo di base
Valori Analisi con la colonna impaccata: Da 400 a 480 msec.
consigliati Analisi capillare regolare: Da 40 a 160 msec.
Analisi ad alta velocità con una colonna di diametro stretto: Da 4 a 16 msec.

Nota: Minore è la velocità di campionamento indicata e maggiore sarà la capacità del file di dati. Quando l'ampiezza del picco è
maggiore, impostare una velocità di campionamento maggiore.

™ <Data Processing Parameters> (Parametri di elaborazione dei dati) - Scheda [Integration]


(Integrazione) - [Width] (Ampiezza)
Questo parametro viene utilizzato per eseguire l'integrazione dei picchi del cromatogramma. Per rilevare un picco, impostare
un valore per metà picco.
Valori 1/4 - 1/2 dell'ampiezza del picco di rilevazione effettiva corrisponde al valore standard per
consigliati il valore di metà picco.
Analisi con la colonna impaccata: Da 5 a 10 sec
Analisi capillare regolare: Da 0,4 a 2 sec
Analisi ad alta velocità con una colonna di diametro stretto: Da 0,04 a 0,2 sec

34 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.4 Modifica dell'Intervallo di Campionamento dei Dati

4.4.2 Impostazione del Periodo di Base del Rivelatore


È possibile impostare il periodo di base nella schermata <System Configuration> (Configurazione del sistema)

Fare doppio
clic

Barra assistente di
<GC Real Time <System Configuration> (Configurazione del sistema)
Analysis> (Analisi
in tempo reale GC)

<Analytical Line> (Linea analitica) - Scheda [Detector] (Rivelatore)

4.4.3 Impostazione della [Sampling Rate] (Velocità di campionamento) del Rivelatore


[Sampling Rate] (Velocità di campionamento) è un parametro del metodo dello strumento GC.

<Instrument Parameter View> (Visualizzazione parametri strumento) - Scheda


[Detector] (Rivelatore)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 35
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.5. 4.5 Esecuzione di un'Analisi a Linea Doppia


GCsolution supporta l'analisi a linea doppia, in cui si installano due linee di sistema (unità di iniezione -- colonna --
rivelatore) in una unità GC ed è possibile eseguire un'analisi simultanea.

4.5.1 Configurazione del Sistema per l'Unità GC a Linea Doppia

Anche quando sono presenti due o più set di "unità di iniezione -- colonna -- rivelatore", la selezione della configurazione a
linea singola o doppia dipenderà dalle tubazioni del gas dell'unità fisica GC. Pertanto non è possibile eseguire
automaticamente la configurazione del sistema.

Il numero di linee di analisi sarà indicato utilizzando la seguente procedura.

Fare doppio
clic

<System Configuration> (Configurazione del sistema)

<GC-2010>

1) Innanzitutto, fare clic su


[Analytical Line] (Linea
analitica) per l'unità da
utilizzare
2) Trascinare il nome della
linea di analisi nell'albero
[Configured Modules]
(Moduli configurati).

36 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.5 Esecuzione di un'Analisi a Linea Doppia

4.5.2 Impostazioni dei Parametri dello Strumento per Ogni Linea

Utilizzare il menu visualizzato facendo clic con il tasto destro del mouse nell'area
di visualizzazione <Chromatogram> (Cromatogramma) per visualizzare la finestra
[Display Settings] (Impostazioni schermo).
<Data Acquisition> <Display Settings> (Impostazioni schermo) (Manuale di riferimento pagina 80)
<Properties> (Proprietà) (Manuale di riferimento pagina 544)
(Acquisizione dei dati)
Eseguire le impostazioni in base alla configurazione a linea doppia.

Selezionare una linea e impostare i parametri dello strumento per ogni unità della linea selezionata. Le
schede [Column] (Colonna) e [General] (Generale) sono comuni a tutte le linee.

Nota: GCsolution può gestire fino a 3 rivelatori (canali) per [Analytical Line1] (Linea analitica 1) e 1 canale per [Analytical Line2]
(Linea analitica 2). Il canale 1 per [Analytical Line2] (Linea analitica 2) è denominato canale 4 nella finestra <Data Acquisition>
(Acquisizione dei dati) per comodità.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 37
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.5 Esecuzione di un'Analisi a Linea Doppia

4.5.3 Esecuzione di un'Analisi Linea Singola con una Configurazione a


Linea Doppia

Per eseguire l'analisi solo sulla linea analitica 1 con una configurazione a linea doppia, utilizzare la procedura seguente.

Per l'analisi in un'unica operazione, deselezionare [Acquisition] (Acquisizione) nella schermata <Sample login> (Accesso
campione).

Deselezionare la casella
di controllo [Acquisition]
(Acquisizione) per la
linea di analisi da non
utilizzare.

Nel caso di analisi batch, selezionare la finestra batch <Settings> (Impostazioni) - Scheda [Type] (Tipo) - [Line 1 only]
(Solo linea 1).

Per utilizzare solo un autocampionatore collegato alla linea su cui sarà eseguita l'analisi, collegarlo alla linea analitica che
utilizza l'autocampionatore nella finestra <System Configuration> (Configurazione del sistema).

<System Configuration> (Configurazione del sistema)

2) Selezionare
[Analytical Line]
(Linea analitica)
da utilizzare per
e l'analisi,
1) Trascinare temporaneamente
il nome desiderato nell'albero 3) Trascinare
[Available Modules] (Moduli nell'albero
disponibili). c [Configured
Modules] (Moduli
configurati).

38 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.6. Quando la Linea di Base Risulta


4.6

Instabile
Immediatamente dopo aver avviato l'unità GC, i campioni utilizzati per l'analisi precedente possono essere rimasti ancora
nell'unità di iniezione e colonna(e). Per questo motivo, la linea di base potrebbe diventare instabile o potrebbero apparire
picchi fantasma. In questo caso, il condizionamento dell'unità GC o l'aumento temporaneo della temperatura del forno sono
soluzioni efficaci per risolvere i problemi. Questo metodo può anche essere utilizzato per rimuovere eventuali campioni nella
colonna(e) quando l'analisi non riesce a causa di un'iniezione errata del campione, ecc.

4.6.1 Modifica della Temperatura del Forno

Per esempio, quando la temperatura della colonna per l'analisi è impostata su 55<deg>C (tenere per 3 min.) --> 120<deg>C
(velocità di programmazione: 10<deg>C/min.), modificare la temperatura iniziale della colonna impostandola sulla
temperatura massima, 120<deg>C ed eseguire il condizionamento .

2 Fare clic sulla scheda


[Column] (Colonna).
1) Fare clic su [Instrument 3) Impostare il valore
Parameters] (Parametri massimo del
strumento). programma di
temperatura.

5) Controllare la linea di base.


Quando la linea di base diventa
4) Fare clic su [Download
stabile,
Parameters] (Scarica
parametri).

7) Fare clic su [Download


6) Tornare alla
Parameters] (Scarica
temperatura
parametri) per tornare
iniziale
all'impostazione originale.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 39
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.6 Quando la Linea di Base Risulta Instabile

4.6.2 Esecuzione di una Pulizia

La pulizia si esegue utilizzando un programma di temperatura della colonna per


un'analisi. Senza iniettare il campione, l'avvio dell'unità GC con le stesse
condizioni di un'analisi è efficace per la pulizia della linea di flusso.
Il funzionamento è lo stesso di una procedura di analisi standard in un'unica
operazione. Utilizzare la fiala numero 0, quindi l'unità GC si avvierà senza
iniezione del campione.

™ Senza acquisizione dei dati:


Deselezionare la casella di controllo [Acquisition] (Acquisizione) (vedere
figura a destra). A questo punto, eseguire le stesse operazioni di un'analisi
standard in un'unica operazione, senza iniettare il campione.

4.6.3 Esecuzione di un'Analisi di Prova

Per verificare la presenza di picchi fantasma e altro, aumentare la temperatura della colonna iniettando un solvente al posto
dei campioni effettivi.
Il funzionamento è esattamente lo stesso di quello di una procedura di analisi standard.

Nota: Nel caso in cui l'unità di iniezione del campione sia sporca, aumentare la temperatura dell'unità di iniezione del campione e
iniettare una cospicua quantità di solvente. Quindi sostituire il liner in vetro e il setto e prendere le opportune misure. Eseguire il
condizionamento.

40 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.7. Registrazione delle Informazioni della


4.7

Colonna
Per modificare la colonna in base agli scopi/applicazione dell'analisi, applicare innanzitutto una colonna all'unità GC e
registrare le relative informazioni nella finestra <System Configuration> (Configurazione del sistema).

Fare doppio
clic

<System Configuration> (Configurazione del sistema)

La colonna nella
posizione del cursore
corrente viene
selezionata come
colonna corrente.

Aggiungere nuove righe


vuote alla fine della tabella
[Registered Columns]
(Colonne registrate).

Aggiungere i commenti qui.


Registrare la cronologia utilizzo della colonna e altre Elimina le informazioni
informazioni da utilizzare per la gestione del sistema. sulla colonna nella riga alla
posizione del cursore
corrente.

<Linea analitica> - Scheda [Column] (Colonna)

Nota: Accertarsi di registrare le informazioni esatte della colonna, facendo riferimento alle spiegazioni sulla confezione della colonna e
ad altro materiale di riferimento. In particolare, accertarsi di inserire i valori di length (lunghezza), inner diameter
(diametro interno) e max. usable temperature (temperatura massima utilizzabile).
Per informazioni su come applicare una colonna all'unità GC, fare riferimento al manuale dell'utente dello strumento GC.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 41
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.8. Numero di Utilizzi del Setto e del Liner in


4.8

Vetro
Le unità GC-2010 e GC-2014 sono dotate di un "Analysis Counter" (Contatore di analisi) che calcola i tempi (tempi di
iniezione del campione) di utilizzo di un setto e di un liner in vetro, per avvisare l'utente al momento in cui occorre sostituirli.

Il messaggio di notifica del momento in cui occorre sostituire un setto e un liner in vetro viene attivato impostando
<Injection Port Maintenance> (Manutenzione porta di iniezione) in <System Configuration> (Configurazione del sistema).
Il messaggio viene visualizzato se i tempi di iniezione del campione superano i tempi specificati qui.
Nota: Questa funzione non è disponibile per le unità GC-14/GC-17A/GC-1700.

4.8.1 Impostazione di <Injection Port Maintenance> (Manutenzione


porta di iniezione)

<System Configuration> (Configurazione del sistema)

<Linea analitica> - Scheda [Injection Port] (Porta di iniezione)

Il valore predefinito per il numero di utilizzi del setto e del liner è 100 per entrambi.

Il tempo consigliato per la sostituzione dei liner varia in base alle condizioni di analisi e ai campioni utilizzati. Occorre
stimare il tempo di sostituzione selezionando precedentemente il rispettivo livello di impurità. Si consiglia di sostituire i setti
ogni 100 volte circa quando si utilizza la siringa per l'iniettore automatico (AOC-20i), ma dipende dallo spessore dell'ago
della siringa.

42 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.8 Numero di Utilizzi del Setto e del Liner in Vetro

4.8.2 Ripristino del Contatore di Utilizzi

Dopo aver sostituito i setti e i liner in vetro, accertarsi di azzerare il contatore delle durate delle analisi.

3) Fare clic su [Reset]


(Ripristina) per
1) Fare clic su [System Check]
ripristinare il contatore
(Controllo sistema) sulla barra
dei materiali di
assistente [Configuration]
consumo' sostituiti.
(Configurazione).

2) Fare clic su
[Advanced>>]
(Avanzato), quindi
[Reset...] (Ripristina).

<System Check> (Controllo del sistema)


(Manuale di riferimento p. 164)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 43
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.9. 4.9 Avvio dell'Acquisizione dallo Strumento


In genere, per eseguire un'analisi in un'unica operazione, occorre attivare innanzitutto <Sample Login> (Accesso campione),
quindi premere il pulsante [Start] (Avvio) dell'analisi in un'unica operazione e iniettare il campione premendo il pulsante
[Start] dell'unità GC (nel caso di iniezione manuale).
Per avviare l'acquisizione dei dati premendo semplicemente il pulsante [Start] (Avvio) dello strumento GC senza premere il
pulsante [Start] (Avvio) dell'analisi singola), eseguire le seguenti impostazioni:

Nota: Questa funzione non è disponibile nei sistemi che utilizzano le unità GC-14/GC-17A/GC-1700.

Nota: Occorre caricare anticipatamente il file metodo da utilizzare per l'analisi in <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC).
Quando il file metodo non ha un nome o <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) è stata bloccata, non è possibile
avviare l'analisi.

4.9.1 Impostazione di <Start Acquision> (Avvio acquisizione)

Selezionare [Acquisition Start


from Instrument] (Avvio
acquisizione dallo strumento) e
inserire il nome [Default Data Premendo il pulsante [Start] (Avvio)
File] (File di dati predefinito).
si può avviare
l'acquisizione dei dati.

<Setting Options> (Impostazione opzioni) -


Scheda [Start Acquision] Avvio acquisizione

Con le impostazioni indicate sopra, premere il pulsante [Start] (Avvio) dello strumento GC per avviare l'analisi (acquisizione
dei dati). I dati acquisiti vengono salvati nella stessa cartella del file metodo con un nome specificato nel campo [Default
Data File] (File di dati predefinito). Poiché i file di dati sono numerati automaticamente alla fine del nome, non è possibile
sovrascriverli anche se si esegue un'analisi diverse volte.
Occorre scaricare le impostazioni del metodo all'avvio di <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) e quando si
desidera modificarle in seguito. In particolare, utilizzando il sistema "Other (CBM-102)", occorre scaricare il metodo,
altrimenti non è possibile avviare l'analisi.
Per questa funzione, è necessario il programma dello strumento GC' (diverso dal sistema "Other (CBM-102)"). Impostare il
programma di temperatura del forno per l'analisi. Anche in caso di temperatura del forno costante, impostare il tempo di
attesa nel programma.
Le analisi eseguite con questa funzione non utilizzano le impostazioni eseguite in <Sample Login> (Accesso campione).
Pertanto, i file di dati acquisiti non contengono informazioni sul campione, quali nome e ID campione. Aggiungere le
informazioni sul campione quando si esegue un'analisi post elaborazione, se necessario.
All'avvio dell'analisi, i parametri GC sono caricati dallo strumento GC e salvati nel file metodo attivo correntemente in <GC
Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) sovrascrivendo quelli esistenti. Per questo motivo, anche se i parametri
sono stati modificati nello strumento GC e si riprende l'analisi, i valori effettivamente utilizzati nell'analisi sono salvati nel
file metodo e nel file di dati.

44 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati
4.9 Avvio dell'Acquisizione dallo Strumento

Nota: Specificare solo il nome del file inclusa l'estensione del file (gcd). I file di dati sono memorizzati nella stessa cartella del file
metodo, non è possibile impostare la cartella qui.

Nota: Anche dopo aver eseguito le suddette impostazioni, è ancora possibile eseguire un'analisi in un'unica operazione premendo il
relativo pulsante [Start] (Avvio) di <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC). Inoltre, non è necessario eseguire ogni
volta le suddette impostazioni, perché vengono memorizzate nel sistema.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 45
4 Fase successiva - Acquisizione dei Dati

44.10
. Fiala Numero 0
4.10

Se si avvia un'analisi con il numero della fiala impostato su 0 in un'analisi in un'unica operazione o analisi batch, premendo il
pulsante [Start] (Avvio) si avvia automaticamente l'unità GC e inizia l'acquisizione dei dati. Questa funzione si utilizza
quando si misurano i dati della linea di base durante le analisi a temperatura programmata o analisi in ordine cronologico
della colonna, ecc.

Nota: Questa funzione ha i seguenti limiti, a seconda del tipo di unità GC utilizzata.
GC-14A/GC-17A/GC-1700: questa funzione è disponibile solo quando si utilizza l'iniettore automatico (AOC-20i).
GC-2010/GC-2014: questa funzione è disponibile solo quando si utilizza l'iniettore automatico (AOC-20i) o l'iniezione manuale.

Nota: Nelle versioni precedenti (versione 2.10SU2 o precedente), quando è stata utilizzata l'unità GC-2010 in modalità di iniezione
manuale, premendo il pulsante [Start] (Avvio) dello strumento GC si avviava l'analisi anche se il numero della fiala era stato
impostato su 0. In questa versione, tuttavia, se il numero della versione è impostato su 0, premendo il pulsante [Start] (Avvio) in
GCsolution si avvia automaticamente l'acquisizione dei dati. Accertarsi di essere a conoscenza di questo cambiamento.

L'acquisizione dei dati


inizia senza iniettare il
campione.

Impostare il numero della


fiala su 0 e premere il
pulsante[Start] (Avvio).

46 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.1. 5.1 Informazioni sul File di Dati GCsolution


GCsolution registra le varie informazioni quali metodo e impostazione di configurazione in un file di dati.

Per eseguire l'analisi di un file di dati utilizzando un metodo memorizzato in un altro file di dati o un file metodo
memorizzato separatamente, GCsolution consente di importare ed esportare i metodi.
Per ulteriori informazioni sulla struttura del file, fare riferimento al Manuale di amministrazione "4.1 Important File Concepts for
Operation".

5.1.1 Importazione /Esportazione di un File Metodo

Nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), viene modificato un metodo registrato in un file di dati e con esso si
esegue un'analisi post elaborazione. Per riflettere le impostazioni del metodo corrente in un altro file metodo, è possibile
esportare il metodo nel file di dati. Utilizzando questa funzione di esportazione, è possibile sovrascrivere un altro file metodo
con un metodo in un file di dati o salvarlo come file autonomo.

Per esportare un metodo, utilizzare l'icona [Save Method] (Salva metodo) sulla barra assistente [Data Analysis] (Analisi dei
dati).

Fare clic qui.

Nota: L'opzione [File]-[Save Data and Method File] (Salva file di dati e metodo) consente di salvare contemporaneamente il file di dati e
il rispettivo file metodo (Sarà visualizzato un messaggio di conferma prima di salvare il file metodo).

Nota: Se è stato esportato un metodo in un file metodo esistente sovrascrivendo l'originale, sarà sovrascritto solo il metodo di
elaborazione dei dati, lasciando inalterati i parametri delle periferiche.

Viceversa, è possibile importare le impostazioni in un file metodo nel file di dati correntemente aperto in <Data Analysis>
(Analisi dei dati). Quando si importa un metodo, viene importata solo la sezione del metodo di elaborazione dei dati,
sovrascrivendo la sezione corrispondente nel file di dati; i parametri delle periferiche non sono importati.

Per importare un metodo, utilizzare il menu [File] - [Load Method] (Carica metodo).

In un'analisi post elaborazione batch, questo comando di importazione del metodo viene eseguito in successione per più file.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 47
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.1 Informazioni sul File di Dati GCsolution

5.1.2 Importazione/Esportazione di Formati di Report

Un file di dati contiene un formato di report.

È possibile importare ed esportare un formato di report da/a un file di dati utilizzando i comandi [Open Format File] (Apri
file formato) e [Save Format File As] (Salva file formato come) nel menu [File].

È possibile visualizzare il formato del report in un file di dati (report di dati), facendo clic sull'icona [Report in Data] (Dati
nel report) sulla barra assistente [Data Analysis] (Analisi dei dati). Se si carica un file report selezionando [File] - [Open
Format File] (Apri file formato), il file report viene importato nel file di dati aperto correntemente. Inoltre, è possibile
esportare il formato del report in un file di dati come file report selezionando [File] - [Save Format File As] (Salva file
formato come).

5.1.3 Utilizzo dello Stesso File Metodo tra <GC Real Time Analysis>
(Analisi in tempo reale GC) e <GC Postrun> (Post elaborazione
GC)

In caso di esecuzione di un'elaborazione di dati batch su <GC Postrun> (Post elaborazione GC), utilizzando il file metodo
caricato correntemente in <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) o sovrascrivendo il file metodo da<Data
Analysis> (Analisi dei dati) o <Calibration Curve> (Curva di calibrazione), per rendere disponibile il metodo da <GC
Postrun> (Post elaborazione GC), occorre che sia chiuso e rilasciato da <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale
GC). Poiché GCsolution dispone della funzione di chiusura e ricaricamento automatici, in genere è possibile eseguire questa
operazione senza fasi aggiuntive.

Tuttavia, se il file metodo è stato modificato e non è ancora stato salvato, saranno visualizzati alcuni messaggi di conferma.
Salvare il file metodo seguendo il messaggio. Quando invece il file metodo viene ricaricato automaticamente in <GC Real
Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC), l'icona potrebbe lampeggiare, ma ciò non segnala un errore.

48 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.2. Programma Temporale di Integrazione


5.2

dei Picchi
Utilizzando i programmi temporali di integrazione, è possibile soddisfare le esigenze di elaborazione a cui i parametri di
integrazione da soli non potrebbero adempiere.

5.2.1 Programma Temporale di Integrazione dei Picchi

Dopo aver impostato la visualizzazione del metodo per <Data Analysis> (Analisi dei dati) o <Calibration Curve> (Curva di

calibrazione) sulla modalità [Edit] (Modifica), fare clic sul pulsante nella pagina della scheda [Integration]
(Integrazione) per aprire la schermata<Integration Time Program> (Programma temporale di integrazione).

Visualizzazione
ingrandita dell'area
trascinata con il mouse

Pulsanti per la selezione dei


comandi di elaborazione.

Tabella per illustrare


i comandi di
elaborazione
specificati e i relativi
valori.

Qui viene visualizzato


un messaggio guida
per la configurazione.

