Sei sulla pagina 1di 8

RELAZIONE DI LABORATORIO SU:

-CROMATOGRAFIA SU CARTA .
-FILTRAZIONE .
-MISURAZIONE DEL PH .
-COSTRUZIONE DI MODELLINI DI MOLECOLE E LEGAMI
CHIMICI .

IPOTESI:
CROMATOGRAFIA: SEPARAZIONE DEI SINGOLI COMPONENTI DI
UN'UNICA MISCELA DI INCHIOSTRI CON UNA SOLA FASE MOBILE.

FILTRAZIONE: SEPERAZIONE NELLE SUE SINGOLE COMPONENTI


DEL MISCUGLIO ETEROGENEO IN ESAME .

MISURAZIONE DEL PH: DETERMINAZIONE DEL PH DELLA


SOSTANZA LIQUIDA IN ESAME CON L’AUSILIO DELLA CARTINA
TORNASOLE.

COSTRUZIONE DEI MODELLINI: REALIZZAZIONE DI MODELLI IN


SCALA TRIDIMENSIONALE DI MOLECOLE E LEGAMI CHIMICI
,RISPETTIVAMENTE O2, CH4 , H2O , N2.

MATERIALI UTILIZZATI:
CROMATOGRAFIA:
-BECHER DI PORTATA 250 ML
-CARTA PER CROMATOGRAFIA.

-PENNARELLO BLU A SPIRITO.

-ALCOOL ETILICO.

FILTRAZIONE:
-CARTA PER FILTRAZIONE.

-ACQUA DISTILLATA.

-OLIO DI SEMI.

- N. 2 BECHER DA 250 ML.

-IMBUTO IN PLASTICA.

-SPRUZZETTO.

-CILINDRO GRADUATO DI PORTATA 1000 ML.

MISURAZIONE DEL PH :
-BLU DI METILENE .
-PIPETTA.

-CARTINA TORNASOLE CON RELATIVO INDICATORE.

-BECHER DI PORTATA 250 ML

COSTRUZIONE DEI MODELLINI:


-KIT PER LA COSTRUZIONI DI MODELLINI MOLECOLARI E LEGAMI.

TEMPI DI ESECUZIONE:
CIRCA 15 MINUTI PER CIASCUN ESPERIMENTO.

LUOGO DELL’ESPERIENZA:
LABORATORIO DI CHIMICA FISICA.

PROCEDIMENTO:
CROMATOGRAFIA: SI RITAGLIA UNA STRISCIA DI CARTA PER
CROMATOGRAFIA , TRACCIANDOVI SOPRA UNA LINEA LEGGERA DI
QUALCHE CENTIMETRO ,CON IL PENNARELLO A SPIRITO,
SUCCESSIVAMENETE SI VERSA DELL’ ALCOOL ETILICO NEL BECHER ,
INSERENDOVI POI IL FOGLIO PER QUALCHE SECONDO.

FILTRAZIONE: SI PIEGA UN FOGLIO DI CARTA PER FILTAZIONE


INSERENDOLO IN UN IMBUTO , PONENDO POI IL TUTTO
NELL’APPOSITO BECHER, FATTO CIO’ SI PREPARA UNA SOLUZIONE
ETEROGENEA COSTITUITA DA ACQUA DEMINERALIZZATA E OLIO,
INSERENDOLA POI ALL’INTERNO DELL’ IMBUTO , LASCIANDO CHE
TRAVASI NEL CONTENITORE SOTTOSTANTE.

MISURAZIONE DEL PH: SI RITAGLIA UNA STRISCIA DI CARTA


TORNASOLE , SUCCESSIVAMENETE CON L’AUSILIO DELLA PIPETTA SI
PRELEVA DEL BLU DI METILENE DAL SUO CONTENITORE ,
VERSANDOLO NEL BECHER E MISURANDO IL SUO PH INSERENDO
LA CARTINA ALL’INTERNO DELLA SOSTANZA LIQUIDA, FACENDO
RIFERIMENTO ALL’INDICATORE POSTO SULLA CONFEZIONE.
COSTRUZIONE DEI MODELLINI: PRIMA DI INIZIARE
L’ASSSEMBLAGGIO DEI MODELLI SI STUDIA LA COMPOSIZIONE
CHIMICA DI OGNI MOLECOLA , DETERMINANDO SE SI TRATTA DI UN
ELEMENTO OPPURE DI UN COMPOSTO ED IDENTIFICANDO IL TIPO
ED IL NUMERO DI ATOMI CHE LA COMPONGONO,
SUCCESSIVAMENTE SI PROCEDE CON LO SVILUPPO DELLE
MOLECOLE FISSANDO TRA LORO I VARI ATOMI , COSTITUITI DA
BIGLIE , CON STELI IN PLASTICA ,RAPPRSENTANTI I LEGAMI.

CONCLUSIONI:
CROMATOGRAFIA:DOPO AVER ESTRATTO IL FOGLIO DI CARTA PER
CROMATOGRAFIA DALL’ALCOOL ETILICO SI NOTA UNA
DEFORMAZIONE DELLA LINEA TRACCIATA CHE ORA ASSUME
L’ASPETTO DI UNA MACCHIA, NELLA QUALE SI NOTANO I VARI
PIGMENTI CHE COSTITUISCONO L’INCHIOSTRO DEL PENNARELLO
UTILIZZATO PER L’ESPERIMENTO, RISPETTIVAMENTE NERO , BLU E
CELESTE , BEN SEPARATI L’ UNO DALL’ ALTRO.

FILTRAZIONE: DOPO AVER INSERITO IL MISCUGLIO OMOGENEO SI


NOTA CHE L’ACQUA ATTRAVERSA CON MAGGIOR FACILITA’ IL
FOGLIO DI CARTA PER CROMATOGRAFIA , CADENDO QIUNDI NEL
BECHER PRIMA RISPETTO ALL’OLIO , IN QUANTO QUESTI E’ UNA
MISCELA ETEROGENEA ,A DIFFERENZA DELL’ACQUA
DEMINERALIZZATA , PURA E QUINDI PRIVA DI SALI MINERALI.

MISURAZIONE DEL PH: DOPO AVER POSTO SULLA CARTINA DEL


BLU DI METILENE ED ATTESO QUALCHE SECONDO SI NOTA CHE LA
SOSTANZA LIQUIDA HA UN PH BASICO PARI CIRCA AD 8-9 , COME
DA INDICATORE.

COSTRUZIONE DEI MODELLINI: CON LA REALIZZAZIONE DELLE


MOLECOLE IN SCALA TRIDIMENSIONALE , SI OSSERVA CHE
L’OSSIGENO GASSOSO ,02, E’ COMPOSTO DA 2 MOLECOLE DI
OSSIGENO ,CHE PER COMPLETARE IL LORO LIVELLO ENERGETICO
Più ESTERNO FORMANO UN LEGAME COVALENTE DOPPIO, IL
METANO CH4 E’ FORMATO DA UN ATOMO DI CARBONIO E QUATTRO
DI IDROGENO, CHE PER COMPLETARE IL LORO ORBITALE PIU’
ESTERNO FORMANO UN LEGAME COVALENTE SEMPLICE, L’ACQUA
H2O E’ INVECE FORMATA DA DUE ATOMI DI IDROGENO ED UNO DI
OSSIGENO,INFINE L’AZOTO GASSOSO N2 E’ COSTITUITO DA DUE
ATOMI DI AZOTO CHE PER RAGGIUNGERE LA STABILITA’ FORMANO
UN LEGAME COVALENTE TRIPLO.