Sei sulla pagina 1di 15

Dimensionamento rete

aria compressa

Impianti Industriali 2 - 2009 1


Dimensionamento rete aria
compressa

1 - Tratto di tubazione

ogni tratto dell'impianto di distribuzione dell‘aria


compressa è individuato da lettere e numeri che ne definiscono gli
estremi.
Con la stessa simbologia è stato realizzato lo schema funzionale
della rete e la tabella di calcolo.

Impianti Industriali 2 - 2009 2


Dimensionamento rete aria
compressa

Impianti Industriali 2 - 2009 3


Dimensionamento rete aria
compressa

2 - Portata

la portata necessaria alle utenze, espressa in Nm3/h, è un


dato di progetto.
Per i rami collettore, cioè quelli da cui si dipartono gli
altri rami, si applica un fattore di contemporaneità (es.
80%).

Impianti Industriali 2 - 2009 4


Dimensionamento rete aria
compressa

3 - Diametro derivante dalla portata

imposta la velocità dell'aria (es. 10 m/s) è possibile,


applicando il principio di conservazione della massa,
determinare il diametro teoricamente necessario a consentire il
passaggio della portata desiderata. Naturalmente tale diametro
non ha un valore unificato e di conseguenza serve
esclusivamente a dare un'indicazione approssimativa del
valore di DN da utilizzare.

Impianti Industriali 2 - 2009 5


Dimensionamento rete aria
compressa

Applicando il principio di conservazione della massa si ha

da cui si ricava

dove D è il diametro espresso in m, la portata in massa in kg/s,


la velocità in m/s e la  in kg/m3.
Impianti Industriali 2 - 2009 6
Dimensionamento rete aria
compressa
La densità dell'aria, a temperatura ambiente, è proporzionale alla
pressione.
Considerando l'aria un gas ideale, l'equazione di stato
pV=nRT
dove V = m/d e n = m/M con d la densità,M il peso molecolare
pari a 28,97 [kg/kmol] e R = 8314.14 [J/kmol K]
Si ricava
p/d = R T/M
da cui
d = p M/R T [kg/m3]
Impianti Industriali 2 - 2009 7
Dimensionamento rete aria
compressa

4 - DN

in prima battuta il DN viene assunto immediatamente


maggiore rispetto al diametro derivante dalla portata poi, una
volta effettuata la verifica della caduta di pressione, se
questa risulta troppo elevata (es. maggiori di 0,3 bar) si
provvede, per tentativi, ad aumentarlo.

Impianti Industriali 2 - 2009 8


Dimensionamento rete aria
compressa

5 - Diametro interno

una volta fissato il DN il diametro interno è ricavato dalla


tab. 32.IV pag. 530 del libro "Elementi di impianti industriali"
Monte 2° volume.

Impianti Industriali 2 - 2009 9


Dimensionamento rete aria
compressa

6 - Lunghezza del tratto

dal disegno dell'impianto di distribuzione dell'aria compressa


possono essere individuate le lunghezze in metri dei vari
tratti di tubazione. Tali valori sono indispensabili per
determinare le cadute di pressione della rete.

Impianti Industriali 2 - 2009 10


Dimensionamento rete aria
compressa

7 - Perdite di carico
concentrate

a partire dall'abaco della tab.


38.III pag. 724 del libro
"Elementi di impianti
industriali" Monte 2° volume
sono determinate le perdite
concentrate.

Impianti Industriali 2 - 2009 11


Dimensionamento rete aria
compressa

8 - Perdite distribuite - Lunghezza equivalente

poiché le perdite concentrate sono convertite in tratti di


tubazione equivalente si individua una lunghezza equivalente
sulla quale è possibile calcolare l’effetto delle perdite
distribuite.
Caduta di pressione: le perdite di carico espresse in
sono date dalla formula

Impianti Industriali 2 - 2009 12


Dimensionamento rete aria
compressa

dove Q è la portata d'aria in m3/s, L la lunghezza in m del


tratto di tubazione in esame, d il diametro interno della
tubazione in mm e Po la pressione iniziale assoluta dell'aria
compressa

Impianti Industriali 2 - 2009 13


Dimensionamento rete aria
compressa

Impianti Industriali 2 - 2009 14


Dimensionamento rete aria
compressa

Impianti Industriali 2 - 2009 15