Fare clic su uno dei pulsanti di comando dell'elaborazione e specificare il tempo di esecuzione facendo clic su un punto del
cromatogramma. Il comando selezionato sarà eseguito al momento selezionato. Poiché alcuni comandi di elaborazione
richiedono di specificare i punti di inizio e di fine, seguire il messaggio guida mostrato nell'angolo in basso a sinistra della
schermata.

Le impostazioni specificate sono mostrate nella tabella del programma. È anche possibile modificare direttamente questa
tabella.

È possibile controllare il programma facendo clic sul pulsante [Simulate] (Simula) che avvia l'elaborazione utilizzando il
programma temporale di integrazione specificato e mostra la linea di base e i valori dell'area ottenuti per il cromatogramma.

Dopo aver ultimato tutte le impostazioni, fare clic sul pulsante [OK] per chiudere la schermata <Integration Time Program>
(Programma temporale di integrazione). Impostando la visualizzazione del metodo nella schermata <Data Analysis>
(Analisi dei dati) o <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) sulla modalità [View] (Visualizza), viene eseguita
l'integrazione e il risultato sarà visualizzato.
Nota: Un programma temporale di integrazione creato nella schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) viene salvato in un
file metodo. Quando si imposta un metodo nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), è possibile salvarlo come file
metodo per esportarlo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 49
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.2 Programma Temporale di Integrazione dei Picchi

5.2.2 Esempi di Impostazione del Programma Temporale di


Integrazione
™ Procedura operativa per l'impostazione del programma temporale di integrazione (Integrazione dei
picchi attiva/disattiva)

1) Fare clic sul pulsante


[Integration Off to On]
Fare clic
(Integrazione da
disattiva ad attiva).

Sarà visualizzato un
messaggio guida

Fare clic
2) Seguendo la guida,
specificare i punti di Fare clic
inizio e di fine della
sezione facendo clic
sul cromatogramma.

3) Quando si fa clic sul punto di fine, si apre una schermata


per la conferma. Dopo aver confermato i tempi di inizio e
di fine della sezione, fare clic sul pulsante [Simulate]
(Simula).

4) Il comando di
elaborazione specificato
viene mostrato nella
tabella del programma.

Dopo aver controllato il


risultato
dell'elaborazione, fare
clic sul pulsante [OK].

50 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.3. Integrazione dei Picchi Manuale


5.3

(Manipolazione)
Utilizzando la funzione di integrazione dei picchi manuale (manipolazione), è possibile spostare il punto di inizio o fine su
un picco specifico oppure rimuovere i picchi indesiderati.

5.3.1 Funzione di Integrazione dei picchi Manuale (Manipolazione)

È possibile utilizzare la funzione di integrazione manuale nelle schermate <Data Analysis> (Analisi dei dati) e <Calibration
Curve> (Curva di calibrazione).

Fare clic sul pulsante sulla barra assistente per <Data Analysis> (Analisi dei dati) o <Calibration Curve> (Curva
di calibrazione) per mostrare la barra degli strumenti <Manual Peak Integration> (Integrazione dei picchi manuale).

È possibile ridimensionare la barra degli strumenti


premendo i pulsanti [Large Icon] (Icona grande) e
[Small Icon] (Icona piccola) sul menu di scelta
rapida visualizzato con il tasto destro del mouse.

Fare clic su un pulsante di comando dell'elaborazione e specificare il tempo di esecuzione facendo clic su un punto del
cromatogramma. Poiché alcuni comandi di elaborazione richiedono di specificare i punti di inizio e di fine, seguire il
messaggio guida mostrato nell'angolo in basso a sinistra della schermata.

Facendo clic sul pulsante [View Table] (Visualizza


tabella), le impostazioni specificate sono mostrate
Fare clic
nella tabella del programma. È anche possibile
modificare direttamente questa tabella.

Nella schermata <Calibration Curve> (Curva di


calibrazione), è possibile eseguire l'integrazione dei
picchi manuale sui dati utilizzati nella curva di
calibrazione. In caso di curve di calibrazione
multilivello, selezionare i dati desiderati nell'albero
del file di dati di calibrazione. Il risultato
dell'integrazione manuale viene applicato immediatamente alla curva di calibrazione.

Nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), è possibile eseguire l'integrazione manuale sui dati aperti correntemente.

I comandi di elaborazione per l'integrazione manuale sono salvati nei dati target. Pertanto, non saranno salvati in un file
metodo anche se si esporta il metodo nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati). Inoltre, i comandi di elaborazione
dell'integrazione manuale non saranno sovrascritti da alcun file metodo, anche se si esegue un'analisi post elaborazione dei
dati con un altro file metodo in <Data Analysis> (Analisi dei dati) o <Batch Table> (Tabella batch).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 51
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.3 Integrazione dei Picchi Manuale (Manipolazione)

5.3.2 Esempi di Impostazione dell'Integrazione dei Picchi Manuale


™ Procedura operativa per impostare l'integrazione dei picchi manuale (Spostando i punti di
rilevamento del picco)

Fare clic
1) Fare clic sul pulsante [Move BL] (Sposta BL).

Sarà visualizzato un messaggio guida nell'angolo


in basso a sinistra della schermata.

2) Fare clic sul punto di rilevamento che si desidera


spostare.

Fare clic
La linea di base per il picco inizia a muoversi
seguendo lo spostamento del mouse.

3) Controllando la linea di base, fare clic sul punto in


cui si desidera spostare il punto di rilevamento del
picco. Fare clic

4) Il punto di rilevamento del picco si sposta nel punto


selezionato e viene visualizzata la linea di base
risultante.

Se si sposta erroneamente il punto in una posizione


indesiderata, è possibile annullare lo spostamento

facendo clic sul pulsante .

52 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.4. Impostazione dell'Identificazione del


5.4

Picco e della Misura Quantitativa


Per identificazione del picco si intende l'elaborazione per identificare un picco rilevato con un composto nel campione. In
genere, l'identificazione del picco e la misura quantitativa sono eseguite contemporaneamente.
Per eseguire l'identificazione e la misura quantitativa, occorre impostare i parametri per definire le condizioni e la tabella
composto. Occorrerà specificare il metodo di identificazione del picco e quello di misura quantitativa e inserire parametri e
tempo di ritenzione, tipo e concentrazione di ogni componente nella tabella composto. Tutte queste impostazioni sono
salvate in un file metodo.
Quando si analizzano i dati di un campione standard con un file metodo per cui sono state definite le impostazioni per
l'identificazione e la misura quantitativa, si crea una curva di calibrazione basata sui dati dei picchi identificati. Quindi si
analizzano i dati, si identificano i picchi e si esegue la misura quantitativa di un campione incognito utilizzando la curva di
calibrazione.

5.4.1 Impostazione dei Parametri di Identificazione del Picco

È possibile impostare i parametri di identificazione e misura quantitativa nella visualizzazione <Method> (Metodo) della
schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) o <Data Analysis> (Analisi dei dati).

Parametri [Quantitation] (Misura quantitativa)


Selezionare il metodo di misura quantitativa desiderato e il tipo di curva di
calibrazione, quindi impostare gli altri elementi conformemente al metodo
di misura quantitativa selezionato.
Impostare il numero di livelli di concentrazione della curva di calibrazione
in [# of Calib. Levels] (N. livelli di calibrazione).
Quando si utilizza il metodo standard interno, si richiede anche di
specificare la sostanza standard interna nella tabella composto. Quando si
utilizza il metodo di normalizzazione dell'area, non viene eseguita la misura
quantitativa di ogni composto ma si calcola la percentuale dell'area di ogni
picco (altezza) rispetto all'area di picco totale (altezza).

Parametri [Identification] (Identificazione)


Selezionare il metodo di identificazione e impostare gli altri elementi di
conseguenza.
Quando si seleziona il metodo temporale di ritenzione relativa, viene
richiesto di impostare il picco di riferimento nella tabella composto.
Quando si esegue un'identificazione con il valore [All Peaks] (Tutti i picchi)
impostato nel campo [Peak Select] (Selezione picco), tutti i picchi inclusi
nella finestra o il set banda per un componente standard sono identificati
come componente. In questo caso, se non si utilizzano i raggruppamenti,
viene valutata la concentrazione per ogni picco, quindi si esegue il totale di
essi. Quando si utilizzano i raggruppamenti, la concentrazione viene
valutata dopo aver aggiunto tutte le aree (altezze) dei picchi.
Quando si utilizza il metodo di raggruppamento, occorre anche creare una
tabella gruppo.

[Correction of RT] (Correzione di RT)


Impostare questo campo per correggere i tempi di ritenzione impostati nella
tabella composto utilizzando i tempi di ritenzione dei picchi identificati.
Questa operazione è eseguita solo nell'analisi di campioni standard.
Questa funzione è utile quando i tempi di ritenzione cambiano leggermente a
causa della colonna degradata e ciò avviene durante l'analisi di un numero di
campioni in un batch.

È possibile impostare alcuni di questi parametri anche nella tabella composto. Per questi parametri, si dà priorità alle
impostazioni nella tabella composto. Quando si lasciano le impostazioni della tabella composto su [Default] (Predefinito), le
impostazioni eseguite qui sono utili per il calcolo.
Quando si esegue l'impostazione nella schermata <Calibration Curve> (Curva di calibrazione) viene calcolata una curva di
calibrazione e visualizzata facendo clic sul pulsante [View] (Visualizza).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 53
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.4 Impostazione dell'Identificazione del Picco e della Misura Quantitativa

Modificando l'impostazione nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), si creerà un conflitto con la curva di
calibrazione memorizzata nel file di dati. Pertanto, premendo il tasto [View] (Visualizza), la curva di calibrazione nel file di
dati potrebbe essre eliminata con il risultato della misura quantitativa, a seconda dei parametri modificati. In questo caso,
sarà visualizzato un messaggio di conferma.

Nel caso di [Ret. Time] (Tempo di ritenzione) per la tabella composto, tuttavia, è possibile utilizzarlo per la misura
quantitativa anche se è stato modificato, consentendo di eseguire la misura quantitativa e identificare i picchi in campioni
incogniti ubicati in una posizione diversa da quelle nel campione standard.

Quando si modificano le impostazioni in un metodo nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati), solo il file di dati
aperto correntemente nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati) sarà analizzato con il metodo modificato.

Per analizzare un altro file di dati utilizzando il metodo modificato o utilizzare il metodo per le analisi successive, salvare
(esportare) il metodo nel file di dati corrente come file metodo. Fare clic sull'icona [Save Method] (Salva metodo) sulla barra
assistente per esportarlo o selezionare [File] - [Save Data and Method File] (Salva file di dati e metodo) per riscriverlo sul
file metodo originale.

54 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.4 Impostazione dell'Identificazione del Picco e della Misura Quantitativa

5.4.2 Impostazione della Tabella Composto


Nel Capitolo 3 è stato introdotto come creare una nuova tabella composto utilizzando la relativa procedura guidata. Qui sono
illustrate alcune funzioni per modificare direttamente la tabella.
™ Funzioni di Modifica
Per modificare una tabella composto, inserire i valori desiderati direttamente nelle celle. Il menu di scelta rapida visualizzato
facendo clic con il tasto destro del mouse sulla tabella offre comandi utili per supportare la modifica della tabella.

Fare clic con il tasto destro del mouse sulla


tabella [Compound] (Composto) per
Se non è ancora stata eseguita l'elaborazione
visualizzare il menu di scelta rapida.
dei dati, è possibile utilizzare il comando
Utilizzare il menu per eseguire le principali
[Cancel Edit] (Annulla modifica) per
operazioni di modifica della tabella.
annullare i dati modificati.

Utilizzare [Table Style] (Stile tabella) per


visualizzare la condizione di visualizzazione
della colonna (visualizzata o nascosta).

Inserire i valori nelle celle per impostare ogni componente


singolarmente.
Se non è necessario specificare i valori di impostazione per ogni
componente, impostarli su [Default] (Predefinito). È possibile
impostare una cella su [default] (predefinito) premendo il tasto
[Delete] (Elimina) sulla tastiera. In queste celle saranno impostati
automaticamente i valori specificati dai parametri di identificazione e
misura quantitativa.

™ Impostazione del tempo di ritenzione con il mouse


È possibile impostare visivamente i tempi di ritenzione per i composti facendo clic sul cromatogramma.

Fare clic Fare clic

1) Impostare la visualizzazione del metodo in


modalità [Edit] (Modifica).
2) Fare clic sulla cella [Ret. Time] (Tempo di
ritenzione) nella tabella composto.
3) Fare clic sul picco selezionato. Il tempo di
ritenzione del picco viene impostato nella tabella Fare clic
composto.
4) Successivamente, fare clic sulla cella [Ret. Time]
(Tempo di ritenzione) per un altro numero ID.
Quindi fare clic sul picco target e impostare il
tempo di ritenzione.
Nota: Accertarsi di aver impostato la visualizzazione di
[Peak Position Line] (Linea posizione picco) quando
si modifica la tabella.

Questa funzione può essere utilizzata in <Data Analysis> (Analisi dei dati) e <Calibration Curve> (Curva di calibrazione).
Questa funzione consente di impostare un tempo di ritenzione in modo semplice e preciso, facendo semplicemente clic sulla
cella [Ret. Time] (Tempo di ritenzione) e sul picco sul cromatogramma.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 55
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.5. 5.5Operazioni nella Finestra <Data


Comparison> (Confronto dei dati)
Utilizzare il menu visualizzato
Per chiudere la visualizzazione
dei dati, fare clic con il tasto facendo clic con il tasto destro del Utilizzare [Base Shift]
Trascinare l'icona del mouse nell'area di visualizzazione (Spostamento base) per
destro del mouse sul nome del
file di dati e aggiungere <Chromatogram> (Cromatogramma) visualizzare lo spostamento
file di dati per visualizzare il
fino a 8 elementi di dati per ingrandire, spostare o annullare la del cromatogramma completo
menu di scelta rapida e fare clic
da visualizzare. visualizzazione del cromatogramma. a una distanza pari.
su [Close] (Chiudi).
Tr
as

File di dati
cin

Focalizzare un
are

cromatogramma
tenendo premuto
il numero
relativo.

Aumenta/Diminuisce
l'attenuazione di
visualizzazione in
direzione di intensità.

Utilizzare il separatore per modificare il


rapporto di visualizzazione.
L'area superiore è l'area di
Visualizza le informazioni visualizzazione del <Chromatogram>
Copia i dati del cromatogramma (Cromatogramma), l'area inferiore è
sul picco del
negli Appunti e li incolla in un l'area di visualizzazione della <Peak
cromatogramma
altro file come immagine. Table> (Tabella dei picchi).
focalizzato correntemente.

<Data Comparison> (Confronto dei dati) (Manuale di riferimento p. 293)


• Esempio di spostamento superiore-inferiore (utilizzare la stessa procedura per lo spostamento sinistra- destra)

Fare clic su [Move Up/Down] (Sposta


su/giù).

Trascinare il mouse in verticale.

Il cromatogramma si sposterà per la


distanza di trascinamento.

• Esempio di estensione/contrazione superiore-inferiore (utilizzare la stessa procedura per l'estensione/


contrazione sinistra- destra)
Fare clic su [Base Point] (Punto di
base) per selezionare il punto di base.
Fare clic su [Scale Up]/[Scale Down]
(Ingrandisci/Riduci)
B

Trascinare il mouse in verticale.


A

Il cromatogramma si estenderà/
Punto di contrarrà in base alla distanza di
base trascinamento (tempi B/A).

56 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati

55.6. 5.6 Controllo dei Dati con CLASS-Agent


Se il software opzionale per la gestione dei dati "CLASS-Agent" è installato sul PC su cui è stata eseguita l'analisi, i dati dei
risultati analitici saranno registrati automaticamente nel database Agent.

Di seguito viene descritto come controllare i dati registrati con CLASS-Agent.

1. Avviare CLASS-Agent Manager.


Fare clic sull'icona [Database] nella scheda [Administraton] (Amministrazione).

2. Sarà visualizzata la finestra di accesso.


Inserire l'ID e la password di accesso.(L'ID iniziale è "Admin" e non occorre una password.)

Nota: L'ID e la password di accesso per CLASS-Agent Manager devono essere specificati utilizzando il menu [Tools]-[User
Administration] (Strumenti - Amministrazione utente) in "CLASS-Agent Manager".

3. Nella finestra Select Database (Seleziona database), fare clic sul database in cui sono registrati i dati
GCsolution. Si aprirà una finestra di dialogo che richiede di inserire le condizione per una ricerca più dettagliata
nel database.

Fare clic

Inserire le condizioni per i dati desiderati e fare clic sul pulsante [OK]. Specificando una data di analisi, una data
di registrazione, un sistema di analisi e altre condizioni, sarà possibile estrarre solo i dati desiderati da quelli
registrati.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 57
5 Fase successiva - Elaborazione dei Dati
5.6 Controllo dei Dati con CLASS-Agent

Per specificare il database in cui sono stati registrati i dati GCsolution, utilizzare l'icona [Data Reg. Settings]
(Impostazioni di registrazione dei dati) sulla scheda [Administration] (Amministrazione) - [Assign Database per
Instrument] (Assegna database per strumento) (Se non è impostata la registrazione Agent non è possibile
registrare i dati).
4. Cercare l'elenco dei dati registrati nel database per i dati analisi desiderati e fare clic sulla riga dei dati. I risultati
dell'analisi dei dati selezionati saranno visualizzati al fondo della finestra.

Per controllare i dati di analisi sul cromatogramma, fare clic sul pulsante [Chromato Preview] (Anteprima

cromatogramma) sulla barra degli strumenti.

In questo modo sarà possibile controllare i risultati di integrazione del cromatogramma per i dati di analisi
selezionati.

Per chiudere la visualizzazione <Chromatogram> (Cromatogramma), fare nuovamente clic sul pulsante

[Chromato Preview] (Anteprima cromatogramma) .

Nota: Per visualizzare l'anteprima del cromatogramma,


occorre prima associare il file *.cdf file (formato
AIA ANDI = formato comune nel settore delle
analisi cromatografiche) all'applicazione "CDF
Viewer" utilizzando il menu [Tool]-[Options]
(Strumenti - opzioni).

Fare riferimento a [Administration Manual] (Manuale di amministrazione) "6.4 Using CLASS-Agent".

58 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.1. Impostazione dei Parametri di Misura


6.1

Quantitativa - Metodo di
Normalizzazione
Questa sezione spiega come impostare i parametri necessari per eseguire una misura quantitativa utilizzando la funzione
Area Normalization (Normalizzazione dell'area).

6.1.1 Normalizzazione dell'Area

Il metodo di normalizzazione dell'area si utilizza per ottenere la percentuale di area (altezza) di ogni picco rispetto all'area
(altezza) di tutti i picchi rilevati.

Poiché questo metodo non consente di rilevare la concentrazione di composti target come altri metodi, non è necessario
impostare una tabella composto.

6.1.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

Il metodo di normalizzazione dell'area consente di calcolare la percentuale di area o altezza di ogni picco.

Fare clic

Selezionare Area
Normalization
(Normalizzazione
dell'area) nel campo
Quantitative Method
(Metodo quantitativo),
selezionare Calculated
by (Calcolato per)
"Area" o "Height"
(Altezza), quindi
impostare "%" nel
campo Unit (Unità).

Per informazioni sui metodi di misura quantitativa, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation
Method".

I valori calcolati sono mostrati nella tabella dei picchi come valori conc.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 59
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.2. Impostazione dei Parametri di Misura


6.2

Quantitativa - Metodo Standard Esterno,


Normalizzazione dell'Area Corretta
Questa sezione spiega come impostare i parametri necessari per eseguire una misura quantitativa utilizzando uno dei
seguenti metodi: Standard esterno, Normalizzazione dell'area corretta o Normalizzazione dell'area corretta con fattore di
scala.

6.2.1 Metodo Standard Esterno

Il metodo quantitativo utilizzato più comunemente è il metodo standard esterno.

Questo metodo richiede la preparazione di soluzioni del campione standard della sostanza target, ognuna diluita a diversi
livelli di concentrazione, e di iniettarne una quantità costante nell'analisi GC. Quindi creare una curva di calibrazione
impostando sull'asse verticale la concentrazione (quantità assoluta) della sostanza target nella soluzione di campione iniettata
e sull'asse verticale l'area di picco (altezza). (l'impostazione dell'asse orizzontale è variabile in [Conc.] o [Area/Height]
(Area/Altezza) impostando [X axis of Calib. Curve] (Asse X della curva di calibrazione). L'asse verticale cambierà di
conseguenza).

Curva di
Calibrazione

Dopo aver creato una curva di calibrazione, analizzare il campione standard e il campione incognito utilizzando la stessa
quantità e le stesse condizioni. La concentrazione della sostanza target nel campione incognito si ottiene cercando la
concentrazione (asse verticale) corrispondente all'area picco rilevata nel campione (asse orizzontale) utilizzando la curva di
calibrazione.

60 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa
6.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Standard Esterno, Normalizzazione dell'Area Corretta

6.2.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

Dopo aver impostato i parametri [Quantitative] (Misura quantitativa) quali [Quantitative Method] (Metodo quantitativo) e [#
of Calib. Levels] (N. livelli di calibrazione), impostare la tabella composto. Quindi creare una tabella composto.

Fare clic

Per informazioni sui metodi quantitativi, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation Method" e "16.4
Calibration Curve".

6.2.3 Impostazione delle Tabelle Composto

Inserire i valori standard per ogni componente che sarà utilizzato per creare la curva di calibrazione. Quando si utilizza un
metodo tempo di ritenzione, impostare almeno un picco di riferimento nella tabella composto.

È possibile eseguire la misura quantitativa utilizzando campioni standard preparati per ogni composto. Eseguire qui le
impostazioni per il numero di campioni standard preparati. Per i calori di concentrazione dei composti non inclusi nei
campioni da misurare, premere il tasto [Delete] (Elimina) sulla tastiera per inserire [Not Used] (Non utilizzato).

