Sei sulla pagina 1di 75

ALLENAMENTO INTEGRATO

Andrea Capobianco

andrea.capobi@gmail.com  
andrea  capobianco  
Allenamento  integrato  :    
IL  PROGRAMMA  
Conce:o  di  integrazione  
L’integrazione  presuppone  un  a:eggiamento  integra?vo  
Integrazione  =  Costruzione  di  una  totalità  comune  
Il  modello  integrato  
Descrizione  ed  applicazione  del  modello  integrato  negli  sport  individuali  
Descrizione  ed  applicazione  del  modello  integrato  negli  sport  di  squadra  
Esempio  di  modello  integrato  in  uno  sport  di  alto  livello  –  Modello  integrato  
nella  pallacanestro  

andrea  capobianco  
CI  SONO  INTERFERENZE?  

TECNICA  

FISICA  

PSICOLOGICO  

ATLETA  UOMO  
andrea  capobianco  
              A  
       
 
                             L  
                                                         L  
Fisiche  
                   E  
               N  
             A  
             M  
               E  
                 N  
Tecniche   Psicologiche  
            T  
                   O  
LE  INTERFERENZE  
ESISTONO!!!  
andrea  capobianco  
OGNI  ALLENATORE  
INCARNA  
CONSAPEVOLMENTE  
O  SPONTANEAMENTE    
(INCONSAPEVOLMENT
E)  UN  TIPO  DI  
INTEGRAZIONE      

andrea  capobianco  
SE  SIAMO  CONVINTI  ….  LA  SCELTA  
ESSERE  CONSAPEVOLI   NON  ESSERE  CONSAPEVOLI  

Possiamo  indirizzare  l’intervento   Intervento  “casuale”  


Capire  l’errore  …  cosa  è  dovuto   Difficoltà  di  me:ere  in  discussione  le  
Me:ere  in  discussione  le  proprie   scelte  
scelte   Correzione  unilaterale  (esempio  solo  
……………….   tecnica)  
………………….  

andrea  capobianco  
PROBLEMATICHE:  a:eggiamento  con  
“mondi”  diversi  
A/eggiamento  di  distacco   A/eggiamento  costruendo  pon>  

•  Restare  nel  mio  mondo  con   •  Ciò  che  è  diverso  è  fonte  di  
poca  possibilità  di  crescita  =   conoscenza  …  maggiore/
orizzon?  …  limita?   migliore  se  all’interno  di  
una  relazione  posi?va=  
orizzon?  amplia?  

andrea  capobianco  
A:eggiamento  integra?vo  
Con  quale  a:eggiamento  ci  si  avvicina  a  ciò  che  è  
diverso?  
Fonte  di  arricchimento  o  di  minaccia?  

“ATTEGGIAMENTO  INTEGRATIVO  CONDUCE  NELLA  


DIREZIONE  DI  CONSIDERARE  CIO’  CHE  E’  DIVERSO  
COME  LA  MAGGIOR  FONTE  DI  CONOSCENZA  DI  
SE  STESSO  E  DEL  MONDO  SPECIALMENTE  
QUANTO  CIO’  AVVIENE  ALL’INTERNO  DI  UNA  
RELAZIONE  POSITIVA  CONSOLIDATA.”  

andrea  capobianco  
Conce:o  di  integrazione  
=  
Costruzione  di  una  totalità  comune  

andrea  capobianco  
Integrazione  intesa  come  costruzione  
di  una  totalità  comune  
E’  necessario:   - Mettere insieme le cose
1.  La  conoscenza  della  legge  di   senza curarsi delle “regole”
funzionamento  di  ciascuna  delle   produce un’integrazione
iden?tà  che  si  vogliono  far   “spontanea” che può
incontrare  (integrare)  
(spesso) non convertirsi in
2.  Del  livello  a  cui  è  possibile  
l’incontro  
un potenziamento della
3.  Della  posizione  gerarchica  (=ruolo)  
totalità generale come si ci
che  ciascuna  di  esse  assumerà   attenderebbe dalla buona
all’interno  della  totalità  comune   qualità delle identità che
si affrontano.

