Sei sulla pagina 1di 7

Guida all'uso del Thesaurus Linguae Graecae

Introduzione
Questa guida si propone di semplificare la vita a tutti coloro che si troveranno a che fare, per
qualsiasi scopo, con il Thesaurus Linguae Graecae. Tale strumento di ricerca, sicuramente molto
potente, è anche, ad un primo impatto, molto complicato. Da ciò nasce l'esigenza di spiegare in che
modo questo strumento possa essere adeguatamente adoperato.
Installazione

Il Thesaurus Linguae Graecae (TLG) nasce come centro di ricerca dell'Università della California, e
in breve tempo si rivolge alla digitalizzazione dei testi della letteratura Greca. In formato digitale, il
TLG è comunemente reperibile su internet, al sito http://www.tlg.uci.edu/ e attraverso forme di
condivisione peer to peer, quali quelle realizzate attraverso strumenti comunemente adoperati, come
Emule e i file Torrent.
Una volta acquisito il cdrom del TLG, la procedura di istallazione si rivela non strettamente legata
al TLG stesso, quanto ai programmi capaci di adoperare l'enorme database fornito. Fra questi
programmi, questa guida si occuperà del software chiamato Mousaios e di Diogenes.

Installazione di Musaios

L'installazione del programma Musaios è molto semplice. Innanzitutto procedere con un doppio
click sul file di setup, come nelle consuete installazioni. Conclusa l'installazione, il programma
richiederà, al primo avvio, la registrazione.

Uso di Musaios

Dopo l'avvio, Musaios si presenterà come nell'immagine

La prima cosa da fare, sarà andare ad impostare le directory contenenti il database (è consigliato,
per una maggiore rapidità di consultazione, spostare le directory nel proprio hard disk). Per fare ciò,
cliccare su Options, e poi su User File Information.
Si aprirà così la seguente finestra, dove andremo ad impostare le directory contenenti il database
(nell'immagine sono riportate le directory del computer su cui è stata scritta la guida, ogni utente
dovrà adoperare le proprie)

A questo punto, impostate le directory, il programma sarà totalmente funzionante.


Per effettuare una ricerca degli autori e delle loro opere, basta cliccare sul primo tasto a sinistra,
sotto la scritta “file”
Comparirà così il “canone” degli autori

Da questo canone sarà possibile selezionare l'autore di cui si intendono consultare le opere.
Cliccando sull'autore (nell'esempio, abbiamo scelto Eschilo), si ottengono le opere contenute nel
database, da cui scegliere quella che si desidera consultare
Comparirà così il testo, in greco, dell'opera prescelta.

Diogenes

Un altro programma, opensource, multipiattaforma e gratuito, al contrario di Musaios, che si può


adoperare per la consultazione del Thesaurus è Diogenes. Diogenes è reperibile, nelle versioni
Windows, Mac e Linux, sul sito http://www.dur.ac.uk/p.j.heslin/Software/Diogenes/index.php.
È da notare come il programma, una volta installato, occupi circa 500 mega dell'hard disk.

Installazione

L'installazione di Diogenes, in versione Windows, è molto semplice. Basta cliccare due volte sul
file di setup. L'installazione per Linux è lievemente più complicata. Bisognerà scompattare
l'archivio e cliccare due volte sul file denominato “linux-installer.pl”. L'installazione per Mac
prevede solamente che si scompatti l'archivio. Il programma sarà direttamente lanciabile cliccando
sull'icona a forma di lettera greca delta.

Uso di Diogenes

Nota preliminare all'uso: sotto Linux si è riscontrato come Diogenes non riconosca il database del
TLG se qusesto è composto da file nominati in maiuscolo. Al riguardo, una soluzione è quella di
rinominare tutti i file mutando i nomi dei file dal maiuscolo al minuscolo. Sotto Linux, questa
procedura diventa piuttosto rapida adoperando un programma come Gprename.Su Windows si può
ottenere lo stesso effetto adoperando il programma Wildrename, reperibile sul sito
http://www.cylog.org/utilities/wildrename.jsp. Gli utenti mac potranno ottenere lo stesso effetto
adoperando Automator, reperibile su http://www.apple.com/downloads/macosx/automator/.
Appena aperto Diogenes ci presenterà subito varie alternative fra cui scegliere, ovvero i vari tipi di
ricerca effettuabili, la scelta di quale database adoperare, ed eventuali autori o opere su cui
localizzare la scelta
Al primo tentativo di ricerca, il programma chiederà di selezionare le directory conteneti il
database. Questa scelta sarà comunque sempre modificabile cliccando su “current setting page”,
dove sono disponibili anche altre opzioni (principalmente sui caratteri da adoperare),

Per aprire l'elenco degli autori dei singoli database, occorrerà selezionare nel primo campo “Browse
to a specific passage in a given text” e non immettere alcuna parola nell'ultimo campo, premento
direttamente il tasto “go”. Si otterrà così il seguente risultato

A questo punto potremo procedere con la scelta di un autore, selezionandolo e cliccando su “Show
works by this author”. Nell'esempio, si è proceduto con Eschilo
Procedendo allo stesso modo di quanto fatto per l'autore, si selezionerà l'opera, accedendo ai testi in
greco.