Quando si preparano tre campioni standard per


eseguire la misura quantitativa di tre composti,
inserire [Not Used] (Non utilizzato) per il valore
di concentrazione dei composti non inclusi tra i
campioni.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 61
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.3. Impostazione dei Parametri di Misura


6.3

Quantitativa - Metodo Standard Interno


Questa sezione illustra un metodo per impostare i parametri necessari per eseguire la misura quantitativa utilizzano il metodo
Internal Standard (Standard interno).

6.3.1 Metodo Standard Interno

Nel metodo standard interno, occorre utilizzare una sostanza standard interna (IS) diversa dalla sostanza target. Una sostanza
interna ideale potrebbe essere un composto stabile, simile alla sostanza target per quanto riguarda le proprietà chimiche,
eluito vicino alla sostanza target e completamente separato dagli altri componenti del campione.

Questo metodo richiede la preparazione di soluzioni contenenti la quantità costante di sostanza standard interna (definita da
qui in poi "IS") e la sostanza target (definita da qui in poi "X"), ognuna con una concentrazione diversa, e l'iniezione di una
quantità costante di esse nell'analisi GC. Creare l'impostazione di una curva di calibrazione [X Conc. / IS Conc.] nella
soluzione di campione iniettata sull'asse verticale e [X Area / IS Area] (Area X/Area IS) sull'asse orizzontale. (È possibile
modificare l'impostazione dell'asse orizzontale in [Conc.] o [Area/Height] (Area/Altezza) impostando [X axis of Calib.
Curve] (Asse X della curva di calibrazione). L'asse verticale cambierà di conseguenza).

Curva di
Calibrazione

Successivamente, preparare una soluzione dal campione incognito aggiungendo l'IS in modo che la concentrazione di IS sia
circa la stessa del campione standard. Quindi, introdurla nell'unità GC in quantità pari alla soluzione standard per ottenere il
relativo cromatogramma per la misurazione dell'area picco. Ora è possibile ottenere la concentrazione della sostanza
standard nel campione incognito, cercando il rapporto tra le concentrazioni di X e IS (sull'asse verticale) dal rapporto tra le
aree picco di X e IS utilizzando la curva di calibrazione e moltiplicando il valore ottenuto per la concentrazione di IS
aggiunta.

62 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa
6.3 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Standard Interno

6.3.2 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

Dopo aver impostato i parametri [Quantitative] (Misura quantitativa) quali [Quantitative Method] (Metodo quantitativo) e [#
of Calib. Levels] (N. livelli di calibrazione), impostare la tabella composto. Quindi specificare la sostanza standard interna
nella tabella composto.

Fare clic

Per informazioni sui metodi quantitativi, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation Method" e "16.4
Calibration Curve".

6.3.3 Impostazione delle Tabelle Composto

Qui viene spiegato come impostare i dati della


Impostare i valori di
tabella composto utilizzando la misura quantitativa
concentrazione dello standard
del seguente composto, con il metodo standard interno dei campioni standard per
interno come esempio. ogni componente standard interno.

Comp.A: Componente standard interno

Comp.B: Misura quantitativa eseguita con il


Comp. A

Comp.C: componente standard interno

Comp.D: Misura quantitativa eseguita con il


Comp. C • ISTD:Componente standard Impostare lo stesso numero ID nelle
interno. celle [ISTD group] (Gruppo ISTD) per
In un ISTD Group (Gruppo ISTD) occorre
• ISTD e riferimento:standard il composto da misurare e il
impostare un componente standard interno. interno e picco di componente standard interno da
riferimento. utilizzare per la misura quantitativa.

Per analizzare campioni incogniti, impostare la


quantità ISTD (quantità componente interno
standard) in <Sample Login> (Accesso campione)
o <Batch Table> (Tabella batch)

Nota: Se si utilizza il raggruppamento per [Group Calibration] (Calibrazione di gruppo), occorre inoltre eseguire un'impostazione simile
nella tabella gruppo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 63
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa
6.3 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa - Metodo Standard Interno

• Quando si esegue un'analisi in


un'unica operazione:

Impostare la quantità ISTD del


campione incognito nel campo Fare clic
[ISTD Amount #1] (Quantità
ISTD n.1) della
finestra<Sample Login>
(Accesso campione).

Quando si utilizzano
componenti standard interni
multipli, fare clic sul pulsante
nel campo [ISTD Amount #1]
(Quantità ISTD n.1) per
Fare clic
visualizzare la finestra <ISTD
Amount> (Quantità ISTD).
Quindi impostare le quantità dei
componenti standard interni
multipli nella finestra.

• Quando si esegue un'analisi


batch:
Fare clic
Impostare la quantità ISTD
nella finestra <Batch Table>
(Tabella batch) nella colonna
[ISTD Am.] (Quantità ISTD).
(Le impostazioni diventeranno
effettive solo impostando il tipo
di campione su [Unknown]
(Incognito). Se il tipo di
campione è impostato su
[Standard], si utilizzeranno i
valori dell'impostazione della
tabella composto e i valori
inseriti qui saranno ignorati).

Nota: Per il calcolo della misura quantitativa, si utilizza la quantità ISTD dello stesso numero di [ISTD Group] (Gruppo ISTD) impostato
nella tabella composto o nella tabella gruppo nel file metodo. Per esempio, se si imposta [ISTD Group] (Gruppo ISTD) 2 per ISTD
'A', si utilizzerà la quantità impostata per [ISTD Group] (Gruppo ISTD) 2 in <Sample Login> (Accesso campione) o <Batch
Table> (Tabella batch) come quantità di 'A' per il calcolo della misura quantitativa dei composti nel gruppo ISTD 2.

64 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.4. Impostazione dei Parametri di Misura


6.4

Quantitativa - Metodo di Aggiunta


Standard
Questa sezione descrive come impostare i parametri necessari per eseguire la misura quantitativa utilizzando il metodo
Aggiunta standard.

6.4.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

Fare clic

Poiché anche un
campione "unspiked" è
considerato un punto di
calibrazione, utilizzare
due tipi di campioni
"spiked" standard, per
esempio "1 campione
"unspiked" + 2 campioni
standard diversi = 3
punti di calibrazione".

Per informazioni sui metodi quantitativi, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation Method" e "16.4
Calibration Curve".

6.4.2 Impostazione delle Tabelle Composto

L'aggiunta standard richiede l'impostazione di [Conc. 1] del campione standard sul campione "unspiked".

Nell'esempio seguente, impostare i


parametri nella tabella composto
mostrata nella figura sul lato destro.

Conc. 1: campione "unspiked"

Conc. 2: campione "spiked" di 100


ppm

Conc. 3: campione "spiked" di 200 ppm

Per creare una curva di calibrazione, impostare innanzitutto tutti i campi [Type] (Tipo) dei campioni "spiked" e "unspiked"
su [Standard] e utilizzare il file metodo salvato nella sezione sopra per eseguire l'acquisizione dei dati (per utilizzare i dati
esistenti, eseguire una post elaborazione batch). Dopodiché utilizzare il file metodo in cui è memorizzata questa curva di
calibrazione per modificare [Type] (Tipo) di campione "unspiked" in [Unknown Sample] (Campione incognito) ed eseguire
l'analisi post elaborazione. È possibile ottenere in questo modo il risultato del calcolo della misura quantitativa.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 65
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.5. Impostazione dei Parametri di Misura


6.5

Quantitativa - Metodo RF Manuale


Qui viene descritto un metodo per inserire manualmente i fattori per l'esecuzione della misura quantitativa. Questo metodo si
utilizza per eseguire la misura quantitativa utilizzando fattori con sensibilità nota.

6.5.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

I coefficienti della curva di calibrazione lineare possono essere utilizzati per il tipo di curva [Manual RF] RF manuale.

Fare clic

Per informazioni sui metodi quantitativi, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation Method" e "16.4
Calibration Curve".

6.5.2 Impostazione delle Tabelle Composto

Inserire il fattore in ogni cella [RF] e [Y(0)] del


composto.

66 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.6. Impostazione dei Parametri di Misura


6.6

Quantitativa - Metodo Esponenziale


Questa sezione spiega le impostazioni necessarie per eseguire la misura quantitativa utilizzando la funzione esponenziale.

Questo metodo si utilizza per la misura quantitativa quando i valori di concentrazione e sensibilità del campione non sono
proporzionali, ad esempio nel rilevamento S con un rivelatore fotometrico di fiamma (FPD).

6.6.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa

Fare clic

Per informazioni sui metodi quantitativi, fare riferimento al Manuale di riferimento "16.3 Quantitation Method" e "16.4
Calibration Curve".

6.6.2 Impostazione delle Tabelle Composto

Per le impostazioni dei dati necessari per gli altri


elementi della tabella composto, utilizzare la stessa
procedura utilizzata per gli altri metodi
quantitativi.

Nota: Dopo aver creato una curva di calibrazione con


il campo [Curve Fit Type] (Tipo curva)
impostato su [Exponential] (Esponenziale), la
visualizzazione del grafico nella finestra
<Calibration Curve> (Curva di calibrazione)
cambierà in una visualizzazione logaritmica
naturale.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 67
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa

66.7. 6.7Impostazione dei Parametri di Misura


Quantitativa in Caso di "Raggruppamento"
È possibile raggruppare tipi simili di composti, quali omologhi e isomeri, di cui si può ottenere il contenuto. Questo metodo
è denominato "raggruppamento".
Il raggruppamento è efficace quando si classificano tutti i picchi per eseguire il calcolo quantitativo per ogni gruppo oppure
quando di raccolgono tutte le impurità contenute in un componente principale di un gruppo per misurare la quantità totale.
Questa sezione spiega come impostare i parametri necessari per eseguire una misura quantitativa utilizzando il
raggruppamento
Nota: Un altro tipo di raggruppamento consiste nell'identificazione/misura quantitativa di un gruppo di picchi che rientrano in
un'ampiezza di banda maggiore impostando [Peak Select] (Seleziona picco) su [All Peaks] (Tutti i picchi) nell'impostazione del
parametro [Identification] (Identificazione). Questa tecnica è utile per eseguire la misura quantitativa di picchi vicini come un
gruppo di picchi. In questo caso, tuttavia, è possibile identificare e misurare i picchi utilizzando solo una tabella composto, così non
occorre impostare una tabella gruppo; pertanto questa operazione è diversa da quella descritta in questa sezione.

6.7.1 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa in Caso di


"Raggruppamento"

Fare clic

Selezionare [Group
Calibration] (Calibrazione
di gruppo) o [Conc.
Summation] (Totale conc.).
Per informazioni sui metodi di misura quantitativa, fare riferimento al Manuale di riferimento
"16.3 Quantitation Method".

Nota: Sono disponibili due opzioni per le impostazioni di "raggruppamento":


• Group Calibration (Calibrazione di gruppo):
La misura quantitativa viene eseguita creando una curva di calibrazione per ogni gruppo, sommando i valori di area picco o
lunghezza picco dei composti raggruppati.
• Concentration Summation (Totale concentrazione):
Dopo aver creato una curva di calibrazione e avere eseguito la misura quantitativa per ogni composto, i valori di concentrazione
dei composti raggruppati vengono sommati come valore di concentrazione del gruppo.

68 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa
6.7 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa in Caso di "Raggruppamento"

Nota: Quando si esegue la calibrazione di gruppo, si utilizza lo stesso fattore di correzione per tutti i composti raggruppati. Pertanto, se i
fattori di correzione dei composti sono ampiamente diversi tra loro, non è possibile utilizzare il metodo di calibrazione di gruppo.

6.7.2 Creazione delle Tabelle Composto


Quando si utilizza il raggruppamento, inserire lo
Inserire lo stesso numero per
stesso [Group ID #] (N. ID gruppo) per tutti i [Group ID #] (N. ID gruppo) di
composti da raggruppare nella tabella composto. tutti i composti da raggruppare.

In questo esempio, Comp.A e Comp.B sono


raggruppati come Group ID #1 (N. ID gruppo 1) e
Comp.C e Comp.D sono raggruppati come Group
ID #2 (N. ID gruppo 2).

6.7.3 Creazione delle Tabelle Gruppo


Inserire il nome del gruppo, l'ID e altri elementi nella tabella
[Group] (Gruppo) per ogni [Group ID #] (N. ID gruppo).
Quindi, casella [Group Calibration] (Calibrazione di gruppo),
inserire il valore di concentrazione del campione standard per
ogni gruppo.
Se si utilizza la calibrazione di gruppo con il metodo standard
interno, occorre impostare anche una sostanza standard
interna (tipo ISTD) e il gruppo ISTD allo stesso modo della
tabella composto.

6.7.4 Controllo delle Curve di Calibrazione di Gruppo


Caricare il file metodo e selezionare la curva di calibrazione [Group] (Gruppo) in <Calibration Curve> (Curva di
calibrazione).
Selezionare [Group] (Gruppo)
come voce di visualizzazione
della curva di calibrazione.

Selezionare il
numero del
gruppo.
Tr
asc
ina
re

Nota: Facendo clic su [Group ID #] (N. ID gruppo) per l'area di visualizzazione <Method> (Metodo) desiderata, è possibile anche
indicare un numero di gruppo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 69
6 Impostazioni dei Parametri di Misura Quantitativa
6.7 Impostazione dei Parametri di Misura Quantitativa in Caso di "Raggruppamento"

6.7.5 Controllo dei Risultati della Misura Quantitativa per Ogni Gruppo

Il risultato è mostrato nella scheda <Group Result> (Risultato gruppo) in <Data Analysis> (Analisi dei dati).

Fare clic

Tr
asc
ina
re

Controllare i risultati
visualizzati nella
tabella [Group Results]
(Risultati gruppo).

70 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7 Elaborazione Batch

77.1. 7.1 Parametri di Elaborazione Batch


Oltre ai parametri di elaborazione singola, è possibile impostare i seguenti parametri per le righe della tabella batch.

Parametro Descrizione

File metodo Per l'elaborazione batch, viene indicato per ogni riga un file metodo da utilizzare per
l'analisi in tempo reale/analisi post elaborazione. Per la post elaborazione batch, il file
metodo indicato viene importato nell'area del metodo interno del file di dati.

Volume di iniezione Per l'analisi in un'unica operazione, questi elementi sono inclusi in un metodo. In una
Iniezione multipla tabella batch, è possibile selezionare un metodo di impostazione.

Modalità di esecuzione Il metodo di esecuzione dettagliato può essere impostato, per esempio, se l'acquisizione o
l'elaborazione dei dati viene eseguita su righe singole nella tabella batch.

Controllo del sistema Può essere attivato per ogni riga. (Non è visualizzato nella finestra). È possibile utilizzare
i risultati del controllo del sistema per controllare la progressione dell'elaborazione batch.

Programma utente Esecuzione di un programma esterno che può essere indicata prima e dopo l'esecuzione di
righe batch (per post elaborazione batch, dopo l'esecuzione di righe batch).

Azione È possibile inserire le impostazioni di controllo della progressione batch in base alle
impostazioni QA/QC e ai risultati del controllo del sistema.

N. opzione È possibile aggiungere informazioni sul campione oltre al nome e ID campione.

Tipo riepilogo / File Impostare i tipi di riepilogo per le righe batch, quindi specificare un formato di report che
formato report riepilogo contenga gli elementi del report riassuntivo.

7.1.1 Selezione di Colonne e Caratteri da Visualizzare

Se il nome del titolo della colonna desiderato non è visualizzato, selezionare [Table Style] (Stile tabella) dal menu
visualizzato con il tasto destro del mouse per visualizzarlo.
Selezionare gli Fare clic su
elementi [ADD>>] Visualizza
desiderati. (Aggiungi).
È possibile Fare clic sui pulsanti [Up] (Su)
modificare o [Down] (Giù) per spostare gli
anche i caratteri. elementi in alto o in basso (A
sinistra o a destra nella tabella).
<Table Style>
(Stile tabella) Punti:

• Visualizza solo gli elementi necessari.


• Gli elementi con una maggiore
frequenza di riferimento sono ordinati
a partire da sinistra. (È possibile
vedere questi elementi senza utilizzare
la barra di scorrimento).
Fare clic su Selezionare gli elementi
Non [<<Delete] da non visualizzare.
visualizzato. (Elimina).

Nota: Poiché l'impostazione del stile della tabella batch viene salvata in un file batch, è possibile modificare e salvare i dati in modo da
poterli utilizzare agevolmente per operazioni future. Osservare che tutte le impostazioni sono utilizzate per analisi in tempo reale o
post elaborazione, sia che questa informazione sia visualizzata oppure no.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 71
7 Elaborazione Batch
7.1 Parametri di Elaborazione Batch

7.1.2 Impostazione del Volume di Iniezione e del Conteggio di Iniezioni


Multiple
Impostare il volume di iniezione del campione e il conteggio di iniezioni multiple in una tabella batch utilizzando la
procedura seguente.
Il volume di iniezione del campione e il conteggio di iniezioni <Settings> (Impostazioni)
multiple di un file metodo saranno utilizzati come valori
predefiniti.

1. Fare clic sull'icona [Settings] (Impostazioni) sulla barra


assistente [Batch] per visualizzare la finestra [Settings]
(Impostazioni).

2. Selezionare la scheda [Type] (Tipo).

3. Rimuovere il segno di spunta dalla casella di controllo


[Use Method Inj. Volume & Multi-Inj. Counts] (Utilizza
volume di iniez. metodo e conteggi di iniez. multiple).
4. Fare clic su [OK].

5. La condizione di visualizzazione (visualizzato o nascosto)


degli elementi volume di iniezione e iniezione multipla
può essere selezionata utilizzando le impostazioni di stile
della tabella batch.
Nota: Le impostazioni indicate nella finestra di dialogo<Settings> (Impostazioni) sono memorizzate per file batch.

7.1.3 Analisi a Scaglioni

Selezionare il tipo di analisi a scaglioni.

™ Overlap (Sovrapposta) <Settings> (Impostazioni)


Viene eseguita la misura quantitativa di ogni
campione incognito, in base alla curva di
calibrazione creata dai campioni standard analizzati
prima e dopo un batch di campioni incogniti.
™ Sequence (Sequenza)
Viene eseguita la misura quantitativa di ogni
campione incognito in base a una curva di
calibrazione creata da tutti i campioni standard
indipendentemente dalla loro posizione.
™ Average (Media)
Viene eseguita la misura quantitativa di ogni
campione incognito, in base alla curva di
calibrazione determinata dalla media delle curve di
calibrazione create dai campioni standard analizzati
prima e dopo un batch di campioni incogniti.
Nota: Nell'analisi a scaglioni, viene ridisegnata una
curva di calibrazione prima di eseguire la misura
quantitativa di un campione incognito, indipendentemente dal fatto che sia intramezzato da campioni standard oppure no.
Nota: È possibile aprire questa schermata di impostazione anche dalla schermata <Standard Locations> (Posizioni standard) di <Batch
Table Wizard> (Procedura guidata per la creazione di una tabella batch).
Nota: L'impostazione viene salvata in ogni file batch.

72 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7 Elaborazione Batch
7.1 Parametri di Elaborazione Batch

7.1.4 Utilizzo di Due Linee per Eseguire l'Analisi Batch

Eseguire l'elaborazione batch in tempo reale con due linee selezionando un ambiente di analisi con due linee nella finestra
<System Configuration> (Configurazione del sistema).
1. Fare clic sull'icona [Settings] (Impostazioni) sulla barra <Settings> (Impostazioni)
assistente [Batch] per visualizzare la finestra [Settings]
(Impostazioni).

2. Selezionare la scheda [Type] (Tipo).

3. Selezionare [Line 1 & Line2] (Linea 1 e linea 2).

Nota: Questa opzione è inattiva se non è stata impostata una


configurazione del sistema a due linee, pertanto non è
possibile selezionarla.

Nota: Per questa impostazione, è possibile utilizzare anche <Batch


Table Wizard> (Procedura guidata per la creazione di una
tabella batch).

Selezionando l'elaborazione batch a due linee, la


visualizzazione del numero di righe della tabella batch passa
al formato [Row number + Line number] (Numero riga +
numero linea), ossia "1-1", "1-2", "2-1", "2-2"; la modifica e
l'elaborazione dei dati saranno eseguite due righe alla volta (avvio simultaneo).
Nota: Poiché le modifiche dei dati saranno eseguite due righe alla volta, se si utilizza la funzione [Insert Row] (Inserisci riga) saranno
inserite due nuove righe tra una coppia di righe corretta. Per utilizzare la funzione [Delete Row] (Elimina righe) occorre selezionare
una coppia di righe corrette. Per eseguire agevolmente queste operazioni, scegliere [Select Row] (Seleziona riga) dal menu
visualizzato con il tasto destro del mouse per ampliare la gamma di righe corrente e includere la nuova coppia di righe corretta.

Nota: I seguenti elementi della tabella batch hanno limiti di impostazione per entrambe le linee (per gli elementi impostati come due
righe) o per la Linea 2.

• Limiti per entrambe le linee:


Tipo campione, file metodo, livello, controllo sistema, programma utente, azione.
• Limiti solo per la Linea 2:
Modalità di esecuzione (per impostare questa modalità, è possibile utilizzare solo [Process] (Elabora) - [Data Acquisition]
(Acquisizione dati) e [Data Processing] (Elaborazione dei dati).
Nota: Le impostazioni indicate nella finestra di dialogo<Settings> (Impostazioni) sono memorizzate per file batch.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 73
7 Elaborazione Batch
7.1 Parametri di Elaborazione Batch

7.1.5 Impostazione del File di Dati della Linea di Base

Un "file di dati della linea di base" è denominato in termini di dati "cromatogramma di sfondo". Questi cromatogrammi
vengono sottratti dal cromatogramma target durante l'elaborazione dei dati. Questa funzione di utilizza per rimuovere i
picchi vuoti e qualsiasi componente che devia dalla linea di base in uno schema particolare.