andrea  capobianco  
•  Assunzione  del  ruolo  nella  relazione  
•  Ruolo  “recitato”,  ruolo  “incarnato”  
•  Intenzionarsi  alla  relazione  ovvero  
“ge:are  pon?”  
•  Avere  consapevolezza  della  propria  
stru:ura  di  personalità,so:o  stress  

andrea  capobianco  
ALLENAMENTO  
Semplice  somma  delle  par>   Integrazione  delle  par>  
Parte  fisica      reacvità  dei  piedi  

  +   fisico  
Parte  tecnica  scivolamen?  dif.    

+  
Parte  mentale  far  memorizzare  
uno  schema  
tecnico   mentale  
=  
ALLENAMENTO  funzionale    
Allenamento  funzionale  
andrea  capobianco  
Come  me:ere  insieme  le  par??  

LA  FORMULA  STRUTTURALE  

=  

LA  RICETTA  
(COME  SI  METTONO  INSIEME  LE  PARTI)  

andrea  capobianco  
Allenatori  di  uomini  

Ma  prima  dobbiamo  aver  chiaro  la  visione  di  


Uomo  che  ciascuno  di  noi  ha  e  in  cui  crede  

Incontrandosi  su  questa  visione  le  risposte  


saranno  più  comprensibili  

andrea  capobianco  
INCONTRARSI  

Non  significa  essere  d’accordo  ma  


semplicemente  che  le  visioni  possono  essere  
diverse  e  se  si  è  consapevoli  è  più  facile  
confrontarsi.  

andrea  capobianco  
Esempio  di  :  Tre      visioni      di      Uomo  
1.  L’Uomo  Macchina  da  usare  quando  serve  e  
per  ciò  che  serve  
2.  L’Uomo  organismo  spontaneo  che  lasciato  
libero  certamente  realizzerà  le  proprie  
responsabilità  
3.  L’Uomo  Sogge:o  sintesi  di  
CONSAPEVOLEZZA;  LIBERTA’,  RESPONSABILTA’  

andrea  capobianco  
UOMO  SOGGETTO  SINTESI  DI  CONSAPEVOLEZZA  
LIBERTA’  E  RESPONSABILITA’    
è  
la  visione  più  favorevole  allo  sviluppo  della  
qualità  

Ma  le  altre  due  non  vanno  demonizzate  e  vanno  


sempre  viste  all’interno  della  visione  integrata  

andrea  capobianco  
UOMO  SOGGETTO  SINTESI  DI  CONSAPEVOLEZZA  
LIBERTA’  E  RESPONSABILITA’    

È  la  visione  più  complessa  che  comprende  ed  


integra  le  altre  due.    

andrea  capobianco  
Esempio  
Far  allenare  un  giocatore  su  aspec  della  mentalità  difensiva  
tra:andolo  come  macchina  che  non  può  scegliere  
autonomamente  di  allenarsi  al  ?ro;  oppure  impedendogli  di  
seguire  il  suo  is?nto  di  ?ratore  e  di  a:accante.  
Può  sembrare  che  abbia  sacrificato  il  II  e  III  aspe:o  a  favore  del  I;  
in  realtà  u?lizzo  la  prima  per  rendere  la  III  più  ampia  e  ricca  in  
modo  tale  che  quando  sarà  automa?zzata    (e  cioè  spontanea)  
anche  la  II  diven?  più  capace.  
Aiuto  il  giocatore  a  non  essere  schiavo  della  sua  spontaneità  che  
lo  rende  limitato;spingo  il  giocatore  a  superarsi  per  dargli  la  
possibilità  di  una  libertà  di  scelta  più  grande  e  strumen?  più  
ricchi  per  vivere  una  pallacanestro  più  complessa.    

andrea  capobianco  
La  cura  delle  relazioni  interpersonali  
quan?  e  quali  livelli  tocca?  
E’  sufficiente  il  buon  rapporto  tra  il  Coach  ed  i  
giocatori  per  garan?re  un  lavoro  di  qualità?  