Per elaborare i dati solo con un'elaborazione batch in tempo reale, impostare i parametri in modo che i dati della linea di base
saranno acquisiti in una riga batch sopra la riga in cui si utilizzano i dati della linea di base.

Occorre acquisire i dati


prima di utilizzarli come
dati della linea di base.

74 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7 Elaborazione Batch

77.2. Esecuzioni di un'Analisi Post


7.2

Elaborazione
È possibile eseguire un'analisi post elaborazione continua per i file di dati multipli selezionati in cui è stata ultimata
l'acquisizione dei dati.

Se non è ancora stata avviata l'applicazione <GC Postrun> (Post elaborazione GC), fare clic
sull'icona [GC Postrun Analysis] (Analisi post elaborazione GC) nella scheda [Operatin]
(Funzionamento).

7.2.1 Visualizzazione di una Finestra <Batch Table> (Tabella Batch) per


Aprire File Batch

Tr
asc
ina
re

File batch
Fare clic sull'icona
[Batch Processing]
(Elaborazione batch).

Per informazioni sulla modifica, vedere "10


Funzionamento - Tabelle".

È possibile eseguire un'analisi post elaborazione batch utilizzando non solo i file batch creati nella schermata <GC Postrun>
(Post elaborazione GC), ma anche quelli utilizzati per un'analisi batch.

Per eseguire un'analisi post elaborazione su più file di dati contemporaneamente, è utile utilizzare la tabella batch, benché sia
possibile anche eseguire l'analisi dati per dato nella schermata <Data Analysis> (Analisi dei dati).

Quando si carica un file batch di analisi come file batch post elaborazione, gli elementi relativi all'unità GC elencati sotto
non sono visualizzati. Quando si carica un file batch post elaborazione come file batch di analisi, invece, agli elementi sotto
vengono assegnati valori predefiniti o sono lasciati vuoti. Per reimpostarlo come file batch di analisi, occorre modificarlo in
<Batch Table> (Tabella batch) di <GC Real Time Analysis / Analysis Editor> (Analisi in tempo reale GC / Editor analisi).

Gli elementi non visualizzati nella tabella batch di <GC Postrun> (Post elaborazione GC) sono:

Vial# (N. fiala), Inj. Volume (Volume di iniezione), Multi-Inj (Iniezione multipla), System Check (Controllo sistema), User
Prog. (Programmazione utente) (prima dell'acquisizione dei dati).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 75
7 Elaborazione Batch
7.2 Esecuzioni di un'Analisi Post Elaborazione

7.2.2 Selezione dei File di Dati Utilizzati per Creare una Tabella Batch
Trascinare un file di dati nella tabella batch, sarà aggiunto nell'ultima riga.
Fare clic sui file di dati tenendo premuto

Tr
il tasto [Ctrl] o [Shift] (Maiusc) per

asc
ina
selezionare file multipli e aggiungerli File di dati

re
trascinandoli insieme.

Il nome del file di dati e altre


informazioni sul campione saranno
visualizzati in ogni cella.

È possibile utilizzare [Add Rows with Selected Data Files] (Aggiungi righe con file di dati selezionati) per aggiungere file di
dati multipli nell'ordine prescelto.
1) Fare clic con il tasto
destro del mouse sulla
<Add Row With Data Files> (Aggiungi riga con file di dati)
cella del file di dati.

3) Selezionare i file
necessari.

5) Fare clic su [Open] (Apri) per


creare una tabella batch utilizzando
le informazioni sul campione del
file di dati selezionato.
2) Fare clic sul comando
[Add Rows With Selected
Data Files...] (Aggiungi
righe con file di dati
selezionati)..

4) Le informazioni sul file


di dati sono registrate
nell'ordine in cui sono
visualizzate. È possibile
modificare questo ordine.

7.2.3 Esecuzione di un'Elaborazione Batch

Premere il pulsante [Start] (Avvio) per avviare un'elaborazione batch.

Fare clic La riga sotto l'elaborazione dati è visualizzata nel colore inverso.
sull'icona [Start]
(Avvio).

76 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7 Elaborazione Batch

77.3. Esecuzione di un'Analisi Aggiuntiva


7.3

Durante l'Analisi Batch in Tempo Reale


Durante l'esecuzione di un'analisi batch, è possibile interrompere l'analisi e modificare la tabella batch o aggiungere
campioni da analizzare utilizzando la funzione di coda batch in <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC).

7.3.1 Pausa e Modifica della Tabella

Per aggiungere righe batch alla tabella batch correntemente in esecuzione, fare clic su [Pause] (Pausa) sulla barra assistente.
Nella tabella batch in pausa è possibile aggiungere, eliminare e modificare le righe dopo la riga in cui è stata interrotta
l'analisi. In seguito alla modifica, fare clic su [Pause] (Pausa) sulla barra assistente per riprendere l'analisi dalla riga batch in
cui era stata interrotta.
Nota: Se si interrompe completamente un batch utilizzando l'icona [Stop] sulla barra assistente e si riprende l'analisi dalla riga batch
successiva, alcune delle informazioni saranno annullate, quali il controllo dei criteri della funzione QA/QC. Pertanto, alcune azioni
potrebbero essere diverse da quelle possibili quando si utilizza [Pause] (Pausa).

7.3.2 Utilizzo della Coda Batch

È possibile aggiungere un'altra attività di elaborazione batch in tempo reale a unacoda batch durante l'analisi batch in tempo
reale corrente.

Dopo aver eseguito l'analisi batch corrente, i file batch registrati


nella coda batch saranno eseguiti in successione nell'ordine di
registrazione.

L'analisi sarà eseguita dall'inizio dell'elenco. Una volta iniziata


l'analisi, il primo file sarà cancellato dall'elenco.

Fare clic

È possibile aggiungere o
eliminare file batch dalla coda
batch e modificare l'ordine di
elaborazione.

<Coda batch>

Nota: Per l'analisi in un'unica operazione, la coda batch non è disponibile.

Nota: L'impostazione della coda batch sarà eliminata chiudendo <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 77
7 Elaborazione Batch

77.4. 7.4 Report Riassuntivo


Il report riassuntivo è un semplice formato di report per riportare i cromatogrammi e le tabelle dei picchi di due o più analisi.

Il report riassuntivo è disponibile in due varianti:

[Conc.]: mostra la concentrazione, l'area e l'altezza del risultato in una visualizzazione.

[Compound] (Composto): mostra le informazioni sul picco per ogni picco composto, quali concentrazione e prestazioni
della colonna.

7.4.1 Creazione del Report Riassuntivo

È possibile creare un report riassuntivo utilizzando una procedura simile a quella descritta in "8 Funzioni di Reporting"
Utilizzare la seguente procedura per creare un report riassuntivo per la post elaborazione batch.

1. Selezionare uno degli elementi del report [Summary] (Riepilogo) in <Report>, quindi creare un formato di report.

Riepilogo(Conc.) Riepilogo(Composto)

2. Aprire la schermata <Batch Table> (Tabella batch) e un file batch.

78 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
7 Elaborazione Batch
7.4 Report Riassuntivo

3. Specificare [Summary Type] (Tipo riepilogo) e [Summary Report Format File] (File formato report riassuntivo) nella
schermata <Batch Table> (Tabella batch).

Specificare [Summary Start] (Avvio riepilogo) nella riga dei dati in cui si desidera iniziare il reporting in un report
riassuntivo e selezionare un file formato di report riassuntivo predefinito. Impostare il file formato di report sono nella
riga iniziale.

Quindi specificare [Summary Run] (Esecuzione riepilogo) per le righe che si desidera includere nel report riassuntivo e
[Summary End] (Fine riepilogo) nell'ultima riga da includere nel report.

Per esempio, se si esegue l'impostazione come mostrato di seguito, sarà stampato un report riassuntivo che raggruppa i
dati di 01, 02 e 04 utilizzando il formato in Summary.gcr quando si esegue il batch.

4. Controllare le impostazioni della tabella batch e fare clic sull'icona [Start] (Avvio) sulla barra assistente all'inizio della
schermata per avviare l'elaborazione batch.

Al termine dell'elaborazione batch, sarà stampato il file di report riassuntivo impostato qui.

Nota: Per l'analisi a scaglioni, se sono presenti campioni standard e incogniti tra "Summary Start" (Inizio riepilogo) e "Summary End"
(Fine riepilogo), non è possibile stampare alcuni dati sul report riassuntivo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 79
7 Elaborazione Batch
7.4 Report Riassuntivo

Pagina lasciata Intenzionalmente vuota.

80 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
8 Funzioni di Reporting

88.1. 8.1 Creazione di File di Report

8.1.1 Aggiunta di Elementi di Report

Nella sezione <Report> è possibile caricare e modificare un formato di report esistente oppure crearne uno nuovo.

1) Fare clic

2) Fare clic e trascinare il


mouse in diagonale,
dove sarà incollato un
Trascinare il mouse
elemento di report.

3) Quando si rilascia il tasto del


mouse, sarà visualizzata la
finestra<Properties> (Proprietà)
per l'elemento del report.

Nota: Il numero di schede e le impostazioni della


schermata <Properties> (Proprietà) variano
in base al tipo di elementi di report.

L È possibile caricare il file di dati per controllare il formato.


Trascinare l'icona del file per leggerlo.

File di dati

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 81
8 Funzioni di Reporting
8.1 Creazione di File di Report

8.1.2 Controllo dell'Immagine da Stampare

Il risultato stampato potrebbe variare dal formato creato. È possibile controllare sullo schermo l'immagine da stampare
utilizzando la funzione di anteprima.
Cambia la pagina Passa dalla visualizzazione di una pagina a
Stampa dall'anteprima. visualizzata. quella di due pagine.

Ingrandisce/riduce la visualizzazione

Chiude
Fare clic sull'icona l'anteprima
[Preview]
(Anteprima).

<Preview> (Anteprima) (Manuale di riferimento p. 465)

L Questa icona si trova anche sulla barra degli strumenti .

8.1.3 Salvataggio del File Formato di Report

Salvare il file di report dopo averlo modificato.

Selezionare [Save Format as Template] (Salva formato


come modello) nel menu [File] per salvare il formato
di report come modello.

Fare clic su [Save] (Salva) per


Per le istruzioni su come utilizzare il modello, fare riferimento
salvare un formato.
a Manuale di amministrazione "3.3 Using a Template".

82 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
8 Funzioni di Reporting

88.2. 8.2 Regolazione del Layout del Report


Questa sezione spiega come modificare e regolare il layout di un report utilizzando il formato di report creato nella sezione
precedente.

8.2.1 Regolazione con il Mouse o Modificando le Proprietà


Facendo clic con il mouse su un elemento di report si seleziona l'elemento e lo si racchiude in un quadrato con bordo
continuo con otto segni „ ai quattro angoli e sui quattro lati

Le dimensioni
dell'elemento di
report possono Con il mouse, trascinare il
essere modificate segno „ per modificare le
con questo stato. dimensioni dell'elemento del
report.
Fare doppio clic

Facendo doppio clic sull'elemento di report, sarà


visualizzata la finestra <Properties> (Proprietà) di ogni
elemento.

Qui è possibile modificare le informazioni sul formato,


incluse le dimensioni e la posizione corrette
dell'elemento di report.

L È necessario che la larghezza dell'aria corrisponda ai seguenti valori per stampare ogni elemento del report file di dati utilizzando le
dimensioni dei caratteri predefinite (Times New Roman, punto 8).

Elemento di report Larghezza dell'area di stampa standard

Configurazione del sistema Circa 150 mm

Circa 100 mm (dipende dalla lunghezza della stringa, per esempio dal nome del
Informazioni sul campione
campione)

Metodo Circa 170 mm (larghezza completa del foglio di formato A4)

Tabella dei picchi Circa 140 mm

Cromatogramma Circa 60 mm (Larghezza per tracciare l'asse Y e ridimensionare + α)

Tabella dei risultati del gruppo Circa 100 mm

Circa 110 mm (la larghezza minima è 50 mm ma senza le informazioni di


Curva di calibrazione
intestazione.)

Informazioni sullo stato Circa 165 mm

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 83
8 Funzioni di Reporting
8.2 Regolazione del Layout del Report

8.2.2 Utilizzo della Griglia

Posizionando gli elementi da stampare utilizzando la griglia, è possibile specificare rapidamente la posizione e le dimensioni
degli elementi.

1) Fare clic sul comando di menu [View] -


[Grid] (Visualizza - Griglia). (La griglia
viene visualizzata sullo schermo).

2) Se si sposta o ridimensiona un elemento


quando la griglia è visualizzata, la
posizione o le dimensioni dell'elemento
vengono determinate in base alla
griglia.

3) Fare nuovamente clic sul comando di


menu [View] - [Grid] (Visualizza -
Griglia) per nascondere la griglia.

Quando è visualizzata sullo schermo, la Mentre la griglia è visualizzata, la posizione e le dimensioni degli
griglia serve solo per la modifica e non elementi sono determinati dalla griglia, così è possibile modificare il
formato senza preoccuparsi di piccoli disallineamenti o di variazioni
per la stampa. delle dimensioni

È possibile impostare la larghezza della griglia utilizzando il


comando di menu [View] - [Option] (Visualizza - Opzioni).

8.2.3 Regolazione delle Dimensioni e delle Posizioni di Elementi di


Report Multipli
Se non sono stati selezionati elementi di report, trascinare il mouse per racchiudere elementi di report multipli. Questi
elementi saranno selezionati.

Facendo clic su elementi di report multipli tenendo premuto il tasto [Shift] (Maiusc) è possibile selezionarli.
Dopo aver selezionato elementi di report multipli, è possibile trascinarli e spostarli contemporaneamente, agevolando la
creazione di un formato di report ben disposto utilizzando i seguenti menu di layout.
Inoltre, è possibile modificare gli strati di visualizzazione degli elementi di report nel menu [Layout].

Menu Layout Funzione

Allinea/Sinistra Sposta e allinea tra loro i lati sinistri degli elementi di report selezionati.

Allinea/Destra Sposta e allinea tra loro i lati destri degli elementi di report selezionati.

Allinea/Alto Sposta e allinea tra loro i lati alti degli elementi di report selezionati.

Allinea/Basso Sposta e allinea tra loro i lati inferiori degli elementi di report selezionati.

Stesse dimensioni/Stessa larghezza Allinea tra loro le larghezze degli elementi di report selezionati

Stesse dimensioni/Stessa altezza Allinea tra loro le altezze degli elementi di report selezionati

Stesse dimensioni/Entrambe Allinea tra loro le larghezze e le altezze degli elementi di report selezionati

Ordina/Porta in primo piano Sposta lo strato selezionato per un elemento di report in alto.

84 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
8 Funzioni di Reporting
8.2 Regolazione del Layout del Report

Ordina/Porta in secondo piano Sposta lo strato selezionato per un elemento di report in basso.

Ordina/Porta in primo piano Sposta in avanti di un livello lo strato selezionato per un elemento di report.

Ordina/Porta sullo sfondo Sposta indietro di un livello lo strato selezionato per un elemento di report.

8.2.4 Impostazione di Dimensioni/Marginidella Pagina e di altri


Elementi

Utilizzare il menu della sezione <Report>' - [File] - [Page Setup] (Imposta


pagina) per visualizzare la finestra<Page Setup> (Imposta pagina).

8.2.5 Impostazione di Intestazione/Piè di


Pagina
1. Utilizzare il menu della sezione <Report>' - [Display] - [Header/Footer]
(Visualizza - Intestazione/piè di pagina) per visualizzare la
finestra<Header/Footer> (Intestazione/piè di pagina).

2. Selezionare una posizione da cui aggiungere le informazioni tra [Left]


(Sinistra), [Center] (Centro) e [Right] (Destra).

3. Fare clic sul pulsante relativo alle informazioni desiderate e sarà


visualizzato un comando per aggiungerle nella posizione selezionata.

4. Fare clic su [OK].

N. versione Nome file di dati N. report N. pagina Data Ora Nome utente

Modifica carattere

<Header/Footer> (Intestazione/Piè di pagina) (Manuale di riferimento p. 382)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 85
8 Funzioni di Reporting

88.3. 8.3 Stampa del Risultato dell'Analisi


È possibile utilizzare il file formato di report per stampare il risultato dell'analisi durante le seguenti elaborazioni di dati/
operazioni.

8.3.1 Stampa di Report nell'Analisi in un'Unica Operazione

Se in <Sample Login> (Accesso campione) è stata impostata la stampa del report e l'esecuzione dell'analisi in un'unica
operazione, il report sarà stampato al termine dell'analisi.

8.3.2 Stampa dei Report in <Batch Table> (Tabella Batch)


La tabella batch consente di specificare quali righe stampare nel report. Tabella batch
Nel report saranno stampate le righe per cui è stato specificato un file
formato di report ed è stata selezionata la casella di controllo [Report
Output] (Output del report).

In caso di rielaborazione dei dati batch, se sono stati rimossi tutti i segni di
spunta dell'elemento [Process] (Processo) nella finestra <Run Mode>
(Modalità di esecuzione), anche se non si esegue alcuna elaborazione
durante l'esecuzione di un batch, sarà eseguito l'output di tutti i dati
contemporaneamente, se è stata selezionata la funzione di output del
report.

<Run Mode> (Modalità di esecuzione) (Manuale di riferimento p. 346)

86 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
8 Funzioni di Reporting
8.3 Stampa del Risultato dell'Analisi

8.3.3 Stampa di Report in <Data Analysis> (Analisi dei Dati)

Per visualizzare la finestra <Data Analysis> (Analisi dei dati), fare clic sull'icona <GC Postrun> (Post elaborazione GC)
sulla barra assistente e trascinare il file di dati desiderato da <Data Explorer> (Explorer dati) per aprire il file.

Stampare i report per il file di dati utilizzando la seguente procedura dopo aver eseguito l'elaborazione desiderata sul file, se
necessario.

Fare clic sull'icona


[Report in Data File]
(Report nel file di dati).

Eseguire stampa
e anteprima.

In <Data Analysis> (Analisi dei dati), si utilizza il formato di report memorizzato nel file di dati per la stampa.

Un formato di report viene memorizzato nel file di dati al momento dell'acquisizione dei dati. Facendo clic sull'icona [Report
in Data] (Report nei dati) si apre il formato memorizzato nel file di dati corrente. È possibile modificare questo formato e
stampare i dati utilizzando il formato modificato.
L È possibile trascinare un file formato di report nella finestra <Report> dall'explorer di dati per caricare il formato di report. Quando
questo formato di report viene caricato nell'area formato di report all'interno del file di dati correntemente aperto, lo stesso file di dati è
ancora attivo, consentendo di stampare il relativo report.

Il formato di report viene salvato nel file di dati, che consente di stampare i report con lo stesso formato.

Fare clic su [Save] (Salva) per


salvare un formato.

Nota: Il formato salvato sarà riflesso in un file di dati letto in memoria. Salvare il formato separatamente per salvarlo come file di dati.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 87
8 Funzioni di Reporting
8.3 Stampa del Risultato dell'Analisi

8.3.4 Stampa di Report in <Report>


Per stampare il report per un file di dati utilizzando un file formato di report, utilizzare la procedura seguente.
Questa procedura consente di stampare il report indipendentemente dal formato di report contenuto nel file di dati. Questa
funzione è utile quando si desidera stampare il report utilizzando un formato diverso da quello contenuto nel file di dati,
senza modificare il file di dati stesso.
È anche possibile trascinare le icone del file di dati nella finestra <Report> dall'explorer di dati per visualizzare le relative
immagini del report.

Trascinare l'icona del file


per leggerlo.

File formato di report

Trascinare l'icona del file


per leggerlo.

File di dati

Fare clic su [Print] (Stampa)


sulla barra assistente.

Nelle suddette operazioni, viene visualizzato un file di dati per tutti gli elementi, tuttavia è possibile impostare diversi file di
dati per gli elementi da stampare. Per fare ciò, specificare un file di dati nella scheda <File> della schermata delle proprietà
per gli elementi da stampare. È possibile stampare elementi di dati multipli su un report singolo.
Trascinando un file di dati su un elemento di riepilogo (concentrazione/composto) diverso da quelli descritti sopra, i dati
vengono aggiunti all'elemento di riepilogo, agevolando la creazione di un report riassuntivo.

8.3.5 Formato di Report Predefinito

Se si stampa un report per l'analisi in un'unica operazione o l'analisi batch senza specificare un file formato di report, si
utilizzerà per la stampa il formato di report predefinito.

È possibile specificare il formato di report predefinito


selezionando il comando [Tools] - [Option] (Strumenti -
Opzioni) dalla schermata <GC Real Time Analysis> (Analisi
in tempo reale GC).

Il formato di report specificato qui sarà utilizzato per la stampa


quando le caselle di controllo per il reporting degli elementi
Fare clic sul pulsante [Change] (Modifica)
sono state selezionate senza specificare un file formato in per specificare il file formato di report
<Sample Login> (Accesso campione) o <Batch Table> desiderato. Prestare attenzione a non
(Tabella batch) di <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo eliminare o spostare il file specificato come
file formato di report predefinito.
reale GC).
Nota: Se si lascia vuoto il campo del file formato e si esegue la
stampa in <Batch Table> (Tabella batch) di <GC Postrun>
(Post elaborazione GC), i formati di report memorizzati nei
rispettivi file di dati vengono utilizzati per la stampa dopo
l'analisi post elaborazione batch.