E’  illusorio  credere  che  la  squadra  sia  in  un  


sistema  impermeabile  alle  tensioni  ed  ai  
segnali  posi?vi  o  nega?vi  che  arrivano  
dall’esterno.  

andrea  capobianco  
L’allenatore  può  decidere  di  non  vedere  tante  
cose,  decidere  che  non  esistono  tante  cose….  
ma  ciò  si  rifle:erà  sulla  qualità  del  suo  lavoro.  

andrea  capobianco  
Integrazione  è  una  parola  che  oggi  va  di  moda  e  questo  non  perme5e  
di  soffermarsi  con  serietà  sul  suo  significato.  
Non  se  ne  coglie  neppure  il  sacrificio  necessario  al  suo  raggiungimento  
dato  che  spesso  lo  si  presenta  come  un  fenomeno  spontaneo  che  si  
o<ene  me5endo  insieme  cose  diverse.  
La  parola  integrazione  rappresenta  l’essenza  della  crea@vità  umana  
quando  costruisce  “formule”    fru5o  di  incontri  fra  mondi  diversi.  
Tu5o  ciò  avviene  con  sforzo  e  sacrificio.  Un  lavoro  di  con@nue  
traduzioni  e  sintonizzazioni  del  mondo  della  preparazione  fisica  nel  
mondo  della  tecnica  con  la  mediazione  del  mondo  delle  relazioni  
interpersonali.    Un  lavoro  fa5o  con  persone  che  me5ono  insieme  
competenze  ed  umiltà  per  o5enere  un  risultato  comune.  Un  lavoro  
profondo  e  invisibile  i  cui  fru<  sono  inspiegabili  se  non  compiendo  
uno  sforzo  per  andare  oltre  l’apparenza.      

andrea  capobianco  
Modello  integrato  
•  Negli  allenamen?  

•  Nella  costruzione  di  una  squadra  

•  Nella  preparazione  di  un  gioco  d’a:acco  

•  Nella  preparazione  di  una  gara    

•  Nella  ges?one  delle  par?te/gara  

andrea  capobianco  
Conce:o  di  integrazione:    
l’integrazione  presuppone  la  conoscenza  

Incontri  =  Integrazioni  

                 Casuali  (non  dipendono  da  noi)                                                                                                                                    


 Spontanei  (a:razione)                                                              Scel?  (dopo  aver      
                                                                                                                                                            rifle:uto)                            

andrea  capobianco  
L’integrazione  presuppone  la  
conoscenza  
1.  Vita  come  storia  di  incontri  (=conoscenza  
spontanea)  

2.  Incontro  con  gli  altri  come  possibilità  di  


incontrare  se  stessi  (=  conoscenza  riflessa)  

andrea  capobianco  
L’integrazione  prevede  un  
a:eggiamento  integra?vo  
•  Cosa  facciamo  quando  incontriamo  gli  altri?    

•  Quando  incontriamo  gli  altri  incontriamo  par?  di  noi?  

•  Con  quale  a:eggiamento  ci  si  avvicina  a  ciò  che  è  diverso  che  
sia  dentro  o  fuori  di  se?  

•  Ci  sen?amo  minaccia?  da  ciò  che  è  diverso  o  è  fonte  di  


arricchimento?  

andrea  capobianco  
A:eggiamento  integra?vo  
=  
Conduce  nella  direzione  di  considerare  ciò  che  è  
diverso  come  la  maggior  fonte  di  conoscenza  
di  se  stesso  e  del  mondo  specialmente  quando  
ciò  avviene  all’interno  di  una  relazione  posi?va  
consolidata    

andrea  capobianco  
LEZIONE  PRATICA  DEL  
04/05/2011  

PARTI    
GIOCATORI  –  SPETTATORI  –  
TOTALITA’  ALLENAMENTO  
COACH  –  ATTREZZI  -­‐  ……….  

 FORMULA  STRUTTURALE  =  VARI  TIPI  DI  INTEGRAZIONE  


TECNICA/FISICA/MENTALE  

andrea  capobianco  
INTEGRAZIONE  
ESSERE  CONSAPEVOLI   FISICO/ MENTALE/ TECNICO/
DI  CIO’  CHE  SI  STA   mentale/tecnico   fisico/tecnico   mentale/fisico  

FACENDO  PER  POTER   CAMBI  DI   POSIZIONAMENTO  


MANO   DIFENSIVO  
MIGLIORARE  IN  BASE  
4  ANGOLI   LETTURA   MANUALITà  
ALL’OBIETTIVO   BLOCCO  SU   DELLA  PALLA  
PALLA  
UP  AND  DOWN   LETTURA   TIRO  CON  UNA  
BLOCCO   MANO  
LONTANO  

andrea  capobianco  
Aggiungere  par?  all’allenamento  

LETTURA  

Aumento  della  parte  mentale  ………..  

andrea  capobianco  
LA  SCELTA…  è  il  momento  di?    

STABILITà  

CRESCITA  
andrea  capobianco  
STABILITà   CRESCITA  

È  LA  SICUREZZA  NECESSARIA   LIMITE  DA  SUPERARE  CHE  HA  


DA  CUI  PARTIRE  PER  POTER   BISOGNO  DI  UNA  CERTEZZA  
SENTIRE  IL  BISOGNO  DI   DA  CUI  PARTIRE  
SUPERARE  UN  LIMITE  
          =             =  
Non  creare  problemi  o   Creare  problemi  adac  e  
addiri:ura  toglierli   prendersi  cura  

andrea  capobianco  
STRUMENTI  DELL’  ALLENATORE  
LA  POSIZIONE  IN  CAMPO   USO  DELLA  POSIZIONE  

•  Ai  margini  
•  Dentro  l’allenamento  
•  Vicino  al  giocatore  
•  Lontano  dal  giocatore  
•  ………………..  

andrea  capobianco  
La  posizione  in  campo  

Allenatore  in  campo  per…..  


Allenatore  fuori  dal  campo  per  …..  
andrea  capobianco  
LA  VOCE  
VOCE  

TONO  ALTO    
TONO  BASSO  
TONO  DECISO  ED  AGGRESSIVO  
TONO  “DELICATO”  
…  
………………..  

andrea  capobianco  
Altri  esempi  di  integrazione  

Esercizi  con  il  preparatore   Preparazione  secmanale  


atle?co   degli  allenamen?  in  
Il  riscaldamento  integra   base  agli  avversari  
l’allenamento  (su  cosa  
deve  lavorare  il  coach?)  

andrea  capobianco  
Conce:o  di  integrazione    
presuppone  
possedere  
un  modello  integra?vo  

andrea  capobianco  
IL  MODELLO  INTEGRATO  :  modello  costruito  da  Giovanni  
Ariano  ed  u@lizzato  dalla  s.i.p.i.  (Società  Italiana  di  Psicoterapia  Integrata)  
per  la  cura  dei  disordini  mentali  gravi.  Il  modello  è  applicato  in  mol@  campi  
relazionale  degli  uomini  fra  cui  lo  sport.  La  sua  peculiaretà  è  quella  di  
aiutare  chi  lo  applica  ad  incontrare/integrare,  nel  significato  che  ho  
provato  a  spiegare,  il  mondo  interno  ed  il  mondo  esterno.    