88 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
9 Funzionamento - Finestre

99.1. 9.1 Visualizzazione di Finestre e Barre


Questo software include i due programmi principali: <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC), utilizzato per
impostare i parametri di acquisizione dei dati, e <GC Postrun> (Post elaborazione GC), utilizzato per eseguire l'analisi sui
dati acquisiti. Ogni schermata del programma è costituita da applicazioni multiple e da finestre comuni che contengono
svariate funzioni, nonché da altri tipi di finestre, denominate "barre" che offrono una serie di funzioni ausiliarie.

9.1.1 Tipi di Finestre Visualizzate nelle Finestre del Programma

Le finestre sono classificate principalmente in due tipi; le finestre dell'applicazione che presentano le funzioni principali e le
finestre comuni che offrono le funzioni ausiliarie.

È possibile visualizzare le finestre comuni in una


finestra dell'applicazione come parte degli elementi
della finestra dell'applicazione. Le icone sulla barra
degli strumenti si utilizzano per cambiare lo stato di
visualizzazione delle finestre comuni da visualizzato a
nascosto e viceversa.*
* Tuttavia, occorre impostare lo stato di visualizzazione della
barra degli strumento utilizzando il comando [Toolbar]
(Barra degli strumenti) nel menu [View] (Visualizza).

Nota: Le finestre comuni sono denominate talvolta


"windows" (finestre) e talvolta "bars" (barre).
Questa differenza è legata alle impressioni visive
create da queste finestre, poiché tutte le barre
(eccetto la barra del titolo e la barra dei menu che
circondano le finestre reali) possono effettivamente
essere visualizzate come finestre (vedere figura a destra).

™ Tipi di finestra (Icone della barra degli strumenti)


<GC Real Time Analysis> <GC Postrun>
(Analisi in tempo reale GC) (Post elaborazione GC)
Finestre dell'applicazione <Data Acquisition> (Acquisizione dati) <Data Analysis> (Analisi dei dati)
<Calibration Curve >
(Curva di calibrazione)
<Data Comparison> (Confronto dei dati)
<Batch Table> (Tabella batch)
<Report>
Finestre/Barre comuni <Instrument Monitor>

(Monitor strumento) ( )

<Data Explorer> (Explorer di dati) ( )

<Output Window> (Finestra di output)( )

"Assistant Bar"(Barra assistente) ( )


"Toolbar" (Barra degli strumenti) (Visualizzare tramite menu)

Nota: Solo le finestre dell'applicazione sono dotate della propria barra degli strumenti e dei menu. Un menu da visualizzare varierà in
base alla finestra dell'applicazione correntemente attiva.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 89
9 Funzionamento - Finestre
9.1 Visualizzazione di Finestre e Barre

9.1.2 Visualizzazione delle Finestre dell'Applicazione

È possibile aprire o chiudere le seguenti finestre visualizzate in una finestra del programma eseguendo le operazioni descritte
sotto:

™ Utilizzo della barra assistente:


Quando si eseguono le operazioni con le barre assistente, l'avvio e la commutazione delle finestre dell'applicazione, nonché
la commutazione delle schede del file explorer di dati saranno eseguite automaticamente.

Fare clic sull'icona


[Batch Processing]
(Elaborazione batch).
<Batch Table> (Tabella batch)

Scheda file batch

™ Avvio di una finestra dell'applicazione utilizzando [Window] (Finestra) - [Show Window] (Mostra
finestra)

Comando [Show Window] (Mostra finestra)


Se non è aperta, visualizza la finestra
dell'applicazione selezionata. Se già aperta,
passa alla finestra dell'applicazione selezionata.

Comandi di commutazione delle finestre


Passa a qualsiasi finestra dell'applicazione
aperta visualizzata qui.

™ Doppio clic su un file nell'explorer di dati

Fare doppio clic

La finestra <Batch Table> (Tabella


batch) si aprirà con la lettura dei
dati del file "test.gcb".

90 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
9 Funzionamento - Finestre

99.2. 9.2 Personalizzazione delle Finestre

9.2.1 Modifica delle Dimensioni di Visualizzazione

Alcune finestre dell'applicazione sono costituite da una serie di "visualizzazioni" che possono essere mostrate in varie
sezioni, suddivise dal separatore. È possibile modificare le dimensioni di queste visualizzazioni eseguendo le operazioni di
seguito.

™ Utilizzo del Separatore


Spostare fino a
questa altezza.

Afferrare (fare clic e


tenere premuto il tasto
del mouse) il separatore
e spostarlo verso l'alto.

9.2.2 Modifica del Formato di Visualizzazione della Finestra


dell'Applicazione
™ Visualizzazione nel formato della finestra
Selezionare [Cascade]
Selezionare [Tile] (Affianca) (Sovrapponi) per mostrare le
per mostrare le visualizzazioni visualizzazioni sovrapposte.
una affianco all'altra.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 91
9 Funzionamento - Finestre
9.2 Personalizzazione delle Finestre

™ Visualizzazione in formato di scheda


Fare clic sul
pulsante .

9.2.3 Modifica del Formato di Visualizzazione della Finestra Comune


™ Visualizzazione nel formato della finestra
Trascinare o fare doppio clic sulla barra del titolo per cambiare il
tipo di visualizzazione dell'elemento della finestra dal formato
alloggiamento a quello finestra e viceversa.

Poiché la barra degli strumenti non ha una barra del titolo, per
cambiare formato trascinare o fare doppio clic in qualsiasi punto,
eccetto sulle icone della barra degli strumenti.

™ Ingrandimento dell'Explorer di Dati


Deselezionare il comando [Allow Docking] (Consenti alloggiamento) nel menu visualizzato con il tasto destro sull'Explorer
di dati. Le finestre comuni saranno gestite nello stesso modo di quelle dell'applicazione, consentendo una visualizzazione
ingrandita, affiancata ([Tile]) (Affianca) o sovrapposta ([Cascade]) (Sovrapponi).

Fare clic
qui.

92 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
10 Funzionamento - Tabelle

1010.1. 10.1Funzionamento delle Colonne della


Tabella
Questa sezione spiega come lavorare con le colonne in una tabella, utilizzando nel programma <GC Postrun> (Post
elaborazione GC) la finestra <Data Analysis> (Analisi dei dati) - visualizzazione <Method> (Metodo) - scheda [Compound
Table] (Tabella composto) come esempio.

Un gruppo verticale di
celle è
denominato"colonna
della tabella". Una cella con il titolo
dell'elemento visualizzato
è denominata "cella del
La colonna grigia titolo".
all'estrema sinistra è la
"Colonna del N. riga".
Non è possibile Ogni campo di
eliminarla o spostarla. immissione di una tabella
è denominato "cella".

10.1.1 Selezione di una Colonna della Tabella

• Fare clic su una cella del titolo per


selezionare una colonna completa.
• Trascinare più celle del titolo consecutive
per selezionare contemporaneamente tutte le
Fare clic sulla cella del rispettive colonne.
titolo della colonna • Tenendo premuti i tasti [Shift (Ctrl)], fare
[Row#] (N. riga) per clic su più celle del titolo consecutive
selezionare tutta la tabella. (discreto) per selezionare solo quelle
colonne.

10.1.2 Modifica della Larghezza di una Colonna della Tabella

• Posizionare il cursore sul bordo


della cella del titolo: il cursore
cambierà forma. Trascinare il
È anche possibile cursore per modificare la
modificare la larghezza larghezza della colonna.
della colonna [Row#] (N. • Selezionando più colonne, è
riga) (ma non è possibile possibile modificare la larghezza
eliminarla o spostarla). di tutte le colonne selezionate
contemporaneamente.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 93
10 Funzionamento - Tabelle
10.1 Funzionamento delle Colonne della Tabella

10.1.3 Modifica della Condizione di Visualizzazione della Colonna della


Tabella (Impostazioni Stile Tabella (1))

Fare clic con il tasto destro del mouse sulla tabella per visualizzare un menu di scelta rapida. L'ultimo comando (in basso) nel
menu è [Table Style] (Stile tabella). Utilizzare questo comando per indicare lo stato di visualizzazione della colonna della
tabella (visualizzata o nascosta) e l'ordine di visualizzazione della colonna.
Nota: Per alcune visualizzazioni mostrate in formato di tabella, la finestra <Table Style> (Stile tabella) non avrà una scheda [Column
Order] (Ordine colonna).
Selezionare gli Fare clic su
elementi da [Add>>]
(Aggiungi). Display
visualizzare.

Utilizzare i pulsanti [Up] (su) o


[Down] (Giù) per selezionare
l'elemento superiore o inferiore (a
destra o sinistra nella tabella).

Punti per l'impostazione:

• Visualizzare solo gli elementi necessari.


• Posizionare gli elementi in ordine di
frequenza crescente, partendo da
sinistra. (In questo modo, è possibile
vedere gli elementi senza utilizzare la
barra di scorrimento).
Fare clic su Selezionare gli • Diminuire il più possibile le dimensioni
Non [<<Delete] elementi da non
del carattere e la larghezza delle celle.
visualizzato (Elimina). visualizzare.

<Table Style> (Stile tabella) - Scheda [Column Order] (Ordine colonna)


(Manuale di riferimento p. 549)

Nota: Negli elenchi [Hide Items:] (Nascondi elementi) e [Display Items:] (Visualizza elementi), per selezionare contemporaneamente
elementi consecutivi, fare clic sul primo elemento, quindi sul secondo tenendo premuto il tasto [Shift] (Maiusc). Per selezionare
contemporaneamente elementi discreti, fare clic sugli elementi desiderati tenendo premuto il tasto [Ctrl]. È possibile attivare
contemporaneamente gli elementi multipli selezionati utilizzando il pulsante [Add>>] (Aggiungi) o [<<Delete] (Elimina). Tuttavia,
per modificare l'ordine di visualizzazione dell'elemento con il pulsante [Up] (Su) o [Down] (Giù) selezionare sono un elemento alla
volta.

Nota: Facendo clic sull'elemento desiderato nella casella [Hide Items:] (Nascondi elementi) o [Display Items:] (Visualizza elementi), si
sposta l'elemento nell'altra casella (Stesso effetto di quando si preme il pulsante [Add>>] (Aggiungi) o [<<Delete] (Elimina)).

94 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
10 Funzionamento - Tabelle

1010.2. Funzionamento delle Righe della


10.2

Tabella
Questa sezione spiega come lavorare con le righe in una tabella, utilizzando nel programma <GC Postrun> (Post
elaborazione GC) la finestra <Data Analysis> (Analisi dei dati) - visualizzazione <Method> (Metodo) - scheda [Compound
Table] (Tabella composto) come esempio.

La riga grigia più in


alto è la "riga del
titolo". Non è possibile
eliminarla.

Un gruppo laterale di
celle è denominato"riga
della tabella". Ogni campo di
immissione di una tabella
Una cella nella colonna è denominato "cella".
[Row#] (N. riga) è
denominata "cella
numero della riga".

10.2.1 Selezione di una Riga della Tabella


• Fare clic su una cella numero della riga per
selezionare una riga completa.
Fare clic sulla cella del • Trascinare più celle numero della riga
titolo della colonna [Row#] consecutive per selezionare
(N. riga) per selezionare contemporaneamente tutte le rispettive righe.
tutta la tabella. • Tenendo premuti i tasti [Shift (Ctrl)] (Maiusc
(Ctrl)), fare clic su più celle numero della riga
consecutive (discreto) per selezionare solo
quelle righe.

Nota: Come con la tabella batch utilizzata per l'analisi a 2 linee continue, in una tabella in cui due righe compongono una coppia di
elaborazione, occorre selezionare contemporaneamente le due righe corrette per modificarle. In questo caso, fare clic con il tasto
destro del mouse sulla tabella per visualizzare un menu di scelta rapida e utilizzare il comando [Select Row] (Seleziona riga) per
ampliare la gamma selezionata e includere le due righe corrette.

10.2.2 Aggiunta/Eliminazione di una Riga della Tabella

Fare clic qui per entrare in


modalità [Edit] (Modifica).

Aggiunge una riga alla


fine della tabella.

Inserisce una riga


immediatamente sopra
la riga in cui è
posizionato il cursore.

Elimina la riga in cui è


posizionato il cursore Fare clic con il tasto destro del
e sposta in alto la riga mouse sulla tabella per visualizzare
sotto. il menu di scelta rapida.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 95
10 Funzionamento - Tabelle
10.2 Funzionamento delle Righe della Tabella

10.2.3 Modifica della Quantità di Visualizzazione della Riga della Tabella


(Impostazioni Stile Tabella (2))

Benché non sia possibile specificare il numero esatto di righe visualizzabili in una tabella, è possibile ovviamente regolare
questo numero modificando il tipo e le dimensioni del carattere utilizzato nella tabella, mediante la scheda [Font] (Carattere)
nella finestra <Table Style> (Stile tabella).

Selezionare il tipo di
carattere desiderato.
Selezionare o inserire
le dimensioni del
carattere desiderato.

Punti per l'impostazione:

• Impostare le dimensioni del carattere


sul valore più grande possibile.
Visualizzare un'anteprima del • Selezionare un tipo di carattere
tipo e delle dimensioni del facilmente leggibile anche quando è
carattere selezionato.
impostato su una dimensione minore.

<Table Style> (Stile tabella) - Scheda [Font] (Carattere) (Manuale di riferimento p. 550)

Nota: L'altezza della cella cambierà automaticamente in base alle dimensioni del carattere selezionato. Se si impostano le dimensioni del
carattere su un valore minore, il numero di righe visualizzate nella tabella aumenterà. Tuttavia, poiché la larghezza della cella è
stata specificata singolarmente, essa non cambierà in base alle dimensioni del carattere. Se necessario, utilizzare la procedura
descritta in "10.1.2 Modifica della Larghezza di una Colonna della Tabella" per modificare la larghezza della cella.

96 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
10 Funzionamento - Tabelle

1010.3. 10.3Modifica delle Celle della Tabella

10.3.1 Selezione di Celle Multiple

Trascinare il mouse in
Fare clic sulla cella del diagonale per racchiudere
titolo della colonna tutte le celle desiderate o
[Row#] (N. riga) per tenere premuto il tasto
selezionare tutta la tabella. [Shift] (Maiusc) e fare clic
in diagonale sulle celle
nell'area visualizzata.

10.3.2 Copia/Taglia/Incolla/Elimina i Dati delle Celle

Copia e taglia i dati


nelle celle selezionate.
Copia tutta la tabella.

Copia i dati nelle celle


selezionate.
Elimina i dati nelle celle
selezionate.

Incolla i dati copiati


nella cella selezionata. Fare clic qui per
entrare in modalità
[Edit] (Modifica).

Dopo aver selezionato l'area di modifica, fare


clic con il tasto destro del mouse sulla tabella
per visualizzare il menu di scelta rapida.

Nota: Se l'area di destinazione dei dati da incollare è più piccola dell'area di origine dei dati, l'area effettiva per incollare i dati viene
determinata dall'area di origine. Inoltre, se l'area di destinazione è più grande dell'area di origine, i dati di origine saranno incollati
ripetutamente fino a riempire l'area di destinazione.

Nota: I dati copiati possono anche essere incollati in un software per la creazione di fogli di lavoro commerciali, quale Microsoft Excel.

10.3.3 Inserimento di Valori nelle Celle


È possibile inserire direttamente i dati nelle celle dalla tastiera, nel caso in cui le celle siano modificabili. Tuttavia, alcune
celle hanno un formato di inserimento dei dati particolare, pertanto è supportata una funzione speciale per agevolare
l'inserimento dei dati in ogni formato.

Vedere sotto per le informazioni su come inserire i dati nelle celle di una tabella batch nella finestra <Batch Table> (Tabella
batch).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 97
10 Funzionamento - Tabelle
10.3 Modifica delle Celle della Tabella

Tipo Esempio Descrizione


Finestra popup Dopo aver selezionato una cella, fare clic sul tasto
(Per impostazioni complesse) freccia a destra della cella e sarà visualizzata una
Fare clic finestra popup per l'inserimento dei dati in quella
qui. cella. In questo esempio, sarà visualizzata la finestra
di selezione del file.
Elenco a discesa Dopo aver selezionato una cella, fare clic sul tasto
(Per selezionare da numerose Fare clic freccia a destra della cella e sarà visualizzato un
opzioni) qui. elenco di selezione a discesa. Fare clic sull'elemento
desiderato in questo elenco.

Immissione in casella di Dopo aver selezionato una cella, fare clic su uno dei
Fare clic per
selezione aumentare il valore. tasti freccia a destra della cella per aumentare o
(Per l'inserimento di dati diminuire il valore nella cella secondo l'incremento
specifici) Fare clic per indicato. Per inserire dati con un incremento
diminuire il valore.
diverso, utilizzare la tastiera per inserire il valore
direttamente nella cella.
Casella di controllo Fare clic sulla casella di controllo nella cella per
(Per attivare/disattivare selezionarla o deselezionarla.
l'inserimento)
Fare clic
qui.

10.3.4 Funzioni Ausiliarie per L'inserimento dei Dati nelle Celle (Tabelle Batch)
™ Per tabelle batch di analisi
<Input Col. Data...> (Inserisci dati colonna) (Manuale di riferimento p. 332)
Visualizza un menu di scelta rapida con il tasto destro del
mouse e seleziona [Input Col. Data...] (Inserisci dati
colonna). Sarà visualizzata una finestra per inserire
contemporaneamente le informazioni sulla colonna. Questa
funzione è disponibile per gli elementi [Vial#] (N. fiala),
[Sample Name] (Nome campione), [Sample ID] (ID
campione) e [Data File Name] (Nome file di dati).

™ Tabelle batch per l'analisi posta elaborazione


<Add Rows with Data Files> (Aggiungi righe con file di dati) Visualizza un menu di scelta rapida con il
tasto destro del mouse e seleziona [Add
Rows with Data Files] (Aggiungi righe con
Selezionare i file
file di dati). Sarà visualizzata una finestra per
necessari.
inserire automaticamente nelle celle
applicabili le informazioni sul campione
opportune del file di dati.
Fare clic su [Open] (Apri) per creare una
tabella batch utilizzando le informazioni
sul campione del file di dati selezionato.

I dati del file saranno


Nota: È possibile anche trascinare il file di dati
impostati in questo ordine. È
anche possibile modificare desiderato nella tabella batch per
questo ordine. aggiungere una riga batch alla fine della
tabella.

98 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
11 Funzionamento - File

1111.1. 11.1 Utilizzo dei File (1)


Questa sezione descrive le operazioni file di base comuni a tutte le finestre dell'applicazione.

11.1.1 Creazione di un nuovo File

Fare clic su [New] Tabella Formato di


Dati batch report Metodo
(Nuovo).

Mediante l'acquisizione Creare il nuovo file nelle finestre


dei dati si creerà un file <Data Acquisition> (Acquisizione
di dati. dei dati) e <Calibration Curve>
(Curva di calibrazione).

Nota: Non è possibile creare i nuovi file nelle finestre <Data Analysis> (Analisi dei dati) e <Data Comparison> (Confronto dei dati) nel
programma <GC Postrun> (Post elaborazione GC).

Nota: Quando si crea un nuovo file nella finestra <Data Explorer> (Explorer di dati), il nuovo tipo di file sarà determinato in base alla
finestra dell'applicazione attiva in quel momento.

Nota: È possibile selezionare un modello per la creazione di un nuovo file. Inoltre, è possibile preselezionare un modello utilizzato per la
creazione di un nuovo file.

Per ulteriori informazioni su come utilizzare il modello, fare riferimento al Manuale di amministrazione "3.3 Using a Template".

11.1.2 Apertura di un File (1)

Selezionare il
file desiderato e
Fare clic su
[Open] (Apri).
Fare clic
qui.

Tabella Formato di
Dati batch report Metodo
Sono supportati anche i
formati di file dei prodotti
Utilizzare le finestre <Data Analysis> (Analisi convenzionali Shimadzu.
dei dati) e <Data Comparison> (Confronto dei
dati) per aprire un file.

Nota: I tipi principali di file che è possibile aprire nelle finestre dell'applicazione sono gli stessi di quelli disponibili per la creazione di un
nuovo file. Tuttavia, poiché i file con i dati che necessitano di lettura (es. file di dati per un formato di report) non hanno icone sulla
barra degli strumenti, trascinare il file o utilizzare i menu del programma per leggere i dati (vedere pagina 103).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 99
11 Funzionamento - File
11.1 Utilizzo dei File (1)

11.1.3 Salvataggio di un File


• Senza nome del file (ossia salvataggio di un nuovo file)
-> Stesso funzionamento dell'utilizzo dell'opzione [Save As]
(Salva con nome).
Fare clic • Con il nome del file (ossia salvando un file esistente, salvato in
qui. precedenza)
->I dati saranno sovrascritti.

Nota: Quando si cerca di chiudere un file o una finestra dell'applicazione dopo aver modificato i dati del file (inclusi i dati di un file
nuovo), viene visualizzata una finestra di dialogo che richiede se si desidera salvare i dati del file.

Nominare e salvare un file seguendo le fasi descritte sotto.

Fare clic su
Inserire un [Save]
nome del file e (Salva).

Fare clic
qui. Alcuni file possono
essere salvati in un
formato di file diverso.

11.1.4 Controllo delle Informazioni nella Cronologia del File (1)


Controllare la data di creazione e aggiornamento del file eseguendo le operazioni descritte sotto.

Fare clic
qui.
Metodo
Report
Batch

Dati

Descrizione/Aggiunte

Informazioni sul file √ √ √ √ Tipo di file, autore, data di creazione, data di aggiornamento, ecc.

Commento √ √ √ √ Può essere utilizzato come parola chiave per la ricerca di un file.