IL  MODELLO  INTEGRATO  APPLICATO  ALLO  


SPORT:  il  modello  integrato  ha  permesso  la  nascita  del  modello  di  
pallacanestro  integrata.  La  possibilità  di  ciò  nasce  dal  fa5o  che  anche  lo  
sport  può  essere  definito  all’interno  delle  relazioni  umane  come  una  delle  
infinite  possibilità  che  l’uomo  possiede  per  incontrare  se  stesso  e  gli  altri  
nei  limi@  e  nei  pregi.  

andrea  capobianco  
Il  modello  integrato  può/
deve  essere  usato  sia  in  
allenamento  sia  in  
compe>zione  

Allenamento  e  
compe?zione  /confronto  
non  hanno  senso  se  non  
unite  e  ,  trasferite  nella  vita  
di  ciascuno  di  noi,  
cos?tuiscono  la  possibilità  
di  crescere  insieme  

andrea  capobianco  
Il  modello  stru:urale  integrato:  
LA  STORIA  
Nasce  per  aiutare  l’uomo  che  soffre  
Si  è  specializzato  nella  descrizione  delle  
soggecvità  diverse,  del  loro  relazionarsi  e  
cos?tuirsi  in  sistemi  più  grandi  
Nella  pallacanestro  dopo  varie  forme  di  consulenze  
inizia  ad  entrare  maggiormente  con  le  nazionali  
giovanili  (coach  Di  Lorenzo)  Nel  1993  E.Messina  
propose  la  preparazione  psicologica  della  Nazionale  
A  al  do:.  Biccardi/Falco  

andrea  capobianco  
L’allenamento  integrato  
Ha  reso  possibile  un  incontro  fra  mondi  diversi:  

SPORT  E  PSICOLOGIA  

Uni?  dal  mondo  comune  delle  relazioni  


interpersonali  

andrea  capobianco  
Allenamento  integrato  
Il  modello  di  riferimento  è:  

MODELLO  STRUTTURALE  INTEGRATO  


di  GIOVANNI  ARIANO  
Lo  (sport)  come  la  vita  abbandona  la  visione  
Unica    per  res?tuire  ai  suoi  interpre?  l’umiltà  e  
la  responsabilità  di  costruire  le  proprie  idee,  il  
proprio  modello  che,  espresso  e  pra?cato  con  
coerenza,solleciterà  risposte  chiare,  che  ne  
evidenzieranno  i  limi?  ed  i  pregi,  
perme:endone  la  condivisione  e  la  crescita.  
(do:.  Fernando  Del  Prete  :  da  Diventare  coach)    

andrea  capobianco  
La  storia  del  modello  integrato  nella  
pallacanestro  
1991  Corsi  di  formazione  CNAG  
     Nazionali  giovanili  coach  Roberto  Di  Lorenzo  

1993  Nazionale  con  coach  E:ore  Messina  

1996  Pallacanestro  Salerno  C1  Capobianco/Del  


Prete  …  inizia  lo  studio  di  integrazione  
“completa”    
andrea  capobianco  
Il  modello  di  preparazione  psicologica  prevedeva    
•  Osservazione  degli  allenamen?  e  par?te  con  
commen?/riflessioni  
•  Colloqui  e  test  con  lo  staff  e  con  i  giocatori  
•  Gruppi  di  lavoro  e  dinamiche  con  l’intero  staff  

andrea  capobianco  
Il  mio  incontro  

La  storia  dell’incontro  con  


il  prof  Del  Prete  

Da  Salerno  C2  (1996)  a    


                             Teramo  A1  (2010)  

…..  Il  cammino  …..  

andrea  capobianco  
IL  LAVORO  DI  OGGI  (inteso  sempre  tecnico/
tacco  fisico  e  mentale)  
Studio  dei  giocatori  (pregi  
e  limi?)  
Livello  di  incontro  dei  
giocatori  per  diventare  
squadra  (pregi  e  limi?)  
Preparazione  delle  par?te  
…………………..  

andrea  capobianco  
Modello  

La  parola  modello  entra  nella  descrizione  della  


realtà  proponendosi  ad  ogni  cosa  di  esistere,  
all’interno  di  una  visione  soggecva.  

andrea  capobianco  
Ciò  di  cui  sono  convinto  
1.  Non  si  può  fare  a  meno  di  avere  un  modello  

2.   La  consapevolezza  del  modello  che  si  


possiede  ne  aumenta  la  forza  perché:  

andrea  capobianco  
•  Si  accompagna  alla  consapevolezza  che  il  
proprio  è  solo  un  punto  di  vista  tra  i  tan?                  
(=  modello)  

•   Non  consente  di  sen?rsi  possessore  di  una  


verità  unica  

•   Costringe  all’umiltà  della  verifica  di  ciò  che  si  


afferma  a:raverso  la  regola  della  coerenza  

andrea  capobianco  
•  Apre  al  dialogo  con  gli  altri  che  possono  
condividere  o  confutare  il  modello  

•   Il  momento  della  confutazione,  superata  la  


paura,  può  rivelarsi  portatore  di  novità  che  
arricchisce.  

•  Il  momento  della  condivisione  centuplica  la  


sensazione  di  forza  e  stabilità  (=  squadra)  

andrea  capobianco  
La  parole  necessarie  per  descrivere  
ogni  modello:  
Esempio:  
Totalità   Una  squadra  è  una  totalità  
Par?   cos?tuita  dai  giocatori  
Formula  stru:urale   che  sono  le  par?  che  
dipendono  da  come  
Livelli  logici   vengono  messe  insieme  
(la  formula).  

andrea  capobianco  
I  livelli  logici  
Esempio:   Si  cos?tuiscono  all’interno  
Due  squadre  under  14  ad   di  una  stessa  totalità  (il  
un  livello  (esempio   campo  di  pallacanestro)  
ragazzi  under  14  sono   ad  altri  livelli  logici  
uguali)  ma  ad  un  altro   totalità  diverse.  
livello  (esempio  livello   Si  costruisce  così  ciò  che  
fisico)  sono  diversi  cioè   viene  definito  stru:ura  
una  squadra  è  più   gerarchica.  
grossa,  più  veloce.    

andrea  capobianco  
La  condivisione    

Importante  per  l’integrazione  è  la  condivisione  

andrea  capobianco  
Programma  secmanale  =  pensare  integrato  
Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
Riposo Pesi + Lavoro fisico Pesi + Riposo / Situazioni
Lavoro (rapidità) Situazioni (Facoltativo attacco e
atletico + Fond. Ind. o offensive o recupero) difesa (i
Tiro (letture) concetti)
Fond. ½
campo e/o
tiro I nostri tiri !!!
Riunione Riunione Riunione Riunione Riunione
Staff tecnico Staff tecnico Squadra Squadra Squadra
Riunione allargato (attacco e (i “giochi” (attacco +
Squadra difesa più usati da difesa)
concetti loro )
generali)
Difesa: Difesa: Minipartite Difesa: Difesa: Partita
CP CP Tattiche Concetti Zona
Dif. Ind. Dif. Ind. situazioni Attacco
Attacco: Attacco: Difese avversari Zona
Cp prima Cp ritard. pressing Attacco: Rimesse:
Situazioni Situazioni Situazioni Situazioni fondo / lato
speciali partita T.L.
T.L. T.L.

andrea  capobianco  
•  I  modelli  non  sono  equivalen?  ed  il  modello  
più  complesso  descrive  e  genera  la  possibilità  
di  vedere  realtà  più  complesse!!!  

•  La  grande  difficoltà  non  è  reagire  


emo?vamente  ma  costruire  un  pensiero  che  
contenga  le  nostre  reazioni  e  ci  dia  stabilità  
a:raverso  la  comprensione  e  la  possibilità  di  
spiegarci  ed  essere  compresi  

andrea  capobianco  
Modello  integrato  
•  Nella  costruzione  di  una  squadra  