Pista di controllo √ Indica se i log aggiornati saranno salvati per ogni metodo registrato
nel file metodo e nei dati.
Informazioni sul √ Informazioni sul campione utilizzate per l'acquisizione dei dati (nome
campione campione, ID campione, ecc.)
File utilizzato √ Elenco di metodo, batch, formato di report, file di dati della linea di
base utilizzati per l'acquisizione dei dati.

100 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


11 Funzionamento - File

1111.2. 11.2 Gestione Efficiente dei File


Questo software utilizza la finestra <Data Explorer> (Explorer di dati) visualizzata in ogni finestra del programma per
eseguire la gestione dei file.

11.2.1 Cos'è l'explorer di Dati?


La gestione dei dati viene eseguita utilizzando la finestra <Data Explorer> (Explorer di dati) utilizzata comunemente per le
applicazioni <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) e <GC Postrun> (Post elaborazione GC).

Trascinare un file
Fare clic qui per commutare lo stato
per leggerne i dati.
di visualizzazione (visualizzato o
nascosto) della finestra <Data
Explorer> (Explorer di dati)

File di dati
(estensione = 'gcd')

File metodo
(estensione = 'gcm')

File batch
(estensione = 'gcb')

File formato di report


(estensione = 'gcr')

<Data Explorer> (Explorer di dati) (Manuale di riferimento p.467)

11.2.2 Cos'è un Progetto?


Nella finestra <Data Explorer> (Explorer di dati), i file sono gestiti per Progetto di Fare clic qui per
ogni cartella, denominata "progetto". In GCsolution, tutti i tipi di file sono riferimento visualizzare un elenco di
posizionati in un progetto (cartella) e sono gestiti per ogni scheda del file progetti di riferimento.
utilizzando la scheda [File] in <Data Explorer> (Explorer di dati).
Il progetto correntemente attivo è denominato progetto di riferimento. Per
l'analisi in un'unica operazione, è la cartella in cui si trova il file
metodo caricato correntemente; per le analisi batch, è la cartella in cui
si trova il file batch caricato correntemente.
In altri casi, la cartella mostrata nell'elenco [Project in] (Progetto) in
explorer di dati è il progetto di riferimento. È possibile modificare il
progetto di riferimento mostrato nell'elenco [Project in] (Progetto)
utilizzando il pulsante [Select Project (Folder)] (Seleziona progetto
Sono registrati
(cartella)).
fino a 10 progetti
Nota: Quando si installa questo software per la prima volta, sarà creato un utilizzati
progetto (cartella) vuoto denominato "Project1" (Progetto 1) per recentemente.
impostazione predefinita.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 101


11 Funzionamento - File
11.2 Gestione Efficiente dei File

Il progetto di riferimento è efficace in tutta la gamma di ogni finestra di


programma. Per esempio, una cartella visualizzata inizialmente nella File in un progetto di riferimento
finestra <Open File> (Apri file) sarà sempre elencata come progetto
(cartella) di riferimento.

Inoltre, quando si indica il nome di un file, esso viene considerato come


appartenente al progetto di riferimento e non a qualsiasi altra cartella
specifica. Quando il file non rientra nel progetto di riferimento, viene
File fuori da un progetto di riferimento
indicato da un nome del file con un percorso completo.
Esempio di tabella batch

11.2.3 Creazione di un Nuovo Progetto (Cartella)


Creare un nuovo progetto (cartella) seguendo le fasi qui sotto.

Fare clic qui. Inserire il nome del


nuovo progetto.

È possibile copiare i file del


progetto corrente in un
nuovo progetto (cartella)
<New Project> (Folder) (Nuovo progetto (Cartella))
(Manuale di riferimento p. 497)

Per esempio, quando si indica un file metodo per una tabella batch in un progetto di riferimento, sarà indicato un file del
progetto di riferimento chiuso. Quindi, se si copiano il file batch e il file metodo in un progetto appena creato, è necessario
solo un nuovo progetto per fare riferimento alla combinazione dei due file.
Per questo motivo, se si copia una serie di dati di file metodo, batch e report in un nuovo progetto, anche se occorre
cancellare il progetto corrente (per es. a causa di spazio insufficiente sul disco rigido), non si verificheranno problemi
(poiché il file del progetto corrente non è stato indicato).
Inoltre, se si crea un progetto di backup per ogni progetto prima di eliminarlo, è semplice ripristinare successivamente
l'ambiente di progetto, perché un file completo è stato memorizzato nel progetto di backup. In aggiunta, le condizioni di
analisi impostate in un progetto di riferimento non saranno influenzate da qualsiasi altro cambiamento del progetto.

11.2.4 Eliminazione di un Progetto (Cartella)

Fare clic qui nel menu Fare clic


di scelta rapida qui.
visualizzato con il tasto
destro del mouse.

Nota: Per essere eliminata, una cartella deve essere vuota.

102 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


11 Funzionamento - File

1111.3. 11.3 Utilizzo dei File (2)


Questa sezione spiega come utilizzare i file con <Data Explorer> (Explorer di dati).

11.3.1 Apertura di un File (2)


™ Fare doppio clic sul file in <Data Explorer> (Explorer di dati).
Una finestra dell'applicazione utilizzata per leggere i dati del file diventerà attiva e i dati del file saranno visualizzati.

Tipo file Tipo finestra

File metodo <Data Acquisition> (Acquisizione dati) Programma di analisi

<Calibration Curve> (Curva di calibrazione) Programma post elaborazione

File di dati <Data Analysis> (Analisi dei dati)

File batch <Batch Table> (Tabella batch) Comune

File formato di report <Report>

™ Trascinare un file da <Data Explorer> (Explorer di dati)


Trascinare un file in una finestra dell'applicazione.

Quando si trascina un file desiderato nella finestra dell'applicazione in cui si leggono i dati del file, le funzioni equivalenti
alle seguenti operazioni diventeranno attive e i dati del file saranno visualizzati.

Tipo file Destinazione Operazioni equivalenti

File metodo <Data Acquisition> (Acquisizione dati) [File] - [Open Method File] (File - Apri file
metodo)

<Calibration Curve> [File] - [Open Method File] (File - Apri file


(Curva di calibrazione) metodo)

<Data Analysis> (Analisi dei dati) [File] - [Load Method...] (File - Carica metodo)

File di dati <Data Analysis> (Analisi dei dati) [File] - [Open Data File] (File - Apri file di dati)

<Calibration Curve> [Data] - [Add] (Dati - Aggiungi)


(Curva di calibrazione)*

<Data Comparison> (Confronto dei dati) [File] - [Open Data File] (File - Apri file di dati)

<Batch Table> (Tabella batch) [Edit] - [Add Rows with Data Files] (Modifica-
Aggiungi righe con file di dati)

<Report> [File] - [Load Data File...] (File - Carica file di


dati)

File batch <Batch Table> (Tabella batch) [File] - [Open Batch File] (File - Apri file batch)

File formato di report <Report> [File] - [Open Report File] (File - Apri file di
report)

* Trascinare nella visualizzazione <File Tree> (Albero file).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 103


11 Funzionamento - File
11.3 Utilizzo dei File (2)

11.3.2 Copia di un File

Passa al progetto di
riferimento di
destinazione.
Fare clic con il tasto destro del
mouse sul progetto di origine per
visualizzare un menu di scelta Incollare il progetto
rapida e fare clic su [Copy] (Copia) selezionato nel progetto
di destinazione.

Nota: È possibile copiare i file tra questa finestra <Data Explorer> (Explorer di dati) del software e la finestra explorer di dati standard
trascinandoli. (Se la destinazione della copia si trova sulla stessa unità, trascinare tenendo premuto il tasto [Ctrl]).

11.3.3 Spostamento di un File

Inserire il progetto
di destinazione. Fare clic su
[Browse] (Sfoglia)
per cercare un file.

Fare clic con il tasto destro del


mouse sul progetto di origine
per visualizzare il menu e
selezionare [Move...] (Sposta).

<File Move> (Sposta file) (Manuale di riferimento p. 493)

Nota: È possibile spostare i file tra questa finestra <Data Explorer> (Explorer di dati) del software e la finestra explorer di dati standard
trascinandoli. (Se la destinazione dello spostamento si trova su un'unità diversa, trascinare tenendo premuto il tasto [Shift]
(Maiusc)).

11.3.4 Eliminazione di un File

Fare clic qui


quando è OK.

Nota: Se si elimina un file per errore, fare doppio clic sull'icona [Recycle Bin]
(Cestino) sul desktop di Windows. Quindi selezionare un file da
ripristinare e fare clic sui comandi [File] - [Undo] (File - Annulla) della
finestra [Recycle Bin] (Cestino).

Nota: Facendo clic su [File] - [Empty the Recycle Bin] (File - Svuota cestino)
Fare clic nella finestra [Recycle Bin] (Cestino), tutti i file nel cestino saranno
qui.
eliminati dal disco rigido del PC e non potranno più essere ripristinati.

104 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


11 Funzionamento - File
11.3 Utilizzo dei File (2)

11.3.5 Modifica dei Nomi dei File

Fare clic con il tasto destro del mouse


sulla visualizzazione del file per Dopo aver modificato il
mostrare un menu di scelta rapida e nome del file, premere il
fare clic su [Rename] (Rinomina) tasto [Enter] (Invio) per
registrare il nuovo nome.

Nota: NON modificare l'estensione del file.

11.3.6 Controllo delle Informazioni nella Cronologia del File (2)


È possibile controllare anche le proprietà del file in <Data Explorer> (Explorer di dati).

Diversamente dai comandi [File] - [File


Properties...] (File - Proprietà file) della
finestra dell'applicazione, saranno
visualizzati gli attributi generali del file.

Fare clic con il tasto destro del


mouse sulla visualizzazione del
file per mostrare un menu di
scelta rapida e selezionare [File
Properties...] (Proprietà file)

11.3.7 Conversione dei Formati di File

Nota: Nella visualizzazione del file <Data Explorer> (Explorer di dati), è possibile selezionare
file consecutivi, facendo clic su di essi tenendo premuto il tasto [Shift] (Maiusc) e i file
non discreti facendo clic sul file tenendo premuto il tasto [Ctrl].

Fare clic con il tasto destro del


mouse sulla visualizzazione del
Selezionare [Data file to ASCII file...] (File
file per mostrare un menu di
di dati in file ASCII) dal sottomenu [File
scelta rapida e selezionare [File
Convert] (Converti file). Qui, il formato del
Convert...] (Converti file)
file di dati viene convertito in ASCII.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 105


11 Funzionamento - File
11.3 Utilizzo dei File (2)

File selezionati utilizzando


<Data Explorer> (Explorer
di dati). (È possibile
selezionare file multipli).

Selezionare la
destinazione della copia
per il file convertito.

Nota: Le estensioni cambieranno automaticamente.


Dati/metodo GCsolution --> *.gcd/*.gcm
File ASCII --> *.txt
File AIA ANDI --> *.cdf
Formato Adobe Acrobat --> *.pdf

Selezionare gli elementi di cui


Il pulsante [Output Items] (Output elementi)
si desidera eseguire l'output
sarà visualizzato solo convertendo in ASCII. da convertire.
Selezionare gli elementi di cui si desidera
eseguire l'output dal file di dati.

Fare clic sulle caselle di


controllo degli elementi di cui
si desidera eseguire l'output.

È possibile selezionare [Delimiter:]


(Delimitatore) utilizzato tra i valori
in direzione della riga.

<Convert Data file to ASCII file>


(Converti file di dati in file ASCII) (Manuale di riferimento p. 487)

Nota: Quando si converte un file creato con le unità CLASS-GC10/CLASS-VP4 Shimadzu in un file GCsolution, i seguenti dati saranno
riflessi nel nuovo file:

Formato di
Formato di origine
destinazione Descrizione
conversione
conversione

File di dati CLASS- File di dati Converte il file di dati CLASS-GC10 e il cromatogramma a cui si fa
GC10 GCsolution riferimento in questo file in un file di dati GCsolution.

File cromatogramma File di dati Converte un cromatogramma CLASS-GC10 in un file di dati


CLASS-GC10 GCsolution GCsolution.
Nota: Nella sua tabella dei picchi non saranno inseriti dati e il metodo sarà il
valore predefinito.

File metodo CLASS- File metodo Converte il file metodo CLASS-GC10 in un file metodo GCsolution.
GC10 GCsolution

File di dati CLASS- File di dati Converte il file di dati CLASS-VP che include il cromatogramma, in un
VP4 GCsolution file di dati GCsolution.

File metodo CLASS- File metodo Converte il file metodo CLASS-VP4 in un file metodo GCsolution.
VP4 GCsolution

106 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici

1212.1. In Caso di Guasti


12.1

12.1.1 Utilizzo della Guida


In caso di guasti: In caso di domande su termini o
parametri tecnici:
Premere il tasto Fare clic sul pulsante [Help] Selezionare [Contents...]
[F1] (Guida) sullo schermo. (Sommario) dal menu
[Help] (Guida).
F1 oppure

Sarà visualizzata la finestra


<Help> (Guida) in linea per la
finestra attiva correntemente.
Fare clic sulla scheda
[Index] (Indice).

Selezionare un termine
che si desidera trovare
e fare clic su [Display]
(Visualizza).

(Finestra di Guida GC)


Quando lo stesso termine è
menzionato in molteplici argomenti,
sarà visualizzata la finestra <Topics
Found> (Argomenti trovati)

Selezionare un termine che si


desidera controllare e fare
clic su [Display] (Visualizza).

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 107


12 Appendici
12.1 In Caso di Guasti

12.1.2 Utilizzo del Manuale in Linea


Fare clic su [Online
Manual] (Manuale in linea)
dal menu [Help] (Guida).

Utilizzare Adobe Acrobat o Adobe Acrobat Reader


per visualizzare i manuali di istruzioni di GCsolution
(Manuale operativo, di amministrazione e di riferimento).
È possibile cercare i
termini utilizzando
l'indice.

Si può passare alla pagina Gli elementi di riferimento e dell'indice


desiderata utilizzando i sono visualizzati in blu e sono collegati ai
segnalibri (ossia indice). relativi elementi per un riferimento rapido.

Nota: La visualizzazione dei manuali in linea richiede l'installazione di "Adobe Acrobat Reader" o "Adobe Acrobat" (4.0 o versioni
successive). Se si cerca di eseguire le suddette operazioni senza averli installati, sarà visualizzata una finestra di dialogo che
richiede l'installazione di Acrobat Reader.

Nota: Adobe Acrobat Reader 5.0 è archiviato su un CD-ROM. Seguire le operazioni sotto per installarlo.

• Inserire il CD-ROM nell'unità CD del computer.


• Si avvierà il programma di installazione di GCsolution. Annullare e uscire.
• Fare doppio clic sull'icona [My Computer] (Risorse del computer) sul desktop. Successivamente, fare clic con il tasto destro del
mouse sull'icona CD-ROM per visualizzare un menu di scelta rapida e selezionare [Open] (Apri).
• Fare doppio clic sull'icona del file "\Acroread\rp500enu.exe" sul CD e seguire le informazioni visualizzate sullo schermo per
completare l'installazione.

Nota: Per ulteriori informazioni su Adobe Acrobat Reader 5.0, fare riferimento alla guida utente in linea del software Adobe Acrobat
Reader 5.0 e alla Pagina principale di Internet del sito Adobe Corporation.

Nota: Benché i dati memorizzati nel manuale in linea di GCsolution (Manuale di riferimento) siano gli stessi dati contenuti nella Guida,
consigliamo di utilizzare Adobe Acrobat Reader 5.0 per la stampa, al fine di ottenere una migliore qualità.

108 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici

1212.2. Installazione di GCsolution


12.2

Questa sezione descrive come installare il software GCsolution.


Nota: Prima di reinstallare GCsolution in caso si verifichi qualsiasi malfunzionamento, disinstallare innanzitutto il software GCsolution
corrente. Per eseguire questa operazione, fare riferimento a "12.2.3 Disinstallazione di GCsolution".

Nota: Il disco di installazione è archiviato sul CD-ROM.


Quando si esegue il programma di configurazione GCsolution, i file compressi nel disco di installazione saranno estratti
automaticamente con il programma speciale del disco di installazione e copiati sul disco rigido del computer.
Questo software non funzionerà copiando semplicemente i dati del CD-ROM sul disco rigido del computer senza estrarli.
Accertarsi di seguire la procedura di installazione corretta.

Nota: Per installare questo software, occorre che sia installato come sistema operativo (OS) sul computer Windows NT 4.0,
Windows2000 professional o WindowsXP professional system.

12.2.1 Installazione di DAO


1. Accendere il computer. Dopo aver avviato Windows, inserire il disco di installazione di GCsolution nell'unità CD.

"GCsolution Setup" (Configurazione GCSolution) si avvierà automaticamente e sarà visualizzata la finestra


<LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution).

Nota: Se la finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution) non si apre automaticamente,
selezionare il menu [Start] (Avvio) - [Run...] (Esegui) sulla barra delle attività. Quindi inserire "E:\Setup.exe" nella casella di testo
[Open] (Apri) della finestra <Run...> (Esegui) visualizzata e fare clic su [OK].
(Qui, l'unità CD è indicata con "E:".)

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 109


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

2. Fare clic su [DAO Install] (Installazione DAO) nella finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione
LabSolutions GCsolution).

"Data Access Objects (DAO) Setup" (Configurazione oggetti accesso dati (DAO)) si avvierà e sarà visualizzata la
finestra <Welcome> (Benvenuti).

3. Nella finestra <Welcome> (Benvenuti), fare clic su [Next>] (Avanti).

Si passerà alla finestra <Select Components> (Seleziona componenti).

4. Nella finestra <Select Components> (Seleziona componenti), fare clic solo sulla casella di controllo [Jet 3.5], quindi fare
clic su [Next>] (Avanti).

110 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Si passerà a una finestra in cui è possibile selezionare i formati di dati da aggiungere.

5. Rimuovere tutti i segni di spunta e fare clic su [Next>] (Avanti).

Si avvia l'installazione DAO e al termine sarà visualizzata una finestra di messaggio <Information> (Informazioni).

6. Nella finestra <Information> (Informazioni), fare clic su [OK] per completare la configurazione DAO (Data Access
Objects).

Nota: Al termine dell'installazione DAO, installare GCsolution.

Se l'installazione DAO non riesce, sarà visualizzato il seguente messaggio.

"The OLE automation DLL, OLEAUT32.DLL, could not be found or is an


older version that is incompatible with DAO3.5. If you continue, DAO will
not register properly. Continue anyway?" ("Impossibile trovare DLL
automazione OLE, OLEAUT32.DLL, o è presente una versione precedente
incompatibile con DAO3.5. Continuando, DAO non sarà registrato
correttamente. Continuare?")

In questo caso, continuare semplicemente l'installazione DAO.


Quindi installare GCsolution. Se l'installazione di GCsolution si conclude correttamente, anche l'installazione DAO è stata
completata. Se l'installazione di GCsolution non riesce, installare nuovamente DAO e GCsolution.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 111


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

12.2.2 Installazione di GCsolution


1. Accendere il computer. Dopo aver avviato Windows, inserire il disco di installazione di GCsolution nell'unità CD.

"GCsolution Setup" (Configurazione GCSolution) si avvierà automaticamente e sarà visualizzata la finestra


<LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution).

Nota: Se la finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution) non si apre automaticamente,
selezionare il menu [Start] (Avvio) - [Run...] (Esegui) sulla barra delle attività. Quindi inserire "E:\Setup.exe" nella casella di testo
[Open] (Apri) della finestra <Run...> (Esegui) visualizzata e fare clic su [OK].
(Qui, l'unità CD è indicata con "E:".)

2. Nella finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution), fare clic su [Standard
Install] (Installazione standard).

Sarà visualizzata la finestra <Welcome> (Benvenuti).

3. Nella finestra <Welcome> (Benvenuti), fare clic su [Next>] (Avanti).

112 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Si passerà quindi alla finestra <Detecting Internet Explorer> (Rilevamento Internet Explorer).

4. Nella finestra <Detecting Internet Explorer> (Rilevamento Internet Explorer), fare clic su Next>] (Avanti).

Sarà visualizzata la finestra <Install HTML Help System> (Installa guida in linea HTML).

5. Generalmente, selezionare [Yes] (Sì) qui. Se si sa che i dati della Guida non saranno mai utilizzati o se la versione di
Internet Explore non è corretta, selezionare [No]. Dopo aver selezionato una delle due opzioni, fare clic su [Next>]
(Avanti).

Nota: Facendo clic su [Next>] (Avanti) nella finestra <Install HTML Help
System> (Installa guida in linea HTML) e viene visualizzata la finestra di
messaggio <Fail to detect DAO> (Impossibile rilevare DAO) (vedere
figura a destra), fare clic su [OK] per uscire dall'installazione. Quindi,
facendo riferimento a "12.2.1 Installazione di DAO", installare i DAO
(Data Access Objects) e iniziare nuovamente l'installazione di
GCsolution.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 113


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Sarà visualizzata la finestra <User Information> (Informazioni utente).

6. Nella finestra <User Information> (Informazioni utente), inserire il nome utente nel campo [Name] (Nome) e il gruppo
utente nel campo [Company] (Società). Quindi fare clic su [Next>] (Avanti)

Sarà visualizzata la finestra <Choose Destination Location> (Scegli posizione di destinazione).

7. Il software GCsolution sarà installato nella cartella mostrata nel campo [Destination Folder] (Cartella di destinazione)
nella finestra <Choose Destination Location> (Scegli posizione di destinazione). In genere, confermare la cartella
visualizzata.

Nota: Per modificare la cartella di destinazione, fare clic su [Browse...]