•  Nella  preparazione  di  un  gioco  d’a:acco  

•  Nella  costruzione  della  difesa  

•  Nella  ges?one  delle  par?te  

andrea  capobianco  
Il  modello  integrato  si  applica  

Sport  di  squadra   Sport  individuali  

andrea  capobianco  
Modello  di  sport  individuali/
squadra  integrato  
T   RA  
E   E   G   G  
R   C   SS   E  
E   N   P   S  
L   I   FA   O   T  
A   C   S   I  
Z   O   A   T  
I   U   T  
O   E   L   E  
N   F   A   C  
E   I   SR   T   N  
S   S   I   I  
I   B   C  
C   CO   I  
O  

andrea  capobianco  
Esempi  sull’individuo  
Cosa  pensa  di  se  l’atleta?  
Ad  esempio  il  saltatore  in  lungo  pensa  di  poter  saltare  7.20  o  
7.40  
L’idea  che  ha  è  adeguata  alle  sue  capacità  fisiche?    
Atle?  che  hanno  un  idea  so:ovalutata/sopravvalutata  alle  
proprie  capacità  fisiche  e  tecniche  
Come  percepisce  il  suo  corpo?  Cosa  pensa  della  sua  tecnica?  

Ricerca  dell’equilibrio  
Molte  persone  vivono  ed  hanno  prestazioni  al  di  so:o  delle  
proprie  possibiltà  
andrea  capobianco  
Modello  di  pallacanestro  integrato  
T   RA   A   P.V   Guardare   Canestro  
E   E   G   T  
R   C   SS   Autonomia   T   Palla  
E   N   A   Ascoltare  
L   I   FA                      Equilibrio   C  
A   C   C   Spazi  
Z   O   A   O   (liberi/  
I   Collaborazione   M.V.   Parlare   Occupa>)  
O   E  
N   F   D   Avversari  
E   I   SR   I  
S   S   Spazio/tempo   F   Toccare   Compagni  
I   B   E  
C   CO   S   Coach  
O   A   C.V   posizionar
si   Arbitri  

andrea  capobianco  
Il  linguaggio  psicologico  

Definisce  che  ogni  acvità  in  cui  l’uomo  


è  coinvolto  è  so:esa  dalla  capacità  di  
relazionarsi  con  sé  e  con  gli  altri  

andrea  capobianco  
Linguaggio  tecnico/tacco  
È  il  livello  che  a  par?re  dai  fondamentali  (le  
le:ere  dell’alfabeto  del  basket)  si  costruisce  in  
parole  o  frasi  via  via  più  complesse  che  
perme:ono  di  dialogare  (giocare  di  squadra-­‐
insieme)  con  i  compagni  e  misurarsi  con  gli  
avversari  

andrea  capobianco  
Linguaggio  fisico  
È  quella  parte  necessaria  che  a  par?re  dalla  
stru:ura  biologica  a:raverso  diverse  capacità  
ed  abilità  motorie  cos?tuisce  la  base  per  
sviluppare  tecnica  e  tacca.  

andrea  capobianco  
Energia  -­‐  Stru:ura  
Rappresentano  il  livello  più  generale  per  iniziare  a  differenziare  ciò  che  si  vuole  
descrivere  

Energia  
1.  La  quan?tà  di  par?  presen?  in  una  totalità  
2.  La  capacità  di  aumentare  il  numero  delle  par?  presen?  in  una  totalità  

Stru:ura  
1.   La  formula  che  ?ene  le  par?  in  una  totalità  
2.   La  capacità  di  trovare  una  formula  nuova  quando  aumentano  le  par?  all’interno  
di  una  totalità  

andrea  capobianco  
Energia  -­‐  Stru:ura  
•  Sono  concec  inscindibili  ed  incomprensibili  
l’uno  senza  l’altro  
•  Una  squadra  o  un  individuo  sono  più  for?  
quando  energia  e  stru:ura  sono  più  for?.  
Viceversa  sono  più  deboli  
•  Energia  e  stru:ura  più  for?  equivale  ad  avere  
un  modello  più  grande  dell’avversario  

andrea  capobianco  
Energia  -­‐  Stru:ura  

“gli  allenatori  cercano  di  vincere  le  par?te  


aumentano  il  numero  delle  par?  (Energia)  che  
la  formula  del  gioco  avversario  (stru:ura)  non  
riesce  a  contenere”  