(Sfoglia) nella finestra <Choose Destination Location> (Scegli posizione
di destinazione).
Si aprirà la finestra <Choose Folder> (Scegli cartella).
Selezionare la cartella di destinazione inserendo il nome del percorso
completo nel campo [Path:] (Percorso) o trovando e facendo doppio clic
su una cartella nella casella di riepilogo [Directories:] (Directory).
Per modificare l'unità di destinazione, fare clic sulla casella di riepilogo a
discesa [Drives:] (Unità) e selezionare l'unità desiderata.

114 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Fare clic su [Next>] (Avanti). Sarà visualizzata una finestra di messaggio che indica "Copying program files..." (Copia file di
programma in corso) all'avvio dell'installazione dei file di programma.

Nota: Per annullare l'installazione, fare clic su [Cancel] (Annulla).


Sarà visualizzata la finestra <Exit Setup> (Esci dall'installazione).
Per continuare l'installazione, fare clic su [Resume] (Riprendi). La
finestra <Exit Setup> (Esci dall'installazione) scomparirà consentendo di
continuare l'installazione.
Per interrompere completamente l'installazione, fare clic su [Exit Setup]
(Esci dall'installazione). La finestra <Exit Setup> (Esci dall'installazione)
si chiuderà e l'installazione sarà interrotta.
La configurazione di GCsolution si interrompe.

8. Se l'installazione si conclude correttamente, sarà visualizzata la finestra <Install Complete> (Installazione completata).

9. Nella finestra <Install Complete> (Installazione completata) fare clic su [Finish] (Fine). La finestra <Install Complete>
(Installazione completata) si chiuderà, completando la configurazione di GCsolution. Selezionando [Yes, I want to
restart my computer now.] (Riavviare il computer ora) si riavvierà automaticamente il sistema Windows system.
Selezionando [No, I will restart my computer later.] (Riavviare il computer in seguito), accertarsi di riavviare il sistema
Windows prima di utilizzare il software GCsolution per la prima volta.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 115


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

12.2.3 Disinstallazione di GCsolution


1. Dal menu Start (Avvio), scegliere [Settings] (Impostazioni) e selezionare [Control Panel] (Pannello do controllo) Fare
doppio clic sull'icona [Add/Remove Programs] (Installazione applicazioni).

Sarà visualizzata la finestra <Add/Remove Programs Properties> (Proprietà - Installazione applicazioni).

2. Dalla casella di riepilogo nella scheda [Install/Uninstall] (Installa/rimuovi), selezionare [GCsolution]. Quindi fare clic su
[Add/Remove...] (Aggiungi/Rimuovi).

Nota: Per eliminare le impostazioni dell'unità GC inserite in "12.2.4 Installazione di Unità GC Aggiuntive", selezionare [GCsolution] -
[Additional] (Altro) ed eseguire le stesse operazioni per l'eliminazione di GCsolution.

116 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

3. Sarà visualizzata la finestra <Confirm File Deletion> (Conferma eliminazione file) che richiede se si desidera eliminare i
file. Se non si desidera eliminarli, fare clic su [No].

Nota: A questo punto, potrebbe essere visualizzata la finestra


<Remove Shared File?> (Rimuovere i file condivisi?) che
richiede se si desidera eliminare i file condivisi.
Se su computer sono installate altre applicazioni oltre
GCsolution, esse potrebbero utilizzare i file condivisi. Pertanto
si consiglia di fare clic su [No] per non eliminarli.
Facendo clic su [Yes] (Sì), il file condiviso il cui nome è
visualizzato nel campo [File Name] (Nome file) sarà eliminato.
Questa operazione sarà ripetuta per ogni file condiviso. Ogni
volta che viene visualizzata la finestra, fare clic sul pulsante
desiderato.
Facendo clic su [Yes To All] (Sì, tutti) la finestra <Remove
Shared File?> (Rimuovi file condivisi?) cambierà in una finestra
che richiede se si desidera eliminare tutti i file condivisi non
utilizzati.

4. Viene visualizzata la finestra <Remove Programs From Your Computer> (Rimuovi programmi dal computer) e
l'applicazione GCsolution viene eliminata.

5. Al termine della disinstallazione dell'applicazione GCsolution, il pulsante [OK] nella finestra <Remove Programs From
Your Computer> (Rimuovi programmi dal computer) diventa attivo. Fare clic su [OK].
Quando si chiude questa finestra, la disinstallazione di GCsolution è terminata.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 117


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

12.2.4 Installazione di Unità GC Aggiuntive


Nota: Benché sia possibile collegare più unità GC al software GCsolution, l'installazione standard installerà solo una unità GC.

Nota: Per installare unità GC aggiuntive, sono necessarie le seguenti condizioni.


- Installazione della prima unità GC completata.
- Software GCsolution non in esecuzione.

1. Accendere il computer. Dopo aver avviato Windows, inserire il disco di installazione di GCsolution nell'unità CD.

"GCsolution Setup" (Configurazione GCSolution) si avvierà automaticamente e sarà visualizzata la finestra


<LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution).

Nota: Se la finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution) non si apre automaticamente,
selezionare il menu [Start] (Avvio) - [Run...] (Esegui) sulla barra delle attività. Quindi inserire "E:\Setup.exe" nella casella di testo
[Open] (Apri) della finestra <Run...> (Esegui) visualizzata e fare clic su [OK].
(Qui, l'unità CD è indicata con "E:".)

2. Nella finestra <LabSolutions GCsolution Setup> (Configurazione LabSolutions GCsolution), fare clic su [Additional
Install] (Installazione aggiuntiva).

Sarà visualizzata la finestra <Welcome> (Benvenuti).

118 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

3. Fare clic sul pulsante [Next>] (Avanti) nella finestra <Welcome> (Benvenuti).

Si aprirà la finestra <Additional GC> (Unità GC aggiuntiva).

4. Nella finestra <Welcome> (Benvenuti), fare clic su [Next>] (Avanti).

All'inizio dell'installazione dei file di programma, sarà visualizzata una finestra di messaggio che indica "Setup is
searching for installed components..." (Ricerca di componenti installati in corso).

5. Se l'installazione si conclude correttamente, sarà visualizzata la finestra <Install Complete> (Installazione completata).

6. Nella finestra <Install Complete> (Installazione completata) fare clic su [Finish] (Fine). La finestra <Install Complete>
(Installazione completata) si chiuderà, completando la configurazione di GCsolution. Selezionando [Yes, I want to
restart my computer now.] (Riavviare il computer ora) si riavvierà automaticamente il sistema Windows system.
Selezionando [No, I will restart my computer later.] (Riavviare il computer in seguito), accertarsi di riavviare il sistema
Windows prima di utilizzare il software GCsolution per la prima volta.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 119


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

12.2.5 Collegamenti e Impostazioni dell'Unità GC


Nota: I nomi periferica delle porte di comunicazione (COM1, COM2, ecc.) non corrispondono sempre ai nomi effettivi delle porte sul
retro del personal computer (il simbolo e i numeri delle porta di più porte standard, se presenti) perché è possibile
modificarli utilizzando le impostazioni del sistema operativo. Se si aggiunge una porta di comunicazione utilizzando una scheda
opzionale, il nome periferica assegnato varia a seconda delle specifiche della scheda.
Dopo aver impostato la porta di comunicazione, il collegamento all'unità GC potrebbe non essere eseguito correttamente. In questo
caso, controllare i manuali di istruzioni per il personal computer, il sistema operativo e la scheda aggiunta.

Nota: Per collegare AOC-20 a GC-17A, GC-1700 o GC-14B/C, occorre dotare CBM-102 di un'interfaccia di collegamento ottico a 3
canali (PC-57N) .
Collegare il connettore 1 di PC-57N al connettore contrassegnato da "OPT LINK" (Collegamento ottico) sul pannello posteriore di
AOC utilizzando il cavo di collegamento in fibra ottica.

™ Per GC-2010, GC-2014:


1. Collegare il connettore contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore dell'unità GC alla porta COM sul personal
computer utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione.

2. Accendere l'unità GC per visualizzare lo schermo LCD.


Finestre visualizzate mediante le sequenze di tasti seguenti,

[FUNC]
[6][ENTER] (Invio) (GC Configuration) (Configurazione GC)
[3][ENTER] (Invio) (Transmission Parameter) (Parametri di trasmissione)

Quindi impostare* la
Protocol (Velocità) LEVEL3 LIVELLO3)
di trasmissione protocollo (bps) 115.200.

* I tasti di direzione su e giù si utilizzano per passare da un elemento all'altro, i tasti di direzione sinistra e destra si utilizzano per selezionare
un valore e il tasto ENTER (Invio) si utilizza per confermare l'impostazione.

3. Al termine delle impostazioni, spegnere momentaneamente l'unità GC e riaccenderla. Le impostazioni per i parametri di
trasmissione diventeranno valide.

™ Per GC-17A V3, GC-1700:


1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

2. Utilizzando il cavo di collegamento in fibra ottica, collegare il connettore contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello
posteriore di CBM-102 a quello contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello posteriore dell'unità GC.

3. Utilizzando la FUNZIONE 15, impostare i parametri di trasmissione per l'unità GC come segue:

LINK PROTOCOL (PROTOCOLLO DI COLLEGAMENTO) EXTEND (ESTESO)


BAUD RATE (VELOCITÀ DI TRASMISSIONE) 2.400
COMMUNICATION (COMUNICAZIONE) OPT (OTT.)
PARITY (PARITÀ) EVEN (PARI)
STOP BITS (BIT DI STOP) 1
FILE FORMAT (FORMATO FILE) 14CH

120 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

4. Utilizzando la FUNZIONE 14, impostare i parametri per APC spurgo e per APC per il rilevatore sull'unità GC.

5. Al termine delle impostazioni, spegnere l'unità GC. Quindi riaccenderla. Ciò renderà valide le impostazioni.

™ Per GC-17A V2:


1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

2. Utilizzando il cavo di collegamento in fibra ottica, collegare il connettore contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello
posteriore di CBM-102 a quello contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello posteriore dell'unità GC.

3. Utilizzando la FUNZIONE 15, impostare i parametri di trasmissione per l'unità GC come segue:

LINK PROTOCOL (PROTOCOLLO DI COLLEGAMENTO) EXTEND (ESTESO)


BAUD RATE (VELOCITÀ DI TRASMISSIONE) 2.400
COMMUNICATION (COMUNICAZIONE) OPT (OTT.)
PARITY (PARITÀ) EVEN (PARI)
STOP BITS (BIT DI STOP) 1
GC-17A MODE (MODALITÀ GC-17A) N

4. Al termine delle impostazioni, spegnere l'unità GC. Quindi riaccenderla. Ciò renderà validi i parametri di trasmissione.

™ Per GC-17A V1:


1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

2. È necessaria un'interfaccia di collegamento ottico dedicata per l'unità GC. Utilizzando il cavo di collegamento in fibra
ottica, collegare il connettore contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello posteriore di CBM-102 al connettore
sull'interfaccia di collegamento ottico.

3. Utilizzando la FUNZIONE 15, impostare i parametri di trasmissione per l'unità GC come segue:

C.LOOP PROTOCOL (PROTOCOLLO LOOP C) EXTEND (ESTESO)

4. Al termine delle impostazioni, spegnere l'unità GC. Quindi riaccenderla. Ciò renderà validi i parametri di trasmissione.

™ Per GC-14B:
1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

2. È necessaria un'interfaccia di collegamento ottico dedicata per l'unità GC. Utilizzando il cavo di collegamento in fibra
ottica, collegare il connettore contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello posteriore di CBM-102 al connettore
sull'interfaccia di collegamento ottico.

™ Per GC-14C:
1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 121


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

2. Utilizzando il cavo di collegamento in fibra ottica, collegare il connettore contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello
posteriore di CBM-102 a quello contrassegnato da "OPT LINK" sul pannello posteriore dell'unità GC.

3. Utilizzando la FUNZIONE 15, impostare i parametri di trasmissione per l'unità GC come segue:

LINK PROTOCOL (PROTOCOLLO DI COLLEGAMENTO) EXTEND (ESTESO)


BAUD RATE (VELOCITÀ DI TRASMISSIONE) 2.400
COMMUNICATION (COMUNICAZIONE) OPT (OTT.)
PARITY (PARITÀ) EVEN (PARI)
STOP BITS (BIT DI STOP) 1
FILE FORMAT (FORMATO FILE) 14CH

4. Al termine delle impostazioni, spegnere l'unità GC. Quindi riaccenderla. Ciò renderà validi i parametri di trasmissione.

™ Per altri modelli GC:


1. Utilizzando il cavo di trasmissione in dotazione, collegare la porta COM sul personal computer al connettore
contrassegnato da "RS-232C" sul pannello posteriore di CBM-102.

122 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

12.2.6 Impostazioni di Configurazione del Sistema


Dopo aver installato il software e ultimato il cablaggio tra il computer e l'unità GC, inserire le impostazioni iniziali del
sistema (configurazione del sistema):

Fare clic sull'icona


[GC Analysis 1] <Login> (Accesso)
(Analisi GC 1).

Fare clic su [OK],


con "Admin"
ancora inserito.

Non è necessaria una password.

<GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC)

Fare clic sull'icona


[System Configuration]
(Configurazione del
sistema). Selezionare [Instrument
Type:] (Tipo di strumento)
della connessione corrente.

Selezionare la porta
sull'unità GC collegata
correntemente.

Per collegare AOC-20 a GC-17A o


a GC-14B/C, aprire anche la
finestra <CBM-102 Settings>
(Impostazioni CBM-102).

Per utilizzare AOC-20,


selezionare la casella di
controllo [AOC Connection]
(Connessione AOC).

Impostare [Optional Port #] (N. porta opzionale) su 1.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 123


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Per GC-17A, GC-1700 o GC-14, inserire le impostazioni per la


porta dell'unità termica sull'unità di iniezione e sul rivelatore.
Per GC-14B, specificare se si desidera che la porta dell'unità Specifica della disponibilità della porta dell'unità
termica sia disponibile o meno e inserire le impostazioni per la termica (GC-14B)
porta dell'unità termica sull'unità di iniezione e sul rilevatore.

Per GC-2010 o GC-2014, questa


impostazione non è necessaria Impostazione della porta dell'unità
perché le unità collegate all'unità GC termica sul rivelatore.
sono rilevate automaticamente (se le
porte di comunicazione sono state
impostate correttamente).
Impostazione della porta dell'unità
termica sull'unità di iniezione.

Fare clic sul pulsante


[Installation Information ...]
(Informazioni sull'installazione).

Fare doppio clic sul nome dello


strumento.

Fatta eccezione per l'autocampionatore, è possibile impostare


automaticamente tutti gli altri strumenti con [Auto>>]
sull'albero [Configured Modules:] (Moduli configurati:).
Utilizzare per eliminare le unità non utilizzate dall'albero.

<System Configuration> (Configurazione del sistema) (Manuale di riferimento p. 17)


Facendo clic sul nome di un'unità in [Available Modules] (Moduli disponibili) per selezionare e successivamente sul tasto
freccia destro si specifica la periferica come appartenente a [Configured Modules] (Moduli configurati). Selezionare le
periferiche necessarie per creare il proprio sistema di analisi.
Per configurare una periferica è possibile fare doppio clic sul suo nome. Eseguire le impostazioni quali informazioni sulla
colonna, tipo di gas di trasporto e altre impostazioni necessarie per la configurazione del sistema. Le informazioni sulla
colonna sono i parametri necessari per il controllo automatico della pressione e della velocità del flusso, mentre
l'impostazione della temperatura massima è necessaria per proteggere la colonna. Accertarsi che le informazioni sulla
colonna siano impostate correttamente.

124 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.2 Installazione di GCsolution

Nota: Quando si inseriscono le impostazioni (da 2 a 4) di configurazione del sistema iniziale di una unità GC aggiuntiva (generalmente,
n. strumento), avviare innanzitutto il programma di analisi GC con l'icona [GCsolution Analysis #] (N. analisi GCsolution), quindi
utilizzare la stessa procedura utilizzata per la configurazione delle prime impostazione GC.
A questo punto, accertarsi di selezionare le porte di comunicazione corrette per le unità GC collegate. Se si seleziona la stessa porta
di comunicazione per più unità GC collegate allo stesso computer, potrebbe verificarsi un conflitto, provocando un
malfunzionamento delle unità.

L Al termine dell'esecuzione di tutte le impostazioni, dall'installazione del software alle suddette impostazioni, si consiglia di creare una
copia di backup di tutti i file nella cartella "System" (Sistema) (posizionata sotto la cartella per questo software).
In particolare, poiché i file GCSystemConfig#.cfg (per n. strumento, in cui n. è compreso tra 1 e 4) contengono le informazioni di
configurazione del sistema, è possibile ripristinare agevolmente le condizioni ottenute immediatamente dopo l'installazione riscrivendo
questi file nella cartella "System" (Sistema) dopo aver reinstallato il software.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 125


12 Appendici

1212.3. Modalità Rete


12.3

Quando si utilizzano più PC che eseguono GCSolution in rete, l'utilizzo della modalità "Network" (Rete) consente di gestire
a livello centrale sul server le informazioni utente e le impostazioni dei criteri di sistema.
Questa sezione spiega la procedura per impostare la modalità di rete, presupponendo che GCSolution sia installato nella
cartella C:\GCsolution su ogni PC e che il file database contenente le informazioni utente e le impostazioni dei criteri di
sistema (di qui in poi denominato "database di amministrazione del sistema") sia archiviato nella cartella "GC_UserDB" sul
server.
Nota: Determinare una cartella in cui si archiviano i database di amministrazione del sistema e procedere seguendo le fasi seguenti. La
cartella per memorizzare il database di amministrazione del sistema deve essere condivisa in rete e accessibile a tutti gli utenti per
la lettura e la scrittura di dati.

12.3.1 Procedura per l'Impostazione della modalità di rete


1. Copiare il database di amministrazione del sistema nella cartella "GC_UserDB".
Copiare il database di amministrazione del sistema nella cartella System (Sistema)
(C:\GCsolution\System\SysAdmin.mdb) sul primo PC da collegare alla rete nella cartella "GC_UserDB". Non è
necessario eseguire questa operazione per il secondo PC e per quelli successivi.

Nota: Se il primo PC è stato appena installato e in file database di amministrazione utente non è ancora stato creato, aprire la finestra <GC
Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) e chiuderla senza modificarla. Ciò creerà un file database di amministrazione
utente nella cartella System (Sistema).
2. Impostare la modalità di rete.
Avviare il programma di manutenzione del database (C:\GCsolution\Program\GCMntDB.exe).

Selezionare [Network] (Rete), premere il pulsante [Change Database] (Cambia database) e selezionare il database di
amministrazione del sistema incluso nella cartella "GC_UserDB". Dopo aver ultimato le suddette impostazioni, fare clic
sul pulsante [Close] (Chiudi) per uscire da <Database Maintenance> (Manutenzione database).
Occorre eseguire questa operazione anche per il secondo PC e per quelli successivi. Eseguire la stessa operazione per
attivare la modalità di rete su tutti i PC.

3. Registrare i PC nel database di amministrazione del sistema.


Avviare <Instrument Maintenance> (Manutenzione strumento) (C:\GCsolution\Program\GCMntPC.exe).

Per registrare i PC, selezionare [Specify PC] (Specifica PC) per il primo PC e [Add PC] (Aggiungi PC) per il secondo PC
e quelli successivi, quindi fare clic sul pulsante [OK].

126 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.3 Modalità Rete

Si aprirà la seguente finestra <Instrument Maintenance> (Manutenzione strumento). Questa finestra consente di eseguire
le operazioni relative alla manutenzione, come la modifica del nome del PC. Fare clic sul pulsante [Close] (Chiudi) per
uscire da <Instrument Maintenance> (Manutenzione strumento).

Nota: Se la prima finestra di dialogo (Specify/Add PC) (Specifica/Aggiungi PC) di <Instrument Maintenance> (Manutenzione
strumento) non viene visualizzata, chiudere temporaneamente <Instrument Maintenance> (Manutenzione strumento) e fare doppio
clic sul file di ripristino (C:\GCsolution\Regist\ResetPCID.reg), quindi riaprire <Instrument Maintenance> (Manutenzione
strumento).

4. Registrare le unità GC nel database di amministrazione del sistema.


Per tutti gli strumenti GC collegati ai PC, avviare <GC Real Time Analysis> (Analisi in tempo reale GC) e completare le
impostazioni<System Configuration> (Configurazione del sistema). Anche se è già stata completata una volta la finestra
<System Configuration> (Configurazione del sistema), aprire <System Configuration> (Configurazione del sistema) e
accertarsi di premere il pulsante [Set] (Imposta) per chiuderla.

Nota: Il nome di ogni unità GC è utilizzato per la sua identificazione sulla rete. Accertarsi di assegnare nomi unici a tutte le unità GC.

Nota: Per gli strumenti appena registrati, specificare il diritto di utilizzo degli strumenti per ogni utente, quando necessario. In caso
contrario, solo gli utenti con il diritto di amministrazione del sistema possono utilizzare i nuovi strumenti.

Nota: Occorre eseguire un backup del database di amministrazione del sistema per le situazioni di emergenza, quali corruzione del
database stesso. Dopo aver completato le impostazioni di base quali aggiungere utenti, specificarne i diritti e specificare i criteri,
eseguire il backup del database di amministrazione quando nessuno ha accesso al sistema.

Se occorre interrompere l'impostazione della modalità di rete durante la configurazione e riavviare la procedura, eseguire le
seguenti operazioni e rientrare nella procedura di configurazione.
Quando si esegue questa operazione, tutte le eventuali impostazioni delle informazioni utente e dei criteri di sistema saranno
annullate. Prima di eseguire questa operazione, registrare tutte le informazioni necessarie.

1. Eliminare il file database di amministrazione del sistema sul server e copiarlo nuovamente nella stessa posizione.

2. Fare doppio clic sul file di ripristino (C:\GCsolution\Regist\ResetPCID.reg) su ogni PC per eseguirlo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 127


12 Appendici
12.3 Modalità Rete

12.3.2 Registrazione degli Utenti


Al termine dell'impostazione della modalità di rete, registrare gli utenti e impostare i criteri di sistema. Per fare ciò,
selezionare <User Administration> (Amministrazione utente) e <System Policy> (Criteri di sistema) dal menu di
amministrazione di <GCsolution Launcher>.
Nella modalità di rete, le impostazioni delle informazioni utente e dei criteri di sistema sono condivise tra i PC, pertanto, una
volta completata questa procedura su un PC singolo, non sarà necessario ripeterla sugli altri PC.
Per ulteriori informazioni su <User Administration> e <System Policy>, fare riferimento al manuale di amministrazione.

™ Utilizzo dello strumento di autenticazione utente


Se si utilizza il software CLASS-Agent (opzionale) è possibile gestire le informazioni utente utilizzando lo strumento di
autenticazione utente.

L'utilizzo dello strumento di autenticazione utente consente di condividere l'elenco di utenti con altri software che
utilizzando gli stessi tipi di strumento (es., CLASS-Agent e LCsolution).

Le impostazioni iniziali in GCsolution presuppongono che lo strumento di autenticazione utente non sia utilizzato. Per
utilizzare lo strumento di autenticazione utente, modificare le impostazioni iniziali per registrare gli utenti.

Fare doppio clic sul file AttestServer_ON.reg nella cartella Regist (generalmente, C:\Gcsolution\Regist) per eseguirlo.
GCsolution sarà modificato in modo da poter utilizzare lo strumento di autenticazione utente.
Per l'installazione dello strumento di autenticazione utente e la relativa configurazione di sistema, fare riferimento al manuale di istruzioni
per il primo strumento.

Nota: Se si modificano le impostazioni per utilizzare lo strumento di autenticazione utente, rivedere le impostazioni per i diritti utente
nella finestra <User Administration> (Amministrazione utente). Se un utente con lo stesso nome è già incluso nel database di
amministrazione del sistema, la password specificata con lo strumento di autenticazione utente diventerà attiva. Qualsiasi utente
non incluso nello strumento di autenticazione utente tra gli utenti specificati prima della modifica sarà gestito come gli utenti
eliminati (è possibile ripristinarli in seguito).

12.3.3 Nuova Registrazione di un PC


Per registrare un PC per l'ambiente di rete, per esempio a causa della sostituzione di un PC esistente, eseguire le operazioni
descritte in "12.3.1 Procedura per l'Impostazione della modalità di rete". Nella fase 4, selezionare il nome del computer
utilizzato sul PC precedente prima della sostituzione dall'elenco di nomi di computer nella finestra <Instrument
Maintenance> (Manutenzione strumento), selezionare [Specify PC] (Specifica PC) e fare clic sul pulsante [OK].
Nota: Se si seleziona una nome di computer errato, chiudere temporaneamente <Instrument Maintenance> (Manutenzione strumento),
fare doppio clic sul file di ripristino (C:\GCsolution\Regist\ResetPCID.reg) per eseguirlo e aprire nuovamente <Instrument
Maintenance> (Manutenzione strumento) per selezionare il nome di computer corretto.

128 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici

1212.4. Informazioni sull'Account Utente di


12.4

Windows
Quando si utilizza GCsolution con un account utente diverso dal gruppo Amministratore su Windows XP-pro, occorre essere
a conoscenza dei seguenti limiti.

™ Precauzioni per la sicurezza nelle cartelle in Windows XP


In Windows XP-pro, l'accesso alle cartelle create direttamente nella directory principale (C:\) è vietato per gli account utente
diversi da quelli del gruppo di Amministratori.

Pertanto, se si è eseguito l'accesso al PC con un account utente diverso da quelli del gruppo Amministratore, come un
account utente Power, e si è cercato di utilizzare un'applicazione installata in una cartella direttamente nella directory
principale (C:\), si verificheranno problemi, quali l'impossibilità di avviare l'applicazione o di salvare e modificare i file di
dati.

Per evitare questi problemi, GCsolution modifica i diritti di sicurezza per la cartella "GCsolution" e le sue sottocartelle al
momento dell'installazione, consentendo la condivisione di file di dati e file metodo.

Se si crea una nuova cartella di dati in qualsiasi posizione diversa dalla cartella di installazione di GCsolution (o delle sue
sottocartelle), potrebbe non essere più possibile eseguire alcune operazioni quali la creazione di una sottocartella e il
salvataggio di un file. È pertanto necessario modificare le impostazioni di sicurezza per la cartella utilizzando un'apposita
funzionalità di Windows.
Nota: Per informazioni sulla modifica delle impostazioni di sicurezza in Windows XP, fare riferimento al manuale dell'utente per
Windows XP.

Nota: L'impostazione delle autorizzazioni di accesso è una funzione disponibile solo nel sistema di file NTFS.

Nota: Windows XP dispone di una funzione multiutente che consente di modificare l'accesso utente senza uscire dai programmi attivi su
un PC condiviso da più utenti. Se un utente avvia GCsolution mentre un altro lo sta utilizzando, si verifica un errore e potrebbe
essere necessario riavviare l'unità GC e il PC. Pertanto non utilizzare la funzione multiutente mentre GCsolution è attivo.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 129


12 Appendici

1212.5. Specifiche di GCsolution


12.5

Apparecchiatura collegabile:
• Quando si controllano le unità GC-2010, GC-2014, GC-17A V3/V2/V1, GC-1700, GC-14B o GC-14C* e
fino a due unità AOC-20i/20s/20d, è possibile utilizzare massimo 4 rivelatori ciascuna (3 rivelatori quando il
tempo di campionamento è 4 msec). Quando si utilizza l'unità GC e fino a quattro unità AOC-20i/20s/20d, è
possibile utilizzare 2 rivelatori/GC (1 rivelatore per ogni linea quando si utilizzano due linee).
Nota: L'unità GC-14C è destinata esclusivamente al mercato cinese.
Nota: Per qualsiasi modello GC diverso da GC-2010 o GC-2014, è necessario CMB-102 (per fino a 2 canali per unità quando si aggiunge
la scheda a 2 canali). Anche un "Altro modello GC" consente di acquisire i dati inserendo segnali analogici dal rivelatore al CBM-
102.
Nota: La connessione tra GCsolution e strumenti GC via Ethernet è supportata dall'opzione di connessione GC-LAN (disponibile come
opzione).

Acquisizione dati:
• Periodo di campionamento min.: 4 msec (sensibilità di integrazione min.: 0,004 µV/sec.) ... GC-2010, GC-
2014
• Iniezione doppia
→ compatibile con le analisi di volumi elevati
• Analisi singola/batch
• Analisi aggiuntiva/interruttiva
• Estensione del tempo di analisi
• Anteprima
• Analisi a scaglioni

Elaborazione dei dati:


• Metodi di identificazione (metodo finestra/banda, metodo del tempo di intervento assoluto/relativo/multi
relativo e raggruppamento)
→ È possibile tornare al tempo di ritenzione della tabella mista e correggerlo automaticamente.
• 6 metodi di calcolo quantitativo (basati su area/altezza)
→ metodo di normalizzazione dell'area, metodo di normalizzazione dell'area corretta, normalizzazione
dell'area corretta con fattore scala, metodo standard interno, metodo standard esterno e metodo di aggiunta
standard
• Integrazione del picco manuale
→ può essere eseguita sul grafico del cromatogramma, memorizzato come tabella temporale.
• Confronto dei dati
• Calibrazione
• 7 tipi di curve di calibrazione
(passanti o meno dall'origine; e peso (1/C, 1/C2, 1/A, 1/A2) sono selezionabili)
→ lineare, punto-punto, quadratica, cubica, RF medio, esponenziale, RF manuale (lineare, esponenziale)
• Numero di curve di calibrazione (16 livelli x 10 punti)
→ Le curve di calibrazione possono essere create manualmente.
• È possibile selezionare la concentrazione o area/altezza per l'asse X della curva di calibrazione.
• Creazione del formato di report:
• 18 elementi riportati
→ Configurazione del sistema, informazioni campione, informazioni sullo stato, tabella batch, metodo,
cromatogramma, tabella dei picchi, risultati quantitativi, risultati raggruppamento, curva di calibrazione,
riepilogo (conc.), riepilogo (composto), immagine, testo e oggetto grafico (linea/rettangolo/ellisse)
• È supportato un layout su pagine multiple e sono allegati 22 tipi di modelli standard.
• Anteprima

130 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


12 Appendici
12.5 Specifiche di GCsolution

File:
• File metodo, file formato di report e file batch
→ SOP è supportato con il file modello.
• File di dati (le seguenti informazioni sono memorizzate nel sistema a struttura composta)
→ cromatogrammi, risultati di elaborazione dei dati, metodo, formato di report, batch, configurazione del
sistema e informazioni sullo stato.
• Conversione dei file (Formato AIA ANDI [input/output], formato CLASS-GC10/VP4 [input], formato ASCII
[output] e formato PDF (Portable Document Format) * [output])
* Occorre installare anche Adobe Acrobat.

Supporto GLP/GMP:
• Sicurezza password
• Restrizioni operative relative all'amministrazione del sistema e impostazioni gruppo autorizzate
• Funzione di blocco
• Controllo sistema (Autodiagnosi GC) ... GC-2010, GC-2014
• Log informazioni di stato ... GC-2010, GC-2014
• Controllo corruzione del software
• Controllo integrità dati non elaborati
• Pista di controllo
• Rollback dei dati
• Struttura unica file di dati del sistema
• Calcolo prestazioni colonna (USP, JP, JP2, EMG, EMG50%, Area/Altezza)
• QA/QC (calcolo statistico)

Supporto operativo:
• Barra assistente
• Explorer di dati
• Ricerca file
• Modalità di impostazione parametri strumento semplice (modalità standard)
• Procedura guidata per la creazione di tabelle batch
• Procedura guidata per la creazione di tabelle miste
• Manuale in linea

Supporto automatico:
• Creazione automatica di nomi di file di dati
• Avvio/arresto automatico dell'unità GC ... Solo l'unità GC-14B consente l'avvio automatico.
• Accodamento di elaborazioni batch
• Interruzione automatica di elaborazioni batch
• Avvio programma utente tramite pre/post elaborazione o funzione programma esecuzione azionata da criteri
in ogni linea batch.

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 131


12 Appendici
12.5 Specifiche di GCsolution

Pagina lasciata Intenzionalmente vuota.

132 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution


INDICE

A File metodo .................................................... 106


Colonna della tabella ......................................... 93
Modifica della larghezza ................................... 93
Azione (<Batch Table>) ..................................... 71 Modifica delle condizioni di visualizzazione ..... 94
[Add Rows With Data Files...] Menu .................. 76 Colonna N. riga ................................................. 93
Adobe Acrobat ................................................. 108 Colonna tabella
Acrobat Reader .............................................. 108 Funzionamento ................................................ 93
Analisi aggiuntiva ............................................... 77 Selezione ......................................................... 93
Analisi di prova .................................................. 40 Condizionamento .............................................. 39
<Analytical Line> <Convert Data file to ASCII file>
[Detector] Scheda (Converti file di dati in file ASCII) .......... 106
[Base Period] Casella di riepilogo ........... 34 <Create New Project (Folder)>
Assistant Bar (Barra assistente) ........................ 89 (crea nuovo progetto (Cartella)) ........... 102
Azione ................................................................ 71 Cromatogramma di sfondo ................................ 74
Curva di Calibrazione ........................................ 24
B
D
Barra assistente ............................................. 5, 90
Barra degli strumenti ..................................... 5, 89 DAO ................................................................ 113
Barra dei menu .................................................... 5 Installazione ................................................... 109
Barra del titolo ..................................................... 5 <Data Acquisition> (Acquisizione dati) ...... 89, 103
[Base Shift] Menu .............................................. 56 <Data Analysis> (Analisi dei dati) ........ 17, 89, 103
File di dati della linea di base (<Batch Table>) [Data Analysis] Icona ........................................ 16
(Tabella Batch) ........................................ 74 <Data Comparison> .......................................... 56
[Batch] Barra assistente <Data Comparison> (Confronto dei dati) .. 89, 103
[Stop] Icona ...................................................... 31 <Data Explorer>
[Batch Processing] Icona ............................. 25, 75 Maximizing ....................................................... 92
<Coda batch> .................................................... 77 <Data Explorer> (Explorer di dati) ......... 5, 89, 101
<Batch Table> (Tabella batch) .................. 89, 103 <Data File Tree> View ...................................... 20
<Batch Table Wizard> ....................................... 26 <Data Processing Parameters>
[Integration] Scheda
C [Width] Casella di modifica ..................... 34
Dati cella
[Calib Level#] Casella di modifica ...................... 23 Annulla ............................................................. 97
<Calibration Curve> Copia ................................................................ 97
(Curva di calibrazione) .................... 89, 103 Incolla ............................................................... 97
Calibrazione di gruppo Inserimento di valori ......................................... 97
Curva di calibrazione ........................................ 69 Taglia ............................................................... 97
[Cancel Edit] Menu ............................................ 55 Dimensioni pagina ............................................. 85
Cella .................................................................. 93 Doppio clic su un file ................................. 90, 103
Cella del titolo ................................................... 93 [Download Parameters] Icona ........................... 12
Selezione multipla ............................................ 97
Cella del titolo .................................................... 93 E
<Change Stop Time>
(Modifica tempo di arresto) ..................... 31 Elaborazione batch ........................................... 64
<Chromatogram> View 2 linee ............................................................... 73
Magnify (Visualizzazione cromatogramma Elaborazione batch in tempo reale
Ingrandisci) ............................................. 56 avvio ................................................................. 28
Shift (visualizzazione cromatogramma Elemento report
Sposta) .................................................... 56 Incollato ............................................................ 81
Undo (Visualizzazione cromatogramma Layout .............................................................. 84
Annulla) ................................................... 56 Ridimensionare ................................................ 83
CLASS-GC10 Esecuzione post elaborazione
File cromatogramma ...................................... 106 Avvio ................................................................ 76
File di dati ....................................................... 106 Esportazione
File metodo ..................................................... 106 Formato di report .............................................. 48
CLASS-VP4 Estensione .................................................. 6, 101
File di dati ....................................................... 106

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 1
F Guida HTML .................................................... 113
Guida in linea .................................................. 107
File
Apertura .................................................... 99, 103 H
Doppio clic su un file ....................... 90, 103
Conversione formato ...................................... 105 <Header/Footer> (Intestazione/Piè di pagina) .. 85
Copia .............................................................. 104
Doppio clic ................................................ 90, 103 I
Eliminazione ................................................... 104
Estensione .................................................. 6, 101 Importazione
gcb .................................................... 6, 101 Formato di report .............................................. 48
gcd .................................................... 6, 101 Iniezione campione
gcm ................................................... 6, 101 Volume di iniezione .......................................... 71
gcr ..................................................... 6, 101 [Initialize Calibration Curve] Pulsante ................ 23
Informazioni cronologia .......................... 100, 105 Volume di iniezione (<Batch Table>) .......... 71, 72
Modifica dei nomi ........................................... 105 <Instrument Monitor> ........................................ 29
Salvataggio ..................................................... 100 <Instrument Monitor> (Monitor strumento) ........ 89
Spostamento .................................................. 104 [Instrument Monitor] Pulsante ........................... 12
File batch ..................................... 6, 100, 101, 103 <Instrument Parameter> Visualizzazione
File cromatogramma [Auto-Sampler] Scheda .................................... 10
CLASS-GC10 ................................................. 106 [Column] Scheda .............................................. 11
File di dati .............................. 6, 88, 100, 101, 103 [Detector] Scheda ............................................ 11
CLASS-GC10 ................................................. 106 [Sampling Rate] Casella di riepilogo ....... 34
CLASS-VP4 .................................................... 106 [Injection Unit] Scheda ..................................... 10
File formato di report ................. 88, 100, 101, 103 Internet Explorer .............................................. 113
File formato report ............................................... 6 <ISTD Amount> (Quantità ISTD) ...................... 63
File metodo .................................. 6, 100, 101, 103
CLASS-GC10 ................................................. 106 L
CLASS-VP4 .................................................... 106
Formato di report <Login> (Accesso) .............................................. 5
Esportazione .................................................... 48
Importazione ..................................................... 48 M
Formato di visualizzazione della finestra ........... 91
Manuale in linea .............................................. 108
G Margini .............................................................. 85
File metodo (<Batch Table>) ............................. 71
<GC Analysis (Editor)> (Editor analisi GC) ......... 5 <Method> View
<GC Postrun> Edit Mode ......................................................... 18
<Data Analysis> ............................................... 16 View Mode ....................................................... 18
<GC Postrun> (Post elaborazione GC) ............. 89 <Method> Visualizzazione
[GC Postrun] Icona ............................................ 16 [Integration] Scheda ......................................... 18
<GC Properties> (Proprietà GC) ....................... 33 Metodo
<GC Real Time Analysis> Esportazione .................................................... 47
(Analisi in tempo reale GC) ..................... 89 Importazione .................................................... 47
[GC Real Time Analysis] Icona ............................ 7 Metodo quantitativo
<GC-2010> ........................................................ 33 Aggiunta standard ............................................ 65
gcb ............................................................... 6, 101 Esponenziale .................................................... 67
gcd ............................................................... 6, 101 normalizzazione dell'area ................................. 59
gcm .............................................................. 6, 101 normalizzazione dell'area corretta ................... 60
gcr ................................................................ 6, 101 normalizzazione dell'area corretta con fattore
GCsolution scala ................................................ 60
Disinstallazione .............................................. 116 RF manuale ...................................................... 66
Installazione ................................................... 112 Standard esterno .............................................. 60
<GCsolution Setup> Standard interno ............................................... 62
(Configurazione GCSolution) ................ 112 Iniezione multipla (<Batch Table>) .............. 71, 72
Griglia ................................................................ 84
Group Calibration (Calibrazione di gruppo)
......................................................................... 69
Guida ............................................................... 107

2 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution
N [Single Run] Icona ............................................. 14
[Slope Test] Pulsante ........................................ 32
Numero linea analitica ....................................... 36 [Snapshot ] Pulsante ......................................... 32
Spostamento
O Sinistra-Destra ................................................. 56
Superiore-Inferiore ........................................... 56
[Open Reference Data File] Menu ..................... 15 'Standard' Campione ......................................... 23
Operazione unica .............................................. 64 [START] Pulsante ................................. 15, 28, 44
<Output Window> (Finestra di output) ........... 5, 89 Stretch/Contraction
Left-Right (estensione/contrazione
P sinistra- destra) ....................................... 56
Upper-Lower (estensione/contrazione
<Page Setup> (Imposta pagina) ........................ 85 superiore-inferiore) ................................. 56
Parametro di Elaborazione Batch ...................... 71 Tipo riepilogo (<Batch Table>) .......................... 71
Parametro di identificazione del picco ............... 53 controllo del sistema (<Batch Table>) ............... 71
Parametro di integrazione dei picchi ................. 18 <System Configuration>
Pausa ................................................................ 77 Setting (impostazioni di configurazione
Picco fantasma .................................................. 40 del sistema) ................................... 123
[Preview] Icona ............................................ 82, 87 [System Configuration] Icona .............................. 8
Progetto ........................................................... 101 [System Off] Icona ............................................. 29
Creazione ....................................................... 102 [System On] Icona ............................................. 12
Eliminazione ................................................... 102
Programma utente ............................................. 71 T
Pulizia ................................................................ 40
Tabella batch ..................................................... 71
Q Controllo del sistema ........................................ 71
File metodo ...................................................... 71
Quantità standard interno .................................. 63 Modalità di esecuzione ..................................... 71
N. opzione ........................................................ 71
R Volume di iniezione/Iniezione multipla ............. 71
Tabella composto ................ 61, 63, 65, 66, 67, 69
Raggruppamento Tabella gruppo .................................................. 69
Calibrazione di gruppo ..................................... 68 <Table Style> (Stile tabella) .................. 71, 94, 96
Risultati della misura quantitativa ..................... 70 [Table Style] Menu ............................................ 55
Totale concentrazione ...................................... 68 Tipo riepilogo ..................................................... 71
<Report> .................................................... 89, 103 [Type] Scheda (<Settings>) .............................. 72
[Report in Data File] Icona ................................. 87
Riga tabella U
Aggiunta ........................................................... 95
Eliminazione ..................................................... 95 Unità GC aggiuntive ........................................ 118
Modifica quantità di visualizzazione ................. 96 'Unknown' Campione ......................................... 24
Selezione .......................................................... 95 <User Information> (Informazioni utente) ........ 114
Rilevamento S con (FPD) .................................. 67 Programma utente (<Batch Table>) .................. 71
Modalità di esecuzione (<Batch Table>) ........... 71
V
S
Visualizzazione
[Sample ID] Casella di modifica ......................... 14 Modifica delle dimensioni ................................. 91
[Sample Login] Icona ......................................... 14
[Sample Name] Casella di modifica ................... 14 W
[Save Format As Template] Menu ..................... 82
Select Line (Seleziona linea) ............................. 37 [Wizard] Icona ................................................... 26
<Setting Slope> (Impostazione pendenza) ....... 32
<Impostazioni>
[Type] Scheda .................................................. 72
[Show Window] Menu ........................................ 90
[Single Run] Barra assistente
[Start] Icona ...................................................... 15
[Stop] Icona ...................................................... 31

Funzionamento di LabSolutions/GCsolution 3
Pagina lasciata Intenzionalmente vuota.

4 Funzionamento di LabSolutions/GCsolution