andrea  capobianco  
Simbolico  Spontaneo  –    
Simbolico  Riflesso  
Gli  esseri  viven?  sono  costruzione  di  abitudini  
automa?che  (simbolico  spontaneo)  che  
posseggono  una  possibilità  in  più  per  
modificarsi.  Questa  possibilità  la  chiamiamo  
Simbolico  Riflesso.  
A:raverso  il  simbolico  riflesso  l’uomo  ha  la  
possibilità  di  rifle:ere  su  quanto  gli  succede  
intorno  e  sulle  sue  abitudini,  me:erle  in  
discussione  per  confermarle  o  modificarle    
andrea  capobianco  
Definendo  con  chiarezza  ques?  due  strumen?,  si  
consegna  all’uomo  la  responsabilità  e  la  
possibilità  di  migliorarsi  

Con  questa  chiarezza  diventa  più  difficile  per  


l’allenatore  ed  il  giocatore  nascondere  la  
consapevolezza  dei  propri  limi?  

andrea  capobianco  
Linguaggi  ed  a:eggiamen?  
relazionali  
Ra  =  linguaggio  Razionali  
Fa  =  linguaggio  Fantas?co  
E  =  linguaggio  Emo?vo  
Co  =  linguaggio  Corporeo  
G  =  Genitore  
A  =  Adulto  
B  =  Bambino  

andrea  capobianco  
I  Postula?  
Ci  perme:ono  di  tradurre  nella  pra?ca  quanto  affermato  sin  ora.  

Lo  sport  e  la  pallacanestro  sono  relazioni  interpersonali  che  


accadono  in  un  campo  specifico  

Tu:o  ciò  che  avviene  nel  campo  degli  sport  (individuale  e  di  
squadra)  può  essere  descri:a  come  un  equilibrio,  sintesi  
par?colare  di  capacità  di  autonomia  e  capacità  di  
collaborazione,  in  uno  spazio  e  in  un  tempo  opportuni.  

andrea  capobianco  
Postula?  :  descrizione  
Autonomia:  la  capacità  di  avere  una  visione  consapevole  in  base  a  cui  operare  
scelte  libere  e  responsabili  nell’interesse  proprio  e  della  squadra  
Collaborazione:  la  capacità  di  condividere  una  visione  comune  anche  quando  
si  è  costrec  a  sacrificare  la  propria  allo  scopo  di  mantenere  l’unità  della  
totalità  (squadra)  

 Spazio/tempo:  categorie  inscindibili  che  indicano  il  luogo  ed  il  momento  
opportuno  in  cui  l’equilibrio  si  esprime    

andrea  capobianco  
P.V.        M.V.          C.V.  
La  pallacanestro  è  un  gioco  di  vantaggi  

Prendere  vantaggio  
Mantenere  Vantaggio  
Concre?zzare  il  vantaggio  

andrea  capobianco  
Il  modello  
Il  modello  ha  cercato  di  affermare  che  la  tecnica  
(con  i  suoi  fondamentali)  la  tacca  (  con  la  sua  
capacità  di  scelta)  sono  i  linguaggi  che  
perme:ono  ai  giocatori  di  dialogare  sul  
campo.  Sono  la  traduzione  dei  pensieri,delle  
fantasie,  delle  emozioni  che  ritroviamo  tu:e  
insieme  concre?zzate  nei  postula?  di  
autonomia  e  collaborazione.  

andrea  capobianco  
bibliografia  
Diventare  coach  a  cura  di  E:ore  Messina  edizione  SIPI    

Diventare  uomo  di  Giovanni  Ariano  ed.Armando  editore  

Apprendere  la  relazione  a  cura  di  Rossella  Ciampi  edizione  SIPI  

Esercizi  di  intersogge?vità  di  Giovanni  Ariano  edizione  SIPI  

Comprendere  i  sogni  Una  gramma?ca  per  infini?  significa?  di  Giovanni  Ariano  
Edizione  Armando  Editore  

andrea  capobianco